(navigation image)
Home American Libraries | Canadian Libraries | Universal Library | Community Texts | Project Gutenberg | Children's Library | Biodiversity Heritage Library | Additional Collections
Search: Advanced Search
Anonymous User (login or join us)
Upload
See other formats

Full text of "A history of political economy"

This is a digital copy of a book that was preserved for generations on library shelves before it was carefully scanned by Google as part of a project 
to make the world's books discoverable online. 

It has survived long enough for the copyright to expire and the book to enter the public domain. A public domain book is one that was never subject 
to copyright or whose legal copyright term has expired. Whether a book is in the public domain may vary country to country. Public domain books 
are our gateways to the past, representing a wealth of history, culture and knowledge that's often difficult to discover. 

Marks, notations and other marginalia present in the original volume will appear in this file - a reminder of this book's long journey from the 
publisher to a library and finally to you. 

Usage guidelines 

Google is proud to partner with libraries to digitize public domain materials and make them widely accessible. Public domain books belong to the 
public and we are merely their custodians. Nevertheless, this work is expensive, so in order to keep providing this resource, we have taken steps to 
prevent abuse by commercial parties, including placing technical restrictions on automated querying. 

We also ask that you: 

+ Make non-commercial use of the files We designed Google Book Search for use by individuals, and we request that you use these files for 
personal, non-commercial purposes. 

+ Refrain from automated querying Do not send automated queries of any sort to Google's system: If you are conducting research on machine 
translation, optical character recognition or other areas where access to a large amount of text is helpful, please contact us. We encourage the 
use of public domain materials for these purposes and may be able to help. 

+ Maintain attribution The Google "watermark" you see on each file is essential for informing people about this project and helping them find 
additional materials through Google Book Search. Please do not remove it. 

+ Keep it legal Whatever your use, remember that you are responsible for ensuring that what you are doing is legal. Do not assume that just 
because we believe a book is in the public domain for users in the United States, that the work is also in the public domain for users in other 
countries. Whether a book is still in copyright varies from country to country, and we can't offer guidance on whether any specific use of 
any specific book is allowed. Please do not assume that a book's appearance in Google Book Search means it can be used in any manner 
anywhere in the world. Copyright infringement liability can be quite severe. 

About Google Book Search 

Google's mission is to organize the world's information and to make it universally accessible and useful. Google Book Search helps readers 
discover the world's books while helping authors and publishers reach new audiences. You can search through the full text of this book on the web 



at |http : //books . google . com/ 



0^- 




•^0 

f "l 




LIBRARY 




UNIVERSITY OF 


CALIFORNIA 




Ureeitrd €k^^^ 


iSxS 






SMf Xi7. 


-^0 




I 



FTL O S O FI A 



DBLIA 



STATISTIC A 

£ S P O S T A 

DA 

JfELGHIORRE GIOJA 

COLLI 

.MOTtZIE STOSICBE SULLA FITA E SVLLS OPERB 
DELD AVTORE. 



TOMO QUARTO. 



'A • 



^ymuaTio 

FRESSO GLI EDITORI DE6LI ANNALI UNIVERSALI 

DELLE SCIEIfZE E DELL INDUSTRIA 

I 8 3 O. 



Digitized by 



Google 






A^..^ 



TiPOGEAFIA LaiCPATO. 



Digitized by 



Google 



FILOSOFIA DELLA STATISTICA 

m—MmUMs^ 



PABTE SESTA 

AUTOEITA^ O SIA PUBRUCA. SORVEGLUUZA 

ARTICOLO PRIMO 



UnrLUBNZA DBOLI BIEMBUTI TOPOGRAJICI. 
SULLA PVBBLICA AUTORITa\ 



l^opr 



pra qiMsto argomenio gli ccrittori propongpono 
molli ragionamcnii obe. non potso^ «SMre appno?ati 
da iioa logica rigorosa^ perci2^ mi ritiriiigo at «egiieati 
find: 



u^ Ne' paefti montttoai, 
quindi piii o meno fineddi» 
e pilli.o maiio iterili , re- 
gnat imo spirito di fierea- 
xa/d'.GTgoglip, d'kidiipeiir 
denza che a$pira' alia ii-. 
bertii ; eoooae le prove.; 

a) I Vasconi o Baschi^ 
atteso la loro posizione 
moDtuosa, sfiiggiroso so- 
Tente alle incursioiii delie 



. 1.^ Ne' paeti piaa^ co« 
staatoBMiile caldissimi f e 
nal tempo stesso /ertiH , 
domipa u^do spirito di p«ir 
siUamoiUa e d'abbietione 
che. ftoilita V introdatkuie ' 
del dispoUsino* 

a) Presso le nauoni del- 
TAsia meridionale il di- 
spotismo i aniico cocoe la 
sloria; somma moUescac 



Digitized by 



Google 



4 

armate rotnane : sembra 
che Roma non riuscl a 
statulire Ira essi dcHe oo- 
loDie. 

b) II sistema feudate non 
si sviluppb nella Svezia al 
punto cui giuQse nc^gli ^U 
tri Stati d' Europa. Era 
difficile di ridurre alia sei^ 
vitii delta gleba un popolo 
sparsosopra immeosa^step- . 
sione^ le abitazioni del qua- 
le si trovavano isolate tra 
moQti , laghi , bracci di 
mare, abituato a contiDui 
movitnenti che fomentano 
iL.giWto deUf in«l«pe«deQ«ft 
pifii ch^ s larvori deUa ^iti| 
sedeniaria. I graDdi eiirano 
pill terribili ai re che agli 
abitaQiti delle eampagu^ , 
e soveate ntorvevmrno a - 
<)uc8li per e^eguire i loro • 
pnogetti «tnbfzio9i (i). 

e) E note ia fieipezMi « 
la^Bpinto d' indlpenditnMi 
delta Norvergift j t>fa < ella- - 



somina ferocia ; da una 
parte serragli ad uso del 
despota , dait'altra ribelli 
scorticati o segati vivi nel 
mezzo del corpo : far ta- 
gliare le orecchie, il naso, 
le«mf»iiera vm giuoco per 
gii antichi, come lo epe' 
sovraoi mQderni di que' 
paesi. Gli antichi Persian! 
coi^e gU attuali, dope d'es- 
sere passati tra le Yergfae, 
per ordine del re , anda- 
vano a riiigraziarlo in gi« 
noccblo, percbi si era de- 
gnato di^ricordarsi di esai. 
-Gli tfanncfai ^rai|o tiu|ne* 
1^ « poteoti neiranttoa 
eQvie di Pei«epoU / «> lo 
sono alle corti rooderae 
d' Ispahan « dif Tehran: I 
titoli plii fbston pecsoade* 
▼ano que^ monnrebi di '0<m ' 
essere m<M*tal], quindidfeH 
▼atto h tuiti i foro Viudditf 
il titblo di s^*ia^. 6^ «t- 
tualmente un cofnij^iAofd^i^ ^ 



{tyCatiemi, Voyage en AtemsStgne, tomi Iljpag. 
2«9*aLa 



Digitized by 



Google 



e sparsa di scoscese mott- 
tagne , e UDa schiera di 
roocie si estende lungd la 
oosta e s'inoltra molte le- 
ghe nell'acqua , fhcendu 
nascere stretti e golfi in 
GUI la navigazioue incon- 
tra scogli pericolosissimi , 
ostacoli dia coiiqm^ta (i). 
d) n gusto deiFindipefi- 
denza i inxidto tte* monta- 
nati della Dsrlecarlia, er il 
iom t>atri6e}smo tetne so- 
prattfitto il ghogo stranie- 
TO ; na qti^ti seiktimenti 
non cssendo difetti dal« 
risCriinone , spessd d^gll 
ayventtirieri e de' faziost 
nusciiy>ao a trati^Ii (2), 



chiatfm il enne del suo pa- 
droncj i satrapi alia corte 
de' re Parti si coricaTano 
sotto la mensa reale e ri- 
ceveraoo con rispetto gli 
avanzi de'cd>i che gettava 
lord il monarca, ecc 

h) Ritencte i due ela- 
metiti di pianura e cakre^ 
ma cambiate la fertiBli in 
sterility J cofcicche la po- 
polazione da sedentaria dt- 
Venga errante, c vednslfe 
il dispotismo sparire; e ne 
^ una prota il fiero e bra- 
TO Arabo che non soffre 
alcim abuso di potere. 



(t) CaUenUj Voyage en Aleoiagnc, lIII^ pag. 81. 
(2) Idem, ibid., r. //> pa{f. ^97. 



Digitized by 



Google 



ARTICOLO SEGONDO 

8TAT0 DELL^AUTOEITJl'. 

CAPO PRIMO 

OBIGINE IWLt'AUTOK^rA^ 

L Dal diritto ckl pib forte al dlriUo approTata dalla 
^ustizia, dal potente usurpatore al SoTrano lepttimo^ 
vi sono gradauoni indefinite che non po$sono sfug* 
gire all'esame dello statista; rautoritk di Pisistrato e 
de' trenta tiraDoi ebbe per origine ringanno e la for^ 
za^ Fautoritk di licurgo e Solone, il rispetto e la 
ricoQoscenza ; i pari secolari dell' Ing^lterra sono chia- 
mati al parlamento dalla nasdta , i pari ecclesiastici 
dalla carica^ i membri della camera de' comoni dal- 
Vdezione. II dottor Franda cbe si i impadronito del 
Paraguai , non pu6 essere confuso col Sovraoi che 
dominano in Europe , ecc. 

II. DoTe Tautorita delta persona morale che costi- 
tuisce il govemo i dettiva , giova esaminare le' con- 
disioni per essere eletto; queste oondizioni , oltre la 
cittadinanza , sogliono ridui'si a due^ eta e proprieta, 
per esempio: 

InghiUerraj per essere membro della camera de' 
Gomuni, si ricbiede Vt\k d'anni . . . . ^ • ai 

II pagamento d'un'imposta prediale.non minore 
di 4^ scellini, ciod fr. 5i a4 

Franciaj per essere membro delta camera dei de- 
putati, si ricbiede Tetk d'anni 4o 



Digitized by 



Google 



T 

n pagamento d'oo'imposta qoalunque nott miaora 
di fr. looo 

La oomfitioDe MPetk e necetsaria aaoo nt* gorerai 
eredilarj; oo^, per etempioy in Prancia, Danimarcai 
PortogallOy i) re e maggiorenne aU'etk d'anni 14;^^ 
bteaa ed in Inglittterra, i8* 

L^hnporlaaaa della earica induce lalvoka a licliie* 
dera altre condisioni^ oltreNPeta e la proprieta; una 
kgge Ateniesey per esempk), abn aflunetlera per ora* 
tori e genecali db& degli Alettiesi » aventi figK legit* 
ttmi e posteatdri di lerre nel eiroondario dell' Attica. 
Qiieste doe guaraatigie semfarafono neceasarie per in- 
sptrafe OMiggior oonfidenia in voniini, die ayefaao 
tanta infltoenza raUa AAioita ddla patria. 

III. DaU'esame delle condfaaoni neoeasarie per ea« 
aere detti , d passa a rictircare quelle degli dettori ; 
In Atene ogni maacaisooe , giunto all'eU d' annt ao^ 
data il iuo Yoto nella seeha de' mag^etrati^ in Egltto 
Keleaone dd n era rieeriiata alia due oasle princi* 
pdi, qndla de' sacerdoli e quelle de' guerrieri ; ni 
ngnale Taloiv areva in datcuna il diritlo di Totare , 



U ¥oto d*un profeta oontava per XQO 

d'un oomaila o prete oo 

d'uno aoecoro, ukimo grado nella ge- 
rarchia saoerdotale ..... lo 

d'nn guerriero > 

Quindl r dedone dipendeva interamente dalla d^e 
flacerdotale, e I'intervento delL'altra era illuforio, tt 
ohe moelra I' origine ddle taste leggi supentiuos^ 
che Yinoolarono il popolo Egidano; in somroa dalla 



Digitized by 



Google 



dtuge ekHnce dipendon^.k <ftiaUt& Jk^MkUpn e 
fimlole. della, legislazione.j .applicate. questo hfifsKl 
■Uift Tarfe JcgitlBture delia Francib , • tpieglierete in 
parte ' il tkrio colbfe. delle aue Leggi. in iesBopi di** 

IV. II modo Gon cui 4) esegukcMi^ kelHiQiWi piiS^ 
prelcntare ^octeione d' importMili dflouiiAilo Mtitbta; 
prendiaiBO per ciempio F Inghilterra: la liberlft dfliUe 
elancni; e iW lidalla alia liocma de'faoekini^^i atpw 
rimti d cbptvao di villanie alia preacknd del pnbblip^a 
i paHigiadi di eisr oonoidciaDO a battagUase eon fisobi 
ed nrli ^ auindi coo fiiati di Tana ^ coi sucoedooo i 
nailer • fioalmente nam zvdB/i da bcstia ferod. I voti 
si vendoDO nelloaasa o na'ftmi, doaaa la diarcaii^a 
nelle bottegbe e suUa piaaae. I ptfeai abonali. e 1* e- 
leKlotte otlemita o mon oMenvta poitooo diaM»(trare 
il talora deU'oiuBioiie} mi aptaflo : PieUro spaader iU| 
Miltoae d( fralraUr ^ ote rifeice ad essere eWtIo; Paolo 
n* «pand* eento mtla ed ottiaite i.voti; te pari eu>! 
eostaafee^ 900,000 fr«. rappresaotcraooo la ibrafk deUa 
itiflia pubbkca ob& lo iuvoste. Iq Framcia i f oti. ooq 
si TeDdoDOy o la Yendita non i cosi impudente come 
to Inghilterra ; egb i questo un sintomo , se Don di 
MiOralkay.almeDO di pohblica deoenxa. Tattolta vedrete 
eletto OB boadieUoiie che noo ha sd attWitii ne ta- 
ienti , -e dimenticato 1* uomo modcstb a dotto che ama 
il paese e oonosca la legislazione 1 in sooitna coofron« 
fat« la quolitk dagli elcttt e degli aeariaU» 6 radrete 
p\k voke cba il gfodiaio del papolo boo e ead infal- 
llb^teeoaie pretrddeva MaochiaTelio. Nod. m'anreslo ui« 
tefioriMOte sopra qiaesto arlicplq ,.pef«kji:.l{ bo di** 



Digitized by 



Google 



9 
scutto a lungo nel Trattato del Merito c d^lk Ri* 
eompcnse, 

V. La mutabilitk degli elementi topografioi e rim- 
iBulabilitii deUo Slatuto.Joigleae da duo I11090 a ooti- 
traddizioni rileTiM>tL I vefichi borghi di Ea6t-*Lope e 
di West-Looe, i quali non hanno in.tutto. che laoo 
abitaali ^ la tnaggior parte p^saatori , maodaoo quat- 
tro rappresentanti alia camera de' oomuni y laelitre le 
naove ma popdoM e riochissime citta di Birmingham 
e Manchester noa vi hanaorapptesentanza; manca 
dello stesso diritto la ciUk di Falmouth nel ducato di 
G>rDO¥aglia» hi qacde uguagKa iD'popolasimtf e fi^ 
cfaesxa una doxzina di borgbi dello stesso ducato, i 
qaaH hanno V ooon d' esscre ra|^es^nlati adk sud- 
delta camera ; e fane alia manaanza di rappresentanli 
•acrifere fi dehhe il non ricevere dal governo il porto 
di Fafattoadfc le laiglioile che gli sono veceMarie. Altre 
eiltjk ed altri borghi pneaentaoo le stesse eondinoni 
Delk qnati eoatraddizioni <i eaoaa* r^eocessiTO rikpatl^ 
all'«Btioo statuto, ossia aU'organiizaziooe tapografiGa 
de'oomiuri eaiilenii all'eJKMia In cm veane sanciloy e 
dh mentre il mare ha ridotto alio stato di meschine 
iaole o quasi isole deile cittk gia celebri , ed il com- 
Berdo ba feoondato. e popolato de' looghi ehe anli«* 
camente eraoo deserti; 

SiassuniO de^ tkmenii da- esaminani nelle autoritd* 

t/^ Origine. ^per es« nsurpeaionie ^ elcnone, coiv- 

p#a J eredith^teook); - 
o.^ Reqoisitt.il^etiiv'peoprieta od:aitro ; 



Digitized by 



Google 



lO 

3.* Doveri ; 

4.V Diritti ; 

5.^ Darata ; 

6*® Rapporti di dipendensa deDe ixiie dalle -altre^f 

7.^ EmolumeDti 9 prmlegi, ooori; 

ft." PrevaricaiSom 5 

9.^ Probessa cootro le prevarieauoni , se 1^ n' i 

V U8(K 

CAPO SECONDO 

MMUSl ML HODO CON GUI 61 tOKMilNO LB LBGGL 

'Siecone lieUe manifatture la d' iiopo seguire tm 
prooesBO fisico per ottenere il migKor risultato, coA 
neUii fonoasione delle leggi i necessario iseguire lui 
proceMo logioo ^ onde riooDoaoere nel riiinor tefcopola 
jDisttra pkl utUe al puhblioo; cofifrontabdo da queslo 
lato r Inghilterra e la Francta , si rteonosoe qvanto 
la sola diversiUi del proeesso influisca ne' risukati , 
benefae sia quasi uguale Tabilila de' kgislatorL 



I.** .11 Parlamento iogle- 
se aancisce qualtro o dn- 
queceoto leggi od atti in 
ogoi sessioDe. 

2.^ Eppnre la proposi- 

' zione d'una legge rinhiede 

tire letture in tempt diTer- 

si » e i regolameoti lascia- 

no all' opposisione quasi 



i.*^ Le camere di Fran- 
cia xum giuajgood a saop 
cire in una sessione che 
i5 a 16 leggi. 

2.^ Siecome il progeCCo 
d' una legge e sottomesso 
ad una £ola discussiooe , 
sempre interrotta dalla di- 
maoda che venga posia ai 



Digitized by 



Google 



It 



qHiodici nodi d'armsUifii 
ae'sooi progrossi una pro- 
posiaone legisttti**. • ' 

3.^ Appunto pePchA $o^ 
DO tre le letture id tempi 
diveni, gK spiriti haniio 
tempo di otflniarsi^ e qain* 
di ooocepire dtstintameDte 
il loggello della mosione; 
dascuno ha campo dl par-' 
lare in un giorno o id unr 
altra 

4.^ La duaussioDe pnn 
oedeBdo ood calma, dod 
si dioientica oe ia gratis 
ni la deceoaa; si usa dd 
taoDO coergieo, ma mode- 
rate Nod Vha rimprovero 
a ani ud oratoi>e sia pUi 
aeosibile , quaoto qu«Uo 
cF essersi permessa ua' e** 
tpressionie od ud modo 
ooDtrario agli usi della da* 



voti, 



il 



5.^ Gli oratori parlano 
ID piedi ai loro potto; e 
siooome la sala della ca* 
mera de' oomuDi c ristrel* 
ta, percib mm v* i biso* 
gDO dt sdiiamazzo, d'eo« 
&siy declatmazioo^ : un tuo- 



onel 4 iiatttrale 
la cause • di 
scafso ^prodotkk 

3.^ Essendo una sola'ls 
discussione, tutti dimaD- 
dano predpitosamcnCc l» 
parola ,, ctaseuoo assale 9 
difeude it soggetio , id 
metso ali'effeprtreteeoaade- 
gli spirit! J- talvolta seoaa 
essersene formata iD meute 
lib-idea disiiota. 

4*^ Si passa da uoa pa* 
daoteria accademica ad qde 
▼iolenca rin>lusioDaria,fioo> 
oano le iDgiorie piti grot* 
solade , quindt irivissioie 
e luDghe disoussioDi so« 
pra parole, peixlite di tem« 
po in iabe accuse e fidse 
difese. Gli oratori sono io* 
terroiti a otascun istaote 
da \illaDie brnlali. 

5.^ Gli oratori andando 
a parlare alia triboila si 
sentoDO , per cosi dire ^ 
investiti da un sen ti men to 
teatrale ; quindi idee piii 
brillaoti die sohde, de- 
^lamaaoni ridkole » Deces« 



Digitized by 



Google 



ifco quatafiMniliafeidooiiiia 
lielia dMGittfioofe ^' «|otadii 
poche paroU' bafU^o per 
tG^*aikuiasWb 

SJ" Da db i'abitiftdiR^ 
di' ritcnere 1' esame delk^ 
quistioni DaUaaf6ra.iiilB«lki 
delle idee>pr»liclie, itaonte* 
diaUmente appUciibili agli 
kiteressi.del paese. 

7.^ Sono iriatati i dw 
soortt acritti ; il die ob* 
bliga gli ambisiosi a pro- 
curarsi il talento di par* 
lave impr«rrvisameiitc* II 
prtmo tegihe a cui gli 
Inglelii rioono»cQii6 1' uo* 
mo di Slato, si ir.essere 
btton parlatore> dt^ pron* 
to a raspondere agli ar< 
gomeatl de'suoL atvenMH 
rj, e prodarre le sue ideei 
non solo neir online me- 
dltato, ma neU'ordiae qUa- 
lunque ebe potra easere 
licfaiesto dal dibattimento* 



8.^ Le sedufe s' apro* 
no isoir.aiudttiioiarft i fir 



silk diiediititaare! il dip 
sQCMrfo fincbi rit pretctiti 
un modo'brillante a «»^ 
Bor6 di lenniBarla 

&** Da «ib sllLiKa net»< 
fidciy'sqtiarci di Glosofia 
fuori di pro^itb^ idee 
▼aghe o coiitorle «be 6& 
poMMioassomigliare ai mo- 
▼imeali de' sdtatoii suUe 
aorde^ 

7.* Sono permessi i di* 
foorsi aorkti, oosiccbd Tat- 
tensione degli ascoltanti ai 
eanceatca pih aullo stila 
ohe sulle idee e sui fttti. 
UtL oratore che ha pee-* 
parato mi diocortOy Terra 
rieqiUirioia qoalunquie mo9 
db^ quand' anche doresse 
ripetere db dke aitri faan« 
116 gia detto y cispondere 
ad obbieaioni gia confu- 
tate y proporre argomenti 
gia ttoti^' qoiodi, dopo un 
piccolo esonfid., dnaiogd 
all'ordiae ddla discussio- 
ae, intuona la sUa o V at^ 
inU cantilena* 

8.f La sedula s' apre 
coUa Jettitra dd procesfio 



Digitized by 



Google 



siitMi' dclie: dbUUnniaiBr 
e ctegli atti AM'fOunm 
servire di noratfa aik ffta^ 
risprodeiMa, dehberanoni 
ed atti della seduta aota^ 
cedeate. 

I gSoroabsti eha a«M* 
stono alia sedota, preMn-> 
taao al pttbbticc^ i di« 
sooffsl degb qracori , «en«| 
die la camara lie daga« 
raata. 

9^^ }1 aodioe tbgkiie'dia 
penmtia tie peljaiopk' tol>A 
ktlnra prcMPeaiewt) da'tatt^ 
im corpo o da* tutta*ua» 
pn>viiieia, man cemcedei»i 
M il dtritt<y *di gmng&ipt 
al pari^meato , «e tton; 
quando sono preseatate da 
nti mcaabp^, ii qu^Ie-pub, 
«ee9iido Ic ciraiMrtfinte; o^ 
ferne r ogg«tto d''Utt» i«o* 
sioBe^ o d^poHe Mi kmw^ 
CO del pre&idaata, o' dw 
maadanM MmpUcamilte 
la leltcim. Le canierQ haQ- 
BO eo^ tma- guamnligia' 
contro le petisionfr: ft4volet 
ed tnlfnipertiitre) niMitra i< 
legUtiaii rielaaai «oiioeetfUl 



|3 
▼aiMe 1^ I'^ndfli vfkldiM 
soorsi recitati, lettura diD 
pochissimi asooltano, e che 
divieiic' talvohaf tecAsione 
di'ingaaiiBe all' aaftlir pro* 
prio degii oratori cheoilnL 
credono'bea anal'tzM^to it 
loi^ diieorsoy quindioon-' 
tese e perdite inutUi da 
tempo. La oameva appro*- 
^ il pfocatiie tairbalp* : • 

'' 9%^ I vegolaaianti'*fimN 
cM HmCaoo le^ p^aom 
abilei«i9a,'m» elnaaqMav 
idituMi i pimli daUa Fm«« 
elm piib* 6pedm patiiaani 
alia eaifietiB^ed as«tair!acr« 
to cba to cpminiitioDe^M^ 
le pei»ioni.*il6''IMi imp** 
parloL Jn ogot aadUtondan- 
qua ^bpariftoa il rtlalDOflf 
dt essa j dopo l|i IcCIumi 
d^'ptpceuo ^eitetey ^ 
dUse: •J^elro-'dinianda ixoBf 
impoita MH oaai; 'Boplol 
verrebbe sposare'smoo^k 
gnala^ Alariitioi piop^nal 
un nuovo piano di fiiiaq«' 
za^ net q«ale ▼''A^qaalcbe- 
ooia .4i b^i^'^^-^^^'*^' 



Digitized by 



Google 



16 

quasi fkinpt&£MBi'mk^dkA 

tmiMl cMMHbtd )e'p«r^ 
^otktf ', le qiitiLi ' opiiiaSronb 
the il'ibiir sia' rigettato^ 
vi'si itHrodUeano qutiHtf 
ciie' lie ^ittiahidafirMO 1^ 
lidit^ftmie. ■ " •'•'"' 
^''Ddfle dlscns^oiil' suc^i 
'(6fi^kr'Den« oami^rti it ee<- 

^tiiiti plfi'e(mfroT^rst,q«it«ii> 
tU 'bi ' diggik ' dcMe ' nmtne 
per dki^rsi^^nelPfesaktte e 
tteNe^'MMhgikii:"!! - eoinflU^ 
tof'WtefrogA i- 'testtmerfif 
^lla' ' presetin^ deNe paHi 
'iMfei'e^Mier o ' de' iwo m- 
^vticall, (^iama:dcf^f esper- 
*i? scfilfe» tt lorogiUdfeio. 
■'•'l>opWqu6fettt operationi, 
iT iiappbrtb del' cdticiiftatb 
'liHa turttt^ra'ri'esee rtglo- 
tiatd, crar^ttin'eoto e sV6l- 



"I :»'/ , , '. i J . '..J ; ; . lu' 



iM^lpiM; 4' #68tt«'d^aiM)OiU 
4kiL' H- rap(x>rio-^del .'suo 
rtittltfM 6oliteiprdi^iiiidteigfr> 
neralit^, e pochi o nambm* 
MMrti 'fani(i iqm«£hpa Jo- 
Ate/.' t'^' .• 'i'- ''i 1^ '» Ji 
' ' BM6 il vielaCOi^ dila tvi* 
buiM'^^lie hgga'irin 1qd|^ 
i%pp^4>'cke fliasuttoasocA* 
fa-) a die" aarabbe flkegUp 
8tatnpare}iiiiii6dia%aniciite« 
Pinita la iettura ; i dc- 
]^olatl si danmoo alia tri* 
buna per assieurf rai il pr>* 
^gio d' esaeite i pvimi a 
{Mrkire pour j tonthe^ ^nir 
4tf' pru^oilaioae • mMAek 
tiAt. ■■• "■• '- •• ' ' " r- •' 
•"' Gomi^ta la ^Aaootftiotte 
Ij^^fterate, e qii|(|iiibMikMi- 
^ i ^pt*acdlati'*i|i^«rbi 

-^^m. ■ ' ' ■•>'•• • ': 

• 'Segue tost<^ U' dfUciMf- 
ilidne fiOpra ^ilt^mi' «rf9^ 
"told J 6 qftnMHiiMlkr^^ih 
'gii vyi^tbri'sisewaj'ft^chi 
"ft- d'tfdp^b FiniiHWl^lWii*/ 
'•* ©opo/ "arere'xscmsunHitb 
'piti gicrmati ittteHui^ ifiu> 
tfli e^'dfiflorrf ripeliMJS'lb 
•d*i*6p<ir, fniedntti ^l«tt- 



Digitized by 



Google 



tmmrn w»iM*t w?PT^ 

redatte^ e lo f^ivHm yty- 



IccMi UMoe^iido t— to a1* 



G4P0 TE&ZO 
snrron csiimAu d^, AimaNisTAAziOHK pubbligji 

PI& 9 MENO BUONA; Plh O BtENO CA.rriYA, 
QUAIXntQUE BUL hk FOBMA DKIX^ AXmfSdTJL DO* 



Rf^meiijo le qpifjitk ^ cfHrat(eri|zano il pubb)iqD 
MBiiNiiwInitore, lioorderb ai giovani di noa dimenti- 
care mMf ap p Kcatkm e-te cin » <«ni ^ «» mj €fK-W 4htH 
fK^y p iche ▼kK2o}atto talora il #uo pol^re^ t^Jora la 

k itokafln dtlfai pnove ^iidiwaiM daU' a^- 
'ifua, del fiioco, del duaHo , aqc > A non 
Fifefo/. &Ua Atf/.^ vol IF. a 



Digitized by 



Google 



la perVicadaUtf 'smcr pdftAo lo oostrinie ad 
terk'$ e'Sblone, beiicM potesse dare agli Atenieri 
nigliori leggl , md Volk , prevedeodo die ie loro 
abitadiiii le I'enderebbero lautiiL 

r^intoim generali d^un buon anmiioictratore aooo 
1 ieguenti : 

I.* Desfderio di conoscere lo stato delta nazione; 
*t.^ Ptild>lict^ dello stato della nauone (i)s 
3.* Buone qaatHk degli impiegati ; 
'4*^ Sitnplictta HeBe operazioni; 
5.* Rapiditk itdle'oplsrasioDi;* 
6:^ Pc€0 costo delle operation! ; 
7.* Etettem ne^ pegamenti ; 
8«* ScMdb'Impiego del denaro pubblico^ 
9 * lK9|>l^to pt^tf6o alle leggi ; 
to* ModeiMoii^ te' partiti ; 
II.* Sieiireita e felicitk pubblica ; 
I a.* maiicaitta d^'ttoutini ostosi e di terre inoolCe* 

h SinUnno. Desiderio di cdnoscere to stato 
detla nazione^ 

In pih In mam 

i.^ Di Agricola ^ man- ^ 1.^ II desiderio di co« 
dato ad amministrare Pin- nosoere lo stato della Yia 



(i) S. E. it conic di Saurau^ gi^ govematore di 
Muano J era arcicance&'ere deWImperOy fece'pub* 
bUcare la seguent^ opetttta:' Notisie staiistiefae deHa 
pcofiacia di BGIaoD per.TaiuiO t8i8. 



Digitized by 



Google 



I,' fii prima 
^diteere a pttiUs , tSqai 

Sk dbbbe a OirtooMigDb 
I' istrtDzione d«i MUn A^ 
manun^ i qmili •nmo oonff- 
iniasarj knperiali eke v» 
4avaiHi le pro^^nieie' per 
conoscere il modo ooa49ei 
si ammiDistraYB I9 giucti- 
mia, le angturie cui erano 
aottominetii i attdditi , lo 
atato de* fiumi ^ .jdelk 
strode 4 e farne rapporto 
nel conseMO dei nobili, 
de' TescoTi ,, ,de' guerrieri 
alia presenia ^deli' iiope- 
ratore. 

Un editto dell' iiapera* 
tore chiuese Chum per* 
miiie a tutti i dttadini di 
scriirere sopra una tabella 
efposta ia pabUioo, ci5 
cbe sembrava loro biasi- 



pubbfioo amnUMieie tttt 
4eaMario di migiiorario. 
AlkMhd il teaondp desi* 
-4tt4o i millo , arnilo ttiblb 
^t' eaiere it pHmOy b 
Metoioiio due'easi; 

a) Se U piibbltci> am- 
ministratoresi erede- odh^ 
lo, invece dello stato delia 
aazione , . tuoI oonoiceiv le 
idee, le Tolonta de'gnindi 
cbe godoso la. atima pub- 
blica^ e li ^ oggfA del 
8U0 odio: tale e«a ,il,eaip 
dl Tiberip ,(i). In uu^ 1^^ 
iera al, senato Caracalla 
diceva ai sepatori; lo §0 
cbe molte oose Ti spia^ 
ciono in me ^ e pe^ib f^tfr 
pendio armate oade pofere 
sprezzare le vostre Tane 
censure. 

b) Se il pubhlidO anmii- 
nistratore mm si crede 



jfi) Posiea cognihim est , ad introspiciendos etiam 
Procerum yoluntates ^ inductdm dubitddonem ^ nant 
rerha^ vtdttts j in trimen detorquensj recondehat 
( Tadt0 J An. > /. 7>. 



Digitized by 



Google 



Sovciiw <i^ * . 

S9U0 Aifomo V« r,#4i 

W l«g^ 4#g|ktMia la Mb- 
inllii aishumqiM MMulltiffi 
una dopna ^ reodf va faba 
fraifimmiiirtTa rw<Titftffnm'<i 



., $i^a . r ^ 
oka to dofniM'teaaa akra 
«iA«tso, Ija n^iwi Gnili- 
na, preferendo sto]i9mno(^ 
% mmi itudf ph^att att'ia- 
lareKe puUilian » oMrietH 
4b ¥eJmi il ifia^ohf quMr 
4o il OMQHto a«4iva a4 
iafcmtaaia 4^gU aflari 4ii 



II. SifitQiiio* Puhbb'cU^ detto staJto detta nasione. 



Inpik 

af.^ La oo{[Di«iooe dello 
state daHa natiooe fratta 
1 vantiiggi cha I10 accen- 
bato ia isoordo nel i.^ 
^1., p« i3 e sag., ed ho 
sviluppato estesamente nel 
decorso di quest' opera. 

Le puhhBche scuole di 



1.^ Pra gli oggetii che 
non si possono atportara 
dat Glappone, ri contanb 
le monetey ie carte geo^ 
grqfiche^ i»libri stampHti, 
e priocipalmeiitequelli che 
soraministrano notisie sul; 
I'lnterno dell' impero. 



(i) BmkaUe, Description g^ogiaphtqua d< ia Gbi^ 
^t '• fsfog' a87^88, 

(2) V imperatore Michele III ^ movine spensieraio 
e dissoksto come Caracalla, amanao passionaiamente 
di condurre cavalli e far corse nel circo^ disse un 
fiorno al protonotario che at^db a roc^i^tf inus cai^ 
$iva' notiiia: corne osi tu, scelkrato ^ paria^ftm d^^f^ 
fari, merUre sto dUpuiando la yiupria al compeiUon 
eke tenia rapimiela ? 



Digitized by 



Google 



SI 

ifeo' soM diMH: E §imm^ ne' pofdi 

<|M AMirkbe 4k tkmmm Alnaipi TaimMW a W 

e di MHttDgM, detliiiiilt ioter witm fe fotyntt 

•d iilgMMi^ gK •grioiil« delle acque die trnTrriim 

IMfr, flH MM^ i ma^ iimo fmm (Nmtimlk$ 0tt^ 

a imi ia l iy iflwiwiwiwi pub* mIct dbr Hr^VW* jpii« 

MMiante^MU MMkdl i«aS , tM§. 365 ). 
Mte itagN « « |MoM il 9M«M di Sp«iM 

flmnll, tMMknU • piK WMicrt par l^^idd»li«;lii 

liMipliil miio «Mb di Mttiw k 4wto 

Mvedi fritiy dToMiw chediakiM 

i*MRiote «pMil Bnr)ih>rdl» ml ■mp ^fc^ 

di« Am iM Ahmi i IcdoMlai »*allarMM« 

rfeca o {MrtFehi^. fcffte a qmriMb tegfdM «• 

debok^ sld^a o «fa p€fa* gntoi^ jtfi^trii < 

tii^ iiltvtUi od igBonNite ^ ai iuBa klm ttatioiHi^ .K 

nrtaosa a oii ' tf»« ^ alia Badduiatak Ayd^ tlio ooi»» 

dAk' anem ptaseritala ai pagoa di ifkggio a di p0^ 

gb^aitf quah m pvaitrita ritoii, afarfdola aa fiorai» 

i^ qpoardt di faalaaque lorpMia tfiealfa fkUva tori-k 

attoito ad impMiale m* yehdo, gIftfiMe tfiaipr#y«r6 

DfB. Si raadirebba ia laon di wiftffHo, di itea- 

io oa pralmore di dcre dqI4 aalla ada pulria, 

anatoona ^ il ^uaie^ {Her suUcf Mia moalagaa f sui 

£dta idea dt deoeasa o suot paseoii* Akri viafgiaH 

per Doa dtgnklara la na<- tori^ diwa Ayd, liaaDO Ibito 

uaiaaa^ rieosaftse di lo Uesso, ma io noa gb 

^ stolari i n- motMnfrngprnwa, ad 



Digitized by 



Google 



1« 

ioeri per ciii-ilaoiwono* le 
iMtoTNi fecMH t> ifft. vcseit 
tat in ooi il nmoglie t'o* 
fiiui. 

I irkiggiirtoriattnalfimte 
indiiBaDO tatti i p^si, sM 
foorrono in iutl^ >e &*♦ 
^«M|i/gUesaMiiMi>sMto 
tiitii |j|t» ttflpetlS;; e iw eai ' 
9ie f agntoMlim M aiti, 
il eaniiiieiHSiO;^ le Aitudmi 
inMletlu aB i eoononricbe , 
morali hanno i loro tiu- 

^pfioii Utt proinitofo 4i 
amMaar ehe vobsie iia<i 
iMBdaM I'vi^f t ^ifetii^ 
gH tiNMrtaggt'della sua na« 
^ne^ acrediterebbesetlet^ 
saelSavmoo ake F ha 

'ffaggiatori a a'soai ooe^. 
cililadilnihMti^w di oradfre 
die i mak tiano nioilo 
maggiori. Potele- voi iia« 
afioodere la vn^leota che 
si os^erva* sul ^olCa dcgli 
alMtaiiCi.Tielle risaie , i' odd* 
ci ohe si veggcmo sut Isc- 
zaroDi a NapoH, i ftilli* 
mtott di cui parlan9 tillia 



mai isemutrb d'tMaitiwmai>W> 
a <|iiaBi tike |lvap|tfii|io.,la 
Mmoa del aMO prnMC^ Qurn 
kluwdt avciidab a wi wf a l ift 
dif««ii. amaaa i Sado)ifiiW 
e piQvaio.«ke le mm MM 
ctan6 stale ulili adantiMM 
bi^ kyd M^gwiMe: Gib^ebfil 
Toi im ditefmk es^iQfftiapie^ 
ana neiaapfiaaMi'i^ialak 
tiuaisiaft^, SHa M^jqualiii 
snoo ^ranutiiy &lQlioi> ami 
£^ io quetif |jteta,liaiiM» 
'fialato ie iMoligna^ Man 
■ibfeto le pietre, ip F»w^y 
gli «HiiDali^ fin i ragni ^ 
i'serpeati; d'aUora iapdii 
i cadulft poea pioggia t 
il aakaggiuiiie \i oonaideH 
iwolmeote soematOy eas* 
Hagna la stessa opinimia. 
ne' Bed^uini dalla. Ifnbia«, 
E«i| credapo:clie w^ana^. 
puby gettaodo.oarli 
ten sufla carta, far- 
re la ploggia io un 
e farla cadere in un altro 
{Journal des vqyagci^ torn.' 
XNily pag. 89:^ ). 

La diiidenia daU' igBO*r 
ranza i duaqtije iia> osta^ 



^ 



Digitized by 



Google 



*3 
le coDversazioni a Lociiira, «Q(Ml|llI«lM4iMMped|dlil|( 
llgDoranzadimostratadalla ^Dtl>i<l'<iatii<rht AA mmi 
▼endita esclusiTa di opere ri unisoe taholla 1' inseB- 
supersGzibse 'alIuI>6Da7ec7' sata vaDita~clie Damnda 
Magnificate fin4ift>^>9§ni\ •»• tltfla fMtiglioab *. JKUa 
da ia liocheua dell' In- o^ p^ provalne^dl' nan 
ghilterra^iiialedopDepub- /aver )>iso^bo di .cdasif^. 
bliche che, «9ih/i^v(Ejp49 , Vedi la coodotta.clli. Vi- 
itak angolo ii^ aliivitawiif^ .tipHM^Hi l^ma^iSi^IHf 
assalgono di ootte a mi- 54 ) (()• ' ' ' '^ 



1 \ 

I tti mi WU \ mM i I u 



a«f|e jpttimnar^ 2q. sUUa.^dcUe ^«*j . . i ... .^ 

., O da. p^rs^Hfi vM ^^f^^*: *^ ''^^^ > '^ ,cono-\ 

s0at^ 4^>i((|#ift^ c f o/io dUpostc a mamfeHarlo e^ifi^ 

i^^ iucjpo mandate perspne s^ li$og^ ... \ 

1.^ Quando la raccoUa delk \Qtaie richkdt c^gfir 

uoni ^eciaii s ,i" \ 

x^ Quaa4a ^' ^^mfi che. V inifiressc cd aUre «t^e^ 
lioni 4effi,abitund jH^sano ingannarcr , .. > 

3.^ Quando e necessarid x^rUi ^pedale nclFopi^ 
nfzionCm \ - . ^ > > . ■ .* '.' A^ 

X' importanpuz 4dU /uit^ky la probahilii^ iPeucfe, 
higaaa^ » ^ . ^'ffW'^?. ^ fi<^^^^r^- spcdUczzaj.^Mcf(^\ 
e yofcrMOfr- seifipre-^ per esempio^ che si mandi^o. ffi-i, 
ee^ri nelle canipagne onde rilevare la quality dt\ 
temtu^ la, quantUi de\ prpdoUf ^ delh spese che pofte 
ia, mndenza la rendita,^ ufiica base dcWimposta di^^ 
r^Ma;, diie U> stessQ ^Ifa sahuiia; dflU notitie reUfij^c^ 
aUa topogr^fia niilitare, tem^stre .e^ niarittima ^^ ccf. \ , 

Le persone locali che sogUonp esser^^ centri di. ruf--. , 
Uiifi spatisuck^ y sono pubhliche o private. , ^ . ., i * 



D-igitized by 



Google 






, . •) I parrpl^^ . 

b] I medid di iondoita ^ 

c) / podesA o4 agend cdmUhdHj 

di au Mifip^dtlk atom it M&iiSk4 
«^ / dirMtoW ifelU >bri# MtfdiMito ^ 
ft I gktdiei dip4tii » . 

Jaha SineUnr^ per e om pof rt la §taihUca della SO0* 
aia^ H tSttss^ prindptdm€n0i td ifdmHti dtUa cMfM 
SMAese^ I t/UdB^ pt^ TeHmtdni kd eaOi^ia aette 
larv cognntOfuV, ujpiahncfM eke pef * ta ^t^^trtA d^ 

io Mtatistico delt Ifi^nda , sono Uad fOrttmhusitdd 'd- 
Shaw Mason dtd ndnhtri delta Mesa AngUtMa^ ^tv. 

Ph^ti^ Mtueie Mccmm ri nos^dm dalRf ffers&ne 
priy€Ue , averuh tawertensui ,di dirifere le dhh4nde it 
^tieOt dM' ai Hsiat/v^ t&grttziMi JtM0 fi>fHM^ otMcihe 
ciascuno rispondd glUsta le iUe (de^ MttidU: iHiUHt* 
iH^i JMft esemph, agt^Unenie h fua& ddte s(rdde 
dot mastri di posta e proprietarf deUe dilig^itte ^ 
qUdH it t^thM Salt ^ i» ife* riltmd^ tt mimmi d^ 
dUlNdUntet^iaff ad \m efkOSo^ Id dutMa deTM&^kf 
ede^ edydllt ^n& iiniomi IrifiUUU pkt dtterfmnofn 
io ^idto stmddle ^ eet. 

LAfadlUd d^e^sert fngetntikti neltt eos6 itiUiHkke 
^nade cH^ ^ u ^tmlUMfhe peYiona htdle ^ pfi^iUa e 
ptAMka si Srigar ta tSPfitrnda ; tl Usi piuttosio i>iWb 
che commdOj d dAsM Id vanfid Im^rce dTifJj^mitf 
con ntfiuAxie y 6 kOH ^ d^ondct Cidea d^e la rispo^ 
sta dcbba essere base a kuova dggtainok Uiededunnfm 



Digitized by 



Google 



4 
< t 



teeB«°, MMt piilflili'4ilH <- ' "■ 
catatHU <hi iktekHtrnWi^ ■•■:• 

kM\ ML- ■••■■ '■' • •- ' ■• •"■'• 

. ■ ! • ' • -r '. ;.. . s 

^oAk d«*WlifilMtt tiVo* t i l! I f l Wr 'glifcM— 1(# 

pnH>a Jtmferc it tatem JU uK^oeani^ f^itr^^^ 
nUtnUivL du prdgei& fke uh voitMi M fUeitH itM^ 

dsiha i dUpaidk^ > superiors aOe font prwue*^ 
quinji i govemi piU soU&dti detPirUeresse pMUco ko* 
ijEdm> ei>hcarrer0liM fOhmadls » '" 

!.• SapemBando viaggiaton y 
%* Bngehdo cdOedfe H sBUMBa j 
3.* InstUuendo commiwoni stadstiche ; 
{f FmnrnhJUf d^M M ckwi? tdpogiiifi^i 
5.* Prendando opere a ndsura che comparkcM^ 

6.^ Concomnd6 Maft^mMtms * rdUuM ghf^ 
mOit pef tgethph i Arf i?9«^> p^ sij)utblkb md 
i mesfa Qitdania Ufi ghrkdU idpogtdfieo nd ^Udk 
eamptth^ro te destritiotd dke ddkenn taraio eta Iwik 
mto a iptditt deila sua pitrrbeMa ^ ^ ake dOMtwi 
otpUdM factM ts^re dd tdtUoPie nd qnale era 
itabiliio tiotki snd c^iftpapda. 



Digitized by 



Google 



gli Keglie, come si cono- le;p^,^,%,9|;^^^D^ 

see rinclinazioae dell'uo- fjj^ ^i.:l<M<j(]qW94> }^,,Mfn 

mo priYato dalle cdmpa- dupe^ a4i#l|potenarJb df^U^; 

goie che frequcnta. €mchfif,.(f J^.^fiPhJ^m 

V amministratore isirut- » Bfalte-Bruo , ^i^| c<)!iiqift 

to e selante sa che Tigao* m du moins les gens io- 

raoza-^ rbrgbglio , *lo^^' \>' #tr(As)«*0ti''le^ *actorde 

rito di parttoy^tf soprat- » les plaoatrlaA plus im- 



Doo ignora che rinteretse « stre sans avoir appris a 
IT" i' ainbizioiiff * iOiw~ gli ■ lira*) "»- a- ^erire -^i')-'«»* 
ordiDarisoogli.a cui Tanpo , L' amministratore cor- 
a.'jompersi le viriii fitti- rotto 5ceglie brdinariatn'ea-^ 
1^ cimtfi, pfFo^vi^CHviieii; te^ la , fejffihe . d|fe ,^ ^o() 
la' dftUa «i0Bodft^UiftM^' aaiaftd^vipiitaaidAB da fwc^^ 
-'TriifAtobriajsAV^diWrk' 4«»a-, ^onopvbala' »-• ''se- 
tt jper sub succe'ssoreA.drW guirii tutte. le siie .^pglie/ 
no , perchtf ri scorgeva qualuaque esse sieno ; tali 

;.' s'' ;.\- .' .-. V , 

*"•■■/•''•'' . . . ( < . . I ' i' 

(i) PiAw.de lag^Qjwpbie mw^TarsiBilei , a>^ 1(1, 

laf,4fj^4€Mza dalle fni^ure . Qppressivp . e non ntit^ssar^f'e. 
L*\i4so di T^theran,^u p di cofifidare yescj^i%(cuiUifiU^^\iiLiy 
priiifiipt del. jiangue t^eahi/l gtfver^\4^lle pr^^'incic piu^ 
u^ip^rifimjLid^lUK P^Ksiui ali[oppt>stp. a .Q^maUiippi^U^ 
i principi deila. fiimigUa imp^riaU^ rimafigpnQ ifnpri^, 
gfqf9^U^ dfjLroiUc In toiv. vi(a s nel veccbio s^tr^gliQ, 
(Journal des voyages^ toai. Jif^^ pag., w6), . ' ^ 



Digitized by 



Google 






IV. S^o^aofffs^ S^fjipUdA meUe openaiom. 

SI i nfrtMhtlD aiMTaiMn^I tore , giudice , .capkai*. 
■■iHuiiui|L duffMlknfpiA ^ QBlbrjiiifeib'tria|ip^>4-«b- 
b didlMntfdl lavori;^ dirj 8tifclipM»;.T60iki''jriMMfvc» 

. ."'. >j.l^ .. r .V. 1 t ' . -^^^ 1; ? , '. ' ■>.'. '! i ' «tt« .^ ...I "J 

g^ano it rtgore djetla tegge e non si vergjf^ndno di^. 
fard debUon. St j^tcedhta che in mar diltH'tUdme 
mlmnmyUt^ dU^Beuiiy^ f^fitli,i&M. teUfaHo 

» autoiiti venisse oltraggiata , i tmbunaii hanno ab^ * 
j» hastanza di podesti per farla rispeUare, Rassodale 
*"ftr ynfeir e « ftcu revz a d e ^ ws trt tpnmSrdstnat^ r 
j» rammeniate loro che tutte te mie cure tenderanno 
n Ot foAMvate k ihttiiuaioni suidtim^ FtUe o^^sfSf' 
» voK ialeggis' e nMm\{k\^ di fikv^^iiFi^^franttUi 
del .10' d^ oUobre i8a4 )» . ' •, j .. . • > 

(a), £ax veniittidi delle oariehe ; cetme^ ii€fU M)m^0H«. 
cofc' m jfnmcM.e.acriaiAneiue ia lW*dbi0, ^ Mmu^m0{ 
di pessima amministrazione. \ . .\/ 



Digitized by 



Google 



39 



«i jdt inaoie toad uem" 
tilati in un ofiicioy <{mk\h 
<M culto ia ua altra, eec 



SJ^ Pom tMk gover- 

chiJnwiitw e^jMi'igaqiiL 

aHa'-ii^pMHie) ' . - 'ir.» 

-llnitofpo'hisfidalilv die. 

dri 9nAi iarito si' diiliiB* 
§uoDO dagli «ltri ctttadtni^ 
'tIS~corp6'gilS3tSlfffk>iat^ 

§Mm ntt.lora.' gbrp livtt 

iii^iiiN^ j|iiMUfat4 tiyiir I? 

crhiii^jBiti di dieca mii{bD!i 

d(*fciifntf. (0 ^ .',, y'.\ 

Jridotf A aciltei.alie.ap. 
pMtf il* mice- a cBMiiM - 



podkitft atv' feHitdritii tertv 
bib, qliiKlv M ^incoUrowv 
HI pib modi, ni4 ioa ^ho* - 
doraefo deUa « confusiooe 

5.^ Noa ftlfi^ piv»e >■ 

Ciblnil\ \;(i»ncMK>V 



cdK::q«Bir''H%iiib iiiiiiiia 

uAa geMnhii-di matamkh^i 
dtaMlwi , afB«i Mppi «. 
AitMowfff «ke iiji<piii wdii^ 
la penna aila mano to- 
glidDOtaitd 5apeP?y llhU6' 
.dirigft^ J . lu^o vr^i«^ » 

flirfiM^eiii \agHi tko^ii^iS^^ 
e (ftiAsi dii($t <%ft) i^^'^ 



\; u^V•,f^AJl, « 



ur.\ 






'^1^ AUordkc i ffbtdksi suprgnd gmdomf ntUtf pm*<^ 
vmttie^ ih>9and ^r^ioati iiud if Mi ir! fhkeM, ^gMU< 
e crimifiali dai giury locaU ^ d $i ^tHtii^ih^ fiA'ah^ 
p&caitf tm Hgggi id fiuUv dinma^p^ iftr»>^f«n^,!dk 
ptt^fmdi^ ohUi e mmindH imo kndsmni ^ hostosi^ 
simi in IngfiiUerra. - \ '• 



Digitized by 



Google 



giKrii m imnao all^afliMii- 
ca de' cittadini ; 

Tutu PaiDiiiiBi^tra«ion€ 
i aelle numi delta iinioiie 
o d'alcaiii oomiDi tceitt 

imitameiite alle Joro oc- 
iMcNNI ^ a4N4.f^ 



tean ap|iuttfaivientf 
ad onorai| jpifati it^ i^ 

La graadi iairapreie di 

s<>90 e^eguite da eoQipa- 
(Pkie priyat^, le quali dpoi- 
miaistraiido i foodi rioa* 

eoBto lariff dopo ^che il 
pariamento hi| approvals 



cMHito (^ aa -£M|».4UhMit 
Ml afS^fiiiiiiliiU fltete 

fa pp iana r j » wma^m poi^ 
Taao* bastare 5ooo (Tho- 
1D»9 , fM&Mm/ , ViOL T^ 
pM. a34)^ tOQi^ potcia 

terP igMtlHIl* Ml* M- 



k Joro faba ^fimxmt rni* 
4oQo'n^ceiMi7^ r|qM)ft|raa^ 
ta • Dfi^ inwifffatYfua t^ 



lalaita di leaipe ^ peggio 
"pol se v^ealriMib pn^ven* 

▼flra^ ^pinmW iP^illo, il 
pukUiaD 1 wpajwrto^rbm- 
ministrationii tioo pu^ et« 
sere |^e^^|or^. 



(i) n celebre marchcse tArfpasons creaipiv (kOfi 

0vand iff iws s€ la rranci^ era una, mpwrohia at' 
sohua Q una monarfhi^ Umitala^ e H pnh crcdefx che 
gli' interiocutori dicevano beWssime cose a fasfor^ o 
eontro a tah o fak forma di monarcltia^ e^ h anco 
probabik chf nfl calprc rfr^* arffin^nti gP^fr^crioru- 
ton non s^mimlegsero piu^ A'$nori^ dUfi^ ^ d^'ft 
ton^ la Francia non l una v^gmirchia ^ '} w^ ()M- 
rocra^ia. 



Digitized by 



Google 



,3o 

shiiira gMlrvntigia^ fii foro 

., t .... I ; ■ ■ ' f ' — ^ — .... '■ ■ 

(i) Tra. gS oggetti the occupar dehhono la rifles^ 
shn» ifuno statista j prtmeggfatio gU affari comunaU 
e i mtt&di e6n tvi sdno^ammimstnUi. Fokndo ware 
tUmeme.la Aimnnda iemica iiiU rispatia pnukm^ pvn- 
^derbper no,nna ,r,e^to. 3o dioembre ijfiS reJa^ 
alt amministratore dello SuUo milanese, 
" Liz prima ditndpda si ^^ se P animinhthizione sia 
ia plkitMarkH^ ostia timsca tutd ffi elemend neeei' 
$mj adeOitrt? •• • < 

Bi^sla. Jl ituddeuo ^Uo radwtm w consei$o-*0 
oonvocato i propiiefarj oomunisd , e concede nd eJfsi 
it dirUto di ptoporre quanio pub abbisognare alia toro 
eemwutA : pare cht questo meiodo metta a profttto 
ituue le cognhhfu i&ealL 

Ia teaimia dimanda $i ^ se tsmnwdstnmone ma 
la pU^ economical ■ • * 

Risposta. ixeneralmenie V amminislrazwne i econo* 
mica^ quando tinteresse pubblico e soUo la sorveglian- 
ta deUiniereue privaio. Ora^ giusta U siiddeUo -oiUr 
tOs quelli che propongono taffare riconoscono la spesa 
e la pagaho in ragione de^ toro caraitL 

F* hd di pih; quelli che propongono taffare e ne 
pagano la spesa j hanno per giudice immediato la 
popolazione in mezzo a cut vivono^ dlmeno in gran 
parte, 

( L* influenza di questa circostanza e massima dove 
la popAttione dispensa cariche j come in InghilterrOy 
h nuUa dove i proprietarf vanno ad abitare jfuori del 
paese], come in Iiianda ). 

La terza dimanda si e , se t ammimstrazione sia 
la pih spedita ? 



Digitized by 



Google 



3i 

In pfk ' ■ * tnmino. •« »i 

G.* Supposta liguale Bon^ €.^ In Francia , duranf^ 

ia net prodoiio , 1* animint- il dominio impeirtaley ram* 

i tanrn iniglifire». minitlraiinnf? da' aMouini 



quanto minore i il tempo era talmente inceppata , 
ehe passa tra la'pelizibne pas^ata per taote trafile , 



Rispostau It suditttto eShto Os^bggeita' id prdpdsHg 
^ConT6cati atta rtvisione d*iin trihunaU ttdoYw rt" 
siJknte in MilOno. • , " 

Qu€Ha revisione^ che pub esset^ gitMflca^ m wto 
Steuo piccoiis^imo e net caso dt pochi proprieiarf c&^ 
munisti o neila comNnittione H pr^nrirtj j dffMolU 
od mferessi oppos^^ coHsunui un cerio tempo. Qittndf^ 
se da una parie ingranditc' to State ^ ed id dueaf'o 
Milanese soxtitmtt ^ per ^sernpid^ la Frantia\, t dM- 
f altra InobipUtate gU u/ffcj ' per etti le carte dcKt 
comunitd passano alia capitate e girano per essa$ 
fn {fuexta ipo^si aumenterete tz dibizione degli affa- 
rij distruggerete i vanta^ d^lle cognhiord locaU ^ 
disgiungerete Pintef*esse p^wato dalF interesse pubkGca^ 
ed anmdteritd f influenza deftopirdone popolare, Pipg- 
pa poi^ se tra gU accennati umci tjuatcuno ve iC hm 
cm frutd interesse il rltardo degli qffbri ,' comes per 
esempio ^ quello dett esattore il quale , dopo av^re 
riscosso il' denaro delle comurtitd , coglie vahtifggro 
'daffd dilazione a pagame i mandati. In IngMftemt 
non esiste vincolo tutorio tra le comunith -e la capita- 
ie , qwn£ le faccehde comuhali "direite daiP interesse 
dd comunisd hannp la massima celerifi^ e non sucr 
cede- U cdsb che Pignoranza de' burocratici di Londra 
ne arresd il corso* 



.Digitized by VjjOOQIC ' 



3a 

c il detreto, il progfltD « ricMedoni teit^ /^peracio* 

r etecuzione , i| delilto ie ni , che an affare doi va* 

la pena , la dinanda di lore di f9ci^ lire rinia- 

giuflisia e la sen^aape» nera in giro per ^Luficj 

reoloria (i). pid e pid niesi (3). 



(1) Nd 6 gcnaa/o i8a4 W <2iVii^ a Parigi un esem^ 
fio di cekHtk giudiziaria sorprendente. « Ifet mo^ 
«» mento in ad la corte Jassisa attendeva alprocesso 
9t di due indmdui accusad dijurto, una degi uditori 
M d divertiva a wanda^ian h Uuchc Ofi* suoi vidni. 
m Egfi era nusdto andkfi ad impossessarsi d.un/a^ 
m toletio , aUorchk il proprietano s^ n$ accorse c h 
njtct arresiafe. I UffUm^fff in wmcro di S^/unmo 
m .immediatamenie udiU ; kjio. dc^ awocaU c&^ ^10- 
f^ wmo al banco /u npminato d^uffido per fa difesa 
» del pnevenuto ; I0 corte 4 suQa reqmst^ione dma»* 
m vocatogeifierak f h cpnd^wib a iS ami di pdgip^ 
m mam £ a$ud raro che n commetta un delitio j H 
« ffudichi e ,H condanni il delinquente in . mfino di 
«• un^ ora «• 

(%) Ecco la tn^ila per cui dovevano pofsfux ipiU 
friiH>li pettegoUsKU : W paesano desidera , per esa^ 
po , che gU si cpticeda unn^v»Uto 4i ierrcno comur 
naip incoUo, onde pqteivi fahhrioare una capanucda: 
per cowt^gfjore quuta scopo fa d'uopo 

I. Che U pae$am pretend la 9ua dimanda in isetU" 
§0 al maire ; 

\a« Che il meire jcnVa al vtcepr^eUo » aaib tU 
oiienga dal pref^fto il permesso tPunire il eondffio 
wmmidpalci 

3» Che il prefeUo risponda per qccordare ^uesto 
permejsso i 

4- Che il consiglio munidpate s* nnisca € JWmni'de' 
gfi esperti per fare la sdma^ 



Digitized by 



Google 



TL Sititomo. Poep tosto dctU operazioni. 



Jk^ . in 



■ . l i f 'I I I I I I M I H I !■ I J.M ii P i l 

5. Cl^ &i irtfifia sueceJa e'He gid xnUo U processo 

7. CAe u,j^rejeUo ,manai la pedzione ^ i reuun^i 
docttmend \; tid un too t^appMd aX mimstro deWin^ 
ittMj •* <"' '- . "'• * • -'»'J ' •!• *» 

8^ CkA A mi4hmor.dMiintemo prrtendU ivte \dt 

9. Che u capo 4el govento vi scriva sopra: rio^esaq 
•I oonsislio di Stato\ sezione detrinterno^ ' 

lOuJuki U prttidmtr drlla sniont rfftf infrmn »» 
OTUtt* iin reiaiore ; 

IK €3b^ a feUmm spk^ ViMlH Ma i^zSc^ ; '^ 
the eisa Papprtni • ' •,')\\ .\ -a ->-• • \ . v » 

ff^. Che iueHo offaif^ iiaxp^^to iui "ptvipeHo "d&l^ 
¥^Cfdinm del giorn^ dth^ cMffgfid Alt^ '^aio ; ' ^his ad 
fifento y decretato ^ quindi tpedkdi aUd se^tetid^ At 
fiiafe 1^ ma)^da • a^) r^inhthy ^ detP interna ^ (jttesii ■ al 
frmftUO'^ il tjuaie to tkdnda at i>ice-prefsito\'^uefd 
dt moire ^ il quale lo rit&ma finaUhente dk ' pettzOh' 
naruK JS $*i mahta qiialclie ' documents ^ o se into 
^md nan b nt>ltn' fhrma prefcriita, fa \d^nt>ptr' co- 
mtncfort afu^6ra it gfto e'rigiro, 0i H^e n tratiai^^ 
E^oaeKere una cditeessione^ftediant^ I'imposta ahnuatd 
ifi»35 centesimi ( i»iewA?, Cori'dJ^Oiidfettfte , t!cc.j t Jt^ 
pag.il e46). • • ^^^\^^ '••' 

La citth d* Hamhourg , per essere autoHztiita ' ddl 

Filosof. delta Stat.^ vol IF. 3 



Digitized by 



Google 



H 

(a RicercarujbMcpstodi. zioiie^elic.^^jpi^ ni Fran- 
dascuna operazione par* da alP epoca in cui Sully 
ticolare , per'4K.' ^<il costo ne assunseV i^ ^ttirezione , 

consumi, sulle teste, ecc., ni , e ii re non ne rice* 

il tuitu giuiuali e m tl^uu let a tlic Su. 

soldato^, 9 (|'fia i^mma^a-^ « ^^ Parag^ando U^^ptsa 

to 9 ecc.' (i) totale che costa 1! 4pa9AU«> 

.\ J|^) Cemfrcinhmdo kuspt^^ jiistrasicAiev.^Faiicti^ .cdh 

Mii eoUtt 'pojfjohiiiohe \ tefttrioYial^ ^, 'fe'^! '?^**^ J^' 
J^^^tiS^'XJni^ df Xiie- guardp ^l^e- jrfelat^:^e j^c^o*^ 
rica pria di staccarsi dal- lazioni , si scorge ch^t^ 
IMii g hi hiha ^ . prtiba i^di glran hiB^aiu- 

Spesa tiotaTe d'attrmini-' perior^ ; dx (iiSh\i\ hu^^* 
ftifazio'iie' • fr/ i.,55aa8oo pone cbe. * ! ' '*- , 

: ■'..,• .1. . ••> • *. .''I •'. .i» f ■ ■-'■.•" ' II' 
;••.'- v\ ^ \ 

aspettare oUo ntesL L' Olanda ne. do»feM \aspffMtfii 
^.pna .d?4>t^r^ofx V ixpprovmone. di ..tjMuitre.ama 
q^v ^ rouura dtUa 4fuak poURva. Jn 34 Qre VowH 
mergere ao /^^te di paese, . - . , « 'ra 

^^ (t) iT^/^^ csatntn. (^^,cQ0iQ di . cU^ama^ ^ptt^timi^ 
pajticolare vonviene. rifiordore finfiu^^ d^^^icmiM^,^ 
topajgrafiLi^ come, to oiOwe efpo&to, JiUa ^t^ea^di 
que' piincipj d €Ofk^<i6 se ^ di/ettosa o no f a/rimirs 
nulrazionft^ per esempio > i^ CQsto rf u/i ifasceU(h f»eh 
tomt^Uaui si h ift, Jfi^Ukerra 4a6 ft. ^ JPmsfikk.^ii^^K 
Si'fi^n f- ^'^^n,^'a %t^ La ragioHe della difi^veitM, 
W* f^ f*^ wwwfa deiP^anvninUtn^zione^ ma, ndrdpf, 
verso valore de* maieriali e delle giomate • in qu^Hii 
di^rdpacsiy ., ^ ,-.,., , ■ . «. v -. ^ .' •:, • ■ >" :.A 



Digitized by 



Google 




.... .w.tj i*;« tf « : i. . '. iJjjM ''J . 

9 ricano.nd8eflemb.i69i4 il«iibmorefbi«e AsmV'iI^ 

li' ddk^ podtttii ^ecutWa; ffitori, e U fcot' 'i 

» oqI qad^ Vemier6 Hdb^ tare tatlL 



(i) Vammimstrazione i oOimmi ^VidK /M^j49«CtMS 
ifuando tinieresse degE esecuiori si cojffb^ule f^oVif^, 
Uresse del pubbtictr^ pih o meno caUwa net ca$o of* 
posio ; d seniri <f e$empio una regola posia in pffh 
Uca ntf^ ufftej ndUtOii ddP InghiUermt ^ impid f i t d^ 
pagad con ononuio fisso^ somo oUUgaii a retiore «#* 
gfi t^JSty cit^que pre k qyaU mh hajmna 0d mUman 
Md ^ 0an ; ^fncA, si ddhro ufpi ,ret nhu $ i m! tat 
ra^ooe del lavpro esegqito nelle ore strnordiiifrie ; 
esd hanrio dui/i!^iU ifiUfttse' ^ iavotare poccf rielle ott 



Digitized by 



Google 



mnimdmi ddUli^liilfes- 
*<ttO0repo{ratti sottotiigm 
M verno'ikl<«ioBre<fuiaal- 
» la dicliMnirfDiieidbirilii^ 
» dipendeoMvc-bor .st^sso 
9» decFeto'vuBUoifba' an»{ 
y> che ii.dilfaabiiitel^.idi|| 

tobre i8a4 )• '. i -^ V 
L'esatleisa ai pagamenti 
i dimo8lt«te/.<ifik deedita . 
Jl credito e in ragione in- 
versa delMp^MifSA che sw 

come segue: ji ..| . .,., 
Ncglianni 1816 1817 i8i?t2 
Cento per 62 74 81 

JWfta c^eMsefttitf'."''' '" '"• • ' ' ■'.'''' '^ ' " 

•^i ' .'.'. \ .^\ i>v .V.,. .'. . IX M . »'^ : . . ' V : . 1 "i 

-iitU r.; \-^ .i^y\ *' :. t »,.», .,\.''/ ■•- S ;', ,t -. :• M., • 

^iKJ^^Sw^P™^' <*JW«Ja itnpicgg^ del defuxro pubbUcp^: 



oftili^MM jcapitiA..<ii faitti i 
goverui eoMj^tiij hilmki • rU 

•l)ur^atL iSpa^oa f :(»flvieU 

noscere i debiti oontratti 
dalle oorten (GatzeUa di 
Milano S dicembre 182 5). 
La prima emissioDede* 
gli assegnati in Francia 
proraetteva che quevti ae« 
)gQl ansbfaero ifali pagati 
a Tista » e il pagameulo 
non succe^idi; qbindi il va« 
l9f^.^«|ira«fiWlfti;d«f^- 

flHe;..»fircl^b«9^. f}»ti tpni 
iVazipQiili e^ivjaJ^ptj, il i^lv? 
p^t^ ;i;»oi^.avveime^,c{ui|i(jl^ 
il Talore degli assegnati si 
riclusse a zero. 

•' .. •• ; • '.' l•.^.^;•\ ' 



'Irinni*H6.\ 



ni ayff'\nMl^n>^^^^^^^ '•' 4> frWaricowiare qui 
^ t^ njS^iQue speude pQl- . la raatta leg^e degu Ate- 
to o poco, 5e nOD coiista niesi, che minaoctata Id 



Digitized by 



Google 



in qiiali oggetii i impk^r 
to il denaro pubblico. Sol« 
to Allredo it gninde, la 
feltiite pMi^ deUe rcMtite 
dtfib corona ehi ni^ssli'Al 

vCVbv pCV nanWMvVC MPMt 

iBOpia ^B'olih^f , f^iib^4iP- 
Voriitano tJotilmiiiliifMitttf tt 
rbtabSi^ It eilla , i iMitCtrfL 
fi y i palatfl^;' ft' difesotf 
Pttitmo l«iple(prtl fUr ((lac^ 
Me costitirfiMii Ik f tew* >% 
i ttttttofti d«;' qaali aimf tfl- 
lotk era igiioio^ f tiief; 1 
signcfri imitaroiM f^sMi^ 
pio dA fe y ^ ^K ifdit^ 
toltdi al mo(ti^lieaMto^*M 
poco teflApo. »' • » • * ' 



jpeqt di morte c^^^t pro- 
pooeva d* impiegare a di* 
fesa della'^'p^U^k il denaio 
J^ i ttufc uy j^|*U#at'<i. ' 

fmbMlebi pud *ifsi(Ht ' 
spegO'lltefeHt iiMtai ^B ft p;- iMl 
i«ii:M :^ rkMla -di^ i 
daitlgiani miMMroim-kk 
tkrigi^m^kMn Into ^f u m 

nerositli di Eoncol¥«^#- 
ikiJUfm 4diM »dM K au- 

lOniPMrtMIO' Mi OMgUlv CMI 

'dM#% dSe^'|j|cd||||^i ^'lll^iull 
Mif odmbMiraio e sMfe'tt^ 
K^/ cidittL «he. il MtHlsINi * 



.«»....^uU}f. jisufi2i jdLjKiUitffiD* 



▼ere (i). 



vt 

-^ 



^i) Menire StUtx andava ^^ re per ^mqstrargU 
come i cortigiani wftvano sorpresa la sua huonajeae 
» il renconira a la fiorte, Ui marquise d^ yemcuil s 
» qui lui fit des reproches^ de ce qu^il s^opposait ainsi 
39 h la bonne volortfe du roi. Tout ce que vpusj di- 
» Us^ madame, lui die Sully ^ seroit boo, si sa 'maje* 
» H6 prenoit I'argent dans sa' ]boursei mais lever eela 
f» . de Douveau jsiir les marchands „ artisans , lab'ou- 
» reurs et piasteurs, il o'y a apparence. Ce soot eux 
«[ qui Dourrissept le roi et nous tous. lis opt bieti 

asses d'uQ maitre » \j»aos s^yoir fi^core taoti <1^; ^V^^ 



Digitized by 



Google 



a. Sintotno. Kipettd pratieo iOtc legfi\ 



^fmoff^rsL oba auU'ianlnio 
4fl' pop^ ««fe tpiil't- 

4lra.lw» che h leggu 
1 Jls^eiilmkMoreauifiM 
ludlara m oQittfiHiiiiffio di 
.gMiiif ^ )|iireM 4«Ttt prov« 
4i Mi|iMdenl«fifrilitk.ii«l 



J^^ i8a4^u»lilinrft0iw 
4k esltiiri^ pA*e/ # li 1?^ 



. In nmno. 

liiwum U.titolo 4i.aei|* 

^e^ M»prdi4a iWlfifnr 

lloid0iit[B JUoiniia. die ti 
aveT« oopinMiSQ infinitjf 
eslcpaioni^ ^ iOk^iUto df 

|iiQill«t%U i JBonti d'.oiiy 
chi •teis^i rtipi^f .P^pte* 
^ d' pnrcop cijii .:^to a 

Roma e del popolo rpmar 



» k flBtreteDir. Ces paroki remarquables peifnent en 

^ Ek i6o3 /e com/^ 4{e Saissofu ^ prince du sang , 
m ohdni td permission it Issuer un droit de qmrae 
'k toitf phr ballot de toile aui sortoit du royaunie. H 
IS avoit eu Part de persuader au roi que e*Stoit tout 
n du plus un ohjet de Sojooo tivres par an. Sully ^ 
99 en calculdntj troui^a que cet impdt annuel n'itoh 
W ^ure moimlre que de 3oo,ooo ecuSj et il empicha 
sftexeciUion de f&lit. Le comte de iSoissons^ irrhij, 
99 vouiui /aire pifir le surintendant s et Sulfy ddfis 
99 cette occasion cut la gloii^ iff avoir exposS sa vie 
» poitr ie peuple^ comme il Piivoit expoxfy pour k 
» rot (Thonuis , tE^xnt^t r. I^pag- a3i-ti3a). 



Digitized by 



Google 



Artribilift? iiBlf '^Ktisitee no? Le lagnanse de'popoli 
aiRtare che Avera soffertb' andarono arompersi con* 
il daono /i). . M^ JLV^!*^ W?*M, !*' ^» 

(i) / gipmali d^ Londra del i4 febbnt/4fi i8i5 n- 
feriscono il seguent^ fatto : 11 ^indacq di Boston feee 
gaSoppartil 'mo tavJIh per te strode, ridUedtndd^tal 
eeieriid U pubifkb ' t0n49h, Erano It selte delta mai*^ 
IMM. «. imt'^nv^a! risttuo, canUmmnfmU alia teggt, 
di a^ionare qualche disgmi^ Cionnpndifnenp qmsto 
magutraio, accusato da un carretderej fu tradoUo in 
giudisid. QtoVij nuovo ZAcurgo^ chiese d essere con- 
damuOo a pagare uha Mdta. 

19^ midiad^aitimi^kUe mutrimso^n kgge: 

{ .ig. Ad a^m9^ dH! fi cred^ leso 9^ 4uoi diri^s, 
e Ulfcro di portare le sue lagnanzt alle autoriti sia* 
biliie daUa le^ . /. ' 

$ 10: Anche te cauie che rfguardano il Sammo Jm* 
perante, ma the H rifkri$eono alia sua' pnomitti pti* 
M9la^'0> ai flfddi di moqmsishne fondati neldiriiio d^ 
vile^ s^pvnno. giudioctte dai tribunali secondo le leg^ 

IJn* appUcazione di questo princijno si vide sotto 
Giorgfo III re d* Tnghikerra. EjgU ordinb un giomo 
di thiudere nelsuo propria parco di Riehfnond tma 
p&rtae una strtsda che servimano di passaggio ai pe* 
doni'da makiiUwL Un borghese di Richmond a cui 
era comodo questo passaggio forse piii frequentemente 
che a^ aUri dhitanti deaa sua piccola citt^, s'eresse 
in di/ensore dtf* suoi viciniy e pretese che quand^ an^ 
che il passaggio fosse stato abusivo nella sua origine, 
era divenuto col corso de^ anni parte delta sirada 
puhbUca J che si era acquistaia la prescrizione ^ e 
ch^egU saprebbe forzare il re a riaprire la porta del 
sua parco, Egli espose le sue lagnanze ai tribunaU e 
vinse la causa (Lettres sur TAngleterre par A. de 
Sta3-Holsteiji, pag. 170). ' 



Digitized by 



Google 



fu scioUo da ogoi ac^^t^l}, 
' X. SioCooio. Moderaztone in mezzo atte vicende 

wmf WFWKrwntk 

In pitL in meho* 

I K*^ n Partgi 23 oUobre . ' ii.9 « Bladrid M ol^ 

M Fra i Iratii earatteri^ • 11 mtnistro daHa fgaanm 

n stici che I giornali Tan diresse al capitano gtoe- 

M pubblicando sul conto rale della provincia di Ma^ 

M del nostro re, citasi il drid un decr^tO|.dal (|iMlit 

M seguente : Nella memo* ccco.i' arlioolo oha fii op- 

n rabile giomata del ii posisione col ccmtrappqAo, 
» d^aprile del i8r4» ^"^ cc II. I propagatori dt 

M vecchia donna ^ ineEza ^ Toci aUarmanti, o che 

n pfi^za per la gioja, gri- » pronunQia^sero pfuroia 

*» dava <ul passaggio del » 8<mrerikruA\ aome fft« 

« principe , confondendo m Rtego f Tiva la costitu« 

^ gl^ oggetti present! e le » zione I morte al servili) 

» memorie tnutcorse ; -* ji morti ai tiraaai ! Tiva, 

»» yWa lire ! ▼ivarimpe- » la libertal soaosoggalti 

J* fatoi^f viva Monsieur ! » alia pena di itiortie », 

n viva il re di Roma I ». (Gazzetta di3dano6 no- 

n — . La folia stava per vemhre i%i\). 
» roallrattai-e costei allor- 
n qnando Monsieur, cal- 
» niando con un gcsto la 

(i) Dion. CoA^ius^J, 54 



Digitized by 



Google 



n gna die «iv«»o tulti. j»^ 
ito4 ) (aV 



XI. 3{at«ii90t. iStcun^s^i ^Krroip«i^ 
in pu. In menoi 

la."* Hel qelebre adi^Q.. 12.'' Un viaggialore i)e- 
A Xflodoriovre goto» p)i«,. scrite Tiaipero di Bfaroooo 
rofttj) io Mia p^^Yl-Kev omt aeyit; > 

Ajt XXXV t /5 .^^ «.M. tit d^ ,4^tierwit^ 



reb'o^ allorcke la^Pj^rfidiu di Avidio avendo cBmprO' 
messo gU abitanti deW Asia e Vinftdelth di Cahnsio 
qiielU delC Eptto J fece abhruciare le lettere ddttmo 
e deWakro, onde salwire P'onore e la^ vka apibm^ 
ffkoja di fanligjlk ihtpUtaic m ^meUt congkure* Andm 
Atiputo i§09€ fimfi t^lW^fdfnosif^ degU inquied .Jiomani^ 
guaado ^ seguen^ il cor^iglio di lavia j perdonb a 
Gnna e Vinnalzh at consoldto. Del resto^ egli % dif^ 
ficilissimo in praticH it diidnguete cib che richiede te 
generasiiit pardtoklH;'da quanto e poitito dkOa sicm 

CO IK p^ averc ,leud4ifq .f/ corso aUa gtugtizia conira 
Banicfx e Chdtet, 



Digitized by 



Google 



quasi snb spedt udliiatis 
puhliem » ut sic necessario 
faaai , delator exUtit , 
qutm tamen nos execnui 
cmnino profiumur, quoin- 
vis vei ¥era dicens legibtu 
frohibeaiur audirij tamen 
si ea^ qum ad awres pu- 
blicas detutMtifhtdracth' 
eonsiitutus non potiierit ad- 
prohare^^fiamnus debet ad- 

Ai-t L. Occukh segnet^^ 
Sk/ite diid^&hibUs'tMter&' 
dt'dd^tj ^d eum qui 
ahi{tM'a^eH"i dd fndi^ 
cwnyerdre^ corweml'^ ut si 
quod detuUt, non potuerii 
a^nDhare^'napkaH^mb/S' 
ceat uUfoni, 

^ • U M" ^ -v. \ t 

llfAT .Dff|'E!«Tl6NI8 INJTitBTAM, 

^ifT . ad Judicium deduca^ 
lMr.>' vet ik, privaia hdbea* 
t^'i^'mtShet pfmnunptSof^ 



«r 'torti^! 'ii^e«l' Kttiitle ''hv 

« pait At$ \4Mlk itfii^iJk> 
K roans. Ausui uae terreur • 
W^'uHiirer^ite ' f^giie*t-eUe 
m aalour du •ouferain. 
« Les pliM confians cnii- 
^ ^ent te -deapote ;• iU 
« craignent^Mft saMKties^' 
* ib' eraigtient Icum <caii*< 
« citoyens ; il» irnil qual^ 
« quefois r^uiU ii crain* 
«r dre leQrs fiMntUen' » 
{Journal des voyages^ XV, 
p. 18-19). 

Nela km ^nalita di 
Hun-KioTy o tutori def'^ 
genera umano, i sullani 

. eb^ieixi , ^u dalla loro pri- 
gins , it dyitto di far .c»- 

'^'Aeet eiasam gioi^o qoa^ 
ioi*did teste sebza* rendere 
rngipn^ a cliicchessia. Ora^' 
siocoGD^ ,^, .ciaj^n^, potere. 

\ f^iUMi^fosz^ eiaftliba) tende 

^hM^MMedte Hd etlendefw 
Sly perd6' attoaihifeble it 



Digitized by 



Google 



43 






tS."" l^'fewpldi'lMntt iS."" De' tempi di Do- 

€ di Trajaiio AW«ft Tin misMiio diceva Tacito: 

dto: jidempto per imfuisidq* 

Rata le^pohM j&Jltcto* ' li^ €^ Jb^MU audimdir- 

ie^ ubi sendn quas veBs^ que eommerdo: memoHam 

et ipuB ienHas^' dieant it' (fub<fim ipiam cum voce 

cti (HiflL, I I ). Ifec spem penUssissemus ^ si tarn in 

wiodo et i^Man '•icinirrAs nbiani' ^AMfao mmmI d&fi« 

rusLiGjL, ted ipmu voi&fi-' visd quam mcenti {ViL 

ducunuj acrobur itdsump- Agr. II) (t). 
serk (Vlt. Agr. III). 

. . .XIL SMMia ...-...;. 

Mttmcawa dfuammi iomm ^^nU f^rrp .incpbtt^ 

In piU* In meno. , 

14-* Sully aveva per ^4-^ ^^ esaminiaaio TId- 

■itlWOia:.c]|^c; ,1a publ^ica ghiltc^a eoo ^u^sta nor- 

amminMtraiione i tanto ma y coi^chiudereiiio che 

piii cam?a,jqn^o ^ °H^ >^^ f^^ fioaoiiDistrauQDe ge- 

{<) Dd.umpi JL ISbena ulice Tacito i ^klatorea^ 
genus hominutn publico exitio repertum , et poenis 
^ifilaia 'Auiaqadi.sati« eaoaitliM, portprMMtl <ii^i«- 
bantnr [Ann* IV ^ 3o). ,>). 



Digitized by 



Google 



44 

'9 MMMMo 4rifo f0r> nerale i la piili cattiva ; 

iu<Hwrntr a.l'asMh giacdid quasi an dedmo 

«ioae dsMfe temt uuNilt^ delta popolasione i oKiosa 

h'tmmmfs^ndomUhvmm^ od assislita dalle limosiiie, 

tfopafei. Mli Wi .«<nM» a^ e le terre iocolte, abban- 

UDmiDi^ n« tenmi vmHUh donate al libero pascolo , 

«Hifl(Ofiq ui¥^ 4|lf e .pprie 

: .. . . • ' • di.L«*Ti.O),,.-.:-; 

-.-.I ■/ ■. , . .Xi^rOAIv HULK -AOTOAIT^\ •. • ■• .«^. .. 
i^v IV. .^ • " . ^ .• . : A .' !;• V. 

> ' 1. l«aart»>dUUa ^ufonla po«0onQ tisei^ ridoHi '^^ m- 

.{liefeitrc. ■.'..•' •.,'■• ■.:-.-. 

I.*" Dirigerei; : ': . .,.••..'.» 

Direzione generale^ o codici cifiU. ;.€- cripripaii ; 
Direzione particoiare , 6 leggi relative alia topo* 
grafia, popolatione,- oacoia^ pasea, agncoltura, mioe- 
ralogjfa , artl , eomoicMio, eac^ * ^^ •* - ^*' 
a.* Repr mere 

GU'accidenti funesti alia proprieta, sanita e irita; 
'' ' * tifctf//i il^oluia che li pre^enej * * 

^^ quindi iForaa artnata che ari-e«ta e dlHfodie. " 
*' 3.* Soccohere '' , 
* lie forze fisichei bspiij per gli' esposli,' pi* Vecjchi, 

p :^'. .;<:■.' •;. .' ■,,.'. ..'i ■ i.".. ' ' ' . HI. "M ' '^ i I > 



Digitized by 



Google 




- <^ 

nmo a domicilio; 

4.'> Giudicue 
Ke' tiibaaali dvili e dk : 
Ne' tribafMli crimiaali^ 

5.* RjeonpeMure 
SimboKoa od on^mttmif 
Reale, aoi dcMi^i t 

6.^ Eiigere toiposltt 
pobblioo. 

7. PagavB i- 



piib. jncongjgiMPe ^li. Mi.cri*ftiiip(U^ -plMtdliHmdiPt in 
nasicae di^ikditete dagli .Mr%ooati|i ![ / .^\K -- .•< • 

cU» takoltaiile'ipriaie jdifiw^ hfrnufy IftM ti etapd pj 'iMWP* 

Mi> I. il' *^ uji*m/ofi ii 



Digitized by 



Google 



4B 

-i> gcdi— ifinMi*i^ni| jivciJic^am vJhwitf Mrt in* 
tortio al cambio delle case » qunidi lo statista nmnii 
WiiripriBlDpalnaiilB k.iilHpo8yrani.aalii(iiia «dl9*^krfo- 
n^, o sia alio stato civile, doe: :^ - n r .: « 

I.* Autorita pateraa ; « • i '.; 

1.* CoDtraitoiinailifo; i>» '» iT/.'* i'. -i »nJ ':./- 

4.* Diritti de' creditta^ ;i it: > .!;'. ..:r . ;' . 
&* TraslocaiidM' delt>d«lki(silia.r!' .V .< , •....*. I 

8.® Forestieri. .f' ■: > { 

ol ^oiiUiHiediiia^daqieiter^tlrfrfib'fs^iafia^i-l .7 

i.^ e 1.^ A scanso di ripetisioni vedi il IL^iiiflHBCi 
pag. r43. 

S."" Neir isola BcMfaOUl dVIBakico , V ereditk dei 
beoi stabili locca aW ultimo de' maschi ; si tuppone 
che i pill auziani abbiiMi.')anto tempo d' atticurare 
la loro fortuna e forroarsi uoo stato. Ma quando non 
restano aimtlbk aK^^iditAaarieifli di aM^ifetteuMapitic- 
t uafcu ayp mWaeidi ftiipogkiMfttni* Qmrtn cosiittt- 
HJoaev'iiiiJgHimnj'y tshetaatwlflra 4' 1 



-m^*^(iBoottb>li^ tdltafteKallie j^ernqdi f0liAa'\ 



K» »:» 



01:41^ In; oaib deli] uatatfMi Jaoaomaiidatai! dalkf leg§* 
igiofckai'v^tao i. ddMtori i^/ikai^; jISUUY, 16) IMmt^ob- 

sibililii(d(J:pagare il-d^iVi ia«t6riaiayii B<<»aditMl »a 
tl-illdrli >iii^%cliitvitlK^ldin|t9iciHi ti ^siteiidtm luRerTe- 
al(iw<V«ulwfigU:Yi%rUv»»>]V,'i. >^. Am. JUOI^ 

217. — Mich. II, ^'-ii^'Im.'^MMq* ^^ UL, >i9iV ^ 
*'':'5:^ JLia^^tegge'kigleie. vmibacijia ia .prigiimii a chi 
• wototimnoiiawi mwi ^p»ofc^^iok *m qui^lnoii hai fttl» 

il novitiato lette anoi. 



Digitized by 



Google 



loccbn o eoinane, non pab in Ij||||}|||p|^^t{j^renni 
ad un' altra, aoub elk non debba manlenerlo in caso 

di biMigDO. {m^.O'Xli (yiAD 

7.^ Le slesse leggt . ▼ietavano per V addietro agit 
artisti r I miyaiit 1 1 ■■ |Wiin iWtWftiiilRfMl^r ne b- 
•davaoo ampia UtmA «i cpHkaipiea altro mdividuo. 
AiP oppoato nel dioenbre 18^ to, tenuto a Madrid 

gere a rieotrare nei regno i grandi di Spagna ^ \kJli; 

aU'ordine, fosaero soggetU ad una JWlllMWHIllfeMir 
fm^mmim 9m^ltgk^a§mU'> r.niiiq aihh iln^bbaa ilO 

&^ Una legge giapponesf dMwdiM:M86r«llM> AMt 
eesio al Giappooe» e n^npil ^ t ^m^ -XM^^^ 
Statu. — 11 Sommo PoD(%|NMI\tlMMb3UKv4HW>^»V^« 
di un 1/4 I' iropo^a^ df>illMTJ<M<g<lytl^llt Vitf^ 
benefizio i bent lia^f^cttMr^ {^v.yVu . <)^%*i^r\«;¥ ^.^ 

BiooQosoerete b Jjwbarllk drlteJg(»Ji^ i! ^y aJ»l^ 
troverete i delitti eonlro la propriety p^Ni|l^>i9l^)^S- 
giora pena di quelii cfae ferisoono )9rff)^,\^<^A' eoore- 
II Godioe inglese proiiwiMifl k«^piMi4Ji:#^ <».#ro 

aKn,caafnri«n4espM^9c#4>mi.bMMiHj9^lA^ fa^ 

che ii & in Inghiiterra della vita de' citudinfi fi,,m^ 

eedemone conservava i suoi e i loro dirittl: pfji; ^ 
eapeaamiAkmi iSpai^ Wo^flfttji in^^w' Wof^.,^».¥"* 
flotta ateniese, cnm^,^mf^is4^,sm\i9^mi!^wn 



Digitized by 



Google 



48 

dii^«r6 una "i^aie velrg(^<J«jl e'Micrtfiew* la sua ma* 

;■;»'. kiia .iM Hfiiu} "• "■'•■ •■•<■•■'■■■ ^ ■ ' ••. 



.u 



;;h r-ij-.j ?•.. 'I I'l.j 



CAPO SECONDO 



...{•'•w'u.-ii I nuiwiliii II ilmrtrf f.-i • * 

!»' '*]' ;• »Wij »,ij •! j'f," 1. (I /• M I :. • ,- j 1. ■ ./ 

iShsii? •''" •'!'' •'• '• '•" '•- ' ■••- •' ' " '" " •^■'^■ 

''''^.^' AbdMMti^ftiiMl ftlk MtaU idleglit tmnflp elM 
Gb aecidenti della prima clittw sagBfaw m i m | i wf 

M'hciMiM 8^se tie ac0iifii'ili<lKiim» lerv^^ nitiuw 
9i'i g^di ^ 'der nn^illhieM) i '^6m\' si < vidsofao Mm 

gR iidfBtj;'''*' -^ f^'^-'J ' •* "" •• •-•-•'■' '" '■'• ••'■ '' ^'» 
faaddosl'tt*pferiti6l6^^U''ittttn(l«ti«l>e^ > • •'• ->» i^ 



Digitized by 



Google 



49 

ZJ!t Pari e hiotenie ne' porti, suite coste, nelle isole 
marillime ; 

4.^ Segnali ne' luoghi pericolosi per terra e per 
acqua-, 

5.^ Ilhiininazioiie nottuma; 

6.^ Compagnie dt marinari costieri die accorrono 
in easo di naufragio; 

7.^ Stabilimenfo di maodiitie fiimigatorie per ria- 
nimare la Tita ne' somiDersi ; 

8.*^ Distribuziooe regolare di premj a chi saWa soni- 
mersi, od altre in^tationi ob serbaios cii^es* 

9.^ Maochine klraoliclie per V eitiouontf degli in* 
ccndj; ^ 

10.^ Depotiti d' aoqua ne' teatri per lo stesso og- 
getto-, 

11.^ Distanie dai centri popolati prescritte alle fiib- 
briche di polve nitrica ; 

13.^ Prem) per V uccisone de' lupi e relatirt cac* 
cie ; 

i3.^ Idem per la distruiione delle caTallette; 

1 4-^ Diminutione d' imposta prediale in ragtone 
de' danni ; 

i5.^ G)mpagnie d'assicurazione, lo scopo delle quail 
ri £ di ripartire gul pubblico oon tenuissime ed in« 
sensibili quote quel danno che rorinerebbe i danneg* 
giati. 

Gli accident! della seconda classe sogliono essere 
prodotti dalle seguenti cause: 

1.* Paiudi e viciiumza di risajej 

2.* Strode streite e fangose^ 

3.* Inondazione delle cantincj ' 

JTdosof. della Stat., voL IK 4 J 



Digitized by 



Google 



5o 

4/* Latrine e Uuxmaf^ 

5.® Macellij porcini e hovinij . 

6.^ Concia dcl/c peUij 

7.^ McLcercaione del canape e del lino; 

flu* Gmiterj neUe chiese^ 

9,** Fabbriehe di sapone ^ sego, addo sotfonpo^ 
ammomaca^ zolfaneUis ecc. • 

10.^ Uso del'mm^j, pio^ho^ pttone m\ vad^ la- 
stre^ bilancie per la vendica de' cpmmestibiU e del 
vino. 

II.* PiUole e segreti de* cerretanij 

I a.* Feleni propriamente detUi 

1 3.* Peste; 

14.** F'OfUOlO^y 

i5.* Febbre petecchialcj 
.i6.* Epizoozia\- 
17* Idrofobia dtP canL 

Le istituzioni con oui i govemi reagiscono cootro 
le accennate cause, e che rappresentano i gradi del- 
riDcivilimento, sooo le seguenti: 

I.* Magi8ti*ati generali di sanita^ 

a.* Medici di cohdotta:; 

3.* Scuola per leTatrici; 

4** Scuole di yeterinariai 

5.* Vaccinazione ; 

6.^ Ospitali speciali per le malattie contagiose; 

7.° Lazzaretti e quarantene; 

8.* Obbligo alle meretrici di presentarsi settimanal- 
mente alia visita medica, onde ottenerae attestato di 
sanita; 

9.0 Ispezione sul commercio d'ogni specie di coin* 
mestibili; 



Digitized by 



Google 



5i 

to.<* Ispeiione sui vini che m piii paflti wtogim^ 
adukerati in modo straordinario e daoaoao alia aalule 
yobblioa, come, per es., in Inghiltersa; 

11.^ DifltrutioDe delle bestie uifeUe» ed in upecie 
it? cant idrofobt; . * 

13.^ Situazione salubre de' cimileri ; 

i3.» Legge che ordina Tasckigaaiflnto delle paiudi 
a le distaoze delle risaje dalle citta e boi^hi; 

i4.« Aegolamento per TespurgD delle latrine e tra* 
iporto del letami fuori della citta, ecc. 

CAPO TER20 

REPRIMBRB £ DEUTTll I.^ Poii2/J.\ 

Le istituzioni volgarmente note con cui la polizia 
reprime o previene i deiitti , e ohe servono a misu- 
rare i gradi della sua atti^ita e per^picacia, hanno 
Ire scopi: 

1/* Diminuire il potere di delinquere; 
aJ* Diminuire la tentazione a delinquere^ 
3.<» Agevolare la scoperta de' delinquenti. ' 
Quest! tre scopi si ottefigono con limitazioni rela- 
tive alle cose e alle persone^ ai luoghi ^ e ai tempi ^ 
piik favorevoli ai deiitti. 

I. DimUwire il potere di deUnquere. O 

(^se ). II boUo de' pesi e delie niisure tende a 
prcTenire frodi nella vendita: il boUo dell'oro e del- 



Digitized by 



Google 



52 

I'argento scema il potere di Tendere metatli ignobili 

per aetoBi noi^fK. 

La pubblicanone de' segni cbe carattenaiaiio le. 
mcmete Aiise, difnimii&ce il polere di smerciarle. La 
stampa lirflita questo potere che priiqa di ewo er^ 
iddefinito. 

II divieio di postedere strumMiti oon eui si bh* 
brieano le moiiete) 

II diTieto di portare armi da taglio e da fkioco fa* 
cilmente nascondibili^ 

ii divieto di fabbricare polve nitrica o possederne 
ammassi, ecc. 

(Persone). La facolta di vendere veleni, tenere 
osterie , alberghi ^ locande , caffii , ecc , fare prestiti 
raediante pegno, somminislrare carrozze a nolo, ecc., 
si concede solamente a persone riconosciule dall' au- 
torita pdliti(Mr. 

La tegge ateniese che Tieto^a il conoorso di piCi di 
3 1 persone ad un festiao, aveva per itcopo di prete-^ 
nire i concerti turbolenti e le soromosse, ecc 

( Lucg^ ) Da tempo immeniorabtle gli orefici , in 
piil citta, rioiangono uniti in wm particotare contra* 
da, onde piii faeiimente scoprire le frodi netia ven- 
dita de' metalli nobiii , e la coinpra A oggetti pre- 
siosi derubatt, 

( Tempi). L'ordine di tenere chiuse le porte delle 
citta di notte impedisce le sorprese del nemico, la 
^ fuga dc* malviTenti , ii trasporto di oggetti derubati , 
gli sfrosi, ecc. 

L' online di chiudere le osterie a cei*te ore della 
sera, impedisce V unione di persone nssose > allorch^ 



Digitized by 



Google 



53 
*sooo riscaUate dal tido, e la fiMale faiga da' Cerilori 
trale teiid>re, ecc* 

In generale i govenii hanno dintinuito la possibi- 
fil^ al fiiko, ettendeiido ristruuooe pof^obn. Le 
iaUe donasuMii, i fiiUi tito!i» i fiilsi testament! erano 
infiniti quando il lolo dero sapexra feggere e icri- 
fcre. 

La diAisione delle scienze diiinicbe ba fiilta ipa- 
(ire i fiibbricatori di prodigj , cba TJTevaao a spese 
dell' ignorama, aoc. 

II. Diminuire la tentazione a deliru/uere, 

Divieto de' giuochi d' azzardo; 

AnmiUamenta de' eontratti in cui la lesione supera 
b meta del Talor contrattato; 

Tatii i .regolamenti che limitaiio ne' mlnorenni la 
boohk di oonCrattare ^ ' 

Aholirimie di proeessioni nolturne, credute per Tad- 
dieiro neoeisarie alia religione; 

Diitruaone di stampe € libri osceni; idem de' 
teatri; 

SorregKanza sui bagni ne' luoghi pubblici^ 

Segnali snlle meretrici^ 

DiYieto di maschei^ offensife; 

Esilii iooali o proibiuoae a oerte persone ^ eom* 
parire in oerte contrade; 

Centri yisibili e imponenti di forza pubblicai pronta 
ad an es tare e punire (i). 

(i) AUorch^ nel XIII &ecolo scoppib la gran furia 



Digitized by 



Google 



54 

III generak il pronto castigo del delilto soeitia h 
teotazione delle vendelte priTate, eec. 

III. Dimirwire la scoperia i^ ddintfuentL 

i.o Nome alle conti^ade delle cittk popobse; 

2.^ Nuroerizxauone . delle case; 

3.^ llluiDidazione notturna; 

4«° NumerizzazioDe Ae' ^fiaeri^ detle barche che fa<« 
cUitano la fuga de' malTiveDtt e '1 trasporto degli og- 
gettt derubati; 

5.^ Marche particolari sulle jjroprietk mobili appar- 
teoeoti al pubbiico (i): ' 

6.^ Bollo del fidjbcicatoiti -$ul fan venale • sidle 
manifatture d'oro^ 

7.^ BegUbY) geoerale della popolafidoe conteuebte 
il sesso, rabitazioae e professfCne di oiasoua dttadKao'; 
. Si* Registro particplare della servithi precaadone 
pe' casi di furto domeStioo, oorruzione e timili; 

9.^ Ispezione de' cada?<(ri fatU da ufficiale pubbli* 



penitemiale de* JlageUanti^ e gU ahitantl cl? una citt^ 
andavano in processions a visitare quelU d! un* altra^ 
portando gran tratto un cane in ispaUa^ o la spada 
a traverso il coUoj o la corda in segno di 0eriiare 
que' castif^ij ecc.j i Torriani a MiUmo non vollero 
quelle visite^ e fecero piantare secento forche], a mi* 
nacciOy die fu bastante, 

(i) In Inghilterra^ cib che appartiene alia marina 
rcale^ ha una marca della quale e vietato Vuso nella 
marina memaulile. 



Digitized by 



Google 



55 
00 pria della sepoltoro^ precautiooe MDtro gli ains- 

lo.^ Obbligo ai diiruigbi d'aDnunciare aIl*autoritk 
polldca le ferite; 

ii'f^ DifTusione di tabelle stampate indkatripa de' 
canitteri finci di malfiveiiti liberi; 

la.^ Carte di sicurezsa e passaporti denotaali i ca« 
ratteri penonali dell' iDdividiio; 

1 3.® Obbligo (a Pietroburgo e a Riga) di far an- 
mmciare suUe gauelte la propria partenta, pria d'ot- 
tenere passaporti^ precaiuione contro i debitori fro* 
dolenti; 

1 4-^ Regi^iro degli ptti civili, uiScj ddle ipoteche , 
aidiiTJ Dotarili , oode prevenire il falso , la falsifica- 
tione degli originali , le doppie Tendite, ecc (i). 

CAPO QUARTO 

BEPaiKERE .1 DEUTTi: o!" FORZA ARMATA 

Fa d' uopo esporre i regolamenti e i iQodi> oon cui 
la forza ptibblica Tiene 

I.** Formata ; 3.** Vestita ; 

%/* Nodrita ; 4*^ Ailoggiata ; 



(i) Ckispiega gU^Ufnend di geomeUia e cosireUo 
a ricordare che i trv angoU ct un triangolo sono 
uguali a due retti ed altre simiU verita note a chiuit- 
que, Spiegando lajilosofia sUUistica sono costrelto a 
srguire piu volte lo stesso mctodo. 



Digitized by 



Google 



56 

5."" Pagato ; g.^" Dii*etta ; ^ 

6.^ IstrutU; lo.^ AmmiaistraU ; 

7.^ Soccorsa; 11.® PuoiU) 

8.^ Servita;^ la.® RioompeiisiiU. 

1. Farmaziane. 

£la richiesta dalla coscriuone ; 

Altezxa corporea per es$ei*e ammesso ne* yarj corpi ; 

Mabttie I che sciolgono dall'obbligo della 00- 

Qualita oivili ^ 8crizioDe ; 

Durata presoritta al servisio militare del coscritto; 

Yalore d' un cambio ; 

Valore del libero iogaggio, a Vita ed a tempa 

La legge iaglete , barbara in tanti altri casi , e qui 
umaoa. Ella somministra alia sventura ed all'impre- 
visione un meoo di sciogliarsi dall'airuolamento con- 
tralto in un momento d' ubbriachezza o disperazione, 
II Mutiny act che stabilisce o specifica la forza an- 
Duale dell' arraata j vuole cbe , ne' quattro giomi 
consecutivi alP arruolamento ^olontario, $i conduca 
la reduta avanti un giudice di pace od altro magi- 
strato civile, il quale legge ad essa gli articoli contro 
la diserzione e la ribellioue , e le dimanda il giara- 
raento di fedelta. Se allora il soldato riclama contro 
il suo iogaggio , gli si rende la liberta , a patto per6 
ch' egii rtstituisoa il preizo dell' ingaggio , piU tenti 
sceliiui ( fr. a4 ) c. 4^ ) & titolo di spesa. 



.rS 



' Digitized by 



Google 



Rauooe oiylinaria di ^pane, Ttno , [oarne , legna , 
foraggio in stauone , in marcia (i); 

Che oosa si rilenga sidlo stipeadio a tiiolo del Tittof 

Se cresc^do il prexio del pane e aella came a1 
di la di certo presio^ il goTerno suppUscay come in 
lagbiltfirre? 

Precausiooi ood coi si assicura la bootib del pane: 
in In^iiterrai per es., il pane der'ess^re di puro 
finunenlo , a la farina passata al setaccio | del quale 
i r^gohuneDti determinaoo la finessa. 



(i) » Lonque le soldat anghis^ en marche on en 
» eanitmnemeni , est nourri par le pubUcain , on doit 
n hd foumir utt piai chaud de ifiande, donl le poids, 
n an^ant d^itre appreUe , sgit d'une livre un quart ; 
» luie livre de pain , une livre de pomnies de terre p 
» ou FAfuivalent en Ugumes; deux pintes de petite 
» b&re, le pdivre^ le sel et le irinaigre nboemaim 
» pour tasfoisonnement » ( DupUt ^ Voyage en An- 
glelecre f L I, pag. 160 ). 

Dei soldati portogfiesi dice Link: » Le soldat est 
» mal pajrij drecoit 40 r^es ( ^ peupr^sciaq solds ) 
9 sur Usquels on retient encore quelque chose pour 
9 son hahiUement; c*est une somme insuffisante en 
n Portugal^ et surtout i TMhonne'^ du pain, une 
» sardine J et du mauvais vin^font toute la noutri-^ 
9> lure de ces hommes , qid n^ont que rarement ou 
n jamais de la viande et des legumes .... Peut-on 
» bldmer la nation portugaise si elle deteste le service 
» miliUtire ? » ( Voyage en Portugal, t /, o. 178-179)* 



Digitized by 



Google 



58 

3. Festito. 

Oggetti che cbmponeono il restito del soldato , tl 
«|uale deTe uuire 1' econoinia , la ieggierezza , la sa- 
lubrita J • 

;Ogni quanU mesi h\ linova^o le scarpe \ le 'cami- 
tiie^ l*abito, il mantello (ij? * ' ^ '. 

Che cosa $i riteoga suUa paga del soldalb a titblb' 
deU'AUo? -^ . . :. . i 

Pi'eca^zjoni che si usano per' Terificare la bonia 
deir ftbito sofanninistrato dal fomttore. Id rngtiilterra , 
per et. , si immerge neU' acqua pura e si lascia clie' 
si ritiH pria di vestirae il soldato 

Situatione ^ salubrita , capacita delfe cayenne per 
V iDfanteria e la cavalleria ; 

. Esamiaare i metodi con cui si apquistano , si som- 
■unistraiia, si oonserTano gU og|[etti;di caserp^^ggio- 



(i) DeW infanteria spagnuola pria del 1790 dice 
Bourgoingi » Chaque soldat avoit onze quoitos par 
n Jour ( environ 6 s, 10 d. 1/2) sur lesqiicls on en 
» retenoil deux pour linge et chaussure y sept pdur 
M leur ordinaire jf et deux pour pourvoir it leurs au' 
» ires, hesoins. On les habillait a nenf tous les Irente 
n moisy et on leur donnoit tous les quinze mois un paire 
n lie souliersj deux paires de bos et deux chemises** 
( Tableau de TEspagae moderne , L tly pag. 82 ). 



Digitized by 



Google 



«9 
In Inghilterra , dinwle il Aaeto XVII , il PmIe- 
Diento feoe sfbni estremi per impedire al Sorraoo 
di rksoferare i «ddflfl' ndl« oke 'de'dtteriM ; Ai- 
note il secolo Xnil fti infeiM • d' impddii<gli df HUi 
coreru^ neticf ettMrttfe.llelki<'^aM( «e|^Mft^il PiNI 
hmento Toleva liberaret <NttddM dai gMii^on ob* 
Mi^i ehe-timpenetn lora k taj^ "dell* alloggia taw 
liCarei N^lll' »«i0oiHla< ep6ca lefiie^">dia: il 'SbfMMci^ 
piytesfleabn^Htfe'deile trappe Mita 'a daano ' d^ prl*< 
▼ilag^ DttdottblU' 9M i^ooto ti9t u^mtmA Veip^ 
rieua die , sieasa la vidtiaMi' Mk-'-t^ikipf^ %im^< 
mofn era^ po^^lbila Hapedlhfr la- sorrersJ^DW^dell^'oMltW 
iaciale'*nelle '^Hfir'^^H^BadlilMier,' filritfiii|jham^ AmI^' 
fieU , G»y^Qtrf , Rorwi^ e NeftthiBgliam , seppe JH^ 
artisH, ft q«iafi dal t8'i4 in pKyr manbiiiido di hkYoM^ 
erano fletnpre pranti a libeHarsi (i). • . -; •^ i 
Gli scrittori francea aceusaM^ Ifapoleooe d'avere* 
dito aicomittiria caseime , II -xaiiitenfta^faio d^a 
ipiali ete sempre 9uooes90 a spese del roMstero dellar 
guerra. fb ^cemegHeiisa di queMa ooueessiaile gravo- 
sa, gR ttfteiali del geoio diiBaiida¥to' sotfiiDtoiMfcttiijtal* 
e ristauri ai nia£reinii6i»e del'dnDisterodella guerra,- 
e 1 moire li ricusavano in name del ministro delFiiH 
temo, il quale li vietava ioro net conto preventi?o o 
budfeL Continub questa lotta anche dopo il ristabili- 
OQiento de'B«H4ioiii (t). 



fi) Diipin^ Voyage en Anglcterre , ^ /^ p. 166.-168). 
2) Fi'ev^^ Correspondence administrative, t, IP" g 
pag, 117-1 18 ). • . I. ! 



Digitized by 



Google 



60 

..Esanoiipace K' gli t|ipe|i4) sifmo proporskNiati ai 
|»9zsii.d^^U. ogg«tti nq^effinrj ni fitto. Lo 8<9r$P «ti- 
peodio i oaiiMi |i«r «iii i coldali porlogbesi rio«r«wo 
alb. seva la €mA ia I«iflboaa« 

. In Iiid^temi la paga del aoldalo a degli ofBcaali 
fi^satf^ da Gugllaltop III dopo la lit obuiona dri »68S«; 
rifnasela Ataiia aioo nl 1797 » a malsradp dfU'au*; 
niaDtatp |»«»o di tnpV^atimk qggetli di' prioM neoas* 
nla« ] saldali soflHtaDa:^ laoavaito^ i marioari siii* 
biilllwQDp^; ma il fiiito diiPQ^tr^ cba la fiina oavale » 
fiiTQiidabila ai neioici asteri 9 i iQip^lf^le ^ idaOava 
Ifiggi all'aatorifta ciTile. Ella fu infilettibile cantro i 
iJLToltoeiy e Qoa aa^oDsanti ad ^cpordane aan^eiilD di 
paga se non dopp fsba abbe ri^abilito T autorita 4«1 
Sovram soUa flotia dallo Stato. 

Aum^alo di paga , dopo delennioatf aoni di aerk 
visio ; par at. io logbiltarra i soldati » dopo iq anni 
di Berrisiot lioeToao im penny al gioniQ ( 10 aaot) 
il doppio dopo. 17 anili^ Uo liiogoteqenta dopo 7 anai 
rjc^va UQO «callioo al giorno (fi% i. 32). 

6b Isirmione. 

Nello stato attuale della tattica , la ifittoria dipende 
meno dalla foraa fisica e dal' coraggio brutale del 
Mrfdato, che dalle oombinazioni inteUettnali di dn 
dirige^ e dalla regoUrita dei movimenti in chi ese* 
guisce ^ da ci6 la necessita delle scuole militari e del- 
recercizio nelle evoluzioni e nd tiro. 



Digitized by 



Google 



6i 

Nelle scuole o ne' ooHegi militari gli eleacnti prin- • 
cipali da esamiDarsi $ono: 

i.S Lescienie e le lingue die vi si huegpuuie ; 

x^ II tempo che si impiega per iirpararie ; 

3.^ II oosto annuo d' im allievo. 

NelF esame delle eToWsioni fii d' uopo'ossenrare le 
regole cbe si seguono per renderle rapMe e regobri. 
Una tra le regole ^saertate ill Ingbiltem si i , che 
Be' luo^ desti^ati aH' esereino deHe rechite si marca 
diligentemeote sul terreao ia Innghessa precise delte 
diverse spede di passi , aflSne di abituare il soldato a 
peroorrere sempre lo stesso spaiio fiusendo lo stesso 
nomero di passi. 

Per comprendere rutilitii di qaeste regole, basteri^ 
porre a oonfronto i risidtalt ; per esempio, si i come 
segue: 

Lamarda delle Uvppe • . • • Francesi Infjfed 

Pofioor-jLongheKza; cendmetn ... 65 76 

dxnano |Passiy per minuteniimero 76 7$ 

Spatio iln un minuto: metri. « . 494^ ^7* • 
9Cono I In un' ora :^ metri. .... 2964 • • 34^0 . • 
P^^ono JLuDghezsa: centimetri . • .65 76 

celenuo f Passi, per miautot ownero loo ioq 
Sjpazio ila ua miniito; meiri. . . 65 82»o8 

seorso \ lu un^ ora : metri. .... Sgoo 49^>^ 
. Ella e evidente la superiorita de' passi inglesi sot 
passi francesi della stessa natura. 

Quindi le trnppe ioglesi e francesi , aliorchi cam- 
miaano , d^vante lo slesso tempo , scorrono spozi cbe 
sono tra essi ne' rapport! seguenti : - 



Digitized by 



Google 



Passo ordinario. . . too * ti6 

Passo aoceterftto • . lOo i4^ 

7. SoecorsL 

.. Ospitali miUtari (gli elementi »tatistici sono comuni 
^U 09pitali civili, de' qoali si parler^ io bre^.). 

Qiia^to si rilei^a al soldato sulla sua p^iga negU 
^pttali f veaerei , non venerei ? 

8. Setvmo. 

Magauini militari; con quali metodi si provvedaoo; 
TQgole p^r la distribuzione ^1); precaiwoni contro 1« 
frodi (1). / 

FoDderie di caQnoni \ fabbriche d' armi per conto 
del goyerno > cioe molta spesa e non ottimo piti- 
dotto. 

Metodi che si usano nelio spenmentare le armi som- 
miaistnate dai fornitori. 



{i) In Turchia h affaUo ignota Parte di formare 
"^pnmassi di viveri ; la truppa viv^e aliitr giomaia coUe 
ifeftovdglie cilia ^ prpcura ne' dififorfd del,.campo^ ope- 
razione che in brevis^mo tempo nduce il paese alia 
miseria. 

(2) Tra le numerose frodi de^ fornitori v'e la se- 
guentd neita distribuzione iHeit avena $ con apposita 
macchina si taglia . minutamenie la pa^ia » quindi si 
/rammischia aW avena nelle razioni. 



Digitized by 



Google 



63 
., g. JXirciwne. . 

Qii^^artioQlo omiprende tutti i gradi militari <U 
ptforti^ al gencxale; 

. n rapporto tra ciascon grado e la massa de* sol* 
dati che gli e soggett^ ; . 

I doveri ^ i diritti , gU ooori ; 

Le coDdizioni per plteiierli-, per esepupio aoni di 
ser?izio od altre f ualita, o^Tero se $jl veodaoo al mag- 
gior ofierente come in InghiUerra. 

10. Amministraziont. 

Uffici militari che dirigonp il materiale e il perso* 
naie dell' armata ; ministro delta guerre ; direttori- 
ministri^ coosigij d' ainaiiiU8trazio«e; ispetton in capo 
alia rivista; sotto-ispettori, commisfiarj di guerra/eoc.; 
aaalizzarne le iDcuiobeDse. 

Rapporto tra la spesa d'auunioistrazione e la spesa 
lotale delParmate. 

Costo d' UQ soldato in qiascim reggiroento : per 
esempio in Inghilterra oosta Piufanteria di linea per 
testa 761 fr. 90 c 

Goardie a piedi . . • 967 » 4^ » 

Dragoni 1222 « 49 '^ ^^* 

II. Castighi. • 

La qualita de' castighi che permette il codice mi- 
litare , i delitti. piii frequenti che si commettono , |a 
prooedura con qui si verificano , i tribunali ordinarj 



Digitized by 



Google 



64 

e sCraordinarj che li gtudicano, possono dare un^idea 
dell^ umanita o delia barbarie d'una nasione, dell'ef* 
ficacia o inefficaeia deile leggi j ddl' integrita od ar-* 
bitrio de' giudici^ della docilita o indooilit^ det s<d« 
dati. Piti particoiarita, in apparenza mitiutey fermaao 
1' attenzioQe del filosofo, e $0110 spreczate dal pedtotd 
che non ne soorge n^ t rapporti; ni le oonseguenze : 
ne dter6 una sola. Ndl'armata navale ingle^e non 
V ha come neli'armata di terra tribunal! ordinarj pe* 
deKtti piil comuni. Gli ofBciali de' yascelii sono inY9> 
.sfiti del potere d'infliggere aU'istante e senza altra 
procedure o giudizio ai roarinari ugualmente che ai 
soldati un castigo proporzionato ai crimini, che non 
8ono abbastanza grayt da essere giudicati dalle grandi 
corti marziali. Ahre yohe il capitano non poteva fare 
dare sul dorso nudo d'un marinaro piti di dodid 
colpi , con frusta di nove rami , per una sola nfan- 
canza. Ma i capitani ^ volendo procurare maggior la* 
titudine alia loro autoritJi ^ facevano applicare due e 
ire dozzioe di colpi per ciascun deiitto un po' grave 
che essi suddividevano in porzhrd di delitih cost, per 
esempio ^ si puniva un ubbriaco : 

i.^ Per ayere violato la legge militare 
che Tieta V uhbriachezia i dozzina* 

a.^ Per avere avuto quet*ela con qual- 
cuno essendo ubbriaco i idem* 

3.* Per avere disobbedito, essendo ub- 
briaco , a qualche superiore t idem. 

Attualmente i lasciato alia discrezione del capitano 
11 numero delle frustate da infli^gersn; egli non dere 
per5 permettere (dicono le nuove istruzioni) che ni 



Digitized by 



Google 



65 
^ ulficiaK iiiferrori, ni i Monplid narinari siaiko trat- 
tafti oon floperchieria e crodelt^ dai lore superiori. 
BgK solo ha diritto di oondaimare ad on oastigo oof^ 
porale^ nia nori deve giadnnai ordioario seasa inotivo 
ngionevole, ni piti seterameiite di quel che meriti 
Toffesa. Ttitti gli officiali « Tequipaggio derono ei^ 
sov presenii a dascun catligo; il capitano steiao d^ve 
flssenri per giudicare $e'i oooyenefolnneDte applioata 
In onta di quests racfiomandattoni cfae fimiio onore 
al goTemo da cul emanano, sembra obe (per lo piir> 
i casliglii oorporali siaoo ttati sino ai presente aoDini- 
nistrati sui vaioeUi ingiesi , con nn rigore che s'av* 
vicina alia crudelta , il che si potra riconoscere dal 
passo seguenle, estratto da un trattato di Mac Arthur 
suite cord marziaU. 

« Ni la flageilatioo , ni le chfitiment du gantelet , 
» n'oo M )aniais aussi s^dres daos rarm^e que dans 
» la marine. Douze coups de fouet assfo^ sur do 
» dos nu, suiiraut le mode actuel de discipline , par . 
39 on aide-boatswain, Equivalent au moins Ik cinquamte 
V coups appliques par an tambour , avec un ^fouet 
3» militaire. Cela ne vient pas tant encore de la dex*- 
» UtM de rexdcttteor maritime, que de la plus gran- 
» de ipaUseurs duretS et a^^6r\t6 de Pinstniment du 
9 stipliee , employ^ par les marins. . . On se d^an- 
» dera sans doute , d'oil nait cette diffirence de wi- 
» Tfritd dans les ch&timcns inflig^ avec le fouet k 
n neuf queues. La reponse s'offre d'elle-roeme , lors- 
» qii'on r^fl^chit qu'aucune conr martiale inferieure, 
» andogue aux cours r^gimentaires , n'existe dans la 
n marine. Les eapitaines de vaisseau sout obligfo, par 

FUosof. delta Suu., vol IF. 5 



Digitized by 



Google 



66 

99 I'uMge iiDcncinorial du aer;vfce , de ne pas iafliger, 
M pour une mediocre oflensey plus de douM ooupf 4? 
X fouet sur le dos .d^pouiUe d'un mariii. Car^ «l la 
^ £iute laerite un plus grand ch&timeDt , on ^oU ea 
#t rtf^rer au jugement d'uoe cour martiaLe. VoiU^ 
» paurquoi c ^tait TancieD usage dans ia marine, d'ein* 
» ploy«r des fimiets a neuls queues | d'uo tel poids 
I* et d'uoe leile oontexture j.que la force «aiploy& 
» pour att^oer'un seul coup avec un 4^ can fouats.^ 
4^ est legale a oelle de quatre des fouets emplpy^ daa« 
j» r«nnie de terrc (i) ». 

la. Bicompense. 

Oltr^ le ricotnpense onorifiche 0he sooo segni di 
coiiTensioni indicanti valore o fedell^, $i danno ai 
QiiUtari piii specie di ncorapeose reali^ tra quaste si 
possoDO contare : 

i.^ GU aviiDzamenti progressin nella gerarcbia ml- 
litare ; 

a.^ La parte che tooea a oiascun ordiae .nella. di« 
■irisione del botlino; 

3.^ Le pensioni di ritira e quelle delle vedpv^ a 
de' pnpiUi. 

Relatiramente al primo articolo, la kggQ ioglese , 
affine di menomare gli abusi del. Civore , detevniin6 
it tempo che si deve passara ia ciaaoun, |^do , pria 



(i) Mac Arthur , torn. II ^ pag. 33o«. -^ Dupin ^ 
Voyage en Aogleien^ , iom, IF ^ pag, ar. . , 



Digitized by 



Google 



d essere promosso al grada immfrtiitimciitL sup*, 
riore. 

>» Nissuno, pria d'cssei-e giuoto aU'ela di sedici 
>» anni , pu6 otteaer4i comando DeIl'«ntMita. 

f> Per divenire capitano, fa d'oopo aveve scrvito 
ji tre anni almeoo omme aubabenio. 

« Per difenir maggtore, i neeesMrio U servisio di 
» sette anni, nno dc' quali almeno Hella qoalita di 
n capitano^ . . 

» Finalmente per salire al rango di loogoteneiile 
» colonello , & necessario essere stato maggiore ed 
"» avere almeoo nvfe aimi di serviak) jp. 

Ma se quesle nisure som sagg^e, la s«gaeirte e pe$« 
mna* In Ingblfcenea , 6g*i uomo die ocoopa nn im- 
piego pubblico , oiriie o mlitare, iorigiumia preiso. 
a pooo come fi»a propriety legiftlima e inaCenabiie. Id 
questci modo gU ttftciaii dvtl' arinata dono giudti! ad 
appropriat-si i loror gradi , cambiarli o venderii? cane 
patrimoD) o feudi. Nonsolo il govemo inglese spffiv. 
quc5la strana fllienamne de^gradi iDiKtati ,' nA Vh^: 
sol^nemente rieono^uta e sCabiKta oon r^golamenti- 
NeHa drvislone del feottino la legge r^ioavia «iioor4 
dava quasi' tut to ai patrizj cfae erano i capi , e qtiasl' 
nulla alia ^efoe de'soldati^ la legge inglese segueodb 
le stesse traccie , divide ii bottino in parti come se«* 
gue: [ 

f*eId-inaresciallo .... !kooo • • 

Generate in capo . . . 1200 
Luogotenenle generale . . 800 
Maggior generale . . . ^5o 
Bngadiere g^derale . 3od 



Digitized by VjjOOQIC 



68 

Colomidia ...... i5o 

Luogotenente colonnello . loo 

Maggkm 80 

Capitaiio So 

Luogotenente / . • • . ao 

Quartier-mastro dragooe 1:1 

Piccolo sUto maggiore . . 8 

Sergente 5 

Caporale i. ip 

Soldato I 

ik indagine di lomma importania 1* ossenrare , m 
atte ricompeiise , o per dir meglio ai jEsivori che ri* 
GCTtt la truppa, oorrisponda la Iranquillitli dd Sovraao 
6 delta nasioDL La storia de' giannizzeri permette di 
diibitanie^ Dachi i soltani confinati negli harem da- 
gli intrighi e daU'ambizione de'graodi funxionarj, oon 
«a mofttFarono piii alia testa degli eserciti, i gianoift- 
lari , oolmi di beoefixj e di pririlegi , diveimero og* 
gettp d'ioTidia per tutti i Masulmani che non tarda* 
rooo ad introdorsi nelle loro file. Da quell' epoca la 
tfrenatena , oooDpagna della mollezza e dell' ozio , 
a'introdufse nelle loro odhas (compagnie): 1' arrogant 
d' una moltitttdine armata non conoscendo ritegno » 
Bodh di giomo in giomo crescendo. Que' soldati, per 
1' addietro 51 valoi*osi , cessarono d' essere il terrore 
de'nemici, e lo divennero de'cittadiai e de' principi 
a' quali deli' eststenza e deiie prorogative loro anda- 
Tano debitor!. Insirumenti di tutte le turbolenze e ri- 
bellioni , imitando le legioni di Vitellio e di Ottone, . 
disposero a loro talemto deU'impero. 



Digitized by 



Google 



«9 

i3. Rappord tta la fana armdia e In 



^.^ Rapporti tra rmtoriA miBUm e rautorilk 
civile ; 

a." Rapporti tra la maaaa armata e la popolaxkMie; 

3.^ Rapporti tra il oosto della maata armata e la 
finaiiae della Dazione. 

L In alcuni paesi V aatorita militare rioonosoe na 
liaiite nell' autorita civile , nalla maggior parte le i 
snperiore e affiitto iadipendente. In Inghillerra , il 
prindpe i il capo supremo deli' armata : ella non deve 
obbedire che a* suoi ordini, e deve obbedire a tutti a 
SQoi ordini , a meno clie non Tiolino le leggi fondi^ 
menlali. In qaest' ultimo caso 1' obbedieiua stessa a»* 
rebbe dichiarata ribellione alia paMa. 1 eolpevoii , 
qualanque fiMsero il loro grado e il loro rango , ta* 
rebbero condotti avanti i tribunal! , e invano prodmw 
rebbero ordini superiori. Questi ordini non U iaWe^ 
rebbero dalla vendetta delle leggi Nod ne citerb che 
un solo etempio. Un soldato ^ posto a sentinella sopra 
de' puotoni , avera avuto ordine di fiir fuoco contro 
ohiunque tenterebbe di passare il recinto confidato 
alia sua custodia ; egli fece fuoco sopra un Inglese il 
quale aveva disobbedito alia proibizione intimatagii , 
e lo uccise. Fu inseguito dall' autorita civile e con- 
danoato a morte, in onta del suo ordine. 

Air opposlo le costituzioni imperiali stabilirono in 
Francia il prtncipio che nissun processo legale potrebbe 
essere inientaio contro un atto arbitrario in se UessOj 
ma regolannenie ordinaio daisuperiorL Citerb un esem- 
pio poco diverso dair anteeedente. Una sentinella ese** 



Digitized by 



Google 



guitoe V online dt for foood BtipvBL i prigi^nieri cfae 
comparissero ai cancelli delta loro prigione : altri sol- 
idaift^ pet deno bralale di sangue^ s' uniseopoa lei 
e faoDO fuoco come essa. Due commissioni militari 
SOBO idoarioale di giudicai'lu TuCti iiinMio fci^lti dal 
flelitt<»vd'omicidiQ, e gli ultimi soiamente teimar^ ri- 
messi alia polizia del consiglio di gucrra del loro 
corpo (i). 

In Itigbilterra e vietato ^ soUo peoa di 5oo fr., a 
«[ualiinque official militare^ Tentrare per forza nel- 
rahmi domidlio sensa ordiae ia iscriUO| d'un giu* 
dice cli pace, il quale qoq pu6 rilasciarlo se non io 
•fwa espressamente specifioati. In foixa di. queste e si- 
jnili misure , gli loglesi vanno ripetendo : la fortezza 
Jtun m^i£st ^. la sua casa; il quale adagio e la tr£V- 
dnsioae dell' atttica legge roroana : Damus UUissitnum 
-amlque refugium aUfue receptaculum siL In Fraucia U 
militare che eotra-per foi*^a neir aitrui casa senza or- 
dine, soggiace all* amenda di soli i5 fr. 

Le soperchierie che commettono i militari contro i 
cittadini , non sono iodtzj d' ottimo govemo (i). 



(i) Dupin^ Voyage en An^leterre, t /, pag, i-i. 

('i) u Lc prince Ipsilanti desirant r^compenser la 
» fidelite d'un Esclavon qui roifoit seivi en auaUte 
« de jardinier^ leva en ioo2j hrs de sa nomination 
n a la principaute de Valachic^ unc compagnie d'E- 
*9 sclavofis qui fait dans son palais de Bucharest le 
*> service de gardes du corps. Lcnr iiuolcncc surpasse 
99 mSme celle des soldats turcs. Je vis un Miachetjwni 
» de ces sccldrats. revcnir en tn'0ffq?he de la puniiion 



Digitized by 



Google 



n. L' eocedente Ibna armata relativamenttf alia po- 
polaxione in tempo di pace^ il costoso manteniroento 
a fitmte delta scarsa imatiza , dimostrano ( ne' piccolt 
Stall ) o un timore diimerico o aaa yanita ridicola $ 
tale ti i il caso , per es, , del cantone di Ginevitu 
Confi'ontandb la sua popolazione di 44}<^o^ abitanli , 
e la sua truppa regolare di 38 1 soldati , colla popo* 
bxione e la truppa degli altri cantoni svineri e dei 
piccoti Stati delta Germania, si scorge che la forza 
amiata di quel cantone supem propoiTiooataooente 
quelia de' paesi sopraccennatL II sacrifisio o la spesa 
ehe subisce il cantone dt Ginevra per questo articolo, 
ha origioe 

1.^ In un timore chiraerico , tiroore d'una sorpresa 
attualnaeute affalto improbabile ; 

^.* In un' idea irragionevole , cio^ nelta supposizione 
che quelia 'for/.R potcsse bastare a prevenire quelia 
sorpresa ^ 

3.^ Fors' anche ne' piccoli Stati s* immischia qual-* 



» infamanie qui fut in/ligpe ti un boyar pour venger 
f tkomneur ae kur corps. Un komme • de leur com-' 
» petffiie avoit poursuivi une jeune JiUe f usque dans 
99 la maison de son maitre ^ mais il avait eU forci 
» de cesser sa pourswle^ et apres quelque correction 
y» qui meriem't sa conduite , il avait ^ti mis a la porte 
n par les domestiques de la maison, Le crime fut ex- 
a» pi6 en vertu dun ordre du prince mime , par l& 
9» supplice de la bastonnade sur la piante des pieds, y 
n que le boyar subit publiquement aans la cour de sa 
n maison en presence de la populace >» ( Thornton , 
» Etat actud de la Turquic, t 11^ pag,,\96y 



Digitized by 



Google 



71 

cbe dose di quella vapita ch^ induoeva la vaoa a gon- 

iiwesi onde uguagUareil bue. 

£ siocome le fabbriche piocole sono sempre piii go- 
stose ch^ le grand i , perdb il mantenimento (Pun sol* 
dato riparttto sopra ciascua abitante sale a lire gioe-» 
▼line 
Nel cantone di Ginen-a i8. 3> in Francia , 14. !• 

Ed il mantenimento di tutta la truppa assorbe 
Mel cantone di Ginevra 2/3 , in Francia appena i/4 
deila rendita annuale. 

U autore ginevrino che ci dk questi confront!, os« 
serva, che molti stabilimenti pubbiici di grande utilita 
Don possono essere eretti nel suo paese , perche il 
ipantenimento della truppa richiede i capital i che sa* 
rebbero loro necessarj (i). Passando dal piccolo al 
grande , lo stesso riflesso potrebbe essere appUcato 
alia Russia ^ unico Stato che in Europa , avuto ri- 
guardo alia popolazione ^ supera ii cantone di Ginevra 
in forza arniata anche in tempo di pace. 

Per diminuire le spese della forza armata si fa use 
attuahnente netla maggior parte delle amtninistrazioni 
Grancesi di piantonL I piantoni sono uomini arnuiti , 
irestiti ed armati militarmente , che portano in Bukme 
una sciabola invece d'un fucile. L'esperienza ha di* 
mostrato che un uomo in questo arnese pub fare age- 
Tolmente piii di dodici oi*e di sentinella al giorno* 

in. Giova finalroente asaminare i doyeri cui i ob- 
bligata la truppa, i qtiali si riducono a due principali: 



(i) Fazy*Past€ur , De la troupe sold& , pag- 4S. 



Digitized by 



Google 



a) Senriuo ordioario in lenpo di paee» cM ob- 
bligo di stare in tentiiiella ogni gioniO| ogni dot 
giorni, od ogni Ire , piii o tteno j con booltk di po« 
ter aVtaaSm^ m qualche oiasliere o^giorni Eberi (uoA 
de* quartiari o no ; 

h) Serrisio ttraoniinario ift tempo di gaerta, il 
quale pure ha la sua latilodine. JNella repubblica al» 
niese il soldato» dsgli anni i8 ai ^o , noa era ob> 
bligato a prestare il suo serritio eke nell' intenio del 
paese ; dai ^o ai 4o t poteva essere oondotto a guerp 
reggiare liiori dell' Attica ; dai 4o in su rientrava nel 
primo limite 1' obUigo del suo aerfisia II consigUo 
militaEe di Giaevra Tolendo unire soldati nel 178I 
dice loro in un pubblioo prodama : « Us ne eoureni 
» point les hasaids de la guenre, ni la fiitigue de$ 
» loogues marches dans ks changemensdes gamison^ 
9 lis sout s^dentaires dans la YiUe de Geneve (1) »• 
la Inghiltora, un dttadhno , qualuncpie sia la sua di 
ed, il suo rango , non pub essere obbKgato di pren» 
dere le armi ehe per la difesa del leiritorio. In Fran« 
da , e generalmente nelle monarchie europee , P ob* 
bligo del serndo d estende aOa diiesa ed all' o(Em, 
che ne giudica il sommo unperaole. 



(i) Faa^'Pasteur ^ De la troupe soidfe, pag. jS, 



Digitized by 



Google 



y4 

CAPO 'Q0III1O 

I diversi mezzi con cui gli Stali^ sappliscono alk 
mancama delle forae fi«che » aneotBli^ pecaaiarie de' 
Icnro ooncittadiDii oostiliiisoooo tt lavofo pifl iiiterei«> 
tante, giacchdJaano aessart il sentimento dolorosa 
che oagiCNon lo spettaoolo della miseria inerente aOa 
naftora umafia ed allostato sociaie. 

Sioaome la sodetk presenta V imagine d' una ftb* 
Moa, nella quale i lavori di oiascuno sono neeenarf 
a tutti^ perobj dalP unione di tutti i lavoii rfMlha it 
(yrodotlo perAtto che veaduto paga i lavoranti , coA 
rinterttae generate delta iodietk riohlede che venganO 
Mccom i swA membri bisogao^, acci^ presto si rt^ 
atablliseaiao \e forze languenti^aceib non reati scorag- 
giata: I'attliitii daliti prospettiva d* poa. miseria asto^ 
lata I e qnindi ceutiimi li moviaaeato ^ la tita in 
tatio il coi^ soeialew 

I $ Vnieo^ SkmefOi pik generoU 

wmuni a^ siabilimmU di pubbtica bene/Scema. 

Gli element! che esaminar si debbono nella mas- 
sima parte degli stabilimenti di puBblica beneficcnza, 
sono i seguenti : 

I. Edj/izji 
' a. ReruKta; ' • . - - 

3. Spesa'^ 
4* PopploAione sopcorsa ; 



Digitized by 



Google 



" 5. Cortdhioni per e^s^re »oceorsii 
6. Metodi if ammihisirazione. 

A ) Edi/izj\ 

Negli edifirj destinati al servizio degli ammalati, 
a debbe oonsiderare 
1. La postztone; 
3. La salubrity ; 

3. La ^ap{icita\ 

4. L' economia-^ 

La posizione vuole essere esaminata ne' suoi rap* 
port! ; 

1. Co' punti cardinally cioi se le inf<ftrmerie godoii6 
ddla pHSi lavorevole disposixione , voglio dire »^ si 
dingono da levaAte a ponente , onde trarre parlito' 
nel Terao dal mezto gtoraOy nella stale dal selten* 
thone; 

a. AW aria pih o rneno' ventilala , su di cbe ith 
fluisce la posiiione sopra collina' o in una valley 

3. Alle aa/ue correntt ed abbondanti , alle quali 
devoDO essere Ticini gll ospitali ; ' 

4. Ai suolo circostante s <^oi paludi, ri$aje e si- 
mili centri d' infezione , dai quali derono diatare ; ' 

5. Alle abitauoni de* cittadini , ai quali non de- 
▼ono nuocere. 

Osserro primieramente, dice il dotfo marchese Ma^ 
laspina, che ineDtre con tali stabilimenti voglionsi 
soccoirere i poveri oppressi da malatlie , nondeveM 
tra^curare la salute e il comodo del rimanente de' 
cittadiniy oode conricne cite tali Abbncheftvoiriiili 



Digitized by 



Google 



76 

eollpoate in siti apparlati e teptrali per modo che 
agti abitanti noo derivi danno daU'unipne di tanti 
mall raccoiti in uno spazio limitato , si^ per la vid- 
nanza delle abitazionii che per la oomunicazione delle 
acque e delle cose che sieno infette singolarmente da 
morbi contagiosi .... Debbonsi poi coUocare neila 
parte inferiore ddia citta y purche sana, affinchd gli 
scoli non Tadano ad infettare le acque che aenrono 
agli abitanti » ayuto riguardo anche ai yenti che do- 
minano , cosicchi da questi non yengano yerso le 
abit%zioni trasportatt i miasmi di que' luoghi, sog* 
giorno di tante infezioni. 

La salubrita dipende dai quattro primi element! 
della posizione e dai seguenti : 

!• Canacita de' locali diyisa per la popolaxione cEe 
I'abita ^vendo essere assegnate a ciascun ammakuo 
6 in 7 tese cubiche (P aria^ i mtmeri inferiori al'6 
mppresenieranno , sotio questo aspetto , i gradi d iVi- 
salfibritil cioi cresoerk questa decrescendo quelli); 

a. Malatlie e«teme collocate in sale piii ariose; 

3* Opportune separazioni , ostaoolo alia diffusione 
de' Gontagi ; 

4* Frequent! aperture e tubi di comunicasione » 
yenlilatori, trombe, giri d'acque e simili ; 

5. Piccolo numero di piani^ giacch^, in conseguensa 
della leggierezza dell' aria infetta, il secondo piano 
resta ammorbato dai primo, e cosi successiyamente ^ 
*ensa parlare deirincomodo ne' ti-asporti e nel ser* 
visio degli ammalati; 

6. Pulitezsa negli inferini , layati enti<ando » e ye- 
sliti 'Gon abito del luogo pio; nelle sale y frequente- 



Digitized by 



Google 



• 77 
BMBit pulilt ooQ accpw dictloa od dtro; m* ktii m 
cido aperlo BpAt m porfioe dame^ neOa biasobcm 
ed altre tuppellellili ; nelk seggette, o«i vm di noie 
e oopetehio a bftttente ; mgli vteiuili di codba di 
ferro Itiso.e son di nm^ 

La capadti A riooaosoe dal ntimero de* letti pio* 
portionato al numero degli aminalati, e oonTeoe^oi* 
neate distant! , dall' esistenia di iocali per cocina e 
speaeria , bucato e magaatoif bagat e pa«eggi , al- 
loggio degli insenrienti ed ufficj d* amministrasioiie , 
accettauooe degli infermi • deposito de' morti. 

L' econonua negli odifit] risolta dalia regolare dl« 
stribuadone delle partly per cui ia. eucipa • la spe* 
lieria ooo dislando dalle sale^ esseodn unite da por* 
tici e gallerie le diverse tesioni| non ettendoTi parti 
iautili , riesce agerole il terWiio e la iorf^liansa, 

B) lUwHie. 

% utile il oonoscere le foali da cai esce la rendita 
della pobblica benefioensa , per le seguenti ragioni: 

1. Se la rendita oonsiste in terre , case ^ crediti e 
simili, giustifica pill spese &tte dall' amministraziQne 
per esigerle ^ 

2. Se comprende molti oggetti facilmente deperi- 
Ufi, rende ragk»ne delle Tenditt^ delle permute, dello 
scarso profitto ; 

3. Se oonsiste in sosc rix i on i, senre a misurare. le 
abitndini nMrali de' cittadini; 

4. Se^in oollette successe oelle chiese, indica 1' in- 
tensita • rinfluansa dd prindpio rdigicjso; 



Digitized by 



Google 



r9 

I 5v Se in offifcble'-evaniinl^.raoeoke in Mtodidnwrii^ 
dbsioslra quale dx qiMStie p^ effica^e^ qnoidi ^mr* 
ma « i>refefirl» ad altri, ceei; 
I 6. FinalmeDte la .oogtuakme* dftlltf qAaltta deila rai«» 
dita pu6) in piii casi, porcarai.afidaiua laihKlache 
▼ornebbe diminuuia* •■. 

Elenao iettt rtridiii piu domuhi 
delta puhblica heheficenza. 

.. Affitti di terreni , ^^^ 

2. «• di ca4e } J * 

«... II. .1 denaro ; 

- 4* lateresse di capitali ; ^ 
' 5.'Doni e limosine^ • 

6i Sosomioni r egolari> ^ 

7. GoUette nelle chiese ; 

8. Una parte del prodotto delle cassette poste fuori 
delle chiese; 

9. Legati in cate di Okorte ; 

- 10. Cente^mi per ogai lira sulle pabbliche aggiu- 
dicBUoni; 

It. Imposte sui teatri^ 

la. 7> sul lotto; 
' x3. » suHe carte da giuoco; 
' 1 4* Parte dell'imposta sul dasio aile porte della 
citta ; 
'' 1 5. Parte nelle tomende e contravveDMmi; 

16. Rendite de' ragaz2i qualciuque ; aoittiessi nel 
pubblico stabilimento ; 

17. Idem de' patei^ degli inU^ecUU'e simiti j 



Digitized by 



Google 



i& Veodita degli efietti de' morti nel jmMUco 
stabilimento ; . . . '; 

19. Prodotto de* lavori dalU p&ffitmi^ac iO0OOI9a> 

20. Pension! di allieyi (p. e. osletriei^^ 

21. PensioDi di ammalati' n6n poTeri ; 

ax Prodotto della feroMQta ifniiitiiiieniu- ial pob- 
bBco stabilimento ; . . f . * 

23. Vendita di aranti. 

... ■■» • 
C) Sjpim.. ' 

. ■• i • 

La divisione delle spese in rami 'distinii Jbmtfrini- 
stra sicttri meczi per rieonoscere le.irodi e ila.il^li- 
genza dell' amministratore. 

Eknoo delle spese fiU ODmtthi- 
della pubbUca heneficenuL. 

V VUto 

FromentO) pane, farina, 

Vino , 

Came, lardo , burro , 

Olio, accto, sale^ 

FmtlL 

11. FestUo 
Abiti e scarpe, 
Biandieria, * 



Bocatb. 

Uiti, 
Mobili, 



IIL AOoggio 



Digitized by 



Google 



8o 

Cambustibile » 
eonrwioai • rlpMpMimi. 

. IV,, Salate • 

JMOo ttabUtaMuto 
China y 
Drogherie , 
Altre medicine* 

Fuori dello «tabiliaiento 
China, 
Broi^ieiiey 
Aim medidiie. 

V. Lavoro 

Haterie prime , 

Stnimenti , 

Paga de' poveri pe' loro lavorL 

VI. Spese diverse par . 

btruiione , 

Gnlto, 

Sofrenzioni ad altri lupghi piL 

VII. Amnmutradonc 

Manutenzione de' poderi e delle case, 
Spese per viaggi, * , 

Imposte y 
Salarj 
Medici c chirui^^'ostetrici, impiegatiy ed.aitri in- 
senrienti. 



Digitized by 



Google 



81 



O) fcymfmn h w 



L H aWMTD futtimk MIe 



giMiU Ira k ftnom aiwcMi w n' Ini al- 
CM« le q^fdk , wiro P awM , pitffo^fi^i a 4iv«fM 
spMM d| iocMmki » §' Mpwmbbe dim^pM ad atrora 
dbi froeaat b aDtaoM daba pamaa laif ▼annke d* cia* 
ivaiiQ 4abiKaKeiil» piarttaolafe ooUa iriite di ooMacaaa 
il aaroero totale di queHe cbe Tissero a spata daUft. 
pabUica iMiefiaema ; m una parota » af mimero dei 
soctmni i m^gwm dd Huiwfo dtlb f^mom €he U 
iWMVlteiia* 

II. Dividendo la papnlaaioae aoaaoiaa in iragiaBQ Jk 
aM» d« lafritoii<v dt aaua, d' alkt ^ proiaMiana, si 
hiainft pill n<nmia par ca«asaara la aawa Mk aa^ 



ni. La speta totale divisa per la popolaiiooe me* 
dia giornaiiDente soooorsa da dascano stabiliaMnto , 
come, per et.^ negK osphq pe'Teochi, negtl ospitali 
per gli ammalali, ecc , iodica il costo annoale e gtor- 
naliero di ciascun individao^ per es. il oosto gi<Hraa- 
Uaro d' MO iudinduo a Parigi aal i8a^ 6i nagH o^pl* 
tali fr. f, 76 c, negli ospisj fir. e. 84. 

Filosof. deOa Suu.y voL IK 6 



Digitized by VjOOQIC 



8i 

IV. Si conosce la dnrata media delle mahttie o del 
soggionio degli ammalati neir ospido ^ divideodo il 
numero delle giomate degli ammalati pel numero de- 
gli usciti per guarigione o per morte. 

y. Si troya la mortalita degli ospitali unendo 'il 
numero degli ammalati esistenti nel primo di geoDajo 
agli entrati nel deoono dell' anno, e diTidendo questa 
comma pel numero de' morti (i). 

Gli anmalati oondotti'agontEianti o morti eotro il 
gioraoy non devono essereposti a debito del luogo 
{MO , ma dell' iadoteata- ohe tragcora i rimedf , delta 
speronsa clie facilmenle oi lutinga^ dell' limana debo*"*- 
lesza eke a stento abbandena i prdprj lari^ de' viaggi 
latioon d' estate o d' invemo che rodono gli ultimi 
fill della vita, dell' amore. de' padri che Tanno a mo- 
rire negli ospitali per jrisparmiare ai figli le spese 
mortuarie. 

Le etky le profession! , i territorj die danno mag-% 
gior numero d' ammalati, e le malattie piii dominanti, 
somministrano risultati infinitamente utili alia medi- 
dna ed alia pnbblica ammintstrasione. 

La diversa mortalita delle sale ed il diverso costo 
delfe medicine consumate rappresentano , in pari dr- 
costanze, le diverse abilita de' medici che le dirigono. 



(i) Si trava la mortality degli ospizj dwidendo per 

365 il numero delle giomate^ e swidividendo il quoto 

el numero de' morti. . ... 



pel numero de* morti. 



Digitized by 



Google 



83 
E ) Condhidne per essere soccorsi. 



La limitazione delle rendite , i varii acopi cui 
destinati i luoghi pii, k toIohUi stessa de' teteto^i , 
jpoogono de' liiniti alia sommmistrazioiie de' socoorti ^ 
e richieggOBO certe oondiuoni in chi li domanda. Le 
condixioni pih oomtmi sono le seguenli: 
K? Patria , 
2,^ Malatlia, 
*« Eta, 
4«^ Professione , 
5.« Poverta , 
6.^ G>0tuilHilessa. 
( Patria ).- Sono pocki gK ospitali de' quali dir ai 
possa ci6 che il conte Verri dice dell' ospitale di Mk 
laoo : » egli i aperto mdistintameste a lolIieTo del* 
» Vegra umaaitk sema riguardo ni a patria Be » 
» religione. II turco, 1* ebreo, il cattobcp, l'acGattolioo» 
» purchi siano ammakiti e poTeri^ ivi troyaao riocClo 
» ed assisteoza. 

(Malaitia). Piii ospitali non riceyoDo gti amibaktk 
cronic], altri rigettano i venerei se non pagano qoaK 
che somma gionialiera. 

AfGine d' estendere la vaoeiDauoDe fii preacritto nel 
cessato regno d' Italia , che i posti gratniti ne' iic^* 
eoiwitiOy ne' coUegi e simili, sarebbero ricasati a quelli 
che non fossero stati yaocinati, e quindi riaMaesserp 
tuttora esposti alia malattia del yajuolo. . 

( Eta ). In forza di questa condizione In alcuni ospi- 
z) non si comincia a soccorrere se non chi e giunto 
a certa etk^ per es., 70 anni negli ospizj |pe' veccbi : 



Digitized by 



Google 



«4 

si eessa di sateorrert dii i gliMlo a eerta altra, per 
es., i4 amn negli ospisj degli esposti maachi (pih o 

I«e ddme inetale mom sono rioeTOle negU ospi4 
per le paftorienti ae ttoot dopo il s^ltimo mese » ecc. 

(Professione), Nalle anooiaiicMii voloaUrie che sL 
fanno tra gli artisti per sooeorrera io caso di malat- 
tiay inabiUta al lavoro, o mancanza, i| 6oax>r80 si ri- 
fitringe per Io piii nella sfera della larQ prafietsiooe. 

( Pos^fia ). E questa la ocnadisione piil generale e 
sine qua non; quindi in pratica giova esamioare da 
chi siano rilasciate le fedi di povertiu la akcuni sta- 
bilimenti non basta Fatlestato del panroa>» i neoes- 
rario quello del Mbbrioatore , nogOKiante , traffioaate 
od aitio da oui dipemle k pcrMma bisogiiosa. La ra« 
gione 11 i dbe i paffvacU si trovano in situaxione quasi 
oppbata a ^ella de' fiibbricatorL £s«i son haoso al* 
can iateratse a aegane le fedi a chi le cbiede coa 
fidsa pvetalo^ 4 tahreka per ragioni di prudeosa si 
trovano oostretti a segnarle anche per ebi non le me- 
Vila. U umaaa dtboieKZA f ioasa di trarsi addovso odii 
e maldioauei e odd i insensibik air elogio di geae* 
rosita che le tributa il basso popolo. Mai s' addioe 
altvofide nd uomiflii che per loto islitttto devooo pre- 
dhaae ad eMUdtare in modo parlioolare la coippas* 
■ a we wpso i'poveri, il noslrare severe rigora, che 
pav t et fi iH u i neeessario freao all' indoleoM > e che 
cOQvieoe piii ai fidibricalori ohe ai parrochi* 

F) Ammimstrazione. 

NeW araiDioistrazkme de' luoghi pii, ooote ia quft- 
luoque altra azienda , fa d' uopo ^saminare : 



Digitized by 



Google 



1.^ II ninoero dell* penoiie cht Mrfwio lo ttabi^ 






ifi I Mtaii di* m Mgttooo per k rtgolmik M 



L L« pMOoe addatte « iMghi pU «i dividMo per 
b pik Sb <fMiiro <chHi in l«(pcMie del icreitio dM 



i^^ AScrvtsfto genendej direttori , ispeltori , etrMtoii, 
liirty cwRMn, -mgegoeii, eec« 
Arpim m kHv^ s nedM, clitnirglti» spesM, prih 



1.^ ifSMOM^ (NTlnrtAKo/iilie 4 civile e reKgkMo, 
sth c Mecordpti) 

4.9 iSb/vilkAi mamiidej infemiierl, feediiiii, earsorl 

Faregoamido etaUIinwMi sknUi^ giota perre h eon^ 
frottto le uaMe ten^eBli e le meMe soecorse. 

IL Kcffk ooorarj de' suiiiellertii, gieeoM in piii «!»• 
biKnena il servkte de" prineipell direttori i graluito, 
ii debbe oeserrere ee oretoano decreseendo : 

1.^ La moitaliti amma ; 

a.^ La diMrala media delle medattie ; 

3^^ II ootio gHMtialiero degU ammalati. 

In quest! casi I'interewe pobUico deilo stabilimeoto 
si trova posto scHto la adtvegMansa deU'interesse pap- 
tioolare degli impiegati : essi dWengono mutui ispet-' 
ton aeaaa kraorrera a^Uositdu 

Negli stabilicneoti simili presenta altro punto di con- 
frooto ia spaa del setvmo relatt^amenie aUa niassa 
soccorsa* 



Digitized by VjOOQIC 



m 

. .:iU. U piiin0 tU6lo per. cin^dovuto «kigk> ad 
tin' afflministrazioHe y si i la regolaritd de*:ngi$in ^ 
4io$'i€chA M pup iminedMtamoDte 'litrosate coiitor^delle 
cose e delle persone che entrano nella sfera deiranen- 
fdk^ aeigiiirne:i*niovijneiiti daU'cntrata. all'tudta, dalla 
compra al consumo , dalla prima malattia alia guatH 
gii^ae od aila.iDCNrte^ Questa. regblariCii iispanpia teiiipo 
«2 <lii»Uari^ ^^^ml aUo slabiliiiicolo »- lUBOiii -al .ge^cr- 
no, e svela nel tempo stes^o rindolenza e k frodi 
fiMf^ impiegatk . « 

II secondo titolo aU'elogio «i i.Io.^ceme t/ud soof 
4tarfi dke 61 cambianoin inimeSaio Jtania§^ ddk fami' 
gUe J ed esdudono la probabilita di divenife fooiili 
4iUo< stravoto; quindi, in pari ^recwt^'kuie^ m>do prefer!- 
bill i soccorsi in natura a quelli in danaros tengODQ il 
|>p&todi mesuo i vagJUa o«&la bani: i §occorsi id denaro^ 
^per lo piji vanno a finira non nel banoo del. pa- 
nattiere ma n^ella cantina' (isU'oftte^ sobo 1 peggioii di 
ti^t^ y^ggo la saggeaza ddU'ammiiiiatrauone de' luo- 
gbi pii dl Pasjgi^.alloircfae leggo che i soccorsi a. do- 
micilio con&UtonO; ia oggeiU di wtlo (pane, carne, fiei- 
rina, zuppe , pomi di terra, ecc.)^ in oggsUi di ve- 
stito (tela per caipicie) p^atoiUni peE.l>ambini| scarpe, 
lettiy coperte, ecc). 11 prefetto della Senna, non ha 
(Sdegnato di .dire che nel: 1819 furono distribuiti in 
JParigi 6>73.6i paja di zoccoli, ecc. (i). 



(j) Recbercbes statisUques sur la ville de Paris et 
le d^l 



le d^partement de la Seine j 1823. 



Digitized by 



Google 



.87 
... U, teno titofo. aU'eloglo si e il $egfure la persona 
bisegttosa che^ vwapace di n^ne , dipende dolt air* 
tnd.yohntij, ed interessa^^ k aknd^ passioni alia di 
ld:C(mfGvaupne. Vogliono easere citate sotto questo 
.wtioolo le. preomioni con cui ramininistcazione degU 
esposti jptwnra di consenrare loro la vita presso I^ 
balie <U campagna , e promoTere la loro educasioiie* 
lafrtti nop e la: compa8»ioiie ma rintere^e.fd^^ in« 
duoe le balie a ricercare un esposto j non e qiiinidi 
meraTiglla ae la maggior parte di esse sono indiffe- 
reoti a ritenere lo stesso bambino lungo tempo , oy« 
▼ero aveme di^ersi suoeessivamente. Anzi la meroede 
del primo mesa TenendOs.coi&.ragione, pagata antici- 
patamente, e restando alia balia, benchi il bambino 
mm archri. aoodlpirlo^ ne sfigc|e^e.tiit|e le sinbtre 
eventnalitii deila negUgepsa s'unisopno coutro di loi, 
senza che akun prvrafto interesie ^ concorra ad aUqii- 
tanarie. Perci2i la prima ricerca in questo affiure si d, 
se la meroede delie balie cresca in ragione de' mesi 
del. bambino ne' tre primi semestri. delta vita ne' quali 
i maggiore la mortality. Se e fissata in questo modo 
la mercede , la. vita del ragavzo e guar^^tita dall'.ii^-- 
lerette della nutike. 

I regolamenti francesi raccomandano ai maire ed 
ai parrodhi di campagna la soi-veglianza'sopra quesli 
bambini , ma queste raccomandazioni vaghe non so- 
(^ono produrre gran4i elTetti sopra la maggior parte 
degli nomini. Gonveniva dire che, tra i tttoli d'avan- 
zamento nella carriera delle cariche e degli onori, si 
conterrebbe la miDore mortalita de' bambini esposti ; 
oosioche, io pari circoUanze , . quel maire o quel par- 



Digitized by 



Google 



m 

ttflHft de^ sudifetlft baiMfcini larebhe miaore. 

11 tiMtto piii ducucc {Mt* niiglionir^ e titaMM Hel 
dotere f aitiinitiUtnrri<me defla pubMiea b^MAfiMwft y 
A ^H ptAfblicrOi delk spest Mt>gtle « d^ vimiltili 
tfttttliiiB. L i^oonHira , taiic Hon m ^AMhiinMrafv ^ m 

|[ttte<i6 In ptibUtda e gmstlfottnto In 16ii> teMdetUi 
eon |MT>ce9te lE tdo fi). 

CAPO SESTO 

In tdCM dk MdMte fttraw dfi* MmmIH td tite 
Kktttg« nH'MMie di tf« piincipaK rfcilmiti t 



fi) II fatso zelo hurocradco mi casirmge a cUate 
Tcptretta inHioUUai TaMeaa de Tiiulilut pour les 
'imcrrres d*Haiiiboiii*g» rtdatta ad manasefiiii M bi^ 
rone di fFo^l dal sig. De Bi4mM S9gre^aHo dip^ 
UneOo di S. M. VImffenUore JP'Austria^ € iMmfata 
per ordine delta M. S, : alia p. 61 ^1 legge: « Jljaui 
« regarder comme une des pnncipales causes du sue* 
« iis de cet eiablissement (tfBoMbourg) la publidtf 
«c des ciMDptea. ICtfr prMeftt toure Jhtude ou ittfidt- 
« iiiij des fu'elle est SuMie » ks in sp ntttm t ef Aw 
« administnateurs ne soni plus ind^ffSrens sur k blame 
« oil V approbation pubUquej et Pon n^apas ^ crain* 
« dre que Vadministradon tonibe enire les mains des 
« subaltemes trop souveni intSressis d tmbrouitteKt* 



Digitized by 



Google 



^ 99 



s.)^ Goslo dd firooesso ia tuM k sm 
tioiii , cM ofiovMto d'aiwcMiti » tpeie d'uftrio » la* 
d ea pumi one de' testiroonf , perdite di lenpo, Mo» 

L Ttmfo^ fi^eo on 000110 de* pftaeipdi husri CM« 
flHd • ^tfDi M fcc rgq aU che ti diflbttdoBd per tatls 
k YWMte dilk MoiiMi, meolro le lill rimttagoM to- 



11) Inleresti dt* cspilali die restiiio senHi im« 

I) Ibrcedi imi oeMMguAle dagll openj cat iMiidl 
a 1ipvo<>o ) 

c) kUVA di pfb intrapreDdltori riimUft itiaifive » 
fUh B dtcbpio deHa perdita wMtk dagR operaj; 

.4^ AmigKe oaeM cm I tolta la ^ndila ; 

€) iPdliaieiiti fenati di pvoU aegotiaali cul ritie« 
MMHie del (Btedito impedtece di pagare i loro debi* 
li. ^^ FMbtaenti Meondarf cagi<Miati dal priodpak ; 

f) Valore de^ oggttti die ristagaano ae' tnagai* 
siai jcasa smerao ia form e propomoaataaieate ai 
irakffe deik caos^ aateoedeati , quindi auoto areaa- 
meato adk produzipae e ae' tra^Kuti ; 

1^ Oaaaii die il eono dd teaipo cagioaa alk terra, 
afc eaie , agB c^ggetti aiobffi , danai che aaa parte 
noa p«6 tiperare e dte^Faltra ha iateress^ d'accre- 

Jb) Btellk Yite trcmeate dal dispiacere, dalPiixiertet* 
2a, diiPaagaaefa, per eai la sodetli vieae $tauata de' 
oapitaK die fdrcmo aecessarj a produrre le loro al>i« 



Digitized by 



Google 



9*> 

Se il namero delle cause e grande e luoga la .sen 
ipenttt^ii^y'lA^^ii^ biilfue to Uittfe 'le « «tie atiiHii, 
QfHne boguef ub wtoocuiiiialica r-aria Jibera ef.ta* 

Ma , tra la precipitazkiM ^' B^, Am dbddotid le 
capf e ooUa tciabola alia nmiiOfy e iajeutena^: diOla 
o»rt9 del Iprd eaooellt^ve d'Io)|Mtien«'^ ^^ ub mlsso 
d^4«l»bile jlai|s ;p«rsooe di:b.u0M fisde. ArresUamoel 
ua istante in questa corte per ricodosdereil filttaeie 



j» Le lagnanse sui ritardi che Soffrono i litigMI^ 
^.«lji9f <;cMte:del loud eanoeiliefe, dieevail.rig; Wil- 
» liam nel i8t24 ^c"^ Camera de' eomuni, tono afttb 
» che d^l pari cbe generali. II desiderate UA processo 
m innaw ^Ua canoelleria a cbi si votrebbe e0lplla;di» 
» grave disgrasia , i una frase ptssata^jvi.prtfterhio, 
» Vn processo sidemIs si triismette p€r ereditl di ge- 
» Dj^fazipne ia gcDerazioae, e I'enorintt^ dtfUe sp«M 
^.procedenti in parte da questa siesta, lente^^a H>^ 
» TCDta - molte persone lese ne' loip clirltti .e ie 9b- 
f bliga a toUerare ;ingit|s^zie' »• . - > .' %- 

Riconosciuto il fatto j ricdrdiamo le , c4U9e prills 
cipali : . , . . , 1 

i.^ Una delle cagioni; deir.accexifiako ;cVsordlne i 
Tunione de' pQterl politici e giudiciarj neUo.stesjio lAn 
dividuo, Qi6 che impone afnt esso. un cariiqotda nan 
potersi sopportare da alcuna umana forza, senza oom* 
tore r incoBveniente che preaentaiui le ,- app^llazi^ni 
dalla qorte giudiciaria del ci|ncelliere alia camera det 
pari , presieduta dfdio «tes8o cancellier|B , e composta 



Digitized by 



Google 



9« 
etdusivaQMQM: diki pain: dell^oidili^ ||i«dixiario 
posti sotto rinlneoMi itlfimo' cafm. 

a.* /La scoonda cai»a si rifonde nellajprande quan- 
tila di liti, risultato d'una gran riccheua o di una 
grande smania di Iiti|are. Nel 1740 i capital! deposit 
aDa corte ascendevano a i,ago,ooO lire steidine (^o 
oiiliom di franchi), a nel i8ao questi capiUU fbrna- 
vano renonne somma di 34 miUoni di lire sleriiAe 
(85o mOioni di franchi). 

3.^ Si adduce per tersa eausa la condotta degli 
avvocati, e do pub benissimo accadere; ma le araii 
d^li aYTooad sdno tratte dall' imnMMO ameoale della 
legiskaione inglese , dove si trovano mille leggi anti- 
che e oontraddittorie non mai legalmente abrogate , 
cfae bastaoo ad offuscare le piii evident! ragioni e far 
nasoere liti le une dalle altrJ. Altronde^ se lo studio 
di quelle leggi riohiedeya aS anni sul prineipio del 
secolo passato So e attualmente , come bo deKo di 
sopra^ i chiaro cbe la'societk non pub comprare 11 
loro servizio se non che a prezzi altissimi. La con«* 
dotta degU atTOcati es^iulo una conseguenza dello 
stalo imperfetlo della legisiasioiie » tutl'altro pub mo- 
yeme querela fuotcbd il ministero. Fincfai lasciate 
sussistere le paludi^ non avete diriito di lagnarri che 
le lanzare vi succhino il sangue (i)^ 



0) Un secolo fa, lord JSallj allora gran giuilicfj, 
confcssava ingenuamerUe che non avrebbe potuto dare 
una buona defirdzione delfurto^ giusia la giunspru" 
denza inglese^ tanto sono ambigfie e contraddiuone 
U decisioni di tribunali sopra un punto si evidente 



Digitized by 



Google 



9* 

4*^ LonTPfsel (oiittislro dell'iDlenio) svdb Im 
caimiieU'oocaMae tofnooMm, AwcU, 



( Reme eoGjclop^diqut f ySv. i8a4j /y- 365 ). Si pub 
Kfuindi $09pettare quale sari la conjusione sopra ma* 
terie prh ostruse. £ da dd dedurremo essere cosa 
pih sotprendcfUe dke i ffudkii faodanb giomabnenie 
appiaeare petione per tifolo di furio ^ di mudl& ^che 
un awocato Und di provare pke di i iaaiv i$fm i 
ladro. 

