Skip to main content

Full text of "Bibliografia sicola sistematica"

See other formats


Google 



This is a digitai copy of a book that was prcscrvod for gcncrations on library shclvcs bcforc it was carcfully scannod by Google as pari of a project 

to make the world's books discoverablc online. 

It has survived long enough for the copyright to expire and the book to enter the public domain. A public domain book is one that was never subjcct 

to copyright or whose legai copyright terni has expired. Whether a book is in the public domain may vary country to country. Public domain books 

are our gateways to the past, representing a wealth of history, culture and knowledge that's often difficult to discover. 

Marks, notations and other maiginalia present in the originai volume will appear in this file - a reminder of this book's long journcy from the 

publisher to a library and finally to you. 

Usage guidelines 

Google is proud to partner with librarìes to digitize public domain materials and make them widely accessible. Public domain books belong to the 
public and we are merely their custodians. Nevertheless, this work is expensive, so in order to keep providing this resource, we have taken steps to 
prcvcnt abuse by commercial parties, including placing lechnical restrictions on automated querying. 
We also ask that you: 

+ Make non-C ommercial use ofthefiles We designed Google Book Search for use by individuals, and we request that you use these files for 
personal, non-commerci al purposes. 

+ Refrain fivm automated querying Do noi send aulomated queries of any sort to Google's system: If you are conducting research on machine 
translation, optical character recognition or other areas where access to a laige amount of text is helpful, please contact us. We encouragc the 
use of public domain materials for these purposes and may be able to help. 

+ Maintain attributionTht GoogX'S "watermark" you see on each file is essential for informingpcoplcabout this project and helping them lind 
additional materials through Google Book Search. Please do not remove it. 

+ Keep it legai Whatever your use, remember that you are lesponsible for ensuring that what you are doing is legai. Do not assume that just 
because we believe a book is in the public domain for users in the United States, that the work is also in the public domain for users in other 
countiies. Whether a book is stili in copyright varies from country to country, and we cani offer guidance on whether any specific use of 
any specific book is allowed. Please do not assume that a book's appearance in Google Book Search means it can be used in any manner 
anywhere in the world. Copyright infringement liabili^ can be quite severe. 

About Google Book Search 

Google's mission is to organize the world's information and to make it universally accessible and useful. Google Book Search helps rcaders 
discover the world's books while helping authors and publishers reach new audiences. You can search through the full icxi of this book on the web 

at |http: //books. google .com/l 



Google 



Informazioni su questo libro 



Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google 

nell'ambito del progetto volto a rendere disponibili online i libri di tutto il mondo. 

Ha sopravvissuto abbastanza per non essere piti protetto dai diritti di copyriglit e diventare di pubblico dominio. Un libro di pubblico dominio è 

un libro clie non è mai stato protetto dal copyriglit o i cui termini legali di copyright sono scaduti. La classificazione di un libro come di pubblico 

dominio può variare da paese a paese. I libri di pubblico dominio sono l'anello di congiunzione con il passato, rappresentano un patrimonio storico, 

culturale e di conoscenza spesso difficile da scoprire. 

Commenti, note e altre annotazioni a margine presenti nel volume originale compariranno in questo file, come testimonianza del lungo viaggio 

percorso dal libro, dall'editore originale alla biblioteca, per giungere fino a te. 

Linee guide per l'utilizzo 

Google è orgoglioso di essere il partner delle biblioteche per digitalizzare i materiali di pubblico dominio e renderli universalmente disponibili. 
I libri di pubblico dominio appartengono al pubblico e noi ne siamo solamente i custodi. Tuttavia questo lavoro è oneroso, pertanto, per poter 
continuare ad offrire questo servizio abbiamo preso alcune iniziative per impedire l'utilizzo illecito da parte di soggetti commerciali, compresa 
l'imposizione di restrizioni sull'invio di query automatizzate. 
Inoltre ti chiediamo di: 

+ Non fare un uso commerciale di questi file Abbiamo concepito Googìc Ricerca Liba per l'uso da parte dei singoli utenti privati e ti chiediamo 
di utilizzare questi file per uso personale e non a fini commerciali. 

+ Non inviare query auiomaiizzaie Non inviare a Google query automatizzate di alcun tipo. Se stai effettuando delle ricerche nel campo della 
traduzione automatica, del riconoscimento ottico dei caratteri (OCR) o in altri campi dove necessiti di utilizzare grandi quantità di testo, ti 
invitiamo a contattarci. Incoraggiamo l'uso dei materiali di pubblico dominio per questi scopi e potremmo esserti di aiuto. 

+ Conserva la filigrana La "filigrana" (watermark) di Google che compare in ciascun file è essenziale per informare gli utenti su questo progetto 
e aiutarli a trovare materiali aggiuntivi tramite Google Ricerca Libri. Non rimuoverla. 

+ Fanne un uso legale Indipendentemente dall'udlizzo che ne farai, ricordati che è tua responsabilità accertati di fame un uso l^ale. Non 
dare per scontato che, poiché un libro è di pubblico dominio per gli utenti degli Stati Uniti, sia di pubblico dominio anche per gli utenti di 
altri paesi. I criteri che stabiliscono se un libro è protetto da copyright variano da Paese a Paese e non possiamo offrire indicazioni se un 
determinato uso del libro è consentito. Non dare per scontato che poiché un libro compare in Google Ricerca Libri ciò significhi che può 
essere utilizzato in qualsiasi modo e in qualsiasi Paese del mondo. Le sanzioni per le violazioni del copyright possono essere molto severe. 

Informazioni su Google Ricerca Libri 

La missione di Google è oiganizzare le informazioni a livello mondiale e renderle universalmente accessibili e finibili. Google Ricerca Libri aiuta 
i lettori a scoprire i libri di tutto il mondo e consente ad autori ed edito ri di raggiungere un pubblico più ampio. Puoi effettuare una ricerca sul Web 
nell'intero testo di questo libro da lhttp: //books. google, comi 




- -» .••! 



■z. " 

234^ 
A|.3Lfl 



BIBLIOfiRiFU smolli 

SISTEHATIGA 



BIBLIOGRAFIA 





APPARATO METODICO 

ALLA 

STOBU LETTEBABIA 

DELLA 

SICILIA 

DI 

ALESSIO MARBOIVE 

DKLU COXPAGUi DI GESÙ' 
SOCIO Di VARIE ACCADEUJE 



VOLUME QUARTO 



PALERMO 





STAB1LIXEXT0 TIPOGRAFI CO-LlBRiRK) 




^ DEI FRATELLI PEDONE LAUHlEL 


f 


• 


1855 


k.:'-- . •- 


• - * ' 


.1 • 


t 



M 




<* 



ì 

^ 



^ 



'Jlf 



^ 



L;^^. h^if^' 



v 



PREFAZIORE 



■■• ..■•. 



YV 






Passate di già a rassegnamento nei due precorsi 
volumi le Scienze moltiplici, legali e razionali, mo- 
rali e industriali, matematiche e fisiche , naturali e 
mediche, ecclesiastiche e sacre; quest' ultimo intera- 
mente si dedica a' rami svariati delle amene Lettere 
e delle buone Arti. 

Si vendica il primo luogo la maestosa Eloquenza 
con tutte le sue ramificazioni, Eloquenza politica e 
popolare, didascalica ed accademica, encomiastica e 
parenetica, ecclesiastica e varia, giuntovi quasi ap- 
pendice' la epistolare. 

Siegue r amabile Poesia^ che si appresenta nelle 
svariate forme eroiche, epiche, liriche, dramatiche , 
buccoliche, romantiche, e d' ogni ragione, tali da de- 
star non meno meraviglia colla moltiplicilà che di- 
fetto colla varietà. . «> 

Tanto la Eloquenza, come la Poesia contano pres- 
so noi diverse Istorie, parecchie Istituzioni, e non po- 
che Raccolte. Di esse tutte darem conto ne' preH-' 
minari d' amendue queste facoltà. 

Si è avuta riguardo di separare \ Eloquenza e la 
Poesia latina dalla italiana, assegnando loro sezioni 
distinte, com'è differente il gusto, lo stile, 1' anda- 
mento de due linguaggi: la qual separazione, se Tab- 



4 



* • 

biam tenuta finora eziandio nelle opere scientifiche, 
in; cui non si attende che alle cose , assai pia do- 
Tea serbarsi nelle produzioni letterarie , in che non 
è ultima dote la lingua. 

Se r Eloquenza non conta oratori altro che in italia- 
no e in latino, la I^oesia vanta inoltre cantori in sicilia- 
no. Questo dialetto patrio è in uso bensì a' nostri pre- 
dicatori per la istruzione del popolo ^ ma nessuno di 
loro si. è fatto a scrivere in esso, attesoché questo, 
come ogni altro idioma municipiale , sembra sol ri- 
serbato agli usi dimestici ed al fanóigliare consorzio. 
Ma sé in prosa non abbiamo scritti siciliani , molti 
ne contiamo in verso , e tanti da formar soli una 
terza distinta Sezione. 

Altri pòi altri rami di amena letteratura rigo- 
gliosi frondeggiano nel vasto albero enciclopedico , 
che nói comprendiamo sotto il generale vocabolo di 
Poligrafia. A questa riduciamo e la Polimatia che 
vi schiera lo stuolo de' Filologi, de' Critici, degli E- 
stetìci ; e la Cresta malia che vi dinumera le tante 
edizioni, le tante versioni , le tante illustrazioni e 
raccolte ed estratti d'autori greci, latini, volgari d'o- 
gni naziotié: e fia questa la Classe più numerosa dei 
nostri Poligrafi che allo studio degli stranieri scrit- 
tori si addissero, e le lor opere nella favella no- 
stra voltarono . 

Lo studio delle opere stranie presuppone la co- 
noscenza delle lingue in che furono scritte: a tal co- 
noscenza conducona le Gramatiche e i Dizionari : 
questi vi danno i vocaboli , quelle ve ne insegnano 
r uso. Delle une pertanto e degli altri vi addita gli 



l'' 



autori la Classe della Glossologia^ ove troverete quanti 
trai nostri siensi dedicati ad illustrare , non ch« fé 
favelle nostrali, eziandio l'esotiche più rimote. 

Se le Scienze^ se le Lettere dì si bel numero di 
cultori vanno fra noi liete e superbe , non è punto 
da credere che di simil vanto rimangano diserte t 
penuriose le jértii che anzi esse ancora fan bella mo- 
stra di sé neir dmpio teatro dello^ scìbile umano. Né 
sole vi campeggiano le. tre Arti sorelle che Liberaii 
si addimandano, quali sono Pittura, Scoltura, Archi- 
tettura; ma quelle altresì che diconsi dwalleresche 
come Danza, Scherma, Giuochi, Esercizi equestri ; 
o quelle fin anco che Meccaniche si appellano, quali 
sono le Macchine, le Fabbriche, il Manifatture, le 
Costruzioni d' industria e de'conoma urbana e rurale. 

L' ultimo pósto consacriamo alle opere periodiche j 
siccome a quelle che vi mettono in veduta tutte le 
antecedenti, e quante vengano alla pubblica luce pro« 
duzioni d'ingégno. Il ^/or/ia/^mo, cotanto oggidì prò-* 
pagato per ogni incivilita nazione, ha pur fatti bene 
rapidi e non ingloriosi progressi in Sicilia : la sem- 
plice dinumerazione de' tanti che sarem per addurr- 
ne, ministra una prova novella di quel progredire 
che questo suolo va facendo nella civiltà. Giornali 
politici, letterari, scientìfici, economici, ecclesiastici 
e d'ogni maniera stancan oggi ì nostri torchi, e dif-r 
fondon per tutto i lumi, del nazionale sapere. Con 
ciò ponghiamo il colmo al grandioso edificio che ci 
siamo studiati d'ergere alla sìcola gloria. 

Se non che un lavoro di tal condizione , qual é 
il presente, non ha né potrà giaimmai avere confini: 



vili 

coflciossiachè nuove e sempre nuove pubblicazioni 
tuttod} si succedano, né mai sieno per far posa fin- 
ché durino, lettere e vivano letterati. Ecco perché 
la più parte delle compilazioni bibliografiche si veg- 
gono in fine accresciute di Appendici, di Aggiunzio- 
ni, di Supplimenti, che servano a ripianare il vuoto 
a riempir le lacune rimaste nelle opere. La nostra 
non poteva esentarsi da somigliante provvedimento, 
giacché collo scorrer degli anni non poche scritture 
sono comparse^ dopo la edizione de' precedenti vo- 
lumi; e di quest' altre non abbiam noi voluto né pri- 
vare h nostra collezione, né frodare i diligenti let- 
tori. 

Benché nostro studio principale sia stato di clas- 
sare le infinite opere qui rassegnate e ordinarle se- 
condo le diverse materie, onde cessar ogni confusio- 
ne ed . agevolarne al possibile F uso; nuUadimeno^uo- 
p' è confessare che aésai difficilmente in si vasto o- 
ceàno di scritti potria rinvenirsi ciò che si cerca sen- 
za una guida che vi conduca quasi per mano in que- 
sta specie di laberinto. Su tale riflesso vi presentia- 
mo non una , ma triplice scorta: cosi chiamiamo i 
tre Iridici generali, che stanno in calce al volume ; 
in fronte a' quali ci riserbiamo indicarne e V im- 
portanza e la pratica e V uso e Futile che da essi 
può trarsi, e che dV medesimi nell'opera tutta deriva « 



BIBLIOfiRJlFIA SICOLi 

SISTEMATICA 



CLASSE XXV. 

ELOQUENZA 

Venuti di già a capo della enumerazione moUipIice delle sva- 
riate scienze, politiche e filosofiche» morali ed economiche, mate- 
matiche e fisiche, naturali e mediche, ecclesiastiche e sacre; tèmpo 
è ornai di volgere nostri sguardi agli ameni dilettosi campi della 
bella letteratura. 

A voler mirare sottile, uop'è confessare come alcimi rami an- 
cora dello già discorse discipline entrano di pari dritto nella dop- 
pia categoria di lettere e di scienze. Tali sono segnatamente Iti 
istorie, le quali di lor natura si aspettano al regno della filologia, 
ma che pel modo di trattarle le haimo i moderni levate al seggio 
della filosofia. E di vero la nuda narrazione dei fatti, quel dianzi 
si usava' per ordinario, non era più altro per poco che affar di 
memoria , dovechè in oggi al racconto dei fatti si vuol premessa 
investigazion delle cause che gli ebber prodotti , nel che propria-^ 
mente dimora la si decantata filosofia della storia. 

Noi a dirimer di fondo questa discrepanza d* opinioni cho di- 
vide gli antichi dai moderni , abbiamo allogato in dis|)nrte le o- 
pere istorithe, le quali per altro eran tante , dà riempier sole i 
primo volume, lasciando che ognuno le richiami a quella provin- 
cia di scibile umano che meglio gli attalenti ; e discendiamo in- 
tanto a quelle diramazioni che restano di amene lettere e di belU 
urti. 



10 aASSK XXV. ELOQUENZA — SEZ. I. LATINA 

La prima che ai nostri sguardi si affaccia ell'è la grave e mae- 
stosa Eloquenza, quella cioè che rivestita dei vezzosi ornamenti del- 
Tarte. oratoria, non pure conquide gl'intelletti colla forza della con- 
▼inziòne* ma tragge a sé la toloDtà colla energia della persuasione. 

La Sicilia può ben su questo particolare menar vanto d' aver 
data la culla a quest'arte, se vero dicon gli antichi ch'ella nacque 
io Siracusa appresso lo scacciamento dei tiranni. Tal' è il parere 
di Tullio e Ai Fabio che ne riputano questa invenzione ai due si* 
racusdni'Corace e Tisia. Se non che Laerzio, e prima di lui A- 
ristotile aggiuiicano la rettorica ad Empedocle, siccome a Zenone 
la dialettica. Vedi quello che ne abbiamo annotato nella Storia 
andresiana d'ogni eloquenza, e nell'altra della Letteratura siciliana. 

A noi di quegli aulichb non altro ne resta se non le orazioni 
di Gorgia e di Lisia, i quali per altro tradussero i giorni loro in 
Grecia. L'uno è stato egregiamente tradotto ed illustrato dal ben. 
Luigi Garofalo, laltro da M Giuseppe Grispi. Altre edizioni di 
entrambi , al pari che le reliquie degli altri greco-siculi , faron 
per noi riportate nella classe I: sicché ora senz'altro ci voltiamo 
ai moderni. 

L Eloquenza è stata da loro esercitata nelle due lingue latina e 
Volgare. E queste ne ministrano lo spontaneo scompaitimenlo delle 
produzioni oratorie in doppia sezionerà ohe si annetterà per terza 
la Eloquenza epistolare. 

SEZIONB L 

ELOQUENZA LATINA 

Come Ogni altra facoltà, cosi questa presenta dapprima le opere 
isagogiche, le quali M insegnano ; indi le serilture sue proprie 
le quali la cosliluiscono. Ed ecco i due articoli di questa prima 
sezione. 

ART, K PREIIHINARI 

Cosi addiroando le Storie dell' eloquenza , e le Regole dell' e- 
loquenza. Delie une e delle altre soa come siegue gli scritti che 
finora ci abbianào. 

§ 1. XTORUE DELL* ELOQUENZA 

Pochò son quésto per vero dire; ed anzi di queste poche alcu- 
ne rimasero inedite, ed altre han forma piii di discorso che di 
storia. Ha ìp notizie ch'elle ci porgono ce le rendono commen- 
devoli e degne di questo luogo. 



ART. I« PREUttI3(ARI-^§ 1. STORIE DELL' liLOQUENZA 11 

€io. VentHifiiglià^ Della «retorica e dei retori siciliani tomi lY. 
* Rimasero inedfti come tanti altri sopra ogni ramo di slcola let^ 
leratura: ricordati da Gi€mb. VaMina nel fìinebre elogio di liti i 
riportato fra le prose degli accademici <fella bucina , cui quégli 
si appartenerà. 

Caramella Honoriuè Domen. De latinis rbetóribos et oratoribus. 
^ Serbasi inedito in qa està libreria comunale. 

AgosL Forno, Delle lodt della eloquenza « dei più chiari ora<>, 
tori che fiorilo hanno' in Sicilia: ragionamento premesso alle Pro- 
se di diversi uomini iiiuslri siciliani» da lui raccolte e stampate a 
KapoU 1150 ìfì*i\ 

Frane. M. Yesco, De eloqnenlia apud Siculos orto , aucta et 
absoluta. * Questo ragionamento inaugurale degli studi del paler-* 
milano liceo, letto nel 1794, abbraccia la storia dell* eloquenza no- 
stra dair epoca greca fino a noi. Arricchito di dotte annotazioni fu 
messo in luce e a solo e nella Nuova raccolta d* opuscoli siciliani; 
t. IX. Pai. 1797 in-4\ 

Io. Bapt. Castiliae^ De velerum graecae et latinae linguae scri- 
plorum studio. Pan. 1836 in-8^. * Anche quesf altro discorso ne 
dà notizie degli antichi oratori. 

Ces» PascQy Cenno sullo stato presente deir eloquenza sacra in 
Sicilia: nei t. LI del Giorn. di scienze ecc. 

Ben. Luigi Garofalo^ Sulla eloquenza di Gre^Ja e di Sicilia: dis^ 
corso premesso ai suo volgarizzamento di Gorgia. Pai. ISM in*^*. 

Carlo RodrigueZy Prolusione suir origine^ progressi e decadenza 
della greca e latina eloquenza. Mess. 1832^ in-12^. 

HI, Gius. Crispij Sulla eloquenza del foro antico paragonato al 
módemor discorso premesso alla sua versione di Lisia. Pai. 1834 
in-8^ 

Storia dell* eloquenza giudiziaria di £. BoinviHiers , recata dal 
francese e corredata di note dali* avv. Pietro Gahagno. Pai. 1831 
in-»». ' 

^ 11. ISTITUZIONI OBATORIE 

* 

Avendo noi ripartita la eloquenza in latina e in volgare, in que* 
sto luogo daremo soltanto, le latine Rettorichej riserbbtmo alla se- 
zione seguente le italiane. 



12 eUSSe XXV. tLOQUCNZA — SRZ, I. lAfìU 

/o. Ant. Yiperani mass, episcopi luvenacensis , De scribeddA 
ìiistoria libcr. Ibid. 1569 in-8''; et Perusiae 1570 ìd-ì"". * Questo 
libro fu rìmpresso a Basilea, eosi a solo nel 1576, come con altri 
nella raccolta intitolala «' Artis historicae penus, 1. 1. 1579 in-4^ ». 

— De scribendis virorum illustrium vitis, scrino. Perusiae^ 1570 
In-S*, 

' •— De componenda oralione libri III. Anluerpiae 1581 in-8^ 
* Cosi questo , come gli anzidetti trattati fur poscia riuniti nella 
ristampa delle Opere' tulle di questo prelato: eseguita in tre ampli 
Tolumi a Napoli 1606 in fol. 

Laur. Antiqui leontini, De eloquentia compendiarli libri III: ad- 
iectaest brevìs copia verborum et rerum appendix. Yen. 1594 in-8- 

Caroli Regii pan. S. I. Orator christiamis. Romae 1612 , et 
Ck)loniae 1613 in 4\ 

Ani. CoUurafi librìtiensis , Perspicua totius dicendi artis in tres 
eompendiarios libros distìncta explicatio. Venetiis 1619 in-8^. 

Placidi Nigidi mcnensìs j De eruditione sacrorum concionatorum. 
Pan. 1630 in-4^ 

Frane. Aomani mess. S. I. De sacro Ecclesiaste, sive ^le Arte 
dicendi in sacris concionibus, libri Ili. Coloniae 16^2 in-4^. 

Octavii Brancìfortii ex Trabiae principtbus , Mercatus eloquen-* 
tiae, idest De arte rhelorica et linguae lalinae ornalu. ^ Rimase 
ros. alla sua famiglia: r autore fu vescovo di Cefalù, e poi di Cu- 
lania, mortovi nel 1646. 

FeKcia Brandimartiè castrivet. capucc. Sapientiae tubae scien- 
tia, idest Traclatus scholaslicns de arte sacra concionandi, Pan« 
1667 in.4^ 

- * ■ • 

JFicb. Ang. Filingerii pan. Cler. Reg. Tirociniuin cloquentiae 
in libros V distributum et in accademia seminàri! mamertini perfe-* 
etum anno 1680. * Ce ne ragguaglia il Cottone « De script, domus 
s. Joseph. Pan. elog. 45 )). 

Ani. Fortiè calatai. S. I. Miles rhetoricus et poeticus^ seu Artis 
rhetoricae et poeticae eompendium. Hess* 1685 in-8^, et Genuae 
1695 in 12\ 

J). Fer4*. De Bazm archiep. pan. Instrucliones sacrorum ora« 
ìùtnm vcrbura Dei evangelizantium. Pan. 1692 in:12^. * Evvi an- 



ÀAT. I. PRCLunliftì^ 11. iiTimiòm oratorie f S 

y^esfl^ lioft ietterà di s. Francesco di £alei volta in latino t Do ra- 
tione concionandi m. ^ 

Ftlids Potestà pan. Examen pracdicatorum , in quo aptae al- 
que expedilae traduntur regula'e ad àpostolicum sacrae concienii 
ministerìuni rìlc cxercenduro. Ibi 1696 ]n•^12^ 

— Ars praedicaQdi. * Leffgcsi in fondo al suo « Examen eccle- 
siasticum ». Pan. 1102 in-r, et alibi saepe. 

. • • 

Laur. Vigevi mess. €• R. Budimenta rbetorica ad orationia omni« 
genae,- qua sacrae, qua lecularis structuram. Mesa. 1686 in-4^. 



lo. Frane. Mu$arrae bidinensis.S. I. Introducilo ad arlem ora* 
toriam et poeilcam. Pan. 110S in-12^. 

« • 

Io$. Pomii pan. Hercurìus edocens, sire Cathedra ef magisle- 
rium eloquentiae, syntagmata in univorsam pbilolt>|iam. Pan. 1108 
in4*. 

Petri de la Torre S. I. Institutiones rbetoricae et poeticae ado- 
lescentium erudiiioni accoramodatac.opus posthumuro: editio lY. 
Pah. 1156 in-S"". * Editore ne fu il p. Mich. del Bono prefetto di 
sludi in questo collegio massimo che vi aggiunse gli esempi tratti 
dal Segneil. La prima edizione si era fatta nel 1121, replicata 
negli anni 1133 e 4S. 

SEZIONE IL 

ORAZIÓNI 

A quatto generi ndiiciamo le orazioni latine lasciate dai neutri, 
alle poliliche cioè o auliche^ alle accademiche o letterarie , alle 
sacre od ecclesiastiche, alle laudative o sia elogisticbe. 

Non ignoriamo potersi qua riferire le orazioni dicanicbe o fo- 
t*en8i, e i discorsi medio! o sanitari. Ma poiché si quelle , come 
questi han più dello scientlAco che dell* oratorio; impertahto ab'- 
bitim riportate quelle nelle due classi del Diritto antico e moder- 
no, e questi nella classe delle Scienze, mediche ; le prime colle 
Allegazioni forensi, i secondi colle Consultazioni mediche. Accor- 
cialo per tal via il cammino, ci avviamo senza più per li quattro 
rami enunciati. 

§ I. ORAZioiu pouTicnr. . 

Ani. Bonontae^ seu PanormUaè^ Orationes dnae ad Caiefanos 
et Yenetos^ de pace. * Leggonsi presso Bari. Fazio a De rebus 
gestis Alphonsi, lib. Ili et IX. Lugduni 1560 in-4* n. 



-r Ad Fridericum HI ìmp. in eìus coronàtione, Romae habita ora** 
tip, anno 14S2. * Recitolla da ambasciadore di re Alfonso d' Ara^ 
gona, e leggesi tra gli Scriitori di cose germaniche, ¥ol. Ili, Han- 
noniae i6H loK, e tra le Epistole de* principi ed uomini illustri, 
Amsterdam 1644 in-i2''. 

— Oralio ad lanuenses contra Yenetos, * Trotasi nella « Summa 
eratorum » raccolta da Alberto de Eyb. Roma- 1413 in fol. 

Nicolai mess. Ord. Praed. Oralio de laudibus Perusiae, habita 
ad Senatum perusinum in comitiis géner. an. 1418. * Ce ne rag- 
guaglia ì\ Vermiglioli nella «e Bibliografia perugina , pag. 139 )). 

ÀM. Cassarim netini, Oraliones duae ad Philippum Marìam, et 
ad Genuensem^ Senatum. * Cltansi da vari lodati dal Mongitore. 

Ludi Marinei bidinensis, Orationes ad reges Catholicos de re- 
bus siculis et bispanis. ValUsoieli 1314 in fui. * Troiransi aggiunte 
alle sue Epistole familiari. 

Jtem. CoUt«, Oralio paraenetica ad calhòlieos prìncix>es ad ar- 
ma inter se deponendum, desumpta ex librò Theologicarum quae* 
Monum de Bello iusto. Romae 1646 in-4^. 

/os. Riecùréi alcarensis Min. Conv. Oralio prò Io. Casimìrì in 
Poloniae regem electione , coram principum legalis habita. Ten. 
' 1648 in-4^ 

ilndr. Yetrani pan. Oralio gratulatoria de recepta Catalauniae Vi- 
ctoria. Pan. 1633 in^"^. 

Petri Martyris Scandari^ castrofet. Orationes tres prò comi- 
tiis provi#cialibus celebratis in regio conventa s. Dominici de Pan. 
1661-82-93 in-4^ 

AfU. Agraz pan^ Oralio Caroli II bispanianun regis nomine ad 
Clementem X P. H. habita^ Romae 1611 in-4^ 

— Donativum votuntarium politicum Diatribae. Ibi 1612 in-4^. 



Yinc. Bomodei syr. Oralio babita prima synodalium comitiorum 
sessione. * Fu pubblicata col Sinodo di M. Gius. Cicala. Mess. 
1681 in-4^ 

* OcL Regii pan. S. I. Oralio cum Senatus panormitanus ioter 
Hispaniae Magnates ascilus essel, coram eodem babita in aula Coli . 
pan. 4123 Jn M. et iterum 1148 in*«^ ' 



9U.. ir« OftAnoia 

$ II. OBAZlOm ACCADEMIGUE 



IS 



La più parie sono discorsi inaugurali degli stadi nei principali 
collegi clie a quei tempi apriv^rla Compagnia al pubblico inse- 
gnamento. Altri ve n*ha reciiati in letterari radunamenti. 

JuUi de Simone siculi, Oratio de poeticae et rousarum triumpho, 
babita die sancii Lucae in tempio D. Eustachìi. Aomae 1SÌ8 iii-4^. 

lae^ Caribdii mess. S. L Oralio de vera hominis felicitate in 
studiorum innovatione ad senatum pan. liabita anno 1583. * HHen- 
gitore serbaTala ms. presso di se , come ci attesta nella sua Bi* 
blioteca. 

, Pelri Gravinae pan. Oraliones. Neap. iS89 in-i^. * Son unite 
alle sue Epistole raccolte per cura di Scipione Capece. 

Leon, Campa(/nae mess. Pro legibus panegirici duo. Hess. 1621- 
27 ln-4\ 
— Prolusiooes II, quas in auspicanda imperialium institutionum 
^ explicalione habuit. Ibid. 1624-26 in4^ 

Ani* Olivera mess. Oratio ad Senatum mamertinum de iuven^ 
tuie ad ^eterem di^cìplìnam conformanda. Mess. 1621 in-4°. 

Io. BapL Giailini S. I. Oratio habita in lustralione sludiorom 
ad 111. Senatum in Collegio pao. 1630 in-4*. 

luètini Fimtoe Cat. S. I. Oralio in anniversaria studiorum in- 
stauralione habita. Pan. 1635 in-4^. 

DcUii Agliata^ pan. S. I. Oratio in soleroni studiorum lustrato- 
ne habita. Pan. 1636 in^"". 

— Geminae porlus sapientiae in renascentis anni litterarii feriis, 
oratio altera. Ivi 1640 in-4^. 

Frane. Capuani menensis S. I. In solemni studiorum lustralione 
oratio apud IH. Senatum pan. 1637 in-4'. 

/o. Onofrii pan. S. I. Oralio habita in solemni studiorum in- 
stauralione in aula Coltegli pan. 1640 in-4®. 

Ign. TimpanaH pan. S: I. Oratio in lilterarììs anni luslralis au- 
spicìis ad. Senatum pan. 1641 in-4®. 

* - I 

lae. Urbani pan. S. I. Panormus Siciliae caput sludiis sapie»- 
tìae coronatur, oratio habita ad Senatum pan. 1642 in-4®. 



tu tlASSB XXV. ÌLÓi^lNIA — SBI. II. ORAZlOin 

Alex. Palazzoli nienensis S. I. Oratio in lìtterariìs aani reaa- 
scentis auspiciis apud III. Sénaium. Pan. 1644 ia<4^. 

Cor. PalemiùnH cat. S. I. Pàtiorrous utriusqué Palladìs regìa, 
•ratio habita in anni litterarii recttrsu ad IH. Senatom. Pan. 1644 
inr4*. 

Mich. Cantelli asMTeMìS S. I. Oratio gemina in solemni musa- 
rtim lustratìqne habita in aula Collegii mess. 1644Jn-4^ 

' !o8. Perdieari pan. S. I. Haiestas et amor in sede sapientiae 
^eatanensis, oratio ad Ili. Senaluni. Cat. 1644 in-4^ 

Frane. SoKH therm. S. I. Panormus regium Siciliae caput sa- 
pientiae atque forlitudlnis, oratio ad IH. Senatumpan. 1646 io-4^. 

Petti M. Cicalde pan. S. I. Orationes in anniversaria studibrum 
Instralione. Pan. 1641-48 in^"*. 

Mch. Ang: Fardelkiey Creans Sapienlia et graviter et iucunde, 
oratio habita in arcbyliceo patav; 1694 iu-4^ 

Alex. BurgoB, De necessitate et usu historiae ecclesiasticae in 
rebus theologiciSy diss. habita Perusiae 1702 in-4®. 

— De usu et necessitate eloquentiae in rebus sacris tractandis^ 
diss. habita in archigymnasio. Romae 1710 in-4\ 

— Oratio prò sludiis prinrae philosophiae habita in gymnasiOi 
' Palav. 1713 in-4^ 

là. M. Amati pan. Orationes duae in litterarfis anni renascen- 
tis auspiciis ad 111. Senatum, Pan. 1703-4 in-8.^, cum nolis variis. 

jr. Ani. NicoUcchiae mess. Pràcfatio habita eum utriusqué iuris 
lauream acciperet in almo studio. Cat. 1708 in-4\ 

Aug. Puntò, De recta iuris civilis instituendi ratione ad cupi- 
dam legum iuventutem, oratio. Pan. 17^8 in-4^. * Pìd altre ne dis- 
se latine e volgari, tra le quali una sulla Redenzione dòi cattivi, fu 
pubblicata 1* anno appresso. 

Thomae Celestris pan. Orationes duae in anniversaria salutarii 
Academiae solemnitate habitae. Pan. 1730 in-4^. 

io. Fel. PaIe5J patavini, De adolescènte nobili ad eloquentiam 
instituendo, oratio habita in aula Coli. Itnper. Nobilium RR. PP. 
Theallnorum. Pai. 1730 in fol. 



§ II. ORAZIONI ACtAOEniCnK 17 

Aag. Giuffridae^ Incitamentuni ad lilerarlos labores, oratio. CaC. 
1736 in-4^ 

Ermn. Manfredi genuensis , De iucuhditate et utilitate linguae 
latjnae, oratio habila in solemol ìnauguratione R. Collegi! colavi* 
ctorum scholarum piarum. Pan. 1737 ìq-4^. 

■ « * 

ArU. Amati cat. Oralio prò studiorum instauratioae habita in Lj- 
ceo. Cai. 1740 in-4». ^ • 

Viti Amico cat.. De recta civills hlstoriae comparandae xationo^ 
oratio habila ia Gymnasìo. Cat. 1744 in-4^. 

Frane. Pignoccus pan. In ediccndis Acad. pan. mcdicoruin le« 
gibus regia auctorilate firmalis, oralio. Pan. 1748 in-4''. 

Odami Regii S. I. Carmina et pì'osae. Pan. 1748 in-8®. * Que- 
ste prose fur put)blicale.un anno appresso la morte dell* autore 
dal suo compagno Mich. del Bono. V ba Ira le altre doppia ora- 
zione inaugurale. 

Frane. Tesla, Oratio habita Syracusis in solemni instauralione 
Àcademiac moralis ac sacrorum rituum. Pan. 1749 in fol. 

Io. Andr. Paterno Castelli^ Oralio de sacrae dogmalices laudi- 
bus habita in alma studiorum Universitate. Cai. 17611 in-4^. 

— De canonicae iurisprudenliae laudibus habita Messanae in sa- 
cro Casinensium coenobio. Cat. 1769 in*4°. 

Frane. Carì^ Oralio inauguralis de fmibus Iheologiae tum nalu- 
ralis tum revelalae docta ignorantia regundis. * Sta in fronte al 
primo tomo delle Sue opere. Pai. 1776 ìn-8'*. 

Io$. Xaeehae cat. Oraliones et carmina quae adhuc colligi po- 
tuerunt ex latiuis eius opusculis. Cat. 1778 in-8^. 

Io. Bella acensis, De stile ciceroniano, oratio. Cat. 1779 in-8^. 

» 
Vinc. M. Tedeschi cat. Cassin. Oraliones diversae. Ncap. 1803 
in-4^ 

loB. AlesH ennensis, Oratio de siculo inventionis genio, sive De 
el«(rissiculis scienliarum inventoribus, habita in Lyceo Cai. 1811 in-4® . 

Dom. Scinà pan. De litterarum et virtutis utilitate , oratio ha- 
bita in Acad. pan. * Pubblicata nel t. XXVI, n, 72 dell' EiT. sicotei 



18 CLASSK XXV. ELOQUENZA — SEZ. H. ORAZIONI 

Frane, Nasòè ^ Oraliones, opus posthumum. Pan. 1833 in-8^. 
* Fu l'autore lunghi anni professor di latina e Tolgar eloquenza 
in questa UniTer^ilà , dove avea recitate^ queste orazioni: le quali 
dopo sua morte furon raccolte, una colle sue iscrizioni e poesie 
dal fratello Gioach. Nascèy e pubblicate <la Ben, 31(mdmi, che vi 
premise la biografia dell* autore. 

» 

Io, Bapt. €!(istiliae pan. De poetico siculorum ingenio , oralio 
habila in R. Lyceo.Pan. 1833 in-8^ 

— De veterum. graecae et lalinae linguae scriptorum studio, ora- 
tio habila in R. Univ. Pan. 1836 in-8^. * Quésti succedette al pre- 
cedente nella cattedra di eloquenza latina. 

Salv. Mancini pan. De philosòphiae methodo, oratio. ibidem ha- 
bila in solerani studiorum instauratione, an.i839. * Riportata nel 
t. XXVII, n. 74 dell' Effemeridi. 

tos, Guagliataè pan. Studiorum prolusio coram Ant. Deluca epi- 
scopo aversano in R. Borbonico Brontensi Collegio recitala. Pan. 
18S1 in-8''. * Ragiona della rilevanza della moderna letteralura, di 
cui egli apriva in quel collegio lina cattedra. 

$ ni. ORAZIONI SACRE 

Quando il latino idioma era piCi usuale che oggi non è, anco i 
sacri oratori peroravano Ialinamente: e tali sono i seguenti. 

Maturìni Textoris mess. Oratio exhortatoria in Cenomanensi 
Synodo habita, de dignitale et officio sacerdottim. * Lodasi dal Ge- 
snero nella sua Biblioteca pubblicata dai Frisio. 

Nic. Palm&rii narensis Ord. s. Aug. episcopi Hortani, Oratio- 
nes octo, * Serbavansi nella Biblioteca vaticana di Roma (ove l' au- 
tore visse e mori nel 1467) per attestato del Fontanìni nelle An- 
tichità di Orla, t. II, e. 7. 

Nic. Rizzoni cat. de monte Carmelo, Sermones de tempore^ de 
B. Virgine, de Sanclis, et quadragesimales. * Lodansi da Trilemio, 
Posse vino, Boslio e Grosso ne* libri degli uomini illustri carmeli- 
tani. 

Nic, de Rizzo saccensis de monte Carmelo, Sermones quatrage- 
simales^ quos Bononiae habuit. * Lodansi da Leondelicato e Le- 
zana negli Annali del Carmelo. 

Phil, Ferrera calalan. de monte Carmelo , Sermones, de tem- 



§ 111. ORAZIONI SACRE 19 

poro, de Deipara, de Sanctis. * Lodansi dagli ora dell! e da Da- 
niello della Vergine Maria e da Gio. de Grossis in u Speculum et 
Yiridarittm Carmelilarura ». 

Bern. Maia pan. Ord. Praed. Conciones. * Citansi da Frane. 
Ambr. Mara nella Difesa di s. Caterina da Siena, cap. IX. 

lì. Petri Ilieremiae pan. Ord. Praed; Serraones quam maxime 
uliles. Brixìae 1502 in-8®. * Vi si contengono i* discorsi dell' Av- 
vento, i domenicali di tutto V anno, sul Decalogo e su' peccati. 

— Sermones de agenda pocnilenlia, praedicahiles per tolam qua- 
dragesimam. Ibi 1502 in-8^ et Haganoae iS5'1 in-8\ 

— Sermones XXV de expositione Orationis dominicae. Ibi 1S02 
in.8^ 

— De Symbolo fidei, sermones XXVI. Ibi 1502 in-8^ 

— Sanciuarium. Ibi 1502 in-8^ et Haganoae 1551 in-8^ • Quivi 
sono i sermoni sulla Madonna e i Santi. 

Laur, Ferranpnn. Cassinensis, Sermonuro volumina varia. * Ser- 
&avansi nel monastero di s. Martino per attestato del Pirro « Do 
Abbatiis »• 

Philonù mazarlensis Ecclesiae canonici, Orationes. * Ricordansi 
dall' Adria nella Topografla di Mazzara, e dal Pirro nelle notizie 
di quella chiesa. 

Io. lac. Adriac mazarlensis, De laudìbus Christi et B. Mariae V. 
ad Ctementem VII. P. M. Pan. 1529 in-4®. * Scrisse ancora « De lau- 
dibus Mazarìae » lodato dal Vtìntimiglia e dal Mongitore. 

Io. Beroaldi pan. Oratio ad S. R. H. Cardinale! de eligendo 
suromo Pontifico, babila 29novembris 1549. 

— Oratio ad patres Concili! Tridentini, habita 14 mail 1562. 

Alex. Bonanni Min. Cònv. Portus Panormi, sive Conciones qua- 
dragesimales. Ven. 1574 in-4V 

Steph. Tuccii , Orationes duae de Christi Domini cruciatlLus. 
* Trovansi nella raccòlta intitolata u Orationes L de Cliristi Do- 
mìni morte habilae in die snnclo parasceves a Patribus S. I. in 
pontificio sacello. Romae 1641 in-12^ ». L' una di esse dissela da- 
vanti Gregorio XIII nel 1583; 1' altra innanzi a Sisto V nel 1586. 

lae. Caribdiimess. Oratio de Christi Domini morte ad Sixtuiu^V 
P. M. anno 1586. * Sta nella raccolta anzidetta. 






20 CLA!>SH 3LXV. ELOQUENZA — SEZ. II. ORAZIONI 

Io. Ant. Yiperani, Oratiouum domìaicalium expositio. Neap. 1597 
eHeOO in-8^ 

— Conciones aliquot celebrioribus anni fesUvitalibus habitae. 
Yen. 1399 iil-8^ 

* ' * ^ 

/ac. Candidi syr. Conciones in Gircurnc\siom> et Ascensione Do- 
mini ad Clemenlem YIII P. M. habilae in basilica s^ Pelri. Romae 
1599 et 1608 in-^. 

Agaih. Castilionii leonlini, Oralio in Circameisione Domini. Ibi 
1608 in-4^ ■ . 

— Sermo in Ascensione Domini habitus in basilica ^. Petri co- 
ram Paulo V pont. et sacro Cardinalium Senalu. Romae 1609 in-4^. 

-^ Sermo in feria IV cinerum. Ibi 1612 in-4^ 

Placidi Nigidi menensis, Sermones de expectalione partus B. V, 
Romae 1616 iri-4\ 

Ani. PfaloU vulgo Pactenm^ Yiridarium concronum, idesl Sermo- 
nes de Purgatorio, Inferno, et Hiéf usalem triumpbante. Yen. 1611 
in-4^ 
. — Ingressusfaciliset sccurusin paradisum. Lugduni 1644 in-12^. 

lac, de Benedictis paclensis, Orationes sacrae in laudem san- 
ctorum. Yen. 1632 in-4^. 

• ■ 

PhiL de Gr08SÌ8 liaess. Somnus vigil, oratio babita in die festo 
S. Ioannis ev; coram Urbano YIII P. M. Romae 1636 in-4<>. 

Alex. Calamati mess. Senlentiae seleclae prò concionibus tolius 
anni ex ss. Patribus aliisque Docloribus lum sacris tum profanis 
cxcerptae. Mess. 1637 in-8% et Yen. 1639 et 53 in-4\ 

Io. Ba/pt. Giattini pan. S. I. Peroratio Sangoinis,. oratio in sa- 
cello vaticano coram Urbano YUl. Romae 1637 in-4^. * Fu ristam- 
pata nella predetta raccolta, e nella seguente. 

— Orationes XXIY babitae ad summos pontifices et S« R. E. 
Cardinales. Romae 1661 in-12^. 

Io8. M. Bequesenspiìn. S. I. Innocentiae divinae cum humano 
scelere certaroen, oratio babita in die parasceves ad Innocentium X. 
Bomae 1648 jn4\ 

Leonardi Loredani mess. Sylva rerum moralium sive praedica- 
bilium. Àiituérpiae 1648 in-4®. 



S III.. ORAZIOm SACRI 



21 



Aegidit ScrinM drep. Carmel. Orattones habitae in sacello pon- 
tificio. * Citansi dal Mongitore nell* Appendice I alla sua fiibfioteca. 

Io, Anàr. Gatti mess.Ord. Praed. Oraliones coram romanìs Pon- 
tlficibus babitae. * Vengon lodale dal Fontana, e dair Allamurano 
nel Tealro e nella Biblioleca domenicana ; ed alcune ;serba?ansi 
niss.> in quesla libreria di s. Domenico. 

Inc. Tramontanàe, Oratio de ss. Placido et Sociis marlyribu^ 
ad Philippum HI regen". ^ Leggesi volgarizzala da 6itM. BonfigUo 
nelja parie III lib. I della^ sua Storia sicòlà. 

• Io. Bapt. Sidoti pan. Oratio habila in sacello quirinali corahi 
Iniiocenlio XII P. M. die s. Ioannis ap. et ev. Romae 1693 in-4^. 

Hier. Vigintifnillii pah. Sermo de eligendo summo ponlifice ha- 
bitus in basilica vaticana ad S. R. E. Cardinales Romae 1100 in-(^. 

'' ' ■ . • -• ^ 

Emm: Filingeri pan. De romana s. Petri Cathedra , oratio ha- 

bita Jn basilica vaticana ad ss. Benedictum XIV P. H. Romae 1741 

in.4\ 

Salv. Fen<tmi</f{a ex princ. Belmontis pan < De Cbristi resur- 
genlis gloria, oratio in sacello pontificio habita. Romae 1774 in-4^. 

^ Mauri Granatae mess. Orationes habitae in comitiis gen. congr.. 
benedictino-cassinensis. Mess. 1840 in-8^. 

' ' '^ IV. ORAZIONI ÌAUDATIVE 

Qui han luogo gli elogi fatti o in vita ò dopo mort& a perso- 
naggi insigni per nascita, per merito^ per dignità, per sapere. 

Avvertiamo bens! che di (ali elogi non né produciamo qui altro 
che la menoma parte : i più di essi furon< da noi rip<irlati nella 
classe Vili delle Biografie-, dove alle Vile intrecciammo gli Elogi detti 
ed impressi a laude ^ei nostri principi, santi , prelati , uomini e 
donne illustri nazionali è stranieri. Quelli adunque che qui sog- 
gingniamo non sono che poche spighe rimaste appresso queir am- 
pia messe. 

IvUi de Simona» Panegyriciis grattilfttoriùs in laudem lulii Medi- 
cei Academiàe romanae alumni ad pontiflcalum evécti Clemenlis VII 
Domine. * Citasi dà Mich. Giustiniano fi De. scriptoribu Ligurii 
pag. 310 ». 

Io. Martini jcte Aquino pm. De vita et gestis rebus Caroli T 
Im|i. oràlio. P^n. 1538 ia-4\ 



22 ^ CLASSE XXV. GLOQUEIfZA — SEZ, 11. ORAZIO.M 

lani VitaUs pan. Elogia . romunqriiin poulifìcum , et in luliì III 
P. M. electionera el coronatìoncm gralulatio. Bononiac !330 in-8**. 

— Elogia lulii III «t Cardinalium ab ipso creatorum. Romac 
^553in-12^. . ' 

Steph. Tuccii monforlensìs S. I. Oralio ad Gregorium XIII, cum 
ìnvisit Collegiuo) Romanum. * Citasi deirAlegambe in a Bibl. Script. 
S. L )) Fu questo papa il fondatore di quel Collegio, e il luccio 
prefetto di quegli studi. 

— Oratlo in funere Gregorii XIII P, M. Romae 1388, Duace 
1392, Parisiis 1393 in-8^. * Fu anco inserita da Agost, Qrdoino 
nel tomo IV delle sue vite de* Papi. 

Illuminati mess. Cappucc. Oralio de Immaculatae V. M. Con- 
ceptfone, quam habuit Romae 1618 corara Paulo V, ad Cardinales 
omnesque S. R. E. Praesules. * Lodalaì da Dion. di Genova nella 
n Bibliolheca Cappuccinorum p. 173 w. ' 

lac. de Benedielis paclensis, Oralióncs sacrae in laudem San- 
clorum. Yen. 1632 itt-4**. 

Urbano Trabonae politlensis Cappucc, Orationes duae in obìlu 
cìarissiniorum virorum. Viennae Auslriae 1630 in-4®. * Vien ricor- 
dalo dallo slesso bibliografo. 

Andr. Vetrani, Oralio babila in medicorum Academiae in funere 
docloris M. Ant. Alairai. Pan. 1662 in-r. 

Hier. Gandolfi pan. S. I. Tributum .dolerìs in funere Philippi 
IV regis, oratione funebri persolutum. Pan. 1666 in-4^- 

Alexandri Burgos mess. In funere Lconis X orationes IL Ro- 
mae 1710-11 in4®. 

Donu CaracHoH S. I. Viclorii Amedei regis imago, seu Optimi 
Principrs idea,*oralio panegyrica prosolemni eiusdem inauguralione 
habita in aula maxima Coli. pan. 1714 in-4^. 

— Elogia quaedam et carmina regi Victorio Amedeo ab Acade- 
mia Coli. paa. 1714 in-4^ 

Octavii Regii S. I. Panormitanus Scnatus inter Hispaniae Ma- 

fnates ascilus a Carolo VI imp. Oralio habita in aula Coli. pan. 
723 in4^ 

— De inudìbus s. Ignalii. Loiolae. * Impressa colle altre prose 
e poesie latine a Palermo 1748 ih-8**. 



S'ir. ORAZIONI LArDATIVE 23 

Io. Hier- Gra/Dinae, .Oralio de laiidikis Siciliae , sìvc De anli- 
quo lìlteraruin eulta habila in aperitionc novi GoUcgìi Borbottici 
coram prorege, Pan. il 28* 

* * 

« 

Emm. Agvilerae S. L OraUo in funere R. P. Petri M. Rcgii S. L 
babita in aula R. Coli. NobiUum; Pan. 1734 in-4?. 

TidùHi DjJuyi mess. S. I. Oralio in adveqtu et inauguratione 
Caroli lU Borbonii. Pan. 1731 in4^ 

Caiet. Noto S. I. In funere Clemeotii P. BI. oratio habila ia He- 
reinorum Àcademia. Pan. 1741 in-4^. 

FranQ. Testa , Oralio de landibus Io. Foliani Àragonii . babita 
cum ei pTorogalum fuisset imperium Siciliae. Pan. 1758 in-4^* 

— In nuplìis Ferdìnahdi regis et Marìao Carolìnae. * Sta in fronte 
ai Componimenti per tal occasione pubblicati soUo nome di Stef. 
Oneto. Ivi 1768 in.4^ 

Raim. Plataniae cai. Funebris lìiudalio Egnalii Paterni Castelli 
Biscaro/um prìncipis. Cat. 1787 in-8^ ' 

SEZIONE III. 

ELOQUENZA ITALIANA 

La partizione di questa non e punto altra da quella dell* ante- 
cedente sezione. Qui ancora presentiamo e i prefiwifnan e i toxa^ 
ponimenti delia volgar eloquenza. 



ART. I. PRELIMINARI 

Come le istorie cosi le istituzioni son coipuni ad ogni eloquen- 
za: una è r arte, se varie sono le lingue. Accenneremo adunque 
da prima le Istituzioni, e dappoi le Collezioni Oratorie. 

§ I. RETTORICUE 

Stante il previo avviso^ qualunque oratoria istituzione^ in qual- 
siasi lingua vi porge precetti comuni ali* eloquenza di qualsivoglia 
nazione. Il perchè le Ialine retloriche poste di sopra vi possono 
ben istruire nell' eloquenza italiana ; e le rclloriche italiane che 
seguono vi ponno vicendevolmente insegnare V eloquenza latina. 
Nulla di meno come abbiam noi distinte le latine dalle volgari ora- 
zioni, il simile n^è paruto dover fare alle retloriche ; ed eccoli 
qui le descritte in lingua nostra. 



ai CURSK XXV. KiOQUENZÀ — SEZ. III. trkUkf^A 

Giulio Mazzarino pai. Pratiche giuste e particolari accorgimenti 
per lodevolmente esercitare jl mestiere del sermonare; con in fine 
una breve pratica del predicare. Yen. iQi5 in-4**. • Questa pra- 
tica è ricavata da* Ragionamenti dello stesso autore sopra il sermo- 
ne del Signore sul monte, con cui fu pubblicata: ma poscia ven- 
ne in luce a solo in Brisgovia 1621 in-8^. 

Maurizio de Gregorio, Condolliere de' predicatori per tutte le 
scienze, donde potranno cavar concetti non solo da quelle^ ma dai 
poeti e da tutti i professori di belle e curiose lettere. Nap. 1615 
e Yen. 1627 in^^ ' 

Bem. còlte. Il Crisostomo , o vero Compendio dell'arte dt pre- 
dicare^ formato per modo di dialoghi secondo i precetti degli an- 
tichi oratori e maestri del dire applicati alla pratica del predica- 
tore evangelico. Roma 16i4 in-4^. 

'.■ ■ • - 

Giampaolo delt Epifania, La via lattea , arte brere dì predi- 
care. Yen. 1671 m-24", e Pai. 1684 in-12». 

Arte di ben concettare dimostrata con insegnamenti rettorici. Pai. 
1690 in-4\ , . 

Gio. Frane. itTudarra, Introduzione alle arti oratoria e poetica. 
Genova 1696 in-12'^. * Quesf è la rettorìca che poi lo stesso au- 
tore con qualche aggiunta voltò nel latino sovrihdicato. 

Ras. iV. imtco. Istruzione di cristiana eloquenza per li novelli 
predicatori. * Ricordasi dal Serio nelle giunte mss. al Hongitore. 

Eliseo da $. Romita pai. Carm. scalzo, Compendio delle partì 
principali dell'orazione. Pai. 1703 in-16''. 

Luca Termini da Caltanissetta Capp. L' Arte di ben comporro 
in ogni genere di eloquenza. Pai. ^738 in-4''. 

Gian Agost. de Cosmi , Pensieri sulla sacra eloquenza. * Leg- 
gonsi in calce al suo Elogio funebre di H. Lorenzo Gioooi vesco- 
vo di Girgenli. Pai. 1735 in-4^ 

— Ristretto dell' arte oratoria ^ ovvero Brevi documenti ai gio- 
vani studiosi nel sacro ministero del predicare evangelico , som- 
mariamente compilati dall' opera intitolata: Arte del ben dire. Ivi 
1738 in-4\ 

Gius. Gentile^ Saggio filosofico sull'eloquenza, tomi II. Sìrac. 
1793 in.8\ 



ART. I* PRELIMINARI — § I. RETTORICIIE 23 

Compendio de' precetti retloricì ad uso delle regie scuole. Pai. 
1191 in-8**. * Autore ne fu il p. Michelang. Monti delle Scuole 
pie genovese che lungo tempo insegnò nella regia Accademia di 
Palermo. 

Compendio de' precelli di retlorica ad uso delle Scuole pie , 
3* ediz. Pai. senz' anno in-8". * 1\' è autore il p. Ben. ÌHirom 
dello stess* Ordine. 

AnU Romano, Discorso sul vepo gusto dell* eloquenza diretto ai 
giovani studiosi delie belle lettere. Pai. 1798 in-8*\ 

# 

Gius. Scalia di Partenico, Precetti retlorici proposti a' giovani 
studeoU. Pai. 1834 in-12^ 

Paolo Costa, Trattato della Elocuzione , con una breve giunta 
delle figure retloriche. Pai. 1836 in-12^. ^ In un'altra edizione ov- 
vi aggiunto un discorso di Mich. Colombo sul modo d* arricchir 
la favella senz* alterarne la purità. 

Gius. Borghi^ Lezioni di belle lettere. Pai. 1836 in.8^. * Que- 
sto illustre accademico fiorentino venuto a stanziare fra noi, vi a- 
perse scuola e vi dettò queste lezioni che poi rifuse neir opera 
seguente: 

— Studi di letteratura italiana, tomo I. Ivi 1837 in-8^ * Que- 
sto solo volume usci a luce contenente V analisi de' toscani scrit- 
tori del primo secolo della lingua. Dipartitosi di qua 1' autore, 1' o- 
pera rimase incompiuta. 

P. Ant. Antinoro da CanniccUtì^ Dissertazione suU' eloquenza sa- 
cra. Pai. 1838 in-8^ 

P. Gian Domenico da Yallelunga, Discorso alla gioventù mino- 
rilica, studiosa della sacra eloquenza. Pai. 1842 in-S*". 

* Scrissero, questi due poiché il Generale de' Min. Oss. ebbe eretta 
per ogni provincia dell' Ordin suo una cattedra di tal facoltà. 

» 

Pietro Fontana, Lezioni di reltorica ad uso delle scuole della 
Comp. di Gesù tomi II. Pai. 1843 in-12'». * Sono 24 lezioni su i 
rami lutti di sacra e profana oratoria da lui insegnata in questo 
Collegio massimo. 

Gir. Cardinale, Il bello considerato nello stile. Pai. ' 1844 in- 12^. 
* Pubblicato per gli studianti in umanità ne' collegi, considera nel- 
la I parte U bello del pensiero, delle immagini , del sentimento 

.4 



26 GLASSE XXV. ELOQUENZA — SEZ« III. ITALIANA 

e della parola; nella II le convenienze dello stile e de* suoi eie- 
menlì. 

Stef. Bugliarelli, Elementi delFarte declamatoria. Pai. 1844 in-!2''. 

GiocLCch. Geremia^ Lezione di eloquenza giudiziaria^ e ricrea- 
zioni estetiche. Cat. 184S in-8®. 

Frane. Soave, Istituzioni di rettorica e belle lettere, tratte dalle 
lezioni di Ugo Blair, or ampliate ed arricchite di esempi ad uso 
della studiosa giovenlùi italiana da Gius. Ign. Montanari prof, 
d* eloquenza in Pesaro ed in Osimo, tomi III. Pah 1846 in-12^. 

Luigi Previle, Della elocuzione italiana, ad uso delle scuole d. 
C. d. G. Pai. 1830 in-8'. 

§ II. RACCOLTE 

Pria di scendere alle peculiari edizioni dei singoli nostri orato- 
ri, sta bene mandare innanzi alquante raccolte, che dire si pon- 
no Antologie oratorie; e son le qui appresso. 

Orazioni volgarmente scritte da molti uomini illustri de* nostri 
tempi e raccolte da Frane. Sansovino, voli. III. Yen. 1562 e 84 
e Nap. 1766 in-4^. * Alloghiamo qui questa compilazione d* autor 
veneziano, perciocché talune di quelle orazioni sono d'autori si- 
ciliani. ^ 

Prose degli Accademici della Fucina: libro I, nel quale conten- 
gonsi vari discorsi. Monteleone 1667 in-4''. 

— Libro 11. Nap. 1669 in-4'^. * Quest'Accademia, eretta a Mes- 
sina 1639, come pubblicò le sue prose, cosi pur fece le sue poe- 
sie che a suo luogo diremo. 

* Molle altre siciliane Accademie ban pubblicate altresì le loro 
prose, siccome i loro carmi: ma noi le abbiam commemorate nella 
classe X, dove fu discorso delle loro istituzioni, e dove per ischi- 
fare le ripetizioni rimandiamo i lettori. 

Giamb. Carvana Rettore del seminario di Girgenti. La miniera 
aperta ai sacri oratori , ove si contengono descrizioni eloquenti ; 
passi di sacra scrittura; erudizieni sacre e profane; lodi di Santi 
di religioni, città, Provincie^ regni; fatti d' armi; lettere missive, 
concioni, invettive, apostrofi, elogia- epitafii , prosopopee ec. Pai. 
1710 in-4\ 

Raccolta d^alcuni discorsi composti da insigni aratori d.C. d. G. 
deche IV. Wap. 1716 ln-^2^ 



ART. U PRELiniNAÌRl — § H. RACCOLTE 27 

Raccolta di vart discorsi italiani , composti da oratori siciliani 
della C. d. G., deche III. Pai. i?30-52-55 in-S'^ , e di nuovo ri- 
stampata nel 1157. * Collettori ne fur di tutte, ed autori eziandio 
di alcune, il p. Gaei. M. Noto, e il p.'^Mùhelc Delbono, che pre- 
ser in questo a modelli le Deche pubblicate a quel tempo in Ve* 
nezia, altre d'autori Gesuiti, altre di Cappuccini^ altre d'Agosti- 
niani scalzi. 

l\ella Deca IX di questi ultimi stampata a Yen. 1712 in-8^, av- 
vi le orazioni panegiriche del p. Saìiti da Gem Mariam onore di 
più Santi siciliani. 

Orazioni funebri composte e dette da diversi oratori Cherici Re- 
golari. Fir. 1736 in-12^ 

Orazioni nuovamente scelte ad uso dei retlori^ci del Collègio d. 
C. d. G. volume I contenente orazioni forensi , accademiche , fù- 
nebri ec. Pai. 1746 in-4*. * Sono dalF editore dedicate agli stessi 
rettorici: ma il secondo volume che contener dovea le orazioni sa- 
cre non vide la luce. 

Prose di diversi uòmini illustri siciliani, raccolte e degli argo- 
menti accresciute dal bar. AgosL Forno , aggiuntevi ' nel fine le 
vite degli autori in ristretto, e sul principio un ragionamento so- 
pra i pia chiari oratori di Sicilia. Nap. 1730 in-4®. 

Scelta d' italiane prose nuovamente mandate a luce dall' ab. Paolo 
^ammarata per vantaggio della studiosa gioventù. Pai. 1770 in-8^. 

* Anco il celebre Mich. Schiavo lasciò tra* suoi mss. che ser- 
bansi in questa libreria comunale, la u Idea d* una raccolta d'o- 
razioni italiane e latine di scrittori siciliani del secolo XVI )> che 
noi in parte già riportammo e in parte riporteremo. 

Raccolta di opere predicabili per tutte le domeniche e feste del- 
l' anno, disposte e pubblicate ad uso principalmente de' parrocbi 
voli. IV. Pili. 1840 in-8®. * Quejsta collezione, procurata dal tipo- 

Srafo Ant. Muratori contiene nel voi. I Discorsi su i vangeli delle 
omeniche, nel It Novene del Signore, nel III Prediche di missio- 
ni, nel IT Novene di Maria. . % 

Opere predicabjli per tutto l'anno^ o Raccolta di sermoni, pa- 
negirici, novene, ottavarl,. esercizi ed istruzioni, voli. II. Pah 1846 
in-8\ * Quest'* altra compilazione, uscita da' tipi di Gio. Pedone, 
seguir dovea le orme dell' antecedente: ma essa ristessi a mezza via. 

Squarci di eloquenza giudiziaria, compilati, tradotti e ridotti a 
lezione dal prof, ab^ GioacQh. Geremia. Catv 18. . . in-S^^. 



28 CLASSE XXV. ELOQUENZA — SEZ. 111. ITALIANA 

ART. II. ORAZIONI 

Essendo maggiore la copia e più numeroso lo stuolo degli ora- 
tori vernacoli che non fu dei latini, non farà maraviglia il vederli 
classati in più diramazioni, aggiugnendone altre alle quattro do- 
vrindicate. 

$ I. DISCORSI POLITICI 

FU. Paruta, Discorsi in difesa del Senato palermitano; intorno alle 
armi del ducato di Atene e di Neopatria; e su altri argomenti. 

* Rimasero inediti in diverse librerie. 

Scipione de Castro, Discorso a Carlo V Imp. sopra la pace ed 
abboccamento che si dovea fare in Cales. 

— Istruzione ai principi per sapere ben governare gli Stati. 

* Leggesi nella parte II del Tesoro politico, stampato a tours e 
a Francfort 1()28 in-8^ 

Giamb. Arata, La bocca della verità alle orecchie e a' cuori dei ' 
prìncipi, discorsi cristiani politici. Roma 1669 in«4^. 

Aless. Santocanale^ Discorso politico-morale recitato nella sala 
del Senato della serenissima Repubblica di Lucca Ì7i6 in-4**. * Fu . 
più volte rimpresso e qui ed altrove senza noma dell' autore. 

Bonav. Attardi^ La vera norma di ben vivere nel P. s. Agostino, 
discorso politico cristiano. Sirac. 1722 in-8^. 

— La verità in tribunale non si dice, non sì ascolta, non si prati- . 
ca, discorso politico morale cristiano. Pai. 1723 in-4^. 

Mnc. Pupella, Discorso politico sacro, recitato nell'oratorio della 
Pace dianzi al viceré Rari. Corsini. Pai. 1742 in-4®. 

Gioacch. Agneto, Scelta di alcune aringhe composte e recitate 
ne' tribunali e magistrati del regno di Sicilia. Pai. 1760 in-4^. 

Gius, Plumari ed Emmanuele, La felicità politico-cristiana, o- 
melie. Mess. 1822 in-4^ 

Pompeo Interlandi principe di Rellaprima , Orazione inaugu- 
rale in occasione delia solenne benedizione della bandiera costi- 
tuzionale in Avola. Cai. 1848 ih-4^. * Evvi annesso il seguente. 

Discorso storico-politico su l' attuale rigenerazione della Sicilia, 
del dott. Paolo Mazzone ludica. 



• « 



▲IT. U. OBAJUOKl 29 



§ II. DLSCOBSI ACCADEMICI 



Arguto Beggio pai. Discorso sulla gloria umana a Frane, tton- 
cada prìncipe di Paterno. Roma 1S92 in-4^ 



'*• 



Plac. Samperi, Discorso accademico in lode del porto di Mes- 
sina 1628 in-4^. * Vi è taciuto il suo nome. 

Gir. Mairanga^ Discorsi sacri accadeipici. Pai. 1645 in-4®. 

FUad. Mugnos, Agitamento accademico sopra V origine e pro- 
gressi della lingua latina. Roma 1650 in-8^. 

Gir. Basilico j II fato nemico all' armi firancesi in Sicilia^ discorso 
accademico. Pai. Ì65S in-4®. 

— Le dame guerriere, disc, accad. Ivi 1661 in^"*. 

-— La ruota degli umani awenimenli, disc, accad. Ivi 16C2 in-4^« 

Gio. Reitano, La luna cadente, disc, accad. in cui si mostra la 
vicina caduta dell' impero Ottomanico. Yen. 1665 in-4^ 

— In lode deir impresa della Fucina , disc, accad. : nel lib. I 
delle Prose degli Accademici della Fucina. Honteleone 1667 in4'' 



o 



Giù. VeniimigUa, Sulla parentela de' Mamertini co' Romani, e 
sopra taluni libri di Cicerone, diss. acc. nel lib. JI di dette Prose, 
«ap. 1669 in4». 

Gius. Galluzzo^ . Decisione poetica di Amore e Sdegno 9 chi sia 
di lor più potente. Pai. 1669 in-8«. 

Vinc. Calabro^ Le antipatie' dell' inerzia, disc, accad. Pai. 1682 
in-12^ 

Mario Sav. Bottone^ Elogi di primavera, osia lodi di Filippo V, 
con rime e prose in 12 lingue. * Serbasi mss. nella libreria dello 
Scuriale di Spagna. 

— Il ritorno di primavera celebrato in 12 lingue^ orazione po- 
liglotte. Nap. 1705 in-4^ 

Jgn. ColleUa^ Presagi felici al regno di Sicilia sotto il dominio 
di Carlo VI Imp. Pai. 1720 in-4^ 

— Discorso sopra r impresa dell'Accademia del Buon-gusto.Nap. 
1722 in.4«. 

— Orazione politico-morale per un collegio di maestre alla pub- 
blica educazione delle povere verginelle, detta alla città di Paler- 
mo. Wap. 1723 in-4^ 



30 CLiSSE XXy. ELOQUENZA — SEZ. HI. nALIANA 

Plac. Chiarèlli^ Notabili avvcDimenti esposti con rettoriohe di- 
eerie, « con due discorsi accademici. Firenze 1133 in-8^. 

AgosU Paniòy Ragionamento intorno alle lodi del gius civile ca- 
nonico e delle genti, e retta maniera di apprendersi dalia nobile 
gioventù nel Collegio dei pp. Teatini. Pai. 1734 in-4^. 

Emm. Ca/ru80, Discorso accad. sopra il sepolcro di s. Rosalia: 
nel t. XXII della Raccolta di Ang. Calogerà. Yen. 1740 in-12''. 

# 

Stef. Caruso pai. Discorso accad. Sopra il Fato e la Fortuna. 
*■ Ifel t. XIV degli Opuscoli filologici raccolti per Ang. Calogerà 
Yen. 1741 |n-12^ 

AgoU. Giuffrida^ Ragionamento accademico per disaminare, se 
mài sia vero che alcuni de* bruti superano Y uomo nelle cinque 
operazioni della^ sensitiva. Cat. 1741 in -4^. 

ilf. Alfonso Airoldiy Discorso per la regina Maria Amalia Wal- 
burga, recitalo nell* Accademia del Buon-Gusto. Pai. 1753 in-4^. 

— Per M. Papiniano Cusani, eletto principe dell* Accademia. Ivi 
1734 in.4^ 

Frane. Caruso^ Discorsi storici di cose siciliane recitati nell* Ac- 
cademia del Buon-Gusto, voli. II in fol. ms. nella libreria del Co- 
mune. 

Salv. VenlimigUa, ^Soprei l'epoche felici pe' principi protettori 
delle arti e scienze, detto nell' Accademia del duca di Pratameno. 
1755 in-4^ 

AgosL FomOy Prose volgari, sopra diversi argomenti sacri, scrii 
e giocosi. Pai. 1767 in-4\ 

Bar- Plac. Arena-PrmO'PorziOy Orazione accademica pel ritor- 
no dèi re Ferdinando I in Napoli 1815. 

Lion. Vigo, Prose e poesie. Pai. 1823, e 29 in-S^. 

Innoe. Fulci, Discorso inaugurale alla cattedra di lingua Italia- 
na: nel n. 4 del Giorn. di se. lett. ed arti. Pai. 1823 in-8''. 

Con. Emm. yaeearo, L' ebraico deicidio, orazione accademica. 
Hap. 1824 in-8^ 

— Il cristianesimo e 1 cattolicismo , base e compimento delle 
scienze ^ della civilizzwone, orazione inaugurale. Pai. 1846 in-8^ 



ABT. II. ORAZIONI— $ II. DISCORSI ACCADinCI SI 

Con. Dam. Primiera, Prolusione ali' anno scolastico nell' uni- 
versità di Catania. Pai. 1825 in•8^ 

F. lanieri, Discorso inaugurale. Pai. 1825 in-8^. 

CeUdonio Errante, Discorso accad. su' difetti dell' antica storia 
di Sicilia e su' mezzi di ripararvi: nel t. XXIV del giorn. di se. 
lett. ed arti. * 

— - Discorso intorno agli scrittori della storia siciliana smarriti , 
, sino al secolo di Augusto: nel t. XXYl del medesimo Giornale. 

— Discorso intorno alla condizione delle città siciliane sotto la 
dominazione romana: nel t. XXXIII. « 

— Discorso intorno a Temislogene e le sue Istorie, nel t. LI. 

— Discorsi due intorno a Filisto e le sue Opere: nei t. LIV-V. 
* Questi discorsi fur poi rimpressi, una col frammenti greci da 

lui raccolti ed illustrati, nella Biblioteca greco-sicola. Pai. 1847 in-4^. 

Gius. Bozzo y Delle scienze e delle arti , orazione inaugurale. 
Pai. 1825 in-8\ 

— Ragionamento intorno ad un luogo di Dante. Ivi 1830 in*8*. 

Gius. Sdbona, Orazione inaugurale per la distribuzione de' pre-« 
mi del 1826 nella Università di Palermo : nel t. XVII del Gior- 
nale di se. leu. ed arti. 

Agatino Longo, Prolusioni e discorsi accademici. Cat. 1827 in-4^. 

— Influenza degli errori sulla miseria de* popoli. Cat. 1849 in-8*. 

— Della erroneità de' sistemi in ogni maniera di scienze , ra- 
gionamento inaugurale neir Università di Catania, 1850 in-S"^. 

— Sul carattere costitutivo della scienza geonomica, discorso letto 
a quest'Accademia di scienze. Pai. 1853 in-8^. 

Salv. VrsinOj t^rolusione per apertura di studi. Cat. 18. • 

• 

Can. (rto. Sardo, Prolusioni due accademicbe, contenenti la 
storia letlerarla di Sicilia iino al secolo XVI. Cat. 18. . . 

— Discorsi due su l'origine del politeismo, e su le sorgenti della 
popolazione. Ivi ia-S^". 

Mario Musmeci, Prolusione per apertura degli studi. Cat. 18.... 

Bem. Serio, Sulla letteratura italiana del secolo XVI in Sicilia: 
discorso letto nell'Accademia delle scienze di Pai. 1833: nel t. 
XLV e seg. del Giorn. lett. 

EraeUde lo Presti, De' mezzi di coltivare Y ingegno^ e do' firutti 



32 CUSSR XXV. ELOQUENZA— SEZ. UI. ITiUARA 

che se ne raccolgono: Prolusione agli studi del seminario di Gir- 
genti 1833 in-8\ 

Fel. BUctzzay Sul romanticismo» memoria letta nell' Accademia 
peloritana di Messina 1833 in-8^. 

• 

Cm. Frane, de Beaumont^ Sui poeti lirici siciliani Xanto, Ari- 
stosseno e Slesicoro: memòria letta nell* Accademia di Pai. 1833 
nel t. XII deirEffem.sicole. 

Flaminio Proto-Filangeriy Le lodi di s. Stefano, orazione accad. 
Mess. 1836 in-8^ 

— Le lodi di s. Francesco d* Assisi. Ivi 1836 in-S"". 

Frane. Paolo Perez, Prose e poesie edite ed inedite. Pai. 1836 
in.8^ 

Gius. Ragonisi, Discorsi sul favolista Venerando Gang! , letto 
neir Accademia de' Zelanti di Aci, e riportato nel t. LI e LXn del 
Giornale di scienze eec. 

Gius. Lonza principe di Trabia, Discorso letto nella R. Univer- 
sità degli studi per la distribuzione delle medaglie agli artisti. Pai. 
1838 in-8^ 

Ferd. ÀrdiUOy Sulla educazione^ prolusione agli sludi della R. 
Accademia di Caltagirone 1837 : nel t. LXII del Giorn. predetto. 

-* Discorso sopra Ruggiero e Sabina, novella di Paolo Maxio ro- 
mano: nd t. LXXIL 

— Diss. sopra diforsi stili e generi di studi» nel t. LXXYII. , 

AìU. Guerriero^ Sugli studi, orazione inaugurale detta in Comiso 
1831: nel t. citato LXII. 

— Cicerone alla tomba di Archimede, discorso ivi detto nel 1840: 
nel t. LXIX. 

Mons. Gasp. GrasseUini pai. Discorso letto in Arcadia, suU' E- 
gloga'jV di Virgilio, intitolata II Pollione. Roma 1838 in-S"". 

— Discorso letto neir Accademia di religione cattolica sulla sto- 
ria de' sommi Pontefici. Itì 1841 in-S"". 

Roeeo Pugliese da Scordia, Discorso esegetico per M. T. Cice- 
rone poeta» Cat. 1838 in 8^. * Rileva i meriti poetici dell' Oratore 
romano. 

Antn CagUa^ Discorai accademici. Hess. 1839 in-8^ 



^MT• %U OiUZfOM — ^11. DlSeORSl ÀCaDEMICl 33 

Giù. SaceanOy Discorso sopra la storia in opposizione al para- 
logismo di Meldhiore Dalfino. Mess. 1836 in-8^. 

— Discorso sulla dignità della lingua del Lazio. Ivi 1843 in-S**. 
-—Discorso sulla storia della Francia. Ivi 1844 in'8^. 

— Discorso sulla importanza della pace per la floridezza degli 
studi. Ivi 1646 ìn-a^ 

Jtfatiro GrancUa, Orazione inaugurale della R. Università di Mes- 
sina. Ivi 1639 in4^. * É questa una breve istoria di queir Ateneo 
restituito alla città da Ferdinando II; 

Altre prolusioni agli . anni 1843 e 44. Ivi ìn^"*. 

Con. Carlo Itodriguez di Lipari , Discorsi sull* Abbate di Con- 
dillac e sulla Filosofia delle scienze , pronunziHli nell* Accademia 
pontaniana e riportati nel t. LXXIÌI del cit. Giornale. 

Frane. Ferrara^ Discorso nella solenne apertura degli sludi nella 
R. Università di Catania 1840 e 43 in-8''. 

Al. Narbtme^ Sulla coltura morale del basso popolo: nel t. XLII- 
tll del Giorn. di scienze. 

— Sopra i caratteri del vero letterato: nel t. LXXIÌI, n. 218-9. 
^ Ambo discorsi letti in quesf Accademia di scienze e lettere. 

Vfric, Ricciardi, Discorsi su la lingua italiana. Pai. 1842 in-8*. 

Carm. la Farina, Per 1' assunzione alla sacra porpora dell* ar- 
civ. di Messina, discorso pronunzialo nella R. Accad. peloritana. 
Ivi 1843 in-4^ 

yinc. Mortillaro, Discorsi accademici: tièl voi. II delle sue 0- 
pere. Pai. 1844 in-4^. 

« 

Can. FU. Neri Schepisi, Discorso iuau^rale del Seminario di 
Santalucia, Sui rapporti della filosofia colla religione. Hess.' 1845 
in-8®. 

Giù. Bruno, Due prolusioni sulla sapienza, e sullo studio del- 
l' economia sociale. Pai; 1846 in-8**. 

— Discorso inaugurale per V apertura dell' Università degli slu- 
di di Pai. 1849 in.8^ 

Mariano Sansone, Discorsi e poesie varie. Pai. 1846 in-8*^. 

Giusi la Farina, Discorso letto nel Panteon del Giardino Puc- 
cini a Firenze uella solenne di^tribuziorie de* premi. lUess. 1846 



3J^ CLASSE XXV. ELOQVEtVZA — SEZ^ III. ITALIANA 

in'8**. * Fu anco inserilo nel gìorn. Scilla e Gariddi an. Ili, e traslato 
in francese. 

Ant. Caiara-Letlieri, Discorso ai suoi allievi di filosofia. Hess. 
1847 inS^ 
— Orazione inaugurale del nuovo Istituto il Haurolico. Ivi 1833 

in-8\ 

Carm. Puglialti, Orazione inaugurale degli studi nella R. Uni- 
versila di Mcss. 1847 in-8^ 

Frane. M. Cirino, Discorso ad onore dèi ss. Apostoli Pietro o 
Paolo, detto nella solenne adunanza degli Arcadi^ il 27 luglio 1848^ 
inserito nel giornale Romano n. 10. 

Gius, di Lorenzo Calandrino, Sopra i grandi tesori d' istruzio* 
ne che raccoglier si possono da on accurato ed intelligente viag* 
jgiatore, discordo lello nell'Accad. di Pai. 1830 in-8^. 

Tino. PugUaUij Discorso letto nel Sem. arciv. di Mess, per uà 
pubblico saggio di filosofia. Ivi 1830 in-8^. 

Gius. Ingianni, Su' mutui vincoli delle scienze e delle lettere, 
discorso per V apertura de' saggi nel Seminario di Hazzara 1830 
ln.8\ ' 

Ànast. Cocco , Orazione inaugurale per 1* apertura degli studi 
ncir Università di Jlessina 1831 in-8^ 

iSius. Bozzo, Discorso inaugurale per V anno accademico 1830- 
51 in.8^ 

Mich. Pandolfini, Discorso per inaugurare V anno scolastico nella 
II. Università, letto con intervento di S. E. il principe Satriano e 
per ordine di hii pubblicato. Pai. 1831 in-8®. 

Yinc. la Rosa, Discorso inaugurale della cattedra di letteratura 
italiana nella Univ. di Gat. 18p2: nel Giornale gìoenio , serie II , 
bim. 1. . 

Sah. Salafia, Prolusione pel primo anno di studi nel Liceo il 
Vittorino, Idee fondamentali ad ogni metodo di studi. Pai. 1833 
in-16«. 

Ga>sp. Sciuto, Sulla distinzione della morale dal dritto, discorso 
pronunziato dalla cattedra della R. Università di Gat. 1834 in-8^« 



ARt. II. OlUZIOM ìó 

S HI. PANE<;iRI(U 

Infinita è la foga dei nostri panegiristi; talché chi si (issuincsso 
Farduo ed inutile incarico di passarli tutti a rassegna, non Ver-» 
rebbene a capo giammai.^ * . ^ 

Ogni città vanta i celesti suoi protéggitori: a loro festeggia delle 
annue celebrità, a loro tributa gli omaggi di lode nelle orazioni 
panegiriche , di cui buona parte si mandano annualmente alte 
stampe. Diamone un piccolo assaggio. . 

Palermo sente ogni anno una buona dozzina* di panegirici iit 
onore della santa Vergine Rosalia; e fin da quelfanno che rinve« 
Duté si furono le sacre sue spoglie , usa di solenneggiarle per 
olto giorni il fausto ritrovamento con elogi detti neiroUavario da 
divèrsi ordini regolari, oltre a quelli che se ne odono iri più tempi 
deiranuo e nel duomo e in piìi chiese. Quindi abbiam per le stampe 
le laudazioni di questa Santa composte da Tabio Asccnso, Giac. 
Spinelli, Luigi Serromna, Saverio Acciarelli, Giov. Reilano, Ante 
Jgn. MancusOj, Dom. M. Reggio, Giuseppe Galeani, Giuseppe Va- 
dasvso , Giuseppe Villemaggio , Andrea Ferrucci , Ignazio dù 
$. Raimondo, Lor. Migliaccio, Gius. Borghi, ecc. ecc. 

Non è da meno la pietà de* Messinesi inverso la Madonna della 
lettera: intorno alla quale, oltre le tante opere storiche, polemi; 
' che , descrittive da noi commemorato nella classe VI, sez. in\ 
§11 , abbiamo le laudazioni encomiastiche di Dom. Argaìianzio, 
ì*ranc. HL de Leone, Frane, M. Musarra, Ign. Balsamo, Oliamo 
Balsamo, Giuseppe Tamagna, Gius, M. Costa, Gius, M.Salomone, 
Ani. di Vincenzo, Valentino Vitale, Cirillo Termitano, Gius. Gal- 
leUi,Giv>s.d\indrea, Serafino da s. Bernardo^ ed altri che lungo 
sarebbe l' enumerare. 

. Pari divozione professano e Catania a S. Agata ^ e Siracura a 
S. Lucia, e Noto a S. Corrado, ed altre cilladi ad altri Santi pa- 
troni , dei quali volle la loro pietà pubblicate per le stampe le 
lodi. 

Potremmo noi tener dietro a tutti? e dovè puro ili potessimo , 
sarebbe ciò pregio deir opera ? Lasciati adunque dallato codeste 
isolate e solitarie edizioni, prendiamo solo a far motto di quelle 
che non uno od altro , ma raccolte ci danna di panegìrici sacri. 

E qui replichiamo Tavvertimento già dato più innanzi, che gran 
parte dì elogi a Santi, ad Eroi, ad uomini o donne illustri^ furon 
da noi riposti nella classe delle Biografie , dove chi vuole potrà 
riscontrarli* 

Ben. Fedele, Sei sermoni di M. V. recitfiti nei sabati della qua- 
dragesima: stanno nel suo Quaresimale. Ven. 163G in-4**. 
— Sacri panegirici dei Santi, dei quali la Chiesa con solennilà 



36 CLASSE XV. ELOQVEKZA — SM. HI. ITALIAUTA 

maggiore celebra per tulio Tanno la festa, parti IL Yen. 1640 in-4*. 
■^ — Selle panegirici per le feste di M. V/ Ivi 1641 in-4*. 

Bern, Colle, Panegirici di Santi. Pai. 1636 iii-4\ 

Placido Calvario, Sacra ottava^ de) ^s. Sacramento. Mess. 1638 
e 46 in-4\ 

Gitis. PUUilh , Panegirici diversi e componimenti vari. Ifap. e 
Mess. 16(0 ÌD-4\ 

Seraf, Leggio^ Le quattro stagioni sempre floride dei Santi solen- 
nizzali da s. Chiesa. Roma 1646 in-4^ 

Lud. Visitano Panegìrici per li sei sabati della quaresima so- 
pra la Lettera scrii^a da Maria Y. ai Messinesi. Mess. 1649 in-4*. 

Gius^ Geloso, Saniorale, discorsi dei sovrani lodamenli di Cri- 
sto, della Yergine, e de' Santi, nelle due stagioni del yemo e delia 
primavera., Yen. 1650 in-4^ 

— Saplgrale, discorsi dei sovrani lodamenti della Trinità inef- 
fabile, di Cristo ascendente, dello Spirilo santo e del ss. Sagramento. 
Pai. 1635 in-4^ 

Pi(firo Marcliese. Panegirici sacri del Signore e dei Santi, parti IL 
Mess. 1650-53, e Yen. 1663 in-4^ 

Carlo Giacoma, Panegirici sacri t. 1. Roma 1652 in-12^. * l\e 
lasciò mss. altri due tomi nella librerìa dei Minoriti di Catania. 

— Zodiaco Eucaristico, Dodici sermoni del ss. Sacramento del- 
roltare. Ivi 1633 in-8\ 

Giov. Bamerì, Panegirici di s. Agata Y. eM. Cat. 1632e8egg. 
in-4^. ^ IVe pubblicò fino a 14, Tultimo dei quali fu ivi impresso 
nel 1665 in.4^ 

Gius. Spìicces, Panegirico in onore deirimmacolata Concezione 
della gran Madre di Dio. Pai. 1654 in-4^. 

Gius, di Marzo, Primo saggio dì panegirici. Parma 1634 in-12^. 

PiL Polizzi, Sermoni dell* immacolata Concezione di H. Y. Pai, 
1655 in-4^ 

Àless. €alamaio , Santuario , ovvero Discorsi panegirici per le 
fesle di G. C. , della B. Y. e de* Santi , con tre discorsi per le 
Rogazfoni. Yen. 1658 in-4^ 



ART* II. 0RAZI01l»--$ III. PARlSGiRIGI 37 

Carlo Bastone, Discorso deito boI duomo di Callagirone, cele- 
brandosi la prima volta la festa di N. S. della Lettera. Cat.1660 in-4^. 

— Discorso per le glorie di S. Corrado. Pai. 16G2 iii-4^. 

Bonv. Conoeahiella^ Panegirici in lode di s. Nicolò titolare del 
duomo, e di s. Corrado patrono di Noto. Cosenza 1G03 in-i^.* 

yiHC. Romano, Orazioni sacre. Pai. 1663 in- 12^. 

Pietro Maggio, OTaiìom panegiriche. Pai. 1664 ìn-4^ 

Giov. Reitano, Panegirici di vari Santi/ stampati a solo in Fi« 
renze; Venezia, Trevegì, Cosenza, Nap. ed aliroTe 1664-69 in-4^. 

Gius. Perdicaro , Panegirici sacri. Pai. 1660 in-12^ , e Roma 
1666 in4^ 

— Le sette giornate del mondo, Idea dèlia Madre di Dio: ora- 
zioni dette in s. Giov. de* Fiorentini in Roma 1664 in-4^. 

Ottavio Ted^ehi , Prediche panegiriche sacre e morali. Cat. 
1666 in-*». 

Ippolito Falconey Panegirici. Roma 1668 in-12^. 

— Panegirici e declamazioni. Bologna 1672 in-12^. 

« 

Nic. BeUij Panegirici sacri, parti II. Roma 1669-72 in-4\ 

Dte^o FiUppazzi, Panegirici sacrf. Pnl. !674 in-4*^. * Ne avea 
pubblicati due à Firenze 1657-58, in lode di s. Antonio di Padova 
e di s. Filippo Benizio. 

Alfonso Boccone, Panegirici a vari Santi. Bergamo 1673 in-4^. 

Giamb, Romano Colonna, La Sicilia ammiratrice/ orazione pa- 
negirica. Hess. 1676 in-8^^ 

Giov. Paolo dalV Epifania , Panegirici ed orazioni sacre. Pai. 
1676 in-t2^. * Altri sei tomi ne lasciò da pubblicarsi. 

Fel. Bonafede, Le glorie del Precursore di Cristo esi>oste pel 
suo festivo ottavario nella metropolitana dì Firenze 1677 ìn- 4*. 

Felice Brandim,arte, Panegirici sacri di diversi Santi occorrenti 
nell*annO) con raggiunta di quattro prediche. Pai. 1677 in-4^. 

Sigismondo Rùssia Saggio di panegirict. Yen. 1680 in-4'^. 



38 CLA8SB XXV. ELOQimnU<--SEZ. III. ITAUÀIIA 

' Bem. Buècemij Orazioni sacre. Nap. 1680 m-12^. 

FU. ClemerUey Panegirici sacri. * Pubbliconne alcuni a Palermo 
e a Trapani 1681-94 in-4^ 

Laudànzio Alcide y Panegirici sacri. Hess. 1686 in-12\ 

Ales8. Fontana maltese Min. Conv. Discorsi sacri panegirici. 
Pai. 1689 in^l2^ 

Ani. CàsatettOy Panegirici sacri. Pai. 1689 in-12''. 

Gius. Bartotta^ IdeadelFinnocenza, panegirici di M. Y. Immli- 
colala, parli II. Trapani 1691 in-12\ 

Gir. la Jacona, L* esperienza della santità per diporto di Dio, 
panegirici sacri. Trap. 1692 in-4**. 

Giamìf. Campanile, Panegirici e orazioni sacre. Pai. 1692 in-8®. 

Ani. di yincenzo , Panegirici in lode della sacra Lettera ai 
Messinési. Messina 1697 e 1704 in-4®. 

— Altri ih onore della ss. Annunziata di Trapani. Ivi 1702 in'4^. 

— Altri in lode di S. Rosalia. Pai. 1705 in.l2^ 

Ben. Chi€PreUiy Panegirici sacri. Mess. 1701 in4^. 

Calogero Gaetanij Sacri discorsi panegirici. Hess. 1706 in-8^. 

Celidonio 5iim, Sabati della ss. Vergine; e panegirici de' Santi: 
cilansl dal Mongìtore 'come già vicini alle stampe. 

Ang. M. Annabata^ Li miracoli della grazia , Panegirici sacri* 
Nap. 1706 in-12\ 

Frane. Arena, Panegirici sacri. Pai. 1709 in^**. 

Carlo M. Gcdizia, Panegirici vari. Trapani 1709-10 in-4^. 

Ragionamenti sacri differenti, pubblicati da Gir. Renda-Ragusa, 
vicario del vescovo di Siracusa. Hess. 1716 in-4**. * Sono pane- 
girici, sermoni , orazioni funebri^ composti da Gir. Ragusa zio> 
deireditore. ' 

Mich. Ang. Afjronlóy Orazioni eacarisliche di s. Rosalia per la 
liberazion di Palermo da' tremuoti degli 11 gennaro e del 1 set- 
tembre, recitate nel duomo di Pài. 171d-26-39 ih'4^ 



... . ■ i^ \ 

ART. II. OBA^lOm — S UI. PAICJBGIBIÈI 39 

Con. lar. MigKaccio, Orazioni panegiriche in onore della 
B. Vergine e delle sante Agaia e Rosalia. Pai. 1723-31 in-4*. 

Fr. Ani. Bafracco d. C. d. 6. Panegirici sacri, dedicati al eav. , 
€iov. Berardo di Ferro patrìzio trapanese* Nap. 1720 in-S**. 

Don». JV. Turano , Panegirid e sermoni otto. * Leggonsi nella 
Raccolta degli Oralori sicoli d. C. d. G. Pai. 1730 in-8^ 

Pier Ani. Capitania agost. scalzo, Raccolta di tarie orazioni 
panegiriche. Pai. 1741 in-4®. 

Giamh. Pisone da Sambuca càppucc. Panegirici sopra le feste 
della B. V. Pai. 1748 in-4^ 

Gio. della Croce delle Scuole pie, Panegirici. Pai. 1750 in-8*. 

, Greg. M. Daniele C. R. sirac. Orazione in onore di s. Vincenzo 
de' Paoli, recitato a Roma, impressa a Yen. 175S ìn-4^. 

Sehastiaino Searfia da Caltagirone cappucc. Decade di panegi- 
rici. Pai. 1764 in-8\ 

Mattia Iraggi, Sacri ragionamenti suiraugustissimo sacramenta 
dell'Eucaristia, preceduti dn un ottavarìo per monache. Pai. 1800, 
e di nuovo 1843 in-8^ 

Gio. Sardo, Elogi di Maria SS. e di vari Santi. Cat. 18... 

Luigi CaU^ Orazioni e sermóni pronunziati in varie occorrenze. 
Pai. 1814, Napoli 1816 in-4\ 

Yine. Catalano^ Panegirici. Siracusa 18.... 

Mich. Ang. Monti, Prose italiane di vario genere (cioè orazioni 
funebri e panegirici). Pai. 1822 in-8^. 

Ctt^. leone, Elogi di Maria V. .addolorala.— di s. Giuseppe- 
di s: Rosalia — ài s. Camillo de Lellis: stampati separatamente a 
Palermo 1826 e seg. m-8^. 

. Gioacc. Ventura teatino , Elogi funebri ora per la prima volt» 
in un sol volume riuniti. Roma 1827 e 4S in-8^. 

r— Discorso funebre per i morti in Vienna. Roma 1848 e Pa- 
lermo 1849 in-8**. * Quésto discorso , messo nell' Indice , fu poi 
irtrattato dall'autore . ' 



42 aASSE xxY. eloqueuza— -SEZ. in. italiaixà 

Discorso inaugurale dell* Opera pia, detto nel duomo di Oefald 
da Dom. RestivOj nel i84S. 

Altro, detto uel duomo di Caltanissetta da Basilio Ianni, nel 1847. 

Discorso funebre, recitato nella chiesa di Scicli da Pietro Brin- 
dièi. Cat. 1852 in-8\ 

§ IV. ORAZlÒlfl SACRE 

Raduniamo qui sermoni, prediche, ragionamenti, discorsi eccle- 
siastici di moltiplico argomento. 

Vito Pizzo, Sermoni predicabili sopra il salmo Miserere , con 
una meditazione al fin di ciascuno. Mess. 1S89, e 1698 in-4^. 

titoli Dom. Candela^ Del bene della verginità, discorsi XIV. Pai. 
1599 in.4^ 

— Dello stato della verginità. Ivi 1599- in-4^. 

€iìUio Ma)i:zarino pai. d. C. di G. Somma della vangelica os- 
servanza: Ragionamenti sopra il sermone del Signore nel monte , 
in cui si contiene la somma del giusto e costumato vivere crislia- 
no. Parte I, nella quale per incidenza si tratta delle pratiche giuste 
e dei particolari accorgimenti a ben sermonare. Yen. 1615 in-4^. 

— Parte II, nella quale si spiegano le quattro prime beatitudi- 
ni, della povertà^ della mansuetudine, del lutto e della fame, ivi 
1615 in-4^. . 

— ^ Parte III, nella quale si spiegano altre tre beatitudini, della 
misericordia, della mondizia e della pace. Bologna 1618 in-4'^. 
* • «^ Parte IV , nella quale si spiega V ottava beatitudine , delle 
persecuzioni, e si va innanzi al rimanente del sermone. Ivi 1618 
ìn-4^. * Altri discorsi biblici dello stesso oratore furon da noi com- 
memorati a suo luogo. 

Gaspare Sghemma, Prediche sopra diversi misteri di Cristo e 
della Vergine. Cai. 1628 in-4^. 

Frane, M. Setaiuolo . Orazioni sacre e discorsi agli Ebrei. Pai. 

1629 in-4^ 

■ 

Fine. Riètea, Discorso spirituale sulla grandezza e provvidenza 
di Dio, e della sua gran pietà ndlla creazione dell' uomo. Mess. 

1630 in-4^ 

Mieh. Cako , Sermoni vari. Pai. 1645 in-8\ * Altri ne lasciò 



ART. II. OlUZiOlfl — ( IV. SACRE 43 

Xliss. pei yenerdl di quaresima , altri per la seltimana santa , al- 
tri per le domeniche tntte dell'anno. 

Marcello Somano Colonna], Sermoni del ss. Crocifisso Cat. 
1650 in-i^ 

— La vera Deità catanese, Orazione sacra in due ottave distinta, 
e diverse volte recitata nel duomo di Catania. Verona 1658 in-4^. 

— Sacri apparati per il glorioso ed ammirabile trionfo di s; Cro- 
ce. Cat. i68l in-4^ 

Gius. Landolina, Il mondo rifatto da Cristo appassionato in sei 
discorsi sopra la Passion del Signore per li venerdì della quare- 
sima. Cat. 1652 in.l2^ 

Alf. Salmo, Prose sacre e morali o familiari, parti II. Pai. 163S 

in-S". 

t 

Frane. Londre»^ Mensa sacra, Ottava del ss. Sacramento del- 
l' altare. Pai. 16SS in-4^ 

Giamb. Arata, Orazioni sacre. Ronia 1G39 in-4^. 

Frane. i!f. Staggio^ Sermoni della [ss. Vergine. Nap. .1677 in-4^. 

Bem. Buseemi^ Orazioni sacre. J\ap. 1680 ia-t2<*. 

Gitis. Cicala, Dodici discorsi sacri. Mess. 1G83 in-4^ 

Gius. M, Requesens, Raccolta di sermoni detti nel PalazzO/apo- 
stolico ed altri luoghi di Roma. Ivi 1683. in-8''. 

Gius. Barloita, Le sacre veglie, discorsi per li venerdì di marzo. 
Trapani 1686 in-8^ 

Dom> (T Agostino , Discorsi della ss. Eucaristia, tomi lU. Pai. 
1688-90 in-12^ 

Sermoni, parli II. Ivi 1691 in.l2^ 



• e 



AnL Ferro , La satira santificata ad uso dei pergami, discorsi 
parte I. Pai. 1704 in-4^. * Rimasero inedite le altre due parti. 

Ani. Ign.'MancusOf Orazioni sacre sopra diversi argomenti. Pai. 
1709 in-4?. 

— Predica recitata dinanzi al tribunale deir Inquisizione cotitra 
gli occulti nemici di s. Fede e principalmente centra il gianseni- 
smo d* oggidì. Ivi 1712 in-4^ 



44 CLASSE XtV* BLOQIJBNZA«^EZ. III. ITALIANA 

ìjoié Bianco^ La iafelieità dominante, discorsi inorali. Pal« 1712 
in-ir. 

P. Oiui. Ermanno del Terz' Ordine , Orazione per Io solenne 
rendimento di grazie dell* Arciconfr. del monte di s. Basilio, detta 
d€^li Azzurri^ nella chiusura del 2^ secolo di sua fondazione. Mess. 
1740 in-4*. 

•^ Dio l^latore. Dio re, Dio giudice, orazione, hi 1741 in*4^. 

CamiUù di JSana, Discorso per la Redenzion de' cattiri. Pai. 
1740 ia-4^ 

9 

M. Frane. Testa, Brevi ragiona menti sopra la dignità ed obbli- 
ghi dello ecclesiastico. Pai. 1743 in-8**. 

f-^ Omelia recitata nella cattedrale di Siracusa prima di sua par- 
tenza; ed altra nel duomo di Monreale al giorno del suo solenne 
ingresso. PaL 1754 fol. * 

«^Omelia per Y incoronazione del simulacro di s. Maria la Nuo- 
Ta di Monreale. Ivi 1762 fol. 

— Allre due sulle lodi di s. Benedetto abbate e del B. Bernar- 
do da Corleonc. Ivi 1769-73 fol. 

*- Discorso sulla Groce^ pubblicato e corretto da Ben. Sav. Ter- 
za. Pah 1834 in-8^ 

Santi da Gesù Maria agost* scalzo pai. Discorso recitato nella 
ragguardevole Compagnia di s» Benedetto Bianco in Firenze 1755 
in-4^ 

Frane. Cari, Discorso sopra un novèllo sacerdote: leggesi nel 
t. I del Giornale ecclesiastico di Palermo 1772 iu-8^ 

€%an Ag. de Coèmi, Discorsi di sacro argomento. Nap. 1782 in-8^. 

M. Carlo Santacolomba, Omelia per la ss. Spina di N. S. che si 
tenera nella R. Cattedrale di s. Lucia. Pai. 1788 fol. 

Ant. Seraf. Camarda, Prediche contro gli Ebrei. * Recansi dal 
Serio nelle giunte al Mongitòrc , siccome già prossime ad uscire 
io lutee. 

Can. O^^atìoCampJéi da Monreale, Orazioni sacre. Pai. 1818 in-8®. 

P. Emm. Garofalo, Orazioni sacre» Mess. 1832 in-8®. 

— Prose di vario argomento. Ivi 1846 in-lC®. 

P. Paolo Cumbo, Orazione parenetic». Hess. 1833 jn^^. 



àKI. U. OlAZIOm— § lY^ SAGEK IS 

P. Flaminio Protó-FUongeri , Delle Rogaiioni , omelia. Mess. 
1837 in.8^ 

6io. Sacoafio, Discorso sulla passione di Cristo. Mess. 1837 in-8\ 

Discorso di ringraziaroento a Dio recitato da un Gesuita nella 
chiesa del Collegio di Caltanissetta, l' ultima sera dei 1837, ed ìtì 
stampato in-8®. 

P. Lud. Idèùf Sermoni su la TrasGgurazione e la Eucaristia. 
Cai. 1838-59 in-»». 

— Altri sermoni. Pai. 1855 in-8^ 

P. tìiui. leone, Orazione sui dolori di Maria. Pai. 1838 in-8^. 

P. Dam. Avella, Orazione in commem. del tremuoto del 1823, 
recitato nel duomo di Pai. 1838 in-i"". 

Corrado Tamburino Merlini can. di Mineo, Omelia per la notte 
del s. Natale, con note. Cat. 1839 in'8^. 

— Discorso dogmatico-morale sopra la ss. Trinità. Ivi 1843 in-8^ 

— Orazione sacra per impetrare mercè il patrocìnio della pa- 
trona s. Agrippina la liberazione del morbo epidemico degli ani- 
mali bovini^ ecc. Ivi 1845 in-8®. 

D. MicheUmg, Celesta eassinese, Conferenza monastica detta in 
s. Martino delle Scale per una professione solenne. Pai. 1840 in-S". 

P. Lud. Ferrara, Discorso sopra la Trasfigurazione dì G. C. Noto 
1841 in-ff». . 

Greg. Ugdulena, Omelia detta per la Natività del Signore nella 
prima messa solenne, di Lionardo Cipri ani. Pai. 1844 in-8®. 

• • • ■ 

P. St«f. spina, Diseorii sopra il ss. Salvatore e la B. V. Pai. 
1846 in-12». 

M. Dom. M. Gius, lo laeùno vesc. di Girgenti, Omelie due di 
argomento politico, con note. Nap. 1849 in-8^. * Yi sono annesse 
due Encicliche, dirette ai suoi diocesani, T una jSuU* amor di pa- 
tria, r altra sul progresso. 

Frane. Tomabene, Discorso sopra la pielà Terso i morti, dettò 
nella chiesa di san Martino nelF occasione degli annui fimerali per 
1 defunti deir arciconfraternita de* Bianchi. Cat. 1855 in-4''. 



4(1 CIASSB XIV. ELOQtElVZA---*SE^« IH. ITALIANA 

Gir. FazeUo^ Delle prediche quaresimali, parte I e IL Pai. 1573 
e Yen. 1592 ia-i"*. * Fu l'autore palermitano, fratello del celebre' 
storico Tommaso FazzellOy e come lui domenicano, che piti altri 
Tolumì di prediche e comenti biblici lasciò mss. in questo con- 
vento di s. Domenico da lui governato. 

* €kiBp. Sghemma, Prediche sopra gli evangeli correnti- nelle fe- 
ste e domeniche dell' anno. Pai. 1630 in-4^. 

Àless. Calamaio, V avvento di Cristo N. S. Mess. 1627 in-4®. 

* Fu rimpresso col titolo, Espeltazione del Verbo incarnato , ov- 
vero Prediche delle domeniche dell' avvento e feste correnti. Yen. 
1639 e 53 in-4^ 

— Quaresimale con li sabati delle lodi di Maria V. Bologna 1648 
e Yen. 1674 in.4^ 

— Selva novissima di concetti fondati nell' autorità delia saera 
Scrittura, dei ss. Padri ed altri dottori di s. Chiesa , applicabili a 
tutte le ferie di quaresima, domeniche fra Y anno e feste correnti. 
Mess. 1640 , e Yen. 1643 in-4''. * Pib altre volte fu ristampato: 
la edizione 13'' è del 1668. 

Ben. Fedele, Quaresimale, ovvero Considerazioni sopra i vangeli 
della quaresima, parti IL PaU 1633-35, e Yen. 1637 e 41 in-4''. 

— ; Prediche sopra gli evangeli dell' avvento, delle feste di N. S. 
e delle domeniche che si leggono sino alla quaresima. Yen. 
1646 in-4^. * Queste prediche furon anco tradotte in latino e stam- 
pate in sei tomi a Colonia 1682 in-4\ 

Seraf. Leggio, Quaresimale^ tomi IL Ivi 1640-41 ìn-4*. 

— Avvento sacro, con i Santi correnti , e prediche per V espet- 
tazione del parto. Yen. 1643 in-4^. 

— Trionfo quaresimale, stazioni sacre , sacra mensa del Sole. 
Ivi 1643. 

— Riporti evangelici per li predicatori, dalla Natività del Signo- 
re fino alla festa della ss. Trinità. Yen. 1645 in-4^. * Lasciò ms« 
il Domenicale per tutto l'anno. 

Gius. Geloso, Quaresimali, ovvero Discorsi sopra tutli i vangeli 
della quaresima, e sermoni su la passione di G.G. e V eccellenze 
di M. Y. L IL Pai. 1644 e Yen. 1649 in.4^ 

Mich. Calmo, Assunti sopra i vangeli della' quaresima, parti IL 
Pai. 1645-48 e Yen^ 1649 e 65 in-4^. * Questi discorsi dìcesi es- 
sere stati trasportali in latino. 

Frane. iondre«, Avvento sacro e feste occorrenti. Pai. 1652 in-4'*. 



ABT. II. OBAZrOia— ^ IV. SACBK 47 

— Delle prediche quaresimali parte h Pai. 1664 in4®. * La 
parte li per morie dell* autore rimase incompiuta. 

Gaspare Sghemma, Introduttorio morale sopra i sacri Evangeli 
delle feste nella sacra quaresima ecc. Pai. 1655 in-12®. 

Raff. Bonerba, Sacri problemi sopra gli evangeli di quaresima 
risoluti e disposti in forma predicabile, parti II. Pai. 1661-67 71 
in-4®. * Furon traslati in latino e riprodotti a Hagpnza 1670 in-4®. 

Marcello Ramano Colonna, Avvento. Cat. 1670 ìn-4^. 

M. Frane. Testa^ Editti vari sopra l'Avvento, la Quaresima, le 
sacre Missioni ecc. stampati ciascuno da sé e in anni diversi, per 
istruzione della sua diocesi , pria di Siracusa e poi di Monreale. 

Ottamo Tedeschi^ Prediche quaresimali. Napoli 1672 in-4®. 

Giamb. Campanile, Prediche della quaresima recitale nella imp. 
cappella di s. Pietro del R. palazzo. Pai. 1692 in-S"". 

m 

Gius. CaioUiy Quaresimale. Mess. 16^3 in-4^ 

Gius. BarloUa, Prediche quaresimali, parte L Trap. 1698 in4\ 

* Lasciò inedita forse la parte II , come tanti altri discorsi citati 
dal Mongitore. 

Dom. Bandini, Quaresimale. Pai. 1703 in-4^. 

Giusi Tom. Biotta, Quaresimale. Trapani 1704 in-4^. 

Pietro Setaiuolo, Prediche quaresimali. Pai. 1738 infoi. 

Giamb. Pisane dalla Sambuca^ Quaresimale , coli' aggiunta dei 
panegirici di Maria Y. pe* giorni di sabato ecc. Pai. 1141 in-4^. 

Celidonio Siini, Quaresimale. * Citasi dal Mongitore come pròs- 
simo ad uscire in luce. 

BarL Lamantia, Prediche quaresimali. Pai. 1754 in-4^. 

Emm. Lucchese G. R. Quaresimale e panegirici , opera postu- 
ma. Yen. 1767 in4*^. * Si premette l' elogio dell^ autore da Tomm. 
Natale. 

Can. Mario SanfiUppo, Quaresimale,|opera postuma. Cat. 18^.. 

* Un altro ancor ne compose in età più matura^ che restò ms. 



48 GLASSI XXV. ELOQlJEII/.A-«SEZ lU. ITAUARA 

# • 

6ioaceh. VenUira^ Quaresimali predicati nella basilica vaticana^ 
* L* autore pai. e generale dell' ordine teatino^ assunse per tema 
di ciascun quaresimale le materie indicate da* titoli seguenti: 

^— Il tesoro nas^.ostó, ossia Omelie sopra i misteri e le dottri- 
ne che si contengono nella storia evangelica della Passione, voli. 
IL Roma 1842 in-8^ 

— 'La scuola de* miracoli , ossia Omelie sulle principali opere 
della potenza e della grazia divina, voli. HI. Ivi i843 in-8^. 

— Le parabole di G. C. terzo quaresimale predicato nel 1844» 
-«—Benedizione finale del quarto predicato nei 1847. 

* Queste ed altre Opere del nostro Oratore sono state riunite 
in un corpo e rìmpresse a Genova e a Napoli 18S2 in-8^. 

* Parecchie sue orazioni sono state inserite nella a Poliantea ora- 
toria francése delle più acclamate concioni, tradotte per cura d'Ani* 
It^^oni.. Milano 1852 in-8^ » 

— Spiegazioni evangeliche , voli. III. Genova 1852 in-12^ 

Il Vangelo d* ogni domenica spiegato da un ecclesiastico della 
diocesi di Vondov), voli. III. Pai. 1838 ìn-8^ 

Ros. Scancarelli, Sacro Avvento sulle note della vera Chiesa di 
.G. C. e sull'innovazione del sesto senso nel cattolico. Pai. ISSI 
in-8^. * Questo da lui voluto senso sesto e il cuore, che riporta 
all' anima le sensazioni interne d' amore e di dolore e d' altri af- 
fetti. Le note poi della Chiesa sono le quattro espresse nei sim-* 
bolo di CP. 

P. Lud. Idèo domenicano, Prediche quaresimali. Pai. 1855 in-8^. 

Omelie al popolo cristiano sopra gli Evangeli domenicali appli« 
cati alla passione di G. C. pubblicate da Gir. Renda-Raguèa mo- 
dicano, vicario del vescovo di Siracusa. Hess. 1716 in-4^. * Au- 
tore n' è il gesuita Gir, Ragusa suo zio di cui altre opere abbia- 
mo altrove indicate. 

Frmic. Albamente pai. Anno evangelico, o Lezioni morali sopra 
i vangeli delie domeniche tutte deli* anno. * Citasi tra 1 suoi mss. dai 
Mongitore. 

Biagffio de Benedtctiè^ Annuale sopra iutti gli evangeli delle .do- 
meniche applicati agli agonizzanti , predicate nelle case professe 
dei crociieri di Palermo e Messina. * Allegasi dal Serio nelle giante 
al Mongitore. 

Pietro Fontana d. C. d. G. Prediche domenicali fatte nel Gesù 
. dì Palermo gii anni 1846 e seg. * Non sono per anco stampate, 



ART. 11. ORAZlOm — $ IV. SA6R8 49 

a riserva di una sulla Religione pubblicata per saggio delle altro 
adite da scelta e numerosa udienza. Altre gliene furoù carpite da- 
gli stenografi, mentr*egli le predicava nel duomo di Palermo la 
quaresima del 1849^ e rese pubbliche. 

S y. ORAZIONI VARIE 

Rauniamo in quest* ultimo luogo quei rimanenti discorsi che non 
trovaron seggio in veruno dei precedenti paragrafi: sicché possia- 
mo chiamarli miscellanee oratorie. 

Paolo Caggio, Ragionamenti nei quali introduce tre suoi amici 
a discorrere se la vita cittadinesca sia più felice del vivere soli- 
tarlo. Yen. 1551 in-8\ 

Tine. FerraroUo, Della preminenza deiruflicìo di stradicò , e 
sua regia corte, in trenta discorsi. Yen. 1593 in4*; e con aggiunte 
di ini. FerraroUo nipote dell' autore. Cosenza 1671 in-4<». 

€ir. Froèèia, Discorsi intorno air ozio e alla morale filosofia. 
Mess. 1606 in-8^. - 

Gian Giac. Cuffaro^ I biasimi del tabacco, ovvero L* uso perni* 
cioso di esso, discorso. Pai. 1645 in-4^. 

Agostino LeondelicatOy La pazzia dei savi , e la saviezza dei 
pazzi del mondo, discorsi. Pai. 1660 in-4\ 

Ani. MireUiy Discorso che fa la lingua volgare, dove si vede il 
suo nascimento essere siciliano. Hess. 1660 in-8''. 
. • — Discorso dove si mostra che la Sicilia sia stata madre non 
solo dello scrivere e poetare, ma anco della lingiia volgare. Co=^ 
senza 1662 in-8\ 

Ben. Chiavellif Riflessi morali sopra tragici avvenimenti. Hess. 
1688 in-12^ 

Agosi. GallOy Prose, dialoghi", opuscoli, ecc. Pai. 1822 e seg. in-8^. 

Ign. de Conireras^ Discorsi sopra vari oggetti di pubblica ut - 
lilà. Pai. 1830 in-8^ 

Kic. CasteUma, Discorsi e lettere. Pai. 1830 in-S"". 

Ottavio lo Bianco Alcune prose. Pai. 1840 in-8^. 



so classi; XXV.EL0QVENZA*^SEZ. JI. tTAUAxTi 

' Vine. Navarro di Ribcra, Alcune prose. Pai. 1841 ìtirS*. 
F. Bartolonmeó, Discorsi. 1842 in-8''. 
Vinc, Ricciardi, Discorsi sulla Ungua italiana. Pai. 1842 in-8<*. 

Me. di Carlo, Discorsi siil clero di Sicilia. Pai. 1849 in-8*. 

< 

Cav. Pietro Ventitniglia^ Sulla pace pubblica interna, orazione, 
pronunziata neir udienza della Gran Corte Civile di Cat. i855 in-8^, 

SEZIONE III. 

ELOQUENZA EPISTOÌARK 

IVon sole le orazioni cadono sotto il dominio» della eloqud|[iza : 
qualunque pezzo . di prose, sia didascalico o insegnativo^ sia ìslo«. 
rico narrativo, ipuò e deve fregiarsi dei propri ornamenti ohe da 
quella si apprestano. Ha sopra tutto le lettere le quali, a consi- 
derarle ben bene, non sono che picciole orazioni , aventi il loro 
principio, il corpo e '1 fine. Adunque di esse ancora ci abbjamo. 
e. studi previ e collezioni diverse: di che ci si conviene dar conta 
innanzi di levar mano da questa materia. 

ART. I. PRELiniNARI 

Quelle due cose che premettevamo alle orazioni, quelle stèsse 
mandiamo pur innanzi alle Lettere, e sono Precetti e Raccolte. 

§ I. PRECETTI 

Noi non abbiamo né tali trattatine tanti da pt)ter comparire ia 
faccia agli stranieri chopper questo capo lunga pezza ci avanzano. 
Quali eh' ei sieno^ ei sono quest' essi. 

Pranc. Dom. Benecini melilensis^ De literis encyclicis ab Apor 
stolorum aevo ad conciiium Nicaenpm I , dissertationes II. Augu- 
stae Taurinorum 1728-30 in'4**. * Benché maltese Fautore lo ri- 
ponghiamo tra' nostri con cui queir isola comunicava. Insegnò egli 
teologia prima in Róma, ove fu segretario dell' Accademia de* Con- 
cili per cui scrisse quest'opera, indi a Torino^ dove la pubblicò. 

Silvio Boccone, Noviziato alla secretoria del signor D. Paolo Boc- 
cone gentiluomo di Palermo , lettura grata non meno al principi 
che ai loro secretar!, per mostrare con facilità e brevità T arte di 
un accorto secretarlo. Gciiiova senz'anno iu-12^. * Quest'autore fu 



ARt. U PRfiit^IlNAlll — § I. PRECETTI 51 . 

palermitano, cisterciese,' botanico di Ferdinando ÌI gran daca di To- 
scana, e morto nel 1704. 

Orazio Torriàno, V arte di scriver lettere, secondo il buon gu- 
sto, divisa in VI tomi, che abbraccia le formolo d'ogni sort^ di 
ietterò; * Citasi da Frane. Serio nelle giunte al Mongitore suo 
zio. L' autor messinese fiori verso la metà del secolo scorso , e 
pubblicò più altri scritti storici e poetici. 

Gius, Garsia, Modo facile per apprendersi lo scriver lettere per 
Vìa d* imitazione. Pai. 1735 in -12*. 

Trattato cbe contiene la teorica e la pratica ' delle lettere e dei 
biglietti, ad uso del R. Collegio Carolino d. C. d. G. 3* ediz. Pai. 
1753 in-8^. * Autore ne fu il p. Vespasiano TW^rona direttore di 
quel seminario. La prima edizione fu fatta nel 1740 in-8^. 

Trattato elementare dì corrispondenza familiare e mercantile , 
corredato dì lettere moderne in ogni genere. Pai. 1834 e 50 in-12*^. 
* Oltre i precelti generali che precedono, ad ogni modello ed esem- 
pio di letiere, si aggiungono delle Osservazioni particolari. 

5 11. RACCOLTE 

Alle collezioni di lettere fatte dai nostri né premettiamo alcune 
procurate dagli esteri , perciocché in esse contengònsi alquante 
^'autori siciliani. 

Scelta di lettere di tredici uomini illustri, fletta da Tommaso Por- 
cacchi. Yen. 1584 in-8». 

Raccolta di lettere facete di diversi uomini grandi , pubblicate 
da Frane. Turchi. Ivi 1601 in-4". 

Lettere scelte di vari autori raccolte da Giovanni M> Turano. 
Ivi 1644 in-8^ 

Lettere memorabili istoricfae politiche ed erudite , raunate da 
Mieh. Giustiniani^ e pubblicale da Antonio Bulifoni raccolta I e li. 
Nap. 1683 e 1696 e 97 in-12\ 

Lettere d* alcuni dotti siciliani del passato secolo , raccolte ed 
illustrate dal cav. Dom. Daniele: nel t. IX della . Nuova Raccolta 
di Opuscoli siciliani. * Vi ha quelle di Cast, ed Ott. Gadaniy Ini. 
Amico e Mart. la Farina. 



Si CUJISE XXV. ELOQUENZA — ^SBZ. Ili* RPISTOLARK 

Lettere volgari di diversi nobilissimi uomini scritte su diverse i^a* 
lerie. Pai. 1794 in 8^. * Quest'è una ristampa della Raccolta già 
procurata da Paolo Manuzio a Venezia , ed or replicata dal cav* 
Greg. Speciale. 

Lettere d* uomini illustri, dirette a Gius. Gioeni. Cat. 1813 in-8^ 

Saggio di lettore familiari ad uso delle scuole d. C. d. G. Pai. 
1816 in-18^. * Gli autori di queste lettere son tutti moderni. So- 
migliante raccolta usci nel 1820, premessivi i precelti a ben com- 
porre le lettere. 

Modelli di lettere italiane ad uso di dette scuole. Pai. 1828 in-12''. 
* Qui gli autori sono antichi e moderni tra i più forbiti d' Italia. 

Lettere mediche di vari autori siciliani; raccolte da G. Mazzeo. 
Pai. 1830 in-8^ 

Lettere scelte da* migliori italiani scrittori, divise in varie classi, 
ed unite ad una breve Istruzione sullo stile epistolare, da £Iia Giar- 
dina. Pai. 1836 in-8*. 

Lettere seelte d^autori antichi e moderni. * Contengono! nel voi. 
Ili delle Prose italiaine di vari scrittori per uso delle scuole. Pai. 
i841 in-ir. 

Nuovo segretario italiano, o Modelli di lettere. Pai. 184S in-8^. 

Raccolta di lettere d' uomini illustri. Nolo 1843 in-8^ 

ART. II. LHTTEBi: 

Queste al pari che le orazioni anzidette ftar alU'e in latino, al- 
tre dettate in volgare. Delle une e delle altre vi dan contezza i 
due seguenti paragrafi. 

S 1. LATINE 

Friderici II Imp. et regis Siciliae £pìstolae variae. * Trovansi 
tra quelle di Pier delle Vtgfne ^stampate in Amberga 1309 , e in 
Rasilea 1366 in-8^. * Furono ristampate^ ricorrette, con un glossa- 
rio ed un indice, da Gio. Schronfeldio ad Amberga 1609 ìb-8^ ; e 
M nuovo , con diluddazioni sloriche e legali riguardanti lo stesso 
imperatore, da Gio. Rudoìfo Iselio, t. IL Basilea 1740 in-8''. 

^ Leggonsi pure nella raccolta delle' Costituzioni imperiali del 
Goldasto , in quella degli Scrittori di cose germanic-he , di Mar- 



AftT, li. LGTTIRE — $ I. lATIRE 53 

quardo Frehero^ tomo I; nelle Miscellanee di Slet BaluziO) tomo I, 
ed altrove. 

Manfredi Siciliae regis Epistolae duae de morie Friderlci Imp. 
ad Conradum IV regem rómanorum. * Leggonsl nel tomo I delle 
Mbcellanee di Baluzio, una con tre altre dello stesso re ed altri 
ministri. Una pur ne riportano il Bzovio al Ì2S4 dei suoi Annali eccl. 
e 1 Summohte nel lib. II, della sua Storia di Napoli, ove i fotti 
descrive di questo principe. 

• 

Thomiae Caloriae messanensis Epistolae. * Vengono ricordate 
nelle sue dai Petrarca, il quale parecchie a lui ne indirizza e Io 
ricolma di elogi, se pure non inlese scrivere di qualche altro. 

Ani. Banonim seu Ponormitae Epistolarum libri V. Veif. 1533 
in-4^, * In questo volume pur leggonsì due orazioni e alcuni carmi 
di lui. Furono ristampate dalF anonimo teatino nel voi. III della 
nuova edijzion di Grutero a Lampas sive fox artium liberaliom. 
Pan. 1747 in fol. )) 

"" Altre sue lettere stanno nel libn> intitolalo « Regis Ferdinand! 
et aliorum Epistolae, Oratìones utriusque-mililìae. Viciaequensi 1S86 
in-8^. — Alcune altre pubbliconne il can. Àng. U. BanAini nel t. 
IJI del Catalogo de' codici latini della Laureiizlàna di Firenze. Fin 
dal secolo XV se n' era falla una prima edizione , memorala dai 
p. Aud^eéL e da lac. MorelU nel t. U deUa Biidioteea Pinelliana. 

ÀrU. Féamimi menensis Epistolae duae ad Antonium Catooem 
et Ani. Muralorium. * Leggonsi sotto nome di Ani* Biaxmulro nel 
libro III dell* opera susseguente. 

Ludi Marinei bìdinensìs Epistolarqm familiarum libri XVII, ad 
Alphonsum Aragonium Ferdinandi regis filium. Vallisoleti 1514 
in folio. * Vi sono annesse parecchie orazioQi ai re e magnali di Spa- 
gna, doy* égli fermalo meva il suo soggiorno. Anzi od libro pri- 
mo di queste lettere attesta d'a^erpure adunate al quante, episiole 
d* illustri Romani. 

Lmii Flaminii siculi Epislolae V. * Leggonsi nel libro VI delle 
'sopraddette di lA$eio Marineo suo famigliare. 

MaHani Accordi netiai Epistolae. * Citansi da It^fara suo con- 
cittadino^ ed una trovasi tra quelle del Marineo. 

Hier. MoHèoni pan. Epistolae fàmiliares et versus. Pan. 1559 in-8''. 

Peiri Gravinae pan. Epistolae et oraliones. Pfeap. 1589 in.4^. 



54 CUSSE XXV. ELOQUENZA— S£Z. UU EPISTOLARE 

Io. Tliomae Moncadae cat. Eplstolaram libri ìli. Mìlitelli Ì620 
ìn-i6% et Yalentiae i658 in-24^ * Evvi aggiunta la versione ita- 
lica^ con note di Pietro Carrera, e la ispanica di Lorenzo Mat^ 
iheu e Simz cav. di s. Maria di Montese. 

Cor. yintimiUia et Phil. Paruta pan. De Orphici carminis in« 
terpretatione, epistola: nel t. Il della Nuova raccolta d' Opuscoli 
vicoli. 

B. Io8. M. card. Thotnasii C. R. Epistolae XYIII datae ad 
D. Hermannum Shenk a Bibliotheca monasterii s. Galli apud Helve- 
lios, annis 1683-93 * Leggonsi nel t. IV delle sue Opere stampate 
a Roma 1747 in4'^. 

— Epistolae L italico scrìptae ad Erasmum Gallola a Bibliotheca 
monasterii Hontis Cassini ab anno 1689 ad usque 1710. * Stanno 
nel t. VII, nura. 28, di dette opere. 

Frane. Testae, Epistolae duae ad Hier. Ferrum. * Leggonsi nelle 
Notizie de* letterati, trimestre I del 1773, ove con queir ab. si con- 
f^ratula della Vita sua del card. Adriani, e della difesa fatta della 
Hngua latina centra 1* opinione dell* Alembert. 

— Epistola ad populum Syracusanum. — Alia ad populum Mon- 
regalensem. * DettoUe allorché fu promosso al vescovado di Si- 
racusa, e poi air arcivescovado di Monreale. 

^ Lungo sarebbe e noioso l' enumerare le Lettere pastorali che 
ogni prelato mandò alle stampe nel pigliare possesso della sua 
chiesa. Le più di esse per altro non fur composte da*< vescovi di 
.cui portano i nómi, ma da' lor segretari; e talune ne vergammo 
anche noi per incarico avutone dall* arcivescovo di Pai. H. Gael« 
Trigona, e dal vescovo di Nardo M. Ang. Filippone. 

$ II. ITALICHE • 

FU. Parata^ Lettere scritte a nome del Senato di Palermo in 
più libri. * Fu egli segretario del Senato: queste lettere con altre 
a Bartolo Sìrlllo e al marchese Geraci vengono citate dal Mongi- 
tore, ed oggi sono In questa libreria del Comune. 

Salv. M. di BUm^ Lettere erudite dirette a vari, ed altre di vari 
a lui. * Serbansi mss. nella suddetta libreria^ ugualmente che al- 
tre assai a Vinc. Aurìa, a Fil. Paruta , ad Ant. Bivona , ad altri 
nostri letterali. 

Gio. Matteo Giberto^ Lettere. * Trovansi nelle raccolte summen- 
tovate di Venezia 13S0.72-84. 



ART. 11. LETTERE — $11. ITAXIARE SS 

Pietro Correrai. I tre libri di Gio. Tamm. Moficada conte d'A« 

derno, tradotti dalla lingua latina nelF italiana. Hilitello i620in-16''. 

— Annotazioni e dichiarazioni di dette epistole. Ivi 1^22 in-Ì6^. 

. AìU. Colhirafi, Lettere, parte I e U. Yen. 1628 e S3 in-S"". 

Fktro Veneroso pai. Lettere italiane e spagnuol^. IXap. 1635 
e 52 in.4^ 

Vinc. Alfonso pai. Prima centuria delle lettere. Nap. 1635 in-8*. 

* Lasciò inedita la seconda centuria. / 

Yen. Elisabetta M. della Passione, %A marchésa di Gibillina, 
Lettere spirituali, promulgate con la vita di essa^ descrittala JBem. 
CoMc a Palermo 1641 in-8'; e da Frane. Sclafmù Ivi 1706 in-4^. 

* Fu r autrice figliuola di Ottavio Lanza principe di Trabia, e poi 
monaca in s. Vito di Palermo. 

Giaimo e Nié. Zummo^ Lettere spirituali. Pai. 1642 ]b4^. * Que- 
sti due fratelli fondarono il monastero di s, Vito a Palermo , di, 
cui ci ha lasciato la storia il Mongilòre , con esso le notizie dei 
due fondatori. Queste lor lettere raccolse il p. GHeerio deW An^ 
nunziaia scolopio, ma non ne compi V edizione. 

Mich. Ang. Fardelkij Lettere scientifiche a vari dotti italiani : 
sono sparse ne* tre primi volumi della Galleria di Minerva. Yen. 
1696-1700 in fbl. 

Yen. Maria Crocifissa della Concezione, Scelta di lettere spi- 
rituali, raccolte fra le molle che scrisse, per saggio del suo spi- 
rilo, e per edificazione delle anime divote Girg. 1704 in-4^. * Fu 
essa figliuola del principe di Lampedusa o duca di Palma , nel 
cui monastero da lui fondato rifulse la sua santità. Ne scrisse la 
vita Gir. Turami, che vari scritti di lei ne riporta. Pietro Attardi 
confessore di lei che brigò la stampa di quelle lettere, vi premise 
gli argomenti. 

Yt^o M. Amico , Lettere erudite. * Riportansi tra le Memorie 
per servire alla Storia letteraria di Sicilia. Pai. 1756 in-8\ 

Andr. Gallo, Lettere di Aldo le Grane ad un amico, nelle quali 
dandogli ragguaglio dì quanto osservò nel suo Yiaggio di Sicilia, 
mette air esame la quinta e sesta lettera del p. Ani. Jlf. Lupi. Li-^ 
vorno 1757 in-4®. 

Il nuovo postiglione , t. IIL Pai. 1771 in fol. * Il postiglione 



56 CLASSE MV. ELOQUENZA— ^.Z. UI. EPI8T0UEE 

antico, che mentisce il nome di s. Francesco di Paola^ è stato ri* 
prodotto le cento Tolte, e corre per le mani del credulo volgo. 

Leopoldo M. ScKerli, Lettere in risposta all' opera del p. Ala- 
ìuisio CoraUi intorno ali* apparizione degli spiriti. Pai. 1773-74 in-8®. 

Lettere critiche scritte ad una dama in Liyorno da lande Cere* 
riano pastore arcade (cioè Nic. M. Burgio da Trapani). Berna 
(0 meglio Livorno stesso) 1777 in 8*. 

Anna Gentile e Gagliano Lettere filosofiche (pobblicate dal prin- 
cipe di Campofranco). ICap. 1780 in-8^. 

Giù. Fttolete^ Lettere al sig. Frane. Crisostomo Casertano, tom» 
IIL Nap. 1786 in-8^ * L' autore di esse n'è Gio. Evang.M Èlasi 
che confuta di parte in parte la Storia del Burigny. 

Salv. M. di Blari^ Lettei:ie familiari al P. D. Pietro M. Bosini. 
Nap. 1786 fol. *, Difende in esse la sua serie de' principi longo- 
bardi di Salerno, ivi stampata. 

Gio. AnU RoB9i CoHmzOjSehra di molte lettere. Acireale 1787 
in.8*. 

Carteggio storico diplomatico del regno di Nap. Cat. 1788 in*8''* 

Ani. Scaduti^ Lettere del console Bupilio. Pai. 1813; * Vi ra- 
giona della riforma delle leggji queir anno promossa. 

Lettera d' un ffindeo ad un neofito cristiano, e risposta di que- 
sto a quello. Pai. 18U in-4^. Ti ragionano del nuovo governo po- 
litico introdotto dal Pariamento di dett'anno. 

Ferd. MaMea^ Lettere' sopra Avignone, la tomba di Laura, e 
la Fontana di Yalchiusa. Bologna 1824 in-8''. * Deltolle in fran- 
cese^ quand' era in Italia. 

Lettere d' un viaggiatore francese intorno alla Sicilia : ne' tomi 
XXII-lIl, del Giornale di scienze lettere ed arti * Confuta gli sva- 
rioni tolti dal capitano 0. E. Smith nel suo Viaggio di que^t Isola. 

Ani. GuUi, Lettere mediche al prof. Plac. Portai : ne* voli. LI 
e LII del Giornale suddetto. 

Frane, di Paola Avolio , Lettere sopra gli studi di Sav. Lan- 
dolina: ne' voli. LIV e seg» di detto Giornale. • 



ART. il. LETTERE — § 11. ITALIANE 57 

Nie. Casiellanaj Lettere: stauno co* suoi Discorsi. Pai. 1830 in-8^. 

G. (rtoc. Rol 9 Lettere erotiche di Giacomo e Paolina. Mess. 
1831 in-12\ 

Biglietti dì visita ridotti in epigrafia da G. G. R. Mess. 1833 
in-24^ * Sono tanti forniolarl di eonvenienra da poter variamente 
adoperare in siffatti biglietti. 

àarm. la Farina, Lettere iùtorno le belle arti e gli artisti fio- 
riti a Mess. Quivi *835 in-8\ 

Pàolo B. Lettere su Messina e Palermo , pubblicate per cura 
di Gabr. Quatlromani. Pai. 1836 in-8^. * Evvi la pianta di que- 
sta città. 

Ottavio lo Bianco, Lettere: tra le sut Prose. Pai. 1840 in-8^ 

;Yinc. MortiUarOy Lettere a vari ♦ Leggonsi sparse pe' IV volumi 
delle sue Opere ristampate a Palermo 1843-48 iiji-4**. 

» 

Luigi Taparelli, Lettere XII di risposta a quella dì Frane. Forti 
sulla direzion degli studi, stampata a Ginevra 1843: inserite nella 
Raccolta religiosa u La scienza e la Fede )) t. YIII é segg. IVnp. 
1844 in-8^ 

Lor. Coco'Grasso , Lettere ad un veneziano sulla sua passeg- 
giata per Messina, Siracusa e Catania. Pai. 4844 in-8^. 

Ciò. Gaibo-Paternòj Raccolta di lettere di vario argomentò: pe- 
rìodo I, estratto da vari giornali letterari. Noto 184S in-S"*. 

Nic. Longo, Lq rivelazioni del cuore, Lettere sentimentali ^dE- 
veliiia. Nap. 1852 in-8^. * Libro d' educazione morale^ su cui scrisse 
Gio. i« IfUrigila air autore una liCttera di laude. Noto 1832 in-8''. 

» 

Affi 6aRo,. Lettere a vari valentuomini nazionali e stranieri so- 
pra oggetti di archeologia, di storia patria e di critica letteraria. 
* Stan presso V autore. 




t^ 



00 Classe xxvi. poksu— sez i. ìatwa 

GiO' yeniimiglia. Dei poeti sìciliaDÌ, libro I, cbè tratta dei poeli 
buccolici, e deli* origine e progresso della buccolica poesia in Si- 
cilia. Nap. i663 iu-4^. * Qoesl* opera di vasta erudizione rimase 
incompiuta: il libro II trattava dei poeiìsicioli lirici, e itili de' poeti 
sicoli eroici. Lasciò pure. inediti quattro volumi su la poesia e i 
poeti siciliani antichi» come altri quattro su la rettorica ei retori 
antichi siciliani* 

Giarnb. Caruso, Storia della poesia siciliànaé * È da lui pre- 
fissa alla nuota edizione da sé procuratili delle Rime degli Acca- 
demici Accesi. Pai, 1;726 iu•4^ t — 

Biaggio GarofatOi Considerazioni intorno alla poesia degli ebrei 
e dèi greci. Boma il07 in-4'\ * j|lf antiene che gli orientali usa^. 
van la rima al pari di'iioi: T opera è divisa in due partii trattilQ'' 
do r una la poesia ebraica, l' altra la greca. . 

Giamb. Bisàò, Della poesia teatrale antica è moderna. * Trat** 
fato aggiunto alla sua Introduzione alla volgar poesia» nella ouo-. 
va edizion di Palermo i 787 in-8^ 

— Evvi pur annessa una Lezione arcadica del mare. Sùip. Baffei 
$opra ì poeti italiani; ed un Risfretto d* Iconologia ad u$o delle. 
Scuole d' Italia. 

. Giammaria Barbieri, Dell* origine della poesia rimata, libro pub-* 
blieato e annotato da Gir. Tirabo$iM. Modena 1790 *in^4^i ^Rel 
capo XI, penuHitno deli' opera, tratta dei primi aostri poeti volgari. 

Frane, di Paota Avolio, Saggio sopra lo .stato presente della 
poesia in Sicilia, por servire alla storia ìlella letteratura nai^ionaie 
del sec. XVIII. Siracusa 1794 in-4^ * Diviso in quattro articoli , 
discorre ne] I dei carmi epici, nei II del lirici, n6l HI dei dramma- 
tici, nel ly dl*He versfigriii poctjcbie. 

Frane. Pasqualino, Discorso suH* antica poesia degli ebrei: cf-. 
pera postuma, con preliminari e note dell* ab. Giov. Bagom prof, 
df lingua ebrea nella R. Univ. di PaL 1824 in-8^ # 

Cav. Ant. di Giovanni iViVa ^ Ragionamento su i migliori poeti 
latini del sec. XVI in Sicilia, PaK 1832 in-8^. 

Leon. Vigo , Sopra i* arte drammatica e lo slato presente dei 
teatri in Sicilia. Pd. 1882 in-8^ * Lc^gesl ancorH nel tomo Vili, 
del Giornale di scienze, lèttere ed. arti , p. 109; e nel n. 14 del-* 
l*Efremeridi siciliane. Pai. 1833 in-8^ Sta pur in fronte alle dom-^ 
medie dell'avv. Vinc. Cacioppo, Pai. 1836 in-12'*» 



ART. I, PlietllHl!rAAl^§ t. STOfUH POinCHE 61 

Pietro Lonza pPirwipe di Soardia, Dell'arte drainmaUca in Si- 
cilia. Pai. 1835 in-8''..* Quéste uà supplimento all'Opera prece- 
dente del Vigo: leggesi pure nel t. X deirEffemeridi sicòle, p. 330 

e segg. 

'• ■• . . . ■ _ 

Giuseppe KappuUa, Slud) drammatid. Pai. 1834 ìn-8\ * Que- 
sr opei*a è storico- critica dei principali tragici e comici delle di- 
vèrse nazioni antiche' e moderne. 

• * ■ . • • • 

• . ■ • ■ ■ . ' • ' • 
Cronfcbetta teatrale dell'està del 1639 in Palermo^ pubblicata da 
Ben. Castiglia. Ivi in-8^. * Dà giudizio degli attori e de' dranuni 
rappresentati,. 

* * * • 

Agàt, Langùj Rflratii poetici :cbé comprendono i poeti^ gli ora- 
tori e i filosoii con annotazioni storico-critiche. Cat. 1840 in*8^ 



! . 



Agóst. GMOy Lettera al eav. Ani. di Giovanni Mira, intorno ad 
alcnni dei primi poeti: sieiUani in volgare: nd t. V , deir EGTeme^ 
ridi sicole. 

' — Dell' origine della Imgua e poesia yol^are in Sicilia ^ e sui 
primi poèti volgari siciliani , con le rispettive lóro rime edite ed 
inedite; * Questo lavoro , tuttavia inedito^ è frutto d'un viaggio 
fatto dall' autore in Italia , dove gli venne fatto di rinvenire dei 
carmi inediti di quei primi nostri poeti nelle librerie di Roma e 
di Eirenze,- 

Vine^ ErréiUe, Dei sommi poeti italiani, e dello scopò che do* 
vrebbè prefiggersi la poesia nel secol. nostro; nel giom* V Osser- 
vatore, serie II, voi. I. Pai. 1844 in-8^ 

• ■ " . • • 

Mariano Sansone ^ Real teatro Carolino: nel Diadema , n. 3-5, 
giorn, di Pai. 1851. * Dà giudizio degli attori di dett' anno. 

Òùspate Scinta , C^nno sulla tragedia ; nel giorn, Gioenio , 
serie II, voi. Ili, bim. 4. Cat, 1832 in-8\ 

( U. fóTlTUZlOm POKTICHB 

' Pongbiamo qni le poetiche latinamente dettale : rtserbiamo all4 
sezione seguente le scritte italianamente. 

Frane, PìumionH mess. LibèUus metrieae artis. Hess. IS20 
in-8^. * tu imprèsso più altre volte ed in più loogbi cóngianta* 
mente alla sua latina, gramatica. 

. " • ■ ■ • ' " 

J'rùnc. Jtoljafreri mesa. Periodm de aeee&tibus.neap. 1351 ìn-W^. 



64. CLASSE XXVI. POISSU-^SCZ. 1. LATIRA 

- • . • » 

repistola tt De laudibus Lucii Jtarinei ». Il qiial Harineo altresì 
stato suo discepolo in altra sua epistola ne. commenda il valore 
poetico. 

Martini Personae agrig. Bucolica et carmina. * Vetigon <;jtate da 

Corrado Ge$nero nella sua BibL stampata dal Frièio. 

• . • . - . • ' ■ 

' Ani.Bonmiae^ vulgo Panormi/oe, iIermaphroditu$.* Poema la- 
scivo, \)edicato a Cosmo de* Medici, duca di Firenze, che ne ripose 
4;li esemplari mss. nella libreria laurenziana. Indi ne fu estratta 
la copia da .Bart. Mercier abbate de Saint-Leger, e pubblicala a 
Parigi neir opera intitolata : « Quinque illustrium poetarum, Ant. 
Panormitae etc. Lusus in Venerem. Par.. 1794 in-^S®. » 

"» Carmina quaedam, quae ex multis ab ep scriptis adhuc col- 
ligi potuere. Ven. 1553 in-4^. ♦ Furono pubblicali insième co' cin- 
que libri di sue epistole: in parecchie delle quali ricorda Tautorò 
di aver composti poemi, tragedie, epigrammi, sàtire, che oggi più 
non esistono. 

Jo. Laeti pan. Orationes et carmina, ^ Citansi dalVAdrui « De 
valle Hazariae » e dai Baronie e De maiestate panorm. » 

Jo. Aurispae netini Epigrammata. * Di questi e d' altri suoi 
componimenti fanno elogi Lor. Valla suo discepolo, Vinc. lAlior 
ra suo compatriota, Mieh. Póseàreno in a Museum illustrium poeta- 
rum » e lAUo Girdldi a Poetae suorum teinporum ». 

Priami CapotU lilybòetani, Frjdericeidos, ad Fridericum Saxo- 
niae Electorem. Lipsiae 1488. ^ È questo un encomio di Federi- 
co I marchese di Hasnia per la vittoria riportata sopra Adolfo imp. 
e l'esercito svevo* 

Tkesei Capota Epigrammata. * Fu questi figliuolo di PriamiE^, 
e vien lodato da Gir. Manzoni nelle sue poesie ^ edall'AcIria 
nella sua Val di Hazzara. 

Frane. SpinuUie Poemata plura mss. ^Serbansi nella R. Biblio- 
teca di Parigi, per attestato di Fil. Labbe in Bibl. mss.Fu l'att* 
tore originario della patrizia famiglia di Genova, ma nato in Sicilia 
chiuse il coro dei poeti nostri dei secolo XV. 

Parnasus sicululs, sive Poetarum sic. forma illustrium carmina 
collecta tum a Vino. Auria , tum ab Ani. Mongitore. * Questa 
preziosa raccolta degli anteriori nostri poeti latini si serba inedita 
nella libreria di questo comune^ una con tanti altri mss. dei due ^ 
lodati rapsodi. 



ART. Il, POiSIK UTIIIE — % I. POETI ANTBRIORI 6S 

Selecta epigrammata , elegìao ci poemata variorum. Pan. t636 
io-i 2^. * Li raccolse H sac. Atf. Sako per uso delle scuole ; e 
sono componimenti di lui e d* altri antichi e moderni , cosi stra- 
nieri come nazionali. 

Parnassus sìculus in Academia coli. pan. a patrìbus Societatis 
erectus et rhetorices floribus multimoda.amocnjtate conspersus « 
continens libros Y epigramroatum ; tolidem elegianim , odarum , 
poematom epiconim , prolusionum et orationum. * Questa molti-» 
plicc e varia compilazione , lavoro di molti , ci Viene annunziata 
da Frane. Serio nelle Giunte al Hongitore, siccome prossima a ve- 
dere la luce, che poi non vide. Ben videla un somigliante « Par- 
nassus S. I. )) composto de' migliori pezzi latini di poeti gesuiti, 
compreso in due buoni volumi e stampato a Francfort 1614 in-4®. 

§ II. SECOLO XVI. 

Angeli CaUimachi mess. Poema in laudcm Petri IsvagUes ar- 
chiepiscopi rhegiensis. * Serbavasi ms. nel lùonastero cassincso 
di Messina. 

CaUimachi Montisviridis mazar. Common taria poetica. * Rac- 
cordati dairidna nella^Topografla del Val di Mazzara, e dal Pirro 
nella notizia di quella chiosa. 

Bippolyti Arminii leontini , Hippomachia. * Poemetto lodato 
da /ac Crasso (( De laudi bus Panormi » presso Auria nel discorso 
sulla dignità del Pretore e Senato di Palermo. 

Ics. Anelli mazar. Epigrammatura libri II , et carmina varia. 
* Lodansi da Rocco Pirro nello Notizie della chiesa di Mazzara. 

luUi de Simone Carmina in epulum a Paulo II P. M. populo 
romano datum. * Co ne ha lasciata memoria FiL Bonanno nel 
t. I de'^suoi (( Numismata Pontificum n. 

— Carmina in laudem Andrcae lacobatii. * Serbavansi a Roma 
presso il card. Altieri, a dir di Prospero Mandosio in Bibl. rom. 
t. II, cent. VII, n. 60. 

Sigismundi Cappelli nclini Carmina. * Lodansi dal Littara « Do 
rebus nctinis ». 

Frane. Centellcs pan. Carmina. * Lodansi dal Giraldi nel dia- 
logo I (< De poetis suorum temporum ». 



\ 



66 CbkSSìi XXn. POESIA-^SBZ. I. LATIIIA 

Io. Ani. Tiperani Odae et carmina varia. * Leggonsi sparse 
in varie raccolte citate dall' VghelH e del Marraccio. 

ludi Fkiminii Carmina. * Far ptd)blicatl insieme colte sue 
Orazioni a Salamanca 1503 , dove Tautore insegnò rettorica, e vi 
mori nel 1509. 

Ang. BarbogUtta mess. Carmina latina et etrusca. * Nella rac« 
colta di poesie in lode di Ser. Aquilano. Bologna 1504 in-8^. 

Cataldi AquUae'', si ve Pturisii pan. De rebus gestii Io. Regi3 
libri IV ad Emmanuelem Lusilaniae regem. 

— De gestis ÀJphonsi Y adversus Hauros ad Io. regem. 

— Epithalamium ad Alvarum €asteliae praesidem., 
— 'Elegiarum libri II. 

— - Epigrammatum libri II. 

* Queste ed altre poesie ci vengono indicate da iVtc. Antotiio in 
Bibl. bispana recenti t, II, come già pubblicate , ma senza indi- 
cazione di luogo. Sappiamo bensì che un poemetto col lilolo t Yerus 
Salomon )) mandoUo in luce a Lisbona 1509 , dovè visse caro ai 
Re dì Portogallo^ cui intitolò grkìdicali poemi. Alcuni altri ce ne 
ricorda il Giraldi nel Dlalo'go II « De poetis nostrorum teii\- 
porum ». 

Itlicii Marinei bldìnensis^ Carminum libri II. * Pubblicati colle 
sue epistole familiari, e con alquante orazioni a Yagliadolid 1514 
in foL, dove Fautore fiori, caro a* re di Spagna, le cui gesta de- 
scrisse. 

lo. lac. Andreae mazar. Epistola ad coniugem carminibus 
. concinnata, Pan. 1516 in-4^. 

Nic. Vallae agrìg. De reditu Proserpinae libri IX. — Seraphicae 
libri Yl. — Epigrammaton libri. * Ce n* ha lasciato memoria lo stesso 
autore a pag. 49 del suo Vocabolario impresso a Yen. 1516 in-4®. 

Thomae Fannutii picenumbri Carmina de Drepano dicata lu- 
ratis eiusdem urbis an. 1518. * Vengono commendati dal Pirro » 
Ragusa f Orlandino e Leanéro Alberto u In insulis ». 

Bem. Gentilié mess. De rebus gestis Consalvi Ferdinand! de 
Corduba ad Carolum Y Caesarem, Carmen. Mess. 1526 in-4^ 

PHri Gravinae pan. Epigrammata, Sylvae^ Poemata, Neap. 1532 
!n4^. * Alcuni di questi epigrammi leggonsi nella raccolta u Se- 
lecta epigrammata. Pan. 1656 in-12^. » . ^ 



ART. Iti POlSiìt LAtraE— S II. SfiCOtO XÌl. 6l 

PétH Pipis netinj, De peste Carmen ele{[iactini. — De Aelhnae in- 
* condio an. 1537. * Lo cUa il Carrera nella Storia di Catania, co^ 
me già pubblicalo nel 1517. 

Claudii Jr. Areiii syr. Dialogi , lasus Acidis et Galatheae con- 
nabiumj Elegiae tres de Caesare: Epigrammala nonnulla. Basileae 
1544 iu-4^ 

Sil/c. SigonU leontini , De concordia servanda inter pontificem 
et imp. Ronva 1550 in-4**. 

— De immortalitate gloriae ad lo. Yegam proregem , Carmen* 
Romae 1553 in-4^ 

— De praeslantia monarchìae, Carmen., Ibi 1553 in4^ 

Mine. Colocasii lilybìtae I^C. Quarti belli Punici libri VI. Mess. 
1552 in-8^ * Descrive la guerra che vinse neir Affrica il viceré 
^io. Vega. . 

Hier. Manzqni pan. L C. Versus. Pan. 1559 in-8**. * Pur pubbli- 
cati una colle sue Epistole familiari. 

Ioni VitaUs pan. Epigrammàta. * Questo egregio poeta fiori prin- 
cipalmente a Piapoli, a Bologna, a Roma, doye da Leone X fu fatto 
Conte palatino, e dove morì versoli 1500, commendato dal GiraUU 
nel citato dialogo, e da cento scrittori di queir età. . 

* De' suoi Epigrammi se ne leggono 33 nelle « Deliciae GC Ita- 
lorum poetarum » raccolte da Hanuzio Gheto, t. II, nel 1608: al- 
tri 27 negli Elogi degli uomini. illustri per lettere, dì Paolo Gio-^ 
vfo; ed altri 13 negli Elogi degli illustri per valor militare, del 
medesimo. 

— Hymnì de ss. Trinitate. Basileae et Bononiae 15S3 in-8^ 

— Hymni in angelos^ et archangeli poema. Ibi 1553 ìn-8^« 

— Epìihalamium Christi et Ecclesiae. Ibi 1553 in-S"*. 

* Questi e più altri suoi carmi già stampati in luoghi ed anni 
diver^, sono poi stati riuniti, annotati e ripubblicati dal cav. Greg. 

' Specicàe con questo titolo: 

-— Opera, studio et magnis sumptibus ex antiquis editioiiibus 
undique conquisitis, accuratissime deseripta. Pan. 1816 in-4^ 

HippoVgii ab Hippolylo mazar. Emblemata ad la. Auntriacum. 
Pan. 1574 in.4^ 

AfUonii Sicìdi Poemata super Donati Marrae Enarraliones in 
Hymnos qui cantantur in Ecclesia etc« Neap. 1578 in-4^. 

AtU. Cingaiii galatini Epitbalamiiun in naptias Frane. Monca 



y * 



tae Patemionis prinoipìs et Mariae Acagooiae HonUsalU diids. Pan. 
. 1584 in-r. 

— De morte Chrisli libri II. Ibi i588 in-r. 

— Mìroianus scu Amoenissimi ruris Mimiani descriptio et ecloga 
ad Dk Frane. MoDcatann ducem, Montisalti 1S89 in-8^. 

— Panormi lachrymae in obituia Francl Valguarnerii urbis Prae- 
toris. Ibi 1590 in-4^ 

lac. TramofUanw mess. In coócessione Plaeentìnae arels ad Octa-* 
viiim Franciseum dueem, Carmen encomiasticon. Placentiae 1585 
in-4^ 

los. Spmae ennensls ,* Variorum epigrammatum liber. Mess« 
1590 in-8^ 

Tinc. Siculi min. ob$. Senatus PopoUque Romani Epitaphia ìtt 
ducem Alexandrum Farncsium principem amplissimum. Roraae* 
1593 10-4^ 

Nic. Ani. Colossi mess. Rhegyas seu Turcarum^ expedilio in si-- 
culum freluoi. Mess. 1393 in-8^. 

— Brevis descriptìo insigniuijn locorum urbis Panormi <;armini-' 
bus exametris. * Questo nis. serbavasi dal Mongitore , che ne dà^ 
la notizia. 

Malthaei Doniae pan. Ad Pelrum Angelum Bargaeum Epistola et 
Volum prò epistolae navigio, — Melicus , ecloga. — ^Formica , dialo* 
gus. — Ad posleros Gephyraploica descriplio. — Panormi questus ,; 
et Charonlis cum panormitano Genio colloquium» — ^Poiystichon.Pan*. 
1595 in-8^ 

$ HI. SEGOLO %VIU 

/ 

• Aìig. Fioriti mazar. S. L Tragoediarum libri, graece et lat]ne.r 

* Tengono con laude cilale dal Pirro nelle notizie della chiesa df 
Mazzara. 

Viti Sorbae drep. Poema beroicum de Sicilia liberata a cornile 
Rogerìo. 

— Poema tragicum de deslruclione Troiae^ 

-^ Epigraromala et elegiae. * Ricordànsì da Leon. Xhrlatìdino , 
e dà Yiuc. Nobile nelle Descrizioni di Trapani sua patria. 

yictorini Aucelli messr Tragoediae, hymni, dialogi. * Serbansi 
mss. nella Bibl. di s. Martino, dov' egli visse , per attestato dei 
Mongilore. . 



ART« li. ponsn iJmifB — $ III. SKCO&o xnu 8f 

NataiUii Iffontesmi syr. Carroioa in eèila D. Feréinandi de Ca- 
Siro proregìs. Keap. iftM iri-4**. 

« 

Seè. BageUni ateam. Emblemalmii inoralhim Io. Ftoroscii 
Covairruvias* Ley¥a epìsc. agrig. libri HI, ex hispana HBgna Ialino 
Carmine reddilì. Agrigenli 1601 iri-8*. 

— Sacra Symbola ciusdem episcopi lalinitate donali. Ibi 1001 in-8^. 

^^ Carmina. Panormi in-8^. * Questo, libro naiiear di principio 
e fine per la morte dell' autore che più altri , volami lascia mss. 
di epica, tinca, e varia poesia. Una raccolta di (otte fu poi data 
col titolo: 

— Carmina libri II, €Um animadversionibus tm. Triolo Gatifi, 
voli. II. Pan. «82 in-8°. 

Martini €iawreUae nicosiensis, D. Bariholomaei solemnHas lier- 
bitae celebrata, metro composita. Pan. 1602* in-4". 

* 

frane. FteccowW Eclogae, ludicra, et episloIae.Mess. 1603 in-S**. 

— Sicelis. Ibi 1609 in-8^. * Iti questo poemetto conta le laudi 
della Sicilia. 

Barth. Petracd mess. S. I. Carmina in D. Agatham et in D. Èu- 
ciam. Mess. 1603 in'4». 

— Carmen de octangulari thealro. Pan. 1608 in-i<». 

— Poema de miraculis ss. Placidi et Sociorum. * Lodasi dbl Ghia" 
retti nelle Memorie sacre di Messina. , 

Frane. Mettauri agyrensi» , S. Philipp! cacodaemonum exler- 
minatoris, Argyraeque assertoris inciyti vita carminibus descripta. 
Mess. 160S in-4®. * La stessa vita e nello stess' anno pubblico e^ 
gli in volgare. 

% 

S^epft. Porri mess. Solzaniados , site Solzani laus de fiamilia 
Scaramucciae et laous Sebinensis descrìptione, poema. Ven. K06 
in-8\ 

iHonyèii FoHuruUi pactensis, Vita 9. Nymphae T. et M. latinis 
carminibus expressa. Pan. 1607 in^i^ 

Tino* Utiarae netini , Conradeidos libri X. Pan. 1608 in-8^. 
* Questo poema venuto postumo in luce comprende le geste 
di s. Conrado patrono di Nolo, sua patria. 

Petri Carrerae mililelL Vdrioruin epigrammatum libri III; Pan. 
1610 ìn-8^ . 

— Recogniti et aucti additis praeterea eclogis .odis et elesiis. 
Yen. 1612 in.l2^. 



10 CtAflSR XXVU PQKIIA — SUZ. 1* IkTVHk 

— Carmina de D. Agaiba V. et M. * Leggonsi nel 1. IT del voi. 
Il delle sue Memorie di Catania, e sono doe poemetti e molti epi*' 
grammi sopra s. Agata. 

* Lasciò ms8. tre poemi intitolati: Bucoiìasmus sive Ravanusa ; 
Vigiatimilliades ili natalitiis Ioannis III marchìonis leracii: PassO" 
paedia sive de ludo latrunculorum. 

Mariani Àkamensis cappuc. Poemata varia in laudem B. Ma- 
rìae V. Pan. 1612 in-12^ 

— Diversa opuscula Carmine et prosa. Ibi 1615 in-lS^. 

NaiaKè Donadei alcarensis, De bello Christi, Operis ad cbristia-^ 
nam pietatem, moresque adolescentium in scholis informandos m^^ 
xime saluberrimi, libri XII. Hess. 1614 et Yen. 1616 in-4^; et ile- 
rum. Pan. 1120 in-8^. * Descrive la vita del Cristo in esamutrt , 
alla guisa che fatto ayea Gir. Vida nella sua- Cristiade. 

Frane. Raiati pan. S. I. Symbola et inscriptiones in honorem 

' ss. Ignatii et Xaverii. Pan. 1622 in^4^. * Furon da lui composti 

per la canonizzazione di questi Santi, celebrala in detto anna nel 

Ges{i di Palermo , e pubblicate insieme colla relazione di quella 

solennità scritta da TomnMèo de AffUttis. 

Mariani Falguameroe pan. Epigrammata et Anagrammata graeca 
in Urbani Vili P. M. laùdem. Pan. 1623 fol. * Fu r autore insigne 
grecista, e dal lodato pontefice fu incitato ad illustrare 1* Anacreonte* 

< 

Io. Bapt. Giattini pan. S. I. Panaerides Apes^ carmfina in lau- 
dem Frane, card. Barberini. Romae 1627 in -8^. 

— Tragoediae IV. Ibi 1646-62 in-S'^. * Furono ivi scampate cia- 
scuna a solo^ e poi tutte insieme a Dilinga 1682 in-12*. 

'^ Molle altre tragedie e commedie latine compose da rappre- 
sentarle gli alunni del Seminario romano da lui diretto, i cai titoli 
ci ha trasmessi V Allac^i^ nella sua Drammaturgia. 

Frane. Scorsi pan. S. I. Odae IV. Pan. 1629 in-4**. 
^ Lasciò egli poi alla libreria di questo collegio massimo due 
altri volumi di carmi latini. 

lae. de Benedic$is pactensis Epigrammata sacra et moralia» 
Neap. 1630 in-S^. 

Frane. Baronii monreg. Des. Renlia carmen. Pan. 1630 ìn-4^ 

— Ad Frane. Hutium Senatus pan.ìt. Notarìum. Pan. 1633 in-B^. 

— Flores itali ad Frane. Spaiaforae Malettae principem. Neap.r 
1634 in-8^ 



ART. II. POESIE LiTINB — § III. SECOLO XflI. 71 

— Coelìa ÀDt. Yenetiaai latine rcddita. Ibi 1631 in-16^ et 1645 
in-8^ 

— Smilacis Idyllimn Hier. Preti iatinitate donatum. Ibi 1642 in-8% 

* Frano. Dominédoi paclensìs Ecloga , coi Domen Tyndarus ad 
Vinc. Neapoli epìsc. pactensem. Neap. 1632 in-4^. 

Potili Sarmienti Carminuift D. Rosaliae libri IH. * Rimasero 
jnss» al Hongiiore che ce T attesta. Sole yidero la luce alquante 
sue Odi nel 1633. 

Me. Magri drep*. Triumphus gloriosae Virg. S. Catherinae Rota* 
irum. Yen. 1640 in-8^ 

Gabr. de FabHè leont. Pyramides encomiorum et elogia in ho- 
norem ss. Fratrum Alphii Philadelphii et Girini roartyrum leonti- 
norum, et anagrammatìsmus , epìgrammata » disticha , problema , 
emblema, proemòscheihata et hymnus in tandem eorumdem San- 
ctorum Hartyrum. Rómae 1643 in-4®. 

Ani. Tenetiani monreg. Epigrammata, inscrìptiones, footiumque 
descriptiones. Pan. 1646 ia-4^. * Alcuni di essi vennero riprodotti 
neljibro « Selecta Epìgrammata. Ibi' 1656 in-12®. » Pib altre de- 
scrizioni ed epigrafi d' archi trionfali rimasero inedite. 

Philippi Parti^ae pan. De Ant. Yenetiano a piratis capto ele- 
gia. * Leggesì nella raccolta ora delta. 

— Elogia regum Siciliae et poetarum siculorum versu et prosa. 
^ Yennero in mano al Mongitore che ce ne dìo la contezza, e ne 
fece sperare la pubblicazione. 

-^Carminum iuvenilium liber in quoElogia, Amores, Lacrymae, 
Sacrae Icones^ Yarìa. * Scrbavansi dal medesimo, donde cogli al- 
tri "suoi mss. passarono alla libreria di questo Comune. 

Parthenii Zanclaii siculi Cittadinus maccaronico metrìficatus , 
oyerum De piacevoli conversantis constumantia , sermones breviu- 
sculi XXXY. Mess. 1647 in-8^. * Sotto un tal nome si asconde un 
messinese autore di poesia maccaronica, cioè d' un impasto le- 
pido di latino e volgare. 

Bonav. 5^a6i{ts drepan. Yiridarium seraphìcum miscellaneorum 
divinae Agiograpbiae apophthegmatum pomoeriis etc. epico effi- 
giatum penicillo. Pan. 1648 in-8^. 

Vine. Celestris sìclensis Theatrum poeticum, in quo lepide re- 
serantur elegiae poemata sacra et epìgrammata. Pan. 1648 in4^. 



/ 



Modi BwtgenBis citppuccifii Cannìna plura herdca et epigram- 
mata de Sanclis. Pan. i648 ìn-8^. * Stamponi senza il suo none^ 
cke ci iMtiiea Oionifp, da Genova nella BibL Cappuoc. 

Urbani Trabanae politiensis Epigrammata yaria aerostica éL Anà- 
graniihata sacra. Yen. 1649, et Paa. 16S2 in-8^ 

JBcft. Bemigii Moraschini pan. Epigrammata. Pan. 1650 in-8^. 

* Vsdrono postumi per opera del gesuita Gir, la Chiana. BfjH 
poi avea in versi latini tradotto la Celia d* Ant. YenezianOj e 1* Air 
lèdibeo di Fabio Ballo. \ 

Steph. de Amico pan. Sacra lyra variorum auclorum cantioni- 
bus contexla in latina epigrammata conversis. Pan. 16S0 in-12^. 

