(navigation image)
Home American Libraries | Canadian Libraries | Universal Library | Community Texts | Project Gutenberg | Children's Library | Biodiversity Heritage Library | Additional Collections
Search: Advanced Search
Anonymous User (login or join us)
Upload
See other formats

Full text of "Tekko e Salubra"

jdutt 



H&&J3&; 



\1 










I ■ 

I 



LA MILLESIMA SECONDA NOTTE 

« Vi piaccia di udirmi, eccelso Signore», comiucid a dire l'architetto 
di palazzo, trinciando un'inohino profondo. « Fu gia un tempo un gran 
mercatante nel paese d'oecidente — paese singolare, i cui abitatori tenevano 
in gTan conto l'immacolata lindura delle finestre e dei pavimenti e l'in- 
tatta lucentezza di ogni mobiglio. Eppure costoro sogliono ricoprir le pa- 
reti delle loro abitazioni applicandovi sopra della carta. Ed ecco eke que- 
sta, col volgere del tempo, si sbiadisce e si offusca, perche in alcun modo 
non si pud ripulire, ne detergere con acqua corrente». 

« Strano popolo davvero, affe mia ! » esclamo il Califfo. « Ma prosegui 
il tuo racconto ». 

« Cosi e », riprese quello. « Ma un giorno capitd da quel mercatante un 
maestro straniero, che s'impegnd a ricoprirgli tutte le pareti della easa con 
carta artisticamente dipinta. Egli svolse sotto gli occbi di lui tutti i suoi te- 
sori di tapi>ezzerie, che lasciarono il mercatante oltre ogni modo ammirato e 
conquiso. Disse allora il maestro a gran voce : <i Tu potrai torne ogni mac- 
chia, ogni brascolo. La tappezzeria riprendera di bel nuovo i suoi colori e la 
sua lucentezza, giacchti essa e impenetrabile all'acqua come ad ogni essenza 
detersiva, ne giammai i colori di essa si faranno stinti sotto i raggi co- 
centi del solleone ». 

« Bugiardo e gagliofiEo ! » interruppe il Califfo. « L'impostore avrebbe 
ben meritata la spada punitrice». 

« Eppure no, col beneplacito vostro, eccelso Signore. Quell'uomo aveva 
ragione. I fatti dimostrarono che egli aveva detto il vero, perche la sua 
carta, pur essendo sotto ogni altro rispetto simile alle altre, pud realmente 
essere lavata, nd piu ne meno che si lava il pavimento del bagno di Vo : 
stra Altezza ». 

« Ti prendi adunque giuoco di me? » grido sdegnato il Califfo. « £ risa- 
puto che la carta intrisa d'acqua si riduce a poltiglia, e che i colori non 
reggono all'azione delle essenze detersive ». 

« Eppure e cosi», replico l'architetto di palazzo. 

II Califfo fece un segno alia sua guardia di corpo, che, snudata la 
spada, ando chetamente a postarsi dietro il narratore. 




4 

































1 1 



*ss > 


























I 



I 







; 



LA MILLESIMA SECONDA NOTTE 

« Vi piaccia di udirmi, eccelso Signore», comineid a dire l'architetto 
di palazzo, trinciando un'inchino profondo. « Fu gia un tempo uu gran 
mercatante nel paese d'occidente — paese singolare, i cui abitatori tenevano 
in gran conto l'immacolata lindura delle finestre e dei pavimenti e l'in- 
tatta lucentezza di ogni mobiglio. Eppure costoro sogliono ricoprir le pa- 
reti delle loro abitazioni applicandovi sopra della carta. Ed ecco che que- 
sta, col volgere del tempo, si sbiadisce e si offusca, perche in alcun modo 
non si pud ripulire, ne detergere con acqua corrente». 

« Strano popolo dawero, affe mia ! » esclamo il Califfo. « Ma prosegui 
il tuo racconto ». 