AUronde i trihmali ingksi tenendosi sirettamente 
at ienso matenale delta i^ggCj pre$eruano fttquenti 
oooasUmi di viMfia ai difotuori j bauetA eUar ^Molf 

tfn mercante di tahaeoo viene chiamaio in gfudith 
per a^ere misckiaio erhe stramere ai sua tahacco, Egli 
prova che nOn v era fpmbra di tobacco nella sua 
' merce , e i trihtmaH h aisokwto. 

• ZVv mercami di buoi wmd in eotieA s Uf^fnamdati 
. ad una /iera^ diedero il loro denaro da cutiodire 
aUa padrona delT qsteria , mentre andavano pei 
loro qffarL Alcum isidnti dopo P uno eP essi venne a 
ritroQorla ^ ed aecenandolq che a^evano hisogna di 
danaro per una compra , fidima9%d!b la eomma ^depo* 
Jiiaia , fottenne ^ sefHnpatve , hk f iniese pik a par^ 
lare di lui, I due altri teniarono processo alia donr 
na^ perchh aveva dato il denaro ad uno di essi^ 
mentre si era impegnata a nan rastituirlo che ai tre 
mercand unitL il tnbunale eondannb la donna, L'an^ 
vocato If^f che comindava allora la sua camera 
nel Joro J la consiglib d appeUare e si caricb deUa 
difesa. Ecco U suo discorso: la vma clienle ha rice- 
vato il denaro dai (re mercanti unid j e confessa che 
non deve resiituirlo che a tutU tre uniti. La somma 
^ pronta ; compariscano i tre mercand e saranno 
pagad immediatamente. •— Questo discorso camUb 



Digitized by 



Google 



g3 

atti del suo disuiteresse qucllo di comp«fiMr« col pro-, 
pfio deofiro i «tioi inpi^fBli per SuU larorare in' 
fpam\ ieruili^ i dufM|i4e evidenU che ii laro bivora 
ordinario non eorrtsponde alia «omBM deile tauac che 
ytn^mo Tcaitlate avanti quel Iribuaale e At fono 
cBCiciule in ragtoae delie riecbeise fi). 
Anche i proccMi crioiiiiali aog^cciono ad una ten- 
ehe non si credcrebbe poaobile te non si rioor- 
dia r Ingbiilcmi i il pnes^ delk contraddisio* 
ni: « Dans quelques OMnl&i dice Howard, ks prU 
« sons ne t'ou^rent qu'iiae fm dOfu mm €Hmk. hitm 



uUeramenie V opimone de^ giiuSei , e fit la prima 
orpine delta fipvUnione di qudcelehpe gfurecotuuiio. 

GU JngUn , per pretft^t che net loro paest si segue 
la Iffgc leUeraitneHie , so^umo citare un uomo il 
quale aggiunse una terza ruota al suo cabriolet ed 
una quinia alia ^ua carrazza ^ per non pagare Pirn- 
posia suile vetiure a dae e a quattro mote, 

(i) La rendita del lord caneeUkre sih 19,000 Ure 
sterUne ^3oo,ooo /r. ), cib che mm I m^bo j dice it 
suUodato lord J, per uffici tamo eminentij tanto im* 
portand ^ tanto complicati. — Proposizione che fi>rse 
ntssuno vorra negare , ma tutti aggiungeranno : se le 
came si trasmettono da una generazione alP altra ^ 
ilprodotto diquella carica s\ eminente non corrisponde 
aUa spesa che fa il pubbUco per manienerla, Spinto 
da questa consegueneui il ministero inglese annuneib 
di voler unite una commissione , onde trovare d mi* 
giior metodo per togHer di mezzo i ritafdi , s&npliji^ 
care i processi e minorare le spese delta corte del 
caneM'ere. 



Digitized by 



Google 



94 

« des lioiDtiies innocens peuTent 6tre eriftprisoim^ pta- « 

u dant once mois. 

«'Une des causes qui obligeut a laMer un' si long 
«r intervalle eutre les sessions' en de certaines lilies , 
cr sont les frais de Tentretien des juges et de leur 
« cortege. G'^toit cette crainte qui avoit amen^ I'usage 
•s de ne tfenir les assises k Hull que tous les sept ans^ 
<e Un criminel y ^toit depuis trois ans ; dans oet in- 
it terralle, le principal t^moin mourut, et on ne pot* 
« condamner le coqpable. Depuis oe temps les assises 
« s'y tiennent tous les trois ans » (i). 

II. Costo, Quando il costo deile piti piccole cause 
supera il valore del mantenimento annuale d' una fa- 
miglia comune, si pub dire cbe la giustizia e negata' 
alia nazione; pare che questa . supposizione si verifi- 
chi pii)i volte ne' tre regni uniti della Gran Bretagna. 
» Uno de' maii, ossia una delle piaghe che infestano 
yi V Irlanda, dice un viaggiatore, si h la difficolta di 
91 ottenere giustizia dai tribuoali e I'eccessivo prezzo 
99 che costa. Le leggi che devono proteggere il po- 
» vero, sono tutte a Tantaggio del ricco. Un paesano 
» che deve riclamare un pagamento di lo lire ster- 
7i line, non ha probabilita d' ottenere giustizia se non 
ji ne spende 6o (2) ». 



(i) Etat des prisons, des bopitaux, ecc, torn. I j 

pag. 33.34. 

(2) Nouvelles annales des voyages, f. XXII, p- 4<>9- 
» Un acle bienfaisant ^ passS sous George II ^ 

n dice Howard , ordonne que le creancier foumisse 



Digitized by 



Google 



n procefto criinkiale aon i meao coHmd, ^Busta 
r assenicMie di Beatlmid : •» L« moindre ddpenae d upe 
» pours aite dans une eour ordiniarie de fmOkot , eift 
« de a8 firrcs sterfinp, somme a pe« pr^ ^gakii 
» la subtittance d'ane fitfoiUe ocMninmie pear vmi 
» ann^e: oomomit peak on etpi^r qo'uB hdnaie pm 
9 esprit public Vespoee 4 on lacBifiise: n. ooaodA^- 
» Ue , iadependenuBeat' das ambains de toute m^ 
» pdce? » (i) 

Le Tarie iasie cshesi debbeno pagare pe' dhrem 
atti giudiciari, taaie ehe talvolta consUmo da pubbll* 
che tariffie, o soiio note a quaianjue legtUejo, dhrea* 
gono documeDti preaoii in ({uesta indagina (a). 



« une pension de 4 sous d* Angleterre par jour oil 
» debiteur qu*il Jait enfermerj mais cet actCj ohservi 
» encore dans Us comtis de Middlesex et de Surry ^ 
ft est presque sans force par^tout aiUeurs , parre que 
^ les moyens de -ridamer ks seoours fiichs par la 
j» loi sont hors de leur pouvoir. On en voil un grand 
m nombre dont les dettes n*excedent pas \dngt Uvres 
9» Sterlings J il en est qui rCen doivent que trois oil 
» quatrCj et qui sont confines pendant plusieurs mois. 
n Tous soujffrent de ia disettej parce que les fims 
n qu*il en coiite pour forcer Us crianciers i Joumir 
n la pension atimentaire que la loi exige itettXj 4gide 
m la foibU somme quails n'oni pu payer ». (Op. ciL 
torn. /, pag. lo) 

^f) Traite de l^g^lation, C IIIj pag. ii3. 

\i) Beniham dopo d? avere presentato una Usta ter^ 
rih'lmente lunga aeUe persone addette al faro inglescj 
aggiunge: Non si pub offrire meno di cifique ghinee 
a ciascuno di questi signori _, e una tale somma non 
U impegna a nulla. I piu moderatij in piccioUssimo 



Digitized by 



Google 



96 

HI PnoMiltli del swseetso. Pangmando k fom- 
na ddk cause nelle quali i trilMiiiaB dedtoro bianco 
coila toimaa di qodie nella quali deciaevo iiero»*ti ha 
k probalulitii o V imfMbabiUlk A buon tuooflM. II 
e 'I naro ripiodueandoti frwpieutaniaula, hanuo 
il dttto v^lgartt ksAent ma mdem ttct. 

I aarpi oiomU aofuiilaM mm riputaaioaf pdiMica 
aoma gl'iadiTidoi: una seria di la n f aaa aortaat anMnt a 
giufltei profondamante penialey procuni Ipm la itiiiMi 
da" uatliMiali r d^ ettaris una aeria di sanltMa op»* 
pasta airieum loto lo tpaano di tatti. Dodid tecoli 
dopo lo ttabilimanto dall' Aveopago, Damo^taoa aoocfw^ 
taim flba noa A ^m giammai potato convinearlo d*n^ 
giustitia {propasmone che oleum Jaili^ hemJA asad 
poM^ smentono ). Quiodi 1' oratore oasenra che 1* A* 
reopago era il sob tribunate , la giurisdiaicme dA 
<|uale era stata rispettata da tutti i gotemi che si 
giwm^wo in Atenci^ monarchiai aristooram, democra* 
aia. Sftto gK Aroonti decennaliy i Messanj offrirano 
di sottomettere al suo giudiaio PoKcarete che si era 
renduto colperole d' omicidio, dopo d' avere implorato 
invaiio la Tcndetta delle leggi oontro gli. assassini del 
suo figlio. All' opposto , allorchi i^giaino che gli 



numeroj esigeranno almeno una j^tinea per far poca 
eosa^t e una mezza ^inea per far niente, AgU occki d'un 
legista ingfese la modicita ae^ sata/j sarehbe una nota 
i infamia, Si ha bel dire^ ma la giusUzia non I resa 
9e non se a quelli che possono pagarlaj e sopra loo 
persons ve n* ha gg qhe sono juori della protezione 
deUa legge ( Retue eaciclopddiquciyet'. i9^^j p* 363}. 



Digitized by 



Google 



07 
Ateniett preferituno i coin|^roaime9^ ptoposli dm Arl« 
stide aUe decisiorii d«' trtbunaii ordinar), e cbd le 
pubMiehe assenUce di qvci^ti ^niiio >deaetie^ riciolio- 
.seiMib a quale f|ric|o am.faUto ji piimo^ id q«i4t 
sprezxo erano cadiiti i secondi. 

AU6 porke da' tribanali si feraia . urn* opioion# la 
quale anauncia al pubblico che coia debba sperare o 
teoiare. AUoncbe ocUe ankicacbere « neUe sarle.vcd/cte 
la aonfidetwa « la petuianta «al TCiko.dd truffidoi^, 
r iooertezaa e 4 timore sapra qiiallo del gahtaUicMBBo » 
B^M/t un pasnoio iintDibo/ Fate iniglfor ptrasagio' nel 
c»a ^)pasto. 

Mentre it giureoosmko n' iaoltra per teguUv tntta 
i paast del pnacesaa ed asaminare le preoausioai tt»- 
Ttnlate dal lc|juialore par retulerg in^roboUie ^ «l> 
rare md giucBee'^e- quatte cbe ne ImpediMcama 6t cpr^ 
ntzioney to statista diroaDda ai segratarj : i 

Quale aittori^ ^^gg« i giudici? 

Quale ii ptt6 deponre.? 

£ neeesaario pvocesse per la de(Mksiiione ? 

I falti soDo verificati dal giury. avenfedak e dai 
gUriict stabilif 

Si Qsa o :no il dibattintente pubMiOO ?. 

U rtlatbre ba diritto di ^otaye ? 

Quale p1on|lila basta per la decuioae? 

Quante cause sopfti loo giudicate dalla prinM 
ktauta, Tengono Hgetlate daU'appello?. 

Se r appeUo e la Gassaziene sooo cooeordi cotikro 
la piima istanza , toggia^ questa a perdite^in eagid* 
4iie del valorc dolla causa? 

Dopo due seutenee c o nfe rmi deHa prtma htauza e 

FUosof, delta StaL^ vol IF. 7 



Digitized by 



Google 



98 

deir appelio , i (f rmesso il ricorso alia castatione per 

titolo di manifesta ingiustizia o violata procediira T 

L' onorario de' giudici ha qualche rapporto ool nu* 
mero degli atti giudidar), ool prodotto delle tatse^ 
ovTero ooUe multe? 

A quale pena Ta soggetto un giudice oonTinto di 
coimcioDe? 

Alia massima parte di queste qubtioni rispoadono. 
gli stessi oodici di^ prooedura , i quali attoalinente 
50I10 pubblici presso i govemi pih ineiTiltti. 

CoofiroDtando il numero delle bti presentate ai tri- 
buoali ne' divers! territorj e le circostanze di quesli , 
si Terra a tcoprire a quali cause si debba la mag- 
gioranza, aoi se alio spirito Ittigioso degli abitanti^ 
air atUvitk del commercio , alia piccioleua de' pode- 
ri^ all' estensioae deir irrigasioae » od al maggior nu- 
mero di avTOcati. 

II numero de' &llid , il valore de' fiillimenti, le 
persone arrestate per debiti, in diversi anni, addi- 
taoo le vicende del commercio da spiegarsi colle cause 
accennate di sopra, 

Risultati piii preziosi, perchi relativi al costume, 
presentano i pro^petti de' delitti , divisi in ragione di 
roesiy etii , sesso, professione, territorio. I delitti , di« 
▼isi in ragione di specie , dimosti*ano quali prevalgo- 
no e quali sieno meno frequeyiti , del che faremo 
qualche ulteriore cenno pailando delle ]abitudini mo- 
rail. Non dimenticate d'osserrare, se v' ha rapporto 
tra r aumento de' furti e V aumento delle osterie , 
tra le ferite e i giorni festivi, ecc. (i). Allorch^ tra 

(i) Mutdleton parlando de Jurti che si sogtiono 



Digitized by 



Google 



99 
{ delioqaenti Tedrete molti figli del luogo pio degli 
csposti , d«darrete che la loro piima educazione fu 
trascurata, e avrete titoli di lagnanza coDtro gli aiD« 
mnustralon* 

I oonfinooli delle matte de'delitti e delle loro tpe- 
cie toooette in diversi anni , postono tvelare 1' inef- 
ficacia delle leggi aotiche , V attivitk delle nuove , la 
necettita di ulteriori misure, il* migliorameDto del 
oottame o la degradatione. 

Fioalmente rnmaoitk ndama un'occbiata tulla 
popolaziooe delle carceii 

EJenco degft elemenii da esaminarsi neUe careen e 
eke sennmo a mUwrare i gradi deila cndlhzazwme^ 

L SalubriiiL 

u^ Tutd gli elementi accennati alia pag. 76 re- 
latiTi alia talubritk degli otpiUli \ 

a.S Mancanca di febbre carcerale, A eomune nelle 
prigioni intalubri , dalle quali si diffonde nolle citA : 
qnesta maocanza i indizio di attiva reazione contro 
le cause che togliono produrre quella febbre (i^. 



commettere nelle campagne del drcondario di Londra, 
suppone che alia maUina delle domerdche vengano 
rubad ao,ooo ettoUtri di granofjUa d offd specie , e 
10,000 ne^ aliri sei giomi delta setdmana. 

(\) In due can avendo il senato K. condannato de 
rei di gravissimi delitd { (X Silano , reo di concur 
sione e di lesa-maesta j C. Serene ^ faUo accusaiore 
di suo padre , avemlogli impulato irame, coniro il 



Digitized by 



Google 



lOO 

n. Fiito. 



3.^ RazioDC determinata id natura (qualita e peso) 
non in denaro , raiione sufficieote a riparare le forze 



prlncipe ). ad essere confbuUi neWisola di Giarv^ Ti- 
berio voile che i rei fossero trasportati in altre isolc j 
'osservando che Giaro era orrida , povera Jt acqiia , 
disahilata j e doversi dar modo di vivere a c\\\ m 
dona la vita ( Taciio^ Anii.,///^ 6c^^ IF , 3i}. 

QuesH due fatti sono fecondi d* istnmonjs \ da essi 
risutta : 

iJ^ die la stessa pena nominale ( i.o^ i5j 20 armi 
'di prigibnia) pud essere sohunamenle incgtiale j se- 
4sondo il pa^se e Li auaUt^deUa carcere :^ . 

3.^ La dimanda ai carcere salubre non deve sent- 
hrare eccessis^a , giacche non setnbrb tale all* umaoila 
di Tiberio. 

3.^ ye^ sopraeci'tati cast non si trattava di imputati, 
nia di rei , dichiarnd tali daWautoHtd compeientc j 
pare che C unUiniid, di Tiberio avtrebJbe chiesto di pih 
je » fosse traUato de' pnmi } 

.4*^ OsservcUe come una noUzia statistical la co- 
gnizione topogrci/ica del paese j e utile nelTappUca* 
ziohe dell I pena, 

Onij se con Howard alia mano scorrete le carceri 
dett fnghHtemz , ritro^rete che quel govemo non ha 
ancora tumanitd di Tiberio. Basti il dire ( oUre i 
tanti esepnpi difebbre carcenUe diffusa per Ui cittd ) 
ehe i cusiodi delk carceri essendo obbligati a pagare 
lof tassa sulle finestre , per ischermirsi da tssa j le 
ristn'ngono e le chiudono piivando cosi d'aria e di 
tuce iprrgionieri { Howard ^ Etat des |5ri8ona^ ecc, ^ 
torn. J J pag. 16). E sebbene neW Ingkilterra vi siano 
moUe istitu»i&ni pmaie a favore de' careerati^ ^ sent- 
pre vero che /b carceri si trovano tuttora in una stato 
di barbaric. 



Digitized by 



Google 



lOf 

fisicbe , quindi diversa secondo il ciima , eta e se»- 
so (I),. 

4.^ Sonimiiii9tnaioi#e9egiiita aUa prestote di qual- 
die membro delP autorilfr locale , oivile ed eccieflia- 
stica , onde prevenire le frodi de' fornitori; . 

5.^ SomininistrauoDe vietata al custode deHe car^ 
cm c suoi afvtaali; 

6^. Soaiministranoiie a spese del gmrerno ; ^ indi- 
sio di somma iodolenza ed avaritia !da sua -poite , 
qvando Ia-s«s8isteaza de' prigionieri dipende daHabe- 
oeficenza eveotaale de' privati cittadini ; 

7.^ Trattamento deIC hilputato migliore di quello 
del reo, giacohi U primo non ha aaoora perduto i 
dintti degli tooocenti^ 

8.^ Proscriuone de' liquori. 

III. Sicurezza, 

9.^ Ogoi iaaspcimento non necessario alia sioureoMK 
geoeralinente vietato; permesso solo contro i fadno* 
rosi e nvoltosi. 



(i) /n In^iilterra la le^ assegna al preuenuto di 
delild una razione di pane ^ la quale era sufficicnte 
allorche fu fatta la legge y e che non P h piu aiiual- 
mente; giaccke ella fu fissaia non in peso che non 
canibia^ ma in denaro j il valor del quale essendo 
sce^naio^ e pure scemata la razione, II pane del w^ 
lore d*un soldo sterlitto non pesa mu di otto once 
atUudmenie J mentre ne pesava ib alV epoca dtlla' 
legge. 



Digitized by 



Google 



I02 

IV. MoralUa. 

laH Le'donne separate da||i uomini (t); 

JK^ Gli impuUti disgiunii dai rei; 

13.^. Le case di correxioDe ieparate dalle carceri 
de' delinquent!; 

1 3.^ Picoole unioni nelle sale comuni, e^ndo che 
la oomuione cresce nelle grandi $ unioni da deter- 
minarsi in ragtoAe delta durata della prigioniai po- 
tendon supporre die la maggiore durata rappreaenti 
la maggiore mahagita; 

1 4^^ Istruuone morale e religiosa , pe' cattolioi dai 
loro iaoerdoti » pe' protestanti dai loro ministri , eoc. ; 

J 5.^ Proscritto ogni giuoco d'assardo (i). 

V. Lavoro. 

1 6.^ Lavoro Gonteniente alle forse fisiclie ed alle 
abilita de' rei di qualunque specie , rimedio contro i 
viz) dell' oftio e meuo d' economia ^ 



(i) Howard dice delle carceri inglesi : II y a peu 
de prisons oh les femmes soieni separees des hommesf 
de id naissenl des disordres honteuXj des scenes scan- 
daleuses ( torn, /, pag. 17 ). 

(a) Continuando a parLire delle caroeri invest ^ 
Howard aggiunge: Le jeu s'est introduit dans les prir 
sons et se montre sous diverses formes . . . Les cartes. • • 
soni les plus communs . . • Les cartes le soni plus 
que tous les autres j toute prison en est pourvue j 
tous ses liabitcms s^en serpent , ou aspirent d s'*en 
servir. A Londres y il rCest pas de jeux qu'on n'y 
admtttc et qu^on n*y pratique ( torn, I , pag, 29 )• 



Digitized by 



Google 



io3 

17.^ Parte del guadagno laseiato al latoraate da 

cow^gaaf^isi all' epoca della liberaeione , $e tou fjt 



VI. Libaia. 

18.^ Difflinozioiie di prgionia m ragiDne de* gua- 
dagni liberi accumalati , essendo che questi cumuli 
fooo proTa d' attivitk e d* eoonomia ; 

19.^ DimissioDe del prigioniero, allorchi presenta 
cigivtik in tutti i cast di pene pecuniare (i) ; 

ao.^ Permesso di passeggiare alParia libera in de- 
terminala ore del giomo; 

91.^ Permesso di vedere i parenti e gK amici dopo 
sulnto Pesame; 

ni.^ Abito nuoTO all* epoca della liberazione ed in 
caso di stretto bisogno , unitamente a qualche bono 
per pane , accib la necessita non lo costringa a di* 
venire hdro od af^ressore (0) ; 

23.^ Gmdiinna a prigionia in vita non ammessa 
(in 01anda)| onde prevenire i casi di disperazione; 

a4-^ Valore della giomata d' ingiusto arresto , os* 



(i) In In^hiUerra , quello che e detenuto per itn 
processo con un tribunaU ccclesiastico j e privaio del 
prunlegio di dor caUuone ( Howard , torn. J). 

(a) j^ cosa faciUsdma iordinare ad un uomo i(tp- 
fdicarn a i/tuUche mesiiert , ma non e ugualmeniefo' 
die U riirovate P occasioned molto meno lo e per un 
uomj uscUo reeentemenie di carcerej quindi ritomario 
alia society senza qualche mezzo di sussistcnza j h 
cosa pill s^olte pericolosa. 



Digitized by 



Google 



io4' 

ffia itrAennmBilona the ia tcgge concede o T uio ai 
deiettuK per (klso litolo, avulo i[iguardo yobrtao n te 
air arresto e piTscindeodo dagli altri lucri cessati e 
danni emersi ; 

a5.^ A quale pena soggiaoda il giudice vhe arre- 
nth per falso titdlo? (t) 



(i) II faUo ^eguaite. che prova nel tempo stesso la 
dipendenza de^ tribunau marittimi dai trihunoU civili 
in Inghilterra , pub servire di rispasta alia dwianda. 
iVSfi 1743 un hiogotettei^tt di vatcello rieu$b di e9l^ 
durre a bordo un pngioniero se non gU venf^u dato 
rpndine i^ iscritto dal capitano^ Giudic^to sopm falso 
pretesto di disobbediema^ il luc^tenente i condqnnato 
a qidndici attni di prtgionia ed alUi degradazione: it 
re giifa grazia. V accuiaio traduce tosto » dmfanti i 
giudici ci^ili , il presidenU dtUa cort6 maniale eh^ 
to aveva.condannqto J ottiene tindennizzaaiane di fopo 
Ure sterltne, e il tribunate ^ dichiara che pub agire 
eofUro lutti gU altri membri delta stessa corte* Egfi it 
insegue gfuridici/mente. Due di essi %^ekgono arretiati 
mentre uscisfuno da altra corte marziate tenuta a 
Depfford J questa corte riclama aW animiragBato ^ 
r ammiragliato at re. II lord capo delta giustizia ne 
e informato ^ egti ordina all* isiante di arrestare da- 
scun de^ membri delia corie marziate di Deptfordj e 
fa soteunemente consegnare negU arohivi ptd>bHci que- 
st* atto del potere civile : per iosegnare all' eta pre* 
sente e futura , dice questo fiero magtstraU) j cbe 
chiunque si porra in oppositioTie colle leggi, o si cre* 
dera superiore ad esse , decadei*k dalla sua colpevole 
speianca { Dupin'j Voyage en Angleterre , torn, IJI , 
pag. 26). 



Digitized by 



Google 



loS 
" " Vlt. msuliaii. 

9&^ Numero.de' dimesfti per tiioU (Pitmocemay 
per mancanui di p^e , da oonfrontani col aum^ro 
degli arrestati ; 

07.^ Numero aqmio do' caroarati diviso ki ragiooe 
d* eta » sesso , profassione , deliUi , territorio ; 

a8.^ Cosfo anaiio d'un detaii«to| 

37.^ Mortalita nelle caroeri. 

CAPO SETTIMO 

RlCOMPenSA&E. 

/LTeodo discusso a lungo quest' argomento nel 
Trtttiaio del' merito e delle ncompense^ non credo di 
doveme far qui ulteriori parole. 

CAPO OTTAVO 

ESIGBBE. 

Siccome le finantei giusta il detto volgare, sono il 
polso degli Statt, o sia una Vnisora delle ioro forte , 
ODsl non potrebbe nno statista ooinietteme Tindagibe 
senza esporsi a gravissimo rimprovero. L' operazione 
perb non e facilissima, giacchi non v' ha cosa^ atto , 
non-atto, diritto o facolta che non sia oggetto d'im- 
poMziooe. In Fraocia e in Inghilterra i tassato F uso ' 
dell' aria e della luce dall' iroposta sulle finestre; a 
Roma non isdegnb Vespasiano di rendere tribataria 
r orina. L' aes uxorium era la tassa die pagava , chi 
nmaneva troppo a lungo celibe. L' mvum hsirale e'l 



Digitized by 



Google 



io6 

chysorgyrum ricordatio 1* imposta sui bordelli: i de- 
lilti slessi » puDiti colla coufisca de' beoi a vaotaggio 
del fisco, divennero laiiga sorgente di ricchetza per le 
finame romane. » Le crime de Uie-majest^ fut uoe 
m source iddpuisable pour les finances sous Sytta et 
j» MarittSy sous le Triumvirat, sous Caligula, H^lioga- 
M bale et les autres tyrans de Tempire . . Ce crime 
M devint extr^mement comun, par Pabus des accusa- 
j» tions et la detestable profession de dilateur s qui 
w s'introduisit a Rome avec la tyrannie (i) ». 

Affine di agevolare ai giovani 1' accennata indagine 
aggiungo il seguente 



(i) Traits des finances et de la fiiusse monnoie des 
Romains , pag, 70 e 71. 

Tra i moki fatd che prwano essere i delitti sor- 
gcnd di finanza anche ne tempi modemi^ cite/if auan* 
to dice Marsden degU Stad Malesi neW isola di Su^ 
matra. « Wei 176a essendosi ristabilita la Fattoria 
ft inglese a Natal^ il residence parlb con indignazione 
99 al Dattoo Bussar ( specie di feudatario ). de? cada^ 
y> veri che si vedevano onde^iare suUa ri\nera , e gli 
», qffii il suo appoggio onde pra^enire gli assassinf 
79 che si commettdno, aUorcke ^ scemaia- P autorm 
m della Compagrda ^ cadde quel paese in uno stato 
m anarchico, — lo non posso consendre ad alcuna 
99 proposizione sopra questo articoloj rispose il Dot" 
» too : da quesd omiddii io traggo un diritto di ao 
» piastre per testa quando -le famif^ de' morti n- 
M clamano. — // residenle gli offri un compenso di 
99 3o piastre al mese , e soUimentc a stento s*induss€ 
99 il Dattoo ad accetta/io ^ facendo osservare ch* egli 
9i perdeva in questa transazione j giacche perivano 
»> almeno tre uomini al mese condnuando V anar* 
99 chia ». fHistorie de Sumatra^ torn. II, pag> 180). 



Digitized by 



Google 



107 
Eknco de* principaU artieoU soggetU ad impastA 

{ Censimenio nd) terreni: ( requigi%ioni di) grano, 
bestiame, lardo, ficnOi pagliai co^ {Jruuma milium 
ris) (I); 

Beni demaniali, axA terre (i), ninierey fiumi, mare (3). 

(i^ Per comprendert a fuale immema quandA 
ipungevano le aemtte cfte i proprietarf vertavano nt? 
magtMBuini degti, imperatori, basiera dire ehe Stvero 
lasdh ^ suoiJigU grano basUmte da distrihame 75,000 
moggia al porno , durante seite arm inieri , ed oUo 
in ianta quantitiL da jomime a tuUa tltaUoy duronie 
lo stesio 9paao di tempo. II fitco imperidle era come 
V Oceano , iiel quale si geUano tuid i fiumi ^ sema 
che possano ritomare alia loro ^orgenie. In onta di 
quesd ammasei prodigion di eose di prima necessUd^ 
non v'ebbe ifero tesoro net piU vasto impero del mon- 
doj giaocK^ db che P uno de' Cesari poneva in serbo^ 
r altro lo dissipava per compiacere alia truppa. 

Olire questa somministrttxione di derrate j correva 
obbUgo ai proprietarf di fomire abiti ai soldati. Qtie^ 
sta imposixione si distribuiva in modo che venti capi 
di fami^a j o , per dir meglio j vend aratri fornix 
vano un ahito* 

(a) D9gti immensi bern demamali de* Romanifurono 
principale sorgenie le conquiste^ e db totio il govemo 
de* re e quello de* consoli ^ sotto il govemo popolare 
e quello degli inweraiori* AUe conquiste s^ aggiunsero 
le eredita vacanti e le confische. 

Augusto fu U prima che inchiuse tra i delitti di 
lesa-maesti gli scritti contra lo Stata e queili che lo 
goi^mano j egli estese in questo moda il campa idle 
confische, 

(3) Ifeeun esempio il SiincL Questo braecio ma- 



Digitized by 



Google 



To8 

a Case. 

Edifizj dl qualunque specie; senrano essi agU uo- 
Diini o alle bestie, al culto o alle arti^ 

Alloggi miliiari, o pagaaieoto di reiati^ tassa per 
esserne liberati (i) ; 



rittimo separa fisola di Selandj i^fipartenente alia 
Danimarca ^ dalla Scamd , prtmncia s^dese j cgU 
ha neUa sua tnag^or lar^vczza uno spatio di ciiujue 
miffUa\ H passa^o pih etreilo tra El^eneur in Daui* 
marca ed HeUinf^bor^ in Iwemay e di i33i trse mi* 
sumte sul ghiacdo. La ^ la prindpale diias^e del conh 
meraio del Baltico ^ e il re di DanintOfca esiffe d/u 
navigli ,d£ popoli canimerdanti un di^Uo , che e una 
delle pfincipali rendite della sua corona. 
, (i> Noti aUe iruppe solamente conveaik^ sorrnnini" 
strare allo^o neiVimpero romano, ma ancke aifun" 
zionaty che vem'i^ano spediti neUe prov.inde j il die 
cagionava straordinaria spesa^ prindpdflffkente. pe* pro* 
consolL Cicerone fa rimpros^ro a Pisone , che il suo 
W/7^'o in Macedonia era costato agU abuanii dd 
liiogiii pe^ quali era ptissaio , piii di 3^0,060 Ure y e 
Civil is sisenu di questo preiesto per ecdtare gli Olan* 
desi a ribcUarsi contro i Romani. 
• // cufsus publicus era spes(t grasissima ^ giacche 
dascuna proiwida do\^e\^a mantenere un certo numero 
di cavalli di pasta , earn e bestie da soma ^ ad use 
^de* magistrati e govematori, allordie andavaao a prenr 
di^re posse^so delle loro cariche e ne ri£drnavana, 
Jfelle sUizioni o osterie pubbliehe era necessario man- 
tenere grandi ammassi di Joraggi e rinnovare tutto il 
Ciursus publicus og^ tjfiiaUro annL I prefetti del pre- 
torio spedivano il permesso di servirsi di questo cursus 
a iiiUi ji .fanzionarf j magistrad e giudici delT impero. 



Digitized by VjjOOQIC 



•109 
Porte c fiiic^tit!. cakoliitu in rn^fOfiic di' ni:n:cro ^ 
dimensiOiii. 

in. R.r'fUfe. 

I'llcrcjisi di*' capjl«|i ilati jIIo St.il i od .«' pa. ti- 
C(»i«'iri ; 

ViUliaj, saidrj, anorarj, pi'iijii«>|ii, d'v^dendi o purti 
aliquolc nc' |)iwonti ui iugo7J i|u.iiuiupio. 

IV. Persone. 

Capilazioue o tcstntico sopra eiUranihi i M.9si irvra- 
^onc d^ eta od a i]ualLra<|iio c4a; 

Pateuli : brevetli d' iriVCuziott«:; prufcssiutii j arli c 
coroiiicrcio^ 

Passaporli ; 

Liberia, o sia afri-ancazione di sihiavl (i); 

Contravvenzioni , vizj , deliUi (i uLlitii cr<i<>*> i.H^^a 



Se qursta isb'iuzfone era onerosa at pubblico in ui- 
gioNc dalle persone che ne profiitavano ^ tra aiicora 
jJu grnvosa pel conimercio^ a motis^o ilelle t^vaitu- tic 
SI facei*ano soffnre ai mercanii j costretti a sen^ff^i 
di quelle pubbliche vetture, 

( i) Augiisto fu il prinio che esigeUe il ciiiquanU'- 
simo del valore di tuui gli schias^i che si vendwano, 
D ' Avgusto in poi r emandpazione non e mat xirr/n 
gr^'Uiilaj il principe e il clero voUtro quakhc iribiUo 
ir qucsta occasione, 

Siuo nl i8i5 era arbitraria l^ imposla che si vfi- 
gei'a per T emandpazione neUe colonic europte ; alia 
Martimca e Guadalupa la minima imposta era 1200 
fr.y la ma^sint/f gntif^e a 4ooo per ogni schiavo enian- 
cij.a^o (A;illc frar.coises j torn, JI ^ pag. 112). 



Digitized by 



Google 



no 

fonte per la finansa, qaando quasi tutte le petie era« 

no pecuniarie); 

Cofvaief o sia layori e serrigi penonali per la co« 
slmsione delle ^strade, de* canali e similL 

y. Aid civilL 

( Carta bottata per) atti oommerdali , giudiciarj | 
amministratiTi ; attestati« fedl di qnaltmqne specie; 

( Imposta suUe) suooessioni, legati, testamenti (i); 

Registro degli atti civili, ufficio delle ipotedie; 

Vendite all' incanto (a); 

Esenziooe dall' obbligo de* doveri ctvili , per es. , 
esemdone dagli obblighi militari. 
VI. Mercanzie, 

a) ( Produzione ). Privativa del sale y tabaoco, Hi* 
trOy aoquavite, liqaori spiritosi in generate; 

b ) Passaggio dal produUore al consifmatore. 

Dazj d' entrata e d'uscita dallo Stato; transiti; 

Pedaggi suilestrade, sui canali, ne' porti; ancorag- 
gio; Tisita sanitaria de' vascelli e simiii (3); 



lis Augusta ^ rUwentore di questa tassa. 

(3) Augusta mise un* impasta deW una per cenia 
sopra la vendita di tutti i beni immohili ^ mobili ^ 
derrate j mercanzie che si vendevano s\ aU* ingrossa 
che al nunuta. 

(3) Nelle isale calantali j per esempia j sPh il di* 
ritta c/'lnterpretazione. Ogni bastimerUa ^ satto ban- 
diera stramera ^ ^ obbUgata j per patersi presentare 
alia daganaj di farsi accompagnare da un interprete 
locale appositamente nominato. Che il ministera di 
questa interprete sia utile o na ^ egU nan lascia d^ e* 
sigere un dlritto determinata da rclativa (ariffa. 



Digitized by VjjOOQIC 



in 

NoleggUitori di caTalli e vetture te n^n si inMuf 
do/no netta iassa sulle professiom^ ard eoimmercio^ 

BoUo <kUe pelli: 

Pen e misure^ pesare e raismrare ( akn imposia 
div€r$a)\ 

Alberghi potta delle lettere. 

c) ComumL 

lha\ alle porte della citta; Tendita 'del pane^ del 
Tino, della carne ne* borghi aperti o non muFati. 



VIL Comodi. 



Domestici*! 



Carroue; \ In ragione del numero. 
CaTaUi; 

Mobili in ragione di Talore; 
Porta de* eavalli {pagcUa da dU ne fa uso in In* 
gliilterra); 

VnL Piacen. 

Caccia, cani, carte da giuoco, dadi, bigliardi, teatri; 
appalto de' giuochi pubblici; lotterie ; poWere di Ci- 
pro. — - Tassa per la ooDoessione de' titoli onorifid. 

IX i^elrgione 

Diritti di stola bianca e Qera in occasione di na- 
sdte, morti e matrimonj presso i cattoiici. — Dispense 
per impediment! maritally 

Diritto delle candele sui Giudei ( i Giudei essendo 
obbligati di accendere un ci^to numero di candele 
ne' giomi di festa , pagano detenninato numero di 
soldi per ogni 6am ma ndla Gnlizia o Polonia Au- 
striaca, invece del testatico). 



Digitized by 



Google 



DecifQC| priaaizi^i oUazioDi, purgazioni, eco., piresso 
i Giudeij i;4 del raccolto pel manteaimeDto dei cuh& 
c dc' sacerdoti; 

Ia»poste per Ufi&» di culto presso i pn»t«6t»iiCi. 
he imposte debbono essere coosidcrate sotto i quat- 
Iro boguenti aspetU : . ' ' 

i.^ ProdoUo di eiasdiina; 
a." Modi ,di riparto ; , 
. 3.** Wodi d' ^sfoiofi^; 

4*^ EfTctti sullu pubblica ccojiomia. 

I. Prodotto. • .. 

I. Si suo'e dividcrc la somoia tolalo dc^e' im]K)stc 
[1/ li po^o'kizioiic , Oiido coaosoci'e T £|ggravio iiicdio 
. sOi^^ox'tato da ^iascua imlividuo io diver^i StaU « o ia 
c^iverji lci.ipi iicllo slosso Stuto. 

Qitc^to cnlcolo gcnerale nun presenla graudc uli- 
l'*ta pratica , e pub lulvolta essere occasioae di falsi 
giiiii'/j per Iq seguonti ragiodi : 

if* Pcrdie i' ioiptego dello stegso dcnaro pubblioo, 
i>K\x C001C aciua irrigatrice promove la ricdiezza delio 
Stalo cho io pag6 , ed ora come fiume che si perde 
sot^.erra , iioii reca alcun vantaggio ai cittadini che iie 
ri.^aduio sinunti. Sotto Marc' Aurelio il denaro dello 
Sluio f;Upcndiava triippc obbedienti che difendevano 
P ini|>oro dai barbaii ; sotto Vitellio Io stesso denaro 
^t•pcitJiava truppc rivoltosc che assassinavano i citta- 
di./, c cQfti diie di qualunquc altro raaio di spesa. 

2.** Vulcndo coiioscere Y aggravio individuate por- 
lato ua Qia&ciir. iadividuo sotto go\ci*ni diversi , doq 



Digitized by 



Google 



basta dividere te iii^pDste. giB^frali. |mri la popolazio- 
ne , fii d' uopo ag(;iMA8(V^r jqd. f^fp^nf re a^po i^ pe- 
guenti : \ 

d) Le spe^e d'aoyiiiipis^n^ione locale I^ qiui|j j|0po 
separate dai pubbim ^mm^ n ^ tf^fj^l^^ t^yepchd 
in piocola ^tama^ Mepgow :«Kw49' A. ffl^.,fUf«ive j, 
|ali.4«m,. p0r «. fb a|ipaUi 4Hli ^pwjsi^tonli per 
le vendile al nmnlas i, , -m,..-./ ,.. 

b) I pedaggi atiipomti^ 5i»Ito itnaJe^ i^^^ i^alh 
cuni pac»i, come p«if »«., ia/bgbiUmm. f^.f^^^JUmt. 
i-ka aetlen*riottale» aooa diintti .partkn^laii^ • 

c) G<i mnolpaiead da' yudjci aba ^fV AffieHe^t. 4 
aaigona dai giudici tt^^ i . . . . . . i 

d) I adaii ^* diiftltaieri i ^Hali iBall^ .t|Mp ;pmm. 
prabvaao Ja lo«a parit diaflltoB)aalii #«IN armpiM.Ml 
takcMtta.'- ' ,». ^•. 

i.* La aolbla del pradoIlD ptrtioftllMllL A^ Mmmt 
mpaaHl o del Mak ^l aita » 4fcviaii^ liw od i . 4^ /«Wn 
foggKiOM, ^muIq 4 avwfittitii «% i|iiifi.i«|if M«t^9 
a aib per due .lagiqai ii: * ■.., i ... ..f„r.j.nii! ni 

ff.* PawM (ft qwH^ pctiorqjlw «ik|Nro|lfitto!«Aii|ihl 
di jpaat fappcwMla, m pari c i wop li n ( r ». L' i^jt)^ m 
iaabiKta del pabbiaoo aaMwpfatnftMBiifMMklinip 
delTMttiaaa aid, • fit, aMM tcigm:':- ; .i.ii.,l 

/IiDiNMla lalle Imdite da' 

jGeiieraUiief|tf& ^tte k. , 
\ imposte 6 

FUosof. deUa Stat.^ vol tF. %- 



.1 ii:. 



Digitized by 



Google 



t» ij; 



ii4 

!PrH dtlW WoltintMid' .^^' 
sia allualmente . . i6 1/2 
' Pbrtbgallcy. • '': ' J ';" S'" '• ' ••' '.'''■.^83'f/3 

pu6 venire in cognizione delta ioAMMf* dkeriimftie 'm 
dllfp^i'iioH^ 'de* goviertfiiV'% ):b^'«^<i '{Sbs^Hoi Mi^erdre 
iib^^fey^ 'nflzi6tfttl^^^1ivllfi,pdLMil|i.' ^ , i ^ • 

II confi-ontb d^^f^hn^disM* pagat^dattkyis^m^ StaCv'v 
& dC^giF '&g^aV)»<%dfibti ib::9ptti^'diteni:)^dimo0lk^ fohe 
' Testensione ierritoriale e la^iMiptilaiadne nboificno'nii^ 
lul^qedWftof'^ddla'riilelifKA icnidelM) fobsai diglil 3biti. 
WkM^W^ rf»9 «to(uatlai'bv«liniooe.»ria^oeivda'uq 
deficit di 5o miiioni ^ la terra finanzlera d'.altora Bbd 
fimRr»UoMiif(tri«li^'quMa sQfiM 'l.:ii& anhriiic- 
(MSSNi^>caimm6'^'^}m^ii^Uv^kJ^ tdikpinW^er'sptee-fie^ 
c^H^yWlrftcfM^^ (fik-dtita^WiiiUardi/ b-fiMiBeJldop^ 
inchiudendo nel conto gli atsiftgiiati i: '^)iim|,' «asa 
fil«^%IMkt|t'iii^|rr,¥8ttj|ruoti'>v^diamp iq'uottoi i&pero , 
ik %^^i^iizac •^^vbdttfsto ,: li9i«'lb.'<vlt«Mttmp.;'<xiiiimqiiarb 

liardi. V ha di pl6;^4^aM»rk<iilnMi.iiiiivenMle« de'ca^ 
pitali costringe il governo a ridurre 1' interesse del 
debito pubblico. ^itestcy fbhit^tis(> ^uthb^to di forza e 
8dvui!o I a^Uiuse • diverse daH* ^^teiMdne f ierritoriale e 
dalla poflSVtzione y' cafe8''"'<!fi^'"^otfb "bifaAat *co^ai«Aii 
alia maggior paite degll SAli"een*biJcr^,^e sono Ic se- 
guenti : * o . , . . •.;>,•;..,. ; 

I.** MigHorie agrarie ' iU/^e j v V in. \. "* "^ ' 



Digitized by VjjOOQIC 



ii5 
!.•* Pdtkri immensi tdddii^iH J '» . : 4 . 

-parathm di mesiieri tlhtiolte\' • 1 .« 

4.^ Qm'ndi hraoeiil \ozi6st rflfiiemiAr pfTkkmrkif ^ 
$."* Aument6 nMs ^irdde e n^*^t*aMU^ 
6.^ fttrutione pt^olore pnmioMa e mmdiML* h^ 

pressa ^ 

7.* Inegaagliaraa mosttud^a tiettt inipoite cB#fnrffte; 
8.^ Codice cMte meno imper fettb ehe gU anlBtedmi:^ 
g.^ Sieureota gepteraie guur^mita da bubn-sisiema 

gittdidoHof qtUndi 

to.'' 7\f(/e fe fortBj KM i taieifd impiegad titrmm 

distinzione d* opinioh&reitgil&Ht (i), 

■ ' .. • ■* .' -.' • . • •:.••• • Ai t I' .1. . 

- Ciiisciiiift imposts 4eve'^ kitre wtwlimt ,1 is iqdalk 
'ixMe woe variazioiii *ia pili' « lin^iiiaid dcitoH to' 1^ 
speUiTe •qttinflflilii^da-pQgflisi. '(^imti: regalli>)8l.:titivii 
fireqaentomente dimeiitlinrtB in pt^HknumotqneUicam 
esempi : « . • . ' » .|,.• 

I.*' AU'epoM ddlb g«emi 'contro iAmteiiov tevoo 
tasMti i s^natori 'rooMAit hi'tfaglone <ii 4 ^^^ AdKeci 
a«ii -per daiBfOna tegola delle<*lorO' case ^ tm Sbtmxo 

. . . I ... • I '. 

(i) Fa d'uopo ceoeauarc V In^hilUrrai' stAut ri* 
cordare die i cattoUd sono wi esclusi dalle carichc 
costiluzionali J dirb che gii stessi agenti delrimposta 
chiamatd Accise , e che comprende la massimd paHe 
delte intposte ihdirette^ dex^onb apparteritre to/fa* r*tt- 
gione anglieanoi 



Digitized by 



Google 



tti6 

etsi propneUrj o localai:); Non e iiecesMfio ii\ Ji'trc 
die il mioAero ddle tego^ non cormpoade aila ciipa- 
citk delle case , le quali » suUo ^lesso apaisio* orbaM^ 
tale^ poitoiio essere pitsi alte o piii basse ; ^ 

2.^ Nel PoflQgalb TimpoaU 6Qi terreni « etilco* 
lata. in ragkme dell' ^lensioue , non io ragiope d^l- 
r estensione e della fertiUta ;• quindi le terre Aotitk 
proTUU^ quasi seivaggia d\ Tra'los-Wi}9Ues pagano 
come qaeUe ^elta ferlitiisuaa Alfintefol! 

3/ A Napoli ildaaio suU' importaziope de' libri non 
ha per base il peso , ma la forma \ quindi ua libixi 
in 4^ di loooo pi^ine wm pagadi pitid'uQ fascicolo 
di lo pagine delta ftqssa for^ia \\ 

AUorche & ragionevole la base delP imposta , ma 
lie i inoerta V appUcasioae t te$ita a vedere da chi e 
eon quali cautele si faccta. Posto il principio xshe 
1^ iippoAa stti taivent. debba 4rere per ba^e il. pro- 
^bttd ttdto » 6mnio.m\mrB»ij quindi valulati in li)m- 
iMondia tiikti i tenreni da ingegoeri delpgaii dal go?ep- 
va Ma.queslt ingegnevi , senta ricordare qui. gli eiv 
rori inyolontarj , potevaoo avefe favorito gU uoi ed 
nggaairato gli altn , ed nnc0 esageralo le rendite a 
vaniaggio del fiaco. It impenalore Garb VI , ciii la 
Lomfaardia 4e«e ii leensilBaeoto ^ capi la massiina cbe 
il mezzo piii pronto e pili sicuro per iscoprire la frode 
in queste faccende e la pubblicita. Egli ordinb dun- 
que che le mappe di tutti i poderi e i reiativi valori 
ibssero ^posti sulie porte delle chiese » accib potes^e 
ciascuno esaminarli , e non fu stabilito il ceosimento 
ate non dopo cbe furooo sentiti tutti i ridami : si se- 
gue annualmente lo stesso metodo net riparlo delle 
iinposte in Inghilterra. 



Digitized by 



Google 



117 
- la AteM 41 fctedi piti.: driuoqae noiciTa a, pro- 
Tare die uo cUUdiM, Fane dd ^mla era aMi|giof«i 
del siM»» pagaW miwNre impoAa^ peleva eiMtriogerio 
al eawbio deWr nrfalira piopr ietk (i ). 

III. M^uMdr 



I melodi d n<faeMM> a due: o il yffe r aa esi^ efl' 
stesso col inefEd de' sooi agenlt nilariati le iMo^orte » 
e dicesi eA^g^ ptt iMfOnimidf otTero: ae aftda V e« 
ttnioiie ad alUri che, rilenendai il prodetto , gli daano 
delerroiDaUi scHtotea ^ e- diocti melodo perappaUo* 

II senato foiDaae^' sereditb I' appalto*: m mi sao de- 
creto kg^amp : t<^i fmMbcvfiiaiff est , lU €l yaf fwiM- 
aim Mimun « tii Ubeftas tMtb nulla. 

A dir Teroy A ^oe^dkordinl pih il goremo do?e« 
vasi ificolpare die il iiietedo. lafatl!, ahueoo negli ul« 
timt tempi deHa repabklitea, si leMTano segreti i eon* 
tratli d' appaHo!, citif^ iegKle le daiuole ^ segrete le 
laiifle, s^grefi- i dirim degli appaMatori. Ora il poler 
dameggiare telato dd iegrelo si i seiiip#e camkialo 



(i) OUre le inegitaglianze emergenU da incerta hO' 
scj alirt ve n* ha che si nfondono in molivi estTiOii 
alV impoita stessa : ^ nolo , per es, , the pria delta 
rhoUnidne franot^0 i keni del ckro non saggiacevano 
0W impoHa f e gmndi privilegi godevano le ierre in* 
feudate. In Turchia f infposta suite terre pagata dai 
suddili mitsulmani giiinee ad 1/7 delta rend'ta^ men' 
tre qutlla pagata dai Uristiani sale ad i;5 
( ThomtoH , Etat acCod de la Turqoie; t II, p. 128). 



Digitized by 



Google 



ii8 

in dintio'pttbblioo': r«iridila' 4egU .^ppttltatMi Cp9i« 
i*iM dtniqae' e dovette ooawieaeve niaiik .d! ogm ifMK 
di. A*6rd«ta tfttoneidftUs lagnavM de' popgU^ ,du*. 
bit6, 8ul principio' del: sua regaa,'te ddV^Fa di^lrug* 
gere tutti i dazj ; al ch< essfendosi opposto il senato, 
V imparatore ( si dovrebba dir SanecH' che lo dirigeva) 
ordinb che le leggi di qualunque dauo sino allora 
oocttltasl pvbUacaisero^ obe fioito .Faniio,.le ri^cps* 
Mdni tratesciate mtm atriassumessefo; cbe. in.Boiiia 
H pretore, neUeprmFinoie il yioe*prefal|o o. il ;we« 
ctHisole giudioasMroi soaai»aiiaoieiit« le qii^rele conU^o 
i pubblicani { Tadto , HisL XIII , 5i ). 

In Isgfailterra V esaaione dalle iffipofta nqq i ap» 
paflat^) • ccttta poohiBsiiDQ, .CQoie ahbiamo yeduto, q 
sarebbe questa una. buona ragione coi^tro gH appalti^ 
se oon si sapesse che il poco cofito dell' esaiione ba 
k sua oaoM pell' amministraaione iniuiicipale, gU agen* 
tidelia quale si incaricaoo gratuitam^te d'esig^re 
gfan parte delle imposteA contenti delia pubblica ap« 
prbvasione, la quale ha i suoi Tantaggi reali in Ifl^Jul* 
terra, il sislema municipale frutta duAque il ri^fi^rr 
mio di piii milioni che la Francia i costretta a pa- 
gai*e a'^suoi impiegatt , ecib nd -rap pe r t o- di 6- per 
loo ( spesa d' esaiione in Inghilterra), a |6 i;a per 
too (spesa d' esazione in Francia). 

Volendo ora, porre a cobfronio il sistema dell' ap- 
palio col sistema per econoinia » quale si usa attual- 
mente dove tton d in vigore 1' amministratione mu- 
nicipale, .vedremo che la quistipne si riduce a sapere, 
se r appaltatore sia piii altivq a sorvegliare il proprio 
intcressc^ cbe il f^M^ipn^rio « sorvegliare riatem»9 



Digitized by 



Google 



119 

pubblico, cM se ^oq* aia iwdincntB.ttaggMlve.ckiaio. 

Li' iDteresse d' ud mimstrOy.co^tUeratot.isoUtMD^iile'^ 

SI e di molliplifiais^ ^^ itepi«gtf ^-ficr ' mnlHplitiirr Ic 

cue crealKire;'di'<datr hvo gv9shioB0QMrj:tper ilaflaBOf 

ndrli .ali* Jsa^peiiioMi.;. efj& ndn |h». tadtmo .di ie« 

gbore suUal Ifuro ^oodolU ^ povdiirJa < loro,: QH^IigHMt 

non (^ fritfUi fMrditt4cAa'!«fptstilKiiBt«Mi^ddL'«f^ 

paltatore^M.^di ridUiye'.d»tt)i»oroiMiiiiero>|>«s$iMbfA 

SIMM a^eati, di;dar(lovo,iL pili ba^Q i»liiii|,,0.diJiqD» 

derii labonM od o$m^, pcn^^rln illimr«.iM(aliff«if 

del aerf« i wna p^-^*'> p-' -p p"^"^" ^^rr nfpri i 

t9lore pub dunque e|igeve:fo sIcKftEi.MnpfM di innfim 

ste con maggiore eoonomia che un jT^nifilrf i; ,*> «::. i 

Qtialimque siatevia pECvalgfii, & d'-u^po ^eMiffli^ 
a qqali pebe soggiaaismo,. i ^jrofiMwri' all' tepodta^.e 
quali frodi con^iaetlflm^ i,Qcdl€(itari.9iair.i0pq^i4nQlie»: 

P«Ac 41 reftacfiarf. lo Atenft, ^UiMr«b4:«. paitlaT)^ 
iBpUisttuia di liberta, duuoqu^fl»9<iQ»¥^.^ ppgaofevAt 
dell' impoftla, .era oondptto ^11' istoM^to m iQlirairef.^q«e( 
6l'«50 fu. posdia abolito^.^ gli venoe.sq^tiUiita.feo^li- 
fi&ea. e la veodita de' bfiiii aU' iocaalo dopo eeita fdiv 
lazione. . > > < I • . « > • • 

Ifel £eg^o .loipbardp*>vei|f to il debitorei oijOiitM «>g- 
gi9ce aliaperdita/di w. «olf)o \^t.fira, {totifio^Qldo) 
ftuUa.somiqa del'SUp.dehUo>. e T nsaHoit-i iiiTe«|ilPi 
del priYilegio 'fiscajeii ha ki &coUkdi:pi|jpor8Mre.€ pa»* 
sare a tutti quegli atti che competono ai fi$co con- 
troi debitocLcontuoiadu OlU-e k muUa del Tentesi- 
mo per lira, il debitore soggiace alia perdita di danari 
oUo, o $ia del trea^esi mo ; per le apese di .pigtomio- 
ne, e di denari qiiattro, cioe del sessaDtesimo peirla 
vendila air incanlo degU oggatti pignorati. 



Digitized by 



Google 



I^^idi ^degli'£&aabrL MB«stcf» qtiaiclie ptaoo y't^Tkn* 

BNiDi 4ii cafDpogoo nd'tcgno locadMNrdb-TeDcOfe, VemU . 
loiie diinttiMtitt icott pobblico ftTTW H si|o> OTiivd in:dbt 
mnmdaHsb gioinio ^ 'p«tr' attger# le iMposIa' U^ tooco di 
tfptti^alw pyetliwtel Id f >»y< liiftt on> ^ tfcf 4^iMitU<pp ha 
•pd^ril nM bMtto^ « fllcbDine Ik le||ge mti hn dk-f 
t0t«iUtatii ta dortfttir d( qufeAi <«Ailii^ qdakUe ^Hittore 
pftlH iHMbf IMrill tiitt) i e^nliprbii^iM^ imh cMR(tarH 

u^jUBUb Mgigtiii «Hitf mttltii (M caposoUo cM ^ pre* 
mio dell* •UfVMML 

^ JVMMfA»i). ' Qutfit' iMpMtt ^- il nideleriitltittta in 
TurtUriri «h^ utMwIiMitle nrfhr prcHrineie i ^gli ma* 
sch» ttifSf MHe'itiMlai'tlte hi pagtilA tk^ ttlFetci d>tit}i 
% iMantre n«f vMaggi fl «oiio fl^ggettS alU 5. £ ^Maado 
Mr |Mivei^ giMa;>«MMMMa Mitfctii del Ana n^sso^ 
r eiialtdMf ae ttiiMM la' testdb< tiMi uaa ccMxUoelia cbe 
^fr s^i!« dl ii&#ititt 1^ e ^<5anftf lar itorda Mri k boUala 
« r «l«tloM (Mid ^ifeeotk:h»la IT siid piacivnentd, ^uiiidi 
il povero greco ha sefopre torto (i). 

( TWtei^ ki gep^haky Liehiid , dapprinMI atehiaTo, 
ipOMa MMaio ^ 4iufiadt et«atura d^iia^asco , Ibtto in- 
teddealtf ddle Gallic, yetfvibe acciidat^ d' ay«^ ditiso 
&' aoifb im ifittiltorAei ffie«l ^ . alBne di asigert piii 

(i> rAomA^M^ Etat aeluel de la Turquie, t JIj poh 
^na i3i. 



Digitized by 



Google 



eraDO fisMie a ddemiiiata 

. IV. Effctd suUa pubbUea economiOf 

V atioiM delle* eoBetsiie ed ioagiMli impatli fiiuiUi 
daifeguettli tiatoon: . . 

J.' Popolauone emigntmles 
3.9 Agncoltiara aUandomHa j 

4*^ i?aa/* Jk ednmm0 kcemaiis 
5.9 JUiM^^OeUa iM amif^nmrntarii 

L Ijs iluopportafaili imposte cbe estgitte la corts 
di SpagM dalla IirailHirdHi net XVI e XVII secob, 
€i^<lbarM» la peiditti d' ttn ierto cifca delta popo- 
knoaa di Milano % U daito delta maoiaa mise in eti^ 
dtan ^lUeflla Yarilii« imperaioecM 
Hd i6o3 queslo daaio prodame lir» mit^ i5)4^t 
£ net i638 si riduMe a tir* • . » t664oo(l)« 

Sotto qaesto arCicolo si pub citart h danaoia io* 
flaeaia che TiiBposta soHe fincstre aserelta sopra la 
pgpalaaidm ingbM: Hawanl dioai Vm gran nmmtto 
4 casa di campagoa e di edifiif daili a a U alia iiiaiu6(* 
tufe sono iupanetrabili aUP aria ad alia luce $ da ci6 
yiene che i paataoi inglesi nod sono plh di rolMisCi come 
b erano i kro padri (3). 



(i) Picoi^ Hict. dos Gauloit^ /. 11/ ^ pag. !i34. 
(a) Carli, 11 oeasioh^nto di Mibno^ pag, 3i. 
(3) Etat des prisons tic. ; t Ij pag. i6. 



Digitized by 



Google 



ia2 



IL.U.feirlik ierritorio deH'And^usiii .produes ab*- 
bondautemeDle tuUo cii> cbe i oecies^am alia -nUiq 
per Taddietro vi si vedevaao numerpse piantagiooi 
di GOlone'; ma enormi imposte ne haDno' fatto abban- 
dowrQ la cohtvaizioiia (i^ Alia stessa causa i.ottribtii* 
see il duoa di Chatelet la rovina.ndl'agricokimper*^ 
toghese (a). - ' i 

L' imposta sugli atti orali, etiesa agii affiuie cal- 
coiata in ragione della lofo^ durata JibI ninistro Pont' 
t^hartrain sotto Luigi XI V^ divcmie fatate all'agitcbU 
lura della Franda, . giMcbe, per sottnursi aUa tassa fu 
forza fare affitti di corta durata , qaindi non contv^te- 
ne all'affiUuale impi^gare ne' terrent gross! ■ ca^iddi 
4e' qvMbli nan a^rebbe poluto roccorre gli- intecessp. » 
.La Fvaockiy dioe'Boyep«Peyi*eleau^.potreU»e ftoil*' 
ni^ate souunintstrare il bue e il porco salato aUe sue' 
cblonie, se i diritti slil sale .non ritenessero Tagriool** 
tore df^P ^eyftre ei mokipliccire il* sno bestlame y e 
perfK^tessero all' indu&tria di speculare solle \ insalaU' 
tiiqe ^ perfezionarle (3j. 

.: IIJ» U.GQnte.Garli^ parlando delle sopraocitate gm*' 
X^v^.i^e.Ja coffU diiSpaguaioiponeTa alla;:Loayifr^ 
dia, dioe; *> I miercanli di lana in Miiaoo i avevano- 
99 .per. t§ssa. oiidinaiia Ur. . 36i4 1 e > per istraordtnanift 
n .lir. ^4^., in tutto lir.. 5o54 ; ma Asendo ' iDsofici-^. 
» bile tale peso ia aggiunta.a taiti gli ottri aggoav^^ 



(i) Annales des ▼oyQges, /. XIX, pag, 33 1.. 

(2) Yoysige ea Pol^lHgdl, t. Uj pag. 44-4^- 

(3) Antilles. frao^seS| L JI, pag*- 66. 



Digitized by VjjOOQ IC ' 



ia3 
» r tji« ii and^ dilniiiiie»da per la fiigK cU* lavoratoii, 
m mmdm m.iff^UewtmmifP • lr.f3(MN»» iadi a Kr. aooq. 
7» SttomdiiltO' |toi 1^ 4|iqgiMybo . dell' •Uo {neeesuurio alia 
n JlM rtc a Jfi'p0vrii)p iiMQii^i i$4o> per cui Yenita 
» a oaKi0afai.a.piil dB «7 jper eeq|o lopra il valor^ 
9 eapitakt fHrnm .aoaordato che Jnyece di Usse li pa* 
a* gaMim> }i«u 7 per pimi*. 1^ deoadBiiia di questa 
» neoessaria ed iraportantissima manUattura, accadubi 
» per le ragifM tnddetia, e diaioiltrata da Gioi Maria 
» Tridi nel i94<^ ^f^aado 4criTe?a; /» d<^ essp impa* 
» rtamo ebe nel i6|6 si muneravaao Ui Milano 70 
jp fid>briche di laoa, che per ogni aona da^abo i5|009 
j» pc«»e di pannp ^ ed e' teiapi suoi erano ridotte le 
» Abbficbe al.D.° dl i5, le q^aU qoa davano piiid^ 
n 3,000 pesae- Ma poipb^, oome egli prQTa, ogoi pez; 
j» za di paiino foinmini^tia il maatenimeoto a %S pei> 
» sooe per un laese contiDuo , cosi e^seado siu all^ 
V. meta del secolo paisato diipinuilo il Javpro^ di pez* 
p ze la^poo, k, cbiaro che maocb il sosteiitament;o ia 
39 Milano a a5,ooo per9one^ U med^siaio avTertq eg|i 
9 per.jri^petto al lavo|t> 4^11a seta, accennando che 
» nell' aono 16^ si iftrgvaropo io det^i citta mai^« 
^ canti 34,000 fabbricatori (i) ». , , 

ly. fi^oModo la popi(>iafipi)e ^ i mezzi di guadaguo 
pel i^atfip popofo ,.seg\ie p|er. i^ecessar^a conseguenzfi 
che devoDO scemare i consumi e quipdi i dazj esat^ 
sopra di essi, Questp siatomo di pubblica miseria di- 
TCQuto sensibile nel iGgS , e cre$ciuto negU anm se«* 



(i^ Op. cit, pag. 32. 



Digitized by 



Google 



1^4 

gueoti id ^r^iMad, kdtiiM Ltiigi XIV •• torre it Aai- 
nist^ro <klle finalise a Pontebflitriii ^ ^ ^j t k em M Mw» 
tiotte per flkro av«ta pUi^evto il^ re Ae il lokHstira, 
giacche qaella. nilieria nta ttnl oMMSgqeaaa Mbtelite 
ddTiitopCMM gpecml^ e Iroppo ^rttfvwiF Mi^MMuaii ^ 
ma aiidie delle ineMmti goevM iptmNknti; 

Reddorio r^rosa la condMsktai^ obc si dedwse dat« 
I'aceehtiale siiiteiiio: 

I.* U s6miiia de' eoimisii eiii #1 ettteiide p 

±^ H HUteer6 degli mmi hi tut Ai tdostra; 

3.* L'escl^cMie deHeeiitts^ ef enfuali alteratrici d'uti 
ramo o d'aa altro. 

Socome il pane, II sale, il Wiio^ la eflfrM M^m gli 
ttltinii oggettt di eohfttiBEio cbe s Aiseane (Bin%iilii§(»itfy 
qukidi i evidenle ch« p<i6 <ioiiiinciBre lai miseria p6- 
polare, bencU i daxj delle accenoate meroi boh ne 
diano ancora segno. 

Egll t flineo evidente die «|ualcab<y de' ftuddetti rami 
tIiA soggiacere ad atterazione in unf anno od in uh 
dUiy 9 semat ^e si sift estesa 6 rhtretta la miserra 
po(>otare. Paragonfl(od6 , per eseii^pio , if con^tinio d^ 
Vintf suoc^sso nelFex-regno d' Italia Ael i8io con 
quello del 1^09, si sc6rge dimrninione. Ma siccome 
questa diminusione non va atcoo^gnata da- altre , 
pet*ci2» i chiaro che h d'liopo attribuirla ad una qr- 
costanKa eVehtnale; e questa fu Tako prezxo del Yino 
prodotto dalia scarsa vendenvfnia dell^ anno lintece- 
dente (1). Ho seel to a bella posta questo caso , per- 



(1) Conto delT amminutrazione delk finame del re^ 
gno (t Italia neU*anno iBio. 



Digitized by 



Google 



cU iunot$m U wwolo tm gli ^UfMiti <«pognifici e 
i siatomi ffomoBici, e pMfltnU'k Mm etsseguetiie 
cfae trar si pDtreU>erOt4»(fvc»4 

V. La:flioltiplkiltt dfalk c <6iM^v«i¥¥foiHHii proit', o 
die w e. groaso lueio a Tiobre la *legge daU' iiopoflU^ 
o cfae i estesa I'laipotieafta ad oa^enraria, q d»e ne ^ 
nal organissata reMpUBioiiefe QtiMli Ire oaai ci dioooo 
die, per tvanre rifafOia 'fxnwgiMmt d^lle^ qxinnli^ 
datistiaba , ooaviane aapada avikioaae e foomMaiur^ 
m Bodo At A eottftetrto pmgft in avidaBxa le cauia 
dia le predoce: mi apiego: nd nqppoH^ MmioSoial^ 
idle StaUf delfln^kHhtm dd (8a3 h feggfl^ die i 
prootaii per cqntMVTaMHai fimmo doim fegtia: 

B^ eiwi i8i^ i»i9 iSai 
Broenn 461 aao 186 /^i)* 

Bgii i evldenci} die fueda ^naalita deereiCMl^, 
senaa etKie aviiictiiala ed atoe,:iiee i«Yda»o la oaiMa 
dd decremealo, e ^ par etampio ^ nbn . proliaiio cfe-* 
leaHe agiataBaa nelb popolaaioae , oome setpbra die 
voglia far tuppevre t'antore. Se poi u riflelteche uq' 
laddelli «nai fii aUeggerile il pese dbUa tnipeda , e 
rata i'etaaeae pih sevafa^ n vtdi:a iMfgioDa Mlada 
Bdia copdmiayie. 

VI. Seoibfa eke le ineurreeiom poMano asaera dip 
vise in tfe dasti, avuto riguanld aUa finequeocie dfiUe 
cause cfae le praducoao. 



,(1) Tableau de I'adoiioislraUon de U GfApde Br^- 
U^^e, alc.9 ]P«v< ^^o* i ' 



Digitized by 



Google 



ii6 

- '*Ahkh\^(tfm'ie**grmi&i come ^^}m\^ -. >* 

Scontento del popolo''* -«i».{ij « ••*!..; 
'' Lo se^ntebto del p^pf^,ca{tooedrroiDpereJa.|^« 
blicfl quiete, dipeiid^ qoan'seinpni daU'eocetsO/cUk 
nnposte. Infatti neile vioende politiche, Taimdiia i A 
scrlo oggetto cbe o^ctipl i «aoi pensieri e i suot ten- 
tfoiendj e- il suo oonteoto o 9601116010 i inigiii«to dal 
pane^ -dal' Vfflo , dtfUa carac^ehe pub projciuBni c«l 
tuo gtt'adiiigiib^giornfliMra; ii'Teite>si:pii&. dir. anlll 
'per Ibi.' AMorihd crescendo rimposta, 8ceiba-peLlFol§o 
la ponione giorntitUe^ di pane, A vino » .di'-cacttd) 
cresoe'la pubblica scotf tot«« a>. iD^queatof ilaAo-Jk 
plebe c^e^agli impulsi detla superstuMne^ ed e ianto 
pih\superstiziosa * tfuanto ^ pih misemkHe ;'. cosicchi 
VIm rapporto tra Teccesso delitf i6iy»crfltiaionil e Tec- 
^eesso delb imposla L^aitobittonR de' grandt ooa liet^e 
tul ' introduree < dasideq nanonali .di nonfta:^ . mi Ma 
quando il vioo e U birra h ipivore d'un biccbiei« per 
tetta al giomo. BfUle ' fatti dioioslcaQO cbe ili pret^ 
fanaticoj il frande atpbizioso , i laarlatani . politici di 
qdatiinqae ^peeie-^ ricnangoBO'.isolati io imflv6 iftUa 
nazione^ e cadono sotto i lore sforzi impoleittii quatid# 
Mlla pigbatta del vblgo V^'un/lpcrizodi' oartaer Alia 
domenioa. Qucaiteid^aeinplioisnme. dimcwtrano » taV* 
▼olta irragioneTole il timore ebe conqepifioono i ^^ 
verni, talvolta imprudente la loro sicurezza. Noa mi 
sono scostato che in apparenza dri P a r g ome n to ; ecco 
ora qualche fatto. 

Netratiirar 7^1 -di -RbnNi ,«38 ddP^era crisliatLa,, i 
Frisj , nazione oltre il Reno , rupper 1st pace' pill per 



Digitized by 



Google 



cione. Diuio',' aMeso I«'l6r potaflftrv: idipwfo •& «Hi 

g«eM«', i fin ») i > 'ia^afnr fitMKa* la>tmi>uittil 'Okwulo; lon> 
fp^^emaforeyiv^lle die te p«Ul'af«mPof!eAMsidiie>di 
-tfOcUe^dV bofii tebMiciipoto iriiiioii dogU i«fcfytith, 
Borito'iflkiuixpcrnoroift. <fira-.qaerta ■gtMTes^.aaabe 
«i>:*dil»e naitail ) • Mft ^pUr^at Geriiumii/'dae ni|B% 
fraMlfr b€0lie ovefyano ncNr sdvej.^a b caMkarateati 
niniiK*' Dicd^vo) pHmk i bnol stctod'^ dfoc. iTacito^fpsi 
It campagnev'iUiakttott per isdiiavi t figia » fte'vi^ 
^/ Qouidiflo iidegbe.'e Jef<(ueiidei le4pidl-doii a|« 
etse^riaenerb hUa 'gtieira^ straMfiiaiido.iedkaffiggciido 
al palUMflorirsiittUli fdie< iriMttbtovfbQ 2ii<. teibuta* Qne- 
tta inrarmiaDiwiifiitreiRinn a.ilMt»'!; I' wneisia^id'ta 
fiHKSdnavio iiMfCQM oaBttt'iariBoipa J<ijfHirdliadi i3oo 
soldati , e i ribelli acqaistarono gran noroe- piittsll i 
Germani {Ann.^ lib. IV, c. 7»-74) fi). 



^i) a Circa t anno $79 (delVera cristiana) ^ dice 
» Crcgorh 'T^t^eMif;''tiskndo''€hlHpetict^ {ntno de'^'re 

» ed mterdid J moiti affbandonarono'l^^'^oro eftth ed 
n^i ioro podertj e tf/uggirono in af(rircgtU^ Aniefio- 
9> tiemh di vi^cre in coniiade atrnf^kre tf^T^chh sotto- 
» porsi a dctale'^appffsinone. tnfatti veiiiva impasta 
«. un^'itt^ra idi^ 0in4 p^ ttpiiifuigcnp'^ okre sd '<ikre 
*> ioss^^suU&^f^Hrtf' e' ^i^r >r*A^v/V*rftV$ "iim-impb^iMle 
^ di pot£f%' ie6intatc.<J vtkatHni dt^Iyimdge^y4^rfiissi 
» da cotal peso ^ unitisi il primo di manb 'j* yoM'ero 
» uc cider e il prokuratc^^' Marco j • inrarioaio di di- 
» strihuire quella tassa -, e i^avrebbefi^fdAoj se^ il 



Digitized by 



Google 



. Sq. dtoonjUle- k ragionc per e«i t*et4ttsiMiio ge- 
iierak die eodieggid ii| Fi^sda , dUorpU Fiippo 4i 
ValoU $aA 8ul lrQiio> It troirJ^ oambtito iH gefesnk 
Ciflccattone aUordii U re dittese. iiri»«epokro.» 1a tro- 
irerete ad dSaovdina ddle finaoie » apriaeipalfii^le 
nelia ^b«Ua del tale {i^ Lft ateiM gmtMtt doali- 
Bttanda tolto Gio? asni «iid m ooettore t rtndbtleea.al 
popolo iiidt(lbraitt allt trentuM: d^l etto re^ t fiuNMio 
iielk tMni de' grandi uhba leifa par fiuia jnicitgeBn 
contro il trooa Sotto Carte YI git- eMttori ddis im* 
porta aano masiacrati in pifl cilia dcUa Ffiaoeia;s> obe 
piiil Luigi ZIV , die era stato I'idolo de' uma} sttd* 
diti ) ne rtaoeb la paneasa tnuiageiidoit siaa^iaUa oft* 
sa; «.Sa Hiort^ dice Eorioo La Sala^-^nTudpiN point 
de ragidi ; et ia polica cramf mlDMr <|isfr aaa reflM 
na ioieat intuit^, quand on las podtoma Sdm- 
Senii. » 



» i^M^atvi Ffufw^h turn P 0^p$s^ $o^iixuio al furore 
» dfil popolos jl 4jftiaU m>n Botendo wcfd^r hUj db* 
m bfueih i Ubri AU aetUQ. jl re > mo/itaio iii grande 
m coUeria , mandb de* coHigiam che arrooatpno • a 
n ^uella genie immensi dawn , e sp<»%eno il terrore 
9 can siragi e mortis JKcesi che pnti ed akati fUfono 
» legtui ad up, polo e soUeiposti a vari€ ptViMioiw per 
» a¥tre indiaio H papolo alia sediuone ed aW in* 
n eemdio dd registri ». { Greg(ir. THfoa, , Hb, V , 
tap. ^\ 

(i) Filippo di Valois nam ne fu riavenlBre , ma 
P accrtbbe fymr di mUura, 



Digitized by 



Google 



* '^9 

CAt>b NONt) 

PA64MK 

QucftU operauone pub essere coiuiderata sotto Vtt 
lupetfi: i.^ modi di pagamento; 2.° specie e quaii«» 
tila; 3.^ ordioe in cui suocedoao* 

§. I. Hiodi di pagftmentoi 

t. "Pagamend reuU ossia con moneia meiaUicai 

I punti che esamina lo statista sono i segucntu 
is) Le inooete vogliono eftsere dappriina oonsid^ 
rate cone semplice maaifattura, giacchci come ho 
detto altrove, il loro stato perfetto od iroperfetto som* 
ministra indiij suUo stato di piii arti; qUiodi i gabi- 
setti di nionete e di medaglte presentano alF oodiio 
UB? iramagine dell' industria TigeDte in tempi e luoghi 
diversi* Altronde) quanto pib le monete sooo perfette^ 
tanto ne e pib difficile la falstficaaioiie; ed e queUO 
ii motivo per cui i mooetaii &lsi, sk numerosi ne* 
secoti di mezso, sono assai poca oosa Hel secolo at" 
tnalc , il che equivale a dire che il perfesionamento 
delle arti ha icemato il cainpo all' iolmoralitli ^ altro 
tra i mille argomeaU oontro le idee di Rousseau* 
Finalmente, la forma piii perfetta delle mooete^ ciod 
la ooDCavo-cbncaVa sCemando le frizioni del conio di* 
miiiujsce la necessita di Hfarle, dOe \A perfeaiobe id 
que^to oaso risparmia spese. 

tf ) Considerando le mdnete come monete, b d'uo« 
Fiiosqf, Jella Stat^ voL IF. g 



Digitized by 



Google 



1 3d 

po ossenrare se tutte siaoo riducibili ad uoa basd 
uniformey e serbino tra esse de' rapporti decimally 'il 
che agevola i calooli, dimiiiuisce le piccole perdite e 
k frodi nel iDinuto comroercio. 

c) In qiieste indagini si pub prendere per iscorta 
i principj di Beccaria ed esaminare: 

i.^ Se eguale quantita di metallo corrisponda ad 
ugualc nuoiei-o di lire in ogni moneta , giacche la 
trascuranza di uguagliare la quantitk di metallo al 
numero delle lire , e quell* anello magico die fa su- 
bitamente sparire ora V on> , ora V argento ; 

3.^ SCf siccome il totale d* un metallo sta al to- 
tale d'un alttx> in un certo rapporto ( per es. V ore 
all' argento come i a i4) cosi una data parte d'un 
metallo stia ad una eguale paile deli'altro metallo in 
ogni moneta; 

3.^ Se finalmente nello fttabilire il ralor legale 
ddle monete, qual norma degli esattori pubblid » si 
pooga a calcolo la spesa del monetaggio, come si usa 
comuttemente> oy^ero si ommetta , come per es. , in 
Ru»ftia, ed Inghilterra: in generate indicare la diffe- 
i^ensa tra II metallo monetatti ed il metallo in Terga 
d^uguale titold e pe»o^ in Francia, per es. la diffe* 
reuza si £ P i per too a ^vore della moneta (t). 



(i) JVb/i sarebbe intuile I'aggiungere se so^ia il go^ 
i^emo, ritirando dalla circolazione le monete pu usa^ 
tCj pagarle giusta il valor nominale j non giusta il 
^alor metallico j cosicche la perdita sia subita dalhi 
runiontj non dai particolari. 



Digitized by 



Google 



t3f 
Si pu^ aiMO ricefttrt il prodotio amuak e le 
spese deUe t^cAe^ iiidifiaiido i peni d' oro, d'argento 
e di nine col r^latiTO numero e galore. 

II. Pagamend simboUd osskt con moneta di carta: 

I quest! stiitiatici sono i seguenti: 

i.^ Quantita amiualiDeQte fabbrtcftta, esiendo noto 
die la quantita eccedetite il bisogno della circolasione 
i per si stessa una causa. di scredito; 

3.* Yalofe masflimo e mmiiuo d<l' biglietti^ 

3.*" Se i creditori aiano obbligali ad a<soetlar!i al 
pari defla moneta reale ed in quale quantitii) 

4.* Se in appositi ufici siatio convertibili in denaro 
aonante od in beni naKionali; 

5.^ Anni PenUta per cento ^ 

NeUoStoto.FuorideUoStato. Osservasione 
(pares.; jn^gs. Miq. Masi. Min. o cause delta 

penHia, p. es* 



i8oo 


fl» n 


Jt 


j9 F^tiont e pactiti; 


i8oi 


» » 


n 


» Invationi estere; 


i8o2 


» n 


M 


n Rifiiito del gOTerao 


i8o3 


n 99 


n 


j» adacoettarglL..(i). 


• • • • 


.. {^) .• 


•• 


•• 



(\) Jl tovtmo portoghese^ pet es. y pagava 2/3 in 
moneta ck carta j il che era coninmo alia legge , e 
mdn vole9a n'ceveme ph di i;a nelT esosione dcUe 
imposte {Balbi^ Essai statistique aur le royaume de 
Portugal f t. Ij p» 2^4 ). 

(a) Tn Ffancia si pogavano per un pajo di stivaU 
Soo/H>o ft*, in assegnati, allortk^ giunsero aW ultimo 
grado dello scredito sotto il Direttorio. 



Digitized by 



Google 



i3a 
6fi InfluenM niUa circolatione da determinarsu 

a) Dal oono del cambio il quale s'abbaoa, giacclUf 
decrescendo il ralore delle roonetie . reali ^ queste 
escono dallo Stato; 

b ) Dai numero de' (kHimenti ; 

c ) Dali' aumento monetario delta mani&ttiire e de- 
cadenza sussegueote^ 

d) Dair aumento o decremento di nuoTi edifizj, eoc«, 
7.<> Falsificazioni. Nel Portogalloy per es. ^ dal 1801 
a tutto il I Sao fUrono ammortinajd 1406,193,^00 reU 
tra i quali se. ne trovaroao falsi. • 4^6,8749000 In 
Inghilterra durante a5 anni , la falsificaziooe della 
moneta di carta oostb la vita a pib di 5ooo condan- 
nati, e cagionb la deportaiione d' uq ma^ior nu« 
mero. 

2 2. Sj^cie e quantity di pagcunenti. \ 

I pagainenti pubblici come i privati possono essere 
ridotti a tre capi: 

I.* Intereftsi del debito; 

a.^ Onorarj , pensiont , gratificazioni; 

3.^ Material! pel servizio pubblioo. 

L Debito pubbUco. 

La fuperioritii della spesa sulla rendita i Torigine d«' 
debilL La causa prindpale de' debiti pubblici si 2 la 
gaerra. Daila riToluzione del 1688 sino al 18 149 cio£ 
nello spazio di 136 anni, 1' Inghilterra conta 65 anni 
di guerra ossia So per secolo aU'incirca; quindi il 
suo debito giunge a ig miliardi di franchi. 



Digitized by 



Google 



1 33 

Sul debilo pubblico ti fanoo le teguenti ricercfae: 

i.^ Deoominaziooe, motivo dtl debitor epoca (pa« 
«e o gticrra^j 

o.^ Condisione a cul il goveino ha ac^ettato ii ca« 
pitale bisogoerole. 

L' esame di queste condizioni me tie in evidema 
talTolta o V avvedQtczza o 1' ignoransa del ministro 
che conUrattb il prestito, quasi seinpre il grado di bi« 
fogno da cui era ttimolato. 

( Non data proTa di molta perspicacia , per es. , il 
goTemo fi*aiice9e, aUorch^ nello seorso secolo riceveya 
▼italizj sopra qualunq^e eik al lo per too ; essendo 
noto che quell' interessedeye Variare sec(Hido le eta. 
Hi molto piik aweduto 4mo8ti*aTasi il gorerno inglese 
Bel XVII secolo , quando dava il if sopra una sola 
vita, il 13 sopra due, il lo sopra tre, seaza distinzio* 
ne d' elli, eee. ) 

Per cooosoere il gredo del bisogno e dello scredilo 
basterk osservare che , quando un govemo dimanda 
tm prestttO) esebisce^ per es., il 5 per loo sulla som- 
ma di cui abbisogna, ma taWolta, invece di loo, ri» 
cere 5o^ 6a 172^ 83 i;3^ od altra somroa minore di 
100, cosicchi nel i.^ caso I'ioteresse i realmente il 
10; nel 3.^ rS; oel 3«^ il 6, ecc^ cast che per Tad- 
dietro erano frequent!, 

3.^ ConfixMitare gli interessi offerti e pagati dal 
govemo nelle diverse epoche di ciascun^ debito pub- 
blicOy il che pub somministrare indizj e sulle vicende 
del credito govemativo e mlla quantita de' capilali 
offerti al pubblioo. 

4. Somma totale del debito perpetuo; idem del 
debito TitaUzio; 



Digitized by 



Google 



i34 

5. Somna totale degU interessi; 
G)iirrontando le somme del N.^ 4 ool valoic dt* 

terreni, e la somma del N.^ 5 colla rendita di essii, 
«i pu6 talvo)U nuovameate ricoaoscere la fi&Isita delta 
massima ehe riduce tutU la ricchezia ai prodotii del 
«uolo (i) ; 

6. Valoro di too lire di debitor per es., le ren* 
dite al 5 per loo 

di Napoii valevano nel 18^4 • ^^^' 94 

Russia » 95 i;^ 

Austria ^96 

Prussia ** 99 U^ 

Francia • ' » 10:1 

Stati-Uniti » no; 

7. ConfroDtare I'interesse del debito pubblico coU 
r interesse de' capitaii impiegati ia terreni^ per es. la 
terre ia Francia non danao per termiiie medio il 4 
fxr 100 , mentre fiaora il prestito Don ba fruttato 
meno del 5 i;a. All' opposto il goveroo inglese spera 
Jd ridurre I'interesse di tutto il Hio debito al 3, beo- 
•Ai le lerre diano assai piU; 



(f ) Lasallc ifutituendo questi confronti per F an- 
no 1802 presenta i seguenti risultati suit Inghilterra. 
DebiCo pubbUco Valor capitate d^ ttrretd 

in lire sterlincj miUoni 56vL^ miiioni 640. 

Interesse del debito Rendiia delle terre 

lire St.' gi3^86oji86^ lire st, ^SjOOOjOOo. 

Se agli interessi del debito si aggiungono le abre 
spese, si ha la somma di 68,4oo,ooo pel detto anno^ 
ed h evidente P impossibility delle terre a sommini* 
strarla. 



Digitized by 



Google 



8. K^giooi per cui i| cr«dUo wm cormpondtt alle 
nsorfte deUo Stato, oome p. e.» ia Fraacit » «lniena 
per r addietro ; 

g. La raassima destressa copsUtendo nel trovart 
capital! ad iut^resse toioore di quel d&e daooo i cre> 
dili ipotecarj , fa d' uopo indicare le ragtoni per cui 
il pabbiioo ammiDistratore riesce ad oUeoerli, se vi 
riesce. Tuttp il ngdo consute neiraccreacere I'afflut oza 
degU eaibitori di capttali; $\ nccresee rafBuenui ac- 
crescendo la iomina de* vantaggt offerti ad esti; i 
vaoteggi oflerti ai capitalitli , per es. , ia Franda sooo 
1 seguenti: 

a) U credito non soggiaoe a confisca , qualuiM|ue 
aia r erigine del capilale sommioistrato al goveroo o 
cambiato coUe relative carte. La Borsa preseota vm 
afilo sicuro a luite le fortune di vergognosa prove- 
niensa, e costrette, sotto pena di essere coofisctte, a 
rimanere micoste. Perci6 tutte le riccheue sospette, 
Ulegittime, frodolente si dirigooo Terso queUa masit 
e contribuisconp ad «cpre$cerla^ 

2i) U credito va 9c»wq da quiJunqae imposta, senza 
ricordare altronde che non e colpito ni dalle temr 
peste, w diUla siccitk, ne dalle burrascbe , ne dagli 
iooend]» ne dagli altri malanni cui restaao soggetti i 
capital! nell' agricoltura , nelle arti , nel coidoiercio ; 

c) Stdbile, regolare e pronto u i H pt^mentp de- 
ffi, inlereasi ; la semplice esibizione del titolo e T u- 
nica condizioDe per riceverli^ 

dj Coatante i la disponibilitik del capitals , poten- 
dosi Tendere da un momento all' altro una parte o 
la totality ddlft fua fortiu^a al preszo geuerale degli 



Digitized by 



Google 



i36 

effctti pubbltd, senza ttrumentd d1 tiotajo, senza 
ttkna d'ingegnerey senia intervento di tribunali, senza 
dorer aspettare un compratore , * il q^ate ordinariat 
mente esibisce tanto meno quanto pii)i codoscc il to- 
9h*o bisogno di Tendere. Uo^ parola detta ad un 
agente del cambio basta per Tendere o comprara 
qualunque eflletto pubblioo j 

e) Facilissimo e non oostoso si i il trasporto del 
capitate da una testa all^ altra : in InghilteiTa ii de- 
siderio di risparnaiare le perdite di teippo ha detai> 
niinato i giomi dclla settimani^ e le ore del giorao 
in cui si fanno i trasporti di Gi«(scuna spede del det 
bito pubblico ; 

f) A quest! motivi particolari ft d'uopo aggiangera 
I'attmttiva generate delie speculazioni azzardose oke 
i V origine de' giuochi d'azzardo, ossia la speranza di 
guadagnare senza motto sforzo, speranza che paria n 
altamente al cuor dell'uomo, che fa il suocesso delle 
lotterie piii rovinose, e che almeno una (volta nella 
loro vita tenta i capitalisti pitt saggi , meno avidi e 
piii disposti a conservare lo statu quo della loro 
fortuna; 

10. Riduzioni fiitte ^ubire all'interesse del debito 
pubblico ^ indicarne le epoche, il ribasso e le condi* 
zioni offerte ai creditori ; 

11. Capitate delta cassa d*ammortizzazione destinato 
a comprare gli efFeIti pubblid, a niisura che ne de« 
cade il prezzo^ 

la. Capitale annualmente ammprtizzato; confronto 
tra i piogressi del debito pubblico e quellt dell' aii^** 
laortiizazione in ten^po di pace e di guerra, 



Digitized by 



Google 



i3r 

II. iMormtj € pentieni. 

L GB oDonrj vogliono etsere pangoiiati eoi te- 
guenti oggetti: 

I. Prexzo dt* grani OMia delle oo6e neoMsarie alia 
wssisfcnia d' una fiuniglia, cioi H daqae mdmdui 
erau Qnando ronorario A inftriore a qaesta spesa, 
i doTeri Don tono eseguiti , o al dovere aotlenira la 



a. CapiuUe impiegetto nettac^uuio ddlt cognhimd 
neeessarie alt eserduo detP impiqp , oapitale obe si 
cstrngne eoUa Tita dell' hnpiegato. Se Tonorario oltra- 
U Tilto, HOD oompensa largamento quel eapitale e gla 
interessi, il setne delle cognistoni e in generate dello 
abilitk deperisce : SubUttis HiuUorum preUit , eikun 
stadia peritura. (Taeito, jinn. XI, 7);- 

3. Tentazioni e poterc d* ahuMart dcWimpiego i ua 
meziA di neo trail ssam la te&tasione « i di accra* 
scere Y onorario ; 

4. Graviii del servizio. Le legioni di Pannonia pa* 
ragonaDdosi colle tquadre pretoriane osserraTaoo cfae, 
meDtre queste Tivendo in metco agU agi della eapi- 
tale ncevevano 16 assi al giorarti, esse, esposto a tutti 
i pericoli della guerra , non ne otteneraDO che 10; 

5. Insabibriti locale ^ giusto motivo per cui gli 
stessi impieghi ottengano inaggiori ononirj, onde com* 
pensare le 4pese di piU firequenti malattie, e il daono 
d'ona vita piii corta \ i qoesto priadpaloienle il easo 
degH iropiegati europei nella maggior parte deile oo* 
lonie dore muojono come le mosche.> 

Siemme le cognisioni , I' onoratezaa e lo telo pel 



Digitized by 



Google 



i38 

serviiio pubblico AOQ spno mai abbafUoEa ricompea- 

satiy percib resU a ricercare : 

6. Dopo qaaati acmi di •ervisio o^ca ronorarjp e 
ID quale proponionel 

7. Se la destitutime 4ebba assets pr«ced<ita,da 
prof»$M> ragolare? 

Gli onorarj de' Tarj impieghi coolroolati coi gradi 
d' abUiU e fatica t^ecefsarj ad ^eguiroe i dovcri ^ 
servoDO a dimostrare la sapiensa e la giustiiia de' go- 
varaaoti o l^opposta, coma i peiai d'una m^cbina 
diiaostrano Tabilita o inabilita del i^accbUiista , se- 
oondo che aoQo propor^onati o no alio sfono ch^ 
devoQO fare: i pezsi deboU o iQutili ia)pedisiu>Qo a^in- 
pre I' aaione negolara degli altri. Solto rimperalore 
CosUozo erano mille i barbieri di corte^ mille i cua* 
chiy il resto a proponiooe. Uo barbiere di ooite, ol- 
tre gli ooorai*! e le grattficaxiooi riceveva foraggi 00- 
correoti per niaatenec^ venti uomioi e venti cavaiti , 
mentre maoca^ano gli stipendj at professort delle 
4cieiue. 

OU onorarj a i segai 4i »tinia Gi*e«centi in ragioap 
deU'iautilila pubblica degli impteghi e deiriDulilita 
personale di cbi li oacupa| del che r^iQaogooo tuMiora 
taaii esampj nelle corti a«atiche, vogliono essere 
coosiderati : 

!• Coase aggra?j al pubblico tesoro^ 

^ Cotiae for«e nodve oeUa.loro sfera d'altiTita, 
quaiid' aocbe ooa si trattatse <iie di vmditori di fu" 
niOs come 81 as#eriftQa di Veironio Turino.sottp Ales* 
sandro Severo \ . 

3. Coma eauia oQrruttrica di^Ile abitudini intellet- 



Digitized by 



Google 



«39 
taali « morally dirtttuaeiite nelk datm ch« aipiim a 
eoascguirii, indirettaiiieDta nel puUilioo che • pooo 
a poeo s'ahitiis a stimarli. 

II. Lc pansumi daimo loogo a due dimaade prm« 
dpali : 

I. A cpiali condisioai vi coaoedaao lotalmcale o 
panialmenie T 

a* Come u forma il fondo che le pagaT 

III. MateriaU pel servizio pubblico. 

II pagamanto pill o meoo oMtoso di ffuesti <>g» 
getti dipenda dai BBiOdo d'amaiioistrasioiio domwiaDle. 

la lo^Herra il goverao procvura che tutta le opera 
puU>licliBe Tangano eseguiia da private coapagDia» 
awnqua i poisifaile^ in Fruuim il govaroQ 8uoIa eae* 
guirle eg^i »te«o. U priiao pfesia al trt per loo de' 
cafMlali agK abitaali, aedb eoitruiflcano i lavori utiti 
alia soeietiL 11 sacondo Cogba a prestilo de' capitali 
dagU akkanli al ^dy al S9tte^ A seUe e mezzo, onda 
i lairari oba crede uttU agli abitanti. 



§ 3. Ordine ne* pagameniL 

I. Yolendo fosteaere il credito pubblico, 4 necet* 
sario die i capitali«ti che prestarono il loro denaro 
aUo &alo , siaao pagati pria di qualuoque allro. Ne' 
pro^petti delle speae deiringhilterra, gU interetsi del 
debito pubblioo oomparisoooo prima della iista civile) 
cio^ que' creditori looo pagaU pria del re e della &- 
iniglia reale. Questa preferensa religio$ainente osser* 
vata colpiiot T immaginauoae di cbiuaque e dissipa 
le diffidense. 



Digitized by 



Google 



i4o 

If. Vdlendo dimm«(re rioflueiua deU'lnteresie per* 
fonale e deHe affeeioni private ne' comoiissarj del te* 
6oro, e necessario stabilire quaiche ordine ne' paga* 
menti degli onorarj, giaccb^ la cassa non essendo s em* 
(>re ftufficiente a tutti i suoi obblijghiy sono necessarie 
dtlasioDi, e resta luogo a piti arbitrj. Pria delia ce- 
lebre legge, di cai Y Inghilterra va debitrioe a Bprke, 
i coqumissarj del lesoro erano incaricati, oome lo sodo 
attualmentei di pagare tutti gli impiegati del governo. 
La giustisia Toleva che tutti fossero pagati a viceada 
nella stessa proporsione e colla stessa prontezea , a 
misura che i fondi veniTano versati nella cassa. Bfa 
iitssuna legge poUtica serviva di scorta a questo prin- 
eipio d' ugaagUanza. I oommissarj si preudevano tutti 
gii arbitrj , usavaoo quelia preferenza che A ben na» 
turale di supporre. Essi pagavano dapprima i loro 
ainici$ e si pub ben credere che aoo dimenticaTana 
ti stessi. I ritardi ne' pagamenti erano' sorgentt di 
eonthiue lagnanze. Che'cosa avrebbe fiitto un legi- 
slator dozzinale 7 Egli avrebbe ordtnato che ciasonno 
a proporzione della riscossa , fosse pagato ugualmen* 
te ; e y per dare al suo regolamento la forma d' una 
kgK^ » afvipebbe minacciato quaiche pena' di'retta ai 
eontrawentbriy senza riflettere se non sarebbe agevoie 
la trasgressione. Burke prese la cosa in altro modo. 
Egli stese , per le diverse classi degli impiegati , un 
prospetto d' ordine, nel quale la preferenza e dovuta 
in ragione inversa del loro credito. I commissar) stessi 
col primo ministro chiudono questo prospetto, e non 
possono ricevere uno scelUno della loro paga , se ii 
portiere non ha ricevuto 1' ultimo soldo della sasu 



Digitized by 



Google 



St fosse itato perlMss6 ai cofUfoissari di pagani i 
primi e di .seguire la scala progressiva per gli infe* 
riori^ sotto pena di perdefe ^ssi stessl uDa parte de' 
loro onorarj, quante difScoltlk , quanta kntezxa, quanti 
imbaracsi Don si sflrebbero Mncontrati? Chi avrebbe 
Tolulo addossarsi Y odioso titolo di delatore 7 Quaatl 
pretesti noD avrebbero essi posti in catnpo per giu- 
stificarsi ? Nella combinazione di Burke, finchi essi 
non hanno coropito il loro ddvere , perdono M godi* 
mento del loro intero salario , e lo perdono senm 
imbaraszi e sensa processo. Renduto costituzionale in 
qnesto modo, il loro «onorario diviene realmente per 
essi la ricompensa della loro prontesza a pagare gli 
allri. 

I ministri , in onta della legge> potreU>ero pagare 
si stessl , senea avere pagato gli oitrir eredltori della 
lista dvile ; non y' ha forza fisica che dopo la legga 
fesse Talerole a riteoerii piil eh^ priftia* Ma» in coll- 
segnenza della legge, questa contrayventione sarehbe 
un delitto palpabile, una specie di pecniato, al quale 
la pubbfica opinione oppone un freno potentis!dmo. 
Pria della legge la negUgensa ne' pagamenti era fre- 
qnentissinia ; ella avera Y appareoza d' on sempUee 
alio d' ommissione ; dla non potera essere coUocata 
sotto aicitn titolo dei delitti; e di piii, era ftcilissinio 
palliaria con piii specie di pretesti ^i). 



(i) Bentham^ Theorie des peinet et des MeompeiH 
ieS| lout. JJj pag. a5-27. 



Digitized by 



Google 



i4» 



PARTE SETTIMA 

l^B I T U D I n I. 

SeZIONE PRIMA 

DflLima^ DBGU BLCMENTt TOPOGRAFICI 
gULUS ABtTUDDU. 

CAPO PB.IMO 
mvaofLk sirixB ABiruBon ihtkuettuau. 



In pQtk 



In meno* 



h Tf$pogr^ termeqUea e idmiMea {Infiuem^ dJU^. 



Mi^ L'EttKopa dcT« ia 
parte lo Bviluppo ttreordir 
ntrio deUe toe fiMdItk in* 
Idlettmdi pet ciii priacgy 
gia MiUe aitre parti del 
giobo I lo deve , di^i , ai 
due immensi braeei del 
grande Oceano, il Medi- 
^erraneo e il Baltico ( e 
relatiTi golfi ), i quali in- 
teraandosi eBtesameate nel 
eontinetite quasi caoali sca« 



i.^ Quaado un conti- 
nentei come TAfrica, lua- 
go i8m leghe; largo 166O) 
noo preaeata ia un'estea- 
siOBe dt piii di a,75o,ooo 
kgbe quadrate ohapo- 
ckissicbi fiunai di lungo 
corso e &cile navigasione; 
quando i suoi porti e le 
sue rade offroao di rado 
ua aailo ai vaMellii final* 
Diente^ quaftdo niMun gal- 



Digitized by 



Google 



rati iMk tMnra ttl mezr 
foA ed ai iiord, rieevMdo 
numerosi e grandi fiumi 
oaTigabili la maggior parte 
deB'anno, aprendo la stra- 
da alle piii lontane spiag- 
gie del globo, promovendo 
il camfaio de' prodotti pro» 
inoTono il cambio delle 
idee ; giacche la civilizza- 
zione si sviluppa col com- 
mercio suUe sponde de' 
fluari , alia foce de' fiumiy 
in mezzo ad isole fertili e 
poco distant! (i)« 



141 

fe , niMiui mare uiediter- 
maeo uanaptfe una sMda 
Terso que»te immense ma«- 
se di terra^ un simile coih 
linente , ditsi , privo di 
estesa comunicazione col 
reslante del genere uma« 
no » sembra de^tinaCO a 
rimanere nella masmna 
parte ro2zo , incapace dl 
sorgere a quel grado di 
eivilizzasione , cui parted- 
pano da piilseooll le piil 
rinomate region! del globo. 



. (i) CaUeau ^ .dopo 4tapere wpasio i prvff'tssi del 
eommerch suUe sponde del Baldoo nel XFII secolo^ 
aggiunge : a Danzica e KoenUherg^ il viaggiaiore del 
fnezKodk sentiva variate il ft4iAcese^ PitaUano^ e seor^ 
geva edifiz/ simili a ^uelU di Parigi , di Londra , 
d^ Amsterdam. 1 prvgressi assodandosi gU uni agU 
altri ^ d(ffondevasi un gusto piU rimarchevole per P »- 
struzione e coltivasione delle scienze , delle lettere ^ 
delle artL Colie cariche de* na\^iglj gjiungfivano libri 
daUf Alemagna , Francia , In^Uerra^ giungevano in^ 
sirumenti necessarj agli astrononU , ai geometri ^ ai 
meccanici. La navigazione agesfolava i s^iaggi , le co^ 
mtvticazioni d'ogni genere'm e le scoperie^ le invenzioni 
trusmeiievarui facilmente dalle sponde della Senna e 
del Tamigi a quelle del Maelar e della Fistola. Si 
pub accordare questa influenza alle relazioni eommer^ 
dali che esistevano aUora tra il Nord e it Mezzodl, 



Digitized by 



Google 



i44 

. 3.^ Ajratttica civilizza* a*^ In gfuerak le pO« 
ti'fm^ cMI'Efjitto opQOorse poiaEioni isolate;, qiAaloiH 



con tanta maggior ragione quanta ' che le torrispom. 
denze Ubrarie erano moUo circoscritte y e i giornali ^ 
in piccolo numero , kon circolavano conie at presents 
( Tableau de la mer Baltique , torn. 11^ pag, 2i5). 

Scorrendo la Finlandta ^ vtde la cMUsunmUt 
esUndcrn bmgo le costcj e le Citti moWplica^i piU 
ohe nelTintemo. Abo^ ne i la capitale \ ella e situata 
sopra una ris^era che si getta nel Baltico^ e the agt- 
i^old te telazioni e i trasporii commerttali. 

Tntomo al golfo di Ctistiania la twilittazione e 
PindusVria de\Iforvegi ebhero la culla e giunser0 a 
maggiori gradi di petfezione, Li esUtetle negli scorsi 
ifecoU Opslo , prima residenza dei re i primp centro 
de* rapporU politid e religiosi delta ' nazione. Li si 
sono formate ^ n£ tempi piU modemi , dellt citti ri'^ 
marchevoli per la loro popolazione ed agiatezzfl, com6 
Toensberg J tiolmstrand ^ Drammenj Friderikstadt ^ 
Moss, e Christiania, eapitale della JVorvegia dopo la 
deradiima d' Opsolo. 

F'oleie seoprire 4 primi sfoni degli Attmannt pi? 
progressi delie scienze? dovete portare i vostri sguardi 
sul Reno. Cotonia ebbej fino aal XIII secolo ^ un*U/* 
niiPersiti riwile di quella di PaHgi e di Bologna j e 
ehe era it com^egno generate non solo delta gioventU 
alemanna j ma anco di qwjUa della Danimarca j 
t^^etda , Norvegia. Bicerche esatte ed iniparsiali hanno 
assicurata a Magonza la gloria ctavere inventato Parte 
delta stampa. Le prime stamperie furono slabitite a 
Strasbourg J Basiteaj Francofotte ^ Heidetberg, La 
hibUoteca di auest* ultima citti era la piU sheila e la 
piU ricca detVAtemapuL nel XVI secolo. 

Filadetfia J fabbricata in situazione commerciale 
feticissimay ^ divenuta la sede delle scienze amencane 
a* nostri tempi*, 



Digitized by 



Google 



il Ntio, it qimle, alle sUe 
estremita injferiori divideo- 
dosi in diSerenti cfttidli , 
t secooddto dairarte ilpiv 
Ira uiia &die oDmoniCil- 
kione tra te cittil 4i i tiu^ 
nierosi borghi, qiiindi age^ 
TolaTii il Gomtnercib, prb- 
tndveva le artij dirozsaviL 
le pdpolatioiii {Pnoifimento 
the fu arentUd da^ sforti 
deUa sHpersthiofif j cioh 
da tinafoi^ nioMle che 
iaholid ^ piu potenie detle 
foriejtsiches e dU^ qUah^ 



145 
que sM Posticoto <^ le 
titega disgiuBle , preieD- 
tano maggiori gVidi^d'i* 
gnoranta e tttezeita. « I 
M Gotaids ( uho de' po* 
9) poll d<^l t)ecaiiy penisola 
» neiriridie) vivendo in 
^ paese copei'to dl hion- 
A» ta^e e fbreste ate^aiio 
9 poca comtiriicAkioDe tio' 
>» iorb Vicini, ed atiche 
M attualnitote n th>vano 
>i in imo ftlato di bari>a- 
M rie reiativa ». EgK ^ 
<}hesto 10 stato dfe' pro^ 



GtdHdo qiUBsd t simill JatH lioii h nUa intenzioHe 
di asserire che P aiione degU dementi topogra/id^ at- 
iorchk prpniovendo il idanihio delle merci promove il 
tambio delle idee, sid una cadsd wticaj onnipotenie^ 
tselusiva; qtdndi ragioHerebbe ttorianienie chi dice§se: 
paragandie la tif^ia oHiica e la Ortda modcrna : 
ft circoitanze topograficht sono huiora le sie^sej ep^ 
pure la Grecia ntodema i ffuasi hdrbara a fronte 
deir anticd. (^liesto argomento^ dissi , htncKe npeluto 
da pih scritiori j non pi*ova nulla , giaccl^ a soppri' 
wiere f tizioHe fa^ort^ole delte cause fisich^ coneofTe 
kdora V azione delle cause nU>raUi conic I* ho prwdb$ 
niplP agricdltura J nelle arti e nel coniniercio, Aii pare 
drover deiio attrove che quando una iromba nescti 
dd inalzar P acqua ^ non si pi^ dedurre che Pacqud 
per sh stessa non icnda a cadert, 

f^ilosdf. della SmUi ^oU If^i io 



Digitized by 



Google 



i46 

do snen€ a seemare^ lasda 

alle fisicheta prevaUnza^ 

il che prova che queste 

forze si combattono , non 

che Vazionctepograficasia 

nulla)* 

Si pub supporre con 
fondameDto che il Gaoge 
e gli altri fiumi delia ca- 
sta orientale delia penisola 
Indiana, i quali, come il 
Nilo , 81 dividono in nu« 
merosi canali, hanno avu- 
to ugual parte nella civi- 
lizzaaone di queste altre 
contrade delPOriente. 



prietarj in Livonia , e dt' 
coloni in piU luoghi del* 
1' America, tuttora distant! 
dalle citta. 

Pocbi abitanti del can* 
tone di Schwitz sanno leg- 
gere , scrivere , conteggia** 
re, e tutti sono dominati 
da ecccssiva superstizione^ 
perchiy per andare alle 
scuole 9 tenute dai parro* 
chi solamente nel yerno , 
fa d' uopo fare ogni gior* 
no a a 3 leghe ed anche 
piii 9 tra monta^ne sco« 
scese , tra i diacd e le 
nevi (i)l 



IL Suito termometrico ( Influenza dello ). 



In piu, 
3.9 Nelle zone temperate, 
e principalmente tra i 4o 
e 6o gradi di latitudine , 
si siiccedoDo le varie pro- 
spettive delia primavera e 
dell'autunno, i calori mo« 
derati delia state , i rigori 



In meno. 
Z° Doye h eccessivo il 
calore dilatandosi all'estre- 
mo i metalli , risulta di* 
sordine negli orologi, nei 
pendoli^ negli strumenti 
astronomici, il pregio prin- 
cipale de' quali si d la 



(i) Picot y Statistique de la Suisse, pag, 355. 



Digitized by 



Google 



talatari del verno. Qaesia 
successicme delle quaUro 
stagioDi e ignota fira i tro- 
pid e Terso i poiL Ora in 
qaelle latitudini abitano 
attualmente i popoli piil 
istruiti y piil inciviliti , e 
quelli cfaedaono prove di 
maggior coraggio in terra 
e in mare. Sembra cbe nei 
paesi doTe nonsi conosce 
la state, gli abitaoti man- 
chino di genioy o almeno 
di spirito e di gusto, men- 



•47 
pre«^itione; quindi v*i di« 
scordania nelle vaiutasioni 
astronomicbe (i). 

Ne' paesi in cui gela il 
mercurio cinque mesi del- 
1' anno e impossibile fere 
esatte osservaiioni baro« 
metricfae e termooretri- 
che. 

Ne' paesi in cui 1' in« 
chiostro resta gelato sette 
od otto mesi, non si ha 
spedita ia fecoltk di get- 
tare i suoi pentieri sulia 



(i) Un viaggiatore scrive da Dongota (neila JVubia): 
« Lcs chaleurs excessives qffectent singuUeremeni le 
«r sextant. L'erreur de coUimation change d?un mo*' 
u ment ^ Vautre lorsque je crois Vas^oir bien diter^ 
« mine J si je rSp^te Pohservadon^ je trounce toute au^ 
u tre chase, Le vernier ^ qui auparavant embrassait lo 
u minutes de la division du lunbe ^ montre ^ present 
<c lo' 5S*\ Lorsque je prends des distances lunaires^ 
** je trouve souvent des sauts brusques' de So^ 4^^ ^^ 
u secondes, souvent dune minute enti^re ^ que je ne 
« peux attribuer qua une expansion soudaine dans 
u le limbe de Finstrument, Je vous avertis de cela^ it 
ujin que vous ne m'imputiez pas toute Perreur ^ en 
« cas que vous trouviez des grandes differences dans 
« mes observations. Je prends cependant toutes les 
« precautions possibles^ fivite tanl que je peux tou" 
u tes sortes derrcur^ ecc. »> ( Journal des voyages , 
t XIX^ pag. 377-378). 



Digitized by 



Google 



148 

Ire la dove non v' ha iu- caru , o fii duopo fiir tts0 
vernOy se non 1' abitante , d' incomoda matita. 
certamente Teuropeo per* Ne^paesifreddis8UDiruo« 
de, quasi Ami , la facolta mo constuna di piii e oon* 
di peosare {i)* suma cibi camei; maggior 

, tempo ridiiedoodosi per 
procurarsi il vitto a dige* 
rirlo, ne resta piii pooo 
per pensare* 

III. Siaio termomeirieo ed igrometrica {In/ktenza dtUo)* 

In piiL In meno* 

4^ II dima asciuttp de(- 4"" ^^Ue Uole AnCiUe ^ 



(i) Le Hoir conserve enWe /b tropiquei toute$ hi 
Jbrces physiques f inieUeciuelles et morales qi^il d recu 
du Criateur, Le soteil le plus brulafU bd laisse toute 
son Aiengie j et ce soleil meme , si ardent quHl soit g 
lui sujfii iL peine j puisijfu'il c^erche tous les sohrsj el 
mfime duram le jour , un suji^AAnent de chaUur aw' 
pr^ dun foyer qu*il He -laisse jamais Aeindre. Le 
tlancj au contraire^ qui s^eihfe des tones temples 
pers tdquateur , ddgihJtre dune maniere iris^s^isible i 
U est comme aniand pendani dix heures de la jour- 
ndej tout exercioe de corps et mirne d esprit kd de» 
pient impossible } U^ un quart-d'heure de lecture est 
un T^table supplice. Si quelque partisan de la per^ 
fectibiUti indifmie de Vespice humaine se trowait en'' 
ire les deux tropiques ^ ce seroit parmi les noirs el 
non parmi les blancs quHl pourrait recueilUr quelques 
fails i Pappui de son systeme (Journal de voyages j 
t Ills pag, 275-376)* 



Digitized by 



Google 



i49 

rdto Egitko, dim^trato atteso U calore e rumiditik 

tale dagli ankichissimi ma* del ciiroa , t oosa dllBci« 

iKMcritti trovati iatatti , la^ Kssima, per dod dire iiiH 

•da largo campo alia fa* possibile , di guarentire I 

eolta di sttidiare, potendo libri dalla comnione, dat* 

lo stesao libro senrire per Yermi, dagli intetti ; quin- 

molte genenBiooi su^oes- di I* esercizio della faoollk 

tive. di studiare i pill dispen* 

dioto (i)i 

IV. JspeUo del cielo ( Imftuema dell). 

In piU, ^ In meno. 

5.«E ionegabile label- 5.^ Net ciroolo polara 

leua del cielo della Gre« le continue Debbie tolgo* 

cia e dell' Italia^ corne i no di vista git oggetti ed 

inpegabile cbe le beUe arti impedisoono le osserraiio* 



(t) n Una df^ piU^gnmdiJiageltt del tevanie^ dice 
» FiUoison » spno i vermi eke rodono i Uhri e vi 
m fiumo infinkamenie pih guasU eke nelle nastre con- 
m wade (francesiy Tuite le bibUoteche dei Gesmti a 
» Salanko , Scioj Saniorino^ Nascia cdanchea Oh 
n standnopoU , eadono in polvere j i manoscn'tti, an^ 
99 eke di caHapecora, subtscono la siessa sortCj ben^ 
9» chk pU iarai. Percih neWEuropa cristiana ^ in /n- 
» f^Uerra , a Pangi^ si trovano manoscritH greci 
» molto pU andchi che non sono quelU del monte 
m AAos y di Patmos e di tuite le altre bibUoteche dH 
I) Levante da me yisitate. Piu libri ch'io aveva pot' 
■t tati meco dalla Fntnda^ furono tutti rosi dai vermi 
9 in due amii n. 



Digitized by 



Google 



i5o 

otteonero in qocsti paosi 
la primazia. Le nazloni 
€6tere non roandano i loro 
allieTi in pittura o scullura 
a Parigi o a Londra^ ma 
a Firense e a- Roma. Gli 
artist! delNord hanno in 
tutti i tempi sentito il bi« 
sogno di un altro clima ; 
tutti quelii che si sono 
distinti nella carriera delle' 
belle arti , si sono formati 
in Italia , o almeno hanno 
•entito y (quasi dissi , per 
istinto il bisogno di vi- 
' >em (i). 



ni' astronomiclie: gli ac- 
cademici francesi andati a 
Boraea per misurarvi un 
grado del meridiano, do- 
Tettero talvolta arrestarsi 
su d' una montagna ( con 
pericolo di restarvi inti- 
rizziti dal freddo^ otto a 
dieci giorni , onde aspet- 
tare il mom onto che il 
▼ento del Nord dissipasse 
le nebbie e permettesse 
d'osservare i segnali (2). 
Le continue nebbie im- 
pediscono V uso de' tele- 
grafi e de' cannocchiali a- 
stronomici (3). 



(i) JEf^ i eerto che il eielo in dascun paese pre- 
scnta un aspetto differente* La volta azzurra j che ^ 
per un' illusione ottica j Urmta dappertuUo la nostra 
vista^ sembra pih bassa in Inghilterra che in Francia. 
.L* ItaUano (^rca invano ^ suUe sponde della Senna , 
jquesto del purOj sereno e immense j ques€atmosfera 
dfun bleu chiaro o d^wi rosso infocato che contribul 
cotanto ad inspirare Corre^o e Rafaello, 

{2) Maupertidsj OEuvres, L III^ pag, log. 

(3) // dottore Holland osserva che se gli Islandesi 
abbondano di opere poetiche ^ mancano di opere filo^ 
sofiche. 

Lc docteur Holland aUribue cclte dcmiere circon- 
stance a la confusion avcc laqudlc se presentent les 



Digitized by 



Google 



i5i 
CAPO SEGONDO 

^FUIKVZA DBOU ELEMBIITI TOPOORAFIGI 
SULLE ABlTUDim ECOEfOMICHE. 

J. I. j4Uoggio ( influeiisa mc. suU' ). 

I. Malmali. 

In ptik In meno. 

T.^ InEgitto il calore e i. L'umida m sabbiosa 

la ticcitli deir aria permet- Olanda i costretta a di- 

tono di costruire le case niandare roccie alia Nor- 

COD semplici mattoni cotti vegia per costruire le sue 

al sole, maocando il com- dighe, ed immeosi marmi 

bustibile per cuocerli e le all' Italia oode guai'oiroe 

pictreper £ime le veci (i). le sue case. 



phdnomenes physiques du paysj phdnombne.^ soumis a 
aucune r^gle fixe et contrariant toute analogic. Le 
dtsordre est Hen capable de boideverser Ventendement 
humain et de rendre mds tons les calculi qui pour^ 
roient etablir des principcs gJn^raux. II est certain 
que les Islandais sont tres^'superstitieux ^ ce qui prO" 
vient indubilabUmcnt de leur sefour au milieu a*une 
nature terrible el desordonnee ^ oh les rJsuUats ne 
sauroient se concilier ensemble (Annales des Toyages^ 

u XV in, pag. 294;. 

(i) in alcuni dittreUi delt Inghilterra e della Sco^ 
via si impiega argilla mista a pagUa costruendo i muri 
de* giardini , le abitazipni de' giomalieri ed anco It 
case fie* fittajuoU, Queste costruzioni altraTersano 
1* lugbilterra seguendo le localita dell' argilla bleu , 



Digitized by 



Google 



1*1 

3.** Id liitti i piieii tfoire «.• Ndle fnoplagiie d^ln 

abbondaino i legoaini da Navarni, benche calcari , 

^iitruaione, sia eke il fredi le cas^ «oiio gea^ralment^ 

dq oostringa tener cbiuae oostruUe god terra ^ e In 

la alMtaziQQi, u^ che i} ca- rpgion^ si ^ che la tess^- 

lore richiegga grandissin[|e iMra di quelle pietre di? 

apertifre non si adopraDO sposte n strati sfogUati, li| 

nftllfs case o^ pietre, nj loro estrenia friabilila ec| 

niattoni, n^ argilip, se )a un pripcipio 4i decompoi 

legge npD ordin^ V oppo- ntione, le readooo iropror 

stp (i). pfie i^ile costru^ioBi. 



<»mf si y^ggono dehr\eaU Hf(la gran carta geologica 
ffi PVilUam Smith, Cask p\h pratiche local! p metodi 
d' agrieoltura o prodotli dellft terre, dipendono dagl^ 
strati roinerali dnc si trpvano neH'intcmo del suolo. 

{%) E k^ ragioiif si ^ c^ queste cas^ sona mena 
^pemBat^ e quasi ugualmcnlc (iurfvofi. 

iili £squimaujp qostruiscono le loro capanue con 
wtve ed in forma infpgnosa, Tn^ capa^ne ^ yifine le 
wi€ aUe akrc, come le Ux fogUe S un infoglio, han^ 
i|o un* Upertura covmne ^he ^. ur^a lunga galieria, 
Gascuna apertura sfrve d* asilo ad unafamiglia. / 
cani restano ^ffla gaUeriaj^ la qua^ essendo hassis- 
^ima escfude P aria esteriore. Se considen^mo or^ 
t inferno di quesia cap^umuiy noi vediamo di? qua* 
drati 9oU4i di neye regotarmente tagUati come pe%u 
di gntnikf ^ posti ff/i uni sopra gli altri in mode di 
formare una specif di ycka soUdd. ^Ua k^se di qucy 
sta capa^na circolare^ alta now^ pi^y e larga otio^ 
si vede girare w% hd^co formak> vgualmente di nevf 
fa^iaiaj delle pelfi iP animali lo coprono ^ ed egli 
sffve nel tcmtpo siesso di scanno e di letto. Si riscal^ 
^|io aiHste capann^ fol Jf{U>co d' u^ (amnada^ e {f^ 



Digitized by 



Google 



5.^' I tabi di terra colta- 
per la distribuxioae delle 
^vcqut nelle oate, sono pre- 
fbnbili ai tobi di legtio di 
imi si fa tattora mo a 
fjopeohagueo. I Romani ae 
ne senrWano, e, atteso il 
Immo preuo, sono preferiti 
aLondra ed a Vienna ai 
tnbi di f^hm? 



|53 

9.0 Non si pu2» far nso 
de' tubi di terra cotta 
nella Siberia, ^ocbe per 
quanto sta profondo i| 
Iffttp in cui TengDno colv 
kcati, SHOO raggiunti da| 
fttddo 9 quittdi spennti. 



bice vi penettYi atipa%ferx6 Jtuna piastw di gfitacciQ 
^ serve difinestra. La stessa costruzione^ fo stesso 
nmieride nel Labrador ^NoTelles Anoale^ do Toya- 
g^, i. XXIs png. i4o.i4i ). 

La mantnwui di legnami da costruzionp ha obhli- 
0aio V ahitanie delP aitipiano eenirale P dfl nord 
delT Asia ad alloggiare soUo tende coperie di pelii 
e di stofft » proi^e^iend le wne e k altre dalle sue 
grrggie, Una necessity simile ha prodoUo lo stesso rit 
sukaio nelP Arahin. AW opposiOjf nelP Jndia td altre 
coniradp simili, ricche di kgnami^ e soprattutto di le^ 
gmame di datterij^ quesf use si ^ irovaio cortfonne ok 
t indofenta degU alntand, ugu^Hme^te chf alia doU 
pesaa del cUma. L* uno e f altro genere di abitauioni 
aoft ojfrono nulla, di stabile ^ nuUd di soUda* Le dtth 
deW Asia spariscono come gU imperii di cui sono i 
fentri momentan^. 

Questo camtfere generale delle abitaiioni asiatiche 
fsclude necessariamente il gusto de* mobili preziosi ^ 
de* quadri, delle statup^ quindi le bcl^ arti nan POf^ 
lOffo faryi pro^ressi. 



Digitized by 



Google 



i54 



II. PianL 



In piu4 

l^° ABcnare le case sopo 
di pitira j inolte baimo 
id pianij e finrseono id 
terrazxi inyece di tetU. 
Case di pietra a set piani 
si yeggono iq piti citta 
capital! deir Italia da Ve- 
nezia a Napoli. 

Molta popolazione ao 
cumulandosi sopra ristret- 
to spAzio , ]e case assor- 
bono minori capitali, ben- 
cbe ne 5offra la salute. 



In meno. 
4'"^ Noil SI pub far «so 
di materiali pesanti j ni 
costruirc molH piani Be' 
paesi frequentemente sog« 
getti ai ierremotij percib 
sono basse le case a Lima 
capita le del Peril , non 
banno che due piani Del 
Giappone , e solamente il 
piaa terreno a Sant'Jago, 
capitale del ChiPi. Vogliono 
limiti all' altezza de' piani 
i violenti uragani , perclb 
S. Giorgio, nell' isola Saa 
Giorgio tra le Beroiudi, ha 
case poco alte (i). 



(i) Sant^JagOj come le altre cittci del Chitij e fab' 
hricata in modo da eviiare gli effetti del lerremoto\ 
Le strode sono s\ Iqrghe die gli abitanti ritirandos^ 
net mei'ho non possono temere di restart offesi dalle 
case eke rovinano. Costnitte con mattoni seccati at 
sole, sono generalntente coperte di • pagUa intonacata 
con argilld. La mqggior parte delle case hanno un^ 
giardino^ altro rifugio in cui si ritira l^ abitante men" 
tre la terra tre^na, E siccome gli alberi che id ere* 
jcono , sono piii alii che le case^ qtiindi Sant'Jiigo^ 
vista da lun^i , prescnta fiiii V aspeito d^ una foresta 
che d^ una citta. 



Digitized by 



Google 



I» 



HI. Forma. 



In pik. 

5.0 Le case d' AJeasan* 
dria come quelle di tutti 
i paesi in cui le pioggie 
sooo rare, hanno im tetto 
piano. 

Se si esaminano le ca- 
panne degii abitanti deUe 
isole di Tana, degli Amici, 
d' Otaiti, d' Anamoka, si- 
tuate in clima caldissjino, 
le sc(Aigerenio tutte aperte 
ed in modo ch? 1' aria tI 
circola con facilita, essendo 
state costrutte a solo fine 
di servire di rifugio in 
tempo di pioggia. 



In 

5.^ Ln case nell' Abtssi* 
nia sono capanne rotonde 
ooperte d' un tetto eonico, 
fi>rma necessaria contro la 
Tiolenza della pioggia. 

Le case de' Lapponi, de* 
Siberj, de' Kamtchatdali 
ed anoo degli Svizzeri sono 
cbiuse diligenteoiente: non 
▼'ha aperture che le ne* 
cessarie per entrarvi, rice* 
▼ere un po' di luce e la« 
sciare uscire il fumo. I 
Lappont hanno spinto Pin* 
dustria sino a costruire le 
loro case sotterra onde 
conservarvi piii facilmente 
11 calore (i). 



(i) Quindiy a misura che c'inoltriamo ne^ paesi set* 

ientrionah'^ P architettura t costretta ad impiccoiire le 

finestre^ ristringere le dimensioni dellc stanze ^ rnold^ 

plicare i ripari contro il freddo e i vend aquUonari^ 

iniavolare ? pavimenti , ecc. 

Gli architetti della Galizia dimostrano piu d*avere 
foJUo i loro stud) in Italia che di.consultare V influen* 
za degU elementi topografici^ quando fahMcano sotto 
il 54-^ gfodo di latitudine come fahhricherebhero sotto 



Digitized by 



Google 



r56 

6. Porto^Ricco. Inveoe 6. Dalh fine di settem* 
di Tetri che conservereb- bre alia fine d'aprile dop« 
|>ero eccessivo calore ne» pie finestre di Tetro a Pie* 
gli appartamenti , le fine- troburgo, e tra esse uno 
9|re sono guarnike di veli, strato di sabbia: doppie 
di gratioci^tey d'etterqn k porte cbe mettonoalle 
impostef scale o ai oorridoi Don ri* 

scaldati; quasi tutti i pa« 
▼imenti intavolatL 



// 43. Ite hro case, con tetti orizzoniaU, croUano sotto 
la neifej le hro finestre ^ aUe una testa ^ veftgono spez» 
uUe da cofyn di vento'^ ^ necessana unaforesta per 
filimentare i loro cammmiy alti quindici fncdi, lar^ 
dieci'^ la neve vi si predpiiay gli ostndsce e non di- 
diaccia f'Annales des voyages, t XV^ pag, 292^. 

Alcuni paknu a Mosca, costmtd sen^a riguardo al 
ob'ma^secondo il gusto iialiano^ non sono abitabilif n 
pub dtare tra questi il palazzo di Pascbokw, degno itun 
Sovrano per la sua grandezza e mofpuficenza^ ma s\ 
poco abitabile^ che it proprieiario h stato obbligata 
di farsi costruire un altro piccolo alloggio a parte (Ao- 
pales des voyages, t. /, pag, 53), 

L' architettura greca semhra poco comfomente anche 
€U climi paldissimiy esposti net tempo stesso a grandi 
pioggie^ come, per es,, Calcutta^ giacchh taltezza dei 
colonnati e Vapertura de^porticij lasciando troppo ao- 
cesso al sole, conducono ncWinterno delle case un 
ralore eccesswo, Questo inconveniente i ancora mag* 
giore nella stagione delle pfoggie*^ F acqua penetra dot 
ttttti i lad nelle casCy e le rende inabitahiu, L'archi* 
tettura tin po'^pesante degU Indiani^ o i nutri spessi e 
fe piccole aperture del goHco-europeo y converrebbero 
(fssi^i me^o (Ann^les ^% vpyages^ L Xf^I^ pag, 347)- 



Digitized by 



Google 



IV- Piani e Jotme. 



tSf 



In piu. 
7. A Diinkerqae si abt- 
fano le cadtitie , iitt6to 
cbe le case non hanno 
che un piano od tfl piii 
due* Si pNtende ohe que* 
sd sollerrtuiel noo siaflo 
uoiidi, percfae soao sca- 
tati Delia sabbia delle dune 
die e molto seoca. La 
tiAsm sabbia i catisa per 
eui essendo oosa perico* 
losa Teri^ere Ckbbricbealte 
sol suolo^ se ne accrasce 
la prafond&ta al disoUo, il 
eke aoinebta la spesa gier- 
Haliera di looeartificiale ( t^. 



In merto* 

7. Le inondauoai deU 
I* Elba rendoao impossi' 
bile I'uso delie oantioe ill 
Baroboufg. 

Nella citUi detU Pi^ 
▼inee-Town nelManachua* 
sets ( America setteotrto' 
male), situota sulk punta 
d'ttna stretta lingua di ter* 
ra, lunga 7^ migltai id 
questa dtfky le case sor« 
gODO sopra pilieri in modo 
che le sabbie csicdaie dal 
vento possono passare dl 
soCto; aeoza qoesta pr€r« 
cauzione le case resterdv 



(1) ji Bagdad s ne* pomi di lugfio e d^ agosto U 
iermometro di Fahrenheit j OlP ombra j sale spesso a 
gr. 120 e i4o. Gti abitand si Hfugiano attora in op' 
parta/nend chiamati Zardanb , Jormaii esprtssameni€ 
tra i fondamenti delle loro case, Vsando tuUe le pre 
cauzioni uossihiti per accrescenie la freschezza , essi 
passano m quesii mesU riliri le pih calde ore del 
porno, Ciascuna famif^a ne esce al iramoniar del 
solcy e salt sul tetto, voglio dire suUa terrazza delta 
casa per prendervi il cibo dclla sera. Si donne anche 
dlt aria aperia^ fincliJk de* venticelli freddi venendo a 
spirare improm^isamente durante la nolle j costringoMf 



Digitized by 



Google 



i58 

bero ingombrate e 60<* 
perte (i). 



I domiienU a ncercxire gU angoli piU caldi delle loro 
ahUazioni ( Journal des voyages t, XVI 11^ p. i oo- 1 o i ). 

Africa: Da Schowey a Loggoun paralUlamente alia 
riviera Schnryy v^ ha una regione poco frequentata _, 
coperta in parte di maremme^ d'aofue stagnanti e di 
ogni sorta d^ insetd incomodi , tra i quali le zenzare 
dal pungolo acutissimo. GU abilanti di quesd tristi 
luoghi hanno T abitudine di tenersi molte ore del giomo 
nelle loro capanne^ composte di cinque a sei cellette 
inchiuse le une alle altre, e costrutte in mode che li 
guarentiscono quasi interamente da^ insuld di questi 
insetti (NouveUes annales des voyages, as^ril 1825^ 
pag. 1%) 

(i) Ach^n [isola di Sumatra), Le cast in generate 
sono fabbricate sopra palafiXte di bambou, ed ofite 
alcuni piedi sopra il suoloj accib P acqua innondante 
possa passare di sotto nella stagione delle pioggie 
( Hist, de Sumatra^ t, II j p. 224-^25 ). 

/ Siamesij abitand sulla sponda deljiume Menau^ 
sono costrtui ad alzare le loro capanne cinque a sei 
decimetri sul suoloj per preservorsi dalla conlinua 
umidith che lo straripamento delle sue acque cagiona. 
Taivolta la loro precauzione giunge al pnnio di co* 
struire le loro capanne sugli alberi ^ alia 'cima de* 
quaU salgono col mezzo di scale che ridrano per te- 
ma di sorpresa mentre dormono* 

Nell*Oerland, penisola in Norvegia^ i magaztini^ ne* 
quali si custodiscono il pane^ il fomiaggio j il burro , 
I grani e cose simili , sono separati dagli altri edifizj 
e situati per la maggior parte nel mezzo della corte 
di ciascuna casa. Staccato il loro pavimento dal suolo 
sorgono sopra pilastri , afflne di impedire i sorci di 
penetraryi ( Fabriciusj Voyage en Norv^ge, pag, 256 ). 



Digitized by 



Google 



S. I tetti, a Cachemire, 
in piatta-foroMiy Mmo co- 
perti da denso strato di 
terra mobile, la quale gua- 
rentisce ie case dalla neve, 
Abbondante nei verno, e 
le rebde allora calde, vi 
introduce nella stale una 
frescbezza piacevole, men* 
ire gb innumerabili fiori 
ch'ella produce, adescano 
Poccbio co' loro colori e 
Todarato co' loro profumi, 
dando a Cacbemire, vista 
da utt'eminenza, I'aspetio 
d' un immenso parterre , 
riocamente sraaltaio (t). 



«^9 
8. Non ^i pub iar uso 
delP accennata piatta-for- 
ma, mi delia terra mobile 
sui tetli dove e forftissicno 
il Tento e copiosa la piog- 
gia^ qui lalora ri si poB* 
gono sopra grosse pietre, 
accib il vento boo tr««- 
sporti Tarmatura di le- 
gname » come , per es. » 
suite moDtagne di PoK 
nella Romagoa , iaiora si 
coprono di sole canoe , 
onde prevenire i danni 
dfUa caduta de' tetti, co- 
me, per es., al Capo Buona 
Speranza (:»). 



(i) Journal des voyages ^ t V ^ pag. 76. Le case 
sono di legnoj atteso la frequenza de* terremoti. 

Si osserva to stesso uso nella Sx^eziaz sotio quelle 
eapanne di legno coperie di uerdara nella state j VaU 
lerius e Cronstadt fondarono la mincralogia, Ber* 
gmann creb la chimica e la geografia fisica j lAnneo 
pose le basi della botanica, 

Non fa d^ uopo per altro rappresentarsi queste obi* 
tazioni come meschine baracche^ pri\^e rT ogni coniodo 
ed deganza, Le fondamenta sono per lo piu di pie^ 
irOy costrulte con moUa soliditd, U amtaiura interna 
e vestita di ta\fole pinte ad olio j si riempiono i vuoti 
con peccs catrame, llcopbdios onde impedire al vento 
e al freddo di pcnetrarvi {Catieau, Tableau des Etats 
danois, t. IIIj pag. 96-97 ). 

(2) Jfclla contea di Werdenfels ( Baviera ) i tetU 



Digitized by 



Google 



t()0 



V. tespositioHe. 



In pitL 
^ E Ufso immemorabile 
tieile Alpi idafittiiile di n- 
volgei*^ le flilcfstre'delle 
tase verso meszod), essen* 
do \a e^positiotte piii ire- 
tea neila state e pih colda 
tiel vertio. lafatti i tenti 
Atari ni che soffiaod sulla 



In mtM. 
g. Seguendo Wiiliant 
Petty nelle sue congetture^ 
2 cosa curiosa tidirio fte^ 
dire che Londnk s'aocr<s 
aeeift priticipalhlente dal 
lato delPduest, peixdi^i 
dic'egli, 11 tento d'ouest 
regoilDdd ti^ quarti dd- 



t^sta^ producdno un doioe I'anndy e cacciando il f^ 
tepore in quest'ultiaid sta« mo da questa parte topnl 



gione ed una fi'(»che£zil 
tempi^ ddra n<fUa states 
Son essi che filnno fttt- 
lire il termotlietro oella 
stagione fi*edda, e fendond 
II Nizza piti sopportdblle 
Irt state dhe ill mblte al- 
b-e citta, non escluse Pa* 
Hgi e Sti«sburgo» dove il 
Caidre riesce infinitameiiU! 
pill incomodd (i). 



qtiellH dell* est, le da uli 
gran yatitaggiod'atmo^fenl 
In una cittii in cili si don^ 
satna imoiensa qudntitii dl 
olrboii fbssile , vatltaggid 
che determinera le pel** 
sone cdmode ad abifarlil 
esclusivamente , e queste 
tnii'rannd scfco 111 serie de* 
gU artigiani che esse idH 
piegano. 



j^drpasutfio di set ad olio piedi it liifeUo ddU miita- 
I^Uej e sono un preteivaiR^o at passagg^ho corUro ts 
pfoggit abhodddnii che' cadoHo a iorrtftii iH fueihl 
ttlie r^gioni ( P'oL I, pdg. 16^ ). AWopposto neltE* 
fptto Id case non hanno ntppur P ombra deUt gron* 
dajej perch^ non vi piove^ 

(i) Foder^ J Voyage aux Alpes maritime^ i* t Jt j 
pag. 288. 



Digitized by VjOOQ IC 



YL 
In piu. 

lo. Lacostruzioned'una 
fapaona noa costa al pae- 
sano di Giava piii di sei 
a dodici franchi. I murt 
sono oostrutti con rami di 
hambou stiacciati ed uDiti 
insieme come graticci. Non 
v*ha Cnestre^ oon si ri- 
ceve la luce cbe dalla 
porta, il che ha pochi id- 
convenienti in un clima 
in cui tutti i lavori do* 
mestici possono &rsi al- 
Paria aperta, e doTC si 
aspira piuttosto a guaren- 
tirsi dall'ardore del sole 
cbe a cercare un rifugio 
contro il caltivo tempo. 

Le pill grandi case nelle 
quali alloggiaho i capi su* 
perioriy e che richieggonu 
cinque o sei appartamenti, 
non costano piii di il5o 
a 3oo franchi fi). 



i6i 

Costo. 

In meno. 
lo. La costruzione d'una 
casa i un oggelto estre- 
roamente costoso nella citta 
di S. Pietro e Paolo net 
Ramtscbatka, e ne £ causa 
la mancanxa totale del le- 
gname che fa d^uopo far 
Tenire dall' interno del 
Kamtscbatka. Una piccola 
casa che Tagente della 
compagnia d' America ha 
fatto costruire pel depo- 
posito delle mercanzie, gli 
cost6 piii di lo^ooo rubli. 
Una simile casa non sa* 
rebbe costata piti di 600 
ad 800 rubli a Pietro- 
burgo. La ragione si i 
che il legname non pub 
essere trasportato nella pri- 
ma citta , se non se con 
molta dif&colta e pericolic 
e che non si coslruiscono 
che case di legno (a). 



(i)NouveUes Annales des Toyages^ L XII^ p. 187- 
i3g. 
(a) Parloftdo della spesa non dimentichero che ^ st 

Filosof, dclia StaLj vol, IF. 11 



Digitized by 



Google 



lC2 

VII. Darata. 

In piiL In meno. 

11.^ L' alto Egitto £ la 1 1."" L' India i ima con- 

coDtrada in cui si incon- trada coperta di roTine : 

trano i piii antichi monu- si debbe attribuire Fim« 

menti; si da aile sue pi- menso loro numero aduna 

ramidi la durata S\ 2684 fortissima vegetazione che 

anni alraeno. In quella che si sviluppa ra(fidamente tra 

si vede ad Hilaboun^ ben- gli interstizj de' mattoni : 

che tra tutte la meno con- le ptii belle moscfaee sono 



nellc Alpi eame ne* Pireneij i pastori sono costretd 
ad ahilare in due case j una d! invemo^ nelle regioni 
piu basse J V altra cP estate nelle regioni piu alte^ 
dove si trovano i pascoli. In quella d^invemo si riti" 
rano colle gregge finchk durano le nevi, e vi consu- 
mano le prowisie estive, 

Riassunto degli elementi topograiici 
che influiscono sull' alloggio. 



I.» 


Qualiti mancanza di matenali; 


a.* 


Mancanxa di combustibile; 


3." 


Abbondanza di Ugnamij 


4." 
5." 


Inondazioni t/ualuiufue'^ 
Freddo'^ 


6.' 


Colore; 


7-' 


Pioggia-^ 


8." 


rend; 


9-' 


Sttolo sabbioso; 


lO.* 


Terremoti; 


n.» 


Sorci } 



12.* Insetti, 



Digitized by 



Google 



ttrratay ti seorgono « mas- 
« se di pietre calcari che 
•r serrono di nucleo ad un 
ff monte di matloni non 
a cotti. Questa fragile co- 
«r struzione, forse piii an- 
•r tica delle piramidi di 
m Memfi , sussistc ci6 non 
« ostante tuttora , tanto il 
•r clima deir Egitto i fil- 
ar Toreyole ai monumentil 
« Gi6 che sarebbe distrut- 
« to da alcuni de'nostri 
« inverni, diceil francese 
cc DenoD 9 resiste qui Tit- 
<r toriosamente ai peso di* 
« strtittore d'una massa 
« di $6001199 {^tyyage dans 
la basse et la haute Egy- 
pie, pag. 86) {\). 



|6S 
coperte d* etbe e d^arbo- 
scelli y le racUci de' quali 
insinuandosi tra le fe&sure 
rovinano le muraglie. Qae« 
sta fortissima e rapidissi- 
ma vegetazione i una con- 
seguenza necessaria delF u- 
midita e del calore. A que- 
sta forza fisica s' unisce il 
pregiudizio che ritiene cia- 
scuno dal conseinrare ci& 
che non cosirusse egli 
stesso {i). 



(i) Se fosse possibile che succedesse un camhia* 
menlo momenianeo neW ordine che la natura lia sta^ 
hiliio imperturhahilmente in Egitto j se succedesse, per 
es. , che de' venti straordinarj arrestassero e discio- 
^essero un gnippo di quelle nuhi che il v^ento del 
Nord caccia in estate contro le montagne delV Ahis^' 
siniaj le citt^ e i villa^gi deW Egitto sarehbero stem- 
perali e liquefatti in alcuae orcj e si potrebbe semi- 
nare sullo spazio che occupavano, 

(2) Esandiiando i monumenti che esistono sidle ahe 



Digitized by 



Google 



>64 

ia.f Da quell* imiBaii- 
•e masse passando aile 
ease, ai tugurj, ritroTia* 
mo che ivi le scale, gli 
sguaoei , i forai , gli aten* 
sil), i fornimenti da ca- 
mera , tuUo i formato coa 
fango misto a pagUa ta- 
gliata, cotto al sole^* e 
tutto dura almeno quanto 
la Tita d'un uomo {Idem 
ibid,, pag. 73-74), 



1 3.^ A Unterseen, can- 
tone di Beraa, si veggo- 
no case di legno, le quali 
sussistono dal i53o e i65o 



I a/ Dair India passan- 
do airAmerica meridiona- 
le , troviamo le stesse for^ 
se distruttrici. « A Buenos- 
u Aires ratmosfera e umi- 
(c dissima^ e le staoze e- 
« sposte air ouest haano 
u sempre le muraglie ba- 
4t gnale e coperte di muf- 
M fa. Itettiy Terse lostesso 
«r lato, sono tutti ingom- 
« bri di cespugli e d'erbe 
u che vi crescono sopra, 
M e che e forza estirpare 
«r di tempo io tempo per 
«r impedire la degradazio* 
« sione delle case n {Jow^ 
nal des voyages , t. V » 

pag. 173 y 

1 3.^ II clima piovoso ed 
unaidissimo al sud-ouest 
del Chili accorcia la du- 
rata delle case che sono 



montagne di Giava^ si scorgc ehe nissuna specie di 
muschio o licheno s^ unisce M* aizione del tempo per 
corroderUj in quelle alte regioni la temperaittra non 
h s\ calda dajavorire la vegetazicne delle piante, le 
radici delle quaU distru^ono s\ rapidamente ^ edi^ 
fizj nelle pianure ( Journal des voyages, t XV III ^ 
pag. 285-286 ). 



Digitized by 



Google 



166 
(Ebd, Manuel du vojO' di Ufgao (I inagguiUni non 
gttir en Suisse , pag. 567, d danno noiizie pih pre^ 
5 edition). cise) (i\ 

t4«^NeUeroTinediPom- 14.^ Ooa deile ragioiA 
peja, distrutta da lySo an- • della poca ricercatexsa dei 
Di circa , ci si tnostrarono, mobili alia Guadalupa , 
dice on Tiaggiatore, i ceppi alia Mtirtinica , e in gene- 
difcgfiod'ansoldatochegli rale alle |isole equatoriali, 
operajtcaTandoscpprirono 01 i Tiaipossibilitk di pre- 
•eduCo sa d'ona pietra. Re- servarli daU'asione diitru^ 
stanoancoramoltipifieridi trice del cKomu Convert 



(i) JfelP isola Penaag o isola del prineipe di GaU 
ies esiste una specie di formica bianca j f insetto pih 
distruttore che si possa imaginare, Queste formiche si 
iniroducono tra i palancaii e le muragUe di terra, 
guardandosi bene dalP iniaccare le pared interne ed 
esteme J mentre ne distruggono interamente il mezzo j; 
percib^ al minor vento^ queste mura^e^ rimaste senza 
forza reale^ cedono improwisamente j la casa prece^^ 
piia^ e lo sgnxsiato proprietario ^ ingannaio da un'ap- 
parenie solidity, rimane tab^oUa vittima di questo non 
prevedulo dccidente, Egli ne ignorerebbe anche la causa 
se una legione di formiche non sbucasse allora dalle 
rovine, e non venisse ad accennargU i nemici che Vas* 
salivano segretamente ( Nouvelles Annales des Toyages, 
t XV^ pag. 160 ). 

GU stessi insetti producono f^ stessi guasH alia 
Martinicaj alia Guadalupa ^ a San Domenico. Essi 
divorano le armadure di legno degli edificf, aprendosi 
il varco in tufti i luo^i col mezzo di gallerie o stra^ 
de coperte che hanno la larghezza de tubi delle grosse 
penne ( Les Antilles francaises, t, I, pag. 96 ) 

NE. Quasi tutte le case sono u^i di kgno. 

J 



Digitized by 



Google 



i68 

diDC , r inverno e motto 
piovosOy ran i diacci e la 
oeve. Questa stagione po- 
co rigorosa rende n^ces- 
saria miiKM' quaotita di 
oombustibile che a Cra- 
covia^ Praga, Vieaiia in 
Aurtria sotio la latitudine 
di So a 48 gradi- 

9.^ Abbiamovediito che 
in pari droostanze decre- 
8ce il calore decrescendo 
la latitudine i or ecco la 
influenza di questa legge : 
iiel Portogallo , per es. , 
non avete bisogno di cam- 
mini fuorche nella cucina^ 
quindi , oltre la dtminu- 
zione della spesa per oom- 
bustibile^cambiamento nel- 
la costruzione delle case; 
dite con maggior ragione 
lo stesso degU altri paesi 
piti vicini all' equatore e 
non elevati sul livello del 
mare. 

3.^ L' abbondanza del 
combustibile influisce sul- 
la pulitezza delle dtta , 
senza ricordar qui la sua 
influenza sulie arti gik ac- 



Nell'isola di Sumatra , 
ben che situata soUo la zona 
torrida^ gli abitanti delle 
men alte montagne ac- 
cendono il fuoco per ri- 
acaldarsi anche a giomo 
inoltrato ( Marsden j Hist 
dc SunuUray L t, p. ^4* 

a.^ Crescendo V intensi- 
ta e la durata del ft^do 
ne' paesi settentrionali , i 
necessarib moltiplicare le 
stufe quasi quabto le stan- 
ze y e tenere chiusi gli ap« 
partamenti. La moltiplict- 
ta delle stuie somministra 
lavoro a cinque o sei dassi 
di artisti. Gli appartamenti 
chiusi, e quindi Paria vi- 
ziata, devono influire sen- 
sibilmente sulla salute de* 
gli abitanti. Fors' anche 
quel continuo calore rende 
piil precoce la puberla. 

3.^ La mancanza di com- 
bustibQe per cuocere mat- 
toni costringe a costruire 
case con fango e paglia. 

Le case costrutte con 



Digitized by 



Google 



eeniMkla altroTe. Lb 
teaa delle dtta, de'bor- 
ghi, de' Tillaggi dell* O- 
landa e doTuta in gran 
parte alia torba di cui ab- 
bondano que* pae^i, torba 
oon eni ai OHOeono i mat- 
toni ehe munisceno i inar» 
ciapiedi deHe strade a dei 
canali. 

4.^ Al Bio delta Plata 
T'eni per I'addieth) Tabi* 
tudine d'ucddere i mon** 
toni ivi oopiosi, asseccarli 
al sole, e farne ammafisi. 
Si Tendevano oome com- 
bustibile per fiscaldare i 
Ibmi de' nattoni, due pia- 
stre e mezzo ai cento. Si 
servono tuttora gli indi- 
geni di materie animali 
per nscaidare tutte le for* 
naciy giacchd i combusti- 
bili vegetabili e minerali 
sono iTi estremamente ra- 
ri [NouveUcs Annala des 
voyages^ t iV, pag. 344- 
345). 



169 
fengo a paglia portauo 
«eoo Tinsalubrita e il pe- 
licolo di inoeildj. 

La mancanxa di oom- 
bustibile oortringe gli abi- 
tanti del paese d' Aunis , 
del Poitu e d'lmb parte 
dalk bassa Normandia ad 
abbmdare lo iteroo bovi« 
no, wA a tonre una forsa 
all' agrksolttm. 

4.'' Alia baja di Baffin 
( 77 gr* di latitodine ) le 
eriche-, i lioop6dj, i grotsi 
licheni, sono gli unid pro* 
dotti delta vegetaiione. U 
licop6dio che cresoe atiboa-* 
duitemente all'alteiaa di 
sei ad otto poUid , bagna- 
to neH'ofio o uella gra- 
sda delle fodie o de* nar* 
Tali , serve di stoppino e 
produce un calorsuffiden- 
te per cuocere i cibi, ri- 
scaldare gli abitanti e it- 
luminare i loro tristi tu- 
gurj ( Journal des voya* 
ges, t. Illjpag. 1 80;, 



Digitized by 



Google 



170 
2 4* ^^^ (produzione, eons€ivaz£on€ , ikapio)* 

L Influenza luUa produzionc e eonsetvazione. 



In piu. 

iJ^ I prodotti cereali , 
in estensione , giungo- 
00 siho al 69^ di lati* 
tudine Dord> in aUesza^ 
aorgooo sino al 12^00 
piedi; ma entro qq^sti li- 
mit! r uomo pu6 procu- 
rarsi anche i prodotti aoi- 
mali delle greggie bovine 
e peoorine. 

2.^ Un vastaggio die 
oolgono i Rossi dal rigore 
del loro clima^ si i quelle 
di poter conservare le pro« 
prie provigioni. Le brave 
fiiccendierey append veg- 
gono venir il gelo, verso 
la fine d' ottobre, ammas- 
xano tatto il poUame am* 



In meno. 
u'^ AJ di Ik del eg"" 
di latitudioe » la natu- 
ra non preventa altra ri- 
sorsa ^il* uomo. cbe \% 
caccia , la pesca e la pa» 
storizia de' renni ; quindi 
q«fi)le popoiaiioni souq li- 
mitate ai cibi caraei. 



a.^ L'umidita unita al 
calore non solo soompone 
e Qorrompe tutte ie vi- 
vande con sorprendente 
rapidita fra i ti*opici » ma 
fa nascere roiriadi di in- 
setti che divengono un 
nuovo flagello per gli £u<- 
ropei ivi domiciliati (i). 



(i) U umidita e: lo stato di temperalura piii favo- 
revole alia fermentazionc d£ grant cd alia moUiplica- 
zione degli insetti che li dii^orano ^ ella accelera la 
fermentazionc putrida delle bcvande , ecc, Qitesti e 
sitniU fenomeni dimostrano i vanta^ delle osserva* 
zioni igromeiriche. 



Digitized by 



Google 



maodiiandolo in una tina 
a strati e separando ogni 
strato di polii coa uao 
suolo di neve, doode po- 
scia 11 cavano secondo il 
bisogno y e coa rispar- 
miaoo per molti mesi il 
mantenimeato di queali 
animali. I yitelli gelad di 
Arcangela, cha si portano 
a Pietroburgo, sono ripii- 
tati i miglion del paese, 
e non si distinguoD^, da 
queUi che furono ammaz- 
sati di fi*esoo ^ essendo 
ugualmente sostauuosi. 

3."^ Dal 36 al 48 grado 
di latitudine lus&ureggia 
la Tite in compagnia del 
frumento; quindi I'abitante 
pub mangiare pane di fru- 
mento^ ceveale che coo- 



171 
Soemando Pumidita e 
crescendo il calore si pu6 
conservare delle cami an- 
che bra i tropici , come 
ho detto altroTC (i). 

L' influenza de' diversi 
gradi d' umidita nella dis- 
seccazione de"* pesci i tiata 
aocennata nel primo vo- 
lume. 

Parecchi fatti dimostra* 
no dunque che I'igrome- 
tro e ii termometro sono 
esatte misure di piii rami 
d'economia domestica. 

3.^ Dove prospera so- 
lamente la segale o i'orzo, 
I'abitante e costretto a 
contentarsi di pane men 
nutritivo> e here birra o 
sidro. Si ti*ova in questo 



(i) Un calore aUivissimo e secco riesce ad inaridire 
le carrd al piinto da poier essere ridotte in polvere e 
conservate in questo stato pe^ tempi di carestia^ come 
fanno i cacciatori Bosjeroen , tribii qffricana ne din- 
tomi del Capo Buona Speranza ^Journal des voya* 
ges, torn. XIF ^ pag. 74). 



Digitized by 



Google 



17^ 

titno maggior glutine » c 
bere vino , bevanda che 
condene maggior spirito. 

4.^ La situauone di Pa- 
lermo a piedi di un an- 
fiteatro di montagne, le 
procura in gran oopia le 
<acque piil pure. Si fanno 
satire alia cima delle case 
col mezzo di tubi di terra 
cotta. Oltre un gran nu- 
mero di fontane , t' ha 
nella citta di moiti pozzi, 
de' quali si fa freqaentis- 
simo uso, perche I'acqua 
ne i buona e la tempe- 
ratura costante. 

Tripoli si procura I'ac* 
qua pe' bisogni giomaUeri 
raccogliendo la pioggia in 
cisterne situate sotto le 
corti , e nelle quaii con- 
servasi sommamente pura. 
£ questa la sola acqua 
che si possa ottenere net 
paese, giacche i'acqua che 
trovasi nelle terre e sal- 
mastra. e spiacevole al 
gusto. 

5.^ In Italia e simili la* 



stato gran parte deirAle* 
magna, la Prussia, la Sve- 
zia, la Norvegia, I'lnghil- 
terra, ecc. 

4.* Veuezia , Roma , 
Parigi j Londra e cento 
altre citta sono costrette 
a fare raggoardcToIi spese 
per procurarsi T acqua di 
cui mancano , e che non 
sempre ottengono ottima 
per I'alimento gtornaliero. 
Nulla, ni ancfae il Golis^o, 
non rappresenta meglio la 
grandezza e la popolazione 
dell^antica fi.oma, quanto 
quegli acquedotti che at« 
traversando valli e monti 
le conducevano 1' acqua 
taholta .da paesi distant! 
70 miglie. 

Zo^eir (in Egitto) non 
pub avere cisterne perchi 
non vi piove , ne pozzi 
perche non trovasi buona 
acqua sotterra. U acqua 
di cui fanno uso le per* 
sone ricche , vieoe da una 
fontana distante 8 a 9 le- 
ghe dalla citta. 

5.® In alcune parti del* 



Digitized by 



Google 



titudini essendo possibile 
la colli vasione di qualun- 
que specie di oereali y si 
pub fabbricare qualuoque 
specie di pane. 



6.^ In Lombardia la 
temperatura permette di 
far pane ogni giomo del- 
I' anno. 



7.^ In quasi tutti i paest 
si serve di combustibile 
per fiir cuocere gli ali- 
nienti. 



8.^ Nella Lombardia una 
libbra di pane vale meno 
cbe una libbra di burro. 



.73 
la Nonregia , a Tryssild , 
e nelle parti piii montuose 
deir Oesterdal , i forsa 
fiir uso del pane fatto con 
poca farina d'orzo e cor* 
teccia ( Buch , F^pyags en 
Norv^ge J t I , p. 169). 

6.^ In Yal Formazza , 
aita 648 tese sul liTeilo 
del mare, non si fa pane 
che una Tolta all' anno : 
il freddo ne i in parte la 
cagione. 

7.^ Nelle isole del gotfo 
detto Bredefiord (Islanda^, 
Ti sono torgenti ^ calde 
che gli abitanti se ne ser- 
vono per far cuocere la 
came (Gatteau, Etats d*zn* 
nois^ torn. II, pag, a46)* 

8.^ Nelle monlagne el- 
vetiche una libbra di bur* 
ro vale ineno che una 
libbra di pane. 



II. Bisogno {Influenza degU eUmend topagrafici sul). 

In piU. In meno, 

9.® I popoli delle con- jq,^^ L' espericnza che 

trade raeridionali non ban- insegna a ciascuno che 

no bisogno per sussistcre nella state scema il biso- 



Digitized by 



Google 



174 

che d'una cerUt quantita 
d'aiimento molto inferiore 
a quella che e necessaria 
agli abitanti deli'ouest e 
del nord deU'Europa. lo 
ho vcduto a mangiare i 
paesani d'AIsazla, dice Fo« 
derd, e certo uno de' loro 
praazi basterebbe per tre 
giorni all' agricoltore di 
Marsiglia. I soldatt delle 
potenze alleate {giunti in 
Francia) mangiavano due 
volte pjii che i paesani 
a Alsazia^ ed io non con- 
siglierei punto agU Ale- 
manni e ai Russi di fare 
un lungo soggiorno nella 
bassa Provenza e nelle Al- 
pi marittime , a meno di 
non mangiarvi le loro scar- 
pe e i loro cinturini, come 
successe ai primi nel 1799 
( Voyage aux Alpes ma- 
ritimes^ t. II, p. 188-189). 
L'umidita del clinfia in- 
gtese esige che T abitante 
si a alimentato con sostanze 
molto nutritive, tanto piu 
che i cereali inglesi hanno 
meno glutine. che queili 



gno di mangiare, rende 
credibili i seguenti fatti; 

a) La quantita ordina« 
ria di alimento consumata 
dalla maggior parte de' 
Bedouini , non oltrepassa 
le sei once al giomo ; sei 
o sette dattili bagnati nel 
burro fuso, qualche poco 
di latte liquido o ooaga- 
lato basta ai bisogni gior- 
nalieri d'un uomo ( An- 
nates dcs voyagcsy t. XXI II , 
pag. 8a ). 

b) Le Vaillant nel Viag- 
gio al Capo di Bitona 
Speranza , parlando degU 
effetti del calore , dice : 
un calor soffocante toglie 
poi anche Tappetito e la 
came fresca o salata non 
eccita che avversione^ quin- 
di non sf faceva piii cuo* 
cere cosa alcuna. I miei 
Ottentotti dormivano di 
giorno ^ ed io non viveva 
che di biscotto, e tutto il 
rafEnamento della mia sen- 
sibilita consisteva a ba- 
gnarlo nel latte di capra 
che mi riusciva sempre 



Digitized by 



Google 



ddl< contrade meridionali, 
< lo stesso pomo di terra 
abbonda meno di fecola 
ehe quello di Francia. 



175 

aggraderole ^tom. Ill, pag. 

c) L'lDdiano, collocato 
in region! prodigiosamente 
fertili^ come ho detto al« 
troTe , ha minori bisognt 
che rabitante d'Earopa, 
e TiTe con minore spesa* 
Un tessitora si nutre con 
una libbra di riso la quale 
ghcostaoentesimi. 3 a 4 
guadagna giomal-* 

mente. • . • . 3o 



lo."" L'Artois e T Hai- 
naull sono i cantoni del la 
Francia piili prodivi al- 
P ubbriachezza. Non 50I0 
gli uoroint ma anche le 
donne si gloriano d'essere 
potent! bevitrici. Questo 
vicio cresce a proporzione 
die si inoltra nella Fian- 
dra Austriaca, e va see- 
mando a misura che si 
avanxa nella Picardia. 



Gli restano per gli 

altri bisogni . 27 a a6 
10.^ Delia Spagnaedei 
Portogallo dice Linz : Gli 
abitanti non si accostu- 
mano al vino, e la quan* 
tita che un Tedesco od 
un Inglese ne pub bevere, 
dopo un corto soggiomo 
in quel paese^ sensa sof- 
frirne danno 9 basta ad 
ubbriacarli ( Voya^ en 
Portugal, t I, p. 179) (i). 



(i) L^ubbriachezza h ben piu comtme nelNordche 



Digitized by 



Google 



176 



$ 5. Abiti. 



In piu, 
i.^ Abbiaroo veduto nel 
1. 9 Tolttmey cbe fra i tro- 
pid i minima la Tariazione 
nell'igrometro, nel termo- 
metro, nel barometro« Que- 
tta oostante temperatura 
lasciala ftcoltk di cambiare 
frequentemente di abito e 
aeguire gli ioTiti della mo* 
da; anzi il calore e Fumi- 
dita promovendo lo svilup- 
po di iD$etti schifosi , i 
forza cambiare di camicia 
almeno tre Tolte il giorno. 

2.^ Ne'paesi caldi e ven- 
tilati^ il corpo trovandosi 
in istato di continua tra- 
spirazione, gli abitanti ab« 
bisognano di ampi abiti , i 
quali da un lato rendono 
meno sensibile I'impressio- 



In meno. 

i.**^ Ne'climi molto Ta- 
riabiliy cpme, peres.,nel- 
1' America settentrioaaie , 
dove nel cuor della state 
81 danno giomi e notti 
fredde, e in ogni tempo 
innumerevoli vicissitudini 
nella temperatura, e forza 
essere molto circospetti nel 
cambiare d' abiti, se non 
si Tuole soggiacere alia 
flussioni catarrali , dolori 
reumaiiciy neuralgic e si- 
mill conseguenze della tra* 
spirazione soppressa. 

2.^ Sicoome i Tcstimenti 
conservano tanto meglio il 
calore quanto piii imme« 
diatamente s' applicano alia 
pelle, e le parti che co- 
prono le estremita lasciano 
minore accessoalPariaeste- 



nel Mezzodf.j dice Bonstetteni^ Vacqiuis/ite e il veleno 
della Norvegiaj della Lappoma c di tutti i popoli al 
di l^ del Baltico (L'Homme du Midi el rbomme du 
Word, pag. 75). 



Digitized by 



Google 



be del calore suUa pelle , 
e premuniscono contro le 
▼aridiioni atmosferiche^ dal- 
rallro permettooo al ca- 
lore del corpo d' esalare, 
e all' aria d' assorbirlo ciN 
oolando. 

Quindi dominaDO abiti 
larghi e ondeggianti nel- 
I' India, Arabia, Turchia, 
Spagna , Portogallo , eco. 

3.** I paesi umidi, Tioini 
al mare J ai fiumi, ai Ia<- 
gbiy allepaludi, ailerisa- 
je, ▼ogUono cfae I'abitante 
abbia ooperte tutte le parti 
del oorpo, accib gli umori 
galleggianti nell' aria non 
siintroducano pe'pori della 
pelle, sempre pronti a ri- 
ceTerlit 



4.** Neir Africa meridio^ 



177 
riore, percib ai popoli set- 
tentriooali coiiTengono abi- 
ti stretti e serrati. 

Gli abitanti de' paesi 
freddi abbisogoano di es* 
sere ravToIti in peli , i 
quali inceppaodo V aria non 
le perinettono di circolare 
liberamente e rubare al 
corpo il calore. 