* i^ubblicoili sotto nome di Faneèto Musica^ e lasciò mss. IT li- 
bri di 'anagrammi, ed altri elogi di Santi. 

los. de Flores eephael. Garmiaa. Yen. 1631 in-12^« 

Honorii Dom, CarameUae pan. Sacra romana purpura seu ^. 
R. E. Cardinalium viventium laudes. Yen. 16S4 in-12®. 

'—Carminum iuveniUum centuria selecta. Ibi 46S4 in-12®. 

^~ Prospero Philippe Ifispaniarum principi puerilis naenia a Glo« 
ria decantata. Romae 16S8 in-4^* 

Io. Petri Corilanzue pan. Epigrammata: extantinter selecta epigr. 
Pan. 1696 in-12^. * Itaselo mss. Carmina de D. Rosalia. 

./08. Magdalenae pan. Principeis , poema heroicomicum in Pa- 
lermo festi-giubilo. Ivi 1638 in^**. ♦ Era costui un faceto improv- 
visatore e giocoliere che pur mise in luce la Barcellonìade pocfma 
epico maccheronico. Pai. 16S3 in-4** 

Nic. Petri ChilleP^ De triumpho urbis Messanae , quando pri- 
mum acccpit sacram epistoldm a B. Y. libri lY , et alia poemata 
sacra. Mess. 1660 in-8^ 

PhiL Pisciotiae pactensis, Epigrammaton libcr enchlridicus. Yen. 

1660 et 71 in-8^ 

1 

Io. Evang, Florentiae pan. Anagrammata sacra. Pan. 1661; et 
adaucta. Mess. 167l,etcum aliis non sacris. Mutinael611 in-8\ 

— Musae reccDtiores sacrac ad iucundum animi oblcctamentum 
Pan. 1677 in-S^ 

— Musae reguiarcs, memoriales tirunculorum instructiones. Ibi 
1686 in-8\ 



ART. II. POESIE UTINC — § III, SECOLO XVn. 73 

* StampoUe soUo nome anagraóiinalico di Angelino Santama. 

Frane. Carrerae sìclensls S. I. Moìcs trìumphalìs, poema. Pan. 

1663 in-4^. * Questo poema fu rìdotlo in volgare è lo sless* anno 

stampato da Giacinto M, Fortunio.^ 
— Lyricorum libri IV, et Epodon liber I. Lu^duni Ì674in-i2^ 
«-^Eiegiarum libri V, opus posthumum. Pan. 1684 iti-8®. 

Petti iifancii^ leonfortensis ^ De ìmmaculataè Vìrginis illibala 
€onceptione, ianagràmmala, Pan. 1664 in-S^. 

ios. Gigantiè dminnensis Anagràmmaia*' et epigrammata in lau- 
dem s. Rosae limensis. 

* ieggonsi nella Raccolta, la Rosa trionfante. Pai. 1669 in-4^ 

Steph' Tuccii S. I. Chrislus Index, tragoedia. * ScriUa in versi 
esametri (contea T «so comune che adopera i giambici) fu pid volte 
rappresentala con plauso, e poi per opera di Gio, Lor. Iucche- 
^ni, stampata a Roma 1673 in-S^ AnU Cnlrona V ebbe tradotta 
ed impressa pur ivi I699in-12^, e poi Aless. SàrUocanale in prosa 
volgare a Yen. 1727 ih-i2\ 

* Pue altre latine tragedie intitolale Nabucodònosor e Goliat , 
faroflo da lui composte e giuocate a Messina^ davanti al Viceré 
e a tutta la Corte, lodate da Plac. Samperi nella Iconologia dell$ 
B. V. lib- II. Due altre col titolo ludilha et Christì l\afivilas , ap- 
preseoiate nel collegio romano (dove V autore lunghi anni visse e 
morì) soQ memorate dairf ri/reo nella Pinacothcca imag. illustrium, 
par. III. 

Mich. Felsinae cestrileon. Anagrammata et epfgrammala in lau* 
deminnocenlii XI in ipso sui ponliGcalus esordio. Romae 1676 in-8^. 
^— Alia in nuptiis Caroli II Hispaniarum re^is^ Ibi 1680 in*8^. 

Frane. Kot'cti mesB, Divae« Clarae triumphus , oratorium in sa- 
cello ven. Archiconfraternitatùs ss. Crucifixi. Romae 1682 in-4^. 

* Fu impresso colla versione volgare di Loreto Xattei, 

Ani. Fortis calatai. S. I. Epigrammata. Mess* 1682 in-8^, 

* Alcuni di essi furono ripubblicati a Napoli. 

Vinc. Libam pnn, Musarum hortus 111. Sienatuj panorm. ad ani- 
mi relaxaliohem patefaclus in tres areolas partilus : quarum I con^- 
tìnet Epigrammata, Odas eie. II Eclogas, Satyras, Elegias eie, JU 
Solymeìdem Tassi latine redditam, Pan- 1683 ia-8^. 

10 



„ * 



70 CLASSe XXVI. POESfA— SÉZ I. lAtlNA 

Frane, de Castilto pan. S. I. lani bifroDlisr in Sphingebis pei^^ 
sonata aenignnalice expréssf), ^j?e Catonìs luccfnsis nenigmata lati^ 
ne el italice. Pan. 1714 in-8^. 

Aug. Epir, lanì Bifrontis imago in Sphinge bis personata aeni-' 
jfmatice expressa. Pan. 1714 in^2^ * Sotto 143 eBìmmi espréfssi 
iff distici latini e tradotti in sonetti iti^ani. 

Elegia quaedam et carmina collegii pan« S. L novo suo regi Victor 
ri0 Amedeo. Pap. 1714 iù-4^ 

^al. Bonadei, De bello Gfari^ti etc. Pan. llSiO in-8^ 

Placidi M. Leanza pan. S. I. Elias mirabili pane donaUisy me-* 
los musicum. Pan. 1721 in-4**. 

* -^PalJadis de lunone et Venere iriumphus, siveSapieMiae antor 
omnes tum eorporis tum fortunae dotes praestantia. Ibi 1 72f 10-4^^ 

* — Amoris fuga, Amoris incltamenlutu in B. Aloisio Gfonzaga. Ibi 
1722 in-4^. * Stampò questi tre carmi ^nza il suo nome*. 

Io. Ànt. Ciantar patriiii melitensis, Gpfgrammaftum librf HI. Ro-^ 
laae 1722 in-4^ * Vien celebrato qual Marziale maltese dal 
Giornale dei letterati in Italia, t. XXXIY. 

Sa(r^ Maurici ciminnensìs S. I. Sanitas a S. Petiro D. Ignatia 
ex accepto in bello vulnero aegrotanti restituta, melos musicami 
Pan. l724'in-4 , senza nome dell' autore. 

Laur^ Castilionis pan. Terfaemotùs desrcriplio ealcndis septettf^ 
bris. Pan. 172G in.4\ , 

■* ' .*■**■ 

■Nie. ilformi, De terrae motu^ qui caL sept. accidit, poema; li-* 
bri III. Pan. 1729 in-8^ 

Io. M. /Orlandi mess. Aloisiustriumpbans^ melos musieum coir* 
cìnendum in tempio eoli. pan. 1733 in«4<'. 

Aug. Giuffridae cat. Apollo in poetas, academica exercitatio ha"* 
bita in lycaeo Cat. 1734 in-4*- 

IHdaci Soti raess. Sr I. PaHadiom, melos musieufli in aulacolL 
pan. concinendao». Pan. 1734 in-4^ 

Andr. Noto pan. Chronològiff siciilà , ^ìxa^ incòlarum et domi- 
nationum epochas, regum dynastiam, clegiart^o Carmine* comprehèn- 
dit. Pan. 1735 et 60 ]n4^ * Ricomparve nel t. VI degli Opns^. 



iW. iti P0I2S11 UTtl!n-<-$ IV. SECOLO Xvlll* 77 

é!(S. , é di nuovo a Napoli 1785 per cura di ÌMigi MaUei, che vi 
aggiunse una sua prefazione e la traduzione italiana in versi sciolti 
già fatta dallo stesso autore, e pubblicata la prima volta da Giambé 
Bisso neirintrod. alia volgar poesia. Pah 1749 in-8^ 

Ani. M. Spedalis nicos. Immota animi virtus , melos musicum 
in apostoli Barthotomaei feriid doncinetìdam. Pan. i73B iA^4''. ^ 

Academì<$ae exercitationes in nupiiis Caroli III et Nafiae Ama^ 
liae a conviotorlbus coliegii regalis pp^ Scholarum Piaram; Pao^ 
1738 in-4^ 

Vinc. M. Mari mesis. Ord. Praed. Lyra rosea sieu Marìanilm iì>e-> 
trum in obsequium B. Y. M. cui prò argurtiénto' XV mysteria ss. Ro-' 
sarii , quibus inseruntur florentes aliquot eantiunculae in soda- 
h'um fèrvorem ei oblectàmentum^ Praeterea eiusdem Ijrrica para^ 
pbrasis ad Orationem domìnicam , Salutatipnem angelicam ^ ant^ 
Salve regina, aò Litariias laitrentanas. Mess. 1740 in<'8\ * Questa 
rapsodia fu deir autore stesso tradotta e pubblicata nell* anno me^ 
desimo. . 

/o. B4xpL Guatini pdn. S. I. Risi et Edryali de Rutulis victo^ 
ria, melos musicum. Pan* 1741 in-4**. 

— Aloisii animus de paterno amoro trìumphans, melos musicum. 
ibi 1745 in-4*. 

iVtc. los. Prescimoni Posthuma, quibus accessit in calce tertium 
edita a Innocenlium Cladis » traducilo eie. Pan. i743 in-4^. * Fu 
pubblicato da Ignazio suo figlio che dédicollo al Viceré Corsini. 
Oltre le traduzioni latine di poeti italiani e siciliani avvi epitaffi, 
jscrizioni, elogi e simboli. Avvi pure sonetti italiani ed ottave sici-> 
liane, colle versioni in distici latini; Vc^rsione altresì in esafnétri d^ al- 
cune ottave dei poemi del Tasso e del Gampailla, e del siidetto poe^ 
ina del Mafini , La strage degi* Innocenti^ 

los. SdUae mess. S. I. Siculorum proverbiorum, sienlaritm^ue 
cantionum latina traductio. Mess. 1744 in 8^. 

• - 

Pel: Hippolyti alCam. S. I. Singulari^ D. Aloislii gloria D. Hf. 
Magdalenae de Pazzis in excessu mentis exhibita, melos. Pan. 174G 
Ìn-4^. 

Ani. Teresi S. I. Aloisius a s. Carolo Borroroaeo eucbaristico 
pane pnmum i^fectus^, melo^ musiòum. Pan^ 1747 in-4^. 

Oelavii Reggio S. h Carmioa et prosae. Pan» 1748 in-8^. * Gli 



furono pubblicale dal suo socio Mich. del Bono an anno dopo 
sua morto. 

Job. de ^^fon'o Elegiae et epiVammata. * teggopsi tra le 
opere del Serra , del Gallina, del Cammctrata^ del Giuffrida. 

lo. BapU Velphini paxk. Odae et Elegiae. * Cìtansi dallo Seinà 
nel voi. II , pag. 343 del suo Prospetto: dove pure ricorda più 
altri latini poeti; come a dire il Leanti, il Forno, Giacomo Ànlé 
lo Squiglio, il sac. Pietro Amari, Pasquale Melalo, V ab. FraxyOé 
Buffo y Ang. Barbataci, Mich. Calcagni, Pietro CaÀ prof, di ret- 
torica, Gius. Lombardo di Catania, Giacomo' Gerardi da Mazzara, 
J^. M Burgio da Tra(>ani, Gugl. Penna da Scicli , Otus* Mai- 
mone da Castroreale, e molti altri* 

Gébriéliè a Panormo min. ref. Virgilius catholicus. Lucae i751 
ia«8®* * La vera data ò di Palermo patria di questo zoccolante « 
che volle trattare materie sacre in versi troppo indegni e deir argo** 
mento e del nome che portano in fronte. 

Doni.. Caracdoli pan. S. I. Carmina. Pan. 17SS in-8*. • Anco 
quest' opera è postuma^ come quella del Reggio: amendué i poeti 
aveano insegnato in questo Collegio massimo. 

Nie. Lipari, In laudem proregis H. Ant. Columnae. j>an. 1 774 
^ Quest* e una versione latina elegiaca di un* ode italiana di AgosL 
TMomo. 

# 

Mich. del Bono pan« De D. Stanislao Kostka , poema epicuqa* 
lomae i776 ln4^ 

loéé XaccbM cat. Orationes et carmina, quae adbuc colligi pò** 
tuerunt ex latinis opuscoli v opera postbuma. Cat. 1778 in-8^. * GU 
fur pubblicate dal suo allievo Santo iman^^: era egli ^lato pro-^ 
fessor di rettorica in quel Seminario. Tra le poesie vi ha il poe^ 
H^eito « Xaccheiìdos lib. IH » in coi descrive le sue vicende. 

los. MàtUinei pan. Foedus Persei et Minervae, melos rousicum: 
nel t. X¥ degli OpusooU ueiliani. 

Xav. Guardi In obitu can.t Frane. Tardiaey Carmen. * Leggesi 
liei t. XIX degli Opusculi sic. 

Vili Coeo cmi. eaf. Carmen ad los. lojenium. Cai. 1779 ia-4^vr 
* Accesserunt elegiae tres ad varios, 



ART. II. POESIE LATIIIE— *$ IV. SECOLO XVIIK li ' 

BiasU Carusi, la londMi Io. Heli elegia. Pan. 1780 ifi-9*. * Al* 
Iri carmi stampò a tempi diversi per diverse occasio'iii. 

loB. lacco mutyc. Elegiae YIII , ss. Dei Genetrìcis praecipoa 
festa coacinentes. Viterbii 1180 ia-8^. * £vvi annessa la Parafrasi 
ek^iaea del Magnificat. 

Xav. Landolinae , ei Carm. Fontanae syr. Elegiae. * Ripor* 
lansi dali* AvoUo nel suo Saggio sulla poesia di Sicilia^ p^. 111-11. 

Thomae GargaUi syr. Carmina. Heap. 1182 ip-8*. * Leggonsi 
nel libro intitolato Poesie italiane e latine scritte da T. G. nel sue 
Viaggio d* Italia. 

Hier. Pilo Carmina varia. * Recitati da lui marchese di Hari« 
neo, nelle Accademie di Palermo e di Roma , furono in tempi e 
fògli diversi recati alla luce. 

Fublii Séb. Bagolini, Carmìnum libri II , cum animadversioni- 
)nis Jos. Triolo GaHfi. Pan. 1182 in-8'^. 

Georgii Demetrii Orlando^ Ant. Cavalerio episcopo agrigentino 
ecloga. Pan. 1188 fol. 

— Epicedion In funere Caroli III BorbonK^ cum in^riptiooibus 
aiiquot. Ibi 1189 fol. 

Vinc. Scafiti in R. Collegio Brontensi theol. prof, carmen. Cat. 
1190 fol. 

Frane. Nasce, In funere Camini de Maria C R. Scholarum Pia- 
rum, idyllium. Pan. 1191 in-8**. 

-^ In^ funere los. loenii ex dynàstis Andegavensibùs, Carmen. Ibi 
4198 ln-8-. 

— In reditu los. Piatii cel. astronomi^ de morte Hich. Ang. Men- 
tis poetae. * Cantica nei t. X del Giorn. di se. lett. ed arti.^ 

— In obitum los. Zerilli can. pan. elegia * Nel t. XIV del 
Giorn. dello; nel t. XV v' ha la versione italiana di Sal/v. di Gto- 
vanni suo allievo. V. più sotto. 

Gratiani Franzonis In funere Carolili!, carmina. Hess 1192 in-4*. 

AnJt^ Traterso ei Gratiani Franzonis Carmina. * Furon da loro 
composti in occasione della statua eretta a re Ferdinando III in 
Messina 1193. 

Vinc. Raynmndi monreg. IdyHi^n et epigrammafa in funere Ioa* ,. 



80 CI.AS8E YXVK POESIA— SEZ. I. LATINA 

ebim de Monroy. Pan. 1799 in-4% * Sobo annessi alla orazione 
funebre di questo illustre abbate. 

§ V. SECOLO XIX. 

Ani. Calcagni pactensis, Blattarum et tinearum epulae, bende* 
casyilabus. Pan. 1812 in4^. 

Bayvn. Pla^anioecat. Teresiados , libri TI. * Poema epico ia 
lode deir itnperatrice Maria Teresa d'Austria, rimasto inedito con 
altri suoi ejomponimepli, raGCoitl da Salv. leonardi. V. tìiom. di 
ràea^e ecc. t, U, p, 22^, 

Andreas Catalani, Francisco I Borbonio Siciliae regi^ 'Carmina, 
Pan« 1826 in-4<». 

TT^De yen, JEJucbaristiae sacramento, carminum libri IV. Pan, 
ÌS3S in-8^ ^ Evvi la versione di lui medesimo con note accantOé 
Gra egli canonico e parroco di Monreale. 

1 " ' ' 

Blasii Carusi, In funeribus apgustissimoruro regum Moóteregali 
celebratis, epigraxpmata, Pan. 1827 in-4% ** Fu egli rettore di quel 
Seminario, 

Cq,rmen altimQor(un Collegii ))orbonioi brontensis ad Petrum Hu- 
go. Pan. 1828 in•4^ 

Jfen. }^av. Imo Ecjogae. Pw, 1828 in-8^ 

/o. BapU CtUelti Carmina. Pan. 18^8 in-4^9 ^^ iteriim cum ac-^ 
eessipnibii^s' 1835 in-8^, 

•> , • ■' 

fo. Petraliae monregal. Eclogae, cum italica versione Ben. Xav. 

ferzo. Pan. 1828 in-8*. * Altre egloghe ed elegie fur iQìpressè a 

9q1q p<^r varie occorrenze, 
— Elegia prò veslitione religiosa, cum auctorìs versione. Ibi ìn-8*» 

• f- Epistola ad Franc^Nascè : nel n, 127 del Giora. lett. 

Caiet. Grani Inscripliones et carmina, Mess. 1829 in-4®. * EdiT 
9;iQue postulila procurata da 6io. Rossi. 

' 16. Bapt. CastUiae Carmina. Pan. 1830 in-8®. 

*. Vpltò egli pure in latino le |)legie alemanne ^i (iudovioo re 
ài ^avier^. {vi 1832 iq4^ « 

• ' ' * 

yittc. Baymundi Carmina. * Trovansi annessi alla sua latina ver-* 
sioipe del Meli nelU terza edizione di Pai, 1830 ia^l2^, , 



ART. II. P^KME LA»!II^^$ V. 9KC0I.0 XIX. 81 

^ i JIUMk lìatéfolii^, Gorf^ Visio, earmefi. Pan. 1832 iii-8^. * Leg- 
asi pure nel n. Ili del Gioiti, di scienze ecc; i ^ 

sfarne. U^ Cicero pm. Silramjlai Deiparae pairòdoiiim ia ooln- 
peaeanda aediUono conlrà firegomim Wl. P. M. caeitata; éarmoD. 
IVeap. 1832 in-8''. * Yi è àfliessà la versione di Idi medeatm^ in 
versi sciolti. 

Frane. Nasce Inscriptiones et carmina. Pan. 1833 in-8®. * Edi- 
zione postuma coir elogio dell* autore dettato da Ben. Biondini. 

Jè* tfipt.] SpaUeitae Carmina graecai-«t latin» euni prolusione. 
Pan. Ì8a4iB-8f. t 

.■>'.' ,ì i 

ìÉm^. AU^d^ Sjlloge epigRaminatiim H carmlnum ad Ilt; Fratlc. 
SoIJnqanB elt.: net fiìora^ MI;: t8U in*8«. 

Io. Bapt. Soegliati Carmina latina. Pa». 1837 in-8^. * £ra egli 
da Padova, chiamalo da M. Balsamo ad esser prefello di studi nel 
suo SeÉiinarià di Blont^eale; ivi in detl^anno mori di éolera. Qde- 
sti carmi presentano la imitazione de* diversi classici latini e dei 
vari metri e stili loro. 

Ani. de Blasi Carmina et inscriptiones. Pan. 1838 in-8^ 

Nic. di Carh Gaitmna et inscriptiones. Pan. 1838 iii-4*. 

— - De nono Ànlanii Comaschi volatu carmen. Ibi 1843 in-8^. 
* w-Deliterario triumeandidatorum certnmine silva.lbi 1843 10-8". 

— De fausto e Sicilia digressu Alexandràe Móschorum Impera- 
Iricis Carmen. Ibi 1846 in-4®; 

«^ De rebus ilalicis, praeseriiin siclliensìbus , prospere gestis. 
Pan, 1848 in-8V 

* Questi e {hù altri suoi carmi si leggono riuniti nel t. I delie 
sue Opere. Pai. 1849 in«8\ 

tos. VagUeae Carmina. Pan. 1842 in-8^. 

Mar. MargioUae CarnMlitici inslituti elegiacum elogium. Pan. 
!8Uiii^8^ - 

CaieL Noto e Scolis piiSj^ Inscriptiones et carmina. Pan. 1831 
hih%^. * Di variO' metro , canta le lodi di M. Dom. Iloiacono ve- 
scovo di Girgenli. Una sepoiMla raccolta coHo stesso titolo è ve- 
nuta fuori nel 18S2, una terza nel 1833, una quarta nel 1834, ed 
una Quinta Qel:3855 in^8^ 



.* • 



11 



/<^. Soldano luonreg. il^etutia ab Olophernis c^oidio.pérJodUii 
giudicata, hexamclri. Pan* i8So JD-8^ . 



»• I ■• •;••'!; 



Patiti la Spada, Carmioa in oUtu' Càiet. Orano, AnL Traverà, 
Uilerii Fenga , eie. * Stampali à: tempi diversi in Hefasina, dorai 
r auiore^ logge storia eoel. io quella |}iii?ersillt. 



SEZIONE li. 






#0£!IU lIAiiAllA ...v'Y 



• t 



. Set 190UÌ ffta i Bistri eelUvarono le muse latinév troppi^ {ìiàèlan 
fiiuo la corte alle italiche siccome dalla seguente nisseghsr ^i farèf 
manifesto. 

Aarèrno noi dunque inaanii trailo i consueti ijpreNmimMn, doiide 
scenderemo a vagheggiare di. secolo id sècolo i noslri figli di' A^pollo» 



ART. 1. vUBLinnrAiii 



. A 4ro.capi ristrigniamo questo articolo, alle poetfcfce, àH&ruGr 
ooWe, alle poesìe i»rimiìtoe. 



• » 



§ 1. ARTI PCKTICHE 

. I • . * ■ 

Le scrìtte in latino dicemmo di sopra coi poeti, latini: soggiugnia^ 
nio qui le dettate in volgare in cima alle volgari poesie. 
. I . .'l'i.' »... 

Aio. Bìa»m, DeiV arte metrica e degli accenti: sta in fondo alla 
sua latina gramalica. Pai. itOO in-8^;. 

' ... . ■ ■• 

in/. 2^i2i72o^ Discorso sulla tragedia. * È aggiunto al suo Som- 
mario di quella di s. Alessio da rappresentarsi pcrgliAccadeonci 
AggbiJHJcia^i, Pap, 1021 inril. , 

-^Ragionamento ptietico. * E pur annesso al suo: Compendio 
della tragedia di s. Lucia da rappresentarsi per li medesimi. Pai. 
1622 in4^ , ... :. - -.. ■«■.• .. a, •. 

(rjua. Spucco4»'J^iscorso del modo di comporre la tragedia. * Log- 
gesi nel t. II. delle Tragedie del pi. Qrteniio Scammaem. .Pali 
1633 in-!2^ 

Mirtino la Fùrina^, Discorso sulla tragedia: si legge nello stesso 
raìume dello Seammacca, di cui egli promosse la stampa. 

* » 1 • , • » 

Filadelfo Mugìios, Discorso contro coloro ebe^ dieona essersi ri* 
trovala un*arle nuova di comporre tragedie: nel t. XI del pre« 
dello Scammacca, Pai. 164S ia-12^. 



ART. l*iFiKU3l(XJ»i^.l. ARTI .H>lSf JOIK iì 

u: Prum. le<mti$y>j Tramala pral^-o deir uso ^i ,ra{»re^eA(ai^ .;sul 
pateo.qualsiKo^Mfa dramma. Pai. 1^6 m-i2%TvE) aam^aso a4 uw 
sua tragedia sacra intitolala F Eudoro. 

Giìis. Culi da Me$AÌn<i, ftreve islruzipne per coinpQrnQ.poe^<Ìa 
musica. * Ce ne dà notizia il Mongitore neir app. I alla Bibl. sic. 
dQYO dinumera le lante.i9oe rima cannata. ed impresse nella «uà 

patria. 

.... • ' .. \ 

. .éH'o: Jrono. Mtuatra, lotroduzione all'arie poetico. Genova 
169C in-12». 

. 4tt^(réa Perrued pai. V;Arte< rappresentativa, premeditata e air 
T improvvisa, parti IL IVfip. 1699 ìn-12\ 

; , Gian Ani. Viperano vescovo di Giovenazzo Della poetica /libri 
ìli, . Tolgarizzati da GianF^Uce Pale$i^ con altre giunte^ ad uso 
del Collegio imperiale dei nobili dei pp. Teatini. Pai. 1734 in-4^. 

. ifitom^. JBmio.4 Introdozione alla voTgar poesia4 Pai. 1749 ia<8% 
"* ftett^lla per uso dei suoi aliievi in qnesto Ck>11egìo massimo: ìndi 
migliorala e corrctla per cura di Fidine. inU.. Zaccaria. rioompajcve 
in Lucca 1755; e in Mess. 1757 in-8^, e da capo rifatta dall* au- 
tore e cre(»ciula d* un trattatene sulla poesìa teatrale antica e mo- 
derna, riapparse, a Venezia 1785 iii-8^« e poi pììi volte, ed in piii 
luoghi per uso delle scuole d* Italia. L' ultima edizione è di Na- 
poli 184t;ift-l8^ 

AgosL Giuffrida^ Sull* arte di compor la tragedia, ragionamento 
Cai* 1750 in-«% : • , 

• ... .• <■.'■•. •.■•••• 

Kern* Oddo, II- poi^ istruito uè precetli della poesit italiana. 
* Citasi tra* tanti suoi mss. dal Sèrio nelle Giunte al Mongitore. 



■• % I 



»... . .\ , • * .1,1 <,-- 

Sav. Scilla^ Rimario copiosissimo degli sdruccioli aggruutavi una 
.nòia delle rimQ tronche i» dellesdr&cciele.doppìe« * lUcordasi dal 
medesiipo Serio^ nel vol« IV di dette Giunte. 

Soli;. Scudei^j, Dialoghi sulle. tragedie.^ Caté 1823 ilì^^wx \ 

Emm. Yacearo, Discorso accademico sulla quistione d* Aristolele, 
Quale sia da pjeferirsi tra f ^pUa .e >la ilragìca incitazione. * É 
annesso alla sua tragedia T Asdirubale.. Ifap^ 1826 in-8''/' , i, .. 



.•^ • • ' ■■ : i d' 



Agatino Longo, Cenni intorno alla lirica italiana , ed in parli- 
«plere del. nonetto: ne^t: XXXIX 4el.<ìioffn« di. Selenite ce. i 



•'; ••■• .:,.." » ;• -ii 



84 GtASIft XKTI. POIStt-^nuU «• lUXUNA ' 

• FUmintù Proto FiMigieri ptiùr easslaede^ Scdi^eecellenta dilla 
]^sia ebfwtù, .lezione accaéeniìoe: nel t. LIX étì ttectoshiio» 

ài 

Gim. Sagoniii, Diseorso sulla favola, e sul favolista Venerando 
'tìmgt, heì i. LI e LXII d^ Gìem. sffddelto. 



Gioaoh. ffey«mto, Discorde sulla t>oeria sielliatia. Gal, Ì8 • 



é • 
■ 
•l 



Bea*. Gius. ZappiMa^ Sulla poesia buccolica: discorso premesso 
tila aaa tradloeìone 4el Dafhi di Gessfter, ^ «dell' Adoae di La¥bii« 
laine. Pai. 1833 in-8^ 

— Studi drammatici. Pai. 1834 in-S"". * Vi dà ragione dei prm- 
eipali dranramiloi 4elle naziofii tolte antiche e modeme cen Mso 
le regole di ben comporre, tragedie. Per le commedie si riserba 
scrivere a miglior tempo. É T autore da più anni alla sovrinten^ 
4eiìza dei teatri e spettacoli ptiblici. Questo iratlafto e stale ^i 
^a lui FifaMo, e riprodotto col titolo u II Teatro. Pai. 1849 iii'<2''< i 

Fefóee Bisazza, Della dignità poetica. Mess. 1838 in'12''. * Sta 

-con V oratione di Gicerene per Arcbra poeta <la lui volgartasata« 

-^ Studi poetici su* grandi poeti stranieri. * Laverò ooflipMoe 

pfessirao alla fitaifì)^a. 

'■■•,. . •■ . • .. .' . • • ■• 

Jtick. Spado^o Cafaipeigt , Studi sulla draniatica : dìver^ arti« 
«oli, n^a Sentinella de^l Pelerò, giern. di Mess. 1839. 

Ben. CastigUa, Pensieri sulla tragèdia lirica e stilla notifica dram- 
matica neir Osservatore, serie II, voi. T. Pai. 1844 in-S"*. 

4 

Luigi Previti , Della poesia lirica italiana ad uso dèlie scuole 
d. G. d. G. Pai. 1830 in-12^ * Premessa una breve storia, divide il 
trattato m due parti che intitola: Ispiranone ePòrma del canto lirico* 

Mar. Yillaneale scolopio. Della poesia cristiana , discorso. Pal« 
18S4 in-S^. 

— Corso di poetica ad «so della gioventù italiana. Ivi lg&4 Ìn'-W* 
* Vi dà la storia e i precetti di 4)iasduH ramo di poesfe^ 

Em. ^BMaUay Prosodia latina ed itaBaoa ad \m delle 'Simole 
d. C. d. G. Pai. 1854 in-12^ 

* A questi precettori aazionali della poetic' arte ite gicmi qtii 
associare alquanti italiani,- e stranièri i eui trattati sono dUtti dai 
nostri riprodotti compendiali. Tali sono i seguenti: 

Arisiotibf, là Poetica tradotta secondo la (^nuina sua lezione dal 
bar. GiitB. Zappulla. Pai. in-12^. 



Atri I. ?imuiiiUM-Hf '^ AAtr TovnoM %S 

leiioM in iqHo ndro col tesloà firòfile) daa m e Jco iBi ». MHhfV. 

# m 9 ' 



\ ■ 



Jhtché GiiHi Maìttj ^al tervore niMa tragedia. UnCiiltMi tolti mi^ 
Cora, ma brevemente, sullo stessa argomento. * Due opuaeeli *ittM- 
liti ne* giornali, e poscia nella raccolta dei vari suoi lavori. Pai. 1827 
Ìn-8''« Avea egli trattali^ 'foesto isbUeite^ ^ia altro scritto a De tra- 
goediae oflicìo )) per appendice alla poetica d* Aristotile da lui tra- 
colla. IvIWiS lfr4*. 



. >. ■ 



((Kr. Hifaz, L'arte poeltea, tfadottli dà Jtirill; JKMMÌto. V«k IVtt 
)n-8^. ^ Ferd. Makiea pubblicòun^itplM«a[ata^eH*liiMTOl Mè- 
rito di questa versione. 



•. » 



Gio* Gherardiini, Elementi di poesia italiana ad osp delle scuole 
eélUéauUi- d' ii» traltat»i Sulls'pdMift Itailiam -di etoè. ÌNèfi|<oU. 
-»«».- iSMIh-ir,; ■■■■'* ■' /..•••• ■^'-•T ■•. •■■ 

• 

Frane. Soave, Prosodia latina e Versificazione italiana. 1836 in-16^i 
^latUtnioni poétiohei ^ Féiiiiadé It'tMamei IIF ^e!ie'=80e Isti- 
tuzioni di rettorica, ampliata ed arricchita di esenypl*da QimJIgn. 
Monlanari. Pai. 1846 tn*12^. * Qucsl* ultimo inoltre ci ha dato 
«a bri^iiK) IratUtO'^ntoml» T Arte p^oeticaV rìmpresiìo qui lo sltes- 
scanno a maniera di dialogo, per uso de* giovanetti e quasi ^p- 
plimeuto a quello del Blair. 



,* 



F'erd. PorreUi , Prosodia' della lingua italiana e lat. ' 9éì. 1896 
in-12». 



.i ). 



8én;* ìfefisiM^ ^Affie*fM)cttidft; la terta fima cM'Mte diélte istetse 
autore, di /"rane, del Téglia, è d^aìtri. tPal.^^asa ttata. ' ' : 

— Altra edizione accresciuta di note, ad uso del Seminario di 
Hoiiteate/M.48S9 4n-18*;'* Nò Tu editore l'ab. fiitia. VaìjKca 
ministro di esso Seminario. 

«Ms. VaffifÀi, Sulle tragèdie moderne, Mlera il %ar. ?. Mor- 

ffilAro: iicA l. 4H di iletlo fiiàrdale. 

/ . • • . . «. . t 

• . . . . . I ■ > ^ • • 1 . . I . ' ■ 

Paolo CosUij Dell* arie poetica sermoni IV in veraro' scfidiio; €on 
un discorso su la vita e le opere dell* autore, e con note di GiU" 
Uo G&tap^xza. M. 1840 ìb-12*. 



»*.'' 



JtaUeo Makuoel, Trattato elementare della prosedia latina ed 
Milana. Pttl. 4n-ir. 



86 04SSK XIVlw POl&IA^HBKt. nw^^lTAiUSA 

Ab.. Sooppcit^.Les vrais « prineipes 4e 4a tersifictUon . dét^dop^s 
pali UD eximeaD0HkparaUr entra laiangua UaKeRiie tlJa Jìraiifaii6\ 
vcil. ìli. Paris 1844 in-S<'. * Siciliano è quest'autore, ma da pib 
leinpo stabililoa Parigi, da?e più «altre, opere ha in quella Uagua 
prodotieu"-.! .'.. j»j 



S iw lucDOurE poancva 



..li '-^ 



Non pochi dei poeti nostri trovansi, o pel. inerito della, loro. e€<- 
celleoza, riportati nelle differenti raccolte , procurate si da stra^' 
oiari Ksame. da HJUionali. Delle une pertanto e deUe altre .9<9* è 
pri^metteii0,Miia)ibiìaiTe Jiotiala. .. 






- t. ,. ,:. . '• 



I. Baeeolte Straniera 

lUo^e. amiche nce0lle4ai:Giun Vi I Firenie 1521 ^ e rislaaitiate 
dai fratelli da Sabio, Venezia 1332 in -8^. * In qulosta vecchia com- 
pilazione han.faipgo i prinu padri del noatro dialetto e dalla voN 

gar poesia. 

»... ■ . . 

• . ■ . • . ..•■...■•••:■ ■ ^ . • 

Monatti e eansf^ni di diTersi aiOicbi autori^ da* tipi di.Filw Giun^ 
ta. Fin 1527 inT8^ 

: . :■ . • ■ . . • ■ • / . • • ■ • ■ . • . , » ...:.•! 

Rime di diverbi eccellenti autori, raccolte da tìir. J)meeUi« Tao. 
.1553 i»r8^ . . 

f 
J • , , • ... . .. • 

Scelta di rime d* autori difersi, raccolte da Gabr. Giolito. Itì 
1563 M2% 

Tempio alla signora D. GioTanna d* Aragona, fabbricato da tutti 
ì pia gentili spiriti eia tutte le lingue priocipaii dei moodoi^lam- 
peto dallQ, atess^ MuécdU. Van^ 1565 in-S""; 



t ■ •. 



Scelta dijrimoi.d^ vari morrai autofif Genova .1582 ia^S''., e 
1591 in-12\ .. .. - 

. Kime di poeti <qmtich>v vL^^ggJ^^^i i^^^'^^PO^Ha «Bella-Mano » 
di Giusto dei Conti, stampale qi^J{i^pp<^ CorhineUin Parigi 1^^ 
e 95; ristampata con sua prefazióne e note da Anton. M. Solvìfei 
a Firen^se 1115 in^l»^ 



« « < 



t^oeU antichi raccolti dai codici mss. delie. MUi.oteeheVaticaKa 
e Barberina da ilf. Leone Allacci. Nap. 1661 in-8^. * Vi si trova- 
no le rime, di Giulio d^Aietmo^ di Odo e Guido deUe Colomne , 
d'altri nostri: in questa edizione ?" ebbe puf mano ;i) mesainese 



Gióv. Yentimiglia^ che vi prefisse la lettera proemiale al lettore 
sotto nome di Accadanriod ^oeèulto. ^ ^ 

Poèti del I éecoledella lingaa iialiatia Tidt A/Flt/Ì81$ln^é\ 
* Qui ancora si leggono i primieri nostri Terseggiatori , Àa alfa 

vera ledono aceuralamente ridotti per bpeindel sfgnpr fatisriani. 

. . ■ . . • . . ' ■ «^ ' • ■ • • 

t Giù. Gobbi, Scelta di sonetti e canzoni dei più'eòcéltenti rima** 
UNÌ d* agili secolo t. IlL Bologna 1109. La S^ediz., toIL lY.TeH.. 
1121 in^l2*. 



■i' 



.^è^oMo: Cera; Scelia di sonetti. Vèn* 11376^1811 in*8^. * Wm 
vènf ha dlpoeti siiciUam. : ;. . 

Rine inedite «di antìeiii poetr, riportate daf fito. JV. JBdf Meri nella 
sna « (Origine, della poesìa rimata » messa in lacè don nòte àtfk 
Cir. TiraftotseAf-Mòdetof 1190 in^4*. 

•Florilegio poetico tnod^mò ossia. Scella di poesie di Mtanta au- 
tori viventi, voli. IL Milano 1822 in-S"". 

Saggio di rime illustri inedite del secolo XIII, raccolte da Front. 
Jffassi. Roma 1840 in-8'. 

.: Scella di poesie iiiodiìeoTaiied* italiani viventi. Toriiio 1843 in^S"". 

Poesie italiane inedite di dogeoto autori dall* origine deHa lin- 
gua fino al secolo XVII, raccolte ed illi^trate da jPronce^oo Truc- 
chi, voi. II. Prato 1846 ^n-8^ 

* Reità lunga pJteftizione Éuila origine delia lingua e poesia ita- 
iana, vi ragiona dei poeti nostri che fiorirono nei due periodi nor- 
Bdanno e svevo. Indi riporta i frammenti di un canto in nova ri- 
ma, di' anonimo sicolo, e quelli di Iacopo tiotar da Lenlini, e dei 
re Arrigo t Manfredi, figli di Federigo If, cb* egli novera trai Tro- 
vatori e di sue note illustra. 

Parnasso degl* italiani vivenU, voli. LII. Pisa 1810 in-8^. 

Parnaso italiano novissimo, voli. XII. Nap. 1830 in-32^. 

.>..■"■ " '*'i 

Parnaso italiano, contenente tutti i poeti eroici, epici, romans#- 
scbi, eroicomici, giocosi, didascalici, pastorali, favoleggiatori, sati- 
rici, lirici Wic.,.iVoH. X. Yen. 1840 ln-8^ 



• \ < . ■ 

• III 



ti. BMeolliT IViifftoMalt 

JUne^dfir ic^a^mii» degU: Acoesi dlMetmii, ?•!. IL I?t 1511- 

* i^ic^' i 4ppo 4Ì19IU! slabjijta da Fedietico U nel sao> tMiIaoM, 
una delle più telaste Accademie di Sicilia fondata nel 1568 sotto 
gU- ausfllMdel YÀrar^ Ferd» Atoleis march, delia Pescarli. QuesCossa 
d^. ^òn^kio^aBieDto «Hg Biblieleaadel Mongìloro; it quale poi Bafn 
(tomo II, pag. 198) com* essa già estinta risorse nel 1832 coi li^ 
tolo di Riaccesi, sotto il Ticerè Filiberto principe di Savoia; e più 
9iirfr faceolte^ ù^ua ja: frodici,, mise ìd liiòe, tutte in lode, ài ta- 
cri oratori quaresimalisti, i cui titoli veggaBaì presso la citala. Bi^^ 
blioteca. 

:;Mitt fima^su^e^^ loroQ pei a nuova iuce* chiamale per «f«ra 
4h àia^b* Carina U.qtM^le molle altro ?e ne aggiunse 41 po«ll 
de* due secoli XVI e XVII, ia lofni IL Fai. 1126 in-i^ 



Ii^di tomi, madrjgpli a einque voòi di diversi autori sieiliflHii, li- 
bri XIV. Pai. 1S90-Ì612 jti-4^ 

— Madrigali a sei voci composti da vari. Ivi 1S88, e Ven. 1693 
in^% :..■■■ 

— Altri di vari a cinque voci. Pai. 160J in-i^ 

. Le fDUse . leMegglanti mK apiirsi L' accademia della Fucìnt nella 
città di Messina. Bologna 1642 in-i"". 

. * Qu^ta rauaanza era sorta tre -aani prima in casa il cat. CaHo 

di fli^^gom^ e, continuò a mandare in luce dilTerenti iBcoalte la 

verso ed in prosa. Ecco quelle di poesia: • .^ 

. '.'.^h^. 9 travof^aaìiei liriche degli aeio»deiDici della Fucina, >arlì III: 

le pm« due^ JHesaina 1642^^33 inrl2^: la terza a Napoli 1661 in^tV. 

. -rr^Le (toetie volgari dtgli aoeademici éella Fucina, parti IV: le 

pfime Mine a Messina 163^58 , le altre a Napoli 1659*60 ià^ììlK 

*^IL dueUo dolto Miisfi^ vero iTvatteDimenti V carnevaléscbi 

degli accademici della Fucina: I primi due staanpati a HonteletMie 

1668, i tre altri a Napoli 1610-71 in-4^ 

L* Apogeo di Parnasso, Raccolta di poesie Tarie. Pai. 1661 itt-12®. 



,1 1. 1 



Il Tago in Oreto, ovvero La ricca vena delle Muse palermitane, 
racoolU di tari cóoipoitimqnti* Pai. 111 1 in-4^ ' 

Componimenti poetici degli Accademici Gioviali , conséerati alla 
B. M. di Carlo Seb. Borbone re delie due Sicilie. Cat. 1740 in 
fol. * Sono di GiMinio U. Paterno Bonaiulo de* baroni diRaddnSai, 
principe dell' accademia; di Franceico AgcUino Gioeni dei ducjii 



/ 



ART. I. nilLIHUIAm-^ 11. KKCOLTE PÒETICmC 99 

di Angiò, secretarlo; di Nic. Riccioli Paterno , decano ca&iaese, e 
d'altri. 

Componimenti accademici recitali dai nobili convittori del R. Col- 
legio Carolino dei pp. d. C. d. G. nel soIenniEzarsi le felicissime 
none di S. M. Carlo Borbone con Maria Amalia Walburga. Pai. 
^738in-4^ 

Componimenti accademici recitati nella gran sala del palazzo se- 
natorio pel di natalizio di Carlo Borbone. Pai. 11S3 in-4<>. 

Poesie per le feste della incorazione del simulacro di s. Maria 
la IVaoYà in Monreale* * Leggonsi nella descrizione di esse feste. 
Pai. 1762 in fol. 

Rime nuòvamente scelte ad istanza delFab. Paolo Cammaraia. 
Pai. 1766 in-8». * Quesfè iina raccolta consimile alle Rime one- 
ste pubblicate in Italia da Angiolo Mazzolmif e air altra di Toith 
fwso Ceva^ 

Componimenti recitati ncir accademia di Monreale per le nozze 
di re Ferdinando con Maria Carolina d* Austria. Ivi 1768 in folio. 

Raccolta di vari componimenti poetid in lode della degna x^peru 
del marchese Caracciolo viceré di Sicilia intitolata Riflessioni sulla! 
economia e- T estrazione de* frumenti. Pai. 178S in-4^. 

Poesie de' più accreditali autori moderni. Pai. 1815 in-18^. 

■ - * ^ " 

Poesie varie ad uso delle scuole della Comp. d. G. Pai. 1816 in-S^, 

Raccolta di rime antiche toscane voi. IV. Pai. 1817 in-4<». * Que- 
st'ampia compilaziooe si debbo all' illustre Piépro NotarbarioU duca 
di Tillarosa che avendo nel suo palagio aperta una tipografia volle 
pubblicarvi gi^an parte dei testi di lingua. I poeti quivi compresi 
(di cui ci da notizie biografiche) montano a 14S^ e sono de' se- 
coli XUI e due seguenti, ma tutti della Toscana. Nella prefazione 
indicò' di voler divolgare a parte i poeti nostri antichi: ma non ven- 
ne ad effetto il suo disegno ohe fu già compito da altri. 

Poesie di autori siracusani, t'accolte da Cius.* M. Capodieci 
voli. VI, Sirac. 1818 in.8*. 

Saggio di poesie scelte da un socio d. C. d. G. Pai. 1824 in-8% 
* .Evvi apposte brevi nolerelle sul bello di ciascuna poesia^ 

12 



90 tU-ISI IXVI. POESIA-^SBZ. |K ITALIiillA 

Poesie d* aatori calanesi, ràccoUe da Salvatore Scinto, ?oUr II. 
Cai. 1832-34 m-8^ 

Poesie scelte d'autori diversi ad uso delle scuole d. C. d. 6;^ 
TOH. IL Pah 1833 in-12''. * Quest* è forse la più sentila compilation 



cui furono destinate. Questa prima edizione è poi stala da lui e 
rifusa e migliorata e cresciuta fino alla quinta del 184S , e alla 
sesta del 1831 in-18\ 

Rime di alcuni poeti italiaqi. Ivi 1633 in-ie"". * Sono dei pi^i 
IQoderni e stimati per bontà d' argomento e per bella di concetti^ 

Componimenti epitalamici di poeti vari nazionali e stranieri, Se^ 
gno di amicizia nelle nozze di Ferd. Halvica con Angela Pagano. 
Pai. 1836 in-8^ 

Raccolta di poeti burleschi anticfaì e moderni , curala dal tip, 
Bem. Virai. Pai. 1836 in-!8». 

Il dono fraterno, versi di yari nelle nozze Benzo Portinaro. Pai, 
1837 in-12'. 

Poesie di siciliani viventi. Pai. 1838 in-12^. 

Tersi di vari in morte di Mariana Mira Castelli principessa di 
Torremuzza. Pai, 1838 in-8% 

Poesie di Placido Arena-Primo e d* altri siciliani viventi. Ivi 
1859 in-8^ 

Carmi inaugurali di var! per V esaltazione all' arcivescovato d'A-i 
dana di H. Dom. Citlufl'o. Pai. 1842 in-8\ * Sono italiani, latini, 
greci, raccolti da iVtc« Ca(a<ò< 

Esempi di bello scrivere in poesia^ raccolti per le scuole di SU 
cilia ad imitazione di quelli di Luigi FomUciari. Pai. 1845 in-12®, 
? Questa raccolta fu estralta dall' altra di questo autore, per Giu$. 
Bozzo prof, d'eloquenza italiana in questa università. 

Poesie degli Accademici pelorilani in morte del prof. Natale Ca- 
tanoso. Mess. 184C in-8^. , 



iteti U PAIUIÉINAAI— S II. AACCOtTE POÈTICHE 91 

La Certosa, Streona palermitana pel capo d*annal8jl, pubbii- 
<iata da Salv. Abbate e Migliore. Pah ia folio. 

Iscrizioni e Poesìe in lode degl* illustri Messinesi mancati nel co- 
lèra del 1894, recitate nella tornata generale dell' Accademia pe-> 
lontana; M^ss. 18S3 ia-8^^ 

§ ÌIK POETI PRINITIVI 

Federico II imp.; Enzio e Manfredi suoi Ogli; CivUo d'AÌcà' 
inó\ Ùuido e Odo deile Colonne ; Stefano Protónaro e Mazzeo 
àiceo da Messina; Rainieri e Inghilfredi da' Palermo] Arrigo Te- 
sta e Iacopo da Lentini] Toinmaso di Soxo da Messina; Cunzoni. 

* Son- quésti i primi vagiti della lingua e poesia volgare data 
nella eorté di esso Federico a Paiernio^ Son riportate da Leone 
AU(ÈC€i nella sua Raccolta de' Poeti antichi; nella giunta alla Bella 
mano di Giusto de' Cónti; da Gian Giorgio TrisHno e da pib al- 
tri nelle loro Poetiche; da Mario Crescimbeni nel voi. IH de' suoi 
Commentari alla Storia della vòlgar poesia; e a tacer d* altri, dal 
cani RoSi Gregorio nel suo Discorso intitolato « La corte dei re 
Svevl in Sicilia ^ e monumenti degl' ingegni siciliani , che in quel 
tempo Borirono »; Hprodotlein fondo alla terza edizione dello sae 
Opere scelle. Pah 1843 in-4\ 

Ninà (o sia Antonina) amasia di Dante da Malano poeta celebro 
del secolo XllI^ a cui essa indirizzò suoi versi : alcuni do' quali 
iie pubblicò il Crescimbeni nel voi. Ili dei suoi Commonlsfri^ ed 
altri promise di pubblicarne VAUàzio. Amendue opinano essere slata 
èssa la prima a verseggiar volgarmente. 1 versi che di lei ci rpf 
mangono sono stati emendati^ illustrali , e ripubblicali da Agosl. 
Gallo: Pai; 1840 m-8^ 

* Questi aveà già riportate alquante rime di Nina e di Odo delle 
Colonnéy con sue annotazioni, nel t.^ Y deir Effemeridi' sicole , 
genn. 1833. 

Tomm. Caloria da Messina, lllme citate dall' i{tmn(»*e dal Gesual- 
do*-, ed alcune riportane MùwHzio di Gregorio nel Rosario dì cento 
poeti. 

ÌRT; II. SKCOLI ivi-vii.' 

tanti sorsero à poeteggiare in questi due secoli , «he a cessar 
confiisione ci è mestieri dividerli in più cori, giusta i vari generi 
di epica, lirica, drammatica, buccolica ecc. Anzi poidiè questi gè- 
neri contengono distinte specie di poesia, a queste ancora si con-^ 
terrà far luogo distinto. 



92 CUSSH XXn. POESIA — sex. U. ItALUltA 

5 I. EPICI 

Sotto il comune vocabolo di Epopea Vengono priticipalaientc) 
1 poemi eroici, secondariamente i poemetti di varia natura. Degli 
uni e degli altri esponghìamo gli autori: anzi per di9tinzione mag-* 
giore segreghiamo i poemi di sacro da quei di profano argoménto* 

!• Kplci profani 

* 

AnU Alfano, Vittoria del marchese di Pescara, poema; nel libro 1 
deh* Accad. degli Accesi di Palermo. Ivi 1571 ìq*8^ 

Vinc. di Gimanni, Palermo ristorato-— Palermo felice^ * Due 
poemi mss. ricordati dal Mongitore, come esistenti a suo tempo« 
ugualmente che pìi!i altre sue rime, com' è la fila di s. Rosalia in 
ottava rima; satire iu terza rima; egloghe canzoni e sonetti- 

Gin di Giotictnnif Palermo trionfante, poema ove si descrive la 
famosa guerra tra i Palermitani e ì Cartaginesi- Pai. 1600 in-4^« 
* Pubblicollo sotto nomo del sullodato Vincenzo suo fratello- La-' 
sciò pur ras. la Siracusa destrutta da M- Harceilo- 

Franc. Poionzano , La destruzione di Gerusalemme dall' imp^ 
Tito Vespasiano» poema eroico in etto canti. Rap- IfiOO in^8^« 

Gius. Tristiana, La Vjenna liberata, canti XV. * Rimasero mss^ 
ed oggi posseggonsi dall* ab. Gioacch. Geremia, che ne dà con-* 
lezzo e squarci parecchi nel t- LXXIl del Giornale di scienze ccc« 

Tarn. Balli, Palermo 'liberato^ poema eroico , intitolato a Cosi" 
duo liv Gran-duca di Toscana- Pai- Ì6f2 in-i^. * Vi appose gli ar- 
gomenti Gir. Spucees. Canta la liberazione di questa città dia' Sara* 
ceni, per opera di Roberto il Normanno- Sono canti XXX« 

Ben. Maia, La memoranda battaglia di sei galeoni d* Ossuna con 
41 galere turcfaesche, poema eroico. PaL 1617 in-4^ 

« ■ 

Scipione Enrico, là Babilonia destrutta, poen^i eroico^ Ven^ 16S( 
]n-24^ Roma 1626 in-l2^ Mess. 1653 in-12% Bassano 1661 in-24^ 

— Della guerra troiana, canti venti. Mess. 16i'0 in-4^. 

— L* Iliade, o vero V Achille innamorato , poema eroico. Roma 
1661 in.l2\ 

Valerio Bulzeo, Gerusalemme distrutta da Antioco Illustre , p 
vero il Maccabeo, poema eroico. Ven. 1646 ìn-12^. 



ut. Ile SllCOU ÌYI-V/I,— $ U CHCt 93 

Pro9p. Pacifico^ Cristo disputante, poema eroico* Pai. )4148 in-lS^^ 

(iriu^. Maddalena} La BarcelloDÌade> poema epico e maccherò- 
nico. Pài. 1653 in4^. 

fitu«. Munebria, Il Ruggiero , e vero la Sicilia liberata. * Di 
questo poema stampò egli soltanto il canto VII nella parte I della 
sua Musa risvegliata* Vess. 1Ì6S6 in-8^* 

Ani: girelli e Mora^ L*. Arcadie liberato, poema eroico^ Bologna 
1660 in-12^. * Altri mantennero .cb0 questo poema fosse del mes- 
sinese iV» Zuppa* 

frane* Morabito, Catania liberata, poema. Cai. 1669 in-^^ 
— Il Ruggiero trionfante , poema eroico. * Serbatasi presso i 

marchesi Geraci ; ed uji brano riportane Ruggiero Yenlimiglia 

nella Genealogia dei conti Geraci. 

Gius, tìaleanif |i Palagio, o vero la Spagna racquistata, poema '^ 
eroico. Pai. Il670 iu-S"** 

FranCé Cemma, L' incendio diUoDgibe^o^ poema. Cat. 1674 UH8^ 

Andrea Perrudei, V Agnano zaffanato d* Apollo, poemma aroico 

Siocoso. Ndp4 1678 ìn-W. ^ Questo poema fu 4a lui icriUo nel 
ialetto napoletano> nel che acquisto perizia e grazia per la sua 
dimora a Napoli^ ote morì nel 1704. 

Mario ReiUmoe Spatflfora, Il Ruggiero in Sicilia^ paema eroico. 
Ancona 1698 in-12''. 

Cirino Mauro^ Iieiitini abbattuto dai tremuoti, poema in cinque 
canti ditiso. Kess. 1700 in-S"". 

II. fiplel Sacri 

Mariano Musco, Poema della tifa di s/ Agata. ^ Vien ricordato da 
Pietro Correrà nella Storia di Catania tomi li, e da Giamb. de 
Groèsiè nel Decacordo catanese toro. II: 1* autore* fioriva al prin- 
cipio del secolo XVL 

Nic. lac. de Alibrando, Lo spasimo di Maria Y. , poemetto in 
ottava rima. 1S34 in-S**. 

Ant. Alfano, La battaglia celeste tra Michele e Lucitéro, poema 
Pai. 1S68. * Altre sue rime si leggono tra quelle degli accade- 



94 CLI^SÈ XXVI. Ì>0K8lA-^SkZ. li. itALIÀIfÀ 

mM Addéi^i, oltre il moraorato poema sulla VUtoria del marchèsd di 
Pescara, ed un altro sopra Sé Cristina, lodato da Leon. Orlandini* 

BarL Taverna, Vita di 8. Agata V. e H. in verso italiano. Veo< 
1584 in-8** * 

» 

Attilio Opizzingà, Della rlta di si, Gfosafat convertito da s^ Bar- 
laam, canti V, con alcune rime spirituali nel fine. Pai. 1384 in^8*. 

Mariano Perono, Rime spirituali della vita e dei gesti di Cristo 
e di alcuni santi, feste principali e domeniche dell* anno. HessTv 
1590 in-8^ 

Frane, del Pozzo , Poema di s. Placido e Compagni martirio 
Mess* 1590 in.4^ - 

~ Rime 'spirituali. Ivi 1590 in-4^. * Iii quest'anno fu FaiitOfiNg 
promosso al vescovado di Girgenti. 

Qio. Ant. Brandij Rosario di Maria Y. SS., poema sacro ed eroico. 
Pai. 1595 in-8% e Roma 1601 in-16^ ^ n<^lla seeonda edìiiioné 
sono annessi parecchi discorsi di dotti in commendazione e del- 
iVautoré e deir opera, oìtref a patrecchi carmi Ialini ed italici. 

Matteo Donia, Il s. Giorgio, poema sacro ed eroico, cogli ar- 
gementi di Gir^ Spucees^ Pai. 1600 in-4^4 

Gir. di Giovanni, L'Eudemia, poemat sacro. Pai. 1610 in4^ 

Cesare Atbamónie^ S. Francesco di Paola, poema. Pai. 1 61 f ìti-^^j 

Perotto de Offlda^ La celeste Berecinzia, o vero L'eccellenza delli^ 
Madonna del Soccorso, poema sacro. Pai. 16tì in-12^.- - 

lac. Amalo , Poema saero della vita e martirio di s. ÉrisUnav 
Pai. 1612 in-8". 

Lor. ' Abbate f Vita et s. All>ertfii> edttaposla iti tèrsi sciolti; Pii^B- 
2e 1613 in-*». 

Giov. Tom. Longohairdo^ Il Trionfo^ poeraìì^ d'i s. Agata ^\ é M.- 
Cat. 1628 in-4^ 

Giulio Xisiy La jàuova settimana dfivisa iti sette giornale, o Vita 
morte e miracoli del B. Guglielmo patrono di Scicli. Pai. 1632; 
ìn-12^. * Véro autore ai è il cappuccino Md. Spinelli- da ScielK 



ART. II. SGCOU XVI-VIl. — J, i. «PIGI 93 

Gius. Galeanij La Rosalia trionfante, poema sa«ro. Yen; 1632 in-12«. 

Gian Giacp Cti/faro,- Vita del glorioso s. Cono nasitano, poema 
isserò. Mass. 1636 inrlìS^. 

Pietro ^rimarchi , Vita di 8. Eustachio in ottava rima, Bles^^ 
J«89iarl2Pi 

Filad. Mugnos, Il trionfo leontino^ o Martirio dei gloriosi Alfla 
FiladelGo e Cirino, canti V, Pai. 1640 inr4\ 

Pìic: Chiuppa, Tita e martirio di s. Stanislao vescovo di Polonia, 
{n ottava rima. Pah 16^0 in^^ 

Leon. Fragalij Vita del b. Agost. Novello, in verso. Pai. 16S5 in-4^, 

Gim. Galìuzzo, Composizioni spirituali. Pai. 1669 in-8^. 

lUoh. Af^. Ciwaii, Il Nicolò romito, pobma eroico sacro. Pai» 
1680 in-8\ 

Lor. Corrado^ Il Minimo Massimo, poema sacro della vita di s. 
Francesco di Paola. Héss. 1681 e 93 ìn*12% 

111. iPpemeiU 

Scip. Enrico i La via lattea^ poemetto, con un inno ed altre ri-> 
m^f Me$s. 1614 in-l^"^, e con aggiunte, 1619 in-8^ 

Gim. listano, Il P^lìfemo, poemetto. Mess. 1628 in-i^, e nelle 
stravaganze liriche degli accademici della Fucina. Nap. 1661 in-12\ 

■ . - ■ ' 

Frane. Gorgia^ La caduta di Lucifero» poemetto, con gli argo- 
menti di jPiC^ro Io SquigUo baron di Calati. Pai. 1638 in-8^. 

-rrf 11 tempio di Cerere Catanea, e i Vaticini di Siiueto per lave- 
nuta del card. Astalli vescovo di Cat. 1663 in^4^. 

— Il viaggio di Mongibello. * Citasi dal Mongitore insieme con 
più altri suoi poemi e poemeim e drammi rimasti inediti. 

Ang. Matteo Btwnfanté, La fortuna di Cleopatra rèina di Egitto, 
poemetto eroico. Pai, 1644 in^4^ 

— L* amor fedele di Bianca da Bassano, poema lirico-tragico. 
Ivi 1653 in-4^ 

Sib). Risicai La stella^ poemetto. Nap. 1660 in-12^. 



Gias. K. Mazzara^ Fremiti del mar sìcano , poema cro-Hrico. 
Nap. 1660 in-iS®: * Stampollo sotto nome arcadio di Pàètcre Irmi* 
nio. neUa parte lY delle Poesie rolgari delia Focina. 

Giui, GaUmzQy II Slongibello, parte I in rima sciolta. Nap. 1669 
in-»^. 

— Parte U del Hongibello vomitante fuoco, ]n ottava rima, {vi, 
in dett'anno. 

«I 

AleèB. Chiarenza, La stella de* Ifagi.-^La Cuna austriaca,-^' In*^ 
cendio deirEtna.— «L* Qreto armonico— ^L* Amante ràvveduto-^Il Trion* 
fo del Tebro ecc. poemetti mss, ricordati dal Hongitore. 

Cirino MmrOj Lentini abbattuto del terremoto del 1693, poe< 
metto in canti V« ÌBess« ilOO ìn^S^", 

$ II* {.nuci 

. Sotto nome di lirica poesia vanno e odi e canxoni e sonetti e 
inni e cantici ed .epitalami ed epicedi e ditirambi e jfnadrigali e 
colai minuti componimenti, Eccone qui un buondato, 

Vmc. 4a santo Angeto^^ Visione trionfale nella morte del eard, 
Scipione Gonzaga, con nioiti sonetti e stanze. Pai. 1S99 in-4®, 

Qreg. Morello, Fascetto di mirra* Carmagnola 1600 in-4*« 
-^ Inni spirituali per diversi santi, voli* IL 1600 in4^, 

FU. Pàrutà , Rime etoè canzoni, sonetti, madrigali ed oltave« 
* Vennero in mano al Slongitore , donde passarono alla Ubreria 
comunale, 

Mario 7V)HetI{, Centuria prima di madrigali. Uililello 16S0 in-8*. 
.* Rimase Inedita la centuria seconda. 

^1^, Vi$iarco, Epitalami ijer noz^e illustri, stampati asolo in 
Mess, 1625.27-28 in-l^, , 

frane. Baiducci, La paee àrt>ana, cantone, Nap. 16S2 in4% 

— Tributo di Parnasso ali' imp, Ferd, HI. Roma 1658 in-4% 

Giu8.^ Galeani, Poesie liriche. Pai. 1634 in«12^. 

— Diporti giovanili, composizioni poetiohe. Ivi 1661 in«>l2% 

Ant. TanHlla, Della cetra pindarica. '^ Questo titolo portano dieci* 
distinte sue slampe,, conlenenti delle odi morali, impresse a Pài, 
1642-52 in-8^ 

— Della cetra oraziana, la viriti mal, gradita. Ivi 1649 in-8\ 






ART. II. 8KC0LI X?1-VII.*— $ li. LIRICI 97 

Sdp. Enrico, Poesìe liriche. Yen. 1646 in-12^. * Più altro di 
lui se ne leggono tra quelle della Fucina. 

Ign. Balsamo, Canzoni e rime sulla Lettera di N''. S''. e sul Mar- 
tirio dei santi Placido e Compagni. Mess. 1633 in-4^ 

BÒM. Falsaperla, Per diverse vittorie avute dai nostri contrai 
Francesi e Veroe d'Austria , ode pindarica. Pai. 1654 in-4* , e 
1662 in-8*. 

Frane. Mugtios, Gli Epinici, canzone pindarica per la pace d*I- 
lalia. Pai. 1637 in-V. * Quesf è Una delle 67 canzoni che avea 
preparate. Un colai Ani. Zaneme (cioè Vincenzo Jfontona) pub- 
blicò un suo Giudizio poetico per censurare quel componimento: 
ma venne 'difeso da. incelo M. Bonfoaiite col libro, Il Cigno pro- 
Toeato de messér Friano Forbotta. • 

Giamb. del GvadAoe , Poesie Ifrìche, sacre b morali , parti II. 
Pai. 1670-78 in-8^ 

Ttnc. Calaòròj Le prime mosse in Parnasso, poesie liriche. Pai. 
1683 in-12\ 

Mario ReilanOj Odi, — Cantici — Inni — Epitalami — Epicedi. • Fu- 

no separatamente stampati a Roma 1686-89 in {2\ 

-^ Le selve, cénturiar prima. — Il cembalo, poesie. Roma 1689. 

Anna marchesa Lavagi, Mazzetto di Cori spirituali e varie can- 
zoni sopra la nascita, vita e morte del nostro Redentore^ Pai. 

1687 ia-8\ 

• ■■ . ■ 

Bonav. da s. Rosalia agost. scalzo , Applausi poetici per la 
gran romita e verone s. Rosalia, Milano 1691 in-4^. * Impressi 
senza il nome delr autore, e dedicati al Senato di Palermo. 

r 

Ign. ISazzara, Poesie liriche, parte 1. Nap.' 1692 in-12*. * Ri- 
lase inedita la parie II e III. 
— Euterpe officiosa, odi, parte I. Ivi 1692 in-12''. 

§ III. DRAiniHATIGI 

Tra i generi tutti di poesia, quella che più d*ogni altra in più 
aperti campi si spazia eir è la teatrale.' Ad essa le tragedie , ad 
essa le commedie, ad esse le Uagicommedle, i drammi sacri, i. me- 
lodrammi, gli iMratorl si aspellano. Ond' è che noi secondo quo- 

.13 



roase 



98 CUSSIS ICXVI. Ì>0ES1À— SRZ. II. nALIAllA 

ste ramificazioni verremo memorando quel nòstri che con pari lo* 
de calzarono o A socco o il coturno, 

I. Tragedie 

Simone luballino i^al. Rappresentazione delle vittorie della Chiesa 
contra il mondo, la carne e il demoniO;, tragedia di carnevale. Ro-^ 
ma 1591 ìn-ìr. 

Gir, Cariddi, Tragedia) ovvero Rappresentazione di s. Placido, 
Mcss. 1592 in-8\ 

Ortensio Scammacca, Delle tragèdie sacre morali (orni XIV, Pai, 
1632-48 in-12*^. * Vi si contengono 44 tragedie, composte da que- 
sto nobile gesuita leontino per onesto trattenimento della gioventù 
studiosa. Gli eroi di esse sono parte scrìtturaìi, parte eciclestiastici, 
e taluni ancor mitologici, ma tutti morali; i cui titoli rimemora il 
Mongitote. 

Giamb. Guameri , Il precursor di Cristo.-^^I Trofei della prò-» 
tpmarlire s. Agata, Cat. 1633 in-12**, e 1659 in4^. , 

Fine. Geremia, Il Sebastiano, tragedia sacra, Mess, 1634 ìn-12'*. 

Frane. Dispensa^ S. Caterina V» e II. tragedie. IVap, 1636 in-^12^', 

Tom. Aversa, lì Pellegrino, il Sebastiano, il Bartolommeo; tra* 
gedie sacre. Pai. 1641-1845 in-8''. 

Cherubino Belìi, L* Agnese, tragedia sacra. Pai. 1646 ia-12^* ^ 

— Il martirio di s. Agata. Ivi 1646 in-12% 

Gim. Ricci da Chiusa^ Il funerale di Gesù.-^La Rosa.*— La Vita: 
tragedie sacre. Pai. 1647-55 in-8.^ 

Carlo Ittusarra, La santa Flavia. Ven. 1652 in-12**. 

— L'idolatria abbattuta nel trionfo di s. Lucia V. Mess.,1681 in-12% 

Frane. Leontino, L'Eudoro, tragedia sacra pastorale. Pai. 1656 
in-12^ 

— Il Cristo condannato. Mess. 1673 in-8^ 

Gius. Squillaci , La s. Agata , tragedia sacra. Cat. 1663 iA-8^. 
* Rimasero mss. la Giuditta, V Adriano ec. 

Tino. Pandolfo, Rappresentazione della Natività di N. S, G. G. 
Pai. 1667 in.8\ 



f 



inté n. 3IEC0U XV1-TII«~S ut. DiUlUIATICt 99 

«-«La santa Rosalia. Pai. 1676 in-12^ 
* Rimase mss* la Rappreseplanza della Passione di N. S. G. C., 
con tredici Prologhi d* invenzione. 

Leon. Omodeiy L'Agata, tragedia sacra. Pah 1664 in-12^. 

Giu$. Trìstaino, L* Adrasto .-^L* amor vendicato* — ^U Sé Sebastia- 
no: tragedie sacre, Pai. 1869-74 in-12^. 

ànèelmq Sansone j Maria Stuarda, dramma tragico. Pal.l672in*12^. 

Carlo Mancino, La s. Agnesa. Cat. 1673 in-8®. * Lasciò inedite 
la 0. Àgata e la s. Lucia* 

GiuB. irtoie, Guerra Ira vivi e mortL Nap. 1679 in-12^. 

Prone. Paima , Trionfo di castità di s. Alberto Ericino. Pah 
!683in-4^ 

Frane. jrora6i^o,L*Albira,tragedia politico-morale. Cat.l684in4^ 

Gius. Bicd da fiuccheri. Opera tragica di s. Vito martire. Pah 
1690 m-12^ 

» 

Bald. Falsaperlaj La caduta d* Oronte, o vero -il Politico ingan- 
nato da pdvato in Persia. Pai. 1702 in-4''. 

Gioach. Bona e Fardella , Il martirio di Sé Margarita vergine 
antiochena. Pai. 1711 ìn-12^ 

li. Commecllcl 

Ani. Usodimare pai. Il pazzo assennato , commedia recitata in 
' hi. 1S84, per ordine del Senato, a detta di Leone Allacci in Dram- 
maturgia ind. in^8^. * A questa commedia data davanti il viceré, 
H. Ant. Colonna, fecero gì' Intermedi FU. Panda , Gir. Brand , 

e Ant. Veneziano* 

* 

Luigi Eredia, Intermedi della Trappoleria, commedia recita con 
superbo apparalo per nozze ec. Pai. 1603 in-4''.' * Altre sue rime 
ereditò il Mongiiore che ne fa cenno. ^ 

Yinc. Errante j Inganni di amore , commedie. Pai. 1603 in 8"^. 

FU. Panila, Intermedi rappresentati nell'Ancora, commediare- 
dtata per noz^^e in Pai. 1606 in-4^ * Pia altri Intermedi e Pro- 



100 CLAf^SR XXVI. POKSU— Si;2. il. nAUiUA 

loghi per diverse rappresentazioni lasciò mss. liieinoratl dallWon- 
• gitore. 

?inc. BelandOj Gli amorosi inganni, commedia piacevole. Pari- 
gi 1609 in-12\^ 

Frane. Cavatina^ ftli amorosi ritratti. — Gli sposi ingannati.—-' 
La servitù di amore. Pai. 1613-37 e 46 in-12^ 

— La morte innamorata. Yen. 1622 in-12^. * Questa commedia 
fu lavorata sopra quella di Fabio GUssenti già impressa a Yen. 
1608 in.l2^ 

Paolo Salerno , Disturbi amorosi, commedia. Mess. 1623 in'12^. 

Giamb. Ouameriy Le amoróse smanie. Cat. 1623 in-12^ 

Pietro Yela^co, La Lidia travestita, commedia. Messina 1626in-12*. 

Tom. kversa,, Gli avventurosi intrighi. Pai. 1637 in-8*. 
-^11 padre pietoso, Commedia morale. Roma 16S6 in-12**^. 

— Nolte falò ed Amore. Ivi 16S7 in-^2^ * Yi sono annessi pift 
discorsi di lui, sotto nome éf lamino d' AmislratOj e sue Osser- 
vazioni sulla detta Commedia. 

Cam. Morello, Li travestiti. Pai. 1644' in-12". • Lasciò fass. La 
fida moglie, li Morto, Lo Spirito, ecc. 

int. Arezzo siràc. l' Amurat, La Criseide, La Cosina, GV Incanti^ 
Il Mercurio, L'Osteria, Lo Schiavo, La Yergine: commedie in prosar 
tranne Y ultima in verso, ricordate da Leone Allacci in Branun|i* 
turgia indie. VI. 

Vtnc. Pandolfo , La Celia dispenrta. — ^l* Angelica pellegriim.^* 
la Cinlìa superba, — gì* Infortuni ec. commedie stampate separata- 
mente a Pai. 1646-62 in-12^ * Lasciò mss. l'Esilio, la Pazzia, le 
Novantanoye disgrazie e mezza , successe a lui in un giorno , iit 
terza rima, ed assai altri drammi. 

Tinc. del Giudice^ La bella fugace, F Amor venale. PaK 1&47- 
53 in-12*^- 

I 

Ambr. Borghesi^ V Ambrosia. Pai. 1656 in- 12*. 

Gim. Squillaci, Le fortunate /disavventure. — Gli strani avveni- 
menti.— La pudicizia cosiate. Cat. 1663-66-69 in-12^. * Lanciò 
mss. TAdrano, F Enorlinda, le Astuzie, gF Inganni ecc. 



ARTtf II. MRCOU XVI-Vli — S in. DRAHMAtlCI 101 « 

Pietro Capace , La forza della gelosia— La* giusta Incostanza — 
L' amorosa gara, Cat. 1670-78-80 in-12**. 

jtf. Ani. Nicolicchia^ Il serio col flaceto ^ opera comica rappre- 
sentala dai cavalieri siracusani. Cat. 1704 in-lS"". 

-^ L* utile fra gli scherzi, o vero Prologo ed intermezzr per gli 
sponsali deir imperatore. Hess. 1707 in-lS*. 

fine. Parisi, Le perdite Tittoriose d' na prigionier trionfàale. 
Pai. 1707 in-4». 

in. Trasl<M>n>iiiedte 

Giamb. Guceioni, l>a gloria di Beatrice , tragicomedia eroica. 
Pai. 1613 in-12^ 

Gir. la Mannay II Licandro, tragicomedia pastorale. Roma 1634 
ln.l2^ 

Mich. Bertolucci^ Prodigio di s. Agrippina in Drafone di Mineo, 
tragicomedia. Mess. i63S ìn-8^. 

Va}eriano BiUzeo^ V Orifole amante ed il felice Enee, tragico- 
media. Yen. 1640 in-^2^ 

Giamb. Spinola, Il Ruggiero,' rappresentazione tragi-marì-satiri'^ 
comica. * Lodata dall'iurta nella Storia di Cefalù patria deirautore. 

Gius. Riccif Le fortunate disavventure. Pah 1447 in-l2^ 

, Gerardo Anèaldo , L* innocenza vendicata , azione regi-coroica^ "" 
Roma 1682 in-i2^. * Stampella sotto nome di Ani: Soldano. 
-^ Chi non sa fingere non sa vivere: opera teatrale. Cat. 1688 in-12^. 

Nat. dT Amico, Lo disperazioni fortunate, o vero Le finte morti. 
Mess. 168$ in-12'. * Lasciò inedito il Tradimento superato, opera 
tragi-comica pib volte giocata. 

laci Gemma ài Biancavilla, Gr incanii coronati nd trionfi d'Os-* 
sirda re di Persia: opera tragi-comica di lieto fine. Pai. 1696in-§^. 

Prospero Tommasetli , La fede ristabilita dal proto-patriarca 
8. Basilio Bagno, tragicomedia spirituale. Pai. 1712 in-l2*. 



• 



■.' .. . .• 



Giu$^ Abbate^ La venuta de* Magi ia BeU^moiey rapprefieotazio- 
nc. Pai. 1660 m-8«. 

Scb. Cumbo, Dramma pastorale »alla Nascita del Bambino Gesù 
Pai. 1661 i^.8^ - 

— Tiaggio dei tre Re Magi. Ivi 1661 in-S''. * Laseiò ms. la Pas- 
sione di Cristo in dramma* 

Giac. Scafile^ La visione sacra. Pai. 1664 in-8^ 

Anselmo Sansone, S. Giuliana di ToIemaidaV. H.^con s. Paolo 
suo fratello, opera sacra. PaK 1672 in-8^. 

Dom. Bordonaro^ Rappresentazione sacra di s. Lorenzo di Fraji* 
zano dell'ordine di s. Basilio. Roma 167S in-8^. 

^ Pietro Paolo Platania, Il trionfo s. Pietro Apostolo nella cat- 
tedra di Antiochia, opera eroica. Nap. 1680 ìb-12% 

MariaiM Brmeaio, La notte sacra, detta la pastorale per la nòtte 
di Natale. Pai. J680 ìa-l:^. 

Alfio UrsOy 11 Giuseppe giusto, azione dramatica. Cat.l68i ìn-8*. 

» ' • ■ 

Andrea Permi)ci , Il Figlio del serafico 8. Pietro d* Alcantara» 
Yen. 1684 in-12\ 
--pII devolo della Vergine Immacolata.^ fioma 169! in-12<*. 
-— 11 martirio dei ss. Vito, Modesto e Crescenzio. Nap. 169S in-12^. 

-• ■ . ' » • - ... 

Pietro MancusOj II trionfo della penitenza del figliuol prodigo* 

— L* arcier ferito per la conversione di s. Eustachio. — li mondo 
in iscóna.— *L* amicizia in tormeHto---ll disinganno, de* 'prìncipi— -Il 
premio della costanza — La forza delia divozione— ^La vittoria di sé 
stesso — Funerale di Cristo redentore. * Queste opere sceniche fu- 
rono separatamente impresse a Palermo dal 1698 al 1712 ia«8^.- 

Argomenti del Pelagio — dell' Amìra — del Silvio— del Costantiao 

^-dclia s. Rosalia — del s. Stanislao: Drammi rappresentati nel Col- 

Jegio d. C. d. Gv Pai 1618-1728 in-4% * Codesti pezzi composti 

a tempi diversi dai PP. della Compagnia faceansi rappresentare , 

secondo 1* uso det tempi, alia studiosa lor gioventii. 

¥1. Oratori 

. Qiamb. Romano Colonna mess., La f^e di Zangla. Pai. 1639 

— La censualità depressa. Mess. 1632 in 4^. 



ÀAT» ile 8JBC0L1 XVI'^VII.-*'! IH. BIliiUlATICI lOS 

Vtfic. GiaUinij La grasQzia sposata alla pace nella coronaaone 
di Salomone — Il Sansone — li Golia — Il Nabucco ^^ Il diluvio ecc. 
dialoglii cantali in musica e stampati a Pai. e a Trap. 1618-% 
in-4^ e in-8\ ; 

Giu$. Scoma, Trionfo della fede nella vittoria navale, dialogo a 
S voci per la Imm. Concezione di Maria. Pai. 1680 in-8^. 

-— La vittoria di s. Rosalia nella partita dalla corte alla Quìsqui- 
na. Pai. 1660 e 87 iii«8^ 

Ani. Salomone, Il trionfo della fede — La Susanna: dialoghi. Ivi 
1681 e 84 in-4^ 

FU. Clemente, La littoria della fede , dialogo da cantarsi per 
8. Andrea ap. Trap. 1681 in-4^. 

-^ Cantata a cipque voci, e strumenti per la solennità di $• Fran- 
cesco di Sales. Ivi 169S ìa-4^ 

Celare BeUia e StaieUa, Dialoghi vari, cantati ed impressi a Pa- 
lermo in .anni diversi. * Ce ne dà la lunga lista il JMongitore, ac-» 
coppiandó questo poeta a suo fratello Ottavio, barone di Camemi« 

Ant. Caforà, Per TAnnunziazione ed Assunzione della Verginei 
dialoghi in musica. Pai. 1682*^91 in-4^ 



Gius, BaploUa, La forza del sufTragio^L* Angelo protettori 
Il morire vittorioso-— Il Casto connubio ec. ec. Trapani 1684-93 iu-4®. 



■.» 



Mich, del Yio, V Abigaillo figura di Maria V-^Il sogno di Orelo. 
— Il mare in festa per la solennità di s. Rosalia. Pai. 1684-88 in-4^. 

Gerardo Ansaldd, Il trionfo della costanza, spiegato nel martir 
rio di s. Lorenzo, dialogo. Trapaqi 168S in4^. * Usci sotto nome 
di AnU 5110 fratello. 

GuUerra della VaUe , La superbia abbattuta da Giuditta. Pai. 
168S e Mess. 1686 in4\ 

— Gli applausi felici d* una vittoria celeste. Roma 1686 ìd4^. 
-^ I trioua di Cristo liberatore. Napoli 1690 in^"". 

— Davide vincitor di Golia. Ivi 1694 in-4''. 

— I pastori addottrinati dall' angelo. Pai. 1706 in-4^. 

Gio. Zito e Reggio, Il figlio ucciso da' vendemmiatori— Giosuè 
paciere e guerriero— Il tempio della pace— La fede trionfante — 
La nave in porto«-La liberaziotie del popolo ebreo— I prodigi della 
grazia— Il trionfo della pace — S. Eduardo ro d'Inghilterra ecc. 

.14 



100 CUSSI XXTI. rOKSU— SRZ II. ÌTAUilli 

* , * Rappresentanze fatte e stampate successifameote a Palermo dal 
168& al 1104 in-4\ 

Andrea Perrucdj La Susanna — La Debora-r-La vera armonia per 
s. Cecilia — Gli stupori per la Nàscita del Signore — Il roveto di Mo- 
sé — li Gedeone ec. ec. * Oratori per musica^ stampati a Pai. è a 
Napoli dal 1686 al n03. 

Giìiè. GiiH, Dialoghi vari cantali ed impressi a Messina dal 1688 
al 1103. * Vedine la lunga lista nelF app. I alla Bibl. del lodato 
Mongitore. 

Ani, del Giudice, La carità prodigiosa — Il Giosuè — L* Eleazaro, 
S. Rosalia in Quisquina, ec. Pai. 1691-1101 ìn-4\ 

M. Ani,. Caiani^ , La Palma di Debora— Le Vittorie di S. Mi- 
chele—Il Trionfo d'Israello ec. ec. Pai. 1693-98 in-8^ 

Gius. Prescimone, I trionG del divino amore— La nascita di San- 
sone—La gara de* fiumi — La nuova stella — Il trionfo degli dei 
ec. ec. * Questi e cento altri dialoghi e serenale à quattro e cin- 
que voci cantale vider la luce a Palermo, a Messina, a Napoli dal 
1698 al Ilio in.4*. 

M. Ani. NicoKcchia, Le glorie dell* umanità redenta-^Il trionfo 
della castità di s. Benedetto — Le Tenebre sterminale per la Con^ 
cezion di Maria ec. ec. * Un prolisso catalogo ce ne intesse il Mon- 
gitore di lai dialoghi per musica stampati dulFaulore a Palermo, 
a Catania, a Napoli, dal 1694 fino al 110S. 

Frane. Savasta, Le rose in trionfo net Campidoglio della fe^^, 
dialogo. Trapani 1698 in4*. 

Gius. Cafora (figlio del precedente), L* eroina della fede' s. Cri- 
slina — V anima nella fucina di amor divino — La povertà felice—' 
Noè nell'arca — Davidde il forte — Amalec abbattuto — L* invidia de- 
pressa — La colomba scampala — La colpa abbaltutla — L' Egitto ri- 
storalo da Giuseppe ecc. ecc. * Questi e molli altri dialoghi e prò* 
loghi drammatici \ideT la lucè a Palerino dal 11 iO in poi. 

§ IV. BtCCOLICI 

Entrano qui egloghe, idilli , favole pastorali: di che Sicilia può 
dirsi la inveotrice, avendone dato alle nazioni i primi modelli in 
Dafni, in Teocrito, in Mosco. 






AitT, u« . sscau xn-vii, — § iv. biìccougi 101 ' 

Sdp. £ftftèo, L'Endemiolìe e T Arianna, idìlli. Hess. 1611 , • 
di nùoro eoh altri pezzi, 1653 in-12^. 

Cherubino Belliy Glori, favola pastorale. Pai. 1618 in-12''. 

Gir. la iVanna Idilli. Hess. 1621 ìa"12\ * Altre sue rime leg- 
gonsi tra le Poesie degli accademici Fantastici di Roma 1637, cui 
egli era ascritto. 

Giamb. Spinola^ Il belvedere, idiUio favoloso. Hees. 1632 ìn-12^. 

Filad. Mugnoè^ Proserpina rapita, idillio. Hess. 1643 in-8^. 
— ^ Lieo e Lisso^ favola ^scbereccia. Roma 1650 m-8^. 

Gius. Ricci da Chiusa^ Idilli ^cri e morali. Pai. 1657-59 in-8«. 

Frane. Principato^ La Boscareccia, o Sacra pastorale della Na- 
tività di Cristo in rima. Hess. 1661 e Pai. 1664 in-lS"". 

S V. VARII 

Rinchiudiamo in quest* ultimo paragrafo gli autori di rime varie, 
per cui si meritavano un posto di onope in parecchi degli Ante- 
cedenti paragrafi. 



♦ •• 



Frane. Maurolieoy Rime. Hess. 15^2 in-8^. * Questo sublime 
filosofo e matematico e storico e poligrafo non disdegnò far la corte 
alle muse. 

Simone yalguamera^ Rime , rimaste mss. presso il Mongilore 
che ce ne dà la notizia. 

Calogero Campotlto.da Scicli, Piacer d* amanti, In versi latini 
e volgari. Pai. 1563 in-8^ 

Bari. Bonanno^ Rime. Pai. 1580 J'n-^^. * Altre se ne leggono 
tra quelle deli* accademia degli Accesi. 

Vùic. da «. Angelo^ Visiono trionfale nella morte del carde Scip. 
Gonzaga con molti sonetti e stanze. Pai. 1599 m*9>^. 

Frane. Poggio^ Primo libro di ricercate. Pai. 1604 in-4*. 

Cesare Lonza, Fucina amorosa di madrigali in diverise materie* 
Ifcss. 1608 in-12^ ^ 

Ben. Maia. Rime. Pai. 1614 ln-8^< 



108 ^ cu^M ixvu p(msix**''9m. tu ttiuMA 

Scip. Enrica, Rime. Hess. 1619 ìn-S"*, e 1^3 in-12^ 
--Poesie liriche. Yen. 1646 ii>-i2\ * Più altre di lui se ne legi 

gono tra le rime degli Accademici della Fucina, di cui era socia 

sotto nome accademico occuKo. ' 
— Poesie. Sfessina 1664 in-i2^. * Contengono poemi, poemetti, 

drammi ed altri eàrmi già diand pubblicati a solo. 

Frane. Balducci, Rime, parte I e II. Roma 1630-46 in-ia*, e 
Yen. 16S5 e 63 in-12''. * Altre sue poesie stanno tra quelle degli 
Accademici FaDtastici di Roma 1637. 

Frane. Tome&i, Poesie. Mess. 1630 in-12«. • Più gUre se ae 
leggono tra quelle de^ Accademici della Fuciaa cui egli era a- 
scritto. 

Frane Dispensa, Rime e versi a diverse signore. Nap. 163S in-&\ 

Simone di Girokmo , Madrigali in lode di s. Leone Loca ab- 
bate di Coricane. Pai. 1637 in-12^ 

AnU ScillanOy Sampogna scillana pastorale. Pai. 1638 in-12*. 

yìne. Bièica, Rreve ragguaglio de' più illustri paesi delle qua!" 
(reparti del mondo, cosi per mare come per terra. Jless. 1640in-4**« 

ILcìmiterio, Epilafl raccolti dal P. D« Martino Anastasio, ab. 
cassinese. Pai. 1640 in-4**. 

■ . . . ■■ _ 
Gimnb. de Seilimo, Poesìe varie. Yen. 1642-44 in-12*. 

Gius. Bicei, Epitalami. Pai. 1649 in-8\ - . . 

Cesare Colonna Romano da Hiloxzo, La ^reterà, parte I. Ronui 
1654 in-12-. 

6tu^. Fiore, Poesie raccolte ed illustrate da Yinc*Aùria. Yen. 
1654 in-12^ . 



4 ■• i 



Giu$. itrtme&ria, La, Musa risvegliata^ parte I. Mess. 16S6 ia-12*. 

— Parte II. Pai. 1668 10-12^ , 

•^ La Musa verace. Mess^ 1656 in-8*. 

Nic. CatunuiOy Rime, parte 1 e II. Cat. 1658 in-4^. 

Gius. Àrtale, Dell* enciclopedia poetica, parti III. Perugia 1658 
in-8*. * Varie impressioni iiirono replicate: la quinta fu fatta per 
^ iln^ Btdìfon a Kap. 1679 in-12^ / 



ARti ti; SÉGOtìr XTMil.^ t. tAMt 109 

— Il Cordimarte , istoria favoleggiata. Yen. i660 e Rap. 1679 
lii-12\ 

Bàtd. Fahaperìa^ Rime Pai. 1662 iùS\ 

Gius. THitaino^ V cfimera di Paraasso, poesie. Pai. 1669 in-8^. 

Vitt&tio Costante pa!« Il cigno moribondo. Nap. 1671 in-8^. 

8im. Bao e Reqmsens , Rime. Teh. 1672 in->8'' , è Nap. 1690 
in-12% e da capo ivi 1722. in-8**. • Sono rime amorose, eroiche, 
lugubri^ morali, sacre, varie. 

Gerardo Ansatdo , I sogni d* Euterpe , saggio primo. Trapani 
1684 in*42®. * Non venne a luce la parte II: la prima stampossi 
sotto nome di Ani. suo fratello. 



Giambédel Giudice, Il Batìllo o sia la Primavera, egloga 
rvazioni di OUavio BeUia e Statella. Pai. 1086 in-12^. 



Mario Reitanoj Le selve^ centuria f. Roma 1689 inM2''. 
— 11 Cembalo, poesie. Ivi 1689 in-12^ 

Ottavio BeUia e Statella, Poesie. Pai. 1691 iii-12''. 

Ippolito Falcone, Il Pindo sacro. Pai. 1691 in4^ 

Ign. Mazzara, Epistole eroiche^ Nap. 1692'ln'12*. * Due altri 
tomi lasciò di Lettere missive, ed uno di Elegie. 

MaHano Bruscatò^ La scesa della crocè in- ottava sterza rima,- 
Pai. 1693 in-8^ 

Andrea Ferrucci, Idee delle muse , poesie. Nap. 169S in- 12^. 

> 

Paolo Gravina, parte I della Somma di s. Tommaso d' Aquino, 
ridotta in terza rima, divisi in tre parli ed otto osanti. 

— ^ La prima della seconda parte di s. Tommaso, ridotta in rima 
sciolta, e dialogo sotto nome di Paolo e Tommaso, divisa in sette 
canti. 

* L* autore di queste parafrasi era benedettino eatànese, mortovi 
nel 1626, Questi suoi lavori rimasero mss. nella libreria di s. Pro- 
colo di Bologna, ove li vide Mariano- Armellino, che ce T attc- 
sta nella sua Bifol. Ben. Casin. par. II. 



11^ CUSStt XXYI. MISIÀ-^SHZ. 11. 1TAI.U1VÀ 

bene per la società^ elabilila^ su i principi Interessanti air istoria 
e al commercio: poema acoad^mico, da lui illustrato di eopipse 
nolQ. Senza data, ma è Rapofi ia-8*, e Cat. i178 iorS^. 

Cesare Gaetana I doveri dell* uomo, poema. Siracusa 1190in*8% 

Frane. Cari y Per le nozze di Giamfa. Celestri marchese di 
8. Croce, poemetto. Pai. 1793 in-i» 

CcHrado Migliaceio, La Gerusalemme celeste., Rimale ms.. com- 
posta da lui nel soggiorno d' Italia , prlachè tornasse in Pai. sua 
patria^ ove mori rettoro di questo collegio massimo. 

S II. LIRICI 

Non faremo caso di tanti picciolr componimenti che corsero o 
in fogli volanti o in parecchie raccolte: ma sol mentoviamo quelli 
di maggior considerazione. 

Ani. Salomone, I ghiacci d'Ippocrcnc, poesie liriche postume, 
Mess. 1703 in•12^ • ■ , ' 

Gius. Arduino, Sonetti, con la versione latina di Carlo Vitale^ 
Mess. 1716 in-i^. * Stamponi sotto nome ùi Pietro suonip(^te. 

Mich. Romeo, La corrispondenza in Parnaso, ovvero La lira a due 
corde, parti U. Pai. 1722*31 in4^ * Son poesie liriche da que* 
sto gesuita marsalese pubblicate sotto il nome anagrammaticQ dj 
Meldiiore Pome. ^ Contiene 3Q0 e piCi proposte e risposte del- 
r autore e d* altri poeti, giuntovi altri sonetti liberi di vari. 

. Girolama Lorepce, figliuola del principe Enrico Grimaldi , La 
dama in Parnaso, poesie. Pai. 1723 in-S^. * Son lodate dal Cam- 
paiUa suo concittadino .negli Emblemi. 

. < • 

Ant. Gussi, Sicilia votiva verso F infante D. Carlo re di Sicilia. 
Wap. 173S in-!2\ 

Gius. Cachia carm. maltese, Sonetti, Cai. 1845 in-8*, 

Sah. di Blasij Canzone sul sistema astronomico: ìeggesi nel to- 
mo II degli Opùscoli siciliani. 

Ant. d! Espinosa, Sonetti eroici: nel tomo III degli Opuscoli si- 
cìliani. Pai. 1760 in4^ 



•it 



ART. III. IKCOIO XfUI.-^ ir. URICI 113 

Peìlegra Bongiùvnmii, Rispóste a nome di madonna Laura alle 
rime di M. Frano. Petrarca, Roma i762 Jn-8^. * In queste ri* 
sposte serba da per tutto le rime dei sonétti petrarcheschi, anzi 
r ultima parola di ciascun verso: Il che quanto è stentato, altret- 
tanto riesce freddo ed insipido. Questa poetessa nata a Palermo 
m(^ a Roma, dove avea sposato 1* av?. Giac. Rossetti. 

Gius. Rosso e Grimaldi, Epitalamio per nobile sponsalizio. Caltag. 
1771 in-4^ 

Gius. Lombardo-Buda, Gefiragonepdc, stanze safliche da lui cor- 
redate di note. IVap. 1781 in-8^. * £ un canto sul ponte di Ara- 
gona, dedicato al principe di Riscari. 

Ign. Paterno Cartello prìncipe di Riseari , Canzoncine sul ter- 
remoto dei 1783. Nap. 1784 in.8^ 

Cesare Gaetani dei marchesi di Sortino, Le pescagioni, egloghe, 
Sirac. 1787 in-8». 

Paolo d' Albergo, Canzonelle anacreontiche: riportate dal Gior- 
nale enciclopedico d* Italia, 1 semestre 1789. 

Bar. Riccardo imtco, Elegia riportata nel tomo Vili, semestre 
II deHo stesso giornale. 

- Corrado Migliaccio, I riti degli antichi romani, nelle nozze di 
Lelio Orsetti con Renedetla Ottolini patrìzi lucchesi. Parma 1791 
in*4^. * Sono sonetti epitalamici usciti dai tipi bodoniani. 

Aless. Vanni principe di s. Vincenzo, Sonelli. Pai. 1795 in-8". 

§ 111. DRANMATlCt 

Qui ancora uniamo tulle maniere di drammi in solo un para- 
grafo, perciocché non ci si para innanzi quella gran copia del se* 
colo* antecedente , per cui fummo stretti a dividere i tragici dui 
comici, i melodrammi dagli oratori. 

Di questi ultimi fu assai più comune la usanza in parecchie città 
che per essi festeggiavano le solennità dei santi lor prolettori. È 
in fatti ne eorre per le stampe un subbisso, sotto noma di opere 
sacre, di cantate^ di dialoghi^ di drammi in musica. Pochi noi qui 
ne daremo dei più degni di ricordanza. 

iVtmjsioPerciaòo«co^ da Randazzo, Il Fidauro, ovverò Le belh- 
cose vendette.<>*-L' Altamird, ovvero L' amorosa simpatia. — Giulio 

15 



114 CLASSE XXfl. POI»U — SiZ. !!• ITUUIA 

Cesare in Egitto , . ovvero La vendetta giurata: opere stampale la I 
^ Pai. 1698, la II a Mess. 1713, la III a Roma 1816 in-8^ 

GioaceK Bona e FardeUa , La tromba della fama , - epitalamio 
drammatico. INap. 1103 in-i^. 

— Il martirio di s. Margherita vergine antiochena, tragedia sopra 
annunziata. Pai. 1711 in-12''. 

Frane. Yacdrca da Grammibhele , L* Almirena , commedia in 
prosa* Nap. 1704 iri-8^ 

Giamb. Mangionh }l labirinto sciolto per la nascita del Reden» 
iore, opera pastorale sacra. Pai. 170S in-12^. 

— Il prodigio della verginità per le glorie di s*. Apollonia V. e H.^ 
azione tragi-sacra. Ivi 1707 in-8^« 

Tino. Parisi , Le perdite vittoriose d* un prigionier trionfante» 
Pai. 1707;in.4^ 

AnL Serrovira, V inganno schernito, ovvero La Susanna, opera 
sacra tragi -comica. Pai. 1709 in-8^« 

Pietro Sfalanga, Il martiria dcil glorioso ap. ed ev, S, Matteo, 
opera drammatica. Pai; 1717 in-8^. 

Ani. RuffOi II natale di Cristo, poema drammatico. Mess. 1717 
in fol. 

Afcang. Leant% La tirannide rintuzzata nel martirio dei ss. Ci- 
priano e Giustina, òpera tragico-sacra. Pai. 1722 in-8^. 

Nic, Riera d' Augqsta^ Il Goffredo, ovvero La Pietà trionfante nella 
presa di Gerosolima, opera scenica in versq. Mess. 1724 in-8^. 

Cosi. Calonero, La liberazione di Arcadio imp. dal valore dei 
Messinesi^ opera scenica. Mess. 1766 in-12^. 
—* L' amorosa vendetta, commedia. Ivi 1733 in-12®. 

Caio Dom. Gallo, La Zenobia, opera. Mess. 1727 in-12^. 

Ga^U M. Noto, Argomento e scenario del drapima intitolato la 
fuga gloriosa di s. Stanislao KQstkca. Pai. 1728 ÌR<4^. 

Candddo CarpillatOy \cì protetto da Maria Tergine — L* arca fra 
le tempeste — La pietà religiosa — ^Le sconfitte dell* idolatria — La 
{)ella rosa di Gerico ecc. ecc. * Questi ed idtri dialoghi od ora- 



IBff. HI. SliCOLO IVlIt. — $ lU. DRÀNMÀtlCi 1 13 

tori sacri in gran numero ricordati dal Vigo nella sua Relazione ^ 
nota lOOy vennero in luce a Catania e a Messina 1728-30. 

Gius. M. Mtmneei. Catalano, Il teatro della costanza, dialogo à 
cinque voci con istrumentì. Mess. 1728. * Lasciò molte altre opere 
in musica per varie solennità, ricordate da Leon* Vigo in detta 
Relazion generale dell! Accademia di Aci, nota SO. 

— Gli amori indiscreti delusi. Mess. 1748. 

— Le tenebre illuminate nella notte del s. Natale. C!at. 1752. 

Ign. Gaetani^ L* innocenza evelatH, opera sacra. Cat* i730in-8*«' 

Gius. Mirane^ La virtù premiata — L'idolatria abbattuta -* Gli 
elfetli della Costanza— ^I prodigi del divino amore — La fede esal- 
tata dalla tirannide ecc. ecc. * Questi ed altri dialoghi vennero 
in luce a Catania e a Mess. 1731**36. 

Vinc. JHngaK^ Il conquisto di Granata^ aìione scenica* Pai; 

1735 in-12^. ^ Compose pure L' infedeltà domata. 

Gio. Ortolam^ Amicizia ed onore a cimento per cortesia d* eroi; 
Mess. 1735 in.4\ • 

--La conversione del gran padre s. Agostino, opera sacra. Nap. 

1736 in-12^ 

— La caduta delle mura di Gerico. Mess. 1739 in- 8^. 

— I due olocausti dell* amore e del dolore. Ivi 1732 ifi-^^. 

AgosL Giuffrida, V Argenìde, opera scenica. Cat. 1737 ìn-i^: 

— L'Ottone lU^ tragedia. Ivi 1756 in-8^ 

Ben. RiedoUj Componimento sacro per musica ad onore di s. A- 
taoadio. Pai. 1138 in4''. 

Gio. BcMhmza, Le nozze di Amore e Psiche , in occasione di 
quelle di Carlo III, con Maria Amalia. Nap. 1738 in-4^ 

— Il Milziade — La costanza in cimento — Il vello d'oro— t' Ifi- 
genia in Aulide e il Tempio di Vesta. Pai. 17G9 e segg. ìn-8^. ^ 

* E questi e moltissimi altri drammi e cantate per musica fu:^ 
rono rappresentate con plauso nel gran teatro di s. Carlo a Na^ 
poli, dove r autore fu creato dal re poeta di Cortei 

Ign. Colletta, La rettitudine trionfatrice dell' interesse — I vincoli 
dell' amor coniugale l^ciolti dall' imperio del divino : drammi pei" 
musica nella traslazione di s. Corrado anacoreta. Pah 1739 ìn-4^4 

Frane. SapuppOy II trionfo dell' amor divino — La fede Vittorio'^ 
sa— L' agonia raddolcita dal conforto. Cat. 1744-59 in-4^ 



4iC OLASSE XXVI. POBSIA— SKE. II. I7iIiIAirA 

FU. Orìoleé, V Alchimia iif contesa, commedia. Pai. 1746 In-S^ 

Amlr. Perrucci, Stellidanza: opera lodata dal Signorelli nel l, IV 
della sua Storia de' teatri. • 

Componimento drammatico per la solenne incoronazione della 
prodigiosa Immagine di Maria SS. detta del Popolo, otvero la'Ffuo- 
va, nel duomo di Monreale. Pai. f762Jn-4^ 

Gius. Cai/vi scolopio, La Cornelia, ossia la Madre de' Gracchi, 
comp. dram, in lode di S. C. M. Maria Teresa Walpurga. Mess. 
1171 in-4^ 

Ant. Galfo, li Socrate. Roma 1780 in-8^ * Tragedia lodala dal- 
Tab.' Metastasio. Altri suoi drammi leggonsi nel suo Saggio poe«- 
lico, stampato pur ivi 1789 in-8*. 

Cav. Frane. Vinc. Giardina e Grimaldi, Il Selimo, dramma. 
Pai. 1793 in-8»., 

» 

§ IV. ORATORII 

fìaet. Caroprp^o, Il Gela piangente— Dialogo pastorale — Mazzetto 
festivo perla solennità di s. Giacomo. Pai. e Cat, 1693-1712 in-8^. 

Matteo Castiglià , Dialoghi sclte , cantali in diverse chiese di 
^ Palermo 1700 e segg. in-8". 

Andrea. Minutolo, Saulle sconflfto— la vera fortuna— Dalla cle- 
menza la pace — La veglia — I sogni — Le contese ecc. ecc. * Que- 
sti ed altri oratori, dialoghi, pastorali, serenale fur mandale a luce 
parte in Messina sua patria, parie in Napoli dal 1700 al 4733. 

Pietro Riccia Ninive penitente — La conlesa dell' inverno e. del- 
l' està — La penitenza ni soHo — Lazzaro risuscilato — Il convito- di 
Giuseppe: dialoghi per musica. Pai. 1701-5 in-4**. 

Gioaceh. Bona e Fardella, Lo sponsalizip di Tobia con Sara — 
Tobia che seppellisce gli estinti — La lite armonica tra gli anfioli 
e i pastori — ^11 sacrifizio di Elia— ^Lo sponsàlizìo di Rébecca-^La 
prigionia di Giuseppe — Salomone promosso al trono ecc. * Dialo- 
ghi cantali ed impressi a Palermo 1702 e segg. in-4^ e 8^ 

Diego Franci, V Assaline e più altre rappresentanze per mu- 
sica. Mess. 1702 e segg, in-8''. 



ART. in. SKiCOLO XVIIh— $ IV. OlUTORIf 117 

Pietro VikUe, Le gioie dell* eternità • nella morte^di s. Rosalia. 
— Le nozze di s. Caterina col mistico Salomone Oesù. — Lo scudo 
d' Italia nella protezione di s/ Filippo Neri: dialoghi. Pai. 1703 in-4*. 

— La concordia di Pallade e Nettuno nella piaggia di MaredolcC) 
serenata. Ivi 1707 in-^. 

Mich. Ang. Mancarusó, Siracusa difesa da- fulmini, dialogo nella 
solennità di s. Lucia. Nap. 1704 in-4''. 

Jlario Sav. BoUoìie^ Serenate varie a tre e quattro voci. Nap. 
170S; in-4^ 

r. 

Pietro M. Tagliarinh I quattro pastori ali* antro di Bettelemroe. 
— I pastorelli n^la nascita di Gesù — ^li ritorno di Gesù dall* E- 
gilto: dialoghi pastorali. Pai. 1706-12-13 in4''. 

Tino. Pami, Cristo vero Messia — La pietra mistica — te contese 
della ^morte e deli* amore — La Giuditta trionfante ecc. ecc. ora- 
tori per musica stampati separatamente a Palermo 1708-10 in4*. 

Carlo M. Galizia, L'Oronte— Il mortorio di Cristo— Carlo V in 
Afl'rica trionfante — La santità di Alessio manifestata, ecc. ecc. ope- 
re per musica. Trapani 1708-33 in.8% e Pai. 1739 in-l^. 

Gius. Cafora, — La stella Diana conduttrice dell* alba foriera del 
sole — La volontà illuminata — La pietra vittoriosa — L* innocènza 
difesa ecc. ecc., cogli altri eennati di s<^ra a pag. 106. 

Ign. Colklia , Mosè ricuperato dal naufragio , dialogo. Sirac. 
1716 in-4». 

• Nic. Pagano, Il sacrificio di ubbidienza nel monte eletto da Dio, 
dialogo. Sirac. 1T16 in-4^ 

' Gioì Ortolani, Gli amorr di Pelerò e Dori ninfa, serenata. Mess. 
1716 »n.4^ 

— L'enigma disciolto, favola pastorale. Ivi 1729 in-12^. 

— n simulacro scolpito dal valore ignoto alla fortuna scoperto 
dal merito, serenata. Ivi 1732 in-4^. 

GiiM. di Pasquale, La pazienza in cimento, ovvero ils. Eusta- 
chio, opera sacra — 11 Totila. in Roma — Il Sebeucio — La perfidia 
punita: dialoghi. Pai. 1717-18 ia-4^ 

Romualdo M. Biz&airi, Il figliuol prodigo, dramma per musica. 
Mess. 1717 in-4*. 

— Serenata a quattro voci e più strumenti. Cat. 1730 in-4\ 



118 aAiSSK XXVI. Klf»U-— SHÌ. n. itauaaa 

Frane. Rocchetta, La Concezìon di Maria , base delle sae glo- 
rie, dialogo. Pai. 1718 in4^ 

Coràn. Casta, lì IwtBm re d'Israele^ dialogo. Pai. 1119 in^i^. 

— Per la Kalivilà di M. V. canlata. Ivi 1719 in-*^ 

— RapprescDlazione sacra deir Annunciazione di Al. Y. Ivi in-4^. 

— Dialogo per la venata in Palermo di Carlo IH Borbone. Nap. 
1735 in-4^ 

Orazio Torriano , Messina festeggiarne — L* amore io contesa--' 
Il trionfo della verità — La speranza confortata ecc. ecp. serenate 
e dialoghi. Mess. 1720-33 in-4^ 

Satv. Maurici, V amore del s. Bambino Gesù*— L^ arte di amarlo 
nella scuola di Betlem— La fuga di s. Teresa. Pai. 1722-21 ia-i"". 

Mariano Oristnto e Barresi , Le maraviglie nelle metamorfosi 
del verno in primavera e delia primavera in verno accadute tiel na* 
tale e nella morte di G. C. : azioni sacre, con noie. PaL 1724 
28 in-8\ 

« 

Diego Soto, V idea del divino ffinciullo Gesù stimolo d* amore 
— La contesa tra le virtù — Le sacre stimmate: dialoghi. Pai. 1724* 
33 in.4% 

Frane. Natoli e ReitanOt L'umanità ravveduta — Giudizio del me- 
rito. — I tribuni del mare— li vaticinio di fiavidde.-r-La perdita di 
Gesù— Il simulacro della grazia ecc. Mess. 1725-34 in-4®. 

Lor. M. Costa y L'allievo della carità ovvero II Gran patriarca 
Frane, di Paola, opera tragi-sacra. Pai. 1726 in-12^. 

Nic. M. Atan. Ciampoli, Messina ai fonti della salute — La ver- 
ginità tra gli sponsali — L' inganno schernito — La spada d' oro. 
— 44Mdolatria abbattuta — La pioggia sospirata ecc. ecc. Dialoghi 
cantati in più chiese di Mess. 1727-42 in-4^. 

Gius. Demmù, Il Giuseppe Giusto, ovvero II trionfo dell' inno- 
cenza — La guerra sacra, ovvero La Gerusalemme liberata — L' Abnn 
mo in Gera^a, L' onor difeso dà Dio: opere sacre. Cat. 1726-29- 
80 in.8^ 

Gio. Torriano, II trionfo di Mése figurato nel martirio di s. Pla- 
cido Compagni, dialogo. Mess. 1728 in-8^. 

— L'Imperio miglior della libertà, serenata. Pai. 1733 in-4*. 



ART. 111. SECOLO XTttl. — $ ÌY. ORATORII 119 

Caio Dom. Galló^ V aiirora del sole divino — Tobia che guari- 
sce la cecità del padre — Giuda Maccabeo, ristoratore del tempio: 
dialoghi. Hess. 1128-29 ìd-ì"". 

Nic. MaHni, La primaTera in autunno , dialogo pastorale. Pai. 
J729 in-4\ 

— Dialogo a cinque foci e più strumenti da cantarsi nello spe- 
dale degV incurabili. Ivi 1737 in-4*. 

— Eccole in Italia, serenata da cantarsi nella galleria del tt. Pa- 
lazzo. Ivi 1742 in-4*. 

Pietro Scartatti, Il desiderio mutato in gaudio alla vista del 
bambino Gesù — Le dolci attrattive deir innocenza verso il mede- 
simo — Il Daniele — Il Giosuè— 1* Achemo imp. della Cina---*L* Ache- 
bar gran Mogol ec. ec. Dialoghi, oratori,' drammi per musica rap- 
presentati nel R. Convitto dei nobili di Palermo 1729 e segg in-4^. 

Gio. ilf. GiorlandOj Sisara — Lo sponsalizio di Ester ; componi- 
menti per musica. Pai. 1730 e 37 in-4'^. 

«* 

Lor. CastigUano, Il trionfo di amore nella pubblica festiva ac- 
clamazione di G^rlo III, dialogo. Pai. 1734 in^"*. 

% 

Ani. Pasquale da Taormina^ La contesa d' amore tra Zfmgla e 
Maria, opera scenica. Mess. 1735 in-12^ 

1 

Ben. Bicdoli, La clemenza di Davidde-^Il sacrificio di Getto— > 
Il sacrificio d' Abramo— La madre dei Maccabei eco, dialoghi. Cat, 
1735-37 in-4^ 

Etnm. FiUngeri de' conti s. Marco , Presagio della celeste co« 
ronazione di Maria Y. oratorio per musica. Pài, 173$ in-4''. * Fa 
poi ristampato più voUe negli anni appresso. 

Dom. Fabris, La sacra Betlemme, ovvero Pastorali dialoghi so- 
pra la ss. Infanzia di Gesù. Mess. 1737 ìnAt\ 

lac. Moncadaj 11 sagrificio di Abele, figura del pane eucaristico! 
dialogo. Nap. 1738 in4\ 

Ani. Itt. Speciale, Cantata a quattro voci per le fèste di s. Gan- 
dolfo, celebrale nel duomo di Polizzì. Pai. 1738 in-4<'. 

Coèim. furatolo y S. Pietro svincolato^ dialogo a quattro voci o 
più siromenli. Pài. 1739 in-8®. ♦ Più altri ne lasciò mss. riportati 
d^i Serio nelje giunte ^1 Mongitore. 



laO CLASSE XXVI. FOHSU^SU. H» ITUIAHA 

Ces. Gaetani conte della Torre, La costanza in trionfo^ orato- 
rio. Pai. 1739 m-4^ 
— H proprio della po?ertà,componimento per rousica.Cat. 1140in-4^, 
— La villanella, dialogo pastorale. — L* innocenza al presepio, di 
Gesù. — ;Maria madre, dei poveri— Il saciificio di Gefle— Mosè baro- 
bino: Dialoghi e drammi per musica. Ivi 1740-50 in-4\ * Fino ad 
un trenta, montano gli oratori di questo insigne poeta. 

Ign. de Franeisci^ La' colpa felice, composizione drammatica per 
la canonizzazione di s. Gio. Frane. Regis. Nap. 1840 in-4*. 

Gius. M. Ermanno, Eleana ed Anna — Il trionfo della fede: com- 
ponimenti per musica. Pai. 1740 in-4^. Mess. 1742 in fol. 

<— Il voto adempito, dialogo per la nascita dì Filippo Antonio, 
figlio di Carlo III. Ivi 1747 in fol. 

■ 

Vito M. Amico, Dialoghi per musica. Moltissimi ne stampò d*an* 
no én anno a Catania 1740 e segg. in-4^. 

AnL M. Coltravo, Jaele , oratorio da cantarsi nel monastero di 
s. mcolò r Arena di Catania 1745 in-4^ 

Ciamb. Guarini, Lasolitudine di Giacobbe per Fimmagiuata morte 
di Giuseppe. Pai. 1745 in4*. 

Gir. Santangelo, V AbigaiUe — Il convito di Ester — Il figlio della 
Sunamitide^— La coronazione di Giuditta — L* offerta di Molcbisedec- 
oo: azioni sacro*drammatiche. Pai. 1749 ìn-4®. 

Vinc. Costanzo da Aci Reale, Daniele — Zaccaria — Rebecca — Ra- 
cbele— -La Donna Tecuite — Eleazzaro Finee — Debora— La Sunamite 
-r-Ester-rt-Susanna — Tobia — La Madre de' Maccabei ec. ec. * Sono 
melodrammi, dialoghi , serenate , cantate per musica , pubblicate 
a Cat. e Mess. 1751-97. 

* 

March. Sav. GuUada/uro^ Il patto di pace tra Dio e gli uomi-r 
ni — Ismaele dissetato. Sirac. 1770 in-8**. * Questi oratori canta- 
vansi per le feste di s. Lucia ^ siccome pur quelli di suo figlio 

Cav. Gius. Guitadauro, Il tempio della gloria , cantata — ^11 so- 
gno di Amarinto Gacciparino. Sirac. 1780 e 82 in-8^ 

Gio. Baldanza, Il Cantico di Mosè, melodramma. Nap. 1770 in-8^. 

Vt^c. RussO'PareB, Il trionfo della costanza nella madre e nel 
figlio de' Maccabei. — La vittoria degl* Israeliti sotto il comando di 
Pcbora^La pietà di Abigaille— La pietà di Ester. Pai. 1780 in-8% 



ART. III. SECOLO XVIII. 

« 

§ V* POESIK VAB1I2 



12! 



La più parte di quenlì poteano afcr luogo fruì lirici: ma poiché 
poetarono anco in altri generi, li rìponghiamo' tra le varietà del 
secolo andato. 

lac. Moncadaj li p'ardiao d'Amore. Mcss. i699 in-i2®. 

— Epitalamio per le nozze di S. R. M. Filippo V, co» Maria Ga* 
brlela di Savoia. Ivi 1701 ìn-i2''. 

— Fiori poetici nel giorno natale del re Filippo V. Ivi in-8''. 

Frane. Barone, Le glorie di Palermo, panegirico in sesta rima. 
Ivi 1701 in-8^ 

yine. Anieito^ Manipoli di cipresso per.la morte di D'. Gaetana 
Chfarenza e Gravina. Nap. 1705 in-4^. 

— Ramoscelli di alloro per le nozze di D. Gregorio Àlessi e 
D. Eleonora Riccioli e ^caramacca. Ivi 170G in-4^. 

Ant. Serrovira, Le muse vendicale, poesie a genio di chi desi- 
dera introdotta Ja modestia in Parnasso, parti II. Pai. 1709 in-8''. 

Santo Occo, Il tempio della gloria dedicato alla S. R. M. di 
Vittorio Amedeo. Pai. 1713 in-r. 

ff 

Plae. M. Leanza, Le carezze del santo amore. — Gesù bambino 
ladro de' cuori: egloghe pastorali. Pai. 1715-18 in-4'\ 

« 

Mieh. del Yio, Poesie postume. Pai. 1715 in-l2*. 

Già. Ortolani, Poesie varie. Mcss. 1718 in-8**. 

Gio. SI. Giorlando, Egloghe sacre. Mess. 1728 o 34 in-4*. 

Mariano Napoli e Bellacera de' prìncipi di Resuttana , Poesie 
dedicate a S. A. il principe Eugenio di Savoia. Pai. 1731 in^"". 

CaMm. Coèta , Cicalate lette nelle Accademie di Palermo , iu 
tempo di Carnovale per divertimento ed utile degli eruditi. Pai. 
1744 in-8**, 

Arcang. Leanti, Sonetti^ canzoni , cantate messd in luce a Pa- 
lermo in anni diversi e jn parecchie raccolte. 



Giamb, Pastorini, Poesie postume. Pai. 1756 in-8^ 



16 



122 OLA:<SE XXVI. P0U3IA — SO. II. ITALUltA 

liern, Sonaiulo, Rime giocose, parie I. Pai. 1765 in-8*. 
— Ù età dell' oro, capitolo giocoso, nei t. X degli Opuscoli si- 
ciliani. 

Doìn, Salvagnini, Gli arazzi per le nozze di Frane. Requesens 
conte di Buscenii ec. Pai. 1766 in-4**' * Era egli da Padova, chia- 
malo ad insegnare nel seminarlo de' Teatini in Palermo, dove pure 
compose più stanze che fur inserite tra i componimenti poetici per 
la nascita del nostro principe ereditario. 

Nic. Spedalini Stanze in laude del principe di Trabia, vicario 
generale della Sicilia. Pai. 1767 in-4^ 

JU. Giamb. Riccioli e Paterno^ Le parabole del figliuol prodigo 
e della pecorella smarrita, pubblicate da Seb. Zappala. Cat. 117^ 
in-4^ 

Seb. Zappala, Rime per la morte di H. Giamb. Rìccioli. Cat. 
1773 in-4^. * Pubblicolle sotto il nome di arcadico di Ewranio 
Trinacrio. 

Mich. Calcagno, ^iàm^ epitalamiche. Pai. 1773 in-4*. 

Me. de Marini, Rime raccolte dall' avv. Gabr. Carni. Adamo. 
Pai. 1776 in-4^. * Benché cieco dalla sua prima infanzia , fu 
egli professor di eloquenza in Palermo sua patria, e vi dettò pia 
altri sonetti e canzoni che stampati si leggono in parecchie raccolte. 

Leop. Scherli da Verona, Rime, aggiuntovi un saggio di poesie 
siciliane e varie lettere. Pai. 1777 in:8**. 

Giustiniano Orsini da Padova, Prose e poesie. Pai, 1777 ia-8*. 

* Benché forestieri di nascita, questi due fermarono loro giorni 
fra noi, ugualmente che Ang. Vecchi e Pietro Ugolini da Firenze, 
Desiderio Larghi da Siena, i quali allresi ci pubblicarono i loro 
discorsi accademici e i loro poetici componimenti. 

Gio. Foglisi Allegra, Il mezzodì, il mattino, la sera. Mess. !I784 
in-8®. "^ Tema trattato contemporaneamente dal cel. Gius. Parim 
a Milano. 

— La triplice castità, morale, eroica e divina : dialogo in Tersi 
tra la Sapienza e la Natura. Ivi 1787 in-8*. 

Ani. Lucchesi-Palli principe di Gampofranco, Poesie varie. Pai. 
e Nap. 1784, ed accresciute in due volumi, 1796 in-8®. 

— Improvyisata suU* eccidio di Gerusalemmo : leggesi nelle Me- 
morie per servire alla storia letteraria di Sicilia, t. I, par. IV. 



AUt. III. SPCOIO XVm. — § V. PdES'lE VARI 121^ 

Tomm. Gargallo, Poesie scrille nel suo viaggio d' Italia. Wap. 

1782 il^8^ 

— Volume I di versi. Ivi 1794 in-8**. * Varie altre poesie inserì 
egli neir Anno poetico che a Venezia si pubblicava. Dì quelle poi 
stampate nel secol nostro sarà detto più innanzi. 

GiìAS. della Torre, V arte della guerra tradotta in ottava rima, 
1787 in-8**. * Poema francese del Sansonus, come un altro dello 
slesso titolo dienne poi Federico li re di Prussia in francese. 

March, Frane. Proto da Milazzo, D sogno in versi marlclliani , 
pubblicati dairab. Secondo Sinesio. Sirac. 1786 in«8^. 

Ànt. Golfo, Saggio poetico, voli. IV. Romal789-M in-8^. * Com- 
prendonsi in questo saggio e poemi e drammi e rime d* ogni gè- 
nere e d' ogni metro. L' autore visse e fiori a Roma , ma nacque 
•e mori a Modica . 

Nic. GusùireUi^lì Peloro, descritto in versi sciolti. Mess.l793in*8^. 

Ign. Paleimò CasieUi prìncipe di Biscari , Poesie diverse , in- 
serite in varie raccolte. 

Gms. Logoleca, Versi sciolti sopra i doveri delP uomo, con noie 
filos. e polii. Gat. 1891 fol. picc. 

Ces. Gaelani conte della Torre, Sonetti, canzoni, cantate, im- ^ 
presse a tempi diversi. 

— Pescagioni, idilli, odi, cantate. Sirac. 1797 in-4®. 

Bern. Bonaiuto, Su' vizi regnanti; nel t. X della prima raccolta 
degli Opuscoli sic. 
=— Rime giocose. Pai. 1793 in-8^. 

Riccardo Amico, Il trionfo della divinità, capìtolo: nel t. Ili delld 
Nuova raccolta di Opuscoli siciliani. 

ART. IV. SECOLO XIX. 

Non è per anco scorsa più che la prima metà del secolo in che 
viviamo, e già la foga dei poetanti è tale da vincer quella del tra- 
passato. Noi dunque persistiamo nella tenuta divisione, ed in ol 
tre vi aggiugniamo due altre professioni poetiche, dei romanzìerf 
cioè e dei novellieri, venuti di moda air età nostra. 



120 CLASSE un. P0RSU-*SK2 UÀ ITAUANA 

— Canto in morto, di E. Ventìmigtia duchessa di Serradifalco. 
Pai. 1837 )n-8^ 

Dom. CoBlorina^ Cartagine distrutta, poema epico in canti XVI, 
voli. IV. Cat. 1836-40 in-8^ 

— Napoleone a Mosca, poetna in canti XXX. Torino 1845 in-8®. 

* Lavoro applaudito, cbe descrive le guerre ultime di queir impe- 
ratore. 

Cam. FerrOy Viaggio al camposanto, poemetto. Cat. 1838 in 8**. 

Cataldo Cammarata, Maria, poema sacro. Cat. 1839 in-8^. * Que- 
sto arciprete di Gangi descrive in canti XVII la vita di' Nostra 
Donna. 

March. Gius. Ruffo, 11.28 giugno , poemetto. Pai. 1839 in-8^. 

* Descrive il colera di Napoli salito in tal dì al massimo delle sue 
stragi nel 1838. Questa seconda edizione fu da Luigi MaMca de- 
dicata allo stesso autore. 

Vinc. Navarro da Ribera, La Vergine del Soccorso ; poemetto 
estratto dal Giorn. di scienze ecc. n. 199 e seg. Pai. 1839 in-8®. 

* Sono VI canli, con noie composti dali* autore a Sciacca , dove 
si venera sotto tal titolo N". S'*. 

— Il Torquato Tasso, Canti due per un saggio, e Napoleotie in 
Egitto . ed Alessandro in Persia e neli* Indie ; stanze estratte da 
detto Giornale, n. 230-51 1842. 

— Il Torquato Tasso, poema intero in canti VI. Pai. 1845 in-12^. 

* I titoli di questi canti sono. La Calunnia, Y Aminta, il Rinaldo , 
la Gerusalemme, la Eleonora, la Morte del poeta. 

— L' Amor^Uiade, cantica non ancora divolgata. * Solo il canto 
VII fu pubblicato con altri suoi versi nel 1846. É in lode di M. 
Amorelli, primo arcivescovo di Siracusa. 

Nic. di Carlo, Il Petrarca fra le rovine del Campidoglio, o La 
Rigenerazione di Roma, o La moderna civiltà , canti Vili , prece- 
duti da lunga introduzione sui fatti relativi air argomento. Pai. 1840 
in-8^. * Evvi in fondo il canto I , ed il principio del II in versi 
greci dello stesso autore. 

— Per la consecrazione di M. Dom. Cilluffo in arciv. di Adana^ 
canti III. Ivi 1842 in-4^ 

Frane. Pasqualino, L'Orlando polilico, poema bernesco. Pai. 
1841 in-8\ * Questo romanzo serve di supplimento all'Orlando 
innamorato del fioiardo, al Furioso dell' Ariosto, al Morgante mag- 
giore del Pulci, al Ricciardetto del Fortiguerra: il primo volume 



A1|T. IV. sscoto XIX. — ^ U EPICI 127 

finor pubblicato ha canti XÌI: il rimanente serbasi ms. presso gli 
eredi. 

Marno Mogavero^ Avventura d*un poeta, poemetto. Pai. 1845 in-8^. 

inf. Parm, La redenzione delFuomo, poemetto. Pai. 18(6 in-8^. 

Gio. Guarrasi, In morte di Eugenio Contino, carme. Pai. t846in-8®. 

Gasp. Favata , In morte del can. Yito Anzaldi arciprete della 
ciUa di Salami, cantica. PaL 1847 in-8\ 

Gius deSpucches, Adele di Borgogna, cantica. Pai. 1849 in -8®. 
* Son canti XII in terza rima: il nome deir autore ducbino di Cac- 
camo, ò taciuto. 

R. yUlari da Messina, Cantica in morte di Maria Malato nata 
Sceusi da Termini. Pai. 18S4 in-8''. . 

Vito Campione da Bivona, La redenzione italica del 1848, canti 
XX. Poema in terza rima dantesca, con note filologiche , e stori- 
che, che tutte disvelan le trame della furente demagogia sovver- 
titrice d* Italia, e di Sicilia: non ancor pubblicato. 

S li. URICI 

Gio. Calia de* Minimi, Rime. Pai. 1808 in-4\ 

Gius. GetUite da Sortino, Carmi latini , italiani e siciliani. Cat. 
1816 inr8*. 

t 

Gius. Salila da Brente, Sonetti sacri. Cat. 1816 in-8^. * L* au- 
tore poi fu vescovo di Patti. 

Agatino Longo , Ritratti poetici. Cat. 1816 in-8®. * Sono tanti 
sonetti con noie, a simile dei Ritratti del celebre Appiano Bonafede. 

Salv. Scuderia Inno al Sole: nel t. Ili del Giorn. di scien. ecc. 

Gius. Mano Calvino, Odi varie. Trapani 1818-21-26 in-8*'. 

— A Metilde Gatlarelli vedova Errante. Ivi 1824 in-8**. 

— L' auretla armonica, canzonetta. Ivi 1832 in-8^. 

i 

lAon. yigoy Poesie e prose. Pai. 1823 in-4^. * Evvi qn poemetto 
<^pico-lìnco, sull'ultima eruzione dell'Etna del 1819, ricordato a 
suo luogo. 



i28 CLASSE IXVI. POESU— *SEZ. II. ÌVAimi 

Mich. Conlarini, Prose e Poesie varie. Pai. 1823 in-8^, ♦ Evyì uh 
elogio del Meli, e 34 p^zzi lirici. 

AgosL Gallo, Stanze liriche in morie di tfichelang. Honli. Pai. 
1823 iii-8**. * Altre sue rime son citate qui appresso. Altre rìpor- 
tansi nel Raccoglitore di Milano , quaderno XXI , num. 228; nel^ 
Giornale £ncicl. di Napoli, marzo 1818; e neil* Iride^ altro giorn. 
napoletano. 

€. Lancia, Odi pel fausto esaltamento al trono di Francesco L 
Pai. 1825 in-8^ 

— Carmi funebri. Ivi 1830 in-8*. 

Vino. Navarro da Ribera, Sulla venere siracusana, restaurata da 
Raff. Politi, ode. Pai. 1826 con rame. 

— Un tributo al merito, versi. Ivi 1830 in-12**. 
' — Alcune poesie. Ivi 1841 in-12^. 

— Poesie popolari di sacro tema. Ivi 1842 in-12®. 

— Per Napoleone, sonelti 34. Ivi 184S in-f2\ 

— Per le nozze del dott. Gius. Bandiera, canto epitalamico. Ivi 
1850 in-8^ 

— ^.Soneili XII sopra altrettante città di Sicilia : nel n. 226 del 
Giorn. di scienze ecc: ed altri pur quivi e nel n. 234 sopra Na-* 
poleone. 

— Cento sonetti sopra differenti subbietti, annessi al suo Elogio 
dell'asino. Pai. 1851 in.12^ 

Moltissime altre rime di questo fecóndo poeta si trovano sparse 
In giornali e libri diversi: alcune verran commemorate qui appresso. 

l^el manifesto di associazione alle sue opere edite ed inedite ci 
annunzia dover pubblicare novelle, romanze, odi , anacreontiche , 
saffiche, catulliane, oraziane, epitalami, cantate, sonetti, ecc. ecc. 

Gius. Selvaggio, Poesie lìriche. Pai. 1826 in'16^. 

— Versi sciolti. Ivi 4828 inl6«>. 

Smm. Paparo, Le tre sorelle , canzonette pubblicate da Yinc, 
Capiabbi. Mess. 1828 in-8^ 

- Dom. Ant. Patroni, Omaggio d'amicizia: ediz. II riveduta ed 
ampliata. Mess, 1831 ìq-12''. 

Pietro tanza. Ode por l' avvenimento al tròno di Ferdipando II, 
Pai. 1831 in-8°. 

$alv. Cacdolaf Canzoniere^ Ca(. 183S in-S"^, 



ABTJ IV. SKCOLO XIX. — § II. LIRICI 129 

Mieli. Palar.zoio, Poesìe liriche, l. 2. IVap. 1834 iii-8''. 
Emm. Garofalo delle Scuole pie, Sonclli. Mess. 1835 in-12®. 

Riccardo MUchell , Canzono per N*. S*. della Lettera. Mess. 
Ì83S in-8". 

— Ore poetiche. Ivi 1842 in-8*. * Son carmi di vario Icraa, di- 
iflsì in Ora faniastìca o senlimetale, ed in Ora storica e religiosa. 

— Le melodie. Ivi 1844 in-8\ 

Pietro Paolo Zappala di Piedimonte, Poesie liriche. Mess. 183(> 

' — Canto epitalamico per nozze. Ivi 1838 in-8®. 

J\ic. di Cario, Federigo li T Aragonese sul Irono di Sicilia^ can- 
zone greca eolla versione italiana. Pai. 1836 in-8®. 

Ro8. Cavallaro, Diverse poesie liriche. Cai. 18 . . 

Agata Ban^ellona, Anacreontica geneliiaca. Cai. 1836 in-8®. 

Ant. Galani, In oiortc di Maiia Crislina di Savoia regina, Ode. 
Mess. 1836 in.8®. 

Dom. Avella, Alla* Maestà di Ferdinando II pei suo dì onoma" 
slieo, ode. Pai. 1831 in-4®. 

— Iscrizioni e poesie varie jn onore di 5. M. Ivi 1837 in-4®. 

Ferd. Barone, Sul colera asiatico di Palermo, Ode al duca di 
Serradifalco: in calce al t. XYIII deli* ElTemerìdi sicole. 

Gius, de Spucches Ruffo duchìno di Caccamo, ode a Costanti* 
no Canaris ( grecò capitano neir ultima guerra di Grecia ). Pai. 
1838 in-8\ 

— Liriche. Pai. 18S3 in'12\ 

Gius. Ingianni, Inno a s. Caterina V. e M. Pai. 1839, e nel t. 
LXVII dei Giorn. di scienze ec, 

Biaggio Ant. Roberti, Il peccator contrito, ossia La contrizione 
perfetta del vero penitente espressa in 1!8 sonetti corrispondenti 
al numero de' versi dei salmi penitenziali. Pai. 1839 in-8®. 

Arcang. Cordaro, Inno alla s. Croce. Pai. 1840 in-12®. 

Gius, Filipponc ed Epiro, Sonetti acrostici. Pai. 1840 in-8®, 

17 



130 €LilSSK XXVI. POESIA — SKZ. li. ITALUlfA 

Gaet. di Pasquale, Primi canti. Pai. 1840 m-12''. 

FeL BìMZza, Leggende e Ispirazioni. Nesi. 1841 in-8^« 

— Riprodotte a Firenze nella Scelta de* migliori inni italiani: a 
Torino tra le Poesìe inedite o rare d* Italiani viventi: a Milano in 
molte Strenne e in Almanacchi: a Parigi nel Gran Parnasso italia- 
no, ed anco ne* Parnassi piccoli: a Madrid con una bella tradu^ 
zione in castigUano una colle rime di Manzoni, Cagnoli, deirOn- 
garo ed altri. 

Luigi Natoli, Per s. Trofima V. e M. carmi. Pai, 1842 ìn-S"^. 

Sal/V4 Abbate e MigUorej Poesie per tutte le artiste della Com-' 
pagnia equestre Ghelia-Tourniaire, in occasione della serata a lor 
beneficio. Pai. 1843 in-12\ 

— Giulia strenna italiana francese ed inglese, in occasione deiran* 
niveriario dell* indipendenza siciliana. Ivi 1849 in fol. aperto. 

— Il 12 gennaro , atrenna per il 1® anniveriario della libertà 
siciliana. Ivi 1849 in gran foglio. 

Conte Luigi Yentimiglia, Trenta sonetti. Pai. 1844 in-8*. 

Gius. Galici Galletti, Rime. Pai. 1844 in-8^ 

. Giadfito Scelsi, Ffovelle odi cavate dai Lamenti di Geremia^ ed 
altre poesie. Pai. 1845 in-Ì2*. 

Felice Romano, Liriche. Pai. 1846 in-12\ 

Giuseppa Turrisi Colonna, Prime poesie liriche. Pai. 1841 in-8*. 

— Raccolta di poesie liriche. Firenze 1846 in-8^. 

— Poesie edite ed inedite. Pai. 18S4 in -8*. 

Vine. Percolla, V alba, ovvero Strenna catanese pel capo d'an- 
no. Cat. 1847 in-8**. * Son prose e rime di vari da lui raccolte. 

Yinc. Bondice lettor paolotto , A s. Antonio abate , primo isti- 
tutore delia vita cenobitica, cantico. Cat. 1847 ìutS"*. 

JITicA. Speciale Costarelli, Mio Dame una ghirlanda di fiori. Cat. 
1847 in-8'. 

Salv. F. Candioio, Il due novembre, versi in memoria di Frane, 
Campoehiaro. Pa|. 1847 in-8''. 

P„ Frane, lo Cicero, Sonetti. Pai. 1848 in-8*. 



AKT. IV. SCCOtO XIX. — $ II. UlUCI 131 

Corrado Sbano, A s. Corrado protellore di Wolo, nel suo gior- 
no festivo, inno. Ivi 1849. 
— Alla patria per Y apertura del liceo, Canzone. Ivi 1849. 

> 
Ugo Ani. Amico, Liriche. Pai. 18S3 in-12''. 

Vino, la Roma , Canzone e sonetti in lode di Cristofaro. Cat. 
i8B3 in-8\ 

S III. DRANIIIÀTIC! 

# 

Noi contiamo e raccolte di pezzi teatrali e drammi separatamente 
stampati. Accenniamo qui dunque cosi a quelle siccome a questi* 

I. RaceoUc 

Notizie de* teatri siciliani mandammo innanzi nella classe X» 
sez. II, art. 2, § 5, ove d* Istituzioni letterarie fu parola: quidun- 
que han luogo i drammi in quelli reppresentati. 

Teatro Oreteo. Pai. 1820 in-12^ * Intrapreso dal tipografo Giamb. 
Deluca: cominciava con un dramma del cav. Leon. Vigo intitolato 
ad Epicarmo .padre della commedia: ma non continuò. 

Scelta collezione di tragedie, commedie, drammi e farse dei piii 
accreditati scrittori italiani, francesi e tedeschi. Pai. 1828 in'*12^. 
* Fu intrapresa dal tipografo Lor. Dato, ma non andò guari innanzi. 

Galleria dei migliori componimenti del Teatro italiano. Pai. 1831 
in-8^. * Contiene le tragedie di MafTei, Alfieri, Monti, Pindemonti 
ec. i quali già erano stati prima, e tornaron dappoi ad esser qui 
ristampati ciascuno a solo. Ve n* ha pure d' autori siciliani* 

Teatro francese tradotto, tomi IV. Ivi 183iin-8^ * Vi dà le tra^ 
gedie di Voltaire^ e le commedie di Molière. 

Collezione de' più scelti pezzi teatrali> curata dal tipografo Salv. 
Barcellona. Pai. 1831 in-12''. 

Drammi e nàelodrammi di vari da rappresentarsi nel R. Teatro 
la Munizione di Messina, 1838 e segg. in-8*. 

Teatro dei dilettanti , compilato da Gius. Pisano Rodriguez. 
Mess. 1838 in•12^ 

Altri da rappresentarsi nel teatro comunale di Catania, 1839 e 
segg. in-12^ 



132 CLASSI/ XXVÌ. POKSU — SKZ. II. ITALUitA 

II. Tragedie 

Michelo. D Anna, La Dìrce, tragedia. Pai. 1810 in 8**. 

Frane. Franco, V Amalarico, tragedia. Pai. 1812. * Pubblicolla 
soUo nome di Viuc. Monti che se ne adontò. 

Salv, Scuderi, Il Fingal, L' Eumenidi', L' Erissena, tragedie. Cai. 
1^16 in-8*. 
* il Vespro siciliano, altra sua tragedia, non vide^la luce. 

Gius. Malvica, Datarne, tragedia. Pai. 1820 in-8*^. 

Gius, inarco Calvino, L'Ifigenia. Pai. 18. . . Lasciò ms. Il Calso 
e Colana, soggetto ossìanesco. 

Vinc, Navarro, Giacomo Perollo, tragedia tratta dal famoso caso 
di Sciacca. Pai. 1828 in-12^ 

— Giovanni Procida, tragedia. Ivi 1836 e«in-12**. * Più altre 
ne tiene in pronto, come L* Empedocle, L' Ester, Il Costantino. 

« 

Gius. Gentile^ Peribea, tragedia. Pai. 1828 in-8«. 

Giulietta e Romeo, tragedia Pai. 1830 ìn-12^ 

Emm. Yaccaro , Asdrubale capitano de' Cartaginesi , tragedia. 
Napw 1823 in-4\ 
— Gioas re di Giuda, tragedia sacra. IVap. 1831 in-8**. 

Cesare della VaUe duca di Ventignano, Ippolito e Medea^ tra- 
gedia. Pai. 1831 in-12^ 

Diego Costarelli, Anna Bolena, tragedia Cai. 1826 in-8**. * Ha 
scritto altresì il Demetrio figlio di Filippo e '1 Mcnalippo e Ca- 
ntone. 

Frane. La Mendola, Meneceo, tragedia. Pai. 1831 in-12^ 

Ben. Spadaro da Scicli, Nicla, tragedia. Cat. 1832 in-8\ 

Qim. Barloli e Luigi MoniaUo, L' Gitana, Y Aldonza e la Nelli, 
tragedie. Pai. 18. . . L* Oltana fu composta altresì da Gius. BoìKura. 

Cav. Letterio Stagno^ I Saraceni in Sicilia, Siore, Sedecia, tra- 
gedie. Mess. 1827-33-35 in-8\ 

— Elpidio, tragedia composta in Pai. 1^36, non ancor pubblicata. 



ART. IV. SBCOLO XlX.-^§ 111. DRAMMATICI 133 

^^ t.a dieta di Strasburgo, rappresentata in Mess. 184S, inedita. 

Mnc. Amore, Il Curdo, tragedia. Mess. 1834 in-8^ ♦ Di lui è 

anco r Alboino. 

* 

Parisina, tragedia lirica. Mess. 1834 in*8^. 

Cosimo Demmay tragedie due. Pai. 1834 iil-8*. 

Ani Galani, tragedie , l. IV. Mess. 1834-40-51-33 in.8^ ♦ Il 
t. I contiene Cedro, Amata, Amone; il II, Ifigenia in Aulide , £1- 
cinja, Ifigenia in Taurlde; il III, Euno, Eufemio^ Pròcida ; Jl IV , 
Cataldo Perciò, Catone, Fedra: a ciascuna tragedia vanno innanzi 
h^n sentiti preamboli. 

Cav. Mariano Caracciolo, Tragedie, voli. II. Pai. 1835 in-12». 

Fél. Genovese, Simone da Noto, Melilo, tragedie. Pai. 1836 in 8"". 

Giamb.Piccolinij L'Antonio Foscarìni, tragedia. Hess. 1836 in-8\ 

Tinc. di Marco, Tragedie. Pai. 1838 in-8\ 

Oemma di Vergy, tragedia. Mess. 1838 in-12^. 

Conte Marlianiy II Bravo, dramma tragico. Mess. 1839 in-8''. 

Gius. Rodano, Margherita Pusterla, tragedia. Pai. 1843 in-8^. 

FU. Orioles, Il riscaUo di Adamo nella morte di Cristo, trage- 
dia. Pai. 1844 in-8^ 

Frane. Campo, Enrico e Pia. Ivi 1843 in-12^ 
— - Altre tragedie. Ivi 184S ìn-12^ 

Mekh. de Luca, Tragedie tre. Pai. 1846 in-8^. 

Frane. M. PedivellarOy L'Ubaldo, tragedia. Pai. 1846 in«12*. 

Frane. Seri/fignanOy Tragedie e poesie liriche. Cat. 1852 lnl2^. 

Già. Ani. Scoma, Soboide o la Presa di Buda> tragedia lirica in 
ire aiU. Pai. 1833 in-12^ 

Gius. Calandra, Marat, tragedia. Pai. 1834 in-12'*. 



134 CiASSB nvi. POKSIA-^SZ^ li. iTAUAfTA 

III. Commedie 

Paolo e Virginia, commedia. PaL 1823 in-8^. 

Gli amori di Adelaide e Comingio commedia di cinque atti ia 
prosa. Pai. 182S in-8^ 

Alberto Nolo, Il benefattore e 1* orfana, commedia originale. Pai. 
1830 m.l2^ 

Vù quadro di filosofia moderna, «ommedia. Pai. 1831 in-8*. 

Gius. Checcherinij Modestia ed Orgoglio, commedia di caratte-* 
re. Pai. 1831 in.l2\ 

Givs. Marco Calvino , Il calzolaio di Alessadria della Paglia , 
Commedia in tra atti in prosa. Trap. 1832 in-12*, 

Un matrimonio in deputazione, ossia il Teatro de' filodrammatici, 
commedia di due atti in prosa. Pai. 1833 in-12^. 

Una lezione ai litiganti, commedia recitata in Pai. 183C in-12^. 

Vinc, Cadoppo, La dama, commedia in un atto. Pai. 183t> in*12^. 

* Y* è taciuto il suo nome. 

— Commedie, t. I. Pai. 1836 in-12^ * Il t. Il rimase inedito. 

Alessand/ro Filangeri duca di Misilindino e prìncipe di Gutò : 
Commedie composte in Milano e nel lazzaretto di Palermo 1837 
in-8^. * Altri generi di suoi pezzi teatrali Ycrran riportati qui ap*- 
presso. 

FU. Gentilìwmo, Drammatiche produzioni. Mess. 1831 in-8^. 

— Seconda distribuzione. Ivi 1840 in-12*; 

Giìis. Pisano Rodriquez, Teatro pe* dilettanti. Mess. 1838 in-8^. 

* Son quattro commedie di tenue valore. 

Ben. Naselli, GX intrighi d' una donna, commedia. Pai. 1839 in-8^« 

Letterio Stagno , Un medico di nuoYO conio, ossia il Mutilato , 
commedia in prosa, rappresentata a Messina 1840, a Napoli ecc« 
è inedita. 

lutai Stmpieri, V intrigo svelato, commedia. tra le sae Poesìe. 
Pai. 1847 in-8*. 



AMI* IV, SBCOLO XIX.— S III. DRAUATICI 135 

Ani. Ruffo, L^nganno della sposa promessa, commedia, di ein^ 
qae alti in prosa, prima sua falica drammatica. Pai. 1851 ia-8^. 

Commedia intitolata II carcere del ser?o , in tre atti in prosa. 
Pai. 1831 in-12% * Composta da Ferd. Samgnane. 

IV. Draminl vnri 

* Sotto questa rubrica comprendiamo ogni altro pezzo di tea^* 
tro, come a dire melodrammi, oratori^ farse, cantate, ecc. 

Ottavio SaccanOj tà disfatta di Seo^, dFamma> Hess. 1812 in-8®. 

Ad DrepaneOf pastor ereino, La convei^ione di s. Margherita 
da Cortona, azione 'sacra per teatro. Pai. 181643 e 50 in-8^. 

Le(m Vigo. Aurora e Terigi , componimento draipmatico. Pai. 
1817 in^8^ 

fi. Corbi^ Le speranze ed ì timori componimento drammatico. 
Ivi 1818 in-S^. 

Qm. Ganm, Cantate dell' Ai^cademia daltaica de' Geniali di A- 
cireale pel di natalizio di S. M. Acireale 1823-26 in-S"", 

— n Gedeone, dramma per musica. Ivi 183SS ìn-8^. 

Lacontesa de' numi, componimento drammaticot Cat. 1824 in-8\ 

Raimondo FtaUmia, V Esaltazione di Saalle.-^EIzecchia liberato, 
oratori per musica. Cat. in-8^. 

Frane. Plataniay II giudizio di Simeto, dramma. Cat. 1824 in-8*. 

Teneri affetti di rispetto ed amore^ componimento drammatico. 
Cat. 1824 in-8*. 

Gli amori di Adelaide e Comingio-«-Adelaide %ìaritata'^omia- 
gio e Adelaide romiti. Pai. 1825 in-8''. 

yine, Ifa/carro , Là pazza di Brianzone , dramma tragico. Pai. 
1826 in-12^. 

— Il Iac(^o Ortis; l' Elena e Gerardo; drammi pronti alle stampe. 

luigi Fortiy Dante air Inferno, dramma eroico. Pai. 1821 in-8^. 

. La gran guerra di Cesena , ossia Cia degli Ubaldi , spettacelo. 
Pai. 1828 in-12^ 



136 CLASSE XXVl. POESIA— SKZ. II. iTALLHfl 

Carlo Roti, Bianca e Fernando alla tomba dì Carlo IV duca di 
Agrigento, dramma in cinque atti. Pai. 1828 in-W^. 

— Teatrali rappresentazioni, yoIÌ. lY. Mess. 1831, e Trap. 1833 
in.l2*. 

— Il Teatro, drammi diversi. Pai. 1836in-ir, e Trap. 1838 in-»». 

— Il feudatario e lo sgherro, dramma. Trap. 1838 in-8®. 

Cam. Giordani, Un* ora di matrimonio , farsa imitata dal fran- 
cese. Pai. 1828 in-12«. 

Amazilla, dramma per musica. Pai. 1829 ìn-8^.. 

Vinc. Costanzo da Aci-reale, Poesie drammatiche e liriche, voli. 
II ross. presso gli eredi: ce ne ragguaglia V ab. Ant. Calì-Sardo 
neir Effem. sicole, t. Xl, p. 271. 

Gio. Sardo, Il dono, cantata da eseguirsi ndl piano degli stu- 
di di Catania, con musica di Pier Ant. Coppola. Itì 1830 in-8*. 

— Il Mosè, dramma per musica — Ezecchia liberato — La madre 
de' Maccabei — Il sacrificio d' Elia — ^Daniele fra' leoni — ^La vittoria 
dì Costantino — Napoli racquistato, ecc. ecc. Ivi i» anni diversi. 

Artale d' Alagona, Melodramma rappresentato la prima volta con 
musica del suddetto Coppola in Catania 1831 in-8^. 

Le convenienze e disconvenienze teatrali, operetta giocosa. Mess. 
1831 in.8\ ' 

Luigi Marchioni, La seduta pubblica^ dramma. Pai. 1831 in-S"^. 

Giu$. Checcfierini^ Il delirante per la speranza, dramma in un 
atto. Ivi 1831 in-12'. 

Bar. Gio. Galbo Paterno, Mosè tratto dal Nilo, componimento 
drammatico da cantarsi nel duomo di Siracusa, 1831 in-4^. 

— La pietra d' Oreb, azione drammatica, con un inno in onore 
di Maria ss. dì Trapani. Quivi 1835 in-8\ 

Ca/0. Gius. Romeo, Cicalalo rappresentate qel teatro di Messina 
1832-33 in-8^ 

Il sonnambulo, melodrammasemi-serioin due atti. Mess. 1833 ìn-8^. 

Pel. Bisazza, Gli Amori di Paolo e Virginia , dramma semise* 
rio. Mess. 1833 in-ir. 



AAV. ir. auwLO XIX. — § in. dran.iiati«i 131 

GiiiB. la Farina, La, festa campestre, da cantarsi nel giorno na- 
tale di Ferdinando II ecc. IjIlesH. 1833 in-9^. 
— Matteo Polizzi, dtamina storico. Ivi 1846 in-8^. 

a 

; Irene; ossia l'Assedio di Messina, tragedia lirica (di iMc. Cin- 
no). Kap. 1833 in-8^ 

iiian. Ciac. Ro^ Opere teatrali. Mess. 1833 in-8^. ' 

Paolo Strano, La vittoria di Gedeone^ oratorio. Cat. 1833* in -{i^. 

Gioach. Geremia, Il ritorno delle reliquie di s. Agaia, oratorio. 
CnU 18*4 in^». V ' , 

Dramma sacro in musica da cantarsi in Seminara.Mess. 1834 in-8*. 

SUv. Scarfi, Il dodici gennaio, comp. dram, da cantarsi nel pa- 
lazzo senatorio di Hess. 1834 in-8^. 

• • • . 

Il nuovo Figaro, melodramma giocoso. Mèss. 1634 ìn-8^. 

Placido Arena-Primo, Drammi lirici, per varie occasioni di fe- 
ste. Mess. 1834 e seg. 

Parisina, tragedia lirica. Mess. 1834, e-Pal. 18<^5 in-12% 

L* Elisir d' amore, melodramma giocoso in due atti. Pai. 1834 in-8^. 



:(• 



Ben. Greco, Nancy ossia l' Avviso alle donzelle^ dramma. Mess. 
1834 in-12». 

. Lida, ovvero la Vendiirlce di latte, balletto, di mezzo carattere 
in tre atti. Pai. 1834 ln-12^ 

* 

L'esule di Boma, melodramma eroico in due attL Trap. 1834 
in-12^ 

Fr. Arena^Primo, Guglielmo il Buono, componimento dramma- 
tico. Hess* 1633 in-8\ 

Il contestabile di Chester, ovvero i Fidanzati, melodramma ro- 
mantico diviso in tre parti. Hess. 1833 in-12*'. 

l' Angiolo in Taureana, cantata. Mess. 183S in-8''. 

18 



138 aASSft XJITl. lH)GSU-**-SKZ. II. ITAUiMà 

€av. letterio Slagno, Il fonalo, dramma in ptostf^ Uadusìane , 
libera dal francese. JMess» 1833 in-8^ . i» 

— La Ricciardo, melodramma, hi 183S ui«-8^« 

— Giosuè, azione sacra. Ivi 1837 in-8". 

-^ Marco Aarelio^ e U giudizio di Salomone^ dialoghi cantati nel- 
r Accademia Peloritaoa. Ivi in-S». 

Gim. Siracìtsanù CardiH, rAntonioo Pio, comp. dram. Hess. 

1836 in-8». 

Chiara di Rosemb^ghj melodrammain dueatti. Mass. 1836in-12®« 

/ , • • 

La pazza per amore, melodramma pel R. teatro carolino* Piai. 

1837 in-8^ 

' * • ■ . ■ j*" •., • .- , . ■ . • 

tucia di Lammermoor y dramma tragico per detto teatro. Ivi 
1831 in-8^. . ). 

Alesa. Filingeri, duca di Misilindino e principe di Gutò , Farse 
o produzioni teatrali. Kai. 1837 in<^8^v > 
— Raccolta di componimenti drammatici, voli. Y. Ivi 1810 in-8^, 

Giìis. Fazio f l marchesi di Monferrato, dramma in ' V atU. Pai, 
1837 in-16\ • 



' I 



Àng. ^ronnCy Marcello, compon. 4ramat. Mess. 1837 in-8^. 



•j. 



Agalino di Paola^ Enrico e Bianca^ dramma sentimentale. Cat. 
1838 in-r. ' 



> K 



N. Marta, La figlia del generale Ornolf, dramma. Mess. 1839 in-8^. 
La straniero, melodramma. Ivi 1839 in«t2% 
Sùv, Mercatante j 11 Muramento, melódramma;>Iyli839 iihS^.: 
Vino. Amore y Ettore Fieramosca, tragedia lirica. Ivi 1839 in-8^. 
Fausta^ melodramma. Cat, 1839 in-8^. 



Il gioiello, dramma gÌ4>eoso. I^i 1839 ia«8^ 

. . - ' ' ■ ' . .'■■ . • . . ■ . . 

Damone e Pitia, dramma di A, B.. Ivi 1839 in-8^ ' 
Oen* Pla$eUi, Vittorio, dramma. Pai. 1839 in-8^ 



( i 



f \ 



; I t 



Alt» If. SBCOiO XIX.-*S III. DBARUUtlCl lid 

' Gir. Scagli&m, La' Piir, dramma in V atti. Pai. 1810 ia-12^. 

1^7; Zine^K, Opere teatrali. Pai. 4841 itl•8^ ' 

Aless. Biaggiy Mastinodella Scala, tragedia liricdé Ivi 1842 in-8^. 

GmL Cartella, Il Giovanni Cal<mra, dramma storico. Pai. 1841tin-8^. 
<^tl Màlteo PoliEzi-^Ii Riccardo Savage: drammi sierici. Mess. 
1849 ìn-8^ 



». . 



A 



Onofrio Ba&iley II fiasco alla moda, melodramma giocoso^ Hess* 
1842 in-S». . , , [ 

*^ Emani in cohdimacia, schermo melodrammatico. Ivi 1831 ìd-8^. 

Onofrio Abbate, Il giudizio universale^ componimento per mu- 
sica. Pai. 184Sin-8^. 

Luigi Samperi; Margherita Puslerlà; Ciselda da Ro, Tragedie li- 
ricl^e:' stanno nel suo Trovatore. Pai. 1843 in-8^ 

A'ic. Orioles, La passione del Signore, dramma. Pai. 1843 ìn-8^i 

Ben. CastigUa^ La Medea, tragedia lirica. Pai. 1844 in-8^. 

Ani. Catara Alito, Clarice Visconti, tragedia lirica. Ivi 1846 in-8'^. 

Gius. Mcolao, Ant. Foscarini , trag. lirica. Pai. 1847 i»*8^. 

Xuigfi «te Bnm, Antonio Foscarini, tragedia lirica. Pai. 1847 in-8^. 

Ant. Gaiatti, li Vecchio degli Abruzzi, azione dratìimnlica. Aquila 
1847 in-8^ 

I finti e i veri Lkms, ossia |). Pasquino e D. Palico iions, bre-* 
veltati e matricolati. Pai. 1847 in-12". , 

II «aerificio di Ifisa figlia ^i lefte, componiinento sacro dà reci- 
tarsi neir oratorio di s, Filippo Neri. Pai. 1841 ìn-lC^. 

Sennacherib , dramma lirico sacro in 2 purli , 4a cantarsi ivi 
1850 in-16». ... 

' I • 

Saul, azione sacra in 2 parti, da cantarsi ivi 1851 in-tC". 
Matatia, altra per medesimo Oratorio. Ivi 1831 in-16*. 



140 CLÀSSK UVI. POESIA — SRZ. IK nitMA 

Ovidio e GiaHa, dramma. Pai. i848 in-8''. 

Ben. Frado, Il mendico nero, dramma di un prologo e ciocpie 
atlr. Pai. 1850 in-12^ 

— Adelaide di Brunswick, in 5 atti. Ivi I8S3 in-12^. 

> Gioacch. Geremia , ' Alfonso il Saggio e Magnanimo ricorrendo , 
il giorno natalizio dell* augusto Ferdinando II, cantata. Cat. i8olin-8^. 

Frane. Pagano , I Merli ed i Mal vizzi — li bandito del s. Ber* 
nardo — Ruggiero Guiscardo: tre dramn^ì. Hess. 1831 in-8^« 

. Gius. Guagliala, Eloquenza e Retorica » dramma in 3 atti -rap- 
presentato nei R. Collegio di Brente. Pai. 1852 in-12''. 

Gius. Sapio, Zulima, tragedia lirica in 4 atti , Rer T anno tea- 
Irale 1851-52 in-16^ 

— Atale, trag. lir. in 3 atti, per dett* anno, ìn-16®. 

— Ettore Fieramosca, in-16^. 

— Giuseppe e Putifar, dramma lirico sacro. Pai. 1855 in-12^. 

Ciò. YiUanti, Opere (o drammi vari). Pai. 1854 in-8*. 

Ant. Barillay 11 marchese Perfetti , dramma. Mess. 1855 in-8^. 

Letterio Lipsia Bruno, Guglielmo il Buono re di Sicilia, azione 
dratnmalica. Hess. 1855 in-S"". 

Opere rappresentate nel R. Teatro Carolino per gli anni teatrali 
1850-54, stampale a solo. Pai. in'16\ 

# ■ • * 

Opera I. Gli Orazt e Curiazi, dramma Urico. 

II. La Linda, azione dramntica. 

III. Poliuto, tragedia lirica in Ire atti, di Salv, Cammarano. . 

IV. Il Barbiere di Siviglia, dramma comico. 

V. Anna EriZzo, trag. lir. in 3 alti, di Pietro Bozzo. 

VI. Bondelmonte, trag. lir. in 3 «riti, dì Sal/v. Cammarane. 
TU. Il No,' commedia in due parli, d* anonimo. 

Vili. Il Proscritto, ossia il Corsaro di Venezia, in 4 atti, idem. 

IX. Il Furioso: 

X. Il D. Pasquale. * 

XI. I prigioni di Edimburgo. 
^\I1. Matilde Bentivoglio. 

* lo^lralasciamo quelli diagli altri anni e degli altri teatri. 



\ 

I 



/ . ART. IT. SBCOiiO XIX. 141 

5 •▼• RÒKARZI , ' 

» 

Questo genere di poesia non fu scònosciato ai nostri anticM , 
ma poco fu coltivato, a riserva d' uno o d* altro che qui soggiu- 
gneremo tra i primi, comunque spettino al seicento. Il secol no- 
stro eminentemente romantico gusta e pescosi di cosi ftitti vaneg- 
giamenti. Ecco dunque i venuti a nostra contezza. 

Della notabile e famosa istoria de' felici amorì del Delfino di 
Francia e di Angelica Loria nobile siciliana, nuovamente ritrovata, 
e dair antica lingua normanna tradotta nell' Italiana , lil^i IV in 
t. II. Yen. 1609 in-8^. * Il traduttore fu GiuMo FUoteo degli 0- 
model, siciliano, ma d* incerta patria. 
\ • • 

Mario BugliOy Le peripezie d* Orardindo ed Albabella. Pal« I04S 
in.l2\ 

AfU. Rosea^ La Domitilla, ovvero , tormenti d' una donzella in- 
namorata. Hess. 1651 in-12^. ' . 

— L* Eugenio, amore di purità, lib..ÌV. Ivi 16S2 in- 12*. 

— La Bellezza di Marcellino e di Cleto, lib. III. Malta 1653 ìn-12\ 

— L* Evario, vero la virtù coronato, lib. III. Yen. 1656 in-i2*. 

. Gius. YtUa, I paggi del duca di Yendome. Pai. 1828 ìih8'» 

Luigi da Parto, Storia di Giulietta e Romeo. Pai. 1830 in'12''* 

Le avventure di Zalmira, Romanzo storico di C. D. (cioè Carlo 
Demma). Pai. 1831 in-12' 



»a 



Paolo Olmi, Adelaide di Brunswick, romanzo originale, voli. II. 
Pai, 1832 e 46 in-12*. - 

— Lo Scaltro, o sia la parrucca ed il pastrac. Ivi 1832 ìn-12^« 

Salv. CosUmzOf II poeta romantico, dialogo. Trapani 183S in-8®. 

ànt\ Caglia, Il Misantropo, romanzo storico. Hess. 1836 in-8®» 

értov. d' OndeS'Reggio , il Roberto , o sia il Barone siciliano , 
romanzo/storico. PaL 1838 in'-12^. 

— Il Maione, Romanzò storico. Ivi 1844 in-t2*. 

^— Gio. Barresio , signore di Hilìtella, romanzo storico Sicilia* 
no. Ivi 1847 ìb-12». . 

Vitoe. Idnares, Maria e Giorgio , ossia il Cholera^ di Palermo , 



144' . cu«ls xxTi. roEsu— sm* li, iTÀLun 

Paolo Caggio pai., Flamìoia prudente, novelletta composta per 
capriccio e a coraun dilQUo <iegli amici. Yen. ISSI ìn-S^, 

Giamh. de Settimo pai. Rovelle due. * Sono la 7 e 8 tra le 
« Cenno novelle amorose degli Accademici Incogniti » parti II. Vea, 
1651 in-4\ 

* 

Iolanda di:S]cilia, Novella isterica, parte IL Parigi 1618, e Ve^ 
nezia 1688 in-12^. * Questa novella comparve a Parigi in francese, 
a Teneaa in italian<i; il cui autore si vuole un messinese della fa- 
migli CaffiEuro. trasmigrato in Francia dopo la rivolta di MessÌDa* 

Onofrio Dom. Caramella pai. Novelle amorose due. * Sono la 
35 e 36 delle Cento ora citate, parte III. 