« Cosi e », riprese quello. « Ma un giorno capito da quel mercatante un 
maestro straniero, che s'impegno a ricoprirgli tutte le pareti della casa con 
carta artisticamente dipinta. Egli svolse sotto gli occhi di lui tutti i suoi te- 
sori di tapjiezzerie, che lasciarono il mercatante oltre ogni modo ammirato e 
conquiso. Disse allora il maestro a gran voce : « Tu potrai tome ogni mac- 
chia, ogni bruscolo. La tappezzeria riprenderii di bel nuovo i suoi color! e la 
sua lucentezza, giatche essa e impenetrabile all'acqua come ad ogni essenza 
detersiva, ne giammai i colori di essa si faranno stinti sotto i raggi co- 
centi del solleone ». 

« Bugiardo e gaglioffo ! » interruppe il Califfo. « L'impostore avrebbe 
ben meritata la spada punitricew. 

« Eppure no, col beneplacito vostro, eccelso Signore. Quell'uomo aveva 
ragione. I fatti dimostrarono che egli aveva detto il vero, perche la sua 
carta, pur essendo sotto ogni altro rispetto simile alle altre, pud realmente 
essere lavata, nd piu n6 meno che si lava il paviniento del bagilo di Vo- 
stra Altezza ». 

« Ti prendi adunque giuoco di me? » grido sdegnato il Califfo. « £ risa- 
puto che la carta intrisa d'acqua si riduce a poltiglia, e che i colori non 
reggono all'azione delle essenze detersive ». 

«Eppure e cosiw, replico l'architetto di palazzo. 

II Califfo fece un segno alia sua guardia di corpo, che, snudata la 
spada, andd chetamente a postarsi dietro il narratore. 



« Oseresti ancora asserire, o folle, che tu sei capace di lavare una tap- 
pezzeria in modo da ripristinarla nella sua primiera bellezza?» 

« Cosl e appunto, eccelso Signore», i"ispose Tinfelice. « Non gi& quelle 
usuali, bensi la Salu... » 

Ma il Califfo aveva fatto alia guardia un altro, terribile cenno . . . 

La parola rimasta cosi mozza nella gola dell'apchitetto di palazzo era 
SALUBRA. £ quella con cui si designano le tappezzerie che sono le sole 
lavabili e inalterabili alia luce. £ una verita. di fatto che ogni tappezziere 
dell'Occidente (Europa) pud fornire questa meravigliosa Salubra. 



* 



Avviene sovente di spendere piu per una sola sedia che per il rivesti- 
mento di tutte le quattro pareti di una camera. Eppure chiediamo noi, che 
cosa da il tono all'ambiente : la sedia o il rivestimento delle pareti? 






Uno sprizzo sul muro, uno sgorbio d'inchiostro, l'improvvisa comparsa 
d'una macchiolina di grasso, un'impronta digitale d'ignota provenienza: 
ecco altrettanti incubi paurosi della vita domestica. « Spese via spese ! » 
dite voi indispettiti ; e bisogna rinnovare per intero, perche, se ritoccate 
solo qua e la, tanto piu danno neH'occhio il logorio, il sudiciume, la scolo- 
r-atura delle altre pareti. E siete necessar-iamente condotti a riconoscere che 
la vostra abitazione, da voi con tanta cura tenuta linda e pulita, ha pareti 
nialsane. Esse si ricoprono a jjoco a poco di uno strato di lordura e di 
polvere, fino a divenire un vero covo di bacilli, un'ovvia minaccia alia vo- 
stra salute. «Ma perche », vi vien fatto allora di chiedervi, « non si possono 
lavare le pareti? » 

Voi conservate nitida e netta ogni cosa: pavimenti, tapi>eti, tiivolati, 
cortine, inobili, finestre. Non badate ne a spesa ne a fatica ; giacche, chi si 
rassegna ad abitare in una casa sucida e sciatta? E perche non pensate a 
tener pulite anche le pareti? Perche, se vi desse l'animo di applicar loro 
lo stcsso 1 vattamento di spazzole, scop<i e a<-qua saponata, il disegno sva 
nirebl)e come il gesso dalla bivagna, i colori scorrerebbero a rigagnoli, la 
tappezzeria sarebbe bell'e rovinata. 

Ora noi veniamo a dirvi : qui. in questa cartella. si trovano le tappez- 
zerie piu durevoli che il mondo conosca : SALUBA & TEKKO. 