3.** Dove e forte il ca- 
lore a scarsa la Tentila- 
sione, gli uoraini non si 
vestono cbe per deoensa. 
I ragazzi Tanno nudi sino 
air eta di quindici anni 
nel Sennaar, in tutto il 
Nilo sQperiore, nell'Abis- 
sinia , ecc. A Giava le don« 
ne si contenlano di attac* 
carsi intorno alle reni una 
specie di grembiaie che 
non oltrepassa il ginoc- 
chio (i), 

4.'' Atteso P indole sab- 



(1) Carinzia Nella vallata di Geil le sottane dellc 
donne giungono a stento alia polpa delle gambCj uso 
comandalo dalla naiura delle strode in paese mofi- 
tuoso, 

Filosof. della Stat.^ vol. IF. la 



Digitized by 



Google 



178 

tiale si troTaoo frequente- 
mente deile sabbie si ri- 
scaldate dal sole net cuor 
della state , che gli indi- 
geni stessi non possono pas- 
seggiare se noa che con 
zoccoli ai piedi (Journal 
des voyages J t XX, pag. 55). 
A Parigi, oltre T indole 
tenace di quel fango, il 
numero delle giornate pio- 
▼ose7giungendo a 1649 a 
i85 , ed anche 223 , deve 
aocretcere il consumo ge- 
nerate della scarpe (i). 



biosa, secca, noa estrema- 
mente calda del suolo , 
Tartigiano arabo viag^a 
a piedi nudi con una sem- 
plice camiciuola. Uominl 
e donne yanno per la mag- 
gior parte a piedi nudi 
neli' India* 

In generate ne' paesi 
caldi lieve i il calzare e 
scarno in roodo che il pie- 
de k mezzo scoperto j il 
che , a motivo del freddo 
e delP umidita , non i per- 
messo ne'dimi temperatL 



{ 6. Comodi e incomodi, 
L Forma del suolo { Influenza deila ). 



i.^ Le citta inpianura, 
suscettibili di comode stra- 
de y permettoDO V uso delle 
carrozze a chiunque ha 
mezsi di adoprarle. 



i.^ II ripido pendio delle 
cittk fabbricate sulle mon* 
tagne ammettendo solo Tu- 
so de' cavaili o de* muli , 
le signore sono cpstrette 



(i) Hermawstadt. Le donne e gli uomini non escono 
di casa che sdvalalii^ giacche le strode non essendo 
seldaie^ nh munite di ghiaja , nel verno e in tempo 
di pioggia si ha fango sirto a mezza gamba , e nelia 
state si e ahbissati nclla poh^e (Journal des Toyages, 
t Xri, pag. iii). 



Digitized by 



Google 



%.^ la iDghilterra T'faa 
on niunero prodigioso di 
pertone che TiToao alia 
campagna tutto f'annoy e 
la residenza de' quali con- 
tiene tutti i comodi d'ua 
soggtomo abiCQale, e tutti 
i raffinamenU del lusso piii 
rieercalo si neiP intenio 
ddle case che ne' dintorni 
di esse. Abbiamo Teduto 
altrote che il soggiorno 
di questi sigoori nelle cam- 
pagne esercita tnoltissima 
influenza sull' agriooltura. 

3.^ Viaggiando in In- 
g^terra non si ha biso- 
gno d' alcuna previsione, 
m& altra solteciludine aver 
si debbe fuorchd quelle di 
lenere ben fomita la bor- 
s*; OTunqae v^airestiate, 
qoalinique bisogno vi sor* 



179 
ad andare alia caropagna 
a cavallo (i). 

a.^ Non possono i si* 
gnori scozzesi cambiare le 
loro montagne in soggior- 
ni di lussO| giacchi un 
paese sttuato in mezzo ad 
immensi pascoli non pub 
somministrare agli abitanti 
che lana e montoni ; t tutti 
gli altri oggetti piii raffi- 
nati doTrebbero essenri con- 
dottida grandissime distan- 
ce per istrade inipratica- 
biliy per conseguenza con 
straordinaria spesa. 

3.^ Nella Svizzera, par- 
tendo di mattino per sa- 
tire una montagha, i ne- 
cessario munirsi di pane, 
di formaggio, di salunie^ 
di kirsch-vasser, giaechi » 
in onta di abbondante eo- 
lazione, sarete prestt» tor> 



(i) Impedisce Fuso delie carrotste Veccessiva ri« 
streUezza delle strade, valuta dallo scarso terrcno j 
come nelle isole greche , dove e generate t uso de* 
imdi. UisOla di Lemno avendo grandi pfanure , h la 
tola in cut Fitloison abbia veduto delle carrozxe. 



Digitized by 



Google 



tSo 

prenda, tutto ritrovate or- 
dinato e fatto anticipata- 
mente per voi. 



mentato dalla fame in quel- 
I'aria sottile ed elastica, 
senza ritrorare osterie; noa 
avendo altronde le ostem 
ielti per piii persone , noo 
si pu5 Tiag^are in piil di 
due o tre. 



II. Stato termometrico J igrometrico, anemometrico 
( Influenza dello ). 



In piii, 
4.^ L' uomo , sensibile 
al caldo e ai lireddo, alia 
pioggia e al vento , co- 
stretto a passare giornal- 
meute da uu luogo ad un 
alU*o per motivi di cnlto, 
per esercizio delle arti ^ 
per vicende d* affari y e mo- 
vendosi sopra terreno ta- 
lora ingombrato da neve, 
talora smaltato di fiari , 
deve soDPrire ora nissuno, 
ora maggiori o minori in- 
compdi secondo che pre* 
Talgono i medii o gli estre- 
mi gradi terraoraetrici , 
igrometrici , anemometri- 
ci ; ed anche tra i medii 
e gU estremi incontrar si 



In meno, 

4.^ In Tai-ouan, oitt^ 
sulla costa occidentale del* 
r Isola Formosa (\sX, 2i5* 
20' )y le strade della quale 
larghe 3o a 4^ piedi si. 
tagliano ad angoli retti , 
in questa citta, dissi. Tec* 
cessivo calore costringe a 
ooprirle con lunghe tele , 
sette ad otto mesi dell' an- 
no; pubblica spesa per see- 
mare incomodo ai cittadini. 

A Coupang , cttta sulla 
costa sud-ouest dell' isola 
di Timor , vasti alberi ii»- 
diani ombreggiano quasi 
tutfe le contrade: il loro 
denso fogliame diffonde 
neir aria una freschezza 



Digitized by 



Google 



dd>boDO rimarcheToli dif- 
ferent; quindi si presen- 
taoo einqae combinaziooi : 

I .^ Uoino che senza in- 
comodo pub andare a pie- 
di alia distanza di fih, mt« 
glia; 

1.^ Uomo die , durante 
Peocessivo calore, & co- 
itretto ad andare in ca- 
lesse, come, per es., nel 
basso Canada; 

3.^ Uomo die Tecces- 
fiiTO calore e il pessimo 
stato delle strade forzano 
ad andare a cavallo , sulla 
sella del quale serge un'om- 
breUa ^ come nel Brasile; 

4.^ Uomo con patino 
sotto i piedi persdruccio- 
lare sul ghiaccio come d'in- 
¥emo nella Svezia; 

5.^ Uomo sui trampoli 
come nelle lande di Bor- 
db (i). , 



181 
sommamente necessaria in 
que' cliroi ardenti. 

Ho detto nel i.® toI. 
che gli abitanti di Susa 
non osavano uscire dalle 
loro case nel mezzodi te« 
mendo di rimanere uccisi 
dal calore. 

11 Groenlandese non esce 
dalla sua capanna se non 
che dal maggio al settem- 
bre per vivere sotto le teUf 
de. La terra non i a&tto 
scioLta dal ghiaccio che al 
mese di giugno . ed anche 
allora V& solamente alia 
superficie ^ e nevica conti- 
nuamente sino al solstizio 
d' estate. Ricomincia a ne- 
vicare nelF agosto , ma la 
terra non i coperta di neve 
che al mese d'ottobre. Ella 
non resta a lungo ammon- 
ticchiata , giacch^ quella 
che non e disciolta dal 



(i) Nelle lande di Bordo coperte di strati eTacqua 
profondi dai 3 alii 9 decimetri , non potendosi anda* 
re fie a piedi ne a cavallo^ e meno in cocchioj i pa- 
sioriy obbligati a trasportarsi da un liiogo all* altro ^ 
fatmo uso di trampoli che U inalzano sul suolo ^ e 



Digitized by 



Google 



l8tK 

sob 9 i dispena dal Tea*, 
to ; itta allora Faria ne i 
tatoento rijiieaa , che t 
GroenlaBdesi non osano 
usdreHalle lore abitanoni 
perchA ne ntentirdibero 
straordiuario incomodo ( i )• 



permettono loro di giungere a grandi dUtanze in po- 
co tempo, Questo mezzo altronde prociira lorQ la fa* 
ciliid ai stendere lo sguardo sopra tiUte le landt, « 
VLgUare con maggior sicurezza stU gregge che vennm 
lorq affldato. 

(i) Dal prindpio di novembre sino alia fine di feh* 
hrajo le capanne delle pih ake regiord sui monti de* 
Gigand (tra laBoemia e la Slesia^ lot «o** 35', 5o** 55') 
restano talmente sepolte sot to la neve^ che solamente 
il fumo che ne esce, indica la loro sUuadone. Le per' 
sone cost sepolte vive correrebhero pericolo di morir di 
fame J se V esperienza non avesse dimostrato loro la 
necessity di fare anticipate prosmsioni, Essi passano 
in questo modo mold mesi senza avere alcana co- 
munica%ione cogli abitand delle vaUL Se qualcuno 
mjuore^ i forza seppellirlo nella neucy fincKh un tempo 
pill dolce permetta di trasportalo al sepolcro, distante 
talvoUa molte legfie. Quando quesd soUtarf forzati 
yogUono portarsi ad una yicinacapanna^ sono costretti 
ad uscire dal tetto ^ owero aprirsi un passaggio ab- 
battendo le nevi a stratti ^ poscia continuare il loro 
penoso viaggio con calzarifatti espressamente per que^ 
sCuso. Non h necessario di Jar ossavarCy che la neve 
coprendo da tutte le parti quelle capanne^ impediscc 
la rinnovazione delt aria^ la quale^ guasta diHla re- 
respinaione degli uominij ae* cani^ delle pecore , 



Digitized by 



Google 



i83 
^ 7. PhtterL 

I. SkUo termometrico ( loUueoza dello ). 

In p&. In meno. 

1.9 La possibilita di i.^ Quaado U freddo 
cOrre piacerr sociali e pill passa i — 17 gr. tul lar- 



deUe viuxhey de\^ ^ unitamentc al catdvo alimenio ^ 
agire suOa salute degli ahitanti, 

-^^^^^V ^^ frequentemenle una densa nebhia invi* 
iappa ifueUe regtoni ^ e tahoka densa a segno che . 
rende invisibili gli oggetd^ distanti solamente qualche 
passos inierrompe ogni comumcazione tra le rxue si- 
tuate nelle differenti parti thlle montngnej ed impe" 
dtsce di far uscire le greggie ( Nouvelles Annales des 
▼oyages. /. IX^ pag, 3ai-35 ). 

Lo stato anemometiico produce nltri incomodi con 
4jueUa gradazione che passa tra il pih lieve movimenio 
deir aria e^ I piu violenio uragano. 

I, Comincier^ dai monti de^ Giganli sopraccitati. I 
vend ivi dominanii corrono sempre tra f ouest ed il 
suds tra V ouest e*l nord Ora P incomodo grave e 
condnuo che deve provare la macchina umana^ ^ 
t^mostmta dai seguenti sintomi: 

i.^ Dal deperimento de' muri di tutte le capanne 
dai lato esposto a quella corrente d aria ; 

1,^ Dalla corteccia degli alheri coperta di mur 
schio e di licheni dai lato suddettoj 

3.^ DidT abbassamento d\ tutti i rami diretti al 
sudest ( Idem, ibid, j pag, 38 "). 

//. Capo Buona Speransa. // vcnto dominnnte nella 
stagione detta estii^aj, cioh dai settembre alia fine di 
marzOy soffia dai sud-est e soventi con estrenin wo- 
lenza. Nulla pub guarentire dalle sabbie ch^ egli true 



Digitized by 



Google 



|84 

piaceri misti» i inisurata raomebt) di ReanmuF, so^ 

ila quella eslensione tar- no chiusi gli tpettacoli ^ 



leco. Esse penetrano negli appartamenti piU chiusi e 
ne* bauli meglio serrati. AUora non si pub uscire di 
casa se non se premunendo gli occki contra it pcricolQ 
con una specie d' ocohiaU. 

Ill, Groenland. Frequentemente in autunno ^ tal 
fiaia in estate i venti provenienti dal sud^ diretti co^ 
stantemente verso il nord^ sojjfiano con tanla impeUuH 
sitay che le case sono scosse^ taholta rontesdatey le 
rovine disperse ^ ^ i navigU stessi solievati o traspor* 
tati. BasterA il dire che quando i Groenlandesi^ du* 
rante questa tempesta ^ vogliono uscire per porre in 
salvo i loro cano^^ sono costretti a strascinarsi cot 
ventre a terra per tema d* essere solievati in aria e 
^lanciati in mare, o gettati contro una casta (Histoire 
de la p£cbe, L 11^ pag, 318-219), 

InflueDza degli insetti. 

Tra gli incomodi gravi cui va soggetta la specie 
wnana negli aid gradi del calore e del freddo^ fa 
d^ uopo annoverare le punture degli insetti e ^prind- 
paUncnte delie zenzare^ che^ pochissimo rimarchevoli im 
latitudini temperate^ tormentano V uomo di giorno e 
di nolle nefle rcgioni suddette^ e giova esaminare i 
mezzi con cui egli riesce a liberarsene. 

Pria di parlare delle zenzare stenderb due ri^e 
suUe mosche. 

U eslremo grado deW incomodo prodotto dalle mo* 
schcy incontrasi^ s' io non erroj a Bengasi in BarbOf 
Itaria. IJna mollitudinc prodigiosa di questi insetti pe^ 
tulafUi assedia V uomo nelle case^ insegue il passegr 
giero suite stmde^ il quale, per liberarsene, h ohbU^ 
^alo ad agilarsi conliniuwiente. Sarebbe impossibile di 
^eguirc una lunga conversazione ^ e mono ancora di 
pronunciarc alcuni periodi sonori 4' w/? cfiscono acca^ 



Digitized by 



Google 



i85 
mometrica eke riesoe in- Pietroburgo i aovanti tt 
nocua ai movimenti della troTano allora tentinelle 



dfonicos tenza in^oitire mosche a dotaiiUU Se tieU 
occupato a scrivere^ esse si riurUscono suUa penna , 
ne seguono i rnqvimenti in modo d* impe'diivi di ve« 
dere do eke scrivete, Guai a chi le turba! giacche 
nel loro dispcUo esse si slanciano suit €UsaUtore^ i'ai* 
taccano al suo voho ^ entrano neUe sue narici^ e gii 
Janno provare tormenti incredihili, ^ppena una W- 
yanda isoffiparisce sulJa mensa , che questi insetti 5cU« 
Josi vi si precipitano sopra a torme^ aitali nuove ar^ 
pie, e se ne caedaie diecij ne vengono mille piu ac^ 
canite delle prime. AUro partito non resta che ifuello 
seguito nel paese, cioh di protrarre il pranzo al mez- 
%o delta nottCy ed anche chiudere gli occhi se si ha H 
guHo un po* diiicato {Delia-Cellaj Viaggio da Tri- 
poli di Barbaria alle frontiere occideotalt dell' Egitto ). 
J^ cosa strana che il re della natura non possa pran* 
tare se non quando le mosche dormonol 

Le zenzare che neW Asia^ Africa e America sono 
chiamate maringuoins^ compariscono a sciami immensi 
non solamente ne' paesi caldi^ ma anco nelle camp^i^ 
ffte della Si^ezia, e ancora piu nella Ifapponia e aU 
trove; i oompagni del capitano Parry nfP paesi ^lom 
ciaU degli Esquimaux furono molestaU piu dalle ^en» 
tare che dal freddo. 

Accib il lettore si faccia urC idea della molestia che 
cagionano questi insetti nelt accennate regioni ^ ne rl- 
corderb i gradi estrerni: 

(Ne' paesi caldi ). // celehre Humboldt accerta di 
ix^er veduto sulla sponda dell* Orenoco dei missionO" 
77, le gambe de* quali erano state s\ maltrattate dalle 
tenzare e da altre specie d insetti ivi doniinanti che 
la hianchezza naturale della pelle discernevasi appena 
Jra le injmmerevoli trafitture delle quaU il sangup 



Digitized by 



Google 



i86 

macdiinaumaoa^quiodiyp. agghiacciate ne' ipro ca- 

e., neil roassimofi^eddOfiii «oUi,epiili tOTente pas- 

il massimo calore dell'Italia teggi«ri e cocchieri coUe 

f ettentrionale impedirebbe- oiaoi e 'I naso gelati. 

ro d'andare al teatro tatti i I gioraali fraDcesi del i3 

giornt deiranno e in tutle agosto i8a5 dicevano: H 

Ic ore del giorno (t). caldo d tonto insoffribilc 



travasato indicava U posto ( Journal des voyages . 
L XTI. pag. i3). ^^ ' 

a.* (Nc^ paesi freddi ). Le donne eke nelle compare 
gne della Svesia custodiscono le greggie^ inpecchiano 
presto si per Feccessivo calore delta state^ che per la 
molestia delle zenzare che annuvolano Paria in quelle 
regiom ( Annales des Toyages, L XI, pag, 3i3 ). 

Alia molestia s' umsce la spesa per Uberarsenei or 
ecco i mezzi che si adoprano: 

tJ" Gngere i letti di veil abbas tanza densi per te- 
nere indietrd le zenzare^ abbastanza rari per Gsciare 
U passo air ana che si ha estremo bisogno di rimw 
vare ne* paesi caldi^ 

2.* Formare con erhe e cespugU densissimo fumo 
che soffoca e che tormenta la vista; 

3.® Costndre stanze rinchiuse le une melle altre 
come ho indicaio aUrove; ' 

4.*" Stroppicciare il volto e iutlo il corpo 

a ) Con succfti laUiginosi, rossi o gialU, come si usa 
dai Caraihi^ 

b )^ Con olio di pesce come nella Nuova-Galles ecc.j 

5. Coprirsi il volto con catrame, come videro gfi 
accademici francesi al circolo polare I Maunertuis . 
OEvres, t. IIl^ pag. ii3). \ /^^ t 

6.^ Ritirarsi sopra acque navignbili, come nel Mes- 
sico, provinma tP Honduras, al Capo Gratias a Dio. 

(i) La Persia non avendo dapperttUto la stessa tern- 



Digitized by 



Google 



i87 
Lt scftia termometrica tD AvignoDt die il teatro 
nmora pui' anco i pta- non agisce che una volta 
ceri del passeggio, a ne la seltimana , e la com- 
determina i limiti giorna- media non principia die 
iieri (t) e mensili ()). alle note ore delia sera. 



peraiura^ i suoi antichi re cambiavano di dimara *ۥ 
condo le staff onL La state risieda^ano ad Echatana^ 
il vemo a Suza, la primavera e Paitiunno a Perse* 
poll e Babilonia, 

(i) Isola del Principe di Galles (S^ a5' lat. N. ^ 
lOo ig* 1 5'^ long. ) J situata altingresso dello stretto 
di Malaca^ delta isola Peoaog. Alio spuntar dd gior* 
nOt e fincKk il sole non si h aUato sulle montagrie di 
Quedahj quest'isola rivalizza col favoloso Eliseo del* 
fantichita. Le rugiade id sono copiose e danno un 
vigor nuovo alia sua ammirabile vegetazione: h questi 
il momento del passeggio per gU Europei e gU Indi- 
geni^ essi vi rimangono sino alT ora in cui il sole 
sorgendo sulle montagne Malesi ^ obbUga i ricchi a 
racehiudersi nelle loro case di campagna. (Nouvelles 
anoalet des ▼oyages, t. XV, pag. i5g). 

Calcutta. S'alza dal letto generalmerUe a buon?ora, 
onde godere delf aria fresca del mauino ; a mezzodk 
si fa un pasto composto di vivande caldej che i coloni 
ckiamano tiffing ^ si corica in seguito due o ire ore , 
e si pranui aUe sette o alle otto ; non h cosa rara 
che si probin^i il fwxin%o sino a mexzanotte, e le 
ore si gradite della sera si passano a mensa tra le 
tazze e le bottiglie. (Annates des Toyages, t XIV , 
P^. 349). 

Pietroburga NeUe hmf^ sere d^invemo, il giuooo 
h una risorsa contro la nojai i Russi sono eccelknU 
ne' giuochi di commercio. 

(2) Le partite di caccia che fanno g&' In^esi nel 



Digitized by 



Google 



i88 

a.** N«' climi tcmpcrati 
toQo possibili tutti git e~ 
iercrzj fisici piaceToU dai 
piil faciU ai piii feticosh 
quaiche speciale circostan- 
za topografica na deter- 
mtna la scelta e il piii 
frequente ritorno. La oao- 
fita, per es., k I'occupa- 
zione favorila degli abitan- 
ti di Cosenza in Calabria , 
ti il fucile si e il loro 
piil gradito fardello. La 
▼icioanza della foresta di 



3.<^ Climicaldissimi.ffeU 
I'ATana f^citta principille 
neir isola di Cuba , lat 
23 gr. ) $i i il mmueUo 
che apre tutti i baUi , e 
vieDe ripetuto sino alia 
sazieta; o ci6 ^ a Tero di- 
re, e piil e£Rstto della ne- 
cestitk che della scelta : 
infatti nel minuetio si pas- 
seggia piil che non si dan- 
zi y ed li precisamente db 
che conviene ad un paese 
in cut il minore movimen* 



Bengala^ e alle qiutU prendono parte le donne, sono 
frequenli prindpalmente ne* dintorni della presidenza 
del forte Guillaume^ dove la campagna e piu Hdente 
e la salvaggina d'ogni specie piii abhondante. Quesie 
escursioni comiticiano col mese di navembre e fin^ 
scorto con quello di fehbrajo^ il che comprende un 
intcrsfallo ai quattro men ^ durante i quaU si gode' 
per lo piU d'un' aria pura^ d^ un del sereno e ^ un 
calore moderato (A^nnaies des voyages^ f. VI^ pag. 74). 

Si e la btlla stagione che accresce la concorrenza 
ai bagni d'acque minerali^ che nelle altre epochs 
deli' anno rimangono quasi deserti. 

Aito Canada. JYel luglio e nelCagostOj il calore di- 
viene s\ intenso j che il passeggio e il minimo eserci' 
%io riesce penoso: ovunque vi sono boschiy le zenzare 
sono estremanienle inconiode, Soventi nella state il 
calf) re s* aha a So, 20 sul termometro di Reaumur 
alPombra* 



Digitized by 



Google 



Silm, ridondante di salvag- 
giumey maiitieue costan- 
temente questa inclinazio- 

3.^ Ne' cliini caldi Pora- 
bra si i il primo piacere; 
il bagno i il secondo^ il 
calore ne rende Tuso una 
delisia^ Fabitudine ne fa 
UQ bisogno , la religione 
un dovere; eglt e final- 
mente ricfaiesto dalla pu« 
litezza (i). 



189 
to vi toglie la raspinaio* 
ne e la fona. 



. 3.^ Ne' cliini freddi il 
prinio piacere e nna buo- 
na stufa. 

Unite il calore al vento, 
e 9 invece di hagnardy Te** 
drete TOuentotto ungersi 
con grascia di castrato , 
onde restituire alia pell« 
quella . flessibilita che le 



(i) Quindii dintomi di Gerusalemme avevdnOj al 
tempo de' Giudeij moUi gianUni come al presente. 
Quesd giardini erano do che sono aUualmente sotto 
to stesso clima^ doe boschelti dove albeti ed arbo' 
scelU fioriferi prestano ombra gradita , c dove frt* 
(fuenti irrigazioni ^ edj allorcJie e possibiU , un riga* 
gnoloj conservanQ un? eterna verdura. Nel quadra 
delta felicity che ci presentano i libri giudaici ^ si 
vede iuomo che mangia e beve assiso alVombra delta 
sua \nle e del suo fico. Mo Ui Giudei y dopo d' avere 
goduto del loro giardino^ durante la loro dta^ hanno 
voluto n'posarvi dopo la loro mortCj e nissuna isdtur 
none civile o reUgiosa vi si e opposta: tanto e vero 
che le rinascenti sensazioni comuni superaao nelTin- 
tensiia le idee astratte e generali, 

Nell* Oriente V acqua serve ad apprezzare il va* 
lore dun luogo^ d* una siluazionc qualunque", 'h la 
prima cosd che gli Orientali lodano o criticano. Al' 



Digitized by 



Google 



II teno piacere e ia fanno perdere PimpeCo dei 

pipa, o la masticazione venti el'ardor del sole (i). 
del (efe/nelle ladiet>riea* 
tali. 

II. SuUo igrometrico ( Inflifeiita deilo^ 

In pih. In meno. 

4*^ Deerescendo il du« 4-^ Pochi giorai delta 

mero de' giorai piovosi nei settimana aadando esenti 

dimi temperati, cresce la da pioggta nelP estremita 

possibilita degli spettacoli meridiooale del Chiliy ooa 

pubblici che si eseguiscono vi si potrebbe ' dare ogni 

air aria aperta. lunedi lo speUacolo della 



^lorcfi^ fanno qualche passe^o alia campagna, amano 
stendere il loro tappeto sulla sponda et un rusceUo 
che mormora o aim Umpido logo. Li rimangono as- 
sisi o coricad coUa pipa in hocca indere ^ornate ^ 
finch^ il sole tramontando t chiama ai loro harem, 
(i) Ouesl*uso che ha la sua ragione neW azione 
wdta del calore e del vento^ i voluto anche dal 
freddo. Nulla difende pih efftcacemente la pelle dal- 
P impressione del jreado quanto i corpi grass i. Per^ 
cib vedesi il Lappone e *l Samojedo ^ unto d olio 
rancido di pesce^ jxissegpare a petto nudo suite mon- 
tagne di ghiaccio senza sentime danno, quando il tcr^ 
tnometro di Reaumur segna — 3o a — ^o. I sol- 
dad russi in Siberia si inviluppano le orecchie e il 
naso con pezzi di carta pecora intonacad di grascia 
d oca^ la quale rimane fluida ^ c non scrcpola come 
il sego. 



Digitized by 



Google 



In quesfi climi la don- 
na pnb stare piii frequente 
aUa finestra , il che le ac- 
cresce i) piacer di Tedere 
e d'essere Teduta, il che 
i stimolo aU'eleganza, alia 
pulitezza, alia moda, ben- 
che non Yada sceYro d'in- 
oonTenienti. 



»9« 
caocia del toro , Qome ha 
promesso I'attuale re di 
Spagna agli abitanti di 
quella penisola. 

Le nebbie dense e con- 
tinue rendono spiacevole 
il soggiorao in Danimar- 
ca, oltre di scecnare il 
piacere della caccia, quin- 
di lo smercio della poire 
nitrica, che i un danno 
per la finanza. 



111. Posizione astponondca ( Influenza della ). 



In fih, 

5.^ La durata del cre- 
pusoolo pub misui*are Te- 
stensione de' piaceri serali 
che corre si possono all'a- 
ria aperta. Da questo lato 
la porzione concessa alia 
Svezia, alia Norvegia ed 
altri paesi del Nord, i 
m^ggiore che altrove. 



In mend. 

5.^ II crepuscolo essen- 
do cortiftsimo tra i tropi- 
ci , la notte succede pron- 
tamente al tramonto del 
sole; quindi le partite di 
caccia degli Inglesi al Ben* 
gala cessano tosto , e al 
piacere della passeggiata 
sottentrano i giuochi delle 
carte e de' dadi per trat< 
tenimeDto della sera. 



Digitized by 



Google 



CAPO TEBZO 

INFLUENZA DEGU ELEMENTI TOPOGRAFIC! 
SULLE ABITUDINI MORALI. 

Quelli che hanno trattato delF influenza del fisico 
siil morale, si sono ristretti .ne' limiti del caldo e del 
fireddo, de' cibi e delle bevande, degli aliti della terra 
e de' Yapori infetti dell' aria. In questo capo, per di- 
roostrare 1' influenza degli element! topografici sulle 
abitudini morali , esco dagli accennati limiti e dimo* 
8tro le seguenti combinazioni : 

i.^ Montagne e aggressioni. 
MorUagne e indtpendenza* 
2.^ Deserti e a^ressionu 
Deserli e indipendenza* 
3.^ Isole e aggressioni, 
hole e indipendenza, 
4*^ Confini e contrabbandL 
Confini ed altri delittu 

§ I. Montagne e aggressioni. 

In tuUe le situazioni topografiche in cm P aggres^ 
sione ^ impunita, sorgono aggressori^ come dMl fecciu* 
me sorgono insetti. 

^, Questa proposizione h vera si sulle montagne che 
nelle pianure, si in terra che in mare. 

L' aggressione ^ una conseguenza delle inclinazioni 
naturali delf uomo ; nell' uomo non modificato dalla 
educfizione, noa ammansato dalla religione , non at- 



Digitized by 



Google 



'9» 
•errilo dalk Itgff^ $i Morge, aon ri^iaiAuoiie al Ini* 
rattOy ooDM dice Smith, ma 1' incKnasione alia rapina. 

Egli ama meglio aoquistare prontamente oon peri* 
oolo, di qaello che coo luogo e penoso la^oro : ecoo 
cm, i fttti partioolari alle montagne; 

i.^ j» Uscendo dalle montagne dei Jais^ antica cnlla 
» della potenza maratta, toi troTerete interi villaggi, 
» che, situati in mezso a boschi e a roccie, altro 
» mm sono die campi di briganti, i quali, uicendo 
9 da quest! ritiri, Tanno a rioercare sovente il loro 
» bottino tino in mezso aUe piU ricdie proyiade (i)* 

a.^ » La montagna di Sindjar ( tra Aleppo e Mout* 
9 sel per la via delta Mesopotamia ) £ abttata dai fii> 
» moei Fixides, questa rasza infame di ladri die in 
» ogni tempo sono stati il terrore delle earavane, e 
» de' quali il culto diabolioo e i costurai sangninai^ 
» sono stati gli oggetti delle ricerahe di piii Tiaggia* 
» tori (3). 

3.^ » Le Tallate ddla catena de' monti Kindertan 
» sono abitate da picoote orde affatto selTaggie, ckia- 
9» mate Pemani de Pest o uomim delle montage: 
» si crede che siano discendenti di quegli assassini 
» che nel XIII secolo sparsero il terrore dalP India 
» sino al monte Libano ed anche al di Ui, per lo selo 
» col quale eseguiVano gli ordini sanguiaarj del loro 
y» principe o capo , nolo sotto il notne dd vecchio 
» della montagna. TuUe le cootrade montuose dd« 



(1) Joumd des voyages, t VI ^ pag. 23. 

{1) Idem, L XFl ^ pag. 3io. 

FiloBof. della Stat^ vol IF. i3 



Digitized by 



Google 



^9i 

M rtM raodttudoBo totUm de' tadri o brigiaii ck 
# aon conotcono alcun f re«o ; am tkscQiiie piii diviti, 
IT con meno terribili che gli Ismaeliti dtf^ anticfai 
» l^mpi cbe fiurooo dittrutti dai HogoUi (i). 

4.^* « Persia^ manic Ararat Questi luo{^ selvaggi 
pf e deterti 8O&0 P asiio di tutti i briganii delle con- 
.9 U«d« vidney e si trova, tra il grande e piccolo Ara- 
4r mt, una caverna tituata in una posisiooe A forte ^ 
M che un capo Kiudo turbolento, il quale wi u i 
0tabiUto , brava |dal suo ntiro U gorematora del 
>» paeae e i t uoi soldaH (i). 

5.^ • Difeu da aspre.montagne o da cosle quasi 
» inaocettibili^ i Maniotti (da Mame, penitola della 
« Morea ) formano in qualche OBaniera uno stato in> 
t9 dipcndenie nell'unpero turoos tutte le loro donne 
«» aaaiio maneggiare le armi da hiooo. Esa scusano 
«» o 4Mnniantano le loro rapine, e piraterie eoUo slato 
» di guerra in cui Yivono abitualmente (3). 

6.^ ABorohi il feudalismo moltipliob i aignori cfae 



(t) Journal de^ voyages//. XF'j p. 3oi. 

{7) Idem, L /, pag. 272-^73. 

(3) Mem, L IF ^ pag. 78. » Les Md&iotes ont or- 
j» gams£ iM sys&me de piraiSrie gindrak et absokte; 
» le nombre de lemrs bddmens ou bauaux i rame armis 
ii est de 30 ^ 3o.' ils se tienneiUen embuscade denture 
» Us caps et les ilots innombrables de VArcipel^ cou^ 
n rem sus i tous ks patnllons , et n*ipargnent la vie 
9» des hommes aue lorsquUl lew cofwient de ne pas 
» les igorpr » ( Noyv^Ues Annales des voyages^ t. VI^ 
pag. 36 38). 



Digitized by 



Google 



1,5 
dovcri A fMiJhggiQ^ Q di- 
fMo di tumneggiarK m' lioiiti dd lofo polere , «mh 
soBB CMtello, posto e siUwIo ordiiiariMMttte lu d'aa 
nonle, divoMM na potto in cni il perioolo d' ctaere 
wnlbfpm^ en proponaonato al potere di queili cha 
rabitenoioi .quiadi i meroanti d'Enropa andaTano 
aliora da in»a fiara all' allra ia aaraTaaei come vanno 
•ttualmeDte in Oriente. 

J."* « La mmlavia di Goadagnola (ne'diatorni 
m A Roma ) i H convegno Ofdinario de' briganti dei 
m i/idm paetL Alte, sommilk e profondc Talli, oi^perte 
» di dense fiwette, offrono loro tieiiri asili e rendono 
» difficile^ le non impoasibito 1' inieguirii. Essi Tititano 
m annualmenta quella mootagoa al tempo delia metse 
» per'fiuv delle •eorrerit aopra Tivoli, Palestrina, 
» P<rii ed altre cittiL Da quelle emineoBe essi soo- 
» prono {acUmenta e sfuggono queili cfae ▼anno sulle 
» loro traocie per arrestarli , mentre i cittadini della 
» capitate si troiano in qualdie maniera oatliTi^ cre- 
» depdo d'inoontrare in ciascun caTO di terreno un 
» aggressore, tanto V audacia di questi briganti sem« 
• bra mottiplicarli 1 Cod dodici o tredid uomini , si* 
n ewi sopra quelle eminenze, ossenrano tranquilla* 
at mm%t la citlli che fiilmiaa editti oontro di essi , e 
» aanda tni|^ per assalirli (i). In tutti i tempi 
» qndle ippntigne e le ad|%oenti TnUale fiirono ricet- 
m tacolo.di aggressori* Ivi s'annidarono i bellioosi 



(t) NouveBes Annates des Toyages , /. XFI^ pagi* 
na i20«|93. 



Digitized by 



Google 



kfl6 

j» ladri dell' ttk di oiesKO cbe solamente Rienzi e %« 

» tto V rinscirono a oDntenere d. 

A misura che i goTenn moltipUcando le strode sui 
mond rendono age^oli le operazioni della polma^ o 
colla foi^a riunita d^r educaziohe e delta reUgione 
spuntano il desiderio di rapinare, o con misure eco- 
nomiche aocrescono i meca d' onest& guadagoo , in 
ragione, dissi, di queste operazioni, scemano gli aggres- 
sori come scemano gli insetti immondi in ragione della 
pulitezza. 

Se il desiderio di rapinare, allorcb^ va unito a co- 
raggiOy si manifesta con aggressioni, lo stesso deside* 
no unito a timidezea si fa palese ne' furti e nella in^ 
definita serie delle frodi, che si commettono da tutte 
le dassi venditrici in ragione ddla deboleua delle leggi. 

§ 3. Deserd e aggressioni. 

1.^ Mancando ne' deserti le force die lo reprimono, 
il desiderio di rapinare si sviluppa libemmente. Stra* 
bone dta le carayane che dovevano pagare git>$si tri- 
bull agli Afabi^ abitanti de' deserti , onde non essere 
molestate trayersandoli* 

a.^ • L' amministratione del Monte Libano ha trat- 
i» tato da lungo tempo colle tribil arabe del deserU> 
» per la sicurezza de' peilegrini. Ella paga a quegli 
» aggressori 117 franchi per ogoi pdlegrino che ri- 
99 cevono i monaci dell'ospizio dd Cairo (1). 



(i) Joumd des Toyages f t. XI^ pag. 34. 



Digitized by 



Google 



»$7 
3.* Xki Timaini^ pq»olo deD'Afirica occid«itafe, in 
poca dittania da Sierra-Leone, si leggt: » D paese i 
ooperto di deoie foreste die senrono di ritiro ai 
ladri e principalmente ad una assoeiaxione note 
aolta il noma di Powrrah. Qaesti briganti si slan- 
ciano dai loro ntiii oscuri sui ▼iaggialori disarmati 
die strasdnano oon lorb^ senca die se ne iotenda 
piii a pariare. Si dice anoo che fiinno , durante la 
notte , frequenti irrusioni nelle dttk e ne'iriUaggi 
condiiceadone via gli 'abitanti e quanta trovano 
neUe loro case. L' esistensa di quesle numerose ban* 
de e k abitudini generalmente dissolute dd popolo 
in un paeie situato a poca diiUoiia da Sierra«Leone, 
eagionano non poca sorpresa al Tieggiatore (t). 
4«* Spag^uL m A Hea|ados la eontrada cambia su« 
faitamente e diTiene deserta , soprattutto vidno ad 
on albergo detto Fenta del DespoUado^ situato in 
meno ad una gran foresta di qnerde senpre ver* 
d», e quasi impreticabile, atteso V abbondansa dd 
ladanunu Questo luogo ba fiiaia d'essere perioolo- 
sissimo pe* ladri che battono la strada da Bfadrid 
a BadajoB. L' isotamento della eontrada, la ^densitk 
delta foresta , la cattira polida delta Spagna, Tin- 
dbuBione degli abitanti al furto , rendotfo ragione* 
Tole qnesta timore (7). w 



(i) NottTelles Annales des Toyages, 711111 i8a5^ p(h 

la 353-354. 

(2) Unk^ Voyage en Portugal, t /j p. iSjn 



Digitized by 



Google 



•98 

§ 3. Isok e aggrtssiom. 

AHe ikoi^' uinrb 19 MptfuA^ IMiA&Mj odttid* l1cM0d# 
Y analogia deir argomento. 

L'esUteoca della pirateria i antica tome 8 ttdftdor, 
eomparitee in taitt i aeicoH ySUSsbM attnalaseiiie e it 
lipfodaoe in ragknie degit icogli , d^i ttreiti , de* 
^olfi e deila mancatftta di fona ttprtiAnu fi ifdto 
Ati ne'seeolf df moeto' t barotai ugiitfgliaTano ll di- 
ritto di riaafrHgio , cid2 il diritto d' impotieiiaHl de* 
TatcelK naniragati, e di lidurre 1 naufraghi in isehia^ 
tith, aguagHavano, dia^i, qbMto diritM af dinritto Mim 
{MMca. Vn noma balsatp d«ite tfcmpesle iiell' irioqtta noo 
era diTeno da uiio storicine. 

La eiriliflBdsione non i anedra riiiadta ft diAroggere 
nt f pirati raarittimi n^ i piriti cot tieH r eooa qnldditt 
Mio t 

m Qua, vitino a Madaa-. Queiti b&sAsftini nHuMiml 
M poateggODo 5 a 6oo vebj i I6r6 naYigli pSlk pietoM * 
k sono di i6 tonaeilat^i I piii j^randi di aoo. JL di 

* ttotte ordfnariaraente che essi baxbo scteterle scille 

* live per saccheggiare t derater^ i Vilhggl, bhe ri^ 

* cusano di pagar loro tribato e rapime gli abHaihtf; 
m Di giomo stanno all'ancftra, olide non eaMrt^ visti 
m da quegli che TOgliono assalire. Se h loro intra* 
«f presa £ «tata coronata da felice tuccesso , discen- 
« dono sulla costa, salgono sulle montagne piii alte^ 
«c e ipiando scoprono in mare qualehe battimento di 
« cui sperano di potersi impadronire, gli daikno totio 
m b caoda. Tntii i Taccelli che frequentano le coble 



Digitized by 



Google 



* ddia Ciaa soBo eq^li agli attaccbi di ouesti pi- 
« rati ; essi molestaiio priacipalmente i piiSooli bo$ti« 
« menti impiegaCt al caboltaggio tra Maoao e €an- 
11 ton (i). 

1.^ In Europa , tutta T imoieasa ootta deHa Bar* 
btria preaenta covili di pirati, a cui piil poleiiEe eu^ 
ropee pagaiio tributo , aocib non siaoo moleitale fe 
kro bandiere. 

SuUe aponde di piii Stati marittioii earopei i tot<* 

tDia ^o il desiderio deUa piMrtma y e ii preteso di- 

riUo di iBaa6ragio noni anod abbominato: i tra seguenti 

fatti ne possooo far pro^a. 

3.^ « Per dirigere i navigaoti tra Dooiesnes in Cur- 

kadia e Swaverort alP isola d* Oesel , farono sta* 

biCti tre fari , uoo air isola d' Oesel e i due aitri 

al Ci^o Dometoes, Essi rimangoao aocesi la nag« 

gior parte deli'anao^ e leao ooUoaati in laodo ehe 

indicano distialamente i dWersi punii in ctti t' ha 

pericolo. In onta di questa precauziooe i naufragi 

sono firequentiy soprattutio nell* ultima stagione. Una 

cnpidita vile e barbara ne ha aiunentata il numero, 

facsendo sparire la benefica hice destinata a guidare 

i Tascelli die, dando in secco, vengono svaligiati. 

Non ha guari, dotettero le leggi incrudelire contrQ 

simile delitto, oomme^so da abitanti possessori lun* 

go le ooste , e che la loro fortuaa e il lore raago 

do^Tano ftmeli credere incapaci (a). 



(i) Blancardf Manuel du commerce des lades Orien- 
toles. 
{i) Calteauj Tableau de la mer Baltique, torn. Tj 



Digitized by 



Google 



4-^ « I magpori otUooIi the booBtf^ k 
• gum de' palombaci taaMmtuk ael golfo del Bakioo 
« per salyare le merci e le penone del naufragio , 
« proTenoero dagli abitaoti che baono possessi lungo. 
« le sponde, e dagli insulart. Persoasi che tutto cift 
« che poteTano prendere in mare, era loro pn>prie« 
m ta, quesli uomini duri ed ayidi credettero iesi i loro 
« dirittiy aliordid si impedi loro di saccheggiare i Ta« 
m seelli naufragati (i^. 

5.^ Sutsistono Uittora gii tteisi tentimenti tulle co* 
$te dell' loghillerra (2) , e giansero Uholta ad ui\ 



^i^ Idem, ibid., t IJ^ p. iSi. 

(a) u La Manche de Bristol est dans cet endroit 
U si embarrassie de has^fonds et de rockers caches 
« sous reauj que les acddens y soni ti^s-frtquens. 
m Les habiians de la cAe oni tou^curs eti ei soni ew% 
<c core mal famts pour leur rapacUi. et pour leur bru^, 
•f taliti enyers les infortunis qui sonJLjeti&s surces lords, 
u Sourds h la voix de la pitii ^ sans respect pour 
*r Page m pour le sexcj Us dichirent les vitemens des 
u femmes el des enfans mouiUSs par Feau de la mer, 
m tremblans et mourans de froid. Us ^ne se boment 
9t p€U toujours i dipouiller leurs victimesj souvent ils 
» les ^forgtnt ^ afin de pouvoir jouir avec siiretd du 
» fruit de leur vol. II y a une telle melange <fe 
M cruauti monstrueuse et de lacked rivoltante A tom^ 
j» her ainsi sur des itres foibles et soyffrans^ que 
» ton croit difficilement ces rials affreux; je crains 
*» pourtant quails ne soient que trhs-viritables , et quails 
^ ne le soient pour plusieurs autres parties de la cdtc 
m d'Angleterre » ( NouTelles Anoales des Toyages , 
t XXIV ^ pag, 86). In questo testo e un Ingtese che 
parlaj le sue espressioni sono estratte daW opera in^ 



Digitized by 



Google 



••I 
paato A conigBm V cteiioiie di fij» ftri o SmAi , 
iDgannatt ^ Saflt p ali noochieri aadassero a dare 
agQgU(i). 

§ 4* CoHfini e cMtrmbhandi otin allri deHitL - 



L' assodasioae di confini e coatnbbandi . non Iw 
bisogno d'^Hcre proTata , perehi noCa a toltL Lo 
sfono del cootrabbaado pub essere rappraaentato dalla 
apesa che fiauo i gOTemi par impediria Ho dovato 
fime mensione aodb noa fosse diehianto iaesatto il 
pcospetto che si tede alia pag. jga e seg. Aggtaogefb 
qual che fiitto relatiTO agli altri debtti. 

I. Kinen (Valaochia). n La montagna die senre di 
» frontiera tra i Turchi e gli Imperiali , i infestata 
» da ladri e da brigaiitiy a mal^dd de' supplixi 
•f tenribili cui ▼engOQO eondanoati , (a). 

a. De la Gella nel F'iaggio da Tripoli di Barbaria 
aOe froniiere ocddeniaU deW JSSgiUo dice: « Noi ci 
» trofammo sui limiti di TiipoU e deli'Egitto^ limiti 
m vai^i.e mal deleriniiMiti , pardi^ ne' goveroi per- 
m fettamente dispotici, il potere si oonoen^ presso 
ff la persona del soprano ^ e fuori di questa ^fipra ^ 



dtolatai k voyage round great Britain undertaken in' 
the Sutamer of the year i8i3. Londres 18149 ^ca^ 
4 vol in foL 

(i) NuoTelles Annates des Toyages, Ions. XXIF j 

(a) Journal des voyages, L XFJ^ pag, 109. 



Digitized by VjOOQIC 



2»% 

n tollo i anarohiA. Peroib qveslo terrilorio timitrOfo 
n Hx due Slati conlinua ad estere come per lo pas* 
«* sato I'asilo di tutti gli soootenti, ladK e malfattori 
n di qaesti due paesi , si feoondi di sudditi mai in« 
9» tenuonati. Essi hanno stabilito le loro teode ne' 
m dintomi del goifo di Bomba , e di Ui partono per 
m (are inourtioni ne' territDrj adjaoenta e spogHare git 
fi tgraaiati TiaadaDti che inctetniifo fuHa strada. Essi 
m vanoD oontinuameate spiando r peUegrilii e le ctf> 

• ravaoe che trmTefsano questa eoutrada per andare 
SI alia Mecca : elia h ci6 non ostante questa la sola 
f» strada che seguono i Maroochiai , attimati da uno 
a zelo piii ardente che gli altri Mosulmani per la 

• ieg^ del profeta. m 

§ 5. Uoniagnt e imdipenJenza ^ 
fierezza, coragg^ e simili offisHonL 

li $entimenXo deUf indipendenta e dUMeniaio datte 
jheakti in ad pub rispingcre Paknd opptessione 6 
sHUttrsene^ quiadi si preseafa fbrtissimo sulfe nottta- 
gne ) neHe isole ^ lie' deserti : oomindafiio dalle mon- 
taigiie. 

1. India, n All' est del deserto di sabbia e al nord 
m dd Guxarafte, giace it Mar*war ^ paese del Kaj' 
» pouts f tnbh guerriera degli Hindous • • . Questa 
» contrada ha Sao miglia dall* est alf ouest ^ e iSS 
» dal nonit al sud. Essa oonsiste generalaieiiic in alte 
s» tnonfagne » separate da streite vallate , ovrero in 
J* pianure circondate da alte montagne, e neHe qttali 
» non si pui penetrare che per mezzo' di ftissi bu* 



Digitized by 



Google 



9o3 
9» pmAy qaiaA dk i una dde poouMi le megBo 
» fofftifittM dak oftlnn, « i snot abitaali Imooo 
m wimpm nMUleiMita la loio iAdipendeiisa. Ess» tono 
» stati pill volte vinti ma giamniai soggiogali • (i)« 

^ ^Eruft » I Dnui , abitaiiti dat Monte Libaao , 
n repabUiGaiii par V autteritii da* o<*Uiini , leinpre 
m temti eoana ribaBi, o rispatlati aone ymaOi li« 
m beri dai ipicioi BaicU^ obbediM6ii6 m^ bob otIaBtB 
» ad OB priaaipa eradlMrio. Moke finniglie in gadano 
• di par t ia ala ri onarii laa Baa aabiki aatp pl i ai tti li 
m arrioiBa tatti ncUa vHa aoeiale. loTinaibiK nelle lora 
m montagne, ignorano Tarte di oombatiere in pia* 
nutB ) la loro fedeltk Bguaglia ii lore aovaggia ) 
n essi BOB tradisooBo giaaiBiai Pkifetioe ahe vil ad 
i# Implofare k loro pratettone (s). 

3** Spagna. u I eoaUuai de' BiiaatBi BioderBi d 
tt pKMntaao tuitora ubb Adeie ionnagine delloatato 
» utieo deila aaiiooa Canlabra. iBsearibiU ai gbiaod. 
If al cttloM a aHa fema^ ialrcpidi e bftnrt al di k 
n d'ogBi e»priM8i6o4» ai fioardano ii oarattera de'lom 
9 aBteBati , e toao aoloiatl aoaie atd daHo steno 
if aBKora di liberlft aamiHMlvaggia (3). 

4.^ TurekkL m hkmtt pleoole popdasiaBi daU'£pi^ 
It M , delta MoiB*, dt Guadia, d BMUieBnero in una 
» tpecie d'iod^Mdewui selfag^a per la loro bratani^ 
» la loro pov^rtk e Taspraiaa ddk loro BKMitagiie » 
9 cioi i Soliotti, i Maniotti, i Sphaktiotti »• 



(i) Route de Tlnde j ecc. ^ pag. 875. 

(2) Annales des Toyagea, t ly^pag, 34^. 

(3) Idem , I. XIII ^ pag, aa:i«2a3. 



Digitized by 



Google 




m4 

Le montaigBt de' dintonu H 
drette 0000 abitate da tm popoio 
goroio, die i Tnrdii 
nettere (i)« 

di IlKrf reastettaro ai re di Haoedoaia e 
gioni romane. di jimaouAs o Albanesij 
qnerte stesie monfagiie , hob obbcd h coBO ai Tuiclii 
die quaado qneiti U pegena 

Non a aooalerriibe graa firtto dal Tero du nel* 
I'andamenlo iibero ^ fiero , aodaoe dd BlniteBegrino 
▼oleise flomrgere riofluenaa ddla 



SrizMera. I inoiitaiiari Rezj oppoaeio la piii ottiiiata 
ratistenEa alle armi ronaaiie , e tia totte le popola- 
noni alpine forono gK uitimi ad enere soggiogati. Le- 
doQoe iteffe comparvero lotto i'anni per difendere 
k lore Uberta: furoao iriste di moke madri geltare i 
loro figli. coQtro i aoldati e predpitani tra le asle ne-^ 
midie piuttotto die arreodersL Un gran namero di- 
qnelii che fopFarrittero, passalo il Reno toCto gli or* 
dini d'un capitanoaleaiaano nomioato Marbode, an- 
darono a rieercare ndle montagne dell' Ungheria un« 
paese in eui i Romani non fotsero penetrati {a). 

Tolli oonetoono gli ifeiii die fboeiio gK Snzieri 
per ricuperare la libertk nd XIV tecolo. 

S»? liaSa. Tito LItIo dioe: « L'altro esercito con 



tt) Idem I i. XXJIf pafi a49« 

(a) MuUer , Histoire dei Suisfes 1 L /, pag. 1 19- 



Digitized by 



Google 



m5 
9 Rqwrio per k HMranutoe cm panto iidle tare d^ 
» gli Aqpiiii > hio^ totti pacifiei, cd amid piil tosto 
m per k ingiarie ed odio de' Sanoili , die par aku 
If hcpefido de' BomsnL Imperoedii i Sumiti in cpel 
m tempo abitando ne' monti, neUe Tilk e ne' boi^^ii, 
j» ed enendo mootanari e fieri , ^poegkTano i piani* 
» giant ed abitalari delk maremme , oome di Tita 
9» piik molk e ddicata, acoome qnasa sempre aTviene 
» die 1^ uomini sieno somig^anti aUa quality dd 
I , e eontinnamente li predavano e saccbeggia- 

(.) .. 

Da cento ktti amiK i atato dedotto il scgoente 
canittere generak : « Ai popob abitatori delle mon* 
n tagne natura tnspirb altena d'animo e coraggio. 
» Indomabili come i kro tonrenti , saldi al pari deik 
m kro rocck , qnegli uomini non asooltano die il 
n loro intemo senso ; difficilmente pub k politica as* 
» soggettarii ^ non gli intimorisce k gnenra dt cui 
m amano and i pericoli. Atycsu alk priTazioni , da 
» tobria Yita e da oontinuo eserasio aUa fatica inda« 
» rati , al maneggk delle armiaYrezBi, banno gran- 
jt disaimi Tantaggi nd batteni a difesa del kro suolo. 
<* II piil delle Tolle e«si fecero a pi^ de' lor monti 
» sTanire i disegoi d'una insazkbile ambisione , ed 
m andie vinti , non fiirono mai conquistati. Solo pob 
» k nobik fierezxa loro piegarsi troTaado piena e 
» generosa fiduda, e sol possono lealmente afleuo- 
» narsi a chi scrupolosamente porti ritpetto ai loro 
9» diritti J9« 



(i) DeUa prima Decade, Ub. IX. 



Digitized by 



Google 



m6 

€ simli a0€iu6fd. 

Catteau aoceita die f U abitauti delle picMsole isok 
^e drooadkno quella di Rogen , 4laiiiio prova 4k 
quella indipeiidbeima di canttere 4he 2 oomuoe a tutli 
gii iBsolari (i); ae pottiamo Tedere un escinpio na' 
Goni. La Conica ^ separata dal oootiiiente pe' airei 
eottomi , come lo i dal mare ohe la ciroonda , ha 
eeuqpre oonservato questa partioolare fisooomia che la 
distingue dagli altri paesi, e che i seooK e le loio 
iricende non hanno giammai potuto cambiare* La 
▼erga di ferro de' Cartaginesii il dcspotiiino de* Bo» 
maai, la barbarie degK Arabi, finalmente la sanguis 
&osa tiranoia de' GenoTesi , non hanno potato can* 
ceHare questo carattere nazionale e originale che la 
Datura impresse ne' suoi abitanti, jA storcere la dire* 
sione delle passion! ardenti che s'accendono nel fondo 
de' loro cuori. Invlino le legioni romane diffondeTansi 
aopra quelle spiaggie. Le loro aquile che volaTano 
audaci iulFuniverso , dovettero fiiggire a fronte del 
▼alor indomabtle d'un pugno di Corsi ; e il genio di 
Roma non pold stendere il suo impero suite rocde 
di quesli feroci insiiiari ohe combatte^ano per la li« 
])erta ; la quale cosa non rechera sorpresa a chi ri* 
flette che nella Corsica si trovano uniti i due Stati 
iiuoU»e e monJtiuo^. 



(i) Voyage en Allemagne et en Suide^ /. II,pag. 



Digitized by 



Google 



Gl. kvMiHjUhm m Pe«i. «««,«» Findipen, 
4en« perdrf hanno k fiMoltlk di .Ibggire .Il'oppre,- 
«oiie, alk>rcU « Teggono neU'impoMibaitt di resifierle. 
U mare i sempre apcrto ad essi ; le igole del golfo , 
d territorio torco che gli i vidno , ogualmente ehl 
I opposta costa dell' Arabia, tono abitate dai lon» fia- 
telli. Qaesta droMtanu imita ai loro oortomi danno 
• qnwta lana una liberta d'opiaioae ad iu'eipre»>. 
■one che colpiscono il viaggiMora (i). 

§ 7. Desem e indipendema , Jieresga , eoraggio 

Dai confini della Siria e delta Persia Aao ai liaiHi 
del Tropico , s'estende iin paew tagliato da piaoure 
e da mootagne scamate in cni niMuna vegetazione 
n* arrerta, iA ooncentra le nubt I baari fimdi cooseiw 
Tano soli UB po' d'umiditt ofae alimeata de' datteri ed 
altri vegetabili poco numerMi: clla i dovuta die al' 
laTioni d'iuverao, le acque delie quali prive di m»1o 
»i soDo ineitrate Bella sabbia ; ma ninuoa pioggia j 
Bissuna rugiada rinfretca questi laoghi duraote gli 
ardori d'una luaga state. Gli Arebi, die da leooU e 
secoli Ti ai aonidarono, bob hanao per essi e pe' lora 
bestiami che le morse d'alcuai posxi , b proprietii 
de' quali i uaa ricchezza , e divicBe una causa di 
gverra se Be ^ coateio il possesso. 
L'abitaate di queste regioni son pu% oocuparti 



(t) Journal des voyages, fc X, pag, 3o5. 



Digitized by 



Google 



m8 

d'agricokaim ^ perehi on molo eoittiitettieiite ttido 
li ricusa ad ogni prodozioiie. Alcuni datteri e il latte 
di scarse greggie costitaisoono 11 sno ordinario ali* 
mento ^ la came e un lusso ch' egli non si permette 
che di rado. Questa necessaria astinenza soggiaoe a 
nuoTe restriziooi ne' casi non ran di carestia; da dh 
rabitudine de' Bedouini di mangiare delle caTallette, 
de' sorci , delle iiicertole , de' scrpenti arrostiti suite 
bragie ; da db le loro rapine ne' campi de' popoli 
sedentarj cui giungono nelle loro incursioni ; da ci5 
la necessitii d'assaiire le cara?aDe e i pellegrini ; da 
cih la guerra delle tribii tra le quali i ditiso il de- 
serto. 

II BedouiQO , nomado per necessity , dovendo por- 
tarsi sui luoghi in cui qualche vegetasione pu5 som* 
ministrare alimento alle sue greggie , non pu% ▼iTere 
che sotto leggieri tende. Potendo essere costantemente 
assalito , e dovendo per bisogno assalire , il coraggio 
e necessario alia sua sussistensa^ egli ha le qualita 
del soldato e dell'aggressore. I capi delle tribii non 
avendo ni castelli, ni prigiont, ottengono obbedienza 
finch^ rispettano gli altri diritti^ sono abbandonati se 
li offendoDO, e talvolta proyano gli efttti delta tegge 
del taglione. In qucsto stato di cose, la tenuita de' 
bisogni lascia at sentimento delt'iiidipendenza tutta la 
sua energia. 

L'abitudine d''una cos tan te sobrieta pub sola ren- 
dere que' deserti sopportabili al Bedouino, e potendo 
egli solo viverri y nissun altro popolo gliene disputa 
it possesso. A yiceoda aggressore ed aggresso, egli si 
soltrae senza stento ai pericoli j perche sono facili le 



Digitized by 



Google 



•09 

le pteda Poffettsitl^ qtividp 
intt 9ed» piil ostaooli; Qain^i in tiitti i seboli le ipe«. 
*iii<iiii eotttro .P^r^bn nuseifoiio imitilu II st«oee||o 
iM-ogremn* vfegli dtri daterti dipende daSa.fimndiU 
del Ime a o , doi dai nveri die pnb sommiDistrwe ai 
aoldati e dai fisraggi aUaca^alleria. 

i CAPO QUARTO 

ooRTonuzion pbllo mum> AMGomaro 

it^luenza de^ ^tementi topogrtt/ki 
$uUe abitudini moraU 

h Pomione e forma del paest (Influema deHa^ ecc) 



In pitu 

if Snlla cima delle Al- 
pi, io oaetaa alle grandr 
eoene della natura, I'uomo 
iparisoe e la Diyinitk sola 
n moftra.fDa ogai par^ 
m vede il delo: Ik lo spet* 
teoofe del sate iibpoa^ al- 
Pooohio dui io eonl^iiipla; 
Vk la nbite ItecilR un prin* 
cipio di t^rrane ; Ik il ri- 
torno costante ddle sta* 
giofii i i^rcato da effeCd 
giaadiori} I'liooiQ ioopren* 
fio Morao it sA digli spatj 

Fttdsof. delta Stai.^ v<d. 



In meno. 

t.^ Tra le ristrette mura 
d'una cilti^ prioeipalniente 
se situata id pianara o in 
una vaHe , Puonho solo $1 
mostra; dappeitutto egU 
iacantra la sua grandetta* 
Gli oggetti cbe lo (fircon'- 
daao e fennanQ la sua 
atteoftione , soao . V axshii^ 
tettura di^egli creb, i me* 
talli che trasse dai seoo 
AeVfl terra , le ricchene 
ch'egli A andato a cercnra 
al di fii deirOoeano, £iiai» 

ir. i4 



Digitized by 



Google 



I'esteniioiie deU'uniTerso 
dftUa niano die tie itese 
il piano. U sentimeiiloTe* 
Ugiose dikb' eiaere ga- 
gliardo. 

X* La situasioiie insa- 
lare e costicra influisce $iil 
sentimtoto. di sti-ma cui 
haono diritto i coooiknei^ 
cianti ; qaindi la profes- 
sioneoommerciale era onch 
rata nell'antica Grecia, lo 
£U in Inghikerra dal X 
secalo in poi, e lo i st- 
tualmente » come- lo i in 
Olaada, Amburgo,, ecc. 



oMKr il ^raipello bi4hnle 
diUar.iOMli^ 9 delle «rti« 
delta leggL II ecutiMnl^ 
reBgioatt dcbfae duaqse ea? 
aere proponioMitaflKttt^ 
minore (i). " • 

a.^ La pro£esnooe com- 
merdiUe fy disonorata nel* 
Tantica Roma, al che oon* 
eone iinoo la grande stt- 
ma consacrata aii-arte mi- 
liYare; 16 fa a Milano prin. 
cipalmente dopo il decreto 
citato alia pag. 338, n.^.9.^^ 
lo fu in Francia sino al 
principio del ftecolo attua- 
Ic, ecc. 



11; Forma del paese e sUtto iermometrico ' 
. (iofleiisa ddlai ecc) 

In'^pii, In meno. 

3J^ Neir Asia no6 t' h«- 3.^ La piaoura ealda a 

sone temperate; nissna feconda'AtiVAMkL.AMkaifrm 

metso tra il paese caldis- state la tede ddla bmI* 

simo ed 11 paese freddo. lena, delfa valatiib e dell^ 



(i) AlPopposto negU uomud cHe'^wono isohUamtrf 
tt! s »i ^^rge und disposi^one a ricevere idee 9saka^ 
t^j e ae jaao una ptwa le inik ambe. - ( 



Digitized by 



Google 



Zl p«tte freddo e 
tooso i oocupato da po» 
poll brari , gacrriA^, con* 
quistatori* Tali eraao gli 
Sdti e taU i Taitari! Essi 
Imfvrooo la ppteaaa di 
Dacio, diedero uaa sobli- 
1D6 kiioiie adAlessandf^. 
ndirono il raoiQire e aoQ 
prov»ow> il ptso delle 
ami' TittoruMe di Hama. 
Pih di Teati \i^alie €sii 
liaiiiio eoaqqictato fAsia e 
I'Europa drientale. Ssti 
liaiuio fimdato d^ Stati 
neila Persia, nelf ladia , 
Dolla ChiQa a nella Rug- 
m. Gil Ingleai hanno tit»- 
vata Da' moDtaoari maratti 
aa'oppcMiaiooa die fonte 
non sarebba statamaggiore 
Arib SviticrB, «<»• (^ 



an 
oodardia. O^pacui qut' 
pqpoli dai h»o de^ti, 
Doa opposero akun osta* 
colq ai ooDquitt§tori che 
.'aadaTaBo a detrooixzarli ; 

'•^ niiauD paeta piii cbe 
I'Aaia dimosti6 <^e I'l^. 
pitsrienadMei^ &tlde agli 
opplastoii ugiaalmante che 
agli oppreasL I ooDquisla- 
fori , saliti sul tredo' de' 
re detitnizsaUy segoiroao 

<lo' st^tto aiiteaa d'oppras- 
akme , e il popoloj oonii* 
mA ad ettere indiirereBle 
alia ooaquista del muo 
paese. 

. fid detto I'Asia eo^ 
e fecondaj giaeoU ne' de- 
^€rti il ooraggio;stiMiste e 
la 3GliiaTitii v'^^ignota. 



(i^ Jt Caucaso y questa gran catena di montagne , 
lunga quasi duecento U^ daUa sua esiremftd^ ocd-^ 
deniakj^presso di Ghaekae^ sino a Tai^bu^ e deUa 
quale le pardjrih dike sbno. semprt ctiperte dine^e 
e di fjhiacd , a Caucaso ^ da tempi immemorabiUj ^ 
iempre stata U fifugio d^ pqpoU pikAeltioosi deila 
tenxu SitT Camaso ^ i Mongolia gli ArM ^ i Per- 
siani, i Tartari e t Russi iticonlraronQ^ iarriePt ^e 



Digitized by 



Google 



av3 



ilK 9um fermomeirico s ignmetrieo, anummetrioo 
(Itafiileiiift deHo). 



^ In pih* , ■ 

/^^ L'Eoroptt si rificnfi 
ib tatll i lefloii al gold' 
nome di sdiiavittij e la,siHi 
•tt>riapre.e.faim<4tet.>ir- 
bolense eoutate dal tenti* 
meiito di liberta. 

5.^ In Europa gli iisi, 
le abitodini, i costunai ti 
cambiatono piik volte; i 
popoli panarono da- on 
ettreino alPaitro , soMnb 
il credito d'alcaoe ciaasi^ 
TeDiiero altre in onore; lo 
tfasso sUtema i«fligio6otubi 
variasioni ne' ministri, nei- 
le [iratidie ^ ae' dommL 
L' agric#ltiira e princifMil* 
mente le arti fecero pro- 
gress! straordinarj. Le' mo- 
de si cambiano da un me- 
se airallro : le opioioni , 
i sen|imenti, Podio, (I'amo- 



//t meno* 

4«? L'Asiia Vissa mai 
sempve quiela , ' ooae fk 
anche oggidi , sotto la ti^ 
nbaia degli ^niiuohi e 
I'qppressioiie degK aga» dai 
basciky del sultaai, eec 

5/ ITell'Oriente / nei- 
r Arabia, neU'Indta^ la 
tutta r Asia 9 la religkmey 
i (oostumi , it sistema sd- 
dale passano inalterabili 
in mexKO all' ooeano dd 
tempo* Neir India , per 
esempio ^ ie Tedove a'ab- 
braciano sul oerpodeMo- 
fo mariti defunti come al 
tempo d'Erodoto. L'uoci-^ 
sione d'uii aniioaie i tut* 
tora delitto coine nella piin 
remota antichiC^. NisSuno 
pub uscire dalia caste in 
cui nasce^ ni maritarsi in 



mresiarono k hro jpedizioni 'miUtari^ t popoU che 
MIS si. iatdarond spaventare dal rumore delle loro 
! con^uiste. 



Digitized by 



Google 



fegoono i nMmmeiiti ddle^ 
bttidenioie. I qoali fiBHo- 
rneni si spiegano, ie si ri« 
llette die qnivi le causo 
fisidie essendo molto va- 
mbili e pooo iiiteiise, ol- 
tre di tidiiedane abitadini 
findie diTcrse , lasciano 
krgo campo aU'azlone 4^1* 
k cause ttortli, 

&• CSnd ump^rad e 
JreddL , 

La pobeiik si sviluppa 
▼etso gb aimi qua^ordici 
coo oualdie' »tf> f i iv ^lifi in 
pi6 a in mcDo* La bel* 
kzza dura o pu^ fiicil- 
mente dorare sino iii 4$ 
e 5o* 

' In'fona della i.*oiroe- 
stanza la dotana va al ma- 
trimonio con ua certo cor- 
icdo di ragione^ In fima 
ddb X* eonserva a lungo 
nn certo impero^ sull' iuh 
mo. Dall'una e dairaltra 
nascooo yidcoI^. morali di 
stima ^d'aiidciua* 

Una 3/ eiUDostiiita . W* 
marchevole si i che ne' 



2tS 
u»'dRn\ b2 eieirdlir pn^' 
ttimont dlversa da qbella • 
di suo padre , ecc Le 
slesse feggie del Yestire 
rioordano [quelle di due 
mila anai fii. NeU' Arabia 
il BedoTino del seoolp XIX 
dillerisce assai pooo dai 
primi discendenii d*Iimae-' 
le, ccc 

" «.« CUmi MlA e mt 
}MssiinL 

La puberA si sviluppa 
agli anni |x^ lo ed aa« 
Che 8. La duralfc delkr 
beHesta non dlrepassa to* 
munement^ia5 b i So- 



DaOa 1.* eireoslauia lU 
sultano seehe irragioiieYO- 
li. Dalla i.* nasce pi*esto 
ftstidio nell'uomo. Dall'una 
e dali'altra pronlp dispres- 
^o ed oppcdsskma della 
dcnma , la quale i- coosi- 
derate piii come{uaacoMi 
cbe come persona. 

Altrondene* dtali climi 
i.pochi bisogni e la feeon* 
dita del snolo permettono 



Digitized by 



Google 



siilddetti ekmi ii prodotk^ aU'aomp dl, mttttiipetp ^h . 

d^l iinroro d'unvonioba- inoglj. , .. 

sta* app«Da a manteneni. . Qiifaidi la poKgiioiifi e< 

UM dpniia e l|i prole che. I'affqupDe al maojoett^nis*. 

1le.;ds^lta/ Qo chela .penaeUc^ (ij.,; 



: (i) PiU scriUqri da w^^fato ristri^iero P idea defjti 
elcmgmU'iopografici alia S0la tempenUura^ dalT altra 
esagerarono f azione di questa^ c^ per.riuscirt meglio^ 
net loro intento^ atterarono ifatd: eccone qudkhe 
prwa, ' * 

Somst^iens per ca^)aU6rUzarev,Pu^kt(txza.dd tUma 
suUa condoUa religiosa^ ficprda che i mistici delffhr^ 
appena osano muoyersi ^ mentre i Djervichet { specie 
£ sand indiani) fdnno condnue girasfoltt (L'Holnaie 
da IViidi et V Hodntile da Nord, Moii' FidfliMice da di-' 
laaty pd^*^ 5o*),; ^ / i ,i^ ,,..... - , • . » 

,.,Quc»io iioiii^imo sqriftqrR si kJ^tffinflalp tJULel fin, 
giliar^jre un fauo particoldre cbme unjatio geHeralej 
e per veriii yi sono nelttndia, pik Berviches, i quaU 

?rcffe/sano una perfetta ivfimobj^ih!: ecco come lie pdrtx 
^^aiU&ns -deUm Letlare suUe In^ie OrientalL ' 

^)P^A^mxldo i Sankd.Aixno Mrri^tii aVkUemtdis^ic^ 
9} fomcntq da tuUe le cose crea^^ e ^o^ ^tfi Para- 
M mahaosa, no/i M cibanq piu se aUrinon gU imbocca, 
39 noh si hettono pih in alcun modo 11 corpo se al- 
» ttihdri^Vta^U^ sifniU ad ute inoi^j imnk>bilt t6mc 
)^ ktka-'pieiras in-und inenia ioude « (/• /; pu* i66)^ 

. }>,UaY\^itra 1^ altre uf^a s^et(a dettfi Tader: trvi le 
n aUre penitanze esercitano le seguenii. Alcuni .menano 
»r la vita in una gahbia '3i ferro; altri si caric^no di 
n pfisanUssimr \caten6j allri chiudono i pugni delle 
n ^mani} e tenmdoU oontinuamente im'tale sioto^ le Wt- 
» gkie iraforano loro le pabn$j e pauano daW altra 
» parte. AUri inpahcfifOi Ic bratcia ad aggrapBore^gual^ 



Digitized by 



Google 



Qaette ire cireotUnze 
tono AiToreroli «lh mo- 



» eke ramo daiberoj ie ^uaU ienute sempre cask m^ 
"■ ^^^f^^^ « per^ma. opU articolaziaue^ nnumgang 
» rigiJe ,e. simili ad arido tronco .... Akri sUutnq 
« cqnti/mamente in piedi per lungo tempo, appogpan* 
H-4^ ^h ^dcune ore delta notte sopra una cord<f 
? ^« 4" W^ che k gambe loro sigonfiano straoi^ 
'9^^(^^lianamerae.Z4ltri ritHflgc la teHa a nptardarc sor 
» pra umspallfi, ^ tenendola epniinuamente in iei 
2? ppnlura^Ja rende finalmertte ' immobile j aliri ^en 
» /insi gli acchi mlla punta del ,nak), fincKh essi dh 
* ' ^^VR^ incapaci di gin^i in allra direzime,, e que^ 
^.f^. ppeiendpno di vtdert^ non so qual fiwco sacro^ 
«^. Sffettj^ senza d*dfbio delta^yista duordinata » (Ibid^ 

Monsi^Ueni o^seiyandd che m? paesi freddi t uoino 
kipibUgtMp a $tarem cim pih che fie'pttesi ealdi, conr 
chiiide che le affeuom( domesticbe debbosfi ^S4ere mag? 
goui { Op, at, )^ ^ 

£' egperienza. apn^ coa/enna fjuesta cohckutonc. H 
gfdiodatp autore delle (eU^e. wUe Indi^ OdenUU 
pariand^ degU Indian^ dice: » La loro compassfon4 
n e cariti sono gid state ricordate. La riverenza e 

• j^€tifidiale, h.pure una delle loro piu beUe w(h\ 

* So'^eduto spesso dtt fig^i serbare ai loro genitori 

# ia metd di auel pocp^ nadrimento che ad essi , me- 
m desimi non basiaua ipffier la fame, jinnuati ojf^ 
n fti^affi Dei e liniosine di poveri sono fatte da co* 
» laro. the possono^ in mcmoria de' loro genitori <fe- 
» JimtL Quando wi pddrc di famfgUa muorcj it mag^ 
nporJralMo ademme verso gU altri il^dovere dipa- 
9 dre, cd essi P oibediscono e lo rispettano uguat- 
¥ mente. 9epia in stmnki^xgeneralm&Ue padando , 
» nftfclarpJamigHelua'^evimfe^ ul^ conoordia €d 



Digitized by 



Google 



nojfaoiia, f qaiodi al cri^ 
fUanetimo oht la predica^ 



m una redproca assisunza^ qual dl rado it wsde frA 
m le mh colte nazioni. Jl pih' grande inmho ad tot 
m Jndh ' I it profferir parale di ieomo contra i suom^ 
m geniiori^ tpecialmerite contra h madre: cohro xhm 
n son ptM di Jtffi adottano *pesso poveti orfanM^ 
fi> " costume troppo inxtnumamente e troppo vergognosa* 
s» mehte sbdndito fra noi n ( f; //j pag. 7&'77 ). 

CS resta' dfi rupondere ad wt^ohmtziom dtueni* 
ditissimo e dotHssimo Malte^Bninj e^ dke: 

m Le fkmeux sys^hhe mr V influence des dSmitts^ $m 
»' ti*Ouve foriemenX cdmpronds par lesfnt^ que VAm6* 
m rh/ue miridionale ojffre d notre attention. Vn peu^ 
» pie doux et foUtle habitait parmi let Jhoidcs moti^ 
m tagnes du Perdui Vh peupie Jeroce et iniraitable 
m errait st>us He soleU'brmatit du Sreinl i» iJPr^d$ de 
m la G^grapliie universelle/ t F"^ p* 'yoS ). 

Dapprima e in generate ^ le eccezioni non distrug* 
jpism un principio^ the lia per base nu^ja di fatti 
prd^ati daUa tesUmomanjutf unanime deUa storia and^ 
ca e modema], e dc'yuaU i ben, 'nota Pesaitessa m 
precisions 

Id secondo luogOj faziane de^ elent&Ui topogM^ 
fid suUe affedoni unume non escbuk t azione <fi aU 
tre cause jisiche^ per es,^ le razze degeneri.{U che k 
forse il caso de? Peruviani)^ e moltq meno t azione 
delle cause morally per cui sino dalPinfanzia vien6 
alimentato il valore e considerato come un'obbrobio U 
eedere al nemicoj del eke se ne trovano miUe prove 
nella stofin de'sehaggi^ e fu it caso df? BrasiUam. 

tinaknente da un tati si trovano mottissime mqn'^ 
tagne net Brasile^ dalt altrd il sole drdente non^ )t& 
strugge U sentinmio del mlor^ hette sitiumoni inctti 



Digitized by 



Google 



ma pOMffiOl tJH «ieitb|' dOM ifiuoeoA^ dilBciil gb: 
del coipo % <ivMiB' cMlo ' #le^di^ All #M|M^d8TVM. 
ipirilo piwalif» i giMoUieddb- 



ARTtCOLO SBCOMDO 

ff4IO MPW-AilTIMIIf* 

CiPOPBIMO 



MUO fTATQ PBOB AHTUDDO. 

«y/ JMMjjri^TMJTiri. (V* la p^ a57 € leg, del ?bl. ID), 
§ t. jthituiud ihteOetiiidi. ^ 



Allorchi r rgnoraiiui i eomirne in una' naslone, if 
kgidatore ^ costretto di estendere I'uso della proTa 
testiinoiiiale; e ii« abbiamo V eiempio della procedun^ 
cifile e Griminale de* secoli: di niessa Doye infatti 
idaiaiio o pochi canno ecriVere, Hon esisftono regiatrt 
dello alatO'CiTiley non Utminenti che proTino dirilti^ 
chirografi cha attestind obblij^, ecc. 



m*mttmi^mmmjmmifm 



h poisibik ioUram altalind oppression^ o respingiria 
come^ per es.^ ne' deserd^ ne'^bosM, tra terrerd fui 
asemtti^ B^ patuMj eee. 



Digitized by 



Google 



tm k MMua o i prodptti» ed ogoi g»tfmo Iia i^- 

• idt'irkiida i AgM^ •siigrano in hghiltmra^ quiodi 
nelltf campagM )daiid«»i son ti trovano le persone 
iftruUe ohe m. trovano nelle inglesi. La mafncaosa d' 
queslo elimehlo, citMi'd'Ho' UlilukMii^pkirtic^ate, rende 
impossibile P istitusioiie del giory e del sisleaDa mu- 
mcipak iieU'Irlanda, inasprital ahroade dalio ^irito 
di partito. 

. U^iPfiff^KUoni pafticobin eJmxgioFmgb'f: , 

, llVaa^izzando^ gli usi e i oostumi de' popoli si trovaoo 
mille prevenEiODi irragio'oevoli relative alia pradutione, 
oonserradoney coiiipiiBOs preveasiaiii che^gnigOTemo 
deve propor8i,di.t4»iTe^ fcitp qualobb ps^pio. 

Produzume. Nell' Islapda gli slagni ele riviei<e for- 
micolaoo d'ogat'9peoie>d^aikguille, ina gU hlalidesi 
il astengono dal .fame uso per una particolare av- 
^ersione., . . * 

Cohservazw^. I morti per vaiuofd' sbnd' itidizi at 
legi#latore che il presiudizio oontro Itf Vaficliiazioiae If 
iuttora forte ^ e le le^gi ooa abbastanzii p6taiti p^ 



Consumo. )Bra .genVfiTe in ' Franda M^Jirftidpio 

^dello soorso secdldr la prevenzione cohtro I'ufto de* 

pomi di lem..l go^aniatori d^ provinciei) gli.lil? 

teodenti ebbero ordine di famte uso ne' pranti di in* 

tito ed esteodcrae il cqnsumo 6ol mo esempio. 



Digitized by 



Google 



319 



per disi^are le tenpest^ ufo dw tiOt^tillltf lUMo 
&lde ai cunpamri. H goTerno. aostmco no|i etctinlo 
riasdto a fiir ossenrare nefla Stiria -.1' ordinanxa oolim 
yiale aveva Tieteto quM' uao supenliiioio, ineanob 
i pairochi di aqcpfirlg^.^ .pof^o.^ jfwyf gn pa l W N I h* ' 

TV* SpensieNUesza o ecces^'n^cdniw^tdlhuiU^'' 
^ ' a damio S^eljikwro.' , .* 

gare al pantd ehe il oonsuino attuale estingua k r^ 
aona p^l f^im* l^fer^ i.ia^ ^b<l4!Ha>"fl[lt»' paeaaai 
ciiisi, cbe ^ stato necessario ordinara cob paittoolara 
ncDlafliBBtOu cba ciaamnio danoaesM nali irtihhiirti ^mi* 
(jazzmo ua j70u^ di jpra^ 9pd^'3°IM%8li?M.IWW4n 
ouirb duraste . 4; yifroa , »ib .VW4^i. W^mtl'. WV^*>j 
di ,«ainmla in ^iai^Tpgt ( Jtwrpufif]^ ilwr^UPilk^ 

Allorche i missionarj moraTi* giunsero tulle coste 
Ad Labrador, paese freddisdinOy come tutli toond, gn 
Eiqywpafui atavana. Tuaa- di ucddtre.j^.oifoi .a;le 
veilofa i mosSk mh ^cMlKf^ a mnm dl fMacr'^tfW 
gB espedienti della roam natma. I missionarj, 'ddpo ^ 
avere insegnato loro. moltt metodt neUa pratica della 
peica, giaccbe l'agw>lluni luu^ i ifi psanfiMf » Ubn 



Digitized by 



Google 



bfioMmia ^^fm0mm^}^ :mrjm tjmwtt* {Wlela d«« 
pom e oOBMrvare il u^o supMrfliio^ • li indiuscro a 

1C itaieriaUpeiTle fabhrieKe '• simiU o^getti 
' /'* oL geneMe comwho. 

- DlMttl4a0^'ibb6tt4iitto it geisc^ li pltflra caleu<e, i 
inmio» il granitOf come per et.| aaUa Sooiia', pul^ ei- 
•ero tollerabile iw daiio •uU'iatrodusione di etti ii«He 
dttii) lo tardi^ «ni meiio (ioreqiifi mattridi tear* 
•eggiaiio^ cpme^ ^. t$.^ in In^iilterrii. t 

In generate essendo^ in Jona delle dtcogtane to* 
pogmfiehe^ p£U o meno ahbondarUi j^ oggetd Jtordi^ 
ntlrh HsonHuMo ; Idr gUMud ntok^du he Ha dUeHo 
HrJUtsh d^MMluUone «/ pdff tidftitM.imtttati. 

'mipMkiiii^ hm dfblatio aitro meao pekr 

probiliftirsi Filcqua ihe te dstenie artifiaaB ^ come, 
|kfr MVIa Skfi^^^i^^Me der A«i^ ecc., ridiiede 
ip«ctdiir ibisui^ "AtHi^ glacdt^ il tiemiGO pob distrtig- 
gere ia un gionio il latoro di inolti meii (K dsterae) 



ir- » '• • • ! 

f .1.,, . ; > ;.. ■ . M. ■ III 



(») GrfUbmia. <rfi Indiofd hanno- ebueimo it toro 
MwpQ^ € M^ptPprieA.dL ^mnio mecolgano: ma A 
scana ^ la loro p^evisioncs che dissiperrbbero . in m 
giomo il ricoUoj se i loro missionarj non ave^sero. 
cum dl fame la dutribmione a proposito (D»ct. unir. 
de gdographie oomikiereiftl^V^* /'/> fxtg- ^Sj. ) 



Digitized by 



Google 



{▼i faofiiA wNi «l MMMOglie the ti^ ' iOtitioQi M 



Vn. Mancunza tP cIiq. 






n eoBoilio tf Ai«^a-Chap€lfe (817) |)fcrtiiifli» si em* 
nA r^olari di Ihr* imo del ' nigo del hrdb n^ 
gionii BMgri, eecettimto il tenerdl, iAttao ditf^ la mar* 
ama parte dclia Francia maocaodo df .oliice , maaoa 
del rehtiTO olioe quia oleum olwarum Fhmd non 
habemis vobienmi epiUeapi mt {eotionkt'r^iidafts} 
oleo lardmo mtauim 

La slesaa nMmcafisa tedmae i Somiii 'Poatcfiei dal 
1491 la [MM a pemettere ai FHauteiA Vintf^Vb^m^ 

, Vlll. C€U6f^p a seqno ^gUnm^ ' 

Ho citaio alia peg. t^a, v.®' 5, fl pane dl - cortee^ 
aa di ctii n fii uto la ricune aitaaridtii' pHi iieriK 
della Dalecariia. Ora gli abitanti che si oibaiio di qa^ 
tto pane, sooo deboli e langaidiy menlf^ gli ahiiDa* 
lecari) sono robusti a attivi. Quesle e simili notiiie 
die ^oMMlrano la debokna o la fbrfea Bsiea dalle 
popolaaioM, non tdno indiflaMflili oeHa ler^ da' aot» 
daa 

IX. AtimtSL della ^produvione. 

I popoli che aMttfmno le sponde del BaMeo > del 
mare d' Alettiagna, attenderano oaki toolla ardore sino 
dair XI aeeolo alia p^sca -del poroo aoiaritto che of- 
friva loro aanyalawate la Mtorar; a 'sifcoDnie elhi noli 



Digitized by 



Google 



w^ ^ Ma^mJL pMiisg^ « 4|iicl 
peice^pei^ b8.$ed#»par iMivaimittt dMnsUnSA 
del lore Urrtmo s pornbte loio dl petcare n^ giorai 
di feiUi e dl domtaica. lov^po alcaai veieori pRi 
leiaiili die ktratU/c dimtetiGhi de' biflogoi delle pew 
pobvioal^ s'oppoicro aU|i pubblieMone ed tumwdtmt 
della bolbv Alessandvp HI Mmoffi^HM^-m u«i de- 
ficetaki 4;bt lia bi 4Mbt dd 1 160^ 

' ' %» Trascuralezza ndla procluzione. 

2 S^ danpQ ndla Tita delle wifeieiii iMbi gradi d*i» 
disuse che fadlmente possono ^ttece loki eon qoal^ 
|cbe .stfanolo goveniiitivo^ e q«aidi TOnUonoeMerenott : 
JfUmoi per ^«» 4» djce» cbe i fiooMni eo)tiTarDiiD moho 
fitk tmcdk la vit^ die noo il frwnealou Al. tempo di 
Vaoia ean aTevaao ben&i alciini. ceppi, mfi ne, tratca* 
ravano la eoltHraRdbile. Qoeitd priocipe destro , affine 
d'lAdiim i Roiqani a ooHbadiy iiapoee, loio la legge 
di woa offiira HgU Dei cbe vuio provettnto da oeppb 
^tatow 

. XI. Aihudini ddmestwhe relative alia pnUtevza, 

.. La eofeisiaiie deUe abitudiiii domettidie pu6 es* 
jeie le Hdle voile futile alia medictiia; non si pa6 , 
per es.y attribirire la peste de' paesi orieatali al ni- 
diciame, quandq si sa die i Turdu si latrano il Tolto, 
i piedi, le mam dnque Toke il giorQO» e il coq>o 
^itaa volla la settioiaBa.. La puliCcaia altroode giOnfge 
,al piU alto grado «eUe case; i pa?imeiitt ▼! soao 00- 
perti di toppeti e di staoje d' Egitto ; « sebbeae I'uso 
voglia d>»>faiMiKiaipied& Belle scale git stivaliegli 



Digitized by 



Google 



m3 

iooeoli» coMebi I» lile t k gaHerit ibiio di nido 
loidate o maochiate, ci6 non oitante i pttunenli deDe 

mui Tolfii la 



Xn. CoMrmtomdetk 



Daniniarca, Sveipa^ Noir^lia, case di kgm^ pmAi 
nei tenM tl presso, pronta la costruzione, snffi- 
cieatemaBite luoga la durata; qoindiy daodii esi- 
ttono memorfe storicha , si costruirono c^ - di 
legDO. Qra 1' esperieiiza aTendo fioto conosceffej c^t 
quesia^ inveuraia abitudinc riuiciya J^queniemente 
ftiale al pubblicOs giaoch^ il minimo dijbtto^. di 
pKiGaaaoiie hasta per a^pio^uv gl' inoeodl ed la. ua 
ifilanto ridurte in qgiere una dt^, e tutta qufsUe de' 
suddeUi regni hanna provato u^^,fi ^pke volte quus- 
sto ditaitro, pfvcib la legga i inltfir/emi^a ed a pro; 
scritto le calie di legao. , , 

XDL Stato economico SeUe clasn iodalL 

EepUcati eoiifroiili aveado dimostrato all' ammini- 
tlrasioiie geoierale degli atposli a f arigi, che la mor- 
taU& di qaesti ragaisi era mioore, alloi^chd Tenivano 
coofidatl dUa fiunSf^e de' pro p iie ta ry^ vigbafiioli, eolti- 
tatori ddia Borgfogna, NormaiM&a e del Ni<v«rae8e, 
A qnello cfca prana i faatoH e i mHtori dtila Pi- 
cardia, ne tisoltb mia nonaa per la fatura iceila delta 
bafie; oltra miaai^e nortalita si frav6 docility eftaj^ 
giore. (Benolsloa, OmsiMmtiem sur Us tiffom Wwt- 



Digitized by 



Google 



a94 



rione genemle ne' dajj di consumo diviene p«l p-b- 
Wico .mininirtrrtore . on .utoino « riiAeoa o di po- 
toAt a cfce, tra tmte altrti oootegweine, tern a giu- 
agBene o eoDdawiwe fc wamt loinw aalecttJettto. 
vMto imndotta 

XV. Coasumi.nocin all0»abue. 

' KeOa qitaiHA « ndl'ecceiw dl certf Mniami tnrm 
la medtdna la ra^n6 di certe tnalatti« e rektivm 
mortaiitk, « d» ffiriene norma ai regobmeoli dd 
^Terno. m 17^9 >» ««»▼«"• <*«* ^"^ *" ofeMsato 
•ai proftlre tewlutameote Ifc ▼<»dito * la fcP "^ 
cidne ddle acqu* •ptritolie, a mcrtiVo d'uaa febbfe 
enidetni6& che prtnsnW in «!•* p«We darinehoa- 
rione degli fediittS all'ubbriacheBa. UUm accerta die 
tra le cauM che conlribui««>no a diitoinmre la p«»po. 
latione di tjuel repio ,- ri deve oontare Pabwo de' 
Uquori forti. 

XW. Sbopi tptadL 



Gli Olaadati wdaw* a»oi«tani«»a neaewaiio l» 
dd tabasco , atteio I'wniditk del kwo cKma: snppo- 
a«te dM r opimoae «ia «ra : om «atk qnote a>. 
gnisiQiM un motiTO a qud govenio ^ wndera fl 
tabaew a basso pwBO? Kd ea» *t ^adl'opiaMwc 
tesa aifOMa, il praao dd tabaooo «w restf^dibe 
pib Ttnoolato da qodl' 



Digitized by 



Google 



ZVa Sohieii mamore o mmom mUa soUaUsm. 



Lb fiiMsa ddte svuslstoue bhe abbitqigaa gmiwi* 
ttonte ad un'annala , ^ oo|piiiipiie neo^ssarU a chi 
dete oondurk e pnyrredarla. Ora q^esta maita i aa« 
iat diyena presto i diTeni popoli : uQ'armata iii(iaio 
HOB pli5 .sussislece son q«ie'. frugali a scani me^ 
c|m bastauo ad us'araiiala iii|ratU. In caii ur(6iiti 
mt caValier maraUo compie luagha a rapide marcie, 
e sapportB iiipredibiU. &tiche aens' allro cibo iAmb la 
firutta e i cradi grani, ^he si procaccia per via coUo 
itropioidanie le fpigiie fra le tBani, a di cui pur aa- 
cke il fao cayaUo si pasoe a carpiCe boccate feaga 
an^estarsL La sobrieta .degli %Mm;nuo|^ e de' Porto^ 
/fhctt pennetle ai geaenili di qoadurii per moAUkpm 
scascese 24 ore con uo pesso di panej una spica d'a- 
glio od ua po' di tobacco da fuoiare. ,1 Fnmpesi sono 
^infiniCameote piii esigenti (.1). # 

-— f^l. : j^ 

(t) Sumatra. Ifella pnmnda di Battas, gU uomini 
neUe imboscale guerresche si contentano Jtuna patata 
al glomos ^ oUengono vofUUm sui Males! (abitand 
i^ira pnmnda delta siesta tsola)^ 1 quaU vogUbno 
in tempo di guerra essere mq^a tratUfd { Marsdcn « 
Rist. de SunDitra, t //, pag. ao6). 

AUorch^ si liflme^ dice thoralon^ che^ dalia loro 
iafanzia^ i I^uvhi sono ahituati a pnv/tzioni che un 
soldato europeo iro\%rebbe insopportahiti\ che il w/ia. 
e hutL 4 liquori fermentati sono proibiU ne' loro 
campii che una ^ola razione^di pane o digrano 
turco e aJcune olive nere sono per essi un pranzo 
Jelizioso e abbondantef die un gran nitmero di cssi 

Filosof. della SiaLj vo/. Tf^, i5 



Digitized by 



Google 



XVUI* Abuse di li^uori nella soldateitca. 

Esieiido risnltalio k\ geberale W^tlingfon (ordine 
d«* gibrno 4 gidgfid i8i^ ,^ iktato dA Paeate Out- 
Mldo ) bbe 1' Art&ata iiiglese perdeva indlti soldati 
f9t ecce^so nd bere, prescrisite ton bnliife dd^priino 
A^«Uo delto rtesso aawr, dahrto* da Caeller, le^^e^ 
gttietiti knburft di prdcaiiztdne Ygir ^tieiall delitf if- 
^^ive coi&pagQie : t . di fkr mlsdiiari^ qdattro dbs| 
d'aoqua ad liAa 'dose . d* acquavite neU^attt^ die^ne 
y\i^M fatta la disti*ib«ltioiia ( ddpo iridbnio d^ sbU 
dafi ^ il quadruple fu rid<mo al tripio); 3; AlbrcM 
i cot*pi oite^tano qualch^ ^'ijetrato I'agguatdeTOl^y 
Af^^a essere riftertito gforuo per giorno e durante 
aasai iuiigo tempi) la relativa somma, accib la.truppil 
Bou rice?esae giornalmente ^che quaato bastava per 
soddUfare a' Hioi bisogui reaii, e pjrocttrarsi moderoti^ 
piaceri, e fossero cosi prevenjui^ gli ^ccessi che con 
danno della vita soleva farsi in ^in solo giorno. 



non porta hisocda e non nt ha hUogno ; che actuh 
stumaH a dormint att aria aperta^ ins^ilitppati ne* loro 
cappotd y ' s* accorgono appena iHb la mancanza di 
tende ^ un inconifeniente j quando si rifiette a tutte 
mueste cos&y sembra evidente che la Poriapuh mettere 
m campagna urC armata di 100,000 uondrd con mi^ 
nore spesd di quella che' ad tin principe ^della tri^ 
sdaniea sarel^e necessarid per manteneme un terio, 
(^tat actual de la Tui'^qute, A //^ p. 126). 



Digitized by 



Google 






Ccnre oommimIo 4a kggercM ^egU tatidiiGdH, 
tapea^^' cbt eratto ftnBt wB M a caari>tara dt cgniigliai 
aridi.dK novila, (ironti a pfjendcra k anai , balrian- 
908i fialla. praspera e tjK aell'aTTena fbrtuna, laTeoe 
di ^resf ar fede allr loro pi^teste , toleva osta(^, la- 
lora affiraUavat'uiia marcia per pfevenire i loro ctm- 
certi , talora moltiplicava le guaroigioni per atterririi 
e profittare della loro iocertezEa e socprcMU 

XX. Comment pwrikolart e MimordindlHa. 

Si attribuiscQ agK logleii liel Bengala una cupidigia 
iDsa£ia)>ile , la quale autre, in essi due inclinisioiii^ 
quasi dU^i epidemicbe: ii^clinaiioDe a oommetter^ ogni 
estorsione in pregiudisio degli Indiani; inplinazioue 
ad esercltare ogni Specie di peculato a daono del 
pubblico tesoro. pa ci5 nasce una tacita cooTeoftione 
ad ajutarsi reciproeamente sella pratica di qi^esti ec- 
cesfi. Un .giur|^ jpreto all'azzardo nella datae degli 
Inglesif come. si usa in Inghilterra, non troverebbe 
^Kprntafnk am eotpeTole, per quatfto manifeslo fcsse il 
deiittoi Ijik Asialici sareM>ero abbaadmuti alfoppit^- 
lioMy il pttbbiitilf lesoroalje mberie; dal ebe eon- 
dttAatiiO idhe le Jivene abituditd moraU ridhieggono 
divtrsUi oncU meUa pneedum giudidaria. ^ 

. XXt Prevehsdont cotUro il serviM nuUuire, 
La Qobtltii russa era* renitenle al servitia tnitttare. 



Digitized by 



Google 



L' imperatriM CiteriM, p«r dbtrugg^re questa rem- 
tenza , iion ehiamk in sab soccorso le minaocte; essa 
ordiii» che ttttte le f r^coaenae, tutti i nuigki fbssero 
detcrminaU gtusta r gradi militari; eUa arisb la ya- 
vi& contra rindoleoaa ; i lu^bili disUe prpTinaie piii 
rimole, per aon etwre oancellati dai milMiAterht ^ ai 
ieoffpH preinura d* oltenere gK onori dell' aroaata. ., 
. . • • . . . ■• . . ; >■ - ^, ; 

XXIL Jlffi^oneiod ii^ figpa dl. vesdre, . 

I monrtanari scozzeli sono aSesioDati' af loro abito 
naaionale. II Pretendeute comparendo in* mezzo di 
essi ooa questo* vesCito si fece"^ dei seguaci. 11 Paria- 
mento inglese nel 1745 Toiie dutruggere quel eo- . 
stitme alquanto scandaloso e si fece dei nemici^ dopo 
inutile lotta i stato costi*ettQ a ritirare la iegge nel 1784. 
Questo costume consiste neU' andai'e senza dilzoni ; 
quindi', allorchd la leg^e Tolie che ^ que' barbari [co- 
prissero la loro nuditli , furono Tisti jJciinr portare i 
calzoni non dove ti d^stin^va^ Jo spirito della kgge , 
ma alt* estremita d' ua bastone. 

XXIII. Affezione aila barba e mustacctU. 

: l^'cKrenia a£Eezio«e de'. popoli 4>rientaU. pe' mu* 
fttacchi e per la barba e pausa per cui cbi la tagtia 
ad un altro , gli fa ua a&onto gt^avitsimo y.giaccb^ 
un voho senza mustaccfai e senza baiba nqn appar- 
tieae che agli schiavi ed alle donna. Questo de^tto 
rlchiede dunque pena maggiore in Oriente che al- 
trove. Pieti*o 'i grande costringendo i Russi a Ugliarsi 
la barba , eccitb una rivoluziolie. 



Digitized by VjjOOQIC 



!»t9 

La nepubblica Vmete Mppe pr«6llaife dAi |mm- 
'de' Morlaoohi p^ loro nnustaoehi | auMociaii- 
dboe I'labrMoiie per certi delitli.' 

XJLiy. j(ffiBziofu Spmesdcke. 

I MibmeClMH e gfi Jndunii che oon particobire ge» 
losia custodiscono gli appartanieiiti delle lord dmine^ 
lioii' patrebbero soflMre che un offidale dt* politia yi 
^ feoesse perqaisizioDi. Per rispettara la loro delicatetaa 
•eaiia irlolare A^* kg8<> dice Bantham , oooTerrebbe 
nommare deBe doniie p^ qaesto genera d'incum- 
benza, e tutto tarebbe oonciliato. 

XXV. l9dtuaiom witi aliamente rispeiUUe^ 
b^uXe erronee. 

% DCtfo che V India e dhita m caste ; dar I'aiio- 
ciaiipae aucha iupobMitana , ^abinqcie tomt ihnti ^ 
con peivoBa .d*4m rango inferiore. ed inpvro , laat 
Mco la perdiUr* ddia casta aUa« quale u appaitiane. 
Qra J tra gli lodiahi^ I'aacloskme daUa casta paoduaa 
gli stesai ^effirtli che la seomunica avrebbe prodoltoira 
not Del sub' priniiti'fo rigora, il che non i mania 
neno deU'cstrieouiltifaaiia o deillesclHsione Male dalla 
sode^ Questo slafto di cose ridiiede Wi ndle pri* 
gioni una distinaioDe obe i ignota negU Stati europais 
ripdividvio d't^na casta non pu6 ivi IroTarsl unito^nalia 
stessa stanta ooil un inditiduo d'un'altra, senea gB 
incontenienti sopiftcoennAti. . 

XXVI. Vii ripfxnsibili ontichL 
L'jgnoranaea e P impertinaaza barbara da' nostti 



DigitizedlDy 



ed-by Google 



ji3^ . 

tm^fs^i ci iiwilHi bi«9bil<r pij^ «li die amilMip d^es- 
seirt 4^trMtti « # qniodi vofltaiio tMte Moti «1 legi« 
sbtore: eccone uii..«$6iiipi9 : <•: Ii» iMHr ifi)te|^gi led 
anche in aliHme citlk delta Francia , all'aboliziofie di 
tante aatidie costumatite tie i sopraYtiisuta ana noti 
men ridicola che ci|^efi9ibil«:> ed i che quando ua 
piairitq si hicia batt^re da $ua tnogUe » si pigiia » •! 
meUa a oavalio ad .«n -aftio^ ckrll^. faccNi fivinka Tenb 
f(| ^Bfda}, e si fa girare jper le stinde priocipali. Toco6^ 
qu^s^ sorl^ ad un mot^o d'uo^ plc^a cMk d'un 
diparlipMnlQ vioinQ a Lioae mtUo saocaa ftbbrq^ 

XXVII. Specie di delittL 

Gonfrontando le Ubelle de' delHU nel decorso di 
pill anai^ $k Morge (juali piit frequeiilenicttte e in 
yoUggior . oapk ritomana, il dkg anuuBcia al fegisla* 
lart L bdi dcboU dcUa iegislaviona o il relatiTQ aa* 
manta dWIe aiorali abitudmi, a lo jndaae a ncevcariM 
kk cmsm a a rimedj ; parataoipio, dal rappovlo jpra* 
•oftMa 4a lord Peel etta Gatnera da' eoaattni rismlUi 
4w tra 144^7 delilU di iraHo ganere caalineMi «ta 
logWillfinm mI i9qS y CI ebbe ia>S3o Airti , eToA pili 
dt set aeitioH dcUa totaiitk/il ehe essendo coaforlna 
a»fisultati degU anni antecedeiiti a maggiore di quanto 
at oi$erva sal oonHnente , in parilk d^popdlaiione, si 
lOitiiiMiaice alia daiiolezBa della polizm , atia quale la 
costituuone inglese non peroieMe di preveaire il de* 
litto. Questo atimento di furti in ragione delta debo'* 
lezza della forza prevehtix^ e irepressiva, confei-uia 
qiiaatb Ik) datto alia pag. 199: 



Digitized by 



Google 



IXVIII. Professionc de\ r#i. . ^ 
Nel Porto^llo un terso de' ladrvioup /|ol49U <i ^fh 
rmaj : qoesto fatto atcerta^ i| Govemq eke 1^ pag^ 4 
meschina , la disciplma trasciunta^ la pirpfiMsiope av« 
^ita. Non e oosa Vara a Li4>Q|ia eke m /lol^^^Jiv* 
mandi la limosina 4col fX>l^eJlo ipi mano (£b||telet* 
Voyofjfi. en^ Portugal , t 11^ p. 34 e 35^. 

XXIX. IncUnazwu ai giuachi 4'azzardo. 

I tand siiiddj. che $| cpipii||$ltopch ai|OU^lp»fHa)^;per 
perdite al jgiuoop, la rp^ipa di tApte (amiglie, il 44^ 
fcredito e i danni qhe pe sofTropo i i^ iapP9fi:fU t 
noD soDO cogQizioni sterili pelia men^e 4e' pii4>b}lp4 
aiiHDinisti^tori , e hanap giii ipdolti pariscphi a prpf^ 
scriyese dai lofo Sl;jBti i giiiocbi d'azxardo> 9^ mal* 
^rado del lii^o che i^ pptrebbero pcroepirie, 

• • ^? ••••*•• « r • ♦ 

3HEX. Topo^iffia delle parro€chic. 

Aebi^ |>P$^ e^et^uarsi l^tsercisip de' dovei^ retiglppi 
u , i triscessario ph^ I' .estepsime deile parroccHia 4« 
^ liniitata, ehe ^p .u<uno poMa.f>ortarTisi q litg^n^p^ 
almeno in mecza ^iomata. £ c^uindi e? idenle , che^ U 
cognisione delta' topografia delle parroochie Don i iim* 
tile al legialalwa^ HeUa Scotia H nuntro* delle par- 
rocchie i .8^ risipetftp^ die epOMp disUBo ao o 4^ ™i* 
glia. Qt\estb stafo.di cp9^ npii e il migliore elogio 
che far si possii dlila legjslatione inglese. 

XXXI. Rendita Jetle parrocchie. 
La cpgaiKiooe della sc^rsa renditP di pUi parrx)ochie' 



Digitized by 



Google 



4^i 

prqrabiie ^ nel cessato regno S^Italia , il tapptimtold 
dl eoiKignia pel- ^^* paiTocbi la rendlta de* quail noa 
jgiina^Tdl a 56d ifr. Per irero dire, non si pub ammU 
ti^ la genefbtil^ del legislatore ^ giacchd in quel- 
le' i^ca un fikcdbiHo in Mikno'guadagnava di pid^ fu 
pivh on pasio Terso utao stato migtiore. 

XXXII. Numtro de' ceniri itfi^i 
e de^ giomi festivL 

" 'TtiV61ta Ti puS essere eccesBO nel numero de' ceii- 
tri religiosi Mnsa die' ri guadagni la religioYie \ e il 
legtilatore deve saperlo. Lima conta abitaiiti 539617; 
6ra, oltre tin numero d'orattfrj, eremitaggi, cappelle 
ed altre case di divozione , si troTano in Lima 63 
grand! duese; il peggio si i che sono convegni d'iii« 
trighi amorosi. Nel Brasile la cittk contengono quasi 
tante chiese quanta case {Ifouvelks Annales des voya^ 
gesj t. II, p. 94^1). Ne' secdi scorsi Vei?i ecoesso 
ne' pellegrinaggi , non sempre faTorevoIl al buon <!d« 
Mme. Ndla MoldaTia e Valacdiia' si epntano *kio fie- 
itcF ailf aono , della quali Fosservanone i rigorosa, e 
tftis'llinno dimenticare la massima : homo nasciiurad 
labcfrein^ ecc. 

XXXIIL Jmpostori che ingamono 
eon €ipparenz€ relq^se. 

* Sorgono frequentemcnte iitpostori che jpgannano il 
popolo con apparenze religiose , 10 distraiggono dai 
lavort', e taWolta con danno d^ buon coslume, come 
successe a Stockolm nello scorso secola: un artigiano 
s'acquist6 fema e segttad con un ammassO bizzarre 



Digitized by 



Google 



^ a3j 

d'ldiM mistidM e 4 fmltdie tuperstfaioie ; le aiMiB* 
biee si teoetaao ne* granaj e si prolungsfmno a nelte 
aranzata. La politia le pnnbi e cMt|b i refrattaij; i 
castigi , aeeondo il soltto , aoimafopo lo ido. GtiOa* 
vo Uif liilbraMp liiMf^cosa , brdiab la oontpbsitioDt 
ifmm €0iDiiied9*;^'*clri le biilKmerie'fll\|^e* stetttiif 
si reM H er e al|MM|tf i* iiloA> da c|6l)pilto la ptibtt, e la 
feee Tappresetieire'sul ftfalfo liesldDafe^ Queslo measa 
cbbe tiitlo M ' Stt ^ t iii^e '; il<puM)lk»i rise^ e leailetoblee' 
eeswfOQO {t\. Ifon i MiteMnd II dilK'^die per peinrf 
porre in ridicolo qoeNe battffoMrt^ fit Weoestario o5«» 



XXXIV. OM/«M e dintd dviU votmU 
dalla reb'gione. 

Le pardeolari jreligioni iaipongpno oerti obblighi 
talYoita ipnoctai alia societk, e che in conseguenxa il 
l^yhfam ii#Te riifettaipe » se wm ;1mioI# • produfre 
scofttante ^.disqUiedteiisa ed ahri ioeonveBienti mag* 
giori Jii:qiidti ebe k si^uano. I qiOMqiwif per.eyAin^ 
pio , hmoo ia ortore U gturameiito : la iegisieeiooe 
ingiese li sci«g|ier 4aU'obUigo digiunute^ ed^ayuta, 
riguard6 alia Itacilita dello spergiuro,. si p^&-direGbe. 
ba .fiitCo beoissima La religione ebraica permeile il 
diToraio ^ il codiee aiisUiaoa pakoielte il divoniio agli 
Ebrei, ecc. 



(r) Cattcauj Voiregb en AHemagne ^ t. 11^ p, aaS 
e 229. 



Digitized by 



Google 



964 



Lq fttnlq ipt»lletta9l0 dnUe ivni^ni pifi^lMA ^inn^ 
frsi, quasi idi$#i tUnUi ^ qii^ln d§ila Jifm, #1]^ fum^ 
^i$iiD9^M»ita r4M9Mrit^ e In |i^c«^' 44- tt^vjhu^o «1 
plepilimip. Koa. t' bn uifadL ntzww) « par yiwt y ^«i 
oivUiU ai^.iEogUa.ffYi^rla* la^<piate mw I9&bia i snai 
]Mg«pdi^ , oaoHi licfi «' ba n^c^^ ^''W'^ '^^ ^^ 
tia^spanta affatt^ it samo ^u^oqa. Segueoflo <i«i#^ 
idea esatniiMrb dapprima i sintomi cbe denotapQ igao-i 
ranza (parte oseura) , poscia quelli che aDOUDciano 
scienza {fi^n^ iUammata). 

ARTICOLO PRIMO 

StirrOMt t* ICHOBANZA. 

IMI' igooranca, eonsiderata neihi luft nasitma lali-^* 
tudiBe I pomamo disCtngaere due patti : ta pinma i" 
GOitltaila daUa fonwa deUe idee mancaiHi rekiHVa'* 
itiente alia dviliscaekmes la seeonda ^ eosCituita delhi 
gMiiiia delic idee feke o de** preghidftf pi^ o meao 
praticaoBeate do(3^* 

§. t. JttmeoMM ill idisn^ ' 

» 

L Nelia produzione delle cose giomab'ere^ la somma 
delie rp6K o delle Jiztiche non necessdrie pub rappre* 
seniare i gradi delf ignoranui popolarej addurrb due 
fatti a schianmeato del principio : 



Digitized by 



Google 



,%15 
«) la w pMit f^ mido' n fer^ftf di vb^ «M»f 
il Portogallo, fi osserva con K>rp««$i| 4^ witfaririt^ 
le cnntfrie* I. RMofliMi IfPfOM il filWl in c«Uiert 
m/n tem^ d^re oooeisamMiftte deva . faroMntnre* 
AiBot di preTeoire la femieiitasioa«y vi unjc^Qao nafrftfi 
4mc A'iBrt| w rHe, #;p«Mi die p<MrehUr» wpamnare 
fai oe d o- mo dotto oililaier Jkt^..fotmm0 i PorlKsk«« 
per la stessa ragione preparare Tioi leggieri e fioi come 
quelii di Franaia {t}, ■ * , 

b) Gil abOaiili dl 6tiniilra$ I ^^u^ le^kiTano ab- 
bondaotemente il riso» manatno di ple^ quindi sono 
fMdailnali aUo ttiMiidUalaia f«lte<di'6|«Mrb ooi 
piedi oode sgraaaffio, openaiaao 4bc {ani procuraap 
d' agevolarsi, attaccaodosi oolle mani ad.uo Jegqo col- 
kcala oritMnitalmente sopra la iona ieila. £ ^ebbene, 
utttab rabiti»(Kne d'andave lealai^ i l^ro piedi siano 
'Citiiamafnante oalloii» e per consegooiAa propr^ a que- 
sta operastofney ci6 non ostante il latoro i si asprp 
che Ul^lta fk naoir aaofiio dalla pioiMa do' pMi > 
priaoipakaeiile ae A #ocaleralo-^), 

IL .iKpU! nao'iidfe oate ghmab'ere , ^ differeta^ 
ird la somma de* vaniaggi $iuceUibili a la tonuna 4^i 
WfMfirtggy J nwfeitfri, fmpfn$wia i gnadi deW ignorant 
m. inenia g)opobum. U kgno d^ oUto , per oa* i it 
qiialo lla oii colora giaUd * & durificinx) e beUissilao , 
pub^ervirea dmifi ftaif om i Portogheii cho poa* 



(i) lank. Voyage en Portugal, aoc. , /. //, p. 55 
r 56. • ' ' ' ^, 

(2^ Mdrsdtnj ITtAt de iSuaialra, /: /» p. 119 c i3o. 



Digitized by 



Google 



3rji 

t^ggdiK^ fanH u)M; itoia adopfofbo <^Mtt6 iegnb ahe 

cofWB eombttitiMe {i^. • 

' Vi sotio tenque tttil^ nisiire leMtibili'e paipabiK 

den' ignorant; ifutfiM iMMio k Mte dM Mrvoho «|jK 

usi comuai. •'*•!. 

L'ordit»6 pRi regoiare che^gniir n poaia in* qnaata 
ti^gine, sebbtnibi indlotito dai Mtogiil come ^gtte: 

I. Sintomi ifignoranui 
' dedotd ifa cggM rdeuiui aivHt&i 

' PrenfHanio'per Abnna U'latte, e Don coaaidariafli^ 
tiie i tre. primi -uti oomMi : avreno t tre tegventi 
gradi d' Igaomnsa ? - i • * 

i.^ I (>ra«i noiii caplsoono come si pooa ienr faHfe 
di pecore o di- vacehe ; esrf noa be? oilo mai aitio 
che qu^llo di eapra^ tl quale ndle itole i aoorilte- 
te W. - . -' 

' '' 2::^ I Galabresi noa aapendo fahbrkare U twto , 
pi^parano i ioro alimenli con grasda dl' poroo, ed 
•iiitpiegano it latte a iiire foraaagglo^ del qiiaic ii fanU 
can ragione la deiicatezaa (S)» 

-3;^ I Giappoa^i si serrono de'lori e delk vaocfe 
tmicam^te per V agricoltura ; boo ti opaosee al Giap- 
.potte ae V uso del IcUte^ ne la preparazime del ha^ 
w ^ BJ h fabbrica del formagg»^ 41 osaerva la 



(1) Link J ibidy f. /» p. l^oS. 

(2) Annales dc$ voyages, U Ilypag- '^' ,^ 

(3) "Journal dcs voyages , L XIIu pug. 65.1 



Digitized by 



Google 



^7 

^i«i.«M(clMi fAlto di ^artioobri a¥va>> 



hk qiMfta •rtiodo le.aociM pfr iyiifliira|« T 1910* 
nma tono i iMleriali, k jpro|^<]arsM)^ le G^nTenienio 
col fiq^ senxa pwkre de' tav| fWmfiiti ch« oooifoa* 

v«) MaierialL Salle •otte d» Barfaeiin i 91M igoo- 
fo L' ma ddh calce ^ beach^ il. audo ua tuUo calr 



In pib TiUaggi tardlii , mold rispeltabili avanu di 
aichttettura aQtica , noa appve»sati dagli abitanti , si 
yrtfgamo adoprati iiegU mipii^ ▼ili* Gli avelli sepol- 
crali SODO aamhiati id vasche per le foatane ; i fi*ani« 
neoli' di colmiie a le ootnici mutilate sostengono le 
I r ■ 

(i) Nouvelles Annales des Tojages, L XIT, pagi* 
na i59-i6a.^ 

Del Poriogallo dice Linch » E cosa sorpren'i^nfe 
j» €ke non si-facda hwro fresco nel portogallo : non 
n sc ne trcw quad che m alcune case di campagna, 
n Si impiega ordmariamtnie il burro d^ Jrlauda in 
» tarili e piU iH f^^ quelle d' Olanda . . . fielle 
» grandi citth non si pub aver latte j in alcuhi paesi 
9> moniuosi non si trova che.laUe di capm >t (Op. 
cit, t. /, pag. aSTi) i 



Digitized by 



Google 



( 

ndid ttMMle Mnrofto V' 8^f«Mlie il Hm «li fl fttiliMlto 
cMAt m ub MOrtBJOtf OfdKnaliiiiiMfeife i Gn^ e t ' Tor*' 
Al eopi«>ii6 A, oakift ^li «ntidU ittUHlii ^midotf tf 
credere d'abbeMiHI; t cbA, eaiieeHiiilo Mi taHig^^ 
parte de|le iscrii iooi.- 

&) ProporziM. GB ediBtj tardil Joio copie groa- 
sohiDe e 4iiC6^reDli <^ Mft liaiuM 4»i F ttittM , nii la 
seroplicitii deli' origkide « . . Le paiti ncff han^o tm 
esse alcum armonja , oca iciia' toUomesse- ad alsua 
pribdplo Mgolatdlre'; i daHU^ iono oMII%4 « p^(«atM 
fli dtf Iat6 del giMto die dell* e^Miak»ift. Le bird dtt^i 
coraziooi fantastiche noo tono direUe iHA dalla tsgUn^ 
nt daHa ttatttra; ttte rMnMMiO d' trtiiilii / d* i«teitiao- 
tie, d' aittoaia eol di^egao geaetale ^ ntilla hMamoMi 
indicia la oreasione del genio (i). 

c) ConveHicfne coi fim. Ke' pae^ fr<di)i' U , priAc|* 
Ipale problema che deve selorre 1' ardnCettO) tomistift 
nel Crovare i tnddi di toiuertare U caiore, probkna 
plii importante di quClst' altro : trane laoho caloce <ia 
etiormi quantita di iegaa. Ora , ^ presta^i i^ a 
Buck^ ntl Finnmark ,q ^^h tokla la. parte seUentiioiiale 
degU Stati Danesi, si trovano case gtaadi, solidei co- 
mode, ma il minor sof&o d^aria yi penetra da lutle 
la parli (a). 



, *iirtii"a tt'jt^^l 



(i) Thotnion^ Etet actuel de la Tur^uie, /. /^ pa* 
g/iw 295. ' 

(a) Voyage en Norrege et cfa Lapoaie^f. /, pa- 
gina 3i8. 



Digitized by 



Google 



lit. SUtmni ifigmmma 
dedoUi da tuite k ard in generate. 

Le fMnti de' ftiflMmi ii ridiiooiid m qMttm .* %m»^ 
raata dv mtuetie {ytA \ naoMri I 9 II )» A mdechine^ 
4i metoJU (TtdV il cu^ II), di prodMi; quindl per^ 
dite iadefiiiite s per es. ^ ahiUiati di SimMrtm non 
coBoscendo r uM dcM' «i*gaiM> e tiMiK niaeohiiie, Mtt6 
MrtreHi a taMnt mini *lk tuperfieie del tudb mll« 
seai^ deile Mniere d'oro ((). Di <juttle igUoratttA B<m 
ifMeto pMTii f soldati lOMMnj aUcMtiid aella presa 
di Coritato 8* assisero, per giuocare ai didi, afOpra qua*- 
dri d' Inestiinabile yaloi*e ! 

Il tuddttttie delle eitta ptib essere pm^ra d' igtio- 
ranxa nelF arte agraria; ae i un esempio Copenaghen. 
Qttesen dtti 1ft giUstificAla In tntti 1 tempi la Anna 
di*p<nMdere-«trttde spofche » beaoh^ $t ferie pnlire 
k cagioni In sp^M aninuate di 34j3t5 risdnllert. In 
altfe dlAi tJ^Sti^biifge , p^r es., a BmsMltei , k 
Mioa y acb. si paga tioa MMnma tagguardetde pet 
eftenere ii priVttegto di Mscdrre le sonure delle stro** 
de^mide implegarfe come Ifigravi nelle eampagne. 
L' ignoranta e ' i pregfudiz) degli agrieoltoti de' diK- 
torni di Copetiaghen impediscooo ' questo sibgo alle 
iaamondim («). 



fi) Hist dc Sumat]^ , r. /^ paff, 35o. 

[a) Anaalei dei To^tages /i. XXI ^ pag. a85»!i8& 



Digitized by 



Google 



IV. Sintomi fignnvma dt4emi Sal oomnterch. 

Dai primi elementi del cdoolo siao all' uso dcgli 
^odfisi. 4e'>cajdlUi di Giov^, vi npntJlDQUe c^gnkioni 
neU' arle naulicii'^ ia.inaiioaaza.deUe qmix rappreccD* 
ta* i Tarj gradi d' iognaranfet ; i^e fiter^ ,una joia : i 
i^oto ^Me gli« Europe diTidoao m Upal94ue paiii U 
.cai'tone orcoif M .,• aul q/mie u i»iiu>v€ la sAsrelta delia 
JbuMolit ooda iodloara nel lemp^ stetia la. <liraikMia 
4di ^mta • qnvlUi del vasoellb* Qra Aib? battioMpati 
algerifv » ;ipv^(ie di. traatadnc , tton aa m Tagginw 
ac<aeiyiai» cbe otto.. 

. V. SlnUHfd tnud dai modi di curare 2r makutfe. 

. Tutu mnoo cba la coia .(sitie jAk iplei^isa je saf 
«ioni ti i la lalata ; peroi6 n .j^'^licaaio 4q>p^rt«Uo 
Alcune regale per carare Ife 0ialpt)ia^ esUpme. ;ed inr 
teroe : la frequeoza dalle guerre reside ^qiieoti prin« 
Gtpalmente le prime. Nello stalo attuale dalla mQis- 
jMaione la chirurgia 'ha i suoi ioatrttoi^ti ; la medi* 
cioa le sue ricette per»le malattie piti oomuni. U ncni 
wo di. queiti strumenti e di queste ricette «ark dwor- 
,que prlmo siotomo d' ignoraajmi ^ ritroyerete gli altri 
ne' dolori che si fanno sofiPiire agli amiBalati , e nella 
mortalitdi che risulta dal mode di medyare. II fuoco 
i uno d^ priocipali rimedi -de' Tripolitani ^ essi Tiin- 
ptegano in quasi tutte le malattie. Per le leritte come 
pe' niorbi interni , pe' rcumi ed anche pe' mail di 
testa fan uso d' un ferro caldo « ^col >quale abhruciauo 
la parte ammalata. EscguisconAf^amputaaioDi io modo 



Digitized by 



Google 



a4t 
sicfliro /ma grotsiero e tNitiMm>. Iti tutte le ultmiim- 
kttie , ^ome per es. le febbri o timfli , &i pn^ qiiMi 
oon certaon aitienbare die tre qtuirti abaeao deRe 
OMMti fCMio etEbtti da' rimedi (i). 

§ a. FatsUh. di (dee* 

Pare ehe 1' nOmo A add6xAe8ticfai pHi flleilmeiit^ c6t 
fiilso che qdI Yero. Qoesta propottcione pti6 essere 
matematicamente dimostrata, poneti^o a eoafronio il 
toamero di quelli che.taatio «itafido per le Morte e 
.indefinite tife deir ent>re , eol nttdierb di qiieltl cbe 
si> rileogono nell' unica- tinea retta delta teliliu Pria 
delf era cristiana , in ttitta la Grecia , it solo Socralfe 
eonoBoe 1' onitk defla causa prima, lutki gli altrt to- 
flerano 3o,ooo divinitiu Tfell' VIII secolo deU'era cri- 
8ti9iia,'it solo lila^vrando, re de' Longobardi, seredita 
le prote giudisiarie delPacqua, del fuooo, del' duel- 
lo , eoc*y il restante del mondo cognito k rispaiia a 
le ▼uole. Nei XVII secolo il solo Galileo e i pocU 
saoi discepbli proclamano il nioto delta tetra ^ men* 
itre la ¥Oce , per cosi dire , del genere umano pro** 
dania il moto del sole. L' idea di Socrale , pria dl 
diYeoire generals in Europa , soggiacqoe alia lotta di 
:cirea dodici secoli ; quelia di Liutpnindo rimase som* 
mersa per died secoli alnieno ; V opinione di Galilee 
i tattoni ristlelta neila mente de' dotti e probabiK* 



(i) JUtfO-Carthy , Voyage k Tripoli , ou lldatiofl 
d'un aejour de tkx ai^ees en Afiique. 
Filosof. della Suu.^ vol IK i6 



Digitized by 



Google 



■iciile ooo dkwem mm popohre. Aceemo ^ una 
tfiontk die «yilupperb a limgo in un tratteto . nigio- 
natp di tUm , le noa naiidieraniio ie fiwte. 

Le fake combinauoQi ideali cbe cseccitano oMg- 
giore influensa sagli oggetti statistici , pofsooo essere 
ridotte alle feguenti : . 

I* Preferema delU cose Jrwole , briUaiui^ stnme dUe 
cofe utiUf MoUde , giomaUere^ 

Lo spirito lunaiio nel suo progreaiiYO sviliippo mm 
iegue la lioea e la gradaziode de' bisogDi fisid ( ^lUo, 
TeUito , alloggio , ^ominercio , Mlute , comodi , eec. ), 
ma appeaa ba troYato i mem pih gro«olani per a{^ 
pagare la fiune, esoe di earriera stimolato dalla im^ 
mik^ e Ta in traccia d' oggetti. che ni cooiervano, ni 
migliorano V esiftensa fisica, ma procuraim all' uomo, 
mo' etistenM morale nella mente altrui ; pereio , ao- 
che tra i popoli che tivoDO a stento di caccia e di 
pesca y e tono costretti ad uccidere ie vedoTe > gU 
orfaoii i ▼ecchi per mancansa.di rijorse p. abche trm 
ipiestL popoli f dissi , si veggono ornamenti sul capo , 
alle orec<;hie , sul petto delle donDe , e figure sulla 
iguapcie , suUe coscie , sui piedi degU uomiai , e oose 
MBiii atte a fermare P allrui sgiiardo suUa persona 
.cbe al presenta. Questa inclinazione dello spirito uma- 
no <sercit6 e oontinna ad esercitare la -sua influcnia 
anche nelle arti e nelle sciense de' popoli cbe sono o 
si dicono inciviliti. 

( If die arti ). I giardini attuali ne' quali si anisce 
la beilesza all' utilita y furono ^reoedSiti dalle piii ri* 



Digitized by 



Google 



H3 
^iMlB biKurrie ; gli dberi il botcbivi die Inilttim 
eraoo tagliati in modo da praeiitere le forme dl 
nooelK , di camlli , d'oomioi in bttte le ettitiiditti, di 
▼ascelli oon ^ele spiegate , eoc Pria d* avere npul^ 
apprezure k belleste semplici e nobili dell* architet- 
tura greca , abbiamo ammirato imigo tampo le slra- 
▼aganti arditexze detl* architettura gotica. Gli abitanti 
di FHburgo eressero Qoa torre alta 386 piedi , la 
pih alta che esisia oella dviaaera, nel tempo slesae 
che maacavaM di itrade. Net Me§sic<s <ltae i'lHosIre 
Humboldt y oon maneano ingegneri che giudicaiio 
dottamente ddle bdlene d^ on edi6tio , e ioao ra- 
nmnne le penone die sappiano oostmife maediiae , 
•cA^^ar eanaK, aocteuer ponti » erigere dighe, regdare 
r irrigaBooe (i)* 

( iVeffe Sdeme ). Da pi& teooli PEuropa ribocea 
dl scuole rettoricfae in coi ti iotegnano i preeetttdd 
bd dire ; e le sdenae eoonomiche non hanno otte* 
OQto una pubUiea cattedra die dopo la metii del m« 
colo XVIII » €Aoi nel 1769 in Mibino. L' accademia 
di Lisbona propose nd secolo passato un premio per 
la migliofe tragedia: an oonoorrenle feee owertare 
die la naaione portc^ese ignorava i roodi di libe- 
vare dalia ruggine gli oKvi si utili al PortogaHo , e 
Ae il seoondo problema meritava d'essere sostitqilo 
al pnmo (1). Nel i8s4 >i direttore della biblioteca 
'reale di Parlgi , in oocasione ddia wndita de' Bbri 



(1) Ifouvdle. Eipagne » I. II j pag. 3d3'. 

{1) Link y Voyage en Portugal, /. /, pag,' J^oS, 



Digitized by 



Google 



di ^r Mark Sykes , fece offirire tloo laigi per k oH 
|Ha unka in carta Telina della prioia edisione di Tito 
UTia/mentre in quella bS>lioteca si cercano tattoni 
iovaao tiUti gU statuti dal medio cfvo , eoa 

11. Faniasmi deW inwui^butdone'realisuttL 

. I^ bisogno di ^segnare ad ogni e£ktto una causa 
determinata indusse sempre i' intelletto popolare a rea« 
linafe il primo fiiatasma che si preaeotb aUa stla 
jminagiiiazioae , e ci6 con «tanto xnaggior sicaresui , 
quanto piii vaga ue era e indeterminata I'idea. Tutte 
le scieose haaao ragioae di kgnarsi di quete incli^ 
nazione ; ma se poco importa il aupporre in tutte 
le fonti una Najade , ia tutte le pianfe ua' anima i^e- 
geUUiva 9 in tutte le' sfere ua aagelo che le muoTa , 
ecc. , la oosa aon ^ sempre indififereate aegli oggetti 
statistiei , giaccU quegli agenti realinati, talora imp^ 
discono di rJcercare^le cose yere , talora contigliaao 
xnezzi aocivi per liberarseae. Allorch^, per es., aoa 
si conosceva la teoria de' gaz insalubri e i meszipi^ 
guarentirsene, gli accidenti che suocedevano nelle mi* 
nierey furouo attribuiti ai derood| abitatorl At* bio^ 
bid y e talvolta non si osb scavarle (i). A Sumatra 
quando un uomo ha perdu to la ragione.per malatHa 
od altro accidente , ovvero va soggetto a colpi epile* 
tici , si crede posseduto da ud tpirito ^ mab'gno , e il 



^i) Fodcrd ^ Voyage aux Alpes maritimes^ifom. /, 
pag, 106-167. ' 



Digitized by 



Google 



«45 

vodo d'eaoroiwlo cootMe nel coUocaie . qdMo 
Mpnmmlo m naa oapnna. alia quale s^iappioca il fuooo 
vicino aOe sue oreodBC , e gli si bMaa la ftoolta dB 
cca(^pare , $e pub, altraTeno alle fianunc (i). ' 

. » ?• 
IIL ^^^CfMwCd ei{ effScada attribmia a jcose huati»e ed 

. imtffioad , e cO pe^ procurumi um bene lAemrii 

. da un male, ... 

.. Ndl' ifida. auiicilali , t agriookore floppone che m 
ciarlaUao. poaafi luiire o diitfpare la pi^ggia;*. quindi 
nd OKSe d'aprila, uno di oastoro rioeve.da ciaicilii* 
fiuniglia d*un pa^te, una o Hiolte* piastre^ asda 
procunur lore il.leanpo fi&voreTole ai layorti £gli co- 
fliiniaa ad aateaani a.fiiigs d'astcieni* inoiti gtami a 
BBoite nottk dal c3>o e ^1 toono , cseguisce molto 
cerimonia biuarre, restando sempra in meuo aUa 
campagne. Se yede formarsi una nube, accende to- 
sto la pipli y fuma. ooa gran yeementa labacoa V ^^ 
rcndo cderemeote qua a Ui^ e gettando a lulta fona 
andale di fumo aontro la aube, mexso efficacisaiino 
per dissiparia (1). 

Se Don che sarebbe , quasi dissi , desiderabile che 
I'ignoranza si restriogesse a queste innocenli icioc- 
dieu^il' peggio.si e oh ella diviene spesso tribvitaria 
delta malafede e slpuoiento del delitto. Kelle cainpa> 
gne di qoella nasioBe » che si crede piii illHtalnata 



(r) Marsden , Hi$t..de Sumatia , U /, pag. aSQ^ago, 
(a) Idem ; ibkL, pag. 1^4* 



Digitized by VjOOQIC 



%i6 

deiU idlre> Ftgnorttin cMdob e dm dilBdento cede 
moa di ndo alle perfide insumaMvi di cU m ritial- 
dare Fimaginasioiie popolarc. Ne' dtntovw di Margiftc, 
dice Dralel ntUm dbscrfaaoae del diparlimento del Gers^ 
tu eretta , alcuni enoi sono , one vetrafa. Alcuni ne- 
inci deif hitrapireiiditore diedero Ad mtendere egli 
•bitniti di qnel eomime, die la .tebbia nen poteva 
ettere fuse te non YeoWa abbruciato on ragacio, e 
che quetto assatiinio tovente ripetuto era ttato la 
caoaa deHe vIliaBe ioondasioiii. Fu toUo fimnato il 
iMrogelto d'appiocare il fiaoco a qpeMo slabiliaienio 
• diilraggerlo, e la coia tarebbe «taUi esegiiita , ae 
algJMic penone onette ed aittorevoli- ooa xfosserb rtu- 
•eile a tram d'ioganao qael popola^io imentato (i). 
L' igaoranza potendo divenife ua' anna potenle oelle 
maiN de' iasiosi^ i tovrani kanno tntefcsse paitico^ 
htfe a diisiparla. 

IV. Combinauoni accideniaU cambiaie in regoU ^ 
ntraU daWmicne del tmore^ del .desiderio^ 4ktPa- 
more, deltadio e d^ suialtemi eentimenti che ne 
emergono^ 

A quetta causa principalmente debbesi Parte di 
predire il fiituro dalle ooae e dagli eventi atluali die 
noD banno alcuu rapporto con esso. La socniDa di 
queiti errooei sintomiy che pivato gli antichi non era 



(i) Memoires public par la society d'agrfcullure 
du departemeDt de la Seine, U 11, p. 4'9'4^o* 



Digitized by 



Google 



i4f 
^ too, rappveienU i gr*di itdTijiidnnta. Lo 
scredito ia aii i oadote ijaes^ «rie nelle eil&, dimcH 
stm die il dilimo de' pregiudis} va soemandoi its. 
slttM> per aitro inCtora matte traecte neUecampaghe. 
QttHido i paetaoi deirEfttoma VogUono fiibbricai^ una: 
csata y imoi'mno atteotaiB^iite quale si i 3 genere VH' 
ftraaielie ohe 4k preMiila pel prtmo o membra essere' 
dflMDiailiato ne' daatomi; s^ i la formiea rufa di Lilt** 
neo, o la formica nera, fabbriouio senm* difficolA ; 
ma te A k formica ruhra^ Tauao a rioereare un'al- 
tm situaBl^Hiei Tfasportando il letame si guardano dal 
nMconw <jpieUo die cade dUdle carretle, ndla soppo-' 
sisi<rae oSe se il raooogtiessero, il loro grdoo sarldhbef' 
assaltto dagli insetti y e anderebbe soggetto a tnatat* 
tie* I pescatori che abitaoo sulle ooste del BaRico si 
vrtengoiBo dalf tieeooiodare le loro reti dal giomo dl' 
tutti i Santi a quelle di S. Martino^ tefutado, al(ri«' 
meati ^doperando, di mm peter prender pesd'ini' 
tutla l^'anno. 

Y. Confiuiotm deUe east smcre coUe cose esttmnet 
ad cjssck, 

Egli A questo un eifetto comune ad ogni senti- 
mento, giaocM ogni seutimeoto lende a traboccare e 
difibodersi irregolarmente se non trova argine neinn- 
telligensa. Ho dialo in. altro sctitto i Gred che nel V 
secniD deU'era crUliana volevaoo tre imperatori, per- 
chi tre sono le persone della Santissima Trinita. For- 
tiinatHmenle questa idea , che sarebbe stata lorgente 
d'inCttile discordie , rimase sofbcata datt'ambizione. 



Digitized by 



Google 



94S 

17gfia|aMate.lMBarni tarn aftitio ioooMile ci k E4dc^ 
domiuante aUiiaUpcBfo Bella Galifeia per cui Ire cam* 
panili d' ineguale graodesia difliiigoQtto le ducie da| 
ptiUa greoo dalle chiei^ de' cattoKcL QueUa bnova 
grDteioteode coo cU» di dare una pcofA della aaa- 
f(pde ali'acoeoaaCo miUero^ voMndo col prima caoi* 
panile onorara i}. Padre, col «eooiido il Figlk» c cal 
tfino 1q Spifitp Santo, T^a si e la g p ia ga iio ae obe 
esti ne daniio* 

D^ tre ii^iioqeqti cawpanili delle cbicie |raclia»- 
sino alle guerre piU feroci per motiTi di adtei^ v'e 
iina progreMione cresceate ia ngiooe deU'igDanania , 
•e irof^UacDQ escluder la. inala fede* In <juesta?prQ|[re«» 
appoe nqo occupa infimo grado Patto tirannioQ cha 
esdude dalle oariche ciTili queili che non profiessano 
i| culto dominante, e ne da 0114 prof a taandaloia 
r Ii^ilterra colla sua condetta Yeno i cattolici* Sic* . 
qpm^ il diyoto asftupe per unioa ipisura della pro* 
|>ita la sua opinione religiosa , perdb nqo^ pu^ cA)« 
dere ne uomo onesto, n^ suddito fedele, chi non 
iaterpreta il Vaogelo alia foggia di liutaro o di Cati 
▼iuo. 

AU'accennato principio debbesi attribuire lo scaiH 
dalo fapciullfspo (scandalum pusiUorum) risultante 
daU'erroaeo giu4i»o che cose estranee al culto o& 
feudaoo 11 culto. II gesuit£^ Malagrida fu appiocato e 
qMincli . abbruciato in Lisboua nel 1761, per avare 
spritto c)ie la Beata V^rgiae ayeva parlato io ktino 
qel ycptre di Sant'Auaa. 

In geoerpile, e in qualuD<|ue argomeuto, la ooofu* 
sipue 4i due q piU serie ideali di spe(:i^ diverse serve 



Digitized by 



Google 



M9 

della •omcso «coolo, i^cA in AlM^ y,,^ m^d cien» 
phrideDa Gactii£fe bowffcoUc. La comomi di Bfo** 
Qaoo proibi qii^to libro cmmi inr«UgkM»: e ^■ prfy 
perchel! Pen^ vida n^la tftrota dtolk mat^e; n^ 
mut pattr. apprSicr le$ ^turpes emgfntu. PrabafaikBeato 
U ccpsoK ipqD.«yeva n|»i nuigialo Ofurpioni fooii del. 
Tenerdi o del sabhalb, e la mmthmA deila sua ca^ 
iciba fer?! ^ noivw al «io fiadiiia. 

r , , I 

I. UrCidea falsa e S^ymune o quasi comune ad una 
nauone quando h rispettata da^ suoi govemantL At> 
kntfa^ legipono <she Atene roaatenne iudovini a spese 
puhblicbq oel PritfinQO^ che gli astrologlii fprona ao 
creditati aUa.i^orle di Franoia aia sollo JMgi XIV {%)i 
abe a aapo d^iaslvolagki i ua fonaioBario enrinente 
Del gDYerpo di Gos^tinopdi (a), ecc.| abbiamo mo^ 
tivo di credere cbe 0li Ateniesi e i ]^ance$i crede- 
vano , come credoao attualmei^e. i Xurobi, all*a$tca* 

9. Un'idea-falsa' h- comuhe o qUasi comune ad una 
nazione'^ quando serve di norma a^ siioi tribunaG^ 
$ir Malcolm dicara net 1824 che negU ultiaii ^q 



(l) Bajitty^ Histoii^ de I'astroQOiQie .moderne^ u ly 
pag, 4^8. 

(3) Thornton^ Etat ^ctuel de la Turquiei L /, 
pag, 39i-3aqk ' . 



Digitized by 



Google 



tuoA warn meao A tooo dooae a feii ^u o tiitiito, come 
■liegiie, rultioio tuppliilo Mfftodic eentrale, e priii' 
(Mr opera d«<^ reggitori M pa^se, tdttk 
! ittpeMiKiiMi aopra quoto oticolo ^^ 
3* XTfi' idea fiUta h eonrnme ^uaH eonume ad 
muianej ^fmamh i srgmta det $uat penanaggi 
decrmlitaiL Dusondod la itoria At mi dAoib tolto 
da tto sepokro piantato Del li«tdla dtfUn poKa prin- 
cipale d'un ricco Boombo, d'lm oralore, d'an edUe, 
per et., di Scauro, stava Ik per allonlanare da csao 
le Tisioiii e i lerrori oottarai , pooiano aredere die 
i Romaai ^rairano placado Maao da on chiodoi (a) 



^t) Anoali univenali di Statistical .L.II, pag. ii. 

M I pregutdizf hanao dunque i loro €egni visibili, 
patpabSi e pubbUd^ hanno la loro scrUtura che per 
eisers letta e irOerpreiaia non rickiede tnoka pro/an^ 
did t eoto alcutd caratl^ri vidHli di ^mesia aoriUura 
nelP Orienie. 

a) // Sukans a CostantinopoU crede abbasianza 
premuniia contro ogrd pericoh la sua scialuppa di 
paraia da una spiea d'agiio. 

b) / grandi suppongono che un eavalto porA eon 
sicurefM it s¥o padrone in meaiw duna molii$udine 
imndiosa j te tut suo peUorale ondeggjuL un oordooe 
di correggiuoli bleu. 

c) n volgo si tusinga di neutraUtzare Pin/luenaa 
noma def^ altrui sgaardi maleficiy scrivendo sidle 
muragfie esteme delta casa vecMtH deir Aloorano. 

Appendendo at sqffitto deUe stanze globi dt vetro. 

Foi trotfote altronde nella eorte del Gran Vidr 
3o a 4o astrqjogi die predicono torn favorevole per 
cseguire un affare ^ ed infausta per un attro , ece. 



Digitized by 



Google 




sfit 

SoM tnlMii iTwIen Igwiiiii i mgui^ fttti 
pubblici.* 

$.* 2^ ifttM0n»ff« JM^ftf per w^hcofo , ii 

^* Vetxmo t rmpUh tmenio JU 0pmw ridoiuUif^ 
di prodigf strmi , di \dMni fimUu9kke,^Jt PketteiM^ 
seMMKie ^ A pnmeaie JMiMjs^itfrv, • itoOi; per es. 
Popeca cbe il medico Liebeut, pubblksb a Pttfigind 
t565 s mtitolete VjIffimkfUB et mauom nwUKjriie, 9 
pih inlbraie aborto che m uecilio dall* inteUetto irai»* 
110 , e che attuetmente BBorerebbe a riao le ftette don- 
aioeiodle , esatado staia mtanpata piU Tolte e tradotta 
in fiarooiittgo , In iogiesa ed in ledeaeo, dimoatra che 
Pfgaorania era generafo in qod sepolo (i). 



(Thomton, Op. dt — IMlawtrfs Constantinople 
ancienne et modeme^ t //^ pojg. 390*391). 

(i) I fo^ svisAcri ddh scoria genna/o (i8a6) £• 
ccvam09 « / rapporU del cantone di Zug onnundanQ 
9 eke nelie conutm di Memingtn^ Boar y fVakh* 
» 4«y/ e Acgeri, U yajuoto ja crudeU siragi. Essoja 
m pure molte vittime net eantone dAppemelj a &^ 
» tan soiamente rapl pih di 160 inditndui. A Terffen 
m e a Bheiobel, aitre un gnan mumero difanciuUi^ 
m Mono morie ben anco penone tUtempeUe. £ incont' 
99 prensibile ebe la ci^ca prevenuone ^ la qvale re- 
• ^inge e&htimuimente fl vaccino , non potsa scemare 
» in pure alt tupeito delta morie j». 

(t) Le Grand JBHamsy ^ Histoire de la vie piiTec 



Digitized by 



Google 



7.^ Hmctfesso -ddk loOerie ^ 'AJbB prwftj'esasteim 
di tante .teste fidse^ qaanti sono i giuocatori.; 

8*^ £e ricdkeme MptdaH che ^ma^fmisiano in poco 
temp<^ ftt Eirti ( m tTurahia gb SbraL fMO itemeo* 
SBineiitit Tiadu ; in Persia lo sono asaaLnMiiQ^ oneada 
le aitae eoie pan'^ il, che tembni provofo eiio la luh 
sioiie turca na meno awedata della peniaoay; 

g.^ L», ruxheme de^ciarlMmu U notusimo Bltaner 
r^petendfli le dofe.paroU* mafftetismo animak^ predim 
candp r kiflaeiMu^ d^^gU astri . cuila qBaocbiof , imaooL 
•ensa provarla » magsetisEaada gli. aiq«i^ati m modq 
da scuotere fortemeote la lore kaagin^rioae , tenendQ 
Si^gi^ta la teo^a de'.suoi .proce^si,, tro?6 in Parig^ de» 
gli mamalati che §li pagfivano 10 luigial mes^, degU 
^oaiati che gli sborsaro^o piU di 346^000 fr.^.a patta. 
obo sve]^80e. loro. le sua dottrine » finalmente «traordi- 
naria rinomapMc dal 1778 al 47849 epooa incui I'ae* 
cademia delle scieoze smascberb il suo' darlatanisma 
I successi di Mesmer in FrancFa e in JtTemagna pro* 
t|ioo rigooraazfi d(BUe.pQpolazibBi,a quell' epoca (i); 



des Francois, L /; pag, 23-^4. La traduzione S^una 
opera in pih lingne non prova dunque per se stessa 
la di lei bonta ^ come vorrebbe farci credere la ta- 
nita degli autori , giacche pub provar.anco un cat-' 
tivo gusto dotninante. 

• (i) Lu/gi XVI fece esibire a Mesmer una pensione 
vkalhia di 20^000 /r.^ edun onoraAtydi lO^Ooo^ onde 
indtirlo a stabiiire in Parigi Una clinica magnetica^ 
sotto la sola condizione d* istruire nella pfatica dei 
suoi processi irepersone scette dal governo j alle {fuaU 
esibiziord fu aggiunta la promessa di maggiori grazicj^ 



Digitized by 



Google 



t5l 

to.^ he fkAmm mmffJOnane dtfetnM 
m^L Nelle Indie, ghisia il nq^porla di Baete, ki 
ditai aniua di pi)i tempj giimg#^ so^boo lire sleHi- 
Be,<eioe a ao^Ooo lu%i cim^ f ff)|t m-* 

i^.S £a mMpUcUhdegli DeuMf^a^ k-dtd^OM 
del ienso'eoaiBDe esscbdo. una la causa, prana, il.nil^ 
mere- degi Dei diiiQilra di qnand Idsi giodis^'ftia fe» 
oooda r ig na r i Mn :. gii.&teniesi conlavaao 3a»ooo di- 
Tinita (a> , e feoero >efe la ciooln a -Soteate pereU 
Be pvedunm tma sola. GH ladiani sino andBti piii in 
ft 9 giacchA A aoeerta>4Ae leloro diYinit^ ghiogano a 
3o miiioni , e possono essereiooalate^ giatoU si Ye» 
^dopo in oa n c s tr tv ooam i ffutli (3); Si pub rieoaosoere 
I' jgnoranta am^e. neUe «iten»b/d .del tetnUmemio iv- 



se k tre perj^ne scettegiudicassero utili k sue sco* 
perte : // darlatano ricusb^ giacchi il segreto J titcei* 
sario ai darlatanu ' " 

/ Fmncesif \^mo famine del seeolo KVIII dd^ 
i era crisdana ^ 'pf^digftndo il lora, dionaro a, Mesrfier 
cbe gtsariva tutti i mali col roagnetismo aaimale^ non 
si mostrarono piu istrutU de^ Romania i quali pochi 
anni prima che cominciosse t era suddetta , profusert} 
teson if Carmide, il quale curai^a iutt^ Je maiattie 
coir acqua fresoa. Castj dopo i8 secoli^ troviamo to 
stesso grado d*ignoranza popolare in Europa e la 
stessa ricchezza n^ ciariatanif la Hcchezza di qxiesii 
sembra durique sieuro sinlomo delVignoranza di tjueUi^ 

(i) Gazzetta di Milano ^ 24 agoito t%^S» 
, (2) Hejych , Hesiod^y Oper. ct Dier. j lib. I^v* a5o# 

(S) Gazzetta di Milano , ibid. 



Digitized by 



Google 



ftS4 

dM MMi U i0Q»lo XVI flMM tr<:MtalMi7 



Le oifiHe aU' ttlteM i.^ ouio ^.^^ 

di nostfo Signora in life itiii 3. 5* 6 — r •*- -^ 

dda Beata Vttgiiie 6a. 5. 6 4 i. 8 

di & TtMBinaio .;.... aaft. IX 3 9S4. 6. 3 
( Home, HiiL dJnfjkieif€y %. 8, p. 334- ) 

1%!" VintoUerama^ la qaak i wtrnft^ p ro p ociie»> 
iwta all'igiKMUia popolare; « 

i3.^ Z/itfO dM2a 9ortiura dmkt aitaio perdtstimr^ 
guer€ U reo dalP imnoade , e oba i Inllora m pratica 
m piik cabtan Srineri ; 

' 14.^ La cotifitca de^heni' mam come pma^ 'A cbe 
iniice al rco i figli in n a ap n ti ycome pfetaiitiero qwui 
vnaaioieHieiita i eodici fiBO alia inelk dal^s»6olo XVill 
e molti anche dopo; e prova non tanto 1' igikuratisa, 
^uauto la fefooia oc ii09tn BMigp6n"y 

i5.^ Lc leggjL detle quaU i impossible teseeusione* 
I tanti regolamenti sontuarj mventati negli soorsi se* 
coliy oltre di hod potersi generalmeiite approTare da 
utM. saYia ecoDomia, dioMMtrano che il iegidalore doq 
conosceva esMre meno male lasciare impunito wi di- 
sordine , di quello che moslrare Y iropotenta a reprip 
merlo ; giaccbd , come rifletteva saggiamente Tiberio » 
m 9t A vuole Gib che noo i ancora vieUto , si temef^ 
•il dtfieto; ma se il dirieto «i traagredisce .impinie- 
mente ; noa ▼' i pih ni tiroor bi rergogna n. In ge- 
nerale la somma de^ ordini fnaggiori del poUre h 
documento deW ignordnza del legislatore j 

16.^ La rinUHcia naoonale a beni innecentis e che 
si potrebbe facilmente consegtdre. 



Digitized by 



Google 



U Ambo .dft fftnra d'es«ei«l^gtl»4a mm .Mm idoii» 
allorch^ licasa di mantarsi fyori della sua pMk^ |hd- 
Ai ti priva da* Taataggi die patrebbe sperara da 
labtildlDa tialla tcalla. 



{ 4* Fona ddP igMnmuL 

poo pmUflamaate cfc«r( 

o dai capiliii die la ci 

o dy dairn dia cigi wia alia lalala ad alia fitk 
. Me' SOoHMHien r«go4 k partHaiJaua^ die la't)gi«i 
aieM aaisMle dagli ^fMd di«lr Monaaiarti , aaia^ 
^Boaa coBsidaratknie [inHtfit indinh* ad^ueddara ed 

di difcpdcpri o 3raiidieuralanoite.di fuakhe parenle. 
Qiiiiidi le lign §mm dngi anifaili BeMa popdanooi ^ 
a rendoiio da'vUli^ detarti (i). I ooboairilli ftintio 
id qiMd taola ilnigi qoanlo la tigri , attato la eon- 
aiicUidiBe degli d>ilanti di K^Biiani'ftaquaiilaiiiaola 
■die mieve^ e wiipattaia quttti admali oanie «a* 
«i/a). 

Da p\h fktA roolta, eha i terrMri lapertttakMl pro* 
daiti* dalP igooraosa , postoao a«tiiigqera la vita ia 
^dli die k protano , oooia tiiaoaae , par e^ , a S^ 
lisn II y a Murad III : abbiamo dunqua ragione di 
creder^ die ai terrori superstiftiosi an^eriori al grado 



(i ) Manden, Histoire de Sumatra ^LlJsP* i o5- iod» 
(3) Idem , ibid. 



Digitized by 



Google 



Ji56 

massinio » ddfrispMtk * titia ^offima 4i ^fensazidtii do-^ 

lofosisnine. 

ARTltOJiQ^SEGONDO : . 

dINTOMI DI SCIENZA, 

I ttntomi pubblici , visibtii , palpabiU di scieiKa pre* 
tieai 81 ac0fgon» 4mH6» rtaii dril^ ajgwcoltoiti ^ deile 
arti e del commercio.. Ore qolati siotoait toiio gi)i 
stati accennati a su^ htogou Ml ristringo dalique a 
.diref dke lo- seftvo dcile nriakre da ferro , il |>iil utile 
4mi «ietaUi , am it"pi& Afidk ad evere estratto e 
,4Qp«r9tt> » atteto hm sua* facile eittdaiitaa e i «dore 
eccaMivo aactefario lBUa4W||(M, lo «caTO, dtei^ del 
Ami^ i-^frova «Tideiila d'ttna wiKnaiioiie 
.la. {i\ MoltopiiJi. poft loi ilil oorrbdor deUe 
.^rti cbe A fiao e A profondar mtendraieiita mppote- 
gono in ^ la inTentb e in ohi la poribr agb alUmi 
Jimiti dtUa perftsione.. Ua. Suioatraae^ vedi^o ua 
orologio a petidalo ia'tasil. d^im laglese 'i mm A egK 
^iuHo , disae » die uoouni «oiiie not aeoo achiaTi d'ua 
popolo che ha il genio d' inyeatare e PabiUtk^ oo- 
4lruira una macchiaa A .maraTigliosa ,7 

Lasoiati dunque da banda i sintomt di sciemapre* 
Ilea I ^addilerb qualli •cka-dir.tt paiaon<» aintomi di 
scieosa teaiica* . • . . . 



{\) G4i Hrumcnti eli ferro che si sono troifad presso 
alcuni popoU selfaggi , provengono da masse jnallea'^ 
inU di ferro noRe ehe ^'accidno suUa superfide del sua* 
lOf o probabibnerile nan sono altro che grosn aeroUd* 



Digitized by 



Google 



•57 

# !• m0tOM IMFMNMM0* 



L II DtuDm^ d«tle penoBe ckc fiwf— Ibbd hi 
fe (del kggen*^ t<n«>rero , oavReggHwe, p'u^ efl«i« de- 
iDCBto indifferente p«r qocK che noa oonoicoii^ i 
wp pof ti In r istniBiotte e la morak,. tm I'lslnuiooe 
e P/flidtMlria , traf f ittrakioae e ]a Ubertli civ3e» 

I n^fotfi pubUiiKati in laj^itilf m lopni qamti 
•rgomcDfiDy p^eiMfano^i Mgitentt risnlteti « ' 

1.^ 4jrlV ittprigkMMti tttt coviQ di to «Hii, coAfrMi* 
Mi coll# po^aiioae , f uroao coma jagua : 

la ttttte Pla^Htetfta . . aoaia i a ifoo* • 
IWk Ml eoolaa di nena » i a ^to& 

Nelfa <|fiattro coataa del Hard » t k i%ob 

IMfa cayoeti del ^ard aatrb danciue n^iaof numa- 
fv di iMifidai Alatiiramante alia popolazione. 
' Om nante si Oftarva da uoa banda minor nuaM^ 
TO di carcerati) si Tada dalF altra maggior aumero di 
nalaii I eoiacchi la popoUniane deUe careen h in na- 
f^jfne in^na deUa pepokmime deUe saitole. 

1.^ Rapgipreo tra gb ioolari<a la popolasione , a tra 
i'poTari a la popo|a«iqae. 

Nelia cotter d'Qaford aonje i a 17 coma t a, to 

Nel Cuoibarlaad .. • »• 1 a 10 i» i a ao (i)^ 

Meatra dunqoe nai Ctunberland lono tnaggipri gli 
icolaii^ 801I0 Qaiaori i ppveri cha diipaadaao aiffBtei).-! 
sa alia parroechia . t :: . : 

Noa i jDecessario j\ dire che il pumero de' iQaf^f (^ 



(i) R^Tue encjclop^dique ^ t. VIII ^ p.^ii6-25i. 
FUo9of, dtUa StiU.yyok IF. 17 > 



Digitized by 



Google 



3S8 

cbe insegnMO pubMiCMDattle ,' e degli aookari che 
frequentano le ioro icacAe , i eoim note a tatti. gli 
iipdtori di fHiMtL « 

II. Le acceanate abiitik' elementari Mop.miMtfbili 
a piti gradiBaioai.''EoeofW akune c .. 
' a) .Buchanan , <|opo aver detto che i- .Naaatieni o 
Cristiani siriaci di Trarancore, uomioi e donie, sanno 
leggare k bibbia, aggiuUge che hannopwre Y ahilUi 
di porre m iscriUo ^ senza perden una sqla- p^rola^ 
fuaHto posaiamente \dsne pronuneiaio dU preduUiiprc 
o da aJUri. E«si gnardano di 'rad4> suUa Iqtq carte 
( che ocmmte in fogfie. di.palmid ), nientre scrivonO| 
e sanno scmere comttamcnie anche ntUe tmutre (i)^ 

h) L'autore delie Lettere sujle ladie. Onentali di- 
ce: e pot notabile la prontesza cob-isiu gli- Miani 
conteggiano: es^i sdolgono spesso l^aritmelieci^ pre* 
blema a memoriae mentre PEuropeo sta eaksolfndo 
CoUa penna in mono ( t II , peg. g6 / ■ ' 

IIL Si possono trarre iintortii d'iatelligema iM^io* 
nale dalla linguct e dalla ficrittura. 
A) Lingua, 

1.^ Siccome i selvaggi abitano in capaone a plan 
terreno , e percib, quande ved^te un ptimo piano , 
rieonoscete i prinu vcstigi deUa civiUzzazione , e qne- 
sti si moltiplicano sotto i vostri occhi in ragione della 
regolaritk degli edificj , per consimile ragione potrete 
riconescere la civilizzazione peil'abbondanza de'ter» 
mini astratti che compongoiu) una lingua , e nella re- 
golarila delle sue combtnazioni. 



(i) Annales des Toyages^ t. XlXy.pa^ Q,%y» 



Digitized by 



Google 



^o Ia rioobflBa ^ mm tmtfm ia m nmo parti, 
eolve d^aftrfcolUin, d*arti, d' dSm i afino di 
• prap<mioMte -acmautt di* id^t La. Ibgua. 
fTpopolo d' Africa ) « iioc|ii«|M9a di paiaia 
fltpruaenti oosc ANlative al b^Uame i eUa pwfqnla dci* 
termini tecoici pcT'Ciaicuna gnidaiioi»e di pali e d& 
Cnrme (i) , il die i documento d' aniioa ed a^«ia pi^ 
atoiisia. NelF India, il riso , A attlicagn^nte coMiTatcr, 
ha diTcrsi Bomi seoondo i saoi diTeni ste^- di me 
t y accreiciiD^iito^, pra paraiioiie, fcc {t^ 



B) ScriUura. 

E a#a die la icrij|tiiim^duafw tfP^M tntlpca » m 
faeilo ateta nmboi^ ia aii troyaTfnti i. gffwfgjifid 
C|{iaaai*, de'.qnali i adi saoeKdati fT^rpnp la chiava* 
Duaeate ^piatlonBd joao le idee , Jfopd^^ieatpK .o. la 
diiavi della aqnttam cbiiiese., e ^ , que^te . def^ifano 
80 mila aegni di^j^i,, liipali tutjt^ bi^j^gnerd^be, sar- 
per bene a memoria.p^r ^j^ .4i bf^«sfpere la ierit« 
tnra. Moki dt qucsfti afgni, non bfimp: neppure nd 
lingnaggio sooni die y'l coratpoadanp , onde i sa» 
pienti fiuinq^ tra loipo a nvili depe ■4<%^^l^ .^^ ^^ 
Don potrebbero a Toae. Coai la tcrittura rimane tut- 
tora divisa dd bBgnaggio; e perdb Tien tdto uno 
dd mezzi piii aocond alia dffimfione generde delle 
eognisimii a^Ua aiassa jid popoile^ ^i|aro del tutto di 
noa Knttuhi die non i ben oonosciula neppure ^lal 
ptb dottp de' mandarioi. 



(i) Idem , t. V^ pag. S56. 

(2) H»t. de Sumatra, 1^ /, pag, 117-1 18. 



Digitized by VjOOQIC 



lido 



' Col tkeuo MUl Btkmpm'lt' tUichmt ictentifche, 
leMrkrite , nlimdi di dMrnn po^w^ divtMgdno a {loco 
«'|>M6 bMiain o" tdtIS i f^poli, « k bftrriere h^najiate 
Mtk tMira e dttgH o<!^ tmtidnrfli Maano tacce^va- 
lAafedte'ditttpaiidosi. hat stampa fortnfl tra l(e naiioni 
itadyiKteUnacDttKiiiitk dl interest, \uia ibm d'opinioAc 
die ftiflaisce salle dedsioiK de^ pih' gratidl pot^tifati/ 
Quelta fona d' opiniontf I ftntt^tttata dalla' posr- 
feione geografica delle capitaU della Praoda e ddla 
Inghilterra. Qaesle dtie grandi dtta fanncrattualmente 
fl cimbio d^Ue 161^ id«eiil '{8 b^ / a da^cfb istan- 
la t gforiiaH paitdnO , t ^otritiriWotetio,^ db die III 
MvmlatoVdb che K tetdtf / db^ciie <i-d^d«ra ih 
^na'di q«iet(6 capiteli, isech^ggir dne giortii dopo 
todi Aitte I 6 iti dretsi gtofni « ' pill dfvi^^ cdkntmc 4i 
70 6d B6 teitSotii d' i^diTidlii' dit ttf^dho fl franco 
o Pingieipe. II pisakieto dib SdAihiA tad' tetnpo '^assi 
a Patigi a ^ LtdfudfH divieAe itf itfeiVia ^iM toes^ il 
pensfero del mondo ind^itb' /t).' T^h Vero dire, 
qvLes\A iinlattt mm -^ IcetfiMtiit'^'t 1^ d* licypo proda- 



(i) Fa du6p6 per attro' cdh^Mre ch^ il tehgrafb 
ha mofgiore eebmd deUa $tdnipa. fn^kiti si fieevoM 
ndtim ...,..". 

a Parigi da Calais in 3 miauti : 1 telegtafi sono 27 

» Lilla 3 » 32 

« ^Xr«uiiiii|p 6 If! » . • « • .^ • 4^ 

9> Lione 8 »^ 5o 

A Brest- 9 .n . « . i . . 80 



Digitized by 



Google 



vecitk btt ittbBmi , |i#ii evidipli per (Mer^ «|h 
pbmiita Dfl tm^ a^t^ iffile 4>qii4e ^ Ttmisi • 
d«ila 4kmav MOf . fil 'ft'uffo <Nmn|etUn 4to|tesce 
otremaiDeiite rubiorofte per eftlffirH p4 tanva 9lei«o 
U hieeinio A Omfi .« .di Uwdm. QmH > m opulti 
can , Popinione francese e P 6pi|MOBe infleie ^i^^^o- 
M i papol|> i-^ehtMMi e f i>e, iBfi ^fitmd^ fuesle 
doe opInkNM poha imite » etaeatfaietneno Wfo , nn 
veapuflM Qgn ehiii fiir^ iiier^« la Itep MmBisa 
BM»e' vnMta Ae w^ eofffisi dt|l% qlTiUnmoiK. 

Aacbe li^doei idt" piegli>di«| foi|«Ni e UM|ie§i ^ 
ed nimewUmJo che in alift .oiMl M mwfki ic^l^- 
toviMQD tafle . u||tielai«iitt e |«ii. Tff»^i|4ai|fi?t^ 
pensatriei t fc d*^ uefiD. soaieeiie Ae, St^polnm ^ f^. 
i , Bruiieltef y IbiHtos Otiiei^^ Mefhri^ ^f<^ 
faMtMili meni weltfrinlt per e«ttiidiM^ 
motto limgi la 16ao itiflaei|ca OMif^ B^e .i¥Mi pot- 
ttggana aaar nitiQ ab tmai a nii graode 4i ppMfi|ipfe» 
di fiaAeBM , d' m^nmnV cajnaawr^ali e^ d' ivdtmwi pp^ 
biiei per Ibf {ijprewalefre h fera ftpiauNifft 11* lorp atal» 
d' is6lamemi0 indebolisee la lord ayioM , i9ept|re k 
Ticioanta di dae e^i^ kaaMaoti d- idee coon Parigt 
e Lofidca aiimdnta.F kMenaiA ddk' Hao e del^^Hro 
neUo state i^ cui caMvergODe i lore reggi* 

Ld^ pTOttiaiitk di Parigi e di Lqpdm eterciCe la tue. 
influeMa priac^pabneate suUe graadi apeaulaaioai del 
coraoiereiQ Male e oel giuoco delle rendite pubbiiche. 
Un f^reno corrente delta ci^itale iagleee » si i come 
1' orhcoto per molti ^oeri di /cooipfe e di Teadite ; 
e Parigi noa la minor riamere pe' subiti oDdeggia* 
meati de* sooi effeUi puhbfici. -L' iioa fr l'alti*a iaflui* 



Digitized by 



Google 



a6a 

soono iiuBe Tieend^ delFEiiropa'; f^eAi, qaaado^le 
bone ti riilringono a Parigt #* LoAdta^ ossk si 
ricuM Giredito, 2 fbrsa dM'eititeolidlbdhero le tp«- 
de'in pill stati europei. 