Novelle di Polidete Mdpomeneo e di Limesso Venosio pubbli-' 
cete da Pietro Napoli SignorelU. Nap. 1792 fn-S"^. * Sono questi 
aomi arcadici d' Ippolito Pindemonte e del nostro Tommaso fiar- 
gallo. Di quest* alro i pure — U Palatino d' Ungheria (eh* ei finge 
esser novella d'antico codice): nel U T del Gìorn. di se. lett. ed 
aili p. i53« 

' Sav. Serofani^ h^ festa di Tenere, novella siciliana: in detto fol. 
p« 57. Unica sliìnpaia delle dodici che ne scrisse dimorai^o a Pa- 
rigi dove fu pubblicata in francese al 1803: descrive i costumi del- 
l' antica Erice. 

.<»— Paragone tra te doone firancesi e le italiane. Ginopoli (cittJi 
delle donne) 1817« 

* Conversando tra le prime pur dà la preferenza alle seconde. 

Teresa del Balzo, Novella storica. Pai. 1827 in'-8^ 

Frana Seslf, Q ciabattino, novella. Pai. 1832 ini>i2''. 

Gaet. FfiUodaPaln^a, Artemone edilbina^ novella. Pai. 1832in-8^. 

Cost. M. Costantini, Novale due nei t. XXXVIII e XL del Giorni 
di scienze ecc: * IHie altre ne pidl>blicò tra le sue « lUme e prose » 
Caltanissetta 1833 inr8\ 

Abb. Spagna^ La prudeaca, nò^a: nel t. XLIV di detto Gior* 
Itale. • 

Bem. Serio^ Novella storica d' argomento siciliano; nel (, Y 9el< 
yESm, sicil. Pai, )833, 



'J 



ART. IV. SKUlLa MX.— ^ V. NOVELLE li3 

A. O^mUo 2VoMEfiO| Frammenti d'una novella russa. Pai. 1833 in-8\ 

' ■ • ♦ • -. • 

G. ImpaUoineni, Un Amor fralerno-svenluralo. Mes», 1837 in-S"*. 

La Vergine del Caslello ^ novella romanlìoa lolla da un'anlìca 
cronaca. Pai. 1838 e .46 in-32\ 

Vtnc. Linares, Il Masnadiere siciliano. Ivi 1841 in-12^. 
.-«^Racconli popolari, voli. III. Ivi ÌUÌ ^ 43 in-Ì2^. 
* Questi racconti sono stati più volte ripubblicati: neU* ultima ' 
ristampa promise i* autore un lY volume, che per morte non potè 
maturare; ma tiscl poi postump col seguente, titolo: 

— Novelle popolari di siciliano argomento. Pai. 1849 in-12^ 

Gugl. Capozzo, Il segno d*ua grande, novelletta. Pai.. 1839 in-12*. 

Gaei. de Pa$qualej La Piccàrda, novella. Pai. 1839 e 51 In-8^« 

Gius. Cacciatore j Ermelina^ novella : nel t. LXX dei Giornale 
di scienze ec. 

Agat. LangOf Aneddoti, liciliani, raccbnti. .Cat. 1840 in-8^» 

' « •■ ■ 

Vino. Ifaoarro, II padre LamborviUe , novella in veni : sia in 
fondo al t. XXVIU dell' EfTem. sie. 

Vinc, Errante, Xìì Tebélen, novella in ottava ri ma. Pai. 1840 in-12'^. 

Ottavio lo Biancoy Novelle Vili; Ira le sue Prose. Pai, 1840 iu-8^ 

Ellzzo, Novella in ottava tiroa. Ivi 1841 iQ-8^ 

Ben. WaèeUi, Lauretta^ novella ìb versi. Pai. 1841 in-t2*. 

Cav. Greg. Bùimondo Granata. Il pesce marsigliese, racconto. 
Ivi 1842 in-8*. 

— Memorie sepolcrali^ ossia Apparizioni dì tre illustri messinesi. 
Mesa. #843 in-8*. 

— Una lacrima, su V urna di mia figlia. Ivi 1844 fn-8^ 

— Un sogno misterioso, racconto. Ivi 1845 in-S"*. 

--*• Un iogno di fra Francesco, racconto. Ivi 1848 io-8^. 

FU. Evola, 11 dabben uomo e 1 ladro, raoconlo autografo sco- 
perlo, t. H. Pai. 1844 ia-8®. * Fingo scopcrlo , ma e invenzione 
dell' autore. 

• ....,.■ r,:.\ .. . ' . ■ • 11) • 



146 CUSSE XXVI. POKSU. — SKE. U* ITUMIIÀ 

— Un gelso castello. Ifi 1848 ìd-4^. * Esiste quell'albero con- 
vcrtito in castelletto nel podere del bar* Pastore presso Alcamo. 

Giuliano Poèsalacqua , Novelle storiche romantico-morali. Pai. 
1844 in-8^ 

Nicasio MogacerOj Nina, novella in ottava rima. Pai. 1844 in-i2*. 

« 

Giamh. Ciuiiglia, Novelle varie: leggonsi tra i suoi Opuscirii. 
Pai. Ì8U in-8*. 

Giacinto SceM, Novelle ed altre poesie. Pai. 1845 in-8*. 

Dom. Biiazza, Landenulfo Gapodiferro. Hess. 1846 in-12*. 

— Racconti storici, ivi 1841 ln-12''. 

5e6. Muffo Tincì, Le viceode del tempOi inspirazioni e raeeonli. 
Cat. 1847 in-8^ 

Fr. di Paola Bertucci^ La fidanzata etnea. Cat. in-8^. - 

Bon. Portogheie^ Donn* Aldonza Sanlapace» conto storico-lragi- 
co': nel Giorn. gioenip,* serie II, t. I, bim. I, 

Salv. Chindemi, Quadro di sublime dolore : nella Far&iUetU » 
gìoriì. di ]IIess. nov. 1846 in-8^. 

Dom. Bisazza, ImeldaLamberlazzi, racconti. Ivigenn. eseg. 1846. 
-— Il castello dell' onestà, novella^ ivi pag. 233. 

Gius. Bandiera, La solitùdine,, racconto storico. Pai. 1841 in-8*^ 

Rosario Adolfo Sako, Trastulli popolari. Pai. 1848 in-12'^. 

Rosina Muzio Salvo, . Adelina, racconto. Firenze 1846 in-12^. 
— Roberto, novella in IV canti. Pai. 1849 in-18*. 

Enrichetla Radice in Sava, Un marito conveniente, affare dilB^ 
Cile: nel Diadema, n. S, Pai. 1851 in-8^. 

C. A. Vecchi, Argìllano degli Ademari; novella: nella Lira, n. 3 
^ seg. Pai. 1851 fol. 

Le avventure di un esule. Pai. 1849 in-.8^. 

Mariano Sansone , Una giornata d* inverno alla Villa Gij^lia iq 
Palermo. Ivi 1852 in-8% 



ABf. IV. SECOLO JlIX. — § V. NOTKLLB 147 

Raffaele ViUari da Messina, ElvìiH, Romilda , novelle in 8"* ri- 
ma; tra le Poesie. Mess. 1852 ìn-8^. 

Ben. Naselli, I misteri di Palermo. Qaivi 18S2 in-12*. * È una 
serie di racconti baoni e rei , sul modello de* Misteri di Parigi , 
di Londra, di l^ienna ecc. 

{ti. poesie yAxttà 

• * ' ' 

Ricordiamo qui ancora che parecchi tra questi che raccorderemo 
spettano a più di un ramo di poesia; e per questo non volendo 
assegnarli ad alcuno dei Mòli precedenti, gli abbiamo qua riser* 
vali tra i cultori di vdria musa. * 

€àv, GhcàtM Bmgnani, Lettera alla figlia desiderosa di mo« 
nacarsi (in vèrsi settenari) Hess. 1803 in<^*. 

P. Gio. CùUa de' Minimi^ Wme. Pai. 1808 ln.8\ 

Paolo SlranOj Vittoria di Gedeone , e Trionfo di David ; orato- 
ri, Cffti 1808-9 in**». 

— Sciolti per la morte di Paìsiello. Ivi 1817 in-^*. 

— n parnaso confuso, feste a S. M. t'erdìaando II. Ivi 1831 in*8^. 

— Aslrea consolatrice, per 1* arrivo del conte di Siracusa in Si- 
cilia. Ivi 1«S1 in-8\ 

— Elegia in morte di Vinc. Rellini. Ivi 183S in-8^ 

Avv. Gius. Indelicato, Il palano della Costituzione^ slante. Pai. 
1813 in-S^ 

Can. Sàk. Genlile, Ulisse in Itaca; la Parafrasi: V Agricoltura; 
la Pastorizia. Pai. 1813 in4''. * Poemetti in versi sciolti. 

Salv. Scuderi, Poesìe. Pai. 1813 in-8*. ♦ Evvi tra le altre un 
poemetto filosoGco di tre canti in versi sciolti, intitolato « la Sa- 
lila etnea j» ove descrive quella ed altre montagne dell* isola , e 
quanto quindi si vede. Compose egli pure un carme sui Bello, una 
cantica sulla « Indica lue », due per Bellini, ed inni vari. 

Oliamo Saccano , Poesie varie , dedicale al duca di 6ualtieriv 
Mess. 181$ ki^V. 

Agosl. Gallo, Poesie Pai. 1816 in-8^; 

— 'Canto funebre in morte di Gius. Piazza famoso astronomo. 

Pai. 1827 in-8**. * Molte altre rime ticn preparate per la stampa. 



148 CLASSI:: XX VI. poesia — srz, ii. iyaliaiu 

Ferd, Baro'iìe, OttaYc in morte di Gius. Piazzi. Pai. 1837. iohS''. 

• ■ 

Giu^. Marco Cakino, I voli pubblici , sciolti. Pai. 1818 in-8^. 

— L' augurio, sciolti. Ivi 1819 in-8%. 

«-* Ali* oibbra di Gius. Errante , carme. Trapani 1821 in-8*. 

— In memorÌK dei cantore Gius. PaniUeri. Girgenti 1830 ia-8®. 

— L' industria trapanese, epìstola. Trap. 1824 in-8**, 

, —Rime, t. II. Trap. 1826 io-8^ * Pid altre poesie volanti pub- 
blicò a tempi diversi. Fra questi vantaggiasi il « Poeta baccanle » ' 
dilirambo analogo a quello del Redi. 

• 
Mcc. Cirino, Canto per M. Gaet. Avarna. Pai. 1819 iii-8^. 

— Carme in morte di Bern. Filangeri. Ivi 1826 in-8^ 

— Carmi. Nap. 1821, Pai. 1833 e 46 in.l2\ 

-^ Versi per S. M. Ottone I re di Baviera. Nap^ 1840 m*8». 
«—La prima lezione del saggio^ carme: nel t. XII dell'Effem. 
sicole. 

— Poesie edite ed inedite, precedute dal suo Elogio per Mel- 
chior Galeotti d. S. P. Pai. 1834 in-8^ 

Gim. Ortega , Iscrizioni e poesìe^ sulle antichità agrigentine; 
Girg. 1820 in-8\ 

— Carme sui cipressi. Pai. 1820 iD•8^ 

Gius. n. GuUadauro, Dugento indovinelli. Pai. 1821 in-12\~ 

Vmc. Navarro, Poesie, t. II. Pai. 1822 in-12». 

— Carmi funebri. Ivi 1830 in-8\ 

— Primi idìlli di caccia, novelle e romanze. Ivi 1833 e 44 ln-12*. 

— 11 monte Cronìo, ovvero di s. Calogero di Sciacca, Epistola: 
in fondo al t. XII deir Effem. sic. 

— IN'avarro in Palermo, yersi ai quali si aggiungono terzine, sciolti, 
canti ecc. Ivi 1846 in-32*. 

— A Santi Scipione, canto. Ivi 1854 in-8^ 

— Il Calvario di Sambuca, inno. Ivi 18o4 in-8^. 

* Omettiamo assai altre sue rime impresse o in fogli volunti o 
in diverse raccolte. 

Lion. Morrione, Il sepolcrq paterno, carme al dott. Vino. Na- 
varro. Pai; 1830 in -8\ 

* Yi è annessa la risposta di questo a quello in versi sciolti. 

nmm. Gargano, Ditirambi. Pai. 1822 in- 12^. 

— Poesie. Milano 1825 in- ^2^ 

— Salire. Siena 1826 in-12^. 

— Epistole. Ivi 1827 in-12^ 



ART. IV. .SECOLO XIX.-— $ fi. poRsit niw 149 

— Epigrammi, 1. II, Firenze 1828, e Pài. 18» fti-ir. 

— Della gerarchia degli esseri ìnlelligenli càntica. Pai. 182T; e 
di nuovo neir EfTemerìdi sicole, t. VI e segg. 

— Poesie tarie. Pai. 1832 in-12*. 

— Poesie melanconiche. MiL 1835 m 12*, e Pai. 183© in-8*.' 

* Più àllri suoi componimenti poetici corrono soli: più altri leg- 
gonsi in differeiUi giornali: altri ne riportammo altrove. 

Lion. Vigo, Poesie e prose. Pai. 1823 iii-8*. 
-^Seconda edizione corretta ed aumentata. Ivi 1829 in-8*. 

Mich. Coniarinif Prose e poesie varie. Ivi 1823 in-8^. 

Pompeo Inzenga, Sulle metope selinuntioe. Pai. 1824 in-8^. 

— Solle nuove strade di Sicilia. Ivi 1828 in-S*. 

— Versi ediU ed inediti. Ivi 1830 in-8*. 

Franca Maecagnone ^ Ottave per le vie regie in Sicilia. Pai. 
1825 in-8^ ^ ' . 

Zelindo Colofonio V. A., Rime piacevoli. Pai. 1825 ui-^'^. 

P. Daniello, lì viaggio pel mondo, di Cartesio. Catania, in-8^. 



• / 



Gius. Drago, Versi per la erezione della statua di Francesco I 
in Girgenti, 1828 ìr-8*. 

Bar, Ben, Spadaio, Poesie. Cat. 1828 in-4*. 

— Rime. Nolo 184» in-8*. 

Fel. Bisazza, Epistolla in versi sopra un dipinto di Andrea Sup- 
pa da Messina 1829 in-12\ 

— Saggi poetici. Mess. 1831 in-8*. 

— Terzine per V accademia di piano-forte dì Ernesto Coop. Ivi 
1836 in-12^ 

— Terzino in morte di Gius. Ottaviani. Ivi 183T in-8^. 

— Terzine in morte della signora Domenica Ottaviani; Ivi 1837 in-8*. . 

Ani: Saraoj Carme fùnebre in morte di essa signora. Ivi in-8?. 

Saiv. Caedola, Miscellanea poetica. Cat. 1830 jnr8*. 

iVicc; fillaràf Poesie italiane postume. Pai. 1831 in-12^. 

Con. Giù. Sardo / MartelUaììi per la morte diRos. Scuderì e 
Raim. Plalania. Catania 18. . . 



150 CUSSK UVI. POHSlAr'^SKZ. O. ITAIUIU 

— Tersi sciolti per la sua recezione nell* Accademia desìi Are- 
lusei di Siracusa, inseriti nel a Florilegia di poeti catenesi ». Ivi 
1832 ia-8\ 

— Idillio per r abbate Honroy. — Egloga in morte del l^òrremuz- 
za. — Qde sulla Tirtù, «d altri carmi per Yarie occorrere détti e 
stampati. 



Pietro Paolo Zappala da Piédimonte, 1 galanti e saccentmi mo- 
derni, sermoni. Pai.; 1852 iIl-ISl^ 

— Idillio pastorale per le fauste nozze del duca di Cjminna colla 
contessa Statella. Ivi 1832 in-42^ 

• . ' * • • 

Cosi. M. CostarUini^ Rime e prose, Caltanissetta 1833 in-8^.^ Avvi 
tre selve in. terza ximav-^ ;Uq poemetto, in ottava sulla Cij^ogna. 

--irrusighuole,j|é{va in detta riB^: nel t. XXXVItl del gior- 
nale di scienze ecc. 

-—Il frugnuolo, selva in detta Vima: nel t. XXXIX. 

Sav. Scrofani Xacco, V alluvione di Modica de* 10 ottobre 1833, 
sciolti. Sirac. 1834 in-8^ 

Bem. Bonaiìiio^ Poesie in terza rima giocosa. Catania in-8®. 

Frane. tofnSbaràOj Òcaìate. Pai. 1834 in-8^. 

Carlo Gravina principe Valsavoia, Poesie. Cat. 1884 in-12®. 

— Il Sigaro, sestine. Ivi 183d in*8^ 

Letterio Stagno, l^oesie di vario genere. Mess. 1834 in-12*. 

Fr. Carlo Sofiaccor^i^ Epistola a Bald. Saladim.Hess.l834in-12''. 

Salv. SciidOy Versi. Cat. 1834 in•4^ 

Agatino LongOy Tersi' e ritratti poetici. Cat. 1834 in-8^. 

Enrn. GQréfqtOyV^ù^sie. Mess. 1835, e Pai. 1841 in-8^ 

Ptoc. Àrena-PrimQt Poesie in morte del dr. liitterio Fenga. Mess. 
1835 in-8^ 

— Poesie varie. Ivi 1837 in-8*. 

— Tre cicalate, cioè, la Maschera; il Vapore ; Tutto il mondo 
ìsome casa mia. Ivi in-ÌB^. 

NicQ. Gustarelli Aon^acto, Il Pdoro ^ sciolti , tradotti in versi 
latini da Paolo Frane., Zanghì. Pai. 18S5 in'8''. 



ABT. IV. SECOLO XIX.— 4 ?f. vùKiE yom 151 

Fed. ArdUio, Carme ìq lode del prof. Gio. Silio ^ prontuisiato 
nella R. Accademia degli studi di Callagirone. Quivi 1836 in-8^. 

Raff. Fodera, Sulla Sicilia^ a Ferd. Halvica, Epistola (in versi 
sciolU). Pai. 1831 in-8% 

Se6« Canmzzo^ Terzine in porto di Maria Cannino e Dato. Pai. 
18S7 in-8*. 

Lor, Coilù marchese di Roccaforte, Carme in morte dì Dorotea 
Fardelia sua sposa. Pai. 1838 in-12^. 

Mkh.JSinnedjlìì morte di Mariano Hinneci^ versi. Pai. 1838ìik8\ 

Rice. Mtchell, Sul colera di Palermo, cantica^ Pai. 1838 in-8'', 
e nelle Effemeridi Sicole, n. S3. 
-—Le rivelazioni,' carme. Ivi 1841 }n-8\ 

March. Gius, Ruffo, Il ventotto giugno, poemetto sul colera di 
Napoli. Quivi 1838in-8^ * Lodato da Fe<. JBisaj^Juita dette Effem. 

n. 59. • . . 

Frane. Calieri, Visione. Cat. 1838 in*8^ 

Gaet. di Pasquale, Ad un giovane nantico, eanto. Pai. 1838 ììk8®. 

— Canti editi ed inediti, sacri e profani. Pai. 1840 in-8®. 

Mkhelang. Monti, Poesie scelte. Pai. 1839 ìn-8^. * Postume ve- 
nate in luce per cura d* un suo allievo e consodale^ p. Dàm. Avella. 

Mario Cosentini, Componimenti poetici. Pai* 1840 in*8^« 

Salo. Marchese, Poesie varie. Cat* 1840 in-8^. 

Seraf. Amabil Guastella, La religione del cuore, romanze e me- 
lodie. Pai. 1841 in.8^ 

— La cappella de' decollati, fantasmagoria, canto notturno: nel 
t. LXX del Giornale di scienze ecc. . 

Saio. Abbate e Migliore, Poesie per tutte le artisie 4leUa com- 
pagnia equestre fibeiia-Tournìaire. Pal..lfi43 iki-l!^. 

— Giulia, strenna italiana, francese qd inglese. Pai. 1849 , un 
foglio. 

-^ Il dodici gannaro, altra strenna. Ivi in fol. 

Romina MuziO'Saho, Poesie. Pai. 1845 in-12\ 
^ Adelina. Firenze 1846 in-S"". 



152 «Assii xivié POESIA — ^m. n. italiaha 

Ben. SeiUamà 4à Caltagiione, Poesie., €at. i843 in-12^. 

- Frane. Scrifignano^ e Vino. Navarro, Epistole. Cat. 1843 in.12''. 

ÀfU. Giuffrè, Versi. Pai. 1843 in-8^ 

Luigi Samperi^ lì Trevatore, poesie varie. Pài. 1843 in-8?. 

Bom. Pignaito, Poesìe diverse. Pai. 1843 1ii-8'^. 

Tinc. Errante, La casa dello Spirito Santo, earme. Pai. 1843 in-S^. 

— La Casa de' matti. — La schiavitù civile: carmi nel giorn. La 
Baola. Pai. 1814 ia-4^ 

—Poesie. Firenxe 1846 in-8«. 

— JVaova poesie. Pai. 1848 in-S^". 

Frane. Sav. Baviera j e Tino. JVararro, Epistole.'HIazzara 1644 
in-12- 

Air. Ardizzone, Poesie. PaL 1844 in-S"^. 
— ^Rimembranze. Nap. 1847 in-8*. 

Gio. Leni Spadafora, Poesie. Pai. 1844 in-12^ 

. Aat. Parisij Alcane poesie sacre. Pai. 184S in-S"^. 

Frane. M. KedAveUam, Opuscoli poetici. Pai. 184S in- 12''. 

Freme» Paolo Perejs, Raccolta di prose e poesie edite ed inedi- 
te. Pai. 1845 m-V". * Aveva egli dal 1832 pubblicato senza suo 
nome a Sulla musica italiana risorta con Bellini n terze rime ; e 
nel 1834 un carme in morte d'Ant*. Perez sua genitrice. 

■ • ■ • 

5ato. Capodiecij Poesie varie. Sir. 1845 in-8^. 

- . • • ' . • 

P. Yine. Bondice, Epigrammi. Cat. 1845 in-8'^. 

— Poesie a vari Sana. Ivi 1847 in^8^ 

— Poetico fiore al P. Generale de* Minimi. In 1852* in-S"". 

FU. GeniUuomo , Per lo anniversario della morte dell* egregio 
magistrato Dom. Gentiluomo piadre di lui , versi sciolti, lìl^. 
1848 in-8*. V 

P. Frane, lo Cicero, Poesie. Pai. 1846 in-12*. 

JHariano Sansone^ Discorsi e poesie. Pai. 1846 in-S"*. 



ART. IV. SKCOU) XIX. — § VI. POttlSIi; VARIB 133 

Carlo Massinissa Preslerày Peesie varie. Nolo 1811 In-S**. 

M. Spedale 'CostarelUy -Vnii gliirlanda di fiori alle dame. CaL 
!8i7 hi-W*. È un' accolla di prose e v<jrsi gaIwiU, 

{Sud. Cessavi, Terzine. Pai. 1817 in-»*, 

€acL de Pasquali, I Profughi, vorsì. Pai. 1847 in-12*. 

f 

Ant. Galani da Messina, canni. Mcss. 1848 in-8^. 

Bar. Gius. Zappulla , I miei tempi , versi sciolti. Pai. l^ilS 
in-16 e in fol. . ^ ,i 

— L' uomo, versi sciolti, canti tre. Pai- 1848 in-12*. 

— Palermo re. — Palermo schiavo. — Pasquino.— Nemesi — * Versi 
dcllati contia la rivoluzione di queir anno o per la sua prigionia. 

. \ 

V i 

Fed. Lanciagli 25 marzo a Ruggiero Sellimo, earme. Pai. 1848 in-8*. 

Ani. Guerriero^ Carme in lode del prof. Gabr. Btessina. . Calta- 
girone 18S0 ia-8^ 

Gius. Bozzo^ Un voto.— I teatri.— Versi vari. Pai. IB30 in-8''. 

" I 
I 

Cav. Conr. Leto da Nòlo, Popsie. Pai. 1831 in-8\ 

Pasq. Saya Gaiio^ Pochi versi. Mess. 1831 in-^i**. 

Lillerìo Slagno. Poe3Ìe diverse, inserite nel Maurolico ed in al- 
tri giornali dì Mess. 1834 e segg. 

Jtftcft. Spadaro Calnpaj, Poesìe varie. • Sonò «tat« da lui spar- 
samente inserite nel Faro^ neir Innominato, nella Sentinella del Pe- 
lerò, nella Rivista periodica, nella Farfalletla, nella Lanterna, e in 
colali altri periodici di Messina sua patria. 

Lagrime e fiori sull'urna di i&iovannina Sampolo-Manzolla. Pai. 
1851 in-8*. * Sono versi e prose di vari in lode di questa giova- 
ne ro»rta d* anni 27. 

Matteo Ardizzone , 11 pianto di Rachele e il trionfo di Costan- 
iino, canti. Pai. 1832 in-8\ * Corredali di note filologiche. 

. Baff. yiUari dà Messina, Poesie. Quivi 18S2 in-8^ * Cònliene 
* novelle, lettere, sciolìi, sonetti, romanze. 

-20 



/ 



i 



1S4 CLASSE XXVI. i*OESIA-— SEZ. II. ITALIANA 

Ben. Guglielminir Sicuro, Rime diverse. Cat. 18S3 in-16^. 

Rosina Muzio-Saho, Prose e Poesie. Pai. 18S3 in-8^. * Le pro- 
se soD tre romaQzi, le poesie son d*ogni metro ed argomento. 

Gius. Ferro, Poesìe e Prose. Pai. 1853 in-ie*. * Ha IV Canti 
alla Religione, e canzone, sonetti, sciolti^ terzine anche tronche, ecc. 

P. Arcang. Cordaro, Poesie sacre. Pai. 18S3. * Sono inni, so- 
netti^ ed una cantica sulla Purità. 

Gius. Calandra^ Poesie diverse. Pai, 1854 in*12\ 

Per la nascita di Angelo Bandiera , poesie di vari autori. Pai. 
18S4 in-12». 

Stefano Marino, Luisa, romanza in tre canti. Pai. Ì85( in-8^. 

Gius. Piaggia , Poesie. Pai. 1855 in-8®. * V'ha un poemetto 
inglese di Ryron la Parisina, colla versione italica e rime varie di 
questo Uraduttore. 

Giac. Desti Baratta, Poesie e Prose per la morte di mons. SlC'^ 
fano Trusso. Mess. 1855 ìn-8^, 

Basilio Muzio^Salemo, Poesie. Pai. 1855 in-8^. 

Antonio Frazitfi da Marsala, Speranze e Lagrime. PaL 1855 ia-8^, 

Ant. Montalto da Adornò, Poesie.: Pai. 1855 in^8\ 

Letterio Lizio Bruna, Rimembranze. Mess. 1855 in^S^. * Sono 
sei comppnimemti di vario argomento. 

SEZIONE HI. 

POBIIA SICOLA 

Conosceste i vostri nazionali che non senza gloria cantarono né 
senza lode invocarono le muse del Lazio e dell' Arno: riconoscete 
ora per ultimo quegli altri che le dee indigene invitarono a cair^ 
tare nel sermone natio. E questi ancora non sono né scarsi per 
numero né tenui per valore. Non che tutti salissero a pari ceter, 
pvìih: ma quali eh' essi sìeno^ misero in credilo il patrio dialetto, 
che altri sol rilegava air infima plebe. 



ART. I. RACCOttB 1S$ 

Di poesie siciliane, ugualmente che delle latine ed italiche, ab** 
bìamo raccolto^ abbiamo edi2ioni diverse. Veggiamo le une e le 
altre. . ' 

ABT. I. BACCOLTB 

Quei primi poeti che dicevamo aver verseggiato uella corte del 
gran Federico, ed avere i primi fatta risonare la lingua e la poe*- 
sia volgare^ possono di pari diritto appartenere al coro dei poeti 
itali e a quello dei sicoli, i carmi che di lor ci rimangono sono 
infatti un misto italo-sicolo^ perocché allor appunto nascevano co* 
me gemèlli d' un parto il linguaggio comune d* Italia e '1 dialetto 
proprio di Sicilia. 

Per la qual cosa noi di quei primier poetanti demmo notizia nel- 
r articolo primo della sczion precedente. Ora soltanto ripeteremo 
alcune raccolte che se ne fecero. 

Rime deir Accademia degli Accesi di Palermo, libri II. Ivi 1571^* 
73 in-8^. Nel libro II vi sono poesie siciliane: alle quali molte al- 
tre ne aggiunse Giamb. Caruso di 60 poeti posteriori , nella ri" 
stampa di quelle Rime da se procurata nel 1726. 

Primi poeti Siciliani , in calce alla Bel1a«Mano di Gimto dei 
Conti, per opera di lac. Corbinelli. Parigi 1589 e 95 in-12''. 

Gli stessi^ riportali da M* leone Allacci tra' Poeti antichi. Nap. 
1661 in.8\ 

Raccolta di canzoni siciliane di diversi buoni autori, scelte per 
Paolo Cesarea. Mess. 1738 in-12®. 

Le muse siciliane, ovvero Scelta di tutte le canzoni della Sici-* 
lia, parte I. nella quale si contengono quelle de' piti famosi au^* 
tori antichi con una grammatica siciliana, e con due tavole , la I 
delle canzoni, la li delle materie. Pai. 1645 in-12\ 

— Tomo I della II parte, nella quale contengonsi le piCi degue 
de' più famosi autori moderni. Ivi 1647 in-12^. 

— Tomo II della II parte, in cui pur trovansi quelle dell' edi- 
tore, sotto nome di Vinc. Valguamera. ivi 1647 in-12^. 

— Parte III, ove son le più degne in islile burlesco de' più fa- 
mosi antichi e moderni con una dichiarazione de' vocaboli sicilia- 
ni, riscontrati coi toscani. Ivi 1651 in-12*. 

— Parte IV nella quale son le più degne canzoni sacre dì an- 
tichi e moderni autori. Ivi 1653 in-12**. 

^ Raccoglitore di tutte codeste canzoni in 8 rima fu il celebre 
Gim. Galeaniy poeta» filosofo e medico palermitano; il quale pub'* 



I.'jG classi: XX vi. poesia — sez. ih. sicola 

blicolle scilo nomiE^ di Pietro Gius. Sanclemente. Gli aufori di 
quelle rime son olire ad un buon cenlinaio; de* quali ci dà gli er 
logi biografici, premossi ai carmi di ciascheduno. Questa prima edi- 
zione di cinque volumclli fu poi replicala nel 1662 iu-12^ 

Raccolta di canzoni siciliane colla versione Ialina falla da Kic. 
Gim. Prescimone. Pah 1743 ia-4*^. 

Scella di canzoni siciliane sacre e profane , con versione latina 
a fronte falla da vari, e pubblicala da Vino, di Blxm e Gamba- 
ooi^fa. PaJ. 1733 in-4\ Son presso a un cenlinaio i poeli sicoli 
quivi raunati. 

Nuova scelta di rime siciliane di antichi e moderni autori con 
noie a comodo <Jegr Italiani, di Beni, Bonaiuto, l. II. Pai. 1770 
ÌA-8^. * Racchiude da 30() e più canzoni in islile di slanze: le pib 
di esse già pubblicate ^nella precedente raccolta. 

Raccolta di poesie siciliane pel ristabilimento del principe di Ca* 
rainanìco viceré di Sicilia. Pai. 1704 in-4®. 

* Vari sono gli autori vari i mejri ; premetlonsi Ift ottave so^ 
pra r origine della lingua siciliana dell* ab. Vinc, Saxnpino. 

Annu pueticu sicilianu, ossia versi siciliani cumposti d' «lutori vi* 
vcnli. Pai. 171)9 in.Ì2^ 

Pocsii siciliani odili ' ed inodili. Cai. 1833 in-8^ * Vi si con- 
tengono olire a 20 nostri poeti riuniti in un corpo dair editoit) 
Salv, Sdulo. 

ART. II. KD1/I0?il 

Senza impacciarci in minute suddivisioni, rammasseremo i poeli 
nostii vernacoli in tanti fascetli , quanti sono i secoli in che ver- 
seggiarono. 

5 J- si:coLo XVI. 

Quando più iutemorala era la fede, quando più fervida la pietà 
dei nostri magp'iori, allora le muse ancora prendean diletto di sa- 
cri argomenti. 11 perchè abhiam veduto di sopra ed or torneremo 
a vedere come gran pane di quei poemi, di quei drammi, di que- 
gli oratori si aggiravano sulle gcsle dei Santi, e tratlavan temi di 
storia biblica od ecclesiastica. Tali erano allora le massime, tale 
il gusto, di che oggi più d' uno si fanno beffa; oggi , dico, in 
che siain passati dalia semplicità alla raflinatezza, dalla crudelltà 
alla miscredenza,*' dalla divozione aniie alla licenza sfrenata. 



ART. 1U EDIZlOin — S I. SECOLO Xff. / 137 

Noi non altro possiamo qui offrire. se non poesie, quali ci ven- 
gono dagli antfchi, non quali si vogliono dai moderni. 

Paolo Meli, Vita oiartirìo e miracoli de* tre santi fratelli Alfio, 
Filadelfio e Cirino. Palermo in-4*. 

Gio. Diesy Martirio di s. Agata in rima siciliana. Mess. 1499 in-8*» 

Clauddo Arezzo j Canzuni siciliani. Mess. 1S42 in-i*. 

Gir. PiigUèi , Leggenda del B. Corrado Piacentino in 7 canti. 
Pai. 1S67 in-8\ 

— U Giudizio universale, poema. Ivi 1598 in-8^. 

Pietro Paoone^ Vita di s. Agata V. e M. Messina 1570 in-4*. 

Vinc. Spanò ^' Vita di s. Sofia V. e H. memorata dal Gaetani e 
dal Mongitore. 

Mariano BonincontrOf Canzoni, capitoli, pastorali, epistole ^mss.^ 
citate dal Mongitore che presso di sé le leuea. 

Luigi CiacdOf Breve ritrattò di sentenze cristiane e documenti 
utili ad ognuno, fatto in versi dìstici con loro espressione in lin- 
gua siciliana. Pai. 1582 in-8*. 

Yinc. delBosco^ Sonetti, capitoli e stanze. * Leggonsi nelle varie 
raccolte sovraccitate. 

f 

Frane. Ca/vatore, Trionfo e pompe solenni per Y invenzione dei 
santi MM. Placido e Compagni in stanze siciliane. Mess. 1590 in-8^. 

— La Sfera del Sacrobosco in 8* rima. Ivi in-8^. 

« 

Pietro Clemente, L* orrenda caduta del ponte innalzato nel porto 
di Pai. 1591 in-8^ 

— Istoria deir armata turcbesca venuta nel canale di Mess. 
1593 in-8\ 

— Vita, martirio e morte dis. Ninfa V.M. Pai. 1594 in-8^ 

— Canzoni spirituali sopra la ss. Eucaristia e la passione df 
Cristo N. S. in tre parti. Ivi 1630 ìn'-8''. 

» • 

Gius. MancuÈOj Leggenda di s. Ninfa Y. e M. tradotta in 8^ ri- 
ma. Pai. 1593 in.8^ 

Ant. Veneziano, La Celia e F Agonìa. Pai. 1637 iri-16^ e 1643 
in-8^. * Fu tradotto in versi latini da FU. Paruta e da Frane. 
Baronio, e da Giu$^ Prescimone. 



158 CUSSK XXVI. POESU-HSKZ. III. SICOLA 

— RacfioIU di proverbi siciliani in 8^ rima. Ivi 1628 e 80 ìo-8*« 
* Codeste edizioni son postume essendo il eh. autore morto nel 

1593. Nolte sue canzoni leggonsi nelle raccolte e più altre ser- 
bansi mss. nelle Biblioteche. Le canzoni fur messe in luce da Giamb* 
Caruso nel li libro degli Accademici accesi. Pai. 1726 in-4^. 

§ II. SECOLO XVII. 

% 

Martino Ciaurella , Trionfo della solennità dì s. Bartolommeo 
celebrata in IVicosia, in ottava rima siciliana. Pai. 1603 in-4^. 

— Descrizione della villa del duca di s. Giovanni nel suo con*-. 
tado di s. Michele. Ivi 1607 in-4^ 

Luigi Fredda , La surci giurania , poema eroicu. Pai. 1604 
in-4'', e 1663 in-12''. * Stampollo sotto nome di Battista Basile 
Y anno medesimo che fini di vivere. 

— La siringa, idilliu. Ivi 1613 in-l2\ 

Mich. Àmodei, Istoria de* miracoli di N. S. deir Uria in 8* ri- 
ma. Pai. 1606 in-8". 

Cherubino Belli, Ergasto, idillio primo. Pai. 1617 in-12*. 

— Le lagrime di M. V. nel Calvario. Ivi 1635 in^l2^ 

Tomm. Aversa, Plramo e Tisbe, idillio. Pai. 1617 in-8®. 

— Gli avventurosi intrighi. — La notte di Palermo. — Il giorno di 
Messina, commedie. Ivi 1637-38-44 in-8^, 

— Il pellegrino. — Il Sebastiano — Il Bartolommeo, tragedie. Pai. 
1641-45 in 4% e Hess. 1643 in-8^ 

Gir. Conte, Lo svergognato. — 11 bravazzo— Il filosofo grossale 
— La vita degli uomini mal maritati : poemetti in 3^ rima. Pai. 
1^18-33-35-62 in-8°. * Lasciò pure mss. pii altre rime redate 
dal Mongitore che le cita. 

Me. Blasco, Contrasto di un vecchio ed una vecchia in 8^ rU 
ma. Mess. 1621 in-8^ 
— Là Navigazione per le montagne di Sicilia. Pai. 1640 in-S^- 

— Trofei deir asino in 3* rima. Ivi 1641 in-8®. 

_ Testamento di D. Porco in 3* rima. Ivi 1641 in-8*. 

— Il vecchio innamorato in 3* rima. Ivi 1646 in-8®. 

— Lettera ad una cortigiana di Napoli. Ivi 1662 in-8^ 

Pietro Fullone, La miseria della vita umana, poema in 3" rima. 
Pai. 1629 e 40, e 1835 in-12^ 

— Pazzia d'amore in .3* rima. Ivi 1629 e 45 e 70 in-12*'. 



ABT. II. EDZlOIia — ^ n« SBGÒLO XVIK 159 • 

— La Rosalia poema in 8* rima. Ivi 165i ìq-8^ 

— La partenza di s. Rosalia. — La invenzione del suo corpo -^ 
La peste superata da essa: sono aggiunte tré al detto poema. Ivi 
1655-56 in-S^ 

— La musa lamentatrìce dei successo pestilenziale alla bella 
Partenope, poema. Ivi 1657 in-8^. 

— Poemi due a s. Rosalia, a s. Francesco Saverio e a s. Gen- 
naro per la calamità contagiosa e pei buoni riporti di Napoli. Ivi 
1651 in-8\ 

— Capitoli deir arte nautica. Ivi 1653 in-8\ 

— La pescheria, ovvero V arte di pescare, in 3^ rima. — La Porta 
Nuova fulminata e rinovata, canzoni. Ivi 1668-89 in-8®. 

— Capitoli per il francese venuto in Sicilia. Ivi 1655 in-8*. — 
La granci-scravaglina, in 3^ rima. Ivi 1647 in-8^. 

i — Ottave per V incarnazione e passione di N. S. G. C. 

— Sopra le sette parole di G. G. in Croce. Pai. 1836 in-lS"". 

— La miseria umana, tirzini. Ivi 1855 in-8^. 

* Più e più altre rime compose questo fecondo verseggiatore , 
benché sfornito di studi: tali sono le Vite de* ss. Hamiliano arciv. 
e mart., ss. Coronati HH., s. Oliva, s. Rosalia , s. Raimondo Non- 
nato: i funerali per le morti degli arciv. Martino di Leone e Pie- 
tro Martinez : canzoni s^pirituali sulla passione di Cristo sul ss. 
Crocifisso, sul ss. Sagramento, sulla Concezion di Maria ecc. le 
quali tutte a tempi diversi han veduta la luce fino a di nostri , 
nelle ristampe del 1835 e 36. 

Vìhc. Galalao, La Dalìda, commedia in 3^ rima. Yen. 1630 ÌQ-12^. 

Giamb. Romano Colonna^ La nenia della B^ Y. quando addor- 
mentava il suo Bambino Gesù. Pai. 1630 in-8^. 

-— La strada dell* inferno delle donne vane in 8* rima. Ivi 1639 
in-8*. 

— Canti spirituali sopra alcuni misteri di Cristo N. S. e di Ma- 
ria Y. Ivi 1635.in-8% 1651 in•12^ "^ Nella ristampa del 1C65 av^ 
vi r elogio deli* autore scritto da Vino. Awria. 

Seb. CiancardOf Affettuoso discorso d* un peccatore, pentito in 
ottava rima siciliana , con alcuni sonetti in lingua toscana. Pai. 
1640 in-8^ 

Manfredo Cremona, Corona di vari fiori, tessuta in musa sici- 
liana. Nap. 1650 ìn-12^ 

Placido Slerlino. Lu Nicoiau eremila, poema sacru. Mess. 165^ v. 
in.8^ 



160 cisnar. XXVI. POKSfA — skz. hi. sicola 

Paolo Catania, Canzoni morali sopra i molli siciliani , lomì VII . 
Pai. 1652-63 in-16\ 

'-^ Tavola alfabelica di tulli i molli cavati da* libri di dette can- 
zoni con Taggiunla dì altre SOO poste appresso. Ivi 1663 in-S*". 

— Teatro ove si rappresentano le miserie umane, e le mentite 
apparenze dì questo fallace mondo in canzoni siciliane in 6" rima 
Ivi 1663 in-8\ 

Isid. del Castillo, Canzoni sacre siciliane. Pai. 1633 in-12*. 

Mariano Bologna, Canzoni in lingua siciliana, secondo la tessitu- 
ra del Petrarca. * Rimasero mss. giusta il Hongilore. Altre son 
pubblicate nella Raccolta del Galeani. 

Tómm. Conti, Fascello fiorito di vari afTetti di un* anima devola. 
Mess. 1636 in-12^ 

Raim. Cinzia Ligijypo , Vita di s. Francesco Saverio , ristretta 
in istrofe siciliane. Pai. 1638 in-8^ 

Giamb. VcUlegio, il Selvaggio, poema buccolico con osservazio- 
ni. Pai. 1660 in-4^. * PubblicoUo sotto nome anagrammatico di 
Luigi Castoni e Ba/calotla. 

Cesare Gramna, Lu caUivu cuntenti capitula riddiculusu in 3* 
rima. Pai. 1662 in-8^. * Stampollo sotto nome di Cesare Vincerà. 

Frane. Frangimare, V antichissima Marsala fulminata, in ottava 
rima^ opera postuma. Pai. 1666 in-8^ 

Frane. Barone, Canzuni supra lu funerali di lu re Filippa IV 
celebratu in Pai. 1666 in-8\ 

— La porta d* Austria, o veru Porta nova rinovata. Ivi 1669 ia-8^. 

— Ma'rtiriu di s. Agata^ poetaa epicu. Ivi 1692 in-8^. 

Giamb. Campisi, La conca d*oro trionfante , ovvero il nobilis- 
simo apparato, ed -invenzioni fatte dagli argentieri di Palermo per 
la solennissima festa di s. Rosalia , ottave rime siciliane. Pai. 
1666 in-8^ 

— U trionfo fallo della festa di s. Rosalia in conca d* oro in 
questa città di Palermo degli orefici ed argentieri in ottave rime 
siciliane. Ivi 1661 in.8^ 

* 

Tinc. BonanhOj V Orfeo rinnovato. Yen. 1668 in-S''. 

Gius. Galluzzo f Decisione poetica d'Amore e Sdegno , chi sia 






iììiì 



AHT. 11. ED17J0M — § II. J^KCOl.O Xtlf. iOl 

pili (li loro poionto': alla qunle si accoppiano alcuni sonelli e can- 
zoni siciliane. Pai. 'l6C0 in-8\ 

r 

Paolo Pauloca. Cnnzuiii sirilinni. di la vita, morti e miraculi di 
s. Filippi! d* Argirò. Pai. 1G70 in-8°. 

1 

\ 

Simone Rati e Requesens , Rime. Yen. 1ft72 in-S" , Nap. 1690 
.in-12**. * Vi sono «i|t»innte poesie sicole od italiche. Son rime a- 
4iiorose, eroiclio. Jui^'iibri, morali, sacre, varie. Alcune di esse ri- 
produsse Ani. di Michele , nella sua Chitarra. Pai. 1680 e 1698 
iij-i". Ilislampale di nuovo e ricorrelle a IXap. 1782 in-8**. 

\inc. Pandolfo, Yila , miracoli e fesfe di s. Lorenzo da Fraz- 
zanò, poema eroico sicolo. Pai. 1672 in-8®. 

Gius, deiln MofUa{ina. La cuccagna conquistala, poema jn 3^ ri- 
a. Pai. 164 ^ in-8^ e 1674 in-12^ 
— La iTiusca formica, poema eroico, hi 1663 in-8**. * In que- 
sti due poenfi si ascose sotto nome di Giamo. Basile. 

Francesca Intrigiiolo calatiese, principessa di s. Flavia, Affetti 
spirituali verso Gesti Maria e Santi éevolamentc esposti in canzoni 
ciciliane. Mess. 1680 in-8"* 

Mario Albioso, Selva di canzoni siciliane. Pai. 1881 in-8^. 

Frane. Palma, La storia di s. Nicolò di Bari trasportata in can- 
noni siciliane. Pai. 1«84 « 93, Trapani 1687 in-«-. 

Giacomo Sortino, Faville spirituali , ottave siciliane. PaU 168fe 
1n-16^. * StampoUe soUo nome di Astromido €ouo$e. 

Giamb. del Giudice, Li quereli amurusi di Battillu, egloga pa- 
sturali. Pai, Ì68S >n-8^ 

— La luritananza di Batlilhi , egtogn piscatoria. Ivi 1684 in-8**. 
* Piihblicolle sotto nome di Giamb. Rasile, Esse poi con altre due 
rivennero a luce nel 188^ in-12^, con dotte osservazioni di Oltn- 
ria Relliay Gulterra della Valle e \inc. Auria. " 

Anna Marcliesa Lavagi , Mazzetto di fiori $j)iritua1i , con una 
raccolta di canzoni e nenie siciliane. Pai. 1687 in-8^ 

Mariano BfUècaio, La corona spirituale in 8* rima, consistente 
nella quaresima sopra ?li Evangeli correnti , Sta-hat Mater , Dies 
•rac, 43 le sette parole clx* olisse Cristo sulla croce. Pai. 1691 in-8*. 



IG2 classi; NXVl. POESIA-r-SKZ. III. 81C-0L4 

— Lu divotu annuali supra T orazioni dommìcalì dell' annu. Ivi 
1692 in.l2\ 

— La vita dulurusa di IH. Y. avvocala di li piccaturi. Ivi 1692 
in-12^ 

— Lucuntfaslu dj la cucjcae di iu surci in 8' rima. Ivi i692 iii-8^* 
— Lu cbiantu di Sicilia per T occursu di la terrerootu iu 3^ ri- 
ma. Ivi 4693 in-8^ 

Giìis. Poma, L' orrendo terren^oto degli 1 1 gennaro , in citava 
rima. Trap. 1693 in-8^ 

Gim. d' Evala, Le tragiche sventure della Sicilia pel tremuoto 
degli 11 gennaro, poema. Cat. 1693 in-S^. 

Tomm. Costanzo, Catania distrutta pri Torrendu e tirribili tir- 
rimotu succ/essu *ntra lu regnu dì Sicilia alli 11 di innaru in terza 
rima. Ivi 1693 in-8^ 

— Lagrìmevoii ottava di can^uni ìticiliani supra In stissa tirrì- 
motu. Ivi e Pai. 1693 in-8\ 

— Lagrimusu raccuntu di lu furtu di lu ss. Sagramentu ni li 
chiesa di li patri Benedittini di Catania, cu la notizia di li pompi 
festivi fatti pri avirisi ritruvatu. Ivi 1697 e Pai. 1698 in-8''. 

— Funestu raccuntu successa in Catania a li 25 di marzo 1118. 
Ivi dett'anno, in-S**. 

§ IH. SEGOLO XVIII. 

fiiamb. Bruno, Fascetto di mirra , ovvero Mazzetto di divèrse 
jcanzoni siciliane sacre, morali e proverbiali. Pai. 1101 inTl2^. 

Accademia in 12 linguaggi senza la lingua siciliana, descHtIa da 
lu sac. Gius. Gargurozza. Pai. 1704 in-4". 

Pietro Flumura , Rime siciliane sopra il festino latto a gloria 
di Filippo V^ e der suo Infante. Mess. 1107 in-8^. 

— Canzuni siciliani in ottava rima in lodi di li signuri ufficiali 
di lu reggimenlu di li Missinisi. Ivi 1108 in-8®. 

-^ Rimi in lodi di lu marcbisi Culonna di los Balvases viceré. 
Ivi 1109 in-8^ ' : 

— A laudi di D. Nofriu Bugliu giudici di la Gran Curii ecc. Ivi 
1109 in.&\ 

— In lodi dinil«»^\ Tribunali di lu rial patrimoni u. Ivi 1110 in-8^ 

— Supra la vittoria di lii invitlu muoarca Filippu Y, e iu fisti? 
m fattu dalla citta di Missina. Ivi illl in-8^. 

— ^^ Supra la fistinu chi fici la stissa città neir acclaniazioni 41 
J' augustu munarca Carlo VI imp. Ivi 1720 in-8®. 



AAT. II. EDIZIONI-— $ IH. SECOLO XVItl. ÌC3 

^ Più altre rime andò pubblicando a lode di gran personaggi é 

« 

Ignazio da Palermo^ Selva di canzoni sacre morali e profane, 
divisa in III parli. Pah 1110 in-12^ 

lapucu d' Orsa di la. Chiana , Rìlazioni dì V entrata di Vittoria 
Amedei!, in ottava rima. Pai. 1713 in-8®. 

Gius. M. Conti j Li dui stanzi eterni cioè T iufernu e lu para-' 
disu, rima siciliana. Pai. 1710 iu-8^ 

• ■ • . • 

JKfic/i. Romeo da Marsala, La lira a due^corde , sonetti e can<« 
zoni siciliane, eroiche e sacre. Pai. 1722 in*8®. 

— La solitudine di Manresa, raddolcita dall' armonia delle muse 
siciliane, ovvero Canzoni allusive alle meditazioni degli esercizi 
di s. Ignazio. Ivi 1728 in-8^ 

— La corrispondenza in Parnasso ovvero la Lira a due corde , 
parte II postuma. Ivi 1731 in-4^. * Questo gesuita marsalese, morto 
nel 1729 si ascose sotto il nome anagrammatico dì Melchiorre Po-^ 
me. Le due corde sono le due lingue italica e sicola, in che seris-* 
se: oltre alle quali lasciò ms. un volume d'altre 700 canzoni nel 
dialetto nostro. 

Giacomo Petrelli^ V amico fedele e la madre di famiglia, eglp- ' 
ghe. Pai. 1724 in-4®. * Le stampò sotto nome di MefiOda Tata- 
mino; e sono parafrasi dell' egloghe italiane di Bem. Baldi^ e delle 
napolitano del cav. Basile. 

Gesualdo- Maria Adi Palermo, laico cappuccino (detto nel secolo 
Salv. Sonomolo)] li sacro Parnasso, diverlimenlo cristiano di ai- 
cune canzoni a profitto spirituale delle anime. Pai. 1731 in-16^. 
* Stampelle sotto nome d' un divoto di 6. M. e G. 

Luigi Sarmento, La viva mortu, elTettu di lu piccata di la car-> 
ni, causata da la vana e brutta amuri di li donni , causa princi-' 
pali d'ogni piccata. Pai. 1734 in-12''. 

* Stampone sotto nome di Ani. Damiani. Centra questo com-> 
ponimento in difesa del loro sesso leyaronsi le due poetesse se^ 
guenti* 

Genefa Bisso, La difisa di li donni in risposta a la Viva mortu^ 
Pai. 173? in'^12^. * Si ascose sotto il nome accademico di Zire- 
nide Castana. 

Dorotea Isab* Bellini Guillon , Sintimenlì in difisa di lu sessu 
fimmininu. Cat. 1735 in-12^. * Li produsse sotto nome anagram* 
malico di Isab. Teodora Longuilel Nilbeli Napoiilana. . 



!G4 CLASSK \\\l. PORSIA — Sf.Z. 111. SICOU 

* A queste due donne corsero come ausiliari due uomini, e so- 
no i seguenli. 

Vinc. di Blasi e Gambactirta , La verità manifestata in &vor 
delle donne in risposta al libretto, lu Vivu mortu. Pai. 1735 in-i2^. 
* Questo fratello di Salvadore ed Evangelista di Blusi la scrisse 
in prosa italiana. 

Pietro Pisani, Apologia filosofico-storica, in. cui si mostra il sesso 
delle donne superiore a quello degli uomini. Cat. 1137 in-4^, * É 
questa descritta in versi endecasillabi, ma contr* essa venne il se- 
guente scrittore. 

AtU. MoUnaro, La verità vendicata, risposta alla detta Apologia 
a favor delle donne, con in fine una breve Istruzione per manie* 
nere la bella armonia co* loro mariti. Cat. 1840 in-4^. 

« 

L'amicu fidili o siano li Cunsigghi di T omini e di li {immtni 
chi s' hannu a maritari, egloglii dui. Pai. senz*annu. 

GiOn Ciisafi, La vita di nostru Signóri Gesù Cristu, descriUa in 
canzuni siciliani. Mcss. 1736 in-8**. 

Ang, Serio, Cannoni siciliane sacre morali ed indilTerenti, dedi- 
cate agli accademici della poesia siciliana, detti li Pescatori. Pai. 
1739 in-8^. * Divulgolle sotto nome anagrammatico di Olao Segnerié 

Giu8. Giuffrida, Canzoni composte in siciliano^ e tradotte in la- 
lino. Cat. 1754 ìn-4\ 

Fidili di s. Maf/iu cappuccinu, tu giuvini adduttrinalu pri nun 
atlaccarisi a li vanilà di slu munnu, in versu otlunariu. Pai. 1774 
in-8®. *.Vi si aggiungono nello stesso dialetto molli proverbi con- 
formi a quelli della Scrittura. > 

Binidilta Annuleri, Viaggiu dulnrusu di Maria ss. e dì lu pa- 
Iriarca s. Giuseppi in Bellemmi, divisu in 5 jorna. Pai. senz' an- 
no ìn-12\ ' 

Seb, Catalano, La forbicia in prospetlu , o sia la mala lingua 
scuverta e confutata, puema. Pai. 1774 in-^l^"^. 

Kic. Mcosia, Canzoni siciliane ed italiane ad uso delle sante mis- 
sioni. Cai. 1775 in-8^ 

Leop. Scherli, Saggio di poesie siciliane, aggiunte alle sue ri- 



AUT. II. INDIZIONI — $ IH. SECOiO ^IVIII. Ì6S , 

me italiane. Verona i117 in-8^ * Benché veronese, 1* autore si 
piacque di verseggiare nel nostro dialetto da lui appresso e gu- 
stato. 

Sief. Melchiorre^ Poesie siciliane giocose , serie e morali. Pah 
178>S in-8^. * Era Fautore beneflciale di s. Giovanni i Lebbiosi. 

Gius. Leonardi, segretario dell'Accademia etnea, Supm lu vi- 
nu, si sia utili o dannusu a li viventi, puema. Cat. 1789 in-S"". 

» 

G. A. M. Salta, Molti e concetti siciliani. Pai. 1789 in-S"". 

Gius. Lombardo Buda, Sulla necessità prìneipale origine d* o- 
gni bene, poemetto. Cat. 1790 in-8^ 
— Gefiragoneido (ossia Sopra un ponte) stanze saffiche. Ivi ia-8^»^ 

Giamb. la Cetra da Vittoria , Viaggio pel sistema planetario , 
poemetto soherzevole. Pai. 1793 in-8®. , 

Sav. Landolina, Canzone e rime varie , inserite da Gio. Enr. 
Bartels nel voi. IV del suo Viaggio di Calabria e Sicilia. 

FU. Triolo da Trapani, Il Fileno^ ottave impresse nella raccolta 
di Yinc. di Elusi. 

Cam. Reina, Sulla rubata sacrosanta ostia nella c.'vttedrale di 
Catàaia, terza rima siciliana. Ivi 1796 in-8®. 

§ IV. SECOLO XIX. 

Gio. UeU, Poesie «leiliane, tomi V. Pai. 1788 in-12^ * Queste 
la prima edizione del più celebrato poeta siculo che vanti Sicilia. 
Ogni genere di poesia fu da lui trattato con lode, buccolica, ele- 
giaca, «pica, capitoli, lettere, odi, canzoni, sonetti^ satire, favole, 
poemi bieriieschi , poema eroi-comico , ditirambo , e perfino una 
Tarsetta intitolata « Li Palermitani in festa pri la vinuta improvisa 
di S. H. Firdinandu III. 

* Una seconda edizione in VII volumi fu fatta nel 1814, un anno 
innanzi la morte dell* autore che già coatavane 35 di vita sua. ' 
Un altro volume postumo .ne fu pubblicalo al 1820, contenente al- 
tre poesie inedite , premessavi da Àg. Gallo una breve biografia 
del poeta. 

* Una terza edizione delle opere tutte del Meli venne eseguiia 
da Frane. Abbate in Vili volumetti in-12'', al 1830: e poi una 
quarta da Mieli. Roberti nel 1838 in un solo volume in-i*'; pre- 
messovi r elogio deir autore da Rem. Serio^ che vi 'aggiunse le 



166 CLASSE XXVI. POBSU— 4KZ. 111. SICOU 

sue Osservazioni gramamticali della lingua siciliana, ed un Diziona- 
rio ctelie voci e maniere piti oscure di questo poeta. Vi son anco 
riprodotte le opere in prosa del medesimo. 

* Senza tali aggiunzioni è stata replicata la quinta edizione nel 
1839, la sesta nel 1846, la settima nel 1847, la ottava nel 18o3, 
la nona in dettVanno , premessa la relazione della solenne tras- 
lazione del corpo di Meli nei tempio di s. Domenico , ed annes' 
sovi in fondo un lessico delle, voci più astruse per gli stranieri. 

* Queste poesie han ricevuto V onore di venir trasportate in ita- 
liano, in inglese, in latino, e perfino in greco da vari che a ^uo 
luogo nomineremo. 

Ymeranéo Cangi, Avvertimenti di cristiana morali/ misi a pettu 
di r insignamenti fausi di lu demoniu, poema siciliana in versi ot* 
tonarl. Cat. Ì792 in-8^. 

— Canzuni anacreontici supra la nascita di G. Cristu e supra lu 
paradisu^ cu I* aggiunta di alcuni autri chi formanu una parafrasi 
di la Salve regina. Méss. 1802 in-8^ 

— Favuli ed autri poesii. Cat. 1816 in-8». 

— Secunda edizioni accresciuta di poesii e favuli inediti, di la 
vita di r anturi, e di dui discursi critici di Gius. Ragonesi , sa- 
pra lu meritu poeticu di la presenti opera. Cat. 1839 in-8®. . 

Ani. ScadiUiy Poemetto sopra la monarchia. Pai. 1799 in-S®. 
* Festeggia la venuta di re Ferdinando in delt' anno. 

— Lu munnu rivutatu. Ivi 1815 in-8®. * IVarra i fatti del famoso 
Conte Cagliostro. Altre sue ottave rime come l'Aurora, T Armonia, 
il Capo deir anno, si leggono neir anno poetico pubblicato da Gius. 

. Banura. ' 

Gius. Vitali e Salvù, La Sicilia liberata, poema eroica siciliana, 
tomi y. Pai. 1815 in-12^ * Descrive la liberazion della Sicilia dai 
Saraceni per opera di Ruggiero, ad imitazione della Gerusalemme 
liberata del Tasso. Questo poema fu da lui composto posciachè 
divenne cieco d*annì 38: mori d*anni 55 nel 1789 ^ e lasciò in- 
compiuto un altro poema sulle disgrazie di sua famiglia, con altre si- 
ciliane poesie. Una versione di quel poema n' ha fatta il dott. Tinc. 
Ifavarro da Ribera. 

Mar. Grassi, Giudizio sulle favole siciliane di V. Gangi, « av- 
viso d*. una dissertazione inedita sulle medesime, ove si esaminano 
a confronto di quelle de* diversi favolisti d' Italia e d* oltremonti: 
nel Trovatore, giorn. di Cat. 1840 in-12^ 

■ • . • \. ^ 

Frane. Mattia Gueli , Li pinzerì di Damuni ostaggiu di Pixia 
ntra la carzara di Dionisio , ottavi. Pai. 1808 in*8^. 

— Favuli siciliani. Ivi 1815 in-12**. 



AIIT. II. E0IZIOlll-^§ l¥. secato XIX. 167 

Gio. Levante, Lettera morale e poesie siciliane istrottive. Pai. ' 
1813 in-r. 

Gius. Marraffini, Poesie siciliane, voli. II. Cat. 1813 in-8**. * 11 
Yol. Ili usci al 1843. Vi si cootengono favole, idilli, anacreontiche, 
canzonette ecc. 

— Li successi di T annu 46 e 41 in Catania. * Poema in ottava 
rima, di cui pubblicò il programma , naa rimasM) inedito per la 
sua morte avvenuta in gennaio 1830. 

— Lu Basìliscur— Altro poema in XIV canti di maggior origina- 
lità, lodato dal suo necrologo p. Bondìce paolotto. 

Dom. Tempio, Operi, tomi III. Cai. 1814-15 in-S*. •Visi conr 
tengono poemetti % satire ^ nel quale genere oltrepassò le giuste 
misure: più altre sue composizioni o impudiche o mordaci non vir 
doro la luce. Va ditirambo fu pubblicato col poema siciliano di 
(iiu8. Leonarài da Catania sopra il Vino: altre sue rime son ricom- 
parse dai torchi di Malia che molto le apprezza. 

— La carestia (ovvero la insurrezione avvenuta in Catania per 
mancanza di pane, al 1797). Cat. 1850 in-4^, ^ Sono XX canti , 
dei quali n' avea di già) dati degli squarci fjl oav. Agatino Lonr 
go nello Stesicoro, n. 1, aprile 1835. L' autore era iportQ d* anni 
70 in fèbraro 1821. 

Vine. Cardile, Lu triunfu di la paci ed antri poesii. PaL 1IB14 in-8^, 

— Capitulu. ^ Fu questo il suo ultimo componimento riportalo 
col suo elogio nel t. XIV del Giornale di scienze ecc. composto, 
(dal sac. Lor. Coco-Grasi^o* 

Carlo Felice Gambino, Poesìe siciliane. Cat. 1816 in«8®. 

Gius. Gentile da Sortine, Prose e versi siciliani. Cat. 1816 in-8^. 
• Sono odi panegirici nel nostro dialetto, a che filtri ne annette 
in italiano. 

La fortuna consigliera, rime siciliaiie. Pai. 1819 in*8®. 

• * » . ■ . 

Ign. SdmoneUi, Poesie varie, voli. II. Pai. 1826 inr8**. * Hel 
t. I vi è 17 idilli; nel 11 Odi, sonetti, capitolile un poemetto pa- 
storale. 

— Due idilli di Teocrito tradotti : nel n. 108 Hel Giornale di 
scienze. ecc. Gli altri rimasero inediti, 

— Diluvio ijTniversale^ poeina di nove canti in ottava rima: rimase 
ms. con cent* altre sue rime. 

Canzoni siciliane ed italiane per uso di s^cro missioni. Pai. ljÉ$^7, 
e più ailre volle, in-12**. 



16S €UHSE XXTI. PI^KftU — %Vl. III. SICOLA 

' Giu$. Marco Calvino, Di la BalFacumiomachìa di Omeru, tradii- 
tioni libera in sìcilianu. Trap. 1827 ]n-12^ 

— Idillidi Teocrito, traduzione libera in siciliano, hi 1830 in-12®. 

Proverbi e canzoni siciliane in ottava rima, libri III. Mess. 1829 in-8*. 

Gius, la MatUia , Visioni chi rimetti un piccaturi a la grazia , 
cantu in terza rima. Pai. 1831 in-12^. 

— Un piccaturi a li pedi di Gesil crucifissu, e di la sua santa ma- 
iri Maria addulurata, libri II. Ivi 1833 ia-12^ 

Tuttu lu munnu è comu casa nostra, cicalata. Pai. 1832 in-8^ 

Co». Gio. Sardo^ Cicalata siciliana sul vino, inserita nella rac- 
colta delle Cicalate etnee. 

-^ Allra in lode deli' acqua nevata, letta nell* Accademia degli 
Etnei, mss. 

Frane. Lombardo mazzerese, de*Hinimi, Cicalata. Pai. 1834 in-8^. 

Carlo Amore medicano, Poesie siciliane^ t. II. Pai. 1833 in-i2®. 

Gio. Alcozèr^ Poesie siciliane, t. I. Pai. 1836 in-8®. 

* Contiene favole, e parafrasi di varie odi di Orazio e di sonetti 
del Petrarca^ il t. II non è finor pubblicato , dacché V autore fu 
fatto parroco del R. Castello^ e poi passò agli estinti, 

AnL Modica, Alcune poesie, aggiunte alla biografia di lui , in. 
calce al t. LXII del Giornale di scienze ecc. ^ 

NicuKnu Schifanu da Chiusa, Stanzini siciliani supra lu piantu 
di Maria ss. Pai. 1836 in-12^ 

Frane. Cangemi^ La vinnilta di la luna. Pai. 1836 in-8^« 

Piilru FaddMni, Canzuni sacri, cu 1* aggiunta di li 7 pareli di 
G. C. di M. «ruscatu. Pai. 1836 in-16''. 

AìU. GiuMa^ Anacreontina siciliana. Mess. 1839 in*12^. 

Frane, di Felice da Catania, Poesie liriche. Pai. 1839 ìn-8^ 

Liopoldu MimUiUay Lu trivniu in casa , o sia la soggira e la 
fiora, commedia in 3 atti. Pai. 1841 ]n-l2^ 

Ciiduta di Lucifero ecc. ottaire rime. Pai. 1842 in-8''. 



ART. II. EDIZIONI — § IT. SKCOLO XIX. 169 

Cav. Frane. CamarieriOy Poesie siciliane. Mess. 1842 in-S**. 

Frane. MoUii, La metamorfosi di G. Polle e di Mario Vecchi, 
ottave. Pai. 1843 ìq-12\ 

Giamb, Marini, Il lamento di Cecco da Varlungo, Irad. in versi 
siciliani. Pai. 1843 in-12^ 

Ani. la Manna, Poesie liriche: slanno colle Odi di Anacreonle 
da lui tradotte in versi siciliani. Pai. 1843 in-S'^. 

Carm. Piala, Poesie siciliane. Pai. 1844 in-12**. 

— IVina, novella in versi siciliani. Ivi 1845 in-18\ 

— Li beali Pauli, Liggenna popolari. Ivi 1849 in-16^ 

— Lorerizu e Rita, Raccuntu di lu seoulu XVni(inVI canti). Ivi 
18S1 in.l2\ 

— La cunlintizza in sonnu, scherzi. Ivi 1834- in-12^ 

Frane. Figliuoli , In morte di Fed. Crespi basso-cantante da 
Parma, ottave siciliane. Pai. 1844 in-,8®. 
* Compose odi ed altri cai»mi per diverse occorrenze. 

Diego Costarelli, Poesie italiane e siciliane. Aì^i-Reale 1844 in-8''. 

Can. Salv. Gnassu Gambinu, Versi. Acireale 1845 ln-12**. * So- 
no 46 favole, 10 cantilene, ed altre rime. 

— Poesii siciliani, ccu l'aggiunta di li Pasturali siciliani e d*au- 
tri cumpunimenti poetici latini ed italiani. Cat. 1850 in-8^. * £vvi 
pure tradotto in versi di vario metro il mattutino della festa del Cor- 
pusdominì. 

— Poesii morali e sacri. Ivi 1851 in-8®. * Sono ottave morali, 
cavate dalla scrittura , ed inni ecclesiastici tradotti, oltre a vari 
di sua invenzione in' lode di Santi. 

Sal/v. Rossi' Bonanno, La buccolica di Virgilio in rima siciliana, 
con altre sue egloghe. Aci-rcale 1843 in-8®. 

— Li Treni di Geremia profeta ed antri biblici componimenti , 
spiegati in guslu peeticu siciliani!. Ivi 1853 in 8^. 

Tomm. d' Amico , La cilarra siciliana pri la villeggiatura. Pai. 

1847 in-8». 

. Ant. la Fola, ,V innocenza riconosciuta in s. Genuefa germanisa. 
Cai. 1847 in-16». 

Scella dì poesie liberali siciliane, d'un amico del popolo. Pai. 

1848 in-8». 22 



170 GLAS.SI': XXVI. POfiSIA<— SKZ. III. SICOU 

.te 

Lu cunsigghiu di li zingari in ottava rima. Pai. ISSO in-12®. 
Li biati Pauli, liggenna. Pai, 1850 in-18^ 

Gius. Piaggia , Versione siciliana degr idilli di Teotrito. Pah 
1831 in.8^ 

* Quivi si annunzia una sua tragedia, Rpsidda: la prima in que- 
sto dialetto. 

P. Vinc. Bortdiee paolotto, Cicalate sopra la vita quaresimale. 
Cat.- 1843 in-8\ 

— Idilliu pri la morti di Joli. Ivi 1843 in-8\ 

— Inni sacri del Breviario romano , colle quattro seguenze del 
Messale, tradotti in lingua siciliana, con note, voli. II. Cat. 18iSin-8^. 

— Proverbi siciliani in ottava rima ridotti, voli. n. Ivi 1845 in-S**. 

— Per la venuta del Rmo P. GasperoMontenero salernitano, ge- 
nerale de' minimi, poesia siciliana. Ivi 1845 in-8^. 

— Argonienti al poema di Dom. Tempio, la Carestia del 1798. Ivi 
1848 in.8^ 

— Capìtulu in lodi di la lingua siciliana , e di li soi scritturi. 
Ivi 1850 in-8^ 

— Al merito del M. R. P. Gabriele Nastasi , eletto provinciale 
» de' Minimi, visione. lyi 1851 in-8®. * Vi son annesse Note biogra- 
fiche de' soggetti quivi laudati dell' Ordin suo. 

-r- Capilulu pri l' edizioni di 1' operi in lingua siciliana di lu can. 
D. Salv. GrassU'Camminu d' Aci-reali. Ivi in-8*'. 

— Poemellu pri l'infausta morti di l'illustri D. Franciscu Pa- 
terno Casteddu, duca di Cercaci. Ivi 1854 in-8^. 

Tom. Moncada^ Ritratti poetici di l'uomini illustri catanisi. — 
Li quattru gioi fausi. — La partenza di stu munnu. — Favoli morali. 
* Poesie inedite, lodate dal prenominato Bondice nella Necrologia 
di lui. Cat. 1850 in-8®. * Sole di lui abbiamper le stampe le ver- 
sioni sicole delle Odi d' Anacreonte e della Buccolica di Virgilio 
a suo luogo da noi riportate. 

Ab. Ant. Modica, Poesie raccolte ed annotate dal sac. Pietro 
Gambino. Pai. 1855 in-8^. * V'ha rime sicole di svariato metro ed 
argomento. 

Giamb. Marini, lirichi siciliani. Pai. 1855 in-8^ 



SsV:V;>l' 



CLASSE XXViU 



POUGRAFIA 



L' imperio deir amena letteratura egli è cosi esteso che non si 
appaga alle due per altro vaste ed opulente Provincie della Elo- 
quenza e della Poesia : ella pur sottomette alla sua giurisdizione 
quante pur tra loro disparatissime forme di scritti che sottrag- 
gonsi allo scettro delle severe scienze. Codesta moltiplicità di ela- 
borate produzioni quella è che noi qui comprendiamo sotto la ge- 
nerica dinominanza di Poligrafia. 

A questa pertanto riduciamo e Polimatie e Grestomatie e Edi- 
zioni e Versioni di Glassici. Quello poi che sotto questi quattro 
titoli vogliamo intendere, si Tara chiaro al principio di ciascheduno. 



SEZIONE I. 

POLllHATIE 



Questo vocabolo di greca origine suona addottrinamento di molle 
cose. E di cose molte infalti traila la Filologia, di molte la ciitica; 
che fanno la prima divisione della Polimatia. 



AliT. 1. FILOLOGI 



Così chiamiamo coloro che scrissero di materie varie spettanli 
a studi d* umanità; e ne scrissero chi in Ialino, chi in volgare. 

§ I. LATINI 

Io. Phil. de lAgnamine mess. De sibyllis. Romao U81 in-i''. 
* Quest' opera usci da* tipi che 1* autore avea stabiliti nella stessa 
sua casa in Roma, dove stanziò caro ai Pontefici. 



i72 cussn XXVII. poligrafia— skz. i. polimatie 

Ludi Marinei^ De Parcis liber., * Fu impresso colle sue Epi- 
stole ialine a Yagliadolid 1514 in fol. 

Frane. ill/on^eteomdcalataj.Arliriciummcmoriae.Neap.1567 in-8^. 

Hier.^ Regii pan. Lìnguae lalinae commentarli tres : De %mei\- 
data loculione, De figurato sermone, De amplificanda oratione. Yen. 
I068, et Coloniae 1509 in-8®. * Fu l'autore creato in Ispagna re- 
gio cappellano di Filippo li; poi arcidiacono di Girgenti , abbate 
di s. Lucia, e capeilano maggiore del regno di Sicilia. 

Io. Ant. yiperani mess« De scribendis yirorum illustrium vitis 
sereno. Perusiae 1570 in-8®. 

— De scribenda historia liber. Ibi 1570 in-4^. 

— De naturali sciendi cupidìtate ; De utilitale scientiaruoi ; De 
consensu disciplinarumt etc. Antuerpiae 1581 in-8^ 

frìderici II imp. et regis Sicilìae, De arte venandi cum avibus 

cum additionibus Manfredi regis: addita nonnulla Alberti Magni sub 

nomine de Falconibus, Asturibus et Accipiiribus. Augustae Yinde- 

licorum 1570 in-8?. 

♦ 
Leon. Orlandini drepan. Yariarum Imaginum libri III. Pan. 

1505 in-8**. * Lasciò- mss. i cementi sopra i XU libri de* suppo- 
sti Oracoli delle Sibille. 

//ter. Slatrangae pm. C. R. De Academia, syntagmala YII. Pan. 
1637 in-i**. * Yi ragiona delie scuole di ogni età e di ogni nazio- 
ne , come avea fatto il Middendorpio nel trattato u De academiis 
universi orbis ». 

Andrece •Cirini mess. C. R. Yariarum lectionum , sive de Vena- 
lione heroum, libri II. Mess. 1650 in-4®. 

— Yariarum lifìctionum de urbe Roma , eiusque conditore Ro- 
mulo, liber singularis. Pan. 1665 in fol. * Questo nobile teatino 
lasciò mss. altri due libri (( De interregno urbis Romae , eiusque 
l'cge Numa Pompilio; voi. IH, De obeliscis, pyramidibus, saxis et 
coluranis Aegypliorum ]) , e più altri trattati presso il Mongitore. 

Mauritii de Gregorio, Encyclopacdia, ìdest Omnium scienlìarìum 
circulus ad sensum Prooemii in IV libros D. Tbomae centra Gen- 
tiles. Neap. 1652 in fol. 

. 
Frane. Turani , De praecedentia et habilitale doctorum. Yen.* 
1665 in.4^ 

Jlier. Marafiotae mess. Gazopbylacium artis memoriae, vel Fon- 



i 



ART/I. PaOLOOl— § I. LATmi 113 

damenta artìficialis memoriae. * Pubblicato eoi trattali di Tarn, 
Schenckel e d' altri sullo stesso subbietto. Francofurti 1678 in-4^. 

Steph. Abbatis pan. Conipendium Theatrt i^ilae hmnanae in tre» 
tomos distributum. * Ricordasi dal Hongitore , come prossimo a 
yeder la luce. 

Io. Bapt. Graphei, Humanitatis cursus , cuius breviora ad bo- 
narura artiura semìtam consequendam praecepta sexdccira an- 
nqs Mamerlinae Palladis candidatis in eodem seminario diclaverat. 
Mess. 1698 in-4*. 

Io. Brancaccii^ Ars memoriae vindicata. Pan. 1102 in-12®. * Que« 
sta beli* opera vien commendata da' giornalisti di Trevoux 1102 
maggio, e 1106 giugno; e dagli eruditi di Lipsia 1103 febbrara. 
L'autore lasciò ms. un più copioso trattalo sull'Arte della memo- 
ria distinto in tre libri. 

Hier. Bagmae motycensis, Fragmenta Progymnasmatum diverso- 
rum. Yen. 1106 in-8^. * Lasciò pur mss. e Problemi e Questioni 
e Paradigmi e Parafrasi ed Opuscoli vari raccordati dal Mongitore. 

/o. Lud. yivis^ Colloquia familiarià ad usum scholarum. Pan. 
1633 io-8^. * Questo autore e i seguenti sono stranieri, ma le lor 
opere .fur in uso ai nostri ginnasi. 

lac. Pantani S. I. Progymnasmatum latinitatis sive Dìalogorum 
sclectorum libri II ad usum gymnasii Soc. lesu. Pan. 1122 in-12^. 

Frane. Pamey S. I. Colloquia etbico-scholastica , partes II ad 
puerorum insiilutionem. Pan. 1122 in-12^ . 

Io8. luvencii S. I. Hythologiae summarium, editio post muHas 
romanas et venetas, secunda sieula, ad quam nunc primum acce9(- 
sit appendix de Deabus. deorum effeclricibus, auctore Frane» Po- 
mey, ad usum U. Acad. Pan. 1181 ìh-12^. 

§ II. ITALIAm 

Gir. Cammarala, Trattato dell' onor vero e del vero disonore. 
Bologna 1561 in-^. 

— Questione dove si tratta chi più meriti onore^ se la donna o 
r uomo. Ivi 1S61 in4*. 

— Questione dove si tratta chi più meritf onore^ se il soldato o 
il Iclleralo^ Ivi 1567 in-4^. 

— Questfone. dove si tratta chi più meriti onore, se il legista o 
r artisUi. Ivi 1$61 in4^ 



114 CLASSE XXVII* P0U61UFU— SEI. I. POLIHATIB 

Argistro Giuffredo da Palermo , Trattato della gloria umana. 
Roma 1588 in-9\ 

« 

Ciac, de BenedictiSy Seha di vaile cognizioni sacre e profane. 
Wap. 1630 in-S^ 

Giambi de Settimo, Argomenti alle favole boschcrecee di Pie' 
tro Michele. Yen. 1643 in-12% 

Già. Yentimigìia, Della Parentela de* Mamerlini co* Romani, e 
Osservazioni sopra i libri di Cicerone « De finìbus )) : tra le Prose 
degli Accademici della Fucina, lìb. IL Nap. 1669 in-4''. 

Biagio Garofalo^ Considerazioni intomo alla poesia degli Ebrei 
e de' Greci. Roma 1707 in-4**. 

— Ragionamento in difesa delle Considerazioni sopra il libro di 
Rcn pensare. Ivi 1708 in-4^. 

Ign. Frane. Wmnt paleologo^ Divertimenti geniali. Roma 1715 
e con aggiunte 1722 in-4V * L'autore fu cavaliere maltese, e poi 
patrizio romano. 

Isid. Bianchi, Delle scienze e delle arti, diss. apologetica col- 
r aggiunta dì alcune note. Pai. 1771 in-4^. 

— Meditazioni sulla pubblica felicità. * I primi due libri fur inseriti 
nelle Notizie de' letterali. Pai. 1772-73: ìndi ricorrelli e cresciuti 
di un terzo libro usciron soli nel 1774 in-12^. 

Cognizione della mitologia per via di dialogo , con un piccolo 
dizionario mitologico per uso degli studenti , ediz. 5*. Pai. 1774 

in-rr. 

Biblioteca galante. Pai. 1778 in-12'^. • Quest' è un' accolta d' ar- 
ticoli filologici dettati da vari. 

Gius. Turturici, Lettera al Pignotti sulla preferenza da dare nello 
scrivere allo stil degli antichi o a quello dei moderni italiani. Pai. 
1790 in-8^ 

Bar. Agost. Forno, Opuscoli vari, voli. II. Nap. 1792 in^**. 
* Versano intorno ad argomenti storici, critici, filologici. 

• 

Gius. JS. Capodieci, La calligrafia storica, crìtica^ teorica^ pra- 
tica. Sirac 1794 in-4®. * Vi parla delle lettere e de' caratteri delle 
varie nazioni , della tachigrafia e delle sigle degli antichi , degli 
autori che n' hanno scritto e di (pianto appartiene a scrivere con 
eleganza. 



ART. II. FILOLOGI — § II. ITALIARI I7S 

Gian Agosl. de Cosmi^ Elementi di filologia italiana e latina , 
t. III. Pai. 1796-180S in-S*. 

Greg. Idardo , Saggio sul carattere proprio e distintivo della 
grammàtica, eloquenza e poesia, corredalo d' annotazioni deli* au- ' 
tore e di Giamb. Giarditia, Callag. 1814 in-4^. 

Ang. Allegra, Saggio ^lle delizie della campagna e del mare, 
riscontrando ed elogiando le Opere di Iacopo Sannazzaro. Hess. 
1821 in-8^ 

— Saggio sulla necessità di studiare la lingua latina. Ivi in-8^. 

Mich. Conlarini, Prose e Poesie varie. Pai. 1823 in-4*. 

Salv. Platania^ Opuscoli due. Cat. 1828 in-8^. 

Can. Gio. SardOy Dell'indole della lingua italiana: nel t. IT 
del Giorn. lett. 

Cav. Ang. d' Angelo Palumbo^ Intorno allo stato della lingua 
italiana in Sicilia: nel t. X del Giornale medesimo. 

Lem. Vigo, Principi d^lla filosofia della storia. Pai. 1830 in-8^ 

Nic. Castellana, Discorsi e lettere. Pai. 1830 in-8^. 

i 

Gio. Schivò, Saggio sulla filosofia delle belle lettere. Pai. 1831 
in -8^; e nel n. 91 e seg. del Giorn. di se. lett. ed arti. 

Ambr. Baldi genovese, Operette letterarie ed erudite. Pai. 1833 
in-8^. * Vi ragiona sullo studio della lingua italica; sulF idillio li- 
rico; sui poeti anteriori ad Omero; sulla teologia dei gentili ; sa 
due prese di Troia. 

Emm. Pilo , Miscellani^e di letteratura italiana e latina. Pai. 
1834 in.8\ 

Salv. Costanzo, Il poeta romantico, dialogo. Trap. 1835 in-8*. 

PiePro Gìdli, Corso di studi normali secondo la filologia del de 
Cosmi. Pai. 1835 in-8^. 

Socco Pugliese da Scordia, Discorso esegetico per M. Tullio Ci- 
cerone poeta. Cat. 1837 ia-8^« * Discorre le qualità poetiche del 
grande Oratore romano. 



176 CUSSR XXVII. POUGBAFU—SKZ. I. POLUATIb' 

Ben. CaMtigìiaj Stadi. Pai. 1836 in-8^. * Contiene un discorso 
su le origini e i progressi della lingua italiana; un altro su quei 
. della storia antica e moderna ; una scienza dell' immaginaziotie ; 
una sposìzione della scienza nuova ecc. 

— Opuscoli tre. Ivi 1838 ih-8^. * Riproduce in parte gli scritti 
anzidetti, in parte ristampane altri. 

ilT. Giw. Crispi, Discorsi sopra la pronunzia della lingua greca — 
sopra i pregi intrinseci di essa. — Sopra il dialetto parlato in Sr- 
cilia. — Sopra le novità introdotte nella grammatica patavina del 1819. 
* Leggonsi con più altri tra' suoi Opuscoli di letteratura. Pai. 
1836 in-8^ 

Gio. Costantiniy Sullo scopo della divina Commedia. Pai. 1838 
in-8\ 

Cav. M. Acelo, Riflessioni sopra detti Opuscoli. Pai. 1839 in-8^; 
e nel t. X^V dell* Effemeridi, n. 67. * Sono un'acre censura. 

Melch. Duèmet^ Sul I Canto della divina Commedia: nel n. SI del- 
l' Effem. Sicole. 

Frane. Agnetta, Sopra quel verso di Dante a Forse cui fiuido 
vostro ebbe a disdegno x: nel n. 78 di esse. 

FU. Yillari, Sulla divina Commedia di Dante. Pai. 1842 in-8^ 

Cav. Gius. Fardella, Sopra Y apoteosi fatta cantare in cielo da 
Dante a Beatrice: nel t. LUI del Giorn. di scienze ecc. 

Frane, di Feliee, Cenno sul merito della poesia siciliana : nei 
num. 10 e 11 del Trovatore, giorn. di Cat. 1839 in-i"". 

Biecardo Mitchell, Sui segni che V uomo adopera onde parlare 
co' lontani. — imore allo studio. * Articoli inseriti neir Oreteo, giorn« 
di Pai. 1839. 

— Rischiarimenti sur alcuni pàssi di Dante: nel t. LlV, 

Luigi Castellana^ Cenni sul sublime: nel t. LIII. 

Frane. Chilardi, Trattato di Calligrafia con tavole incise , ed 
una raccolta di composizioni d' inchiostri di varicolori. Pah "1844 
in.8^ 

Paolo Culirera , SuH' origine del linguaggio ; memoria estralta 
dalla Rivista napoletana, 184S in-8^, 



ART. I. FILOLOGI— 5 II. ITALIA:^! i77 

Giulio Carapczza, Sulle erotiche poesie, poche idee. Pai. 1840 
in.12^ 

Ottavio lo Bianco, Alcìine prose. Pai. 1840 in- 8®. 

Vinc. na/cai*ro. Alcune pinose. Pai. 1841 in-8^. 

Vinc. Ricciardi, WiscÒTsi sulla lingua italiana. Pai. 1842 i^-8^ 

Pietro Lama, Belo spirilo di associazione* Pai. 1842 m-W. 

Gio. Saccano , Ragionamenlo suHu dignità e i pre^i della lin- 
gua del Lazio. Mess. 1843 in-8^. ^ 

Giamo. CaètigUaj Opuscoli. Pai. 1844 in-8''. 

Frane. Paolo Perez , Prose e poesie edite ed inedite. Pai. 
1845 in-8^ ^ 

Gius. Monasta / Kìcnne prose di genere didascalico e crilico. 
Mess. 1846 in-8^ 

Ant. Maugerì M. 0* Sull' origine delle lingue parlale : saggio, 
estemporaneo pel concorso a una cattedra di Cat. 1846 in.-S^. • 

Carni. Allegra^ Prose di vario genero. Mess. 18^6 in-8*. 

Giv», 0/fat?iani^ Riflessioni critiche su detto opuscolo. Ivi1846in-8*. 

Gius. Bozzo, Discorsi sopra la divina Commedia. Pai. 1848 in-8*, 

— Memoriasul* uso deUamilologìaneiyerHi dei moderni. Iviin-8^. 

Mario Yillareate delle Scuole pie, Prose, Pai. 1830 in-8*. 

— Ispirazioni e fantasie. Ivi 1834 in-16**, 

Tinc. la Rosa, Prose. Cai. 1832 in-8'*. * Contengono elogi , 
discorsi, lettere, già pubblicati in diversi periodici, 

§ III, ESTETICA 

Sotto tal nome vengono i trattati che insegnane la scienza del 
Bello, sia questo ideale, sia morale o fisico. Il Bello si ricerca , 
si commenda, si ammira principalmente nelle opere di amena let- 
teratura e di arti, liberali: ond* è che vengono dinominale Belle let- 
tiere e Belle arti. 

Quest' è ireramente una scienza novella fra noi; e quindi non fa* 

2a 



178 ; €LA5;.^R XXVII* POLIftRAFlA — SKK. 1. POLIHATIE 

r^ maraviglia il veder qui indicati non altro clie pochi scritti su 
tale subbietto. - 

Vinc, tedeschi, Piano d' un trattato di Esleticologia. * Leggesi 
nel t. IV del giornale di scienze lettere ed arti. 

Bar. Gius. Zappulla , La scienza del bello. Pai. 1830 in-8*. 

* È il libro I, che tratta del primario oggetto dell' umano sentire, 
ossia del Belio sensibile intellettuale ed arUficiale^ e de* suoi due 
accidenti^ la Grazia ed il Sublime. Questo poi fu rifuso nel 1. II 
del trattalo seguenLp. 

— L' artista, libri III. Ivi 1849 in-8^. * Il libro II tratta del Bello 
naturale, intellclluale, morale^ artificiale. Il libro I, che serve di 
preliminare, parla deir^iomo e delle sue facolià che percepiscono 
il Inolio: il III versa sulle Arti figurative, rappresentative^ e miste 
ove il Bello si scorge. 

Gius. Turturici, Le Grazie, voli. II. Pai. 1831 in-8^. • Ragiona 
della grazia o sia Venustà, qual fu ideata dagli scrittori ^ qual si 
contempla nella natura^ e qual si richiede dall' art«. 

Ivone Andre, Le Grazie, discorso accademico. Pai. 1841, in-8®. 
- ^ Tradotto dal francese ed annotato da Ben. Só«. Terzo, che T in^^ 
titola all'egregio pittore Gius. Palania. 

Mieli. Spadaro Calapai, he arti e Raffaello: art. riportato nella 
Rivista periodica di Messina an. I, fase. V. 

Gius. Bozzo, Frane. Perez, Nic. di Carlo, Memoria di concorso 
alla cattedra di eloquenza italiana in questa r. università, intomo 
al Bello. Pai. 1842 in-8\ 

* Al primo do! tre concorrenti fu confermala la cattedra d'e- 
loqUen7.a italiana: al terzo fu poi data quella d'eloquenza latina. 
La memoria del secondo fu rimpressa tra le sue prose edile e<t 
inedile. Pai. 1845 in-8'\ 

,Gir. Cardinale. Il Bello considerato nello stile. Pai. 1844 in-12**. 

* Distingue il Bello del pensiero, dell' immaginazione , del senti- 
mento e <iella parola. 

Gius. Albergo da Palazzolo, Trattato di Callìnomìa, ovvero del 
' Bello e delle sue leggi. Pai. 1848 in-8^. * Opera divisa in III parti: 
' Sul Bollo in generale, Sul Belio delle arti , e Sulle verità quinci 
desunte. v 

* A questi nazionali possìnmo aggiungere tre stranieri che han<! 
nt^ nd più bel lame posto que3ta trattazione ; e sono i seguenti 



V 



\ 

é 



ART. I. FILOLOGI—^ II. ITALIANI il9 

Gir. Venanzio, Della Callofilia libri III. Pai. 1837 ìn-12*. ♦ Vi 
tratta del Bello naturale, dei Bello morale, del Bello artificiale. 

a "» 

Yinc. Gioberti, Saggio sul Bello, o Elementi di filosofia estetica. 
Nap. 1845 iu-i2^. "" Sono arricchiti di giunte da. Gius. Bertinattt 
e Frane. Trincherà. 

W. Balestrieri, Fondamenti di Esletica, ossia Nuove ricerche sulla 
natura, sui caratteri, sulle leggi fondamentali della stessa, con im- 
mediale applicazioni ad ogni possibile impiego delle belle ani. 
Wap. 1847 in-12*. fig. 

ART. II. CRITICI 

Così s* appellan coloro che dan gkidizio delle altrui composi- 
zioni o sentenze. La Sicilia non fu mar scarsa di esilici , i quali 
ugualmente che i filologi, altri latinamente, ed altri italianamente 
dettarono. 

§ I. LATIKI 

Const. Caietani syr. cassinensi», Ven. Viri Io. Gesscn ab. ord- 
s. Benedicti De imitatione Christi libri lY recensiti, ac permuUis 
in locis ex veteri ms. codice restituii : accessit defensio prò hoc 
ipso libromm auctore: Romae 1610 in'12^. * Sostiene Y autore di 
quei libri essere il suo ab. Gessen. E poiché Eriberto Rosweydo, 
nel ripubblicarli aggiudicare li volle a Tonimaso da Kempis , egli 
rispose colla seguente 

— Concerlatio priori editione auctior , cui accessit apologetica 
responsio prò librorum auctore Io. Gessen, adversus Heribertum 
Rosweydum S.- T. Romae 1618 in-8®. * Altri e poi altri egli ebbo 

* e iropugnatori e propugnatori del suo parere; ma dopo i tanti che 
n^ hanno scritto, questa lite tuli' ora è pendente. Vedi il Giornale 
de' letterati di Roma art. 1678; Gioy. Moller « De Scri))lis Ilomo- 
nymis » cap. 6; Enr. Wharlon nelV Appendice alla storia lettera- 
ria di Gugl. Cave; e dopo i tanti altri, Ant. Parenti che di quei 
contrastati libri della Imitazione ha messo in luce un antico volga- 
rizzamento,, premessavi una lunga storia e delF opera e deir autore. 

— De religiosa s. Ignatii sive s. Enneconis fundatorìs S. 1. per 
Benedictihos institulione, deque libello Exerciliorum eiusdem ab 
Exercìtario Gesneri desumpto. Ven. 1641 in-8**. * Ecco un' altra 
strana pretensione , che fa s. Ignazio allievo dei benedettini e 
copista deir opera di Gesnero : ne fu confutalo dal gesuita Gio- 
vanni Rho coir opera u Achates ad D. Constantinum Caietanum ». 
Più altre scritture di lui edite, ed inedite ricordansi dall' Allacci 
nel libro « Apes Urbanae » e neir elogio di lui premesso al suo 



180 CLASSE XXTIK POLfGRÀFIA — SLF.I. I. POLIMATIET 

(raUato a De singulari primatu s. Pctrì solius, deque romano cinsr' 
(lem domicilio el pontificatu » IVc| lomo VII della Biblioteca mas- 
sima pontiDcìa del Roccaberli. Roma 1698 in fol. 

j 

Scip. Jlenrici mess. Censura theologica et hlstorica adversusP 
Fetri Soave Polani de Concilio Tridentino pseudo-bistoriam. Dilin- 
gae 1654 )n-8', et Coloniae 1664 in-4*. 

— De tribus scriptoribiis historìae Concili! Tridentini. Amstelo^ 
dami et AnluiM-piae 16S6 in-8®. * Uscì questo libro sotto nome Ai 
Cesare Aquilino'^ ma esso fu riposto neli* Indice per ayere tartas- 
sata la storia del Pallavicini. 

« 

Marta Alblrgi pan. Magister scholasticus vindicatus prò D. Io- 
s'epbo Escaloim et Salomone, j^an. 1674 in fol.. 

Io. Cairozzae mess. Centra vulgo scientias acquiskas per disci-^ 
plinanì opuscnlum. Uolhomae 1702 in-4^. 

Caietani Giardiriae De recta melbodo citandi auclores et aneto- 
ritates animadversiones criticae. Pan. 17i8in-12^. ^Disvela i plagi 
<!egli scrillorj, corregge i fallì delle citazioni^ ed aggiugne una no- 
tizia {( de pseudonymis, plagiariis et anonymis )). Dedica egli que* 
sio libro al suo amico Gian Mario Cresdmbeni che aggregollo 
iiUa sua Arcadia romana. . 

Lampas sive Fax Artium Lìberalium hoc est Thesaurus Criticus, 
quem ex oliosa bibliolhccarum custodia eruil et foras prodire ius^ 
sit laiius Grulcrus, in quo inflnitis locis Thcologorum , Ictorum , 
IHedicorum, Phìiosophorum, Oratorum, Iljsloricorum , Poetartim , 
Grammaticorum scripta supplentur, rorrigunlur , illustranlur, no^ 
lanlur. Nova editio, voli. IV in fol. 

* Benché i primi due volumi portino la data di Firenze 1137 
1739, il terzo quella di Lucca 1747. e il quarto di IVapoii 1751: 
ad ogni modo la stampa fu fatta a Palermo da Giuseppe Grami- 
gnani. Questo immenso Tesoro contiene autori critici, disposti per 
ordine alfabetico, ¥ ultimo dei quali che chiude il quarto volume 
si è Giacomo Durante Ca$eUio: V edizione dovea pur contìnnare, 
ma non andò più innanzi, I primi due tomi, dedicati 1* uno al prin- 
cipe di Cattolica e 1* altro al principe di .Camporeale , son opera 
deir ab. Giot. Felice Palesi padovano prof, di umane lettere nel 
collegio borbonico: i due ultimi sono di . due teatini, 1* uno anòni- 
mo ', r altro Francesco Tamburino che dedicollo al principe di 
Lampedusa. '. 

* Tra gli autori stranieri compresi in questo magazzino come 
sono Lor. Astemio sulPIbi di Ovidio, Val. Actdalio sulle Comme- 
die ài Plauto , Ant. Kartoliiii sul Gius civile, ecc. ve n* ha dei no- 



ART. II. CRITICI—- $ I. LATin 181 

Siri aggiuntiti da mentovati editori che corredaronli di loro illu- 
strazioni. Tali sono nel voi. I. Carlo Napoli su* Fasti di Ovidio: 
nel II, Ani. Panormiia su* Fatti e detti di re Alfonso; nel III, cin- 
que libri di Lettere delio stesso Panorroita. 

Emm. Àguilerae S. I. Bagnarius pedagogus ad scholam revo- 
catus et in ea egregie elisus et castigatus a Fabio et pueris infi- 
mae classis ob ineplissimas animadversiones et noins in Emm. AI- 
varì grammaticas institutiones,\vindice Cornelio Ferrandino Caslal- 
densi. Taurini 1704 in-12*. * E scritto centra Dom. Lazzarini, che 
avea voluto censurare 1* Alvaro. 

— Castigalio primae oralionìs prò optimis studiis gcrmanaquc 
cloquentia editae a Dom. Lazarino de Murro authore Ani. Palatio 
Leonino Carpensi. Bassani 1711 in-4*. 

S ll.'lTALiAlVI 

Carlo BeUeOy Dialogo per la Gerusalemme di Torquato Tasso. 
Ten. 1580. 

Argisiro Giuffredo, Censura alla Gerusalemme di Torq. Tasso. 

* La ricorda il Mongitore, come esistente appresso il celebre Giusi 
Galeoni. 

BaU. Paglia, Discorso sopra T Aminta del Tasso. * Leggesi tra 
le lettere memorabili edc. raccolte per Ani. Bulifon. Nap. 1697 
in-«2^ 

Luigi (PEredia, Apologia, nella quale ti difendono Teocrito e 
i Doresi poèti siciliani dalle accuse di Battista Guarino, e per in- 
cidenza si mette in disputa il suo Pastor fido. Pai. 1603 in-4^, e 
Vicenza 1608 ]n-8^ 

• Ani. GoiOy Dichiarazione dell* allegorìa ed ai^omenti a ciascun 
canto del poema di Scipione Enrico della Guerra troiana. Mess. 
1640 in-4^ 

Scipione Enrico, V occhiale appannato, dialogo nel quale si di- 
fende r Adone del cav. Giamb. Marino contro del cav. F. Tomm. 
Stigliani. Mess. 1641 in-12^ 

— Difesa dell* arciv. Acherontino contra lo stesso: citasi dal li- 
bro (( Glorie degl* incogniti n. 

— Le guerre di Parnaso. Yen. 1643 in-i2^. 

Vinc. if onrana, Giudizio poetico ài'Ant, Zancune , sopra una 
canzone di D. Frano. Mugnoè. Yen. 16S9 in-8**. * A quest'opera 



182 <:ussR xxvn. pouoiuriA — ske. i. yoi.imìtiì 

rispose Àng. Matteo Bonfante sotto nome di Friano Forbotta col lìbr^ 
seguente. 

II cigno proYocato , risposta apologetica al Giudìzio stiddetto. 
Yen. 1665 in-4^ 

Biagio Garofalo, Difesa delle considerazioni del marchese órsi 
sopra il libro della Maniera di ben pensare del Bonbours. 

Gàet. Santacolomba, Risposta ad un signore sopra un' interro- 
gazione fattagli intorno all' essenza, del segretario edalla segretez- 
za che deve inviolabilmente osservare. Pai. 1726 in-8''. 

Giov. Baldanza, Il dottor Biagio Schiavo da Es(e discepolo del 
Lazzarini convinto di gravissimi errori nel suo Filatele da Zenodoto 
Abelio, poeta delle due Sicilie. Milano 1740 in-8^. * Quesf è una 
difesa della scelta de' sonetti fatta dal p. Teobaldo Ceva torinese. 

Sal/D. Alagna da Marsala, Difesa di cinque sonetti che prese a 
vituperare Leucoto Galeale (cioè Lud. Ani. Muratori). Cai. 1741 in-i*. 

Andrea Gallo, Lettere di Aldo le Grane ad una amica , nelle 
quali dandogli ragguaglio di quanlo osservò nel suo viaggio di Si- 
cilia mette neir esame la quinta e sesia lettera del p. Ani. M. 
Lupi. Livorno 1757 in-4** 

Fine* Gaglio , Riflessioni sopra V arte dì ben criticare. Gìrgenti 
1759 ìn-4^ 

— ^Problema slorico-crilico-polilico se la Sicilia fu più felice sotto 
il governo della repubblica romana o sotto ì di lei imperatori. 
• Wel t. XVII degli Opuscoli sic. Pai. 1776 in-4^ 

Giacinto M. Paterno Bonaiuto, L'onla recata alla verità, e Y abu- 
so fallo alla ragione del p. Santi ngosliniano scalzo in una. sua 
lettera enciclica. Cat. 1760 in fol. . 

Ant. Pépi, Lettera intorno la disputa se sieno preferibili gli au- 
tori antichi ai moderni: nel t. Il delle IXolìzie de' lellerati iì. 12. 
Pai. 1772 ìn-4®. * In tal quistlone sostiene T autore Ja parte af- 
fermativa per ciò che concerne morale e melaCsica. 

^- Saggi sopra V uso, della critica: stampali prima nelle dette 
Notizie n. 18, e segg. indi a Yen. 1775 in-8\ 

Tomm. Natale, Sopra i discorsi del Maccbiavelli intorno alla V 
deca di Tito Livio: nel t. II di delle Nolizie, e di nuovo in calce 
alle sue Riflessioni politiche intorno le pene. Pai. 1772 iii-8^. 



J 



ART. II. CRITICI — S II. ITALURI 183 

leop. M. ScherU, Lettere in risposta ali* opera del p. Atanasio 
Cavalli intornò air apparizione degli spiriti. Pai. 1773-78 in-S"". 

Ign. Lucchesi-Palli conte di Yillarosata, Diss. sulle vere e dritte 
idee deli' onore: nel t. XVU degli Òpusi*.. siciliani. 

Lettere eritiche di lanle Gereriane (cioè Nic. M. Burgio da Tra- 
pani) pastore arcade. Berna (o Veramente Livorno) 1777 in-8^. 

Lettere filosofiche di Anna Gentile e Gagliani^ mandate in luce 
dal principe di Campofranco. Kap. 1780 in-8®. 

Gio. Filotele, Lettere al sig. Frane. Crisostomo Casertano su la 
storia di Sicilia del sig. de Burigny e la sua traduzione, voli. Ili, 
Nap. 1786 in-8*^. * Il vero autore n'è Gio, Evang. di Siasi, rhe- 
rileva i molti falli dello storico francese e del traduttore italiano 
Mariano Scasso. 

Bar. Agost. Forno, Lezione intorno all' Attilio Regolo di Meta- 
stasio: nei t. IH della nuova raccolta di Opuscoli siciliani. 

Estratto e cemento d* un giudizio comparativo emanalo dalla Bi- 
blioteca italiana sopra la traduzione d* un poema di Walter*Scott. 
Pah 1822 in.8^ 

Gius. Berlini, Sopra una prosa latina inedita attribuita a Pie- 
tro delle Vigne: nel n. 4 del Giornale di scienze lettere ed arti. 
* £vvì il testo latino colla versione e varianti dell* editore. 

Lion. Vigo, Le due Biblioteche dialoghi.sulle tragedie di Salv. 
Scudcri. Cat. 1823 in-8**. * Induce a ragionare la Biblioteca ita- 
liana di Milcino e la Biblioteca analitica di Napoli, due periodici 
l'uno che censura, r altro cne difende quelle tragedie. Un astratto 
se ne legge nei fa3c. 5 del Giornale di scienze suddetto. 

— Critica delle considerazioni di Pietro Lanza sulla Storia di 
Sicilia: nel n. 161 dell' Effemeridi sicoie. * Egli poi , nel n. 172 
risponde alle censure fatte al suo epico tentativo. 

Sulla crìtica de' Giornali: articolo estratto della a Rivista dei 
Edimburgo » trad. di G. Berlini, nel t. IX di detto Giornale. 

Angelo iWeijfra , Sulla necessità ed utilità della storia. Mess. 
1822 in.8\ 

Ferd. Malmca, Jnlomp la vorsiono di Gir,. Vida, tradotlo da Bald^ 
RomanOy e T acte di tradurre^ epistola culla risposta delio stesso 



V . 



184 CLA2StK XXVII. POLIGRAFIA — BKZ. I. POLIHAT» 

Romano. Pai. 1832 in-8^. * Quesl* ultimo ha poi dato un u Discorso 
sul Dafni della Y Egloga di Yirgilìo (che mantiene esser il nostre 
poeta buccolico): nel n. 142 di detto Giornale. 

Ani. di Giacomo , Osservazioni sopra un frammento di Arche- 
strato tradotto da Scine. Cat. 1825» e nel t. XI di detto giornale/ 

^e5. li Greci, Suir art. Siracusa, del Viaggio in Sicilia di Fed. 
Hunter: nel tomo stesso. 

— Osservazioni intorno al Timbri di Teocrito. Pai. 1830 in*8*. 
* Sia pure ne' voli. XXVIII e seg. di detto Giornale. 

GÌÌA8. Beriini, Giudizi degli antichi intorno alle opere di Timeo 
da Taormina: ne* num. 80 e 81 di detto <iiorn8l^. 

Gasp. Rossi, Osservazioni sopra un articolo deir Effemeridi n. 
2 (scritto da Agosl. Gallo sulle prime stampe di Sicilia) : nel n. 
110 del Giornale suddetto. 

Salv. Scuderi, Critica della Prima stanza del « Ruggiero )> ten- 
tativo epico di jLeon. Vigo: nel n. 143 del medesimo. 

,Raff. Alessi, Lettera a lAon. Yigo, sul di lui tentativo epico il 
Ruggiero, inserito nel n. 140 del Giornale suddetto. Cat. 1835 in-8^. 

Giacinto Recupero, Lettera al can. Gius. Alessi (sopra una mo- 
neta inedita da lui spiegata nel fa^c. 103 del Giornale di sciente 
ecc.): sta nel n. 141 di esso giornale..* A lui però questi rispose 
iriustificando la sua spiegazione ne* num. 146-7-8 del medesimo. 
E r altro contrarrispose nei num. 174 e seg. 

Ant. de Giacomo, Lettera critica al dr. Dom. Greco sopra ma- 
terie di. medicina. Càt. 1835 in-8^. 

— Lettera al sig. Pompeo Inzenga sulla critica da costui fatta 
al poema epico n La Cartagine distrutta » di Dom. Castorina. Ivi 
1835 in-8^ 

Gio. Saccano, Discorso sopra la storia. Ivi 1836 inrS^. * Ambi- 
due impugnano il paralogismo del cav. Michele Delfico nel suo 
libro a Della Incertezza ed inutilità della storia ». 

— Sulla Storia della Francia scritta da Pietro Manzi. Ivi 1844 
in-8V ' 

Pompeo Inzenga, Rivista poelfca: ne' num.* 152 e seg. di- esso ' 
^ Giornale. * Dà giudizio delle poesie a quel tempo slumpale. 



ÀRT« li. CRITICI— § II. ìTALIAKI . 18S 

Giui. Borghi^ Una parola di conciliazione letlèraria (tea le fa- 
2Ìoni de* classici e de* romantici) : nel n. 150 di dello Giornale. 

* A lui però toìIó contraddire con un articolo inserito nel n. 153 
il seguente autore. 

Gius. Bozza^ Ragionamento critico intorno ad un famoso luogo 
deUa divina Commedia di Dante. Pai. 1830 in-8\ 

— Sullo studio della letteratura in Sicilia, memoria in risposta 
ad un articolo tlei Giornale arcadico dr Róma. Pai. 1830 in-S"^. 

* Leggesi pur in fondo al t. XXX del Giornale di scienze ecc. 

— Osservazioni filologiche intorno al canto XXXI deir Inferno 
di Dante: nel t. XXXI di esso Giornale. 

. — Sulla divina >Commedia di Dante pubblicata in Palermo : nel 
t. XXXYII. * A questa edizione appose egli stesso le note; 

— Considerazioni intorno a* cementi d* un verso di Dante: nel 
t. XXXVIII di esso Giornale. 

Frane. Perez, Discorso sulla prima allegorìa, e sullo scopo della 
divina Commedia. Pai. 1836 in-8^. * Esamina le altrui opinioni e 
sostiene la lua su questo si dibattuto subiettò. 

Giù. Cosiantiniy Sullo scopo della divina Commedia. Pai. 1839 
itì-8^ 

FU. Vinari, Intorno ad un luogo della divina Commedia nel I 
eaHto, deir Infèrtìo, discorso. Pai. 1184* in-S^. 

Tomm. Gargallo, Sopra un verso di Dante, lezione accademica. 

* Nel I. II dell' Effemeridi sicole. 

Carm. Martoratia, Lettera sugli Annali di Agost, Inveges, in rap- 
porto alla storia saraccnica: nel t. VJ di dette. 

Ani. di Giovanni e Mira, Saggio sulla Storia di Giov. Villani. 

* Nel t. XXXI del Giornale, di scienze. 

Agal. Longo, Osservazioni critiche sul capo II degli Elementi 
di filosofia morale del sig. Galluppi: ne' t. XXXVll e XXXVIII (li 
detto Giornale. : ^ 

— ^^ Sopra Dom. Tempio e '1 suo poefna u La carestia » con un 
Saggio di taluni squarci di esso poema in volgare. Pai. 1840 in-8^ 

— Ultime polemiche. Esame critico di Biot, e su d' una Memo- 
ria di Chtìuchy, osservazioni critiche. Ivi 1847 in-8*. 

Pietro Lonza principe di Scordia, Risposla ad un articolo del* 

24 



J86 • CLASSE AXVII. POLIGRAFIA — SKZ. 1. P0L1BUT1E 

J' (1 Omnibus » in difesa della Crusca e de* Trecenlisti: nel t. LIV 
di detto Giornale. 

— Sopra le Storie italiane e i Discorsi del Borghi sulle mede- 
sime: nel t. XXIX deir fiffemcridi siciliane. 

Stef. Sapuppo Zangrì , Esame del giudizio di I. F. la Harpe 
suir Odisseo di Omero: nel t. LII del Giornale di scienze ecc. * A- 
vendo. e^*li poi censurata la Storia critica di Gius. Alessia un edi- 
tore di essa gli risponde nel t. LVIII di detto Giornale. 

» 

Ànt. Galani, Risposta al parere da Salv. Scuderi dato nel fa- 
scicolo delio Slesicoro, sopra una sua tragedia: nel t. LUI di delio 
Giornale. * 

— Osservazioni sulle mende apposte alla sua tragedia. Hess. 
«836 in-8^ 

Salv. Costanzo^ Il Poeta romantico, dialogo. Trap« 183S ìq-8®. 
* Avendo un Giornale di Catania intitolalo Stesieoro , fatta la eri- 
lica a questo dialogo, 1* autore se ne difese colla seguente 

-— Risposta ad un articolo dello Stesieoro centra il Poeta roman- 
tico. Pai. 1835 in-8^ 

Fine. Pergola, Lettera intorno V Qdc di Manzoni. « Ei fu, sic- 
come immobile. » Pai.' 1836 in-8**. 

Seraf. Amabile Guasiella, Sopra Yittor Hugo e le sue poesie: 
nel t. LXV del Gioìrnale'di scienze, ecc. 

Gioacvh. Geremia, Concorso di umanità latina fatto nella R. U- 
niversilà di Cai. 1839 nel t. LXVIII di detto Giornale. 

— Riflessioni storico-critiche sul soggiorno di s. Pietro in Ro- 
ma. Cai. 18. . . 

— Discorso sul poema inedito di Tristano, a La Vienna liberata ». 
Ivi ìn.8^ • 

• 
Lor. CocO'Grassó, Risposta ad una lettera del cav, can. Gius. 
Alessi: nel n. 171 di detto diornale 1836. ^ 

" — Notizie letterarie, ossia Esame ragionato intorno la^ Memoria 
del prof. Alessio Sciglìani, coronala a concorso dair Istituto d' In- 
coraggiamento 1838. 

— Sopra la prelesa iena apparsa in Salpelra al prof. Ign. Boz- 
zi da Aquila direttore del Giornale il Gran sasso d* Italia 1839. 

— Cenni critici sul voluto camale«»nle e sulT aspide di Sicilia : 
nel n. 2 di detto Giornale. 

Nicc, Galbo Agrìppa, Conirsi T opinione di quo' che molto esa- 



ART. 11. CRITICI — § II. ITALIANI 187 

§eram> il sapere e la YÌrlb degli anlictii e la merilata lode a' mo- 
eroi diniegano. Pai. in-8*. 

Alessio Narbone, Sopra i earalleri del vero letleralo^ diss. letta 
in quesr Accademia delle scienze , ed inserita nel t. LXXIl del 
Giornale di scienze ecc. « 

^ • 

Agost, Gallo, Dialoghi de* morti e discorsi vari. Pai. 1824 in-8^. 

— Sul metodo da tenersi ne^ correggere gli antichi codici , e 
sopra Monna IVina siciliana, e Odo delle Colonjie che poetarono. in 
volgare nel secolo XIII. lettera crìlicu ad Ant. di Giovani Mira. 
Pai. 1840 iu-8^ 

Emm, Vaccaro , Diss. letteraria ed estetica in suppliinento al 
tema accennato dall* ultimo capitolo della Poetica di Aristotele : 
stampalo in se|^uito deir u Asdrubale » tragedia. Nap. 1825 in-8^. 

— Sopra un cemento di Dante fatto da Ugo Foscolo, riflessioni 
critiche. Milano e Palermo 1831 in^S"". * Difendeil cattolicismo del 
divino poeta. * Legges«ne nel t. I. dell' Effemeridi sicole un estratto 
di Ferdinando MoMca. 

Osservazioni critiche ed apologetiche sulla Russiade di Gir. Or- 
tis. Pai. 1830 in-8". . 

FU, Minolfi, Cenno intorno ai giornali, e» alla coltura sicilimia. 
Pai. 1887 in-S**. * Vi fa onorevole menzione di molti letterali vi- 
venti ne' vari generi di sapere. 

Gius, di Lorenzo^ Sulle bellezze epiche di Yirgilio , Discorso. 
Pai. 1840 in-8^ 

— Considerazioni intorno alla pericolosa influenza morale e let- 
Icruria de' novelli romanzi. Pai. 184S in-8^, e nel fase. IV del Ge- 
rofilo sicolo. ^ ' 

Gnv. Grey, Raimondo Granata , L* ippocrita dottore in legge , 
0(1 il ciUadiuo giusto e saggio, dialogo. Reggio 1843 in-8^. 

— Farinate ed Azzeccagarbugli, dialogo. Hess. 1848 in-8^. 

Osservazioni su d* una perizia di calligrafi data geometricamente. 
Pai. 1843 iu-S*. 

Ani. Barda, Guida per conoscere la falsità de* caratteri. Pai. 
1846 in-8*. 

Rapporto calligrafico suU* apografia del testamento olografo at- 
irihiiiti» air estinto ciiv. ab. Frane. Ferrara. Cai. 1850 infoi. * So-' 



188 CUSSE XXVU. POLiaBAFU— ^KZ. 1. POUMATIK 

scrìtto da Dom. RoDsi3TaIle e Platani^, Oal^rìele. di flusso Gpptfro* 
moli, Kicc. Niceforo. 

Blario yuiareale, Discorso su tutte le opere finora pubblicate 
da Pietro Giordani. Pai. 18i4 in-S'^. * Egli con altri ha proo^oss^i 
fra noi la ristampa di dette opere. 

Ben. Castiglia^ Sulla storia della colonna infame di ^ì. JHaiizo- 
jni: neir Osservatore, nuova serie, voi. I. Pai. 1844 in-8**. pag. 9. 

— Esame della Scienza nuova di Gi^nib. Vico: ivi pag/ 38. 

— E^ame storico del Carmagnola^ tragedia d*Al. Manzoni: ivi Ij66. 
. — Rosmini e le sue Opere: ivi 144 e 217 e 263. 

— I Luna e i Perollo , saggio storico dMsid. Lumia : ivi 233. 

Gioacoh. Ventura^, |1iscellanea di diversi saggi letterari. Roma 
4845 in,-8\ - 

fiab. Snm^ Una eonver^azione letteraria ecc. * Nel. Gondoliere, 
i;ii)rnale lelt. di Venezia, maggioi 845; ristampata a Torino 11Ì46 in-8% 

« 

Pasq, Consolo, Progetto d* una critica storia della letteratura ita- 
liana. Mess, 1846.in-8^ 

Ani. Pulci , Opuscoli yart, Mess, 1847 in-8®. * È una raccolta 
jdi articoli sopra diyer&e materie, dianzi pubblicati in vari giornali. 

Gius, Lauricella^ Diss. critico-metafisica sulla Storia del Pantei* 
smo scritta da Maret. Pai. 1851 in 8**. * Difende molti popoli e fi- 
losofi antichi e ipodcrni dalla taccia da costui lor data di panteisti, 

Mariano Grassi, SuH' opera Genio e Sventura, ovvero Quadri o 
scene della vita d' alcunf uomini illustri sventurati di Tino. Per^ 
.colla Cat, 1854 in--8% 

GuyL furner , Osservazioni intorno ac) alcune proposizioni di 
Romagnpsi , relative ai primitivi concetti geometrici. * Leggonsi 
nella Raccolta religiosa (( \jK scienza e la fede » voi. XII. Qap, 
1846 in-8% 

Luigi Taparelliy Sulla teoria di Kant intorno alla società relir 

fi osa: articoli due nel voi. XIII della Scienza e Fede di A'apoli 
847 ìutS^ 

— to stesso, e Pietro Sanfilippo , Osservazioni sulla storia di 
AnL liainien: in esso Giornale. 



Pom, Costa, C^nnp prjticQ su l* introdus^ope al giornale messi* 



• 1 



ART. II. CRITICI — § II. ITAUAOri 189 

nese la Lanterna, scritto dair a)). Gius. CrisafuUi Trimarcbi. Hess. 
1847 ìn-8*. 

Greg. Liardo, Aneddoto dì critica letteraria. Pai. 1848 in-8^. 

Gius. Ant. Mrigila, Su la novità nelle scritture scientificbe • 
letterarie, Cenni. Nolo 1850 in-8**. 

Placido Rugieri, Teoriche crìticbe sulla imputazione delle scrit- 
ture. Mess. 18S1 in-8®. 

Cav. Gugl. Messina da Palazzolo, Critica ali* ode popolare del ' 
dr. Aiao Falcia da Lentini. Pai. 1851 in-4\ 

Andrea de Gregorio C. R. Esame suU* Aminta del Tasso e sul 
Pastor fido del Guarini: nello Scilla e Cariddi di Mess. an. Ili , 
fase. I. . 

-^ Piano ganerale della Divina Commedia di Dante: ivi fase. Ili* 

Leon. Ant. Forleo, Lo stile.— Il gusto presente e il futuro. — 
Rimembranze letterarie. — Decadenza della poesia in Italia: ivi fase. 
IV-XI. 

jP. Gesualdo da Bronie capp. Cenno critico sulle Opere orato- 
torie di Mons. Turchi e di altri valenti oratori italiani. Mess. 
18S3 in-8^. * Premesso ai Panegirici di detto prelato. 

Seb. Chines, Riflessioni intorno alla Critica , e sul vario modo 
usato nel dettarla: nel Giorn. gioenio^ bimestre Y del 1852. 

Gasp. Sciutq, Sulla Poetica dì Orazio Fiacco e sui principali 
precetti di essa: ivi, appendice al bimestre IH del 18S3. 



* V 



Nic. Camarda. Discorso intorno a Tucidide. Firenze 1854 ìn-S^. 
Estratto dai fuse: 25-27 della Polimatia di famiglia. 



Lor, Casaccio, Esame critico sulle poesie improvvisate in que- 
sf aula pretoria dal dr. Ignazio Lombardi. Pai. 1854 in-8®. ^ Vi 
furono annesse le poesie poste ad Esame. 

Gir. Ardizzohè la Divina Commedia secondo le opinioni del 
d'Aroux, del Boissard e del Fauriel: nella Rivista scient^. di Pai. 
1855 in-4^ 

* A questi trattati italiani annettiamone uno in francese , ma 
d* autor siciliano eoi titolo: 



190 CLASSE XXVII. POtlGRAFU-^SEZ. I. P LIHATIR 

Quesliotì proposée et résolue au congrè$ sciéntiriquc de France 
sìxièmo sessjon, par M. Philippe Cordova, membre du congrès. 
Naples .1838 in-8^. * ta questione da lui proposta e risoluta si ag-* 
gira sulla più conveniente interpetrnzionc del primo verso del Para- 
diso perduto di Milton: ohe fu dal Congresso lodata ed Inserita 
nel Procesio verbale della VII seduta della sezione V del medesi- 
mo, ai 7 settembre 1838. 

S E Z I N E II. 

CRESTOHÀTIÉ 

Come la Pólimatìa appresta lo studio di molte materie , cosi la 
Crestomatia ne offre lo studio delle migliori. Quella raccogliere 
raduna^ questa trasceglie ed ord.ina. 

Codesta scelta e codest' ordine precipuamente si aggira intorno 
alle o][>ere classiche, dejle quali n* estrae i pezzi migliori e ^1 pia, 
^bel fior ne coglie. Codesti classici poi o sono di lingue dotte o 
di lingue viventi. D* entrambe passiamo a notare i più riputati rac- 
coglitori. 

^ ART. I. CLASSICI ANTICHI 

Non altro che sapiente fi| il (fonsiglio dato da Quintiliano allV 
bile professore, dì dare cioè in mano al suo allievo non qualun- 
que libro, ma il miglior fra gli ottimi; ma le più elette sue par- 
ticelle: (( Non auctores modo, sed etiam partes operis elegeris » 
(lib. I, cap. S). 

Questo consiglio lo veggiamo lodevolmente seguito dai dotli delie 
più' culto nazioni, che vantan tutte eccellenti estratti di classici an- 
tichi e moderni per uso delle scuole ed utile della gioventù. 

La Sicilia pur e^sa penetrata dai vantaggi che seco portano si 
fatte compilazioni, ne ha procacciate non poòhe di maestri del ben 
parlare: quali or già siamo per dire. 

Questi sono o greci o latini. Di qualche allro scrittore orienlale 
farem cenno più innanzi. 

§ 1. ESTRATTI GRECI 

I 

Petrì Corèetii pan. Scntentiac breviores ex vilis parallelis^ Plu- 
larcbi. Pati. 1636 in-24*. 

/■ 

Excerpta ex Luciano Samosatensi gr. lat. . notis et lexico illu- 
"strala, ad usum seminarli cafanensis , t. II. Cat. 1770 in-8*. Gli 
eslrasso Seb. Zappala prof, in quel Seminario. 



ART.' I. CLASSICI AUTICUI— § I. ESTRATtl ORRCf VJÌ 

M. Giuseppe Crispi^ AnalcUì di pezzìclassìci greci ih prosa ed 
in verso colla versione ed analisi filologica. * Sono compresi nel 
suo Corso di lìngua greca, voli. Hi. Pai. 18S2 in-8^. 

— Crestomazia, ovvero Corso di studi in lingua greca t. II. Ivi 
1852-55. * È la medesima opera con qualche miglioramento. 

Raccolta di greci scrittori. tradotti e spianali ad uso delle scuole 
d. C. d. G. parti HI. Ì>al.'i833 in-i2\ * Questa raccolta fu fatta 
dal p. Ign. CiUrona é. C^ d. G. per uso delle tre classr che stu- 
diano questa lingua , cominciando dagli autori più facili per la 
classe infima,' e salendo via vìa a' più elevati per la suprema. Una 
nuova edizione di questa raccolta ne fece poi egli, ma in più parti ' 
migliorata, col titolo: . 

— Studi di lingua greca. Pai. i8J9 in*12*. 

* « ■ 

Analelli de' greci classici con la corrispondente analisi gramma- 
ticale. Siracusa 1836 in-8®. * Li raccolse il prof. Bem. Siringo 
per uso degli aluni^i di Nobili, e vi aggiunse una gramatica di cui 
appresso direoìb.' 

Scelta di Classici greci ad uso delle scuole d. C. d. G. parti 
III. Pai. 1855 in-12^. * Edizione curata dal p. Gius. Orlando su 
quella sovrindioata, con addilamenli e nuove analisi. 

, J Frammenti delle leggi di Caronda raccerti , ordinali , tradoUi 
ed illuslrali dal can. Gius. Alessi. Cai. 1826 in-8^. 

I Frammcnli della legislazione di Zaleuco da Locri^ posti in rap- 
porto colle legislazioni degli antichi popoli e con quella in vigore 
del regno delle due Sicilie, dalFavv. Bon. Portoghese. Ivi 1841 in-8®. 

Frammenti d'Antioco di Siracusa, raccolti Iradolli é annotati da 
Celidonio Errante: nel n. 79 del Giornale di scienze, lettere ed 
arti, e nella Biblioteca greco-sicula. Pai. 1847 in-4^. * In quesUi 
vi ha frammenti di più altri antichi greco siculi altrove da noi lo- 
dali nella classe I, e specialmente di Temistogene, di Filisto, dal 
medesimo Errante ordinati e tradotti ne'num. 160-166-172 di detto 
Giornale. 

I Frammenti di Dicearco erano da lui stati già raunati, tradotti 
e cementali a Pai. 1823 iiì-8''. 

Antologia grcco-sicula; e Frammenti greci di Stesicoro poeta ime- 
rese, tradotti in versi italiani con illustrazioni d* Agostino Gallo : 
prossimi a vedere la luce. 



192 CU85B XXYII. rOLIGBAFU — »iZ. II. CS»STÓHATìE 

$11. BftRATTI LATim 

Elocutioaes C. I. Caesarìs et M. T. Cicoronìs excerptae a Gae" 
«are fiofderàio. Pan. 1606. m-12\ 

> 

Selecta epigrammata, elegiae, et poemata aliqoot ex Catullo, Ti- 
bullo, Propertio, Ovidio,, etc. Pan. i656 lorii^. * CoYleltore ne 
Al il sao. Alfonso Sah)9 , che vi aggiunse pareechi epigrammi e 
suoi e d' altre poeti moderni. 

Sctecta ex probatis auctpribus , eum interpretatìone et annota- 
tionihus. Pars prior continens Orationes. Pam 1736 , et auctior 
1742 in-8^ 

— Pars posterior continens Carmina. Ibi 1738 et iterum 1743 in-8®. 

* La 2* «dizione porta titolo : Specimen et delectus latinorum 
scripibrum eum interpretatiorte et annotationibod. 

* Queste due collezioni di classici Ialini di prosa e di verso 
son opera di Mich, del jBono, prefetto di studi nel collegio mas- 
simo di Palermo, per uso di queste scuole; per cui ancora né ador- 
nò una terza edizione al 1748; ed una quarta più corretta éi ac- 
creseiuta nel 1756, e poi un* altra raccolta di Narrazioni di sto- 
rici Ialini mandò fuori ai 1759; ed un'altra di Narrazioni itaiiaàe 
d* accreditali scrittori nello stess* anno, in-8^. 

Barth. Beverini^ Selecliores dicendi formulae ex triumviris la- 
tinitatis Plauto, Terentio et Arbilro, in usum siculae iuventutis an- 
nolatioaibus illustratae. Pan. 1755 in-lS^. 

Selecta latini sermonìs exeroplaria ad christianae iuvenlutis u- 
sum collecta: edilio novissima ad Parisiensem expressa , voi. VI. 
Catanae 1779 in-12^ * Di questa ecceltenle collezione autore ne 
fu il francese Pietro Chon^pré, che divulgolla a Parigi 1753. Fna 
versione francese ne comparve pur ivi 1774. L* editor catancsé vi 
ha apposte notizie degli autori, e note degli squarci , in fondò a 
ciascun volume. Le prime quattro parli abbracciano i classici la- 
tini di prosa, storici^ didascalici, oratori e filosofi: nelle due ulti- 
me v*ba i poeti, favolisti^ epici, lirici, salirici. e drammatici. L'or- 
dine« ivi tenuto si è, di far precedere gli aulori di piùi faeile in- 
telligenza, donde via via montare a' più difficoltosi di argooiento 
ed a' più astrusi di stile. 

Scelta di classici latini per uso delle scuole d. C. d. G. tomi T, 
Pai. 1841 in-12**. * Collettore ne fu il p. Ignazio Cutrona prefetto 
degli studi, il quale ne dispose ^1i aulori e i pezzi in guisa da 
appropriarne un volumj&tto a ciascuna classe. Quindi muove da 



j 



ART. I. CLAiSlCI ANTICni — § I. ESTRATTI lATIUI 193 

pìb facili e piani per Y infima, e via via monta a' più elefTati per 
la suprei:Da. Tatti pressoché i classici dì prosa e di verso han 
luogo in questa collezione. 

Antologia ad uso delle scuole dirette dai Padri d./C. d. 6. in 
Sardegna, voli. VI. Sassari 1843. * Compilatore n' è il gesuita si- 
ciliano Mich. d* Amico, prefetto delle scuole nel R. Collegio di 
Sassari. Riunisce in questi volumi i precetti di vari autori a' mo- 
delli de* classici d'ambe le lingue, a cominciare dalla Rettorica. 

4 

I 

ART. II. CLASSICI RIODERIHl 

Tengono in primo luogo le prose scelto dai testi di lingua,. e 
dagli scrittori del buon secolo od anco de* tempi posteriori che sep- 
pero emulare gli antichi per eleganza ed avanzarli per sapienza. 
Indi seguiranno pezzi scelti d* autori francesi ed inglesi. 

§ 1. PROSE ITALUHi: 

Siccome nella classe antecedcnle davamo parecchie raccolte di 
Poesie scelle , altresì ci si presentano collezioni varie di Prose 
scelte dai nostri classici , indirette le une e le altre a formare il 
gusto, ad affinare lo stile, ad ingentilire la lingua. Tali sono: 

Narrazioni italiane oratorie ed istoriche di accredilali scrittori 
corredate di annotazioni raccolte dal p. 3Iich. del Bono. Pai. 
i759 in-8^. * Il metodo di questa italiana raccolta somiglia a quello 
della latina di lui medesimo: in ambe si trovano i pezzi più scelti 
degli scrittori di queste due lingue, colla esplicazione de* luoghi più 
notabili. 

Scelta d* italiane prose nuovamente mandate a luce dalF ab. 
Paolo Camtnarala) per vantaggio della studiosa gioventù. Pai. 
1760 in-8\ 

Prose sacre di AnU Cesari , scelte per opera del sac. Dom. 
Campione, 3* ediz. ricorretta ed accresciula della vita dell* auto- 
re,, parli III. Pai. 1828 in-8^ 

Descrizioni geografiche cavate dalle opere di Dan.Bartoli voli. IH. 
Pai. 1831 in-18^ 

Prose scelle di classici italiani per uso d(ìlle scuole , voli. IV. 
Pai. 1834 e seg. in-12®. * Furono da me raccolte per le scuoio 
della Compagnia, iipplicandoue a ciascuna classe un volume ; di-! 

2^ 



' 19i CLASSE aLXVil. POLIGRAFIA-^SKZ. II. CRBSTOiHÀTlE 

viso in IV parli. Il primo oonliene novelle, favole> sentente, dia*- 
loghi; il secondo squarci di storie generali del Mondo e d' Euro- 
pa, e particolari d' Ilalia e d* allre nazioni, e vile di Santi; il ter* 
zo ha descrizioni sloriche, geoifranche, oratorie , didascaliche ; il 
quarto orazioni sloriche, politiche, panegiriche, accadenu'che. Sono 
^0 gli autori e 270 le opere , i cui pozzi formano il complicalo 
. edifìcio di questa collezione; di cui si Irova in fondo la lavola cro- 
nologica insieme e V alfabetica degli au4ori. I primi due tomi con 
correzioni ed aggiunte sono slati rimpressi nei 18^8 in-l'i** Un giu- 
dizio sul voi. ì di questa scella dieilo Bald.^ Romano neir Effem. 
, sic. l. XI, p. 260. 

I 

» 

Prose italiane di vari scrittori per uso delle scuole d. C, d. G. 
tomi 111. Pai. 4841 in-i2^. * Quest'altra racrolla fu intrapresa 
dal mio successore p. Ign. Cuirona , e contiene nel tomo I let- 
tere, favole, novelle, dialoghi; nel 11 narrazioni, descrizioni, discor- 
selli morali; nel III squarci d' eloquenza storica, popolare, foren* 
se, sacra, istruttiva. 

— Nuova edizione con de* cambiamenti se n'è intrapresa al 1852. 

Squarci d'eloquenza de* migliori oratori moderni (estratti già dai 
fratelli ingf* e 3L Ani. Cavanis) con alcune sentenze , 1* ediz. 
sic. t. IL Pai. 1823 in-8^ 

— Gli slessi aumentati da altri, con note dilucidative, parti III, 
7^ ediz. Pai. 1841 in.12^ 

• Esempì di bello scrivere in prosa scelti ed illustrati dall' avv: 
Luigi Fornaciari: opera adottata dalla Commessione per uso delle 
scuole di Sicilia, parti III, seconda, edizione siciliana. Pai. 1845 
in-i2®. * La parte I contiene favole e narrazioni; la II, descrizio- 
ni, ritratti^ lettere e dialoghi; la III, stile didascalico, oratorio, 
iscrizioni e notizie degli scrittori. 

§ 11. FRANCESI ED INGLESI 

• * 

Pochi son questi pezzi, e forse altri ve n' ha non giunti a mia 
conoscenza. Tali sono: 

Cylléne Hespère, Les compliments de la langue francoise, re^ 
stilués h la lumière du jour. Trapani 1683 in-8*. 

Raccolta di pib drammi tratti da M. Berquin ad uso delle scuoce 
d. C. d. G. Pai. 1820 in-8^ * Raccoglitore il p. Luigi Barioli che 
vi premise un trattato sulla pronunzia.' 

Mpdèles de style à V usage de la jeunesse: I Livraison , Dialo- 



ART. 11. CIASSICI mODUmsl— S ll. ^HaiKCESI ed llfOLESI 193 

^ues ci lettres: II, IJfarralions. Palerme 1841 in-12®. * Questi mo- 
delli fur pubblicali per uso della scuola di questa lingua riaperta 
in questo collegio massimo dal p. Luigi Taparelli^ autore d' una 
francese gramalicai 

Raccolta di Aneddoti e pezzi scelti francesi, per Teod, Duffour 
prof, di liniiue in Mess. 1846 ìtìS^. * Sono II parli, aduna delle 
quali annette la spiegazione e T. analisi ^ T altra offre il puro 
testo francese. 

Morand, Dialogues f'ranfais-italiemf, choisis^ revus, corrigés, pré- • 
cédés d' une nomenclature des niots les plus usilés avec leuv é- 
xercìce respectif, et suivis d' uji vocabulaire -des nonis propres de 
personnes et de pays^ par Saini-Ànge de \irgUe, 2^ édition« Miian 
(Palerme) 1847 in-Ì2^ 

Le^on choisìes de lìtterature ei de morale , par Noel et de la 
Place, 32 édiiion à T usage des collèges et des écoles. Pai. (1849) 
in-8®. * V ha narrazioni, ritratti, descrizioni, favole , lettere , di- 
scorsi, dialoghi* 

Pezzi scelli d'autori francesi ad uso delle scuole d, C. d. G. 
raccolti da Ferd. Ferrante d. med. C. Parli II. Pai. 1853-55 
in-Ì2**. * Contiene sentenze, drammi, favole, dialoghi, ritratti, pezzi 
orato rn. 

Esercizi della .grammatica francese del Grassìni, rivisti e corretti 
da P. lourdan. Pai. 1853 in-12^. * T ha una eletta di lettere , 
dialogni, e lessico. 

The english Miscellany. PaL 1813 in-8®. * É una raccolta di 
pezzi classici per uso della scuola di questa lingua aperta nel col- 
legio massimo di Palermo. 

# I 

lohn Perrin, The Elemenis of Conversaliqn in threc languages^ 
french, italian and english. Pai. 1830 in-8\ 

SEZIONE III. 

EDIZlONi 

*Fin jqul abbiam vedulo soUanlo estrani , rassodie , analetti dfi 
classici antichi e moderni , per le quali ci si danno a gustare i 
pezzi loro più eleni. Or procediamo più avanti, e yeggiam di co- 
loro che non brani di opere, ma le opere intere han preso ad il- 
lustrare, sia traducendole dal loro primitivo linguaggio, sia corre- 






1% CLASSE XX VII. POLIGRAFIA — ^SKZ. Il|. EDIZlOm 

dandole di ulili comcQtari, sia finalmenle adornandone qualche pre- 
gevole edizione. 

Non Istaremo qui a separare i traduttori dai chiosatori, né que- 
sti dai semplici editori : tra perchè taluni di loro fecero tutti e 
tre questi uHìci, e perchè altrimenti dovremmo per lo più rimen- 
tovare gli stessi autori, non senza sprecamento di tempo e rin- 
crescimento di fatica. 

A maggiore chiarezza ci giova premettere un avvisamento. Woi 
abbiamo nel voi. I passati a rassegna quanti esteri siamo qui per 
lodare: vi schierammo nella Classe I i greci, nella II i Latini, nel- 
la III gli Europei di varie nazioni. Ma colà riportammo coloro che 
scrissero di cose nostre, benché fossero pubblicalialtrove: qui ri- 
corderemo le Òpere pubblicate fra noi, benché trattino di tutt'al- 
tre materie. Allora intendevano a raccorrò gV illustratori ^ella Si- 
cilia, qui badiamo agi* illustratori delle lor opere. 

Riporteremo qui dunque i. classici greci e latini dai nostri nelle 
tre dette guise illustrati, distinguendo soltanto i prosastici dai poe- 
tici componimenti. 

« . "" 

■4 ART. I. GRECI , 

Questi così, come i susseguenti scrittori, saranno qui rassegnati 
secondo V ordine dei tempi in che vissero, annettendo a ciascuno 
i propri o traslatori comenlatori. 

§ I. PROSATORI 

Dictys Creiensis et Daretis Phrygii de Bello Troiano. * Descris- 
sero' V uno in lingua fenicia , V altro in greca V eccidio di Troia, 
cui furon presenlr : ma le genuine loro narrazioni più non esi- 
stono. Corre nondimeno ^i esse una versione supposta, e di que- 
sta lo Sconveger dette una edizione a Messina 1498. 

Herodolus, Homeri vita ex graeco Ialine reddila a Io. Aurispa 
netino. * Questa vita yiene attribuita ad Erodoto , Ira le cui .sto- 
rie si legge. Questa versione ci \'\(tiì ricordala da Ani. Panormita, 
amico dell' Aurispa , cui anco il Gesncro reputa la traslazion di 
Archipaede. 



ThucìdidU Historia, tradotta dal sac. Frane. Coppola : non è 
per anco stampata. 

Platonis de Republica libri latinitate donati ab. Atit. Cassarinio 
nelino. * Ricordansi dal Fazello, dee. I, lib. IV, e. 2, e dallo Spe- 
ra a De nobil. profess. gram. lib. lY ». 



AAT. I. GRECI — § I. PROSATOai 197 

— L* Epistole di Platone e i frammenti dì Timeo, Eforo e Teo- 
pompo, volgarizzati, con note ed illustrazioni del sac. Kic, Spala 
Pai. 1847 in-8®. * Su questo lavoro abbiam noi dalo firiudizio ìix 
un ragionalo articolo , inserito nella nuova serie del Giornale di 
scienze Icllere ed arli, nunì. 2. Pai. 1848 in-8®. 

Isocrate, Orazione parenctica a Demonico volgarizzata da Carlo 
Gemelli. Mcss. i834 in-i2\ 

Aristotelis Operum nova versio a Io. Bapt. Giatlini pan, S. [.' 
* Que.sia versione, a detta del Nongitorc, fu cominciata, ma non 
fornita. — L' aulore stesso poi cooperò alia traslazione arabicr. (iella 
Bibbia, e voltò dal volgare in latino la Storia del Concilio di Trento 
del Pallavicini. 

— Arlis poeticae libcr, graece et latine. Pan. 1780 in-8®. * Cu- 
rò questa edizione il c^^. Grcg. Speciale. 

— Poeticae nova versio ex graecis exenip1arib|is ediiionis novis- 
simae, haud paucis (amen in lons, si diis placet, cnendalae (d 
Io8. Jlaus). Pan. 1815 in-4**. * Evvi il testo greco ed in fonilo due 
appendici « I)e Iragoediae ofGcio, et de dramaticae poeseos apud 
Graecos origine ». 

— La poetica tradolta secondo la genuina sua 1 elione, da Gius. 
Zappulla. Pai. 1838 e 4Q in-8^ 

Zaieuco da Locri; Frammenti della si'a Legislazione , illusirati 
da liónav. Portoghese. Cat. 1841 in-^"*. 

Senofonte, I memorabili di Socrate, tradotti da Gian Àgost. de 
Cosmi. Pai. 1790 e 1814 in-8^ 

— Il Cerone, ossia Del Principe , dialogo , irad.. da Celidonio 
Ertante. Cai. 1841 in-8^ 

Cebete^ La Tavola, Irad. dal medesimo Erra:Ue, con le varianti 
ed alcune note filologiche. Pai. ìcù'ò in-S**. 

Demostene, Le Orazioni Olinliaclie ; ed Isocrate^ la Parenesi a 
Demonico, volgarizzate da Carlo Gemelli, 2^ ediz. Mess. 1833 in-8^. 

Ippocrate, Gli Aforismi, tradotti da Carmi Vtncenh'.Cat; 18S1 in-12^. 

Philisd Consolatoria ad M. T. Ciceronem , dum in Macedonia 
cxularet, e graeco versa a /o. Aurispa. * Fu pubblicata da Gof- 
fredo Tornino insieme con altri opuscoli antichi. Parisiis 1510 in-8^. 

Hieroclis Liber in Pythagorae aurea carmina, latiflilale donatus 
a Io. Aurispa. llasileae 1543 in-8^. 



198 CLA&SE XXVII. POLIGRAFA— SKZ. IIU KDlZlORt 

PlìUarchi Vitae Ialine redditae ab Ant. Ccusarinio netino. * Lo-*' 
dansi da Fazelio e Spera suromenlovati. 

— Le Vile parallele, compendiate ed annotate dal)* ab. FmnCé 
Santangelo, tomi 111. Pai. 1835 in- 12^. 

— Volgarizzale da Gir. Pompei. Ivi 1840 in-i2^ * Ristampa 
d' autor italiano. 



Luciani samosatensìs Excerpta ex vàriis operibus, notis ac 
xico illustrata ad usum seminarìi calanensis , gr. lai. i. II. Cat. 
1770 in-8^. * Quest'è opera di Seb, Zappala prof, in quel semi- 
nario. 

— Dialogi mortnorum, cum interpretatione latina et vocum ex-* 
planalione (Greg. SpeciaKs). Pan. 1784 in-8®. 

-^ Caronte, dialogo volgarizzato da Carlo Gemelli^ Mess. 1836in-12^.» 

Longo Sofista , Gli amori pastorali di Dafni e Cloe , romanzo 
tradotto da Annibal Caro: nuova edizione. Pai. 1835 in-i2^. 

Clàudii Plolomaei Geographia , a Bilibaldo Pirchcimberio lati- 
nitate donata, et collatis codicìbus graccìs expurgata sludìo los. . 
Moletii mess. Yen. 1562 in-4®. * Quesf ullimo aggiunse inoltre un 
ampio comento al I e VII libro dì Tolommeo, vi supplfsce ì luo- 
ghi mancanti, e ai nomi antichi dei paesi annette i recenti, e fi" 
nalmente alle 27 tavole del greco geografo ne aggiugne 37 di 
nuove. 

* Nella edizione eli Tolommeo volgarizzalo da Gir. Ruscelli le^- 
gesì ih fondo un Discorso universale del nostro Moleli , ove di- 
^ chiara i termini e le regole tutte spellanti a geograiia. Ven. 1561 e 
73 in-4^ 

— Rubrica alla Geografia di Claudio Tolommeo con aggiunta di 
nove tavole, fiumi, monti, nomi di paesi, di regni e di province^ 
per Ign. Cagkares. * Fu egli gesuita maltese, nipote di M. Bal- 
dassare vescovo di Mnlta^ morto a Napoli 1640 ; lasciò pur delle 
Note alla Sfera del Sacrobosco. 

Cluudio Galeno, Del conservare la sanila, libri VI, tradotti da 
Giuseppe Gakani. Pai. 1650 in-8''. 

Agost. Fiorito mazzarese d. C. d. G. tradìisse dal greco in la- 
tino moltissime vite, elogi, inni di Santi Siciliani, ad inchiesta df 

Ott. Gaetani, eh» le riporta nella colle/^ione dei medesimi. 

\ < 

Collezione di sacri Oratori greci volgarizzali, voli. V. Pai. 1840 
in-8*^. * Quesl' è una ristampa dell' cdizion di Firenze. Le ora- 
zioni sono di s« Gregorio Nazianzeno , trad. da Ann. Caro , Aht. 
Bianchini,* e Ang. M. Ricci; di s. Basilio Magno, e s* Gio. Griso-' 



I 

ART. I. GRECI — § I. PROSATOBI 199 

Stomo trad. da esso Bianchini; di Oricene e Già. Damasceno trad. 
da anonimo le une, le allre dal nostro P/ic. Camarda parroco 
greco a Messina. 

§ If. POETI 

Homeri Ilias, cura adnotalionibus Vinc. de Agrigento pan. * Fu 
quesli regio consigliere e presidente del real Patrimonio ; ma la 
sua opera, raccordata dal Capitello e dal Mongitore , non venne 
a luce, 

— L' Iliade tradotta in yerso sciolto da Paolo Abbadessa messi- 
nese, Perugia 1552, e Padova 1564 in-4**. * Sono i primi V libri, 
con postille marginali: gli altri rimasero inedili. Dicesi aver anco 
volgarizzata V Odissea, che non sappiamo, so vedesse la luce. 

— L' Iliade in -verso italiano di Frane. Yelez e Bona/nno Pai. 
1661 in-12^ 

— Altra Iliade in versi sciolti jasciò ms. il gesuita Corrado Mi- 
gliaccio de' principi di IMalvagna, morto rettore di questo colle- 
gio massimo nel 1815. / 

— Tomm, lYalale, 1 primi VI libri fn verso sciolto. Pai. 1779 , 
e riveduti e Corretti 1807 in-8^. * Lasciò ms. la versione degli 
altri XVIII libri. 

— La versione dell' Iliade di Vinc, Manli è stata riprodotta in 
l. II. Pai. 1836 in-12^: e colle altre sue Poesìe nel 1837 in-8\ 

— Odissea tradotta óàlppoLPindemonte, l. II. Pai. 1836 in-i2®. 
* E mera ristampa d' autore non nostro, (com' è T antecedente) , 
reiterata nel 1847 in 8^. 

— La Batracomiomachia tradotta in versi siciliani da Gius. Mar- 
co Calvino. Trap. 1827 in-8'. 

— In versi italiani da i^ao(o Costa. Pai. 1832 in-8*. • Ristampa 
di autor italiano. 

Esiodo^ Lo scudo di Ercole, poemetto traslato, con tre Inni dì 
Omero, ed un'Ode di Alceo ^ da Riccardo MUchell. Mess. 1839 in Ì2®. 

— Le Opere e i gi'H'iii, poemetto volgarizzalo ùdGius. de SpUC" 
ches principe di Calati. 

Orphei Carmen a Phil. Parala ad Car. Vìntimiglia per epìslolas 
expositum: nella Diuova raccolta il' Opuscoli sic. t. II. 

Anacreontis Teii Carmina, notis et diatilhis emendala et illu- 
strata a Mar. Valguamera. * Serba vasi nts. per testimonio del Mon- 
gitore^ presso \\ principe di Rritladale Frane. Montaperto. 

— Le odi tradotte in veTsi settenari ed in ottonari da Mariano 
^ Valguurnera. * Questa doppia antica versione rimase inedita fino 

ai tempi del can. Ros. Gregorio, che la mise in luce con qùalcljie 



200 ausnr, nxm. iPOLi«RAFa—- skz. iii. bdiziori 

sua dilucidazione a Pai. 1795. Fu poi ripetuta nel 1807 e j2t e 
SI; e finalmente tra le Opere scelte dello stesso Gregorio, ristam- 
pale al 1845. 

— Le Odi tradolle in scneitini dal conte Ccs. Gaeiani. Sirac. 
1738 in-8\ 

— Con Teocrito Mosco e Blone^ Iraslati dal medesimo. Iri 5776 
in-4*. 

— Altra versione in siedo dialetto del bar. Torriin. Moncada 
Cat. 1817 in-8^ . 

— Altra da Ben. Sav, Terzo inserita iiel Passatempo delle Da- 
me Giornale di Pai. 1833 e seg. ' 

— Odi tradotte in italiano da Vtnc. di Fede, e in siciliano da 
Gir. Ardizzone. Pai. 1839 in-S**. * Una lettera crilica su questa 
traduzione ha data Frane* Crispi d' Antonino. Ivi 1843 in-8**. 

— Odi tradotte in versi siciliani da Anir. la Manna PaK 1843 in-8*. 

* Altre versioni nel nostro vernacolo ci han date e M. Gius, 
Crispi e 'i bar. Mario Schininà. di Ragusa. 

Mosco e Bione, Idìlli tradotti da Gius. d,c Spucches principe di 
Galati e duchino di Caccamo; e da Biccardo Mitthell di Messina. 
Pai. 1840 in-8^ 

* Lo Spucches ha poi ripubblicati questi Idilli colle gegaenti 
tragedie nel 1852. 

Eschilo , tragedie tradotte da Fel. Bellotti , l. II. Pai. 1832 
in-12®. * Traduttore straniero: ma delle tante edizioni e traslazio- 
ni di queste tragedie demmo nota nella classe 1^ sez. 11^ art.. 2. 

Sofocle, L'Edipo re. tragedia volgarizzata da detto de SpwccAe*. 
Pai. 1838 e 43 in-SV ' 

Euripide, L' Ecuba, tragedia trad. dal medesimo. Ivi 1846 in-8^ 

— Le Fenicie, tragedia, con note. Sta nelle sue « Versioni dal 
greco )) ove son riprodotte le due antecedenti. Ivi 1852 in-8*. 

* Ha -pur egli tradotte , ma non per anco pubblicate, le. altre 
dello stesso poeta. 

* L* avv. Salii. Tomasmo ha pubblicato un Discorso critico sulle 
versioni anzidette. Pai. 18:;3 in-8^ 

Oppiano alice, Alieulicon e Cynegelicon, ossia Sulla pesca li- 
bri IV, e Sulla caccia libri V, tradotti da Urbano Lampredi, Pai. 
183.3-34 in-125>. * Riproduzione di stampa milanese , versione di 
greci esametri in itali endecasillabi. 

' Saffo -poetessa Faoniade , trad. in versi latini da Salv. Barba- 
gotllo ed Allucci. Pai. 18. . . . 



ABT. I. GllECl--*§ ir. POETI 201 

* Di Teocrito nulla diremo , perocché ne fu scrilto a dilungo 
nella Classe I, sez. II, tra gli serillori greco-sieoli. Solo qui sog- 
giugniamo, esser e^li stato tradotto in rima siciliana dir Ign. Sci- 
monelU: versione rimasta inedila (conxe T altra sua delie Odi di 
Orazio), a riserva di due Idilli riportati nel t. 36.delGiorn. lett. 

Il II Idillio, tradotto e pubblicato da Gììm. Borghi, per saggio 
deir intera version dì Teocrito (che non venne in luce), 3ta pure 
nel t* XXV del fiiorn* medesimo; e quindi il I nel t. LIl. 

ART. II. LATINI 
$ 1. PROSATORI 

itf. T. Ciceroni^ De optimo genere oraloruin, cuin commentario 
Io. Ant. Viperani. Anluerpiae 1581 in-8**. 

— Tuscutanarum Quaestionum libri V. Pan. 1615 ìq-8*. / 

— Somnium Scìpionis cum commentario Pe/rì Gravinae pu». . 

* Ne fu menzione egli stesso nelle sue Epistole Ialine, stampale a 
Napoli 1S89 iii-r. 

— Orationes aliquot selectae in usum scholarum S. I. Pan. 
1682 in-.12^ 

— Novus Orationum delectus; interpretatione, nolis atquc analysi 
illuslralus ad usum Semìnarii Cai. 1770 in-8**. * Son opera di Seb. 
Zappala che. vi arreca le illustrazioni del Merou^ille. 

— ^Electorum liber ad trsum R. Academiae Pan. 1781 in-8^ 

* Son diversi squarci estrani daile opere dì Cicerone con in fine 
le noie ed un lessico storico e geografico delle persone e dei luo-> 
ghi da lui mentovali. 

— Orationes et libri de Oratore cuin nolis ad usum Delphini. 
Pan. 1790 in-8**. * Furono dal cav. -Speciale slampalc ad una ad 
una per uso delle scuole. 

— Calo maior, sive De Sencclute cum nolis italicis Greg. Spe- 
cialis. Ibid. 1790 in-8^. 

— Epistolae ad Familiarcs cum nolis. Pan. 1679 in-8*. 

— Epistolarum selectarum libri IV, editio novissima ceteris emen- 
datior. Pan. 1806 in-8^ 

— De' doveri libri III tradotti dal cav. Tomm. Gargallo. Vài. 
1814 in-4^; e Milano 1822 e Siena 1847 in-12^ 

— Cento epislole di Cicerone col testo latino a fronte , volga- 
rizzamento ed annolazioni del can. Gio. AgosL de Cosmi. Pai. 
1816 in-8^ 

— r Della Repiibblica di Cicerone libri VI , pubblicati da Ang; 
Mai, e volgarizzali da Pietro Odiscalchi, 1^ ediz. siciliana, eseguila 
per opeja di Luigi Garofalo colle note e le correzioni Iratle da 
quella di Francfort del 1826, il discorso preliminare , le annota- 
zioni e le diss. storiche del sig. Villcmaiu. Pai. 1832 in-S"". 

20 



202 CLASSE XXVII. rOLir.ll.4riA — SF.Z. IH. EDIZIONI 

— • Catone il Maggiore, ovvero Della Vecchiezza , dialogo volga- 
rizzalo (la feiM^. Tortorici. Pai. 1839 in-8*. * L' altro dialogo, Le- 
lio Dell' Amicizia, trad. con note di F. Scifoni , Prato i838, è 
criticato da Luigi Caslellana, neirEffem. sic. t. XXV, n. 68. 

-r- Orazione per Archia poeta^ messa in volgare da Fel. Bisazza. 
Mess. i1B38 in-i2^ 

— Traftalo dell' Invenzione trad. da Gioacch. Geremia^ con noie:' 
nel n. 207 del Giornale di scienze ecc. Pai. 1840. 

— De Legfbus libri HI. Pan. 1851 in-12®. * Questi libri sonora 
stati e riprodotti e volgarizzati e illustrali dal cav. Croce Sturzi>^ 
Ivi. 1855 xn-8\ 

C- lulii Caesaris De bello gallico libri Vili, et De bello civili 
libri HI, cum nolis ilalicis. Pdn, 1794 in-8**. * Queste note sono 
dello 6pecta{e che quei libri pubblicò ciasetino separatamente, 
. — Comeolari Iradolli da Frane. Ealdelli , secondo V edizione 
d' Alniorò d' Albrìzzi, veneto. Pai. 1769 in-8^ 

— Comenlari, antica versione riveduta da Frane. Ambrosoli, t. IV, 
Pai. 1831 in-12*. 

C. Sallustii Cnspi Bellum calilinarium , cum selectissimis Io, 
Min-Ellii notis , aliorumque doctorum virorum commentariis. Pan, 
1783 in-8\ 

— Bellum iugurtintim ad usum Delphini: buie editioni accessere 
quaedam ntitae Soldiwasse, Cortile Piane! et aliorum ad usum R. 
Ferdìnandei Nobilium Collegii. Pan. 1786 ln-8\ * Evvi pure in 
fondo un lessico filologico dello Speciale. 

— Catilinaria et lugurlina bella. Pan. 1836 in-12^ 

— Tradotto da Vittorio Alfien da Asti. Pai. 1831 e 33 i|ì-18*. 

Comelii Nepolis Vitae excellenlium imperatorum , cura noti^ 
ilalicis Greg. Speeialis ad usutn R. Univ. Pan. 1782 in-8**. 

— Le vile colla traduzione di Aless. Bandiera. Cai. 1770 in-8^, 
* Il Bandiera da Siena venne in Catania, trattovi da M. Venlimi- 
4ztia ed insegìiò eloquenza in quel Seminario. A lui succeduto Seb. 
Zappala vi pubblicò questo e lanlj altri autori Ialini. 

— Le stesse Vile con la versione di alcune^ ed analisi di Frqne. 
Soave , col titolo d' inlroduzione allò studio della lingua Ialina, 
Palermo più volle, in-12®. 

T. Livii Patavini Electorum Hisloriae romanae cura nolis va- 
rjorum. Pan. 1783 in-IS**. * Gli squarci estratti contengono prin- 
cipalmente le cose concernenii alla Sicilia, con in fondo varie il- 
lustrazioni, ed un ìndice delle romane anlichilà. * Una ristampa 
se n' è eseguila a Pai. 1832 in-18\ ^ 

— La prima deca tradotta da un toscano del trecento, tosto di 
lingua, t. II. Pai. 1819 in-i^ 



Ani. II. LATIKI— § I. PROSATORI 203 

' C. YeUeii Paterculi Electorum Hìsloriae Romanae cum nolis. 
t^an. 1797 in-^. 

L. Annaeus Seneca, Gubernacula nìorum ex eìus libris dcprora- 
pla a Meandro Gallo orci, basii. Mess. 1117 in-12®. 

*— Le Pislole di Seneca volgarizzale nel buon secolo , lesto di 
lingua. Pai. 1818 iri-8''4 * Evvi pure IradoUo il trallalo sulla JProv- 
Tidenza di Dio del medesimo filosofo. 

-^ Le Morali di Seneca il filosofo in ilala favella traslale e for- 
nite di note e schiarimenti, con la difesa e \ila di esso Seneca, 
da Mieh. Rizzane. Nolo 1852 in-8^ \ Contiene i Ire libri dell'I- 
ra, e quelli sulla Consolazione ad Elvia^ sulla Provvidenza , sulla 
Tranquillità dello spirilOi 

L. CuriiuS' RìifaSy nolis geographicis locorum et provinciarum , 
de quibus in Alexandri vita loquilur^ elucidalus a Io. Bapt. Meo- 
losio. * Vien rammentalo dal Mongilore con più allri suoi scrini 
inediti di vario argomento. 

— Saggio d* una novella traduzione di Quinto Curzio pel cav. 
Raff. Alessi: nel Giornale del gabinetto gioenio, nuova serie, voi. 
Ij fase. 4. Cai. 18.>i in-8®. * Promette ivi la intera versione, che 
contrappone a quelle di Porcacchi, di Givanni e di Manzi. 

C. Cormlii Tacili Opera, cum commentariis Car. NeapoUs pan* 
* Vien ricordalo dal Mongilore, ma non fu pubblicalo. 

— Opere di Tacito tradotte, da Bem. Davanzali con le giunte 
ed i supplimenti dell' ab. Gahr. Broiier, tradotti da Paslore* Pai. 
1835 in-8*. 

Ci Plinii Secìiudi Prooemium llistoriae naturalìs cum commen- 
tario Ludi Flaminii. Salmanticae 1503 in-8^. 

Eulropii Electorum ex romana Hisloria, cum nolis ilalicis (eius- 
dem Specialis). Pan. 1785 in'12**. * V'ha pure in calce un les- 
bico di antichità e di geografia per 1* intelligenza di questo. autore. 
Edizione ripetuta nel 1833 in-8'', a Catania; e di nuovo, a Paler- 
mo 1845 e 1853in.12^ 

Dizionario delle voci latine ches* incontrano ne' X libri scelli di 
di Eutropio. Ivi 1853 in-18^ 

Imtini Electorum cum notis cìusdcm Specialis. Pan. 1790 
in-8**. * Quesl* è un compendio delle Storie oggi smarrite di Pom- 
peo Trogo. 

Severi Sulpicii, Electorum ex Sacra Hisloria libri II ad usum 
R. Acad. cum nolis eiusdem. Pan. 1781 in-8^. 



204 rxASSE XXVII. pougrafia — skz. iji. edizioni 

Manlio Sev. Boezio, Della Consolazione della Filosofia libri T. 
tradotti da Tomm. Tamburino. Pai. 1637 in-12**. 

§ II. POSTI 

M. Perdi Catonis Praecepla moralla et carmina, cum commen- 
tario Thomae Corvaiae siculi. Keap. i578 in-4**. 

k 

M. Aceti Plauti Comoediac, coin commentariis Ant. BononioCj, 
vulgo Panormitae. * Ce ne dà contezza egli stesso in parecchie 
sue lettere pubblicate a Venezia 1553 ìn-4®. 

P. Terentii Afri Andria, cum notis Greg. Spedalis. Pan* 
1790 in-r . 

— Terenzio latino e toscano con note di Sato. Yirga. * Rimase 
m?. ugualmente che Virgilio, Orazio, Ovid/lo, da lui e tradotti ed 

annotali, por fede del Serio nelle giunte al Mongitore. 

» 

P. Virgilii Maronis Aenefs^ cura notis Bèm^ Colnagi* * Ser- 
basi ms. in questa libreria comunale. 

— Gcorgìca cum nolis selectissiinis Servii, Cerdae, Pontani alio- 
rumquc, opera ci studio Corn. Schrevelii. Pan. 1783 in-8®. 

— Opera cum nolis Greg. Specialis. Pan. 1790 in-8^. * Lo stesso 
poi ne fece altra edizione. nitida, senza note. Ivi. 1796 in-4^. 

— Il Virgilio ridotto in Versi italiani Aa Egidio TuHno: rest^ms. 
presso i Dmnenicani di Mililollo vai di Noto, a della dal Mongito 
re. Da questo pur sappiamo , che Gius. Gennaro trasformò V e^^ 
doghe buccoliche in pescalorie. 

