(navigation image)
Home American Libraries | Canadian Libraries | Universal Library | Community Texts | Project Gutenberg | Children's Library | Biodiversity Heritage Library | Additional Collections
Search: Advanced Search
Anonymous User (login or join us)
Upload
See other formats

Full text of "Bibliografia storica ossia collezione delle migliori e più recenti opere di ogni nazione intorno ai principali periodi e personaggi della storia universale"









O li. ^ 



%a 



V o 




"^/saBAiNn-awv 



^.\,OFCAIIFO% 



.jcOFCAlIfO/?^ 




^(?Aavaani^ 



c-> 



^5MEUNIVEW/^ ^VW 




<rji30NVS0i^ "^/^a: 



^^tllBRARYQc. 




A\^EUNIVERS'/A 



^lOSANGElfj}x 




^^IIIBRARYQ^ -x^H 



^OJllVDJO'^' <fil33WS01^ ■^AajAINa-iW^ %OJI1V3JO^ 




^OFCALIFO^^ 



i» ^ 



-> v? 




^<?Aavjian#^ 



Mm\ms//> 







^VlOSANCElfj}> 
o 




"^aaAINQ-ìW^ 



^•OFCALIFO/?^ ^OF- 

oc 




^(^AWiiaii^- ^0 



^lOSANCElfx^ 
o 




'^/^a^AiNrt'JW'^ 



<;^HIBRARYQ<- 



-^^IIIBRARYQ<- 



,5MEUNIVER5'/À 




%0JnV3JO'^ 






o 




<;^0FCAIIF0/?^ 




'%a]AiNa-3ViV' v^AavMii-i^ 



.^.OFCAlIFOff/fe, 




^(?Abvaan-i^ 




<ri]30NVS01^ 



^ -^HIBRARYQ^ 




=0 ^ 
Eo "Ti 



AWE-UNIVERS-Z/i 



^•lOSAfJCElfx^ 



^TilJONYSOì^ '^/^a3AINn-3WV 



-^HlBRARYOr^ 




^<!/0JnV3J0>' 



#1 

5 1 

tu I 

%0 



'^. 



> ^OFCAIIFO%, 

c~> ==> O I I I c-j 

F-n *T^ »* - ■ - — 




.^WEUNIVERJ//, 



^lOSANCElfj-^ 
o 




^OFCAIIFO%: 



-^'^AavuaiH^ <rii30NYsoi^ "^/^aaAiNn-awv^ ^^Aavaain^ 




A>:lOSANCEl^;x 



<^IIIBRARY6>/. -oeXlIBRARYfì^. ^^WE UNIVERS-Za vvlO 



♦^ 



Vf 



\ 



Vf 



^<!/0JllV3JO>*' '^<Ì/0JI1V>J0>' <riirjNVSOÌ^ 






^;OFCAllF0ff^ ^OfCAlIF0% 








^nmmih 




_ o 



^VVOSANCElfj^. 




AiNn-3UV 



4?: 



AWE-UNIVERS/a 




o 



^vWSANCElfx^ 







^tllBRARYQr^ 




%a3AINniW^ ^OJIIVDJO^ ^<!/0JllV3J0'^^ 



^ 



.^\^EUNIVER% 




<ril30NVS01^ 



.>:WSAfJCElfj> 

ci --^ ^ 

o ^ 

co 
>■ 

so 
•< 

%a3AlN^•3\\^^ 




,>;^.OFCALIF0/?46 



,OFCAIIFO% 




"^^AHvaaiH^ 



^c'AavaaiH'^^ 






-«^^■lIBRARYQc. 



^ummo/: 



,^WEUNIVERy/>> 




^•lOSANCElfj>. 

o 



"^mum-^Qf^ '%ojnv3-jo^ ^xìi^onv-soi^ "^AiijAiNn-iwv" 




,^:OF-CA1IFO% 



^OFCAIIFO/?^ 



,^WEUNIVER% 



^lOSANCElfT> 







^^Aavaail-^^"^ <rii33NYS01^ "^aJAINiTlUV^ 



^ 



,^WEUNIVER% 
<:^ a.^ 




f 



^lOSANCElfj> 
3 



%a3AINIl-3l\V^ 



-#llBRARYa<^ ^^HIBRARYQc, 




'^.tfOjnvDJo'»^ 



sa 



tu 

ce ^M> 

co 



AWEUNIVERy//, 



^lOSANCElfj^. 




<r?l30NYS01^ 



%a3AiNn-3\\v^ 



AOfCAllFO«(A, .M,OFCALIF0% 





^6'Aaviiani'^ ^^Aavaaii-^^ 






.^IIIBRARYO^ -^.^IUBRARYQ^^ <AMEUNIVER% AVlOSMElfXA 



^ 



BIBLIOGRAFIA STORICA 



OCNI NAZIONE 



PER CURA 



GAETANO BRANCA 



PDOF. PRESSO IL R. COLLEGIO MILITARE IN MILANO. 




MILANO 



I.IBRERIA ANTICA E MOOCRSA 

DI GAETANO SCHIEPATTI 



v_ 



1862. 



i) 



12 BRANCA G. Bibliografia storica ossia col; 
lezione delle migliori e più recenti opere di 
ogni nazione intorno ai principali periodi e 
personaggi della storia universale. Milano, 
1862. In 8, m. tela; XXIII, 331 p-p. L. 4.500 



BIBLIOGRAFIA STORICA 



OGNI NAZIONE. 



BIBLIOGRAFIA STORICA 



OSSIA 



COLLEZIOME 
DELLE IIGLIORI E PIÙ MUmi OPERE 

DI OGNI NAZIONE 

INTORNO 

AI PRINCIPALI PERIODI E PERSONAGGI 

DELLA STORIA UNIVERSALE 

PER CURA 

DI GAETANO BRANCA 

PROF. PRESSO IL R. COLLEGIO MILITARE DI NILAMO 



MILANO 

LIBRERIA ANTICA E MODERNA 

DI GAETANO SCHIEPATTl 



à^^ 






ui-dIJ/lOl 



.. C4 H .ii.iiijiy 



Proprii'là lei tanna. 



^ùalìd 



Tip. Fnlf'lli BoiTuni. 



Stack 
Annex 

c 



miRODUZIONE. 



Qui $cit ubi sii scientia , habenti est 
proximus. 



Questo lavoro, che offro ai cultori della storia e della 
bibliografia, consiste in una raccolta di circa 4000 accreditate 
opere storiche comparse per la massima parte nel nostro 
secolo presso i diversi popoli d' Europa , e scelte da un 
numero almeno trenta volte maggiore di opere d'ogni paese 
d'ogni secolo e d'ogni importanza. 

Il modo della scelta indica sufficientemente, parmi , lo 
scopo di essa. È quello di porgere a chi insegna, od a chi 
studia, una collezione di quanto v'ha di meglio su tutti i 
punti più importanti della storia universale, affinchè ciascuno 
nelle proprie ricerche possa giovarsi delle migliori produzioni 
della scienza. 

Chiarito cosi lo scopo, aggiungerò soltanto alcune poche 
avvertenze, indispensabili per rendere più facile ed utile 
r uso del mio libro. 

Conoscendo i grandi progressi fatti dalla scienza sto- 
rica presso le diverse nazioni civili d' Europa , ho voluto 
ammettere opere d'ogni nazione. Affine però di tenermi nei 
limiti del possibile io mi proposi non solo di raccogliere 
unicamente le opere di qualche importanza , escludendo 



quelle dettale dalla speculazione, dall'occasione, ecc., ma mi 
sono eziandio limitato a que' periodi e personaggi piìi rile- 
vanti , i di cui annali non sono il patrimonio d' una sola 
nazione, ma bensì dell' intera umanità. 

Ho escluso eziandio (meno poche eccezioni) le raccolte 
di documenti, dì trattati internazionali e simili, giacché esse 
occorrono soltanto a chi faccia ricerche affatto speciali , e 
può ragionevolmente supporsi che di esse abbiano già tratto 
ampio partito gli autorevoli scrittori de' quali cito le opere. 

Ho escluso, come dissi, le opere anteriori al presente 
secolo, ma qui devo avvertire che talvolta mi scostai da 
questo proposito , alloraquando cioè mi sembrava troppo 
grave l'argomento per non cercare di supplire colle opere 
antiche alla deficienza delle moderne. 

Tal altra volta invece , per non escludere un lavoro 
recente, mi esposi al perìcolo d'indicarne qualcuno che forse 
non meritava di essere accolto in un catalogo che si intitola 
dalle migliori opere, ma ciò feci allora soltanto che nulla mi 
constava contro il suo valore. Ambedue i casi non si trove- 
ranno che in via affatto eccezionale. 

Cercai di dar sempre la preferenza alle opere italiane, 
ma qui confesso che la messe mi riusci più scarsa e 
diffìcile , non solo per la mancanza di buone opere biblio- 
grafiche, ma anche per l'esiguo numero delle opere storiche 
importanti date alla luce in Italia nei nostri tempi. Non è 
mia colpa adunque se il numero delle straniere proporzio- 
natamente sovrabbonda , ma da questo fatto , che prova lo 
stato della scienza storica in Italia , credo si possa trarre 
un grave insegnamento. 

Per rendere il libro accessibile a maggior numero di 
persone, mi sono scostato, sebbene a malincuore, dall'assioma 
bibliografico che vuole ogni tìtolo nella lingua originale , e 
mi appigliai ad un sistema che spero si troverà soddisfacente. 
Mantenni nell' originale i titoli delle opere latine , o scritte 
in lingue dalla latina derivate Q; tradussi i titoli delle opere 

(*) I titoli delle opere inglesi furono mantenuti nell'originale. 



scritte m tedesco , oppure in (juaisiasi delle lingue germa- 
niche , scandinave e slave. Quando il titolo è tradotto , si 
accenna abbreviatamente la lingua dell'originale. 

Per non aumentare inutilmente la mole del volume, i 
titoli furono talvolta alquanto abbreviati; il che però si fece 
senza ledere la chiarezza , e senza mancare all' obbligo di 
conservare intatto il concetto espresso dall' autore. 

Tutta la raccolta si divide in sei parti , delle quali le 
ultime due si possono considerare quali appendici alle prime 
quattro. Sono : 

1.^ Prolegomeni e storia antica. 

2.^ Il medio-evo. 

3.^ La storia moderna. 

4.^ I tempi nostri 1815-62. 

5.^ Bibliografia de' municipii italiani. 

S.^ Bibliografia geografica. 

Ciascuna di queste parti si suddivide in categorie distinte 
da lettere alfabetiche; e talvolta, se l' argomento lo richiede, 
anche le categorie si suddividono per rubriche distinte da 
lettere alfabetiche numerizzate , o anche da una semplice 
linea orizzontale, come vedesi dalla tavola sistematica. 

Bandito affatto l'illogico ordine alfabetico che accoppia 
violentemente le opere più eterogenee, ho seguito un ordme 
di classificazione assai più difficile, ed oso dirlo, assai più 
utile. Nelle singole categorie e rubriche ho disposto in ordine 
cronologico que' titoli che implicitamente o esplicitamente 
accennano ad una data epoca ed in ordine di merito o di 
importanza tutti gli altri, siccome per esempio, tutte le opere 
generali, e tutte quelle che, se mi si concedesse la denomi- 
nazione, direi prolegomeniche. 

In ciascuna categoria adunque precedono le opere 
generali e più ampie disposte per lo più secondo l' ordine 
di loro importanza ; seguono le opere generali ma com- 
pendiose ; poi tutte le altre secondo V ordine cronologico 
delle persone, degli avvenimenti o dei parziali periodi di cui 
trattano. Le opere prolegomeniche, quando non sono abba", 



stanza numerose per formare apposite rubriche, si trovano, 
sia immediatamente dopo le opere generali, sia alla fine 
della rubrica o della categoria. 

Questo metodo, che assegna a ciascun' opera un posto 
precisamente determinato, fu da me seguito in tutte le sue 
ultime particolarità, ed ecco perchè nel frequente caso di 
opere scritte da diversi autori sullo stesso personaggio, od 
avvenimento, pongo innanzi quella che a tutte le altre è 
preferibile, in quel modo istesso che pongo alla testa della 
colonna l'opera migliore di tutta la categoria. 

Un sistema di suddivisione, che volesse assegnare apposite 
rubriche a ciascun argomento si sminuzzerebbe di troppo, 
e senza prò stante che molte opere per la loro natura 
ponno collocarsi benissimo in due o più rubriche, ovvero in 
due più punti della stessa rubrica. Bisogna adunque 
trovare un sistema che senza troppo moltiplicare le divisioni 
basti ad abbracciare tutti i titoli , in modo che una certa 
omogeneità ed affinità regni in ciascuna partizione. 

Non farò l'apologia della tavola da me adottata, e 
nemmeno la dirò opportuna per qualsiasi bibliografia storica 
generale, giacché mi è noto che il bibliografo deve adattare 
il suo sistema ai titoU raccolti, e non i titoli al sistema, e 
so che una tavola sistematica è suscettibile di cento modi- 
ficazioni secondo il diminuire o l'aumentare de' titoli, ed in 
generale secondo i concetti che servono di base al lavoro. 
Posso dire però che la tavola da me ideata, ridotta dopo 
ripetute modificazioni allo stato in cui la consegno ora alle 
stampe, mi ha servito ottimamente. 

E credo (per un esempio) che le opere su Boezio e 
Cassiodoro si troveranno opportunamente collocate, dopo 
quelle che parlano del grande Teodorico, quand' anche quei 
due sommi debbansi cosi acconciare fra gh Ostrogoti. 

Molte note sono destinate ad illustrare in vario modo 
il valore delle opere citate. Alcune di esse danno qualche 
cenno dell' edizione , e se si tratta di ampio lavoro danno 
qualche ragguaglio dell' interna sua distribuzione. Altre , di 
natura più delicata sono consacrate a dare un giudizio sul valore 



scientifico del libro cui vanno aggiunte. A quest/ ultime ho 
cercato, per quanto il poteva, di dare l'appoggio di competenti 
autorità quali sono Heeren , Hegel, Balbo, Cicogna, Litta, 
Amari , Reumont , ecc. , e per esse spesse volte mi sono 
servito delle espressioni convenzionali accreditata , assai 
accreditata , lodata da.... premiata da.... ecc. Altre note 
finalmente, essendo ogni versione di un'opera un grandissimo 
titolo di raccomandazione per la medesima , sono destinate 
appunto ad accennare le versioni esistenti, e ciò con maggior 
cura allorquando trattasi di opere volte dalla nostra lingua 
nelle straniere, e viceversa. Ho indicate molte volte anche 
le recensioni o critiche scritte da autorevoli penne, affinchè 
ciascuno sappia ove trovare il giudizio di cui abbisogna. 

Pensando poi che taluno avrebbe desiderato di avere 
particolareggiate e diffuse notizie su un dato paese od un 
dato periodo, e che tal altro poteva trovare in qualche parte 
insufficiente la scelta da me fatta , mi sembrò utile cosa 
l'aggiungere alcune note d' indole affatto bibliografica. Queste 
note, che stampate in caratteri italici, si troveranno d'ordi- 
nario al principio, ma talvolta anche nel corso od alla fine 
della categoria , forniscono in brevi cenni i titoli delle 
migliori e più recenti bibliografie storiche di singole nazioni 
e di singoli periodi, ed in mancanza di bibliografie storiche 
speciali , indicano le bibliografìe generali. 

Quanto alle edizioni ho cercato di indicare sempre 
l'anno, il luogo della stampa, il nome dell'editore ed il 
numero dei volumi , ma qui ho trovate gravissime , anzi 
insormontabili difficoltà, cosicché imitando Brunet, e quasi 
confortato dal suo esempio , non omisi que' titoli che io 
stesso trovai mancanti di una o ])iù di codeste indicazioni. 
Lo stesso dirò circa il diverso valore delle edizioni. Non è 
sempre facile cosa il determinare quale sia la migliore fra 
le tante edizioni fatte di un'opera istessa, ma anziché lasciare 
un titolo senza alcun cenno dell' edizione , ho preferito di 
indicarne una e precisamente quella che giudicava essere 
la migliore , col che non pretendo menomamente di aver 
sempre colto nel segno. — Di tutto questo mi si vorrà 

BIBL. — b 



tanto più facilmente tenere per iscusato, se si considererà 
che il mio lavoro è dedicato agli studiosi, ed ha quindi uno 
scopo pratico e scientifico oltre che bihliografco. 

Alla parte essenzialmente storica fanno seguito due ag- 
giunte dalla di cui utilità sembrami superfluo tener parola. 
Esse sono la Bibliografìa geografica, ed il breve Dizionario 
hiografìco de' maggiori storici contemporanei, i nomi de' quali 
più frequentemente ripetonsi nel corso dell'opera. 

Anche Vindice alfabetico de' nomi degli autori gioverà 
ad avvicinare le diverse opere del medesimo autore, e tor- 
nerà utile per moltiplici motivi. 

Per questa raccolta mi sono giovato di molte eccellenti 
opere bibliografiche d'ogni paese Q, ma siccome in questo 
genere di lavori bisogna assumersi la responsabilità non 
solo dei proprii , ma anche degli altrui errori , cosi qui 
più che altrove è difficile a raggiungersi quella perfezione 
che sempre manca nelle umane cose, e non ignoro che la 
critica scoprirà delle lacune. Lungi dal temerla, io la attendo, 
e mi propongo fin d' ora di far tesoro di tutti i cenni che 
potrò raccorrò, perchè essendo la sorte di questa specie 
di lavori , che non abbiano a perfezionarsi se non col 
ripetersi delle edizioni, possano queste apparire migliorate 
d'assai, ed essere cosi sempre più degne dell'attenzione degli 
studiosi, cui consacro questo primo frutto di lunghe e pazienti 
ricerche. 

Milano, luglio 1862. 

CjSaeAano Branca. 



(•) Vedasi la mta sulle opere bibliografiche da me consullale. 



SULLE OPERE BIBLIOGRAFICHE CONSULTATE. 

(nota all'introddzione). 



A maggior guarentigia, ed utilità del lettore, credo opportuno il far qui un 
breve cenno di tutte le principali fonti cui attinsi per comporre questa Bi- 
bliografia. Le aggrupperò secondo alcuni generali criteri!, desunti sia dall'indole 
dell'opere, sia dalla lingua in cui sono scritte. 

Pel loro carattere universale devonsi far precedere due opere entrambe di 
lunga lena e di rara diligenza. 

La prima é il Brunet — Manuel du libraire , et de l'amateur de livrea. 
Paris, 4."'" édit. 1845; voi. 10, notissima nelle biblioteche, e nel commercio 
librario, e della quale si stampa ora a Parigi da Didot la quinta edizione con 
molte correzioni e colle aggiunte dal 1845 a noi. I primi otto volumi contengono 
iìi ordine alfabetico un gran numero di opere bibliogralicamente importanti , i 
due ultimi contengono in ordine sistematico lutti i titoli de'piimi otto volumi, 
(escluse le notej,ed un'aggiunta di molle migliaja di titoli d'opere importanti, ma 
che non potevano ammettersi nei primi otto volumi. La Table métodique che 
comprende adunque il nono e decimo volume contiene in totale quasi 32,000 
titoli d'opere d'ogni tempo, d'ogni paese e d'ogni argomento, escluse però quelle 
di infima importanza. La quinla ed ultima delle grandi divisioni della Table 
métodique é intitolata Histoire et géographie, ed abbraccia essa sola 12,4(X) titoli, 
cioè assai più della terza parte del lolale. Il sistema di divisione e suddivisione 
è per ogni lato commendevolissimo e rende assai agevoli le ricerche. 

La seconda è la Bibliographie universelle par Denis, Fin9on et de Martonne. 
Paris, Roret 1357; voi. 3, opera assai diligente, divisa a foggia di vocabolario in 
ordine alfabetico. Comprende circa 2000 articoli riassumenti l'umano scibile. Le 
frequenti note bibliografiche fanno supporre che i Ire bibliotecarii autori volessero 
piuttosto far cosa utile al bibliofilo, ed al bibliomane, anziché al pubblico ed agli 
studiosi in generale. Di questa opera, che abbraccia come il Brunet, titoli d'ogni 
lingua, paese ed argomento, consultai circa 200 articoli, cioè quelli relativi alla 
storia, alia biografia, alla geografia, ai viaggi, ecc. 

Un'opera di un carattere affatto speciale, e quindi pel mio scopo utilissima fu 
la Bibliotheca historico-geographica (tcd.) che pubblicasi in Gottinga nell'Annove- 
rano, coi lipi di Ruprecht e Vandenhoeck. Incominciò a comparire nel 1853, esistono 
quindi nove annate complete, ed ora trovasi in corso la decina. Abbraccia tutte 
le opere di storia, geografia e scienze affini, che escono alla luce ogni anno in 
Germania, Francia, Inghilterra, Italia, ecc., sicché mi tornò assai utile per le 
opere comparse negli ultimi anni. Come può facilmente dedursi dal luogo ove 
succede la pubblicazione, le parti che concernono Germania, Francia ed Inghilterra 
sono assai più complete che non le parti risguardanti l'Italia, la Svezia, i Paesi 
slavi, l'Ungheria, ecc. Questa Biblioteca non esclude le opere di infimo significato, 
il perchè vi si trova un ingente numero di articoli di effimero valore, .siccome 
relazioni di piccoli viaggi, guide, compendi d'ogni specie, e tanti altri titoli che 
non ponno accettarsi se no-i da una bibliografia periodica, coni' è appunto qncsi.i. 



xn 

Mi forzai di renderò la raccolta delle OPERE ITALIANE più completa 
che possibile, o almeno meno deficiente delle altre. Ma qui, come già accennai 
nella introduzione , la mancanza di buone fonti mi preparava gravi difScoltà. 
Tuttavia non indietreggiai, ■•he anzi cercai con ogni cura di mettere a contribuzione 
tulio ciò che esiste in fatto di bibliografia italiana in genere, e di bibliografia 
siórica italiana in particolare. Presi ad esaminare sulle prime tre cataloghi di 
vecchia data, mediocremente distribuiti, ed in oggi affatto insuflii'ienti, cioè: 

Catalogo delle storie particolari, civili ed ecclesiastiche delle città e luoghi 
d'Italia, pubblicato dai fratelli Coleti a Venezia nel l'379. 11 signor E. A. Cicogna 
lo chiama /a più completa bibliografia storica d'Italia, e non a torto. 

Catalogo di storie generali e parziali d'Italia edito in Venezia da P. Savionì 
noi 1782. 

Haym , Biblioteca italiana o notizie di libri rari italiani. Milano, Sil- 
vestri 1802; voi. 4. 

Pel mio proposito, che in gran parte si limitava al presente secolo, esse non 
potevano riuscirmi di grande utilità. E in questo nostro secolo due sole opere 
trovai, per o^'ni rispetto lodevoli, e tali da non temere il confronto colle migliori 
bibliografie straniere. L'una fatta con iscopo scientifico, è il Saggio di bibliografia 
veneziana del signor E. A. Cicogna. Venezia, Merlo 1847; opera assai diligente 
ma che si limila alle opere concernenti in qualche modo Venezia. L'altra fatta con 
iscopo librario e commerciale, è la Bibliografìa italiana, o Elenco generale delle 
opere d'ogni specie stampate in Italia, che pel COrsO di dodici annate (I83o-46) 
fu diligentemente condotta dal bibliografo nostro concittadino signor Giacomo 
Stella , e che per esattezza di citazioni , comodità di indici , e precisione di 
particolari, quasi tralignante in minuziosità, torna di sommo elogio a chi la 
condusse, e di grande utilità a chi la consulti. Ma sfortunatamente essa non 
abbraccia che un periodo relativamente breve , giacché moltiplici difficoltà , e 
massima fra esse, il poco numero degli associali, fecero si che s' interrompesse 
un'impresa che al benemerito editore aveva già costilo invano non piccole somme. 
— In tanta penuria di mezzi, doppiamente preziosi riescono quelli di cui si può 
disporre. Ecco perchè feci tesoro di varii titoli sparsi qua e là nel Lichienthal, 

Manuale bibliograGco del viaggiatore in Italia. Milano , Silvestri 1844 ; nella 
Bibliografìa milanese del signor Francesco Prodari. Milano, Carrara 1857 f 
nel Catalogo manoscritto della biblioteca del defunto conte Pompeo Litta 

(gentilmente posto a mia disposizione dall'erede signor conte Balzarino Lilla 
Biumi) , nella Bibliografia italiana che da un anno pubblicasi in Firenze dal 
signor Giacomo Molini, e finalmente in un gran numero di prospetti, manifesti, 
programmi, cataloghi e cataloghetti librarli d'ogni formato, dove a rendere 
pili ingrate le ricerche, non manca mai l'ordine alfabetico. — È forse inutile 
l'aggiungere che trovai molti titoli di opere italiane nelle bibliografie slianiere 
che abbracciano opere d'ogni paese, siccome appunto il Brnnet, la Bibliograpliie 
unicerselle, e la Bibliotkeca historico-geographica, più sopra citate. 

Le OPERE FRANCESI furono somminislrate con sufficiente sicurezza dal 
Brunet fino all'anno I84S, e se pubblicate posteriormente al iSo'l dalla BibUotheca 
hìstoriro-rjPogrctpliica.Per sujìplire alla lacuna delle sei annate intermedie (184(5-51) 
consultai i sei rispettivi volumi della Bibliographie de la Franco, ou Journal 
gén(?ral de l'imprimérie, et de la librairie fran9aÌ8e, pubblicazione incominciata 
fin dal 1810, e che tiene al corrente di tulle le novità librarie, sieno esse, o no, 
impoitanti. Questa parte delle opere francesi credo possa essermi riuscita 
abbastanza completa per lo spoglio della BiìiliograpHe universcllc , che essendo 



comparsa in Parigi quattordici anni dopo la quarta cdiziono dt'l Brunet, mi forni 
parecchi titoli siasfu^jriti allo stes^^o Brunet, sia ad esso posteriori; e per lo spoglio 

del Catalogue annuel do la librairie fran9aÌ9e che publi!i'"asi a Parigi dal signor 
Reinwald. IM quest'ultimo calaloTO comparvero finora quattro sole annate (1858-61) 
ma sono cosi ben distribuite, e l'editore vi ha si opportunamente introdotta 
la divisione per scienze, che non potrebbe sugg^-rirsi miglior mezzo a chi ami 
tenersi al giorno di tutte le opere più importanti edite annualmente in Francia. 
— Ho esaminata anche l'opera di Giraull de Saint-Fargeau (vedasi la nota in 
italico che precede il numero 1206), ma pel mio scopo senza alcun fruito. 

Tolsi le OPERE INGLESI dal London catalogne of books (London, Hodgson) 
che in buon ordine sistematico dà tutte h' pubblicazioni uscite dal 1816 al 1840. 
Completai la raccolta mediante i titoli sparsi nel Brunet, e nella Bibllograpkie 
imi cer selle, servendomi per le opere edile nell'ultimo decennio della Bibliolheco 
liistoì-ico-geogrnpiiica e di tulli i cataloghi annuali della libreria inglese. Circa 
poi alle operi' inglesi stampate negli SI;ìIì Uniti americani, molte delle quali 
importantissime, mi servii dell'eccellente Bibliographical guide to the amerìcan 
literature, during the last forty years, pubblicata in Londra dal librajo Triibn.T 
nel 18o9. 

Raccolsi i titoli delle OPERE TEDESCHE dal Brunet, dalla Btbliocirajìhir 
universi-Ile, e per gli anni lSo2-61 dalla Bibliotivca hisforicogeoiimphicn, la quale 
pubblicandosi in uno dei principali centri del movimento scientifico di Germania 
può credersi ragionevolmente che li fornisca in modo completo. Arricchii la 
raccolta mediante varie annate del catalogo generale che pubblicasi in Lipsia dal 
librajo Hinrich, mediante le diligentissinie Relazioni bibliografiche sulle opere 
tedesche concernenti l'Italia e comparse nel nostro secolo, pubhlifale dal signor 
Alfredo Reumont nelle diverse annate dell'ylir/iù-io sfor/co, e mediante lo spoglio 
delle liste che leggonsi nelle opere storiche di Piitz, Heeren, Hoffer, ecc. Cercai di 
completarla per mezzo di buon numero di annotazioni che a lai scopo tenni in 
Germania durante tre anni di studii presso una delle più frequentate università. 

I titoli delle opere sved'si, danesi, olandesi, russe, polacche, ecc. furono 
raccolti dai cataloghi generali già accennati, e massimamente dalla Bibliuiheca 
hislorico-geogrophica, dal Brunet e dalla Bibliograpliie univcrselle. Non ho 
lasciato però di consultare qualche catalogo speciale, quando lo trovava nelle 
sfera non illimitata dei mezzi a mia disposizione, siccome, per esempio, il catalogo 
scandinavo di Lorck, di'l quale ho fatto cenno sotto la rubri-'a Stati scandinavi. 

Per le OPERE BIOGRAFICHE cito un capola\oro di diligenza ed infaticabilità, 
cioè la Bibliographie biographiqui ou Dictionnairo des ouvrages relatifs a 
l'histoire de la vie pubìique et privée des personnages célèbres des tous les 
temps et des toutes les nations depuis le commencement du monde jusqu'à 
nos jours. 33ruxelles, Stienon, 2.' édit., 1854, voi. 2, in 4." grand. È Opera di Un 
dotto tedesco, il signor E. M. Oettinger, che nel compdarla fu coadiuvalo da molti 
bibliolecarii di Francia e di Germania. Si divide alfabeticamente secondo i nomi 
rie' personaggi, dei quali però soltanto poche centinaja haimo diritto all'appellativo 
di storici. Nell'edizione del IH.ìO il totale de' titoli ascende a 26,000, ma è assai 
maggiore nell'edizione succitata. Come alcune altre delle già addotte, comprende 
anche quest'opera litoii d'ogni lingua, d'ogni epoca, e forse può anche dirsi 
d'ogni importanza. 

La PARTE QUINT.4, che abbraccia le opere sloriche sui munici|iii italiani. 
non escludendo quelle stampate ne'primi quattro secoli della stam|)a, offri maggiori 
difTicolta.o richiese maggiori cure. Sembrandomi però incunlraslubile l'utilità di una 



XlV 

simile raccolta, mi proposi di compirla, limitandomi perù alle cose più importanti 
per ciascuna città. Estratti molti titoli dai cataloghi antichi del Coleli di Vene- 
zia 1782, e (\e\VHaym (i quali tatti per questa sola parte mi tornarono utili), molti 
ne aggiunsi tolti dal Manuale del Lichtenlnal,da\\e dodici annate della Bibliografia 
italiana edita duUo Stella, dal Brunel, ecc. Per ultimo confrontai ed arricchii la 
raccolta valendomi di due cataloghi di private ma ricche biblioteche milanesi, 
che con somma cortesia mi si concesse adoperare. Di questi l'uno é il Catalogo 
della libreria Litta più sopra citato (comprende circa 6000 titoli di opere storiche 
d'ogni epoca e d' ogni importanza , ma quasi tutte italiane), 1' altro quello del 
nob. signor Carlo Morbio, il quale indefessamente e con grandi spese raccolse molte 
e pregevoli opere, sulla storia in genere, e massime su quella de'nostri municipii. 
Per la P.\P,TE SESTA, consacrata alla geografia ed ai viaggi, mi giovarono 
moltissimo i cataloghi inglesi già citati , sebbene perù molti titoli importanti 
trovassi anche nel Brunet, nella Bibliograpkie universelle e nella Bibliotheca 
historico geographica. 

Stacco dalla prefazione, e stampo qui in caratteri minuscoli questa mia lunga 
enumerazione, appunto perchè prevedo che pochi avranno la pazienza di leggerla. 
Eppure in nessun caso avrei voluto ometterla , giacché essa deve provare non 
solo su quali basi io abbia eretto il mio lavoro, ma, cosa ben più importante, 
qual sia lo stato della scienza bibliografica in Italia, e qual sia ne' paesi d'oltre 
mare e d'olire monte. Noi possediamo alcune buone bibliografie recenti, ma sono 
troppo parziali; ne possediamo alcune generali, ma troppo vecchie ('). Manchiamo 
di opere bibliografiche fondamentali , sicché ricorriamo alle straniere , massime 
•al Brunel, non contiamo una sol opera che s'occupi unpo'anche delle importanti 
pubblicazioni forasliere; non abbiamo bibliografie speciali per le singoli scienze, 
ed appena da un anno troviamo nella Bibliografia l'toiiana che pubblica il Molini 
in Firenze, un mezzo (ancor incompleto) per conoscere ciò che si stampa nelle 
nostre cento ci Ita. 

Giova lo sperare che risorta la nazione a più felici destini, ed incoraggiati i 
buoni sludii bi'ii più efficacemente di quello che finora non avvenisse, si volgerà 
anche alla bibliografia quell'attenzione che essa merita, siccome guida nello 
studio delle altre scienze, e nella scelta de' mezzi migliori, e conseguire lo scopo 
che lo studioso si propone. Che anzi vogliamo ci sia di buon augurio, e sintomo 
di risorgimento l'eccellente Manuale teorico pratico di bibliografia pubblicato 
recentissimamente a Palermo dal signor Giuseppe Mira , e quella Bibliografia 
storica-italiana dal 1750 a noi , che il signor professore Bartoli del Liceo di 
Livorno ci ha già da qualche tempo promesso. 



(*) L'Italia vanta due opere bibliografiche diligenti e meritamente apprezzati- 
dagli stranieri , quali sono il Dizionario di opere anonime e pseudonime di 
scrittori italiani e come die sia aventi relazione all'Italia di G. M. (nob. Gaetano 
Melzi), Milano. Pirola 1848-59; e la Serie dei ti'sli di liuijua e di altre opere 
importanti nella italiana letteratura scritte dal scnilo XlV al XIX di Bartolomeo 
Gamba di Bassano, accademico della Crusca. Venezia, 4." ediz., Gondoliere 1839. 
— .'\tiibedue costarono ai loro benemeriti autori molti anni di fatiche , rna per 
l'oco che si consideri l'indole loro alTallo speciale si vedia che esse non jiossono 
riuscire utili al maggior numero degli studiosi, ma bensì .soltanto alla ristrettis- 
sima cerchia dei bibliotecarii e dei bibliofili. 



TAVOLA SISTEMATICA 



DIVISIONI E SUDDIVISIONI 



PARTE PRIMA. 

PROLEGOMENI E STORIA ANTICA. 



A 


Filosofia della storia .... Num. 


1—24 Pag. 


1 


B 


Opere generali e diffuse sulla 








storia universale .... 


25-55 


2 


C 


Opere generali ma compendiose 








sulla storia universale . 


34—57 


4 


D 


Opere generali sulla storia an- 








tica 


58—71 


6 


E 


Storia antica orientale. 

E' Prolegomeni e paralipomeni 








della storia antica. ... 


72—102 


7 




E-* Storia dell' India antica . . • 


103—110 


8 




E' Storia degli Egiziani ... 


111—126 


9 




E* Mitologia, geroglifici , crono- 








logia, caste, monumenti e co- 








stumi degli Egiziani ... 


127-163 


9 




E^ Storia degli Israeliti ... 


164-188 


11 




E*^ Storia dei Fenicii .... 


189—193 


12 




E' Storia degli Assiri e Babilo- 








nesi . 


194—212 


13 




E"* Sfona dei Persiani .... ► 


213—221 


13 




E* Storia dei Cartaginesi ... 


322—230 


H 



F Storia dei Greci. 

F' Prolegomeni e paralipomeni 
F' Storia greca dai tempi eroici 

fino alla conquiata romana 
¥'' Sloria delle colonie greche 
F'' Storia de' Macedoni , delle 

guerre di Alessandro e deyi 

epigoni 

ti Storia dei Romani. 

G' L' Italia prima del sorger d 

Roma 

G^ Prolegomeni e paralipomen 

della storia romana . . 
G^ Dalla fondazione di Roma 

alla fine della repubblica 
G^ L' impero e sua decadenza 

Bl Storia ecclesiastica. 

H' Prolegomeni 

H^ Storia della chiesa nei primi 
sei secoli deW era nostra . 



Num. 251—264 Pag. 14 



265-506 
507—318 



319—539 



16 
IS 



19 



340—570 


20 


571—417 


22 


418-500 


. 24 


501—594 


. 28 


595—641 


. 52 


642—698 


35 



PARTE SECONDA. 

IL MEDIO-EVO. 

.^ Opere generali sul medio-evo, 

e prolegomeni .... Num. 
BS l popoli barbari, le loro mi- 
grazioni ed i regni da 
essi fondati. 

B* Opere generali e mitologia 

nordica » 

B^ Celti, Britanni, Pitti, Scoti, 

Caledonii, Anglo-Sassoni . • 

B' Cimbri, Germani, Franchi, 
Normanni, Bruii, Gepidi e 
Vandali • 

B* Visigoti , Ostrogoti e Longo- 
bardi 

B" Sciti ed Unni • 

J.' impero d' oriente , o bizan- 
tino. .. ....... 



699-726 Pag. 38 



727—755 
736—753 

754—801 

802-836 
857—844 

845—865 



40 
40 

41 

45 
45 

43 



f* Maometto, l' islamismo ed i ca- 
liffati arabi 

1'^ Le crociate e le loro conse- 
guenze. Gli ordini reli- 
giosi e cavallereschi . . 

F Storia ^d' Italia 

F' Opere generali sulla storia d'I- 
talia e si.d medio-evo italiano. 
F^ Piemonte e casa di Savoia . 
F'' Repubblica di Genova . . . 
F'* Milano e Lombardia . . . 
F' Repubblica di Venezia. . . 
F" Repubblica di Firenze . . . 

F" Regno di Napoli 

F^ Sicilia — Sardegna — Corsica. 

• ■ Il medio-evo in Francia . . 

H II medio-evo in Inghilterra 

■ Il medio-evo in Germania . . 

li II medio-evo in Spagna. — Por- 
togallo. — Paesi Bassi. — 
Svizzera. — Stati scandi- 
navi. — Ungheria. — Boe- 
mia e Polonia. — Bussia. 
— Grecia 

M Storia delle grandi scoperte 
geografiche, e delle con- 
quiste degli Europei dal 
XIII al XVIII secolo. . 
rV storia ecclesiastica .... 



Niim. 866-888 Pag. 46 



889—921 



1457— 1S81 



1582—1620 
1627—1740 



48 



922-980 


. .^0 


. 981—1007 


» 58 


. 1008—1021 


. 60 


. 1022—1067 


01 


. 1068-1113 


. 05 


. 1114—1142 


. 68 


. 1143—1174 


. 70 


. 1175—1205 


. 72 


' 1206—1294 


74 


' 1295-1357 


79 


» 1358-1456 . 


82 



88 



94 

98 



PARTE TERZA, 

STORIA MODERNA. 

A Opere generali sulla storia mo- 

<Ì6rna Num. 1741— 1708 

B Opere generali sulla storia mo- 
derna in Italia. =^ Opere 

BIBL. — C 



Pag. 104 



Num. 1769—1888 Pag. 106 

. 1889—2007 » 114 

. 2008—2094 . 120 

. 2095—2161 . 123 



xvm 

parziali sul ducato di Sa- 
voia (poscia regno di Sar- 
degna) — sulla repub- 
blica di Genova — sul 
ducato di Milano — sulla 
repubblica di Venezia — 
sul granducato di Tosca- 
na — sul regno di Napoli 
— sulla Sicilia, Sardegna 
e Corsica .... 

C Storia moderna in Francia . 

D Storia moderna in Inghilterra 

E Storia moderna in Germania 

F Storia moderna in Spagna. — 
Portogallo. — Paesi Bassi 
e Belgio. — Svizzera. — 
Svezia. — Danimarca. — 
Polonia. — Ungheria. — 
Russia. — Turchia. — 
Grecia 2162—2334 . 129 

G Storia ecclesiastica 2335—2443 . 138 

PARTE QUARTA. 

I NOSTRI TEMPI 1815-1862, 

A Opere generali sulla storia dei 

nostri tempi .... Num. 2444—2462 Pag. 145 
B Opere sulla storia d' Italia dal 
1815 in poi. 

B' Generali . 2463—2480 • 146 

B'-* Parziali . 2481—2526 . 147 

C Opere ed opuscoli sulla que- 
stione italiana, le guerre 
del 1859-60, e la spedi- 
zione di Sicilia, capita- 
nata dal generale Giu- 
seppe Garibaldi .... 2527—2585 . 150 



D Opere sulla stona dei nostri 
tempi in Francia, — In- 
ghilterra. — • Germania. 

— Austria. — Spagna. 

— Belgio. — Svizzera. 

— Svezia e Danimarca. 

— Ungheria. — Polonia. 

— Russia. — Turchia. — 
Grecia Num. 

E Op.ere ed opuscoli sulle attuali 
grandi quistioni europee . 



2584—2748 Pag. 153 



2749—2844 



162 



PARTE QUINTA. 

BIBLIOGRAFIA STORICA DEI MUNICIPII ITALIANI. 



Questa parte abbraccia le opere più 
importanti d'ogni secolo della 
stamiìa, sulla storia di circa 
quattrocento fra città , bor- 
gate e Provincie d'Italia. — I 
titoli sono disposti alfabeti- 
camente secondo i nomi dei 
luoghi, cioè nell' ordine se- 
guente 



Abruzzi (prov.) 2853. 

Acireale. 

Acqui. 

Agata (S.) de' Goti. 

Aggira (antica). 

Agrigento (antica). 

Alba Fucense (antica). 

Albano. 

Albenga. 

Alesa (antica). 

Alessandria. 

Alife (antica). 

Amalfi. 

Anagni. 







Num 


2845-3484 Pag. 


Ancona. 






Arpino. 


Andria. 






Ascoli. 


Anghiera. 






Asti. 


Antignate. 






Atella (antica). 


Anzio. 






Atina (antica). 


Aquila. 






Aurunca (antica). 


Aquileja. 






Avellino. 


Aquino. 






Aversa. 


Arcangelo 


(S.) 




Axia (antica). 


Arcola. 








Arezzo. 






B 


Argenta. 








Ariano. 






Bagnacavallo 2904 


Aricia (antica.) 




Bari. 


Arna. 






Bassano. 


Arona. 






Belluno. 



166 



Benevento. 

Bergamo. 

Biandrate. 

Biella. 

Biseglie. 

Bizini. 

Bologna. 

Bolsena. 

Bomarzo. 

Bondeno. 

Borgomanero. 

Brescia. 

Brianza (prov.) 

Brindisi. 

Brivio. 

Budrio. 



Cadore (prov.) 2946. 

Cagli. 

Cagliari. 

Calabria (prov.) 

Calatagirone. 

Calvi e Sparanisi. 

Camajore. 

Camerino. 

Campione. 

Canlù. 

Caorle. 

Capena. 

Capri. 

Capua. 

Carpi. 

Casale Maggiore. 

Casale Monferrato. 

Caserta. 

Caslino. 

Cassano d'Adda. 

Castello. 

Castiglione delle Sti- 

viere. 
Catania. 
Catanzaro. 
Cefalù. 
Celano. 
Cento. 

Cera (antica). 
Cesena. 
Cesi. 
Ceva. 
Cherasco. 



Chiaravalle. 

Chiari. 

Chieri. 

Chieti. 

Chiusi. 

Cingoli, 

Ciro. 

Ci vate. 

Cividale. 

Civitavecchia. 

Colle (Val d'Elsa. 

Colorno. 

Comacchio. 

Como. 

Conegliano. 

Conversano. 

Cora (antica.) 

Corigliano. 

Correzzola. 

Cortona. 

Cosenza. 

Cotignola. 

Cotrone (antica.) 

Crema. 

Cremona. 

Crescentino. 

Coma (antica.) 

Cuneo. 

Cupra (antica.) 

Cutigliano. 



Dalmazzo (S. 
Donnino (S.) 



3037. 



Elba (isola) 3039. 
Elpidio (S.) 
Eraclea (antica.) 
Erba. 

Ercolano e Pompei (an- 
tiche.) 
Este. 



Faenza 3054. 
Fano. 
Feltre. 
Ferentino. 



Fermo. 

Ferrara. 

Fiesole. 

Finale di Modena. 

Foligno. 

Fontanella. 

Fontaneto. 

Forlì. 

Forlimpopoli. 

Fossano. 

Francia corta (prov.) 

Frascati. 

Friuli (prov.) 

Frosinone. 

Fusignano. 



Gabio (antica) 3087, 

Galatina (antica). 

Garda. 

Garfagnana (prov.) 

Gela (antica.) 

Geminiano (S.) 

Gemona. 

Genzano. 

Giaveno. 

Giovanni (S.) Persiceto. 

Giovanni (S.) Valdarno. 

Giovenazzo. 

Giuliano (S.) 

Giulio (S.) d'Orta. 

Glinionte. 

Gorizia. 

Gradara. 

Guastalla. 

Gubbio. 



Imola 3113. 

Incisa. 

Industria (antica). 

Iseo. 

Istria (prov.) 



Jesi 5119. 
.lesolo. 



XX( 



Lagnasco 3121. 

Larino (antica). 

Latisana. 

Lecce. 

Lecco. 

Leno. 

Leuca (antica). 

Libarna (antica). 

Livorno. 

Locamo. 

Lodi. 

Lombardia (prov.) 

Lomellina (prov.) 

Loreto. 

Lucania (prov.) 

Lucca. 

Lugo. 

Luni (antica). 

Macerata 3147. 
Malta (isola di). 
Manfredonia. 
Mantova. 
Marino (S.) 
Martina. 

Massa di Fermo. 
Massa di Lunigiana. 
Massa Lubrense. 
Meda. 
Messina. 
Mestre. 

Michele (S.) della Chiu- 
sa. 
Mileto. 
Miniato (S.) 
Mirandola. 
Modena. 
Molfetta. 
Monaco. 
Mondolfo. 
Mondovì. 
Monfalcone. 
Monselice. 
Montalboddo. 
Montalcino. 
Montappone. 
Montecassino. 



Montecatini. 


Piazza. 


Montecchio. 


Pieve (città della). 


Montecicardo. 


Pieve di Sacco. 


Montefiascone. 


Pinerolo. 


Monteleone. 


Piombino. 


Montepulciano. 


Piperno (antica). 


Montevergine. 


Pisa. 


Monza. 


Pistoja. 




Pizzo. 


N 


Poggibonsi. 




Pollenzo (antica). 


Napoli 3198. 


Pordenone. 


Nardo. 


Portogruaro. 


Narni. 


Portomaurizio. 


Nepi. 


Potenza. 


Nicotera. 


Pozzuolo (antica). 


Nizza. 




Nocera. 


Q 


Noci. 




Nonantola. 


Quinzano 3295. 


Novara. 




Novellara. 


R 


Novi. 






Ragusa 3296. 


O 


Ravenna. 




Recanati. 


Offida 3210. 


Reggio (di Lombardia) 


Oneglia. 


Reggio (di Calabria). 


Oria. 


Reggiolo. 


Orvieto. 


Rimini. 


Orzi. 


Ripatransone. 


Osimo. 


Rivarolo (canavese). 


Ossola (Domo d'). 


Rivarolo (cremonese). 


Ostia. 


Roma. 


Ostiglia. 


Romagna. 


Otranto. 


Ronzano. 




Rossano. 


P 


Roveredo. 




Rovigo. 


Padova 3227. 




Palermo, 


S 


Palestrina. 




Pansula (antica). 


Sabbionetta 3333. 


Parma. 


Salerno. 


Pavia. 


Salò. 


Pedona (antica). 


Saluzzo. 


Pergola. 


Sannio (prov.) 


Perugia. 


Sarsina (antica). 


Pesaro. 


Sassari. 


Pescia. 


Savigliano. 


Pesto (antica). 


Savino (S.) 


Piacenza. 


Savona. 



XZII 

Scandiano. 

Sepolcro (S.) 

Sessa. 

Severino (S.) 

Sicilia (prov.) 

Siena. 

Sinigaglia. 

Siracusa. 

Soliera. 

Solunto (antica.) 

Sora. 

Sorrento. 

Sospello. 

Spello. 

Spinazzola. 

Spino. 

Spoleto. 

Stresa. 

Subiaco. 

Suessula. 

Sulmona. 



Tadino 3382 (antica). 

Taranto. 

Teramo. 



Termini. 

Terni. 

Terracina. 

Tivoli. 

Tirolo (prov.) 

Todi. 

Tolentino. 

Torino. 

Tortona. 

Toscanella. 

Trattamaggiore. 

Tran. 

Tremiti (isole.) 

Trento. 

Trescorre. 

Treviglio. 

Treviso. 

Trieste, 

U 

Udine 3423. 
Urbino. 



Valcamonica (provin. 
3431. 



Valdichiana (prov.) 
Valsassina (prov.) 
Valsesia (prov.) 
Valsugana (prov.) 
Valtellina (prov.) 
Valtrompia (prov.) 
Varese. 
Vejo (antica). 
Velletri. 
Velleja (antica). 
Venafro. 
Venezia. 
Venosa. 
Ventimiglia. 
Vercelli. 
Verona. 
Verrucchio. 
Vicenza (e sette comu- 
ni). 
Viesti. 
Vigevano. 
Vimercate. 
Viterbo. 
Vito (S.) 

Voghenza (antica). 
Volterra. 
Vulcia (antica). 



PARTE SESTA. 



BIBLIOGRAFIA GEOGRAFICA. 



B 



Questa parte comprende le opere piìi 
importanti, sui grandi viaggi 
e le scoperte del nostro se- 
colo, e sulla storia de' paesi 
non europei. 
Prolegomeni. 

A' Opere generali e sulla circum- 
navigazione Num. 3485 

A'^ Viaggi nelV estremo oriente e 
settentrione d' Europa. . . 
Africa. 

B' Africa settentrionale. Costa oc- 
cidentale. Costa orientale ■ 

B'^ Africa centrale e meridionale. 

B"' Isole africane 



-3498 Pag. 202 



3499—3510 


. 203 


3511—3556 


. 204 


3557—3590 


. 207 


3591—3611 


. 209 



D 



E 



Asia. 








C Asia settentrionale .... Num. 3612- 


-3629 Pag. 


210 


C- Asia centrale 


. 3630- 


-3690 


211 


C' Asia meridionale .... 


. 3691- 


-3723 » 


214 


C Isole asiatiche 


. 3724- 


-3750 . 


216 


America. 








D' Prolegomeni e popoli aborigeni. 


. 5751- 


-5767 


218 


B^ Storia degli Stati Uniti . . 


. 3768- 


-3810 


219 


D^ America settentrionale . . . 


. 3811- 


-5855 


222 


D' America centrale e meridio- 








nale 


. 3854- 


-3905 


225 


D^ Isole americane 


. 3906- 


-5924 . 


228 


Oceania continentale ed insu- 








lare 


. 3925- 


-3965 . 


228 


Viaggi negli oceani polari. 








F' Oceano polare artico . . . 


. 3966- 


-5989 


231 


F* Oceano polare antartico . . 


. 3990- 


-4000 . 


255 



PROLE 




E STORIA ^wm^ 



Filo.sofia. della storia. 



Schlegel F. Sulla lilosofìa della 
storia, 18 lezioni. Vienna, 
Schaumburg- 1829 : voi. 2 
(ted.) ' (1 

Assai accredilaln. Vers. (rane, di 

Lechat. Parigi ÌH'iC>; voi. ± — Vers. 

ingl. di Robertson. Londra, Saundcrs 
voi. 2. 

Herder. Idee sulla filosofia del- 
la storia delF umanità. Lipsia 
1841 ; voi, 2. (ted.) (2 

Assai accreditala. Vers. frane, di 
Edgardo Qninct. Altra vers. frane, di 
Tanricl. Biiixeilps, Lacroix 1860. 

Hegel G. F. Filosofia della sto- 
ria. Berlino 1840. (led.) (3 

Vers. ilallcina di Passerini. Capo- 
lago 18U). 

Bunsen C. C. J. Iddio nella 
storia, ossia II progres.so della 
credenza religiosa nella prov- 
videnza, rcggitrice degli uma- 
ni destini. Lipsia, Brockliaus 
1858. (ted.) (4 

Rosa G. Le origini della civiltà 
in Europa. Milano. Edit. del 
Politecnico 1862; voi. 1.° (5 
L' autore si propone di rischiarare 
le origini della civiltà jtresso i diversi 
popoli d'Europa giovandosi special- 
mente delle etimologie linguistiche. 
Dotalo di un'erudizione non comune 
fra di noi, egli consulta i migliori au- 
tori forestieri, ed espone le "sue idee 
in modo semplice e chiaro. Come av- 
viene però di solito in tali difficili 
lavori, non poche delle congetturo che 
all'autore sembrano ammissibili par- 
ili dl. — 1 



ranno altrui arrischiate ed incerte 
assai. L'opera si divide ne' seguenti 
capi principali: Cosa sia civillà e come- 
si (/eneri. — L'Europa alla comparsa 
dcìl'uomn. — Le prima genti, don 
Filini, Baschi, Japiiji , Albanesi, — 
Prime ini<irazioni in Europa dal- 
l'Asia e dall' Africa. — Prime noti- 
zie sloriclte dell'Europa. — Grecia 
ed Italia. — Origini iberiche, celtiche 
e britanne. — Origini germaniche. — 
Slavi, Letti, Sarmati, e Traci. — Tra- 
dizioni serbate dalle lingue. 