Ill' niikuir tempo ', anteriore alia stadipa , si oiieiv 
▼arOBO' fenomeni simili. > 

Si b ti^o di metodi pifk o bnqo k^lti per indi* 
cat^ il r9pp6rto tra k> stato delle staniiperie e I9 stato 
ddPistruzidtie' pubbUca. Vh giomale americano die 
mobile Rd^ster J dice <^ci « il nuaiero d^lle penone 
« impiegate nette stamperie negli Staff-Uoiti i etknato 
« TO,tMK>:''Le Opere stranieri cfae sono state fubblU 
«r catK hi questo paese da 3o aDoi' in qua^ eooedono 
c< il Talore di ao miliow di doUari ( io5 milioni di 
«r fraiiciki), e il yalore'de' libri che si 8tampaa6eiap 
M 8CUII anno ^ i alnleno d* im milione e meno a due 
« ndlioni di dollari ('jfijSfioo fr. a lo^ooyooo) »• 

f I mimero degli operai oecupati nelle stapipetie i 
attiurimeftit^ e per si stesso un sinttaio inconclndente^ 
giacchi ccillo stisso ovmero di operai potete eseguire 
un laToro ooifae i, ocome la e piii, seoondo dn i 
tordij sdtto mossi dagli uomini o dal Vapore. 
' I capi^li 'infpiegaii nelle stamperie Hon preKentano 
esatte basi di ^nfronto relatiTamenie alia dtffusione 
del^e idee, gidc^h^le opere di losso^consuniano molti 
capitally senza diflbndere |;>roporiionata istrutioiie. St 
suppone che le opere di luiso che attuaknente esoono 
defie st^fl^erie inglesi, pre^enlino, sotto il rapporto 
delJa isp)6sa, una proporuone di* cinque ad uno^ se si 
cdnfrontfttio coUa stampa delle opere comuni. Le bi- 
bliotetbe' de' pbftioblari sono namerosissiine in Ingfail- 



Digitized by 



Google 



«6} 

taTg: SMI pih ptr h raritk e*l cotto de' Iibri ti di« 
iliagaooo die pel namaeo de' volumi. Questo gusto 
pel IfliMo tipografioo gMrentiioe il .aueceiso di quasi 
tutte le intraprese die lo adescaoo, per pooo die l\ifiera 
pdiiblicata smi degua di questa dtstissione. Si contano^ 
onfiaarianeiite ^setteoenlo 9pcre nuoTe, die nel-de* 
eono deir anno escoao datte stamperie iagltil . solid 
forii^ modeste e di Talore prc^nionato alia fitMnae 
cb tuttL Queste opere eAgiouaoo una spesa di drca 4 
siiioni di %pndii, mctttBe i eapitaB topiegati nelle 
ediiioai di lusso sdgono aOa somma di i8 a 'ao« 
Snooze V opposto ik' Gennania , dore le opere A 
■nove die fistampale, i quademi <fi nusica e le oarte. 
g ao g ia fi che die esoono annualmeiile, ginngendo a tre 
miln^ eirca , iion lasdano baslaiiti capitali' per dam 
loro ud' elegania superflua. 

' GK pperai e i capitali impiegati' nelle Hamperie non 
Mrrendo ar conseguire lo . acopo sopraccitato , ragione 
▼nole die si prendi| per misura del iavoro iipogre^ieo 
U numero deUe risme stampaU. 
' Pattenda da questa base*, troTerete il primo sinio* 
mo ,d* isinaiane .pubbiica luUt iasehe deUe^ donnk^ 
cjtfote In^lti r alto • basso preuo die esse riceroiid 
de' loro ^traoci, indica grandioso o scaiso oonsumo di 
essi nefleoartiere. II grandioso o scaifso oonsumo di 
straod nelle cartiere dinota ; grandioso o scarso no- 
am di fifnieing>iegate nalle stamperie. 

II seconds tbUomo i istnaione pubbSca si dev& 
dm^ue ricercare wf magmxjdni di siraccL Nello sIMo 
attUale datte oose, dove non esistono nagaizitai dl 
sliaccii 11 paese k J)arbavo» ossia fb* sfmecs riumti ##»• 



Digitized by 



Google 



si^fm dl dutluumhH^ pA •ieuH €*• i ii f t i mm Jt wo 
€ Je argcmto, i tempf JeUa dMmA e i pakum d^rc^ 
giaccbe 1' Europe possetkiHi • fkami e fiii«ii« Kmn 
quMMl^ ef» aaoorft barbani. 

// urzo sinumo d iHeutiotm -d «^pw ne* ruguin 
M daaio A connunfi, ^^f h ^wta^ o«^ Uk Ivgiiil* 
Uvra, msAt pagasc pK^ tOldi ptr riMMi «itMuido aei 
oonuni nuraii. ■ ^ 

. iZ f iid»tfa dntomo df ukmiom d veda im mmuf. at 
fimo de' ramoMcem e deUe fogfk del f/i/gio, ddim 
bcolot delta peccta^ del pino, «oo. eke aUruda$i $eOo 
easwoda di carta ben chimaa, 4<>Mo fimmmm fuUf' 
gtnej k quale h depoM suUe parcti di quella ipcoae 
di'TOtodday (uKggine ohe tene a frbhncare T jacbkH 
atro4 dem^ntD necesMM alia ^kempein€k 

n qubito siniomo d istrudone ptibbliea d IHaMS mi 
arodmoU in ad d Jondmo^ indeme U piomi^ e t «n- 
lufiojuo, misiOra necestana per fmnare i earaUai 4^ 
etatt^)erk$ , ervcfo di aalo piooriiQ da oai iwcdCaM i 
calamaj per iscrivere. .▲IIokU io ¥0 a Vadava warn 
f era di cwpfegna, la prism bota obe riaamo fono 
i isaiateaj di legoo o di oonia; a ae «wui^ trofvo qua- 
ili lagsi a 4]iiaiti aorni , foggi^ti in nodo da otmta* 
naia. iooUofttro , coacliiudo dbe la pdpalaaioBe am A 
giao fallo inoivilila y baocU vegga aipoale ia'^mdite 
atoffe di seta e dt cotoae. 

// sesto siniomo iPistrUdone d w^alfge^jfeUa maeea 
dl carbon foeeUc^ U ad gaz serve ad iUmmmare le 
e^amperie ^ oome ie altre efidoc e le pufaUiahe almde. 
Quett' Ota dimeatra ehe la pravensioBa oanlao il *amf 
auno di quel conbiutibile fa oetsanda. la 40|(MM> 



Digitized by 



Google 



36S 

sipne.tri^nla <li ttttti ^ •itecoli^ aiCBfr^le 3qo1 
jnelle a Pacigt DcU'oBpilale.di & Luigl (^ui. ida» ) 

II seitinw mmtomo s mlk fabhMc dtgU iinunmd 
fisid ^ chimici ^ rnatema^, . 

lij, anqjiitetti, lagtgiMri , agilin«iiiom, trngtoumn^ 
mfdici) diimi^i, apt MnK , aoo; , ilimnefo 4o^ ^pnll^ 
diTMo per fe pop fth ua o sf da i quoli Uitellettaali deite 
^•rie. Daiidfli^ 

JS iiMio. iUaaim^ JP istmmane pub «Me tf prmza m 
(he i tip9gn^ ocmpnMo i mamoscnni tkgU au$an , 
BWiio ccfto dbo 4{ttesti oootrttir non •ucctdono m- 
■OB qaaodo il prodotto sopeni dl nolto la ipeih.' 
Faoenda «ta di querta sSBtoiao Irovertmo U |Wto«« 
•gallo at grado iaA^o «' V laghikerra ai ■nssiiao»r 
giacchi, meotre nel Portbgallo i aMdOicrttti. •oiaatK' 
fid MittiOT«fM pressOy • parcib tisampaao a a>alo 
del gOTenia fi) , aU'.oppoito io lo^jhiiterra nim m oit» 
oaa» in^Wi U govania abbia pmtato Mocono ai li« 
iM^.ifi a ^lbfm1^enfo morale dalle tcieaaa a t pra** 
daiti daHo sptnla sono ertsduti in proporcioaa di' 
qnella ddlla t^ di eotone^ deUc 8toffie.yii tolofiiMo 
pubdavci^a uu* idea, dine Ronsid aella Gumera dai 
oolduBi: Ti iun, autore riDomatissimo che dalla Ten- 



(lyUnk, Op. cit, 6 I pag. i^ 



Digitized by 



Google 



s66 

Atm dde iiae op^r€ U «» tittvvlo k iiiliii >Ji 
8o0. lire flicriiiie < due miliou di fruushi ); # ia cft- 
iMm iorpreM rngguMuex ef^ i ootMMDte lonl By* 
KNi o Sii^WBltcr-Soott (i). I gknali fiuoesi dello. 
•oorao aprile ( i8a6 ) diucfo ch« eha tta nb rkuwi vcn« 
dttte al librajo I'Adfocat tatte le sue opera edite e 
inedite in 26 Wumi per SSo^9oo fir. ^ 

Per pan prandere abba^^ aell' uao di qnatfea nn- 
UMttO^ poneado a opofixmto diverse nauooi^ fii d'lio* 
pQ.fioQcdarsi,ake la dirana cstcnsione del mercalo 
a^ffy eni la kggr goarentme kt4)roprieta agU aatori^ 
d^tra iilfltiire.sul pram de' aianotcriitL Meatre agU 
•erittori francesi , a modo d' eseoipio , la legge assi? 
Gvra un mercato di 3o miliooi <U aUtanfta , in Italia 
atlaio la piooaleni degU Stati > la giaarentigHi i quasi 
BttUa^ e gli autort n Irovano in mezio ai opnari; 
iofiitti dd che si sMmpa a Torino od a Milano ^ m 
aistampa impuaemente a. Firense, a Bologna, a Pe- 
9^110 f dappertutto, il che i tntt'altro cbe indbio di 
otriliauizione m^zaonale. 

' VUimo nniomo d'tstmsioHe sieil nMuro de^fi oi** 
tori, accrcditaU a f route della popolaaone. 
..A questi sintomi 'gaoerali si unisoono laltdAa even- 
tualmetta allri » se«tado k l^gi de* paesi* Dove, per 
en 9 la censura vuole conoseere il nuoMro degli esem- 
plari d' ogai opera che rfcne puhbttcata, si h% nn'al- 
tta fimte per ooaoiceM i prodotti ddle stamperle.. 



(i) Courier p a iiag^o i8aa. 



Digitized by 



Google 



«5 



Ootne in tolte fe tllm^ Ubkridie , t piwlotii ddk 
sbrtnperie sona divetu , cioi Imbho 4tf«no iFifere in* 
teilettuale, el «6iercilBiio naggiare a niMiiore 'i^0iie»« 
sa' snlla dTilisMuone, indioano aitroiide le incbMnoai 
degli abitanti e i lovo gosti pib ri^oi;. giova itpauidi 
esaminaBe le s{>eciedi quaf prodotli: mom^toata fatU. 

Al Capo Buooa Sperama, ronica stampcA, itaU* 
lita ndia capitde, scrnTa solo ^ sul pttiieq»i6 di que* 
•Co seoolo , a stampare ctfrte da ginoeo di cui i Ti^ 
▼issimo il hUogno tra quei coloai ^.abilattfi in paeta 
caidisspmo, e carta monetata ^'nniao aegno di ^ambio 
che abfaia cono ix^ <jod paeoe (i).. 

La maggior parte degG scritti che |i pnUhliemio in 
Lisbona , appartengooo. alia p^esia. a alia dlTOuone : 
:hi le donne amano i versi e piopotgono gitfocU poe* 
tki al'fafo.amanti; iooo altrondt iHelinatusiine . ed 
esatta nelle pnitiche divote (a).. AUe quali cause fit 
d' iiopo agg^opgi^re M rigoce del tnbiwala dcU^inquU 



A Parigi iiel iBvA m odcolb die sopra loo opera 
pidrf^Ucate in Francia 

69 avevano per oggelto 1^ belle lettere» U sloria 

e la politica; 
»o •«•••.'«. le sciedie e le artii 
11 • . • • • • y • la teologia e la giurispru- 
. dcftza. 



(i) Pmtwal^ Voya§a au Cap de Boiiae Eap&moe. 
(q^ lankj Op. eit, i. IJ, pa§. 189, 3o4> ao5. 



Digitized by 



Google 



%ere leggiero^ lentiiDCiifale, pooo ragioBalore, politi- 



iSsa , fiiroM » o St dioe mho state coiM m^ 



i/ failli teologid « . 4*4 

a/Eaawioiie ......;. 3q8 

3.* PocM e kitanitum S78 

4.«Poiitictt • . ; ac5 

5.^ BonMnn 190 « 

^/SelkkCtece 184 

( 7** Op«re periodiehe. • • • . i • •• i54 
8/ Medicina . . . .- . > ^ . • i55 

9.* Storia ........ . t5o • 

10.* ScieiiM natimlif *.•••« iSj 

1 1." Gtarispnukasa ; . .' . . i36 

II.* Arte milUare ..... • -• Ss . 
i3.* Filosefia . . . . ^ . '^ . . 3o 
SoeoflM qiMsto prospetio e gB al(ri da' siwQflaifi 
anni , comparsi Delia A^i^ue encyclopAii^ue ^ da iumi 
partf' noft'8(mo guarimttti da aatorifii rlipettabila, dal- 
r altra non presentano in tutti gti anni la stesM clitt* 
£ReAZi(A9 6 le stasia denomiiBasioiii ssientifiche, per- 
ci5 noD possono eslere sicure basi a confront!. Ho 
addotto I'antecedcnle prospetto., affine di &r asser- 
▼are che \6 tbaglio nella dcusificazione- d#Ue opere 
indurrebbe a credene fiilsa una legge generale, che e 
la seguente : siccome le persone che sentono ed ima- 
ginano , sono di gran luoga maggiori di queUe che 
rsgionaao; pereib la coaipoftizioDe' e \6 saaarcio intig* 



Digitized by 



Google 



giOTt tk cmvm ypi^lwiiiii ^^tflc o|p«B. ^oelidh^, «•« 

knl BfiM II Wsllflr Sm^ufmi naiq vnt 
dale id'ttK pwo oke aoa potisno-vMi dMa^gnM 
k-pptft irMiiitfklwi e jpiii piiO(fc«^nicqit>i prtliitt. 
On, gittita I'ttHteMriokte pmfepclto, le^optn l— k g i *' 
eke ( A.^ t ) svrebbefo sapcTftte tnlte le fill* muA*> 
dcimle pawkhiMfwH ; 3 ^«iile enrore vme dm ah ^ 
die k poeiia e k klltrainra (n.^^) tooo itile:<M* 
ftgiitvie daUe bette ktten (b.'' 6> e ia^Mnaui (n«<^ 5)^ 
tlM^ido nuiedie vpsMtli tiv mwnri $i Tcde «lio- kupan 
& statlitttttlo pcjetalgiiM aaib iiBide; e^fii^ <|Mik 
dli m^kkk 

nmti,prt$90 le varie maioni^ 6 nelie cUta e neUe 
campagne della slasa nazione\ si Uwano ne' rtgistri 
de' Mbmf. Irl ti kgge «he la dUk A pnierMe i ro- 
mana ^ B It opere diTole , C k dpere polftidiey eccL 
Dopo i registrL ^de' libra] scorgerete tr^ccie d'istru- 
zioae spedale neile scanue de' paroccbi, sui cammini 
JegK afittualT^ tra.gli 'siruiQcuti degU arttsii ». neUe 
steoze in cui ^scriTpno i fagaui , sui' ciimb^ delle don; 
mkciuofc ) eciS; Seaondo phe si. T^gpno. prerfj^pe i^ 
qa^^ kttalit^ k spere «eiiiate o irivok, ttpo^foi^ 
mare faTorevt^k o tinistro giuditio dell' itoteReMO na^ 

ziooale. 

* • . • . • » 

$ ^. Gf^maU € simiU opere periodiche. 



La civiliwaiione , i p^greasi.neUe jokme e nelk 
arti sono in ragione della frequeoza e ddHa moki^)!!^ 



Digitized by 



Google 



^^ 




I, A^ fm 
■one, llalenaife 
aocrcMsiuto lo 
di qoctte pPttJMHW^i ktlenrie io aiodo^ eke 
•1 pnsMile ciaicoiia ck^aspira'Ad^Tere imgiotfii«te» 
quafi Jb r«in i inlo i.Mclhi ttn dTilwaaofte* Nel breve 
gifD da.4a>aui.i gMraali in.Iii|^alie9a.tL.aoiio fUAM 
qtiadrapikati (1)4 onggiore 4. slato raommlo afgK 
Steti-Uiiiti d' America (a) ; iri il bifiogna di kigcm 
Sknali.^ ai ftrte, die ud aaiohMilratto tnt i pa- 



^i) Furono i GiomaU come JCfue mel reffio ' unko 
deila Gmn Brciagna: ... 

Paeti Giornali 

Negli anni 178a 1790 tSii 

In^iUerra . X ' 5o 60 i35 

Jb^xuK • ' • s» 8 37 3t 

IrUmdm. . . * >. . . . . « 3 37 £6 

Londra ^ ^omaU qmotidUau. . m 6 i4 « j6 

Idem .9 a ^oife aUa settUnana . » 9 7 8 

Idem , I wZea a/i!a settimana . s» o 1 1 3a 

Irofe appartenewd att Inffiukerra. » o 06 

79 §46 a84 
Revue eneyclop^dique , ociobre i8aa , p^y. 198. 
(a) / Giornali MegU Suui^UmA dfAmerka furono 
come #^u^; 



Digitized by 



Google 



dr^n • 1 MTVi* alflnm di ^miIi imimmqd m pm^^ 

dmome £ polinr. IqReve gbiMloBcnte la 

Chi ^oksM «vv9ciiiv« dl'mttan ai 

b.slalode'gioniali^dombbi^dmiUiagimti Mr 



. i.'^ Be^ch^ la moltipliciik da' gionMli m per ii . 
^stena aa ioijaio di attaso WMr^io^ tl paidid riafrnna 
iiitraprcsa^ deva ooosegnire ua laero, « ia ooaiegiiea- 
sa crere fih di 5oo associati oade pagare^ le speta 
daila carta , delta staaipai dd. hoUo ad altre, n per* 
che ia vairjvetii de' gusti troTa aiiiggUMr paseolo aaUa 
moltipUcita , cib aoa oslante 2 sempre vero die V e* 
sleiisione dello smercio noa pub essere con qualcba 
e^jBtteysa determinata, te noa a coaoace il .numero 
d^ asfooiati o dc((li eaetoplart da ctascaa gknnak 



Prifi del 1778., ossia prima deUa li- 

^nAaione a.* 9 

M prineipio del 1810 ••«••« 36i (a) ^ 

. Jfe/ ffk^spb dd 1817 ».»••« 5oo (b) 

JTd i8a4 . » lobo dnca 



(a) Quotidiani. ..... . . Jf* aS 

JDue poke alia, $eUmuina . . ., «r x6 
Tn yoke ideoi ..'..•» 36 
l7/ia 9olia idenr » a4^ 

fb) aSa «Kre0 settimanalu 



Digitized by 



Google 



die mpproMiriitizione' daiftiflicio detbbHa (tfc-). 

nuroero di lettpri » giacdi^ dore aono moltiplioiftl-i 
|{w>HMlti m Ktlttni ) Mtae y ptf t$ctdpii&^^ n lD|^il« 
Mts, ttD eseittpkii^ bflMi'{S«r 3o peHonRi o-4o'(3)i^ 
* '«i.^ II ttiimeh>'dlBHIii tMtft cbe Utt'gkittiAte biiOtta 
opera |iieriodica lesek 411a seftimatia , ii^ te^be ; dPato^ 
no ^ ^ H tecoiidb elefntfntd deU^acceiihatO -caldoio^, 
co»e ttttti wMo , « 4el dhe «t >f^de'tAii^ite(hpfo ati* 



* (t) Se prestaHfede ni rapp^rd ptdfhUcdd bi tfi- 
come segue : 

Amd - Eiempiari JtmsU - JPtemptari 

tfS3 7,411,757 1 80 1 16,084,902 

182a 24,770,78^6 {*) , 
1760 9464,790 J^y ' tBi4 ' *o,6oi,ood dircdfc) 
(a) T/ Aotor de* GiomaU produsse in *En^iSttrra ' 

-> (3) EtittOKO -in Jnf^iherra pfh di rooQ gdhineii di 
lettura j e pih di 3oo atsociaziord per comprare tibri 
in comune. . . .., . . 



(a^ B^ue eocyclop^du^tr^,' rom, XXIH ^ pdgS ^:k. 

(b) Idtvti J foffK XF'^ pag, 'rgi (Courier i giugno 
1822 ).••....• ' ^ 

(c) 1 1,006,000 nella ' sola 'Itbndrd ^ Coiirttfer j, 14 
fchhrajo i8ft5 ). . '^ , ^ . > ... . * 



Digitized by 



Google 



«7» 
acta (t) 9 p«g. ^70. n Crarwr dice dm tteono a 
Loodfftt. 

Ogtti giorao catmplari a.^ 4<>fOO 
AUa don«nica ^ ^ * n So m 60,000 
Id tutta la tettiawiia . n 3oo,ooo (i). 
III. Le materie di^aune ne* giornaU c^mbinate eel 
numero degfi assodali possono svdare U ineUnaaiomi 
obe fnetalgono nil pubblioo , aliorcU aei gioniali i 
iDtrodotta la divisions de' kvori , come in Firaada ^ 
doTC le mode, il coo^aiercio^ la giorispruieosa , la 
religione^ T ammiiiistr^oiie , la polilica, Ccc-^ hmamo 
i lovo separati gtomali. 

• ly. Eesta da riceroare le .cause delio imefcio fxtk 
meao etteao di quetle ktteivrie prodosioiii , e d 
flflryiril d'esempio I'lngbillemL 

i«^ in Inghilterra, dove i TiTiifiaio lo ^irilo di 
partito» ciafcnna dalle varie aelte poKliche e religiaa^ 
dotniaanH ha, il su^ fioniale4 II valore di eteo noa i 
detenaiaato dalla aolididi deUe ideci oia dal coloca 
die porla. Fa egB k ceatttra dd Goveraof i aoooko 
dairoppbdaoBe ; ne fa egli f elagio? i rigeltato. Lo 
t|drito di partito^ perb noa gionge ivi al panto di al* 
terate i fiitti* &iaiaaiai o qnad mai airVieqe, die k 
•lesM teMtoae dd parkiaenlo , lo atetso prooeato c»» 
vile o criminak pretenti un atpettointerameote dif- 
t , Mcoodo Che u kgge in tal fisglio periodioa 



(t) Revue encydop^oue, octohre i8sa, pag. ig8. 
— Courier , 1 maggio i8a^ — Idem , !i5 nc9emhn 
i8x4; — Fedi la noUk (i) ^'^ P^S^ >7<^ 

FOosof. dtUa StaU^ vol IF. 18 



Digitized by 



Google 



• in Ul altra U prirao pemrerb degli •▼vetMij si e 
di fissare lealmente ii tevreno del aombattiineiito. 
Questa lealtk, in messo alia diMordie de' partiti, in- 
spira unacerU confideoza al leUore: sioiire de' hU\, 
egli aetba tutta la sua atteniiooe ai oommenti che 
ti si fiinno sopra , o fitlk oonseguense cbe se n6 to- 
gliono dedurre. f 

' a.^ Lo smercio de'' giornedi mlflisteriali i qaatbo 
p dnque volte nwggiore di quello dei giornaii del- 
rOpfRiftiflDne , giacch^ i mimstri si a£Bnettano a oo« 
Bsimieare le notisie a quelli prima die a quesb , « 
succede talvolta che un ministro spedisca ai giorna* 
lisli una nuora pria di fiulie parte a' suoi colLeghi. 

S.^ I giomalisti inglesi usano tutti i mesai per dara 
al pubblico le notiue ieoUa massima celenllu Un di» 
acorao di Brougfaain ^ di* Madintoth o di Ganliiag , 
piMuaeialo alle set are ibpa mesaadt » i l<mo da 
tutta Londra pria dell^ dteoi : della sera. Trenia are 
do{k> cUe i atata diiusa k diAiussiane nd parlanien«> 
to\ ne i reso pubblico cooto .^U dtla^di Yorck 
cbe disla 80 ie^he da Londnu AU'epooa del fiimoso 
proeesso di Hunt a Manchester., ranalisi de'dibatti* 
menti giudicistf comparifra ne' fogli di Londra , pria 
diele lettere di Manchester fass^ro distriboite slla 
posta. De' laehigrafi assiatenli alle sedute, appeaa 
aoibpite un foglio , lo oonsegnaTaao alia sta&ttn cbe 
parliva volando: il solo Thimes mantenera tre staf- 
felte sulla strada ; lo ttesso metodo negli aTfn' afEm. 
j^^ dopo la distiibudooe d'uBgiomale I succede ,q^al- 
i:he evento o giunge qualche notisia interesfante , e 
to.^to stampato un siippIimeDto, ii quale viene seguilo 



Digitized by 



Google 



Am im seoondo 4 tidoni da im terxo ^ da on qcfaita 
ad aocke dt nn ^pnnto tialk stetia gioniata. L'appli* 
cadone della atiaochiaa' a vapore ai lorcbj d^e stam* 
pari^ pcn ^a th di dara all' io»pres»ioiia ana Mieritk 
aha la m^iiori nostra, ofidne noa possono laggian* 

v4-^ I giomaKtli inglen , laiciata da bf nda la pui> 
galena dallo stila , piaferMCono i modi p^taiarasdii, 
ad oaa fiunigliaiift aaargica cbe piaoa ai piit , aadM 
qaaoda daganeca In rossezza; la loro inaggiop fona 
e^mmtiB nalla lipalisiooe tira^aata di laMMigiai saoiH 
plid a di oragioaaniaiili. adattali aUa capaoalk di luttL 

5.^ I gioraaii^i ioglcti oon tegvono II priodpio 
della diTisiona de' IfiTori., oania i gjpntaUsii iiraiioeti ^ 
AMI aello itesto feg^ anisoono tutto ^ cbe In mada 
piii' o pseno direlto pub iatareaiafa rtmivefMlttii M 
dltadiaL Le disoosMonl dd paHamenlo , le aringba 
dagli- arvocati , le decuioni de' tribaaali ▼! saao fedel* 
BEMOte ftfsrita p nan fib solo in qoaloha cawa cbe 
pub puBgere la biriqsitb o senrire alle vike' d^ un 
partila; , ma in tiftti i procesfi-'HiTili e eriomiali. JA 
bmnilUizSoni i^udioiariey gli afinridi senpliee paKsia, 
j^-diaooeri pronundali aelle adaoanM daHe oontee, nelle 
4aMoni di qualutoqtie 'spada, Teligiafe , fitantropidie , 
|H>ltti6ba o aommerdall ^ le teduta ddlla compagnla 
dalle Indie , qnalle dal ooati^o drila dttb o delle al- 
Ire coxparatioai di qwdoa^foa tmportansa, tutto com- 
parisca in 4|ttcUe lalertDtnd^il lora pagine. Col as^tto 
de'gioraaii il Goverao lb conoscere le condizioni dei 
saoi contra'Ui ; il candidato al pariamento ricerca i Toti 
degii eleltori ; i tuoi rivalt dittruggono i 4il(dc delle 



Drgitized by 



Google 



2jS 

sae ' pretese ; rdetto ringrazia de' loro ^rfbrti i ••oi 
parligiani ; il progettista rioeroa aottoscrittori per una 
ttttova.iiitrapreaa ; r ofieso dimanda aoddis&icimeiito 
per UK iDSoito^ le oompagnie readbno ragiooe della loro 
aminiiustrasiQne» de' loro sucoessi, d^lle loro perdite^ 
de' loro timori, eoc La nascita, il ttiatriinonio, fai 
morte delta p^raone di qaalcfae importanca , il loro ar- 
rivo , la loro partensa , la aocieta die univano nelle 
|oro ca^e y le taainori circoatiBinse delta loro vita dtven* 
gono iQateria da giortade. Sembra che tutta la Gran 
Bretag^a sia la easa di vetrodet filoeofo romano (i). 
6*. Nissun genere di vita^ dal pth graTc al piU 
IHtoIo» dd pih iolitario al piti mdadl^no pa6 sottranri 
airiopero dell'opiniona e^aUo sgiia^o acutisshno a 
irrequieto di que'gioraalttti. Siete voi im propnetaritt 
litirato aUa caiapagiiia, in teno della TOttra fiimigliaT 
Per quanto straniero vogllata etsere alia poltlica ge* 
rale, non potrete rieusare d'ocouparyi flell'ammiiiH 
•traziotte della vostra panroohia o. della nostra eon- 
tear vok aarete membro di qualdie ataociaaione dl 
agricolkiira o dMnduatria; preuderete parte a qiiakha 
uniooe filantropica : allora i vostrt victni , i ▼ostrt 
collagbi avranno dtritto di giudioare la nostra eoi^ 
dotta, e quetto giadiiuo sank tbsto racoolto dai gior^ 
lulistL Siete v^i un uomo alia moda, inoettat&re di 
frivoH piaceri? Sarete Gommissiario d'un ballo, arbitro 
d'una scomineS6a» giudice in mna corsa di catalli, ecc; 
parci6 solo, sarete preteatirto al pubblieo cbe in parte 



(i) De jStael^Holstein J Lettres sur TAngleterre, 
pag. 176 e seg. 



Digitized by 



Google 



377 
i lUto UtOitaamt^j e seitt|lre vuok cswrc iDfomfilo 
di quefti dhrertiiiieiiti. In'tomoMi, oon essendo pot« 
«btle di sottranl all' oiiiiipol«iisa di qde' giornalisti , 
ciascano ha im i p l i i a n a pactioolare di leggere i loro 
fiogliy onda aonpiaoani deBe lodi die 'vengono tribu* 
tale a lai, a* aooi pareali, a' taoi amifli, orfera fiira 
lupoate aik censure cha gli diaigoao i mM neoii* 
d) eee.' 

7.^ Per procorarsi a«ociati, le gnaette e i giornali 
di Londra pubblicano aneddoti particdari a danno 
delie penone oaeale^ pih carioaUire a loredito d'uo- 
mini d' af^ma frma , il die piaeerk sempre aOa 
iiMUta comane de' lettori, costantemente rosa del can* 
diero dell' inridia. TidTolta annundano 1' arrivo di 
nnoTe meretrid , ae decantaao le belleau, ricordano 
le coaqiiiste ,, acoennano per sino il luogo del loro 
domicilio ; talTolta traggono dal aegreto erentaalitk 
amorose , e ridono a ^peae de' mariti , ecc ; quasi 
sempre calunniano i potentati e i paesi contro cui la 
loro nasiooe guerreggia ^ quindi U numero de' gior- 
nali cresce ivi piik die altrove in tempo di guerra. 

Queste cause unite hanno dato alia curiosity del 
pobblico uno sriluppo di cui non v'ha esempio sul 
continente^ e spiegana I'estensione deilo smerdo di 
que' giornali. 

2 5. Scuole sdeniifiAe ^ univeniti c sindli. 

Gli dementi die esaminar si debbono oelle uniTcr- 
siia soDo i seguenU: 

i.^ Le citta in cui sono stabilite e la loro salubritk 
o insdubrjta ; 



Digitized by 



Google 



»7* 

^fi n cttio dd Tkto cd aBoQi^ «ntto Amo teo* 
kre; 

3/ U Domcro dcDe catte^rt per cmmom fittoWk , 
■ieditt» legale teobgica , filotofiea eoc (i); 

4.* U BouMro degU soolari in damuw imlU (a); 
nel quale nnmero sardibe utile di uiagucic i 1 
dagK etieriy gb'ii^Kiiiu daUe donaew La 
degli etteri pu6 estere sioUMao di celebritk \ )m co»» 



(i) EwmeniiiL H Coimbra era eompoHa^ sul prin* 
€^fuo del secolo aUuaks come eeguei 
Teoloffa . . . . Cattedre 8 Mcdidna 6 

Diriuo canonico . . m a - MaUnuUica 4- 

Diriito eiidie • , . » ~o Filosofia 4 

JTeiZel ckuee jUoi^Sea non enira n^ fa- logics che 
insepuia dirigere U Memo o^munty nh rideologia che 
ei precura la co§fm%ione di not siesHj ecc. A Coim^ 
hra non vi si pensa neanche : infatti le quattro caitc 
dre delta facoUa fitosojica sono occupate dal profes- 
sore di %oologia e di mineralogid^ di fisica sperimen^ 
tale, di chimiea , di hoianied, efinalmetUe d^^eono* 
mia {Link, Voyage en Portugal, U I, pag. 383). 

h) If on i oUimo il seguente prospelio delle uniyet' 
Jfita prussiane: 
UniTersita di tutta la Prus- Delia sola dttkdi'^r- 

$la nel 1811. lino nel 18^4. 

Teo^c^ • Studend ia36 ..•••• 177 

Medidna . m 644 iS5 

Giurisprudenza » 1069 ^99 

Filolo^ia^ Filo- 

Sofia, Fisica » 464 (a) 88 

(a) Revue encyclop^dique , novembre I'Sia | pag. 
395. 



Digitized by 



Google 



n9 
uHicau -dele ima» i 'documeato -d' cMeM istru- 

5.^ I libri che s} t pk gt Mi O in ciascuM faeokik ; 

&* I regolamatfti con cui si numtiene 1' ordine » le 
penfe eoaln> i-rrt«tlBr|« I* ailtoritli che li giiidica \ 

7«* I reqoiuti sdentifici per le lauree ; per es. y 
ie* il gtureeoftsnitcr sia obbHgalo di dare saggio' di 
cdensa agraria , « non 1* agrioMnaore che dovrii mf^ 
snraitt 1 terreni e ttimarli ; 



(i) La metiL abneno deWudUorio del ceUhratisihnd 
ehimko Dmyr ^ a Lorubm , h eompofta £ donne ^ ed 
h la parte pih a^enia (Simamdy Voyage d'uB Fvad* 
{Ois tn Angleterrey t. J, 0. 4^, 47i ^* ^) 

Lo stesso fenomeno a Gineyrd. Piu scrittori hanno 
citato U seguente faUo che onora il bel sesso M quelUi 
dita. II ctkire prcfessore di hotanka De Candolle^ 
servivasi per le sue Imoni d^una ^ragguardevote rao" 
coUa di dis6gni rappresentanti le piante dell* America 
hfopuiola f la quale gli era staia prestata dal doito 
Dotamco spagnuolo Mosino, H professore di Ginevra^ 
coslreUo a restituirgU Vesemplare inaspeUatamente ^ 
aUesth U suo rinerescimefUo al sua uditorio : aleune 
donne che^ erano presently si qffersero di copiarlo q 
Jarh copiare daUe loro amiche quasi tnteramente in 
otto gU>mi, II lavoro fu eseguito nel tempo fissato^ ed 
*k contenuto in t3 volumi in foglio. La solledtudine 
fu genende j ottocento sessanta disegni iiscirono dal 
pennello di ii4 donne che si recarono a gloria di 
cottiribuire cos\ alia loto istrufione ed attestare la 
loro riconoscenza al dotto professore. Probabilmente 
non esiste altra ciitci , . composta di soli a3,ooo abi- 
iantij in cui questo lavoro fosse possibile ( Simond ^ 
Voi^agc en Soisse, t. I^ pog. 35a-353, %. M.) 



Digitized by 



Google 



d89 

. 8.^ QU ilK>t«& neoestar) p«r, o tt—ete le laurM >. 

9.S Se il gittTK ^ 1® distribuijoe , finiisca di qm^ 
$ti sborsi , e quindi abbi* iptereflte* a moltipliGare i 
loureati; 

10.9 9e dair aocenaato gmjx liiBo ekdiMt i pro* 
ietsori ; 

. 11.^ Se a pffofiMSori tiano .pagatt'dagiisoolmGOiiie 
in loghillerra, ovvero dal GoftrnoGOiM laFfanoiay 
Spagna , Italia , eoo. s . : 

11.^ Se pagano gli scoiari , quale sia U Tiilore del 
higlietto ; e se il GoYemo , quale V dnorario in cia- 
•ouna fecoltii; 

i3.^ Se 6ia permeito a ciaicui&o Taprire sonole 
come in Inghilterra , dove il Govenio isonsidera le 
tcaole come le altre botteghe, e lasda che 1 profenori 
•i disputiDO gli scolari ooUa vendita di miglior merce. 

14.^ Nel caso ohe i professori aiano pagad dal 
Gorerno , oome veiigano sceiti ; 

i5.^ Se , per torre la cattedra ad on profeisore » 
•la necestario un processo regolare e da cbt aia 
eaeguito ; 

1 6.^ Quail attestati dUtribttiseano i profeftori ed a 
che tervano \ 

. . 17.^ Se le qualitk speciali negli scolari fruttino loro 
qualche premio o Tantaggio civile > per es. , V esea* 
vSone dalla coscricione. 

§ 6. Bihlioteehe e simiU cmtri iP istmsBione miUa. 

II couftole Mummio facendo trasportare a Roma i 
quadri di Poiignotp, di Zeusi^ d'Ap^lle e di aitri 



Digitized by 



Google 



erf^ri fiUtari gpeeLy mitme alio tpediUM la oondi* 
Mac di doveme radtutr altrettanti afel oaso die ti 
perdessero. Egli li oabolaTa a nwnero, immi a talore. 

SaDna prorm d' nguale ignoransa i viaggialbri , 
aHorch^ «i dioonodia.la tale (lOftoteoa contlene 4oyOoo 
vdumi, la tal altra Sojooo, eoc. : ooUa loia aQertai 
di'^vmli /n—imrf A inponibile finvnam im'' idea dl 
que' depotiti iBtelkttiudi , e dire a qiaalcl Bia doTuta 
la fMsnmau S' io dieeiM Ae Pieiro Jpoasiede io»ooo 
teonale e Paolo ao^aoo j pat iB Ha toi ciaarhindera 
che Paolo i pi& ricoo di Pietro? Gertamettte chBno , 
|iaocU « daano mooela d' ora ^ d' a^eato , di ra- 
ine 9 eoG. 

V ha dippNi : tot thfte l Of pgei O leggendo il iegtiei»* 
te aiticblo dcUa BAwe miydoptdiquei « La Porta 
m a fidi vendre ou pcids tons ks IiTres pr^oieax ^fu 
m oompotoieat let bellea biUioth^qoct de Coastanti* 
M nople, et particofiiraaenl det priaoes Mouroiui » 
m qui. out toojonrs <l< pen6mt& par oe gouTcnid* 
m ment baifatt« » il cause de Icur gnmde fortune , 
« de leur patriotiime ct de Icur laleat (i). 
' La Tottra sorpresa aasce dal ^vedere calcolato il 
Talore delle hiUioteohe a peso. Ora ealcolare il va- 
lore de' libri in ragibne del peso , bencfaA metodo in* 
lenaatissinio » i aeao inesatto di qucUo cbe caicola 
in ragione de' Tclunii , giaocU uguali peti presentano 
almcfno uguali valori coma carta , mcntre uguali nu» 
Hieri di volumiy infinitamente diversi nelle tre dinien« 



(i) Cahier de fta^r. i8a3, pdg. 4i& 



Digitized by 



Google 



mem, non •mmelMid iiendie qMCito giafido^ o, 
alsMoo-lo reodoDO infiDitmicnte impBolMdMle. Vo» 
Icndod ftdanque d«ra qaakhe iAead'ailt tiibliotecft 
pabhlictt,-^ necessario soendere a pih poiicobui, e 
dm qoali nttii delF «feero toi^iil&oo siano cari^ 
A nagglori frattiv ^oaK ^ne 9cmntggttko « ^uaU m^ 
msiicluno. Sieeome le pidubKcbe baftotoabc devMio. 
prttentere aKmaotcK iirtdlettuala a iUiiaq[iie ne abbk 
aog&a I perci6 ^^diiaio » a modo df etempio, ehe la 
ediiknii molto- oostoie mtm no vara filrlo eke n &. 
al puhMco , giattcbe. atsorbooo <1 deoaro -At iaiple% 
gar u dofrebba a coaipienr qiuHa aaiia mancaoti da. 
coi puossi trarre jpiti fi:«queiite e fih iiDportante.i<tfii£ 
aioBe. In generate li pub asMfre ohe la editioiii 4^ 
hMBO nalle bibuotetiie anfiiiiiciaoo •cartewa d' opera 
aecessarie. Peggio poi , ae 1' ibhandanta ia eerta ae* 
rie noil corrtsponda al Talore di esse; per ea , ae la 
•elva de' comnieRlatari ' d' Omero , ^' filol<igi> det . 
teotogi soolastici oecnpl it potto de' natumlMti , da* 
botarffd, de^ motemaliot , ecc P«ggio anoohi, aa il 
lasto delie l^gatar^ die i^nre uA^ nd abbagliare la 
fguardo deUe donniodaole j ioipediace di eoftipiiire 
piti etempleri di op^re frequeotemeaiie ricorcate, eee# 
Formerete opposto giodisto se i filosofi pre^algoad 
aui politidy gli storid ' 9ui romaioaieri ', i viagglatort 
•111 poeti y i legalt e i medid sui mudd e dmilib 

Dd riefto, dccome non lottt sanno che le biUiole* 
die noo possono eisere giudicate cfae dall' ispesione 
de' loro cataloghi ^ siccome concorrono a queste , re , 
pnncipi , viaggiatori y ricchi signori per procurarsi 
qualch^ ouoTa sensadone., perab i bibliolecarf tono 



Digitized by 



Google 



a8l 

cBMy ootlMtti • tncro pwfvfali t loro ttngwK 
xiiii ii opere di Iiis80, ediiiocii rare^ oarte fiMtote, 
co&y onde ^rocunire momentaiiieo tratteniineDto a ^elli 
die vasBO a visitarii e poscia ne parieranno cod elogiOb 

II vantaggior che rioe^e il pubbfieo da ona bibiio* 
teea y pu5 essere , in drcostaose pari , rappresetitato 
dat Doinero medio delle persone che yi ooncorrono 
giprnalmeote , e dal numero detenninato delle ore 
in cui rimangonb aperte. 

I regolamenti con cui , nentre si ntnre il pubbli* 
CO ^ ri prerengono i furti de' libri , possono meritare 
1' attenzioae dello statista. 

' Siooome talvolta gU ttabtlimenti sdentifid sono 
piatUMto desttnati ad abbagliare il volgo che a pro* 
muoTere i biioni studj , 4:ome qualcuoo osb dire in« 
giustilmente di Federico, percib il miglior modo di 
proVare la rincerita e'fare i' eiogio de'govemi cons** 
ste ndr aTvidnare gli 8tid)iU<Denti die banno per og- 
geUo le sciense, ai premj cbe oHengono quelli cha 
le coltivano. Giusta il riflesso di Sprengel, non sa- 
rebbe stato postilnle «{uesto raTricinamento al tempo 
di Domixiano » il quale fiiceya oopiare libri in Ales- 
sandria ed assassinata queli che fi stndiavano a Ho* 
ma (i). 

Alle bibliotedie^iinirele dunqne i gaUnctti di sto* 
ria naturak , i musei d'antidutky i conservatorj delle 
arM, le sale di pittura e di scultura , eqc , luogbi in 
cui i govern! procnraao facile e pronta istnuione ^ 



(i) StOM pranunalica della ntedidaa^ t JlZf p. a68L 



Digitized by 



Google 



^M di»i^ oolb ienplice aettsteittie deO« iriite/ii 
naaonali e agU esteri. 

CAPO QUARTO 
8TATO OSLLB AimiDOa BOOKOflOCtt. 

Quella serie di ktd con' ciii st producono. le rie- 
cbecxe, si soddisfa ai bisogni, si usa de'comodjc si 
gustano i piaceri della Ytta, i^tituisoe le abitudioi 
ccoDomiche. 

. Non Tolendo ricordare'la cognisione o rignoranta, 
perch^ ne i giii stato discorso nel capo antecedente » 
lo stato. dalle abitudini eooobmiclie pub essere desunto 
da tre sorgeoti: 

i.^ Attivita o indolenza nel produrre ; , 

a.* Prerisione o imprevidione nel consumare^ 

3.* Risultatiy o sia slato di povertk o di ricchesxa. 

ARTICOLO PRIMO 

▲ttititaV o qidolbmza^ 

2 I. Mimrc gsneraU. 

DimostniBO i gradi dell' atttritii o dell^indolenca; 

i.^ Le ore oonsacrate al laroro; 

x^ Le ore ooiisaorate ai bisogni; 

3.^ Gli effeMi ottenuti a fronte degli ostacoli. 

L Ore consecrate al lavoro. 

AUmilL Ihdoknza. 

a) L' amore del lavoro a) Mackenzie parla di 
i 81 grande ndia Fiandra un villaggio sitttato sulla 



Digitized by 



Google 



^aceMv die, a delto ^ 
C^rdter, h liuggior pari* 
delle ^migiie ooBMoraiio 
kk ogtt sUigioiie quiiiJKci 
a aedici ore al ^nio ra 
opcie d'agA«oltiih« € d'aiw 
|i. ( Mimmre sur tagricui' 
turc de la JPImndn fna^ 

l)Jjtt cittfc fllAiiMirgo^ 
CDmpoftta di t3o»ooo abi* 
tanti, presente 1' imagine 
del moto perpetuo. Dal« 
ramfilore Mto^al lacdu- 
00, dal Biercaiitft ehe va 
a.q>ectilare alia banm 8#la 
ereotiiaUtk deHa fononai 
•iiio al inevcia}ttelo ohe 
veade aU'aima per im strap 
de, totto t'^ita perpro* 
ewrarti oaeilo giiad^^wj ; 
a i lora aUoggi, tloro abiti, 
i lofo oanraoii , la 
oHuiiere dimoitrHiD ehe 

iiiente< 



385 

ipoiidadei Lagi^ Skiperi6r& 
del Caoftdk, gli abitantt 
del quale passano la metk 
^eU'amio ad nbbriacani, 
I'-aitra metii a morire di 
finae ^ Tableau du com^ 
meree des pelleteries dant 
fe Cfmadi^s peg. 95). . 

h) Nel Branle la ferti- 
lilk del saolo, il bas^ 
preno* delle deirate ed an- 
GO r ospitalitk degli ' abi* 
tanti, sona cause per eiu 
aalla pvovibda di Mimu* 
Gwaea il numero di cpielii 
ehe bMrarano 8la al nii«» 
ioero di cpielli die mem, 
hwam AoUa come i a aoi 
U BrasUiano ana 010^^ 
glio pasoersi di soli &gtuiH 
U cotti nelb semplioe ae- 
leva qna»^ di grano turoo o 
ftriaa di maniooo, di quet 
lo die procnrarti migiiori 
Titaode larorando. 



II.. Ore consecraU ai bisognL 

AawkiL,* IndakmuL 

c) Denoa afMrta die c) Pipave tulta la mat- 
gli Egixiaiu aon impiega- tina e dormire il* dopa 



Digitized by 



Google 



9Q gWOMIMU piiH di lO 1 

miti a pnozare ( V^yug^ 
^ant la.iass^ pi ia hauic 
EgrpUiJf^%\ 34 K 
,. I |irmiu . persitni noii 
lifibieggooo piii d*mi^of« 
(Malte-Brua, PrMt de 
fioffuphi^^ t HI, pagl* 
na 271/ 



i doei 
Ai ed ttniei: ptaoai ^A 
ooloBO dL<Gapo Bnoaa Spe» 
rabza. Gmnto a-ccrta elk 
egU' & teko dc tita da \ 
idropitia 'o ^iIkIcIm 
^afpanato daU'indbleum a 
ghkittofieria (Per«i?al, Fo- 
yagR au Cap Jk Bonne 
Etptnmeeyi^mg. nAj^ 989, 

•74 )• 



IIL Effeid ottenud a fronU de^U ostacptL 



. 4) yOkudii pretenta 
Hittk fondate aopra tenre# 
Mtatao air Ooeaao.^ in- 
iNimerabilL oavali' voavati 
in fimdo. paiadteo, giar« 
dini cvcati aotura stehli 



/ 'ImMemut 
d^ Tutli i/viUaggI a le 
dgk deU'Eglllo sono cir* 
eandale da: moiitagiie dH 
nUDooUUiisa e mtuuni die 
li prv^awi deWavia ev M 
rcBdonoi inaaMiri^ ollre di 
nMwifdtami Urania poba 
fanfosayuoa delle attain 
wmak ekuM de'oMili d'b^^ 
abio AB'mB&ffipmo 



§ a. OsBeivauoni spedaU. 

Le cause die piU si oppengono aU'««ercisio delie 
abitadiiii fca no mijrtie^ si man^eatauio me'<i« s^uenti 
dSetti: 



Digitized by 



Google 



^y Pcrdile di fiMM; 

a,^ PliidilB 4i fWMwie o eveotualiftk dl gmdtgni.'. 



I. Perdite di tempo, 

• Stmo eaose di' pck«iite piii 9 .nbiQ imilUi di tempo 
f A Le foggie f^ht o memo *difimlideUa ptiimsHutu 
AUordii le doaae aliawao sulk Mo feonta uoa toirt 
o i' a^mavoiio cott perie o femMe, e ne beerano 
«iettdtre baadernole 4i BMtn ^ o6iiio> ai v^dt tic' «e^ 
dd'<fB«driy la todetU oooMmaTa doeo tre oco. QvMt 
db III lorre Aa ridolta db mela , coooit dat priMeipia 
dd fltool^ pMioto M116 «il'«pboi dflUo moluuoAf 
fi«D096e , Ja' toeletta don- riahitdoTa .'pidk d* W ora* 
Bopo la molinkmcsy Ik tbnra dalle doma d^aoMspane 
^kNne i castelti da'aaanefaasi : son festaM piii cfae po- 
4slii rfaei Datorait o ^bli, e.la ioaleUo «i viduae % 
poca ooaa. Gli'ooalMU'taeUaBdoai i.ariQd lO k. aod# 
Iwaad gqadagoatD if& dalle pna 4itfiwifdail4|)i0nt«||lk 
^* £# dbcrffiUDiuf'malu YblMy .efAagando k car 
^kmi deUa poea rhudla degti alabilimaBiti fianoest Qdl'Ar 
neiica, a (h>iilo^i'i[|wllBdei§ti iiipniesi e da' Xedeachi^ 
dieet Le dotMe-iilMitaaisio ni cudre^.iii filare^ si 
Are il hxxtto 'y perdono U hro Umpo d eiartart^ a 
visiiarsij a com^irutte^ aMotre Ja'Casa relia tactd^ e 
lo diaradkiei Gb ttoaoini nab unoetiiamgittlb che per 
la cabala 9 la peiea, i Yi>gsii tm vila ^dbsipajta* Nob 
stona isA salare,iii aCamicara il poroo e U ,daii|0| 
11^ far« la bijrra, 11& il MU$crouij o^ di«tiilafe il grov 
too, ece. Em perthno U migHor Umpo in pmgBtU inm 
tiUs in ci€awt inctisantij in amori con donnt ^ka^ 
git^ ccc. 



Digitized by 



Google 



3.*^ VeccedenU numero ddk fo$9e ctWft'o religiose* 
I Tarentiiii abtuando della feriiittit <M ando e ddl^i 
dokecM 4el dimiii s' abbaodoiiavtiio a tale moUesia 
che, a detU di Strabone, celebravano piii fesle che 
Qon contavano gioroi neO' anno, 
' I tanti fikfyrs^ dmviehs^ ereoMtt^. fimatkt mensati, 
iparti n proftuamente ncUe ladie, da una parte jer- 
▼endo di ^ttacob'aOa pldnt obii aakmi «thi]ie,'daK 
Y altnii inrcoe d'itt»giiai4e la soiali^ praticaj^papceoy 
dokt di vitioiii, di ohimare) di pasai^ oltra.di ffubay^ 
le tea^ infiiiito e nceverne una Mis^eii^ taoa, mos 
ritfita'^ alttiiaiia il giudiiio pbpolare , ff iaoo i sdntfr* 
mattti di stina, ammirasioney ncondsoaDM, dovutt agli 
atttori d'operasioni grandiose ed uttii alia loaiela^^indi 
infievflliioono ed atinuHano il deaideda di. pradi^ile* 
- 4*^ /2 mwmfV del eaffi emmilL Negli Suti-Uoiti 
d'America e ntU' Inghillenra, dove & moka I'aHiTitiit 
•CfBO affmn ig;n«tiioi«arininui.Qa(t|. A MUoiio^a.Mii- 
i/Mf a lisbona, H Paeigif ede., A trQ^apo, qmu disfa^ 
in 0911 eoBtrada , «nffi» bigliaidi» sak.d* gk^ocfk ,e 
iifldli. I qaeK stabiBmenti io aon inteodo di censii* 
i^are coo sef eao flifi||Ho ed in mado aaioltftOi e li ai> 
aeono eMie nfnoe che unite oJ .altre. «er^na e m^ 
•urare I'iadoknsa nei diverai ^ti« 

S.^ MfoUo t^nmhrame che n^itliaGlB nelle anlir 
cnmere, del ^paale. ne darb on oeaoo. aitrave^ i UiiiU 
aagretar), aotto-aegretaij, eoc, che da piiii $ec#ll f9^ 
polano, pev es.^ la burocraaia fraBCMC> dannoai al« 
IVnario^.e pib daiuM^ al pnbblioQL per la lore ineipc* 
riensa negli aiffiMt-jmnoilnistoativi ^ per nan dire nuU* 
di piilu 



Digitized by 



Google 



•8» 

n. Ptrdite Ji Jong. 

6* L^Miudlne delP ubbriacbezza die distrqgge le 
tone ^dV intelletto e del coqpo^ del cl\e ▼edreno «U 
froTe la micura. 

7/ n suddume d* ogni specie netle strode e netk 
ease che moltiplica le nalattie e diminuUoe la durata 
medfa della ▼its, i7 quale sucidume vuol essere niisu^ 
nUo dal basso o nissun prezzo del letame n^ dintomi 
deUe citA ( pag* 389 ) , il che spiega V ii«g egizianq 
aocenciatq alia pag. 385 (i). 

(Troverete uq tiotoiso d' indoleiua nelle ttradci 
comiuiali oon selciate , £Migo$e , paludoae » doye 4 
buoi.e a eaTalli •' affoodano lioo al gUu>cchio> allor« 
di2 dai campi condocono i prodoUi aUe aje e ai 
borgbi TiciDi, ftrade e|ie nel loro eloquentissimo liar 
goaggio dioono all' osservatore : qui oon esiste fpiiritp 
d'atsoeiasione). 

&^ Le mdUutie preferUe al lavoro. Chi ^n§«dera 
in atlratla i danni delk malaUie e i vaiitaggi del la« 
Toro , dura feUca a ofedere che V uomo passa pre- 



(i) Nel Govemo di Tobolsk ( Bussta ) sidle sponde 
deU Obi J deW Irstish e del Tobol^ il lerremo Jeeon*- 
dissimo non esigendo ingrassi^ ne mold Uworij i pae* 
saniy tromo pitjri per trasporiare a poco a poco il 
coneime fvori delle siaUe^ sono tahoua ohhligad di 
demoUre le loro case per costruirle aUrove, perchi i 
monii di coneime che U drcondano , esal/fno un fetore 
troppo forte anche pe' loro organi fros$olam {MaUc'* 
Brun^ Pr^cit de geographies etc., t III^ p. 38a)* 

PdosofT della Siat., vol. IV. 19 



Digitized by 



Google 



ferire al laToro l« malaltle : eppure ia cosa si « ve- 
rificata e si verifica frequentemente. Volney fece agli 
Americani delle sponde marittime il seguente razio* 
cinio : 

t€ 1a pianura, dite voi , e i bassi fondi vi produ- 
tt cono 4o boisseaux di gi*ano turco o 20 dl f^u- 
it mento all' anno : i terrehi di coUina o di tnontagna 
u nel Keutokey e in Virginia non vi readono che la 
cc meta : va benissimo; ma alia pianura voi siete am- 
l€ malati set mei , ed in montagnai lavorate tutti i 
M dodici ^ dunque tutto ^ uguale , eccettuato che alia 
« tnontagna siete sani e allegri ; ora allegrezza T^e 
^ pid che ricchezza y dice il buon Bicardo ;' ed ixk 
<* prenura siete tristi e soffhite la m^ta dell' anno ,. e 
«r passate Taltra meta a ristabilirvi e prepararvi a ca- 
tf dere di nuovo. *— A meraviglia , o signore , mi ri<' 
^ spose UQ giornb tin ministro del culto , ma nella 
M vostra equazione voi avete dimenticato un terrmnt 
<^ potentissjmo , pih potente forse qui che in Eiiro- 
«' pa : il vantaggio di stare sei mesi senza for nulla^ 
^r e. qae^ta ministto aveva ragione , giacchi frequenti 
« Tolte sono stato assicurato in Virginia, che gli abi- 
<r tanti del la costa di Norfolk preferiscono il lore sog- 
er giprno febbroso, ma abbondante di pesci e d'ostriche 
cr die non costano quasi nulla , alia vita salubre dei 
cr paesi montuosi dove solamente il lavoro guarnisce 
i< la mensa » (i). 



• (i) Tableau du climal et du so? des Etfjts-unis 
d'Am^rique, /. IF^pag, 3ii. 



Digitized by 



Google 



29 < 

nr. PehbU di materid ti e^^erUkalUi Jk gmadagnL 

9.^ Miniere tratcurate. Qual vergogna per ur paese 
ftrntto di tante e si ricche m^iere di ferro, di piom* 
bo , di stagDa , di rame , di antimoniO) come il.Por* 
togallo y di pagare aoDualmente eoormi capitali aU'in* 
'dustiia straniera , onde ottenere questi stessi metaili 
o grezzi o laTorati , invece di impiegare que' capital! 
a somministrare lavoro ad una plebagJia osiosa che 
formicola nelle cilUi! R confronto tra i prodotti di ad 
^ suscettibile una nazidne e i prodoiU analog import 
faii^ somministra i prim sintorm d^indolenza hMormie. 

r6.9 Pesca, La Spagna riceTera per I'addietro dab 
r IiigbiUerra' nierluzzo per tre milioni di piastre', mcv* 
lozzo salato col sale spagnuolo di Setubal -^ sopratuO 
to d'Afieante , merluzzo pescato presso- quell'- isoh ><K 
Terra Nuova che gli Spagnuoli avcvaao soopertbt ^i) 

1 1.'* JgricoUura. Bencb^ T isok^- d'Aaboiae .4ia 
suscettibile di prodorre inaggiorl ViTeri per gb* abi* 
tanti , pure la loro arFersione ai lavori i lale , cbt 
nove decimi di quelle ferre feooode rimaiigoao incol- 
te ; da ci6 la sua dipendenza da Griava * begli impor« 
tanti articoli del grano e del bestiame. Ma stccome 
gli abitanli originarj del paese vivono prindpalmente 
di sagh ( cycas revoluia ) , abbondante prodoltp di 
quell' isola, cdi si agglonge gran quahtita di petce., 
pcrctb i grani che si iraggoQo da Giaya servono per 



(i) Bourgoing^ Tableau de TEspagne modeme 
t Ify pag, 168-169. 



Digitized by 



Google 



«9« 

gU europei 6 per t CrUliaDi ind^ein. L' indolciini 
die ha ritenulo gU abitmli d'^Lmbaiiie daSP allewe 
del besUame e ooltivare le terre , i k caiua della 
loro toUle igaoraiixa ^fUe arti meocaoicbe ; bod sit- 
pendo dostniire le stoffs grosiolaiie di cui si ^ettono, 
80DO coitretti a trarle da Giava e dal Beogala* 

Dal quale fatio e miUe altri aimiii ti pub condiia^ 
dere, die dovooque it dima e il suolo iommiaistrano 
abbondanti yiveii quasi senaa laToro a industria. gli 
uomini indiiiano all' indolenta ; o, per dir nieglio, 
V indoleDsa naturale airiiomo ▼» cpescendo, dove nou 
e stiimlala dal bisogno. Quiiidi mentre %ed|a(no il 
paesano eooiasao portare ooa grandc slcato la term 
daUa Talle al nonte, leggiamo cfac i Tartaric della 
Crioiea ( paese feeondissimo ), s*Us doiyent bicker la 
ierrtf Us commenceni par s^asseair^ et c'at dans eeiU 
position eomode fu'iis font mouuoir Uwrauiil (i), Poco 
direno il pae»ano ddla Siberia, baUe il grwio nel luo* 
go stesso dote lo raecolse , e abbmoia la paglia per 
liberarsi dalla peoa di Irasporlarla. 

I a.** Ard. Nissuna naaiope europ^a iliegUo de' Po- 
lacdii potrebbe applioarfti alle diterse fabbridie di 
pelU c di cuoi , A percb^ ne consamaoo una gran* 
de quantiU in stitaii , selle , bardatore de' cavalli j 
attiragli de* carri ; n perdid posseggono le materie 
necessarie per la preparaiione delie pelli ^ il tannino, 
il sale 9 il scgo , eoc. \ eppure i Polacdii non posso- 
doDO &bbnche simili , cbe pur sono comuni presso 
tutte le nasioni incivilite. 



(i) Nouvcllcs Aunales des Toy ages, L XX, p, io4. 



Digitized by 



Google 



If) 

1 3.* Conuneriio. Abbmmo proTt dd^indolsttui iM 
Potioghesi , allordid leggiamo che del 5oo carichi 
che ii oommercio spcdlva Ira il Porlogallo e il Balli* 
CO t appcw^ <Kaci o dodki ? eleggiavaao totto ttea- 
dardo pcnrtog^eae ; e che le a5,ooo catta di lUGcliero 
c^ partivano dal Brasile per Ambargo, eraiio Ira* 
iportale da ▼ascelU stranieri (i). Qiatelet aggiiinga 
ehe meotre nel 178^ quarantasette navigli traipor'* 
tavana nei soto porto d'Amburgo meroaasia por* 
togfaeii pel valore di cluqoe milioiii e metto dt lire 
tornesi, due soli Bavigli appaiteaevano al Portogal- 
lo (a). All'oppottOydei 6a8 bafttimcati entrati in Bar* 
celkma nd toddetto anno, Siy eraoo bastimenli ip** 
gaaeli , il che dimostra Y attirit^ de* Catalan , a m 
2 tra le altre ima proTa Cadice, a coi appartiene on 
dedmo •ohuaeBte de* Tajcelli che entrano in quel 
porto fS). 

A RTICOLO SBC6NDO 
nM^nsioixi o i2iip&ETi3ioia (4) vkl cOHsonciBi. 

Siccome la prodiuiooe delle ca%e necessarie alia 
Vila suppooe una dilaxiooe piii o rneno lunga, men- 
^ ibiaogiii ibiio giomalieri, percib oonvien^ econo- 



(i^ Batbi, Ettai statistiqae sur Icroyattme du Por- 
tugal I f. /, pag. 463. 
M Voyage en Portugal , t /, p. 248. 

(3) Bourgoing^ Op. ciL , ^ //j pag. lyS. 

(4) Parola die non ha la citioi&nanza ilaliana^ 
ma che la men'ta come tame akre Jtini7i> per es, y 
ioiprobabilita , impoftsibilitii ^ ecc. 



Digitized by 



Google 



19* 

mbzare i prodotti in n^do che. bastino ai bitogni tm 
una produzioDf e u^' altra. Altroode U fcipUtre eyeo- 
tualita noD trdppo rare vogHouo un fondo di riserva 
per fai'vi fronte. H risparraio nel consumo pre^ente 
oiide avere risorse nel fnturo ^ effetto delia previsio* 
ne ecoDomica e La costilui$ce; quindi abbiamo due. 
estremi : neir jmmaginazione deir avaro il futuro ap- 
parisce carico di tanti bisogni , che costui gli sacrifi- 
ca il presente ; nell' immaginazione del selvaggio Itf 
previsione de' btsogni avveoire e nulla , quindi al 
presente sacrifioa costui il futuro. Quai;»do il Groen-* 
lande$e »' asside a mensa coperta d' alimenti , non 
r abbaadoua se non se dope che ha tutto divorato . 
dovesse egli starvi molte ore di seguito. Ailorche i 
ben pasciutOy s' fclza per danzare e gioisce sperando 
che it mare gli soniministrerk |tuUi i giomi di che 
soddisfare a' suoi bisogni piti pressanli. Egli paga 
pei*6 a caro prezzo questo eccesso di lautezza o d'in* 
lemperanza. Avvicinandosi la cattiva stagione , ailor- 
che , soprattuto , le foche spariscono per due o tre 
mesi) ailorche 1' ana si raffredda al punto da noa 
permettergli d' uscire per la pesca o per la caccia ; 
ailorche finalmente qualche accidence improvTiso ad- 
duce la carestia, il Groeolandese , tristo e pensiero- 
so J re^ta tal fiata molti giomi di seguito senza man- 
giare, e se si sos tenia, a ^oco mosco o goemen tj*o- 
vato a caso deve la sua miserabile esistenza. Moltis- 
sitne volte la sua miseria cresce ai punto ch' egli i 
costretto a mangiare ie sue scarpe e le pelli che gli 
servoQo a coprire le sue tende durante la bella sta- 
gione. Per rendere questo alimento grossolano un po' 
pieghevole , lo immerge nelt* olio che doveva man- 
tenere nccese le sue lucerne , ed in quedto inodo 
prolunga una vita meschina ch' egli e continuamente 
ill pericolo di perdere per mancanza di prcvisione (i). 

, 4^ _ 

(i) Hisloire des pSches , ecc, , t. II, p. SSg-Sgo, 



Digitized by 



Google 



Ho dtalo Ih mancanza dipreTisione del Groenlin- 
de#e, come alia pag. a 19 s n.^ IV , ncordai qualla 
de' paesani cussi e degU Esquimaux , tutU abitanli ia 
paesi freddi , onde conchiudere che ii Bon«tetten ha 
esagerato alcun poco V asione degli element! topogra* 
fid , allorche goq ragionamenti a priori pret^se che 
la previsione dovesse na^cerfB col freddo (i^ , m^ntrc 
pello slalo selvaggio e 6ei]ai<^selvaggio » ella maacf 
ae' paesi freddi ugualniente che ne' caldi , come ,na 
e proTa la California , paese caldissimo , . rioordatti 
uelia Dota alia pegina sucdtata. , 

Si potrebbe aggiuugere dia I'^abitudine di tespuriK- 
zare e quasi uniTersale in tutte le classi ddPIndoslaa, 
p^Bse caldissimo e fecondissimo , come lutti sanno. 
L' importaiione del denaro e sempre stata considera,- 
bile ia quelia regione , perche gli id>itanli compr^no 
poco e vendono moko, quiodi resta loro gran quan- 
tita d' oro e d' argezOo -grezxo che , oome si crede ^ 
seppelliscono annualmente , e quindi va perduto in 
•gran parte, giacdii molti muoiooo senza a^elart il 
segreto del loro tesoro (%), 

§ I. Sintomi di previsUne o impresnsionc. ' 

Sqqo sintomi di previsione o impreyisione i seguenti: 
• i.^ Vtsistenza o inesistenza dtUe cofise di rispar- 
mio ; e quindi il loro numero e relativi capital! , a 
froote delle 4>bpolazioni (3). , 



(i) L'homme du midi et Thomme du nord ^ p. 4a-4§* 

(2) Journal des voyages , lorn. XV ^ pag. i45. 

, (3) II Bonsletten ^ conse^uente al suo principio che 

manca la previsione ne* paesi caldi , accertava nel 

1824 che non si riuscirebbe gianimai a stabilire una 

cassa di risparmio in Italia , a diceva cib quando U 



Digitized by 



Google 



ag/6 

' 9.* I eafuumi modcmd 04 ec€e$dA A§ scgUono 
9Uteedefe neite prmdpkM feste detPanna, Conftukaodo 
i registri de' momi ai pieta u pa6 oorre qiiaich^ in- 
<liuo, giaccM M si ^de a quali epoche dell'aano 
oormpooda il maggior nnmero deVe pignoraiiooi* 

3.^ L^eid media m cm ti suote amirarre matrimo^ 
mo ltd' paesi in tui il vineolo nuuiuUe h imBssotuKleg 
f etk aiquanto tarda sarebbe liotomo di preriuoDe, 
e victifetsa ; commando ie eUi de' eootraenti , qiundi 
dftTideDdo pel numero di esti , ti ha T eta media del 
cootratto. 

- Per r ad^etro potera tomoiinislrare oguaU indbj 
fetk media in cui si faoeTaao i Toti raonaftici. 

4-^ L*usOy meno o pih comwte, di fabhricart etu^ 
a kgno neUe ciUi, soggette a si ftequenti inoend) ^ 
tMO onitenale ed antico nella Danimarca^ Sresia, 
ifonregfa , pria che Ie leggi lo pretcriTessero , e die 
non dimostra la gran previsione che Beniletlen regain 
ai paest freddl. 

' 5.9 It successo maggiore a minore dette compagm 
i assicurazione contra gB intend/ j k tempesie, i nau* 
fragji e simili sventure. 

6.^ La difficoiid o la fadUth con em n arruola al 
servitio militare a %nta, onde otienere il valor del- 
l^ingaggio maggiore delP alCro che i oonoetto pel sep* 
vizio a tempo. In qaesto argomento la ttatittica pub 
pretentare dati preciti per appretsare i diyersi gradi 
di previsione presso Ie direrse nanoni. Trarr6 Ie pro- 
ve dai tre regni-uniti delta Gran Bretagna* Dapprimn 
ricorderb Ie coodiaoni dell'amiolamentOy e iono come 
•egue : 



casst iff risparmh erano dt gfi siahiUte net regno 
Lombardo-venetQ. Ho oonfuktio Ie idee errw^ee di ^ue- 
sto scrittore relativamente aWItaUa neg^ AnnaH di 
Statistica, fascicolo del settembre t8i5. 



Digitized by VjjOOQIC 
I 



f 


1 

1 


22 I 


5P 


« 


M 


00 CO (^ 


^ 


•1 


1 


«« 1 


10 


1 


M M M 


•2 




M 


-s-s^ 


o 



1 
a ' 

n M •• M 






b:^:s:^ 





ao^ 



«. •• 



^ 



f 
f 

m 

J 



J 




Digitized by 



Google 



La gran differenza tra il numero degU uigaggiati a 
vita e quelli degli ingaggiati a tempo, che salta agfi 
occbi di tuttiy e prodotta dall'avidita d'ottenere tosto 
alcuDe ghinee di piti, benchie sia sempre possihile e 
piu yantaggioso contrarre ua seconda impegao dopo 
F estinzione del primo. 

Ponendo a oonfronto gli arruolati irlandesi, inglesi, 
SCOzzQsi y 81 vede in quali sia xnaggiore riinpreyisione. 
Lo Scozzese. piti prudente , piU padrane di se, s'im- 
pegna di raao senza limitave la duraia del suo ser- 
irizio \ r Ifigliese e , in generale, meno dli&cile in que- 
tto contratto*y e Y Irlandese s' occupa^.si poco delL aV- 
veoire i cbe si trova appena un individuo' di quesla 
nazione il quale non si arruoii per Cutta la vita, come 
si vede ad evidenza nel seguente prospetU>. 

Nella seconda parte di qpesto prospetto Tarrola- 
Ofeiito a yiti nelfa partita ingle^e i piii debole della 
(aoporzione ordinaria. 

/ Reclute per t armatd attiva , trattc daUemilizU 
..r . . obbligate aila di/bsa del temtono. 

Ntmione. Per tempo A viScL Mapporto. 
UmitaJUy* 



Arruolamen^ 
to del i8i4 



Scozzesi 27 • .76 10 a a8 

loglesi a44 770 10 a 3i 

Irlandesi — 4^7 . . .0 a 4^7 

Scozzesi 57 ' 160 10 a a8 



Arruolamen- \ J 1 • //o 



.10 a 30 
10 a 1080 



772 2,471 10 a 32 (1^ 

II seguente prospetto delle reclute del 18 14) tratta 
dalla massa delle persone che fioo allora avevano se- 
guita la vita civile, e quindi 8on6 diverse dalle addette 
alia mllizia per la difesa territoriale ricordata nel pro- 
spetto antecedente, presenta risultatt rimarchevoiissiml. 

(i) Dupin, De la force milUaire de la Grande 
Breiagne^ t Ij pag, 236-239. 



Digitized by 



Google 






f 

i: 



S 






^-Sal 




a» 



O O O'O Ot«C«tt« 



CO 



2 ^ 






«n 0» P W •^t o 






^ 



CO 



o 

I 









- ooo, CI o o<o c« a>oco o 

0CD0B0OO000fl00 

oooooooooooo 



00Q0< 



>ooo;0**cieic<rovj' 



r«*QO t>*0 C:<0 « « CI ei v*-^ 





O 



IS .3 



CI 
CO 

O 



I 



.<5 



;l 



O.2. _ 

g-g C":? SSw5^^« «'§ « S 






O Cz4 £ <! g O U «< c^O iK Q 



.9 



Digitized by 



Google 



9oo 

I. E d^rp cht i parend profitteao dtU'iaetp^ 
rienia dt? ragaui per indurii ad arruolani m ¥iU ia 
una proponione maggiore di quella ch6 li oaerra 
negli uomini; in&tti la proporaonc pe* ragasxi i come 
to « i53 g mentre ^pidk degU uomini e toiamente 
come 10 a io4« 

a** Cha COM peniare delle dassi inferiort d' an po* 
polo il <{oale Tanta liberta^ t uel quale t nai^e dedmi 
della redote Tendoiio la libeiik per eempre alia vista 
di tre o cio«{ue ghinee? 

3.^ Mentre , sella miliaia , il numero degli ingag« 
g^ati a Tita i triplo dd numero degli ingaggiati a 
tempo , aella classe civile i decopio ; infatti nei pii« 
ao cafo il rapporto i come lo a 3»^ oel leoondo i 
oome lo a io4) rimpremiona i dunque molto mag* 
gbra. 

j 2. Norma per de t erminam fet^&uhtm e tmtemiiik 
de* gusd e i rekuM connunL 

Quette norma si possono ridurre ad otto: 

f.^ Numero d^ vendiiori^ 

3* Ifumero dar compraion y 

3.* Quaniiti eonsumoia ^ 

40 Sacrifbj per oitenerta^ 

5.^ Presend comuiu, 

&• Proverbj volgari^ 

7.^ Effeiii ndfisico ^ 
*.8.* Idem sul morale 

I. Ntanero dn^^^ndiiori. 

r.^ II numero de^ vemUiori vuol essere con/hnimie 
<ol numero degU abiianti* 



Digitized by 



Google 



3ai 

Queila ocmfrMilo jpi^b tumm amniaeiato ia.oioda 
fih o meoo ^satla Mlorche WilUavi Pttty ^dte cW 
nel 1673 T'erano id J)ubIkio case • . . . 5o<»o 
trm le qiuJi si oontevano Caverne laoo, 
• die ne* YiUaj^ la proporzioae era oiaggiore , d tk 
comprendere la paasioQe degli Irbuideii pel yioo {i)% 
SMI tiocoiBe resta indetenDioato il nuaiero d^i abi* 
tanti per case, -perci6 la notiaia, beodb/i pratioM, wm 
Wa tutte resatteua detiderabHe. 

£ dmque prefcribile la segucale, a BMido d'esea»* 
pio: Bel 1811 ai eontata in O^Mnagben una boUega 
d'acqnavtte per oyai 5o abitami (a)* Siceaaae h tmer- 
CIO io ogiii boltcga dere pagare il fitto di esia , il 
tempo del Tenditora e rinteretae del auo capitale , 
pereib una bottoga d'aaqua^te lopra 4^ ebitanti in* 
diea sniBcienteaiente PestoMione del gusto. 

2.® i2 Mumero de^i/endiiori m mm gentre debV C9* 
sere cot^niato com quello de* vemdiiori di generi 
tfnologhi^ &$sia spddi^tcemd to eie^a §umt9^s onde n^ 
eonoseere se agU mmmemd ddtumo e^rrupondamo /fe'* 
erememd im mltri: ne d«r6 Veseoipio nel nJ^ lU. 

IT. Ifumero de* consumatorL 

3.* Si ha iBrtiio di conehiudere dhe il numer^ de* 
comsumatori si afmc&ta at mtmero deffi abitanHs ah 
torch^ si vede intccia Jtum consumo in tuiie te dasst^ 



(i) Simondy Voyage en Angleterre, t, 11^ p. 409* 
410, 2.e id. 
(a) Anoales del Toyages^ t XXl, pag. ^u 



Digitized by 



Google 



3o9 

m enirambi i tesHj in tutte k eti. Nell'isok di Cu- 
ba » in ttitte le eontrade , ita tatte le case ftima la 
pipa ; cia^cuno , eccettuato il tempo in cui maogia , 
ha costantemeate la pipa alia bocca , dalla ipattina 
alia sera; pai^tecipano a quest' uso le donne e sino i 
ragazzi di cinque anni, 

4.^ L'^siensione e J^ intensity d*un giisto possona 
essere determinate daW ingraUi ^ensazione primitiva 
che produce^ superata dalle persone che vantamo mag-* 
gior dilieatezta n^ sensL La nrauseosa, ributtante, in- 
sopportabile pipa fiima a -Madindv Cadice, Barcellom 
andie in bocoa d«Ue donne. piiti gantilL Ne' teatrt di 
queste eittii , appena ablfasmto ili sipario per gli in^ 
termezw^ tin niorniorio di battifunolii'si ia'sentirein 
tutti i palchi , e cLfucima bocoi^ anche la pih veezosa 
si mostra munila d'una canna di tabaooo fumaote , 
uso aiquantc iilBdttfodo agK stranieri che non vi sono 
awetti. • '* ' ' *• 

5.^ UmA e&kO'deWess^te dtfnsidemea come oggeUo 
di'^comunif consumo e -quaainecessanaiy quands h ri- 
chiesta daiia' pbi^rOgHd ik nome delta reUghne. Link 
dice d'avere vediita a Liabona una. roendicante , la 
quale gridava : tabacco in pohere per le anime del 
p(kqfatorio.- ho stesif^ scritl^i e. aggiuoga . d' averne vi- 
sta un'aitra, la quale cacciava tabacco nel naso del 
baf|d>inQ che av^va tra lis braccia (1/ Dall' ispezione 
di fatti SI rimarchevoli corre facilmente il pcDsieixi 
alia supposizione d'un uso generale. 



(i) Voyage eo Portugal, f. /, png. 266-267. 



Digitized by 



Google 



3o3 
IIL QmOntifA c&nsurutut. 



6.^ It metodo che s'awioina di piu alTesatiezta *e 
rappresenta me^o V intensity del guHo^ si ^ la (fuknr 
tii^ consumaia deltoggeUo che serve apasoerlo2 co^,' 
per esempiOy si dice -che il tabacco coiisamato' an- 
Dua^meiite {lertefCa in uim popolazion^ si i oncie to^ 
ii,"r5, ecc., piii* o meiio. Questo calcolo non^i^dil^ 
ficile quaiido si tratta' di oggttti che sono cegie pii^ 
vatiye o soggMbiono.a daiio (i)^'^ 

La cogniuone delle qiuiDlitti coasumate ^ fecoada 
d'iniportaBCittiae consegnensa : va 'acceanerb tre so- 
hmente. .»•'•. •i:*- ■ 

a) 11 •consiimo> de' liquori spiritosi (11 -che s*applie< 
a quafaiaqMe altro eonsuiao) , avtito riguardo al lord 
presao , rappre9eBta la porzknae d«lla mereede eke 
Tiene assorbita da quesfto: gusto ; xioA , pe^ esefapio *y 
I'tiso delrhuoa well' Anoieriefei settaolribaaie , 6e pre& 
stasi fede a Simond, toglie all'artista i/4 ddUasua 
mer^ede ... 

i) La diminuuoae progressiva osservata da sir John 
Siaclair nel consumo della birra, e PaumeDto corri- 
spondeate in quello de' liquori spiritosi in In^^hilterray 
annttnciano on earnbiamento allai*mante pe' costmni e 
per la salute del popolo* 

» p. I ' ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ f ■ • ■ 

(i) La vends ta del tabacco Ju dichiarata regia pri^ 
yativa nel 1664 in Francia ^ e frutth 5oOjOOo ^ire, 
Alcuni anni prima della rivoluzione , il frutto giun&e 
a 3o,ooa.ooo *: cosi nelh spazio di tio anni , // pro" 
doU&'-di qtiesta privativa crebbe nel rapporto di uno 
a sessanla^ ed era il consumo per testa oncie iz. 



Digitized by 



Google 



3o4 

iM Mm fUiUiMte m I^iMMni 

fld 1710 fa. ^ Iwryi Sm|478 

• 1784 »...-. 1 - . • » 9T»'y7 ' 

I liqaori fpinfoii dislillili 

MI 1706 ItWOOO §tM0H» 5i^90Q 

1791 • « » • • ^ « I* ig6g6^9oo (1)* 
L'ttuMrtD M* liqoori fpbitiiii «aRiipoiKleiido «1 

cooMomo f noQ an aimiettto sielk twkam ; «m) !• 
qaantitk aiMloghe ttTWeiBate u firrnrfiiaan a -neeaim f 
c diTcngoiio Mora nortra ai giadi^. 

c) Le tariatioM nA.&mmmo dbgli aliaMati powoMi 
rappretentare le Tariasioai nelle opiaiooi religi^ta: 
par etenpio, raumentD progrewVo da' bnai e d«' H- 
talli cooMioiati 10 qoaresima, dinoiira il p r oggftiaim 
decramento deU'apiniane ffaklim a qaafte.iupasavr- 
ligiota. Fa, oooe segue » la qnwlilk deHa canw bo- 
Ttaa cootamata doraate U tprntrntm a Pwigi. 
Jnm Bwn FUdB, 

1619 .6 .... , 6a 

i665 aoo • • , *. r aapoa 

1708 Soo » « ^ . «. 5,000 

1750 ..... i,5oo • . • • . 10,000 

k?^^ 9f<M>o . . . « . 60,000 

i8i5.uguale nuioero A \u qiHuaMma che aelte al« 
Ire etogioni dell' anao (3). 



(i)4$imon/f, Voyaae en Aogtet^rre', 
(a) Le Grand dPHaussi^ Vie priv^ 



torn. If p. 36S. 



Digitized, by 



Google 



So5 

-CoA ropimoM wJPqiWiHnn della qwresinia i 
dboeta dal grado omssiiiio aUo sero, in noiadi due 
•MoK* m Pkrigi^ mentrft bod ha tubito ohc b dini* 
mmkmt di i;8 • TiisboiMi « a Mailrid, suariite iatera 
nalla Gr«cia ^ A atqaanto decaduta ia Milano, ece. L« 
rioonca dcBe cause cbe prodof^pBO quette a titaili di& 
ierelna nsaitaati dal ooafrcmlflr di quaaCitk ttnili, pre* 
d'eseron\o al giorine ttatisliL 



lY. Sacrijhf per soddkfare S gusia. 

n grado di saerifisio cui siamo d^wsti a sottomct* 
lerci per coasegaire on oggetlo dei aostri desiderj , 
serre a mborare il pregio in che lo teniaoio. H Orocii« 
landese Teadera i suoi abiti e tutto tab che possiedei 
a riflduo anche di morire di fame oon tutta la saa 
lamiglia, per procorarsi del tabacco ; ii pretso ae i 
i alto presso quesii salTaggi; oocaa la pohe deU'oro 
preaso gli Europei (i). 



(i) HktoWa det ptcheS) etc., L IIj pag. 3oi. 

L'estensionit e Piniensith del gufto degU Spagnuoli 
pel e&mbaUimeniQ de* tori constd dai seguenti sin-' 
tomi. 

i»^ Distania da cui si parte per giungere al Juogo 
deMo spettaoolo. H giomo ttun combattimento di tori 
h un giomp di solenniti e di movimento generate per 
tutto il cantone in ad succede, Vi accorrono gli spet* 
tatori da tuo^ distanJd died o dodici le^, 

2.* Valors del 4)osto comprato dai piti meschini. 
J minori postt si pagano due o quattro realij secondo 
che si trovana al sole o alt ombra. V artista che 
vi^ a stento e deve giomalmente contrastare colPolio 

Filosof. d^tta Stat.»\'ol IF. 10 



Digitized by 



Google 



3o6 



I. 



. SioctttieJl ptim0. pilei^a^ ^he a fa ad nq f||re$|&v;9 
Ml.LeYMte^ si t la piii i>QU» fip# >l migliQjre (ajt 

V II80 ddi t^lMie^o. sm^Q€«alfiKvHe g^4ita; .' 

J>e' mostanafi di Scosiii d^i^ Knoi; Un fpai^awca 
che Don fmb ni dare , n& pDencUw voir j^ttfis^; ck Mi^ 
bacco, e Teduto di cattivo occhio (i). 

Alfonso IV re del Portogalfor. i^lendo da^e un se- 
gno' dflik sua monAacajBiza-. ai * ^cliiali j^gHi^A chfl si 
^i^aoo* battnti. yalorosaaaenlto pfo- iui ad Atmef ial ,; p^ 
gatti a GiBSouno due' Ubbqei dL^I^£iecQ {^ ,, : 

VI. Proverbj votgna' 

l.proTecbj; Qcc^nnaoa uo' idea afprovaU^ i^a seoUi 
mtmlOy, no uso' agi^adita da tuttl I. BQi^higc^ift 
hanno fama d' essere il popolO: piu gbijittaqe. delia» 
Francia^ ora, «ella Borgogna principalmenle , prevaie 
il proverbio : mienx vaut iron- repas que' bei hulHt. * 

' ■ * i " ■ , ; . , ,.., 

■ 
c colVaceto^ ha sempre qualche sttpe^ua da conso" 
crar^ a qiiesto spettacola. 

3.° Vendita deUa. casti^ in ci^so d'inipQtenM a pa* 
gare il posto. Bourgoing parlando di questi combald" 
nienti dice : Malheur a la chastete de la Jeune fdle 
que la pauvreti en exclu^raitl Son premier siducteur, 
sera celui qui lui ep fraiera • Pentree ( Tableau ^ 
I'Espagnc moderne, U 11^ pag. 4^5). 

(x) Voyage dans Ics montagnes 'd*£cosse ^ L II ^ 
pa^ i65, I, pag. 869. 

(2) Linhy Op. cit., /. /^ pag* 266-267. . » 



Digitized by 



Google 



So7 
€ki &C0$M! la itfiliitiica yeHa B«^rQ|(iia.» direbbe 
prova di non coDOicenfe il suo mestiere^ se non afTi- 
cinasse M vwmtro 4a' tiatteri a quailo del s^H, oade 
fivneS «pnGro«tQt .op' trattori e sarti d'altri paeti 
dove coire proverbio contrario. 

yiL ^etU tulJkiccK, 

' ' '. . 

. Per coQoscfere quanto Ta^usa ddl' ac()oaTita istopip 
disca il gusto , bastera osservare che il pacsaoo $\e* 
dese maogiando il buiYO e 11 lardo piii salato, ▼' Bg« 
giuoge ancora del sale, ciod P eccesso in un genera di 
coruumo true seco una seconda spesa. 
. La prima ncarca in <|aesti e sinili argpmattti coa* 
siae neiraTYicioare le quaatita annual ovei^ oodsu* 
m^te^ per e$. , dr acqaavite e simii lj(|uar4) alia du- 
rata media della vita^ ed osservare %i^ a^escendo le 
prime decresca la secouda; dave poscia essere aggiuoto 
il catalogo delle malattie che con apparenza di pro* 
babtlita v<^iona eisere attribuiCe a quegli eccessi. 

In aspettazione di fatti piii precisi, ci resta Fosser- 
vaziooe ' generate, e si e che a mi^ra che si molti* 
plicaroDo e si diffusero le bevande innocue, cafi% , 
birra , limonata , ecc. , i scemata V ubbriacheua. La 
diSusione di <fi!ieste bevaiid^ e le miaMre saoitarie 
lianno accresciM^i la durata* media daUa vita* s^ di 
ebe 81 trovaoe calooli suficientein^te .probabiK in^pii^ 
paesL La duvata m«di» deUb vita a Gioevra 4 stata 
qalcolata come segae: 

. :Xyi secola anni i8 i/a j fiibUothi^ue uaiversfiUe^ 

^ t IV, pag. 3i8. 



Digitized by 



Google 



3a6 
XVil Mtolo aani it fp | Maltbus, Jlssai, etc, t II, 

pag, 3i. 
XVm » n Z% i|3 I Lacroiz, Du adcul des 

probability^ f pag. i86. 

Vllf. Bffetti sul morale. 

E quaai nn' asttoma oomune che v* ha rapporto tra 
il numero deUe taveroe e il nunieFO de' ladri; tra il 
Btfmero delle taTeme e il numero delle donne sepa- 
rate dai mariti. 

In pHt paesi il fisco appalta il diritto di Tendere 
vino ai migliori offerenti. Tra i migliori efferent d 
trovano alcuoii che comprano questo diritt6 coUa di* 
sposizione di prestar mano ai ladri, e la prestano dif* 
fatlo. Quali ne sono le comeguenze? tl fisco riceve 
naggior lacro dagli appalti, ma deve fare maggiori 
spese nelle careen; cosicchi alia fine de* conti il 
goadagao i nulio, ma la morale vi ha perdttto« 

ARTI CO LO TERZO 

miSUITATi, OS8U rOTBHTl' O XICCIEZIA. 

{ I. Sintomi di poverta^ 

L EectdtnU morialiii ne* ragaasL 

U atptotto nacilente della popolakio&e, e principal* 
meMe de'ragasai, i il primo sintomo di miseriache 
si presenta ag^ ocdii di chsnnque; dico principal* 
mente de' ragazu, giacchi troyandosi essi in crescente 
•tato di sviluppo, e non esseado oppress! lA dalle (a- 
tidie^ nk da cause moraU, il loro cattivo aspetto an- 



Digitized by 



Google 



II. StrBordimaria affluenxa negU e^xMiL 
L' affietione Gomime dt* gemtari pe* loro figU - i 



proTa die generalmente cssi dod ti indaooBa a 
aegnarli agK o^itali, le non yi sono spiati daUa'nii* 
seria; la miseria ha dunque uq aintomo.^i^li eqposti; 
a pro¥a di quesla Teritk fii d' uopo atvicuiara il mi* 
mero degfi esposd al pnsso dtf gnmi^ 
prendeiido BClano per esempio: 



I. 

Jmu 

i8i5 
1816 
1817 



IL 



IIL 



EspoMti^ Pntao dgljham, 
0I Mfly> llr. toL d. 

^ 5 
ei 18 



aa&r 
3a8a 



IV. 

N."" medio 

in 3o ttmi 

addktro 

1700 



awl^ #oorvo 



Mcoio 

lir* aoh d<B. 

3i. 16. 6. 



Paragonando la II colonna ooUa lY, k III colla V* 
ii Tede die T aumenio straordinario degU espotii ear- 
rUponde ail' aamenta straorcBnario dd preao del finii 
nento (i). 



(i) U crescenie aumenio dtgU espa^ii nel 181 7 « 
menire nello stesso anno decrebbe il prexzo deljru' 
menlOj vuol essere attribuito alia mancansa de'Jbndi 
di riserva ^ esausti lie' duo anni anueedentL 

Del resto fa d* uopo (^w^enire j che P immoraUilL 
pub coneorrtro e conc^rre ad accrescen il mm^ro 
dtfjSi esposd J ma siccpme ne'ire anni accennaH uon 
si troyano sintopU di cresciuta immoraUti^ percib ^ 



Digitized by 



Google 



»^ 






£ la miseria cbe conduce 1' uomp air ospiCa)e, dun- 
que 9 ^ imsura cue crescera il i-apporto Ira i inorti 



. ^ , . ;: 



forfo^ ftfpbmire, guelT iqu^i^to negU esppsd , 4^aijfr 
mento delta miseria dimostrata dair \altissimo prezzp 
cut *i*rie^ il fnS^erito , mei%tre te mercedi . nmasero 
sMtidhdtie^'O's' abhassarono. f»'a ^uate vtrrtii co/i- 



I. IL 

nel 



MDi^d^mleUioi tali 



toro ' 



cilio^< 




IIL IV, 

Mortalitmiorti 
media 
ih4 



d^l t%i<^ 



1^1 N)I9 
it^lasita^ 

*(33o5) 



DegU 
o«pi- 



^S8g 
3o85 
tf6ao 



V. 

Mortalit^j 

media 

degli' 

6«pitali 

dal I8i8 
al r8a5 

iiiclativ»» 
meDte 



(2928) 



VI. 

5fota- 
le 
iTei 



9^ 



VII. 

Morlalil^ 

tpCalc 



VIII. 

Pre^Ko 

medio 



npedta fHdfro< 

dal i8f8 

al i^qS 

inclusiva- 

mente 

1 



<5333) 



mento 
al 

mopgio 
dal 
i8ia 

al i8a5 

X s. <f. 



Da questo prospcUo risulta : 
.. .jJ!^-Cbe^ iu ciascun o d£ widdMiii -awd la morU t C ia 
totale fu assai maggiore delta media (cnL FI e FlDj 
<Q^'fd Assdi maggiqre il prezzo dd frumentd ( Fe- 
di lapagr Zo^ al h. i v). ' 

-«\?' €//<? nei 1^17 la mortality fu massima [col FT) 
si pe^ paHpieiid srrfferti fie' ^dne anni anfecedcn^i ^j-ht 
per* ttfU^arsP esatisti i fSndt^di risen^a. » 
•' 9.** <7Ab fh ddscttno de* s^lddetHtre nfinf la morta^ 
iitti d^ll *6«pedttK fu' tno]\o t'hi^giorc ilcf teit^ della 
lno^^df^*la*t6tak» (col. IF e FJ)^e ttvt iSi'jfu mug- 
Siore delta mcia ! / 



Digitized by 



Google 



5vi 
iMl' otpMe* e V rni»iV nel ioro «lonMifili)«r., nUitk mmg^ 

scuno de* suddeUi atuii j come crebbe la cotworn^^ 
degli esposti (coL IP' e ta pag. Bog al ru^ ill,', 

^.'^ Che la moriaUth Jh magglote della mema an" 
cite ne* domicUj (col. IL e III)j d Ae pre^St-^he 
riniaitffMtpf xn/crdormeilf- gradi di povertd uguali a t/uelU 
cj^ si i^tinguonp ^f^U qspifaliy^ doe ij^ ki jO||f|J)pio- 
ne che uiuore per V azione della poverta e inaggiore 
di quella che muore negli ospitaK. 

La mortaUtd straordinaria del 1800 e 1801 corri" 
fT»f fi f/ p {ill* alf/^ tvyRTrff tff/ StiuncniS in ftjufSiH fffini r 
ma io nan posso far use delle tavole necrologicfie 
pufiblicatc, aUora^. dalV .amministrazionp municipale,^ 
p^f6he* niitta ytiortaUt^ydifgH' pspitaU la partiut, ch(f 
iocca tt Mlldnd; i''c\nfusa con quella cfte appartiene 
&He i*0/mini' e.^tere :^ myfj^ochme P impleg^iti renSif 
fnittHl It inigtioH,' 7}lthtfiii6hi:^ .»*... ^ • 

, t>^ fexfp' I'tiUo pttL%:o' Aet Jhimenio. nbn > t^ihstt 
Assdlikd di mdriab'ti , ed (ndiperidente da ognl aitray 
t& ct^/Ha'd'e laOoH'he'ifcefMd I' aziohe'y come la siat^ 
s^ztit' rljcht^fice^ ovvid rl/le.Ks6 da non dintcnticdrsi ^ 
altorrh^ si pongond a tanfhonto fc tai>ole netroiogi' 
che colle las^ole dc phezzi frtimentnrj\ onde ncbno" 
scere f ir^enta di qUeSd sUlt andamento di qikelle^ 
Se ne*' suddettv tre ahfli \i\fi ^ 16, ' 17 le piiibiidhe 
amnumstrn&ioni'Hoh ni^ehero attrvato diverse specie 
di. hi\Wi pubbttd ^ ond^ prcsenlare occasioni di goal' 
dagno alia povefaglia j la mortalitd sarthhe st(^ta in* 
JaUibilmenle niaggibre: Qu&sta diminuzione di mortal 
kid Jf im i^amaggiorhe nbn 'si sarehhe ottenuto , se il ^ 
pubtfUco ammhiistratore dovesse in tulti i casi seguire 
la massima di Smith jcioh di stare colle mani alia 



Digitized by 



Google 



IMO Mb pepalmimiM ^ JParigi 9a a mtfki$ A 

chena di qaella capiul«« 

Nd i«a4 iiiraM i norti a BMigl . b.^ fa^ij 
i quali n diTidono oooie segue: 

* Motti iiel proprie domicilio iS^gSi 

• 'Militare Sya 

Prigionieri 27 

. TroTati uceisi ^160 

BfbHi negli ospibdi • TtT^J (i)« 



dnu^la dopo d* avtre prowutato aUe strode e cUa 
fustizicL Se ne' suddetii armi fossero sorte privata 
eompagnie di soccono nel regno Lombardo-veneio , 
ayrebbero procunUo mezxi di tavoro e di sussisienza 
alta poyera genie. In questa ipotesi il uKcprso del 
pubblic^ anumnistratore sarebbe stato inutile: perdh 
m questo caso come in mille altri^ C iotervento delh 
foraa pubblica , supplimento alia maacanxa o dabo- 
kzza delle force phirate^ vuol essere detemdnaio daUe 
circoiianze praticke dettc nazionL 

(i) Gazzetta di Milano 7 ftbbrajo 1&26. 

^nche in milano nelio stesso anno i8a5 ia ntotiO" 
Uta de^ ospitali fii , come a Parigi,^ uguale ad ua 
terzo drca deUa mortalita totale, InfaUi morirono 

Nel loro domidlio individui . • . • • 3355 

JS^egH ospUalij detratia la porzione che non 
bppariiene a Milano ••••••.•. i645 

Toiale »....• 5oqo 



Digitized by 



Google 



3iS 
tr. Bapporto ua la jMtpdtmimt •mmtni 
€ Ispopdkmlam' 



AHoitU ildiaillMDti ioMQiali WHi fiMMDtaW fill. 

doleimt , ki parlf delk popoliMoe dw sbbitogwi A 
soooorso, pu6 tenrire a mitorare k niacrai dele im» 
siom. Vive di JunosiBa 

1/3 di qualchr cktii delta Franeia , k popolaaknM 
deila quale k di 6o,oao aUtanIi , ta ptmUak fcde a 
Fief^ , il quale non somiiiiiiislra pih partiodlafi att* 
tisie {CorrespomJofKe poUdfmo ef a rfb ft wiftw >8» u )^ 

i[8 di Pavigi o fUi atattamenia lo panooe topni 
84 o4 82 Ml i9iA } 

1710 di Londra ^Staal d'Hobteia, Ltttres surf Am- 
gteierrty p- 9 );. 

17350 deil'interDol )p«g. LXVHL 

Vl £in^fyYisN>fie eke non sia predoua 
da oppreisione cmU o feligio$€L 

I rapporti di famiglia e di socieA uniti alTindo- 
lenaa umana, ritengono ryomo nel luogo ia cui nac- 
qae; egli non parte dal paeae in ciii sta bene^ pei^ 
Gib i fttato detto che 1' uomo k ii mobile pib di&> 
aile da. traslocarsi. Queste fofte resUiao Tinte datl'e* 
•trema mtteria; quindi i paesi piii poTeri della Svit* 
aera , deUK Aleqi^gna > dell' Irlanda mandano piik co^^ 
loiue in Ameriea. L' emigraaione i dunque tintooio 
di miseria quando non i prodotla da oppratiione ai* 
Tile o religiosa. 



Digitized by 



Google 



3.4 

La sostituacwe dello forxe deli' uomo a quelle de« 
gli. ^DM— iiiv Bgfl Immti ^ UgfUi f *i 6' :iNd<'thl|)Ofto idclle 
<lcnei»>tthirfipqiavLBO«iw'qM '^ti^'^' fkiT'i ei^ ■m' te- 
gAieillSf |Miaii;9 "". u\ •irr*;- .iv**^ !'"■; 

Una doDDa e ua asino tirana ^araA-b'^aMt Clif*a , 

« in aloanq KkMilBgoai'deUa Fniom v^ ' 

;. Uoitiiai<.l|aa|lB» a<lK« ilirano I'^ritra ael Voral- 
hasgi^i^ 1 "i *■ ! '•*''«■• '*'' " *•' *^"''j» • . • 

UpaMiB'>ivr^Bd )Otft> MfMiiM|io ^vii9iiMit(^ • itt liarehe 
•iii|&ifBi.alMif ai; ^ a*:^^i^(iMil9 «rti( manh^^'^A cM ia 
navigaziona e leola (2). . * ^'1 i* '▼ •'' i* i 

"V. 1. . : •. /'.V .'. ..:. '.- ' ! * T*. /» »*i'* «» » • 1 "i 
VII. Pessimo atimento.\i \] ■; •'"' 

' ' !fegh 'tilimeAti ai pa^ jhro««fe ^radaailuii mrmpoor% 
denti ai ^adi d|(lla« iaiteita i* siai cba ai • ipretida per 

(1) AuMite* ^4|Ks Tograges, /. Jf,-/wi|^. »84. 

(2) Ta/e.^t }i-^\£C(;e^p:^^Ua' fafka^,^ sono con* 
dannate U donne lungo le sponde dett Orenoco ^ che 
piu madri-diUfnp* fa ^m^rt^ aIU loro\,JiglU fcn sot" 
trarle a questa oppressione, .^ ,. 

La jaiica'^ 'misurata da '4u0 eJementi j duratai e 
Ifnrtesza; il prihtd ekmenio d dh '*V"due segaenii 
tsiiwni: •• '« '' « '• • ' - • i-' ' '> r*. ' 

... Un giom^ di ImQrm^tiH vomo jkuta/.mei] S/isssiCQ 
per procurare 0d,WM, famigUa il grafio turf q his o* 
gntvole per tutto un. anno y . * * 

" ' 3oo Giomi d piti sand heccsifdrf aW europco, ' \ 
<• La mistira-piir ^nnd delta )^a\^eiia'}ielUi' ftttida 

d»'e ritrwarsi neUa'dumtq media doUa- yitex 

.0 )t I- • 



Digitized by 



Google 



3x5 
norma lBi,qM»^.m^'P'J9ltUP.Ja^dakj.uf dfct.. ai 
osscrvi la qitanUti f^^ O'iiSM^i^^i^nmx^^mmfiWt^fiki 

I. ^ocaccie di te}rra,^ .^ 

i.^ Dopo la testimoni^y ditl Ipfjibfe) HtMwbbldr.A 
impossibile di negare che gli Otomaphi , popoli delta 
Nuova Barcellooa >« ^^rK^trraecafs; ai^ cibino di terra 
due o tre meu d^l' ai|BO>:.f9qi«iipdoJ«ifiMiafMlifafera 
(d'oQce 1% od im^ iiUbr^ e: t0b^<o«la*ali|poleno< Qua^ 

eccettuano gU OtQinach\, quasi tutti i popoli gea* 
iagi a.noo p o cL a i i^ a n B iita vamo- aafgaMtH[*^— — - 

Ho >gfa ckato quesfo pane ana*- pa^, '*»^i.> "•** 5f ; 
eglt e fatto colja cqrtcc(;;a iiite)*oa dei ^ibvaoi pi|ii.« 



dolct , e 4iun p^r-gntUo grigff^^ .miaybk,imA\piC' 
cola q i ^ tf ii f4 ^ MF^ diforro $fmfwm dptfim^ OU 
Otoinachi ne »<iniw in cerca imdamo/iHt Insi iahcki 
sitiiati suUfi pirn 4^r Orer\oco e detia ^ett^i -mm di' 
sjtiaguono una >sp€cie di term daU^aknk^^iiaggttM^lA, 
ne man^fono, w4i^HimUm%cnf» ^giti\ swia^d^rffMn, Ne 
fynii» pailoUoie, di xmqme o ,S£i pMici xdi dianuuro ^ 
le brucioi^. fi^co JfiiHg fiaaUauiodi^ nwt fao^mstino 
una crosta j^fsaslra , . poi le . kagMaA meii* acdua^^ ^e 
cos\ finabneiU^ k rnQftf^nQp If.fHo €& nodrini di ierrM^ 
cui piutUfsto 4pmbraycino de$tinaf^i daUa tUUtkm gU 
abiUHari di ^fualde-HerUe conttada del seUentri6ne>t 
fi osseiva in 4utta Li zona iorrida presso alcune^pi^ 
^ve- ruiziotii, ,' Ic^i/uflli occupano i pik J^ftiU paesi dei 
mondo. ., , . . -' 



•Digitized by 



Google 



5i6 

• daib fiMk ii fii mo iibitMle p«r nbdrire le vac- 

dw e i fMW aiiki DdbcarUa (i). 

£it miicria ^tguaglia dun^ue P ui>mo agfi ammali 
meiPeccesso dellA fatica (n.^ FI) endia (psaUtd de- 



3.^ Fane di ^fUmOe. 

' I montUMri lusiUBi , a detta di -StrAoae , ti nu 
trivano di ffdmodM a/S dell' amio : dopo d'avere fatti 
aecwfe ipiatl^ frutlo , lo peiCa?aiio^ k> mactnaTBDo 



I 



(i) Anaalas des vaya^, t XI j pag. S^a. 
-» Quandj nfu grand detriment des farets^ on a 
•» abatttt les feunes et ingoureux pns^ on enleve Pi- 
rn coree dam ioute la longueur de Parbre ^ puis Pon 
m die soigneusemeni la partie supirieurt ou exidriem^ 
f» qui 9st de eotdeur verte. It ne resle plus que fin" 
» UneuTj qui esi biane et meu. On suspend^ pen- 
9 damtplusieuns jours , h Pair, ceU6 portion de Pi" 
« coroe^ pout que Phwrnditi s'i\^apore*^ tnsuite on la 
n* fiUi swher an four^ on la bai sur des blocs de bois 
^ a^ee de grosses masses, et on la ifroye aussi fin 
j^ q§M est possible^ dans des vaisseaux de bois. 
•n Ap9^ eela on Pen»oye au moukn j oil elle est 
» moulue grossihi^ment, comme de Porge ou de ftf- 
•j» imne. On mile cette farine avec de la paiUe ha- 
m Me et des balles d'ipis, ou avee des lichens, et 
a on en piuil des galettes de PioaUseur du doigt, 
» Get aliment amer, astringenf^ r^ugne d la nature, 
m Les paysans Mrchent i tromper le sens du goOty 
» et font passer ee pritendu pain en avalant dee 
» gorgiee ePeau. « {Buck^ Voyage en Konige et ea 
Laponie J L /, pOg. 16^170). 



Digitized by 



Google 



3.f 
c ne impMl»¥«Bo mi fwm dm i oonteram hrago 



In pih piOTiDeie ddb Franda m1 XVI Mcoto, k 
Biieria em tale cU « mntprnwrn |mm di ehieiMie, 
miie lie feee tatunoiueoM • Fnweseo 1 nel iS4fr 
fl pio Da Bettey tcsooto di Hbu ^i). 

4-^ Pane JC ai^tna, 

n oelebre Jobomon nel suo Vecebolarie inglese di- 
€fe : L' eTena i un gmo che serre a Bodrire i oa*' 
▼aUi in loghiltenm , gli oomini in Itcotia ; ed ceeo 
di nuoFQ abbassato Tuomo al rango degli animali 
dalla quaKtk degli aHmenli ( Tedi i aun. a e 3/ 

'5,» SoU pond di ierra. 

Neli' Aasli ( eantone di Berna ) , la naggior parte 
delle fami^ie gli anni addietro si mitrivano di aoV 
poini di terra centa tale (i)^ 



(i) Le Gnmd dHmun^ Hiat de la ?ic priT^ dee 
Franks , t /, pag. a4 ^ iQ^* 

(a) Pica^ StatUtiqae de la Suisse, pag. 149. NeOe 
fiU ake gole eefUraU Je' Pirtnei^ VaUmenio consisie 
m pond di ietra imiieri boliisi con sale, alia colatione^ 
merenda e eena. Al pntnzo^ nuovi pond di terra^ mm 
pelad dopo' la boUitura j pestali e ndsd con eavoli o 
jagiuoli cid si aggtunge un po* di grascia. It UnH)ra^ 
tore serba it pan di segale o di saraceno, ifuello di 
fmmenio misio con ndjgiio e la copra salaia^ per la 
stagione in cai la bmf^iezza de* giomi e la continua* 
%Mone dt^ lavori esaumrebbero le stm forze ^ se com 
aUmend pib solidi mm fossero ripHstmmte. L'alinento 



Digitized by 



Google 



. . . • r.v../ ,. . €.<>* CMagne'4fi('rie:"' »: • / 

.-Ndl«'iiioti^ar|Siie»d(4l«<Ceteiliie^; M^W9€k:iii6\ idel- 
y Aoverj^e , del' f^rfg^H^iMlar liP A^ AeKfe, cbe il* 
pbpolo 'iMn iMngia' paiie' (M Ht^'^^iortk ^IfeStli « fn^ 
domenica. In tu^ti* gl( aftri'^giofiif 'deCr' autio egtilsl 
uutre di castagoe disseccate al (umo del focolare , 
faceodole friggere col laixio (ij. 

La fabbrica del pane di grani -prM^nlit i *ate 8*-' 
gu^tlli esirttifA s> nt\ ritorotydTilfa^fsottom che nelhi' 
quality ifc*'<feomponen*r: si ciWwi ' . ' •• 

Ogni giomo pane bianco di Jru/ncnlo io gran parte 
delle citta europee; 

Ogni due \>'tre antii pane di mhiuta/ tiei diparti- 
inento d^lleAlfe-Mpi^ e Twne sfrezfeal6 a coipi dt' 
martello giornalmente (2). 



nigUora , »taiifOi«,che il iaoia'/«*a&b«ssa e le ralli 
ft'allargano. JVel RossigHonese ^enwxdi ccceile^tli', pmate 
vfi grand : tmva^ divmameme prepatrale , . laUiciryf di 
peoora^ d^ ^uaUe.'pnpo H plastare* ddle' ake rocaej^ 
perckk eosfretto a canverdrii iVa famaaggie e vtndeHo* 
f^engontf i Buschi coi ioro pasepH e iBtmtpi e hmcbi 
di quercie ^ </Uindi pdrci^ perdb ciascuiL\giomo cam^ 
pan.fce sul desco pane e came udaia, ecc 

ft) Le Ormnd d^EFduisst^ Op. cit.^ A /, pf»g- ^^9* 

{7) Statistique du d^paiiemart dc« Hautca Atpes , 

pag. 5o. / pnesmu 'egiziam fimno >oi dftrra (specie di 

9aggrmj\ un pane senza Uevka esenza saporequando 

e jfheddo, Qaefio pane ten atffna <r cipelke crude for' 



Digitized by 



Google 



dig 
83 Came di Cavalh*-. ^ •. 

* Sont$t«^<v ^ftsi^urato, dice Smiond, che hi earn^ 
di csvaild u teud^ sul mercalo m'.DnDioarca (i)[ 

9.^^ Caro§»ek ^» • 

L'ecc«$$Q ddU popolazione alla.GftiiQa e taie^ ^hc^ 
tebbene §ia Arlile- il terreDO e soouna la diligeaza 
nel coitivarlo , il poyi^ip si pasoc tioa di rade dl ca* 
rogne; uq cayalla , un gatto , un cane piUi'eftitto 
soDO nnai vUanda ricercata da| popol<y cMnese. SiAilh 
che riferisce questo fatto , decaoUi - 1^ ^ rieAene ' di 
queila nazione 1 ! 

Si mh stabflire la strguii&W gradaiione: 



ma il lorq aUmento tutto raano. Es^f, sona feUci ^^ 
possono aggiungervi di tempo, in tempo wi po\ di /w€l^ 
di formaggjui, Jatte acido o dei dattUi (Foln^^ Voyiig^ 
ea SynCj t, Ij pag. i6a-i65 ). . . . . : 

A Milano i a imsnra che il .pdnci M grano turco 
comparis€e e va dii^enendo eomumt nolle hoUegke de^ 
paii!eaieriy. e si fa vedere anche tmUa tontrada Aif 
Sern , si k centi die, la mieeria oreeee j mi€^ppo9t6 , 
u miewra ehc fuel pane dnrietm piu' mro-y si niira 
dal centra e. si ristmge neUa atntradt di Porta Cd* 
masina e nel borga degU Ortolanis la miteria jotMim 

(i) Voyage d'un Francais en Angletcrrev 



Digitized by 



Google 



3io 

t. CiM dl gtikieeiD. i 

%. CftTerne oaturaK eome neU'an-j 

3. Case di pietpc tecche sent, co-f,^ ^^V^^ f^ 

4. Case dl ar^lla e ghia)a a le-l ^ ^^^^ ^„^ 

5. Case dl Icgno e picne di crc-f,- ^^^j^^^ ^^^j^ 

pacci; ^ t.liepara ruomo da- 

6. Case di mattoni, e mancanti dil J^ . .. 
tovaglie lulle inense; |* aniwau* 

7. Case maocanti di Tetri alle fine*' i 
•tre; / 

8. Case iUooiiiiate da pexu di pioo inreoe di candele, 
oona Be' Pirenai (i). 



(i) A quesd gradi di mtstria i eefnpn comune un 
estremo suddume. In Irlanda si incontrano capanne 
sema cammini^ senta porie^ senzajln^stre^ si sucidCf s\ 
affumicate^ slfetend^ si ridondand di vermis che nulla 
vi si pub consefvare^ n^ anche le uova^ senza ch^ con- 
iraggano tm catdvo odore ; finalmente s\ piccole j che 
non h possibile lavorare il Hno o la laifa. In . atcuni 
eantoni il combustibile essendo esiremamente raro, il 
paesano impodisce alfumo d? uscire daUa sua capanna 
onde conservatvi qualche grado di colore ^Axioales 
des voyages, L XXIII j pag. ii5). * 

Nella Siberia^ i Jakutes » che abitano alPouesi dei 
Samoiedij ne* dinicmi della dai di Jakutsk e suUe 
sponde della Lena sino al ntar Glaciale, non la ee- 
dono in sucidame a ducchessia ^ giaoch^ un autore 
grave aceerta cAe 1 moriaj di cui si serine per pe- 
stare il pesce seeco j sono Jaiti con condme di vaccis 
induriio dal gjhiacdo (Busehings t. II ^ parL Ij pom 
gina 473). 



Digitized by 



Google 



Sat 
IX. ftmmQ pestU^ 

MkDcwEtta di icarpt; e llifiletti ia pa«$e uwdo e 
iradd^i 
&arpe fiitU con riUgli di groMo panna, ii\ man- 

canza di tuoi, eome in pik montagne •deirAgogna^ 
Zocoolt usati ancbe dagli uomini invece di tcarpe; 
Abiti cencidsi negU stessi giomi festivi; 
Igooto Toso della oammia;}^ La* siicidi«ainia carta ake 
Camicicdigrossissiaiaslop-lti fabbrica in pill regioni 

pa ; I della Germania , mi sem- 

Cambiamento di camiciajbra segno dWremo suci- 

mna volta al mCsc; (dume e di miseria. 
Htrce ignota if tnponc^ c j I numerosi Tcadttori di 

quindi uon cspoito in pim<;<;i di /Mwia accennano 

yendita ^ \ DtMnerosi compralori, cioi 

\ miseria. 

Non gualchiere; ruTidissimi pannilant quali escono da 

rbsu tdai. 

X. Boi^o /ireitso de^ iervigi c d^ lavorL 

SilM^nM apna le donnc pHi jniserabili ohe oercano, 
qual messo di guadagno, di allattare gli altrui ra« 
gani; siceome Y aomo si sotlomettt di mala voglia 
agK altrui capricci giornalieri ; perci6 il basso,, preuo 



/ vetri essendo troppo costosi per T Islanda , W si 
fa frtipientemente u$o, in loro t^ce, d! una earta-pe" 
cora sotUUssinui e trasparente : ordinarianiente si ser^ 
vono di vesciche di hue preparaic. Le case sono di 
Ugno trasportato dal mare ( Hist das pachas , U JI^ 
pag. 5 1 -5a. 

Filosof della Stat^ vol. ir. ai 



Digitized by 



Google 



si ddr allattamento Aif nigani che ^e' servigi do- 
nestici , d sintorao di miseria. 

In generale U basso pfeiigo 'dn^ Servigi e de* tdvori 
di quabiitque specie accenna poverth al di qUa de'* 
tropici I do^ a mimfYt eke cresce la spesa delTalhg* ' 
gio, vitto e ¥e9§iio. 

XL Imprigionamenti per debiti. 

II namero d^' detenuti per deMti e il Talore de' 
debit! coDstaDO dk pabblid registri. Vairone ci dice 
che verso la fine della dioastia de' Tolomei, I'Egitto 
era ioondato da oberatiy cioi da iadividtii che ave* 
▼atto ipdteoata la loro liberty pel pagatoento de' lopo 
debifi. A Roma le case de' Abbili 'bmlicaYODO di 
persooe incatetiate per debiti, ed ovunque abitava ua 
patrisio , dice Tito Livio, i^i trova?asi una privata 
prigione ddla piebe; que' tempi erano dunque mi- 
serabili (i). 

XI I. Rapporto deila spesa a carico de* contributnd 
^ in mora con P ammontare delT m^foHa per ogni 
eenfo Ure. 

Applicando queUa regola aU'esazione AeVL*imposta 
sai ierreni, ecco in qual ordine si mostrarono i dipar* 
timenti del ceiitatD regno dltalia nel 1810: i relativi 



(1) Ifogli di Londra del vj maggio iSi3 diconoz 
RisuUa dai conii renduH al parlamentOy che il passivo 
dei faUimenii dichiaratisi nM ultimo scorso tnennio 
monta alia somma quasi incredibile di 34^8,38:1 sler^ 
lini ( 864 1 9^5© /r. ) diH anno. 



Digitized by 



Google 









3aS 


decreMonti QMieri ifidicMo 


i vtfUlivi deer^sceMi gradi 


di roisefia. 


. . . 


Tagfiamento . . i. 6i3 


Serio . . . i. 618 


Brenta . . • . 


2. 486 


Bossd Po 


I. 58t 


Passariano . . 


a. 14^ 


Mella . . . 


1.440 


Jdda .... 


a. ot4 


Piave . . . 


I. 366 


Adtiadco . .' , 


* oog 


Bacchiglione , 


*. ftla 


/^/fd ^ii^ . 




Mindo 


I. laa 


/l<?no . . , \ 


t. tyd 


-^i^ogfnaf 


0. 865 


Crosioh . . 


■ I. toy 


Ztfnor , . 


. 6. 5^07 


Musone . • ' . 


I. 091 


Adig^ . 


. 0. 681 


Rubii^nt • • < 


. I- 079 


Alio Po ,. 


. a. 604 


Trento. x . , 


K044 


Meiauro . 


. 6. 5^ 


Panaro . . 


tf. 889 


Ohna. . . 0. 4i3(i) 



(i^ La speaa m carioiy del oentribuente. che noa paga 
V iiaposta si e^ giusia la le/ga del censimeiUo mila» 
nete , un ifentesimo fker As dUazione , 
un treniesimo del pignoramerUo ^ 
un sessixMesima per ta ^emJSta alt incanlo dei 
hem pigfUfrati. 

ApjMeherb la steita reg&la atle teguend imposU 
limitando U catcolo al mddeOo Onne tSio.' 



SuUe pr^siorti UheralL 



BfeniA . . 
TagUamenia 
KubicOne . 
AdriadcQ . 

Piasfe 



5. 9^3 Musone 

5* 104 Metauro 

a. 894 Adige . 

1. 697 Mella . 

X S-ao Serio' 



Aho Adige Tronto 





I. 


r,? 




1. 




f. 


7»4 




f . 


700 




f • 


4J8 




1, 


3«7 



Digitized by VjjOOQICI 



3^4 



JCIIL Scano ptoieuo dd Hazio s9d eoHHonl. 
U consumo essendo in ragioae iDVersa denaniise* 



Crostolo . . I. 365 

^acchigfione . i. 3o5 

Panaro . / * i. a4i 

Reiio . . . X* 12? 

Mincio . » — q36 

Passcuiano . — §44 

BrenU^ . . '5. 63ii 
TagUamento . 5. 208 
^0^50 Po . * 3. 3o6 
Musonc • • a. o63 
Adriadco ... a. o?4 

^/to ^^^ 

Piave . • • a. 760 
Patsariamo v-.a. 3aa 
7>on/<> . • a. 276 
jidige . . . a. t88 
Mincio. « • a. ia3 > 
Rubicone . • a. o3o ' 

A$'atfe persone 
Adnatico • . 7. 44^ 
Brenta . . 5. 387 
Ta^iamento • 5. ao4 
^i»fo Po . . 4. 333 



Rubicone . . 


a. 


933 


y^/to .^^]^e • 


, , 




Aew) . . . 


a. 


88^ 


Passariano 


3% 


883 


Mella . . . 


a. 


8a7 


Musone • • 


a. 


8a5 


Piave . . . 


a. 


618 


./rfrf^ . . . 


a. 


54a 



Alto Po . 
Basso Po 
Adda . . 
Agogna . 
Lario . . 
Olona . « 

commerch. , 
Reno • • 
Adda • • 
»$erio' . . 
MttaUro . 
Jkfe/^ . . 
Panaro « 
y^Aa Po . 
Crosioh • 
Agogna . 
BacchigSone 
Larh . • 
Ohna . . 

o testatico. 

Crostolo . 

TrontA . 
Mincio 

Serio . . 

Adige' . . 
BacchigUone 

Panaro . 

Agogna . 

Alto Po . 

Metauro . 

£ana . . 

O/o/i^i . . 



— 766 

— 693 

— 488 

— ^9* 

— aio 

— 010 



891 



8g 
836 

V9« 
627 

610 

«7» 

oSy 
193 



a. 44^ 

a. 336 

a. a8a 

a. aoo 

I. 8o3 

I. 783 

I. 701 

I. 56a 

I. 556 

I. Sir 

I. ao8 



Digitized by 



Google 



rtaj 2 chiaro cfae lo scarso prodotto del dasio sul 
primo^ i misura infallibile della secoDda m circo- 
stanze pari. Mentre la popolatiobe deli'Irlanda i pfetso 
a poca uguale'alla toetk di qiielia ddl' IngUlterra , 
1 consumo n Irlanda di co«e piac^ToK e' dl lusso i 
minore del decimo di quello dell'In^hilteita'. '^Excise 
nel i8ao pfrodosse id In^ilterra "pvh di if ttilicmi , 
mentre is Irlanda diede poco pi€i di' 1^0,000 Hre 
(steiiine) (i). ' 



IfB. 71 iesiaiico 9i pagas^a^ come attualmente, net 
soii comuni non-murati. . 

Riassunto de^ terndni ntedii , ii quale i£mosira la 
decresqente spesa per esauooe a cwioo . det cqDlri« 
buenti in mora neUe varie classi socially e quindi il 
relad99 §rada di miserim. 
Massimo: imposta suUe persone , volgarmente . 

testadco , . . - . ... . t&. 609 
Medii impOsia stdle'arti e comm&rcio .3. 129 
•^— - — — — . suUe professiord liberali \ i. 44 * 

Minimo: •-^^■'^' tui terrerd , . *• . . ,1. a34 

Quesd rapporti gmerali erano nod i qm hanno la 
precisionc ariimetica. 

Moltiplicando in cicueun dipardmenio i quafiro so- 
praccennad rami di spesa a carico de' contribuenti hi 
mora , si avrebbe il relaiivo gradch iiP angusda dipar^* 
timentale con esattezza maggiore. -^ . ; . 

Ho dtato i surnferlti calcoU, perch^ nan tros^dn^ 
dosene tracda nolle opere degii scritttpfi pttnced o in* 
glesi^ dimostrano che in ItaUd giit da ptii anni si cO' 
nosce pill che altrove il valore degli elementi statistict 
€ le J(mti a cut fa d* nopo aUmgerU. 

{ I ) E vero che P e^rclse d^i due paesi non abbr/Tc- 
da tutd gli stessi artidolr, e non esige in cerd cast git 



Digitized by 



Google 



S26 

Xty. EsaUamont ^rek'giosa. 

sa)tm9Qf reifgiosaji come lo provaqo i sucoessi di 
HaoflMito e. dfi' .Yecabiti nell' Atmbifl, di Wdsliey ^ 
WU^4 ipetodlfti in logbiltem , di . iupdaioa Siu- 
dauie Q^lla $vis|«ra e nejl' Alemaf m , 4p' Crociati 
ii«^^:]|:f^ XII, XUI 4ecolp; Qosi resi|l|^p9e.religi08a 
che passa i limiti delia caritit cristiana, ^ #i|iU)iiio <}i 
miseria e d' ignoraota. 

§ 3. ifinfomi di riccheT^a (i)r 
I borglii e i ^nUaggi 9000 centri ia ciil si Ibbbrt- 



9i^n diritUj ma vi ha pressb a poco la ^proporzione 
di I a 10 i^'si patagona if prodotlq degli stessi or* 
tieoU in un paese c ncW oluv ( Eut de TAoglefcerrB 
ep I San, pag. 173). 

Una dfiUe aaut^ deila puseria deltlrlanda n ^ 
V assenza d^ suoi proprieiarj : essi ahiiano per la mag-^ 
gior ptftte in J^ijkUUrrOy dacchk (dal 1800) non esi-- 
sJifi pil^ parlanksniQ 4 Dublinp» La nobilta Irlandese 
pa a m^ndicar^ 4 Itoadra i xitoli^ gli impieghi^ gti 
ononis e consumando m le sue entrap itnpingua i 
day iwM a danno delta *^a patria. 

(i) u abbgn^^i^^Kfa dfille cosfi uTf/i'i ossia aUe a 
sqdwfarc i bifiogpi e procttrarci comodi e piaceri, 
m>sdu^sce la ri<?^hez9a. 

La parola ahbondanm essendo indetemunata ^ da^ 
scuno la ir^nda come vuole, Crofiso preiendtva non 
polersi dir rioco chi non poteva mautenere un eser- 



Digitized by 



Google 



€ua. pi^ iDani&ttuqs. dd UfO d«? ppeuf^ <l9ve, dixi^^- 
jTQi^o pib proprietar}^ ^ dove si oonsuma uoa niasij»a di 
meri.iiaa n ccesmria.a cbi coUiva i campi. La fir^ 
quenza de' viliajggi ( deaoaiioauone ud po'.iraga) vleo^ 
iDdiaa^. iMrfIa debiU prccttioiia, ^juaodo «i poae i( k>ro 



.■».'• -. . . . . • • • ■ . I 

CI/? i iff oppa$to. a Mourz0uk (nel Fez^an Uk B^f^ 
haria) si dice ricco wi uomo che mangia pane e 
came tutti i giomL Si^ vede quale dutanza separa la 
prima^ idea dalla scconda, 

Siete dichiaraio ricco ad Inierlaken { nella Svizze* 
ra ) quartdo pbsseddte un capitate di iS a Sour. *fiixrim 
M ; a £mi$erbntMf che fjU e vidno j hdsta it iarte 
di questa somma. TuUo cib che non h faibri^aji^ if#{ 
patse e tuUo cip che non fiycte raocpUo vpi sieeso > i 
iyi. se^no di ricchezza e di lusso. Lt case o le capanr 
lie copelrte 'Jl legale procurano qualche considerazione 
e fama di rieche^ta ai' loro proprieiarfj sopraauttb 
se l€ iBuxigU sono deooitace ai fkiiure e d' isorizidim^ 
e Icflnestre hanno grandi vetri { Simond^ Voyage e^ 
Suisse, /. I, pag. aSS-sSg ). 

JY^ cUmi temperatij aimeno alia pianurOj i tetH di 
pagfia spao Mu4opp,\di p$ytiXCk:y altopposta nfil Jfprd 
al diM del 6q^ .gKiof^ , dliaii^iu^ 
ehe iap/oduconojion ^ngp^Q a, maUuiiif i teUid^ 
paglia ;sQno prwa dli^ ncchezza ^etc^ ( f^edi' il, I^uavp 
Prospettq dalie scieoze ecoi^micbe, t If^^ pag. S^-^j^ 

Accermata P estensione variabiU dell' idea rapprer 
scntata dalla parola^vucdlitMA ^ aggjumgo non dqt^ersi 
assume/ e lu ricchezza dalla rewk^i in denaro ^ ma 
dalla sommq 4^lle utiUti dte si pub procurare c^m 
csso* Un Frqncese con !M>jOOO lire di rendita e oosl 
ricco in c0sa sua come wi.Inglese con loo^oo nella 
suo isola , atieso C alio pi^zzQ dalle cose in Jngl^ilr 
ttrra. . , s^v 



Digitized by 



Google 



3^ 

hmncrd a ftiOBte deBa estenriooe tiiperBdak i ft^fwa 

cui sono'^arst Restando gir statst questl dab "ehh 

meatfy la frequenza de'Vifiaggi ^ sintomo di ang|^oi^ 

ricchezca se il* paese i' montuoso (k). 

' Noh essendo sempre iroti' i due sudd^' ekmentt , 

i viaggiatori acoennaDO la frequenza de' borghi o vii« 

laggiy diceodo: si incontra un borgo ogni qualtro, o 

chiqua migliay una cittk ogai otto o dieci, eca {%)• 

II. Quini di aampi^a. 

Siccome all' uoiDo^costaR.ternente occupato a pro^ 
^iirarsi i iDezzi.di sussUteoza, ooo i possihUe. di ga» 
^ten te dokezze ddla cadenla eslata fuori dftUemura 
in CBi abka, perei6 i casim di campagna diiiaioatraso 
die v'ha cittadini clie possbno mere sedza cx>stante 
lavoro giornaliero^ od ^Imeoo sea prova cKe esistet- 
4ero nel pa^se capitali noo oecesiaq all' aodameDto 
deif agricoltura, delle art!, dd commerci^ e eoneui 
^que'casini furono co6trutti (3). ^ ' ^ 



^^ (i) St concqntce qualehe Med delt industna e delta 
tkihezza delta moniuosa provinda d! AWata {nelia 
i^MXgna) attorth^ si rifleUe che nan oltrepasiiando ta 
vna iunghezza i8 leg^ e ta stia tar^ezza i5 , id si 
t6ntdno iSj villaggi^ 71 hor^hij una citti t 70^000 
Mtanti. * * 

{%) AUa dhtanza di sole tre leghe da Glasgow I 
sorta una nuova dtt^ manifaitrice che conifi 4790<^^ 
abitanti ; ^ ijuesta la dttcL di Paisley j e siccome men* 
tre cresceva Paisley andava crestcndo la popolazione 
di Glasgovt^ , percib la nuova esisCtnza di qUella k 
sintomo delta ricchezza di questa. 

(3) Tm tutu te pro^incie delta Tartaria indipen* 



Digitized by 



Google 



3^9 
m. Numcro ddU Icsth prtssa i popolt pastori. 

In g€nerale i popoli pastori misuijano la lore for* 
txmd dal mimero delle capre, delle pecore, delie vac- 
vhe^ de' cavalli, ecc. N»Ila Lapponia, una famiglia che 
potsegga 3oo renni , ood i ni ricca, ni povera. Ella 
po^ cnssisterey uccideBdo, senza che nc soffra il sue 
gregge, Mtnli aDlmaK qnanti gll tfono necessaq per no- 
ttkm a farsi abiti, ^tivali e scarpe. Ella pub anco pro- 
enrarsi no poco di (arioa, aoquatite e tessuti di JaDa, 
*dando in cambio ooraa e pelH di renni, grene o pre- 



dentt la piit-eeiehre e ia piu fertile n h t/ueUa- di Sogd^ 
cost denominata dalla riviera che tattraversa. « Si pub 
m' viagparcj dice Ebh-Bual^j p^ otio giomi nel paese 
m di Sogd senza uscire da un guirdino delizioso, ViU 
m kiggi da iuaf i lani ^ ^athpi ricchi di messej fecondi 
m vtrtiai ^ east di campagna-^ g^ardifd ^ prad^ ru" 
k setm the U tagHano, ietbatoi df acqua^ canatl , 
tt tulto vi pdne sotf occbio it quadm ' delP industria 
m e Hechetza dei paese n ( Mme-Brun, Ft4c\s de la 
^^g'rapbte ^ t, IIIj pag, S17 ). 

Net paese di GMet i viaaggi e h case sparse per 
h eampagne ftrmaao lo sguardo del passegpero per 
la ioro narprendtnte binnchezta ; i camminij i tetd e 
fin le pietre delta 'maggiort strada che conduce alle 
case^ i^engono Hmhiancati, Ciascuna famiglia ha le sue 
rose^ he sue fnadresilve , il sua ceppo di vxtCy il suo elc 
ganle ^niiero eoperto di fghiaja che conduce alia porta 
Quesia' aie^naone generals , esiesa ad oggeui di sem*^ 
pUce piacere , se non di lusso j ^ certamente un in^ 
disio di comodo e di nma situazione superiore alia 
misena. ^ 



Digitized by 



Google 



33o 

parale. Doa (amigt^a che pOiMgga ico rcniii aola- 

mentei noa i sicura di doq morire di fame (i). 

IV. Numero degli schmd e simiU persone riguardate 
come cosa^ presso £ popoli barbaric scmibarbarij o 
non tznco inciviliti, 

a) Numero de^ sehUwi. I &uMi laitMniiio li. Wit» 
liccbeua dal amoerQ degtt M^hiavi At ooltWapo i loro 
campi *, si fa tuttora uso della itessa ba$e ia Averica^ 

b) Numero dette mogU. Id una tribU africaoa detto 
Betjotanay allorpbe U greggie i creaeiuto aiquanto, 
r uomo pcDsa ad accrescere la sua (amiglia col ^rew 
dere una secooda jnoglte » la quale i obbligata eoma 



(i) Buckf Voyage eo Norvege et ^nLapoaie, L IT^ 
pag. i5i. 

Un Goalas o s^accaro di Mndkou^GMi^ Hiha.del% 
t Indostarij pfBr potersf dir nceo^ deve possedere ooo 
vacche, 3o. bufoU femmine, So pecore ^ ^oQ,^^jejed 
un niitnero di buoi iaatantc per tre dratri. 

Un tal uomo guadmgaa loo pagodas aiCwpio^ a 
sia ii lire sterUnCj lo seeKni e aied denari , senza 
eonJtare U pagam^nto deW imposta e la m^^isi^nza 
deUa sua famiglia,, II suo vestito , che aonsiste in una 
sctUavina ^ costa quasi nuUa^ E^ impiega t^na p^rlfi 
del stio guadagno a procurare uno staUlimento ai 
suoi figli J malrimonio aUe ft^ j ed in pradcUe re- 
ligioie^ U ofifoimo viene ordinariamenle sepoUo^ e in 
questa maniera moUo demaro va perduio , giacchh 
quando gU uomini invecchiano^e rimbambiseono ^ di" 
menticano dove nascosero i loro tesori » e, spvente 
muojono senza aveme svelato il segrjpto ( Aiioales de» 
voyages, L XIX, pag. 206;. 



Digitized by VjjOOQIC 



33i 
la pruna ad enge re una casa ed una ttalla per le 
pecore e la TAcdiey it prrparare m gianlinas quiodi 
una tenp e ca^i di aegutta Peraib jl nuiaero deUa 
loogU 9 «be BOD 8«ole <olti'cpasaaae. le q«attro , e di 
rado giaoge a dodki 9 rieoada U ■mnero deUe oaie^ 
p^Qore» taccIm, noq oba de' giardmi del padrone, cioA 
h «ua riodbetziu 

c) Wumer0 deOe fy^. PreMo i popoU faarhari , tl 
padre della figlia invece di dare h dote, rjcere un 
pagamento , e rigorosamente vende la • figlia oome 
▼eode la vacca f quindi nell' i^ola di Timor , dove il 
padiie fficeTe dtmaro e bealiaflie per ogia figtia data 
in moglie^ si valuta la di lui riccheua in ragiope deUe 
sue ragasse. 

e sirumenH pel yitto. 

Al pvuito nan b^ ddbubia in cni coaMcia la ric- 
chesza : 

i.^ Le ease sorgono a pih piaiii| dove i terre- 
rooti^e ie altre cause, a^cej^nate alU p^g^ 3 10 non si 

OppODgODO; 

' a.^ Gli stnunenti per V liso del viUo si dirossano ; 
si vede comparire la terraglia ad un'imiDeDsa distanza 
dalla porcellaaa^ 

3.* Le sti*ade divengwo men .sui;^de e men tor- 
tuose {ij; 



(i) Le commissioni per reiiifkare le strode ttelle 
dud e dirigeme t emaio j nen si seorjfono che in 
paesi (tutanzati nelia driUzaazione e moUo dktanti dai 
confini della miseria. 



Digitized by 



Google 



33d 

4,^ L» laoBigUe oocupano pih d'ona tlanzt (i).' 
Le ciM de' pacMDi deH'Helmg ( Svteki ) non la* 
•ciano nulla a desiderare dal bto deila soUdUd e eo* 
moditd; ri ti veggono foventi 9a 10 ^nstypul^te 
e lidondaDti di nobili, baichi MtnplicisBMiii ; preiso 
i ricchisi Irova cardiiiariamelite una* camera pieoa di 
biancheria e d'abUi, tnJH ia maggiore copia di quel 
oht {wtrebbe ugare una famigUa in u6 teodo (2). 

VI. Abiti piu che sufficiend retalivamenie al clima 
indosso alia pkbe. 

He' -dimi 4aaAperati finiace la miseria rdativaaieBte 



(i^ AllorcKe leggiamo che nel XI^ secolo il Po" 
desth di MUanp pr9ib\ ai MUanen ef abitare in j»U 
di 10 penone in una stanza p oibiamQ una prava 
delta miseria di que* tempu 
^(a) Anaalaft desrTOTagesj U XI ^ pa§. 3a^ 

A Damas p la piu pujcola ^asa ha tre con4ottt 
df ncqua, tunc per ia cucina, t allro pel giardino , 
il terzo per It immondezze^ Nelle case ricdussime H 
passeggia nd marmo y si vede da iutd i lati briliare 
Valabastro ecc, 

Jfelie proinnde itAnco^a neW isola del Madagascai^ 
Provasi sopra aldssima montagna la ciu^ di Tanana- 
Arrivou ^ residenza del re : le case coperte di paglia 
sono suddissime ; i buoi e le pecore vi sono racchiusi 
durante la none ugualmente che gli altri ammaU do* 
mesticij il lelto del padrone h un meschia^ cdnSe, 
alio sopra terra S a 6 piedi ; di sotlo i la scuderia, 
Le case de^ ricchl sono quasi ugualmente costruite ; 
se Hon che , pi5 ua uomo i riooo o "potente^ piu il 
iuo leUo •* alza da terra, ed e neisedSArio talirvi con 
una scala ( Aooalef des Yoyi^e», t. XIX ^ pag. g5 )• 



Digitized by 



Google 



31J 
lA vettilie , tlOvc kt olatte socia|# bbe ricer* ki nmiiiDft 
mei*cede giornaliera, T agricoltore-^ si presenla, boq la 
domeaiea «olam£bie, am totti 1 giomi ^cU'^aniio, noo 
<|iiiaido ynme alk oittiiy raa quando la¥bra tie' cam* 
pi, ii presenta, duti^ eon scarpe o ttWaK, eafaBe-e cap- 
peife, abilo e grabboae* £ sicoome nelte cflrmpagne le 
■leroedi . soao ordinariamente uguali, qukidi visto il 
festifto dt pachi agricaltori, avete visto quello di titflti* 
.JMle cittk dow . ie meroedi sono piii laegu^Ii » ba- 
ita osienr are P abito della dassi piti baase, giaccfai la 
maarania di cenoi Pdihifo di pmuw pief^oicj ieg^ 
giero € catdo nel tempo stesso^ indosso mUa pUbty vi 
I garanie che dat UUq del vesdie la nuseria non 
ensie, Del re$lo i numerosi fabbricatori e i Teoditoii 
di stofTe medioeri) di tele Gasalinghe, di euai* oomunii 
sono docaCDento eba 1' uio ne A geoerale. 

YIL Idem mtik elam .medie td alte delta ^odeti. 

Le ricchezze delle classi sociali , medie ed alln^ ill 
due diversi Stati, possono essere misurate dai presai 
de^ panni piii lini e delle stoiSe pifi dilicale cb'e si 
▼eggono esposte nelle botteghe de' roeroanti , suppo- 
nendo uguale il numero di questi, ed uguale la po« 
polazione. Nel XII seoolo non si sarebbe scostata dal 
vero ia segaeote proporsione: sta la riecheiBa della 
classi alte di Venesia alia ricckesza delle classi simili 
ia Milano, ed a quelle delle stesse in Firenze-, oome 
il valore del velluto di xui comparivano vestite le nia- 
Irone veneziana, al valore del piffiolato e lino bianco 
in cuL erano atvolte le signore milanesii al Taiore del 



Digitized by 



Google 



334 

grosso patmo scmtlduo the formamx P/usai stmta 

gonnella ddle donne fioreQline. 

Del resto [(Np6m(» i diveisi popoK si ioboBlnmo di* 
verti mddi di mlhirare la rltAezwA ^ hanAi tpnA 
tutti m ridttcaiio ad apfMireue abbagli«*ti gK dtmi 
sgoaidi , ma t>ra siaUe persone m eonoentnioo , am 
ttiRe Go»e alia persona e^traaae^ il lasso d'^un taroo 
si & vedare nella sua pipa, e st dmmno pipe da aa a 
3o,ooo piastre, 8«Ua sella del suo o*?aH6 coperta di 
lastra d' argeatv 6 talora spotsa di pktrc preiiose ^ 
dopo la pipa e il oavaBo, la riOclKtta ii noalni nellv 
lasze da oaffli. 

Non la vista salaiirantaf ma si A tolnto abbagHare 
anohe Y ndita, a ii^ Croatia il lusao deglt uomtni 
oonsiste is dieci o dodioi aneUi d'argaalo cha attae* 
cano al lato dastco d^ laa abito di scarbtto^ dt modo 
che aadando eccitano un rumore siagolare e poco dis* 
simile da qdello de' sottagii d* mi aoHare da oane^ 
grand! boltooi d'argeato sono ivi ugualmeate segni 
d'opoleDaa (i). 



^i) Anoales des voyages, L Fill ^ pag, 38-3g. 

Le gemme , T oro , V argento clie brillaao sul ca- 
po , sul petto y tra le dita delle doane , oflre d'essere 
geaarakaente siotostto di movatita, giacche prowtno 
che t affamat miiritak e patema prevale sul desi^ 
derio £ con$umi personali (vinoj acquasnie , giito* 
chij ecc,)f sono sempre fondi £, riserva che, in caso 
di hisogno^ si tionveHono in dertaro al monte di pietlL 
Se non che chi dimeniica che la realtA h sempre mt- 
nare deW apparema^ pub essere inganNOio da q^uesii 



Digitized by 



Google 



335 
VWf. CihB cameo. 

Questo skitoiDO di Mcchessa, priDdpalniente ne' 
paesir agricoli (i), preseuta tre norme di gradatione : 

a ) QuaUi^ delta camej i divwd prezli delle carni 
di castriito, vitello, manzo, eco., sono esatta misiva (%)* 

b ) fre{fucnza del consumo^ due o tre volte al- 
ranno, al mese, alk setttaaana^ al gtonio (3). 



segnij (fumdi neUe isole greche si veggono donne cl^e 
porUmo of^etU di aooo piaw j memre non ne hanno 
iSo di rendita (Annales des voyages , t IJ^ p. i49)* 

{i) A Poulo-maSj isda situata verso la cosia oc^ 
eidentaie di Sumatra ^ i piaUelU sono appesi aUe travi 
in nieehie di ifimimij e se ne eanUmo pih cendimja 
nelie case ^ ad alire travi si attaccano gU ossi mas- 
siUari dtf porei ucasi ne' giomi delle gramU solenni^ 
id ^ il numero de* piattelli e degii ossi serve ivi a mi- 
surare la riethezza (NouTelles Anoales des voyages^ 
U XlX^pag. i6^). 

{i) I ianti momtoni ahe si ^mangiano in Franda 
*unitamenie ai pond di ierpa^ sono eertamente segni 
di ricchesaa , ma non di grande ricchezza, 

Sessama anru fa non si mangiava quasi ehe came 
di vacca a Glaseow ; aitualmenie quasi soltanto car^ 
ne di hue, 

J 3) Sono mille gli esempi di fuesie progressUmi s 
icherb i gradi pik rilevanii: 

I."* / 9/IO. de* paesaid di Biesengehwge ( moniagna 
deUa Boemia) vivendo nella piu stretta indigenaa , 
non veggono mai comparire came sul laro desco (An- 
nales des voyages 3 <• XVI ^ p. \\*i ). 

2.^ / paesani egitiani eke amano passionatamente 
la came e la grosiia ^ non giungono ad oiienerla 



Digitized by 



Google 



336 

e ) Quantity indwiduaUj u flippone die il coiiflu« 
mo giomaMero delta came per testa sia in FrancUiy 

•ocie .•...•..( i;i 

• • loghilterai^i 

Amerioa 4 

IX Doti ( valor medio delle) hdle vane classi sodaC. 

Siocorae U doti, dove le leggi nop ▼imcolavo il 
potere che deve darie, soglioDO essere proporzioDate 
alia quantita del patrimoiMo » percik rtescoso ^gno 
di maggiore o minore ricchezza ne' diversi Stati. 

« ■ ■ > , ■ I , .1 i t 

fuor che ne* giorai piii solenot^ e' dSb solamerUe imU 
agkid ( Folney^ Voyage en Syric ^ <. i, p. i6s-i1d5). 

3.^ Del dipardmento del Gers j dice Dralet eke 
r agricoUore mangia came di- becAcria o poUame 
solmtenie una irolta al mese ( Memoiret d'agrkullure, 
L II, pag 497 ). 

'4*^ Dureau de la Mdlle accerta che U montanaro 
francese nel Bocage Percheron numgta came di beo^ 
cheria o porco udat^ tre volte alia Mttimana ( Non* 
velles Annates des voyages ^ L. VII, pa%. 4>^'4o7i» 
grado d^agiatezza superiore ai vod del bwon Enrico 
IF che desiderata la carne alpaesano una yoUaalla 
seUifnana , grado ^agialezza prodoUo in parte dalta 
rivqlwuonc. 

5.^ // Lappone ehe abita sidle mantagna , piU ric^ 
CO di guello che pesca suUe sponde mariuime^ mo/t- 
gjui carae di renni due volte al giorno , e drca una 
libbra ( d* once i6 ) per testa ( Such , Voyage, en 
Norvege et en Laponie » U II ^ pag* i5f *i53 ). 

6.*^ Labitante aeUa Siiria^ che si pub dire roUo' 
caio ai pill alio grado della gliiottgneria 9 mangia 
carne ciuque volte ai giorno ( Aonales des voyag<?s , 
t. XIX , pag. 9^) ). 



Digitized by 



Google 



337 
Dove |e doti sono cotiszate in ragione del loro va- 
lore dair imposta sui oootralti che noi chiamiamo re* 
gistro , h Ceicile conoscerne il valore annuale^ il quale 
divuo pel numero dc* matrimonj ^ presenta basi di 
confronto pe' diversi paesi (i). 

X« Successioni ed altri atd civili, 

Sintomi uguaimente sicuri di maggiore o minora 
ricchezsa si possono dedurre dall' imposta sulie suc- 
cessioni 9 yendite , donazioni , affitti , livelli ecc. , dove 
sono soggette al sopraccennato registro; del quale 
sintomo volendo far uso, come termine di oonfronta 
cogti/ altri Stati , fa d' uopo esaminare ( il che £ oo« 
mune al confronto di qualunque altra imposta ) se le 
quote di pagamento siano uguali. // delto sintomo si 



(i) Dicendoci gli stand che nel XIIT secolo la dote 
in lililano era di lire lo comuniy o al piii loo (A/u- 
ratorij Rer. Ilal. Script., t, XII j p, to34-io35)^ non 
possiamo concepire altissima idea delia ricchezza dei, 
nostri antenad ^ anche avuto riguardo al maggior vo- 
lore di quelle lire nelT accennato secolo a fronte del* 
V attuale. La dote di queW epoca non era gran fatto 
magpore di quella che danno al presente le prind^ 
paU famiglie Groenlandesi , la quale si riduce a due 
abiti , una lucerna ed un coltello ( Catteau ^ Tableau 
des Etats danois , /. Ill ^ pag. iia). Anche i primi 
secoli delta Repuhhlica roniana non presentano docu- 
mento di gran ricchezza , se vogliamo giudicame dalle 
doti , giacchh quella che ricevette dal senato la figlia 
di ScipionCy non oltrepassb gli ii^ooo cusi equ^^O' 
lend ad 8i3 fr. So c. 

Filosof. delta Stat., vol. IF. aa 



Digitized by 



Google 



338 

^ il quoto che risulta dal prodoUo deli imposta di- 

wso pel numero degli obilantL 

XL Valore de* terreni e relative imposte. 

Dove esiste censimento regolare, le estensioni ter- 
riloriali divise pel rispettivo valore , che ii:k Lombar* 
dia si dice scutcao , dal numero degli scudi che lo 
rappresenta , dicono con precisione i relativi gradi di 
ricchezza. Dove non esiste censimento , i valori mas- 
simo y medio , minimo del terreni simiii risultano dai 
contratti che giornalmente &i eseguiscono » corrono 
per la bocca de' sensali , si sentooo coofermati dalle 
persone pratiche del paese , ecc. Sono sempre i pix>* 
dotti che nel commercio ottengono maggior valore : 
servano o no di aiimento a di combustibile all'uomo 
questi prodotti , dissi , sono la norma per misurare 
la *¥icchezza. Nell' isole Bermudi , per es. , i ginepii 
arborei,' con cui si costruiscono bastimenti assai leg« 
gieri che servono al cabotaggio tra gli Stati-Uniti , 
r Acadia e le Antille , es&endo V unica ricchezza , si 
misura quella degli abitanti dal numero de' ginepri 
che posseggono, ciascuno de'quali e valutato sul luogo 
una ghinea {\), 

XIL Prodotti delle intposte suite professiord Uherali , 
suite arti e commercio, 

I prodotti di queste imposte vogliono essei*e divisi, 



(i) MichauXj Notice sur les iles Bermudes ^ negfi 
Annales du Museum d'histoira naturelle, /. VIII ^ 
pag. 356 e s^. 



Digitized by 



Google 



339 
HOD per la popolasiooe » come si usa da pib scrittori, 
ma pel numero dl queili che le pagano e rappresen* 
tano la ricchena media delle relative dassi : cos)| per 
es. , fu nel 1810 la ricchezsa degli eseiceati profes- 
sion! liberal! nel Tagliaoiento a quella degli stessi 
deirOlona come i3 a 57. Queste imposte rappresen- 
iano ricchetze reali, perche ricordano le forze intel« 
lettuali necessarie per produrle ^ per es. , la scienza 
pratica degli ingegneri inglesi i la. causa degli im- 
mensi progress! seguiti nelle arti meccaniche , nelle 
macchine a vapore , nella costruzione de' canali , dei 
Tasoelli ecc Seaza bttoni ingegneri non i possibile un 
censimento equo e regolare che ha tanta influenza 
sullo sviluppo della ricchezza, come lo prova la sto- 
ria economica della Lombardia, ecc 

XIII. Comodi priyati , 1/ base cavalli. 

I comodi possono essere generalmente rappresentati 
in due maniere : 

Dal numero de^ cavalli dwiso per la popolasio' 
fie^ esaminando lo stato delle cose nel 1821 si i 
trovato che sopra 100 individui si conlano in Inghil- 
terra 16 cavalli , e in Francia 7 , cio^ meno della 
meta. Dove esiste T imposte sui cavalli e le vetture, 
quest! calcoli sono facili. Invece di confrontare i ca- 
valli colla popolazione si pub confrontarli coll' esten- 
sione territoriale ; cos!, per es.^ il professore Sultchs 
numerb nella Galizia occidentale i3i cayali per mi- 
glio quadrato (i). 

(i) Accib il giudizio risuUante dal rapporto tra i 



Digitized by 



Google 



34o 

Dal numero dc servi. Generalfnente parlai^do, cbi 
si fa servire da altri e piil ricco di chi &i serve 



cavalU e la popolazione ne' diversl paesi non riesca 
faUace y fa auopo ricordare i scQuenti nflessi : 

[.^ A. misura che £ pi£i estesa la navigazione in ud 
paese » ininore k \V bisogno di cavalli. Questa drco' 
stanza da un vantaggio alP Inghilierra , nel confronto 
coUa Francia ^ giacch^ sebbene la prima abbia una 
naviga'done piu estesa , cib non ostante il numero dd 
suoi cavaUi ^ pih che doppio di quello della Fran* 
cia y avuto nguardo alia popolazione* 

2.® A misura che cresce il cattivo siato delie stra^ 
de cresce il bisogno di carrozze e di cavalli : in sif- 
fatte circostanze la copia di questi ^ richiesta non 
tanto dal comodo qwtnto dalla necessita. La popola^ 
zionCf per es, , di Tangarog non oltrepassa i 6000 
abitantiy e vi si contano piu di 4oo vetture^ droskis, 
calessi , ccc. Questi due elementi darebbero * per sh 
stessi una grande idea dei comodi di quella cittd ; ma 
rifletiendo che essa , come tutte le attre della Russia 
meridionale ^ non e lastricata , si scorge che il biso* 
gno vuole la sua parte, 

3.^ Lo stesso numero di cavalli j essendo pari le 
altre circostanze , h sintomo di ma^or ricchezza , 
dove I* uso ne e colpito da magg^ore imposta i ^ il 
caso delP Inghilterra a fronfe della Francia, Non 
costa molto nelP Alto Canadd F avere un cavaUo, e 
si pub andare a cavallo e correre in cabriolet , senza 
essere obbligati due volte alt anno di presentarsi aU 
P esattore , come nella Gran Bretagna ( Nouveiies 
Annales des voyages ^ L XVI ^ pag, 346). 

4.** Sono s\ comuni i cavalli a Buenos^Aires , che 
i poveri stessi chieggono la limosina a cavallo , senza 
che questa circostanza distolga dal soccorrerli. 



Digitized by 



Google 



341 
da se stesso. Ma se per iadieare la ricchezza de' di« 
veni Stati prendiamo come norma assoluta il numero 
de' serri , cadremo in errori enormissimi. Dove le ric- 
chene sono accumulate in poche femiglie , il numero 
de' servi i massimo; Quando la servitii oltrepassa 
i;20 della popolazione , e piii sinlomo d' ineguale 
riparto della ricchezza che della ricchezza reale (i). 

XIV. Comodi pubhUcL 

Tra i sintomi di ricchezza, desunti dai comodi pub- 
bliciy si possono annoverare i seguenti: 

(i) Un riceo Inglese cuna vedersi circondato da un 
^ centinajo d* artistic un ricco Spagnnolo da un centi- 
najo di servi: quale di tfuestc nazioni cUbV essere piu 
ricca^ giudtcandone da questa circostanza solamenle? 
II duca d^ArcoSj che mori ncl 1780, manteneva ^ a 
titolo di servithj 3ooo famiglie: queste famiglie o ser^ 
vivano il duca^ o avevano servito i suoi antenati^ o\^ 
vero i suoi parenti od altri da cui aveva riceyuto ere* 
ditd, Supponete 2900 di queste famiglie cambiate in . 
famiglie a artigia/ii fabbricatori delle manifaUure che 
il duca traeva dalt esteroj e cib che diciamo del duca 
d? Arcos diciamolo di tutti gli altri grandi di Spagnd: 
in questa supposizione la nazione spagnuola avrebbe 
guadagnato in ricchezza ed in morality. 

Pria deir invcnzione de' doppieri (XF'II secolo)^ i 
servi distribuiti per le sale tenevano in mano le torce^ 
mentre i loro padroni cenavano o trastullavano. Dope 
T invenzione de* doppieri , wia parte della servitu si 
e occupata a fabbricarli : i signori pagano aW artistd 
quel denaro che pagavano al servo, II numero dei 
servi ^ scemato j henchk sia cresciuta la ricchezza della 
nazione, E dunque evidente che il numero de^ servi 
h sintomo di ricchezza sino a certo punto^ diviene sin' 
tamo Jallace al di la. 



Digitized by 



Google 



34^ 

I.** \ fiacres. 

Le cairozxe d' affitto cbe li trotano tuHe piane ^ 
pronte a servinri ad ogni ittaote , e cbe i Fraoocit - 
chiamafio fiaeres. 

a.® Le barehe corriere. 

I mezzi di trasporio per acqua ad offu era del 
giomo. Dalle priocipali citta dell' Olanda parte ogni 
ora uoa barca , e tl ioro corso e regoiato in modo 
cbe all'ijitante o poco dopo rarrivo ognunopub rim* 
barcarn e prosegutre il soo ▼iaggio a piadoieiito (i). 

3.? / pordci pubblicL 

Siccome in ogni paese y'i qualcfae demento inco- 
modo alia salute, vento, pioggta, sole, neve, ecc. , e 
ne* luogbi pih inc'mliti vi sono uomint die abbiso- 
gnaoo di ritrovarsi in luogbi frequentati per parlara 
d' a£fari, quiodi t portid pubblid presentano un' uti> 
lita assoluta, doi applicabile a qualunque paese 
qualunque ne sia il clima. 



(i) TVitte U barehe sono numenzzate e viaggiano 
per tomoj nan si d& mai caso di ritardo per quab- 
siasi ragione. Mentre daW Aja ad Amsterdam non si 
pagano meno di 20 Jiorini andando in vettura a due 
cavaUi , basta la decima parte in barca, Questa pr(h 
porzione e presso a poco applicabile a qualunque al* 
tro s^iaggio die si intraprendesse nelV intemo del re* 
gno ( Galdi, Quadro politico dell' Olanda , t. If, 
pag, a5o«253 ). 



Digitized by 



Google 



4.^ / pubblUd passeggi. 
Procurando riposo all' animo, e dalle penose «iosi- 
binaiioiii distraendolo> i pubblid passeggi ristabili- 
soono nella sua integrita il prindpale elemento pro^^ 
duttore della riocheusa, il pensiero. I Francesi sono 
solleciti di stabilire nelle piii piccole cttUi uq corso 
pubblico per soddisfare il bisogno di mostranrisi e 
cooversare, bisogno assai mioore nella Spagna], aaint- 
mo nel PorCogallo. 

5.® / pubblid bagnu 

Tanto pill utili, quanto piil il paese e caldo, i pub- 
blict bagDi, oltre d' essere un comodo ^ preser^ano il 
popolo da piil malattie, il che vuol dire. diminuzioDe 
di spesa e perdita di tempo (i). 

6.^ Le strode latghc e dirittc. 

la pid citta greche le strade sono si strette , che 
un cavallo non vi si pu6 muovere comodamente, ben 
lungi che ti si possa girare io cocchio. Le strade tor- 
tuose, olti*e di far perdei'e a tutti i cittadini qualche 
ora di tempo ol gioroo, fadlitano la propagazione de« . 
gli incendj e la fuga de' ladri (%). 



(1) Pih di 800 pubblid bagni si contavano s\ neU 
V interna die nel circondario di Roma al tempo del-, 
g/i imperatori'j v^ erano stanze per gli uomini e per 
le donne'^ tutli i diiadini potevano partedpame ; si 
dava al cuslode una tenuissima manda^ma i ragazzi 
non pagavano nulla, 

(a) NcUa Sdzzera il viaggiatore pedes tre e le don" 



Digitized by 



Google 



344 

XV. PiacerL 

II consume di merd non necessarie ni al toddi' 
sfacimento de' bbogni fisici , n^ all' uso de' comodi 
privati o pubblici, costitbisce queila somma di piaoeri 
che la statistica considera come dntomi di ri€« 
chezza (i). 

I .^ Piaceri fisict, 
( Gonsumo di mercl coloniali ) 

Sotto il rapporto de' piaceri fisici, il oonsumo dello 
zucchero, pari essendo le aitre circostanze, pub dare 
un' idea comparativa delle ricchezze de' diyersi Stati. 
Si suppone che il coD$umo dello zucchero sia come 
segue, per testa: 



ne che vanno al mercato j trovano . di distanza in di- 
stanza^ lungo le slrade , de* sedili per Hposare ^ e 
sopra qiiesti una trave ofizzontale ad aUtzza conve^ 
nevole j ondc deporvi il fardello che que' montanari 
portano sulla tcstti ^ talvolta una fontana per disse- 
tar s^ stesso e il propria cavallo j questi comodi sono 
pih indizj d' umanitd che di ncchezza. 

(i) Per es. gli appartamenti degU Olandesi alia 
Guiana y tutte le maitine vengono Jfregati con succo 
di limone: questa lavanda odorosa diffbnde soave 
profumo , il quale per altro contrasta coW odor di 
pipa che non meno e^^attamenie si diffonde tutte le 
mattine o tutto il giomo. 

In ciascuna casa di campagna i Romani costrui^ 
vano ordinariamente una torre , e nel suo piano su* 
periore v* era la sala destinata al pranzo ^ ajfine di 
procurare ai convitati , mentre cihavansi , il piacerc 
tP una Bella vista {PUn.y Epis. 11 , 17 ). 



Digitized by 



Google 



345 
Francia, ttbb. (d^oacie 16 ) 3 ip 

Inghilterra « 25 

Stati-Uoiti d' America . . » 3o 
Aitri Stati d' £uropa . , . » a a 3 
Accib il giudizio relativo alia ricchezza sia esatto , 
iXMiviene mollipticare ia quantita consumata ool ira- 
lore corrispoDdente in ciascun paese (1). 



(i) Supponete che in due paesi • • • A B 

sia il consumo per testa .... lib. 5 10 

il valore alia Uhbra .... soldi 3o i5 

La ricchezza desunla da questo sintomo 

sard uguale doe » tSo i5o 

II consumo del th^ e del cqffh sommimstra indizj 
ugualmente sicuri. Da 3o aani in qua F imposta sul 
th^ ^ alzata in Inghilterra dal i3 al loo^ e cib non 
ostante il consumo non ha cessato di crcscere j se 
prestasi Jhde ai rapporti offtciali^ egli gfunse dal iSar 

id 182a, a lir. ster, 22,461^92 

e nel 1823 sorpasso i » 23,ooo,ooo 

JVarden dice della JVew* Fersey: agricoltori e arti* 
giani j ben vestiti^ ben nodriti , bevono giomalmente 
come i ricchi il loro the e caffe ^Description statisti- 
itiqiie des Etats-Unis d'Amerique , t, II ^ pag. ^3^). 

Mentre il consumo del the e del c€ifft e negato al' 
V agricoltore ne* terreni piu fertili del piano lombardo, 
lo ritroviamo in alcune parti della Svizzera^ dove aU 
tronde si incontrano gli estremi gradi della miseria. 

V II popolo del Vignoble ( cantone e principato di 
« Neuchdtel ) fa ordinariamente quattro pOsti al gior- 
H no , dice Picot ^ e ne fa cinque al tempo del 
« grandi lavori; egli beve allora vino a tutli i pasti^ 
€€ la sua colazione consiste in caffe col latte j egli 
u mangia carne a prarizo j pane j formaggio a me* 
a renday zuppa con legumi a ccnaj il suo pane 



Digitized by 



Google 



346 

i/ Piaeeri moralL 
( Teatri } 
Vogliono essere qui aonoverati i teatri , de' qoali 
gU elementi economici , rdativameote al pubblico | 
wmoi 

A ) II valore de' biglietti seraii neUa platea , ne' 
palchi, aelie loggie) 

b) U numero medio de' concorrenti , risultante 
daila dispensa de' biglietti seraii; 

e ) U numero deiie rappresentazioni all' anno. 
L' alto prezzo cfae licevono i can tori e i ballerini , 
dimostra grande concorrenza^ giacch^ fa d' uopo che 
r impresario si rifaccia della apesa: non coufiene 



m e un misio di segale e di Jrumento \ g£ agricoUori 
m delle tnontagne si nuirono piU sohriamente '^ ma il 
u caffe col lattc e la carne non sono lore giamnud 
*t slranien. II principalo di Neuchdiel deve (fuesto gra* 
n do di ricchezza alle Monifatture » ( Statistique de 
la Suisse, pag. S'lg-S^o ). La quale asserzione e con- 
Jermata dal seguente prospetto i 

In Inghilterra la tassa 
de^ pos^eri nel i8i i (anno di guerra) tSa i (anno di pace) 

jfngcontee 
dedite aWa- 
gricoliura fa 
per testa /''. ag fr* ^t 

In 9 contee 
dedite alle ma* 
nifatture . Jr. trk fr^ to 

In Londra la tassa pe* poveri non giunge alia meth 
di quella che si esige neUe contee pih agricole {Duping 
Diacours , ^ II, pag, 177-178 ), 



Digitized by 



Google 



347 
per5 dimenticarc in questi cdcoU chc piii volte l€ 
casse pubbliche fecero pe' teairi generosi sacrifisj che 
non fecero per gli ospitali (c). 