Potete, se vi aggrada. pulirle e risciacquarle come i piatti di tavola o 
quelli con cui si adornano le pareti, potete lavarle coll'acqua. 






— — 




«vK*noj»cwm»^TOi^«««r»»M<w»nvrtu^j»3^»wr«~* 



« Oseresti ancora assevire, o folle, che tu sei capace di lavare una tap- 
pezzeria in modo da ripristinarla nella sua primiera bellezza? » 

«Cosl e appunto, eccelso Signore», rispose l'infelice. « Non gia quelle 
usuali, bensl la Salu... » 

Ma il Califfo aveva fatto alia guardia un altro, terribile cenno . . . 

La parola rimasta cosi mozza nella gola dell'architetto di palazzo era 
SALUBRA. £ quella con cui si designano le tappezzerie che sono le sole 
lavabili e inalterabili alia luce. £ una verita di fatto che ogni tappezziere 
deirOccidente (Europaj pud fornire questa meravigliosa Salubra. 



Avviene sovente di spendere piu per una sola sedia che per il rivesti- 
inento di tutte le quattro pareti di una camera. Eppure chiediamo noi, che 
cosa da il tono alPainbiente : la sedia o il rivestimento delle pareti? 



Uno sprizzo sul muro, uno sgorbio d'inchiostro, l'improvvisa comparsa 
d'una macchiolina di grasso. im'impronta digitale d'ignota provenienza: 
ecco altrettanti incubi paurosi della vita domestica. « Spese via spese ! » 
dite voi indispettiti ; e bisogna rinnovare per intero, perche, se ritoccate 
solo qua e la. tanto piu danno neU'occhio il logorio, il sudiciume, la scolo- 
ratura dellc altre pareti. E siete necessariamente condotti a riconowcere che 
la vostra abitazione, da voi con tanta cura tenuta linda e pulita, ha pareti 
iiialsane. Esse si ricoprono a poco a poco di uno strato di lordura e di 
polvere, fino a divenire un vero COTO di bacilli, un'ovvia minaccia alia vo- 
stra salute. « Ma perche », vi vien fatto allora di chiedervi, « non si possono 
lavare le pareti? » 

Voi conservate nitida e netta ogni cosa: pavimenti. tapj>eti, tinolati, 
cortine, mobili, finestre. Non badate ne a spcsn ne a fatica ; giacche, chi si 
lassegna ad abitare in una casa sucida e sciatta? E perche non pensate a 
tener pulite anche le pareti? Perche, se vi desse l'animo di applicar loro 
lo stesso trattamonto di spazzole, scope e acqua s;iponata, il disegno sv;i 
nireblK? come il gesso dalla lavagna, i colori scoi'rerebbero a rigagnoli, la 
tappezzeria sarebbe bell'e rovinata. 

Ora noi veniamo a dirvi : qui. in questa cartella. si trovano le tappez- 
zerie piu durevoli che il mondo conosca : SALUBA & TEKKO. 

Potete, se vi aggrada, pulirle e risciacquarle come i piatti di tavola o 
quelli con cui si adornano le pareti. potete lavarle coll'acqua. 



•2 



INDICE DELLA MATERIA 



Pag. 



1. 
2. 
3. 
4. 
5. 
6. 



Testo : La inillesiina seconda uotte. 
Testo : continuazione. 
Indice della materia. 
Testo : continuazione. 



7. 



8. 

9. 

10. 
11. 



Schizzo di un ambiente aiTedato con Salubra, di Enrico Weber. 

Kipulitura della parete. — Le pareti riohiedono d'essere ripulite, 

ne piu n6 nieno dei pavimenti, delle finestre e dei niobili. 

Riproduzione della decorazione parietale del « Petit Salon » del- 

l'lniperatrice Giuseppina nel Castello di St. Cloud, eseguita 

con Salubra. 

Salottino di ricevimento. Le pareti sono rivestite con Tekko. La 

tappezzeria e la stoffa dei niobili sono in argento su fondo d'oro.' 

Studio d'ambiente per la collezione Salubra, schizzo di Enrico 

Weber. 