Balbo C. Meditazioni storiche, 
Firenze; 3,'' ediz. LeMonnier 

1855. ((; 

Assai accreditata. 
Barchou de Penhoen A. T. 

Essai d'une pliilosophie de 

riiistoire. Paris 1854; volu- 

mes 2. (7 

Carlyle T. On heroes hero wor- 

ship and the heroic in history. 

.London; 4ili edit. 1852, (8 

LasaulxE. Nuovo saggio di una 

filosofia della storia, basata 

sulla verità de' fatti. Monaco 

1857. (ted.) (9 

Funck J. Philosophie et lois 

de l'histoire. Paris , Didier 

1859. (10 

Michelet J. Sur la philosophit; 

de l'histoire. Paris 1831 ; volu- 

mes 2. (11 

Introduclion à l'histoire 

universelle. Paris, 3.'»'- édit. 
1843. (12 



PARTE PRIMA 



13-28 



RouxFerrand P. Histoire de la 
civilisation cu Europe depuis 
l'ère chrétienne jusqu'au XIX 
siede. Paris 1833-41; volu- 
ines 6. (13 

Philippson. Sui risultati gua- 
dagnati dalla scienza storica, 
lezioni sei. Lipsia. Baumgart- 
ner 1860. (led.) ' (14 

Tràchsel G.D. Sull'essenza e le 
leggi della storia. Berna 18S7. 
(ted.) (15 

Vera A. Prolusioni alla storia 
della filosofia ed alla filosofìa 
della storia. Firenze, Paggi 
1861. (16 

Mazzarella. Sulla scienza della 
storia. Napoli 1860. (17 

Ferrari P. Della storia: pro- 
lusione. Milano, F. Sanvito 
1861. (18 

Melillo. Introduzione alla filoso- 



fia della storia. Napoli 1861. M9 
Bossuet. Discours sur l'histoire 
universelle. (20 

Libro non recenle, ma consideralo 
ancora come classico, specialmente in 
Francia. Avvene versioni in tulle le 
lingue. Una delle italiane è quella di 
P.irma 1H;W; voi. 3. 

Fabre d' Olivet. Histoire philo- 
sophique du genre humain 
sous le rapport politlque et 
religieux, à toutes les epoques 
et chez tous les peuples. Pa- 
ris 1824; voi. 2. (21 

Obry. Du berceau de l'espèce 
humaiiie selon Ics Indiens, les 
Perses et les Hébreux. Paris, 
Durand 1808. (22 

Hegewisch D. H. Introduzione 
alla cronologia della storia. 
1811. ((ed.) ^ (23 

Abraham C. I. Oli the uniiy ot 
history. London, Williams. (24 



Opere generali e cliffu.se sialla .storia uni- 
versale. 



Schlosser C. F. La storia uni- 
versale narrata al popolo. Edi- 
zione pubblicata da G. Kriegk. 
Francoforte 1844-56; voi. 18. 
(tea.) (25 

Libro eccellente, scritto con profon- 
dità e con libero stile. Assai opportuna 
ne sarebbe una buona traduzione ita- 
liana. Versione svedese, Stoccolma 1859. 
Versione ohmdese, Rotterdam 1860. 

Becker C. F. Storia universale. 
7." edizione pubblicata da Loe- 
bell colla continuazione di G. 
Woltman n e di C. Menzel. 1836- 
1858; voi. 14. {ted.) (26 

Tradotta in varie linijuo. L' ottava 
edizione di Berlino, Duiicker 1860, 
e ancora in corso di slampa. 



Rotteck C. Storia universale. 
20.'' ediz. Brunswick 1857; 
voi. 11. (ted.) (27 

Quesl' opera accreditala i,'iun.c;e fino 
al 1856. Vers. inglese; Londra, Long- 
man 18'i2, voi. 4; ed altra di Jones, 
New York 1840. ^ 

Gantù C. La storia universale. 
Torino, Pomba, 8." edizione 
1855-57; volumi 12 di testo 
e 9 di documenti. — Prezzo 
Ir. 166. (28 

Quesfopera, ingente frutto de' su- 
dori d'un celebre nostro storico, e 
troppo nota e troppo recente perchè 
non si conoscano i disparati s;iudizii 
dilli su di e.ssa. Il pensiero di una 
storia universale, scritta non per il po- 
polo, ma scientificamente e con docu- 



29-32 



STORIA ANTICA. 



menti, è arditissimo e di difficile ese- 
cuzione. L' autore con raro coraggio 
ha sfidate ed in gran parte superate 
le difficoltà che gli si opponevano. 
Raccolse grandi materiali e li coor- 
dinò come meglio seppe. Lo stile è 
facile, chiaro, i giudizii indipendenti; 
ma l'esposizione de' fatti manca tal- 
volta di profondità. — La seconda 
edizione napoletana, fatta sulla ottava 
torinese comparve in Napoli presso 
Margheri. Versione francese di Aroux, 
Parigi 1846; voi. 18. Versione tedesca 
di Briihl, Sciaffusa 1856. Una versione 
ungherese comparve in Pesi 1857 a 
spese di una società e porta il titolo 
di Vilag tórtcnelemirla Cnntk Cessar. 
Se ne fece anche una versione polac- 
ca. — L' autore dà lunglie liste di 
opere d'ogni epoca ed importanza, ma 
non pare che egli siasi prefisso di dare 
soltanto le migliori; inoltre mancano 
necessariamente quelle comparse negli 
ultimi deccnnii. — Ora si annuncia 
intrapresa la nona edizione. 

Diitmar. La storia universale 
prima e dopo Cristo, con spe- 
ciale riguardo allo svolgersi 
delle scienze, delle arti e del 
commercio. Nuova edizione. 
Eidelberga, Winter 1860; vo- 
lumi 6. (ted.) (29 

Ahnegarn. Corso di storia uni- 
versale. Munstcr 1861, S.'"^ edi- 
zione; voi. 8. (ted.) (30 

Hardion. Histoire universelle, 
continuée par Linguet (31 

Vers. italiana. Venezia, Tasso 1835 ; 
voi. 25. 

Compendio della storia univer- 
sale, ossia Raccolta di storie 
di tutti i paesi, in parte tra- 
dotte in parte originali. Mi- 
lano, Stella 1818-30; 182 vo- 
lumetti in 18.° con rami in 
nero. (32 

Sebbene questa vasta raccolta abbia 
perduto oggi quasi ogni pregio scien- 
tifico e commerciale , crediamo do- 
verla citare sia per la grandiosità del- 
l' impresa, sia per il grandissimo fa- 
vore con cui venne accolta dal pub- 
blico or fanno alcuni deccnnii. Essa 
si deve al defunto libraio e biblio- 



grafo A. Fortunato Stella . il quale , 
mentre dapprima divisava di pubbli- 
care soltanto la versione delle opere 
storiche del conte di Segur, quando 
s' accorse del rapido spaccio, fé' scri- 
vere e compilare da diversi scrittori le 
storia de' diversi paesi , ondo formas- 
sero complemento a quelle del Segur 
e presentassero un corso completo di 
storia universale. L'esito della specu- 
lazione fu prodigioso, se si conside- 
rano le molte migliaia di associati , 
e l'alto prezzo di due franchi al vo- 
lumetto. Duole il dire che la parte 
più pregevole della raccolta consiste 
nelle opere tradotte anziché nelle ori- 
ginali, e che il modo della trattazione 
de' diversi argomenti non manifesta 
che fosse grandissima l'esigenza del 
pubblico d'allora. È inutile 1' eg- 
giungere quale progresso siasi fatto 
dappoi negli studii storici. Il preciso 
ordine della collana è il seguente : 

Segur. Storia dell'Egitto e della 
Siria. Versione dal francese di 
L. Bossi Voi. 1 

Storia de' Medi e Persiani, 

tradotta come sopra ...» 2 

Storia degli Ebrei , come 

sopra » 2 

Storia della Grecia , come 

sopra ■> 3 

Storia di Sicilia e Cartagi- 
ne, come sopra .... » 1 

Storia di Roma , come so- 
pra » 7 

I Cesari dell'imperatore Giu- 
liano » 1 

Storia del basso impero. » 9 

Compagnoni. Storia d'America, 
compreso l'indice. ...» 29 

Adams. Storia della Gran Bre- 
tagna. Versione dall' inglese di 
D." Bertolotti » 8 

Coxe. Storia della casa d'Austria. 
Versione dall'inglese di Compa- 
gnoni » 6 

Compagnoni. Storia dell' impero 
ottomano » 6 

Bertoloui. Storia della Svizzera. » 3 

Malcolm. Storia della Persia. Ver- 
sione dall'ingl. di D. Bertolotti.» 3 

Ascargorta. Storia della Spagna. 
Vers. dallo spagnuolo di D. Ber- 
tolotti » 6 

Compagnoni. Storia dell'impero 
russo " 6 

Da riportarsi Voi. 93 



PARTE PRIMA 



33-36 



lìiporto Voi. 93 

Bortolotti. Storia delle crociate. » 2 

Storia del Portogallo . » 3 

Sanvitali. Storia d'Olanda e dei 

Paesi Bassi » 3 

Bertolotti. Storia della China. » 4 
Bellcni. Storia dei Tartari . » 7 
Ligurii. Storia della Polonia. « 2 
Levati. Storia degli Arabi . » 3 
Angiolini. lireve storia della Ba- 
viera » 1 

Soncini. Storia della Scandina- 
via » 3 

Ripamonti. Storia delle Indie 

orientali » 3 

Eellinzaghi. Storia degli Ungheri, 

compilata su quella di Engel. » 2 

Lev-ali. Storia di Barberia . » 1 

Storia dell'Africa. , . » 2 

Astori. Storia del Giappone . » 2 
Umpecando. Storia della Sasso- 
nia » 3 

Mattoi. Storia di Prussia . . » 2 
Mantelle. Geografia e cronologia 

antica e moderna . . . . " 12 
Storia d'Italia dalla caduta del- 

Da riportarsi Voi. 148 



lìiporto Voi. 148 
l'impero d'occidente a noi, com- 
pilala da B. S. A. ... » 

Segur. Storia di Francia. "Ver- 
sione dal francese di Bossi e 
Barbieri » 

Indice generale » 



10 



Totale Voi. 182 

Nella vasta storia d'America, il Com- 
pagnoni dà una descrizione geografica 
di essa, poi ad una ad una lo narra- 
zioni delle conquiste e delle colonie 
nelle Anlille, nel Messico, nel Perù, 
nel Chili, e cosi via via secondo l'or- 
dine cronologico delle scoperte. 

Millot. Cours d'histoire gene- 
rale ancienne et moderne. (33 

La migliore versione italiana con 
note é quella di Milano, Bettoni. Parte 
antica 1824, voi. 9; parte media e 
moderna 1826. voi. 8. La continua- 
zione al Millot, che finisce cot 1663, fu 
scritta da Millon, il quale condusse 
l'opera fino a! 1814. Questo libro con- 
serva ancora parte del suo pregio. 



Opere generali ma compenciiose sulla 
storia lani^v^ersale. 



Weber. Compendio di storia 
universale. Lipsia, Engelmann 
8." edizione 1859; due grossi 
volumi, {led.) (34 

Opera eccellente, di cui sarebbe desi- 
derabile la versione italiana. L'autore 
dà una succinta ma esaltissima nar- 
razione degli avvenimenti, ed aggiunge 
brevi trattali sulla mitologia, lettera- 
tura , ecc. de' singoli popoli. Spesse 
volle però troppo traspare la parzia- 
lità dello scrittore protestante. Vers. 
frane, di Guillaume. Bruxelles, La- 
croix 1861. Vers. sved. — Versione 
spagnuola. 

Assmann. Manuale di storia uni- 
versale. Bruns^vick, 4.*^ edi- 
zione 1859; voi. 2. (fó(i.) (35 
Assai accreditala. 



Pùtz Guglielmo. Compendio di 
storia universale. Coblenza , 
10.''' edizione 1858; volumi 3. 
(ted.) (36 

Per brevità e precisione il miglior 
compendio a noi noto. Il maggior elo- 
gio che far si possa di quest' opera 
sta nel fatto della sua rapida diffu- 
sione. Se ne fecero dieci edizioni in 
Germania e fu tradotta in quasi tutte 
le lingue di Europa. Esistono tre ver- 
sioni italiane, stampale in Vienna, 
Zara e Torino. La preferibile è, quella 
di Torino. Preziose aggiunte ai capi- 
toli storici sono i geografici , mitolo- 
gici, ecc. Aggiunge l'autore la notizia 
di circa cenci nquanta opere recenti ed 
accreditate sui principali periodi. 

Schlosser F. C. Storia univcr- 



37-57 



STORIA ANTICA. 



sale. Quattro volumi in sette 
parti 181o-4i. (ted.) (37 

Hòfler C. Storia universale. 
Ratisbona 1853-57; volumi 4. 
(ted.) (38 

Sebbene scriUa sotto un nspelto trop- 
po esclusivamente cattolico , é assai 
accreditata. Vers. ital. di De Angeli. 
Milano, Boniardi-Pugliani i8o8; voi. 4. 

Zeiss. Manuale di storia uni- 
versale con speciale riguardo 
alla storia della coltura de' po- 
poli. Weimar 1858; volumi 3. 
{ted.) (39 

Accreditata. 

Springer. Storia universale dai 

tempi più remoti fino ad og- 
jji. Berlino, Hasselberg 1860. 
{ted.) (40 

In corso di pubblicazione. 

Pòlitz. La storia universale, 
compendiata. 7,''' ediz. Lipsia 
1851; voi. 3. {ted.) (41 

Accreditata. 

Mùller G. Ventiquattro libri 
sull'istoria universale. 1810; 
voi. 3. {ted.) (42 

Libro eccellente , tradotto in molte 
lingue. Vers. ital. di G. Barbieri. Li- 
vorno 1839; voi. 8. 

Schmidt. Compendio di storia 
universale, pubblicato da H. 
Berduschek. Miilheim, 7'' ediz. 
1858; voi. 3. {ted.) (43 

Dietsch. Manuale di storia uni- 
versale. Lipsia, 2."' ediz. 1860; 
voi. 3. {ted.) (44 

Ruckgaber. Manuale di storia 
universale. Sciaffusa, Hurter 
1856; voi. 3. {ted.) (45 

BumùUer G. La storia univer- 
sale. Friburgo, 4.^ ediz. Dieci 
dispense 1858. {ted.) (46 

Esattissimi sono i prospetti crono- 
logici aggiunti a questo libro. 



Nòsselt. Manuale di storia uni- 
vei\sale. Lipsia, Fleisclier, 4.^* 
ediz. 1859; yo\.i. {ted.) (47 

Wernicke. La storia universale, 
Berlino, Duncker, 2." edizione 
1860; volumi 3. {ted.) (48 

Ellendt. Manuale di storia uni- 
versale. Konigsberga, 4.''' ediz. 
1853. {ted.) (49 

Rùckert. Manuale di storia uni- 
versale. Lipsia 1857. {ted.) (50 

Leo. Corso di storia universale 
ad uso degli alti istituti d'edu- 
cazione, {ted.) (51 

Versione italiana. Milano, Lampato 
1840. 

Schroeck. Compendio di storia 
universale. Lipsia 1779; vo- 
lumi 6. {ted.) (52 

Vers. ital. Milano, Sonzogno 1827; 
volumi o. 

Bredow. Fatti principali della 
storia universale, {ted.) (53 

Vers. ital. di L. Schiaparelli. Torino, 
Pomba 1841 ; volumi 2. 

Welter. Manuale di storia uni- 
versale. Miinster 19,^ edizione 
1860. {ted.) (54 

Brevissimo ma eccellente compendio, 
del quale esistono versioni italiane. 

Stùwe. Compendio di storia uni- 
versale. Jena, 11." ediz. 18G0. 

{led.) (55 

Brand. Compendio di storia 

universale, {ted.) (56 

Vers. ital. Milano, Vallardi, S.'* ediz. 
1856. 
Compendio della storia univer- 
sale dai primi tempi fino al 
1815, tratta dall'opera di Rou- 
stan e da altri. Milano, Cam- 
piglio 1825-29; volumi 9. (57 

Opera che conserva ancora qualche 
pregio, massime per le parti che con- 
cernono la riforma religiosa. 



PARTE PRIMA 



58-71 



Opere generali sulla storia antica. 



Duncker. Storia dell'antichità. 
Berlino 1857 ; quattro grossi 
volumi, (ted.) (58 

La miglior opera generale suU'anli- 
chilà e di cui è a desiderarsi una 
versione italiana. Il primo volume 
parla degli Egizii e dei popoli asiatici 
fino a Ciro, il secondo dei popoli ari 
e persi fino a Dario, il terzo de'Greci 
fino circa il 630 avanti Cristo, il quarto 
de' Greci fino alla sconfitta de' Per- 
siani nel 479. Attinge esclusivamente 
a tutte le fonti. 

Schlosser F. C. Storia del 
mondo atitico e della sua ci- 
viltà. Tre volumi in undici 
parti. 1826-34; voi. 3. (ted.) (59 

Assai accreditata. Versione francese 
di Golbery. Paris, voi. 3. 

Heeren M. Manuale di storia 
antica, (ted.) (60 

Versione italiana di Crivelli. Vene- 
zia 183(5. Versione francese di Thu- 
rot, 1827. Opera un po' vecchia, ma 
ancora pregevole per le molle e buone 
opere che cita. 

Raumer Federico. Lezioni sul- 
la storia antica. Lipsia 1847; 
2." edizione, voi. 2. (61 

Accreditata. 

Lorenz. I popoli e gli stati 
dell' antichità. Lipsia 1833 ; 
(ted.) (62 

Accreditata. 

Le Bas. Précis d'histoire an- 
cienne jusqu'à la domination 
romaine. Paris 1845;3.mi'edit., 
voi. 2. (63 

Robinson. Ancient history ex- 
hibiting a summary view of 
the rise and fall of the na- 



tions of antiquity. London 
1856; new edit. (64 

Fredet. Ancient history from 
the dispersion of the sons of 
Noe to the battle of Actium. 
London; S.ihedition, Dolman 
1854. (65 

Roìiin. Histoire ancienne des 
Egyptiens, Garthaginois, As- 
syriens, Médes, Perses, Grecs, 
eie, accompagnée d'éclaircis- 
sements historiques par M. 
Letronne. Paris 1849; nouv. 
edit., voi. 8. (66 

Vers. ingl. di Grees. Filadelfia 1853. 
In ital .Venezia, Batlaggia 1849; voi. 48. 

Dederich. Manuale di storia an- 
tica pei ginnasii. Lipsia, Flei- 
seher 1860. (led.) (67 

Schiaparelli. Corso generale di 
storia antica. Torino 1852. (68 

Le istituzioni de' popoli antichi vi 
sono esposte in modo chiaro ed adatto 
alle giovani intelligenze, cui il libro é 
dedicato. 

Schiaparelli. Compendio di sto- 
ria orientale antica. Torino 
1859. (69 

E questo un brevissimo compendio, 
ma lo vogliamo addurre perché si fon- 
da su quanto di meglio si possiede 
sulla storia antica, e cita frequente- 
mente le fonti a cui ha attinto. 

De-Leva. Sommario della sto- 
ria de' popoli antichi, Padova 
1858. (70 

Bredow. Manuale della storia 
antica, con un sunto sulla cro- 
nologia degli antichi. Altona 
1799. (ted.) (71 



72-88 



STORIA ANTICA. 



lS torcia antica. orienLale. 



Storia antica. 



.dralipomeDi 



(Mitologìa, nrcheoloyia, (jeo(jvofia, 
arti, scienze, lettere, commercio, 
arte militare, costumi, numisma- 
tica, ecc., dei popoli antichi). 

Creuzer Fed. Sulla simbolica 
e sulla mitologia de' popoli 
dell' antichità , S.** edizione. 
Darmstadt 1823; volumi 6. 
{led.) (72 

Assai accreditata. Versione francese 
(li rrtiifrninnt. Parirri, voi. 9. 

Wuttke A.Storia del paganesimo 
ne'suoi rapporti con le scien- 
ze, le arti, i costumi e gli or- 
dini politici. Breslavia 1852. 
{ted.) (73 

Sainte-Croix. Recherches sur 
les mystères du paganisme. 
Paris 1817; voi. 2. (74 

Baur F. C. Simbolica e mito- 
logia, ossia La religione dei 
popoli a nticlii.Stuttgardal82i; 
volumi 3. (ted.) (75 

Stuhr P. F. I sistemi religiosi 
degli anticlii popoli orientali e 
degli Elleni. Berlino 1838; 
voi. 2. {led.) (76 

Rhode G. Le sacre tradizioni 
dell'oriente antico. Breslavia 
1821. {led.) (11 

Il sistema religioso dei Bat- 

tri, Medi e Persi. Francoforte 
sul Meno 1820. (led.) (78 

Goerres. Storia de' miti degli 
antichi popoli asiatici. Eidel- 
berga 1810; voi. 2. (led.) (79 



Kàrcher C. Breve manuale di 
mitologia ed archeologia. Carls- 
ruhe, Braun 1825. (ted.) (80 

Clavier E. 3Iémoires sur les 
oracles des anciens. Paris 
1811. (81 

Heeren A. E^ L. Idee sulla 
politica e sul commercio dei 
principali popoli dell'antichità. 
2."' edizione. Gottinga 1829. 
(led.) (82 

Assai accreililata. Versione francese 
di Suckau. Paris. Didot 1830; voi. 7. 
— Vers. ingl. di Bancroft. Boston 1812. 
Moreau de Jonnes A. Stati- 
stique des peuples de l'anti- 
quité. Paris, Guillaumin 1851; 
voi. 2. (83 

Accreditata. 
Mannert. Geografìa de'Greci e 
de'Romani. 1812-22; voi. 8. 

(led.) (84 

Assai accreditata. 

Uckert. Manuale della geogra- 
fìa de'Greci e Romani fino al- 
l'epoca di Tolomeo. Weimar 
1816-40; voi. 3. (ted) _ (85 

Viviea de S.Martin L. Etudes 
de géographie ancienne et de 
ethnographie asiatique. Paris 
1854; voi. 2. (86 

Schmitz L. A manual of an- 
cient geography with a map 
showing the retreat of the 
10,000 Greeks under Xeno- 
phon. London , Rivington 
1858. (87 

Smith G. Dictionary of greek 
and roman geographv. Lon- 
don 1857; voi. 2. (88 



PARTE PRIMA 



89 lon 



Goguet. De l'origine des loix, 
ar(s ci Sciences chez les an- 
cieiis. Paris 17ri8; voi. 3. (89 

Lelewel G. Pilheas de Marseille 
et la géosTaphie de son temps. 
Paris 1836. (90 

Winckelmann G. G. Storia del- 
le arti presso i popoli dell'an- 
tichità, [ted.) (91 

Versione francese di Huber. Pariin 
1802; voi 3. 

Hermann C. F. Storia delle ar- 
ti e delie scienze presso i Greci 
ed i Romani. Opera postuma, 
pubblicata da G. Schmidt. Got- 
tinga 1857; voi. 2. (ted.) (92 

Hirt A. Storia delle arti belle 
presso gli antichi. Bei'lino 
1833. (Icd.) (93 

Duquesnel A. Histoire des let- 
tres avaiit le christianisme. 
Paris 1N3(): voi. 2. (94 

Eckel G. Trattato elementare 
di numismatica antica, greca 
e romana. 2." ediz. fìg.; Vienna 
1807. (Jcd.) (95 

Afcrerlilaia. Vers. franeese di Kulb. 
Parif;i IS^.'Ì; voi. 2. 

Hennin M. Manuel de nnnn's- 
matique ancienne. Paris 1830: 
vol._2. (9G 

Garnier G. Deux mémoires sur 
la valeur des monna ies de 
compie chez les peui)les de 
j'anli(|ui(<'. Paris 1817. (97 

Lionnet. La vita privata presso 
£?li antichi popoli. Berlino, 
Reimer 1853. (icd.) (98 

Wallon H. Histoire do l'escla- 
vag(i dans l'antiiiuité. Paris 
1847; voi. 3. (99 

Ciriacy. Storia dell'arte mili- 
tare presso i popoli antichi. 
(ted.) (100 

Vers. francese. Pari.ui, Con card 1853. 

Lassen C. Memoria sulla storia 
de're gi'eci ed indo-sciti nella 



Battria, in Cabul e nell'India. 
Bonn 1838. (ted.) (101 

Seiffarth G. Coi-rezioni nella 
stoi'ia de' popoli dell'antichità, 
fatte colTappoggio di calcoli 
astronomici e nuove investiga- 
zioni. Lipsia 1855. (ted.) (102 

E'^ — Sloria dell'Inaia antica, 

Lassen C. Le antichità indiane. 
Edizione l'ec. Lipsia, Kittler 
1859-60; voi. 4. [ted.) (103 

L'opera migliore su questo dilTicile 
argomento. Il quarto volume giunge 
fino all'arrivo de'Porloghesi. Il prezzo 
é di circa cento trancili. 

Bohlen P. L'India antica e suoi 
rapporti coli' Egitto. Konig- 
sborgal830; voi. 2. (?erf.)(104 

Robertson W. Researches on 
ancient India. (105 

Vers. ital. con note di G. D. Roma- 
gnosi. Prato, 3.*" ediz. Guasti 1838. 
Il titolo preciso di questa versione é 
« Ricerche storielle sull'India antica, 
sulle cognizioni che ne avevano gli 
antichi, e sul suo commercio. Esiste 
anche un'edizione di Milano eseguila 
sotto eli orchi del Romagnosi. V. Frr- 
ra rio 1829; voi. 2. 

Kruse T. Storia dell'India an- 
tica, tolta dalle l'onti indiane 
e non indiane fra loro confron- 
tate. Lipsia 1855. (ted.) (10(5 

RhodeG. Sulla simbolica, la mi- 
tologia e la filosofìa degli anti- 
chi Indiani. Lipsia 1827; vo- 
lumi 2. (led.) (107 

Reinaud J. Mémoiregcographi- 
que, historique, etc.,surl'inde 
avant le XI siede d'après les 
écrivains arabes, persans et 
chinois. Paris 1849. (108 

Kennedy V. Researches info 
the nature and aflinity of an- 
cient and liindu niitholouy. 
London 1831. (109 



HO-128 



STORIA ANTICA. 



Rodriguez. History of llic Hin- 
doo castes. London, Acker- 
mann 1847; voi. 3. (HO 



£3 >- Siria d3,l 



!ilJ)S!5r., 



(Compresa l'epoca dei Tolomei e la 
romana.) 

Bunsen. II postodegliEgizii nella 
Storia universale. 1845-46; vo- 
lumi 0. (ted.) (IH 

Il miglior libro sulla storia liegli 
El'Ìzìì. Vers. ingl. di CoUerdl. Lon- 
dra , Longmnn 1831. 
Sharpe S. The history of Egypt 
from the earliest tinjes till the 
arab conquest a. d. 640. Lon- 
don, 4.tii edit. Moxon 1860; 
voi. 3. (112 

VtTS. tcd. di Jolowitz. Lipsia 1857. 

Schwartze. L'antico Egitto, sua 

storia, lingua, costituzione e 

religione. Lipsia 1843; voi. 3 

con figure, {led.) (113 

Opera costosa. 

Brugsch E. Histoire d^Égypte 
dès les preniiers tenips jusqu'à 
nos jours. Avec planches et 
vucs. Leipsic, Hinrich 1859; 
voi. 2. (114 

Opera dedicata a S. A. il viceré 
d'Egitto. 

Lepsius. Sulla dodicesima di- 
nastia de' re esjiziani. Berlino, 
Diimmler 1857. (ted.) (115 

Uhlemann. Gli Israeliti e gli 
Hyksos in Egitto. Disserta/, 
storico-critica. Lipsia, Wigand 
1856. (ted.) (116 

Knòtel. Cheope il re costruttor 
di piramidi ed i suoi succes- 
sori. Cenni sull'invasione de- 
gli Hyksos, su Manetone, etc. 
Lipsia, Dyk 1861. (fprf.) (117 

De pastoribus qui Hyksos 

vocantur deque regibus py- 

BIBL. — 2 



ramidum auctoribus. Lipsia 

1856. (118 
Wilkinson. iEgypt in the ti- 
mo of the Pharaos. London 

1857. (119 
Lesueur. Chronologie des rois 

d^Egypte. Paris 1848. (120 

Premiata dall'Accademia franc( se. 
Ghampollion Figeac. Annales 
desLagides ou chronologie des 
rois grecs d'Egypte, succes- 
seurs d'Alexandre le grand. 
Paris 1820; voi. 3. (121 

OpeiM premiata. 

Letronne. Recherches pour ser- 
vir à l'histoire de l'Egypte 
pendant la domination des 
Grecs et des Romains. Paris 
1823. (122 

Parthey. Tolomeo Lagi, fonda- 
tore della 32.^ dinastia egizia- 
na. Berlino, Diimmler 1860. 
(ted:) (123 

Letta all'Accademia delle scienze di 
Berlino. 

Sharpe S. History of the Pto- 
lomies of Egypt. London , 
Moxon. (124 

Robiou. iEgypti regimen , seu 
qua ratione tractaverint Pto- 
loma;i. Rennes 1853. (125 

Sharpe S. ^Egypt under the 
Romans. London, Moxon. (126 

E"^ — Mitologia; geiogliiìci, cronolcgia, 
caste, monumsiiti costumi, ecc. degli 
Egiziani. 

Lepsius. Sul ciclo primitivo 
delle deità egiziane. Berlino 
1851. (ted.) (127 

Ghampollion. (le jeune) Pan- 
theon égyptien.Parisl823.(128 

L'Egypte sous Ics Pha- 

raons, ou recherches sur la 
géographie, la réligion et l^hi- 



dO 



PARTE PRIMA 



129-152 



stoire des Égyptiens avant 
Cambyse. Paris 1814: volu- 
mes 2. ' (129 

Prichard I. C. Aiialysis oi' 
egyptian niitology. London, 
Sherwood. (130 

Guigniaut. Le dieu Sérapis, son 
origine ot son liistoire. Paris 
1828. (131 

Lepsius. Il lil)ro dei rè degli 
antichi Egiziani. Berlino. Hertz 
1858; voi. 2. (fed.) (132 

Magnifica e coslosa filiziono. 

Champollion. (le jeune) Précis 
du système hyéroglyphique 
des anciens Egvptiens. Paris 
1828; voi. 2. '^ ^ (133 

De réeriture hiératiqiiedes 

aneiens Égyptiens. Grenoble 
1821. (134 

Goulianoff. Archeologie égyp- 
tienne ou recherches sni' les 
hvéroglvphes. Leipsic 1839 ; 
voi. 3. "^ (135 

Letronne. P»ecueil des inscrip- 
tions grecques et latines de 
l'Egypte. Paris 1842. (136 

L'inscription de Rosette , 

texte et ti'aduction litterale. 
Paris, Didot 1840. (137 

Akerblad. Lettres sur l'inscrip- 
tion égvptienne de Rosette. 
Paris 1802. (138 

Sharpe S. Vocabulary of egyp- 
tian hierogliphics. London, 
Moxon. (139 

Affre. (arciv.) Nouvel essai sur 
le hveroglyphes égyptiens. 
Paris '^1834.' ^ (140 

È questo l'eroico arcivescovo che 
jiiori sulle barricate vittima delia sua 
pietà. 

Lepsius. Cronologia degli Eni- 
zii. Berlino 1852. {ted.) (141 

Opera accreditatissinia come tutte 
quelle di questo celebre egittologo. 
Brugsch E. Recherches sur la 
division de l'année chez Ics 



Égyptiens. Avec tables. Ber- 
lin^ 1856. (142 

Boeck. Manetone ed il periodo 
astronomico di Sii'io (hund- 
sternperiode) saggio sulla sto- 
ria dei Faraoni cgizii, Berlino 
1845. (/('(/.) (143 

Salvolini F. Des principales 
expressiuns qui servent à la 
notation des dates sur les mo- 
nuinents t''gyptiens, lettre à 
M. Cazzerà. Paris 1832. (144 

Ampère. Des castes et de la tran- 
smission héréditaire des pro- 
fessions dans l'ancienne Egyp- 
te. Paris, Dupont 1848. (145 

Zambelli A. SulFesistenza delle 
antiche caste egiziane. Mila- 
no 1850. (146 

Lepsius. I monumenti dell'Egit- 
to e dell'Etiopia, disegnati per 
ordine di re Federico Gugliel- 
mo IV di Prussia. Berlino, 
Nicolai 1851-55. {ted.) (147 

Opera magnitìca e costosissima. 

Rosellmi. I monumenti dell' E- 
gittoedellaNubia. Pisa, Capur- 
ro 1832-36; con atlanti. (148 

Opera niagiiifica e coslosissima. 

Brugsch E. Relazione del viag- 
gio l'atto in Egitto per ordine 
del re Federico Guglielmo IV 
di Prussia nel 1853-4. Lipsia 
1855. {ted.) (149 

Belzoni. Narrative of the recent 
disco veries and excavations in 
Éa:ypt and Nubia. London, 
Murray 1821; voi. 2. (150 

Opera di un nostro dotto e diligente 

viaggiatore. 

Champollion. (le jeune) Monu- 
ments de rEiivpte et de la Nu- 
bie. Paris 1835. In folio. (151 

Osburn. Monumentai history of 
Et;\ pt. London, Triibner 1854; 
vof. 2. (152 

Minutoli. Viaggio al tempio del 



153-172 



STORIA ANTICA. 



Dio Ammone nel deserto di Li- 
bia. Berlino 1824. (ted.) (lo3 

Uhlemann. Manuale delle anti- 
chità egiziane. 1857. (ted). (15i 

Thoth, ossia le scienze pres- 
so gli Egiziani. Opera com- 
pilata sulle fonti classiche e 
sulle egizie. Gottinga 185o. 
Con una tavola, (fed.) (155 

Accreililata come UH te le opere di 
questo insigne cpiltologo. 

Lenormant C. Museé des anti- 
quités égvptiennes. Paris 1840; 
in folio lìg. (158 

Seyffart. Saggi per servire alla 
conoscenza della letteratura, 
dell'arte, delia mitologia, e 
della storia dell'Egitto antico. 
Lipsia 1826-41; 7 fascicoli, 
fìir.Oed.) (157 

Wilkinson. A popular account 
of the ancien t Egyptians. Lon- 
don, Murray 1854; voi. 2, with 
Ave hundred woodcuts. (158 

L'autore, notissimo per diversi pre- 
ziosi scritti sugli antichi E'^iziani, da 
in questo libro una liella dipintura delia 
vita domestica e de' costumi di quel 
popolo misterioso. Cinquecento intagli 
copiati diligentemente dalle sculture 
rendono l'oiiera assai interessante. 

Brunet de Fresie. Examen cri- 
tique de la suecession des dy- 
nastics égvptiennes. Paris, Di- 
dot 1850;"^ voi. 2. (159 

Accreditata. 
Ameilhon. Histoire du com- 
merce des Egvptiens. Paris 
1766. ^ (160 

Premiata dall'Accademia francese. 

Henry. L"Egypte pliaraonique, 
ou histoire (ics institutions des 
Egyptiens sous leurs l'ois na- 
tionaux. Paris 1846; volu- 
mes 2. (161 

Pettigrew. History of egyptian 
mummies an account of the 
worship and emhalm ofsacred 
animals. London 1834. (162 



Uhlemann. Tre giorni in Men- 
tì, studio sugli usi degli an- 
tichi Egizii. Gottinga 1856. 
(ted.) (163 

E^ — Storia de^li Israeliti. 

(Epoca antica, media e recente). 

Ewald. Storia del popolo d' I- 
sra^llo fino a Cristo. Gottin- 
ga 1854; 2." edizione, voi. 4. 
(fed.) (164 

L"o;iera migliore sull'argomento. 

Graetz H. Storia degli Israe- 
liti dagli antichissimi tempi 
fino a noi. Berlino ; voi. 4. 
(ted.) (165 

Herzfeld. Storia del popolo di 
Israello , incominciando dal 
secondo tempio. Nordhausen 
1854. (ted.) (166 

Verworst. Le peuple de Dieu. 
Histoire complète cn quatres 
époques. Paris 1858 ; Lecof- 
fre. (167 

Saranno ad opera finita otto volumi. 

Bauer. Manuale della storia de- 
gli Ebrei. Norimberga 1800; 
voi. 2. (ted.) (168 

Salvador. Histoire des institu- 
tions de Moise et du peuple 
hebreu. Paris, Ponthieu 1838; 
2.Je edit., voi. 3. (169 

Assai accreditala. 

David. Sur la réligion des He- 
breux avant Moise. Berlin 
1812. (170 

Townsend. The character of 
Moses as an historian. Lon- 
don 1819; voi. 2. (171 

Poujoulat. Histoire de Jt^'rusa- 
lemdepuis Moise jnsqu'ànous. 
Paris, Verinot 1856; 'edit. ree, 
voi. 2. ■ (172 

Premiata dall'Accademia francese. 
Versione italiana. Venezia , Fontana 

1S44. 



12 



PARTE PRIMA 



173-193 



Eisenlohr. Il popolo d'Isracllo 
al tempo dei rè. Lipsia 1856, 
voi. 2. (ted.) (173 

Russell. The coiinexion of sa- 
cred and profane history from 
the death of Josua to the de- 
cline of the kingdoms of Israel 
and Judah. London 1832; vo- 
lumi 3. (174 

Menzel C. Storia politica e re- 
ligiosa dei regni di Israele 
e di Giuda. Breslavia 1853. 
[ted.) (175 

Ewald G. L. Vita del re Da- 
vidde profeta d'Israello. 1796; 
voi. 2. (ted.) (176 

Thomas. History of the reign 
of Salomon. Oxford 1813. (177 

Kopp. Il tempio di Salomone 
descritto. Stiittgarda 1839. 
{ted.) (178 

Sullo stesso argomento può consul- 
tarsi anclie il liljro di Meyer. Berlino 
183i. 

Jost. Storia degli Israeliti dai 
Maccabei fino a noi scritta se- 
condo le fonti. Berlino 1820- 
29; voi. 9. (ted.) (179 

Bertheau C. Dissertatio d<; 
secundo libro Maccabeorum. 
Gottinga 1836. (180 

Schlosser L. G. Storia della fa- 
miglia degli Erodi, re di Giu- 
dea. Lipsia 1818. (ted.) (181 

Chijs. Commentatio historica 
de Herode Magno, Judeorum 
rege. Lugd., Bat. 1855. (182 

Brown. Antiquities of the Jews. 
Edimburg 1826; voi. 2. (183 

Salvador. Histoirc de la domi- 
nation romaine en Judée et 
de la ruine de Jérusalem. Pa- 
ris 1847; voi. 2. (184 

Depping. Les Juifs dans le 
moyen àge , leur état civil, 
commercial et littéraire. Pa- 
ris 1845. (185 
Opera premiata dall'Accademia fran- 
cese. 



Capefigue. Les Juifs au moyen- 
ùge. Paris, Dufey 1833. (186 

Upera premiata dall'Istituto h'an- 
cese. Versione italiana di Marchi. Mi • 
lano 1841. 

Kayserling. Storia degli Ebrei 
nella Spagna e nel Portogal- 
lo. Berlino , Springer 1861 ; 
voi. 2. ((ed.) (187 

Cavedoni. Le monete bibliche, 
ossia spiegazione delle monete 
citate nella santa scrittura. 
Modena 1850. (188 

Fersione tedesca di Werlhof. An- 
nover 185.5. 

Chi desiderasse ampii ragguagli 
sulla sloria, le leggi, i riti, i coslu- 
mi, ecc. degli Ebrei potrà consultare 
le opere del nostro celebre orientalista 
De Rossi , stampate in Parma sul 
finire dello scorso secolo , e special- 
mente il suo Dizionario storico degli 
autori ebrei. Parma 1802; voi. 2. La 
pili completa bibliografia si è però 
cjuella di Fuerst col titolo Bibliolheca 
judaica. Lipsia 1850; voi. 3. 

E^ — Storia dei Fenicii. 

Movers. Le antichità fenicie. 
Berlino 1855; yo\.3. (ted.) (189 

h l'opera migliore sul diffìcile argo- 
mento. Il primo volume contiene la slo- 
ria della Fenicia, il secondo quella delle 
colonie, il terzo tratta del loro com- 
mercio e della loro coltura in generale. 

Ricerche sulla religione de' 

Fenicii e confronti con quella 
de' Cartaginesi , Siri, Babilo- 
nesi, Assiri, Ebrei ed Egizi;. 
1841. (ted.) (190 

Redslob. I viaggi de' Fenicii 
verso il Nord, e quelli di Pi- 
tea di 3Iassilia. Lipsia 1855. 
(ted). (191 

Kenrick. Phoenicia. "With maps 
and plates. London, Fellowes 
1855. (192 

Sandberg. Dissertatio de Afri- 
ca a Phcenicibus jussu Neco- 
nis circumnavigata. Utrecht 
1860. (193 



191214 



STORIA ANTICA. 



13 



E^ — Storia de^li Assiri e Babilonesi. 

Niebuhr M. Storia d'Assiria e 
Babilonia , incominciando da 
Pimi, ed in concordanza col- 
1' antico Toslaiuento. Berlino 
1857; con carte, (ted.) (194 

Opera di j,'r;iii(Je eimlizione, e senza 
dubbio la migliore sull'argoinenlo. 

Gumpach. Schizzo della storia 
degli Assiri e Babilonesi dal 
25.° secolo al 6." secolo av. C. 
Mann bei m 1854. {ted.) (195 

Vaux. Nineveb and Persepolis 
an bistorical sketcb of Assyria 
and Persia. London 1850. (196 

Vers. teJ(!Sca di Zenkur. Lipsia 1856. 

Munter. La religione de' Ba- 
bilonesi. Copenhagen 1827. 
{tcd.) (197 

Gumpach. La cronologia dei Ba- 
bilonesi e degli Assiri. Eidel- 
berga 1852. {ted.) (198 

Brandis Johan. Renan assyria- 
l'iun tempora emendata. Bonn 
1853. (199 

Saulcy. Recherches sur la chro- 
nologie des empires de Nini- 
veli , Babylone et Ecbatane , 
jusqu'à la prise de Babylone 
par Cyrus, et examen critique 
des passages de la bible relatil's 
à ces empires. Paris, Vrayet 
1850. (200 

Oppert. Chronologie des Assy- 
riens et Babyloniens. Paris, 
Carion 1857. (201 

Estratto da un rapporto diretto ai 
ministro di'lla pubbli''a istruzione. 

Bosanquet J. W. The fall of 
Niniveh and the reign of Sen- 
nacherib chronologically con- 
sidered. London , Longman 
1853. (202 

Haffe. De prima Nebucadnezari 
adversus Hyerosolima expedi- 
tione. Bonnse 1850. (203 



Brandis. Sulle iscrizioni assire 
e loro interpretazione, con os- 
servazioni sulla scrittura cu- 
neiforme adoperata dagli As- 
siri e Babilonesi. Berlino 1856. 
{ted.) (204 

Saulcy. Sur les inscriptions as- 
syriennes de Ninive , Korsa- 
bad, Nimrud etKujundschick. 
Paris, Leleux 1850. (205 

Luzzato. Etudes sur les inscri- 
13tions de Persepolis et Kor- 
sabad. Padoue, Bianchi 1850; 
in 8." (206 

Layard. Nineveb and its re- 
inains, an inquiry into the 
manners of the ancient As- 
syrians. London 1849; volu- 
mes 2. (207 

Versione tedesca. Lipsia 1852. 

Bonomi. Niniveh and its palaces 
the discoveries of Botta and 
Layard applied to the eluci- 
dation of Holy Writ. London 
1853. (208 

Ferguson. Niniveh and its ruins, 
the historv of the great city. 
London 1855. (209 

Potè. Niniveh a review of its 
historyand modem explorers. 
London, Clarke 1854. (210 

Weissenborn. Ninive ed i suoi 
dintorni. Storia dei recenti 
scavi. Erfurtl851.(fó(/.) (211 

Ainsworth W. F. Researches 
in Babylonia and Assyria. Lon- 
don, Parker. (212 

E'^ — Storia dji Persiani 



Schnatter. De Cyro, Persarum 
regc. Berolini 1857. (213 

Schultz. De Cyro Jndeorum li- 
beratore. Berolini 1853. (214 

Walch. Commentatio de Cyri 
primo Persarum monarchia, 



14 



PARTE PRIMA 



215-234 



expeclitione in Massagetas. Got- 
tinga 17G7. (215 

Abbot. The history of Cyrus 
and of Darius. London 1852; 
voi. 2. (216 

Struve. Campagne di Dario Ista- 
spe contro gli Sciti. Riga 1813. 
(ted.) (217 

Richter. Saggio storico-criti- 
co sugli Arsacidi e sui Sas- 
sanidi, secondo le tradizioni 
persiane e greche. Lipsia ISOì. 
(ted.) (218 

Ménant. Zoroastre, essai sur la 
philosophie réligieuse de la 
P(!rse. Paris 1844. (219 

Si consulti anche Hòlty. Luneburgo 
1836. {h'd.} 

Rawlinson. The persian cunei- 
form inscription of Behistun. 
Lon.lon 1846. (220 

Lassen. Sulle primitive iscrizio- 
ni cuneiformi persiane. Bonn 
1830. {ted.) (221 

E® — Stona dei Caricginesi. 

Hendrich. De republica Cartha- 
giniensium 1664. (222 

Lodala da Heeren. 



Munter. La religione dei Car- 
ta2;inesi. Copenhagen, 2.^ ediz. 
1821. {ted.) (223 

Wolff. De principibus reipublice 
Carthaginiensi magistratibus. 
Bonnae 1857. (224 

Macdougall. The campaigns 
of Hannibal arranged and cri- 
tically considered. London 
1858. (225 

Eilis. A treatise on Hannibals 
passage of the Alps, over the 
little Cenis. London, Parker 
1854. (226 

Gerard. Resumé des campagnes 
d'Annibal. Paris 1844. (227 

Schneiderwirth. Le ultime sor- 
ti di Annibale dalla battaglia 
di Zama (ino alla sua morte. 
Heiligenstadt 1857. {ted.) (228 

Davis. Carthago and her re- 
mains, an account of the exca- 
vations on the site of the 
phoenician metropolis. Lon- 
don, Bentley 1860. (229 

Falbe. Recherches sur l'em- 
placement de Carthage. Paris 
1837. (230 



Storia dei Greci. 



F* — Prolegomeni e Paralipomeni. 

Schoemann. Le antichità gre- 
che. Berlino 1857 ; voi. 2. 

{ted.) (231 

Di questa pregevole opera è in corso 
a Vienna la versione italiana latta da 
R. Pichler. Il primo volume parla 
delle interne condizioni degli stati 
greci. Vienna, Gerold 1857. 



Hermann C. F. Manuale di 
antichità greche. Eidelberga 
4841: 3.-'' ediz. {ted.) (232 

Accreditata. 

Preller. Mitologia greca. 1854; 
voi. 2. (ted.) (233 

Accreditala. 

Maury. Histoire des réligions 
de la Grece antique. Paris, La- 
drange 1857; voi. 2. (234 



■23o-2C3 



STORIA ANTICA. 



ir 



Welcker. Le divinità della Gre- 
cia. 1857; \o].2.{fed.) (235 

Brandis. De tcmporuni grteco- 
riim antiquissiiDoruni rationi- 
bus. Bonn, Marcus 1857. (236 

Accreditata come tutte le opere cro- 
iioloi,'iclie di questo autore. 

Bdeyer H. Storia delle belle arti 
presso i Greci. Dresda 1824; 
voi. 3 con atlante, (ted.) (237 

Creuzer. L'arte istorica presso 
de'Greci. ÌSiì^i. (ted.) (238 

Rennel J. Goograpliical system 
of Herodotus. London, Ri- 
vington. (239 

Autore di parecchi pregevoli scritti 
suir.\sia antica. 

Kruse. L' Eliade, ossia Descri- 
zione geografica dell'antica 
Grecia e delle sue colonie. 
1827; voi. 3. (ted.) (240 

Cramer. Description of ancient 
Greece. O.xlord 1828; volu- 
nies 3. (241 

Geli. Itinerary of Gi'eece -with 
a commentarv on Pausanias 
and Strabo. London 1810. (242 

Schoemann e Meier.Studii sul 
processo attico. Halle 1824. 
(tPd.) (243 

HefiPter. Sul processo giudizia- 
rio presso gli Ateniesi. Colonia 
1822. (fed.) (244 

Hùllman. Storia del commercio 
de'Greci. 1839. (ted.) (24o 

Boeck. Sulla marina degli Ate- 
niesi. Berlino 1840. {ted.) (240 

Bacchetti V. Trattato sulla mi- 
lizia dei Greci antichi. Milano, 
Ripamonti 18'J7. (247 

Becker. Caricle^ ossia La vita 
privata degli antichi Greci. 
(ted.) (248 

Vers. inglese di Metcalfe. Londra , 

Parker. 

Schneider. Sul teatro presso 

gli Ateniesi. Weimar 1835. 

{ted.) (249 



Gironi. Le nozze presso gli an- 
tichi Greci. Milano 1819. (250 

Stuart e Revett. Le antichità 
di Atene. Vers. dall' inglese 
nell'italiano di C. Zardetti, 
pubblicata per cura dell'ar- 
chitetto G. Aluisetti. Milano 
1832-44; voi. 4 in l'olio con 
molte belle tavole. (251 

Ojiera magnifica e di gran jiregio. 
L'edizione inglese si pubblicò dal 17G2 
al ISIG; voi. 4 in folio. 

Schubarth. Idee su Omero ed 
il suo secolo. Breslavia 1821. 

{ted.) (252 

Schoell. Sofocle , sua vita ed 
opere, secondo le fonti. Fran- 
coforte 1842. (ted.) (253 
Mùller C. O. De Phidi» vita 
et operibus commentationes. 
Gottinga} 1827. (254 
Gerlach. Socrate ed i sofisti. 
Basilea 1827. (ted.) (255 

Assai numerosi Suno i libri comparsi 
in Germania sull'insigne Glosofo del- 
l'antichità. Al già citato aggiungiamo 
(juello di Haime. Brunswick 1841. 

Raumer. Pericle ed Aspasia, 
Berlino 1810. (ted.) (256 

Blume. Narratio de Licurgo 
oratore. Potsdam 1834. (257 

Dahlman. Vita di Erodoto. 
(ted.) (258 

Versione inglese di Cox. London, 
Parker 1817. 

Hertzberg G. F. Alcibiade uo- 
mo di stato e generale. Halle 
1853. (ted.) (259 

Julius. Specimen historicum de 
Nicla demagogo et l>elli duce 
Trajecti ad Rh. 1858. (260 

Becker. Demostene qual orato- 
re , e qual uomo di sfato. 
Halle 1816; voi. 2. {ted.) (261 

Palmblad. iEschines athenien- 
sium Icij^atus ad Philippum. 
Upsala 1836. (262 

Mazzucchelli. Vita e scritti di 
Archimede. Brescia 1737. (263 



IG 



PARTE PRIMA 



264-272 



Collana degli antichi storici gre- 
ci volgarizzati. Milano, Son- 
zogno e Molina 1819 a 1861; 
voi. 8G. — Prezzo approssi- 
mativo 600 franchi. (264 

Comprende i seguenti .autori: Ditti 
e Darete, tradotti da Compagnoni; 
Diodoro Siculo, Irad. dal medesimo; 
Giuseppe Flavio, trad, da A. Angiolini; 
Dione Cassio, trad. da G. Viviani; 
Polieno, trad. da L.Garani; Erodiano, 
trad. da P. Manzi; Dionigi d'Ai icar- 
nasso, trad. da M. Mastrofini ; Plu- 
tarco, trad. da G. Pompei ; Plutarco, 
opuscoli, Irad. da M. Adriani; gli 
storici minori, trad. da varii ; Arria- 
7?o, trad. da M. Maslrolini; Pausa.nia, 
trad. da S. Ciampi, Apollodoro Atenie- 
se, trad. di Compagnoni; Dionigi d'Ali- 
carnasso, trad. da M. Mastrofini ; Sira- 
bone, trad. da Franeesco Ambrosoli ; 
Diogene Laerzio, trad. dal conte L. Lc- 
chi; Procopio, trad. da G. Rossi; Tuci- 
dide, trad. da P. Manzi; Appiano, trad. 
da M. Mastrofini ; VAlessiade d^ Anna 
Comnena, trad. da G. Rossi; Erodoto 
nove muse", Irad. dal cav. Mustoxi- 
di; Polibio, trad. da Kohen ; Seno- 
fonte (Anabasi), trad. da F. Ambro- 
soli; i due Filostì-ati, trad. da Vinc. 
LanceUi; Zosimo, trad. da G. Rossi; 
Niceta, trad. da L. Dolce. — Non sap- 
piamo con quanta ragione siensi con- 
fusi in una sola collana gli storici 
greci antichi e classici, coi bizantini, 
tanto lontani dai primi per lingua , 
per tempo, per circostanze e special- 
mente per merito. 



F^ — Storia greca dai tempi eroici fine 
alla cor.qusta romana. 