3,^ Idem. 
(Danze) 

Meritaoo d' essere citati i balK inglesi ne' quali si 
unisce talvolta il piacere alF utilita, giaccbe ottengODO 
P ingresso soltanto quelli che si presentano vesUti di 
stoffe nazionali: V attestato del fabbricatore costitui- 
tuisce il bigiietto d* ingresso. (^) 



(i) Altro modo d^ annunciare la concorrenza ai 
teatri , meno esaUo delT antecedence , consiste neWad' 
dutre a prjodoUo grezzo di dascuno s come sogUono 
fare i fo^ francesi. Dalle somme esalte in aascun 
tealro di Parigi net i8ao, dai giardini pubblici e dai 
panorama J risuUh la somma di 5,3 00,489 ^r.^ la 
quale divisa sopra 730^000 ahitanti circa ^ si riduce 
a f fr. e 16 c, per testa ^ somma tenuissima che non 
basta a spiegare la causa per cui un teno di Parigi 
va a morire aW ospitale. 

AllorcKe Alessandria fu presa dai Musulmani, 
possedeva bagni pubblici 4000 j teatri e luo^ di pia» 
cere 4oo. 

(2) In questa maniera ^ mentre i ricchi si divertono, 
crescono le occasioni di lavoro per gli arHgiani, e 
qmndi scemano gli aggravj delle casse di pubbUca bo- 
njficeman 



Digitized by 



Google 



348 

Elcnco degfi oggetU dl comune eansumo^ e d^ quaU 
Id statista deve indicare i prtzzi massind e minimi j 
acdb dal confronto di essi coi salarf risuld il 
grado di poverti o di ncchezza popqlcMre% 

FiUo. 

PanedA frumenlo, segale, grano turoo e mistura. 

Came di bue, vacca, vUello, castrato, porea sa- 
latOy capretto. 

Pollame. Polio, cappone, gallina, uova. 

Pesce salaio. Aringhe, acciughe, sardelle, merlauo. 

Lattidnp Latte, burro, formaggio* 

FnUti, Uva, castagne Yerdi e secche, noci, pescbe, 
olive, melangoU, limooi. 

Mfnestre, Riso, caToli, legami. * 

Pomi di terra 

Condimenii. Sale grigio e biaoco, miele bianco, olio 
d^ulivo, zucchero. 

Bevande. Vido, birra, sidro, acquavite,.aceto, the, 
caffe. 

Atimento pei cavalli. Fieno, paglia, avena. 

Alloggio. 

Materiaii minerali per le case. Sabbia, calce, gesso, 
mattoni, tegole, tubi di terra, pietre dure e tenere, 
marnii, piombo, ferramenti, yetiM. 

Materiaii vegetabili per le case, Quercia per travi 
e per asse, abele per travi e per asse. 

Giomate da muratore e da garzone. 
. Combustibiii, Fascine, legna doM e forte, cacbon 
di legna dolce e forte, carbone di terra, carboneila. 



Digitized by 



Google 



349 
Ituce arti/ldale. Olio da ardere, 6aDdele di lego e 
di cera. 

Fast per la mensa. Majolica, yctii, terraglia. 
Biancheria da mensa e da leUo. 
.Saiario o casto d* un servo o d' una serra. 
Affitio annuo d' una sUnza. 
MohAi. Un tavolo, uno scanoo, un com5. 

Prezzo dell'acqua ne' paesi che mancano di poni' 
o cisterne. 

F'estiio, 

Maiene grezze e vegetahiU, Lino, stoppa, canapa, 
cotone. 

Materie grezze animali, Lana , galette, pelli di bue, 
vacca, vitello, pecora, cavallo. 

FilatL LinOy stoppa, canapa, ootone, lana, seta. 

Tele di lino^ stoppa, canapa, cotone. 

Calui di lino, stoppa, canapa, cotone, seta. 

Manifatture di malerie animali. Scarpe, stivali, cap- 
pelli, panno di ^riiiia quality , e d' ultima qualitk. 

VaLore d' una camicia comune da uoroo e da ra- 
^azzo, e dell' imbiancatura e soppressatura 

Sapone 

CappeUo di paglia ad uso delle paesane. 

Un pajo di zoccoli. 



(i^ Siccome questi prezzi sono volgarmente notij 
perdb piu scrittori li trascuranOj non rijlettendo che 
quesia omtmssione priva ^ esteri e i posteri delle ne* 
cessaiie basi di eonfronto. 



Digitized by 



Google 



3So 

(PAPo <^iirro 

STATO DBIXE ABITODDfl MOIALI. 

Aven4o discowo qaesto argomteto nel TnUiOio del 
Merito e dclle Ricompense y sarb qui soccioto , e mi 
rintrignerb ad aocennare qualche sintoiiio de' sentU 
meDti di 

I. Fami^a^ IV. Patn'a, 

II. Amicizia^ V. Vmaniti , 
IIL Professione, VI. Giustizia. 

Pria di tutto ricorderb alcune regole buIV iniensitd 
ed estensione de' sentimenti od abttudini moralL 

I. Jntensita*, 

h* iDtensifa d'uQ sentimento si ricooosce dai se* 
guenti sintomi. 

I. Durata. Siccome tutto cib che d circonda «f^* 
giace a continue variasioni , percib la durata d' uu 
sentimento che uon sia oomaodato ne dai bisogni 
della natura , ne dail' indole dell' iotelletto , ne dagli 
elementi della societa y prora una fona su peri ore a 
quella delle tante e si potenti cause alteratrici. JNello 
stato attuale delle nazioni inciTilite , i sentimenti se- 
guono y per cosi dire, il corso del cambio: I'interesse 
e la vanit^) forze dominanti, e poco meno che esdu- 
sive, sono come i mercanti che ricercano i boni ora 
di Colombia , ora di Parigi , ora di Vienna. La co- 
stanza si ritrova^ dove Tagricoltura e le arti sono 
nuUe o richieggono pochi* sforzi ^ e dove la' scala 



Digitized by 



Google 



35i 
delle ▼ariaxioni termometrtche, barometriche, igronic- 
tiiche si riduce a pochi gradi^* quiodi le afiezioni 
degli Asiatic! sono ttnmuUbili oome le forme de' loro 
abiti che passaoo di secolo in secolo senza aherazione. 
D' Ohssoo acceita che tra i Tarchi si sono tfovati 
individui che nodrirono i loro progetti di vendetta, e 
fiBcrificarono con barbara costanza Toggetto det loro 
risentimento dopb un interrallo di 4o anni (i). 

II. Coniinuazione in onta delta !egge, Bencfae Co- 
stantino avesse proibito i barbart spettacoli de* gla- 
diatori (Cod. XI ^ 43)» ci6 non ostanle non ce6S«i- 
rono quest! interamente se non al tempo d'Ooono 
(Prudent, contra Symmach. a ^ i ^ 1 1 ). 

III. InsaziahilUh. L'accennata affexiooe de' Romani 
per gli spettacoK de' gladiatori si dimostrb insazia* 
bile : infatti , dopo il trioofo di Trajano sui Daci , 
continuarono quegli spettaeoli ia3 giorni senza dimi* 
nuzione di concorso , durante i qtiali si fec»?ro com- 
battere 10,000 gladiatori, e fuiXMio uecisi 11,000 ani- 
mali di specie diverse ( Dio. 4^^ i5). 

IV. Promtezza a quaiunque sacrifizio per conse^ 
guire roggetto delF affeuont. La passione de' Romant 
pe' pantomimi al tempo d'Augusto e dopo, la passione 
pel Gorso delle bigfae a Costantinopoli , fu causa di 
fi*equenti e sanguinosi massaori. Gli abitanti di due 
capital], giunte ad alto grado d'incivilimentOy bi scan* 
iiavano a migliaja per un gesto d'uno strione, o per- 
chi un cocchiere aveva toccato la meta un minuto 
prima d'un altro. 

(i) Thornton^ Etat de la Turquie, t a. pag. agS. 



Digitized by 



Google 



35a 

11. Estensione. 

L Ua avvocato ftaacese (Taillandier) ba detto: Le 
meilleur moyen de faire apprider Fitat moral d'wie 
nation ^ est de rechercher a quel point sa ligislation 
est patvenue (i). 

Questo sintomo dod e sicuro. iDfatti, talvolta la 
legge proclama massime che sodo straniere alia na* 
zione , e ne £ , a modo d'esempio , una prova Vukase 
deir tmperatore Alessandro del i8i3 , il quale, per 
alleviare la sorte de' rei , ordiDa , tra le altre cose , 
che noa siano posti i ferri ai piedi alle donne ; che 
quando qaeste saranuo trasportate , si faccia uso di 
leggieri maoette, ecc. Se da questa legge e dairaltra 
che chiama le donne al ti*ODO della Bussia , mentre 
ne sono escluse in Fraocia , voleste oonchiudere che 
le donne nisse sono e piii slimate e piii libere che 
le francesi , y'ingannereste a partito. TaUolta sussi* 
stono leggi barbare , mentre la naxione i gia incivi- 
lita, e se ne veggono piii prove nel codice a-iminale 
deir loghilterra. La nazione russa non pub vantarc; 
piii dilicati seulimenti d* umanita che la Sviztera ; 
eppure i giudici de' tribunali russi sono piii umani 
verso i loro servi che i magistrati di Zurigo verso t 
loro concitladini ^ perch^ la legislazione vi e ancora 
barbara. 

II. Dalla qualita della religione non si pub aiguire 
la qualita del costume : ne' tempj de' Romani sor- 



(() Revue encyclop^dique , t, iS pa^ 6o. 



Digitized by 



Google 



353 
gevano statue al pudore , mentre gli ai^rtamenti 
Bttcialt erano coperti di pitture piU oscene. Tutti oo« 
nosGono la proibizione di Maometto a' fuoi seguaci 
di far uso del vino ^ eppure sono pochi i paesi in 
cai i liquori tpiritosi siano si ricercati dal basso po« 
polo come nell' Arabia che professa il culto mao« 
mettano. 

III. I costumi delle capitafi e de' porti di mare 
Bon sono sintomo de' costumi delle provincie. AUe 
capitali sogliono concorrere pid persone scaltre, cor- 
rotte, perfide, che non possono ritroTare oaorata sus« 
nstenza nelle provincie o neirestero, e doTe sfuggono 
all' altrui sguardo in mezzo alia moltitudine. I porti 
di mare sono il ricettacolo di soldati ^ di marinai , 
di viaggiatori che, scioiti dai vincoli maritali, lontani 
dagli sguardi de' conoscenti , yogliono distrarsi dalle 
fiitiche e dalle privazioni che soflfrirono in mare; 
quindi, abbondanza di bordelli, case di giuoco, con* 
sumi rapidi , guadagni illeciti , dissipatori e usurai , 
iogannatori ed oberati, ecc 

A misura che crescono le diffcrense di posizione 
terrestre o marittima, di temperature calda o fredda' 
di produzioni d'un genere o d'un altro, di linguaggio . 
e di religiooe, di govemo e di leggi , cresce la diffi* 
colta dt pingere il carattere delle nazioni ^ quindi i 
piii agevole ritranre Tlnglese che 1' Italiano, ii Turco 
che il Franeese, ecc 

ly. Non si dere supporre che le nazioni siano coo- 
seguenti alle loro massime ed abitudini; percib I'A-* 
mericano prodama la liberta nel tempo , stesso che 
oompra degli scbiavi^ il Bedovino Ti tratta con gene* 

Fihsof. delta Stat., voi IF. si3 



Digitized by 



Google 



356 

ly. Pctke mcgU dwc la iegge ne permeUe pik. 

Dove la legge permette di sposare pih doane , c 
iK« se na fa uso potendo , si 'pu6 dedurre che tia 
forte r affisriooe conjugale; tale si i il caio de'Drusi; 
bauhi, come tutti gli aitri matulmani, poanmo pren« 
dare piii feroaune, dh mm oslante la poligamia in^ 
rissima, se si eccettnano gli Emir e gli altri notabili 
(Yolney, Foyage en Syrie , t. I, pag. fyjSy 

V. jidozionL 

II seDtimanto che indace ad adottare come propr| 
gli altrai figli, pub essere riguardajto come un' espan- 
sioae del seotimentii di famiglia » Nulla proTa taoto 
»f la bonla del carattere degli Olandesi , quanto la 
»• frequente ado'sione de' figli che non appartengono 
« alia loro schiatta, e i pareuti de' quali morirooo o 
» furono vitlime di sventure » ( Ifouvelles annaks 
d^ vtgrages ^ jmUet i8a5 , pag. 76-77 ). 

yi. DeUtd contro le famigb'e. 

Ne' tempi pretesi puiusimi della Repubblica lomana 
( ao. di Roma 4^3 ) dueoento settaota doone furono 
puoile di morte per avere afvelenato i loro mariti. 
II quale delitto fii probabilmente cagioaato dalia fe- 
rocia degli uomini ( T. L. Prima decade, lib. VIII, 
c 3) Notate bene che queste matrone seppero m»- 
neggiare il YCleno e amminbtrarlo m tempo di somma 
fgnonmia. 

Vedi la barbara condotta de* parent! nelP arrola* 
meulo de' loro figli a vita (pag. agS-Soo), e la cor- 
juzione maritale (pag. 358, nota {i)y 



Digitized by 



Google 



357 
§ 3. Siniomi d affaiont v^tw i defutUL 

I segni d'aifesione che si danno ai defuntt^ pit>« 
^fano la persUteoEa del sentimento di fimniglia. 

Lasdando da banda la durata del doolo die si la 
scorgere net colore delPabilo perche- sintomo eqiii« 
▼oco , fa d' uopo seguire la sensibilita oe* suoi mo? !• 
meati piii segreti o meno suscettibili di finaione: tc« 
oone 4jpjalche cekmo* 

U pib prenoso ornameiito delle donne nell' isola di 
Taitiy si i una parruc^ fiiita co' capelli de' loro pa« 
renli defimti. 

Le donne delle isole Marianne , alloixM la morlt 
rapiva loro un figlioi portafano nel seno una txeoda 
de' suoi capelli, e vi facevano ciascuna notte un nodo, 
nffine di sapere quante ne emtio trascorse dopo la 
di lui morte. 

GH Egiuani, per ri}iroTare un suolo oostantemente 
secco e oonserratorey portano* i loro mortl nel deserto, 
sino alia distansa di tre legbe dalle loro abitazioni, e 
in onta di questa lontanansa vanno ciascuna settimana 
a fare le loro preghiere sui sepolcri. 

Gli Inglesi cbe temono con ragione V umidita net 
loro umidissimo dima, procurano scolo all' acqua sotto 
la tomba, e Ti praticano uno spiraglio coUa sua in- 
ferriata onde rinnofanri V aria. 

Nel paese di Galles il piccolo monticello di terra 
die indifea il s^olcro, Yiene seminato di fiori e col* 
tiwato diligentemcnte dagli amici dd defunlo^ ecc 



Digitized by 



Google 



358 

§. 3. iSb f aamento degU esposd anmmd 

iwmenio d^ mmoraliii 

e 4/uindi dimimaione nel sentimenio di fand^Sa. 



Gli scritlori che parlaao degli esposti Don 
tooOy per ispieganie P aamento, d' accnsare le naiioiii 
di cresciuta immoralita. Questa ^iegauone, s'io Don 
erro^ h tott'altro cbe sicura. Per dare maggior pre* 
dfione all' argomento, preudiatiio per esempia Parigi. 

I. Si coDTiene generalmente che la popolatione di 
questa dtti k cresciuta^ io&tti nel 1789 si eoota* 
vano a Parigi abilaoU 5 a Gooyooo; nel 18 ig^ 730,000. 

Yi pu6 dunque essere proporeionalo aumento ncgK 
esposti| «ensa che vi sia btsogno di chiamare in soc« 
eono maggiore immoralila. 

if. Attualmente gli espostt sono tenuti con mag- 
giore cura cbe per 1' addietro, e la mortalita di que- 
6ti ragaxzi h assai minore. Questo miglioramento nelta 
«orte degli eiposti indoce i parenti a portare alFospi- 
Ude que' figli che per I'addietro rimanerano nelle case. 

III. Si sono agevolati tuttt i meczi di trasporto per 
terra e per acqua; quindi giuogono agli ospitali que- 
gli espostt che per T addietro perivano durante il tra- 
sporto o ne' comuni di campagna. 

ly. La maggior qffluenza degli espoMti pub essere 
effetto di magf^ore moralitiL Questa proposisione, che 
sorprendera il Tolgo de' lettori, e snscettibile di rig«> 
rosa dimostraziooe. Infatti, quando il Tincolo maritale 
h nulio, come all' epoca di Luigi XV (1) , la corru* 

(i) GU siorici dicono che P opinione era s) €orroUa^ 



Digitized by 



Google 



359 
sione ti ifega tra le domesUcbe pareti, e aasoono figlt 
che rimangOBO nelle famiglie come kgittiini, ben^^d 
adulterioi (i); quando il Yincolo marilale i piU rispet- 
tato, la corruzione i costretta a sfogarsi altrovt, e 
oompariscoDO figli all' ospitale ^ nel i.^ caso, looo adul- 
ter) e congiunsioni libare loo ; nel 3.^ caso^ 100 adul- 
terj e coDgiunzioni libera looo* Dor' i la maggior 
oorruziooe ? 

y. Tale si i attualmente la vigilaosa della polizia, 
che uQ.infanticidio difficilmente le tfiigge^ succedera 
r opposto per V addietro ; quindi i figli della corru« 
zione yanno all'ospitale, mentra per T addietro fini- 
vano ne' cessi e altrote. Accuso la generazione passata 
di maggior barbarie non potendo taedar V attuale di 
tnaggiora immoralitii. 

VI. E infeUibile die dopo 11 181 a seeing in piik 
modi I'afflaenza delle riochezze uella cajntale della 
Francia , e quel regno dal i8i4 in poi ba domto 
pagare monti d' oro Mfi potenze alleate, quindi I'au- 
mento generate degli esposti in Francia trova facile 
spiegazione nel decremento delle ricehezze; la quale 
conseguenza i confennaYa dair aumento de' seguenti 
sintoroi : 

i.^ Arrest! per debiti ; 



cJie una donna s* esponeva al ridicolo ^ se compariva 
in puhblico con suo marilo invece che col cavaliere jer- 
i^ente. 

(i) A Moscou^ le libertinage des habitans est porti 
it ui point, que les fiUes publiques ne peuvent s*y 
maintenir (Annaries del voyages, t* Fj pag. gS). 



Digitized by 



Google 



36o 

3.* PegDi ai moDti di piela non diam^egiiati; 

3.^ Smcidi per miieria; 

4.* Nati-morti sempre maggiori doife k miseria i 
maggtore. 

Ho detto hi Franda, giacdii a Parigi Tafflaeoni 
degli esposti & realmente minore , confrontando i ao 
ullinii anni ooi 20 antecedeoti (i)/ 

Accennerb qui un siDtomo die non troTO ricordato 
da nisf ua autore di teorie statistiche , e che potrebbe 
misurare , se non la corrazione , almeno la libertk 
del 'costume in diTeni tempi e Stati, ed £ il seguen- 
te : awicinate le epoche de* nuOrvnonj aUt epoche 
delle prime nascite ^ e troyerete che i/4> i;5, i;6^ ecc 
de' pHmogenid i nato pria del contraUo mariuUe. 
Queste frasioni rappresentano la maggiore o minore 
trascuratetza de' parentl. Xcco una tra le miUe rispo- 
•te alia dimanda : a che servano le quantum nella 6ta*> 
tistica 7 ed ecco come le quantita fiuche rappresentano 
le quality morali. 

2 4* AnomaUe nel sentimento deW amidzia. 

U amicizia non presenta largo campo alia statistica, 
n^ fatti rimarche?oIi per caratteristarla come virtd tra 
le nazioni inciTilite. £ noto infatti che la forza del- 
V amicizia e in ragione irwersa delta garanzia sodalej 
i noto che la straordinaria amicizia di coi parlano le 



(i) R&um^ des oomptes moraux des hdpitauz et 
hospices de* Paris » annie i8aa , p. iS. 



Digitized by 



Google 



36i 
stone de^ tempi erbici t tkl medio evo, proTano che 
quando i govenii non gtmreDtiscono la proprieta e h 
▼ita de' ditadini, i ciltadiai si atringono insieme e foi^ 
mano assodaxioni partioDlari per guareatini tra loro; 
i noto che le amidue attuali debolitsiroe son dimo- 
strano che decUna it mondo^ e peggiorando im^eiem^ 
ma sono argomento di migliorata orgaaizsatione so« 
dale. Quindi leggeodo t Tiaggiatori son si incontrano 
dntomi die caratterizuno I'esistensa e Pintensitk di 
questo sentimento pregieTolissimo: i tre seguenti ap* 
partengono a nazioni non alquanio indvilite. 

i.^ Neirisola di Femem (nella Danimarca) a fianco. 
del Yestibolo di dascima casa ▼! sono seropre due 
stance per gli amid e i viaggiatori (i). 

3.^ Presso gli -Araucani , nasione indipendente del 
Chili , i rimardieTole la benerolenza coUa quale si 
trattano tra loro. Nella loro lingua esd hauno set o 
sette patole , V una pili espressiva dell'altra^ per dire 
amico , tra le quail Ye n* ha una die corrisponde al* 
r alier ego de' latini. Le relasioni die risuhano dalle 
loro< situauoni redproche o dai loro affiui comuni , 
sono indicate da altrettanti titoli espressivi che carat- 
terissano V obbligazione d' amarsi. I loro alberi ge- 
nealogid sono piii estesi che quelli delle altre naaio- 
ni; tutti i gradi imaginabili di parentela ^i sono de« 
sigoati eon parole particolari (a). 



% 



(i) CaUeaUj Tableau de la mer Baltique, t /, 
. 393-204. 
i) Annates des Toyages , u XFIf pag. i54 



Digitized by 



Google 



36a 

3.^ Nella Dalmasia le gtovani Morlacche si giurano 
amicizia avanti I'altare , giuramento che le obbliga a 
difendersi nelia persona e nell'onore, giuramento che 
k indizio di poca sicurecza^ o di debole -garanzia so* 
ctale. 

• Ma siccome dai freddi amtci agli amici traditoriT'e 
molta distanza, percib| se il sentimento dell' amteizia 
non ci serve gran fistto a caratterizzare la moralita 
dellc nazioni inc'ivilite , i tradimenti degli amid pos« 
sono essere lume a riconosceme Y immoralita , giusta 
1' ossenrazione dello storico romano : et quibus dee* 
rat inimicus per amicos oppressu Infatli, e peresem- 
pio, nelle vicende de' govemi che si succedettero in 
Francia da! 1789 sino al presente, T immensa buro* 
crazia frabcese presentb molti individui che, per con< 
senrarsi V impiego , divennero spie, accusatori, calun* 
niatori de' loro amtci. Aifine di provare la solidita dei 
seniimenti de' quali assumevano ii linguaggio ad ogni 
scena nuova, erano i primi a declaraare conUro quelli, 
in compagoia de' quali aveyano proclamato sentiment! 
<>pposti nella scena antecedente. E questa una delle 
cause principali che rendettero feroci gli odii nella 
rivoluzione francese; giacche dal tradimento naoque 
1' esecrazione , dair esecrazione la vendetta ad ogni 
cambiamento di scena sopra quel teatro mlobilissimo. 
E siccome il bisogno di impieghi i fortissimo ed este- 
sissimo in Francia ^ percbe tutte le citta brulicano di 
cianciarelli che, dopo la lettura di Voltaire e di 
Rousseau, sdegnano di lavorare nelle officine, percib 
rinacquero ineessantemente i tradimenti , le calunnie, 
le vendette, meno dalla diversita delle opinioni che 



Digitized by 



Google 



363 
dall' urto degt intertsd e delle Taniia^, tn persone 
che bisognose di pane o di titoli , straDiere &d ogni 
senUonento di pi^bita e d* onore , tanto pah selanti 
quanto pih fake , per procurarsi un nastro pih splen* 
dido o una pagnotta piiigrossa venderebbero I'anima 
se r avessero. Ne|la stessa Spagna , che per tanti se- 
coli professb sentimenti alti88iini e nobilissimi, la Giunte 
di purificazione , per dare prove di selo , ricusb di 
purificare de' generali raoi amid ^ cosicchi il re fu 
oostretto a purificarU egli stesso di propria autoriUi. 
L* amicisia presenta dunque de' sintomi negativi , 
CiQ^ dal non vedersi sulU scene poUtiche d* una no- 
zione gib' anmi traditL dagU amicij si pub atguire una 
dose non comune di mordliteL ConTieoe dunque dire 
che i Cremonest siano persone 4li buona psuta, giac- 
ch^ non accusarono il loro Bellb che aveva degU 
amici dappertulto e degli ammiratori, e li meritava, 
non calanniarono le sue intenzioni , non gli fecero 
un delitto d* easeire utile at loro paese. Lode alia gio- 
▼entik che accompagnb le ceneri del suo maestro al 
sepolcro , lode a queUi che cantarono le gloria del 
loro concittadino defunto, ma lode infinitamente mag* 
gftore percb^ non lo perseguitaroCio vivo. 

I 5« AnomaHe net sentimento della projessione. 

Qascuna professione ha un dovere particolare, Pe» 
serdsio del quale le assicura la confidenza del pub- 
blico. 

Questo dovere soggiace n rinascenti tenCazioni op« 
poste ; da db i due notissimi sintomi di.virtii: 



Digitized by 



Google 



364 

1,^ Non ceckre alie tentasidni contrarie al dovere^ 

%.^ Fare^de' sacrifi^ per ooiuerrarne la pitrila. 
. Aggiuogo alcune appUcasioni per aon essere tacciato 
di maiKMiDie. 

i.^ CommerdaniL La firode i la principale tenia- 
zione cui ^a soggetio il oommercio i la frode si ese* 
guisce principalmeDte ne'tre modi seguenti: 

a) False misure, I Chioeii hanno (ama d' avere 
due «Di$ure, Tuna per oomprare , Paltra per ven* 
derc ; 

b^ AUerazioni delle merci , delltto quasi comune , 
che dimoslra V incUoasione naturale e fortissima al 
fui*to Deir uomo mancante di priucipj morali e non 
abitualo sino dali' infansia ad esercitarii ; 

c) FaUimcnd dolosi che si conoscono dalle sentence 
de' tribuoali. 

II sig. Laborde oaratteriiza la probita de'mercanti 
spagDUoli nel modo segueate« 

« L'arriv^e des flottes a Porto Bello y attire un 
p concours oousid^rabie : on y fait les echanges des 
f» marchandises du continent avec I'argent monnoy^ 
» de TAm^rique : on n'y ouvre jamais une balle des 
j» premlei*es , ni una caisse du dernier : on y re^it 
» tout avec une noble confianoe sur de simples d^- 
j» clarations verbales ; dans le long espace ^ deux 
n siicles, on n'y connait qu'un seul exemple de firau- 
» de : tout Targent monnoy^ qui en partit en i654f 
M. se trouva alter^ par le melange d'un cinquiime de 
» mauvais m^tal ^ i peine la fraude fut^elle connue^ 
n que les nigoeianis espofftols s^empres^renl it sup* 
» porltr la perte etU&re , et d indemniser les itran* 



Digitized by 



Google 



365 
m ger$ a»ec leufuds ib traitoienL Le , tr^tori^ det 
« finances du P^rou fut oonTaincit d'Mre rauteur de 
M ralt&«tion : il Ait brul^ publiqiienient La contre- 
» fcande de TAni^riqUe fournit tous les jonrs des noa* 
99 veUes preuYes de la prqbit^ des marchands es(MH 
» gnols ; les Fran^ais, les Anglais , les HoUandais 
m r^rouvent de la part des n^godants espagnols qui 
» leur prfitent leurs nomsouleur miaisUre^ il n'y a 
39 presque point d*ezemple que ceuK-ci aient manqu^ 
^ a la fidelity et it leurs engagements ; ni la crainte 
» du danger , ni I'attrait du gain ne peuTent les en- 
** gager a trahir ou ii tromper les Strangers qui leur 
yf donnent leur oonfianoe (i) ». 

2L^ Projessioni UberaU. Del sacrifisio fatto per man* 
tenere 1' onore delta propria professione ne dledero 
una provB i notai di Parigi nel i8a4« I fogli del i3 
novembre dello stesso anno dioonb: 

» Un notajo di Parigi ba mancato a' suoi doteri 
» pill sacri ed alia pubblica fiducia , e si ^ sottratto 
» eolla fuga al meritato -eastigow Tutti gli altri notaj 
» qnitisi insieme banno preso spontaneamente la pe« 
» nosa risolusione di soddisfare i creditori di lut ». 

La fakificatione o soppressione dolosa delle carte ^ 
la falsiiicazione de' testament! , la violazioae de' de« 
positi, la GoUustone coUe parti avverse, V uso di 
fiilsi testimooj , ecc , servono a misorare la cor* 
rusione. 

a.^ Professione miBiare. II numero de' disertori pub 



(i) Uin^ire descriptif de I'Espagne.t IF,p. 3g6-397. 



Digitized by 



Google 



368 

pih pemeMO di Tendere o di cannbiare db che , ia 

ODta delie leggi e delta loro cosciensa, pretendeTano 

essere una sine cura ^ a meoo di teguire ne' cambj 

e Deile Teodite la tarifia regolare stabilita per qae« 

tto oommetcio y e noa imporre oome prima tassa 

usuraja. 

Per ultimo, aflbie d'incoraggiare gli ecdesiastici che 
prenderebbero la risoluuone straordinaria di adem* 
pire i doTeri de' loro stati, fu deciso cfae si darebbero 
7 aoellini al giorao ai cappellani che seguirebbero i 
reggimenti nelk Gran Bretagna, e lo a quelli die 
li seguirebbero fuort delia Gran Bretagoa. 

£ siccome per T addietro ia iiomina de' cappellani 
apparteneva ai colonnelli, i quali TendevaDo questi 
posti, il goveraOy seguendo db ch' egli chiamava spi- 
rilo d'eqnitii, ebbe la bassetsa di dare 700 lire ster« 
line ai colonnelli [di cavalleria, e-5oo ai oolonndU 
d'in&nteria^ onde indenniuarii della perdita di questo 
loro oommerdo* I colonnelli, per vendere a pih alto 
presco i posti di cappellani , solevano promettere ai 
candidati di non esigere giammai la loro presensa ne' 
reggimenti (i). 

Questi fatti dimostrano che nel ckro angUcano h 
welo per la relighne h U linguaggfo deW inUresse pri- 
vato di cM ¥uole ononuj e sdma senza lavorare$ e 
che i gridi oonti*o i cattolid sono i gridi di fabbrica* 
tori privilegiati i quali s'oppongono alia libera con* 
oorrensa per non essere oostretti ad abbassare i preui. 

(i) Dupin^ Voyages en Angleterre, partie II, de la 
Force militaire, u Z, pa§. Beg 



Digitized by 



Google 



§ 6. AnomaUe nel sentimenio delta pairia. 

Essendo noto che !' efFelto ^ propionioDato alia 
causa, e che V amorenasce dal bene, £ chiaro che 
r amore della patria debb' essere in ragione de' van- 
taggi ch' ella procura air uniyersalita de' cittadini (i); 
quindi : 

I. In tuiti i tempi 1' amor della patria ebbe per 
misura 

a) II numero degli eligibili alle caiiche e il numero 
degli elettori; percib Famor patrio i pih forte in In- 
ghilterra die in Francia; 

5 ) La permissione di tutti gli atti civili innocui al« 
Tinteresse pubblico; 

c) La sicurexza delle persone, delle proprieta del« 
r onoire, guarentita da' tribunali indipendenti. 

II. In tutti i tempi 1' amor della patria si conobbe 
dai seguenti sintomi: 

a) Sacrifizj d' ogni specie per difenderla; , 



(i) Da una parte la Gazzetta di Madrid accerta 
in tuite le pagine che va crtscendo V amore della pa^ 
triaj r affezione pel governo del re^ la riconoscenza 
alle sue saggissime misure\ daW altra confessa che 
*• un grtf/t numero d operaj d ogni sorta emigra in 
» Francia ed in Portogallo per portarsi di lA in di^ 
» versi punJd d* America j che cib ha richiamato J^at* 
9> tenzione del governo^ il quale ordinb al consiglio 
99 di Casti^ia di fai^ un rapporio onde conoscere se 
39 convenga il troncare questa emigrazione » Gauetta 
di Milano 6 gennajo i8a6. ) 

FUosof. della Statj vol. IF. H 



Digitized by 



Google 



370 

b) Resistcnte alle tentasioiii di tradirla (1); 

c) Tranquillita in asseoza de'magistrati {7); 

d) Duob alk pubbliche sventure (3); 

e) Profonda ricono^eota a cbi la diresse e difese* 
Se prestasi fede ai gtoraali inglesi del ^4 ago- 

sto 1824 J negli Stati-Uniti d'Ameticft oontansi 49 
luoghi tra cittk , borghi e contee clie hanoo il nome 
di Washington ; 22 luoghi, un fiume e i3 contee 
che hanno il nome di Franklin. II nome di Adam» 
fu dato a 6 citta, -3 contee ed un fiume; quello di 
Maddison a 23 citta, 7 contee ed un fiuine, e quello 
di Je£Ferson a 27 citta , un Cume e sette contee. — 
Del resto, siccome T applicazione d'lm nome ad un 



^i) E'un tratto onorifico per gU abitanti della Ca^ 
roUnaj il non avere potato gU Inglesi j durante la 
guerra della ri^oluzionej procurarsi un solo pilota su 
quelle coste. 

(2) J^ un faUo sorprendente per gli Europeij diceva 
un giomale francese nel giugno del 1789^ che una 
€itth di 4ojOOO abiianti (Filadelfia) qbbia potuto 
conservarsi tranquilla 60 anni senza municipality di- 
rettrice ( TVaraen^ Description etc des Etats - Unis , 
U IL pag' 333 ). 

(3) iVbit diedero prova di moUo amor patrio sul 
prindpio detto scorso .secoh i Pangini: mentre la 
Frandaj coperta it obbrobf e d? umiliazioni per guerre 
disastrose, de^astaia dalle imposte^ gemeva tra gli or^ 
rori della fame^ la capitale era inondata da sctitti in 
prosa e in verso, in francese e in latino, in istUe se* 
rio e hurlesco suUa prtferenza dovuta ai vini di Sciami' 
pagna o di Borgogna (Le Grand d'Haussy^ Histoii^ 
dc la vie priv^ des Francais, L II J^ pag* ^i-^S ). 



Digitized by 



Google 



371 
luogo no0 costa nulla, percib queste specie d'apoteosi 
presentano una tiota di darlatanismo , gkccbi , ne' 
tempi modemi ,' le popolazioni non sfugnono la cen- 
stira quando vogliono esserc rieonoscenti con poca 
spesa. Quindi , a provare la riconoscenza degli Ame- 
iicani verso i loro difeosori , sarebbero piin conclu* 
dentc argomento i 100,000 esemplari della vita di 
Washington stampati a Filadelfia, 11 ritratto di Franklin 
sul petto delle donne, i soiccorsi prescati alia persona 
di Jeiferson, le Teste date al marchese La Fayette, ec. 

2 7. AnomaUe nel sentimenio tP umaniUt. 

A) Sintomi sicuri dumanith, 

I. Abolizione della schiaviiU. Si dice che i nostri 
padri erano uolto religiosi e conservarono la schia- 
▼itii; si dice che la religioDe si e perduta nel nostro 
secolo^ e ia 3chiavitii e abolita. 

L' abolinone della tratta de' Negri , rigettata dalla 
camera de' comuni d' Inghilterra nel 19 aprile 1791 
da i63 YOti contro 88, fu sanzionata nella stessa ca- 
mera da 36o contro 100 nel 10 febbrajo 1807 , e 
quindi unanimemente nella camera de' pari. £ cosa 
osservabile che Y aboliuone della schiavith fu pro- 
clamata da que' fitosofi che noo avevano fama d'es- 
sere molto religiosi: quegli stessi difendono ora i di- 
rilti de' cattolici contro i protestanti. 

La yittoria che ottenne Tumanita contro Pintercsse 
prirato, pub essere rappresentata dai 120 bastimenti, 
per la massima parte inglesi, che, alia fine del 18 iS, 
trovavansi condannati a Sierra-Leone, al Capo Buona 



Digitized by 



Google 



Speranza, alia Giammaica, ad Halifax, alia Martinicay 
alia Barbada , alia Corte deirAmmiragliato d' Inghil- 
terra e al trove , perche in onta della legge c«>ntinua- 
▼ano nel commercio degli schiavi. 

2.^ Socieih di heneficenza. La societa di soccorso, 
d' iocoraggiamento , di beneficenzd, di pubblico bene 
qualunque, sono Y e£Fetto, il metzo e la misura della 
civiliztazione attuale. 

Ma se il niimerOf i fondi e le incombenze di queste 
associazioni possono somministrare un' idea generale 
deir umanita d*^ uno Stato, resta di esaminare la loro 
perspicacia^ cioe i metodi coo cui distribuiscono i 
soccorsi 9 accib , inentre e alleviata la miseria , non 
venga incoraggiata la dappocaggine (i). 



(i) Lo sforzo ad qffettare poverty onde conseguire 
soccorsij pub essere dimostrato dai seguenti faiti : 

i,^ La societa di Londra che ha per iscopo di 
sopprimere la mendicith^ dice nel suo rapporto del 1 824* 
che sopra i8o4 dimande di soccorso ^ ^10 solamente 
furono riconosciute degne di merilarla; 

a.* I fogli francesi del 20 dicemhre 1824 ^iccet' 
tano che alP attuale re di Francia^ appena salito stU 
tronoj sono state dirette 3o^ooo petizioni per ottenete 
soccorsi sulla lista civile^ benchh S. M. alle 200 pen' 
sioni gict conferite nel suo giorno onomasticoj ne avesse 
aggiunto altre 3oo ; 

3." Dopo il bombardamento di Copenaghen nel 1807, 
due mila e sei cento famiglie pretendevano d* dvere 
diritto ai soccorsi pub b lid j ma il loro nuniero di- 
nunui considerabilmente^ aUorche venne offerto lavora 
a queUi che ne erano capaci. Uamminislrazione della 
cassa dc* poveri avendo dato pubblico awiso che 



Digitized by VjOOQIC 



373 
B) SirUomi dubbj JPtmuitdtiL 

SonQ dubbj d' umanita tutti quelli che procorano 
stima senza sacrifizj ; eccone qualche ceDno. 

II Romano moriboodoy che non poteva piU servirsi 
de' suoi schiayi, gli affrancava , accib il sue feretro 
fosse seguilo da numerosa schiera di liberti , ed ot« 
tenesse fama di geaeroso e d' umano colui che era 
stato il modello delP a^arizia e della ferocia. 

I nostri maggiori lasciando i loro beni ai mona* 
steri e agli ospitali , doq diedero sempre prova '. joA 
d* umanitk ni di religione. Profondendo ai monaci 
que' fondi di cui abbisognavano gli eredi, dando tal- 
volta agli ospitali. quaoto dovevano ai pupilli^ posero 
in evidenza il desiderio di fniire nell'altra Vita di 



quelle madri , le quali si trouassero in istato di hi^ 
sogno e carichc di piccoli figli , verrehbero occupates 
e che si avrebhe cura de* loro figU mentre esse at' 
tenderebbero at lavorOy una sola si presenth, Dopo 
un rapporio inseriio nel foglio intkolato Penia ^ gli 
amministn^ri dd pdveri civili e miUtari s' unirono 
il 28 ottobre 1809 per riconoscere i mezzi di procu^ 
rare sussistenza aile donne e ai ragazzi de* soldati 
del reggimento d infanteria e dei zappatori della 
guamigione di Copenaghen. Cinquantotto famine as^e^ 
ifano implorato la carith y ma dachk il lavoro fu pa* 
sto per condizione sine qua non ^ sette solamente iu> 
cettarono i soccorsi proposti, e nissuna di queste sette 
famiglie ebbe bisogno di piu di 18 scudi per suppli-^ 
mentOj nello spazio di sei mesi^ a quanta guadagnOf 
rono col lavo^o ad esse assegnato (Annates des voya- 
ges, t. 2ij pag. 297 ). 



Digitized by 



Google 



374 

que' vantaggi che non potevano piu godei*e neU 

r attuale. 

C) Sinionu dt mancanza d! umaniti* 

1.9 Sostitutiont delt uomo agU anunati ne* tavori 
Offwj. I* In tutto il basso paese della Carolina e 
n dcUa Georgia tatti i lavori agrarj si escguiscono 
» col mezKo di sebiaTi negri, e la niaggior parte de* 
n coloDi H impiegauo anoo in quelli ne' qnali si po« 
n trebhe a^operare FaraUt^ essi* stimano che la terra 
» i meglio coltirata, e calcolaoo altronde che nel 
» oorso deir anno uH cayallo ^ si per V alimento che 
« per la conservasione^ oosta died volte di piii die 
m no negro 9 la spesa del quale non costa piii di 
f» qaindid a sedici piastre (i). 

X** Crudelth coffii animalL II boor olandese (pro- 
prietario agricoltore al Capo Buona Speranza ) , se i 
sooi buoi sono pigri sopra strade profondamente sab* 
biose , se si arrestano esausti di fatica , o se incon- 
ti*ano ostacoli che e difficile di sormontare, non esita 
a ricorrere ad un gro^so coltello, fare loro laighe in- 
cisioni nel corpo^ ed anche lerare peczi di. Tiva came 
senza pietk (2). 

Le dcatrici de' buoi che compariscono sulla piazza 
della capitate^ attestano la barbaric deile ciroostanti 
colonie da cui giungono. 



{i) Michaux ^ Voyage a Touest des moots AHe- 
ghanys, pag, 3o5. 

(2) Percivalj Voyage au Cap de Bonne Esp&ance, 
p/rg. 65. 



Digitized by 



Google 



375 
3.^ Crudelti cagU schian. U citato boor j. che per 
le piti* lieTi mancanze poteva sottoporre U suo schiavo 
alie frustate , aedefasi tranquillamente , ponevasi la 
pipa in booca e vedem i colpi succedere ai colpi 
colia piii grande indifferenza. Egli ttdsunu^a il casdga 
dal numero dtUe pipe che poteva esOurire duntnie 
P esecuzionei se la colpa era di poco momentOy uaa 
sola pipa bastava^ ma le peroosse noa oessarano maii 
•e la pipa non era interamente iruota (i). 

4.** jiuOisinj de^ uomini per divertimenio. I aud* 
detti colom vaano co' lofo cam alia caccia de' sel* 
vagf^ Boschimani , come gli Spartan! andaviMM alia 
caccia degU Jlod (2). 

I Chincsi non vanno a caccia de' lore simili , ma 
inTeee di mnoTersi a pictk soUe grandi catastrofi cm 
Iroppo Mventi soggiace la specie umana^ come la po- 
ale y U 6me, la guerra, danno segnO di desiderarle, 
giacdii ooosideraoo la distruziooe di tanti iadividitt 
come un vantaggio per quelli che rimangono (3). 

^ 8. Anomalie nel tenUmeuM deUa ghutwia, 

Le principali altcraaoninel sentioiento della gia« 
stizia si riducono ai segueoti capi e si conoscono dai 
aeguenti siatomi : 



(i) Idem, ibid.^ pag. 814. 
(1) Idem, ihid.^ pag. 109. 
(3) Revue britannique, Janvier 1826, pag, 119 1 30. 



Digitized by 



Google 



376 



I. Liii^ 1, delitd; 3. pasnone del gatoco^ 
4< intoUenuua, 

1. Liti Le eontroTenie di mio e too , dice B dot* 
tunmo Romagnosi , fi possono ligaardare oome il 
crogiaolo del carattere morak e del rispetto dei di« 
ritti e delle ngioni altnii. 

Ma siccome i Tiaggiatori e ^i •toricii di rado ar* 
viainano i risultati de' tribonali miik che , in pari 
drcofttaoze , deaotano i gradi dello spirito litigioso , 
ai risullati de' tribunaB crimiiiali che danno i gnuK 
d' immoralita , percib si trorano pii3i &tti Tcrissiiiii , 
lenza che si possa tranie tutte le consegaenze di cui 
sono suscettibili. Gli storici accennano lo spirito liti- 
gioso degU Ateniesi , e dicooo che le piane d ' Atene 
bnilicarano di ciarlieri aridi di senteDziace sopra tul* 
to , e porre tutto in dubbio , e di demagoghi turbo- 
leatiy spasimaoti di cogUere la piii liere occasiooe di 
tradurre avanti i tribunal! ogni cittadino che godesse 
qualche credito, ma non dicono poscia i tutori con« 
dannati per malversazione de' beni de' pupiUi, i fill* 
limend dolosi, i depositi negati, i testameati fidsi, le 
risse , le ferite , gli omicidj , eoc. 

ViUoison non ha dimenticato il saddetto viooolo 
nel seguente fatto: « I Nazioti sono altamente di£b* 
» mati tra gli abitanti delle isole greche, e riguardati 
» come i pid perfidi. Non si vende loro nulla a ere* 
» dito; ni si permette loro di poixe le mani sulU 
99 mercanzia se non se dopo che ne hanno sborsato 
n il prezzo. Essi spendono tuUo U loro denaro in pro* 



Digitized by 



Google 



377 
» cessi a Drioj e vi occupano piii U Drogmano che 
» tutte le altre isoie insieme (t) ». 

II. DeUuL i.^ La misura piii eerta dell' immoralita 
SI £ , come ciascon vede , il rapporto tra il numero 
de' delinquent! e il numero degli abitanti ; dico il 
numero de' delinquent! , ed i quetto un elemento 
diveno dalla quantita del delicto: mi spiego;. dal 1801 
a tutto il I Sao lasomina della carta mon^tata ammor- 
tiszata nel P#rlogallo montb a reif .i4o6,i33yaoo 
tra questi si trorarono falsi . . . 466y874>ooo (2). 

Ora i ben eridente che queste carte false possono 
essere state prodotte da poehi fabbricatori attivis quia* 
(di , senza altra notisia , non si potfebbe estendere la 
taccia di falsarj ai Portogbesi. Piii condudenti sono i 
seguenti rapporti ufficiali suUa Francia e Tlnghilterra 
nel 18 1 7. 

Franda* - abit. 28,996,000 delitti 93a5 

■ Inghilterra e paese di Galles » 10,1949000 » 9o56 

Dunque in InghilteiTa il numero de' delitti fu qua^i 
tre volte piii grande che in Francia relativamente alia 
popolauone (3). 



(i) Annales des voyages^ L II y pag. i4i- 

(2) Balbif Essai statistique sur le royaume du Por^ 
tugal , t / , pag. 328. 

(3) La spinta criminosa maggiore i« In^lterra che 
in Francia risuUa dal seguente fatio riferito dai gior- 
nali francesi del i5 oUobre 1824: 

H Si h formata a Londra una masnada di donne 
M che assaltano i viaggiatori per strada. Queste aroaz- 
«t zoni sono annate di pistole c di puffuUi. Ultima^ 



Digitized by 



Google 



378 

Nello slesso anno «i oontarono in Corsica 17 de* 
linqueoti sopra 1000 abitanti , U che non ha allri 
esempi in Europa (i). 

3«^ La qualita de' delitti rappresenta fkh partico* 
larmeate la qualita del carattere* Neila Corsica, sotto 
il govenio genovese , erano gU abitanti . 1 58,000 

Gli ass9isinj all' anno goo (3). 

III. Pasncne del giuoco, A determinare V intensita 
ddla passione del gtaoco servooo le 8^;venti misare: 

I.® // numero ds* contra*f^niori aUs leggL Ndl' i c 
aprile 1806 il lig. Peel, ministro deirinterno, an- 
nanci6 alia camera de* oomnni che negli ' nltifni sel 
anni flirono imprigionati ndla Gran Bretagna gooo 
indiTidui tinicamente per contirarrenzioni alle leggi 
Mil giaochi , ci6 che fa i5oo alP anno (i). 



m mcnie derubarono ad un viandante il portafp^ 
4» e un cenlinajo di ghinee , quantunque le avesse ben 
u nascoste nella parte piu interna delT abito. 99 

(i) Jouraal des voyages ^ t. IF ^ pag. 456. 

(7) Folney^ Tableau . du climat et du sol des 
EtaU-Unis ^ U II ^ pag. 460. 

(3)^ // ministro avrebbe presentaio agU esteri una 
notizia piu esatta sulla passione del giuoco nella Sua 
patriay se avesse ricordato ^ almeno di passaggio j le 
pene cui sono condannati i contra^ventori alia legge. 
Noi sappiamo^ per es.^ che nelle colonic francesi 
Pammenda di Soo fn per ogni contrawenzione riusi^ 
inutile ( Aotilles fran^aises f t. I ^ pag, lao ). Se la 
pena minacciata dalia legge inglese fosse molto mino* 
re , le tante controvyenziom non reckerebbero sorpre* 
sa, e vicevcrsa. 



Digitized by 



Google 



379 

2.^ // prodotio deWimposta sui dadi. 11 gusto pe* 
giuochi d'azzardo in Londra sembra essera singolar- 
mente cresciuto da alcuni aoDi in qua, se portare se 
ne debbe giudtsio dali' imposta sui dadi. Questa im- 
posta produsse. 

nel i8ao lire sterKne • • • . 664 

1821 • M 83o 

iB^ia . !• i663 (i). 

3.^ H namero de* nuazi di' carte da giuoco imnuat- 
mente consumato , facile calcolo, giaochi in piik paesi 
soggtaooioiao alboUo o pagano dazio entrando. Un 
^iaggiatore ingiese aocenna che nell'isola di Cuba si 
^nsumano pitli di 10,000 mazsi annualmente (2). 

4.* La quantum del denaro perduto dai giuocaton: 
eoco il caloolo per Parigi. La compagnia che ba il 
prlvilegio esclusivo dei ridotti pel giuoco , paga an- 
nualcnente alia cit^ per Fappalto . . 5,5oo,ooofr. 
non caloolati 3/4 <1«1 goadagno che pur 
entrano aella cassa comuoale. 

Le gratificftEiont, le mande, eoc, «he 
la compagnia paga o spontaneamente o 
in forza del suo appallo , montano an- 
nualmente a • i;5oo,eoo « 

Annua spesa d' amministraxione , im- 
piegati , ecc; 1,800,000 -• 

Somma 8,800,000 fr. 



(1) Nouvelles Annates des voyages , t. XlXyp. 4^ft- 

(2) Jouiiial des voyages j L XIII y pag. 1 10. 



Digitized by 



Google 



38o 

Saaum retro SjBoo^osofr. 

$k eileobk die il gudagoo netto dd- 
I'lDpfefa, dedotta qiialiuK|iie spen, 
•ceoda almcno a 200/>oo fraodii al me- 
«e o in an anno a^joojpoo » 

La cilia di Parig^ ayendo 3/4 dd goa- 
dagno oomplcfiiTO , ha donqne annual- 
mente tie Tolte tanto qoanlo rimpresa^ 
e pencil '...... 7,100,000 « 



Soomia iDtak i84oo/)oofir. 



Da qoafti dati , die mm mmio esagerali, risolta die 
i ridotti dt Parigi eottano a qnelli die It mantengono 
doi ai giiiocatoriy Penonne somma aimaale di di* 
dotto milioni qoattrooentD mila frandiL 

n grado ettremo della passkme dd ginoco $i mani- 
festa tra i popoli inciriliti con svicidj ^ Ira i fOfoXk 
iemi-barbari ooUa schiavidi, A SamaCra un uomo die 
ha perduto di piii di quel die possa pagare , i rin- 
chiufo e venduto come schiavo (i) ugualmeote die 
al tempo di Tacito presso i Germani. 

IV. IntoUeranza. Siccome ciascuno condaonerebbe 
il turco che costriDgesse il cristiano ad adorare Mao« 
metto, e il protestaote che foraasse il caltolico ad 
aromettere i dogmi di Lutera ; siccome tutte le voci 
•i UDisoODO coDtro Calvino che fece abbruciare Ser- 
veto per diversila d' opioione ecc. ; perci6 la tolleraa- 



(1) Mardscn^ Histoire de Sumatra ^ u JI^ p. 191. 



Digitized by 



Google 



38c 
za religiosa i lasciata dagli stessi Inglesi ai Gattolici , 
ai quail negano la tolleranza civile. 

Uestensione del sentimento di toHerania o intoU 
kranza si pub facilmente determinare nei paesi dove 
soao pubbliche le discussioni legislative , giacch^ vi si 
contano i voti favorevoli e contrarj ; cosi , per es. , 
si vede che in Ingfailterra ropinioue intorno alPeman* 
cipazione de' cattolici i tuttora incerta nella stessa ca- 
mera de' coiiiuni>; giacch^ 

Nel i8i5 prevalse per 



iBii 
i8i5 



ler 


-• 


. 


. . voli 


4» 


aUa 


', 


3' 


lettara » 


II 


aUa 


• 


3* 


lettura 99 


»7 
ai 



(')• 



(i) Infatti furono i 90ti favor. ^ contr.^ la maggioriti 
alia a.^ lettura a68 a4i 17 

aUa 3.* lettura 348 237 ai 

Nella camera de^Pariy 3.* leti, 1 3o 1 70 4^ 

E cosa strana che mentre i fUosofi ( nelT apn'le e 
nel maggio i8a5 ) si sforzavano di Jar ottenere ai cat' 
toUci i loro diritti ^ alcuni cattolici ^e ne mostrassero 
indegni proclamando I* intolleranza : i Jogli del mag- 
gio 1 8a5 dicono ; <* Ahbiamo risaputo da Rio-Janeiro 
« che il capitoU) di Monte- Video essendosi diretto aU 
a V imperatore per impedire in quelC isola I' eserci- 
ti 210 di {fualunque altra religione fuon della cattoli' 
€€ ca^ il ministro deW intemo hrasiliano rispose^ che 
a la tolleranza di tutti i culti era comandata. dallo 
« stato J e che in consegiienza non poteva accogliere 
u la dimanda del capitolo » (Gazzelta di Milano, i3 
maggio 1825). 



Digitized by 



Google 



382 

L' intensita del sentimento d* iDtolleranm presenia 
moUi gradi , e certamente dal semplice spregio del- 
r altrui opiaione sino al rogo su cui Tiene abbruciato 
solennemente 1' opioante , t' i una distanza immensa. 
L' iDtoUeranza ossia P imperiinenza della setta domi- 
iiaote verso le altre piii deboli, si esterna ne'seguenti. 
modi progress! vamente maggiori. 

I.** Denominaauoni odiose appUcate ai segtutci delle 
seUe toUerate (i); 

x^ Segni spregievoU volud suWabiio dtgti stessi (2)^ 

3.° DomiciUo esclmivo in un angolo delle ciuiy e 
chiuso di notte (3); 

4*^ Iniposta particolare (4J; 



(i) L'orgoglio e P insensatezza musulmana regalano 
il titolo di cani a tutd queUi che non adorano Mao* 
metlo. Quesie denominaziord odiose sono fonti di di- 
scordies frodi e vendetie. 

(1) Tolqmeo 'FHopatore fa U primo che inventh 
tfuesti segni injamanti} egu faceva imprimere sulla 
pelle de* Giudei^ col mezzo d?un ferro caldoj una 
fogUa JP edera in onore di Bacco : i Califfi U obbli- 
garono aporiare un pezzo di panno giaUo sul loro 
abito ^ I Cristiani vollero sul petto di essi il simida^ 
cro d' una ruota \ sul loro capo un cappello rosso o 
giallo ^ un como per le donne ^ ecc, j secondo i luo^ 
ghi e i tempi, 

(3) E noto che per V addietro gU Ebrei erano con- 
Jinati in una contrada della dtti che dicevasi gfietto, 

le porte del quaU venii^ano chiuse di notte 9 cosicchh 
era vietata agli Ebrei V uscita. 

(4) Tn Turchia V infedeU deve pagare un* imposta 
per oUcnere il pernutsso di vivere^ la quitanza della 
quale dice : liscatlo pel taglio deiia testa. 



Digitized by 



Google 



383 
5.^ Esclusiane deUe professioni liberali ; - 
6*^ Divieto di possedere bent stabiii ; ^ 
7.^ Piwazione de' diritd politici; 
8.^ Afflhiani personali dal sempUce arrtsto sino 
alt a$sd$$inu> kgcde , o auto-da-fe. 

CAPO SESTO 

CONTOmAZIOlfB DELLO STESSO AIU^OIHENTO. 
SUICIDJE PAZZIE. 

I suicklj non sono ifidagiiie 8traniera alio stato dei 
cOBtumiy giaeche la maggior parte dipendoDO da cause 
morall Nel prospetto de' suicidj deTono essere indi- 
cate le seguenti cirooslanse : 



i.^ Stagione dtlTanno; 


6y Profsssione ; 


a.* Fia ; 


yfi Cause fisiche; 


3.° Sesso ; 


8.^ Cause moraii; 


4.<» Siaio celih ; 


9.^ Numero de'suidd/ a 


5.^ Owero maritak j 


Jronte delta popoknione* 



Le cause de' suicidj jsono pqbbliche o private. 

Cause puhbliche di suicidj. 

i.^Clima nebbioso (causa 4*'' Vicende commerciali; 

. piii presunta cbe pro- 5° Viccnde polUichc^ 

▼ata ) ; 6.** Imposte eccessive; 

a.^ Bettole eccessive^ 7.^ IntoHeranza ^ 

3.® Alto prezzo de'graDi, 8.^ Tirannia. . 
a carestia; 

Cause private di suicidj. 
I.? Dolori fisici , per eseropio , nevralgia ; 



Digitized by 



Google 



384 

3.^ Dissolateeza ^ 6.^ Amore ^ 

3.^ Sazieta deila vita ; 7.^ Gelosia ; 

4." Perdite al giuoco; 8.^ Perdita d' impiego ; 

5.^ A.varizia^ 9.^ Superstizione. 

Le ste88e cause unite ad altre si fisiche che morali 
producono* la pazsia. II prospetto de' pazzi deve in- 
chiudere gli elementi sopraccennati pe' suicidj. 

Volendo porre a confronto il numero de' pazzi at- 
tuali con quelle delle etk antecedenti , i necessario 
noD dimenticare che le migliorie introdotte ne'reiatiTi 
stabilimenti sono causa per cui la popolazione pazza 
i , in apparenza j maggiore attualmente che per l'ad« 
dietro. I pazzi poveri , monomaniaci , git imbeciili , i 
▼eochi dementi restavano per \o passato nelle fami- 
glie: non si conduccTano agli ospizj che i pazzi fu- 
riosi e malefici. I pazzi ricchi venivano affidati ai 
monasteri o restavano confinati nelle loro terre. At- 
tualmente r opinione pubblica accusecebbe le famiglie 
di barbarie , se non mandassero i loro pazzi ai re- 
lativi ospizj , dove sono trattati con maggiore umani- 
ta , e ricuperano piti frequentemente la ragione che 
per r addietro. Del resto le straordinarie vioende po- 
litiche^ militari e commerciaii dai 1789 iu poi de- 
vono avere alterato lo stato intellettuale delle nazio- 
ni europee , giacche ogni passaggio rapido un po' 
forte e pernidoso e alia salute e alia ragione. 

NB. U elenco de' sintomi delle abitudini intellet- 
tuali esposto nei capo antecedente e in qnesto , e 
imperfetto, non avendo io voluto ripetere ci6 che ho 
detto nel Tratlato del Merito e delle RicoinpensCf 
vol. I , pag, a76-3 1 1 , che forse il lettore vorra con- 
sultare. 



Digitized by 



Google 



38i 
An T I CO L O TER Z O 

INFLUENZA DiXLE OPCilOl^I, DEIXB LEGGI , Dfi' GO- 
TERNI ^ OS8IA DELLE CAUSE MORALI SUIXE ABITU-* 
DINl. 

CAPO PRIMO 

r?rFI.UENZA DBLLE CAUSE MOB ALE SULLE ADITUDINI 
lllTSLLBTTUALr. 

Jn pfit. In mcno. 

I.® Ncllc universita cii- i.® I TurchI rlgURrdano 

ropee sono accolte tutte come cosa vergognosa rim- 

le scienze e tutti i mezzi parare la lingua d' una 

per apprenderle; per esem- nazione cristiana , da cib 

pio , yi 8O0O cattedre di I'iropossibilita di conoAcer- 

lingue ohentali. ne le scienze e le inven- 

zioni (i). 



(i) Sul pn'ncipio del XVI secolo la facoka teolo" 
gica di Pangi proiesto avanti il Parlamento che: C'cn 
^toit fait de la religion si on peraiettoit T^tude du 
grec el de Th^hreu. ( Fillers j Essai sur Tesprit el 
Tinfluence de la reformation . . . a.//e Ai.j pag. 68 ). 

Gli Abbeccedar), the emno tm ramo, della nota 
aetla Anabatista^ dicevano die Paomo non pub estere 
ahbastanza ignorantei^ che per non correre pencolo 
di cadere nel haratro infernale , ^ necessario ch* egli 
non sappia nb legge're ne scrivere^ « ne anche V al^ 
fabeto ; e questo il motive per cui furono detti AbbeC" 
cedarj, (£sprit de<« usages y t. J ^ pag. agi )• 

S, Gregorio Magno nel VI secolo si gloriava di wo- 

Filosof. della Stat.j vol. IF. a5 



Digitized by 



Google 



386 

1^ La lingaa franccse, i? L'socademia di Ber* 

percb^ lingua europea, si lino, dopo cfae la Prussia 

inse^a a tutti i ragazzi ha sofferto molti danni dai 

in Italia, Ingfaillerra, parte Francesi , ha risoluto di 

delta Russia, America ecc, noo scrivere piik le sue 

giacch^ ba&ta il senso oo- roemorie \il lingua fran- 



lore le le^ del discorso per non sembrare di sotto^ 
mettere Crista a Donatoj declamb con speciale risen' 
timento conlro Desiderio arcivescovo di Vienna nel 
DelfinatOj perche questo buon prelato non isdegnava 
d* insegnare egli slesso gU eiemenii delta grammaiica, 
( Maimbourgj Hist, du pontif. de S. Greg.j pag. 363. 
— Fleufj^ Hist, cccles., XXXFJ, n." 35 pag, 5i63). 
» Chez les Indous ^ la religion a detruii tout mo* 
m numeni historique. Croyant que cetie vie nest tpiune 
M pdriode passagare de douleur et J^ipreiwe ^ ils r^ 
n gardent ses ivcnemens comme indignes d'etre recueilr 
n Us. Abimis dans la contempLition des formules my^ 
9» stirieuset , tous leurs efforts tendeni ^ ramener Pes" 
fi prit par un an6antissement total des facuUis mo-' 
M rales ^ dans le sein de Vame de Vunivers dont il 
yf' est Sman^. La pratique rigoureuse de ceremonies et 
y9- €t obligations minuiieuses imposies par la reb'gion ^ 
n leur m^taphysique obscure , leurs dogmes qui per* 
yi sonnifient les innombrables quality de la DivinitS^ 
*• semblent avoir dpuisd toutes leurs facuMs inteUeC" 
n tuelles , de sorte que Hen ne peut Us tirer de leur 
yt impuissance mentale , ou les rendre accessibles it 
» quelque chose qui concerne les Mnemens du genre 
j» humain. Voila pourquoi les Anf^is n'ont encore 
» pUj malgri des tentatives riiiir^es^ ddcouvrir dans 
9» rinde un ancien ouvrage historique composd dans 
M la langue primitive du pays ». (NouTcUes aanalet 
des voyages , /. XV^ jHXg. Zno ). 



Digitized by 



Google 



Biune per comprendere ch« 
lo strumento non faa nulla 
a che fare coUe opinioni 
deii' operajo. 

3.^ Volete conoscere il 
genio de' diversi popoH ? 
Osservate la facoltii cui 
tributaao maggiore stima, 
o danno maggiori licom- 
peDse. Dagti aotichi si ri* 
compeosavano le forse fisi* 
che, Tabilita alia lotta, ai 
pugilato, al correre a piedi 
od a cavallo : i moderoi 
danno premj agli autori 
d'invenzioni litili, cioe alle 
forze intellettuali. 

4^ Si dice che in Rus- 
sia il popolo sia molto 
jgnorante , e sembra che 
non se ne possadubitare^ 
ma in Russia non v' ha 
alcuno che non sappia di- 



387 
cese y .come feceva prima^ 
ma in lingua tedesca, fi* 
nora poco intesa fuori del« 
TAlemagna (i). 

3v^ Alia China due p^ 
tenti ostacoli si oppongono 
ai progressi delle scienze; 
la difficolta della lingua 
che ha 80,000 caratteri , 
ciascuno de' quali significa 
molte cose, e Teducazione 
che proibisce loro di ten- 
tare uuove scoperte e di 
prendere cognizione di 
quelle degli altri. L'uomo 
f\h stimato tra essi e quel- 
lo che ha la migliore scrit- 
tura (3). 

4-° Bagli otto anni ai 
quindici noi impieghiamo 
otto ore al giorno in nove 
mesi deli' anno ad impa- 
rare il greco ed il latino, 
e non sappiamo ancora 



(i) Sono appena passati cinque anni j diceva un 
viaggiatore sul principio del secolo attuaie^ che un pa* 
dre fu scomunicato al Chili per aver f alio insegnare 
la lingua frdncese a sua fylia, ( Nouvelles Annates 
des voyages, t XF). 

{1) Journal des voyages , t. XIII j pag. 2^j, 



Digitized by 



Google 



388 

sl'uaguere tra le ciifferenti 

specie di' funghi quelle 

che si possoDO maugiare 

Hnpunemeate e senza ti- 

more. 

5.^ L'utilita delle scien- 
ze e si universale ed evi- 
dente , che nello stesso 
Alcoraoo si legge la se- 
guente equazione : 

L' OICHIOSTRO DEL DOTTO 
B IL SAH<U7E DEL M&RTlRE 
niNflO T7N PREZZO UCUaLE 

he' cibli. (i). 



distioguere un fuDgo dal- 
V altro ; quindi giornal - 
meote muq|ono persone 
avveleoate da fiiDgfai, al- 
meno nelle campagne. 

5.^ Linz dice del Por- 
togallo : « Mais d^oii vient 
M done cette indolence 
M pour les sciences ? et 
M pourquoi la vente des 
M livres ne compense-t-elle 
<t jamais les irais de rim- 
« pression ? une censure 
«r sdT^re , un tribunal de 



(i) Non agk giusta f idea di Maometto il celd/re 
Oniar , allorcftb fece abhruciare la hihlioteca d'Ales^ 
sandriaj V idea di MaomtUo mfatti non era propor^ 
zionata alt igiioranza de' suoi tempi: trovo miglior 
terreno nello spin to degli Arahi il fataUsmo. Questa 
doftrinaj profondamente radicata nelUanimo del Mu" 
sulindno^ lo rendc ciecamente siupido sui pericoli die 
lo circondfzno. Quelli che fondano f elogio di questa 
doUrina sul corag^io ch* ella inspira , non ne colgono 
bene lo spirito , il quale sembra essere piuttosto di 
abbandonarsi ai piaceti presenti senza prendersi la 
pena di prowedere al futuro. Tale si e il senso pra^ 
iico che si da al fatalisnio in Turchia , ed e senza 
diibbio una delle loro massime religiose che ha con" 
tribuito di piii al loro barbarismo, I giannizzeriy dopo 
ire scariche infruttuose ^ si persuadono' Jacilmente che 
combaUono contro la Provvidcnza^ e non possono cs- 
sere legalmente Jbrzati a tentare un quarto attacco, 
{Thornton^ Etat actuel de la Turquie, L TI^ p, a6i). 



Digitized by 



Google 



La divination'e^ i sorli- 
legi , la magia , che aite- 
rano U costitusione del- 
.rintelletto e impediscono 
lo sviluppo delle idee saoe 
ed utili 9 sono condannati 
ia mani^ra positiva e se- 
TerameDte dall' Alcorano. 



6.^ Sulle porta delle id* 
fime scuole d' Jnghiiterra 
si vede inciso il segiiente 
detto di Giorgio III , il 
quale ottenne il rispetto 
della Datione , anche du- 
rante la sua paszia , per* 
eh& cercb sempre il bene 
del «uo popolo : 

•» Id sarei il piii Felice 



389 
« I'inquistion^tou jours re- 
M doutable pour les ^cri« 
«r rains , suifisent pour 
a eteindre toiite ardeur 
tf pour Tetude '»([)• 

Quindi ti*a il popolo 
poiloghese, non solo nelle 
campagne , ma anco nelle , 
citta, si crede tuttora alia 
divinazione , ai sorlilegi , 
alia magia (ik). 

6."^ Vha nelFIndoston 
75 milioni di donne che 
non sanno ne leggere ni 
scrivere ^ e sicoome i le* 
gislatori indiani hanno loro 
espressamente proihito la 
cognizione de'caratteri deU 
r alfabeto ^ percib esse si 
trovanoin uno stato d'igoo- 
ranza e di superstizione 



(1) Voyage en Portugal^ t, /, pag. ^gS-Sg^ 
(1) Les habitaiis de Lescurij village de la s^allee 
iVAspe (Pirenei) s^oient d*un ceil inquiet tout Stranger 
<fid va au pic (VAnie j parce qu'un diable solitaire , 
qui a son jardin au somniet de ce picy s^irrite des 
visiles indiscrPtes J ct se venge en iuscitant des /c/w- 
pites, ( Dralet j Description des Pyrenees , torn. I , 
p. 162 ). 



Digitized by, 



iGoogle 



390 

99 del re , se tutti i miei 
M sudditi sapessero legge- 
j» re le regole dei loro 
» doveri Dei libro che li 
91 ooroprende tuttl, e Pe- 
99 stensione de' 16i*o diritti 
M Del libro cbe comprende 
9t ugoalmente tntti i do* 
M Teri del sovraoo (i) »• 
7.® Id loghilteiTa i per- 
messo a chiuDqiie di te* 
Here pubblica scuola, co- 
me qualuDque altra bet- 
tega. Persuaso il legislator 
re che gli en*ori nodvi 
trovaoo proota coofuta- 
ziooe Delle classi cui duo- 
coDO 9 permise a ciascuoo 
d'lDsegDare come gli det- 
tava il capriccio. £ sioco- 
me i professoii sodo pa- 
gati DOD dal governo ma 
dal pubblico , quindi due 
forze (TiDteresse e la va- 
fiita) li cQstriDgODO a spac- 
ciare le migliori dottrioe, 
ODde assicurarsi uo mag- 



che DOD ha esempionclla 
storia delle tribU le pid 
selvaggie e le piii barbare 
(Journal des voyages^ t XJ, 
pag. ii5). 



7.^ I treota tiraoni che 
occuparoDO^ Atene , vieta- 
roDo d'lDsegDare la filo- 
sofia^ forse egli e questo 
il pill sicuro elbgio che 8t 
possa farediquesta scieosa. 

L'imperatore Teodosio 
fece chiudere le scuoie 
d'Ateoe suila supposiiioae 
che la filosofia di Platone 
e d'Aristotele potesse ouo- 
cere alia religiooe cristiana. 



(i) Dupin^ GoDsid&ratioDS sur quelques avantages 
de rindustiue et des machioes, etc.^ pag, 3 c 4* 



Digitized by 



Google 



(ior numerv Ai scolari , 
giacche a quest! i per- 
messo di abbandooaie le 
loro scuole e passare a 
quelle di altri. . 

8.° I goverai saggf^ an- 
die ammessa la libera con- 
correnza nelle cattedre , 
Don trascurano di sma- 
scherare i ciarlataoi » al* 
lorchi questi riescono a 
sorprendere il pubblico* 
Quando il ciarlatano Me- 
soiei* scroccaya il denaro 
ai Francesi veodendo loro 
una merce falsa , ma ri- 
spettata del pubblico , il 
governo francese , benchi 
UD po' taixliy la fece esa<* 
minare con tutta impar- 
sialita dai migliori medici 
e filosofi della Francia. I 
loro rapporti pubblicati in 
ao,ooo esemplari per or- 
. diae del governo si in 
Francia che neir estero , 
rendettero un servizio al- 
ruroanita, e ridussero a 
silenzio il ciarlatono. Ecco 
una tra le mille operazioni 
lodevolissime che lo Smith 



3t' 



8.* I goreroi ignor«nti» 
principalmente se super- 
fitiziosi, incapaci di disttn- 
guere il ciarlatano dal dot- 
to , opprimono il secondo 
per suggestione del primo 
che ha maggiore abihta 
nell' ingannare. PooO man- 
cb che questa sventuni non 
accadesse al celebre Lin- 
neo in Isvezia. Fu rappre- 
sentato alia regina Urlica 
Eieonora , allora assisa sul 
trono e gia avanzata in 
eta, che il sistema di Lin- 
neo, il quale ha per base 
il sesso delle piante , era 
indecente e proprio a gua- 
stare i costumi della gio- 
Yen till. La regina, straniera 
alie scienze e inclinata al 
rigorismo, andava ad ot- 
tCDere dal re suo sposo 
un decreto contro Linneo, 
se per raro accidente uo- 
mini pot^nti non avessero 



Digitized by 



Google 



392 

vieta al pubblico ainmiDL- 

sti*atore (i). 

9.^ La legge die gua- 
rentisce la proprieta iette- 
raria diviene stimolo a col- 
tivare le scieose in ragio- 
ae deir estensione degli 
Statiy ossia de' loro abl* 
tanti ; quindi e massima 
in Francia, minore 19 Ita* 
lia y nflesso che Torgoglio 
francese trascura di calco- 
lare ijuando pone a con- 
fironto gli scnttorl delle aU 
tre nazionL A Parigi un 
volume di poche pagine e 
poco ricco di idee frutta 
aH' autore la sussistenza 
per un anno^ per tre ra- 
gioni i 



dlfeso alia corte i\ bota« 
nico (1). 

g.® Pria della rivolii- 
zione francese non esisteva 
proprieta letterana: il cam* 
po delle scienze era un 
fondo comunale, del quale 
ciascnno stampatore poteva 
appropriarsi i prodotti. I 
govemi europei riconosce* 
vano proprieta nei prodotti 
delle force fisiche, non ne' 
prodotti delle forze intei- 
lettu^li. La legge guaren* 
tiva al calzolajo il dtritto 
di trasmettere a' suoi eredi 
le sccrpe che aveva fab* 
bricato , non guarentiva al 
letterato lo stesso diritto 
sui libri die aveva com- 



(i) Riflettendo aWignoranza che ingombrava t In* 
gfulierra nelC ottavo sccolo , si deve far applauso ad 
jdlfredo il grande , il quale y cfUamaU da tiUte le 
parti delP Europa gli uomi/u piu dotli del suo tempo^ 
ed aperte scuole per la gioventh j obbligb cbiunquc 
possedeva tre Jiydes di terra (4 arpents circa ) a roan- 
darvi i figli. Giusta i principj di Smith e quesia uwi 
violazione dclla liberie naturalt ed un' incombenza 
che il pubblico amniiidstratorc non deve assutnersi. 

(2) Catleau , Voyage en Allcmagne cl en Suede , 
t ///, pag 8. 



Digitized by 



Google 



f.^LVsteDsione del mer- 
cato nazionale che e di 
ciix» 3o,ooo,ooo d' abi- 
tanti ; 

2.^ Bisogno di leggere 
molto intenso id Francta; 

3.^ Uoiversaiita della lin- 
gua francese ia Europa ed 
in America. 

In Italia il prodotto del 
piii profondo lavoro scien- 
tjfico Don compensa la 
spesa della composisione e 
della staropa fuorch^ in 
casi rarissimi. 

10.^ Siccome la prote* 
zione alle art! t in ragio- 
ne inversa della tassa esat- 
ta per la concessione de' 
brevetti d' invenzioue, cosi 
la protesione alle scienze 
i in ragione diretta della 
durata della proprietalet- 
teraria. Con ordine di ga« 
binettodeirSfebbrajo 1826 
Tattuaie re di Prussia con- 
feri agli eredi di Schiller 
il diritto esclusivo per i5 
auni di vendere le produ- 



393 
posto, e gli stampatori s'ar- 
ricchivano stampando, per 
esempio, le opere di Cor- 
nello e di Racine, mentre 
i discendenti di questi scrit- 
tori morivano di fame. £p- 
pure i f<overni europei si 
dtcevano incivilitl. 



10.^ La Convenzione na«. 
zionale, la quale parlb con 
tanto colore de' diritti del- 
Tuomo e del cittadino 

Proclamb Tuguaglianza 
de' diritti in tutti; 

Fece rimprovero ai I'e 
d'averla violata: 

Ltt Convenzione nazio- 
nale decise che la pro* 
piieta degli autori sulle 
loro composizioni cesse- 
rebbe 10 anoi dopo la 
loro morte (i). 



(i) Ecco la scala di gradazione per misurare la 
scitnza dc^ legisiatori fraricesL . 



Digitized by 



Google 



394 

zioni Ictterarie di fuesto 

scrittoi'^e. 



i.^ .Pria del 1789 laproprieta letteraria era uguale 
a zero. 

a.** Nel 1 793 fu riconosduta la propriety e fissata 
la durata a 10 anni dopo la morle delC auiore. 

3.*^ Nel 1826 una commissione creata dal re sta- 
bilvice la durata ad anni 80. 

// ragionamento di questa commissione ^ un mo- 
dello di scempiaggine : eccoh quale h riferito dai 
giomalL 

t€ La commissione ha riconosduta la proprietd let* 
« teraria come un quasi contratto o donazione tra 
M la societh e t autore ^ poiche per sentimento di 
w giustizia la society e ohhligata a ricompensare i la* 
« i'ori die contribuiscono alia sua istruzione e ai suoi 
« piaceri, Su questo prindpio , fondato siilla piu rigo* 
M rosa giustizia^ essa /uz deciso^ dicesi: i.^ di stahilire 
u per la pubbUcazione S un' opera un d^rittp esclusivo 
« di proprietd guarentito all* autore e suoi eredi per 
(f 80 anni; a.^ di portare a ao , invece' di 10 ^ it 
1 tempo y durante il quale gU eredi d! un autore 
M drammatico godranno deW intera retribuzione dei 
a suoi dirittij e passati i ao anni creare un mezzo 
M diritto^ a perpetuitd per le famine v ( Gazzetla di 
Milano 27 roarzo i8a6). 

Sul quale rapporto occorrono i seguenti ri/lessi : 
i.^ Dove ha trosn^to la commissione il quasi con- 
tralto o la donazione tr^ T autore e la societa? Tutto 
questo h un sogno ^ una finzione ^ una chimera , un 
vancggiamento, AllorcKe un proprielario dissoda un 
terrene incolto j lo rende capace di prodotti , li co- 
glie e li manda sul mercato , iniende forse di fame 
dono alia societd? Faremo la stessa dimanda pel 
letterato ; egU creo un fondo capace d* istruire e di 



Digitized by 



Google 



39> 

II.* La generositk di ii.« Talvolta il niioi- 

Luigi XIV y di Leone X, stero inglese riusci ad ac- 



piacere. Per dargli P intenzione tT una donazione e 
necessario distru^re la legge generaU per la quale 
dascuno lavora prima per se ^ poi.per la sua Jami" 
gira, qmndi pe' suoi amici j Jinalmente per la sodetd, 

3.^ Se un autpre ha compos to un* opera agli anni 
ao e muore ai loo, il suo diriUo si estingue con esso 
e ndn pub lasdare nulla alia sua famiglia ^ in guesto 
caso la legge proposta nel 1826 ^ peggiore di quella 
del 179^2. 

3.^ Qual ^ la ragione per cui la legge riconosce 
T illimitauz propriety deUe cose materiali ? Perclih da 
un lato la loro produzione h' utile alia society s dal" 
P altro la certezza della propriety e stimolo alia pro- 
duzione. Jo ho eretto una casa in cui i miei concit- 
tadini trovano riparo: limiiate voi la mia propriety 
ad anni 80 ? II poeta ha prodotto un drantma che 
procura piacere a* suoi concittadini : con quale ra- 
gione volete limitnre la sua propriety ad 80 anni? 
Da amhe le parti vi sono spese y fatica^ perdita di 
tempo J utilita pubhlica. Ami y siccome i prodotti lei" 
terary sono generaknente piU difficili che i prodotti 
materiali , percio fa d'uopo accrescere la durata della 
loro propriety , onde accrescere stimolo alia produ- 
zione. 

4.*^ Allorchk la commissione propone per gli eredi 
d' un autore drammatico la meta del prodotto deile 
rappresentazioni a pcrpetuita , mentre nega lo stesso 
diritto sydla stampa agli eredi di opere scientjfiche , 
d^ la preftrenza alle cose frivole sulle cose solida- 
mente utili j e in questa decisione si \^ede a chiare 
note la leggierezza Jrancese. 

In Inghilterra un autore gode del prodotto della 
sua opera 1 4 anni die decorrono daW epoca della 



Digitized by 



Google 



3y6 

deir iroperatore Alessaa- 
dro, roandando gratifica- 
zioni ed oaori anche agli 
scrittori esleri , estese ia 
roltura delle science fuori 
de' limiti de' loro Stati. 



ii.° I vascelli francesi 
hanno esteso le ricerche 
idrografiche sopra tutto il 
llttorale del Mediterraneo, 
Del Mar Nero, alle coste 
occideatali dell'Affricay a 
quelle del Brasile^ ai mari 
piil lontani. II deposito ge- 
nerate delta marina fraD- 
cese riunisce tutti i risul- 
tati di queste spedisioni. 
La Fi*^cia non rinuncib 
giammai a questo nobile 



crescere Tiroposta sui gior« 
nali onde scemarne to 
spaccio nell'interno e nel- 
r estero. 

L'esclusione degli esteri 
dalle universitd nazionali, 
qualunque oe sia il moti- 
vo y e sempre un limite 
alia diffusione delle scieuze. 

la.^ I Cartaginesi face* 
Tano gettar in mare qua- 
lunque navigatore ^tranie- 
ro chc s' avvicioasse alle 
coste delta Sardegna. 

Non era permesso agli 
Spartani di yiaggiare , a 
raeoo che i viaggi non 
avessero per iscopo gli af- 
fati dello Stato. 

-Siccome Licurgo aveva 
voluto che i Lacedemoni 
fossero goveiiiati da leggi 



prima edizione, Dopo questo tempo egli pub jar ri' 
novare il suo privile^o per iiguaU nurnero £ anni. 
S* e^ muore pria die questo tempo sia spirato , pub 
trasmetterlo A*suoi eredi. Si vede che quest a legisla- 
zione h ancora piu Barbara di quella de' Francesi; 
pacclib la durata della propriety letteraria h ridotta 
a 7% anni j mcntre i Francesi propongono di cstcn^ 
derla ad 80. 



Digitized by 



Google 



ed antico uso foodato da' 
suoi iDonarchi e migUori 
mioisti*!, quello di raccorre 
e pubblicare con grande 
spesa le scoperte maritti- 
me y la cogaizione delle 
quali ititeressa tutti i po- 
poll. 

Nella gueiTa del la Fran« 
cia contro l' Inghilterra per 
la causa deirAcnencay Lui- 
gi XVI ordiao che fosse 
rispettato il vadcello di 
Cook , lo scopo del quale 
tendeva ad accrescere le 
eognizioni marittime (i). 



397 
e costumi proprj e parti- 
colari ad essi^ petcib veii« 
ne lore stretlamente vie- 
tato di trattenersi neiresa- 
me delle leggi e de' co- 
stucDi degli altri popoli 
(DemosL adr. Lepdn.) 

I re d'Adra noa per* 
iDeltODo a nissun forestiero 
di Tiaggiare di giorno net 
loro paese , ed e questa 
ia causa per cui si hanno 
a scarse notizie sopra quel 
regoo. 



CAPO SECONDO 



INFLUENZA DELLE CAUSE MORALl SULLE ABrrUBIIfl EU)IfOMIC1IE. 



I. Produzione. 



In pih, 
i.° Le leggi egiziane , 



In meno. 
Allorche Pericle (al- 



(i) Fu un idea lodevolt queUa di Lwgi XIV di 
fondare nella stessa Pan'gi una casa di missinne p<*r 
V estero , dcstinata a spedire i suoi allievi sino alia 
estremila delF Oriente j onde diffbndervi la cognizione 
del Vangelo, La corrispondenza con questi pii \*iag» 
giaiori procui'h imporianti notizie che furono uiili ai 
vifiggiatori che vcnnero dopo. 



Digitized by 



Google 



39S 

le leggi ateniesi condan- 
na vano 1' ozio : Solone per- 
mise che ogni cittadiDO 
potesse accusarne ua altro 
per solo titolo d' oziosita 
e iQcon^eva nella taccia di 
iafacnia chi per la terza 
Toltane era convinto. Quin- 
dt ogni cittadino doveva 
dichiarare giuridicameDte 
i mezzi co' quali prov^ 
dera alia sua sussistenza. 



2.^ Solone riguardb co- 
me indegno d' essere arn- 
messo a discutere gli af- 
fari pubblici colui che ver- 
gognosamente avesse dissi* 
pa to r asse paterno o i 
beni in altro modo ere- 
ditati. 



3.^ Lo stcsso legislato- 
re, come ho gia detto al- 
tro ve, sciolse il figlio dal- 
r obbligo di mantenere suo 
padre bisognoso che non 



tri dicono Cleone ) fece 
sancire la legge che il po- 
polo ateniese riceverebbe 
tre oboli assistendo alle 
pubbliche assemblee, cre6 
degli oziosi. 

Le largizioni di grano, 
di olio, di lardo , che si 
facevano al popolaccio di 
Roma y dtminuivano i la- 
vori, quindi la produzione, 
per conseguenza ne accre* 
scevano il prezzo ; una 
parte della societk lavora- 
va, accib Paltra rimanes- 
se oziosa. 

2.^ Allorche si propone 
ai popolo come modello 
di perfezione un u'omo che 
visse fuori dei vincoli so- 
ciali, alimentato dalla ca- 
rita de' suoi ammiratori , 
come i Marabouts indiani, 
non si eccita Y industria , 
ma si fomenta V indo- 
lenza. 

3.^ Le limosine regolari 
che per r addietro si facc- 
Tano a chiunque dai mo- 
nasteri , dtstraendo i figli 
dalla carriers delle arti^ )i 



Digitized by 



Google 



399 
gli 9iyfes$€ imegnato un rendeTSDO iropotenti a soc- 
mettiere (i^. oorrere i loro padri (a). 



(i) Nel marzo del corrente 1826 la reggenza della 
cind, di Bruges j modificando la legge di Solone » 
decise che i poveri , i quali ricevono soccorsi pubbU" 
cif ne saranno privati se non tnsegnano qualche me^ 
stiere o Un^ro ai loro ^'figli: se sono maschi , daUa 
etcL d^anni 8, e dalVeta d* anni 6 se Jemmine, 

{1) La posfera^lia questuante si sviluppa naturaU 
mente in ogni paese provx^isto di superjfluOy se non 
trova ostacolo in le^gi repressive, Ella e una consC' 
guenza necessaria di quattro afftzioni inerenti alia 
natura umana^ e sono le segiiend : 

I, Nel questuante , indolenzai e percih la povera' 
^a si moltipUca in ragione delle limosine^ doh a mi-" 
sura che pub ottenere 'la sussistenza senza lavoro ; 

Compassione y percih i poveri si 
presentano sotto le apparenze 
piu dolorose ed qffU^nti^ 
Vanith , percih si fanno in pub- 

TT mf f f LI- / ^^co limosine che si ricusC' 

IJ. Ifel pubbhco <^ ^tbero in segreto i 

Religione maUntesa , o sia lusin* 
ga di ncevere neir altra vita 
il cento per uno fomentando 
Poziositd e I' infingardaggine. 
Alia popolazione questuante fa d* uopo unire quel 
ramo di popolazione nobile che riusc\ a carpire esen^ 
zioni, privilegi J diritli gravosi al pubblicOy e che si 
pub assomighare alia popolazione libera delle antiche 
repubbliche che viveva a spese degli schiavi. 

Queste popolazioni col numeroso segtnto che le ac- 
compagna , avevano invaso un terzo delta society , e 
succhiavano il sangue degli aliri due. 

Dalla metd del XFII secolo sino al presente , 



Digitized by 



Google 



4oo 

4.^ Giappone : doq vi 4** Inghilierra : il fupo* 
90DO foodi cotnuiiaii : sc re degli loglesi per la cac- 
qualche ponione di terre- cia richiede immensi par- 
no restasse incolta^ V agri- ^ chi , boschi , terre iocolte 



goverrd ewropei con lef^ pih o meno saggie hanno 
tenUUo di repn'mere ^ accennad rami di popolazio^ 
ne, e siahiUre un ordine di cose in cui prwalesse il 
principio : ia sudore vultus ttii vescerU pane. Seguen" 
do le convuhioni degli Stati dnl XVI secolo sino a I 
presente , vi si ve^ono gii sforzi che ja la popola- 
zione lavoratrice per soUrarsi alle esazioni della po^ 
polazione parassita. 

Sotio i governi orientaU , P indolenza h im prodotto 
del dispottsmo j.giacchh costretto P uomo a pagare in 
rrtgione de* suoi pqfiiti^ evita haturalmenie U lavoro 
da cui non ha speranza di raccorre il fnUto, U ahi' 
tanlCj per es. ; delia Moldavia e della Valacchia non 
esercita alcun tedento y non s' applica ad alcun tamo 
St industrial ritenendo solamente que' mesiren che alia 
snssistenza della societa sono piii necessarj, Le arli 
meno rozze sono ' lasciate ai forestieri' ^ appartC" 
rienti agli Stati vidni j e che I* influenza de' loro go- 
verni sottrae ai colpi del dispotismp, Gli indigent di* 
vengono indolenti ^ perchh non possono co* loro sforzi 
migliorare la loro condizionej divengono traditori ^ 
percht: il trndimento c costantemente impiegato a scO' 
prire ed estorcere i loro ndserabUi risparmj. Sulie 
loro fisonomie si vrggono le traccie deW angoscia e 
delP inquietudine ; i loro corpi sono indeboliti dal" 
P iiierzia e dalla mancanza di alimenti ^ P uhhrior 
chezza , con^eguenza dell* ozio nelle pcrsone mUerabiliy 
fiwsce di canrellare le facoltd che distinguono Vuomo 
dal bruto ,• tali sono gU effetti progressivi del dispo" 
tismo. 



Digitized by 



Google 



collore ▼icino piii laborio- 
90v potrejtkbe impadronir- 
sene. 

5.^ Presso gli Ebrei coi^ 
revano i segueDti prober* 
bj : » quegli a cui il timor 
y> del freddo impedisce di 
n lavorare nel yernOy h ri- 
» dotto a mendicare la 
» state. II sonoo del la« 
n Toratore k dolce e tran- 
j» quillo, ma quello del- 
» Y 0j|io8O £ agitato. Que; 
».gli che oooduce Tara- 
fi tro ptt6 traroe Tapto e 
n mostrare i pingui ani- 
n mall di cui ti serve, ecc. 

6.^ Sumatra I Quando 
un padre muore, i suoi 
beni vengono ordinaria* 
mente divisi tra i suoi & 
gli maschi in porsioni ugua- 
li ^ ma se qualcuno d' essi 
s' aka pe'suoi talent i sugli 
altri, benchi non sia mag- 
giore di eta, ottiene oo- 
munemente la maggior 
porsione, e diviene il capo 
della fieimiglia; gli altri gli 
oedono di buon grado la 

Filosof. della StoLj vol. 



4or 
piii che in qoalunque al* 
tro paese incivilito. 

5.^ Presso gli Indiani i 
prQverbio: essere meglio 
sedere che camminare ; 
giacer che sedere; dormir 
che yegliare; e la morte 
migliore di tutto. 

I Turchi, giusta un detCo 
Volgare , amauo meglio 
r novo d' oggi che la' gal- 
Una dell' indpmani. La fra- 
lesza de' loro edifizj mo- 
stra il desideriodi godere 
momentaoeamentesenza ri- 
guardo al Rituro. 

6.^ In tutto i( conti- 
nente europeo, dove il si- 
sterna de' roaggioraschi i 
stato introdotto, la nullitii 
intellettuale della nobiltk 
i divenuta per proverbio; 
e i grandidi Spagna di- 
spensano dal ricercare altri 
esempi di questo (atto in- 
contrastabile. La GranBre*' 
tagna presenta eccezioni a 
questa massima, e ne sono 
causa Le sue instituzioni 
IK a6 



Digitized by 



Google 



4oa 

superior! ta.(Mar$den, Hist, 
de Sumatray t. 11, p. i3 ). 
In questo sistema 4i cose, 
raiBore della ricchezza e 
del potere pub divenire sti- 
molo alio STiluppo de' ta- 
knti. 

7. Fra ^li usi proprj 
della Dalecarlia ve n iia 
uno utilissimo ai progress! 
dell'industria. Una nuova 
maritata e obbligata , . il 
giomo delle sue nozte^dl 
presentare. ciascun convi- 
tato d'un pajo di guanti, 
di calce o d'altro laToro 
qualuDqUe, eseguito colie 
siie mani. RisuUa da que- 
st' aso che tutte le gio- 
▼aoi sono sollecite di ese- 
guire molti lavoii di que* 
sta specie^ che soventi esse 
vendoDO ai mercanti foi'e- 
stieri e che accrescono la 
massa delle esportazioni 
della proYiucia ( Annates 
des^ voyages, L XI, p. SaS). 

8. Oli Assiri, i Medi, 
i Persiani si erano fatlo 



poiiticlie, giacche per es« 
sere elettr aile cariche fa 
d' uopo avere fama di pos- 
sederne i talenli, e' quando 
se ae esercilaoo male le 
funzioni, si e posti in ri- 
dtcolo sui giomali i( pagi- 
na 345.346). 

7. In tulta la Stiria non 
si trova uo solo telajo da 
tessitore: le donne sanoo 
appeda .fare le caize , ed 
auco noQ amano occuparsi 
iQ s*! tenue mestiere. » L.e 
M nostre mani, dicono esse, ' 
» abituate ai faticosi lavori 
f> della^campagnayUonsono 
M predisposte a condurre 
ft agevolmente sottili spille. 
» Se Doi accostumiamo le 
M nostre figlie a siwili oc- 
n cupazioni , esse diver- 
M ranno pigre e non von- 
M ranno pih lavorare con 
M noi la terra, m (AnndUs 
n jdes voyages , t. XIX , 
p. loo-ioi). II quale ra- 
gionamehto e smentito dai 
fatti addotti altrove. 

8. II Musulmano col suo 
fatalisoio non fa nulla per 



Digitized by 



Google 



un tlovei-e reli^loio di con* 
durre le acque nel deserto 
per moltipiicarvi, giu^ta li 
precetti di Zoroastro , i 
principj delln vita e deU 
Pabbondanzaj quindi vi 
si iDGontrano grand i ti*ac- 
cie d'un'antica pepolazio* 
ne. Sopra tutta la strada 
da Aleppo ad Hama si 
trovano ovubque rovine di 
villaggi, ctsterne affondate, 
avaozi di fortezze e di 
temp] (Volncyj J^oyage en 
Syrie^ t II, p. 64)* 



2o3 
ricercare la causa de^ mali 
ed opporvi rimed j: un' a- 
patia. quasi stupida chiuda 
la porta ai dispiaceri e 
alia preifisione. Ch'egli sia 
spogliato, rovioato, od al« 
tro, npete tranquillamente: 
cosi era scritto : sic erat 
in fails: egli dice a suo 
figiio: Rivolgimi la testa 
verso la Mecca^ e muore 
in pace. 



U. ConsumL 
A) Ciba. 



In pih. 

g. s> Bencb^ I'acqua del- 
j» r Eufrale sia ottima , 
9> gli abitanti di Bir non 
» bevono cfae quella d'uoa 
» sorgente che a poca di« 
n stanza dalla riva ieam- 
» pilla. Ad un viaggiatore 
» sorpreso di quest' uso 
T risposero ingenuamente 
» che per economia la 
» preferivano all'aoqua del« 



In meno. 



9. La vogUa di mostrarsi 
ricchij a cui tahoUa I'u- 
nisce la generosith^ costrin" 
ge ad un aumento di spesa 
nel soddisfadmento de' bi- 
sogni giornalieri o neUe 
epoche di particolare aU 
legrezza. Per es., a Ma- 
nilla (capitate degli stabi- 
limenti spagnuoli alle Fi- 
lipping, laL 1 4° 34' «8'), 



Digitized by 



Google 



204 

» r Eufrate y atleso che 
n quest' ultima ecckOttdoU 
» a numgiare ph del con?' 
» sueto, cagtooava loro ua 
39 aumento di spese one* 
A rose: cheoohi ne sia, 
J9 gli ahitanti di Bir sono 
n realmente molto sobrj 
» ed aweszi a privarsi di 
» tutlo cib che sou sa- 
99 rebbe altronde che un 
M supplimento di bisogui 
» o di piaceri « {Journal 
des voyages^ torn. XVI, 
p. a8a). 



Ho credato di dover ct- 
taif questo fatto aoche 
perch^ h un nuovo argo- 
mento deli' influenza degli 
elementi topografici sul- 
P intensita de' bisogni. 



bench^ paese caldissimo , 
siele accusato d'avarisia e 
pidocchieria, se fiite com* 
parire a pranso meno di 
dodici piatti {Jounud des 
voyages , t VI , p. So). 
Nelie isole greche le ce« 
rimonie od atti d'aUegrezza 
per un matrimonio durano 
generalmente 8 giorni , a 
Staropaglia i5. In que- 
st' ultima isola e neirac-* 
cennata occasione » si dk 
a mangiape dalla mattina 
alia sera a tutti i cono- 
scenti gli otto primi gior- 
ni, e negli altri ai parent! 
piii prossimi soltanto (An^ 
nales des voyages ^ t. II, 
p. 176). 

I consumi straordinarj 
nelle epoche di Natale, 
Gamerale, Pasqiia, ecc, 
sono piuttosto segni di abi- 
tuale astinenza forzata che 
di ricchezza , altro argo« 
mento della miseria de' 
nostri maggiorL 



Digitized by 



Google 



205 



III. Continuazione de* eonsumi. 



' A) abo. 

in fnh. 

lo.^ A Milano , atteso 
il non eccedente prezso 
del sale, si &bbrica pane 
con sale, come fabbrica- 
▼asi per Paddietro nelle 
proTincle maritlime delta 
Francia e nelle interne che 
per la ^idnanxa delle sa* 
line- ottenevano il sale a 
basso preno* 

B) Bevande. 

1 1 .<> Si attribuisoe in gran 
parte la teatperanui de' 
Tartar! alia loro religione. 
L' Alcorano vietando Tuso 
del Tino e dell' aoquavite 
lende a guarentirli dalle 
conseguense dell' ubbria- 



In meno. 
la^ L'alto prexEd del 
sale^ cagionato dalla R. 
privativa^ i causa per cui 
in Parigi, nel centro ddle 
riGcbezie della Francia , 
nella sede piii brillante 
del. lasso, si fidibrica pane 
sale. 



11.^ I Greci modemt 
bevono insieme alia salute 
di ciascun convitato ; e 
quando vogliono far omag« 
gio a qualcuno , bevono 
tre o quattro biccbieri in 
sue onore (i). 



(i) Annales des voyages , r. //, p, 173. 

D^ Germard scrive Tacito, Consuntar notte e gior- 
no bevendo non e vergognaj e le frequenti risse^ soi 
lite tra ubbriachi^ di rado fumcono in villanie^ piU 
spesso in omicidU e feriie . . • . Se li lascerai far 
auanto vogliono, pill fiicilinente potrai vincerii col- 
1 ubbriacbeua che coU' armi (De mor. Germ. aa-a3). 
Si vede qui I' influsso deUe abitudini sugfi evenU mi* 
Utari, 



Digitized by 



Google 



4o6 

chezza russa. II comando 
che prej»crive lore V asti- 
nenza, e meDO favorevole 
alia salute. I Tartari con- 
tanoannualcnente io5 g'tor- 
ni di digiuno (i). 

Id Italia , non la sola •...••••.• 

religione ma aoco la cU 

Tile opinione ocmdanna al • • • (a). 

pubblioo sprezzo le perso* 

»e dedite airubbriachezza. 

Alio stesso grado non i 

ancora gtunta 1' opinione 

in Inghilterra. 

(i) MaUe-Brun^ Pr^is de gdographie, ecc., /. Illy 
p, 37a. — Presso gU ArmerU f uso vuok che si di- 
giuni dippiu in ragione delle canche eccUsiasdche di 
cui si e invtstiti ( idem j ibid, ^ p, i^5 ), 

(a) Chardirij p. 191. — Thornton ^ j^lat actual de 
la Turquie, /. II j p, ai5-ai6. 

Ho incontrato de Russi j aggiunge lo stesso scrit" 
tore^ ai quali fubbnachezza sembra essere un precet* 
to di religione , ma che sqffrirebbero il martirio pint- 
tosto che pipare^ perch^ la Scrittura santa dichiara 
che cib che entra nelia bocca deW uomo nol pub mac* 
chiare , ma solamente cib che ne esce. Son 'quesU i 
seguoci d antica setia incorrotta ^ i quali amano me* 
glio guastare la regolaritd, i una strada che adempire 
i doveri religiosi in un tempio che non fosse esatia* 
mente costrutto ntlla direzione d^On'ente in Ocdden' 
te ; conservano la loro barha a dispetto di Pietro il 
grandcj e come esse a prova deUa loro diyozione si 
inebbriano. 



Digitized by 



Google 



4o7 



C) Festito. 



In pill. 

I a.** ( Berry. ). Noq si 
Teg^ono in quests piH>via- 
cia che zoccoli at piedi 
anche delle persone piik 
agiaie, e soprattutto delle 
donoe , ma sooo piii ele? 
ganti che i coccoli grosso- 
lani d' alcune province ale* 
maone; hauno una forraa' 
piacevole, e sono ornati 
di piccole iiste di pelli (i). 

1 3.*' L'opinione religiosa 
ha seoipre ristretto lo sfai^ 
zo negli abili. U Addis , 
uno de' libii che contiene 
la fede musulinana , pi*oi« 
bisce espressamente I'oro, 
Targento ed niiche la seta 
negli abili. I Vekabiti che 
vi si uniformano , fanno 
alto rimproyero ai Tnrchi 
perche adottano uo liisso 
riprpvato da Maometto. 
Iiifatti, sebbene egli abbia 
proibito di portare stoffe 



In meno. 



12.^ {Madrid). Le per* 
sonc del volgo portano 
scai*pe dr cuojo » giacchi 
de' zoccoli e affatto ignoto 
V uso in Ispagna (3). 

II paesano ^altellino , 
benche estremamente mi- 
serabile, ricusa di portare 
zoccoli. 



i3.'' L'^opjnione civile 
cerca la bellezza negli abi- 
ti , non il risparmio | « 
talvolta vede la belletsa 
nell'eccesso del oonsumo. 
V'ha a Mycooe, dice Vil- 
loison , delle donne ch^ 
portano dodici gonne ie 
une soprn le altre j oltre^ 
le mutande ; io parlo di 
quelle chp ve&tono alia 
Tiniotta. Si osserya lo 
stesso ad Andros . . . ve 
n' ha anco di quelle che 



(i) Linky Voyage en Portugal j t. /, p. Si. 
(2) Idetn, ibid, j p. iiZ. 



Digitized by 



Google 



4o8 

rosse e glalle ricamate d'o- portano cifufue a sei pa/a 
TO e d'argento, questi due di cabe (a), 
colori sono generalmente A Licna^ capitale del 
ricercati dai Turchi ; e Peril,, si veggono sovente 
debb' essere molto povero delle donne borghigiane , 
colui che non ha aloud Vabito delle quali costa 
ricamo sui suoi abiti (i). piu di 30,000 scudi : le 

sole scarpe ricamate d'oro 
e d'argento valgono dob 
di rado lo piastre (3). 



^i^ Journal des voyages^ t IX , p. aig-no. 

is) Annates des voyages j t. II, p. 14^ 
3). Le dorme cwabe, deWFmen portano dieci a quin- 
dici berrettini ^ uni sopra gli akn^ di tela di Uno . 
e di cotone ptqu^. Quelle che U copre tutd ^ sovente 
ricamato d oro , e presenta sempre t/ualche sentenza 
delF Alcorano, Gli Arabi inviluppano questa t^ioUitu* 
dine di berrettini con una gran pezza di mussoUna , 
la quale helle due estremitk ha frangie di seta ed 
anche S^ oro ^ e la lasciano pendere sui dosso (Route 
de rinde, p. 378-279 j. 

L* accondatura del capo delle donne islandesi ha 
forma d* un pane di zucchero ; la sua aUezza h 
uguale a due aliezze del vollo : eUa e composta . di 
molti fazzoletti ravvolti proporzionatamente alia fgr^ 
ma conica P uno sulP altro. Essi sono Jermati sui 
capo da un fazzoletto di seta , del quale P uso prin^* 
dpak si h di guarentire dal freddo ( Histoire des p&* 
cues, etc., t, 11^ p. 5i ). L* accondatura delle donne 
arabe .essendo simile a quelle delle islandesi , si vede 
che r opinione ha vinto il clinuij ordinando nel paese^ 
caldissimo delP Arabia quella fofgia d? abbigliamento 
che guarentisce dal freddo neW Islanda. 



Digitized by 



Google 



4o9 

. 14. In Turchia il latto . i4* A Gattaro') le ve- 

e qualunqne altro segno dove sono obbligate di 

esteriore d'angoscia, i con« portare il lutto due anni; 

siderato^come una lagnan- in alcuni luoghi esse lo. 

sa contro i decreti della portano tutto il resto della 

Pro^identa, e condannato vita , e non possono piil 

dalla legge e dal costu- maritarsi. 

me. Si permette solo alia Siccome gli abiti di lutto 

madre di piangere la roorte da un lato risvegliano nel 



L' Arabia presenta un" altra singolariti nel vestiio , 
che fa contrasto coi costumi europet^ e si h che i 
vecehi sono piit studiad nel loro abbigliantento che 
non i giovanif le sioffe meno grossolane sono risers 
vate principalmenie per essi: rijlettendo alironde che 
»fi il costume non varia giammaij ch' egli h aiiuaU 
mente db che era ne' tempi piu rimotiy si persuade 
che queir uso ha per iscopo di procurare riverenza 
alia vecchiezza. In Europa alT opposto le mode cam- 
biano tutti i giomi , ma giunge un' etd in cui V abitut- 
dine prevale sul gusto di nuove Joggie di vestire y 
si arresta ad un costume che non si cambia durante 
gU ultinU anni della vita, e che diviene ridicolo ^ al» 
hrchh la gioventu , la quale abbellisce tutto coUe sue 
grazie j cessa di servirsene. La moda altronde in Eu-^ 
ropa non fa variare solamente il costume; ella stende 
anco il suo imperd sopra tutti gfi usi della vita y dal 
che risulta troppo sovente un^ opposizione penosa tra 
la gioventii e la vecchiezza. I costumi de" padri sem- 
brano ridicoU ai figli j i padri criticano il tempo pre- 
sente desiderando f antico, quindi mutuamente s^ina^ 
sprano. Non succede lo stesso. presso la maggior parte 
delle nazioni orientally perche gli usi W sono iiwnu^ 
tabili. 



Digitized by 



Google 



4io 

del stio Hglio e portare il 
duolo tre giorni (Thorn- 
ton, Etat de la Turquie^ 
t II. p. 353 ). 



pubblico senlimenli di \ 
slizia, dali'altro, dope certo 
tempo, divengono ioMtili , 
perci6 e piil conforme al« 
r economia V uso turche- 
$co cbe il uostro. 



D) Case. 
In piu. 
i5.^ In Italia i Francia, 
Spagna , Portogallo , Id- 
ghikerra, generaimente in 
tutti i paesi deila terra, le 
case ban no finestre verso 
strada, dove si procura il 
piacer di vedere ed essere 
Teduti , si riceve luce ed 
aria dalla parte verso stra- 
da ugualmeDte cbe verso 
(^rte, e , in caso d'incen* 
dio y si banno pib meszi 
per fuggire ed ottenere 
soccorsi. 



In meno, 
1 5.^ Al Cairo ed altri 
luoghi deila Turcbia, la 
gelosia ba influito sulla 
costruzione dcgli eclifizj , 
ba cbiiiso ie finestre verso 
strada , accib le donne non 
possano comunicare coi pa»- 
seggieri , e non ba per- 
messo r enti-ata air aria 
ed alia luce cbe verso cor* 
te. Lo stesso sentimento 
di gelosia ba voluto molto 
strette le porte delle ca- 
se (i). 



(i) Ganjanij citid delT India sulla casta JP Orisca, 
molto commerciante : questi popoli , bencfic soggetti ai 
Mogallij s^imaginano di conservare la loro liberta j 
perchh sono in possesso di non essere governati da un 
mora nella loro citta, Cib non ostante permettono ai 
mori di abitarvi^ ma non si fidando di essie meno de* 
gli Europeij non permettono loro difar case con muragUe 
di mattom\ teniendo che presto si cambino in fortezzej 



Digitized by 



Google 



4«i 



E) Comodi. 



In piU, 

1 6.^ In Europa, alme- 
no nelle classi medie delta 
societa, un' servo esegui« 
see giornalmente tutte le 
faccende domestiche; com- ' 
pra il bisognevole sul iner* 
cato , porta le leltere alia 
posta ; rassetta i letti nelle 
stanse, attende alle vivan- 
de nella cucina y ecc. , e 
talvolta anco sale in coc« 
chio e guida i cayalli ; in 
una parola, egli eseguisce 
tutlo cib che e capace d'e-» 
seguire ; la somraa de'suoi 
servigi k limitata dalle sue 
forze, non da opiniooe 
qualuuque civile o reli- 
giosa. 



In meno. 



16.0 NeUe Indie le piii 
basse caste hanno oerte 
ridicole distinsioni tra lo- 
rOy suite quali insistono 
spesso coUa piii graode 
importanza e calore, U 
facchinoy per es,, il quale 
porta un carico suUa te** 
sta , ricusa di levarlo suUe 
spalle ; il venditor di. sale 
non pub vendereaoeto, eoc. 
Questa dmsione di caste 
cagiona grqndi spese in 
serviy niuno d'essi volendo 
fare la minima cosa di 
cib che non i proprio uf- 
fizio della sua casta , quin-* 
di molte mani e poco ser- 
vizio. 



F) Piacen. 
17.^ In Iscozia potete 17.^ In Inghilterra siete 

quindi in tuUa la citi^j una grande pagoda solamente 
ed il palazzo del governatore sono di mattonij tuiie le 
altre sono costruUe con terra grassa, intonacate con calce 
dentro e fuori ^ coperte solo di paglia e di giunchi j 
e che fa d^ uopo rinnovare di due in due anniy cosa 
alquanto incomoda (Diet, univers. de la g^graphie 
Gommer^ante ^ L IV ^ p. 4^)* 



Digitized by 



Google 



4l2 

viaggiare a piedi ftenza al- 
tra difesa che un'ombrel- 
la*. Gli studenti delle uoi* 
▼erstta di Giascow e di 
Edimburgo vanno a oen« 
tinaja a yisitare a piedi 
quel paese. 

1 8.^ In Europa ciascii- 
no pub comparire 8ui corai 
pubbiid a piedi ; quindi 
il piacere del passeggio 
non i limitato dalla im- 
poBsibilita di maiiteDere dei 
cavalii, il che tra ooi esda- 
derebbe dai passeggi piii 
di 99/ 1 oo della popolazione. 



esposto alle lisate del po- 
polo e all' insolenza de'lo- 
candieri^ se Tiaggiate a 
piedi y oltre il maggior pe- 
ricolo d' essere derubato 
ed assassioato. 

1 8.^ A Batavia non si 
inooiKtra un solo Europeo 
a piedi, giacchi egli per- 
derebbe la stima degii in* 
digeni e de'Qiinesi se non 
andasse in cocchio: quindi 
ciascuno fa acquisto d'un 
cabriolet e di due cavalli 
almeno ( Journal des voycb^ 
ges, t. XX, p. 147). 



G) Impiego del tempo. 



In piit. 



■g-" 



In meno. 
19.^ « Le orazioni e 
99 adorazionicheglilndous 
» fanno ne' loro paesi ai 
» loro tanti idoli (3o mi- 
» iioni ) e cosa di molta 
*> noja e fatica, poichi 
» gli stessi re, occupati in 
» tanti altri negozj gravi 
M cbe non si hanno a tra- 
» lasciare , non possono 
M non di meno far di 



Digitized by 



Google 



4i3 

m manoo di noQ oonsu- 
» mare in queste adora- 
» ucm seUe od otto ore 
99 ogni giomo » con tanti 
» in(:&ai , con tanti pro* 
» stminenti e siffiitte £i« 
» ticose cerimoDie, che i 
«» cosa da direnare ogni 
» robu8to^antuomo(£e£« 
» ten sulle Indie Orient 
99 taUy-t II, p. a3o) j». 

RIASSUNTO DBIX' INFLUENZA DELLE FALSE ABITUDINl 
JDVTELLETTUALI SULLA PRODUZIONE, aRCOLAZlONE 
E CONSUMO DELLE RIGCHEZZE. 

Dalle cose discorse ne' libri antecedent! ed in que- 
8t6 risttha^ che pih idee false si sriluppano natural- 
mente nello spirito umano , acquistano forza taWolta 
indomabile, riescono ad acdecare il privato interesse, 
cagionano perdite di forze , di tempo , di materie con 
immenso danno della pubblica economia : 

I. Popolazione. 

i.^ MdlaUie fisiche. 
In tempo di peste le strade e i mercati* riman- 
gono aperU in Turchia , quindi il contagio si diffon- 
de. Un Turco si crederebbe colpevole di opporiBi alia 
Yolonta di Dio, se abbandonasse la sua bottega, al« 
lorcbi la morte lo circonda da tutti i lati. 
2.^ Idem. MaLutie inteUettuali. 
I Turchi non intraprendono di guarire i pazsi , 



Digitized by 



Google 



4.4 

percU opinaDO che la fioilia • F imbcdilita scmo &<• 
▼ori partieolari del deio per quelli die ne sono affetti. 
I Cretud , ora fbrono riguardati come oggetti della 
diTiiia vendetta y indegDi della oonfidenza degli aomi- 
ni , percib nel Beam si hcfaiedeTano seUe Cretiiiiper 
fare ana testimoiiiaiiza ; indegni delle oerimonie ec- 
clesiasticbe alia loro morte , percib il Pariaipeoto di 
Benoes fa oostrelto ad intenrenire onde (ar acoordare 
loro la sepokura ^ ora furooo riguardati come eletti 
del Signore ; e dopo la loro morte si coDservaroDO 
con rispetto i loro yestimeoti. In eotrambi i casi non 
si fece nulla per la loro educazione e guarigione. 

II. Fond di produaiofvt. 

3.* Mitderc. 

I popoli di BoQSchwanas ( tribii afiicana) sono at* 
taccati ad usi.superstiziosi oltre ogni credere; per es.^ 
essi amano il sale , ne comprano in gran quantila, 
naa antico costume vieta loro di trarre sale dai laghi 
e dalle maremme salate yicine alle loro citfa , e lo 
rispettano ( NouveUes Anncdes des voyages ^ t, XX , 
pag. 4i5). 

Nella penisola di Malaca y Pera , paese ricco di sta- 
gno f e gOTeraato da principi musulmani , la super- 
ttizione de' quali ha sempre proibito lo scavo deile 
miniere per tema d' offendere i genj delle montagne 
(Malte*Bran^ PriciM de g^ographie^ etc.^ t IV, pag. 223). 

4.® Pesca. 

Gli abitanti di Formosa hanno avverslone al mare, 
cosa stranissima negli abitanti d"* un' isola ^ ed e que- 



Digitized by'VjOOQlC 



4i5 
sto it motivo per cui non esercitano la pesea die net 
fiuitti e oe' ruscelii ( Nouvelled Annales des i^oyagcs^ 
t. XX, pag. 2i4). 

Oltre i garoberi e diffei*enti speeie dt pesci, abboii' 
daoo nella riviere dei Kalmucchi le testuggini che dal 
Mar Nero e dai Mar Gaspio salgoao pel Don e '1 Vol- 
ga. I Kaimucchi sentono si forte avversione per que« 
sti amfibj , che langi dal pes^carne e fame loro ali« 
mento, nop osano ne ancbe toccarii coUa mdoo (ifoa« 
^eUes Annales des voy/t^^ t XII , pag. 265). 
5.® Agricoltura. 

Sulla Gosta di Barbaria, da Labiar , antica Cirene, 
fiDO alia tomba di Sidy Mahooiede Emeri ^ V olivo 
cresce spootaneatnente , e in tanta copia vi si propaga 
•cfae occupa «pazj grandiosi. I Bedovini che non co- 
noscono altro condimento che il burro , non fanuo aU 
eun caso di questo albero , e *per una superstizione 
particolare ad essi impediscono di corue il trutto e 
fame olio ^ eppure trasportato in £ui*op» per la via 
di Bengasi basterebbe ad arricchire tutto il paese (Delia 
Cella y Fiaggio da Tripoli di Barbaria aUe fronderc 
occidentali ddC EJUo\ 

Nelle isole Caroline, per qualche superstizione non 
ben nota , ricusano gli abitanti d' allevare porci e vo* 
talili {Annates des voyages, t XVII , p. !257-258). 

Ne' Grigioni , e principalmente a Prettigau , si col- 
tiva in grande il tafferano falso ( Rumex Aipinus ) 
ahamente abborritd nel restante deila Svizsera , ben- 
ch^ serva ad ingrassare i porci, alloi*di£ i suoi getti 
vengono frammischiati a pooii di teri'a , carote e Ulte 
( Ebel ^ Manuel du voyageur en Suisse , p. 476 / 



Digitized by 



Google 



4i6 

6*. Ard e metticri 

L'aatore ddle Lettere sulle Indie Orientali dice : 
i Parn non estinguono mai il faoco , ne meno una 
lampada. Un mio senritore Parsi andaya a cercare un 
allro Indoa quando una candela doTeva spcgnersi. Pro- 
eurano di arrestare un incendio non colFacqua, ma 
colPabbattere le fabbriche piik Ticine alle accese, e 
per quetta riverensa loro verso il fuooo niuno if essi 
esercita Parle del fabhro (t. IT^ pag. i6o). 

li rumore delle campane essendo odioso ai Turchi, 
mantengono sui loro minaretii o campanili dei gri« 
datoriy i quali, alle ore prescritte dalla legge, annun- 
ciano ne'quartieri della oitta le preghiere. L'arte del 
fiibbricatore di campane i quindi proscritta, ecc. 

IIL Circolazione deUe ricckezze^ 

7^ In tatte le legislazioni teocratiche (eccettuata la 
Tangelica) si ^ cercato d'isolare le nazioni e d'impe- 
dime le reciprodie comunicasioni , il cbe annulla il 
Gommercio estero. Nella legislasione indiaoa essendo 
stata supposta impuritk in una dasse o in un'altra, 
lo stesso commercio intemo incontra numerose restri« 
sioni. 

Alle idee religiose s'uniscono altri prodotti dell'ima* 
ginazione, cosiccb^ sorgono presso a poco uguali osta- 
coli; per es. un Bouschwano (tribh d'Afirica soprac* 
citata) ritomando da paese estero si fe radere i ca- 
pelli e la barba, affine di annullare - gii incantesimi 
cbe poterono esercitare sopra di lui i magbi stranieri. 
Questo timort non dere moltiplicare i contatU delle 



Digitized by 



Google 



4i7 
naxicmi {Nowelks atttuUes des veyagUt t> XXx-p^ 
4i5). 

IV. Consumi dette ricchittt. 

8. Gbi ( Cibi camei). 

La carne di vacca e di bue i rigQ^osaoieiita 
proibita ad ogDi casta Indii , tranne le due infime dei 
Parii e Pelejdj i quali, parche non gli ammazsino 
(il che sotto il dominio de'principi Indh £ a tuttt 
capitale delitto), possono cibarsene quando li troTano- 
morti. In generale la religione Indii consiste nell'aste- 
nersi da certi alimeDfci, e gli abitaoti la.ossenrano con 
tale saperstisione, che la jatne stessa ooo li indurrebbe 
a cibarsi d'una Tivanda proibita. Ore i noto che la 
mancanza del consunio anoulla la produzione neii'a« 
gricoltura e nelle arti. 

11 basso popolo nella Russia professando. gran Yene*- 
razione ai pippioni, perch^ ricordano remblema dello 
Spirito Santo 9 crederebbe di commettere un'empietk 
mangiandoli (Journal des voyaps j t XI, pag. 246- 

g^. Gbi vegetabilL 
I Greci non hanno {^ammai leguoai suUe loro mense, 
e fanno anche un delitto ai Turchi di mangiarne. La 
sola Atene e regolarmente fomita di questi erbaggi e 
li trae da Spolia o Gipollia , Tillaggio distante pib d'un 
miglio {idem J t. XIX, pag. 60-61). 

10^. Bevanda. 

I buoni Musulmani , dice un viaggiatore,. sono st 
rigidi osseryatori del Ramadan, che durante un yento 
Filosof. della Stat, , voL IF. 17 



Digitized by 



Google 



4i8 

di terra cbe si f fatio sentire (a Tripoli ) tre gionii 
sonOy e che fa cagionatb da ua calore eccessWo si- 
mile a qiiello dbe si prova vicino alia bocca d' un 
fomo riscaldato e capace di sofTocare, noa si e ve- 
duto alcun moro ua po'distinto iH>mpere il digiuno 
e dimiouire le sue angoscie bcvendo dell^acqua. Moiti 
isono caduti per le tirade oppress! daila sete; ii po- 
polo spargeva allora deU'acqua sul loro voUo guar- 
dandosi bene d'aTvictname una stiila alle labbra (Jour^ 
nal des voyages^ torn. I, pag. 875). Non i ci6 per- 
inesso cbe al tramonto del sole. 

In somma I'uomo che produce , che cambia, che 
oonsoma, si nuioye sopra tutti i punii della terra in 
un'atmosfera piii o meno nebbiosa di idee fiibe/che 
ristringe Tesercizio delie sue faooltk in limiti piii an** 
gusti di que' che I'interesse pubblico richiede, e que- 
flto stato di oose, priocipalmente ne'paesi caldi.» Gon« 
Cinua fecoli e secoli. 

CAPO TERZO 

INFLUEKZA DELU CAUSE MORALI 
SULLE ABITUDINI MORALI 

I. Pareniela. 

In piu. In meno. 

i.^ In conseguenza dei i.^ Ne' secoli di mezzo, 

loro pregiudisj , i Druzi si moltiplicarono gli impe« 

^popoli turchi nelliEi Siria) dimienti matrimoniali. L'im« 

Don amano conti^arre ma- pedimento particolare della 



Digitized by 



Google 



trimonj fuori deUa loro 
famiglia. Essi preferiscoao 
sempre il loro parentey 
foss' anche povero , ad un 
ricco stktiDiero ; e furono 
viftti pih d*ana Tolta del 
aeiiiplici TiUici ricuaare le 
loro figlie ai mercaoti di 
Saide e di Bairouc, che 
possedevano 12 a i5ai. 
piastre. Essi conserraao 
sino a certo punto V iiso 
degli Ebreiy il quale ira- 
poneva al fratello Tobbli- 
go di sposare la vedova 
del fratello quando questi 
DOD aveva lasciati figli, uso 
generaiinente comune ai 
popoli Arabi (i) 

a.^ Genera Imente nelic 
legislazioQi antiche primeg- 
gia il sentimento di fami- 
glia. Tra i desiderj piik 
Gomuni si manifesta quello 



4«9 
pareotela fii esteso tino al 
•ettitno grado , oosicchi 
ne'.paesi piccoli erano qua* 
si impossibili i matrimonj ; 
pei-ci6 il coBcilio lateranese 
del iai5 limits 1' impe« 
diodento deila parentela 
al quarto grado. L'aatori- 
ta .{civile b ristritise al 
secoodo. 



3. La superstiziooe di* 
strusse m Egitto il seuti* 
mento di famiglia: [so un 
Egiziano veniva divorato 
da UQ coccodrillo nelle pro- 



f's) Volneyy Voyage en Syrie, r. i, p. 474-475- 
Una legge degli Assirj vieth a^ sposi di condurre 
le loro mogU iungi dal luogo deUa loro. nascittu Fa- 
cendo questa kgge il legislatore penshy giusta Erodoto^ 
a, prevenin^. i catUvi trattamenti che poievano usare i 
marili verso le loro mogU lungi dalla casa patema. 



Digitized by 



Google 



4^o 

d^upa luriga posteritk; si 
cita con piacere la terra 
de'suoi maggiori^ il nopse 
del padre e as^ociato alia 
gloria del figlio ; le nasci- 
te, le morti, i mstrimonj 
sbno cause per cui si uni- 
scono i parent! piik dis- 
tant! e gozzovigliano. . in* 
sieme; insomma il senti* 
mento di famiglia esten- 
deva talTolta la sensasione 
dei beni e de' mali sino 
alladecima generazione (i). 



Yince in cui era adorato 
queslo animate J il padre 
lungi di piangerne la mor- 
te , si gloriava d* avere 
dato^ la vita ad un figlio 
che -ebbe il merito >di no- 
drire una divinita. Furbno 
Tisti in tempo di carestia 
gli Egiziani divorarsi tra 
loi*o piuttosto die nodrirst 
di animali sacri {Diod, /| 



(i) Merita d' essere citata una le^e romana come 
favorevole al seniimento di famiglia ^ ed h la seguente: 
£ nolo che dopo la morte d* un parentCj la famiglia ^ 
durante no9e giomi ^ rimaneva j quasi dissi ^ sepolta 
nel duolo e nella tristezza^ ed andava al sepolcro per 
praticarvi certe cerimonie religiose. In questo inter" 
vaUo la legge vietaua di citare in gittdizio gli eredi^ e 
meno i parenli del defunto j od in qualunque aliro 
modo molestarU ( Novel, ii 5 ). 

Facendo applauso alle leggifavorevoU al seniimento 
di famiglia nan conviene dimenticare che ogni atto , 
ogni diritto , ogni sentimento ha per limite U interesse 
pubhlico J percib non si pub approvare in (utti i casi 
il seguente uso de* Greci attuali : pria di seppellire 
un morto e dopo le preci fnnebn\ il prete dice : . Pa- 
renti e amiciy venite a dare P ultimo hacio al nostro 
fratello o alia nostra soreila, E cosa evidente che que* 
st* uso h pericoloso quando F ammalato e morto di 
peste o di malattia contagiosa. 

(?) JS noto che in Siria^ per istomare le puhhliche 



Digitized by 



Google 



4« 

IL Amicizia. . 

. ^^ P'"- . In meno. 

S.^'Lasociabilita oildesi- 3.' L'amicizia ^ un mo* 

d^deriodi riunirsiecomu- timento sospetto ai goyer- 

nicare co'suoi simili, di ni tirannici, giacchi ogni 

appropriarsi le loro sensa- amicizia fa supporre unio. 

zioni c ferli parlccipi delle be , ed ogni unione i con- 

nostre, il chc si riduce ad traria al principio diviik 

un'estesa amicizia, i il el impera. Tra i mille falti 

carattere che distingue gli che presenta la «loria, si 

Scozz^i dagli Inglesj;quin- pii6 citore quello di Tizio 

di, sebbene ad Edim* Sabino, iilustre cavalieae 

burgo il teatro sia piccolo romano , trallo a morte 

c non proporzionato alia sollo Tiberio , perche fre. 

popolazione della citta, le - quentaya la rooglie e i figU 

unioni amiobeYoli son per- di Germanioo che Tiberio 



sventurcj i padri sacrificavano i proprj ^U al Dio 
Molok. I Pt^sianiy vincitori de* Sirj^ consecrarono air 
meno la loro dominazione ^ietando iP immolare def^ 
uomini. II traitato celebre di Solone con Cartagine 
a^eva di^id trovato presso un popolo piu antico tesenp- 
pio di questo monumento di viriu. 

Era immorale e distruttrice del sentimento di fa* 
mi^a la Ugge habUonese, la quale voUva che ciascun 
annoj in giomo prescritto^ fossero condoUe suUa pub- 
hlica piazza tutte le giovani atte al matrimonio j ^d 
esposte come ad un mercato, InfaUi cobu che sbof" 
sai^a niaggior denaro j oUeneva in isposa quella che. 
gli piaceva di piu y mentre a chi contentavasi di mi- 
nore somma si dava la pih bmtta. 



Digitized by 



Google 



44 



IV. PaUia. 



In piu 
S.^ L' odio coDtro i per^ 
turbatort dell' interesse 
pubblico o della ^tria 
Be i il pid sicuro difen- 
sore. Nel cantone del Ti- 
eino, appena coroparisce 
on malvivente , tin ladro , 
un aggressore , escono 
dalle case e dalle staile 
uooiini e doone coa foi^ 
che, schioppi, bastooi , 
gli danno la caccia , Te- 
gliano di Dotte, si portano 
«lle ttrelte gole de* mon- 



In nieno. 
5.^ I Calabresi, anche 
quelli che la loro situa* 
zione dovrebbe rendere 
neiiiici del disordine , e- 
sternano pe' briganli an 
senttmento di compassio* 
De, del quale non si oo- 
nosce bene I'origine: son 
poi^erelUf dtoon essi, e li 
lascian fuggire (i). Uguale 
linguaggio in Portogallo , 
e si usano tutti i mezsi 
per agevolare loro la fu- 
ga (2). Quindi si rinno- 



esagerato , ingiusto sprezzo contro professioni uiili e 
necessaries per es, a Keveckj in Siria^ il sendmento 
delC ospitalitd h tatmente esaltaio , che ha fatlo na^ 
scere odio contro i vendilori di burro ^ ed odio tale 
che le loro figUe e sorelle non possono trovare maritoj 
■e la ragione si h che le proprietd consistendo in greg' 
ge di pecore e arprcj giK ahitanti si j anno un pregio 
di regdlare ai forestieri quanto burro possono consu- 
mare y bench^ il consumo sia ivi grandioso e giunga 
talvoUa a died quintali per famigiia^ alT anno j in con' 
seguenza di questa generosita essi disprezzano alta^ 
mente quelli che lo,uendono. * 

(i^ Journal des voyages^ t. XJT^ pag. 69. 

(2) Link^ Voyage en Portugal, r. /, pag^ 263. 



Digitized by 



Google 



li^ e aon tono quieti fin- 
che V abbiano preso. 



6."* La pah*ia dell'Ara- 
bo coBsisteodo nette sue 
tende che possono essere 
assalite ad ogai istante, 
ogoi Arabo che ha pas- 
sato i iio aani deve ayere 
un fucile proprio. Quello 
che noo lo possiede, noD 
gode d'aicona coDsidera- 
sione^ e noo ^ giammai 
ammesso al loro circo* 
lo (i). In piti oantoni &vit- 
aeri si richiede^ come con- 
dkione necessaria al ma* 
trimonio, il possedere uno 
achioppo ed ana giber« 
na, qual sintomo e pegno 
di comane difeta. 

7.^ Presso i Birmani del 



4i5 
▼ano i delitti, e la com- 
passione verso di uno equi- 
yale a barbaric oontro 
oenta 

6.^ Dario ▼<Slendo lorre 
ai Babilonesi ogni mezso 
di resistere aUe sue ca- 
pricciose voglie, proibi loro 
di portare le armi, Tolle 
che iniparassero a suonare 
la chitarra ed il flauto , 
che s'abbonassero ad ogni 
specie di dissolutena, e 
wm portassero in aYveoire 
dhe vesti larghe ed ondeg- 
giantiy afBne d'agevolarne 
r arresto. Facilitare ogni 
meszo di corruyione, in- 
vece di addestrare i citta- 
dini alia difesa delta pa- 
tria , fu la politica del go* 
▼erno Teneto (2). 

7.® Al Bengala, dove la 



(i^ Journal des voyages, t III^ p. ai-nZ. 

(2) II governo vtneto porth la pena della sua poU" 
tica : assaUlo dai Francesi , cadae vergoffiosamenle , 
benche fornito di numerosi mezzi di difesa'^ tgli aveva 
distrutto f amove della patria e si era degradato nel' 
t opinions, nessuno voile prendere U armi per difen- 
derlot 



Digitized by 



Google 



4^8 

c. i5). Legge santissiina 
cbe per6 non fU teinpre 
rispettata dai Giudei {R^-t 
L a, c 3, V. ig e a5). 

II perdoDO delle ingia* 
lie, il sol non occidat ju- 
per iracundiam vestram, 
fu an dogma della scuola 
pitlagorica, che influi solla 
oondotta de'<uoi seguaci. 

lo.^ Pria di Maooietto, 
le cerimonie religiose che^ 
alle epocbe principaii del- 
Tanoo , TenivanQ eseguite 
alia Mecca, sospendevano 
tutte le ostilita: il bisogno 
della Tendetta, u attivo 
presso gl^ Arabiy era in 
qualche modo paraliszatb; 
ropinioae pubbiica ayeva 
anco oontrassegnato coo 
nota d'infdmia que'luoghi 
dove il privilegio degli ac- 
cennati gioraierastatoyio- 
lato (D'Herb., BibL Orien., 
art. Aschar al haram, 
Abidf. Ann, modern^ pa« 
giaa 1 8 ). 



sarA regolaio sul numero 
dff cranj wnani die da^ 
scuno possederA {Annates 
des voyages s^-lly p. 9^ )• 
Con r idea d'ua'altra yita,^ 
che dovrebbe essere sti- 
molo alle yirld sociali, 
oorrotta dall' ignoransa , 
ne diviene il flagello. 

ro.® Airopinione reb'giO' 
sa dell'isola di Borneo 
faceva eco ropiniooe civile 
nell'ifola d'Amboine. Era 
pratica degli abitanti di 
quest' isola di tagliare la 
testa ai loro yicini , di 
sangue freddo , per la pitk 
piccola coDtesa, e,ci6 che 
k pid orribile ancora, per 
TopiQioneche questo de» 
litto. frutta onore , e quiadi 
la stima che godono tra 
di essi, debba essere pro- 
porsionata agli assassioj 
che haonocomtnesso {An^ 
notes des voyages , t. X^ 
e il cahier defSvrier 1826, 
pag. 180 ) (i). 



(i) Sommanunle barbari si niostravano verso la Jine 



Digitized by 



Google 



4^9 



\h GiusHzia. 



In piU, 

1 1 .^ In Europa on gio* 
catore e una persona dif- 
famata , ed ecciterebbe 
scandalo se occupasse ca- 
riche. 

La legge di Maometto 
proibi i giiiochi d' azsar- 
do : ad essa si attribuisee 
il nOD arerae gli orientali 
il gusto J ed apprezzare il 
giooco degli scaochi che 
lichiede molte combtna- 
sioni ideali. 



In meno. 
11.^ AlPAvanli, dasco- 
no pub giuocare libera* 
mente, senza perdere il 
minimo grado di credito; 
qutndi talvolta si veggono 
9i!Bsisi Mo stesso tayolo un 
magifttrato , un prete , un 
mulatUere , un monaco , 
ud militare , e giovani del- 
r ooo e dell'alttx) sesso 
( Journal des voyages^ 
t 11, pag. 37a ) (i). 



del XVII secolo gli Americanly allorch^ accordavnno 
premio a que' coloni che davano la morte a qualche 
Indiana. Nel 17:24 q^*^^^ premio essendo stato pan- 
iato sino a 225o Ure tomesi per testa j John Love- 
wel Jomib una compagnia d" uomini che V uguaglia- 
vano in ferocia j per andare alia caccia di selva^'. 
Un giorno egU ne scopn died che dormivano tranquiU 
lamente intomo ad un gran fuoco j,li massacrb tutti^ 
porto la lore capeUaiura a Boston , e ottennft il pre- 
mio promesso ( Raynal , Hist pbilosoph. , L Fill ^ 
pag. 4i5 ). • ., . 

(i) // ifisogno di giuochi sedentaiy\ pih comunenei 
paesi caldissimi e freddissimi che altrove , impedisce 
di fermarsi V opinione che lo condanna nelle zone 
temperate^ 



Digitized by 



Google 



43a 

rsTa on cullo amioo della domioare ( Idem il^d^ par 

pace ( Pastoret, Zoroasin:^ gina 43 1 > ^^o ) (i). 

MahcmeifCanfuciuSff^d). 



(i) NoQ fate violenta agli uomioi a iboUto della 
loro fede; la via della salute i abbastanza distinta 
dalla ctrada dell' errore ; tale si e il consigiio che dd 
r apostolo de* Musulmard, Si deve^ egU dice^ procu- 
rare di convertire gli infedeli , ma senza impiegam 
la forza; ^ chiaro che questo discorso non conviene 
ad un profeta che , piii d una volta j ricorse alle 
armi per soggfogare la credulity - de' suai vicini. Dtl 
resta , Maometto pone un limite alia suafinia toUe- 
raaza , l' infedele otterri giusthia e sara trattato uma* 
namente purcli^ paghi un tribiUo (Idem ibid j p. i^5), 

Anche attualmente se i Musulmani tollerano i rajahs 
o suddid cristianij due ne sono le ragioniv i.^ il tri^ 
huto particolare che quesd pagano per essere toUera- 
dj 2.^ perchh coldvano le terre dei Turchi^ occupa* 
zione alia quale quesd non inclinano gran fatto. 

Quindi ^ in onia di questa tolleranza interessata ^ 
i Turchi educati ne* dogmi d'un sistema esclusis^o y 
animad dalP idea della superiority della loro religio" 
ne J risgtiardano con disprezzo ed anche con orrore 
i seguaci delie aUre. 

» Mahomet^ disent les Musulmans , a recu de Dieu 
» tempire de la terre ^ et quiconque rCest pas son 
99 disciple^ doit etre son esclave. Ouand les Turks 
» veuUnt louer le roi de France ^ u disent ^ c'cst ua 
M sujet soutnisj et il n^y a pas trois ans que le style 
v» de la chancellen'e de Maroc etaitx A Tinfid^le qui 
*» gouverne la France »> {Volney y Voyage en Syrie 
et en Egypte , pag, 435 , ^e Sd^ ) 

Del resto j il sendmento religiosO de* Turchi segue 
la legge che si osserva in quello de^ altri settarj. 



'Digitized by 



Google 



433 
iS.^ I Quaoqiieri sono iS,9 I sudditi giudei e 
i toll religionarj che do- ciistiani sono no tesoro 
po d'essere stati persegui- inesaiiribile . non solo pel 
tati, non sis no divenuti goverao, ma anco per gli 
persecatori. Portano aU individai turchi. Da que* 



L^ orrore che provano pe* dissident! supera d? asscd 
P odio che projessano agii infedeli , e cib nel rapporto 
di I a 70. XnfcUti i Persiani eretici sono distinti dai 
Sunoy , ossia ortodossi^ col nome di Chi'y ^ name 
talmenie odioso ai Turchi , che si insegna loro a cre-^ 
dere essere cosa piu meritoria agli occhi di Dio tuo^ 
ddere in guerra un solo Persiano che 70 infedeli 
( Thornton , Etat actuel de la Turquic, t /, p. 4^5i>. 

Gli eretici Turchi rendono ai Turchi ortodossi la 
pariglia , come risulta dal fatto seguente. 

» Mutualis est le nom qu^on donne a une nation 
» ripandue dans le pays montueux et fertile qui s^d" 
wt tende depuis la rivikre de Styde jusau^au terrHoire 
» dAae, Cest un peuple fanatique ^ sictatew oupUsF- 
» tdt adorateur dAli ainsi que des onze Imans ae sa 
» race qui lui succkderent dans le Kalifat. II abhorre 
»9 tous ceux qui n'ont pas les memes opinions que lui^ 
» mais surlout les Musulmans Sunnites ou orthodox 
» xesy qu*il massacre impitoyahUment ^ lorsquHl peui 
» le Jaire sans danger. II sefait un scrupuU de man^^ 
» ger des mets appreles par des Turcs et des Chr£* 
» tiensj et mime de hoire dans les vases dont Us se 
»» sont servis. Rigoureux observateurs de leurs his , 
» les Mulualis ne rompent lejtune du ramazan qu'au 
» lever des elqiles (a). 



(a) Les Turcs durant leur careme commencent i 
manger aussitSt que le soleil se couche. 
Filosof. della Stat.^ vol. IK 28 



Digitized by 



Google 



434 

r eocesso la templicitk e 
la siravagawui del loro 
cuUoi Don lunghe preci; 
Don canti d' iDni e simili 
eerimome; non titoli nA 
giuramenti; noo (unsioni 
funebri ne iscrisiooi 9epol« 
crali \ noD preti ni soldatt, 
ti9 carita crUtiaoa tra«8* 
si) la giustizia e l'uma« 
Hitk con chiunque ha I'ap- 
parenza d'uomOj qualua- 
que sia la sua opinione , 
sono le loFo massime. Noq 
11 h dato esempio di Quae- 
queri condanoati a morte 
o a pene infamanti. Le 
liti e le dispute sono ra- 
ruvime tra essi : se le pei> 
ione d^ altro culto f eDgo« 
bo a contesaco'Quacque- 
riy questi haono sempre 
il vantaggio^ perche assue- 
fttti a domiDare il loro 



sta miniera una folia di 
concussionarj y di falsi te- 
stimonj a d' intriganti , 
troppo pigri per Tivere col 
loro lavorOy troppo orgo- 
gliosi per mendicare, trag« 
gono , seuza essere tassati 
dMufamia, i loro meui di 
sussistenza. Egli ^ impos* 
sibile di iarsi un'idea dei 
falsi testimonj che incorag* 
gia I'impunita . • • I Tur* 
chi considerano come uu 
atto di religioue una falsa 
testimoDianza contro un 
cristiano. Essi non aspet- 
tano gia d' essere citati, 
roa si presentano da loro 
stessi, e s' introducono in 
un processo beoche non 
chiamati dalle parti o dai 
tribunali ( Thoraton , Etat 
acluel de la Turquie , to- 
mo 11, pag. g-ii ) {i). 



(i) Ahbiamo dunque quattro sinlomi per riconoscere 
la falsitd, d^un sentimento reUgioso ^ non speculaiivo 
ma pratico : e quesU dedoiii daUa storia munsulmana. 

1.^ Debate predica la toUeransM, potcnte ^niol do* 
minare^ 



Digitized by 



Google 



435 
itnort • GOBsenrare il taa« 
giie freddo. Uopini^ne di' 
venuta abituale pub duri' . 
ifue vincerc e il tisenti* 
motto e il temperamenio, 

VI I. CostunU in generate. 

In pih. In meno. 

la^" NeUe isole greohe 16.'' Nell'Alfaua i com 

]e giovani sono general* nira che , nelle basse cia^ 

menle riservate^ perch^ si della societa^ la mater^ 

ii minimo sospetto sulla nita noo preceda il ma- 

loro condotia U priverebbe trimoDio. La TiolasioBe 

delVeventwiUtiL di rnari^ della castitk i si poco di- 

tarsi (i). sonoraDte^ che i cittadioi 



a,^ Odia pili i dissidend che non ffi infedelis 
3.^ Osserua piu scrupolosamenie i rid legali che 

non I doveri della societd (b); 

4*^ Crede azioni pie la J rode e Vassassinio coniro 

gU altri settarj. 



(bj Portogallo: « Cehd qui mangendt de la viande 
» un Jour de Jedne j serait rcgardd comme un homme 
» extraordinaire. Tai entendu , un Jour , proposer la 
yi ijuesdon, si c*Stait un plus grand p^chi de manger 
y^ de la viande que de violer ie sixi^me commander 
■n ment de Dieu f Et tout le monde fut daccord que 
n le dernier pichi etait une bagatelle en comparaison 
»» du premier »> {Link ^ Voyage en Portugal , f. /, 
p. 387). 

(i) Anoales des voyages^ t, IL 



Digitized by 



Google 



436 

tfel Yorariberg^ seuna 
gioTine da segni Tisibili 
di grayidaoza, e coslretta 
dalle sue coxupagDC a noa 
pih raccorre i capdli ia 
un Dodo e fermarli con 
fpilla d'oro e d'argento^ 
na a portare un berret- 
tino bianco , indizio del 
•tao fallo. Le famiglie ao- 
4:elerando Tunione de' due 
giovani aroanti preTengono 
siffattQ scandalo. 



di Strasbuifio preferiscoiw 
alle vergini le gioyahi ma- 
dri senza marito per ftirlie 
nudrici de' loro figli , le 
trattano come gli altri mem* 
bri della famigliay e pa- 
gandole largamente ne 
moltiplicano la razza ; sono 
ivi dunque cagioni di cor^ 
ruzione gli allettatnenti 
della natura, gU stimoU 
deU'interesse, la mancanza 
di pubblico disdoro(i). 



(i) Foderi^ Voyages aux Alpes mari times ^ U Jly 
p, 204. 

JVel Boeage Percheron (dipardmento delV Ome) 
la castitd nelle giouani e nelle donne pub somigliarsi 
al punto «f onore di cui si pregiavano i gentiluominL 
V uso ha stahilito deUe leggi sexfere che contrihuiscono 
a manienerla; giacck^^ se la servente d'un fitlajuolo 
ha un amante c dii^iene gravida ^ c cacciata aWistarUe 
di casa e non pub piu fi^ ritrovare coUocamento in 
altra j n^ maritarsi i se il seduttore j il quaU non h 
sotiommesso alia stessa pena j ricusa di sposarla^ eUa 
^ ohhUgata di alimentare il sua figUo e andare a ri" 
cercare mezzi di sussistenza fuori del cantone^ men' 
dicando. AUorcKe V accidente accade ad una fi^ 
del fitlajuolo , tuita la famif^ia si riiguarda come di' 
sonorata , e porta il duolo due anni ( Bureau de la 
Malle J Description du Boc^ge Percberon , ecc. )• • 

In Croazia la penUta della castiti e talmenie in' 
f amante per una giovine^ prindpalmente tra i catto" 



Digitized by 



Google 



17.^ La legge ateniese 
chiudcva ie porte de'.tem-. 
pj alle prostitute, alle spose 
adultere; ciascuoo aveva 
diritio di maltrattare la 
donna colpevole ili questo 
delhto, che avesse osato 
presen tarsi in un tempio. 
Lo stesso interdetto esten* 
devasi a tutti i luoghi sa- 
cri relativamente agli uo- 
mini pubblicamente infa- 
mati. 

Nella religione giudaica 
si riceTevano tutte le of* 
ferte di beni mobili e im« 
mobili y di cose e persone ; 
i doni spH delta prpstitu- 
zione erano rispinti dagli 
allari(Z>ea^ XXIII, i8). 



Dalla religione musul- 
mana i vietato I'ingresso 
nelle moschee agli omici- 
cida J agli ubbriachi, alle 



43r 

17.^ Una legge babiio- 
nese , dettala da un ora- 
colo, obblignva tutte le 
donne , nate nel paese , a 
presentarsi una volta nella 
loro vitas al teinpio di Ve- 
nere ed abbandonarsi agli 
amplessi d' uno straniero 
(Erodoto, I. 55, 199* — 
St(*abone, XVI, p. 74^ )• 

Ad Heliopoli le donne 
si protlituivano in onore 
di Venere. Facevano lo 
stesso le Lidie pria del 
matrimonio. 

In Cipro , pria di cele- 
brare T unione maritale^ 
le promesse spose anda- 
▼ano in giorno indicato 
suUe rive del mai*e ad of- 
ferire il sacrificio della loro 
virginita pi-ostituendosi. 

Lampsaco e celebre nel- 
la storia pel suo tempio 
dedicato a Venere mere* 
trice e per le oscenita pra- 



lid della Licca ^ che j se le accade d* essere sedoUa^ 
si esilia volontariamente dalla casa patenia e ahban* 
^ona il paese* 

Filosof. tlella Stat.^ vol, IF. a* * 



Digitized by 



Google 



438 

doDoe piibbliche ed alle 

concubioe. 



iS."" Si vede tulta I'ef- 
ficacia delta foita morale, 
religiosa e civile ne' primi 
tempi della chiesa cristia- 
na, ailorch^ si praticavaoo 
le penileoKe pubbliche: o- 
gni grado di corruzione 
esciudeva dalle cerimooie 
del culto per un determi- 
nato numero d' anni ^ la 
difttansa dalla sacra men? 
sa , 1' essere confinato in 
fondo alia chiesa, doYer 
rimanere fuori della porta 
ond^ implorare le preci 
di chi enti*ava, e ci6 per 
lOy i5, 3b o piti anni , 
erano gradi di pena fissati 
pe' varj delitti. Ora gli 
stesst scrittori gentili atte- 
. stano r umaoita , la giu- 
stizia, la purita de' costu- 
mi de' primi cristiani , ben- 



ticate da' suoi abiUnti co- 
me cerimonia d'un culto 
religioso autorizzato dalla 
pubblicazione (i). 

i8.9 Net Portogallo , 
copia straordinaria dl per- 
sooe addette al culto , pre* 
ti , fiati y mooache , oom- 
pagnie religiose , severa 
Inquisizione, tempj io ogni 
coDtrada, yasi sacri d'oro 
e d'argentOy frequent! ce* 
rimonie, processioni , pel« 
legrinaggi , osservanza ri« 
gorosa de' giorni magri , 
ecc Vediamo il costume. 
La dissdutezza in tutte le 
classt della societa giunge 
ad un grado che sorpren- 
de i meno seven viaggia* 
tori. II popolo passa dai 
bordello al confessionale, 
dal confesLonale al bor- 
dello , e avanti gli oggetti 
piii venerati del culto ese- 
guisce la soffa, danza 
si lasciva che il pudore 



(i) Pasloretf Histoire dt la legislation, f. /, /;. 170^ 
e seg. 



Digitized by 



Google 



439 
che i calici fossero . di non permetle di dtiscrk- 
legnOy uiUerabili i tcmpj vere (i). 
e pocbi gli inservtenti. 



(i) »» La sqffa j danse nationale qu'&n execute deux 
M i deux au son d'une guitare on d'un instmmeni 
M quelconque; dame tellemeni iascivej que la pudeur 
yi rougit d^en etre temoin et rtoserait entrrprendre 
n de la deerire (Voyage du ct^devant due de Chale- 
» let en Portugal , t. /, p, 3-4 )• On la danse non 
» seulement dans les rues ei dans les campagnes^ mats 
w encore sur le Oiidtre de la nation oh elle est exi- 
» eutie avec autant de lubriciti que partout aiUeurs; 
n et ces grossiers exces j les Pourtugais savent les 
w conciUer a^c leur prA^ndtte devotion. En void un 
y> exemple ^ entre plusieurs autres : les h^gres j qui 
y» sont tr^s-nombreux en Portugal, portent des r£li' 
99 ques ou des pstites images de Jisus quails *promhient 
» en cherchant i les vendre dans toute la ville ; ils 
» sont ordinairement accompagnds de tambours ^ de 
M inolons , de trompettes j et souvent ton voit Pun 
j» d'eux danser la soffa devant ces objets de la vi* 
n mirations publique^ contraste rivoltant dont le scrur- 
» pule ne parait pas s^ off enser {Idem ibid.,p, 77-78). 

m Les Pourtugais adorent les statues de leur Saints, 
» et violent les plus saintes lois de la morale , lei 
*» priccptes les plus rigoureux de leur religion y ib 
n errent sans cessc du crime & la penitence et de la 
» penitence au crime: ils tremblent au seul nom di^ 



Digitized by 



Google 



44o 

CONTINUAZIONE DELLO STESSO ARGOMKNTO. 

Tra le cause morali che altamente iafluiscono siit 
viz} e suUe virtii sociali y fa d'uopo annoverare I' azio* 
ne de'gOTerni; secondo cbe questi rendono o Degano 



n diahle et de Venfer ^ el se Uvrent d tons les excPs 
n de la dibaiiche ( Idem ibid, y p. SS-S^). 

n he peuple pourtugais ^ indolent , paresseux n*a 
n daclmte que pour projeter et consonwier rapide' 
n^ ment des forfaitSy et sa fatale devotion semhle ne 
99- seruir qu'd les sanctifier. Cest en Portugal qu^on 
99 voit des scelerats , avant de commettre un crime ^ 
» alter a Pcglise^ approcher des sacremens^ pour de- 
M mander la grace et le courage de consommer ce 
99 quails appellent wie bonne action. Celui qui assas* 
99 sina un nuiUieureux ^ coti de moi , dans la place 
n du commerce , sortait de rigUse voisine , ou on 
99 Vavait vu dans un confessional » [Idem ibid, , p. i56 )• 

I famosi briganti che infestano il circondario di 
Roma gid da piu secoli , porlano le imagini della 
Denta Vergine e del suo figlio Gesii sospese al coUo, 
mediante nastro' rosso e fermalo da un altro della 
stesso colore sul lalo sinistro. Mostrando V imagine 
della Vcrgine , rssi dicono : noi moriremo probdbib' 
mente di mortc violenta ^ ma abhiamo buonc armi. 
per difcndcrci , e questa ( baciando I* imagine ) per 
addolcirc i nostri ultimi isianti (Journal des voyages, 
/. .Y, pag. 85-86 ). 



Digitized by 



Google 



44i 

prptita giustizia , troncano il corso agli odii juiYati o 
ne moltipiicano le fuoeste consegueoze ; baslera citare 
la condotta delta Repubblica di Genova nelia Corsica, 
e quella dell' loghilterra. in Irlanda. 

Fu r iogiustizia e la prepotensa della Repubblica 
genovese che produsse ed alimentb quello spirito dt 
vendetta che i il flagello pih distruttore della G>rsica. 
L'uomo potente opprimeva traoquillamente il debole, 
perche , superiore alle leggi , non aveva a ttmere 
alcua castigo. Allora Tofieso fu costretto a ricorrere 
alia propria forzfi p^ difendersi^ e il pagnale della 
veodetta fu $ostituiio alia spada della giustizia. Que> 
gli, il fratelk) del quale era stato immolato alia rab- 
bia di qualcbe orgoglioso patrizio , immolb costui al« 
Fombra fratema. II padre di fainiglia sacrificb al wo 
onore ofifeso il ricco corrutt6re di sua figlia , e Imyb 
net di lui sangue la macchia che gli aveva appo- 
sla. Queste Tendette esemplari si moltiplicarono colle 
ingiustizie che le produceirano ^ esse si propagarono 
in modo di far nascero una specie di punto d' ono- 
re , i bizzarri principj del quale divennero leggi che 
non fu piii permesso d'infi*angere. Scatun da questa 
sorgente quella moltitudine di dehtti, frutti delle.Teik- 



In somma le opinioni che y mediante i piu facili 
atti esteriori y promettono di cancellare iuUi i delitti., 
divengonq veri stimoU ai delUti nella mente del volgo, 
e 5' awicinano alP opinione de^ Indu j presso i quali 
il' locco d^una vacca basta a sanare Panimada quor 
lunque peccato. 



Digitized by 



Google 



dctte ereditarie , che la gi.iistiiia fit impotenM ii 
punire, perclie tcoppo grande era it niimero de'col-* 
pcToli. La riToluiione divenne nuova causa di delittif 
UDendo gli odii pubblici agli odii di famiglia. La cadu- 
ta di Bonaparte cbe aveva sortito i natali in Gortica^ 
e gli eventi del i6i4 c i8i$ portarono i disordini al 
colmo. La Corsica i il dipartiinento meno popolato 
della Franda, e la Itsta de' rei vi i dieci Yolte piii 
numerosa che ne' dipartinnenti piii popolatL Vi si con- 
tamno nel 1817 piCi di 700 individui oondannati alia 
pena capitale o a pene infamanti ; 3oo accusati si 
irovaTano tra le niani della giustisia. II numero dei 
contumaci , condannati a pene eorresionali , giunge- 
va a 1800 od a aooo^ cost in una popolazione di 
t65,ooo persone, la Corsica conta 17 delinqueoti sopni 
loc^o abitanti« Tutti quest! condannati si conoscono 
e si prestano reciprocr soocorsi , da una estremila 
air altra dell' isola cbe peroorrono impunemente, giae- 
ch£, da una ^arte le manl ospitaliere che li soccor- 
rono , i vinci»U del sangue e dell' amicitia che pro* 
curano loro saWaguardie perpetue e intiolabili , il 
loro coraggio e la loro disperazione ; dall' altra le 
montagne inaccessibili e le profonde foreste do^e la 
giustiiia non s' avanza che con passi iacerti , sono 
ostacoli insormontabili contro i quali si rompono gli 
sforxi e lo zelo della pubblica autoritli ( Agostini , De 
la Corse et des mosurs de ses kabitans). 

L' intoUeranza degli Inglesi contro i Cattolici si e., 
come tutti sanno, una delle cause dell' insukrezione 
d' It'landa : gli insorgenti altronde rinfacciano ai pro- 
prietarj reccessivo prezzo de* poderi^ al clero le gra- 



Digitized by 



Google 



443 

▼ose deoime , al cfOTerno Ic roTinosc impostc. Ma se 
I' autorita regia , secondata da tutti i pregiudizj del 
dero anglicano, ricusa ai'778 dell'Irlanda i\ godimento 
de' diritti politici piii prexiosi , 11 risultato d'un tale 
rifiuto si e che fa d'uopo , in onta delia peniuria ia 
cui ^ ridotto il tesoro dello Stato, mantenere ifi ud'i* 
sola , cbe non conta it teno degli abitanti della Gran- 
Bretagoa , quasi 2/3 della forza stazionata nell'Iogbil- 
terra e nella Scpzia. 

Dal qaale fatto conchiuderemo che Vodio de*popott 
eqiiivaie ad una spesa^ come tamore ad un risparmio^ 
giaocbi nel primo caso k neoessaria maggior forza 
armata per mantenere I'ordine che nel secondo. 

In generate il dispotismo tende a cancellare ogni 
ftentimento morale e fare norma alle azioni de'sudditi 
i capricci del despota. Delia Persia leggiamo: 

« Le joug qui p^se sur les Persans ne leur laisse 
m ni la liberty d*agir, ni la conscience ; chacun d'eux 
« est prdty s'il en re^oit Tordre, a empoispnner, ^gor* 
M ger 9 voler , trahir , sans que sa conscience lui re- 
. « proche rien. II dit, pour sa justification: le maitre 
<< Ta ainsi ordonn^, c'est a lui a en r^pondre. 

M Au moindre signe de leurs souverain , ils ( les 
« grands ) tueroient , sans hesiter , un frere ou un 
« ami. 

« On nCi pent, par la probity et la vtxXxXf arriver 
«r ni a la consideration, ni au pouToir* {NoweUes A9> 
nales des voyages, cahier de novembre 1821, p. :^36, 
M3). 



Digitized by 



Google 



AyVERTIHENTO AI LEGGITORL 



Qui si ha propriamente fine il UHo delPAuiorCj e 
ad esso conseguono le sue TavQlle sinottiche deila Sta- 
tistica 9 coUe quaU si chiude tutta V Opera. Noi perb 
dobbiamo awerdre i leggitorij eke neUa composizione 
di esse Tavole abUamo stimato opporUmo di scostarci 
daUa loro formazione onginale : 

i.° Perchh essendo esse state disposte in fo^ di 
massima estensione j t uso loro divenla incomodo e 
gravoso a chiunque vogUa consultaries 

a.^ Perchh per I'ampiezza loro dovendo runanere 
piegate entro al Volumej esse sono esposte anche col 
minirno uso a rapido. deperimento j 

3.^ Perche abbiamo veduto che coUa nostra ridw- 
zione nessun nocumento provemva alV assoluta loro 
iniegritdj ordine e disposizione^ e che grande vantage 
gio ne derivava ami al leggfiore per la chiara -e fa* 
die inteUigenza loro, 

Abbiamo pure stimato di fare cosa grata ed utile 
ai kggitori nostri neW aggiugnere ad esse Tavole ^ in 
via d? appendices TEsposiuone deile dottrine di Gian 
Domen^co Romagiiosi intorno all' ordinamento delle 
sUtistiche. 

GLI EDITORI. 



Digitized by 



Google 



445 

J I — 



TAVOLE SINOTTIGHE 
DELLA STATISTICA. 



JJopo d'* avere sTilappato la FUosofia deUa SiatUtkOy te noa 
erro, in tutte le sue parti, ho credato pregio dell^ opera d^e* 
sporoe in iscorcio ed avriciname le idee Jbndamentalij acci6 
la cognizionc de^ rapporti che le uniaeono, ne ageroli la me- 
moria e V applicazione. 

Lo scbeletro della scienza statistica, scerro d'^ogni colorito^ 
e stato pubblicato da altri in Francia ed in Germania. Preaento 
i loro laTori nelle Tayole J e JI, acci6 la gioTentu conosca 
le diverse forme date dagli scrittori alio stetao argomentOy e 
r ordine yario in cui ne disposero le parti. 

La data di queste Tatfole, che si Tede alia dma di ciascuna, 
serye a gaarentire il diritto di proprietk ai loro autori ed 
alia nazione cui appartcngono. 

La FUosofia delta Stattstica pu6 essere diTisa in dae parti: 

La prima espone i sintomi delio stato delle nazioni (7*a- 
t^ola III. ) 

La seconda accenna le cause dello stato delle nazioni ( Ta- 
yola If^, ) 

La Tavola III che, afTatto scarna^ed appena abbozzata, pub- 
blicai nel i8o8| e stata da me accresdata e forse migliorata 
nel tempo stesso che ho rifoso in questo scritto la mia opera 
intitolata: TavoU stattstichej cui andava unita. 

Lo spettacolo grandioso degli oggetti compresi in quetta 
Tat/ola po6 essere freno al ciarlatanismo di chi , miaurando 

Filosof, della StaL^ vol IV. 29 



Digitized by 



Google 



446 

i"* ostensionc (telle tcienze dalla picciolexza dr lie pn^nrie idee, 
- vorrebbe ridurre U detcrizione economica delle DazioDi a po^ 
che pagiiie. Con questa profondita di ciiusrio Airono impastoc- 
chiatc piu ttatutiche in Franda ne* primi anni del seoolo at- 
liiale : nasoite, morti, matrimonj , ripetevano i prefelti e i 
rice-prefetti, e la statistica de^ loro dipartiroenti era finita. 
Verso la stessa epoca, e quando la scienxa era ancora bam- 
bina in Italia, si Iiising6 la prcsuntione in delirio dMndovi- 
nare, al barium e di qnalche priocipio generale, le indefinite 
varictk locali dellc nazioni, cioe dal contomo del oorpo umano 
dedurre tatti i fenomeni della vcglia e del sonno , della sa- 
lute e delle malattie, della gioyentu e della vecchiexza, ecc. j 
e siccoroe tutti gli uomini sono forniti di due braccia e di 
due gambc, perci6 tutti devono ayere ugnale bellexsa in toUo, 
ugnale denaro in tasca, e gli Ottentotti possono csaere sotU* 
tuiti ai Parigini aenza alterar V equasione I ! 

La distribuzione generale delle masse, la suddivisione rego- 
lare delle parti, la ooUocazione di ciascun elemento al posto 
che gh conviene, mentre risparmieranno fatica a chi ▼on*a 
eomporra statistiche, renderanno piu agevoli ai lettori i con- 
fronti de' moltifomi oggetti economic!. L^abitudinedi vedere 
avvicinati i rapporti di oggetti dutanti, esaminati i risulU- 
menti d' anni e rircostanae diYerse , ridotte a numeri le os- 
&ervazioni e i &tti OTunque e possibile, riuniti piu sintomi 
Gontro le apparenze che iogombrano lo stato reale delle cose, 
quest^abitudine, dissi, da un lato reprimera i falsi giudizj rfae 
fioccano dal labbro de^ semidotti , daU^altro procurera all'in- 
telletto de^ gioyani maggiore forza oombinatrice. Se il volgo, 
per es. , dall^ affluenza ddle persone ai eentri religiosi argo- 
menta castigatezta nel costume , lo statista non s^ arresta la , 
c Tuole riconoscrre il numero de** figli illegittimi, dcgli sposi 
divorziati , delle donne mantenute , delle persone celibi , delle 
\iolazioni cd attentati al pudore , ecc. e fioo nelle prepara- 
zioni mercuriali cbe si spacciano ncUe spezierie, trova motivi 
di dubbio. 