— V Eneide in islile drammatico recala da Carlo Musarra mess. 
* Lodasi nelle slravaganze liriche degli Accademici della Fucina 
parie III. 

— L' Eneide tradolla in ottava rima siciliana da Tomm. Aversa 
di Mislrella, Voli. III. Pai. 1654-60 ìn-12^ 

— Il Virgilio mascherato , ovvero U Eneide tradotta in ri* 
ma siciliana burlesca da Silverio Sorlino , libri I e II. lless^ 
1717 in-8^ ^ 

— L' Eoeide travestila di Giamb. Lalli, t. II. Pai. 1836 in-18*. 

— L' Eneide tradotta da Annidai Caro, t. II. Pai. 1840 e 4§ in-8®. 

— Una parie del libro I recala in versi sciolti dal cav. le^lerto 
Slagno messinese, sta nel n. 176 del Giornale di scienze ecc. da 
servire di saggio dell' intero poema, da lui già Iraslato. 

— j- L* Eneide tradotta, con note filologiche, dal c^y. Agàt. Jton- 
go di Catania ms. da lui annunziala nei Catalogo deHe sue Opere. 

— Georgica e Buccolica, tradotte dal prof. Paulo la Spada di 
Messina: son tuttavia inedite. 



ART. II. UTMl — § II. POETI 20S 

— Buccoliche tradotte ed annotate dal march. Casim. Drago e 
fìaselU. Pai. 1783 in-8^ 

-^ Buccoliche, Georgiche ed Eneide, trad. da Clemente Bondi. 
Pai. 1820 e 37 in.l2^ 

— Buccoliche volgarizzate da Dionigi Strocchi. Mess. 1836 in-8*^. 

— La Buccolica, versione poetica in lingua siciliana , di Salv. 
Rossi-Bonanno. Acireale 1845 in-8^. * Altre ne han .date nello 
stesso dialetto Tom. Moncada a Catania, e Salx). Grasso GamH^ 
no d' Aci-Reale. Cai. 18S0 in-8*. 

— Imitazione de^* egloga li , di Giu$. Zappullai sta in fondo 
alle sue Poesie varie di classici latini. Pai. 1833 in-12^. 

— Sul poemetto « Culex » di Virgilio, Considerazioni di Bald. 
Romano : nel t. Ili dell* Effemeridi sìcole, agosto 1832. 

C. \aL Catulli, Alb. TibulU , et Scxti Aur. Properiii Casta 
Carmina*' ad scholasticorum usum selecta cum notis Vulpii. Pan. 
1800 ln-^2^ 

— Le nozze di leti e Peleo, Epitalami<^ tradotto e annotato da! 
cav. Àgat. Longo. Cat. 1830 in-8^. * Evvi annesso un saggio tìi 
versione dell' Eneide. 

— Altra versione di Mauro Granata cassinese. Messina 1833 in-8*. 

— I Carmi di Catullo recati in varia rima da Agost. Gallo^ so- 
no tuttor mss. 

AlMi Tibulli Elegiae , cum notis Grog. Specialis. Pan. 17&4 
in-12*. . 

— Tradotto in versi sciolti da Gaet. Fuxa: sta nis. nella libre- . 
ria di questo Comune. 

— Elegie tre tradotte in diverso metro da Gius. Zappulla. Pah 
1833 in-12*. 

— Properzio, Elegia volgarizzata dal medesimo , tra' suoi opu- 
scoli vari. Ivi 1833 in-i2\ 

Horatii luvenalis et Persii Satyrae, cum commentariis Thomae 
SchifiAdi lilyboetani. * Vengon ricordati da Seb. Bagolino e dal 
Mongitore, come mss*. esistenti in Alcamo. 

Q. Horatii Flacci Odae , Satyrae et Epistolae cum notis , cura 
et studio Greg.^ Speciatis. Pan. 1793 in-12*. 

— Ars poetica cum notis eiusdem. Pan. 1794* in-12^ 

— Odae ex recensione los. Me. de Azara cum notis Io$. lu- 
vendi S. I. Pan. 1792 in-8^ . 

— La miglior parte di Orazio tradotta con nuove osservazioni del 
sac. Gio. Stracuzzi. Mess. 1788 in-8**. 

— Odi scelte volgarizzate in verso ed in prosa da Àgat. Longo 
con un saggio di lezioni sopra Orazio: sono mss. 



'- 



SOS <:la6Sk xxvn. i^ligràfu — sez. hi. edizioni 

— Favole scelte e Iradotle per uso de* giovanetti. Pai. 1842 e 
48 in.l2\ 

— CoHe annotazioni di.ilf. DeUxmo ed Atto Vcamucd. Pai. 
1849 in-12\ 

C. Pedonis Albinovani Carmina illustrata a Greg. Speciale. Pan. 
1794 in.8\ ^ 

Deciilulii Iv/venalis elAuli Pernii Flacd Satyrae, cum commen* 
tariis Tkomae Schifaldi lilyboetani Ord. praed. * Lodasi da Seb. 
Bagolino nel suo u Moncada » come esistente ms. in Alcamo; pa 
oggi si trova in questa libreria comunale (29 D. 69). 

D, Giulde Giovenale^ Salire in italiano recate da Tomm. Gar- 
gallo. Pai. 1842 in-4^. * Fu iterata questa versione nella seguente: 

Le Satire col testo a fronte, con. una Prefazione apposita e un 
Discorso sopra Giovenale , tratto dall* opera sui poeti Ialini del 
sig. Nisard. Torino 1848 ìn-ìW". 

A. Persio, Una satira, versione di Frane. Castagna: nel d. 174 
.del Giornale di scienze, ecc. 

* Le satire di A. Persio Fiacco, colla versione diTwic. Monti 
sono state colle costui poesie riprodotte a Palermo 1837 in-&^ 

* Il sac. Nat. Zuccarello di Catania tradusse Persio in prosa 
latina con note italiane e vi premise gli argomenti in esametri e 
pentametri, come ci attesta il Bertucci nella Biografia di lui. Cat. 
1846 in-8^ 

Claudio Claudiano ,. Il Ratto di Proserpina , tradotto da Gio. 
Dom. /^evitocgiia con argomenti e allegorie di Ani. Cingali. Pai. 
1586 in-4^ . 

^— I primi due libri ed il Ratto di Proserpina , parafrasati da 
Frane, Balducd: tra le sue poesie stampiate a Roma 1638 in-8**. 

— Due carmi tradotti da Agosl. Gallo e pubblicati da ' Sak). 
Ventimiglia. Pai.. 18S4 in-4^ ^ Sono r Elegia sulle statue de^ Pii 
ft*alel]i di Catana Anfinomo ed Anapi, e T Epigramma sulla Sfera 
di Archimede. 

D. Magni Ausonii Cupido croci adfixus: poemetto tradotto da 
Agost. Gallo. Pai. 1830 in-8\ 

Frane. Petrarca e Luigi Alamanni, EJgloghe trad. da Ben. Sav. 
Terzo; nel t. LUI del Gio n. di scienze, ecc. 

Ang. Poliziano , Le viole recale in versò sciolto per Agosl. 
Gallo. Pai. 1830 in-8^ 



^ 



•j 



. ART. II. UTIWI — S II. POETI 209 

Aetii Sinceri Sannazarii De partu Yirginis libri III, cum com- 
mentarìis Lazari Cardonae molypensis. Yen. 1384 in-8®. 

— Alia editio. * Evvi aggiunta ia.lraduzione poetica dd Casa- 
regi per cura dello Speciale. Pai. 1781 iu-8^. 

Mich. Verini hispani poetae INslycha de moribus puerorum , 
magna mine deinum cura cognita et castigata. Mess.' 1637 in-8®. 

— Idem opus, accessit Io. Sulpitii Verunali de doctrinae mensa 
atque de moribus puerorum iuvenile Carmen. Pan. lODO in-8^. 

JJier. Tidae Poetica, Scacchia, Bombycum carmina. * Furono 
separatamente impressi per cura del medesimo Speciale. Pai. 
1795 ìii'S\ 

— La poetica tradotta da Bald. Romano. Ivi 1832 In-S"". * In- 
torno a questa versione Ferd. Mahica pubblicò un* Epistola. Ivi 
1832 in-8'': e prima Y avea divolgata nei t. L del Giorùaie arca- 
dico di Roma. 

Carlo Vitali , Epinicio alla gloria dell* aug. imp. Carlo YI , 
tradotto daU'ab. Gio. Ortolani Mess. 1726 in-8*. * Sono 292 ot- 
tave con a fronte il lesto latino. 

Gir. Fracastoro, La Sifilide libri III, volgarizzati da Vtnc. Russo 
e Pares. Sirac. 1780 ìn-S^. * Questa traslazione vien preferita al- 
l' altra di Vtnc. Renini bolognese, prodotta in Padova 1739. 

— L' Alcone, o sia Cura de cani da caccia, trad. da Rald. Ro- 
9nano. Pai. 183i iu-12^ 

lac. card* Sadolelo, Il Curzio, carme recato in verso sciolto da 
Ben. Sa». Terzo. Pai. 1830 in-12\ 

— Il Laocoonte, carme tradotto da Agost. Gallo, nel t. XI del 
Giornale leUerariol— Altra versione di Vtnc. Calcagno: nel t. XYllI 
di esso Giornale. 

Bald. Scaglione, Sulla statua di Cleopatra, carme tradotto da 
esso Gallo, nel t. X dell' Eitem. sicole, col le^o a fronte. 

lor. di Caro , Delle acque , carme recato in versi italiani da 
Fel. Rimsza, col testo s^ fronte. Malta 1842 in-8''. * Yersjonc ri- 
stampata a Torino, per cui fu T autore ascritto alla Pòntaniana di 
IVapoli. 

Alexandri 31. Bandiera senensis , Latinae lucubrationes vincta 
nuiueris oratione conscriptae. Pan. 1840 in-8^. * Ci venne da pro- 
fessore di beile lettere nel seminario di Catania cbìamalovi da Al, 
Ycntlmiglia, come sopra fu detto. 

27 



210 ' cla;;9R xxvii. polioiufu — %v.t. in. rdiziori 

Io. Bapt. Svegliati patay. Carmina diversi generis. Pan. 1836 
ìn-8*'. * L' autore chiamalo da M. Balsamo, fu prefetto di studi nel 
seminario di Monreale, doYe*mori 1* anno appresso. 



ART. 111. ITALIA?» 



Intendiamo coloro che scrìssero italianamente, e non coloro sol- 
tanto che nacquero in Italia; giacché oltre a questi alcuni ne no- 
teremo ancor de' nostri che ricevettero il beneficio di somiglianti 
traduzioni. 

S* I. OBATORI 

Giù. della Casa, Orazione a Carlo V per la restituzion di Pia- 
cenza. Pai. 1790 in-8^. 

Alc88. Bandiera, Discorsi e componimenti di varie maniere. Pil. 
1840 ip.8^ 

Gius. Luigi Pellegrini, Panegidci. Pai. 1813 in-8*. 

Ani. Cesari, Orazioni sacre. Pai. 1842 in-8**. 

Mich. Ang. Monti, Orazioni sacre e funebri. Pai. 1840 in-8*. 

Tinc. Monti, Lezioni dì eloquenza, e discorsi filologici. Pai. 
1840 e 43 in-12^ 

Il Vangelo d* ogni domenica spiegato nel senso letterale ' e spi- 
rituale secondo la scorta de* santi padri e de* migliori interpreti, 
colie opportune morali riflessioni ed istruzioni pratiche, d' un Ec- 
clesiastico deUa diocesi di Mondovi, t. IIL Pai. 1830 in-8\ 

Jff. Basilio Clary, Il liberalismo cristiano, Omelie. Mess . 1822 in-8\ 

Gius. Branca, Spiegazione del vangelo per tutte le domeniche 
e feste dell' anno, voli. VI. Pai. 1834 in-8\ 

Pier Luigi Grossi , Prediche quaresimali e panegirici. Pai. 
1842 in-8^ 

Carlo Borgo, Panegirico di s. Ignazio Loiola. Pai. 1836 in-8^. 

fitiM. Borghi, Panegirici di ò. Rosalia Yerg. e del B. Seb. Val- 
lirè. Pai, 1839 in-18^ 



;' ' ' ■. 



.■» • 



ART. III. ITALIANI— •$ I. ORATORI 21 { 

Gius. Barbieri^ Orazioni quaresimali ed altrci nuove opere, yoU. 
IV. Pai. 18^8 in-8\ 

— Nuove orazioni quaresimali, voli. II. Ivi 1842 in-8®. 

— Avvento ed altri discorsi. Ivi 1847 in-8**. 

— Discorsi, lettere e poesie varie. Ivi 1848 in-8®. 

Gian Frane. Durazzo d. C. d. G. Discorsi sulle grandezze del- 
l'augustissima Eucaristia. Pai. 1831 in-8\ 

M. Deodato Turchi vescovo di Parma, Panegirici, voli. II. Mess. 
1833 in-8°. * Si premette un Cenno critico ^olle opere di lui ora- 
torie dair editore p. Gesualdo capp. da Brente. 

Gius. Conti, Panegirici a s. Filippo Neri e a s. Rosalia detti ìa 
quaresima nella chiesa dell' Oiivella. Pai. 1834 ìn-H^. 

A. F. Biamonti, Serie di meditazioni^ prediche ed istruzioni ad 
uso delle sacre* missioni e de' santi spirituali esercizi , S* edìz. 
voli. III. Pai. 1854 in-12\ 

§11. DIDASCALICI 

Fiore di virtù, ridotto alla vera lezione , e ristampato per uso 
<lelle scuole normali da Gian àgost. de Cosmi. Pai. 1794 in-8°, 
e da capo al 1814 in-8**. 

— Kiveduto di nuovo e corretto. Ivi 1840 in-8**, 

Bartolommeo da s. Concordio, Ammaestramenti degli antichi , 
ridotti alla vera lezione (per opera del cav. Greg. Speciale), t. IV. 
Pai. 1794 ^n-12^ 

Agnolo Pandolfini, Trattato del governo della famiglia^ 2* ediz. 
tratta dalla 1^ romana con note in fine. Pai. 1821 in-12^. 

— Con osservazioni cavate dair ediz. napoletana. Ivi 1836in-12\ 

iVtcc. Macchiavelli segretario fiorentino , Il Principe. Pai. 
1848 in-8^ 

Pietro Bembo, Le prose, ediz. emendata (dal cav. Speciale). 

Gio. della Casa, Il Galateo. Pai. 1794 in-8^ 

— Trattato degli uffizi (testi riscontrati dal v^cdesmo Speciale). 
Pai. 1793 in-8\ 

— Altra edizione del Galateo, ridotto in 22 capitoli. Ivi 1836 in-8^ 



1\2 i:la5SR XXVII. poligrafu — skz. ìii. edizioni 

, 1 Ire Galalfìi di 3L della C(i»a, Melch. Gioia e Sperone Sperami, 
ridoni a migliar lezione e forma da Dice. Tomìnaseo. Pai. 1641 

Aimihal Caro, Lcllere sccllo, t. II. Pai. 1833 e 40 in-S^. 
— i>[uove lelleré. Ivi 1812 in-8\ 

Dan. Barloli. Ortografia italiana. Pai. 1834 in-12^. 

Scip. Maffei, Della scienza cbian^ata cavalleresca, libri III. Pai. 
1717 in-8^ 

Pietro Frane. Rosignoli, La felicità ed infelicità dei principati 
nella felice o infelice elezione de' mìnlstrrper Je cariche orilinate 
al bene pubblico. Pai. 17d9 ìn-8^ 

Conte Gian Rinaldo Carli, Istituzione civile, o Elenaentì dì mo- 
rate. Pai. 1789 in-8% e nel 1841 iIì-12^ 

Ferd. Rossi fiorentino, Analisi dell' umana economia , parti II. 
Mess. 1828 in-4^ 

Pasq. Galluppi, Poche riflessioni critiche su 1' opinione del sig. 
Ferd^ Rossi relativa alle idee semplici. Mess. 1828 in-4^. 

Bern. de' Rosri fiorcnt'no cassinese^ Analisi dell* umana ecoBO- 
mia, parti V. Mess. 1835 itì-8*. 

Gaei. Filangeri, Opuscoli s};elti editi inediti. Pai. 1813 in-4\ 
* Sono, 1® Riflessioni politiche sulf ultima legge di riforma del- 
r amministrazione della giustizia. 2^ Parere sulla proposta d' un 
afl^tto sessennale del cosi delto tavoliere di Puglia: S'' Estratto del- 
r opera dì G. Play fair sul debito nazionale. 

Dom^ Soresi, Rudimenti della gramatìca italiana. Pai. 1843 in-18^. 

Frane, Soave, Istituzioni di gramatìca latina e italLina. — Gvìi' 
inatica ragionata della lingua italiana. — Prosodìa ossia breve trat- 
talo della versificazione latina ed italiana. Pai. 1835 in-16^. — ^Istitu- 
zioni di logica, metafisica, elica, aritmetica ecc. * Queste ed al- 
tre opere dell'autore, adoltate ne' nostri ginnasi, più e più volte 
sono stale rimpresse. , 

Aurelio de' Giorgi Seriola, La filosofia della storia , libri IH. 
Pai. 1831 in-12^ 



Alt. 111. ITALIANI — §11. DIDASCALICI 213 

Gius, Patini, Prose scelle. Pai. 1830 ìd-12\ 

Luigi Cerretli, Prose scelte. Pai. 181S in-8®. 

3fi€h, Colombo , Lezioni sulle doli d* una colla favella e sullo 
siile. Pai. 1832 in-12\ 

Paolo Costa, Della Elocuzione, con un Jdiscorso dell' ab.* Ifich. 
Colombo sul n)odo di arricchir la favella senza allerarne la purità. 
Pai. 1836 in-12^ 

— Deir Elocuzione, della Sintesi e dell* Analisi, con utili avver- 
limenn d'altri scrittori sullo stile. Pai. 1833 in-18''. 

Ani. Cesari, La imitazIoDe di Grìslo, libri IT. trad. Pah 1829ÌD-12''. 

— De' vantaggi recati dalla religione alla societàf Ivi 1838 in-18^. 

— Le Grazie, dialogo. Ivi 1841 e 51 in-12®. v 

— Prose sacre scelte, t. III. Ivi 1830 in-12®. 

-—Scritti intorno alle bellezze, ed allo studio della lingua italia- 
na. Ivi 1831 in.l8\ 

Vittr^rio Alfieri, Del principe e delle lettere. Pai. 1848 in*8*» 

Vttic. Monti^ Proposta di alcune correzioni ed aggiunte al voca- 
bolario della Crusca t. II. Pai. 1838 in-8\ 

Ippol. Pindemonti^ Prose e poesie can>peslri. Pai. 1830 inT8*. 

— Opere complete. Ivi 1845 in-8^. 

GiuUo Pertìcari, Lettere scelte. Pai. 1831 in-18^, e Mess. 1833 
e 40 in-12^ 

— Opere edite ed inedite, voli. III. Pai. 1830 in-ie""; e di nuo- 
vo in uh voi. 1838 in-8**. . 

Gian Frane. Galcani Napione , Dell' uso e de' pregi della lin- 
gua italiana. Pah 1837 in-8^ 

Ugo Foscolo, Saggi sopra il Petrarca. Pai. 1831 in-lO*^. 

— Viaggio sentimentale di Yorich lungo la Francia e l'altana. 
Ivi 1833 jn-4\ . 

Dante Alighieri e '1 secolo: nel t. XXIX del Giom. lett. , e dì 
nuovo. Pai. 1842 in-12*. 

Pietro Giordani, Prose scelte Pai. 1830 e 32 in-(2*. 

— Nuove prose. Ivi 1839 in-8'*. 

— Opere tutte, premessovi suo elogio, per Mario Yillareale D. S. 
P. t. II.. Ivi 1840 iri.8\ 



2U GLASSE XXVII. POilGRAFIA-^EZ. HI. EDIZIONI 

Gius. Bareiti j Lettere istrottive, descrittiye e familiari. Hess* 
1825 in-8\ 

EHa Giardina, Lettere scelte di vari. Pai. 1836 ia-!2^. 

lac. Oriiè, Ultime lettere. Pai. 1848 in-8''. 

Gir. Venanzio, Della Callofilia, o sìa sopra il Bello. Pai. 1837 ìn-8®. 

P. Giulio Arigoni M. R. Diss. della sacra eloquenza. Pai. 
1841 in-8^ 

Giamb. Nicolini, Prose. Pai. 1843 in-12^. * Vi sono Cenni big- 
grafici dell* autore premessivi da Ag. Gallo. 

• . ' 

Amelia Caiani^ Prose e poesie. Pai. 1842 in-8*. * Edizione cu- 
rata per Ago^. Gallo che vi premise la biografia dell' autrice 
toscana. 

— ^ Saggi suir educazione e lettere sulle donne ; nel Giorn. di 
scienze ecc. t. XXVI e seg. 

Silvio Pellico, Opere in prosa ed in verso. Pai. 1845 in-8*. 

Canialupo, Cenno della scienza del ben essere sociale da ser- 
vire di base allo studio del diritto pubblico, 6^ ediz. Cat. 1846 in-8®. 

I 

Aless. Manzoni , Lettere due sulla unità di tempo e di luogo 
nella tragedia, e pel romanticismo in Ilalia. Mess. 184B in-8°. 



Gius. Bùrghin Studi di letteratura italiana voi. 1, dei primi scrit- 
tori , e di Dante Alighieri. Pai. 1837 in-8®. * Quest' è un corso 
di XII lezioni da lui date in sua scuola privata fra noi^ che rimase 
interrotto al suo dipartirsi. Sono state rimpresse a Pai. 18S1 in-12^. 

Frane. Ambrosoli, Manuale della lingua italiana , 1* ediz. sic. 
sulla 3^ milanese corretta ed ampliata, t. II. Pai. 183S ìn-8*. 

— • Eleménti di lingua italiana, estratti dal suo Manuale di essa 
lingua. Pai. 1838 in-18^ . 

Già. Gherardiniy Elementi di poesia italiana ad uso delle scuole, 
còlla giunta d' un trattato sulla Poesia italiana di Gius. Biagioliy 
Pai. 1836 in.l2^ 

Marcacci, Prosodia delle lingue latina ed italiana ad uso di esse 
scuole. Pai. in-!2**. 



I 

ART. lU. ^TALUIVl — $ li. DlDA9GAUei 215 

Gir. RosascOy Rimario di poesia italiana. Pai. 1840 in-8*. 

Gius. Ign. Montanari, Bre^e trattalo intorno T arte poetica. Pai. 
1846 in-12\ 

Basilio Puoti , Regole elementari di lingua italiana , parti II. 
Pai. 1849 in-8». 
, — Edizione 2"" eseguita sulla IS"" napolitana. Ivi 1852 in-12''. 

Gian Dom. Rmnagnosiy Dell* ordinamento delle municipalità in 
relas&ione air ordinamento politico. Pai. 1848 in-8®. 

— Opere riordinate ed illustrate da Aless. de Giorgi, con no!o^ 
la vita deir autore , l' indice delie diflinizìoni e dottrine , ed tm 
saggio critico ed analitico sulle leggi naturali dell'ordine morale, 
\oll. II. Ivi 1847 in-4^ 

Andrea Meneghini^ Elementi di economia sociale. Pai. 1851 in-1 6"*. 

Ces. Caniìt, Letture gioyanili voli. IV. Pai. 1849 in-18''. 

— Fior di memoria pe' bambini. Ivi 1852 in-18^ 

£. A. Parravidni, Manuale di pedagogia e metodica generale. 
Pai. 1843 in-12*. 

— Giannetto, opera premiata in Firenze ecc. ediz. 3^ con giunto, 
correzioni ed avvertimenti dell* autore, t. IV in voi. II. Pai. 1849 
in.l2^ 

Gasp. Gozzi, V Osservatore, parti V, in voli. II. Pai. 1850 in-12*. 
* Quest* era un periodico contenente discorsi, novelle, lettere, cri- 
tiche^ favole, dialoghi ecc. 

Al. Yerri, Le Notte romane al sepolcro degli Scipioni, t. II. Pai. 
1849 in-8\ 

Gius. GaUmlij Elementi di geografia, partili. Pai. 1851 in-12\ 

Agost. Feda, Aiutarello a parlare famigliarmente ìtaliaqo: imo- 
Ta edizione corretta ed accresciuta. Pai. 1851 in-12®. 

Gius. Prati, Lettere a Maria intomo alle bello arti in Torino : 
nella Raccolta delle sue Prose e poesie. Pai. 1852 in-B^. 

Ign. Luigi Strada, Bachi da seta, errori e pregiudizi che sono 
d* ostacolo alia proficua riuscita di questi insetti ecc. Pai. 1851 
in-12^. 



^16 CLASSK XXVII. POLItìRÀFU — $KZ. 111. EDIZIONI 

Perchè? perchè... ossìa Spiegazióne de* più comani fenomeni 
della natura: i* ediz. sic. sulla 3^ milanese, migliorata éil arric- 
chita d* un Dizionario fisico. Pai. 1854 in-12*. 

§ III. STORICI 

Scelta collezione d* opere italiane riguardanti la Sicilia. * Intra- 
presa da una società di letterati pe* tipi di Lor. Dato, in lunga serie 
di volumetti comprende storie d' autori nazionali e stranieri , che 
andremo qui divisando. Pai. 1830 e seg. in* 18^. 

Biblioteca portatile di opere classiche italiane. * Quest' è una 
collezione di storie e di cotali scritture intrapresa dal tipògrafo 
Giamb. Giordano in una serie di molti volumi , cominciando dal 
Guicciardini. Pai. 1831 e seg. in-18''. 

Biblioteca classica italiana; Pai. 1830 e seg. in-12^. * Quèst* è 
altra raccolta di storici , e di altri scrittori e traduttori d' Italia , 
intrapresa dal tipografo Lor. Dato ; ciascuno di essi in più volti- 
metti^ che qui verremo specificando. 

Collana economico-portàtile di opere .italiane e straniere. Pai. 
183S e seg. in-18®. * Dalla tipografia del Giornale letterario, pre- 
senta varie storie, cominciando dal Botta. . 

Prima deca di Tito Livio, volgarizzata da un toscano , testo di 
lingua. Pai. 1819 in-i*. 

ferii. Davanzaii, traduzione di C. Tacito. Pai. 1833 in^-S^. 
— Scisma d* Inghilterra. Ivi 183! in-18*. 

Dino Convpagni^ Cronica fiorentina, dal 1280 al 1312 testo di 
lingua. Pai. 1838 in.l2\ 

Feo BelcaHt Tita del B. Gio. Colombini e di alcuni frati gesuati, 
tèsto di lingua. PaL 1818 in-8^ 

Pier Frane. GiambuUari^ Storia di Europa, librivi. Pai. 1818iD-8^ 

Bem. Segni , Storie fiorentine , t. IL Pai. 1778 ln-4^. * Evvi 
una lunga prefazione di Doni. Sahagnini da Padova , qui inse- 
gnante che vi aggiunse la vita dk Me. Capponi^ e bei rami. 

» 
Frane. Guieeiardini , Storia d* Italia , ridotta alla sua vera le- 
zione da Qio. jRomi, t. XX. Pai. 1831-3S in-8^ 



t'* 



ART. III. ITUlAlfl— $ in. STORICI 217 

Frane. Sansovino^ Compendio della storia del Guicciardini, t. II. 
Pai. 1831 in-^2^ 

Bem. Baldi, Vita e fatti di Guido-Baldo l da Montércltro duca 
d' Urbino, libri XII, t. HI. Pai. 1831 in-18\ 

Benveni^o CelKni, Vita sua scrìtta da lui medesimo. Pi|I, 1833 » 
ini 2*. 

Card. Guido BetUivogUo, Stona delle guerre di Fiandra, libri 
XXIV, t. VIZI. Pai. 1831 in-18». 

« 

Arrigo Caterino Danila , Storia delle guerre civili di Francia , 
libri XV, l. XIII. Pai. 1831 in-18». 

• *■ 

Carlo Denina^ Storia delle rivoluzioni d* Italia > libri XXV, foli. 
XI. Pai. 1831 in.l2*, 

— La stessa preceduta da una prefazione e seguita da tin discorso 
sloriro di Gius, la Farina messinese. Fir. 1814 in-8^. 

ilesBf Bandiera^ Decade di sacri racconti, tratti. dalle Vile dei 
Beali dell' Ordine servilico, Pai. 1837 in-8^ 

Frane. Soave j Storia del popolo ebreo compendiata. Pai. 1823 
e 25 in-12^ 

Ani- Cesari, Prose sacre estratte dalle sue Lezioni scritturali da 
Dom. Campione, colla vita dell* autore, t. III. Pai. 1828 e 42 in-l^''. 

— Vita di G. C. cavata dai quattro evangeli. Ivi 1842 e 48 e 54, 
in-12^ 

— Vita breve di s. Luigi Gonzaga (eslratta da quella dì Virgilio 
Cepari). Ivi 1829; e con aggiunta* 1841 ìn•12^ 

Giulio Ferrarlo , Costume antico e moderno di lutti ì popoli. 
Pai. 1831 e segg, in-8". * Ristampa della splendida edizion dì Mi- 
lano con figure, ma non ancora compiuta- 

Carlo Bolla, Storia. d' Italia continuata da quella del Gnicciar-: 
dirti, dal 1334 fino al 1789. Pai. 1835. * Nello slcss' anno duo 
edizioni, Puna di volK IV in-8^ F Altra di t. XV in.l8^ E di nuo- 
vo al 1847 colla falsa data dì Capolago. 

— Storia d'Italia dal 1789 al 1814, voli. X. Ivi 1838 in-12\ 

— Storia de' popoli d' Italia, voli. II. Ivi 1832 in-12^ 

— Storia della guerra dell'indipendenza degli Stati Uniti d'Ame 
rica, ediz. eseguita sopra quella del 1819 approvata e corretta dal- 
l' autore, voi. unico. Pai. 1853 in^"". 

28 



« t 






218 CL4SSK XXYH. POLIORAFU-^SRZ. III. BDIZIOKI 

BarhatjOt}, Compepdìo della storia letteraria d'Italia, Pai* 1843 
ìn-12^. * Comprende la storia antica: là recente fu poi d^la dal- 
l' autore che sieguc. 

Gius. M. Cardella, Storia della letteratura greca e latjn^ , da 
servìpe d' introduzione a quella dell' italiana del Maflei. Pai. 1847 

ip-ir. 

Gius. Maffei, Storia della letteratura italiana. Pai. 1836 e 45 in-8^. 
' ^ t accresciuta de) Compendio della storia leu. <}i 3|cUja 4.eU*ab. 
Smnà\ compitato da Pompeo Inzenga. 

Fr W- ^400^9 Istoria del regno di N^PQU- Pai. 1835 )a-j8^. 

Pietro Colletta, Storia del reame di Napoli dal 1734 al 1825. 
Italica. CPal.) 1849 in-8^, 

AfU. fanduUo^ da Tropica , ^enpo storici) de* prodi e valorosi 
fratelli Bandiera dà Venezia ec. Pai. 1849 ìnr8®. 

4b. Qlcese , Legioni elementari di storia rqmana. Pa}. 183? e 
44 e 54 i^-8^' 

F. p. Guerrazzi y is^edio éi Firenze. Pai. 1848 ip-&*. 

Cesare Cantii, Enciclopedia storica. Pai. 1847 in-4'. * Edizione 
cominciata e i]iterrotta: se ne pubblicò il Discorso prelimioair^» 

— AÌtra edizione sulla ^et^ma .di Torino. PaU 18^3 e segg. 
in-8^ gr. 

Jean Andres, Histojre generale des sciences e,i de 1$ lUtérature 
depuis Ics tcmps antérieurs à 1' bistoiregrecqu^ jusqi|* 4 nosJQurs: 
truduile de T ìlalien avec des additions , des supplémenls et des 
notes par /. E. Ortolani. Tome premier. Paris , de )' ifnprìmérie 
imperiale 1805 in-8*. f l»' alatore era ^pagnuolp, ma scrisse in ila^ 
liano: il traduttore erd siciliano, pa^ tradusselo in francese^ Quand.Q 
. stanziava a Parigi. Egli però non mise a luce altro che il primo 
tomo: l'inlera storia è stala da noi breviata, annotata, con^Rualfi (ino 

u dì nostri. Palernio 1838 e^egg. in-12*. 

•. . . . 

§ IV. EPICI 

DaìUe Alighieri, La djvina Commedia cq* migliori coni^pti scelti, 
ordinati ed esposti dal prof. Gius. Slozzo, t. III. Pai. 1832 in-12®. 
'*' JVeir anno stesso pubblicava egli un Rapporto alla Cqmaie^sioQe 
degli studi sulla sua nuova edizicinp dìM^an^. 



I 



ART. III. ITÀLUNI — $ IV. BnCI 219 

— La stessa colle note di Pompeo Tenturi, t. IIL Par. i830- 
34 in-18^ 

— La ste^sa^ secondo la lezione di Ani. Lombardi , t. ÌIL Ivi 
Ì8i5 in-i2^ 

-- Rime sacre. Ivi 1832 in-2i^. * Edizione da me pròòiiràla , 
contenente il Credo e le altre parti del catechismo , con esso i 
Salmi penitenziali^ in terisa rima. 

— Le stesse, con annotazioni del p. d. Gio. Cufici cassinese : 
n^Ua Tromba della Religione, giornale sacro dì Catania 1844 in*8*. 

— Illustrazione d* un Dante ms. del secolo XY, dello stesso Cà- 
fiCi: nel Giornale gioenio, t. VII, bimestre VI, e t. Vili , bim. I. 
Caf. 1842 in'8^ 

— La Divina Commedia ed il Credo chiosato bibliografica- 
mente dal p. d. Frane. Tornabeìie Cassinese: in esso giorn. serio 
li, l. ir, bim. I. Cat. 1852 in-8% 

Lud. Ariosto, Orlando /urioso, l. ÌV. Pai. 1830 32 in-18\ 
•^' StaWze scelte ad usò delle scuole, fvi 1832 e 40 in-12*. * Dob- 
biamo air ab. Gioaech. Avesani V Orlando furioso' conservato nellù 
sua epica inlQgrità (tolti i pezzi lubrici), e recato ad uso della stu- 
dfosa gìoTéntii coir sae annotaziotii ristampato in IV vòn. a Rap. 

1836 in-12^ 

I 

Torquato fasso. La Gerusalemùié liberata, in versi latini recata 
dà yint. Libassi col titolo ft Solymeidos ». Pai. 1683 in-8*'., 

* Queista versióne non fti COlnpiuta: altri IT canti fat(j latini da 
(Jius. Gennaro pai. ed altra versione in esametri di Erasmo Sciac- 
é'a acitado^ ricordansi dal Moogitoré. « 

* Alcqne ottave pur latinamente tradotte da Gius. Prèsàimofiè ^ 
leggonsi fra le altre sue poesie. PaL 1743 in-4^. 

* Il lodato Avesani ripurgò parimenti il Goffredo ; secondo cui 
è statò riprodotto in^ due volumetti a forino e a Napoli 1832 ìn-Vl^ 

' — La Gerusalemme liberata, ediz. riveduta su quella di Pisa del 
1812. Pai. 1831 in-12^ 

— Detta , premessovi ini discorso critico di tgo Foscolo , con 
aggiunta d' annotazioni storiche. Firen2:j5 (I^alerino/ 1S4H in-12®. 

^ Rime scelte. Ivi 1840 in-12*. 

— L* Aminta, favola boschereccia. Ivi 1842 in-12^ 

• Giaìab. lUarint, hi Strage degF Ibnocenti^ feciaita in vei*si fàtini 
da JSic. Gius^ Prescimoney terza ediz. PaK 1743 in-4*. 

-^ Il lamento di Cecco dà Varlongo , ti'adotto in versi siciliani. 
Pai. 1830 in'.8\ 

Gir. Grazianiy lì conquisto di Granata , poema recato in yersi 
latini, per ini. Falsaperla, citato dal Mongitorc. 



220 flLA!;SK XXVII. POLiaRAFIA — SRI. 111. KDIZIOM 

Frane. SI. Molza^ II Narciso, poemette. ?tA. 1829 ìd-6*. 
Luigi Alamanni, La iHinfa Tiberina. Pal^ 1829 ìq-S"", 
Aless. Tassoni, La Secchia japita, con noie. Pai. 1836 in-16®. 
Giamb: LaUi, V Eneide traTeslita. Pai. 1836 in-12\ 

Clemente Bondif V Eneide, la Georgica e la Buccolica (in versi 
seioliì), l. lU. Pai. 1837 in-12^ 

Alf. Muzzarelli, La ?ocazione di s. Luigi Gonzaga, canti V. Pai. 
1834 iu-12^ * 

Gius, Parini, Il Matlino, il Mezzogiorno, la Sera, poemelti. Pai. 
1766 in-4\ 

Frane. Gianni, Estemporanei sulle più luminose giornate di Na- 
poleone. Pah 1839 in-8*. 

Fine. Monti, Iliade, con alcuni cenni su la vita di Omero e del 
Konli, per Pietro Ferrane . Pai. 1833 in-12^. 

— La Basvilliana. Ivi 1833 in-^2^ e 1844 ia-^8^ 

— La Spada di Federico. Ivi 1839 in-8^ 

— Cantiche di T. Manli e di Giulio Perlicari. Pai. 1839in.l2*. 
* Sono poi state colle altre sue poesie rìmpresse nel 1843. 

Tomm. Grossi, l Lombardi alla prima Crociata , canti XV. Pai. 
1828 in-8% e 1844 itt.l6\ 

— Opere complete ià prosa e in verso. Ivi 1843 Ìn-8*. 

Ciac. Leopardi, Canti. Pai. 1834 in-8^ • Sono XXIII soprn dif- 
ferenti soggetti, in diversi metri. 

Gius. Barbieri, Le stagioni , in versi sciòlti, libri IV ; ed altri 
componimenti sulle medesime in vario metro, librilV. Pai. 1830 ÌQ-8^. 

— Nuove poesie e prose: &tanno nel voi. Ili delle sue Opere 
' qui ristampate nel 1838. 

Giamb. Casti, Il poema tartaro, canti XII. Pai. 1848 ìq-8*. 

Giù». Borghi, Cantica in morte di Vlnc. Bellini. Pai. 183S in-S**. 

— Altra in morte di Enrighetta Ventimiglia. Ivi 1840 in-4^. 

P. Clemente da Positano prov. capp. Il s. Pietro , o il Trionfo 
della Cattolica Chiesa sulla catastrofe del secolo XVIII. Mess. 1843 
in-8^. * Poema di canti XXIVr ma stampati fìnora i primi IV. 



I 

ini. III. ITALUIfl 22Ì 

$ f . URICI 

{{accolta di rime antiche toscane, voli; IV. Pai. 1817 in-4^. Rac- 
coglitore ne fu il duca di Vjllarosa, Pietro Noiarbarlolo , che ri- 
stampò le opere minori dei poeti tutti della Toscana de' primi tre 
secoli, premettendo a ciascuno delle notizie bibgrafiche. 

Rime d' alcuni poeti italiani. Pai. 1833 in-18^. * Vi sono poesìe 
scelte di Borghi^ Cosla^ Gargallo^ Gianni, Gozzi^ Mazza ^ Muz" 
zarelli, Testi, Varano, Monti, Perticari, Pindemonte, Salomone. 

. Esempi di bello scrivere in poesia, raccolti per le scuole di Si- 
cilia ad imitazione di quelli deir avv. Luigi Fomaciarié Pai. 1845 
in-12^. * Vi sono pezzi poetici d'ognr età, d'ogni stile e d' ogni 
genere, raccolti dal prof. Gius. Borghi. 

Frane. Petrarca , Rime in latino tradotte da Mario Bonafedè 
messinese. * Ce ne dà notizia Pier Ang. Sperà nel libro IV a De 
nobilitate prof, gramm.. » 

— Rime cogli argomenti, e con brevi annotazioni, t. II. Pai. 
1837 in.l2^ 

— Rime, nuova edizione,, 't. II. Pai. 184fr in-12**. * Precede la 
Vita di lui, cavata dalle stesse sue opere latine. 

Ang. Poliziano, Stanze. Pai. 1829 e 35 jn-12''< 

Ang. di Costanzo, Poesie e prose, ora per la prima volta or- 
dinale con r aggiunta di molte rime inedite y tratto da un antico 
codice, la versione poetica de' earmi latini, e la vita dell', autore, 
per opera di Agost. Gallo. Pai. 1843 in 8^. 

— Giunte alle rime del Costanzo , e giudizi e controversie sul- 
r opera dello stesso, pubbUeata dal Gallo. Ivi in-8^. 

lac. Sannazzaro, V Arcadia trasportata io versi latini da Giuu. 
Gennaro pai. citasi dal Hongitore. 

-T Alcuni pezzi riportati nelle raccolte di poesie e di prose 
scelte. 

Gir. Preti, Lo Smilace^ idillio tradotto in versi latini da Frane. 
Baronio e Manfredi. Pai. 1642 in-8^. 

— In versi castigìiani da Pielro Speciale. Wììùì^iù 1633 in-8*. 
* Questi pure voltò in detto idioma sei capzoni del Petrarca , e 
tre Epit£(lami dèi Marino. 

Bernardino Baldi, Egloghe tradotte in siciliano da lac. Petrelli. 
Pah 1724 iu-S^ 



322 CLASSE UVII. POLIGRAFU — SRZ. 111. EDIZIONI 

-^ L* Orto di Celeo , egloga in versi latini recata da Ben. di 
Belia monrealese. Pai. 1831 in-^*. 

— La Nautica ed altre poesie. Pai. 1831 in-12^. 

Catone di Lucca, Sonetti enimmatiei trasportati in Te'rsi latini 
da AgosL Epiro, Pai. 176» in-8*. 

Aurelio de' Giorgi Seriola, Lorenzo Pignoni e Giovanni Meli, 
Favole scotte con nfote illustrative. Pai. 1830 in-12^. * Quelle dei 
primo furon rimpresse nel 1831 in- 18^. 

Gir. TomiéUi, Sette canzonette per le feste di Maria in aria 
marinaresca. Pah 1814 in-16^. 

Gius. Luigi PeUegrinii Poesie italiane. Pai. t8U ìn-8\ 
Gian Carlo Passeronii Scelta di Poesie. Pai. 1821 ia-8^^ 

Ùiamb, Cagli, ì tre Giulify sonetti. Pai. 1831 in-<12*. 

— Novelle ed Anacrecnticbe. Ivi* 1848 in-8*. 

Gius. Borghi, Inni sacri. Pai. 1832 e 35 in-12\ 

— Poesie iirichew Ivi 1837 e 42 in-8^. 

Maria Crislind Foscolini da Firenze , La Minaccia di Amore , 
ode anacreontica improvvisa , colla traduzione inglese a frointe , 
per G. E. B. Pai. 1835 in-32^ 

N. Piava, Melodie saéìrcf, cTwero inni, cantici é salmi. Prima edi- 
zione siciliana conia traduzione della sacra lettera di nostra tfonna 
a* Messinesi ridotta in verisr da F. Bisàzzd. Mesd. 1839 in-2i^ 

Cesare Cantù, Fior di Memoria, pei fanciulli 10*^ edizione. Pftl. 
1852 in-i6^. * E una raccolta di brevi e svariate rime religiose e 
KK>rali in cinque partì compresa, pet impararle i fanciulliV estratta 
da molti autori.' 

§ VI. DRADUTICl 

Angele PoUaiana, V Orfeo, (qoile Stanze), con aggiunta di varie 
legioni: La Ninfa Tiberina di F. M. Mohatlì Narciso di Luigi Ala- 
niamiy 2"" ediz. sic. Pai. 1835^ in-18\ 

■ 

Carlo Goldoni, Commedie, t. XXIV. Pai. 183» inhl2^. 
Pietro Metask^io. Ot>ere tutte dramatiche e vórie , voli. vili. 






ABT. III. ITALIANI—- $ YI. DltAHATl^I 223 

Pai. 1830 e segg. ia-8^. * Una edjzionc completa delle òpere po- 
stume dì questo poeta cesareo V avea data il nostro Seb. Ayalu in 
Vienna 1802, dove Tuno e l'altro aveano soggiornato. V. Biblio- 
teque briltannique n. 219, doYe per errore Yien chiamato Ayaba. 

Scipione Maffoi^ U Herope tragedia* Pai. 18U ìn-1^, e 1839 
in.l8*. 

• TUtoHo Àl/leri, Tragedie scelte. Pai. 1814 in-12''. . 

— Tragedie tutte, t. YIL Ivi 1831 in-18^. ^ Altre ristampe oe 
ne sono iterate negli anni 1833 e 40 e 42 in-4®. 

Yinc. Monti, Tragedie. Pai. 1814 e 33 in-12*'. 

— Galeotto Manfredi, tragedia, hi 1815 in-12''. 

— Poesie tutte con note. Ivi 1837 e 43 in-8^. grande. 

Alesi. PepoK/ L'Agamennone, tragedia. Pai. 1814 in-12^ 
Ugo Foicolo, lì Tiest6, tragedia. Pai. 1815 in-12'^. 
Trailo Malipieroj II Camn^Uo, tragedia. Pai. 1815 ìn-12'^. 

Giamb. Nicotim, Giovanni Proeida ^ tragedia. Pai. 1831 in-8^. 

— Antonio Foscarini, tragedia ^ seguita dal giudizio del prof, 
Già. Carmignani. Mess. 1836 in-8^. 

Sikio Pellico , Francesca da Rimini, tragedia. Pai. 1831 e 41 
in.8^; e 1844 in-32^ 

Conte do. Giraud romano. Il sospetto funesto, ossia La svenr 
tura degr innocenti coniugi Albergati , tragicommedia. Pai. 1831 
in-12^. ' 

Barone Cosenza, Albergati a terze nozze, commedia di caratte- 
re. Pai. 1831 in-12*. 

» 

Gasp. Leonesi da Bologna, Saul, tragedia improvvisata in Cai- 
tanissetta, ed ivi stampata, 1831 in-12^. 



Caracciolo^ Tragedie. Pai. 1835 in-12^ 

F. Romani, Norma, tragedia lirica. Trap. 1833 in-12®. 

Luiai Scevola da Brescia, Annibale in Bitinia , tragedia* 'M^ss. 

1838 in-8*. ' ' 



hù . 



224 €1A5»R XXVn. rOUORAFIA—^Z. III. EOIZIONI 

Doffi. Guardone, V Esule di Roma, melodramma eroico in du5 
atti. Trap. 1834 in*12^ 

Tragedie di ^a Italiano. Pai. 1840 in-S"^. 

FU. ZineUi, Opere. Pai. 1841 in-12*. ^ Son drammi dedicati a 
Pietro Lanza prìncipe di Scordia. 

6. Pennzini, Il Borgomastro 6ì Schiedam, melodramma in tre 
Htti. Pai, 1846 in-12\ 

Semiramide, melodramma tragico in due atti, musica del mae? 
8tro Rossini. Pai. 1847 in-12% 

$ VII. VAld 

Ben. Menziniy Dell' arte poetica libri V con note di vari. Pai. 
senz' anno. 

— Nuova edizione per uso del seminario di Monreale, con note 
di Gius. Vagiica. Pai. 1839 in-12^ 

Paolo Costa, Arte poetica, sermoni' lY, con 1' elogio di lui scritto 
da F. BanelU e Osservazioni ^ critiche del marchese ì. fiondi, 
Mess. 1837 in-8^ 

— La stessa con un discorso su la vita deli' autore e note di 
Criti^io Cara/pezza. Pai. 1840 in-12®. * Costui pur pubblicò lo stes- 
B'anno alcune (( Pocbe idee sull'erotiche poesie ». 

Passeronif Seriola e Pignotti, Favole scelte ad uso del Tullia^ 
no collegio diretto dal ben. Frane. Santangelo. Pai. 1836 in-12^. 

Gian Carlo Passeroni , Aurelio de' Giorgi Seriola , Lor. Wr 
gnoUij ClemefUe Sondi, Cesare Cantù, Gio. MeU, Favole scelto 
ad uso delie scuole , 4"" ediz. Pai. 18SI in-i2^ * Evvi in fondo 
un Yocabolarietto delle yoci più oscure, e in questa edizione nna 
^accolla di favolette fiorentine. 

Celso Alberti, Un poeta toscano alla casa de' matti, sestine. Pai, 
1832 in-8% 

Conte Giac. Leopardi, Canti. Pai. 1834 in-12^ 

Gius. Borghi, Terzine' sul cholera-morbus. Pai. 183S in-»8^. 

— Poesie complete, Firenze (o Palermo) 1845 in-8**. 

Giampietro Secchi , La battaglia de' nomi e de* verbi , poema 
proico-comiiH), Pai. 1835 in-16^. 



ART. III. ITALIANI — § VII. YAttì ±ÌS 

Ugo de Boèèi^ Il Colera in Sicilia , ed altre rime diverse. Pai- 
1838 in.8\ 

Giamljf. Sveglialo, Poesie yarie. Pai. 1838 in-8®. 

Ugo Foscolo , Ippolito Pindemonte e Giovanni Torli, 1 Sepol- 
cri ed altre poesie. Pai. 1842 in-12\ 

Giuseppe Barbieri , Le Stagioni ed altre poesie. Pai. 1838 e 
43 in-8\ 

AL Manzoni, Poesie varie^ seguite dalle Binfie scelte di Giulio 
Perlicari. Pai. 18S1 in-12\ 

Gius. Prati, Canti pel popolo. Ivi 1843 in-16**. 

— Edmenigarda, canti V. Ivi 1843 in.l6^ 

— Memorie e lacrime. Pai. 1845 in-16®. 

— Poesie e prose. Ivi 184S e 48 in-8^ 

* Una 4' e<lizion'e con aggiunte è del 1832 in-8^. 

— Passeggiate solitarie, nuove poesie. Ivi 1853 in- 8®. 

Gabr. Rosselli, Iddio e V uomo, salterio diviso in llt salmodie 
Pai. 1848 in-32\ 

— li Veggente in solitudine, poema polimetro, t. II. Ivi 1849 fn-32*. 

GiuSé Ricciardi^ Gloria e sventura j canti repubblicani, con note 
d* un anonimo siciliano. Pai. 1849 in-32. 

Poesie liberali di Berchet, Borghi e Giusti con la giunta dei 
canti del giorno. Pai. 1848 in-18''. 

— Seconda edizione, giuntevi le poesie di Prati, Rossetti, Fusi- 
nato, Regaldi e Carret. Ivi 1849 in*18^ 

^ Lor. Pignoni, Favole e Novelle, nuova ediz. corretta. Pai. 1853 
in-12^ 

SiMo Pellico, Poesia sopra Ugo Foscolo. Pai. 1834 ìn-8®. 

§ vili. R09IANZ1 E NOVELLE 

Collezione de* migliori romanzi recentemente scritti o tradotti 
in italiano. * Quest* è una lunga serie di volumi , intrapresa nel 
Gabinetto tipografico ali* insegna di Meli: i romanzi originali sono 
d* autori italiani, i tradotti sono di francesi ed inglesi. Pai, 1831 
e seg. in-18®, 

• 29 



i ■ 



226 CLASSC XXVII. POLIORAFIÀ'^SRI. III. «DIZIONI ' 

Gio. Boccaccio^ Trenta novaUe^ estratte dal Decamerooie^ sedie 
per Ant. Fed. Seghezzi, 4* ediz. sicil. Pai. 18^4 in-12**. 

— Altra edizione^ giuntavi la Descrizione della peste dì Firenze. 
Ivi !842 in-8\ 

— Descriptio.pestilentiae quac anno Domini 1348Florentiaiu af- 
niiit, ex italico latiae conversa ^ Frane. Casiagna: nel t. LX del 
Giorn. di scienze ecc. 

— L' amorosa visione. Pai. Ì8i8 in-8**. 

Retili di Francia, cominciando da Costantino imper. fino ad Or- 
lando conte d' Anglante: (antico romanzo in VI libri, testo di lin- 
gua). P^l. 1,834 e $1 inr8% 

Pier Agnolo Fiorentino, I matti, novella: nel t. XXXI, p. 201, 
di detto Giornale. 
T-U Ludovico, rom.anio; nei giornale del Comjoi^ricio. Pai. ISSI. 

Alesa. Bandiera, Novelle, ovvero Sacre narrazioni cavate dal suo 
fierotricaraerone . Pai. 1835 in-g^. 

— Risposta al Parini sul Gerotricaoierooe. Ivi 1836 in-S^. 

.Fr{inc. Soave, Novell^ morali, parti III. Pai. 1910 2S i» 47 
e 51 in-8^ 
— . Rovelle scelte. Ivi 1826 ia-12^ 

4nt. Cmr*, Venti novelle. Pai. 1827 in-12% e Mess. 1832^ in^*. 

Tom. Grossi, Ildegonda , novella in IV canti. Pai. 1829 in-12^ 
^ J.a. Fuggitiva, Ulrico e Lìda: novelle. Ivi 1828 e 44 ^nTl8^ 
— - Marco Visconti, storia del^ trecento cavata dali0 cronache di 
quel secolo. Ivi 1^30 in-8*^. 

• . ' *• " 

La presa di Ravenna. Pai. 1633 in-18^ 

Cosimo e Lavinia , La Caduta della repubblica veneta, roiqan? 

zo storico del XVIII scc. t. 111. Pai. 1833 in-18\ 

* ■ 

Gio. Bosini, La monaca di Monza, storia del secolo XVII, l. VI. 
Pai. 1830 in.'18^ 

— Il conte Ugolino della Gherardesca, i Ghibellini di Pisa , 
rpmanzo storico, t. III. Pai. 1844 in-12?*. 

. • » - 

Paolo JSazio romano, Sabina e Ruggiero, novella del se<{o)oJ$Liy 
iq IV canti. Pai. 18|0 in-12% 

Aless. Manzoni^ 1 promessi sposi, t. IV. ì^al. 1836 in-12^. 



kKÈ. in. ITALUIfl— $ vili. ROHANZI E ItOV|:iXE 221 

— Storia della colonna infame (che fa seguito al predetto ro- 
manzo). Ivi 1843 4n-12*. 

Ben. Se$Hni, La Pia, novella^ in versi, t^ II. Pai. 1843 in-i8**. 

6io. Ambr. Marlini, Il Callòandró fedele, rorhanzo, t. II. Pai. 
183» iu-8\ 

La ÌPrìgionia del castello dì Bernabò, romanzo storico datò alla 
lucè da Me. Tumbarello e Lombardo. Pai. 1841 in^*". 

Mas^mo d'ÀzègÙo, Nicolò defLàpl, ovvero I PallescKi e i Pia- 
gnoni^ romanzo. Pai. 1841 in-8^ 

•7- Degli ultimi casi di Romagna. Ivi 1849 in-8^. 

Cesare CarUùy II buon fanciullo. -^U giovinetto.— Il galantuòmo. 
— U Carlambrogio: Racconti d'uii maestro elementare , Voli. IV. 
Pai. 1847-49 in-12^ 

Àitti Baratta , Ùoiia Oatelida de Erauso , o la' monaca Alfiere. 
Pai. 1832 in-IE». 

Gim. Ta/cerna^ Prime letture dei fanciulli. — Seconde letture, ó 
tezioiìl mòralF, *e racconti storici, t. II. Pai. 1848 in-8®. 

F. D. Guerrazzi, ih teronica Cybo e la Sèrpicina, noVellé. Pai. 
1848 in-8*, 

SEZIONE IV. 

VERSIONI 

Alle dotte fatiche spese da' nòstri sopra, i classici ahlichf^ giu- 
sta cosa è annettere rquelle che han fatto soprd i moderni , dei' 
quali altresì alcuni sotio stati da loro emendali ^ alcuni tradotti , 
alcuni annotati. Indichiamo pertanto le opere francesi, inglesi, ale- 
manne, spagnuole rivolte in lingua nòstra; a che annetteremo al- 
({uante cinesi purimente' tradotte da' nostri^ ed alquante siciliane 
trasportate in altre favelle. 

Vogliamo qui avvertire innanzi tratto , che qui avran luògo gli 
scritti soltanto di amena letteratura. Le opere scientìfiche , come 
son quelle di' diritto, dì medicina, di filosofia, di fisica, di storia 
naturale e cotali, sono state riportate dinanzi fra i nostri , tranne 
qualcuna di materie filosofiche teologiche, come vedrassr, riser- 
bàte a questo tuoga. 






228 cussr. XXVII. POLioiuriÀ«*^SEz. iv. tbbsiori 

ART. I. FRAKCESI 
S 1. ORATORI 

lac. Ben. Bossuet, Panegìrici tradotti dal ben. Frane. lAbasH, 
t. I. Pai. 1832 in- 12^. * Non vennero a luce i tomi seguenti : ¥i 
lavorò pure Y ab. Ani.. M, Cammuca. 

— Sermoni tradotti dal ben. Luigi Garofalo, 1. 1. Ivi 1831 in-8^. 
* Anche questa edizione rimase incompiuta. 

— Sermoni nuovamente tradotti dall* ab. iVic. Maggiore. Ivi I84S 
ìiì'V*. * A questa splendida edizione premette il traduttore il ben 

^ lungo Discorso del card. Maury suir eloquenza dell* autore , e vi 
soggiugne la biograGa del medesimo. 

Luigi Bourdaloue, Ottavario di sermoni per la festa del ss. Sa«- 
gramento. Pai. 1843 in-8*. 
r- Sermoni, voli. VI. Ivi 1846 in.8*. 

Fénélon, Dell* eloquenza in generale e di quella del pulpito in 
particolare, dialoghi tre^ ed alcuni sermoni scelti sopra diversi ar- 
gomenti, nuovamente volgarizzati, t. II. Pai. 1832 in-12^. * Vi ha 
in fronte la Vita deir autore. 

G.F. R. de la Tourdupin, Panegirici, t. III. Pai. 1818 in-8^ 

G. G. Rousseau, Discorso, se le scienze e le arti abbian arre- 
cato danno od utile alla società, tradotto dal can. Gio. ^Sardo di 
Cat. 1800 in-8^ 

Card. G. Seraf. Maury , Panegìrico di s. Vincenzo dei Paoli , 
trad. da Paolo Moretto. Pai. 1834 in-8*. 

< — 

M. Dion. Frayssinous, Difesa del crislianesimo , ovvero Confe- 
renze sulla religione, tradotte da Giu^s. Antonini abate di CoUepi^ 
no, voli. V. Pai. 1831, e in t. IH, 1845 in.l2^ 

Ant. Guenard. Sullo spìrito filosoGco, discorso accademico, trad. 
da Davidde U Pomi. Caltanissetta 1838 in-4^. . 

Yictor Hugo, Reception h V Académie francaise. Pai. 1842 in-4*.. 

Ivane Andrej Le grazie, discorso accademico, tradotto e anno- 
talo da Ben. Sav. Terzo. Pai. 1841 in-8*. 

Enr. Dom. Laeordaire, Memoriale pel ristabilimento de' Frati 
predicatori in Francia. Pul. 1844 in-i2^ 



AHI. I. FRARCISh^ U (MUTORt 829 

— Conforense tenute in Nostra Dama di Parigi, trad. dal p. Tom. 
Corèetii. Ivi 1846 in-8''. 

. Conte Ca/rlo di MotUatembert, Discorsi pronunziati dalla tribu- 
na francese, e preceduti da au Discorso del p. iMigi Previti d. 
C. d. G. (che n' è il traduttore). Pai. 183! in-8*. 

. Conferenze ecclesiastiche della diocesi d* Angers sui comanda- 
menti di Dio^ tenule nel Ì713-i4^ compilate da Frane. BaMn , 
V versione italiana (fatta da Cesare Pasco) » voi. I. Pai. 1852 e 
seg. in-4'. 

M. Enrico Hachette, Sulla divina Provvidenza , Omelia seguita 
da vari alti cristiani, tradotta ed annotata dai sae. GUa. Hàgonisi. 
Acì-Reale 1849 in-8^ 

$11. DIDATTICI 

Sem. lami, Intrattenimenti sopra le sciènze, ne' quali s'inse- 
gna il metodo col quale debbonsi studiare, e come valercene per 
rendere l' intelletto^ ed il cuore ben regolalo: tradotti dal francese 
da Lidio ÌPartenio (cioè dal cav. Pietro G'iom), parti II. Pai. 1121 
in-l?*, e Rovereto 1728 in-8*. 

ilfelofi, Saggio politico sopra il commercio, 1. IL Pai. 1187 in-12^. 

Bertrand^ Saggio sulla legislazione per favorire il commercio. 
Pai. 1181 in-12*. 

Riflessioni sul piacere della buona società trad. dal frane. Pai. 
1112 in-8^ 

Mercurio storico politico, tradotto dair originale stampato ih 0- 
landa. Pai. 1113 in-12^ 

M. Fénélon , Sulla educazione delle fanciulle. * Fa il voi. I 
della Biblioteca delle giovani madri^ trad. dal bar. Casim. Pisani. 
Pai. 18S0 in-12\ 

Campe, Prime idee della religione, dialoghi trad. da Crea. Spe- 
ciale. Pai. 1794 in-12». 

Beaumont, Edacation compiette, pubblicata dal medesimo. Ivi 
1794 ÌH-12V 

Moyarl de Vouglans , Dìss. sopra i molivi della fede in Gesù 



230 CUSSB XX¥II. POLIGRAFIi-HBBZ* IH. BDICIORI 

Cffeto esaminati secondo i'prindpt dell^ ordine giudiziario, appro- 
data da Pio VI, e tradotta dal francese. Pah 1804 m-4^. 

Giorgio Rose, Stato della Gran Brettagna relatìTamente alle sae 
fìnahaef, ài suo Commercio ed alle sue manifatture ecc. trad. dal 
frane. Pai. 1799 in-4^ 

AgasL Barruel, Il giacobbinismo stelatt), estratto dalle ^e Me- 
morie. Cat. i»i2 in-»*- 

ff Alembert, Discorso preiiminare all' Enciclopeidia. — ^Altro di 6. 
G. Rousseau su. le scienze e le arti. — Altro di Conclt^toc detto nel- 
l'Accademica francese. Cat. 1812 in-4^. * Il I e III Discòrso tra- 
dotti dà. àgaiino Longoi, il 11 da Già. Sa/rdo,e dal Longo annotati. 

• 

F. A. de Chateaubriand , Di Buonaparte\, de' Borboni • della 
necessità di schierarci intorno a' nostri Principi legittimi per la fe- 
licità della Francia e deìr Europa: opera tradotta da C. M. Pai. 
1814 in-8^ 

Pi^ri Btànchùtd, Il tesoro de' fanciuflli divido i^ Iti parti, cioè 
inorale^ virtù e civiltà , adorno di analoghe figure. Pai. 1818 in-8*. 

Visconte de Bohald, Della legislazion primitiva, trad. e fomen- 
tata dstsGioacch. Ventura G. R. pai. voli. IL nafp. i823 in-8^ 
* Vi premette un Saggio su la vita e le opere dell' autore. 

Conte le Maislre, Del Papa, con annotazioni dello stesso Ven- 
tura, volL li. Ivi 1823 in-4^ 

Aug. Paulin , Lezioni di cosmografia e geografia astronòmica. 
Palw 1827 in.8\ 

Gio. Masson, Enciclopedia de' fanciulli. Pai.. 1887 in-12*. ** Dei 
sei volumetti di che costa, furonqui impressi i primi quattro con 
qualche modificazione dell* editore. 

/. Fr. la Harpe , Riflessioni critiche sopra il libro di Elvezio , 
Lo Spirito; con alcuni cenni sul!' altro intitolato, L' Uomo^ tradotto 
e annotato da Frane. Softzot/ Mess^ 1828 in-8^. 

• ■ * • 

Fon^eneUe, Ragionamenti sulla plurità de'^mondi. Pai. 1831 ìq-18\ 

Carlo Bonnei, Contemplazione della natura con note ed osser- 
vazioni di Lazzaro Spallanzani o Frane. Ferrara^ voli. IV. Yen. 
1198 il^8^ 



ART. I. FKAÌrCKII-^ n. IMJLTtm t31 

— Prove del qrìsiianesimo, t. II. Pai. 1830 tn-12\ 

Àimé Martin^ Lettere a Sofia, trad. di Davide BariolóiU^ voll^ 
IV. Pai. 1831 in-12\ 

Bar. Gustavo Degerando, Il perfezionamento morale, olVedu- 
cazìon di se stesso^ t. IL Pai. 1835 ìn-S^". * Evvì io fondo 1* Ana- 
lisi di qu«st* opera ((Coronata dall'Accademia franeeae) , diel ^ìj^. 
C. Renouavd. 

Gaullier , Note «aratteristiicho d' un giovine malcreato (da me 
stratte dalla edizione di Torino 1828) Pai. 183S in-24^ . 

Manuale dell* uomo del buon tuono , ovvero Ceremóniale della 
buona società, trad. dairàvv. Gius, di lorenzo.Pal. 1836in-8^r 

Gius. Droz, Manuale di filosofia morale. Pai. 1836 in-8*. 
— <- Pensieri sul cristianesimo, prove della sua verità^ tradotte da 
Bald. Bomano. Ivi 1841 in-18^. 

Viltemain, Cono di letteratura francese, il secolo XVIII, trad. 
dal benef. Frane. Libassi U I. Pa|. 1036 in-12^. ^* Non andò più 
oltre la stampa. 

V arte di fare e non pagare i debiti^ opera utile ed indispeur 
sabile ad ogni classe di pèrsone^ scritta in francese da un uomo 
dì garbo, tradotta da un povero diavolo. Pài. 1844 in-!6^. 

Troplong, Influenza del cristianesimo sul diritto civile de* Ro- 
mani.' Pai. I84S inr8^ 

Pel. de la Mennais^ Parole d* un credente. Lugano (o veramente 
Palermo) 1848 in^S^ 

Adolfo Thiera, Del Comanismo, trad. di Gaet. de Pasquali. Pai. 
1849 in-12''. 

Frane. Guizot, Della democrazia in Francia. Pai. 1849 in-8*^. 

Mad. de Siàel, Sulla influenza dèlie passioni , Irad. dal bar, 
Casim. Pisani. PaK 1850 in !2\ 

Letronne, Cenni di geografia antica. Pai. 1850 in-18^. 

Lhomondy Gramàtica di lingua latina. Pai. 1836 in-12^. 



132 CU98K Mxnt. fOugbapu— flurz. iv. tersiori' 

« 

Lefrane^ Gramatica della lin^^ua latioa» accresciuta dei Foada- 
inenti della più colta latinità d^ Eineccio , e d' un trattato sulla 
Prosodìa. Pai. 1841 ìn-8''.^ 

Descrizione dei Fari e de* Fanali sulle coste di Francia. Pai. 
!83i in-8^ 

Carlo Cnnte di Mcnlalembert , Della potenza e grandezza del 
Catlolicismo alla prima metà del secolo XIII. * Forma il ?ol. I 
della Collezione de* buoni libri , pubblicala dal p. Luigi PrevUe 
d. C. d. G. tradutlor di que&t* opera. Pai. 1854 in-12\ 

/. Debreyne , Pensieri d' un credente. * L' autore impugna le 
« Parole d* un credente )) del famoso Delamennais. Questo toI. 
Il di detta Raocolta fu anche V ultimo , essendo cessata la conti- 
nuanza. 

Frane. Giacinto Sevoy, Doveri ecclesiastici , oriéro Istruzioni 
tratte dalla Scritlura , da Padri , Concili ec. intorno agli ordini 
santi e alle disposizioni per ben riceverli, voli. II. Pai. 18S4 in-8^ 

M. Besoigne, Princìpi della perfezione cristiana o reUgioaa, parti 
II. Pai. 1835 iii-8°. 

S III. STORICI 

Fénélon, Compendio delle vite de* più illustri filosofi antichi , 
trad. da Gael. Coppola. Pai, 1819 in-l^"*. 

yila di Napoleone Bonaparte (di anonimo). PaL 1814 in-8^. 

B^napariiana, ossia Scelta di aneddoti curiosi: breve raccolti^ 
per servire ad una grande storia, aumentata d' un piccolo saggio 
sopra risola di s. Elena^ e d* un dettaglio degli avvenimenti ac- 
caduti nel i8iS trad. dal francese. Pai. 181ft iiì-12''. 

Ségur, Istoria di Napoleone^ e della grande annata del 1812, 
libri XII, volumi IV. Pai. 1826 in.12^ 

— Storia della guerra del 1813-14-lS tra le Potenze alleate e 
napoleone, voli. Vili. Ivi 1832 in-12^ 

leon. Gallois, Storia di Napoleone, compilata sopra i mss. ori- 
ginali, unitovi il suo testamento, t. IV. ivi 1830 in-lS"^. 

— Seconda edizioùe siciliana interamente rifusa. Ivi 1834 in-18?. 

« 

LauretU de l' Ardeche, Storia. di Napoleone, Toltala in italiano da 
/^nt. LUaqni, Pai. 1842 in-8% 



iiitT. u ntkncÈAi-^^ III. STORICI ' 233 

Memorie e rivelazioni di un paggio di Napoleone dai 1802 al 
1813. Ivi 1834 in-8*. * Due edizioni contemporanee; 1' una di voll^ 
III presso Spampinato; 1* altra di IV presso Abbate . 

Las Casas ed 0* it^ara , Napoleone a s. Elena , ovvero 1 Fa- 
mosi Memoriali volgarizzati, con note originali, conira in Storia di 
Walter-Scott, 2» ediz. sic. t. IV. Pai. 1832 in-12^ ♦La storia di 
quesf ultimo va tra le opere inglesi. La 1* ediz. ejru uscita uu 
anno innanzi da' tipi di Abbate in tomi VII. in-8^. 

Barry ed ff Meara, Napoleone ali* esilio, ossia L* Eco di s. E- 
lena, t. IV. Pai. 1833 in-12''. * Contiene le opinioni e le rifles- 
sioni di quesl* esule sugli, avvenimenti della sua vita* 

Luigi Bonaparte conte di s. Leu, ex-re d' Olanda , Continua- 
zione ai Famosi Memoriali dì s.' Elena. Pai. 1833 in-12«'*. 

ly&ri'ins. Sloria di iVapolcone, Iradolla da Pompeo Inzenya^ t. VI. 
Pai. 1834 ih-8*. 

Napoleone innanzi a* suoi contemporanei , o Compendio -delU 
sua storia, tradotto dal francese, t. III. Pai. 1834 in-12^. 

v 
/ 

G. Antonmarchi , Memorie, ovvero Gli ultimi momenti di Napo- 
leone, voli. II. Pai. 1832 'in-1-2*. * Quest'opera è veramente ita- 
liana, ma serve di compimento alle suddette. 

Aless. ùumas, Vita storica di Napoleone^ ridotta ad un dram- 
ma scenico. Pai. 1837 in-12^ 

Funerali di Napoleone, Relazione officiale della traslaziime dello 
sue spoglio mortali da s. Elena a Parigi. Pai. 1841 in-l^"". 

Vita di Napoleono II, Gglio del I. Pai. 1833 in-12^ 

Adolfo Thiers, Storia della rivoluzione francese , preceduta da 
un Compendio della storia di Francia fino al regno di Luigi XVI, 
e seguita da un'Appendice: nuova versione italiana di Frane, Raolo 
Perez, voli. II. Pai. 1844 in-4^ 

* La prima edizione originale di questa sloria usci in X pic- 
coli tomi a Pari^'i 1827 : fu seguita da altre e quivi ed altrove. 
La nostra versione è stata dagli editori intitolala a Pietro Laiiza e 
l^ranciforti principe di Scordia , che vi ha promessa la Biografia 
dell' autore; vi sono belle incisioni in ra;ne, eseguite da (r. di Gio- 
vanni, 

• — Sloria del Consolato % dell' Impero di Napoleone, che fa se- 

30 



"1134 CLASS» nvii. POLieiutu— MB. ir. txrsioni 

gaito air antecedente, l'^ traduzione italiana , yoIL II. In i845- 
50 in-4^; * La versiane del 1. 1 è dello stesso Perete qii^a del II 
è del gesuita Laigi Previte. 

* Un ufiiziale^ autore de' Ragguagli storici sul regno delle due 
Sicilie, pubblicò uno scrino col titolo: 

A prò della patria, contro il Thiers« PaL 1844 in-8^. * Con* 
futa lo storico francese, ove scrive male o falso di cose nostro ; 
alla guisa cbe Pietro Lama principe di Scordia nelle sue Consi- 
derazioni sulla storia di Sicilia^ corresse le sviste di €arlo BolU^ 



Metter^ Storia delia scuola di Ale88tiidria.*-^ffiiind Saiin^$f Sto- 
ria del razionalismo in Alemagna. * Tradotte, ma non ancor pub- 
blicate, dal sac. Paolo la Spada, prof, di storia eccl. neir uni- 
versità di Messina. 

Mad. CòUin, La Matilde, o Memorie tratte dair Istoria delle 
Crociate, voli. VI. Pai. 1832 in-12\ 

F. Pouqueville, Storia della guerra moderna per 1* indipenden- 
za della Grecia l. VI. Pai. 1833 in-12*. ♦ JWe^o Sona pubblicò la 
Continuazione di questa Istoria in li tomi a Napoli 1840 in-8^. 

Compendio della 'Storia .del risorgimento della Grecia, dal 1740 
al 1824, compilato da M. P. C. t.ìll. Ivi 1841 in-8*; 

Storia della guerra moderna per 1* indipendenza della Grecia 
4al 1825 fino alla battaglia di Navarino , ricavata dalle opere di 
lourdan e Soutzo, voli. XI. Pai. 1833 in-12'*. * Questa storia ser- 
ve di continuazione a quella dei Pouquevillé. 

Pietro de Smei iiwssionario gesuita , Viaggi alle Montagne roc- 
ciose neir America settentrionale, irad. dal p. Luiai Previte. Pai. 
1847 in-12\ 

Carlo Didier, Maria Carolina in Sicilia, storia tradotta dall* ab. 
Gir. di Marzo-Ferro, t. V. Pai. 1848 in-12*. 

Doinairon, Compendio di storia universale, ridotto ad uso delle 
N scuole d' Italia, 4* ediz. Pai. 1848 in-18^ 

Le giornate della rivoluzione di Parigi nel 1846 , scritte da un 
Guardia nazionale, Irad. dalf avv. Vmc. Caruso, Pai. 1848 in-^^ 

- . » 

Levi Alvarés, Stòria antica,, cavala da* nuovi Elementi di storia 
generale (irad. dal gesuita Pìic. Marino per uso delle scuole). 
Pai. 1850 in-12^ 



Air. I. vi^iicssi-*-$ m. stusici 235 

Capefyué, La società e i governi dell' Europa dopo la caduta 
di Luigi Filippo insino alla presidenza dì Luigi Napoleone Dona- 
parte, voli. IV. Pah 1850 in.!2^ 

Bar. Henrion, Storia de' Papi da s. Pietro fino a Gregorio XVI: 
nell'Eco della Religione, voi. I. Pai. 1851 in-i*". 

Chaieaubria/nd, Compendio della storia di Francia: i* versione 
eon un' aggiunta dal 93 sino a' nostri giorni. Pai. 1852 in-8*. 

Criiiina Trimlzio de' Belgioioso, La rivoluziono e la repubblica 
di Venezia, trad. dal francese per Lmgi Sampolo. Pai^ 1853 JA-12*^. 

Lamé Fleury ^ Corso di Storia , tradotta ed . aonolata dal sac. 
Pietro Gambino per uso de' giovinetti. Pai. 1852 o jsegg. in-16®. 
* Questo Corso in distinti volumetti comprende le Storie dell' an- 
tico e del nuovo testamento; l'antica, la media, la nuova univer- 
sale; la greca, la romana i a che il traduttore vuol aggiugner la 
sicola. 

* • I 

C. M. le Guillou , I Santi del mese, o Letture pratiche della 
vita de* Santi pili celebri e de' principali misteri della religione; 
Opera tradotta dal sac in^ Datìi, coli' aggiunta di alquante note 
e di due indici alfabetici: semestre I e II. Pah 1855 in-lS"". 

§ IV. POETI 

Fénélorij Les aventures de Télémaque etc. 1. 11. Livourne 1796 
in-8^. * La vera data è di Palermo, dove il cav. Speciale pubbli- 
collo dalla stamperia reale da lui diretta. 

— 'Il Telemaco, recato in versi sciolti da Paolo Morello, * An- 
nunziato, ma non so se pubblicato. 

Sansoucy, V arte della guerra , poema didascalico tradotto in 
versi sciolti da Fel. Antonio Pai. 17^i4 in•8^ 

— Lo stesso poema iradolto in ottava rima dal cav. GiuA. della 
Torre colonnello, con note. Pai. 1787 in-8\ 

Gio. Boeme, Atalia, tragedia, in versi sciolti recata da Frane. 
Testa. * Hon mi è noia V edizione. 

fmgi Macine, Poema teologico salia grazia ^ trad. da Àless. 
Vanni principe di «. Vincenzo. Pai. 1794 iiv4^. ♦ t' autore fu 
figlio del precedente: di riscontro al lesto Jfrancese yMia la trasla- 
zione in versi martelliani. 



2^6 CLASSE XXVn. POLIOltArU^-^SISZ. IV. Tl^SIOlfl 

BoileaUj Satfre, pubblicate da Greg. Speciale. Pai. 1180 in-f 2*. 

Mich. Conte de Bordh, Versi recali dal francese in italiano da 
. Salì). Crescimanno de* baroni di Capodarso. Pai. 1777 in-4*. 

— Ode tradotta da Anna GenlUe. Ivi 1777, fol. 

Voltaire, La Marianna, tragedia tradotta (in versi martellianì) da 
Anna Centife. Pai. 1774 in-4^ 

— Il Tancredi^ tragedia, trad-. dal duca Jgn. LucdieH'PaUi conte 
di ViNarosata. Pai. 1774 in-4^ 

— L'Orfano della Gina, trad. per Ant. Galfo: nell. IV. del co- 
stui Saggio poetico. 

— Zaira, tragedia, trad. dal conte Gasp. Gozzi. Pai. 1830 in-8*. 

— Tragedie, h. IH. Pai. 1832 in-8\ * Altra ristampa ne ricom- 
parve al 1846 sotto la finU data di Firenze. 

Molière, Commedie. Pai. 1831 in.l2^. 

— Capi d* opera tradotti. Firenze (o Pai.) 1846 in-12\ 

De k^ Foniaine, V Adone , poemetto tradotto da Giuè. Eap- 
putta. Pai. 1833 in.l2^ 

Casim. de la Vigne, Il vespro siciliano , tragedia tradotta dal 
francese. Pai. 1821 in-8*'. 

P. l. de Crehitlon , Atreo e Tieste, tragedia tradotta dal cav. 
luigi Chacon da Pai. 1843 in-8^. 

Eugenio Scribe, Teatro tradotto in italiano. Pai. 1835 in-12*; 
e da capo nel 1850 in VI volumetti in-16^ 

Aug. le Felore, La Sonnamboia, azione coreografica in tre atti. 
Pai. 1835 in.l2\ 

Falbaire, Il Forzato, dramma tradotto e ridotto pel teatro Ha- 
Ikrno dal cav. Litterio Stagno. Mess. 1835 in-8**. 

Viltor Hugo, Angelo Tiranno di Padova, dramma. Pal.M837 in-8*. 

— Ruy-Blas, dramma. Ivi 1841 in-8®. t Traduttore di codesti 
lavori Gaet. Barbieri. 



^1 



Aniceto Bourgeois, La Veneziana, dramma in cinque atti addotto 
quadri, trad. da Mich. Spadarq Calapaj. ìAess. 1842 in-4^ 

Desnoyer e Labat, il Riccardo Savage, dramma in quattro alti 
ed un prologo, trad. dal mcd. Ivi 1842 in-4^. 






ART. I. riAIfCBSlT^ IV. POETI 231 

' Ferd* Bugué^ La Miseria, dramma in un prologo e 3 atti. Pai. 
1852 in-18^ 

Magazzino teatrale di recenti produzioni de' più rinomati scrit- 
tori francesi ridotto in italiano da Ben. frodo, voi. I. Pai. i8S2 
in-i6^. * Quésto volujnetto contiene, oltre il dramma del Dugtié, 
tre commedie intitolate: Una cattiva notte passa presto ; Maurizio 
e Maddalena; La caduta delle foglie, o L* appetito viene mangiando. 

§'T. ROMANZI 

Biblioteca romantica^ intrapresa dal tipografo Gio. Pedone. Pai. 
i837 In-! 2^. * Cominciata colle opere di YiUor Ugo:, ma poscia 
interrotta. 

Raccolta de' migliori romanzi, incominciata nella Poligrafia Em- 
pedoclea del prineipe di Sant' Elia. Pai. 1842 in-8^. * Ne venne- 
ro In luce sol quattro che qui soggiugniamo. 

Una nuova raccolta n'ha data Decio Sandron , ivi 18S3 iVlG*. 

Barihelemy^ Viaggio del giovine Anacarsi nella Grecia verso la 
metà del IV secolo avanti l'era volgare, t. Y. Pai. 1831 in-i2^. 

Arlincourtj La Straniera, trad. di G. Paganueci; voli. II. Pai. 
1831 in.l8\ 

Bar, L. De la Motthe Langon, Giovanni Precida^ ossia II Ve- 
spro siciliano, romanzo tradotto per ArU. M. Cammuca^ t. IV. Pai. 
1831 in.l8^ 

CamiUo Paganel, La tomba di Marco Botzari, racconto sporico, 
trad. ed annotato per Frane. Soraci da Mess. Quivi 1837 i^-?K 

Al. Ben. Lesage, Storia di Gii Blas di Santillano. Pai. 1839 in-8^ 
— Lo slesso, tradotto da (pirico l^iviani. Ivi 1847 in4*. 

— Il, diavolo zoppo, preceduto da cenni biografici su 1' autore, 
di Giulio lanin. Ivi 1841 in-8^ 

Carlo de Bernard, La caccia degli amanti. Pai. 1842 in-8^. 

— Le ali d'Icaro.' Ivi 1843 in.12^ ' 

Fed: Sonile^ Il maestro di scuola, romanzo. Pai. 1842 ìn'12*. 

Eugenio Sue, lì Commendatore di Malta, romanzo. Pai. 1842 ln-8®. 

— r Misteri di Parigi, tradotti da /. Abatelli Paterno. Ivi 1845 



I 



"" SS6 CLASSE XXVII. P0LI6RAFIA---SBZ. IV. VEItSIOIII ' 

in-12^. * Anco G. BastlaneUo n* imprese altra versione sidlfedi- 
zion parigina di Gosselìn. 

— I selle peccali morlali. Ivi 1849 in-8*. * Son selle romanzi^ 
ciascuno in due o più lomi , sopra ciascun vizio capitale: trauiut- 
tòre n' è Ercoh Fodera: iuta non tutti furono qui riprodottt. 

-^ Paola Monti, o II Palazzo Lambert, 1* versione ital. t. IT. Ivi 
1850 in-l2*. 

-—Il Colonnello di Surville — Miss Mary , o La Islitalriee. Ivi 
1853 in-16^ * 

Emilio Souvestre, La donna in quattro condiaioni, plebea^ cit- 
tadina, grisella, gran donna. Pai. 1842 in-12®. 

— Accanto al fuoco, romanzo. Ivi 1853 fn-16^ . 

yutor Hugo, Le ore eslrecne d' un sentenzialo -a morte , trad. 
di G. Barhien. Pai. 1837 in-8*. 
^-'Nostra Donna di Parigi, romanzo storico* Pai. 1840 ia-fl^. 

Àless. Dumds, Pasquale Bruno, romanzo storico siciliano, prima 
Tersione italiana. Pai. 1841 e 48 in-18®. 

— Paolina di Meulien, raccpnlo. Ivi 1850 in-18®. * Versione di 
Gius, Biundi. ' 

— Giorgio il mulatto, voU. IV. Ivi 1851 ifl-18«. * Inserito a bn- 
ni nel giora. Il commercio. 

— La veste delle nozze. Ivi 1852 in-18^. 

— Il cavaliere d'Harmenlal, t. IV. Ivi 1852 in-16^. 

— Il visconle di Bragelonne. Ivi 1852 in-16^. 

— Le ombre dei morii. Ivi 1853 in-16*. 

— La mia novella sposa. Ivi 1858 in-lft*. 

De Balzac^ Cristoforo le Camus , ovvero Caterina de' Medici e 
JHiiria Stuarda) romanzo traslato con note di Frane» ffandmi. Pai . 
ì«49 in-i2^. ' 

Adolfo Archiér, La frusta, romanzo storico della rivolusioiie del 
1830 per la indipendenza della Polonia, trad. da Paolo BottaUa. 
Pai. 1849in-12^. * Fu anco inserito a squarci nel gidrh. f li pen- 
siero della nazione )) in dell* anno. * 

Dan. de Foe\ Avventure di Robinson Crusoe. Pah 1850 in-8®. 

, Paolo de Mo6set, Giovanni il trovadore , trad. di 6ael* di Pa- 
squali, t. III. Pai. 1849 in-16^ 

* • 

C. de ttaziide. Il generale IVarvaez.— /. de ChaHUoUy Salvatore 
Rosa. — Pepita, Racconto della Pampa. • Tre romanzi tradotti da 



PielfO Sanfilippo, e inseriti per brani nel giornale dell'Armonia. 
Pai. i85i in fol. 

F. Lagenevais^ 11 ntedico del villaggio , racconto trad. da B. 
PradOy e riportato nel suo giorn. Il Buon-guslo.* n. 2 e segg. Pai. 
165! fol. 

Ch. Paul de Kock^ L'amor che passa e V amor che viene, pri- 
ma versione italiana, vx>ll. il. Pah 1852 in-i6''. 

— Mouslache, romanzo, i' versione ilal. Ivi i853 in-i6^. 

— Un buon figliuolo. Ivi 1853 in-i6^ 

— Fil d* amore. Ivi 1852 in-i6^ 

Scelta dei Racconti popolari di F. JV. Bouilly, versione di Ben. 
Prado. Pai. 1852 ldi-8^ 

M. 3Ja8son, Albertina, 1^ versioDe ilaL parti IL Pai. IBSSin-lS"". 

Paolo^Feval , Il lupo bianco , recato in italiano da Ttnc. del . 
Torso. Pai. 1853 in-18^ 

Alfredo d* AUnbert , Gli ultimi anni del eoloiinello Voisin. Pai. 
1852 in.l2*. 

Eugenio Nyon^ La preda per 1* ombra. Pai. 1852 in-12*. 

A. di Lamartine, Raffaello, versione di C. Formichi^ voli. il. 
Pai. 1852 in-12^ 

Una casa di Parigi, d'anonimo, voli. III. Pai. 1853 in-12*. 

Andrea Thoma$, Gli operai di Parigi, prima versione di 6. M, 
voli. li. Pai. 1853 in-12^ 

Simone da Nantua o il Mercante foraneo, opera tradotta dalFo- , 
riginale francese sulla 18* edizione di Brusselles per il sac. An- 
tonino PariH. Pai. 1854 in-12^ 

È. Gaudin, lì capitano Plouèven , racconto trad. di A. Arioti. 
Pai. 1855 in■8^ 

Letture della Sera, raccolta di racconti, viaggi e costumi , tra- 
dotti dal francese. Pai. 1855 in-8^. * Sono una ventina di pezzi 
di vario argomento. 



24Ò 



CLASXK XXVII. POLIfiRAPU — iìKX. IY< VERSIONI 



ART. II. IllGLE:)! 

I 

§ I. PROSE 

David Hume, Saggi politici sopra il commercio, premessoTi un 
discorso d' /8id. Bianchi sul commercio della ^ieiii£i. Pal.'1774ÌD-8*. 

Gio. Locke, Guida dell' intelletto nella ricerca della yeiità, tra- 
dotta e cementata da Frane. Soofoe, Pai. 1781 in«8^. 

Conte Cheslerfield , Massime fliosofico-politico-morali per for- 
mare lo spirito ed il cuore, 6* edìz. Pai. 1784 in-12^. 

Mylord Giorgio ^ Lyttletón , Prova indipendente da ogni altra 
della yerilà della religione cristiana, o Considerazioni sopra la con- 
versione e r apostolato di s. Paolo , trad. dall'inglese e dedic. 
a M. Orazio de la Torre vesc. di JHazzara. Pai. 1794 in-8^. 

Giorgio Rose, Stato della Gran Brettagna relativamente alle sue 
finanze, al suo commercio e alle sue manifatture, e prospetto del- 
l' accrescimento della sua rendita e del suo commercio deiranno 
1792 al 1799; traduzione dal francese. Pai. *delt' anno in-4^. 

Enr. lord viscotUe di BoHngbroke , Saggi filosofici tradotti da 
Salv. Cannella, premeissovi F elogio di lui. Cosmopoli (cioè Pa- 
lermo) 1794 in-8*. 

Istruzioni dirette agi* Inglesi, per opporsi alle invasioni del ne- 
mico, nelle diverse possessioni di S. M. il re della Gran Bretta- 
gna, tradotte e corredale dì annotazioni da Giannantonio de Tor- 
rebruna. Pai. 1799 in-8^ 

Oliviero Goldsmiih, Compendio della storia romana, t. IL Pai. 
1822 in-8**. * 11 compendio della storia greca , in altri l; Il , fu 
impresso a Vinegia 1820, e a JNapoli 1843 in-8*. * La versione 
d'entrambi, e. di Fr. Villardi, 

Luigi Goldsmilh, Istoria segreta del gabinetto di Buonaparte. 
Pai. 1841 in.4^ 

lones d^ Bristol, Metodo nuovo e facile poi libri di commercio, 
giuntovi un prospetto commerciale della Sicilia dair editore Frane. 
Abbate. Pai. 1817 in fol. 

Gio. Dunlop^j Storia della lelleratura romana du più. anlidii 



tempi fino nd Augusto. * Eslrntli inscrili per arlicoli nel Giornale 
ili scienze Ietterò ed arti l. VI e seg. da <?. Berlini. 

Walter Scoli, Lo Specchio della zia Margherita^ e La Camera la- 
pezzaia< Pai. 1830 in-8^. 

— Il Castello di KenilWort, (. YIL Itì 1830 in-12\ 

— Il Quintino Dumard^ o lo Scozzese alla corle di Luigi XI » 
t. III. Ivi 1831 in-i2*. 

— Vita di IVapoIeone Buonapart^ ìmperator de* Francesi , pre- 
ceduta da un' Quadro preliminare della rivoluzione francese, voU. 
XIV. Ivi 1832 in-8^ 

— Allan Cameron , roinanato inedito i prima trad.* dal francese 
di Aless. Magni, voK ti. Pah 18S2 irk-12^ . 

G. M. Moke ^ La battaglia di Navarino , o 11 Rilin#gàlo^ Pah 
1830 in-12^ 

Onofr. Davy, Arte di preparare la terra , tradotta In francese 
da A. BuloB, e quindi in italiano da GoeU Sclafani. Pah 1831 
in*ir. 

Giorgio SUmnlan, Viaggio di lord Macartney nella Cina e nella 
l'ariana, negli anni 1792-94, U II. Pai. 1832 in'f2^ 

M. Cooper , La Spia , romanzo storico relativo a* tempi della 
guerra americana, volL IL Pah 1831 in-8''. 

Ugo Foseolo, Saggi sopra il Petrarca pubblicati fn inglese, ora 
tradotti. Pai. 1831 in-ir. 

Yoricki Viaggio scntimenlale ttadt da Didimo Cherido. Pale 
<835 in-8». 

\ 

Sterne , Viaggio sentimentale , yersione di Ugo Poècùlo. Pai* 
1836 in-8^ con ritraiti. 

tigone Blair , Scelta di sermoni tradotti dal can. B. BarleUonii 
ì. IV. Pai. 1833 in-12^ 

— Lezioni di belle lettere tradotte e comentate da PranCé Soave, 
l. III. Ivi 1808 i^-8^ * 

— Istituzioni di retlorìca e belle lettere, compendiate da Frane. 
Soave, ed arric^cbite di esempi da Gius. Ignazio Montanari^ i . III. 
taf. 1846 in-i2\ 

Gugl. Bobertsonj Storia del regno dcirimp. Carlo V^ libri XII ^ 
con un Quadro de* progressi della società in Europa dal sovverti^ 

31 



242 CLASSE XXVII. POUGRAFU^ — SEZ. IV. VEUSlOSl 

mento dell* impero romano fino al principio del secolo XYI^ tra- 
duzione di i. C. con nolo e confutazioni del traduttore. Fui. 
i83S in-8*. » 

— Storia del regno di Scozia sotto Maria Stuarda e Giacomo TI. 
Ivi 1837 iri.8\ • 

— Storia di America libri X. Ivi 18i! in-8^ * Vi ha delle note 
ed illustrazioni in fondo. 

EdAiardo Gihbon, Storia della decadenza e rovina dell' impero 
romano, traduzione dall' inglese, t. IV. Pai. 1836 in-8*. * JVèl voi. I 
evvi in compendio la Confutazione di questo autore fatta dal no- 
^\ro Nic. Spedalieri. 

— Memorie di sua vita ed opere, scritto da lui medesimo. Ivi 
1838 !n-8\ 

Sani. lenyns, Esame della evidenza intrinseca del cristianésimo, 
tradotta da Ben. Sav. Terzo. Pai. 1836 m-H\ * È da lui dodi-' 
cala al p. Ben. d' Acquato prof, di questa università. 

Lord Ò. Byron, Il Corsaro, novelle tradotto ed annotate da GiaSé 
mcotini da Brescia, l. II. Pai. i8iO in-8\ 

Giorgio Sand, Il Mauprat, romanzo, piima versione italiami, t. 
IV. Pai. 1841 in.12\ 

La Botte$ra di bagattelle, o II Precettore sennato: letture pei gio- 
vanetti, tradotte dair inglese per Dom, Pavone daMess. 1842 in-12*. 

Nic. Wiseman, Yiii lampada del ssKituario, raccontò iradottoi da 
GiHH. Marino. Pai. 1847 in-12\ 

Pi 

Gio. S. C. Abboif di Worcester in America , ta Madre in fa- 
miglia, Prìncipi de' doveri materni esposti familiarmente: prima 
versione italiana. Pai. 184D ^n-18^ 



Enrichetla 
articoli nel 



i, romanzo del sig. d' Israeli, libri III. * Inseriti per 
giorn. r» Armonia, dal num. 29. Pai. 4830, foK 

Mary Lafon , La vorpjine di Costantinopoli , racconto tfacj. da 
Gir. Ardizzone. Pai, 1855 in-8*'. 

•Avventtire del barone dì Munchhausen. * Se ne vuol autore ff- 
A. Burger, dair inglese tradotto in alemanno; indi io francese/ ed 
ora in rialiano; riportato nel giorh. Il Commercio, num. le segg. 
Pai. 1850 fol. 



ART. I. INGLESI — § f. PROSE 2^$ 

C. Paui^de Kóck^ V aomo che va<ri prender moglie > roaianzo 
tradotto nel giorn. La Lanterna magica. Pai. 1852. > 

lames, Le vicende del capitano Lnnfor.d, romanzo originale trad. 
da Ani. Savagnonc^ Pai. 18S3 in-8''. 

§ ÌU POKSIE 

Eduardo Ycung , Sette Notti in versi toscani recate da Icop. 
M. Scherli. Pai. 1 7T4 in-4^ 

— Le notti tulle tradotte dair inglese e dal francese dall* ab. 
Alberti: 5* ediz. corretta ed accresciuta del Trionfo della Rcligio<* 
ho e d'altri pezzi interessanti , con varie annotazioni t. II. Pai. 
1776 in-8^. *. Precede un discorso su la vita e le opere dell' autore. 

Giù. JliUon^ U Paradiso perduto, poema tradotto dalcav. Aya- 
Uno Longo di Catania, non ancor pubblicato. 

Xle$s, Pope, Saggio sopra 1' uomo, tradotto in versi italiani. Pai. 
i780 ÌB-8^ 

— Il Riccio rapito, tradotto da Luigi BorrellL Callanissetta 1830; 
e di nuovo dalla contessa .V. Teresa Mabcezzi Corniani, Hess. 
1836 in-8^ 

— Le quattro Stagioni, tradotte da Àgost. Gallo i son pressa 
lui mss. 

— 11 Messìa, egloga sacra recata in versi sciolti italiani dal me- 
desimo nel ;vol. I della Biblioteca sacra^ giorn. di Pai. 1832in•8^ 

Walter Scott, La dama del lago, poema recato in versi italiani 
da Gius. Indelicato. Pai. 1821 in<8^ 

— Harmion, novella recata in versi italiani da Mich. Amari. Ivi 

1832 in-12^ 

j 
lac. Thomson, Le Stagioni, tradotte da Mich. leoni. Pai. 1831 

in-12^ 

Tomm. Stewart^ Elegia sulle mine di Siracusa, trad. da Mich. 
Amari. Pai. 1832 in-8^; e nel t. \L del Giornale di scienze cfcc.. 

— Sopra una statua del celebre Tacca posseduta dal principe 
di Partanna^ poemetto tradotto da Ag. GaUo^ nel t. IV dell' Efl'e- 
meridi sicole. ' 

Gugl. Shak$peare, Opere drammatiche tradotte. Pai. 1836 in-S"". 
* Quest' è il primo tragico dell' Inghilterra. 

Lord G. Byron, Poemi volgarizzati da Pietr&Isola, t. III. Pai. 

1833 in-!?». 



S44 OAISK IXVII. POLÌAR AFIA^-HSKZ. IT. VMSlOn ' 

•—La morte di Calmar ed Orla, poemetto tradetto dal ea?, 
Crii», Zappala Finocchiaro. Cat 1835 iii-8^. 

— I due Foscari.-^Harino Faille ro. Pai. 1833 in-12^. 
*— Poesie varie tradotte. Iyì 1837 in-8''. 

— Il Hazeppa, poemetto,. versione di. 4. Arioli. Pai. 1847 in-8^, 

— Nuova versione di vari poemi adornata da Gir, Ardizzone^ 
Ivi 1847 in-8^ 

— Ullimo canto ifche compose vicino a morte d* anni 36): libera 
versione di GiuBeppina Turrisi Colonna: in calce al t. XXX del- 
r Effem. siede. 

— La Parìsina^ trad. da Giuè. Piaggia^ tra le sue Poesie. Pai, 
I8S3 in*8^ 

ART. III. AlBHAHlll 

Crisi. Golh. Heyne, Intorno agli autori de' quali Plinio ai serve 
nella sua Storia deJle belle arti, Memoria tradotta dal car. Gius, 
Bonfiglio: nel t. XXXIX del Giorn. lett. 

Salomone Gessner , La Morte d* Abele^ poemetto tradotto da 
jralleo Procopio. Pai. 180! in-8*. 

—* Altra versione di Felice Bisaz^a. Mess. 1834 , Nap. 1836 , 
Vii. 1837; e nella (( Biblioteca scelta di opere tedesche tradotte q 

ivi voi. xvm. 

— Il Dafni, romanzo tradotto da Gius. Zappulla. Vkh 1833in-12^ 
7— Lo stesso tradotto da Matteo Procopio. Mess. 1836 in-8^ 
*r- Idilli primis tradotti dallo stesso ProeopiOj quando stanziava 

in Germania. Stuttgard 1796 in-8\ 

— Da Frano. Soa/oe. Pai, 1831 in-12<>, 

r— In versi siciliani dal bar. Yinc. Messina da Palazzolo. Pai. 
1841 io-8\ 

Idilli nuovi, con aggiunte, tradotti da indr. Maffei. Pài. 1833 
in-8^ 

— Il primo navigatore — La notte — Eraslo: poemi tradotti dal 
JPfocopto. 

« 

jPèd. Schlegel, Squarcio dì un suo poema tradotto da Mich. 
CotUarini: nel t, II del Giornale lelterario. 

Fed. Jfanlef , Ylagglo ì^ Sicilia, Pai. 1823 in-12^ 

Federico ìly re di Prussia, Bello senlimenlale. Pai. 1831 jn-8*, 
«^Riflessioni sul carattere e sui talenti militari di Carlo XII. 
Ivi 1831 in-8^ 

IV'dùvico.J re dì {baviera. Elegie di argomento siciliano » tnu 



' aut. ]|i. alemahri 24» 

dotte in latiao da Giamb. Casiiglia, e ^a Pasquale PizziUo. PaU 
1S32 in4^9 e in^8®.— la italiaoo dai march. Tomm. (SargaUo. Nap. 
e Pai. 1831 ìn4% e in-18% e nel t. XXXIV. del Giom. letL e da 
detto Pizzuto. Ivi 1842 in.8^ 

— I compagni di Walballa, trad. di Crea. Vgdvikna. Pai. 1846 
ìn-8^. * Quest' è una Galleria, d* uomini illustri alemanni , ^i cui 
quel principe intesse gli elogi , e de* quali allogò le iaunagini ini 
un magnifico, tempio da lui eretto a Rathisbona, e chiamata Wattialla 
nome desunto dalla mitologia del settentrione. 

Amedeo Klopatock, Frammenti del poema la Messiade. Pai. 
18U in-8\ 

Augusto Gugl. Ifflànd^ U giuocatQre, dramma in o atti, ridotto 
ad uso del teatro italiano da Ani. JS€trtin CueeeUi. Sema data, 
ma è Palermo, in-12^. 

Enr. Zaehorro, La Tal d'oro, schizzo di costumi svizzeri. Pai. 
1836 tn-12°. 

Eckartshauserif Dio è Y amor piti puro , la mia preghiera e la 
mia contemplazione. Pai. 1838Jn-32^ 

Giorgio de PimodaUt Memorie sulle guerra d'Italia sotto il ma- 
resciallo Radetski. 

— Memorie sulle guerre d'Ungheria sotto il principe Windi* 
sgraetz e '1 barone lellnchich. * Queste due storie, trasportate Xlal 
tedesco in francese, e quinci in italiano da Pietro SanfUippa , si 
leggono nel gìornai,e dell' Armonia. Pai. 1851 in fol. « 

Eduardo Breier^ I misteri di Vienna, romanzo contemporaneo, 
voli. IV, !• odiz. sic. Pai. 185S in-16*. 

Adalberto Thiergen, Tofana , ovvéro rAvvetenatrice del secolo 
XVII, 4* ediz. Pai. 1833 in-12*. 

ART. IV. SPA^i^UOU 

Breve diseorso della Wurcbia, ove descrivesi la città di Costaìi- 
tlnopoli con altre convicine, il modo politico che osserva il Gran , 
Turco coi suoi vassalli e cogli ambasciatori dei principi , con al- 
tre cose non oien curiose che degne, trad. dai cav. Zon Minutalo. 
Mess. 1647 in.8^. 

Frane, de Oya , Trattato delle leggi penali della milizia spa- 
gnuola, processi o consigli di guerra, con alcune notabili risolu- 



xioni di S. K. ed AvyertimeDti per qualsivoglia uiBdale ecc. tra'- 
dotto àa Emm. d' Abaurre- e Salariar marchese di Hontevem^ 
ne. Pai. «737 iii-4*. 

t^arère della Società economica di Madrid sullo stabilimento d*ùa 
codice di leggi agrarie, umiliato al supremo R. Consìglio di Ga- 
stiglia disposto da Gasp. Melch. de lovellanos membro di essa, 
tradotto ed annotato dall* avv. Gian Bari. Nicoloèi. Pai. 1815 in*8^. 

Libro dell' istoria e dei miracoli fatti ad iuTOcazione di nostra 
Donna di Monserrato , tradotto dal p. Lnd. Nocilla dom. Pai. 
1607 in.8\ 

Frane, di Chevedo VigUegas , lettera ad Aloisio XIII re cri- 
stianissimo di Francia intorno alle nefande azioni e sacrilegi com- 
messi hcila yilla di TigUmon in Fiandra da -Sciatiglion ugonotto : 
trad. dalla lingua spagnuola da Nunzio Bosignuoh. Pai. 1636 ia-4®. 

Osservazioni politiche e morali sopra la vita di Marco Bruto , 
trasportate dallo spagnuolo per iVtc. Serpelro. Yen. 1653 in-12^. 

^ Ani. Amico , Cronologia de' viceré di Sicilia tradotta idalF ori- 
ginai casrlgliano. Pai. 1687 ìn-4\ 

Girolamo da Ripalda, Catechismo e breve sposizione della dot- 
trina cristiana tradotta da Jèid. Navarro. Pai. 1688 ìn-lS^« 

Dom. Hidalgo de Torres ^ Compendio istorico de* Santi della 
provincia di Rioxa, tradotto da Jsid. Navarro. Pai. 1709 in-i2^. 

Gius, di É. Benedello laico professo nel monastero di Monser- 
rato, Opuscoli spirituali tradotti da Nicolò Anfossi. Pai. 1733 ìn-12^ 

\ ■ ■ 

Giov. Lopez vescovo di Monopoli, Quinta parte dell' Istoria di 
s. «.Domenico e del suo cedine- de' Predicatori, tradotta dal P. Pie^ 
tro Patavino d' Augusta. Messina 165S in fol. 

Giov. di Si Tommaso de' Frati Predicatori , Dottrina cristiana , 
tradotta dal medesimo. Velietri 1653 ln-12''. 

— Avvertimenti per aiutare a ben morire, tradotti dallo stesso. 
Ivi 1633 in-12*. , 

IHego Saavedra Faxardo, La republica literaria , etc« Pai. 
1700 in-4*. 

Grandezze del patrocinio di s. Giuseppe: operetta data in luco 



ART. lY. SPACNtlOU , S47 

tt Roffla 1717, « tradotta dall' idioroa spagnuolo da Pietro Paok^ 
Corso, con Yarie giunte. Mess. 1726 iii-8^. 

Gir. IMari , Vita cristiana e modo facile d' imprenderla^ Pai. 
1846 in-18*. 

Bernardino di Vigliegoi d. C. d. G. Soliloqui divini , coir ag- 
giunta di quattro Soliloqui sui NoTissimi e d* altri diyoli estorcisi. 
Pai. 18*8 in.l2^ 

". • ■ ' 

Giacomo Balmes, La religione dimostrata all' intelligenKa di tutti, 
cod un'appendice sull'incredulità moderna. PàI. 1850 in-l&\ 

Mispfma carmina in laudera Fed. Gravinae siculi; bispanae clas- 
m imperatoris , latine peddita et Gabr. Gravinàe fratri episcopo 
Flayiopolitano dlcata a Biasio Caruso monreg. sem. rectore. * Lcg- 
gonsi col testo castigliano nel n. 131 del Giorn. di scienze ecc. 

ART. V. ClWSfl 

Preghiamo cbi legge a consentirci cbe appelliamo Cinesi i pò** 
chi che seguono, cbe pur nostri furono^ ma recaronsi in' Cina, e 
come in ^ueir astruso idioma sposero le dottrine della cristiana 
credenza^ cosi nel latino le .dottrine dì quella originale nazione 
trasmisero alla conoscenza della dotta Europa. Il posto loro sa- 
rebbe forse tra' teologi* anziché trai traslatori : ma pure a questi 
gli arroggiamo in grazia della lingua. 

Lud. Bugia inenensis S. t. D. Thomae Àquinatis Sumiha theolo* 
gica sinensibus lilerìs reddita, yoII. XKX,. , 

— Index s. Tbomae in totam* Iheologiam^ voli. lY. 
— ■ Comperidiura et Apologia s. Legis. 

: — Summa Christiana casuum. 

— Missale, Breviarium, Rituale romanum, sinico. 

—- De moribus et stalu Enropeorum , liber oblatus Imperatori. 

* Questo illustre gesuita nato a mìneo 1606^ e morto a Pechi- 
no 1682, dopo avere più anni coltifata la Cina, io queir idioma 
pubblicò queste e 'tante altre opere in più che 80 volumi. 

Me. Longobardi calataier. S. I. De Confucio eiusque doctrina 
tractatus^ sinice. 

— De causis térraemotùs Pekinensis anni 1624. 

— Vita B. Virginìs et. nonnùllorum sanetorum. 

— Liber de anima eiusque potenliis. 

^— Exercitium quotidianum christianorum. 

"* Nato Fautore di patrizia famiglia in Caltagirone 1S6S^ e morto 



248 r.iASSK x\vH. poijc;ilìfia — skz. iy. \tìifiiofii 

in Pekino ifiSS^ trasse molli infedeli alla fede colla voce e cogli 
scrini che pubblicovvi in cinese. 

Prosperi IrUorceitae plaliensis S. 1. Sinarum scientia polilica 
moralis, cum characterìbus sinensìbus et latinis, recogoita et -eicliui 
Goae 4667 in foL 

— Scientiae sinicae libor 11^ vorsio literalis. Ibi 1669 in fol. 

* Quest* è uno degli 9crilti del famoso Confucio, da Ini illustrale 
nella Cinai, donde tornato in Europa mise fuori ^ con altri su<ri 
sodi, 1* intera dottrina di quel iilosofo, con cfireste titolo: 

-^ Confui-ius Sinarum Phìiosopbus , sive scientia Sinensis Ialine 
exposìta, studio et opera Prosperi Inior cella , Chrisliani Nerd" 
irichy Francisci Rougemonl, Philippi Couplet S. I. iussu Ludo- 
tici Magni^ eliuiio Hisaìonu» orientalinm ^ et Utterariae Reipubli^ 
eae bono e Bibiiotheca Regia in luccm prodit. Parisiis 1688 
in fol. 

-^ Testimonium de cult» sinensi datum anno -1668. * Leggesi 
con altri opuscoli dello stesso argomento impressi a Lione 1700 in-8^ 

«-Compendiosa narrazione dello stato delia missione cinese dal 
U81 fino al 1669 , offerta in Roma alln sacra Congregazione de 
Propaganda Fide. Roma 1672. 

* Era egli nato a Piazza 1623, navigò per la Cina il IQS6, ren- 
ne in Roma per affari di quella cristianità nel 1671, e tornato in 
Cina l^hiuse T apostolico aringo nel 1696. 

Hier* Graviìiae calatanix. & L De institutioue cbristianofum el 
onmibus mysteriis sanclae legis Iraetatus in tres tomos distributus/ 

* Nato quest'altro in CallaniS^etta 1603, e partito per F Oriente 
nel 1653, dòpo moire fatiche si riposò nella Cina* il 1661. 

* Di questi quattro missionarii cinesi le gesto e le opere ci rara^ 
mentano le storie della Compagnia generali , e di questa provin- 
cia particolari, oltr^ a quanto ne scrivono il Sotuello nolla Biblio-' 
teca gesuitica e l^longìtore nella Sieiliaiiff. 

ART. VI. SICILIA5I 

Alcuni dei nostri poeti che nel dialetto patrio verseggiarono eb- 
ber r onore di vedere le loro rime trasportate nei più universali 
e conosciuti linguaggi, italiano o latino* Di tal onoranza far con-' 
traddistinti i seguenti* 

. AìU. Yeheziani da Monreale, La Celia tradotta in vèfrlsi latini dnf 
FiL Parala (che rincaserò mss. nella Libreria del Collegio massi' 
mo), da Blich. Remigio Moraschini, e poi da Frane. Baranzi^* 
Pai. 1637 in-t6% e 1645 in-8\ 



> ■' 



ART. VI. SICILIANI 



249 



Fabio Ballo^ L* Alfesibeo, egloga pastorale in lingua siciliana , 
tradotta in versi latini dalFòr mentovalo MoraschinU rijnane inedita, 

Simone Rao, Poesie tradotte in latino da Me, Gius. Preicimoney 
regio consigliere. Pai. 1743 in-4®. ^ 

Yinc. di Siasi, Scelta di canzoni siciliane sacre e prolane, colle 
versioni latine. Pai. 1753 in-4®. *, Traduttori furono Salv* di Biasio 
Frane. Murena, AgosL letamo, Gius. Seitinio, Frane. Cari. 

Agost. Giuffrida , Canzoni siciliane ^ colla versione latina. Cat. 
1754 .in-8^ 

Gio. Meli, Selecta carmina (cioè le anacreontiche) « facta e si- 
caUs graecaa/o^. Crispi. Pan. ,1832 et 40 in-8^ * Legg^nsi an- 
cora nel n. 110 del Giorn. di scienze ecc. 

— Carmina (cioè le buccoliche) latine riddila a Vino. Raymun- 
dio monregf. Ibi 1815 et 30 in-12^. * Già prima nvca questi Ira- 
dotta un'egloga piscatoria, e datala per saggio a Pai. 1797, e di 
nuovo 1806 iIl-8^ 

— Le quattro stagioni; recate in italiana favella da Giu$. Sel- 
vaggio. Ivi 1823 e 29 in.l2^ 

— Odi pur fatte italiana da Gius. Indelieaio. Ivi 1823 in-12''. . 

— Il Bacco siciliano in Italia, ossia il Ditirambo di Gio. Meli , 
tradotto in versi italiani dal can. FU, Cinardi. Ivi 1825 in-16*. 

-T Parte del canto lY della Fata galante tradotta in versi in- 
glesi da un inglese residente a Messina 1840 in-8^. * Quesf è il 
sig^ J^ar/cer , consolo inglese, che altri saggi n' ^vea pubbli- 
cati nei giornali di Malta. 

* Altra versione delle canzonette nel greco idioma dava Miss 
EUis Cornelia Knight dotta inglese, aulrice di più opere. 

— In tedesca venne pubblicato da' Carlo Weimesler a Vienna 
1819. 

— In italiano ci han voltala la Lirica del Meli il prof. Gio. Uo-, 
sini di Pisa, il preposito Xas/ndi Firenze, T abate Foschi di Ve- 
nezia, XHuUo Genuino di Napoli , oltre al oav. Puccini , air ab. 
Mignoni della Toscana^ al colonnello Sav, Poli, od altri. 

Il cav. Matteo Bevilacqua dì Trapani, tradusse le canzonette, 
le odi , r egloghe e il D. Chisciotte : del qua! poema il tenente 
generale lannelli mise pur in luce il primo volume. 

* In più allri dialetti eziandio è sialo -voltato ; come nel napo- 
letano da Dom. Piccini, nel veneziano da Ani. Lamberti ;.in al- 
tri da altri; 

* Il dolt. Vinc. Navarro da Ribera ci annunzia una nuova tra- . 
duzion della lirica , e un discorso preliminare n' ha inserito nel 

' voi. I del Diadema, giorn. di Pai. 1851 ill-8^ 

32 



I 



CLASSE XXViil. 

GLOSSOLOGIA 

I segni delle nostre idee sono, come ognun sa, i vocaboli. 
Indarno altri farebbe tesoro di cognizioni, ove gli mancasse 
via di comunicarle. c( Scire tuum nihil est, nièi te sciro hoò 
scìat alter )) dicea sennatamente il satirico Persio. 

Se non che troppo insufficiente e meschina sarebbe una qua^ 
lunque manifestazione dei nostri pensieri, somigliante a ma- 
teria prima o ad informe caos , senza forma, senz'ordine , 
senza regola di sorta al mondo. Non basta parlare , uop'è 
saper parlare, e farlo correttamente. Or questo si è appunto 
r ufficio della Glottologia, insegnar ^d esprimere i nostri con» 
cettì con appropriati vocaboli e con appositi modi. 

Le scienze tutte, ledamene lettere, le arti, i mestieri ver^ 
sano tutti intorno a cose: solala Glossologia si occupa nelle 
parole. Dicevole cosa eli' è pertanto che dopo dinumerati gii 
autori che trattan di cose, assegniamo un posto b^ quegli che 
ne istruiscono delle parole. 

Queste parole poi ò si vogliono considerare isolate , cia- 
scuna da se, ovvero tra lor collegate e connesse. Nel primo 
caso se ne addita la signiflcanza, nel secondo se ne ordisce 
la costruzione. Il primo di questi uffici è proprio de' Lessì^ 
ci , il secondo delle Gramatiche. Eccoti la di vision generalo 
di questa Classe: se non che piacemi il premetter queste 9^ 
quelli, per conformarmi al gusto comune. 

SEZIONE I. 

GRAMATICHE 



In tre articoli scompartiremo la*" presente sezione ; cioè in gra- 
matiche orientali, in latine, in volgari.' 



2Si 



ART. 1. LINGUE ORlEigrALI 



Tra queste contiamo primamente la greca, secondamente l'ara- 
bica, terzàmeiite alcune altre più esotiche. 

^ I. GlUlHATlCflK GRECHE 

/Greco fu già per lunghi secoli il nostro paese e greco il nostro 
idioma. Non è poro maraviglia se a questo abbiano ì moderni de- 
dicate ie loro vigilie, e lasciatone utili comentarl. Eccone alquanti. 

# 

ConsL Lasearis, De-^ooto partibus orationis , de constructionc; 
de omni loquendi idjomate , graece^ Florenliae i^ì& in^8®. * Bi- 
zantino è r autore , ma rifugiatosi a Messina dopo la presura della 
sua patria^ t* insegnò greche lettere e vi compose la presente Gra* 
malica. 

Gabr. CaètelH pfincipis turrismutii, De graecis siculorùm dia- 
tectis; de graeca siculorum palàeographia,* de litterarum nexibus 
in siculis monumentis. * Leggonsi in fronte alle antiche Iscrizioni 
da lui raccolte edjllustrate. Pan. 1769 et 84 in fol. 

Andreae Petzivdle cretensìs S. t, Compendium grammaticac 
graeoae, breViter, dilucide, ordineque digestum ad usum iuvenlu- 
tis quae graecorum litterarum studio opcram naval in eollegiis eius- 
dem Soc. Pan. i657 in-24**. * Benché candioto, visse ed insegnò 
lungo tempo tra noi. Ai precetti grammaticali annette in fondo una 
scelta di pezzi greci in prosa ed in verso per esercizio. La 4^^ edi- 
zione è del 4699 inT8^ 

tì^norii Ansùlonii pan. Graimm^itrca gfaeca. * Lodasi da Arnal- 
do Wion in « Ligno vilae » lib. II, e. 69, e serbasi ms. nella li- 
breria di 8. Marlino^ in cui professo la regola cassinese. 

VinCi Vilktre mess. bieromonachi s. Basili! Magni , Graecae 
grammaliees ìnstilutiomes absolutissimae, facili methodo e sdec.tis 
authoribus congestae ad usum pracsertìm alumnorum graecoiKtini 
seminarli in arehicoenobio ss. Salvatoris Hessanae 1168 in-8^. 

Mtch.. del Bono y^ Breve metodo per facilmente apprendere la 
lingua greca dato alla luce per uso delle scuole del collegio di 
Pai. il 0^7 e S9 in-8^ * Evvi in fondo la Catechesi cristiana e il 
Passio di s. Giovanni in greco e latino coir analisi gramalicale. 

Seh, Zappalo, cat. Epitotne grammatices et praecipuae radices 
linguae graecae. Cat. 1772 in-8**. 



\ 



2S2 aM%\i XXYIIl. GLOSSOLOGfA — SKZ. I. tiRAMATICUE 

— Grammatica et praccìpui idiotismi linguac graecac. Ibid. 
1772 iti-8^. * Evvi annessa « Synopsis grammalicac lingnac grae- 
cae » ampia per regole^ ricca per esempi, con nn lessico dei ver- 
bi anòmali. 

4 

Elementi di lingua greca, divisi in tre parli ad uso delle scuole 
nostrali. Palermo senza data, ristampati più volle , sono dei cav. 
Greg. Speciale, direttore de' regi studi. 

IH. Gius.Crispi, Corso di sludi teorico e pratico di lingua gre- 
ca tomi HI. Pai. 1822 in-8^. * Contiene una Istituzione gramali- 
cale ed una serie di pezzi^ classi<;i greci tradotti ed analizzati per 
uso della scuola in questa regia università. * Questa gramalica è 
stata da lui riprodolUi nella sua Crestomazia con qualciie miglio- 
ramento a Pai. Ì8S2 in-8^ 

. — Su la pronunzia della lingua greca. — Sopra i suoi pregi in- 
trinseci. — Sulla nuova gramalica patavina. — Sopra il dialelto par- 
Iato e scritto in Sicilia quando fu abiiatafa da' Greci. ^ Questi ed 
filtri trattati, già impressi sepiirataraente, han riveduta congiunla- 
mentc la luce tra gli opuscoli editi ed inediti di questo dotto pre- 
lato. Pai. 1836 in-8^ 

P' Jgn. Cutrona^ Istituzione di lingua, greca ad uso delle Scuole 
d. C. d. G. parti III. Pai. 1833 in-8*'. * Questa gramalica ricom- 
parve con aggiunta di pezzi classici da lui tradotti ed analizzati, 
còl titolo: 

— Studi di lingua greca^ seconda edizione^ t. III. Ivi 1839 ÌD-12^. 

Bem. Siringo, La Ellenodidascalia ossia Gramalica greca Sìrac. 
1836 in-8^. *^ Questa voluminosa istituzione fu da lui pubblicata 
dopo il suo viaggio di Grecia per uso del seminario e convitto di 
Siracusa. Essa è innestala su quella deli' ab. Aponte prof, di l>o- 
logna. 

AnL Migliorini, Ellenismo , I. I. Mcss. 1843 in-8^. * Qùesf è 
un corso novello di greca lingua, insegnato dall' autore nella nuo- 
va università dì Nessiìia, e dedicato al card, arciv. Frane, di Paola 
Yilladicane. Abbonda di regole e di tavole sopra i dialetti vari di 
questo idioma: questo libro però non contiene che le prime 4 parli 
dei discorso, e se ne desidera il continuamcnlo. 

. Ben. Sat. Terzo. Saggio sul detto Ellenismo. Pai. 1844 in^S^. 
* Anco r ab. Ant. Radoppi ne scrisse in lode nel « Salvatore Ro- 
sa » giorn. di Nap. 1844, n. 44. 

P. Gius. Orlando, Corso elementare di grammatica gf*eca espo- 



» 

ART. I. LIRG1Il> OniRNTALL— -§ I. GRECA 253 

8ta per le scuole del coli. mnss. della Comp. ^i Gesii di Pul. 
I8S2-S in-8^. * Divìsa in tre parli contenenti ì Analogia , 2 fin- 
tassi, 3. Prosodia, Dialetti e Radici Siegue il nuovo metodo di Por- . 
to-reale, di Burnòuf e d' altri Tedeschi moderni. , 

§ II. ARABlCnS ' 

Posciachc per oltre a due secoli vij^sero fra noi e signoreggia- 
rono gli Arabi, non pochi monumenli ne lasciarono e di lor lin- 
gua e di lor dominazione: di che due .'ampie raccolte ne lascia- 
rono i due rinomati arabisti Alfonso Airoldi, e Rosario Gregorio 
de\lo dotto compilazioni che noi a suo luogo rammemorammo. Or 
qui ci tocca sol accennare i pochi illustratori, di questa lingua, e 
sono i tre professori della medesima , succedutisi 1* uno all' altro 
nella cattedra di questa uViiyersilà; 

Salv. morso, Tavole di gramalica arabica, annesse alla edizione 
delle Favole di Lokman con versione Ialina e note di Erpemio^ a 
che egli annelle un breve Lessico. Pai. 17% in-8'. 

Yinc. Morlillaro, Rudimenti di lingua arabica, con una Crcslo- 
mazia arabo-italica ed un breve Vocabolario. Pai. 1830 in-8'*. * Lcg- 
gonsi pure nel voi. Ili delle sue opere. Ivi 1846 Jn-8® 

Gius. Caruso , Osservazioni sui Rudimcnll suddetti. Pai. 1838 
in-8®. * A questa critica del Caruso rispose il Morlillaro nei voi. 
LXI, pag. 254 del Giornale di scienze lettere ed arti da hii stesso 
diretto. 

§ JIT. IIRGUC ESOTICHE 

Con questo nome abbracciamo le altre lingue coltivate dai no- 
stri, non orientali sollanto, ma europee. 

Premoniamo chi legge che in questo articolo si trovano raunale 
non solo gramatiche, ma pure narrazioni, poesie, versioni di lin- 
gue orientali, o ciò perchè non abbiam rinvenuto altro luogo più 
proprio dove riporlo. 

Frane: 3L Uagii pan. C. R. Syntagmata linguarnm orienlalium 
quae in Georgiae regionibus audiuntur: liber I complectens geor- 
gianae seu ibericae vulgaris linguae instilutiones grammalicales. Ro- 
xnao 1643 in fol. ' 

— Liber II complectens arabum et turcarum orthogrjiphiam et 
turcicae linguae instilutiones. Ibi 1043 et 70, fol. 

* Questi libri uscirono da' tipi di Propaganda, da cui l'autore 









254 CLASSK XXVm. GL0S30L0GIA— fE2; 1. GRAMATlCtìE 

lu spedito in quei paesi dì LcTante, e vi fece que* frutti che nar-' 
rane il Silos nella storia dei Cherici regolari , il Ferro ia quella 
delle loro missioni, if Lamberti nella Colchide saera, ecc. 

Ani. lardincte pan. C. R. Grammatica linguae georgìanae. * Vien 
cirata da Bart. Ferro nella Storia delle missioni de* Cherici rego- 
lari nelle parti del Levante, dove recossi V autore nel 1632; « vi 
appresele lingue orientali. 

ChnMophé CdsleUi pan. C. R. Teneritndines divini nmoris , et 
MedHatipncs de Chrlsti passione Idiomate georgiano. * L' uno di 
questi libri fu da lui dedicato ad Elena reina di Persia; V allro a 
Malachia prìncipe e patriarca di quei paesi , dove V autore andò 
per sacre missioni^ 

Fran. Corsaro, «(ilSiemcnti grammaticali dèlia Lingua santa espo- 
sti in tavole sinottiche. Plap. 1840 in-S"". * Scritti per uso. dèi Se-' 
minario di Catania, nella cattedra erettavi dà M. Doni. Orlando, e 
ddir autore occupata. Compose pur egli un breve lessico della 
stessa lingua per comodo de* suoi addiscenti. 

Can* Giù. Ragotfui, Discorso sulla lingua ebraica (di cui era pro- 
fessore in questa R. Università). Pai. in-^^. 

M. Gius. Crispiy memorie sulla lingua albanese , di cui se 90 
dimostra V indole primordiale , e se ne rintraccia la rimota anti-' 
chità sino a* Peiasgi , a' Frigi , a* Macedoni, e agli Eoli primitivi, 
clieja CQSlitaisce in gran parte madre della lingua greca. Pai. 
1831, e di nuovo tra* suoi Opuscoli, 1840 in-8^ 

Compendio del sig. Ittassimo Troiano, tratto dalle Osservazioni 
della lingua castìgliana del sig. Gio. Miranda^ nei quale in dialo- 
go si ragiona* della diITcrenza e convenienza dell* alfabèto spagnuolo 
e italiano, col quale si può imparare a leggere, intendere , par- 
lare e prolTerire la detta lingua castigltana, con le annoku&ioni del 
sig. Argistro- Giuffredi pal.^ utilissime non solo per^perc la lìn- 
gua spagnuola, ma per sapere molte cose della loscana. Firenze 
1601 in-i**, * Fu il Giuffredi segretario del senato di Palermo^ e 
principe dell* accademia degl* Irrisoluti y ed oltre a varie riùie ia 
lingua spagnnola, lasciò un trattato di ^pronunzia toscaina per gli 
Spagnuoli. 

Gio. Pietro Frane. Agius de <Soklam> maltese. Nuovi documenti 
della lingua pùnica, presentemenie usata da* Maltesi. Roma 17S0 
in-8^ ^ 

— Annone Cartaginese^ cioè Vera spiegazione deUa sc^aa del- 



• ART. 1. limvn OBIKNTALI — § HI. BSOTICHB 2SS 

TAtto V della commedia di JKf. i. Plauto il Penulo, fatta colla 
lingua moderna maltese, o sìa l'antica cartaginese, con lina dìss. 
preliminare. Ivi 1737 in-t**, * 

— Dissertation , ou Y on prouye quo la langue , qae les habi- 
tans originaires de V ìsìer de Malte parlent aujourd' bui, est Y an- 
cienne langue punique. * Leggesi nel Journal des Temps , mois 
juiJlef, Paris 17S6. * Lo stésso autore lasciò mss. Dizionari puni- 
co-malteseitaliano e latino ed una Pfuova scuola di delta lingua. 

Mario Sav. Bottone da Messina, Elogi di primavera, in cui si 
comprendono le lodi di Filippo V , con rime e prose iìi dodici 
lingue diverse. * L'autografo di questo scritto rimase neHa r. li- 
jbreria deir Esenriale di Spagna per cui ebbe dal ^e onori e premi. 

— 11. ritorno di primavera, celebrato in dodici diverse lingue a 
Maria Casimira reina di Polonia. ^ No fu pubblicala una parte a 
JVapoli 1703 in-4^ 

— Le Glorie di Roma in dodici lingue con altre prose e po«*- 
sie diverse^ a Pietro card. Ottoboni : ne fu pur ivi l'anpo stesso 
pubblicato il principiò. * Due altri volumi lasciò di rime e prose 
in diciassette idiomi : in grafia de' quali soltanto abbiaino fatto 
questo qualunque cenno di codesto poliglotta n^l presente articolo 
di lingue esotiche : nei resto i suoi componimenti il rivenflicano 
alla classe de' poeti. 

Frane, Jf. jRicoi.pan. Aca^emia Jugubris novcm musarum RC" 
demptoris morleni amare deflenlium, eamque suis carminibu^ oa* 
nentium lingua latina, graeca, sicula, italica ^ hispana, german^i , 
gallica, belgica et syriaca. ^ fx>da$i da Frane. Serio nelle giunto 
ms8. alla Biblioteca d%ì Hongitore. 

. Accademia in dudiei linguaggi senza la lingua siciliana, a laudi 
e gloria di V Km. card. D. Franciscu ludici, viceré di Sicilia, falt^ 
nellu Gesù di Palermu da li patri di la Compagnia , e descritta 
da lu sac. Gius. Gargarozza. Pai. 1704 in-4**. 

P. Ben', d' Acireale (Sàpp. Viaggio in oriento, e firamatica gior" 
giana/Yoll. II. Aci 1852 in-8': 

jP. Ftnc. Basile^ Il Pensateci bene di Bari. Baudrand, tradotto 
in lingua illìrica. Roma 1844 in-lS"". 

— La via del paradiso di s. Alfonso Liguori, tradotta in lingua 
albanese. Ivi !84S in-18^ 

P. Gius. GuagKatà, La dottrina cristiana del card. BeUarmno 
ìraslata in essa lingua. Ivi 184S in-i8^. * Costui col precedente 
gesuita n' andarono alle missioni dell' Albania. 



Manfredi PtaeétUiae «mleiik InstìfuUones gramnstieae. Paa* 
1%H in-**; el iteram 1633 iiis'i^^ 

Peiri €iteri8 cMtrìreg. Pars. I eaitipi grammàlicoram in qua 
de universis re^falls, de varììs ioipieodi foraiis, ac .de dialego agi- 
tur. Mess. 1604 ìd-8\ 

. — Pars II in qua agitur de varia verborum significatioite. Ibi 
1608 te-8^ 

Frane: GàUeiti mazar. Gramraatices lib. I. 

— Syaonyma verborotti ci tiomìDHfn, voli. IL "* Cilansidal Pir- 
ro notte notàtìt di Maziara, sua patria. 

Leon. Germani milillir, Germana praxìs gramtnatìcae super dif- 
ficillimos obscurorum authorum locos. Pan. 1627 iii-8®. 

— Cam aoetario Hyacìnthi Epiphanìi caoipehsia. Neap« .1664 
ìn-8^, et alibi saepius. 

Io. Vino. Ydlenti alcarcnsis , Grammalicae praecepla ex anti- 
quorum c*diett>ns excerpta^ MessJ 1644 ìn-8^ 

— Qaorumdam praeceplorum ad tironum iostructioneiii breve 
compendittin seu exainen. Ibi 1643 in-8^ 

Phil. PUciotiae paelensis, Hemilogia de octo parlìbus oralionìs 
ne earum sjrnlaxi aiudugica et aDomaia in praeexereilae ìam tnetlio- 
(li recognitioDem proveclioribas adoledcenluUs edita. Mesa. 1632 ia-4^ 

Carm. €aesareì mess. Caesarcum rei grammaticae tkrocinium. 
3ICS8. 1660 in-8^ 

Emm. ìÙmtC, lùstihilioiiis grammalicae libri ili , èae edilione 
innumeris meudis, quibusscalebant expur^nli, el in prislinum splen- 
darcm resliluli. Caliniic 1777 in*i2^. * Quesfè una delle taiite 
ristampe dappertutto moltiplicale deHa celebre gramatiea dell' Ài- 
mrOf ridotta a compendio dall' elegante Orazio ikNrseUùU, per uso 
delle scuole gesuitiche , e da altri in più lingue tradotta , dà ai* 
tri in più guise modificata. In quesf edizione (rovansi i precetti au- 
nuiiziati in versi esametri per aiuto della memoria. 

LimQn grammaficum\ seu prima lilerarum fudimenla ad pueri- 
lia studenUum iugenia exercenda. Pan. 1776 el 1820 in-8^. * Fu 
ancor pubblicato con aggiunte a Cai. 1798 iR-8^. 

r 

$ 11. IJf ITALURO 

iMic. Ani. Cotesto mess. Breve dichiarazione delle regolo della 
grammatica. Yen. 1S83 e Mess. 1632 in-12^ 



Mime. ÌMàra, toiiptnéfa «l cUMi iafrodiftildne 4el4^ gramnia- 
tica con iiiì trattato sui^'li accenta e un discorso sulla puoleggia- 
tura, tanto dello stesso autore^ quanto di SI- Fabio QuiìMUano. 
Vik\. 19»9, e Veo. 4001 in-e". 

'.*,■. • ■ ■ 

Semf. Oddo, Diatogbi gffttnmaticaii. Kap. 163d.ioi8?. 

filila. Spedalieri , Compendio del tesoro grammaticale per cbl 
desidera Ira poco leatpo e ^on facilità aequiaUre la vera latina 
lìn^ Pai. 1128 io*l^. 

FU. PiscioUa, L* Atrio d* Ermete, ovvero La Gramatica^cofhpila 
se<M>Ddo fuso de* hiodetnu par quanto appartiene a Mfiiùdbta ed 
umanista, 3* cdiz. Yen. !6Tt in^H". 

Iforca ànU /VieoIfccMfl^ Epilogo di tutta la grammatioa latina. 
Pai. IW7 iiv^, . ' 

Bom, Crupi, Ristretto per le re^role della gramatiea, Hess. 1G90 
ìn*8^ * Fu poi riprodotto nel i6tf3 eoi titeio di DifMorio ftt 

dette regolo. 

■.,■.■«•• 

Md, Gwcione^ Istruzione gramaticala -parti* IL Pai; 1704*4 in-8^. 

— Compendio dei Donato. Ivi 1707 in-8\ * Ne ho veduta la 30* 
ristampa, ma senta datar» 

-T- Stemanti grammatiitali pét afiprendere la iiRgaa latina e W 
taliana, ad lisa d«tla R. Università di Palejrma« Ivi 1781 ia«-8^. 

P. Em^o d^IOiMOf^ Som. mia. rif. Nuova sagpa di latino 
Idioma, ossia Breve rapsodia di precelli gramatteaU.Caltae» %1H ÌH•^8^ 

P, Michelangelo da Palestrina min. oss. Regaie di lingua Iali- 
na por uso della scuola normale di Callag. 170d in*4% 

EUseo da s. fiosaKa paU cann. scalzo, Compendio delle parti 
principali deli* orazione. Pai. 17«3 iu-lt)^ 

GianU}, Mangione , Il giardino gramaticalf raccolto nel padre 
Emn^. Ahar^è ed ia altri celebri autori della Comp. di Oe§ii. Ro- 
ma 1710 



Séb. Zappaìàs Cento lezioni che contengono le. regola grama- 
licali delle due lingue klina tul italiana ad uso del Seminario di 
Catania, t. ÌI. Ivi 1770 e 71 in^8\ ' 

* Evvi in fondo una lista de* più comunl.crrori itatiani» uu eser- 
cizio sulla lingua e prosodia latina. 



knt. PugUaUi y Gramaliea delle Uflgòe iMiina e latinal Hess» 

* ■ ..■ • ••■... 

Candido Gangi, Gramaliea della linpia latiiia seeondo il più fs» 
Cile e breve metodo divisa in dae parti y con varie e diverse ec* 
cczioni neeessarir, ed illastrata cogli esempi di Gicerooe eoe; Hess, 

1730 in-8*. 

La Sintassi minore, ovvero Costmzione delle parti dell' oratione 
ad uso de* maestri di scuola privata; sesta impressione corretta e 
migliorata. Pah ÌIU ìq-8''. 

JP. Ambrogio delta YUUazUmo, Gramaliea di lingua Ialina per 
uso delle scuole pie. Palermo in->lt^. / 

I 

Rudimenti granialioali estratti dalle Istituzioni del Jt. P. Àmbro* 
giOj per 1* acquisto della lingua latina, 20^ ediz. Pai» 1848 IohC* 

■ 

II veramente BUOYO Donato, ossia Vtta lotrodusìone allo stadio 
deUa latinità. Citt. i821 in-ir. 

Frane. Velga^ Nuovo metodo di gramaliea o sia scelta di teorie 
gramatìcali. Pah |610 in-8^, 

Carm. Platania e Marco, Principi ragionali della gvamaUca ut 
niversale apposti alla partieolare: della lingua latina e italisMi. Gal, 
1827 in^lE^. * Insegnati' da lui nel collegio Cutelliano.: 

— Edizione quinta riordinata e accresciuta di varie osservazioni, 
e i]|d11a prosodìa, in versi italiani , e dì tavole sinotticbe per f a« 
naiisi. Ivi 1836 in^li^ 

tHegQ CoAj Gramaliea teorico«pralica della lingua latina. Pai. 
1830in-12^ ^ ^ 

Gia^L ^roUó, Lezioni di gmmalica latina compilate ad uso del 
seminario di Girgenti. PaL 1843 in-8". 

Alessio Narboney Istituzioni di lìngua latina, libri III. Pai. 1839 
in*12^. * Il primo volnme oomprondo T Analogia , il seeondo la 
Sintassi , il terzo la Filologia. Precedono a ciascheduno Discorsi 
preliminari colla notizia degli autori antichi o moderni che scris- 
sero di tali materie: seguono in fondo copiose Annotasìoni per uso 
principalmente dei proccltori. * Un articolo f$u quesl' opert scrissi 
i|el n. 228 del Giornale di scienze ec. 

— Istituzioni latine brevialc, libri 111. Ivi 18444(>-'S1 in-12^ 
* Quest' è un compendio def detti volumi. 

r^ Altre ristampe. Ivi ISoq. 



Airr. n* «uiAficme um»^ n^ a ivuiém SM 
Eléùieiill mnalioiii p«r appreMtare fa liagM lilkùi. Rai. 1846 

iii-ir;^ : ■ ■■ * ' ■ ••.■■■■ ■: V- 



A . i • 



ۓus. MUeii, Grunalica geometricat metodo come srilopparo I 
teneri intelletti ad apprendere la latina fatella e la pratica déU* !•« 
MHana. Pai. 1846 in-12f^. i 

Goèp. M. da Trapani, Prospetto sinottico delle regole di lin- 
g«a latina. Trap. f8S2 in4^ 

* Bidvee a sempHcl tavole tati' I precetti gtamalio^ 

Frane, tan, di Oraxià , Sintassi regdare della lingua latina. 

Pai. i842in-8\ 

* Le due gramattcbe degl' italiani Ferd. Pifrretti e Front. Some 
usate lunghi anni nelle scuole nostrali^ bau rivedala assai Tolte la 
Ittce di nostre stampe. 

Emm. BoUatta, Corso elementare di latina grammatica esposta 

!ier le sepole dèi Coli. mdss. della Comp» di Gesà di.Pal. 4858' 
a-8^. * E compresa in quattro parti: lAnalogiaregodai^e, II: Ana» 
logia irregolare e Principi generali di sintassi; lU Sintassi partico- 
lare ; IV Eleganze. Una seconda edizione migliorala n' è comparsa 
ali83Sin-12^ 

««^ Prosodia latina ed italiana, ^ Introduzione allo studio della 
poesia. I?i 1854 in-lS*'. i. 

/ • ^'.. ■■■:.• .■ .. 

Sah. Virgo, Il giovanetto istruito nelle cose principali della gra- 
malica latina, parli U. Padova (o meglio Palarmo) 1T25 e 48f in-8^. 

— Compendio de* precetti gramalicali nuovamente compilato e 
di molti osservazioni illustrato. Pai. 1123 e 24 e 21 e spesso quivi 
ed altrove. 

-— L* Emmanoele illustrato in Ire trattati, cioè ne' generi dei no- 
mi, ne' prelerili e supini de' verbi e noli' arte metrica; aggiuntovi 
il trattato di comporre con elegante, di far versi, e altre cose ne- 
cessarie. Padova (o Pai.) 1328 in^8^. 

* Oueste tre opere (ùron da lui, pubblicate e corrono senza suo 
nome: era egli gesuila da Vizzioi. 

' ' ■ . • ■ •' 

Coniugazioni latine con un'appendice intorno a' vèrbi derivati 
e compnslir 2^ ediz. ricorretla dall'autore S. G. l. M. Pai. 1820 
in-i2S 

Ikomond^ Grammatica dì lingua ialina, recata dal francese. Pai* 
1830 in-12^ 



lÀfràM, GMÉnmioai» monémàti de' Fo n J t B W i l della sttle più 
colto deir Eineccio, • d* un trattato sulla Prosodia* Pai. 1841 ìik^. 

f ut. TBÀimart mAnuTicui 

■.•■♦■■ . •. . . 

Frane. Ant. Bardi da airgenli, Romift di ortografia. Pal« llMO 
in.l2\ 

dm. Golia da Trapani, bimuone per aiutare i ^valletti nel- 
Tacquisto della giaounalica eon ognifadlità. T odia. Pai. IMI }d-8^. 

. Midi. FtMnOf Comeite sopra la terza classe di grammatiea del 
p. Emm. Alvaro. Roma 1181 in-t2*. 

AoccaSof Mtio daflfassarino, Enidizieni gramaticalLCIat. 1681 ki*8''. 

" ■ • * . 

Placido Spaiafora, Precetti grammaticali sopra le parti pM dif- 
ficili e principali dell' orazione latina. Pah 1691 in*8''. * Questo 
trattatellOy lislampato ceaUnaia di volte fino a di aostri, no» e ehe 
tfaa dilacidasioiie det ptt astrusi precetti dell' AkMiro. Nella edix. 
del 1832 o 43 iti-IX% eni la gionta d' alquante regole sui Terbi 
iatransttirl ed allr). 

Ciamb. Cavarrella^ Trattato brevissimo d* alcune oarticellé che 
. sogliono accadere net feigure de' verbi personali "ed impeESooali 
Pai. «726 in-8\ 

— Libro dell^ sintassi, ovvero Costruzione delle otto parti del- 
r oratione. Ivi 1121 ii»-8\ 

*^ Trattate de' verbi personali. Ivi 1121 in*8'>. 

Jtoffi. Las^^aiHni maeeratmisis, Aniroadversiones et nelae in Emm. 
ilvari Grammaticas institutiones. * Quest' è una critica dell' Jleoro 
in difesa di cui letmsi ilp. ffnni. AguUera coi libri seguenti: 

• • . . • • • 

• Bagnarius Paedagogus ad scbolam revocatus , et in ea egregie 
clisus et casUgattts a Fabio et pueris infiiime classis ob ioMtiisi- 
mas aoimadversìones et notes in fifim. àttarrmi vindice éome* 
Ilo Ferrandino Castaldensi. Taurini 1104 in-12^. * Come in que- 
sta scrittura si nominò Ferrandino, così nella seguente appellossi 
Palasio. 

— Castigatio I, Primae Qrationis prò optimis studlis gérmanaque 
eloqnentia editae a Dom. Lazarino do Murro, auctore Ani. jp«la- 
sia Leonino CarpenH. Bassani 1711 in-4^« * £ questa una cen- 
sura grammaticale della Mozione inaugurale del Lazzarino ; sic- 
come d* un altro suo emolo è la seguente ^ 

— Lettera del conte AureUo RosaUn al sig. Carminio Donzelli. 
Pai. 1128 in-8^ 



AMfi n. «AiufHaK umm^ m* f mutati 16S 

* Un' altra Hizt mamlicale feme provocala 4m un JNmWM^ 
\aUesi proiè^sove 4i lettere laliBe^ dando in hiee «o ìbglio te- 
lante oon questo liloio: 

Pruota evidente, che i nomi di paesi, prolinde bMe eoe. pos- 
sono mettersi, e dai più famosi autori dal bnon secolo si sono pò** 
sti nel genitivo , quando siano della pfhna e aeeonda deeiina- 
zione. ^ À questo rispose V Aguilera suddétto con nome soppresso: 

Risposta ad un foglio VQlanie intitolato Pruova evidente ecc. 
* Conlrarrispofeie 11 IViUeH colla sua- . 

Difesa del preleso foglio volante. * E 1* A gvàh fm oppose le suo 

Bìilessiom sopra détta difesa. * Codeale poleniehe di Ialina siii- 
tàssi venner pubblicate a Palermo 1729 ìik-V. 

Greg. Speciale , Tavole delle declinazioni e coniugazioni. Pa-' 
lermo a fogliò aperto e a libretto. ' 

Frane, di Grazia. Sintassi regolare della litfgua .latina. Pai. 
1842 ÌI1-Ì2». 

Raccolta di Jl>rèvf Istruzioni sopra ^Aeune parti pi& difOcili delia 
gramatica. Pai. 18§5 in^a^. * Questo tràttatello è nel fondo del 
p. PUuiéo Spaki^arai di eui corrono pareediie ristampe. 

àRf. IH. LUIOVG VOLOiai 

Le (ìEivelle^ di che i nostri ne han lasciale gramalicbe seme que^ 
sic quattro, italica e sicola^ francese ed inglese, 

S t.'LlN6frA ìtJOMCA 

Plae. CaUmowf da Messina , Inslruction à la languì iialtenne , 
conlcnant deux parties : dans la première il est traile detoni ce 
que regarde la parfaile /cònnoisance de celle laogue: et la secon -' 
<lc est un recueil de chansons ìtaliennes accommodées aux airs' 
francoìs de ce temps. Paris ì^i6S in'12®. ^ Siamo il primo posto 
ad una grammatica di Kngiia ilóstra, scrUlain lingua francese d'al- 
ia autore che a Parigi recatosi la insegnò pubblicamente / e funne 
islruttore alle dame di €orle. 

* Molle ristampe si son falle fra noi delle note grammiatiche di 
Frane. Some, Pier Dom. Soresi, e d' altri italiani, per uso delle 
scuole ' nostrali: ^egnaiim alle composte da' nostri, 

P. Carlo Giaconia pai. Grammatica della lìngua toscana. * Ch 
tasi dal Mongilore mss. esistente presso i muoriti di Clatanla , o- 
v'cgli mori nel 1668. 



*tp, àtètrm^ léMUi éà*^ Miffhìm^tiì éwmVtàtìi^ della retta pro^ 
aaniia degl' inSaiS de' ?ariii tosèaoi. Bai. 1657 iu^\ 

-^ La gerniaDa proouniia di tulli gì* infiniti de* Tetbi italiani* 
lui 1668.ia-1<^v 

1. •• ■. • . . 

Sktebtté Saltmi do Iodica^ Tratlato della bilaocia delle yocì 
ìlaliaoe. Pai. 1618 in-IS*. 

ÀTverliroenti graanbaticati per obi scrive ia lingua italiana dal 
card> Sforza PmUmieina ali* uso oM^deriio accomodati eoa nuo?e 
gjmììù ed os^rraiioiii. ialerao alle roci barbare» anticbey corrotte 
e poetiche. Fìreoie 1127 in-l2^a * Di quest*opera pia volte rim-» 
pressa fu redattore fiato. Virga gesuita bidincse. 

Seb. Zappala^ Cento lezioni che contengono le regole gramola^ 
licali delle due lingue latina ed italiana ad uso del Seminario di 
Catania, t. II. Ivi 1180 iD.8\ 

Avvertimenti grammaticali per la lingua italiana. Pai. 1186^ e 
di nuovo 1815 in-12^. * Dettati dal cav. Speciale. * 
■ ■ ■ . ''■■•.. 

€io: Aff» de Coèmi, Principi generali del discorso e dell* orto- 
grafia italiana ad uso delle regie scuole normali di Sicilia. Pai* 
1190 in-i^": e di nuovo a Cat. 1821, e Pak 1841 in-8^ 

— Metodo de* principi generali del discorso. Ivi 1792 in-8^. 

-r- Elementi di filologia italiana e latina, t. IH. Pah Ì196-180S 
ili-8*. 

Principi generali della gramnuitica applicati separatamente alla 
lingua italiana e latina. Pak 18U in-8'^. * La i*" edizione ricor'* 

retta è del 1822. 

. . .... I " 

Lezioni di grammatica italiana per uso «degli allievi del eolicgio 
nautico. Pai. 181» in-12*, 

Nuovo abbecedario e sillabario ragionato* Pai* 1821 in*»8\ 

Grammatica della lingua italiana divisa per classi in tre partì* 
Pai. 1823 in4\ 

Dom. Campione , Grammatica della lingua italiana* Pai* 1826 
in-12^ 

Carm. PMofiia e Marco \ Principi ragionali della grammatica 
universale apposti alia particolare delia lingua italiana e latina , 
parti HI. Cai. 1826 in 12^ * La 5"" ediz. è del 1836 in-8\ La 
parte II comprende la gramatica latina, connata di sopra* 



ABT« IH. UlCWft VOLGABI— '$ I. ITALICA 265 

Vinc. TedeiehUVrìDfiìpl di granialica generale applicati alla lin- 
gua ilaiiana. Cai. 18. . •• 

Ani» M. Cammuta, Arie di leggere, nuovo metodo sillabico. Pai. 
1829 in-8^ 

Nuovo rislrcUp di orlografia di saccoccia, innioHì luoghi emendata 
colla giunta d* un elenco di nómi propri e di alcune regole geno- 
l'ali intorno allo scrivere correliamenle. Pah 1830 in-24^. 

Diego Cali , Grammalica teorico-pratica della lingua italiana , 
parli IL Pai. 1830 in-lS''. * Y ha in fondo parecchi cataloghi di 
voci ilaliane e siciliane. 

Ani. Bracci^ Lezioni di ortografia sul!' uso di compitare, silla- 
bare, scnvere e pronunziare correKamentc. Pai. 1833 in-12^. 

— Lezioni di orlografia e di orloepia. Ivi 1*833 in-12r^. 

Pietro Gulli, Corso di sludi normali secondo la filologia del de 
Cosmi. Pel. 183S in-8^ 

•Elementi di gi*aminatica italiana ricavali da Pallavicini, Barloliy 

Rogacci, Bwmmattei^ ed allri. Pai. 183S in-S"". 

I 

Ferd. Cavalcanti^ Corso teorclico-pralico e istituzioni elemen- 
tari per facilitare a' fanciulli V a[)preudiniento della lingua ilalia- 
' na in cinque sezioni. Pai. 1836 e 42 in-12^. 

Grammalica italiana ad uso delle scuole d. C. d. G. 'parli II. 
Pai. 1840 in-8». 

Gact. Gallo, Lezioni di granimirlica italiana ad uso del semina- 
rio di Girgenti. Pai. 1843 in-8^ 

iV. Grillo, Elemenli di lìngua italiana. Pai. ÌSU in-12^ 

Gio. Castrogiovanni, Istituzioni di lingua italiana per uso delle 
scuole della Comp. di Gesù, parli III. Pai. 1843-45 ; e con nii- 
glioramenli, 1847 in-12^ 

— Ortografia italiana per uso di dette scuole. Pai. 1844 in-12^ 

Ant. Lombardo delle Scuole pie , Tavole sinotlieo-grammaticali 
per la lingua ilaiiana , 2^ ediz. accresciuta e migliorala. Mcss. 
1843 in-l^ 

» 
<ìrcg. Liardo, Elemenli dcliu lingua italiana per conoscere la 

34 



266 CUSSS XX^I. etOSSO|.OGU«-»EZ. I. «UMAflCHE 

scelta delle parole e la purità di essa lingua^ Pai. 1844 uir8^. 

Tùvnm. Gallo , Alfabeto metodico. Hess. 1845 e 49 iii-8^. * ìi 
UQa specie d' abbecedario disposto in nuova forma per la pronun^ 
zia delle lettere. 

Elementi grammaticali per apprendere la lingua italiana. Pai. 
1846 in-12^ ' 

yinc. Pezza^gora 9 Metodo pratico-analitico breve e facile per 
servire d'istradamento alfa {gioventù siciliana^, volendo apprendere 
al tempo stesso tre lingue, ìtalfana latina e francese. Pai. 1846 in-8^. 

Luigi Priore. Grammatica della lingua italiana. %^ ediz. Hess^ 
ISiÒ in-12^ , 

Calog. Bonanno da Piazza , Grammatica filosofica della lingua 

italiana. Pai. 1848 in.8\ 

I .■..■....' f 

Givs. Gulotta-Caialano, Nuovo trattato di precise filosofiche co- 
gni^ìoqi^per apprendere bene la lingua italiana. Pai. 1843 inr-8^. 

— Quadro stilistico di vari elementi grammaticali della Jingoa 
italiana per la istruzione della gioventù. Pai. 1849 in-8®. 

Gio. Santangelo^ Sunto grammaticale teorico-pratico. Pai. 1851 
ìn-8\ ' ■ ; •■ 

Sai?. Bianco d^ Calali, Modo pratico della prima parte de* Prin" 
cipl generali del discorso, 2^ ediz. Pai. 1851 in-16**. 

Pietro laganii, Grammatica filosofica, Cat. 1853 in-8®. 

Diego Scaglione, Sludi elementari della lingua italiana, parte I. 
Grammatica. Pai. 1854 in-8\ . 

Gia,mb. Centurione, d. C. d. G, Grammatica fìlemenlare della 
lingua italiana ad uso della prima giovenlù , con noie ed appen: 
dièe d'uri Padre della racd. Comp. , parie 1 Analogia. Pai. 1854 
in-12**. * Questo Padre j[che è Emm. BoUalla, aulore della Granar 
malica latina summenlovata) vi ha aggiunta poi la parte II , Sin- 
la«$i, Ortoepia, Ortografia; p la 111 conlencqlQ Figure gramniati- 

cali ed Eleganze d(»lla lingua. 

"... « .. . ^ , 

^ Ai mentovali gramalìci che hanno insegnala la lingua nel pro- 
prio paese vogliamo due soggiugnernc che \ fian professata al: 
1' esterow 



I 



ART. 111. LIIIGiE VOLGARI — § I. ITALICA * 267 

l^lMeo Procopio 9 Gramatica italiana francese e tedesca. * Nalio 
di Savoca presso Messina, fallosi prete, e compiuti gli sludi di me- 
dicina a Napoli, passò in Vienna, dove tradusse le poesie di 6es-% 
ner: indi, occupata la cattedra di lingua e letteratura italica nel- 
r Accademia Carolina di Stuttgard ^ ivi pubblicò questa gramatica 
IrilinguCi Dopo veni* anni d' insegnamento^ reduce in patria> sì ri- 
posò al 1811* ' 

Peter Bachi s, Budiments of the italian language. Boston 1832 
in-16**. * Aulore di <}uesta grammatica è Ign. Batolo palermitano, 
maestro di questa lingua negli Stati Uniti, e professore nell* uni'- 
versila Harvardiana^ dove per cagioni politiche fermò sua dimora^ 
e dove ha pubblicate parecchie raccolte di prose e di poesie ita- 
liane per uso deir americana gipvenlò con questo titolo: 

— Course of sludy for the italian languagc prepared by Dr. Bachi 
Instrucler in Harvard University* Boston 1838 in-8^. * In questo 
Corso presenta 1 miglior prosatori e poeti italiani , di cui fa sag- 
giare agli alunni le pellegrine bellezze. 

Baìao. Morso, Sistema di Tachigrafia italiana, per il quale si può 
apprendere senza miìtestro in po<3hi giorni Tanè di scrivere cosi 
presto come si parla ^ dedicato al comaddanle Gius. Poli. Pai. 
1813 in-4^. * Quesfarte non ignota agli antichi è stata rinnoveU 
lata a di nostri per opera di Samuel Taylor nelF Inghilterra, di 
Berlin e Thouard in Francia , di Emilio Amanti in Italia. I loro 
metodi sono stali in parte seguiti in parte simplìficali dal Mor- 
so^ che pubblicò questo trattalo per oecasiqne del parlamento a- 
perlo in dell' anno. 

§ ti. LIK6UA SlCÌLUIfA 

Il dialetto nostro non emendo stato finora adoperato nelle scrit- 
ture, salvochè in poesia, nessdno si è ouralo di soggettarlo al do- 
minio dalle leggi grammaticali. Quindi è che noi non abbiamo di 
esso se non o brevi schizzi di osservazioni , o discorsi su la sua 
origine: e tali son quelli che qui presentiamo^ 

■ ' ' - . ■ * 

Clauddo Mdrio Arezzo, Os^^ervazioni sulla lingua siciliana. Mèss. 
1543 in-4®. * Quesl'è per awenlura il primo abbozzo di grama- 
tica sicola^ cui vanno annesse parecchie rime dello stesso aulore ^ 
nel medesimo dialetto.. A questa gramatica appose sue note il ge- 
suita Soft?. Yirga, che rimasero inedite ugualmente Che un''altra 
da lui composta e ricordata da Frùnà.. Serio nelle giunte mss. at 
Mongilore. 

Gius. Gakani^ Gframatica^dr lìngua SiclUana. * É premesfsa i^a* 



268 CLASSe 3LXVÌII. C^OSSOLOGIA — SRZ. 1. GRAMATICHU 

raccolta dei poeti nostri, ìnlìtolata le Bluse siciliane , per Y intel- 
ligenza degli stranieri. Pai. j64.>, in-12**.' 

* La medesima gramalica fu poi riprodotta da Giamb. CarìMO 
nella ristampa delle Rime degli accademici Accesi. Pai. 1726 ln>4". 



é 

Gio. VenlifnigUa , Discorso dell' origine della lingua siciliana , 
da cui ebbe origine Y italiana. * Citasi da Ruggiero Ventimigàa 
Inela confutazione della Genealogia de' conti Ceraci, pag. 36. 

Ani. Mirelli e Mora, Discorso che fa la lingua volgare, dove si 
vede il suo nascimento esseVe siciliano. Mess. 1660 hi-8^. 

— Discorso dove si mostra che la Sicilia sia stata madre non 
solo dello scrivere e poetare, ma anco della lingua volgare. Co- 
senza 1662 in-8^ 

Frane. Pasqualino, Discorso sull' origine della lingua siciliana: 
premesso al t. II del suo Vocabolario: E scritto in latino, ma in- 
compiuto. 

Can. Sah>. Grasso-Gainòino , Lezioni di grammatica siciliana , 
lette air accademia dafnica di Aci-Reale sua patria. * Ce ne dan 
e<mtezze il cav.> Lion. Vigo e *1 sac. Ant. Caiì Sardo nelle Rela- 
zioni generali dell' Accademia dei Zelanti ivi pure fiorente. 

Leon. Fi^o, Discorso spila siciliana favella e suoi lessici: letto 
in quesl* Accademia di scienze e bolle lettere, ed inserito nei to- 
mi XVIII e XIX deir Effemeridi sicole. 

lìern. Serio, Osservazioni gramalicali sulla lìngua èiciliana: an- 
nesse alla quarta edizione da lui procurala del Meli. Pai. 183«i in-4®. 

Cav, Agatino Longo, Osservazioni e saggio sulla lingua e il vo- 
cabolario siciliano. Cai. 1843 in •8'^. 

Itmoc. Pulci, GloUopedia italico-sicola, o gramalica italiana dia- 
lettica, in cui confrontasi il dialetto siciliano colla lingua italiana 
in ciò che disconvengono, a baon indirizzo de' giovani siciliani per 
evitare i sicilianismi gramalicali, ridotta in tavole sinottiche corri- 
spondenti ad ogni tralialo. Cai. 1836 in-8^ 

— ^ Varie memorie di tu) intorno la gramalica siciliana leggonsi 
nel Caronda e nel Gioeiito^ giornali letterari di Catania 1830 e seg. 
• -r* Lezioni filologiche di lìngua siciliana, Opera utile ai Siciliani * 
non meno che agii stranieri clie sieu vaghi di conoscere il sicolo 
dialetto. Ivi 1855 in-8". * Qucsf è uh corso compiuto jdi precetti 
ed osservazioni sul nostro dialetto: Vi si premettono Cenni biogra- ' 
fiei deir autore scritti dal suo e mio amico seguente. 



ART. IIK IllfOUE VOLGARI — ^§ 11. SICIUASIA 269 

P. Vinc. Bondite, lettor paololto, Indice cronologico di opere 
slampalc in lìngua siciliana: premesso alle anzidette Lezioni del 
Fulci. * Egli, oltre le tante poesie siciliane da noi riportate a suo 
luo^o, ci annunzia una compiuta Istoria di questa lingua ; come 
un'ultra ce ne fa sperare Carmelo Piolay autore anch' esso di si- 
cole poesie. 

Giamh, Spinoso'dà Palermo, Elementi grammaticali delle lin- 
gue siciliana» italiana , francese, latina , parte I. Pai. 18SÌ in-S"*. 

* £ una gramatica comparativa delle quattro favelle,' di cui pro<- 
fessa il simultaneo insegnamento. 

"» 

§ UI. LINtilJA FRAIfCl^C 

^ 

Sih). Omodei mess. Gramatica francese ed italiana. * Citasi dal 
Mongitore, ma non ne sappiamo la edizione. 

lor. Baudeuf, Nuova gramatica francese per uso dogi* italiani^ 
dedicata a S. A. R. il Duca di Calabria. Pai. 1811 in-S"". 

Gim.' Cosano y Lezioni elementari di gramatica comparativa ita- 
liana e francese. Pai. 1818 in-12*. 

• — Genio della lingua francese. Ivi 1820 in-12^. * Diviso in tre 
parti, nella I insegna 1* u%o delle parole^ nella II la loro colloca- 
zione, nella III la loro scrittura o sia T ortografia francese. 

Breve trattato della pronunzia francese e maniera di apprendere 
in poco tempo molti vocaboli francesi (del p* Luigi fiartoli d, C. 
d. G.). Pah 1818 e 20 in-fe**. ♦ Vi sono annessi per eserciziapa- 
recchi drammi di M. Berquin. 

GaeL Tesauro^ Nuovi elementi della lingua francese. Pai. 1832 
in-12% 

Frane. Avenia, Principi generali della lingua francese, con un 
Dizionario di frasi francesi tradotte in italiano. Pai. 1834 ìn-S^. 