Grote G. History of Greecc 
London, 3Iurray 1846-56; vo- 
lumes 12. ' (265 

L'opera migliore su questo interes- 
sante e difficile periodo della storia 
universale. L'illustre autore, membro 
onorario della regia Accademia di To- 
rino, ha spiegato in essa una profondis- 
sima erudizione. Ycrs. ital.di Olimpia 
Colonna della Valle. Napoli, Pellcrano 
1836-61; voi. 6. (in corso). Versione 
tedesca di Meissner 1850-56; voi. (i. 



L'edizione inglese citata costa sedici 
scellini al volume, circa 2iO franchi 
in totale. 

Curtius. Storia greca. Berlino, 
Weidmann 1857-61; voi. 2. 
(ted.) (266 

Fra le mille opere scritte sui Greci 
e sulla loro gloriosa istoria, sarebbe 
questa la migliore quando non esistesse 
quella di Grole. 

Mone. Saggio critico analitico 
siillastoria greca. Berlino 1858. 

(ted.) (267 

Mone ha scritto eziandio una storia 
greca, ed una critica sulla storia greca 
di Curtius. 

Kortùm. Storia della Grecia dal- 
le origini fino alla lega achea. 
Eidelberga, 1854; volumi 3. 
(U'd.) (268 

Thirlwal, Connop. History of 
Greece. New edition. London, 
Longinan 1855; voi. 8. (269 

Versione francese di Joanne. Paiis 

Ì8't7; voi. i. 

Mitford. History of Greece. 
London, Cadcll 1829; volu- 
mes 8. (270 

Schmitz. History of Greece ab- 
ridged. From early times to 
146 b. C. (271 

Accreditala. — Versione ted. sulla 
quinta edizione ingl. Lipsia, Baum- 
gartner 1859. Vers. olandese. Amster- 
dam 18.03. 
Drago V. Storia dell'antica Gre- 
cia , dalla giunta dei Titani 
alP incendio di Corinto, ag- 
giuntavi quella della lilosofia, 
(lolle lettere e delle arti. Mi- 
lano, Bettoni e Crespi 1820-36; 
voi. 6. (272 

Quest'opera, la migliore comparsa in 
Italia sull'argomento, non giunge fino 
alla presa di Corinto fatta dai Romani 
circa la metà del secondo secolo av. C. 
come potrebbe credersi dal titolo, ma 
soltanto fino alla battaglia di Gnido, 
ed al richiamo di Agesilao, circa nel 
390 av. C. Rimase interrotta per la 
morte dell'autore avvenuta nel novem- 
bre 1836; ma non ha perduto affatto 



273-294 



STORIA ANTICA. 



17 



di pregio, malgrado i lavori recenlis- 
simi di Grote e di Curtius. Una bre- 
vissima ma bella biografìa di V. Drago, 
scrina dal Tommaseo trovasi nell'ot- 
tavo volume delia vasta ed interes- 
sante opera pubblicata da E. Tipaldo 
in Venezia col titolo, « Biografia degli 
« italiani illustri nelle scienze, lettere 
« ed arti vissuti nel secolo i8.° e nel 
19." fin circa il 1840. » Coi tipi di 
Alvisopoli 1834-44; voi. 10. La cite- 
remo parecchie volte. 

Sanesi. Storia dell'antica Grecia. 
Firenze, Le-Monnier 1859. (273 

Comprende in trentaqualtro lezioni 
una chiara e precisa esposizione delle 
vicende della Grecia, fino alla conqui- 
sta romana. 

Duruy V. Histoire grecque; 
2.Je eclit. avec cartes. Paris 
1855. (274 

Goldsmith. Historv of Grece 

abridged. " (275 

Compendio che si considerò lungo 
tempo come classico, e del quale si 
fecero molte traduzioni. Vers. italiana 
recente, Venezia 1852. 

Mùller. Storia delie stirpi elle- 
niche. Breslavia 1824; voi. 3. 
(ted.) (276 

Assai accreditata. 

Curtius E. Gli Jonii prima della 
migrazione. Berlino , Hertz 
1855. (ted.) (277 

Lenormant. Les Grecs et ies 
Scythes du Bosphore cimme- 
rien. Paris, Didot 1859. (278 

Giseke B. I popoli traco-pelasgi 
della penisola del Balkan, e le 
loro migrazioni ne' tempi mi- 
tici. Lipsia, Teubner 1858. 
(ted.) (279 

Clavier. Histoire des premiers 
temps de la Grece. Paris 1822; 
voi. 3. (280 

Hopf C. Le guerre de' Greci 
ne' tempi eroici. Hamm 1858; 
voi. 2. {ted.) (281 

Uschold. La classica guerra 
di Troja narrata. Stuttgardu 
1836. (ted.) (282 

BIBL. — 3 



Uschold. Su Enea e le sue 
niigrazioni. Stuttgarda 1836. 

(ted.) (283 

È un appendice alla precedente. 
Tittmann. Sulla lega degli An- 
lìzioni. 1812. (ted.) (284 

Opera premiata. Sull'oracolo di Delfo 
e sugli Anfizioni scrissero anche Fran- 
cesco Mengotli, Francesco Torriceni e 
Francesco Ambrosoli. Opere edite in 
Milano nel 1820-21. 

Boeck. Gli ordini interni dello 

stato Ateniese ( Staatshaus- 
haltung der Athener), Berli- 
no 1818; voi. 2. (/erf.) (285 

Di qut'sta accreditatissima opera esi- 
ste la versione francese di Laligant. 
Paris 1828; voi. 2. 

Sugli ordini politici degli 

Ateniesi. Berlino 1851; voi. 3. 

(ted.) (286 

Opera accreditata. 

Il delitto di Cilone nel 612 

e le sue conseguenze. Augu- 
sta 1852. (ted.) (287 

Schòmann. La costituzione di 
Atene, o Esame delle opinioni 
esposte da Grote in proposito. 
Lipsia 1854. (ted.) (288 

Filon. Histoire de la dèmocra- 
tic athénienne. Paris, Durand 
1854. (289 

Besse. De statu reipublicse Athe- 
niensis Codro mortuo. Culm 
1860. (-:90 

Curtius E. Discorso sulle con- 
dizioni di Atene all'epoca di 
Pericle. Gottinga 1860. (ted.) 
(291 

Dandolo T. Studii sul secolo 
di Pericle; libri sei. Milano, 
Stella 1835. (292 

Plass. La tirannide presso i 
Greci , sue cause ed effetti ; 
2.'^ ediz. Lipsia 1859; voi. 2. 
(ted.) (293 

Hertzberg. La vita del re Age- 
silao il di Sparta. Halle 1856. 
(ted.) (294 



IS 



PARTE PRIMA 



295-316 



Ingerslew e Holm. La guerra 
del Peloponneso narrata se- 
condo Tucidide e Senofonte. 
Copenhagen 1854, con carte. 
(dan.) (295 

Herbst. Sulla politica degli 
Spartani durante la guerra 
del Peloponneso. Lipsia 1853. 
{ted.) (296 

Lachmann. Storia greca dalla 
fine della guerra del Pelopon- 
neso fino ad Alessandro il Ma- 
cedone. 1854; voi. 2.(fóé^.) (297 

Sievers. Storia greca dalla line 
della guerra del Peloponneso 
fino alla battaglia di Mantinca. 
1840. (ted.) (298 

Flathe. Storia della guerra fo- 
cese. Plauen 1854. (ted). (299 

Gast. History of Greece from 
Alexander of Macedon till the 
subjection to roman power. 
London 1782. (300 

Schorn. Storia della Grecia dalla 
fondazione delle leghe achea 
ed etolica fino alla distruzione 
di Corinto. 1853. (ted.) (301 

Accreditata. 

Helwing. Storia della lega achea. 
Lemgo 1829. (ted.) (302 

Brandstaeter. Storia della lega 
etolica con una dissertazio- 
ne su Polibio. Berlino 1844. 
(ted.) (303 

Lucht. Dissertatio de Arati com- 
mcntariis Kilon. 1838. (304 

Hertzberg. De rebus Greco- 
rum inde ab Achaici foederis 
interitu usque ad Antonino- 
rum aetatem, dissertatio. Halis 
1851. (305 

Finlay. Greece under the Ro- 
mans, or the conditions of the 
Greeks from the roman con- 
quest to the extinction of ro- 
man power. London; 2.ti cdit. 
1857. (306 

Accreditata. 



F^ — SlGria delle colorie greclis, 

Raoul-Rochette. Histoire cri- 
tique de l'établissement des 
colonies grecques. Paris 1815; 
voi. 4. (307 

Hegewisch. Nozioni storiche e 
geografiche sulle colonie gre- 
che. Atene 1808. (ted.) (308 

Lodata da Ileeren. 

Brunet de Fresie. Recherches 

sur les ctablissements des 

Grecs en Sicile, avant les Ro- 

mains. Paris, Didot 1845. (309 

Premiata dall'Accademia delle iscri- 
zioni di Parigi. Vedasi la recensione 
di M. Amari nel secondo volume del- 
l'Appendice alla prima serie dell'ir- 
chivio storico. 

Arnold. Storia di Siracusa dalla 
fondazione fino alla perdita 
della libertà, per opera di Dio- 
nigi tiranno. 1816. (ted.) (310 

Lau. La vita del siracusano Dio- 
nigi. Praga 1860. (ted.) (311 

Opuscolo premiato. 

Todt. Dionigi I di Siracusa; sag- 
gio di storia greca. Treptow 
1860. (ted.) (312 

Scinà. Memorie sulla vita e filo- 
sofìa di Empedocle. Palermo, 
stamperia reale, 1813; volu- 
mi 2. (313 

Lodata dal Giordani. 

Filon. Histoire de Tltalie meri- 
dionale depuis l'étabfissement 
des colonies grecques jusqu'à 
la conquète romaine. Paris, 
Didot 1849. (314 

Gerlach. Zaleuco , Caronda e 
Pitagora; saggio sulla coltura 
della Magna Grecia. Basilea 
1858. (ted.) (315 

Portoghese B. Sulla legislazio- 
ne di Zaleuco da Locri, e sua 
influenza sulle leggi dei po- 
poli antichi italiani. Catania 
1842. (316 



317-339 



STORIA ANTICA. 



19 



Gottschick. Storia della fonda- 
zione e dell' incremento della 
colonia greca di Cirene in Afri- 
ca. Lipsia 1858. (ted.) (317 

Thrige. Historia Cyrenes inde 
a tempore quo condita urbs 
est, usque ad eetatem qua in 
provincia^ formam a Romanis 
redacta est. Havnie 1819. (318 

F* — Sloria dei Macedoni, delle guerre 
di Alessandro, e degli epigoni. 

Flathe. Storia della Macedo- 
nia e de' regni ad essa sog- 
getti. Lipsia 1834; voi. 2. 
(ted.) (319 

Accreditata. 

Mùller C. O. Sulle primiti- 
ve sedi e le origini del po- 
polo macedone. Berlino 1825. 

{ted.) (320 

Accreditata. 

Abel. La Macedonia prima del 
re Filippo. 1847. (ted.) (321 

Mùller. Vita del re Filippo II di 
Macedonia. Copenhagen 1855. 
(dan.) (322 

Romeijn. Specimen exliibens vi- 
tam Philippi MaccdonisAmyn- 
tre fìlli. Gorincliem (Olanda) 
1856. (323 

Olivier. Histoire de Philippe roi 
de Macedoine. Paris 1740; vo- 
lumes 2. (324 

Sainte-Croix. Examen criti- 
que des anciens historiens de 
Alexandre le Grand. Paris 
1804. (325 

Accreditala. 

Droysen. Vita di Alessandro il 



Grande. Berlino 1834; voi. 2. 

(ted.) (326 

Pfizer. Storia di Alessandro il 

macedone. Stuttgarda 1845. 

(ted.) (327 

Williams. Life of Alexander the 

great. London 1830. (328 
Abbot J. Life of Alexander the 

great. London 1853. (329 
Geier. Alessandro ed Aristotele. 

Halle 1856. (ted.) (330 

Vincent. The voyage of Near- 

chus from the Indus to the 

Euphrates. London 1797, with 

maps. (331 

Il miglior libro su questa celebro 
spedizione militare e scientifica del- 
l' antichitcà. 

Guillemin. De coloniis urbi- 
busque ab Alexandro et suc- 
cessoribus ejus in Asia con- 
ditis dissertationem. Paris , 
Joubert 1847. (332 

Paulsen. Commentatio exhibens 
Rhodi descriptionem, macedo- 
nica cEtate. Gottinga^ 1818.(333 

Opera premiata. 

Wilken. De rebus Antigoni. 
Eidclberga 1813. (334 

Hofmann. Dissertatio de bcllis 
ab Antioco Epiphanes ad ver- 
sus Ptolomeus gestis. Erlan- 
gen 1835. (335 

Manso. Alessandria ed i re To- 
lomei. Lipsia 1800. (ted.) (336 

Dàhne. Esposizione storica della 
filosofìa giudaico-alessandrina. 
Halle 1834; voi. 2. (fe(i.) (337 

Maier. Saggio sulla scuola ales- 
sandrina. 1820. (ted.) (338 

Parthey. Sul museo alessandri- 
no. Berlino 1837. (led.) (339 

Premiata dall'Accademia prussiana. 



20 



t^AÌÌTÉ PhliVU 



340-349 



Storia dei Romani. 



G* — L'ilalia prima del sorger di Roma. 

Micali. L' Italia avanti il domi- 
nio de' Romani. Firenze, Mu- 
lini 1832; voi. 3 con atlante. 
— Ediz. economica. Torino, 
Pomba 1852; voi. 2. (340 

-Premiata dall'Accademia dt-iia Cru- 
sca. Vers. francese di Raoul-Rochette 
eseguita sulla seconda ediz. italiana 
nel iS±ì. — L' autore discorre dap- 
prima dell' Italia avanti Roma , poi 
delle condizioni degli Italici sotto, o 
con Roma fino ad Augusto. Opera 
erudita, e, malgrado le dubbiezze dei 
tempi , resa dall'autore interessante. 
Tanto il celebre toscano F. Inghirami, 
quanto il milanese prof. Levati , ne 
Sdissero la critica, a nostro giudizio, 
troppo severa. 

Abeken. L'Italia centrale prima 
del sorgere di Roma. Stuttgar- 
da 1843, con tavole, (ted.) (341 

L'autore che soggiornò moltissimi 
anni in Roma, ove fu segretario del- 
l'Istituto archeologico, e membro cor- 
rispondente di parecchie accademie 
d'Italia, discorre in quest'opera delle 
antiche stirpi italiane e si ferma a 
lungo sui monumenti che di quelle 
robuste schiatte fanno ancor oggi testi- 
monianza. Non ci è noto che l'opera 
sia stata tradotta, e certamente lo 
merita. 
Donaldson. A criticai and hi- 
storical introduction to the 
etnography of ancient Italy. 
London, Parker, 3.rd edition. 
1860. (342 

Accreditata. 
Grotefend. Materiali stoiici e 
geografici sull'antica Italia. An- 
nover 1840. (ted.) (343 

Assai accreditata. 



Fabbretti A. Glossarium itali- 
cum in quo omnia vocabula 
continentur, ex umbricis, sa- 
binis, oscis, volscis, etruscis, 
ceterisque monumentis col- 
lecta. Aug. Tauinn. 1861, (in 
corso). (344 

Opera di lunga lena e di gran pregio, 
una fra le poche importanti edite in 
Italia negli ultimi decenni. Saranno 
circa dieci fascicoli. L'esecuzione ti- 
pografica, ed i tipi appositamente fusi, 
aunaentano l'interesse dell'opera. Ve- 
dasi anche il discorso di Galvani in- 
torno alle genti italiche e loro favelle 
dai primi tempi storici fino ad Augu- 
sto, pubblicato nella prima serie del- 
VArchivio storico. 

Gerlach. Ricerche storiche sulle 
antichissime popolazioni d' I- 
talia. Basilea 1853. (ted.) (345 

Guarnacci. Le origini italiche. 
Lucca 1767; voi. 3. (346 

Gramer J. A. Ancient Italy. 
London, Puyne; voi. 2. (^47 

Gherardi G. Origini paesane 
della civiltà italica, sua diffu- 
sione alle altre genti, perdita, 
rinnovamento e durata di lei 
in Italia prima della fondazio- 
ne di Roma. Livorno, Leon- 
cini 1861. (348 

Mazzoldi A. Delle origini ita- 
liche. Milano, Silvestri 1846. 
voi 2. (349 

Secondo l'autore l'incivilimento si 
diffuse dall'Italia all'Egitto, alla Fe- 
nicia, ed alla Grecia! Vedansi le belle 
critiche di Bianchi Giovini, Milano 
1841; e quella del napoletano Corda, 
stampata nel giornale il Progresso. 

1 Prolegomeni alla storia d'I- 



380-370 



STORIA ANTICA. 



21 



talia. Milano, Silvestri 1802, 
con incisioni. (350 

Forma il terzo volume dell'opera 
precedente. 

Delfico. Dell' antica numisma- 
tica della città d'Acri nel Pi- 
ceno, con un discorso prelimi- 
nare sulle origini italiche. Te- 
ramo 1824. (3S1 

Opera scritta con buona critica. 

Knòtel. Migrazione e propaga- 
zione in Italia della famiglia 
opico - latina. Glogau 1853. 
(ted.) (352 

Fior. Studii etnografici sui Pe- 
lasgi. Klagenf. 1860. (ted.) (353 

Wihl. Les Pelasges, études ìii- 
storiques et linguistiqucs. Pa- 
ris 1857. (334 

Barry. Reclierches histor. sur 
les Pelasges. Paris 1846. (355 

Dodwell. Cyclopian or pelasgic 
remains in Greece and Italy. 
London 1834, in folio fig. (356 

MùUer C. O. Quattro libri su- 
gli Etruschi. Breslavia 1828; 
voi. 2. (ted.) (357 

Accreditata. 

Inghirami F. Monumenti etru- 
schi di etrusco nome, dise- 
gnati. Firenze 1821-26; volu- 
mi 10. (358 

In quest'opera il celebre autore tratto 
con egual maestria la matita, il bulino, 
e la penna. Una breve biografia di 
Francesco Inghirami leggesi ncll 'opera 
biografica di Ignazio Cantù intitolala 
L' Italia scicntillca contemporanea, o 
notizie sugli Italiani ascritti ai pri- 
mi cinqui' congressi. Mil., Stella 1844. 

Conestabile G. C. Degli Etru- 
schi , e dell'arti ed industrie 
presso i medesimi. Perugia , 
Vagnini 1859. (359 

Iscrizioni etrusche ed etru- 
sco latine in monumenti che 
si conservano nelle gallerie 
degli ufllci di Firenze. Firenze 
1858; voi. 2 con tavole. (360 



Koch M. Gli Etruschi nelle Al- 
pi. Lipsia 1853. (ted.) (361 

Lanzi. Saggio di lingua etrusca 
e di altre antiche per servire 
alla storia dei popoli antichi 
d'Italia. Roma 1789. (362 

Si consulti anche l'opera recente di 
Slickel : U etrusca dimostrata lingua 
semitica. Lipsia 1858. (ted.) 

Rosa G. Le genti stabilite fra 
Adda e Mincio prima dell'im- 
pero romano. Milano, Redaelli 
1844. (363 

Accreditata. Vedasi il cenno di Sca- 
rabelli nel sesto volume dell'Appen- 
dice alla prima serie dell'Archivio 

storico. 

Giovanelli B. Dei Rezii e del- 
l' origine de' popoli d'Italia. 
Trento, Monauni 1844, con 
tavola. (364 

Lepsius. Inscriptiones umbricae 
et osctc. Lipsiae 1841. (365 

Accreditata. 

Klausen. Enea ed i penati , 
ossia la religione degli antichi 
popoli italici, e l'influenza dei 
miti greci su di essa. Ambur- 
go 1840; voi. 2. (fód.; (366 

Keightley. The mythology of 
ancient Greece ancì Italy. Lon- 
don 1854. (367 

Milìingen. Considerations sur 
la numismatiquc de ^ancienne 
Italie. Florence 1841. (368 

Marchi e Tessieri. Sulle mo- 
nete primitive dei popoli del- 
l'Italia media. Roma 1839, con 
atlante. (369 

Scaglione. Storia di Locri e di 
Gerace in rapporto colle vi- 
cende della Magna Grecia e 
di Roma. Napoli 1856; volu- 
mi 2. (370 



PARTE PRIMA 



371-394 



G^ — Prolegomeni e Paralipomeni delia 
storia romana. 

(Antichità, Mitologia, Costituzione 
politica, istituzioni diverse, scien- 
ze e lettere, sistema militare, fi- 
nanze, sistema monetario, com- 
mercio , strade , spettacoli , case, 
costumi, ecc. ecc.) 

Lange. Antichità romane. 1856. 

(ted.) (371 

Accredilata. 

Becker. Manuale delle antichità 
romane. Lipsia 1843-53; vo- 
lumi 3. (ted.) (372 

Creuzer. Compendio delle an- 
tichità romane; '2.^ edizione 
pubblicata da Baehr. Lipsia 
1829. (ted.) (373 

Ramsay. A manual of roman 
antiquities. London, Griffin 

- 1854. (374 

Gosìstant Bem. Du polythèismc 
romain. Paris 1833; voi. 2. (375 

Frigerio A. Storia delle ver- 
£?ini vestali e del loro culto. 
Milano 1819. (370 

Vers. frane, rli Cartoux. Paris 1823. 
Goettlfng. Storia della costitu- 
zione di Roma. Halle 1840. 
(ted.) (ZÌI 

Opera assai erudita contenente l'ac- 
curatissinna discussione degli ordini 
politici di Roma. Giunge fino alia 
morte di Cesare. Utilissima sarebbe la 
^ers. italiana. 

Ihne. Ricerche sulla storia della 
costituzione romana. Franco- 
forte 1847. (ted.) (378 

Ozaiaeaux. Les Romains^ ou 
Tableau des institutions politi- 
ques, sociales et religieuscs de 
la république romaine. Paris, 
Guyot;2.cieédit. 1845. (379 

Seran de la Tour. Histoirc 
du tribunat romain depuis sa 



création jusqu'à Augusto. Pa- 
ris 1774; voi. 2. (380 

Schubert. De Romanorum edi- 
libus libri quatuor. Regio- 
monti 1828. (381 

Roevers. De censorum apud 
Romanorum auctoritate. Traj. 
ad. Rhen. 1824. (382 

Coehoorn van Schettinga. 
De diverso pnetorum nume- 
ro in variis reipublicae roma- 
nce temporibus. Lugd. Batav. 
1826. (383 

Eisendecher. Sull'origine e lo 
sviluppo del diletto civico pres- 
so i Romani. Amburgo 1829. 
(fed.) (384 

La prefazione é del celebre Heeren. 
Grelìei-Dumazeaux. Le bar- 
rcau'romain, études depuis son 
origine jusqu'à Justinien et 
principalement au temps de 
Cicéron. Paiis, Durand; 2.fl« 
edit. 1858, (385 

Piloa. Histoire du sènat romain 
depuis son origine jusqu'à la 
chute de l'empire d'Occident. 
Paris, Didot 1850. (386 

Hofmann. Il senato romano al 
tempo della Repubblica. Ber- 
lino, Duncker. (ted.) (387 

Calitizac. Décadence du sénat 
romain depuis Cesar jusqu'à 
Constantin. Limoges, Barbou 
1847. (388 

Gavriasii F. Delle scienze, let- 
tere ed arti de' Romani dalla 
fondazione di Roma fino ad 
Augusto. Mantova 1823, vo- 
lumi 2. (389 

Ledere. Des journauxchez les 
Romains, recherchesprécédées 
d'une mémoiresur les annales 
des pontifes. Paris 1838. (390 

Morcelli. Dello scrivere degli 
antichi Romani, dissertazione 
accademica. Milano 1822. (391 



:wi-ììì 



STORIA ANTICA. 



23 



Rùckert. Sul sistema militare 
dei Romani. Berlino, Nauck 
1854, con carte, (ted.) (392 

Pfitzner. Storia generale delle 
legioni imperiali romane fino 
all'epoca di Adriano. Parchim 
1854. (ted.) (393 

Revillout. De romani exerciiu 
delectu et supplemento ab ac- 
tiaca pugna usque ad uivum 
theodosianum. Paris, Joubert 
1849. (394 

Hegewisch. Saggio sulle finan- 
ze de' Romani. Altona 1804. 
(ted.) (395 

Guarini. Le finanze presso 
i Romani. Napoli, Manfredi 
1841. (396 

Mommsen T. Storia del sistema 
monetario de'Romani, Berlino, 
Weidmann 1860. (ted.) (397 

Accreditata. 

Cohesi E. Description genera- 
le des monnaies de la répu- 
blique romaine , communé- 
ment appelées consulaires. Pa- 
ris 1857. (398 

Description historique des 

monnaies frappées sous l'em- 
pire romain, appelées impe- 
riales. Paris, Rollin 1859; vo- 
lumes 3. (399 

Lalau. De re pecuniaria im- 
peri romani inde ab Augusto 
usque ad Constantinum ma- 
gnum. Lugd. Batav. 1822. (400 

Cooke. The medallic history of 
imperiai Rome. London 1781; 
voi. 2. (401 

Mommsen T. La cronologia ro- 
mana fino ai tempi di Cesare. 
Berlino, Weidmann 1858; 2.''» 
ediz. (ted.) (402 

Accreditatissima. 
Dureau de Lamalle. Economie 
politique des Romains. Paris, 
Hachettc 1840; voi. 2. (403 



Poinsignon. Essai sur les pro- 
vinces romaines crées depuis 
Auguste jusqu'à Diocletien. 
Paris 1846. (404 

Blair W. Inquiry on slavery 
among the Romans. London, 
Hamilton. (405 

Osenbrùggen. De iure belli et 
pacis Romanorum. 1836. (406 

Mengotti. Sul commercio dei 
Romani dalla prima guerra 
punica fino a Costantino. Ve- 
rona, Giullari 1797. (407 

li Mengotti, nato presso Belluno nel 
1749, ed allievo dell'università pado- 
vana, rispose con questo libro al pro- 
blema posto dall'Accademia parigina 
delle Iscrizioni che nel 1786 gli con- 
ferì il premio, sebbene questo fosse 
destinalo alle sole memorie scritte in 
francese. Questo ed altri lavori sulle 
finanze, l'economia politica, e fin sul- 
l'idraulica gli valsero ripetute ono- 
rificenze, e la nomina di vicepresi- 
dente della Corte del censimento in 
Milano, ove morì nel 1830. Il signor 
De Bernardi ne scrisse diffusamente 
la vita , e leggesi nella Biografia del 
Tipaldo. 

Paulus. Sulle vie romane, con 
speciale riguardo alPagro de- 
cumate. Stuttgarda 1856. 
(ted.) (408 

Ademollo. Degli spettacoli di 
Roma antica, descrizione sto- 
rica. Firenze 1837, con at- 
lante. (409 

Werther. Sui giuochi circensi 
de' Romani. Herlord 1853. 
(ted.) (410 

Theiss. Le voyage de Policléte 
à Rome, ou lettres romaines 
sur la vie publique et pri- 
vée des Romains. (411 

Vcrs. ital. di Montani. Milano, Giu- 
sti 1824; tì volumetti. Altra versione 
ital. di Bertolotti, Sonzogno, voi. 4; ed 
altra di Blandi; Venezia, Antonclli 
1827; voi. 4. — Operetta pregevolis- 
sima che discorre con tanta verità de- 
gli usi e delle leggi de' Romani, da 
trasportare il lettore in quella vita si 



24 



PARTE PRIMA 



412-424 



grandiosa. II solo Mazois regge al con- 
fronto. Ambedue le operette si basano 
sulle fonti, e costarono agli autori fa- 
tica ben maggiore di quella che non 
appaja. 

Mazois. Le palais de Scaurus, 
ou Descriptioii d'une maison 
romaine, fragment d'un voya- 
ge fait a Rome vers la fin de 
la republique. Paiisl819. (412 

Vers. ital. di Sergent. Milano, Giu- 
sti 1823, con carte. — Fedelissimo 
quadro della società romana all'epoca 
corrotta della decadenza della repub- 
blica. In una lunga appendice l'au- 
tore adduce tutti i passi da lui tolli 
allo fonti. 

Meierotto. Sui costumi e la vita 
de' Romani nelle vai'ie epoche 
della repubblica. Berlino, 3.^ 
ediz. 1814; \ol 2. (ted.) (413 

Rossbach. Sul matrimonio pres- 
so i Romani. Stuttgarda 1853. 
(ted.) (414 

Boettiger. Sabina, ossia La mat- 
tinata di una ricca matrona ro- 
mana. Lipsia 180G. (ted.) (415 

Vers. frane, di Clapier, Parigi 1813. 
— Brillante quadro del lusso delle 
dame romane al tempo dell'impero. 

Dame (le) romane nel quarto 
secolo, scena in Oriente. Man- 
tova, Elmucci 1840. (416 

Montesquieu. La grandeur et 
decadence des Romains. Nouv. 
édit. Paris.Delalain 1852. (417 

L'illustre autore dello Spirito de/^e 
leggi diede in questo eccellente libric- 
cino molte facili e profonde osserva- 
zioni sulla storia di Roma. Forse non 
fu ancora superato. 



G^ — Dalla fonda:iiorj3 di 
fine della repiiiblica. 



loma oli 



Mommsen Teodoro. Storia ro- 
mana; 2.^ ediz. Berlino 1857; 
voi. 3. (ted.) (418 

L'illustre autore, membro della regia 
Accademia di Torino è per la storia 



romana ciò che è Grote per la greca, 
cioè la più competente autorità. La 
sua storia, che giunge fino alla bat- 
taglia di Tapso nel 46 avanti Cristo, 
è scritta con tale profondità e tanto 
brio, da superare qualsiasi degli in- 
numeri scritti su questo argomento , 
per noi Italiani tanto interessante e 
glorioso. Se ne cominciò una versione 
italiana in Milano nel 1857, ma dopo 
la quarta dispensa restò interrotta per 
motivi a noi ignoti. Si attende il 
quarto volume che abbraccerà il pe- 
riodo degli Imperatori. Il signor Ca- 
pei scrisse un'accurata analisi di que- 
st'opera e trovasi nel quarto volume 
della Nuova Serie àeW Archivio sto- 
rico. 

Schwegler. Storia romana. Vo- 
lumi 1 e 2. Tubinga. Laupp 
1856. (ted.) (419 

Quest'opera incominciata su larghis- 
sime basi rimase interrotta per la 
morte dell'autore. I due volumi pub- 
blicati giungono appena al decemvi- 
rato, cioè al 450 avanti Cristo. 

Niebuhr. Storia romana ; 4.'' 
edizione. Berlino 1854; voi. 3. 

(ted.) (420 

Uno dei primi che trattassero pro- 
fondamente e con critica la storia ro- 
mana , sceverando con severo esame 
tutto ciò che nella tradizione v'ha di 
credibile e di inverosimile. Versione 
inglese di Thirwall Connop. Nuova 
edizione. Londra, Walton 1859 ; vo- 
lumi 3. — Versione italiana di Mo- 
schitti. Napoli 1861. — Versione fran- 
cese di Golbiry. Parigi 1834; voi. 4. 

Peter C. Storia di Roma. Halle 
1853; voi. 3. (ted.) (421 

Gerlach e Bachofen. La sto- 
ria di Roma. Basilea 1850; 
voi. 2. (ted.) (422 

Scheifiele A. Annali di Roma. 
Nordlinga 1847 e seguenti (in 
corso) (ted.) (423 

Le Bas. Précis d'histoire ro- 
maine , jusqu'a la chute de 
l'empire ; 4. me edition. Paris 
1845. (424 

Si consulti anche V Histoiì e romaine 
di Michelet. Paris 1831; che fu tra- 
dotta dal Mirabelli. Napoli 1842. 



STORIA ANTICA. 



Duruy V. Histoire des Romains. 

et tles peuples soiimis à leur 
domiiiatioii. Paris 1844 ; vo- 
lunies 2. (425 

Accrcdilata. 

Histoire rornaine. Paris 

1850; avoc gravures. (426 

Comiieiiiliosn, ma accri'clitata. 

Arnold T. History of Rome. 
2.'i- edit. London 1858; volu- 
mes 3. 

Accrfditala. 

Vannucci A. Storia d'Italia dai 
tompi più antichi lino all'in- 
vasione de' Longobardi. Fi- 



Lewis G. C. An inquiry into 
the credibiiity oi'early roman 
historv. London 1855; vo- 
lumes"^2. (435 

Accreiliiala. — Versione tedesca di 
Lifbii'clii. Annover 1838; voi. 2. 

Brocker L. O. Ricerche sulla 
credibilità della primitiva sto- 
ria di Roma. Basilea, 2.^ cdiz., 
Bahnmaier 1862. (ted.) (436 
(427 i WachsmuthG. Storia primitiva 
' di Roma. Halle 1819. (fe(/.) (437 
Macaulay T. Lavs. ofancient. 
Rom. Leipsic 1850. (438 

Accreditata. Esistono parecchie edi- 
zioni. 



renze, Poiig. ital. 1851-55,, „ ,. • « o^ • • -i- 
^,Qj ^ (423 ! Berfolmi F. Stona primitiva 

- ' di Roma, compilata dietro le 
opere dei critici moderni. Mi- 
lano, Paravia 1860. (439 

Ojierctta diligente clie abbraccia il 
primo e più incerto ppriodo, cioè quello 
(lei re fino al S09. Vedasi il cenno 
di A. Vannucci nel quattordicesimo 
volume della nuova serie deHM?-c/i£»Jo 
storico. 

Gerlach F. D. De rerum ro- 
manarum prinìordiis. Basilea 
1860. (440 

Desjardins E. Essai sur la to- 

pographie du Latium. Paris, 
Durand 1855; con carte. (441 

Vedasi la recensione di A. Vannucci 
nel quarto \olume della Nuova .Serie 
tÌL'W' Archivio atorico. 

Gerlach F. D. La costituzione 
data da Servio Tullio. Basilea 
1837 {tc(ì.) (442 

Huschke G. E. La costituzione 
di Servio Tullio. Eidelberga 
1838. (443 

Grotefend G.F. Le tribù servia- 
ne considerate dal lato storico 
e geogralìco. 1836. {led.) (444 

Du Rieu. Disputatio de gente 

; Fabia. Lugd., Batav. 185S. (445 
Schulze. Lotta della arisiocra- 

I zia e delia democi'azia in Ro- 

j ma, ossia Stoi-ia di Roma dalla 
cacciata di Tarquinio (ino al- 
l'elozione del j^i'imo console 



Accreditata. Vedasi la irccnsione d 
G. Rosa nel terzo volume d^'lla Nuo- 
va Si^rie i]A\' Archìvio slorico. 

Liddell H. G. History of Ro- 
me irom the earliest times to 
{ho empire. London, Murray 
1856; voi 2. (429 1 

Schmitz L. An history of Rome 
front tite earliest times to' 
Commodus. London, 6.i'i edit. 
Walton 1854. (430 

La Farina G. La storia ro- 
mana raccontata ai giovanetti. 
Torino, 1858; voi. 2. (431 

Citiamo questo breve compendio, e 
per l'eleganza dello stile, e per l'op- 
porlunita nella scelta dei fatti, assai 

raccomandabile. 

Goldsmith O. Roman history 
abrigded.New edit. bv Prince. 
London, Longman 1856. (432 

Compendio notissimo per innume- 
revoli versioni, e considerato (special- 
mente in Inghilterra; come classico. 
Versione italiana recente di Scbiapa- 
n-Ui. Torino, Paravia ISCJO. 

Farini P. Compendio della sto- 
ria l'oinana. Lugo 1839; vo- 
lumi :j. (433 

Beaufort L. Dissertation sur 
l'incertitudedescinq premiers 
siècles de l'histoire romaine.l 
Utrecht 1738. (434! 

Il primo che trattasse con critica la ' 
storia dei primi Sf.-coli di Roma. 

EIBL. — ì 



26 



PARTE PRIMA 



4ÌG-Ì70 



plebeo, av. C. 510-360. Al- 
temburgo 1802. (tecl.) (446 

Per questo periodo, opera eccellente. 

Abboi J. The history of Pyi'- 
rhiis. London 1853. (447 

Haltaus €J. Storia di Ronia al- 
l'epoca delle guerre puniche. 
1846. (tecl) (448 

Accreditata. Opera rimasta inter- 
rotta. 

Alessi. Storia critica di Sicilia 
dai tempi favolosi fino alla 
caduta dell' impero romano. 
Catania 1835; voi. 2. (449 

Ròckerath P. G. Federa Ro- 
manornm et Carthaginensium 
controversa, illustrata. Dis- 
sertatio. Miinster 1860. (450 

Rospati. De Corsica insula a 
Romanis capta. 1850. (451 

Vincke L. La seconda guerfa 
punica ed i piani di Annibale. 
Berlino 1841. {ted). (452 

Accreditata. 

SùsemihlF.Studii sulle origini 
della seconda guerra punica. 
Greifswald 1853. (^6^/.) (453 

Micke. Storia della seconda 
guerra punica. Breslavia 1850. 
(ted.) (454 

Dureau de Lamalle A. J. Rc- 
cherches sur l'histoire de la 
partie de 1' Afrique septen- 
trionale, appelée d'Alger, a 
l'epoque romaine. Paris 1835; 
volumes 2. (455 

Pubblicata per cura dell'Accademia 
delle iscrizioni di Parigi. 

Rabusson A. De la géograpliie 
du nord de l' Afrique, pen- 
dant les périodes romaines 
et arabes. Paris , Correard 
1857. (456 

Walkenaer A. Géographie an- 
cienne historique etcompai'ée 
desGaules cisalpine ettratisal- 
pine. Paris 1839; voi. 3. (457 

Accreditala. 



Arnold T. History of the laier 
roman commonwealth froin 
the second punic ^var to the 
death of Cesar — with a life 
of Trajan. 2.^1- edit. London 
1858; voi. 2. (458 

Weber. Programma de M. P. 
Catonis Censoi'ini vita at mo- 
ribus. Brema 183 L (459 

Gerlach F. D. Perseo re di ?,la- 
cedonia e Lucio Paolo Emilio. 
Basilea 1857. (ted.) (460 

Fustel de Goulanges. Polybe, 
ou la Grece conquise par les 
Romains. Amiens 1858. (461 

Tesi presentata alla facoltà delle let- 
tere di Parigi. 

Becker. Le guerre de' Romani 
nelle Spagne contro Viriato. 
Altona 1826. (ted.) (462 

Nitsch K. I Gracchi ed i loro i)re- 

decessori. 1847. (ted.) (463 

Accreditata, 

Gerlach F. D. Tiberio e Cajo 
Gracco. Basilea i8ì'i.(ted). (464 

LauT.I Gracchi ed i loro tem- 
pi. Amburgo 1854. (ted.) (465 

Ahrens. I tre tribuni della ple- 
be, Tiberio Gracco, M. Livio 
Druso e PuIjIìo Sulpicio, ed i 
loro disegni politici. Lipsia 
1836. (ted.) (466 

Worbs. De legibus a Sempro- 
nio Graccho latis. Romtic 
1856. (467 

Macé. Dcs lois agraires chez 
Ics Romains. Paris 1846. (468 

Kiene A. La guerra di Roma 
contro i socii. 1845. (ted.) (469 

Accreditata. — Trattandosi di una 
guerra fatta nella penisola, o di un 
piM'iodo di storia che concerne i rap- 
porti fra Roma e gli oppressi Italici, 
sarebbe desiderabile la traduzione. 

Ussing. Sulla guerra sociale 
mossa dagli Italici a Roma 
pel diritto di cittadinanza. Co- 
penhagen 1853. (danese) (470 



471-Ì94 



STORIA ANTICA. 



27 



Merimée. Étiides sur l'histoire 
romaine, la guerre sociale, et 
la conjuration de Catiline. Pa- 
ris 1853. (471 

Gerlach. Mario e Siila, ossia 
La lotta fra la demagogia 
e r oligarchia. Basilea 18o6. 
{(ed.) (472 

Lau. Biografìa di Lucio Cor- 
nelio Siila. Amburgo 1835. 
iteci.) (47.3 

Zacharise. Lucio Cornelio Siila 
detto il felice , riordinatore 
della repubblica romana. Ei- 
dclbcrga 1835; voi. 2. ( to/.) (474 

Voltersdorf E. Commentatio 
in vitam Mithridatis magni. 
Gottinga 1812. (475 

Premiata dall' Accademia di Got- 
tinga. 

Manso. Gli Attalidi di Pergamo. 
Breslavia 1815. (ted:) (476 

Brùckner. La vita di Marco Tul- 
lio Cicerone. Gottinga 1852 ; 
vol._ 2. (ted.) (pi 

Gautier. Cicéron et son siècle. 
Paris 1842. (478 

Lucas. Tableau de la vie et 
des ouvrages de Cicéron. Pa- 
ris, Pancoucke 1840. (479 

Si consulti anche la Vita di Cicerone 
scritta dal francese Teofìlo Baudement 
e tradotta in italiano da Del- Ciiiappa. 
Milano, Sanvito iiliS. 

Hagen E. Studii sopra Catilina. 
Kònigsberg 1854. (ted.) (480 

Herbert. Roman traitor or the 
days of Cicero, Cato. and Ca- 
tiline. Philadelphia 1853. (481 

Sidney. History of Catilina's 
cnnspiracy. London 1795. (482 

Boissier. Essai sur la vie et 
les ouvrages de Varron. Paris. 
Hachette 1861. (48-3 

Si consulti anche A\iberlin, De sa- 
pientiw doctorib%is qui a Ciceroni mor- 
te ad Neronis principaliim Romce vi- 
xeruììt. Paris, Durand 18")7. 



Siefert. Le guerre contro gli 
schiavi , saggio sulla storia 
di Sicilia all' epoca del do- 
minio romano. Altona 1860. 
(ted.) (484 

Drumann. Storia di Roma al- 
l'epoca della muta;^ione della 
repubblica in monarchia, os- 
sia Pompeo , Cesare , Cice- 
rone, ed i loro contemporanei. 
1834-44; voi. 6. (ted.) (483 

Accreditata. 

Merival. The fall of the roman 
rcpublic a short history of 
the hist century of the com- 
monwealth. London 1853. (486 

Nougarede. Histoire de la re- 
volution qui a changé la ré- 
publique romaine en empire. 
Paris, Didot 1820; voi. 2. (487 

Chais van Buren. Dissertatio 
de Gnejo Pompejo et de legi- 
iiibus ab co datis. Lugd. Ba- 
tav. 1825. (488 

SoeltL Vita di Cajo Giulio Ce- 
sare dittatore. Berlino 1826. 
(ted.)' (489 

De-Bury. Histoire de la vie 
de Jules Cesar. Paris 1758. 
voi. 2. (490 

Fischer. Gergovia , ossia una 
parte della guerra gallica con- 
dotta da Cesare. Lipsia 1856. 
(ted.) (491 

Alesia , ctude sur la septièmc 
campagne de Cesar en Cau- 
le, avec cartes. Paris , Lewy 
1859. (492 

Lewin T. The invasion of Bri- 
tain bv Julius Cassar. London, 
Longman 1859. (493 

Schayes. La Belgique et les 
Pays Bas avant et pendant 
la domination romaine. Nouv. 
édit. Bruxelles 1859; voi. 3, 
avec carte?. (494 



2B 



PARTE PRIMA 



495-51?) 



Mommsen. La questione giu- 
ridica fra Cesare ed il Senato. 
18.^^8. (ted.) ~ (495 

Dissertazione pubblicata negli alti 
della società storica di Breslavia. 

Hoffmann F. De origine belli 
civilis ca3sariani commenta- 
rius. Berolini 1856. (496 

Gòler. Le battaglie di Durazzo 
e di Farsaglia, nel 48 avanti 
Cristo, fra Cesare e Pompeo. 
Carlsruhe 1854, con carta. 
{(ed.) l497 

Wartmann. Vita di Catone uti- 
cense, e le condizioni di Roma 
all' epoca di Catone. Zurigo, 
OrelleFussU185^\(/ef/.) (498 

Opera premiata. 

Paganino. Vita di Cleopatra , 
figlia di Tolomeo XL Aulete, 
regina d;Egitto. Pisa 1642 (499 

Duruy. État du monde romain 
vers le temp de la fondation 
de l'empire. Paris 1853. (500 



G^^ — L'impero e 



sua 



Hoeck. Storia romana dalla 
decadenza della repubblica 
fino a Costantino imperatore. 
1841-50. (ted.) (501 

Accreditata. 

Tillemont. Histoire des em- 
pereurs romains. Bruxelles 
1707-39; voi. 15. — Venezia 
1732; voi 6. (502 

Opera di straordinaria erudizione. 

Merival. History of the Ro- 
mans under the empire. New 
edition. London ;, Longman 
1856; voi. 4. (503 

Crevier. Histoire des empereurs 
romains. Nouv. edition. Paris, 
Didot 1822; voi. 9. (504 

Versione italiana di Venezia. Alvi- 
sopoli 1824 ; voi. 18 , assai preferi- 
bile alla edizione anteriore di Vene- 



zia 1802. — Come il Tillemont è que- 
st'opera una ricca sorgente di notizie 
pe' primi cinque secoli dell'era. 
Garzetti. Della storia , e delle 
condizioni d' Italia sotto gli 
imperatori romani. 2.^* ediz.; 
Padova 1841. (505 

L'autore morto in Venezia nel 1839 
si distinse per diversi lavori storici. 
Questo sugli imperatori romani è cre- 
diamo la migliore fra le opere italiane 
che trattano questo argomento. La 
vita del Garzetti scritta da Giovanni 
Labus' trovasi nel 7." volume della 
Biografìa pubblicala da E. Tipaldo. 

Schmidt C. Essai historique 
sur la sociétè romaine et sa 
transformation par le christia- 
nisme. Paris 1853. (506 

Opera premiata dall' Istituto di 
Francia. 

Dumont. Storia degli impera- 
tori romani e della Chiesa 
ne'primi quattro secoli. Tori- 
no, Zecchi e Bona 1842. (507 

Roìland. Histoire de Tempereur 
Auguste. Lyon 1830. (508 

Dezobry. Rome au siede d'Au- 
guste, ou Voyage d'un Gaulois 
à Rome à l'epoque d'Auguste. 
Paris 1850; voi. 4. (509 

Accreditata. 

Dandolo T. Studi sul secolo di 
Augusto. Milano 1837. (510 

Blackwell. On the court of 
Augustus. London 1760; vo- 
lumes 3. (511 

Aschbach. I consolati degli im- 
peratori Augusto e Tiberio, ed 
i loro consoli colleghi. Vien- 
na, Gerold 1861. (ted.) (512 

Frandsen. Vita di M. Vipsa- 
nio Agrippa. Altona 1836. 
{(ed.) (513 

Studi storici su Cilnio Me- 

cena^, sua vita e scritti. Altona 
1843. (ted.) (514 

Lion A. Meeeenatiana sive de 
C. Cilnii Maecenatis vita et 
moribus. Gottingae 1824. (515 



516-539 



STORIA ANTICA. 



29 



Viola Sante. Storia di C;ijo Cil- 

nio Mecenate. Roma 1816. (516 

Rosmini C. (cav.) Vita di 

Ovidio. Milano; 2.''' edizione 

18^1. (517 

Reinking. La sconfitta di Quin- 
tilio Varo, nel 9 dopo C, e le 
campagne di Germanico, re- 
gnante Tiberio. Lipsia 1855, 
con carte, (ted.) (M8 

Essellen. Sul luogo ove avven- 
ne le battaglie fra Varo ed 
Arminio nel 9 dopo C. Hamm 
1853. {ted.) (t)19 

Wittmann. I Romani ed i Ger- 
mani nei secoli antecedenti alla 
caduta dell'impero occidenta- 
le. Monaco 1851. {ted.) (520 

Wilhelm. Campagne di Claudio 
Druso Nerone nella bassa Ger- 
mania. Hallo 1826. {ted.) (521 

HofFmann. Le quattro campa- 
gne di Germanico nella Germa- 
nia. Gottinga 1816. (ted.) (522 

Burckhard. Vita di Agrippina 
sposa di Germanico. Augusta 
1846. (ted.) (523 

Mùllenhoff. La corografia del- 
l' imperatore Augusto. Kiel 
1856. (ted.) (524 

Aschbach. Sulle stazioni mili- 
tari romane nel Norico. Vien- 
na, Gcrold 1860. (ted.) (525 

Dissci'taz. letta all'Accademia delle 
scienze. 

Le legioni romane prima e 

secunda adjiitrix , loro sta- 
zioni , e stanziamento nella 
bassa Pannonia. Vienna, Brau- 
niiller 1856. (ted.) (526 

E una dissertazione Iella dall'autore; 
uno de'maggiori storici con tei .poranei 
che vanti la Germania, nell'Accademia 
delle scienze di Vienna. Trovasi stam- 
pala negli Alti dell'Accademia, e se- 
paratamente. 

Ring. Me moire sur les établis- 
sements romains da Rhin et 



du Danube, Paris 1853; vo- 
lumes 2. (527 

Dubois-Guchan. Tacite et son 
siede, ou La société romaine 
imperiale d'Auguste aux An- 
tonins. Paris, Didier 1861; 
voi. 2. (528 

Sullo storico Tito Livio si consulti 
l'opera di Taine Essai sur Tite Live, 
Paris, Ilaclietle i85lj; che fu premiala 
dall'Accademia francese, e della quale 
A. Vannucci scrisse una recensione nel 
quinto tomo della nuova serie dell' Ar- 
chivio storico. 

Bernouilli. Sul carattere del- 
l'imperatore Tiberio, disserta- 
zione. Basilea 1859. (ted.) (529 

Duruy. De Tiberio imperatore, 
disse rtatio academica. Paris 
1853. (530 

Woltersdorff. L'imperatore Ti- 
berio, ed i processi sotto di 
lui latti in senato. Halberstadt 
1853. (ted.) (531 

Lehmann. Claudio e Nerone 
ed i loro tempi. Gotha, Per- 
tliesl858; voi. 3. (ted.) (532 

Wallraf. Agrippina moglie di 
Claudio imperatore. Colonia 
1800. (ted.) (533 

Morgan. England under the 
roiiian occu|)ation. London , 
Williams 1858. (534 

È noto che la Brittania fu deliniti- 
vamenle occupata da' Romani, impe- 
rante Claudio. 

Sievers. Cenni per servire alla 
storia di Nerone e di Galba. 
Amburgo 1860. {ted.) (535 

Champagny. Rome et Judée 
au temps de la chute de Né- 
ron. Paris, Lecoffre 1858. (536 

Abbot. History of Nero. Lon- 
don 1853, (537 

Reinhardt. Dissertatio de L. A. 
Seneca, vita et scriptis. Jena 
1817. (538 

Rosmini C. (cav.) Vita di Se- 
neca. Roveredo 1795. (539 



m 



PARTE PRIMA 



liO-riCG 



Horn. Quadri storici, ossia Gal- 
ba, Ottono e Vitellio. Berlino 
1812. (te4.) (o40 

Rolland. Histoire dcs enipe- 
reursVespasien etTitus. Lyon 
1830. (Sii 

Cramer. Commentario de vita 
et logislatione T, Flavii Ve- 
spasiani imper. 1783. (542 

MeyerE. La guerra d'indipen- 
denza de' Datavi sotto Civile. 
Amburgo 1856. {(ed.) (543 

Bìechy. Histoire du siége de 
Jérusalem parTitus. Limogos, 
Barbou 1852. (544 

Imhof. Vita di Flavio Domizia- 
no imperatore, scritta secondo 
le fonti. Halle 1857. (Wd.) (545 

Goens. Dissertatio de Tito Fla- 
vio Domitiano imper. ejusque 
iurisprudentia. Lugd. , Bat. 
1821. (546 

Arrhenius. Vita Domitiani im- 
peratoris. Upsala 1696. (-J47 

Hegewisch. Sull'età più felice 
della storia romana, cioè dalla 
morte di Domiziano a quella 
di Marco Aurelio. Amburgo 
1800. {ted.) (548 

Vers. francese di Solvei. Paris 183i. 

Barrett. Histoire des deux ré- 
gnes de Nerva et de Trajan. 
Paris 1790. (549 

Vòlker. De imperatorisM.Ulpii 
Nervic Trajani vita. Elberfeld 
1859. (550 

Francke. Saggio su Trajano 
imperatore ed i suoi contem- 
poranei. Quediinburgo 1840. 
{tcd.) (551 

Major. Storia delle origini del 
dominio romano nella Dacia 
o Valacchia. Buda 1812. {va- 
lacco.) (552 

Aschbach. Sul ponte in pietra 
costruito da Trajano sul Da- 



nubio. Vienna , Braumùllcr 
1859, con carte, (ted.) (553 
Ackner. Le colonie ed i campi 
militari dei Romani nella Da- 
cia. Vienna 1857. {ted.) (534 

MLMTioria pubblicata dalla commis- 
sione centrale per la ricerca e la con- 
servazione dei monumenti storici. 