Schizzo di un ambiente, dell'Arcbitetto Augusto Trueb. 

Prova alia luce. II campioncino « Tekko », a sinistra, e stato 

esposto alia luce per la stessa durata di tempo eke il campioncino 

a destra. II primo non ha sott'erto, mentre nel canipo ovale del se- 

condo si scorge evidente lo sbiadimento prodotto dall'esposizione 

alia luce. — L aggiunta un'altra busta sciolta, colla quale siete 

invitati a ripetere lo Btesso esperimento per vostro conto. 

Schizzo di un ambiente, dell' Arch. Augusto Trueb 

Saggio di tappezzeria della Sala iel Trouo nel palazzo di Versail- 
les al tempo di Napoleone 1 Kiproduzione in « Tekko ». Dama 
scatura in oro e argento su fondo rosso caiminio. 
Molti tra i piu noti edifiei del mondo hanno adottato le tappcz- 
zerie « Tekko » e « Salubra ». La figura rappresenta il Grand Hotel 
di Parigi. 

» 15. ) Riproduzione in stamps jiolicroma di due campioni di Salubra, 

» 10. f su disegni di Enrico Weber. 

» 17. Testo : continuazione. 

» 18. Conclusione. 

Sulla coi>ertina anteriore della Cartella : 5 campioni original] di Salubra. 

Tutte le tappezzerie Salubra si garantiscono lavaliili e inalterabili alia 
luce. Salubra riunisce le piu sqnirite esecuzioni nrtistiche colla perfezione 
pratica. 

Sulla cojiertina posteriore della Cartella : 1 campioni originali di Tekko: 
un campione e ridotto di 1/5 soH'originale. Come Salubra, Tekko <• garantito 
lavabile e inalterabile alia luce. La collezione Tekko oomprende 100 tipi, 
ognuno dei quail pud essere fornito in 72 colori. 



12. 
13. 



14. 



3- 



schizzi — tutto 



1U- 



Siulieiume. polyene, inchiostro, fuliggine, fnmo 
somma pud essere faeilmente riinosso. 

«Ma come?,, esclamerete voi, « questo 6 un vero miracolo < ,, An- 
punto: un niiracolo della tecnica: Salubra e Tekko Bono le &ZZttL to- 
venzioni che si siano compiute da qnando esistono tappezzerie 

bill all-^nt tT 01 " 3, r lete ' Vl aSSeHam0 : " Salubra e Tekk0 s ™° ^altera- 
bili alia luce. I loro colon uou sbiadiscono mai». Esponete a lun-o uuo qua- 
lunque del nostri campion! ai raggi cocenti del .sole': il colore f xZtH 
senipre lo stesso, fresco e flammante. Anche nelle stanze piu soleggiate dove 
hnestre ed xmposte rimangono abituahnente spalancate a due battenti per ac 
coghere « lo dolce lunie ,, e i torridi raggi che nelle Innghe giornate e tive 
saettano da un cielo di cobalto, queste tappezzerie non peWerenno gtimma 
coioT briUante freS€hezza > »* delParmonica venusta deiT™ 

,n^?° Ve K te + C °, nVenire Che U miraCOl ° * anche P ia - raQde - M « l"tame vi ac- 
cadr* subito di pensare: « Devono essere ben care queste tappezzerie',, 

Niente affatto ! Tenuto conto della qualita, Salubra e Tekko sono assai 

puuToisr di certi iiitonaci dai coiod freddi < e « — !"«—* 

Vogliate osservare specialmente la ricca e coinposta intonazione dei co- 
lon in questi eseniplari. Di alcuni si direbbe che siano dipinti a mano Ve ne 
sono per tutti i gusti; i trainezzi e gli scomparti acconciamente ideati, i freo-i 
g i orh e le fasciature consentono le piu svariate applicazioni. Potete sc°e- 
gliere a vostra posta fra gli stili antichi non meno che fra quelli delParte 
moderna. E m qualunque di essi sia per cadere la vostra scelta, potete te- 
nere per certo che le tappezzerie possono essere mantenute iminacolate ed in- 
tatte, lavate e deterse, senza che vi appaia la minima bollicella 