Ani. Scoppa, Nuovo metodo pratico e ragionato- sulla gramatica 
ff'àiicese^ ridotta a 34 lezioni^ con un breve trattato della versifi- 
cazione francese, paragonata coli* italianar Messina 183C in-8^. 

Salv. ForesUeri, Gramatica completa della lingua francese ad 
uso degr italiani: Pai. 1836 iu-12^ 

Litìgi Taparelli Cenni dementali di gramatica francese per v&o 
de' giovanetti. Pai.. 1838 e 47 in-12^ * L' autore vi ha soppresso 
il suo nome. Nelle terza cdiz. 4^1 1830 vi ba delle aggiunte. 



270 CLASSj: XXVIII« GLOSSOLOGJA — SKZ. I. &RìUIIATICHE 

— Correità ^d accresciuta. Ivi 1843 in-12*** 

E. G. Ign. Heinze, Sistema di lingua francese o sia itiètodo fo- 
cile per appFcndere questa lingua* Pài. 1843 in-8^é 

Vinc. Paramsi, Principi generali della pronuncia francese. PaU 

1845 in-8». 

Teoft. Duffour^ Sistema naturale , Corso di lingua francese se- 
condo il sistema di Hamilton col niezzo del quale s* impara la lin- 
gua con economia di tempo, di spese e dì etiche, parti li. Hess. 

1846 in-8^ 

* 
Sàh). Chindemiy Gramatica francese-italiana diretta ad evitare 

i gallicisrai nelle polite scritture e versioni dal francese* Sir* 

^846Jn-8^ 

GiOé SardOi Léggi della pronunzia francese. Cai. 18. . ^ 

Les progrès de la langue fran^aise au XIX siede , ouvrage dU 
lise en dcux parUes par i. D. M. Pai. 184? in-8^. 

Lliòmond , Eleménti della grammatica francese ridotti ad uso 
'degl* italiani, colie modifiche e aggiunzioni più utili a tale scopo* 
Livorno (Palermo) 1847 in-12^. 

Grassinir Grammàtica francese rivista e corretta nuovamente da 
P.Jour4an professore di essa in Pah 1832 in- IH^ 

Gius. Melodia , Elementari istituzioni di lingua francese. Noto 
1855 in.8^ 

Luigi CaU88Ìn d. C. d. ù.. Grammatica italiana-francese per uso 
delle scuole d. m. C. Pai. 1834 in-12^. * Da lui stesso insegnata 
in questo Collegio massimo s è delle migliori in questo genere « 

V 

§ IV. llHÙtk IRGLÉSE 

Quanto è famigliare fra noi lo studio della francesfé favella , è 
altrettanto scarso e raro quel dell' inglese. Però èjcbe poche ci 
abbiamo gramaliche o stampate o ristampate jfra noi. 

' Giamh. Bisante curato cattolico degli eserciti, di S^ tt. Britan-' 
nica, INuova gramatica defila lingua inglese per uso degl* italiani^ 
Pai. 1811 in-4^ ^ 



AftT. m. LINGtS VOLGARI-*§ IY« INGLKSIS 27i 

L'istruttore inglese. Pai. 1812 in-12^; scritto in inglese favellìi. 

Marringhiy Grammatica inglese. Pai. 1813 in-8\ 

Gius. Tesa/urOy Principi generali della lipgua inglese. Pai. 1822 

— Gramaliea inglese, hi 1832 in-8**. "^ 

Verganiy Gramatica inglesi^ ad uso degF Italiani , sémplicizzata 
e ridotta a 21 lezioni: edizione rifusa corretta ed accresciuta, da 
Carlo Ant. Vanzan. Pai. 1830 in- 12^. * Quesf è una ristampa della 
(edizione ^atta Tanno innanzi dal Yanzan a Livorno. 

lohn MillhofMej Gramatica inglese. Pai. ISSO in^8^. * Quest' è 
fnera riproduzione della 6* impression milanese. 

SEZIONE li. 

LESSICI 

Se air acquisto d* una lingua qualunque son bisognevoli i libri 
che ne danno le regole, molto piii son richiesto i lessici che ne 
dispiegano le . parole. 

Vedute. noi dunque le tante gramatiche dai nostri lasciate su va- 



remo Vocabolari i primi , Dizionari i secondi. 

ART. I. vdOBOLARl 

Ne abbiamo delle due lingue dotte greca e latina, e delle due 
vive italiana e sicolà. 

§ I. GRBCI 

CaecUii Calaciini^ Lexicon ordine alphabetico, quo demonstratur 
yocabulorum omnium , ac diclionum elegantia. * Questo vetusto 
lessico, lodato dagli antichi, ma oggi smarrito , ministrò gli ele- 
menti a quello di Snida, siccomo affermano £mt{iO Porzio, illu- 
i^tratore di questo, Giov. Frisio, in Bibl. phìlosoph. ed altri eruditi. 

Gir. Germano^ Vocabolario italiano e greco-volgare. Roma 1622 
in-8**. * Queste il più antico lessico dei greco idioma che oggi 
parlasi in Grecia e nelle sue isole , dove questo gesuita palermi- 
tano recQSsi da missionario e vi lavorò neU' isola Scio per oltre a 



212 OASSE 3»V1II. «|.OSSOi06U~8SZ. ti. LESSICI 

qualtro lustri, donde tornalo in patria vi chiose la mortalo car- 
riera nel 1632. Al lessico poi premise egli alcune regde generali 
intorno a quell'idioma. 

JPtocùK Spatafórae pan. S. I. Patronymica graeea et latina. Pan. 
1668 in-4^. * Quest* autore lasciò pure altri lessici , che qui ap- 
presso rammenteremo. 

Martini la Farina pan. Additiones ad librum quemdam graece 
leriptum, ad vocabularii formam digestum. * Quest'opera mandò 
egli stampare a Roma^ dedicandola al celebre Ant. Agras suo con- 
cittadino; ma non la condusse all' ultimo compimento. 

Sefr. Zappala , Lexicon verborum anomalorum. * E annesso 
alla sua grammatica greca. Cai. 1172 in-8*. 

SaJI/D. M^rsOy Dizionario greco. * Disteso per illustrare i greci 
diplomi della Sicilia da lui raccolti, sta ms. nella librerìa comunale. 

Can. Frane, longo. Dizionario etimologico-enciclopedico ^ che 
contiene un gran numero di voci italiane di greca orìgine , colia 
giunta delle latine e siciliane, voli* III. Cat. 1824 in-4^. * Questo 
layoro rimase incompiuto, dacché V ultimo Tolume stampato non 
arriva se non alla lettera E. i' erudizieni ivi profuse lo rendon 
^prolisso a somiglianza di quelli d' infima grecità e latinità del Du 
Clange. 

§ II. UTIHI 

B. Angeli Sinegii cat. ord. ben. Vocabulàrium latinum pergrandc. 
* Citasi dal Mongilore come esistente nel Monislero di ^. Mar- 
tino^ di cui fu il primo abbate, e dove* santamente morì nel 1386. 

Nic. Vailae agrig. Vocabulariùm vulgare cum latino. Yen. 1316 in-4®. 
* Quest'autore, minor conventuale, lodato da Wadingo negli An- 
nali de' Minori al 1S2S, e dal CagUola in quelli della provincia 
sicola, è diverso dal Pìic» Valla fiorentino , cui il Gesnera e lo 
Spera tribuiscono simile Yocabolario, impresso a Vinegia 1S3S. 

Io. d$ Planis siclensis, Lima seu Dictionarium poetioum. Yen., 
1514 in.4\ 

Peiri Brechiocii rachalb. Catalogus verboriìm latinorum. Pan. 
1616 in-8\ 

IHdaci Ximehez Arias, Lexicoa ecclcsiasticum latino-bispanicum, 



ART. I. fOCAMLAll~$ U« UTMI 213 

aaclam. el lueapletatam a Io$. Mieh. Marquez equile' ragttUBas 
Malriti 16S0 in fol. * Visse V autore in Ispagna , ove da Filippo 
IV fu (http r^io Istoriografo, e designato yescòvo. 

mrane» Scorri pan. S. I. Lalium chrìstianum, sive latinae loea« 
tionìsvocabulai et phrases ad res Ecclesiao explicandas accommo* 
data, opusculum latine scrìbendi sludiosis perutile. Pan. 16i8 el 
iterum recognitum et auctum^ ibidem 1653 in-12®. * Quest' open 
poi arrieebita da FauèUno Badimi riapparve col titolo di e La« 
tium vetus et noVum ». Romaa 1681 in-12^. 

Ptof\ SpaiaforM pan. S. I. Phraseologia seu Logodaedalus u- 
, triusgue liogoae adoiescentibus rbetoricae candidatis lucem prae* 
ferens^ pars I et IL' Pan. 1688 in-8^. * Questa beli' opera fu poi 
Oi>mpendiata dal p. Barn. Sion. AlberU, aggiuntovi nel ine un in- 
dice volgare che dimeslra tutti i verbi latini , che posson ridursi 
ad un medesimo signiflcàto. Ivi 1708 in-8^. Indi il p. Emm. Agui* 
lera^ sotto nome di Dom. GaUettU con suoi additamenti la man- 
dò ai tipi di Macerata 1131^ ed altra ristampa in due buoni vo- 
lumi se ne fece a Napoli^ 1734 in-4®. 

. Barth. Beterini congr. Matris Dei , Selectiores dioendi formu« 
lae ex triumvirìs latiaitatis Plauto, Terentio et Àrbitro, quo simul 
et lin^uae et morum puntati consulatur; nunc in usum sicnlae iu- 
ventutis annotationibus illustratae. Pan. 17SS in-12*. * Editore ed 
annotatore di quest* aureo formulario fti il gesuita pai. Giamb. 
BÌ8io prof, di questo collegio massimo. 

$e6. Zappala , Vocabolario delle due lingue latina e italiana. 

* £ annesso alle sue Cento lezioni di esse lingue. Cai. 1770 in-8*. 

Dizionario delle voci latine che s* incontrano ne* X libri delle 
Scelte di Storia romana di Eutropio (compilato dall* editore di que- 
sto^ il cav. Greg. Speciale). Pai. 1790 in-8\ 

N. Mandorio^ Vocabolarfo latino italiano e italiano latino, emen- 
dato da Gir. Tiraboèchi. PaL 1845 in-8\ 

' Al» Narbcnet Glossàrium selectum scholastico-bajrìbarum latini- 
tate donatum , verborum ac literarum multiplici serie digestnm. 

* Ms. da me~ compilato per uso delle scuole e di chi ama espor- 
re con proprietà di lingua le materie scolastiche e scientifiche, 

§ IH. ITALIANI 

\ ■ 

Pielro Brechi$$io^ Indice volgare di tutt'i verbi italiani posti. 

3a 



tu l!LAS8R ILWmU OOSSOIMU-HSKZ. It. UISlQI 

Mi dgnlficafo dei verbi btlini, ool lero preteriti e sopini e ftffole 
pel principio. Pai, Ui6 iii-8*; 

Pladdù Spatafora , Prosodia italiana , o vero 1* arte con r oso 
d^Ii aecenti nella volgar favella d' Italia. Colla giunta di tre brevi 
trattati : 1* nno della Zeta e sua varietà : 1* altro deir B ed O , 
diiaii ed aperti: il terzo della t>aona e rea pronuncia nelle dne 
lingue italiana e latina. Parte I a li. Pai. 1682 in-8^ 

* Quèsf i la primiera edizione di un opera di non. minor pre« 
gio che uso, lodata da lareto BlaUti nella sua Pratica della retta 
pronunzia toscana. Fu riprodotta a Venezia 1684, a ffapoli 1695 
ed altrove. ' 

1 ^ Jl p. AìiJt, Lancila pai. ne procurò la sesta edizione da se 
notevolmente accresciuta^ premessola un Discorso sulla utilità di 
questa Prosodia^ e 1* elogio del suo autore voli. II. Pai. IT09 in«8*. 
*■ t^)iesta ristampa fu replicata con novelle aggiunte a Venejda fiw], 
ed altrove più volle fino a quella di Napoli 1818 in•8^ - '* 

€iWf Bematdino Noeeii mcss. Appendice ed emendazione del 
Bimarlo di Gir. Ruseelli^ si nella giuata di molte voci maneanli, 
si ancora negli errori da quello commessi circa le rime tronche 
e le voci sdrucciole. * Allegasi dal Mongitore tra l 'molti mss. di 
questo solenne poligrafo^ ebe fu prelato domestico di papa Inno* 
ccàzo XII, . 

. • ■ . . ■ ' 

frtmCé da &Mi^$a , Vocab<dari6 de' nomi e vert){ pìb òepi^^ 
del Calepino. * Vien ricordato daJPielro fognoteÙo nel suo Pa« 
radiso serafico^ par. I, lit). T, cap. L. 

• • ■ * " ■ • 

. tìkis. 'Canema da Gammarata eappuoeino , Vocabolario o orto* 
grafia italiana. Pai, 1666 in-i"^. 



Giaeinte Salemi^ Trattato della bilancia delle vod italiane. paK 

1688 in-12% 

* 

Seh. Àyaìa, Dei difetti dell' antico Vocabolario della Crusca, ^he 
dovrebbero corregersi nella nuova edizione. Vienna in-8*^, ^ Era 
siciliano Fautore, ma stanziato neir Austria, dova propose la ri** 
forma del Vocabolario prima ancora del Cesari ^ del jVonM , del 
PerHearie d'altri. 



Vita, Ifuovò disionario italiano de* verbi anoraalii 
difettivi, impersonali e reciproci. Pai, 1828 in-8^, 

IVuovo ristrette di Ortografia di saccoccia, coir aggiunta d*un e« 
lenco di nomi propri , e di alcune regole generali iatomo aOo 



serifere oorrottaiuente. Pai. 1830. iii-24®. * Una xistampa ne fa 
data eoi titolo seguente: 

# 

nuoTìssiniB Ortografia tascabile, in molti luoghi emendata. JftL 
I83S ii»-!8». 

Elenco d* alcune parole in uso cbe non sono nei vocabolari ita^ 
liani. Pah 183S in-8\.* Qnest* è.una rlétampa dell' opera di finte* 
JBertuirctoni, già fetta 41 Sfilano 1812, ma con aggiunte dei sici-^ 
Uani edìlòri; i qaaiipoi la rifusero e riprodussero con questo titoloi 

Dizionario portatile di voci e modi non propri dalla lingua ita- 
liana, con la corrispondenza di quelli che le son propri ; segaito 
da un Menuale di Ortografia delle parole di dobbia scrittura* PaL 
18*1 e 5S in.l2*. 

Avvertimenti grammaticali per la Ungua italiana riveduti èojrretti 
e accresciuti ad uso del convitto R. Ferdinando. Pai. 1186 in*l 2^4 
* Compilatore ne fii il cav. Greg, Speeiale direttor degli studi di 
esso convitto: siegue la forma di dizionario,^ cioè V ordine alfabe* 
tico; ma vi, premette le infleasioni de' verbi regolari ed irregolari 
di Beni BwmfMdtei^ 



Nieotra, Frasologia italiana. Cat« 1851 in^S 







YUa Campione da Bivona > Dizionario universale di sinoniroin. 
* Ad ogni voce annette i veri e i falsi anonimi, dimostrando la 
conformità de' primi , la diversità de' secondi: ma non è tuttor 
pubblicato. 

Sah. AbbiUe e JVt^iiore, Dizionario portatile Aelìe voci pia ne« 
cessane e più usiate nel discorso familiare delle lingue it^iana » 
latina, greca^ francese, inglese, alemanna e spagnuola: ms. presso 

l'autore. 

• ■ • ■» ■ ■ 

* Di Giamb. Bmo^ 1^ Voci e locuzioni poeticbe...., e di Gaet* 
Marganiy 1 Sinonimi oratori....; saran riportati tra' dizionari filo-» 
logici^ nel seguente articolo. 

$ IV. SlCOll 

Se ] nostri filologi tanto si son faticati nel darci gramatiche e 
lessici di lingue straniere, ben era di dovere che altrettanto e piili 
ancora si adoperassero in prò dell' idioma patrio ; il quale j co- 
munque non venga u^to nelle scrillure, (salvochè in poesia, co- 
me abbiam veduto di sopra) , merita nondimeno V attenzione dei 



276 CLASSE XXYIII. GLOSSOLOfiU-HyiZ. II. LS9SICI 

nacionaìi che voglion per esso intendere le voci itiUase , e degli 
stranieri altresì che ainan conoscere le muse stcane. Seco per*- 
tanto un lodevole stuolo di sicoli lessicografi: intorno ai quali ab- 
lijamo on lungo rugionamento del cav. Lionardo Vigo^ letto in qoe- 
st* Accademia delie scienze, e lettere, quando vi fa progettata la 
formazione di un nuovo Dizionario siciliano. Pai. 1836 in'-8^. 

* Quivi egli discorre della siciliana favella, de' suoi lessici g les* 
Bieografi, delle basi su cui dirizzarne uno nuovo, e degli scrittóri 
che abbiamo in questo dialetto. Leggesi il suo Discorso aei nn. 41 
e 48 dell* Effemer. sicole. 

Aelii Ànt. Nebrièsenrié^ Lexicon latinum atque hispanum , ser- 
mone siculo aL.Cbrisit. Scobare donalum^ voli. 11. Yen. 1S19 foL 
^ Quest* è per avventura il primo saggio de* nostri dizionariiy dato 
da uno spagnuolo di nascita, ma siciliano di domicilio stato disce- 
polo dell* autore da lui illustrato; cui premette de* Prologhi nelle 
tx0 favelle. Vi si trovano da tremila vocaboli , raccolti troppo in* 
nanzl che comparissero altri lessici o generali di lingua connine 
o peculiari di ciascuno dialetto d* Italia. * 

loB. yifui mess. Etymologicum siculum. Mess. 1159 in-4*.* Era 
r autore protopapa di quella chiesa de* greci e prefètto di quella 
pubblica libreria: dedica al Senato di Messina questo eccellente 
dizionario di lingua nostra, di cui rivanga le origini d' ogni voca- 
bolo dalle diverse favelle un tempo parlate in Sicilia. 

Plac. Spatafora^ Dizionario siciliano e italiano. * Lasciollo ms. 
nella libreria di questo Collegio massimo , dov' egli avea pubbli- 
cate la Fraseologia latina e la Prosodia italiana, mentovate più in* 
nanzi. Altra x;opia ve n* é nella libreria comunale dove inoltre ser- 
basi un simile Dizionario ms. di Vinc. Auria^ ed un terzo d* ano- 
nimo che forni gli elementi a quello del Pasqualino., 

Salv. Yirga, Vocabolario siciliano, toscano e Ialino, cui si pre- 
mette un discorso sull* origine ed Ona gramatica del nostro dia** 
letto. * Vien ricordate dal Serio nei voi. IV di sue giunte al Hoa- 
gitore. 




comuni od affini alle toscane. 



Giamb. Caruso, Lessico sicolo. '^ E da lui annesso alle Itime 
degli accademici Aecesi, eh* egli nuovamente mandò in luce a Pai. 
1126 in-4*. 



ART. I. VOCABOLARI— $ IV. SICOLf S77 

Miéh. 4el Bùfio, Dizionario siciliano. Italiano e Ialino^ voR* IIL 
Pai; 1751-S4 in-4^. * Fu poi dallo stesso autore corretto ed ac" 
cresciuto in Tolumi IV. Ivi 1183 in-i"". 

Frane. Pasqualino, Vocabolario siciliano;^ etimologico^ italiano 
e latino voli. V. Pai. 1185-95 ]n-4\ * Quest' è il pib ampio e 
compiuto dizionario che ci abbiamo , lasciato però interrotto dal- 
Fautore, cacato. a compimento da suo figliuolo V eh. Midi. Pèè" 
qualino che vi appose il suo nome. 

?(uovo dizionario siciliano^ifaliano compilato da una società di 
persone di lettere per cura di Vine. MortiUaro marchese di Vil^ 
larena,voll. II. Pai. 1838-44 in-4^ * Questo lavoro io parte com^ 
pendla,. in parte accresce quello del PasquaUno* 

Nella prefazione al tomo li si rende ragione dei lessici aiHeriori: 
de' suoi pregi e difetti scrive lo stesso autore in una lunga lettera 
al cav. Iton. Vigo il 30 nov. 1847^ e ripubblicata nel voi. IV delle 
sue Opere. Pai. 1848 in-4^ 

Gius. Roeca^ Dizionario siciliano-italiano, compilato su quello del 
Pasqualino, con correzioni ed aggiunte. Cat. 1839 in*4^ 

Dizionario delle voci e maniere oscure di Giov. Meli. * Trovasi 
in calce alle sue Poesie ristampale per cura di Bernardo Serio. 
Pai. 1838 in-4^ 

Dizionario tascabile familiare siciliano-italiano. Pai. 1840 in-8^. 
** Composto da Bos. Scaduti. 

Ani. Caglia , Nomenclatura familiare siculo-italica , seguita da 
una breve Fraseologia. Mess. 1840 in-8''. 

Vocabolario manuale completo siciliano-italiano, seguito da un*ap- 
pendice e da un elenco di nomi propri siciliani , coli* aggiunta 
d* un dizionario geografico , e d* una breve gramntica per gV Ita- 
liani. Pai. 1850 in-12^ * Compilato da Gius. Biundi e da «iltri. 

Vocabolario domestico classificalo della lingua siciliana con la 
corrispondenza ilaliana Ialina francese, compilalo da vari citladini 
di Catania^ e stampalo da Dom. Beitano , ivi 1830 ^n-8^. ^ Coji- 
tiene i vocaboli più usilati del Giostro dialetto. 

Agatino Longo, Osservazioni e saggio su la lingua e '1 vocabo- 
lario siciliano. Gal. ^843 in*8^. 

— ! Catalogo de* verbi siciliani che cominciano dalla lettera A : 
nel tiiorn. gioenio, bim. V del 1832. * Son olire a 306 col ri- 
spondente italico. 



* Di Ànt. FalMperla, La Frasologia....^ di Ona/Ho ìkdaUMa^ 
La Crusca. della Trinaciia^.v di eius. M&cea^ li Maoaaie aidliaao 
Kialiaoo francese e latino , tedili lìportaO nel seguente articolo , 
tra* dizionari filologici; 

ART. 11. DIÙONAUt 

A due rami If possiam comodamente ridurre,; a* fllilofici ^d a* 
Bdentifici. Buona parte di essi erano già stati da noi menrionati 
nelle classi di scienze o di lèttere a che si appartengono: ma non 
fia discaro agli studiosi il vederseli qui riuniti e schierati sottace* 
chic; e sia questo un nuovo servigio che loro rendiamo. 

S I. VUÓLOGIGI 

Io€umiè a ; PUmU sideiisis^ Lima seu Dictionariiim poelicam 
ubi de accentuum causia^ drvisionibus ac definitionibus; de qaan- 
titato sjUabarumque qualitate ; de nominum verborumque incre- 
mentis, multisque regulis adiectis Ciceronis, Quintiliani, ac Senfii. 

Yen. 1574 in-4\ 

• . . . 

Frane. Pomey S. L Pomarium latinitatis italico sermoni adapta* 
tum. Pan. 1699 in-i J*. 

fiocco Pirro, Sìoonimi. Pai. 1594 e Ì607, e 1643 in-8^ * Que- 
sto lessico fu il primo frutto del suo ingegno^ quando contava soli 
tre lustri di età. 

Ang. MaUeo Bùonfante, Somiglianza di parole, e vero anoni- 
mi nella lingua italiana , opera grande e necessaria ai poeti , se- 
gretari, predicatori, istorici e prosanti: ms. memorato dal Mengt- 
tore, come già destinato alle stampe. 

in(. Fabaperto, Fraseologia siciliana italiana e latina. Pai. 1701 
in-8^. * E una succinta scelta di locuzioni nostrali colla eorriapon* 
denza alle altre due liogee. 

— Sinonimi, epiteti, definizioni conglobate ed amplificazioni poe- 
tiche. * Lodansi dal medesimo Mongitore. 

Gaei. Margani^ Sinonimi oratori e voci proprie di alcune scien- 
ze arti e mestieri raccolte da' pi& purgati italiani soritlori, eoa 
giunta di due discorsi suir uso di quest' opera e sulla scienza dei 
sinonimi. Cat. 1839 in-8®. * Questo lavoro è dirizzato ^optra un 
somigliante de| celebre Dan. Bartoli rimasto ms. neir archivio ro- 
mano del Gesù, di cui una copia a me venuta fu eomunicata ài Har- 
gani già mio socio, il quale ampUoUa e riordinoUa. 



OMfHo Ateteata, La Crusca della^Trìaacria^ eioè Tocabol«rio 
lidliaoo a<;cFe80iuio di metafore, argmie rooUi e proverbi, ornalo 
di frasi oratorie e poeticlie con sinooimi ed epitedt e ciò che ap« 
partiene alle arti liberali e meccaniche. * Lavoro di grande im- 
portama, ma per isventurii incompiuto. Non fur pubblicati altro 
che i primi fogli a Pai. 1106 in fol. L'intero lavoro serbasi ms. 
presso 1 Paolotti di questa capitale , al cqi órdine si appartener 
▼a r autore, il quale nota avervi spc»! undici anni. 



:*.■ 



Ign. m^ PoUzzoito , Spiegazione delle Particole del p. Qrwiù 
TorseUino, proposte con un modo più facile e più metodico; eol- 
r aggiunta d- altre particole, osservasioni significati jnodi* di dire 
eleganti e di un nuovo catalogo di molte voci, proverbio fsasi to- 
scane più ricercate e loro versione latina. Poi. 1144 ia-8\ 

• 5afo. Virga , Tesoro 3egneriano ,. in cui si mettono ad ordine 
d'alfabeto tutte le voci toscane usate dal p. Segneri e da altri 
moderni più classici. 

— Indice universale del p. Parney , IHustrato colla giunta di 
Toci' e frasi toscane e latine. 

— < Fraseologia delle lingue latina e toscana. 

•— Regia oratoria espurgata dalle voci men latine e barbare. 

^ Questi e più altri lavori mss. di codesto gesuita bidinese ci 
vengono raccordati dal Serio nelle giunte al Mongitoro: fioriva ran- 
tolio alla prima metà del secolo scorso. 

Voef e locuzioni poetiche di Dante,* ?e(farea, iHoslo, fosso, 
ed altri del einqueèento, raccolte ed ordinate da Gio. BaU. Bino 
t. II, Pai. 1156 in^V 

Gir. Sagtisa e Ani. Mungitore , Biblioteche sicoìe. * Disposte 
amendue per ordine d* alfab^o, si possono anch' esse allogare trai 
Pizionafl storici eietterarl: de' quali fli detto nella Qasso YII f 
set. II. 

Vito AmieOf Frano. Saeca^ Emm. Oriokmi , Raff. Maslriani , 
Vino.. MorlUktro Dizionari geografici della Sicilia. * Di , essi> re- 
cammio lo dato nella Classe T> sez. III. 

fifiis. Emm. Milani e Gasp. Jìoisi, Biografie degK uomfaii il^ 
lustri siclHanf. * L' una in IT volumi stampata a Napoli , Y altra 
sol cominciata stamparsi a Palermo : d' entrambe si disse nella^ 
Classo YIII^ sez. HL 

DisioDario mitologfeo per ino deidi atudenU, ediz. 8* «cereseiata 
e migliorota. Pai. 1174 ìn-W. 



IM CUSSI XXflU. CUISflOLO€U<^-"NZ. u. ussia 

t 

' Ditknuurio deUe llivolo per oso delle scuole d' Italit e di Sici-^ 
ite: edisione compilala salta più recente di QiODpréy e coriredaU 
di rasi allusiTi. Pai. 1818 in«l2\ 

Dizionario storico-mitologico di tutli i popoli del mondo , com- 
pilato da Giù. PozzoU, FeL Ramùiii e Ani. Peraeehi sulle tracce 
di JVoed, MiUin, te Porte, IHipiiy, fioòoud ecc. voli. V. Pai. 1833 
e se^. in-8^ flg. * Avendo gli autori fatto in seguito de* suppH- 
menti al lor lavoro , i siciliani editori f li hanno inseriti a* loro 
luoghi. 



&u$. Bertkìij Dizionario storico-critico degli scrittori di rousicay 
e de* più celebri artisti di tutte le nazioni antiche e moderne , 
voli. IV. Pai. 18U in.4\ 

Gius. M. Capodiect , Dizionario delle antichità esistenti in Si* 
cllia. Sirac. 1820 in^S^. 

Fttme. Lfmgo^ Dizionario etimologico enciclopedico delie voci 
di greca origine, voli. III. Cat. 1824 in-4^ * Opera inconipiota, 
che sol abbraccia le prime cinque lettere dell* albbeto. 

due. Jtorccf, Manuale siciliano, italiano, francese e latino^ che 
contiene divisi in classi i nomi d^i oggetti più ovvii in società' 
e in natura. Acireale 1828 in-4®. 

Fratte. AfmvAa^ Dizionario di frasi francesi colla traduzione ita- 
liana, dirizzato su quello dell* Accadèmia francese. Pai. 1834 iii-8^ 
* Descritto in francese, con compendio di gramatica ed ortografia 
di questa lingua. 

Dizionario di belle lettere, composto da' sig. d* Al^mhtH , Di* 
deroty Marmoniel, ed altri letterati di Francia per 1* Enciclopedia 
melodica, tradotto e regolalo ad uso d' Italia^ accresciuto di molti 
interessanti articoli scritti dai sac. Giw. Fiorenza. Pai. 1847 in-4^ 

Carlo Ani. Vomon^ Dizionario universale della lingua italiana » 
ed insieme di geografia^ mitologia^ storia^ biografia , antiquaria, 
storia naturale, marina, afte militare , arcliitettura, meccanica , • 
di lutti i vocaboli di origine greca usati nella medicina, anatomia, 
chirurgia, jhrmacia, chimica, fisica, astronomia, teologia, giurispru- 
denza e commercio, preceduto da una esposizione gramomiicide 
ragionata della lingua italiana, voli. Tilh Pai. 1834-44 |n-4®. 

• — Appendice ossiano Giunte e correzioni a dello Dizionario , 
t. IlI^I^i 1813 in^*". * Vi si premette un breve cenno biografico 
dell* autore, il quale benché olandese, vieu da noi qui riportatOi 



V ' 



ART. II. miiaiiAftt*rw^ 1. riii^Looici 281' 

percicicchè T editore Bèinetrto Bflroelloim V^ha. auinen(at0 , di mol- 
lissimi articoli riguardanli le citlà e gli uomini illustri d^lla Sicilia:» 

■.■.'•■■.■• • ■',■.•■•.. 

Cav. Ànt. BUsacca, Dizionario geografico statìstico e biografico 
della Siotlia preoódulo da un Compendia storice-sieuh). Hé$s. 
1850 in•8^ 

r 

S(Hv. Abbate e Migliore^ Nuovo disipoario geografico, statislioo, 
commerciale, sierico,, politico e monuiMnlale' ; ovvero Deseriziont: 
delle principali e rimarchevoli citlà dei Globo: ms. presso Taulore. 

§ II. sciEirririci 

B. Peiri Hieremiae pan. Dictionarium morale, * No fo ricordanza 
egli slesso in uno de' suoi sermoni slaippati u Brescia 1302. 

Gasp. Meazzae pan. Dictionarium morale ac dogmaticum. * Lo-» 
dasi dal Mougitore iieirApp, li alia sua Miblioleca, 

Doni» Macrì, Hierolexicon sive sacrum Dictionarium, in quo ec- 
clesiastieae voces, earumque etymologiae^ origines, symbola, caere* 
moniae, dubia barbaraque vocabula, atque sacrae scripturao et ss, 
Palrum pbrases obscurae elucidantur. Romae 1677 in fol. * L* au- 
tore era di Malta , di quei tempi unitn alla Siciliat Questo lessico 
venne poi accresciuto da Carlo suo fratello, che vi premise ancora 
la vita nella 3* ediz. Venezia 1702 in-4^. 

PhiL Ferrarti, Lexicon geograpbicnm, cum appendicibus et cor'^ 
rcclionibus eiusdem Doni. Macrì. Patdvìi 16% et alibi in fui. 

Bartb. Castelli mess. Lexicon medicum graeco-latinum, a varila 
locupletatum. Norimbergae 1682, Palavii I6U9 in-i''. \ 

Ang. JBallhaei Bonfantis de Cassarinjs pan, Vocabularium bota-^ 
nicum. * Lodasi dal Mongitore tra gli altri suoi scritti inediti. 

Dizionario filosofico con aggiunte e note dì Lmgi Colafneo. Pai. 
1847 ]n*4°. * È tradotto dal Francese, ma 1* edizione non era com- 
piuta. 

Lnigi Cuceta, Dizionario logico. Pai. 182S in-8*. * Si trova pur 
annesso al suo Nuovo Saggio logico stampato a Napoli colla data 
di Palermo 18S0 ìn-8^ ^ 

» 

Sl«f. Coppoler Bizionario eienienUtrc di botanica , 1. II. Pai, 
1824 in-ir. 

36 



Dizionario dei nuovi vocaboli di giurisprudenza. Pai. 18M ia«l2*. 

Biagio TWpt, Lèssico pratico omiopatico, Pai, 1844 in-S*^, 

Sah. Acquista , pìziopario portatile di materia medica. Nap. 
1834 ip.8^ 

CerfoJdo CanàttarQ , Pfzionario d| medicina omiopatica, * Con- 
Uensi nella sua guida dell' omiopatista in riaggio. Pai, 1846 in«16*^. 

Gabr. de Sanetis^ Dizionario statìstico dei paesi del reg90 delle 
dttf Sicilie, re4atto e rettificato. Nap« 18^0 in-4''t 




CLASSE XXiXi 

tECNOlOGIA 



>• t 



bagli àibeiii caiiipi delle belle lettei'e teitipo è di ti^fnutarci 
jiiello delle aiti, òhe formano il sostegUo detta ecooomia 
de, r ornameoto della società ittciyilita. 
[Jìieste arti o servono al decoro, o al diletto, oall'utilei della 
1. Al decoro si fanno le aiti UbeTùli, al diletto le cavaliere- 
é^ idr utile UimCctimche, Eccoti la triria loro spartizione; 

SEZIONE t 

, Alttl UBIRAÙ 

Kciomsi belici attl^ come dieonsi belle lettore, 4uèHècfiè donfi- 

& della immaginazione, <S son fruttò piÀ dèll'lnge^o <;he della! 

ut). Tali si estimano le arti dei disegfio> le quali da altri Yen* 

1. riposte ancora tra le matematiche miste. 

\tA qui presentiamo le opere scritte sopra le arti modèrne: da6- 

\ quelle Che trattano delle nostre pittare^ scolture, architettare 

ciche, fan parte della classe W, sez^ II, ove si ragiona delle i^r- 

oologie tecnologiche, e dote ristiamo gli studiosi di nostre an-^ 

hìtìi. 

[mianzi dì scendere alle singole arti ^ Indichiamo alquanti libri 

t ne parlano in generale^ 

ART. I. BÉLtÉ ARTI 

Scrissero aìtfi delie arli> ed altri degli artisti. Le memorie dei 
ini sono o crìtiche o didattiche, secondochè o dan giudizio dei 
ori altrili, o dan regole a farne de' propri. Quanto si è dei se- 
idi, essi ci han date storie bensì delle arti , ma parziali , eioÀ 
i' alcuna epoca o d' alcuna città/ 



28{' CUSSR ^XIX. TUCROLOGTi— si:/.. I. ARTI UBEIUU 

It cav. ab. Frane. Ferrara dedicò il volume Vili delia sua sto- 
ria generale della Sicilia- alle belle arti della medesima. Ma que- 
sta può dirsi uno schizzo anziché un quadro di storia artistica 
sieola. 

Più finito lavoro sugli artisti e le aiti nostre ne han fatto spe- 
rare Tab. Giuè9.ppe Berlini e 1 eh. Agostino Gallo , i qujEili con 
parecchi opuscoli ed jn diversi gioriiali ci han fatto presente di 
non poche loro lucubrazioai su questa materia : ma le promesse 
storie non sonò per anca venute a luce. Solo il Gallo ci ha data 
quella dei pillori sicoH del isecolo- Austro , nel t. Vt del Giorn. 
di scienze lettere ed arti. 

Diamo qui dunque le opere già esistenti. 

« 

Paolo Amato da Ciminna , Nuova pratica di prospettiva , npUa 

3u^e si spiegano alcune! nuove opinioni, e la regola universale di 
esignare in qualunque superficie qualsivoglia oggetto: opera alile 
e necessaria a' pittòti, architeUi, scultori e professori del jdisegoe^ 
parti II. Pai. 17U-33 in fol. * Quest'opera fu terminal^ da mo- 

fHo GràmignJuni con molte figure in rame. 

». 

AxU. ISongilore, Hemofìù de* pittori, scultori, architetti ed ar- 
tefici in cera siciliani. ^ Stanno mss. nella libreria di questo Co- 
"lìjune. 

hid. Bianchi , Delle scienze e belle arti, diss. apologetica con 
Dote. Pai. i77i in-4*. * Era questi camaldolese italiano, fatto ve- 
nire da M. Teéla per leggere metafisica in Monreale. . 

Bar. Sav. Scrofaniy Memorie sulle belle arti , voli. II. ♦ Son 
lettere indiris^zale al cei. £nf)io Quirino Visconti, e poscia voltate 
in francese. Parigi lvS02 in-4^ 

Cav. Giuseppe Feiro, Diss. sulle belle arti, t. IL Pai. 1807 in-S*. 

4 

Cav. Mich, Calcagni, Delle prime tracce e del progresso delle 
belle arti in Sicilia da' t^mpi più rimoti sino alla distruzi^De dt 
Selinunlc ed imera. 

— Della lor dec.idenza dopo V ingresso de* Romani. * Queste 
due memorie ci sono da lui notiOcate. nella sua opera « Sopra i 
re di Siracusa, Jiiparo e Finzia )). Pai. 1808: ma la sua morte avve^ 
nula dappoi ne distolse la stampa. 

Gae. Giacinto IHstilli, Scuola teorico-pratica del diatgno. Pai. 
1820 in-S^ 

March. Gius. Hans , Raccolta di opuscoli spettantj alle balle 
arti, in diverse circostanze pubblicali. Pai. 1823 in-8'. 



"^Considerazióni millo stile de' Greci ntUc arti del disegno : 
Ielle air Accademiflt archeologica di Bontà. 

— Sopra la pittura ali* encausto de^i antichi su d* un testo di 
Plinio: nella Biblioteca italiana di Hih 1820 ; e di nuovo a Pai. 
1823 in-8\ 

— ^ Sopra gli scamilli impari, a spiegar un passo dì YitruYio, Iri 
in.8^ * 

Gius. GrosMO'CacopardU Ijemorie storiche de' pittori messinesi 
e degli esteri che in Messina fiorirono dal secolo XII al XIX, or^ 
nato di ritratti. Mess. 4 62rin-8*. 

— Memorie storiahe di ii*^. e P€ielo Pitaia , Dom. Giunialec^ 
cAJ,e Giàc. del Duca. Hess. 1842 in-8^. "* D' altri pittori, scultori, in- 
cisori, architetti di Messina, molti articoli ha inserito lo stesso au« 
toro nei giornali di quella città) il Haurolico, il Faro , lo Spetta- 
tore Zancleo. 

* Prima di lui il sig. Eaehert paesista prussiano al servigio di 
S. H. Siciliana^ avea pubblicate «Itre Memorie de' pittori messi* 
nesi. tacendo il nome dell' autore (che fu M. Gaelam Grano). 

Marcantonio Scribani , Lettera a Gius. Morelli su' monumenti 
artistici di Messina: nel n. 112 del Giornale di scienze ecc. * Ivi 
pur leggonsi 

'Cenni su taluni oggetti di Belle arti. Archeologia e Storia natu^ 
rale, osscrTablli dal colto viaggiatore in Termini-Imerese. PaU 1839 
iii-S*. ♦ W è autore Ani. Gargotta. 

Carlo Falconieri , Intorno la diflicoltà dì giudicar « rettamente 
nelle arti del disegno: discorso let|o nell' Accad. Pelorilana : sta 
nei n. 20S di esso giornale. 

Cenni su d* alcune opere artistiche di Carlo Falconieri^ e Toìnm. 
Aloisio^ da Messina. Ivi 1831 in-8^ 

Carni, la Farina, Ricerche intomo le belle arti e gli artisti fio- . 
riti in varie epoche a Messina. Ivi 183S in-8^. ^ Sono disposte in 
forma di lettere, già sparse nello Spettatore Zancleo e nel Faro, 
due periodici di quella città. 

Cav. Giac. Bordiga , Lettera a Ketro Giordani solle bolle arti 
in Sicilia: nel t. XXI del Giornale discienze tix. * Era. stata pub- 
blicata a Firenze 1827 in-8*. 

Greg. Liardiy Pensieri intorno alle bello arti: nel t.XXlI di detto. 



286 CUSSE XXIX. TKGKOLOGU— SEZ. 1# ARTI LIBERALI 

BiiUetlind artistico siciliano dal 1 gennaro 1833 in afanU : sta 
nel lì. 126 6 132 e seg. di detto. * Si enumerano i qnadri dei 
più valenti artisti nostri odierni. 

Ccm, Salv^ Portai, Relazione storica intorno ad alcuni artisti di 
Catania, ed 'altri siciliani ed esteri ^ di cui avvi opere in quella 
città e sua provincia: nel n. 194 di detto. * Enumera i lavori, ne 
addita gii autori, i luo^gbi^ i pregi. 

€io. Gatbo Paterno , Colpo d' occhio sulla filosofia delle belle 
arti, Dialogo fra il maestro e '1 discepolo: nel n. 2^ di detto. 

staff. Politi , Sulla necessità d' una scuola di belle' arti ia (xir> 
genti. Ivi 1833 iu-S^ 

Salo* Costanzo, Cènni biografici degli artisti celebri estinti nel 
colera del 1^31: nel n. 65 dell* Effemeridi sicole. * Somigliante 
lavoro pur diede Agoit. Gallo q^llo ste6s*aon.04 

Frane. Tuccàri , Riflessioni suir acquisto del genio nelle bèlle 
arti. Mess. 1838 in-^"". ^ 

Cav, Agate Longo^ Hiscellanee di . belle arti. Cat. 1840 Ìq^-8^« 
-^ Belle arti ì articoli vari nel Giornale del gabinetto Gioenio. 

Ivi 1850 e seg. 

.. • ■ 

Ben. Castigtia , Sulle arti belle e meccaniche. * Formano le 
parti ni e I v del suo Proemio al nuovo Organo delle scienze del- 

Fumanità. I^al.'1841, in-8^ 

« 

Mario Mwumecij Opere archeologiche ed artistiche, t. II , Cat. 
1845, in-r. 

Gilùi. SantuUiy La critica nelle belle arti: nella Scilla e Cariddii 
Mess.. anno III, fase. 1 e 2. 

» 

Frane. Paolo Perez, Discorso per la premiazione delle arti, re^ 
citato nella università di Palermo. 1846 in-4^. 

i • ■ 

Del perchè le arti belle , e principalmente V archileìtura , laq- 
guiscano tra noi, e del come vi si possa riparare: articoli due d*a« 
nonimo ; nel giornale di scienze ecc. . serie II , n. 3 e 4» Pai. 

Giu$. ZappuUa, V artista, libri III. Pai. 1849 in-Ì2*. * Il libro 
1 parla dell' Uomo; U II del Belilo; il III delle AcU. 



ART. 1. nuE 4mt 287 

tìugL Ewt. SthulZy Sopra le kétle arti sidliana dai primi seeoli 
itno ali* epoca di Hicfaelangiolo e Raffaello. * Qaest* artista sassone 
visitò la Sicilia, donde tornato in Germania dovea pubblicare que* 
st* opera nel 18118. La continuazióne di essa fino a di nostri i' ha 
fornita Paolo Giudice , il qnale e di qoella e di questa ne dà 
l'Annunzio nel t. XX, n. 53, dell'Effemeridi lieole. 

* Qaest' qltlmo ancora ragiona. * Sulle opere delle arti del 
disegno esposte nella R. Università di Pah 1838: nel t. XXII di 
dette Effemeridi. 

* Tal esposizione si replica ogni biennio.^ si pubblicano i no- 
mi degli artisti , e se ne annunziano i premi dall' Istituto reale 
dMncoraggiamento: sopra che vedi Classe XVI, sez. IH. 

• * 

Seb. Chineéj Ragionamenti intorno le beHe arti: nel Giorn. del 
Gabinetto gioenio di Cat. 1852, biro. IL 

*- Cenni artistici relativi alla definizione del bello, in appendice 
all'art, precedente: ivi, bim. BL 

Nic. Bianeo, Dell' arte e suo svolgimento nella storia, voli. IT. 
Pai. 1852 in-8®. * Dopo i preliminari, si fii a scorrere, nel t. I, 
r oriente e l' Occidente ortodosso ed eterodosso dell' era antica e 
media; nel t. 11^ le nazioni varie dell'età moderna; e cosi .di que- 
ste riporta i pib bei documenti dell' arte, intendendo per questa 
le più sentite produzioni filologiche e cristiane. 

te 

Gius. Mariinez, Pensieri artistici in rapporto al pri>sente perfe- 
zionamento morale e civile di Messina. Quivi 1854 in-8^. 

AUT. II. PITTURA 

Paolo Giudice^ Essay on Sicilian Painters. London 1834 in-8^. 
* Questo saggio isterico sopra i pittori siciliani dal risorgimento 
delle arti fino al secolo presente, fu pubblicato a Londra senza il 
permesso dell'autore^ il quale poi dichiarò d'averlo totalmente 
rifuso per darne una storia compiuta. Vedi effemeridi sicoie , l. 
XYI. P; 106. Toccheremo qui appresso altri suoi scritti. 

Cm. Frane. Bisagni da Messina^ Trattato della pittura fondato 
neir autorità di molti eccellenti in questa professione^ fatto a co- 
mune beneficio de' virtuosi. Yen. 1642 in-8^. 

Frane. M. Cmmontiele, Dei più Insfgni pittori nazionali ed e« 
stcj^i, dei quali vi sono pitture in Palermo ed io altre città di Si- 
cilia: ms. nella librerìa del Comune. «^ 

— De' rìtratti de' ticerè di Sicilia esposti nel R. Palazzo: ms. 
ivi esistente^ che disegna 58 ritratti da D. Garsia di Toledo fino 



288 CUSSI »LH1. nCSOiOGlA*— SEZ. 1. ARTI LIBEIULI 

a M. Ant. Colonnt : Simile descritione pur iti si trova di Tliic. 
Auria. 

Onofrio Mangtmanle, <!allerla oel regio Palazzo de* vart ritraili 
de* Viceré di Sicilia. * Serbasi ms. . nella suddetta libreria. Delta 
Galleria fu costmila dal Viceré Frase. Bona vides conte di s. Ste- 
fano, e poi coDUnuala da' successori: ma nella rivolta 1848 dalla 
infrunita plebaglia venne barbaramente straziata. 

Breve dichiarazione della pittura della chiesa del Collegio nuo- 
vo d. C. d. G. nella citlà di Palermo opera di FU. Taacreéi 
discoperta nel giovedì santo del 1104. Ivi in-4^. 

Ro8. Gregùfio^ Delle diverse scuole di piltura. — ^De*pi& celebri 
piltori messinesi. — Oielle pitture dei lionrealese: tra' suoi discorsi 
sulla Sicilia. 

— Memoria sugli argomenti delle pitture da farsi nella catte- 
drale di Palermo. Ms. in detta libreria. Queste pitture poi fur ese- 
guile solo nelli^ volta del coro per Jfamno Ito^st da Sciacoo, chia- 
matovi da Roma nel 1802. 

• • • • 

Relazione della pittura fatta dal sig, Pietro Marlorana peUa 
chiesa delle monache di s. Rosalia di Pai. i7S6 ia4^. 

Argomento dell* istoria pittata nella cupola del monastero del 
ss. Salvatore di Pai. 1165 in-i^ 

Fedele da s. Biagio cappuccino, Dialoghi familiari sopra la pit- 
tura difesa ed esaltata. PaL 1788 in-4\ 

Sav. Scrofani , Lettere al sig. cav. Ennio Quirino Visconti so^ 
pra alcuni quadri della Galleria Giustiniani e una statua di .Ani. 
Canom, Parigi 1809 in•^^8^ 

— Lettera allo stosso cav. sopra un paesaggio di . Claudio de 
Lorraine (scritta in francese). Wap. 1812 in-8®. 

— Illustrazione d* un quadro di Pietro novelli, detto altrimenli 
il Monrealese. Pai. 1826 ìn-8^ ^ Leggesi pure ne* tomi XTil e 
XVIII del giorn. di scienze ecc. A ^1 però si oppose il seguente 

Giamb. Tarallo^ Lettera al march. Haus circa la detta Illastra- 
zione. Ivi 18.^1 in-8^. * Sostiene quel quadro (che ammirad nella 
scala del monastero di Monreale) rappresentare s. Benedetto; eioé 
tiitt' altro da ciò che ne scrisse lo Scr^ofani^ 

Vtnc. Gagttmi. Argomenti di storia siciliana divisati in pittura. 
Pah 1813.ifl-8^ 



. . 'A 



AllT. 11. PITTOIU 289 

Raceolla di ^0 costami de* più comuDi vendUori di PaleroMi. 
Q.QÌVÌ seoz* anno. 

AgosL Gallo, Dipìnlure scelte del iìlonrealeae^ spiegate, con le 
incisioni di Calog. de OemardU: Pai. ISSI in-8^. 
-^ Sagf^io SQi pittori MciUani flilo ali* anno 1824. hi in-8^. 

— Egrègia tela di Gius. Palania, illustrala. Ivi 1828 in-8^. * Que- 
sto quadro rappresentante il Cristo che dà le chiafi a Pietro ^ 
esiste nel duomo di Noto. 

^- Sopra un quadro di Raffaello Sanzio^ pof^seduto da* pp. Fi- 
lippini dell'Oratorio di Palermo, 1833 in-8®, * Ne avea piire seritto 
ne* tomi del Giornale di scienze ecc. 

— ^ Intorno a due quadri ad olio, dipinti da* cav. Vinc. Molo e 
Qiuà^ Palania, per commestione di S. A. R.il^ Luogotenènte ge% 
nerale in Sicilia: nel t. V dell* Effemeridi sicole. 

AfU. Zerega , Sopra due dipinti dei medesimi , lettera ad A. 
Gallo: nel t Vili. 

'T- Elenco delire opefo ùi'Giu$. yela$ques pai. egregio dipintore. 
* É annesso alla Vita del medesimo da lui descritta. Pai. 184Sin-8\ 

Leon. Vigo^ Su d* un trovata di. fmm. Grasso^Noéto pittore d* A- 
ci-reale, per dipingere a fresco sopra tavola o tela: lezione pro^ 
nunziata ali* Accademia de* Zelanti di della città , e riportala nel 
t. VI dell* Effemeridi sicole. 

— ^ Dialoghi tra lui, Agost. GèiUo ed Emm. Grasso^ sul nuovo me- 
todo d* affrescare sopra tela e tavola: nel n. 154 del Giornale di 
scienze lettere ed arti. * A lui però il Gallo risponde nel n. )S(); 
' e neir Effemeridi, n. 19. 

— Lettera sopra un dipinto del Cannuccini in Catania: nel t, XLIX 
di detto Giornale. 

Catalogo de* documenti e delle lettere pittoriche del cav. Gius. 
Eìranle pitlor trapanese, e de* suoi corrispondenti per servire di 
appendice alle Hemorio di sua vita. Milano 1832 in-8®. * Queste 
Memorie erano stale raccolte e pubblicate nel 1824» da Franc^ 
CaneeUieri a Roma^ dove tre anni prima era morto 1* Errante. Ip 
fóndo ad esse Memorie v* ha pure un prolisso elenco de* quadri, 
ritraili^ pitture a fresco del medesimo. * Il predettò Catalogo poi 
fa seguilo alle lettere sulla pittura, scoi tura e arcbilellura de* più 
celebri personaggi de* secoli XV, XVI e XVII , pubblicale da M. 
Gio. Bonari a Roma , e continuale lino a* nostri tempi da Sléf. 
Picozzi in VII volumi. 

^ * • • 

Pinacoteca di S. E. il sig. principe cH Cutò, dichiarala dal te- 
nente Gwjl. Bechi suo aiutante di campo. Pai.' 1822 in-|^ iig. 



i90 classi: xxix. t£Ciioi06ia->«si:z. i. arti libe»au 

* Costili altresì pubblicò ona Leltora su d' uim pilUira dt &u$, 
TelasqueZy nel t. XX dei Giornale di scienze ec; e liéparatamente. 
Pai. 1821 in-Ì2*. 

Gius. Bertini, Saggio intorno a' dipinti di Ani. Crescenzio pH- 
tore pai. del secolo XV: in foildo al t. II dell* Iride, giproale di 
Palertoo 1822 in-S*. 

— Descrizione di quattro dipinti di Gio. Patricolo : nel t. Ili 

del giorn. di scienjse ecc. ' 

< 

• Ang. dT Angelo Palwnbo^ Sopra on dipinto di Fielro JVomIK : 
nel t. XXI del medesimo. 

— Intorno a* freschi della tolta della chiesa de* pp. Llgnorini di 
Palermo, dipinti da Qio. Palnoolo, nel t. XXXTl di detto ^rMle, 

^ Illastrazione di due dipinti, 1* uno di Gius, Patania paU V al« 
tro di Gi^8. Gmdotfo cat. nel t. XXXVII di detto. 

Jgn. de ConlreraSy Sul poerito pjtt<irico di Paolo Cokwci&elto; 
nel t. Xqv. 

Kos. ScudeH Bonuccorsi , Su la fialatea dipinta da M^ffaéUo 
pella Farqesiaa, creduta Venerp dal mf^rph, Haiis; nel Ot f $5 di 
dettQ. 

Gius. Politi , agguaglio, del bellissimo dipinto a fresco nella 
eappella del Santissimo entro il duomo ^i Siracusa : nel n> US, 

Gaet. de Pasquali^ Sopra una scoperta o Saggio di Policroma^ 
lipia (cioè stampa di pili colori) dèli' ayV. Gius. l*. MOT^Ui ' n^ 
n. 185 di detto. 

Gius. Mazzaresey Saggio pittorico sul resti^ufQ de* quadri anti^ 
chi di Trapani. Quivi 1625 in-8''- 

Carlo Falooni^, Piss. su d\un dipinto a fresco d' Afuireti^ Swf- 
pfl. Firenze ( o ipcgljo SfessiUfi ) 18^ ìn-W*» * flràno amoBtliie 
inessinesi. 

■ ■ 

Lor. CocO' Grasso ^ Biografia ed elenco disile oper^ pitlorìcbe 
delle lorelie Maria e Giovanna Guerreri e Holto, pafiipesìt Fair 
9834, e nel n. 183 del giòrn. d| scienz(& ecc. 

Git^. i{em^ Lettere due ad Ag. Gallo sopra due (}Ujidri esOt 
guiti.i}^ (litijir Rapisardv, giu^nq e li^jgiio 1834^ 

« 



Àfai. 11. fifitlM 291 

Agaii LongOi S<^fà due dipinti ài OUvio Sozzi.-^Sopm la cu- 
pola, da lui dipinla, de' pp. Gesuìli di Calania.-^Sopra un dipinto 
a fi'e«oo nella Tolta della Biblioteca di quella università t articoli 
inseriti ne' vari gio^nali^ 

— Sopra tre dipinti d* antica dalai Cai. 4849 in-^*. 

— Belle arti« ossia Descrizione di cinque ritratti, eseguiti da ù* 
Candolfi, G, PcUania, DiMfano-Plalania ^ e Mieh. Rap%$ardi i 
nel Giorni Gioenio, serie II, t. 11^ bim. I. Cat. 1831 iln^^ 

— Descrizione de* principali quadri esistenti nelle pinacoteche 
di Catania: nel biin. Ili ^ e segg. 

-^Nuova serie oell' Appendice al fritti. IV del 18^1 ^ e nel T 
del 1832. 

iHt. Miitolfi, Su due dipinti deli' ab. «to. Polrieoto. fai. 1836 
ln-8». 

Paolo OiudiCB, dopra lo 2oppo da tìangt (étUÉ. Satemo) e Yine. 
la Barbiera da Termiai, pittori siciliani: nel i. XVI dell* Effemeridi 
sicoie^ n. Uè 

— * Sopra un dipinto d^ Alberto DureVy che si osserva nella chie'« 
sa di S« Maria di Gesil a PoIIkzì: nel n* 45 di dette Effemeridi. 

-^ Sopra un quadro di Matteo Stommer esistente in Caccamo: 
nel n- 48é 

-^ Sopra il quadro del B. Sebastiano Valfrè dipinto da 5a{v< 
lo Forte nella chiesa dell' Oiivelià: nel n« 49i 

Raff. Pomi, Ai miei Qgli sii 1' arte della pittura , dialoghi IV« 
Girgenti 1836 in-8^ 

' ' ' 

Dom. Pavone^ Sopra un dipinto ad oÌlo di Mich. Pattebianco 
cenno critico* Mess. 1837 in-^S"*. * Inserito nel t. IH del Faro , 
dei pari che il seguente: 

Tom. AloyHo Ivara, Intorno a taluni diphiti à'Ant. Bafbalunga^ 

Con. Dom, Primiera, Elenco delle pillure pregevoli , esistenti 
in diverse chiese di Catania; ms. rimasto in sua patria^ e memo- 
rato da Sal/D. Ba/rbagùllO'Piila nella Necrologia di lui^ t. IX del- 

r Effemeridi sicole« 

... ^ ' 

Can. Carlo Rodriguez . Sopra atcuni dipinti esistetifi in varie 
chiese di Lipari: nei n« Ì1 e 5# e 32 fii dette Effemeridi. 

* Can. Emm. Vaccaro^ La galleria dei quadri del palazzo di S« 
£. il principe di Gampofranco. Pai. 1838 in-8^« 



S9t €LA$$K XXIX. iPKCliOLOlUA-'HWK. I. ARTI LIBERALI 

KaccolUi de* quAdri del duca Ttntimiglia.iPaK in-12^. 

I - — 

Midi. Àng. Celesia^ Descrizione storico-critica delie pitture 
pregio esistenti nel monastero di s. Martino di Palermo 1839 in-: 
e nei voli. XXV-VI dell* EITem. sic. 

liriffi Seovaìu^, Lettera su d*uii dipinto di Yinc. AbbaUe. P%f. 
1839 in-8*. 

OilQcio lo Bianco , Sopra due dipinti di Andrea d* AfUanu — 
Sopra un gruppo di tre figure a miniatura di Sief. Faiia] tra le 
sue Prose. Pai. 1840 in-8^ 

Mariano Croasi, Sulla decorazione iu pittura eseguita da Già. 
Frane. Baccaccini in Aci-Reale. Cat. 1842 in-8*. 

— Sopra un gran quadro di iri^. Caldano messinese, esisteofe 
nel duomo di Aci-Reale: nel Maurolico, giorn. di Mésa. 1842, a. L 

— DescriziQfie dello pitture esistenti in Aci^ealo nel Poliorama 
Pittoresco, nn. 89 e seg. Nap. 1848. 

Mariano Gram^ Sulle, decorazioni e pitture nella casa ddbt- 
rene Peonisi in Aci-Reale. Cat. 1842 in-8^. 
. — Sopra un dipinto di Gim, Gandolfo , rappresentante 1* era- 
zione etnea del 1832. Cat, 1854 ìn^»''. 

Ani. Mina la Gua,. Su due dipinti conservati^ V uno d' Ani. uh 
totano a Casteibuono nella chiesa de* Cappuccini^ T altro d'if. 
Modriquez a Messina in quella de* ss. Cosmo e Damiano: neli'A- 
ristocie n. 1-3, e nello Scilla e Cariddi^ t. ili, n. 9, giornali mes- 
sinesi. • 

— Sulla vita e le opere dì detto Rodriquez, notizie in quesfol* 
timo giornale, marzo 1846. 

• Carm* iK^e^ra. Pittura a fresco dell' Intonato Zancleo, sorpren- 
dente scuperiadel messinese iVtc. Miller: ivi, n. 1. 

Carm. la Farina, Su d* uua tela d'Anlonello Heéaliba: ivi n. 4. 

Carlo Gemmellaro, Su d* una tela di Gir. la Manna pittor ca- 
lanese: nel giorn. Gioenio, 2^ serie t. L 

* 

Frane. Paolo Perez, %lla moderna piHura in Italia. Pai. 1845 
in-8\ 

Sopra due dipUiU A' (Hitio Sozzi: nel voi. il. delia Farfalletla 
giorn. di Mess. 1846 in-8". 



J^t. 11. MTTOIU 2Ì3 

MeiDorie i^toriohc di Giovanni, Nicolo, Franee$eOy AnUmino'e 
Michele Maffei, de* secoli XVI- VII. Iyì pag. i7. 

ìKc. Gra$$i Greco di Àci-Seale , Su aleoni dipieti de* Fraiélll 
Gius, e Frane. Vaccaro da Callagirone. Acireale i8S0 ìn-8^. 

fifiM. Groèèo Caeoparéo, Lettere sopra vart piitori: nel Gtom. 
di scienze ecc. di Pai. 1823, fase. 9, * Fur esse poi dall' autore 
libile e riprodotte col titolo 

— Lettere VII sulla pittura; pubblicate nel Maurolico, giom/dì 
less. 1833' Si. * In questo giornale altresì ha 1* aatoro Inserito 
dislinte memorie di AnJL. Cassini, Gius, la Face, Dom. Giunta- 
kcchi, \inc. Tuccari, ed altri pittori. 

— Sulle pitture del messineso AnloneUo Saliba^ al ca?. Frane. 
Pltemò Castello duca di Carcaci: nel giom, del Gabinetto Gioenio 
« Catania^ lì bim. i85l. 

fine. Bruno cappuccino, Ruoto metodo di colorire le intarsia- 
tore, e modo di fecilitame il traforo da applicarsi allo siilo Ro* 
caitie oggi in moda per oso de' mobili. Cat. i846 ii^rW. 

Saggio sulle epere di pittura e scoltura esposte nella R. Uni- 
versità di Palermo 1838 o segg. io-4^. * Di questa espostetone^ 
tedi pag. 287, ed appresso pag. 894. Vino. Pergola. 

Sùkf. Zurria, Vedute e monumenti antichi dì Catania in tavole 
lilografiche. Ivi in fol. 

JTelcAtor GaleoUi delle scuole pie , Sull* arte pittorica e sulle 
attuali dottrine della medesima. Pai. 1851 in-8^. 



TAGHIGRiPIA E GALLICIUFU 



Sabo. MorsOy Sistema di tachigrafia italiana , pel quale si puè 
apprendere senza maestro in pochi giorni T arte di scrivere cosi 
presto, come si parla. Pai. 1813 in-4^ 

Gius. Palermo, Grande album di calligrafia: Cento tafole in ra- 
me incise da* primi bulini del reale oiBcio topografico, adorile di 
Slemmi, nodi arabeschi, e sìmboli , Contenenti 160 alDiibeti delle 
dÌTcrse nazioni, usati nel corso di 34 secoli. Nap. 1852 in fol. 

ART. ni. SCOLTCRA 

Pochissime opere abbiamo di questo ramo distinto; giac- 
^hi altri ne scrìsse benri^ ma congiuntamedte alle altre arti^ 6 in 



294 CUSSB XU%. TCCHOLOfiU — SCZ. I. ARTI LIBERALI 

Iproposito d* allro argomeoto, siccome han fatlp ì descriltorì delle 
nostre chiese , gK illuslralori dei nostri musei , dei nostri teatri , 
delle piazze, deile gallerie, dove son delle statue. Oltre a questi 
abbiamo: 

Leon, ni lo Presti^ Nuova ed esatta descrizione del fobte esi^ 
stente nella piazza senatoria di Palermo. Quivi 1137 in*4®. * Vero 
aoloro di questa descrizione si vuole Giùeomo PetreUi , il quale 
in principio rammenta i tanti altri che avean descritta la stessa 
fontana: tra* quali vantaggiaiisi Ani. Veneziani e Staggio di Èe^ 
nedeUo, \e cui descrizioni serbansi nella libreria comunale. Que* 
st* ultimo ancora dilucida le statue delle quattro stagioni poste nei 
quattro cantoni. a piazza Vigliena. 

Frane.' M. Emmanuele , Delle statue ed obelischi di Palermo^ 

* Sta ms. nel voi. XII de' suoi Opuscoli pai. presso la libreria 
comunale. 

' Su* bassi rilievi scapiti dal sig^ Valerio ViUareùiey e già coHo^ 
cati nella cappella di s. Rosalia nel duomo di Palermo Ì&19 |o*8^. 

* latore a' è Gius. Torlorici. 

àgoèi. troUo, Notamente ragionalo delle opere di* Anionìo Gaf 
gini, dei suoi figli e delia sua scuola: leggesi in fondo al sue e*- 
logio storico del medesimo. Pai. 1821 in-4^. 

'— ^ Notizia JntornQ aU* arte dell* intaglio in legno dell* epoca an^ 
gioina: nelF Eflem. sicole tom. V p. 94. 

— Sopra una Baccante eseguita in marmo da VaL fiUareak : 
Mi t. Vili dell* Effemeridi sicole. 

P. Yinc. Bondicej Sopra uno sculto di Carm. di Slefano* Gal. 
183« iA-fi\ 

Vìi^. Pergole^ Saggio sulle opere di pittura e scoltura esiliaste 
neir università di Palermo 1838, e particolarmente sul Paride seol^ 
pilo da Nunzio Morello. Ivi in-4^. 

Sunto della storia della scoltura in Italia) di leop^ dcognarai 
nel I. XVIII, del Gfiornale letterario. 

,IAon. Vtjgro, Lettera a Ferd. Malvica su la statua di Francesco I 
(eseguita dal cav. Ani. Cali catanese): nel t. XLIX del Giom« dì 
scienze ecc. 

M. ÀnL .Seribani, Lettera si sig. Giac. Agnello su due baccanti 
scttlte da Foferìo FiUoreaie: ivi. * Altra lettera del proL* Agoi. 



■■» 



àjft. m. BtMvmt 195 

Imo^^ìcaif. Letterio Stagna sttease BaecÉBti, sta nel t. LI d'es- 
so Giornale. 

FU. Bartolammeo^ l rantaggi del bronzo sul marmo nelle sla^^ 
toe poste air aria aperta. Métti. 183d in»8*. 

— Sulla statua colossale di S. H. Fraoceioo I, modellata e fuM 
in brofizo da* fratelli LUteriOj Fraheesèo « diueope Subba da 
Messina. Quivi 1838 in-8^ ' 

Vino. Gianniy Elogio per delta statua, detto nella r. aecademU 
peloritana. Ivi 1838 u^\ 

Paolo Giudice^ Sopra Dom. Gagini (padre d* Antonio) scultore 
siciliano nei nn. 74 e 84 detl* Effemeridi sicolp. * In e^so n. 84 
(cb* è r ultimo di questo periodico) v' ba una lettera^ di Onofrio 
Abbate al prof, Ippolito KoseUini sopra 1* interpretasioiiie d* un Ido- 
letto egiiio; intorno a cui un'altra ne avea data quel professore 
iU nostro» inserita pure neln. 66 del Giom. di soienxelett. ed arti. 

Giamb. TaraUo prior eassioese, SuU* altare e statue d* argento 
del duomo di Monreale, Lettera al bar. Y. Mortillarp, nel t. LXIV 
del Giorn. di scienze ee. * Dcsorive i rilievi^ le figure, 1 cesella- 
menti di quell'ara massima, lavoratain Soma dal firanee8e.Ittig[i 
Yakidier per ordine di M. Testa 4sbe vi spese oltre a ilOOO scudi. 

Sul grande Ostensorio de' pp. Benedettini di s. Martino, lavoro 
di Gio. FecarroUa incisore e gioielliere di Pai. 1852 in-8^. 

Luigi If^zacM; Memoria sopra i sepolcri reali di Sicilia. Mess, 
1847 in-8^ 

Carlo GemmeUaroy Sopra un Crocefisso in avorio. Cat. 1840 ln*8f. 

finis. Groaio'Cueapa'rdi:, Aggiunte alle Memorie dello scultore 
Ign. Brugnani: nello Spettatore Zandeo, ^iorn. di Messina, t. I, 
p. 6». . 

— éritiseppe la Face, pittore è scultore: Ivi t. 11^ p. 6d. 

— Ballista Mazzolo^ scultore: ivi t. II, p. 328. 

— Giacomo del Daea scultore ed architelU) da €elriù: iiel Mau- 
rolico, noova serie t. I, p. 187. 

— * Paoto ed Ani, PUmù, incisori nel Maurolico^ nuova serie, %. n> 
p. 243. 

— Martino ^ Firenze, Gio. Nicolò , Francesca , iii(onùio e 
Michele Maffei, scultori, incisori ed architetti : nella Farfalielta, 
t. n, p. 17. 



296 CLASSE XXIX. TK£!IOi(KIU'— ftlU. I. ABTI LIBBRUI 

Uario Groisiy lUastrtziane delle statue di S. M.^ Franeeico I , 
e Ferdinando II, scolpite dal ca?. AtU. Calì^ ed esìstenti in Cata- 
nia: neir Iride notarese n. 52, Ifoyara 184.% 

i 

Cav. Agai. lùngo^ Su due gruppi ed una statua de- fratelli <?• 
ed A. Ca&. Cai. 1840 in^^ 

— Le tre Statue del CoAdeseritte. €at. 1853 in^4®. * Son queUe 
de' re nostri Ferdinando I e II e Franceseo I, inaugurate di fresee 
a Catania: v*ha d' esse le ta?oIe litografiche., e le apposte iscri- 
aionL 

-*- Sopra un basso rilievo modellato in creta da Jhmxté JVoreUo. 
Pai. 1853 in-8^ 

ART. IT. ARcmniTimA 

f 

Triplice; com'è nota, si è il genere 4* arebitetlura, ciWIe, na- 
vale, militare. Tutte e tre. fan parte delle matemaliche miste y in 
cui avrem potuto locarie, se non era nostro consigUo di non se- 
parare arti da arti, quelle cioè del disegno da quelle dell* indu- 
stria. Le opere arcbit€fttonlche a noi note sono qaest^'esse. 

numae M. NeapoiU pan. <^rd. JPraed;* Utriusque arrhitectu- 
rae compehdium in duòs libros divisum. Romae 1688 in-4^^ 

^— Breve i;islretto deir arcbitettura militare e fortificazione mo- 
derna offensiva e defensiva , estratta da* matematici più insigni. 
Pai.. 1723 in-4«. 

Ben. Coèironii pan. Ord. Praed. De militari architectura. * Leg- 
gesi in fondQ alla sua (c Borografla uoiversalis ». Pan. 1728 fòl. 
*- L* ingegnoso ritrovato di forlificaro con mirabile esattezza o- 

5 ni sorla di poligono regolare sopra Tidea del sig. Vauban. Pai. 
733.111^4^. * Tradotto dal latino per Leandro Maiorani discepolo 
dell* autore. 

-^ La civile arcbitettura castroniana , o Nuovo melode generale 
per trovare cqn un solo precetto tutte le principali membra in cia^ 
scbedun ordine di arcbitettura. * Lodasi dal Serio nelle giunte al 
Mongitore. 

Iacopo Ma$ò da' Siracusa/ Trattato dell* arcbitettura miHiare of- 
fensiva e difensiva, diviso in cinque parti. * Ricordasi dal Hongi* 
tore: ms. esistente appo il marcb. Ani. Pilo. 

Paolo Anutio àn Ciminna, Nuova pratica di prospettiva. * Que- 
st* opera fu menzionata tra* trattati generali di belle>arti. 

Agnino Daidone, Problemi adattati ai cinque termini della prò- 



ART. IV. auciutettura 297 

«pelliva portati dal Barozzi. * Coniengonsi nelfè sue Risposte ai 
problemi arilmelici di Mnc. ISocilla. Pai. 1706 in-8®. 

— Breve trattato de' cinque ordini dell* architettura , secondo 
le regole di Ine. Bàrozzt dn Mignoìa, Andrea Palladio e Vinc. 
Smmozzi, raccolti insieme, e compendiati per comodo de* prin- 
cipianti. Calasdbetta. 1714 in-4^. 

Gio. Amico da Trapani, L' architelto pratico, in cui con facilita 
si danno le regole per apprendere T architettura civile e militare, 
libri li, ciascuno in parli lY. Pai. iTi6'S0 in fol. fìgur. 

Disegni della nuova fabbrica dell' Albergo generale de* poveri 
eretta in Palermo dalla generosa sovrana munificenza di Carlo Bor- 
bone re delle due Sicilie. Pai. in Ibi. * Sono cinque gran tavole 
inventate dair architelto Orazio Furetto e incise dal sac^ Antonia 
Bava. 

• » 

Salv. Buda architetto, Memoria sopra la slabilità de' cassoni-im- 
piegaii nella costruzione, del molo di Catania 1819 ia-4^, 

Camir' lOi Farina, Su di un nuovo sarcofago chiesa nella de' pp/ 
Conventuali di Messina. Quivi 1822 in-4®. 

Gius. Lopresti Diss. apologetica su materie architettoniche e di 
storia. Girgenti 18^7 in-8^ 

Mario Mmumeci , Di3Corso per Iq ristabilimento della cattedra 
di architettura civile nell' università, dì Catania : nel t. ^XIX dei 
Giorn. di se. lett. ed ar(i. 

— Sistemi architettonici' di alcuni moderni, discussi in due me- 
morie. Cat. 1832 in-8\ 

* Una di esse memorie è di liji ; 1' altra dpi cav. Carlo F^d/ 
Wiebeking dotto alemanno. 

— Su r attitudine delle materie vulcaniche alle arti sussidiarie 
dell' architéllura. Cat. 18|0 in-8^, 

— In che l'architettura nello stato attuale di conoscenze può 
giovarsi delle scoperte monumentali, memoria. Ivi Ì8i6 in-8^. 

Architettura moderna della Sicilia , ^ssia Raccolta de' più bei 
inonumenli sacri e degli edifizi pubblici e particolari misurati e 
disegnali da G. Jlittorff e L. Zanth archiletli, Parigi 1826 in fol. 
* Opera francese compresa in 18 distiibuzioni, con tavole in ra- 
me e testo di spiegazione. 

Questi autori stranieri hanno pur disegnali e in altra opera pubr 
blicati i monumenti più antichi di (j[ucsl* Isola da lor visitala. 

38 • 



208 CIASRK XXiX. TECNOLOGIA — SKZ. U ARTI LIBERALI 

Tino, degli liberti , Saggi militari precipua menle speltanti alle 
fortincaziòni. Pai. 1830 in-S"". 

— Proposta di alcune osserTazioni ed ammende al Corso di for- 
tificazione. Hess. 1839 in-8^. Questo corso è del francese Savart^ 
che corretto e migliorato da Angoyat e da altri fu traslato in ita- 
liano a Napoli 1835. 

Lor. Maddem, Memoria sul modo di fiibbricare in terreni fra- 
nosi. Cat. 18. . . 

Sopra alcune operò architettoniche inventate e disegnate per 
CikfXo Falconieri da Messina, cenni artistici dell* autore delle Me- 
morie de' pittori messinesi {Gius. Grosso Cacopardi). Quivi 1832 
ÌD-8^. * Di costui pur abbiamo parecchie Memorie intorno a Doni. 
Giuntalocchi, Nat. tlasuccio, Martin da Firenze , Nicola Uaffei 
ed altri architetti, ne* diversi giornali di quella città: come fu dello. 

« 

SifÀS. Caldara, Memorie architettoniche. Pai. 1837 in-4^. 

•^ Risposta alle osservazioni di un anonimo su dette memorie. 
Ivi 1839 in-4«. 

Giamb. Castiglia, Sul metodo di fondìizione da seguirsi, e sui 
guasti accaduti nella costruzione del nuovo carcere di Palermo. 
Ivi 1838 in-4\ 

Pietro Gallo, Considerazioni su 1* ordine dorico. Pai. 1839 in-8V 

Carlo Falconieri ^ Ricerche intorno al bello dell' archìteflura , 
dedotte dalla estetica, dalla storia e da' monumenti, con brevi ri- 
flessioni sullo slato attuale dì essa in Italia. PaL 1840 in-8®. 

Agat. Longo , Discorsi archilettoùici pronunziati per laurea in 
architettura civile. Cai. 1840 in-8\ 

Giamb. Calapaj, Sugli studi che dovran precedere agli ammae- 
stramenti di archilettiiira; nello Scilla e Cariddi, an. IH , fase. 2. 
Mess. 1849 in-8^ 

Carm. ScitUo-Patti, Nuovo metodo per la desòrizione della vo- 
luta del capitello ionico. Càt. 1850 in-8^ 

— Discorso pronunziato nella grand' aula dell' università per lau- 
icea in architettura civile: nel giornale gioenio. Ivi 1831 , bim. Y. 

— Sul monumento sepolcrale eretto in Catania alla memòria di 
Mario Mummeci. Ivi 18S4 in -8"^. 

Gius. Dimartino , Cenno sui progetti della nuova gran Dogana 



AUT. IV. ARCHI^TBTTVIU 299 

Casa sanilarìa, sul prolungamento del braccio della Garilla , di 
una nuova Staterà malemalìca e di un novello Teatro per. Paler- 
mo, Ivi i8S3 in-4**, con tavole icnografiche. 

Mich. Tedeèchi^ Sul luogo ove nel molo* in Catania elevarsi un 
gran farò, e sul 4;enere dei medésimo: nel Giornale gioenio, nuo* 
va serie, marzo I8S4. 

Sui lavori del molo di Catania , Lettere di un Catanese. Ivi 
1843 in-8*. 

SEZIONE li. 

» 

AUTI CAVAILKRESCnE 

Entrano pure nel piano d' una istruzione cavalleresca le belle 
arti^ di che si è già detto. Entra la musica, cosi stromentale, co- 
me vocale; e di essa cennammo i maestri e scrittori nella sez. YL 
della classe XVII. 

Entra V etica, la politica^ la pedagogia , di che fu parola nella 
classe XV. Entrano insomma quelle utili facoltà che conducono a 
Tantaggiare la famiglia, la patria, la nazione; e quelle ingenue di- 
scipline che addiconsi alla educazion liberale di buon cavaliere. 

La scienza del Blasone la è pur tutta propria dei nobili: Tal è 
pur quella dei diversi titoli di nobiltà, quella dei diiTerènli Ordini 
di cavalleria, quella delle genealogie d'illustri casali: alle quali 
tutte cose dedicammo già noi la sez. II della classe V. 

IXè per altro didimo noi qui le citate indicazioni, se non per di- 
mostrare aver già decorsi tulli codesti cammini ed esser già pros- 
simi alla mi-la del bibliografico nostro viaggio. Per la qual cosa, 
dopo aver avvertito quali esser vogliono gli studi pertinenti alla 
coltura intellettuale d* un bennato, non altro ci resta salvochè ad- 
ditare le opere di esercizio $?innastico ^ conducenti in un medesi- 
mo e alla conservazione della sanità e air esilaramento dell* animo 
e al ben condursi nella società e al ben parere della persona. 

SiiTatti esercizi riduconsi alla giostra, alla scherma , ai giuochi 
vari, alla danza. 

ARTICOLO UNICO 

GIOSTRA, SCHERMA^ GlVOCUf/ DA^ZA 

Friderici li imp. et Sic. regis , De arie venandi cura avibus :, 
cum additionibus ilfanfredi regis Sic. addita nonnulla Alberti Ha* 
gni sub nomine de Falconibus, Asturìbus et Accipitribus. Augustae 
Vindelicorura 1576 in-8*. 



300 CLASSE XXIX. TECNOLOGIA — SI^Z. II. ARTI CAVALLERESCIIE 

— Reliqua libromm de nric venandi cum avibu3, parlcs II. Lip- 
siae 1788 in 4^. * Opere qui riferite,^ perchè di esercizi corporali. 

Ant. Ansatone messinese, Il cavaliere descritto in IH libri: nel 
I de* quali si ragiona delle preminenze, bel II de' giuochi, nel III 
degli spellaceli cavallereschi. Mess. 1629 in-i"*. 

— Il torneo a piede, o combaJlimenlo alla sbarra dei signóri ca- 
\alieri della stella. Ivi 1637 in-r. ^ 

Frane. Tedesco baron del Casale, Il cavalier della lancia , ove 
s insegna la disciplina di ben esercitarsi a cavallo e a pie nei 
giuochi militari. Catania 1649 in-i*** 

— Le cacce del regno di Sicilia. * ftiniase ms. presso gli ere- 
di in Catania. » 

Yrnc. Auriay La Giostra, discorso islorico sopra V origine di essa 
in vàrie parti dell^ Europa, e della sua introduzione ed uso anlico 
e moderno nella città di Pai. 1690 in^''. 

I Iributi d'Euterpe alle glorie delle maestà cattoliche per li 
trionfi guerrieri delle giostre consagrati alla fama per rendere e- 
lerno il coro de' guerrieri d' Greto. Pah 1690 in4®* * Sono 12 
sonetti in laude d' altrettanti giostratori. 



ito«Ml 



Gius. Morsicato, Lii schertfha illustrala, per la cui teorica e pra- 
tica si può arrivare con facilità alla difesa ed offesa, necessaria 
neir occasione di assalti nemici, parte L Pai. 1670 in foL 

— ' Parte 11^ ove si dimostra il vero maneggio della spada e del 
pugnale^ col modo di adoperare la cappa » il borchiero e la ro- 
tella di notte. Ivi 1673 in foK 

Gius. Villardilay La scherma illustrata^ ridotta in compendio. 
Pai. 1670 in-8^ 

Costantino Calonero detto Àrgheli , Scienza pratica ^ir uomo , 
ovvero modo per superare la forza coir uso regolalo della spada. 
Roma 1714 in-8\ 

Blasco Florio, Discorso sull* utilità della scherma. Mess. 1823, 
e Cai. 1828 in-8^ 
— La scienza e V arte della scherma. Cat. 1831 e 44 in-8*^. 

Calcedònio Carnazza da, Catania, Ceiftio. storico sui vari sistemi 
della scherma. Ivi 1828 in-S"". 
— Circa cento apotcgmi sulla sclierma. Ivi 1838 1n-8^* 



ABT. unico. GIOSTRA^ SCHElllU, GIUOCIII9 DAUZA 301 

— CònoscemEa d* intenzioni nella scherma. Ivi 18^9 in-8^. 

— Critica sopra talune proposizioni di schcroia. Ivi 1840 in-S**. 

— Studio, pratico autodidattico della saherma. Ivi 1845 in-8^. 

— Critica sopra alcuni articoli di scherma. Ivi 1848 in-8^. 

Silv. la Farina, Risposta ad un articolo anonimo, pubblicato in 
occasione di un' Accademia di scherma data dal sig. P. FonHo. 
Mess. 1836 in-8\ • ' 

Frane. Perez , Manuale di ginnastica compilato sullo migliori 
opere tedesche, francesi ed inglesi. Torino 1851 in-18^ * Si an- 
nunzia colle iniziali F. P. 



Andrea Cavallaro, Trattato sul ballo di società contenente lo- 
rigine e i progressi; la teoria e la pratica ^ accompagnato da un 
metodo breviativo e da figure dimostrative. Pai. 1843 in-8^. 

-Vinc. cf iintcò , Nuoto danze inglesi per le sale di ballo. Pai. 
1844 in-12^. * Qui aggiungiamo i seguenti autori di musiche da balli. 

Quintiglia per piano forte, tratta dalla IVorma , musica dì fine. 
Bellini. Pai. in fol. 

Cinque Walser di diversi autori per piaao-forte. Ivi in foK 

Andrea Mangeruva, Nuovo metodo di formar migliaia di Walser 
senza scienza dfi musica, servendosi delle sole quattro prime re- 
gole dell' aritmetica. Pai. 1839 in-8''. 

Discorso sul metodo di comporre delle quatriglie senza nozioni 
musicali, ad imitazione del Mangeruva, con tavole. Ivi in-4®. 



Frane. Landolina e Rao, Lo studio in lega col giuoco per in- 
trodurre nelle scienze i giovani men vogliosi; pensiero abbozzato 
sulla geografia^ e indicato per altre materie. Cat. 1137 in-4^. « 

RoUina o Mezzi di vincere nel giuoco. Pai. 1819 ìq-8^. 

Pietro Carrera, Il giuoco degli ^scacchi in otto libri, ne' quali 
s'insegnano i precetti, lo uscite e i tratti posticci di osso, e se 
ne discorro la vera origine. MilUellò 1616 in-4®. * Su questo giuoco 
aveano scritto e Gir. Yida ispano, e Greg. Duce bresciano e Ale$8. 



302 €IA3S1K XXIX. TECNOLOGIA — SKZ. li. ARTI CAVALLBAESCUC 

Salvia napolilano e più altri, dì cui lo slesso Carrera intessc la 
lisla nel capo ullimo del libro 1. E poiché conlra lui il citalo Sal- 
vie pubblico un* Apologia a Napoli 1034 in-i^; egli sotto nome di 
Yalenlino Vespaio mise fuori 

— Risposta in difesa di D. Pietro Carrera. Catania 1635 in-4*^. 

Frane. AoeU da Milazzo, La Corona, ovvero il giuoco degli asili, 
nuova invenzione. Ven, 1676 in-i2®. 

Manuale per Tuomo di buon tono, ovvero cerimoniale della 
buona società con una scelta di graziosi giuochi di compagnia. Pai. 
1830 in-12**. (Irad. dal francese per T avv. Gius, di Lorenzo). 

Gius, la Farina, Sui giuochi di carie: nel Faro, giorn. di Mess. 
l. IH, 1837 in-8^ 

Regole sul giuoco della chinola^ scrìU<!^ colla maggior precisione 
e chiarezza. Pai. 1849 in-8^ 

Regole sul giuoco del mediai, del tresette e degli scacchi. Pai. 
1832 in-8\ 

Manuale de* giuochi destro-fisici del cav. Bosco, spiegati ad in- 
iclligenza d'ogni persona. Pai. ,1834 in-16\ 

Stef. d* Amico i Vari componimenti di giuochi. * LascioHi mss. 
alla libreria di s. Martino da lui grandemente ampliata mentre fu 
abbate di quel monastero. 

Frane. M. Emmanucle march, dì Villabianca , De* giuochi po- 
polareschi che si facevano in alcuni lempi a Palermo. * Sia nel 
voi. XIII de' suoi Opuscoli pai. mss. presso la libreria comunelle. 
Descrive i giuochi del caslello, del maestro di campo^ dell' oca o 
della papera^ la guerra de' lazzari , i loro duelli , il balio deli 
schiavi, le loro corse, la cuccagna, ecc. 

— Giuochi' volgari si di mano come di sorte, usali in Sicilia. 

* Descrive la hassella, il bigliardo, il biribisso, i dadi, la morra, 
il lotto, ii pallone, l' ombre, i tarocchi , il iresellc , gli scacchi ] 
il trucco, il tocco, ecc. Sta nel voi. XVJII come il seguente. 

— De' giuochi bellici cavallereschi usali in Sicilia. * Ciò erano 
le giostre, le quadriglie, la quintana^ i caroselli, lo stalTermo, il 
giuoco delle canno o dell' anello, della balestra, del loro, del pa- 
lio o sia' del corso, degli argonauti, dei tornei, ecc. 

Riflessioni umiliate a S. M. sull' affilio del giuoco-Iollo. Nap« 
1783 in4^ * L'anonimo espone i danni da questo giuoco prove- 
gnenli al pubblico e a' privali interessi. 



ART. UNICO. GIOSTRA) SCHERMA, DAIIZA^ CUOCHI 



303 



Alberto Falconieri^ Il regolista del lotto di Na{K)li istraito per 
utile divertimento dei dilettanti giuocatori. Pai. 1792 in-8^. 

La vera spiegazione de* sogni, ossia Modo di poter divertirsi e 
prendersi spasso i signori giocatori del regio lotto ; con una co- 
piosa lista delle airti e inestieH per ordine alfabeto ^, tavole delle 
quantità d* ambi e terni » le novanta figure e la tariffa dei prezzi. 
Pai. 1834 e 55 in-^2^ 

Gius. Cosano, Analisi dal giuoco dèi rosso e nero , ed Esame 
de' diversi metodi tenuti in giocarlo con. delle riflessioni .tendenti 
a diminuire i vantaggi del banchiere. Pai. 1818 in-16^. 

SEZIONE III. 



ARTI MECCANICHE 

A quesf ultimo ramo riduciamo le poche opere concernenti a 
macchine^ a fabbriche , a manifatture: e con ciò , suggelliamo la 
classe e la trattazion politecnica. . . 

• ' * * 

ARTICOLO UNICO 

HACCUlOiE^ HAlilFATTCRE 

Gius. Logoteia^ Il traffico antico delle manifatture siciliane: sta 
nella nuova raccolta d' Opusc. sic. t. YI. 

Giamb. Roccheili , Sulle manifatture pel regno di Sicilia. PaU 
. 1814 in-8^ 

Raccolta di memorie sulla fabbricazione del salnitro in Sicilia, 
con varie figure esprimenti le macchine, \oll. II. Pai. 1819 in-8^. 

Ros. Gregorio^ Suirai^le di tesser drappi in Sicilia: trai suoi 
Discorsi stampali al 1821, 31 e 45. 

Greg.' LiardOs Sopra uà telaio di nuova costruzione dell* ab. di 
Blasi: nel Giornale di scienze ecc. n. 26. Pai. 1826 in-8^. 

Pasq. Cahi, Sulla necessità delle manifatture in Sicilia: neH. 
IX di dello. ' 

Ros. Caruso macchinista. Istoria delle macchine a cardare e fi* 
-lare il cotone^ la lana, il lino^ ed il canape, dalla loro introdu- 
zione in Francia fino a' tempi presentì. Pai. 1825 in-4**. 



304 CLASSE XXIX. TECNOLOGIA — SEZ. III. ARTI MECCAHICHE 

— Istruzioni per adoperare ila camera lucida costruita nel labo- 
ratorio d* ottica. Ivi 1828 in-i^". 

— ^^ Sulla maniera di colorire la carta marmorea e di preparare 
il cloruro di calce: ne' tomi XXV e XXVI di suddetto giorn. 

—"Archivio tecnologico, o Raccolta periodica delle moderne in* 
venzioni sulle arti e manifatture fatte in Francia, Inghilterra, Ale- 
magna, ed altri paesi industriosi ecc. t. I. Ivi 1830 in-8^. * Que- 
sta compilazione non die più che tre fascicoli da maggio a luglio 
di dett' anno. 

' Su' pregassi delle' principali arti e manifatture in Sicilia, pro- 
spetto statistico: in fondo al t. XXI di detto giorn. * Quest* è il 
programma d' mi grande lavoro che dovea compilarsi. 

Luigi Kicolosi Reitano, Degli ostacoli che si oppongono ai pro- 
gressi delle arti e delle manifatture^ e de* mezzi di rimuoverli; nel 
t. XXIII di detto. 

4 
\ 

Cav. Paolo BarloUa , Diss. $e siano utili o svantaggiosi nello 
stato polìtico 1 progressi dell* industrhi manifatturiera: nel t. XXXIV 
di detto. 

Alessio Scigliani, Cenni sopra alcuni rami principali d* industria 
degli abitanti del valle di Catania: nel t. XLIV del medesimo. 

Emm. Sinatra dei Grammichele^ Discorso snir agricoltura arti e 
manifatture di Sicilia: nel n. 134 di detto, e nel 34 dell' EfTéme- 
ridi sicole. 

Salv. d' Acquista da Racalmuto , Proposta d' una macchina pel 
moto perpetuq: nel t. LY di detto giornale. ^ Ne presenta il di- 
segno, ne spiega il meccafiismo: ma finora non si è provata. 

Jlfano ilfu^umect , Deir antico uso di diverse specie di carta e 
del magistero' di fabbricarla: nel t. Ili, sem. II<legli Atti Gioeni. 

Èmm» Yiola , Memoria sulla utilità della legge che vieta o li- 
mita r estrazione delle, materie prime ad oggetto di favorire le ma- 
nifatture nazionali. Pai. 1828 in-S"^. 

Gaet. la Loggia, Saggio economico-politico per la introduzione 
delle manifatture. Pai. 1830 in-8^ 

Ferd. Màhiica, Considerazioni intorno il R. Istituto d' incorag- 
giamento d' agricoltura arti e mestieri per la Sicilia. Pai. 1832 in-S""* 



ART* UNICO. NACGHlIfE B BIANlFATTURE SOS 

Cataloghi de' saggi d* industria nazionale , presentati nella 80« 
lenne esposizione fatta dal R. Istituto d' incoraggiamento di agri- 
coltura arti e manifalluro. Pai. 1836 e segg. in-4^. 

Commessione provvisoria per le fabbriche d* industria. Pai. 
1833 in-8^ 

FiL Fodera » Ragguagli sulle macchine da fondere zolfi; Pah 
'1833 in.8^ 

Gioacch. Romeo, Piano per la scuola di chimica applicata alle 
arti. Fa!. 1837 in-8^ 

Ani. di Giacomo , Discorso suli* introduzione delle arti , delle 
manifatture e delle macchine. Cat. 1841 in-8^. 

GaeU de Gaetani , Suli' indaco estratto dal poligono tintorio. 
Cat. 18. • . 
*—* Ragguaglio de' nuovi lavori sull'indaco indigeno. Ivi in-8^. 

Giusto Enea di Palermo^ Dimostrazioni di diverse macchine in- 
Tentale e costruite da lui. Pai. 1844 in-12^. 

Cav, Mario Rizzarla Dell* industria de* tessati di cotone ^di 
seta in Catania 1846 in-8^ 
* — Sua decadenza e mezzi di rivelamento. Ivi in-8^« 

Il cotone esplo^vo (cioè da polvere di fuoco): Memoria presen- 
tata al R, Istituto d* inroraggiamento da Pietro Dcleschamps, di- 
rettore dei travagli chimici nella fabbrica di F, À. Perry e C. in 
Pah 1848 in-8*. 

Gio. Galbo Paterno baronello di Montenero^ Suir arte cerarne- 
grafica (cioè de* lavori figulini e dipinti) in Sicilia, e sugli espe- 
riménti che si sono a'' nostri giorni' eseguili. Pai. 1848 in-8^. 

Gio. Previtera^ Sulle macchine (4i cui difende Y uso e ne mo- 
stra il vantaggio centra certuni avversi a tal* invenzioni): nel Gior; 
naie gioenio di Cat. 1831^ appendice al bimestre VI. ^ 




39 



CLASSE XXX< 



GIORNALI 



Eccoci alla parie postrema della Sicola Bibliografia. Non 
senza bella cagione abbiamo all'ultimo riserbato i giornali ; 
perocché sol essi dan vita, celebrità , popolarità a tutte le 
produzioni dell' umano ingegno : essi ne portano la notìzia 
ai più lontani lidi; essi ne dan giudizio del loro merito; essi 
sentenza pronunziano sulle buone o ree lor qualità. Ogni al- 
tra opera si limita ad uno od altro argomento; ad un gior- 
nale competono tutti quanti. 

E noto che il giornalismo, quale in oggi è in corso, ben- 
ché alcun vestigio se n' abbia negli Atti diurni citati da Tacito, 
pure non si vide circolar per Italia innanzi del secolo XVI. For- 
ma poi più regolare vestì in Francia verso la metà del secolo 
XYII; e già il Gamusat n' ebbe fornita in due tomi una Storia 
critica dei Giornali; deve. passa a rassegna quanti se n'erano 
pubblicati fino al 1134, quando fu stampata quell'opera. 

Ma dopo quel tempo il novero dei giornali è ricresciuto per 
sì str,aripata copia , che si rende omai faccenda d' impossibile 
riuscimento, chi prendesse a dar conto di tutti. Un catalogo 
sterminato ne pose il Fabricio in fronte al « Polyhistor littera- 
rius )) del Marofio da lui ripubblicato. 

Or noi, messi da canto i giornali stranieri, convertiamo per 
poco gli sguardi ai nazionali. 



307 

La lodevole usanza di raccogliere i fatli che giornalmente acca- 
devnn fra noi, e dirizzarne accurati diarii, «acque sul fare del se- 
colo XVII. Una scelta di amatori delle memorie patrie assunsero 
il pensiero di registrare di per di quanto avvenisse più degno di 
ricordanza: indi è venuta una tal continuata serie di utili commen- 
tar!, che dai 1600 ne offre notizie de' giornalieri sicoli avvenimenti 
fino a di nostri. 

Autori di codesti diarii furono FU. Parata, Bald. Zojtwparrone^ 
Giamb, la Rosa, Nic. Pai/merino, Vino. Auria^ AnU Xongitore , 
Frane. Emmanuele, Gaet. Alessi 

Di tali raccolte inedite e d* altrettali già pubblicate giovandosi 
il principe di Torremuzza , potè compilare un più ampio ed or- 
dinalo Giornale di Sicilia, che movendo dal 1072 discende al 1790. 
Ma cosi esso , come i precedenti, rimasti inediti , serbansi nelle 
nostre Biblioteche. 

Prima dì loro avea qualche altro incarnato un somigliante dise- 
gno. E valga per lutti il celebre Innocenzo Roccaforte^ palermi- 
tano di patria e poi eletto canonico , vicario e visilalor' generale 
di Catania dal vescovo suo zio Michelangelo Bonadics : il quale 
riempie due ampli volumi Intitolati u Giornale isterico di Sicilia 
dalla creazione del mondo fino air anno 1700 » : opera si vera- 
mente grandiosa, annunziala dal Nongiiore siccome prossima a ve- 
dere Ja luce, che mai più non vide. 

Se non che dallo stesso titolo ciascuno si accorge che quella 
era piuttosto una Cronologia storica^ simile a quella che poi mi- 
ser fuori Antonino Amico, Filadelfo Mngnos , \incenzo Auriay 
Francesco Aprile, Antonino Parisi, e più altri; anziché un gior- 
nale inteso nel senso che oggi dassi a questa parola. 

Dei giornali pertanto propriamente delti usciti fra nói, un Pro- 
spetto ne presentava, ir bar. Vincenzo Mortillarù nel t. IL del 
Giorn. di scienze ec. da sé diretto, ove dava giudizio de' princi- 
pali fra noi usciti fino al 1835. 

Dopo lui, Salv. Costanzo ci ragguagliava degli esistenti nel 1836, 
nel t. LVII di esso Giornale. Vllimanìente un Quadrone ha messo 
in luce il can. Gaspare Rossi nel num. 71 dell' Effemeridi sicole. 
Egli però si attenne a soli i giornali letlerart, né di questi serbò 
altr' ordine, dal cronologico in fuori^ cominciando dal 1736, e so- 
stando al 1829. - 

Noi ci sludieremo di rendere più compiuto è meglio ordinato 
l'elenco. E primamente divìderemo i .giornali . della capitale da 
quelli delle provincie. Or poiché i primi e per numero e per va- 
rietà sorpassano di lunga mano i secóndi, imperò verranno ripar- 
lili di nuovo in varie classi. 



308 CLASSE XXX. CIOIUMM 

SEZIONE I. 

(UORIVALl DI PALKRHO 

Filippo Minolfi rendè (pubblico a Palermo 1837 in-8^ mi sao 
(( Cenno intorno ai giornali e alla coltura siciliana » ; dofe anzi" 
che di essi in ìspecie, tratta in genere dei gusto per essi oggi pre- 
Talso tra noi. Tal cenno fa« pur di Proemio al l. LVlf del Gior- 
nale di scienze ecc. cui siegue una Rivista de' giornali siciliani 
per queir anno 1836. 

Un tal gusto, giunto per alcuni a mania, ci si fa troppo visìbile 
dallo sfrabocchevoie molùplicare òhe di quesf ultima età ban fallo 
codeste periodiche pubblicazioni. ]\oi dunque , a cessar confusio^ 
ne^ scomparlirem(» i giornali palermitani in queste otlo: categorie, 
di politici, letterari, medici, misti, econoifnici^ agronomici^ eccle- 
siastici, costituzionali. 

Innanzi però di scendere a questa rassegna, vogliamo animonirtf 
chi legge, qualmente noi qui non altro daremo fuorché i liioli, 
gli anni, e di taluni la durata e i redattori. Voler anco dare la 
contenenza di ciascheduno^ ciò sarebbe proprio un non finirla; e 
poi questo dei principali ci troviamo aver già fallo in piii luoghi 
dove la stessa materia il richiedeva. 

Cosi, per gra/ia d'esempio, neHa sezione IV della classe VI, 
troverai gli estratti dei giornali ecclesiastici; nella sez. I della clas-' 
se XVI il contenuto del giornale di Statistica; e deir Istilulo d'in- 
coraggiamento ^ e Cosi via via^ Il presente luogo contentasi alla 
semplice e nuda enumerazione di quanti ne son compariti fino alla 
presente giornata. Questo catalogo nbn rfuscirà^ mi confida^ ni 
discaro né disutile agli amatori delle notizie patrie^ 

ART. I. CIOMALI POLITIU 

Cosi chiamansi generalmente i periodici che ci ragguagliano sulle 
notizie del giorno, benché noa tulle sieno a rigore politiche, ma 
altre civili, altre militari, altre scientifiche, altre commerciali ecc. 
Il titolo dunque lor viene dalla [farle potissima, e non dal totale. 

I giornali che in questo, articolo mentoviamo si aspettano ai tem- 
pi che precorsero la rivoluzione del 184^. Quei di quest'anno, 
essendo cresciuti a dismisura, formeranno soli essi un'articolo a 
parte. 

Giornale di Sicilia: usciva a numeri ogni mese. Pai. 1794 e 
segg. in-4^. 

Notizie ufficiali. Pai, 1807 ia-4®. * Davan ragguagli delle guerre 
di allora. 



iRT. I. eiOMAU POIITICI 309 

Giornale politico e letterario di Palermo 1810-12. * Comprende 
gli atti del governo e le notizie dell* estero. 

Periodico di Sicilia. Ivi 1812 in4\ 

La Cronaca, giorn. costituzionale di Palermo. 1812 e segg. * Ri-* 
porta gli alti del nuovo parlamento durato fra noi fino ai 181i , 
quando il re fece ritorno a Napoli. 

Monitore delle due Sicilie^ redatto dagl* Inglesi dimoi^anti a Pa^ 
lermo 1812-13. 

Giornale di Palermo, fogUo.ministeriale che contiene gli atti del 
governo, 1813 e segg. * Succeduta nel 1820 la rivoluzione e sta- 
bilita la coslìluzione, ricomparve col titolo: Giornale costituzionale 
di Palermo; ma poi nel marzo s<!guenle riprese il primo titolo , 
Quando fu abolita la costituzione, e continuò fino a tutto il 1823. 

Registro politico della Sicilia, 1813-lS. 

Giornale patriottico. PaL 1814-16-20^23. * N* era direttore il 
cav* GiOé AcetOé- 

Gazzetta, il Corriere di Sicilia» 1814. 

^ il Parlamento costituzionale, 1814. 

Giornale della Camera' de' Comuni del Parlamento, 1814. 

Giornale municipale di Palermo, 1813-16. * Si limitava alle cose 
di questa capitale* 

Gazzetta universale per la Sicilia, 1813. 

tn gran foglio di Sicilia, 1816-20. * 

Giornale siciliano, 1817. 

La Fenice^ giornale durante la rivoluzione del 1820. 

L'Amico del popolo, 1821. 

La Rana 1821-22. * Riportava gli atti del parlamento nazionale, 
e le notizie interne ed estere. v 

Il Mercurio Siculo, giornale politico, letterario e di commercio^ 
1823-28. 



31(1 aASSE XXX. GlOmjlALl— SKX. I. DI PALCRHO 

L' Erice, gioro. di due fogli la seUiaiana, t832. 

II Telegrafo, giornale politico e letterario, 1834-35. 

La Rivista, foglio periodico, che si dava in supplimento al Gior« 
naie di Palermo, una volta la settimana. 

La Cerere , Giornale officiale di Palermo. * Dal marzo 1823 ^ 
quando cessò T anzidetto Giornale di Palermo, Cdmincìò quest*a^ 
Irò, redatto da Ani. Scaduti, ufficiale della R. Segreteria, che ha 
continuato fino a tutto il 1847: ed in esso si ha la parte officiale 
che riporta le leggi è gli atti del governo, e la non officiale che 
' ci ragguaglia delle notizie dell* Interno e dello straniero. 




zione 
cui d; 
litici degli anni seguenti fino ad oggi. 

ART. II. GIORNAII I<ETTERARÌ 

f 

Memorie per servire alla storia letteraria di Sicilia , compilate 
da Dom. Schiavo e da Gio. Evang. di Blasi, voi. IL Pai. 1756 
in-8®. * A dir vero, questo è meno un giornale che una serie d*ar<* 
ticoli seguitamente pubblicati^ de* quali demmo T elenco n^l 1. 1, 
p. 322 e segg. 

Notizie de* Letterati , per Io stesso di Blasi, tomi III. Pai. 1172 
in-4^. * Ebbèr durata d* un anno. 

Conversazione istruttiva, foglio interessante, num. 14, del 7 gena, 
al 7 aprile 1792 in.4*. 

Il Calendario dell' Osservatorio di l^alermo per Dom. MarahilH. 
Ivi 1803-16 ìn-18^ 

Deca delle belle arti, per Frane. Franco^ Giae. Agnello, e Pom- 
peo Inzenga. Ivi 1814 fol. * Durò sol quattro mesi. 

» 

Giornale <Ji Palermo , foglia letterario. Ivi 1814 in fol. * Era 
questo contemporaneo al Foglio ministeriale detto di sopra. 

Specchio delle scienze, o Giornale enciclopedico di Sicilia; de- 
posito letterario delle moderne cognizioni, pei sig. Cosi. Rafine- 
èque Schmallz inglese qui residente: fascicoli XII. Ivi 1813 in-S**. 



ART. II. GIORIfUI LETTERARÌ 311 

• - 

Il Mercurio sicolo, o sia collezione enciclopedica d' arti, scienze 
e belle lettere. Ivi 1818 in fol. 

L'Ape, gazzetta letteraria di Sicilia, per Gius. Indelicato ed 
ÀgosL Gallo. Ivi 1822 ìq-12''- 

L'Iride, giornale di scienze, lettere ed arti, pel bar. AnL Bi' 
vana Bernardiy tomi II. Ivi 1822 in-8^. 

Giornale di scienze lettere ed arti per la Sicilia; cominciato nel 
1829' da Agost. Gallo; continuato dal 1825 al 1833 dall' ab. Gius. 
Bertini; indi condotto fino al 1842 dal bar, Yinc. MortiUaro: to- 
mi LXXIX. * Fu questo il più ricco compilamenlo, e della pid lunga 
durata: ogni mese ne usciva un fascicolo sotto gli auspici del Dìret» 
tor generale di Polizia. In fronte al i. XLV V ha la storia delle 
vicende di questo giornale , e notizie di quei che V aveano pre> 
ceduto. 

— Nuova serie, pel medesimo iparch. Yinc. Mortillaro. Pai. 
1848. * Ne uscJron fuori gol 4 numeri. 

EITemeridi scientifiche e letterarie per la Sicilia , cominciate al . 
1832 da Franco Maccagnone principe di Granateìli , Mine. Mot- 
tillaro, Agost. Gallo, Ant. di Giovanni Mira, Ferd. Malvica , e 
Pietro Lama prìncipe di Scordia : ma ritiratisi gli altri , ne ri- 
mase la cura al solo JSalvica che ne continuò l'impresa fino al 
1840. * Come T antecedente, cosi quesl* altro giornale usciva per fa- 
scicoli ógni mese , che arrivarono ad 84 in voi. XXXI. Dell' uno 
e dell'altro abbiamo in pid luoghi presentate le contenenze. 

L' Indagatore siciliano, Giornale scientifico letterario artistico. Ivi 
1834 in-12**. * Compilatori n' erano Gius. Borghi, Ag. Gallo, Ant. 
Zerega; Salv. Aldesio. Ne dierono IV volumetti. 

# 

Il Siciliano, giornale di scienze, amena letteratura ed arti belle, 
di Sal/v. Costanzo ; ogni 15 giorni. Ivi 1837-38, in-4\ 

L' Occhio, giornale di scienze , amena letteratura e belle arti , 
di FU. Parlatore^ e di Placido Arena -Primo, bar. di HoAtechia- 
ro, ogni 13 di. Ivi 183» in.4\ 

L' Oreteo, giornale di utili conoscenze e letteratura , con inta- 
gli originali di Frane. Crispi Genova , un foglio per settimana. 
Ivi 1839 e seg. in-4\ 

Il Caffè, giornale letterario e belle arti, del bar. Yinc. Mortil- 
laro, due fogli al mese con quattro tavole litografiche. Ivi 1839, 

in m. 



312 CLiSSB XXX. GlOmViU— SEZ. U DI PUERHO 

La Concordia, giornale siciliano, per Giacinto Cecini ed iiltri. 
Pai. 1840-41 in4^ due fogli al mese. 

L' Osservatore giornale scientiGco e leti, per la Sicilia j eompi-^ 
lato da Gius. Silvestri, Gir. Aréizzone ed altri. Pai. 1843 in-8^. 
— Nuova serie, 18444S. 

Appendice ali* Osservatore, foglio di annunzi, notizie ed articoli 
,d* ogni genere; due num. al mese, per Gius, SUvestri, 1845 fol. 

Annali scientifici e letterari per la Sicilia, diretti da Bem. Se- 
rio, e Carlo Garziay ivi 1842 in*8^. * Se ne pubblicarono soli due 
numeri. 

L*Ape sicola, di Gir. Àrdizzone, ogni 15 giorni. 

L'Utile per una società, due fogli al mese. 

La Falce^ giornale scientifico letterario e artistico , un numero 

al mese. Ivi 1844 e seg. in-4**. * Compilato da Vito Beltrani ptt 

la parte scientifica^ e da Gaet. Baita per la letteraria : uscirono 
in lutto num. 67. 

Il Didascalico, giornale scientifico letterario -ed ameno , compi- 
lato da Gio. Ani. Scoma , Gius. Giliberto e Ant. Prestana. Ivi 
1847 iii-8^. * Se ne pubblicarono 14 numeri. 

Antologia siciliana, del prof. Gius. Bandiera Bao, in-4^« 

Giornale della Commissioni di antichità e belle arti, in-4®. 

Giornale di scienze legali, di Fr. Cfispi Genova, ia-4^, 

n Contemporaneo, foglio periodico di. scienze^ lettere arti e me^ 
stìeri, ogni 15 ciorni. Pai. 1846 in-4^. Diretto da Ant. Buffo, che 
lo riprese e fini al 1850. 

Il Diadema, giornale per la Sicilia, con un* opp^ndice in ogni 
quaderno contenente i lavora della R. Accademia di scienze , let- 
teratura ed arti di Palermo diretto da Salv. Abbate e Migliore , 
un fascicolo al mese, 1851. In tutto n. 6. 

Giornale astronomico e meteorologico^ diretto da Dom. Bagona 
Scinà, direttor della specola e prof, d* astronomia; un numero o- 
gni 15 giorni, 1855 in fol. 



AUT. ih 6I0RTÌU LETTERAr! JH 

Rlfista sctentifiea letferaHa ed artistica per la Sicilia; diretta dal 
cav. Dom. Yeniimiglia, si pubblicava ogni mese, I83S ìn-i*. ♦ k 
questa successe 11 Poligrafo^ diretto dal inede$imo^ ogni inese un 
fase. 1856 fn-8% 

• - 

^ AnT. III. GIORNALI 9IFDICI 

Com'è' amplissimo il campo delle scienze mediche, cosi a molti 
giornali .ha fatto luogo, e questi di vari rami, cioè di clinica, di 
pratica, di omiopatia^ di chirurgia, ecc. 

Sarebbe da desiderare che Y esempio dei nostri medici venisse 
imitato dai nostri legisti , è che essi pure fornissero un giornale 
di sicola Giurisprudenza, come ne hanno di molti le altre nazioni. 
Di questa facoltà ne fu cominciato uno qui a Palermo, che ripor- 
teremo tra j giornali ipisti; e uno a Messina, di cui appresso. 

Giornale medico, o sia Osservazioni cliniche fatte dal dr. Frano. 
Calcagni nello Spedale grande di Palermo , da settembre 1813 
a fcbbrarol8i6. 

Giornale clinico della cura e metodo praticato nello spedale 
provvisorio eretto in Palermo nella valle de* Golii al Pino in oc- 
casione .del tifo petecchiale del 1817^ compilato da (rio. Seiheita^ 
1819 in.8^ 

Kuovo giornale di scelta letteratura fisico-medica per la Sicilia, 
di Andrea CandiilOTO\ fascicoli III. Ivi 1822 \fì-V. 

Nuovo archivio universale di soieni^e, dello slesso autore, fase. 
l. Ivi 1822 in-4\ 

Giornale d* osservazioni medico-pratiche nello Spedale grande e 
nuovo di Palermo, per Ant. Longù, Ivi 1822 in-8®. 

Poche consideriiziopi sul detto giòrnalo, dirette al compilatore. 
Ivi 1822 in-8". 

■ 

Giornale vaccinico del dr. Gius. Cutrom ed altri. Ivi 1823 e 
seg. in-8*. IV volumi. 

Giornale di clinica medica , stabilita in detto Spedale sin dalf 
r anno 1826 , compilato per lo stesso dottore , con qualc4ie me- 
moria del dr. Pietro Polare ad ogni fascicolo. Ivi 1829, e ripi- 
gliato nel 1831 in-8% 

io 



814 casse xkx. gioiinau— «bz. i. »i paleamq 

Giornale delle scienze mediche, compilalo da yari, e diritto dal 
dr, /tem. Greco. Ivi 1830 |n-8^ 

». ■ ^ - • 

• a 

Giornale patologico medico-chirurgico dell' ospedale delle prir 
jsioni di Palermo, per Toimi^. la Bussa. Ivi 1833 in-8^, 

' Archivt di medicina e chirurgia per la Sicilia, per Gàet, Algeri^ 
foj^Kcmi. Ivi. 1834 in-8?. 



Giornale di medicina pratica per }a Cicilia , d^r ab, Carmeki 
fom, Ivrl835f inr8% 

Giornale di scienze u^ediche per ìe^ Sliqilia, ()i QwL Alg0ri, yqÌ. 
¥1. Jvi 1835-36 in.^\ 

Annali di Medicinii omiopatica per la Sicili£|, d'ini, de £faiii, 
^ol. 3m. Ivi 183341 in:8\ ' 

La clinica chirurgica dello Spedalo civico di Balermo, per Sia, 
portone e Giov. Salmiy fase. II. lyi 1838 ^ 40 in-8**. 

Giornale patologico doUa Casa dQ; matti per jV^cmc. JP^nioceci 
pedice di detta Casa. Pai. }838inr8''. "^ Diede egli poi un Saggici - 
sulla Btalistìqa medica di detta casa nel 1839, «* poscia le Osser- 
vazioni suir alienazionq mentitile in d^tta Casa. Ivi 1841 ii|-8^v 

Giorhale di vaccinazione per la Sicilia compilato di)l dott. Ani* 
(le Blasi. Pai. 1841 è seg. in-8*: un fascicolo per semestre. 

L' Ingrassia , Giornale delle sciente mediche per la Sicilia , oq 
fascicolo ad' ogni bimestre. Pai. 1842 in-8®. ^ P(ie. Cervello ^ udp 
qe' compilatori ^ vi premise la breve slori^ della medicina in Sir 
cilia. 

— Sei:ie II, compilala da Oae^, Costanzo. Ivi 1831 inr^S^. 

Il Raggiò, giornale n^edicQ-chirurgicq, del dott. Sep. Confolfi t 
1845 in-4^; ^ Uscirlo soltanto i primi quattro ni^iqerì. 

Rivista di scienze n^edicbe , diretta da Gius. Ban^erUj qn fa^ 
§cicoliQ> à bimestre, 1846 in-S"*» 

QuIIcUìmo omiopatico, del j^edeslmo, qgni n^ese, il84if in-8\ 

V Ingrassia , Giornal anatomico^ compilato dal detto Cof <Of^£Q« 
p pilinero o^ni prin[iQ d\ mesQ. Pai. l8S0rSl ipr8*, 



àltt. III. ttlORftÀU ttKbict 3lS 

• 

ntatmèmatin, Giornale omiopatico di Sidlia, diretto da^ dotte 
Cataldo CavaUarOj Mich. Palmeri, Frane. BertucHy con memo-^ 
He di tari membri dell' istituto omiopatico di Palermo 18$ t in-4*: 
un numero al mese* 

Il Paracelso, giorn. di chiroica-medica e farmacia, compilato da 
FU. Caloria prof, di chimica nella ti. Università di Pal« i6S2 in-8\ 

L* Osservatore medico^ per Salo. Cacopùrdo. Pai. 1852 in-8^* 
• Un fascicolo a bimestre • 

Annali clinici dello spedale civico di l^alérmo, compilato dai àoU 
tori Ferrara, ManzèUa, Moleìi, LocùsciOy Castagnétta. Pai. 1852 
in-8®4 * Un volume a semestre, contenente la parte I medica, la 
Il chirurgica, la III clinica. 

Il Pisani, giornale psichiatrico della l*eal Casa de* matti di Pai. 
1853 in-8^. * Un fascicolo per trimestre , compilato dal dottor > 
Gaetano Costanzo. 

La Rirista, giornale scientifico dell' Accademia omiopatica, diretto 
daU' ab. B. THpi. Pah Ì85S. * Esce a fasòicoll in4''* 

AliT. IT. GIORIfAU MISTI 

l)inominiamo cosi <)uelli che trattano di varie cose, coma a dire, 
di usanze, di mode, di teatri , di arti , non escluso qualche arti'» 
colo letterario* 

Rovelle miscellanee di Sicilia, pubblicate da Tinc. Émm* Ser^ 
giOf contenenti notizie politiche e letterarie. Pai. 1Ì64-67. 

Giornale di belle arti, 178S in4^ 

Il Portafoglio, giotoalé miscellaneo di Sicilia, 1815« 

Il Notiriario di Sicilia, 1815. 

Lo Spettatore siciliano, 1815. 

La Guida Sicula, del sig. Wick, 1816« 

Almanacco delle dame, per Biagio Piota, 1816-19 tn-18\ 

L' Industrioso e l' Oreteo: due periodici promossi da Leon. Vi» 
go nel 1826. 



3iC CUfuSE XXXé GlOBKALl-^SKZ. I* 01 ^ALfiRÉÓ 

L* Endclopedico, aUnanaeco per gli anni 1832 e segé in-IC^« 

Almanaeco del bel sesso, 1832 e segg. in^lS^« 

* 

Passatempo per le' dame, col figurino di moda , da Sief. Mira 
marchese di s. Giaciato , un foglio per setlimaua ^ toU. VI. Ivi 
1833-38 in-8V . 

Almanacco delle utili conoscenze, 1834 e seg. in-16^. 

Il Vapore, giornale islrultivo e dilettevole^ accompagnato dal fi-* 
gurino di moda, pel bar. Vino* MortiUaro e i fratelli idnares ; 
tre fògli al mese. Ivi 1834-37 « 

fiiornale armonico, dot figurino o con qualche carta di musica 
dei fratelli Chilardi. Ivi 1835. 

^ L* Imparziale giorn. di scienze ed amona letteratura , per OU, 
lo Bianco, 1836 e seg. in-4^. 

. La Fata galante, giornaletto di mode, varietà e teatri, per Gaet* 
là Fata e ttarco dal Fabbro; con figurino inciso dal sig« Wain- 
cker, e colorito dal sig. Burgio: ogni 18 di. Pai. 1^38 e segg. 

La Ruota, giorn. per la Sicilia compilato da Pasq. Pacini, Paola 
Morello, Frane. Aceto, Giamb. e Ben. Caéligtia, ogni IS dL Ivi 
1840 in foK 

» 

Gallerìa del Bon-ton per le dame , del march. Campotrianeo 
Milo, in-4^. 

Gallerìa del'Bon-ton^ gìordale di belle arti, amena letteratura 6 
teatri^ con la figurina dì moda , per Crispi Genova , 1842 ttt-4*« 

Gazzetta de' saloni, rivista palermitana, diretta da Saiv» Abbate 
e Migliore, 1844 in fol. 

Gazzetta de' tribunali, per una società di giuristi^ ogni mese, in-4^ 

L' Armonia, giornale politico, scientifico e letterario^ due Tolte 
la settimana , 1850 e seg^ in fól. * Ne è gerente Ant. Gatoagno^ 
molti gli estensori, direttore GaeL Somma. 

— Dal 1835 esce quattro volte la settimana. 

Il Buon-Ofuslo, giorn. istrullivo e dilettevole , ogoi giovedì, per 
Hen. Frodo, 1851 fol. 



ikf. IV. GlOiWAÙ ÉlSVl" m 

La tira, gionude artisUeo, lelterario, teatrale, ogni sabato: ge- 
rente Fr. SaifU-laurenL Pah 18S2 io fot. 
-— Nuova serie ricominciala nel 1854. 

Il Passatempo, foglio quotidiano^ dedicalo al bel sesso, per Ante 
Èmsitano, 18S2 foL 

La Lanterna magica, foglietto d* ognidì, 18S2 foglio picc. 
V Anonimo, giorn. d' ogni giovedì^ per Salv. Salafia, 18S2 infoK 
Il Segesta^ un foglio ogni 10 di, per Jfortano Sansone y 1833. 
; Il Folletto, un foglietto ogni giovedì, per Gius. MigUore^ 1854. 

■ 

. Il Rigoletto, un foglio ogni )5 giorni, compilato da vari, 1835. 

Il Vapore, giorn. succeduto ali* Armonia, l' uno e 1* altro diretto 
da Gaet. Somma : quattro fogli per settimana, 1836. 

ART« V. GlORNAir ECOIVOMIGI 

tali sono quei che trattano d' amministratone , di finanza , di 
commercio, di manifatture, d*industrie ecc. 

Giornale di commercio, un foglio la settimana. Pai. 1794 in-4^. 

Giornale di Sicilia, che continuava Y antecedente e dava notizie 
commerciali, ivi 1795 in-4^ 

Giornale dell' Intendenza di Palermo 1818 e segg. * Contiene 
tutti gli uffici^ le ministeriali, le istruzioni relative a questa Valle 
e a* suoi amministratori. Una seconda edizione per ordine dèi go- 
verno ne fu replicata nel. 1834* 

L' Amico del popolo. Ivi 1821 in-8''. * Giornale di privato scnV 
torè e di corta durata. ^ 

■ 

Archivio tecnologico delle moderne invenzioni sulle arti e ma- 
, .nifatture, per JBos. Caruso j fase. III. Ivi ^830. 

Giornale del R. Istituto d' incoraggiamento , di agricoltura arti 
e manifatture per la Sicilia. I primi articoli furono inseriti nelle 
predette EITcmeridi, t. IX e segg. al 1834: ma dopò due anni n'u- 
scirono 4 separati fascicoli. Ne demmo gli estratti nel voi. II, p. 
422 e segg. Al 185$^ è comparita una nuova serie d* un numero 
per bimestre. 



318 CtASSÈ ^)LX. GiOHflALI^SEÀ. 1. hi l»iIJBÌKllO 

OioriMle di statistica, compilato dalia Direzktté centrale ài èssa 
per la Sicilia. Pai. 183C^ in-8\ * Cosi di questo come del prece^ 
dente giornale demmo altrove le contcnenzOé 

Giornale di commercio e d' Industria della Camera cottsulliva di 
commercio, an foglio per settimana. Ivi 1833 e segg. ia fot; 

^ • ■ 

La- Quìda commerciale sicola^ giornale d* affricollura, d* industria) 
d* arti meccaniche e di commercio, del prof. Luigi Wtcft* In 1839 
in fol. 

Giornale del commercio, compilato dal Segretario della camera 
consultiva di commercio , nuova serie 1844 ibi. 
Terza serie 1830 ogni lunedi. 

Il Commercio gioru. sic. «18S0 fól* Compilato ùìl GaeU di Pa* 
iquale^ due volte la settimana. 

• • 

L* ttdlia industriale, giornale redatto dal prof. Gius. Bandiera» 
Pah 1850 fol. 

La Sicilia industriale^ giornale dell* organizzazione de' tre capi^ 
tali, lavoro, ingegno, pro[>rietà^ secondo le leggi della natura^ 
della ragione ^ delia rivelazione. Pai. 1849 in fol. e 18S0 in^S^^ 
* Compilato dal bar« 6tiM. Garvaia. 

La Sicilia industriale, periodico destinato a servite di manuale 
teorico-pratico per V immegliamento di tutte V industrie , diretto 
da Pietro Formo. Pai. 1850 in-8** 

V Argo siciliano , che dà notizia d' afTari di commercio4 Pal« 
18S4 fol. 

ART« VI. filOBRALI AOBOlfOXICI 

« Parecchi degli economici sopra notati contengono articoli pure 
d* agronomia: ai quali arrogi i seguenti: 

Il Calendario delj' agricoltore: cominciato nel 1820, é «ontinaato 
fino al dì d* oggi, injg». 

* ■ • * 

Almanacco per V agricoltore sicilian^o^ 1834 e 8egg« in«8^ ancor 
esso continua dar notizie di còse agrarie. 

Il Bibliofilo, giornale d* agricoltura^ compilato da Givd. Siuniii 
che dienne soli due fascicoli al 1847 in-8^ Indi ha ripreso eoi 
titolo si^guente: 



. ' IBT. VI. GIOBllAtl AGROHOmCI ..-^ 319 

P Empedocle, IjBSl in-8®. * Contiene articoli originali e diffe* 
renti industrie su i progressi dell' agrijBoltura: w fascìcolo .4) ii^^^o. 

Annali d' agricoltura siciliana, redatti per istrQ7Jop^ d^l pripci' 
pe Ca&teloupvo, da Giu$^ fnzmga , direttore dell* Istitolo agrarip 
di Palermo, IjSSl in-S^. Un fascicolo a trìmeslre, 

. Giornale della Commissione di agricoltura e pastorizia , compi- 
lato dal cav. ìtilf Maiortma presidente dì essa ^^ Pietro Calcara 
l^egretafio, ed altri socL Pai. 18S3 in-8^, 

4irr. VII, GioiufALi ibc^lesiastm;! 

Giqrnal^ ecclesiastico, sia Scelta dì vari opuscoli appavtenonli 
9gVi studi sacri f estratti da quello dell' ab« Dìnouart e da altre 
faccoltjp, composti da vari letterali; per ^V' X^ di BUm^ to? 
fui II, P^. 17 |f2, inT8^ \ . ^ 

Bìl^lióteca sacra, ossi^ giornale scientifico letterario ecclesiastlcq 
per la Sicilia/da' sap. iVtep. Bwetmi e €e«. Pqèca. ypl. Il, 1838" ^ 
33, in:8^ 

Il QcrofitQ siciliano ^ giornale di religione p sacna l^tteralqra , 
jol. HI. Pai* 1845-S1 inr8^ t moUì n'erano i compilatori, molti 
1 polla|>oratori che poi si ridussero a pochi. Nel proemio di esso 
accennavamo gli anteoedenU giornali ecclesiastiisi, e nel corso v'ìn? 
sprivamo p^reccbie nostre niemprie. I^iè in tutto voli. lY ib fase. |i^ 

L' Eco dell£^ Religione, dqe num. al mese, dal direttore deirAr-» 
monia, GaeU Som/mei* Pai. 18S1 in-4^. * Anco a questo abbiamo 
poUaboralo con altri articoli; Le contenenze di questo e de* tre 
precedepli le à|>biam da^ ^ s(ip luogo» 

Anqali c|el|i^ Propagasioqe dellii Fede , raccolta periodica delle 
^ getterò de' vescovi e de' missionari doVdue moddi , che forma \\ 
seguilo dcllp Lettere edificanti. Pai, 1840 e seg, ^n^S**. 

* Questi aniValj si pubblicano primariamente in Lione di Friinf 
pia, dove nacque tal opera nel 18^2 ; da) qual anno comincia i^ 
serie de' medesimi, un fascicolo, per bimestre. Well' anno 18*7 , 
se ne stampavano ivi 178,800 copie ; cioè 400,000 in francese ; 
48200 in tedesco; 200QO jn inglese; 1100 in ispagnuolo; 4500 in, 
^ammìngo; 30000 in italiano; 2S00 in portoghese; 2000 in olan^ 
desè ; SOO in polacco. La versione italiana si pubblica altresì a 
noma, a Veneaa, a Napoli. In questa nostra poi si aggiungono t^tr? 
iicoli riguardanti la SiciUa; come sono, notizie del Consiglio centrale 
di Palermo, e dei Diocesani dell'isola; feste, discorsi-, limosino 
deir opera pi2\, ecc. 



320 ^ CLASSI XXX. GlORHALl'-^BZ»!. M niEIMO 



• 
ART. YUI. GlOmiAU €0STlTDZl01IAU 



Scoppiata nel gennaro del 1848 la memoranda riTOIasione di 
Palermo, a cui rann^dossi quella d* Italia • di buona parte d* Eu-> 
ropa, rolli gli argini della comprimente autorità , e sancita dal 
nuovo Parlamento un' assoluta libertà di opinioni e di stampa, un 
torrente di giornali da Palermo sbucati allagò la Sicilia; e tanti iq 
solo un* anno ne uscirono, quanti non se n'eran veduti in un secolo. 

Pubblicali sotto V egida della Costituzione novella, li chiamiamo 
tutti Costituzionali, e potremmo ugualmente dirli Polìtici, perocchò 
tulli si occupavano dei pubblici affiarl, siccome quelli che memo-* 
rammo ncir articolo. primo, di cui sono una continuazione. 

Non si è maf veduto fra noi con tanta foga inondare il giorna- 
lismo, quanto nell* anno fatale 1848^ in che la libertà della stam« 
pa, tralignata in impudente licenza, scatenò le piii freneticbe pas- 
sioni; ed allora si videro di giorno in giorno spuntare giornali e 
giornaletti, dove si pasceva la gente di mille stranezze. I loro com-* 
pilatori erano a ciò animati chi da spirito di partito, chi da bra- 
mosia di gloria, e chi^a cupidità di guadagno : tale viltà censii 
gliò i più di loro a celare il proprio nome , è quindi corsero a^ 
nonimi. 

U debito di fedele bibliografo non ci consente di trasandare 
quest' altro ramo dì giornali politici , i quali per altro furono di 
corta durata. Ne faremo pertanto nna rapida .rassegna , indican- 
dono di alcuni i redattori che ginnsero a nostra notizia , e dando 
degli altri j nudi titoli. A determinar T epoca di loro precaria esi-> 
Stenza^ li ripartiremo per semestri. 

Primo Semestre ilei MM. 

Giornale officiale del Comitato generale provvisorio , in folio. 
* Tanto il Comitato , come il 3uo Giornale durò ne* prirnì giorni 
della rivoluzione, finché venne organizzata una forma di Governo 
sotto la presidenza di Ruggiero Settimo*, ed allora successe 

Giornale officiale del Governo di Sicilia , in folio. * Durò que- 
st* altro periodico quanto lo stesso Governo , cioè fino al maggio 
dell* anno seguente. Aperto quindi on Parlamento ai 23 marzo , 
venne fuori 

Il Parlamento, giornale compilato da Frane. Paolo Perez^ JVicA, 
Aìnari , YUo Bellrani , ed altri: riportavi^ gli atti diurni di quel* 
r assemblea, al pari 'che i due seguenti. 

. y Indipendenza e la Le|[a, giorn. diretto da Frane. Fptttara % 



* '•'' Alrr. nif. GioitifAu cosritunoNAu 321 

che né pubblicava un foglio massimo ogniidì: oltre l^e^Mule par- 
lamentarie, riportava più articoli originali sulle vertenze del giorno* 

# 

li Cittadino , redatto da Gio. Fiorenza e Gaet. di Pasquale : 
fie uscirono intorno a 120 numeri. 

Il Patriottico , di Salv. Salnfia e d* altri ^ uscì prima d* ogni al- 
tro, durante il furor della guerra. 

Il Tribuno^ continuazione del precedente, pel conte Amari. 

La Sicilia, di Hne. ErraìUe e molti altri. 

Il Popolo, di Mario Cofrao^ Biagio Previtera e Gaspare Cipri. 

La Costituente italiana, continuazione del giorn. Il Popolo. 

Il IVotiziario del giorn. Il Pòpolo, 

• ■ . 

Al Popolo. 

L'Apostolato, di presso a oO numeri, ed uno de* più avventati. 

L* Apostolato popolare, fini sua missione col 1^ numero. 

La Rigenerazione: usciva a fascicoli, da formarne due voi. in-8^. 

!$econdo IS^mesire del Ml!9. 

Continuava la furia de* giornalisti, non tanto per dare notizie , 
quanto per mugner danari. Dov' è da notare che non pochi dei 
suddctli e dei seguenti fogli uscivano da una medesima penila^ 
la quale veggcndo derelitto di associati il primo , dava di piglio 
al secondo, ma cambiandovi titolo, onde farlo comparire diverso, 
e quindi adescare soscrittori novelli. Eccoli le intitolazioni ridicole 
di codeste bazzecole, schiccherate alla seconda metà di quell'anno. 

Il Primo Alberto— La Saetta.— La Ventai— La Tromba.^l Moni- 
tore. — L'Osservatore. — L' Osservatore Oreleo. — Il Popolo. — La Vo- 
ce del Popolo.— Il Serpente.- Il Diavolo Zoppo.— Gli Occhiali del 
Diavolo.— L'Imparziale.— Il Gesuita.- La LJbertà.— La Guerra.— La 
Corrispondenza. — Il Corriere Mcrcanlile. — Il Corriere Italiano e 
Straniero.— Il Giuoco de' Burattini.- L' Italiano.— Il Democratico. 
— \jii Repubblica. — La Sentinella Siciliana. — I progettisti. — La 
Scienza e La Fede.— La Legione delle Pie Sorelle.— L' Imparziale 
siciliano. — La Posla. — La Luce.— Il Circolo popolare. — 11 Circolo 

41 



f I 



322 cu^m xtt. WM^ui-Haz. i. di ràuamo 

ddla GipTane Sicil{a.-^I<o Statuto. -* Lo Staffile.— La Vipera.-*-Il 
fiaUo. — Il Pasquino.— rLa Propaganda.:— La Guardia nazionale, con- 
tenente gli ordini del giorno , ecc.-^Lo Scudo nazionale , giòrn. 
à* opposiz.— La Ypce del Popolo. — La Bussola.-^U Lampo. — li Pa- 
iermo.-^ll Fulmine. — La Forbice, si mantenne in Tita più che 
futt* altri fino al termine della rivoluzione. — 11 Veloce.— ^L* Inno- 
minati^— Il Sublime .-^La Moderazione. — L* Ole.— rLa Berlina. -— 
La Formica. — La Tigre. — |1 Trombone. — Il RimuneraU)re.--^La 
Itassegna. — La Bilancia.— La Sferza. — La Gabbia. — La Lanterna, 
—Il Crivello. — Il Graffio Gancio.— rio Staffile bastardo. — Lo Specr 
phio Magico. — La Sentinella del popolo. — L' Amico del popolo. 
— ^Lh Patria. — li Nazionale.— rll Me^saggiero quotidiano. — L* I- 
Btruttor popolale. — Opinioni popolari. — Lo Spartano.-r-Il Barbiere. 
7— U Martello.-^L* Araldo.— (^a Yalle di |tìiosafat^ 

* De* compilatori sono a me noti i ^e^uenti. 
Sal/p. Àbbqle e MigUore, La Gazzetta de* salqni, in fòl. grande 
7— U Hessaggierc siotilo. — Il Telegrafo. — Il Pondo. — Il Vessillo e 

}a Tromba. — La democrazia .—-La Giovane Sicilia. — I pagnottisti.— 
1 Libero 9|oiìiitore.— 11 Monitore ^el mattino. — ^ Il Molitore della 
sera. — 



Concetkf Cti^rapeUo , Il Corrierc-rll Hessaggiero.- La Tribunsf 
^elle donne. 

Giù. Ondef Heggjo^ Il Baslope.-rU Fifccafiaso. 
Francesco di l4>renzo. La Bomba.-^Il Vapore. — L* Etna. 

% < 

Marchese jtftto, La Sentinella. 

Gius* Abbate, f^a Libertà della parola. 

Giamb. Casliglia, V Educazione popolate. 

Gio. Raff^ele^ Vincere o Morire^.- La Costanza. 

jBen; PlaseUi, Mondo vecchio e nuovo. 

Gius. Corvaia, La Carta moneta. 

Ani. lo Monaco, La Rivista siciliana. j 

Mich. Boli/uri^ Il Progresso. 

Mariano SlafbUe^ |1 Censore. 



AÈti; nilw GIOBITALI COSTITVZIOftALI 323 

filo. InttrdùMto^ V Armamento. 

Conte Sampten',^ II Ministero in maschera. 

Giui. la Farina^ La Democrazia. 

Silteslro Picardi^ Non ne posso più. 

Gazzetta del carnovale^ di Frane. Paolo Perez e d* altri. 

Gazzetta di Palermo , succeduta alla precedente in quaresima , 
de' medesimi) 

Finalmente! di Ben, Naselli: fini col primo numero , come ri- 
chiedeva il suo titolo. 

La Rivista italiana, di PereZy e Btich. ed Ànt. SUvestri. 

La Frusta costituzionale, foglio aggiunto al precedente, da Ciò* 
Arcuri. 

Il Siciliano^ di Ani. Scorna e Gius. Gilibertij ecc. 

L' Argo siciliano, dì Giac. Giordano. 

La Rivista italiana, de' n^atelK SUvesiri. 

La Ruota, nuova serie , di Ben. e Giamb. Casliglia , Md. la 
Lumia, Pietro d* Alessandro - 

Il Dante , che^ mostra la Sicilia in Italia , di Paolo MoreUò e 
d* altri. 

Primo Semestre del I949. 

Il dodici gennaro (anniversario della rivoluzione). — Il Pensiero 
delia nazione (gioruaie di ritorno air ordine). — Il cafTè di Sicilia. 
— La Giulia. — 11 Campanello. — L' Incoraggiamento.^ — Gli Stati Uniti 
d* Italia. 

* Quasiché non bastasse codesto subbisso di giornaletti a un ba- 
iocco, altri ne vennero annunziati , che per manco di soscriilori 
rimasero in embrione: come a dire: V Alleanza, T Alit4>, la Rifor- 
ma, lo Spirito pubblico, la Sicilia e '1 Popolo sovrano, e cotali di 
simil crusca. 



32( CLASSE XXX. GIORNALI — SEZ. II. PROVlKaALI 

* Rientralo in maggio il Governo legittimo, si attutò la foga do- 
gli spirili vertiginosi, e il giornalismo ridotto a pochi, riprese for- 
me più regolari e materie meno convulsive. Indi comparvero 

li Giornale ofliciale di Sicilia, diretto dai bar. Giu$. ZappuUa; 
ed in seguito dal cav. Dom. \entimiglia. 

L' Ordine pubblico, del medesimo Zappulla. 

La Legge, del bar. Gius. Concaia. 

La Fenice risorta; di Marco dal Fabro. 

La Gostanza, di Già. Raffaele. 

La Forbice^ di Salv. Salafia. 

Il Diodoro siculo, di Gim. Gilibcrli. 

Il Contemporaneo, di AtU. Ruffo. 

Il Monitore di Sicilia, di Salv. Abbate e Migliore. , 

Il Popolo — Il Caffè ecc. ecc. 

* Altri periodici posteriori di genere misto gli abbiam rassegnali 
di sopra. Or dai giornali della capitale facciamcì a quo* di pro- 
vincia, e chiudiamo con essi V intera Bibliografia. 

S E Z I IN E II. 

eiOR!«ALI PROIIIVUALI 

Passando ornai dalla capitale alle provincie, non abbiamo we- 
slicri di classificare i giornali in quelle stampati . ma sol mento- 
vare la citta che ce ne hanno forniti; e tali sono le principaji del- 
l'isola. 

L* ordine dunque per essi tenuto noji sarà più di materie ^ ma 
solo di tempo. 5r incrcsce dover soggiugnere che la distanza dei 
luoghi avrà facilmente sottratto alla mia conoscenza taluni di quei 
periodici: il perchè nessuno vorrà tribuire a disisUma ini silenzio 
eh* è figlio della ignoranza. 

Ciascun Capoluogo di provincia pubblica ogni mese un fasci- 
colo sia Giornale dell* Intendenza^ contenente cosi le ordinanze 
ministeriali comuni a tutto il reame, come le disposizioni ammini- 
strative e peculiari o della provincia o d* alcuna Comunanza. 



38S- 



ART, I. GlOAXUl iUCSSlNCSl 



Non mi è nolo se quesLl illustre eillà si avesse giornali neti* an- 
dato secolo. Del nostro mi son conti i seguenti che riporto di se^ 
guito giusta gli anni di loro comparsa, senza quella distinzion di 
materie^ a che ci obbligò la molliplicità dì que* della capitale. Ka 
già gli stessi titoli vi additeranno abbastanza quali di essi politici 
quali ecoRomioi e commerciali^ quali sieno scientifici. e letterari. 

* * ■ • 

Foglio di letteratura, scienze, arti e commercio. Mess. 1803 in*4®, 

Mermorie dì letteratura ecclesiastica proposte ai cherici del se^ 
minarlo siracusano, del parroco Logoteta. Ivi 1804 fui. 

Strenna galante^ o sia compendio di utili notizie, tratte dal por« 
tafoglio d'uomo di gusto. Ivi 1810-19. 

Giornale di scienze lettere ed arti, per Letterio Fiumara e Gius. 
MobolOj 1811 e se^g. Compilatori ^oìfo, CianciolOy Arena-PrìmOt 
Mezzamlma, Calviy Corrao, Traverso ed altri. 

Il fa per tutti di Messina, 1811- lo. 

Gazzetta britannica, redalia dcigr Inglési quivi stanziati, 1812 in-4*. 

Il Consigliere del giorno , o sia Calendario- di notizie letterarie 
e curiose. Ivi 1817. 

Almanacco di Messina 1818. 

Monitore economico-lccnologico-agrario della Società ^economica 
della valle di Messina .. promosso dal cav. Cumbo. Ivi 1833*34 
in fol. * Ripreso al 1842; due fogli al mese. 

Il Mercurio messinese, un foglio la settimana 1833^ 

Osservatore peloritano, .due fogli la settima, contencnli <>ggi ma- « 
terie commerciali^ Ivi 1833 e seg. fol. 

Il Maurolico, foglio lellorario diretto da Frane. Soroci. Ivi 1833 
ìn-4\ 

Lo Spettatore Zancleo, giornale politico e lett^crario, di Carm. 
la Farina^ e FcL f^isa^^za, due fogli la settimana^ cioè uno poli- 
tico, r altro letterario* Ivi 1833 e segg. 



326 CCASftK XXX. GIOKHAU — SKZ. U. PROVIMCIAU 

L* amico delle donne^ po' sig(|^. Felice Bimzza^ Gius, la Fari- 
na e Dom. YenUmigUa. Ivi 1835 m*V*: giornale di amenità e d*i- 
siruzione. 

Nuovo periodo del HadroUco per Giuè» Falconieri e liUerio 
Stagno, indi conlinualo da Ang. M'cnne e Frane. Saraci. Ivi 1836 
fino al 45, in-H*". 

L'Innominato^ giornale di amena lederatara e belle arti, per G. 
Morelli e Ani. Calata AU%o\ due fogli al mese. Ivi 1836 in fol. 
e in-8*. 

La Trinacria^ foglio periodico di A. Catara e G. Morelli. Ivi 1836. 

Il Faro, che siegue lo Spettatore Zancleo , giornale di scienze 
lettere ed arti , diretto da Bisazza, la Farina e suoi figli , 1836 
e segg. 

Il Postiglione di Sicilia^ giornale commerciale e marittimo , di 
Giuè. Areiui, ogni settimana, 1836 e segg. fol. 

* 

Statistica commerciale di Messina, 1837 e segg- in-4^^ un volu- 
me per anno. 

Giornale di legislazione e giurisprudenza , compilato dagli avv. 
Gius. Amodeo e Ang. Aronne, 1838 in-8*. 

La Sentinella del Peloro diretta da Calara Letti eri ^ Monasta^ 
Bisazza, la Farina, 1839 in-8^ 

Giornale del Gabinetto letterario di Messina, un fascicolo al mese, 
1840 al 48 in-8\ 

Scilla e Cariddi, giornale di scienze lettere ed ani. Compilatori 
Ani. Filici, Ani. Mina, Andr. de Gregorio^ Carm. Allegra: un fa- 
scicolo al mese, 1842 fino al 48. 

Rivista periodica di scienze lettere ed arti, 1842. 

L*Aristocie, giornale di varia letteratura, 1843 fino al 45. 

11 Diceòrco, giornale scientifico e letterario, 1844. 

La Farfallelta, opera periodica scientifica letteraria e arlislica di- 
retta e pubblicata dal tipografo Tòmm. Capra , due fÀscieoli al 
mese, 1845 ìn-4^ 



/ . / 



jiAT. I. oiOBiiiii ■cssmiai 3t7 

La Lanterna di Messina, giornale di scicnce lettera ed arii, un 
fascieolo al mese, per Ant. d' Andco Arena, 1845 in-^*. 

Il Veridico, giornale di sciente lettere ed arti, nuora serie^ due 
volte al mese, per MarceUino Minati^ !846 in-4^. 

Il Porto falcato, giorn. di se. lett. ed arti^ 1848. 

Il Hicroscopio, ogni settimana, 18(1. 

L*Aquila. — La LuccioTa. — VoxPopuli. — Llndlpendcnte.— Cosa no- 
stra.-— Il Primo Settembre: giornali figli della rivoluzione del 1848. 

L'Empedocle, ogni 15 di, 1830; ne uscirono soli 4 numeri. 

Albo giudiziario, contenente le massime ritenute in materia ci- 
vile, criminale o commerciale, i decretici rescritti, le ministeriali, 
gli atti ed avvisi giudiziari ecc. 18S0 in-4*, un foglio la settimana, 
pubblicato da Tomm. Capra. 

V Eco polorilano, giorn. lett. diretto dal cav. Ani. Buèaeea>,VLn 
fase, al mese, 1833, in-8®. 

Il Policlclo, foglio periodico di medicina , chirurgia e chimica, 
diretto dal dolt. Gim. Gimliniani, 1833 in^"". 

La Prova, foglio periodico scientifico, letterario, artistico, dal me- 
desimo, 1833, in-4''. 

Il Veridico , come di sopra , ricominciato da LUterio Lipsia 
Bruno, un foglio al mese 1834 in-4^. 

ART. II. GIORNALI GATAREr)! 

Seguiremo qui ancora Io stess* ordine. Rosario Cavallaro in un 
articolo ha ragionato a dilungo n Sui giornalismo in Catania » ove 
ne dà contezze e giudizio de* venuti in luce cóli. I più di essi 
sono scientifici, qual convenivansi alla dotta città. I due primi pe- 
rò si aspettano a scrittori d* altri comuni. 

« 

Giornale ecclesiastico della Sicilia. Ivi 1793-94 in-8^. * Compia 
lato da Gius. Logotela parroco di Siracusa, che in un biennio ne 
promulgò due volumi, conlenenti notizie di antichità siciliane ec- 
jclesiastiche. 

Saggi di sloriu sicola ed antiquaria, di fisica , medicina , nolo- 



326 CLASSE XSX; giornali-^— SRZ. II. PROVUICULI 

mia, chirargia, ^^hitnìca, botanici^, farmacìaY storia naturale , agtì- 
coltura, veterinaria 'ed economia rurale: opera periodica d* alcuni 
scienziati di Vizzini. Cat. 1793. * Ne usci solo un volume in-12^; 
yi ha scritture di Lor. VanaUo, di Gius, e GaeL la Pira , ecc. 

Giornale del Gabinetto letterario dell* Accademia gioenia , com- 
pilato dagli stessi accademici ; dapprima ogi\i mese un fascicolo 
jh-8^. Ivi 1834 e segg. Indi ad ogni trimestre ; oggi ad ogni bi- 
mestre. Una nuova serie n è ricomparsa, assai migliorata, nel lu- 
glio del 18S3. 

Lo Stesicoro, opera periodica. Ivi 1835 e segg. un fase, al mese. 

Il Caronda, foglio periodico d'ogni IS giorni, 1838 in-4^. 

Il Trovatore , due fogli al mese^ cominciato da Giunta e Seu- 
. dtri^ continuato da Camillo Ferro ^ 1839 in-4®. 

La Specola^ Album siciliano, diretto da Gius. Raff. Ahaiiy duo 
fogli al mese, 1840-41 in-4^ 

La Tromba della Religione, redatta dal p. d. Gregorio Barna- 
ba la Via prior cassinese, 1844 in-8^. * D' un fase, al mese du- 
rò un anno. 

V Unione italiana^ de' sigg. Rizzari e Scuderia 1848. 

L* amico del popolo, Giornale politico, di Frane, di Felit^e, 1848. 

Il Diavolo zoppo.< — Il Diavoletto — Il Plutone. — Il Giachetto. — 
La Valle di GiosafaL — La verità. — La Tribuna. — La Mosca.— La 
Guida. -^La sentinella delF Elna, giorn. militare. — Compare Matteo. 
— La Pagnotta. — L' Astròlogo. * Giornaletti del 1848^ ai quali cstiuti 
è succeduto il seguente: 

Annuario di medicina, chirurgia^ chimica, o farmacia, di, Po^guafo 
Palania, 18j0 in-8^ 

Giornate di Catania diretto da Camillo RisHca , 1849 e segg. 
* Quest* ultimo somministra notizie politiche, civili , biografiche e 
Jetleraric. 

ARr. III. GIORIVALI d'altrove 

Riuniamo quegli altri pochi che son apparili in diverse citta dì 
Sicilia; pochi, dico di numero, né felici per lunga durata : i più 
di essi dettali neir anno di libera stampa. . 






AtlT. Ili* GIOCALI VaLTAOVÈ «129 

Sìtacma: Giornale ecclesiastico, redatto dal parroco 0itM« Io- 
floleUi\ Ivi 171^3. * Ricomparve nel 1804 col titolo,' Memorie di 
letteratura ecclesiastica. 

Gli Esploratori, 1815.-11 Dione, 1848.. 

Trapani: Giornale municipale, diviso in tre articoli , ifitinicipa- 
lità, miscellanea, e statistica, ivi 1813. 

Giornale del popolo, ivi 1848.— La Lima. — Il Ministeriale, 1849. 

I^otoi La Bilancia, ivi 1848. 

Aci'Rmle: Atti ed istruzioni del Comitato, iti 1848. 

» 

CaUagirone: Il Montanaro, redatlq da Gasp. Ani. la Rasa , o- 
gni ^eitìmana, ivi 1848. * Con questo periodico^ uscito per pochi 
mesi dai torchi di quella mia patria, mi giova suggellare la serie 
de* Giornali siciliani. 

ART. IV» GIORNALI STRANIERI . 

Ci si consenta d* annettere a questi giornali sicoli podhi altri 
stranieri, perocché dirizzati da illustri Siciliani^ residenti in Italia. 
Eccone i titoli. 

Enciclopedia ecclesiastica, opera periodica Compilala da G. Y. T. 
(cioè Gioacchino Ventura Teatino), t. V. Napoli 1821-22 in-8**. 

* Questo Giornale tratta e compi*(;nde , 1^ religione e costume» 
pubblico, 2^ dibattimenti religiosi, 3^ educazione, 4^ riti e feste , 
5® -corporazioni e sette, 6® istruzione e coltura , V biografia ec- 
clesiastica , 8^ aneddoti e varietà. I\e pubblicava un fascicolo ad, 
ogni dieci giorni: dopo .due anni cessò il giornale, e V autore pas-*, 
salo in Roma vi pubblicava più opere di vario argomento, che noi 
a suo luògo abbiam raccordate^ 

Annali delle scienze religiose, Compilali dati* ab. Ani. de Luca 
l. XX. Roma 1833-45 in•8^ 

*• Dieci anni continuò pubblicandone un fascicolo ad ogni bime- 
stre. Presentava articoli originali , estratti di opere, notizie di o- 
gni nazionèj memorie di varie accademie ^ disposizioni pontificie , 
decreti di congregazioni, elogi di defunti, annunzi bibliografici, ecc. 
Dopo un decennio , assunto T autore al vescovado di Aversa , no 
lasciò la continuazione air ab. Giacomo Arrighi, che ne intraprese 
iina seconda serie^ interrotta dalle rivolturo del 1848^ 

42 



330 GLASSE XIX. GIORNALI — ^SEZ. II. PROVIRClAU 

Filippo ParUUore pai. stabilito in Firenze, dove occupa la cat- 
tedra di botanica , oltre a parecchi trattati di questa scienza , ha 
pubblicato un Giornale contenente articoli, sco?erte , descrizioni 
di piante. Firenze 1846 e seg. 

Gius. Corvaia pai. trovandosi a Parigi pubblicò un giornale di 
economia, coi titolo Le Credit. Tenuto poi a Malta, altri ne mise 
fuori successivamente sulla stessa materia intilolali, Bancocrazia so- 
vrana. — La Lega cristiana. — Il vero gesuita. — L'anno di grazia. 
Malta 1846 e seg. 

Francesco Ferrara pai. tramutatosi in Piemonte appresso la ri- 
voluzione sicola^ oltre una voluminosa raccolta dei più illustri E- 
conomisti italiani e stranieri , ha dato mano ad un periodico» po- 
litico e letterario, avente per titolo,' La Croce di Savoia. Torino 18S0 
e seg. 

* Altre pubblicazioni si van dando all' estero dai nostri, di cui 
però ci mancano pi& specificate contezze. 




APPENDICE 



ALLA 



BIBLIOGRAFIA SIGOLA 



SISTEHATICA 



AVVERTIIHEIVTO 



Essendo interminabile la dìvolgazione di sempre 
ìì\}o\e opere^ stando assiduamente in attività i tor- 
chi per mandare ^Ila luce i prodotti degl' ingegni si- 
ciliani; ognuno ben vede che qualunque compilazio- 
ne bibliografica è del continuo suscettiva di ulteriori 
aggiugnimenti. Il perchè scorgiamo la più parte di 
ti)i lavori guerniti d' una o più appendici che vi an- 
notano le consecutive pubblicazioni. 

Noi abbiamo bisogno di appor la presente^ non 
solo per registrarvi le più recenti edizioni, ma per 
aggiugncrvi le più altre antecedenti, delie quali non 
prima *d' ora avemmo contezza. Ciascuno ben si per- 
suade che, nella infinita di scrittori e di scritti, nulla 
e più facile qfuanto lo sfuggir di parecchi alla cono- 
scenza del più attento compilatore. Molti son radi 
a trovarsi , né si rinvengono eziandio nelle pubbli- 
che librerie: molti altri fur pubblicati in rimole città 
e paesi, né cosi tosto se ne diffondono or sian le co- 
pie, or almen sia la notizia. 

Di quelli pertanto che tardi abbiam conosciuti , 
tardi ancora qui ne diamo ragione: degli altri testò 
pubblicati presentiamo un compiuto catalogo. In es- 
so adunque han luogo così le scritture anteriori non 
raccordate ne' precedenti volumi, come le posteriori 
alla irapression de' medesimi, fino all' anno che corre. 



\ 



Esse poi non sono sciorinate alla rinfusa, aia or- 
dinate secondo la classazìone metodica che abbiam 
seguita nella intera collezione. Però non si appar- 
tengono se non alle prinie venti Classi soltanto : 
giacché, essendo recente la stampa delle ultime dieci, 
quante opere ad esse si aspettavano le abbiamo ai 
luoghi loro in buon punto riposte. 

Ciascheduna di queste Classi, diciam cosi, addi-* 
zionalKha. pure sue divisioni, ma non quante n'eb^ 
boro te Chssì primordiali; giacché una semplice ag- 
giunta non può fornire né uguale Dioltiplicità né con- 
siniile varietà eia partirla m sezioni, in articoli^ in 
paragrafi. L'Indice apposto qui in calce vi additerà, 
senz'altro, quali materie e quali partizioni conten- 
gansi nella presente Appendice. 

Chi volesse assumersi la noievole briga di con ti- 
puare questo compitamente, potrebbe ad ogni trien- 
nio fornire una nuova Appendice , come scorgiamo 
^ver altri fatto a simili Bibliografie e Biblioteche, 
y amor di patria potrebbe sol esso suggerire un tal 
pensiero , conie suggerì a noi F imprendere questo 
travaglio, che abbiani volei^tieri durato per utile dei 
ppstri concittadini. 






APPENDICE AL VOLUME I. 



CLASSE L 



SdUTTOBI GRECI 



Compartivamo noi qoesta Classe in doppia Sezione, schierando 
neir una i Greci Esteri che scrissero di cose nostre , neir altra i 
Nùzionali che scrissero in greco idioma. Nulla. ci sì olire da do- 
ter aggiugnere a* primi:, pei secondi seguiamo qui pure la ripar- 
tìzione in due categorie , additando in prima le Collezioni gene- 
rali^ dipoi le Edizioni peculiari. 

SEZ. I-^COLLEZIORI * 

Scriptofum Graccorum Bibliotheca, editore Ambrosio Firmin Di- 
doly Instituti Franciae typographo. Parisiis 1830 et seqq. ìn-8® gr. 
a due colonne. * Quest' è la .più ricòa, la più critica, la più ac- 
curata collezione de' greci classici, compresa in LX e più volu- 
mi, ciascun de'qoali presenta uno o più autori , premesse noti- 
zie e di lor vile e di lor opere; il testo greco corretto sui mss. 
' la versione Ialina rifatta, gli scoli greci antichi, cementi di vari , 
ed indici copiosissimi.' 

Han lavorato sa queste edizioni i più dotti francesi ed alemanni, 
come AhrenSf Àmeis, Boissonade, Cohet^ Creuzer, Dindorf^ JWi6- 
ner, Jacobs , Lehrs , Letronne, MUller, Rossignol. SchuUz^ ecc. 

Le opere intere 'de* poeti, oratori, storici, geografi^ filosofi, mo- 
ralisti ^reeì, son pubblicate in edizioni separate; ì frammenti delle 
perdute^ in altrettante raccolte. Le opere de* greco-sicoli saranno ' 
annuziale qui appresso. Le raccolte de* frammenti finor pubbli- 
cale son come siegue. 

Poeti lirici: Lyricorum fragmcnta, colleglt illustravitque Schnei' 
dewin. * V'ha le relìquie di Stesicoro ecc. 

Tragiciy Fragmenta Euripidis omniunque tragicorum , curanti- 
Wcigner et Dubner. * Fino ad ottanta sono i greci tragédi , di 
cui riportansi le reliquie, precedute da opportune noUzie , e se* 
guite da dotti schiarimenti: van tra quelli .i nostri tragici. 



330 APP.'AL YOL. I — classi: K SCRITTORI GRECI 

Gnomici: Paroemiographi, curante Leuisch. 
Epigrammatici: Anlhologia, studio Jacobs. 

MI 

/?eton: RUeloricorum opera, edenle Sauppe. 

Oralores aitici , curhhlibus Ahrem. Batter et M'ùller, voli. IL . 
IVel I v' licv le ^orazioni di Lisia^ nel II quelle di Gorgia. 

Geographi minores, edidcre Letronne et 3rdller. T han le reli- 
quie dei nostro Dicearco. ' 

Ilistoricorum graecorum fragaienla, collegit, disposuU, notis et 
prolegomenis illu^lravit Carolus Miiller ^ voli. IV. Par. 1^1-Sl. 
* Quest* è la piìi opulenta e squisita raccolta^ cho presenta le re- 
liquie di circa 800 storici , con immensa fatica rraunale e cor 
acre giudizio classale. De* nostri contengonsi nel toraol, vin(i'o60^ 
FilistOy Timeo: nel li, Temistogene^ Dionisio^ Atana, TeocrUo , 
Dicearco. ÌSinfodoro, Calila, Àntandro, Diodoro: pel III, Filino^ 
Sileno, Ceeilio: nel IV , alcuni de' già mentovali ed altri d' età e 
patria incerta. T ha pure in tutti de' frammenti di storici stra^ 
Pieri che scrissero di cose sicole. 

I 

Scriptorum velérum tìova eollectio e vaticanis codlcjbus edita, 
voli. X/Romae 1823-35 in-4^ * Questa racccolla d'opere e di 
franmienti greci inediti fu pubblicala dal cel. Angelo Mai^ custode, 
della Vaticana, poi cardinale, che ne. accompagnò i testi con ver- 
sione Ialina e corredollidi dotte annotazioni. Quivi si trovano noa 
pochi frammenti di Diodoro e qualche altro nostro scrittore. Pub- 
blicò poi egli due altre raccolte d' inediti monumenti: ma quivi non 
v' ha nulla di cose nostre. 

Anecdola gracca e mss. bibliothecis vaticana, angelica, barberi- 
nianil, eie. deprompta: edidit et iudiees addidit jPe/rti8 ilfci^rdnjjra, 
Bibl. Valicanae scriptor graecus subslilutus , parles II. Romae 
18,ì0 in-8\ 

* Contiene pezzi vari inedili di presso ad una ventina di greci 
scrittori, ma senza veruna versione: l'edìlore è natio della nostra 
colonia greco-albanese^ detta la Piana. Tra gli autori quivi com^ 
presi. ve n'ha taluno siciliano^ che andremo citando. 



337 

SEZ. II— -CDIZIONI 

JEèchyli Tragoediac cum fragmenlis doperditarum , curante i- 
rhenè, edente Firmino Didol. Parisììs 1840 in-8®. * La versione la- 
tina è rifusa, il testo greco collazionalo, i frammenti accresciuti e 
disposti giusta r ordino che teneano nelle smarrite tragedie. * 

Eschyle et les fragments, ^ds Arhem. Ivi in-8®. * Versione fran- 
cese delle sei tragedie intere e do' rottami dello perdute. 

Archimedes, De Sphaera elCylindro, deque Circuii dimensione. 
* Tradotti ed illustrati insieme coi libri d* Euclide, per Yinc. FUmiu 
Wap. 1820 in-8\ 

Constaniini grammatici siculi,' Carmina elegiaca in Leonem pbil. 
imp.— Anacreonticon triplex. * Pubblicali da Pietro Mairanga scril- 
lor valicano, nei voi. Il, p. 689 e segg. dell* Opera citata « Anec- 
dola graeca w . 

* Egli soltanto n* ha dato il testo greco; ma prima di ImAgosl. 
Gallo, avendo trovati quei carmi in un codice della Laurenziana 
di Firenze , ce ne fece la versione rimata, premessovi un Saggio 
sopra r autore , e pubblicolla in fondo alla Storia letteraria di 
Scinà, pag. 132 e seg. Pai. 1841. 