Janin. Plinc le jeune et Quin- 
tilien, ou L'éloquence sous Ics 
empereurs. Paris 1838. (555 

Gregoroviu's. Storia dell' impe- 
ratore Adriano e de'suoi tempi. 
Kònigsberga 1842. {ted.) (556 

Caillet. De ratione in imperio 
romano ordinando ab Hadria- 
no imperatore adhibita, disser- 
tatio. Paris, Didot 1857. (557 

Greppo. Memoire sur les voya- 
gesdel'empereurAdrienetsur 
ses medailles. Paris 1842. (558 

Bruce. Hadrian the builder of 
the roman wall. Newcastle on 
Tyne. 1853. (559 

HuttonW. Historyof the roman 
wall. London, Nicliols. (560 

Sievers. Antonino, il pio im- 
peratore. Amburgo 1861. 
(ted.) (561 

Gibson K. Comment on Anto- 
ninus journey. Nichols. (562 

GautJer de Sibert. Vics de An- 
tonin le pieux et de Marc-Au- 
rèle. Paris 1769. (563 

Ripault. Histoire philosophique 
de l'empcreur Antonin Marc- 
Aurele.' Paris 1830; volu- 
mes 4. (564 

Noel des Vergers. Essai sur 
Marc-Aurèle, d'après les mo- 
numents épigraphiques. Paris, 
Didot 1860. (565 

Geiger E. Lidia, scene stori- 
che del tempo di Marco Aure- 
lio. (/Cd.) (566 

Vers. italiana. Milano, Ma jocclii 1851. 
— Citiamo questo eccellente romanzo 



067-589 



STORIA ANTICA. 



storico per la fedellà con cui ripro- 
iJucc io comlizioni di Roma e d'Italia 
nel serenilo S'coln. 

Chaussard J. B. Huliogabale, 
ou Esqiiisse murale de la disso- 
lution de l'empire romain. Pa- 
ris 1802. (587 

Cuper. Historia trium Gordia- 
iiorum. Devent. 1697. (5f)8 

Hoyus. Storia de'trenta tiran- 
ni, e specialmente di Odenato 
e Zenobia. Lavoro fatto sulle 
iscrizioni e le monete antiche. 
Gottin-a 1852. {(ed.) (569 

Manso J. K. f trenta tiranni 
contemporanei di Gallieno im- 



31 



peratore. (ted.) 



Desjardins A. L'empereur Ju- 
lien l'apostat. Paris 1853. (580 

Jondot. Hisluire de l'empereur 
Julien surnommé l'apostat. Pa- 
ris J8I7; voi. 2. (581 

Neander Aug. L' imperatore 
Giuliano e la sua epoca. Ei- 
delberga 1812. (led.) (582 
Fra i molli scritti su Giuliano cre- 
iJianio essere quesli i mifzliori. Il lijiro 
(li La BIétterie, pubblicfito nei 16\^i. 
venne U'ailotto nello scorso secolo in 
teil-.ingl.ed ùkunl. ma ora é antiquato. 

La BIétterie. Histoire de l'em- 
peiH'ur Jovien. Paris 1748; 
voi. 2. (58.3 



Mermet. Notice sur Posthu 
mus et son élévation a l'em- 
pire (romain). Lyon 1827. (571 

Uno di'i trenta tiranni. 

Naudet J.Deschangementsope- 
résdans l'empire romain sous 
Dioclétien et ses successeurs 
jusqu'à Jovien. Paris 1817; 
voi. 2. (572 

Vogel A. L'imperatore Diocle- 
ziano. Gotha, Perthes 1857 
(ted.) 

Sickel. Diocletianus et Ma.xi 
mianus, sive de vita et con- 
stitutionibus Diocletiani et Ma- 
xim iani. Lipsia 1793. (574 

Manso J. K. Vita di Costantino 



(570 1^®"°' ^tiK-Ies sur la vie et les 



écrits de Symmaque préfet 
de Rome. Paris, Pancoucke 
1847. (:;84 

FlechierE. Histoii'c de Théodo- 
se le grand. Nouv. édit. Limo- 
'éGS 1846. (585 

Questo libro accredilatissirao del 
qiMle si fecero molto ediz. , sebbene 
d'antica data, conserva ancora il suo 
pregio, giacché per quanto ci è noto 
niiui' opera importante comparve re- 
ut^>.i centemente su quel grande monarca. 

(573 1 Korzilius F. L'usurpatore Mas- 
' • ' Simo, la sua sollevazione, e 

la pace da lui conchiusa 

con Teodosio e Valcntiniano. 

Dissertazione. Treveri 1859. 

(/ed.) (586 



granile, imperatore. Breslavia "*^**®r E. Commentatio histo- 

IQIT /■t^J \ ' /.o-„ i>m.T ri.. „.,...; . :i -il 



rica de genio, moribus et luxu 
secuii Theodosiani. 1798; vo- 
lumi 2. (587 

Assai accreditata. 



1817. (ted.) (575 

Burckardt. I tempi di Costan- 
tino il grande. Basilea 1852. 
(ted.) (576 |,T "—"■'—>•'--'»• 

Hunckler.Constantin le grand etlo" ' Vesegothorum cum 
.s<ui régne. Limoges 1846. (577 ' l^oni^'''^ conflictionibus post 

Bridges. Roman empire under "^'^••^"- t" "'- '■■ 

Coiislantin the great. London 
1828. (578 

Auer. L' intperatore Giuliano 
l'apostata e la sua lotta con- 
tro i padri della Chiesa suoi 
contemporanei. Vienna 1855. 
(ted.) (579 



morte/n Teodosi! exortis. Gry- 

^^ phiswaldie 1860. (.588 

-Q I Schulze. Flavio Stiliconc ilWal- 

leiistein deiranticliità. Alten- 

burgo 18U9. (ted.) (589 

Capitano delle armi di Onorio im- 
peratore. 

Gibbon E. History of the de- 
cline and l'ali oi' the roman 



PARTE PRIMA 



noo-t;^*- 



empire. Cheap stereotyp edit. 
Leipsick. Fleisclier 1829: vo- 
lli mes 12. (590 

QuesTopi'i'a sri-iila con profondità 
ed elegMiiza, sebbene non sempre con 
nioderazione ed impiirzialilà, conserva 
ancora il massimo pregio, speciabnente 
per gli ullimi secoli deirimpero, ed i 
primi dell'età di mezzo. La seconda 
metà dell'opera tratta dello crociale, 
del basso impero, ecc., giungendo fino 
al duodecimo secolo. Le parole impero 
romano contenute nel titolo devono 
prendersi adunque nel senso più lato, 
riferendosi non meno all'impero d'o- 
riente che a quello d'occidiMite, estin- 
tosi dieci secoli avanti il primo. — Nu- 
merosissime sono le edizioni in inglese, 
ed ancor più le verisoni. Un'edizione 
apprezzata è quella culle noie di Gui- 
zot, Parigi 1828, stampata anche a 
Londra da Murray i85i, voi. 8. Vers. 
italiana di Davide Berlolotti. Milano, 
Bettoni lS-27, voi. 13. 

Gibbon (il) dello studente, ossia 
La gran opei-a di Edoardo Gib- 



bon sulla decadenza e line 
dell'impero romano, comp.'n- 
diata ad uso delia gioventù. 
Vers. dall'ingl. inital. di A. M. 
Firenze, Barbèra 1861. (591 
Sìsmondi S. Histoire (hi l'em- 
pire romain et du déclin de 
la civilisation de Fan 250 à 
l'an 1000. Paris 1835; volu- 
mes 2. (592 

Vers. italiana di Cesare Canlù. Mi- 
lano, Pi rolla 1836. 

Chateaubriand F. A. (visconte 
dijÉtudesou Discours histori- 
ques sur la chùte de l'empire 
romain, lesprogi-èsdu christla- 
nisme, et l'invasion des barba- 
res. Paris, Didot 1845. (593 

Bianchi Giovinì. Sulle cause 
della decadenza dell' impero 
romano in Occidente. Milano, 
Givelli 1844. (594 



H 



Storia ecclesiastica 



H' —Prolegomeni. 

(Opere generali, ampie e compen- 
diose sul cristianesimo, sul paga- 
nesimo, sui papi e sui concilii). 

Tosti L. Prolegomeni alla stoi'ia 
universale della chiesa. Firen- 
ze, Barbèra 1861; voi. 2. (595 

Accreditata, come tulle le opere di 
questo nostro diligentissimo storico. 

Blanc F. S. Introduction à 
l'hisloirc ecclesiastique. Paris 
1846; voi. 2. (596 

Rohrbacher F.R. Histoire uni- 
versellc de l'église catholique. 
3.nH','.dit. Paris, Gaumel855- 
1860; voi. 29. (597 

Assai accreditala e preferibile ad ogni 
altra. L'autore, insigne storico eccle- 



sinslico, fu professore a Lovanio, poi 
a Nancj% e mori nel 1836. Vers. ita- 
liana. Torino, Marietti 1855-60, vo- 
lumi 15. — Le opere seguenti sulla 
storia generale della chiesa, hanno 
scemato di valore dopo la pubblica- 
zione del Rohrbacher. Quanto alle 
storie delle singole chiese, siccome l'U- 
ghelli, il Morcelli, il Flores, il Saint- 
Martbe, esse non entrano nel nostro 
di.segno. 

Henrion R. A. Histoire gene- 
rale de l'église depuis la prédl- 
cation des apótres jusqu'au 
pontificat de Gi'égoire XVI. 
Nouv. édit. Paris, Mignel854- 
1860; voi. 16. ^ (598 

Saranno venticinque volumi e co- 
steranno circa franchi 250. Esiste una 
vers. italiana di Mendrisio e Milano 
in 14 voi. 18iO, eseguita su un'edi- 
zione francese anteriore. 

Fleury C. Histoire uni verseli" 



599-620 



STORIA ANTICA. 



33 



de l'Eglise. Paris 1790-1824; 
voi. 24. (599 

Vers. ital. del conte Gasparo Gozzi. 
Brescia , Bettoni 1830-33 ; voi. 50 e 
due di indice. — Versione inglese di 
Ncwman. London, Rivington. 

Stolberg. Storia della religione 
di Cristo. Amburgo 1807-38; 
voi. 30. {ted.) (GOO 

Neander. Storia generale della 
religione e della chiesa cristia- 
na. Amburgo 1825-30; voi. 6. 
{ted.) (601 

Milner. History of the church 
ol'Christ, continuated by Steb- 
bing. London 1839; voi. 8. (002 

Notisi che l'autore è protestante. 

Matter. Histoire universelle de 
l'église chrétienne. Strasburgo 
1829-35; voi. 4. (G03 

Henke. Storia generale della 
chiesa cristiana. Brunswick , 
4.=^ edizione, 1800-20; voi. 8. 
ited.) (004 

Orsi. Storia ecclesiastica. Vene- 
zia 1822; voi. 42. (605 

Mosheim. Ecclesiastical histo- 
ry ancient and modem. New 
edit. London 1826; voi. 4. (606 

Annegarn A. Storia della chiesa 
cristiana. Mùnster 1842-44; 
voi. 3. {ted.) (607 

Alzog. Storia universale del- 
la chiesa. Magonza 1846. 
{ted.) (608 

Vers. ital. di Cavriani. Mantova 1850 ; 
voi. 3. — Altra ediz. Torino 1851; 
voi. 4. — Vers. frane, di Goscher ed 
Audley 1846; voi. 3. 

Fessler. Storia della chiesa di 
Cristo. Vienna 1858. {ted.) (609 

Di questo eccellente compendio di sto- 
ria ecclesiastica esiste la versione ital. 
fatta da C. Forlani. Vienna 1858. 
Incomincia dalla chiesa combattente 
ai tempi dell'impero, e giunge fino a 
noi usando brevi ma succose parole. 
È corredato di una comoda tavola cro- 
nologica di tutti i papi col riscontro 
sincronistico dei principali avveni- 
menti della storia ecclesiastica. — Si 

BIBL. — 5 



consulti anche la Storia Ecclesiastica 
di Hase accreditatissima, della quale 
nel 1857 si stampò in Jena la settima 
odiz. (ted.) 

Doellinger. Compendio di sto- 
ria ecclesiastica, {ted.) (610 

Vers. ital. Milano, Tipografia dei 
Classici 1842 ; voi. 3. Non fu però 
condotta a termine. 

Plank. Storia della costituzione 
della chiesa cristiana. 1800; 
voi. 4. {ted.) (611 

Blanc P. S. Cours d'histoiro 
ecclésiastique. Paris, 3. me édit. 
1860; voi. 2. (612 

Clemen. Compendio della sto- 
ria della chiesa, {ted.) (613 

Vers. frane, di Colondre. Paris, Cher- 
buliez 1858. 

Salzano. Corso di storia eccle- 
siastica da Cristo a noi. Ge- 
nova, Rossi; 4.*^ ediz. 1852; 
voi. 2. (614 

De Potter. Histoire philosophi- 
que, politique, et critique du 
christianisme depuis Jesii jus- 
qu'à nous. Paris 1836; vo- 
lumes 8. (615 

Berault Bercastel. Histoire du 
christianisme. (616 

Vers. ital. Napoli 1835-40; voi. 15, 
eseguita, crediamo, sull'ediz. di Parigi 
1778; voi. 24. — Altra vers. ital. di 
Zugno. Venezia, Antonelli , 3." ediz. 
1860 (in corso). Ne esistono altre an- 
cora, che omettiamo. 

Beugnot. Histoire de la déca- 
dence du paganisme en Orient. 
Paris 1853; voi. 2. (617 

Premiata dall'Istituto di Francia. 

GhasteL Histoire de la destruc- 
tion du paganisme dans l'em- 
pire d'Orient. Paris 1850. (618 

Premiata dall' Istituto di Francia. 

Tzschirner. La caduta del paga- 
nesimo. Lipsia 1829. (fórf.)(619 

DoeUinger. Paganismo e giu- 
daismo, {ted.) (620 

Vers. frane. Liegi 1858; voi. 4. 

Schmidt. Le dottrine del cri- 



34 



PARTE PRIMA 



621-640 



stianesimo e loro analogia colle 
' credenze degli antichissimi po- 
■ poli e de' Chinesi. Landshut 

1834. (ted.) (621 

Biot. Sur l'abolition de l'escla- 

vage, et l'influence du chri- 

stianisme. Paris 1838. (622 

Premiata dall'Accademia francese. 
' Vers. ital. di C. Grolli. Milano 1841. 

Pluquet. Mémoire pour servir 
à riiistoire des égarements de 
l'esprit humain par rapport 
au christianisme. Paris 1764; 
voi. 2. (623 

Assai accreditata. 

Fox. History. of the Christian 
martyrsduring the first centu- 
ries. Philadelphia 1850. (624 

Mùller F. Storia dei papi da 
s. Pietro fino all'attuale 254.™» 
papa Pio IX. Vienna 1856; 
voi. 17. (ted.) (625 

Fra gli scrittori antichi delle -vite 
de' pontefici il più accreditalo é il 
Platina, il cui lavoro fu continuato 
da Onofrio Panvinio , tradotto e com- 
pendiato molti; volte. Un'ediz. rara é 
quella di Venezia 1313. 

Artaud de Montor. Histoire 
des souverains pontifes ro- 
mains. Paris, Didot 1849; vo- 
lumes 8. (626 

Vers. ted. di Boost. Augusta 185 i. 

Henrion. Histoire de lapapauté. 
Paris, voi. 2. (627 

Vers. ital. Torino, Pomba 1840; vo- 
lumi 2, e Prato 1841, voi. 2. 

Beaufort. Histoire des papes 
depuis s. Pierre jusqu'à noiis. 
Paris 1841; voi. 4. (628 

Novaes. Elementi della storia 
de' sommi pontefici da s. Pie- 
tro fino a papa Pio VH. 2.^ 
ediz. Siena 1805; voi. 12. (629 

Chantrel. Histoire populaire des 
papes. Paris, Dillet 1860. (630 

Saranno ventiquattro volumetti. 

Haas C. Storia dei papi scritta 
secondo i risultati delle piti 



accreditate ricerche. Tubinga, 
Laupp 1859. (fed.) (631 

Buon compendio. 

Biddle. History of the papacy 
from the earliest period to the 
reformation. London, Bentley 
1854; voi. 2. (632 

Merleker. Storia della politica 
de' papi. Amburgo, Hoffman 
1856. (ted.) (633 

Citando quest'opera, avvertiamo che 
si giudica da alcuni un libro scritto 
con poca profondità e molto spirito di 
parte. 

EHendorfiT. Sul primato de' pa- 
pi. Darmstadt 1846; voi. 2. 

(ted.) _ _(634 

Sugenheim. Storia delle origini 
e dello svolgimento dello sta- 
to ecclesiastico. Lipsia 1854. 
(ted.) (635 

Opera premiata dalla società scien- 
tifica di Gottinga, 

Daunou. Essai historique sur la 
puissance temporelle des pa- 
pes. Paris, 4.meédit. 1818; vo- 
lumes 2. (636 

Marini M. Esame de' diplomi 
di Lodovico il Pio, Ottone I, 
ed Enrico H, sul dominio tem- 
porale de' pontefici. Roma 
1822. (637 

Jaffé F. Regesta pontifìcum ro- 
manorum ab ecclesia condita, 
ad annum 1198, p.G. Berolini, 
Veit 1851. (638 

Opera diligentissima. Vedasi la re- 
censione di A. Gennarelli, nel primo 
tomo della nuova serie dell' Arch, 
storico. 

Cox B. Lives of the most emi- 
ncnt fathers of the church. 
London, Hatchard. (639 

Guerin. Manuel de l'histoire des 
conciles ecclesiastiques. Paris, 
Parent-Desbarres 1846. (640 

Boisselet de Sauclieres. Hi- 
stoire chronologiquc et ^dog- 



641-655 



STORIA ANTICA. 



36 



matique des conciles. Paris 
1845; voi. 2. (641 

Le opere storiche antiche e moderne 
sulla chiesa, e tutto ciò che da essa 
dipende, trovansi radunate nella Bi- 
bliotheca ecclesiastica deiFabrjcu, Am- 
burgo 1718. Fra le bibliografie eccle- 
siastiche, la mirjliore è forse quella 
pubblicata in Avignone nel 1767 col 
titolo: Dictionnaire historique des au- 
teurs ecclesiastiques avee le catalogue 
de leurs ouvrages. Manca una buona 
bibliografia generale e recente. 



H^ — Sloria della Chiesa ne' primi 
secoli dell'era. 



(Comprende fino alla morte di Gre- 
gorio Magno, avvenuta nel 604^ le 
opere concernenti le vite de'singoli 
pontefici, santi padri, apostoli, le 
eresie, e gli eresiarchi.) 

Tillemont Seb. Mémoires pour 
servir à i'hi.stoire ecclosiasti- 
que des six premiers siècles. 
Paris 1693-1712; voi. 16. (642 

Accreditata. 

Ewald. Storia di Gesù Cristo e 
de'siioi tempi. Gottinga 18o4. 
{tcd.) (643 

Assai accreditata. Si consulti anche 
l'opera tedesca di Stolberg Vita e dot- 
trina di Cristo che fu recata in ita- 
liano da C. Antici, Milano , Pogliani 
1828; voi. 3. È il quinto volume della 
sua opera maggiore già citata al nu- 
mero 600. 

Strauss. La vita di Gesù Cristo, 
criticamente esposta. Nuova 
ediz. Tubinga 1839; voi. 2. 

(ted.) (644 

Versione francese^ inglese, danese, 
svedese. Questo libro, che fece tanto 
rumore, trovò molti confutatori. Dopo 
il 1826, epoca della prima edizione, 
non meno di trenta opere comparvero 
in Germania contro le arditissime opi- 
nioni dello Strauss. L'editore F. San- 
vito sta per pubblicare la vers. ital. 
dello Strauss fatta da G. Oddo. 



Feldhoff. Sugli anni della' na- 
scita e della risurrezione del 
nostro Signore e Redentore. 
Francoforte 1832. (ted.) (645 

Salvador; Histoire de l'église' 
pendant le premier siècle. 
Paris 1839; voi. 2. (646 

Wiseman. (card.) Fabiola or the 
church of the catacombs. (647 

Accreditata. Versione italiana di Zani 
Ferranti. Milano, Turati 1856. Questo 
libro, come il Newman ed il Geiger, 
sotto le vesti del romanzo, dà un esat- 
tissimo quadro de' primi tempi della 
chiesa. 

Mùnter. I simboli usati dai pri- 
mitivi cristiani, Altona 1825; 
voi. 2. (ted.) (648 

Pridden. Early christians. Lon- 
don, Parker. (649 

Milman. The history of chri- 
stianity from Christ to the 
abolition of paganism. London 
1840; voi. 3. (6bO 

Pressensé. Histoire des trois 
premiers siècles de V église 
chrétienne. Paris , Meyrueis 
1858; voi. 3. (651 

Vedasi dello stesso autore l' opera 
Lutte entre Hippolite et Callistc , ou 
L' église romaine au troisième siècle. 
Paris, Didier 1856; voi. 2. 
Moehler. La patrologia, ossia 
Storia letteraria de' tre primi 
secoli della chiesa cristiana. 
(ted.) (652. 

Assai accreditata. Vers. francese di 
Cohen. Parigi 1842. — Vers. italiana. 
Milano, Pirotta 1836; voi. 2. 

Gapefigue. Les quatrcs pre- 
miers siècles de l'église chré- 
tienne. Paris 1850; voi. 4. (653 

Gabouchet. Les premiers temps 
de l'église jusqu'au concil de 
Nicee en 325. (654 

Vers. ital. Milano, Nicolini 1844. 

Dandolo T. Storia del cristia- 
nesimo al tempo degli impe- 
ratori fino a Marco Aurelio. 
Milano 1842. (655 



36 



PARTE PRIMA 



656-679 



Witte. Du Christianisme et de 
quelques impératrices romai- 
nes avant Constantin. Paris , 
Remquet 1853. (656 

Newman. Callista, or sketches 
from the third century. (657 

Veis. ital.di Zani Ferranti; 2.'' ediz. 
Milano, Turati 1860. 

Broglie A. L'église et l'empire 
romain au quatrième siede. 
Paris, Didier; 2.de édit. 1859; 
voi. 4. (658 

Vi si discorre a lungo di Costanzio 
e di Gioviano. 

Genin. De la société chrétienne 
au IV siècle, d'après les let- 
tres des pères de l'église grec- 
que. Paris, Lecoffre, 5.me édit. 
1850. (659 

Gray H. The empire and the 
church from Constaiitine to 
Charlemagne. London, Parker 
1857. (660 

Du sejour, de l'épiscopat, et du 
martyre de saint Pierre a Ro- 
me. Paris, Ledere 1845. (661 

Schrader. L' apostolo Paolo. 
Lipsia 1834; voi. 4. (fó<Z.) (662 

Rondinini. Vita di papa Cle- 
mente L Roma 1706. (663 

Streisguth. Essai sur le vie et 
la doctrine de Simon le Ma- 
giden. Strasburg 1839. (664 

Eresiarca del 1.° secolo. 

Semisch. Vita di s. Giustino 
il martire, saggio sulla storia 
della chiesa e de'dogmi. Bresla- 
via 1842: voi. 2. {ted.) (665 

Prat.Histoire de Saint Irénéeévé- 
que de Lyon, docteur de l'égli- 
se et martyr. Lyon 1843. (666 

Bunsen I. Ippolito e la sua epo- 
ca, ossia La chiesa di Roma ai 
tempi di Commodo e Severo. 
Lipsia 1851. {ted.) (667 

Vedasi anche l' opera di Gruico : Hi- 
stoire de l'église de Rome aous saint 



Victor, saint Zepliirin et saint Cai- 
liste de l'an 192 à fan 22't. Paris, 
Didot 1856. 

Neander. Lo spirito di Tertul- 
liano dottor della chiesa, qual 
introduzione ai suoi scritti. 
Berlino 1825. (ted.) (668 

Matter G. Histoire critique du 
gnosticisme et de son influence 
sur les sectes des six premiers 
siòcles de l'ère chrétienne. Pa- 
ris 1843; voi. 2. (669 

Muenter. De Lucio I episcopo 
romano. Hafnia3 1823. (670 

Redepenning. Origene, ossia 
Esposizione della sua vita e 
sue dottrine. Bonn 1846; vo- 
lumi 2. (ted.) (671 

Beausobre. Histoire critique du 
manicheisme. Paris 1739; vo- 
lumes 2. (672 

Mòhler. Atanasio il Grande e 
la chiesa combattente l'aria- 
nesimo. Magonza 1828; voi. 2. 
(ted.) (673 

Vers. ital. Milano, Pirotla 1813. 
Vers. frane, di Gohen, Paris 18il. 

Travasa. Storia di Ario l'ere- 
siarca. Venezia 1746. (674 

Gaccini T. Storia del primo 
concilio niceno. Lucca, Bidelli. 
1637. (675 

Muench. Sulla donazione fatta 
da Costantino ai papi. Com- 
mento alla storia del diritto 
canonico. Friburgo di Brisgo- 
via 1825. (ted.) (676 

Buffa P. (d'Angrogna) L'em- 
pereur Julien considéré Gom- 
me ennemi du christianisme. 
Toulouse, Chauvin 1848. (677 

Klose. Basilio il Grande. Stral- 
sunda 1835. (ted.) (678 

Ullmann. San Gregorio Nazian- 
zeno, ossia La chiesa nel quar- 
to secolo. Darmstadt 1825. 
(ted.) (679 



680-698 



STORIA ANTICA. 



37 



Grenier. La vie et les poésies 
de Saint Grégoire de Nazianze. 
Paris, Durand 1858. (680 

Bauduer. Vie de s. Grégoire 
de Nazianze. Lyon 1827. (681 

Silbert. Vita di S. Ambrogio ar- 
civescovo di Milano. Vienna 
1841. {ted.) (682 

Hermant. Vie de saint Am- 
broise. Paris 1678. (683 

Vers. ital. di F. Fontana. Milano 
17S0. 

Buse. San Paolino vescovo di No- 
la, ed il suo secolo, (ted.) (684 

Vers. frane, di Dancoisne. Tournai 
1858. 

Staudenraus. Vita di s. Martino 
vescovo di Tours. Landshut 
1833. (ted.) (685 

Ozanam. Le paganisme et le 
Ghristianisme au 5.me sie- 
de. (686 
Vers. ital. di A. Carraresi, Firenze, 
Le Monnier; voi. 2. 

Neander. S. Grisostomo e la 
chiesa del suo tempo, special- 
mente neir oriente. Berlino 
1832; voi. 2. {ted.) (687 

Collombet. Histoire de saint 
Jerome ducteur de l'église. 
Paris 1846. (688 

Biechy. Saint Augustin ou l'A- 
frique au Vme siècle. Limoges, 
Barbou 1852. (689 

Waitzmann. Vita e grandezza 



di s. Agostino. Augusta 1835. 
(ted.) (690 

Poujoulat. Histoire de saint Au- 
gustin, ses ffiuvres et son siè- 
cle. Paris 1844; voi. 3. (691 

Vers. ital. Losanna 184o; voi. 3. 
Saint-Ghéron. Histoire du pon- 
tiflcat de saint Leon le Grand. 
Paris 1845. ' (692 

Vers. ital. Milano, Giovanni Resnati 
1848 ; voi. 2. — Si consulti anche quella 
scritta nel decimosettimo secolo da 
Mainbourg, della quale esistono tante 
edizioni. 

Waitzmann. Vita di s. Seve- 
rino apostolo nel Norico. Au- 
gusta 1834. (ted.) (693 

Zoncada. S. Benedetto, i mo- 
naci di occidente, e s. Grego- 
rio Magno. Milano 1843. (694 

Oukeley. History of saint Au- 
gustin apostle of England und 
of the rise of the Christian 
church in England. (695 

Vers. frane, di Gordon. Paris 1846. 

Lau. Gregorio il Grande, e 
la sua dottrina. Lipsia 1845. 
(ted.) _ _ _ (696 

Bianchi-Giovini. Il pontificato 
di s. Gregorio il Grande. Mi- 
lano, Civelli 1844. (697 

Artaud de Montor. Considé- 
rations sur le rógne des quinze 
premiers papes qui ont porte 
le noni de Grégoire. i8ìì. (698 



699-710 



PARTE SECONDA. 

IL MEDIO-EVO 



Opere generali sial medio evo, e prole— 
g-omeni. 



Hallam. History of Europe du- 
ring the middle agcs. London, 
Murray; ll.thedit. 1856. (G99 

Assai accreditata. Yers. francese di 
Borghers eseguita sulla sesta ediz. ingl. 
Parigi i822;vol. 4. — Vers. ilal. di 
Leoni, Lugano 1834; voi. 10. — Vers. 
sved. Stoccolma 1853. 

Rehm. Storia del medio-evo. 
Marburgo 1829-39; volumi 8. 
(ted.) (700 

Accreditata. 
Damberger. Esposizione sin- 
cronistica della storia politica 
ed ecclesiastiea nel medio-evo. 
Ratisbona, Pustet 1852-56; 
voi. 20. (ted.) (701 

Opera voluminosa e d'alto prezzo. 
Sprunner. Atlante di 73 carte 
storiche per servire alla storia 
degli stati d'Europa nel medio- 
evo e nell'età moderna. Go- 
tha, Perthes 1850. (ted.) (702 

Atlante costoso, ma utilissimo, per- 
chè eseguito assai accuratamente. Si 
danno staccate anche le singole carte. 

Frantili. Annals du moyen-àge 
depuis la décadence de l'em- 
pire romain, jusqu'à la mort 
de Charlemagne. Dijon 1825, 
voi. 8. (703 



Des Michels. Précis de l'hi- 
stoire et de la géographie du 
moyen-àge depuis la décadence 
de l'empire jusqu'en 1453. Pa- 
ris lO.me édit. 1854. (704 

Opera adottata dal consiglio del- 
l'università di Parigi. — Vers. ital. 
di Nava. Milano, Silvestri 1841; su 
una delle prime ediz. francesi. Il li- 
bro di Michels è prezioso per le sue 
ricche indicazioni bibliografiche sul 
medio-evo in generale , e sui singoli 
periodi di esso. 

Rùhs. Compendio della storia 
del medio-evo. Berlino; 2.^ 
ediz. 1840. (ted.) (705 

Leo. Manuale della storia del 
medio-evo. 1830 ; volumi 2. 
(ted.) (706 

Lefranc. Histoire du moyen- 
àge jusqu'au grand schisme 
cn 1378. 13.me édit. Paris, 
Lecoffre 1856. (707 

Le Bas. Histoire du moyen-àge. 
Paris, Didot 1847; voi. 2. (708 

Schmitz. A history of the middle 
a2;es. London, Rivington 1859; 
voi. 2. (709 

Tilliers. Storia dell'Europa nel 
medio-evo. Francoforte 1830; 
voi. 4. (ted.) (710 



711-726 



PARTE SECONDA , IL MEDIO-EVO. 



39 



Russell W. History of ancient 
Europe. London 1815; volu- 
mes 3. (711 

Ricotti E. Breve storia d'Eu- 
ropa e specialmente d'Italia 
nel medio-evo. Torino; L'"^ edi- 
zione, 1800. (712 

Compendio diligentissimo. 

Duruy V. Abregé de l'histoire 
du moyen-àge, depuis la chute 
de l'empire d'occident jusqu" 
au milieu du XV." siécle. Pa- 
ris, nouv. édit. 18S6. (713 

Kortùm. Compendio della sto- 
ria del medio-evo. Berna 1856. 
(ted.) (714 

Rùckert E. Storia del medio- 
evo, compendiata. Stuttgarda 
1853. (ted.) (715 

Moeller. Histoire generale du 
moyen-àge, jusqu'à la mort de 
Charlemagne. Paris 1837. (716 

Fleury. Histoire du moyen-àge, 
pour les enfants. (717 

Vers. ital. di Piucco. Venezia, Cec- 
chini 1841 ; voi. 2. 

Gautier. Comment faut il juger 
le moyen-àge. Paris, Palme 
1858. (718 

Cantù C. Discorso sul medio- 
evo. Torino, Pomba 1841.(719 

Estratto dalla sua Storia Universale. 

Lancizolle. Il significato giuri- 
dico della dignità imperiale 
secondo le idee del medio-evo. 
Berlino 1856. (ted.) (720 

Cibrario. Della economia poli- 
tica del medio-evo, cioè sulle 



sue condizioni politiche, mo- 
rali ed economiche. Torino, 
5.'' edizione Botta 1861; volu- 
mi 2. (721 

Vedasi in proposito il bell'articolo 
di Rosa nella Perseveranza del 28 
luglio 1861. 

Lelevel. Géographie du moyen- 
àge. Breslavia 1852; volu- 
mes 4. (722 

Assai accreditata. Un compendio com- 
parve in Bruxelles nel 1858. 

Depping. Histoire du commerce 
entre le Levant et l'Europe 
depuis Ics croisades jusqu'à 
la fondation des colonies d'A- 
merique. Paris, Imp. Boyale 
1830; voi. 2. (723 

Mills. History of chivalry, or 
knighthood and its times. Lon- 
don 1825; voi. 2. (724 

Vedasi anche l'opera di Koltenkamp. 
Stuttgarda 18'i2. (ted.) 

La Farina G. Studii sul se- 
colo XIII.° Firenze , Fabris 

1842. (725 

Radowitz. I motti e le divise nel 
medio-evo. Stuttgarda, Cotta 



1850. (ted.) 



(726 



L'autore fu ministro degli affari esteri 
in Prussia, e mori nel 18oi. Questo li- 
bro interessantissimo contiene cinque- 
cento divise, la maggior parte coli' in- 
dicazione delle famiglie e dei perso- 
naggi che le adottarono. Vi si citano 
famiglie d'ogni parte d'Europa e mol- 
te italiane. L'autore di questa biblio- 
grafia ne preparò la versione, corre- 
dandola di illustrazioni storiche per 
ciascuna delle famiglie citate. 



PARTE SECONDA 



727-743 



B 



I popoli barbari , le loro migrazioni , ed i 
regni da essi fondati. 



B* — Opere generali e mitologia nordica. 

Wietersheim. Storia delle mi- 
grazioni dei popoli. Lipsia , 

Weigel 1859; voi. 2 con car- 
te, {ted.) (727 

Si consulti anche il bel lavoro di 
Gaupp : Le colonie germaniche nelle 
Provincie dell' impero romano d'occi- 
dente. Breslavia 1844 (ted.). Un cenno 
su di essa scrisse A. Reumont nel 
quinto voi. dell'Appendice alla prima 
serie dcll'.4»'c/u'i'to storico. 

Krùger. Storia delle migrazio- 
ni dei popoli indo-germanici, 
e delle conquiste loro in Asia. 
Egitto e Grecia, Bonn 1855. 
{ted.) (728 

Munch. Gli antichi popoli del 
settentrione , e loro migra- 
zioni. Lubecca 1853. (ted.) (729 

E quasi una versione del libro da- 
nese di Claussen Det norske volks 
historie. 

Brotonne. Histoire de la fìlia- 
tion et des migrations des 
peuplcs. Paris 1832; voi. 2. (730 

Nougarède. Histoire des an- 
ciens peuples d'Europe et de 
leurs migrations, pour servir à 
l'histoire de Trance. Paris 
1842. (731 

Obermayr G. Sulla comune 
origine scandinava dei popoli 
germanici , galli e goti. Pas- 
savia 1843. (ted.) (732 

Dirckinck-Holmfeld. Sul si- 
gnificato filosofico degli anti- 
chi miti religiosi, ed in ispe- 
cie dei settentrionali. Cope- 
naghen 1829. (ted.) (733 

Accreditata. 



Mone. La simbolica e la mitolo- 
gia degli antichi popoli setten- 
trionali. Lipsia, Leske 1822; 
voi. 2. (ted.) (734 

Leo E. Sul culto di Odino pres- 
so gli antichi Germani. Er- 
langen 1822. (ted.) (735 



B^ — :ielti. Britanni. Pitti. Scoti, 
Anglo-Sassoni 



Ga- 



Prlchard. Eastern origin of 
celtic nations. London, Sher- 
wood. (73G 

Accreditata. 

Wright. The Celt, the Roman, 
and the Saxon, an history of 
the early inhabitants of Bri- 
tain, down to the conversion 
of the Anglo Saxons. 2.d edit. 
London 1861. (737 

Higgins G. The celtic Druids. 
London 1829. (738 

Dieffenbach. Celtica, ossia Mo- 
numenti linguistici per ser- 
vire alla storia dei Celti. Stutt- 
garda 1840; voi. 2. (ted.) (739 

Brandes. I rapporti etnografici 
fra i Celti ed i Germani se- 
condo le idee degli antichi, e 
gli avanzi linguistici. Lipsia 

1857. (ted.) (740 
Brosi. Sui Celti e sugli antichi 

Elvezii. Soletta 1851 . (ted.) (741 

Barnes. Notes on ancient Bri- 

tain and the Britons. London 

1858. (742 
Giles J. A. History of the an- 
cient Britons. London, Bell 
1847; voi. 2. (743 



744-768 



IL MEDIO-EVO. 



41 



Smith. The religion of an- 
cient Britain historically con- 
sidered. 2 A edit. London 
1846. (744 

Mac Gallum D. History of the 
ancient Scots. Edinbur£?h , 
Houlston 1858. (745 

Ritson. Annais of the Calcdo- 
nians, Picts, and Scots. Edin- 
burgh 1828; voi. 2. (746 

Betham W. On the Gaels and 
Cimbri an inquiry on the 
irish Scoti and Britons. Du- 
blin 1826; voi. 2. (747 

De Courson. Histoire des Bre- 
tons dans la Caule et dans 
les iles britanniques. Paris 
1846. (748 

Barry H. Cacsar and the Bri- 
tons. London, Baldwin. (749 

Kemble. The Saxons in En- 
gland. Leipsick 1832. (750 

Accreditata. — Versione tedesca di 
Brandes. Lipsia 1853. 

Lappenberg. Storia degli An- 
glo-Sassoni, (ted.) (751 

Accreditata. — Versione inglese di 
Thorpc. London, Murray. Voi. 2. 

Miller. History of the Anglo- 
Saxons from the earliest pe- 
riod to the norman conqucst. 
2.tl edit. London 1856. (752 

Ritson. The life of king Ar- 
thur. London 1825. (753 

Secondo la tradizione inglese (che 
Hume giudica veritiera) morto nel 542. 

B^ — Cimbri, Germani, Franchi, Nor- 
manni, Eruli, Gepidi e Vandali. 

Schayes. Obscrvations sur les 
Ciniinériens et les Cimbres. 
Bruxelles 1855. (754 

Bethmann-Hollweg. Sui po- 
poli germanici prima dell'epo- 
ca delle grandi migrazioni. 
Bonn 1850. (ted.) (755 

BIBL. — G 



Wilhelm. La Germania ed i suoi 
primitivi abitatori. Weimar 
1823, con carte, (ted.) (756 

Holtzmann. Studii storici sui 
Celti e sui Germani. Stutt- 
garda 1855. (ted.) (757 

Ozanam. Les Germains avant 
le christianisme, recherches 
sur lespeuples germaniques et 
leur établissement dans Tem- 
pirc romain. Paris , Lecoffrc 
1847. (758 

Ring M. Histoire des Germains 
depuis les temps reculés jusqu' 
à Gharlemagne. Strassbourg 
1850. (759 

Accreditata. 

Schaumann. Storia dei popoli 

sassoni dalle origini fino alla 

fine del XII secolo. 1839. 

(ted.) (760 

Opera premiata. 
Wittmann. Storia dei Marco- 

manni. Monaco 1855. (ted.) (761 
Ledebur. Gli Ermonduri ed i 

Turingi. Due dissertazioni, 

Berlino 1852. (ted.) (762 
Il paese ed il popolo de'Brut- 

teri. Berlino 1827. (ted.) (763 
Reichard. La Germania sotto i 

Romani. Norimberga; 2,'' ediz. 

con carte. 1855. (ted.) (764 
Kònig. Arminio il Gherusco. 

Lipsia 1840. (ted.) (765 

Schreiber. Marbod ed Arminio, 

ossia La prima lega dei popoli 

germanici. Francoforte 1821. 

(ted.) (766 

Dahn. I re presso gli antichi 

Germani, e la natura del regno 

(ino ai tempi feudali. Monaco, 

Fleischmann 1861 ; voi. 2. 

(ted.) (767 

Wittmann. Il regno presso gli 

antichi Germani. Monaco 1854. 

(ted.) (768 



42 



PARTE SECONDA 



769-791 



Grimm G. Mitologia germanica. 
2.^ ediz. Gottinga 1844; vo- 
lumi 2. (ted.) (769 

Assai accreditata. 

Wolf. La mitologia de' popo- 
li germanici. Gottinga 1853. 
(ted.) (770 

Barth. Sui Druidi dei Celti e 
sui sacerdoti dei Germani. Er- 
langen 1826. (ted.) (Ili 

Keny. Mitologia degli antichi po- 
poli slavi e germanici. Znaim 
1827; voi. 2. (ted.\ (772 

Revillout. De 1' Arianisme dcs 
peuples germaniqucs qui ont 
envahi l'empire romain. Paris, 
JOubcrt 1850. (773 

Hiemer. La propagazione del 
cristianesimo nella Germania. 
Sciaffusa, Hurter 1858; voi. 4. 
(ted.) (774 

Keferstein. Le diverse opinioni 
sulle antichità celte in Germa- 
nia. Halle 1850. (ted.) (775 

Thierry Am. Histoirc des Gau- 
lois depuis les temps plus re- 
culés jusqu'à la domination ro- 
maine. Paris 1828; voi. 3. (776 

Histoire de la Gaule sous 

la domination romaine. Paris, 
Didier; 4.ine édit. 1857; vo- 
mes 2. (777 

Fa seguito alla precedente. 

Courson. Histoire des origines 

et institutions des peuples de 

la Gaule Armoricaine. Paris 

1843. (778 

Opera premiata dall'Istituto di Fran- 
cia. 
Renard. De l' identité de race 
des Gaulois et des Germains. 
Bruxelles 1857. (779 

Lettera indirizzala alla R. Accademia 
belgica. 

Roth. Sulle condizioni civili della 
Gallia alFepoca dell' invasio- 
ne de'Franchi. Monaco 1827. 
(ted.) (780 



Mosler. De primordiis Franco- 
rum. Dusseldorf 1857. (781 

Fauriel. Histoire de la Gaule me- 
ridionale sous la domination 
des conquerants germains. Pa- 
ris 1846; voi. 4. (782 

Vedasi l'elogio che ne fa il Tomma- 
seo nella parie moderna del suo Di- 
zionario estetico. 

Perry G. TheFranks from their 
first appearence to the death 
of Pipin. London, Longman 
1857. (783 

Gerard. La barbarie franke et 
la civilisation romaine. Bru- 
xelles 1845. (784 

Tachard. Des Druides. Stras- 
sbourg, Silberman 1849. (785 

Thierry Ag. Recits des temps 
mérovingiens. Paris ; nouv. 
édit. 1851; voi. 2. (786 

Opera che ebbe dall'Accademia fran- 
ct'se il gran premio Gobert, e fu tradotta 
in molte lingue. E una fedele e leggia- 
dra dipintura del dominio de'Franchi 
nello Gallie nel VI secolo. Versione 
ilaliana. Milano , Perelli e Mariani 
i8i5. 

Ebeling. I poteri politici in Fran- 
cia all' epoca de' Merovingi. 
Greiffenberg 1859. (ted.) (787 

Petigny. Études sur l'histoire, 
les lois et les institutions de 
l'epoque mérovingienne. Pa- 
ris , Brockhaus 1846; volu- 
mes 2. (788 

Schoene. Sull'autorità de'mag- 
giordomi franchi. Brunswick 
1855. (ted.) (789 

Pertz. Storia dei maggiordo- 
mi merovingi. Annover 1819. 
(led.) (790 

Ozanam. La civilisation chré- 
tienne chezles Francs; recher- 
ches sur les temps mérovin- 
giens et le regne de Charlema- 
gne. Paris, Lccoffre 1849. (791 

Maraize. Histoire de Ciò vis le 
Grand, de ses successeurs et 



792-812 



IL MEDIOEVO. 



43 



des maires du palais. Paris 
1821. (792 

Nougarède de Fayet. Disser- 
tation sur la conquéte de 
Bourgogne par Clovis. Paris 
1843. (793 

Junghans. Storia dei re frauclii 
Cliilderico e Clodoveo. Gottin- 
ga 185G. {fecLì (794 

Renaud de Rouvray. Histoirc 
de sainte Clotilde, reine de 
France. Paris 1840. (795 

Moglie di Clodoveo, morta nel 543. 

Berain. Mémoires historiques 
sur le règne des trois Dago- 
berts rois de France, Stras- 
burg 1717. (796 

Depping. Histoire des expédi- 
tions niaritimes des Norniands 
et de leur établissement en 
France au lO^e siècle. Nouv. 
édit., Paris 1843. (797 

Premiala dalTAccademia francese. 

Gautier d' Are. Histoire des 
conquètes des Normands en 
Italie, SicTle et en Grece. Paris, 
Dc-Bure 1846; voi. 2, avec 
cartes. (798 

Aschbach. Storia degli Eruii e 
dei Gepidi. Amburgo 1835. 
iteci) (799 

Accreditata. Su Odoacre si vegga la 
dissertazione di A. Thierry, Le roi 
Odoacre patrice d'Italie nel fascicolo 
di giugno della Rcvìic des deiix mon- 
dcs del 1S59. 
Papencordt. Storia del regno 
dc'Vandali ili Africa. Berlino 
1837; voi. 2. {(ed.) (800 

Opera premiata dall'Accademia pari- 
gina e lodata da Carlo Hegel. 
Marcus. Histoire des Vandales 
depuisleur apparition, jusqu'à 
la fin de leur enipirc en Afri- 
que. Paris 1839. (801 



B'^ — Visito :i, Osirugoli e Lon^ukrdi. 

Schoetensack. Sui Traci, gli 
antenati de' Goti, e sulle di- 
visioni nate fra i Goti; Sten- 
dal 1861. (ted.) (802 

Kòpke. Le origini del regno 
presso i Goti. Berlino, Weid- 
mann 1859. (ted.) (803 

Bessell. Vita di Ulfila vesco- 
vo de' Goti. Gottinga 1859. 
(ted.) (804 

Aschbach. Storia dei Visigoti. 
Francoforte 1827. (ted.) (805 

Opera condotta con grande erudi- 
zione e critica finissima. 
Manso. Storia del regno degli 
Ostrogoti in Italia. Breslavia 

1824. (ted.) (806 

Sarebbe opportuna la vers. italiana. 

Sartorius. Essai sur Fétat civil 
et politique des peuples de 
l'Italie, sous le gouvernement 
des Goths. Paris 1811. (807 

Premiata dall'Istituto di Francia. 

Naudet. Histoire de l'établis- 
sement, des progrès et de la 
décadence de la monarchie des 
Goths en Italie. Paris 1811.(808 

Du-Roure. Histoire de Théo- 
doric le Grand , roi d'Italie, 
conduite jusqu'ù la fin de la 
monarchie ostrogothique. Pa- 
ris 1846; voi. 2. (809. 

Vedasi la recensione di M. Amari 
nel quarto volume dell'Appendice alia 
prima serie dell'^rc/uuio storico. 

Hurter F. Storia del re ostro- 
goto Teodorico. Sciaff usa 1807; 
voi. 2. (ted.) (810 

OUeris. Cassiodore conserva- 
teur des livres de l'antiqui- 
té. Paris 1841. (811 

Barberini. Esposizione critico- 
storica della vita di Severino. 
Boezio. Pavia 1782. (812 



PARTE SECONDA 



813-833 



Ritter. Dissertatio de Amala- 
sunta Ost?^ogothorum regina. 
Lipsia 1735. (813 

Abel O. Teodato re degli Ostrogo- 
ti. Stuttgarda 1855. (ted.) (8Ì4 

Biondelli. Osservazioni sulle 
monete auree dei Goti in 
Italia. Milano , Bernardoni 
1861. (815 

Turk. I Longobardi e le loi'o 
leggi. Rostock Ì83^.{ted.) (816 

Fa parte dell'opera Ricerclie stori- 
che (ted.) (li Turk, scritta con grande 
profondità. 

Richter. Sulle origini de' Lon- 
gobardi , e sulle loro migra- 
zioni ne' primi sei secoli, cioè 
prima della discesa in Italia. 
{ted.) (817 

Lunga dissertazione inserita nelle 
annate 1840 e 1848 del periodico 
Jaìirbilcher des literarischen anzci 
(jehlaUcs che pubblicavasi in Vienna. 

Zanetti. Del regno de' Longo- 
bardi in Italia. Venezia , Ba- 
seggio 1753; voi. 2. (818 

Su questo importante periodo di più 
di due secoli manca ancora un libro 
che sia all'altezza dei progressi fatti 
dalla scienza storica. Una confutazio- 
ne dell' opera suddetta comparve in 
Roveredo nel 1T50 coi tipi di Mar- 
chesani. 

Tamassia G. Storia del regno 
dei Goti e dei Longobardi in 
Italia. Bergamo 1826; volu- 
mi 3. (819 

Flegler A. Il regno de' Longo- 
bardi in Italia. Lipsia^ Geibel 
1851. {ted.) (820 

Anziché la storia contiene molte eru- 
dite osservazioni sulla natura del re- 
gno de'Longobardi e sulle loro istitu- 
zioni. Fu letta nel 1849 all' univer- 
sità di Zurigo quando 1' autore vi 
inaugurava le sue lezioni. Vedasi il 
cenno di Capei nel nono volume del- 
l'Appendice alla prima serie dell'^r- 
chivio storico. 

Schmidt. Tractatio historica 
juridica de Longobardis eo- 



rumque in Italia regno. Jena 
1749. _ _ (821 

Bianchi Giovini A. Storia dei 
Longobardi. Milano , Civelli 
1846. (822 

Redaelli C. Della fusione dei 
Longobardi co' Romani. Man- 
tova, Caranenti 1841. (823 

Rion. Teodolinda principessa 
di Bajoaria , poi regina dei 
Longobardi. Augusta 1834. 
{ted.) (824 

Zucchi. Storia di Teodolinda 
regina de' Longobardi, e vita 
di san Gherardo di Monza. Mi- 
lano, Ponti 1609. (825 

Lesmi A. Vita di Teodolinda re- 
gina de' Longobardi. Foligno 
1649. (826 

Vita di Gondeberga, figlia 

della reginade'LongobardiTeo- 
dolinda. Bologna 1648. (827 

De Bernardi F. I Longobardi 
e s. Gregorio Magno. Memoria 
storica. Milano 1^43. (828 

Astezati. Dissertatiuncula de 
anno primo regni Desiderii. 
BrixicG 1728. (829 

Abel S. La fine del regno lon- 
gobardo in Italia. Gottinga 
1859. ited.) (830 

Troya C. Codice diplomatico 
longobardo. Napoli 1853; vo- 
lumi 2. (831 

Accreditata. Fa parte della sua Sto- 
ria d' Italia nel Medio-Evo. 

Edicta regum longobardorum 
edita ad lìdem optiinorum co- 
dicum, opera et studio Caroli 
Bandii a Vesme. Augusta Tau- 
rinorum 1846. (832 

Edizione di pochi esemplari. — Ve- 
dasi la recensione di G. Merkel nel 
terzo volume dell'Appendice alla pri- 
ma serie àeW Archivio storico. 

Bethmann. Paolo Diacono e la 
storiografìa dei Longobardi. 
Annover 1849. {ted.) (833 



834-846 



IL MEDIO -EVO. 



m 



Fontanini. Delle masnade e di 
altri servi, secondo l'uso de' 
Longobardi. Venezia, Albrizzi 
1698. _ (834 

Manzoni Alessandro. Discorso 
sopra alcuni punti della sto- 
ria longobardica. (835 

Comparve a corredo della prima edi- 
zione deWAdekhi, e venne poi rifatto 
nel 1845, ed introdotto dal tipografo 
Redaelli nella bella edizione delle Ope- 
re varie di A. Manzoni, incominciata 
in quell'anno. — Si consultino ezian- 
dio le dissertazioni di Gino Capponi 
e di Pietro Capei nel primo e secon- 
do volume dell'Appendice alla prima 
serie àaW Archivio storico e la Con- 
getlura di Nicolo Tommaseo intorno 
ad un passo disputato di Paolo Dia- 
cono sulla condizione degli Italiani ai 
tempi de' Longobardi nel settimo vo- 
lume dell'Appendice medesima. 

Pellegrino C. Historia princi- 
pum longobardorum. Neupoli 
1749-54; voi. 5. (836 

Tratta de' principi longobardi che 
dominarono in Benevento ed altre 
città della bassa Italia. 

B^ — Scili ed Unni. 

Bergmann. Les Scythes , ou 
Les ancètres des peuples ger- 



maniques et slaves. Esquisse 
ethno-généalogique et histo- 
rique. Halle 1858. (837 

Halling. Storia degli Sciti. Ber- 
lino 1835. (ted.) (838 

Gràberg de Hemsò. Doutes et 
conjectures sur les Huns du 
Nord et les Huns franciques. 
Florence 1810. (839 

De-Guignes. Histoire generale 
des Huns et des Mongols. Pa- 
ris 1756; voi. 5 (840 

Thierry Am. Attila le roi des 
Huns, épisodes du V.me sie- 
de. (841 

Vers. olandese. Utrecht 1833. 