Principalmente le trc ultime colonne della suddetta TWo- 
la IJJ dimostrano, che le aflTcziooi morali possono essere rap- 



Digitized by 



Google 



447 

presenUle ^ qiumtUa Jtsiche e soltometM al calcolo, il che si 
Tede negate da pid aerittori : il numero, per ea. de^ oreditori 
delle casse di riaparmao e il valore de^ loro crediti rappreaen- 
Udo lo apirito di premione^ oome il numero de^ falliti doloai 
e il valore de^ loro fidlimenti rappreaenlano i gradi e Teaten-^ 
aione della malafede. Oaaerrando che mentre creaoe la popo- 
lazione delle aenole, decreace qnella delle carceri^ non abbiamo 
due fatti aena&ili e commenaurabili per proTare che V iatru- 
lione dinuAuiace V immoralitk ? e coal dite di tuUi gli altrt 
oggetti immaterialL 

La jy Tauola oompariace per la prina Tolta. Per pifrre 
aoU? occhio V a^ae delle caoae che prodocono lo atato delle 
nazioni in epoca determinata, ho accennato nella prima linea 
ytriieaU tpiegh oggetti atatutici 'che poaaono esaere conaiderali 
come (2^tt4 e nella prima linea oruzontole qoelli che voglio- 
no eaaere oonaiderati come cmt^e* 
di oggetti atatiatici oonaiderati come ^tti aoiv> : 
1^. La popolatiooe^ 

a.^ La caccia; 
3.^ La peaca; 
4.^ La mineralogia^ 
J mezzi onde si \ 5. L^agricoltura; 
i-accofeono U ) 6." U arti e i meatieri; 
tnatene prune, i « ,. 

cioe: 1 7* ^* commcrcio^ 

8. Le abitadini intellettnali; 
9.*^ ■ ■ ■ ■ eoonomiche; 
10.** -~— !— moral!* 
Gli oggetti atatiatici, riguardati come cause, aono intemi ed 
eatemi, e gli uni e gli altri ai dividono In fistci, e eompren- 
dono tntti gli element! topografiei , ed in morali ^ e ai ,aud* 
dividono in dne rami, il primo dei qnali contiene Taiione 
delle leggi e de^ govemi, il aecondo, P aaione delle opinioni 
e degU uai, i quali aono civili e religioai. 

Numeriszati gli eflfirtti e predaate le cause, aaltano agli oc* 
chi con maggior evidensa Pindole, gli nai, i cor^ini deUa gcUmxa 
staUstkOf qnali li predica P aulore dal 1808 in poi. 

Seguendo la linea orinontale della auddetta tabella alredt 



Digitized by VjOOQIC 



448 

lo steuo oggetto sUtistieo ( si sapponga la popolazione > aog- 
giaoere aU** azione snooeMira ddle divene caase interne ed 
estenie) e, per et., frenato il oorso delle generazioni dalFor- 
goglio di famiglia, come da mancanza d^alimenii; alPopposto 
segucndo la iinea verticale .si Tede la stessa causa ( ponete 
per ipotesi gli eiemenli topografici). inflaire sopra i diversi 
oggetti statistici pid estranei , per et^ suUa produzionc delle 
biade come sallo sviluppo delle abitadioi. In somma nissono 
degli oggetti compresi nella prima Iinea verticale si sottrae 
air azione delle cause indicate nella orizzontale; la legge e 
assolutamente generale ed uni/brmef U che era stato da piu 
scrittori fnegaio, da altri yagamen^ supposto, da nessuno oc- 
eularmente dimostralo. 

fiichlamando 1' an'tica idea Che risolve le operazioni delPuo- 
mo in ire (oney cagnizioney poteri e polontdj ho indicate Pin- 
fluenza delle accennate caus^ sopra ciascana di queste forze 
nella produziose, distribuzione, consume delle ricchezze, it 
che e Tisibile agli occhi ndle due colonde yerticali che hanno 
per titolo : Leggi t got^emij azione in piu e in meno ( 7Wo/a If^)* 

La cognizione e alle Tolte talmente offuscata da pregiudizj, 
la volonta dominata da preyenzioni che rbultano piu serie 
di fenomeni contrarie a quelle che yorrebbe V interesse pri- 
vato beninteso, il che e yisibile in qnasi tulta la colonna ver- 
ticale intitolata: Opinioni ed uti, azione in meno. In questa 
colonna si yede una delle cause degli attrtti cui vanno sog- 
gette le macchine politiche, e delle deyiazioni de^ capitali da 
quella dirilta Iinea o da quelle leggi d^ equilibrio che prescri- • 
yono loro Smith, Bicardo, Canard, ecc. Queste deyiazioni du- 
rano talvolta piu e piu secoli, anche in onta de** sentimenti 
piu forti del cuore uinano; cosi, per es., la servitu personale 
ne^ paesani russi, benche distrutta dagli ukases ^ e mantennta 
dair igaoranza e dall' abitudine. 

A misura che si estendono le oomnnicazioni, si forma e si 

- estende T azione e la reaziooe tra gli Stati, quasi dissi, come 

tra le. aeque dell^ Oceano. L' epoca de^ monsoni nelle Indie 

e segnale alia partenza de^ yascelli in Europa: Paumenio de- 

fli icayi ncUc miniere del Metsioo U. alzareil prezzo del 



Digitized by 



Google 



449 

inercurio neHa Garnfola : ad un sintomo di carestia in Inghil- 
terra, escono bastimenti di grano dai pot'ti delta Sicilia, della 
Barberia, del Baltico, delP America settentrionale , ecc Que- 
tta reciproca influenza e origine de^ diveni trattati politici e 
commerciali tra le nazioni, talvolta e inptivp per intrometterti 
negli altrui Stati. Le potenze alleate entrarono in Francia per 
sostituire a Bonaparte i Borboni; gli Inglesi invasero il Por- 
togallo per salvarsi una piazza di amerci<lb , ecc. Per lo piu 
Y accennata reciprocitk e il pretetto del lopo contro Pagnello; 
quindi una turba d' ambisiosi che si sviluppa soUo un goTer- 
no militare, fa la erentura de^ popoli circostanti, tra i quali 
ha bisogno di oogliere palme, titoli e posaessi. Gosi gli Stati 
ondeggiano tra la poverta e la ricchezza, !a schiayitt!^ e la li- 
bertjiy r ignoranza e V istruzione, i yizj e le yirtu , nott aolo 
per catue interne, ma aiich« per tola foria etteriore. 



Digitized by 



Google 



45o 



Nasionb» TEDESCA. — Citta*, VIENNA 



TAVOLA SINOTTICA DELLE PARTI 

Pabtb I. 

S£Z10NE I- Statn considerato come tiii tutto. 



Cap. I. Suo sUto fisico. Oualita Da 
torali dpi paese e dcgki abitanti 
(.Hozioni prelimioari storicfae, geo- 
gndiche c Osiche). 

Abt. I. Paese e territorid delto Stato. 

I. Sua grandezxa ed cstrmione, r 
storia delPanione delle sue parti 
in un tutto politico. 

a. Confini e ciroondarj. 

S» Paese principale e possedimenti 
secondarj. 

4. Sitaazione e clima. 

5. Qualitk della superficic c sue 
disposisioni naturalL 

a) Montague , pianure. 

b) Acque, man, laghi, fiumi, 
paludi. 

c) Feracitk e prodotti priroi 
dei regni vegetabile , ' ani- 
male e minerale. 

Abt. IL Abitanti considerati in massa. 

I. DiflTerenza degii abitanti secondo 
la liogua e la derivazione. 

3, Numero di loro (diterso da po- 
polazione ). 

3»' Qualita di corpo ; robustezza 1 
grandezzay struttura, agilita, iox- 
za generativa, mortalita. 

4. Carattcre fisico , disposizioni di 
animO; talenti, inclinazioni , ca- 
rattere (senza riguardo alia col- 
tura). 



Cap. n. Stato come persona moral 
Unione politica. Sovranita ed in 
piegati. 

Abt. I. Potere soprano (Costituzioi 
dello Stato e forma del goTerno 

I. Costttuzioney leggi fondamenla] 

patti f coDsuetudini. 
Q. Potere sovrano. ludiviso o divb 
3. Forma di govemo. Monarchia 

Poliarchia. 
Nella Monarcfaia 

a) Ereditaria o elettiTa ; su 
cessione maschile o femm 
nile, ecc ; dinastia domina 
te y leggi di famiglia , re 
igenza. ^- 
hi) Limitata 6d illimitata ; sii 
boli del potere ; corte \ d 
gniti; cariche di corte c d 
regno} titoli; caralieri; sici 



Abt. II. Impiegati ( Amministrazioi 
dello Sratp ). 

I. Gabineito , consiglio di Stato 

consiglio. 
a. Ministero. 
3. Collegi amministrativi e ma^ 

strati. 



4- Divisionc politica. 
5. Sistemi 



Sistema delP amministrazione. 



- Pabte 11. - 
AzT. I. Eango politico dello Stato. i Abt. II Suo interesse nalurale estern 



(1) Quefta tnvola si trowa alia fine '^^\'^^^f^(yfjf^f^ > Tcoric pn 



— AlfSO 1810. — AUTOBB ZIZIUS (1). 



4^c 

(Tav. I.*) 



DEGLI OGGETTI BELLA STATISTICA. 

Potenza mtenm. ' 
SEZIQNE If. Stato coiisidrrato nelle sue parti integranti. 



CUp. I. Stato morale degli individui 
come csseri liberi. Liberia interna 
ed estema. 

AftT. I. Liberta interna ( Morality e 
coUara intelletuale ) fondata snlla 

I. Religione. Sistema di Religione, 
siioi rapporti collo Stato, costi- 
tuzione eoclesiastica, ministri ec- 
clesiastici, loro numero, e man 
teiAnento. — Religiosity del 
popolo o sua trascuratezza in 
fatto di religione , saperstizio- 
ne , ecc. 

3. Educazione. Ordinamenti ed isti- 
tuti pobblici. — StabiUmenti 

Sriyati di edocazione. 
_ ulle scienze ed arti. Stato dei 
lumi e della coUura scientifica, 
prodotti delle arti e delle scien- 
ze. Stabilimenti pubblici d'^istra- 
zione per il nopolo e per i let- 
lerati , lorb airezione , aflari di 
staropa, accademie e societi^ sua- 
sidj letterarj , ecc. 

4. Altre misure coniio la corruzie- 
ne dei costuroi ed il declina- 
mento alia igoorauza ed alia 
rozzezza, tOrveglianza ai diver- 
timenti pubblici, alle fe»te, ecc., 
e Idro stato. 

Abt. II. Liberta esterna CDuitto e 
sicurezza ;. 

I. Leggi riagaardanti il diritto e la 
polizia 5 leggi civili e penali , 
codici , spirito di (^u^ti e della 
procedura, ecc Costitozioue della 
polizia per la sicurezza e la tran- 
quillita. 

3. Rapporti giuridici e politici se- 
condo la differcnza degli stati e 
delle classL Nobili , citUdini 
coiitadini. 



Gap. II. Stato delle forze fisiche de- 
gli individui, impiego delle mede- 
sime , e oondotta del Goyerno ri- 
giiardo ad esse. 
Abt. I. Stato delPeconomia nazionalr. 
Nel suo sTiluppamento, ncl suo 
progresso • nella sua estensione. 

a) Produzione prima. Educa- 
zione degli animali, agricol- 
tara , scavamcnto ddle mi- 
niere, ecc. 

b) Produzione industrialo. Arti, 
roanifatture , fabbriche. 

c> Produzione coromerciale. 
Gommercio interno, estemo, 
di terra e di mare, mezzi di 
facilitazione , e vantaggio di 
esso. 

Ne^suoi risultamenti per lo stato 

esteroo della nazione. 

a) Consomazione. < — Rapporti 
di essa colla produzione, classi 
degli abitanti , secondo le 
loro oecopazioni. 

b) Ben essere e ricchezza o 
miseria dei singoli e delle 
classi. Capitali, rapporti delle 
diverse specie di rendiie. 

c) Popolazione. — Abitanti. 
Art. II. Stato delle forze disponibili 

pel bisogno dello Stato. Consuma- 
zione dello Stato. 
1, Stato delle fioanze ( potere di 
danaro >. 
a) Rendite dello Stato , impo- 

ste, contribazioni. 
b') Spesa dello Stato, ordinarie 
e straordinarie. — Credilo 
pnbblico. 
3. Forte di dii'esa (potere di guer- 
ra). 

a) Forza. 

b) Organizzazione. 

c) Direzioiie, 

d) Amlninistrazione.' 



Potenza esterna, 

Abt. HI. Suo legamc positiTO coglifART. IV. Prospcllo stories del suo 

I altri Stati. I proccdinicuto alio »lalo altualf. . 

ininari ed introdultorie alia Stalistica. Digitized by i^OOglC 



45i 



Naziohb , FRANCESE. — Gtta', PARIGI. i 



TABLEAU ANAL 

DES CONSIDERATIONS ET DES FAITS QUE LA J 



GOHSIDBIULTIOHS GBOOKOSTIQOBS 
GI^OOBAPHIQUES 

Mrologie . . 
Ifydrogntphie 



Giognosie* 



Mineralogie • 

Botanique . • 

Zoologut • • 

Vhomme • . 

/GOHSID^BATIOVS HISTORIQUBS • 
• cioORAPHlQUBS 

$ur U langage 



On expose les circonstan 
ift formation ont occas 
physionomie , Ics ace 
rexistence des pen plea 

( Geographic cosmograffJiie^ 
Influences » 



me eire vwan 
( Ressources ) 
< . ct \ 

I influences \ 



et ressources 

Aspect ^t disposition du i 
Defenses et communicatio 
Hygiene dn sol; fertilitc 
sua L^HisTOiBX ■a'^urbllb. On considere celte 
me etre ywant, et des ] 
Ressources 

et 
influences 

Sa race: facultes physiqc 
On expose ici la situatioi 
evenemens successifs cjp 
( Geograplue polituftie') 
Origine , nature , etat de 
Caractercs alphabetiques , 
origine , rapports . . 

Musique 

On fait coonaitre Petat d 
do Get etat , ct les ress 



\ 



iP institutions . 



surlapopulationl 

itemplacemens 

iPetahUssemens et des travaux sur le sol . 

Gouyernement , religion , 
Secours publics ^ institutit 

d''bc6K0MIE POLiTIQUE. 

!£tat, liistoire . . . . 
Tcrres, Qullure des vege't 
Animaux doraestiques. 
Cultivateurs, construction 
Produits du rcgnc minera 
Industrie et Commerce, 

Exploitation 9 emploi des 

vege tales , animales . . 
Evaluations , arts , metier 
Consommation , importaU< 
Commerce interieur, inter 

f BaLAHCB DBS RBSULTATS. . 

Monnoies reelles , de chamre I w a 

Instruction , caracteres, moeurs, usages, couti 
HoMMBS CBLBBRBs, monumcDs de rhistoire et di 
Chosbs rbmabquablbs naturelles ou politiques 

Quesio Prospetto si trova unao ad un piccolo opuscolo intkoUtto : De 



Industrie 



Commerce. 



Digitized by 



Google 



453 
), 1819. — AuTOBE, IL BARONE PI FERUSSAC (i). Tar. IL* 

UqUE ET METHODiqVE 

riSTlQinS EMBRASSE DANS L^ENSEMBLE DE SBS DIVISIONS. 

particulieres que Tepocjue , la roaniere , la nature de 
PS, ft qui, en caracterisant la contree, ont modifi^ sa 
» du sol , ia nature dc sea produita , et , par aoite , 
Descriptions, 



Descriptions et Tableaux, 



aturelles. Rapports naturels d^emplacemens ... J Descriptions, 
rieles d** expositions 9 de nature , de moyens . , . ) 
;nce sous les rapports des besoins de rhomme com- 
les comme associations poUtiques. 



Descriptions et TabUaux, 



t morales Descriptions, 

\ nations d^aprea Tinfloence de leart orig^nes ^ des 

18 ont epronv<» Idem , Idem, 

angue y des dialects ou des patois. Poesie .... Idem , Idem, 

L>D fait connaftre tous ces objets et leur influence 
sur les relations des peuples , par des . . . « Descriptions , et des Tableaux, 

rSuiri':^^'"'";"" \ — i>..^.io„aT.,uau.. 

(Situation de tous les objets qu^em- 
brassentcfs troisgrandes divisions. 
Influences , ressources , rapports 
avec Tetat de la nation . . . Descriptions, quelqites Tableaux, 



cge'tal et animal l ' 

tancet minerales 



Procedes , 

PriS"' ' I par des . . Descriptions et des TabUaux. 



tionj 



Idem I Idem , Idem, 

rofessions. . . ( Idem \ 

exportation . . t , Idem 1 . 

taire, dVxpedition f ' Idem \ Idem, Idem, 

'^ ' Idem \ 

iraison des yaleurs Idem f Idem, 

I, fetes et divertissemens . J II iaut faire connaitre la situation du pays par la de- 
ommes, des sciences et des arts > scription de tous ces objets ; indiquer Tinflucnce des 
1 uns et les inductions que foumissent les aatres. 

locessite de fixer el d'adoptcr un corps de doctrine pour la Geographic ct la Stalisliquc. 



Digitized by 



Google 



454 

{ lav. Ill/ ) 

Nazionb, ITA.LIANA. — Citta', MILANO. — Auno i8o8, Pri- 
ma Ediziooe unita alle Tafole Stjtistichs. — 1827 , 
Seconda Edisione cori*etta , migliorata , accrcsciuta del quin- 
tuplo. — AuTORB, MELGHIORRE GIOJA. 

FILOSOFIA , DELL A STATISTICA. 

PniMA PARTE. — SINTOMI DELLO STATO DELLE NAZIONL 
SlNTOMO L 

LOCALTTA* DELLA PRODUZIONE , DISTRIBUZIONE , 

CONSUMO DELLE RICCHEZZE ossu TOPOGRAFIA. 

I. TOPOGRAFIA TERRACQUEA 

Reltitiva 

Ixingitudine s 1 Capitale del regnoj [ i gradi dt calore ; 

Altezza 8ul livello del . ICttta provinciali; I La durata delta luce; 

mare Sf JFortesse^ iLe vicende delle stagioni; 

Situazione id terra ^ -* rTempj rinoiDati; ILa specie di vegetaiione; 

ia mare,8opn fiumi Q V (La facilita d difGcolta del oom- 

1 mercio; 
n:-**«-« ««-*-»_ ^^-fMontagne: ll moTimenti delle armate: 

d.?.egueoU pUu IS;.tVe.ter*. V'!'. "^ 

Assolula 

I I Asciutte.jlSalubritk o insaltibritk; 
.S I Paludose. I Minore o roaggiore spesa pei 
^ ' J trasporti, e priDcipaluiente per 

CoUine; / la coltivazione de"* campi. 

, Montagne. V 

JLuDghezsa deir assefDa ci6 la maggiore o minore 
I maegiore e minore ; | diflicolta delle invasiont estere 
I CoDfioi per terra, | e degli sfrosi, qiiiudi la diver- 
• n acqua. ' sitadella spesadiBorveglianza, 

ICostruzione degli edifizj, delle strade, de^caiiali, por- 
ti , foriificaziooi , cimiteri ; 
ABciugamento delle paludi } 
Scavo delle mioiere ; 
State de^ boschi ; 
Lavori e prodotti agrarj , almeno in parte. 



Digitized by 



Google 



455 

''rrqiirnza o<] iDfrequrnu Hi tcrrcmoti . per cui non e od « permesso in-* 
nalzare rdifizj a piu piani e con sohdi maUrialiy il che influitcc sulU 
kpesa deir alloggio di tulta la popolaiione. 

ir. TOPOGR4FIA IDRAULICA 

Naturale. 

TorrenU 
^nominazione e origine : 
Ipoche de^traboocamenti| il che ne accenna le cause e II maggiore o minore 

danno che soffrotao i cgmpi dalF inghiajamento , in«abbianicnto, strati di 

fango, imbrattamento d** erbe o simili ; 
jrcondario danneggiato ^ norina per determinare i terreni obbligati a cob- 

correre atle spese di nparasione ; 
bpporto tra i traboocanenti e lo stato boschivo o coltivato de^ lerreni 

superiori (airalterramento de'^boschi ed alia coltiyazione de^grani npi 

terreni molio pendentiy si attribuiscono le repentine eicrescenze delle 

aequo ) ; 
rempo die decorre tra i temporali al monte e i trabocccamenti in pianura; 
Dstacdli artificiali che ti oppongono al iibero corso delle acque ; 
Dsi cui serrono le acque; 
Hetodi praticati nelle riparazioni. 

Fiumi 

Oenominazione , origine, ossia acqne che li alimentano ^ 

Pacsi per cui passano: 

Poci attuali e ne^ secoli addictro : dal oonfronto risnlta quanto tcrrrno ab- 
biano acquistato in lunghezza* le foci , il che pa6 rappresentare la ma- 
teria rapita ai circostanti roonti e il loro stato coltivato o boschivo ; 

Duianza a cui si fa sentire il flusso maritt'sao entrando nelle foci e salendo 
il corso de^ fiumi , frammischiando nel tempo siesso air acqua dolce la 
salata; 

(^rofondita deir acqua , il che denota la portata delle barche o vascelli da 
mi pu6 essere navigate ; 

LUezza degli alvei relativamente ai terreni e casesgiati circostanti; da ci6 
i pericoh delle inondazioni irregolari , le spese degli argini per preve- 
nirlc , i regolanenti per annunciarle , gli obblighi degli anitanti per 
correre in soccorso $ ecc. 
Inondazioni #Epoche delP anno e durata ; 
rcgolari \ Altezza massima delP acqua ; 

come, per es. , JRapporto tra P altezza e il futuro raccoUo; 

quelle del Nilo. -^Estensione dello spazie inondato. 

! Lunghezza della linea navigabile ; \ Gli elementi pel calcolo 
Paesi per cui passa; i economico de'* trasporti 

Ostacoli e pencoli J I peracquasitroTanonella 

Epoche e durata della sospcnsione. ' divisione V, n.^ Jl. 



Digitized by 



Google 



456 

« i^^ 

Denonriiuzione , sitaazione , lutichezza , larghezza , profondita \ 

Altezza del pelo dclP acqaa 8ul livcllo del mare , e relativa a quell a d«i 

paesi circostanii , il che indica la pouibiLita o V impossibilitk di trame 

canali d"* irrigazione e navigazione ; 
Navigazione , vedi Fiumii 
Venti fayorevoli o conirarj alia nayigazione ; 
Fenomeni che annundano terapesle ; 

e. . .. I Epoche , ) Dalle epoche pu6 dipendere il maggiore o mi- 

Stranpamenti J L^calitk; j nore danno , second© le localila. 
Epoche di maggior acqua , il che dc addita la oausa e la coiocidenza o 

DO col maggior bisogno ; 
Pesca , vedi la 111 divisione al n.^ 11; 

Paesi giacenti suUe sponde e partecipi della nayigazion« e della pesca; 
Vegetazione suUe apoode, di quanto tempo preceda le'altre circostaoti. 

Pord 

Ampiezza , profonditk , quality del fondo ^ 
Sicurezza o pericoli ; 
Fadlita o|d>iitrare d^ uscire , 
V difficolta }caricare o acaricare ; VNoiisie necessarie per la mar 

Stagioni in cui sono chiusi da^diaccl; ^ rlna militare e nMrcantile. 

Distanza da cui si Irae V acqua dolee ; 
Fenomeni del flusao e riflaaso; 
Usi cui aeryouo. 

Affifiziale. 
Canali 

Dimeosioni di clascun canale in < altezza , 

f lungb 



i> 



Corpo d^ acqua di ciascun canale, ossia oncie d' acqua necessarie alia 
navigazione; laghi o liumi che lo alimentano ; 

I fet"".t1arrd.lle conch. H'"''"""*"'' «"* '-«''""' 
S)\ Altezza delle loro cadute ; 
§ jTempo consumato nel passaggio delle conche ; 
~ 'Epoche e durata della sospensione della navigazione ; 
Dimensioni delle barche; 
Lunghezza di tutta la l}nca artificiale nayigabile relativamente alia su* 

perGcie dello Skato ; 
Amministrazione de^ canali y se per conto del sovrano o di compagnie 

private , c con quali dorme ; 
Lavori idraulici speciali , o difficolla yinte che potssODo cssere sintorni 
dello stato della sdenza idraulica. 



Digitized by 



Google 



457 



Spaiio irrigato ; 
„ Valore di un'^oncia d'^acqna $ 
S <Modo di misurarla \ 



to 



'C /Confronto tra il Talore de'fondi irrigati e quello de^ non-irrigatt ; 
»S I Regolamenti de^ consorzj delle acque irrigatrid. 
MoTimenti } Numero e qualita ; 

di opificj (Epoche e durata in cat rimaDgono sospeai. 
Qualita delle acque relativamente alia tintura e alle cartiere. 
Fontanili ad uso d** irrigazione? Confronto tra iprodottide^terreni irrigati con 
estiTa e iemale. y acqua di canali c con aoqua di fontanili. 

Pozzi 

Profondita ne^ diTersi punti dello Stato ; 

Qnalitk delle acque come bevande ; 

Epoche delta maggiore o minor acqua relatiTamente al maggior bisoffno ; 

Inondazioni sottcrranee. delle cantine o no, oocasioni d^ incomodi e d^ in- 

salubrita. 
Mezzi con cui si supplisce alia mancanza di buoni pozzi ; 
Valore dell'* acqua per una famiglia al giomo dove mancano i pozzi. 
Confronto de^ valon delP assicurazione contro gli incendj nelle cittk ab- 

bondanti d** acqua per estinguerli e in quelle che ne mancano. 

III. TOPOGRAFIA ATMOSFERICA 

Stato termometrico desunto dai fenomeni de* corpi. 
Iftorgtauci 

rT^'^^^iTi)^*^""^*' 'fconfronUrle coi fenomeni deUa vcgetazionc. 
{, tc e ;^^j|nuali. ) 

Pozzi ; temperatura combinata coir altezza. 

(Principio, IDa ci6 la spesa magnore o roinore per fame sgom- 
Neve < Fine , > brare le strade , ed il maggiore o minor ritardo ai 

f Altezza, \ carri del commercio nel passaggio de^ monti. 
|. . f Se frequenti in primavera ed autunno , quindi dannose alP agri- 
C coltora. 
Principio e fine 5 \ Se il ^biaccio arresta 

Profondita a cui si estende nella terra } | i moTimenti de'^vascel- 

3 Se agghiacciano o no le acque navigabili, i yini, | li, agevola Tuso delle 
O wa birra, i liqnori,se s^arrestano gli orologi, ecc ' slitte. 

Organici 
Grant ( Epoclie della seminagione e delta meas^. 



Digitized by VjjOOQIC 



458 

*^ )non proepenno 5 

Perfezioiii e iraperfezionL 
Albert < Specie che non prosperano ; 
boschiTiiOimensioni delle specie che prosperano. 

Stato igrometrico desunio dai fcnomeni dt? corpi. 

Inorganici 
I ^ (GiomaUere. } 

(rK^£fe«b^'))^®^!^> [Confrontarle oolla qiuntiU della pioggia. 

Pioggia <V"^ )Annoale. ISospenstone dei laTori alio scoperto. 

iN.^ de^giomi pioTOsi.i 
Salt ; stato abitualc di deIi({uesoensa o no ; 
MeUUi { pronta o lenta ossidazione $ 
Sostanze litologichc ; mura e statue piu o meno degradate dalP umldita. 

Orgatuci 

Legnami ; pronta o lenta corruzione di quelli che sono esposti air aria ; 

Ptante acquatiche abbondanti o scarse ; 

Muffa ; rapiditik con cui si estonde sulle sostanze animali ; 

Frutti e grant ; pronta o tarda corruzione $ 

Sostanze animali j idem, 

Stato oscillatorio 

i»^_,^^. ^ I Giomaliere , ) 

yT^ Ih \ **®""'' » } Probability o tmprobabtlilk de' loro pronostici. 

IDireztone \ 

S.°iXiti o4 ioMlabrilk ("«>*?^. «««»!«»« *"» '^■ 
Influenu tiiUo .Uta termo-( ^**^' 
metrico ed igrometrico J 

Log^i rclatiyc alia topografia. 



Digitized by 



Google 



459 



SiNTOMO II. 



AGENTE GENERALE DELLA PRODUZIONE, DISTRIBU- 

ZIO.XE, CONSUMO DELLE RIGCHEZZE 

08SIA POPOLAZIONK 

FISICAMENTE CONSIDERATE 

Spazj e luaghi. 

I. Masse, 

uomim, donne 

'n.rapporto tra la popolazione dellc 
caae e qiiella deile carcrri accen- 
na maggiori o minori gradi d^'im- 
moralita. 
II rapporto tra la popo1aiion« deile 
case e quelJa dcgii oapitali ad- 
dita maggiori o minori gradi di 
miseria. 

I divert! generi di coltiTatiooe ri- 
chieggono pi6 o meno braccia. 



Case 

Career! »9 

Ospitali n 

Comuni jf""!*- • • " 

^aperti ... n 

IndiTidaiperCa frumento n 

legaqaaara-|a riso . n 

tain terrenoja Titi . • n 

coltivato f a pascoli n 



Eti 



Dagli anni o a.5 




Dai 5 ai lo • • . 




Dai ID ai i5 • . i 




Dai i5 ai Qo , . 




Dai 9o ai a5 . . 




Dai a5 ai 3o . . 




Dai 35 ai io . • 
Dai 4o ai 45 . • 






Dai 45 ai 5o . . 




Dai 5o ai 55 . . « 





[ AI di solto de^ i5 anni la popola- 
zione k passiva, dopo i i5 comin- 
cia a divenire attiva ; quindi u- 
guale numero di individui non in* 
dica uguali fone fisiche ed intel- 
Icttuali nelle naaioni , benche ge- 
neralmente si stabilisca che il rap- 
porto tra gli oomini atti a portare 
fe armi e la popolasione sia come 
ia4. 

Da ^esto prbspetto risolta il numero (alia tassa personate detta testatico; 
dalle persone soggette ^alla coscrizione militare; 

Aumenio o dinunuzione^ del che sono 

IProdotti de^ dazj sui consami ; 
Numero delle case non aflhtate; , 
AiKtti delle case abitate; 
Nascite confrontate coUe morti; 






99 



n 
n 

n 
n 
n 
n 
n 



Cause. 



\ Emij;razioni ed imroigrazioni $ 

(Vedi il quadro segueate aU^ articolo Pcpola%u)fie, 



Digitized by 



Google 



46o 

MORALMEBTTE CONSIDERATE ClOfe IN RAPPORTO 

Alia famiglia, o na-r 
mero medio <lei|Que8to numero se e magriore di 4 173 e sintomo di 
nicinbrichcUcom-| monliUi ed econouia, ed alP opposto. 

aomini, donne 

IMaritati '> n 

Vedovi n n 

GHibi n n 

(11 numero de^celibi confrontato colla popolazione e in- 
dizio Stella e stazionaria, progressiva o retrograda.) 

I. STATURA 
a. QuaUth JUicke della popolazione, 

n. FORZA DA DESUMERSI DAL 

Peso masaimo portato dai facchini ; 

p»i :» ^-; : !.•«-: C comiiiciano 5 
Etk m can lavon ^ ^essano 5 

Dtirata media della vita , sintomo infallibile di prosperita disagio , forza 
o debolezza. 

III. MALATTIE 
Naturali e indigene 

Cretinismo , \ 

Pellagra, iAvvicinarc queste imperfezioni agli stati termomctri* 

Broncocele, f co , igrometrico, anemoroetrico, qualitii delle acque, 

Scorbutof 1 del tcrrcno, della coltivazioiie , ed abitudini econo- 

Mali d^ occhio.* 1 miche, onde scoprirne le cause. 



Cranj contraffattico- ^ 
me presso piu tribu . 
selvaggiej 

Picdi impiccoliti, co- 
me alia China; 

Grasiczza eccessiva,! 
come nelle donne' 
arabe. 



Artificiali 



Queste contraflbzioni che rappresantano te strane idee 
che della bellezza si formano i popoli, vogliono es- 
sere acoompagnate dalla notizia aclie conseguenze 
funeste che produoono suUa salute. 



Digitized by 



Google 



4fTi 

I. HASCITE 

Fincamenie considerate 

3. fiotfimmU della popoUmione. 

Ttmpo^ nwcBreme/wi/ijI mesi piik carichi di niscite indicano i 

majchi, femm. I mesi piik fecondi di concetiooi retroce- 

!Catc • . , . i» n I dendo 9 mesi. 

L. P. degli III numero delle iia«cite e eenenlmenle 

^ (Mposti , , n n f proponionato al numero d^ matrimonji 
A i } ^P*"^. • »» » I ma se nel Portogallb si contano per ogni 

^ g Jmurati . i> ** > malrimonio ragatti ^, i4« non «e ne 

• f Framento » » I *^^"**"® °'^''* Sveaia che S,6i. Esaminare 
'e '£ \ Riso ft n \ *^ ^ fecondita de^ roatrimdnj corrifpooda 

£ S! (vsis * * .. .. I alia feconditkde^terreni, o apensieratexza 

'^ S ^ ^ liZ wapporio medio tra U ntucue t la po^ 

bnperfesioni . . » "I poUahne rapprtmOm la durma deila 
o naii-iiiorti • • » n 1 yita. 

Moralmente considerate, 

III rapporto tra le nascite legitlime e le il- 
legittime, allorche a nolo , pu6 itidicare 
i gradi d^ imaoralita { ma e imposslbile 
rioonoaoerlo aegli esposii. II soddetto rap- 
porto Tuol essere esaminato a fronta dci 
aeguaci delle diverse religioni : a Berlinoy 
per es. , il n.^ delle nascite illegittime tra 
I Gristiani e quintnplo di quello che si 
oiserva tr* i Giudei. 

II. MORTI 

Fisicamente coruidenUe 

Tempo y mortimauiU \ 

imaschi, femm. J Qnetti elementi £1000 conosoere rinfloen- 
Case . . . sf f* I za delle atagioni e delle localiUu 
Ospitali . . s» n I Dai coofronli delle relative mortalitk men- 

Carceri . . it "I *>'' ^ locali , si conosoe Pepoca e il luogo 

Gomuniaperti n ** J <idla massima e minima. 



V murati n 



n 



iFmmento . n n JLa qaalitk particolare deMavori agrarf 

; Riso • . . s» n f piu o meno gravosi debbe influire* sulla 

_ ^ I Viti . . . i» n I mortalitk. $i dica lo stesso della coltita* 

H "g { Pasooli . . f> ** J tione umida od asciotta. 

Fdosof. della Stat., voL IK 3o 



Digitized by 



Google 



46ti 

Dagfi 

anni o ai 5 n 
iDai 5 ai 10 n 
'Dai 10 ai i5 n 
Dai i5 ai ao n 
Dai ao ai 35 ^n 
Dai a5 ai 30 
• . ff 
'Yajuolo . . i> 
Parto. . . n 
PulmoDia . n 
[Fcbbre infiam- 
natoria . » 

• . . • 9> 

di-r Fiaiclie 

minusione, dell per es. 

h doopo) korali 



'3 



AuiDcoto o 

doopo 

dire, le caose* ^ per ct. 



fElemeati neoeMarj a] calcolo de^ ▼iUliz}, 
ed iodiealori de** luoghi di longerita mag- 
giore o nioore.. 



I La freqaenza ,ddle morti per determinate 
malaitia indica nna caota coatante ael 
clima, nelle abitudini ecooomiche, nelle 
artt c ne^ mestieri 



I Paladi creseinte o acemate ; VDcrre abbondano 
}Peatilenze o Pi^pposto; f lenH>rli,8ogli0n(> 

tMeizi di saasiitenza crescioti [ abbondare le na- 
o maiicanU. j acite. 

Cisnlmente considerate 



Profeatione 

iMariUU 
Vedo^i . 
Celibi . 



§ 



raaadiiy teinin* 



6 



TempOf 
Govani 



rLa mortaliU id cagione di profeastone in- 

dica quale e piu contraria alia costitu- 

tione umaiia* 
jLa mortaliU in ragfone di professione e 

oondizione aerre a modifi.care la legge 

ddla mortaliU generate. 

IIL MATAIMONJ 
FisicametUe cansiderad 
m^on/ifu*F»i7iw| »"»««> de' matrimonj k generalmente 



e ' 

B 

^ I 



l'^^ 
H8 



(aperti 

) morati . n 

fFramento n 
»iso 



IVitI 



^ Pascoli 

EU media $ vedi la diTisione VlII al n.® IT, 
Aumento 



proporsionato al nomero delle morti. Si 
dice generalmente, giaccbe neUe popo« 
lazioni che decadono, i matrimonj dimi- 
naiacono nel t^mpo atesao che cretcono 
le morti. 



dimioDzione 

del che fa 

d^oopo dire 

le eauie 



Fifiche jB«^.prezwde>grani; 

««• «. \"uofi rami d^mdnana. 

per PB» i 

Morali JTiiior'de'lla'coicriiione; 

per et. )*^^""^"® «* di?or»iare. 



Digitized by 



Google 



4<>3 

Gifilmente consideraii ossia matrimonf ira 

Sllbl e ffii', (Co«jfrom.ando i prcnlolti ^di que.li nMitri«o»j .i 

VedoTi c eelibi, . i P^~ <«"•« q«f^ ? P^»" fecondo e quale perdila 
Vedoyi e vedo?p. '• «»gwnano le Irggi chc Tietuio le •econde noxzo. 

IV. £MIGR4ZIpNI E IMMIGRAZJONI 
Anmtali del che sono le cause 

!Scend«re dai raonti alU pianura per eseguire laTori o ritroTare pa- 
scoli , qaindi ritomare alia montagna. 
Ritirarai sulk monlagne per loltrarti alle inondauoni od infetioni , 
a froTanri pascoli , quindi ritornare alia pianura. 
.Ji. ^ i Viritare iempli accrodiUtiy come, per eaempio, i Maomettaiu la ^Hoe- 
^S S \ ca^ eU InaiaQi certe aponde del Gange , i Russi la cilia di Kjow, 

^ 'Sc r ccc 

Perpeiue del che sono le cause 

fs iSuialo sleriliisimo , perci6 gli Scozzeai vannonelP America, gli Sviz- 
'A i sen a] Brasile , ccc. 

-Ji S )InloUeraiiu, perci6 i protestanfti francesi oacirono dalla Fraaeia do- 
fg'S 1 po la rivocazione del cdebre editlo di Manlea » ecc. 

4. Bapporto tra la popohuiont e U sussistenzt^ 

I. L^ abitoale importazione di ipcano etiero , come , per es., in iMfaiHerrst, 
dfrnoatra che la popoiazione • maggiort aelU sussisUrue localL In questo 
case fa d^ uopo esaminare : 

1.^ Se e qoaato la necesMuria aQstisleoza dipenda dalP inttabilita del mar^*, 
' dalle ricende parlicolari de^ gcli, come, per ea., nel Ballico, dalla ma- 
levolenza de^nemici? 
3.^ Qaali sieno le cause della deficenza nazionale ? 
3.° Che co^ si dia in cambio del grano esiero ? 

II. V abiluale esportazione di grano, come, per es., nella Polonia, dimostra 
che la popolatione pud essere minore delU sustUtenze lotcdi. In qnesti casi 
fa d^uopo esaminare principalmenle jm si ricevano in cambio oggetti 
manifallurali , onde vedere se si possa esrguirii nel paese, come, per es., 
in Polonia ( Vedi la divbione YIII al n.^ I ) , giaccne T artista nazionale 
a fronte deir esiero ha Ire yantaggi : 

1.^ fe risorsa all^crario, come portecipe a tqlte le impostej . 
3.® ^ mezzo di difesa alia nazione-; 

3.® £ occasione di prenlo smercio ai senrigi c prodolti localk 
Leggi relaliye alia popolazione. 



Digitized by 



Google 



464 

III. SiNTOMO. 

RACCOLTA DEGLl ELEMENTI DELLE RICCHEZZE 
ossiA MATERIE PRIME. 

I. CkCClk. 

Situazioni piu faTorevoli aHa caccia; 

DaaUnza a cuivanno i caodatori per ete^^nirla, e per cui talvolta toffrono 
due o' tre giomi di dtgiuuo. 

Tempi 

Epoche in cui comincia e finisre la caccia di dascuna specie , per lo piu 
corrupondenti alle epoehe della Tegetazioiie di eerti frotli, biade, baccne, 
erbe , ecc. $ per esempid , nel Briuite alle epocbe de^ AnUi , grande 
afflaenza di pippioni, ecc. 

Foioitteiii metereologici che annanciano acaraeiza od abbondanta. 

Sp€cie di animali qtiadrnpedi , Tolatili , inseiti , ecc. , piu utili pier peli , 
pelli , came , gra^cia y. denti , peluria , ecc. , pid. nocivi ai terreui , ai 
▼egetabiliy ai be#tiami. 

Mg^g^^jl r Cacciare i qdadrapedi e i Tolatiliy osservando wt sia nec^ssaria 
MUMU i p ass€>ciazione delU/br%e , nuovo argomento contro le false 
'^'fJVJ*^/ e antisociali idee di Rousseau 5 
'"^^^T I Trasportare le pelli j prepanrle per la Teodita , o ad uso 
'^ V proprio. 

Prodotto delta caccia risuUante dai seguenti siniomi 
presto i popolL 

*C .Prezzo delle pelli de^ quadrupedt , ddla peioria degli ucceUi , eoc. , 
•s } ne* centri in cui i cacciaton le vendono ; 

'3 iMerci, oltre i liqnori forti, -da esai oontnmate, il cbe indica meszi di 
A ' oomprare, quindi antecedente Tendita. 

., f Prezzo della seWaggina nelle cittk, che crescente o deoresccnie e sin- 
*S tomo di decremento d^ aumento nella caccia ; 
^ ( / |ioe£i UtUni dicono che i banchi delle beccherie a Jhma non erano 

u meno coperti.di sehagfina che di buoi e di morUoni^ 

& Licenze oa caccia distnbuite dalla poUsia } 
^ «Pol?e nitrica smerdata dalla flnania. 

Cons'umo del quale sono diverse le gradazioni. 

Consumare i prodotti in frequecti anioni , e sino all' ultimo osto , tenta 
peniare alF indonrani \ . . 



Digitized by 



Google 



Conseguenze 

dtUo tcarso prodotto 

eccesswo eonsumo^ 

rinascenti guerre* 



465 

Cibani come i lapi di corteceia d^ alberi • di . buR>i terrmtri nel venio y 

od ib ouo di caocia maocaUf 
Talvolta ooosenrare le carni , il che dimoitra che la pre?itione ti e ati- 
loppf to e ne nisara retteotioDe. 

Torre la yita ai ragazzi deboli $ 
Abbandonare i Tecchi e gli ammalati ; 
In caso di morte della madre, seppellire con esta 
il bambino che allatUva $ 

Idem la yedova , morendo il marito , te niaanoo 
TQole preDderla in moglie. 
Caiis4* d^aumeoto o diminuzione della caccia} Vedi fl aeguente prospetto 

air articolo Caccia, 
Leggi relative alia caccia per oonaervare le apecie utili , e dtatruggere le 
noeive. 

II. PESCA. 

Fhtpii , laghi , man piu abbondanti di peaci od aqfib> rinonati $ 
Vicende della peaca dipendenii dalle Tieende delle acque; per eaempio 

in Egitto Im peaca net lago Moeria, durante t aei meai cbe il Nilo yI 

decorreva, non fmttava alia finania che ao mine al giomo, o il teno 

d^ un talento d^ areento , mentre rendeva ciaacon giorno un talento , 

(jaando Tacqua del lago acendeva nd-fiime. 
Diatanza cui Tanno i Tasoelli in mare per eaeguire la peaca $ ^anto e 

maggiore la diatanza , tanto e maggiore la apeaa ; qmndi minore la 

ooncorrenza. 
Epoche e durata deiraffluenza <|f lie apecie di paaaaggio , il che denota 

le epoche de^ maggiori'lavori } 
Epoche della ffenerazione delle apecie indigene, il che aerve di norma 

alia legge , che in quei tempi ne Tieta la peaca , epoche che aono 

direrae aecondo le localita e relativa tempera! ura { 
Se il floaao e rifloaao giomaliero preaenti o no occaaione dl oomoda ' 

peaca pe^ Tecchi , per le donne e pe^ ragazzi. 
Specie indigene e di paaaaggio piu ntili per came , graacia , pelti , olio , 

osaa , nova , ecc. 
JHetodi pid o meno ingegnoai, quindiJPeacare, nondare, aadngare; foii« 
•iotomi di forza intellettnale , nel \ dere , aalare , ineaaaare , ecc 

Spes€ 
«» f Vaacelli peachereofci $ 
•^ 1 Keti e cordami $ 
*S \ Arponi ed utenaili per fondere ; 
*5 f Vaai per la cucina« 

iHeroedi ; indicarne la ^nantita aecondo le ineambense } 
Alimenti e berande $ dime la apecie e la qnantiti ; 
Sale ; ae le ane quality acemino quelle del peace aaJato ; 
Riparasioni ; 
Perdite erentttalii per ea. numero de^ tascelli iiiufragati. 






Valore e durata. 




Digitized by 



Google 



466 • • 

iNunirro mrdio dc^ Tascclli impiegati annualmcitte ; 
Prodptto medio di ciascuno } 
Sale adofierato i^ella Balatura : v^e rapporto Ira il sale eon&ar 
mato e il pesce salato ; quiadi dal ooniimo del prino li dc« 
duce il prodolto del seeondo. 
Numero medio de^ dogij fabbricaU j 
Rapporto tra le quote che ciascua membro dell'' equipagt;io ri- 
ceve Aul prodotto della pesca , oosicche nota V anay aono note 
talte le altre. 
I^^fessioni alimenlate dalla pesca; in Olanda sc ne coBtaoo 3o per la 

pesca dcUe arioghe ; 
Cause d^aumeoto o decrementos Vedi il seguente protpetto alPart. Petcai 
L«ggi relative alia pesca. 

m. HINERALOGI A. 

Miruere. 

letallica , salina ^ bitominota od altfo ; 
Hcasione e distanza- dalle acqoe naTigabUi e strade ctnreggiabili ; 
AltesM sqI liTello del mare \ 
Profooditki 

Poteosa o grossecza de"* filont \ 
Malerie frammiste al minerale, 

Openg. 

Numero dentro della miniera n faori n 

Mcrccde . . ' • t> . . n 

Durata de^ I giornaliera , ore «.••'>.• ^9 
lavori ^ }annuate. mesi .'..•»..« 
Precauaioni osate onde prevenire le frodi / 
Malattie coi yanno soggetti ; durata della vita. 

Spese. 

S fEdifizj per ibndere , ooDierTare, amminiitnuref . 

I-S I Stramcnti per iscavare e trasportare \ j S ^ 

J I Maochioe a vapore per Pestraaione deiraequa e de* orioeralij f & | 

£ ^ CaTalli per trasporto de^ minerali e del combustibiie* I * 

/Mcrccdi , f = ** 

iLeffoami , cordami, lumi nelle galerie $ v 'S'3 

§ jPoiTe nitrica j L • S 

g jCombustibile si per arrostire che per fondere; 1 S'^ 

•< iRiparaiioni e perdite eTcntuali ; 1 «^ 3 

f Direzionc dello stabilimento od amministrazione \ 1 ^ *C 

Canone govemativok j *^ a» 

Prodotto. 
Quail tita del minerale scavato anaualmentc ; 



Digitized by 



Google 



AUaalineiitey meua 
secolo fa. 

lo del 



467 

Rapporto tn i1 minerale e il metollo | 

VaJore del metallo ; 

Idan At? prodotti rabaltemi \ 

(Numero ; oombustibik jper ciatcuno $ 
Fon^i I Prodofeto medio per ogni fmione, e airamio; 

f DimU della f osione , mesi • • • \ 

Rapporto tra il oombaiUbila e il metallo, oMieche 
primo fa oonoacere la prodniione del aeoondo. 

Canae <f aomento o dimiouBione: Vedi il seguente prospetto, articolo Mi- 

neraUtgia $ 
Leggi reXatiye alle miniere. 

IV. AGRICOLTURA. 

Terreni 

QuaUUi detta eoUhixzione, 
Frunento e 
Rim, 
Viti, 
Prati. 
Paacou, 

Boschi, ^ 

Valore medio' d^on ettaro di terrene nel giro | locativo', 
di 5o axmi e aecondo le qualitk , Talore { commerciale. 

AnimaU 

Rapporto tra gli ani- 1 i Ime lopra a ettari; 
mali e P estenaione i 3 pecore aopm 1 ft 

del terreno, per et. f 

Peso medio d*im ( 1 bae Kb. d>oiioe 16 . . « 600 
animale > P« ^ ( < peeora n «... 80 
Mortalitk cT ogni specie di qaadmpede. 

AUievi sopra too pecore , vaoche o oavallei 
Latte giornaliero cPuna vacca; 

Quantitk media per peeora; 
•o / ^'.^„. { PerdiU oella UTatura 5 
S } *"""■ I Valore della lana lavaU , 

^ 'Cera e miele per ogni alveare all' aono e ritpetli? o valorem 
Bozzoli da un^ oncia di semente e valore medio in 5o anni. 

Strumenti 

. . ( Nomero de^booi o cavaUi cbe lo Urano; 
Afatro , 1 Terreno laTorato in nn giomo i 

erpice | y^^^^ ^^11^ gioraaU d^ an aratro ed erpjce. 
Altre maochine per baltere il grano » tagliare la pagUa, eitirpare ie erbc, 

scminare i grani , ecc. 



CarmUeri del Urrtno* 
3 .§ i Siliceo . 

0"S f - , 5 . • 

Profonditk della tei^ 
ra vegetale; 



Ir^luen»e tMUme jnr es. 
Brine di primftyera, 

Siccita J 

Tempeste , 

loondazioni irregola- 
ri, ecc. v. la Topo" 
frafia al n. I e it. 



Digitized by 



Google 



468 

Metodi 

Ltofori^ qualiU, numero, toooetsioiM per ciucmia •pecic dt coltiTaxione ; 
Jvtncendamenio od ordine con cai le Tarie ipede si tuecedono It unc alle 

ahre nello steMO campo io delerminato numero di aDoi ; 
CbncMMsaone, qoanta in on etUro e quale reUtivameDte aile biade } rinao- 

▼aaione ogni qoanti anni $ 
Jrrigtuione , etti? a e iemale t yedi la Tbpografia itkr^udica ^ i.* diritMne , 

Ba 11* 

Lavoratori 
5 o [ La qaalita de^ laTori , zappare , yangare , \ 



; s ) Le stagioni , d' estate e d' inTemo; I 

J s ( I patti tra V agriooltore e il proprietario | * 
Giomi di non-la?oro per fette , per pioggia ; 

Aroninislrazione agrana^ osaia obbliglii e diritti tra ragriooltore e il pro- 
prietario. 

Spese 

IEdifiaj pel dircttore dello stabilimento , cuttodia degli aDimali , de^ 
grani , de^ ficni , delle maochine , eco. } 
Mara^lie per ioitenere i terreni pendenti ; 
Canali per iscolo delle acque ed irrigasione $ 
Aje e piantagioni , pali per le Tifi( 
Animaii e strumenti da lavoro. 
iSeroenti , coodmiy Talor delPaoqua irrigatrice' ; 
Lavori d'^uomini e d^aoiroali, rioQoyatiQne parw4« d«^ pali per le yili; 
riparazioni agli edifizj » mortalitk d' aaimali ) . 
Dtrezione delta produziooe , conseryazione e yeaditaj 
Decime^ lirelli, imposte nazionali, proriociali, comanali | 
Interessi di tatte le aniecedenti apese pruaitiye ed annuali, 

ProdoUo 

Le foDti a cai attingere la quantity e il yalore de^ prodotti aono le ae* 

ffuenti t 
i.^AiBttl eombinati eot prezii oorreoti de^ generij 
a.^ Valor eonimerciale de^ terreni | 
3.^ Confronto di terreni timili $ 
L? Motizie orali di pertone pratiche $ 

5.^ Ispezione ocalare combinata colle massime delta scienia agraria ; 
6.® Rapporto tra i prodotti ; cosicche noto f ono ai conoioe V altro $ per 

es. , la qumititk oella paglia 6k approMimatiyamente la quantitk de^ re* 

latiyi grani > il numera delle yaocbCy la qaaDtilk del latte, il ooncimc 

i proporzionato ai foraggij ecc^ 



Digitized by 



Google 



469 

la quaiiU delle biade e delle iituaaioni in pianura o montagna. 



9.^ Dal prodoUo tk d'uopo dediirra gli mforton) ohe aono diverti acconda 
aliU " ' 



Gaiue d^ aamento diminDaone : Tcdi il fegaente prospetio alPart. Jgri>^ 

coUum. 
Leggi relative alP agriooltunu 

SiNTOMO IV. 

MODIFICAZIONI DELLE MATERIE PRIME 
DELUS RICCHEZZE 

ossu ARTI. 

L SITUAZIONE TOPOGRAFIGA DEGU STABILIMENTI 

Gli dementi delta aituaaione lopografica d^nno atalMlimenio d^ industria 
inflntscono tulia 

Quaniiti della spesa. 

1. Fbrma del patMe montuosa o plana. La montuosa Svitzera e costretta ad 

. occiipani di manifatture che soUo poco peso oontengono molto layoro , 
-^ orologi 9 cliiDcaglierie, miusoline, ecc. 

^ Nat^igazione del paese. La spesa del trasporto per terra ttando alia ipesa 
per acqua nel rapporto di sette o tei ad mio, e chiaro il vantaggio che 
ottengoDO le fabbriche dalla narigazione) il dipartimento del Nord, per 
esempiOy lavora piik della neti del cotone che si lavora in tutta la 
Francia , e piu del quarto di quel che implega T Ingbilterra , perche 
possiede 29 canal i navigabili; cosicche la lunfhtt%a della linea m navi' 
ga%ione moUipUcaia per la portata delle harche , dtviea pel tempo deUe 
gUe e ritomi f pud rappreteniare la Jhride%%a o la mesclwutd dlelle Jab^ 
oriche d* i/tduttria, 

3. Saua%ioru dello etabUimento in chta o campagna ) essendb sempre nel 
primo caso piu alte le merceda e pid cosloso il combustibilt che net se- 
condo. 

In generate le fabbriche risentono gli effetii dflle inposte geoerali e lo- 
caU; in qualche citta della Francia V imposta totale per testa giunge a 
63 franchi, cioe e decupla di quella che paga ne^li Stati-Unili d^Ame* 
rica«: quindi e facile il comprendcre come le fabbriche debbano languire 
nel pnmo caso e prosperare nel secondo. 

Qualiti del prodoUo. 

L'abbondanxa o la scarseaza delle acqnc, le loro bnone o cattive onalita, 
Taria leoca od omida , agitata o tranquilla , la tcmpcratura calda od 



Digitized by 



Google 



470 

•(rgbiacciaU inflQiseoiio ml nioeesso di pia maniCiftore : Tcdi fl seguentc 
prospetlo all'^artioolo VI JrU e ateHiarL 

II. QVALTTA? DEGU STABILIMENTI 

Fisiche. 

VinsalubrilA e causa per coi oerle iibbricli^ ratano etcluse dai cenlri po- 
polosi, per esempioi U distillaaione degU acidi minerali; in altre che vi 
tfono toUcrate, e proibito il lavoro ne' mcu estifi^ per escmpio, le fab- 
briche di Mpoae. 

Vi 80D0 anoo d^lle aoapetirioiii regolari ne^ lavori permessi in ogni laogo 
e tempo : per etempio , i sarti scarseggiano di lavoro ne^ mesi d^ agosto 
e aettetnbre; i muratori in lutta rinvemata, ecc., le qaali interrazioni 
•ono caaie natarali di po? ertk , e yi si rnole arere riguardo nd riparto 
de^ snssidj elinuMioierL 



La speciale moralita che richieggono gU stabOiineati in cut si maneggiano 
materie prexiose , per es., oro, argento , diamanti , e causa per coi e 
doTola ai la?oranU maggior mercede* 

CommtrdaU. 

Gli stabilimenti che fiibbrioano ojuetti di fnoda, risentono rinflusso dell^ 
di lei incostanza: quindi ora affoOamento , ora mancanza di layori , e 
Don di rado perdite per oggetti che rimangono invendnti. 

m. LAVORANTI GONSIDERATl DAL LATO 

Pallore , maeileiiia( ^'P-^^?''"* ^ •~**""^ corrosive ; 
che presentano sut 1 r^\^ \ cccedente 5 
Tolti,malaUiccuiir^'^'* * m . 

vaoDO soffgetti per/ t^^^f^ wcomodo e pesante 5 

TO r* I Durata del lavoro giornahero , maggiore di ore dieci: 

Bconomico. 

Modo di pagarlij* «'^™*** <> • ^''''^<{^ 
^ ^ Icon denaro o con roba. 

Merccdeojjuadaanocior-i"'^"''*"*^".**'.°"^«^ ^^^^ '*• il che da a eono- 
naUero in ciascun'ile ^^Z"^^ * migliortita o pegaiorata U sorte degli 
(artttti dopo la dislruzioue -delle maeslraoze. 



Digitized by 



Google 



47* 
Rappoi-lo tm Ic mercH^'*^*'***"^,? lcmpotHcare.Ua, pl^rehe ere tee il 

le mcicedi j S'aliano nelr abboBdania , per la ragione oppotta, 

( il che e sintomo d^ndolensa. 
Rapporto tra^ le abitudini economiche e rattiTiU; esaminare ae qoesta €!*<*- 
soa in ragione de^ conaumi e prineipalmente in ragione de^ conaumi vo- 
iuti dalU yaDltk. r i-- 






• IV. SPESE 
Primitive. 

rCanali per la condotta delle acqne motrici (fegli edifitj, o neeeaakrie 
=^" ad eaai; 

Magazzini per le materie prime e per Ic maDilaiture) 
Sale pe^ la? oranti } confrontare la capacitk delle prime col numero de* 
I aecondi. 

SFatica^ 
Tempo I 
Materia y 
Spasio. 

iPcso o numero, 
Perfezione, 
Dnrata. 
\St eaegaiacano ci6 ehe non ai polrebbe aeota il loro intcrre&to* 

ArmuaU* 

Meroedi , C 

Gombuatibile, I qnalitk, quantiU, Talore; 

Materie prime, f 

Gili >l nelle materie prime che nelle manifattare \ per eiempin , il lino 

perde ];ao circa neUa apinatara , il eotone once ija aopra 16 nclla fila- 

tura, eoc$ 
Riparazioni, per eiempio, 17 to della apeaa prunitiva; 
Senaarie, per eaempio, 1 per 100 anlla materia prima e sulla manifat- 

tura; 
Fitto del ttrreno occnpato dallo atabilimento; 
Amminiatrazione e creoiti non eaatti^ 
Impoata per art! e commercio; 
Aasicurazione contro gli .incendj \ 
Intereaae di tutte le anteoedenti apeae primitive e annuali. 

V. PRODOTTO, 

Essetidovi rapporto tra il prodotto e i stguaui eUmenii 9 la oognaume di 
quesU serve a determmars tfUeUot 



Digitized by 



Google 



tfi QuantUa della materia prima i' per esempio, eiiolitri 4 ip. ^^ raYiz- 
zoDc danoo i ettoUtro d^oHo .,.11 peso della maUria Unibria e qua- 
driiplo di auello del .colone ttnio, eoc; 

1.** Numero delle maechiney per esempio, nelle cartiere si contano per ogni 
tina lo risme di carta in ogni giornata aUifai 

3.** Numero de? latforatuii per esempio , una donna tesse quattro braecia 
di tela, di canape al giorno j danque looo donne ne. lesseramio ^o^o , 
dunque in un anno braocia 1,300,000; 

4.^ Capadid d^ magax%inii il contenato non' potendo essere maggiore del 
contineote , la capacitk di questo serve a rettificare le essgerationi »ela- 
tive a qnello; 

5.** QuaAmj^ degli atfonzii per esempio , nelle coacierie dcUe pelli si con- 
tano 



S:^."';"5ip«»<n'ip«M«*«>-*5 



Coma 3 paja baoue sopra quattro; 
Hcsidao del ranno e della corteccia di quercia, 18 carretli sopra 100 pcUi, 
OTTcro 2,5oo kil. di cuojo, ecc. 

VL SINTOMO DUUMENTO. 

t.^ Imporiazioiu di materie prime { 

3.^ Asportaxkme di manifattore condiinata col conaunra nasionale; 

3.° Prodotto della tassa sulle arti , supposta uguale negli anni di con- 

fronto ; 
4.^ Brevetii cT in^enzione , de^ quali bisogna csaminare la solidita , giacxhe 

i breretti per parruoche e simili non sono gran cosa; 
5.^ Medaglk dietribuite in OQcaaione della pubbUca esposizione 

D^oro nnmero • n 1 Questi numeri, confrontati ooUe refativepo- 

D^argento » * " / polazioni dipartimentali, possono rappresen- 

Di bronzo ** . • ** 1 ^'^ > relativi gradi d^intelligenaa ea attivita. 

6.^ Mercede degli ardsti^ sicaro indizio dv domanda se alle , non sicaro 

indiiio di deperiniento se basse, giaccherinTenzione di nuo?e macckine 

pa6 abbassarle momentaneamente , mentre perfeziooa le arti. 

VII. SJNTOMI D'INDUSTRIA SKQALE 

Quandid e quatita del lavoro. 

I,* Somma degli usi a cui i popoli destinano una produzione qualunque; 

per esempio, i Ramtcbadali traggono profitto da tutte Ic parti delPorso, 

dslla pelle sino alle budella; 
a.^ Opere elcganti cseguite con istrnmenti imperietti $ 



Digitized by 



Google 



i: 



• 473 

3.® Prodotto rdativameDte al tempo*} pvr eiempio ^ 1« donne ifhiiclffli 

fanno iin pa jo di calie di lana al Kiomo. 
4*^ Lunghezza confronlaU col peso, il che denota 6BCt«i; da ana libbra 

di coroDie grevio, d^oncie 16, » ottiene, col meszo delle macchine idrau- 
' liche in Inghilterra , iin filo lungo q94|000 metri. 
5.** Leggerezza relativamente al volume $ peresempio, mantelli di cotone 

che pesano appena 10 oncie; 
6.® Estensione snperficiale relatiramente al Tolume^ Cicerone dice d^ avere 

▼edalo tutta P lliade d^ Omero scritta sopra carta pecora, la quale rac- 

chindevaii in una noce {^DiffkUes nu^)\ 

? Diafanitk artificiale; 

.* Retistenza alle cause distrattrici, o durata della raanifattura; per esera- 

pio, la birra attuale dura sei mesi , al piu uu anno $ la birra degli an- 

ticki Galli durava piu anm. 

Prezd. 

9.® Gran differenia ne^ prezzi, massimo e minimo delta stessa manifaltura, 
' il che denota moiti gradi iritermedj ; questi gradi, prendendo per esem- . 
pio la tessitura, sono rappresentati dal nnmero delle stoife eseguite colla 
stessa materia; 
10.* Prezzo dfscreto delle manifatture piu usuali e piik perfette; per esem- 
pip, il piA bel panno di Sedan non costa aUualraente piik di la lire a1- 
Fanna , mentre per Taddietra costava 60 j la differenza tra la e 60 , o 
sia geueralmente tra fantico prexio e T attuale, rappresenta t progi^essi 
dell^ indnstria in una mani&ttura di cui non e scemalo V uso. 

VIII. SINTOMI D'INDUSTRIA MESCHINA. 

1.^ Piu arti professate comunemente da una sola persona t 

ti.® Importazione di manifatture eseguite colle materie |>rime asportaie; il 

Russo asporta pdli di castoro e importa cappclli fiitti con csso; 
3.^ imperfesione nelle manifalture u^guibUi in uad.i jMesi-^ il Porto^hese 
. riceveva por Paddietro Tascelli di scarpe dalP Inghilterra $ 
4.^ Incapacita nelhe arti rdaliYe alia Tamtli, agU omam.enti ddla persona 

che pur sono le prime ad essere perfezionate : i Portogfaesi non sanoo 

ne tagliare ne modelbure i diamanti che per essi sono una produzione 

indigena ; 
5.*^ Pcssima moneU , certo indizto dello stato imperfetto della meccanica, 
< della metallurgia, delTinciuone. 

a. SINTOMI D'INDUSTRIA NULLA. 

niosi^i impenetrabiti , raste pdwfi , aria insalubre , yiUaggi deristati da 
epidemic; 



Digitized by 



Google 



476 
Tartffa de^ |>edaggi per ciaicun ctnale di ntrigtrioB 
lUpporto in la liuea d«lla narigaxione e la popolaiione conlroBtato eol 

rapporto della popolasioae in igpaxio ugaale mancante di naYigazione; 
Langhezza de^ Tiaggi marittimi , o diatanza a Goi vanno i yaaceUi mer- 

€ttDtiH. 

^Valore d^un Tatcello di determinato namero di tonnellate 
piedi , . .| larghezia . • .; profondiUi deli^ irameraione . 
anni... 

JMofcrw. QuanUtd. 

^ iQuercie i . . . . n.*^ 

S l£jerro libbre , 

9 iTela pec la vela maggiore braccia 

jidem per tatte le altre compleasiTameiite n 

iLanghezaa • « • piedi . 
f Peso . • • . . libbre , 

SLuogfaezza • , . piedi . 
Grossezza • • • . poUici 
Peso libbre 

fToito il cordame impeciato • • » • libbre 



lAncora maggiore 



fr. 



Spesa toUle di oostrazione ••••«.•. 

Spesa mensile 

Namero degU uomini relatiyameote alia capacitk del vascello; 

Yalore delle assicnrauom marittime secondo le ttagioni ^ i looghi di sbarco 
in tempo di pace. 



Iwighezza, 
.; darata, 

ralore. 
. fr. . 



n 

f9 

n 
n 
n 
n 
n 
n 

99 



in. HEZZf DI COMMERGIO 



Pesi , Miffire e Maneie, 



Eiaminare ae ilano oniformi o divarae nelle Tarie provinde; 

Se basate tal sitlema meCrico, o almeno sul aistema dedmale; 

Jhurt*s€ del denaro, il quale , alto o basso, e sintomo dobbio per se stes- 
ao, poiendo nel primo caso^ indicare si grande dimanda che scarsa ese- 
bizione; e nel secondo,* si grande esebisione che scarsa dimanda, e ia 
quest* ultimo caao> eommercto decadeote. 



Digitized by 



Google 



• . 477 

IV. PAEZZI DEGLI OGGETTI PIU> COMUNI t RELATIVI 

r Grani, prezzo medio nel srcoloN 

I antecedente, esclusi gli anni di jQuesti prezzi* oonfroatati eolU 



M yiUo / carestia; I .meroedi iodo siDtomi di agia 

If^ino, aidro, birra; i leisa o diaagio naaionale. 

VSaUi olio, burro •. eame. I n • n- n j « 

il^.^^* ' . ' I Per nconoscere rmflaraza del- 

j^gl I U careatia sulla popolazione^ 

ScU,' \ fo duopo.ayricinare al prezzo 



VCtaoi. i I.® n nomero degli eapotti, 

fLegna i ^\\ • la." 11 nomero degli 



^ ivtaruuiu; ui ^ terra; |3.* 11 nuroero da^ moHi aegli 

/ Gandelis da arder^s J oapitali e tie* domicilj. 

VFitto d?uiia a^anza. . ' 

v. CENTRI DI COMIlERaO INTERNO 

Fiere e MercaiL 

Epoclie aettimanali, meotiU od amiualii 

Giomi di durata; 

Specie di merci piu ordinariamente contraUates - 

Pagamenti per esporle in Tendita; ■ 

Concorrenza di esteri o no; * 

Affitto giomaliero d^una stanza alia loeanda in tempo di fiera; 

Pririlegi, per es., aotpensione di das). 

Borse. 

Giomi ed ore in -cui sono aperte; 
Concorrenti, nidnerb medio; 

Gomodi: oaserrare; per es., se vi sono gallerie in eiii i mereanli possano 
passeggiai^ al ooperto , e riparati dalle ingiarie deir aria. 

Pom. 

Usi per caricare e scaricare ; 

Regali cui si e obbligati, per es., Teno il gorernatore, il eapo^dofaniere^ 

rufGciale di sanitk, ecc. 
Vedi la Topogrofia idroMdicay difisione I, n.^ IL 

FOosof. delta Stat.^ voL IF^ 3i 



Digitized by 



Google 



49« 

-a. OpIHAZIOIII DEllI AT7TO»1Ta' 

■ * • • • • ' 

I. ISTHUIRE 

Istruzione parlante * 

OfgettO Seienze , agncpltitra , belU arti , anticJUta^ ere, 

iRUposte alle miistioni proposte dal gpYerao, ritposie cIm* 
lervono poi ai base alle leggi ed ai regolamenti^ 
Problemi posti al conoono pubblico; 
n 1 Fanegirici d^uomini illustri, eoc; 

^ lOnorarj , onori , doveri de^ membri ; 
Elezione di essi a chi appartenga) 
Modi d^ e!eziooe e metcHli per conoscere la pluralttSi de"* roti. . 

Filosofia . • ' • i» • . . • f» . J Confrontare il xiumero 
Medica ... 19 «...»• f degli stadenti col la po- 
Legale . • .»>•*. • . if • f polazione dello Stalo. 
Teologica . , i» • • . . » . iDividere gli atudeuti in 

di 



11 



n . . . . » . , } ragione di culto. 
^Nomina a chi appArtenga; o ae sia permesso a ciascuno Taprire 

fCttoU) . . 

Onorarioj itabile e p^gatodal goirerno, b'Taria^ile in ragione dogli 
' tcolari e pagato da essi; in questo caso/valore del biglietlo; 
ProyenU nella distribozione de** gradi accademici; 
Dirittiy per es. aumento d^ onorario dopo determinato nomero 
^ d^anni di acuola, pensioni alle tedove, ecc. 

'Namero H«' ""So"''! . 
} degli esteri i ■ 

,Anni nello studio di ciascuna facolta; 

S J Roqnisiti per otienere i gradi accademici f 

^ fC<Mto del Titto ^ allpggio .d*^ uno acolaro durante un anvfo sco- 

^ lastico. • • ■ . 

!<!««* F^Xl H^ «ll^ ff «fjl5„«. Tani premuti coH. rekUv. po- 

ISS^Sitrnr:"^'''"' j pol.r„e dip.rUm«tale. 

/Anni iropiegati nello studio della lingua grecae latinajconfrontarequesti • 
[ anni cop quelli impiegati nelle scienze seoondo H corso comune; 

•s* iNumero delle.leziopi obbligate al giorno e se proporzionato alPelk; 

S )Se s^ insegna la rettorica invccc'del senso comune-) 

S jPart^ della popolazione ch« concorre alle scnole del leggere, sen- 

•^ / vcrc, cont^cpare^ 

I Se vi siano acuole per le fancialle, se gratuite, che cosa si insegna • 
quale la concorrtnza. 



Digitized by 



Google 



G 



s9 



.J. « 



S 



<M 



« 




Isinmone mtita, 

f Sjccome il nwnety> delU moneU^ m d« e i^ncrto il Talore, non vndica 
[ la ricchezza d^ un uomo y cosi il numero de* yolumi e notuia lAcon- 

|S j atorici che romadsieri , piik viaggi ene c^mmeotarj. d^Omero, piu 
(^ j opere moderne accreditate; che' editioni care, ecc. 
Concorrenti giornalieri , numero m^dio'; 
Giorni ed ore in cui 8ono*aperte. ■ 
X l^^^^^^f medagUe, aoticaglies 

^ * Macchine per arti e. mestieri , pro^kretaiTamenU dispoato dal primi* 
tivo grado di rozzezxa alP iiltuno di perfciione j 
Pittura, scuUura, disegno, ecc. 

il. 30CC0RkERE ' • 



Ospitali 

f umero medio degli \ Maschi i ' ) Tre elelnenti che trela- 

aminalati al giomo rPemmine; \ lano le piaghe piu ae- 

.'rofessioni e mesi piu fecondi di ammalati; \ grete deile fimiglie. 

Dacata media delle malattie, -la quale, dove e maggiore delT ordi-* 
_ naria, puo indiqare inaalubriU nel L. P. ; 
.§ JMalattie piu frequenti, il che accenna P azione del climai o delle 
^ ( abitadioi econoraiche o de^ mestieri. 

§, I r Generale dell' ospitale, e serve -at confronto di aUbilimeDtl tl« 
^ h\ miH ; • 

'•S J^Poiiicolwe delle Tarte^malatUe , cd indica i |[radi di maKgnitk 

g j .di esse ne' varj paesi ^ • * 

;g^ ISbeciale delle 8ale,e misura P abilitk o inabilitk de^medici che 
V le dtrigono. . . * 

Gosio giomaliero d^ un ^ammolato i 



8 J.S^^^Ji^ Idlvisa ciaseuVia nc* sttoi rami) 



B. 2 iRapporto.tra il numero degli inservienti e qoello degU ammalatj; 



I Direzione amministrativa , medicJi , religiosa. 
A ltd I^uog^i Pa ■ 



ISpecie, Maschi. Femm, \ Osseruaziom, 

Esposti h.** annuo » » n j 01 tre il sesso dividefe i pazzi 
Orfani .*.;»»«» N.^ In ragione *d^ et^j 
Vecchi . , • .' H . f» (2.^ Di prolteAsione ) 
Paz^i .*. • . » • 99 i3.° Di cause fisiche e moralL 
Partori^nti . . — . *9 7 Goariti sopra cento. 
Amministrazione , eome acgli ospitali. 



Digitized by 



Google 



4»a 

Soccor^o ai domidlfi 

IiuiividiH aniiiialnKrnte aocccrrsi $ ^ 

Valor'e del soccorso giornaliero o seUimanalc per UiU; ... 
Qualitk (let soccorao, cioc se in roUa, denaro, vaflia, iner paiic r simili ; 
Profrssjoiii piu hisognose di soccorso; 
Korraalita per ottcncre il ^occorsoj. • . ' 

Se il pubblicu conosra le pentone rhc otlengono soccerto , circoaUnza chc 
tfuole jrcpricncr<s \q iadehu^ diniando. 

' ' Monte di piela 

Jmpegriati, Disirnpc^fmti j VenduU 
Prt;n{ piiirati, riivipi>aU 

Nuinrro pr*r ogni fwrsc ; »j '. , •» . . » . , » 

Valore totale ,,.,,.■.»>,•»>.,'»,.»► 

Jl valore ^Oiale'diviiio pel niitnero da il , valor medio ; il confroiito de^mcki 
e dcgli aiuii in<iica le epoche di niassimo fi ininimo bisogno. 

^Case d* industria 

Ciincorreuti. Maschi. Fctnmine ] Oiservazioni 

Numero per ogni fn<*9C •»>.," / Ricordare qui le Tiecnde corii • 
^lercfde giornaliera , w »> . . ?> / raerciali cne spie^ano le vicende 
I'^poriie' in(Mi»ili di inaggior conrorrriiza. i nella concorrenza a qiie»li •la* 
Prore:i!»ioiii ed ela piu coiicorrenti, ^ bilimexiti. 

.Ill, REPRIMERE 

Gli accidenti funcsti 

Varcinali numero annuo c relaliva mortalita^* 

Annegati nuoiero annuo; be •e»i.H4a1io inarrhine fumigatorie; * . 

Rf'<r(^rinienti per la poU/Ja c adarquaraepto .ddlc strade; 

Idi'ni per fo spurgO do^ pozzi neri e trasporto de** lelanri fiiori delta 

eitia }. . ■ ' 

St; e^islvno eoinmissioni generali di sanita, eondntte niQdtrlte, e »e 

in generrtle gU agenti dnii-itarj siano pagati in cagionc inversa della 

inortalita; . " . 

if b.isao pri*zzo del roneiihe nelle citta e indizio di suciduine in ease, 

e di iiieicliin4 agricollura ne** diniorui j » 

SPrni.ripio e fine 5 * ' 

Spet^i**, »e a gaz o ad nlix); 
i\umcro rtelle fiainme rclativaincnic alli tuogliraza 
i-t'lffitamenli, i e larghczza dello spazio ilhiiDiuato,-. 

V^oslo auuuu, 



Digitized by 



Google 



483 

It&ondazfuni ; citar« i reUtivi rCgolamenti 

Numcro annuo confrontato f Sintomo d^impreyisione in pari cir* 
col numero delle case ; > costanze ; norma alle comptgnie di 
§■ Jro" iValorc del danno. S asaicuraziope, 

' ^ - ' Macchine idratiliche; amministrazione di esse; compa- 

gnie d^assicurazione che risaiciscono il danneggiato 
con insensibile riparto sopra moiti ; yalore defras- 
sicarazione seconao la specie degli oggelti assicorati, 

Le usurpazioni e i delitd 



cu 



1^ /Precaiizioili 



iR^^ '^^^^ J La yolonta di delibquere. 
nepnmono J„ p^ercMK delinquere ; 
Agevolano.r arrest o de^ deiinqucnti. 
7.® Soooorsa , 



ii.^ i forraata, 
a.** Nodrita , 
3.** V^stila , 
4.^ Allon^giata , 
5.** PagaU , 



SerriU , 
9.° Diretta , 
4 0.^ AmministraU, 
II.® Punita, 
12.® HicompensaUu 



6.* Istratta , 
i hiviare . . . | V"*;*^"? , ap^^cje, nam^^ro, PortaUj 
bk / . • rolarinai, specie, numero j onorar]* 

^ ^ • {D^ un mannajo (in tempo di paoe. 

/Localitk de^ tribunal i; numero de** giudici confrontato colU po^ 

ipolazione; 
Gradi di giurisdizione ed onorarj ; 
Oiscussionc srgreta o pul^blica; 
Nvmcrd deile sentenzA riforroate sopra too; 
Pene contro la corruzione. 

f Tempo decorribtle.tra la petizione e la presentaiione dd pro- 
[ cesso al tribunale ; tra la presentazione del processo e la prima 
^ I \ sentenza; tra b prima c la- seconda ; 
'C Is JNumero annup .delle liti avanti ciascun tribunale; 
H 13 NQuesti numeri , divisi per le relative popolazioni, accennano i 
■ j Inoghi piu litigiosij 

[Specie pid frequenti, il che ne fa conoscere le cause; 
VTassegiudiciane; speciGcarle per ciascun atto. 

— •js f « (Vcdi Tribwiali cwili\ 
1'S \'c ' ' '"ry; spiegarne Y organizzazione ; 

s-g / « ^Sc sia pcrmrssa la difena a piede lil>ero con si(;^urlk e in quaJi 
^^C /c5 / <**»'} •^ »" pubblira la difesa c V aUrrco ro''' testimon j , ecc. ; 
H ® V V Numero di rati neccssario per la condanna alia prna di morte. 



Digitized by 



Google 



IV. ESIGERE 

Espom i meiodi 

Coa cai m ripaiioiio le impotte \ 

Sui U:rr«u • sulle ctMi, J OttcrMBHim 



Sui mobila e tui capiuli , ^Confirontare le ■«J|f>5>^e ^aAtita 

L« penoiM e gli atti ciTiliy '"* 

I coMtimiy i ccMBodiy i pucerL 



L« penoM e gli atti civili ^ i in cpodM diffcroitL 



Faniak di daicim nao , il che fa ooootccrt qual tia il piu ptoflcoo $ 
Total« , cbc Jiviao per la popolasioDe nppKsenta il pcM indiTiduak. 

Lm »p€$m per P esaaioiie , cioe a i|iuuito per oeoto saiga as ciatcun ram*. 

V. PAGAAE 

AddUare i pagamend 

Paniali per ciascuo rano aiiiiiiiniftrati?o, il cbe dice ae * oorrupondano 

air vtiuta. e il ^coinpeiuo che ricere il pubblico che (Mga V iinpofU} 
Totaled 11 che fa conotcere te lo. Stato tt indebitiy o V oppotto. 

// ddito pubblico dicendoiu 

n ^■■>i»«u ) CoDtolidato y \ Dire la perdita grande, pieoola o bqIU 

*^ iOnde^giaote ; f per loo aagli effetti pnbblici, peiche 

Gli inlereMi annui ^ j rappretcnta la diHidenza o. la confi- 

U foudo <r aiiiiiiortiixaiioiie« ' deoza nel goyemo. 

VL Ricompenfare: dire la qualiik delle aiioiii ricompensate equella dellc 

ricompente dislribuite. 
Leggi e regoUmeiati relatifi alP organinaaieae ed operaaiou ddraotoriUu 



Digitized by 



Google 



SiNTOMO VII. 

RliSULTATO PELL:AZI0NE DELLE ANTECEPEjrTI FORZE 
SULLA POPOLAZIONE o«sia ABITJJDINJ. . 

I. AbITITDUII IllT£LLBTTUALi.. 

I. SINTOMI D' IGNORANZA 
Pdrdcolarc 

AOLI AGniCOLTOai . 

Idee mancanti 

V igDoranza agrarU e in r^one* ioTersa delle specie eoltiTate ( per e§, 

in Inghilterra pria di Enrico VIII noo r"* erano ne carote , ne na«bni , 

ne cavoh , ne insalaU , e nel XVII leoolo k maggior parte de^ pomi • 

delle cipolle vi erano apedite dalla Fiandra ) ; 
Quindi ilgrado intellettuale agrario delle diverse na^ioni e della stessa 

nazione in e^oche diverse, e rigorosadiente rappresentaU dalle^Uste delle 

specie vegetabili coltivate da esse , supposta uguaglianza ^el' terreno , 

nel clima, neir. esposizione e nella sitaazione economical 
Ecbe, parte inutili, parte nodve al bestiame^ vegetanti ne^ prati natura- ' 

li , if che pu6 indicare ignoranza ugualmente chc indolenza ( neU^Olooa* 

giungono circa alia meta delle esistenti ) $ • 
Sconosciate le diverse specie di prati ar'>fi<!^ i ' 

Innesto de^ frutti ignpto $ 
Avvioendamento delle sementi non dii^tto da akun principio e senza ri- 

guardo alia specie, al terreno ed alle viceude atmosferiche $ 
iratri pesanti m terreni leggieri o V opposto, e, in gcnerale, oso dello 

stesso aratro io qualsivoglia terreno e -stagione } . ■ 
Carri.con ruote piu quadrate che rotonde , come^ per es., in Dalmazia $ 
Mancanza di molini per ispremere le olive, e dipile per isgranare il riso; 
Ma'terie mineral i ed animali. non impiegate come mgrasst,, per es: , gesso , 

calce , calcinacci , ossa, ecc ; ' * 

Importazione di burro in paese agricbla , come , per es. , nel Portogallo 

che lo trae dalP Irlanda, il che denota che non vi e comune V arte di 

£ibbricarlo $ 
Eccedente spesa e scarso prodotto, snpposte uguali le circostanze di suolo 

c di cliroa : questi due fatti possono, indicare igppranza, o- indolenza, 
o scarsi capital! ; 

• Tdee false 

Credenza alP innusbo delta Inna' nella vrgetazionr ; 

Rimed j piu o mono nocifi eontro It malattie bovine; ad estiuazione a far 



Digitized by 



Google 



486 . • 

uio drlla sola acqus souta per fruarirU , in oota del tcslo scrttluralc : 
Altissimus crtauU de terra medicatpenta , ft yir prudent non , ahltorrtbit 
ilia} 

. ACLI AKTlMl . * 

Jdtr manranti 

ConsuHudine di suonar<* ]r rampane p^r allonfcanare i temporati ; 

Superstizioni insens<ite r gpntHrscho n<*llp quali V atto eseguito e fisir4> 
mente inraparp ^i produrrn V effp'tto Tagneggiato, 

Goffa costruzionr delle rasP: np^ Finnmark , per Pf,, tl minimo aoffio di 
aria npnplra da fiitte le parti , il rh'p rpnde npcpssario immenso consu- 
mo ai combuiitihilp ; si ignora V artp di pAitrrnf rarp il ralore , problerna 
piii importantp dpll'* altru chc inapgtia a trarrp. mdlto calore da poorme 
qaatitita di Ipgna; - . . • 

IraiDPnse dimpnsioni nc^ catnmini, qprnp si rcdp tnttora nolle vccrhip rasp; 

IVUterie comiini e suscpttibili dt usi \itilixsimi , sprpgiate: per ps. » case co- 
strattp col fango in pap^p ridondante di pip^re calcari ; 

Metlbdi che richipggono tpmpo ; matpria', falica o spazio niaggiorp di quel 

• <;he 8^ tKa np'' papsi incivHifi; ppr ps. , nella coltivazione dpl|e miniere, 
invece di gallprie orizzontali , scavare po2zi profondi che giungono alia 
vciia minprale; . 

Avanzi di minpNili ri'gpttati , bpnche 'tattora ferondi di mplalli prrziosi , 
rome Hiiinbo4dt ossprvft rpIIp minierp dpi Ppru. A Tavai , provincia 
Binnana, gU indigpnt fraggono dalla. fiisione del minprale dpilo stagoo 
il 5o per ioo,-mentre i,Chinpsi riescono a trarrp il 60 p 65 ; 
- In«trunicnti rozzissimi in ogni manipra di arti e ne^ sprvizi doinpsliri ; 

Jgnoto. il prpgio dpiip opere piii prpziosp; ppr ps, , nplla presa di Corinio 
i snidati romani -gioravano ai dadi aopra qaadri d* iopstimabilc vaMrp, 

Jdeejiilte . 

Miiriere non ^pavate ppr timorp dpgli spiriti infernali ; 

Sforzi ppr ronvprtire matprie igiiobili in oro^ rippttiti le tantp roltr ne"* 

SPPOfi passali ; . 
Ermnpp e ridirole ricptt^ nplla pratira dplla tintura , quali si U'«j;ono , 

jwr PR. , hrl Tintore perfctfo, c nclP altra opera inlitolata: &'g*-cti snpra 

le arti v i mesticri^ 
Tso dpi fcrro rovpntp mial rim.pdio chiriirgico nella maggior parlp dpi mali 

e romp »\ pratica in narbaria, 

Ai COMMERCIAMl ^ 

Idee mancanli 

I;;noranza de' fpnorapni del fliisso p rifliisso , drdla quale ignoranza * p©r- 
t»rono U- ppna i Kotnani sbarcati in inghiltprra &otto la cundotla di 
Ct'sarr: 



Digitized by 



Google 



48? 

Igtioto P. uso ilella buxsola, conie^ per ct, ^ in TurchU, ignoti i metodi di 

trovare la lobgitudine in mar(> ; 
*Non carte idrograficlir , o fallari ; ... 

luesalU iiidicji/.iune de"* venli; per es, , gli Algerini non conta'nochc otto 

venti , mentre gli Europe! ne distinguono trenUdtie; 
Pessinia rositfifzione de' vascclli, come, alia China ^ . 
Frequeuza di naiifragi; 

Corti viaggi r ppco di^ttanti dalle sponde ; • • . 

Commercift ChTguito col mezzo dejle caroyanc ; . . • 

Idee Jalse 

Erronec nozioni sulla goqgfafia iisica, come si leggopo in Tacito; 
Siipposisione che il commercio degradi o.sia inoompaiibile colla nobilta. 



•. Generate alia naziohe 

Idee mancimti • 

Popolazione cluf noo sa ne leggpre, ne fecriyrre/ne contcgi^iare , o jminimo 

lappurlo Ira la i)arte forniU di que^te abilila e la popolaxione fo.tale; 
Linguaggio aspro, clufo, scabro, sprovvisto di termini iodicanti idi-e a»tratlc 

o la ^emplice progress! one dc^ numeri ; . 

Igiiota la divisionc in ore del giorno e della nolle: nissuna misnra del 
• ' tempo, non-orologi solari, non clepsidri od altro ( le leggi delle dodici 

tavole non diatinguevuno che il nascere e il tramontare del sole); 
Nob pitture, non sculture, non gusto n<^li edi6zi o nelle capapne : non 
. portl , non oratori » non storici ( le piu famose epoche di Aoma fur^no 

indicate c5n grossi chiodi piantati nolle roura del templo di GioTc otti- 

mo mkssinio )*, nierce straniera , e sospetta ogni idea di filosofia^.risguar- 

/diiti come maghi i mafematiri ed astronomi. ' < ' 

Credfnza alP aslrologia giiidiciaria e simili diviha^ioni del futaro, desunte 

da^ comt>inaziOni accidental! f # ' 

Terrori insenaati ' per erronei prondslici, qnali si.dilTinterdi per es. , nel X 
" secolo, sulla 6ne del'montloj • ,. 

Uso g'eneralc degli nmuloti , omlc .essere presorvati da ^lalun'que aMdente 

funcjitD, come in Turcliia, incdiaute rapplicazionc di qualche .versetto 

•deir Alcorano \ . , 

Tupido ed e&teso spaccio di libri ridicoH , pieni di prctesi segreti, slrahi 

prqdigi , pazze. storie; com^inare'le replicate edizioni col brcre tempo 

in ciii successero*. (\u generfle U qualila e la ^opia. de^ libri die si dtf- 

fofidoDo , iodicano la qualita e T c^teDsione deno-spirito dominanie. Jl 
. confronio Ira i libri die ii sta.mpano a Lisbona c al^arigl svela lo slatb 

intellettuale delle relative popolayioni ) ; 
Imposture rapidamcnte diHTuse , come succedc non di rado nelF ignorastis* 

»ima Svizzera ; 



Digitized by 



Google 



488 

Prodotti del liitfo, i quali suppongoiM una proporzionaU. tcric di- giudizi 
foLti nci giuotratori } 

Opposizione alle atili iinioTazi»ni, per cs. » alia vacniazion&, opposiziooe 
diiiiostrsrta dalla. mortalita per vajuolo, del che pare si citano fatti nella 
Svjzzcra ; • 

Ntimcro de^ &bi oggetti del calto o* delle false difinitlkj neN^ India, per 
es, , gioDgono a 3o milioni, Irt clascan impoHore pu6 aprir bottega , 
sparciare la sforia dfW idolo ch^ ha create , c fiicere a spese delP im- 
•liecillita del Tolgo, La conoorretiza a quesU falsi idoli rapprescaU V i- 
^noraoza del popolo indiano, 

Ricrlirzze de^ ciarlatani di qualnnque specie ^ denomiDazione e colore, Hes- 
incr , divenato rioco in pochi anni a Parigi da^ 1 77^ al 1 784 , dimostm 
la gofiaggioe Jei Parigini a. quelP epoca, 11 Paraguai debo^ essere igno- 
rantissimo, fiaoehe il dottor Francia oscendo tutte le sere dal suo pa- 
lazzo per osser^are le sleDe e facendo* alcuni calcoli alia preseoza del la 
s«a corte e del volgo, e riuscito a procararsi la pubblica ammirazioDe 
e domitiare, Nella sola IngEilterra il clero protestant;^ possiede V annua 
rcndita di 1,100,000 fr., maggipre della rendita co'niplessiva di tuUi 2' 
parrochi delP universo; P Ingniiterra' non e dunquc li paese piu.illami-, 
nato della terra, come ^i cr«le,.Le immense riochezze del tem'pto d'^A- 
polio in Oelfo, di Giove Ammone in' Africa, della Mecca . nelP Arabia , 
sono 'prove delT ignoraoza di quelle popolazioni. lu^ Egitto' do?e , come, 
snppone Giorenale, gli Dei nasceano negli orti , pfu della meta de^ ter- 
reni appartenevano ai sacerdoti ed al re, 

Vn- preguidizio e comuae ad una nazione quando e rispettato da** suoi .per-, 
sonaggi' piu illustri, dalle sue antorita, da'* suoi tribunali. '. La presenza ' 
d^ un astrologo alia corte di Gostantinopoli dimostra^ che nella mehte del 
l{oigo e tiittora radicata V astnologia, AlP opposto , allorche S. M. il re 
tli Baviera nel 1 ottobre 1826 disse agli student! dell^ liniversita di Mo- 
naco ; Us obscurans el Us kypocrites me sorU odieux , ci autorizzo a con- 
chiudfere che Pignoranza e P ipocrisia notf predominano negli animi dei 
Bavaresi. . • ' 

II, SINTOMI PI SCIENZA - 

' . * ■ 

jiiH relaUve aW istruzione e risuUad di esse 

Magazzini di'stracci, viateria prima delta carta ; un. bol magazzbo di 

strucci del Talore-^ per es. , di 5o luigi e sintomo piOl sicuro di estesa 

iiitruzione, che non i laoo luigi olFerti. dal diretlore. della bibliotei^a reale 

di- Parigi per la copia unica ip carta' veliivi della prima edizione di Tito 

-Livio , in occasione deHa yendita de*^ tibri di Sir Mai-k. Sykcs (183^); 

Volendosi gindicare della Kicnza di due' nazioni dal rispettivo prezzo 'acJAi 
ittracci, conWene.avere rigudrdo d» qua parte alio stato delle arti che 
richirggono molti involti di carta , come P Inghilterra ,• dall' altra alia 
fiiiseria della nazione che nonabbandona troppo presto i suoi stracci , 
cuijie la Gerraania ; 



Digitized by 



Google 



489 
Girti^re numerose; ■ . 

FabbricLe di n^ro di ftima necessario per V incliioflro ; 
Fabbriche di raratteri, strumenli chimici, fijici , astronomici { 
Tipografi e libra] ; ■ ' . . • 

Gabinetii di leftura ; ' 
Prodotto del dazio suW iniportazione de"* libri^ col quale nntomo yolendosi 

confrontare due nazioni, fa d^ uopo avcrc riguardo: i,^ alia popoTazionr; 

a.^ alia quota del dazio ^ S.** al nu^cro delle tipografie nazionali , le 

quali dimiDuiscono P importazione' di lil^ri estcri. 
DifTiMione deljo spirito d^ associazione j il quale super iore a qnalunane pre> 

giudicio civile e religioso uniscele forze intellettnali dc^ riUadim piii 

utrutti alia ferza pecuniaria de^ capitalisti aelle . pifk ooitote intraprese 

sociali , private e pubbliche, 
Estensioue deir impiego- delle macchine a vapoiv nello scavo delle initiiere, 

etpurgq de^ canali , sgombraniento de** fiumi , navigazione dcUe riviere e 

delle coste , nelle operazioni delle arti e mestieri , ecc,, 

Esercizio dett istruzione * 

• • 

Prodotto della ta^a sugH esercenti professioni li)>eraTi, medici, cbirnrght, 
arvocati , notaj, ingegneri, architetti, agrimensori, ragionieri, ecc. (Dalla 
testa degU iugegneri iqno uscite le macchine a* vapori, ionti di tante ric< 
chezze per ringhilterra e Stati-Uiiiti d** America ) 5 

Prodotto deHa tassa sui giomali specificandone le quote per foglio; 

Maestri e mae«tre di lingue, di scienze , di, arti.;- 

Autori accreditati H in quali sctenze^ 

Opere period iche , giornaliere, settimanali , mensili. 

Vcdi la TI divisione tra le operazioni delle autorita V art, Istruir^ 



Legfi' relfttiyc air istruzione. 

a; ABITTOIiri VGOIfOMfCHB, 
I. SiNTOMI D^ INDOLENZA . 

. Perdite di tempo 

NumerQ. ecctssipo di fiste religiose e cit^ilu Siccoroc il Hposo ripristina 

le forze consnnte xial laroro , perci6 *i\ numeflio delle feste jion piiu 

rssere sintopio. d"* indolenza- s<^ pon qiiaudo comincia a superare 177 

dclP anno; • 

Numero di cqffe, bisliardi ^ sale da. giuoco'j . • 

Tempo impiegato ttel soddts/actmento de^ lisogi^ Bagli Egiziani rhe non 

.* impiegano giammai piu Hi 10 mintUi a praitzo, sino agli antiriii German i 

cfae passavano interi giorni a mcnsa , v"* ha -crcsceute perdita di tempo ; 
JLe figgie d* abbiglidrsi sono sintomi visibiK d** uh maggiorc o minor tempo 
giQrnalmente con»uma)6: la 'pellinatura delle donne uello.'.scorso serolo 



Digitized by 



Google 



49° 

richicdeya almeno un^ or* al porno , nientre altualroentc bastano poctii 
minuti; * 

Berditfi di forze 

Ubbriachezza piu o nieno cQ/nune, il.che distrugge le font dellVanimo « 

drl corpo; , . 

Sucidume^nelle case e nelle corilrdde^ clie molUpiica le maUitie e dimi'^ 

nuisce la durata media AcWa .vita$ 
Picssimo siato deiie strode vicinaU, rovina de^ buoi e dc' cavalli 9 de^ carri 

e dfi^W attiragli., nel traspnrto delle- derrate dalle campagne alP'aja; 
Disposizione irreffolare cle' podrri^ che jreade aecessarie replicate e inutili 

gitc e i^orni; 
Comrade irregoiari iortuose nelle yiua ^ avanzi della confaia owirusione 

primitiva ^ ■ " ' 

Perdite di guadagrd 

' II confronto tra i prodoiti di cui e susccttibile un paese e i prodotri tna* 
loghi iinportati, serve a roisurare V iodolenza o ineapacita Daifionale> 
)a quale regola vuolc (ssere applicata a <:ia5(:un ramo d' induiiria , p^r 
esempio ; . • . . 

a) Miniere non scavaU. 11 P.ortogillo importa feiro, piombo, sfagnq, rain^, 
•ntifoonio, e quindi impiega grosso capitate a comprarlw, invere di iiD« 
piegarlo a scavare le numerosee ricche miniere di questi. metalli di^cgli 
-ppsftirde. • • ' 

.b) Pesca tt*ascurata, II merUizzo che inaddietro la .Spagn.1 ricevrya dalPIp* 
ghiherra, era salato col sale spagniiolo di Setubal e pescatb |)resso quel« 
V isola di Terra Niiova che gli Spagntinli avevano sroperla j 

c) Tvrreni non coltiyatL V estensione dc' terreni inrolfi ne^ pae«i inoiyiltti 
non e'semprc.esatta misuca 'delPindolensa nuzionale , dovendosene at- 
tribuire una parte al dirilto di propri^ta clie 1» de^tina alia pilccis^ od 
ftlfro,- 

d) 4f^U ne^leUe^ Niuna nazione earopra ' meglio <le^ Polacrhi potrebHie »p- 
pigliarsi alle diverse fabbrirbe di pelli e cuoi,'si perclie ne consiiiflano 
una grande (taantita in istivali, setle, bardature de^cavalli, attiragli dri 
carri, si p«rcn^ posseggono le ndterie necessarie per la prepaniione delle 
.pelli c de^ cuori , il concino ^ il <ale, il sego, ecc; eppnre i Polacrhi 

flnancaoo di t\tx\\\\ ftibbriche 'che sono ormai cbmuni a tuUe le na* 
«ioni incivilite; * . ' * _, 

e) Commercio. inaWfio , il che conoscerete* principalmcnte dai due sc- 
guenti siniojni: 1 

I.* Canali suscettibili, necessarj e non esist^ti , come, per es., nclU 

Spagna.; ' ^ 

2. Numero de^ yascelli, nazionali entrati ne' porti della nazione infini- 

tamente piccolo a frdnte del numero dfgU esteri ivi pur giiinti , com€ 

per cs, ikI PortogaJlo, 



Digitized by 



Google 



49' 
11. SINTOMl DMMPREVISIOJfK 

• • • ' • 

Ne* bisogni primitivi 

Mancanza di tuagaizini regolari in ctii provv(>d<rrsi le famifslie -cfcllf 
biade n(*ci*sitarie tfa ud raccolto c T altro, come prcs»o. piu popola- 
lioni Help America ' meridionale ; ." '• 

Uso piu o i/tcno comurie dijabbricart ceue di leeno neli^ eitta , Ame sono 
81 frequrnli gli incendj, uso antico e uniTeraale nr)la Daiumarra , 
Svezia , Norvegia ^ pria che Ic leggi verso ia fine deIio'scor«o secolo 
Iq vietassero; • ^ ' 

Numero degli incendj e simili accidenti funestl,- 

NegU atti avili . 

Arvolamenti miUtari a uita, Siccorbe il ptczto delt* iirgaggio a vita e mag- 
giore del prezzo deiringaggio temporario, perci^ molti vi si l;ft»ciano 
adcscare seoza riflettere alle consegucnze. Si pu6 misiirare V impre' 
Tisione'di due nazioni diverse confrontaiidcf iti ugoale iiiim<*ro di sol- 
dati gli ingaggiati a vita e gli ingaggiatj teroporariamente; 

£td media in cui si suole contrarre matrimonio nr paesi in cui il uincolo 
mariiale .e indissolubiU. Questa eta che oonsta aalla somma dpgli anoi 
de^ contraenti divisa pel numero di essi, « sintomo. di tanto roaggiore 
imprevisione quanto e piu precoce; 

Mancanza dijbndi di riserva, Ja quale. pu6 essere rappresentata dalla 
somma prestaia dai m'onti di pieta e dai pienoratarj , e per lo piuT ha 
per causa le gozzovigUe, la misura ddle quali si trova nel numeto 
d^ yenditpri di vino e . Uquori, 

III. RISULTATI DELLMNDOLENZA E IMPREVISIONE 
O SINTOMl DI MISERIA 

Nella popolazione 

- 1i / Generate della nazione maggiorc di i';3o non imputabile 'a> 
3 cause topografiche ; 1 s ° 

g Particolare degli ^ospitali , e tale che piu di un i;3 della I a- 8 ^ a 
si ' popolazione muore in essi ; ( 'C ^ E^"^ 

£spo»ti.y alBuenza straordinaria in ciroostanse pari ; ) .^ " £ § 

Emigrazione non prodolta -ne da cause morali ne da cause in'i ''S *g u 
salubri. * ' I s £ t ^S 

Parte della popolazione che vive di Umosine^ e valor totale dijO^.s 
esse. ' ^ . 

Ne' jcomumi 

BaMO prezzo ddi bestiame, de^ volatili ed ogni specie di selvaggiuine rcla- 
tivamente a quello del frumentO; il che dimostra la grande abbondanza 



Digitized by 



Google 



49» 

de^ primi a froMta del recondo, e quindi lo fttafo neglHto e inooUo del 

ierreni; per cooseguenza ne popolazione ne capilaU proporzionati. 
La piccolezza delle ponioni, la catUva aualita, il na^seameDto e Pinsa- 
' lubrit^ dfgli alimcnti sono altretUnte nasi per. mUiirare la miseria : if 

]>opolo Chinese non isde^a di pascersi di carogne : i Calmouks del Volga 

ingannano t>Wolta la fame divorando lo stereo de^ loro bestiami; 
A(;qua per beranda invece di vino o birra; 
Coosumi ecoetsivi in occasionc di nascite , toorti , matrimonj e frequenti 

fttte. . 
Casolai costVatti col fango, coperti di paglia o tavole di pietre, csposti a 

tutte.le Vicenide atmosferirbe , invece di case; 
Abiti sdrusciti ne^ giorm -festivi , ed insufBcenti a riparare jlall^ uin\diUi, 

dal freddoy dal yento. ' ' ' * 

• JYe* lavoH 

Fatica epcessiva : la macchina umana sostituiU alle roaccbine animali nel- 

I'ararc, trasporUre e strascinare; 
Basso prezzo ae^ servigi e'de^ lavori) per es. raercede d^una balia miBore 

d^uno zeochino al mcse, 

Ne^ atti cwiU 

T...»»:«^n.».«»f; «-»- ^«k:»; S Numero degli imprigonatt , 
Imprigionamenti per dcbiti , y^^^ ^^^^ j^, j;^f^. . . . 

Vendite forate alPincanto per ordine de"* tribunal i ; 

OppignorazioDi contro i morosi al pagameoto ^elle impoite; i. gradi di 

qaesto sintomo: 
r.^ Massimo valore delle oppignorazioni pel testatico; 

3," Medio pbr la tassa suUe arti e commercio ; 

3.** Minimo ' per P ioiposta sui terreni 5 • 

' EsalUmento religioso sempre maggiore in paesi poveri. 

IV. SINTOMI D^ ATTIVITV 

Acquistc di tempo 

Tempo impiegaio tie' ItwarL V Olandese domiciliato al Capo, puona Spe- 
ranza, che imnirga la roattina a pipare e il dopo pranzo a dormire , e 
il Fiammingo Franceae che in ogni stagione oonsacm al laroro aaindiri 
p sedici ore al giorno, pre«entano gli estremi delP indolenza e delP at* 
tivitkj 

J^'.itfo della pubblica leUura neVcoUegi, durante U pranzo, addita un tempo 

) acquistato a vantaggio dclP istruzione ; . 

La ifuantUa deW opera , moltipiicata per la difficoliet , du^isa pel un^ , 
e la. piu totta misura delP attivita, pari casendo le fonc e i metzi. Lo 
Stato di Connecticut C America Seitentrionale ) in mono di 4 afam diedc 



Digitized by 



Google 



495 
a So oompagnU la ooncetsione ii 5o ttrade^ 99 dcH«4«iii| Imi^ 9)0 
miglia, furono terminate in qnel perio4o 4fi tempo. 

Acquisto di forze 

Esistenta di macchine che affevolando i larori, It rendoco poMibiH alle 
forze deboU de^veceht e dt^ngaui << qmuti vmo dtf Mvtfg^ dJiU 



cn/iltz»azione, giacche le fprapost JaUche dtUs, coocia efjjpiMfe im^nbSU 
ai ragazti ed di vetxhi , e Bumemndo i corn per ttamoriarU^ na ffWIil* 
"ta una popokaikme patswa che V alCM Jpeaao akhmmmn )• 

jtcquistp di ^mdagno 

Le terre trasportate dalla valle alia cima de^ montij. 

I ceppi delle Titi piantati lopra alti e nadi ciglioni , che il paemno 

' cofure con poca terra^ .- ' 

Le numerere ▼anidii aielle *peoie frullitee, e lpr» pftotcifty dii« ain- 

tomi delP industria de^ giardinieri ; ' • 
I piu piccoli rami d* aoqaa (ttligentemente raceoiti e <icond«tti ad ini- 

gare i terreoi. r 



V. SINTOBO DI PREVISIONB 

»' 

Casae di risparmioi MoUipUcate la popplasione pe^ Talori medii ^Ue^ gior* 

nate, e per que<M prodotti dividete.!. capitall delle cas^e^ i ^uoti^rap* 

presenteranno i rispcttiyi gradi oi pr^rUioi^c ; [ ,:^ , ' 

ProdoUD delia uusa sull^ eriiUta'^ an uoipo ,che dornalmente consuma 

qoanto giornalmente gi^adagna, noa ha preyiaiooej la'pmrlaiana •'aMJk- 

Sr^sanlnte dai ri4p4rmi $ ora. 1^ eredita A^ t^no la tomma} la ,|^af^ .fp]||e 
oti da lo steMO risuluto 9 . . . , 
Suceeni delle coMffognie iT tunemmone.''coniro gli inoendj , le tempeste , 
i nanfragi e timili sfenture, i qaali suoqeMi n deterniini^4o da| nomero 
' delle compaanie e dal lotp d(i>iaindo^'' ' * • »•'' 

1 • •' • • ■ . •■ . . . • . 1.1 

! ...:... ... ,..;:.•........ .' ....... 

VI. RISULTATI DELL' ATTIV1TA» E^ PRE¥i8iONE« : 1 
O SINTOM! Dl MCCHEZZA, ' ^ ; ,. . .r 

'^ieoome'le'mei'ci ^^poate'in venditk indioane edvleiizil di 'cbteprateli , e 
merct ooatose oompratori ricchi , "pkmb' %cm6 kinteuA di 'MduMa i 
acgoenti oggetU, ed in r«fione del Uro- nnmero o qnantiUi 
Bnoi, TUelli, ponri ncUe Itaacellerie^ iLe relaliTe qnantitk ri* 

Vim, aidro; bnTfa;. li^ttari, fuelja fVPettiye \ nol^ ^ai wrp49tM 4ft 
Barro^ fariii^y aalwni' ( , bolteglifi .} daaj aiii Mfawiuf , 

FOosof. delta Slai.y vol IV Z% 



Digitized by 



Google 



494 

FvM 4ft •^noo taivo iffioto o qaAii ; 

EttCDfione dcUe orUflit iftlonio ai ccmri abiteli; 

Ve&ditori H temglie e limili slrumenti relatWi «J ?itto. 

NeW.aUo§po 

Freqwon di WrgU , Tillani, cfttU, cMe di eafli|Mig>^ 9 

Regobrila e bid piaai delle caaef 

Oiiee, ge«io, pielre, flwrBi etpotti in TCwUlaj ILe relative qaastita lisol- 

Legna, carboae cnlnti nelle citlhf . I Umo dai prodotti dei ]da- 

Vendita di caodele di scgo e ccra ; I aq sui cooMimi. 

Idem di TcCri e cristalli per le finettre. ] 

, ' Nd vestiario 

PaMani muniti di tcarpe e ttiyaletti ne^ giomidilaTOfo nelle campagpei 
-BloffB-^d^ ogM tptcivpiii' Q «ieiM^ preuoae etpoale m TendiUi 
Fabbriche di cappelli piu o meno ooatosi^ 
ConcU di eooi e di pclU d^ ogni tpeciei 
Vendita di droghe per la tintura $ 

•Largo- consHina da sapone. riaulUnte dal dazio ani consoipa , opnfipri^atp 
dalT eiisteDza delle laTandaie e foppressatrici; 

niuDinayione nottiirna nolle cittji e ne'^borghi; 
Portici Int^rno' alle' piazte , ottinu' ia ^ualunmie dima^ 
itraoe bed MlciaVe , sgoifabratle dal fail go ie dalla ttetei 
Fiacri e barcbe corriere / Tettare e dii^enge^ 

ilaiiMrD 4a'AaTfllL } .r ^5^^ ^,^. ^^^^^^^ 

Seryt nob ' idaggldri M 175, nh mlnori di 1/100 deila popolasioBe. 

, ■•' V • '•' • N€^ piaceri 

Paisecgt pabblici , 1 quali, oltre^ d^ esaere efietti sodo anche fosli di 
riccneney giaooie dfa un lato ricreano Ie forxe delPaoimo, prindpale 
clemeDto della prodiizione, dair akrm promoTono una lodevole TaDili 
ingfoUHMoio il eoMuiaei 

Y^i.i 1 Numero medio de^ biMUetti teRali 1 

Tealrl | y^j^^^ ^^ biglietto, 

GafBe piik che oiterie) 

GoBtumo di derrate ooloniali per testa* ( Holtiplicate le qaantitk contonaate 
1^^ Tal^ locali e divid^^ par le rJapettiv^ popolauoiaij i quoti rappre- 
, |a<q|» r #p n 9 i fippetftin V^ 4i riccheaM }. 

/.I.. ' ,' '.', tfelie^ntraprese , ' ;^;' 

'It' ttumero e il eoHo deUe intrabrte^ ntHi* eaegmie da pntrata coaipagni^: 
per' et. fl *oIo oAtntle liavigaibile ^ Landtftrei che coaU phi di 19 loi* 

*- '^^ ' ') :. ^,V • 

y 



Digitized by 



Google 



495 

Koiii di lire malanett , pokrM»€ ettere iodiiio Mle ricchftKe iBoieaM 
deW Inghillem , ta non li sapette die dal 1758 tl 180a priTftte com- 
^pagiiie tpetero iri pitk di 4o3,ooo^ooo in laa canaliy ollre altri 43 canali 
simili eaeguiti ciiscuno da ana sola fattiiglia. 
Leggi relative alle abitudini economiche, le quali attualroente li ridncono 
aUe varie specie dMmposte piu o meno regolarmcnte distribaite. 

3. Abitudiri mobali. 
L SINTOMI D' IMMORAUTA^ NELLE FAMIGLIE 

Man)a pe' giuochi d? azzardo 

Spacdo delle carte da giooco e de* dadi ( notizia non difficile per es- 
aere qoesti due oggetti talora regie priyative, talora aoggekti ad im* 
potto); 

Prezzo delF appalto de^ giuochi d^ azzardo ; 

Somme giuocate , il che tolvolta e ufficialmente noto per la qnoU eveiH 
tnale che tocca ai comuni, come, per et., a Parigi. Y* ha a Londra 
piu di 40 ^•e da giuoco , ove si ginocano piA di aoo milioni di 
frandii alPanno. Ultimo eccesso della panione del giuoco presao i 
popoli semi-barbari si e il giuocarsi persino la libertk 

Coooorrenza generale alle pubblicfae banche da giooco : concorrenza par^ 
ticolare di funzionarf pobblici, cirili edecdesiastici, il che dimostra 
non esistere opinione pubblica reprimente , come , per es. ^ nieir Amc* 
rica meridionale ; 

Suiddj per perdite ai giuochi d^ azzardo ; 

Confrontare gli introiti del lotto con qaelli ddle casse di rispamio , 
onde redere se I primi scemano crescendo i aecondi; 

Spaodo di stampe insensate die insegnano ad inte rp ret a re i tognl e 
simili aoddenti fortuiti, onde trame i .numcri dd lotto. 

Uhhriachezza 

Rapporto tra i venditori di rino » di liquori apiritosi e la popola* 
zione: pessimo sintooo se qud rappovt# 4 maggwre d? una a oin* 
quanta, n massimo grado ddl^ ubbnacheiaa e rappresentata ddle pec^ 
sooe che semi-morie giadono giorndmante per terra intovBo alle 
osterie , come ndia Polonia Austriaca. Ndla capitdo del Messm U 
poUzia fa girare ddle carrette per raccorre gli nbbriaehi che si teofrann 
per le strade , tratlandoli , qoasi disd , come eorpi morti ; 

Ifanoando la notizia ddla popolaiione , eonf rontare i anddetti Tenditeri 
001 Tenditori di tde, panni, cappelH, eoc II rapporta tra i prim a i 
aecondi pu6 sehiarire il rapporto tra la spaaa in berande t la spesa in 
abitL L^abito ccncioso nd Tolgo e nondi rado eiTetto dP inunon- 



Digitized by 



Google 



496 

litii e d^iDdolenu; dfioo immonlitk, giacpJiedii continm ilprodoUoiiella 
giornata tU^ osleria , non pu6 proTcdere ai bitogni delta famiglia ; 
La qnaQtiU de^ rini nasonali e forettMii contumali ne* oomum chiati 
▼aol esscre confrontata oi»lle taTole neeroloficlie. 

Corruzione 

Rapporto tra i matriraonj e la pojpolazionc , cattiro aintomo se minore 

di I a 1 30 non eaistendo carestia ; 
Donne mantenotey niim^rose e non spregUte; 
Numero de^ figli illegittimi ( il numero degli espoiti e meno aintomo di 

immoralita che di miseria ) ; 
Divonj e aeparaxioni di domicilio de^ oonjagi j 
Uso comune di non allattare i propri figli } 
Adoxioni rariisime o nnllej 
Danze lascire eseguite sui pubblici teatri e per le strade, come, per ea., 

il famago nel Portogallo che fa gran Tanto di religione (in generaltt 

confrontate la religione col cotinme e credete pin alle opere che ai aim- 
■ boli ) giusta U maasima filoaofica del Vangelo : tx opeHhus eorum cogno^ 

tcetU eos ) ; 
Smercio d* opere oscene : 

Abbondansa di /aquirf, aervu , marahouu , gn$aing» , maghi , attrologi , e 

' simili oaioai , quindi corrotti e corrnttori. Tra i Kalmoki che non ti 

> pff«giano d^eccesaiTa caatigatczza di cosinmi , il dero ginnge ad iy6 ddla 

popolazionef 
La mancania di donne pubbliche pu6 eiaere tinlomo incerlo : a Moaca le 

donne pubbliche non poasono aussiatere appanto perche la comisione 

■laritale e maasima* 

Civile 
Venalitii delle cariche come per V addieiro in Francia $ 
Corruzione de^ tribunali , la quale , in pariik di circostanzt 9 s^ aTvicina 

«l grado mAMimo o minimo , aecondo cbe la procedura e aegreta o 

pabblica $ 
Giudici lacranti in ragione de^ delitti , comenelU Vattellina, allorche era 

ao|fgftta ai Grigioni j 
MoltipliciU e confusione di leggi : corruptUtima republica pltavnae legu { 



preazo de^ teatimonj falai come a Loodra ; 
Froanenaa di faliimenti doloai c aiaastinj premeditati | 
Froqi vaecontate con indiflTcrenia » o con ammirasiooe , o qnaai oggetti 

di modal 
ProTeri>| immorali; 

Proapctto de^ delitti dirito per apecie , etii, profeasione , rdigione 9 
meti ed anni. L* immortalitii . cresce aecondo che crescono i deJitti 
commeati in tenera ed avanztta eta, aecondo che il rapporto tra 
il nnmero dc^ deiinouentl e la popolazione e raaggiore di i;Sooo s 
la Fraada ai conta no accnaato topra 44^^ abitanti. 
In Inghilterra- topra 38i i» 



Digitized by 



Google 



497 
pjfragobando il numero dc^ delilti in epoche o sttli diveni , fa dmmo 
Don dimenticare V attivitli o 1^ indolenza do* tribunali nel far cseguire 
le leggi $ allorM P atttnid « massima , UOti i dMu/uenii Qompan- 
Mcono ne' ngittri delie carctri e delle condanne ; se P 0iik'itd e mino^ 
re, non vi comparisce chc una Jixaiotm\ qiandi i nameri de' delin- 
qoenti iMolaUunenU Maminaii poMono iodorre in errore. Ifella pco« 
▼mcia di Bfinat-Geraec ( nel Bnoile ) oompoiU di 4oo,ooo abitaDti, 
Teofono ooodannati annaalmente alia forca 70 ad 80 delinquenti o 
alia deportazione solla costa d^ Africa, ove la maggior parte Irorano 
la morte $ ma fa dnopo agfiiingere che topra 10 madfattori 9 sfag- 
gono al braccio della giustuia. 
I prospekti de^ delitti rogliono CMere aTTiciiiati agli atti delle societk 
di pobbUca benefioenza, acci6 il giudizio tulla moralita sia etatto. 

ReU^sa 

Processioni notlurae si eomani ne^ mcoK paasati , cioe pubblica corru- 

zione rettita ooUe apparenze religiose j 
Ecces^iro numero di feste, quindi ozio colle sue conseguenze CV« U 

divisione VUI , al n.° I ) , altro argomento della maggior depravazione 

de^ nostri maggiori { 
Intolleranza la quale ha diversi gradi, cominciando daUa denegaziooe 

de^ diritti dvui giungendo sino a^li auto*dt^\ 
Feste oscene, come nelr antica Grecia , Roma, Babilonia , ecc. ; 
Atti facili creduti efficaci a caaoellare qualunque delitto , per es. , ba- 

gnarti nel Gauge, tenere la coda d^ una raoca e ricereme Tarina sul 

Tolto morendo , ecc { 
Morale oorrotta ^ubblicamente proelamata da^ profetsori aoereditati : redi 

Ic Leture provindali di Pascal. 

III. SINTOMI iA BARBARIE NELLE FAMIGUE 

Potere iiiimiUUo de* 

Padri sni figU , ( (^nesti (fuattro elementi bastano a dcterminare 

Mariti snlle mosli , 1 1 gradi di barbarie de^ primi Roraani tanto 

Padroni sogli sdiiari, ] decantati dalla pedanteria. 

Greditori sui debitori. ( 

Degradazione della donna riguardata come un animale 

Dai parent! che la maritano senza consollare la di lei Tolont^, la Tendono 
rioeyendone la dote invece di sborsaria, e la nrivano della kpuimay 

Dal niarito che , dopo averla comprata , puo farla feoondare da altri , 
onde aTcrae robusta prole , t T aggrava di lavori come una bestia 
da soma} 



Digitized by 



Google 



498 

I>alU le^ge cht le aegi il divonio ooneeno d imriUi « la oottringe m 
▼«deni a fianco tre altre mogli come presio i Bfaonettaai , o di piu, 
ID ragione del poiere cbe ka il marito di nantfiMrie ; 

La oaale dcfradasione e maasina preaio i popoli caociatori , im poco 
minore praiso i peacatori, minore aneora pretso i paalori e gli 
agriooltori , niniiBa o nalla prcHO i popoli artigiaai e 



J^etU delta degradazione dette donne 

A Roma ,~ per ei. , ed in tempi di tupposta Tirtu , piu di 3oo mogli 

furono convtDte d^ avere aTvelenato i loro mariti; 
In America , prefto alcune tribu , le madri occidoDo speuo le loro fi- 

glie bam bine per liberate con un aolo colpo dalla futura oppreaaione. 

Aiparto inegnale delP aaae paiemo In i figli legittimi non BBottrato 
69 inegua^lianxa di merito ^ 

Od) traameaai di ^enerazione m generadone; 

Offeae peraonali nguardatc come ofTeae comuni a tutta la parentela ^ 
e per cui ciaacun membro delP ana ai yendica aopra i membri del- 
r altra« Alia quale barbarie auccede V intrbduzione del duello, bar- 
barie minore , percbe dalle famiglie riatringe le ofieae anllt peraooe. 

IV. SINTOMI DI BARBARIE NELLE NAZIONI 

SisWna militare 

Inraaione dell^ altnii trrritorio aensa dichiaraxlone di gucrra od aniece- 

dente diacnaaione amkheyole $ 
Pcrocia Terao i prigionieri di guerraf 
Miaurare la Tittoria dal numero de^ prepuij tagliati ai nemici come 

fece David , dai aaccbi di oreccbie come uaano i Turcbi , dai monti 

di trate oome coatumarono Zingia e Timur; 
Ardore per la guerra o la rapina, e poltroneria , come degli antichi 

Germani atteata Tacito ; 
iTutta la atima e V ammiratione oonoentrata aul pirata e brigante felioe | 
dmbattere aepsa paga regoiare e pel aolo amor del bottino; 
Rignardare ogni atraniero- oome nemioo, ogni proprietii atraniera come 

bnona pren. 

SUtema penate 

Uao della tortnra come criterio di veritk nelle cauae criminali , uao noa 
' anco diatrutto nella STiziera ^ 
AtrodU nelle pene, per ea. , troncare le gambe e le braccia , rom- 

pere le oaaa , far rombattere un.uomo oontro ona tigre , ecc.; 
Sproponione Ira i delitti e le pene ; per es. in Ingbtlterra il furto di 
< cinque acellini o tti franchi e punilo di morte ; 
Gon68oa de' beoi per pena di delitti, il cbe danneggia cinque per colpa 

di uno. La legge Maocdonica ne^ delitti di lesa maeata condalmava a 



Digitized by 



Google 



• '»99 
morte il colperole , i tool flgli c tuUi fUelli ohe gli erana ^niti di pa* 
reoteU , ii eke det«niiiiu V unico limite delU barbarie. Alia China la 
pena pel delitto oommesio da an individno s^ estende UlvoTta a tutt^ i 
parent! sino al nono grado di parentela p benche aia erideote la loro ixt- 

* nocenia. 

In senerale il sistema e taoto piJI barbaro qaanto pid aTTieiiia 1' nono 
tf lo alalo degli animali o lo d«gnda aollo di «mu 

Sistema civile 

EiteQslone di beni comoiiaK. Nello atato telTaggio, talto e eooume a lalU; 
nello stato indfilito, ciatcuno ha la sua proprieU. Tra qnefti due e- 
stremi , V etteniione de"* beni eonunali dimoitra qaanto una nazione al- 
V uno o air altro a^ aTTicinL Sotto questo aspetto PI ngbilterra e luttora 
la pitk barbara tra tntte le nanoni europee , giaoche le supera tatte 
neU^ nteniiooe de^ beni oomunali | ctai giongono sino alle porte di 
Londra ; 

NiMana gaarentigia alia pfopaiet^ letteraria ; la repubblica delle lettere 
lasciata in baUa de^ conari , ottia permesso indeBnito ai lipografl di ri- 
•Campare le altnii opere aenaa contenso de^ riapettiTi antori nazionali 
od esieri^ permeaso che eqnirale a qnello d* imposaeiaarti degli oggeiti 
naofcagati., quale era in a«o ne^ tempi pia barbari. ^ 

Ifaggior rifpetto alia proDrieta che alia libertk de^ ciltadini ; ai mostra 
aerupolo a torvi un traDucco di terreno necessario per^ oostroire una 
atrada ; non si mostra scrupolo ad arrestanri per sospetti incondodentii 
ossta in generale, Tiolacione della maasima di Teodorioo t Sine compc' 
fmttf juJucu nraecepto nuUus irufenuorum sustineai detenthni* mjurimm , 
mu ad judkiuM deduauur , t^u in priMOtu haUtOur o^faulibet pnu' 
sumptions custodia. 

Paeaano , senro della gleba , o sia attaocatoal podere come una cosa, e 
die si vende unitamente ad esso » a guisa dclle fabbriche e ^egli animali; 

Autoritii civile quasi nulla. Giaacon Indiriduo attp a portare 1^ armi , 
ooraparisce armato nel consiglio della naiione per decidere della t>ace e 
della gnerra , ai aente ugnale agli alftri e mostrasi insofferente d^ ogni 
freno ^ 

Antorita sacevdotale molto pi^ potente ehe la eiTife , eome Tacito attesU 
de^ Gcrmani: Ifsque anm md ^a iu igf ntqm vinctrt^ne pfriKfWPt ^^uidemy 
nUi MocerdotibuM permisMum , non quasi in poenam Htfc- d^fis jussu , 
sed velut Ds» imperanu quern adesse beUantibus creduni\ 

Nella barbarie corrotU » somma viltk ne^ sudditi , quale ai osaerya oelle 
nazioni asiatiehe , sommo orgoglio ne^ dominanti, quale si manifrsta nei 
paxxi titoli che aasamono, per es. figKo det. sole , fratello della luna^ 
gran signore della terra e de^ mari ecc. \ 

Spettaeoli atroci » onorati da molta ooncorrenza , . come i edmbattimenti 
de* gladiator! a Roma , de^ pugoatori in Ingliilterra , de^ ttei* an Ispa- 
gna , ecc, 

I sialoaii opposti agli aecennati indicano moralila ed i n c Jfi ti M en to^ 

Leggi rciatiTe alle abitodtm morali. 



Digitized by 



Google 



5oo 



SECONDA PARTE. — CAUSE INTERNE ED ESTERNE, 



M no'* 



CAUSE INTERNE CHE 

FI SI 

£ L BM B NT] 
I. POPC 



G«»enliii«ite parbndd • pmcMeiido dai mmerofi ottaeoli 6tici < 
monli che accenDeremo, U popolaiione^ come tatte le tltrt specie ii 
tenti » creaoe in ngione de^ mezii di totiutenu , e lono i iegnenli : 

i.^ AhhonJUoaa di set^aggina. 

NdP America tettentrionale dore il dima e piik rigoroto e il tmtii 
mun fertile, le capanne de^ leWafgi difUno lo a i9 giomate, e i&fengon 
meno rare a wusura che wno meno rari i buoni o huoi teUmtid, 

I TQoti laaciati dalle guerre • dalle epidemie tono presto riemptti m 
k ablMndatite la salyaggiiia, il che si osserra anco tra le naiioiu indviliu 

a.^ Abbanddifna di pescL 



'SI mP pesi scmi-telTaggi che iieglt inciviiiti ai Teggono Tilla^ 
■lasse d^ abitanti tnlle sponde de^ fiami, de^ bghi , de' man, -dove c pi 
fiwUe , jpM eopiosa , piu costante la pesca. NelP America meradionale jo 
0iandoH daW Orenoco , si peroorrono centinaja di miglia in tntle le din 
idonl senu ritrorare traccia di creatara umana. 

3.* Abbondaraa di prodoui agnuj\ 

I Tillaggi , i borghi, le cittli divengono frequenti, i misara che al 
bondano le piante cereali, come, p. e. , in Lombardia* Gli Israeliti, i qua 
non crebbero che lentamente finche errarono nel paese di Canaan , 
molliplicarono a segno s«l suolo fertile delP Egitto , che dunuate il soi 
giomo che ?i fecero» il loro niimero nddoppiotsi ogni i5 ~ — ' 



Digitized by 



Google 



^ISICHE E MORALI DELLO STATO DELLE If AZIONf. 

\SE MODIFICANO. 

FOPOGRAFICL 
f s. 

IM MBIIO* 

LAZIOMB. 

'Genenlmente parUndo e pretdndendo d* droMtaBie pi 
revoli alio aviluppo delle arti e del conunercioy la popouu i 
n ragione della stcrilitk ed insalubriU: perci6 

i.'^ Kgore del clima. 
A mitiin che d alxiano sulla schiena de^ monti yedian > 




che pattoro in sucidissima ttalla. 

Al di Ui del 69 gr. di laiitndine non crescendo piik ne 1 
10 , le popolaaoni diTengono rarusioMV HaupaioU Bon con 1 
leste per lega qaadrata nella Lapponia , Volney una teata 
adr America incolta del Nord. 

a.^ InsabtbritA ddt aria. 

La fertilita del saolo e renduta inutile, relatiTament 
lazione , dair insalubrita delP aria ; e questo il Diotivo per c 
pontine si coltivaDO a pascoli non a grani , giacche la cattiTs 1 
Lerebbe la popolazione. AlP insalnbnra uniremo le rapide ti : 
ifericbe distrnttrici della salute jT umidith per cni la mortality 1 
j^iunge a i/aa o i;a3 della popolazione , mentre si riduce a | 
vegia $ le inondazioni irregolari , i terremott, le carestie , le e 

3.^ Cahre e sicciti. 
GH ifflmoisi deserti delT Arabia sono spopolati , perche c 1 
P eoceMO del calore , dali^ altra la manomxa di pioggia non 



y Google 



in PIU* 

Oil iwneuii botdrf die gs kt cftiio ne^ Meofi uilidii , e che attnal 
mrnte tooo coovertiti in campi , dimottmio che fl noDdo en per V ad 
dictro meoo popolato eke al praente. 

n. CA( 

on fUti termometriei ed Igromttnd deterainaoo i hioghi pre/crir 
djfli animmli , le epoche delP armo e della generaxioDe , la oopim deft 
udi , la grMtezsa degli altri , ece. 11 caociatore trova le lontre vicioo a 
fiomi , U camotcio suUe monUgne nerose , V ono biaiMp toUe cosle de 
loar Olaciale , le Tolpi nere nella Siberia oriedUle, le nartore ubellim 
Delia Rmsia Aiialica , ecc 

Temfri. 

Nel Canada trappe inntimerabtli di pippioni fehratid paatano in pri- 
Mavera e autunno. — Nelle stette sUgioni abbondano i sorci moadiiib 
ne^ Ivogbi Ticini alia Samara, al Volga, alia Kama, al Don. 

GK ortolani passaoo in gran copla suUa eatena degli Appennini in 
fnmawtnf ed offrono oocaiione di ricca caccia ai^comttni di Saooa, Loano, 
Noli , al capo di Meio , eoc 

Le qnaglie paatando dall^ Africa in Eoropa approdano a grandi lomM 
Dell^ifola di Gaprea aul principio di maggio; e nel frattenpo della loro 
diniera preaentano ti copiosa e rioca mease , die gli abiUnti ricarano dai 
prodotto lo ftipendio cbe pagano al Tetooro del luogo. 

in.PE 

Luaghu 

I Taall fiomi delTAmerici meridiooale , abbondanti d* infinita Tarieta 
di peid i pha delicati , non aoggiacendo giammai a gbiaocio , preaentano 
cottante occaaione di pescare. 1 la^bi e le paludi fermate dall^ annudf 
traboocamento delle acque ai riempiono di tatte le difierenti specie die vi 
rimangono raocbiase come in naturale conservatorio ad uso degli abitanti 
Si aggruppaoo in tale ^antitk in alconi luogbl , e specialmente nel Uv 
ragnone , che aenta artifizio alcuno si possono prendere colle roanL I<^H- 
V Orenoco, oltre V infinita qaantiU di pesci, Vi abbondano le testuggioi 
eomc le arene sulle rive del mare. , 

L^ immenaa quantita d^acqna ne^ fiumi, laghi , mari russi e causa prr 
eui durante la metk delP anno il pesce e il aolo alimento di 3o milion 
d^ aomini in queirimpero. 

Tempi. 

DoT« c seMibile il fluaso c riflimo del nare, si po6 fart due Tolt^ 



In vrUuppQ dj pianle nulrillve dtW uoiiiu o degli auima 
paice : quiodi chi vi viaggia a coatretto a partare ttco | i 

CJA/ ' ' \^ 

Luoghi, 

n cutorQ, comunUsiroo nt^l Noi^i deW antico e nnaro i 
crescendo a miiiMrii ctie il pa^ie prosede verso il mezzodJ. 

I hhttni o bugi sflvBtki nod abiUiio che b parte scti i 
I'* America, 

V jtfitilopo Don vk ttl di U dei 55 gradi di latitudine^ 
Al di la del 65 hoq 91 trovanci piii a\c[ in Sibcrri. 
Alia dimLQuzioiie de' bosrhi corri:iponfle dimiiiuzioDe ! 
preda , « for^e proportionato autneDto nclle apecie piu pic 1 

TempL 

In Sibrria it tempo dflU cacda e Umitato principvliEii i 
giaccke Je forrste e le mnrcmme ttono rvl lu^tceasHbili duri I 

Nel Nord dtir America , dice Voltiry , il aalvEigghiiD 
^orni di «egiiito , e albra i »dviiggi sono ridoLti 4 vhere 
di corLcccie d' albcri o di bulbi tencslri. 

Manca qtiindi pid vqlte ]a aufisialenta ^ e per conirgai 1 
la mijctia I non ptr «ftiiican=<i rfi ioi'Dm j raa per jiatural 

SCA- 

Relic isole Orcadi , d^p^ndeDti dalk Seoiia , ?i sono 1 1 
per potem esj'ftitrc la pcAca ; e i pcicatori a rma$ce[iU pe i 
Yi sono espo^li* 

Le pioggie a BokberpUk nel Kamtachatka mi aeon a all 
naiido ealeae inondasioni c cacciando il peace; pflrcid la fa 1 
i^oite i poveri RamUchadali , principalmezite nei Tilla^rgi i 1 
V Oueat di qu^lla pcnijioia , e talvolta li costringe ad rinigt 1 

La £atUva qualita del lale riisso e causa per cui le i : 
nf'l Mar Bianco e nelP Oceatio ieltentrionalc non potendo 
delle ester c , ai fa di queata gnmdc jm porta zione nel la ftui 1 

Tempi\ 

II freddo che copre di gbiacei i niari , 1 Gutni , iJ lag I 
piu luQgbi il peatatore ntW iuazionc aui e piii mcfl dcU*" oil 



Digitized by 



Goosle 



1^ HE^O. 

pnbmni ii»pi*tUno in prim^iTf ra f con tulta V impmif^nKa 
i ghiacri »i aprxzino , onde potcr&i prorurare P aliiti^nto , 
1;i proTvisidTie dd pcscp *itco ? ho dHlo in pia luoghi , g 
romr , per esrmpin , su] Mar Caipio , il pesea anche 6m 

HALOGLU .. 

Difficile lasmro. 

In alira parte dHIa stessa mlntrra d** Mrla il mcrmr 
fkWij xolfo , coiicrh^ e fnrzA frpar:ii'Ta rol inetzo ilel fupeo 
due trr^i in mf tatlo , mnntrp bajU lavarn V ahro. 

S« iJ miii<*ri)li^ dri ferro si scava a clolo aperta neTl' ii 
tro?e fa (f uopa afgirirsi tra gtittcrranee gallerie. 

Qras^e spesa. t^ 

SoDO eleni«nti che acrrescoitc> la spe^a : 

1.^ La profondili a cni ta d^ uopo attingerc il mctallo 
iipir Hartz fa d' uopo scenderc 5oo melri p^r cogliervi il 
Tafgento ; 

a.° La qufilita quar^oia c quindi duna^ima d«ila Tocch 
]| metal I a , e chi? riohl^dr da irn^ oncia e mt^si^O lino a due 
por ogni foro o rolpo ondr sprizi^Ha ; 

3,° Lc acque rhe i*^ infitlrano ne'' lavort j e talvolU 
rf>p3iccfa« e nece»saria estiarJe cc^nliaaamente , acciu U min 
iuondaUi 

Scarso pr&doHa, "^ 

n prodottn puu f!A^frt. srjirso aI nella qiiantltli die ne 
uTi quill tale Hi minrralr dk in Sasionia 3 a 4 oncit d' arget 
a FrrybfTg rhe otirie ^ ij3, 

II lafr d^lP Inghltterra e Infcriorc nclIa qualita at aali 
letietilnoDaii , fee. . i^t«# vwi f^ j ^ 

COLTUM- 

Per qiianto fcrtili sieno i dlstretU vicini ai Volga p le iid 
frequent! , cha in tre raccotte se ne conta di rado una buot 

Tr.mpemtum. 
Le yarjazioTii subile nrlTa tcinperatura del rllnia inglefle 
r I^gbLlterra a grancU rj fuiproTvuc variasi^m neUe ave me 



Digitized by 



Google 



Ecoo i liiniti In ktilttdtne al di Ik de' 
quail Don riesce in apertt «ampagiit U 
colthrarione de^ trgaeoti yegeUbili : 
j^w LatkueUne Sftteu L&Uiudine 



Ananas • • . 

Datteri • • • 

Zucchero • . 

G>tone • . . 
Fico d"* Adamo 

Indaco . . • 

Grano turco ,, 



Riso 

Vite . . 36 

Pomi e peri • 

Ciliegie . • . 

Frumento • • 

Segale- • . • 

Orzo • • • . 



55 
65 

P 



La lentperatdrt ofkedia in 
gradi centigradi, nduesU da 
ana boona eolti?aiione , si e 
cone segue: 

Specie Temperaturt 

Canna dcllo zucchero 19 a 20 

Caflfe 18 

Melarancto. ... 17 
Olivo . . . . iS, 5 a 14 
Tite produttrice di 

vino, potabile . nan 



Jrrigazione. 



V Egttto e fecondo d^ ogni specie di biade fin dore ginnge V irriga- 
zione del Nilo ; al di la V agricoltore cessa , e coinincia il deseKo. 

L'^altezza de^ laghi Maggiore c di Como, relativamente al piano looh 
bardo, ha permesso di trame canaH d'irrigazione e navigazione, e rendeir 
coi primi fecondo il su olo , co^ secoodi trasportame i prodotti. Nod e 
dunque causa di riccbezze il solo kuforo, come sogna Destut-Tracy, ma il 
lavoro e il concorso degli dementi topografici. 



VI. ABTI 



femi e la caosa prindpsle 



Materie prime. 

L** tbbondanza del carbon fossile e del 
della floridezzn delle manifatture inglesi. 

£ necessario trarre da Alicante la migliore soda per Ic Tetraje enro- 
pee , come da Conrtray e dintonii il miglior lino per la fid!>brica delle 
tele , ecc. Insomma ciascun pacse ha le sue materie proprie e migliori 
di quelle degK altri) dal che ritiilu un vincolo reciproco di commercio 
tra tutti* 

Quandti delle acque. 

La Spagna possiede le migliori acqu« per lavare le sue lane , ne^ la- 
Tatoi di SegOTia. 

Neir Honan , provincia Chinese , trovasi nn lago , le aoque del qaak 
oomunicano un lustro inimitabile alle sete. 

Le acque d^Avignone e di Lione hanno pregi particolari per la tin- 
tora , eoc. | oltre la ioro abbondanza. 

Temperaiura ^ umiditcL 

V estrema finezza dd tibCene fllato in Inghilterra e domU in parte 
alia temperatara umida dt quel cUma. 



I^ MEIfO. 

II Nonl df;1b Gernianift dere eoDtrMiUrji dfUa i^ak i > 
i«;iito , d*U« birra irivefc del Tino. Al di la del 09,1110 g I 
lac Tion rs^^mb ^iu priaaibile la colli Tizicine deWt pianl 1 
*-ht&tiO agli abiUnIi all re fonli di auMiHeitza che la c&tch 1 
utortzia. 

AUezzcu 

Sotto lo iles*o ffrado di latitudine seemando i1 ealore 
^ alt€7,7a f queala deve in6i]ir« aulla qualitii delJ^ a|fncoltur 
dan CI lombardo bioiidef£|Eiatio 1** ipiche , 1' iiTa si cog lie e^ 
mo Sempiotte 1100 giungono a niiitnrtti^ i pomi di terra* 

ForauL 

l^a fDtina mantuo&a dH paese 

a> B^ode impouibiU le oailese irngazmm , 
. ly Accrescc la apesa de^ Iraiporti e de'' lavori agrarf, 

c> Costringe V agricoUorc a portavc annual meintc ilia c i 
a terra rhe annualmentc T?a cadcndo nella valle, 

^ Hetide piu frcqucnli Ic varkziom deiP atmoffera « j 
;>iu I prodottt 

E MESTIEEI, ' . ,» 

Maierie prime* 

Non A J pud fare ace to di vino in Jiirezia , ne ka^iar in 1 

ilrwir* raolJni ad acqua neirAsia minore , doT* le arque m 1 

La aetJi del Benpala non rice^^e tin cosi bel lu^tro^ ne \ 1 

flel aerrizio chc rendono le altre r ussa non vale milli alloi I 

jj modo Eh« gli Ingte^i pur la c4teba delte atolTe acriche ao. 1 
FCTTirri deila aeta ilaliana* 

Qualith dcllc acque* - - •• 

La Sco^^ia c roslrella a rtiandare ^ran parte dcllc sue tel* 1 
( cittk ingte^e ncUa rirovincia di Darham ) per essere imbi i 
aerpir di Sherxi ^ it cbe accenia spe^ di tra«porio per ptc 
tairalta av^c^ , 

^^^.I'HA.. raUoeJrOdo. 

^ L« manirAtture di lino noa postono prOiperut in un^ al 1 
toaa cbe tie apezza i Uli. 



Digitized by 



Goosle 



5o0 

111 MBNO. 

n diaecio afrcstando il moto dellc acque correnti sospende quello de- 
li opificj cui serTono dl molori $ qaindi crescendo la durala del Terno , 
esce il numero de^ giorni, ne^quafi e impedito P eserdzio a piu arti. 

[ERCIO. 

Quando un continente come P Africa , lungo i8ao leghe. largo 1660, 
3n presenta in un^ estensione di piu di 1,760,000 Icghe oQaarate cbc po- 
liasiiDi fiumi di lungo corso e facile naTigasione ; quando i suoi porti e 
I sue rade offrono di rado un aailo ai vaecelli ; quando nissun golu> , nis^ 
in mare mediterraneo apre una strada verso qucste immense masse di 
irrc ; un simile continente , dissi , priTO d^ estesa comunicazione col re- 
ante del genere umano , sembra destinato a rimanere nella maggior parte 
»z7.o , incapace di animato oommercio , e di soi'gere a quel erado di ci- 
ilizzasione cai partecipano da piu secoli le piu rimote regioni del globo. 

Sono ostacoli topografici al commercio^ 

Gli immensi drserti scorsi da nomadi ladroni , 

Le montagne di sabbia mobile che seppelliscono le earovane , 

L^ ardentissirao sole e la mancanza d^ acqua , 

La forma montuosa de^ paesi y 

La durata de^ ghiacci ne** porti , le nebbie sulle coste , 

L^ irregolariUi , forza e durata de^ Tmti , 

La moltiplicita degli scogli , delle sirti , dcUe correnti e siroili. 

STELLETTUALL 

La scien74i e la ciTilizzazione decrescono, a misnra che ci attiamo 
ille montagne, ])erche minori le comunicazioni. Mentre ai piedi delle 
Ipi ci troviamo circoodati dalle arti piu raffinatc, dagli nomini piu istrutti 
I ogni manicra di lettere e scienze , alia cima delle Alpl scorgiamo ap- 
ena nate c rozzissime Ic arti, seoza alcuna traccia di sapere. Pochi abi- 
Loti del cantone di Sobwitz sanno leggere, scrivere e conteggiare, e tutti 
)no dominati da eccessiva superstizione , perche , per andare alle scnole , 
>niite dai parrochi solamentc nel Temo , fa d^ uopo fare ogni giomo due 
tre Icghe ed anche piu tra montagne scoscese , tra i diacci e le nevi. 

Nelle parti piu montuose della Scozia le persone che non sanno le|^ 
(>re , saranno drca 70 per 100, atteso la dislanza delle scoole. 

Non si trover^ Ji leggieri nella Moscpvia c nella Svezia lo spirito e 
ingegpo degli Arabi , de^ Grcci, degli Italian!, degll Spagnuoli, de^Fran- 
esi- 

Uno de^ piik grandt ilagelli d<*l Lcvante sono i Termi, che, rodendo i 
bri e facendovi infinitamenfe piu gnastt che nelle nostre contradei rtxk- 
ono P esercizio della facolta di stndiare piu dispendioso* 

Filosof. della Stat.^ vol IF* 33 



Digitized by 



Google 



5ro 



1^ PtU , 

Spesa min&rc. 



m ArTTUBi 



In intto, L*^ InHiano , abitanf e la rf^gioQi prodigiounif nl4* fr-rtUi ^ k 
^mioori hiiogni die P abiUtnle d^ Eiiropa , e vivc eon minryre &p^»a. L'n la 
»itore «ii nutr^; cun yna. Ubbra dt riao a1 gtomo , la quale gli r^ilA 1 i 
ci^tesimi ; c lutda^nindonc giorn&lmf Dte 3q ^ gUene reitaiio ^ i ^^ pf 
gli allri sf^amasimi hidc»gtii. 

Fn aiff^ggffK St e^aEiiiniamo le capanoe degU abiianli dcirUoU di TaM 
dc^U Amid, d'' Otaiti 3 d*Aaamuka , j^ituat^ in clima ratdiAMmo, Ic i^catfi 
retTt43 ttittc aperte fd in taodo die P aria vt rircola con faciUlv , e»sciMl 
I Late coslrattc a solo fine di servire fli rifiiiia in tempo di pioggia. 

In utHUo. I rt|ra2zi Ttcno ntidi si no alP rla di quindici aniii ivj 
Sennarir^ in lutlo \\ Nilo superiore j ndrAbUflinia, rcr. A Giayti le d^MitM 
si conipntano d'^ atLaccani inlomo alle reoi Qua epecic di grembUle tlu 
non oltrspoAba il ginocchio, c<^« 

Aitmla ma^ore, 

LMndufrtria e rattiTjta deir Anibtuglifse , Obndese, Inpli^e, Ararri 
cano dd Nord , so do il muttalo drlle dtiia^ionr topogralldie pmintjnl'* 
ID en 1 1? oommordiilJ. 

Simile attivila si OMeirava .t Vi^nr/ia , Grnova , Pba, Am^ITi , An 
cnn3, pria cbc b ficoprrtt dd Capo di Buona Speranta dbtraes&e it con« 
del cOLnmcrcio dalV Italia^ 



3L AEJTUDUil 



Neir Asia i paeii mnnawsi r Jirddl fnrono acfnpre la s«*il(? di pnp "■ 
luavt , gucrricri ^ conquiaUtori. Tali era no gli Sdti e lali i Tarlari. i^ 
lir-ivaroiio la potenxa di Dario, dkdero una suhlime b^iione id Al<"?iaiu3i ., 
udirotjo il rum ore c non pnrlarono il p^ao ddlc arnii vitloriosr di Roiiu^ 
Fiu di renti volte e^^j banim runquiiUtn P A&ia e V Enr^ipa OrimUfi 
Essi bpiinn fotjdalo drgli Stnli nella Periia, ndrfndla, ndia China, n 
Busiiin. Gli fnfltfM bauno trovalo ne"* znontanan ALiratti un'' oppotiti- 
die ff>rs« not) sarebbi! atata maggiore nella SviEzera, 

NdP Oripntc , nelP Arabia , ndrindia, in lutla TAsia , U rrU^hmt, 
1 rosturni , ^\i \m , il sislema ^ocialf; nassano inaltcrabili in meiio alF i> 
ceano dd leiupo. NdP India , p. e* , le vrdovp ai abbrudano tultora id 
curpo dti^ loro luariti defimti come al tempo d"" Erodoto, 

Sotio tiiUi i dimi, neile isole , nr^ drsertij ndlc roonta^ne ai s<OfTf 
intUjH-ndenza , 6er«^ia , coraggio c aimili aSetli , i rjualt ^pCAso At c^iv- 
biano in a^grcsMani «onlro ogni periona cbc ha I' apparcpza 4' ca^erQ to- 
r^Liera, 



Digitized by 



Google 



.CONOMrCHE. , 

Spfia manure. 

In I'ltto. L' tjmidita unila al ralnrr jarcel^rntirlo U puti 
>slafize miimali , aoitUnlA piu mnric ilomeiitjclje tiellc i«olt 
lUi litii^ztoni. 

11 rjiiiia f red* fa richirrle niag^iore gnantit^ di vitto , C 

In alhggio^ Nc^ parsii soggflti a ^cosse dj tf»rrcmolo, le 

>no avcrc jiiu pi an J j il die, in pari drco^Un^c , tripUca !.i 

A misiira i^ho <*"* inoUHamo tie'patti BCttrnlnonali , V 
>Rlrpfia ad ini|f>icri>lirc^ Ir lineiti^, iHtrinjEjpirc Ic dijiiCDeini^i 
ioltiplir4ir(» i ripari eantro il frptiib, tntavolarp i pavim<?nti 

fn yrsmr, Gli ahilnnti di^ ptrM frcilJi abMsognaiiO d^ et 
t pell, i qumli iticrppando Paria rtuti If; perfqeUono di dr 

^llmtii minore. 

In fiiuua partf dt-Ua terra , sprondo rh<^ o^ iiisegna la il 
;mr nuinrro iPowusi c v-if^alvoncli si vrde qunnto in quelle t 
t39^i^m> alia lid-M n[iimozUle cj a'' tmpiei , fpial i* gran pJiH 
|ua3L die intcronvciitc P AlTriea e Luona parte detf .Viiif^iira. 

€OEALI, *^i 

/>a pianurti t7tihlti e firmid^t dell' Asia e Bern pre staU b sff 
r-z^a^ tIelU voluUa e Jdia coflardia , mctilre V Europa 6i ri 
«u^'<>]i al fiotu ticijne di ^rhtavitii* 

U h^i^ via&r* mai scmprf! quic^U , create fa atiehc ^€^P^f 
trnniA degli cunudii c T opprcatfienc dcfjli Aja , dd Bas^ik e 

IIo dot to rA.<ii:j cnhia fjlcoruki ^ giacdic: nc^ descrti ii 
.i^tc c id M-bi-ivitu vi c iguota. 

In Europe j^li nsi , le abituditit ^ i rciilumt , i jnrerr^i J 
,i rambiarojifi piii voUt* : Ic affie^bni v. i sftilinirnii riiC^ntonf* 
Irir igrumetrn, M Lrriaomctro^ del baromL-lro, del fa no mom 
iHU soflo vaiiat^ili r meno iiitciiae Ip cause iisiclm , lauto piu 
rimaue aJU aziimr ddle c^iue nior^U ^ pf^i' en. m Europa il h\&i 
cUl seilfTiitarj nofl e rosi intriMo come \o c nc' pa^si oddiil 



Digitized by 



Google 



r O V E R N I. 
AZIONE. 



Dl MBiro. 



I. Difflinuiaoono la popoksione tutte le izutitusioni che diminaiscono le 
e forze prodattrici cognizionef poien e i^olorUeu 

Cognkione. 

Tra i darlatani die vogUoBo yiTero a spese ddPimbeGilliU del volgo, 
cuoi lo storpiaao, e lo ammazmio co^ lord medicamenti strani , altri gli 
letano V nsa de^ medicamenti salaliferi per vendergli degli amuieti. Tutti 
l^toDO al goyerno Udssez nous /hire. I govemi che, giusta k masshna di 
mithy non li reprimono, lasciano il corso a pregiudizj piu faUU alle po- 
dlazioni che non sono le brine aUe campagne in primayem. 

Potere. 

AUorche le nnposte tolgono parte ud capitale neccssario alia yiU , 
resoono : 

I.® Gil espoflti, la mortaliU de^ ^udi giunge all^ 80 e piu per lOo; 

a.^ Gli ammakti, ossia cetaano piu mercedi) 

3.^ I mortL cioe si distruggono pii!^ capitali prima dd tempo; 

4-° Parte della popolasione emigre latciando deserte ragricoltura e le 
rti. 



VolontcL 

Air eccesso delle imposle ya speaso uoita la tiramila politica e la re- 
igiofia: ' * 

La I.' e cauM per cui non sono gtm fatto popolati gli Stati lurche* 
;chi in onta della loro fecondita^ 

La a.' danneggid la popolazione della Spagna colPespubione de^ Mori 
! de^ Giudei, c la popolazione della Fraiicia colla rivocazione ddP ediltq 
ii Nantes, the costriuse i proiestanti ad emigrare. 

CIA. 

Scemano i prodotti ddla caccia tutte le instituxioni che scemano le 
tre forze produttrici. 



15 PIU- 

Cognizione, 

Nellc iciiolc di sloria natarale si sogUooo dare istraziooi sui « 
stumi dcgli animali , sui varj nieiodi dji fame caocia, sui vantaggi ch 
81 possono trarrc dalle carni , dalle pelii , dai peli , dai comi , daJI 
ossa, dalla peluria, ecc Uguali istraziooi si trovano aellc slaGsliche tl 
paesi in coi la caccia e io (lore. 

Ne^ paesi freddissimi dove una pelle in cui aTTolgersi e oosl nece 
saria come il pane, dot^e P agricoltura k nulla o quasi nulla f dore U p( 
sea Hon e ft^ semprA bowibiie ne copiwa^ sd qwealedrcortaiize lap 
polasipoe omana dipentfe dslla popoianone M 'i^lvaggioiiie , qnittdt 
necessario che la icggo tte protagga la fcncnaiiiiu bambiBay aoci6 wn 
copioM i .prodotti delP adnha^ * 

La Russia promove V esercizio delta caccia rtccvcndo per tributi pel 
inyece di denaro dai popoli cacciatori. 

In Franda y dai principio dclla mbnarchia, il capo-caccia, uno d( 
quattro officiali dclla corte reale , godendo di speciali privilegi , era p 
taobili iM:uto sliinolo ad" imitarlo. 



ffl.r 



Cognizione. 

I goyemi aocrescono la co^zione relativa alia pesca, institaen^ 
scuole di storia natarale, pubbbcando carte idrograficbe , Tiaggi , stat 
sticbe , tutto ci6 insomnia che si r^feri^ce al felice soccesso delle div 
gaziopi , all^ qnigrazione de^pesci, ai loro costami ed agii lui che 
pu6 Ure' di tuite ie ptutt del loro corpo. 

' • Potere. 

, II divieto di yeiidere il peace in tempo della frega, limita Ja p< 
^cagione intcmpestiva , e pemictte alia gcnerazione nascente di acquisUi 
il convfenient^ dviluppo. Qae8l(^ sviloppo dipcndc dalla tcmperatura, I 
quale e diversa sccondo i luoghi ; e quincH etidente che un regolameol' 
ottimo alia foce d"* un fiamc, potrebbe essere pessiroo alia sua sorgejit 

Folonti. 

L' loghilterra incoraggia con premj la pcbca; per cj*. i cento piiii 



HI MENO. 



Cagninone. 

Siccome V aomo e miuralmente disposto alU vita liba 
»erci^, doYe le leggi hod pongono limiti «Ua owcia , si inti 
to laettitwe ogui torta dk persone, quiodi lU ium parUe si 
Irani e dislrottoii da penone non pratichei 

Potere. 

DalPaltra non si permette al salvaggiume di crescer* 
erta grosaesza, quindi si distrug^e la fonte delta produzia 
ndeterminata prodamata a Parigi influi suila popolazione de 
Llpi: ciascuno volte essere caeciatore: perci&, invece di vedei 
:reggie di 5o di questi animali come per V addietro, appena 
li 10. 

Fclonti. 

Soloney per impedire che it popolo d^ Atene trascurassc 
aniche e tl commercio, proibl ia caecia die era diyemitA ui 
niaante per gli.Ateniesw i^gg^ utile idla quiete pobbUca, 
c mani a philadrc e acoattabitghe) legge nooiya aU^ agrico 
ilia floridezza de^ prodotti agrarj e nociva la copia del aaWaf 
leaideralnle che la liberta di oaoeiare lodistragga. 

SCA. 

Q>gnmone. 

I g o ycn t i s* otf>tK>iigon<» ifidireftamente alio srilappo 
noni relaliyameiite alia pesca, tenendp segreti i deposit! aeti 
greti i opntratti cogli appaltatori delta pesca ne^ fiomi o ne^ 
I naofrag]' de^ yasoeUi^ ecc. 

Potere. 

I moDOpolj nella distribuxionevde^ Inoghi della pesca lii 
colta di pescare: questi monopolj sono caasa delP alto prez 
fresco e salato nelfa Gran Brettagna. 

L^alto prezzo del 'safe, che e ana priyativa presto tutti 
rppd| e altro potentusimo ostacolo alP estensione ddla pe*$c2 

Foionta. 

Nella Scozia i si^ori oofi soffrono ( e la legge tace } el 



Digitized by 



Google 



15 PIU'. 

bastimenti chc ritornano da Terra nuoya (dove si fa b pesca del loi 
luzzo) con an determinato carico nella slessa stagione, te hanno la n 
mini d^ cquipaggio , ottengono 5o lire steriine^ i cento altri che vengoi 
dopo ne ottengono a5. 

Potrebbesi rigoardare come inooraggiainciito alia petca in Cartagii 
Tobbligo imposto agli iposi di mangiare del todno il giorno del lo 
imeneo , seppare il fatto e vero. 



IV. MD 



Cognmone. 



n regoUmento 9 agoato 1808 del ccaaato regno d** Italia ercsae 1 
consiglio di miniere , composto di tre membri, due ispeltori e due ing 
gneri , qual centro di cogniztoni che dirigesse il goyemo nella conct 
sione delle inyestiture e gli intraprenditeri nelle operazioni dcgli acan 

Potere, 

II cessato govemo itallano feoe taWolta , bench^ non sempre prodei 
temehte, delle sovyenzioni di eapitali ad intraprenditbri cbe abiisaron 
delta sua buona fede , e foroDO per pi& aani nanlenuti degli atabil 
nenti constantemente pasaivi. 

In Atene le miniere non eran« contate tra i beni che obbligaTso 
un cittadino a contribuire alle imposte straordinarie dello Stato. 

Folonti. 

II detto re^lamento 9 agosto 1808 , per animare gli intraprenditori 
dk loro il dintto terribile di sospiendere V esercizio dell^ altrui proprid 
e scavare sotto gli altrui fondi , mediante competiso de^ danni da yalatar 
da due periti , piu T ag^unta del sesto soUa stima | .finalmeBte concfd 
agli intraprenditori il diriUo di traamettere il loro priyilegio agli erei 
e di yenderlo con approyazione del goyemo. 



V. AGB 



Cognhione. 



Sono favoreyoli all^ agricoltura Ic seguenti istituzioni : 

Le scuola d"* agricoltura . meccanica agraria, veierinaria ; 

Le accadcmic agronomicne ; 

La pubblicazione delle scopertc agraric per mezzo de^ giomali , L 
quale riesce tanto piu estesa e pronta, quanto meuo e yincoUta dalla ti 
nanza cd altre formalita arbitrarie $ 

Gli orti botanici e poderi di soma e d^ espcrienza , qoali furom 
proposti da Beccaria prima che da Smclair i 



nr HKifo. 



scano pescatori suUc coste del tnare 9,c non col gravoso patto di divcnire 
loro serTi addeiti alia gleba. 

Lc veccbie gride delP ex-Lombardia, oUre di vietare di porre il pcsce 
nel ghiaccio onde conserTarlo , oostringevano il peBcatore , anche nel c«or 
del vemo, a stare sul mercato a piedi nudi^ aocio la fentasione del freddo 
lo oostringesM a yeiulere a baaio preuo. 



BALOGIA. 



Potere. Cogniuone. 



Durante il governo fcudale i duchi e i niarchcsi, ineerti del loro 
dominio, non polev^ano avere a cuore gli avanzamenti della metallurgia, 
come di veruna altra artct deboli e tovpettosi, temeTano dVuere aggredili 
dal piti forte vicino mettendo in palcae nuoTe ricchezze coo T escavaaione 
delle roiniere: turbolenti ed in perpetua rissa fra loro, bisognosi sempre 
di soldo, non contideravano il commercio, V indu»iria, la prop^ieta dc^ sud- 
diti aolto allro aspetlo che quello di altrettaoie percnni aorgcnti cbe do- 
'vevano Yersare oro nelP erario ad ogni comando: quiudi taaee e gabelle 
scnza Gne che tuglievano agli intrapreoditori i capitali nece«sarj per la- 
vorare. 

Volonti. 

Negli ultimi tempi del govemo vencto le inrestitnre non si accorda- 
vano che dopo lunghe ambagi che raffreddavano i progetti de^ petentij si 
ftffettaTm una gelosia malii^tefa, si dava accesso alia cabala ed al garbuglio. 

Kiflette Plinio, che ana legge dcgli antichi padri interdiccva lo scaVo 
ciclle niiniere in Italia; e anchc certo che i censori liipilarono il numcro 
dcgli scavatori nelle nriniere d' oro ncl Vcfccllese. 



COLTURA. 



Cognizione, 



Nelle Indie , turhe oziose di Deruicks , Marabouts , Fakirs, ignoranti, 
interessati , snperstiziosi , sparsi per le rampagne,' diffondono nella menta 
dcgli agricoltori le piu erronec e pazze idee snlle vicende atmosfcriche , 
snip instjdiilith de^ ricolli, siille malattie del bestiame , e le attribnisrono 
:id esseri imaginarj ch^ cssi dicono di poter cacciare ro** loro talismani che 
vendono al popolo, mentre la legge indiflTercnte al di lui interesse li pro- 
tegge o tace. 



Uf PIV . 



Potere. 

Le ottame sinde e i canali di asvigazioiie cbe agCTolano i Uasporli 
pesinli deil^agricoltun; 

In casi stra«rdiiurj i prestiU %oyejnu\vi\ sma interesse ma coq 
bastaDle guarentigia , come fecc Caterina 11 , allorchc cbiamo in Roftsia 
drgli agriooltori ti^eschi , e sostitui V altiTilk alemanna alP indolenxa 
russa , il laToro d^ uoniini liberi a qaello dcgli aefaiavi $ 

La leggc di CoslantiDO che Yieta?a di torre al debitorc gH stnt- 
mcDti agrarj $ 



Volonth. 

La ftaUlitk delT impotta cbe non ettuce crrtcendo le migliorie ag- 
giunte al saolo ; 

La legge che gaareniUee la nonrena dello tmerciow La leggc id- 
glese , per ei, , cbe TieU P introdntione del grano estero fincfae il prexzo 
del grano nazionale non ginoge a o^rto limile , fn acullssimo stinolo a 
migliorarc V agricoltora in Ingbilterra ; piu d** un terzo delle ierre ia- 
•olte e deterte ti tnifforui6 in campi fecondi. 



VL aru 



doffuzione. 



Scnole generafi di disegno e gcometria pratiea ; scuole partiooiari 
d' arti e mctiierL 

Conservator! di maccbine d^ ogni specie e rebiti?e a ciascun'* arte, 
eve si yeggono i progress! di ea»e , la rozzezza primitiva e la perfeziooc 
altuale. 

Potere. 

LMotrodozione delle materie prime sciolta da^da^j. 

L^ esportasione delle mamfattnre , idem. 

Le sovvenzioni in ragione di tela! od altre maccbine atlive agli io- 
Iraprendilori in caso di bisogpo, come si usava da Colbert. (L^ mdczioix 
dc^ govern! pc^ progressi delle arti e in ragione invcrsa della ta&:ia ri- 
cbicsU pe'brcvetti d^ inveuzionc }. 



J 



5.9 

Iff MBIIO. 

Potere. 

Diminaitcoiio it potere le econsiTe ed arbitraric impOBte soi terreniy 
sui bcstiami. sugli agriooUori , 1« requisisioni militarl di grane^ viaoy fieno, 
^cc, l^^bligo a preMare sertij^ penomli e reaH' per la rfttaarazione 
deile abrade^ pel trasporto degli effetti nriiitaiis la l«gge die frcna it giro 
de* foBdi, ccc 

Folontd. 