• Coracis et Tmaesyv. Ars rhelorica. * Su questi antichi retori di 
Siracusa abbiamo un recente « Sloggio storico<crilico di Agosl» Gailo, 
aggiunto alla 2"" ediz. della Storia dì Sicilia di Me. PcUmeri. Pai. 
1850 in-4^ 

* Quivi egli mantiene, non solo Tarte del dire essere stata da 
quei duo inventata , ma sibbene a loro appartenere il trattato di 
essa finor Iribuito ad Aristotele: il che vien dimirstrando e colFe- 
same dell' opera stessa e col suffragio di pid critici da lui allegati. 

* Uno di questi è M. Gamier ^ membro dell' Istituto di Fran- 
cia, il quale in un dotto a Mémoire sur V art oratoire de Corax » 
che può dirsi un seguilo alle otto Memorie del sig. Hardion « Su 
r origine e i progressi della rettorica » toglie a dimostrare qua!- 
menle delle due Rcltoriche, lo quali tra le Opere dello Stagìrita 
si leggono (r una in unico libro, i' altra in tre), la prima si aspetta 
al nostro Corace; ma con qualche aggiunzione di mano altrui ,. 
e forse di Tisia suo allievo. V. Mémuircs de V Instilut de Franco, 
voi. .II, pag. H et suiv.— Classo d'Hisl. et de littér. ancienne. 
Paris 1816 in-4®. Porla il medesimo avviso il critico Schoell inatta. 
sua Sloria della leti, greca, t.II, par. Ili, pag. 7. Yen. 1827 in-8V 

43 



138 APP. AL YOL. I — CLASSE I. SCRITTORI GRECI 

Empedocles agrigentìnus: De vita et philosophia eìus exposuit, 
carmÌDum reiiquìas ex antìquis seriptorìbus coliegit, recensuit, iU 
lustravit, praefalìonem et indìces adiecit M. Frid. GuiL SturZj t. IL 
Lìpsìae iS05 in-8®. 

— Carminum reliquìae: De vita eius et studiis disseruit ^ frag- 
DieDla explicuit. pbilosophiam illustravit Simon Karsten. Aiinslelo^ 
dami 4838 iH-8^ 

Dwdori siculi Bibliolheca cum fragmenlis gr. lat.^ reeensait L. 
Dindorf, l. II. Par. 1840 in-8^ 

* Questa edizione di Didol è la più accurata di quante n'ab-» 
biamo per correttezza del testo , per eleganza della versione, per 
copia di frammenti^ per 1' epitome de* libri perduti, e per pieoez-' 
za di tavole varie. 

— Excerpta librorum VII, Vili, IX, X, et a libro XXI usque ad 
XL, graece et latine, cum notis Angeli Muji, * Stanno nel voi. II 
della Collezione soprindicata del 9Ìai. Roma i82.) in-4^. Ivi pure 
più altri brani si aggiungono , estratti da Suida e dal Florilegio 
vaticano. 

-^ Critique d' un passage de Diodore de Sicile , avec dos re-» 
flexions, par Gabriel Broiicr : dans les Mémoires de Trévoux , 
janvier 1752. 

— Dlodore de Sicile traduit par M. Mioi, membre de V Instltur, 
contenant tous les nouveaux fragments, voli. VII. Paris 1840 in-8^ 
* Edizione torretta e ricca di Didol: i fraiumenti vi son collocati 
secondo T ordine de* libri perduti. 

-^ Biblioteca storica, volgarizzala dal cav. Compagnoni , tomi 
XI. Pai. 18.30-33 in-8\ * Vi si contengono i libri dal I al V , e 
dairXI al XX: i (rammenti ed estratti de* libri perduti: i suppli- 
inenti a* libri VI-X, cavati dal Cronico di Eu$>ebio> e nel tomo ul" 
timo gli altri frammeati de* libri posteriori al XX , conosciuti in 
alcune edizioni $\)lto i titoli delle Virtù e de* Vizi , con alia 6ne 
gli Estratti delie Legazioni. 

Euelidiè Opera mathematica. * Gio. Ant. Miigini in Descr. Sic. 
p. 103, lo cred'e siciliano. Frane. Flacconuo in Sicelide, sect. 3, 

?. 36, lo fa nativo di Megara. Ma e Clavio e Ramo e Riccioli e 
osrió ed altri dotti distinguono due Euclidi ; 1* uno filosofo , di- 
scepolo di Socrate , ed autore della scuota eristica , la cui vita- 
iscrisse Laerzio: I* altro matematico , vivuto 90 auni dappoi sotto 
re Tolommeo in Alessandria , dove insegnò e scrisse con somma 
riputazione. Il primo di essi fu megarese: il secondo si crede di 
Cela nostra da Lascari, Maurolico, Goitzio, fionfiglio , Ragusa ed 
altri lodati dal Mongitore, presso cui si veggano le tante edizioni, 
versioni, coment! e note de* XIII libri degli Elementi di Geome^ 
(ria, e degli altri scritti di quel glorioso: benché nói lo abbiamo 
fi3Clilso dalÌ4 nostra Storia delia leijeratDra siciliana, 



SEZ. II— EDizmi ' . sé» 

Eugmii Carmina quaedam. * Quesf è un poeta greco panof' 
mila deir età media: i suoi carmi , trovati da AgosL GaUo a Fi« 
renze nel 1841, e tradotti in versi italici serbansi in questa libre-» 
ria comunale. 

. Petri siculi Argorum Episcopi , Oratio in Conceplionem B, M* 
V.' * Di questa egregia laudazione il p. Ben. Piazza stampò la 
versione latina in calce alla sua « Causa Immaculatae Conceptio- 
nis )) Pan. t747 ; riprodotta in Colonia 1751 in fol. Del testo 
greco, cavato da un codice di questo Collegio massimo , è stato 
messo in luce UU' tratto con altri documenti su tal dogma dal p. 
Carlo Passaglia nel voi. Ili dell* ampio suo Commentario « De 
Immaculato B. H. Y. Conceplu ». Romàe 1853 in-8^. 

Philemonis Cbmoediarum reliquiae, illustratae a DindùrftX Diib^ 
ner. Parisiis 1840 ln-8^. * Sono congiunte «a quelle di Aristofane 
e di Henandro, parimente accresciute, tradotte ed annotate. 

Steèicoro: Saggio storico-critico sopra il medesimo , colla ver- 
sione de* suoi frammenti greci in versi italiani , d* Agost. Gallo : . 
tuttora inedito presso lo stesso che me ne dà la notizia. 

Theocrili, Bionis et Moschi, Carmina cum Scholiis gr. lat. stu-< 
dio C. Fr. 4»»et8. Parisiis 1846 in-8®. * Testo riveduto e versio- 
ne rifatta , dietro le cure di Meineke , Jacob e Ziegler : ediz. di 
Didot. 

— Theocrili graeca Scholia, emendata et aucla, curantibns Biib^ 
ner et Bussemaker, Ibi in-8^. 

Teocrìte traduil en vers par ìli. Firmin Didot, avec le texte ea 
regard. Paris 1846 iù-S"". 

— Première idylle, Thyrsìs ou le chant; lexte grec, revu, avec 
«rgument, notìce, sommaire et notes^ par F. Diibner et Em. Le- 
frane. Ivi in-8®. 

Teocrito, Mosco è Bione, recati in versi latini dal conte Bem. 
Za/magna; in castigliano con note di Gian Frane. SandovQl; in ' 
italiano con annotazioni di Luigi M. Bucheli. Milano 1784'in-8^é 

— Versione siciliana degl* Idilli di Teocrito per Gius. Piaggia. 
Pai. 1851 in-8^. * Precedono alcune sue rime italiane , e seguon 
le note. 

* Altra versione siciliana di Marco Calvino fu riportata a suo 
luogo insieme con quelle di stranieri idiomi. 



. I 






340 

APPENDICE ALLA CLASSE II. 

SCRITTORI LAT1!M ' 

Non abbiamo allri Latini Esteri che scrivessero di cose sicole^ 
olire i rammentati a suo luogo. De' Nostri che scrissero latina- 
mente altri corrono in diverse Baccotte, ed allri in ristampe spe- 
ciali. Eccoli la duplice giunta di questa Classe, conforme all' an- 
tecedente, benché piCi scarsa; giacché i* epoca nostra latina fu nven 
feconda che la greca. 

SEZ. I — COLLEZIONI 

Auclores Mythographi latini, Caius Tulìus Ilygimis, Fabìus Plan- 
ciades, Fulgentius^ Lactanlius Placidus, Albricus Philosophus; cum 
ìntegris commentariis lacobi Micylli, Ioannis SchefXeri^ et Thotnae 
Hunckeri ; quibus adcedunt Thomae Wopkensii cmendationes ac 
coniecturae, curante Augmtino vati Staveren, qui et suas anìmad- 
vérsiones adiecit. Lugd. Bai. 1742 in-4®. * In questa pregevol 
raccolta Irovansi disseminate le tradizioni e le favole della sicola 
mitologia^ parte non ultima della grecanica. 

Historiae augustae Scriptores. * Fan parte della nuova colle- 
zione de' Classici latini colle versioni francesi di vari^ pubblicata 
sotto la direzione di M, Nisard prof, d' eloquenza latina al Col- 
legio di Francia. Parigi 1846 in-8*. * La traduzione del nostro 
Yopisco è dovuta a Tom. Baudement, 

.Vite degli Augusti: fan parte della raccólla de' Classici Ialini , 
pubblicati da Gius. Anioìielti a Vinegia 1840. Vi sonò le vite de- 
scrino dal uosivo Flavio Sopisco. 

Panegirici anlichi: stanno nella stessa rac4;oUa, ove son quelli dei 
due Wamertini, che credonsi probabilmente siciliani. 

SEZ. II — EDIZIONI 

Non mi occorrono ad aggiugnere altre edizioni particolari , sal- 
vocbé de' due susseguenti. 

Flacci Siculi^ De condilionìbus agrorum. * Nella raccolta de- 
(;1i autori di cose agrarie, curala da Gugt. Goes , e anisulata da 
Nic. Bigalzio. Amsterdam 1674 in-4^. * Arrogi questa alle più al- 
tre colìezioni da noi nei voi. I annoverate. 



SEZ. U— ED17J0!VÌ 341 

iulii FrónUni, De Agrorum qualitate, si ve Expositio formarum. 
— De limilibus agrorum. — Do Colonìis. * Stanno ncir anzidetta 
raccolta con un Commentario di Aggeno Urbico, 

— Libri IV Stralagemalicon, cum uolìs inlegrìs Frane. Modii , 
fiOdesc. Slewechii, P. Scriveni, el Sam. Tennulii; his acccdunt 
cum P. Scriverli, tum aliorum ineditae observatrones, curante Frane. 
Oudendorpio. Lugduni Batavorum, 1731 in-S^. 

— Idem opus, sive De solertìbus ducum factis et diclis. Pari- 
siis ItiOO in-t2^ 

* Altre edizioni si son da noi riportate a suo luogo nella Classe IL 

APPENDICE ALLA CUSSE III. 

«SCRITTORI Ll'ROPEl 

In cinque Sezioni ripartivamo i moderni Europei scrittori di 
cose sicoie, quant' erano le nazioni a cui perleneano, e quante le 
lingue in che comenlarono. Altrettante imperciò saranno le «ig- 
giunto da fare a ciascuna di quelle. 

SEZ. I — ALEIIlAIiniI 

Heinrich Swinbume. Rcisen durcli bcide Sicilift*n welcbe in den 
lahren 1777-80 voli. II. Hamburg. 1785 in-8^ 

loh. Heinrich Barlels^ Bricfc Uber Kalabrienund Sicilicn, voli. 
III. GoUingeu 1701 in-8^ 

Enr. Hallam, V Europa nel medio evo, Irad. dal tedesco. Lu- 
gano 1829 in.8^ 

Enr. Leo, Ilistoiro d' Italie du inoycn àge , traduite de T alle- 
iiiand par Dochez, l. III. Paris 1837 in-8'*. 



Fr. /ro/f/»ann , . Geognoslischo Beobacbtungen gesammell 
(iuer Reise durcb Italicu und Sicilien. Berlin 1839 in-8^. 



W. S. Mon ^^ alter èhausen, Uber die submarin vulkaniscli Au- 
sbriicbe in der terliar Formation des Val di Koto. Goltingeu 
1846 in«8^ 

W» Sartorim de ^YaUer81ìau$enJ V Eiua et scs revolution. Got- 
linge 1848 in-8^ 

Rerum ab Arabibus in Italia insuKsque adiacentibus, Sicilia ma- 
xime, Sardinia atquc Corsica, geslarum, Commentarii: scripsit lo. 



342 AFP. AL voL. i^-k:la.ssk ih. scniTTOBi europi:! 

Georgius Wenrieh. Lipsìae i84S ìd-8\ * Sono due libri, il 1 sullat 
venula, il li sulla collura. degli Arabi. 

» 

SEZ. Il — I?(GLF81 

Beekford , A tour Ihrough Sicily aod Malta , voli. II. Bubliiìi 
1780 ill-12^ 

Brian Hill, Observations nnd remarks in a joumey Ibpoagh Si^ 
cìly and Calabria in the year 1191. London 1792 in-i"". 

Colleclion of papers relative to the state of british commerce 
in Sicily. London 1811 in-8^. 

Harris and S. Angeli , Sculptured Metopes discovered amengst 
the ruins of the temples of the ancìent cily of Selinu:$. London 
1826 in-4\ 

Marq. of Ormonde , An autumn in Sicily. London 1830 ìn-8*. 

SEZ. Ili — SFAGNUOLI 

Avvertiamo che la pid parte de* seguenti scrittori sono siciliani, 
i quali scrissero in cnstigliana favella, che in allora era comune al 
nostro paese governato dagli Spagnuoli. 
f. 

Pedro Corsetli^ Tratado de e$polios de prelados , y frutos de 
ìglesias sede-vacante dei reyno de Sicilia. Pai. 1673 in fol. 

Mesina escarinentada de ^ajo de el yugo de la tirania de Fran- 
eia: Relacion hìstorico-politica de Sabino Olphei^ sacada de va^ 
rios aulhores. Pai. 1675 in-4®. 

Frane, de Montalbo, Noticlas funebres de las raagestuosas exe- 
quias, que hizo la felicissima ciudad de Palermo, cabe$a eorona- 
da de Sicilia, en la muerte de Maria Luisa de Borbon nuetra sC' 

nora. Pai. 1686 in fol. . 

Diego de Loya, Ocaso de el raejor sol en el Ocidenlc d« Iber- 
nia: Maximas polilicas de govierno para reyes y princtpes , y so 

Vida desengano para todos en su tumba: Notìcias funebres de Ics 
magestuosos parentales, con que la ciudad de Palermo celebrò el 

ocaso de Carlos II, monarcha de las Espanas, etc. Ivi 1701 in fol. 



SEZ. III-*H^AI»VOLI US 

Ccrtificaeion autheotfca de la genealogia de don Thomù$ Cha- 
non Narvaez de Salinas y Orlìz , marquès de Salina , etc. Senza 
data, in foglio. 

Memoria! genealogico de don Juan Venlimilia y Nortman, coni- 
le de Venlimilia, marquès de IrachL eie. Madrid 1660 in fol. 

Ànérès de Larrime y Munoz, Dìscurso poi ilice legai , en quo 
se funda lo iuslo, ulii y honeslo , que contiene la suplica a. Su 
Mageslad de ios baroaes de esle reyno. en ei pubiico parlaroenlo, 
locante a las dotes de paragio. Pai. i6S4 in foK 

Ani. Herrera, Sermon en la real eapilla de palacio per la fie- 
fttividad de la Immaculada Conceplion de la Yirgen Maria, en el 
1641. Pai. 1862 in-4^ 

P. Fedro Lazaro Terrer de Aragona, min. obs., El juslo libre 
de anguslias: oracion funebre en las exequias del muy iiuslre y 

gran siervo del Senor d. Juan Barbosa, castellano del castillo a 
mar de Palermo, que mudò a IS deciembre el de 1691. Pai. in-4^. 

Juan Tillalonga de la orden de Ios Minimos, Retralo de la mas 
divina esposa de Chrislo, copiado en el rostro de la mas insigne ' 
patròna de Palermo s. Ro8a,lia, delineado en un sermon etc. Pai. 
1705 in-4^ 

Noticia general de el valor que lienen en el reyno de Sicilia 
ias monedas mas corrienles de dentro y fueradeel. Pai. 1718in-4®. 

SEZ. IV— FRANCESI 

Rcsumés de l'Hisloire dcs Lìttéralures anciennés et modernes, 
par une Société de savants et de ^ens de lellres. Paris 1825. 
* Sono altrettante storie brevlate, quante le nazioni di cui si nar- 
ra^ fino a 23. — Diversi ne sono gli autori : la letteratura italiana 
è descritta dal Salfi: la siciliana dal cav. D.... le altre da altri. 

Storia e descrizione delle principali cWih d* Europa , scritta da 
una società di dotti Francesi, e recata in italiano colla giunta della 
storia e descrizione dì ottanta città d* Italia e sue isole: opera pub- 
blicata per cura d' una società di dotti Italiani con tavole illustra- ' 
live. Milano 1835 in-8^ * Avvi quella di Palermo, Messina, Cata- 
nia, Sinvcusa , Selinuntc e Girgenli. V. Giorn. di scienze ec. l. 
UH, p. 240. 

Histoire et descriplion de tous les peuples, de Icurs religjons^ 
inocurs, coutumes, etc. par une Société de gens de lettres. voli. 



344 APP. AL VOL. I-rCLASSE- III. SCRITTORI EUROPEI 

L, avcc plus de SOW gravures. Paris 1840 et suiv. in-8*. * Son 
tante storio , quante nazioni: quell» di Sicilia è dettato del ^ig. 
De la Salle, corris. ondénte dell'Istituto di Francia. 

L'Italie , la Sicile , Ics Iles Èoliennes , r Ile d' Elbe , la Sar- 
daignè, Hfalle, l' Ile de Calypso etc. d' après Ics inspirations, les 
recberches les Iravaux des NM. le Yicomte deChàleaubriand^de La- 
martino, Raoul-Rochette^ le Comte de Forbin, Piranesi^ Mazzera, de 
IVapoléon, Danon-, Saint-Non, lord Byron, Goethe, Visconti. Cicognara, 
Lanzi, de Bonstelien, Swinburne, eie. Paris 1830 in-8®. *Opera com- 
pilata per Audot il padre in VII volumi, e 290 incisioni. 

Yoyage de Sicile et de quélques parties de la Calabre en 1191. 
Vienne 1796in-^2^ 

Ma correspondance avec M. le comte de Cdgliostro^ contenant 
les principaux cvénemenls de sa vie merveilleuse ,-écrils sur le 
TU des preuves les plus aulhentiques, des anecdotes sur son vo- 
yage à. Paris en 1772 et 1773, par lequel il est prouvé , que M. 
le comte de Cagliostro et le sieur Balsamo peìnlre sont une sca- 
le et mème personne. Hambourg 1789 in-8^. 

A. Serieys, Histoire de Maric-Charlolte-Louise , rein« <les deui 
Siciles. Paris 1846 in-8'. 

Chev. Carme Lancellottiy Ménioires historiqucs de Ferdinand I 
roi des deux Siciles . traduils de V italien par M. T abbé P. de 
l'Aquila. Florence 1820 in-8^ 

E. de Beaumonly Reclierches sur le mont Etna : dans les An- 
nales des mines^ t. IX et X. 

F. A. de ChrisL Davalos , Tableau hislorique et poUtiquc de 
Mnllc ci de ses habilans depuis les temps les plus reculés jus- 
qu' à lu réunìon de celle ile à la Grande-Bretlagne. Londres 181C 
in-8^ 

Canm. De la Vigne^ \j(ì vèpre sicilien^ tragèdie. Paris 1828 in-8*. 

Dar. de la Mólhe Latigoìiy Le vèpre sicilien, roman historìque. 
Paris 18:{0 in-8*. 

De Bmsiere, Voyage en Sicile. Paris 1840 in-8**. 

De Bazarcourl ^ Histoirò de la sSicile sous la doroination des 
IVormands depuis la conquèle de V Ile jusqu' à T élablissement de 
la monarchie, voli. II. Paris 1830 in-S"*. 



SEZ; IV— FRANCESI 343 

yieowU d' Aridncomrt, L* Italie rouge , ou Hisloire dos* révolu- 
tions de Rome, Naples, Paierme^ Messine, t^Ioreace, Parme ^ Mo- 
déne, Turili, Milan, Venise, depuis T avénement du papa Pie IX, 
en juin 1846, jusq' à sa rentrée dans sa capilaie. Paris 1850 in-^^. 

SEZ. V — ITALIANI 

Essendo piii considerevole lo stuolo degl* Italiani ^criltori di 
cose nostrali^ che non è quello degli Oltramontani , ci si apre il 
varco ad una suddivisione, coi mandare innanzi alcune opere piti 
generali, in cui la Sfcilia entra come frazione del globo mondiale^ 
o Come porzione d'Italia; indi quelle che di noi trattano in par- 
ticolare. 

ART. I. STORIE GENICRALI 



Annali del Biondo ^ ossia Fasti universali dì tutti i tempi e di 
tutti i luoghi della terra, descritti da una Società di letterati. Ve- 
nezia 1836 e segg. * In quel vasto quadro mondiale ha pur luo- 
go quest' Isola, come parte nei tutto. 

Cav. Gaet. Jfforoni romano , Dizionario di erudizione ecclesia^ 
stica da s. Pietro fino ai nostri giorni, specialmente intorno «V prin-. 
cipali Santi^ Pontefici, gradì della gerarchia, scrittori ecclesiastici, 
città vescovili, ecc. ecc. voli. LX. Yen. 1840 in-8®. * Avvi notìzie 
di nostre citlà^ di nostre chiese, di nostri personaggi piCi illusori. 

Enciclopedia dell' Ecclesiastico, ovvero Dizionario della teologia, 
della sloria della Chiesa ecc. ecc. Opera compilala (dalF ab. Virtc. 
d* Avino e da altri) sulla Biblioteca sacra de' pp. Richard e Giraud, 
sul Dizionario enciclopedico di Bergier, e su allre opere di scrittori 
chiarissimi, voli. IV. Nap. 1845 in-4®. * Neil* appendice air ultimò 
tomo avvi le- Storie di tolte 1^ chiese del nostro reame, le descri- 
zioni delle nostre città^ V elenco di tutte le case e stabilimenti re^ 
liglosi, notizie ancora delle diocesi e de' vescovi fino a di nostri. 

Enciclopedia Ecclesiastica, in cui trattasi della sacra Scrittura ,■ 
della dogmatica^ morale, ascetismo, passioni, vizi , virtù , diritto 
canonico^ liturgia, riti^ storia ecclesiastica, missìoui, concili, ere- 
sie, scismi, biografìa e bibliografìa ecclesiastiche , archeologia e 
geografìa sacra , ecc. ecc. Compilata da una Società di ecclesia- 
stici sulle opere dei principali teologi, canonisti, storici, ecc. eco. 
Diretta da M. Pielro PianLon. Venezia presso Gir. Tasso 1854 e 
segg. in-8^ gf. Sarà compresa in sei od otto volumi, pubblicati a 
quaderni^ e comprendono materie ancora spettanti alla Sicilia. 

44 



346 APP, AL TOL. I— €LASSK HI. SCIUTTOU CUROPKI 

Giamb. Rampoldi^ Annali Musulmani , voli. XII. Milaso 1822 
-26 in-8*. * VI si ragiona de^ Saraceni venuti in Sicili^ 

Cav. FU. dei Bardi, Storia della letteratura araba sotto il Ca- 
liffato, voi. 11. Fir, 1846 in-8®. ♦ V* è pur quivi alcun cenno de- 
gli Arabi nostri. 

• 

Salv. Fusco, Diss sud* una moneta detta ducato. Nap. Ì8i2 in-4®. 

— Tavole di monete del reame di Napoli e Sicilia. Ivi 1839 
jn-4\ 

Greg. Grimaldi , Istoria delle leggi e magistrati del regRo di 
napoli , in cui sì contiene la polizia delle leggi e de' magistrati 
di questo regno sotto i Romani, Goti, Greci, Longobardi, Normapni 
sino a Carlo V, tom. VI. Nap. 1730 in-4^ 

Carlo Pecchia, Storia dell* origine e dello slato antico e moder- 
no della gran Corte della Vicarìa , t. IIL Nap. 1717-83 ia4*. 
* Nel t. I, 1. II, descrive il governo e le leggi de' Normanni: nel 
)I, diss. Il, l'origine e lo slato antico de* feudi in regno: nel III 
che intitola « Storia civile e polìtica del regno di Napoli n v' ha 
un Ristretto di avvertimenti dei nostro can. Gael. Barbaraci. 

Raff. ^o^fmni, Memorie storiche de' dazi indiretti, e dritti di 
privativa. Nap. 1835 in-4®. 

— Memorie sulla statistica giudiziaria di detti dazi. Ivi in-i*^. 

— Atlante delta storia generale italiana. Ivi in-8*. 

— Dizionario storico-civile delle due Sicilie, Ivi 1839-43 in-8^ 

Storia d' Italia dalla caduta dell* impero romano in occidente G- 
no ai nostri tempi, compilata dai?. S. A. t. III. Milano 1831 in-8^. 

Ar^. Jtameri, .Storia d'Italia dal V al IX secolo, ovvero da Teo- 
dosio a Carlo Magno» libri II. Brusselles 1841 in-8^. * 

G. Checcf^elelM , Memorie della storia d* Italia considerata nei 
suoi monumenti^ tomi Vi. Homa 1844 in-4^. 

Gius. M. Fusco, Dell* Ordine dell' Armelllno istituito da re Fer« 
dinando I d' Aragona. Nap. 1844 in-8^. 

— Capitoli di dett' Ordine. Ivi 184S in-8\ 

Gian Vinc. Fusco , Sulle monete delle cinquine , battute t^ 
guanti ^li Aragonesi, Nap, 1843 ia-8^. 



SEZ. V-^iTALUiff 347 

CèMTé Balbo, Storia d' Italia dalla distruiione dell' impero ro* 
mano sino al 644, abbracciando T intero periodo de' Grecia Goti 
e Longobardi, voli. II. Torino i830 in-8\ 

— Della letteratura negli XI primi secoli dell* era cristiana. Ivi 
«836 in.8\ 

— Meditazioni storiche, nuova pubblicazione, voli. II. Ivi 1843 in-8^. 

— Sommario dellastorìa dltalia fino air anno 1814. Ivi 1846 ìq-8^. 

Davide BertoloUi^ L* Italia descrìtta e dipinta con le sue isole, 
secondo ì lavori de* principali autori ed artisti, 2* ediz. voli. V. 
Torino 1847 in-4^. *Di quest opera splendida, adorna di 328 tavole, 
il voi. II descrive il regno delle due Sicilie. 

Cesare Cantù, Storia di cento anni, voli. III. Tonno 1831 in-S"*. 
* Abbraccia i fatti dal 1730 al 1830. * Della sua storia univer-* 
sale, ristampata e quivi e a Palermo si è scritto altrove. 

— Stona degl' Italiani, voi. VI. Torino 1834 in.8\ • Divisa in 
tre età, pa$?ana, cattolica e politica, comprende i fatti dai primi- 
tivi abitatori fino alle vicende odierne. 

ART. n — STORIE SPECIAtl 

Pietro PompiKo Rodotà, Dell' origine , progresso e stato pre- 
sente del rito greco in Italia, v^ll. IH. Roma 1738-63 in^"". * Ra- 
giona delle trasmigrazioni delle Colonie albanesi cosi in Calabria 
come in Sicilia, avvenuto circa la mela del se^colo XY dòpo la pre- 
sura di Costantinopoli. Di queste Colonie (di cui ne abbiam quat- 
tro fra noi) scrivono altresì i tre seguenti. 

Angelo Masd, Discorso sull* origino, .costumi e stato attuale della 
nazione albanese. Pfap. 1807 in-8^. 

Mich. Sculari, Notizie isloriche sulF origine e stabilimento de- 
gli Albanesi nel regno delle due Sicilie, sulla loro indole, linguag^ 
gio e rito. Potenza 1823 in-4®. 

Tomm. Morelli, Cenni storici sulla venuta degli Albanesi nel 
regno delle due Sicilie. Cosenza 1841 in'8\ 

Giu9. Senatore, Giornale storico di quanto avvenne nei duo rea** 
mi di Napoli e di Sicilia T anno. 1734-33 nella conquista che ne 
fecero le invitte armi di Spagna sotto la condotta del re Carlo 
Borbone. Napoli 1742 in-4\ 

N. MartelH, Le antichità dei Sicoli. Aquila 1830 in.8\ 



350 APP. AL VOL. I — CLASSE IV. RACCOLTE 

tìostre bibliolechc, eh* ei dà per suppliinento ai mss* orienlnli^ e 
particolarmenle arabici , delle biblioteche d' Italia , illustrali dal 
barone Gius, de Hmnmer. 

Anco il Sig. l^oel deji Vergers^ orienlallsla francese in una let- 
tera ai Sig. Caussin de Pcrceval, stampata nel n. 13 del « Jour- 
nal Asialique n di Parigi 1845^ ragiona de* vari diplomi arabici, 
che serbansi negli archivi della Sicilia. 

S(àv. lUofso, professore di letterature arabiche in questa Uni* 
Tersità , pubblicò per uso della sua scuola le Favolo di Lokmaa 
il Sapiente , colla versione latina e le note dì Tomm. Erpenio , 
a che egli aggiunse le sue^ con un lessico ed una breve grama* 
tica. Pai. 1796 in-8\ 

\inc. MortUlaro, allievo del Morso e successor nella cattedra, 
mise fuori ancor esso Rudimenli di lingua arabica, con una scelta 
Crestomazia arabo italiana, seguita dal corrispondente vocabolario. 
Pai. 1830 in-8*. * 1 pezzi quivi riportali sono: Principio della cro- 
nica di Sicilia della biblioteca di Cambridge; Capo 11 della Storia 
di Sicilia del Pfovairo; Squarcio della Storia di Fez; Altro della 
Storia di Mackrizi; Sura I e LXVll del Corano'^ Carme di Ibn Fe- 
Ti^d egiziano. , 

Gius. Caruso , succeduto al Mortillaro nella cattedra , pubbli- 
cò nel 1S38 certe critiche Osservazioni su' Rudimenti del mede- 
simo; ma questi, (oltre ad una risposta che leggesi nel t. LSI , 
p. 2d4, del suo Giorn. lett.)^ riproducendoli nei voi. Ili delle sue 
Opere al 1846, vi aggiugne ì trattati seguenti: 

— Saggi di archeologia e filologia araba. * Contengon notizie sa 
Maometto e *1 suo Corano; su' caratteri arabi; sul calendario am- 
bo; sulla metrologia, numismatica, vetri e cifre arabiche. 

— Lettere varie intorno a' cose arabiche. * Dirette ad illustri 
arabisti, dilucidano codici, medaglie, suggelli, iscrizioni, vasetti, 
conche cufiche. 

— La storia arabo-sicola. Scrittori antichi e moderni della me- 
desima. 

— Illustratori delle monete arabo-sìcole. * Di queste ne illustra 
fino a 129, parecchie delle quali sono inedile. 

* Altre arabiche anticaglie prosieguo a dilucidare nel^ voi. TV , 
uscito nel 1848 , che suggella colla Illustrazione d' un astrolabio 
arabo, che pur avea pubblicato lo stess* anno nel t. I della nuo- 
va serie del Giornale da sé diretto di scienze lettere ed arti per 
la Sicilia. 

Nuova raccolta di scritture e documenti intorno alla dominazio- 
ne degli Arabi in Sicilia: versioni dal francese. P^l. 18St in-8^ 
* VI si contiene: 



SEZ. I— ARABICHE 351 

Storia dell' Affrica sotto la dinastìa degli A^labili e della Sici- 
lia sotto la dominazione Musulmana, di Ebn-Khdldoun; pubblicala) 
tradotta in lingua francese e annotala da A.^Noel dee Vergers. 

Descrizione di Palermo alla mela del X secolo dell' era Toigare 
di Ebn-Haucal, pubblicala e tradotta nel Giornale Asialico V anno 
1845, con inlroduzione e note del traduttore. 

Viaggio in Sicilia di Mohammed-ebn mohair di Valenza, sotto 
il regno di Guglielmo il fiuono^ pubblicalo e tradotto nel Giornale 
Asiatico Tanno 1846, con inlroduzione e note del traduUure. 

Lettera sulla origine del Palazzo della Cuba presso Palermo, di- 
retta da un Siciliano (Mich. Amari) al signor A. di Longperrier, 
e pubblicala in Parigi nel 1*850. 

Storia di Sicilia del Novairo , tradotta dall* originale arabo dal 
signor /. J. A. Cauèsin, professor di lingua Araba nel Collegio di 
Francia. 

Estratti che concernono la Storia di Sicilia, cavali dalla storia d*Af- 
frica del Novaifo. * La versione dalf arabo in francese è del A^oèY, 
dal francese in italiano è di Fr. la Lumia. 

Frammenti di testi arabi per servire ali storia della Sicilia mu* 
sulmana, tradotti ed illustrati daifieft. Amari. * Leggonsinel voi. 
lY deir Appendice air Archivio storico italiano^ pubblicalo per Gio. 
Pietro Meèseux. Fir. 1842-48 )n.8^ 

Solwan el 3Ioia^ ossiano Conforti politici di Ibn Zafer^ arabo si- 
ciliano del Xll secolo: versione italiana di Michele Amari sui te- 
sto arabico inedito, non tradotto in alcuna lingua dcir Occidente. 
Firenze 1851 ìn-8^. * Quesl* opera, divisa in cinque sezioni, è un 
complesso di tradizioni, di racconti, di sentenze, di poesie^ di a- 
pologhi sopra dilTerenli materie morali e poliliche. Il Iradùllore vi 
ba premessa una lunga Introduzione riguardante la vita e le ope* 
re varie dell'autore, T analisi di questa^ e un prospetto della sto- 
ria arabò-sicola^ ed in fine copiose annotazioni. 

* Lo stesso Amari nelle biblioteche di Parigi e d* altróve ha rin- 
\enuli non pochi allri prosatori e poeti arabo-sicoli* trai codici o- 

^rienl^li, de' quali si è accinto di darne la pubblicazione, alla guisa 
che ha fatto al precedente scrittore. Intanto ha egli su quei do- 
cumenti originali dirizzata una compiuta Istoria de* Saraceni in Si- 
cilia, pubblicata medesimamente a Firenze 1854 e seg. in-8^. 

* Altri é poi altri Codici arabici in gran copia esistenti in pa- 
recchie biblioteche ci vengono descritti da vari: come fa que* tanti, 
della Vaticana Giui. ^im. As$emani nel voi. II della Biblioteca 
orientale, Roma 1719. e dopo lui il Mai nel t. IV degli Scrittori 
antichi in essa esistenti. Ivi 1825 : quelli della Medicea Palatina 
Slef. Evodio Assemani nel Catalogo della medesima, Firenze 1742: 



332 APP. AL VOL. I— CUSSI IT. RACCOLTI 

quelli dello Scuriale Mich. Ccuirì nella Biblioteca arabìco-lspana, 
Madrid 1760: quelli del Duca di Sassonia Cpìo. Enr. MoeUer nei 
Catalogo della Biblioteca tiotana^ Gotha 1823; ed allri di allri. 

SEZ. II — RACCOLTE VARIE 

HisloriaeNormannorom Scriptores antiqui, res ab illis per Gal* 
liam, Ànglinm^ Apuliam, Siciliani gestas explicantes, ab anno 838 
ad annuip 1220, collegit Andreas ùuche^ne. Parisiis 1819 io fol. 
'* Il Barone Masères ha pubblicato un estratto di questa raccolta 
con note in inglese, a Londra 1807 in-4^. Come i Normanni suò- 
cederono agli Arabi in Sicilia , cosi questa raccolta che ragiona 
degli uni acconciamente seguita quelle phe narran degli allri. 

Historiae Francorum scriptores coaetanei , ab eodem Duchesne 
editi. Lut. Par. 1636 in fol. * Pfeìr Appendice U al voK V tro- 
vansi monumenti di Storia sicola deli* epoca angioina. 

, Archivio storico italiano , ossia raccolta di opere e documenti 
finora inediti o divenuti rarissimi riguardanti la storia d* Italia, to- 
mi XIV. Firenze 184249 in-8^. * Questa raccolta fu eseguita da 
Già. Piel^o Viesseux, che pur vi aggiunse altri sei tomi di Ap- 
pendice, ove ci ha qualche scrittura di nostri. - 

Biblioteca storico sicula^ ossia Collezione di frammenti, relazio- 
ni, croniche e monumenti d* ogni maniera relativi alla storia di Si- 
cilia: parte I, Epoca greco-sicoia. Pai. 1847 in-4^. * Questa rac* 
colta dovea continuare con darci gli scrittori latini , arabi , sicoli 
deir epoche susseguenti: ma rimase interrotta. 

Monumenti storici di Sicilia tratti da greci scrittori tradotti ed 
illustrati dal sac. me. Spala. Pai. 1832 in-8^ * Vi ha r Epistole 
di Piatone e i frammenti degli starici Timeo, Eforo, Teopompo, 
Callia e Diodoro. 

Antologia siciliana , ovvero Raccolta di memorie illustrazioni e 
documenti di ogni specie riguardanti la Sicilia. * Tal è irPro* 
gramma d' una collezione che poggia sopra un vasto disegno -, e . 
tende ad illustrare largamente la Sicilia nella parte scientifica, 
storica, letteraria, economica, artistica. Essa però è sol annunziata 
a Palermo 1834, ma non ancor pubblicata. 

Altro compilazioni storiche, eseguile da Francesi e da Italiani, 
le abbiamo di già rassegnale nelle sezioni V o VI della Glasse 
antècedcnle. 



; . • ;:: APPENDICE ALLA «LA3SE v: i . . < 

STORIE PROFAIVE 

Qui ancora oltre le taD(e atiteriori, sonò di fresco comparso nuo- 
ve istorie del nostro pàese^ e talune peculiari di stranie, eoitrader 
Alle Storie de* fotti van di conserto le descrizioni de* luoghi e le indi- 
elioni de* tempiv^in che queUi si avvennero, cioè tn G^grafia e 
la Cronologia* Tali son dunque. le parti di questa Classe^ 



SEX. i-friSToiift civiu 



li' ' • 1 



Queste ancora isono AUre generali di tutta P Aroltt, Jtdtite parti- 
colari delle diverse cittl!i>aUpe ^rriali> d'alcun avvenimento; MI4 
Suali annetter si vogliono e quelle di paesi stranieri^ b. jqyfiU^ 
' ordini equestri. iNon occorre qui raccordare come sotto nome 
di Stòrie -n^unilEimt» «neorai relazioni V desoriziotli , iMli2ie.'4iiaii . 

d)6^ -stette. ' ' *■ ^''- • -»■ • ■• '.'>' '■ -•••!■ ' •;• ;■ .ii 

?.'l'-.;ir'.j •■••■.• : :.- ■■■'■-■ ■' ■ •-. ' J. '•■ v .-''•.'• r, •':(... •.-? 

A^T* I — STORIE GENERALI . ,/,; 

Tai^m.FùZieUo , Storta 4i SicUià y deebe duec mfova «diifene 
corrèttili Mh 1854 ini<8\'^ Còsi in questui, come nella ràtlutipa 
del MÌO, evvi un Discorso preliminare e le note deirab.; 6toa. 
Berlini; la continuazione dal 1556 (dove finisce il Fazello)al 1750^ 
d«lf abbate eassinese fUo AmU^Oj volgàrinalÀ datf ab.. JMi. JSav. 
Terzo. •• •• ■•.{':. .. / ^ ..' . . ■. ....i - . ■ -li 

Frane /'M&fiiroUco^ Compendiodi storie sleilialne^ volgariz^atlo, 
nnnotiito'é Céiitinuato^dhl beocfv tìir. di MatzotFerro \ voli. Il; 
Pai; iéS6-inr-^^'^ In questa nuova ristampa ;D^iognn il ^ tradpb- 
tore'^ altre continuanze a quelle di Giac. Longo e d' altri già pbbr 
blicate.neir antecedenti edizioni. 



• . • « t 



Saggi/di storia Nicola, e '4* antiquaria, di fisica^ medioina ,/n(H 
temia, chir<irgfà,^ebimic«, botanica, Cislrmacia^ storia naliirale ^ a 
i^ricoltura, veterinaria, ed economia J^urale^; U L GatoilDS in^iif; 
* Opera soltanto iucoata. 

Vinc^ GagUmU, Argomenti di storia aioìUaiia «jlvisaliiii ptlAdfiiJ 
Pai. Ì8i3 in-8^ • ; >. .; .;.. ...;,.-, ......... ^. -.ì,.;, 

Gius. Cardile^ Specchio storico-geografico-itatiatiM daUli gl'- 
Ila, tomi II. Pai. in-8*. 

4S 



' ; 



> 



S5I APF. AL VOE, k«-^XASftB V. STOBIE PIOFARE * 

JUar. Nic. Palmèri, Somma della storia di Sicilia , 2* edizione 
jn m Toliime, PaL i85l ìa-8® gr. * Vi ha disile note appostevi 
dal suo concittadino seguente. 

t 

CaUf Pietro San/ilippo , Compendio della storia di Sicilia: 3* 
edizione migliorata ed accresciuta delf indice alfabetico de* co- 
muni di Sicilia, e deir indicazione d* alcuni oggetti. Pai. 1850 in-12^ 

Càn. Ani. Bt$$aeca, Compendio storico sicòlo: premesso al suo 
Pizionario della Sicilia. Hess. 1850 ìd-8°. 

— Città antiche di Sicilia : Cenni inseriti nell* Eco peloritano , ' 
giornale da lui stesso diretto in Hess* 1855 in-8^. 

Sac. <Kr. (M'^iKai^zo e^Ferro, Compendio della storia di Sicilia 
per uso delle scuole : ()^ odizion^ corretta ed aocre^ciula., Pai, 
i8Sf in^i2V 

' ' •■ fj . 

eto. ScMrò, De' rapporti tra V Epiro e 1 regno delle due Si* 
cilie: nel Giornale di scienze ecc. n. 138 e segg. ** Sona divene 
JHemorie che tracciano il nostro commercio dair epoca primitiva 
la poit 

Ab. .Nio. Spala^ Cenno iCorice su 1' origine , pYogre$so e stato 
religioso e politico delle quattro ^€olonie greche di Sicilia, Pel,. 
18*5in-8% 

■ '•■ ■ ■ . 
M. Gius. Crispiit Memorie storiche di talune costumanze appura 
tenenti alle Colonie greco-albanesi di Sicilia. Pai. i8S4 ìq*,8^* 

L* armistizio ed il nostro avvenire«*-~Sguardo suU*attu«lità.r^Gior-> 
naiismo straniero, la lUplòmazia e la Sicilia. * Scritture di Pietro 
Lqnza principe di boterà,: ministro del governo rivoluzionario. Pai* 
1848-49 in-8\ 

Poche osservazioni sopra un atto del 28 febbraro 1849 del re 
di l^apoli indiritto ài Siciliani, * Respigno le concessioni del re 
Ferdinando ofiferte alla ribellata Sicilia: lavoro di Pmquf^e Caki^ 
altro ministro di quel (empo. 

JKoA. Amari, La Guerra del Vespro Sioiliano. — Quarta Edizione 
(prima fiorentina), ritoccata e accresciuta dall' autore , e corre- 
data di nuovi Documenti. Fir. 1850 ia-8\ . l 

— Istoria de* Musulmani ìq Sicilia (frutto di dieci enni di stu- 
dio). Ivi 183* in^r. 



. , 'SfiZ» I— STORIA GlVlÙ , ^O 

Jìim> kk Farina , Storia della rivoluzione 4i Sicilia negli aanì 
1849-49. Los^na i850-^nn-8V * StorìaidèUata4a spirito <ii par- 
tito: a cui un' altra sulle stèsse vicende n^ iiacoQtrapposta J^ard^ 
Malviea in Vili libri^ non ancor pubblicali* : 

•. . ..''.. .•'■.'. ^ 
Mariano Sansone , {Rimembranze storiche di Cicilia in epoche 
diverse^ Pai. i852 in-8^. * Sono un accolta :di parecchi racconti^ 

Cav. Gim- Piaggia, Intorno alla Sicilia Sicana descritta d^ Ero*> 

manuele Qidèra: nei i^igfo^nto, giorn* diPaU 1SSS« 

i' 

■■'..■ . . ■ \ 

AKT. Il — STORIE PARTICOLAI^I 

Aci-JiEAp: Notizie di questa cjttà:* netta Fata galante, giprn. dt 
Pai. n. 21 e seg. * Fu impugnato da un anonimo (forse £• yigo) 
oon uno scritto « Prime os$ervarJoni aji* art. Aci-Beale. Pai. in-S^». 

Gius. Ragonisi, Memoria storica sui tremuoto del 20febbr. 1818» 
accaduto in Aci e suoi dintorni. Ivi, dett* anno ia-8^ 

■MananO' Grassi , Kotizìe storiche delle accadèmie e degli no* 
mini illustri di Aci-Beale. Pai. liStl .in-!8\ r 

— Sunto di dette Notizie, del sac. AnL Cali Sardo^ segretario 
deli' Accademia de* Zelanti. Ivi 1842 in-6\ 

.r-r-Su)k> slato delle 3cienze, dello ieUero e della civiltà in Aci- 
Reale: nel giorn. la Concordia, n. .8l« Pai. 1841. 

— Cenni geografici storici della città di Aci-R^ale: nel Poliora* 
ma pittoresco,' n. 10 e 11,. Nap. 1843. 

. «-- Suir. aUl^rgo de' poveri ìùvalidi iu A(Ci*^Realei neir Occhio , 
giorn, di. Pai . , 1 845, » n. *60. ^ . 

— Sair acqua da condursi in Acì*Reale. Quivi 18S0 in-4*. * Pro- 
pone un condotto d* aequa daziar venire dattAci-Catena. 

— Suir effettivo trasporto deir acqua cìtyrrente potabile in Aci- 
Ki^le: nel Giornale di Cat. 185Ì, n. 7j8. 

— De* sindaci mandati da Aci a Carlo Y nel 1528 ^ con intro- 
duzione e note. Ivi 1854\in-8^» 

* r • ■ , , . j 

AUiàMo: Una gita a . questa ciuà e a Sbasta , del cav. Gius. 
Piaggiai nel giorn. il Rigolello. Pai. 1855. 

Alvnìw: Ricerche storiche su questo antico.con[iune, ficr «Sor. 
d'Amico da Nas^o. Mess. 1845 jn-S?, f Un giudizio d' Ànt. Xitià 
la Grua su questa scrittura leggesi net giorn. Scilla e Cariddi , 
anno, III) fase» 8» 



BAfDÀi Storia dì questo fondo^ proprietà della casa de' pp. Mi- 
noriti dì Pai, 1847 ^-r 



^^t 



I ■ • ■ ' I ■ • < 



394' APP. AL VOI. J— -€ÌA«J^. T; STOhiE profake 

' CAififftkòifE: Progelto di cimpisanti per essa , Memoria difuei* 
datile' 1 ditogni presentali «i quella dèearla dal prt^t' 6. B..F* 
BàgUè. Ptih I8S3 !A-8^ 

* Il caT. .Emm. Tar^niOy direttore di <piel liceo, ne fb sperare 
una compiuta Istoria di quella sua e mia pàtria. 

■ -M •. . '■ ; • ■ 

Capimi: Honografle di questa città antica e moderna , di Nie. 
Russo. Pai. 1847 in-8^. " Pili altre lucubrazioni tien egli in ser- 
bo, di cui ancora me n* ha fornito V elenco: come a dire « Fon- 
dazione, nome, vicende di questa sua patria , dall* origine Ano a 
di nostri; suoi privilegi; sqoi monumenti; sue chiese; genealogie, 
uomini illustri » eco. ee<^.' - 

Catriiii: Notizie dielle It^'IéCAni in forma df dialogo , del ^c. 
P(Uq\ Pecoraro, pubblicate pè^ cura del bar. Me. €ioUVPa\A9&6 
ìn-8^. '* Una più coitipita istoria di questo comune ci annilniia 
Lu^gi Terrtmova In uil suo progratnma. 

Castiglwi^b 's FnAiNiAvntÀ: Memorie sullfrior origine ete. Ve- 
di qui appresso, art. FsùifCivntA^ . ' 

Castroreale ed i suoi monumenti^ preceduto da un' oomp^mlie^ 
storico, e seguilo da un cenno sugli aomint illnstri , per Gius. 
Pyrroni'Sollyina. Me^. 1^5 in-S**. 

Catania: Argomenti di sua storia divisati in pittura dal ean. 6tiM* 
iIei9M't nel Giornale derCabimmo letterario di Cai. iH34, fas^. 3^ 

Salv. d' Amico e Diodato Cappella, Kapportò sul nlòld di GaU 
i837 in4^ ... 

— Sui lavori di dètid moto, Lettere d' un catanése: nel Giom. 
del Gabinetto gioenio, -fvM843 e segjf. in-8*. 

Carlo Gemmellaro , Sutln stabilità de* eaésoni dei molo : negH 
AUi gioent, t.' XXI. ;i 

Carlo de Marco , Cenni sulla colldiana distrìbuziono del piine 
ai poveri neil* atrio del palazzo vescovile di Cat. 1844 in-8^. 

— Cenni stòrici' sol II: Ospizio di beneficen^ in Cat. 1847 ln*8\ 

^ ' • ■ ' » ■ . ■ 

CENTvnipn Sulla religione degli antichi Centuripini, di FU. An- 

saldi: qel Glorn. di st^. fett. ed arti, li. 202. Pai. 1839; he! tu- 

rbnda, gmrn. di dai. n; 16 esegg". ; e di nuovo a solo , in Cai. 

«48l^-8^" ■ ■ •'-''■■ -■■• - 

— I monumenti dell* antica Centurlpi, del raedesiWio. Ivi 1851 
in-S"*. * Descrive le preziose antichità d* ogni genere quivi superstiti. 

Coirr£S54: Memoria sul!* origine e fonda^ionle dì 4^sta éolonia 
greco-albanese , di Spiridione Loiacono. Pai. 1851 in-12^. * É 



SES. I— STùiiiK civiu. 357 

qiiesli Vicarici 'foreneb di ìpttl comune; rìpòHa in fondo . parecchi 
documeDli che lo riguardano. . f : 



« t » 



PAfAÉtA : Relaiione degli elTètli d* un fiei^o Infbine ivi aecedoto 
il 10 marzo 1712, descritta dall' arciprete Giw. Cafiii: noli. XV' 

degli. Opuscoli siciliani, . i 

^ . ■ . ■. 

Francavillà: Notizie di essa, del cav, Vinc. Cordare -Clarenza. 
Cai. ie48in-8\ 

Emm. Lamonaca, Memorie sullh origine di Francavillà^. prece^. 
dote dà un confronto felativo delle due epodie, bizanlMA e sarà- 
conica^ in Cicilia ^ eontfa le notizie pubblicate dal caf. Cordare, 
Aci-Reale «848 in-8\ m • 

* A costui yoUé il Corsaro rispondere con una c^ Discussione 
storica )i nel Giorn. gioenio, t. I, bim. I, di détt* anno; Ma il £«• 
mMaod gli conlrarrispoèc colle seguenti : ; 

— JOsserTSzioni criliche^ sulla Mscnssione sierica ece. Ari l8S0i 
in•8^ * In somma \uol dimoslrniks che Casligliokie sua patria no» 
è meii amica nò men colta di Francavillà. 

Frazanò: Notizie sloriche del suo stato antico e moderno, rac- 
colte dti ùiUèi Petrolo e Giu$. Soiim' Scolato: corrono maBoscrìIte. 

^CkitRMii Lettera suU* origine, diMruzionc e ri^laurazione degli 
acquidolti di essa, per Ben. GurduUa* CnL i795 in-8^. 

. ■ ■ ■ * 

Geraci: CasimiriDrago Allegallones in causa successionis sta- 
tus Geracii prò cornile Rogerìo de Vigintimìlliis , comìlo niar^bio- 
ne Geraoli eie. Pan. 1692 in fol. 

GiRGENiTi Cenno sulla provincia di essa , di Siellariù Sala/la. 
Firenze 1842 itt-8^. ^ Descrive il civile midamenlo di quella^ e ne 
. propone i miglioramenti. 

Topografia medica di Girgenli , del dott. Gaet. ItocUo. Quivi 
^ 1845 in.?*. 

' ■ ■ . ■ . • ' !• ■ . . [ - . ' '. 

■ I 

lAmBBDVSÀj Iammone ^ Lìkosa: Noltzìe di q^iesto Ire isole,, doti 
cav. Gio. Gmsone: negli Alti della R. Societii Berbonie», voi., IV. 
pag. 73 e segg. Nap. 1832 in-4^ 

lEirmn antica città di Sicilia; Notizieistoricbc di LUierio^IÀ^ 
^•0^1?rtmo, mssi, ptessò r autore. v^ 



\ 



l; 



. il 
I 



Lipari: Disegno storico di essa, per Pietro Campi: ras. presso ' 
i pp- Osservanti di 'quelUr città, citato ^al ican. Carlo 'Jtodnflfez 
ne* suoi Cenni su quella chiesa. 



' • 



338 APP. AL VOL. I-^aAK8K V. STORIA PROFARG 

f Mascau : Saggio solla topografin medica di', quella Cjtmtea , di 
Gius. Ani. Mercurio. Cat. 1851 in-8*?. 

MKttAKiffò: Ra^guagK istorici soir anllchfià e dintorni di essp , 
per SiMo Nióolo^i-Bivona. * Citansì da lui stesso in fondo ai 
suoi (( Cenni suir antico GrassuKalo » nel. voi. LXYIII del Giom. 
di scienze lettere ed arti. 

MESsiffA: Dom. de Luca, Hessana a clcmcntia Philippi Y sqae 
primapvae ingennitati reslitoendn.. Ibi 1702 in4^. 

fine. Autia , Il martello di Claudio Hazzeo per la marmorea 
iscrizione eretta -dal pubblico di llesana nel piano di b.. maria, 
r anno 1648 in falsa offesa delia città di Palermo. Ancona ì^!è in-4\ 

Diario^ di quanto è •ecorbo ì^ esaa dal. 3 luglio sino ali^ ago- 
sto 1118. Pai. in-4*. .. i . 

Tre memorie rimarchcToK alla storia di questa città ecc.: Rai^ 
razioni storiche, descrizioni oratorie^ tributi poetici , pel solenne 
ingresso in essa di re -Carlo Borbone. Mess. .1735 in fot. 

Descrizione de' tremuoti di essa e di Calabria nel fiebbriiro |783> 
del cav. Gugl. HamUlon. nel t. LXXIII delle Transazioni filosofi- 
«he della R. Società di Londra. ' 

flaccoiito su la inondazione del 30 settembre 184(i ne* dintorni 
di essa, per GaeL Cartella. Ivi dell'anno in-8\ 

GHi8. karlmez, De' pubblici macelli , e di un. disegno di ma- 
cello per la cillà di Messina. Ivi 1831 io^8^.r. 
, — Pensieri artistici in rapporto al presente perfezionamento mo* 
rate 6 civile di Messina. Ivi 1854 in-8®. 

Memorie sloriche, ovvero Messina nel 23 e. 25 ottobre 185Sé Ivi 
m-i*. * È una descrizione della venuta colà dei Re , e «una rae« 
colla di atti e poesie per tal evento. 

* Il cav. Ani, Busacca ci annunzia un suo Compendio della 
storia di Messina, nell* Eco pelorilano da lui diretto, ottobre 1853* 

MiiAztù: Illustrazione di esso, e studi sulla morale e su* costu- 
mi de' villani del suo territorio , per Gius. Piaggia. Pai. 1853 ' 
in-8^. * Opera divisa in due parti, ciascuna di due libri , con in 
fondo una selva d'iscrizioni recenti, una statistica del paese, e un 
dizìoiiurio di varie etimologie. 

tìiNEo: Cenni storico-crilici delle antiche famiglie, degli uomini 
illustri è de* pid rinomati scrittori di Minea ("del can. Corrado 
Tamburino Berlini). Cat. 1846 in-8\ * Quest'opera fu da noi 
riportala senza il nome dell' autore. 

■ . ■ . . ■ ■ - ■ »■.•.■■"'.■ 

- /Iffpici: Memoria di questa eìità al pavlomonta* Pai 1814 in4*. 



♦ ' 



/ ,. iSSH^ W-sftowB «SVILI .' " 3.'>ft: 

-— Cebni aa questa toi&ìf scrini da Jetfee Ven/tiivi. Pai. 1832 
ÌB-8^ * Ne d& conio dell' origtnie , sftabiliinènAi ed uomioi illustri 

di essa. 

— Rapf^orto topografico «metcórologtoo agrario, sul suolti del ler- 

riiorio niodicano, di Mich, jRizzone. Notò ISaS in*8^. 

' Monte 5. ér/ruijr^: Stia Topografia medica abbozzata da Lucia" 
no Spada. Trap. 1849 ìnW". 



I • 



MvssoMELi : J)ifesa nella causa della Revendicatoria dell* ex-ba^ 

rooia di questo comune in favore dei sig. principe deUa Trabia^ « 

centra il sig. principe di Campofranco: scritta dall* avv* FU. fo^ 

derò. Fatv 1854 iùr 4?. . : » 

..'■'■'•'■ , • . ■ . • ' • . ■ 

Naso: Vero stato della eausa del regio fisco e de^ Hasltani col 

conte di Naso, di Frane, de Contreras. Nap. :1774 in^4®. 

....■.'• - . ' • 

iViC08ii:Noti;&ie storiche di essa* compilate da Giuè. BerilelH^ 
la. Via barone di: Spataro , riordinate e cotitinuate per Àlesèiù 
Workom. PaL 1832 in-8^, * Opera :dmsa in tre libri, contenenti 
le notizie civili, sacre, letterario di quest' antica città,' 

'. . ■ • ' . .••..'; .♦■ •■; ■ ••■ ' •■..!■ ; • ■' .••...■•• 

. , JVoro ; Weoioria (ìntòrnO) Qn movimento popolare ivi accaduto) 
dì Berlin B^ccuxUUd-Bologna. Pai. 1813 in-4^ 

Palazzo Adriano: Lettera apologetica storica del sao. Gius. Fran* 
zone di Chiusa in difesa dell* antichità di essa terra contra la Sto-> 
ria delllab. l^ietrQ Pompilio Rodotà. Pah 1722 in-8\ 

P^LEMKoi 9ir. Bronci, Discorso intorno. alla 4ifesa 4i alcuni pri* 
\ilegi di Palermo. Quivi 1386 in-4?. . 

(Sciamò. Mairingo , Fama deir oitangolo pai. teati'o dei stole e 
piazza' Visiona» Cai. 1609 in-4\ • 

érto. d% Franco, Il disinganno della residenza della corte in Mes- 
sina. Nap. 1649 in.4^ 

, . $iuè. dell Ypgtia , Lettera di B: Natalizio Adonio a SI. Fulvio 
Cretino, nella quale viene difeso Pa)erqio dajje calunnio di D.i or- 
dinando Comìteili. Yen. 1649 in-4\ 

t^Ì0irù Af^onwciu^^^'àiiosì^ dei tremuoto successo lanotte^.dcl 
1 settembre Pai. 1726 in-4\ .... 

Sahj. U. di Blasi , Esame dell' art. Palermo , pubblicato nel- 
V EnrielopeiU^ fpttp<49 )^3ilio de Aiustra. Pai. 1773^ inrf^ 

S(^* CafKle^^ Lettera sulla letteratura, di Palermo^., e sia ri- 
tratti di letterati palermitani de* nostri .giorni. Nap. 1794 in-8^. 
^ Scrittoi lo framwaey vidì^.i^onto di ^4 lilu^tri contemporanei* 



. 1. 



' « 



360 APP. AL VOL.ì l'^CLASSK V. STORIE PROFANE f?J 

: jlpo^; Forno , Nolizta^ delUt olUà capitale delle doe Sicilie, e 
della residenia delU.real- torte durante i due rejni sotto un so*» 
Trano. Pai. 179» in-8\ 

Tiìtmnaso B^ E^q^ OsseHradoni sulla Topografia di Palermo e 
de' suoi contorni; trad. dalt' inglese. Nap. f8i9 in-8\ * É que* 
sia Uff acre censura dclf opera di Scinà^ 

1^0 de jPaoMs Cenno su 1 principali avvenimenti della rivolta 
di Pulenno. Nap. 1820 in-4\ 

Gugl. Bechi, Che Palermo dev* essere la capitale della Sicilia, 
che la Sicilia deve avere una capitale. Pai. 1820 ìn-8^. 

Gran dettaglio della, città di Palermo/ estratto dal Giornale co* 
stilUKÌoriale del 13 ottobre 1820 in4'^ '' 

Descrizione di questa città e suoi dintornty del cav. Raimondo 
GrancUa.'* Quesfè una Guida novella, non divolgata per anco. 
''Amminislrhziòne della pubblica passeggiata déUa marina fuori 
Port^ Felice dì Pai. 1821 in fol. 

Ftnc. ISQrtiUaro , Intorno alla misura delle acque correnti ìa 
Palermo. * V*ha 22 tavole colle loro spiegazioni-^— Ragguaglio del- 
r amministrazione delle acquo del comune di Palermo. — Su la ci* 
rica consuetudinaria delle aeque correnti in Palermo. Ivi 1833^ ia-4^« 



«ì 



* • 



, PARTineo e suoi dintorni: Notizie, di Stefano Marino. Pai. tS34 
ift*9^. *>Olire le liotisie che vi dà delle prische tnettório «dello 
slato alluale di quésto bomóne^ altre ne somministra delle terre 
comprese nel suo circondario; come sono Borgetto^ MoNTEiEPREy 

tìlAHDIPfBltf, StCCIAHAj THAPBETOy VllGtlAÈiirEHA^BLiQAU. 



" «> : 



Paterno: Noftieie de* fatti che deM>ohsi considerare molla causa 
istituita da alcuni ciltadini di Paterno , che domandano la resti- 
tuzione di quella lerm al regio demanfio ; di Noli M. (HmagKa. 
' Nap. 1773 in-4*. 

Lettura deiristromedlo stipulalo tra il re Ferdinando il cabo- 
lieo e il conle d* Adornò per la vendita della baronia di Paterno* 
«ap. 1774 ln.4^ 

' Pettineo: Ragioni de* naturali di' esso centra fl conte di Praées, 
di Giamb. SmgieUav Pai. 1784 ina"^. 

■ ■ . • 

• ■ ■ 
BoccEiu VAibEMONEi'^rolè su d*essa, del doti. iMigi'OènO' 
vese Camarda. Cat, 1833 in-8**. ■ . * 

I ■■ . - : « 

' Sambvha : Cenno intorno ad essa , del ioiìi -Vinoénzù fkmwrré 
da Itibera. PaU 1832 iii;8*;r e nel ^n. del Buon^f^osilò , à. 14. 



i I 



^Aìfif' Anroitio^i Memòria <jpér lo caipo41u<ygo 'deli 6Éb ciiwiidario 
centra le prelese di Aci-Catena. Catania 1821 in*8^ ' 



Siracvsa: Maithaei Corvini patavini,. Tòpógraphià Syracusàruro. 
Neap. sino anno in-i®. . , 

Gius.Logoteta, Memoria per lo ristoro di Siracusa. Pai. 1799 in-4^. 

SiifrMAvnQ: Sua Topografia slalisUoo-medica, di Nic. Drago Siir 
teatri. Pai', 1835 in^8^ 

Tàormìna: Sulla storia civile di essa,. Memoria postuma dell' ar- 
ciprete Bq^,. Cas(orm^ ^ ufi\ n. 206 ^el Griornale di sciejìze ecc. 

Termiuv Pochi giorni a qiicst' antica cìllà, dì Mariano Sansone. 
Pai. i837 in-lB®. *^Descrivele fiunìglie/i letterali, i pregi di «ìue- 
6t(^ s^a patria. 

Dom. lezzi. Cenni statistici in apppt)flicc alle operazioni esta- 
siali sul comune di Termini. Pai. A^t in-tr. * Vi ràs^egtó gft 
stabiiimeoli , i prodalli e U numero degF impiegati per ciascuna 
aipminislrazione. . . i i 

•i • . _ , . , 

Tf.rranova: Ragioni por questo coiimne centra il Duca di Moh- 
lelconc. Memorie Irò dell* avv. /*ii«<|M(ile Ca^ti. Pai. 1842 ìtì-8^ 
• A queste voluminose Mcm9rie (giù riportate a suo luogo) contrap- 
pose le sue Frane. Franco avvocalo del Duca, in cui favore fu fi- 
nalmente decisa quella importanle causa strepitosa di drftti fendali. 

♦ €omechè codeslie Memorie sieno legali e farensf , pur qui si 
fammcnlanp, perchè, vi danno le notizie sloriche e di quei Comu- 
ne, e de' suoi antichi sigf^ori, e de' rispctlivi loro'' diritti. - 

■ * • • • 

TiNDAHi; Sugli scavi in essa falli, di Gius. Seiaci^a: nel giorn. 
di Mcss. Scilla e C?\riddi, an. lIl^Tasc. 5. * De' monumenti da 
lui rinvenuli negli scavi doscrilli , ne serha una ricca collezione. 

Cav. Gim. Piaggia, Sopra Tindaride, nei giorn, il Rigolelto. 
Pai. 183p. 

Trapani e suoi arlisii: Memoria del p. Mch, Stinco, inserita nel 
Foglio di annunzi, n. 3. Pai. 1846 in-4". 

yALGiiARNERAi Dcscrizionc di questa villa. Pai. 1785 in-4^. * fisi- 
sle quèsla n(*i villaggio della Bagheria. ,' * 

Yizziyj: Saggio di notizie storiche e diplomatiche* intorno ad 
essa, eslralte. principalmente dall' opera del p. Jgn. N(Ho e da al- 
tri mss. dello flesso aurore. Callagirone 1827 ìd-8.*|. * Kdìzltoi^^ 
ihcoata soltanto, per cura del bar. Lor. ^dssallo, c6e nella pr^r 
fazione ci annunzia il libro inedito dei IVolo compìéndere Bi^jeihi 
inoderna, Djzzini nobile, Bizzini cristiana. 

46 



I 



362 ÀPP. AL VOL. I— rCLASSE V. SÌFOBIE PROFANfS 



ART. lUf STOlllR VARIE 

.' Istoria ddr impresa di TripoU di Qarberìa, della presa del pe- 
gnon di Yelez, della Goinera in Africa , e dot successo della por 
tentissima armala lurchesca venula sopra 1* isola di Malia T an. 
1S65. Senza dala, iu4^. ' 

Gto. d'Onofrio d. C. d. G., Il trionfo di Portolongone rac<iBi% 
stato alla corona dfil pe di Spagna dalle armi comandato o con- 
dotte dal serenrss. di lui ^gUuolo Gip. d' Austria). Pai. 16^0 in«4\ 

Giu$. Galeano, L'aquila del sole austriaco per la festività del 
r^cq^islQ di Qaroellpoa. P^l, Ì653 iuri"^. 

Pietro Ant. tomamira , Relazione della presa di due galere 
della squadra di Sicilia fatta dalie galeotte di Algeri oell' anno 
|£f78, con la cattivila de' (cristiani ^c. Pai. 1674 ìq-4% 

Breve ragguaglio dello erqiche prodezze che ad oTior della ror 
*liiana chiesa, operarono i principi Normanni, copti di ypntimigha 
e fflarch^si di Gerapi. R^ma 1689 in fol. 

Pietro \ilale. Le simpatie dell' allegrezza trJ^ Palermo e la Ca- 
sliglia manirestate nelle pompe festive per la vittòria otlenula da 
Filippo y contro i colìegalL Pai. 1711 in fol. fig. 

Relazione delU vittoria degli Sppgnuoli , resa della cittadella e 
pastello s. S^ly^dore di Messma. Pai. 1718 in*4% 

Diario di tutto quello successo neir ultima guerra di Sjcilia fra 
le due armale alemanna e ^pagnuola con un ristretto de* fatti prin^ 
pipali at^enpnli a questa guerra dal 1713 che fu stabilito il trat- 
tato di Ulrectit Gno al 2 maggio 17^, chp fu slabiiilo il trattalp 
di evacuazione, t. II. Pai. 1721 inr4*'. 

« 1 • t • ■ 

\ 

Breve ragguas:lio della processione de' cristiani redenti dalla 
cattività in Tunisi, falla nel 1722. Pai. 1729 in-4", * Tale occor- 
renza fu dal seguente pratpre celebrala, 

Àgoét. Pantò, Orazione detta nella metropolitana chiesa di Pa* 
lermo in occasione del rjscatlp de' cfistiìlni schiavi in Tunisi (nel 
|722). Pai. 1729 in-4% 

Giimch, Casim. Brano, Relazione del riscatto eseguilo al 1771 
(legli schiavi siciliani. * Evvi annesso il seguenlp 



SÉZ. f— ^TOBiE ciyìii sei 

Ctl4n, di Staria , Orazione rccilala nella inètropoìilana per la 
solenne^ processione degli schiavi cristiani rìscàltali in Tunisi. Pah 
1771 in4^ 

Catalogo de* Siciliani redènti dalla, sòhìavilu delle potenze afri- 
cane Algeri e Tunisi dall anno 1787 al 1804. Pai. in4^ 

Del modo che tenne II principe di Paterna tìio. luigi Moncd* 
da per indurre il popolo dj Palermcf alla capitolazione col coman- . 
dante delle armi del re il tenente generale Florestano Pepe^ se-: 
gnata a' 5 ottobre 1820. Pai. in-8®. * Questa relazione tradottii 
in francese* ricomparve a Kap^ 1821 in-8®* 

ART. IVé STORIE STRANIÉRii 

■ • * • 

Luigi lìatia , Istòria pontificale e cattòlica. Barcellona 1621. 
* Dettata in castlgliana favella: Y autore messinese visse jn Ispa- 
gna cappellano del re cattolico f^ilippo IH. 

Gennaro Teschi, Istoria universale de' tempi dell' imp. Federi- 
co li, nella quale Vengon comprese le cose piit segnalale succes- 
se in tutto il mondo. Pai. 1619 in-4^. 

Ragguaglio isterico della guerra tra le armi cesaree ei ottoma- 
ne dal principio della ribellione degli IJngheri fino al l68i. Pai. 
dell' anno in4i**. 

Diego Calcagni, Memorie isteriche della città di Recanati nèllii 

Marca d'Ancona. Mess. 1711 infoi. 

\ ■ 

r -, - • _ ' . • 

Breve e distinta relazione de^ gravissimi danni cagionati in Nd;" 
poli per la spaventevole tempesta' accaduta a 7 ottobre 1727. Pali 
in-4\ 

Cav. Carlo ìterlo. Risi rolla guida pel soggiorno di (in mese iA 
Parigi. Wap. 1749 in-12^ 

Gir. Minasi, Relazione, del tremuoto accaduto in Scilla a' 5 feb- 
braio 1783. Hess. in-4\ 

Estrani della Storia universale di W. Bosmet. Pai. .1786 in-8**- 

Salv. M. di Diasi, Lettere familiari. c'^U.p. d. Pietro M. Rossini 
intorno ad alcuna censure falle^ alia sua (c Serie de' principi Lori^ 
gobardi di Salerno ». Nap^ 1786. in foL 



ìtìt APP. Al VUL. I-^CtASSÈ V. .STÒIt'iB PROFAHE 

Sav. ÌSctofani , Tiìlli han tòriìo , sii la rivolaz. di Francia. Fi- 

rehlRe iWH. "* Qiresl' o|[)erà Tu tracolla ìÀ francese, in inglese, in 

• tedesco. * 

/ T— Descrizione della Morea, sue arti, eostiinii, nf^ricoltura^ com- 

ihtei^cfò. Ivi 1195 in^8\ 

— La guerrh de' tre meàf. Ivi 1801 ift-8^ ♦ Qiiesta Isteria 1Ù 
traslala in francese per F. D. Fremono* Parigi 1806 in-S*?. 



I ' 



■. • » I 



'' IP'róàiìéltò politico deir Edtópn nvgli anni ISOg-IOa. Pai. dell' an- 
no in-**. 

Corrispondenza aulenrlica e compita de* inìnistrì di sua Sanlilà 
cogli agenti del governo francese, e comandanli delUi sua armala, 
cominciando dal mese di novembre 1807; opoca delf occupaziou 

dj Roma e dello Sialo ponlìficio, fino a ^0 giugno 1809. Pah m-V^. 

■ . • . . .- • . ' 

Notizie sópra là Barbaria, e in particolare sui règ'no di AJgeri- 
Pal. 1830 in-8^ • < . 

Alfoùs'o lllòu, hit stoWadell impresa di Tripoli dì Barbaria co» 
le é6§è avvcìiuie h* crisliiinì neirisola, delle Zerbe. Parli IH. Sen^ 
za dala in-4®. ■. . 

• - ■ ' ' ' 

La Polonia anlica e moderna, fttl. 183! in-8*. 

Gius, la Farina, Sludi storici sul secolo XIII, tolt. II. Frrenzd^ 
1842-4,3 .in-8^. . 

* — ^ Là slòria d' Italia narrala al pòpolo italiano.— Dall' epoca Lon- 
gobarda fino al !8lo, voli. VI. Fir. 1850 in-8^. * Opera in <5orso 
di pubblicazione: divisa hi nove e|>oclie ; di cui pero una grave 
(fensura ieggesi nella Civiltà callolica, vbL'JXy n. $4. 

Paolo la Spada, Memoria sugli Gnostici. Cai. 1845 in-8*. * Traila 
r origine del gnosticismo,, ne mostra la somiglianza col neoplato- 
nismo, e tle scomparle le ire famij>:lle di Egiilo, di Siria^ ci* Asia 
minore. 



Cir, di Marzo Ferro y Compendio della Sloria di Napoli. Pai. 
1850 in.l2\ 

Paolo Botlalla i. t. d. 6., Cor^o dì Sloria e Geografia: ilniTer- 
saJc: medio evo , voi. II. Pai. 1850 in-12". * DelloUa per uso 
(della' scuola da lui aperta in questo CoUclMo -massiiilo: è divisola 
periodi , ed ba in fondo tavole c.ronologiclie. figli ora passaluin 
Roma imprendeva una Sloria di maggior nrole soUo titolo a L* Ind- 
pero e i Papi n. * 



• SEZ. 1-^TóBifi cimi ìéi 

Emm. EoHalla , Corso preparatorio allo studio della Storia é 
Geografia moderna. PW. 1852 in-12®. * Pek* uso delle classi irìr 
feriori dello slesso collegio: i* autore gesuita è fralel minore del 
precéd^rile. » * 






•!•»•> ■ ; .<j 



' Satt: Abbate è ttìgkore, Viaggio neirAmeriea $ettefitrfo|fifale -, 
ilei 'qdale sr Ah un* esatta éeibmìoné de* popoli degli Sttilttrìili, 
dell* estensione, clima, proiiblli, commercio, governo, stsibìlilnenti; 
islruziope pubt)lìca, costumi e maniere. Pai. ìn-8**« * Edizione in* 
còata al lo48, termméta al 1853: Viaggio ripartito in 90 giornate, 
cui sieguono parecchie descrizioni di città e contoitìi^ 



Cai.firftis. Piagna, Sopra Tucidide e l' orlp^ine della storia vera: 
nel Rigoletlo, giotn. di Pai; 1855. • Àvea giù egli data In versio* 
ne dt^lla peste d' Atene dello slesso islorico , nel giorp. deli* Ar- 
monia 185^1 



Mich. P«fmèn\ La CKitìe'a, cenno storico geografico. Pai. 1855 
in-S". ♦ Scritto ali* oV^òaslo'n della guerra, di fcui quél paese fr stato 
sanguinoso teatro. « 

Ifecòbllà crònfolbgica dèjgli 4uf e buHcUìni pubblicati da' gover- 
ni di Europa in occasione dfeilà guerra d* Oriente: prima serie , 
periodo dalla missione del principe di iìJenschikoff, fino alla guer* 
fti de* priòctpati e del Baltico. Pai. 1855 Jn-4^. 
' —^SeCortdn serie, periodo <Aìc Ka principio dalle note austro- 
Ì)ru8sìane sullo sgombrameiìlo de' principali — Sbarco iu Crimea, 
ed assedio di Sebastopoli. Ivi dell'anno in-4^. 

* Annetllatnò per trtliiìiò àlcutie scriUurc ti' un iioMro , pubbli- 
cate in favella noìi tioslta, • 

Alfio 'tìrassì, Charte Turque, oa òrganisalfon rcHgièusie , civile 
ol milrtairè' de r Empire Ollomfitì , étiiVie de quelques réflèxions 
sur la guerre des Grecs contre les Turcs, voli. 11. Paris 1825 in 8**. 

— Exlrait histotique sur la Miitci remaine, et sur la Phalango 
grcque et macédonienne, avec une Table d* application , qui dé- 
nirontre ce que nous devons aux Cfrecs" et aux^Romiiins, ce qu*il 
y a de. plus imporlant et de plus essenliel dans nolre milice. Ivi 
1826 in.8ì\' ; ■ ; 

' -^ La Saintc-Altiance , les Angkls et les Jésuitcs; leur syslemé 
politique a régard de la Grece, des Gouverncmens constitutron'- 
ncls, et des événemens acluels. Ivi 1827 in-8®. 

* Qnesl' autore è un aciiano, che dirlo il suo iiome alla milizia 
francese,, vi hi decorato de' gradi su'periori, e fatio cavaliere della 
Icgiòn d' ohore. Quindi stéHs:fre di ìEfrgomcnti militari elvella lin- 
gua del paese. '^ 



•i 



3&6 APP» AL Y9U I — GLi^SE V. STOfRIE PROfAlfR 

■ . ' '1 . 
ART. T. STOftlC EQUESTRI 



. « 






Ani. Msalone, Il Cavalière descrìtto in tre libri : nql I si ra^* - 
fiona delle preminenze che hanno oltenule i cavalieri; nel II de! 
giuochi che tanlo a cavallo quanto o piedi eeer^^itar si possono i 
nel III del modo, come si. debba comparire negli spettacoli è peila 
maschere ecc. Mess. 1621) in4^. 

Rituale in darsi la croce da S. M. aglj . ufficiali del real Ordine 
di s. Gennaro. IVap. 1738 in-8\ -, 

Istituzione e statuti del R. Ordine di s. Ferdinando t del He^ 
rito, slabilili dal re Ferdinando' HI. Pai. 1800 in-4^ 

Notizie della Chiesa ,della ss. Trinità di Magione , e del S. K. 
M. Ordine Costantiniano di s. Giorgio in Sicilia , cui èssa Chiesa 
appartiene^ con note, per un Cavaliere del medesi^no Ordine (i4fii. 
4e Spuches duca di Caccamo) ; 2!^ ediz. correità e migliorala. 
Pai. 1852 ia-8^ 

Collezione di cose costantiniane, in appendice a dette Notìzie , 
con noie e dissertazioni. Ivi 1853 in -S"*. 

Dìsserlazione inlorno ai sacri diritti de' Re sulla Costantiniana 
real Comn^enda della Magione , del prele Alberto Pierallini. hi 
1853 in-8^. * È pur questi V annotatore delle due opere pre- 
cedeuli. 

Ab. Cirino Rinaldi , Progello sulla formazione d* un Ordine di 
nobili dell* industria agrariat letto alla Società economica di Gir- 
genti: nel t. X dell' ElTemeridì sicole. * Si sforza provare la no- 
biUà dell* arte agricola suH* esempio degli antichi romani e degli 
altri popoli, e ne propone le oooriGcenze per promoverla* 

5EZ. II — GEOGRAFIA 
. AI^T. 1. TRATTATI 

Phil. Cluveriij Sicilia antiqua, nuctoris mcthodo , vorbis et ta^ 
bulis geographicis retenti», contracta a loh. J^imone/Guelferbyti 
1659 i»-4^ - 

Aldo la Grane, (nome anagrammalico di indrea Gallo mess.)^ 
Lettere sul suo viaggio per la. Sicilia, ove disamina li^ Y e VI Lel^ 
tera del p. AnUM. Xnpj sullo stesso argomento.. Livorno i7S1 in-4^ 



illexi^éfltì di geografia! .2* cdik.tJorreUa ed accresciftta neir art. 
della Sicilia, con Una breve cognizione della Sfera. Pai. 1834in-12*. 

JUich. Palmeriy Nuovi elementi di Geografia, ossia Co^so di stu- 
di ^lernèntari geograficir Pai. 1853-34 in-8^* * Comprende in più 
dispense la parie slorica e descrilliva^ la matematica e fisica , I4 
polilìpa e civile del globo. 

Cav. i4n<. Au^accccr Bizionnrio geografico, statistico e biografico 
della Sicilia. Mess. i8S0 in-8^. * Annesso ad. una breve Storia 
deU' Isola. 

Gir. di Marzo-Ferro, Dizionario geografico biografico statistico 
fi commerciale di Sicilia. Pah 1833 in-12^. 

\iló Amico, Dicfiamirio topografico della Sicilia^ tradotlo dal la* 
tino ed' annotalo dal cherico Gioacchino di Marzo, t. II. Pai. 1835 
in'4^. * 11 traduttore ha ridotto ad unico alfabeto il triplice del- 
l' autore che aveàdivisà'la Stia opera ne* tre -Valli dell' Isola : e- 
gli poi ai singoli articoli appone delle giunte e iiotizie poslériot! 
Al dolio autor cassinese. 

ART. II. CARTE 

Gio. Oliva, Portolano dell'Asia, dell'Europa e del Mare ocea- 
nico, designato in pergamena^ Mess. 1306 in fol. 

Ani, Bulifon, Carte dei regimi, di Napoli e di Sicilia , loro pro- 
vince ed isole adiacenti. Nap. 173i in-4». 

Carta degl* Itinerari della Sicilia, disegnala ed incisa nelF Offi- 
cio topografico di Napoli, 1823. 

Carta della Sicilia divisa per valli, province, distretti; Pai. in fol. 

Carta generale dell' Isola di Sicilia, compilata, designata ed in- 
cisa ne^ir Officio topografico di Napoli su' roi<,'liorì materiali esir^ 
stenli/e' solle recenti operazioni Mie dai cav. GugL Enrico Smyth, 
capitano della R. Marina Britannica. Nap. 1820, in-4^ fogli reali; 

* Altra carta più accurata e più esalta se ne slava oggi deli* 
lieando di tutta l' Isola per nuova disposizione del Governo. . 

Carta icnografica di Palermo delineata nel R. Officio topografico 
41 Napoli 1828; in gran foglio. 



Sfalda €i^r(a cioroidrogr^ca ^lla costei d j Siciljii diit cuMi ^ An- 
dr^ 9I capo 9. Croee^ tederà dì D. P. al prof. yUic. Ted^bir 
Cài. 1836 ÌD-8*. 

Carta generala del regnp dello dpo Sicilie divisa ia. province 
separale, oon ruiaerario delle pps(^ ipye^lure qorriéré^ con Hb* 
dìcazione de* flumi più disùnti, o.per r^asae di acquilo p^r juor 
gbczza di corso, e dell' altézza delle principali montagne e dì al- 
\v\ luoghi particolari del regno, divisa in 23 fogli a colore. Nap. 
1840. , . 

Carta geografica, geometrica e statistica di Sicilia, foglio gran- 
de imperiale. Pai. K%Vl. 

Carle della Sicilia disegnate da Ben. Mazzolla. Ifap*. 1830. * Son 
otto , cioè qna ^generale deir Isola , le altre parziali d^Ue sette 
province. 

Carte physiqua et routièro de la Sicilo , indignant exactement 
l#s villes, bourgs, villages, cliàteaux, qua renferme cette Ile,, ré- 
iduìte d^après dos matériaux les plus exacls , manuscrlts -et gra^ 
yés, et sìssujettie aux observations astrooomiques. Paris 1832 foli 

SEZ, III — CRONOLOGIE 

ART. I. TRATTATI ^ CRONACHE 

• 

. P[(mo. Apri^ , Della cronologia universale della Sicilia. Pai, 
1723 in foh • Opera dedicata al principe Eugenio di Savoia , è 
divisa in due parli. La I, ripartita in tre libri, comprende la cro- 
nologia storica del risola da* tempi favolosi fino agli aragonesi, 
nel I; quella do' re e viceré sogujBnli , nel II; quella di Caltagi- 
rone sua patria, nel III. — La parte II, presenta la cronologia sa- 
cra; e oel libro I vi schiera i Santi e Beati nostri ; nel |I le no- 
tizie delle chiese e del cullo mariano dal secolo I fino al 1300. 
Ii*opera rimase incompiuta.. 

March. Gius, CaMarerà, Ragguaglio dell* opera titolala: Calcolo 
cronologico dell' antichità del mondo. Pai. 1770 in-4\ * Quest'o- 
pera rimase inedita presso gli eredi. 

Gius. \(Udiglia, Ristretto cronografico, ovvero Lunario e calen- 
dario perpetuo. Pai, 1733 i«-8*. 



f 



# 



Ànt. Migliorini, Della greca tecnica cronologìa. Mcss. 1844 in-8*. 
Ragiona dell' ere, dell' epoche, de computi de' fireci. 



'SEZ. Ifl^CROIVOLOGlE 369 

Epoche princìpal! del Crisliahesimo, esposte in immagini men- 
tali, con brevi riflessioni. Senza dalo in-8®. f Sono 47 quadri di 
persone e falli della Sloria sacra ed ecclesiastica. 

Cohcetlo Caramlla , Prospetto storico-cronologico dogi* illustri 
Siciliani antichi e modèrni. Pai. i830. * Esposte in » lavolé sinot- 
tiche^ contoneiitt in piti colonne la loro vita, gli studi, le opere, 
le invenzioni ecc. . 

Quadro storico-cronologico di Sicilia ad uso' degli studenti del 
seminario arcivescovile di Monreale. Pai. 1833 in-l2^. * Partito 
ìli 12 epoche dalla prima favolosa ed incerta tino all' aiano pre.- 
sente, accenna 1 fatti d' anno in anno accaduti. 

> _ ■ 

I sistemf dì cronologia, di R. F. 0. nella Rivista scient. e Iclt. 
di Pai. 1833, p. 190 e segg. * Passa a disamina i computi degli 
antichi popoli e le teoriche de* moderni Cronologisti. 

G. de Sterlieh, Cronica giornaliera delle due Sicilie dal 1 ot- 
tobre 1833. * In quesl'*opera è notato giorno per giorno lutto ciò 
che avviene nel regno di più imporlanle in ogni maniera di pub- 
blico o di privato interesse. Kap. 1836 in-8®. ^ 

ART. II. ALMAIVACCHi IC DlARÌ 

Diario di tutto quello che successe neir ultima guerra di Sici- 
lia fra le due armate alemanna e spagnuoia^ con un breve ristretto 
de* falli principali atlenenli a questa guerra dal 1713, in che fu 
stabilito il trailalo di Utrecht, fino al presente (17^0), parti due. 
Goiotìia in-4®. 

Salv. Abbate e Migliore, 11 portafoglio, nuovo almanacco di Pà- 
lermo, civile, politico, ecclesiastico, e degl* indirizzi. Pai. 1831 e 
segg. in-18^ . 

— Annuario generale del commercio e dell* industria, della ma- 
gistratura e dell* ainminislrazione , ossia Àlmatìacco' degl' indirizzi 
della città di Palermo e de* comuni di Sicilia. Ivi 1834 in-12^. 

Diario messinese con l'aggiunta della mezzanotte per 1* osser- 
vanza del digiuno giusta il meridiano di IMessina^ delle grandi gale 
di corte, e degli arrivi e partenze* delle regie poste. Ivi in-18®. 

Cav. Dom. Yeniimiglia , 1833 , Almanacco pel 1836 , anno I. 
Pai. in-S^. * Riproduce tutti gli articoli da lui composti e inseriti 
sparsamente nel Giornale uHiciale, di cui ò Direttore. 

. ' il 



310, 

APPENDICE ALLA CLASSE* VI. 

STORIE ECaESIASTlCHR 

Concernono queste oalle Chiese tutte dell'Isola, ovvero ad ateona 
di esse in ispeziellà/ Ad esse tengon dietro quelle degli. Ordini 
regolari; iodi quelle che tralleggiaiio I Santuari di Maria; in ulti» 
mo alcuni articoli di Giornali ecclesiastici. 

SEZ. I — STORIE OENERALI 

Discorsi di storia ecclesiastica sicola, recitali in una Aecadetnia 
stabilita per ' essa entro la libreria di questo Comune y al i77.il , 
doveserbansi mss. — Eccone alcuni titoli: Pietro Amari, Sulla chiesa 
di l^alerino« — Vito Caco , Su quella di Catania. — Raimondo Ga- 
gliOj Su quella di Girgenli.-^/Tanc. IHm, Su quella di Cefalb.— » 
ÀfUenino lo BioncOy^ Sdir antico vescovado dlccari — Niccolò iSutti, 
Sopra la chiesa greca di Palazzo Adriano. — Rosario la Magna , 
Sopra r àbba^tia di s. Maria la Grotta^-— P. 3t> Siragvisa , Sopra 
lo abbazie agostiniane, eco, eco. 

Cerini storici sulle Chiese vescovili del regno delle, due Sicilie* 
* Leggonsi nel voi. )V ed ultimo della Enciclopedia dell'Eccle- 
siastico, compilala dalfab. Vinc. d' iiTtno. Nap, 1845 in->4*. 

* Diversi sono gli autori di questi cenni storici trasmessi q1 com<' 
pilalore; ed eccode i nomi. 

Della Chiesa di Palermo scriva V ab. Greg. Vgdulenai di quella 
di Messina, Gius, de Luca\ di Monreale, T ab. Giamb. TarMù] 
di Siracusa, il parroco Frane. Serafino; di Calania, il can, Gaet, 
lombardo; di Girgenli, il can. Eraclide lo Presti ; di Mazzara , 
ÉarL Cantelli; di Cefalb, un anonimo; di Palli , il cav. AnL Bv^- 
$dcca\ di .Lipari il can. X^arlo Bodriquez] di Calalngirone, il can, 
Sat7. Grasso-^ ed altri anonimi de' rimanenti vescovadi. 

* Lo Slesso autore d' Avino ha poi mandato in luce gli slessi 
Cenni storici su delie chiese,, in due distìnti volumi , a I\ap, 183i 
in-4*. . 

FtnCt Crisfifulli^ Sulla coltura religiosa in Sicilia innanzi ai 
tempi del cristianesimo: nell' Eco della religione , giorn, di Pài, 
J851 in4% 

Paolo Laspada, Discorso d'inlroduzlone alle sue lezioni di sto^^ 
ria ecel.: nell'Eco pelorilano, giorn. di Mess. 1833, n, le 2. 

Afidreà dd Gregorio, Corso clemcnlarc di Storia, ad U3» del se* 
mavìr, t. II. fai, I83S ìnS». 



ai 

. ètti ti— SYOfetR l>AllttCOUkt 

pÀlEHÉo: Cronologìa de' Maestri cappellani della chiesa paler- 
mitana, scrìtta dal sac. Leopoldo Paknigiano ^ capp. saor. nella, 
cattedrale di Pah 18S5 i^-8^ 

CAtAPtiA: Il cinque febbi'aroM qualche ora di concentrazione 
sulla tomba d* una grande Eroina cristiana. Cat. 1847 in-8^. * È 
del magistrato Ben. Cantalupo , che descrive le feste di s. Agata 
e 1 giabbileo di Pio IX» 

Siracusa.' Itelazionc de* doveri inversò Dio e il Monarca prati- 
cati in Siracusa nella festa del Corpo del Signore 1* almo 1796 ^ 
di Gius. Capodieci. Ivi dett' anno in-4**.-»*0rigine e progressi del- 
l' oraitone delle quarantore per le chiese di Siracusa, del mede- 
simo. Ivi 1801 in-i"* 

CAifAmnóìfÉt Narrazione delle religiose pratiche in onore del- 
r apostolo s. Giacomo Maggiore ^ protettor principale della città e 
diocesi durante il tempo del cholera morbo dei 18S4, del parro- 
co Sai?. Gerbino, l^ul. 18S3 in-8«. 

TRotftAt II duomo in castello di troina, del can. Carlo Mu^iica . 
Pai. 1802 in*8^ . 

Capiìiì: Notizie storiche sulle sue chiese e luoghi pii, di R. V. 
(cioè Mcolò Russo). Pai. 1851 in-8''. 

— Appendici a delle Notizie. Ivi 1852 e 53 in-8^. * Descrive le 
chiese, i luoghi, i roiiori, gli epitafTì di esse* 

— * Sul primato della chiesa madre sotto tKolo di s. Nicola in 
Capizzi, Memorìa di S. A. R. G. (cioè Supplente hi Regio Giùdice);^ 
Ivi 18S0 in-8^ 

— Seconda Memoria sul detto primato. Ivi 1852 in-8*. * Ribatte 
le pretensioni delia rivale parrocchia! chiesa di s. Giacomo. 

LtPAHi: Breve cenno storico sulla chiesa liparése, del can. Carlo 
Rodriquez: nel t. LXXV, n. 225-28 del Giorn.'di scienze ecc. 
* Turnfi egli a ^ragionarne neir altro Cenno storico di qiieir isola 
nel l. LXXVl, n. 227-8. 

9Juta: Origine della fede cristiana io essa, di Carlo Gimeppe 
da s. Fiorano min. rif. Ailand 1759 in^S"^. ■ ■ ' 



31t APP. AL VOL. I — CUSSC VI. STORIE KCaiSSlASTICBC 

SEZ. Ili — STOEIR KIOIIA^TICBR 

Cassinebi: Cenno slorìco sul monastero della ss. Trinità dalla 
Cava , e difesa di taluni dirilli di qu<^ir Abbate. ÌHiip. 18H'i in-4\ 

Abb. Paolo Catania^ Cronica do! R. monaslero/dei Benediiltini 
di Monreale. * Contiene la storia di essu dalla sua Tondazionc fi- 
no al secolo .XVI. É stala poi continuala sino al secolo nostro dal- 
l' abbate di fisso nìonastero p. d. Giacomo Squifflio. V una e Tal- 
Ira scrittura serbasi ms. nella libreria del nie^simo , cogli altri 
codici illustrali dall' abb. Giaaib. Tarallo vie. gen. di quella diocesi. 

CARMELJTAyi: De antiquitatc et sanctimonia eremitarum mentis 
Carnieii, auctore Pi^peio ZucecUà drepan. Yen. 1570 in-4^j 

» > 

Mehcedari: Quadro in sei lettere del sacro reale e militare Or- 
dine di Maria della Mercede, degli Scalzi di esso e loro pertinenze, 
di Alberto Pierallini. Pai. 1851 in-8^. * Avendo egli commendato! 
meriti delta rclìgion riformata con qaalehe disdoro della religione 
madre, un figlio di questa mandò in luce 

Alcune pennellale di piò, ossia ritocco al detto quadro. Ivi i8.>f 
in-8^. * Chiarisce parecchi punti spellanti agli scalzi e ai calzati 
mercedari. Quesli è il p. Agost. Passalacqua da Melazzo. 

Mìnimi: Visione poetica del p. Vinc. Bondice paolollo, con note 
biografiche. Cai. 1851 in-8®. * In queste noie ci ragguaglia dei 
soggetti illustri di sua provincia : in fine promette una Biografia 
generale de* personaggi più insigni dell' Ordin suo. 

TEATiifi: Panegirico in orfore dell' Islituto teatino nella ceìebra- 
uone del suo terzo secolo, recitalo nella chiesa della ss. Annun- 
ziata di Hess. 1832 in-8^ 

Gsèmn : Stato dell' azienda gesuitica dal giorno dell' espulsione 
coi piano di lutlc te. opere disposte da S. H. ^Ferdinando IV). 
Nap. 1770 in.8^ 

SEZ. IV— MARIOLOGlir 

Essendo la Vergine santa, come per tutto altrove, cosi in Sici- 
lia, sotto differenli liloli venerala , non pochi di essi ne comnie- 
moramniQ a suo luogo , quelli cioè di cui ci furon conte o storie 
Q TelazioQì o noti/je messe in istampa. Altre ora ne presentiamo da 
annettere a quelle per giunta, senza però mantenere quella distin- 
zione di luoghi che colà ci fu d' uopo seguire per classificarle a 
cessar la confusione che naia sarebbe dalla lor moltitudine. 



* ' :Sli3&. IV— MAMOtiOGiK • 375 

Pram. Apriic, Notizie sacre del culto diHarfa ih SiciKa fin dai 
primi secoli dcirera volgare, *. Leggonsi nella parte II, libro II, 
delia sua « Cronologìa universale ». Pai. 1725 in fol. 

Gir. di Giovanni, Leggenda della Madonna' d' Uria : citasi dal 
Hongilore in hibL «ic, l. I, p. 278. 

Giù. Condelli, La gara ammirabile e scambievole di coronare : 
panegìrico per la coronazione dì Maria V. venerata col .titolo di 
Libera Inferni nella metropolitana chiesa di Palermo. IVap« 17ol 
in-4*. 

Giù. Ortolani, Ragguaglio delle pompe festive in onor di Maria 
della sacra Lettera. Mess. 1728 in fol. 

Relazione della festa della sacra Lettera nel 1799. Mess^in-4*. 

Relazione delle solenniu^ fatte ut Trapani per V arrivo dell* Im-^ 
magìne di nostra Signora della sacra Lettera. Ivi 1726 in^8^. 

Pellegrino dAdemp-, Sulla vera devozione della gran Madre di 
Dio, e sul titolo del Soccorso rivelato in Palermo. Quivi 1644 jn-12^. 

Santi da Gesié Maria agost. scalzo , Oraz. pan. della ss. Ter- 
gine del Soccorso. Trap. 1763 in-4'*. . 

I^om. Felice, Su 1* origine e 1* antichità del titolo di Madre del 
Lume dovuto alla ss. Vergine. Pai. 1738 inr4^. 

Gian Tom. Torculesi, Paneg. in lode di N. S. àegW. Agonizzanti^ 
detto nella sua chiesa di Pai. 1724 in-4^ 

Lud. Ràòcuglia da Parlinico, Lodi da recitarsi in onore della 
Madre ss. del Fervore. Pai. 1736 in-12^ 

Pio Ang. Fardella carra., Il titolo di Maria del Carmine. Pai. 
1648 in-4^ 

P. Tommasino d' Agosta, Il devoto a Maria del Carmine. Cat. 
1834 iii-12\ ' 

Gius. Grimaldi, Paneg. della ss. Vergine di Custonaci, detto in 
Ericc. Pai. 1704 in-4\ 

Gio. Rììccugliay Oraz. pan. In onore della ss. V. della Cava , 
recitata nella sua chiesa di Marsala. Pai. 172^ in-4\ .' • ' ; 



37& APP. AL YOL. I-^XISSE ?l. blOffiÉE ECCLESIASnCtB 

Descrizióne délìé teste di CatetaOmi per la còrònazione della 
von^ niairmorea iminagioe della ss. Vergine di GiubinOy ovvero di 
luUe le GraHe. Pài. 178Q in fol. 

• Ciò. de FrasàclUs. cnL Sbpra s. Maria de* IKiracoU d* Andria , 
libri IH. Nap. iCOS in-^. 

La gratitudine della città di Scìcli alla protezione dì Maria ss. 
delle MiUzie. Pa^. 1814 iii-12^ 

P. Gesualdo da Bronle capp. , La ven. Cappella di s. Maria 
de' Mira^ioli nella chiesa de* pp. Cappuccini di CoUesano, eonsi* 
derata nei dritto patronato. Roma 1848 in -4*. 

SEZ. V — AGIOGRAFIE 

le vite dei santi ri^rtQnsi nella Classe Vili: qui solamente han 
iQogò attqaante iràilazioni di feste ali* onor loro con sontuosità ce- 
lebrate. ' 

Jlmff€lo da Sdacefl min. oss?. Relazione dello scisma ungUeàno 
nel tnaKirio del p. Gìo. Foresta francescano osserv. e di altri santi 
martiri d* Inghilterra nella persecuzione dì Enrico Vili. Pai. 1397 
ili-4^. 

yinc. Auriù, Relazione delle reliquie dei ss. MM. Palcrm. ve- 
nuti da Roma, cioè Mamiliano, Ninfa, Euslozio, Procòlo e Golbo^ 
deo. Pai. 1666 in-4^. 

Tomm. Afflitto, V idea dell* apparato, fatto per la canoniuario- 
n^ dei santi Ignazio Lojola e Francesco Xavier nella chiesa della 
Corap. di Gesù in Palermo, f anno 1622. Quivi in-4^ 

Ottavio d' Agostino, Relazione della festa delia beatiGcnzione e 
vita 'di 8. Pietro d' Arbues. Pai. 1665 in-4^ 

Narrazione delle feste fatte in Palermo per la canonizzazione di 
s. Francesco Borgia. Ivi 1671 in4®. 

Gaet. M. Noto, Relazione di tre processioni istituite da* pp. Ge- 
suiti per la canonizzazione de* ss. Luigi Gonzaga e' Stanislao lo* 
stka. Pai. 1921 in-l^ 

' Luiji Bongiardina , Relazione del solenne ottavario celebrato 
nella chiesa del Collegio d. C. d. G. di Trapani per la canoniz- 
zazione de* ss. i«igi Goniiaga e Stanislao Kostkar. Pah i128 in4*< 



I 



Giù. Calcara, Breve ragguaglio del triduo festivo , che annuàl* 
mente ad onore del ss. Crooifissf^. celebra la città di Calata&ni- 
Pai. 1728 in.4^ 

Relazione del trionfo della s. Croce Bella città di Partenieo. Pai, 
171» in-*^ 



Giamo. Fardella. Relazione d*un miracolo operato da Dio 
intercessione di s. Rosalia. PaU i7S4 in-8\ 

* Nella rassegna delle relazioni o sia descrizióni sacre fra noi 
han UiQgo non uUimo quetje che annualmento si pabblicano delle 
solenni feslivilà iu onorQ delia santa vergjoe Ros^Ha, patrona prin- 
ci{)ale di Palermo sua patria. Alqu^mte • di esse furon accennate 
nel voi- I, p. 40i: eceone altre posteriori secondo la successione 
tiegli anni; ma per brevità ci rimanghiamo dal riportarne i titoli 
spesso bi7,zi)rri, e secondo il gusto dal secolo in che vennero a 
luce, contenti a solo indicarne gli autori e gli anni. 
. Dopo quelle di Onofrio Paruia, di Gianinlo fortuniòj di Alfonso 
Salvo ^ ecc. 

]Vel secolo XYII , Vtnc. Auriu descrìsse quelle degli anni 1649^61> 

Fil. Scafile d. C. d. G. quelle del 1630. 
. Giamh. Bisso d. C. d. G. quelle del 1634. 

Francs Ang. Slrada quelle del 1687 e 88. : 

Gir. Giustiniani quelle del 1608 e 17Q1. 

Mich, del Giudice quelle del 1686 e segg. fino al 172S. 

Nel secolo XVIll. Ign. del Via tratteggiò quelle del 1702-04. 

Piotro Vitale quelle del 170S Gno al 27. 

Pietro la Placa dal 1730 Tino al 51. 

Yinc. Parisi da! 1718 al 20. 

bom. Slan. Alberti quelle del 1724. 

Gius. Cafora gli anni 1728-29. 

Gius. Sozzi il 1738. 

Altri e poi altri anonimi quelle degli anni; intermedi e de* sus« 
seguenti inlino air anno che corre. 

. * OJlre la serie delle solennità de' cinque giorni festivi, jcorrpno 
distinte descrizioni e del Carro trionfale che suole costruirsi cia- 
scun anno, e del sontuoso Apparato di che tutto, vestivasi il duo- 
mo, e delle Macchine porl^lilì nella ultima processione. Tra^ que- 
ste si vantaggiarono le costruite e descritte dai Hipimi^ negli anni 
1752-54-58-67; e da' Cappuccini al 1753-56. 



376 ÀPP. AL VOI. I— CUSSK ¥!• STOIII ECaESuSTlCAtì 

SEZ. VI — GIORNAIt ECCLESIASTICI 

Venuto meno il Gerofilo sicolo col fase. XXIV , che chiudea il 
IV Tolume*, è succeduto un altro periodico, intitolato V Eco delta 
Religione^ promosso da Gaei. Somma, direllore del giurnalp deU 
r Armonia. Pai. 1831 in-4^. ^ Gli articoli in esso compresi sono i 
seguenti: 

AL Narbone, Preminenze della Chiesa palermitana , articoli 11. 

<-* Prerogative della Chiesa siracusana, articoli II. 

Yinc. CrisafuUi, Osservazioni sul § XXV della Concordia bene- 
dettina (cioè della bolla di Benedetto XIII, che vi stabilisce il tri- 
bunale della regìa Monarchia). 

— Sulla coltura religiosa in Sicilia innanzi ai tempi del cristìa- 
Desimo. ' 

Il culto eattolico: estratto dall' opera a Beautés da Culle Gatho- 
lique » dell' abb. M. X. Rafn*ay. 

Bar. Hmriùn, Storia d^ef Papi da s. Pietro fino ad Onorio I. trad. 
dal francese. 

Il curato dì Montncino, Sulla nuova traduzione di Giobbe, pub- 
Micata da Frane, de Beanmotd. 

Cronaca religioi»a, estratta da vari giornali , contenente notizie 
di chiese, di missioni, di vescovadi, dì fondazioni di varie naiioni. 

I sentimenti della nazione inglese verso il cattolìcismo. 
Belle opere dì beneficenza in Sicilia. 

Sacra alleanza del nome SS. di Dio (associazione centra la be- 
stemmia, e sue regole). 

L'apostolo degli Etiopi , il ven. p. Pietro Clavèr d. 'C. d. G. 
beatificato in Roma il 21 selt. 1851 (sunto della sua vita). 

Decreto di papa Pio IX sulla causa del ven. p. Giovanni deBrìtlo 
d. G. d. G., (morto martire nel lìladurè ai S febbraro 1693. 

Notizie religiose dì varie chiese. 

Enciclica dì S. E. il card. Ferdinando M. Pignalelli arciv. di 
Palermo sugli attuali bisogni (scrìtta da Al. Narbone). 

Monumenti cattolici dell* antica Inghilterra 9 di Emilio Dreolle. 

II Cattolìcismo e la civiltà. 

Storia universale della Chiesa cristiana , scritta dal doli. Gio* 
Àlzog, e tradotta dal can. Oorradinq Cavriani. 

Lettere eiiciclìche di Pio IX sul nuovo giubbileo. 

Relazione del processo compilalo a Rimini sul prodigioso mo- 
vimento degli occhi in quella immagine dì Mari& ss. Madre di Mi- 
sericordia. * 

Il missionario de* Carriani, barbari dell' impero Birmanno. 

Converbioni al cattolìcismo in Inghilterra. * Fin qui'll detto 
Olornale che non bastò più di quel!' anno. 



. ' .• 315- 
APPENDICE ALLA CLASSE VII. 

STORIE LETTEBABIK 

Dì questo ramo non ci abbiamo che poche memorie^ e qi^eìile 
diamo a compimento delle riportale a suo luogo, annettendovi pur 
quelle che sguardano lo studio bibliografico e V arte tipograuca. 

SÉZ. I — SKBIORIE j 

Dom. Schiavo^ Lettera iqtorno vari punti della Storia letteraria, 
diplomatica e liturgica di Sicilia: nella ilaccoita di opusc. , sic. . 
voi. IX. 

Bcrn. SeriOj Sulla letteratura italiana del secolo XVI io Sicilia: 
nel Giorn. di scienze lettere ed arti, n. i34 e segg» 

Appendice alla Memoria (dello Scinà) titolala « Del primo pe- 
riodo della letteratura greco-sicola, del cav. F. P. €.: (cioè Frane. 
Paterno Ca»lelU duca di Carcnci): nel Giorn. del Gabinetto Gioe* 
nio , {giugno e luglio 18.34. * Jiagiona di Caronda e della prisca 
coltura di Catania, preterita da Scinà. Essendosi, centra lui levato 
Paolo VagUadadi da Randazzo con certe Riflessiùni, inserite nel 
Giorn. lelt. di Pai. n. 149, il Carcaci a quelle rispose nel soprad-. 
detto Gioenio, t. III^ nov. e die. 1834. 

Cav« Gius, Piaggia , Sulla origine di vari generi di letteratura 
in Sicilia. Pai. 1841 in<i2^ 

Alfio Marnila^ Saggio sulla letteratura greca. Pai. i8.>i in-8*. 
"* Opera divisa in quattro parti» descriventi T origine e i progressi 
della poesia, della storia, dell* oratoria e della lilosoQa. > 

» , 

Paolo Emiliani-Giudici, Storia delle bèlle lettere in Italia. Fi- 
renze 1844 in-8^ * Formali voi. Ili della Biblioteca deir Italiano, 
di pag. 1252: abbraccia f epoche tutte di nostra letteratura^ che 
disamina con severa e talor amara censura. 

Can. Pietro 5an/!(tppo, Della letteratura siciliana nell* epoca bi- 
zantina: articolo inserito tra le sue note alla 2^ edizione della Sto- 
ria di Sicilia di Nic. Palmeri. m. \So\ in-8^ 

— Sulla lelteralunl arabosicola: art. inserito nel giorn. dell'Ar- 
monia, n. 19. Pai. 18S1 in fol. 

-r-* Sulla lelleratura greco-sicola: nel voi. II degli Alti dell' Ac- 
cademia di scienze e lettere di Pai. 1853 in-4®. * L'autore con- 
tinua i seguenti periodi. 

48 



3l6 APP. AL YOL. I— <:USSE VII. STOKIE LETTERARIE 

Ani. PercoUa, Osservazioni sulla lingua ifaliana, voli. III. Cat. 
18S1-54 in-8®. * Pubblicò pur egli il nuovo Segretario , per le 
slampe dell'Ospizio di beneficenza, al 1832. 

' Giù9. Ambrò , Cenno sui secoli della lelleralura italiana. Pai. 

1851 in.i2^ 

iV. Viale, Lellera sullo slato presente della letteratura. Cat. 
1855 in.8". 

Mario de Mauro, Delforìgine e dell' ofUcio della morale teologia 
casistica. Cat. 1855 in-8''. 

Can. Stef. di Chiara , Memorie sulla lelleralura siciliana nel- 
repoca seconda^ di G. C. sino al secolo Yllf: tra i suoi a Opu- 
scoli editi ed inèditi e rari » raccolti e annoiati per Ag. GaUo. 
Pai. 1855 ia-8^ 

Al. Narbone^ Istorfa della letteratura siciliana/ voli. Ylfl. Pai. 

1852 e segg. in-8^. * Comprende i tempi antichi e medii lino a 
tutto il secolo XV. Il voi. I descrive il periodo prìmilivo; il II e 
il HI r epoca greca; il IV la romana e la bizantina ; il Y la cri- 
stiana; Il VI la saraconica; il Yll la normanna e la sveva; V YUI 
r aragonese e la castigliqna. 

*Come in calce del voi. IH v'ha un'Appendice sopra i mona* 
menti esolici, ossia di estere nazioni, tuttavia esistenti fra noi: cosi 
in fondo del voi. YIII ultimo ve n'ha un'altra sull' Ebraismo si- 
colo, cioè sulla coltura degli Ebrei qui dimopati fino allo sfratto 
loro, accaduto sul chiudersi di delio secolo XY. 

* Di questa Istoria si leggono lungi articoli e ragionati giudizi 
nella Rivista scientifica letteraria artistica per la Sicilia, n. 20. Pai. 
1855; neir Eco Pcloritano, anno IH, f^ìsc. 3 e 4, Mess. 1855-56 ; 
nella Civiltà cattolica, nuova serie, voi. YJ, fase. 108 , Roma 1854. 

* Quanto alla continiiazionc di essa Istoria dal secolo XYI fino 
al nostro, non polendo più 1' autore per la sua avanzala età ed 
infralite forze abbracciar lutti i rami che in questi uilimi quattro 
secoli son cresciuli e moltiplicati a dismisura , si propone dame 

. per assaggio un ramo soltanto, cioè la Storia letteraria della Com- 
pagnia di Gesù in Sicilia, di cui si trova giù pronti ì materiali. 

SEZ. II^rBlBLIOGRAFie 

Gaet. Palizzollo, Discorso bibliografico intorno un esemplare in 
pergamena degli Scrillori « De re rustica )) impresso n nel 1514 
da Aldo il vecchio, ed oggi acquistalo da questa libreria comunale 
nel t. LXXV, n. 223 del Giorn. di scienze ecc. 



SEZ. II— BiBLiOGiUFie 377 

Spicilof^io delle edizioni messinesi, pubblicato da Gio. Nobolo. 
Mess. 18H i^-8^ . 

Gius. Cardile, Sludi bibliografici, ovvero Principi fondamentali 
della scienza bibliograflca. Pai. 1831 in-8^. 

Frane. Tomabene cassinese, Ragionamenti sopra alcuno edizio- 
ni del soculo XV, esistenti nella biblioteca de* Benedettini in Ca- 
tania. * Sono sparsi nel Giorn. del Gabinetto gioenio , serie li , 
t. I e segg. 1850-52- 

Bonav. Portoghese, Illustrazione d*una edizione ancipite della 

Città di Dio di s. Agostino: nel Lucifero, giorn. di Nap. anno VI, 

n. 48. 

» 

Cav. Angelo ìT Eld, lettere bibliografiche. ♦ Sono inserite nella 
Faifallella di Messina, voli. II, 1846: sono in tutto XXIV, e trat- 
tano deir edizioni del 400 , di cui avea fatta raccolta 1* autore , 
eh* era fiorentino: pubblicati dal cav. Yito Capialbi , calabrese , 
che le correda di erudite note , e vi annette notizie dell' autore 
medesimo. 

Indice topografico ed alfabetico della Biblioteca del comune di 
Palermo, voi. I. Pai. 1855 in-4®. * Compilato dal vice-biblioteca- 
rio can. Gaspare Rossi , con una prefazione di Vinc. Mortillaro 
marchese di Villarena, deputato di essa. E ripartita in VI Classi 
principali e in 143 scansie: i iilolì di quelle sono « Historia; Scien- 
liae el Arles ; lurisprudenlia^ Theologia ; Humaniores lilerae; Po- 
lygraphia . * Un lungo articolo sopra quesf Indice su le libre- 
rio di Palermo abbiamo noi dato nella Rivista scient. lett. ed art. 
pet la Sicilia, agosto didetranno. 

Giorn!\lc bibliografico delle due Sicilie dair introduzione della 
stampa fin oggi. Nap. 1856 in-8®. * Quest'opera periodica vi dà 
conto delle pubblicazioni che giornalmente si fanno nel nostro rea- 
me; e per tal conto si aspetta ugualmente alla bibliografia è al 
giornalismo. 

* Della presente Bibliografia nostra don conto e giudizio la Ci- 
viltà cattolica, 2^^ serie, voi. VI, num. 97, Roma 1854; la Scienza 
e la Fede, voi. XXI, fase. 124, Nap. 1854; V Eco Peloritano, an- 
no HI, fase. 3, Mess. 1835. 



.91S APP. AL Y(H.. I-— €LAS;SE Vii. àTOBIR LBTTKRARII 



I \ 



SEZ, III — TIPOGRAFIE 



Yine. Corderò Clarenza, Nolizìa sulla esistenza d' una tipogra- 
fia in Calama , anteriore unni 60 alla siampa del Sinodo di H. 
Torres eseguita in Milileilo 1623: nel Giorn. del Gabinetto lette- 
rarkx.deir Aeo. gioenia, t. IV, trimestre IV. 

iMfgi JHarino, Disamina di detta Notizia: nel t. LXVIII, n. 202 
del Giorn. di scienze ecc. * Rintuzza le rolui pretese sulle anti- 
che stamperie calanesì. 

* 

Carmi' Piola, Lettera al bar* Vinc. Mortillara sulle nostre Ti- 
pografe: nel Giorn. di scienze ecc. n. 187. 

— Discorso sulla Proloria (ossia suU* uflicio del sovrastante alle 
sUmpe, detto Proto): Ivi n. 230-33. 

Franco Carini ^ Lettera al Piola sullo slesso argomento; neHa 
Fata galante, gioro> di Pai.. n« 13. * Eran ambo tipografi, e spo- 
neanle cagioni 4^1 ni^l essere di quest* arte fra noi. Ma loro ri- 
spose Sale. Costanzo nel suddetto Giorn. di scienze ecc. a. 189. 

APPENDICE ALLA CLASSE Vili. 

BIOGUAFIB 

Questa è per fermo la giunta più copiosa di quante ne contiene 
la presente Appendice; perciocché rassegna e vile e storie e ne- 
crologie e orazioni funebri ed elogi accademici di personaggi io- 
signi per dignità o per ufficio o per sauiimonia o per sapere. 
Insistiamo pèrlanto sulla classazione fattane nella Classe ebe chiu- 
de il primo volume; ed è come siegue. 

SEZ. I — BIOOHAFIE AVLICIIK 

Sotto tal nome comprendiamo checché fu scrìUo in prosa o in 
verso a laude o contezza de* nostri Augusti o de' Joro Rappre- 
sentanti. 

ABT. 1. SOVBAHI 

Oltre alle tanto che a suo luogo abbiamo accumulate/ ci s* ap- 
presenlano queste altre che collo sless* ordine riponghianio* 

jOeroiie I, tiranno di Siracusa: Elogio di Dom. Ant. Gaglianii, 
* È il primo nella raccolta degl illustri calancsi da lui pubbli- 



SEZ. I — BIOGRAFIE AlJLiGDE 379 

f.ali (perciocché questo principe, lasciata Siracusa , si trasferì in 
Catana da lui rifabbricata, e chiamala Etna^ donde a lui venne il 
soprannome di Etneo). Cat. 1822 in fot. 

Rns^Ufiero T, re di Sicilia: Suo elogio nel voi. II della a Bio- 
. grafia degli uomini illustri del regno di Napoli , ornala de* loro 
rispellivi ritratti, compilata da diversi letterati nazionali ». Plap. 
1813-16 in-l\ 

Feiferfcf» Il imp.: Pfic, d^ lamgUla , Historia de rebus ge- 
slis Frid. II irop. eiuscjue filiorum Conradi et Manfredi , ab an. 
1210 ad 1258: adnoclilur anonymi Supplementum usque ad an. 
1265.^ Sia nel t. XI della Raccolta delle Storie di Napoli, falla 
da Gio. Gravier, Ivi 1770 in-4^. 

— Vita e falli di esso, descritti da Gennaro Teschi. Pai. 1649 
in-4^ 

— Rimembranze letterarie di esso, per Leon. Ant. Forleo. 

V. Scilla e Carìddi, giorn. di Mess. an. Ili, fase. 8 e 11, ♦Di 
questo Principe , come d'altri suoi successori , se ne leggon gli 
Elogi nella citata Biografìa dì Napoli. 

Carlo 1 d'Àngiò: Excerpta ex Chronicis Plolomaei de Luca 
ord. fr. praedic. super genealogia el poslerìtate Carulì regis Sici- 
liae , fralris Ludovici IX Francorum regis , usque ad an. 1370. 
* Contengonsi nell'Appendice li al voi. V degli scriltori di cose 
galliche, pubblicati da Andrea Duchesne, a Parigi 1636 in fol. 

Gineomo d' Ara^rotia: Isloria di sua venula in Catania, e di 
quanto accadde mentre vi dimorò , di Atanasio d' Ad : nel t. IV 
degli Opuscoli d' autori siciliani. 

Alfonso il Magnanimo: Thomae de Chaula claramontnni. Gè- 
storum por 111. Alphonsum Aragonum et Siciliae regem, ad eum- 
dem libri V. * Sloria accurata ed elegante di scriltore contempo- 
' ranco; ma lullora inedita, ed ignota al Mongitore, che pur d* al- 
tre sue opere intesse V elenco. 

Filippo il: Vita descrilla da Cesare Campana, in t. IV y a 
Vicenza 1605; e in t. Il, a Venezia 1609 ìn-4**,— Altra di Greg. 
Leti, l. II. Coligni 1679 in-4^— Oraz. fun. nelf esequie di S. M. 
recilata nel regio castello di Trapani dal p. Teodoro Scrigni carm. 
Pai. 1399 in.4^ 

Filippo IVI: Orazion funerale della nella madricc chiesa di 
s. Maria Maggioro di Nicosia,dal can. FU. Comparati. Mess. 1622 
i"-4*:— Testamento © morte del re cattolico Fil. HI. hi dell'an- 
no, in'4®. 



380 APP. AL VOI. I — CLASSE Vili. BIOGRAFIE 

Balflassare principe delle Spagne: Argomento del suo fuoe- 
riile nel tempio 'in«iggiore di Palermo, del p. Mariano Bicchetii 
A. C. d. G. Ivi 1647 in-4*. 

— Pueriiis naenia a Gloria dceanlala, Honorii Dom. Caramella 
pan/Romao 1038 in-4^. 

Filipiio IV: Fama eius posthuma evulgata a rheloribus pan. 
colL S. I. Pan. 166G in-4^ 

— Ossequi funebri a lui fatti dalla Compagnia de! ss. Crocifisso 
sotto titolo de' Bianchi , descritti da FU. Setaiuolo G. R. Pai. 
1666 in-4^ 

Carlo il: Rcgis cum Maria Aloysia Borbonìa coniugium ^ariis 
lusibus celebrai Panorraus: Carmina Io, Silv. Salva. Ibi in*4®. 

: — Distinta, relazione della real cavalcata e sontuose feste per 
le nozze 4f lui con Marianna di Neoburgo. Pai. 1690 in-4^. 

Filippo W: Domitis mense decembris 1710 hostibus, Iriumpba- 
tori panogyris Ant. Falsaperla. Pan. 1711 in-4^. 

— La conca d'oro in tripudio per V anno XX di S. M. nel cTi 
19 die. 1703, descritta dal p. Gio. M. Amalo d. C. d. G. Pai. 
dell'anno in^"*. 

— Per la vittoria di Lilla, acclamazione festeggiata in Trapiìnì, 
1709 in-4^ 

— Capitolo siciliano in lode di Filippo Y, per aver disfatto Te- 
sercito de' collegali , di Gius. Gargarosso, Pai. dell* anno in4^ 

— Belazione del felice successo accaduto alle armi del C. M. 
Filippo V^ neiratlacco coi nemici di Milazzo. Pai. 1718 io-4*. 

— IL mondo in lutto, ossia Descrizione della pompa funerale per . 
la sua morte, del p. Gius. Ermanno del terz' ordine. Mess. 1747 
in fui. 

littorio Aitiodco : Musarum concentus in eius adventum^ 
panegyris Ani. Falsaperla. Pan. 1713 in-4'\ 

— Orazione del p. Camillo M. Audibcrti d. C. d. Gr detta nel 
giorno precedente alla partenza di S. M. verso il regno della Si- 
cilia avanti i Signori della città nella lor chiesa del Corpus-Domi- 
ni. Torino 1713 in-4^ 

— Fascelto di iìori eruditi presentali alle RR. MM, del Re e 
della Reina nella, solenne loro entrata , d' Ignazio del Vio. Pai. 
1713 in.4^ 

— Breve ragguaglio dell'ingresso reale in Palermo di Vittorie 
Amedeo re di Sicilia, e di Anna di Francia regina , ricevuti con 
acclamazioni, giuramento e feste a 21 die. 1713. Ivi in fol.' 

— La felicità in trionfo per V entrala in Palermo del nuovo Mo- 
narca, di Gio. Raia. Ivi dell' anno. 



• SEZ. I — BIOGRAFIE AUMCUR 381 

^^ Il naoTO e prezioso diadema lavorato da Palermo al capo aa- 
gasto del Re nella sua solenne coronazione, quartine di Gius. Gar- 
ffarosso. Pai. 1713 in-4®, 

— Serenala per V acclamazione dì S. M. soleiyiizzata in Sira- 
cusa, 1713 in-4\ 

— Mazzetto di fiori riìccolto dalle musò in Elicona a Vittorio A- 
inedéo e ad Anna M. di Borbone regina, di Plac^ Loredana. Pai. 
1713 in-i.^ 

— Alla S. H. di Vittorio re, Canzoni di Prosp. Tomaselli. Ivi 
1713 in-4^ 

— Il tempio della gloria dedicato a S. R. M., panegirico (in se- 
stine^ di Santo Occo. Pai. 1713 in-i"". 

i — Epistola eroica (in versi) su le virtù del Re, di Gitis. M. Sa- 
lerno. Pai. 1713 in-4^ 

Succinta sposizionò della macchinetta eretta pel trionfale ingresso 
delle loro Maestà, del sac. Gioacch. Luciatio. Pai. 1713 in>4^. 

— La musa ossequiusa a lu so munarea Vitloriu Amedeu: capi- 
tulu di Gius. Marchisi. Pai. 1713 in-8^. 

— '- Medicinae Accademiae pan. votum R. Maiestati Victorji Aipe- 
dei nuncupatum a Frane. Pignocco. Pan. 1717 in-4^. 

Filippo Gius. IfìU. Amedea principe del Piemonte : In 
eius exequiis oratio in cathcàrali eccl. cat. liabita a Dom. Con* 
slantino^ die 8 mali 1715, in fui. 

— La viia campo di vittorie^ la morte campidoglio di trionfante: 
Ornz. fun. del p. Onofrio di s. Gaspero carm. scalzo, detta net 
duomo di Sirac. 1713 in-4®. • * 

Frane. M. de' Medici principe di Toscana : Orazione fu- 
nebre di Gius. Poma prete deir Oratorio^ per V esequie celebrate 
nella chiesa de* pp. dell* Oratorio di Pai. 1711 in-4^. 

— Relazione delle solenni esequie a lui celebrale in detta chie- 
sa del p. Sim. Zali dell* Oratorio. Ivi dett* anno in-4^. 

i.nliEri, delfino di Francia, figlio di Lud. XIV: Oraz. fun. per 
le solenni esequie, del p. Gaetano Rubi C. R. Pai. 1711 in-4\ 

. 

Carlo wi imp.: In eius laudem panegyris Ant. Falsqperta. 
Pan. 1720 in 4*. 

— Ad augustissimam maieslatem Caroli VI, Apollinis vaticinium, 
Car. Sanlovanale ord. Praed. Pan. 1720 iii-4^. 

— Carolo \l prò Messana alque Siciha sibi fortiter ac feliciter 
vindicatis, Epinicium Caroli Yitalis. Mess. 1720 in-4''. 

Carli» 111 re: In eius nuptìis cum Maria Amalia,. Gratulatio et 
obsequium PaschaHs de Matthaeis S. I. Ncap. 1738 in-r. 



I 



3Mt APP. AL yWs. 1~€U6SK VHI. BIOI&IUPIB 

— Epilhalamion in lisdem naptiis^ Io. M<Uuranzi S. L lìM. in-i?. 

— Descrizione dell'apparato nel eoUegio imperiale degli studi > 
e nel reale collegio carolino d. G. d. G. per 1* atvenìmeiito in 
qu<^ta capitale % la coronazione di lui, del p. Dieg^ Solay Agm- 
lar. Pai. 1737 in-^. 

— Componimenti accademici recitati nella dala del palaixo. se- 
natorio pel giorno natalizio dì Carlo Borbone. Pai. 1753 in-4\ 

— Ragguaglio della festa celebrata dalla cillà di Messina per la 
dedicazione della statua di bronzo al Sovrano Carlo Borbone. Ivi 
1737 in.4^ 

— Canzone in occasione di delta statua , di Marianna Solfa- 
neUi romanii. Livorno in-4^. 

— Elogio e vita descritta da Pietro d! Onofri, Nap. 1789 ìn-4'',. 

Filippa Alti, primogenrito di Carlo III: Festività celebrate per 
il suo nascimento. Trap. 1747 in*8^. * Siegue una cantala compo- 
sta da Frane, Caieriìio de KobUi. 

Ferdinanda III (poi 1): Descrizione della solenne acclama- 
zione e del giuramento' di fedeltà a lui prestalo, dì Dom. Schiam. 
Pai. 1760 in-4^ 

— Descrizione della solenne acclamazione di lui, di Frane. Te- 
tta. Pai. 1763 io foL 

-*- Regno dì Ferdinando lY, adombralo in tre volumi, In conti- 
nuazione delle (( Vicende della coltura delle Sicilie » di Pietro 
fìapffU SìgnorcUi. Nap. 1798 in-8^ 

— Dhscurso recitalo nelT Accademia del Buongusto pel ritorno 
di S. M. al trono. Ivi 1816 in4^ 

# % 

4 

Franeeseo I: Elogi latini per Ang. Allegra, Mess. 1831 in-4^. 

^— Ragionamenio sulT entusiasmo degli Agrigentini nelf occasio- 
ne della inaugurazion della sua sl{ilua^ del can. Era^lide lo Pre- 
èli. Girgcnli 182!) in.4^ 

— Relazione dell'omaggio di Favara a S. M. in ringraziamento 
d* aver conservalo il vai di Girgenti^ di Ani. Selvaggio. Ivi 1829 
^n.8^ 

* 

Ferdinando il: Elogio detto da Giacomo Boi nelf aula se- 
natoria di Caslroreale 1840: nel t. LXX del Gi«^rnale di scienze ecc. 

— Il 4^overno di Ferdinando II, nel regno delle due Sicilie, di 
Gius, de Mobili, voli. IH. JNap. 1851 in-8^. 

— Messina nel 23 e 25 ottobre 1852. Ivi in 8\ * Descrivonsi 
da Fel. Bisazza le feste falle al Re venuto colà per detti gior- 
ni e vi si anneltono parecchi carmi e documenti. 

— Storia di Ferdinando II, dal 1830 al 1830, libri Ire dì Ciò. 
Pagano. »ap. 1853 in^"*. Descrive le imprese e le istituzioni del 



fte iVi tre t>erio(li ^ che inlilola ìì Progresso, la RìvoIubìMé, la 
Mestnurazionè. 

— Una Toce di omaggio alla Maestà del Re N. S.: parole del 
cav. Agntino Longo, presidente della Società economica della pra- 
vincia di Catania. Quivi 1855 in-8\ 

FraBieeseo Maria principe ereditario del regno: P^r la fatt- 
stissiraa nascita, ragionantienlo del can. Gaspare Gibiiaro. Girgenti 
1836 in.8^ 

— Anacreontica genetliaca della bar. Agata Barcellona in Ama- 
lo. Gai. 1836 in-8^ 

ART. II. REUIIi 

Dissertazione sulla seconda moglie del re Manfredi e sui loro 
figliuoli, di Dom. Forges Davanzali. Nap. 4791 ln-4% 

Maria Aima reina , moglie di Filippo IV : Solenne sua en* 
(raia in \ ilano con Ferd. Francesco suo fratello re d* Ungheria e 
Boemia^ li 17 giugno 1649. Pai. dett^anno ìn-ri''. ^ 

Maria Carolina d'Austria : Breve relazione della macchina 
eretta nella chiesa della Casa professa de* pp. Gesuiti pei sueì fu- 
nerali ne* giorni U 15 e 16 nov. 1814. Pai. in fol. * Vi ba le 
iscrizioni Ialine del prof* Frane. Nasce. 

Maria Crlsiina di Savoia , reina moglie di Ferdinando II : 
Funerali nel duomo di Pai. 1836 in fol. * Evvi 1* ampia descri- 
zione degli apparali e della pompa funebre ; T Elogio detto da 
GiUìfi. Borghi^ e le Ialine iserìzioni di Vinc. ÀdimoniUy Luigi Ga* 
tofalo e Gfìci. baita. 

— Altri Elogi delli da Gregf. Raimondi a Messina; dal cav. Frane. 
Tuccaro, ivi stesso; dal cAn. Innoc. Rizzo Gramitto, a Girgenti; 
da M. Jgn. Atolio, in S. Lucia; da Gugl. Romeo , in Palma; da 
Frane. Paolo Fulci e da altri altrove; fur messi in istampaTan' 
no medesimo. 

— Aure iscrizioni di Pietro Gatvdtgno.'—fAegm latina di JPier 
Gio. Piaggiò,^ ed italiana del foriero maggiore Servodei de Ut- 
gfore. Pai. 1836 in-8**. * Più altre rime e prose in lode di questa 
eroina riportammo a suo luogOé 

ART. ì}ìl VICGUÉ 

A quelli che rassegnamnio in seguito a* nosiri Reali , degno è 
che si aggiungano I poehi che seguono. 

M 



3S4 APP. AL TOL. l'^CLAf^SK Ylll. BlOfilUP» 

. Ferd. d« Aea^na : Il suo* sepolcro, per Bonav. Portoghe9€: 
nel Poliorama pillorcsco di Napoli, anno Vili, seni. L * Yì traila 
Io sfrallamenlo degli Ebrei dall'isola avvenuto soUo il suo governo 
«1 1492. 

Bernard de Cardenas, duca di Macqueda: Orazione per le 
sue esequie di Luigi Eredia, in italiano e spagnuolo. Pai. 1602. 
'* Sia pure tra le prose d* illustri siciliani raccolte da Agost. Forno. 
Nap. 1130 in4\ 

Emni Filiberto di Navola: Orazione delle sue Iodi, per 
Berlinghièro Venlimiglia. — Altra per le sue esequie, di CaHo Ven- 
timiylia. * Leggohsi ambedue nella detta raccolta del Forno. 

Ferd. Afait de nibera : Epitome de su virtuosa y esem- 
plar Vida,. por Juan Bautista ludico Fiesco. Pai. 1633 ìn-V. 

Gio. d'Austria, L'anagrammalico presagio in sua lode. — 11 glo- 
rioso trionfante suo ritorno dair Elba (per la vittoria di Portolon- 
gone), e le feste fatte in Pai. 1650 in-i*». * L*unai* V altra ope- 
ra di Frane. Ambr. Maja. 

Giov. Tres^lles de C^iren^ duca d' Ossuna: I tre diademi, 
fregio ofTerto a tre gironi del medesimo dal senato neir apparec- 
chio del suo arco trionfale. Pai. 1653 ìn-V. 

rietre Kmm Colombo, duca di Veragua: Elogium Ben. Co* 
rusii. Pan. 1696 in-4^ 

Bnstaehio duca di Tiefuille: Orazione in congiuntura del sao 
ritorno in questa capitale, di Bem. Bonaiuto. Pai. 1*153 in-4* 

i 

SEZ. Il — BIOGRAFIE SACRF. 
» 

In questa categorìa comprendevamo cosi i Santi come i Veècoti, 
Distinguevamo i Santi nazionali dagli stranieri , e simile faremo 
qui ancora. Quanto a* Prelati, rassegneremo in prima quei delle 
nostre diocesi^ e dipoi quelli dì chiese straniere. 

ART. 1. SANTI NAZIONALI 

Santuario Palermitano^ cioè Breve ragguaglio della vila^ marti- 
rio, traslazione ed invenzione de' Santi tutelari della cillà di Pa- 
lermo, del p. Tomm. di Dio. Ivi 1666 in-12^ 

* Altri biograii generali de* Santi nostri furon a suo luogo memo- 
rati, e premessi agli Agiografi particolari , a cui ora annettiamo i 
seguenti. 



SEZ. II — BIOGRAFIE SiCRC MS 

S. Agàtea CÀTAifENSis, à lo, Bupt, de Grossis. Cat. 1656 in fol. 
^ Manlieiie la Santa esser naia in Catania contra 1* Inveges che la 
volea dì Palermo. — Orazione panegirica del p. Frane. Ànt. Bar- 
racco d. C. d. G. recitala in Cai. 1727 in-4^— S. AgaUi. V. M. 
nobilissima giovane, coronala d'anni circa 18 in Catania. Bologna 
1849 in-8^. * L* anonimo scrittore vi dà quivi un' elegante para- 
frasi degli Atli della vita e del martirio di quesla Santa. 

S. Angelo càrm. M.: La vita e molti de' suoi miracoli, del p. 
Gio. Ani. Filippini, Pai. 1636 in-i**. 

S. Corrado eremita: Panegirici recitali dai* pp. Lud. Ferrara ed 
Enim. Montesanto d. C. d. G. nella cattedrale di Noto. Ivi 1841 
e 51 in-8\ 

S. Cristina V. M.: Vita e martirio, in sei Ijbri, di Splendiano 
Andrea Pennazzi da Soriano, prolon. apost. e vie. gen. d' Orvieto. 
Monlefìasconc 1725 in-4^. * Evvi in fondo una giunta col titolo 
Engyotlieca sacra in Ialino, divisa in tre partii contenenti diversi 
Atti e documenti e mss. relativi alla Santa, con orazioni, inni^ uf- 
fizio e messa della medesima. 

S. Gandoifo, protettor di Polizzi: Panegirico pronunziato nella 
chiesa maggiore di detta città dal p. Gio. Figlioli. Pai. 1840 ln-8^. 

t 

B. Giovanni Liccio: Vita compilata e descritta dal sac. Michele 
Pente. Pai. 1853 in 8\ ♦ Altre vile del Bealo de' pp. Bern. Faso 
e yinc. TusOy si serbano mss. nel convento da lui fondato in Cac- 
camo, sua culla e sua tomba. 

S. Giovanni Terista: Vite descritte da' due basiliani Crisostomo 
Scarfòe Apollinare Agresla. Roma 1677 in'8^. 

0. GivsEPPE M. ToMsiAsi card. : De eius laudibus , Oratio Io. 
TitoHvii. Romae 1713 in-4®. — Biografia di Ciò. Niceron ne' voli, 
III e X delle sue « Memorie degli uomini illustri ))• Parigi 1730 

in ir. 

S. Leone ti papa: Sulla patria di lui, diss. del can. Lib. Ca- 
stagnano. Pai. 1794 in-8*'. * Vuole che fosse da Co rleone, 1' an- 
tica Schera: altri il rivendicano a Nicosia. 

B. LvciA y. caltugironese: La luce ascosa architeltrice di mara- 
viglie, Paneg. sacro di Ani. Soffietti d. C. d. G. Pai. 1702 ìa4\ 

S. LoREnzo di l'razanò : Vita scritta dal sac. Ign. Canzaloro. 
Pai. 1732 in-8^ 



SM APP. Ai. VÒL. l-H:LA!(ftE fniv MOGBAFiS 

È. MktfBo vescovo dì Girgentì: Lettere di ragguaglio e#ft aft^c 
tre responsive, pel culto di Beato a lui dato, <kl p. Frano, fa- 
sguale Ro'hMmo min. rìf Mess. 1756 ln-8^. — Lettera apologetica 
eonlra gli errori che gli si addebitavano nelle Lettere di raggua- 
glio. Pai. 1157 in -8^. — Altra lettera apologetica sulla stessa ma- 
tèria. Hess. 1739 in-S"". 

5. NiifFA y, e ilf.: Vita cavata da antichi ed autentici mss. e da 
qodla che ne scrisse in latino Ottavio Gaetani. Pai. 4622 ia-S"*. 

8. PAscASiifO vescovo lilibetano: Discorso del can. Gius, Ingianni. 
fa. !84l i^■8^ 

S. Silvestro di Troina: Vita descritta per Giacinto Chiavetta da 
Troina cappuccino. Mcss. in-4®. 

$. Venera V.: Sulla sua patria, memorie storiche del sac. Gius, 
di Mauro Biggio. Nap. 1845 in-8*. 

S. fTTo JSr, Panegirico del sac. Gius. Ragonisi. Aci-Reale 1818 
ìn-8^ ' 

ART. I)^ SANTI STHANIEKI 

Andreùe de Oddo psn, ord. Praed. Vìtae Sanclomm omnium. 
^ Serbansi mss. nella libreria di s. Domenico di Palermo. Delie 
Vite particolari di Sunti esteri abbiam le seguenti da uggiugnere 
«alle già riportile a suo luogo, 

S. Alfonsq de LiGVORi: Orazione in sqa lode di Gius. M. Pupa, 
lless. 1841 in-8^ 

SS. Antimo, Macario, Mediato, Teogene, Teodora, MM.z Ora- 
zione per la solenne loro traslazione nella cappella del ss. Cro- 
dfisso delrOlivella, di Pietro Maggio dell'Oratorio di Pai. 1664 

S, Atanasio il Grande: Orazione pan. del p. Gio. fitW. Ore* 
fnona scolopio. Nap. 1742 rn-4^. 

5. Basilio Magno, H vice salvatore del mondo; panegirico re* 
citato dal p. Ignazio di s. Baimondo mere, scateo, nel mon.del 
Salvatore di PaU 1729 in4^ 

S. Benedetto: 11 viator coraprensorè ad uno sguardo : Orar, 
puneg. di Giqmbf Pisone eapp. dì Sambuca, PaL- 173^ ìq-4\ 



SUE. II^-HIIOGBAHE 9ACM }ft1 

S. Càttiuft M Leuis venerato con iiagoificensa dalia, città di 
Pah Ivi 1142 ifl-4^---Elogìo detto dal p. Gmi. Leene. Ivi 1837 
in-8\ 

S. CATEi(f!fA delle Raote: Trìumphus descriptus a FHe. Mdg^^ 
Yen. 1640 in-8^ \ 

S. Ciro M.: Solennità per la tralazione della sua te$ta nella 
terra di MaHneo, avvenuta in agosto 106S. Pai. 1749 ìn-i^. 

— La gloria d' ogni regno per le varie translazioni di sue reli« 
quie, festeggiala in Marineo il 23 agosto 1750. Pai. in-4*. * De- , * 
scrizione di FiL Cona. 

SS. Crispino e Crispii^iano MM.: Yita del p. Dom. Siati' Alberti. 
Pai. 1696 in-8^ 

S. DoMESfice: Vita di M. Gio. Lopez vescovo Honopolitano. Meas. 
1652 Jn-S^ 

S. Filippo Neri: Orazione panegìrica del p. Seb. Paolù Pai. 
1741 in-4^— Altra del sac. Gius. ConlL Ivi 1854 in-8*, * àmen- 
due italiani predicarono air Olivella.— Altra del p. Emm. Oarofalù 
delle Scuole pie. Mess. 1832 in-8\ 

S. Francesco di Paola : Orazione pan. del p. Gius. Cremona 
delle Scuole pie, delta nella chiesa de' Seti' Angeli. Nap. 1742 
in-4^. — Relazione di un miracolo da lui operalo il di 9 aprile 1743. 
Pai, in-4®. — Dissi- dogmatico-canonica sul!' esame e prove di esso 
miracolo, di Mich. Schiavo. Wi 1743 in-4^ 

S. Gaetano: Victoriae modulatio , quae virtutum encomiis insi- 
gnem D. Caietani sanciimoniam in eius solemui feste coronai, Pe- 
IH Renda C. R. Pan. 1690 in-4'». 

*S. Giovanni Battista: Panegìrico recitalo nella chiesa sua par- 
rocchiale de' Tartari da FiL Clemenle. Pai. 1604 in-4^.— Altro jn 
onore di lui proiettore di GasteWetrano, del p. Giamb. Pieone da 
Sambuca cappuccino. Pai. 1731 in-4^. 

S. GwLiANo vescovo de' Ceoomani : Panegirico in suo Onore , 
del p. Greg. Caffarelli d. C. d. G. vizzìnese, detto in Callagiro- 
ne nella sua chiesa collegiata. Pai. 1718 in-4^— Altro del p. 
Casim. Baiona d., €. d. Q. fallag. 17*1 In-i*'.— Compendio di 
sua viia, scrino dal can. Sal/v. Grasso. Ivi 1816 in-8*. * Questo 
Santo è tiiolare di detta chiesa, oggi l«vata a cattedrale^. 



39Sr APP. Àfc VOIi« I — «ASSE mu. BIOGIIAFIB, 

S. GivsEPFE patriarca: Le due colonne del non plu$ uUra in 
lode di luì, Ora2. paneg. del p. Ani. Serrovira di Licata mìa. 
«onv. Pai. i730in-4\ 

S. G1V8EPPE Càlasanzio: Paneg. del p. Emm. Garofalo. Hess. 
1831; e tra le sue Orazioni, ivi 1832 in-8^ 

S. Giusto M. : Uelazione dei festivo trionfo che si celebrò in 
Misilmeri nel 1771, a* 25. agosto; per V anno centesimo della Urasla- 
zion del suo corpo. Pai. delt' anno in-4^. 

S. Ignazio Loiola: Panegirico del p. Gius, M* Platina min. conv. ' 
Pai. 1723 in-4^. — Altro del p. Andrea Gaudiano de* Predio, re- 
citato in s. Domenico. Pai. 1734 in-4^. 

S. Liberale (0 Elevterio) V. e M. Discorso storico-critico della 
vita e martirio^ con alcune osservazioni morali, ed un breve com- 
pendio del triduo e di festivo del Santo. Viterbo 1783 ìn-i2^ 
* Operetta di Lib. Fr accia exgesuita alcamese. 

S.LvDOvico' Bertrando apostolo delle Indie occidentali : Vita 
composta dal p. Yinc, Giustiniano Anlislio suo compagno, in ca- 
stigliano; volta in italiano a Pai. 1612; in latino annotata dai Boi- 
landisti nel t. V d' ottobre, 2^" ediz. di Bruxelles 1832 in fol. 

S. Lviei re di Francia: Notizie scritte da Frane. Agius , nelle 
Memorie per servire alla slor. lett. di Sicilia , t. II . p. 4. Pai. 
1756 in.8^ 

S. LvtGi Gonzaga-, Orazione accad. in sue lode, delcav. Pietro 
Veniimiglia, presidente del trib. civ. di DIuto. Quivi 1841 in-8\ 

S, Onofrio anacoreta: Vita e miracoli nuovamente stampata da 
fra Martino Ani. Curatolo eremita di Palermo^ 1779 ia-8^. 

S. Pioio ap.: Bilancia della verità, risposta al libro intitola- 
to tt Paulus apostolus in mari, quod nunc Venetus siiius dicitur, 
naufragus », di Bon. Attardi. Pai. 1738 in-4^. * Il libro da lui 
confutato è d' Ignazio Giorgi che asseriva il naufragio del Santo 
neir Adriatico, è non presso Malta. 

S. Pasqvale di Baylon: Panegirico in sua lode, del p. Antonio 
da Trapani. Pai. 1703 in-4^ 

B. Pietro Clayerì apostolo degli Etiopi; BiograCa, nell'Eco delia 
religione, p. 74 seg. Pai. 1852 in-4^. 



> SEZ. II— BIOfiBAFIi: SACRI / 389 

S. PtÈTno Regalato àù' Minori: Compendio di tua Titt , Yìrlu 
e miracoli. Pai.. 1847 in-4^ 

S. Rocco: \iià in ottava rima. Mess. 1774 in-12^. 

S. Rosa di Lima: La Rosa trionfante, cioè Relazione della solen- 
nità fatta in Palermo per la sua beatiGcazione, dì Ani. SarUangelo 
con la orazione recitala da FU. Sitaiuolo. Ivi 16G9 in-4*. 

S. Stefano protomartire; Discorso accademico pastorale di Frane. 
M. Proto bar. delf Albero, con vari componimenti italiani e lati- 
ni. Mess. 1789 io-^. 

— Relazione de' giorni festivi per V invenzione del corpo del 
Santo, che si celebrano in Melazzo al 22 agosto 1784. Hess, in4^ 

S. ToMnAM U AQUINO: Elogio del sac. Gius, lo Rue. Pai. 1841 
in.8^ 

S. Veronica Giuuani: Oraz. detta in Termini per la sua cano^ 
nizzazione, dal sac. Gregorio Vgdulena, ' colle iscrizioni del prof. 
Rald. Romano. Pai. 1840 in^"". 

S. Vincenzo FEHHEni: Viia scritta dal p. Dom. M. Marchese dei 
Prcd. Pai. 1698 in.4*. 

ART. III. VESCOVI 

^ Se i Santi sono siati rassegnati per ordine d' alfabeto, i Vescovi 
si seguiranno secondo T ordine delle diocesi da lor governate: ed 
ecco quelli di cui ci sono in islampa trasmesse notizie biograGcfae. 

Paleemo: in. Ferd. Basati: Elogio scritto da Giacinto Gim- 
fna y nel t. I de* suoi a Elogi accademici della società di Rossa- 
no ». Wap. 1703 in-4^ 

n Frane. Fiorii. ^tanseTerino: Orazione recitata nelf ac- 
cademia del Buon-Gusto in occasione d* essere slato ascritto alla 
medesima, dell' ab. Frane Cari. Pai. 1776 in-4*. 

Card. Ferd. ili. Piurnatelli: Elogio funebre, del can. Fmm: 
Vaccaro. Pai. 1853 in-4''.— Necrologia, dei cm. Pietro Sanfilippo 
nel Giornale ufficiale di Pai. dett' anno, n. 110. 

Messina: M. NaT. Granata: Memorie di Gius. Grosso-Caco- 
pardi, nel Maurolico, nuovo periodo, t. IV, p. 224. 



sto APP. AL vét. K-H-cusse wii. mftnAFii 

MonngÀiEi Cavò. WMMtfmo Vlseònfe: Ifi efos fontre elegia 
Pelri Forlis. Pan. 1682 in-4^ 

M. Frane T^^iita: Endecasillabo in soa morle^ di GeMire Gae^ 
tani, conte della Torre. Sirac. 1784 in-i**. 

M. Ham- B<Mi. Balsami»: Elogio funebre detto dal cnn. par- 
roco Andrea Calafato, luitora inedito. 

CàtA!9tA: M. Corraiio Beo^atti: Pro saseepto episcopitu pa^ 
negyrìcus gratulatorìus AugvMim tìimlfridae. Cat. 1713 in -4^. 

Màeiaba: m, AMeenwio c^raflCeo: Esame della scrittura in 
ghislificazione del suo operato. Pai. 1G95 in foL 

Cefali': W. Frane Qonzasa: Vita descriltE dal p. Ippùliio 
Donesmundo. Yen. 1625 in-4^. 

Patti: W. CMns. Halieas Discorso' Intorno i suoi sludi , del 
prof. can. iV«c. di Carlo y tra le sue Opere al medesimo dedicate. 
Pai. 1849 in.8^ 

CàKTAQiBOifE M. iBen. Benll: Elogio fimebre,. per ini. Guer- 
riero. Cat. 1833 in-8^. 

— Necrologia, del can. Sai?. Gerbino, nel giorn. « La scienia 
e la fede » voi. XXVII, fase, i3;t. Nap, 1833 in-8\ 

M. Gina. M. Manlsealeoi Necrologia, del medesimo C«f6i' 
n^: ivi, voi. XXIX, fase. 173, maggio 1833.— -Elogio funebre detta 
éal can. SaUo. d'Amico. Pai. 1855 in-S"". 

Nìcosia: M. Rosario Bensa: Elogi funebri, delti in s. Ca- 
topina (ove nacque, e vi mori nel 184/;, dall'arciprete Serto. A- 
lessi e dal Ugnorino Stef. Spina: altro nel duomo di Nicosia dxl 
can. Santi Spinelli. * Lelli da me mss. serbnnsi dal germano can. 
Gaet. henza, che gli tia dirizzato un monumento marmoreo nella 
sua patria s. Caterina. 

Noto: M. Qiamb. IVasellB (poi arciv. di Palermo): Poema del^ 
1* ab. Conr. Sbano in sua lode, estratto dal Giorn. di Cai. 1831 
in-8\ 

LiPAHi: M. Carlo lienxi: Necrologia , nel Giorn. Ai sciente 
lettere ed arti, t. XII, n. 36. 



>. 



\V. SEZvl<— BIOGRAFIE SACRG 39t. 

* Didaci a Lipara min. obs. Genealogìa Episcoporum , Abba- 
liim Civilatis Liparensìs. Ms. dellalQ nei 1722, e venulo in mano 
del can. Carlo Rodriquez, che ce ne ragguaglia ne' suoi « Cenni 
sloiiiciaJi ««SII Ghtesa; )> nel t. LXXV-VI, n. 22S-26 del (ijoro. di 
«ciéiAe cci^.c ove altresì ne inlesse il Catalogo de* vescovi Jipari- 
Uni, fino ali* ollinio SI. Visconte Proto^ raorio poi vescovo di Ce* 
(alù,, •=■•'^. ?'•. •■ ' •■ - •• . : il- ; . 

1 '41A. W/ A*TRE CfllESB . 

^ ' ". I ì' ..I- - <t':- ••■ i " '. .' ' ••■'.■ 

. Tf^eftiiie' C^cMmeW^ arciv. di TAORMtufA: Notizie del cao. Pie-^ 
$rù San^ippo . i^éììk Rivista scidaliflca leUeraria arli&Uca fi^r In 
Sicilia, mia* Pat 1835 in4^ 

V; o < '. ^' ^' :' ■ . ■ ' ■...■•' ■■ 

ìM. €:k^. A nlMi»l€ilVl|Mpritiif,i vescovo di €fov£/rizzo : Bìo- 
gtafiaidl 6id/ iVtberottv n« vcil. XXV delle sub k Memorie degli 
u^rmifì? illustri >: ParigiiMì** i«^2^ ; ? ». 

VI <:.•■■•?/''' I ! r» ':*! ■.}■'' 7 ■< •■! ■ • I , 

. - JK cill^; «fyr^fiaorov iìe8Coto/di<CvEaso;!ll sole, elogio fiia. 
él Frane, del MonaeoK Padova '>MM1n-&^; 

M. lia^isaré Pailafriélfliw/ arciv. di Tbme : Elogia fuD» d^ei 

•••■]'■■ 
IH. Q inseppe Tobia, vescovo di SAifTORiJfO : Elogio funebre 
d' iiif. rorrcgfroMà. Trtìp. i81G.|h-r. 

M. Qio. IH. Bisicuaiil, vescovo di Egea, e vicario gen. del- 
l' Archimandrita di Messina: !piecr6lagì^pter'iSito«to Fan'na-^^^i* 
vi 484S in.8\ -' ^ > i . ; : ; 

, .:■ ■::•• •.-■..■ . ^ . ..-: , 

lf.€Iaet..crri(no da Messina, vesoovo i« partibus: Biografia ^ 
di \mc. Scarcellà, Ivi 18A0 in-ft^, 

IH. /inaipiolo Fiiippone, già vfisoovo di NamdÒ': IVecrologia j, 
per i^.JVarftowe, /Pai.. 18S! inrgfi^ ;e jnel giorn, il diadema, nf,:3. - 
— Elogio funebre detto nel suo anniversario da Paolo RoUt^Ufii :i* 
0, ^.Q. fidila obifósa del Gesù: ivi 1832 la-8^ 



1 ) » j • i 



• » 



• . < 



T' 



, . k , ' . SEZ. lUr-WOIUW UiUSTRI 



•iQue^ti, ugualm^pte cbd i santi ««on aUri nostri, eid altri. stra- 
nieri. I nostri per maggior dislinzione saran riparliti nei duej^es^i^ 
s<Qooi^ochè pratic9iKi|K) nella prjma loro .rassegna, fi xo;i|erallora, 
qui parimente mandiamo innanzi alle monografie alquante Bat* ' 
colte che vi presentano riuniti gli elogi di molti. 

50 



.it 



I 



393 Aff . AI, VOL« lr-H:LASSE vili. BIOGRAFIK 



.A«T. I. llACeOLTB ' 

■•il 

BTo^afie e Ritratti d' illustri sioiliani morti nel cboleìra^ PaU 
1838 irt«^8®. * In questa ' raccolta, curala dai frateHi Ant. e Vine^ 
Linares, y'ì sono le Bìogriifie di undici letterati , descrìtte per al-» 
trottanti^ biografl. Eccoti i nomi degli uni e degli altri: 

Dom. Sdnà, da Fcrd. Malvicar*-iYic. Palmeri, da Frane. Paofo 
Perez — Ant. Bivona, da FraiM*o Maccagnone — Luigi Garofalo, da 
Ben. Cnsti^lfa — Giù». i4ieMf. da Beni. Serto — AnL delto itorere , 
da Ant. Bonafedo — Pietro Pisani \ da Ant. Linares — 6iU». Tran^ 
^hina, da Ottavio lo Bianco— Dom. Greco, da Pietro PaoinitrrFtf. 
Fodera, da Emm. Viola — Vinc. Riolo, da Paolo lo Giudice. 

^' Si aggiugne in fondo una lista d* altri scienziati .^d artisti, 
quali furono: ^ Lorenzo Anglleri , Miche Azzarelll, Mieti. Busaeca, 
Baronessa Agata Barcellona ^ Costaotsoo Maria Costantini , j&iamb, 
€astiglia. Leonardo Coppola^ Salv. Candiloro, Ign. Dixit-Dominus, 
Ant. Di Giovanni, Ant. Greco, Ant. Malvica, cau. Diego Muzio, Yinc. 
Mogavero, Pietro Polara, Beneficiale ,Ant Romano, Gan. Grò. Ba* 
^ona, Abb. Vinc. Baimondi, Abb. Gioach. Santoro, Abb. Nic. Sco- 
vazza , Gasp. V«iccaro^ — Artisti :. Luca Costanzo , Dom. Ca?al)aro, 
Frane. La F«rina, Yinc. di Maftino:, Car olina. di Martino*, Frane 
Zcrìlli; Gius. Tresca, Al. Laharotte. 



Concetto Caravella , ProspeUo àegV illustri siciliani nntichi • 
moderni, in gran folio a più colonne. Pai. 1830. 



Giu»^ Bùzxo, Le lodi de* piik illustri sioiliani trapassati nei pri* 
mi 45 anni del secolo XIX voli. II. Pai. 1832 in-8^. * Sona bio- 
grafie con pari accuratezza ed eleg;anza descritte da questo regio 
professore d* italiana eloquenza, accompagnate da* ritratti degli e- 
logiati cbe sono appunto i seguenti: 

Voi. I. r. Ignazio Marabitli scultore, palo a Palermo , ed ivi 
morto ottogenariò a' 10 genn. 1797. 

Té Ant. Barcellona prete dell' Orarorio, n. 22 no?. 1726 aPaK 
cfd ivi m. 5, nìa^$KÌo 1805. 

.3®. Ros. Sctiotcri medico, n. 15 ott. 1767 a Yiagrande, m". 2! 
maggio 1&0t> in Verona. 

4**. Fed. Gratina ammiraglio, n. 2 seU. 1736 a Pai. m. al 180( / 
in Cadice. 

%^.Ro8.' Gregorio can. n. 4n riti. 1733 a Pai., Ivi ra. 15 giu' 
gno 1809. 

6«. Sav^ Landolinìot cay. n. a Oat, 17 febbr. 1743, m. in Sir. 
al 1813. 



..•^'%Z;fÌlI^«MtKMiiNi lutSTBi ' .393 

1^. Gius. Venanzio Marvuglia arctiUello, n. a Pai. 1729, ivi in. 

8'\ Giù. Meli poeta, n. 4 marzo 1740 a PaL . ivi in» 20 die. 
1815. i ^ ' \ 

Voi. II. i^. Paolo l^akmHa agronomo, n. 1. mario Ì7à6 in Tter- 
mini, ra. a PaL 4 sett. 1816. 

'i"". Tom. Natale poeta filosofo, n. a Pai. 1737 ^ m. ivi 4 sett. 
1810. 

3*". (;iU(t. Gioeni nalurdi6ta, n* a Cat. 12 maggio, m. ivi < die. 
1822. 

4^. ^ius. Piazii teatino astronomo , hw in Yallellina 18 luglio 
1746, m. a Nap. 22 luglio 1826. ' . . 

5^. Gius. Yelasquez pittore, n. a PaL 10 die» 17^0 > m. ivi 7 
fébr. 182Ì; 

O"** (fCT^f. ^rano Irrelato, epigrafista, d. a Mess. 21 noY. 1732; 
m. ivi 13 marzo 1828. 

7®. Sav. Scrofani 'pubblicista, n* a Modica, m. a Palermo. 

*8*. ?mc Belimi musieo, n. a Catania, m. a Parigi; > : 

0^. Ant. Bivona Bernardi naturalista, n. ,e m. a Palermo. 

Cài).' Ani* Busaeca da Messina, Biografia degli uomini illustri di 
Sicilia;'* Ci viene annunziata, 'ina non è per anco evulgala« 

Plac. Arena-Primo, Uomini illustri messinesi. * Sono da lui no- 
Vèrati'nèllft Critica del Viaggiò inedito di Borni Scinà fallo in Mess. 
1811: nel t. LXVIII del giorn. di scienze ecc. 

Biografie degl* illustri Cittadiìtì mancati nel colera di Hessinsì* 
Ivi 1855 in-8**. ♦ Precede un Discorso di Yinc. Searcclla segr. 
gen. deir Accademia peloritana. 

P. Vinc. Bondiee, Biografia degrilluslriCatanesi— Altra degVil- 
histri Paololli. * Due opere non ancor pubblicate, ma pronte alia 
Btampa, com*egli m'avvisa. 

Dom. Ani. Gagliano, Elogt storici ilegif uomini memorabili ^i 
Catania, continuazione della Biografìa di G, Emm. Ortolani , con 
un corredò dì note e d* aggiunta. Cat^ 1822 iniol. 

* * ' ■ ^ 

Gius^ Ferro, Btografia degli uomini illustri trapanesi, tomi. IV. 
l'rap. 1850 in-8®. * I primi tre tomi avcan quivi veduta la luce 
rivenèc l'autore al 1820 in-8''^ ' 



*39'4 AV?. m TOtt. I-i--CiASSi3 ' ]fcll> InOGRAFlE 

ART. II. voniiii 

ì '" . •■ ■ ] . • 

Ecco per alfabeto schierali qaefV illustri che si son meritalo o 
funebre elogio, o articolo uecrològico^ o notizia biograflca. 



f ■ * 



Abbadessa (Paolo): Biografìa di Gius. Grosso Cacopardi: nello 
SpeUalore Zanel€K> di Mi}$s.» tt^ Iìì p,iai»;i«j, ; m, . . . 

sAglioti ^PMlo): .Biografia djtifiius. <^rd8$p ^Cacopardi :■ nel .Faro 
di MeSs. t. 11, p. ilo. 



il 



Airoldi Gravina (cav, Slef.) , de' duchi Cruiìlas: Elogio fuoe- 
itte'/dsì isac, GiQ>.d& Fr&ncl^cU ;€on iscrizioni.; P^iL 48$0 in-4\ 

Aiaimo:(JKf Mi.) jOiedM? Funfibrc^.bpnores.qqos. «alatarìsmc-* 
dicorum Actid^oriat^panorflajiupa'in eius oJbilu pers^^vii. Pìiq. 11(62 
in-4.« ■.■•■'!.■...) ': ' ' i-r.j" 



» • ' • , ■ . l - • ! ■ . . . ,1 



AtgeH FogUant {Gii^;}f^ot ^ipadiclna legate: Biografia Scritta 
dal prof. Gi0. Gorgone, leìtuaU^AcpadeaMA R. delle. 3cì€n^ me-* 
diche. Pai, 1847 in-8^ 



j : 



. Mbranda (Cola lac.): Biogm^a del €acppardi, nel, HauroUco, 

t. II, p. 33. .1 . : . ; • '. . : 

AUppio (?en. Fraièc.. di s., Giuseppe) agosti sca|zo : Ristretlo 
della iHia ^ta, dì Lod. ereroa. Pai. 1762 in-ir. 