Klemm. Vita di Attila re degli 
Unni. Lipsia 1827. {ted.) (842 

Barbieri G. La guerra di Attila 
flagello di Dio, tratta dell'ar- 
chh-io d'Este. Parma 1843.(843 

Vedansi anche l'Aretino e Tommaso 
Aquilejense, ediz. di Ferrara 1368, 

Thierry Am. Attila , ses flis 
et ses successeurs : scènes du 
Vl.me siede. Nouv. édit., Pa- 
ris, Didier 1856; voi. 2. (844 

Ver. ted. di Burckhardt, nella Btòiio- 
teca storica domestica di Biilau. Lip- 
sia l8o3. 



L'impero d'oriente o bizantino. 



Corpus scriptorum historia; by- 
zantin», editio instituta Con- 
silio B. G. Niebuhrii, aucto- 
ritate academia; litterarum bo- 
russicae continuata. Bonn»;. 
Impensis E. Weberi 1828-55 ; 
voi. 50. (845 

Questa bellissima collana, che è tut- 
tora in corso di pubblicazione , con- 
tiene accuratissime edizioni degli sto- 
rici bizantini : Niceforo, Aga/.ia Mire- 



neo, Sincello, Cinnamo, Zosimo, Zo- 
nara, Calcondila, ecc., ecc. Ciascun au- 
tore fu riveduto da qualche insigne filo- 
logo che assunse la responsabilità della 
correzione, siccome Bekker, Dindorff, 
Lachmann, ecc., e si da separato. 

Finlay G. History of the by- 
zantine and greek empires 
from 1057 to 1453. London, 
Blackwood 1854. (846 

Accreditata. 

History of the byzantine 



46 



PARTE SECONDA 



847-867 



empire from 1216 to 1517. 
London, Blackwood; 2/1 edi- 
tion 1856. (847 

Accreditala. 
Le-Beau. Histoire du bas em- 
pire, édition revue par Saint- 
Martin. Paris 1824-36; volu- 
mes 21. (848 

Vcrs. ital. Venezia, Battaggia i830; 
voi. 38. Altra vers. ital., Napoli 1833. 

Delarue. Abrogo deriiistoiredii 
bas empire de Lebeau. Lyon, 
Perisse 1847; voi. 3. (849 

Corentin-Royou. Histoire du 
bas empire, depuis Constantin 
jusqu'à la prise de Constanti- 
nople en 1453. Paris 1803 ; 
voi. 4. (850 

Poujoulat. Histoire de Constan- 
tinople comprenant le bas em- 
pire et l'empire Ottoman. Pa- 
ris 1853; voi. 2. (851 

Murali. Essai de cronographie 
byzantine pour servir à l'exa- 
men des annales du bas em- 
pire. Leipsic, Voss 1856. (852 

Accreditata. 

Heyne. Antiquitates byzantinre. 

Commentationes dute. 1809. 

(853 

Isambert. Histoire de l'empe- 
rcur Justinien, Paris, Didot 
1856; voi. 2. (854 

Schmidt. La sommossa avvenu- 
ta in Costantinopoli regnante 
Giustiniano. Zurigo 1854, con 
carte, (led.) 



Engelstoft. Commontatio de 
re byzantinorum militari sub 
Justiniano imperatore. Hafn. 
1808. (856 

Mahon. Life ofBelisarius. Lon- 
don 1829. (857 

Schlosser F. C. Storia degli im- 
peratori inconoclasii bizantini. 
Francoforte 1812. (ted.) (858 

Assai accreditata. 

Mignot. Histoire de l'impéra- 
trice Irene. Paris 1762. (859 

Miniati. Glorie dell' antichis- 
sima ed augustissima famiglia 
Comnena di Costantinopoli. 
Venezia 1669. (860 

Wilken. Commentatio rerum ab 
Alexio I, Joanne, Manuelo et 
Alexio II Comnenis Romano- 
rum byzantinorum imperato- 
ribus gestarum libri quatuor. 
Heidelberga 1812. (861 

ZeHer. Andronico Comneno. 
Stuttgarda 1804. (ted.) (862 

Ranking. Historical researches 
on the wars of the Mogols and 
Ronians, or life of Gengis- 
khan and Tamerlane. London 

1826. (863 
Schwartz. Le campagne di Ro- 
berto Guiscardo contro Fim- 
pero bizantino. Fulda 1854. 
(ted.) (864 

Fallmerayer. Storia dell'im- 
pero di Trebisonda. Monaco 

1827. (ted.) (865 

Opera premiata. 



Maometto, l'islamismo ed i califfati arabi. 



Gaussin de PercevaL Essai 
sur l'histoire des Arabes avant 
l'islamisme, et pendant réi)0- 
quc de Mahomet. Nouv. édit., 
Paris, Didot 1849; voi. 3. (866 



Price. Essay towards the hi- 
story of Arabia antecedent to 
the ìiirth of Mahommed. Lon- 
don 1824. (867 

FresneL Lettrcs sui' l'histoire 



868-886 



IL MEDIO-EVO. 



47 



des Arabes avaiit l'islamismo. 
Paris, Duprat 1837. (868 
Weil G. Maometto il profeta 
e le sue dottrine^ secondo il 
Corano ed altre fonti. 1843. 
(ted.) (869 

Assai accrod itala. 

Introduzione critico-storica 

al Corano. Bielefeld, Velhagcn 
1844. (ted.) (870 

II Corano tradotto letteralmen- 
te dall'arabo da L. Ullmann. 
4.*'' ediz. stereot. Bielefeld, Vel- 
hagen 1857. (ted.) (871 

Morto Ullmann durante la stampa, 
l'editore aflìdò la versione al celebre 
Weil. Crediamo sia questa la migliore 
fra le tante versioni del Corano. 
Geiger. Quali fra le massime e 
pratiche del giudaismo sieno 
state ammesse da Maometto 
nelle sue dottrine. Bonn 1833. 
(ted.) (872 

Lodata da Weil. 
Irving W. The life of Maho- 
met. (873 

Vers. ital. di De Tivoli. Milano ìSoì. 

Weil G. Storia dei Calilìì, scritta 
secondo le fonti arabe. Nuo- 
va ediz. Stuttgarda , Metzier 
1860; voi. 4. (ted.) (874 

L' opera migliore suU' argomento. 
L' autore, celeberrimo orientalista, è 
professore all' università di Eidelberga. 

Irving W. Tl;e successors of 
Mahomet. Cheap edit. Lipsia, 
Tanchnitz. (875 

Fa parte della Collection of brilisìi 
authors. 

Sédillot. Histoire des Arabes, 
Paris, Hachette 1854; volu- 
mes 2. (876 

Ibn-Kaldoun. Storiadell' Africa 
sotto la dinastia degli Aglabiti, 
e della dominazione mussul- 
mana in Sicilia, (arabo.) (877 

Vers. frane, di Noel Desvergers. Pa- 
rigi 1841. Recensione di M. Amari nel 
primo volume dell'App. alla prima se- 
rie dclVArchivio storico. 



Makrisi. Storia dei sultani ma- 
melucchi che dominarono l'E- 
gitto, (arabo.) (878 

Vers. frane, di M. Qualremère. Pa- 
ris 1845; voi. 3. 

Fournel. Étudc sur la conquéte 
d'Afrique par les Arabes, et 
sur les Berberes qui ont oc- 
cupé le Magreb centrai. Paris 
1857. (879 

Oeisner. Des effects de la réli- 
gioii de Mohammed pendant 
les trois premiers siccles de 
sa fondation sur les peuples 
chez lesquels cette réligion 
s'est établie. Paris 1810. (880 

Opera premiata dall'Accademia fran- 
cese. Vedasi anche la dissertazione del 
prof. A. Zambelli axiW' Influenza po- 
litira dell'islamismo. Milano, Bernar- 
iloiii 1834. (Estratta dal giornale del- 
risliluto Lombardo di scienze, lettere 
ed arti.) 

Dòllinger. La religione di Mao- 
metto considerata nel suo svi- 
luppo e nella sua influenza 
sulla vita dei popoli, (ted.) (881 

Vers. ita!, di A. Bianchi-Giovini. 
Milano, Silvestri 1833. 

Taylor. History of Mohamme- 
danism, and of the principal 
mohammedan sects. London 
1842. (882 

Mills. History of Mohammeda- 
nism. London 1812. (883 

Vers. frane, di Buisson. Paris 1826. 

Reinaud T. Invasion des Sari^a- 
cins en France, Savoie, Pié- 
mont et Suisse d'après les 
écrivains chrétiens et maho- 
metans. Paris 1836. (884 

Hammer-Purgstall. La lette- 
ratura degli Arabi , lino alla 
line del XII secolo della Hid- 
schret. Vienna 1853. (/é?rf.)(885 

Accreditata. Edizione di gran lusso. 

Schmoelders. Essai sur les èco- 
les philosophiques chez leg 
Arabes. Paris 1842. (886 



48 



PARTE SECONDA 



887-897 



Renan. Averroe et l'Averroi- 
sme. Paris, Durane! 1852. (887 

Vedasi la recensione di Cenlofanti 
nel volume nono dcll'App. alla prima 
serie doW Archivio storico. 

Stùwe. Il commercio degli A- 
rabi al tempo degli Abassidi 
nell'Asia, Africa ed Europa 
orientale. Berlino, Duncker 
1835, con carta, ((ed.) (888 

Opera premiala dalla R. Accademia 
prussiana di Gottinga. 

Gli storici arabi, dei quali molti 
furono tradotti nelle lingue europee, 
ci forniscono ampia materia sulle va- 
rie fasi della storia del loro popolo. 
Le dinastie degli Ommajadi e degli 
Abassidi, quelle minori degli Edrisiti 



e degli Aglabiti vantano tutte i prò- 
prii storici; ma per noi amor piii 
interessanti sono quelli che parlano 
della dominazione saracena nella Si- 
cilia e nella Spagna. Il signor Jones, 
in una diffusa e dottissima introdu- 
zione alla sua versione inglese dello 
storico arabo Ibn-Abd-el-Hakem (Ve- 
dasi Spagna nel Medio-Evoy, dà un' 
esatta analisi di tutti gli storici arabi 
che parlano della domiìtazione musul- 
mana nella Spagna, siccome El-Kou- 
ihyia, Khalid al Tabari,Ibn Kaldoun, 
El-Makkari, ecc. Alcuni di questi colle 
rispettive versioni si troveranno citati 
fra le opere che trattano della Spagna. 
Lavoro non meno commendevole è 
quello del signor Micìiele Amari, da 
noi citato sotto la rubrica Sicilia. 



Le crociate e le loro conseg-Lienze. Gli 
ordini religiosi e cavaliere scili, ecc. 



Recueil des historiens des croi- 
sades. Paris 1845 et seq.; vo- 
lumes 4. (889 

Accurata pubblicazione fatta dall'Ac- 
cademia delle iscrizioni. 11 primo vo- 
lume comprende la cronaca di Gugliel- 
mo da Tiro nel testo latino. 
Wiìken. Storia delle crociate 
secondo le notizie tolte da 
scrittori orientali ed occiden- 
tali. Lipsia 1808-32; voi. 7. 
{ted.) (890 

Assai accreditata. 

Michaud. Histoire des croisa- 
des. Édit. publiée par Huil- 
lard Breholles. Paris 1857; 
voi. 4. (891 

Opera pregevole e tradotta in varie 
lingue. Esistono pareccliie vers. ilal. 
delle quali una eseguita da F. Am- 
brosoli , ed altra da L. Rossi , stam- 
pate a Milano, dal 1820 al 1832 , la 
prima co' tipi Fontana in 6 volumi, 
la seconda co' tipi Nervetli in 9 vo- 
lumi. La Bibliolhèque des Croisades 
del Michaud è la più ricca bibliografia 
suir arp;omento. 



Mills C. History of the Cru- 
sadcs. London, Longman 1822; 
voi. 2. (892 

Versione francese di Tiby. Paris 1835; 
voi. 3. Vedasi anche l'opera di Busk 
col titolo Medieval popes , emperors , 
kings, and crusaders, or Germany , 
Itali/, and Palestine. London, Hookham 
1855; voi. 2. 

Sybel. Storia della prima cro- 
ciata, {ted.) (893 

Assai accreditata. 

Peyré. Histoire de la première 
croisade. Paris, Durand 1859; 
voi. 2, avec plans. (894 

Prat. Pierre l'hermite et la pre- 
mière croisade. Paris 1840.(895 

Hody. Godefroid de Bouillon 
et les rois latins de Jérusalem. 
2.de édit. Tournai 1859. (896 

Reìnaud. Notice sur la vie de 
Saladin sultan d'Egypte et de 
Syrie. Paris 1824. (897 

Mas-Latrie. Histoire de l'ile de 
Cypre sous les princes de Lu- 



898-912 



IL MEDIO-EVO. 



49 



signaii. Paris, Dldot 1855 ; 
voi. 3. (898 

Premiata dall'Accademia di Francia. 
Edizioni italiane, Firenze, Vieusseux, 
e Venezia, Santini. 

Giblet E. Storia dei re Lusigna- 
ni di Cipro. Bologna 1647. (899 

Giblet è psemlonimo di Francesco 
Loredana si-natore veneto. 

Hammer PurgstallG. Origine, 
potenza e caduta degli Assas- 
sini, attinta alle fonti orienta- 
li. Stuttgarda 1818. (ted.) (900 

Versione italianadiRomanin. Padova 
1838. Versione inglese di Wood. Lon- 
don, Smilli. 
Buchon. Histoire de l'établisse- 
nient des Francais dans la Mo- 
rée sous les Ville-Hardouins. 
Paris 1846; voi. l.mo (901 

Opera pregevole che restò sfortuna- 
tamente interrotta dopo il volume 
primo. 

Recherclies et matériaux 

pour servir à une histoirede la 
dominationfranoaiseen Morée. 
Paris 1840; voi.' 2. (902 

Se ne servi mollo Finlay pe' suoi 
eccellenti lavori sulla Grecia. 

Ducange. Histoire de l'empire 
de Consta.ntinople. Paris 1826; 
voi. 2. (903 

S' intenda l' impero latino-bizantino. 

Ramusio P. Della guerra di 
Costantinopoli fatta dai Ve- 
neziani e Francesi nell^anno 
1204_. Venezia 1604. (904 

Gervais. Les croisades de saint 
Louis. Paris, Levy 1860. (905 

Si vegga anche: Belgrano , Docu- 
menti inediti riguardanti le due cro- 
ciate di S. Luiqi re di Francia. Ge- 
nova, Beuf 1859; fase. 9. 
Heeren. Sulle conseguenze dello 
crociate per l'Europa. (fóc?.)(906 

Opera premiata. Vers. frane, di Vil- 
lers, 1808. Fa parte degli Scritti mi- 
nori di Heeren. 

Hahn. Sulle cause e sulle con- 
seguenze delle crociate. Greif- 
swald 1859. {ted.) (907 



Hopf Carlo. Dissertazione do- 
cumentata sulla storia di Ka- 
rystos nell'isola di Negroponte 
durante il periodo 1205-1470. 
Vienna 1853. {ted.) (908 

Vers. ital. di Sardagna, colle aggiun- 
te dell'autore. Venezia , Naratovich 
1836. 

Storia dell'isola di Andros 

e de' suoi dominatori nel pe- 
riodo 1207 a 1566. Vienna 

1855. {ted.) (909 

Vers. ita!, di Sardagna. Venezia 
18.59. Vers. greca. Atene 1860. 

Analette veneto bizantine, 

ossia Cenni sulFordine teuto- 
nico in Grecia, e sulle famiglie 
venete che hanno dominato 
nel greco arcipelago. Vienna 
1860. {ted.) (910 

Il giovane e dotto autore (del quale 
teniamo preziosissima I' amicizia) è 
professore presso una università di 
Prussia. Egli scrisse pregevoli lavori 
sulle famiglie venete de'G/i«sJ, Giorgi 
e Giustiniani e ne pubblicherà fra 
breve altri sulle famiglie Gordon,Goz- 
zadini di Bologna e Gonzaga di Man- 
tova ( ncW Enciclopedia di E r soli e 
Gruber). Sui diversi lavori di Hopf si 
vegga il quarto volume della nuova 
serie AM'Arcli. storico. 

Neumann. Vahram's chronicle 
of the arinenian kingdoiìi of 
Cilicia, during the crusades, 
translated from the armenian. 
London 1841. (911 

Giucci. Iconografìa storica degli 
ordini religiosi e cavallereschi. 
Roma, Campol)ianchil836, con 
tavole. (912 

Opera che doveva esser compila in 
volumi 18. Si potrà consultare anche 
la Descrizione storica degli ordini re- 
ligiosi e cavallereschi di L. Cibrario, 
pubblicata con eleganti tipi e rami in 
Torino nel 18i6 in 4 volumi. 
Vertot. Histoire des chevaliers 
hospitaliers de S. Jean de Jé- 
rusalem, appelés depuis de 
Rhodc et de Malte, continuée 



50 



PARTE SECONDA 



913-922 



par de Bussy. Nouv.édit. Lion 
1859; voi. 3. (913 

Accrcrlitata. Un epilogo della storica 
di questo ordine scrisse il conte Gio- 
vanni Verri. Como, Ostinclli 18! 4. 

Porfer. Hisfory of the knights 
of Malta, or the order of the 
hospital of S. John of Jeriisa- 
lem. London, Longman 1859; 
voi. 2. (914 

Gauger. L^ordine equestre dei 
Gioanniti o cavalieri di Malta. 
1844. {ted.) (915 

Wilcke. History of the Tem- 
pliers. London 1827. (910 

Vers. led. cdiz. recente. Halle 1800; 
voi. 2. 



Hammer Purgstall. Le colpe 
dei templarii. Vienna 1855. 

(ted.) (917 

Michelet G. Procès des tcm- 
pliers. Paris, Imp. Rov. 1841; 
voi. 2. "^ (918 

Addison C. G. History of the 
knights templars. London , 
Longman. (919 

Voigt. Storia dell'ordine dei 
cavalieri tciiloniei. Berlino, 
Rcinier 1857; voi. 2.(f^^rf.)i920 

Schlòzer. Decadenza e caduta 
dell'Ansa e deirordine de' ca- 
valieri teutonici ne' paesi del 
Baltico.Berlino 1853 (fed.) (921 



Storia, d' Italia,. 



F^ — Opere gsnsrali sulla sloria d' . 
idlia 6 sul medio-evo iìaliano. 



Muratori L. A. Rerum itali- 
carum seriptores pra^cipui, ab 
anno are christ. D ad MD , 
quorum potissima pars, nunc 
primum in lucem prodit. Me- 
diolani 1723-51; voi. 25 in 
folium. (922 

Questa vasta e diligente raccolta può 
chiamarsi un'inesausta sorgente di no- 
tizie sulla nostra storia. Questa edizio- 
ne si fece sotto gli auspicii dei sodi 
palatini conte Alberico Archinto, conte 
Paolo Pertusati , marchese Alb. Tri- 
vulzio, marchese Gerolamo Pozzoho- 
nelli , conte Donato Silva, marchese 
Gerolamo Erba , marchese Giuseppe 
d'Addo, l'arciprete Della Scala, P. A. 
Crevenna , Gaetano Caccia , Antonio 
Reina e Filippo Argelati. — In caso 
di nuova edizione sarebbe desiderabile 
che neir illustrazione dei documenti 
si procedesse secondo i dettami della 
critica odierna. 



Come supplimento al Muratori si 
considerano le opere di G. M. Tarti- 
nio (Rerum italicarum seriptores ab 
anno Chrisli M ad MDC. Florentiw 
17'i8-70; voi. 2), e di G. B. Mitta- 
rclli (Ad seriptores rerum italicarum, 
accessiones historicw faventinw. Vc- 
ncliis 1771; in folio). — Nella bio- 
grafia del Muratori scritta dal Bascg- 
gio, nel settimo volume della Biografia 
del Tipaldo, trovasi un buon catalogo 
di tutte le opere maggiori e minori 
del nostro indefesso annalista. 

Non é il nostro compito, né la no- 
stra intenzione, il dare giudizii o cen- 
ni biografici sugli storici maggiori e 
minori italiani , massime se apparte- 
nenti ai secoli trascorsi. Crediamo 
utile però il dire che l'eccellente Sto- 
ria, della letteratura italiana dell'E- 
miliani Giudici contiene assennati ed 
interessanti giudizii sui seguenti sto- 
rici : 

Nicolò Machiavello, Francesco Guic- 
ciardini, Jacopo Nardi, Bernardo Se- 
gni, Benedetto Varchi, Scipione Am- 
mirato, Gian Battista Adriani, Ca- 
millo Porzio, Ercole Bentivoglio, En- 
rico Davila, Paolo Sarpi, Sforza Pal- 
lavicini, Lodovico Antonio Muratori, 



923-92S 



IL MEDIO-EVO. 



«1 



Scipione Maffei, Pietro Giannone, Car- 
lo Denina, Pietro Verri, Rosario di 
Gregorio, Carlo Bolla, Girolamo Ser- 
ra, Nicolò Palmieri, Pietro Colletta. 

Alle opere di alcuni ira questi, ed 
a quelle di lutti gli storici del secolo 
nostro, che, a dir vero, sono assai in- 
feriori ai nominati (Pignoni, Rosmini, 
Fanucci, Drago, Coppi, Rampoldi, Fi- 
liasi, Mengolti, Bossi, ecc., ecc.) ab- 
biamo l'atto seguire d'ordinario qual- 
che breve cenno, indicando spesse 
volte ove il lettore possa trovarne la 
biografia. 

Muratori L. A. Annali d' Ita- 
lia dal principio dell'era vol- 
gare fino all'anno 1749. Mi- 
lano 1744-49; voi. 12 iii-4. (923 

Monumento imperituro della esem- 
plare diligenza del bibliotecario mo- 
denese. Fonte inesauribile di notizie 
sulle cose d'Italia, esposte però a mo' 
degli annalisti, per anni, senza unità 
di sistema e con modestissimo stile. 
Una seconda edizione originale assai 
buona e quella di Milano e Venezia 
17o3-o6; voi. i7. Un'edizione recente 
e raccomandabile è quella di Milano, 
tip. de' Classici 1818-21; voi. 18. Esi- 
stono altre edizioni di Lucca, Roma, 
Najìoli, Monaco e Venezia. Gli Annali 
d' llalia del Coppi, in continuazione 
al Muratori, si troveranno nella Terza 
yartii di questa Biblmjralia. 

Antiquitates italica^ mtcdii 

iDvi post deciinationem roma- 
ni imperli, ad anniim 1500. 
Mediol. 1738-42; voi. 6 in lo- 
lium. (924 

Una buona edizione alquanto com- 
peniliata sotto il titolo di Dissertazioni 
ed in lingua italiana, è quella di Mi- 
lano, tip. de'Classici 1830; voi. 3. 

Archivio storico italiano , ossia 
Raccolta di opere e documenti 
finora inediti o divenuti ra- 
rissimi risguardanti la storia 
d'Italia. Prima serie. Firenze, 
G.P. Vieusseux 1842-54; voi. 
16 in 22 dispense, e 9 volu- 
mi d'appendice. (925 

Nicolò Tommaseo nel suo Dizionario 
estetico (citiamo sempre l'ediz. di Mila- 
no, Perelli 1860) cosi si esprime a pro- 
posito (MVArcliivio storico. « L'Italia 



« mal conosce le sue vere Iodi, e delle 
I. false talora più allcgramenic si van- 
ii ta. Se le vere sue lodi 1' Il.ilia co- 
li noscesse, ben altra accoglienza fa- 
« rebbe a\V Arcìiivio storico al quale 
« lian posto mano ed uomini celebri, 
« ricchi di erudizione squisita, e gio- 
« vani già maturi, i quali Gian Pic- 
<( Irò Vieusseux, con quel senno che è 
<■ suo, venne all'opera ponder(jsa no- 
« bilmente educando.... L'archivio sto- 
« rico , insomma , se si riguardi al- 
" r importanza delle materie, ed al- 
l' l'autorità degli scritti, non cede alla 
grande raccolta del Muratori, se si 
« riguardi alla correttezza della stam- 
« pa, alla diligenza delle illustrazioni, 
« alla nobiltà e novità delle storiche 
considerazioni la vince. » 

I migliori storici contemporanei ita- 
liani concorsero all' impresa sia con 
scritti originali , sia illustrando le 
croniche dei passati secoli , che sot- 
trassero cosi all'immeritata obblivio- 
ne. Troviamo nella lista dei compila- 
tori, collaboratori e corrispondenti del- 
V Archivio , i bei nomi di Michele 
Amari , Francesco Bonaini , Cesare 
Canili, Pietro Capei, Gino Capponi, 
Sebastiano Ciampi , Luigi Cibrario, 
E. Antonio Cicogna, Ariodanle Fab- 
brelli, Pietro Giordani, Pompeo Lilla, 
Carlo Promis, Nicolò Tommaseo, Atto 
Vannucci e qualche celebre forestiero, 
siccome il prussiano Alfredo Reumont 
ed il danese Gràberg de Hemsò. 

Ecco sommariamente V indice della 
prima serie : 

Voi. I. La Storia fiorentina di F. Pit- 
ti , il Sacco di Prato del lol2 per 
A. Vannucci, varii discorsi intorno 
alla riforma dello stato di Firenze 
per G. Capponi, ecc., ecc. 

Voi. II. Il Diario delle cose avvenute 
in Siena dal 1550 al 1555 di A. Soz- 
zini, con prefazione ed appendici di 
G. Milanesi. 

Voi. III. Le Cronache milanesi del 
Gagnola, del Prato e del Burigozzo 
con introduzione e note di C. Canlù 
e P. Lilla. 

Voi. IV. Prima Parte. Vite d'illustri 
italiani inedite o rare. (Guiilo d'An- 
tella , Filippo Scolari , Bartolomeo 
Valori, Angelo Accia juoli, Piero de' 
Pazzi, ecc., ecc.) raccolto per cura di 
F. Polidori. 

Voi. IV. Seconda Parte. Continuazio- 
ne. (Piero Capponi, Antonio Giaco- 



PARTE SECONDA 



925 



mini, Luca degli Albizzi, Francesco 
Ferrucci, ecc., ecc.) 

Voi. V. Storia arcana ed altri scritti 
inediti di Marco Foscarini, con pre- 
fazione e note di Tommaso Gar. 

Voi. VI. Prima Parte. Delle storie 
pisane, libri sedici di R. Roncioni, 
illustrale da F. Bonaini. 

Voi. VI. Seconda Parie. Otto crona- 
che pisane di autori diversi, illustrate 
da F. Bonaini. 

Voi. VII. Annali veneti dal 1457 al 
ìEOO di Domenico Malipiero, ed al- 
tre opere riguardanti la storia ve- 
neta al principio del sedicesimo se- 
colo. Con prefazione e note di A. Sa- 
gredo, T. Gar ed E. A. Cicogna. 

Voi. vili. La cronaca veneta delta 
Allinate di anonimo autore , e la 
Cronaca veneziana del Canale, con 
illustrazioni di A. Rossi, E. A. Ci- 
cogna, A. Zon e T. Gar. 

Voi. IX. Narrazioni e documenti sulla 
storia del regno di Napoli dal 1522 
al 1607, raccolti ed ordinati da Fran- 
cesco Palermo. 

Voi. X. Sommario della storia di 
Lucca dal lOOi al 1700, compilato 
da G. Toinmasi e continualo lino 
al 1799 per cura di G. Minutoli. 

Voi. XI. Lettere di Pasquale Paoli 
con note e proemio di Nicolò Tom- 
maseo. 

Voi. XII. Storia della guerra di Pao- 
lo IV contro gli Spagnuoli di Pie- 
tro Norres, con note di Luciano Sca- 
rabei li. 

Voi. XIlI. Paralipomeni di storia pie- 
montese dal 1285 al 1617, compilati 
da L. Scarabelli, aggiuntevi altre 
operette sulla storia subalpina. 

Voi. XIV. Delle genti e delle favelle 
loro in Italia dai primi tempi sto- 
rici fino ad Augusto , discorso di 
G. Galvani. 

Voi. XV. Documenti per servire alla 
storia della milizia italiana dal 
tredicesimo al sedicesimo secolo, per 
cura di Giuseppe Canestrini. 

Voi. XVI. Prima Parte. Cronache e 
storie inedite della città di Pertigia 
dal 1150 al 1563, ed altri inediti 
documenti per cura di F. Bonaini, 
A. Fabbretti e L. Polidori. 

Voi. XVI. Seconda Parte. Continua- 



I nove volumi cbe formano l'Appen- 
dice contengono molti e svariati do- 
cumenti, racconti, statuii, ricordi pri- 



vati, relazioni di viaggi, memorie ori- 
ginali su materie sloriche, poesie isto- 
riche, e riviste bibliografiche. Ci duole 
che lo spazio non ci conceda di darne 
anche sommariamente il contenuto; il 
lettore perù troverà qua e là inserite 
in questa hildiografia le recensioni e 
memorie più importanti. Chi amasse 
maggiori dettagli consulti i due in- 
dici della prima serie AdV Archivio 
storico pubblicali dall'editore. L'uno 
di essi è brevissimo, l'altro piuttosto 
voluminoso è tripartito, cioè abbrac- 
cia tutta la materia dei trentun vo- 
lumi, ordinandola dapprima per luo- 
ghi , cioè secondo i nomi dei paesi 
e delle città, disposti alfabeticamente, 
poi per anni disponendo cronologica- 
mente le epoche cui si riferiscono i 
fatti, i diplomi, le notizie, infine 
per nomi. Quesl'ullima parte dell'in- 
dice dà alfabeticamente i nomi degli 
scrittori antichi di cui si pubblicaro- 
no gli scritti, i nomi degli scopritori, 
proponitori, illustratori ed annotatori 
de' medesimi — ed infine i nomi dei 
personaggi storici da cui partono ed 
a cui si riferiscono le carte pubbli- 
cate. 

Malgrado il conforto di molti ammi- 
ratori dell'impresa, ed i sussidi del 
governo, il benemerito editore non po- 
tè continuare nell'impresa secondo il 
piano con cui era stala concepita, e 
condotta fino all'anno 1854. Con pro- 
gramma del novembre 1854 dichia- 
rava chiusa la serie, ed accennando 
alle difficoltà incontrale diceva • Un' 
« opera di tal fatta, cui non die vita 
'• lo spirito di speculazione, ma sol- 
» tanto r amore della scienza, ed il 
« desiderio di fare cosa utile e deco- 
a rosa alla Toscana, ed a tutta la na- 
" zione, avrebbe d' uopo, per prospe- 
« ramenle continuare^ che potesse fra 
« noi ravvivarsi l'amore dei forti slu- 
« dii ora pur troppo tanto trascura- 
« li. » Collo stesso programma però 
l'editore annunciava aperta una nuova 
serie da condursi su basi meno am- 
pie, e più generalmente utili che non 
la prima. 

Archivio storico italiano, ossia 
Raccolta di opere e documenti 
finora inediti o divenuti ra- 
rissimi risguardanti la storia 
d'Italia. Nuova serie. Firenze, 
G. B. Vieusseux 185S-01; vo- 



926 



IL MEDIO-EVO. 



53 



lumi 14 divisi in 28 dispense 
(in corso). (926 

Questa nuova serie, sia ne'nomi dei 
collaboratori sia nei motli tipografici, 
offrendo poche variazioni dalla pri- 
ma, qui non aggiungeremo che l'in- 
dice sommario de' singoli volumi. 

Voi. I. Gli ordinamenti del comune 
di Firenze compilati nel 1293, pub- 
blicati da F. Bonaini. Una disserta- 
zione di N. Tommaseo sugli Studii 
storici e le pubblicazioni ile' monu- 
menti che possono sussidiarli. Un 
discorso di F. Palermo sul secolo 
decimottavo nella vita di Nicolò Fran- 
giane Un discorso di Capei sulle dite 
tavole di bronzo contenenti le leggi 
municipali date da Domiziano ad al- 
cune città della Betica. Due memorie 
originali, l'una di Reumont sui sodi 
esteri dell' Accademia della Crusca, 
l'altra di L. Galeotti su Trajano 
Boccalini ed il suo tempo. 

Voi. II. Il codice diplomatico del ca- 
pitolo cremonese, pubblirato da F. 
Odorici. Una memoria di N. Tomma- 
seo sulla civiltà italiana delle isole 
.Ionie. Una memoria di F. Sclopis 
sulle scritture politiche e militari 
dei duchi di Savoja. Una memoria 
di A. Vannucci sulla letteratura ita- 
liana nel corrente secolo. Un discorso 
di S. Centofanti su S. Anselmo di 
Aosta. 

Voi. III. Le lettere del Savorgnano 
sulla guerra del Friuli dal lolO al 
do28, pubblicale da loppi. Una me- 
moria di F. Palermo sul Colletta. 
Ragguagli contemporanei di 0. Bo- 
lognesi sulle ultime imprese e morte 
di Alberto Waldslein pubblicale da 
Campori, la battaglia di Rudiano o 
Malamorte nel H91 narrata con do- 
cumenti inediti da Odorici. Una me- 
moria di A. Vannucci sui recenti 
studii intorno all'antica civiltà ara- 
bica e la storia de' Musulmani in 
Sicilia. 

Voi. IV. Memoria sulle origini dei 
Buonaparte di Passerini. Una me- 
moria sui progressi della storia ne- 
gli ultimi trent'anni di Martini. Una 
canzone popolare storica del XV se- 
colo pubb. da V. loppi. Una me- 
moria sugli arcìiivii di Venezia , 
Vienna, Firenze e Genova di G. Ca- 
nale. Una memoria di M. Tabarrini 
sugli Studii storici in Italia. 



Colla prima dispensa del quinto 
tomo, all' antico titolo trovasi l'ag- 
giunta giornale storico degli ar- 
chivii toscani. 

Voi. V. Il mar Nero e le colonie ita- 
liane nel medio-evo di G. Canestri- 
ni. Degli studii geografici e loro sta- 
to presente in Italia di G. Boccardo, 
Sa Tito Livio e la critica storica di 
A. Vannucci. Un discorso su Leo- 
nardo Bruni di G. Monzani. Una 
memoria di A. Reumont su Vittoria 
Colonna. 

Voi. VI. Una dissertazione di E. Pog- 
gi sulle Vicende degli istituti feu- 
dali in Italia. Alcuni studii storici 
sulle consorterie delle arti edifica- 
tive in Venezia di A. Sagredo. Un 
discorso sull'ylrte della seta portata 
in Francia dagV Italiani di G. Ca- 
nestrini. Un discorso di S. Viale sul- 
l'uso della lingua patria in Corsica. 

Voi. VII. Le istruzioni al vescovo di 
Montefiascone che nel 1621 recavasi 
nunzio a Venezia , pubblicate dal 
Gennarelli. Notizie su Cesare Sa- 
lazzo, scritte da Sclopis. La necro- 
logia di A.Franfois scritta da G. Co- 
nestabile. Le lettere inedite ed il te- 
stameuto di Giovanni dalle Baruìe 
Nere, pubblicate da C. Milanesi. Un 
brano di storia della repubblica fio- 
rentina , pubblicato da Gino Cap- 
poni. 

Voi. Vili. Contiene la Continuazione 
delle lettere di Giovanni de' Medici. 
Una lettera di G. Gori all'editore, 
poi Veccidio di Cesena del 1377 e va- 
rie recensioni che si troveranno ci- 
tate sotto i titoli delle opere che con- 
cernono. 

Voi. IX. Sullo svolgimento degli stu- 
dii storici nel regno di Napoli, di- 
scorso di De Cesare. Sull' introdu- 
zione del cristianesimo in Prussia 
di A. Reumont. Sulle lettere di L. 
A. Muratori a G. B. Tafnri di L. 
Galeotti. Sulla vita e gli scritti di 
Marsilio Ficino, di L. Galeotti, ecc. 

Voi. X. Delle falsificazioni di alcuni 
documenti concernenti la storia d'I- 
talia nel medjo-ei'odi Wiistenfeld.La 
continuazione del Saggio sulla vita 
del Ficino di Galeotti. La continua- 
zione delle lettere sui Longobardi di 
G. Capponi. Sulle memorie dell'Ac- 
cademia delle scienze di Torino di 
P. Rotondi, ecc., ecc. 

Voi. XI. Sugli studii recenti sulla lin- 
gua etrusca di Ascoli. Sullo spirito 



u 



PARTE SECONDA 



927-93-2 



di associazione delle città lombarde 
nel medio-evo di Odorici. Studii 
sulle lettere di Cicerone di G. Cap- 
poni. Sulla Corsica e scrittori di 
cose còrse di Tommaseo. 

Voi. XII. Di alcune falsificazioni sto- 
riche e del signor Wiistenfeld di 
C. Caotù. Sui moti fiorentini del 
i;i78 e Caterina da Siena di Tom- 
maseo. Su(jli studii storici nel regno 
di Napoli dal 1750 a noi di De Ce- 
sare. Sui muneri usati dagli Etru- 
schi di A. Migliarini. Su Andrea 
^'lustoxidi di Tomniitseo. Su Carlo 
Troya, discorso di T. Mamiani. Su 
bartolomeo Borghesi di G. De Rossi. 

Voi. XIII. Relazioni degli scavi della 
società Colombaria. Pensieri sulla 
storia di Firenze di 'Tommaseo. 
Sulla città di Oria di F. Casotti. 
Sugli statuti rurali del Vicentiiio di 

F. Lampertico. La continuazione 
delle notizie bibliografiche sui la- 
vori pubblicati in Germania sulla 
storia d'Italia di A. Reumont. 

Voi. XIV. Delle mutazioni dei reggi- 
menti politici in Corsica di S. Viale. 
Su alcuni statuti inediti del decimo- 
terzo secolo di G. Rosa. Alcuni do- 
cumenti di storia friulana pubbli- 
cati da Joppi. Sulle relazioni di- 
plomatiche fra Toscana e Francia 
raccolte e pubblicate da G. Cane- 
strini e A. Desjardins, discorso di 

G. Guasti. 

Carli. Le antichità italiche. Edi- 
zione orig. Mihmo 1789-95 ; 
voi. 5. (927 

Opera assai erudita ed importantis 
sima per la nostra storia, specialmente 
nei primi secoli del medio-evo. L'au- 
tore nato a Capodistria nel 1720 è 
celebre anche per la sua Storia delle 
monete e zecche d'Italia e per le Let- 
tere americane. Le Antichità italiche 
trattano dei popoli italiani dai tempi 
anteriori a Roma fino al tredicesimo 
secolo. Le cose dell'Istria e della Dal- 
mazia vi sono trattale con ampiezza 
ed amore. L'opera ebbe gran voga e 
le' si che molli il mettessero, con troppa 
adulazione, assieme a Sigonio e Mu- 
ratori. 
Leo E. Storia degH stati ita- 
liani dalla caduta dell'impero 
romano lino al 1840. Ambur- 
. go 1829-32. (ted.) (928 

Versione italiana di Loewe ed Al- 



beri. Firenze, Soc. Edit. 1812; voi. 2. 

— Vers. frane, di Dochez. Parigi 18't0. 

— Esiste un'altra pregevole Storia 
d'Italia del tedesco Le Bret, stampata 
nel 1778 in Halle da Gebauer in 9 
volumi. 

Botta e. Storia de' popoli ita- 
liani. 10.^ edizione italiana. 
Milano, Reina 1844. (929 

L'autore incomincia con Costantino 
e giunge fino al 1814. L'ediz. originale 
fu scritta in francese per incarico di 
librai francesi. Non ha gran pregio. 

Denina C. Delle rivoluzioni 
d' Italia , libiM ventiquattro. 
Ediz. originale. Torino 1770; 
voi. 3. (930 

Quest'opera, un pò" vecchia, ma con- 
siderata ancora come classica, tratta 
la storia d'Italia dagli Etruschi fino 
al 1770. Il periodo da Carlo d'Angiò 
a Giulio Secondo è forse quello di 
maggior valore, sebbene anche qui la 
critica slorica non sovrabbondi. Fu 
tradotta in tutte le lingue colte d'Eu- 
ropa, e perfino in greco ed in turco. 
Nella vita del Denina, [lubbl. dal Ti- 
paldo nel quarto volume della sua 
Biografia, trovansi accennate tutte le 
sue opere minori. 
La Farina G. Storia d' Italia 
narrata al popolo italiano. 
Firenze, Poligrafìa italiana. 
1848 54; voi. 7. (931 

Opera importante che incomincia col 
568 dopo Cristo e viene fino a noi 
così suddividendosi: 

Voi. 1. Epoca longobarda. 

» 2. » franca. 

" 3. » alemanna. 

» 4. » del sorgere delle re- 
pubbliche. 

5. » delle repubbliche. 

■> 6. » del sorgere de' prin- 
cipati. 

» 7. » de' principati 1314- 
1815. 

Quest' ultima parte è trattata con 
grande brevità, né è proporzionata alle 
epoche precedenti. 
Bossi L. Storia d'Italia antica 
e moderna. Milano 1819-22 ; 
voi. 19. (932 

Esistono due edizioni, Tuna in otta- 



933-941 



IL MEDIO-EVO. 



55 



vo grande, l'allra in diciottesimo molto 
più economica. Ambedue contano di- 
ciannove volumi. — Quest'opera giun- 
ge fino alla pace di Campoformio, ma 
come nella sua Storia di Spagna, Vau- 
tore assai si diffonde sulla parte an- 
tica, e sfugge frettoloso sugli avveni- 
menti della media e della moderna 
età. Il medio-evo non incomincia che 
col dodicesimo volume, e la storia 
moderna alla metà del diciasscllesimo 
volume, sicché comprende poco più di 
due volumi. Questo libro, che conserva 
ancora qualche pregio per la storia 
antica , anziché una storia , dà una 
serie di dissertazioni sulla storia. Nes- 
suno nega però che abbia accresciute le 
ricchezze dell'antiquaria e della nu- 
mismatica. La locuzione non è né vi- 
vace né elegante. Vedasi la severa cri- 
tica di C. Armoni. Como 1829. 
Gantù C. Storia degli Italiani. 
2.'^ ediz. Torino , Unione ti- 
pog. 1860 ; voi. 4. (933 

Vedansi le recensioni di Gocchetti e 
di C. M. nel secondo e nel quattordi- 
cesimo volume della nuova serie ilrl- 
VArcliivio storico. — Vers. frane, di 
A. Lacombe sulla seconda ediz. jital. 
Paris, Didot 1859; voi. 12. 

Quinet E. Les révolutions d^I- 
talie. Nouv. édit. Paris , Pa- 
gnerre 1857. (934 

Opera accreditata , ma non spoglia 
di ridicoli jìrcgiudizii. 

Balbo Cesare. Sommario della 
storia d' Italia. 9.''' ediz. To- 
rino, Pomba 1852. (935 

Per questo notissimo ed aureo li- 
bretto forse non occorrono commenti. 
È prezioso per la quantità de' fatti, 
per i patrii e forti sentimenti che 
ovunque traspirano, e per la robu- 
stezza del laconico stile. Esistono molte 
edizioni. — Vers. frane, di Amigues, 
Paris, Lib. nouv. 1860. — Vers. ted. 
di Moli. Vienna IB.^Jl. Opera diligente 
è anche quella di E. Ricolli Corso di 
storia d [talin. Torino, stamp. Reale 
1848. Si divide in 41 lezioni e giunge 
fino all' età dei comuni. 

Pensieri sulla stoi^ia d'I- 
talia. Firenze , Le Monnier 
1858. (936 

Assai accreditata. 

Bouillier. Essai sur l'histoire 



de la civilisation en Italie. Pa- 
ris , Dentu 1861 ; voi. 2 ( in 
corso). (937 

Ambrosoli F. La storia d'Ita- 
lia narrata ai giovanetti. Mi- 
lano , Ubicini 1847-51; volu- 
metti 3. (938 

Questo compendio pregevolissimo e 
per l'esalta esposizione de" falli e per 
lo stile, restò sfortunatamente inter- 
rotto. Si raccomanda adunque agli stu- 
diosi , per il periodo che abbraccia, 
cioè dal quinto fino al principio del 
decimoterzo secolo. 

Zini. Storia popolare d' Italia 
dalle origini lino ai nostri gior- 
ni. 2.'' ediz. Milano, Guigoni 
1859; voi. 3 con 3 carte geo- 
grafiche. (939 

Questo compendio si raccomanda agli 
studiosi giovinetti per la bontà delle 
narrazioni e pei sentimenti patriollici 
che l'informano. La carta storica che 
rappresenta la nostra penisola nel pe- 
riodo 1270-1450 è pregevole; il signor 
Zini però poteva indicarne la prove- 
nienza. 

Sforzosi L. Compendio della 
storia d'Italia dai primi tempi 
fino alla proclamazione del re- 
gno d'Italia nel 1861. Firen- 
ze, Barbera 1861. (940 

Lodata da Pietro Thouar, autorità 
competente in fatto di libri per la gio- 
ventù. 

Levati A. Il piccolo Muratori, 
Storia d' Italia del medio- 
evo tratta dagli scritti del ce- 
lebre modenese. Milano, Stella 
1837; voi. 8. (941 

L'autore, che tenne lungo tempo la 
cattedra di storia presso il Liceo di 
Porta Nuova, fu uomo laboriosissimo. 
Oltre la succitata si hanno di lui va- 
rie cose di merito, siccome l'eccellente 
Saggio di storia letteraria in Italia 
ne' primi venticinque anni del nostro 
secolo — / sunti storici sugli Arabi e 
sull'Africa , inseriti nella Collezione 
Segur, da noi già citata, ed il saggio 
sui Giudizii di Dio nel medio-evo. 
Mori nel 1841 quando già da alcuni 
anni copriva la cattedra di classica 
filologia presso l'università di Pavia, 



56 



PARTE SECONDA 



942-959 



Borghi Gius. Delle storie ita- 
liane , discorso. Firenze. Le 
Monnier 1842; voi. 2. (942 

Campiglio G. Compendio della 
storia generale d'Italia. Mila- 
no, Rusconi 1836; voi. 7. (943 

La Farina. La storia d' Italia 
narrata ai giovanetti. Torino, 
Guigoni 1858. (944 

Citiamo questo brevissimo compen- 
dio per l'opportuna scelta de'faUi, e 
per la bontà dello stile. 

Scarabelli. Storia civile del po- 
polo italiano. Torino, Pomba 
1851. (945 

Troya Carlo. Storia d'Italia 
nel medio-evo. Napoli 1839-59. 
17 parti. (946 

Questa è l'edizione migliore e l'unica 
elle abbia progredito, finché la morte 
colse l'autore. L' edizione fiorentina 
intrapresa da Coen nel 1847 , senza 
consenso dell'autore rimase interrotta. 
La materia è copiosa e sparsa di in- 
dagini profonde, ma l'ordinamento di 
essa lascia a desiderare non poco. Le 
d7 parti, sebbene voluminose, appena 
giungono alla fine del regno longobardo. 

__ Della condizione de'Romani 
vinti dai Longobardi. Milano 
1844; 2-" edizione. (947 

Balbo C. Storia d'Italia sotto i 
barbari. Firenze, Le Monnier 
1857. (948 

Opera clie tratta il periodo 480-780. 

Ranieri A. Intorno alla storia 
d'Italia dal V al IX secolo o 
da Teodosio a Carlo Magno. 
Napoli, Nobili 1841. (949 

Colla falsa data di Bruxelles. Vedasi 
la recensione di Atto Vannucci nel 
primo volume dell'Appendice alla pri- 
ma .serie dt^W Archivio storico. 

Famin C. Histoire desinvasions 
des Saracins en Italie du VII 
au IX siede. Paris 1843. (950 

Non comparve che il primo volume, 
poi sfortunatamente restò interrotta. — 
Vedasi il cenno di Amari nel primo 
volume dell'Appendice alla prima serie 
àeW Archivio storico. Sulle invasioni 
arabe in Italia, esiste un altro inte- 



ressante lavoro, edito in Lipsia nel 
1845: Wenrick Rerum ab Arabibus 
in Italia insulisque adiacentibus gè- 
starum commentarii. 

Antolini. Dei re d'Italia inau- 
gurati colla corona ferrea. Mi- 
lano, Pirotta 1838. (951 

VoUhart. Dissertatio de Ugo- 
nem, comitem arelatensem, re- 
geni Italicc. Lipsia 1738. (952 

Rendu. L'empire d'AUemagne 
et l'Italie au moyen-àge. Paris, 
Durand 1859. (953 

Vedasi la recensione di Galeotti nel 
nono volume della nuova serie dcìV Ar- 
chivio storico. 

De Angeli F. Delle origini del 
dominio tedesco in Italia con 
documenti inediti e rari del de- 
cimo secolo. Milano 1861. (954 

Provana del Sabbione. Storia 
d'Italia ai tempi del re Ardoi- 
no. Torino , Stamperia Reale 
1844. (955 

Vedasi la recensione di La Farina 
nel terzo volume dell'Appendice alla 
prima serie MVArchivio storico. 

Kòler. Dissertatio de Ardoino 
marcbione Eporedie. Altd. 
1730. (956 

Cherrier. Histoire de la lutte 
des papes et des empereurs 
de la maison de Souabe , scs 
causcs et effets. Paris, Furne 
1858; 2." édition; voi. 3.(957 

Vedasi la recensione di M. Amari 
nel primo volume dell'Appendice alla 
prima serie, e nel decimo volume della 
nuova serie dell' Archivio storico. 

Ferrari. Histoire des ré volutions 
d'Italie ouGuelfs et Gibelins. 
Paris, Didier 1858; voi. 4. (958 

Vedasi la diffusa recensione di G. 
Rosa nel sesto volume della nuova se- 
rie deW Archivio storico. 

Le guerre municipali ita- 
liane. Milano, Editori del Po- 
litecnico 1861, con carta. (959 

Il pensiero di rappresentare grafica- 
mente le guerre municipali è nuovo e 
curioso, ina non ci pare ben eseguibile. 



1)60-970 



IL MEDIOEVO. 



37 



Sismondi S. Histoire des répu- 
bliquos italiennes du moyen- 
àgc. Paris, Crapelet 1826'; 2.^ 
édit.; voi. 16. (960 

Ricchissima miniera di notizie sui va- 
rii slati d'Italia nel medioevo, ma 
specialmente ne' secoli 14 e 15. L'au- 
tore è gloria italiana (e non ce lo con- 
tendono ora i Francesi) scrive con brio, 
con ardore e con patriottismo. Le di- 
verse sorti de'paesi di cui narra le vi- 
cende gli resero difficile il coordina- 
mento de'materiali, peggi or difetto però 
è la sua poca imparzialità verso la 
chiesa. La migliore edizione italiana 
è la versione di Toccagni. Milano, Bor- 
roni e Scotti 1852 ; voi. 5. Nel 1837 
se ne pubblicò un compendio in ispa- 
gnolo a Parigi. Un compendio inglese 
si trova nella Cyclopedia di Larclner. 

Histoire de la renaissance de 

la liberto en Italie, de ses pro- 
grès, de sa décadence, et de sa 
chute. Paris 1832; voi. 2. (961 

Versione italiana. Torino, Franco 
18o3. Edizione recente con aggiuntavi 
la vita dei capitani illustri italiani. 
Milano, Vallardi 18G0; voi. "2. 

Papencordt. Storia della città 
di Roma nel medio-evo. Opera 
postuma pubblicata da Costan- 
tino Hòller. Paderborn 1857. 
(ted.) (962 

Assai accreditata. Vedasi la diffusa 
recensione di G. Rosa nel 6.° volume 
della nuova serie dell'^rc/urio stoi'ico. 
Gregorovius F. Storia della 
città di Roma nel medio-evo 
dal quinto al sedicesimo secolo. 
Stuttgarda, Cotta 1859; vo- 
lumi 3. (led.) (963 

Accreditata. L'autore continuò il la- 
voro del Papencordt , poiché questo 
fu sorpreso dalla morl.e. Gregorovius 
diede pregevolissimi scritti sulla Cor- 
sica e tradusse in tedesco le poesie sici- 
liane del Meli (Lipsia 1856). Il terzo 
volume dell'opera citala giunge appena 
alla morte del terzo Ottone, circa il 
mille. 

Gìesebrecht G. Delle condizioni 

municipali di Roma nel decimo 

secolo, (ted.) (964 

Trovasi nel 1." volume della celebre 



sua storia durili imperatori tedeschi, e 
la versione italiana leggesi in appen- 
dice all' opera di Hegel, da noi citala, 
nella Quinta parte, 

Papencordt. Cola di Rienzi ed 
i suoi tempi. Amburgo, 1841. 
(ted.) (96S 

Versione francese di L. Bore. Parigi 
Lecoffre 18't5. Versione italiana di T. 
Gar. Torino, Pomba,18't5. È notissimo 
il romanzo storico di Bulwer sul nostro 
celebre tribuno. Anche il danese Pa- 
ludan Muikr pubblicò nel 1><38 ad 
Odensee un libro su questo argomento 
col titolo « Cola di Rienzi tribun og 
scnntor i lìom, historisk skildring. « 

Rè Z. La vita di Cola di Rienzi 
scritta da un anonimo roma- 
no del quattordicesimo secolo. 
Forlì 1828; voi. 2. (966 

Vedasi la recensione di Polidori nel 
nono vuluniedeirAppendicealla prima 
serie àe\V Arcìiivio storico. 

Coppi. Memorie colonnesi. Ro- 
ma, Salviucci 1855. (967 

Vedasi la recensione di Reumonl nel 
terzo volume della nuova serie deir./lr- 
chivio storico. — Si consulti anche la 
Storia della famiglia Colonna, scritta 
dal Mugnos Filadelfo. Venezia, Turri- 
ni 1658. 