Trh gli ostacoli al volere Sk doopo eontare* 

Le instituzioni de* Germani , le qaali , ^r impedire agli abitanti d^af- 
fezjonarni alle tcrre^ le fiicerano passare ogni anno in niiove matii; 

II diritto di ricompra garantiio per certo numero d^aoni ai parenti 
<]cl vcDditorej 

Le decime che paniscono rindastria, e per cui raceoglie cbi non ha 
aeminato; 

II diritto coiDunale del paseolo ne^li altrui fbndi} 

L** obbligo di trasportare in detennitiati mesi sopra determinato mer- 
cato delrrniinata qiiantitii di grano, e ia geoerale ^§m Tincolo alia yen- 
dita interna ed e;>tera. 

E MESTIERI. 

(kfgniasione. 

Allorche ne^ seeoli addietro domiDayano le corporazioni cT arti c 
mestieri, yeniva limitata la cognizione ed il potere di prodarre: 

La cognizione, giaoche i pochi capi, uniti da comune intercwe . na- 
seondeyano, ogni yolta die era loro ppssibile, i luogM di proyenienza delle 
niaterie , i metodi d' esecozione^ le piazze di amercio, i profitti, le 
spese, ecc. 

Potere. 

R Potere^ giacche le scarse jseroedi eke riceyeyano i layoranti, ed ap- 
pena safficienti al loro metchino yiUo, non permetteyano loro di preparare 
tondi ool meiao di risparoit: altrande era graVoM T nrpoiAa ehe si doveva 
pagare per easem aacntti alle aiaettranze, gnyciBe le apeae della corpora- 
xione per feste inatili e continui litigi : per es. le comunitii di Parigi apen- 
deyano qiiaai an miKoDe all^ anno in proeeasi. Diniimiiaoono il poure nclle 
arti tiitte Ic istitmfioDi ehe dhniBUMceno il potere net commercio. Vedi 
Comnurdo* 



Digitized by 



GooqIc 



5a I 



IN MBNO. 



II dispotiftiDo rhe inovta air trtista il Umore <r cssere spogliato del 
'III to «kl proprio lavoro^ e la causa principalc per cui in qnolU paesi oricii* 
ili le arti e il commcrcio si trorano in unp atato di lanj^vore. 



lERplO. 

Cofpuzione, 

TariflTe OBcnre e intralciate; patti s^grett rogli appaltatori ; diVer- 
ita ue"^ pesi e nellc misure da un paese air altre : coofusione dpi «i- 
tcma monetario e fiikificaiione} maDcansa di tcnole d^ aritoielica, idrau- 
ica, coc 

Potere. 

Pessimo atato delle stradc. 

Scarsa e incostante nayigazione (per es., una legge vifi^ota permetteya 
li particolari di occupare la metk del leito de^ granoi fiunu^ il che ponera 
>sUicolo aUa nayigazione, quindi arcommercio) 

Rovinoti monopol). 

DfiBcoltk ad ottenere passapoitL 

Eccessiye gabelle sulV entrata, uscita e movimento interno delle nierci 

Eccessiva tassazione delle lettcre. 

Volontii. 

MaocanzA di sicurezza nelle strade e ne^ xnaii. 

II corso della giustizia arrettato e attraversato da nomini danarost e 
potenti, o liti intermioabilL 

Governo dispotico e concussionario t sotto gK a^k e i baacia ogni appa- 
renza di ricchezza diyiene stimolo ad ayanie, quindi nieson commercio. 



INTELLETTUALI. 



Cogiuzione 



Si aitribqisoe alP inquisizione V ignoranza e T immoraliUi del po- 
polo portoghcae, giacche iogliendogli di mano i libri che lo avrebbero 
istruUo ne^auoi doveri, gU raccomandava quelli che riempiono il cervello 
cP idee false e auperstiziose. £ nolo che de^ teologhi zdanti proibirono la 
lettura della Scrittura Santa in lingua volgare. 



Digitized by 



Google 



Tra 1 sufsidj che i fdVCTni pmUno alf (ilmxione , rojjUrt»i& i^^ttn 
dull i lanti posli ^raliiili neVoll^gi, neMic^-coiiYilJ , ne"* leimn^rj , p^ 
cui un g^*>^^im^ povero pii6 ■conrin*^* la Pinicra flrtlc sdcn^e ccrti pocv a 
fiissun:! spHM. Si dtea lo stcs^o ddl(? scuole gratulte del le^gere, ftcHrriT, 

caalcfgiare, fi per L* arli_ 

Diir otUTO ftccolo in poi In Irgi^e prrscrive alia China die |e f'^dif 
iiatio tiislribuile in ragione de^ lalcnli c ii-llc co|ntiioiii , il cLc per allrw 
non clti^Lrtii^pre s4^mprc t troppo Ir'^iLtiml diritti dcir ignar^nta. 

Per pronicrvcre lo sviluppo dclle co^niationi tir^^ecuLi di meixo, fa pro' 
tnesM ai rel condannali a inorlc per rrrii ddiiij, l.i MMlkudonc drlU pena 
d^ ^«cre bollaii cop fcrro cddo a1 paliice delk sini&lra, »i^ d^TaDo pror^ 
di Mper teggere. 

JX. A BIT UBDil 

II fostttilc imptego ilcl dcn^rfi pnliblico in ciperc realiurntr , cstrH- 
mctitc , duFPTolfiapnlo ulili , r b migliorc aciiala d' pconomia. il rpndieonlci 
tli4i le aEpmlnistraziarii varina pulildLcando , arrrescc n<"i vitUdini P abitit- 
liitie del calcolo fconomico la ragione ilellc sue &tiddiviiioiii ed c^saticize. 

Allorche m formj un Tilb^gio nculi Stati-Untit d'' Amcnc:i, il (fOTcrnn 
fj prrvcntivainefjie fabbrtcare una cbit-sii (?d una aciKjb, ^cavare di''' potii^ 
c drlineare le strade die ^i devono coainiire qndc impedirc la rcjufii*i c 
(juindi difipendlosa callocazione dogli {^dilkj. 

I povemi promovono Ip abiludlni ci^ouomicbe proleg^endo la cas*r ifi 
rUparmia, togUendo at prodiglii U facciltk di disporre deMoro hem u in 
Tita cb« Mr opoca o 4 molivo detla morte, 

VolorUa. 

LMridtilenza prc?a.l(*nilo «pessn nell' tiomf? &ul1' attivit^ , pjii IpRivT^lflH 
alio stimab naliiralc de^ biaogni rtjis^K^iamno lo dimolo artificinle ddle W 
Rij onde far prev.ilrre P allivjla snllMndolcnsta. Lc It'fgi cgi/.ic , 1« Ic^d 
ALenic^i coudantiarAnd T 02 id. Sol 00 c permi«c cbc ogni citudino poicj^ 




Digitized by 



Google 



523. 
IN Mnro. 



Potere, 

I irenU tiranni (^he occnparono Atcne, Tietarono d^ intfgoare la Glo- 
>lma; in generate v^ e strrlta lega tra la tirannia e Pignoranza, quantnnqne 
L storia dioiostri chc Tignoranza non e fermo sostegno dcMroni, giacrlie 
* rivoluzioni poliliche non furono inai ne piu frequeoti^ nc piu tanguinose 
be ne'^sccoli d^ ignoranza. 

Liniitano il potere di studiare i gravosi dazj sulP iroportazione dri 
T>rl , il gravoso Dollo sui giornali, ecc. , di modo che la grayita del dazio 
^rvc a joisurare riodifiTcrenza de'^goyerni all'istruzionc. 

Volonti. 

Domiziano faccya comprar libri in Alessandria ondc procararsi it vanto 
i proteggere Ic scienze, e condannava a mortc quelli che li itliidiavano 
n noma: neque in ipsos modo auctoreSj sed in libros auoque eorum sctri- 
um^ dclegato triunwiris minislerio ut monimenta clarissuHorum i/igcniortun 
fi comitio ac foro urereniur* (Tadto.) 

•ICONOMICHE. 

Cognizione. 

Guastano il giudizio ecoDomico le ingiuste lotterie , nelle quali il 
^olgo allettato dal desiderio d^ un valore grandioso a fronte della tenue 
[>osta9 inrapacc di calcolare IMmprobabilita di conseguirlo , resla vitlima 
V un illusione. Qaesta falsa inaniera di giudicare , divenuta abitudine , 
;stCDde la sua influenza sopra tutte le intraprese del yolgo. 

Potere. 

Diminniscono la facolta di lavorare 

Le intriratissime Icggi cbe nioUiplicano le liti, 

La procedura giudiciaria che le rende eteme, 

I priyilegi di certe dassi che nissuno pu6 costringere a pagare i loro 
leWli. 

Le infinite e inutili formality ammiDistratiyc che tengono giacenti piu 
inni gli affari, e per cui i relatiyi capital! cd ability rimangono inattiye. 

Folonta. 
Allorche Pericle fece sancire la legge chc il popolo Atenicse riccye 



Digitized by 



Google 



accmare un altro p«r iitolo d^ oziosita , e incorre?a nella taccia iP infamu 
clii ne rra conyioto la lerza toIU. Lo stcsso Icgislatore sciobc il figlio 
dall^ obbligo di mantenere il padre bisognoso sc non gU aTeva fatto iin- 
parare un mestierc. 



X. ABITUDIKl 



Cognizione. 



V esempio del sovrano e come faro posto in alto che attrae a se gli 
occbi di tutti ; i suoi sentimenti morali bobo ripetuii come da eco in ogni 
parte : un governo eniinentemcnte giusto e virtuoso e la migliore scuola 
di virtu ; per es. raccoroaadava altamcnte il rispetto figlialc quel principc 
che la Bibbia proclama il piu saggio tra i re , il quale , scbbeiie monam 
afisoluto , faceva aedcre sua madrc al suo fianco sopra trono uguale al sao. 

Potere, 

I governt promovono i poteri morali 

t.° Ditftruggendo i vonopolj c i privilegi, font! di vendetle e rappre- 
saglie , d' ingiustizie soflTerte ed esercitatc ; 

a.^ Promovendu V amore del lavoro che annulla i vizj delP ozio ; 

3.^ Estendendo la somma deUe cogmzioni che indicano i messi d* cs- 
•ere utili. 

Foloni^. 

Usavano i primi cristiani di pubblicare t nomi degli aspiranti alle ca- 
richc pria d"* cle^gerli , ondc sentire sulla loro condotta il giadizio (\e\ 
pubblico ; quindi il desiderio della carica divcniva stiinolo di moralita e 
d** istruzione. 

II tribunalc della storia alia China , aatorizzato a dire la veritk scnu 
vclo , infiuiscc sulla morale come sulla letteratura. 

OPINIOKI ED Usf 

m piu'. 

I. POPO 

ReligiosL 

Ncir opinione de^ Giudei sperando ciascano dalla sua stirpe sia per 
nascrre il Messia , non marilarsi c quasi dclitlo religioso. — Lc leggi cli 
Menou , legislatorc iudiano , £umo considerarc un ercdc come un acqni>lfl 



^bh« trc oboli assulendo all« pobbliche •nuanblff crt6 d | 
ix-gizioni di grano, vino, lardo che «i facevano al |popolac4 
rano altra esca adP ozio. I governi che lasciano iDtera ] I 
uaotiy distruggono V amore della fiitica e fomentano T infii | 

lORALI. 

Cognizione, 

OfTascano le idee morali i frivoli pretf^sti con cni si 
ificarc la yiolazione de^ trattati piu sacri; Je false intenzioni 
. attribaiscQDo nc^ loro proclami di guerra; le mcnzogqe < ! 
indere 'nellc gazzette contro la condotta di personaggi risp 
»ce per es. il governo inglese conlro >FranlLliii, qaando qucj : 
aiusa dell* America a Londra. - 

Potere, 

Allorche, come air epoca del terrore in Francia o ai tr ; 
iano a Roma, e sospetta ogni yisifa, ogni colloqoio, ogni co i 
dempto per inquisitiones audiendi loqutndique commerdOy il ; 
leficare non pu6 avere escrcizio. 

Folontd. 

DUtru^ge piu o meno le affrzioni morali 

1 .^ L"* intolieraoza die esclude dalle cariche , dalle prof i 
>nori i non seguaci del partito dominante; 

3.^ La distribuzione delle cariche ai piu ricchi offerenti 
Idle cabale ed intrighi de^ terragli, come in Turchia; 

3.^ h"* ^coesso delle cariche che cambia i cittadini in cori i 
:a<ltn« del lavoro nell' abiludine deir intrigo i i capttali delh 
rarj de^ sinecwistu 

EIeLIGIOSI B GlYILl. 

ITU MKNO. 

LAZIONE. 

ReUgiosi, 

Nell'opinione degli Indiani , la vedova che non s^ abbru, 
del marito , e infame $ quindi si abbruciano a migliaja. — 
grec« erano vietate Le aeconde nozze , opiniooe aocora piu m 
diana, giacche airestava i matrimoDJ de^ vedoTi li aommi cli 

FUosof. della Stat.^ vol IF. 3 



Digitized by 



Google 




ni fiu'. 

MU MM alU importiwM , m^mre di ia»ffaffe il pMifc MT Matno • pi 
cvnifli r ioMMirUliU. { 

€ivib\ 

A S|MurU, miliUraicnte tfottilmU, tcoipn! arkb d^ ac r r yccrf bi 
p«poUzioni' , onde actrrt^re i nirai d* aasalto e di difesa , i celibi i 
npotti M pabblici insalti. 

/ modi diprodiim iofluMeooo solla Biaasa della popoJaxiooe i 
iD^nitamrate (nrena U maiM d^^ Tiirnri nello straso spazio di tciTeDa.| 
Ut offiiadi r«tcRsioni di parse efoaLnenie f(ertile , ae la popolazioiie cW \ ' 

Sulla caccia e cone ...k i 

Sulla paitorizia tark «..l 

Snir agriroltura • . . i 6^ 

Cretoe la popolazione a misura rlie si nteode V arte di salare i pod 
Dove sono attiTitsine le arti e il rommfrcio la popolazi<Mie poo | 
•ere molU roaggiore delle sossisteoze chc si ooUodo entro lo spazio in cl 
vfre , come lo prora V esempio di Venezia , Ginevra , Parigi , Loodit 
PechiDo , r Olanda , ece» , giaocbe i Inrri consrguiti nrlle arti e nel c«i 
mercio serrono a roroprarc il fj^sno eh** manca ; alP opposto e fiilso d 
U popolazione si estcnde sino al limits delle suMbtenze-doTe noD esistsi 
o sono mescbine le arti , eome lo prova la Polonb. 

Eisertdo dunque la popolazione ji'tqi.grttemente superiore e frtqutfUemai 
in/eriore aUe tiusiticrtu locaU, si »corge che e frequentemfnte ^fitUo U » 
siema di MalthuSy il quale vuole che generainunte la popolazione sia ugad 
alle nusitUnze, 



XL a 



Rdigiosi. 



La rdigione in Siberb Tieta di sboscare ana selva perfonnaniei 
campo da seminare ; la caoda essendo roaggiore sostegno de^ Siberiani , d 
la coltiTazione delle terre soggette a fiere gelate , si voile consenrarc 
fondo pid sicuro e se ne fece un articolo di rcligione. 

C/Vi/jf. 

Un ardito ed abile cacciatore , luogo il Maragnone e V Orenooo , 
del pari nella fama col piu segnalafo gun-riero , e la parentela con n 
e spetso riceircaU a prei^renta di quclb degli altri. In diverse trilm (an 
ricane ) noft era pHtnesso at giovani V amtnogliarei fincfae noo ayessr 
dato quelle prove della loro abilita nella caccia , che li dfefaiakviserv fa 
di duUrio capaci di jiromredere ai biiogni d^ ma famiglia. 



« 



IS MEiro. 

A. gaette oolniotil ti pu6 unire qurlla cbe condanna , cc i 
a-^ligioney rinnetto del rafuolo e la Tacrinazione. 

Civili. 

Nc* popoli temi-selvaggi , la popolasione trora limiti nel I 
»re^isione$ giacche non formando essi fondi di riseira i 1. 1 
ae jBietuta dalle care«tie eT«ntuali ; concorrono alio st# \ 
w€>me fatiehe e i ripoti automatici , i lunghi digiooi e gli > ! 
iperanza. 

Me^ popoli inclf iliti sono limiti alia popolaiione : 

€<> L*orgoglio della genealogia ehe opponend<tei aliadiTisio 
I s^ oppone alia molUplicaaione delle ntmiglie | 

^> n diritto di proprieta cbe ne trae dai terreni tutti i 
y ne li cambia tempre coi prodotti deirindnstria naaional; 

e> La prudenia che prerede i graTi doTeri della paieniil 
licnxe sociali) 

€i) La corrasione del costume che preferisce ana yaldracii 
I moglie che porta Taggravio della ngliaolanza. 

Quetta qaattro •entlmeiili, oltre la mancanaa d^ogni indui 
ninittrice commerciale, noo eaiatendo negti animali, la lore 
[«a piu eostaotemente al lirello delle tuasistenae locali, e i! 
Itl&aa e piu vero tra i bniti che Ira gli uomini. 



i. 

ReUgiosi. 

I coDcil] d^Epaonc C5i^), Macon (595), Germania (senza 
cilta) (7Sa), Toors (SIS'), Parigi (laia), MontpelUer (isi 
64), Pont-Audemer (1976), Tietarooo al clero la caccia co"* 
li <la preda come occupazione profana non oonTeniente alia 
siastica, occupazione cne si era introdotta andie nel clero <: 
ne de^ barban , che erano popoli patteri e cacciatori. 

Gviii. 

Ne^ secoli di mezzo, almetio m Franeia, i nobiU ^i riaeHbav 
; di certi animali e le ami con cui si allWmtano , e li dicfaii 
i credetiddi pid pertcolosi; gll allri animali tootio abbaadoi 
II $ per esempio , in ognl tempo in Francia la caocia de* iupj 



Digitized by 



Google 



52« 



IS PIU . 



I FranchI rigu&rdjndo i lavori at^rarj come inilegnL della lora mifo 
tiimilit , altro esercizlo non conozirrvjiiio fuorche la r:icciaj ntf allro nok 
impiejjo die la gucrra. Piia dclT mdiiianza del jS dicrmhre i355 i sigtM 
esLenderano i diDtorai de^ bro ciuteUi in cui prctcndevano il dirillo i 
Cdccia nierratap 

Eeco una sforzo dvlV inlcresxt prk'HW contro F intcrgtsc pidtbltcaj * 
^cca una tra i miUe ca^i cbe smciittino la loom 6i Smiib (^Rcchcrvhes^ m 

iiv. IV, Eixap, VII, t, in, p. 435)- 



III I 



Reli^iosu 



L** oiserYanza n'gorosa dp] la qimrcsima , 

Le astinpiizc TolonUHe che &i imponevano p«^r V addietro piu rrUttii 
Lf Umositit! rcli^iojfe in ariiigiic che faocvansi ai poveri , 
L"* iiso di fiir enlrarr il prsce nellc mililari mnnijiioiii da hi>rct, m^ 
tiplicavano prr Taddictro il bUogno t. qnindi U petca delle nringli^. 



Cmif. 



ta cAfdji dri liipo marino rjige'iidn coragf^ia ttraordiitario t partial 
Jare drstrrzEa , i1 KumtBchadato , che vi rirsce talvolta , arquUta la fan 
d"' II n rrot* , c godc il rrstante dell a vil^i gran con*Jtleraiione Ira i »ui 
conipatriuli. 

I Fraticesi sino at principiti del ^fcolo XVU man^iaTanci le sfppk 
betiche la rarrve ne sia coriacca , di caltivo gusto e difnciLe digetliotiei I 
carne dcUa balena , die ha le strsse {^ualitar romparve dla pure $fil 
metiie francesi mio alP epoca sopraccitata \ qujndi t* drtle seppie e ddl 
balene facevafii lar^a pf^sca comi! coiumestibile , il die prova un grado pa 
tkolare di poverta e ro^xexza di gusto. 



IV. MI31 



.4 ««r^n ««i 



RGligtosi. 



*Htt»^ n^ 



Si puu con probabitUk ^upporrc civet il sentimeuta religioso tnflm tu 
gU acavi di pielre a marmi pnr colonne etl altnri , ddP onu ed ar^rttl 
per ttatiifl p candelabri , ecf^. Tiitte 1< chiesc di Bogota (capilale del iii 
aica ) hriUano per ricphez7,e inelallldie | la cattr-drale sorpaftia da qntd 
la to tutlc Ic rhiri(! del mondo } la balaustrata che circntida I* alurc ni*i 
giore 7 e d^ Argcnio maulccio ; vi si Vffif una luupa^ dcUo ftlcuo kh^Lm 



Digitized by 



Google 



Sag 

IK MBRO. 

tl:% «oinc igDobilc , e la nobilta tprenandoli non li degnh cT Ucciderli ; 
aiudi i lupi crebbero e fecero giiasti ne^ bestiami e negli uomini. Un Ho- 
le aTfebbe crcduto degradarsi dirigendo contro i lupi que^ colpi che 
-a.no riaervati ai cerTi , agli orsi , ai cignali. 

Ecco UD altro senlimcnto che diverge dalP intereste pubblico , e che 
iralizzava per Faddietro le forze d^ana intcra classe sociale che avrebbe 
>tuto promoTcrlo; furono quindi neccssarj piu regolamenta e leggi per 
st rugger e i lupi. 

::a. 

Reli^osL 

GiosU la religione de^ Persiani , V acqua era , dopo il fuoco , V ele- 

onto che meritava il roaegiore rispetto ; cssi temevano di lordarla. L^im- 

>ssibiHta di fare una navigazione senia macchiare la purezza delP acqua 

>lle immondezze del yascello, Yietava questo modo di yiaggiare , quindi 

commercio e la pesca, 

Civili. 

La prerenzione eontro I'uso di piu specie di petci non permette di 
cscarii : tale ai e , per esempio , in RuMia il peace d^ oro che , a frotte 
rodigiose , riaale il Volga dal principio di maggio sino alia fine della 
^te; il popolo porta opinionc che Poso di questo peace renda insensato. 
Questo pesce , che pu6 essere fomicato e saiato , presfnterebbe larga ri- 
>rsa alia classe indigente. Per la stessa ragione il tcheknon e ivi poco sti- 
lato : la necessita sola induce i piu miserabili a fame uso. Ha la stess* 
isgrazia la Umpreda , frequentissima nd Volga : i campagnuoli mosirano 
loita ripugnanza pe'* gamberi, ecc 

Gli Inglesi aboorrono le rane, mentre i mercati dMtalia ne sono co- 
•erti una gran parte dell^anno. 

In tutti i piopoli si danno idee false, pr<*yenzioni, antipatie che quasi 
lebbie acciecano Pinteresse priyato e quasi fimtaanii lo stomano dalla Tia 
au economica che nella produzione , distributione e consume delle ric- 
hezze seguir si debbe. 

ULOGIA. 

Religiosi. 

Ne^ secoli d^ignoranza e stata piu o meno g«nerale Topinioney che i 
Irmonj si fosscro impadroniti delle miniere e tormentassero quelli che no 
ntrapreodevano gli scavi; quindi corsero piu leggcnde di minaiori uccisi, 
>a4tonati od altro per opera di demon j. 

Un''opinione si pu6 dire generale in^un secolo quando e abbracoiata 
la quelli cb< in esso ottennero maggioi'lama di sapienza. Ora il celebre 



/ 



Digitized by 



Google 



lo , ti vatta , che tre uooiiiii vi entrano per polirla ; cMa e altronde i 
rtochiU di teste di lieni ed altri ornamenti di oro puro. Le statue de 
Vergine e de^ Santi aono o d^ argento maMiccio o poperte d^ oro , orn; 
di pietre preziosc , ecc. 

Cmli. 

Al tempo del goyerno veneto ritcdeTa in Val-Trompia UD delegate 
vicario , che le comuni aveyano la facoltk di nominare e che reoira n 
fcrniato dal prindpe che lo decorava del titolo di NobUe^ Ad eaao incu 
beva invigilare aulP esecasione delle leggi roineralogiche , visitare coi g 
rati le ininierc in caso di oontroversia , e decidere le qoestioni , csaeo 
riscrbato allc parii P appellauone presto il magtstrato. 

V. kG 



Reb'giosL 

La rcligione di Zoroastro annovera tra i precetti religiosi la coltiv 
ylone delle terre: seminare sceiti grani , dice il Zend-AresUi , ha piu pi 
gio agli oecht della Divinitk che procreare namerosi 6gli e -reatare dir 
mila proci. La coltifazioiie degli alberi e principalmente degU alberi fru 
tiferi vi e rald&nieute racconaaRdata. 

L"* npinione religiosa a Roma , oltre di cambnre 1 terroioi de^ pode 
in altrritantc divinitk , minacciaTa la pena d^ essere layMaUto come saci 
lego a chi ardisse inyaderli. 

Uso qaast relifioso induce i Tnrchi a piantare un cipretwi sulla tomi 
d' ogni rnorto , cosicrhe dapprrtulto i loro ciroiteri si cambiano in forcf 
oiie , qfiasa dissi ^ disputano la terra ai vivi, 

CmlL 

Duhaldc acocrta che P agricoltore Chinese ne^ suoi peno^i lavori no 
c taiito sostrnuto dat siio interesse quanta dal rispctto di oui e pr.Drfral 
por V arte clp ogli professa , rispetto che ipiu imperatori cercarono d"* insp 
rarglt , onorando cusi stessi V agricoltura e gli agritoltori , dando a quvs 
h prrccdcnza »iigli artisti e commeroiaiiti. 

ficW antioa itoma gll agricoltori passarono piA volte dalP aratro i 
consolato e alU dittatura $ le trihil rustiche ottennero pit^ onori che le ui 
hane. 

In Jnffhittrrra la noniina allc cariohe legislative e amministrative d 
pcnde anche dalle persnne di campagna | i signori ingleti vi fiinno lun§ 
rpsidrnza per arqtiistarsi <ll-edito eti essere nominati| eimentre attendoo 
ai loro> affari , dilfpndono cogpigioni miglioratcici. 



VA. JkUtl 



Religiosi, 



Lft religione otttolica che ammette il culto delle imagini o sU il seo- 
timento di veneraxione pe^ virtuosi personaggi che ette rappreaenUino , e 
•lata iavorevole ai progreari delta pittmra e deflascultara. — Sioeonte dcI- 
T antica Grecia fte tialue degU eroi , de^ legislator! , de^ filoaofi , dc** gpne* 
rili , de' vincitori ai giuocbt oUmpict ti vedevano ne'' tempi di Delfo e loro 
circondarj ; perci6 si pu6 dire che P artista era in qoalche modo animato 
afDche dal sentiraento veligioao. 

I ^ 

La pubblica esposizione dellc roanifattiire e le medaglie che ottengono 
gli inyentori, hanno moltiplicato le invenzioni ; ogni anno compariace qoa\- 
che scoperta che risparmia spe sa , o aocresce il prodotto , o produce cio 
che dappnma non produceyasi, i 

In generale , dove V opinione pubblica onora gli artisti, le arti diren- 
gono eccellenli ; la fama dflla loro eccellenza eccita la brama , e diffond^ 
ncllo State e fuori , V abitudine di fame qso ; cosi V onore divicne fonte 
di ricchczzc , perche stimolo dclla volontk dal primo grado della civiliz- 
zazione sino ajl^ ultimo. Quindi nelle rcpubbliche del medio evo non ^ 
poteva satire alle cariche pubbliche sa uon da chi era ascrilto alP arte 
della lana o dclla seta od altro. 



VU. COM 



RtUgiosi. 



La religione cristiana attribueodo agli nomini la ttessa orighie, rico- 
liosoeado in essi la ateiaa natnra , dichiarandoli figli dello stesso padre , 
chiamati alio stesao deatino , aoggetti agli stesui doreri , predicando la ca- 
ritk universale , proclamando il principio rum est eUttmctio Judaei et Graeci; 
nam iiUm Dominus omnium^ dwe* in oinnes qui irwocartt illtiin {S^lu Pao- 
lo , JSSp. ad Bomanos , X, la); quia non est per§onarwn acceptor Deta 
( Act. X , 34) ) U religione cristana e piu favorevole al commercio di qua- 
Uinqne altra.' t 

OrW/i. 

Alestan , re d^ Ingbiltcrra nel X aecolo , dichiaro che ogni conuner- , 
ciante , il quale avesse fatto in mare due viaggi di lungo corso, sarcbbe 
ascritto aiP ordine de^ nobili \ e questa una dellc ragioni per cui la mer- 
catura ottient ivi alta stima nelP opioiooe. Vi ai Teggono ataiue ioal- 



ur mifO. 
£ MESTIERL 

ReUgiosL 

*Ia religione giudaica, per allontanare il popolo dalP 
srvrratifente le statue , le immagini , le rappresentazioni- d i 
di qaalunque essere YiTente, ' — NelPottavo tecolo il cie< 
Iconodastl distruwe non solo le cat live statue delle chiesc 
statue antiche cfae caddero nelle loro mani. Anche la rrlig i 
si mostr6 netnica della pitturj. I Musulmani , per esempit 
gli angeli non possano entrare in una casa dove T^ha ritrs 
Usta ooTette cessare di produrre allorche vide U sue op< • 
jiguardate come profane od antireUgiose« 

CiyiU. 

In pid repubbliche della 'Grecia e poscia in (pella di i 
zio delle arti meccanichc fruttaya una specie d^ ignomini 
dalle cariche. 

<^ue8to pregiudirJo era si forte pressa gli Ateoie^si, che 
arti rendette ineligibile agli. inipifghi., anche dopo che 1' i 
tutti i cittadioi fa eonyerlita iu massima general e, 

• Nella China la prevenziono contro.ogni ionoyauone ai i 
delle arti. L^cccrssivo amore drl)a novita puo produrre eff 
damando invcnzioni ridicole e quindi screditando le ottini 

MERCIO. 

Heb'giosi, 

La religione rbraica tendeya ad allontanare le popola 
tatto degli esteri; e, in onta degli sforzi di Salomone e di i 
casta sacerdotale riusci a distruggere il commercio. 

I preti egiziani fomentarono il pregindizio relrgioso i 
peccato il yiaggiare foori delFEgitto. 11 solo motivo d'^esef; i 
Diissione del Goyemo ne era un"* eccesione. I marinari , att 
tatti eyentnali cogU altri popoli , erano talmente sprezzati , 
bro della casta sacerdotale riguardavasi come raacchiato I 
acnza. 

V opinione che dichiaraya iUeciio V interose del dai i 
conuneroio eoropeo per dieci secoli. 

Cwili. 
n senato milanese nel XVI lecolo esclnse t mercanti di 
Dipendeya allora MiUno dal goyemo spagnaolo. 



Digitized by 



Google 



zate IB onorc de^ mercMiti per ordine <lel parlamailo , cd altn moDumenl 
pnbblid , come Del foro romano per decreto del tenato si vederano cretl 
alia memoria degli uominl piu illustri nella toga e nelle armi. 

Sotlo Luigi XlII fu dichiarato in Fraocia cfae la mercatura non derc 
gava alia nobilta , o che i mercanti poie?ano emere innalzati alle primari 
digniU del regno. 



\IU. ABITUDI^ 



ReligiosL 



H el libro de^ ProTerbj si legge. : Sapientiam aique doctrinam stuiii da 
piciimt . • . Stude sapientiae , JUi mi, et laetifica cor tuum, . . Beatus horn 
qui irwenU sapientiam et qui affluit prudentia. Melior €tt acqmsiuo ejus nt 
gotiaUone argenti et auri primi et puriBsimi Jructus efus, Pretioshr est €uncti 
opibuM \ et omnia quae aesiderantur f hide non vaUnt comparari. 



Neir Alcorano si legce la seguente cquanone : P inchiostro del dotU 
e ii sangue del mariire nanno un pregio uguale ne^ cieli. 

Nelta Bouliharia , stabilire nuoTe scnole e iin alto di pietk ; alimen 
tare dei poveri scolari k un doTere , e il Kan stesso diffonde la tna libe 
ralitk sui maestri e sugli allieri ; ma il corpo insegnante e slupido , e !< 
teorie chc si insegnano sono goffe $ qnindi ii Tera iaCmiione manca , < 
non si rinnovano i secoli di Samarcanda. 



CivilL 



Nel circondario di Newcastle si conserra coo TenerazionePomile ca^: 
in cui nacque Cook the fece tre volte il giro del mondo , e delle pii 
gr^ndi scoperte arriccbi la geografia » la storia naturaie e la navigaxione. - 
AlP rpoca delta guerra per U QOQtesa deiP America tra la Francia e P In 
ghillerra , Luigi XVI prdio^i qbe in qyatunque iocQntrQ fosse rispettato i 
vasceilp 4i Cook , giaccbci U r^ di Francia non fac^a guerra alle ^oienzc 



IX. ABITUDLN 



Religiosi. 



Gli A'ssiri , i Medi , i Persi«ni si eratio fatto an dovere religieso d 
ooiidurre le acque nel deserto per mohiplicarvi , giusta i preoetti di 7x 
roastro , i principj della yita e delP abbondanza i quindi ti si inconlran 
gFandi traccie d^ una antica popolasicne. Sopra tulta la strada da Alepp 
ad Ham 91 si trovano ovunquf rofio^ di tiUaggi | cistcma «0piid4le, avaii] 
di fortczze e di tempj. 



«35 



FSnche In una nastooe dan lo tpirito ailitare non « com lacUa rli«* 
ri alligni quello del comin(*rcio| e ^octU niiA delle ragioni per cui il cqui- 
mereio en quasi nallo finche diir6 il goTerno feodale. 

DoTe sono pochi i bisogni e di poeo momenlOy come tra le nazioni 
lelraggieL non vi pu6 eatere coBimercia. — » La pabblica maaoaDia di buona 
fede lo diatingge. 

INTELLETTUALI. 

ReUgiosL 

V^ha nelPIndoiutaa nS milioni di ionne che non tanno ne t^ggerr , 
ne acrivere : e siccooie i legialatori iodiani hanno loro etprcssamente proi- 
bito la cognisione de^ eantteri delPalfiibelo, perci6 caae si trorano in uiio 
•tato*d^ignoransa o auperttirione di cni non Vha etempia sella ttoria deUc 
tribu pi6 aeWaggie e pid barbare. 

Socnte condannato a bere la oicata perehe predio6 V nnita di Din , 
Galileo imprigionalo perche procla«D6 il moto della terra ^ Cartesio pfTar* 
guitato perche dimoatr6 in nuoTO modo resiatenza delPEnte Suprcino , c 
tanti altri oomini illaairi asaaasinati per eaaere uaciti dai preginoizi volga- 
ri I non invitano a aeguime le pedate. 

GviH. 

I Turchi riguardano come cosa vergognosa Timparare la lingna d^un.i 
nazione criatiana ; da ci6 V impo8ayi>ilita di conoaceme le acienze e le in • 
▼CDzionis 

La roziiaaima Sparta rietava i viaggi , acci6 il confrooto cogli altri 
popoH non ponease in ^maggior luce la aua barbaric. 

L^ accaacmia delle acienze di Berlino dal i8i3 in poi ha tralaacialo 
l"* uso di acrivere le aiw memorie in lingua franceae, come avera fatto sino 
a qiiHl^fpoca , e ,ri6 in odio de^ Franrrai che devaatarono la Prussia $ il 
qu.ilr* luctodo tende a diminuire rislruzionr , giaechc la lingua franccsc c 
pit^ largamente diffuaa net mondo che la tedesca. 

ECONOMICHE. 

ReUgiosi. 

n Uaomettano , iatupidito dal auo fatalismo , non fa nulla per cono* 
icere le caoae de^ mali ed opponri rimed j. UnMnaeoaibile apatia oliiiid«) 
ncl alio animo la porta ai diapiaceri ed alia preTiatone , e lo rende <|uadi 
stranirro alia aorie de^ eontemporanei e de^ poateri. 

Le ccceasive feate, oltre a^impedire i lavori, generano Tozioequindi 
ogni apccie di ^iij. Prodaot lo ateaao eiletto la malinteaa carit^ verao i 



Ill mj\ 

Prn^o- gli Ebrei correTano i Mguenti proTerbj : quegU che il tiinore 
del frrddo impedtscc di lavorare nrl verno, e ridntto a roendicare la state. 
II soiino del lavoratorc e dolce e tranquillo , quello delP ozioso e agitato. 
Colui che conduce 1^ aratro puo trarne vanto e mostrare i |>iagui aninuli 
di cui si serre, ecc. 

Nella China e infame chi, potendo Tivere delle «ue falirhe, si stodii 
di Tivere alle spalle altrai facendo il vagabondo. I ragazzi, le donne, gli 
artisti , il ricevono a sassate ; eccA perche vi sono pcx^liissiini mcndici. 

N^IP isola di Sumatra te qualcnno tra i 6gli dello stesso padre s** alu 
aagli altri pe'' saoi talenti , ottiene comunemente, beoche non sia maggioit 
d"* etk , la maggior porzione delP asse paterno e diviene capo dclla fami; 
glia. In questo sisteina di coie T amore deila riccheasa e del potere e 
stiiDolo air attivitk. 



X. ABITUDINI 
ReUgiosi, 

Dalla religione musulmana e vietato V ingrea&o nelle moschec agli omi- 
cidi , agU imbriachi , alle donne piibbliche ed alle concubine. 

Antichissima legge ebraica proibiva il taglio degU alberi fruttifcri sul 
lerrilorio nemico , e limitava il taglio degli alberi boschivi a que^ soli 
che erano necessarii alle operazioni deir assedio. 

La carita universale , che forma tutta V essenza dcIIa religione dci 
Quacqucri , e la causa del buono stato delle loro carceri , dcgli ospitali , 
delle scuole e degli sforzi fatti per incivilire gli IndianL 

Civili. 

Allorche a Sparta un uomo diffaroato aveTa un coosiglio utile da pro 
porre alia Repubblica non gli si permetteva di farne la proposizione y e n 
ne dava V incarico ad un uomo dabbene. 

^ Atcne , cht« fu la prima ad erigere altarl alia Pietk , che , per con 
•iglio del filosofo Demonace , ricus6 d^ ammettcre i giuochi sanguinarj d<' 
gladiatori , Atene , il cui Areopago condanno un senatore per avere ucci^c 
un uccello che, prcso da spavento , s' era ricoverato ncl suo seno; Atrn< 
eclebrara con canti le irittorie ottenate sui barbari , con nenie e piangistp 
le Yittorie $x\ Greci , coatume che almeno aveya il merito della nazionalita 




IH PIV'. 



A z I o 
L POPO 



I^ miseria deir IrtandKy <1^1* Scoiia, della STixzeni, del Wirtembar- 
glirse , eca manda molta popobiione nelP America. 

Allorche , atteto T iDondaxioi|e deficiente del Nilo , regna earestia in 
Egitto , le citta delta Siria Tengono iDTaae da poreri Egixiani. 

n commercio tottomelte la popolasione (T Amburgo ad nna fluttaa- 
siione perpetua : vi giuDgono straiiieri da tutti i paesi, AlemaDniy Inglest, 
Frances! che sovcnte vi prendono stabile domicilio , mentre piik centioaja 
d^robarghesi eroigrano per affari di eommercio o per fare fortana. 

11 bitogno di miiiaia neffli SUti earopei fa nascere nella Svizzera una 
popolazione, che, giiinta air eU di ao anni, etce da! p«eae, dore non 
potrebbe pi^ vivere. Si pu6 dire lo ttesso delta popotazione Corsa, i;5 
dolla quale alP iocirca va a servire nelle truppe straniere. 

II. CAC 

Gli abitanti delte citU europee, oonsumando eappdli di cattoroy ali- 
mentano la caccia di questo amfibio nel Canada. 

La China , la Persia , la Tnrcbia, avidissime delle pelU di martore j 
zibelline, mandano oapitala al KamUdiatka« ^ 

Se lo zerbino di Pietroburgo e di Moaca non amaaie mostrani involto 
in leggerisatma pelliocia d^ ono^ e non la pagasae a caro preisOy cadreb- 
hrro di mano le armi al Kantsdiadalo the ne ra a caocia: in ana parola, 
• n/Kt99ario che U rioeo tU vtmo , aedA U potfmro non muofa di Jwhu o 
non poUritca neW otio. 



III. PE 

Una circofltanza favoreTole aoment6 per lungo tempo in Olanda il 
iHimmercio del peaoe tnl Reiio; « fa il consomo die abitaalmeiita te ne 
facera nelle comunitii religiose stabiliie in gran copia lungo le sponde di 
quel flume. 

I riti religiosi della chiesa greca rendevano necessaria P importazione 
dl grande qu«ntiUi di petoe secco « aakto nelle scale del Levante, fomento 
alle pescherie inglesi ed olandesi. 

s»e le eoteiente diveniasei^ pid ftcrupoloiie in Grecia , creiccrcbbero i 
vasceUi pescarecci nriP Itoghilteiri e nell* Olanda, e tneet^ena. 



539 



LE MODIFICANO. 



r E^ 



.AZIONE. 



i» Mno. 



L^odld reciproeo delU popolaiionl dMteallt caeeU ed aHa paaiorizia, 
vTiTa una continaa goerra che dutrugge e uomioi e mutistraze. La tra* 
lirioue araba ricorda 1700 battaglie succfsae pria de* tempi di Maometto; 
la Uregua annuale di due men che gli Arabi otaerraTano cod fedelU re* 
igiosa, calratterizsa ancora piu la loro cottante abitodine d^ anarcliia e di 
stilitii. Vogliono easere qm citate le •termioatrici gaerre d** ambiiione. 

A misnra che nelP America settetitrionale Ta estendeodosi la popola- 
ione inciyilita ed- oocapa nuovi tenreoi , la popolasione leWaggia e co* 
Lretta a ristrin^ersi etitro piu angusti confini ; ma ritirandou infieritce 
oatro gli Amencani , talTolta colfa toorta deir Inghilterra. 



lA. 

La caocia esegueodosi in diverii luoghi nelle direrM ttagioni delPanno^ 
n popolo cacciatore si credfc leto , tia che yen^ a assalito u luogo in cut 
accia attualmente, aia che yenga inyaao qoello in cni caccierii in altra sta- 
ione ; altronde il salvaggiume soggiace a piA ricende . anindi aono Ire- 
uctiti le guerre tra i popoli caociatori , il che aospende V eserciaio della 
acda e ne disperde i prodotli. La gnerra acceta dal bisogno di difrader» 
I propria soMistenza, e alimentata dal deaiderio di Tendicarti, il piA rio* 
^nto tra i sentimenti che proTi V Homo seWaggiOk 

Morir di fame e distruggeni a vicenda, e nn aaggio di qiiella felicitli 
be Housaeau e Aaynat regalarono al sdvaggio. 

CA. 

Oltre la diminnsiono della ouaresima In tutti gli Stati Earoj>ei , ha 
semato i lifori della pesca olanoete la ooncorrensa degli ^ Inglesi c del 
rancesi, cioe la riccheasa della Francia e delP Inghilterra e creaciqta na- 
iralmente a apese deir Olanda, il che e una ristrizione alia maasima cha- 
in est mterttte a la protperUd de tout ( Say, J^xute tteconomie, torn. 1 , 
. 5S6f 5. edition). 

Garamania^ contrada montuota che forma la coata meridionale delFAaia 
linore : tale ai c T effetto della tirannia e delle reciprochc guerre dei 
asciky che aopra tutta V estensione di questa coata, bagnata da nn mare 
i>boiidantcmente proyriato dl peace, bob ai acorga un aolo battello. 



Digitized by 



Google 



IV. MINI 

Lf manifattare d^ acciajo che si esegaiscono in loghilterra, lichieggo 
no i1 ferro di Rosgalia nella STezia. 

Gli orgaoi che si suooano nelle chiese cristiane, sono oostratti coU< 
•tagno della contea di ComouailUs in Inghiiterra. 

I paUzzi delP Oianda dimandano marmi alP Italia, e le sue dighe 
pietre alia Norvegia. 

In somma , ii bisogno degli esteri, unito al potere di comprare , con* 
cor re a promoyere lo sviluppo delle riochezze nazionali. 

V. AGR] 

Lo scarso prodotto di grani nella Svizzera , dipendente dalla tempe 
ratura e dalle rapidc yicende atmosfericbe cui va soggetta , e una delli 
cause che faTorisce P agricoltura ncl pian lombardo , a cui la Svizzera di 
man da grano. In generale la Ticinanza d^ un paese mancante di grano 
▼ino , riso e simili , e capace di pagarli , anima Tagricoltura che pu6 som 
ministrarli \ il che e Tero di qualunque altro ramo di produzione. 

La coltivazione'de'' fiori, delle radici , de^ ranuncoli , anemoni, \nht 
rosi , giacinti e giunchigUe ne^ giardini di Savona, e alimentata dalla ric 
chezza dellc citta iialiane , spagnuole, francesi , gerroaniche , cui si spe 
discono. In generale P altrui ricchczza e un^ eventualita favorevole pa 
noi , perche ai ricchi si pu6 vendere , dai ricchi si puo comprare. 

L* eccezione a questa legge generale si vede nella divisioue seguente a 
numeri IV c V. 

VI. ART] 

La rivocazione delP edilto di Nantes ^ fatale alia Francia , procur6 mi 
gliaja d** artisti alP Inghiiterra e alia Germania. 

A roisura che va estendendosi la civilizzazione , crescono le dimand( 
d^ ogni maniera di manifattnre ; e questa una delle cause de** progressi deU 
manifatture inglesi , e per cui P Inghiiterra cerca d"* incivilire tutte le po 
polazioni , ed e stata la prima a riconoscere P indipendenza delPAmeric 
nieridionale. In generale il consumo estf*ro f omenta le arti nazionali : 
utile alP In{>hilterra che le truppe regolari in Persia vestano uniformi roa 
fatti a Londra. ^ • 

VII. C03 

1 reciproci bisogni delle nazioni sono sicuri ed elerni vincoti di con 
mercio. Ii settentrione d^ Europa abbisogna del vino, delPolio, de'^frutt 
della seia , ecc., del mr^zodi ^ il mexzodi abbisogna del ramc , del fern 
deUo stagno , delle pelli , pesci , legnami, pecc , ecc., copiosissimi nel $fi 
tentrionc , cosicohe i relativi paen sono reciprocamente denitori e creditor 



HI muLvo 
aALOGU, 

La gnn coput del comlmsUbiie , V abbobdanza, la m 
rezza de' minerali rendono in IsTezia la £d>brica del ferro 
rd ec<»ioaiica , che i ferri di qoetto regno ai ttatportanb; i 
del moDdo ad un pmzo si modioOy cbe. prestntano una, co 
biU a tutu le Jucine situate fnxsso U mare* 

La concorrenza del ferro della Stiria diminuuce P atti 
lei Serio, ecc. • 

L* aiirui rkehezza f simile alia nostra 9 pud esserci noc 
"xrzi^ e ancora piu sul mercato luaiotwU, 

COLTURA. 

L^ aumento dell^ agricoltura in Francia cd Ingbilterra 
mcU r esportazione del graiio dagU Stati barbarescbi , dall 
uiseaticbe , Polonia , Stati-Uniti americani , ecc. 

L'^eatrema fertiliU della Russia meridionale riesce nociTi 
europea, percbe i swoi grani discesi pel mar Nero comparjt 
porti y Ti abbassano i prezzi de^ Dostri grani 9 mentre ne e 
coltiyazione. 

La diminuzione nel consumo estero abbassa il prezzo 
zioDali. Nel 1836 rammiragliato iiiglese ayendo determinal 
eateoe di ferro alle gomene delle navi della marina reale, 
di molto ii prezzo della canape nel settentrione. 

Neila Palestina , esposta alle incursioni degH Arabi , V 
mina col facile alU manO| di rado miele il grano matnro, 
in sotterranci. 

£ MESTIERL 

Vi fiirono insurrezioni negU icorsi anni a Manchester, 
Tano i latori nelle officine di Parigi. In generale un milibni 
aal cohtineule ha tolto it pane ad un milidnie d'^arii^ti in In 
che P Ingfailterra era per V addietro abitaata a proTtedere 
il oontinente. 

Fa cPuopo qui ricordare le leggi barbare che vietano 
Ipaasare in paesi esteri , i cambiamenti di goyerno per cui 
trattati commerciali, i cambiamenti ne^ gusti per cui piu cc 
« quindi le dimaUdcf di manifatture. 

MERCIO. ' . ' '. ' : 

Nnocono al cdmmercio 

La moltiplicita xh piccoli Stati che arrestano ad bgni is 
gabelle, barjiere^ usi diyerai per terra e per acqua; 

Gli atti ostili che gti Stati eserbStano gli unv sngli altri 
Filosof. della Stat., vol IV. 



Digitized by 



Google 



FINE DEL VOLUME QUARTO 

D B LLJL 

FlLOSOFJA DELIA StATISTICA 

B DELLB 

TaVOLE SlNOTTlCHS. 



QUESTIONI 

SULL' ORDINAMENTO 



DELLE 



STATISTIGHE 



O I 



GIANDOMENICO ROMAGNOSL 



dire veraci nel momento in cui furono distese ^ esse 
non sono piu tali nel momento nel quale vengono 
considiate, 

Nella receote Memoria si assunse di trattare di pro- 
posito' dell Oggetto e delta utilila ' delle' ' Statistiche. 
Quanto aiV oggetto egU pretende in sostanza che la 
Statistica debba comprendere solaroente le attualita 
noD durevoliy ossia la meczione delle sole drcostanze 
traositorie e sovente alterabili di un dato paese. — 
Quanto poi alia utilita egli non si spiega chiaro pe» 
rocche ei non dice positiyamente a che senrir debbono 
le Statistiche. lovece egli. spese molte pagine a dimo- 
strare gli errori commessi sul conto del numero della 
popolazione e ad esagerare le difficolta nell' accertare 
qi^esto puDto di SUtUtioa. ^^ Egli inoltre pretende 
che r ecooooiia politioa^ quale da lui i iptesa ^ sia il 
fondamento della StaUstica^ quasi che la teoria del 
tornaconto privato dalle ricchezse dovesse senrir , di 
norma direttrice per indoyinare lo stat:> intiero di fia 
dato popolo e per dame ragione. 

Se V argomeoto non fosse sofnxnamente importanle^ 
.^ la celebriia dell' autore noa fosse grande, noi ei ast^r^ 
remmo di bMona voglia da qualunque esame della 
Memoria sudd^tta. DalP altra parte poi sens^ un' idea 
giusta e dimostrata dell' ordiaamento delle Statisticjie, 
il pubblicQ oon potrebbe avere un criterio ondq giu- 
dicare della controversia. Per la quM cosa crediaoio 
prezzQ deir opera proporre le questioni di massima 
concerneoti I'ordinameoto delle Statistichq, e^minando 
dapppi le sentei^ del sig. Sajr inserite aelia detta 
Memoria. 



/. QUESTIONS. — SoUo il nome.di St . 
nerale che cosa si vuol comunemenie ; 

RtSF.OSTA. 

» L' eapoMBione dei iii<xU di eMere e ■ 
».uoni intoKSsanti delle oose e degli h; i 
9 di un dato popolo »• 

Prima di lutto abbtaino domandato i 
•igoificato comune d«l norae di SuUisdci 
suo generale, Ognuoo sa €h« IratUindoti I 
delle parole, Puao corauQe fa kgge. II 
benak dai concepimenti volgari e coofiisi 
idee easeoiiali nasooite, ma non pub Be 
travolgeroe il conaettow Ora esaminaad > 
concetto anoesso al nome.di Statistica « i 
viamo noi ? — Che ie. nolisie tutte intc ' 
cose e sugli uomini di un dato paese furi ; 
•otto il Dome di Statislica conaiderata i 
talcfai alle notisie aepacate, per tiempio i 
sulle penione\ sul govemo, non fu mai 
nome generico di Statistica,, ma bensi qu ; 
grafiOf di notbaa dei costumi, del regim \ 
paese. Questo concetto e notorio per fin< i 
ai quali vengono mostrate le definiuooi i 
versi scrittori europei della Statistica* 

Fu.beosi ricercato se siano stati comi 
aTviaati e. racooUi i materiali tutti spetta ; 
stiche, ma niuno pretese mai di separan: 
.di fatto costanti. relativi al bene e mat i 
popolo dai Tariabilj, e di assegnare i costi 



Digitized by 



Google 



Tuole il lig. Say)y e rileDere i variabiii per la Suii- 
stica propriamente delta. OgnuDO oompre^e pur trpppo 
che, a cagion d'esempio, on dato paese aperto o inu- 
nito cootro assaiti esterai, produttivo o non produtiivo 
di cose soddisfaoenti ai Insogni della Tila, bagaato o 
flMUKftnte di fiumi oode Tiaggiare, trasportare^ irriga- 
re, movere opificj e servire ^d alCri usi umaiii, ecc. , 
presenta ctroostante iaIeresMiiti ggli * uomnii ed alle 
SMioni 1 e perb nel comune cooeelto ifOMtt eircostauae 
•labili iurbiio coropl^e^ a riobiesle come parti inte- 
graoti deile Statistkbe. Net coaoetto comane adtmque 
lanto gK elementi costaoti quaoto i variabib iofluenii 
aul bene o loal' esaere di un dato popolo , Tengooo 
abbraceiati ebme esaenBiali alle Stalistiche generali e 
im1 seMo il pik universale. 

Fissato Po^lto c6mpieM^H) delle Statistiche iaieso 
flal oomune concetto^ resta a redere qnale sia la /br- 
^ma niatariaie eomancmente richiesta sotto delta quale 
si ■vtioke rappresentata la Statistica. — Forsecbe uli 
amniaMo disordinato di notieie siagolari e staccate oo- 
9tituiBce le Scatisticbe comunemente volate ed iotese? 
No ceftamente. £ppure abbiaoio uoa racoolla di no- 
<tizie interessanti. Che oosa' ne risulta ? Che 6olla seta- 
plice raceolta delle notizie singolah e sgrauate voi non 
preseotale le Statisttche intese t rolute dal senso co- 
fhuoe, ma solamentc i prtmi materiali per coslruirle ; 
niella stessa guisa che tnostrandomi i mattooi, la cal- 
ce, la sabbia^ ed i Idgnatni destin^ti ad una fabbricsa, 
noQ mi presentate la fabbrica stessa , ma i maloiali 
di lei. 



Ora quaado «i domaiida di oonoicen 
€S0er€ € Je pr^dusuoni dk tm dato popoh 
di ooBOAoer^ U prospetio unito e vi?en 
popato senaa del quala le Statistidbe noi i 
aila lora^ destfnazioue, come si mostrera p 
que DOD »si>dataMiida di coooisoere solan \ 
menti Mogcilari, nia «iiaMi6 k h>ro coti i 
qae la ibrma di cui si Iratia noaeo I 
teniplice ooUeiflniiie dia'ppa^eochio, iba* i 
cntrutiOD^ ftiittf e paiticolaregigiaUi'del 
cbltv^ 'Si> polrebb^ <(uiridi per una lafg 
alia' prioi^ oplleiiool attribuire ii-«iiOaie < 
mpparrMhitUc^ «d allenolittie tessnte. il 
tiuick» costru^te* Le prima eolleiiotil/ p \ 
tamente, noa meritano il nome di sta 
sdametite di mattrMi bdde. fomiati^ ia 
' C^rtaoieale queati* mateiriali mxso iadis 
rocdii^ sema di essi' ka 8ttiti9lfiche «al^«bb i 
•ibili^o iniaalagtiiafiat wii^'detei d«j[>bnfab i 
ffk aivhivj odme tettlitiOD| de^tioati: a fa 
▼aracita daHei Gtf M as$eirittt;i]^ Stafistid 
Per la qaal oosa dgnuti vede quale % \ 
oomoneuMbta intasa delle Stati^cbe <e < i 
differisca dalle prime e ^granate D6tizie s \ 
alia rinfutay sia ordinate in labelle. Vole 
eoUedoni aMribiAre il VMMkie di Staltstica ! 
senso pari a quelle in eni si volesse dare 
pfospeito di una fabbrica ad un intentar 
ri*li^ 

Codcepita la Tera fotnaa deUe Statistlcli 
nettta intesa, rimane a rivelarne distintaii 



Digitized by 



Google 



55» 

ratlere propria ed i limiH rigpetthL — RM sappiaino 
in genecale die st tratU Acognizioiii'di fiitlo tnterao 
iin dato popolo. Ma a dhe Ttmilare ti* dcbbono queste . 
cofiiitioiii } Bsspoodo che secondo. it senso coanme 
HOB SI tralta di oeiUMoere i faUi pardcoUtrl aotdduH 
presso di un dato popolo, na coiaawate di oonosGere 
U drcottaDse di fiiUb abituaK sia ddretsere^ aia ddle 
piK>daiioai le quali riguardano il bcae ■ o aiaP esaare 
di lui. Modi di euere e prcdavkmi mteretganti ecco 
ah eke si domanda di eolioseere ooUe Slalistiohe §»• 
oeraU. Dunque son ai domanda la Siorui poddva di 
un dato popolo, aon si.cercano la soe gestae i siioi 
aoddenti , og<v , qm solaoiante la notiria delta ana 
buoaa o oattiva siluaaitee e dalle sue prodniioni ia- 
teressantL 

Dnnque la Statialiea ap^rti^ae proprkmcnte alia 
storia dello stato pesitivo deU^uooano lodTjitmeato, e si 
pu6 rassomiglitre alia storia nalurak dello pioite. a 
degli aaiiaali. Qui perb oonniea flotare ahe questa ti- 
sla generalissima pababbra^aitt^anche la^ s^otib•ll•o■^ 
di molte Statislklie, daite quali sorgere dotrebbe que? 
sta storia delio stalo potitivo. Esattfuneate^perb purlatldo 
ogni Statistica propriaiaente delta^ aoo e che una po* 
sizione temporanea di questa storia di SUto cui a 
dovrebbe desiderare rit»novata ogni treat' aaiii. 

La Statistica pertanto oocupa un luogo di me&o 
fra la storia degli aecidenti.conereti del oaokido delle 
nasioni e la storia filosofica ddl<^ civilta di quesle 
nazioni. Ecco il perche fu dettp nella definizione. the 
la Statistica in generalo consiste ndia esposizicme dei 
modi di esfiere, e dellc prodii^om inUressanii^ e 90a 



Digitized by 



GooqIc 



fu delto essere Tespomioiie degli avipeni, 
ddto popolo. Sotlo il nome di modi di t 
preode appunto )o stalo assoloto e reiati 
fatte taato dalle azioni singolari e posit 
dalle loro xagioni. Sotto il nome pol di 
indjcaoo le opere tanto natarali quanto : 
danno forma permanente alle coee TMibil 
deiruorao prescindeodo dcdl'idea del lor 

// Questions. — Quat h il genen di 
f ifoli si suole in oggi per anionomasia 
di Smisdca? 



R I 8 p o s T A. 

« Quelle die ti rifiBriicoiio alio stato 
» morale e poUtioo di un dalo popolo 
» fissato 8U di un dato territorio e coDvi 
39 vile coUegaasa ». 

Be&cU distiDguere si possaoo lante spt 
lari di «tati§tiGhe quanti sodo i rami divei 
interessanli su di un dato paese , cib noi 
invako nei giomi noalri I'uso di appellar< 
Domasia ool nome di statistica quel compi 
tizie che etprimooo lo slato eoonomioo mi 
Utioo di una mile societa vivenle rtabilmi 
UQ determinato territoria Alle altre specie 
fiirono aggiuoti i rispettivi predicati particG 
troviamo le denominazioni di Stalistica nu 
saniiaria^ di morluaria^ di iMdustriale^ di » 
P^r lo contnirio quaodo si pronuocia il , n 



'■gitized by 



Google 



554 

di statistica si su<^ bomuoemeiile intendere i'eiposi- 
uone coniples^iva delitt notizie kiteressaoti intorno lo 
staAo «coiioiniqo» paoraie e poUitco di uo da^ popolo 
QgricoU Q coitnoMrciaU, E Mocome U carbttsriatico di 
fk fatti popoli $\ & 1' inrnviliiaeotD ceoientato dall'agri* 
ooltunQf fecoodato dalla religioiie^ e sTJluppato dal ^o» 
veroo ( pel quala esui vantio pamo passo avticinan- 
dosi alU siigliore e pib sicura oottviTenni)^ con alle 
notizie interassanti i popoli agricoli e comme^ciali at- 
tiibuir ai pub ti oome dl Stadsika cwHe. 

E qui eonyieDe aTvertirc ad una ugnificazioae nuo* 
vamente attribuita alia parola Suud^ ia quale oangia 
di sigiificato trattando appunto delie societa agricole 
e cominerciaU (issate su di ao date territorio e per 
ci6 stcsso ordinate a civilta. La parola Slato non in- 
dica piu allora una .mera nUuE^ome^^ ma eaiandio la 
persona stwsa eaUeCtiaa delta data aocieta fissaCa aopr» 
di un oalo territorio Vireate preoipuaRoiente coil'agri« 
coltura e col commercio. 

A questo proposilo cade in aocoocio un passo di 
tin oelebre pro&ssoiv di Gottingar « Niuno, dice egli, 
» aix^ebbe aostenere ohe i Calcnucchi , i Kirgis, gli 
M. Airabi beduihi formino uno SltUo {civitas^}, Questa. 
» parola nel auo. ^gnificalo storico non indtca fuor* 
» che ua popolo ohe ka> un-ld>itazione fisfa e che e 
»f proprtetario di un detoi*ininato territorio; o per Arlo 
9 altt*ipaienti i^abitaiione permaa^nte e la proprieta 
n foodiania form^oo il seooodo e prinoipale carattere 
*» di uno stato. La siooretea delle proprieta costituisce 
» il priuioc forse il aolo sitopo della civile associa- 
» zioue..«La plroprieia estendere si pub tanto agli og* 



Digitized by 



Google 



n gelti mobili , quanto agii immobiliy o 
» per il loro carattere dt perpetuity dan 
M diritto tutta la sua importania, e che 
» il bisogno di re^olame le fonne medu 
H Mmo propriamente i beui immobin. Si 
M lativamente rappresentare uoo stato.sei 
» territoriale, ma venendo alia reali^ V 
n sicra giamaiai senza dell' aitrs f'l) *»• 

///. QvESTioNS. — Assjtmto il divisame, 
pilare una Statistica civile, ifuaU soi 
zioni necessarie per fijrmarla a doyere 

R I 8 PC s T JU 

A quattro principali ridur si possono q 
zioni, ciod 

I.® II coDcepmento. 
9.*^ Le infonnaBioiii* 
3.^ L' esposizpooe. 
4*^ Le coDclusjoni. 
Le due prikse operazioni debbono pre 
Ibbbricaztoiie^ le due ultime debbon com] 
CIO 9 ossia 1' opera stessa della civile Static 
Nei Conoejmmemto conviene io vista di i 
dello ideale determioare gii oggetti da 
aeiresame di ua dato popolo , e (fuindi 
quesiti colle relative iDStruaioBL 



(0 SulV o'riginty lo suiluppamento < Vmjlutnza 
teorie poliiiche neWEurvpa modema^ di A. H. L. 
Jessore di Sloria a Gotii^ga. 



hall lidcertati rtspondere ai quesiti, specificando, dove 
si pu6 , qualita , quantita , luogo e tempo delle cose 
ossertate, peosando che la pubblica autorita e t pri- 
▼ati rtposare debbono su di ud finito accertato, sensa 
del quale sarebbe impossibile fare un uso pratioo delle 
raccolte notnie. 

Nella Esposizione oonyieoe riportare e congegoare i 
rUultamenti delle ioforroazioni colle loro idee interme* 
die formandone un prospetto informativo della mente 
iiniaDa ; ma ci6 far st deve procedendo dal sempUce 
al composto e dal generale al partioolare^ talcbi Tor- 
dine deU'esposiiione sia* inverso di quello delle singo- 
lari informationi. Dunque tesaere si deve un atlante 
ossia una serie di prospetti diversi connessi e graduali, 
nel quale preceda la carta generale » la quale serra 
di prospetto compendiato ad uso dell'alta politica. 
Indi succedono le carte particolari graduatamente 
pih minute ad uso delle diverse amministradoni dello 
Suto. 

Nolle Conclusioni .finalmente conviene es3)ire i giu- 
diz) definitivi di fatto suUo stato econocnico , morale 
e politico di quel dato popolo, di modo che si possa 
paragonare e riscontrare col modello ideale di ragione 
concepito dalia teoria, e quindi si po)«a deduiTe cib 
che si dovrebbe fere o almen desiderare si per oon-^ 
servare , si per correggere , e ik per migliorare la 
condizione di quel dato popolo. 

Avvicinata cosi la Statistica alia politica ed al di- 
ritlo essa ha compiuto Tufficio suo. Se difatti la sta- 
tistica noo e destinata a pascolare una sterile curiosita. 



f 



1'e^gh*ri''A^'le"W«*i«h» |ii:<fatt»iohe sir 
Veftgaito Wti^{«8i^l *««c0ltev «' tAo^ 

della segueate 

/.Iririj (I .1.. T>! f«»vrf? a! Ai.'i t |r*» i or u 

^ii \i ip^^'-i^trifg^iOirm r*»*^^ eke.keiw 

-J'W.IHJ »-\ !,..{»• il f> j'.!'!'.!! : ?'»♦ 

il0W'1fosei*!iirftr4«bhiOiiO idinMidUaUhqeik 

•jrffeWVfd fiWd*<pi^.^dc«t^UDtno cdl« ' 
Y\6k ik* fWAn^aa/H^vagirli Mtfte o« edfl 

^i "(jldti^ 'ftecol»g«i^lS'i'tlellMw|rddMtibiir<< 
malori^ai qnali sark poi difficile'«lir4Yma4 
qu e stu u o in o ag i fk alia e i ee oi 

Filosof. delta SlaLj vol IV. 



Digitized by 



GooqIc 



55a 

quetlo ufieio i detlbato a HHUftgum il fiq» pd fptfik 
appilntD «i domaDdana e ji. proeapoiapo le iipUti^ «ta» 
tMticfa^. Qumto fine cpial e!. PrOcuraxt alia un'ivecsa- 
liia di vm date popob uominii «he passano proca9ciars^ 
fr preitare un* saddiftfiMeBta {^iiMtleiaa^. uamiiii 191- 
pegoaii m una 4itili< epero/tiii^ cbli pn^ftiao e^ .eti- 
gaiw un gkUto* rnpello a cheialirllaaiJMn^ up'.affetr 
tnosa eofriMitfl09>uoBi» ^BaloMNile^ aka gpda^o.^i 
un equa Sbertie d\ «6flania $icu0tt%a. fi^ttOt V^a 
cose, aHepe^fooa, ed* alte; anoni: « deMw> cheif^pn 
deilo stato (i). .< ' ^ t . ' 

II primo di qiiesti capi, cioA la •ossistenza, riguarda 
il fioe tednimk0, II iaobodo, d^^. l' operosi^ ^ il ri- 
spetto a la cordiAlilk, riguarda tl'.fkle morale, II Uno 
finalmente, cioi J' equa libertk a la sicureua uaiver- 
Bale, riguarda il fine poiiticd.' itiiporta, assaissimo il ben 
oaaaaoerieibd il-'praiidtoa dL mira' t|iS^ti:fidi ige^i 
I'sBO deiiqoaK noo pu6"8(ara aaBSfi ()?a)U«| iDn4i(.,ol^ 
tenere la adama aaUa sua d6Tifta>MeMipiip Jid .ut^l^ta. 
Purtroppa aloMn pteteodana di ailgiiwtiire- )a,.flilpti- 
iCica' alia sda sfera dei malariafii :gadiaMat^ «fi9^e. f^ 
«aa dWIeaocieU £Me liitla:Ji^aAltre..iJtri.poii u.ifPPH* 
taataao deUa vaga e .aatratta ^idea/d^,|xM^ ^qfp^ffi^^^ 
la quale noa definasee timuA.iakfmo,f )^.AiAswa dire- 
^cme alia Qpeoasiooi dell' aM aodiyi^ L pi»a9K«i¥|iMf 
la adenaa: ,i feooadi la readaiia BNkfi9itat.#.,gi|ia4i 
itesuale ad arbitraria, a per6 MiMiiif: daIi|dMa if 
piaaa ate daalinactQae.- >' * i .v , i *' 

" ' ' " ' SUB I'li f i .w i' i i|i jn II I J i i 

>(t> Si sm/fpom mile siaaisikke lat- .^awrtaa i^ ^floAiMiJa di 
h^9im y^hnid*, I.* oniituimcnio ^uimdi delh 0gfcJbrmaMma 



V. QuBSTtoNM. -*- Poita la desimati > 
deUe cMU SkUiiiiche , quale $ari V idt 
doiH^ di mauo ptuno; di crkerio sicuro, 
pnuicaj o per dirio akrimenti^ di ooxioi 
per btm rktrtare, per benesporrt, e pi 
dicare? 

Ri,sr osT A. 

M.L'ideadi uno StiOo poUlicanMnite i \ 
» giata con tutti i costitatiti dell* poteoa 
n ^iala m tottt i period! flella tiU degli I 

4 cbe vaie il oonoecere leoivaostanie i i 
im pcqpoio (|uaiido urn iscofirile qneUo cfc 
•ia dat caato delta natura, eke dal eaato ! 
tioDaonde effirttuare le onrc dell' ordiae < i 
Morale e politico? Ma come .aoeoi^erYi di | 
Bumea alio Staio ae wi maiioa ano spedfiei i 
ideale mediaate il quale poaiate djbUo ale i 
aonoeoere a .i|aale grado di citilta sia poe i 
pepolo, e per quali ioeat.pa9iapi>ogredtf< 
augborato o fiaatmtete. assure oomervalo? I 
kitar potreete i oBesai die ((m$p po4$edete , t 
Bosoete gli elemeoli deU'ordioe aooiale ooiu i 
teoria e le iaUime urgenti delta opportiViiti 
Boa i aneor latto. L' uooio di atalo non ( i 
aoddiafiitlo: da taghe aatcaaiQai comfMsqae | 
aaa aW>iaogaa di aouoai oerte ed aasegnahil 
toffiio ai poteri coatituebti la sapita e proaf i 



t ed.ermmmtu Non Ji yirgv per mltr& cJ < 
|M<f a idle protta ^lU jteds^kti, • . 



blk»V qumto' tatMTio Ifordiae deU« aiiool ii qtiesfi 
poUri, diinodoche potsa prfvederegli eSTelti buooi 
o triili di una data porcine, o^ di. aiur.4lata provvU 
deiiM.'Oltreceti^ abbi«9gnadi dati -oonpepdiodi pieui e 
feoDndiy per i quMtK '«.^alpo d'o^to vgh'poMA sei^a 
esitazione prender norma per giudicare con irenta ed 
operare con effetto. Uo' i^e^ dunque centrate predo- 
minante ed esemplare, la quale eminentemente rac- 
cbiiida nil dstelna'.acoei^tato e definito. di -finie di 
niftfei sarailH^uidaiidbsidclwbile dcirudmo di stata 
onde cfllM€g;ulr«io :teopd tiltibdr.tlelle ttalialich^ 
. TUc.appanto 4i 1^ idea- dtila poteuaa di uob £tatD a^- 
aoiv c coaMberoiale>a;ltrggialo *o8« tUtt)ri4|B sue oopdN 
siobl oetaaiatle -a IwppnMeftlato nei 'ri^petlivi . pehodi 
delftaiAineiuUeBsa^'della giiwitnlli eidelia:virtiilii*diiMi 
dab (popqlo;-<-i^fi;«tecoaie"la timtta )de§li in|epejn bmn 
td»iAlitao«lMlwdai;iegi«tiwii»isog»i'deiiii vita 2 tale ohe 
dii|t9llli ad- Hfsooia^'a mtitiguev «i depriaa* ancha- ijU 
Makefil mtni^ \ amX-^Vk pfitno •ggettb^^ tludiamiia 
(Mt»<'la -baa 'ailt€fti0n|a« nvlfirato^ sia 'per ^ «ua uimn 
▼M«al«>«declsa iaflnancaym ^ I'dnthi^ dcAla suttisteiHM 
ec> qii <a i i le»tog|ji deH^fvfcblica eeoaoiiiiaw''Nei graadci 
MMuMUitihiio deila {MUenaa ' degit 'fettfti'ooiivien segoire 
liipridcipio; il: iiHH^ dd il Gne dtU'^ndiiie. eooooinico; 
afoalu ^« ;di>'plirtii9oihiri'e fMftuU ipotdsii di compca 
tMi^ mamiMlite pi<ivatai m^^im Tiadfelle Icj^gi obbo* 
s^liite'idel 4«^aiiodFf6^conlixtie^v e'p^nandop :^meoJb% >4il 
ftttd|D«bi fl<Nsl»l| lehte n«^riii{itlbMiitMta<9ith'(|caao«in« 
cease nciia iiAiea 'xiKto st ** fa eon 'Hne eeinpueaHene 
aristcriota j che •aiio, ^eti«0 ifmaiMr «o]l> e paniictaa dl 
cogliere fuorcbe le grandi twtt««», ^ i grtfhdi femf* 
neai eomplcssi. 



Digitized by 



Google 



^ Or <f ai impegnata I' aUencicme « . iUU i 
deiia potenia di* uno Siato , AOlivieiie ben 
dizioni tutt^ deila libtra tA uniiFenale oo i 
ciake Y icoiisadieiifllla ne'sooi tre aspdti'.esa i 
aeparjbiliie seinpre eooperatiti, ci6^ Hell i 
noauco ^ lutl tnqi^akr a nal poiilicov Que i 
aluHiare sii debbot>o>y laoto ttell^ ordiDam : 
ieri - qnanto nell' eserciiid delle funcitnii' i 
-^nta •di qli^sta oo^aiolie e l^po^ibiie I 
i punCi di ricerca ddk stalistidM » e di 
iL oorpo soeiale ai trovi kl istabi di'saiil 
tia , d* incremento o di decadimenla ; pi i 
libera fed ainirenale conoorlnefiaa ^uddeltii i 
dpalmenteiik 'vita delloSlato, ooine dalla 
iasione del alngiaei diptode . la' «orie ddl 

Coa c^iaatv nbtiak^ vbi potrete gtudicai i 
stato sta pelitidamtttla.lbrta o no« Onde : 
aqiiiTDuo cxtsfticnetaTvertirey 'cfae akn> ! 
-oorpulento ^ ed altr6 e uno stato potUia \ 
Quali imperj .pili.«ol*pulcnli eliskettara c 
Califfi o diiGrangiskaoo di TaOBerlano^ e ; 
-•1 tofltb' royioatoilo. ? Quale itfaggiore i I 
4\%k^\e nia§|p9re iiacehe»a di.qaella del Ci i 
«ui alcuoe tiirde teite Ivicine ihaono sen j 
ataio t signQie^giato .? £ qui per Imne I 
4u*gointjfito,igH)ivA dfi* rieoi^date quanto- d ! 
jf La (4rafi<)etaa-degli imperj quafktb all' i 
» teiVHoiio.. viene rilevata dalle tuisure i 
>» quaiito alle sue rendite pecuniarie vieo ! 
n daVcalcoir. TI numero dei cittadlni viene 
» eol ccDso ; la grandeua- ed il udvero : 



yGoosIe 



r 



9* delle caslelU puo eatere raccouo colte taTOlc geo- 
M grafiche. G6 »oo ostaate fra le oo§e civili niuoa 
M ve o' ba piii toggelta ad errore quaoto qnella di 
» verificare I'lotrinseoo valore circa b foraa e le ri- 
^ sorse di un determiiiato iropero ... Si riscootrano 
a» diffiilU, Regtti e Slati atsai estosi pel loro circuito e 
M per ratnpiesza delle loi<o contrade i quali n tro- 
9 Tano nieno atti sia a dilatarsi , «ia a reggerai con- 
39 ▼enevolmeBte. Per lo contrario altri Stati di una as« 
» sai piooota dimensioDe ii rinTengono , i quali ripo- 
91 tano su tali fondamenta c)ie potsono preparare 
^ postenti monavchie (i) ». 

Or qui fli domauda quale tia il criierio ipediante il 
quale ii pasta pronunciare che il dato stato corpulento 
jia intrinseoamente debole, cd all' opposlo il dato stato 
di piccolo territorio e di piecola ^M^lazione racchiuda 
Je basi di una possente monarohia? La soluziooe di 
questo prdblemaappartieDe appuoto alia filosofia d- 
iriky e piti precisamente parlando, non si pu5 otte- 
nere ehe per onetso della idea bendimostrata^e spe- 
cificata della potenia di uno Stato ricavata dalle leggi 
esteniiali della vita degli Stati medesimiy e dalla eco- 
aocnia uecessaria del loro buon temperamento. Que* 
•ta idea somministra un modello di ragione sul quale 
r uomo di stato piit» confidare tutte le Tolte che esso 
non derifi da vane speculazioni^ ma da ferme dioiostra- 
xioni atvalorate dai fatti storioi e costanti , dai quali ri- 
sulti r efietto sia della possanza, sia deUa fiacchezza^ 



(i) Sermones JkleUs 9 cap. XXIX, 



Digitizi 




«la dell'' iiiAreflilMto , tia della distoluaic i 
«hjrat« y sia delta pefdJita degli Stati med i 
poggto deHa teoria fitosofica da una ] t 
storCa dei jfatti ripetati e costapti dalF ai i 
nom Bolameote resta appagataasa Parte » 
illateioata ed auicurata di modo che o 
utio Stato politieaiKiente forte si ottiene t i 
ben ricereare, per ben giudicare o per i 
Fu Delia rUposta soggiunto che Tidea 
polHicaaietite forte atteggtata cqo tatti i i 
tivi dere esaere eaiandio traiteggiaia in i i 
delid pita degli SiaiL Potentkilma ragioi ! 
at* tiltiflM condsiOM nel modettb ideale • 
di uno StatOb Tcttte le naxioni della tei j 
loro eta al pari- dei partieolari indiTidui i 
fin andie Cicerone. G>nsidenmdo che il j 
ridaoe ad una graodij tutela accoppiata a< 
edaeatione si aoopge a primo tratto cfa« 
idtiaDO dftlla eaatdritli non p6trebbe easer i 
diverti petiodi delle etii precedent! ed an; i 
nitnte applioatorecherebbegravidiiordini ! 
rimarrebbe sensa radtci attesa la sua stessa ic : 
La iegge deir opportunity aitro non i cbe 
necessitk del tempo e per il tempo , e pe 
lamente ogni opera umana nel mondo <1 
pn6 avere sussistensa e progresso, talch^ ii 
asiolttta si i la condiuone di fare le co« 
bisogno 9 aecondo il biaogno e dentro i lin i 
goa Allora ai pub vedere come il presents 
del futuro » e come col presenle passar s 
daatamente e fennamente al futuro, e qui e 
con profitto e con solidita. 



'■gitized by 



Google 



564 

Al Ittme di'^este conneiBiom si ved^ U:pptensa. 
di uno State gradualmeate ftvitu^parsi.e|u*ogredii«i.« 
pe^b la St»ttsiic« deve presentitfe AuUe le tii^staozf,. 
dbdis potet- ^ddfinire a qoale grado d"* imivilliBacnl^ -ri. 
tfoTi un dflto popolOy € qimli dispM»aiom'«gJii'4ii9<^: 
sti«i , e quali roeni egli forcmca ottde iiii|;lior«re U3|iq, 
srflft<>'cfieMomi<^, mbrale ^ politia^vf^^^r^igltuWHOi, 
rieieano >qiialt furooo definiti neUo fMpqsU ailaque^. 
stione imiecedcfite. ' . > « . ;: i^ 

P^r ia qtiii) com ogmiu vede ahe.9o>za. ils^uftsidio. 
della iei-epia delhi ^ita degU Stalin e ^inUseota Uioo^'-r 
deiio ideate di ufio State politScaitatfte ^ilrta Ua^^* 
gf\Ato n«'»oofi pt^riodi «iatbp«b,st:a^fl»AerDpff^ UMiSta^ 
tlstiea sema critcrio, senm ^uidai^ 6(a^ii%4'l»j;yifAUidf> 
^tP^wtf air iil^tna siva de«tiiiaiidiK^ A4 ogni: iliodQ p^r^ 
fincM $\ ^^^ttkgtL ad av^re Pdttiinaitema^^Uapobeiisa 
degli Statf iia as^oluta^ m r^aliivB^ aatra jatilejcQsa i^r 
cogliere le notitie iriMeMali} per«cd||a.ea$efaraDBO,«eAi.* 
pre fbd4 d«rllo Uttto succesMvo fit uki dMa>pQpoili,4e.p<o*«. 
trarftio servir un giordo a formare i .pto^p^litj AtsitiUici, 
Jlurrrinati e proficui per la pUbbliila aawiiiM^rAaJQM* 

KI, "Q&i.tTPOfrn. ^ L" idea delis forze produUwe 4^* 
vno Stuto pub /one servire di nowcr^t di^ttricp 
delk cMU stdtimichet 

*T Qunfido le fone pi*iMkitliv« MOO giudicate «)oo. 
» tiitte le loro coiidisMHti'«pipE«aniialViUtiriiQ, e£Betta, 
» deUa poteiufii nasionaie esse si poa^vo •mmomini < 



Digitized by 



Google 



S6i 
t^ mme'imlicativc del(9 ctfKJKtjpnndpiio'jdi ifuesta po« 
n iensa tiaifer affeitDare sia per ncgaDe o id tutio o 
H in paite Tesiileiaa <li que^la causa i*. 

AlBna ili';$piogare i lermiDi di qttetta Tis{tosta con^ 
vieDe- sapejTQ ,. cbe in- uo' ^oraaie di Paiigi fa dato 
GQBto delFopeira del tig. Carlo Dhpin iivliioibia Fane 
pra4uitiy€.e commeroMi deUa Francia, ivi li tdiea 
quanto ae^iie. '«« JVoi tiVevaiao makenali peruoa «SSrd« 
» /i.T/xca ^e/ia Fcnncia ditp^Mt^ con. quakhe re|pQlarft« 
J9 .^»i ^i9«a ¥olui]nioo«e raocollc^ e codmU loaieviaK' ve- 
», pivfoiQ.i^utali come soddisfaceoU a coiapoate una 
a ^ilipiMAa statistica. II. ti^, Dupia vieaa cira a dis^ 
a 4»pai*« <qu04li^ iUuaiooe dell'atuor proprio e*aprc»- 
« po4'i:i UOO' om^vm • maoiera di a^isuoiera «d:«a{idiTa 
m (a i$^alisUCa» . . ^ £f;li die sopraltirtla tenlivd.il hi* 
n liogno dtHe nf^Mcazioni awJR^.. tutii i meaii olia 
M po.ssono i*endiere i^ stalistiGlie vieppiu sieMi-0te'pi'O* 
m. ficue* • . « 11 fiig.. Dtlpin cbiai^aiDente dinlostra die 
«^ i| ifiodi 'fin jqui >iuaU per cstimare la poi^nna -. dielle 
«»< Dauoni J10D soddiafanno» a propone di •sostkuire a 
».loil> U Diicaero e la mUura. deilefimfc pioduttive e 
t>i,GOi|iniaroiali j». iVof fion pretendiamo di'gf0€vmare 
(491 di«f ) ^ la po$9akaa. dellc na%iq/ii *sia iCMUanierUe 
€ munericamente , proporzionale ai ri^uliatn&iU bkod*^ 
rwana da siffaUe nunktrazhni j ma noi poi^iaiAo as* 
4rerire clie si avranno termini ,di p€tra^Hic moUo metia 
i/iesaui.di quelU che fino in.pne,senlc u i>Uwmeifocoh 
ogni altra ummera. • . > . 

Prima di entfare in qqaUiasi pai'UooIaire dve oasa 
rileviamo uoi da c^dectt passi? In pnmo. luogo cbe le 
alatiftticbe $0110 destitiale a vaiutar^ la pqtenza deU# 



Digitized by 



Google 



566 

nationL Id iecdndo iuQgo ohe pt-cMo gU ratcUig^nti i 
finalioente entralB (a perauasione die i proap«iti sta- 
tistic! fioo a qui usati non soddisfamid alio ocopo di 
valutare la potensa naziooale. LoBtani . aoeora dalle 
applicazioDi essi possono bensii serTire tli materiali, ma 
non costituire Tedificio statUtico desiderato dalla po* 
litioa. Gratle sian rese al celebre autore per aTerci 
fatto sentire la insuflSceata dei metodi pasMtiy e la 
aecesiHa di tarrogarne altri migliori. 

Ora ti domanda, ae <pianto fu possente net mofttrare 
i difettiy sia* stato altrettantp felice nel suggerire ie eor- 
peiioaiT Ecoo ci6 che il gran aenso del sigoor Dupia 
non osa assicurare. « lo conoseo, dice egli, in sostaasa 
» che il fussidio da me proposto non MMkKtfa pieaa- 
n mente ai biaogdi delta siaureua , ma in coafronto 
» degit aridi e scuciti prospetti fino al di d'oggi ela- 
39 borati egli rtuscira assai piii proficuo. 

j» Ffa Ie forte produttive di iino Stato (prosegue 
n il testo) la popolaiione ooenpa senu dabbio il pri- 
» mo posto: ma non basta solamente il contare Ie 
» teste e Ie braocia ^ ma si de? e aggiugnere V esti- 
j* maaone delle forse intelletttuili e fisiohe d^on-iodi* 
M Tiduo medio e quale egli sarebbe te la sorama delle 
M facolta fosse egualmente ripartita fra tutti w. *— Noi 
acGordiamo che gti iiomint non si debbano solo ma- 
tcriahnente oomputare quanto al numero o al sesso o 
all'etiiy ma che coovenga por mente eziandio al loro 
valor sodalej ma ruomo medio del sig. Dupin e forse 
il termine giusto di paragoneT Vi i forse dubbio che 
questo termine di valutasione sia fallace o almeno in« 
sufficiente per Ie buone -statistiche? Egli fu escogifato 



Digitized by 



Google 



567 
per -suppkr* a difetti d«i matodi corrtttii; iiMi«taiiii- 
nato Del suo intimo tenore, i fone tale di dare alle 
•tatistiche il lume ossia la direzioiie di cui maiicano^ 
e di sommiimlrare i ^iuditj di (atto cbe ti deaidera^ 
nof Quand'anche tu tappia che per tanti mille abi«- 
tanti esi^tODO tanti agriooltori , tanti artigiani , tanti 
mercanti e tanti dotti ^ che fiurono fatti e tmercaati 
tanti prodotti diTersi, ecc, conoed to forse te ii dalo 
pqpolo stia bene o male^ te sia avanti o indietro ri* 
spetto a qael ponto^ al qaale pratioamcnU pub atpimre? 

Oltraccib se dobbiamo iralotare le Cone mteUetiuaU 
come dice il signer Dupin, qoaVidea formare. si pu6 
di un uomo medio? II talento i ferse tal cosa cbe il 
possa riparUre sense annientare la fiioolta ossia ren* 
.deria inetta aHa corrispondente produsicbeT £ ae va> 
lete oooipatare ii nuosero . degli uomini abiU, esiste 
ferse una norma nnica per il poco o per il troppoT 
Un Colombo ed on Galileo yalgono assai^piil di tutte 
le accademie , ed essi bastano per piii nasioni a per 
piU secoli. ViccTeraa tre milioni di cittadini, cbe sap* 
piano leggere serif ere e far ' coati sopra trenta milioni 
che no! sappiano^ sono troppo pochi. 

Certamente esistono alcune condkioni sense delle 
qnalt le popolationi o sono barbare o sono oppresses 
€ perb tali ooodixiooi sono sempre indispensahili alia 
possansa nasionale. La statistica deve annoverarle e 
calcolarle per quanto si pub nella maniera la piti com- 
piata. Ma queste condiaioni si possono forse sottoporre 
a namero ed a roisura , ed esprimere col prodotto 
proponionale di uo uomQ medio f Hpi sappiamo che 
la libera ed universale coneorrcnza c indispensabile 



Digitized by 



Google 



566 

sUa inta ed atts pcotpctfila sociak , # ooMidaaM la 
conditiooi iue tt rispetto airordmamoilo dd poieri^ 
dke rispeCto airescrcnio delle funzioni degK oomini 
oonriTCotK (f ) Ota come sottopom ad nam C9prestif»- 
ne Domericft fifcr eseoipio la ncunena rcale e peno- 
Hale, la kberta delle coatratlanoai, la fotaa ddk opi* 
tiioBi , dett'oooriB , della relt^ione, dell'orgogl'io naskH 
fibla e COM dUo6rmMlof 

Dail'altfa parte poi e Iroppo nolo che V atioDe 
'dell^iittoriU oaaMslcr dcve lieo^siaiiameaU piu ael ri* 
noTert gfi ostacoU cfae ocl regolahe f aodamenlo delle 
voce. II creteere , lo sviluppani , il divideni ia pro- 
fesftiooi , io operauoni cKvene ^n ' uh dalo popolo i 
typera ooii tuita delb natora ^ oome ii creteere » il di* 
iratnarsl, il fruUiificare ddle piaate« Per attivare le 
t^rte prodottiTe gik prdordinafte baMa Tequila e la 
kicureuea. Gi^ posto quando la politica lia prepamto 
la giiareatigia e toito gK ottacoK , quAodb ha (k^eitatd 
Tiestruztooe e i sussidi iieeeaakr| 9o6ali etsa ha fatfed 
eio che defiB, talcbi ▼oUado ftr di piu hQTiocrebbe 
ogoi buoo Tivere eivila. Ma.se ralEdo^prtyprto ed es* 
senziale delle statittidie ooMKte Del dam gli acMii aliia 
poUliica per vedere lo stato di frito delie oose , -ne 
vietkc di uecessita, ohe le notazie priocipali jailer do^ 
▼ranno M>prB oose che noa afaoiettbno • riperlioicpli 
numericif ma bensi esigdno dali appareochi di mezei, 
e dati motori soeiali sia ttiaiolaDti) aia contenipelvuti^ 

Noi fiatno beo loateai dal vabnr sbinidilo dtflle 8ta« 

" ' ' . ..,,■ i ^ ■ ■ . 

O) Vtdi gUJrmaUtU Siatumca, iMit Jf//r» pag, 1 14 f m^. 



Digitized by 



Google 



Ilaltthe VuM 4e\\t dtfre nniti«rieh** o : 
pro(M>rsione. Flei crediatno unzi • cIm sic i 
ttcmmp' vuole nposare su di' ui^fmito : 
agire eo» sicurezza ebe colhi isdgnifeiotie- 
certo,<5M^ «i'debba, dove «i pti^, rif€ 
fuiiriUlfr' tinke, : tf^m^ si debbmio oir 
Itttygo « Co) tempo; M« altrb ^ dire-eliie I 
arett fiikiti «*%fsii|ill iii'd«t»|>Q«i4» defiei«ket 
ed^liro ^'dSre che nelcbrnpoltt oodsm i 
ttstictt. — Pidapcortvfllt^a-oo^ 4 il m 
gtfdifervdi e i loro ag^ft fi>hMoo imtf i 
f.ticbe ed altro i il dire cbe «(Mtif uisccn 
W'Statistioil. CoMe tfviimrtf divfisidetdtc 
htg\i tiffidj «Qoi ifbn «0slUU(9^ tiA ^liiM i 
tatto to sMo d«lt*atfi«fiale; cosVfhidtts i 
Aiereie ncm co^Utoi^cono n^ tulla fa per i 
Id etato dl ana iiaziofie,'n^ finalirietite ] 
eM fbk*mli la sicurlttMi e la ptos($4§piti 
Get-tattiente PiittiVttil e^'fe riAizk^tii def .v 
^e uVastraciotie deiratiiWUi' e d«H« h i 
ganJsikto.def luUa, t perb' iDfui^ »r po 
ilere datlo'Sti|di<y del Mflo torfendo anc 
del 9^6 -feQtte.'&e duiW|(k/ plac«sj(e a>i 
g^te i pf6»petti -ftUitiiftiei at(a »5ta ^e^^ii 
sttMbbe 'StfHfff^ VieeeMrio cbe fo 'tffatAti i 
ttktfala'noiSmie^dtJDo stato ei«Mtf,'-omie 
B^ 6}eetfJ -^^E'pef irilzrare hi ()«i«lcbe 
ftoileii 'dirtttrice di >dui' ^rlidmo , ^{(n 

' Dne tood hi rtlaibtMi -mas4im'i6 ^otb d 
to'mar <sf deVfe qntditnque tiatiofiel Le' f 



cktertie^ fe utarndt |e kitenw. Hdle piiine si atfume 
eoitfe sGOpo primario h licurttsA |da effete sia terri- 
toriaK w penBooaB dello stato « dei ciltadiiiL Qiial'i 
U priai0 mez^? Prooacoare il oredito esteroa di eon* 
riJUrasuomy e di coi^denuii loccbe st ottiene coi ri- 
ipettare e fiirsi rispeitore mediante la pouansa poUlica 
e la lealta. On , al dire de' diplomatici, il cradito di 
oonflideratione.ritulta dalla peetaoEa peeuiiiaria» dalla 
mtUtore e dalla federatiTa* ConTien spi^gare a dovcra 
in chfl Terameple ogBiuM eoasiMey penocchi eBonni 
abbagli si possonooonHiialtere nel ooooepifc ognona 
di quasUi specie di poteaia* 

Kelle relftioiii inteffse V oggelta fu gik definito. , 
tm.naa si conoseoao bene i meui* A^ uoa possaasa 
iatema aasioqale , sensa delta ^oale doq p«i2> esistece 
la vera passaosa eslieraa* Dico la verfi per dislioguerU 
dall' aiomasso nateriale 'dei tesori e delle armate , i| 
fiale 91 suole sempre.4K>ofoDdere cqlla fon^ politiea 
dello stato* La pfuie fisica de?e certaimynle iaterve* 
nine; Qia la oorpuleaca uoa si deve ooafoodere cot 
vigore e eella s4<^^<*>^ di uno stato. Per la qua! cosa 
aoQTiene prim di totio rispoiKlere al qiteslto fbnda* 
mentale^ nel quale u Iratla di sapere in che^otuhfa 
fa po9sanui dvUe ^ coosiderata net senso suo il piik 
generate e nella sua vera esseoaa. Per ruipoadefe ade- 
quaUmente a questo quesito oocoi^rerebbe ua esleso 
trattato. Ma per noo laseiar priTi i nastri lettori al- 
ineno di alcune notiooi suUa proposMi .questiona e 
sulla Terita della risposta , noi domanderemo , quale 
sia la pUx geoerale idea, cbe fonnar si dere della po« 
Unza di una stato T. II sigpor Supin oonfessa , dbe i 



Digitized by 



Google 



a nNAvirare In |>oleiii8: delle nazioi I 
potm^ia ivfzitMitle^ <]uale concetto 
• Jo nattira realfoeote ikni cabtoi 
e:pffO()iuloiii, de^ivanti dalle aMD 
yiecti oooiini e ques^ pnoduxidni. i 
ilato. generale divito ed aftrattQ , i 
particolarfi uiHto e coocreto. Ditni i 
wt0 atato 9*1 rUolvera io iiitima ai i 
del ipdten partioolari e conoeaii dt 
miak e > delle prodttxiooi loro coqj i 
t«rritQrio.,Ma bendi^ cib sia vero 
che la wmma di tatf polen oalur 
spiere. in inaMima come tfwvalen^ 
sMo7i ..! . . -. 

E troppo note che fm Videa d^ ; 
uti popolo e dalla potenga poUtica 
paasfi ^Qa,ia]po^taale diffeve^^a. 'S( 
^stilairf'la.poteasa potilica ai rice i 
•jiralideUe cose e degli uonninichc i 
iCato. Ma daUi. res^tenzadisi., potei 
percid s.lesfo U poteata political Q< 
vi?a oosi dallo sviluppamenlo dell* el I 
moiiia perpelua di questi pot;eri» c i 
Doa ti ha potensa i e la polenta di 
mijBMMre pre^o il medegimo popolo ( i 
Yenir.meiio deHa sviluppamenlo e^< : 
e poUlico; coU' estendeni o col res i 
flDQaia : coli' nSprsarsi . o coU' affievol i 
poleri medesiqE^L I poUri rimangono 
ftvanisce. Ricardiamoci di B<ama* 



Digitized by 



Google 



^ueala osservazUne io v$ donlantlo fn cM Yer«mttiit# 
c^QfliilDno i pDtcviiiiiaUifali di ifU*,popdo. Ija nispottiK 
4 .agcTJole. £sai oooviitam ivHi |)i«terii'i9fdtilMli d' ogni 
indWickK)^ jfioDdiiDCtylioaiido'le'qtrakta 6ftlcbev eJ^ 
produnoni MtaralvidehM^'tetiitoricl. Ora '^cebiticf&li^ 
•goi ucMDo sidJHinguei'il ednosc^re ^ i4 >m(^tie'*^ ed'^ 
potere. fiski) dB tS9guirt , ^eosl l poCei^'di ' m^- '«g|^i 
gsto'd'uottmi obavive«tii'lbioi«»ile comorzio !!> Hd<M^ 
yaiino' / dopo la mftmBr delte) eoaenatUMlt e' fi^iob^ 
di <pieiipopbIo) albp istgHizione^ ddlie sqsei rigusiidaMft 
r ltiiieM>:tt»Tiij>l«sk).d6lU dOftiutiaiMii^'ttt V*Min»«e al pn^ 
tert i»s«gaiirf ie <fj>«B l-igiiaVdatiti la cooiiAMlfMis^ QfuMi-' 
dO'Bi'>pfttfo' del ^0tabtf'\di «af«i»iOiie*^' ctrntprCftidi? ttf 
soniaia di tutte le forze fisiche , e quindi le tervfNM 
flaliioite^altrioi^ti'pifodaiciiitfti^ f'* ^ v ^ ' '^ 

I 'Md^lt fM!itef!cogftini(M4 tMGfti' ^nt adegimle at* bf^ 
sogpo^ «tf> (fueita '"i^loaik >a'CNa^d«f«rduM$ i^e«eeU^Qfto«^ 
dMi]adla<iaied«ama OD^ d»aidki|a<«ogtite{ofle 'Veogbniti 
piinieotatiH'«9'^K«nergta:d0Htf ^^oiitii def> Riogo(r;^ie*<9 
abbipies90<idtll«: fdfa^ '4siblle ^non ^ pro{>ot«ionato liltli 
foAtA f^egli)<^<itiitooli' <ibe' si 'dqbbiiW6 ^upei^at^ ', allorii, 
Hon vi»'^' piti'poleffza' pc^Hl^kia; Bsita dunvf^ riM«d«( 
■caesiaridmeBte tifella« «d^>ftaifoviei unanime d«lle >Mf^ 
» , ^lell'eiiergitt' morale! « deUie forte Mfke della ttw 
iDamoM prov^eduta'at|»ttnde''d^ltt"iiiittira ^i m^tf^ 
niatemli , 'it* •tttCiO' prapotiohfUile aUa' IfWea" ddt^ '«lr^ 
cnabina^ giaitir^oiK d dooiy^' aHa ^stiia siaareuti t sdd^ 
diffaat^ae^ £ ()ai si coflfipt^enda' la poletAH eocHpaMFrtf 
fni'ila^ a ftMc^ Odde"guare^(ffii0 f^ ifrdtpendenza. ' 
Supponete iroi una 'graiide popolajsiode setita if i^^ 



Digitized by 



Google 



mdtt 4k fielfe firm m^tOA i^ 
tttra e the iosegnarono a moiCipl 
AUora^. VOL. vcdete ub »faranco. di '. 
vtk otliiif a iMMido. pier Im sola .svpen 
aMCt|U..« df» metM «b« .qU^stQ.foi 

AMsoidata . Toi l]«l|^ aiiperiori^a i 
Ufe€ 9.;n^ alrti.aiaiua unian. le I 
v«tt >isd<U la GrQci^ aaggiogata d 

AccordatQ .fQl.af]pdnijQiila..di opi 
gM» di fofcae.fiiii^he, 9Qi>ia di quel 
U t Ae.dfdM A»U'Mi<Nr delta pa 
tkweM.Mkyjpropm digiHia? AUoi 
aula Cfad dMi4|ttisUre I! A«a, Ajld 
dal inedketvo cooquialaM 1' imper 
chi taaCari oonqinHare In China , 
qUialare GoatanliDopolL 
• tSili chi diinyfte at jriaolTODO i i 
polanaaidi iaao iM^i JHeUas€oliur 
anlU. pi^potamiMm iipiatH. ad . un < 
paeM adatto alia buona socicde o 
mione aiiiiUtllaiiaa dt quasti tlaOMB 
dei maaii prodotti da qoesia • 4uiioii 
rale la potdaaa polilioa.di.uno slat : 

Ma! la comideraskme dclia pdteo i 
fisihile da qndbi delta 'sioundfra' a i 
di an |>opblo9 pcrcW appumla l'o§ | 
ti. i qneUo di oUanave MQarette a i 
fae laotando egli.» mm nan produoi 
teie ) assD si trora «m{polQM/e^a't>rQ: 
^ran di quatti .tleaMDti, e quiodi 
si dare* D<|jDa8«Bimtfiente. daicrouotii 

Fihsof. delta Slat^ vol. JK 



Digitized by 



Google 



M 

dbitTefiMeia ar.proAuiTrfm^'TSipettm\ciikV>le(. obnnttie 
iioiuieflta 0«od(ttilbcloilej'" i: «• • .li viK <» 4. n 

": abf Podoocbd .dcvtti, iboriiindircy ' cte' f|a / pittenta> pd« 
» litica tli jBnb «taftii*«M|nibtJft'^tf ' i)«fh 'gtMlbo/4}'<t^ 

x»^ Adatto a'eoiimema; e m i^ethfutttoift^i id^>iai4zzi 
i» idigrivdiiti; 4ai <pi6flrte'€aUM'»^p^'<mi>-^difeMUprTnQs^(g^ 
» naturalmtfutelii oocauoift' slcoreUMl' • *^ 'iioddMfaddiitf 
» dl «n {Mcypolo* i44etite' in societk poHlita''4f^i< - '•>' 
-Qui la sieurefeza^ Cfiiiie OgAtm veii#,'}Vlf'boiUidMl 
ike^'Miai fapp€n*ti ten^ itltbraiy^ifQ'aiiia «ltlnrbi/*£» s<elA 
beae'^ei rapporti 'Ctoterni- nbb. sii <«ttgir'jc(ltit«? cbl^d^** 
^i «knto«ifti 'cl^lltf fbh» risp^tto* lH}'ll«|>^tfhrdr)»teld()0* 
Kti^o-, d^ nofa^ dfitanid ^^^ucatfo la ootifli^jwibne: a^ 
ca^saria d^tU case matta ,'che 'ijaesta; flmaiinteipaib 
deriyare che dagli element! staim.^ •''die:<fei^nia«a'<>l|r 
^ourezta e ia ^i<)9perltdi)^ntaraii. 'I>iii»(|iie' mi 'utthna 
analUl iW-p^^totta evli^iaa'a^ftoiktft' dl patrl^ (braan]ft«| 
teriaN' di altrii sCatii rteultd lda(fe>^90nllM'llm'^K;Q(M^llihll 
hk wa paCeota niMriia'. :->» - in-.:.. I i,'- a\ \a. fi/'.^.j 
•'^O^ifiMarando Ja'aaaime K{tti> prodolta ^Miaipoteiua 
df"<itfto:Btatb ogBua^va«kei(i89eve «Hff'>uii' 'qggetto , 41 
quale se risulta daUrt^cotipfraziacie 1^. laollifiiipzal egli 
i 'per6\famp/ire a (mlfififWi(fie>/<coRie'i)''iHirsot dti un 
oorpa sospialO'lda' piii ^fonie« La pobetoi. ddnqUe' sr 
«|aiW'COiMiilarara o«ffia «teipv|ldQitio'ia9iidcl^e'•4 nnio^ 
di^ttitte le digtow caspiraiiti'ad'as!(ociate;*MeUea|idbne 
aaa abla^'ld pialNNisa^ftaii «n«t^fpii|.''iL olientalde *^ 
^uccessave di Oe^s^Katv la '■ conqulyra ' della China ; 
Mie uq. Maofo [da^d'fo'^aaU^r rapita i^ai .MongoUt ?, 
Se • air oppMtOi >aJia«fbtae ttaberiAli^Ha ^canquista aaes<> 



Digitized by 



Google 



serO'ir$flOciirtfei f|a^ tiMoiWl(e',<'eMilatihU)Cvq rinpiivtoi «• 
barlMivl CMn'ihd «k«l >fi»mpi dt'ClAaMllo'icidi Mtrio jbiiero! 
(jftoimiol. '«^^Ci^'«h^ dibesr itsp€tboialk.f»oteua(ti(ii4 
liHtfk\ 'dif puT'^i d«tre YtspettO' aita[ pteiiiMria e. a{l8| 
tQin$tQiriiile>iOoa»e^ fti^^igia >Q8ferTatb:.iiiell'IaDl«attdeate> 
articolo : e perb dobbiamo aver Recnpiieiptf^sentc n6ii| 
{M>M^S! 'rdltaiEiiiilj^'Vl^bitifis 'ei'conoepire la -ilioxi^e 
ddta^ pCiteMi^ ^ tiktt0 ^at«^'«ff Bcnr'>BL ftitiiHl CQDootvsM 
re lufi^ l<«'fettiU^ cCi^|»)racrtt airnoiob tfttto f fob4de! 
di^lH'sbddUftAliHi^'e 6iimrimLM:\MBtioi^e^lGno '^ qlittl 
^^gbo cb& te dH^st^toe tii«eiia6Me: rtcfaflegganob .Piui 
hi'Ate^'fiHDCtpio la ^tal»KiSi « hk cons^rvarfona.'de^ 
hi p<>ttf6Mi'Viic«J6^'a^atMeiite'-itdtiede la stabile teoiiiei> 
-fttXi^^ '' ^ «Ki6ne ' di I qn^stb cagfOtti ^ djmodooiie «9fifr 
atiin^iitino' e sf modliicbiiio secondo le esigeoEe'dfit 
Iiidghi 'e ^itettipi. Quafeido fdtti 6o»6 fiiaeinlliytdrar 
pieribesso di ««sefe AiDC^Uorobufl^ e pecspicaoel Ui^ 
qtiondd altri ^dratitafo ci^esoiati , che ooui si esige? 
^' A confertna delld 'veritfa detla recala ooMone' della 
(yotetizaf degli stati'^l o$sern ic{SNin<o;9egue. Pm posto 
cbtiie'afM^l^mo dttl'V&etebtre Bacone daiViruiamim,* aks 
ndle'cMH s^dihd previtile iaforza 'regolatm tf.iq s'nd^ 
gbto^. 'Or^ si domandtei qAalt^ siala fovzaipreTaloiM 
qui- C0nt^ti\p\iki2 9S ietH>^ o no obeiqiiesta ii «'la ^rza 
di mbUi' i:6ntro fa'-foMa-di un k>io o diipbofai] Bum 
qvtt nbn "pu^'esislfer^ potenvaumaaa .coUet|iT«. sebifei 
i^ tosf}^iHitiom6* d\^e''forte dei kittjgMi^v tpii isi do^ 
matod^ s^|)o!J^A'«^stere'iinac^i(ph^«i€Mie^d^ fijto sfenzb 
xmtk'iospirhzSdne 'dUnter^sst^^rso Ui9tejifin'og9ctte?ilfa 
cotne.verlficai'e uiia cdspifaKkme d'^krtenisi nf^vdu una 
ferma cogruzione dei vanta^ positivi ^e ntgativt e 



Digitized by 



Google 



576 

sentft un'equa aoddtifauone det ooitaati ed iaiperioti 
bisogni dcUa natura si fiflici che momli t VA anonm 
dopo' im^ aasai iooltraU. eivilA btota fone 9(ket mi 
popolo aiimentato pdr avtre un' eaergioa citiif QimI 
e i- uoMO ed infiiUibtle mezzo oiid6 feamare iiii po- 
polo di etMadmi?' 

' .Queste jcondizioDi 1000 kikdUpensabitt 1 e 'fonaaiK> 
uaa legge Canto oerta.^. taoU* palpabite* tanlo iiien* 
labile quaiito \e leggi fliicbei. Qui Teggpamo k ibr« 
aaola generate ed iratfragabtk delia legge. fondamen* 
tald, e dirb cmi mecoaoioa , della potenza degli stati 
proelanMla dalla stessa -^atara. .La podeiiaa dunque 
dello staio akro non i cbe la maggior .pot^aza delta 
stena natura procurata dall' opera umana ooUe forae 
stesse della natura^ e secondo I'ifopulso «ociale della 
aatura. Ma posia queata idea , cbe ooaa ne emerge 
per la cognizione della nozione direltrice delle stall- 
sticfae ? Doveni chiaraioeate dkcemere le forz^ natu- 
ral! stiasolanti e rafErenanti delle nazions <enza il 
oonc^rao delle quaB non esi«te vita alcana. Dopp ci6 
oonvieae ordiaare oodesle fi>rze in un ^istema unito, 
dill quale rtsulti I'efietto deUa sociale possaaza. AJ« 
lora si vede ci6 ebe apparlener deve aU'arte umana, 
e oi^ ohe ksctar si deve alia natura. AUora si apprea- 
aaoo i motori riagenti A della aulorita. political si 
della religione , si deH'ooore^ e si della sociale eon- 
▼ifcnea tulti cospiranti aU'islesso scopo, tutti coinci- 
denti snllo stesio soi^etlo, tulti sostenuti ed awalo- 
rati scambteYolmente , e tulti producenti I'efietto vi« 
tale di quelle moderaziooe cbe forma il pregio su- 
premo d' ogni vivere civile. 



Digitized by 



Google 



577 
In questa mmiera YenglMia rgccolt'i e fiodgegtuili i 
primi tratti fbndftmeotali di qddbi noiiotte dircttrific 
diedeve preoedere, aocompagnare, t antaegiim Ic 
•teCistidie , .e Miisa delk quale il eonoqpioMalD , le 
ricercha) F eaposiiione e i gtudisj schm cmiifcy a 
quiadi o fidti o mal siouri^ aia obe irogliate t/bamtm 
una statistica generale, sia cha ne traociale tuai par* 
tkolare. — Tutto neOa irita 'h cosk unito^ narorn ^ 
e dipendente dal tMopeiamanto.aolUbk dalle fbnea 
dal prindpio oentrak ed uaioo deU'aiieiir Ior6 < oka 
il vero itato di qualunqoe parle del carpo aociale^ 
€ qaalunque ramo di industria mm ptiib esacre.co- 
nosckuto per le.sue vere cagkmi, ae non si coooeoonb Ic 
laggt fondamentali della vila diegli SMi qui iadieato. 
Per k qual cosa la nouona direltrice delle statir 
atiche deve mentalmenle incominciare dalla aosipii^ 
di queste leggi. Quiesti prinii tratii rigiyirdaiia la.<^ai- 
pDsiuooe mentala divb <^l org^oica della potensfi aeeUa 
quale si radudaao'; si eonsociano e si armoaiKsaup It 
parti matenali e le foree yitali dello stato ppUtiao* 

Dopo Ja ftcieDsa della Gomposiuoae segue tuttala 
sciaisa Athmavimento. T^ qui. parlando di un n^orpo 
animaiOidi esseri non soggetti ad un gretto isliato, 
si presedta la gi'aa teofia dello syih^pamento . econo^ 
oiico morale e politico della . oa^one | posta itk vat 
daCio luogo della terr^i 6 con datenoiiiati, susaidj fa- 
▼Cirevoliy o coa dati ostacoH iasuperabilL Pevsuadia- 
moci una vc4ta per sempre, qbe Tarte di osservare» di 
atudiare e di tessere teorie ia moi^ale ed io politiea 
non e diveriaa da quelle che si usa in fisica ed in me- 
diciaa. II corpo sociale e uu corpo vi? ante , la di cui 



Digitized by 



Google 



5^6 

td^posuione e 'il cui ' niovig|«eoto sono soggetti a feggi 
tadld*ti«ceiime;> qlbistp lar ccwnpwmontf ed il moT» 
«i««1lM^ -^akincple i»«ccbma- aoiouUs • - immimata* 
As<eglMM0ie:<|a0ito cointKMluoaey dcsornrefe qaesto-ikio* 
vioitfato^ oM«trar|» gU-^ftCti buoni O'^istLdi iiiia.tal« 
• kd^bltHt QOAQpMiziMKydi'iUi iaie « W alltfOt re- 
gimp ttmp^miUie'Oiiiteiiiperantey Dpportntb.tid inopp 
^rtnoo, eeooci^che' forma 4a prima icieBxa.foiida*> 
neatale delb ilatisla. Dito la iprikna-scieiiMi foodar 
uentale/pafiMdi^ nc Mine iia'allrii che per bretita 
^Hmmmr tipotrdbbe -dei.'liMgfai e dei icmpk, Ogaim 
«a) (Matty,* die 'le' nanbiii SDgj^ciooe all' atioae , co- 
stante 'deHe locaKtir iion ««Uments per • le ' nsoric 
Sterne, am triMidio perleqdalita iffteUcttualie mo- 
rdil Or eoco il tertki oggetto dl ftudia ondc creare 
il genio gtatisUcd. 

" "Veneado ohi all* argometitoi deUe. force 'prodattiTC 
dkHa -pflManM^ naKJonale ^ >cOme ^'potrebbe assumerc 
ia odfrna dd sig. Duptii pi<r d^urre la •potenza iia- 
ziotiaUs 11011 dl specitflaziotiey ma di fatto praticabile e 
cbaiputaCe' le coodinoiii Infte^ >80iaaii?'RotDa ne^primi 
^eooli <efa tutta agridola ,' coboludereste- vot- percib , 
4iie Mn fo^se potente? Pnloa dk fiutfO p<ei''Ufia legge 
^«ecu4ta ed inarrivabile delia natum in ogaiperiodo 
tkll'lnei^limadto si e£kttua uoa taU divisiooe di pMh 
fetskMii ^' di Oc^upflcS^hf, ed ufea rispettlva fusioaedi 
p6bW compcitH indivrdtiafi toeila personialifa sociale , 
ed un tale'i*'ftom6 di tAe^.'llhopi individao,- cbe 
riesce .impos^ibile tAkt Merite umaiift assegnare la iom- 
ma deJfe cause dei feoom^ni concr61i che ft^veogono 
in una nazictee faciviiita. Le fof^e produUive dei me»ci 



Digitized by 



GooqIc 



*79 
4Jh|KttallMi jcri^cctailtidb etkt iif:eUu'iit;BiadDv ^ QiB>» 

svOitvdjpv.ibiTUeiiMQ ; umiife -iMUo'iiftdHb . ta«fi» )af tiaU 

WM M|»fml:«n^icl^)faeilitai'4llSlfopanlhOto^ 
^nitsuurioae €lllbpBter<•tt^idsfabQnD'')lelial•il»iitt^M• 

<kuiotiir>iMq^tbiO''te.(xki6ielr.nna S Anto m i pL « tewf 

a0m{M>iB«i|,;ei?pfl# imi^fipaKvoa ;e If altr4 iMlMp 
iiMCQib.dfferiteat^;|o.qtekSimn;tt.-^o§^^ miathcmUodi^ 
l«r& iQueftot'Altitadibi 9(MMi.dadiate<|ier. fissure a HttUI 
4ciiapdt06za/)iVokiMia»iqiiiiiili pepai9m>aUa'kKiM'^kl 
Miipiie.«diedtl#iGa''deUe .iil«lirtkha>, Jahe-o6sa ]isUt»t» 
..&i9 Glttjrflliof4dMtoihotl»o.a floi.|«ta^atsa dliltfiU 
9inrprrie»grfaBriiHci«llt.gai«vali, {e> 4» ^oglicre PflM 
WMBfmifcAikplBiiiwHdettii nito nkifiiip', oia noA «pMI 
mhiuld 'Oopn^licitd qi in JD^ite par^ ^in^iifaUft iiiagi4 
siaro dl:qttt|la'>▼it&.:^ " ••'•': 

2»^t<]|ie>.le'£>i«^' 'produttfre dtUa 'SOCMife <poC)ciisa 
peAl— hi e uumtankm in questf cmse disob wtt»Mi , 
iiaaD-invHiiBli.' 

«>:3i^ €he«ie<oaiii«! ifneatalcinntf ^assegnalnU' immh^si 
posMul^ ■ai a a^ gattare ai > aeanprito TcraM'proparztocKile. 
! €Di3ie'ftipriiii«rat tfOMPerioiinieirte ;k dWiMope dci po* 
leni^aoipalill'iodiridialdii e> la ii»pdtthra fusione oel 
em^ 90tflUlij>? 'Cbibe>' migurara la xSresoenie e nlecre- 
•cent^^ faooMiia aoddiflftr^oi ftnsogui di nn dalopae* 
ae? 'Gome ^a^gOUnif a compiito! PattitiMiine *tieale 
e'lpcrsodalea'cenle prodaziooi i bod a certe aitre ? 
I^ucste.jcbfce :costituiscobo o .no le &>iti0 produttivc 



Digitized by 



Google 



SSo 

4cib imleBM fodftk di lalo iMsff ▲ fm^n fM 

dtUm p«ft«m , talcU Qoile d temtorio, alb pepoltt- 
•d d goremo fistnMBO it ooniplatso ddk Ibne 
proaattm. I/induslria ed il oommmio bm 
^•ititaiiooBO le fone ma beB^ uo data eienm^ A 
qneste fane. I pcodatli eoDnoaioi n^imntiHi costltDi- 
•ooDo qiBctte fane, ana bend dati afetii di qfMttd feim. 

Qui talano domaodar potrebbe, m dalla -qnalidi e 
qnaolitk detla prodtisioBt ecoDomidw st powa dcdortv 
iflMBa ddk farae* Rkponda diKingiiaDdD: ancila aa^ 
aMmd Tim« eftltoala la lilMra cd nlHNianiile oddoimv 
tauacoUa -donite sw eoodbioni ^ no; Xel primo 
caio le prodiuioiii jarimtio on segnala deUe fane pR^ 
dolttre della potensa eooaomica'deUa naxioQe eoeti* 
IttiU ooBM deve epuft esiere. Hal teoaodo casa ^oa- 
•te prodiuioni non potraonoatleitere fiioraM uirpttiv 
latto materiale seata moUrare quel fcedo^c <Ghe mi« 
gliori circostante potrebbero rendere operal^o , o al* 
BMoo lasdat iocerlo se qoeslo fondo esuta- d ii6. 

Gtravisnmo errore poi in G^^m caso si oooMDeUe* 
rebbe se per giudicare dell' attitudine eoonomioa di 
UQ dato popolo si prendesse ad asempio nn altro 
popolo seoaa badare aUe diTerse ciroostaose Pernio- 
rial! a pcrsoaalL Tranne le ciffcostaaaa oowuni ogni 
paese raffigurar deve la sua potensa dvile in oonse-* 
guenza delie varietk neeessarie iodotte d^lla naUara , 
astrazioo fatta della mal opera degU uonsiai. Qui si 
tratta di fermare la * nozione diretirice. Qui oontem* 
pliamo il modello ideale, che servir deve di norma 
ai giudisj stadsticiy e per6 deve servir di guidia A 



Digitized by 



Google 



hmo fmHim derfanwlt dflTigno 
*o da Hoa tkem XMrtnoa, .|Mr fa 
^Mb MHdt • ^MtmoMtm no 
dtl ^pife giodM^OT^ ddia ttoftc 
iiaii di un date popolo. Qttaiid< 
tei to&k i Ula a bmttai, ginifc 
^'SQciNra^i^'veroo.ttii cba tit 
la^italDdilaUdl^Mife tal <; 
^^Mi la rUMW ia -ooMflMded 
deva aalla ilatiitkhay m to voi 
'Sioiia di«aiaMiaalii'^pa»atr«iie ( 
oiaili) to awB paaiprbtoiadera di 
'vfatela per agni too yiidifia ^ i 
ddk >bliana o ma 



Cka ifaMvio aWartiaoto del 
-doaiaadA^- adme poMaao eertir < 
Moknta.deUa .fialistialiel. -^ 
.<|aastiotta i qn^ito, alb .qoale d 
•oane posMiMna r h paadfcra eateg 
.^a. O Toi oai parbAa di taMa i 
an parlataeelliinetita di queUa 
riaK aoaae a^uaCo SL'^.quellii o 
Dapia, a daU^A^cademia delk 
n^l loa programaia {i), S^ aai | 
¥ile sliftistica aUara F. idaa dlile 
liraccMi tutii i: OMeci fitka a B>o 

(I) Fedi gU J^naU di Sia(¥t*cHf u< 



Digitized by 



Google 



Mcchetia iwfaldiiiitiiim >0 lauufm^bam fotmimi.m^ 
iMMov|a'p96duMaei<^ulft.{da)'iHMlali nettu. idlitt 
4eiiforat pvsddUvwfttltoD a q n . toi^i Aa le £<«»» fiikhe 
« mcindt Ai tia ipopobi a««Bliiilik> <|aalilav. tile citap- 

I < 8eipoi)itirpiu*Btef dd|p jtitiftttajsp&iilo Mb tii* 

lute alt^elto di teoprif^ eKitiiiynik <t;pbafaii*;dM 

-gtee'UMPflMvU^iciBrioi^ pMato|Mr 

^IkmMtaMi to wiife f po—MB wefnan^JMy. Jri4 porai^ 
-«tiHs#'eoiiMitt(MaUi'l«-fonBrf fCMhittiMr^rfBinftpiaaaD 

tmioik MIltiulAiDiai «H.quMl»^«flia aitki-yaadet t iNii^H 
sta la pottanza econoinica sodale peei^ottftnifvif. «!• 
ibioftd idNi'ii|itftcriiile. AiUiitegiteianfe; dii-pnikyiti Aitu- 
'i4li«<otarii$iiM4i>'predbo.dii mo^dalO'popolo o un «Mb- 
«toilQiO^>kidu9lri^> a- <f«nttaD|[id di.*podu;>.M»idaW al- 
-ti«<pi|rte eMsto <iqdttbMaU|nadlef<.yicfPM alfai grfa 
lOa^W 'dielto'*niiiNMia mtaaca ■l'.poi|Mis9<a^ao^^ mtmro 
«ei ffttirffilt'^ dbddisfiiziiMMi y libaital'iai^ciManffnintet la 
-pHMa :aiata delU* ftotanasa-ipatioaidai'TOa m y e ifiq fioe 
lii' eecire ttli''f|<roi|ffQdiAiai{iitatjifti«dnidp(k 4mn^ ^n»- 
dMKVa dfr un pO{lbto»lcdQviear>hii«rAj[xiWnli alfcv sfif- 
nrttd^'tiM^'q^Jcdttdtsk^f •«ea^siriet.«i><ppDdvifre k Ipo- 
itezli'ilafilMiMe-a'^^edUliiAilk. [ioiiifMle ,^^c^ ph&- 
'dafottoifir'HiMrai:«d;'iiiiivebMlfe iooasoireasa aeIl'oc<- 
tltne «ociale delle rieehesfe -di>-«ui abbiamo gia par- 
Ittto altrovei )[^\iaadq si posseggH una chiara e corn- 



Digitized by 



Google 



pmttL tnorimob A 4>*0itc cbadMwii v'«ibi«vju p«ftiik 
<Wiai>]HDattii^aiai iMiltitehri«(iQ^M,. ^ .p i..aau: • 

• > ;.!. j['i: * • •- •' , •'••• • •■,' • 1 .♦' Itr»it| '.if iv .. 
R I S P O S T ▲., 

I. « Che nel disegoaie Voggeiia. dtlifi* jUbtbtidM 
jii.e8ti«i')fi:.o«DliHt#o idelliifroisa.'etcoaiLttiirtiidiMne 
jt'TplglM cblla qnpleinOft ai pAb' di rt i pg^cnc - la «.fita» 
»iitilfcaiikalaiale>dialtai«tffile^a'i^tuBa.eJ^ daUa 

yyfStopiat'pilraaiaala'fiMilxvAjidi'ubaf A<a toaiatk. j« 

- >JL «*. Gbe disaaaaraadki aBabe<4afWfKkiii6>dkUa A»<^ 
a iMtioa dalle absMBi rfiaitiade'ik'ieiv^il ^f*' Say >lia 
s»*'talfdaQte<'ilimealkiiAo'.irdaBalteiii aaMDUlili»deUa 'cr* 
!>' Vila stalbticai , ctlajiaiipoiiave jfi& i^ip^otva'poteni 
a^oUeuare Toggatlo fvopcato IMitHndofen att'aaama- di 
7» 'una *|Mir||e'«ola cdl'.wi pabae V meolva otfeaei* noa 
4»(rai pub^aka afDllaiaftadioi'M ti|ltDJ.» ■. • 

- tllL.is Cha parfando dctfa iaiamij vacacMi^^ albi ri« 
*f ceraai«d' alia s*al»«*'"*^ ^^'' — poocoti le civUi 
^ «to*£a*Mie, IB jU ramaaeate, soltaolo k flociale Csio* 
^logia, tralaficiaqdoXluq^atare' sciflote* agualmenta id- 
M idi^peaMbib) .la< pnima 'dalle cjuali 'coasMle ni&Ua Uo^ 
s».<Fia'paE}OfQie delle uteane socieCci, e la* secatada 
i»iiiaBa(»ciaiMa daU'ordiae aatocalmente Deeaanario 
^..Miia poteaaa d)sgli>SlB6.:«»' 

'IV. •» Cbe voleoda aplegare itt chc cooiiiste questa 
» sociale feiologia, la ifignra e la mutjia di modo 
-/ che la riduce alJa soJa scieuia delle ricchezze. ^ 



Digitized by 



Google 



V. « Che Mrfit tMbttn h mnb Bsiokgm • 
M ill Wfuith^ €fli DM indk^b ^aelbi prihrn 
» aooM die fien iumfit» del firtto e ddie 
» me k inoompiete leorie delie feook^^ 

VL « Che {NMMulo elle mm^mkm delk tavole 
n stetiitiche egli pote ia nan cele ipwile delle iMi* 
m stiche prioiitave e principeli , e si aUenUe inveoe' 
m alle tttcoefiife ed elle addisioneli ptediceedole eooM 
9.^e degoe di etteneioDe. «- 

YIL m Che eocfae riftrette h itetMee ale coeedi 
9 tUttf speieo nutebUe (rigettete qsrile di fiitto p^r- 
]• menente o non firequenlenienle nQtebik^ in priest 
n hiogo egli treiendb llniporlaalpsiae < decmve rt»» 
«w hndhe> deUe tpMtlt « deee tener eonto in cpietli qne* 
j» dri di ttato mutebik : in aeoQado Inogo ne 
9 ellre panto oeo neeeiierici in teno Inogo i 
n m» preaenlft alcunc sotto reipetto il mcne propnn 
a# elle civili stetutiche ooocdiiiele elk vera vita.dklle 
m aoctetk politkhe OMta dk .stalUticbe magfimiiL m 

Il quetti someaii cepi lidueodii le aHemuuoni im- 
poruoti «uUa Miritto del lig. Guln Betlista Sey. L'in* 
tecesse deUe 9isi«n.« ^ qqh ouelk. deUe cebfura pei^ 
•ooele ci obbliga a queste ossenreaiooi ; u ^,»ui m,^ 
diamo taoto piil importaati quaato piik V arte di^ eo> 
ttruiie le statistiche oi sembra meno conoichita. Dover 
noitro si i di addurre k prove di ognuoo di quesli rilievi^ 

Prioia per5 di soeodere a quelle prore crediamo 
coDveniente di far oonoseere il oomplesio aeliu 9%mA^^ 
del sig. Say. Delle TeatiquatUo pagine occupate dal 
suo discorso , egli ne impiega selte sok nel tratkare 



Digitized by 



Google 



Pailgoainito ptiaripali pvoposto. Le alliw Ji cbit U t 

di abiiat aetebii inlnoiiie ingfed ««|mh^ 
tiUMt di!jrtitiiliclie, e)p«rte • aoggerire J«. MrrttiMki 
e ad iadicare gli oggetti , cha a ^sno arnao cootf n^ 
plant II 4eU)oiio Balle alatiilMlia di Ibl^ iMukt^rh 
99m ^pem^ aanCabila^ ; . 

..Tmia ei^ dbe P aolora dittfe Mprno PonAVwtomc^ 
Mb itittfthike^ t pvA'mb aba •petlm«Qa iuili»¥i, aA 
cofM^pHfamia^ alia fwancA^ ed<alla eomponpi^ne dai pro* 
•pelli Matistiei $uk Hfaritp ndt^addnrra le piova 4«i 
sal priai «api ;oVa aMiuQaiati« Quantp :pqi piaiNma» 
all' anting di aggiitngare Mlla altra j^Uatta pi^phie 
tarrk-e^iotlo ad* a aaa ritialo aUorabi gi«stificharei|io il 
saMoo capo oni propoklO' . 

Ba tiillQ qttfsk). lafOffO potrit il pubblka compran* 
dsM la jMrtifioaiite Tarita cba Ja cifUe itaiistiea i una 
tfiwita la ({uala sla aaaora nel caos. JDa-ci^ cglt po* 
tr& dedarra il motiTO cha ai spronb' ad inlratteDarci 
00a pi& artiaoU aaoaesiivi aiaU' ordiaamai^o. di; qpmrta 
ani^za, sania cbici vaaga dato caiiQO di a^rare avuto 
itt mira piattoito una panooala caasura^ aba un tan- 
MUto oada iBaooiava a ^doiare aloiaao la maMiiaa 
fiMidaaiaotali a direlti?a di quatip ordinaoaanlo. L'io** 
portaasa poi dal anggatto ginstifica abbastanaa la ia* 
dagini a la cura da noi asgunte. 

llaha a oiolte ^Ume^ molte e malta cronacba» aiolta 
e molte biografia fiirono scritta pnina aha si coao* 
aeesse Varie di scHvere la ttorie. Gosi molte a malta 
ralaaioni di paa«i , molta e molta favole cosi datta 
•t^slicb^ gitt fiurono compilata a si compileraano aa- 



Digitized by 



Google 



sm 

st'pariadi «rt0i', vi paria:««K to ohJioatiDenloiMk' eiii» 
tm^fr 'did'funri chlOhiiileiHl, ioisiwittl'Uil^ dMtoiMNlbL* 

<F«» '4^110 %«fi^ettatOikMknli'ipr64ttfl>ii»>4BiM )b ifctMlbl 

^forr/i est magistra vital Che ooW'k^iAM'iqiMfMr 
dHcof o6\» cdll» n » ^ul b w it!tft <<#ilc<attfi?pa»8ttic to ko- 

di tiiMi'foittilHil i^eWMtai'Oif «Mmpf ipasteti iitt^^ 
M \eviM0 ^'p«t< lippvgllimel'ttli'beiM^^ t&*i jM ^aiy 
d^i^i dbl 'foole/'Stftt'ln pr«cogiiiii«>D0 '^diilftiguet' Fiuso 
d€4h N^tie MiKim 'daU'tifto'dl«'>ifll0|lig^z9iP 

* iSesta; 9e*qUeifta pre6dgiiki€^'iMpi»ai'l« (t^affmc^'*.«i 
i timori e quindi o alimeDta^ le{aipellfeitt¥0i«' la:<siM« 
reeta,'0'ingerisce \& i>cor«g^nM»iio^«^1*aiisMlGi$'qtiosta 
^te^A t)fcfe6^izh!m« ' ^i^^andolii' aKt • ttna > 'dftva plif «itlb 
tenia' d} toglrefe ie eagioni 'piP0duliAK<5ft-^iai>b«Mni « 
Irrsta poiiftione delle'*Jckfti.*- o:::.,.. li rn. !, L i .J 
'-€»!' hUtC^ '^^Vi>rdifi^im^nto delte itatiMeh« i)ai 1ft 
§b^t^z^' tfi^ d^upiamo^ deir'arfe 'dt cotWp^rn^ I0 *ai«ill 
stbttsfMi^ dirft eoVi tnagistrOU; k^Hon ie ^etiipi»Mi« 'O 
feastfaIi.''£''kicborne bgii^i arte^d9p«nd« «M^emiriaiiieilM 

* d^'una' t^t-'dcd^ii1dd6' * tDsV'pi'iMa di' totuii lii-*<i^ibfil 
dl saperedi quaK 'cognit^ir debba esiei^ .dotatOf'*i{ 
compositore delle statlstiehe magistrali "per tplu9ciipeml 
suo ta^rof. Ecco'rl tero piinto di vista Mrtfco del<|tele 
bramo che Ye ngan o ri guard ati i miei petisieri.^ ' 

Prendesse qli^ste'dichiarazbni passo a spiegare «d 
a giuslificarcirftievt'ora riferitt sullo 5crittd del M- 
goor Say; la^ci^tido al pubblk:o illuminate di prntare 



Digitized by 



Google 



•'i.Jj-i;f u:oi\:k:A 'AWu l» ^ ttKjo i.juii i»io'.;.' .ii s : .1* 

U 8ig» Say incomincia ool dire che' « ki(i^altillM 

jy '^t tliiii'b<«i|Wa<iii^ Jd| Jtoir<^fii¥itii)ia^;{>illi Maoialtli^ 

dHlitiKtd ai ^M|g#iUU AlW' Metitta ftMir^ «UU'lHMMi 
ptt^*uhi<^Vdi^6 is'^iSMtftii lAdfdMikit' defti .M»W'^ al 
i!oii"{ifiM|o*fb cdttviffigOii^ iMitaW'dliMole' i> ]Ma.^roV 
plele definiziaiii? Goaoedo cbe all' indigrotto dir si 

jfoxrasr^JBSBk mtaxitA ii -Yspcii c to i wai wwiale d i 

up dato popolo in ud dato hiogo e tecapo ; roa con 
aueste va^he indicazioni si* pu^ for3e disfinguere' la 
sMlisti«a, qrY^.4ali^..WBi^^^|fi,.« i^^ slajtistioa ijjaterlal^ 
a^ieinpjnsa d|iUifMfiklMfiQanftr«»ag^lii40i'M^ pilib^Jfoi:^ 
dMiblfwe^ sV i^im'^iln»«^lra< «dav%V|«M^ akteOWiagfia 
d^d^aNa l^toiid poiitiYk t' tb 'ciye ' 1i« ' aj^pdtd )al ^|H(^ 
coraane,ea alie cose eia dette/ , 
..,,^|(ii^e,|)(^,dislii?tgfnc^te^,8i^Q^ cjuaje ?ia 

il.i9Miw^w«9^. ;^^ad«fliPfiHmzA9W' 4i ^«M(if(i((:(f..^^i<r> 
r/iit-a' «nriir ; eVdt« storiai ^ti6«a«y auqnale jdifliBritaa« 
passi fra tutte queste cose, noi per acnore d>"bre^ili 
rTchlamfaaio Vjuaoto fa eipoSto'.tlelli' prihad ^Jii^^H^^e. ■ 
I| ]lclttQre.yc(V^ che anche nellVargora dpHe s|ati- 

stieh« fii.dpye averv..$Qm(Pa.ipura di J>ep..djsUqguere ^^ 
ben-dafioire ,ptjv peteteindi ben peosatte e i^ionai^ 
^%bei gHk^'due taifeft atMF eh«' si ta pr^dieaodo alie 
conviene incominciarc col ben d^flbrrc;' 'ed'^i^'Cajid^ a 



Digitized by 



Google 



MB 

4|iMrtl:4M mib Mii M.ipMMi pHi die iMi qMH^ 
prcMDetto I di modo cha aitro Don si fa che o r^oqt* 
sa«tt etthriooi anardati di idee indigeite, o ntnggtre 
pensteri gi& divulgaU^ aggfeiigaiidtvi la pestileoza 
delle meUfore impropriey e delle lociuiaiu indeter- 
«iMto.(i).> ... 

llalgrmdo {Mrii ehe U 4^ ^ qw ci i^bia pi«* 
ceolato Bii la d^&iiaiapMi piU p|Re9iio .i^ggett^ ^rotao 
dalla feituta ,: ffli adoMi.jm« a^qkiopq di pqinMpo 
aMMeiso m foraa deUa ^pial^ 400 4 ^ .<c«imi)iiM 
lo feofo, flii imambrare la mnv^teaza della^ tiatisUca, 
L'oggsUof delta fMM<lc«» jegli >di<9% si h,la.m4»V^ 



■ i I " ■ ' ■ ■ ■ ■ n '■ / J ' ■ 



(1) Qui cofie in aceoncio dijinr osseFvtxre die V Accademia 
BedU di Francia ftella sua ttduta del giomo 11 giugno 1817 
propose un prendo a M f^e»ehiaxM loi^trH sHatMei ton ukut 
condkhnL R rebitM pt^»iffamnmjfl»>dd noi tiprnPOa mel v^ 
ham XUI.mUm ^Hgw da4 0fij0tmgid^Jipu$ii 4^ Stm^lkti^ . 
Qm^ iwgmiWM. inoffmtk^ jdkeft4o : u Scopo di qutsia 
n sciema si e U rumire e presentart con ordine ijkui che con' 
» cemono direttamente U politica economic n, Benchi doWri- 
Tudmente non dtchiari che cosa inunda tif signifbm^ eof nomse 
di ec&nokikt^ ckms^nokaHMs dMa mrnteNmh^che 4egm «iriri« 
*«ifr tMT essk mnao in mdn Ptmdim wHmU dM wmham 
mdUpdu 

Or qui si domanda con quale diri^ Vjccademia siasijatto 
leciiQ di restringere Vof^tto delta Statistica a questa sola sferif 
EssA era hensl padrona di propor un premio per una st a t i s t ica 
econondok, per vHa sanhaHOj per uha giudiugria, ma non mai 
di sowerik^ 'e dimmtdareii comoeuo amtuQ aUe panUe. u Carte 
f» jam meatifcor Gapilp» Tu eoiia Cmmt aviUUm d|Ure pc^es 
n honiaibiM i Torbis non potes '9. ^ 



Digitized by 



Google 



9»9 

§mMi di mm Jttia j^epobmimBj Hm <gH bM pottdtt-' 
Mto • iMa ritelllli•^ eh* €»am importi il eodcello di 
questa posisiooe MMsiale ; e pei^ quel ^arattdra iiuli« 
ndkio che nod MrfGb wi fmembnioieiito oA dlvUioiieT 
£ vero o.aa ohe qwstla foamoM'i i»- tftCtd soiU 
dala di hiUe h ^koMUnaa' flMckey morale « ^UtidM 
di. quel dalil popolo? Dunqn^ qiioata patitibDa aoaai^ 
derail si 4«^a kbmk ua bftrt a pnMotta' dal cd** 
Gortd di KHto .qUeate araaataiwe. Diiivfia laoa paMia**- 
no divldare. quatla pasiiiiM^ b8 qaaato al saa aipdM 
di fttta 4 ni qaaalo aUe «iia oagiabi ^ laa oomiaiie' 
coackie^arla aoiod oao itala^ afarie di una tiidiTid«4 
partona. Dn^qae sati baiiA paraiatso di appM>terama 
le parti cdma qaMle>di/UMi piaote'a di iinouilaMila; 
e di^diallBBQarad i (iiM*ari» a le ^vioiiiitndiiii^ ma aaUa 
steffo. taiifla dotraba jeoipr^ paMara dkc, -4a deiari-* 
naM OM.^ iiNU» aich* ilUvbrb MB.IA iila(psiHik 
•a nte quaada jja iitato'«tp6slD P infiarD , abiapktio* 
Qaaala-ilakofi*; k darW aooKigaeDaa cifcanduaa a dal* 
n^gmie dal aeaando capar Att rdieyi Jopife p r a^ ort i. 

^ * • II. PfQva dai iacoiada eapo: 

' SiMada hub a: I'abiiio iarfaUo si suok appropriate 
ii aaidadt.slaiistiaa tanto alPiespostaioDa <Mid Halo 
sodala dt «a dalb- popolo iatiawi , quaato ad ooa 
pavia dal ta^riiah^a dalla pa^taaiqua del medeaiaNii 
U'^ig^ Say MoMb qualto cotaoettd*«,iar coiMiA tsome 
parte ibtegi^iaile della bonona saa; £gU al|a notina 
dt «aa proVinaia a di aioa oMJ^ ^pproprib git aHri'^ 
buti della stalistida citik nMgislrale, Ma coiV opeiand^ 
Fihsof. della Stat., FoL IF. 38 



Digitized by 



Google 



590 

temft altM arTcrtira non ti omfmdo^ Sunt le eom^ 
peteme deile tote, e noa «i abbandoiMi il Tcro raerte 
delle cWUi t tatiftUcbe ? 

' Sin par vero Fuso Tolgm iavako df appropriare 
alia deicriaana .di ana prawkktm o d» una dtia U no- 
ma di ftalitCiGa; ma I'ofiido^ ddb sorittore cbe deva 
inttraire cb« cosa fiohiedara eglit — Di fiu- aTTcrtire 
cbe la^Yolgare dcnprnmaikme auddetta si pub htni 
applicar^ alia parte mateciale e posititra delle stati« 
fijicbi}, ma lion mai aBa parte razionale e v^ltuiiente 
coititutifa dL Jeii Qoando ti fa memSone di una stati- 
slica eoonomicaf d' una sankaria^d'umt gjudniale^ eoe.» 
ti iruole ippnrtlo indicare il modo di etteeemateriale 
e lk>titiao di un 'dalo ordinacose. Bfa quetto phmo 
e matertate.aipetto, fi (one qaalto iche eoiftitair deve 
il.meiito e, dirb coti , i'ettensa logioa delle magi> 
ttrali atatittiehe ciTili ? Quettie 4avQla material! , prate 
per te . tole , 'ineUadono • forte qoal piena completso 
che poiia dar )ragione deUo tiato di ftillai delle. ease? 
No cerlamente. Lo stetso dioan dti nggua^ parti<* 
colari delle provincie e delle citta. 

If on fu, ne.sara mai permesso in verana statistica 
estesa, stcondo la sua destinasionCf (e perb denomi- 
nata Ma§atrale) di assumere le parti di wio ttato a 
guBta di tiiate aree di una superficte iaerte ed uai* 
forme; ma per lo oontrario le parti* della stato do* 
irjranno essete' riguardate .ooOBe altrettante aggrega- 
zioni YivoiUy le qoali unite sotta di ondato centro 
politico agtscono te reagiaoono le one salle altre, c 
perb danno causa alia positione effettiva di ognuna. 
Ora se atveoga che io conosea salamiente la posi- 



Digitized by 



Google 



Sgi 
stone KMnale di una proTincin» di una cittn, tcnta 
abbracciare la sua relazione col suo centra e eol tuo 
tutto, io non ayr6 ottenuto fuoixfae la cognizione di 
un fenomeuo itphlo del qkafk non p6tr6 scoprire la 
derivazione e gli effetti. Dunque tale* cognitione non 
baata*a all' ujk> at quale ^er vir debbono k cirili sta- 
tMtiobe neile quali una 2 la.Tita ed una i Taaione 
jGbale. Dum|ue queste partieelari 6tatittiebe -preic 
ffst «e ade , qlialid'aaiehe .fottero ben falte , riesc»- 
nawK>. per lo wetio insdficiieflti pel' loro .og^etto, e 
qiftU^di non meitteratino il pdme dS crvib ttalisttche 
magi^lrali. Efesa d^frawoiQ 'rt§«ardarai ^owe altrettanii 
pezti d* una tola ofaodiH^ , il Tatpve - efettiTO dei 
qualt son pu2ii eiseie rtWalo le son coiisideraB^oU 
nbpetto -a tutto il €oaipli&«a a cui appar^ngonx > 

III massioMi generale dobbiamo av^ senipra pre* 
' <etite cbe una stotMlita dvile ad use delta poliltca ^ 
i;tii'deare«Diniliini« pHtgUfmtde^ u deve rigtordire' eoooa 
ua t»tlo <oflipl<ssiiRa . fd - inditsolubile :, - U quale 
pMtt;$er9ireial suo fine sa non quando von^ 
Ifllo Mlia* $iiai tptalita. Se -duni^ue u TOglia .attribuira 
atta nptiiiardijuna protioeia , cU una ciltii ».(tl niiain 
di 0lati«|lica; cib si potra l>ensV kitendene inraensanM;- 
Um\n ed apparente, ma non in staso fiaak ^ afbt- 
tivo« Una siJa sj^ecie ed una solaCMma di statistiea 
€tirile;.e8i$ter :pu6; e qneUa si 6 k iaomjpktaiiva^di 
^ualla 4iliita''ebe.fiMr0a M.penonaliift morale idi wm 
pK>pQlo», e okeiprodoefr appuoto il. iao; nodo di . ^^ 
sere e. le sue fuoeioai interessanti disegacte ool namd 
di poAbiofie.si^iaie dal.sig. Say^ DniMpie..la bswan 
logica esigeva cbe nd '.ayiciettd ey^ensMi/e delia';sMi« 



Digitized by 



Google 



sticft BOA lotrodiicette cfueilo. di naa ^tisM o di 
tma cMk. 

IIL Pmvi dd Mso €dpd. 

Dopo qneito otferraiiMi rigbtrdMli f c^gitt^ e f m^ 
dole ddle ttatbtitbe «i ^dobanda qiiali, a giiidkio del 
mg. Sojyliiaiio le gdemse d^e serrir d«h)MDO di Iimm 
€ di ^iMrid per raeooglitre i firtti dcctsivl e fralafcrar^ 
i svperfluiT'M Cbi ci 4ki, dMoanda 4%)if quali«l«MO 
M i d^aunytnti eMeiAiali) e quail tiano que'fiitii che 
«» a-' pat M o>'per'N lora dedhMuoMf li dd»boiio ri gn at " 
i» dare'coine im^ftaot]^ ^aah di qucttr fatti iiaoo 
«^ qvrili clia aft fanno . JnW ad e tt I Ibturi av?eal^ 
M maoli^^ qMli iofioe qMlli ttba ci to^gnatio ia 
^* qD«e:^he dabbiani^ dctiidturara^ a la> ca«ia ihe dob- 
9 biHAaq a«iv^rtar« ? /i*^ --*« GiiidiiM»si Aqocalar do* 
wanda'^ M»-dlir caaa^ eiaa imj^p^ael H alg« Sa^ kHrfe 
MM gbidft che jBtagai a ^liftitogiNTe i d<acmiMttti! et^ 
jmaMi'dal'tiootewapzMf/ Duoqae qnatanqoe ctMt^ 
wumti 0M taM / aoaHaeanie alia* buoda *■ laoiapoiizkliitf 
dalto'statUlibbc. <Diniqa& peroib aiesio e Ubnfn dCsttH-^ 
gvara-kr ttatiftaeha maletiiall ^ ^Ba|))viche, fblle ««taz* 
fiilda'daltti atatiiticbe ragiouata, fbtta eon preiMygal^ 
aiatic'^ «) doiia- aiil'a di dcterihioara' la data poriziOMtf' 
iactale-a! iaKcaui^ di let. Duiiqua* si pafla) dt tn^ kt'* 
varooel. quale si.desariTa.ld poaiu^neUothpleta -ec^ 
vaggatio ffiunai i^dati .oode a^segnaihie' Je :'oagiottl. in 
bntaa io/alfeiao tig. 'Say senlVimplicitaitietfta ia disfiti^ 
liooa'tfrni le aMbtibha emp^fU'ie Ik • mcgittf^*' |Cr^ 
itott i Unbor tuttv. Egli ci parld tdr 'fatti ' i 'itiiAli r^ 



Digitized by 



Google 



599 

Jjacciano prwedert i Jkturi avvenimenti a aomigliMaa 
almeno delle buone storie. Ma quali %odo quelli die 
ci possono dare questa previdema T «— Quelli che ca« 
dono sulle cau^ ondiparie di questi av¥e»imen U . G>s^ 
per eseinpio ooostando cbe in ua dalo paose aon etU 
stt siourez^ i*eale .o peripiiale io prevederd cerUm^enta 
1^ ^oBdiiiooe degli uoI■^^ ^ iiel commeFqio , e tutte 
le uUeriori cQOs^gueo^e. Fioalmeate iL sig, S^kj ci parla 
c)t fatti che ci inaegnaqo. ci6 che dobbiamo desiderare 
e cib che dobbiamo avver3are. Questa qualifioarioa* 
qhe cosa suppone? -«• Priaia di tulto parlaodo daile 
pqsmoni sociaH ( per serwini deUa fraje del sigt.Say) 
siippone cbe fra qae$te sk debbe procacciar Ig migiiore« 
Plinqu^ dobbiuBo prima coDosoere i ccuratteri e la 
coDdi^ipne di .q^e8ta eletu posizioae. Munili di que* 
&ta cogaiuoae .noi potremo certameote gkidieare del 
buono o del tr^to ^to di im.paete a vedere dh che 
<}evje d^siderare e ci6^ cbe deve avirerMre. Dunque in- 
so«^aiiui '\\ sigr $1^ cpnveiMr deve pelie meAsimte Saada* 
mentali da oqi cfua^e civca il cpmcdpifiuinio delle ci-. 
^ili Uati^lKJ)^ 

Cvb po«to, De «iene la copsegueata cbe la slaiittica 
e opera di alta afera ed eaige ahye cure diverse dalle 
pratieate fin qui. Recitar nomi e numeri di eo|e» dt, 
uocpini e di predusioni naturali ed artifieiali noa far- 
oiera giammai una statiatica civile 6A iaslruttiTa, aaa 
an materiale inTentario da magaasiniere. Aaebe la 
ttakistica ha il sua genio ed i suoi prineip) ceme qaa- 
tunque altra scienza delle ooae neturali. CoAe un aa* 
turali&ta ed un medieoiaformati delle le§gidei earpi 
animal! rilevauo la Mala di saaita o di laalaUia del> 



Digitized by 



Google 



594 

r Miimale ; coine pronunciano che prospero 6 stentato 
ti i lo tvihippatniento della vita di lui e ne indicano 
\e cagioni ; cost lo ttatista tmtruito deHe leggi della 
potcnza degli Stati (le qoali iochiudono necessaria- 
menle quella dei lumi , delta bonta e del vigore so- 
ciale) aoooppiatc colle leggi det tempi e dei laoght 
( Del che ti oomprendooo qaelte delle diverse e^ dei 
popoli figorati io diversi luoghi in Tia generate ) giu- 
dioa della positione di fttto sodale di un dato popolo 
Tiveiite in on dato tempo e luogo. 

Colla tcorta di questi lumt egli disceme i punti di 
rieen^ •' trasoeglie que' fatti dedsivi die debbono de- 
teiTniienre i giadic| ttatistici. Nelh folia dei particolari 
nei quali riiiede lo ttato pratioo delle cose j egli sa 
quali punti ti debbano prendert di mira e totto qtmle 
aipetto debbano essere esaminati ; e per6 riduce le 
infinite e le intralciate indagini a certi rami principali 
dai quali dipendono gli «ltri tutti. Per la qual cosk 
afferrando questi rami egli tracda un lavoro semplice 
ragionatb e fecondo; iuTece di quegli ammassi senza 
capo e senta coda, i 'quali gettando il lettore in meno 
a coUesiont fatte alia cieca di migliaja di materially 
lo danno in preda alia penosa ansieta di una inda« 
gine iton soddisfatta. 

Dalle quali cose ognun vede che la filosoCa che 
ordina il oonccpimento delle statistiche detta pur anche 
le ricercbe: e quella ttessa che ordinb il concepimento 
e dett6 le ricercfae presiede pure alia composizione 
Delia quale si tratta di radonare e di architettare i 
material! raccoiti dalle ricerohe. In questo lavoro I'il- 
luminato statista conosce il valore e I'ufBcio di ognt 



Digitized by 



Google 



5^9^ 
materiale h come Vada iisato: e pcr5 lo eblloca nel 
dovuto luogo e io uoisc6 con qne'Tincoli die la ci- 
vile filosofia gh insegnb. In qnesta operazione sta la 
Bnezza, dir6 con, dell' arte e spicca Pabiittll del cooj- 
positore delle stattstiche. Egli presenta le cose quafi 
appunto devono venire espresse id un processo ver- 
bale destinato aU'uomo di stato. Egli ponendosi iu 
luogo dell' ossenratore fa poggiare le idee su certi 
punti che servono di haturale richiamo , e le coUega 
fra di loro con quel viocolo segreto che passa fra le 
cagioni ed i loro effetti, di modo che atteneodosi da 
teorie speculative ' o esplicite, la mente dello spettatore 
indovini facilmente il perch^ di ci6 che vede e molte 
altre cose che Don cadono sotto dei tensi ,. ma che 
pure entrano neUa posizione di quella data societa* 

E impossibibile che altri sproweduti di questi sus- 
sidj facciano altrettanto, perocche al materiale compila- 
tore manca quel colpo d'occhio il quale possa farlo 
awertito del valore e della naturale connessione de- 
gli elementi del suo lavoro. La cosa giungera al punto 
che trascurera perfino gli elementi ed i motor! prin- 
pipali dai quali nascoao i modi di essere e le produ- 
zioni interessanti di quel dato popolo per correr dietro 
tolamente alle cose che possono ingrossare un minute 
e materiale inventario, e coprire le magagne che 
affliggono la nazione. 

Ora per evitare quesii sconci/ e per esplorare in* 
vece a dovere lo stato di uua civile societa, e per 
iostituire ricercbe utili ommettendo ie inutili ; per 
trascegliere le notizie important! e trasandar le su^ 
perdue , i vero o no esigersi una guida che antici- 



Digitized by 



Google 



pttome^U ii»iegQ4 > di^tinguerc le une delle altre? 
QiietU.iui^A q^' ^ ? *-- U 4g. Sty riqKuide cpUe 
legtienti parole. « Pour tign^ler dtt tek fipiU il est 
» iiidi$pei|sabl^iiieiit n^efsaire de coonaitre la phy* 
9 ^iolcfie d^ qpt dMre v^faot ct odmpliqu^ qu'oa nom- 
jf me la Sqd^ , U faut cqoiiattra ks oqtapes par 
» le mqjeq de« quels i) agit et S9 fsonserve »• 

Noi dobbii^pio applaudjre a quests risposta, |a quak 
pebbeqe poi| sia plena, pure 91 sembi^ giusia pella 
sua parsialittu In u|i libro s|aii|pa^> a3 aoai sqno 
piolto cooosciulo in Italia e di ft^qri (1^ fi^ ei^pres^a- 
jmente, c coUo sleiso noma di firiotogia descritla la 
fpieoxa iadif^ta dal atg. ^y. Ci{> lihe ivi fu dettp s^- 
.Tir puik ad Ulustrar^ ii Cenno trpppo gre^Q e cofn- 
patto de|l' illufbre sprittor frunc^se. gtinuamQ quiifdi 
£^ co9a utile 4I qui produrfo questo schiarimento. * Se 
Ip sti44io dei risultati , cbe riguanlaiiQ 10 generale 
J(* ordin^ n;iora|e degti uomjni pperaoti ip cpmuna In 
Hao st^tQ di afSQcia^ioQie fi0C«5f4^ria al lofoben assere, 
Iri f piog^ ^ queste ossenttuoni , noi sentiamo ad un 
tf^mpo stes^ ohe ci disyeU la. necessity assoluta di 
st^dia^e u^ altro Qggetto del qua(S sino a qui ^iunc} 
si i pcciipa^u iDsU 4i pr()|>osi|Q a qoUa dovuti^ esten* 
pione, Questa ^ la (eqri^ JkU mportanu^ reafe A ost 
iollita che p^ragQm^, 4cgU ehmcnti tuUidclUsodeiii 
in rdazione alia piufelice conse^^^^H hvQ accop' 



Ct) Jmirodkuuofm alio muuUo del dinm fnMKeo tmk^ersmU 
4i Gitml f mfwo JftDmagmtp, JPmrma 4sllt ^tai^mia m^miak 
180$. 



Digitized by 



Google 



*9r 

pkua al pSi rapids e compkto perfaUimamemi^ ri«. 
dodo a oorpo t pecble ^d ind^Tiduo di dollrioa. Ed ia 
▼ero , come ti potrt mai da an legitlatore e da un 
lQ«gjstrato supremo in vUta del fine ultimo a cui deb* 
bono necetsariameote iendere tutte le operaaioni pub* 
blipfae s^ali , preierire un ^np maggipre ad un mi* 
nore i sccgliere ua mal miuore a froote d' un mag* 
giore, aMegoare raaggiore q ipiaore oopsidera»ioiie , 
dhUibuire uu loaggiore o nuiuor premio , come eii* 
gODO le leggi dell^ giustisia comune , le 9011 4 cooo* 
see yeramente V importama realc sia assoluljEi , ^ia 
companitiTa delle aaioni » deile perspqe , degli impie- 
ghi , dei poMessi » dell^ iuflnen^ , iu upa perola delle 
cose tatte che operaoo in societa, e possono gioyare 
Q auQcere all' iaUato neeessari^ di esse T Jp! se dal« 
r altr^ parte il loro tffcUo re^le nou derive da una 
(^Uaee opi^one , ma bensV dai M>li rappprti reali dell« 
cose » eglt k e\ideote i^ iienw violare la verita e U 
giustiw ^omuqejion ss potrebbe valutare la loro im* 
portanza dal|a stima Cdclusiva e smodata , cbe ogiu 
upmo.i e^ ogDi dasse attribulsce al ganere delle sua 
oocupaziqni; ma e fiecessario ricavarla dallo stato re^^la 
delle cose in una yista sistematica , in cui si prenda 
i|i considerazioqe lijitta la maccbioa sociale e si abbia 
In mira 1' effe>;to finale y che i duopo produrre. EgU 
^ dunque manifesto cbe qui si tratta di una sctensa 
di fatto simile a qu^U§ delPauatomi* a fisiologia j si 
tratta di una vera storia naturale cbe serve di norma 
^11' opinion^ pu^bUca , ai legislatori ed ai^niinistratori 
del popoli^ €ioi a fktc;rmvaar l^ misura assoluta e 
paragonata del valor reale delle membra^ delle fibre. 



Digitized by 



Google 



598 

dei vasi di qu^ti carpi moralt, die appeilansi* societa 
eWili, in relazione alio stato della lofo prosperita 
mikggiore. Ognuno sehte che cib non i possibile ad 
eseguirsi senza un'esatta anatotnia delle paKi del corpo 
tociale , senza rilevare le funzioni di ctascheduna parte 
in retazione all' efifelto finale da prodursi , ed in ra« 
giott composta delta sua azione e reazione inevitabile 
Golle altre parti tutte del corpo morale delle sodeta* 
La saoa logica pertanto richiede un corso di rioerche 
in cui non rt adducano che/<2//i senza preT^nzione di al« 
cun si^tema, non si traggano che illazioni entro la com* 
petettza rigorosa di quetti fatti^ e che alia fine $iot« 
tenga un tor^o propria ed unito di fisiologia poUiica 
ad uso delle legislazioni e dei governi "• (§ ^70 )• 

cr Nella teoria di &tto di cui parlo , gi*avissimo e 
pemiciosissimo fallosarebbe riguardare le societk uraaoe 
a guisa solamente di roacchine artificialt , in cui tutto 
esista e si faocia sempre in un modo solo. Egli e me« 
stieri per lo oontrario studiarle come i corpi animati, 
nei qoali al Tariar degli anni succede un graduate 
STiluppamento ed aocrescimento aocompagnato da sem- 
pre nuove varieta. In breve, questa specie Axjisiolo' 
pa politica per essere conferme alia Terita, per rie* 
scire di lume alle leggi ed agli affiiri pubblici , per 
non Tiolare i dettami della necessity ', della giustizia , 
del ben essere deve intimaroente venire accoppiata 
alia cognizione dello svtiuppamento morale delle na- 
sioni e degli efletti teciali , che ne procedono. 'Nel- 
1' atto in cui crescono le popolazioni , i lumi e le in- 
▼enzibfii utilt ; oell' atto in cui si moltiplicano gl' in- 
teressi , i rapportt, si dividono e suddividono le classi. 



Digitized by 



Google 



*99 
nel roentre die i mczzi di godimento e di perfezione 
si estendono y si va alterando sotto ia mano il sistema 
reale clegli elementi attivi dell' organiszanone , ed i 
quindi indispeosubile tener cboto di tutte quesle vi« 
eende per non traviare neli' assegnare alle cose il ioro 
lero. giusto valore e quella influenza , che ha su lo 
scopo della eosa pubblica »• ( § 373 )l 

Qui come ognnn vede viene distinta la politica fi« 
siologia dalla storia razionale delle viventi societa ci- 
▼ill nelle qniali noo si considera pih 1' uoido coadan- 
nato nei boschi a pascersi di ghiande , ne a guisa 
degli uccellt che dalt' origine del mondo fanoo gli slessi 
nidi , ni dai castori che labhrioano in un sol modo 
le Ioro ease 9 ma bensi a guisa di persone individuaK 
soggette ad un Tario e crescente tenor di Tita , le eta 
delie quail vengono misnrate dai secoli , come queHe 
degli individui vengono misurate dagli anni. Obliare 
la storia naturale dello sviluppamento delie societa e 
pretendere di concepire e di arcfaitettare buone sta* 
tistiche , egli sarebbe un controsenso pari a quello di 
▼oler giudicara dello stato reale di un indiriduo senza 
por mente alia sua eta ed alle circostaoze iiidotte dai 
looghi e dai tempi. 

Ora il sig. Say non ha soggiunto ne punto ne poco 
questa capitate e indispensabile TedutA, senza della 
quale • una nuda ed astratta fisiologia ad altro non si 
riduce che ad una formola ancora indeterminata alia 
quale mancano tutte le condizioni intermedie colla 
quali ie cose esistono realmente nel mondo delle na- 
zioni. In queslo mondo , in ultima analisi , tutto vieoe 
eifettuato coUe leggi dei luoghi e dei tempi. Le for* 



Digitized by 



Google 



66d 

moie della fisiologia *cicDfific« hod si debbono con- 
iidenire che punnnente teoricbe e generaii desltoate 
m senrir di guida agli ttudi pratici ooi quali si vuoie 
raggiuQgera k realita delta natura. 

la coBseguensa di questa coaiideraaioQe fii in deUo 
libro trattato di proposilo della sciem^ dei faui naiUf 
raii dal $ i8 fino al 3o , e fiuroiiQ desigairile le di- 
verse gradual! vedute di questa storia raaionale. Ve* 
aendo al posiliTO fu detto quanto segue: m La quarta 
» ed ultima maniera della soieosa det fatii naturoli 
9 e del tifttto particolare e coocreta , percU versa in- 
9 tieraroeole sullo stato di fiiUo di un tale e tal altro 
w popolo esistente sulk terra ... Ivi la aciensa dei 
» fatti naturali e conpeleDti coosiste in una notizia 
9 partiookre che «ppellarsi potrebbe la SkUiaUea ruh 
» iuraie e propria dei popoli. Sua dorere sarebbe di 
w dare uu' espasisione natutale e ragionata deUe par> 
4» licolaritk di fatto fisicfae e morali interessaati ogni 
M popolo per adattarvi poi ie regole di dovare e di 
« utilika acoperte aolecedente m, 

E qui con quest' ultioia indicasione si passa ad ac» 
cennare Tallra sciensay della quak deve essere in- 
formata la mente di ogni autore di civile stalistica. 
La mera scieata dei fatti naturali involge iu si me* 
desima quella dei bcni e dei aialt prodotti tanto dalla 
buaoa e naala fortuna, quanto dalla buona o ooal' 
opera degb uosaiaL Duaque questa scieasa noo basta 
per se sok aUa destiuasione * gik da noi dimostrata 
deUe civili statisttche, perooch^ si vuol conoscere se 
l^uona o trista sia k condistone di ^n dato popolo; 
m si possa o dcbba conserfare o riihmarei se Ie 



Digitized by 



Google 



6ot 
circostMKe pertnettatio 6 non permettaiio ie 1:>ranMttt 
Hibnne o in presente o in future. Oca per ottener« 
tutt« qoeste ed aim sioiiii oogftwioai fu dtoidfilriito 
Miere iiMlispeiMabtle k ooguiuofladclfe cofidinotil co« 
stitueoti Itt potetiza «ivile tiell* sue relasioni tanto 
iDterDe quanto esterne^ talchi senza di qiMSia co« 
gaitione la statistica 'vieae fruttrata ndte sue tere in- 
lenziottiy vele* a^ dire non ptiib' serrire alia sua de^ 
stinactone. * 

Tre science peitanto, i'nna alPallr* eoliegate, sooo 
neoessarie ad un autoM delie statisticha per ben ri« 
cercar^, pet ben raocogtiere, e per bene ordinare lb 
DOtiiie compodenti i provpetti dflla civili staiktiohe. 
La prima di queste scienze si i poUdca Jisiologia 
9opra detcniiai la seconda si d la ^ftyrus rationale 
dku dviU pbp^aniom: la teria finalmente f ordina- 
minto keee$Htfi0 deUa pounza degH sum'; Ora il 
ilg. Say non aonennb AiordiA' grettafoenle ia priaM: 
di qnelte i^lettce ootne si i vedoAo* Donque i dini6' 
snrate ii cipe» tevM^ dei Hlieri sdpta pmposti. 