Abbiamo colla presente il piacere di attestarvi che siamo sotto oimi ri- 
guardo soddisfatti delle tappezzerie Salubra e Tekko. Esse presentano in 

SESi* J*? Ie akre dd geQere ' n ***** yanta **° di €Ssere ^vabili, 
inalteiabih alia luce, e nspondenti alle esigenze deli'igiene. La tappezzeria 

Salubra si mautiene bella di colore, puo essere ben ripulita ed e oltremodo 
resistente ai grandi squilibri di temperatura che si verific.no quart Sa- 
lubra c. insomnia, altamente raccomandabile. 
St. Moritz, U 28 Marzo 1923. 

Finn. : A. G. Hans Baobi tot 
Palace Hotel, St. Moritz. 

(contln. pag. 17) 



■4- 



Sudiciume. polvere. inchiostro, fuliggine, fuino, schizzi — tutto in- 
somnia pud essere facilmeute rimoaao. 

« Ma come? » esclamerete voi, c< questo e un vero niiracolo ! » Ap- 
punto : un niiracolo della tecuica : Salubra e Tekko Bono le pin grandi in- 
venzioni che si siano coinpiute da quando esistono tapjiezzerie. 

E questo aneora, vedete. vi asseiiauio : « Salubra e Tekko sono inaltera- 
bili alia luce. I loro colori uou sbiadiscono uiai ». EsjK>nete a lungo uuo qua- 
lunque dei nostri campioni ai raggi cocenti del sole : il colore si nianterra 
sempre lo stesso, fresco e fiaminante. Anche nelle stanze piu soleggiate, dove 
nnestre ed iniposte rimangouo abitualmente spalancate a due battenti per ac- 
cogliere « lo dolce lume » e i torridi raggi che nelle lunghe giomate estive 
saettano da un cielo di cobalto, queste tappezzerie non perderanno gianiniai 
dramma della loro brillante freschezza, ne dell'arinonica venusta dei loro 
colori. 

Dovete convenire che il miracolo e anche piu graude. Ma insieme vi ac- 
cadra subito di pensare : « Devono essere ben care queste tappezzerie!)) 

Niente affatto ! Tenuto conto della qualita. Salubra e Tekko sono assai 
meno dispendiose di certi intonaci dai colori freddi. e di certe tappezzerie 
punto igieniche. 

Vogliate osservare specialmente la ricca e composta intouazione dei co- 
lori in questi esemplari. Di alcuni si direbbe che siano dipinti a niano. Ye ne 
f-.ono per tutti i gusti ; i trainezzi e gli sconiparti a<< .■onciamente ideati, i fregi, 
gli orli e le fasciaturc consentono le piu svariate applicazioni. Potete sce- 
gliere a vostra i>osta fra gli stili antichi non meno che fra quelli dell'arte 
moderna. E su qualunque di essi sia per cadere la vostra scelta, potete te- 
nere per certo che le tappezzerie possono essere mantenute immacolate ed in- 
tatte, lavate e deterse, senza che vi appaia la minima bollicella. 



Abbiamo colla presente il piacere di attestarvi die siamo sotto ogui ii- 
guardo soddisfatti delle tappezzerie Salubra e Tekko. Esse presentano, in 
confronto di tutte le altre del genere, il graude vantaggio di essere lavabili, 
inalterabili alia luce, e rispondenti alle esigenze dell'igiene. La tappezzeria 
Salubra si mantiene bella di colore, puu essere ben ripulita ed e oltremodo 
resistente ai grandi squilibri di temperatura che si verificano quassu. Sa- 
Lubra e, insomnia, altamente raccomandabile. 
Bt. MoriUs, U .is Mono 192$. 

Firm. : A. G. Hani Badbi it 
Palace Hotel, St. Moritz. 

(contin. pag. 17) 






^H 













» >» * <cc««ccc«go:>»»» »»>»3 




■f 



«5 



J 



p 

* 






# 



# 






* 



* 



Jtv 



* 



* 






*ir 






♦fc 



v. 