Fanucci. Storia dei tre celebri 
popoli marittimi italiani Pisa- 
ni^ Veneziani e Genovesi, e del 
loro commercio ne"l)assi secoli. 
Pisa, Pieraccini 1821: volu- 
mi 4. (968 

Opera che fu accolta con grande ap- 
plauso, e conserva ancor oggi molto 
pregio. Un giudizio su essa trovasi 
nella biografia dell'autore che leggesi, 
nell'opera del Tipaldo. 

Hopf C. Suir influenza eserci- 
tata dalle città marittime ita- 
liane sullo sviluppo della civil- 
tà nel medio-evo. Lipsia 1858. 
(ted.) (969 

Giannqtti D. La repubblica fio- 
rentina e la veneziana. Venezia 
1840. (970 

Questa edizione fa parte della Biblio- 
teca classica pubblicala da L. Carter. 



58 



PARTE SECONDA 



071-981 



Ricotti E. Storia delle compa- 
gnie di ventura in Italia. Tori- 
no, Pomba 1845; voi. 4. (971 

Questo libro forma una preziosa ag- 
giunta alla storia italiana, specialmente 
ne'secoli 14 e 15. Discorre diffusamente 
degli ordinamenti militari del medio- 
evo, corredando l'esposizione di inte- 
ressantissimi documenti. — Vedasi la 
recensione di Scarabelli nel sesto vo- 
lume dell'Appendice alla prima seiie 
deir^?'c/ui'«o storico. Si consulti an- 
che l'opera di Lomonaco, Vile d'i fa- 
mosi capitani d'Italia. Lugano, Rug- 
gia 1831; voi. 3. 

Fabretti A. Biografie dei capi- 
tani venturieri dell' Umbiia, 
Montepulciano 1842; voi. 4(972 

Reumont A. Della diplomazia 
italiana dal secolo XIII al XVI. 
Firenze, Barbera 1861. (973 

Esiste anche un' edizione tedesca di 
Lipsia 1841. Nella prima parte si con- 
siderano le relazioni diplomatiche de' 
Fiorentini, de' Veneziani e della Santa 
Sede; nella seconda si parla del modo 
di trattare i pubblici affari, ecc. ecc. 

Saggi diversi (beitrtige) 

sulla storia italiana. Berlino 
1857; voi. 6. (ted.) (974 

Contiene molte dotte ed interessanti 
dissertazioni su varii periodi e perso- 
naggi della storia italiana. Rimandiamo 
al sesto volume della nuova serie del- 
VArchivio storico ove trovasi un indice 
dell'opera, scritto dallo stesso autore. 

Giesebrecht G. De littcrarum 
studiis apud Italos , primis 
medii a3Vi seculis. Berolini 
1845. (975 

Quest' opera accreditata è dedicata 
a Luigi Tosti. Vedasi la recensione di 
F. Palermo nel terzo volume dell'Ap- 
pendice alla prima serie deìV Archivio 
storico. 

Baudi di Vesme. Vicende della 
proprietà in Italia dalla caduta 
dell'impero romano lino allo 
stal)ilimento dei feudi. Torino 
1830. ' (976 

Rosa G. Sommario di storia 
della coltura italiana ne^ suoi 
rapporti con quella delle altre 



nazioni. Venezia , Tipografìa 
del Commercio. 2.''* edizione 
1858. (977 

Bellini. De monetis Italiai me- 
dii aevi, dissertatio. Ferrariae, 
Pomatelli 1755. (978 

Sacchi D. e G. Della condizione 
economica e politica degli Ita- 
liani ne' bassi tempi. Milano 
1829; voi. 2. (979 

Manzi. Discorso sugli spettaco- 
li, le feste ed il lusso degli 
Italiani nel quattordicesimo 
secolo. Roma , Mordacchini 
1818. (980 

F^ — Il Piemjnle e casa di Sa'.oia. 

Historiae patria' monumenta edi- 
ta jussu regis Caroli Alberti. 
Augusta Taurinorum. E regio 
typog. 1838-01; voi. 10. (981 

Volle re Carlo Alberto che fossero 
accuratamente posti in luce gli anti- 
chi documenti storici, o sepolti nella 
polve degli archivii, o venuti a tal 
povertà di esemplari da poterla tener 
in conto di pieno difetto. La pubbli- 
cazione fu affidata alla deputazione 
per gli studii sulla storia patria, della 
quale formavano (e formano) parte dot- 
tissime persone, fra le quali Cibrario, 
Promis, Balbo, Peyron, Cazzerà, Man- 
no, Sclopis, Sauli, Vallauri, e Baudi 
de Vesme. Dolenti che il disegno del 
nostro lavoro non ci conceda darne 
minuta descrizione , rimandiamo al 
ragguaglio che di questa grandiosa 
impresa pubblicò G. Cittadella nel 
quinto volume della nuova serie del- 
VArch. storico, accontentandoci di ac- 
cennare qui come la raccolta contenga 
importantissimi documenti, siccome le 
Clironiques de Savoie che giungono fino 
alla morte del settimo Amedeo, cioè lino 
al 1P.91, la Cìtronique du comte rowja 
di Peirinet du Pin, la Chronica Sa- 
baudice che comincia coU'ottavo Ame- 
deo e giunge fino al 1487, la Chronica 
abbatiw Altacumbfc, la Chronica Ju- 
vcìialis de Acquino dal 1473 al 151o, 
VEjntOìiuc liistoriccc novem ducum sa- 
baudorutn di Domenico da Maccagno, 



98-2-997 



IL MEDIO- EVO. 



Io Mémoires di Piolro Lambert dal 1303 
al 1539, il Discorso kistorico di Giu- 
seppe Cambiano, diviso in sette libri, 
la cronaca monferralese di Benvenuto 
San Giorgio, il Chronicon lìolharis, 
il Cronicon iniaginis mundi di fra 
Jacopo d'Asti, clie giunge lino al 
1330, ecc., ecc. Il volume destinato alle 
Leges miinicipales contiene gli statuti 
di Susa, Nizza, Genova, Torino, Ghie- 
ri, Casale, Ivrea, Moncalieri, ecc., ecc. 
Diversi Index rerum et verborum 
facilitano l'uso di si vasta mole di 
antiche notizie. 

Guichenon Sam. Histoire gé- 
néalogique de la royale maison 
de Savoie, avec les preiives. 
Nouv. édit. Tiu-in 1778-80; 
voi. 5. (982 

Questa ediz., eseguita su quella di 
Lione, non è comune in commercio. 
Giungono ambedue le ediz. fino al 
16(30. 

Gibrario L. Storia della monar- 
chia di Savoia. Torino, Fon- 
tana 1840-44; voi. 3. (983 

Origine e progressi delle 

istituzioni della monarchia di 
Savoia. Torino, Stainp. Reale 
1854; voi. 2. (984 

Quest'opera accreditatasi divide in 
due parli. La prima è essenzialmente 
storica, la seconda è foggiata a spec- 
chio cronologico, e ricca di minuti 
particolari. Vedasi la recansione di 
L. Galeotti nel sesto voi. della nuova 
Serie deWArcli. storico. 

Brevi notizie storiche e 

genealogiche dei reali di Sa- 
voia e serie cronologica dei 
loro acquisti. Torino, Botta 
1859. (985 

Breve ma esalta esposizione crono- 

lo.iiica. 

Gallenga A. History of Pied- 
mont. London, Chapman 1855; 
voi. 3. (986 

Vers. italiana. Torino, Botta 1850; 
voi. 2. — L'autore ha radunati in 
quest' opera molli materiali , ma ci 
sembra che il loro coordinamento e lo 
stile lascino qualcosa a desiderare. 

Belgiojoso C. (princesse) Hi- 



stoire do la mai.son de Savoie. 
Paris, Clave 18G0. (987 

Frezet. Histoire de la maison 
de Savoie. Turin, Alliana e 
Paravia 1826; voi. 3. (988 

Paroletti M. I secoli della real 
casa di Savoia o delle storie 
piemontesi. Torino, Reycend 
1840; lasc. 7. " (989 

Pubblicazione incominciata nel 1829. 
Verona A. Storia della monar- 
chia di Savoia. Torino, Pomba 
1859. (990 

Buon compendio. 

Bertolotti. Compendio della sto- 
ria della real casa di Savoia. 
Torino, Favale 1830; volu- 
mi 2._ (991 

Lanieri. Storia della monar- 
chia di casa di Savoia. Torino 
1835. (992 

Costa de Beauregard. Mémoi- 
res historiques sur la maison 
royale de Savoie depuis le 
commencement du XI^ siede 
jusqu'en 1796. Turin, Pie 1816; 
voi. 3. (993 

Botta Carlo. Précis historique 
de la maison de Savoie et du 
Picmont. Paris 1802. (994 

Sclopis. Storia dell'antica le- 
gislazione in Piemonte. Tori- 
no, Bona 1833. (995 

Pozzo. Essai sur les anciennes 
assemblées nationales de la 
Savoie, du Piémont, et des 
pavs qui y lurent annexés. 
Paris, Ballimore 1829. (996 

Tableau synoptique de l'histoire 
des états qui ont compose la 
monarchie de Savoie par I. 
RoUier, grave par Delamare. 
Paris, Thonon 1859. (997 

Una bella carta a colori de' varii 
paesi che hanno composta a poco a 
poco la monarchia di Savoia, coli" in- 
dicazione del modo dell'acquisto, tro- 
vasi fra le molte tavole che il Lilla 



m 



PARTE SECONDA 



993-1010 



aj;j!;inn.sc alla sua Stoì'ia della fami- 
glia di Savoia, opera che si consulterà 
assai ulilmente, massime per la parte 
^'enealogica. 

Garrone F. Tavole genealogi- 
che della roal casa di Savoja 
descritte ed illustrate. Torino 
1837. (998 

Ney. Abregé historique des or- 
dres militaires et civiles de la 
monarchie de Savoie. Imp. de 
Bourgogne et Martinet, Paris 
1843. _ _ _ (999 

Corderò di San Quintino. Os- 
servazioni critiche su alcuni 
particolari della storia del Pie- 
monte e della Liguria ne' se- 
coli XI e XII. Torino, Stamp. 
Reale 1853. (1000 

Solaro della Margherita. Vita 
de^ beati Umberto III e Bo- 
nifacio di Savoia. Torino 
1839. (1001 

Wùrstemberger. Pietro II conte 
di Savoia, la sua casa ed il 
suo paese. Studii sul XIII se- 
colo. Zui-igo 1856. {ted.) (1002 

Vedasi il cenno di Reumont nel 
quarto e nel sesto volume della nuova 
serie AuWArch. storico. 

Datta. Storia dei principi del 
Piemonte del ramo di Acaja 
dal 1294 al 1418. Torino 1832; 
voi. 2. (1003 

La spedizione in Oriente 

di Amedeo VI provata coi 
documenti. Torino, Paravia 
182G. (1004 

Costa de Beauregard. Souve- 
nirs du règne d'Amédée Vili 
premier due de Savoie. Cham- 
bery 1859. (1005 

Gaullieur. Correspondance du 
pape Felix V (Amédée Vili 
de Savoie) avec son lils Louis 
au sujet de Milan. Zurich 
1851. (1000 

Gli originali sono nell'Archivio di 
Ginevra. 



Semeria P. D. G. Storia po- 
litico-religiosa del beato Ame- 
deo IX duca di Savoia e di Jo- 
landa di Francia sua consorte. 
Torino, Pie 1830. (1007 



F3 



B^L 



'lica di Genova. 



Fra gli antichi scrittori delle cose di 
Genova sono notissi)iii A. Giustiniano 
(giunge /tuoaH528.) Uberto Foglietta, 
G. Bonfadio (abbraccia il periodo 
15:28-50^, e d'essi minori il Ganducci, 
Paolo Interiano, e Filippo Casoni. 
Della nuova edizione degli Annali del 
Casoni leggesi un ragguaglio di Sca- 
rabelli nel 1.° volume della nuova serie 
dell' \Tc\n\ io storico. 

Preziosi sono gli atti die si pubbli- 
cano dalla Societ.à ligure per la storia 
patria (fondata 18o7j contenenli dis- 
sertazioni di G. Canak) V. Ricci, V. 
Marchese, F. Ansaldo, E. Cetesia, A. 
Olivieri, etc, etc. 

Giustiniani A. Annali della re- 
pubblica di Genova coi'retti ed 
illustrati. Genova. Edizione 
recente con note di G. B. Spo- 
torno 1854; voi. 2. (1008 

Canale. Nuova istoria della re- 
pubblica di Genova, del suo 
commercio e della sua lette- 
ratura dall'origine fino all'anno 
1797 con note e documenti. 
Firenze, Lo Mounier 1860; 
voi. 2. (1009 

In circa cinque volumi quest'opera 
eccellente sarà compita. Vedasi la re- 
censione di D. BulTa nel terzo volume 
dell'Appendice alla prima serie dell'i4r- 
chivio storico fatta sull'ediz. di Geno- 
va, Grondona 1845. Il sig. Canale pub- 
blicò recentemente a Lucca coi tipi Bac- 
celli un opuscolo contenente molte pre- 
ziose indicazioni bibliogratichesui viag- 
gi ed il commercio degli Italiani nel 
medio-evo. 

Serra G. Storia dell'antica Li- 
guria e di Genova. Torino , 
Pomba 1834; voi. 4. (1010 

Opera elaboratissima, con locuzione, 
culla, stile facii<' e chiaro. Dice l'Emi- 



don -1026 



IL MEDIO- EVO. 



61 



liani Giuilici che il Serra nel suo rnc- 
conlo (giunge fino al 1483) nunsi lasciò 
accecare da quell'amor patrio, che 
rende talvolta gli storici giudici incom- 
petenti perché in causa propria. 

Varese. Storia della repubblica 
di Genova dalle origini fino 
al 1814, Genova , Gravier 
1835-39; voi. 8. (1011 

Vincens. Histoire de la répu- 
blique de Géues. Paris 1842; 
voi. 3. (1012 

Vedasi la recensione di M. Amari 
nel primo volume dell'Ai)pendice alla 
prima serie deWArchivio storico. 

Heyd. Ricerche sulla costitu- 
zione genovese fino all'intro- 
duzione de' podestà circa il 
1200. (ted.) (1013 

Dissertazione inserita nell' annata 
18oi del (jiornale per le scienze "poli- 
ticlii: economiche pubblicato in Tubinga. 

Carbone. Compendio di storia 
ligure dall'origine fino al 1814. 
Firenze, Batelli 1838; volu- 
mi 2. (1014 

Bargellini. Storia popolare di 
Genova dall'origine fino a noi. 
Ivi, Monni 1856; voi. 2. flOlo 

Olivieri. Serie cronologica dei 
consoli del comune di Genova. 
Ivi, Ferrando 1801. (1016 

Ascheri. Notizie storiche intor- 
no alla riunione delle famiglie 
in alberghi in Genova, e delle 
famiglie ascritte al libro d'o- 
ro. (1017 

Vedasi la recensione di A. Vannucci 
nel quarto volume dell'Appendice alla 
prima serie dell' Archivio storico. 
Pagano. Delle imprese e del 
dominio dei Genovesi nella 
Grecia; libri quattro. Genova, 
Pagano; 2/* ediz. 1852. (1018 
Vedasi la recensione di A. Vannucci 
nel quarto volume dell'Appendice alla 
prima serie delV Archivio storico, e 
quella di Scarabelli nell'ottavo volu- 
me della medesima appendice. 

Primaudaie.Études sur le com- 
merce de la mer Noire, et des 



colonies génoises de laCrimée. 
Paris 1848. (1019 

Vedasi il cenno di A. Reumont nel 
sesto volume dell'Appendicealla prima 
serie dell'Archivio storico. 

Sauli. La colonia dei Genovesi 
in Galata , libri sei. Torino , 
Bocca 1831; voi. 2. (1020 

Vedasi l'elogio che ne fa Tommaseo 
nella parte moderna del suo Cjzjouarto 
estetico. 

Mévil. Caffa^ et les colonies gé- 
noises de la Crimée. Paris , 
Dentu 1855. (1021 



F^ — Milano, e Lomuardia. 



Fra gli antichi scrittori delle cose 
ìnilanesi sono celebri G. Simonetta 
per l' epoca di Francesco Sforza, li. 
Corio, P. Paolo Morigia, Paolo Puri- 
celli e Giuseppe hipamonti. Il signor 
Francesco Predari ha pubblicato una 
Bibliografia milanese ossia un catalogo 
di tutte le opere concernenti la città, 
ed il ducato di Milano, in fatto di sto- 
ria, leggi, ecc. Milano, Carrara 1837. 
Un'altra raccolta trovasi nel Manuale 
di Lichtenthal sotto la rubrica Milano. 

Fumagalli. Le antichità longo- 
bardico-milanesi. Milano 1793; 
voi. 4. (1022 

Accreditata. 

Codice diplomatico S Am- 
brosiano delle carte dell' Vili 
e IX secolo. Opera postuma 
pubb. da C. Amoretti. Milano, 
Agnelli 1805. (1023 

Amati. Antichità di Milano. Pi- 
rotta 1821; in-folio. (1U24 

Gastillioneus B. Gallorum In- 
subrum antiqua^ sedis Medio- 
lani Castillioni. 1541. (1025 

Opera che si è fatta assai rara. 

Grazioli P. De pra3claris me- 
diolani [edificii qui iEnobarbi 
cladem antecesserunt.Mediola- 
ni. In regia Curia 1735. (1026 

i Bombognini. Antiquario della 



62 



PARTE SECONDA 



1027-1033 



diocesi milanese. Mlluno, nuo- 
va ediz. Pirotta 1828. (1027 

Racchiudo pregevoli notizie su molli 
luoi^hi dell'agro milanese. 

Gorio B. Storia di Milano puljb. 
da E. de Magi-i. Milano, Co- 
lombo, nuova ediz. 1855; vo- 
lumi 3 con carte. (1028 

Giunge fino al 1500. — QuesUi ediz. 
fa parie della Biblioteca storica j7(i- 
/iflrta diligentemente pubbl. in Milano 
da F. Colombo negli scorsi anni e die 
comprende anche il Giullni, il Fuma- 
galli, il Giovio (citati in questa stessa 
rubrica) le Vite degli Sforzeschi, le 
opere del Leti sul Duca di Ossuna e 
Bartolomeo Arese, il Missaglia Vita 
di G. G. de Medici, ecc. 11 sig. C. Mi- 
lanesi scrisse una diffusa recensione 
di questa Biblioteca nel terzo voi. della 
nuova serie dell'ylrc/t. storico. Cosi il 
Rotondi nei quinto voi. della mede- 
sima. 

L'editore Francesco Colombo pub- 
blicò eziandio la Baccolta de' cronisti 
e documenti storici inediti lombardi, 
intrapresa dal prof. G. Mùller, e che 
comprende la Cronaca parese del Gru- 
mello d467-lo29 ed i Congiurati di 
Brescia del 151-2 dell'Odorici. 

Giullni G. Memorie spettanti 
alla storia, al govei'no ed alla 
descrizione della città e delle 
canipagne di Milano ne' bassi 
secoli. Milano, Bianchi 1760; 
voi. 12. (1029 

Questa è l'ediz. originale che si è 
fatta rara in commercio. Se ne fece 
di recente una ristampa per cura di 
M. Fabi. Milano, Colombo 1855; vo- 
lumi 7. Abbraccia quest'opera il pe- 
riodo 773 a 1351; ed è per la sua di- 
ligenza ed erudizione pregevolissima. 
Forse nessuna città d'Europa può van- 
tare una storia come noi questa del 
Giulini. L'autore mori in Milano nel 
1780. La sua vita scritta da Baseggio 
trovasi anche nelle biografie raccolte 
dal Tipaldo. 

Verri Pietro. Storia di Milano. 
Milano ; ediz. orig. , Marcili 
1783 e 1798; voi. 2. (10-30 

Un'altra buona edizione è quella di 
Milano, Soc. de' Classici 18:ì5, voi. 2, 
con un terzo volume di snppiimi'nlo. 



contenente l'aggiunta di P. Custodi. 
L'opera di Verri meno scientifica, ma 
più amena e più popolare di quella 
del Giulini, é preziosa specialmente 
pe' secoli li e 15. Interessantissima è 
la biografia dell'eminente economista 
sciitta dal sig. Camillo Ugoni e pub- 
blicala nella sua Storia della lettera- 
tura italiana nella seconda metà del 
18 secolu. Milano, Bernardoni 1857; 
voi. 'i. — Veggasi in proposito del- 
l'opera del Verri anche l'articolo di 
Tommaseo nella parte antica del suo 
Dizionario estetico. 

Rosmini C. Storia di Milano. 
Milano, Manini 1821; volu- 
mi 4. (1031 

Giunge fino al 1533. Il sig. Pietro 
Custodi, continuatore del Verri e giu- 
dice competente, la chiama fatica di 
lunga lena, diligente, e dettata con istile 
dignitoso. Rimprovera perù quei stra- 
scicanti periodi alla Guicciardini che 
formarono la delizia di tanti nostri 
storici, e la mancanza di imparzialità. 
— L'ultimo volume del Rosmini c-on- 
tiene molti interessanti documenti e 
la spiegazione delle sessanta tavole 
che adornano l'opera. 

Campiglio G. Storia di Milano. 
Milano, Rusconi 1832; volu- 
mi 5. (1032 

Compendio scritto sulle traccie della 
precedente opera. 

Barone C. La storia di Milano 
narrata ai giovanetti. Milano, 
Vallardi 1854, con ine. (1033 

Brevissimo, ma utile compendio. 

Brambilla V. Storia di Milano 
compendiata, fino all'anno 
1849. Milano, Tinelli 1851; 
voi. 6. (1034 

Storia di Milano dall'ori- 
gine lino ai nostri giorni. Mi- 
lano, Redaelli 1853. (1035 

Breve ma buon compendio suddiviso 
in 103 lezioni e 330 paragrafi. 

Partouneaux. Histoire de la 
conquète de la Lombardie par 
Charlemagne, et des causes 
qui ont transformé dans la 
haute Italie la domination 
Irancaise en germanique sous 



1036-1050 



IL MEDIO-EVO. 



63 



Othon le Grand. Paris 1841; 
voi. 2. (103G 

Vedasi la recensione di M. Amari 
nel primo volume dell'Appendice alla 
prima serie (ìi'WArchivio storico. Il 
bresciano signor Ercoliani , al quale 
devonsi parecclii buoni romanzi storici, 
tradusse in italiano l' opera citata. 
Milano, Bonfanti 18'i3. 

Leo. storia della costituzione 
delle città lombarde. Ambur- 
go, Perthes 1824. (ted.) (1037 

Accreditalissima. Vers. ital. di Ce- 
sare Balbo. Torino, Pio 1836. 

Raumer. Sui rapporti giuri- 
dici delle città lombarde. 
(ted.) (1038 

Haulleville. Histoire des com- 
ntuncs lombardes depuis leur 
origine jusqu'à la lin du 13" 
siede. Paris, Didier 1857; vo- 
lunies 2. (1039 

Vedasi la critica di Volkaersbeke iir| 
Mcsmqer des srienccs historiqucs, ilic 
pubblicasi in finnd, Annata IS.'i^, la 
recensione di P. Rotondi nel quinto 
voi. disila nuova serie ùtWArrh. stiirlrn 
e (inella di Emiliani Giudici nel set- 
timo \ol. della medesima serie. 

Rosa G. I feudi ed i comuni della 
Lombardia. Bergamo, 2.^ edi- 
zione; Pagnoncelli 18o7. (1040 

Accreditata — Vedasi la recensione 
anonima nel primo voi. della nuova 
serie dvWArcIi. storico, e quella di 
Poggi nel sesto voi. della medesima. 

Rezzonico. Delle origini e delle 
vicende del diritto municipale 
in Milano. Milano, Bernardoni 
1846. (1041 

Czòrnig C. La costituzione dei 
comuni louìbardi, sua gene- 
si , flore , decadenza e rijiri- 
stinazione. P]idelberga 1843. 
(ted.) (1042 

Fumagalli Angelo. Le vicende 
di Milano durante la guerra 
con Federicu I imperatore. 
Pubblicata da M. Fabi, Milano, 
Colombo 1854. (1043 



Tosti L. Storia della lega lom- 
barda, con note e documenti. 
Milano, Brigola 1860. (1044 

Accreditata. Vedasi la recensione di 
Scarabelli nell'ottavo volume dell'Ap- 
pendice alla prima serie dell'^rc/uyto 
slorico. 

Voigt. Storia della lega lom- 
barda e delle sue guerre con- 
tro il Barbarossa. Kònigsberga 
1818. (ted.) (1045 

Accreditata. Vers. italiana. Milano ,. 
Bonfanti 1848. 

Testa G. B. Storia della guerra 
di Federigo I contro i comu- 
ni di Lombardia. Doncaster, 
White 1853-7; voi. 2. (1046 

Questa edizione eseguita con grande 
accuratezza e nitidezza di tipi e dedi- 
cata all'onorevolissimo W. E. Giadsto- 
ne. Il primo volume contiene un di- 
scorso sull'origine della libertà dei co- 
muni di Lombardia divìso in otto parti, 
ed il libro primo che giunge fino alla 
riedificazione di Tortona nel llljo. — 
Esiste anche una edizione di Torino 
IBol. 

Carlini D. De pacai Constanti» 

disquisitio. Verona:' 1763. (1047 
Ferrucci C. G. AlJ)ero genea- 
logico della discendenza dei 
Torriani conti di Valsassina. 
Venezia, Maldura 1716. (1048 
Giovio. Le vite dei dodici Vi- 
sconti, tradotte dal Domenichi. 
Nuova ediz. per cura di M. 
Fabi. Milano 1854. (1049 

Forma il primo volume della Bililio- 
teca storica italiana pubblicata da F. 
Colombo. Il libro del Giovio é impor- 
tantissimo, massime per i tempi di 
Ottone l'arcivescovo, primo signore di 
Milano e fondatore della possanza vi- 
scontea. L'originale latino volto in ita- 
liano dal Domenichi esiste in molte 
edizioni. Una edizione antica della 
versione è quella di Milano 16oo, citata 
dal Litta. 

Barbuò S. Sommario delle vite 
deiduchi di Milano cosi Visconti 
come Sforzeschi. Venezia, Por- 
ro 1674. (10.10 

Lodata dal Litla, 



64 



PARTE SECONDA 



1051-1067 



Volpi G. Dell'istoria de'Visconti 
e delle cose d'Italia avvenute 
sotto di essi. Napoli, Mosca 
1737-1748; voi. 2. (1051 

Lodata dal Litta. L'autore la scrisse 
per compiacere alla madre di sua mosrlie 
Isabella Visconti, la quale voleva ciie 
si sapc'sse esser ella discendente diretta 
di Uberto fratello di Matteo primo si- 
gnore di Milano. Quest'opera si é fatta 
molto rara in commercio. L'autore è 
napoletano, nato nelle vicinanze di 
Bari nel 1680. Pubblicò altri scritti 
storici di minor importanza. 

Merula. Antiquitatis Vicecomi- 
tum libri X. Milano 1629.(1052 

Giunf;e fino al 1323. 

Decembrio P. C. Vita Philippi 
Mariffi Vicecomitis Mediola- 
nensium ducis tertii. Milano 
1625. (1053 

Cavallero. Racconto storico del- 
la vittoria ottenuta da Luchino 
Visconti a Parabiago nel i339. 
Milano, Malatesta 1745. (1054 

Daverio. Memorie sulla storia 
dell' ex-ducato di Milano ri- 
guardanti il dominio dei Viscon- 
ti. Milano, Mainardi 1804. (1055 

Sickel T. I Visconti di Milano 
(|uali vicarii dell'impero. Vien- 
na, Gerold 1859. (ted.) (1056 

Disseriazione letta all'Accademia delle 
scienze in Vienna. 

Memorie e schiarimenti 

sull'actiuisto di Milano fatto 
da Francesco Sforza, Vienna 
1855. {(ed.) (1057 

La repubblica ambrosiana 

nel 1450 e la casa di Savoia. 
Vienna 1856_. (ted.) (1058 

Bianchi-Giovini. La repubbli- 
ca di Milano dopo la morte 
del duca Filippo Maria Viscon- 
ti. Milano, Silvestri 1848. (1059 

Ratti. Della famiglia Sforza. 
Roma, Salomoni 1794 ; vo- 
lumi 2. (1060 

La miglior opera sugli Sforzeschi. 
Assai lodala dal Lilla. 



Giovio. La vita di Sforza, va- 
lorosissimo capitano , che fu 
padre del conte Francesco Sfor- 
za duca di Milano. Ivi, Bidelli 
1636. (1061 

Hoyer. Francesco Sforza, il pru- 
dente e valoroso duca di Mi- 
lano. Magdeburgo 1846 ; vo- 
lumi 2. (ted.) (1062 

La citiamo malgrado il mediocre 
suo valore. Fra gli antichi si consul- 
tino il Simonetta, l'Assaraci, P. Giovio 
e Galeazzo Capella. L'opera del Ca- 
pella,accreditatissima in allora, fu Ira- 
dotta in led. ed in spagnuolo. Assai 
preziosa e rarissima è l'edizione del 
Simonetta stampala in Milano dal Za- 
roto nel 1480, col titolo Coinmentarii 
rerum gestarum Francisci SfortUp dnx 
Mediolani. 

Steger F. Storia di Francesco 
Sforza e dei condottieri ita- 
liani. Lipsia 1853. (ted.) (1063 

Fa parte della Bibliolecn Storica lìi 
Biilau, e consiste nel 26." volume di 

essa. 

Tommaso. Notizia intorno la 
vita di Bonadi Savoia, moglie 
di Galeazzo 3Iaria Sforza duca 
di Milano. Torino 1839. (1064 

Amoretti. Vita ed opere di 
Leonardo da Vinci. Milano 
1804. (1065 

L'opera di Gallenborg su Leonardo 
pubblicata in Lipsia nel 1834 è poco 
pili che una libera versione dell'Amo- 
retti. Si consulti anche quella di Gai- 
teschi, edita in Firenze nel 1841 coi 
tipi Calasanziani. 

Rio. Léonard da Vinci et son 
école. Paris, Bray 1855. (1066 

Vers. italiana di De Castro. Milano, 
Brasca 1856. Altra versione italiana 
jìreferibile. Milano. Borroni e Scotti 
1837. 
Ratti. Memorie sulla vita di 
quattro donne illustri della 
casa Sforza. Roma , Ftilgoni 
1785. (1067 



1008-1U76 



IL MEDIO- EVO. 



65 



F^ — RepabUica di Venezia. 



Numerosissimi sono gli anlichi scritti 
concernenti la storia della gloriosa re- 
pubblica dell' Adriatico. Olirci lavori 
degli storici che scrissero per decreto 
pubblico, cioè : 

Sabellico {abbraccia dalle origini 

al 1187 
P.Bembo . 1487-1513 

P.Pctrula " lol3-13ol 

A.Moroslni » 1521-1615 
U.Xani . 1613-1671 

3J.Foscarini . 1669-1690 
P. Garzoni » 166i-171i 

i quali latti (l'ultimo eccetliiato) fu- 
rono riuniti per cura di Apostolo Zeno 
e stampali a Venezia dal Lovisa in vo- 
lumi 10 in foglio (ll'IO), citiamo quelli 
di D. Giannotti, Roma, Biado 1510. 

— G. Contari)ii, Ven., Scotto 1511. — 
U. Gitisliniano, Ven. io'to (giunge fi- 
no all'm9). — N. Zeno, Ven., Pietra- 
suìila 1557. — P. Giustiniano Ven., 
Avanzo 1576. — G. Bardi, Ven.,'tVal- 
grisi 1587. — N. Doglioni, Ven. 1598. 

— F. Olmo, Ven. 1628. — P. Moro- 
sini, Ven. 1637 (giunge fino al 1487y. 

— G. B. Coniar ini , Ven. 1663. — 
Frane. Verdigotti, Veìiezia itili. — 
A. M. VianoU, Venezia 1680. = Pre- 
gevolissimo i- il Saggio di bibliogra- 
tia veneziana del signor E. Cicogna. 
(Venezia, Merlo 18i7.j Sotto il mo- 
destissimo titolo contiene quasi seimila 
titoli di opere storiche e letterarie su 
Venezia, assai bene classificate e di- 
vise. Una recensione ed un indice di 
(juesta opterà trovansi nel settimo vo- 
lume dell' Appendice alla prima serie 
i/L-n'Arcliivio storico. 

Cicogna E. A. Delle iscrizioni 
veneziane. Venezia 1824-61; 
volumi G in 24 fascicoli (in 
corsoj (1068 

Quest'opera di lunga lena, intra- 
presa dai cavaliere Cicogna ormai da 
quaraiil'anni, è commendevole assai 
sia per la ricchezza de' materiali rac- 
colti, sia per il modo tenuto nelle 
illustrazioni. Vedasi la bella recensio- 
ne di A. Sagredo nel XIV° voi. della 
nuova serie t\c\VArch. storico. Tom- 
maseo, nel Dizionario estetico, io. chia- 
ma opera laboriosa, gran cenotafio 

UIBL. — , 



delle venete glorie, poi si lagna perché 
l'opera sia poco diffusa fuori del Ve- 
neto, mentre tante misere compilazioni 
ed aborti di fantasia corrono tutta 
Italia e vanno oltremonti a far trista 
fede dell'italiano sapere. 

Darà P. Histoire de la répu- 
blique de Vénise. Paris, Didot 
4'ue édit. 1853 ; voi. 9. (1069 

Vers. ital. di Bianchi Giovini. Ga- 
polago 1832, voi. 11. — Vers. ted. di 
Ru'M-echt. Lipsia, 2.^ ediz.; Wigand 
1859, voi. 4. 

Romanin. Storia documentata 
di Venezia. Ven., Naratovich 
1853-60; voi. 9. (1070 

Accreditata. — Vedansi le recensioni* 
di F. Polidori nel duodecimo e nel de- 
cimolerzo voi. de'la nuova .serie del- 
VArch. storico, ed altra anonima nella 
Gazzetta d'Augusta del 27 novembre 
1861, a proposito della necrologia del- 
l'autore, morto in quel mese. 

Laugier. Histoire de la répu- 

lìlique de Vénise. Paris 1768; 

voi. 12. (1071 

Vers. ilal. Venezia, Tasso 1833, fasei- 

coli 30. 

La Baume. Histoire abregée 
de la république de Vénise. 
Paris , Favre 1811 ; volu- 
mes 2. (1072 

Vers. ted. di Benzel Sternau. Fran- 
coforte 1812. — È poco più di un com- 
pendio del Laugier. 

Hazlitt. The liistory of the ori- 
gin, rise and greatness of the 
republic of Venice. London, 
Smith 1860; voi. 4. (1073 

Mutinelli. Annali urbani di Ve- 
nezia dall' 810 al 1797. Ven., 
Merlo 1841. • (1074 

Lodata dal Cicogna. 

Diedo G. (senatore) Storia della 
repubblica di Venezia dalla 
fondazione al 1747. Venezia, 
Poleti 1751; voi. 4. (1075 

Le Bret F. Storia dello stato 
di Venezia. Lipsia 1769-77; 
voi. 3. (ted.) (1076 

Lodata dal Cicogna. — L' autore si 
basò sul Laugier, ma lo migliorò assai. 



66 



PAUTii SECONDA 



1077-1095 



Philipp! F. Storia di VcnPzia. 
Dresda 1S28; voi. 5. (Ied.)(l011 

Cappelletti G. Storia della re- 
pubblica di Venezia dalle ori- 
gini fino ad o?gi. Venezia, An- 
tonelli 1848-54; voi. 12. (1078 

Galibert. Histoire de la répu- 
blique de Vénise, de sa gran- 
deuretdéeadence. Paris, Far- 
ne 1846. (compendio) (1079 

Loiiata dr.l Cicogna. — ViTS. tedesca 
di Ildiilìicr. Lijisia 18't8; voi. 2. 

Valentin. Abregé de l'histoire 
de Vénise. Toiirs, Manie 3^1' 
édit. 1842. (1080 

Lodata dal Cicogna. — Vedasi il 
cenno di M. Amari nel secondo volume 
dell'Appendice alla prima serie del- 
l' ilrc/i. storico. 

Alletz.Discours sur la puissance 
et la ruinc de la république 
de Vénise. Paris 1842. (1081 

Veda.sene un cenno di M. Amari nel 
secondo voi dell'Appendice alla prima 
serio lÌL'WArcìi. storico. 

Crivelli D. Storia de' Vene- 
ziani no' secoli 5, G, 7 ed 8.^ 
Ven., Gondoliere 1839. (1082 

Biografìe dei dogi di Venezia 
scritte da E. Cicogna, G. Velu- 
do, F. Calli, Moschini, ecc., con 
120 ritratti incisi da A. Nano. 
Ven., Grimaldi; fase. 45. (1083 

Filiasi. Memorie storiche dei 
Veneti primi e secondi. 2.'^ 
edizione, Padova 1811; volu- 
mi 7. (1084 

Lodata da C. Balbo. L'autore fu 
uomo distinto nella storia, come an- 
che nelle scienza tìsiche ed idrauliche. 
Con varie opere illustrò la storia, la 
geografia, il commercio, la navigazione, 
le arti di Venezia, durante i primi e 
più difficili secoli. Opera importantis- 
sima per l'antica geografia di tutto 
il Veneto. Del Filiasi scrisse la vita 
E. Tipaldo e trovasi inserita nel sesto 
volume della sua Biografia. 
Corner. Ti-e dissei'iazioni sui 
principii di Venezia. Padova, 
Penada 1845. (1085 



CarnieluttiP. Della Venezia an- 
tica e suoi abitatori, cenni sto- 
rici. Ven., Cecchini 1842. (1086 

Crotta. Memorie storiche sulle 
diverse forme del governo 
veneto. Venezia. Alvisopoli 
1818. (1087 

Wùstenfeld. Venetorum histo- 
ria ab antiquissimis tempo- 
ribus usquc ad ducum Rivo 
alti fixam dcducta , disser- 
tatio inauguralis. Gottingcc 
1846. (1088 

Thomas e Tafel. Il doge Andrea 
Dandolo e la sua raccolta di 
documenti storici. Saggio per 
servire alla storia di Venezia. 
Monaco 1856. {ted.) 1089 

Disseriazione letta innanzi l'Acca- 
demia Laverese. 

Morosini A. Le imprese e spe- 
dizioni di terra santa e l'ac- 
quisto di Costantinopoli fatto 
dai Veneziani. Ven. 1627. (1090 

Heyd. Le colonie commerciali 
italiane in Grecia, al tempo 
dell' impero latino. Tubinga 
1859. {ted.) (1091 

Disscrliizione compresa nel quindi- 
dicesimo volume del giornale Zeil- 
scrifi fiir Staatsìoissenschaft. 

Tentori. Il vero carattere poli- 
tico di Bajamonte Tiepolo. 
Venezia, Curti 1798. (1092 

Macchi. Istoria del consiglio 
dei dieci. Torino, Fontana 
1848; voi. 2. (1093 

Si potrà consultare anche il Saggio 
di uva storia dell' inquisizioìie poli- 
tica veneziana di Siebenkees. Norim- 
hcrg;i 17U1. (ted.) 

Ronteix. Marino Fallerò, épi- 
sode de Tliistoire de Vénise. 
Paris 1829. (1094 

Berlan. Il conto Francesco Car- 
magnola , memorie storico- 
critiche con documenti inedi- 
ti. Torino 1855. (1095 

Si vedano anche le notizie storiche 



1096-1112 



IL MEDIO-EVO. 



67 



promesso da A. Manzoni alla sua tra- 
gedia elle s'intitola dal Carmagnola. 

Zannetteli. Cenni storici su 
Francesco Carmagnola. Feltre 
1841. (1096 

Berlan. I due Foscari, memo- 
rie storico-critiche con docu- 
menti inediti. Torino , Favale 
1854. (1097 

Guazzo M. Istoria delle guei're 
di Maometto II colla signoria 
di Venezia, con il re di Persia, 
col re di Napoli, e Rodi. Ve- 
nezia 1545. (1098 

Rizzardo G. La presa di Nc- 
gi'oponto latta dai Turchi ai 
Veneziani nel 147Ó. Pub])licata 
con note da E. Cicogna. Vene- 
zia 1844. (1099 

Le guerre dei Veneziani in Asia 
dal 1470 al 1474. Documenti 
pubblicati da E. Cornet. Vien- 
na, Tendler 1856. (HOC 

Un elogio di questo libro scrisse il 
professore Hopf nel Foglio centrale di 
Zarncke. (led.) 

Sardagna. Cenni intorno all'im- 
portanza degli studii sulla mi- 
lizia veneziana nei medio-evo. 
Trento 1856. , (1101 

Thomas e Tafel. Documenti per 
servire alla storia del com- 
mercio e dello stato veneto 
dal nono al quindicesimo se- 
colo. Vienna 1856, Stamperia 
Imperiale; voi. 3. (ted.) (Ì102 
Fa parte delle Fontes rerum aìistria- 
caruvi. Si consulti la recensione di 
Lamperlico nel 12." e nel 13." volume 
di'ila nuova serie dqW Archivio storico. 

ErdmannsdòrSer B. De com- 
mercio quod Inter Venetos et 
Germania^ civitatesa3VO-medio 
intercessit, dissertatio. Lipsia^ 
1858. (1103 

11 i)rofessore ITopf scrisse una cri- 
tica di questo libro inserita nel Foglio 
ecìUrale di Zarncke. [ted.) Vedasi an- 
elli- l.i recensione di Reumunt nei 



qnallordiccsimo volume della nuova 

sei'ìe i]f'\V Arcliirii) storico. 

Mutinelli F. Del commercio 
de'Vcneziani. Venezia , Plet 
1835. (1104 

Lodata dal Cicogna. 

Sul costume dei Veneziani 

fino al decimosettimo secolo. 
Venezia 1831, con molte ta- 
vole. (1105 

Marin C. A. Storia civile e po- 
litica del commercio dei Ve- 
neziani. Venezia, Coleti 1798- 
1808; voi. 8. (1106 

Canestrini G. Sette documenti 
spettanti al commercio dei 
Veneziani coli' Armenia , e 
Trebisonda, Ragusa e Negro- 
ponte. (1107 

Trovansi nel nono volume dell'Ap- 
pendice alla prima serie deW Archivio 
storico. 

Formaleoni. Storia filosofica e 
politica della navigazione, del 
commercio, e delle colonie 
degli antichi Veneti nel Mar 
Nero. Venezia 1788. (1108 

Il signor Bozoli scrisse la vita del- 
l'autore si legge nel terzo volume 
della Biografia pubblicata da E. Ti- 
pa l do. 

Saggio sull'antica nautica dei 

Veneziani. Venezia 1785. (1109 
Versione francese di Henin. Venezia 
1788. 

Cattaiinich. Storia della Dal- 
mazia. Zara 1835; voi. 2. (Ilio 

Mustoxidi A. Illustrazioni cor- 
ciresi. Milano 1814; vol.2.(llll 
Contiene una diligente ed erudita 
istoria delle isole Ionie. 

Lunzi E. Della condizione po- 
litica delle isole Ionie sotto 
il veneto dominio e sotto i 
Bizantini, (greco) (1112 

Vers. ital. di Tipaldo Foresti e N. 
Barozzi. Venezia 1858. Tip. del Com- 
mercio, fase. 4. Uà elogio di questo 
libro fu scritto dal prof.' Hopf nel Fo- 
glio centrale di Zarncke. (led.) 



68 



PARTE SECONDA 



1113-1122 



Minucci M. Storia dogli Uscoc- 
chi lino al 1602. Venezia 
1616. (1113 



Repubblica di Firen^ 



Fra hittc le regioni italiane (se Ve- 
nezia si esclndej è la Toscana la piit 
ricca di storici putrii. Fra gli an- 
tichi sono celeberrimi e notissimi 
il Malaspini , Dino Compagni {pel 
periodo 1280" 1327), Filippo Nerli 
(1215-1537), Donato Velluti (1300-70), 
il Poggio, Leonardo Aretino, i tre Vil- 
lani, il Machiavello, Pietro Boninscgni 
(1410-60), Jacopo Nardi (1494-1531), 
Vincenzo Borghini, Scipione Ammi- 
rato {giunge /ino al 1574), Bencdetlo 
Varchi (1527-38), Bernardo Segni 
(1527-55), il Dati (1380-1405;, ed al- 
tri minori. Sulla storiografia fioren- 
tina in genere si consultino i bei la- 
vori del celebre Gervinus , inseriti 
nelle sue Opere storiche. Francoforte 
1833. {ted.) 

Domenico Moreni, distinto bibliogra- 
fo fiorentino {morto in Firenze nel 
marzo 1835) puhbliciì nel ìSOQ in due 
volumi una Bibliografia storico-rngio- 
nata delia Toscana, e nel 1826 lut Ca- 
talogo di opere che riguardano la fa- 
miglia Medici. Il signor Fruttuoso 
Becchi nella biografia del Moreni {in- 
serita nel quarto volume della Bio- 
grafia dei Tipaldo) osserva « che seb 
« bene ilavori del Moreni non mostrl- 
no altezza d'ingegno, pure egli me- 
li rita estimazione pel paziente animo 
e la diligenza onde si vedono ope- 
« rati. » Aggiunge che « certi studii 
• sono tenuti da qualcuno come pascolo 
« di uomini da poco, ed occupazioni 
n da non polerscìie alcun buon frutto 
« ritrarre. • Conchiude colla curiosa 
osservazione che « non si dovrebbero 
« far rivivere se non i buoni libri, 
« e fare dei mediocri ciò che facevano 
" gii Spartani de'fgli cagionevoli. » 
Bastino queste parole a provare in 
qual concetto si avesse finora dai nostri 
letterati la Bibliografia sì altamente 
tenuta in onore da tulle le colte na- 
zioìii,e qualimiseri fruiti raccogliesse 
il benemerito Moreni pel segnalato 
servizio da lui reso agli studiosi della 
storia toscana. E dallo stesso suo pa- 



negirista! — Un'altra Bibliografia 
slorica toscana, trovasi nella storia 
dell' Inghir ami (jui sotto citata. Degli 
antichi storici toscani adduremo sol- 
tanto qualcuno de' principali, a pre- 
ferenza quelli dei quali si pubblica- 
rono recentemente nv.ove e pregiate 
edizioni. 

Machiavelli. Le storie fioren- 
tine. Ediz. fatta sulle migliori, 
con cenni ed una biograda 
scritta da G. E. Niccolini. Fi- 
renze, Le Mounier 1860. (1114 
Nerli. Coinnientarii dei l'attj 
occorsi in Firenze dal 1213 
al 1537. Trieste» Coen 1839; 
voi. 2. (1113 

Nardi. Storie fiorentine pubbli- 
cate per cura di Agenore Celli. 
Firenze, Le Mounier 1860; 
voi. 2. (ino 

VarchiB. Storia fiorentina pub- 
blicata per cura di Gaetano 
Milanesi. Firenze, Le Mounier 
1860; voi. 3. (1117 

Cavalcanti. Istorie fiorentine. 
Firenze, all'Insegna di Dante 
1857; voi. 2. (1118 

Inghirami F. Storia della To- 
scana in sette epoche. Fiesole 
1841-4Ì ; voi. 16 ed uno di 
tavole. (1119 

Pignotti. Storia della Toscana 
lino al principato dei Medici. 
Firenze 1824 ; voi. 6. (1120 

Opera scritta con diligenza e con buon 
stile. L'autore consultò pazientemente 
molto cronache antiche, fra le quali 
il voluminoso diario del Burcardo. E- 
sistc anche un'ediz. di Gapolago 1843; 
voi. 5. 

Carbone G. Storia fiorentina 
dagli Etruschi a noi. Firenze, 
Vieusseux 1840; voi. 6. (1121 

Vannucci. I primi tempi della 
libertà fiorentina. Firenze, Le 
Monnier 1836. (H22 

Moisé. Storia della Toscana dalla 
fondazione di Firenze fino ai 



1123-1137 



IL MEDIO-EVO. 



CO 



giorni nostri. Firenze, Batelli 
1845. (1123 

L'autore pubblicò ancbc sei grossi 
volumi sui « Dominii stranieri in 
Italia. » 

Napier E. E. Fiorentine history 
IVuni the carliest autlientic re- 
cords io tlie accession ol" Fer- 
dinand III duke oi" Tuscany. 
1847. (1124 

Delecluse. Florence et ses vicis- 
situdes 1215-1790. Paris 1837; 
voi. 2. (1125 

Sieveking. Storia di Firenze. 
Studli sulla vita di un maestro 
d'arte non iscritto (unzùnftig). 
Amburgo 1844. .(fó(/.) (1120 

Lodala da Hegel. — Arriva lino ai 
tempi di Cosimo I. 

Porri G. La sconfitta di Mon- 
te aperti. Siena 1836. (1127 

Balbo C. Vita di Dante Ali- 
ghieri. Firenze , Le Monnier 
1853. (1128 

La più accreditata fra le molto esi- 
stenti. Versione inglese di Bunbury. 
Londra 1852, voi. 2. Si consulti an- 
che La vita di Dante' dì Missirini 
pubblicata da F. Longhena. Milano, 
Tendler 1844. Sull'epoca di Dante si 
vegga Hillebrand Dino Compagni, elu- 
de, liistorique et littéraire sur l'epo- 
que de Dante. Paris, Durand 1861. 

Tommaseo N. Il duca di Ate- 
ne. Milano, 2."' ediz., Sanvito 
1858. (1129 

Santarosa P. Storia del tu- 
multo de'Ciompi, avvenuto in 
Firenze l'anno 1378. Torino, 
Pomba 1843. (1130 

Accreditala. 

Reumont A. Tavole cronologi- 
che e sincrone delP istoria fio- 
rentina dal 307 al 1840. Fi- 
renze, Vieusseux 1841. (1131 

Accreditata. 
Lami G. Lezioni di antichità 
toscane e specialmente di Fi- 
renze. Ivi, Bonducci 1706; vo- 
lumi 2. (11.32 



Baldinucci. Vita di Filippo Bru- 
nellesco, architetto (ìorentino, 
pubblicata dal canonico More- 
ni. Firenze, Cagli 1812. (1133 

Canestrini G. Sulle relazioni 
commerciali dei Fiorentini coi 
Portoghesi avanti e dopo la 
scoperta del Capo di Buona 
Speranza. (1134 

Dissertazione nel terzo volume del- 
l'Appendice alla prima serie dell'ilr- 
chirio storico. 

Guicciardini F. Storia fioren- 
tina dai tempi di Cosimo de' 
Medici a quelli del gonfalo- 
niere Soderini. Firenze, Bar- 
bera 1859. (1135 

E il terzo volume delle Opere ine- 
dite di Francesco Guicciardini, pub- 
blicantisi ora in Firenze dai conti 
Piero e Luigi Guicciardini. Il volume 
quarto conterrà le legazioni del cele- 
bre storico. La pubblicazione è diretta 
dal Canestrini. Vedasi la recensione 
di L. Galeotti nel sesto volume della 
nuova serie dell'are/;, storico. 

Ricchissime sono le notizie sulla fa- 
miglia Medici, e Lilla le dice infinite. 
Potrà utilmente consultarsi in pro- 
posito la Serie d'autori d"operc riguar- 
danti la famiglia Medici, opera del ca- 
nonico Moreni pubblicata nel 1826 in 
Firenze , come altrove già si disse. 
Alcune d' esse sono scritte da stra- 
nieri, e senza dubbio le migliori sono 
quelle di Roscoe su Lorenzo e su 
Leon X. Fra gli scritti piii anticlii 
panno citarsi la vita, di Cosimo il 
Grande scritta da Fabroni, quella di 
Leon X del Giovio, ed i libri dell'Am- 
mirato. 

Galuzzi. Storia del granducato 
di Toscana sotto la casa de' 
Medici. Firenze, Cambiagi, 2.''' 
ediz. 1781; voi. 5. (1136 

Vers. francese di Mad. Keralio. — 
Anche Alessandro Dumas scrisse Sul 
governo, della Toscana sotto i Medici, 
e l'opera fu tradotta da G. Barbieri. 
Milano, Borroni e Scotti 1844. 

Tenhove. Memoirs of the house 
of Medici. London, Robinson 
1797; voi. 2. (1L37 



PARTE SECONDA 



1138-H50 



Cavalcanti Gio. SuH' esilio e 
siiiti'ionrodi Cosimo do' Medici 
l'antico, padre delia patria. 
Firenze, Magheri 1821. (1138 

Bottari. Elogio e ritratto di 
Cosimo de' Medici padre del- 
la patria. Padova. Crescini 
181U. ' (1139 

Roscoe. Life of Lorenzo de' Me- 
dici called the magni ficent. 
London, Creery 1800; volu- 
mes 3. ■ (1140 

Vi;rs. ita), di Mediorini. Pisa, Ca- 
puno 1810; voi. 4. Altra vers. ital. Fi- 
renze, Maglieri 1823 ; voi. 2. — Vors. 
Ic'cl. — Vers. frane, di Thurot. 