' tV. Pnva tkl ifudrto atpoi 

L«k proVa di questo capo st Hleva dal 'segueiite* 
pn^M eonlhiuativo dt quelle test£ prodotto. «* La pbj« 
M siologie de la 90c\4i€ c^est V^tononde polititfuef uUe 
ft ijU^dU est comprise M cultivde de nos /curs. On: 
AT Mty palh Ik vole def analyst y quk\lt est la nature 
*9 des diff^rens off anes do corps sociai ^ I''exp^rie<Dce> 
f> tfaontKr ee qui r^snlte de leor action; on. salt dm* 
m ' lord su^ quels points doiveol porter les obserrationsi 



Digitized by 



Google 



6o9 

9> doni il est potsibk de lirer d<s conseqiiaaoes. De 
» torte qu'on peutdire que Vieanomif politique tH 
» le fanJemaU de la stalistifue^ proposiUoa bien dtf* 
» Uventit de rDpitiion cookmunn qui r^gar4e la sto* 
» tistique comoBe te fondement de r^cooomiie po« 
» litique «. 

Non T'lia dubhio .di^ le Tere lej^i eooaomiche 
(oon quail TeogoDO MTvisate da una in^pcrfetta oo* 
gnizione e da immature teorie, ma qikali reaimente 
efiitono id natttca ) entraiio necettariameote a far 
parte della leggi vltali degli 8lati. Ma alti*o e oouti- 
denirle oome parte delle cagiooi oh^ pitniucoBO i 
modi di essere e le prodoxiooi di uo popoloi ed al« 
tro e ferle valere oome autrici- ataoluU di questi 
modi ' di esiere e quindi Gome le sole . cbe consuitare 
si debbano da ua aotore di una einle statistica. Le 
leggi cfae servooo alb - nutrizione si poissoiio forse di* 
flgiongert .da quelle ohe setvono -nl monmeiito ed 
alia vita intiera deU*^ aainale ? Vicevena. si 'potitsb- 
bero forse aasumere ie sole leggi daUft wilritiOQe /co* 
me cause uniche per dar ragtone di tutta la vita, di 
tutti i movimenti, di tutta ta geoera^oae e riprodui 
zione di questi esseri ? E vero o no che secondo i- 
oomuae concetto stabilito dallo stesso sig. Say^ tulto 
ci6 che riguarda il modo di essere di uH (dato po* 
polo forma parte iottegrante della> sua sociaie posU 
aioDe ? In questo stato di fiitlo consiste o no T ogi 
getio delle ricerche delle civili stattstiobe? Anima e 
corpo islam not ; e ii mondo delle nasioni e opera di 
quest' anima e di questo corpo operant! secondo - 
luoghi ed i tempi. In quest' operaaione i tre ordini 



Digitized by 



Google 



ccoDomicOy motvk •,poliCicoi aoad'an^i fra lord uniti, 
ooUegfiti e scoAibieVqlmeite agenUe riagenti g^i udi 
$ugli altri cbe 6 owvieoe aaoienUuK il ccupo aociale^ 
o ooidvieoe aniiii«U<rU oocne ooagmti a fornoare lo 
stato solidale a realonenta :esktenla delk cWtIt sooieta. 
Dunque mni iniiera sara .T^riiiia atatistica^ ne mai 
poti-a dirsi ciTila e magUtrale, se son sat*a iUummaUi 
«. diretta dalla soieiiBa anDonica e soUdale di questi 
tre ordini. Dunque i procesu verbali oomponaiili le 
«talisticbe magi^trali ooa polnuuio baslare alle infor- 
Wiisioni desiderate. Dunque oltre reconomia ocoorre- 
raano i lumi decisivi apparteoeoti all' ondine econo* 
mico, morale e politico fra di loro conneisi e soli- 
dalmeote operafiti. Duoque e falso che la odiema po- 
Ittioa eeoDomia vagheggiata dal.aig^ Say si possa as- 
suloere ni come cquivakme alia fisiologia poliftica so- 
pr« df«ci*itta, ne cooie aufficiente ad iliuminare qual 
&iasi autore di civiU siatistiche. 

Ben div.ersainente vide le eoae il sag^ Augusto Fabre 
dal. quale fu fatto. qgo nel febbt^ajo. dell!aano i8a8.(i) 
a quanto fu da noi espoalo nel ^dMtmbre 11827 neglj 
Annali Universali di Slaftistica (in). Egli parlando ap« 
punto delle ricerehe stalblidie diaAe qManlo segue :> 
99 Queste ricerehe, non sono risirtiie .a t/iwlle del" 
39 teeonomistay ma consisiono in quelle del politico ^ 
» la qaale cosa e ben difierenta^ Conviene senza dub- 
M bio conoscere la popolasione di .uno stato , le sue 



(0 Htvut enciclopedique. Fmnier iSaS, pag. 4<>^. 
(a) T. XIV. pag. 261 ulla 298. 



Digitized by 



Google 



6a4 

m raiaite« lepnMluriMidslipiaffMla; « al di Ik 



• ai 41MI0 Botiae teK ad anpMtani , I'ttono « 
m sUto cbe Ml oMM ^tmg&m^ foMaie le Mwiimi , 

• offroa fopvaltttna ^iiali iiano i laaliuiftuli dei po» 
99 poK e le idw praisD di loM> predomioaDtL Fiao at 
» eha c§ii noa aia atrta- di ^alirtare a dovere la pas* 
m iioai dei oktadiai, egli ioipaada %vX naiaaeate it 

• aao giudiMi Eiio aoa vaola aifra iogaaaalrioii aia 
» realM faali?a« Egli aoa igqoia dta un data paata 
m pa6 oaataatra ' qvamata aiUioai d' abilaati e noa 
«r patara adla bilaaoia eba per dieai; etsere pieao di 
m rieahetw e maaoaraa per la saa difesa. Egli eta- 
» niaa ia ogai aatione ia |>rieio luogo il patiiotti* 
m gmo ; paraodii egli tob fii ii ebe lo tlata tia 
n aeUo rtalo; i^ ieoaada Inago H caralteiv aaaoaale 
» eke tagf la la. ibrte » le qatfli dabboao eaMre ad^ 
m parala dal patHotlilaia } iaqlire rofgaaiaMftiaae aa- 
m dale e militare , la quale iteoado Huteirii pilk a 

• aielio baon4 , ap^riark aoaaiy o pik di Ibite per- 
m date, a fiaalmeote il gaaio dair aomo o degli uo- 
» miai Am debboaa dirigere qaeftt* orgatiiataiioae. 
« Eooo le ricercb^ del' vera aaniko xlt itato : le sale 
» ohe potMmo servii^ dl ba4e a palitiof ragioaameati 
n ed ilia vera Alaliiiitai « 

Beaohi ia qaetto pauo non veogand anaoiate ad 
qdelle foieoie delle qaili deve eM^ra litrutto k> s<a- 
tista, ikk qiteHa aorcoa sovraaa^ la quale aoa sofa* 
meote vi delta etpreMamente tutti gli argomenti di 
rioerca , ma vi somministra eziaiidio uu irrefi'agabiie 
criterio pef giudicar^ delia booha oattiva oolidi* 
zione di un popolo ; ci6 ada ostinte io qtietlo pas^ 



Digitized by 



Google 



6oS 

ii fii teaiirt ahliMtiiiitt qitt&to tia falso di9 k ^encA 
€bc dere dkifere un aiitore delle rtatisUcke. 6Mm 
essere» eome pretende Q aig. Sny^ k poikka eco^ 
nomm, ncaome fit da lid dMritta e si tftooya aei Jibci 
snoi. Di <|iiMta spacie di . eooDOMia. dvemo im ap« 
presso. Ora d basti £ aver latto aentirc ahs, ata^ 
mendo andae Peoonomia palidci^e»lro k bm* Teim 
competema , esM non commiiiisCra (jueik Douoae d^ 
rettriee par k quak tiaiiio pcnti in grado di pwip|i 
rare totte le rieerdbe nacetsarie >a ben. Qompitere una 
statiatioa magatrak ^ quak Tiene dcntkrata adluaa 
ddk dvik fibsofia e delk aicnre politiea. Getla* 
ttfente se k eooaooHa^ ossia k acianaaMdell'prffiQe 5^ 
dak delk nqdiezse^ ▼eaisae rignafdaAa G(HDa'.alaa •fhroi* 
▼inda A cpiel fran tiilto al quak appwCene e i^hdl 
trattata esponendo questo tutto, noi potraiKiteo ooiif 
cedera dia essa aqiiiva%a alk potitiyca rfidolbgk* Ma 
il dg. Say A ben kdtancf dk querfto pbndero;, . dapa- 
Ai aaaardb k propodiiotta die U. nee hem t aoMft.iar 
JUpmdmd 'JaW ordinammiito delle soeieA 

v. Piwa del quuUoitd^.^ i. . 

In qneslo.fii detto « ^ aaehei ridotta k ted^ 
^ fisidogk.a qoetta angiutia, /B^i nan: iadia^ ^atrlk 
■» ppKtica eof nomia die yifan. svggerHa .dal'fiittt>« 
^ dalk ragkttie ; ma k maniaaiiti taorio dbdia. scwda 
^ oltramoBtaoe odienie it. «»- La proTa aftattrMda di 
questo capo tisulta daUa kttura. slesfa dd pat^Mra^ 
-eata ael eapo aateoedante y dote appqnto il sig. Saf 
propane eome norma k poKtica eoonomia quiak.yiena 

Fitosof. detta Stai.j vol IF. . 39 



Digitized by 



Google 



6o6 

in o|^ espofts dai nraertri ^ Itii mtMi c 4m lui rae- 
dohiio. Gm qaeste preteM o0miiM> s aocovge Am 
mglk taktU le vagfaeggiale dottrine tpedalmeote soe 
eooie il nan plus uUm ddk tdetum eoooonudw. Mm 
per nala lort^ , mi mg\k troTera die Intli cnnipntiao 
neik MM seiiteiixa , ^ die k mm pretesa si poMa 
ircnUBcate fostettere. I* im odebre gionMlc dd quale 
egii ttetw tieiie segaato come odlaboratore si fa^ge 
qaanto eegae » L'eeoocNDia politka aMOMrndod di 
» coordiaare ie*<loie godevoii dele tuaane soeiei^ e 
m di dirigerle fcrso fl maggior bene cm posaono ap- 
m portare, foraia ooa parte coDsiderafaile deUa sdeon 
m fodale , k qoak pah dirai il oooipleflieoto di tulte 
« k atora Maeoae, e presealara non si pab che eoBse 
• TaltinNL Di qnesta naik abbkno ancora che ilpn- 
m mo abbatao ^ ed doted ytriA slmg&Us e finae alte- 
» rate da ao laisaiglio che k sfignra , e loglie kra 
m ma parte della kro ia61ilk In qaeito stato deUe 
m noitrB aog4kioni,.e ttatlaadoM d' ana acieota ap- 
» pena inooamieiata , ooi Boa abbmtno il diiitto di 
M proaunciare k perola di Etehenii. Se gK ekmeati 
n foisero lult'attro efae i |>nndpj generali, ossia k 
» imtk genemtrici di queUe die oompoagono k 
W'MieniA , quissto- naaM di ekmeati iion>anabb^ ve- 
» mm eettM> figoroto , ed egli noa Mvebbe ben eoU 
> kieatd ael dicioaario deUe sdenie. Si prasegua ppire 
W a trelikre deHa politica econoaiia , fiadd si giuoga 
M ilk seoparia de' tuot elementi , ferse taivoiti k te- 
jr nebro<|Ati dense di qtielle cbe d loig^o da A 
^ luQgo kmpo k cogcmione delk gravftaaione oai- 
» ^rfde .... Seaxa esitaxioae eonneae proaun* 



Digitized by 



Google 



G6f 
» xiMP^ UM.M^dni vcpllii*<cut & omai. tenpo di rioo- 
» Mft^mi Si vublc g«Q«««lai^te riguardare U poli- 
If ttoa* e^oMiiita «okiie -asiai pidi inoltralo di quello cfae- 
9»»eUa' r«aklle«te-^^) urn 4e> sue ban sono malfermee 
M* fene iBrtmiio esposl^ a iorti comiiioaioDi. Se sog- 
» giaodo4o' tf '^fBie^o pttkaim esse subinihno una ciisit 
»' aalutanii IVoppo presto e oon ataardati pixMsadi* 
«^ inenti fit ikiodtniii^Mo 'lan edifido eai sidovra (bosc' 
i» riebstraire da eapo ^ flpndo fi) «»; ; 

Cott qtMslO'^gittdizta beoohiinon moltiTatp cod prove. 
8pecMi'n6i ^reggiameiiatla eco al cpiesito set nasi prioMi' 
ptrbpo§f6 ttdgK Asinalldi Scvtiatica (3>. Iti queUo apponto. 
fu presa di mira la iiMintera eoUa quale reiigoiio ^rat» 
taie^le eeoaoaftielie' dottrioe aHe qitali il sig. Say si 
ribiriseei- Noi'eimaoo ben lontani dal preteDdere che.ifc 
sigv Say HoyiMKi o liftfmare.o oopipieffe .1^ sciense- 
eeociQ0fiehe*'Uti.}i«ipidQ ed oirdkiato rtpetitore e culn 
tore \iicHe eAvrtotl dottnoe meriter^ aeifapre la gnOirv 
todUb ^! Ja 'prevlsi cehtbritk det pubblico. Dall' alira; 
parte>p(Mi se« ja politioa ecoooiiuaatTesse gradualaaeDtej 
e-iftosMumutf prbgreditd « itbiK«vcasa subito k isorte* 
cmstteU|«'aUe>]iiO<)uflieDi^ dsiib a[iiif]lo uoMino die spidlo. 
dbllo aliaDofaB,'dB)|a caMstlii ^uok- oaqosisere tutta.e> 
plmst#4' jqtaM' asgosieoe .dai^iffatto pefanto sarcfafae.ua 
p ii > d ig w »t t ><2Da<Mea>eipqllai miaisr^fatica ipossibile; .ecca. 
rcDi4M>"iodftlhitOk!}F^ibbricare obsi. dati'..inoon>pete^b|' 
eoaoMil f^ftMtai di<>c|j|ecta .js^otikii Gesiitiimefis (Aiw^\ 

V 4 >J Ml}**. ) ••. .1, j > . / I . . ., 1 . .1) *^> .J » . . . / »T ' 



Digitized by 



Google 



6ot 

Bmoone) txilmt ad magfg g emrfoKn m mfwioBemi ri 
poHptuvam mormmfiufifik cxperietuiam, A not 
che le u^me'ooobiomkhe ii RMstnoinoggidi^ 
•to difettb fitto a perd«r di Tiite ii laim ^Cgttto ; e 
perb di buoum fcde- aTtmiDo. oara ^ fimie avverllto 
ii pabUaDo. Q«aiid» la. auMrrafiow intta e.le oome. 
(k aoitegaata MDo.ooDiarini.alfaonal^Va (kUe oose.- 
e iMritiao Kappooaauolw im 49flfi>. o^gMiio. ^^edra il 
perche col capo qaiato dl.^eitiinli«yiid)hiiia90.firtlo 
carioQi al si^ Say di-MoMeia^.alla Umi^} ao w i im i rW 
da Ini va^btggiata,:eoiaa a aorlM.aaiarair^ie.^^aMs 
a gaidq iUuiaittaU oada.4cnrive alia liMtdM >ad alia 
ooa(i|kanuoaa/ddie slafialicl« eivili. 

GerCaoiente ognuDO >radi<acbc aoUa ofirinalft a |D»r- * 
dintik ccooomiaidi aianni adnltari.aknmMlaiii a ol* 
tvtmariDiy'noa ^ patra^ginagcre gianunai/ad wi la«* 
niiooaa -cd iiti||ei cdnor/naidifo^ a «)tile l e toiafaute? 
ndgrch&i o ^d tuia.ben .intatt «d> iniauM -d^ rty a w 
mite delk ciTiU ilatislkhe» e .ci6 . rpuri^ aafcha 'Jkti« * 
tare d dorauimo aUatok politifia tdoooalok pei;QaB»* - 
capirc t per apptiaaie k. aotiaa !$iiUi| pMvuaoa ia- 
oiak di ua popolo^ Gol)a bona di • ^ot^e- .nn§>iiioai .- 
soil' iodefiako piivato toraicaato.si. gafaqga- aafti ad* 
aanicnlara foitBaiaufsiitD il fitilU^.di ogni *itaiytiri ^ - 
a sostiiuire inveoe uaaigilkria pnraaMWl 
sca^ a qimdi il tSlomSo a.i' tiokaovdi 'aMo 
priyati di goid* a di luoia ^ ilwigpniii kaaiie iniMe • 
dei fenomeni i piili iaterettanti k OTili aggccgasioBi. 
Vh yolete un esempio receote , capitarea'sfrepilosoT 
Bamm^otatavi k crinnifrciiitila ad indmtriak dal« 
r InghiU^rra ncgli ami i8a4 ^ l8a5 a. i«^ QucHO 



Digitized by 



Google 



ihM ace«dil« totfo ^ osM d^gli eeondniitli hgUti 
ft Fnuicen. La sdeMa da loro profttsata U coDdiMM 
tomm ad asaegnaitte la ^Usa tuffidente tanto rapporto 
•U*. origine- q«ant6 xapporlo all' iafkaeoza sua 7 O noa 
|>ittllosto tui traltalai odbm un prablema soggetto a ior 
terninabile oontrovenia TEppuref TiaTveBimtotD era 
alato prepar^o*y ed erati naoifeitato «otto |glt ocdd 
loro. NaBa ti era di iinpenetrabiie , nulla Tcniva sop- 
preno jotto eonaadaCo siieniio* -Piti anoora etsa ri* 
guaidava la provinoia propria degli ecooomisti rad* 
detti e la parte'da esala piU ooltiTata, la pi5 illu- 
atrata e la piii ^conosdnta* llalgrado tutto questo 
eodetti signori andaroao faDtesticando per assegnar la 
causa ^d6lF adeaduto, e ooi ioro proelamatt disparcn 
e coile segttite proposte e rispoite'( V. gii Annali di 
Statisiicay. tooft* XI, p. 4^ alia Sjj e p. i5i alia 167) 
^iedepo a iredere che cosa valga la lora yantata scieo* 
«a f.quaado si tratti <&. dar ragioae dello stalb reate 
delle oose iieUe incvnlite aoslre sociatiu ^^ lo sooo 
ban lontauo dalP aoeusare la scicnsa dell' ordine m>« 
^ale deBe riceheBe deBa cedlii da cui ^ colptta quelle 
di questi signori ehe si lionitanb ad ud sol profilo 
delia sdeou. lo ho yoluto hr sentire quanto grande 
sni sembri il torto del sig. Say neir attribuire a questo 
profflo una yirtii che non ebbe, ni uwrk mai. 

n sig. Say sbggiunge potersi dire m ohe P econo^ 
» mia poUdca i il fondamenio delta statistical pro* 
-» posisione ben differente daU'opiniene'eoraifne che 
M considera la stattstica come' il fondamento deil' eco*- 
i» nomia politica. — Quando airiilustre autore non 
fosse piacctuto digiiiocar tulle parole egli avrebbe^ 



Digitized by 



Google 



6io 

potuU dMMilum le due tibiteaiit obe ^gBMb ] 
Q(Mi6paitart. Akn' cesa joao 5 firtti 'ed ^kraeoMi < b 
lor6 i^osofiofl tpiepHiiloBeU'Ia tulle »fa<«aMM k sIom 
fbrmera MiDpre si priiiio fsndo sul qade dovmimo 
iripoMre tMtte 1« {K^sU^iU'teMie ligda^aii b otttA 
fi^he che morali« In qiseito ieMO>V opinstot dico* 
loro cbc Figuardaob la statiHica >cgina AndameDto 
delP econoDiia politiea ttir^ Tera » gitista e ioRda. Lt 
•tatiftieay «juando Venga ooasidttdafta coaae itea pan 
oaUeuoaa dlfiitU^aomnuiuAtra ajfipimtoilfcadaaMat* 
sol qtta|e necaaniriiinieiile si davc ftfcbrfieare Ik sdetua 
dall? prdine soeihle ddte ricotiflita* QwMd fatti bob 
weagono rislrcitt nh ad iia date 'tempos njl ad un 
dato lubgoc, wA a. data pardcolari «oiitiBgaBie» ma 
iTeagoDO' rieavati da totti i luogU , da CaHi i tempi t 
da tuite le poskiotii coalkin^f^e . coittasteoti. Da A 
aequistaoo qaella p<^ssaihfa tistamdtica dus loio pro- 
ekoeia la digaitl da^prmcipj. SiBDBit di qutfsto:foQdfr 
narato questa sdenca sa^dibe daL'Mllo'^shiiBCftca; tA 
la leggi eooDomicfaa si pofrebbero rigtiatodaro giataniai 
come leggi reali e aaturali del moiida deKe .na^ 
Eioni. Tutta la qaeslione pertaato si liduoa alta pi- 
rola siatisUoa. O oon questo bome si tuola sigDific&re 
una mera ooUezioDo' dei modi di essere delle oose, 
degli uomini e delle lord pruduziboi , o. si ^ude si- 
Igaificara uh lavoro preparato e tessuto tid uso delia 
aanninistraEione pubblica e prifata. Nel primo seaso 
a ^tatislica sara sempre il fondameoto dell' eoonomis 
poUtica. Nel seoondo sense poi reconomia politioa 
Qon costituira ilfondamcnto delle statistiche, ma so* 
lacnente un bunc ed una guida per ben ricercars 



Digitized by 



Google 



^•ietsere iBoavenevoIiDaiife Je noliM olie ibmuuio 
il borpo stciso' delle civili •tatistiche oagUtrdu 
Lh [jforola fimdame9Uo usata dalTautore Teste qui 
uo sense ipolto vago ed impropHo agli uffiq della 
politK^ ecoDoauca nelle atatUtiche oompasisioni. For^ 
ttechi coUe dottrine sa creano i fiitti f Forsecdi^ la 
sostansadelle stetisticbe non consiste in uo tessi^ di 
fatti? Se il fiibbricatore illumiiiato colle dottrine or- 
dina a doTore il smo lavoro , noi potreoio bensl dire 
che il suo -occbio e la sua 4nano fiirono ben diretU , 
ana nbn diremo giammai cbc il fondamento proprio 
del Gostruiito biToro ooqsista in questo Jiune. Lo stesso 
iig. Say non pub nfintara dall' ammeUere la nostra 
distinEioiiei Egli espresiamente confessa cbe la itad^ 
stica d insegna i fold, e che scbbene non ci dica 1^ 
loro cause pure ci assicura della scienza di quesie 
jause. » En faisaat passer deraot nos yeux plosleurs 
» pb^nomenes successiyement elle peut jetter quelque 
91 jour sur leur aolion reciproque: elle peuft sertir' de 
*» eonfirmadoH a de^ Veritas dont la preuve r^ulte de 
-^ i'^tude que nous faisons de la nature de chaque 
•j» chpse. » ho studio di questa natura delle cose in cbe 
tsonsiste? Nelio sooprire e vakitare le leggi nalurali 
della formaaone, distribuzione e eonsumaaione delle 
Tiocheue in societiu ^ vero o no cbe quests leggi 
sono espressioni di &tti naturali 7 ^ vero o no d»a 
Je formole cbe le rappresentano fomiano la scienza t 
'Ba questo studio cbe cosa si ricava ? L' andamenio 
del tomaconto determinato dall' asione persooale e 
soeiale degli uomini su di questa terra. 

L' econosnta dunque si fonda su que' fatti stessi vJie 



Digitized by 



Google 



pfMloiDOiio la posiaoM ioebk di im popola (^amado 
r ecoaoBiia A nata che oota fr dk nelb studio delh 
itttisticaT Essa impiega la oogaisioDe ddle ieggi gO' 
nerali dedotle dai iatti generali , alia spiegasione dei 
fatti partioolari ooacreti di iin dato popolo. Qua! i 
dunque la differenca eke paisa fra V cconomia a la 
•tatistica 7 — Qudla che pasta tra un aforitmo e gU 
oggctti di fiitto ooDcreti creati dalla natnra. All' acso* 
Bomia dutiqua non appartiene la posiuooe ttorica , a 
iiiateriale della sUtistica ma la sola ragknie logica. 
Essa iioD sommiaistra la parte pontwa ma la sola 
parte razionale. La stetistioa presenta on geroglifiooi 
I'ecDiiomia lo sdftra in quella sola parte cha antra 
sella sua sfera, e lo scifiera allorchi sia^instniita della 
leggi del tatto sodala. 

FI Prova del mcHo Capo. 

In qoesto fo detto dia passando alia composisaoin 

delle tairole stetistiche il sig. Say^ pose in non cale 

quella delle stetistiche primitive e principalis e si at- 

teaoe invece alle soccesiita ed alle addiiionali predi- 

candote come sole degne di attenzione. Eccone la pro- 

^a. L'autore dopo di aver date la volgare idea del- 

I'oggetto della stetislica soggionse qnanto segue: « Pa« 

'» recdit autori vi comprendono la descrisione fisica 

* j» del paese , delle sue montagne , delle sue valli , 

'» degli acddenti che vi si trovano, dei fiunu die la 

' » Irrigaoo , dei^- man che bagnano le sue coste. E 

SI oosa evidente che con tutte queste notiue si dk la 

H geografia fisica a non la staUstica, In quesi^uUima 



Digitized by 



Google 



i scMMii H Upt6$ a fat ebnsUuit di qudU vose, to 
m $tmto dtUe quali p§A mocessivamente eanglare ^ e 
m non di esporre un» tiaio di ease imtmuabiU. Questo 
» li it pimto di vitta net quale la slatistica acquista 

• una vera imporlaoaa', perocchii gli uomini possono 
» bead riformare sooiafi institauoiii ^viziose, ma non 
•. si powMO sottnire ii& da un clima rigoroso, ni da 
m un sttok) stcrik y oper lo n^e&o il potcr loro su 
m quest! oggetti A assai limllato ». 

» Uu'altra questiooe si "presenta. Lo stata della so« 
M aetti comprende k iastitiicioiii socially e fra queste 
m si trovano la fonua del gOTeitao, la legislasione ei« 
i» Tile t crimiBale, rUtrusioii pubblica, eoc Codeste 
i» istitiuioiii subisooDO graadi eatogiaoienti, e per que- 
M' sto motivo seoibHMia dover - ebtrare in xina stati- 
n stica bene oomposta. G6 boq ostaote «ccome dessa 
M BOO sono esposle a fretfueMi varkaioniy coA pare 
« che la loro dasatiiioiie stia meglio' GOBooata in una 
9 f^OfgNXpa poliika ortero oegK scritti degli istorici , 
«» dei viaggiatori i quaH si propongono di lar cono- 
» scare i costmni generali di ua popolo in untale o 

• tal seo6lo pittttoito dke la sua situadone ih un tal 
» anno partieolare. • 

Leggendo quesCi )pa«si che cosa risolta f —• Che il 
aig*' Say ▼uole elimin««le dai prospetii statistic! taoto 
la feografia fisioa, quanto k geografia da lui detta 
|>oiitka di un dato paese- talehe non venga inserito 
nei detti prospetti fuorch^ il complesso dalle circow 
stanse puramente transatone ed eyentuali di un dato 
fK)polo in un dato tempo' e Inogo. Prima d! giudioare 
della ragloncToleua o irragioneToleaui di queslo pen- 



Digitized by 



Google 



6i4 ^ 

samento si donanda «e la qucstiona prefenUlft dal 
•ig. Say M.qiicstiMa di ^pdine o pum dl rti^nto, di 
sosUnsa o varQ di £onoa» k m ^fi^^ Mtro c il 
porre in que«tioiie i^e per OMBapreodere oMifenerok 
mente la posiaiooa sociale di UB popolo e par darna 
ragiope sia o do oeeeMario di eoooaoara aoAe la sua 
gcografia &Ac% « polififla^ «d iallrt> ^ il riceicare sm 
queste geografi^ si debhaoeftra q no antraTe pet pro«' 
spelti sUtisticL La prima quatOiaDa i 4i nerilo ; k 
seconda i di pura faroaa. I41 prima rigwarda l' ioftru* 
aioae delta meate di aolui cha vnole ooMfaora \o fttalo 
di fatto di un datp popolo a lo ifMOla icoooscaK per 
le sue cagioDi assegoabiii. La saoopdn riguarda U ra* 
daziooe dalle soriUura ossia della Uyola statislicbe, o a 
dir megliQ la mainiQa , iL biodot I*^ ^^'^^ ^ ^^ 
fta. r^daxiona. 

Ora il. pansanantQ del alg. Say su quale da ^lesti 
doe oggetti si aggira agUT Focseoabe dobbiamo iaUn^ 
der^ obe sei^a la ootizia detk geogrifia fitiea a po« 
litica di un dato paese si possa coDascere la aua por 
siuone aocialeT Qucito sarebbe ua»pen»cro Unpp« 
stoUdp ^ troppo assuido per eaaene i«ip«tato al si- 
gner Say (i). A chc dunque si riduoe la ao#at Essa 
si riduce.a dare che se taluBO bnuna di coDOsaere 
oella sua pienezza un paese y egli consultar de^e le 
geograiie^ i viaggi a k desariaioni. politiobe dei geo- 
gi*afi , dei viaggiatori uniUmente agU annuOij*^ n» se 

I ■■IBM < ■ ■ I > ■■■ ■ I ■ '■ '■' ** 

(0 La tkmattnaione W kggt dUi pagina a84 torn, XIV ^ 
gli AnmaU di SkuMctL 



Digitized by 



Google 



.6i5 
par arventuFtt si yrbfokntap di fiil*aifu« prospetti tta- 
tiftici per ooaihiiiiiioarii al pubbHco o «i funsioiiarj 
de?6 presciDdope M liferirp }eiiOli«< $addetle, e lir* 
■Nfiire' il 8IIO pratpeOn aMe Mifo coie piU firequetite- 
■Mnle maUibilL Abbiaiao donque Ira le maiii una 
^utstiDna rig'nardaBte ^solambiite bi >f»rma materiale 
del'iprospetti Btatistici la quale peroib stessocade suIla 
Jdro eompomticne. 

''Pdstooos) rargomeoto dtl disoorsOi fingasi cbe sjiA 
d& «D data paeae a abbiano beasi materiali storici , 
HMi non sia ttato &tto anoora proipetta alcuno appo- 
sito apedale a ben anito della anteiiori vioende s|ue 
-territoriaiiy ecouoiiiicbe, morali e polilichc sloricamente 
aocertate al quale luoeeda uo allro protpefto generale 
* ^sprimante una fedele a disUota vdasione sul territo> 
rio y la popolariona ft il governo » esamui^ti sotto i 
kffo aspelii c aapporti ecouomici moral! e poUtidse* 
gnaaido le qualitii a le quantita finite in una data 
epoca^ si domanda se not tontentare ci do^reino degU 
arinuarf del eig* Say? Supponiaoio pare <:be esistano 
storie, viaggi; ragguagU; ma prima di tutto si domandfi 
ae dessa siano o no distesi. con quelle jDartfco/an'r^ le 
qualt sono , neoessarie per fondare i giudizj sulla po- 
staione sodale di un popolo, ed assicUrare le provvi- 
dente delt^ttomo di state. Si nott bene cbe un pro- 
«petto generale non forma una statistica, ma solamente 
ima prima od ultima veduta della statistica. Una pieua 
▼era e proficua statistica non pub risultare fuoreli^ 
dal complesso di quadri i quali dopo il generale va* 
daoo via yia divenendo ^ieppiii parlioolari a propor- 
none cbe disceodoDO alte prof incief ai cantoni| ai dt« 



Digitized by 



Google 



6i6 

ftretti. In McoDdo iaogo pfkado ddk geognfi« « 
do Tiaggi « tupponendo che pote«tro bwtere idl'iiopo 
delle tUtifliclie ti imamnim te aooogliare ti dof?rebbeio 
le loro Botkie dftU'iSMM di iteto e dal filoiofb cos 
qaeUmfede che lies cwwiiiata da proocni TolMli 1m- 
•Qii da penone di confidqwa e TcrfficahiK in caso di 
dubbj. la teno loogo qoand'aiidie m figunMero tntla 
queste particolaritk oome ben raooolte e ben Terificatc 
U domanda «e easendo eKe qua e tk'dupe^se in di- 
^tparati yolnmi e non eonitgnate in mi proqpetto nnilD 
ordinato e tuechito , si pofia angers che il fiiotofio e 
l^uomo di statD rimanga privo di questo prospetto, e 
'debba ci6 non Oftante giudicare della todale poa- 
tione di un dato popolo. Se <pialunqiie padre di fii* 
nigKa ibmito di on largo patrioionio ; se qualnnqoa 
negoxiante esereente qnalunqne pieooio oommercio ab- 
bisognano di bilanej o seaBeslrali o annnali per oonn- 
ncere lo state del lore patrimonio; se soprattatto si 
rende loro ne^essario an vwemutrio wAo net quale a 
primo colpo d'occfaio si veggano le misure, ie localitik 
ed il Talore dei rispettiTi beni, eon quale coraggio ri- 
fiutare si polra aU'uonio di state ed al filosofo un 
prospetto compiute fisieo morale e "politioo del territo* 
rio, della popolasiooe e del goTemo di un dato paese? 
Perchi mai si Torrii condaonarlo a oousultare tanti 
ToluBii per estrame indi migUaja di nolizie da ritenersi 
a iDemoria, ne avere mai la ftoplta di coosultarle, in 
eUratti sommar) e di coofirontarle tutte le volte die 
abbisogna e di fiime uso T Questa pretesa h troppo 
strana per oon dir di pcggio. 
* Invaiio il signor Say ricorre alia topica. oomune 



Digitized by 



Google 



•St sci^nte lo qaali n propoftioife di«. nuMo aoen* 
KCbdosL psnvisiie diiidere in daML.LftpartizionedeUe, 
Mioae aeUe cose di fatto e.caia inappUcabilo ^ nelle 
ikaliflidie. poi i aniilogica. Sia pur vero che le ^ien-r 
Mk e'le arii siansi ampliate. Forsecche colla ^t^listica* 
a pretende di ooniegnnne una eBciclopiBdia ? Pali'altra. 
parte il fenomeao soUdale. dell^ poai^iopef sociale dit 
vm paate i focse cosa.che. ii:pasaapreBeD|are sotto.di, 
mk solo prafilo? Fuor di propositQ d^Dque poochiuda 
dioendo « c'e0t> on entceprUe fciUe de no6 joiart df you- 
nioit tout dice^.et Sturtout de voluoir tout dixe.dans 
».ua seul eaiTrage.iM St ekigono.dne cifre per •criTere: 
died' come aette 4»fi^! per scrhrere ua milio^e. Se noa. 
i permesso di deftcnT«re una parte 4k iqoado ook-, 
raefttendo le . pactioolarkk sue caiBttensticliey uon sari^ 
nemmeiio permessotdi descrivera una . statistka om*. 
netteudo le partkokrita influeoti q.deteriaioauti la. 
sodale posixione di uu popolo. D'altroode poi se.le, sta-^ 
titftiche Tengano ordinate a esodo degli atlauti igeografid 
eome fu propotto. da aoi^ leesserii ja difi^colta €fa^ in-, 
goiribra cotanto la Buente e ^pavepta il sig. S^y, q^nxar 
mi sopprioiAe^ n^ disgiungere cow alcuna. Que&tp at*; 
knte ben rubneato e provveduto d'un iod'ice :fe4ele, 
a nagienato riuadra ooosodo quanta <]p|al«inque,reper't 
lorto e disienano.; ad avra. Pinmenso. iw^MWto di. 
raeare.nel.suo seno mediante le caite particolari la 
profa delle generali, La.proTa poi delle partipolari si 
patva trOTure nei process! ▼erbali degli archiyj die 
fiarmano propriaoiente i primi .ed accert^ti materfali, 
delle tayote disteie. . : r 

. Or dunque^ stviugeado vieppiii la questiooei o il si^^ 



Digitized by 



Google 




6itf 



per 

i 

U 

' m tal cMDaei^] 
» , ii£ egli poln 
cbe • Ifli eom U mikcm il 
Ttiiti mud ffk ODfliiiii i c iati « 
lui nd dire cbe firtia mam. voiU omi ben 
ben tettata tUtifties cmle u Mfc ykto m modD di at- 
bote geogralieo e ben gradoato oelle me iprafiea* 
xioni , nea fi deve ogni enno riprodtula per inticr» 
per ttoifvi le aoloie traiifilorie e nulafadi dcgU «■« 
miarj ; nM boilerii edora , in vie di eppendiee pert>« 
Alafe 9 toggiiingeM Pemoatio aiedettiiio e coUoceno 
mA sno poiCo ogui intereMeDte novit^ cbe TCBitw ve^^ 

Ma te egli pretendeste di Gir wemm del proapetio 
eapitaile ettddeCto, nei mot <3erti ohe da ^alsiast no^ 
mo di eento eomuae » egli m attif«nA>be il ndicolo e; 
la df«approvasimie^ ed aeeoseto earebbo di noo eano^ 
tcere iiemnienoi primi eietneoti dcB'argom e nt o da lot 
trattato. Eceo il perebA fit paekv eoine capa di .cen^ 
sbfa qmmto espoie il ilg. Say mltmn6 per iimodm 
col tfuate ri esprene t ebe dal'iteMO''qai r^dala ap^i 
ptriice a qoalunqne leg^tor^.' t . . '■ '• i -; 

Dopo le co^e fia qui esposte d per^etme il Fmuk^ 
cblo d? tbagi^io drfia i{lrV/#l4 'Ritiehpe^dfea' dell' av*: 
no 1828 in cui alia pegina 546 trOTtento ' -iinai gHAii; 
in dlfesa del sig* Saf cirte il preeisd'iartieolo trattffto 



Digitized by 



Google 



6i9 
fin'brA/ !f6! h'dhmib l{iil in' originate per qnci motivi 
dh«' 6gnt]it)b d«v6 it^cbtldah* 5n qtlMiinque polcmica 
eserditbte' con htiohtt fbde «'6oil tdutela. 
' if lAiie fondatn^ntate de I'aitid^esl qu'un stati'stique 
» n'e derient titile qa*en (aisant connaftre nnfluence^ 
j» bonn« ou ihautaUef, d^s ihstitutions d'uii pays, d'dn 
j» eaMcm. D*o2i>il t^stdte xfute Its donates' statistique!^ 
99 df6iVenk dtre publid^ peHbdiquement, c^est a-dire an- 
if vnielteoMbt, oci fbuC au nofoins, tons le cinq oii toaa 
i» let' diX' ans. Ge tilest qu*ainsi que f on peutconnai- 
^'tt& A f^tal da la popnlatlon, de Tagricnltbre, dn 
^ 'eoBilnareei etc.^ eat pro|gt*6ssif» ou r^trogi'ade. Mati^ 

* il est impos^iMa de^pubKer, a des ^6<](aes'rapproJ 

* cMea des dotibdes'tfop tnnltipli^eaqifi, ponf chaque 

* (iatittm , rempHr^ttt un tokiBie in-4^. n conTient 
j» dMc d^ ^dutre la sthtSstiqae -aux donnees essen- 
j» tielleft, k oeltes qiii son susceptibles d'etre modifi^e^ 
j» pak" las ittstttutibois; cai'il est fort essential aux bom-* 
^ mer de satoir 6e qui amdiore ou empire lenr con* 
» dition. U convient de renvoyei* & la g^graphie phj^ 
19 -siqui^ d'uu pays, d'an canton, la description ' de se» 
it'flaEivtfs et de ses montagnes, dont nous ne pouvons 
f» pas changer la situation^ de renvoyer a Pbistoire 
» naturelle d'un pays la description de ses plantes^ Ae 
»'ses animaux, etc: c'fest le mdyen d'avoir des des- 
i 'tripliotas plus coropldtes et mellleures, parce qu*eHes 
H serODt fattes par des hotdttes qni se seront frvr^ li 
h - 'das Etudes sp^da)e.s. On pourra lenr donnei^ pliiS 
9f d'^tandue, ptirce qu'ft be sera pas necessaire d'ett 
it^'Mp^tai* la publication ailssi fr^qoemnieAt que celles 
9» des Aits varidble^. » ' 



Digitized by 



Google 



PriiHi <u mponfare iBSligonMniPifei ooQfieii omaI!^ 
3 puDto precito oonfroTcrso* If oi lo detniDcnMBO noa 
dm dettaml stabilili jda aitri, ■» da queUi che da nA 
furono adoUati* — Pretendiamo noi fbrse die gU aa- 
nuari otsia le ootisie aonuali del modo di estere a 
delie prodosioni mterestaoli di ua popoio appareoti ia 
ogni anno o almeoo ogni ciagae ansi n debbaoo tra^ 
f curare? No cerlameote. Noi crediaioo anai che deb^ 
bano essere fedelmeote vaccolle e pu pt tg w i te, oado 
▼edere i buoni o trUti effirtd del: «uo sociale ordiiia* 
mentOy e del regime in an- data teiopo e luogp e<Qoa 
date circostanae. Noi soggittDgiaao di piii che esictera 
noa pi^ una utile statistiea te Don veoga protrttta 
per ua corso bea aotabile di aani^ pecooeh^ si Mita 
in foitaoza deUa vita, e delL^anone di cauae oompotta 
la natura delle. quail non si pub indoTinare o ahaei^ 
comproyare fuorcfai colla esperienaa maoifesta e n^ 
petula. Noi dunqi^e aiaino d'accordo qella .(lenleBsa 
cbe una siatisticfi non riesce. utile ^e mon fa ifoin^sofr^ 
la buona o maid iffftuenma deUe UtUuzionidi un pa^ 
^j e i^ consegueuaa i &tti d^booo essere penodi* 
caroeate notificati. L'articolo dunque della oon^eaiensa 
di. quests notisie anojaali quinquenoali o aokdie do* 
cennali non soflfre coatrofersia. 

Altra questioqe. In qqeste notiaie periodiche si deb* 
bono forse rammeoiorare le sole novita accadate nel 
periodo segy^ato , o Teramente riassumere le notiaia 
•ttl teiiritoriq, suUe leggi, su gU stabilimeatt ed altra 
cose durevoUt Rispondiamo d'accordo col sig. St^. 
che basta eeprimere >te sole wmti , aTveitendo oha 
nel rimaneute non intenrenne mulauone alcana. 



Digitized by 



Google 



&i5 
Terta questione. Bastar debbotio forse queste ooti- 
ue per conosoere la statistica di un paese ad uso del- 
r uomo pubblico e privalo ? No ceilaioente pei*oooh^ 
mancherebbe tdtto il priocipale oostituente Jo akato 
6oda)e di falto di un dato popolo come e 'troppo 
notorio ed evidente. La cogainooe- dunque deile cir- 
oostaoze $tabiU deve e^afte as$ociata alia cognisione 
delle circostanse mutabili come qnella del eorpo alie 
suoceftsive sue funuoni ed a suoi aecideotK Anebe 
qui noD siamo discoixii dat sig. Say ii quale in fiaas^ 
sima concede essere necessaria la cogniziolte delle dr* 
costanze permanent! e durevoli al^qaal fine egli in* 
voca le geograge fisicbe ^ i viaggi e le $torie , eoc. 
. A. cbe duoque riducesi la disputa? A vedere se.la 
aoiizia delle ' circoetanie durevoli debba essere lasetata 
alle geografie , ai viaggi , alle storie , o se pure deb-» 
basi appo3itamente ed ordinatamente espoirre abneno 
una volta per lempre secondo il fine e eol discemi* 
naento di un noau> di stato, onde poi asaociarvi i 
auccessivi aonnarj. 11 sig. Say pcetende la prima di 
queste cose: noi pretendiacpo la- secondtt. : .. 

II sig. Jay perci6 8t^$«o ,cfae inVia i cilri0si aUe geo* 
grafie fisicbe, ai viaggi^ ed alle $to^ s^p(>0oe:cbfi in 
msse si po^ano ritrovare:le cogniauoni tutte. necei^^e 
fi sict^e ond^ cotnpilare le buone statistidbe, Mn que^ 
«to supposto i, poi vero ? AI ciel piacesse ch^ esikl^»- 
cero tali geogr^e fisiche». tali . tiaggi e tali sftorie ebe 
fioddis£ic^&sei;o all'uapo.e. merita^eiv) la ooHaffidensa 
4eir vofso di stato e del cf^minerGianle } ma noi con* ^ 
fessiamo e molti altri con ooi copfeutapo di noa eo* 
jpo^oere di "s^tti libri faUi per il d^ppio fiqe contemi 
Fihsof. delta Stat.^ Vol IF. 4o 



Digitized by 



Google 



6i0 

plato dal sig. <S!(f)^. La com giimge al paoto che mi- 
cli« i lavori ttessi oompilati per servire alia stalulica 
•ooo iooompleli e peccnno o per etioesso o per difetto 
Iranoe tone V uoo o V altro. Come dao<{ue ptt2^ ii si* 
goor &9^ riiolutaaieate ioTiarci alle geograBe fisicfae 
ai viaggi ed alle ftorie fette eoo altre mire? 

Ma aoohe dato per fiiha tpotesi che iidle dette ope- 
re e9i8tes0ero i maieriaU delle slatistiche, come provar 
polrsbbe che Don si debbaoo estrarre ordioare e pr^ 
•entare io prospetti appositi e confacenti a pronunziar 
giudixio suHe circostanse fisiche morall e politiche di 
uo dato popolo ? Come pro?ar potrebbe il tig. Say 
ad on proprietario che esso debba far ienza di un 
inventario de* fuoi fondi e de' suoi capital! e cooten* 
tilrsi dei docnmeoti disparati del suo archiviof (>ome 
pfovar la stessa cosa al oegoziaote ed a qualunque 
ammioiitratore ? La condizione deiruomo di slato i 
forse diTcrsa ? Forsecch^ a suoi fianchi tieue un genio 
che in via copra natarale a lui riTclt k somma delie 
circotCaave dureroli costiftienti lo stftlo^ toctale di quel 
dato popolo? Forseccbi i libri di geografia, di storia 
naturale, di legislaaone, eoc., gndano da te stessi e 
formano i prospetti uniti ad iwo deiraromiDistraztonet 

Alia per Sne quai'd il motivo addotto dal signor 
Stgr di sbaadire le complete stattstiche? Etsere vnpou 
Mile di pubblicare in epoehc troppo fra loro wane 
notizie troppo moUpUcaie le quaU per ogni cantone 
empireibero un volume im quarto, — Prima di tutt6 
ehi a mai pretesto che 0it(a una Tolta una buona 
sta^istfrefl piena ni debba ristampare tutta frequente- 
menle? In seeoqdo luogo non si tratta pi^ la questionc 



Digitized by 



Google 



6a7 
s» deb)>a' o non debha precedere uaa statistiea pieaa 
di pnnia creazione ; raa se le annuali , le quinqu^naii 
o le deoeoDali debbano o no abbi*acpi^r^ k circostaDze 
dureyoli espresse prima oella gia fatta statistiea pie* 
aaria. Noi coocedUaip al sig, Sf^y che oegli annuarj 
son sia Decesaario di rip^t^re le .ciwe stabili d^Ue ple^ 
Barie »tatiati«h« gMi compilate) ma oeghiamo nello $tesso 
tempo cba le pleMrie »|alistiobe debhaM essere abs 
bandonate aUe faati indicate dal aig. S^y, In teno 
luogo fioalmente diciamo cJhe oemmeBQ te. sta^sticbe 
oomplete poiaoBO'importara i TQl0air in quarto per 
9gni oantona Mmiaghiali v^ila notA an recata. Di&tin'^ 
goa prima di ttitki i materiali primi cbcF debbaqori* 
aaAiiere negli arobivj daUe risukanze diJaUo «be d^b« 
boQO entraffe in un protpetto jeompteloi cbstiiigiMl poi 
i prospetti gradnali a guisa di atiaiite geografijao da 
qnegli ammasaa io gbbp oei qiiali le circmiaHfe.pAr- 
fioolari e, le coidiuni ven^ana geftale all» rinfaia^ e.«iQii| 
solnmente'^pi^ritapDO .glienonaai tqIhou obe fanno taqto 
spavenlo; cpa gi aimiiiio qqadri «rmomei di .()9«froalQ 
ftoondissimi di iitili tuggerimeotih 
. La btuarta di pcoibire* le atatialicbe plenari* diiipri- 
ma cteacione meritava cerlameate di easere giustificatii- 
la quale giiiaa cib veone fiilto? CoUo tpaveslo di un 
vdlumc immagiiiato in quarto per ogni calitowe da 
produni egai aoao od ogni doque e dieci- anni. E 
fneala i una bnona ragione? Nei invittaanoi il sigoor 
Say m rispDndere categoricafnenle a quetto salo Post 
icritto ad a reBtrmgersi al preciao punto ditpiltato e 
cab per. mfglior lirdixiametito delle alafisiicbe die 
preme troppo aD' Europa , e che forma im arg<H 



Digitized by 



Google 



6id 

Aiento degno ddh grande etlebritk di cut gode -fl 

tig. Say, 

VII Prwa del teidmo capo. 

Cdia Mttima ed uIUbmi osser?a»oiie da Boi op« 
posta alio scritto dd signor Say la detio « die anclie 
9» ristretta la statlBtica aile ooie di stato tpcsso nnila^ 
99 bile (rigettate qaelle di fetto permaaenle o non 
» frequeDtetnente mutabile). In prino liiogo egK flno- 
» sandb importanU e decisive tvhrkhe deUe quaK m 
n dere dar conto in questi tfuadri mutabilL *^- In- 
99 secondo laego ne accolsc altre puBlo non neoea* 
>» sarie. — In teno luogo finalmente ne present^ 
M aicmie iotto I'aqpetto meno proprio aUe d^ii tf»- 
«» tistkhe ooordinale aUa Tera ^Ita ddle todeta po* 
M lilidie ottia alle tUtistiobe magislrafi «• 

Or eecod a provare gli appunti qiu liftriti. Qui 
49ette ognun vede si parla dd co^' deCti Abhuabj i 
quali propriamente esprimono pon^jHrofpetti Stalblioi 
nh <!Oflipleti jA dedottt da cagioni ooanpeteavli ma 
ineri QUADBi ENimsRAtm e di risultanxa di akimi fiitli 
statiMid alterabiU sia ndle ferine, ^^ia neUa i^siiiHi , 
0ia uel oumero, sia negii eflbtti. Una prima qneslione 
m presenta a primo tratto^ e qaesta consistead vei 
dere se la comptlazioQe degli annnarj possa esscre or* 
bitraria o se pure debba averei certe. condiBiaai, le 
quali non si possano vioiare? Faraacdie si poaaono 
scegliere o tralasciare a piaoere i 4aK e tali* aiU o 
ftitti ? Forsecok^ ooUocare, si ddbhono giusta un dato 
ordine^ o e kcitoregislrarli dlorrinfasaf Fors^cdie 
si ^Ni6 omottere di rifiirirli dl? uffioio d qode sono 



Digitized by 



Google 



nataraliiieiite e primariamenlt dettinatH e atsociarli ixir 
irece a cose alle quali hanno solameBte una seoon* 
daria e combinata relazione? 

Ottio i il rispoodere non essere la compiteuone de- 
gli aonuarj arbitraria cna obbligaia dalla dertiolaiODe 
stessa di qiiesti annuarj. Essi sono aanotacioni sit gH 
accident! economici, morali e politid di ua popolo oode 
cogiierae la vita reale Del corso dei tempi e nelle dale 
locality e con un Aato assettamealo dvile. E sfcpoue 
non i permesso dare una storia mutilata oonfitta- e 
dislogata, cosi non sarii permesso di tessei^ annuarj om- 
mettendo atti o (litti interessanti , associandoli ad ufficj 
subaltemi ed accidentali e prestando loro forme alterate. 

Qaando si parla di atti o &tti interessanti si paria 
di quelli die pidi sensibilmente deeidono deila sorte 
eomone, o di una data dasse ; e p«r6 gli atti o &tti 
di una sfera dirb cost di un uomo, di una famiglia, 
di una villa, come pure qudli delle mode, dd capricd 
e di certe foUie innocue non debbono fiir parte degli 
annuarj. 

Yenendo finalmente alia fotma della quale il signor 
Sa^^ non si k pun to eorato di far parola; questa deve 
essere sempiioe, stabile » suscettibile di tutte Ic rubii* 
cbe, fedimente comprensibile» ed atta ad essere rite- 
nuta dalla memoria; nel meatre che dev^ essere 
-facilmente adatlabile alia formadone delle statistich^ 
plenarie ed induttiTe. lo comprendo che per quanto 
discorrere io possa dottrinalmeate non- giungerb mai 
ad esprimere le condidoni niateriali di un prospetto 
annuario. Io credo quindi di dare il moddio posto n 
piedi di questa discussione. Iti veded che tuite le 



Digitized by 



Google 



63o 

rofatklie tooo wiAoAie alle tf« liiinwiMiiwii capiteii 



• fiuwiiari ddle CfMi» ddlc Pluon c ddfe Anom 
diTite ncOc loro natarali rmmificMiMiL 

La teiiiMM Mk Om AliHtfin qMttfo lami^^JD^; 

L / /ire» €ontMd Mlm mateiie aliociilahe « 
Dicdidiiali» deHe Tctliarie, della aombustibili di paella 
per fiMmcife, d^ staUii , a dei iervigi a prodatti 
feodiarj. 

II. t nii^hmmaui taiilariaK tta di boaificakkMie, 
Bia di cofCrttiiooak 

III. GM li^hmm/. 

lY. Le imf^U inBUorniogiche, 

Legfeodo fee aanewe kpedfioasiom tosto si inAanda 
cha la iatatlatioiii iona oapiteli a fttta di rtodo ehe 
posiooo raccagKera allrt •padfiauiont die pMeasero 
essere diaiettlicate. Per la dimazioiie statistioa poi 
esse tono ia pih addalte per i aoafroali a la piii &- 
conde dl ibdoftiotii. 

lo mi ittengo per Hamr di breviia da apeciail ri- 
lieri sulle altre due sezioni sidle persooe , e ftulle 
'asioiii^ e M restriogerb, ia¥aoa ad im'oskenracibne 
comuoe a tatte a tre. Queela rigaarda i liositi di 
ooiDpetenM fra ^estt aaauarj e le sCatisliche ple- 
narie. L' aspetto fondameatala del tertitorio nodel- 
iato coMa associasione delle cose stabili del riparti* 
tmvito delle proprletky eolla distiibkaiaDe driie ibi« 
tazioQi, e c^e >ria di conoftiGaii^be indtspaasebilp 
alH ptenaHe statitftiebe , quests aspetto dico negli an- 
nuarj tieoe esdusa Per ia stassa ragyona la conform 
tnacioQe personale detia popolatione kieile di? erse classi 
e professioDi Tieo pina esolusa. Finalmente lo stesso 



Digitized by 



Google 



63( 

* 

si fa per la coBfoi*ma&ione o asset tamento del Gover- 
DO. Qucsie cose $& omaiettono perche Don si tratta 
di vedere cogli aoouarj la composizione della persooa» 
ina bensi U solo movimenlo Titale , ossia glr atti , i 
fatti e gli effetU comum in un dato tempo di quests 
persona. Ecco il punlo diflerenxiale fra gli annuarf ed t 
Uagguoffi, Ecco il llmite delle rispettive competenze. 
G>nosduto cib che va escloso cooviene vedere cio 
che vieoe inchtuso. Se npi poniamo altenzione aisoli 
nominatif i degli atti, dei fatti e degli oggetti noi 



incontriamo differ^osa Teruna fra le cose comprese negli 
annitarj e quelfe oomprese nelle plenarie statisticfae: ma 
ponepdomeote al modo di assumerle e di coiaputarle noi 
incontmoK^ una graode diflfereasa. Negli annuaij yen- 
gono riicordali un sdMO assoluLo cobcreto diviso a guisa 
della lavolc su^eorologicbe^ per lo contrarb nelle sta* 
tistiche pknarie' ¥«ngon0 assuhti in serie piii o meno 
distese per aooi successivi onde scuoptire tendenze 
pill o meno durevoli e modi di agire piil o meno 
Goslanti. Oltrecdb nelle statistidie plenarie lo stesso 
oggctto secondo i saoi diversi rapporti, ora viene rt» 
cordato nella sfera eoonomioa ora neUa morale ed 
ora nella politica e taWolta in tutte e tre perchi si 
tratta dell' asupne e degli usi saoi di fatto che posso** 
no essere vnri e moltiplici. Per lo contrario negli an- 
IMiarj si registmno nella loro nicchia per seroplicc 
memoria e non in Tia di cause assegnate. 

Ora Tengo al sig. Say. Ho detto in primo luogo 
che egli trasandi^ importanti e decisiTe rubriche delle 
quali si dere dar conto negli annuarj. Gi6 vicn6 com. 
|w:ovato dal sempUce confrooto materiale fra le lu- 



Digitized by 



Google 



63a 

briche annoUte da lai a qoeUe inscrile nella nostnt 
tabella. Nello tcritlo di lai si iseoiifaraao e u propao- 
faoole sola legiieiili ctoiz 

L PopdasiDiK natta quala eonpate il omaro dalle 
aataita, dai iiiatrta»oo| a dalla iiH>rti anaomiaiido 
piil sotto da annoUre l'at& dai flMHii a ta a posabile 
la makllia che la cagionarooo. 

U. L' attaosioiia dalla tarra oaltivata a graoo, a 
prato y a boachi , a yrigat in maata erliTa ad in al- 
bari IrnUif ari. 

III. L' anitmaraiiona dai bailiaaia, aoma cavalli, 
atidi 9 mdi , bastia a como , bartia a lana. 

IV. Lo ttato dalle rendite a ipaca pabUfcba. 

V. La aaosuoMziotti a la produnoni annwdi. 

VL Qualcha fttio fiaoo infliiaale MHa aoita dalla 
nauutltay ooma par etaopio, finflnanxa dd faglio del 
botdii ioUa qoantitii di pioggia aeoadula anBmhnante. 

VII. II numaro dalla strada a il loro (tato. Queilo 
dai fiumi a canali navigabili. 

VIII. Il prcsso madio dai prinoipaii oggatti di coo* 
aumauena. 

IX. Lo itato dalla iiDportaakmi ad aspoitttioDi. 

X. La quantity aonuale de mineraii gcayati, princi- 
palmanta del carbon fossile, del ferro, del sale.eoc. 

Ifoi troviamo poi il seguente paaso : » GU annuar} 
» sono aooonci a far cono«cere ancora 1' impoitanca 
n di carte contumasioni che pagano tributo al fiico, 
n cofne per esampio il numaro degli scritti pariodici 
» quelli dalla scuoie naciooaii e partieolari e talvolta 
» altren U numero degli allie^ri ohe;:|a firequaotaiio; 
» i giudisj pronunciati in materia cnohnale ^ a finaa* 



Digitized by 



Google 



633 

» ohe' accidenti rimarclieToti ootte per tsMspio pieU'e 
» cadute dal cielo. 

Si confrontino orft queste dieci rubriche-oMi; quello 
dell'ofiert'a tabella e ai giudiehi qnali e qaaate cose 
▼I maDchioo per compiere un mediocre quadro «nBiM^ 
rio statistico. Si Tedrii difbtti id primo luogo n^n-t 
care tutto il ramo de' migUoramenti t e nilowaliy Mto 
il ramo degli infortanj i tuUo il ramo deiie. tavole 
meteorologiche. Passando poi alle persone. manca ie 
rubriche dei domlcil) accordati ,• dell' :emigrasione e 
delle coloDie. Se poi passiamo ai mwtimenti infhuttriali 
e commercial! tramie gli arrM e ie partente merqaiH 
tili ossia 1' importasione e i' etportasione maiutaAio b 
naore case d' iodustria e di commercio , Je ebnipfi^ 
gnie di assicurazioni marittime, iriuliue e d'infortunii 
nuovi opificj i osterie , trattorse e botteg^ eoe,, ficre 
e mercati ^ corso det cambj e dei fondi pubblid , aL- 
terasione dei $alari di manoM' opera e di altri eervigt 
utili , feicilitazioni di traqporii , fadlitazioni di mano 
d* opera. Mancano pure i daa rami dei soocorsi e della 
polisia medica. Pamando SBahneiite alle adoiii, maHoa 
lotto il primo ramo degli otti privati e, nel seoeiid# 
ramO) degli atti pubblici, noo si parl» cbe deUe con** 
tribuuoni pubbliche e oulla piit £< dunqiie disnostnate 
il primo appunto opposto al sig. Say. 

Fu detio in seooodo luogo che eglt accoke rubri* 
eke tion neoessarie. Tali sono le enumerasioDi sollo 
r articolo Iil> Y e VI. II numero matetiale dei be- 
stiame e la quantita materiide della consumauone 
quandanche si potessero rilevare cod qualcbe appro»- 
•iffliazioae sono £eitti dedii presi per. se: stessi, pei^oo- 



Digitized by 



Google 



634 

chA non pi«e»tano quel ripaftimeiilo e quei possessi 
c ouei commn' equi e tociali i quali si desiderano 
neUt tlrtbtfch*n Ua ooavento pu6 avere molte oii- 
(liaia dt ofpi da bestiame come per csempio ai Mes- 
tieo, seooiufe il nppwrto di ua n^gglmtove, ed il po- 
polo aiMre miscro e non parledpantc. Cosi dicasi 
delk conmnnMirif la quale semaa uo conosdulo ri- 
partidieuto di^ttuto uu &tto cieao 6 perb iaitUle per 
la ttatitliGa. 

Fu detto in teno luogo eaaer? i qualcfae rubrica del 
fig. Smy preienlata aoUo V aspetto neoo prpprio alle 
oiviti tlatistiehe. Tale per esempio • quella sotto il 
mJ^ VL Questo ed allri siniili fatti iono oggeUi di dia- 
aartaMoi soieulifi^ e di argomeiiU dispuiabili e aoa 
di ragguaglio di fatto immediatD ed ioteressaote. Tut- 
t*al piu polrebbero aenrire alle iudusiooi statistiche 
le quali fonnano una parte eonsegueole e aepaoBiU 
dei Teri mgguaglj. 

Se per Avventuni &i dovesce ammettere il YI arti- 
aol0 del fig. Say, con maggior raglone u doyrebbero 
introdurre tutte le induiioDi ecoooiniche morali e 
politiche le qoaii oaicono dai partigoni delic rubh- 
«he positifa, c' aprooo una largbissima oarriera di 
poliliobe oMerrauoal. 

Oiustificati in tal guisa i tre appunti obbiettatl al 
^g« Say, dtbbo ingenuainente diohiarare che il suo 
aeritto nMrita cib non ostante molu gtima e deve es- 
•ere in mohe parti ben accolto daglt intendenti per 
le gtudiBioee osserradoni fatte tanto all' aritmeticn 
poltUca, qnanto su molte superfluity usate nei quadri 
itatistici ed in generale per lo spirito equo e gindi- 
sioso che rispknde in quel piccolo laToro. 



Digitized by 



Google 



635 

TaVBUA DI imit^ABl iTATISTicL 

Sjtzid]fs /. — Delk case. 

I. Rama Pretzi corrtnti di 
a) Materie aUmentarie — (ktinaglie -^ PDtni di 
terra — Frutti — Erbaggi — Sale *:- Pane -^ 
Ova — Latte — ^Pollamc — Oumi di macelb — 
(fresche e salate) — Vini — Liqnori^*^ Aceto — 
OIj — Salumi — Lardo — Burro — Agrumi — 
Medicinal! , ec& 
b ) Materie vestiarie — Canape — - lAno -^ Lune — 
Cotone — Sete -^ Peili ^^ PagUe ~ Pinme — * 
Tele — Paoni — Drappi di seta^ ed akri tessuti. 

c) Materie combustibili per riscatdare td iUumi" 
nare — Legno «— CdAotie S legna e fimile — - 
Torba -» Olio vegetabile — Olio animale e fos* 
sile — Scgb -- feas — ^ Ritaglj, eoe. 

d) Materie per fahhricare — Pietre ^ Hatloni — 
Calce ^^ GeaAo -^ Legname — IWm *^ Rame -^ 
Ferro — Stagno ed altri minerali e atronicoti 
relativi* 

e) Ingrasn di terre. 

a) Goncimi animal!* 

b) Condm! yegetali. 

c) Concimi fbsstli. 

/) Rendite digU fiabUi ^ J>t^ afiMi ^ Delie pre- 
station! degli tminMii di kvoio o di altlraglio — 
Dei noli — Ipoleche di itabiti ^^ Bfttmasione 
opinata dei raoeolli. 



Digitized by 



Google 



696 

11. B«M. aBgjSaramatd ttrrkmat 
a) Bomfkttuotd S Utrau (m 

m colmale ^ ObMdamcflti, eoc.) 
h ) Castnniom — Slnde ~ Pooti — 

Slauofii pofteli — Porti — « FooisBe — Poni 
conwinaK — Gmdotti plnviaK ed c tporga titi — 
Bfnfifu ^- Argim — FortifieaMoL 
IIL B«Do — Inforttmf, 
a) Iseepd^ 
h) loondariooi. 
e) Riiiae — Fme — Tciremoli — TifbiiL 

d) Carestie. 

e) EpisooM — ContMgu 

/) Derastazioni (di bettie, opme locnste bradu, e 

di ttOflaba.) 
g) Naofiragi -*• ATaric. 
IV. Raoio — Tafole meteowJogiche. 

,Sezione JL — DcHe penone. 

I. Ramo — Marifnenio della Popolatwne. 
a) Narate« 
h) MatrimoDJ. 
e) Moiti. . 

d) Dofoicilj accordati. 

e) Emigrasioni. 
J) ColoDie. 

Il» Baibo — Movimtmi induiiriaU t commerciaU. 

a) Arrifi e paitente mercaatili , abritaenti dette 
importauoni led esporlazioni.. . . 

b) Nuoft case d'ioduitria.e di cocniDcrcio , corn- 



Digitized by 



Google 



6Sr 

pagiii« d' •tticnrauoni ntdttioie » Titalizie t di 
infortUDJ. 
c) NuoTi opificj , osterie, irattme , bottegbe^ oca: 

- d )¥wm e* msrciti . — Cono dei oanb| ed«i CmmU 

pubblieL .j • i 

- f ) AkeratioBi nei salavj da loano d'opcca idi altri 

servigi utili, 
/) Faciljtazioni di tratfMrti. .- 
g) Facilitazioni di mano .d* Ojpera. * 

III. iRamo -* Jsiruzione civik e rdigiouu 

a) Scuole, collegi, aocadenMe. 

b) Gabinetti di lettMra^ gabitteiti di atienie » bi- 
blioteche , musei. . . . 

c) Sumperie. 

d) Edizionu 

e) NuoTe cfaiese, oratorji e conpegnie religioMy ^oc. 

IV. .Ramo -^ Socc9rMU , .. . 

a) Spedali per ammakti e meoteccatt. 

&) Oeise di neo^^adi.orJEMlit.ettMiidioanli. 

c) Case daglt espOtti. 

d) Case d'asilo delle partorienki. 

e) Monti di Pieta. 
/) Case di lavoro. 

g) Casse di Rispannio. 
h) Istituti .elemosinieri. 

V. Ramo — Potizia medica. 

a) Nuovi cimiterj. 

b) Laczaretti. 

e) Condotle mediche. 

d) Farmacie. 

t) Guardie di sanita. 



Digitized by 



Google 



IIL — 





€) MelDdi per arfli, 

d) Viaggi idcBlilici e 
r) Larori aecMfeBid • 

lebri, MdMri 
/) tMpotmom M «ti PMif. 
f) SpMacoii direnL 
IL Bmbo — jiui pubUkL 
a) Leggi e rcgobscoti foprsYTcaalL 

e) Cootriboaooi cd altri cacwhi — 



J) AvvniiDcatf mintati — Gocne — P»d — 
Hafettey malriaiooj, morti di Sovtsaiy «b«. 



Digitized by 



Google 



6S^ 
VIII. QuaU essete davrantio le Pard di una Slati'^ 
stica plenaria e come doyrwmo e$sere riferUe. 

BjfPOSTA. 

Tre grand! parti, doTrk comprendere cioi 
L L'introduzione. 

II. II ragguaglio (i). 

III. Le conclasiooL 

» La prima deve essere una occhiata, direm co^, 
M retrospeidvd esprimente salamehte risultamenti ge« 
M Derail. La secooda deve per via di trascelte notiue 
M esprimere lo stato attuale economico, morale e politico 
M di una nazione, seguendo non la classificaxione carat* 
» teristica delle cose, ma le loro flinzioni utili. La 
99 terza finalmeote^ raccoglieiido le risaltante comuni 
j# e riferendole aHo itato normalei doyrk prominziare 
4» giuditj relativi. » 

Cato L 

Awertenze su V tntroduziont. 

Poche avrerteine oceorrono fnir introdu«ione aHa 
Statifttioa di un paese* Quests i coaa giii nota , e la 
sua necessita fu sentita da tsoiti. Essi comprescro che 
Toietodo parlare di uno stato provetlOi ottia gta posto 

^■M !■■ I I III ■■■ ■ ■ , imimiiTIi I ■ I II IIIWM 

<0 lb 1180 a preflerenza delU denominazioae di JUi(gguaf^ 
pcrche da ywk Mcoli coDsaenita nella lingua. liuUana aile oo- 
iiaie cbe i govenii iuliani hcereTano <ullo stato di tin jMine 
dai loro agenti pnbblicif o dai loro Tiaggiatori. Gli Stati com- 
mercianti e il goremo PontiOcio comandavano e radonarano 
difattt notizie, molte delle quali li troTtna stampate e trMca« 
rate. 



Digitized by 



Google 




64» 

toaku I futfi l r smu ^ dB 
qoeita rmtU reimtpeOiifa, Fanmcthi i pnaifi SCali ! 
scffo ad OB tntto? ilo ceftancaiCL Foncccbe Fi 
di gOMN A iiBgv*9 di ccHtnair c qoas dird di i 
000 apioe per coe« >c 'Mff e , iocofpora r e ^ coittolidare , 
e la divcfsila per dmodare , dividere e disdogHeieT 
Foneetbi k propriela stabili non ancora contigoey c 
Doa ancora coUcgate con prediaii reciprod scrrigi , 
poatooo agire e f ul fistoo e fol inonle come in istato 
di predialc aitociazioBeT Forseocfae an territorio di- 
jnfO in pHi princtpnti, pub somministrare le conTcne- 
▼oil risone per le neeeMarie costmsioni e lavori tern- 
ioriali , per la ooamiie ficorezxae per lo sTilappamento 
dell' indoftria, del commercio e dell' istnuione? 

Or bene la rivista retrocpettiTa di on paese nnito 
e eoftUfnito in corpo riaiilafff di nazione, ocMne pure 
dt no aitro o diviso o comppsto di parti eterogenee 
•ara infinitameote feconda di nosi<lni e di massime di 
^cArile japienuk ABpra . paragonando le Stalislidte di 
difenc nazioni ne Mrgeranao lonii di iomma import 
tinaa e di pmtica uUiila* 

« Qucito no» e anoor tulto. Yoi' Tolete oenoMiere lo 
•Uto di ona nAuonc per via delle sue cagionl asse- 
>gBabili» .Qra i vero a no 4jie lo sUto preseole i figiio 
^ell'antocsedentet Come poireste in molte oose ren- 
dere ragione del presente senxa esannnare e rendere 
ragione del passato? Un quadro statislico rassomi- 
glia necesssir^aiiientQ al pittoresco nel quale non ticd 



Digitized by 



Google 



64i 
colta e rappresentata fuorchi una sola ed instaata* 
Bea posnione , nei meotre pure ohe abbisogniamo di 
niolte e successive per rilevare eerte tendenze, certe 
abitodinii certe consegueoze di buooe^ di cattive prof- 
▼idense, di buoni e di cattivi usi che al loro nascere 
nasoondevano la loro buona o malefica influenza. Yor- 
reste fbrse toglierci queste istrusioni T Vorreste forse 
privarci del lume dei passato par giudicare del pi^« 
•ente e impedirci di far pronoslici sul faturo? Dun* 
que ad ogni modo rintrodusione progettata A dimo- 
strata iadispensabile alle statistidie plenarie di una 
natione. 

Ora mi si domanderk quali argomenti si davranno 
asiumerc in gitesta iniroduzione e con quale econp* 
ma dovranno essere esposti. Quanto agii argomenti 
rispondo essere i quattro seguenti, cioA 

L Vicende territorial! 

11. Vicende economiche 

IIL Vicende- morali 

IV. Vtoende politicbe. 

Dopo che nella vostra proposta avrete annuniiato di 
▼oler parlare di quel dato paese: voi prenderete la 
carta geografica modema e ne annoterete la posizio- 
ne, la estensione, la popolazione numerica , la specie 
del suo govemo e la sua religione. Cib fatto Toi aT« 
▼ertinete che in addietro non era tale, e risalendo fino 
ad epoche certo e storiche, direte delle qoatlro vi* 
cende suddette. — Nelle vicende terriionaU voi espoi^ 
rete sommariameote da chi e fino a qual segno il 
territorio sia stato occupato, posseduto, accresciuto o 
perduto. Direte quindi delle conquiste che lo riunirono 

Filosof, dclla Stat., FoL IF. 4i 



Digitized by 



Google 



64ti 

o lo smembrarono per pasam fotto rispettive domi- 
naxiooi lino a tempi prefentL — Nelle Tioende fce-. 
nomiche direte del genere antioo di Tita del popolo o 
dei popolt che abitarono il paese: annoterete se Ibasero 
eguali e fiberi o avessero schiavi e come gli impie- 
gassero. Direte deUe terre ditsodate, dell'agricoltuFa, 
della caccia, delta pesca, della pastorisia, delle cave 
o*miaiere; delle arii e del oommercio per proTredere 
al TittOy Testito, abitaaiooe, istnuione e finalmeQte delle 
leggi relatiTe, sta moderanti, sia tutelari. — Nelle 
▼tcende moraH direte quale Ibsse la religione proles- 
saUiy quail le opinioni ioteressanti , quale la integrita 
o la corrucione, quale la lealta o la perfidia, quale 
la dolcezza o la ferocia, in breve i lumi, le Virtik o i 
viEJ dei diversi tempi. — Nelle Ticende poUiiche fi« 
nalmente dirette dalle di?erse forme dl regime subite 
da un popolo, notandone i caratteri, gli autori delle 
mutazioui, le cause die le prepararooo, i mexzi che le 
effettuarono , seguendole passo passo fino ai tempi ia 
cui le statistiche vengono pubblicate. 

Resta a vedere con quale economia qiieste vicende 
si dehbono esporre, — Rispondo che, veduti i motivi 
pei quali si esige la notitia loro e considerandone Puao 
praticOy dico che nel descrivere tali notitie dovranno 
distinguersi due graodi periodi , V uno aoteriore , e 
r altro posleriore ad una data epoca nota, certa e piii 
decisive per la sorte di un popolo. In Europa la fine 
del XV secolo e V incominciamento del XVI e deci« 
siva in tutti i rami delia vita sociale interna e delle 
relazioni delle nationi fra di loro (i). Nel riferire le 

(i) Vedi. — DelPIndvilimento Italiano negli Anoali di 
•tatistica. VoL XXII, p. io4-iio. 



Digitized by 



Google 



643 

iiotizM dd periddo anteriort bastano aictioi cenni i 
^ali vadaoo Tia via reii%Iendosi meno coufusi e plil 
q)«oifioati ID proponione che disceodiaiuo all' Era 
moderna. Giunta poi [la relazioDe a qaest' Era coa« 
▼ien iiatteggiar le notuie con caratteri piii«peciali di 
modocch^ lo stalo attuale succeda per uua figliazione 
FBgiooata delle paasate eU. — Ecco con quale ccono- 
iQia queste anteri«ri viceode debbooo ettere esposte. 

Capo II. 
Del Ragguagb'o. 

Qui incoroincia propriamente I' opera della stati- 
•tica civile da noi definila n'ella questione IL' Volendo 
in primo luogo sapere le parti maleriali dice che 
ctta deve esscre composta dalle tre seguenti, cioe: 

I. Di una carta generale e sommaria di tulto il 
paese con i relativi quadri enumerativi e comples- 
81 vi. 

Ik Delle carte particolari specificate con t lorq qua- 
dri enumerativi 9 ma rispeitivamente complessivi. 

III. Delle risultanze appartenenti tanto alio stato del 
privati, o«»a delle siogole classi component! la nazione 
quanto alio stato della intiera nazione in relazione, sia 
alia sua potenza e credito estemo, sia alia sua condi* 
sione interna. 

La carta generale e sommaria di cui parliamo non 
i dissimile della geografica che abbraccia tutto un re- 
gnoy^e pet*b dicesi generale. Dicesi poi sommaria per- 
che a guisa appunto delle cifre ultime di un conto 
esprime le riiultanse unite di puro fatto del modo di 



Digitized by 



Google 



644 

esscre e delle produsioni mteressanti del paesc thm 
shidiar si tuole. Questa carta ultima in inTeiuMme 
riesce la prima in esposisione » e ci6 per oonfermarri 
al bisogno della mente umana che deve oogliere 
I' aspetto il piii semplice i il piii compatto. e U pih. 
unito e passar indi alle Tcdote oomplesse^ distinte « 
separate. Che cosa occorre per far tutto questo? II 
genio e ParchiteUura statistica: io TOglio dire, il con- 
cepimento fisiologico mentale dello stato e la esposi- 
siooe fatta coa una data economia. 

Sezione I. — Del concepimento della carta generate. 

11 concepimento mentafe di cui pariiamo riducesi 
a tre massime futtsioni, cioi 

I.® Concepire I' idea della persoaalit^ indiTidua 
della nasiooe. 

a.^ Concepire i mesu neoessarj e perpetui della 
soddisfacione de' suoi yeri bisogni. 

3.^ Concepire le condi»oni deeisive per I'asione 
del suddetti meisi. 

Qui come ognun intende si paria delie Tedute spe* 
dati neoessarie per guidare la mente a ben trasce- 
gliere e a ben esporrc le notisie da coUocarsi dentro 
la carta generate sommaria. Queste yedute servono 
alio statista come al pittore set*ve I'arte del disegno 
e deU' impasto dei colori. II quadro fetto che egli vi 
presenta nasconde, tutte queste cose e altro non ti 
lascia vedere fuorcbe V opera figlia della sua perixia. 

La esposbuone conseguente al concepimento ridu« 
eesi ancb'essa a tre funxioni, doi 



Digitized by 



Google 



645 
1.^ Biferire le droNitanve personalL 
a.^ Riferir^ le. circo^oie localL 
3.^ Riferire ie circostanse regolameniari. 

$. I. Prima aspeUo delta personaUii Uu&fidua Ji ana 
nazione cmle. 

NeUa persona indiTidua di una naaooe civile do- 
▼ete ioifigiqare corpo , anima , vita , funsioni, elk , e 
quindi salute o malattia a . sinii|;liansa di un individuo 
animale. Territorioy popolaziooe e governo forinaaa 
il' corpo, di quesla Da^ione, senzacbi si possa scindeie 
mai la triplice coneorreBfta di ,^este parti. Opinione, 
beoi e fona formano Y anima di questa persona. 

In ognuno di questi motori voi distinguete due 
tenden^ poste fra di loro in un incessante vitale an- 
tagonismo il quale spiegandosi su di una base oo- 
mune che tuiti trattiene i motori e gli contempra , 
produce quell' armonia , quelia vigoria e quel pro« 
gresso che distingue il vero inctyilimento. Cosi nell'o- 
pinione ( che riguarda il conpscere ) Toi distinguete 
I'opinione credula che serve alia dipendensa airimi- 
tasione e alF abitudine , e Topinione ragionala che 
serve alia libertk^ all' originalita ed al progresso. Pa- 
rimenti . nei beni ( che riguardano il volere ) voi di- 
stinguete la proprieta immobiliare che serve alia di^ 
pendenza » alia stabilita ed al riposo, e la proprieta 
iMiustriale e toromerciale che tende alia libertiiy alle 
nuove imprese ed al progressivo movimento. Final- 
piente nella forza che riguarda il fare voi distinguete 
il potere imperante che serve ad unificare ed a .^o^ 



Digitized by 



Google 



646 

striDgere^ ed il poter clvico dbe serre ad addattare 
secoodo It diverse edigenzt senca rompere la sociale 

Da questi intern! principj concordat! in uno stato 
ttormale sorge la tripUce eospira^ne degli individbiy 
det cottsorzj e dei governi nel compiere i' opera soli- 
dale delta pace dell' equita, e della sicurezza sempre 
niai invocaia dagli uotnioi e dalle genti e per oUenere 
la quale iigiroiio ed agiscofao seiiui posa in tulti i 
luoghiy in tutte le etk Da quesia cospiratiooe final* 
mente atteggiata » elevata e perftaonata sorge la po* 
tenta polttica dello stato dr cui si paria nella que* 
stione Vll e che prego di qei richtamare ondecom* 
piere il primo aspetto dalta personaiitk individiia so- 
ciale. 

Gli umant consorzj di cooTiTenza stanno. fra due 
estremi disastrosUsimi. li primo 2 la brutalitSk selrag- 
gia : il secoDQO la schiavitii aggregata. Nel mezzo sta 
ii campo della pace dell' e^uita e d^lla sinhirezza , il 
quale a proporzione che si accosta ai due estremi, oe 
rivesle i colori e le tendenze e fii nascere udo stato 
pih o meno misto. A proporzione che le genti si a¥- 
▼idnano at punto culminante di mezzo , divengono 
pth inciTllite (i). Male i non pr6gredire : pessimo il 
retrocedere. 

Spingendo ancor piil addcttitro^ I'attenzione vol rar- 



(i) A Achiarimento delU idea di incwilimmto , reggati 
qoanto io diui ncl toI. XXtl pag. 35 -3g degli Aniuli di 
Stirtiittca. 



Digitized by 



Google 



«47 
vitaCt t diMi tommi pridcipj della IndmduaUti t deUa 
sacUditi ( la quale in ultima aDalisi altro non £ che 
la ttesfta mdividualUi convcrsa) neirultiitia loro nuditk 
nalurale. Tulta la foadamentale eDergia , tutto il cen- 
ti-o reaJe dei moirimenti sociati sta in questo princi- 
pto* Esso cofttitoisoe la %ns vitae degli umani consor- 
%y Qui la natura oousuioa quella apparente nimicizia 
ohe passa fra le pretete iodividuali e la rooderasioae 
fociale, 'Qui sfogliaodo e raffasEonando passo passo 
1' individuo, trasfoode i diversi poteri nel oorpo soeiale 
e da questa fiisiooe la nionade iudifiduale acquista 
tutta la sua benefica possanza. 

Id questa divisione e ripartimento rispettivo di po- 
teri , ia cui a proporaone cbe Y individuo divie- 
ne meno variaoieate potente e vieppiii dipeadente 
in particoiarei riesce tanto piii padrone e tanto piu 
liboTD in comune, consiste tutto il recondito e roara- 
▼igUoso magistero dell' inoivilimento nonprocurato dai 
deerett dell'aomo, ma dalla ordinazione della natura, 
e dal prooesso pralioo^ lento » invisibile e prepotente 
deila nat«ra. 

rUP atto che da una parte noi veggiamo V amor 
delle ricchecae » quello del pptere, quello deila stima 
tendere mdeftnitamente in ogni monade individuale 
jhI espaaderst e ad assorbire al di fuori le cose ed i 
•ervigi, dall'altra parte Toi Tedete, 'in forza appunto di 
qisesti tentativi fatti nel grembo delle altre monadi 
oonlociate dotate di simili tendense^ rattemperarsi per 
via di riasione il conato di ognuna* talch^ con un 
princtpio unico » semplice ed energico, voi unificatc 
U magistero naturalc dei consorzj^ umani rimanendo 



Digitized by 



Google 



643^ 

folameDte dPumana iodastria T ordinameiito dalk 
foira hnperante. Da oodesta fona imperante la suprema 
natarale proTvidenxa non esiga che un' abituaie mo* 
derazione e sicureiza^ e taKblta soocorao. U crescere 
ed il prosperare della civiltk h opera delb Datura c 
e ddia sola Datura. ATYi«o importaDte k questo per 
lo Statista , oode Toigere le sue ricerche sn i puoti 
massimi dcUa moderauooe, delia sicuresaa e del soo* 
Gorso suddetti. 

§ 1. Secondo aspeito deOa personality inJivUua di una 
nazione civile. 

Fid qui il coocepimeDto dello Statista fii Kmitato 
a! solo a^eito complessivo Mmpltce e proprio della 
Ragion di stato iDtema. HaTri u& seeoodo aspetto che 
dir si potrebbe di ragion civile ^ seaia del quale 
mancherebbe il coacepiaieDto filosofico di uoo stato 
civile. La sola individuiilitii reale edste in aatunu 
Ma qui non si tratta di una ittdividualitli grena e 
selvaggia , ma di una individualitii coltivata ed ai- 
sociata. E necessario vederla come sta, perch j lave- 
ritii storica delle slattstiche consiste in questa cogni« 
sione. La personalita vera del corpo della naziooe 
consiste in lei, ed il grade piti o meno ralfatBonata, 
piii o meno associate, piii o meno variato di questa 
individualitii qualifica quests personalitk. lo mi spiego* 

Siccome coirincivilimento si vanno diramando a 
sminuzsando i poteri reali e personali degli individui^ 
ed a proporuone aumentando ed armomitando i po* 
teri delle societa onde rendere immensa la possanza 



Digitized by 



Google 



«49 

deg^i inditridoi; cml pvfev floVinmiliBictito ft vaniiQi 
diramando e separando le diTorse profaaioai relative 
ai tre poCeri fondameiitali dei beai ^ ddla fiuu ei 
della opinione , d'ond^ sorge i'albero aiaestoso fe* 
oondo e forte delle nammi iiicnvilite.< Al poter del 
beni tu vedi affigKati gli agneollorii i ntanifiiltwieriy 
i ooamercianli •, i ipiaU idiwltenianiente dtGOoapaii- 
gono i rami priaclpdi. Al paM* delh fiona Tedl af» 
figliate le armi OTiche e k araiii oatili , le prime 
aiuaiari alia giiutiua ml aUa tranqtttllila,:e leseconde 
aUa difesa estema. All' opinione tu Tedi affigliati i 
dotti fuddiviti $n tutte le fimak>ni soaiali* Di qua vedl 
cotoro die terrowl al cnito ed alia morale religiosa. 
IK III eolofo ehe aeribno aUa coaservauoae della vi- 
ta , come medici , chirurghi y speaiali , ece. Di qua 
ooloro ehe servooo alia dircsione e aUt difesa civile 
del beni, come i giareconsulti^-gli ingegoeri^ gU 
agronomi , gli eoovomittt ; di la quelli che. aervono 
alia edoeasioae ed amministrasione domeitica , come 
i pedagoghi , i ragionieri , i tutori, ecc. J4a ognuna 
di qnesle dami non enite ni pub agire ni per ii n^ 
per altri se non per meuo del tutlo. Qllrecchi ognuna 
non i che tin getto, o sia un ramo del grand'alberp 
aociale; ognnaa A iostenuta, nutrite, affonata dalle 
akre tnlle-, di medo die .uniea indivisibile e solidale 
m i la poteilxa e Taaione di UStte, sia yerio.Ia vni* 
TorsaUtli dei dttadini, da verso i privati Ci6 che pri- 
aeggia in tvtte , qnanto al meteriale si .i la possit 
^Miaa, e quanlo- al -morale si A il sapei^e ; perchi 
I'uoitNi post! i mtei materiaU tanto pu6 quanto sa. 
Lo Stolista deve concepire qnesto pirospetlbo p^rso? 



Digitized by 



Google 



65o 

Aale prhua di ttemlcptf gli Mlieoli delk cue l-i^ndie.' 
E ttccome deVe per i givdiij tenscgucnli cooosoere 
f atoChnnentonatunile ddle cote, OMi deve dire a se 
ft6sso 7 iqoMta oasioae'non fa seuipre eosi. Quali fuixltid 
)e circostanztt e quaU i modi coi quali prooedetlel 
QiMkle k la Ittuooe pirincipaie ohe Mr ne d^bo? 

^ vefO-D no ohe* qilaoto piiL to it^to i sevapUce 
tairito plii i potert fbndMMf nUli si manireitaup T Col« 
P IneiVilraiento abbiamo unproteaw pi'ogresuvo ddla 
nature; Qliaii tono le dau^tfe ia«odianU e divillaftti « 
qiralft iPim^ saldo di tutU qu^ti lavori? Le riibrme 
de^li Stat) ^igooo ke • ^ognizibiii di .quNU> prooesso 
come neiP agtieoltura »r CB%e la oaigiHSton della ve-i 
getatioi^e. Onde no«r asMMieve le cose troppo.daU^atto 
16 d'ico alio slatiata.-* 

Esaoiioate II Tartaro ooole jh oggi ^ distiato. d«il 
MoQgollo y o ^Americano scoperto da Colombo qua! 
era distint6 dall' llaliano. Awicioalevi a quella i:a- 
panna ; vedete quel peuoo ^di terra ooitif ato aU* intor* 
no, qUel fiarro » quelle stooje^ quel vestitd dt peiii » 
d^aniinali, qUei oaltari ^ ece*- Un nolo e siesso uoino, 
una sola stessa fkmiglia h> tutte quello eose. Qoesfco 
borao e qtiesta famvglia deve anche ooatbaMere con* 
tro le fiere e conlro i iadroai ^ e provvedere QonUo 
ogni occoiTenta. Or beoe , ogoiula' del* mestierit.'O^ 
gnuna ddle fuetsioDt ehe qui vedete .unite » se aon si 
attraverserit la prepoteiiata orla yiolenaa ultrut » col- 
Tatidai' dePtempo li ' di?«deraaao fra molti uomiai, 
Fr^ raoUe fiKttigUe:, Ira molte ckssi , e si &raaoo 
meglio; e di^idendosi daradno.niodo^ra gciia parte dd 
popolo di sussislere per si e,pep aItnit*'Ma oelfar tatto 



Digitized by 



Google 



«5i 
queilo comrerrk m kvopalori stir d'aceonlor « . proci^c;* 
ddrsi wedtto e benefoicaiadagU •Itri., e..quindi per 
Aecessitk dip«Dderie da altri e rioainbiAiv il. b^ne ri- 
etfvttio dalofo. Qaesta dftpendenza ai>4er« ^nto.piii 
ei^toevido quaala pUi le profiMnoiu «i aoderanoo sud- 
divideado^ 

• Cib non i • aMor- tottau Constderando im gro«so. 
mpo di geoli agricqte difoiaale voi vadoU beoA 
peisiklcadi e agriooltoii » ma aon iscoDtvata ni capi 
fSibbrioatorii ui ooaimareianlif ni dotti fonaanti ctassi 
abltualt 'diftliQte. Vadete Aeoaaiiiy Ebrei- che langoiio 
luogo del aeto di maaea; dm' noo otiai una pauona 
la'di xui aorporatura sia anoara. iviluppata a.raoufi- 
aiitagiaBta Talbaro aAluraia a visibile di.iam $aci^t& 
al0fala.r Qnaoi dnsqua aacora la siato. pensonaU 
di ki'; immatqra ia sua aWiUa.| e quindi imparfeUa 
la sua 'posiaiaae. • 

Qhe sa dalla atato paesonala paaiata al trrrttoriala, 
▼al hi qiietta pasitioBe diroaHita noo va^eta ae strar 
daapaitee manteoota', n^ ■ boi^le . ilrequanti , tA 
pahidi diseccata , oa fiumi contanuti , nk canaii scat 
▼ati, vki stauoni postalt \ tna iQaace^ incaatrate. so 
que'«fbrigliat«,iarasle inatpita* lanraoi agrasli^ pia- 
inira soUlaria e sol coiUvate a tpatti saltuarj , con 
ganii le 'quali antra piocoli cercfaj comonicaoo fra di 
toroi talchi coUa sala diftrenza di un vanpacolo non 
si intewdaao soMnbieToknaptc Ndn e quasto un ro* 
OMHiaDj ma iwa dipinlara slorica di malti- asistanti 
paasi. 

ParAgonata qnesto qnadfooon quello delta Fran* 
aia a dalTitalia attaalai a w TedrM assarri.^Mm 



Digitized by 



Google 



6S^ 

^ondiri^iie tmgliore di-tite «hral4 alia .qvale qodk. 
g«iiti poMono col lempo perrcmre. Egli i ireto. die 
M anoora giaodbflo in qtM grado dapcttto deva 
esistere turn ragion sulBoiaite^ e quindi pub aoca- 
dere die ia cootiimasione . dalla wta loro agrasla 
sia dopo akiin tempo fonata: ma nan i meA Tei# 
ehe se tinrii fi>»ata, col creieere deUa popolatione 
dovranno nececattiaiDettte moUiplicarai i kdii e git 
sohiftTi. Lo iteno aTTerra te ie genii .ricadoaoaella 
barbane o6ttie nei paesi del €aaoa«o* Coarmk diak» 
que, dopo di avere assicurata la comrivensa contra 
ie incnrsioni armate, latciar libero il oono delta 
prapfietii e io tviluppamenfeo dell' indastria e del 
talenti peMonali, e poiigcre afoto in quelle parti la 
quail n^ si poMono mi m ddabnmo regoiare dai pri« 
iatt. Qrdioate' epsi Ie cose,, tutl^ Ic; Tolte ebe in 
un date ramo particolai^e , quel tal. uomo si Torrik 
ooeapare e prosperare, eglr oltre ii freno delle leggi 
ieoontrerk necessaiiamenle queUo deUe penone lutte 
coUe quail, deve eonriTere e oontratteie, sotto pena 
di aodar fklKto In tntti i suoi tentativii e rimaoer 
deluso in tutte Ie sue aspettative. 

Dopo queste oonsiderationi separiamo istb che riguar* 
da lo state passato da db che spetta alio stato pra* 
sente. Qui debbiam cogliere Taspetto^ direm oosk^Gi- 
irile della personalita indiTidua deilo atata Tre punti 
cardioali piimeggiano in quarto conaepiaacnta della 
personalitk individua cioi ^ ia. duadinamuk^. la /losss* 
denza ^ la soggetione. Quanto alia dttadinanaa can- 
viene conoscere V atlo espresso o tadto eostitutiTO 
tanto per prestarc quaato per esigere, Quanto alia 



Digitized by 



Google 



653 
poflideim eoDfleA bca oonoqpire le .parti e soprai- 
tutto la possaoza fondamentals.cd . oopulta > la quale 
pari «He radiei ob6 soiteogoiia ed alimeotauo Palbero 
fbma k base matciida di una aasione. i^taowata su 
di un date territorio* 

Quanto fiaalmeote alia soggaione essairavisar si 
deve come Tespressioae del* necessaiio contenpera- 
mento della couTiveua e come un oorrespetliTo di 
utilila e di poteosa, G6 basii per sempUce arviso 
onde oompicrt il seeondo aspe^o di rsigion dvik della 
personalitii indmduale delio slato* lo dovrb rilomare 
piii sotio su quesli tre punti cardiaali. onde iodi- ^ 
care le rubriche suUe quali oi*dinar si debbono le 
infermasHmi. Per ora si rilengano i due aspetti di 
ragioo di state e di region civile suddetti come com- 
ponenti 1' intero concepimento della personalitk indi* 
iridua dello stato» 

$ 3. Dei mez%i enemiali e perpettd di soddisfazione. 

Solto il noma di muki si abbraocia iutto cib che 
h neeessario alia .soddisfaiione dei costaoti bisogni di 
uua nasione civile. In quesia si esigono in primo 
luogo uomini che sappiano rispettare e iarsi rispet* 
tare come si i gia veduto ( Questione IV )• Dun* 
que converrk che lo statista compisca tassativamente 
le competence utili dei federati , si ia relasione alia 
indiTidualitli die in relasione alia socialita. Queste 
dompetenxe ridotte ad efletto racdiiudono in sostansa 
i^meui di soddisfauone dei quali intendo di parlare. 
Ora domando qui in primo luogo ^ quali e quanta 



Digitized by 



Google 



654 

siano qaettt eompeteiMBt. Dirtao Midi Mmt poMon* 
essere ridotte sd effitKK 

' A cinque generi di proprieta ridar si posaono le 
eompeteDte umone i^eeessarie al biioii Tivere cifiie cioi 

I. Proprieta personate. 

If. Propriety reale. 

III. Propriety morale. 

IV. Proprieta di stato doaestico. 
y. Proprietli di stato civile. 

Distinguere e oogliere fiodole di qiieste cioque 
propriety , indagare quale sia il ioro slalo di fttto 
presso di tin dato popolo ondc poi rirerire la notitia 
nella carta geaerale costitaisce la funsione di conoe* 
pire i mexzi essenfiali e perpetui della soddisfioioDe 
di una natione. Qui fiiociamo punto. 

La statistica considerata nella sua indole materiale 
i opera di fatto ^ ma considerata oe' suoi uffici e 
opera di provvidenza ( vedi la questione IV. ). Dun- 
que non pub bastare it sapere se da un popolo siano 
possedute te dette proprieta , ma convien sapere se 
siano possedute net modo ridiiesto datla soddisfatio* 
ne necessaria degli individui e dalla poteuza dello 
stato ( questione VI. ). Questi modi quindi richiesti 
debbono essere preconosciuti ed indi riscontrati col 
fatto. Questi modI costituiscono altrettaote eondizioni 
delle dette proprieta competenti. Ora si domanda 
come debbano essere mentalmente raffigurate e se 
abbraccino tutti i mezzi ricerc«ti della natura. 

Onde rispondere dimostrativamente occorrerebbe 
un lungo trattato. Ma volendo soddisfare almeno in 
via di Programma alia domanda dico quanto segue. 



Digitized by 



Google 



655 

G>in# at tnendo mm ctistooo ch* dati necnintcon 
un dato ingegno/con dati appelitt e coUe date fena» 
eosi pure noo esislono cha dati lacni di oogniakmi i 
di soddisiazione e di stromeoti e qiuodi .data prodtt« 
aiont di questi uomini. Questi mezzi in priiiip liiogo 
sono i poteri di quesU aonMBi diretti da quesia co« 
gnitioniy spinti da questi appctiti ed ajulati da qae« 
sti stromeoti sia natural!, sia artificialL . Quest* poteri 
in quanto appartengono e staono in niano dei rispel« 
tivi uomini assumono il noma di paoraiBTA'. 

Per la qual cpsa noi distioguemmo una propriety 
personate, una ptx>prietk reala, una proprieta morale 
ed una podesta domestica tntte togicamente anteriori . 
alto stato sociale e tutte comuni anche agli uomink 
vivenli fuori delta dvile societa aila quale ognuno 
appartiene. 

E siccome questi poteri o proprietk sarebbero inu-> 
tili o a dir meglio realmente sarebbero nulle se nan 
fossero accompagnate oolta ^pettiva ed inviolala 
suita e liberta e non si potessero difendere e ser- 
bai*e integri al caso di offese , eosi Y indipenden* 
za, la liberta e la tutela egualmente compeCenta a 
tutti gli uomini ed egualmente * inTiolabiii costitui- 
scono le condizioni indispensabili di questi poteri pro* 
pij y ossia di queste proprtetk. Co«i yedesi che que* 
ste tre specie di proprieta unitamente aila domestica 
podesta formano le pabti massime ed integrant! inse* 
parabili e sempre cooperanti della padronanza origi- 
naria e nell' istesso tempo 1' indipendetua, la liberta 
e la tutela egualmente inviolabili ne fomiaoo le coif-. 
nizioNi assolute comuni. La padronansa naturale ri« 
sulta da queste parti e da queste tondizioni. Eccole: 



Digitized by 



Google 



!•* IV mgch re • goikre h propria pcnoiia iUe$« , 
libcm • ttooM da qoalmqiie oSnat e vineolo tutta 
la malta cfae io aon oiEendo i diritti di alcimo , loo- 
cU appallati faoffBor^'^maoaAU. 

3.* Pamdarc e fodere liberi, illeti e sicuri gU og- 
gctti DeocMfj alia numUmm, alia tanita ed 3gU akri 
IritagiM miai ed iooltie, aooesoerli e oommerctarli 
tcasa afleadere V ^nagliansa akrui *, loccki oompen- 
<fiofanitate appellati normmr^' miAUi. 

3.^ Potfedere a godcra intagro , iUeso e stcoro il 
boon oonie a norma del narilo mio ; autrire la cie- 
deoM raUgiofa la pitk acoetta » aoquistare le cogan 
sioni ougbori a eomonicarie Uberamcnte, e oon di* 
•oarreado, loceha tntto Tiene comprafo sotto il noma 
di paoraisTA' MoaAiB. 

4** Unirmi In matrimonio, sUbilire una famiglia^ 
reggeria ad amminiflFarla liberamente, salti i diritti 
dei mambri e la ciTile tutelar lensa che ▼eron pnTato 
pratanda di comandara in casa mia loochi compen- 
diommenta Tiene detignato ool noma di raofRnrrA' 
di iTATO DOMBsnco. 

5.* Qui poi aggtungo: vivere in istato di civile m>- 
cieUi e in seno a quella che mi vide a nascere nel 
di lei grembo o di quella che per un libero accordo 
mi accolse come suo cittadino e godere di tutti i 
diritti di equa proteaione e di soccorso in quaiitk 
di membra privato y locchi appellar li pub fropribta* 
di STATO cavuB. 

Se Toi mi domandaste se tutU gli oggetti della vita 
dvile siano compresi nella fatta enumeratione, io vi 
riiponderei ooUa testimonianta dei migUori codici. Ivi 



Digitized by 



Google 



64i 
yedrete ch« tutli TerMno sui loN cinqiM articoK ora 
anaoTerati. Se poi cousultate i codici crimiDqIi e stu« 
diate le diverse classi di peoe , voi \i accorgete tao* 
tosto che esse si riferiscono alle cinque classi di pro- 
prieta ora descritte. Cosi le pene afflittive corrispon- 
doQO alia proprieta persooale y le pecuuiarie alia rea* 
le y le infamanti alia morale , le interdicenti alia pro- 
prieta dello stato di famiglla e di civile' sociela. Se 
▼oi esaminale le collezioni dellc leggi Vi statueoti che 
giudiziarie , civili , crirainali e di vigilanza sull^ per- 
sone voi tosto vi accorgete che esse tutte si aggira* 
no intomo ai cinque oggetli qui espressi. Se percor- 
rete gli oggetti ai quali servono le civiche prov vision! 
voi riscontrate che si riferiscono alle dette proprieta. 
Se noi non sappiamo quali siano le sanzioni positive 
di tutte queste leggi e p^rb quali ne siano* stati 'i 
principj direttivi , noi sappiamo certamente il campo 
sul quale versano e quindi i confini entro i quali 
sono contenuti. Come nel gettar Tocchio su di un 
mappamondo geografico comprendiamo le cinque parti 
del globo terracqueOy cosi gettando I'occhio sul cam* 
plesso deir ordine civile comprendiamo i cinque ge- 
i^ri di proprieta di cui i composto. 

§ 4« ^o quali suiiidj quesU mevu possano essere 
ridotd ad esecuzione. 

Fu detto che la terza funzione onde concepire la carta 
complessiva e sommaria dello stato di una nazione 
consiste nel concepire la potenza e le posizioni decisive 
per 1' azione dei mezzi delle necessarie sue soddisfii'* 

Filosof. delta Stat.^ FoL IF. 4^ 



Digitized by 



Google 



6$a 

sioni. Ci6 rigusrda in toftaim il come L» 
proprieta potsono «ttere ridotte ad effeito. In genenle 
iappiamo che cib derc es$ere fatto ool eoneono dcUn 
Autorita imperante , e del lociale consonio. Or qui 
si Yool sapere con quale vie e messi si open quetto 
concorso — Rispondo che se pariiamo ddl* autoritii 
imperaate tal conoorto si opera 

A. CoUe Leggi. 

B. Colla vigilaoif*. 

C. G>lla giustixia. 

D. CoUa tutela officiosa. 

E. Col soccorso all' impotenxa. 

Se poi pariiamo del consoruo cooTtTente dieo die 
questo concorso ad effettuare le dette proprieta st 
opera mediante un accordo pratico effettivo ed abi- 
tuale sopra i seguenti oggetti cioe. 

A. Accordo nei meni di aecertamento. 

B. Accordo nel dare i valim. 

C Accordo nel soccorrere in certi cast. 

D. Accordo nell' assicorare la fede data. 

£. Accordo nel rispetta^ la padronansa. 
Di ognuna delle sopradescritte propriety dovra rtn* 
der conto lo statista nel prospetto suo coroplessiTo ai|* 
notando se si verifichino le debite condizioni. CAvcak 
ognuna pbi deve riferire V asione della parte impe- 
rativa e della parte sociale in relazione alle condi^ 
sioni cbe praticamente si desiderano nelle dette cin- 
que proprietii. 

SwziowE IL — SchiarimefUi. 
Sulla proprieta rfale e su quella di state sociale 



Digitized by 



Google 



643 
TengODO da me ristrctti quest! fchiarimcnti onde in«- 
struire il dovuto coucepimento del prospetlo generate 
statisUco. It piii complicatOy il ptii rtdondante, e (dopo 
la costituita societa ) it piti influente meao di soddii- 
sfazione si i quelio detla reale proprieth. Cose, per- 
sooe , auooi si private che pubbliehe si affotlano e si 
intralciano , di modo cbe conviene fare noa specie' 
d' inVentario finito dei beni materiali , indi asse- 
gnare le grandi futtzioni lucrative delta proprieta ; 
le forze produttive cousociate , e distioguere quate ne 
sia ta parte materiale, quale la iDtelteltiva , quate la 
affettiva e come la individualita sia eccitata, itlumioata 
ajutata dalla sociatita. 

Yeneudo poi alia propriety di stato sociale, ognuno 
sa che senza di lei gli altri quattro rami di proprieta 
non sono che iitoii senza forza , desiderj senza soddi* 
sfazione , conati senza effetto. Senza di lei V uomo i 
degradato , ioibestialitOy e schiavo delta forza mate*' 
riate delle cose e degli nomiai. Ma datt'attra parte 
seoza le coadizioni normali di lei uu egoismo indefi* 
nito esercita una lotta disastrosa » ed opinloni maleC* 
che oscurano , affliggono ^ abbattono. II possidente' 
vuol tutto per se , V industriante vuol tutto per se, 
il mercante tuoI tutto per se (i) , il funzionario vuol 
tutto per se. E stccome ognuna di queste classi forma 



(0 Vedi gti Annali di SuUttica, yol. XIV, p. 8- to knche 
nelle Assemblee deliberaoti n manifesta qu^fo i«tinto. Un 
Cftcmpio parlante si pu6 redere nella dirta dri qnattro Or- 
diai 4tgU Stati di Syetta dett^ anno i8i8. 



Digitized by 



Google 



«44 

una parte inportaote dtl tociak consorsio} i 
iiMTveduti maeiCri tacrificaoo il tutto a parti seoooda- 
rie 9 6 spetso a partioolari proTrideoze del pari iai- 
que cbe defoianti (i)^ La proprieta reale non pu6 es- 
ure ordioata e protetta che da quella di stato sodak ^ 
c questa fuorcb^ dali' equa , sicura e libera concor* 
renza (a). £cco il perche credo inditpeiiftabili alcunt 
scfaiarimenti sull' una e sull' altra per il buon oonce- 
piroento delle itetiitiche, 

§ I. Schiarunenii suUa proprieta reale, 

SvL quali argomenti cadec debbcmo quesli schiari- 
menti ? Rispondo che essi cader debbono su i te- 
f uenti 9 doi : « 

I. SuUa clussificaxiode dei beai. 

IL Sulle massifne funiioni compooenti la proprieta 
reale. 

IIL Su il movimento e gli attriti nel di lei esercisio. 

IV. Sulle forze produttiye dei beni. 

A. Classificazione dei benL Questa si vuole Cnila 
e oompleta , perchi k statistica abbisogaa di un fiuito 
c totale addatto alia ristietta comprensione nostra men* 
tale. Tutto considerato, io penso che queste classifi* 
cacione si posia ridurre alia seguente: 

I. GU oggetii godevoli naluraU sia spontaneamente 
ofibrti dalk natura , sia procacciati con predisposiziona 



Ci) V. gU Anutli di SutiUiea, vol. XXIII, p. 33, 34-ai i, ai9. 
(a) y. i detti Annali, toI. XIV, pag. ii3 si i3o. 



Digitized by 



Google 



645 
uaianay ms formati teniprt dalk natnra nal regno 
▼egetabile , aoimale e fossile. 

II. Le faibire godevoU^ otsia le cose utili febbrioate 
dall' umana induttria, sia per rirooiedialo luo, sia 
per la sanitk personate. 

III. I servigi esigtbili da agenti ditersi , tia alia per* 
ftonay isia al lavoro, sia nelle relazioni interessanli. 

IV. Gli stromenti che oomprendono ogni mesco 
estemo e materiale esecutiTO delle funzioni indu* 
striali, 

V. Gli ahiUtanti la potenza personate per la pro- 
duuone, dtffusione ed use dei beni* 

Vf. Gli accertanti che comprendono ogni meiso 
estemo per conoscere la qualita, la quantitii e gli 
accidenti delle cose. 

YII. I rappresenUtnti i valori venali , sia primaria* 
inente , sia subaltarnamente. 

VIII. Gli assicuranti dei possesH e delle aspetioHue 
SI per la conservazione dei primi che per 1' adem* 
pimento delle seconde. 

Sotto di queste otto rnbriche si possono, se male 
non mi avviso, ridurre tutte le cose che Tengono di- 
segnate come oggetti della propriety reale. Ognuna 
di queste rubriche, contiene molti rami subalterni, i 
quali per ben concepire il Ragguaglio, debbono es* 
sere disegnati , dallo Statista a guisa dt manuale e 
di repertorio. Cosi sotto il nome di fatture si affii* 
stellano molte e molfe rubriche che abbracdano tanto 
gli oggetti godevoli , quanto gli oggetti medicinali. 
I servigi sono proprj di agenti animali. Gli stromenti 
formano un' appendice delia forca dirtttriea. Gli abi-' 



Digitized by 



Google 



646 

litanU ii dUttofpiooa dagU siromeiiti , perdii riguar* 
daao il principio della fona. Gosionfibro, ua loca- 
le « uaa itrada si possono considerare come abilitaoti 
r umana potenza nell' etercitar la proprietii reale in 
societa: per lo contrario gli aratri, le fcale, le lime, i 
nartelli , le macchioe appartengono agli strotaentL 

Cbi Tolesse riferire la delta dassificasiooe alle uoMiie 
fiMolta troverebbe die gli oggetti insmediatanieDte go- 
devoli della natura e dell' arts si rifertsoono diretla- 
mente agli appetiti 6 <)uindi al voler umano. 1 aer- 
vigi , gli stroaieati , gli abiliConti si riferisoono alia 
potenza joiziativa ed esecutiva. Gli aeoertanti eLrap* 
preseatanti i valori terTono all' intelligenza ^ sia io« 
dividuale , sia commerQiale. Gli asneuranti final- 
mente si riferiscono a tutte come ■ la terra che ci 
sosliene. 

B. Fumioni massime componenti la proprieii reale* 
Determipate le dassi dei beni a solo lume delta mente 
detlo stati&ta onde concepire un baon prospetto gene- 
rale y conviene fissare i somnii cap! delie Funzioni 
personal! riguardanti la reale propriela. Le cose senza 
ua possessore e lavoratore non sono proprieta: cost 
pure I'uomo seasa oose non e proprietario. Dali' u- 
nione nasce la proprieta realo. Le fonsioni maasiose 
die la compongono sono le segaenti : 

L II possesso ^ il quale inchiude I' acquistare e il 
ffiteaere le cose. 

IL Uindustria^ la quale inchiude: a) Y attivare la 
potenza persoaale a ridurre e ristabilire le cose agli 
usi desiderati, b) e Tappiicare questa potenza a pro* 
durle a a ristorarle. 



Digitized by VjOOQIC 



647 
IIL II commtrcio ^ il qimlc tochiude il convenire 
con altri t il coQsegQare coa dati modi ie cose (i). 
IV. VuaOf U quale inchiude il godere ia presente 
e il disporre per il futuro. 

Qui cade ud' ossenraziooe importante, e questa si 
e che ognuna di queste funzioDi pub costituire , come 
ooaiituisce difatto^ un genere particotare diproprieta, 
come ogDUD vede, peii$aiido cfae esistono possidenti 
iuduitrianti ( scientifici e manuali)^ mercanti e cod« 
samatori , ( vedi qaanlo fu anootato parlando della 
personality indtvidua soeiale ). Cos) i poteri compatti 
del tartaro » si dividono e si duddividono : cosi si crea 
il valor soeiale , personale^ di molti cbe a proporcione 
cadono vieppiit sotto 1' azione delie leggi. Cosi si per* 
fetionano gli umaiii consorzj iiell' atto che si aU6- 
nuano Ie fantasie , e addolciscono i cuori. Cosi si pu5 
qualificare lo stato di civilta di ua poj^olo a propor- 
aione che Ie fuozioni suddetle sono Tieppiii suddivise 
su molti y e contemporaneamente si accrescono e si 
rafBnano gli o^etti abiiitanti , gli accertanti e gli as- 
sicuranti^ dei possessi e delle aspettative. Prego il 
lettore a ben ritenere questi segnali. Mirabile econo- 
mia della natura I Colla limitata potenza iodividuale 
e colla illimitata tendenza a godere , e quindi coUa 
ritrosia alia fatica da una parte , e V operosit^ dal- 
r akra ogni di piiSi si da mezzo a ▼tvere e a miglio- 
rare ad un numero maggiore, ed ogni di p\h allacr 



<0 Vedi la ditpuU 9v\V Idet di oomaiercio nfgli Aanali dt 
Staiiflica i vol. XIII , pag. 187. 



Digitized by 



Google 



648 

dando gK indiTidui coo liocoli aodai, € eolki 

siia del credito perfonale, e ooUa ntBor frwoae di 

potere, la natara consocia TieppHl gli uominl e le 

geoerazioni per reoderle piu instruite, pill edueate^ 

pill utili e piii poteotL Ecoo V EoucAzion vomm 

ce9Ti. 

Uaa teconda considerazione che ti prescnta alio 
ttatista ti i, che la scienza dell' ordine sociale delle 
ricchezze e quelia dei diritti noo dovranao oorai piik 
mantenere la specie di divonio , al quale oggi sooo 
con^dannate , e perb un segnale di un ancor basso in- 
ciTilimeDto sara sempre «{uesto duonio, come lo i 
e lo sara, una legistazioDe non disdpUnata. 

Per ultimo si a^ra osservato dbe io ho distinto I'uso 
dal possesso dei beni. Importante ne fu il motiTO. La 
consuoiazione forma il secoodo estremo della inlenuL 
bilancia econoraica : ma de«sa si i quelia che pro* 
Yoca la prod uzi one , e provocar la dere ool rispar- 
mio. Consumare senza riprodurre forma il precipitio 
di uno stato come queiio di una famiglia. Ma per ri* 
produrre non conviene consumar tutto. Dunque coa- 
viene sempre risparmiare. Ecco perch^ sotto alia ru* 
brica deir uso, io ho posto godere in presente e d£- 
sporre per il Juturo. 

II risparmio per altro non appartiene alia consuma* 
«ione y ma bensi la cirooscrive eutro cerii limiti. II 
risparmio I del quale io parlo qui, non e quello che 
si fa in una citta assediata , o col leva re il pane di 
bocca agli altri , ma bensi quello che deriva da una 
savia economia. U uso dunque moderato , equo eel 
aisicurato dei beni racchiude in cOmpendio i segnali 



Digitized by 



Google 



649 
di una boona posixione economioa di iin popdo. Ifi 
Don maneano i capital! sempre rinascenti. Ivi per oon- 
seguenza non manca V operositii degli induslrianti pro- 
▼ocata dalle domande di consumaton. Ivi non pub 
mancare d' ordinario la lealta neoessaria al credito in- 
dustriale e commerciale. 11 contrario avviene nella mi- 
seria senza speranza, neir inGngardaggine sensa ver- 
gogna y nella diasipaziooe senza previdcDza. Queste 
iono cpnseguenze delt'industria vincolata, ostrutta, o 
scoraggiata. 

G. Mavimenio ed aitriti nelT esercizio della propriety 
reale, — Classificati gli oggetti materiali e determi- 
minate le funzioni personali relative rimane a cono- 
ftcei*e in quale guica possa procedere il movimentQ 
economico influente suU' esercizio della proprieta non 
solitaria, ma esistente e praticata fra conviventi. Qu^nto 
piii si variano e si ripartiscono le professioni lucrative 
tanto piu ognuna , getta le sue radici sulle altre. Ne 
segue quiodi che se nelle professioni connesse acca- 
dono alterazioniy quella che e esercitata da un tale 
ne risen te piii o meno. Una.connessione sistematica e 
sempre piii sviluppata nell' ordine sociale delle ric« 
ch^zze si manifesta a proporzione che T incivilimento 
progredisce. Egli importa di conoscerne la legge onde 
render conto dello stato di un paese. Qui stanno i 
misteri della vita economica, ni i permesso di cogliere 
fuorche risultanze complessive. 

£ impossibile dar ragione dei movimenti e degli 
attriti se non si conosce il sistetna delle forze produt- 
tive delle ricchezze. Questo sistema poi non i conosciuto 
sc non si conosccpo le condizioni decisive della dire* 



Digitized by 



Google 



65o 

Mone bupiui o tristn <S <{ueste tonm prodottiTe^ II 
meocanismo col quale si producooo, si diffoDdoDO e 
fti consumano le riochezce e cos« diverea dalla teoria 
delle forte produttiTe di cui parlo qui. Quel meoca- 
ntsmo noo forma che resecurione, direm co&ii, ma* 
nuale del magistero. Noi TogNamo conoscere i motori 
del la?oro , e da che dipenda la toro buona o mala 
direzione. 

I moTimeoti e gli attriti altro doh soqo in soatansa 
che Ytsercizio delle stesse font produttive. Duuque 
per conoscere la legge di questo roovimetito conviea 
coDOScere le cause determtnaDti o impedienti , o de* 
^iantt r etercizio deite forze produttive. Gonosciute 
queste cause «i presume Y effetto e si riscootra quiudi 
col fotto concreto. 

L' argomento quindi del movimento e degli attriti 
delle reali proprieta resta compenetrato nell' argomeoto 
delle forze produttive. Lo statista per tanto devestuo 
diare 1* ordinamento di oodeste forze per definSre e 
calcolare il movimenlo e gli attriti. Con i misteri com* 
plicatis^imi e variati di. questo moTimento , i quali 
sfuggODO a qualunque caicolo umano non pongono 
inciampo alia proTvidenza. Alia Slatistica bastar deve 
di conoscere le dette cause influenti , onde itusssidiarle 
o non distornarle. Quando paHiamo del movimentOy 
noi dobbiamo formarci pi-ima V idea del normale e 
indi cercare del po^itiTO. II primo e equabile e \itale, 
ed il secondo pub essere squilibrato e funesto. Col 
primo si adempiono le condizioni nomiali delle pro- 
prieta : col secondo si cotitrorertono. Qui cade la men* 
aione dei privilegfy delle reTersionf, dci vincoli delle 



Digitized "by 



Google 



65i 
•oocefiioniy delie maestraose , deila pretesa bilaocia 
oooHoerciale , ecc. eco. 

D. Font produUive . «fei benL — Dopo k noUsie 
di quello cbe h e fu nn popolo si vuol japcre quello 
. che pub essere e fare. Qui parliamo ddla proprietii 
reate ; e per conseguenza si allude a ci6 che in fatto 
di ricchetze essere potrebhe un popolo. Si pub certa* 
mente e si deve dire ci6 che pub fare attualmente 
in yista di ci6 che fa o produce. Ma senza il lume 
di una potenia norinale non si pub ni ben conce* 
pire una domaoda, ni si pub preparare un giudiiio 
Dormale. 

Se voi mi domandate in che consistano le forze 
produttive delle ricchezze , io rispondo che in sostanza 
esse consistono netie cose e nelle fiiozioni componenti 
hi proprieta reale in quanto si considerano comuni ad 
un dato popolo. Ma questa idea i troppo generate 
per il pratioo compmiento di una civile Statistica. Noi 
abbisogniamo di conoscere queste forze non in istato 
di potenza rimota , ma in istato di potenza proasima^ 
ossia di potenza atteggiata dalle circostanze tutte che 
la pongano in atto. Dunque Y ispezione si ristringe 
alle cause uldme deierminanti e dirigenti I' esercizio di 
queste forze per ie quali ne nasce VeffeitOy o buono 
^ tristo per un dato popolo. 

Dunque la ricerca in ultima analisi si concentra 
nel ooucepire e nel distinguere queste cause ultime , 
le quali si presentano come condizioni decisive per 
Tazione di queste forze. Ora si domanda a quali sommi 
capi si possaoo ridurre queste condizioni , t quindi 
quali siano le iicerche da istituirsi« Eccok: 



Digitized by 



Google 



65a 

L Vcdeffv M giTcrificliioogficflran, ovia Jr cm- 
daiam deUa concorrenza ncll^ordkic fociale ddk ri^ 
cbene fecoodo il tenore altioTe tpwgalo (i). 

II. Vedere wt il cono legale dd beni sia o oo aw* 
teotaneo a quella eoiiDDiiirl^ e eamatsnome dt pasaggi, 
k quale dalla fpinta natorale e Titale della vita chrila 
VMue proTocata* 

III. Vedere oome lia sisteniato e goanntito il crv- 

IV. Vedere cone nano misoraCi, ripartiti ed awim 
rati i saiar/ dei iervigi oiili. 

V. Vedere come sia ordiualo e oondotto il tiiteiMi 
dei tribud^ e coom e fino a qual segno aflelti la pro- 
duciooe delle riochetze. 

A quesb qaattro capi, parmi che ridar si possaoo 
le caose iofluenti sulla prodouone sodale delle ric- 
chezse , sopposte sempre le forze territoriali e perso- 
nal!. Ampio e ragionato svilupparoento ocoorrerebbe 
a chi noo eoaosce la scienza deli' ordine sodale delle 
ricchestey ma noa e qaesto il hjogo di discorreme. 
Dir6 soiameote in ordine alia statistica civile che non 
convieoe litnitare le ricerche alia getierelitay ma di* 
sceodere ai particolari. Se esistooo classi prpduttrici 
di beni , vi sono pur classi seoza delle quali sarebbe 
imposstbile di produrre, consenrare e riprodurre que- 
sii benL Tali sono quelle che servono alia sieurezza. 
lo sono lontano dall' escludere dalle classi propria* 
mente produttive quella che instruisce. Oltrecchi un 



(0 Vsdi gU Aaasli di Stetitiioa, vol, XIV pag. \i% a iSew 



Digitized by 



Google 



«5S 
libro e unii fattura coma qualunqaa altra, o^iri utile 
▼erita si pub coDsiderare come un beoe. Un libro non 
serve molte volte a soddisfare ad un bisoguo fisico , 
ma beDsi a soddisfarne uq morale. Sotto quest' aspetto 
e dunque uo bene. 

Le forae adunque produttive degli oggetti inser- 
vienti al vitto^ ai vestito, alia guarigione, all'istruzione 
e alia difesa dovranno essere in particolare ben 
concepite, ben enumerate, e ben riferite^ 

$3. Schianmend suUa propriety di sUOo civile. 

Per ben concepire la pi;oprieta di stato civile con- 
vien proporre la ricerca del come possa essere cos^i" 
tuita e del come possa essere effettuata codesta pro- 
prieta. Benche il bisogno della civile convivenza sia 
per ognuno assoluto assorbente e necessario, cib non 
ostante la sua forma pratica e del tutto convenzionale. 
Di questa oonvenzione havvi una forma normale de- 
terminata dallo stesso bisogno talcbe dalT osservaoza 
o innosservanza di questa forma dipende il buono o 
mal essere degli uomini consociati. Quest' osservanza 
dipende dal Regime pubbljco. Volendo quindi render 
Gonto come stiano di fatto le popolazioni, conviene ve« 
dere in primo luogo quali siano le cose cbe coU'atto di 
associazione pretender pub il privato dal consorzio. £sso 
si pub dire contenere eminentemente e come in noc- 
ciolo tutte le condizioni fondatnentaii del buon vivere 
civile in quanto dipende dair umano consea«o. Dico 
le fondamentali e non le particolari perocche quesle 
dip,endono daU'impero del tempo e della fortuna , 



Digitized by 



Google 



654 

come le csigaiKC delle direne eta fbniMoo k lege 
^efinitira deirindiTkluo. Grare errore sarcbbe diui- 
que co o fondcfe la formA delle federaziooi di ooovi- 
▼eim compoftaU da diveni tempi e da diTeni Iim>* 
gbi coile coodiziooi feodamentali e perpetoe della 
assodaxioiie. 

Se la persona mofale del cooiortio si pub dire iden- 
tica ed imibortaley ctb affermare noo si pub della 
persona direm cosi reale e fisica. In tutti i giomi 
colie nascite e coUe morti, ooU' abbandono dei nostrt 
e ooUe assodazioni degli stranieri si tb rinnoTando il 
personate della federauone, talchi sempre il ^olere 
della Tivente generadone e della pluralita di essa 
forma la legge di lei , e dalle sue innate prerogatire 
trae il titolo della sua conviTema. 

A GuadiTumza privata, Questa forma la prima parte 
del conoepimenlo dell' idea di proprieta di stato so* 
dale come attribusione dell' indiTiduo. Volendone 
conoscere le normali oondizioni lo statista deve ri- 
cercare. 

I. Cone presso quel popolo si acquisti, si conservi, 
si eserdti e si perda la dttadinansa privala che dir 
si potrebbe dUitto di stabile comn^enza. 

II. Se Tassodato acquisti. 

a) La sicurezza delle prime qoattro proprieta 
coUe loro condiiioni. 

b) \\ sdccorso necessario alia mente e al braccio 
dove non giunge la propria possansa. 

c) La tutela mediante le instituzioni e le guarentigie 
eminent! e generali ; e se pari sia il trattaraento <Kmo- 
doch£ niuna parte della federasionej o il tutto siano- 



Digitized by 



Google 



«55 

sagiifioiti ad iina parte parti€olar», na tm^MDUmt nte 
primeggi la cosa pubbiica, 

III. Quati siano i corrcspeUivi ufficj del federato • 
per6 

a ) Gome rassegnar si debba all* impero delle 
pro?e* 

b) Come aflsoggettare il proprio ^lere « q^ello 
della pluralita. 

c) Gome debba asteaersl dal brsi giustizia di 
propria mano. 

d) Gome coDtribuire alle pubbliche necessita, 

e) Gome disporre della sua eredila. 

Altri correspettivi subalteroi e special! esistono ma 
quesli sooo di contemperementOy e trovano 11 loro 
posto nelle instituzioni relative alle altre quattro pro- 
priety. Qui noa finisoe aacora il prospetto da raffi- 
gurarsi intorno alia proprieta di stato civile. 

B. Governo. Si parla di una societa di Stato civile. Si 
badi bene a questa qualificazione. Siccome la natura 
esige conservaEiobe e perfesionameDto cosi esige una 
oonvivensa ordinata e perb unita di mire, di interessi e 
di asioni. GoU'Anarcbia cib e impossibile come e noto. 
Un govemo dunque e tanto essenziale ad un consor- 
zio di convivenza quanto il cervello ad un corpo ani- 
male. Nella proprieta dunque di Stato civile sta in- 
chiuso il diritto di avere un govemo atto a produrre 
la cospirazione suddetta. z 

Esaminando la piii evidente necessity finale si trova 
che egli nella sua eminenza deve essere unito pubblico 
e forte e nelle sue magistrature ripartttOi spectale e 
subordinato al centro. lo mi spiego. La prerogativa 
del soiiMO iMPzao importa 



Digitized by 



Google 



656 

I. Di dw kggi 

II. Di farie eseguire 

III. Di conoscere se Tcngano o no eteguite* 

IV. Di oostringere i contrarrentoii o i negligenti 
•Ha loro otservanza. 

Niuna di queste funzioni pub essere distaocata sensa 
annieoUtte la sovraoitdu Niuna di queste funtioni pub 
essere intralciata da qualunque uomo, corporazione o 
dasse senza rendere ianetta la sovranita. Ecco perche 
il poter sovrano deve essere unito, pubblico e forte. 

Resta a vedere come senza pericolo delia preroga- 
tiva suprema possa subaltemamente essere ordinate il 
pubblico Regime. 

Delia divistone delle magistrature 
in relazione idle prerogative. 

Nel distribuire i mandati goveroativi costituenti le 
diverse magistrature , e dai quali risultaoo ie loro 
competenze, havvt una norma determinata dalla forza 
stessa delle cose , la quale Tiolare noo si pub senza 
annientare la possanza stessa dello stato. Questa nor- 
ma ben sentita dagli stati europet, fu sempre o igno- 
rata o con tray venuta dagli asialici. Que&ta consista 
nel distribuire tra diversi funzionarj o individuali o 
collettivi le incumbenze amministrativey di modo che 
questi siano bensi fra di loro collegati e sussidiati j 
ma ndlo stesso tempo fra loro indipendenti e sola- 
mente assoggettati alia suprema podesta. Per la quat 
eosa la direzione delle armi , dei danari , e il dar 
l^ggi deve essere sempre riservata al sommo diret* 



Digitized by 



Google 



f 675 

tort dello stato , 9 da lui comt d« foete utMca ad 
escliisiTa , deve essere provTeduto ai bisogoi di qua* 
lunque dicastero , i quali debbono dar cooto tanto 
dell' uso del meui pecuniaij e delle armi y quanta 
deila gestione della carica rispettWa. 

Una grande necessila esige cfae 1' ^oittiinistraeioiie 
della giustixia non venga nelle stesse maoi cumulata 
con quelia delle .finanze , ne questa con quella delte 
armi o coll' economico regime, o vioeveraa. Questa 
cumulaiione ioaTvedutamente amoMssa iiegU stati asia* 
tici ne' quali per soprappiii al tesoro principeseo non 
cadono fuorche le rinuinente del pubbtico danaro in* 
Tece di esservi concentrate e dispensato da lui, inve« 
ate effettivamente i bascia dei poteri tulti del prin- 
cipato , tranne V indipendenza di diritto del capo ri* 
coDoaciuto dello stato^ il quale quasi senxa armi pro* 
prie e senza danaro proprio riveste piii il carattere 
di primato feudale, cbe quello di monaroa effettivo» 
In quegU stati non yenne mai pensato cbe cinque 
grandi dioasteri compongoao esftensiabne&te tutta Taffi- 
Biinidtraztooe pubblica di qualunque grande stato , 
cioc : 

I. Quello della proiezione wile detto vdgarmeole 
della giustizia, cbe ne forma la pib yistOM parte, ma 
non il tutto. In questo lo stato civile deUe persone , 
come per esempio , nascite , tutele , odatrimooj , oioi 
lo stato di famiglia, le succession! , le. contiattazioni 
vengono protette nei loro diritU; oosi pure le persoii^ 
e le cose difese contro le ingiurie, e fipalmente ajrt 
valerate le azioni creditofie e di iodenoitsu 1 

IL QucUq delle civiche provvisioiii ; il qitfde ^ecTC 

Filosof. della Stat.^ FoL IF. . 43 



Digitized by 



Google 



us X 

tool* «l gwwigo ^HMto al pY^ P*' ^ 1^*^ 
sons totie isciili , e pob dcre 
ddb pobUictt antonlk L'«mnm 
diftiogiae qacifto rwBO dal ptvoedeate , 3 qule prio* 
palmente tctw Jiilfe penomt^ e che coaloDplMMlo Is 
eofe dirigc V Miooe folk pcnoae. AUe cividie 
miooi per eiem pio appattengooo l€ 
toUe territorwll } e qoiiidi Ic aMtnoiiNu dcile strade 
e la ficofieisa rdatini : i pesi, le misnre, k noiiclc^ 
e db ia liaea di ioeeono. Vi appartcagoao pare k 
pfveamiooi eoatro i BMlori , die fermano k poUtm 
nmUcaf eoatro gli iaeendj, k iaaoadaaooi, k mioe, 
k caiettiei eec 

III. QueUo delk pubbiidBe eatrate detto altrioieati 
tUk fSmafne o eameraU , al ebe ti riferiscono tntte 
k pabfolicbe iiapoMsiaiii , il kro riparto, k kro esi* 
geasa e il kro impiego. Qoetlo ramo ii pob dire 
eninenteaieote prioapeseo , peroocU tecoado tntti i 
prtncipj di buoa diritto e di naa politica, il ooomb* 
dare aoa impotta appartiene essensialmeDte ed etda* 
Mvaaiente alk soTraaitii, e dall'altra parte I'assegnare 
a qoaloaqiie dicattero qael Unto che fa bisogno y e 
cbe non pub etfere ampliato sense di nn indebito 
aggnivio deik popoksioney appartiene eminentemente 
alia taprena autoritk. 

IV. Qaeilo degli ifffiui esien\ il qua! riguarda tntte 
le rekeioni fra udo stalo e I'oUro , nel die ti con»« 
ppendooo per esempio non tolo tntti i trattati di goefw 
ra e di pace, ma etiandio queili che spettaao alk 
reksiooi oomoiercfali e civili dei privati , come per 
aiampio k abolisioni dell' albimggto e k reciproche 



Digitized by 



Google 



•uccetsiotii ie\ sudditi dell'und t delPaltro ttato % 
qiiello delle ipoteche per le contrattationi reciprodie| 
quello delle corrUpondetice , dei oorsi postali , ecc 

V. Fioalmente. Quello della forta armata cooo* 
sciuto sotto il Home di dipartimento detla guerra ^ 
quanto aU'esterno , e di forta armata in generate 
qaanto airinterno. 

TuUi quest! oinque dipartimenti hanno una sfera » 
• direm co^ propria, per cui ti postono ageToimente di<» 
stinguere; e la loro subalteroa amministrasione de?e 
essere affidata a persone individnali o collettiTe 
dtstinte » e fra loro indipendenti e subordinate al su« 
premo ceutro , facendo in modo che nei punti di 
Gontatto o nei casi di bisogno diensi reciprocamente 
la mano. lo parlo d^una cosa notoria a tutti gli statl 
regolari d'Europa. Ma ci6 che piii imporla al btto» 
ordine dello statOi alia migliore amministratione deUar 
COM pubblica, alia sorte dei cittadini ed alia possaoz« 
del principatoi li i che la gestiont di questi dtstintt 
dipartimenti non Tenga concentrata subaltemamente 
come negli stati asiatici i ma venga affidata a mani 
separate le quali sieno tenute a render conto delk 
loro gestione al potere centrale dello stato. 

Si noti bene, qui. si parla di gestione e non di 
semplice ordinazione* Nei ministri che avYicinano e 
circondano il princtpe non risiede propria metite que* 
•ta gestione 9 ma solamente la comunicaxione degU 
ordini del potere centrale. I ministri , a parlare pi*o« 
priamente y altro non souo che Vorgano della supre* 
ma volonliu Pub dunque avvenire , coma di&tti av'^ 
Yiene nei piccoli prinelpati ^ eha un ministro raduai 



Digitized by 



Google 



g|i afiui dt divcrsi diCMlcn, pcroans c^ mm • < 
rorsmo ddrmorilk lopraM. Per lo 
Atkf^o , OB prefieltD , on tnbiiBale» on 

> , I qnali ddbboao fiv ttftgaare le k^ e le 
I , in ogni itato beo oosbtuito, nofi dchiwa 
k ftottioai do direni dip«1iiBcntL 

Tatto 3 fin qui detto Tiene annoCato n modo di 
etemfio m tw pamnente teorioi, per dare nn eenoo 
ddie diTene oompetcufe fistemate aeoonda i prin* 
cipi deile natnraK unitm e ddPeserokio caotdalo 
delk diffene magiftratore. Qra paswamo a Rabriche 
direttamente apparteoenti al nottro argomento , il 
quale versa intieranicote entro la tfera dell'oiditta- 
mento dette Bfagistrature. 

Queste mbricfae apparteogono aUe parti costiluenti 
di ogoi compartimento ^ etprimono i requisiti or* 
ganki deUe magistrature k quali presiedono al moTi* 
nento giomaliero degK afiri e deddono del oorso 
pratico dei medetimi. Qnesti requisiti si potsono rife- 
rire ai seguenti capi doi 

I. L' ahilUazione. Sotto di questa rubrica cadono 
le seguenti rubriche riguardanti. 

a) La capacity ad essere nomiDaCb ai dato miDi* 
stero, alia data magistratura, o -al dato impiego ri- 
sultaote dalle qualita dvidiey dviliy o di £imigiia, ot* 
Tero da una data posuiooe gerardl»ica> o dal dato 
grado di studj e di pratica del funsionario elegibile. 
La compatibilitiii o 1' inoompatibilita di certe lunuooi 
code in questa parte (i). 

(i) CapittUwiaia ndla Ragioa di Ststo si e que$ta robrica. 



Digitized by 



Google 



677 
h) Le forme della nomina, e gli atU precedeDti* 
al possesso della carica o dell' impiego. 

e ) Gli ostacoUf o impedimeoti onde €ODtinaare in 
una data carica, mtnistero, o impiego, e quindi le causa 
della sospensione o rimoziooe. 

a. V assegnazione ddU attribtaioni, Sotto di que- 
8ta rubrica cadono gli oggetti principali , ai quali il 
pubblico funzioaario deTe in Tigore del suo ufficio 
soddisfare. Qui con?ien richiamare quanto iopra fa 
detto suUa triplice relasione di ogoi funuonariOy e 
sulle competenze. L'indicaaione particolare delle aUri« 
t>uuoni Tiene opportunamente eseguita nel trattare ia 
particolare delle gerarchie amministratiTe. 

3. Le onori/icenze. Sotto di questa rubrica cadbiio 
le disposisioni riguardanti • 

a) I distintivi esterni dalla carica , o tutto il cor- 
redo che senre di decoro alia medesima: nel che si 
comprendoQO i titoli^ 1' abito di cerimooiay il seguito ec, 

b ) Tutta la materia delle precedenze gerarcbicha 
nell' esercizio delle pubblicbe funzioni. ' 

c ) Tutti gli onorl cItiU e mili^i i die compe- 
tOQO alia rispettiva carica; locchd i compreso sotto 
P unica rubrica del cerimoniale. ^ 

4- U ordine intcrno. Sotto di questa i*ubrica sono 
compresi : 

a) L' organizzazioae interna del rispettiri ufficj. 



Se la camera sta o no libera al merito ciyile ; te a qactto 
solo sia riseirato il primate , forma la ricerca Titale dett^ am- 
fttinittratiTD j organismo. 



Digitized by 



Google 



efo 

ipctlaaCi alb date mag i ihat ara o caries, la qnalila, 3 
BOOicrOy e k fimiioiii dcgli iinpiegati. 

b) U ordioe dd larori pel dkimpcgno dagli a&ri^ 
per k oorri^ondenia affidale, e per ogo' allro og* 
getto d* officio. 

5. Le jpeie inieme. Sotto di qoeste nibrica si ooid« 
preaaooo. 

a) \J attegno degli appuntameoti persooali dei 

rispettiYi AiBtioiiai*] ed impiegati. 

b} L'astegoo delle altre spese d'uffida 

c) L'ispcnooe per Terogauoiie deU'as>egoo sud- 

deltoy e quiodi 1' ordine della cooUbilita iotema. 

6. Le relaxioni gtrarchichc SoUo questa rubrica a** 
dono le disposisioni orga niche riguardaDti la corn- 
spondenta coUe rifpetlive autorita si drlla propria ge« 
rarchia, che delle altre per quanto spetta alia eonipe^ 
tenia, ed alle necessarie relaiioai ufficiali. 

7. La garanzia di siaio. ScUo di queste rubrioa si 
abbraeciai 

a) L' inviolabilita del fiinaionario pubblico per 
certe funxioni , o per 1' esercixio delle medesime in 
quanto non danoo risponsabilita, 

b) 1\ foro privilegialo per tutti i &tU, che danno 
ritponsabilitii per i'esercitio delle proprie funzioni. 

c ) La procedara autoriizata , ossia con prece« 
dente autorinaiione a tradurra in giudizio, o as.solu« 
tamenle per tutti i fetti d'un funxionario pubblico, o 
ioltanto relativamente a certi fiitti relativi all'eserazio 
delle sue funzioni. 

Queste sooo le rubricbe perpetue , alle quali si 
pu6 ridurra ogni disposizione di leggi, e di regola* 



Digitized by 



Google 



66S 
nenti rifuardanti il persooaU dclk pobblica'^ aonni- 
tiistraxioDe. 

Fid qui ho parlalo delle principalt Tedute occessa^ 
rie per ben ooncepire la carta geoerale a tooimaria 
di una Naziooe vWente sotto un civile go^erno om- 
mettendo molte e molte particolarita piti faciii a in* 
dovinafsL Oiii mi resta a parhre della EapoanuoRi 
dalla carta geoerale. 

SEZionB HL^^DdPespo^hiont delta Carta gtnenale. 

Due atpetti e quindi due parti deve «¥cre:la-^rla 
generate formanteil primo ragguaglio. II pcnm6«as^et- 
to deve essere assoluto, osfia di ragion di\siai0i il le* 
condo reiativo alle cinque proprieta ebnkuui a tablte 
persone e poste ncl niovimento della convtvietezai os- 
sia di ragion dviea. CoUa pnma tn i*endi conto di 
cib cbe spetta al tutto insieme : ooUa scconda l*<ndi 
conto del oMne - musitjtano, del conie agiscano i di^rsi 
oeli» le vivano icon siciirta&B tesiauo prbt«lt)'«>«t tia« 
no looconi. Senta qnesta doppia- esposisione 2 itnpoa- 
•ibile la seoperta deUe oagi'oni del' dato • tnodp di vi- 
vere e delle disposicioni e dei varj fenomeni cbe av- 
▼engono ndla vita di uno slato. Avr«m6 qtiiiidi' ' 

I. Un ragguaglio generale in tenso assblutOS ^^^ 
di r^gton di staia. IL Un ragguaglio generalle' in sens# 
valativo i ossia di rafion d^ca. - i * ' ^ 

§ /• Del ragguagUo gtnerale in senwo a^sbluio ,' 6$^ 
aia di ragion di stato. Qui fi tratia di detcH^era la 
'Pkuoua della naziooe colftuo eapo e colle sq« mem** 
bra: dopo ai dirii de'auM nieaii di ben vivar*. 'lb 'qift» 
fta parta dunqna .' . . ^ . 



Digitized by 



Google 



mtm0 dd Brggimtmio pobblico di wmo ttalo. 

Al pnoio i dettioata liitte U f uaidwa ^ovcnnirra: 
ah saoondo lo stalo organim del popolo vd quale pn* 
■wggia il Manioipale. Tatta qnesta leiaoBe dd wt^gt* 
neoto pubblico si poira dividere. is due Bmik V oaa 
intJtolata Direnone Sovrana^ e I'altra Posaione ciidea, 

▲• JKrmott0 Sovramu — Dopo delf EaiiiiaBBa di 
cui topra si i fatto parola , si eqK>rra rordinamento 
di.ifuaifaidireiioae riepetla 
' L »Alla |N)Dtesioiie dTile« 

IL JUle pepTvisioni ctvidw. 

• IIL Ai. tiiboli. 

ly. AUa ibna annata. 
Y« Agli a&ri etterL 

• VI. t AUa provTideitte s t ia oc di narie, 

, Tulto cib che ri^oarda la ri^ettiTa potenia cstema 
deriMQla.deUa postaoia pecnbaria miUtara iedeni- 
.liva a 4el credilo.di consideraaione e di confidenza 
4»idHi apoaUiieameDtto satto rargoinento degli afl&irt 
asleri. 

Pil6. aceadere • jQoaie 4K:oadi«.d'i ftitti die i sei o^ 
^kli apparteoeati aUaaaouniatstratioDe taprema iren- 
^po .nflEUWi .o uaili o divid e .iuddhrisi a dati fun- 
zionarj ma ci6 dod o^laote sara doveve dell'csposb- 
JU>re di^diMiiignenli ta se.tftessie dire in quAU *niam 
.^ianq . riposti it. eao»a emm^islrati. Ci6 oadra ndle 
aUrUftn^ni d^irispettiMifiiiiBioaarj di cai sopra n e 
|«tU .imr«U. I U^mealie te Joeampatabilila prodii>- 
cona gli attriti governativi. . . , . - 



Digitized by 



Google 



68f 
B. Posi%ion€ civica. — Primo. Si passen a descrifere 
il sistenia deirazienda civica esponendo la parte ai^« 
Dica e la parte amrointstrativa. II listema municipale 
forma la parte la piin visto«a« Le oomuiii 4lanno a)lo 
stato come gli individui alle fSuniglie. Esse formaoo 
le vere unitk , dii^em cosi^ primitive del puU>lico fia 
materiale sia morale. 

Secondo, Si descriverk il personate del Popolo ne' 
suoi ceti y ne' suoi modi di viTere, nelle sue opinioni 
iDteressanti nelle sue inelinazioni^ nelle sue abitudini. 
Terzo. Si esporra la sua posizion territoriale e per6 
si dira della distribuzione della popolazaone, della sua 
liduzione a coltura , ad abitasioni , e delle material! 
▼ie di comunicazione. Qui cade la meniione dei luoghi 
dove si esercita un genere piii che un ahro di indu- 
stria o di commercio nel che si distinguono le capitaM 
i oapi luoghi y ed i porti di mare. Rappreientanza , 
Posizion personate y Position territoriale costituiscono 

la POSIZIOITB CITICA. 

-Awertenza, 

Avvi una Topografia statisiicaj ma quesCa deve 
avere un aspetlo diverso da queUe delle geografie e 
geoldgie. Gli espositori delle statistiche non faanno 
pensato che se la geologia , la botanica , la zoologia 
faanno un oggetto materiale comune coUa statistica , 
esse perb hanno il loro o^tto hgico e tecnico che 
le distingue e le qualifica o le simmetrizsa in una data 
maniera. Ogni scienza consiste nel conoscere cib che 
iwgliamo sapere nelle cose e non nd conoscere iutlo 
ci5 che esiste nelle cose. Questa distiaaioBe non co* 



Digitized by 



Google 



ftOMiuta dagli flalUti ha gettato nm loro prospetU tm 
afikfCeUamento oodvo , ncU' atto che ha fiiUo trasao- 
dare V aipeUo proficao. Se oelia geografia, oelU geo* 
logia, DcUa botanica noi ineoounciamo dalla natura 
etteriore per Tenire ala mente dell' uomo ; per lo 
eoDtrario nella statistica noi dobbiamo iooomiociare 
dalle esigense dell' nomo per Tenire at meczi di sod* 
ditfaiioDe pill o neno preparati e MNnaiiiiislrati dalla 
natura. 

Hi vale il dire cbe la mira per cai ti proeede a 
•egoare qaeste topografie si i appunto Tinteresse 
ttmano a?TegnacbA li oonsideraoo i particolari fisici 
per la loro prossima o rimota ioflueoxa in bene o 
in nale tuir nomow — ▲ 016 io ritpondo. 

Primo. Che queste influenxe mdo ipesso disputabiU 
a GODgetturali. 

Seconda Cbe molle sooo irreformabili dalla umana 
polenta ; e perb rimangono come oggetti di mem 
curiosiUu 

Terao. Che roolte e molte non etigono alcun uffi- 
cio della lociale autorita e perb sooo fuori della sfera 
delle Teramente eiviii statistiche. Se Tesseota di rose 
di AifHoa i migliore di quelle di Europe; se una 
droga medicioale • di tiutura i migliore di un'altm 
forsechi si poira esigei*e tin ordinaoca pubbliea per 
procurarla? Aeeordata e assicurata la liberta di oom- 
meroio tocca a cbi ha interesse a coaoscere e a pro* 
eurar queste eose ; e la pubbliea autorita iotervenir 
non potrebbe se non incompetentemeote. 

Quarto. Che a molte topografiche csigeuse gU no* 
mini si aeao m odano da s4 #tessi senxa bisogno dl 



Digitized by 



Google 



667 
•tiggerimenti i m cnaDgiano quando hanno fiini* e ti 
cuoproDO quando banno freddo, essi pure accendono 
il lume quaado manca ia luce del gionio, ni havTi 
bitogno di muurar Taltesza dei moati par farii ao 
corgere dei loro bisogni e provTedervi come si pubw 

Quioto. La geografia fisica, la geologia, la bote* 
nice , la zoologia , la cogoixione deUe acque teroialii 
e mineral!, ecc. sono cose ottime ad easere couosciute 
dallo itatista e sono ausitiari alia statisticn civile, nna 
desse Don debbono in massima foraiar parte della di 
lei esposiuone , e perb la loro fisica influenza sul 
bene o mal essere umano non pub senrir di pretesto 
per iotrodurle nella delta esposisione. 

Domandar duoque deve lo statista di quali beni o 
spontanei o coltivati e fatti crescere dal territorio uai 
un popolo: se abitualmente ritragga dal sua territo- 
rio il bisognevole per la sua snsststenza , per la sua 
difesa e pel suo coinmercio. Che se si vedessero da 
un dato popolo o non conosciuti o trasourati certi 
oggetti di sussistenza , di guarigione , di difesa esi« 
•tenti nel suo territorio lo statista annotare gli deTe>^ 
ma non roai iocominciare dalle rimote enumeraziooi 
scientifiche. Qinvien veder le cose nell'uomo e col- 
r uomo , e oogli usi e le potenze nmane. Tutte que- 
4te cose per altro non si debbono rammeoorare nel 
nigguaglio generale fiitto in sense assoluto ma tra- 
sportarle al successivo in senso relativoi Kel prospetto 
dunque generale in senso assoluto bastira rispetto al 
territorio riferire. 

a ) La Jistribuvone delta popdtmone sulla sua su« 
perfidy, rispetto alia citta ed tile eampagna^ anno* 



Digitized by 



Google 



€S4 

taodo i ffiaggiori eentri di indnstria • di commercia. 
La capitate dovra essere segnalata* 

A) La riduxione a coliura^ e quiodi la quantita 
sotninana della terra noR oolliTata , disliaguendo la 
eoltivabile daUa non ooltiTabile. 

c) Le comumcazumi sia per terra che per acqua 
Ira le diverse parti del territorio col distinguere i 
pnesi mancanti di tirade, e rendeodo coDto delle pra« 
ticabili e delle bod praticabili, delle mantenute e 
traicurate sense entrare oelle secche enumeraziool 
della topografia e facendo prevalere Tiste economiche 
« politiche. 

^ ) Lo stato detle frontiere j dei porti di mare , 
delle biiee oDiiitari, e doganali , nei loro rapporti di 
CQstodia e di difesa. 

c) La iahella dtUe distance daUa capitale^ ripor* 
lapdo quella delle distance dai capi luoghi subalteroi 
alle carte partkolari. 

f) Giudisj acoertata suUa fertilita maggiore o mi- 
-oore del suolo e su i generi cbe maggiormente gli 
sono appropriati. 

• 
§ 1. Del riigguagUo generate in sento relaiis^ 
ossia di raff on cmle. 

Avi^ertenuL Questo ragguaglio in sen&o relativo co- 
me deve esser esposto? Nello stato connesso e conti- 
nuo della peiiona vivente malagevole e afTerrare un 
capo filo, e rtdurre le nozioni ad alcune funzioni ca* 
pitali. Le cinque proprietk ' perb comprese iii rela- 
aioae deHa region di stalo e della region civile ap- 



Digitized by 



Google 



685 
plicate coUettivamente ad una nasionc sembrana ati« 
hire gli argomenti delP esposizione oompetenii ad un 
ragguaglio filosofico-statistioo di una ^ nasione inciTh- 
lita. Conoscere Vessere e U fare^ ed il perehh di que* 
sto essere t di questo fare di ua dato pdpolo ^tan» 
ziato e invente in chile consorzio forma lo spirita 
Tessenza e 1' indole dirb cost metafisica delle civtii 
slatistiche. 

Ma siccome h\ mol oonoscere tutto questo per 
poter fare o per poterti astenere dal fare, rimetten* 
dosi alia provTidenza naturale , oosn Doi dobbiamo 
modellare la esposiuone tanto in relacione delle eai* 
genze umane quaoto in relazione dei doveri della 
societa. Qui una costante esperienza ci istruisoe cbe 
oltre il campo delle cinque proprieta, gli uomini, la 
societa ed i goyemi non estendono la loro azione« 
Dunque possiamo essere sicuri di abbraociare tutd gli 
oggetti competent alle civili slatistiche. 

Ora rimane a vedere in qual modo procedere si 
debba in questo ragguaglio in senso relativo* -^ Due 
▼iz) conviene evitare. II primo Fommissione di cib cha 
e necessario : il secondo la posizione di cib che non 
compete. Una nazione incivilita , non i una popola- 
zione di PeruTiani primitivi o di Guaranesi - ai quali 
sia necessario di insegnar tutto e distribuire V opera 
giomaliera per redimerli dalla vita sekaggia. Dunqua 
le notizie statistiche debbono versare non su una pe- 
dagogia civile ma solamenie . su le cose di compe^ 
tenza sociale. 

Dunque in ogpi uomo, .in ogni famiglia, in ogni pi> 
vato consorzio dobbiamo riconoscere una data sfera 



Digitiz'ed by CjOOQIC 



6jm 

•aa propria • laMiar lofo il cuico dl procofuiri «« 
da to oorredo di oogniiioiu • dt indiulrie nelle quali 
fton ctiendo ad altri permatio ni di por maoo , vi 
dovere di dar maod , rimaogooo fuori del domiaio 
delle ttatiltiche. lo pario di ttatistica cmle e noa di 
•taliitica ieenica o pedagogka* Fu avvcrtilo di sopra 
di Don tubordioare la ftlalislica ai rapporti &ici as- 
•oluti esifteati ia natura ma alle uoiaoe esigenze. 
Or qui cade una distiosione decistva per V esposisio- 
ne. Vi tooo e»igenze di ragion pubblica ed esigente 
di ragione privata per ie quali la potensa sodale 
prestar noo dere fuoreh^ incohimitk e sicurezsa. \o 
non creder6 mai di dovere mangiare, dormirey cam* 
ninare io una maniera regolameatare ; come nem« 
neno ehe altri mi Teoga a preparare il mio pranto , 
asMiUare tl mio letto e pulirmi la mia stanza. Cib 
poito fe pariando di un paese e rendendo conto di 
quello che cade sotto ai tensi io dico per esempio 
che in Ajia si fit uso di turbenti edi larghe tunichei 
io non sar6 percib obbligato a oercare coUa lantema 
i dati onde sooprire Ie cause e i modi di questo uso. 
All'opposto io cercberb tl perchi dello sbrigliato re- 
gime e dello ttato stacionario di quel paese. 

Taluno ha preteso cbe Ie statistiche debbaoo ser- 
me anche a viste prirate, e perb che addurre si 
debbano dati ad uso anche privato. iDteodiamoci 
bene. Se mi parlate delle generali lo concedo: se della 
dyile lo nego. Quanto a questa V economia ruralc 
privata, la manifatturiera, la mercantile possono essere 
agerolate coU' instruaione ; ma non debbono formar 
parte delle statistiche €mtL Esse possono esser fatte 



Digitized by 



Google 



viella loro specialiU ad uio di dii d« abbitogna ma 
entrare non possono in una civile ttatistica ad uso 
del regime di uno stato. Perch^ Ja miglior iralonea 
8i trova nel dato paese dell' Asia Minore dovrk forse 
lo slatista insegnare i oontrassegni di qucsia valloaea? 
Lo stesso dtcasi di qualunque altra niercanzia. La-* 
sciate cbe il iDercaDte, il chimico, Pagronoroo ed al- 
Iri procurino le notisie relative alia loro professione » 
e voi limitatevi alia igiene civile. Dove la leggc 
sociale esige d'interveoire e dove e quando deve soc" 
correre , o asteoerst , ivi sianno le topiche statistiche. 
Superflua ^ la ricerca delle cose che non ispettano 
al regime dello stato sia per astenersi sia per agire. . 
Improba ed impraticabile i la fatica di radunare sia 
le tracce delle cause naturali irreparabili , sia le co« 
gniaioni di uso esclusivo privato. Lasciate alle indu* 
ttrie private la cura di iustruirsi e di speculare coma 
i di diritto e studiatevi invece di notare i fiitti del privato 
predominio, di segnare il sistema delle funzioni eoono* 
micbe e morali cbe non offendono la giustitia e non 
minacciano la sicuretza, in breve restringetevi alia 
igiene dir5 cosi civile in quanto compete alia socialitii* 
Con questi limiti di ragione ognun vede che la 
mole sterminata delle tavole enumerative viene in 
gran parte scemata e le statistiche veogooo confor« 
mate a quella facilita di regime che forma il maggior 
pregio del vivere civile. Gli elementi della potensa di 
uno stato sono complessivi; ne abbisognano delle in* 
finite minusie somministrate dalla chimica dafla geo* 
logia , dalla botanica , dalia idrometria ecc. er^. Pre* 
messc queste avvertenze passo a iudicara a jaodo di 



Digitized by 



Google 



688 

Cicp pio chc eoM cspom li deblM dm b pro p t i e ti i 

penooftle c parte ddia reale. 

B. Ragguag^ circa la propneti ptnonale, — JUL 
nf guagiio io leiuo asiolato sara gia state caposlo 
totto riofieme del penooale del popoio distinto nd 
tuoi oeti e neile sae profienioiiir Ore noa a tntla 
di Tedefe fuordii le oboostabss che rigoaadano k 
proprieiiL personate. Dird dmuiiie deve Io statista se ia 
quelia naaone d verifidiiiio o no e €iio a qual se- 
gno. E perk dira 

L Se nello stato penomale twite edsta parita tra 
pnratt o se pure ti sia sdiiadtii o servitii di per- 
sona a per s au a , di per s on a a cose , o di per sona a 
territorio f^ di persona ad ofBdna. 

IL Se r ineolumiid personale da abitnalmente di* 
fesa d per legge die per pratiea e quindl rendeim 
oonto del relativi delitti che nd corso di trent^ asiii 
avvennero e ddIa vigilanxa e delle pene. 

III. Come venga opentto dd pubUico net can di 
miseria di infennita di epidemie e di altri infortuoj 
persoaali e per6 quale sia il sistema sanitario marit* 
timo e contineaUle e quali i soccorsi dt altro ge* 
nere (i). 

IV. Come venga aniivenuto ai plagi, alle redtisioni 
per titoli simolati di pasda, o per arbitrarj atti pri- 
vati: o per sedusioni , o per violenie alia liberta , al 
padore o per farsi giustizia da se ecc 



(i) A quetto articolo servir 'possono le Kubriche registrar 
•otto il IV Ramo delta Sezione II iniitolata ^ellc persona 
Bella wp^a cspoita Tabella de^ €umuaty statitticL 



Digitized by 



Google 



689 

V« GodM le procmhtre ndie quali ficn eolj^ta la 
penofia giano accerlate e cAUtBi^to." 

VI. C6aie.il servigic mSkaro sia ordiiiato» 4iisc»plt« 
luto ed eseguito in relatione all' arruolamenta e at 
vinooli pcvscpalL 

YIL Gome in.pattato a Teiificaroap leoondiiaooi 
area gli articoli antecedesli a percbe in caao cia«i ean* 
g»to. 

C Raggitof^ area, la proprwA teak. '•^ Primo 
Oggeito herd immohlU, 

Ommesso tutto c\h cbe appavtiaaa alia geografia 
fisioa y cd alia rurale eeonomia, lo stalista restringera 
fi deve ai soli articoli rigaardanti la diraitooe legitti- 
ma moderatrice e correttrioe. Inconiinoiera duoque 
lo statista dall' esporre le circNistenEe dei beni immo* 
biiiari a dira. 

DeUo Hato del dominio degU stdbilu 

L Come siano ripartiti e potseduti i beni stabili 
lanto in ragione di eittn«oiie quanto ta ragione di 
godimento (i). 



(i) Un tsempio di godimento parteggi«to, c quindi 4i do* 
ninio fiiUhaeBte diiperto si pa6 yedere nelU Sicilia, come fa 
aooOinAlo nrgli AoBali di Sutialioii, irol. XIX p. 91. Per lo con- 
trario il aistema emfiteutico, conridcrato come processo di tran* 
aiziona Cra la aopravToaaU bar^arie e la moderna m'Mk ciiro- 
pea y meriU in maaiima V attenuoae ddlo StaiisU. Ceoni fug- 
giti?i ne furano dati nei deiti Aoaal^ (V, ?oI. XXI pag. i93» 
ma sopra tiUtp merita di eater letto il libiv del fig. avroaa^a 
Filosof. delta Stat.^ voL IV. 44 



Digitized by 



Google 




«9o 

IL Qmnta pttte m 
e qaaoU aldcaMMMopiAblko^ i 
•le oorpornoni , € agli 
fenere. 

III. Se esulooo Tinooli di lereraioni , 6k letntto 
di sottitauow , di amoMMliziaBOiii , ed aitii amili, 
e sc le eorporasioai, i oooMmi , gli stabilimcnti pub- 
blici postaoo acquisUre o alienare stabili seiua per- 
.nMtso della pnbblica' aotoritk Se il potsenore aftui- 
cere si pofta. 

IV, C!oiiie i pouem qaeoto el titolo qtumlo el i 
po e queoto elie faoolie di emmiiiislrare tteno 
curatiy e quale iia k quota legittima agli credi 
ferjy e se niaichj t femmine egualmente soooedaiio (i)^ 

y. Quele sia il sUtema della oottfioasuMie dei pes* 
Mggi degii stabili e delle ipoteche, e delle alicoaiioiii 
fonate. 

VI. Se e come siano abilitati gli stranieri ad eoqui- 
stare beoi stabili. 

VII. Se e.«ista imposta prediale. Come sia fondata 
e ripartita. Quale oe sia il maximum fissato per si* 
sterna. Come ed ia quali specie Tenga esatta. Se ohre 



GmoLMMO Po<h;i, tosctno, iatitolito Saggio di un TrtOitno 
Uorieo pratico sul sistema iH>ellare secondo la LegisUwhne e 
Okirisprudrnza Toscana. Firettze 1829 nelh Tipogr^fia Bon- 
dneciana. 

(1) S«nza la fttabile propHetk o la qaari preprietk a tempo 
iadc»Oairo e trairmiisfbile ad eredi o a cbi ptarc in >ita il gran 
intftbre e ^^iiK*nfo ddla Tita cirile ie aramortito ni la cninpa- 
gaia «ttftiisU^; (V. gfi AnaaK di Statittica Vol. XXII p. 64 a G7> 



Digitized by 



Google 



«9* 

db etiftatto decime, ciria •ignoriK ed altrt prettationi 
sinitti e m isk esse m postano affirancare i fondi. 

VIII. Come 81 proceda in caso di vacaDza per di« 
ftlto di suocessibili, e se il fisod incorpora e ritiene 
o M pure ripone in comknereio libero gli sUibili de« 
inAuth Se oltre la detta defoluuone ne esitta aJcuna 
penale« 

IX. Quale da una generanone in qua, sia statot 
il movimento degli stabiii, ossia il passaggio dei pos« 
Msm f e quali ne (lurono t rispettivi prezii aeooiido la 
loro posizione qualita e TincoIL . . 

X. Se', dove e fino a qual segno uano slate iolro- 
dotte o migUorate le vie onde condurre ed esportare 
eib che occorre per la cpltura e lo spacmo. dei..(>lH>T 
dotti jfondiarj: quali i prediali aervigi eirigi^avdidei 
fondi coDtigui. •,.'.... 

XI. Dove e fiao a qual segno siaai tratio profitto 
dalle acque per irrigaziooi, per macinare, per movero 
epi