ì I 



Alitata .{Gius.), principe di VIHafranca: Le pompe funebri ce- 
lébrale.p^rUi m mollatiteli tenp pio di s. Giuseppe. I^ap. 1728 iD4^ 
j .M— . Coniponimenili In sua:ni^rlei. Ivi 172S ia4®- 

illomo (Frane): Biografia di Gius. Grosso Cacopardi, nel Paro 
dì «less. l. ir, p. 41.-' ' 






Amato (AnL) principe di Galaii , duca j di Ga.C(;[(nio ; U doppio 
tributo cordiaie di amore e di dolore offerto dalla cìtlà dì Cacca- 
no, per Seb:' fiàtronill d.C. d. G. :Genovaiif69SÌ; \xk-V.' 

Amico (caq. AnL): Biografia del Caciopérdi, ;Oel t. \ d^il MaurO' 
lieo, p. 170. 



1' .'MSfiZ^;UI-MrOMl!v^|LIJ9rRI. i > 393 

ÀmM {WHo) abbad&'dEiscBneser EtòsIoperFi^anei t'errami lé^- 
$(esi tra gì' Illustri. Calanoèi , pubblìoali dàDam. Ani. GagUanéb 
Cat. 1822 in fol. 

Angiola (Yinc): Notizie del Cacopardi^ nel t. I del MiautoUco, 
p. 1()2. 

iln^esiori CEUore) : ìOrazw fon. detta ia sj Giuseppe jpief Gius. 
M. lo Bue. Pai. 1847 in-8^ ^ 

Aragùna^PiffnateUi (ptegd^, duca di Terranova: ; Corona ]M>èli- 
ca; preceduta da un. Discorso ioiècadeinico (del p. Regioaldo Grè^^ 
co dornen^, offerta alui da* Pastori Iblei d* Avola. Callag. 181.^ ini®. 



•• 



Arena^-Pinmo Porzio (Placido) bar^di Montèchiaro : Orazione 
funebre del p. Émmk Garofalo. Messi. 1832 in<^8^ > 

Arifò.{Giu$.), sc4iUor: messinese: Cenno necrologie^ seritto ^er 
FU. Gentiluomo. Mess. 1842 ]n-12^^AItro del Cacopardl , nella 
FarfalleUa di Mess., 1. 1; p. 31; • . ' ' 

Arrosto (Ant.) prof, di botanica in Messina: Elogio per Anastasio 

CtìCCi). Qìfivi 1847 :ÌÌH&\ ' ^ . >, ... 



:"! -i 



Asmundo (Frane.) cat* convittore: Orazione di Emm. Filingeri, 
.e Vtoesfe de' oooviitori idei ;co1ìIj ioip; de' pp« Teatini >, in occa- 
sione della sua morte. Pai. 1133 in-4^ .i 

Astnuhda Pùiemò' Castello (sac. Gius.) : Eiogio fun. del can* 
.Liugi Pn^pnlnrdò. Cat. 1846 in-i4^ii* Evvì annessa an*odei saffica 
latina di Pompeo Interlandi principe di Beliaprimù. 

\iAùtta (VAno.J: Elogio, tra'le u Memòrie dtuomini illusirì' udel 
IViccron, t. IIL Paris 1730 itt-12.^»Allro di Gio. Mario Crescimi 
beni^ nel voi. Il delle sue « Notizie isteriche degli Arcadi mor- 
ii», Roma 1720 in-S^ "^ i 

Aurispa (Gio.) letterato notinese : Discorso ;ul medesimo , di 
<lio. Ani;» «ntrigìia- Roto 1831 in-8^ v. ^ 



! '. 



B(Hdmz)Bb (GiùìisiKtó) psLftoeù di ffilitello vai di Nòto: £H>ei#fìl- 
ncbrc. Pai. 1856 in-8^ • < ' » > 

B aliar ò-Wuzzone (Ros.) can. tcsoriéro di Mineo : Elogio ^n. 
detto dal can. Corr. Tambnrino-Merlini. Pai. 1842 in-8^. 



396 



àPP. al T0l4'1-»CLASSE mll-itÒÙRAFlE 



BaUamo (fcan. JGius.) ylc. foraneo 4i Termini^ CcUni biografici 
del ^0. Gius/ Balsamo Gullo^ Pai. 1853 ìb-S"". 

■■ ;J ..... . 

Battaglia (JUario) medico: Elogio storico^ neìl' ìngrassia, Giorn* 
dì Pai. 185i, n^ 11- 

Bellini (Vinc.) musico insigne di Catania: Elogio di Vinc. la Rosa; 
Napi 1845 ìn-S*". * AUre biografie e discorsi e oafmi in sua lode 
noverammo a suo luogo. 

BeUini'Chiarenza (Vinc.) nipote del famoso musico } lYccrolo- 
gia> per un suo condiscepolo^ pel Giora. gioonìo, bim. Yl del 1851; 

Berlini (lib. Gius.) musico e lelleralo; Elogio per M. G. (Mel- 
chiorre Galeotti delle Scuole ^ie). Pai; 1852 in-r. * Avvi in fon- 
do due Ialine Isi^rizioni del prof. Nic. di Carlo. . • ^ 

Bionéi^ (Aait.): NoIìeìc, del medesimo, in detto volume. 

Botano (tor.) medico e storico di Catania: Bic^rafia per Carlo 
Gemmellaro, nel Giorn. gioenio, n. 4. 

Bonanho (Gius.) principino di Linguagrossa: Cenno di.Fed. A^- 
dilio. Pai. 1849. — Orazione fun. dì Fil. Sturzo. Ivi in fol. 
. < . . • • • • . 

iBonfigliò (^6tu«^^ Notizie del Cacopardi, nel Maorolieo di Mes9. 
t. I, p. 30. ' r- .■ 

Bo9€o (ViHcJ principe della Cattolica, preiore della città: Ora- 
liooe recitata nelle sue esequie dal p. Gius. Perdicaro nel Gésii di 
Pai. 1654 in-4\ 

.■ Branca^ due celebri chirurgi sicoli del secolo XV : Notnief ri'' 
portate nella .Rivista scient. e leu. n; 1^ Pai. 1855 in-4^. 

Buono (p. d. PasqìMle) liguorino: Orazione fun. composta dd 
p. d. Stefano Spina. Pai. 1842 ìn-8\ 

Burgio (Aless.): Elogio^ di lano Rido Eritreo (cioè Gian Vitto- 
rio Rossi), nel t. I, e. 67, della sua a Pìnacotheca Imaginum il- 
lustrium )}. Colonlae Ubiorum, 1645 in-8^ 

^^irffos (Àleès.): Notizie di detto Cacopardi, nello Spettatore Zan^ 
eleo, l. I, p. 93. 



• • * • ^. ■ ' 



/> • 



Calapai (cnv. Dom.) : Orazione funebre del prof. Andrea Va- 
^Olav MéìseiJ 1855 in^8<*: 

' (kilerone (€mL): Blòjgraflsi , per Gius. Grosso Cacopardi , net 
Maurolico, l. II. p. 1^6. ' • 

'CaftfiVfd.) prof. '4<^laDO':'Efogfo' di Gius, Rag«ni^. Aci-Reale 
f82S Jn-8». ■ i'''- ■ ■ ■••! ■■•■ 

^ C'^ipécNed YtETtu^^ imtiqù^^^^ : ReUli dispaeci, kllere 4l'lioinini 
lUuslrì, saggi teUerdii delle reali ^accadetnj» in siiò elogio. Cài. 
!822in-4^.— Memorie delle sue opere date in luce. Hess. 1826 in- 4^ 

Cannata ftihoriù), ^roiprele di Mistretla: Oraziane funerale dèi 
iSAC. Qlns. M. Franzoìhe. Pai. 1840 iD-8*. 

Cannata (Pietra): Kotièie del Cacopardi, nel: Maur. t. I, p. 4t. 

' Carafa (Placido): Elogilo di' Gio. Mafrìo Crescin^benìyJicl 1. 1 di 

sue « Polizie isloriche degli Arcadi morii ». Roma 1120 ia-8°. ' 

Cerri (Frane): In eiùs funere Carmen phltléucium ; Nic. Gian- 
fala. Pan. in-4\ . .«;:;:.. 

Carrega (p. Deeio) domen.: Orazione nelle sue éseiquie , detta 
da Gius. Boccafuoco teatino in ' s. Zita di Pai. 1644 in-4^- 

CarreUi (Angelo) eolontiello mess.: Notizie di Fed^ de Roberto. 
Pai. 1843 in-8^ 

Carrozza (nb.Mich): Cenno biografico per Gips, di Martino : 
nel l. LXXIli, n. 220 del Giorn. di scienze ecc. 

Caruso fsàc/ ^i«^to^, rettore dèi sem. di Monreale: Orazione 
fun. del sac. Gius. Yaglica^ mioislro del luedesimo, nel t. LXV del 
Giorn. di sciehìKe ecc. * tna critica dì queste orazione inserì Seb. 
Cannizzo, nel t. seg. 

Camso (Giambi): Relazione del suo carattere, di Micfa. del Giu- 
dice. Pai. é724 in"4\ 

Caruso (Gius) , cappellano di Mili: Laude funerale dèi prof, 
Andrea Vayola. Mess. 1833 ln-8^ 



898 APP. Air ¥tib. I-fHtfiASSlS TlIU.WOftlUnK 

Castelli Lancellotio (Gabr.), principe di Torremozza : Vita ta- 
tiiia, di Ang. Fabroni, nel t. XVI delle sue a Vitae Italorum doctri** 
na excellentium »• Pisa 1798 in-S^* 

Castelli Paterno (7//n.j, principe di Bisj.wi; Vita Ialina i<lel Fa^ 
bruni medesimo^ nello stesso volume. — Vari componimenti delfac- 
.'cademla de^li. Etnei per la sua morte. C^«l?87iii^\ * Precede 
r elogio recilato da Gius. Lombardo Budè^ : 

Caiatano fÀndfìeaJy érciprete dì Honreato: flogìo firn* dello dal 
can. parroco Andrea Calafato^ tuttora inedito. 

t Coldne^e.l&fo.^.oiadiòor Orazione fuaeiNre delta nella K4 Acca-^ 
.demia di medicina da.iGlus^ Salerne. Pai. 1753 in-i^ '• > 



Catanoso (Nat.) chirurgo: In sua morte versi da Silv. la Fari* 

fna. illftss^ti846r ìiv8^.-^Di$corsi».e poesie jn analòdi^ iieir Acoad. 

peloritana. Ivi in-8\ * Le poesie sotio. di vari; il discpi^a^è del 

prof. Demetrio Pispisa, ristampato nel Supplimento al Dizionario 

di Vanzon^ tornò liU. p. 267. Pah i847 ia-i"". 

. Cianciolo fBreg*) cafiaiaese; Ceaniodet Cacopardl, ne( Maarol, 

: ..Cirino (Anérea)lìea^. mess*: Elogio, dal prinóipe di Torremtu- 
za. Pai. !763 in fot. 



« 1 1 



i. €irifUk (Me.) giurista e poeta: Elogio premessro alle* aue. poesie 
da MelcfaSor GaleotU d. S. P. Pai. 1854 ift-8\ 

. Colonna fFéliee) àà Trapani: orat, fun. del p. Dona* Pizzi. Pai. 
1747 in.4^ 

Cohàso (Xic). : Biografia del Gacopardi^ nel Maurolico , Nuoto 
periodo, t. IV, p. 81. 

. Coniarini (Hich.): Necrologia> di Gius. Bosxo, Pai. 4844 int8'. 

I ... . • • ... ,..■.■ I ' . 

^ Corvaia (Gio. Sffmc.)., at^bate cassinese: ^logjo funebre p^ 
Frane. Tornabene, priore cassinese. Cai. i8SS in4^ 

. Corvaia (Luigi) : JEUogio. scritto da Vinc; la Rosa di Ca),imia. 
Nap. 1843 in-8^ 

. .:Cotiio (can. Go^perq^ da Pietrap^rzia: Elogio recitato dal ca?. 
IgnJ AMclli-l^alernò. Pai. 1846 ia4V; \ 



. ; SfSZ. III~uoi|]U JuusTRf 399 

Cosentini {Crist.J chirargo di Aci^Reaie: Elogio storico scritto 
da Mar. Grassi. Nap^ 1844 iQ4^ 

. CoèéHtini (Ferdj) prof; di Catania : Biografia per Carlo Gem- 
mellaro. Quivi 18l« in•8^ 

Cùétantini (CoAt If.J presidente siracusano; Cenno biograficb » 
dì Hiccardo Milcliell. Pai. 1.838 in•8^ 

s 

CoUoM (GioJ dottor trap. ; Oraz. Ain. di Dom. Ffolfo.- Trap. 
175* ln-4«. 

I 

t ■ . ^ 

Cupani (Frane.) proo. geo, della Corte Suprema : Elogio del 
can, Salv. Ragusa, ed Iscrizioni di fiaet. Daita. Pai. 1840 in-4\ 

Cutelli (Giamb.): Biografia, per Carlo Hortillaro. Pai. 1856 in-S"^ 
a nel Fasore, giorn^ annoi, in-8®. 

Cìizzaniii (cnv. Gius.) da Messina; NecrDl()gi$, per Frane. Pa- 
gano. Quivi 1830 in-8\ 



D' Àgoitino (p. d. Gius jl teatino, rettore dell' uni v. di Palermo: 
Elogio funebre ed iscrizioni del prof. Nic. di Carlo. Pai. 1834 in-8^. 

D' Alessandro (Maileo) ubb. gen. di s. Basilio: Lo scettro eia 
corona d* Alessandro Magno convertito in bacolo e mitra per 12 
anagrammi sopra il suo nome , di Frane. Ambr, Msya. Palv 16S0 
in-8\ 

D' Andrea fmarch. Gio.J ministro di Stato : Neir anniversario di 
sua morle^ Orazione di ita Pio Bea. Salvatori dom. Pai. 183S in-8®. 

A' Angelo (can, Gio.J arciprete di Caccamo ; Elogio funebre 
scritto da Giamb. Barbera, Pai, 1847 in-S"", 

D'Angelo (HuggieroJ parroco di s, Gio. li Tartari : Elogio fu- 
nebre di Salv. Incardona cappellano e poi curato di detta parrocchia. 
Pai. 1856 in-4^ 

Del Bosco (Vinc^) principe di Cattolica: Oraz. fun. del p. Gius. 
Perdicaro d. C. d. G. Pai. 1654 ìn-8*. * Precedono le iscrizioni 
latine del p. ign. Ascenso d. m. C. 

51 



Ì60 APP. Ai ' VOI.. 1— CtAS^E '4nU titOGRAFJE 

Deìiti (Lucio) presidentte del supremo consìglio della G.C: Gli 
ullimi onori, del p. Giorgio Tagliavia d. C; d. 6. Palvi649 hi-4\ 

De Salvo (MiUtao) vie. gcn^ di Messina; Blogio fcmebre del dm. 
Dom. Baviera. Quivi 1830 in-8\ 

Dima (p. MuHó) agrìg. de' Predie.: Orai. fun. di fra Hichelang. 
Iacono dei lerz' Ordine. Pai. 1122 in-4^ 

Di Giacomo (Ani.) prof, e proÌòinedi<^o di Catania: Elògio Tu- 
ncbre del p. d. Frane. Tornabene cassinese. Cat. 1850 in-8**-— 
I funerali del medesimo , descrilli. Ivi in-8®. — Un monumento al 
medesimo^ deserlUo da Fr. Paolo Bi^rtucci. tvi 18^1 iQ-8^.— *Cen- 
DO necrologlco^ del soddcUo. Oat. 1^30 in-12^. — ^Allro di Vfnr. la 
Rosa. Ivi in-8*. 

Di Napoli (Pietro) prìncipe df Gondròt Stanze :epftalam]ché per 
le sue nozze colla sig. Aurora Naselli de* principi d* Aragona, di 
Mlch. Calcagno, Pai. 1773 ifl-4^ 

JB • 

Epifanio fcher. Vinc.J da Monreale: Elogio funebre 4el benef. 
Nazareno Procida. Pai. 1844 in-8**. 

■ ■ I 

Errante {Celidonio) presidente: Cenno necrologico del sac. Hic. 
Spala. Pai. 1851 in-8*. 

Évemero: Notizie per Gius. Grosso- Cacopardi , nel Maurolico , 
t. I, p. 43. , . 

■■•'••■ r 

Fabris (p. d. Domenico): Biografia del.Cacopardi, nel Mauro- 
lieo^ t. I, p. 13.1. 

Faraone (Frane): Cenni del Cacopardi, nello Spettatore Zan- 
eleo, t. I, p. 215. 

Fardella (Giamb.J len. gen. e min. di Slato: Elogio del p. Micb. 
* Slinco^ nella Gazzella dei Saloni, t. IL n.- 14. Pài. 1846 in-4^.— 
Altro di Gius. Mar<)o Calvino , con earmi degli accademici della 
Civeila di Trap. 1831 in fol. 

Fazello (Tom,): Elogio di Gabr. Caslelli principe di Torremuz- 
za. Pai. 1763 iu fol. 



' : -5)62;' ilI^VDiiìimi ititmìé 40 1 

Ferrara fcàv; ab. Frahc): Della siià vila erf op^ro, Discorso 
5loricO'Crilico d>el ben. lor. Coco-6r«sso/ Pai. 1830 in-8*^ \ e im?1 
fase. 23 del Geroiilo sieolo. Elogio dello dal p. d. Gio. Caticì cas- . 
sinese. Cdt.^IBSO ìn-4^; e nel voi. TU, serie II, degli' Atti gioénii. 

, Ferreri ( p. Gio. Yinc. ) del Terz' ordine : Vita scritta dal p. 
Dora. M. Pasini. Pai. Ì6W ili^^ 

Fiumara {Giu$,J tipògrafo: Una iflmenibranza in sua morte, del 
eav. Greg. Raimondo. Mess. i8Sl. 

Forcella (ìnarch. Enrico) : Necrologia dal prof. Gius. Bozzo , 
nel Supplimento al num. 16S del Giorn. dell' Armonia. Pai. i8;)5^ 
in fui. — Elogiò funebre del can. Salv. Ragusa, detto ne* funerali' 
del 4 settembre, delt* anno. 

P. ^orltin«Mo della Vergine addolorata: Vita scritta per Mariano 
Castro da Trapani. Quivi 1795 in-4**. 

Franco (avv. Frane): Annunzio necrologico, per Vinc. Albani: 
nella Farfalletta, diispensa Vili; Mess. 1847. 

Filici (can. /nnocen^io^ prof, di lett. ital.r Cenni biografici, pre- 
messi alle sue Lezioni iilologicbe sulla lingua siciliana, dal P. Vfnc. - 
Bondice de' Minimi. Cat. 1833 ìn-8\ 

. CalbO'Paiemò (Gio.) baronello di Montenero : Oraz. detta in 
sua morler da Eed. Lanza di Castel-Brolo. Pai. 18S0 in-8^. 

Gallo (Andrea) messinese: Notizie del Cacopardi, nel Maurolico, 
t. I, p. 146. 

£allo (p. Dom.) de'Pred.: Elogio fun. del p. Fed. Graffeo dei 
Minimi. Pai. 1704 in-4^ 

Ganci (Venerando) favolista acìtano: Biografia di Gius. Bacone- . 
«te, impresa nel I. HI della raccolta di OrColan) a Nap. i8i9^ e ri- 
prodotta in fronte alle favole di esso Ganci. Cat. 1^39. — Discorsi 
due àul medesimo favolista di esso Ragonese: nel Giorn. lett. .nn. 
157 é 184. 

Gargotta (dr. Paolo) da Termini: Elogio funebre del sac. Vinc. 
Catanzaro. Pai. 18S2 in-4\ 



492 AIO». Ai. VOI. i^-OASsuE nu. HOGlUriE 

GemmeUarù {Mario): Elogio scriito da V. N. nel t. LXTi , a. 
196 del filoni, di scienze ecc. * Kè aulore Vtnc. iVo^ole. 

' Genoma {Gius.): Biograia del Gacopardi^ nello Spettatore Zaii^ 
cleo^ t. I^ p« 246. 

Giuffrè (AnL): Cenni del Gacopardi^ nel Haur. t. I, p« 92« 

Cnecco {Gius.): Oraz. fuo. di Gius, de Lnea^ deità in Trapani, ins« 

Ganzale» (Ara.) ciantro : Orai. fun. di Celio de Diego. Pai. 

1778 in-4». 

Granata {AnL): Memoria biografica, per suo fratello caY. Grog. 
Raimondo. Hess. i847« 

Grasso {ikm.) da Acì-Reale^ missionario in Africa è in Ameri- 
ca: Biografia di Mar. Grassi, nel gioni« lo Spettatore Zancleo, n. 72. 
Mess. 1841. 

Grasso Fiammingo (Giacomino)t Elogio. Gal. 18S3 ]n-8^< 

Gravagna '{Severino): Ricordi di Carlo Gemmellaro; nel Giorn* 
gioenio. 

Gravinfl CruyUas (Carlo) principe Valsnvoia: Elogio del p. d. 
Giacomo Maggiore cassinese. Cat. 1846 in-4^, e nel l. XXII deU 
r Accademia gioenia. 

Greco (Ani.) flautista di Galania: tJn tributo ni ^ento , prese e 
poesie di Yuri in sua moìrte. Ivi 18S4 in-16''. 

Gregorio (Carlo): notizie del Cacopardi , nel Haurolico , t. I ^ 
p. 204. 

w 

Grignàno (Ani.) conte di s# Carlo: Elogio fun. di Nle^ de Gr^ 
gono.'Pal. 1782 in fol. 

Gucda {march. Carlo): Orazione Ietta ne* Buqi Itiperali dal p^ 
Dom. AycIIs dello Scuole pie. Pai. 1843^ ìn-4^. 

Guzzetla (p. Giorgio): Biografia- di Riccardo Mitcbel : .nelV OrB- 
teo, an. IH, n, 13. 



SEZ. Ill'^vomm luwnrm 



103 



iaci (Afit^ 9t.) astronomo mèss. Biografia per Carm. la Farina: 
nel giornale il Faro, t. II, p. 2Sd.~Elogio fun. di Gius^. Arena- 
trimé. Mess. 1816 in-8^— Allro di Luigi Pellegrino. Ivi 1842 in-8^ 

lem (Lmgt) pres. della G. €. di Mo3s« elògio latino d* Angelo 
Allegra. 

IngkiUeri ("p. Ben.): Ora<« fun. del p. Ant. Ign.' Maneuso d« 
C- d. G-. Pah 1712 in-4*. 

Inguagyiato (Raffaele) bar. di Gibbisi: Per V esequie celebrale 
in Termini, Elogio fun. di Gregi Ugdtilena, ed Iseriziotii di Bald. 
Romano. Pai. 1848 in-8^ 

luvara {FU. e Franc.)i Biografia del Cacopardi, nel Maqr»^ U 
I, p. 114 e 122. 



Lamanna (Ant.) dottor chirurgo : Cenni su la sua tifa , di Ma" 
riano de Michele. Pah 1845 in-12^. 

Landolina e Nitolaci (Pietro) march, di s. Alfano: Elogio fun» 
del can. Ant. Brancati^ e Cènno necrologico dell' an. Salv. Coffa« 
Nolo 1843 in-4^ ^ 

LanzU (Gius.) principe di Trabia: Biografia scritta per Ag. GallOé 
Pah 185S in-4^ 

Lanzerotti (Cetfn.) architetto : Elogio di Emmi Fisichella , nel 
t. XXIX deirAccad. gioenia. Cat. 18S4 in4^ 

Lanuza(ìeiì. Luigi) : Compendio della sua tita , del p< Giu8« 
Ant. Patrignanl, coli* aggiunta d'alcuni miracirfi. Pai. 18S2 iA-12*. 

La Rosa (Michelang.) proc. geli, alla Corte suprema di giù- 
slistìa: Elogio scritto da suo figlio Vincenzo^ Cat< 1834 io4^< 

lazzaro (Gius.) marsaleset Elogio fun. da Giué. Ingianni) con 
iscrizioni di fr. Cambini. Pai. 1842 in^8^ 

Leone {Gaspare): Elogio di Carm^ Martorana. Pai. 182S in^8\ 



\ • 



4-04 App. al:vol« i-'-^usse fhi. BióGBAriE 

Leonardi fSaet.J dolt. «ncitano: Elogio di Gius. Kagonisi. Ac^ 
reale 1823 in•8^ • 

Lignamine fcay. Gian Filippo de) tipografo messinese del sec. 
XV : Memorie su la sua vita ed opere del conle Vilo Capialbi. 
Mess..l840in-8^ 

UUo (Raffaela): Necrologia e iscrizioai di suo fratello FroBce- 
seo. Pai. 1842 ìn-8^ 

Linareè (Ant.J: Cenno di Leon. Vigo, nel t. LXXVIII del Gioro. 
di scienze ecc. 

Linareè (Vinc.): Biografia, dr Angele suo germano: nella Lira, 
D. 11. Pai. ISol; e nelGiornale gioenio di Cat. 1833, fase. 5. 

Lobianco (Ottavio): Cenno necrologico di Pietro Calcara, nell. 
LXXVI del Giorn. di scienze ecc. 

Longo (Giac): Biografia per G. G. C. (Gius. Grosso Cacopardi): 
Nel Maurolico di Mess. anno 1I« voi. Ili, p. 232. 

Longobardi (f^eggenio Pcu>lo) ipin. con?.: Biografia di Gaspero 
la Rosa, nel giorn. Scilla e Caridd|. Hess. 1844. 



Maiiono (dr. Lor.): Cenno nccrologico del cav. Greg. Raimon- 
di. Mess. 1847. 

■ 

Malraso siciliano del sec. XV, ppela e canonista: Elogio di Ve- 
spasiano fiorentino, nel t. I dello « Spicilegium Romanum » del 
card. Angelo Mai » n. 01;. e nella Rivista scienL ec. Pai. 1853, 
p. 19. 

Marraffini (Gius) poeta cat;: Necrologia del p. Vino. Bondice, 
nel Giorn.t di Catania 1850, n., 51. 

Martinez (Diego): Relaziona di sua morte. Trap. 118S in-lE"^. 

Martoranae Ruffo (Gius.) parroco di s. Giacomo de' militari: 
Orazione ed iscrizioni di Gir. di Marzo-Ferro, Pai. 1852 in-4^ 

Iflarullo ^ib. Gio. Ant.): Notizie del Cacopardi, nel Maurolico^ 
t. Ili, p. 164. 



lilmr<jìieó (Pnmc.f: Elogio di lor. Grasso nel voi. If do* suoi 
« Elogi degli domini leltcrali ». Tea. 1666 in-i^'.-^-Allro di Gio. 
Nlceron, nel voi, XXXVII delle sae a Memorie per servire alla 
storia degli uomini illustri )). Paris 1730 in-12^. 

Melazzo (1>. Mdch.J da Naro min. con?.: Orazione firn, del . 
^io. Barone di Naro. Pai. 1723 in-i\ 

meli (Giù) : Elogio di David Bertolotti ^ nel voi. HI. della 
sua ((. Serie di vile e ritraili de* famosi personaggi degli ultimi 
tempi )), Mjlano 1818 in-4**. — Cenni biografici, premessi da Ag. 
Gallo ali' ultimo volume' postumo delle sue poesie. Pai. 1826 in-12^ 
r— Discorso in sua lode, di Mich. Conlarinl: leggesì tra le sue Prose 
e Poesie varie. Pai. 1823 iti-4^ — Sua vita ed opere, per Vino. 
Navarro: nel Diadema, t. I. Pài. 1851. -^ -Solenne traslazione del 
suo corpo in s. Doi^énioo (óve la città gli ha eretto un monumento), 
nel Giorn. UHìciale di Pai. 1853, n. 120; ove nell'Appendice sia 
una Biografia del poeta, descritta da D. V. 

Me&dna e Giansiracuèa (dott. Nie.) di Palazzolo: Elogio ibn. 
composto da suo figlio Pietro. Koto 1840 ìn-8'>.'' ' 

MinutUla (p. Melch.) prov. agòst. : Orazione fan* recMatb dal 
p. Gius. Tom. Biotta dom. Pai. 1694 in-4P. 

Minutolo (Andrea): Cenni del Cacopardi , nel IHàurolico, t. I , 
p. 216. 

Moneada e Natoli (Frane.) "principe di Montecatena: Elogio sto- 
rico d^ Ign. Castagna, nel t. LXY dei Giorn. di scienze ecc. 

Moneada (Tom.) poeta calanese: Necrologia del p. Vìnci Bon- 
diceinel Giotn. di Cat. 1850, in-4\ • 

Montaperlo (Bern.) prìncipe di Baffadale: Orazione per I^ sua 
elezione ad arcipastore degli Ereini, del'p. Ant. M. Lupi ,*nel t. 
II delle sue Dissertazioni. Faenza 1785 in4^ 

Moraffini (Gius.): Biografia del p. Vinc. Bondice. Cat. 1851 in-8^ 

Musso fdr. Salv.J da Palazzolo: Necrologia, del dr. Pietro Mes^ 
Sina. Noto 1845 in-8^ 

MuBtaecio (p. Vito Alberto) carro, di Erico: Oraz. fun. di Gius. 
Grìraandi. Pai. 1729 in-4\ , 



406 APP. AL i0%» i-«*-CLAS]w mi. ilO«iunB 

Mmùmeci'Àmieo (Hie.) : Biografia per Ant. Gali. Sardo« Hess, 
1844.-*Elogic> slo^ico di Gius* Ragonìsi ood Yersi. Gat« 1843 ia^^ 



Nalalek (tìerardo) medico: Funebres labdes qaas salataris ialro* 
physicoruiu Acud. pan. Incius exéquiis pérsoÌYÌt, Pan. 1661 ìd-4*« 

Jtmxaro (Vinc.) medico e poela da Ribeva: Cenni di Gius. Am- 
bra. Pai. 18SS in-8\ 

Noifo (Dom.J: Elogio (tta.deldr. Ign« Corsi. Trap. 1781 in4\ 

HùveUi (Pietro) pittore monrealese: Lettera di Ferd, Malvica 4 
Gius. Bozzo. Pai. 1830 ia-8^. ^ Tratta di certa Utemorìa sopra uà 
suo articolo riguardaste un elogio del Monrealese, inserito nel Gior-c 
naie arcadico. 



Oddo (iìiu$.) nobile Tizziaese ; In semestri eius fùnere oratia 
los. V. Florio min. obs% Cat. 1124 in4^. 

Oddo (\Uo ed àfU.): Necrologia di G. N. Pipitene » nel Giera. 

rocchio. Pai. i839, n. 9. 

« 

Oliveri (Vino. M.) de' Predio.: Ora^. fan. del p. Fed. Graffeo 
de* Minimi. Pai. 1708 in-4% 

Onofrio dal Monte sae. capp.: 1 contrassegni di predestinazione 
osservati nella sua morie dal p. Antonia da Bisacquino, Pah 1144 
in-4^ 

Orioles ÌSastropaolo fbar. inl.J da Monlalbano 2 Conni necro- 
lo^rici. Pai. 1843 ìn-8^ * Son traili dagli elogi recitaU dal can, 
Luigi Natoli di Palli e dalfab. Gius.' Pannano. 

Orlando (Santi) exprov. de* Min. conventuali : I^ogio proniui- 
ziato dal p. m. Ani. H, Adragna. Pai. 1834 in-4^. 

Ortolano (FU.) can. di Cefald ; Oraz. fun. del p, Gaspare I« 
di .s. Giuseppe. Pai. 1134 in^"*. ' 

Osorio fcav. Gitts) diplomatico trap,: Discorso fùnebre di Ric^ 
Burgio* Trap. 1164 in4^— Altro di Ciius. Biccio. Ivi deU'amio ìb4*. 



SEZ. IH — UOMINI ILLUSTRI 407 

k 

p 

Palazzo (p. Pietro) food, della Congr. deli* Oratorio nel Co- 
nciso: Yila data alla luce per opera dei p. Tomm. Biundo prep. 
della med. €oiigr. Pai. 1770 iIl4^ 

Palma (Ant.J: Oraz. fan. di anonimo. Trap. 1747 in-4^. 

Pàhneri (Me.): Honumcnlo dì Giamb. Caslìglia: neir Osservato- 
re, 2* serie, t. 1. Pai. 1844 in-8^— Necrologia scrina da Gio. Denli 
di Piraino, con Iscrizioni di Gaet. Baila. Ivi 1843 in-4®. 

Paterno Bònaiuto (Diego Ut), de- baroni di Raddusa: L'esempio 
della nobile giovenlù, Orazione in sua lode rccilata neir accademia 
de* Gioviali di Catania da Giacinto M. Paterno. Pai. 1740 in4''. 

Paterno Castello (Frane.) duca diCarcaci: Necrologia, di Frane. 
Paolo Bertucci.— Elogio del p. d. Frane. Tornabene cassinese. — 
Altro del prof. Vìnc. la Rosa. — Esequie descritte da Ant. Abbate. 
— Iscrizioni del can. Mario Turrisi. — Poemettu sicilianu di p. Vino. 
Rondici. * Codeslc composizioni sono tutte pubblicate lo stess* an- 
no 1854 a Calania patria di quel Signore. 

Paterno' Castello (Me. M.) bar. di Ricalcacela : Oraz. fun. di 
Frane. Landolina. Cai. 1803 in-4^ 

Paterno e Trigona fp. Giacinto M) d. C. d. G.: Orazione ac- 
cademica in sua lode, letta da Giac. M. Paterno. Pai. 1737 ìd-4^ 

Pennisi (Ant. M) doraen.: Oraz. fun. pronunziala in Aci-reale. 
da Ros. M. Colonna. Cat. 1826 in•4^ 

Piazzi (Gius.) astronomo: Elogio dello neir Accademia ponla* 
niana per Alfonso Filipponi. Nap. 1826 in-^"". 

Pinta Portughese (Emm): Corona di componimenti poetici di 
diversi per solennizzare la sua assunzione al Magistero del s. Or- 
dine Gerosolimitano. Pai. 1755 ìn-4^. * Precede una leliora di 
fiern. Bònaiuto trapanese che verte sui pregi e T officio della poesia. 

Pontrelli (Agost): Biografla del Cacopardi, nel Maurolico: Nuo- 
\a serie, t. IV, p. 188. 

Portai (Ant) da Biancavilla; Art. Necrologìco di Ros. Castro. 
Nap. e Pai. 1835 in-8\ 



i), 



408 APP. AL VOL. I— CLASSE Vili. BIOGRAFIE 

Prestandrea (AnU) prof, mess.: Polizie biografiche, nel Giora.* 
gioenìo, nuova serie, I..I, p. 390. 

Proto Palli (Frane. M.J march, di s. Dorolea : Orazione fune- 
bre da Dom. Foli recitata in Helazzo. Mess. 1790 in-4^. 

/ PuccemuUon (cav. Dom.J lenente colonnello messinese: Necro- 
logia scritta dal can. Pasq. Parisani. Pai. 1843 in-8^. 

Puglia (sac. Luigi): Elogio fun. detto dal sac. Gio. de Franci- 
scl. Pai. 184o in-4", colle Iscrizioni del sac. M. Ani. Spoto. 

Qùartaroni (Oom.J me.ss. prof, di matem. : Notizie biografiche 
(deirab. Sàly. Proja.) Roma 1840 in-8^ 

n 

Raimondi (ab. Tinc): Un fiore sulla sua tomba^ di Gio. Com- 
pagni. Pai. 1839 ìn-8^ 

• Rapisàrdi (Gius,) gindrce della G. C. di Mess.: Elogio lai. di 
Ang. Allegra nel Giorn. rOsservatore pelorilano.*Mess. 1822. 

Reguléas (Gio.) prof, cat.: Cenno necrologico, nel Giorn. gìoe- 
dìo, nuova serie, t. I, p. 461.. 

Rizzotli (dr. Gius.) giudice e consigliere di Stalo: iti sua morie 
parole di A. Galani. Mess. 1847 in-8\ 

Roasi {AnLJ med. trap.: Graz. fan. d' Ani. Gonzalez. Pai. Ì738 
ìn.8^ 

Romano (Yinc.) Pittore pai. : Memorie di Vinc. Aiiria. Pai. 
1698 in-4\ . 

Romeo (cav. Giu«^: Notizie del Cacopardi^ nello Spetlatore Zan- 
eleo, t. I, p. 292. 

Romeo (Salv.): Necrologia, scritta da Vinc. Percolla nel Giorn. 
gìòenio , nuova serie t. I, p. 104. Cat. 1854. 

■ 

Romeo (dv. Santi) : Orazioni funebre del p. Emm. Garofalo: 
tra le sue Orazioni. Mess. 1832 in-8**. 



mi 



A 



. SEZ« III— uoMiiir iLLUSTDi f 409 

' Rosài (Mariano) da Sciacca: Elogio biografico per Oias. Venta ^ 
Kìcl n. 224 del Giorn. di scienze ecc. 

Russo (Ign.) da Capizzi: Elogio funebre dello dal p. Anlonino 
da Taormina min. oss. Pai. 18:58 in-8^. 

Rosalia Pitini nata Sarzana; Un fiore sulla sua tomba. Pai. 1856' 
ìn^'*. * Kvvi un Conno nccrologico del prof. cah. Sulv. Ragusa , . 
ed un' Elegia di Pietro Cicala Franco. 



Saccano (Giov.) prof. : Biografia di Mauro Granata cassineso. 
Mcss. 1855 in-8^ 

fl 

Sakago {lac. Me.) : Elogium sepulcrale Nic. los. Prescimono. 
Pan. um in.4^ 

Salvo (ab. Frane.) da Termini: Elogio fun. del p. Carm. Pardi 
dei Minimi. Pai. 1831 in-4\ 

SanV Elid (p. Bonav.) franéescano: Orai, fun/delp. JFerd. Ro- 
meo pai. d. C. d. G. Pai. 1113 in-4\ 

Sarao (ab. Ani,)'. Necrologia^ per Lucio Ramondini ; nell'Eco 
peloritano, anno III, fase. 4. Mess. 1836 ]n-8\ 

• 

. Sardo (Gio.) can. decano di Catania: Biografia scritta dal p. 
Lud. Ideo domen. nel t. LXXV, n. 23 del Giorn. di scienze ecc. 
— Cenni biografici di Vinc. Pcrcolla, nel Giorn. gioenio, append. 
al bim. IV del 1831. 

• 

SarmierUo (Giulio), maestro di cappella palatina : Necrologia 
scritta dal suo nipote sac. Gir. SarmicnCo. Pai. 1834 in-8^. 

Scavo fsac. Giamb.): Elogio funebre recitalo dal sac. Vinc. Pan* 
zera. Pai. 1853 in-4^ 

Sciacca (Frane) artista mess.: ^ul merito da lui acquistatosi, 
memoria di Gius, de Natale. Mess. 1847 in-8''. 

Scuderi (cav. Sah.) prof, di Catania: Elogio biografico, per 
Gius. Hirone e Nicolosi, nel t. LXXII del Giorn. di scienze ecc. 
—Altro del dr. Luigi Scuderi. Cai. 1846 in-8^ 

Sessa (p. Gio, Ani) pai. min. oss.: Graz. fun. del p. Salv. H« 
Ruffo. Pai. 1124 in-4^ 



. i ' 



419 APP. AL irOL. I — GLASSE mU BtOeRAFIE 

Sicuro (Frano.): Biografia, del Cacopardi , nel Faro Giom. di 
Mess., t. 1, p. 300» 

Sidoti (Giamb,) sac: pai. : Breve relazione del suo arrivo ia 
Manila, e quindi al Giappone (ove mori martire), scritla in casli- 
gliano da Agostino di Madrid, e tradotta da Gian Frane. Sanger- 
mano Gorvo. Roma 1718 in-4*^. 

Sidoti (can. FU.) maestro cappellano e vie. gen. di Palermo : 
Oraz. fun. del p. Ant. Ign. Àlancuso d. C. d. G. Mess. 1733 in«4^ 

Silio (Gio.J prof, di Caltagirone: Cenni biografici di E. T. (Emm. 
Taranto), nel l. LXXVI del Giorn. leti. 

Stivaggio (JffàU0o) da Catania: Biografia per Carlo Gemmellaro: 
mei Giorn. Gioenio, n. 10. 

' Spadafora (Bari,) Cenni dèi Cacopardi , nel Maurolico , t. I , 
p. 189. 

Starràbba (Gius.) barone di Xibeni: Orazione funerale detta in 
Piazza da Pio Adg. Fardella carm. Pai. 1648 in-4^ 

Stenio termilano: Suo elogio per Bern. Serio: nel t. XVIII del- 
r Effemeridi. » 

Stesicoro, poeta imerese : Vita descrilta da Lillerio Lizio Bru- 
no, nel. Giorn. Il Veridico di Messina 1854. 



Tamburino Merlini fcan. Corrado), Maggiore e parroco in Mi- 
neo: Biografia scritta da.Stef. Sapuppo Zangri. Cat. 1843 in-8^ 

Tarallo (p. d. Greg) abbate cassinese: Elogio funebre pronun- 
cialo dal p. d. Placido Palmeri. Pai. 1835 in-4^ 

Tempio (Dom.y. Biografìa da Vinc. Percolla premessa al sicilia- 
BO poema di lui^ La CaresHal Cat. 1850 in-4^. — Sopr* esso e *1 
suo poema^ saggi di Agal. Longo e Vinc. Bondice. Ivi in-8^. 

Testaferrata (Isid.) legista: Elogio scritto da Gir. Scaglbne. Pai. 
1846 ia-8^ 

Tortorelo (Enrico) da Traina: Vi'r civilis expressus in oratione 
funebri Vincentii fratris. Paa. 1642 in-4^ 



■ * 

SfiZ. Ili— IIOHini ILIVSTRI 411 

Traversi (AnL) prof, d' eloquenza : Cenno nccrologico di Ang. 
Allegra. Mcss. 1823 in-8®.— Elogio biografico di Salv. Arcieri. Ivi 
1847 in-8^ 

luccio (Sief.) d. C. d. G.: Elogio nel voi. Ili, e. 7 della « Pi- 
nacolheca imaginum illuslrìuoi » dell' Eritreo. Colonia Ubìorum 
1648 in-8^ 

Tumer (Gugl.) d. C. d. G.: Cenni sjoricì di Gius. Ambrò. Pai. 
1852 iD-8^.— Vita descritta dal p. Gius. Romano, inedita. 

Turturici (cav. Gius.): Necrologia di M. Ani Scribani: nelt. XII 
deirEfTem. sic, 

V 

Talguamera (Gir.) principe di Ganci : Orazione funebre del 
can. Pietro Bonavia. Pai. 1841 in-4^. 

Valguarnèra (JSarianq): Elogio , del principe di T^rremuzza. 
Pai. 1763 fol. voi. 

Vassallo (Gir.) tesoriere della chiesa madre di Francofone: Graz, 
fun. d' Isidoro Fusari. Cat. 1740 in-4^ 

Vayola fcav. Dom,): Necrologia scritta da Gius. Bisìgnani Ge- 
melli, Mess. 1830 in-8^ 

Villadicanc (Alvaro) prìncipe della Molla: Cenno biografico, di 
Ang. Allegra. Mess. in-8®. 

Vitale (Carlo): Notizie del Cacopardi^ nel Maurolico, t. 1, p. 494. 

Vilak (Frane): Notizie date da Gius. Allegranza, nello Memo- 
rie di sior. leti, dì Sic, l, l p. I. Pai. 17o6 in 12\ 

* 

Vitale e Salvo (db. Gius, Fedele) poeta sicolo: Elogio per An- 
drea Candiloro. Pai. 181.6 in-12\- 



Zuccarello (sac. Natale) prof, di Catania: Biografia scritla per 
Fr. di Paola Bertucci. Cat. 1846 , e nel Giorn. Gioenio , t. XI , 
bim. VL 

Zucchero (Yinc) fanciullo: Epistola sul medesimo, di Fcrd. Mal- 
vica. Pai. 1829 in-8®. * Dà conto della maravigliosa perizia di que- 
sto garzoncello ne* più scabrosi calcoli di matematica. 



i 



412 APP. AI. ^Ot. I — CLASSE Vili. BlOGRAFll! 

I * 

ART. Ili; DONNE 

Biografi^ delle illuslri Donne messinesi di Gius, (rrosso Caco- 
pardi: Icggonsi neirEco peloritano, Giorn. diMess. Ì8d5 eseg. in-8^ 

■ ■ - * 

Angela e Lavinia Zapaia sorelle: Sermone funerale nelle loro 
esequie^ di Bern. Armerico min. ,oss. di Mess. 1619 in-4*. 

Anna Gomez Carhaton madre di M. Rubio arcif. di Pal<*rmo: 
Orazione pei suoi funerali del p. Filippo Sitaiuolo C. R. Pai. 
1659 }n'i\ 

ilmia W, Colonna Gregorio marchesa del Parco-reale: Elogio 
funebre dei sac. Dom. Turano , con iscrizioni italiche di G* D. 
(cioè Gaetano Dalla). Pai. 1831 in-4**. 

Anna Valenti in Masiroeni : Discorso del p. Seraf. M. Spina 
da Licala capp. Pai. 1Q45 )n.l2^ 

Antonina Sartorio nata Giglio : In sua morie, terzine di Sah. 
Dfslefanu. Pai. 1840 in-8^ 

Caterina Burgio e Vincenzo : Dis corso funebre dì Gius. Bar- 
., lolla. Trap. 1686 in-4'\ 

Suor Caterina Emmanuele e Riccio: Breve ragguaglio di sua 
vila, (di Angelo Caruso)* Trap 1796 )n-4^ 

Dorolea Fardella dei duchi di Cumia in Collù: Il pianto votivo 
prosa, versi ed iscrizióni. PaK 1838 in-8°. 

J&/ptde moglie di Boezio: Notizie di Gios. Grasso Cacopardi, 
nello Spettatore Zancleo t. I, p. 213, e neir Eco pelorìlano, anno 
III, fase. 1. »less. 1855. 

Francesca Caponaia : Lettera di Carlo Faiconieri in morie di 
questa sua sposa. Mess. i84i in-8**. 

Suor Gio, Teresa Amato e Settimo del monastero della PìclA : 
Elogio funebre del sac. Fr. Mosca e Pasquale. Pai. 1792 in-4** 

Giovanna Pignatelli d* Aragona duchessa di ATonleleone e di 
Terranova: Funerale coir orazione di Seb. PauU. Nap* 1723 iin4^ 



. ( 



SEZ» HI — UOMINI ILLUSTRI 413 

Giovdtrmina Sathpolo-Manzella: Lacrime .e fiori suir urna. PaK 
i851. * EvYÌ r elogio di lei scrino da Luigi suo fratello^ o rime 
di vari amici. 

• . ■ 

Gimeppa Cat. Gallego eMoriroy de* principi di Hililello , rò- 
ligiosa del mon. di Monle Vergine: Orazione fun. di Gaet. Sarri. 
Kil. i759 ìn-r. 

Giuseppina Turrisi Colonna principessa di Calali: Elogio per 
Vino, la Rosa : nel n. VI del Diadema, Giorn. di Pai. 1831 in-8**. 
— Allro di Melchior Galeoni. Pai. 18o4 in-8^— Necrologia di Ugo 
Ani. Amico, in fondo alle sue Liriche. Ivi 1853 in-8^. 

Lauretta Pignatelli Aragona Cortes duchessa di Cumia : Ne- 
crologia ed iscrizioni del sac. Gius. Casliglione. Pai. 1852 in-4®. 
— Lacrime e voli sulla sua tomba. Ivi in-4**. 

Suor ISaria Dom. Algaria e Settimo nel mon, della Piefà: Oraz. 
fun. ìlei p. Gian Tom. Torculesi da Villafranca del lerz' Ordine. 
Pai. 172» in-4^. 

Suor Maria Brigida Fardella: Oraz. fun. del prof. Gius. M. 
Riccio: Trap. 1754 in-4\ ' ' 



Suor Maria Eucaristica Fardella: Vila del p. Fedele Riccio da 
Trapani. Nap. 1786 in-4\ 

Maria Felice marchesa Cavallelli nata Ricci, mancala ai vivi 
in Roma 1839: Elogio sierico di anonimo. Pai. 1^44 in-8^. 

Suor Maria Seppellita della Concezione nel mon. dì Palma: La 
tristezziì bandita, Oraz. fun. del can. Gir. Giovino e Pozzo. Pai. 
1692 in-4^ 

Nina da Mojano poelessa messinese del secolo XIII : Cenno 
biografico di Giu^. Grosso Cacopardi: nelF Eco pelorìlano di Mess. 
1855, fase. 3. 

Rosina di Nuovo: Lacrime e fiorii prose e versi di vari in sua' 
morie. Cai. 1855 in.8^ 

Sebastiana Corvo *nala Àlagona: Memoria del p. Michelangelo 
da Melilli cappuccino. Cai. 1854 in-4^ 

Suor Teresa Barone-Moncada badessa di s. Gregorio a Messi- 
na: Elogio fun. del p. d. Mauro Granala prior cassinese. Hap. 
1829 in-4^ ^ • 



4ti APP. AL irOL. l-^CUSSK Vili* BIOGRAFIE 

Teresa Castrone naia FoipI»:. Necrologìa scrilla perLelterio Li- 
zio Bruito. Mcss. 4854 ìb-8\ 

Teresa Salinas nata Gargotta da Termini : Cenno biografico 
(scrìtto da un suo fratello). Pah 18S2 in-8^ 

Violante Migliaccio e MaruUo prencipessa di Baueina e mar- 
chesa' dì Honlemaggìore : Sermone funerale predicato nella soa 
morte dal p. Gius. Munì della Mercè. Pai. 1633 in4^» 

AHt. IV. strahikai 

Non pochi in fondo al 1 volume ne noverammo, onorali d* elo- 
gi da* nostjrì scriventi: dì non pochi altri vi storieggìa il seguente 

Vincenzo Percòltoi, Genio e Svenlura,, ovvero Quadri e scene 
della vila d'alcuni uomini illustri svenlurali^ voli. IL Cnt. 18i5 ìn-8^. 
* I qui storiati ison esteri, de* quali amplifica i meriti mal corri- 
sposti dalla umana ingiustizia e dalla iniqua fortuna. 

Bossuet (7. B.J: Biografia compilala dal sac. Nic. Maggiore , e 
premessa a' Sermoni da lui tradotti. Pai. 1843 in-4^. 

. ' » ■ * 

Bolla (Carlo): Elogio di Yinc. la Bosa da Catania. Pai. 1844 
to.8^ / ' \ 

Capece Latro (M. Gius,) arciv. di Taranto: Una lacrima sulla 
sua tomba, di Ferd. Malvica*, nel Vapore, n. 32. Pai. i836.-^£lo- 
gio storico^ del can. Nic. Candia, Nap. 1837 , analizzato da esso 
Malvica nelle sue EfTem. n. 49. 

Capialbi (conte Tito) da Montelione, antiquario : Brevi notizie 
sloriche sulla sua vita di Fr. Sav. Palemba da Napoli. Mess. 1854 
in-8®. — Elogio biografico, del can. Carlo Rodriquez dà Lipari: nel- 
TEco pelorilano di Mess; 1850, fase. 5. 

Carafa (Frane) capitan generale delle galee di HallarOb insi^ 
gnem vicloriam ab ipso comparalnm , capta rostrata barbarorum 
navi, carmina Pelri Fortìs. Pan. 167ii in-4®. 

Castriotlo (Giorgio), soprannominalo Scanderbeg, principe d'Al- 
bania: Storia di sua vita. Pai. 1847 in-4". * Trad. dal francese. 

CelUni (BenvenìUo) : Vita da lui medesimo scritta. Pai. 1833 
in-18^ 



SEZ. IH — voMiKi nLUsrni 413 

De Btandt (éay. Martino) madìco di S. H. Tlmp. di Rnssia • 
Notizie biografiche per Gius. Bandiera. Pai. i846 e 41 in-8^. 

Di Costanzo (Angelo): Vita premessa alle sue opere pubblicate 
da Ag. Gallo. Pai. 1843 iii-8^ 

Galluppi (bar. Pasquale) prof, di filos. in Napoli: Elogio fune* 
bre per Frane. Paolo Falci- Mess. 1841 in-8*^. 

Giordano (Pietro): piacentino: Discorso su latita e le opere 
di lui, per Mario Yillareale. Pai. 1844 in-8^. * Si legge ancora in 
fronte alle opere di esso Giordani qui riprodotte in dell'anno, e 
tra le prose dello stesso Scolopio impresse a Pai. 18S0 in-8^. 
-^Elogio, per Vino, la Rosa: nel Giòrn. gioenio» Gat. 1831, bim. IV. 

Gregorio XVI: Orazione per la sua morte , di Mauro Granata. 
Wap. 1846 ln-4». 

Lascari (Costantino), e suo studio in Messina: Ricerche stori- 
che di Letterio Lizio firuno, ms. presso l' autore. 

Martini (Ant,) arciv. di Firenze: Orazione funerale recitata dal 
can. Ant. Longo da Messina. Fir. 1809. 

Murena (Frane) schol. piarum: In eius funere Carmen Yinc. 
Raimondi. Pan. 1810 in-4^ 

Napoleone imp.: Sopra la sua tirannide, memoria dell' ab. Fil. 
Bartolommeo. Mess. 1838. Le Vile scritte da penne straniere equi 
ristampate, furon riportate nella classe XXVII. 

— Calendario perpetuo di Napoleone e della sua armata. Pai. 
1833 ìn-8^. * Descrive i fatti accaduti , i luoghi conquistati e lo 
imprese marziali segnate di giorno in giorno dal 1 gennaro al 31 
dicembre. 

Pisquedda (Sak) d. C. d. G. : De eius laudibus , oratio Mi- 
chaelis M. de Amico S. I. siculi: adhuc inedita. 

Polibio greco storico: Elogio scritto per Ant. Londre messinese: 
sta nella collezione d' Opuscoli scient. e lettor, yol. III. Fir. 1803. 

Puoli (Ant) sottintendente di Termini: Funerali in quella chie- 
sa del Monte di Pietà. Pai. 1847 in-4\ * Vi è V Elogio funebre 
detto dal prof. can. Ag. GiufTrè Caruso, e le iscrizioni italiche di 
Uii e d'altri. 

33 



Aie APP. AL VOI^ l-HlUbA^^ f]«. BIOGRAFIE 

JKo«i (lof )> prep.. fen. d. C. d. G.; QraBkwa fimebre ne' sdoi 
funeraU celebrati |n (roslavla ^ lrad« dair originale tedoBCó^ Pai. 
1839 in*12\ 

Rodwig (lord Samuele): Frammenti biografici pubblicati da Vincu 
Navarro, nel n. 223 del Giorn. di scienze ecc. 

Romagnosi (Gian Dom»)' Anminzio necrologica di Ferd. Mal» 
vica: nel t. XII dell' Effera. sic. 

Sanchez (Pier Jhm.) ex-g^ner^le de' Garm.: Orazione ne' suoi 
fiin^rali di Pietro IHatrona d. C.. d. G. Pai. 1121 ìn-4o. 

$frqi^oldù (IKcM<) d. G. d. G.: Oraaione latina in sua. lod^» di 
Al. Narbone, ros. presso T autore.. 

Tondi (Malieo) prof, di minor, a Napoli: Elogio peir Alessia 
Scigliani. Trapani 1844 in-8^ 

TorelU (Giamb.): jglogio serUtQ d¥i Vino» la Rosa da Catania. 
Nap. 1843 in.8^ 




APPENDICE AL VOLVIE II. 



CLASSlB iX. 



^ ARCHE01.ÓGIK 

Le vetiéfatìd^ fdiquio dell' antichità scompartivamo in fnonu- 
menUUif in filologiche^ in artisliche. La medesima tripartizione ri- 
tiene il presente additamcnto; ed è còme siegiie. 

SEZ. I — ^HONtlMENTl 

Questi spettano air tini versale, ovvero al particolare dell'Isola- 
e però ne fornisCon materia di due artìcoli. 

Aftt. 1* AlttlCttlti ^AZIOIVAII 

Distiugniamò qui ancora;, come femmo a suo luogo , le anli-^ 
òhezze comuni alla hà):ionc delle particolari delle città. Se non 
che vi annettiamo qualche òpera toccante le cose romane, |e quali 
divennero nostre , posciachè la Sicilia, di venula provincia, adottò 
per gran parte gli nsi (^ella metropoli. 

' AL Natbone , Trattatello di Archeologia romana. * £ annessa 
al libro III delle sue Istituzioni di lingua latina, e compreso in X 
articoli: « Costituzione,. Legislazione, Magistratura , Milizia , Geo« 
grafia. Cronologia, Metrologia, Nomenclatura, Biografia, Religione »• 
Par. 1841 e 32 itì-12\ 

Gius Recupero, Monumenti antichi lAedtti delta Collezione Re*- 
cuperiana, descritti in diverse memorie. Pai. 1808 in-4^. 

Compendio delle antichità romano ad uso delle scuole d' Italia. 
Pai. 1822 e 33 in.i2\ 

yinc: CtisafUUi, Sulla Culture^ religiósa in Sicifia innatiizi ai tem* 
pt del CHstianesimò. * Articoli tré fnseriti iieU* Eco della religio* 
ne, opera periodica di ^al. 1^52 lh-4^ v 

Vinc. ScarceUa^ 1 funerali de* Romani. Hess. 1847 in-8^. 
— Sul politeismo e i suoi riti. Ivi 18S3 rn•*8^ 



418 APP. At VOL. 11 — CLASSI^* IX* ABCfilIOLOtilB 

CaY. Ant. Busacca , Città antiche di Sicilia , lor origino, fine « 
sito e monete autonome: nell' Eco pèlonlano, giorn. da lui redattOy 
anno li. Mess. 1834 ìn-8''. 

Rob. SavOy Sul gesto chironomico nell* antico . ballo pantomimi-' 
co. Cat. 1854 in-11*. 

£mm. Bidera, Le Necropoli sicane in Sicilia^ nella iUvisla let-* 
leraria e scienliÓca. Pai. 1853 in4^. 
Le feste di Cerere e di Venere Éricina^ (vi, p. iS. 

— Intorno ali* origine della scuola italiana pitagorica. Ivi, p. 97« 

— Intorno al numero di essa scuola: nella a Strenna sieiliana »< 

Pai- 1856 in4^ 

^ Monumento biblico della itorìa critica Je Pelassi, dichiarato 
'per mezzo della lingua schipta: nbl Poligrafo, giorn. ai Pai. 1856^ 
fase. 1. 

PieAro Matranga siciliano, Antichità cristiane del p. Tom. Ma^ 
machie, da lai corredate di note ^ 2* ediz. yqIL YL Roma 18)1-' 
51 in-4\ 

— La città di Lamo stabilita in Terracina secondo la descrizio- 
ne d' Omero (Odyssea I. X, v. 80 segg.): discorso letto neir Ac- 
cademia pontificia d'archeologia. Ivi 1852 in-4^. * Giudizio ne dà 
la Civiltà cattolica, l, IV, serie 11, n. 89. Ivi 18531 iri-r. Vi soa 
molte tavole con appendice sai sito di (juclla scoverta. 

datd. Rotnano, Antichità inedite di vario gènere trovate in Si- 
cilia. Pai. 1854 in fol. * Sono vasi, lucerne, leste , (èrre cotte , 
gemme, lapidi, iscrizioni ecc. da lui possedute o dilucidale cogli 
annessi disegni. 

Gius. Bomano d. C. d. G. (fratello del precedente^ , Dei pesi 
e delle monete state in nso anticamente in Sicilia : nella Rivista 
scient. e lett. n. 2 e 3. * Qualche altra di lui memoria sulle me- 
daglie sarà qoi appresso lodata. ' , 

. Salv. Aguglia , Osservazioni sdile origini siciliane e su talané 
opinioni intorno ad esse pubblicate, nella Rivista scient. ecc. hi 
p. 158 e segg. 

Conte Vito Capiolòi, Memorie, documenti^, illustrazioni di ar- 
cheologìa, pubblicate a tempi diversi ed enumerate dal can. Car- 
lo Rodriquez ncir Elògio del medesimo a Mess. 1856 in-8\ - 

Cav. Dom. Yenlimiglia^ Arte e storia. Ricordi della Sicilia. Pai. 
18S6 iui^. * Descrive eoa pari accuratezza ed elegana^a le me- 



SE%» I— HORVlIIRtl . 4tt 

rie e i monomentisupersliU delle antiche nostre' città, con de- 
i tavole incìse sulla pietra, e da cinquanta vignette intercalate 

L lesto k . , 

» ■ , 

ART. H. antichità' lIVlIlGlPALr 

Gius. Àlessi, Lettere sulle ghiande di piombo iscritte ^ trovate 
ir antica città di Enna^ per dilucìdakioni delle quali si rammenta 
loro erìgine, si rischiarano quelle trovate in Sicilia, ed altrove^ 
favella sulla maniera di lanciarle. Pai. i813 in-8\ 

— Lettera jigii amici di Nessana sopra una medaglia colla iscri-* 
ne Mamerlinon: nel Faro, giorn< di Hess. 1837, 1. 11^ n. 11 e 12. 
Ttf,Letlei« air Istituto archeologico di Roma sopra' una meda-^ 
a spettante a Paleriai 

-:- Risposta alle osservazioni del cav. AveHino intorno ad una 
ìdaglia greco-sìcola : nel Giornale di scienze ecc. t. XXXIX, 
2H. 

^ Intorno ad alcune iscrizioni lapidarie lettera: nel Glorn; del 
hiiietto gioenìo* 

— Lettera su di un antico vasellìno di piombo rinvenuto In Ai- 
ne. Pai. t83S, nel giorn. V Indagatore. 

—* Memoria su {.sepolcri di Catania e sullo iscrizioni di essi : 
l .6iorn« di scienze ecc. n. 126» 

* Assai altri scritti, editi ed inediti di questo insigne archeolor 
» sono enumerali dal dolt. Ant. Galvagni nell* Elogio biografico 
lui, premesso al voi. It , parte li della sua Storia critica di 
:llia. Cat* 1837 in*4^ 

• • • * ■ 

SiitM. GrosèO'Cacopàrdo^ Saggio storico de' vari musM che in 
etsi tempi hanno esìstito in Messina: nell* Eco ^eloriiano, giorn. 
Hess. 1833 ìn^8\ 

ilo'. Gdrruccio, ttcmoria sulla origine e sulla costruzione deN 
Aifileatro di Catania. Nap. 1854 in 8"". 

ÉpiuzVé Portoghese, Illustrazione d* una medaglia in bronzo della 
là di Catania, relativa a' fratelli Pii: nel Giornale gioenio, t. VJ, 
n. 3; e nei Poliorama pittoresco, anno VI, seni. i. 
"^ Cenni sopra una statuetta di Cerere esistente nel museo dei 
h Cassinesi di Catania: in detto giorn. 

BeniSpadarOy Lezioni ai miei figli, cenni. archeologici sopra i 
perii fatti in Camarlna. Pai. 1833 in-8^ 

RòfAualdo Trigona principe di s. Elia, Intorno alle ultime $co- 
rie fatte presso al porto marmoreo di Siracusa;: pella Rivista 
iept. ecc. Pai. 1833, n. 22. 






420 APP. AL VOL* 11— -CU9SB 1)U ABCHCOiOGlE 

, Cav. 6io. Fraceiai Bioerche ed O88er?a<iool uHImMìenté Mlb 
in Segesla: Relazione archeologica diretta alla Comme^lobe dìan* 
tichità e belle arti. Pai. 1855 in-4''. * Oltre a nuovi e più esatti 
ragguagli sul tempio e*l teatro già descritti per altrl^ ne dà conto 
di non pochi ruderi da lai stesso scoperti di queir antica cillà. 
Egli inoltre tien pronta alla stampa 

•^ Egesta e i suoi monumenti, Hemoria storico-archeotogfca, di- 
visa in due parti, r dna delle qliali presenterà la storia di essa, 
V altra i residui che si Tanno scavando. 

8EZ« II-M-AHTicirrl filologighb 

Sotto (al nome oompreidiano e medaglie e isdrlEimi e diplo- 
mi. Eccone il supplimento da fare alla lista che ne fti data. 

ABt. T4 mnuSMATICA 

i 

Parere intorno una medàglia, di Siracusa , per occasiona della 
quale si parla de' professori antichi ddr arte del disegno. Bola^ 
gna 1163 iu«^g^ 

: .Ani. deUa Boetre^ Opere solle monete siciliane , l'icordate da 
Ani. Bonafede neir Elogio di lui. * Tra es^ v* era un oposcolo 
sulla perdita e sul ritorno della proporzione nelle monete d* oro 
e d' argento in Sicilia^ libri II. ^ 

Gius. M. FogalUy Prospetto di alcune antiche siciliane mooéCe, 
non comprese nella numismatica del. sig. Castelli principe di Tot- 
remuzEa. Trapani 1826 in*g^ 

Frane. M. Avellino , Sulle medaglie che sogliono attribuirsi a 
Terone sovrano di Agrigento: trai suoi opuscoli diversi. Rap. 
1826 in-S"". 

Curio Gagliano prof, di Catania, avendo opinato che il romano 
monetario seguisse la valutazione del greco, die spittta al seguente 
%uo collega di opporgli i suoi pensamenti. 

m 

Cariò €emmeUaro, Pòchi cenni sopra tm Assario ffteeo da pro- 
porsi al prof. C. Gagliano; nel Giom. gioenio, t. 11, serie 11^ Un. 
VI. Cat. 18S1. Propone un suo sistema da valutare le greche mo- 
nete che prova esser diverso da quello delle roncane. 

— Sopra una moneta mitica di Catania: nel Giorn. gioenio f. X. 
* Egli pure ha Esercitazioni mss. sulle antiche monete, di quella 
città. 

—Sul fior di* Mo delle dntlcht monete: nel Ciiorn^ letter. nooTa 
serie, n. 1. Pai. 1848 in-8^ 



'fT- Aggldilta ad un Articolo della Civlllà cattolica. CaC. 1653 iii*8''. 
* Ragiona di certe medaglie testò discoperte speitantt airaatica 
IVasso. 

— Brevi cenni sopra alcune monete greco-sicole inedite: in detto 
Giorn. gioènio voi. I, fase. 3 della nuova serie, 1853 in-8^. 

' — Sui rinvenimento del ripostiglio di monete greco-sicole, pres- 
so Nasso^ breve disamina. Cat.'i854 !n-8^. 

•^ Sulla mancanza delle immagini di Giunone nello monete gre- 
O|0-sicoie, Quesito archeologico. Ivi 1854 in-8®. 

-^ Memoria sopra talune monete autiche. Cat. 1834 in-8^. 

Gir. Dotto dd DauU, Alcune riflessioni sulla figura impressa in 
una moneta di Gela. Pai. 1846 in^8^ 

frane, e lud. Umdolinà Paterno, MMiografla delle monete con- 
solari-sioole suiruUipUi diminuzione dell* assario romane. Piap. 

1852 in.^. - 

*-T- Lettera intorno ad dl^une moneta romano-sicole: nel Glòrn. 

gioenio, appoAd. al 3<} bini, nel 1853. >. > 

• .'••••.■. '• ' ■-' 

Giu$^ Ramfmo d. C^ d. 6. Monete roraano-sicolo del fnuni€9pi<» 
di Alesa: negli Atti dell'Accadèmia di scienze e lettere, ^ nuova se- 
rie, \ql. IL Pai. 1853 i|i4^ 

-r-Anflche monete inedite: Dionisioi I : nella Rivista scientifioa 
lewera?ia eid artistica pei? la Sicilia, p. 54. Pai. 1855 in*4^ *.Qoe- 
st* è la prima Memoria , che dovrà esser seguila da altre d^ altri 
Re e cillà sicole Su questa il Gemmellaro ha fatte talune Osser- 
vazioni ^ilicbe, in essa. Rivista, p. 184. 

•»- Pesir e valore dello auliche monete di Sicilia: Fa parte d' u- 

na Strenna siciliana stampata u Pah 1854 ìb-4'^. 

• • ■ . ■ 

AUT. II. EPIGRAFIA 

Mich, Ànt. Va84a{2i,Triaiiiouiiinenta lapidea sepulchraliakufico-' 
arabico sicula. Panormi in domo Antonini Hagnasco an. 1792 in- 
venta, ifiterprétiata. Sdmae* 1892 in4^. : 

• ' • ■ • ' ■ .■ • 

Bcrn. Masbely discorso intorno ad alcune parole di certa in- 
scrizione in un fonte (dei Papi reto) nel quale si prova*, che ie 
acque del Paptreto vengono dal fiume Nilio^. Pai. 1651 ìa4^. 

Pietro MairangOj Sopra un'iscrizione cristiana trovata in Sira- 
cusa: nel Saggiatore, anno 2^ voi. Ili, pag. 183 segg. Roma 1845. 

— Sopra una tegola siracusana inscritta: negli Annali ideir Isti- 
tuto di corrispondenza arcbeptogica, voi. XVf. Ivi 1845. 

*fT* t^apidi latine e greche illustrate: nel BulleUino di detto IstT-' 
tutO;, marzo 1849, pag. 33 segg^. e novembre 1850^ p. 477 segg. 



428 APP. ài TOtv ii-*-cusse ix. akghbologir 

Ang. PugìM AUegra:, Su le iscrizioni ne' luoghi pubblicr^ RI* 
flessi al Consiglio edilizio della ciuà di Mess. I8SS in^'^ , e nel- 
r Eco peloritano, anno IH, fase. 1 e 2. 



ART. 111. DIPIOMATICÀ 



ColleclM Cooslilaliorium Imperìalium etc. industria atque sto* 
dio JKelchioriA tìoléagti HairnUufaldii i voli. III. Francfurti ad 
Hoenum 1673 in fot. « 

* Questa grandiosa compilazione raduna cento e mille carte , 
rescritti , documenti d* imperadori e prìncipi sovrani sopra ogni 
materia. In tutti e tre i volumi rinvengonsi assai pezzi . legislativi 
e diplomatici di Federico II e degli altri Cesari che fur insieme 
re» di Sicilia. 

Codex Italiae diplomAtieus etc. Collegit ac Eleocho instruxìt Io. 
ChriitianuB fMnig^ voli. IV< Franoofurti et Lipsiae 1725-^5 in fol. 

* Nel nostro voli. II, pag. 4! , davamo pur conto di quest* al- 
tra raccolta ^ ma solo accennavamo a' 162 diplomi contenuti nel 
tomo II di essa. Avendo posteriormente T autore fatto tesoro d*al« 
tri e poi altri documenti che gli vennero comunicati , pubblicoIU 
in due altri volumi • delia stessa grossezza e collo stesso me- 
todo. Adunque nella sezione seconda dell* ultimo tomo , sotto ti« 
tolo a De uiriusque Siciliae regno )> n* appr<*senta altri 228 pezzi 
tra J)olte di pupi, rescritti di principi e atti di Parlamenti del nostro 
reame, de* quali abbiamo a suo luogo indicati quelli che piii ci 
appartengono.. 

Frane. Bonaini, Lettera sopra alcuni diplomi inediti deirìmp. 
Federico II , del prìncipe Federico d* Antiochia e di Enzo re di 
Sardegna. * Leggesi nel 1. 11^ dell'Appendice air Archivio storico 
NÌlaliano, stampato da Gio. Pietro Yiesseux. Fir. 1842 in-8^. 

Yinc. Scarcella, Discorso inaugurale per 1* apertura dell* archi- 
vio provinciale di Messina, il 31 luglio 1834. Quivi in-4^. 

Frane, ài Paola Bertucci, Discorso inaugurale per V apertura 
dell* archivio provinciale di Catania, il 12 gennaro 1834. Ivi in-l^ 

Collezione delle leggi , decreti, rescritti , ministeriali e regola* 
menti riguardanti il grande archivio di Palermo, e gli archivi pro« 
vinciali di Sicilia. Quivi 18S4 in-8\ 

SEZ. Ili-— AirriCnrrÀ artistiche 

Scarsi sono gli scritti da poter^ aggiugnere a quei tanti che ne 
allegammo sa le tre antiche arti del disegno. Quali €b'ei dono, 
non vogliam trasandarli; e sono .qucstessi. 



SB2!'. ni — ANTICHITÀ ARTISTICHE t2!> 



ART. I. ARCHITETTURA 

Ag. Gallo, Sui bagni pubblici stabilii! io Sicilia nogli antichi tem- 
pi. Pai. 1834 in-8®. * Quosla memoria , indirilta a promuovere 
nelle nostre citta U rifacimento di lai ba^ni cui addimostra utili 
alfa sanila non meno che Rlla politezza, si legge pur iì^serita nel 
Giornale officiale, 14 die. di dell' anno. 

Carm. Sciutó-Patli , Sugli avanzi del tempio di Ercole ih Cata- 
nia: nel Giornale gloenio., nuova serie fase. 3, 1853. 

ART. 1I.,8C0LTVRA 

Non avendo nulla da ajggiugnere sopra quest* arte , suppliscano 
i due scritti seguenti che spettano propriamente alla plastica. 

Dom. lo Paso Pléttasanta' dùca di Serradiralcò , Illustrazione 
d* un antico vaso fittile , al chiar. doti. Teodoro Paoofka. Pai. 
1830 in-8\ 

• ■'••. 

Cav. Frane. Ferrara, Sopra una lucerna greca figurata in ter- 
ra colla nuovamente trovala in Sicilia : neir Appendice al primo 
bimestre del 1832> del Giornale gióenio di.Cata^ia, serie II, t. III. 

ART. in. PITTURA 

Carlo Hemmollaro , Sopra up resto d* antico pavimento: nel 
Giornale gioenio, l. VI. . . 

^— Sopra un antico disegno a matita: nel giorn. Scilla è Carìd- 
di, an. II, n. 20. 

Dom. Ben. Grandina cassinese. Sopra una antica immàgine della 
Imraacolala che esiste nel duomo di 3Ionrealò. Pai. 1833 in-4*. 

APPElVDtCE ALLA CLASSE X. 

isiriuziOM 

Son oltre numero e d'ogni genere gli stabilimenti pubblici, la. 
cui maggior parie debbono la lor origine al secol nostro. Noi gli 
abbiamo ridotti a tre categorie, a quelli cioè che servono al tnàu- 
te'nimento e al ben essere della vita civile, a quelli che promuovon 
le lettere e le scienze, a quelli che si. destinano alla educazione 
religiosa ed al culto divino. Veggiamo quali altri scritti su ciascu- 
na di esse sieno venuti alla luce. 

o4 






424 



APP. KV TOL. II— «USSJ! X. iMM'H^ZIOin 



• ■ . i 



SEZ. I— ISTITUTI cnyici 



Capitoli della nuon Compagnia di compier.cio promossa nella 
cillà di Mess. i75? iti fol. . ' 



V * 



Fran^ Conti, Ra^onamento accademico sull* ongipe e preróga- 
Uva deltiolarìato' del regno di Sicilia. Pd. 1790 in-4^. 

Ant. Bona fede, Memoria soir opere di, be^^ficen^a cbe merita- 
no la tutela e superiore ifìg^Ue^nza del (vórerpQV PaL 1837 in^S^ 

• . • * • • • ' 

FU, Libra, Proposta d*uno stabilim.e.nto clinico médico-cbirar- 
gico pella università di Catania: iteìlà Pata galante di Pai. 1838. 

— Sulla riunione de* due spedali civici e n^ilìti^ri di Catania s. 
Marco 6 s. Marta: néil* Amico del popolo, n*.24. Cat. 1848. 

Istruzioni e capitoli del monl^ di Pietà della città di Trapani. 
Ppl. 17S8 in fol. 

Istruzioni riguardanti la carica di capo , provvisorio della pub- 
blica sicurezza della ciUà di Pai.. 1820 in foL , 

Istruzioni della sopraintende&za generale de* pubblici spettacoli 
e teatri. Pah 1821 in fol. 

Istruziohi formate dal supremo majgistrato per la crociera. Pai. 
1835 in4^ ^ 

Istruzioni per- la riscossione del regio dazio sul macino in Si- 
cilia. Pai. 1841 ih-4^ 

Documenti per la società de* battelli a vapore siciliani. Pai* 

1842 m-V. 

Emm. Bellia , Alcune notizie intorno alla percettoria di Pai. 

1843 in fol. 

Contratto di Società agrumaria in Palermo (compreso in Si ar- 
ticoli , concernenti la coltura e '1 commercio degli agrumi). Ivi 
1832 in^8^ 

Istituto d' incoraggiamento: Nuova serie del suo Giornale^ con- 
tenente gli Alti ufficiali, i rapporti, le memorie le invenzioni ar- 
tìstiche ed agronomiche: un fascicolo a bimestre. Pai. 1833 in•8^ 



SEZ. I— tSTtTUTi CIVICI 425 , 

Dlai^ia vaccinailonè' gratuita , istiluila dal prof.. Gius- ÉcaìdUta 
in sàa cato al 18S6: nel Gìoroaio di Commercio. Pah detl' annb. 
n. 22j e nell* altro periodico, 11 Commercio i8Si, n. 138. 

Regfolanienflo del casino della Concordia in Licata. Pai. 18S2in-8^. 

Regolamenti del consiglio edilìzio della città di Palermo 1^S3 iil'-8''. 

Atti della Società econòitiicà' agrigentina ^ compilati dal dottor 
Baia, Brago , anno XIX. Pai. 1852 in-8*. • V* ha lavori d'agri- 
coltura^ e lezioni suU* immegliamento delle razze. 

V 

Gaspare la Rosa, Discorso inaugurale per 1^ apertiUra dell* Edu- 
candato delle ragazze civili in Caltagirone. Cat. 1854 jn-8^. 

Discoitsr letti nella Società éoohòmica di Catania', e relazione dèi 
suoi lavori, anno XX, pel segretario dptt. Alfio Bonanno. Cat. 1852 
in-8*. * V*htt /T iniiugura^ipne del presidente Carlo Gemmellaro. 

— Altri lotti neir anno XXI, sótto la presidenza del cav. Agali-ì. 
no Longo. Ivi 1853-54-55 itt^8^ 

• Somiglianti discorsi degli' anni antècedefnti e de' stìsàeguetìll' ' 
si divulgan ogni anno da questa e da', altre società per disposi- 
zione sovrana: cotoe dèi pari si pùbbllcan quelli de* Còòsigli pro- 
vinciali. 

Giamb. Barresi, Degr istlluti di benèfibeniia in Palemio : nèflla 
Rivista scient. di Pai. 1855. * In questo articolo discórre degli 
spedali della capitale e presenta un quadro statistico degli altri 
esis^tenli nelP Isola: in seguito propone Ir^lthre* de' ndohti di' pie-, 
stilo, monti agrari e frùmentari, ospizi pei trovalèlli , alberghi di 
poveri^ collctti di Maria^ conservatori, orfabotrofìj reclusori, ritiri. 

Fieiro Sampolo, Progetto di regolamento per lo spedale me- 
retricio di Palermo. Ivi 1855 in-8*. 

— Progetto di riforma negli studi legali nella R. tnivéhità di 
Palermo. Ivi detf anno in-8®. 

SEZ. Il — ISTITUTI LKtTERARl 

Riuniamo qui accademie^ licei, università, teatri, e quanto a let- 
tere si appartiene. 

Diploma di Carlo HI, il quale ordina, che la sola univèi'sitii de-^' 
gli'stiidi di Catania' avesse il privilegio di conferire la Jatrréa dol- 
I orale. Quivi 17S2 ln-8^ 



426 APP. AL YOL. Il — CUSSS X. ISTITUXIOIfl 

ConsuUa del Irìbunale della R» G. C, del regno di Sicilia per 
r università degli studi della città di Catania col .collegio di me- 
dicina della città di Salerno. Pai. ìUì in-8\ 

Gius, M. Lecce. Difesa de' dritti e privilegi delF università de- 
gli studi del)à città di Catania, col collegio di medicina della città 
dì Salerno. INap. 1743 in-8\ 

Capitoli . o siano statuti dell* unione de* musici sotto titolo di 
s. Cecilia Nuovamente raccolti. Pai. 1762 in4*. 

Stato della Deputazione do' regi sludi del regna di Sicilia ne- 
gli anni 1784-83. Pai. iu-12^ 

Tavola de' cqrsi per la regia università degli sludi di Palermo 
'1844 in-4^. * Tavole somiglianti si pubblicano d' anno in ^nno. 

Accademia de' nobili convittori del R. Collegio Carolino della C. 
di G. alla presenza del viceré Eustachio duca di Laviefuille. Pai. 
4747 in-4** * Altre consimili ve n' ebbe negli anni appresso da- 
vanti al viceré Gio. Fogliani d'Aragona. 

Società Colombaria, fondata a Palermo circa il 1750 dal cns- 
sinese Gius, de Reqoesens, poi vescovo di Siracusa, ed nofgregala 
a quella di Firenze, lodata da Eduardo Corsini v De nolìs Grae- 
corum )) dìss. V. Intendeva ad illustrare la storia di Sicilia. V. Opusc. 
sic. l. VI, p. Vili. 

, Accademia de' Solitari, eretta da lui medesimo nel monastero 
dì s. ]Karlino di cui fu abbate pria dì consecrarsi vescovo al HoS. 
Quivi il p. Salv. di lilasi lesse davanti a lui il discorso a Sulla 
necessità degli studi in un monastero di solitudine n riportato nel 
cit.- voi, VI d' Opusc. siciliani. 

Regolamenti generali per le Accademie leiterarìe. Pai. 1824 in-4^ 

Relazione generale dell' Accademia palermitana di scienze e bello 
lettere per gli anni 18o0-3i, Iella da Fed. Lanza di Castel-Brolo 
segretario e tesoriere. Pai. 1832 in-8**. 

Relazione de' lavori di delta Accademia dal 1832, anno di sua 
restaurazione, fino al 1832, per ÀI. Narbone segretario generale. 
Ivi 1833 in-4®. * Sta pur in fronte a' seguenti 

— Alti dell' Accademia palermitana di scienze e lettere^ voi. II. 
Pai. 1833 Jn-4®. *.La contenenza di essi fu data a suo luogo. 



SEZ. Ilr-lì^TlTlfTI LUTTfiRÀll 427 

r— Staluli novelli di della Accademia. Ivi 1854. * Furono dal 
medesimo segretario riformali , e sancili da S. E. il Principe di 
Salriano Luogolenenle di S. M. e mecenate della medesima. 

Regoinmcnti per la ìl. Accndemin Petoritana sanzionali dal Go- 
verno neli; anno 1827: 2* ediz. Wess. 1832 in-8^ 

Relaziono accademica de* lavori dell' Accademia dfgli Zelanti di 
Aci-fìeale per gli anni IX e X dalla di lei rinnovazione (1841-42J 
scrina dal segr. gcn sac. AnL Cali Sardo., Cai: 1847 in-8^. 

* Tre allre relazioni de* primi sei anni egli'avea già pubblicate: 
in questa ci dà gli estrani dei libro seguente. 

Floriano €raè8i,0Wotì7Àe sloriche delle accademie di Aci-Reale. 
Pai. 1841 in-4®. * Vi si coniano le qui appresso.* 

Oscuri, «ali nel 1640 da Fil. d*A)cara^ addclii alla coltura del- 
Tarte rappresentativa e scienza palestra. 

Intricati, nel 1660^ dcdili alla poesia e allo studio de* classici. 

Zelanti, nel 1G71 , da Mich. Bonadies vescovo di Catania a ri- 
chiesta del clero, cui poscia s' unirono i laici, per trattarvi ogni 
sacrò e profano argomento. 

Dafnici, succeduti a* Geniali net secol nostro per coltivarvi la 
poetica facoltà. 

Rivista teatrale: si legge ne' numeri ludi del gìorn. Il buon gii' 
sto, diretto da Ben. Prado. Pai. 18ol-52 Iti fol. 

Teatri sicoli, italiani e stranieri: sono dcscrillì nella Lira, altro 
giorn. di Pai. 1851-52 in fol. * Questo periodico è tutto teatrale. 

Pasquale Saya Gatto, Cenni sui teatri. Meàs. 1853 in-8®. 

Gius, Bozzo , Memoria sulla istituzione di un Liceo normale. 
Pai. 1835 in-8^. 

Fed. Lancia di Brolo, Il reddfconlo stalislico delle scuole, co- 
munali di itiutuo insegnamento in 'Pai. 1855 in<8^. 

SEZ. Ili — ISTITITI ICCCLESIASTICI 

Riuniamo qui sotto un titolo seminari e convilli , congreghe o 
fralernite, che a suo luogo demmo in di:>tinli paragrafi, di cui que* 
sta non e che semplice giunta. 



428 APP. Ai- tOÉ/ il— ^«tASSK X. IStl1»«*lOWI 

Regia j constiUiotÓTì«'6> qo^ han de observar las esclatas de 
Clangréga€ioh'<|ué fand^ div la capìlla dò IV. Sénóra de Bèlem 

senora Tesesa ac Ajafa y Fajardo duchessa de Veraguas, condes 
de Gelves y verreina de esle reyno de Sicilia. Pai. iC99 in-4*. 

Capiloli deir arciconfralernita delia redenzione de* callivi , 
raggiunta di varie noime necessarie al miglior regolamenlo 
questa opera. IPal. lllt e 180S in-t^. 



Capiloli della R. Andconfralernita di s. Niccolò dietro s. Fr 
Cesco. Pài. 1761 in lol. 

Costituzioni della congregazione e confraternita di IV. S. del Be- 
fùgio e Aetà. Pai. 1668 e 1711 te4^ 

Privilegi e statuti dell* Aroiconfraternita della Madonna. dt?ir I- 
tria , detta di Costantinopoli, d«Ua nazione siciliafìa abitante la Bo* 
ma. Ivi 1672 in.4^ 

Capitoli e costituzioni delia congr. de* sacerdoti sotto titolo della 
Vergine AddoloraU. Pai. 1734 in-4^ 

Andrea Minutalo , Storia dell* arciconfraternìta di nostra Dama 
sotto titolo della Pietà, detta degli Azzurri. Mess. 1741 in-4*^. 

Panatenée borboniche, o Saggio degli studi fatti nel corso d6lla 
rettorica da* nobili convittori del R. Collegio Borbonico dei pp* 
Teatini. Pai. 1749 in-4^ 

♦ 

Saggi accademici de* convittori del R. Collegio Borbonico di Pai* 
17S4 e segg. in-4**. 

Saggi accademici d* arti e di lettere de* convittori del R. Colle- 
gio Carolino d. C. d. G. Pai. i7«0 e seg. in-4^ 

Ragguaglio del pubblico saggio dato dagli allievi del convii||^ 
R. Ferdinando de* nobili ne* giorni 28 e 29 gennaro 1783, Pai. in-^*"- 

Regolamento del R. Convitto Ferdinando sotto la direzione dei 
PP. della Comp. di Gesù , approvato- con % Decreto del 6 <^* 
1851. Pai. 1833 e 36 in-8^ 

Regolamento dello Stesicoro , stabilimento d* educazione di let- 
tere, scieqze e beUe arti , diretto dal sac. Gio. Casirogi4yismni- 
PaU 1832 in-8^ 



Istruzione per la gioventù cbo desidera entrare nel Convitto Ca- 
lanzio delle Scuole pi^» di MaF./Ì$ocpj|i. Pai. in fol. 

Regole del seoiinarjio di I)lpiir6c4(9 disposte da M. Lud. Torres. 
iiu{i 1600 in-8^. * Sóqp ppi 9lai# rif^riQdp|,l;e altre volle.. 

Costilazioni pel Collegio do' ss. Agostino e Tommaso di Girgen-' 
. Pai. 1852 i|l4^ 

I ■ 

pegole pel seminario di €ei|E|}ù ,. propostj^ a* cherìci allievi da 
i YiscorUe M. Proto 4:;^sin^S|^^ y^Sjcpvo dì detta eitlà. Pai. 1832 

i-8^ 

Bendiconlo morale é letterario (esibito da 280 convittori de) K 
oUegio borbonico di Bronte sptto la direzione di H. D. Qiac. Bìuso 
pel. dom. e proton. apost. Piai. 1832 in-8*^. 

$à^g1o di scienze e lettere del Semioario di Mazzara. Ivi f 8$4 
-8^. * Dedicalo a IH. Ànt. Salomone insigne proo^olore degli $lttr 
: di esso Semìnarip. 

« ■ 

Programma del saggio degli sludi cbe gli allievi del regio Isti- 
lo de' sordo-muli d' ambo.i sessi in Palermo davano ^ sul «fine dei- 
anno scolastico 183S. Ivi in-^f^^ 

*/Si premette un Discorso del sac. Ciro Marzullo direttore <)i 
(Sio Istituto, di cui e narra la storia ed espone i metodi d* inse* 
lamento di cui ancora ba put>blicato e gramaticbe e catechismi 
1 altri libri appropriati a que' discenti. 

i ' . • ■ 

Gaetano de Gaetaniy Cagioni primarie per cui dall* istituto llciro 
Bcsider, possono* i vescovili collegi c|ei .cherìci< Cai. 1811 ii)-8S 

Equmera avvedutamente gli abusi, i disordini, ''gV inconvenienti 
30 sogliono aver luogo in tali convivenze, & ne propi^n^Q ì mezzi 
à precaverli, i rimedi da correggerli: opera imporlanio da voteJt&i 
r^re in mano ,a' loro regolatori. 

APPENDICE ALLA CLASSE XI. 

DIRITTO ARTICO 

La doppia Classe del Diritto^ dell* anh'co cioè e del nuovo, fu 
p.artita, distinguendola parl9 legislativa dalla interpreialiva,], pro- 
ia r una del principe^ T altro del privalo ; sia questi un magi- 
rato che applica la legge , or sìa uno sdentato che la illustra, 
eco la prima generale divisione, che qui, ritengbiamo per annel- 
rvi le analoghe rispondenti aj^peudici. 



'430 ArP. AL YÓI.. Il — CLASSK li. DmiTTO ANTICO ' 

SEZ. I — lEGlSLAZlOIlE 

In rassegnando le varie Storie, cosi Ialine come volgari, del no- 
stro Dirilto, ne annunziavamo una nuova del cav. Ant. Buscicca, co- 
me prossima alle stampe (vo). ^I , p. 172J. Or egli i' ha di già 
pubblicala «con questo titolo 

. Storia della legislazione del regno dì Sicilia da* primi tempi fino 
air epoca sveva. Mess. 1852 in-8**. * V autore ha pure rass. la 
Storia de* tempi seguenti^ ed inoltre la Filosofia dei Dritto sicolo^ 
di cui parimente questo mio dòtio amico mi annurrzia la prossi- 
ma pubblicazione. 

Air antica Legislazione pertengono le lej^gi del nostro Caronda 
i cui fraìtìmcnti sofie stali -raccolti, ordinati, tradotti in' Ialino dal 
Gesnero e ókW Heyne, in italiano dal can. Gius, Alessi o dal cb. 
Ag. Gallo: de* quali annu/iammo Te edizioni nel voi. 1, pag. 27. 

Vogliamo a questi annettere. * I frammenti della Legislazione 
di taleuco da Locri (contemporaneo di Caronda)^ posta in rap- 
porto con quelle degli aiitichi popoli ,- e con quella in vigore del 
regno delle due Sicilie )) : titolo ed opera dotta e*laboriosa del- 
l' avv. Bonav. Porloghese, pubblicata a Catania. i8il, e di nuovo 
1847 in-8^ 

Venendo a tempi più' jirossimì, ripartiamo il nosti-o Dirilto (co- 
me praticammo a suo luogo) in piiòDhca, in privalo , in munici- 
paté. Ciò fìe fornisce la triparlizione di questa prima divisione. 

ART. i; diritto' PUBBLICO 

r 

Avendo noi prefisso di sceverare gli atti della pubblica au- 
torità dalle menìorie de^ privati scrittori,^ qui a* primi non abbia- 
mo che aggiugnere, Salvo pochi Trattati 'dipace^ costituenti il Di- 
ritto internazionale. Ad* essi terran dìeiro parecchie scritture ri- 
guardanti per io piii le preminènze della capitale e ì diritti dei 
nostri sovrani. 



§ I. TRATTATI CONVE^KZIOKALI 

Capitoli e condizioni della pace e confederazione stabilita fra i 
*incipi Filippo 
Pai. li>98 in-r. 



principi Filippo 11 re delle Spagne ed Enrico IV re di Francia. 



Trattato di pace fra Fimp. Carlo VI e Filippo V re delle Spa- 
gne, concluso in Vi&nna il di 30 aprile 1725. Pai. in fol. 

Trattalo di commercio fra l' imp. Carlo VI e Filippo V re delie 
Spagne, concluso in Vienna il di 1 itfaggio 17ÌI5. PaL iri fol. 



SEZ. I"— LE61SLAZI0NE 431 

Traltato perpetuo di pace, navigazione e commercio concluso fra 
Re nostro signore e T impero Ottomano. Nap. 1761 in-4^. 

Trattalo di pace fra 11 Re delle due Sicitie e la Repubblica fran- 
se. Pai. 1796 in-4\ 

Trattato di accomodamento tra la santa Sede e la corte dì Na- 
ili cofichiuso in Roma tra i plem'potenz iarl di Benedette XIV e 
Carlo infante di Spagna re delle due Sicilie , approvato 6 ratt- 
Mio a 8 giugno 1741. i^'ap. in-4^. 

§ II. IIATERIE POLITICHE 

Non ci abbiamo atti pubblici oltre gli addotti a suo luogo: abbici,- 
lO bensì degli scritti privali: e sono i seguenti. 

Ani.. Pantò, De iure publico siculo liber singularis. * Annesso 
ila s.ua opera" a luris naturae et gentium ». Pan. 1^36 in-4.^. 

frane. Caudini ^ Cedex iuris public! siculi. Pan. 1798 in-4^ 

Modeèìo Gambacurla -, Discorso al conte di Olivares viceré di 
cilia sopra la residenza alternativa della corte in Palermo e Bles- 
na. Pai. 1630 in foh 

tlacidù Reina, Ragioni apologetiche del senato di Messina con- 
i il Moinoriale de' deputati del regno dì Sicilia e della città di 
llerrao/ sopra la division del governo. Mess. 1630 in-4'*. 

4io. di Franco, 11 disinganno della residenza della córte in'Mes- 
na. Senza dala, iri-4®. 

Relazione degli articoli proposti per la capitolazione della resa 
i Messina alle armi di .Filippo V. Pai. 1718 in-4\ 

Consulta fitta dalla Deputazione del regno di Sicilia suiraller- 
itiva de* benefici ecclesiastici. Pai. 1726 in fol. 

— Altra al conte di Palma viceré di Sicilia su la immissione ed 
slj^ziane delle ^ele del regno. Ivi 1727 in-4\ 
^ — Altra al medesima su alcune pretensioni della <città.di Mes- 
ìua. Pai. dell' anno in^"". 

Consulta umiliata a S. H. dal Senato di Palermo intorno alla 
^eminenza che gode di prima sede o capitale del regno di Sici- 
i».Paì. nn in fol. 

55 



>» / 



452 APf . Al VOI. II — CLASSE XI. DIRITTO ANTICO 

— Allrci por r usurpazione do* titoli che si arroga, la citta di 
.Messina. Pai. 1749 in fol. 

• • 
Gius. 31. Lecce, Fallo e ragioni a prò della Deputazione del re- 
gno di Sicilia. Nap. 1737 in-4®. 

fìairionì pel fedelissimo regno di Sicilia (intorno a' donativi). Nap. 
1758 in fol. 

jT{cc. yespoli, Gaei. Celano e Gius. 31. di Lecce, Fèairionanìonto 
a prò della Depulazione del regno di Sicilia. Kap. 1760 in fol. 

Ragioni per la Deputazione del regno di Sicilia centra gli esteri 
bonalenenli. Pai. 1795 in-4®. 

m 

Dirìllo del Re delie due Sicilie sul ducalo di Castro e Rooci- 
glione. Senza dala in-4'\ 

Dritto della corona dì Napoli sopra Piombino. Senza dala in4'. 

JgosL Forno, IVolizie della cillà capilnlo delle due Sicilie e della 
resiile!r/.a della R. Corte durante i due regni sotto un Sovrano. 
• Pai. 1799 in-4". 

Frane. Chinìgò, Lettera di un anonimo messinese ad un amico 
in Palermo finlornt» alla citta capitale del n»£rno dì Sicilia ed alla 
residenza della real Corte). Livorno (Pai. 1800 in-4". 

Generale FoTt'Cgucrri. Proposta di campagna marittima pc' ba- 
stimenti da guerra della marina di S.^ aM. il re delle due Sicilie 
neir anno 1798. PìI. ìn-4^ 

— Memoria rigU5»r«lanle il sisienìa dì pace e guerra che le po- 
tenze europeo praticano colle reggenze di Rarheria. Pai. 1807 in-4*. 

Gìw^. Ondo duca di Sperlinga, Riflessioni politiche e militari 
su d' un progetto rÌKnardaote V organizzazione militare conveniente 
alla Sicilia nelle attuali circostanze. Pai. 1813 in fol. 

T7nc* GaglianL Diseorsi sopra lo studio del drillo pubblico di 
Sicilia. IVap. 1817 in-8^ 

' Frane. YentnrQ, Memoria su i dritti delia Sicilia per la sua na- 
zionale indipendenza. Pai. 1821 in-4'*. 

Carlo 3!ortillaro, Della istituzione della monarchia con^ Ruggita- 
ro 1 fino al regno di Carlo HI^ Cenno storico: nella Rivista scienl- 



, SEZ. I— LEGlfiLAZlOMB 42)3 

ecc. p. 39 e scgg. * la queslo articolo non arriva che alla morte 
dei conio Ruggiero. * 

§ HI. HEMOniE P.1RLA.Ì1L!\TARIE 

Aniicliissimo egli è il Parlamento siciliano, i cui Alti riportam- 
mo noi voi. Il, |). 147 e seg}^. Costava esso di Ire damerò , che. 
poi nella riforma del 1812 furono ridotte a due sotto f influenza 
britannica, sul modello del Parlamento di Londra^ Sotto quest'ut- . 
timo fur presentate non poche Aiemorie concernenti altari di pub- 
blico e privalo diritto. Noi qui ne accenneremo i titoli per mera 
notizia storica: non occorre indicare ìì luogo delhi loro pubblica- 
zione^ perchè furono quasi tutte stampate a Palermo: premettiamo 
bensì gli anni in che fur messe alla luce, e furono li 1813-14''-15, 
quando cessarono i nostri Comizi. 

fl^. Memorie prenenlate nel Mi3. 

« 

Dilucidazione dei Principe di Aci a) Parlamento sopra un ar- 
ticolo della presente Costituzione. 

Principe di Cattolica, Sulla necessità di organizzare una forza 
armata garante deli' indipendenza nazionale. 

ArU. Lucchesi-Palli . principe di Campofranco, 31 emoria ai I*ar- 
lamento, dove ragionandosi della utilità ed architelloniche magni- 
ficenze delle vie degli antichi, s* espone un progetto intorno la di- 
reziono, costrultura ed economico regolamento delie strade con- 
solari. 

Ani, Capece Minuiolo dei principi di Canosa, 1 IVnpolitani com- 
promessi hanno un dritto perfetto a<l essere sussidiati nel regno 
di Sicilia: Memoria da presentarsi al general Parlamento. 

Lion. Fontanazza, Piano politico che al Parlamento si presenta. 

Gius. Calvino, Memoria sul diritto clic ha la città di Trapani 
ad essere capoluogo per la magistratura. 

Risposta ad una memoria indirizzata al I^arlamento di Sicilia. 

Risposta alla memoria sulla proprietà do' beni ecclesiastici. 

Risposta alla breve difesa de' religiosi claustrali deli' uno e 1' al- ' 
tre sesso , diretta ad un amico rappresentante nel generale Par- 
lamento. 



434 ' ipp. AL YOi. Il — aAssi xi. dritto Aimco 

Frane. Paelo Atanasio^ Progetto cho si espone al general P«r- 
lametìlo (rntorno air annona). 

Frane. Romeo, Osservazioni sopra i fedecommessì e sulla cen- 
suazione do* beni nazionali , soUomesse al Parlamento già riunito 
in Palermo. 

Piano d* Istruzione ed educazione pubblica che prei^enfa al Par«> 
lamento il P. H. L. P. C. della clllà di Mudica. a (Queste inisiaU 
dinotano » Padre Maestro Luigi Papanno Carmelitano. 

Progetto che si presenta alia camera de' comuni da on mem- 
bro della camera de' pari (intorno al debito pubblico dì Sicilia). 

■ 

Stefano Pucci, Memoria che presenta al Parlamento it principe 
di Pardo. 

Memoria che presenta un cittadino siciliano al Parlamento sulla 
ntllità dette arti della navigazione e del commercio , e sulla ne- 
cessità di una marina di guerra in Sicilia. 

Memoria che presenta al Parlamento Carlo Fiiz lameè dùea di 
Alba e di Berwick, per essergli restituiti gli eflelli ^ cho possiede 
in Sieiiia. 

Memoria del Duca di Ferrandina pel dissequestro dei suoi be- 
ni che possiede in questo regno di Sicilia. 



Riflessioni sulle 'due memorie presentate ài Parlamento da Giàs. 
Sirchia. 

Riflessioni attenenti alla patria potestà^ da presentarsi al gene- 
rale Parlamento. 

Riflessioni sulla mozione fatta nella camera de* comuni riguar- 
do la prelesa devoluzione degli stali di Caccamo e Calati. 

Riflessioni per servire di risposta alla memoria sulla proprietà 
de' beni ecclesiastici. 

Riflessioni diverse tanto sulla libertà de' prodotti, quanto sopra 
varie privative conducenti al vantaggio dell' annona de' popoli di 
Sicilia, presentate dal principe di Aci al Parlaménto; 



SEZ. I — LSGISLAXIOIIE US 

c morie presentate e stampate nel 1914. 

Riflessioni sul paraffrafo seeondo «ap. 18 d«l potere legislalito 

della Costiluzione del 1812. 

Stef, de Consalvo min. conv., Alla camera de* pari per la re- 
ligione dello Sialo. . ^ 

Supplica al' generale Pnrlanienlo di Sicilia de' delegati cb* era- 
no delie iibolile Ire perceKorie della dismessa Deputazione del re- 
gno e della discioUit ummiuisliazione di decima e lari di posses- 
sione. 

Leon. Fed. Borgia, Progetto di abolizione o modificazione dei 
fidecommessi. 

Carlo Gagliani , Memoria della, regia università degli studi di 
Catania- presenlata al Parlamento. 

Gaet, Giordano Orsini, Nuovo metodo da tenersi per la costru- 
zione delle sl-riide consolari e dt^' ponti per il regno^ che si pro- 
pone al generale Parlamento. 

Dom, Lofaso Pielrasanla duca' di Serradifalco, Memoria sulle 
opere di pubblica beneficenza^ e particolarmente degli spedali, di- 
retta al Parlamenlo. 

— Intorno air organizzazione delle barriere. 

» 

Memoria sulla ricognizione delle falsità e vizi degli strumenti 
pubblici e privali. 

Memoria in favor dell' università di Collesano da presentarsi al 
general Parlamento. 

3^. Memorie presentate ed impresse nel M1&. 

DiTesa degl' impiegati neir amministrazione della rendita pubblica 
conlra il progetto di riforma de' loro slipendi, presentala alla ca- 
mera dei pari. 

FU. Fodera, Ricorso del marchesino Gius. Merlo all' alta Corte 
del Parlamenlo, conlra la gran Corte criminale. 

Memoria di un pari spirituale per la riforma deli* attuai mete- 
dò di esigere il dazio sul consumo rurale. 



. 436 AFP. AL VOL. Il — CLASSE XI. DIRITtO ANTICO 

Emm. Boltari, Progetto (sulle pubbliche imposte) per la città 
di Messina. 

« 

yinc.Co^felfó principe di Torremuzza, Aringa alla camera dei pari. 

4®. Memorie esibite e dlvolg^Atc al Ì99KO 

Scoppiata una rivoluzione in quest*anno, si raunò a Napoli un 
Parlamento costituzionale , ed a Palermo una Giunta provvisoria: 
ed allora uscirono quest'altre memorie in ambe cìllà. 

Parlamento nazionale a' popoli delle due Sicilie. 

Raccolta di varie scritture emanate dalla Giunta provvisoria del 
Governo di Sicilia. 

Parlata, e Nuova Parlata de* Catanesi centra i Palermitani. 

Adriano de lulio. La voce della verità: Allocuzione ai deputati 
del Parlamento nazionale. 

Placido Sanseverino^ Rfflessioni alla Nazione, al Parlamento ed 
alla Maestà del Ke. 

Gabr. Pepe , Proposizione al Parlamento nazionale del i83&. 

* Avvenuta fallra rivoluzione del 1848, e riaperto il Parlamento 
di Sicilia, nuovi atti e nuovi scritti furono riprodotti, de" quali ab- 
biam data la lista nel voi. IL p. iSO-53. 

ART. II. DRITTO PRIVATO 

Presentiamo qui alcune altre edizioni dell* antica nostra legisla- 
tura: le quali ripartiamo in due categorie, riponendo nell* una le 
sanzioni comuni a tutta risola, neir altra le particolari d'alcune città. 

' • » 

§ I. LEGGI G09IU/VI 

Per maggior distinzione / mandiamo innanzi le Leggi scritte io 
latino: seguiranno poi quelle dettate in volgare. 

!<". Testi lattiti 

Alle differenti edizioni riportate a suo luogo degne sono di star 
accanto quest'altre. 



SEZ. I — LEGISUZIONC ' 437 

Conslitutjones Rogni utriu^que Siciliao , glossis ordinnriis com- 
menili rìisquc Andrene de Isernia ci Lariholfftnaei de Capua, ar 
nonniilJonim cnm vclcnim lum rcconlidiiim Iclorum Inciibnilioni- 
f)us illusirnlnc: Quìbiis nccrssorunl CnpiliHn rrpni. Riliis M. C. Vi- 
onriiìc, ci Pha^mnlicne lam anliqiiao* qiiam no\ar. alq. oliam no- 
vìssiiTiac por S. C. M. edilao; plurinioriim iurtspcriloinm inlerprc- 
talionibus mine priinuin rxornalac. Omnia a (iabride Sarayna 
summo studio elaborala, anela ol- emendala. Lu^dutii 15€0 in l'ol. 

Allora cdilio: aeeosserunl addiliones Jac, AnelU de lìoUin^ lam. 
Aììf/. VimnelH, Fahii lorddni, lìarUioL Mmlidìis^ ac Marci Ant. 
J'ìilViTini : Congeslac per Joan. hapt. lUuziUum. Vcneliis 1590 
in lui. 

Capilnla regni iilriusque SicilìaOf Ritus magnae enriac Vicarine , 
ci Pra^inalicae, Andrene de hernin, Jìariliolomnei de Cnpva ci 
aliorum illuslrinm Iclornro eommenlariis illuslralataecesserunl ad- 
diliniios /flc. Anelli de lloiH$, lonn, Ang. Pisanelli, Fnbii lordn- 
ni. iifirlh. Mnrlinlif', ac Mnrei Ani. Puiverini\ noe non conslitu- 
lio Sanrimvs Frederici imp. ol Roperiorinin ronslilnlionum ci ca- 
pìluloium Andrene de Isernia. Neap. 4 771» in fol. 

RiUis Magnae Curino rogni Siciliao . nune postremo diligenlius 
quam anlea ropurgali. Vcn. 1573 in-4". 

Pandoelao ol ordinalioncs iurium otomolunionlorum mapislri iu- 
sliliarii. loeum Icnenlis in oodoni ollieìo, iudicum HI-. R. C. Con- 
<;istorii R. C. DD. ci alioruu» iudicum . maf^islrorum nolarìorum , 
areliivurii R. M. C. , porlcriorum , fisci patroni, eie. Vcn. 1330 
in fui. 

Pandoriac super iuribu.s labcllionum modo condilac ac refor- 
matac. Pan. 1009 ìn-4". 

Pandoctac iurium eompolonlium spocl. doni, fii^ei palrono , lu- 
dieibus ol coadiuloribus ri>ralihu.s , ae magislro nolarjo , aelorum 
notariis^ ci aliis odicialibus rogiac audienliae illessanae. Ibi 1703 
in.4^ 

* 

Ci»nstìtulionos edilao por Kxe. s. Slopliani Comiiem. Sieiliae 
proregem, super roformatìonc sludii ealanensis. Cai. 1078 in-8". 

I 

Constiluliones et ordinationes super officio publicorum tabollio. 
num buius regni, ac pandoelac su|M'r coruni iuribus, noviler edi- 
tae ci roformalae. Pan. 1741 in fol. / 

Lillerae regalos ol aelus ^icerofiii circa pri\ilcginm ^ine'Tolf- 
dae et Machedac fclicis urbis Panormi (^1507 ci 1000) in fol. 



438 APP. AL VOL. n — CIAMK XI. DIRITTO ARTICO 

Reghim clrirographam Ferdìnandi otriusque Sicilìae i^gis prò 
accnr»ta observantia Icgum regalis Academiae pan. medìcoram. 
Pan. in Tol. 

«^. Testi Toliparl 

Ordinazioni ed istruzioni della milizia del re^^^^no di Sicilia, fdtte 
per noi Giovan de Vega viceré e capitan generale col volo e pa- 
rere del sacro regio consiglio di esso regno. Pai. 1360 ìn-^^. 

Ordinazioni ed istruzioni della nuova milizia di questo regno di 
Sicilia, de* soldati cosi di cavallo come di piedi. Yen. 1382 in4^ 

Isifttziono della milizia ordinarla del ropfno dì Sicilia, riformala 
dal viceré Conte di Olivares nell* anno 1393. Pai. in-4^. 

Costituzione sopra V ufficio del capitano di guardia, di corte e 
degli algQzini, fatta dal viceré Marc'Antonio Colonna. Pai. 1383 ìn-V. 

■ 

Costituzione prammaticale sopra l* ufficio di corriere maggioro 
di Sicilia^ fatta sotto il governo del detto viceré. Ivi 1384. 

La pratica dell' ufficio di commessario di banca, proeof^sivo ed 
cseculivo, e dell' esazione de' credili della regia corte per via di 
commissari e delegali in Sicilia. Pai. 1618 ìn-i**. 

Ordinazioni e dicbiarazioni, in vim pragmalicae,'di Frane. Gae- 
lani duca di Sermoneta viceré di Sicilia. Pai. (1666) in fol. 

itti, lettere, vi^liellì, capitoli ed ordinazioni regie , vrceregìc , 
filili in tempo del iroverno di diversi viceré di questo regno di 
{Sicilia, di nuovo ordinati da Lor. Celesta. Ppl. in fol. 

Istruzioni del maestro segreto pel governo delle regie colletto- 
rie e dogane di Sicilia. Pai. in fol." . 

Tariffe del valore delle monete e dell' argento che sì portano 
nella regia zecca di Sicilia d' ordine del* viceré CriMof. Femm- 
dez di Cordova ed Alagon, conte di Sastago. Pai. 1731 in fol. 

Regolamento o sia Istruzione pel comando de|le truppe di S. 
M. Kap. 1737 in-4^ 

Lettere reali ed altri privilegi a favore degli algoxiri della R. 
G. C.. Pah 1740 in fol. 



♦ ' 



SEX. I — ueoiSKAZitRC 139 

Editti, prodami ed ordini reali per la creazione e gOTemo del 
supremo magislralo del commercio e de* consolati di mare e terra 
in questo regno di Sicilia , regnante Carlo III. Pai. 1141 in fol. 

• Istruzioni reali peli* amministrazione del real dritto di tratta delle 
sete di questo regno di Sicilia. Hess. 1153 in fol. 

Ro^'olamenti del re Carlo dati al regno di Sicilia per li parti 
cesarei e bambini proietti. Nap. 11S8 in-8\ 

KiiccoKa di alcuni regolameiiti dot regno di Sicilia in favore dei 
bambini nonnuti e nascenti. Pai. 1162 in-i"*. 

SlHtuii del magistrato della sanità , compilati 1* anno , 1128 da 
Agosl. Gervasi, ed ora con nuove dichiarazioni ed appendici (dispo- 
sti da Gim. Emm. la Placa, Pai. 1113 in fol. 

Capiloli delle costituzioni del pio monte delle vedove , de* mi- 
nistri, avvocati, procuratori, causidici e di tutti (|uei che vivono col 
foro, approvali da S. M. Pai. 1118 in•4^ 

Haccolta di tutti i regolamenti finora dati dal Governo intorno 
alla pia opera de* bambini proietti in Sicilia. Pai. 1184 in fot. 

Piano disposto dalla giunta de' presidenti e consultore pel buo- 
no regolamento del tribunale del real pi^rimouio. Pai. il82tn-4^. 

Hnccolla^di diversi ordini e provvi<lenze date dal (jovorno pel 
buon re<,'OIaniento della. real segreteria del regno di Sicilia. Pah 
1192 in fol. 

Henli dispacci emanati dalla R. Segreleria di sloto e guerra sulla 
soppressione delle guardie del corpo. IVap. 1195 in-8®. 

Ordinaiìza di S. AI. sulla giurisdizione militare, e sopra i delitti 
e lo pene della genie di guerra. Wap. 1189 , e Pai. 1199 in»8*. 

Regolamcnio per la reclutazione dell' eserciio. Pai. 1800 in-4*. 

TnrilTa genernle di tutte le merci e derrate soggette al reali dazi 
doganali da osservarsi in tutte le dogane di Sicilia. Pai. 1802 in fol. 

TariflV degli atti dipendenti dal ministero de* sindaci, eletti, can- 
cellieri e serventi comunali. Senza data in-8^. 

S6 



440 AH*. AL VOI. ll-^CLASSE XI. .9UUTT0 AlfTKO 

- Istruzioni ed ordioi soyraQi per la buona amministrazione della 
soYraìntendenza generale delle strade del regno di Sicilia. Pai. 
^80&in.4^ 

$ li. LEGGI HUniClPALI 

Le doe città principali che già tempo dìsputaronsi il principato 
(cem* è veduto più innanzi), furono corredale di proprie ordinan- 
te, riportate da noi nel voi. II, p. IGt e 163. 

Altre qui ce ne sovvengono, che non vogliam trasaodare. 

1®. Ordinanse Palerjiiitomc. 

Ani, lettere, viglielti, capitoli ed ordinazioni regi e viceregì fatti 
ÌA tempo del governo di diversi viceré di Sicilia^ i quali si hanno 
da osservare tanto dui Senato quanto da* suoi officiali palla citlà di 
Palermo , stampali sollo il reggimento del viceré Pietro Faxardo 

Zuiiiga marquez de ios Velles. Pai. 1647 in fol. 

Capitoti ed ordinazioni frìtti da Marc' Ant. Colonna ed altri vice* 
ré di Sicilia di quanto si deve osservare dal pretore e giarati, ed 
altri ufficiali della citlà di Palermo. Ivi i655. in fol. 

Gli stessi riformati dal viceré Francesco di Castro conte. Ivi 1664 
in fol. 

Capitoli ed ordinazioni di M. Ant. Colonna e d' altri Viceré a/« 
r 111. Senato di Palermo, raccolti da Ida Lercaro^ e di nuovo or- 
dinali da Lor. Celesia. Pai. 1702 inl'ol. 

Capitoli del governo ed amministrazione della tavola di Paler* 
mo. Ivi 1613 in4\ 

— Ediz. 2% 1634: 3% 1662; 4% 1668; 3% 1691; 6% 1709; V, 
1719; 8% 1736 in.4». 

Capìtoli ed ordinazioni ch«^ il Senato di Palermo ha formati pel 
buon governo del caricatore. Ivi 1683 in-4'*.— Nuova edÌEÌoni^ 1718 
è 1741 in-4\ 

Costituzione e l^ggi per la generale notturna illuminazione di 
questa capitale. Ivi 1747 in-4^ 

Capitoli ed istruzioni da osservarsi dalle maestranze cojl conso- 
lali, riguardanti l'annona, soggetta al senato di Palermo, lift in4^ 

Capitoli ed istruzioni da osservarsi dalle maestranze d'arti mec- 
caniche con consolati. Dett' anno in -4^. 



' ... 

SEZ. I — LEGISLAZIONE i41 

Stabilimcnli fatti dalla giunta eretta dal re per la fissazione e di- 
scussione del patrimonio civico, amministralo dall' Eccmo Senato di 
Palermo. Ivi 1810 in fol. 

Istruzioni del nuovo imposto, proposto dal senatore amministra- 
tore in esecuzione del decreto del civico consiglio , ed approvate 
dairEcc. Senato di Palermo.' Ivi 1816 in fol. 

■ 

ji^. OrdinanKO Mamcrtine 

Istruzioni pel governo della deputazione di sanità e lazzaretto 
di Mess. 1720 in fol. 

Istruzioni e nuovo regolamento delk> scalo e porto franco di 
Mess. 1728 io fol. 

Istruzioni o capitoli del coBSolato ed arte della seta dell^ ciltà 
di Mess. 1736 in-4\ 

li^lruzioni per V amministrazione del real dritto di tratta delle 
sete di questo regno di Sicilia. Mess. 1753 in fol. 

Istruzioni per V amministrazione del peculio frum^htario dello 
città di Messina. Ivi 1753 in foi. 

Regolamento da osservarsi in Messina pel governo economico 
della medesima, specialmente pelle provvisioni e retlu distribuzione 
dei generi di annona. Quivi 1753 in fol. 

Regolamento da osservarsi in Messina per V amministrazione delle 
gabelle del patrimonio dèlia città. Ivi 1753 in fol. 

Editto .resile con cui si conferma alla città di .Messina il privile- 
gio di scala e porlo franco, Iradoliò in lingua comune de* Greci 
per loro notizia. Nap. 1785 in-4®. 

SEZ, II. — GIVRISPRVDOZA 

A' tanti giuristi che illustrarono T aulica legislazione , degno è 
che sì accoppiino i qui appresso; altri de* quali in latino, ed al- 
tri in volgar eloquio dettarono i loro trattati. Son quésti di sva- 
riato ai^omento , da poter giovare non poco eziandio al foro o- 
dierno.** r 



U2 



APP. AL fOL. n — CUSSE XI. mMTTO IRTICO 



ÀftT. I. TRATTAn LATINI 

Barth. ^Gometii sive Gomez de Amescua, Tractatusde poicstale 
in se ipsam. Pan. 1604 la fol. 

Oclatrii Glifritii, Pro urbe Mcssanae in iure responsooi, ai» nie- 
rum el mixlum imperiuro casalium Yenctici, sic urbis et magislra- 
tus Hessanae /et an debeant per supremura Itaiìae Senalum io 
possessione conservar!. Matriti 1609 in foi. 

— luris responsa. Ibidem 1624 in fol. 

Morii Giurbae, Responsum prò urbe Hessanae: Stratlcotus Hes- 
sanae urbis, an a solo rege eligendus sit, an aliquo in easu pos- 
sii a SicHiae prorege eiigl. Senza data in fol. 

Ani. de Amato, Yariarum forensiam et pracllcabiliuni iuris re- 
solutionum libri II. Pan. 1627 et 34 in fol. 

Io. Frane. Pasqualino , Commentarius ad secundum llbrum 
pragmaticarum regni Neapoiis^ cum notìs oUservantlae regni Sicilìae, 
alque difTerentìae feudorum inler Neapolìtanos et Siculos. Pan. 
1675 in fol. 

Frane. Strada, Quietationes , quibus aulhorilas regia vendica- 
tur, raliones regni exarantur, merita urbis panormitanae recenseji- 
tur, centra disceptationes Ignatii Gastonis. Pan. 1688 in fol. 

^ Nie. Serio, Nabuchodonosor simulacrum abictu lapidis incoluoien; 
'sive Notarìatus nobilitas invidoram vél Inter inìurias firniissima. 
Pan. 170S ini^ 

Hier. Renda-Ragusa, Singulare iuridicó politicum de filiis sa- 
crilegis: utrum filìi sacrilegi légimitali privilegio principis conscqui 
possunt haeredilalem palcrnam ex testamento, aut aliquo ex tiluio, 
aul etiam ab ìoteslalo. I\eap. 1722 in-i"". 

Petri Pauli Colosso, Allegationes prò dccimarum cxetnplione 
et iuris marìnariae inanutentione cum regii palrimonrì buius regui 
l§iciliae« Hess. 1727 in fol. 

Ben. Abbate. Rollitatis donatiOnis discursus duo eanonid. Pan. 
1731 in fol. 

Petri Pauli Morretla, Responsum iuridicum centra domìnos re- 
giaruiq secretiarum civitatis Platiae prò omnimoda immunilale 



SEZ. II-^^IVIllgPHlIDEJVZA 44S 

donee in civìtitUbus regii dcmnnìU civìImis Cfìlatagironi clo.bitn, ox 
privilegio regts Alphonai (cum iiddiilonibus //ler. Bonanno CÌarO" 
moiUe baronis Rosabiac)» Calalag. 1146 in fol. 

* 

los. Ani. Patinclla, Tyrociniiim, sivo Ihcori-practica labelliona- 

fUH oflicii in quatuor libros disiribula. accedunl tbeoricae compen- 

dium ac lypus exlCDdcnduruui clausularum: aniicclunlur deuiqu'e 

consliluliones et pandcclao super oiBcìo et iuribus publicorum oo- 

• ' tarioruiii huius Siciliac regni. Pan. 1741 et 71 in fol. 

lo. Costa, Iiislificalionos voli in chusn possessoria feiiditnim Fu- 
baroUae , Calairarii ci Inciasi inier baronem Corbi el tannili et 
principcm Pulcrae Primae, Pan. i7G8 in-4®. 

Frane. Roabì, Conspeclns iuris pul)lici feudalls , comiiiunU uc 
siculi in theses rodaclus. INeap. 1792 in-4^ 

AltT. IK. SCRITTURK VOLGASI 

Gir. Brancì, Discorso intorno alla difesu d* alcuni privilegi dcllA 
città di Pai. 1586 in-4^ 

— Concordie Ira il tribunale del sant* Officio e i tribunali seco-, 
lari. Pai. 1735 in-4^ 

Andrea Noto, Bagionnmento islorico-legaie delK origine e quan- 
tità del dotano. Pai. 1736 in fol. 

Frane, de Oya, Trattato delle leggi penali .della milizia spa- 
gnuola, processi e consigli di guerra, Pai. >737 in4®. 

t)om. Campione , Difesa delle ultime volontà de* defunti. Pai. 
n66inTol. 

Giuè. Trettan , lì maestro d* atti istruito opera per compilars 
legalmente le informaKioni contra i rei di qualsisia delitto. Pai. 
dett* anno in fol. • 

• 

Me. M. Bormlli, Pratica oivilo dogli ufficiali baronali, o sia Me-t 
todo di attirare nelle cause civili, t. Il, Pai. 1768 in-4''. 

P. Frane. M. da Sambuea, La giustizìit . religione e sapienza 
della suprema R. Giunta di Sicilia. Pai. 1773 in^"". 

Jlich. M. Veeekioni, Per li creditori che chiamansi granatarl nel 
regno di Sicilia. I\up. 1769 in-4^ Nuove considerazioni. Ivil776in-4\ 



441 . IPP. AL TÒLk li — CUSSE XI. DIUTTO ARTICO 

Carlo de Marco^ Per la controversia di precedenza tra il pre- 
ndente della R. G. G. di Sicilia , e il presidente del Concistoro 
march. Ciac. Bajada già consultore dèlia Giunta di Sicilia. Nap. 
1776 in-4\ 

Sav. SimonetU , Voto di regal ordine profferito per equilibrar 
il peso de' donativi nel regno di Sicilia. Senza data, in-4^. 

— - Rimostranze intorno al fisco preteso della deputazione del re- 
gno. Pai. 1784 in fol. 

YUo GUiberti , Saggio della romana giurisprudenza per istra- 
zione del popolo^ t. II. Nap. 1792 in-8''. 

Mich. d* Urèo, Memoria sulla prammatica disposta d* ordine del 
re dalla giunta de* presidenti e consultore intorno alle prescri- 
zioni. Nap. 1797. 

yinc. Leone e Zagara, Memoria sullo stabilimento di un libro 
d* ipoteche. Pai. 1799 in-4^ 

Ragioni del senato di Catania, del patrizio, de* collegiali e dei 
lettori dell* università d^ll studi di detta città per 1* osservanza 
delle leggi accademiche. Senza data in -4^. 

Giu$. Logotela^ Memoria sopra T anello maritale. Sir. 1801 in-i^ 

^elro Longo, Discoprimento dell* lingarico, dazio del tcrragiolo 
che riscuote la oggi incamerala contea di Modica su di tutto il 
territorio di Calatafiini. Pai. 1813 in-4''. 

Progetto di codice penale del principe di Yillafranca , d* Igo. 
Scimonelli e di' Salv. Malvastra. Pai. 1813 in-4''. 

Giamh. Rocchetti , Memoria per 1* istituzione d* un collegio di 
causidici da Irascegliersi a concorso. Pai. 1806 in-8^. 

— Codice delle leggi civili, che sono oggidì in osservanza, illa- 
strato colla storia, t. V. Ivi 1808-10 in-S"". 

— Legge agraria. Ivi 1813 in-4**. 

— Premio de* letterati. Ivi 1813 in-4\ 

— Saggio sul codice di Francia col codice civila proposto per 
la Sicilia. Ivi 1814 in-4\ 



Ì4S 
APPENDICE ALLA CLASSE XII. 

DIRITTO NOVELLO 

Se per V antica forma di governo non ptfssiani produrre che an« 
liclìi scriliorì, per In odierna ci si fanno incontro non pochi Ti« 
venli^ le cui dollc lucubrazioni sarebbe piacolo Irasandare. Con- 
serviamo qui ancora la distinzione prescritta tra leggi e legiM , 
rassegnando in prima le disposizioni governathp^ annettendo in se- 
guilo le dilucidazioni forensi. 

SEZ. I*-LEG6I 

Pino a sei divisioni generali e sedici ripartizioni speciali di leg- 
gi moderne appresentummo in quesla Classe. Or .ci contenteremo 
ridurle quelk) che ci rimangano a quattro Sezioni , producendo 
nella prima le Raccolte generali, nella seconda le Convenzioni in- 
ternazionali, nella t.erza le Disposizioni particolari, uell* ultima le 
altre di più svariata rxigione. 

ART. I. COLLEZIONI 

Leggi, decreti e regolamenti per la organizzazione ed attribu- , 
Eioni della gran Corte de* conti. Pah 1818 in-12^ 

' Tavole di riscontro degli articoli delle leggi civili con quelli del 
codice civile, e degli articoli del codice civile con quelli delle leg- 
gi civili. Nap. 1819 in-8^ 

Tavola sinottica comparata delle leggi sulla procedura civile. 
Kap. 1819 in-8^ 

Istruzioni per la Direzione generale de' rami e diritti diversi. 
Pai. 1819-22 in fol. 

Istruzioni sugli atti dello stato civile secondo il codice porlo 
regno delle due Sicilie, tomi II. Nap. 1819 in-8\ 

Istruzioni generati per la esecuzione della legge del bollo: 1820 
in fol. 

Istruzioni sul registro: detf anno in fol. 

Collezione di vari regolamenti milì(ari. Nap. 1822-27 in fol. 



4i6 APP. AL VOL. Il — CLASSK Xli. DIIITTÒ NOVELLO 

Repertorio amministrativo os3ia Colle/Jone di leggi decreti, reali 
rescritti^ ministeriali, regolamenti ed istruzioni su II* amministrazio- 
ne civile dei regno delie due Sicilie^ t. III. Pai. 1840 ìq-8^. 

Collezione degli Atti legislativi e governativi , estratti dal Gior- 
nale ofiicinle di Sicilia per ispeciale autorizzazione del R. Gover- 
no. Pai. i8o3 in-8^ 

TarilTa degli Alti dipendenti dal ministero de* sindaci , eletti , 
cancellieri e serventi comunali. Pai. 1852 in*8^. * Sonò art. 2S 
estratti da vari decreti^ rescritti e ministeriali. 

Reali decreti e rescrìtti riguardanti le anlicbità e le belle arli. 
Pai. 1833 in-4\ 

Aiti legislativi ^ governativi dal 1847 al 52 sugli stabilimenti di 
beneficenza e luoghi pii laicali del regno delle duo Sicilie, di se- 
guilo alle Istruzioni del 20 maggio 1820, ed alla. prima collezio- 
ne di simili Alti ,dal 1741 al 1846^ per cura di Gius. Fipponeed 
Epiro. Pai. 18S3 in-8^. 

Indice generale alfiibetìco delle leggi e decreti riguardanti la 
Sicilia dal 1815 al 52. compilato da Luigi Pomnr, impiegato nella 
Tesoreria generale di Sicilia. Pai. lS5t in-8". * Nuova edizione 
accresciuta e continuata: la prima fu del 1840, da noi memorala 
nel voi. II, pag. 206. 

ART. II. CONVENZIONI 

1 Trattali di pace, di commercio, dì na\'igazione cogli Slnli esteri 
gli abbiamo indicati a pag. 209 del volume 11. Altri qui ne an- 
noKiamo. avvertendo eh' essi rinvengonsi nella Collezione ufficiale 
delle leggi e decreli reali che d*anno in anno si pubblica in IVa- 
poli. La indicazione del giorno e dell* anno v* insegna il volume 
e la pa4ìina dove trovarli. Per distìnguere poi le Leggi da' Decreti, 
segneremo le Prime colla iniziale L, i secondi colla D. L* ordine 
sarà cronologico, qual appunto serbasi in della Collezione. 

Concordato in Terracina tra Ferdinando 1 e papa Pio TU , l* 
21 marzo 1818. 

Trallali di commercio e navìg. corti di Francia, Spagna ed In- 
ghilterra, L. 30 marzo 1818. 

— Con la cillà libera di FrancforL D. 17 agosto 181?. 

— Con lo stalo di Modica, D. 20/dic. 1819. 

— Con la S. Sede, sulla vendita de' generi di privativa in Be- 
nevento e fonlecorvo, L. 15 genn. 1820. 



StlZ. t—LEMi 447 

Con la Corte dr Wurtembcrg, L.^ 10 apr. 1820. 
-^ Con la Corte dì Svezia e Norvegia, D. 3. maggio 1620. 

— Con la Corte di Sardegna, D. 1 apr^ 1822. 

—* Con la Porta, per la libera navigazione nel 3Iar-nero, D. 14 
die. 1827. 

•—'Con la Francia, per la trasmissione di lettere:, L. 27 luglio 
1842. 

— Coir Impero austriaco, L. 11 febbr. 18iS. 

— Con r Inghilterra, per commercio, L. 25 giugno 184S. 
--tCon la Francia, per commercio, L. 10 1845. 

— Colla stessa per misfatti, idem. 

^ — Colle Isole Ionie, per commercio, I>. 13 sett. 1845. 

— Con r Impero Ollobìanno, L. 27 luglio 1851. 

— Con la Francia^ convenzione suppletoria al trattato di corom< 
e di nav. L. 8 ni^rzo 1852. 

— Colla S. Sede, per la rettificazione de' confini, D. 5. apr. 185Zi 

— Con essa per convenzione aggiunta a dello trattalo, L. 5 ago- 
sto 1852. 

— Con la stessa per demarcazione de' territòri, D. 7 agosto 18^2 é 

ART. HI. SPKCIALITÀ 

Ordinante generali della real marina del regno delle due Sici- 
lie. Pane ij servigio di terra. Nap. 1818 in-4**- 

Legge sulla navigazione. Ivi 1818 in-4^; 

Legge su i diritti del bollo e sulla carta bollata. INap. in-4^. 

Decreto che stabilisce ì diritti di cancelleria per le Corti e Tri- 
bunali de' R. Domini oltre il Faro. Wap. 1810 in-4V 

Regolamento per la segreteria dell' Intendenza della valle di Pìh 
lermo, J824 in-4^. ■ 

Regolamento per la intitoLizione de- ruoli censuari ne' reali do- 
mini oltre il Faro, Pai. 1825 in-8^ 

Regolamento per f amministrazione generale de^ dazi indjfeUi 
de* reali domini oltre il Faro. Pai. 1827 in l'ol. 

Regolamento del servizio interno della direzione generalo dei 
dazi indiretti. Pai. 1831 in-4^ 

Regolamento per la direzione centrale di statistici! in Sicilia. 
Pai. 1832 in-8». 

57 



ili APP. AL VOI.. 1I«-^CLAS.;L' XII. DIRITTO ROVELLO 

Estratto dell* Ordinanza di S. H. pel governo, il servizio e la 
disciplina delle reali truppe nelle piazze, conteneitie U sola parie 
che ha rapporto coi sindaci e colle autorità civili del regnu« ivi 
183! in-iB^ 

V Ordinanza di S. M. pel i;overno. il servizio e la disciplina delle 
reali truppe nelle piazze. Nap. 1831 in-S**. 

Organizzazione giudiziaria nelle materie civili in Sicilia. Pai. 
1841 in-8^ 

Ordinamento del servizio della segreteria della gran Corte dei 
conti delegata. Fai. 1842 in-8'\ » 

Regolamento per la nomina de' proressori delle rt^gie iinivefìsiti 
degli studi e delle altre scuole di questa parlo de* reali domini. 
Pah 1846 in-8\ 

Regolamento per lo regime della pia opera di Andrea Navarro. 
Pai. 1854 in-4\ 



ART. IV.' VARIETÀ 



Seguiremo qui ancora il metodo già tenuto a pag. 225 e segg. 
del I( volume, dove schierammo una lista di leggi , decreti , sta- 
tuti vari y che non aveano avuto luogo ne* precedenti arlieoli. Si 
Irovan essi nella prenominata Collezione ufficiale, al torno e foglio 
indicato qui dall'anno e giorno di loro promulgazionOir Per tosta- 
mente trovare ciò che si cerca, seguh*emo anco quiTordinc alfabetico. 

D dinota Decreto, L Legge, R Regolamento. 

Accademia Carolina in Me.ssina , affi lata ad una Deputazione , 
D. 2S nov. 1822.— «Istruzioni per la cattedra di ostetricia, noto- 
mia e clinica ceruslca, D. 21 ag. 182.). — Studio di disegno e d m- 
cìsione in due scuole, D. li marzo 183G. — Accademia elevata nd 
Università, D. 29 luglio 1838. 

Accademia Medica di Palermo: Pianò di riforma , D. 12 ott. 
1830. -Titolo di Reale ad essa concesso; articoli addizionali e suoi 
regolamenti, D. 3 giugno 1833. 

Albergo de' Poveri in Modica, D. 29 nov. 1833.— Altro io Mon- 
reale, D. 22 sett. 1841. -Altro in Catania, D. 27 sett. 1844. 



SEZ. I-- lEGGi 449 

Almanacco Reale: Privativa datane alla lipograOa della Cancel- 
leria generale, D. 13 apr. 1818.— Privativa traslala alla Stampe- 
ria reale, D. 1 ag. 1821. 

Archivi generali: Ro^olnmonlo sulla trasmissione delle carte del 
ramo giudiziario , 3 febbr. 1852.— Estensione di esso al grailde 
Archivio di Palermo e agli altri dello province, D. 8 giugno 1852. 

Arcivescovi e Yescovi: Sulle pastorali e lettere da lor pubbli- 
cale D. 11 luglio 1816.--Formole de* giuramenti, inlerrogatorl ed 
atti civili per essi, D. 20 ag. 1820.— Deputazioni delle maramrae, 
fabbriche e giogali delle cattedrali e vescovadi, D. 3 giugno 1833. 

— Intitolazione de' ruoli dèlie mense vescovili D. II oli. 1833. 

— Metodo per le permute , censuazioni o vendile d* immobili di 
dette mense, D. 1 die. 1833.— Disposizioni sul fitto di essi beni, 
D. idem. ' . 



Avvocali: Lor ministero nelle cause , D. 26 luglio 1810.— Esa- 
mi loro prescrilli^ ». 27 die' 1815.--Debilo di laurearsi, D. 211 
maggio 1817.— Compensi Itro dovuti, D. 12 ott. 1827. 

Avvocalo generjile: Uno nella Corte suprema, L. 7 giugno 1819. 
— Altro nella Gran Corte do' Conti , L. 7 genn* 1818, e D. 20 
marzo 1832. 

Banchi e Casse di Carle in Palermo e Messina : Regolartiento 
de' funzionari D. 7 .npr. 1843 — Banco rejiìo isliluito conia Pianta 
organica delle persone e de' credili, D. 13 ag. 1850.*— Aumento 
del personale in quello di Palermo, D. 22 luglio 1851. 

« 

Belle arli: Stabilimento d' un pensionato di essi in Roma pei si- 
ciliani, D. 27 luglio 1842. — Sul Concorso degli aspiranti al mede- 
simo pel ramo d' incisione, D. 2 sett. 1852. 

Capitani d' armi: Lor attenenze, D. 4 febbr. 1834. 

Chiese: Mantenimento delle laicali e adempimento de' legali, D. 
1. febbr, 1845.— Ordine di torre da' templi aboiili ì segni cste- 
lìori di essi, D. 26 genn. 1825. 

Collegi: Amministrazione del Carolino di Messina , D. 25 nov. 
1822.— Collegio di Maria fondato in Menfi, D. 3 maggio 1836.— 
Altro in Acireale , D. 21 febbr. 1840.— Allro in Barrafranca , D. 
17 die. 1845. — Disposizioni sul Carolino Calasanzio di Palermo; 
D. 13 giugno 1850.— RegolamentQ del ft. Collegio Ferdinando di 
Palermo approvato^ D, G ott. 1851. 



450 APP. AL VOL. ll^-mU8SB XII. DIKITTO NOVELLO 

Depuldzion di salute: Sua ispezione/ L. 20 ott. 1819. 

. Commissione di pubblica istruzione: Separala dalla Deputazione 
della Università di Palermo, 16 luglio 1852. 

DirUii feudali: Loro abolizione D, 11 die. iB41. — Maestrali per 
liquidare i loro compensi, D. idem. «^Obblighi de* drilli pr^jibilivi 
estinti, D. 21 giugno 1842. 

Diritti promiscui: Scioglimento di essi, D. 11 oli. 1817.— Loro 
valutazione, D. 11 seti. 1825.—- Provvedimenti per essa, D. 20 die. 
1827 .-^Modifica di taluni articoli , D. 5 selU 1828. — Abolizioue 
compiuta della feudalità, D. 19 die. 1838. 

Direttori di ripartimenti: Lor incombenze, L. 11 die. 1816, e 
10 gcnn. 1817; D. 26 oli.- 1823, 19 genn, 1833, 29 ag. 1835. 

Espropria forzosa: Norma pel prezzo da offerire ì creditori per 
essa, D. 14 die. 1819. — Legge sulla lùedcsima, 29 die. 1828.— 
Altre disposizioni, D. 22 1832, e 17. bov. 1839. 

Exequatur ; Nomina del delegcito per esecutoriare le carte di 
Roma, D. 17 luglio 1825, e 17 luglio 1833. 

Fondazioni eccL : Commissione provvisoria per esaminare la 
loro natura, D. 22 ag. 1821. 

Funzionari pubblici: Disposizioni sulla legalità delle lor firme, 
P. 4 luglio 1817. — Garenzia loro per reati commessi , L. 19 oli. 
1818. — Reali in oflìcio da giudicarsi dalle Corti criminali , D. ^ 
apr. 1820. 

Giudici deputati: Loro funzioni per vendila di beni col Verbo- 
regio D. 13 genn. 1819.— Disposiziono sulla lor competenza* v J^. 
26 genn. 1831. 

Giudici di circondario: Polizia giudiziaria ne' comuni dov' es^i 
non sono, D. 19 oli. 1818 — Slinislero pubblico presso loro affi- 
dalo agli eletti invece de' giurali, D. 12 gcnn. 1819. — Lor com- 
petenza in materie commerciali, D. 22 giugno 1819. — Beslirtazi^ne 
de' cancellieri sostituii^ D. 31 pg. 1819. —,De' supplenti in cia- 
scun comune 4)er affari penali, D. 17 oli. 1821. — -AUribuziom tii 
questi su cause civili,, D. 13 nov. 1821. — Rimpiazzo ad amenduo 
quando sono assenti, D. 23 seti. 1829.— I giudici .de* capiluoglii 
dis^UetluaU funzionano da giudici istruttori; 1). 27 luglio 1842. 



SE£. I—LEGGI 4SI 

Governo di Sicilia: Nuove bpsì di esso nq* reali doinioì>^p. 2C 
maggio i82l.--<Stabìlinicnlo.di un consiglio presedulo dal Luogo* 
tenente generale, D. idem. — Hinislero e Segreteria di Stalo com- 
messa ad un Consultore ed un Segretario del Governo, D. 16 giù- 
iiììo i824.--'Soppressione di queste due cariche e nomina di due 
Direttori, D. 4 gcnn. 1831. — ^Soppressione del Direttore della R» 
Segr. e Min., e ristabilimento del Cons. e Segr, del Governo, D. 
31 ott. 1837. -^Carica di Luogotenente generale con Ire Siinistri 
alla sua immediazione, D. 6 marzo 1846. <• 

Gran Libro del debito pubblico: Organizzazione della Direziono 
generale di esso , D, 20 genn. 18.>0. — Carichi dcgl* impiegali ai 
suoi dipartimenti, D. ideip. — Sulle operazioni di esso Libro e doMa 
Boì:$a di commercio, D» % marzo 1830, <--* Iscrizioni de* creditori 
su detto Libro, D. 21 maggio 1850.— Certificati per la quantità dì 
due 3 di rendita, D. 26 marzo 1827. 

/ii/enden;:e: . ^Triplice classe d* Intendenti e Sottintendenti^ coi 
Ipro assegnamenti, D. $ 8Ct(..1838.T-:SoIdi ed indennità loro , D. 
27 maggio 1844.— Regolamento organico delle loro segreterie, D. 
24 maggio 1852, 

Istruzione pubblioa^ La primaria affidala a" vescovi nelle rispet* 
live diocesi, J). 10 genn. 1843.-^Permessi da accordare a' mae- 
stri di scuole private^ D. 16 nov. 194i>.-— Collazione de' gradi ac- 
cademici; D. idem. 

Lotto: Divieto do* giuochi d* azzardo di lotteria privata, L. 1t 
oli. 1826.— Latitudine data alla lotteria straordinaria » D. 12 oli. 

1827. 

Matrimoni: Diritti da pagarsi pe* lóro attf, D. 29 noy. 1824'.— 
'Pena a' contraenti de* /clandestini e senza gli alti delio stato ci- 
vile, D. 25 sclt. 1828.— Sul ricorso di annullamento, D. 14 mar- 
zo 1831.^<-§ulla regolarità delle. convenzioni nuziali, D. 2$ genn. 
1842. — Sulle nozze 4* Un nazionól^ in paese straniero, D. 24 feb- 

braro 1843. 

• • . . 

iVer/ozìan/i: . Tassa loro imposla, e deputati su ciò risponsabiii, 
D. 12 febbr. 1827. 

Nolo ; Dazio doganale 3ul credilo di esso privilegiato, D. 10 
giugno 1828. 

Ospedali: Quel di Palermo trasferito altrove, D. 8 ag. 1831.— 
Dipendente dal ministro degli affari interni, D. 2 bcll. 1839. 



454 APP. AL VOL. Il-^-^JUSSie XII. BIKITTO HOVKKLO 

Pipilóne. e diretta dn' %\t;g. Ani. ferro. Giamo, de Caro , €io. 
Greco, Zacch. Ifominici, sotto to dipendenza del R.Mìnf siero. PaL 
1838 e seg. * Contiene le decisioni dal ISSO in poi. 

* Altra compilatura muote dalle decisioni del 1841, anno XXIll 
della L«p[is4azione in vigore. 

Decisioni dì essa G. Corte con note e dissertazioni di Gius. NiCé 
PipUone. Pah 1852 e segg- ìn-4^* 

* Quesf altra raccolta continua V antecedente, poiché il tomo I 
riporta quelle del 1841 e segg.; 11 II cfùclle del 1850 e segg.; il 
•HI gli anni appresso. 

ART. II. IStlTVZlOirf 

Prendiamo questo vocabolo nella più larga significnnea « onde 
dinotare trattati generali sul diritto. 

GitM. Pisano Rodriquez, Studio di giurisprudenza. Pai. 183,8 in-8*. 

Ign. Porritecchiy Riflessioni sull* odierna giurisdizione criminale 
comparata coir antica romana. Pai. 1841 in-is^ 

Giamb. Ruffo, Principi filosofici del diritto. Pai. 1846 in-8^ 

Gioacch. PorcellU Diss. relativa a* doveri d- istruzione de' can- 
cellien delle gran Corti criminali. Pai. 18i6 in-S"". 

Ani. Giuliar^o, Regolamento per gli ufficiali dello stato civile nel 
regno delle due Sicilie. Pah 1852 in-8^. 

Prìncipi elementari delle obbligazioni derivate da delitli o quasi 
delitti di F. C. Pai. 183t in-S*'. 

Mich. Maglienii, Sa^io sul corso di dritto pubblico ed aroui^ 
Bistrati vo della Sicilia. Pali»18S2 in-8*. 

— Studio teorico-pratico del dritto pubblico ed an^ministraliifo 
del regno delie due Sicilie, t. I. PaL 1833 ìh-4''. 

Frane. Ronanno^ Teorica fondamentale del dritto di punire. Cai* 
1834 in-8^. 

Ermèn. Pagano, Rapidi cenni sulle fegole di competenza tra il 
potere del contenzioso amministrativo e quello del giadii2iario« Pai- 
1854 in.8\ 

« « 
# ' 

Pietro Scrofani, Poche parole sui caratteri che distinguono es- 
senzialmente il contenzioso amuMuistrativo dal giudiziario, f^^- 
1854 in-4^ 



SEZ. II— LKGorsTi 45S 

€iamb. de Caro, Corso elementare Sf drillo commerciale se- 
condo il Codice, parie V , del re Ferdinando ì. Pai. i8SS in*4^. 

ART. Ili. CO.ÌIENTI 

Gli scrini segucnli dihicìduno qual uno qual altro del nostro, 
Codice. 

Diego Orlando , IVoIa suir art. 203 del codice civile , sul pro- 
nunziare r arresto di persona contro la moglie per coslrinj^crìa a 
seguire il marito. Pai. 1847 in-8®. 

— Nola suirarl. 253 d'esso Codice, sulla legittimazione de* fi- 
gli naturali. Ivi 1833 in-8®. 

— Nota suirarl. 393, sul rendimento de' conti tutelari. Ivi 1844 

ÌR.8^ 

. — Nota suir art. 827, sulla ricerca della paternità per parte dei 
terzi. Ivi 1844 in-8\ 

— Nola suirarl. 1678, sulla lesione in materia di enfiteusi. Ivi 
)846 in.8^ 

— Nola suir art. 1909, sul fideiussore solidale , conira la dol- 
Irina di troplong. Ivi 1833 in-8\ 

— Nola sùir f^rt. 2137, sul corso della prescrizione in tempo di 
guerra. Ivi 1849 in-8*. 

Gius, Puglìsi, Sul diritto di accrescere, ragionato sugli articoli 
999 e lOOÓ delle Leggi civili. Sirac. 1831 in-8^ 

Ben. NaselK , Sul decreto dello scioglimento della promiscuità 
in Sicilia. Pai. 1843 in-8\ 

Lor. Casaccio , li perfetto Giudice conciliatore , contenente il 
commento al I. I della Procedura civile . il raffronto delle leggi 
relative ad esso, ecc. con un completo Formolario in fine. Pai. 
18S3 in-8\ 

1 

Pasquale Pandolfmi, Commentario al titolo 21 del libro IH dello 
leggi di Procedura civile, sulla perenzione dell* istanza. Pai. 1833 
in-8^ 

Gaspare Ani. la Rosa, Comcnto alfart. 2075 delle Leggi civili. 
Cai. 1843 ìn-8^ 

— Usurpazione di titolo e funzioni, Cemento all'art. 164 delle 
Leggi penali. Ivi 1847 in. 8^ 

— Cemento agli articoli 446. 447 della procedura penale con- 
frontati agli articoli 73,. 193. 193 e 299 delle I^ggi penali. Cai. 
1833 in-8^ . ' 



4S6 Al>P. AL VOt. Il^-CUSSE XII. DIRITTO NOVELLO 

Ign. Perrico^ Riflessioni filosoGco-legali per conciliare la dispo- 
sizione deir art. 116, del cod. parie HI. Pai. 1828 in-4''. 

Gius, ' Jf. Puglia^ Poche osservazioni sulla inlelligenza dell* art. 
145 della Legge forestale del 21 agosto 1826 in-8^ 

Frane, di Paola Scoppa , Su di una . erronea interpretazione 
deir art. 13 delle Istruzioni sanzionale per la riscossione del da- 
zio sul macino. Pai. 1844 in-8% 

Illustrazione sopra un punto di dritto toscano nella maleria dei 
testamenti e delle leggi sul notariato. Pai. 18S3 m-H^. 

Salv di Stefana e Salomone , Osservazioni suU' art. 21 della 
Legge sul Notariato e sul decreto del 12 settembre 1828. Pai, 
1852 in.8^ 

Frane. Perroni Paladini , Blonografla sull* autorità della legge 
15, Codice (( De sacrosanctis Ecclesiis ». Pai. 18S4 in«8^. 

Gius. Palmeri, Cenno storico-giuridico giustificante ebe la' leg- 
ge ultima. Codice u De sacrosanctis Ecclesiis » e la Novella 13( 
deirìmp. Giustiniano, non furono osservate in Sicilia. Pai. 1855 in-4^ 

ART. IV. MANUALI 

Gius, Perez, Manuale di ponti e strade, acque e foreste, ro"- 
III. Pai. 1850-33 in-8». 

Ign. Bozzo^ Manuale pratico de' giudici e cancellieri di Circon- 
dario in materia civile e commerciale. Pai. 1854 ìn-12®w 

Gius. Tirrilo, Manuale della polizia ordinaria di Sicilia , conl^ 
nenie per ordine alfabetico tulli i reali decreti, rescritti, leggi, re^ 
golamenli, istruzioni, atfi ministeriali ed ordinanze promulgate dal 
1807 sino al 1853. autorizzato con ministeriale di S. £. il Luogo- 
tenente, generale di S. H. Pai. 1854 in-4^. 

ART. V. GIURISTI ESTERI 

'^ A questi nazionali accoppiamo pochi Francesi, i cui trattali sono 
slati o tjradolti od anco annotali da' nostri; come allresl pochi Kar 
polilani/ con cui è comune la odierna nostra legislazione. 






SEZ. n— LEiiOiSTi 457 

§ I. GIIJRISTI FRAIfCESl 

ti 

C. B. Iff. Toulliern II dìnìlo civile francese secondo V ordine del 
Codice: opera che riunisce la teoria alla pratica, con note di G* 
B. Duvcrgier, volL IL Pai. 1853 in-8^. 

Coin-Delisl^, Comentarìo analìtico del Codice civile, 1* versio- 
ne sulla 2^^ ediz. francese^ di Gius. Scaglione. Pai. 1853 in^S"^. 

Sav. Benoitj trattalo del retratto successorio, 1* versione ìtaL 
dell* avvi Gius. Pugltsi^ con annotazioni relative alla giurispruden* 
Éa patria e straniera fino al 1851. Pai. 1852 in*8^ 

— Trattato de* beni parafernali 1* versione ital. di Salì). Ingar* 
gioia, con. annotazioni relative alla legislazione ed alla giurispru« 
denza del regno delle due Sicilie* Pai. 1854 'in<8*^. 

L. M. Luigi Gtos , Ricerche sui diritti sutcessorii de* figli na* 
turali: 1* versione con iiote relative alla nostra legislazione e giu- 
risprudenza, per Gio. TroMbetlà. Pah 1855 in-8^* 



§ II. GIURISTI I!A^0LETAIV1 

* Diam luogo ad alquanti giurispeM di Napoli, per Ja ragione 
che una sola essendo la legislazicNie delie due Sicilie, comuni ad 
entrambe ne sono gì* illustratori. Son questi una piccola giunta ai 
tanti piti che a suo luogo abbiam riportati. 

Gius. Daniele, Memoria sui dazi indiretti. Nap. 1820 ]n-4\ 

Nic* Cornerei , Manuale di dritto pratico e positivo civile , |^e- 
naie, commerciale, amministrativo per lo regno delle due Sicilie. 
Pai. 1826 in-8^ 

Luigi Mar. Guarino, Concordanza della legislazione civile, ecc. 
Nap. 1838 in-4**. 

Frane. Dia$ ^ Legislazione positiva del regno delle due Sicilie 
dal 1800 al 1840, t. X»: iNap. 184140 in-8^ 

— Appendice a detta raccolta. Ivi 1846 in^". 

— Supplemento dal 1841 al 45. Wap. 1845 in.8'. 

Fortunalo Cafaro, Su le procedure di spropriazione forzata de- 
gl* immòbili e diritti reali immobiliari, e di graduazione tra* cre- 
ditori. Nap. 18i4 in-4^ 



458 . àVP, AL voi.. Il-— CUSSE XI. DntlTTO NOVELLO 

yinc Moreno^ Digcslo del dirillo civile nuòvissimo ordiiiiìto ed 
annotalo con volgarizzamenti novelli di Luigi lo Gatlo^ LUI. Nap« 
1851 e segg- in-4^. 

. ART. VI. GIURISTI MOSTRALI 

Ricogliamo sotto quest* ultimo titolo le scritture varie che noa 
ebber luogo ne* precedenti, 

Aless. Èaiiiali e Russo, Dei giuramento legale^ considerato tanfo 
come prova ne* giudizi /quanto come cautela ne' contralti* Pai. 
1818 in-4^ 

Quistione sopra 1* esecuzione provvisoria. PaL 1822 in fai. 

Baff, Fodera, I senatori delle sezioni non hanno facoltà dì po' 
nire le contravvenzioni. Pai. 1835 in-8°. 

4 ' 

, filila. Col/vino , Memoria in sostegno del tribunale di eommer^ 
ciò della valle di Trapani. Quivi 1837 ìn-8^. 

Nic. de Bisogni, Se mai un testamento nullo per la forma poi 
avere V elTello di rivocare V antecèdente. Pai. 1839 in-8''. 

Ben. Castigliaf Memoria suU' enGteusi. Pai. 1842 in-4^« 

me. Uzzo^ Trattato suir enfiteusi. Pai. 1845 ìnW. 

Frane. DuscAo, Trattato dell' enfiteusi^ contenente la teorica su 
tal contratto, e numerose teorie novelle su quei ad es9o intima- 
-mente connessi , sulle obbligazioni e su d' altre importanti parli 
della legislazione civile^ Cat. 1852 ìu-4^« 

G. Tenuti, Ideo dilucidalive sul redime ipotecario. Trap. 18Ì1 
in-r. 

P. VetUurelH, Sulla specialità delle ipoteche conrenzionaii. Pai- 
1842 in-8". 

f 

Diego Orlando, Sul sistema Ipotecario del Codice francese, Me^ 
moria sulla riforma di esso. PaU 1854 Jn-8^ 

— Conralazione d* una dottrina del Touilier, stilla inalienabililà 
del fondo dotale non ostante la separazione de' beni. Ivi 1854 ln-8^ 

GtoaccA. Lumitty Arbitramcnti e progetti di conciliaxioni in ma* 
teria di promiscuità e di quistionì feudali, Cat. 184& in-8^. 



SKZ* II— LBC^mi 4S9 

Dom* Pignatlo, La quistione iriliciaria su V esumazione nei mu- 
iuo. Pai. 1846 in-8^ 

G. 0. Liardo. Memoria sui divorzio. Sirac 1852 ia-4*^. 

érto, la Loggia^ Genesi delia complicità, e quislioni dì dritto 
penale, prcceiluli da discorsi sulT amoro delia giustizia, su 1* atto 
del 2 die. 1851, e sul divieto dei procedimento penale per l'o- 
micidio commesso per legittima difesa^ t. II. Pai. 1833 ln-8^. 

S(Uv4 Tommasino, Sulle vendite col privilegio delle strade To- 
ledo e Macqueda, Monografia. Pai. 1833 in-8^ 

Ign, Porrivecchi, Disserlazìone le{,'ale sul non potersi imporre 
nelle cisterne la rustica prediat servitù di attinger acqua. Pai. 
1839 in:8^ 

-^ Sul falso incidente civile in negnrsi o non riconoscersi il ca- 
ratiere d* una scrittura presso 1 giudici di circondario. Ivi 1833 in-8^. 

-^Sul civile incidente di nllnccodi falso o dinegarsi o non ri- 
conoscere il carattere d* una scrittura presso i giudici di circon* 
dario. Ivi 1835 in.8^ 

— Repliche alla confuta del giudice Michele Unghero sult* inci- 
dente civile d* attacco di falso. Ivi 1833 in'8''. 

Gius. Catalano^ Della soppressione dello stalo de' figli naturali. 
Cat. 1854 in■8^ 

Vtnc. Bozzo, Sopra talune specialità della rendita vitalizia. Pai. 
1854 in.8^ 

Gius. Tirrilo . Del pignoramento de* mobili in materia civile e 
comniercJale. Pai. 1833 in-8*4 

— Traltalo del sequestro sopra effetti del debitore esistenti presso 
un terzo: 2*^ ediz. aumentata. Ivi 1833 in-8\ 

Gaspare la Rosa, Difesa per la validità d* un matrimonio. Cui- 
tagirone 1844 in-8*^. 

— Sulla incapacità civile de* sordo-muti analfabeti. Mess: 18i3 
in-8*. • Dì qucst* opuscolo ragiona il Lucifero giorn. di INap. 1813, 
an. Vili, n. 38. 

• — Sulle leggi di ammortizzazione. Caltag. 1849 in-8®. 

— Fi^decommesso abolito nel 1818, Memoria. Cai. 1853 in-8'*. 
-*- Afflilo fatto a corpo o a misura. Memoria. Ivi 1833 in-8^ 

— Osservazioni critiche sulla commutazione de' canoni cereali in 
denaro pretesa da' possessori di Camopictro foxIVuido del comu- 
ne di Caltagirone, patria dell* autore;. Pai. 1832 in-8\ 



VW AP?» Al VOL. II^H:LAS9B Xff. DRITtÒ ROVÈLLO 

— Notizie storiche del pai rimonto territoriale di Caltagirenc^ al- 
r Intendente della provincia di Cat. 1856 in-8^ 

— Suir antichità, privilegi, onori, immunità e patrimonio diCaW 
tagiroue« Quivi 1848 in-8^.. 

APPENDICE ALLA CLASSE XIIL 

BltirrTO ECCLL$IASTl€p 

In sei rami principali fu per noi scompartito il DiHtto canonico 
slcolo, e la stessa comparlizione serbiamo in €|uesto supplimenlu^ 
.messe però da canto le ulteriori diramazioni di dui ci mancano 
gli elementi^ 

SEZ. 1-4-DIKITTO PUBBLICO 

I due concordati colla santa Sede han ricevale le replidato edl' 
zioni a suo luogo annoverate ; alle quali sono da soggiugnere le 
^sseguenli; cui annettiamo qualche trattali che versano su male-' 
rie differenti é 

Concordato tra la Santità di Benedetto XIV e la Maestà di Car- 
lo III, nel 1741: riportato da Mffaèie PecùreUim calce al voi. I 
delle sue Istituzioni eccL a Nap. 1847. Ivi pur egli rapporta in 
latino ^li articoli del seguente 

Concordato tra S. S. Pio Vile S. M. Ferdinando L ♦ Oltre le 
tante edizioni da noi noverate nel voi. Il, p. 282, è slato ripro' 
dotto liei Giornale dell* Intendenza di Pai. 18l8, u. 3, e d'altre 
province del regno ; dal can. Lui^ Giampallari nel vol< I del 
Diritto eccL sicolo, a Pai. 1828; dal can. Gius. Dìòia^i nel Com- 
pendio del Diritto can. comune-sicoìo, a Nap* 1852. 

* Sieguon ora scritture di dritto pubblico. 

6iu8. Molines^ Protesta nel real nomordi S. M. Cattolica sopra 
la bolla, che spedi il papa Clemente XI , e si pubblicò in Roma 
a 20 febbraro 1713, abolendo ed annullando il tribunale della Ho* 
narchia del regno di Sicilia. Roma, dell'anno in fol. 

Mich. del Giudice, Consulta da farsi a Si H. sopra Y alleroa- 
Uva de* benefici ecclesiastici del regno di Sicilia. * Rimase ms. in 
questa libreria comunale: ma sovr* essa fu divolgata la Consulta 
sullo stesso subbietto dalla Deputazione del regno, a Pai. 1126 in i*. 

Sulla continuazione ali* antica soggezione dello spoglio per quei 
' prelati di Sicilia che non credono doversi avvalere della grazia del- 
1* esenzione del 1741 in-4\ 



I 



SEZ. I-^pmiTTO PUBBLICO 461 

Relaziono do^sli annuali introiti de* prelati ed abbati parlamen* 
tari, e calcolo dei donativi ordinari da* medesimi dovuti. Pai. i794 
io fot. 

Frane. Pecchencda^ Dimostrazione dol libero diritto collaliTO , 
che si appartiene aita corona dì Sicilia sopra la cantoria, canoni-' 
tati ed aiiri benefici delia R. Cappella ipollegiata del Palazzo R. 
di Pai. Nap. 1761 in-4*. 

» 

Memoria bu la propricih do* pepi ecclesiastici. Pai. 1843 in-8®. 
* Contra questo scritto, cUre le varie Ble morie riportale nei \ol. II, 
p. 3«)3, si pubblicarono ancor le seguenti 

Brevi riflessioni per servire di risposta alla Memoria sulla pro- 
prietà de* beni pcciesipstici^ Pai. idi 3 in-4^ ^ Sono dei ean. (Ho, 
lo Grasso. 

Confutazione dell^ Memoria pu(>blicata eoi litolo: (( Riflessioni 
sulle vendite fatte de* beni cbiesiastici e patrìmonipli d^ regno dr 
Sicilia in vigor deli* editto dei 14 febbraro 1811 ». Pai. I$I3 in^"". 