Criticai and historical il- 

lustrations oi' Lorenzo de' Me- 
dici. London 1822. (1141 

Vers. ila!, di V. Pecchioli. Firenze 
1823, voi. 2. 
Bertolini Salimbeni. Cronaca 
sulle ultime azioni di Lorenzo 
de'Mcdici, duca di Url)ino. Fi- 
renze, Cambiaci 178G. (1142 



F^ — Fe;no a Napoli 



Fra (jll autori anlichi, che tratta- 
rono dette storie del regno di Napoli, 
in generale, citiamo: ù. B. Caraffa, 
Napoli 158y {giunge fino al 1481) — 
S. Mazzetta , Nup. 1591. — G. A. 
Sunimonte, Nap. IGOl, voi. 4. — Pan- 
dotfo Cotlenuccio, Mambrino Roseo da 
Fabriano e Tommaso Costo, Venezia, 
Giunti 1613, 3 parti. — Francesco da 
Pietri, Nap. 1634. — Francesco Ca- 
pecelatro, Nap. 16i0. — Biagio Alto- 
mare, Nap. 167S. — Nicolò Partenio, 
Nap. 1713. — // Troìjli, Nap. 1747. 
=: Sugli scrittori napoletani in gene- 
re si j)Otranno consultare le opere di 
G. b. Tafuri Storia desili scrittori 
nati nel regno di Napoli. Nup. 1714-70, 
vot. 9 , e di Minieri Riccio Memorie 
storiche degli scrittori nati nel regno 
di Napoli. Nap., Puzziello 1844. Sugli 
storici napoletani in particolare, veg- 
gasi il libro di Soria cjui sotto in- 
dicalo. 



Giannone P. Storia civile del 
regno di Napoli, con note. 
Milano, Bettoni 1827; volu- 
mi 9. (ì1^a3 

Esistono moltissinie edizioni. Fra i 
più accaniti oppositori del generoso ed 
infelice Giannone Irovansi il gesuita 
Giuseppe S. Felice {Riflessioni, ecc., 
Roma 1728) e G. Bianchi frate luc- 
chese {Trattati due ecc. Roma, 1745). 
Il signor Tipaldo scrisse una bella vita 
del Giannone, ove si trovano raccolti i 
titoli delle sue opere maggiori e mi- 
nori, ed i titoli dello opere che con- 
tengono notizie su di lui. Trovasi nel 
settimo volume della Biografia. 

Pecchia. Storia civile e politica 
del regno di Napoli, per ser- 
vire di supplemento al Gian- 
none. Napoli 1783; volu- 
mi 2. (1144 

Manzi. Annotazioni sulla sto- 
ria del regno di Napoli del 
Giannone. Milano, Bettoni 
1834. (1145 

Costanzo Angelo. Storia del 
regno di Napoli. Ediz. ree. 
Milano, Coli, de' Classici 1805; 
voi. 3. (1140 

Capecelatro. Storia del reame 
di Napoli e di Sicilia. Ediz. 
ree. Pisa, Capurro 1821; vo- 
lumi 4. (1147 

Soria. Memorie storico-critiche 
dogli storici napoletani. Na- 
poli, tipogr, Simoniana 1781; 
voi. 2. (1148 

Corcia. Storia delle due Sicilie 
dalla più remota antichità (ino 
al 1789. Napoli 1847; volu- 
mi 4. (1149 

Opera non condotta a compimento. 
Sulla storia di Napoli nel medio-evo 
si consultino anche gli Annali critico- 
diplomatici della mezzana età di Ales- 
sandro Meo. Napoli 1795-1819, voi. 12. 

Pagano. Storia del regno di 
Napoli. Nap., Marotta 1839; 
voi. 3. (1150 

Vivenzio. Delle antiche provin- 



ì;o1-11G8 



IL iM EDIO-EVO. 



71 



eie del regno di Napoli e loro 
governo dalla decadenza del- 
l' impero romano lino a re 
Manfredi. Napoli 1808; volu- 
mi 2. (1151 

Valente D. Memorie storiche 
sulle Provincie napoletane dalla 
caduta dell'impero romano fino 
alla l'ondazione della monar- 
chia. Napoli 1847. (1152 

Camera. Annali delle Due Sici- 
lie dall'oi'igine della, monar- 
chia fino alla fine del regno 
di Carlo III Borbone. Napoli 
1841. (1153 

Arrighi. Saggio storico per ser- 
vire di studio alle rivoluzioni 
politiche e civili del regno di 
Napoli. Napoli 1809; volu- 
mi 3. (1154 

Garruccio. Napoli e sue vicende 
politico-storiche dalle origlili 
al regno di Ferdinando IV. 
Napoli 1849; voi. 2. (1155 

Nugnes M. Storia del regno di 
N;ipoli dall'origine fino a noi. 
Napoli, De Stelano 1840; vo- 
lumi 2. (1156 

Del Forno. Storia civile del re- 
gno di Napoli (compendio). 
Napoli 1838. (1157 

Tregain. Histoire du royaume 
des Deux Siciles. Paris, nouv. 
édit., Amyot 1857. (1158 

Capecelatro. Annali della città 
di Napoli. (1159 

Vedasi la recensione di Reuniont 
nell'ottavo voi. dell'Appendice alla 
prima serie AeW Ardi, storico. 

Grimaldi Geva. Della città 
di Napoli dalla l'ondazione a 
m)i. Memorie storiche. Napoli 
1857. (1160 

Cherrier. Histoire de la latte 
des i)apes et des cmpereurs de 
la maison de Souabe, ou Ta- 
bleau de la doniinatiou des 



princes de Staul'en dans le 
royaume des Deux Siciles. 
Nouv. (klition. Paris 1847; vo- 
lumes 3. (1161 

Schuitz. Monumenti artistici del 
medio-evo nella bassa Italia. 
Dresda 1860; voi. 4 con at- 
lante, (ted.) (1162 

Quest'opera, assai superiore in nic- 
rilo alla seguente di Huillard-Bréhol- 
les, fu condona a termine dojjO la 
molle deli'aulùre, da Quasi e da E. 
Streldke. Il primo voi. comprende le 
terre di Bari, Otranto, Capitanata o 
Basilicata; il secondo gli Abruzzi, Mo- 
lise , Terra di Lavoro , i Principati e 
le Calabrie; il terzo la citta di Na- 
poli; il quarto circa cinquecento do- 
cumenti sulle arti e gli artisti del 
medio-evo nella bassa Italia. 
Huillard-Bréholles. Recher- 
ches sur les monuments et 
r histoire des Normandes, et 
de la maison de Souabe dans 
l'Italie meridionale. Paris, Pan- 
coucke 1844. (1163 

Ediz. elegantissima, fatta a spese 
del munificente duca di Luynes. Ve- 
dasi la recensione di M. Amari nel 
primo voi. dell'Appendice alla prima 
serie ddì'Arch. storico. 

Tomacelli. Stoica de' reami di 
Napoli e Sicilia dal 1250 al 
1303. Napoli 1848; volu- 
mi 2. (1164 

Saint-Priest. Histoire de la con- 
quète du royaume de Naples 
par Charles d'Anjou. Paris, 
Amyot 1847; voi. 4. (1165 

Vedasi il cenno di A. Reumont nel 
sesto volume deli-Appendice alla prima 
serie dclV Arch. storico. 

De Cesare G. Storia di Man- 
fredi l'c di Sicilia e di Puglia. 
Napoli, De-Stefano 1837; vo- 
lumi 2. (11()6 

Riccio. Alcuni studii storici in- 
torno a Manfredi e Corradino 
diStaufen. Napoli 1853. (1167 

Genealogia di Carlo Id'An- 

giò. Napoli 1857. (1168 



72 



PARTE SECONDA 



1169-1184 



Giudice G. Codice diplomatico 
(li Carlo 1 e li d'Angiò, o Col- 
lozione de' documenti concer- 
nenti il governo del Napole- 
tano dal 1265 al 1309. Napoli 
1801. _(In corso). (11G9 

Crivelli Dom. Della prima e 
della seconda Giovanna regine 
di Napoli. Padova 1832. (1170 

Platen. Storia del regno di Na- 
poli dal 1414 al 1443 (epoca 
della seconda Giovanna). Fran- 
coforte 1833. (ted.) (1171 

Faccio. Vita di Alfonso il Ma- 
gnanimo, re di Aragona e di 
Napoli. Vers. dal latino nel- 
Fitaliano di Jacopo Mauro. Ve- 
nezia 1580. (1172 

Tomacelli D. Storia dil reame 
di Napoli dal 1458 al 1484. 
Napoli 1841. (1173 

Porzio C. La congiura de' ba- 
roni nel regno di Napoli con- 
tro il re Ferdinando I, ridotta 
alla vera sua lezione , e col 
seguito de' famigerati proces- 
si, per cura di S. d'Aloe. Na- 
poli 1859. (1174 

Vegf.'jasi la recensione anonima nel 
(lecimoterzo voi. della nuova serie del- 
VArch. storico. 

F^ — Sicilia — Sardegna — Genica. 

Fra gli antichi scrittori della sto- 
ria siciliana in generale citiamo il 
napoletano Giovanni Villani ; le de- 
che di Tommaso Fazello, Giuseppe 
Carile vale , Napoli, Salviani 1591; 
Giuseppe Costanzo Messina, Urea 
1613 ; Giuseppe Pancrazi , Napoli 
1751 ; F. M. Emanuele , Palermo , 
Bentivegna 1734 ; La cronologia di 
Francesco Aprile, Palermo 1725 ; Le 
memorie di G. Caruso, Palermo n^Ù , 
voi. 6; Ugone Falcando, Parigi 1550. 

Ricche miniere di notizie storiche 
sulla Sicilia sono la Bibliolheca histo- 
rica Sicili;c, del Caruso, Palermo 
1723, voi. 2, continuata nel 1792 da 
G. Rosario, e pel pcì'iodo della do- 



minazione araba la bellissima Biblio- 
W.c'd Arabo-Sicula dell'Amari, Lipsia, 
Brockhaus 1856, della renale scrisse 
la recensione A. Vanmwci nel volume 
sesto dell' Archivio storico. Quanto 
alla storia letteraria della Sicilia in 
generale , si consulti la Bibliografìa 
dei Narbone , Palermo, Pedone 1856, 
voi. 4; ed il Mongitore Bibliolheca Si- 
cilia, Palermo 1708-14, voi. 2. 

Blasi e Gambacorta. Storia 
civile del regno di Sicilia. Pa- 
lermo 1811-21; voi. 17.(1175 

Biundi. Storia siciliana dai pri- 
mi tempi fino al 1814. Paler- 
mo, Grimaldi 1857. (1176 

Saranno otto volumi. 

Hoyer. Storia della Sicilia nei 
tempi antichi e nel medio-evo. 
Quedlinl3urgol838.(/6'(/.)(1177 

Palmieri. Somma della storia 
di Sicilia. Palermo 1850. (1178 

Spata. Monumenti storici di 
Sicilia tratti dall' epistole de- 
gli autori antichi. Palermo 
1853. (1179 

Ferrara. Storia generale della 
Sicilia. Palermo, Dato 1830-38; 
voi. 9. (1180 

Maggiore N. Compendio della 
storia della Sicilia. Palermo. 
2.'"^ ediz., Abbate 1834. (1181 

Pasquali. Ristretto delle storie 
di Sicilia dai primi tempi l'ino 
al 1815. Palermo, Tripodo 
1850; voi. 2. (1182 

Rosario di Gregorio. Conside- 
razioni sulla storia della Sici- 
lia dai Normanni a noi. Pa- 
lermo 1816; voi. 7. (1183 

L'Emiliani-Giudici loda assai questo 
libro e lo chiama una vera storia quale 
richiedevasi dal progresso dello scibile, 
cioè una storia iìlosofica della civiltà 
del paese. L'autore fu, secondo l'Emi- 
liani, il più dotto ed elegante scrit- 
tore che producesse la Sicilia ne' tempi 
recenti. 

Orlando. Codice di leggi e di- 
plomi siciliani del medio-evo. 
Palermo, Pedone 1857. (1184 



11 So -1202 



TL MEDIO-EVO. 



73 



Amari M. Storia dei Musul- 
mani in Sicilia. Firenze , Le 
Mounier 1854-58; voi. 3. (H85 

Accrerlilatn. 

Carte de la Sicile moder- 
ne, comparée avec la Sicile 
au 12.mo siede. Paris , Plon 
1859. (1186 

Marforana. Notizie storiche 
dei Saraceni siciliani. Palermo 
1832; voi. 2. (1187 

Vedasi anche l'opera dello storico 
arabo Ibii Kaldoun soUo la rubrica 
Maometto, e l'opera di Ajroldi Codice 
diplomatico di Sicilia sotto il governo 
dej,'li Arabi. Palermo 17s9; voi. 6. 

Bazancourt. Histoire de la Si- 
cile sous la domination des 
Normands, depiiis la conquète 
de l"ìle jusqu'à la monar- 
chie. Pari.s, Amvot 1846; vo- 
lumi 2. ^ (1188 

Knight. The Normans in Sicily. 
London, with atlas 1838. (1189 

Lanza. Della dominazione degli 
Svevi in Sicilia, cenni storici 
e letterarii. Palermo, Pedone 
1832. (1190 

Winckelmann E. De regni si- 
culi administratione qualis fue- 
rit regnante Fridericus II Ro- 
manorum imperatore. Beroli- 
ni, Mittler 1859. (1191 

De Renzi. Il secolo decimoterzo 
e Giovanni da Procida. Napoli, 
Vaglio 1860. (1192 

Opera scritta con buon stile ma con 
critica non sempre sufficiente. Vedasi 
la recensione di De Rossi nella Rivi- 
sta italiana del 16 dicembre 1861. 

Rubieri. Ricerche critiche su 
Giovanni da Procida. Firenze, 
Barbera 1856. (1193 

Buscemi. Saggio storico sulla 
vita pubblica e privata di Gio- 
vanni da Procida. Palermo 
1836. (1194 

Amari M. La guerra del vespro 

BIBL. — 10 



siciliano. Firenze, Le Monnier 
1851. (1195 

Opera preziosa per la storia d'Ita- 
lia nel periodo 1250-1303. È scritta 
con erudizione, con eleganza, con sen- 
timenti libéralissimi. Versione ted. di 
Schroeder. Lipsia 1851; voi. 2. Esiste 
anche una versione inglese edita dal 
conte di Ellesmerc. Londra 1850. 

ChantreL Les vèpres sicilien- 
nes. (1196 

Vedasi il cenno di M. Amari nel 
primo volume dell'Appendice alla pri- 
ma serie deWArchivio storico. 



Manno. Storia antica e moderna 
della Sai^degna. Nuova edi- 
zione. Firenze , Le Monnier 
1860. (1197 

Esistono varie edizioni anteriori ma 
meno pregiate. — Vedasi la recensione 
di Scorabelii nel (juarto voi. dell'Ap- 
pendice alla prima serie ddV Archivio 
storico. 

Martini. Compendio della sto- 
ria della Sardegna. Cagliari, 
Timon 1855. (1198 

Accreditata. — Vedasi la recensione 
anonima nel secondo voi. della nuova 
serie dcWArcìi. storico. 

Mimaut. Histoire de la Sar- 
daigne ancienne et moderne. 
Paris 1825; voi. 2. (1199 
Fra le opere antiche, su questo ar- 
gomento, si consulti il Gajano. Ca- 
gliari, Stamp. reale 1777; voi. 2. 

Gambiagi. Storia del regno di 
Sardegna, Firenze, Cambiagi 
1775. (1200 

Martini. Sulle invasioni degli 
Arabi nella Sardegna. Cagliari, 
Timon 1861. (1201 



Gregorovius. Storia dei Còrsi. 
Fir., Le Monnier 1857. (1202 
Versione inglese di Muir. Londra ; 
voi. 2. 



PARTIi SECONDA 



1203-1207 



Filippini A. Storia di Corsica, 
libri tredici fino al 1594. Ediz. 
roc. colla continuazione fino 
al 1770 di Degregori, e con 
documenti inediti. Pisa, Ca- 
purro 1822-32; voi. 5. (1203 

Vedasi anche quella Ji Reiiucci. Ba- 
stia 1834; voi 2. 



Jacobì. Histoire generale de la 
Còrse, depuis les premiers 
temps. Paris 1835; volu- 
mes 2. (1204 

Gambiagi. Storia del regno di 
Corsica. Livorno 1770; volu- 
mi 4. (1205 



G 



Il medio— evo in Francia. 



(Comprese le opere generali sulla storia di Francia e quella delle sue 
principali provincie). 



La hihlioqrafia tenuta in Francia in 
altissimo conto vi ebbe in questo se- 
colo infaticabili e dotti cultori, (^uali 
sono Brunet, Quérard , Lelong, De- 
Bure , Barbier, Benouard , Pcignot , 
Van Praet, Lairc, Daunou, Boulard, 
Psaume, etc. Fra tante ricchezze noi 
citiamo soltanto que' lavori die piii, 
direttamente concernono la scienza 
storica. 

Per ordine dell'imperatore il dipar- 
timento degli stampati presso laBiblio- 
teca imperiale parigina, pubblica il 
catalogo generale delle opere risguar- 
danti la storia di Francia. Abbraccia 
otto vo!umi, ed è indispensabile per 
chi ami conoscere tutto quello che in 
fatto di storia francese racchiude la 
ricchissima biblioteca. Il signor A. 
Girault de S. Fargeau jjubblici) nel 
1845 in Parigi coi tipi di Firmino 
Didot una diligentissima Bibliogra- 
phie historique et topographique de 
la France contenente dodicimila titoli 
di opere sulle diverse città e borghi 
della Francia , comparse in Francia 
dall'origine della stampa fino aH84r>. 
La prima parte abbraccia un gran 
numero di opere, ora affatto antiquate 
sulla storia, geografia, anticìiità, co- 
slumi delle antiche Gallie. Le altre 
parti si suddividono per oì^dine alfa- 
betico delle aìitiche provincie, poi se- 
comlo i dipartimenti che da esse si 
formarono. 
Oltre queste due ed il capolavoro di 



Brunet da noi citato nella nota alla 
prefazione , tornerà titile l' additare 
qui, siccome importantissima, fra le 
moderne bibliografie francesi, quella di 
Quérard intitolala la France liltérai- 
re. Paris, Didot 1827-39; voi. 10, e 
(luella di Lelong die porta per titolo: 
Bibliothcquc historique do la France. 
Quest'ultima, continuata da insigni 
bibliofili, annovera 50,000 titoli sulla 
storia di Francia, e fu pyubblicala dal 
1768 al 1778 in voi. 5. È un lavoro di 
straordinaria diligenza e senza dub- 
bio la piii completa raccolta di cose 
storiche relative alla Francia. 

Recueil des historiens des Gau- 
les et de la France. Paris 
1852-56, public par Guigniaut 
et Wailly. Imprimerle impe- 
riale. (1206 

Opera vasta e costosa, pubblicata per 
disposizione sovrana. 

Guizot. CoUection de mémoires 
relatifs à Thistoire de Franco 
depuis la fondation de la mo- 
narchie justiii'au 13.""^ siede, 
avec une introduction. Paris; 
voi. 31. (1207 

CoriliiMii- i cronncisli Gregorio di 
Tours, Fredegario, Eginardo, etc, etc. 

Martin E. Histoire de France 
depuis les temps reculés jusqu' 



i 208- 1220 



IL MEDIO-EVO. 



75 



en 1789. 4.mp édition. Paris, 
Furne 1859; voi. 16. (1208 

Opera premiala dall'Accademia fran- 
cese e preferibile ad ogni altra. 

Lavallée. Histoire des Francais 
depuis le tenips des Gaulois 
jusqu'cn 1830. 13.meédit. Pa- 
ris, Charpcntier 1860 ; volu- 
nies 4. (1209 

Bonnechose. Histoire de Fraii- 
ce depuis Torigine jusqu'à nos 
jours. 11. m« édit. Paris, Didot 
1859; voi. 2. (1210 

Accreditata e tradotta in inglese da 
Robson. 

Anquetil. Histoire de France 
depuis les Gaulois jusqu'à la 
mort de Louis XVI, continuée 
par Levnadier. Paris 1857; 
voi. 6." (1211 

Gabourd A. Histoire de France 
jusqu'à nous. Paris, Lecoffre 
1859, 6.me édit.; voi. 3. (1212 

La medesima più dilTiisa in 20 volumi 
pubblicasi dai fratelli Gaume, e costa 
100 franclii. 

Sismondi S. Histoire des Fran- 
cais. Editioii nouvello. Paris 
1821-43; voi. 31. (1213 

Vers. ital. di L. Rossi e C. M. Massa 
nella Biblioteca storica di Bettoni. Mi- 
lano e Capolago 1822-40; voi. 30. Il 
trentesimo volume contiene la conti- 
nuazione scritta da A. Renée, dall'av- 
venimento al trono di Luigi XVI fino 
alla convocazione degli stati generali 
nel 1789. 

Pierrot. Histoire de France de- 
puis Ics premiersàges jusqu'en 
1848. Angers 1858; volumi 
15. (1214 

Laurentie. Histoire de France. 
Paris, Lagny 2.J'^ édit. 1858; 
voi. 8. (1215 

Michelet G. Précis de l'histoire 
de France, jusqu'à la revolu- 
tion. Paris 7.ineéd.l842. (1216 

Duruy V. Abregé de l'histoire 
de France depuis les temps 
reculés jusqu'en 1814, avec 



une carte. Paris 1857, 2.(ie 
édit.; voi. 3. (1217 

Lefranc. Histoire de France de- 
puis la Caule jusqu'en 1830. 
lO.m*? édit. Paris 1857; volu- 
mcs 2. (1218 

ClausoIIes. Histoire élénientaire 
de France depuis les Gaulois 
jusqu'à nous. 9.mo édit. Paris 
1853. (1219 

Schmidt. Storia di Francia. Aiìi- 
burgo 1835; voi. ±{ted.) (1220 

White I.Historyof France l'rom 
the earliest tinies to 1860. 
2.d edit. London, Blackwood 
1860. (1221 

Guizot. Histoire de la civilisa- 
tion cn France depuis la chute 
de Tempire romain. Paris, Di- 
dier 1859; 7.me édition; vo- 
lumes 4. (1222 

Assai accreditata. 

Essai sur l'histoire de Fran- 
ce. Paris, Didier, 9.me édit. 
1857. (1223 

HeHo. Philosophie de l'histoire 
de France. Paris 1840. (1224 

Premiata dall'Accademia francese. 
Thierry Ag. Lettres sur l'hi- 
stoire de la France: dix ans 
d'études historiques. Nouv. 
édit. Paris, Furne 1859. (1225 

Vers. ital. Milano, Valentini 1843. 

Mably. Obscrvations sur l'hi- 
.stoire de France. Edit. revue 
par Guizot. Paris 1823; volu- 
mes 3. (1226 

Chateaubriand F. A. Analyse 
raisonnée de l'histoire de Fran- 
ce. Bruxelles 1853; voi. 2. (1227 

Raynouard. Histoire du droit 
municipal en France. Paris 
1829; voi. 2. (1228 

Dulaure. Histoire de Paris. Pa- 
ris 1838; voi. 8, avecatlas. (1229 

Giguet. Histoire militaire de la 



76 



PARTE SECONDA 



1230-1231 



Franco. Paris, Hachette 1849; 
voi. 2. (1230 

Opera premiata ed adottata dal mi- 
nistero della jjuerra in Francia. 

Sicard. Histoire des institutions 
militaires de la France depuis 
la londation de la monarchie 
jusqu'(Mi 1826. Paris, Anselin 
1831;vol.4, avecatlas. (1231 

Mazas. Vies des grandes capi- 
taines francais du moyen-àge. 
Paris, a.me'édit. 1845; volu- 
mes 5. (1232 

Histoire de l'armée francaise et 
de tous les régiments depuis 
Ics premiers temps,par A. Pa- 
scal, le colonel B rafia ut, et le 
capitaine Sicard. Édition illu- 
strée. Paris, Barbier 1854-7 ; 
voi. 6. (1233 

Crollalanza. Storia militare di 
Francia. Fano,Lana 1857.(1234 

Vedasi la recensione di Scarabei li 
nel 6.° volume della nuova serie del- 
V Archivio storico. 

Fieffée. Histoire des troupes 
étrangères au service de la 
France, y compris les régi- 
ments des pays conquis à 
répoque de la république et 
de l'empire. (1235 

Versione tedesca di Carneville, Mo- 
naco 1857; voi. 2, con carte. 
Gfròrer. Storia dei Carolingi 
d'occidente ed oriente, dalla 
morte di Lodovico il Pio a 
quella di Corrado I. Friburgo 
1848 ; voi. 2. (tecl.) (1236 

Accreditata. Per la storia dei Caro- 
lingi è utilissimo il lavoro diBòhmer 
Regestct, Carolorum. Francofone 1833. 
Contiene in brevi estratti i documenti 
di tutti i Carolingi. 

EUendorfiP. I Carolingi e la ge- 
rarchia de' loro tempi. Essen 
1839 ; voi. 2. {(.ed.) (1237 

Sporschìl. Carlo Magno, il suo 
regno, e la sua casa. Brun- 
swick 1846. (fed.) (1238 

Veggasi anclie la Vitti di Cario 



Magno scritta da Ideler. Amburgo 
1839; voi. 2. (led.) 

Nisard. Histoire de Charlema- 
gne. Paris 1843. (1239 

Gapefigue. Charlemagne. Bru- 
xelles 1841 ; voi. 2. (1240 

Versione italiana di Toccagni. Milano, 
Reina 1842. 

Dippoldt. Vita di Carlo Magno. 
Tul)iMga 1812. (ted.) (1241 

Ledebur. Esame critico sulle 
campagne di Carlo il Grande. 
Berlino 1829. (ted.) (1242 

Lorentz. De Carolo Magno Fran- 
corum rege , litterarum fau- 
tore. Halle 1828. (1243 

L'autore pubblicò l'anno dopo, nella 
stessa città la Vita di Alcuino. {ted.) 

Monnier F. Alcuin et son in- 
fluence littéraire et politique 
chez les Francs. Paris, Durand 
1853. (1244 

Foss. Lodovico il Pio prima 
della sua accessione al trono. 
Berlino 1858. (ted.) (1245 

Frantin. Louis le Pieux et son 
siede. Paris 1840; voi. 2. (1246 

Himly.Wala et Louis le Debon- 
naire. Paris, Didot 1849. (1247 

Heyer. De intestinis, sub Lu- 
dovico Pio ejusque filiis in 
Francorum regno certamini- 
bus. Miinstcr 1858. - (1248 

Schwarz. La guerra civile ai 
tempi di Luigi il Pio ed il 
trattato di Verdun nel 843. 
Fulda 1843. {ted.} (1249 

Vedasi anche il libro di Funck : Lo- 
dovico il Pio, e la ripartizione del 
qr aride impero franco. Francol'ortc 
1832. (ted.) 

Wenck. Il regno de' Franchi 
dopo il trattato di Verdun Del- 
l' anno 843. 1851. (fórf.) (1250 

Borgnet. Sur le règne de Char- 
les IV le Simple. roi de Fran- 
ce. (1251 

Gallois. La lutto des dei-niei's 



1252-127C 



IL MEDIO-EVO. 



77 



* Carlovingiens et dos promiers 
Caix'ticns. Paris 18o3. (1252 

Gapefigue. Hugues Capet et la 
troisième race des rois de 
Fraiice jusqu'à Philippe Au- 
guste, 987-1180. Paris 1836; 
voi. 4._ (1253 

Huguenin. Suger et la monar- 
chie franeaise au XII siècle. 
Paris, Dezobry 1857. (1254 

Gapefigue. Histoire de Philippe 
Auguste roi de Franco. Paris 
1842; voi. 2. (1255 

Opera premiata (couronné) dairAcca- 
domia francese. È la migliurc fra lo 
tante cose storiche di Capeflguc. 

Ghampagnac. Philippe Auguste 
et_son siècle. Paris 1847. (1250 

Delisle. Catalogne des actes de 
Philippe Auguste roi de Fran- 
ce. Paris 1857. (1257 

Poignant. Histoire de la con- 
qucte de Normandie par Phi- 
lippe Auguste en 1204. Paris 
1854. (1258 

Gapefigue. Histoire constitutio- 
nelle et administrative de la 
France depuis la mort de Phi- 
lippe Auguste. Paris 1830 ; 
voi. 2. (1259 

Vaublanc. La France aux temps 
des croisades, ou Recherches 
sur le XII et XIII siècle. Pa- 
ris 1844; voi. 2. (1260 

Scholten. Storia di Luigi IX il 
Santo, re di Francia. Miinster 
1855; voi. 2. Ued.) (1261 

Le Nain de Tillemont. Vie de 
Saint Louis publiée jjar de 
Gaulie. Paris 1847; voi. 2.(1262 

Villeneuve-Bargemont. Histoi- 
re de s. Louis roi de France. 
Paris 1836 ; voi. 3. (1263 

Boutaric E. La France sous 
Philippe le Bel, étude sur les 
institutions dumovenàge. Pa- 
ris, Plon 1861. " (1264 



Lessmann. Il re Filippo il Bello 
ed Alfonso Albuquerque. Ber- 
lino 1829. (ted.) (1265 

Nel primo volume dei suoi « Quadri 
biografici. » {ted.) 

Géraud. Paris sous Philippe le 
Bel. Paris 1837. (1266 

Monmerque. Dissertation histo- 
rique sur Jean I roi de France 
et doNavarre.Paris 1844. (1267 

Barthelemy de Beauregard. 
Histoire de Charles V, roi de 
France. Paris 1843. (1268 

DuvalPineau. Histoire de Fran- 
ce sous le l'ègnede Charles VI 
le Bienaimé. Paris 1842. (1269 

Vallet de Virville. Histoire de 
Charles VII roi de France, et 
de son epoque (1422-61). Pa- 
ris, Renouard 1862. (1270 

Finora il_ primo volume. 

Dansin. Études sur le gouver- 
nement de Charles Vllde Fran- 
ce. Strassbourg 1857. (1271 

Basin. Histoire des règnes de 
Charles VII et Louis XI pu- 
bliée par Quicherat. Paris 
1857; voi. 3. (1272 

EiJiziorie recente di un antico storico. 
Barthelemy de Beauregard. 
Histoire de Jeanne d'Are la 
Pucelle, heroine de France. Pa- 
ris 1847; voi. 2. (1273 

Vi è aggiunta una nota di più di 
mille scritti su questo interessante per- 
sonaggio della storia. Parecchi fra di 
essi pubblicaronsi in Francia negli 
ultimi due decenni. 

Delort. Essai critique sur l'hi- 
stoire de Charles VII, d'Agnés 
Sorel et de Jeanne d'Are. 
Paris 1823. (1274 

Barante. Histoire de Jeanne 
d^\rc. Paris, Didier 1859.(1275 

Sickel T. Giovanna d'Arco la 
Pulc(!lla d'Orleans. Vienna, 
Gcrold 1861. {ted.) (1276 

Dissertazione estratta dal Giornale 
storico che si pubblica a Monaco. 



78 



PARTE SECONDA 



Grollalanza. Origine e gesta 
di Giovanna d'Arco. Narni, 
Gattamelata 1859. (1277 

Accennando quest'opera d'un conna- 
zionale, confessiamo di non poter am- 
mettere le sue opinioni suli' origine 
italiana della Pulcella. 

Liskenne. Histoire de Louis 
XI roi de Franco. Paris 1830; 
voi. 2. (1278 

I numerosi scritti pubblicati su que- 
sto sovrano fondansi quasi esclusiva- 
mente sulle Memorie dello storico fran- 
cese Filippo da Commines,che stam- 
pate in Parigi nei primi anni del XVI 
secolo, furono poi tradotte in tedesco, 
inglese, spagnuolo, olandese, latino, e 
da diversi nell'italiano. Citiamo fra le 
versioni italiane quella di L. Conti, 
pubblicata anche in Milano nel 1601. 

Memoirs ot" Pliilipp de Commi- 
nes, or the history of Lotus 
XI, Cliarles Vili, and Clìarles 
the bold of Burgundy. Edited 
by Scoble. London 1855 ; 
voi. 2. (1279 

Edizione recente ed accurata dell'o- 
p(.'ra del Coriimines. 

Segur. Histoire de Charles Vili 
roi de Franco. Paris 1835 ; 
voi. 2. (1280 

Barante. Histoire des ducs de 
Bourgogne de la maison de 
Valois, Ì3GÌ-1477. Paris, 8.ni« 
édit.Garnierl859;vol.8.(1281 

Esiste una edizione di Milano, Stella 
1813; voi. 6;, nella lingua originalo. 

Rodt. Le guerre di Carlo il 
Temerario duca di Borgogna. 
Sciaffusa 1844; volumi 2. 
(ted.) ^ (1282 

Gingins la Sarraz. Dépéches 
des ambassadeurs milanais sur 
les campagnes de Charles le 
Hardi due de Bourgogne de 
1474-77. Genève, Cherbuliez 
1858; voi. 2. (1283 

Vedasi la recensione di Rotondi nel 



1277-1294 

nuova serie del* 



sesto volume della 
VArchivio storico. 

Bussièrre. Histoire de la ligue 
formée contre Charles leTémé- 
raire. Paris, Sirou 1845. (1284 

Sickel T. La Francia e la Bor- 
gogna circa la metà del XV 
secolo. Vienna, Gérold 1858. 
(ted.) (1285 

Rossìgnol. Histoire de la Bour- 
gogne pendant 1476-83. Dijon 
1853. (1286 

Licquet. Histoire de la Nor- 
mandie depuis les temps plus 
reculés jus(iu'à la conquéte 
de l'Angleterre. Rouen 1835; 
voi. 2. (1287 

Depping. Histoire de la Nor- 
mandie sous le règne de Guil- 
laume le conquérant et ses 
successeurs, jusqu'à la réu- 
nion à la France. Rouen 1835; 
voi. 2. (1288 

Fallet. Histoire des ducs deNor- 
mandie. Limoges 1853. (1289 

Roujoux. Histoire des rois et 
ducs de Bretagne. Paris 1829; 
voi. 4. (1290 

Begin. Histoire des duchés de 
Lorraine et de Bar, et des trois 
évéchés. Nancy 1834 ; volu- 
mes 2. (1291 

Haussonville. Histoire de la 
réunion de la Lorraine à la 
France. Paris, Levy, 2. de édit. 
1860; voi. 4. (1292 

Boyer. Histoire d'Alsace jus- 
([u'à nous. Strassbourgl855; 
voi. 3. (1293 

Arbois de Jubainville. Histoi- 
re des ducs et des comtes de 
Champagne. Paris , Durand 
1861; voi. 2 (in corso). (1294 



1295-1306 



IL MEDIO- EVO. 



79 



H 



li medio— evo in Ine:lailterra. 



(Comprese le opere fjenerali sulla storia d' Inghilterra e quella di 
Scozia ed Irlanda). 



Fra le opere bibliografiche antiche 
e moderne di cui va ricca l'hujhil- 
terra citiamo qui come la miylioì-e 
quella di Lownilcs: The bibliographers 
manual of english literature contai- 
iiing an account of useful books pu- 
blished in, or relating lo England and 
Ireland from the invention of prin- 
ting. London 1834, voi. 4. E pel pe- 
riodo anglo-sassone in 2ìarticolare ad- 
durremo la Bibliolhéque anglo-saxon- 
ne, pubblicata a Parigi nel 1837 da 
F. Michel (Silvestre). 

Hume. History of England from 
the invasion by Cesar to the 
revolution of 1688. Continued 
to 17G0 by Stebbing, and to 
1820 by Aikin, Adolphus ctc. 
London, Piekering; voi. 13. 
(1295 

Esistono moltissime edizioni. — Ver- 
sione italiana di Clerichetli. Milano, 
Bt'lloni 18:2o; voi. 8. — Vors. frane, 
di Campcnon. Parigi 1826; voi. 21. 

Lingard. The history of En- 
gland. London, 6.th edit. 1854; 
voi. 10. (1296 

Vcrs. ital. di Gregori. Roma 1828-36; 
voi. 12. — Vers. francese di Wailly. 
Parigi 1844. 

Hallam. The constitutional hi- 
story of England. London , 
7.ili edit., Murray 1854 ; vo- 
lumes 3. (1297 

Assai accreditata. — Vers. ital. di 
d'Ondes Reggio. Torino, nella Biblio- 
teca popolare di Pomba 1856; voi. 4. 

Philippe G. Storia dell' Inghil- 
terra , con speciale riguardo 
alia legislazione. 18:27; voi. 2. 
(ted.) (1298 

Accreditata. 



Tomlins. History of England 
cornbining the various histo- 
ries of Hume , SmoUet, Tur- 
ner , Lingard , Hallam , etc. 
London 1856; voi. 3. (1299 

Knight C. The popular history 
of England from the earliest 
period to our times. London, 
Bradburyl859; voi. 6. (1300 

Accreditata. 

Knightley. History of England. 
London, ^e^v edition, 1853; 
voi. 2. (1301 

Vers. ted. di Demmler. Halle 1850; 
voi. 2. 
Mackintosh. The history of 
England from the earliest ti- 
mes to the reformation. New 
edit. Lond. 1854; voi. 2. (1302 

L'edizione di Longman nella Cyclo' 
pedia di Lardner è in dieci volumi. 

Bonnechose E. Histoire d'Aii- 
gleterre jusqu'à l'epoque de 
la revolution francaise. Paris, 
Didier 1859; vol.'4. (1303 

Goldsmith. History of England, 
wìih the continuation down 
to 1808, by Coote. Paris, Bau- 
dry 1839. (1304 

Markham. History of England 
from the invasion by the Ro- 
mans to 1838. London 10."' 
edit. 1843. (1305 

Cooper. History of England 

from the earliest period to 

the present tinte, 22. il' edit. 

London, Harris 1830. (1300 

Citiamo questo brevissimo compen- 



80 



PARTE SECONDA 



1307-1329 



dio perchè eseguilo secondo il piano 
del celebre conte di Chesterfiekl, e per 
la grande diffusione che trovò presso 
gli Inglesi. 

Dickens C. History of England 
abridged. (1307 

Vers. ted. Berlino 1853. 

Lingard. History of England 
from Cesar to James II, abrid- 
ged and continued by Sadler. 
Paris 1836. (1318 

Palgrave. Rise and progress of 
the english commonwealth in 
the anglo-saxon period. Lon- 
don 1832. (1309 

Wright. On the civilisationin En- 
gland, during the anglo-saxon 
period. London 1839. (1310 

Pauli.Vita di re Alfredo il Gran- 
de. Berlino 1851. (fcf/.) (1311 

Versione inglese di Wright. London, 
Benlley 1852. Bella edizione che con- 
tiene anche varii frammenti degli scritti 
di Alfredo nelToriginale anglo-sassone. 

Weiss. Storia di Alfredo il Gran- 
de. Sciaffusa ì8o±{ted:) (1312 

Stolberg. Vita di Alfredo il 
Grande, ited.) (1313 

Vers. frane, di Duckett. Parigi 1831. 

Lorentz. Storia di Alfredo il 
Grande. 1828. (ted.) (1314 

Luard. Life of Edward the 
confessor. London, Longman 
1858. (1315 

Lappenberg. Storia d' Inghil- 
terra sotto i re normanni , 
dalla battaglia di Hastings fino 
all' accessione della casa dei 
Plantageneti, 1060-1154. 1837; 
voi. 2. (ted.) (1316 

Assai accreditata. — Vers. inglese 
di Thorpe. Londra 1857. 
Thierry Aug. Histoire de la 
conquète d'Angleterre par les 
Normands , de ses causes et 
de ses suites. Noiiv. édit. Pa- 
ris 1859; voi. 2. (1317 

Accreditata come tutte le opere di 



questo celebre storico. Vers. ital. di 
Cusani. Milano, Pirotta 1837; voi. 3. 
— Versione ingl. di Hazlitt. Londra 
1856; voi. 2. 

Worsaae. Le migrazioni de'Da- 
nesi in Inghilterra, Scozia ed 
Irlanda, (danese) (1318 

Versione tedesca. Lipsia 1853. 

Abbot J. Life of William the 
conqueror. New edit. London 

1853. (1319 
Roscoe. Life of William the con- 
queror. London 1848. (1320 

Rule. History of Richard I with 
the affairs of Henry II and 
Thomas a Becket. London 

1854. (1321 
Giles. Life and letters of Tho- 
mas a Becket. London 1846; 
voi. 2. (1322 

Ozanam.Dcuxchanceliers d'An- 
gleterre Bacon de Verulam et 
Thomas Becket de Cantorbe- 
ry. Paris 1836. (1323 

James. History of the li fé of 
Richard Coeiir de Lion, king 
of England. London , Saun- 
ders, 2.d edit. 1855; volu- 
mes 2. (1324 

Aytoun. The life and times of 
Richard I surnamed Cocur de 
Lion. London , new edition , 
1856. (1325 

Abbot J. History of Richard the 
first, king of England. Lon- 
don 1857. (1326 

Todière. L'Angleterre sous les 
trois Edoiiards des Plantagé- 
nets, 1272-1377. Tours , 2.dc 
édit. 1854. (1327 

History of the life and reign 
of king Edward IL London 
1713. (1328 

Poetevin de la Croix. Histoire 
des expéditions militaircs d'E- 
do uard HI et du prince Noir. 
Bruxelles 1854. (1329 



i;3;3(J-13o4 



IL MEDIO-EVO. 



81 



Vidalin. Edoiiai'd III et la ré- 
gcnce, essai sur les maurs du 
14.me siedo. Paris 1843. (1330 

James. Hislory of the lite of 
Edward the Ijlack prince, and 
of various eveiits connccted 
therewith. London 1839. (1331 

Abbot J. Ilistory of king Ri- 
chard II of England. London 
1838. (1332 

Hubert. England in the days 
of John Wicliffe. Thetford 
1849. (1333 

Brougham (lord). History of 
Enghind under the house of 
Lancaster. London, new edit., 
Griffin 18GI. (1334 

Edgar. Stories of the struggle 
of York and Lancaster, or tlie 
wars of the roses. London , 
Clarke 1861. (1335 

Biondi. Storia delie guerre ci- 
vili d' Inghilterra tra le due 
case di Lancastro e di York 
dopo Riccardo II fino ad Ar- 
rigo VII , 1400-85. Venezia 
1037; voi. 3. (1336 

Libro a quell'epoca accreditatissimo, 
volto dalia nostra in parecchie fa- 
\elle straniere. 

Cole C. A. Memorials of Henry 
the lifth king of Endand. Lon- 
don, Longman 1859. (1337 

Tytier. Menioirs on the lite of 
Henry V as prince of Wales 
and king of England. London 
1838; voi. 2. ^ (1338 

Nicolas H. Histoi'y of the battle 
of Agincourt and the expe- 
dition of Henry the fìfth info 
France. London 1831. (1339 

Beale. Richard III and his times. 
London 1844. (1340 

More. Historv of Richard III. 
Chiswick 1821. (1341 

Hutton. The battle of Bos\vorth 
Field J)ct\veen Richard IH and 



Henry of Richmond. London, 
2.fi edit. 1813. (1342 

Bùdinger. Re Riccardo III d'In- 
ghilterra. Vienna, Gerold 1858. 
{tcd.) (1343 

Gordon. History of Ireland , 
down to the union with Great- 
Britain. London 1806 ; volu- 
mes 2. (1344 

Vers. frane, di La Montagne. Paris 
1808; voi. 3. 

Moore T. The history of Ire- 
land. New edit. Paris 1837; 
voi. 3. (1345 

Keating. The history of Ireland, 
from the earliest period , to 
the english invasion. New 
York 1857. (1346 

Leland T. History of Ireland. 
New edit. London, Bavnes : 
voi. 3. C1347 

Robertson. Historv of Scotland. 
London, 11.»'' edit. 1788; vo- 
lumes 2. (1348 

Versione ita!. Milano, Bettoni 1828; 
voi. 2, e Palermo, Garofalo i838. 

Tytier P. Historv of Scotland. 
Edimburgh 1828-40 ; volu- 
nies 8. (1349 

Wright. History of Scotland 
from the earliest period to 
the present times. London 
1836. (1350 

Dalrymple D. Annais of Sco- 
tland. London, Longman; vo- 
lunics 3. (1351 

Pinkerton. An inquiry info the 
history of Scotland preceding 
the reign of Malcolm HI. Edim- 
burgh 1814; voi. 2. (1352 

Innes. Scotland in the middle 
ages, sketches of early scotch 
historv. Edimburgh, Hamilton 
IMOO. ' (1353 

Scott G. Hislorv of Scotland 
abridged. " (1354 

Versione ital. Milano, Crespi 1836; 
voi. 2. 



PARTE SECONDA 



1355-1362 



Strickland. Lives of the quceiìs 
of Eiigland, from the norman 
conquest. London, Bhickwood 
1856; voi. 8. (1355 

Woodward. History of Wales. 
London 1853 ; voi. 2. (1356 



Hunter. The history of London. 
London 1811; voi. 2. (1357 

Vedasi anche quella ili Alien stam- 
pata a Londra da Virtue in quattro 
volumi. 



I 



Il medio— evo in Grermania. 



(Comprese le opere generali sulla storia di Germania, e quella dei 
suoi principali stati attuali). 



La Germania è doviziosa di ope- 1 
re bibliografiche generali e parziali. 
Oltre i cataloghi universali delle 
nuove pubblicazioni esistono i cata- 
loghi speciali per le singole scienze. 
Nella nota alla prefazione abbiamo 
citata l'eccellente Bibliotheca historica 
che pubblicasi a Gottinga, qui ne ag- 
giungeremo altre due commendevolis- 
sime, che sono t'Arcliivio storico (ted.) 
di Oettinger (Carìsrulie 1841, yoL^\ 
nel quale comprendonsi 17,000 titoli di 
opere sloriche su ogni tempo e nazione, 
ed il Repertorio di Koner. (ted.) Que- 
st' ultimo abbraccia tutte le disseria- 
zioni e le memorie comparse dal 1800 
al 1852, nei periodici e negli atti delle 
accademie {di tutti i paesi) sulla sto- 
ria e sue scienze affini (Berlino 18o5, 
voi. 2). La classificazione è esattissi- 
ma, e rende assai agevoli le ricerche. 

Non poche delle opere pubblicate in 
Germania in qtiesto secolo concernono 
direttamente od indirettamente la sto- 
ria d'Italia, sia politica, che letteraria 
ed artistica. In jjrojjosito si consulte- 
ranno assai utibncnte le dottissime 
Notizie bibliografiche pubblicate dal 
priissiano sig. A. Renmont nel 3.°, 5.°, 
7.° e 8." volume dell'Appendice alla 
prima serie , nel 4.°, 6.° e 13.° volu- 
me della nuova serie dell' Archivio 
storico , impresa nel collaborare alla 
quale fu tra i zelantissimi. 

Monumenta Germania; historica 
inde ab anno D usque ad an- 
num MD, aiispiciis societatis 
aperiendis fontibus rerum gcr- 



manicarum medii a3vi. Anno- 
ver 1826-52; voi. 12. (1358 

Citiamo questa magnifica raccolta 
diretta dal Pertz, perchè è senza al- 
cun dubbio l'opera modello in materia 
di fonti e documenti antichi, editi se- 
condo i progressi della critica moder- 
na. Vedasi ifcenno di Rcumont nel set- 
timo volume dell'Appendice alla prima 
serie (\dV Archivio storico. In esso tro- 
vasi un indice di tutte le cose princi- 
pali relative alla storia d'Italia, e com- 
prese ne' primi dieci volumi dei Mo- 
numenta. 

Gli antichi scrittori delle cose te- 
desche tradotti per cura disto- 
rici alemanni (Pertz, Grimm, 
Ranke, Lachmann, ecc.) Berli- 
no 1850 e seg. [ted.) (1359 

Opera accreditata. 

Barth. Storia del popolo tede- 
sco ne' primissimi tempi. 2.** 
edizione, 1840-46; voi. 5. 
(ted.) (1360 

Luden. Storia del popolo tede- 
sco. Gotha 1825-37; voi. 12. 
(ted.) (1361 

Importante anche pel periodo delle 
migrazioni de'popoli germanici. 

Pfister e. Storia generale dei 
Tedeschi , scritta secondo le 
fonti. Amburgo 1829-35; voi. 5. 
{ted.) (1362 

opera di lunga lena, che giunge fino 



1363-1382 



IL MEDIO-EVO. 



83 



al 1806. Bùlau scrisse la continua- 
zione fino al 1830. — Vers. frane, di 
Paquis. 1836; voi. 11. 

Phillips. Storia di Germania 
con speciale riguardo alla re- 
ligione, edalle leggi de'popoli 
tedeschi. Monaco , 4.''' ediz., 
1859. (feci.) (1363 

Accreditata. 

Kohlrausch. Storia della Ger- 
mania. Lipsia, Friedlein; 14.'* 
ediz., 1858; voi. 2. {ted.) (1364 

Un'edizione mollo anteriore fu tra- 
dotta in italiano da A. Lissoni. Lodi 
18'i.2. 

Duller. Storia d(;l popolo tede- 
sco dalle origini (ino a noi. 
Edizione recente. Francoforte 
1854; voi. 6. {(ed.) (1365 

Versione italiana di G. Sandrini. 
Torino, Pomba 1S.")3; voi. 2. 

Menzel C. Storia dei Tedeschi. 
Breslavia 181.3-22; volumi 8. 
{ted.) (1366 

Leo. Lezioni sulla storia del 
popolo e dell'impero gei'ma- 
nico. Halle 1857; volumi 2. 
(fed.) (1367 

Wirth. Storia dei Tedeschi fino 
a noi. 4.^ ediz. Stuttgarda , 
Hoffmann 1860. Venti dispen- 
se, (ted.) (1368 

Sporschil. Storia dei Tedeschi 
dagli antichi tempi fino a noi. 
Ratisbona, 2.'' edizione, 1860. 
Trenta dispense, (ted.) (1369 

Venedey. Storia del popolo te- 
desco dai tempi piìi antichi 
fino a noi. Berlino, Duncker 
1858; voi. L(ted.) (1370 

Eichhorn. Storia politica e giu- 
ridica della Germania. Gottin- 
ga, S.** edizione, 1844; voi. 4. 
{ted.) (1371 

Accreditata. 
Mayer. Storia della Germania 

per il popolo. Lipsia 1858; 

voi. 2. {ted.) (1372 

Milbiller. Manuale compendio- 



so di storia della Germania. 
Monaco , 6.^ edizione , 1854. 
{ted.) (1373 

Denina C. Delle rivoluzioni del- 
la Germania. Firenze 1804-9; 
voi. 8. ' (1374 

In oi,'gi questo libro ba quasi perduto 
ogni pregio, e lo citiamo solo in osse- 
quio al nome dell'autore. 

Eichhorn. Dell'origine della co- 
stituzione delle città di Ger- 
mania, {ted.) (1375 

Versione italiana negli Opusculi rac- 
colti (la C. Balbo. Torino, Pie 1838. 

Giesebrecht. Storia dell'impe- 
ro germanico. Brunswick , 
2." edizione, 1859; voi. 3. 
{ted.) (1376 

Assai accreditala. Vedasi il cenno di 
Reumonl nel quarto volume della nuo- 
va serie dell'^j-c/uyto storico. 
Ròhmer-Bùchner. L'elezione 
e l'incoronazione degli impe- 
ratori germanici a Francofor- 
te. Ivi 1858. (ted.) (1377 

Vedasi il cenno di Reumont nel sesto 
volume della nuova serie deWAìxliivio 

storico. 

Miiller F. H. I popoli tedeschi 
ed i loro principi nel medio- 
evo. 1840; voi. 4. {ted.) (1378 

Souchay. Storia dei Carolingi 
e degli Ottoni. Francoforte 
1861. {ted.) (1379 

Forma il primo volume della Storia 
delle nioìiarckie (/ermaniche dello stes- 
so autore. 

Klopp. Storia e fatti caratte- 
ristici dell'impero germanico 
dall'843 al 1125. Lipsia 1853. 
{ted.) (1380 

Dùmmler. Sulle marche me- 
ridionali dei franco impero 
sotto i Carolingi, sulla fine 
dell' ottavo secolo. Vienna , 
Braumiiller 1853. {ted.) (1381 

Accreditata. 

De Arnulpho Francorum 

rege, commentatio historica. 
Berolini 1852. (1382 



PARTE SECONDA 



1383-1403 



Wenck. L'elezione di Arnolfo 
ad imperatore, e la decnden- 
za de'Carolingi, Lipsia 1852. 
(ted.) (1383 

Gagern. De Arnulphi impera- 
toris, vita ex annalibus. Bon- 
nai 1837. (1384 

Mìlz. De imperatorum roniano- 
gernianicorum contcntionii)us 
italicis. Bonnc-e 1856. (1385 

Lamey. Annales diplomatici 
Conradi I Germania; regis. Mo- 
nadi. 1799. (138() 

Ranke Leopoldo. Annali del- 
l'impero germanico sotto gii 
imperatori sassoni, 919-1024. 
Berlino 1837-40; volumi 2. 
(ted.) (1387 

Questo lavoro accreditalissiiiio fu 
fatto dagli scolari del celebre profes- 
sore prussiano, sotto l'immediata sua 
direzione. Veggasi il cenno di Reumont 
nel terzo volume deli'Apjiendiee alla 
prima serie deW Archivio storico. 