\\ 



dfe, 



■f 






.ad 






t ♦ >*/*»* ♦ >*«vs-t ♦ >*/!>♦* 4 >«/»\»-< ♦ >**>»< ♦ 




< ♦ >«*>< ♦ M«« ♦ >**/»« *)4»»4 ♦ >*W** » ! 



I 




■ 










10 



TEKKO 



.-AttKKa. COLOR * ALTERABILE 






11 



Hi MMHHM 



■ ■ ■ . 













~" i v* 


TIL 




f **$: 

|1 


i ' ?W. 


« 


"•%»*' ft 1* „ 






... J ... ^V S 





13 




14 



■ 



- 



'. . . — 7 




■ i 



■ 




16- 



Mi eompiaccio vivamente di attestare che sono soddisfattissinio della 
tappezzeria Tekko da Voi fornitami nel 1914, allorehe fu costrutto l'Hotel 
Atlantic. 

Ho potuto infatti constatare che easa, malgrado i forti calori e l'intensa 
luce solare dell'estate nizzardo, e rimasta intatta e ha conservato la sua 
freschezza, tanto che e inipossibile distinguerla da quella che mi avete for- 
nita Testate scorso. 

Sono ben lieto di potervi rilasciare questo attestato. 

Nizza, li 2 Aprile 1923. 

Atlantic Hotel. 



Elenco di alcuni altri edifici in cui furono adottati Tekko e Salubra 



Palazzo Federate, Berna 

Castello Reale, Windsor 

Teatro Civico, Berna 

Grand Hotel, Parigi 

Hotel Meurice, Parigi 

Hotel Schweizerhof, Lucerna 

Hotel National, Lucerna 

Suvretta House, St. Moritz 

Hdtels Cattani, Engelberg 

Hotel du Pare, Vitznau 

Hotel Rigi-First, Rigi 

Hotel Baur au Lac, Zurigo 

Grand Hotel Metro pole et Genova 
Palace, Ginevi*a 

Atlantic Hotel, Nizza 

Grand Hotel du Pare et Metropole, 
Royat les Bains 

Hotel Royal et Westminster, Men- 
tone 

Beau Rivage-Palace-Hotel, Ouchy- 
Lausanne 

Palace Hotel, St. Moritz 

Hotel du Park, Locarno 

H6tel de l'Europe, Amsterdam 

Hotel d'ltalie, Venezia 

H6tel Metropole, Bordeaux 



Hotel de Normandie, Bordeaux 

The Engadiner Kulm, St. Moritz 

The New Kulm, St. Moritz 

Park Hotel, Lugano 

Grand Hotel, Baden (Svizzera) 

Hotel des Alpes, Arosa 

Grand Hotel d'Angleterre et Belle 
Venise, Corfu 

Royal Hotel, San Remo 

Parker's Hotel, Napoli 

Grand Hotel, Cannes 

Hotel des Indes, L'Aja 

Societe de Banque Suisse, Basilea. 

Societe de Banque Suisse, Ginevra. 

Banca Commerciale Basilese, Gi- 
nevra 

Posta Centrale, Berna 

Societa Basilese Assicurazione Vita, 
Basilea 

Banca Popolare Svizzera, Ginevra 

Istituto di Credito Svizzero, Ba- 
silea 

Ferrovie Federali Svizzere, Stazione 
di Basilea 

Banca Cantonale di Vaud, Losanna 



17 



Vi invitiamo a voler esporre uno qualunque dei nostri campioni Tekko 
e Salubra alia luce solare, e a trattarlo con spazzole ed acqua saponata, onde 
convincervi che e inalterabile alia luce e lavabile. 

Campionari di « Tekko » e « Salubra » sono depositati presso tutti i niag- 
giori negozi di tappezzerie. 



CONCESSIONARI ESCLUSIVI PER L' ITALIA: BRAENDLI & C. 
MILANO (9) 25, Piazza Castello / 476, Corso Umberto I ROMA 




" Viale Alberato " 
Marca depositata a norma di legge, per cui 
si riconosce V autenticita di Tekko e Salubrat 



18 



Mr t- 





MNMms 





<4k 



<l 





V 




I 



\ 



\4 



[BLANK PAGE] 




CCA 



INTERNATIONAL 







{ 



u