Breve rispostn alla Confutazione in cento e più pagina delle rì« 
flessioni suddette. Ivi in fot. ' 

Ab. Sieyne^ Arringa intorno a* peni di f^biesa. Pai. 1813 in-4». 

Riflessioni su le vendite fatte de' beni chiesastici e patrimoni|iIi 
per io regno di Sicilia. Pa|. 1813 p fai. 

Can..lto«. Cregorio^ Drillo pub))Iico eocl. in Sicilia nel 8e<ìòloi 
XVIl, corredalo di prove e di annotazioni dall' avv. Giamb. Nico* 
losi Berrelta. Pai. 1826 10.8*^. 

Can. Sief. di Chiara , Opuscoli editi ed inedili e rari sul di- 
ritto pubblico eccl. della Sicilia, rarcollr e corredati di prefazio- 
ne e di note d* Ag. GaUo. Pai. 1855 in-8^ • Vi ha la storia d'esso 
diritto nelle sei epoche a dinaslie dalla normanna fino alla bor- 
bonica: Esercitazioni di dritto canonico cavate dal diritto sicoio : 
Sulla Chiesa di Troina , primaria cappella re^^ia di Sicilia : Sulle 
Chiese maggiori e cattedrali di Palermo: Suir antico metropolitano 
di Siracusa: Sulla monarchia di Sicilia: Suir autorità dei vescovi nei 
monasteri di donne : Sulla origine dei diritto canonico sicoio. 






MI APP. AL VOL. Ih- -GLASSE XIII. DIIUTTO. ECCLKSIASTICO 

SEZ. II — DIRITTO PAUTICOURE « , 

Ecco alquante altre memorie ed allegazioni spettanti alle diverse 
chiese dell* Isola^ e vertenti sopra affari di preminenze, di privi- 
ì^iU ^i giurisdizioni: le quali presentiamo qui di seguilo senza lo 
ripartizioni osservate nella Classe a cui si rifariscono. Una ne man- 
diamO' innanzi riguardante la 

Cappellania Maggiore: Difesa de* suoi diritti^ di H. Simone la- 
dica. Pai. 1194 in foK 

Difesa dell* arcivescovo di Palermo per la competenza della giù* 
risdiziones opra 1* isola d* Ustica contro mons. Cappellano maggiore. 
Pai. 1808 in fol. 

Appendice alla Memoria sulla chiesa di Ustica e sua dipenden- 
za dal Cappellana maggiore di questo regno. Ivi dell' anno in fol. 

: PàiEBMo: lus abbatum s. Ioannis Eremitarum ^ sive sex regio- 
rom s Metropolitanae pan. primarlae Ecclesiae canoiilcorum et 
abbatum monumenta. Senza daia in fol. 

Il Capitolo della Chiesa metropolitana rassegna al Re suo signo- 
re, ed alla suprema Giunta le ragioni, per le quali T elezione dei 
vivandieri dee farsi precedente concorso, o suo attestalo cbe as- 
sicuri della perizia del cantò ne' pretensori. Nap. 1780 in-4^ 

McUteo Muratori , Il capitolo della cattedrale di Palermo ai/a 
commissione consultiva sulla giurisdizione dell* arcidiacono. Piai. 
1^42 in-8^ 

Diritti che competono per gli alti chiesiaslici nel Iribunale deHa 
visita della G. C. Arcivescovale di Palermo, Ivi 1731 in-4^. 

Cenno sulle insegne maggiori e minori. Pai. 1834 in-8^. * Au- 
tore ne fu il can. palatino Sah). Ragusa prof, di canoni nella R. 
ilniversità, che^ in difesa di M. Turrisì, ciantrodel Capitolo di Pa- 
lazzo e vie. gcn. del Cappellano maggiore , dimuslra qualunque 
vescovo poter usare le divise pontificali in aliena diocesi senza 
permesso dell* Ordinario , non essendo esse un eseccizio dì giu- 
risdizione, ma un ornamento di sua dignità. 

Ani, Casaccio, Osservazioni sulla Sessione YI^ cap. 5 deE^fof* 
maiione, del Concilio di Trento, che possono servir di- confutai^ 
al Cenno sull'uso delle insegne maggiori e minóri. Pai. 1855 
in-8% * Uuesto autore del Cenno si manifestò nella sua contrar- 
risposta che è la seguente: 

— Lettera del prof. Sah. can-. Ragusa al Rov. Sac. Ant. Casae* 
ciò. Ivi 1833 in-8^. * In questa lettera ben prolissa ribalte if Ca- 
saccio segretario dell* Arcivescovo, e di nuovi documenti ribadisce 
il suo tema. Questi però non tacque, ma divulgò 






SEZ/ II— DIRITTO PARTICOLARE 463 

—•Risposta Itila Lellera del can. Salv. Ragusa. Ivi 1855 in-8^. 
* Tal quislione esacerbò gli animi, ma rimase indecisa. PosU^rior- 
melile pubblicò 

— Ragioni deir Arcivescovo di Palermo per la quistione con la 
yen. chiesa della Magione. Pài. 1855 in-8 . * RibaUQ le prelen« 
sioni d* indipendenza di questa chiesa dall' Ordinario , esposte da 
un Cavaliere dell* ordine eoslnnilniano cui essa appartiene , nello 
notìzie sulla medesima pubblicato & Pai. 1852 in-8\ 

Messina: Difesa dell* ozione delle dne dfghità di cantore ed ar- 
cidiacono della metropolitana chiesa di Messina^ di Giamb. Mon- 
«oKni. 'Na^M7«« in4*. 

Monreale: An archidiacpnus ecclesiac calhedralis panormitnnao 
possit es^e vicarius generalis^ sede vacante , in civitate MoptisrO' 
gnlis; I\erf|t>. I^l3*in-V. ' * 

Consulta del presidènte principe di Camporeale, del marcheso 
Patrìzi, e del presidente Giamb. Paterno consudori della suprema 
Oranta di Sicilia , a favore! 'del capitolo cassinese di Monreale in- 
torno tiir arcidiaconato di quella chiesa cattedrale. Nap. 1780 in foK 

Gius, Mazzaccara e Aless. Precida, Risposta del clero di Mon- 
reale air allejgazione stampata nel 1779 a favore della pretesa re- 
golarizzazione deirarcidiaconalo' secolare ,. prima dignità dopo la 
pontiflcale, di quella metropolitana chiesa. Nap. 178i) in fol. 

Lettere osservatoriali del 1799 della gran Corte arcivescovile di 
Monreale. Sènza data !n-4^. 

Siracvsa: Pel capitolo della chiesa cattedrale centra i parrochi 
della stessa città^ di Giac. Forlani. Nap. 1756 in fol. 

■ • • 

CATAivjA:CoIlectaneanonnullorumprivilegiorumetaliorum spectan** 
Cium ad Ecclesiam cataqensom eiusque minìstros , ex archiviis 
publicis desumpfa a Io. Bapt. Basile. Cai. 1682^ et iterum 1792 
in-4^ ^ 

Decisio Tribunalis M. R. C. sedis Crim. et CC. DD. regni Si- 
ciliae in ca^sa pensionum episcopatus cataliensis Inter. tilularem et 
SQOS* pensionarios diu agitata. Pan. 1740 in fol. , 

Dissertazione canonica ìii fayore dei pensionar! del vescovado di 
Catania contro il titolare del mieilesimo. Pai. 1737 in fol. 

Risposta per cui si confuta r'diHegazìone del vescovo di Catania 
centra i suoi pensionarl. PaK 1737 In fol. 

^Giac. de Antoniis , Per la cattedrale chiesi di Catania contro 
alle novelle pretensioni della collegiata di s. Haria T Elemosina. 
Nap. 17S0 ih fol. 






S'J 



• 464 APP. AL VOL. Il — CUSSK Xll. DIRITTO ECCLESIASTICO 

' Saìv, PeUegrino^ Ragioni della collegiata dì s. Maria la Limo- 
sina di Catania centra U capitolo della cattedrale della stessa città. 
Aap. 1750 in fol. 

Seb. GulU, Risposta alla breve notizia della chiesa di s. Maria 
r Eleinosina della città di Catania , e del capitolo fondato in essa 
' da Eugenio IT, e disimpegno delle ragioni allegate dal detto ca- 
pitolo intorno alT esenzione d* assistere il vescovo nella 4M>iisecra- 
zìone de* sacri oli. Pai. 1775 in-4^ 

Ragioni per vescovo dì Catania e il parroco Ganci contra la Corte 
metropolitana di Monreale. JNap« in.foK 

* ■» ' ■ 

GiRGENTi: Ragioni pel diritto di libera collazione. ch> so i ca- 
nonici della cattedrale di Girgenti compete al Vescovo di quella 
chiesa- Pai, 175.7 in fol. 

Ragioni pel capitolo della chiosa cattedrale di argenti intorno 
alla causa che si agita con mons. Vescovo di qiieUa città. Senza' 
data, in fol. 

TaAPAjvi: Quesito canonico, esposto dal sac- Paolo M. Pero. Pai. 
1855 in-8^ * Discute il dìrillo preteso dal parroco di s. Pietro 
d' aver uno stallo nella cattedrale. 

Cefàiv': Memorie per essa città ò pel capitolo contra mons. Val- 
guarnera vescovo di quella, di Mieli. Giordana. IVap. 1746 in-4^ 

Mich. H. Tecc/itOni , Diritti della chiesa vescovile di.Cefalù di 
regio patrocinato sul beneficio di s. Lucia di, Siracusa. Nap. 1761^ 
in-4*.— Giunta alla detta scrittura. Ivi in-4**.— Epilogo delle due 
allegazioni forensi. Ivi ih-4*^ 

Patti: Mich. M. Vecchióni, Pel suo vescovo contra i Giojosani, 
Nap. 1769 in-4^.T-rPer la vescovil chiesa di P^iti contra i mede- 
simi. Ivi 1771 in-4^— Itaccollad^He carte riguardanti T.ozione a<}- 
cordale al capitolo di queUa cattedrale. Pai. 170! in fol. 

Caitagirone: Frane. Agneita, Per la sua cattedrale ^ntra i sìr 
gnori Getìova., Pai. 1841 in-8^ . . * . 

Gasp, la Rom^ Sul diritto di convoòarè il capitolo della colle- 
giata sugli atti capitolari. Caltag. 1^50 ib-8». 

— Sul patronato del senato di (Laltagirone, alla cliiesa. e al reli- 
quiere di s. Giacomo. Cat. 1856 in-S"*. 

Suir arcidiaconato, prima dignità cui:ata n^l* insigne collegiata 
e sacra basilica 'del patrono s. Giacomo: Quislione, s' ei sia dicd- 
lazion pontificia ovvero episcopale , del can. Sat?. Géthiaata. Hap. 
1851 in-8^. * Mantiene la prima sentenza contra il sac* Salv. la- 
carbona suo competitore che sostenea la seconda. 



' SERVII— nrwYTo'pAHticoiARli 465 

ffontCA: Dispacci reali |>«r lo (tue chioso inudrl de' ss, Pietro e 
Giòi^glo di detta citlA, emanali al 17S7-58, in•4^ 

iVi'cA. itf. Vecchioni, Storia cronologlòa dogli avveiiimenli più ri*- 
marcliévoli dello controversie fk'a le due chiese di 8. Pietro e s. 
Olorgio di Modica, dal 1578 lino al presento. Nap. 1778 in-i^ 

LENTiiìfi: Dimostrazione deli* antica vescovil sede di ossa a prò 
del sonalo e del capitolo di quella illustre città di Gius. Pnccetti. 
Nap. 1780 in4^ 

' — Difesa dei dritti dell* cx-cattedralo chiesa e capitolo di Len* 
tini con tra' la voscovil curia siracusana. Ivi dett* anno in-4^. 

— Difesa di essi diritti nella suprema giunta di Sicilia, di Giìis. 
Cmallo. Ivi 1781 in-4\ 

SconMk: Ragioni del parroco e del sindaco .di questo Comune, 
scrilits diBfiravv.'ffo^pare Ant. la Rosa da CaHagirono. Pai. 1854 
ln-8*. 

Agoiha: Difesa de* dirilti della R. Badia di s. Filippo d' Argirò, 
di frane. JPeccfteneda. Flap. 1766 in fol. 

liPAUi: Ragioni porlo capitolo della cattedrale chiesa di qùc* 
srisola. Nap. 1784 in.4*. 

^ LEncAKA FnwDt: Sul diritto di eleggere I suoi 'cappelljioi sacra* 
* mehtali, del sac. Giac. Pad. Pai. 1833 in•8^ 

PMizt: Costituzioni della sua Insigne Collegiata. Pai. 1854 in4<'« 

SEZ. III.— DIRITTO SmODALE 



Conciin Ti^idenliul decreta ad iuris commanis titulof. redacta ^ 
fina cum concordantiis, decisionibus , ac dcclarationibus Cardiua-' 
lium per i'e^rum Yinc. de Marzilla. Vm. 1620 in fol. 

Series Conciliorum Qccumenicorum , et Summorum Pontiflcum. 
Pan. 1995 in fot. 

* Quest'è una gran Tavola sinottica, che in pili colonne vi metto 
sott* occhiò il nùmiiro do* concili, de* vescovi intervenuti, do* ^le- 
creti emanati, deli' epoche, de' papi^ dogi' imperatori che vi assi- 
sterono, e la legìttimitti di ciascun sinodo generalo. 

Statola sacrao Congregatioriis Slciliao Kpiscoporum anno 1850 
babitae. Pan. 1854 in.^\ * la prima cdiz. del 1852 diauesU sta- 
tuti è in-4®, e fu annunziata a suo luogo.' questa seconda fu fatta 
per uso della diocesi di Monreale. 



466 APP. AL voi. II--€USSfi ^lU. DIMTTQ ECCUESIASTICO 

— SlaUita cadem: cdilìo tertia castigatior , isagogica praUone 
praemissa, Italica inlerpretatioDC adiecta. Ibidem Ì8a4 iii-4^. * Que^ 
sta 3plendida ristampa, fatta a spese del Goveroo , al lesto latino 
aj^giugne di fronte la versione volgare, V uno e V altr» di Al. Nar- 
bone segretario di essa Congregazione^ il quale nella orazione inau- 
gurale posta in frónte ragiona de' precedenti Sinodi sicniani. 

SEZ: IV — DIRITTO SPUCUtE 

■ ", • • • 

lud. a ParamOy Responsum adversus obiéctiones' sfecundo .loco 
excilatas centra iurìsdiclioneois.Officii regni Sicili^e. Malriti ÌS99 

in-*''- . . .'■ '" 

Ioan Ramundetli, Responsom iuridicunl super spoliis ac fructi- 
bus viduaruni ecclesiarum regni Siciliae S« C. M. competenlibas, 
de omilibns praelaftiis càeterisque ecclesiasticis beneflciiss regio iuri 
patronàtus addiclis : An scilicet possit de eis in usus etiam mere 
profanos disponere. Matriti 1682 in fol. 

Istrnziotie del sant*0ilicio di Sicilia per le cause degli eretici 
che spontaneamente vengono al santo tribunale della fede per a- 
biurare i loro errori , e riconciliarsi al gremio deila s. madre« 
Chiesa. Pah in^4*. 

Nicc. iV, GennarOj Collirio agli occbi d' alcuni dello stato ec- 
clesiastico accecati dair interesse e dall' ignoranza. IBjéss. 1 lOtl in firf* ' 

Mieh. d' Vrso, Osservazioni jstoriche sulle cagioni delle contese 
di mdggioranz:a e madrlcilà tra roofle chiese della Sicilia, indicanti 
il pib dritto modo di deciderle. ?{ap. 1183 in-4^ 

Alberti Pierallini pan. Disquisitio de solenni siipplieatione Cor- 
poris Christi a Clero Constanduianae Mansionis infra illius oetavan 
peragenda, Episcopo idem gestante ] ncc non Quaesita de buia» 
Ordinis iure sive publico Sive privato. Fan. l8o4 in-4®. 

Collezione cattolica di preghiere da usarsi in varje iaeidenze del" 
Tanno nella R. Chiesa Costantiniana della Nagione. Pai. 18S5 ìd-4*. 
* Edizione procurata dall' Inquisitore di detta Chiesa il sìg. fiuei 
. di Caccamo. 

SEZ. V—BIIUTTO PONTIFICID , V 

. ART. I. TRATTATI ^TlNl 

Bier. Hegii pan . tathrobius , sive de appe^tfoM episcopatos. 
Compiuti 1S84 ia-4^ .... 



//ior.. Tenero, :Kxaii)6n episcoi^oruin qt- eorum qui approbaodi 
suni ad ndnììnislranda sacraméniu, :oonliniHis omàes deoiiioDeat iu- 
ris canonici eie. Pan. 1627, et Yen. 1679 in foL 

Peiri fjOrseiU pan^, Idea episcopi grai^hace aduwbrala. Pati. 
1637 in-4^ - 

Mauritii de Gregofio^. Elpositio laconica parapfaràstica omnium 
bullaruni ad sensum proocmii, ex prima sub D. Pclro usque ad 
praesenlem suaèmuip poalifieein (Innocentram X); Neap. f64tinfol. 

. Literao moaitorìae contri itompulsores et violatorcs immunilalis 
iurisdiclionis et libertalis eeclesiaslicae in: dvitalibug Puàermi et 
Messanae eie. Ronrme Ì7iS i(i fol. 

Volum sex in sacra tbeologia inAgis(roF(^mf : DisculiuoiMr lOasus, 
raliones el momenla, quibus nonnulli Siculos ab obligalione ser-» 
Yandi inlerdiclùm aupleritate Sedia Apostolicac in Sicilia latutn li- 
bpro^ asserunL Qoloniae ^rippinne il714.]n-4^..* Quesi'interdeUo 
'era s(a(o fulminalo da Glemenle Xi,^quandO' volle aboiireil Irì- 
bunalc dell* apòslolica legazia. A questa memoria però fu data la 
seguente 

» 

Risposta di sette teologi e canonisti al Voto stampato in Colo- 
nia. Senza data, ma è PaL 1714 in fol. * Si vuol dimostrare , ì 
Sicìliarir non andare soggetti a quella censura per motivi politici. 

• . , • • • - , . • 

Sancii An^rUiai Prima iuris canonici elementa, voi. llwCatiiiao 
1815-22 in-4^ . i! ... 

- Tracolli da lui medesimo in italiana favella, con oiiH{iié* pro« 
lu5Ìoni centra i miscredenti, t. I. Iti 1822 in4^< 

Ioannis Dmoii episcopi ananiensis ^ De nolissimis* in iure le- 
gibus, libri II. Pan. 1786 in»8^ * Benebè fitraniero merita qàf an 

Ì)oslo e per V edizione che qui sen'è falla , e per annetlerlò' al- 
' opera seguente 

Iii3tituljontim iuria canonici Tabulafe sjrnopticae iuxCa ordinem 
bnbitum a Io. Devoti. Pan. 1833 in fol. * Sono 198 tavole che ri- 
ducono a fHMi^pendio ta scienza; > dine rìcbiaàiana alla* fonte del 
drillo. . ' •• ■ i -'^ ' ''. wi. ...... 'r 

ART. II. TRATTATI 1TUIA!«I . -'*' •' ' 

Gius. Cioeni cfiinjfiòf.jDissdrthzione inforno gli ecclesiastici be- 
nefìci, in cui si dimostm the dispeiìsati ed amministrati a tenore 
dello spirilo della Chiesa conducono alla felicità dello Slato. Nap. 
1752 m4\ V 



470 APP. AL voi. II--*CtAS8l3 Xlll. DIRITTO KtCIESIASTICO 

Frane. M*. deUu^ Sambuca^ La giustìzia^ la religione e salienza 
delta suprema giunta' di Sicilia in risconlro à detta Apologia. Pai. 
1773 in4\ 

Mauri Granata^ Orationfìs habltae in comfliis generàlibus Con- 
gregationis benedicUno-ca^iieosis anno ii$38 Perusiae convocatis. 
Mess. 1840 in-8% 

I ■ ' », 

Alti del Capitalo suppletorio provinciale de* Minimi , celebrato 
nel collegio di &. Oliva li 29 8ett. i8S2. Pai. in-8^ 

Alfonso Airoldi, Per la causa della Congregazione basiliana nell:i 
real Camera di- s. Chiara.. Rap. 1792 in foL: 

Memoria de* monaci cassinesi di s. Martino de Scalis di Pater- 
mo in difesa de' propri dritti , e di quelli della proviucia cassi* 
ue3e siciliana. Ivi 1796* jn foK 

Dom. SàviUo, Memoria, in cui sostiene appartenere alPAbbale 
cassinesc locale di eleggero fuor di capitolo il maestro de* noTizi. 
Mess, .1822 io-4^ ; 



) ! 



P. Ùesualdo dà Bronte c^pp. Dritti del Ministro generale dei 
Cappuccini sulla convocazione de* capitoli provinciali. Nap. i84) 
in4^ . .. , 

-r*- De* diritti def clero regolare pe* funerali de' frali morti fuori 
chiostro. Ivi dell'anno in-4**. 

— Ricerche canoniche sui privilegi delle chiese conventaali in- 
lorno 1^ predicazione al popolo «.e le CQnfessioiii .sacramenlali. 
Ivi io-4**- , (. 

GacL Meli. Sugli efTetli della secolarizzazione de* raonacl. Pai. 
1852 in-8^. * Tema trattato nella causa d* un individuo uscito del 
chiostro. . .j 

— Sulla capacità civile de* monaci, Osservazioni. Ivi 1854 io4*. 

Salv. Salafìu, Sulla capacità civile do' monaci. Pai. ISSSin-R** 
* Discute i diritti eh* essi hanno o no ad acquistare, a succedere, 
a testare oc. giusta le leggi civili. '. 

Dottrina seraGca. Regola de* trati minori del P. S. Franceseo 
conlerniuta da. papa Onorio III, esposta brevemente a norma delle 
leggi pontificie e le costituzioni dell'Ordine vigenti nella cìsoqob* 
tana famiglia, del p. Benedetto da Cannicattl. Pai. 183^4 itt*8** 

Regola del Terz' Ordino de* Minimi per Ip congreghe deiroD^ 
e dell* altro sesso. Pai. 1854 in-16^ 






• •' ' .SBZ.;Vt-*toll»tTO WOKASTICO 411 

Melch. Abela^ La sussistenza del monistéro bndiliano <1i Moz/n- 
luso in Sicilia dipendcnle dall'osservanza della vila monastica orien* 
tale. Pah 1139 in fol. 

Regola e Testamento del serafico P. S. Francesco con le Costi- 
tuzioni de* Frati minori ێppucdni.. approvate dalla S. Congr. ' 
de' Vescovi e Regolari e confermata dalla feL mem. di PP. IM>a-« 
no Vili. Pai. 1854 in-4^ 

ART. 11. MOIfACnB 

f 

Modo ed ordine di ricevere, vestire o far professione le monh'* 
che deir ordine di s. Benedetto nel monastero di s. Rlaria le yer«* 
gfni di Palermo. Senza data in*4^. ' 

Modo neir ammettere al noviziato, al sacro abilo ed alla solen-» 
ne • professione delle sorelle cosi coriste , come converse del 
terz* ordine di s. Francesco nel monastero di s. Elisabetta. Pah 
1717 in-4^ 

• ' . . . * • ■ ' 

, Ragioni del monistéro de\ Sett* Angioli di Palermo eoi collegio 
de' PP.Oééuiti. Hap. 1738 in.4'. 

Dom. Marlèra, Per lo ven. monastero di s. Caterina della città 
df Palermo noi suprema consiglio di Stato. Nap. 1160 in-4^. 



' !• 



GaeL Sarri , Difesa del patronato del duca di Vatiicano sulla 
badia; deir. Immacolata in Regalbuto. Pai. 1747 hì-4^J 

Sav4 SimonfUti .. Piano delle istruzioni della badia di s. iMaria 
della tioocezione di Regalbuto. Pai. 1182 in fot. 

« 

Sèn. Dom. PuglièU Istituzioni per gli ufficiali e subalterni del 
monaAtero di s. Maria del Cancelliere di Pai. con un breve dettai 
glio della sua antichità e nobiltà. Ivi 1808 m-V* 

i (Ragguaglio al pubblico delle ragioni della Badia Nuova contro 
il marchese Artale. Pai. 1815 In fol. 

APPENDICE ALLA CLASSE XIV. 

< SCORZE RAZIONALf 

* 

Due piccole giunte ci occorre di fare a ({uestc scienze; ed ec-* 

cole scnz\iltri preamboli. 

«0 



47Ì . APP, AL VM.. IH- CLASSI^ XIV. mWtìX MtWHiU 

^ SEZ. I— i$9iTU2ioin 

Barth. Caètelli, Hiscellanea pbilophiea. Mess. 1599 in^i®. 

CoetesHni Bruni , Logiealia» dispùtationum partes IL Pati/ 
1621 ift-4\ 

Aug. Spinò^ Philosopbica<^ qtiacstiones. I^an. ^064 io fol. 

/o$. PoUzzi, Dispulationés in uniVersam philosophiaiD, volK IWj 
Pan. 167Ò in fo)^ 

\ 

Barbarini de Angelis, Aristoteles^ redfif hus in entìs et nAtorae^ 
syslomate. Cat. 1741 in foi/ 

Io$. Ànt. €ugUeri , Univereae philosopbiae svnopsis^ Mditlere' 
gali 1768 ia4^. 

Vino. Xav. Baimùndi, lostHotiones phHosopfaicae. Cat. 181 1 in-4V 

fgnazpo Battaglia, dialogò filosofico soprfrF oggetti vita ddle 
nostre sensazioni. Cat. 18S3 in-S''. 

Eugenio Semii Satomom delle Scuole Pie y^ Breve esporidofii 
de' sislomi flIosoGci in rapporlo al sistema della scienza univor- 
sale dei prof. & Acquisto. Pai. t892^in-8^ 

-^ Esposizione del principk) panteislfco: Consegtfenire fM€8te cM 
se ne deducono: nell* Eco peloritano di Mes^. 1834^ fase. 1 e 2. 

Sac. Ciro MarzuUo, Sa^i^gio su» le potenze dello spirita nmana^ 
yoll. IL Pai. 1856 in-8^ * li voi. I riguarda la parte subbielUva, 
cioè fisiolegia dell^ intendimento, ideologia e l'ogieik; M If contem- 
pla ta parie obbiettiva, ovvero psicelogia, cosmologia e teelogia oa- 
tufàle. 

* L'autore et annunzia due altre sue opere, cioè una Storia dei 
sistemi filosofici ed im Corso. dr etica ^ diritto di natura e ddle 
genti, politica e religione. • 

SEZ. II— TlUTtÀTf 

Ànt. Lucchesi'Paili princ. di Campoff anco^ Lettere filosofiche di 
Anna Gentile Gagliani. Nap. 1780 in-S"^. . 

Bald. Spanipinaio, Osservazioni ideologiche sugli estacoli eoe 
la cecità presenta allo sviluppo delle facoltà intellettuali dell- uo- 



« 

V 



SEZ. I— ISTITUZIONI 473 

i«o, 6 sulla poca al)i)il^ do* ciechi ad apprendere ed insegnare le 
pnatematìche. Cai. ìSSti ìn-4*. 

Vine. Tedeschi, Lezione sopra V anima umana. Cat. 1828 in-8^. 

-nBem. de £o««i eassinese, 4^alisi dèlF umana economia^ volt. III. 
Mess. 1853 in-8^ 

Luigi Tagnitla agostiniiino da Forza , Saggio sulle facollh del- 

r animo, e Cenno crilico sulla esistenza della verìlà. Cat. 1834 in-8^. 

— Dissertatio de feritale reijgionis ehrìstianaie. lU 1854 in-8^. 

Tino, di Giovanni, Sullo stato attuale' e su* bisogni degli studi 
£iosofici in Sicilia^ Con<$iderdzioni. P,8l. 18S4 in-8^ 

Paolo la Spada, SuU* indole, dottrina e filosofia della religione 
cristiana in rapporto a* suoi Ji>ene|iei iefTeUi , xnessa in confronto 
con quella deir oriente e della Grecia e di altre regioni del mon- 
do. Mess. 18o5 in-8^, 

Ani. Catara-Leitieri, Opuscoli edili, 2* ediz. con correzioni ed 
aggiunte dello stesso auloriD, wD. li. Miess. 18S4rS5 ìn-B^.. *^Visi 
contengono quelli di cui demmo il catalogo nel t. Il, p. 3C4, con 
de' miglioramenti, e cojlla gMinta^d'una Diss. sul sensismo, ^ d'u- 
na Orazione ipaugaralìe deiristitu|o il Maurolico, già stampala nel 
1833, e d'alcune Parole per la iQorte (del prof. Anastasio Cocco, 
pubblicate nel 1834. 

~Opusc<^li inediti, Ivi 4834 in-B"". * Yi si contiene, T un trat- 
tato sul Panteismo consideralo in relazione alla scienza, al senso 
universale^ alla morale, jal difitto , ed al progresso civile de' po- 
poli; 2® Consigli alla giovenlù che intende allo studio della filo- 
sofia; S® La filosofi^ del b^. Pasquale Galijuppi considerata rispetto 
all' origine e alla realità del concetto di Dio. v 

— PTuovi scritti. Ivi 1833. * Evvi l'opera intitolati^ « La potèn- 
za del pensiero », di cui avea soltanto pubblicato il Proemio a 
Pai. 1849. Quest'è un tr^lt^to analitico d'ideologia e di psico- 
logia. 




— Rassegna, degli sérittidel medesimo, fatta dal prof. Serafino 
Beangelis: nell' Eco peloritano, giorn. di Hess. 1836, fase. S. 



374 



APPENDICE AUA CLASSE XV. 



' l 



8G1E1KB KOBAU 

Ècco pochi scritti per* giunta alle quattro sezioni che coropoiw 
gono la ragione di queste scienze. 

SEZ. I— ETICA 

Pelri Corsetti , De magnanimìlale dopie beroica vìrtute.. Pan. 
1613 ia-4*. 

1 ' . ■ .1 

Paroemìae siculae saerarum paginarum verbis expressae. Pan. 
1T36 ÌD-4°. 

I 

' • • / • -, . ' • I 

(fto. Gius. Cremona^ Il retto oso della civile coaversasione. Pai. 
tU*ift-ff». 

March. DragoneU% Delle virtù e de' premi. Pai. 1787 ìo-8\ 

€itL9, Coatofizoj Idee sopra r educazione morale. Car. 1189 »-8^. 

' " ' 

* l'ine. Bùttdiee paolotto, Rac^ollft di proveii)l sfctDani ridotti a 
canzoni. €at. ISiS in*8^. * Altre raccolte di motti nostrali abbia* 
mo riportate hel voi. :II, p. 380^ e ségg. 

Gius, Àmbrò, le. passioni, saggio ilFo^fico. Pai. 1853 in«8*. 

Luigi CoUÀnéo, Sui costumi attuali. IVap. 185$ ln-8\ 

P. Ben. d* Acquilo y Corso di filosofia morale, V ediz. rfvedtifa 
e corretta. Pai. 1855 ìn-%\ • ta 1' ediz. fu liotàta nel t. IL p. 878. 

Gio\ CùvùlUtTO, Arjgomento morale della grande influenza cbe 
ha la religione sulla società.' Cat. 1855 in-8^ 

SEZ. II— pIRITTO IlATtl^G^ ' 

■ . ■ ■! " . 

' ' . • . • ... I 

■ • • 1 

Ant. P^ntò, luris naturae^'ei gcntium sunlrtia capila, accedit de 
Iure pubblicò siculo libersfhgularis. Pan. ^1 736' il) 4*^^ 



I . - 



I 1 i 



•i 



Dom. Americo Casani-^ Discorso su i principi fondamentali della 
legge di natura. Mess. 1830 in-8^. 



. 8EZ. I— ETi€A^ i . 47o 

P. .Ben. di* Aequisto (da Monreale M. K; ^ Corso dr drMlo niOu* 
Curale, o Filosofìa del dritto. Pai. i852 in-S"^. * L^tlo.da luì iie&ia 
cattedra di questa università, e compreso ia 26 capitoli che tutta 
stolgoDO la scienza. . i . 

— Necessità dell* autorità e della legge.: ael Poligrafo^ giom. 
di Pai. 1836, n. i. 

— Xìenesi^ natul» del dritto di proprietà : nella Strenna sici- 
liana. Ivi i8S6 in4\ 

• » .• ■ * ' • . . ' 

Gaspare Sduio, Discorso sall^ disUosione della Inorale dal dritto.' 
Cat. 18S4 iD-8°. 

j ■ " 

P. Gesìmldo é^ Bronte cappuccino. I dritti diritto od umano nel 
loro principi è rapporti. Cai.: iSSS iii-8V«: 

. • I . ■ ■ ■ .1 

SEZ. Ili— POIITICA 



*, 



JModoCo Solerò» ^ Utili ricordanze allMngaanato principe. Pah 
1638 in-4\ 

■•. i . '\ • ' •'•/; • -.. ; . • . - - . 

. Ara. Coìiwafiì^ L'occhio sopra lo scettro , ovvero la prudenza 
regìa delineata ali* idea di Filip^fo IV il grande. Madrid 1643 ìn-4^ 

lioini ti'oiparM^GoiicetU ed avvertimenti politici. Pat. 1852, in-12''. ' 

» • ■ . . . 
finis; Costanzo, Dissertazione politica in risposta alla LcUera di 
Gius. Grippa indirizzata al Cm. Fiiangeri. Cai. 1785 in-8''. 

Gius. £o0of età;. Heiiiori^iàiorsile, politica, economica sopra la 
tranquillità e floridezza del regno di Sicilia. Pai. 1799 in-4'^. 

■ 

Giù. Pérlelli, Discorsi sul doveri de' sudditi verso il Monarca. , 
Pai.: 1801-. ith4V. ■'.... - . ■ . • ". ' - ■'•...■ 



'\. 



Tom. Natale, Riflessioni politiche sopra 1* eflicacia delle pene, 
con annotazioni ed appendici. tPal.! 1819. ìn-4^. 

Osservazioni polìtiche sulla Sicilia;, di un* veterano della libertà, 
(Pai. 1820) itt toh 



f' .' • :v 



• . • * 



SEZ. IV— PEOAGOOIA 

Ftane^.PaiènU^ £aÀieUo duca* di Carcaci, Progetto di legge * 
sulla educazione ed istruzione pubUica della gioventù, siciiianari 
Pai. 181S in-8^ 



!• 



^ , •■'• ' . . ■ ■ X . . 



416 APP. AL TOL. 1I«''H:IASSB XV. SCIENZE MORAili 

Giuè. Bozzùn Lettera intortu) al metodo dell* insegimmealo lette* 
mio. PaU i8Si in-8^ 

Frane. Autori, Pensieri arlistiei, filosofici, economici , applicati 
panìcolarmente alla Sicilia. Pai. 1852 in-i2^ 

Giù. A. Jnlrigila, Saggi di educazione morale. Nolo 1853 in-8^. 

Luigi Colameo, V uomo educato sin dall* infanzia , trattato di 
educazione completa per ambo i sessi. Nap. 1854 in?-8^. 

Enrichelta Radice in Sava^ Sulla necessità di educare ed ìstroir 
le fanciulle: nel Gerofilo sic. n. 2i. Pai. i8i<9Mll-8^ 

— Eccellenza della donna: nel Diadema , n. 2. Ivi 1851. ìb#. 

— Pensieri morali: in esso giornale. 

Ciro Marzuìlo, Catechismi di scienze lettere ed arti per com- 
pimento del corso d* istruzione dei sordo-jnnti,. parli III, Gc^uiola- 
gia, Antropologìa, Teologia. Pai. 1854 in-S^. 

— Metodo pratico per insegnar a parlare i sordo-muti: con un* ap- 
pendice per i* insegnamento delle regole principali di nomerica. In 
1854 in-8*. 

Dom. YenUmigìiaf Letteratora pedagogica: nella Rivista scieot. 
Giornale da lui diretto a Pai. 1853 in-4''. 

* Alcune osservazioni su questo articolo scritte da LivornOi k^- 
gonsi in essa Rivista, art. Corrispondenza, p. 186. 

APPENDICE ALLA CUSSE XVL 

SCUEOIZE INDUSTIIUII 

Alle tante scritture, che sopra ciò argomento fornirono di quat- 
tro sezioni^ arrogi quest* altre poche. 

SEI. I^SiTATlSTICA 

.t Piano d' istruzione per la nuova numerazione delle anime e ^^ 
stimo generale di tutti i beni, domandata dal parlailiento ed oidi' 
nata dal re. Pai. 178d in fol. 

Già. Bloèco, Progetto economico per la formazione delle \x^ 
atatìstiche , della carta topografica di Sicilia^ e della conlempon* 
nea rettificazione de' riveli. Pai. 1813 in-4^ 

• 

ti. Lo GtuMo, Lettera d' un siciliano ad un suo amicò (inioa* 
alle statistiche di Sicilia). Pai. 1813 ìn-4°. 



rS&Z. I-^STATIS7ia 471 

; Stalistita delh valle di Girgenti, 1830 ìa4''. * Simili icno le sta- 
iisliche delle aUre valli deir Isola. 

Indice alfabolico de* corouhi di Sicilia, Con la indicazione delle 
(Provincia, DislrcUo, Circondarlo e Diocesi, e della popolazione del 
1 gènnaro Ì844. Pai; 1893 in-4^ 

Indice alfabetico de* comuni d^Ua provincia di Noto con varie 
notizie skilìsliche , redatto da Ben, lupL Quivi 18S1. * Quest'è 
lina gran tavola. paHita in diverse colonne che dan conto e della 
popolazione e del territorio e de* prodotti d* ogni comune. Tavolò 
sliiniglianti presentano collo stesso metodo le altre province. 

SaU), Romàno e Èenedelto, tavole sulla popolazione della prò •" 
vincia di Catania. Ivi 1850 e segg. 

-^Tavola sinottica sulle ^istanze intercomunali di detta provìn- 
cia. Ivi 1851 e 53 in fol. * La parte 1 vi presentale distanze in- 
tèrcofuonali ; In lì quelle delle eontrade dal comune e dal capo 
circondario. 

— Tavola della popolazione del 1 gennaro 1854. con la indica- 
s|ojne della dipendenza ecclesiastica, giudiziaria ed amministrativa 
della provincia di Cati 1855 lnM6^ 

Vinè. iftoriiltaro, Notizie economico-statistiche ricavate sui cata- 
sti di Sicilia. Pai. 18S4 in-8^ 

Fed. Lanza di Castel-Brolo , Esposizione statistica ed ammini-" 
strativa del Monte di s. Venera. Pai. 1854 in-8''; 

-^Reddiconto statistico delle scuole comunali di mutuo lusegiKa-^ 
inento in PaK 1855 in^^ 

— Tavolo de' servizi municipali della Sezione di s. Cristina ne- 
gli anni 1853-54. 

— Staflistioa agraria e di pastorizia del territorio aettenlrionale 
di Palermo per gli anni 185(^53; 

8EZ. II — coffincRcio 

Avendo noi a suo luogo distinto il commercio marktlmo dal fer" 
téstre, e dipendendo quesl* ultimo in buona parte dalla coslruzion 
delle strade; però è che a questo particolare mirano i più dei se- 
guenti opuscoli. 

Itinerario pei' le poste di Palermo. Quivi 1751 in fpL 
♦ 

Carm. Guerra, Meitiorìa stille strade bubblidio della Sicilia. 
Nap. 1784 in-8". 



478 ikPP. AL voi. ll'^^USSE XTÌ. SCIENZE IlfDtStRIALI 

: Cantai ^domnibino de* Portieri ordinari che ogni seftlffiiiina si 
spediscono dairiiflicio deirìlluslro cornerò maggiore per S. H« 
in questo regno. Pai. in foglio. 

March. Bam.sM. QUnrizzo, Sa^gi politici sa Ja pubblica èprì" 
vnta relicilà della Sicilia. Pi)]. 179t iii-i^ * Avvi U Saggio! sulle 
sirnde rombili che poi si son venute effetlaando. 

Conti e descriziene delle opere eseguite tanto ilel)e strade con- 

solari e ponti, che nelle strade trai^ràe, «otto là direeione del pria* 
tipe di Cahipofiranco. Pai. IMI la-**. , 

• . ■'■' ' ■ .... 

Donato Tommasiy Considerazioni sul commercio e soir industria 
nazlòftale. Nàp. Ì82* in fol. ■ .. . 

'Strada rotabile di Scianca. Senza datti, ma è Pai. 1822' ih fol. 

I ■ . • ■ • » • I 

' Bar. Viu> S OndeB BeggiOt Memoria sai cAmmensio' de* Cenali. 
Pai. 1848 in-8». 

Saiv. Abbate e Migliore , Annuario generale del eommerciò e 
' deir ihdustria, della magistratura é dell' amministraasìoite , appnn 
v^nto dal R. Governo con ministeriale del 26 febbraro 1833. Pai. 
detl^ànno, in-8**. .- - * 

SEt. Ili — EcononiA 

La pili parte degli opuscoli che qui Ci .si offrono, sono •Eeono- 
mia politica o pubblica: qualcuno ve n* ba di Economia civile o 
privata. 

Gius. Berli. Castellucci^ Trattato del modo come si deve ope^ 
rare la tariffa perpetua per la meta delle racine e vini del terri^ 
torio della città di Palermo^ 1659 in fol. 

Sav, Simonetti, Voto di regal ordine profferito dal caporuotae 
consultore nel supremo consiglio di finanze per equilibrar il peso 
de* donativi nel regno di Sicflia. Nap. ìq-4<*. 

Nota di fatto con un breve dettaglio dell' ecohooiia del Semto 
di Palermo. Nap. 1773 iii-i". . . 

Piano sul metodo da tenersi nella monetazione dV argento anof 
ma di quelle fatte pel passato. IVap. in-i^ ' 



S£Z. UI— ECONOUU . 1*19 

- Viailo. difflostratka di tuiU ì pesi del réj^oo di Sicilia, cosi dei 
Qooativi ordinari e straordinari, come pel surrogato del tabacco • 
delle rate. Pai. 1183 in fol. 

. Sale, sr di. Liberio^ Sagifio economicux-polilico , in cui si esa-^ 
tnina quanto influisca 1* industria air aumento della popolazione. 

Pai. lisi in-4^ 

( * 

: Pietro Pisaui^ Confronto tra l' antico e nuovo metodo di esigè-- 
rè in Sicilia le pubbliche tasse. Pai. 1813 in-i"". 

. Giué.Emm. Ortolani, Sa i mezzi immediati di esltirpare la po- 
vertà in Sicilia. Pai. 1812 in-8\ 

~ Opuscolo suite antiche e novelle tassie della Sicilia. Ivi 1813 
itt*12\ ' 

AtU. Oandéla , Heiiioria per V ecorfomia annonaria di PalermOi 
ivi 1813 in-*^ 



Piano della contrìbuiione por la riforma de' riveli. (M« 1813) 

Fine. Palmeri e SaUzar, Rimessioni suU* annona e l' agricoltan 
della Sicilia; Pai. 1814 in-8*. 



. \ 



Carlo Sealiri, Indirìzsto del padre di famiglia air estensore del 
registro politico di Sicilia (stilla libertà annonaria). Pai. 1813 in-4^^« 

Dòm. di Gennaro Canlalupo, Annona, ossia -Piano economico di 
pujt^bliea sussislenzaiy 4* ediz. Pai. 1816 ia-12^. 

Gioaeh. de Liberti, Elementi ài amministrazione generale. Pai. 
1814 in-4*. t 

FÌl. JÀbra. Nota per incorraj^giare la coltura delle api in Sicilir. 
nello/. Spettatore Zaneleo, anrno n,>n. 11. Mess. 1834. 

— Memoria sopra ì lavori e la coltura delle api , nel Giornale 
gioenio, t. V, bim 5; e l. VI, bim. 2. 

— Sair ordinamento della pubblica beneficenza a soccorso de-' 
gl^ indigenti. Ivi 1859 in-8\ f ' 

Mario iizzarii Cenno sull* ordinanìento e distribuzione de*' soc- 
corsi in favore deir indigenza involontaria. Cat. 1845 in*8^. ; 

Discorso di Luigi Adolfo Thierè, Sol rinnovaménto della baaèa, 
di Francia, con annotazioni di (rttis. Corraia. Capolago 1842 in«8^# 

6t ' 



480 APP. Al TOL. II*-«CI.ASSB XTI. SdKOC IHDUSTltULI 

Saio. Romeo ^ Sul principio delU libera concorrenza ne* 
porii di applicabilità al cegginio annonario di Catania 1830 in4^» 

. Ign. Luigi Strada, Bachi da seta, errori e pregiudizi che sono 
#iMsla€Qlo alla proBciia rioscita di quest* insetti; Pah ISSI in-IS*. 
. . . -, • . 

Frane, di Paola Bertucci , Sull' avviamento economico deir in^ 
dostria agraria siciliana. Cat. 1832 ìn-8^. 

- >«^ .Sdir attuazione d' una tassa di risparmio io Catania. Iti 1853 
In^^ 

^ia. inli hUrìgila, Sàf^ di economia politica. Noto tS3»iò*8'. 

do. lautlH, Il perfetto veriiicaiore /ossia Esposizione d^ si- 
stema finanziero di Sicilia, messo in rapporto ali' econotnia. potili* 
ca alla storia ed al dritto patrio , cui fan seguilo le dipendenze 
tnlAe dello amministrazioni finanzière ecc. Pai. 1833 ia«4^« * La. 
vero corredato di tutte le leggi antiche e nuove dei regno. 

' Rappòrto soir amministrazione della provincia di Palermo, letto 
al consiglio provinciale dair Intendente duca della Verdura. . Palj 
1833 ìn-4^. * Somiglianti rapporti si pubblicano annuelmente dalle 
diverse Intendenze. 

• • • ■ 

Canti. Marlorana, Cause della ricchezza siciliana neirepoei 
Ifreca: nel Haurolico, giórn. di Mess. 1830; e in quella dèirie- 
, 4»Klemia gioanià, nuova serie voi. I. Cat. 1833^ 

; lu^ Cmmano, Discorso sulla commutazióne «io denaro def ca- 
noni in cereali dovuti da' possessori di Camopietro, proprietà dtl 
comune di Caltagirone. Pai. 1853 in-S*'. 

■ ■ • ■.■..' 

Cav. AgaL Lungo, Influenza dell* industria straniera •stilmigKo* 
ramento ed il progresso dell' industria siciliana: tra i J>iscòrsi della 
Società economica di Catania 1833 in -8''. * Altri suoi df^eorsi d<^ 
anni seguenti si son pubblicati con quelli d* Alfio Bonanno» Fimc^ 
Sertocci ed altri soci. 

Gio. 4i KeitOy Memoria di economia civile^ staliation edamm- 
straliva per uso della Sicilia, pai. 1833 in-4^. : . . 

Bar« eim. Corvetta, La paco o sia 1* impero dello éìtre sosti- 
toito air impero degli uomini: Catechismo popcdare dedicate al pe^ 
polo inglese. Malta 183i in-8\ * Opera riposta nel!' indice. 



'• .. - •■ 



SBZ. III-->ECOiioiiiA i9i 

Vinc. BezzOy Sopra talune spectaHtà della rendita vitalìzia^, con 
osservazioni relelne ad alcofii aiilcoli di ìegg» $ul ^isteina ipote- 
cario ecc. Pah »» in-8\ 

Avv. Giù. Previteraf SuH* azione ideale e materiale della prodit"- 
zione della riechessa , Ponsferì fliosòflco-économioì : nel ^Giornale 
gloenk), genn. 1834. 

Edmondo Degrange, la eorrtsibfHtJi roercantfle, ovvero la (enulEt 
dei libri j(i partite sensT^Hci e dappiè , con un nuovo mètodo per 
Mabìlire anticipatamente un cotrto d* interessi ecc. ; e di un altro 
semplificatissimo metodo per tenere i libri de* negoziiinti a partite 
semplici, con note dt Aless. Yépdnois, 1* édiz. sic. Pai. 18S3. 

Lud. Bianchini, La s^fK^nza del ben vivere sociale e d^f eco- 
nomia degli stali, parte ih Nap. 183!r in-4^ * La parte I, stant- 
pata a Pai. 1845, fu dn i\oi annunziala nel voi. H, p, 430, insie- 
me eoo altre opere ^dlo flèsso autore, oggi promosso^ a direttore 

di Stalo. 

t' • ■ ' ■ ■ 

Dom, TentimigUà, V oro nel 1855: tre arlicoU nella Rivista . 
sdent. leltef . artist. per la Sicilia , diretta e pubblicata da lui stes- 
sa a Pah •I8d5' ln4*. • Considera le cause del decresciuto va- 
lore deir oro per la scoverta di nuove miniere neir Australia ed 
altrove, ^ 

29en. Cesate Pa$eà, Della arti industriali In Sicilia: {ire altrt ar- 
ticoli in detta Ririsla pag. 180, 191, 205^, * Vi discorre deHe art! 
meccaniche fabbrili, e plasiicbe in uso fra noi. 

SEZ. iy^AGR4iiii(^ 

Màolo Balsamo^ Lettera sopra le cagioni della' modèrna scarsità 
paragonata alle antiche raccolte di grano nella Sicilia: nel vpL V 
del Magazzino Georgico. napoH 1187. 

-— I>escrìzione della Fattoria dì tlIMam Ùreén, di Bradfleld Conr- . 
best, nella provincia di Suffolk: negli Atti diella Società diagricof- 
tura, Parigi 1190; e nei giorn^ « Feuille du Collivateur » U X. 

— Pratiche osservazioni sopra i terretii umidi. Venezia 1 196 in-8?. 

* Queste Opere furono da lui pubbKcate itel corso de* suoi viag- 
gi air estero: le divolgate dopo il suo ritorno in Palc^rmo sono de- 
scritte ne* diie ultimi articoli della classe Xtl. 

— - Corso di agricoltura teorico-pratica: opera pòstuma con uoté 
e supplimenti di Georgofili siciliani, pubblicala da Ag. 6aUo. Pai. 
1831 in-8^. * In questa edizione, al Corso dell' autore, (di cui si 
premette^ la Biografia scrìtta dal suo cOncHìtadino ed amico ilTc. 
Patmeri)^ si aggiungono gli scritti seguenti: 



• \ 



-M2 APP. AL POI.. Ur— CUS8K X.V|. S.q»ZE lADCSTRIALf 

. fiald. Jtof^nOt Pegr iiìseUi che daimeggiuiìo gli ulin* 

IHe. Turriii, Hìglioraroenli agrari di Castelbiiono. 

Gius. ReèHvOy Sopra i prati artificiali fiì fiql|a. 

Frane. Mina PahimbOf Sui frassini di Sicilia e sulla collifaiior 
ne dell amolleo. 

Giuè. Inzfinga, Coltivazione della critallipa, 4ella canna dt ine? 
ebero, fabbrica del rum; bigattiere perfezionato in Palermo ; coir 
tura del carrubo nelf ex contea di Modica ; industria dello zaffe- 
rano domestico e del polygonum tinctorium, 

iCamiUo Buda^ Coltivai^ione dell' avellano. 

Nic. Palfneri^ ho' Vasi da pigiar V uv^ , fermentare il mosto t 
conscnrare il Vino^ 

S(d,v. Buèéo ferruggia^ Delle patate» * Fin qui la raccolta. 

Putèche e B^tiueh, Saggio sullit monografia de' pofni di terra; 
irad. dal franp. Pai. 1832 ip^S^ 

Andrea Bivam, Memoria sul taglio ^e' ^cbi. Pai. 1849 in-i^ 

Ani. Selmi, Vrincipi elementari di chimica agraria. Pal^ 1851 in-8*. 

Ag. Gal^^ Pella pa$tori]sia e fleir agricoltura in Sicilia da' tenr 
pi mitici fino all' epoca greca : nella RiYista scient. lett. artt Pai. 
1855 in4% V 

Memoria de' borgesi , mandrai proprietari de' fondi rustici del 
yi|l di Roto sulle cagioni che ritardano in Sicilia i progressi dd: 
V agricoltura, 4ella pastorizia dell' Industria. Pai. 1801 in4*. 

Gasp. Melch. loveUanos^ Parere della -società economica di la^ 
drìd sullo stabilimento di un cpdice d| Ipggi agrarie^ Irad. dallo 
spagnuolo da Giamb. Pìicólosij e dal medesimo corredato di note, 
t, II. Pai. 1815 ìn4-? <.: 

Humphry Davy, V arte di preparare le terre e d' ingrassarli) , 
trad. dair inglese in francese ppr A. Buloff, e dal frane, in ilal. 
per Gaet. Selafani. Pai. 1831 in42^ 

Yinc. Huber Nuovo metodo 4i fare il vino per iMmdensazioM 
economica. Pai. 1834 in-12'', 

"^ Carlo GemmeUaro^ Sullo siato ilell' agricoltura in Sicilia : trai 
discorsi della Società economica di Cat. 1838 in>-8^. 

Gioacch. Geremia , Osservazioni geognoslicbo ed agronomiche 
m vigneti etnei: nel Giornale letterario di PaU 183.4 ìq-8^. 



SEZ. lY— AORAiiiA 483 

Ant, Presiandrea^ Lettera suU' impiego delf oriaa «CNne ingrasso 
^lelJa coltura del trumento. Pai. 1851 in-12^ 

— Sulla convenienza e necessità di rimboschire e rinfaldar» al* 
;euni terreni nei dintorni di Messina , come, rimedio ai molti mali 
^he afiUggoiio la cUth e. le sue^ adliicenit. Qvfvi 1831 jn-4*. 

— Programma al corsii delle lezioni di agronomia nella R. Unir 
.versila di Messina, ovvero Piano generale del medesimo. Ivi 183^ 
ln-8*». 

— Breve cenno sulla geognosia ed agricoltura delle isole di Li^ 
pari e Vulcano. Pai. 1833 in-8^ 

Cnv. FU. Maìorana, Discorsi 'ed Osservazioni solla agricoltura e ' 
paslprìzia siciliana. Pai. 183.2 in-9^. * Letti alla Co/nmessìone d'a^ 
grària, di cui è fondatore e presidente. 

Frano. Accordino^ Sulla mozzatura de* tralci della vite come ri- 
medio alla dominante crittogamopatia. Pai. 1833 in-8^. 

Gius. jDtanpa^ Sopra il rapporto intorno airatfuale malattia della 
vile, letto alla Società econòmica della provincia dì Noto dpi so- 
eio 4nt. Sofia , osservazioni critiche. Cai. 183^. ih-8^. * EstraUe 
dal Giornale gioenìo. 

— ^1 ritorno della coltura della canna da zucchero in Sicilia 
e ne* d* intorni d'Avola , osservazioni bolanico-ecunopiiche. PaU 
1833 |n-8\ * Estrone dal j^iorq. T Empedocle. . 

Nic. M. Fedele, Saggio teorico-pratico di agricoltura sulla vite* 
Pai. 1833 in-8^ 

» 

Gteg. Barnaba la Via, Lezioni di pastorizia teorico-pratica per 
la giciiia, opera postuma, Cat. 1833 in-8% 

Frane. Mina Palumbo, Proverbi agrari siciliani, colle loro spici* 
gazioni. * Le^'gonsi negli Annali di agricoltura siciliana, del prof. 
€ius. Inzenga, anno III» 2" serìé. Pai. i83S in-8*. 

* In questi Annali, ugualmente che nell' Empedocle , giornale 
d* agricoltura ed economia pubblica perla Sicilia, diretto da Gius. 
Biondi, tròvansi assai Memorie originali di nostri agronomi ed estratti 
d* opere straniere. 




APPENDICE AL VOLIJIE IH. 



CLASSE VflL 



SCIENZE HATENATICHE 



Queste scienze, com* è nolo, «lire diconsi pure ed altre ipùie* 
Questa loro diversità ne fornisce materia alla doppia seguente ea* 
l^gori^, 

SEZ. I — ^HATEMATICHC PURE , 

Serluiamo qui la comune partizione 4i questa scieni^i^ ne' tré 
9U0i rami potissimi , so^giiignéndo quf^lcbe altro trattato a' taali 
rassegnati à suo luogo. 

^^r^ I, ARITHKTICA 

*Iocl. Fióri, Trattato del modo di tenere il libro doppio dooe^ 
sticp. Pai. 1636 in toh 

Gius. Carlo Amato, Il microscopio de* computisti, ossia econo* 
mia pratica. Pai. 1140 in fol, 

Pietro di MarlinOj Nuove istituzioni di arìmetica pratica. Ifap. 
1158 in-8^ 

Eleménti di matematica ad uso delle regie scuole: v<d« i>.die 
contiene gli elementi di aritmetica. Pai. 1781 in-8% 

Già. Frane. iVtizio, Principi di aritmetica e commerciot, voi^IU. 
Genova 1790 in-4*. 

Elementi di aritmetica ad uso delle scuole normali di Sicilia. 
Pai. 1791 ln-8^ 

Vtnc. Migliore^ Le tavole d* interesse 6 di scotito semplice e 
^doppio ed a spalare. Pai. 1819 in-8*. 



Sfit; I^HATCXATlCmi PUR . . I8S 

N. Cutcio^ TrdUatò di metrologia qniverMle, corredato dMavole 
di rìduziofie 'delle inìsiire^ delle moneie e de' pesi délfe attdalf 
nazioni e de' popoli dell* antichità in quelli del sisteilia aicolo le« 
gale, preceduto dagli Elementi di aritmetica teorico-pratica; toU. II« 

Ign. di Stefani^ Elementi d* Aritmetica teorico-pratica , seguita 
da un' appendice sul talore delle monete/ pesi e misure delle prin^ 
cipali pinzzc d'Europa , paragonate con quelle di Sicilia» ?uL 
188) itt-8?- 

Pietro Zinna , Schizzo delle lezioni di Aritmetica applicata agli 
usi civili che M dettano neir istiluto Vittorino. Pai. lé$4 ift4^ 

Luigi Ragusa^ Print;ipt di aritmetica. Cat. 1834 in-8^. 

La contabilità mercantile, ovvero la tenuta de* libri in ilarfiteMiht>li;' 
ci e doppie di Edmondo Degratige, con un nuovo metodo per ista^ 
bìlire anticipatamenti- un conto d' interessi, ecc. e di un* altro sem- 
plificalissimo- metodo per tenere i libri de' negozianti o partile sem- 
plici di Edmondo Degrange figlio^ éon noie di AleMUndiro Veréhét^ 
irad. di Frane. Koera. Pai. 18S3 in-8^. 

AàT. Il, ALGKBBA 

€ins. Zwiia^ Memoria della determinazione de* coefffcienti nelle 
formule a difTerenze-diCTerenziali, e suH* epplfeazione di esse aitò 
valutazione degl* integrali euleriani. Cat. 183S iii-4^. * L'autore in- 
segna matematica sublime in quella universHi : d* altre sue opere 
abbiam dato conto nel voi. 11, p. 13. 

ARf . IH. ÀEOJVEtRlA 

Frane. MaurolyH més«. firtiendartie et restitutio Conicorum A- 
poUonii, nunc primiim typis excusae. Hes9< 1654 in fol. 

-^ TheodoM TripaUtae , SpbaeHooraRi Elementorùm libri III , 
ex traditione Maurolyci^ — Menetai, Sphaericorum libri HI, ex tradita 
eiusdeni. — ^^JV/mfoIyct Sphaericorum libri \U - Àuiolyei de Sphiiéra, 
^ ^uaemomur, ì\ber.'^Theodo$H, de Habilationibos— ^fuciidi», Ptiaje- 
nomena brevissime demonstrnla. - Compendtum mathemaiicae. Hess. 
1338 in fol. * Questa preziosa raccolta presenta i più illustri ma-' 
tematici gi:eèt tradoUi è comentaii flsd nostro Htessiiiése, che' t'in- 
tramezza alcuni suoi opuscoli dilucidativi. 

Arehimedis^ Assumptoram libér: i4ir. J?ecft^lfe!fuiì« latine reédi-^ 
dit. los. Afph. Bórrellm curam in gtofiiflriGl» versioni coirtiililJ^ 



ut àPP. At VOL/ nir-HXASSK Xrn. SCIENZE- SUTGMATICHS 

et DOÌas iibe^iores In tmiveìrMni opus adieciL Flof : ififtl in M/ 
^ ^ Sta coi libri V, YI e Vii de' Conici di Àpolhntù Pergto, piinh 
frasali per Abalphato AvphahaMMej 

1. ,• ' - 

Bta^ Spueee» , Perspeclitae problemata et theoreraala. Pdj 
1701- in-8». 

\ ■ • ; " 

Pietro Efwnamtele, Lettera intetrm^ alili aoliizionef d* da proM^ 
ma geeinetrico. Pai.* 164Ì in-4\ 

— Leltera in difesa d' un problema' geometrico da sé «soluto'^ 
W 1645 in-4^ 

€iu$. Alf. Borrclli^ Discorso nel quale s> manifestano le falsili 
e gli errori conleiiruti nella Difesa dei problema geometrico riso- 
luto dal R. P. Pietro Emanuele. Hess^v 164& ifhV^ 

Leon. Ximeneiy I sei primi Elementi della geometris pian». Yen. 
, 1152 itt-8^ 

Pietro di Startìno y 611 etemenli dietim geometria i^iana di fu- 
di4e, IradoUi ed illustrati. Nap. 1T18 in-8^«^ 

Gius. Fel. Stoino, Analisi contro il preteso scioglìnoenlo del iK(h 
'do deliaco, o sia fieli* invenzione geometrica di due medie pro- 
porzionali fra due date relte, escogitato dal p. d. Luigi di 6'fl>- 
«aro in Trapani. Mess^ 1803 in-4®. ^ L' opera del Gciinaroele 
repliclie dello Stagno (ur da noi riportate net t. Ul| p. ìi 6 i^ 

4 

SEZ« II — ^KATEtfATlCHfi IIISTI^ 

Sotto tal nome rivelasi Y Astronomia , la Musida e (al altra fk- 
eolia e strategica o agrfanensorjà o simile. 

ART. I. ismoiiomit 
^JPelH CerieèHf Biscursos astronomìcùs. Pan. Ìtfi2 in-4^ 

tìio. Luca Germano, Trattato astronomico di quanto infloiseoat 
le stelle dal cielo a prò e danno deUe cose inferiori per tolto Vwù» 
bisestile. Pai. 16»6 ill-4^ ^ 

lor. tf.- Olivieri j La luna pasquale, opuscolo'/ Pal.JIMiB-i** 

Gius. Piazzi, Declinazioni e diametri del sole colf equazione del 
tempo per l' anno ji801, calcolati per mezzodi vero al meridisi^ 
di Palermo. Ivi dett* anno in^l2^. 



* 



« 'ì 



fS^l/* II — MATEIHATICnfi VISTE 487 

-^ Storia éeleste dèi R. Osservatorio di Paleimo, toII. IX. Vien- 
na 1845-49. * Opcr^ postuma e magistrale^ contenente osservazio- 
m originali ^ astratte da' registri dì (piesta Specola , e pubblicale 
dal prof. Carlo Liftrow direttore dall' I. R. Osservatorio di Vienna, 
alle cui mani per non 80 quali cagioni, pervennero. 

— Lettere inedite suir atmosfera di Venere. * Serbavano! . mss. 
nel R.: Osservatorio da lui fendatò, ed ora pubblicate nella Rivi- 
sta scientifica letteraria artistica per la Sicilia , n. 1 e seg. PaU 
1855 in-4^ 

Gius; Cacdetiore, Annuari del B. Osservatorio per gir anni 1851 
e segg. Pai. in-8^ ' ' ? 



• « 



L' astronomia nel 1852 e 53: art. dei Giornale gioenio , nuova 
serie, luglio 1853. * Altri articoli si contengono no' seguenti fii^ 
sciceli. 

Bom. • BagoìMhScinài Direttore del R.; Osservatorio. 

--«Su talune proprietà delle strìe longitudinali dello spettro 
solare: nella Corrispondensa scientiOea di Roma/ 1847. 

*-^ Sulle strie trasversali e longitudinali dello spettro solaj'e, Me- 
morie tre: nella Raccolta fisico-chimica italiana di Venezia, 1846-47. 

— Sulla costituzione fisica dello spettro: negli Annali di fìsica di 
Padova, 1850. 

— Notizia suir ottavo satellite di Saturno: neir Annuario dei K. 
Osservatorio di Pai. 1851. 

— Sulla luce delle stelle, nozioni popolari: nel Calendario astro- 
nomico di Pai. 1851. . 

— Sur la composiiion physique du spectre solaire, lettere a Mr.. 
Arago. Berlin 1852' ^n-8^ 

. — Ueber die loogitudinallien des sonnenspectrums Schreiben an 
Herrn prof. Dove (Sulle linee longitudinali dello speltro solare : 
Lettera al prof. Dove). * Pubblicata negli Annali di fisica e chi- 
mica del prof/ Poggendorlf in Berlino 1852. RiprodoUa in Londra; 
vedi^- (( ,The London^ Esdimb.urg and Dublin Phiiosophical magazif 
ne and Journal of dcience^ n. 79, may 1852. 

— Solle osservazioni eseguite in Palermo intorno >aUa cometa 
scoperta in luglio dal dr. Klingerfues, e sul periodo probabile della 
medesima: nel Giornale officiale di Pai. 1854. 

-^ Teoria. dello Equatoreale ^ de' principali micrometri annessi 
al medesimo. Pai. 1854 in-8^, con tavole. 

— Sulle applicazioni della fotografia all' astronomia ed alla me- 
teorologia: nelfa Rivista scientifica letteraria ed artistica per la Si- 
cilia, n: 5. Pai. 1855. • 

- •;:.62 ■■• 



» » . •, ;. 

> I 



488 APP. AL VOL, IIHfrCLÀSSe XVII. SCIEHZ0 ÌHASEHATICHE 

— RaggaagU popolari sulle comete periodiche. Pai. 1855 in 18®. 
— La Luna^ Monografia popolare. Ivi 183S hì-8^. 

— Relazione sulF eedissì Male del sole 4el 28 luglio 1851, os- 
servala in Rixlbofl. Berlino in-8°. ; 

— Osservazioni sulla seconda cometa del 18$4. Pai. in-4^. * Nella 
nota A, pag. 23^ dimostra che. delle 113 comete apparse dal 1793 
al 1854, due furono scoperte e dodici descritte da Piazzi e da Cac- 
ciatore; primi fondatori di questa Specola, a cui è succedalo Tautore. 

— Intorno ad un singolare fenomeno astronomico che. avverrà a 
7 ed 8 febbroro 1835. Ivi 1854 in-8\ 

— Effemeridi astronomiche di Palermo per gli anni 1855 e seg{[. 
Ivi in-8^.- * (Inumerà da principio i Planetoidi^ scoperif lutti nel 
secol nostro, che erano fin* allora 33; di cui il primo è Cerere , 
discoverto dal Piazzi ali gennaro,1801. Questo volume è il XIV 
della collezione degli Annuari del nostro Osservatorio. Esce un vo- 
lume per anno, 

— Giornale astronomico e meteorologico del R. Osservatorio di 
Pi)l. 1835 in-4^. * Questo periodico può dirsi conlmuazione de* IX 
libri di questa specola, pubblicati dal Piazzi e dal Gncciatore suoi 
predecessori. Esce un foglio ogni 15 giorni. 

** Altri trattati di cose fisiche dello stesso autore sarao rasse- 
gnati qui appresso. 

> f 

• / 

Pasquale Mazzullo, Lezioni d' astronomìa e gnomonica: inserite 
neirEcQ peloritano di ftless. 1835, n. 8 e seg: 

ART. II. MUSICA 

Io8., Salina^ Panormi ob D. Rosaliae recessum fristitia ex aagu- 
sto Salomonis epilhalamio deprompta^ et perquam belle emodula- 
ta. Pan. 1688 in.4^ 

— Feslivus plausus in solemnitale D. Rosaliae harmonicis notis 
concinnatus. Ibidem 1695 in-4^ 

— Panormus D. Rosaliae epe a terraemolu liberata; melos eu- 
cbaristicum musicis concinnatum nunieris. Pan. 4701 in->4^. 

— Le vittorie cristiane sotto la protezione di s. Rosalia V. P.* 
mottetto posto in musica da Gììm. iSoiina maestro di Cappella nei 
duomo di Pai. 1684 ìn-4% 

Stefano Marino, Sul progresso storico della musica, e suoi be- 
nefici efTetli. PaK 1851 jn^8^. 

P. Beniamino V ilrena, Elementi di canto fermo e figurato , o 
sia il Consta istruito. Pai. 1854 in-8^ * Oltre le regole vi dà joni, 
salmi, messe in jaote di vario canto. L' autore è italo agostioiaDO 
qui stanziato, 






. *.. ■' 



SE?. II— MATEMÀTICHE msTÈ 489 



ART. III. VAltlETA 



II 



Pietro Afan de Ribera, Memoria sulle manovre di forza, che oc- 
correr possano per lo' maneggio e movimento delle macchine di . 
nrligliefia. MesS. 1792 in-4^ 

Tratlato sopra la costituzione. deUe truppe leggiere ed il loro 
uso della guerra» Pai. 1806 ih-8^. 

; V. .■•..•■■ .' •-■ - . 

Vinci Garofalo^ Compendio dell' arte militare: Nap. W29 in-8**. 
Vinè. Pùlumbà. Saggtò di éiìucazione ntiiUtare. Senza data, in-8®< 

Ordinanza di S. M. (Ferdinando II), per gli esercii e le evoluì 
zionh delle truppe di fanleria, (pmi IL Nap. 1833 in-12^. 

% 

Progètto della reale ordinanza del serviaiio delie truppe in cam- 
pagna. Nap. 1840 in.8^ 

i 

APPENDICE ÀIlA jCIASSE XVItt. 

■■-"■_ , * 

fiCIENZE FISICHE 

Queste scienze si trattano o per via di calcoli o per vìa di spe- 
rimenti. Gli un! costituiscono la Fisica maten!iatica o generale, gli 
ullrj la Fisica chimica o partfcòlare. A quesf altra si aspettano le 
giunte cKé ^ieguono* . ^ , 

% • • . ■ , ■ ,, 

SEZ^ 1---T1UTTÀZI0KI 



; ■ • 



Wilhelmi Silii, Meditationes physico-mathematicae de recta vi- 
rium vivarum mensura> sleu motlonis a^stimatione. Pan. 1174 in-4^. 

PML Arehàé S. f. Physicàe ((uaestfones praecipuae novis expe- 

rimentis et observatioiiibus rekclutae* fiomae 1777 in4^i 

, ' .•■.•■ , 

Giamb. Odierna^ Archimede redivivo con la staterà del momehto^ 
ove non solànVénte S* ihsegna ii modo di scoprir le frodi nella fai- 
siCcazione dell'oro e dell- argento, tna *sr notifica riiso de' pesi 6 
delle misure presso diverse nazioni e di questo regno. Pai. 1<>43 

— Opuscoli: 1**. U nunzio della terra-T^2** la hiivola pendente 
—3" L' occhio della mosca— 4^ 11 sole del microcosmo. Ivi (lei* 
l* anno in'4'*< 



f I 



iiM) APP. AL VOL. ni^CLASSU XVIII. SClEJfZE FISICHE 

Giù. Alf, BorreUi^ Discorso sopra la laguna di Venezia — Rela- 
zione sopra lo stagno di Pisa. * Leggonsi nella Raccolta d' autori 
italiani che trattano del moto delle acque, 4* ediz. t. III. Bologna 

1821 in4\ . ' . , 

Tom. Campania^ Problemi naturali spiegati con nuovi pensieri 
secondo i principi della filosofia corpuscolare. Pai. 1727'in-4^ 

Lean. Ximenes, Opùscoli idraulici: nel voi. VII di detta Raccolta. 
— Teorìa e pratica delle resistenze de* solidi ne* loro attriti , 
t. II. Pisa 1782 in-4». .^. ,, 

Pietro Messina, Ragguaglio storico-scientifico sopra r elettricità 
metallica rispetto agli antichi, con una breve intramessi di varie 
scoverte ed.ìnvepzioni. Cat. 18S2 io-8\ * Estratto dal Giornale 
gioenio, serio II, t. Ili, bina. i. 

Alberto di Benedetto da Gandia^ Discorso preliminare allo stu- 
dio della chimica. Pai. i8S4 in-8^ 

Pietro Condorelli, Modificazione alle dimostrazioni d* alcuni cor- 
pi combustibili fn contatto delf ossigeno con T aggiunta di due al- 
tri nuovi sperimenti. Cat. 1834 in-8% 

» 

Gio. Torregrossa, Riflessioni sul raagnelisnao animale, onderofl- 
ciliarlo colla religione e le scienze, esposto in forma di JcUera 
al can. sac. Pietro Nicosi'a.^Pal. 1854 in-S**. * Si tratta questa ma- 
teria neir Osservatore medito, giorn. di Pai. vol.i , donde l'au- 
tore tolse occasione di scrivere, classando i fenomeni in psicolo- 
gici e fisiologici, e mostrando che tutti si possono spiegare colla 
scienza naturale senza lesione dei principi rivelali. 

SEZi II — VARIETÀ 

Gir. Seltimo de* marchesi di Gjarratana, TrattfitOsdelIe unghielle 
cilindriche. ]\np. 1752 in-4^. * Rimase quest'opera iocompiula. 
alla cui stampa ihfendea Nic. di Martino. 

Gir, Minasi, Relazione intorno al terribile tremuato accaduto iu 
Sicilia a' 5 febbr, 1783. JHess.delt*. anno in-4^..> ., . 






Alb. Corrao," Memoria sopra ì tremuòli di Messina accaduU nel* 
r anno 1783, Ivi 1184 .in-4». . , • 



I r 
' ; « I ■ . * 

'. ■ . • I 



il ■ ' ' • 

Andrea Golfo, Lettere su* terremoti del 1783, con un gioroaJe 
meteorologico de' medesimi, aggiuntavi anche la relazione di quei 



. .8EZ. II-^VARIRTÌ 491 

di Calabria;. coi paesi distruttila ed il numero de' mortK hi 1784 
in4^- .•...•,•■■ 

Gio\ yitmzio^ Istoria e teoria de* (remuoti in generale^ ed in 

particolare di quelli della Calabria e di Hessinadel 1183: Nap^ i«l-8^ 

. • '• ..'"'■■' - * . ■ ' ■ 

Istoriai de' fenomeni del tremuoto avvenuto nelle Calabrie e, nel 

Val Demone nell* anno 1783, posta in luce dalla R. Accademia delle 

scienze e. Belle lettere di Napoli. Quivi 1184 ìn«4''. - • . 



Gaet. 9oiimf Pensieri intorno al flusso e riflusso del mare. Pai. 
1808 in-4^ ". ;;.: * 



•. 1 : 1 . 



Ro8.' Caruso f Istruzione sugli apecchi inclirisdi di Fresnel. Pai. 
1843 in-8^: 

Ani. Costa Saya, Sullo stato di calefazione de' corpi: nell' Eco 
peloritano, t. I, pag.^..rM,ess. 1.854 in-8\ 

Corrado Lancia, di Brolo, Siulla maqchina idraulica presenialfi 
dal sac. Gius. V^gìifa, Os^erv^^ipni ccìtlcbe e cenno teoretico. Pai. 
1856 in-8^ , ' . , . 

* Quivi pur Icggesi un artìcolo a sulle applicazioni della foto- 
grafla all'astronomia ed alla meteorologia )) dell'autore seguente. 

Luigi Coriuim^.La Fotografia e le sue applicazioni: nella Rivi- 
sta scientifica e letteraria) per. la Sicilia, n. 4. PaL 1853;in4^ 



• i 



Dom. Bagona^ Sulla teoria del locoipotore applicalo alla cor-* 
rente termo-elettrica. Pai. 1843 in-8**. . 

— Sulla rifrazìon della luce. Memoria per concorso. Ivi 1844 
in-8\ . 

— Nuovi fenomeni, di rol^ione dell' ago magnètico: negli a Ar- 
chives de 1' éleclricité de Genève, J845, voi. V, pag. 352., 

— Sulle. variazioni diurne dell' ago jaiagneUco: nella (( Corrispon- 
denza scientifica di. Roma, 1945. < • ; ' 

— Sul magnetismo dissimulato. Ivi dott' anno. 

— Sulle variazioni del menisco barometrico: in essa Corrispon- 
denza, e negli Annali di fisica e chimica di Milano, e nella Rac- 
colta fisico-'Chimic^ di Venezia^ 1845. 

— Nuove sperienze sulla doppia refrazione e polarizzazione della 
luce: ÌD<{4eUe Raccolte ed Annali, 1846. . ^ . 

— Nota sulle ^al^eciedenli sperienze: nella citata Corrispondenza 
di Roma, 184^. ., 

— Su taluni fenomeni ottici, che presentano i cristalli colorali : 
nella Raccolta di Yen. 1846. 



49$'^ APP. AL YOL. Ili — CLASSE XIX. STORIE HATDRAU 

Le Memorie eh* egli ia qaesta contempla, sono dal dr. ArU. J7tt- 
écemi BaUoglia a Sul tabacco fumato, causa di emoroidi n: dei 
dr. Gius. À!ìt. Gài/bagni a SuUa malattia endemica biliosa-gastrica 
di causa climatica iì: dèi ^rof. EupUa Reina — « Salfé fratture com- 
plicato dell'avambraccio prodotte da proiettili oda schiacciamen- 
to »: del socio indraa Artidas — u Fauna de' moUaschi cirropedi 
echinodermi, ed altri zooGli viventi a fossili della Sicilia )>: dello 
stesso Tornabene a Sopra un nuovo àlbero indigèno nell' Etna del 
genere Celtis. 

AftT. II. GlOQIIAtB GlOEIflO 

Quei medesimi scienziati che nel i824.avean fondata T Accade- 
mia Gioénia, un decennio appresso aprivano un Gabinetto lettera- 
rio, e vi cominciavano una pubblicazione periodica, conteaente ar- 
ticoli originali ed estratti d'opere^ cosi nazionali come straniere, 
còncemenli oggetti di* scienze naturali. 

Noi di (Questo Giornale abbiamo èstfElttt non podu articoli e ri- 
postili sparsamente ne' luoghi a cui si riferivano; e ciò abbiam pra- 
ticato di quelli cosi della prima, come della seconda Serie. Uaa 
terza Serie è comparita' nel luglio 1833; e di questa mi giova in- 
dicar pochi articoli più confacenti a questa Classe. 

Voi. I, fase. I. Estratti di chimica organica^ di terapeutica, di 
fisiologia animale, di patologia chiruiqgica, ecc. 

Fase. IL Cav. i^o^ino lonj^o, Memoria sul solfato di soda na- 
tivo, esistente in Garcaci distretto di Nicosia. 

• •.■■;•■■ 

Pietro Messina, Epidemia de' gallinaci, od Ornitopatia epizootica. 

Gioach. Geremia, Risposta a' 23 articoli della Gommessione di 
agricoltura e pastorizia, ne' quali si richiedevano notizie statisti- 
che sulla eoUivaziòn delle vitle suda criltogamopatia. 

Fase. ni. Analisi di opere ed estratti di memorie accademiche 
sopra differenti materie, d'autori stranieri. 

* Con questo fascicolo chiadesi l'anno 18S3: somiglianti a que- 
sti sono gli articoli de' susseguenti anni, che alle varietà delle ma- 
terie annettono la Rivista bibliografica, col Rendiconto dell' Acca- 
demia gioenia. 



1 



i95 

I * 

SEZ. II— 3I0!X0GU.ÌFIE 

Tali sono ì trattali che discendono a* singoli rami della scienza, 
che qui presentiamo come ramicelli del grand* albero deli* univerào. 

• 

ART. I. ZOOLOGIA 

G. F. Rafineaque, Analyse de la nature, ou tableau de V uni- 
vers, et des corps organìsés. Pai. 1813 in-8**. 

* Soggiornando codesto Americano fra noi , vi pubblicò questo . 
ed i più altri scritti da noi a suo luogo apportati. 

. Frane. Carlo d* Amico, Osservazioni critiche intorno la pesca^ 
corso e cammino de* tonni, in opposizione a quanto scrisse su tal 
soggetto Francesco di Paola Avallo. Mess. 1810 in-4**. * L* opcf'a 

, deir Avolio fu da noi ripprtata a suo luogo : or questi contrarri- 

' spose colle seguenti 

• 

Riflessioni suir opera del duca Frane. Carlo d* Amico intitolata 
« Osservazioni ecc. ». Sirac. i817 in4®. 

Diego Maglienti, Osservazioni della influenza lunare sopra ì corpi 
organici ed inorganici, vegetabili ed animali. Pai. i841 in-8®. 

Gius. Cardile, Ricerche anatomico-fisiologiche su ì ricci marini. 
Pai. 1834 in.l2^ 

.Mario ZuccarellO'Palliy L'anitra fusca rinvenuta in Sicilia: nel 
Giornale gìoenio^ nuova serici voi. li, fase. 1. Cat. 1856 in-8^. 

ART. II. BOTANICA 

Yine. Cacopardo, Osservazioni e scoperte sopra alcune piante 
di Sicilia succedanee alla corteccia del Perù: parte I, Introduzione. 
Pai. 180» iu-4^ 

Gaspare la Rosa, Cenno storico sullo studio della botanica: nel 
giorn. Scilla e Cariddi. Mess. 1844. 

Catalogo delle piante coltivate per cura del conte Luigi YerUi- 
miglia. Pai. 1853 e 56 in-8^ 

Yinc. Accordino, Sulla mozzatura de* traici della vile, come ri-, 
medio alla dominante crittogamopatia. Pai. 1833 in-8". 

63 



496 APP. AL VOL. Ili — CLASSE XIX. STORIE NATtRALI 

Già. Cafici cassinese, Sul castagno e castagneto. Cat. 1854 in-g". 

Paolo Culirera teatino, Fitologia biblica. * Descrive parecchie 
piante, cioè T olivo, la palma, il fico, il lino, memorate dalla Scrit- 
tura, in altrettante monografie in'serite nella Rivista leU. di Pai. 
1833, n. 10 e segg. Quest* è un saggio d* opera da lui preparata 
su tutta la botanica scritturale. 

Gius, Inzenga, Sullo spirito di asfodelo in Sicilia, e sulle prì- 
me sperienze fatte neir Istituto agrario Gastelnuovo: in della Rivi- 
.sta^ n. 18. 

ArU. Arioti, Filippo Parlatore e la Botanica in Sicilia: in essa 
Rivista, p. 172 e seg. ^ Discorre degli autori botanici nostri e poi 
delle opere di quest* ultimo oggi stanziato a Firenze. 

■ ♦ 

ARt» UI. HIHERALOGIA 

Paolo Boccone. Della pietra belzu^r , minerale siciliano, tioo- 
teleone 1669 in-4<*. 

Gius. Coslantino , Notizia della polvere di Baida , e quella di 
montagna di Cane o del Diavolo^ Pai. 1812 in^4^. , 

Placido Portai^ Memoria sopra il ferro speculare. Nap^ senz'an- 
no in-8^ 

Ant. Tamagna, Sulla necessita della chimica e della fisica per 
Io studio e la conoscenza della mineralogia: uell* Eco pelorilano. 
Wess. 1853, t. I, n. 5. 

ART. IV. GEOLOGIA 

Bob. Bava, Considerazioni geogeniche su i climi nelle antiche 
età della terra, e de' loro inversi mutamenti. Napoli nel Rendicooto 
delle adunanze e de' lavori della R. Accademia delle scienze, 1855. 

— Su le condizioni dinamiche del sollevamento delle montagne: 
negli atti dell' Accademia gioenia, 18SS. 

ART. V. TERIHOLOGIA 

Breve saggio sui bagni minerali di Termini e sulla' loro restao* 
razione e riforma. Pai. 1818 in-8^ 

Placido Portai, Cenno sopra. 1 bagni minerali di Termini. Pai. 
1824 in-8®. ♦ Ne scrisse pur egli nel Giornale di scienze ledere 
ed arti, fase. 13; e nel Giornale medico di Nap. 1824 , fase. 3. 



SEZ. ir— MONOGRAFIE 497 

Leltefa sopra alcuni ammalati guariti colF uso die* bagni di Ter- 
mini. Pai. 1825 in-8^ 

AnL M. Gargolla , Osservazioni cliniche dello stabilimento dei 
bagni termo-salini di Termini. Pai. 1841 in-8®. 

Raffaele Cappa, Dell* analisi chimica e delle proprietà medici- 
nali deir acqua tern^o-minerale di Sdafani. IVap. 1847 in-8^. 

ART. VI. VULCAKOLOGIA 



Conte Aless. Pepali, Lettere dalF Etna. Senza data, ìn-4^. 
* Quest* illustre italiano descrive le maraviglie da lui contcm 
piate sulle vette di quella montagna. 



Relazione de' danni cagionati nel territorio di Catania per causa 
deir eruzione del monte Etna ('Ài aprile lf66) Pai. in-4^. ^ 

Gaei. Giorgio Gemmellaro, Descrizione di alcune specie mine^ 
rali dei Vulcani estinti di Patagonia. Cat. 1854 in-3^ 

iPPENDICB ALLA CLASSE XX. 

SCIEn/.E HEDICIIE 

Senza smarrirci nel labirinto delle tante divisioni e suddivisioni 
che costituiscono il vastissimo patrimonio dell' iatrica facoltà , ci 
contenteremo in quast' ultiijna giunta di presentare quelle altre prò-- 
duzioni che sono a nostra notizia pervenute. Il perchè riuniremo 
in un articolo quelle che di per sé spetlerebbono a vari. Premet- 
teremo i trattali generali, vi annetteremo i peculiari di questa o 
quella parte della scienza, e chiuderemo colle sue appendici. 

SEZ. I — TRATTATI GERERAII 

Sotto questa categoria comprendiamp e memorie e giornali, che 
o tutta la scienza riguardano, o diverse sue ramificazioni contem- 
plano. .-» 

ART. I. OPERE PREilMIRARI 

Barthoh Castelli, Lexi(5on mcdicum graeco^latinum: primom tri- 
bus editionibus a /oc.. Pancratio Brunone locupletatum ; deinde 
ab aliis plurimis novis accessionibus auctum; demum postrema hac 
editìon^ plurimis recentissimorum auctorum vocabulis ornafum: to-' 
mi II. Palavii 1755 in-4^. * Le prime edizioni di questo liCssico 
le abbiamo lodale nel Voi. III, p. 155. 



4DS APP. AL VOL. Ili — CLASSK XX. SOSHZC HEDICHB 

l08. GcUeani, Vigìliariani medicjaalium nocturnac elucuhrationes, 
parlini lalio^ parllm helrusco sermone conscriptae: tomi XV. Pan. 
1663 in-12^. * Solo il lomo 1 venne in luce; contenenlo parafrasi 
sugli AITorismì d* Ippocrale: quest* è una 2^ edizione ^ arricchita 
ed ornala da Isidoro PaUesieros. 

* Assai altre lucubrazioni di vario genere abbiamo a' loro Ino- 
f;bi riposte di questo insigne medico palermitano : alle quali si 
vuol qui aggiuguere il Compendio e la traduzione de* libri VI di 
Claudio Galeno (( De tuenda valetudine ». Pai. 16^ in-8^. 

Hier. Ballaglia pan. Politica visio, Panormus regium Sicìliae ca- 
put cuslodilur geminis seualoriae vigiiantiae oculis in salutem po- 
blìcam et in ialropbysicorum academiam, Oratio inauguralis* Pan. 
1T28 iiì4\ 

— Coelislis paradisus, stellatum coelum , ubi prò pubblica sa« 
Iute emicaul, vigilante uli sol princeps, seplem sidera, toiidem pa- 
iriae patres: Oratio extemporanea. Ibi 1730 in-4^. 

Ro8, Ya^sallOj Saggio filosofico sopra una nuova logica normale 
d«lle scienze praticbe^ applicabili alla nosografia ed alla ciiaica. 
Pai. 1830 in-8". 

ART. II. MLMORIK VARli: 

Ranerii Columbao, Philosophrac et medìcinac Cheoreinata. Mess. 
1500 in-4^ 

D'ìdaci Malaraiiiy De prolificao eclipsis effectibus, Ej^stolams- 
dica> morbi curalione, duabus contro versiis, et comin^nlalioae lo- 
cupletala. Neap, 1600 in-4^ 

Au^. Giuffrida, Quae^ila medica; pars 1 et II. Cai. 1733 in4^ 

lac. Zappala Canlarellaj Academica oratio de medicifme excel- 
Icnlia. Cai. 1803 in4\ 

Pauli Sgroi, Dissertatio iatro-physico-praclica de fèsiinalioneei 
procraslinalione in morbis curandis, acdehodierno opialorum ab- 
usu. Pan. 1808 in-4'\ 

Dissertazione sopra r esistenza d* un rimedio universale: trad. 
dal francese per FU. Yeynabene. Pai. 1770 mi-8^. 

Gio. Yivenzio, Memoria intorno alle cautele e mezzi per coa- 
servar la salute di un* urioala, tanto in accantcoamento che aceaia- 
pata. Pai. 1800 in-4^ 



SEZ* I— TRATTATI GKlfEllAU 499 

-^ Piano di uno o piCi spedali di campagna. Ivi 1802 in-i^". 

Ro8. Scuderia Programma di un sistema di medicina. teorica, or- 
dinalo secondo i principi del metodo analitico. Pai. 1804 in-8*. 

Lor. Cassar , Accademico ragionamento. Messina 1808 in-8*. 
^ Discorre centra il sistema di Brown. 

C. G. A. Scftwn7flrne, Manuale medico: Irad. dal francese di F. 
CD. in ilf. (cioè Frane, (^afoa^no dottor in medicina), t. IL Pai. 
1813 in-12\ 

Andrea Barbacfòi, Prospetto delle Memorie di medicina fisico- 
chirurgica e chimico-fisica, contenute nella Biblioteca Britannica. 
Pai. 1816 in-8\ 

Salv. Platania, Dissertazione in causa di veneficio: trai suoi 0- 
puscolì. Cat. 1828 in-8^ 

Nic. Cervello, Catechismo, ovvero Manuale pratico del modo di 
soccorrere ^li asfittici. Pai. 1834 in-8®. 

Luigi Cinquemani^ Sulla teoria del freddo. Caltan. 1834 in-8". 

Salv. Dammaggio, Discorào sulla metastasi. Pai. 1831 in-8*. 

GaeL Algeri, Osservazioni sopra V istoria autentica e critica di 
Mich. Pandolfìni. Pai. 1835 in-8^ 

Giac. Bartolo, disposta ad una critica che il dottor Algeri ha 
fatta a due opuscoli del dottor G. B. Barletta Giarrusso. Senza 
data in-8\ 

Aloisio Crucio, Lettera al dottor Gaet. Algeri in difesa del proL 
M. Pandolfìni: Pai. 1835 in-8^ 

Salv. Nicdosi, Osservazioni sopra talune varietà di alcune parli 
dell* organismo dell* uomo. Cat. 1835 in-8^. 

Lucio Cipriani, Discorso sommario sulla regione medica. Mess. 
1835 in-8». 

Pietro ScivolettOf Idee filosofiche intriche. Cat. 1856 in-S**. 



500 APP. AL VOL. IQ-'-GLàSSE XX. SaERÌCe MEDlGKE 

ABT. III. GIORNALI 

Tra' tanti periodici di qoesta scienza, enumerati nella- classe XXX, 
tocchiamo di fuga due soli oggi vigenti, e di questi alqnante me- 
morie più recenti, e di medici nostri, messi dallato gli arllcoU di 
autori e gli estratti di giornali Btraoieri, di che sì arricchiscono i- 
nostrani. 

« 

I. L' Ingraasia (j\oTiìa\et delle scienze mediche per la Sicilia, 
Gaet. Costanzo direttore e compilatore; un fascicolo al mese. An- 
no VII, Serie III, Voi. U. Pai. 1854 in-8\ 

Num. 1. Ani. Sofia, Esame critico, sopra alcune massime pato- 
ternpeutìchc odiernamente riprodotte ed enunciate da vari medici 
francesi su la cura delle legittime febbri di. accesso ec. 

Pietro 91e88ina, Rabbia umana con ispecial predominio di ae- 
rofobia e fenomeni idro-foto-fobici, Osservazioni. 

Onofrio di Benedetto , Suir utilità del cloroformio per uso io- 
terno nelle affezioni nervose. 

Gio, Piazza, Sull'uso della ver-atrina. 

Num. 2. Tomm. di Palma Caccioppoli^ Su di un casodifei)- 
bre gastro-reumatica. 

Ant. Ingrao da Menti, Escissione di Scirro al testicolo sinistro. 

N, 3. Gaet. Costanzo, Forti sospetti d' incipiente epidemia di 
metro-peritoniti con fenomeni tifici. 

Stefano Giordano ^ Caso di grave metrorragia \inta dall' ipeca- 
cuana. ^ * 

N. 4. Gio, Piazza, Su di alcune sperienze di H. Claudio Ber- 
nard intorno alla calorifieazione animale. 

— Sull'uso del solfato di cinconina nelle febbri intermittenti^ 
e del barro jodurato nella tisi polmonale.^^ 

<" -" , 

Gius. Tavella d* Aidone, Gaso dì melanosi al dietro-bocca. 

Ftne. Musèo^ Suir uso dell* idrocianato di ferro e di china. 

N. 5. Frane. Leoni, Sulla cagione delle febbrf inlermittenlì. 



I 

SEZ. I— ^TRATTATI «BlfElUU Sifl 

Ani. Mina la Gruaf Sulla diss. intorno a' principali effetti del • 
freddo nelF eéonomia animale di Chevalley de Rivaz. . 

N. l.Emm. Marzi4lo\ Parto forzato per emorragia grave ute- 
rina prima del travaglio. 

N. 8. GaeU Co$tanzo, Sul cbolera^ e particolarmente su quello 
di Palermo nel 18o4. 

N. S/ram6io, Cronaca del cbolera. 

I\. 9. Leopoldo Sabbàiini^ Sulla cura specilica del cbolera a- 
siatico. 

N. 10. Gaet. Costanzo , Considerazioni crilichc sulla statistica 
de' mililari colerici trattali omiopaticamente dal dr. Biagio Tripi. 

n. li. Ant. Sofia j De' danni prodotti dall* omiopatica in Noto. 

IV. 12. Continua la stessa Memoria* 

* Con essa terminano gli arlicoli originali del 18o4: intralascia'* 
mo quelli dell' anno seguente, o diamo in lor vece, quelli di un 
altro giornale. 



II. V Osservatore Medico, Giornale siciliano , diretto dal prof. 
Salv. Cacopardo\ un fascicolo ad ogni bimestre: anno III. voi. III. 
Pai. 1855 in-8^ 

Fase. 1. Salv. Cacòpardo^ Il secondo cbolera in Sicilia. 

Me. Cervello, Sulle funzioni nervose della vita di nutrizione. 

Salv. Romano , Quadro nominativo e statistico ,- e risultamenU 
curativi ottenuti sulle colerose del R. Albergo de' Poveri. 

Fase. 2. Gius, de Na^ca, Della scrofolosa tabe de' bambini, co- 
munemente conosciuta col nome d'atrofia mesenterica, di peri- 
tonitide infantile, di Carreau ecc. 

Ros. Ianni da Riesi, Febbre perniciosa traumatica colica. 

Fase. 3. Gius. Lombardo da Sorradifalco , Dell' uso de' medi- 
camenti purganti e vomitivi. 



sai APP* AL YOL. ni— GiASSK XX. SGISUZE HKDICHE 

iSiffiofle Corleo\ Trasformazionei racGorciamento e trasposidone 
di tallo il colon. 

Frane. Scriffignano , Sopra un caso di amputazione di grosso 
tumore misto. 

Fase. 4. Frane. Passalacquat Storia di un caso di rabbia spon- 
tanca. 

Tficc. Caslellanaj Storia di un caso di fungo ematodo. 
* Servanjo questi pochi articoli ad assaggio de* rimanenti che qui 
per brevità s' inlralasciàno. 

SEZ. II — ^TRATTATI PARTICOLARI 

Riuniamo qui le disparate trattazioni di patologia, di terapeuti- 
ca, di farmaceulica, da collegarsi con quelle che a suo luogo fu- 
rono in distinti articoli classificate. 

* • 

ART. I. PATOLOGIA E TKRAPU 

Doni. Botlone , Febris rheumalicae mallgoae historia medica. 
Mess. 1712 in-8^ 

— De arthrìlide sic dieta ,,physico-medicac exercitatlones. U)i 
. 1724 in-4\ 

Io. Martimiy De infaniium^ deque puerorum adrectibas, prae- 
lectiones medicae. Cat. 1780 in-4''. 

Eugenii Mole Nallo, De variolis, opusculum. Pan. 1783 in*(^ 

E. G. Clarke, Hedicinae praxeos Compcndium. Pan. i811 in-12^. 

Gaet. Pallone, Osservazioni mediche sulla malattia febbrile do- 
minarne in Livorno. Mess. 1810 in-8^. 

Andrea Candiloro^ Osservazioni sulla nuova cattedra di clinica 
pralicu. PaU 1813 in-8^ 

Pasquale Panvini, Prospetto della febbre costituzionale dell' an- 
no 1817^ e deir opportuno metodo curativo. IVap. dell* anno in-8*. 

— Lello fumigalorio, ossia nuovo apparecchio per somministra- 
re agli ammalati fumigazioni e vapori nel proprio letto con la mas- 
sima comodità ed economìa. Ivi 1821 in-6^. 

— Sedia letteraria per prevenire le malattie degli uomini stu- 
diosi. Senza data in-8% 



SEZ».tì— TBiTTAM FAUnCOlAltt ■ ^ '• ■ 503 

«^ Avvertimento agli autori dell' Efremeridi di meéioiiia «iniopa- 
tica. Nap. 1829 iD-8^ 

Della melena, ossìa morbo nero d' Ippoeraté.'Pa). 1822 in4''. 

Rocco Pugliese , Uemorla di un' asfissia per colpo di^fulmine. 
Cat. 182» in-4\ 

g 

Vinc. Sichera, Memoria anatomico -patologica sul sacco ernia- 
rio de* visceri del basso ventre.- Pai. 1832 in-8^. 

Dom. CoUeUi, kpoìogh (d'un svo scritto sull' omiopatia). Pai. 
1838 in -8*, 

ó • • I ■ . • 

Gaet. Caracciolo^ Istituzioni di semiologia. Mess. 1839 in-12\ 

Odoardo Ctmeri, Considerasioni logica-medicbe riguardanti )^ià 
particolarmente la tisi. Pai. 1839 in-8^ 

Vinc. Abbate, Osservazioni cliniche sulle intermittenti autunnali 
endemiche in Mondello e sue adiacenze. Pai. 1840 in-8^. 

Pkiùido Portai^ Memoria suir infiammazione. Nap. 1843 in-8\ 

Mario BatlagUa , Sulla flogosi degli organi del respiro. Pai. 

1844. 
—* Sulla natura della tisi polmonare. Ivi 1846 in-8^ 
— Manuale teorico-pratico di percussione ed ascoltazione. Ivi 

1853 in-8^ 



/ > 



Cav. Gius, de Nasca, Collezione completa de* pib opuscoli pa- 
tologìco-medici. Nap. 1830 in-8^. 

— Della scrofolosa tabe de* bambini, Consideramento. Ivi 1832 
in-8\ ' 

Reclamo alle società ed accademie omiopatiche contria la stati- 
stica del sig. ^ìcfc. medico a Krems. Pai. 18S2 ìn-8^, 

Giac. io Presti , Efficienza del « Similia ' similibus )) nello svi- 
luppo fisiologico di tutti gli esseri organizzati viventi, ed erronea- 
mente stabilito da Sam. Hahnemann a base di medicina. Pai. 18S£3 
in.8\ . , 

A. Cavana, Sag$;io su talune guarigioni ottenute nella provin- 
cia di Noto. Cat. 1853 in-8^. * Scrisse ei pure sul tannino, sulle 
malattie della donna, sul fluido cefalo-rachidiano, sulto straUsmo, ec. 

64 



*v 



304 APP. AL VOL. Ili— CÙSSe XX* SGIEHZE kEDICHB 

Enrico Dipieira Leone da Piazza, OssenfazioDÌ sulla Domefiela- 
tura organo-patologica. Pai. 1853 in-8^. 

Natale d* Agro da Trqipa, Suir jaulorilà delF idroterapca doTota 
al dott. Ciac. Todaro da Pai. 1853 in-8''. 

Pietro Messina da Palazzolo , Osservazioni sulla rabbia umana 
con ispecial predomìnio di 4Gfofo|)ia e fenomeni Idro-foto-fobici. 
Pai. 1854 in-8^ 

r 

Biagio Tripi, ^otso di stud| omiopatici. Pai. 1854 in-8^ * Al- 
Iri scrini di lui e d^ altri su questa dottrina stanno al lóro luogo. 

Mich, Pezzangora, Cenno sulla infiammazione (ironica, Pensieri 
fisio-critioi-patologici. Pai. 18SS in -8^. 

At/h Falcia, Osservazioni cliniche sopra tre casi di emorragia, 
con esposizioni antiche e dottrine moderne sulle febbri pernicìoi 
se periodiche. Cai. 1855 in-8**, 

ART. 11. CORfAfil E» EPIDEMIB 

. Tielro Castello, Flagello della pestc^ nel quale si considerana 
le cose sospette di contagio, e si propone il rimedio di correg- 
gerle. Mess. 1656 in-4^. 

Dom. Bottone, Preserve salutevoli contra il contagioso malore. 
Ivi 1721 in-4\ 

And/rea Gallina e Scavo , Avviso medico-fisico intoruQ alla ca- 
gione deJl^ ricorrenti epidemie in B^ì* 1765 in-4^. 

Gius^ Lombardo Giacalone^ Bistorso sull^ indole dell* elefantiasi 
regnante in Trapani. Senza data in-8^. 

Carlo Palermo, Diss. sopra T origine delle malaltie epi^eroicbe 
e cojitagiose cagionate da* cattivi vapori dell' .esalazioni mefitiche 
fli certi 'luoghi viziati. Nap. 1782 in-4^ 

Mariano Valenti, Delle febbri dominanti iii Sicilia bel 1832-33, 
lAisure igieniche a precaversi, loro natura è trattamento. Pai. 183i 

ART. III. COLERA MORBO 

. 1 

Specie di contagio secondo alcuni, genere d* epidemia secondo 
altri, egli è quei flagello asiatico che ha nel secol nostro straziata 



IS 



SEZ. II— TRATTATI PARTICOUM Sul 

V Etiròpfli Belle opere qui pubblicale intorno a si doloroso argo- 
menlo ne demmo una lunga lisla nel voi. Ill^ p. 206 e ség. Ad 
esse arrogi le qui appresso; 

Paéquale Panvini, Islruzione ài popolo^ sulla còndotla da telieré 
In ca^o di cholera-morbus. Nap. 1833 in-S"^. 

Istruzione pratica profilattica e terapeutiòa sui cholera-morbus 
risialico, Trap.- 1835 ini8*; ^ 

Cesare Pasca^ Prospetto statistico de* regolamenti e de* resul- 
tati ottenuti liella cura dègiVinformi colerici ilello spedale centi^le 
di convalescenza di Pai. 1831 in-8^; 

Del cholera spasmodico o iiidiaiio ^ nH. estratto dalla Medicina 
domestica di BuUet, e dair opera di €ood. hi 1837 in-8^. 

Principali mezzi per preservare dal cholera-morbus, estratti da 
iari giornali tedeschi e francesi. Mess. 1831 in-8^. 

* Rincrudelito questo male , prima a Palermo neir agosto del 
1854, indi nelle altre città di Sicilia ; tanto il Giornale oflicialcl, 
come gli altri dell* Isola annunziavano diariamente e il numero do- 
gli estinti (che nella capitaie questa volta non trapassò i 6000 , 
nel 1837 n* eran periti oltre a 30000) , e i rimedi o prescrìtti o 
adoperati da! medici lie* diversi spedali e nelle case private.lMtes- 
si da canto altri progètii di mitiòi* conto, basti accennare il Rap^ 
portoietto alla R. Accademia delle scienze mediche dal relatore 
Ani. Macahiso, e pubblicato col titolo: 

Sui rimedi tornati ~^iù utili nella Òura del dolèra del 1854. Pai; 
in-S^ ' ^ 

Gius, Brann da Nicosia , Il <Jo1era allrt parlata di tutti , e Sud 
metodo curativo. Nap. 1894 in-8^. 

Siamo Tripi, Rapporto sul colera. del 1837. Pai. in-8*»\: 
-— Ricerche patologicbo sul colera; Iti irt-8^. 

— Ricerche terapeutiche sul colera. Ivi in-8**; 

— Preservativi e metodo curativo del colera. Ivi 1854 in-8^. 
-^ Statistica de* militari attaccati di Colorii in l^alermo nel 1854^ 

trattati omiopatfcamente. Ivi in-8''. 

* Codesta statistica è siala fortemente impugnala dal dr. Ga^L 
Costanzo in una memoria letta alla R. Accademia dèlie scienze me- 
diche^ e poi inserita nel suo giorn'. Y Ingrassia , n. 10 , ottoèfé 
1854: Quivi più altri articoli leggonsi su questa infausta mfttètìa< 



^ 



506 APP. AL fOL. Ur-CUSSB XX. SClOm MEDICHE 

. Cav. Raimondo Oranata , Cenno storico sol colefa ia Hes^ni. 
Quivi i8Si ìn-8\ 

Dottor Penna, Osservazioni cliniche sul colera. Iyì in-8^. 

* Una descrizioiie paielica delle stragi menate dal colera in. Mes- 
sina, di Enrico Bryant Barretl ^ leggesi neU' Eco peiorilano di 
Mess. nov. Ì8S4 ìn-8^. 

Gaet. Gigante Ortega, Sul colera-morbus, e parlicolarmenle su 
quello di Licata. Pai. 1853 in.8^ 

Giac. lo Presti^ Breve ragionamento filosofico sulla conlagìosila 
del colera. Pai. 1855 in.8\ 

Nie. Castellana^ Meiodo come frenare ed estinguere il cheterà 
asiatico^ ed Osservazioni sull'oppio^ Pai. 1835: in-8% 

ART. IV. FARHACU E MATERU HEOICA 



r. 



' Hie. Gervtuii , Succedanea alpbabetica serie disposila*. Paa. 
1610 in-4°. 

— Norma tyronuni pharmacopofarain galeno'spagyrica botanica, 
editio altera. Ibi 1166 in^4». 

'. . ■ ■ 

£eon. de Amalo, Adversariorum catena de iure galli veteris prò 
astbmate. Pan. 1667 in-4^ 

. • • . ' • ' ' ' 

lac. lodavo. Nova aquae firi^ae metbodus. eiusque vires ad obi- 
nes morbos, edit. 2^ cum addilionibus. Pan. 1728 in-4®. 

Pharmacopoea coliegii regalìs londinensis. Pan. 1815 in-12^. 

* Pari a questa sono le svariate « Pharmacopoea Britannica, Ba- 
iava, Rossica, Fennioa. Polonica, Gallica, Svecica, Danica, Hispa- 
nica , Lusitanica » pubblicate in distinti volume dalla Società dei 
Classici italiani a Milano 1823-27 in-8^ 

Lettere reali a favore del collegio degli aromatari di Palermo e 
degli aromatari di Sicilia. Pai. 1734 in-4% 

Vinc. CaxmareUa, Diss. per 1- acqua I>alsamica astringente. Pai. 
1778 in-4». 

Giamh^ Capello, Lessico farmaceutico-chimico cpntenente i ri* 
medi più usati d oggidì. Cat. 1780 in-4\ 



S EZ. II-^TRATTATI PABTI^OLARI 507 

Ttnc. Cacoparilo, Osservazioni e. scoperte sopra alcune piante 
di Sicilia e di Europa succedanee alla corteccia del Perù. Pal« 
1809 in-4\ 

Frane. Calcagni, Lettera suir uso interno del carbone di legno 
nelle febbri inlermittenli. Pai. senz' anno in-4^ 

-— Memoria sulF uso medico della macchina fumigatoria di Ga- 
les. Ivi 1818 in-4\ 

Andrea Barbaeci e Gir. Mina, Osservazioni sulla virtù febbri- 
fuga del solfato di chinina nelle febbri intermittenti. Pai; 1822 in-4*. 

Codice farmaceutico, ovvero Farpoacopea francese pubblicata dalla 
facoltà medica di Parigi neiranno 1818, tradotta dal latina' per 
Gaet. Sclafani, con Taggiunlif di un discorso preliminare, e di 
alcune annotazioni del trad., tomi II. Pai. 1819 in-12^.' , . 

Salv. Plataniay Sul prezzo de' medicamenti. Cat.. 1828 in-8". 

Sah). d'Aequistay Dizionario portatile di materia medica e tera- 
peutica. Nap. 1833 in-12^ 

Bouchardat, Manuale di materia medica, di terapeutica compa- 
rata e di farmacia: 2° Ediz. aumentata dall' autore, tradotta ed an- 
notata da Bem. Salemi da Monlemaggiore. Pai. 1855 in-8^. 

Enr. di Pietra Leone da Piazza, Sugli effetti purgativi dell* olio 
di ricino a due o tre dramme. Pai. 1855 in-8^. 

SEZ. Ili — TRATTATI AGGIUNTI 

Alla medicina interna sposta finora arrogi la esterna, quella cioè 

<.he adopra la mano, donde il nome trasse di Chirurgia , dì cui 

^a parte la Ostetricia. La cura finalmente degli, animali ha dato 

Sfiascenza a quella facoltà che Zooiatrica o yélerinarla si addi- 

manda: con che facciam punto alia nostra Appendice. 

ART. I. CHIRURGIA ' ' . 

Io. Jiapt. Cortesii, Tractalus de valncribus capii»». Hess. 1632 

t 

Giù. Fragoso, Cirugia. Pai. 1639 in fol. 

Tom. Raimondi, Stiggio di osservazioni sulla iilolomia. Pai. 180j 
i^l.8^ • 



* . I 



AOi APP. alVol. iif--CL4SSE %t. uìvmìì écdighi: 

Gius. Girardi, ìTemoria apoloi^etica in occasione d*àBa opera- 
zione fatta alla sig. Ant: Tedeschi. PaL !81i in-4*. 

« Giamb. Amato, Breve saggio sul vaìuolo Taccino ritrovalo in Boc- 
cadifalco villaggio di Pai. 1811 in-4*. 

F<tanc. Fede^ tstorìd di un* operazione di pietra, seguita col fa- 
glio retto-vescicale, ed annotazioni medico-ceruàiche sulla medcsi* 
ma di Gius. Indelicato. Pah 1813 in-8^ 

Lingi Salemi, Osscrva^^ioìlGf di chlrurgra. Pai. 1814 in-8^ 

Rapporto fstorico sulla cttfa della frazione del collo del femore. 
Cat. 1828 io-8\ 

jRocco SóUna^ Itìlor^o là eloroUiatesi delfe piaghe ed il nsf^do 
generale di cura dovuto a ciascuna delle tre «dialesi delle slesse. 
Pai. 183» in.8^ 

Placido BugHàrélli^ Òssèrvaziotii dinichcf su dac frainmeDli ài 
medicina esterna. Pai. 183S in-8^. 

Alessio Bayer, TrtìUato delle malattie chirurgiche e delle o^ 
razioni che loro Convengoffo^ trad. dal francese. Pai. §834 to-^* 

r I 

Placida Portai, Sì due casi (fi allacciatura d* arteria , uaa àll^ 
femorale, Tallra air iliaca esterna. Nap. 1839 in-8*^ 

— Osservazioni sulF ernie. Ivi 1842 fn-S**. 

— Piede torlo sinistro eongenilo , guarito colla decisione. Irf 
1843 in.8^ 

Mario Piatto, da SerMdifalco, lìfemoria su talune opcrazioiri & 
litotrissia. Pai. 18^0 in-8\ 

— Osservazioni di litotrissia, hi f8$$ in-8''. 

Angelo Linareé da Licata, Sulla vaccinazione é Sui vaccinatori' 
Pai. 1852 in.12^ 

Frane. Alessi, Ihie parole su c|ì un' operazioue di ernìotoinia' 
Pnì. 1855 in-r: ' 

Paolo Adragna^ Giudizio medico-legale su d* una Violenta rot- 
tura deir orecchietta destra del cuore e idee sulle sftegi^v Trap- 
1855. in.8^. 

^al. de Agro , Sulle cause ù sulla cura de' piedi torli coRge' 
Bili. Pai. Ì85S in-8". 



8EZ. Ili— TftATTATI AGGIUNTI ' 509 

ART. 11. OST£tRirJA 

loè. Mancasi , De par(a dienim ducentorum et trigìnla octo , 

rcsponsìo et defensjo. Pan. 16S2 ìn-4^ 

« 

Gaet. Meruìla, Merporìa concernente la (isioa educazione delle 
levatrici negli spedali. Mess. 1801 in-8®, 

Gio, Raffaele, Ostetricia teorlcoTpratìca ^ t. II , con Atlante (dì 
tavole 66). ]\ap. 184t in M. * Simile Atlaple di Ant. Scarpa er^ 
liscilo a Firenze 1839 in foL 

— Di un caso taro in ostetricia , rotlqra* dell* utero nel princì- 
pio del travaglio del parto : fiel Supplemento al fase, di giugno 
della Rivista sctent. ecc. Pai. 1855. * 

-—Caso raro eoe, Seconda risposta al prof. Warìano Pantaleo^ 
Ivi 1855 in-8^ 

4RT. ni, VETERINARIA 

Paolo Bal$a'iiiìo y liCttera sopra il vaiifolo delle pecore. PaU 
1804 in.4^ 

Se la peste ))ubonica attacca i cavalli. Mess, 1813 jn-4^. 

And/rea Parbacd, Sulla epizootia bovina, che ha regnato in au« 
tunno nel distretto di Cefalb e di Bonforn^lo. Pai, 1818 in-4^. 

Pietro MesHna , Epitome di epizoologia vaiuolosa ovina. Pai, 
1855 |n-8**, , 



Q>o 



<^^^::^ 



AWISyrÉlVTO 



Alle diverse elassi delle Sdenze Naturali fin qui ram- 
gifhatb teiigon dietro quattro àttre diSdeifze Sacre che dm- 
dono il, terzo volurne: ma sovr'eése non ci si offre mUlaia 
aggiugnere.. 

Delle Classi comprese in questo tohime tUtimo'^ dm sol- 
tanto ne ministrano delle aggiunte^ e sono la bloquerza e b 
POESIA. Senza discendere a minute dissezioni, le pongMam 
qui come suggello della presente Appendice ^ kisciando dìfi 
altri si prendano cura di coMinuarla. 



■I I 



. «• 



APPENDICE AL VOLUME iV. 



CLASSE XXV. 



' • 



ELqQlENZA 



Riparliamo le poche orazioni che sieguono nelle cofisacto calc- 
f?oric di Ialine ed ilaliche; e queste in profano o sia civili, ed in 
sacre o sia ecclesiastiche. 

SEZ. I — OlUZtOIVI LATI.ÌE 

lo. M. Hlozeh C. R. Imago mamerlinae virtirtis in tempio Pai- 
ladis a praesulibus messaHensibus condilo expressa eie. Pro fau- 
sto sludiorum exordio. Mess. 1687 in-i'^. 

Mart^i AnL Nieolicchia mess. Praefalio habila in studio urbis 
Calanae, cum utriusque iuris lauream accipere aggrederetur. Cat. 
1708 in-8^ 

Io8. Asmundo Paterno, Oralio ad tuendura consulalura arlis sc- 
ricotextoriae in urbe Calanae. Pan. 1728. in fol. 

Aìig. Giuffrida^ Apollo in poetas academica exercitatio , habila 
in lyceo Cat. 1734 in4^ 

Io. Dotn, Prosimi patritiì mamertini, Pro calumnia^ Oralio. Sen« 
za data, in-4^. 

Ant. Garaio pan. Oralio in annua sludiorum inslauratione in re- 
gia Calatahyeronis academia habila. Ibi 1777 in-i"*. 

SEZ. II— ORAZIOIVI ITAUiRE 

Son queste di vario genere, allre politiche, altre forensi , allre 
accademiche^ altre sacVe, e queste ancora di specie diflerenti^ quali 
pareneliche o esortaiive^ quali laudalive o encomiastiche. Piai qui, 
. non diamo che aggiunte: il dippiù veggasi nella Classe corrispon- 
derne. 

()3 



I • 



512 APP. AL VOL. IV — CLASSK XXY. ELOQUENZA 

ART. I. DISCORSI POLITICI 

BarL SiriUio, Orazione fatta per Va città dì Palermo ali* illustrìss. 
ed eccell. Marc' Antooio Colonna viceré di SìciJìanei ritorno ch'ei 
* fece da Messina neiranoo 1581. Pai. 1583 Inri"". 

P. Lattanzio Arturo, Predica sulla vittoria navale contro i Tur- 
chi Tanno 1671, alia presenza di D. Gio. d'Austria rilornato vìt* 
torioso in Messina. Ivi in-4^. 

» 
P. Boti, Attardi, La verità in trlbuucile non si dice , non si a- 
scolta, non si pratica: discorso politico ^ morale , cristiano. Pai. 
, 1725 e 40 in-4^ 

FU. Aless. 8. Agata servita, Cristo trasfigurato in gloria maestro 
•del cittadino trasfigurato in principe: discorso politico -morale re- 
citato nel duomo .della repubblica di Lucca. Pai. 1735 in-4^. 

yinc. Auria, Orazione recitata nell* accademia de' Raccesi di Pa- 
lermo iM8 dicem'bre 1652 nelle allegrezze fatte in essa città per 
le vittorie di S. C. M. in Italia, in Catalogna ed in Fiandra. Ivi in4*. 

Bar. Vito d* Ondes Seggio, Discorso d* introduzione al Corso di 
dritto costituzionale della h. Università di Genova.' Savona 1854 io-8*. 

— Discorsi suIIa5 presenti rivoluzioni d' Europa: nella Rivista ita- 
liana di Torino 1850-51. 

ART. n. DISCORSI VARÌ 

Dom. lo Faso duca di Serradiralco, Intorno ali* oi^anizzazioDe 
delle barriere. Pai. 1814 in fol. 

Ant. Sciascia, Discorso d' apertura alia cattedra di codice cirile 
nella R. Università di Pai. 1841 in•4^ 

Discorso suir inviolabilità dello scudo.di salvaguardia nelle veu- 
dite assegnazione de' beni.' Pah 1843 in-8^. 

Gio. Interdonali, Discorso sulla rettifica del catasto di Hessioa. 
Pai. 1847 in-4^ 

ìlio la Slanlia, Discorso solle basì della legislazione, seguito da 
un progetto di storia del dritto civile o penale in Sicilia. Pai* 
1853 in-8^ 



SEZ. IRRORAZIONI LATIIU: 513 

IHC' Crescimanno^ Discorso inaugarale pronunziato al tribunale 
civile di Trapani. Pai. 1852 in-8^ 

' Gius. Piatoli Calcagno, Discorso per V apertura del consiglio di- 
strettuale di Falli dei 1854. Pai. in-8^ 

Pietro Sampolo, Discorsi. Pai. 1855 in-*^. 

Bar. di Bigilifi , Discorso pronuncialo nella solenne apertura 
del consiglio della provincia di Pai. 1839 in-i^ 

Duca di Laurino , Discorsi prominziali in occasione dell' aper- 
tura de* consigli provinciali di Pah 1840-47 in fol. 

Duca della Terdura , Discorsi suir amministrazione delle pro- 
\incia di Palermo ', letti al Consiglio provinciale gli anni 1852 e 
e segg. in fol. 

• 

Somiglianti discorsi, cosi de' successori dì lui , come degli al- 
tri Intendenti dell' Isola, recilati per tale occorrenza, si mandano 
costantemente alle stampe. ^ 

Frane, di Paola fiertueci. Discorso inaugurale per V apertura 
deir archivio provinciale di Cai. 1854 in-8®. 

Agat. Longo, Discorsi pronunziali nella Società economica della 
provincia di Cat. 1853-54-55 in-8". 

Ign. de Paola^ Discorso sul suicidio, Ivi 1856 in-8*^. 

Salv. Brancaleone, Discorso su la vita e le opere di Gius. Gan- 
dolfo. Ivi 1856 in-8^ 

Cav. Pietro Veniimiglia, Orazione sulla pace pubblica interna, 
Iella nella gran Corte civile di Cai. 1855 in-4^. 

— Delle relazioni del dritto con V esletica, discorso inaugurale 
pronunziato neir udienza d* essa Corte, 1856 in-8^. 

ART. III. DISCORSI SACRI 

Giulio Cesare Muèaracehi, Ragionamento della venula del Mes- 
sia centra la durezza e T ostinazione ebraica. Orvieto 1624 in«4^. 

Gaet. Barone, Discorso apologetico in difesa del Messia non cre- 
duto per quel eh' egli è nella sua ìnnocentissìma vita data in ba- 
lìa de* ministri della morte. Pai. 1713 in-4^ 



3U APP. AL VOI. IV — GU5»E XXV. CLOQflEIIZA 

P. Emm. Garofalo scolopio, Prediche doe salta preghiera. Mess. 

1812 in-8^ 

se — In ooorc dcirislitulo Tcalino nella celebrazione del suo terzo 
colo. Ivi dell' anno, in-8®. 

Gioacch, Geremia^ Discorso sull* unità catlolica nello stalo mo- 
rale e patologico di Europa ; nel Giornale della religione. Nap. 
18.% in'8'\ 

Discorso in occasione di ringraziamento a Dio ^ recitato da on 
Gesuita T ultima sera del 1837 in Callanisselta. Ivi 1838 ìu•8^ 

I 

Andrea May ola. Discorso in rendimento di graiie air Altissimo, 
recitato neir ultimo dell* anno a Messina 1852 in-8''. 

Pietro Comunale, Discorsi sacri. Cat. 1831 in-8^. 

SEZ. Ili — MARIOLOGiB 

' Parto non ultima di ecclesiastiche storie sono le relazioni di fe- 
ste celebrale air onore dei Sanli, e pjrecipuamenle della gran Ver- 
gine loro reina. Noi dunqu«5 non vogdam trasandarle, polendo esse 
tornar utili all' uopo e satisfar lo ricerche di chi per Ventura tro- 
visi in circostanza d* usarne. Le riparliamo in più articoli ; um 

. de' quali vi dilucida i misteri della sua Vita ; un altro le tradi- 
zioni della sua Lettera, un- terzo la varietà de' suoi Titoli. 
Avvertiamo però che gli scrini seguenti son panegirici rccitetf 

^ per diverse occorrenze nelle varie cilià dell* Isola , dove tai titoli 

"' misleri son festeggiali. 

ART. I. MISTERI H4R1AN1 

Uno de' principali misteri che la Sicilia dai piti remoti secoli 
ha venerato, egli è Tlmmacolato Concepimento di Maria: sopra che 
abbiamo noi scritto un Ragionamento isterico, pubblicato in que- 
sto 185S, quando per ogni dove fu sulenneggiata la dogmatica de- 
finizione di questo mariano privilegio. Fra le tante laudaiziùni pa- 
negiriche si coniano le seguenti, di cui ci conlenliamo accennare 
gli autori e le date, secondo Y ordine cropologico. 

Frane. Salerno min. conv. , Lo due battaglie fatte in cielo ed 
in terra per difesa dell* Imjkiac. Concez. Mess. 1643 in 4^. 

FU. Polizzi min. conv. , Sermone detto in Trapani. PaU 1635 

in*" 



SEZ. Ili— MARIOLOGIE 313 

Aless. Poggi lucchese della Madre dì Dio, Il possesso giustifi- 
cato: pan. della Conc. Imin. nel duomo di Pai. 1700 in-i"". 

Mich. Ang. Iacono del V Ordine, Il corso della nave Vittoria, 
pan. per l' Imm. Concez. di M. V. Pai. 1724 ìn-V. 

Giamb. Pisone di Sambuca capp., Oraz. pan. per F immunità 
dal debito della colpa originale di Maria. Pai. 1733 in-4^ 

Frane. M. Laredo d. C. d. G., Il giusto jmpegno della Vergi- 
ne Imm. a prò di Cario Borbone, paneg. detto nel duomo per la 
conservazione del nostro monarca. Pai. 1741 in-4^ 

Leone da Carini capp. Oraz. paneg^ per la definizione dogma- 
tica dcirimm. Concez. Pai. 1855 in-8^ 

Vmo. di Giovanni, Discorso sulla medesima. Pai. 1855 ìn-4^. 

yHo M. Pero M. C. Ragionamento sulla stessa. Ivi 1855 in-4^. 
* Altri discorsi e trattati su questo Mistero vcggansi nel voi. I, 
p. 308: nel 111, p. 400; e nel IV, p. 27. . 

AHt. 11. LETTERA MARIANA 

I 

I^a tanto famosa e venerata Lettera che una pia tradizione attri- 
buisce alla Vergine àncora vivente , spedita da Lei a* Messinesi , 
ha sempre fornito argomenti di controversie, di apologie, di lau- 
dazioni, di cui un buondato n^abbiam porto nel t. I , p. 4)10 e 
segg. Come nella solennità anniversaria se ne celebra la memoria 
con panegfricì, cosi poi questi si mandano ordinariamente alle. stam- 
pe. £ccoli 1^ nuda e rapida indicazione d* alquanti venuti* a no- 
stra contezza, giusta la serie degli anni che soli accenniamo, sen- 
za il luogo che fu per tutti Messina, e senza il formato che fu per 
lutti in4\ . 

Bari. Petracci d. C. d. G. 1614. 

Scipione Arrigo prcle, 1633. ^ 

Marco Manalopolo prete, 1639. 

Gius, della Madre di Dio merced. scalzo IGIO. 

FU. Salerno min. conv. 1641. 

Giuè. Spatafora minorila. 1643. 

LìmI. Pvoiii^ataro minorila pai. 1646. 

OiiaviQ Balsamo doli. 1646. , 

Paolo Belli d. C. d. G. 1647. 

Jjud. yisilano mess. min. ass. 1649. 

Gius, d' Andrea mess. d. Cd. G. 1650. 



516 APP. AL VOI. IV — CLASSE XXV. ELOQVERKA ' 

• Tom, da it Raimondo itierced. scalzo. Ì6S1. 

Mich. Cantelli d' Asaro d. C. d. G. 16S2. 

Jgn, Balsamo mcss. d. C. d. G. 1653. 

Cirillo da Termini carro. 1656. 

Bern. de Begibus pai. carni, scalzo. 1657. 

Frane. M. di Leone mess. d. C. d. G. 1658. 

Me. Lipsoó di Baccudia. 1660. 

Ben. Dini prete. 1660. 

Carlo Bastone pai. d. C. d. 6. 1660. 

Gio. Paolo dell' Epifania pai. carm. scalzo 1664. 

Frane. Alibrando mess. d. C. d. G. 1667. 

Frane. M. Giangrande mess. 1669. 

Gio. Beitano min. conv. 1669. 

Sav. Castelli can. 1669. 

iVic. M. Gennaro domen. 1675. 

Gius. M. Costa d. C. d. G. 1676. 

GiuS' Galletli mess. d. C. d. G. 1677. 

Gius. Genovese mess. 1677. 

Fabio Ascenso modic. d. C. d. G. 1692. 

Giamb. Yizzari de' Minimi. 1693. 

Frane. Tramontana sac. 1696. 

Vito Alberto Mustaeeio carm. 1696. 

Ani. di \ineenzo pai. d. C. d. G. 1697. 

Carlo M. Pica pai. d. C. d. G. 1700. 

Leopoldo da s. Gio. Bailisla carm. scalzo. 1701* 

Gius. HI. Salomone d. C. d. G. pai. 1702. 

Mario Corsoni d. C. d. G. 1722. 

Frane. Ani. Barraceo d. C. d. G. 1725. 

Giamb. Falconio dom. 1728. 

Lor. Migliaccio, 1731. 

FU. Secusa lerm. d. C. d. G. 1737. 

Frane. Pasquale Bomano. 1741. 

JHego Sav. Piccolo. 1745. 

Felice Ceraci Staiti, 1846. 

*. Olire a questi , non dubitiamo esservene altri assai , che an- 
nualmente si pubblicavano dopo essersi recitati nei duomo dì quella 
illustre citlà. Vedi voi. I, p. 310 e segg. 

ART. III. MADONNA DI TRAPANI 

Dopo la sacrata Lettera a* Messinesi, non v* ha forse Ira noi al- 
tro simulacro della Vergine santa che goda rinomanza pari a 
quello di Trapani. Quivi anóora si moltiplicano gli ossequi de* fe- 
deli divoti e gli elogi de* sacri oratori. Eccone alquanti a me noli' 

Bari. Bomeo d. C. d. G. Pai. 1715. 

Andrea M. Scimone d. C. d. G, Pai. 1724. 



SII 

nari. VAmaniia. Pài. 1733. 

Alberto Renda carni. Ti'ap. i73t. 

Giamb. Pisane. Trap. 1744. 

.InL Pila ci. C. d. ff. Pai. 1749. 

Ben. M. Ricciuli. Pai. 1730. 

Gabr. M. Tomas d. C. d. G. Trap. 1734. 

Gius. M. Cancellieri. Pai. 1784. 

SEZ. IV— PAWEfilRIif 

Le panegiriche laudazioni, cosi de' Santi diversi, come degli X^o- 
mini illustri, contenendo quadri e ritraiti delle lor vile, noi le ab- 
biam riportate nella Glasse VII, traile Biografie , e nella sua Ap« 
pendice: il perchè nulla qui non abbiamo che aggiugnere. Una ec- 
cezione vuoi farsi per T inclita patrona di quesla capitale s. Bo- 
salia] le cui landi, dacché Tur trovate le sacre sue spoglie, sono 
siale mai sempre celebrale da mille oratori si nazionali e si estra- 
nei. l\e piace dar qui una lista di quelle date alla luce^ e venule 
a nostra conlezza. Le presentiamo per ordine cronologico , jndi- 
cando de' più la patria, la professione, il giorno e il luogo, ove 
furono recitate. 



ORAZIONI DI S. ROSALIA 

Non accade citar il luogo né il sesto dell' edizioni , perocché 
usciron lutti da' torchi di Palermo in-4^. 

1623. Frane. Maiorana^ Discorso e rime sui nome e l'inven- 
zion della Santa^ avvenuta quel!' anno stesso. 
1634. Donato Cameseccki domen. fiorentino. 
1636. FU. Silaiuolo cher. reg. palermitano. 
1630. Felice Brandimarte da Caslelvelrano cappuccino. 

1660. P. Laurifici della Comp. di Gesù. 

1661. Tom. Luigi Francamila domen. d' Acqua viva. 

— Tom. M. Spada de' Predicatori. 

1662. Fulgenio Arminio agost. d'Avellino. 
1664. Pietro Maggio pveiei dell'Oratorio. 

— Batdassare iHazara della Comp. di Gesù. 

1668. Emilio Mansi cher. reg. della Madre di Dio. 

1669. Massimiliano Deza prete lucchese. 

— Gio. Beilatio min. conv, da Messina. 

1677. Ani. Serrovira min. conv. da Licata. 

1678. Ign. Savini min. osserv. romano. 

1683. Gius. Millemaggi àsi ftxvnùTÌ. 

1684. Baffaelc M. Fikmwndo, detto ìns. Domenico. 
1688. Il medesimo, altro detto ali' Olivella. 



518 APP. AL VOL. IV — CLiiSSU XXV. ELOQUE/VZA 

— Paolo Vincenzo Bezzi da Ravenna, in s. Domenico. 
1689 Ant. M. Viùore da Rìmini, all' Olivella. 

— Lud. Vinc. Benedetti domenicano. 

1691. Ippolito Falconi lealino^ nel duòmo. 

— Gim, M, Balani cher. min. all' Oiivella.. 

1692. Fabio Ascenso gesuita nella chiesa del Gesù. 

— Gir. CoìUi air divella. 

— Vinc. M. Sassetti de' Pred. nel duomo. 

— Gir. Bendina dom. da Benevento, in s. Domenico. 

1693. Giac. Loredano, pel tremuoto di queir anno. 

— Pietro Lazaro Ferrer d'Aragona min. oss. per detto tremuoto. 
' — Tom. Pantano de' Pred. nel duomo. 

— Andrea Perrucei pai. Elogio o sìa Inno. 
1^94. Dom. Bandini gesuita, nel Gesù. 
^-Ign. di s. Baimondo mercedarìo scalzo. 

— Ant. Bosa de' Predicatori^ in s. Domenico. 

— Vito Alberio Muslaccio Càvm., alla Magione. 
1699. Vihc. M. Carminati 6à Genova, nel duomo. 

— Tom. Pantano de' Predicatori, in s. Domenico. 
1700t Sav. AzzareUi cai. d. G. d. G., nel Gesù. 

— Aless. Poggi lucchese, della Madre di Dio, nel duomo. 
1701. Fed. Graffeo de' Minimi, nel duomo. 

1703. Egidio Scameroni de' Predicatori. 

1709, Dom. Palamenghi min. conv. in s. Francesco. 

1711. Luigi Serrovira da Licata min. conventuale. 

1712. Gian Ant. Baracchini crocifero, nel duomo. 

— Ant. ìgn. Mancuso gesuita nel Gesù. 
1714. Carlo Zuffi crocifero^ nel duomo. 

1719. Michelangelo Affronti^ pel tremuoto, nel duomo. 
1722. Agost. Doterà crocifero, nel medesimo. 

— Salv. M. Buffo pai. del terz' Ordine. 

1728. 6'tOr Lanza, ivi stesso. 

1729. Lor. Migliaccio can. pai. pel tremuoto, nel duomo. 

1730. Luigi Serrovira min. conv. 
1733. Giamb. Terzi cher. reg. teatino. 

1739. Gius. M. Caffa/relli da Rimini min. conv. 

— Michelangelo Affronti, altra oraz. nel duomo. 

1750. Frane, da Bene cappuccino, neil' Oratorio . 

1751. Tom. M. Fabiani doraen. 

1752. Filippo da Civitanova cappuccino. 

— Felù-e Ant. da Siena cappuccino. 

1753. 'Nic. M. Bona cher. reg. 

1756. P. Ignazio agost. scalzo, nell' Oiivella. 
1826. Gius. Leone crocifero, nel duomo. 
1836. Gius. Borghi iiorentino, nel duomo. 



• SEZ; IV^pAihòiRici 519 

* So^ìi questi ì panegirici^ mò coiitì, assai di nùmero; ma pure 
confessiamo che questa lista è tròppo imperfetta, perciocché vi 
mancano quelli degli anni intermedi, sfugjgiti alle nostre ricerche. 

* Contenti d* avere soliahto annunziati i nomi colle patrie e pro- 
fessióni a noi note^ abbiamo intralasciato i titoli messi In fronte a 
quei discorsi . in vero. stravaganti e bi/^zarri secondo il gusto di 
queir età, ridicolosi e ^dicevoli a dì nostri. 

* Avvertiamo per ultimo d' avere qui soltanto allogali gli elogi 
della Santa stampati a solo negli anni slessi In che furono recitati. 
Bla olire a questi ve n'ha tanti altri pubblicati da' loro autori in« 
sieme con quelli d' altri Santi, di cui abbiam'porto un lungo elenco 
in questo volume, pag. 35 e segg. 

APPENDICE ALLA CLASSE XXVI. 

POCSfA 

Le tre lingue, in che poetai^ono. i nostri', n* ebòer suggerita la 
trisezióne di questa Classe, e questa or qui manterremo. ; 

SKZ. I-rPOI^lE LATINE 



( t 



Venuto meno il latino sermone^ anco le muse laziali si tacciono: 
ecco que* pochi che abbiam potuto racimolare. 



Io$é Magdakna, Elegia maccaronica in adventu dominae Tho- 
roasiae de Sandoval et* Bosco, ducis Infanta di Siciliae proregits 
sororis. Pan. 1635 in-4**. 

— Principeis, poema heroicomicuni in Palermo festi-giubilò. Ibi 
1658 in-^"*. * Sono poesie ludiche , impastate di latino è di vol- 
gare, di che prendea diletto V autore. 

Thoatrum omnium scientiarilm Excmo Corniti de Ognate plauden- 
tium^Senza data in Col. * Qjuest' è una raccolta . di -epigrammi e 
di emblemi incisi in rame dà N. Perry. 

4 

Barlh. Mila S. 1. Io. Bapt. Spinola in utriusque fortunaè alea 
turii adversa tum fa venie triumphans , poema. Mess. 1702 in-4^. 

BlaM Carusi, In funeribns August. Regum c^^lebratis Monterà- 
gali, Epigrammata. Pan.-i827 ìh-4". 

Io8. Siracusa S. L Ode de Imttaculatae Conceptionis laudes. 
* Recitata in un* accademia di questo coUegio massimo, e pubbli- 
cata in una Collezione cattolica; Pai. 183i in-4^ 



66 



520 APP. AC VOL, IV-^LiSSB XXVI. POESIA 

Malthaei Ardizzone , Carmea de B. V. Immaculata. * Recitato 
in delta accademia e colla versione italica pubblicato nella Rivi* 
sia seieat. e lett. di Pai. 1853, p, 63: 

— De philosopbia civili, ode saphica graeca curo versione lati* 
na, * Sta con altre poesìe di vati io una Strenna. PaU 1856 in4^. 

SEZ. H-^POESIE 1TALUN9 

» ■ 

Ce ne rimangono alcune poche teatrali e parecchie liricbe e varie. 

ART. I. POISSIE PRA9UT1CHE 

« 

Fedele da s. Biagio cappuccino , Il mondo vinto dallo spirito 
serafico del P. S» Francesco d' Assisi. Pai, 1750 in-8**. 

— La costanza fra perigli del servo di Dio p. Ludovico d'Al- 
camo cappuccino. Ivi i7S3 in-^S^. 

— I prodigi della fede ortodossa nel martirio di s. Biagio ve- 
scovo di Sebaste. Ivi 1755, in-8^ 

•— La divina clemenza espressata nella Parabola del Figliaol 
prodigo. Ivi 1760 in-8^ 

* Queste commedie morali^ scritte in versò, unisconp T utile al 
dilettevole per l* intreccio del diafetto siciliano. Una nuova ristam* 
pa se ne meditava quest'anno 1836* 

Vinc. la Rosa , Raccolta di trenta Commedie di carattere, f 
ediz. corretta, Cat, 1856 in4^. * Sono di vario gènere e di d/A 
ferenti caratteri. 

Vino. PercoUa , Sulla Commedia italiana e sulla firancese : nel 
Giornale gloeniO;, serie nuoya^ voi, II, fase. I. Cat. 1856 in-8^. 

ART. II, POESIE VARIE 

Gius. Maddfdena, Baroelloniade, poema epicomico e machenh 
Dico. Pai. 1633 in-4«. 

Fino. laRosQ^ Poesie, Nap, 1846 in-8^, 

Gioacch. Geremia, Inno ad Alfonso il nagnanimo, Cat .185110^* 

Ant. Velarditq da Piazza, Poesie funebri. Cat, 1835 in-8®. 

■ • • * ' . ■• 

Cav. Felice Birnzza , A Dom. Basso speranza bellissima della 

pillara italiana, Versi. Mess. 1855 ia-8^, 

— lìmo alla Vergine Annunziata ; nella Rivista seieat, di Pai* 
1855, p. 6. 



I 



SEZ. It— ]^pE51B ITAtlAlfl^< 521 

<^ Pet la morte dell* illustre messinese prof. Anastasio Cocco ^ 

ode: j?i p. 112. 

» 

Ab. Ante Modica , Poesie raccolte ed annotate dal sac. Pietro 
Cambino. Pai. 183? in•'8^ . 

- Un poetico sorriso per Ninetta Olif^a Kamrro. Pai. 1855 in-8*** 

* Sono sonetti, canti^ odi^ romanze, staftze di vari, dirette al se-^ 
gnente poeta, padre della lodata defunta. 

yinc. Pla/tarro da Ribera, a lionardo Vi|[o in .morte di Carlotta 
Swens sua sposa, Epistola. Pai. 1833 in'-%** 

— In martedì Gius. Marco Calvino da Trap., Ode. Ivi l8S4in''8^4 

— Sulle fave, Lettera. Ivi M34 hì.8^ 

— Il Monte Cronio, ovverò di s. Calogero di Sciacca, Epistola^ 
Ivi 1835 in-8% 

— A Carolina Ungher, Ode. Pai. 1835 in.8^ 

— Sopra Vincenzo Bellini, Terzine. Ivi 1836 in-8**. 

•^ Ad 4nlenio dì Giovanni Mira in morte di sua madre, Terzine. 
Ivi 1837 in-8^ , , ' ' 

— A Frane. Saverio Bavierada Salemi. Epistole. Mazara 1841 in-8^é 

— Al Padre Sellecasi; Versi. Pai. 1847 ia-8^. 

— Alla Vergine della Rocca, Versi. Ivi 1847 in-S"*. 

— Sul merito chirurgico del dr* Eram. Casorio, Ode. Ivi 1850 in-S*** 

— Il sepolcro paterno, Versi. Ivi 1850 in-8'. 

• — La preghiera a Dio, Salmo. Ivi 1835 in-8<». 

— Pel dògma deirimmacolato Concepimenta di Maria, Inno^ 
Ivi 1855 in.8^ 

* Sopra quesl* ultimo argomento si son pubblicate , quesr anno 
stesso, non poche poesie : come le Stanze di Gius, de Spuche$ 
principe di Calati, le Terzine del p. Carmela Pardi do' minimi , 
gr Inni di yinc. Bonelli da Sorretta, e (|uelli del saC. Vt7o Pap- 
palardo, a Palermo.— Inno ù' Ant.Burgareila Quartana, e Stanze 
di Ugo Ani. Amico nelle feste di £Kce> stampate a Trapani 1855; 
ed altre altrove. 

Discorso, e componimenti poetici recitati neir Accademia delle 
scienze e delle lettere, detta del Buongusto, per solennizzare il fe-f 
lice ritorno nei loro stati delle l,L. MM. Francesco le Isabella so- 
vrani del regno delle due Sicilie. Pai. 1830 in4*. 

*^ Il Discorso è del direttore cav* Me* Cacciatore; le Poesie cH 
vari accademici. 

Per la faustissima ricorrenza del giorno natalizio di S. A. R- 
il Duca di Calabria principe ereditario delle due Sicilie, Capitolo 
di Luigi Failla. Siracusa 182» in-4^ 



522 AhF. U V^L. IV-r-ClASSK. ■XX.TU POESU 

SEZ. Ili — POESIR SIGOLK 

11 coro delle sicolemuse. è assai più Dumeroso di quello die 
appare. Assai ne schierammo a suo luogo; or qui nf diamo una 
buona giunta, di clie siam dcbilori alla dili^^enza del p. Vtncetuo 
^Ofuftce, lellor paoloUO, anch' egli braro poeta siciliano» come di- 
mostrano le diverse sue pul)blicazioni ohe qui ed aUroi^e abbiamo 
Jodale. Egli dunque avendo raccolli i materiali per una compiuta 
Istoria del nostro idioma vernacolo , che intende dare alla luce, 
ha mandalo inoanii un prolisso u Indice cronologico di opere 
stampate in lingua siciliana » a Cai. 1833. Ecco le principali collo 
stess* ordine. 

ART. k< SECOLO XVI. . 

Gio. Morelli . Canzoni in terza rima sulla morte dì D. Enrico 
d* Aragona. Cosenza i478 in-8^. 

Frane. Torres da Scicli , Vita di s. Guglielmo eremita in can- 
zoni siciliane. Pai. 1360. 

Frane. Maurolico mess.^ Versi sopfala santa Croce. Hess. i361. 

Anonimo, La costanza di Adone, tragicommedia. Vcn. 1362. 

Gto. Leonardo Omodei mcss., Istoria del martirio di s. Agrìp: 
pina. Nap. 1364 in.8^ 

Frane. Ansalone mess.. Martirio e traslazione di s. Àgata. Mess. 
e Yen. i363; ristampato a Pai. 1644. 

Pietro Pavone cnl., Martirio di s. Agata in canzoni. Cat. 1361 
Mess» 1370, Pai. 1641. — Altre* sue canzoni ieggonsi tra le Muse 
siciliane, raccolte dal Galeani.- 

Pietro Clemente da Lenlini , Istoria di quando Lucifero fu di«- 
c^icciato dal paradiso , con la creazione di Adamo ed Eva, e 1 di- 
luvio di Noè. Pai. 1373 in-8^ 

Frane. Potenzano pai., Itime di vari a lui, e risposte del me- 
desimo. Nap. 1382 in-12^ ' 

ART. II. SECOLO X\ll. 

Liiigi Eredia pai., Infidi lumi. Madrigali di diversi autori sic. 
Pai. 1604 in-S*. 



SEJZ* ni— POESIE sicoLf S23 

Ani.. Tannilo pai. , Pindaro tradoUp in lingua sic. Pai. 1606 
jn-^o. — Canzoni varie nelle Muse sic. del Galeani. 

Gir. Conte sir., Trallalo della instabililà umana. Pai. iCoO. — 
L^udi del mal francese, ivi 1698. 

% 

Ant, Veneziani roonr. Raccolta di proverbi sic. in ottava rima. 
.Pai. 1629, e Moss. 1779: — Poesie varie» s(*ci*e e profane, serie e 
burleschje nell^ raccolle di Galeanì, Cesarea^ Bonaiuto e Soluto. 

Pietro FuUone pai. Poema ;a s. Rosalia , s. Francesco Saveri<i 
e s. Gennaro per la calamità contagiosa di Napoli: Pai. 16S7 in-8\ 
— PreghiQni a s. Rosalia in terza rima. Ivi 1636. — - Ottave alla 
Santa per la città di Napoli. Ivi 16S6.- Ottave sulla passione del 
Signore e 1 lamento della Madonna. Ivi 1633. — Lamento siilla 
morto di H. Martino di Leone arciv. Ivi 16S6.— La s. Oliva V. e 

■ 

M. poema epico. Ivi 16S2. — Vita e martirio di s. Mamiliano, poe- 
ma I. Ivi 1659. -Traslazione del capo d>sso Santo, poema II. Ivi 
16S9.— Vita^ morte e miracoli di s. Raimondo tonnato. Ivi 1669.—- 
Vita, martino e gloria de' nove santi Coronali. Ivi 1667'.-— Pazzia 
d* amore in terza rima. 1630. Capitoli duo sulFarte nautica, 1655. 
—La piscaria o vero T arte di pescare, 1669.— La Porla Ndova Nuo- 
va fulminala, canzoni, 1669. — La Porta nuova rinnovata, 1669.— 
Funerale di M. Pietro Marlinez Rublo, 1667. — Canzoni sopra il ss. 
Crocifisso, con altre su l' Incarnazione e 1 ss. Sagramento^ 1647.— 
Altre sull* Immacolata Concózion di Maria, 1666. — Altre sopra diversi 
soggelli nelle Muse sic. par. IV. 

4 

, Canti spirituali supra alcuni misteri di Cristu e di la B. Yirginì, 
raccollì da un Auguslinianu scalzu. Pai. 1635 in-8®. 

Fil.Triolo trap. La.Farmaceutria, idillio. Pai. 1638 in-8^. 

Gius, della Montagna pai. , La Cuccagna conquistata , poema 
in 3* rima. Pai. 1640 e 74 in-12®. — La guerra di mosche e for- 
miche poema eroico. Ivi 1673 in-8^. 

Giù», Scimeca pai. Le bellezze di Aurillo, idillio. Pai. 1646 in-8^. 

FU. Pisciotla da Patti, Canzoni ilal. e sic. Mess. 1647 in•8^ 

Ottavi supra li megghiu passi di la sagra Scrittura^ d'un ri* 
mitu di s. Paulu; Mess. 1648 in-8\ 

Alfonèo Saho 'pal.^ La Melìa, idilli^. Pai. 1649 in-8''. 

Paolo Paolocca, Vita di s. Filippo d' Argirò in rima sic. Pai. 
1650 in-8^ 



524 APP. AL ?0t. tv — CLASSE XXVl' .POESIA • 

Canzoni sic. trasportate in aUrettanti versi latini col titolo « Ta^ 
];iae variorum auctorum eanliones spirìtùales in latina epigram<' 
mata per K. P. D. «S. P. A. C. conversae ))• Pan. 1630 in-8^ 

Placido ilferitno d*Alcara, Lu niculaperemilc'i^ poema sacra. 
Mess. !632 in-S^ 

Gius. Maddalena pai., Barcelloniade , poema epico e mache- 
rokiico. Pai. 1653 in-4**. — Elegìa macheronica per la venuta della 
Duchessa dell' fnfanlado, sorella dei Viceré. — Principeis , poema 
keroiconiicum in Palermo festigiubilo. Ivi 1638 in-S^. 

Tom. Aterm da Mislrelta, Erieide di Yirgilìo tradotta; t. IIL 
Pai. 163460 in.l2*. . : ' 

, Ciac. Sortino pa!., Canzoni sopravari soggetti. Pai. 1685. 

Giamb. Vallegio pai. Discorso a favore dell' acqua fredda, con 
alcuQe rime sic. Pai. 1664. — Altre sotto nome di Giamb. Sel?a' 
gip, nelle Muse sic. 1647. 

\inc. Anna pai. Il Fillidoro. Pai. 1665. 

Frane. Barone- pa). L' inundazioni di Palermo.— -Li fontani di 
Palermo, 1698. 

Ant. di Michele, La Chitarra. Pai. 1680 in-4^ 

Pietro Capace eal. , La fona della 'gelosia , commedia. Cai. 
1690 in-12», 

Ant. Sordo d'Alcara de' Fusi, Tita, morte e fniracoli di s. Ki- 

colò eremila in 8* rima. Pai. 1692 in-8\ 

ART. ni. SKCOio xvm. 

Giamb. Caruso , Rime degli Accesi Accademici, voli. II. Pai* 
1701, e Yen, 1726 in-4^ * Premette T editore fa storia di no- 
stra poesia; seguono le rime de' poeti nostri in lingua italiana (W 
secolo XVI, net I volume, e nel II le siciliane. ' 

Yinc. Parisi pai., la pietra mistica. Pai. JIOS' m-4\ 

Silverio SortinQ da Modica^ Eneide di Virgiii^ in Fima bori^ 
sca. Mess. 1717. 



» 



' SEZ. Ili— POESIK SICOLB 52S 

Li dui stanzi eterni, una di turoicnti e Tautra 4i cuntinliizl, 
jn 8* rima. Pali Ì1Ì9. . 

N. Tal^mino^ LVamico fedele. Pai. 1724. 

Ani. la Fata cài. L' ìnnuccenza rlcanusciuta in s. Génuefager* 
manisa. Cat. 173!). * 

• - 

Tom. Costanzo cat., Fascetlu di varii puisii. Cai. 1741. 

Gim. Demma paolotto da Lentinì, -Giuseppi giuslu, e la<]reru- 
fialemmi liberata, esposti in cumoiedii. Cat. 1742.. 

L'arganu, chi tenta tirari qualchi anima cu. lì cordi di la musa 
siciliana. Pai. 1743. 

L' ecu dì rìnfernu, cioè li peni di sensu e dj dannu. Pai. 1745. 

Don Lem forficia^ monaco di s. Ninfa, L* amicu fintu. Pai. 1747. 

■ 

Frane. Licandro, Lu specchiu di la Giustizia. PaL 1747. 

Mich. Cardiel, Canto cinico, nella commemorazion d^i defonti. 
Pai, 1748. 

Giust Prescimone, Canzoni siciliane. Pai. 1759. 

Paolo Maura ed Orazio Capuana da Mineo , Li veri c^ozunì 
ccu la pigghiata, e una divota cumpusizieni italiana supra TAvc 
* Maria. Caltag. 1759. 

Bernardo Bonaiuto da Trapani , Capitolo giocoso sul tìaggio 
delp. Daniello Barfoli. Pai. 1772. 

Oiu^. Serretta pai., Lu triunfu di la divina misericordia, espres- 
sala nella parabula di lu Figghiu prodigu, in canzuni. Pai. 1774. 

# 

•■■♦.' 
. Aci DrepaneOj pastore eremo,. La conversione di s. Margherita 

di Corlona. Pai. 1777. 

Poemctlu in lodi di li venerabili munasterii di Palernm pri li 
durci squisiti chi travagbianu^ cumposlu da un dilettanti di/durci. 
Ivi 179a. 

, - • • • 

Ani. Scaduti, La monarchia, poemetto. Pai. 1799. — ^Lu munnu 
rivutatu^ poèma in sei canii. Ivi 1815. 



\ 



520 APP. AL YOi. rr-— CIJISSK XXTT. POESU 

Anou peetica siciliano, ossia Versi composti «Taufari vivenU, ar- 
ricoli da Giuseppe Bonura. Pai. 1799, * Questi aatori sono Ani' 
Scaduti, Frane. Mallia Gueli; a6. Vinc. Catinella, G. B. Cii/eUì, 
Aless. la Manna y Lud. BilHlti ^ Firanc^ Marlotana ^ PeUegrmo 
Terzo, Ant. Modica, Saì/v. Coglitore, Frane. Nasce , e Io stesso 
Bonura. ' ., 

ART. IV. SEGOLO XIX. 

Canzoncine siciliane a Gesà sagramentato rubato nella cattedrale 
di Catania il 29 maggio 1196 , coHa breve notizia del sacrìlego 
urlo. Pai. 1802. 

Gio. Alcoser pai.. Capitola chi servfu d'offerta 'ntral' apertura 
di r Accademia di lingua siciliana. Pai. 1807.—- Poesie sic. 1. 1. 
Ivi 1815 e 36. 

Gius. Marraffino cat., Poesii sìclKani. voli. IL Gat. 1813.— Fa- 
vuli liitri e.raccunti. Ivi 1843. — C^pitulu a lu p. V. Bondice iet- 
turi paùlottu sopra li soi Proverbi. Ivi 1845. — La rosa e la viola. 
Ivi 1846. — Lu capu d'annu.'ivi i845.>-^AUre poesie sopra diversi 
soggetti a tempi diversi stampale. 

Gius. Sav. Poli da Molfella, morto a Napoli 1823, Poesie sJcl' 
liane ed italiane 2^ ediz. t. II. Nap. 1815. "^ 

Ant. M. Terranova da Barrafranca, La Llltra di Q. Oraziu Flaeea 
a li Pisuni, tradulta in 8"^ rima. Cai. 1816. 

• • 

Tom. Moncada, Odi d*Anacreonte tradotte. Cat. 1817. — Boeco- 
lica di Virgilio tradotta. Ivi 1838. — Ritraili poetici d* uomini illu- 
stri ed altre poesie lodale dal p. Bondice nella Necrologia di lui. 
Cat. 1830. 

Preghiere ed Inni a s. 'Giuseppe sposo di H. Y. Cat. 1817. 

Gael. Gandqlfo can. di Cai., Dialugu a M. Viscuvu Ferru, can- 
tatti da li virgineddi prielli. Cai. 1818.-^Preghieri a lu ss. Crtt* 
cilissu di la Bona morte. Ivi 1838. 

■ 

, Santi Rapisarda cat. Ecloga pri lu'fauslii ascensu a la calridi 
viscuvUi di M. Salv. Ferru. Cat 1818.— Terzina pri lu arrivaci 
H. Dom. Orlandu viscuvu di Cat. 1824.— Raccolta dì proverbi sic 
ridutti in canzuni, volK IV. Ivi 1824-42. 

Gius. Bonura, Odi di Q, Oraziu Flaccu iradatti. M. 1810. 



. SEZ. Ili — POKSIE SICOLE 427 

Vito Teitai, Sfogu dì un patri prì la perdila di un Ogghiu. Cai- 

1825. 

' # • 

Carni. Plaiania can. dì Cat., Cicalata prì lu carnuvali di l'an- 
nu 1828. 

Ben. Annuleri da Monreale , Viaggiu di Maria és. e di s. ^Giu- 
seppi in Bellemi. Pài. 1833. 

Canzuni spiriluaÈlì ad usu di la s. Missioni di li f P. Cappuccini 
di la pruYìncìa dì Missina 1833. 

Ani. Zaccu pai. , Lu medicu riversu. Pai. 1833.-^Lu scbiettu 
scuntenli. Ivi 1834. 

Innucenzio Fuld can. di Cat., Oliavi pri la morii di Vinc. Bel- 
lini, nel giorn. .Caronda n. 18 Cat. 1839. 

Frane, di Felice^ Ode a Fillide, nel Trovatore , giorni di Cat. 
1839, n. 6. — ^Della poesia popolare, e particolarmente delle Can- 
noni de' carcerali siciliani: in fondo alle sue Prose. Cat. 1852. 

yinc. Coglitore^ Leggi Baccanali riguardanti la riforma di lu loc- 
cu. PaJ. 1839. 

Li Iodi di lu vinu, e supra^ quali cosa si pò biviri megghiu. Pai. 
4839, 

Vinc. Messina da Palazzolo^ Idilli di Salomone Gesner tradotti. 
Pai. 1841. 

Felice Frane. Cammarerì, Poesie itaU e siciK Mess. 1842. 

Gir. Ardizzone, Odi d* Anacreonte e di Saffo tradotte. Pai. 1839. 

Ant. la Mannàj Odi d* Anacreonte tradotte. Pai. 1843. 

- Carlo Gravina principe dì Yaisavoja, L* indifferenza, idilliu. Cat. 

Ant. Bruno, Canzuni in lodi di Gesù Bambinu, Cat. 1843. 

Sestine d*un anonimo per la costruzione del primo cassone nel 
molo di Cat. 1845. 

Sah» Grassi Cambino^ Poesie sic. e ital. colla versione della 
Buccolice dì Virgilio. Cat. 1850. 

07 



528 APP. Al VOU IV — CLASSfr XXVI. P0ESI4 

Raffaele Marletla cat., Peesie ital. e sic. Ciati 1845.- 

Nat. Maugevi cat., Cantu populari supra lu tirrimotu successo 
in Cat. 1845. 

Ang. Raineri cat., Storia brevi di lu terrìmotu avvinutuin Cat. 
184«. 

Mariana Ximuni not., Versi pri un gattu di beddi formi. Nolo 
1846. — Versi pri lu fistinu tinutu da li Nollciaiii a la sig. lotett- 
nenlì. Ivi 184(>. v * 

Ottave sacre sic^ in fóndo ad un libro ascetico. Aci-Reàie ISU* 

Lionardo Mummeci da Giarre, Storia sopra i sette dolori di 1 
V. e la morte di G. C. Cat. 1850. 

Ro8. Raciti, Canzoncine sopra Gesù Bambino, notte di nalal^ 
offerta de' pastori , adorazione de' Magi , ed altre ottave m^ 
Aci-Reale 1850. 

Carm. di Marco da Mìneo, Prieri e lodi a s. Veronica Gialiaiu 
cappuccina. Cat. 1850. 

Gius. Ragonisi can. d* Aci-Reale^ Memoria intorno ai Sindadif 
vìati dalla terra di Aci a Cario V nei 1528. Quivi 18S2. 

Vinc. Manciaracina da Salerai, Poesie sicil. Cat. ISSS.-lAiC' 
sia di s. Agata in Cat. 1854... 

Gius. Guardo cat. Poesie sic. Cat. 1853. 

Dan. Battaglia da Paterno, Giuda, poema popolare in 13 cai 
Cai. 1853. 

Gius. Mirane da Viagrande, Puisii sic. Cat. 18S4. 
Giamb. Marini^ Liricbi siciliani. Pai. 18SS iii-8^. 

Generando Gangi , Favole e poesie inedite , -3* ediz. Aci-Ml* 
1855. 

Pasquale Pecoraro, La vjlliggialura di lu misi di ottobri di i^ 
nu 1836, ottavi siciliani. * Leggonsi con altri suoi carmi Ialiti^ 
italiani^ in calce alle sue (( Notizie d'Iccarl ». PaL 183S i>-i^' 



SBZ. Ili— PbESIK SIGOLE 529 

Carmelu Piolay Lirichi^ preceduti da una lìttra supra la lingua* 
e supra li puetf siciliani. Pai. 18S6 in-12^. * Altre poesie delle 
stesso autore tipografo abbiam rassegnale a suo luogo, 

APPENDICE ALLE ULTIME CLASSI 

* 

Scarsissimi rimasugli ne avanzano da soggiugnere alle Classi che 
chiudono la presente Bibliografìa. Quali e quanti eh* ei sleno, non 
vogliamo né della debita menzione frodarne gli autori , né utile 
contezza scemarne a* leggitori. 

SEZ. I«— -FILOLOGIA 

Gius. Monasia da Messina, Alcune prose di. genere didascalici;! 
e critico. Mess. 1846 in-8^. * Yi tratta del metodo da studiare il 
latino; dell* influenza delle lettere sulle riforme sociali , ec. Un* a- 
nalisi di questi scritti vi offre Eugenio Mauromati , neir Eco pelo- 
ritano di Mess. 1856, fase. 5 e 6. 

■ * 

Bar. yUo d* Ondes Reggio , Lettere tre cóntro il sig. Visconte 
d* Arlincourt autore deirhatte Roy>ge. Torino ISSO in-8^ 

Gioacch. Geremia, Lezioni di eloquenza giudiziaria. Cat. 1850 
ln-8^ 

Luigi Tagniita, Lezioni sullo studio deireloquenza: Cai. 1854 in-8^. 

Luigi Previti d. C. d. 6. Corso di poetica ad uso della gio- 
ventd italiana. Pai. 1854 in-^*^. * Questa poetica da lui insegnata 
più anni in questo Collegio inassimo , per isvista del tipografo fu 
riposta sotto il nome d* un* altro in questo volume p. 84. n 

yinc. la Rosa cat.^ Blandàno, ossia Dialogo delle frasi più usi- 
tate nella lingua italiana. Nap. 1842 in-8''. 

— Orazione accademica di ringraziamento. Nap. 1844 in-4**. 

— Suir appello alle dame. Ivi 1843 in-S^ 

— Sulla lingua italiana. Ivi 1845 in.8^ 

— Discorso pronunziato alla cattedra di lingua e lett. ital. a Cat. 
1852 in-8^ 

— Prose varie. Ivi 1856 in.8\ 

Pietro Laganà da Militello, Il pensiero e la parola , Gramma- 
tica filosoGca italiana. Cat. 18S3 in-S"*. 

— Concordanza delle famiglie colla scuola, o introduzione alla ' 
Grammatica filosofica. Ivi 1855 in-8^ 



330 ÀPP. AL \oi. iy--<:lasse iTìtimb 

* €an. Innnoeenzio Fuld, Lezioni filologiche sulla Ifaigua Sicilia- 
fia: opera utile ai Siciliani non meno che agli stranieri^ che sien 
laghi di conoscere qneslo dialeUo» Cat. 185S ìn-8^. 

Jinc. MortillarOi dizionario della lingua siciliana, 2^ ediz.