Kòrner. La fondazione dell'im- 
pero romano-germanico , per 
i re sassoni e salici. Lipsia 
1856. (ted.) (1388 

Maurenbrecher. De historicis, 
decimi saeculi scriptoribus,cjui 
res ab Ottone Magno gestas, 
memoriaì tradiderunt. Bonna% 
Henry 1861. (1389 

Vogel. Raterio di Verona ed il 
decimo secolo. Jena 1854; vo- 
lumi 2. {ted.) (1390 

Vedasi il cenno di Reumont nel 
quarto volume della nuova serio del- 
VArchivio storico. 

Treitschke. Enrico I l'Uccella- 
tore, e la sua consorte l'im- 
peratrice Matilde. Lipsia 1814. 
(ted.) (1391 

Vehse. Vita e tempi di Ottone I 
il Grande , imperatore della 
casa di Sassonia. Dresda 1829. 
{(ed.) (1392 

Giesebrecht. Annali dell'impero 
germanico sotto il dominio di 



Ottone II imperatore. Berlino 
1840. {ted.) (1393 

Nasemann. Le spedizioni dei 
due primi Ottoni a Roma, 
Kònigsberga (nel Brandebur- 
go) 1855. {ted.) (1394 

Wilmans. Annali dell' impero 
gcrinanico sotto il dominio 
dell' imperatore Ottone HI. 
Berlino 1840. {ted.) (1395 

Floss. L'elezione de^papi ai tem- 
pi degli Ottoni, con documenti 
inediti del nono e decimo seco- 
lo. Friburgo 1858. {(ed.) (1396 

Conlienc (juesf opera un accurato 
esame delle ragioni che militano in 
favore, o contro l'autenticità del fa- 
moso privilegio concesso nel 964 da 
Leone Vili ad Ottone I imperatore , 
circa all'elezione de'pon telici e de\li- 
gnitari ecclesiastici in genere. 

Rion. La santa coppia, ossia 
Vita e gesta di sant^ Enrico 
(imperatore Enrico II) e di 
santa Cunegonda. Bamberga 
1832. {ted.) (1397 

Stenzel. Storia della Germania 
sotto gli imperatori franchi 
1024-1125. Lipsia 1827; voi. 2. 
{ted.) (1398 

Floto. L'imperatore Enrico IV 
ed i suoi tempi. Stuttgarda 
1855; voi. 2. {ted.) (1399 

Soeltl. Enrico IV imperatore 
di Germania. Monaco 1823. 
{ted-l (1400 

Gervais. Storia politica della 
Germania sotto Enrico V e 
Lotario HI. Lipsia 1842 ; vo- 
lumi 2. {ted.) (1401 

Panten. Commentario de rebus 
a Lothario III gestis. Berolini 
1843. (1402 

Jalfé F. Storia dell'impero ger- 
manico all'epoca di Lotario il 
Sassone, iniperatore. Berlino 
1843. {ted.) , (1403 

Opeia premiata. È lo stesso autore 
ileirojìera pazientissima citala al (;3'S. 



1401-1422 



IL MKDIO-EVO. 



85 



Raumer F. Storia degli impe- 
ratori della casa di Hohen- 
staulen, 1138-125^1. Lipsia, 3.^ 

ediz.,18b7;vol. 6. (fórf). (1404 

opera importante, della quale il 
Preclari dice esistere una vers. ilal. 
che non ci riusci di rintracciare. Ve- 
dasi il cenno di Reumont nel sesto 
volume della nuova si'rie deWArcliivio 
storico, e ì)i'\ terzo volume delTAppen- 
dice alia prima serie del medesimo. 

Zimmermann. Storia degli Ho- 

heiistaufen. Stuttgarda 1838; 

voi. 2. (ted.) (1403 

Sporschil G. Storia degli Ho- 

henstaul'en. Brunswick 1848; 

2.-'' ediz. (ted.) (140G 

Esposizione semplice e popolare. 

Jaffé F. Storia dell'impero ger- 
manico sotto Corrado III. Aii- 
nover 184a. {ted.) (1407 

Ring. Federico I e la sua lotta 
contro Alessandro III. Stutt- 
garda 183o. (ted.) (1408 

Bartoli C. Vita di Federico I 
Barbarossa imperatore di Ger- 
mania. Firenze 1550. Nuo- 
va ediz. Milano , V. Ferrarlo 
1829. (1409 

Kortùm. L'imperatore Federigo 
I, i suoi amici ed i suoi nemici. 
Aarau 1818. {(ed.) (1410 

Bòttiger. Enrico il Leone, duca 
di Sassonia e di Baviera. An- 
nover 1818. (ted.) (1411 

Ficker. De Henrici VI impera- 
toris conatu, clecticiam regum 
in imperio succ(,'Ssioncm, in 
hcredilariam mutandi. Colo- 
niae 1850. (1412 

Tocche. De Henrico VI Bomano- 
ruin imperatore, Normanno- 
rum regnum sibi vindicante, 
dissertatio. Berolini , Mittler 
18G0. (1413 

Abel. Storia dell'imperatore Fi- 
lippo di Hohenstaufen. Berlino 
1852. {ted.) (1414 



Abel. L'imperatore Ottone IV e 
re Federico II, 1208-12. Ber- 
lino 1856. {ted.) (1415 

Vedasi il cenno di Reumont nel se- 
sto volume della nuova serie dell'ilr- 
chivio storico. 

Hòfler. Vita dell'imperatore Fe- 
derico II di Staulen. Monaco 
1844. {ted.) (1416 

Imparziale ed esatto. — Vedasi an- 
che la recensione di Reumont nel se- 
condo volume delTAppendice alia pri- 
ma serie àeWArcliirio storico. 

Huillard-BrehoUes. Historia 
diplomatica Fridcrici secundi. 
Auspiciis et sumptibus Alber- 
tis de Luynes. Parisiis, Plon 
1853; vof. 5. (1417 

Opera accreditala , e pel periodo 
1215-50 importantissima. Vedasi la 
recensione di M. Amari nel i.° e nel 
voi. 10.° della nuova serie ddV Archi- 
vio slorico. 

Schirrmacher. Vita dell'impe- 
ratore Federico IL Gottin- 
ga, Vandenhoek e Buprecht 
1858; voi. 3. {ted.) (1418 

Vedasi anche quella di Funck, Ziil- 
lirhaii 1792. 

Palacky. L'invasione dei Mon- 
goli in Europa nelFanno 1241, 
e la battaglia di Olmiitz. 1842. 
{ted.) (1419 

Vedasi anche la dissertazione di 
Schwammel {ted.) comparsa in Vienna 
nel 1837. 

L'elezione di Corrado IV figlio 
dell'imperadore Federigo in 
re dei Bomani. Firenze, Cec- 
chi 1861. (1420 

. Edizione di soli cento esemplari. 
È un opuscolo di poche pagine. 
Mùnch E. Il re Enzio , figlio 
di Federigo II; supplemento 
alla storia degli Staul'en. Lud- 
^vigsl)urgo 1827. {ted.) (1421 

Su Enzio scrisse anche C. Petracchi. 
Faenza, Ballanti 1750. 
Il re Maiilredi liulio di Fede- 
rigo II. Stuttg.l84Ò.(/6'(/.j (1422 

Vedasi anche al numero HG7 l'opera 
di Riccio. 



86 



PARTE SECONDA 



1423-1439 



Lau. La ftne della casa di Stau- 
fen Srevla, Amburgo 185G. 
(ted.) (1423 

Opera elementare. 
Bòhmer. Regesta imperii ab 
anno 1198 usqiie ad annum 
1254. Stuttgart 1849. (1424 

Esistono di quest'opera accuratissima 
duo continuazioni pubblicate anterior- 
mente. L'una comprende i Regesta 
dal 1246 al 1313 (Sluttgarda 1844) 
l'altra dal 1314 al 1347 (Francoforte 
1839). Vedansi le recensioni di A. 
Reumont nel 2.° e nell'8.° volume 
dell'Appendice alla prima serie del- 
VArekivio storico. 

Kopp. Storia del ristabilimento 
e della decadenza del sacro ro- 
mano impe?'o. Lipsia 1847; 
voi. 2. {led.) (1425 

Incomincia dai tempi di Rodolfo d'A- 
sburgo. 

Hagen. Storia della Germania 
da liodoUo di Asburgo lino a 
noi. Francoiorte 1854; voi. 2. 
{tcd.) (142G 

Lichnowsky. Storia della casa 
d'Asburgo. Vienna 1836-44; 
voi. 4. (ted.) (1427 

Vedasi il cenno di Reumont nel terzo 
volume dell'Appendice alla prima serie 
dfWArclilcio storico. 

Coxe. The history of the house 
ot Austria. London 1807 ; 
voi. 3. (1428 

Vers. ital. di P. Campi. Milano, 
Beltoni 1824; voi. 6. Esistono anche 
versioni in tedesco e francese. 

Schònhuth. Storia di Rodolfo 
d'Asburgo imperatore di Ger- 
mania, capostipite degli As- 
burgo. Lipsia 1844; voi. 2. 
(ted:) (1429 

Hagen. La politica degli im- 
peratori Rodolfo ed Alber- 
to d' Asburgo , e le origini 
della confederazione svizzera. 
Francoforte, Meidinger 1857. 
(ted.) (1430 

Schmid L. La lotta fra Adollo 
di Nassau ed Alberto d' Au- 



stria per la corona dell' im- 
pero.Tubinga 1858. (/efi.)(1431 

Leuchs. Storia dell' imperato- 
re Adolfo di Nassau. Augusta 
1798. {ted.) (1432 

Dònniges. Storia dell' impero 
germanico nel XIV secolo, da 
Enrico VII alla morte di Car- 
lo IV, cioè 1308-78. Berlino 
1841; voi. 2. (ted.) (1433 

Vedasi il cenno di Reumont nel terzo 
voi. dell' Appendice alla prima serie 
dell'^rf/ut^to storico. 



Kopp. Enrico VII ed il suo tem- 
po. LucermlSU. (ted.) (1434 

Barthold. La discesa in Italia di 
Enrico VII di Lussemburgo. 
Konigsberga 1830 ; volumi 2. 
(ted.) (1435 

Opera pregevole ed importante anche 
per la nostra storia. Non fu tradotta. 

Zirngìbl. Vita dell' imperatore 
Lodovico il Bavaro. Monaco 
1813. (ted.) (1436 

Premiata dall'Accademia di Monaco. 
Su questo imperatore potranno consul- 
tarsi anche le opere di Kotzebue (Lipsia 
1812), Mannert (Landshut 1812), e 
Schlett (Sulzbach 1822). 

Aschbach G. Vita dell'impera- 
ratore Sigismondo. Amburgo 
1838-45; voi. 3. (ted.) (1437 

Opera assai importante anche p: 
la storia dei concilii di Costanza e Ba- 
silea, e le guerre ussitiche. 

Aebi. L'attitudine presa da re 
Sigismondo col papa Giovan- 
ni XXIII e Federigo d' Au- 
stria, (ted.) (1438 

Chmel G. Storia dell' impe- 
ratore Federico III (IV) e di 
Massimiliano suo figlio. Am- 
burgo 1840-43; volumi 2. 
(ted.) (1439 

Oltre i classici scritti di Enea Silvio 
Piccolomini, che divenne papa Pio li, 
dopo essere slato lungo tempo il con- 
fidente di Federico. Il Chmel pub- 
blicò eziandio i Regesta Friderici IH 
regis i?omanorum 1440-93. Vindobon.e 
1840; voi. 2. 



1440-14S6 



IL MEDIOEVO. 



87 



Sartorius. Storia delle origini 
dell' Ansa, o Confederazione 
delle città commercianti della 
Germania. Ediz. pubblicata da 
Lappenberg. Amburgo 1830; 
voi. 2. (ted.) (1440 

Barthold. Storia delle città te- 
desche e della borghesia ger- 
manica. 1850. (ted.) (1441 

Hùllmann. Origine dei ceti nella 
Germania. 2.^ edizione. 1830. 
(ted.) (1442 

Bùscfaiing. Le arti e le scienze 
in Germania durante il medio- 
evo. Breslavia 1817 ; volumi 2. 
(fed.) (1443 

Voigt. Storia della Prussia dai 
tempi più antichi fino alla 
caduta delTordine teutonico. 
Kònigsberga 1827-38 ; voi. 9. 
(ted.) (1444 

Gottschalk. Storia della Prussia 
sotto la dominazione dell'or- 
dine teutonico . fino al lo2o. 
Kònigsberga 1850. (ted.) (14';5 

Watterich. La fondazione dello 
stato dell' ordine teutonico 
in Germania. Lipsia 1847. 
(ted.) (144G 

Pùtz G. Guida nellostudio della 
storia di Prussia. Coblenza, 
Bàdeker 18G0, 2.^ edizione. 
(ted.) _ (1447 

Brevissimo, ma eccellente comjienJio. 

Compendio della storia della 

Germania e di quella della 



Prussia. Coblenza. 6.*' edi- 
zione, 1858. (ted.) (1448 

Hune. Storia del regno di An- 
nover e del ducato di Brun- 
swick. Annover 1825; voi. 2. 
(ted.) (1449 

Gatschenberger. Storia dello 
Schleswig-Holstein dagli anti- 
chi tempi fino a noi. Wurz- 
burgo 1850. (ted.) (1450 

Buchner A. Storia della Ba- 
viera. Monaco 1820-31 ; voi-. 4. 
(ted.) (1451 

Pel periodo 16ol-1799 vedasi la nuova 
ediz. di Monaco 1833. 

Staehlin. Storia del Wiirtem- 
bei'g. Stuttgarda 1847; voi. 2. 
(ted.) (1452 

Opera assai erudita. 

Schmidt. Vita di Eberardo il 
Barbuto, pi-imo duca di Wiir- 
temberg. Stuttgarda 1840. 
(ted.) (1453 

Bòtticher. Storia del regno di 
Sassonia. Amburgo 1831; vo- 
lumi 2. (ted.) (1454 

Fa parte anche della Collana storica 
pubblicata da Ileeren ed Uckert. 

Ankershofen. Manuale della sto- 
ria della Carinzia nel medio- 
evo fino alla sua fusione col- 
1' Austria. Klagenfurt 1850. 
(ted.) (1455 

Muchar. Storia del ducato di 
Stiria. Nuova ediz. Gratz, Da- 
mian 1859. (ted.) (1456 



PARTE SECONDA 



1457-1468 



Il medio-evo in Spagna. - Portogallo. - 
Paesi Bassi. — Svizzera. — Stati scan- 
dinavi. — Ungheria. — Boemia e Polo- 
nia. — Rnssia. — Grecia. 

{Comprese le opere yenerali sulla storia di questi imest). 



La migliore e la piii recente delle 
opere storico-bibliografiche sulla Spa- 
gna è il Cataloguo dcs livres anciens 
espagnols et d'ouvrages modernes rela- 
tifs à l'histoire el à la liuérature d'Es- 
pagne, par V. Salva, Paris 1843. 

Lafuente. Historia general de 
Espaàa , desde los tiempos 
mas reniotos, basta nucstros 
dias. Madrid, Mellado 18^0-00; 
voi. 24. (1437 

Lembke. Storia della Spagna. 
{tcd.) ('14f)8 

Assai accreditala. 
Romey. Histoire generale d'Es- 
nagne. Paris 1839-47; volii- 

mes 7. (1459 

Accrcdilata. Vers. italiana di F. B., 
Milano 1842. 

Mariana. Historia general de 
Espaiìa con la continuacion 
de Minana. Barcelona; 1849 
voi. 10. (1460 

Aldama D. Historia general de 
Espaiia, desde los tiempos pri- 
mitivos basta 1860, inclusa la 
gloriosa guerra de Africa. 
Madrid, Trillo 1860 ; 2.^^ edic. 
voi. 5. (1461 

Ascargorta. Compendio de la 
bistoria de Espaiia, desde ci 
tiempo mas remoto, basta la 
agresion de 1808. Nueva edic. 
Paris 1841. (1462 

Vers. ita!, nella Collana Seguir. Vedi 
numero 32. — Vers. frane. Parigi 
1823; voi. 2. 



Paquis. Histoire complète d'Es- 
pagne , depuis Ics temps re- 
culcs jusqu'à la mort de Cbar- 
les ni, d'après Ascbbacb, Bossi, 
Lembke etd'autres. Paris 1836; 
voi. 2. avec plancbes. (1463 

Bossi L. Storia della Spagna 
antica e moderna. Milano, 
Ncrvetti 1821 ; voi. 8, con 
carte. (1464 

È piuttosto una compilazione che 
un'opera originale. Conserva ancora 
qualclie pregio per la parlo antica. Ve- 
dasi il numero 932. 
Rosseuw S. Hiìaire. Histoire 
d'Esp;igne depuis Ics premicrs 
temps iiistoriqucs jusqu'à Fer- 
dinand VII. Paris, nouv. édit., 
1856; voi. 6. (1465 

Si fonda in buona parte suU' opera 
di Cunde qui sotto citala. 

Castro I. Historia profana ge- 
neral y particular de l'Espa- 
ìia. Paris, Garnier 1859, 6.*' 
edic. (1466 

Bigland. History of Spain from 
tlie early times , down to 
1809. (1467 

Vers. ital. Venezia, Cecchini i81'i; 
voi. 3. 
Du Hamel. Histoire constitu- 
tioneile de ['Espagne depuis 
l'invasion des bommesdu Nord 
jusqu'à la mort deFerdinaud 
VH. Paris 1845; voi. 2. (1468 



I'i(iy-li88 



IL MEDIO-EVO. 



89 



Schàfer. Storia della Spagina. 
tìotha,Perthes ì8Q0.(Jed.) (1469 

Fa parie della Raccolta di storie 
dcijli stati europei pubbl. da Ilecron 
od Uckeit. 

Ranera. Compendio de la hi- 
sloria de Espaiìa, desde su 
origen basta dona Isaltel II y 
ano 1852. Madrid, Hurtado 
1859. (1470 

Escosura G. Compendio de la 
histoi'iade Espana, basta el dia. 
8." edie. Paris 1853. (1471 

Humboldt G. Ricercbe sui pri- 
mitivi abitatori della Spagna. 
Berlino 1821. (fed.) (1472 

L"auIore e il fratello dei celebre na- 
Uiralistn. 

Graslin. Essai critique sur les 
preniicrcs populations de l'E- 
spagne. Paris 1838. (1473 

Renard L. Histoire d'Espagne 
pendant la domination cartlia- 
ginoisc, romaine , visigotbe, 
et arabe. Paris, cbez Farne 
1855. (1474 

Ibn-abd-el-Hakem. Storia del- 
la conquista della Spagna l'aita 
dagli Arabi, (arabo) (1475 

Vers. ingl. di J. Jones, seguita dal 
testo arabo. Gottinga, Dietoricli 1858. 

El-Makkari. Storia delle dina- 
stie maornettane cbe domina- 
ron.o in Ispagna. (arabo) (1476 

Vers. spagn. diP. de Gayangos 1843; 
voi. -2. — Vers. ingl. di Murpby. Lon- 
dn, Cadell 1810; voi. 2. 

Aschbach G. Storia dei calilTi 
Ommajadi nella Spagna, e delle 
origini dei regni cristiani nella 
medesima. Nuova ediz. Vien- 
na 1801; voi. 2. (fed.) (1477 

Assai accrcdilata. 

Storia della Spagna e del 

Portogallo all'epoca del domi- 
nio degli Arabi Alinoravidi, e 
degli Almobadi. 1837; voi. 2. 
(te'd.) (1478 

Assai aeeredilala. 
BIBL. — i2 



Dozy. Histoire des Musulmans 
d'Espagne jusqu'à la conquète 
de l'Andalousie par les Almo- 
ravides, ou 711-1110. Leyden 
1861; voi. 11. (1479 

Gonde. Historia de la domina- 
cion de los Arabes en Espaiìa. 
Madrid 1820; voi. 3. (1480 

Accreditata, malgrado lo non pocbe 
mende. — Versione inglese di Poster. 
Londra 1855; voi. 2. Compendio e 
versione francese di Marhs. Paris 1825; 
voi. 3. La traduzione di Marles fu 
poi tradotta in italiano. Milano, Pi- 
rotta 1835. 

Murphy . Antiquities of the 
Arabs in Spain. London, Ca- 
dell 1816. (1481 

Opera di gran lu.sso contenente cento 
belle incisioni. Il prezzo originario era 
di mille francbi. 

Bourke. Historv of the Moors 
in Spain. London 1811. (1482 

Rochau. I Mori in Ispagna. Lip- 
sia 1853. ((ed.) (1483 

Janer F. Condicion social de 
los Moriscos de Espana causas 
de su espulsion v consecuen- 
cias. Madrid 1857. (1484 

Opera laureata dall' Accademia di 
Madrid. 

Moncada (F. de). Expcdicion 
de los Catalanes y Aragoneses 
contra Turcos v Griegos. Bar- 
cellona 1053. - (1485 

Versione ted. di Spazìer. Brunswick 
1828. — Versione frane, di Cbampftju. 
Paris 1828. 

Hammer-Purgstall. Sulla geo- 
gralìa della Spagna all' epoca 
del dominio moresco. Vien- 
na 1854. (ted.) (1486 

Huber. Storia del Cid Ruy 
Diaz campeador. Brema 1829. 
(ted.) (1487 

Merimée. Histoire de Don Pe- 
(Irol le Cruel, roi de Castille 
et Leon. Paris 1848. (1488 

Irving W. Historv of the con- 



90 



PARTE SECONDA 



1Ì89-1510 



qucst of Grenada. London 
d829; voi. 2. (1489 

VcM's. frane, di Cohen. Paris 1821); 

voi. 2. 
Circourt. Histoiro des Arabes 

d' Espagne sous la domination 

des Chrétiens. Paris 1845; 

voi. 3. (1490 

Dozy. Rcclierclies sur l'histoire 

et la littéi'ature de l' Espagne 

pendant le moyen-àge; 2.fJe ed. 

Leyden 1860; voi.' 2. (1491 

Lodala da M. Amari. 

Schmidt. Storia d'Aragona nel 
medio-evo. 1828.(16(1.) (1492 

Accreditata. 



La migliore bibliorirafia storica por- 
toghese è quella di Figanière col tito- 
lo: Bibliografia historica portusueza. 
Lisboa ISriO. 

Fortia d'Urban. Histoire ge- 
nerale du Portugal dopuis f'o- 
rigine des Lusitaniens, jusqu'à 
la rógence de don Miguel. Pa- 
ris 1828; voi. 10. (1493 

La migliore sidl' nrgomonlo. 

Schàfer. Stoi'ia del Portogallo. 
Nuova ediz. Gotha 1855; voi. 5. 
(ted.) (1494 

Giunge fino al 1820, o trovasi nella 
Raccolta di opere storiche pubblicata 
in Gotha da Heeren ed Uckert. Vers. 
frane, di Bodin. Paris 1840; voi. 2. 

Vertot. Histoire des révolutions 
du Portugal. (1495 

Versione spagnuola. Paris 182o. 

Bouchot. Histoire du Portu- 
gal et de ses colonies. Paris 
1853. (149G 

Rabbe. Compendio de la liisto- 
ria de Portugal desde el prin- 
cipio de su monarchia basta 
1823. Voi. 2. (1497 



Maaten E. Storia de' Paesi Bas- 
si dagli antichissimi tempi fino 



a noi. Amsterdam 1853; voi. 2. 

(oland.) (1498 

Leo. Dodici libri sulla storia dei 

Paesi Bassi. 1835; volumi 2. 

(U'd.) (1499 

Van Kampen N. G. Storia dei 

Paesi Bassi. 1831-33; voi. 2. 

(oland.) (1500 

Versione tedesca nella Raccolta di 
opere storiche pubblicate da Heeren ed 
Uckert. 

Arend. Storia generale di Olan- 
da. Amster.1856. (oland.) (1501 

Accreditata. 

Vitringa. Storia della repub- 
blica batava. Arnhem 1860; 
voi. 2. (oland.) (1502 

Bilderdyk. Storia d' Olanda. 
Amsterdam 1836; volumi 8. 
(oland.) (1503 

Kervyn de Lettenhove. Histoi- 
re de Fiandre. Bruxelles 1854; 
voi. 3. (1504 

David. Storia della Fiandra. Lo- 
vanio 1854. (oland.) (1505 

Van Praet. De l'origine des 
comnuines llamandes, Gand 
1829. (1506 

Histoire de Fiandre jus- 

qu'aux dues de Bourgogne, 
1280-1383. Bruxelles 1828; 
voi. 2. (1507 

Henricy C. Hi.stoirc de la Bel- 
gique , depuis son origine , 
jusqu'en 1847. Paris, Pagner- 
re 1847. (1508 

Warnkònig. Storia della Fian- 
dra e delle sue istituzioni poli- 
tiche e civili. Tubinga 1825-42; 
voi. 3. (ted.) (1509 

Vers. frane, di Gheldoff. Bruxelles 
1S;35; voi. 2. 

Jonge. Storia della marina olan- 
dese. Haarlem , Krusemann 
18^18-61; voi. 4. (oland.) (1510 

Dewez. Histoire generale de la 
Belgiquc depuis Cesar. Bru- 



IMH-lfiSfi 



IL MEDIOEVO. 



91 



xelles, nouv. édit., 1828 ; vo- 

liimes 7. (1511 

David. Manuel de l'histoire de la 

Belglque. Louvain, 6.^^^ édit., 

1859. (1512 
Moke. La Belgique ancienne et 

ses origines gauloises et ger- 
nianiques. Gand, 2.'^^' édilion, 
1861. (1513 

Huybrecht. Histoire politiciue 
et Hiilituire de la Belgique. 
Bruxelles 185G. (1514 

Hymans. Histoire populaire de 
la Belgique. Bruxelles, Sclinee 

1860. (1515 



Una buona bibllorjrafia storica della 
Svizzera, scbboie un po' vecchia, è 
quella di E. Haller intitolata Biblio- 
Ihéque raisonnéu des ouvragcs relatits 
à rhisloiro de la Suisse. Berne 17b7; 
voi. 7. Pm opportuna in oijgi è la 
Bibliograpliie der Sciiweizergéscliichle 
di Sinner pubbl. nel i)^bl in Berna, 
che coìnprende le opere sulla storia 
svizzera edite dal 1786 fino al 1831 
e che serve quindi di continuazione 
all' Haller. 

Archivio per servire alla storia 
Svizzera pubblicato dalla So- 
cietà svizzera per la storia 
patria. Zurigo, Hòhr 1850 e 
seg. (ted.) (1516 

Kopp. Documenti per servire 
alla storia della Confederazione 
svizzera. Nuova ediz. Lucerna 
1857; voi. 5. {(ed.) (1517 

L'autore professore a Lucerna é 
celebre per parecchi pregevoli lavori 
sulla storia della Germania e della 
Svizzera. 

Mohr T. Archivio per la storia 

della repubblica de'Grigioni. 

Coirà 1850. (ted.) (1518 

Mùller G. Storia della Svizzera. 

Nuova edizione. 1826; voi. 5. 

(U'd.) (1519 

Assali accreditata. 



Mallet. Histoire de la Suisse. 
Ginevra 1803; voi. 4. (1520 

La vers. ital. di questa opera accre- 
ditata é di A. Porcari e trovasi nella 
Biblioteca storica di Belloni. Milano 
1827; voi. 2, con carte. 

Vògelin. Storia della Confede- 
razione svizzei'a. 2." edizione 
pubb. da Escher. Zurigo 1859; 
voi. 4. (ted.) (1521 

Zschokke. Storia della Sviz- 
zera, scritta pel popolo, 8.''' 
ediz. Aarau 1849. {ted.) (1522 

Vers. frane di Manget. Parigi 1828; 
voi. 2. — Versione inglese di Shaw, 
New York i8o5. L'autore mori nel 
1848, lasciando moltissimi scritti di 
vario genere. La sua storia dei Gri- 
gioni e quella del popolo bavarese 
godono di qualche fama, ma egli è 
assai più da celebrarsi qual roman- 
ziero che non quale storico. Lo dis- 
sero il Walter Scott dell'Elvezia , e 
fui qui non a torto. 

Dandolo T. Il medio-evo el- 
vetico, leggende e tradizioni. 
Milano, Crespi 1844. (1523 

Contiene l'elegantissima narrazione 
di molli importanti avvenimenti della 
storia svizzera ne' secoli XIV e XV. 

Keller. L'invasione de' Saraceni 
nella Svizzera, circa la ìuotk 
del secolo X. Zurigo 1856. 

(ted.) (1524 

Vedasi il cenno di Reumont nel quar- 
to volume della nuova serie dell' ilr- 
chivio storico. 

Blumer. Storia dei cantoni ori- 

ginai'ii svizzeri. S. Gallo 1859; 

voi. 2. {fed.) (1525 

Haùsser L. La tradizione di 

G. Teli criticamente esposta. 

Eidelberga 1840. (ted.) (1526 

Premiata dalla università di Eidel- 
berga. Fra i moltissimi scritti comparsi 
prò e contro questa notissima tradi- 
zione si ponno consultare, oltre il suc- 
cennato, quelli anteriori di Hisel\% 
Lleler, Henning e Schunhulh. 

Morin. Précis de l'histoire po- 
litique de la Suisse depuis 
l'origine de la eonl'édf'ration 



92 



PARTE SECONDA 



1527-1S17 



jusqu'à noiis. Paris, Cherbii- 
Vwz ÌSm\ voi. 3. (1527 

Meyer Knonau. Manuale della 
storia svizzera. Zurigo 1820: 
voi. 2. (tecL) (1528 



Il Ubrajn Carlo Lorde di Lipsia 
pubblicò nel 1857 un catalogo di circa 
2000 opere slampate nei paesi scan- 
dinavi dal ISOOoi 18o7. Alla sezione 
storica di Cjuel catalogo rimandiamo 
coloro che amassero ampie notizie 
sulle opere storiche concernenti que' 
paesi , e comparse recentemente. Si 
potrà consultare anche la Biblioteca 
storica settentrionale pubbl. da Baden 
ad Odensee nel 1815. (danese). 

Sinding P. History of Scandi- 
navia Irom the eai'ly timcs of 
the Norsonìen to the present 
dav. New York and London 
1859. (i529 

Geffroy. Histoire des états scan- 
dinaves. Paris, Hachette 1851. 
(Compendio). (1530 

Munck. Storia della Svezia, 
Norvegia e Danimarca. Cri- 
stiania 1838. (sved.) (1531 

Soncini V. Storia della Scan- 
dinavia (Svezia, Norvegia, Da- 
nimarca). Napoli 1840; voi. 2. 
(Compendio). (1532 

E una ristampa del compendio che 
fa parte delia Collana Segur citata al 
numero 32. 
Geijer. Storia generale della 
Svezia (ino al termine del re- 
gno di Cristina, [sved.) (1533 

Giunge, quest'opera accreditata, lino 
al 1654. — Vers. frane, di Luiidhlad. 
Parigi 1840. — Vers. ted. 

Rùhs. Storia della Svezia. Halle 
1803. (ted). (1534 

Lodata da Heeren. 

Alien. Manuale di storia patria 
(della Danimarca). 5.'' edizio- 
ne, Copenhagen, Reitzel 185'*. 
(dan.) (1535 

Opera premiata. 



Dahlmann. Storia della Dani- 
marca. Amburgo 1843; voi. 3. 
(fed:) (1536 

Suhm. Storia della Danimarca. 
Copenhagen 1782-1828; vo- 
lumi 14. (dan.) (1537 

Hammerich. Storia della Da- 
nimarca nel periodo 1375 a 
1523. Copenhagen 1854; vo- 
lumi 2. (dan.) (1538 

Storia della Danimarca nel 

periodo 1523 a 1060. Copen- 
hagen 1854; volumi 2. (da- 
nese) (1539 



La miglior bibliografia moderna sul- 
l'Ungheria e la Transilvania si pub- 
blica dal librajo LIe.ckcnast di Pesi col 
fi<o/o : Bibliof'iaphiai ertesito Magya- 
rorszng cs Erdeiy szamara. 

Engel C. storia del regno di 
Ungheria. Vienna 1815; voi. 5. 
{led.) (1540 

Quest'opera diligente fu compendiata 
e volta in ital.da Belliuzaghi. Vedasi 
la Collana Segur al n. 32. 

Fessler. Storia dell'Ungheria. 
1812-25; voi. 10. (led.) (1541 

Mailath. Storia dei Magiari. 
Ratisbona, 2.^ ediz. 1853; vo- 
lumi 2. (ted.) (1542 

Horwath. Storia degli Ungheri. 
Pest , Emich 1850. (unghe- 
rese) (1543 

Opi'ra nccreililata. 

Szalay L. Storia dell'Ungheria. 

Pest 1857. (ungher.) (1544 
Sacy. Histoire generale de Hon- 

grie depuis la première in- 

vasion des Huns. Paris 1778; 

voi. 2. (1545 

Gerando. Essai historique sur 

l'origine des Hongrois. Paris 

1844. (154-6 

Dussieux. Essai historique sur 

Ics invasions des Hongrois. 

Paris 1839. (1547 



1348-lo65 



IL MEDIOEVO. 



93 



Endiicher. La legislazione di 
S. SU-l'ano re d' Ungiieria. 
Vienna -1849. (ted.) (15i8 

Teleki G. L' Ungheria ai tempi 
degli Hunyadi (Hunyadiak kora 
magvarorszàgon). Pest, Eniich 
1855; voi. 2. {ungher.) (1549 

Quest'opera tratta il più splendido 
periodo delia storia ungherese, ed è 
assai accreditata. 

Fiorillo. Su alcuni letterati ed 
artisti italiani che fiorirono 
alla corte di Mattia Corvino 
re (l'Ungheria. Gottinga 1812. 
{ted.) (looO 

Kerékgyàrto Arpad. Stoiàa 
della coltura nell'Ungheria,con 
sj3eciale riguardo allo sviluppo 
della vita politica in Ungheria, 
Transilvania e Croazia. Pesi 
1859; voi. 2. (ungher.) (1551 

Kòvàry L. Storia della Trans! I- 
v.inia. Pest 1859. (w«r//i.) (1552 

Teutsch. Storia delle colonie sas- 
soni nella Transilvania. Kron- 
stadt 1856. (ted.) (1553 

Oj)era premiata dall'Ateneo Irajisil- 
vaiio. 

Kogalnitchan. Histoire de la 
Dacie et des Valaqucs. Ber- 
lino, 2.dt' édit. 1854. (1554 



L'opera migliore bibliografica sulla 
Polonia è quella del dotto Lclewel in- 
titolata: Della bibliografìa polacca ne' 
tempi antichi e moderni. Wilna 1814 ; 
voi. -2. (poi.) 

Schafarik. Antichità slave, (boe- 
mo) (1555 

Assai accreditata. — Vers. ted. di M. 
A'Mvnf.ld. Lipsia 1844; voi. -2. 

Dobrowsky. Notizie sulla sto- 
ria, le antichità, e la lettera- 
tura di tutti i popoli slavi. 
Praga 1834. (ted.) (155G 

Kaysarow A. Essai sur la 
inithologie slave. Gottingue 
1804. (1557 



Goehring. Storia del popolo 
polacco dalle origini lino a noi. 
Lipsia 1847. (ted.) (1558 

Roepell. Storia della Polonia. 
Amburgo 1840. (ted.) (1559 

Zielinsky. Histoire de Pologne. 
Paris 1830; voi. 2. (1560 

Leleweì G. Storia della Lit- 
tuania e della Rutenia lino alla 
loro incorporazione colla Po- 
lonia nel 1569. (polacco) (1561 

Vers. francese di Rykaczewsky. Pa- 
rigi, Franck 1861. 

Palacky. Storia della Boemia. 

Praga, Kronberger 1854-61; 

voi. 4. (ted.) (1562 

Opera scritta con grande erudizione 
ed eleganza. Il quarto volume, pub- 
blicato recentemente, giunge tino alla 
morte di re Giorgio Podèbrad nel 1471. 



Sulla Russia si può consultare l'am- 
pia bibliografia di Basilio Soltikoff 
col titolo: Saggio di bibliograQa russa 
Dizionario completo delle opere si 
originali che tradolte comparse in Rus- 
sia dall'introduzione della stampa nel 
loo3, tino a noi. Pietroburgo 1814-21; 
voi. o. {russo). 

Karamsin. Storia dell' impero 
russo. Pietroburgo, Stampe- 
ria imperiale 1821 ; voi. 3. 
(russo) (1563 

Accreditata. — Vers. ital. di Moschini. 
Venezia, Gamba 1820; voi. 8. — Vers. 
frane, di Divoff. Parigi 1819-2G; voi. 11. 
— Vers. ted. 

Strahì. Storia di Russia. Voi. 2. 
(led.) (1564 

Herrmann E. Stoi'ia dell' im- 
pero russo. Lipsia 1853; voi. 5. 
(ted.) (1565 

Giunge fino alla pace di Kainardschi 
nel 1773. 

Levesque. Histoire de Russie 
continuée jusqu'à la mort de 
Paul I , et publiée avec des 
notes par Malte-Brun et Dop- 



94 



PARTE SECONDA 



1566-1582 



ping. 4.mc édit. Paris 1812; 
voi. 8. (1566 

Vers. ilal. nella Biblioteca storica di 
Beltoni. Milano 1825 ; voi. 3. 

Nestor. Annali della Russia. Got- 
tinga 1802-1809; volumi 5. 
(ted.) (1567 

Kelly. History of Russia troni 
the earliest period. London 
1854; voi. 2. (1568 

Una delle migliori fra le molte pub- 
blicazioni geliate al pubblico mentre 
ardeva la guerra d' Oriente. Quelle 
di Friswell , Horton , Morell e Rabbe 
sono di minor pregio. 

Bell. History of Russia. London, 
Longman 1854; voi. 3. (1569 

Rubini. Storia di Russia, dai 
primitivi popoli fino al 1725. 
Torino, Rotta 1858. (1570 

L'autore l'u molli anni professore 

presso l'università di Mosca. 

Grahame. History of Russia and 

Tartary l'rom the earliest ages 

till the'fall of the Mogols about 

1550. London 1860. (1571 

Evers. Storia dei Russi. Dorpat 

1816. [ted.) (1572 

Giunge lino a Pietro il Grande. 

Lehrberg. Ricerche sulla storia 
primitiva della Russia. Pie- 
troburgo 1816. {ted.) (1573 

D. Yozikof per ordine dell'Accademia 
delle scienze di Pietroburgo ne fece la 
versione in russo. Ivi i819. 

Hammer G. Les origines rus- 

ses. Petersbourg 1827. (1574 
Leouzon-Leduc. La Finlande, 



son histoire primitive, etc. 
Paris 1845; voi. 2. (1575 

Parrot. Sulle origini, la storia, la 
lingua, e la mitologia de'Letto- 
ni ed Estoni soggetti alla Rus- 
sia. Stuttgarda 1828; voi. 3. 
(ted.) (1576 

Richter. Storia delle provincie 
tedesche del Raltico incorpo- 
rate all' impero russo , lino 
all' epoca dell'incorporazione. 
Riga 1859; voi. 3. (ted.) (1577 

Rutenberg. Storia delle Pro- 
vincie russe del Raltico, Liv- 
landia , Estonia , Curlandia. 
Lipsia, Engelmann 1860; vo- 
lumi 2. (led.) (1578 



Finlay. The history of Greece, 
from its conquest by the cru- 
saders, to its conquest by the 
Turks, and of the empire of 
Trebizond. London 1851.(1579 

Esiste di quest'opera accreditala una 
mediocre vers. ted. di Reiching. Tu- 
binga 1853. 

Hopf C. Le historioe ducatus 
Atheniensis fontibus. Ronnte 
1852. (1580 

Investigazione assai diligente. 
Fallmerayer. Storia della pe- 
nisola di Morea nel medio-evo. 
Stuttgarda 1830-1836; voi. 2. 

(ted.) (1581 



M 

Storia, (delle grand.! scoperte g-eografìche 
e delle concfUListe deg-li E\iropei dal XIII 
al XVIII secolo. 



Ritter C. Storia della geografìa 
e delle scoperte geografiche. 
Lezioni tenute all' università 



di Rerlino. Berlino , Reimer 
1861. {(ed.) (1582 

L'autore, la somma celebrità geogra- 



1583-1597 



IL MEDIO-EVO. 



95 



fica dei giorni nostri, morì nel set- 
tembre 1859. 
Lòwenberg G. Storia della geo- 
grafìa. Berlino, 2." ediz., Haude 
e Spener 1861. (ted.) (1583 

Compendiosa ma esatta esposizione 
de' progressi della scienza geografica 
dai Fenicii a Colombo, ed a noi. È 
ricca di tavole sincronistiche, e di una 
bella carta rappresentante l'universo 
secondo le varie opinioni degli anti- 
chi. Sarebbe assai utile la versione di 
questo libro, che in piccola mole, rac- 
chiude tante notizie. 

Santarelli. Essai sur les progrès 
de la géographie dans le mo- 
yen-àge , après les grandes 
découvertes du XV siècle. 
Paris 1849-57; voi. 4. (1584 

Assai accreditata. 

Berghaus E. Schizzo d'una sto- 
ria delle scoperte geogralìche 
dai tempi antichissimi fino a 
noi. Berlino 1857. (ted.) (1585 

Accreditata. 

Vivien de S. Martin. Ilistoire 
des découvertes géographi- 
ques des nations européennes 
dans les diverses parties du 
monde. Paris 1845 ; voi. 43 
avec cartes. (1586 

Kùlb. Storia dei viaggi e delle 
scoperte marittime. Magonza 
1841. (fed.) (1587 

Falkenstein. Storia delle sco- 
perte geografiche. Dresda 1828; 
voi. 2. (ted.) (1588 

Accreditata. 

Peschel. Storia dell'epoca delle 
scoperte geografiche. Stutt- 
garda, Cotta 1858. (ted.) (1589 

Burney. A cronologica! liistory 
of the discoveries in the South 
Sea, from the earliest disco- 
veries to the times of Drake 
viz 1579, London 1830; vo- 
lume s 5. (1590 

Per mare del Sud gli Inglesi inten- 
dono il Pacifico. 



Desborough Cooley. History 

of maritime and inland disco- 
ve ry. (1591 

Vers. frane, di Joanne. Parigi 1810; 
voi. 3. — Nel 1811 comparve in To- 
rino una versione dall'inglese fatta da 
G. Demarchi col titolo: Storia delle 
scoperte marittime e continentali. Vo- 
lumi 3. 

Rafn. Memoria sulla scoperta 
d'America nel X secolo, (da- 
nese) (1592 

Vers. ingl. New York 1838. — Vers. 
ita), di Graberg de Hemsò. Pisa, Ni- 
stri 1839. Vedansi in proposito anche 
gli splendidi capitoli di Humboldt nel 
celebre suo Cosmos. 

Smith. The discovery of Ame- 
rica by the Northmen. London 
1839. (1593 

Vedasi sullo slesso argomento anche 
l'opera di Beamisli pubblicata in Lon- 
dra da Boone. 

Estancelin. Recherches sur les 
voyages etdécouvertes desna- 
vigateurs normandes en Afri- 
que, dans les Indes, et en Amé- 
rique. Paris 1832. (1594 

Polo Marco. I viaggi in Asia. 
Edizione orig. Venezia, Sessa 
1496. (1595 

Rarissima. — Una versione inglese 
corredata da preziose note fu pubbli- 
cata da G. Wright. Londra 185i. — 
Una pregevole versione tedesca è quel- 
la di Biirck colle note di Neumann. 
Lipsia 18i5. Vedasi il quarto volume 
dell'Appendice alla prima serie del- 
V Archivio storico. 

Zurla. Di Marco Polo e di altri 
viaggiatori veneziani. Venezia, 
Fuchs 1818; volumi 2, con 
carte. (1596 

Vedasi anche la Vita di M. Polo 
scritta da G.B. Baldelli. Venezia 1827. 

Dissertazione intorno ai 

viaggi ad alle scoperte setten- 
trioi'iali dei fratelli Zeni. Ve- 
nezia 1808. (1597 

Zehrtmann. Osservazioni sui 
viaggi nelle regioni settentrio- 



PARTE SECONDA 



96 

nali attribuiti ai veneziani Ze- 
ni, {dan.) (1-^98 

Dissortaz. inserita nell'annata 18,U 
del giornale antiquario di Copenhagen: 
Nordlsk tidskrifl far oldkyndighed. 
Colleeào de monumentos inedi- 
tos'para a historiadas conqtii- 
stas dos Porti! guczes em Afri- 
ca , Asia e America. Lisl^oa 
1858. (l'^99 

Opera pubblicata, i)er ordine del go- 
verno portoghese, dalla reale Accade- 
mia di Lisbona. 

Avezac. Notice des découvertes 
faitcs au inoyen-àge dans l'o- 
ccixnkihniìqne, antérieurment 
aux grandes explorations por- 
tugaises dii XV siede. Paris, 
Fain 1816. (1600 

Wappaeus. Ricerclie sulle sco- 
perte de' Portoghesi all'epoca 
di re Enrico il Navigatore e 
sul commercio degli Spagnuo- 
li, Portoghesi ed Italiani nel 
m'edio evo. Nuova ediz. G()t- 
tinga 1857; voi. 2.(^^^0(1601 
Soltau. Storia delle scoperte e 
delle conquiste de'Portoghesi 
nell'Oriente dal 1415 al 1539. 
1820; voi. 5. (ted.) (1602 

L'autore si basa quasi esclusivamente 
sulla narrazione dello storico porto- 
ghese Barros. 

Castanheda. Historia do deseo- 
briinento e conquista de India 
pelosPortuguezes.Nueva edic. 
LisV)oa 1833; voi. 7. (1603 

Roselly de Lorgues. Christo- 
phe Colomb, sa vie, et ses 



ltil)8-l(ill 



voyages d'après les documents 
d'Itafie et d'Espagne. Paris, 
Didier. 2.'le édit. 1859; volu- 
mes ± (1604 

Sebbene di quest' opera V autore 
siasi fatto strumento per propagare e 
difendere le opinioni sue religiose , 
perdendo talvolta di visla il tema 
scientifico, non esiliamo a chiamarla 
la migliore ed assai preferibile a 
quelle scritte da Irving, da Spotorno 



e dai sotto citati. Ne abbiamo una 
buona versione italiana del conte Tul- 
lio Dandolo. Milano, Battezzati 18o7; 
voi. 2, e fa parte della Pohanlea cat- 
tolicfi. 
Irving Washington. History ol 
the lite and voyages of C. Co- 
lumbus. New edit. London 
1830; voi. 4. (1G05 

Tradotta in tedesco da diversi , in 
olandese, in spagnuolo, in francese, in 
italiano a Firenze nel 1829, a Genova 
nel 1818 presso il Gravier. 

Codice Colombo-americano, ossia 
Raccolta di documenti ongi- 
nali ed inediti spettanti a Cri- 
stoforo Colombo, alla scoperta, 
od al governo dell'America, 
pubblicato per ordine degli 
illustr.m' decurioni della citta 
di Genova. Genova, Ponthe- 
nier 1823. (1^06 

Bossi L. Vita di Cristoloro 
Colombo, corredata di note 
ortiche, e di un'appendice di 
documenti inediti e i"ii"i- £': 
lano 1818. (l^O" 

Schaeidawind. Cristoforo Co- 
lombo, lo scopritore d'Ameri- 
ca. Amburgo 1843. (fefL) (1608 

Spotorno. Dell'origine e della 
patria di Cristoforo Colombo. 
Genova, Frugoni 1819. (1609 

Esistono su Colombo altri scrini di 
Biancbclli, Cancellieri, Belloro, Na- 
pione, Sanguinetti (Genova, Bettolo 
1846) Reta (Torino 1816) , Conti 
(Alessandria 18i6). Una recensione di 
quelli di Reta e Sanguinetti, scritta 
da A Vnnnucci, leggesi nel quarto 
volume dell' Appendice alla prima 
serie deW Archivio storico. 
Robertson. History of the di- 
scovery of America. (1610 

Vers. ilal. Palermo, Garofalo 1886. 
Wislicenus E. La scoperta d'A- 
merica. Lipsia, 2.^» ediz., 1852. 

(,ed^ (icii 

Santarem. Recherches histori- 
ques et criti(iu(^s sur Amr- 



1612-1620 



IL MEDIO-EVO. 



97 



rio Vespucci et ses voyages. 
Paris 1842. (1612 

Accreditata. — Vers. ingl. di Cliilde 
Boston. Su questo nostro illustre na- 
vigatore ponno eziandio consultarsi gli 
scritti di G. Napione e di S. Canovai 
stampati in Torino ed in Firenze circa 
il iblO , oltre quelli pubblicali circa 
la metà dello scorso secolo da A. M. 
Bandini. 

Avezac. Les voyages de Ves- 
puce au compte de l'Espa- 
gne, et les mesures itinéraires 
employées par les Espagnols 
des XiV et XV siècles. Paris, 
Martinet 1858. (1613 

Irving W. History of the tra- 
vels aiid diseoveries of the 
friends of Columbus, of Cor- 
tez, and Pizarro. (1614 

Vers. franci'sedi Defauconpret 1831; 
voi. 3. 

Lester and Poster. Life and 
voyages of Americo Vespucci 
"with illustrations conccrning 
the discovery of the ne^' 
world. New York 1846. (1615 

Ghillany. Storia del navigatore 
31artino di Behaim , narrata 
secondo i documenti. Norim- 
berga 1853. {(ed.) (1616 

Celebre navigatore tedesco, contem- 
poraneo di Cdiombo. 

Arcangeli G. Lettera di Gio- 
vanni da Verazzano a Fran- 
cesco I re di Francia , sulla 
scoperta di nuove terre sulla 
costa settentrionale d' Am&- 
rica. (1617 

Nel nono volume dell'Appendice alla 
prima serie ddV Archivio storico. 



Las Gasas B. Relacion de la 
destruycione de las Indias. 
Sevilla 1542. (1618 

Quadro orribile, ma veritiero delle 
infamie commesse dagli avventurieri 
e conquistatori spagnoli nel nuovo 
mondo. Esistono molte edizioni e molte 
versioni. 

Helps A. Thcspanish conquest 
in America, and its relation 
to the history of slavery. 
London, Parker 1857 ; volu- 
mes 2. (1619 

Manzi. Storia della conquista 
del Messico fatta da Cortez. 
Roma 1820. (1620 

Pigafetta. Primo viaggio in- 
torno al globo terraqueo. Pub- 
blicato da C. Amoretti. Milano 
1810. (1621 

Pigafetta faceva parte dell'arditissi- 
ma ciurma, che guidala dal portoghese 
Magelhaens compi nei lo21 il primo 
viaggio intorno al globo. 

Memoir of Sebastian Cabotto 
Avith a review of maritime di- 
seoveries. London 1831. (1622 

Vita e viaggi di Francesco Drake 
il celebre navigatore inglese. 
Halle 1815. {led.) (1623 

Lebrun. Voyages et aventures 
du capitaine Cook. Nouv. édit. 
Tours, Mame 1852. (1624 

Young. Life and voyages of 
ciplain James Cook drawn 
tip from authenticdocuments. 
Paris 1836. (1(525 

Kippis. Life of captain James 
Cook. London 1788. (1026 



UIBL. — 1^. 



PARTE SECONDA 



1627-1643 



Storia ecclesiastica. 

(Comprende dalla morte di Gregorio Magno nel 604, fino a quella di 
Innocenzo Vili nel 1492 , le ojjere concernenti le vite dei singoli 
pontefici, de' santi, de' j^rimi riformatori , le sette de' Valdesi , 
Vicliffìti, Ussiti, ecc., l'inquisizione, le guerre mosse ai settam, 
i concila, e la cattività di Avignone). 



Hurter. Quadro delle istituzio- 
ni della chiesa nel medio-evo. 

{ted). (1627 

Vers. frane, di Saint-Cheron. Paris 
1843; voi. 3. 

Chastel. Le christianisme et 
l'église au moyen-àge. Paris, 
Cherbuliez 1859. (1628 

Accreditata. 

Daily. Histoire de l'apostolat, 
ou Les voyages des missio- 
naires catholiquos dans toutos 
les contrées du monde, con- 
siderés au doublé point de l'hi- 
stoire de l'église et de celle 
de la civilisation depuis l'ère 
chrétienne jusqu'à nous. Pa- 
ris, Labitte 1845 et seq. ; vo- 
lumes 12. (i629 

Promis ID. Le monete de' ro 
mani pontefici avanti il mille. 
Torino 1859, con tavole. (1630 

Bartoli J. B. Apologia prò 
Honorio I romano pontifìcc. 
Ausugii 1750. (1631 

Destombes. Histoire de Saint- 
Amand , missionaire du chri- 
stianisme chez les Francs du 
Nord au VII siede. Tournay 
1852. (1632 

Leonii. Vita di san Martino pa- 
pa. Todi, Natali 1857. (1633 

Brunner. Vita di san Bonifacio 
apostolo della Germania. Ra- 
tisbona 1852. (ted.) (1634 

Vedasi anche quella di Seitcrs. Ma- 
Ljonza 18i5. 



Filz. Dissertazione storica su 
san Roberto vescovo di Sali- 
sburgo. Ivi 1831. (ted.) (1635 

Laemmer. Papa Nicolò I e la 
chiesa bizantina del suo tem- 
po. Berlino 1857. (ted.) (1636 

Dobrowsky. S. Cirillo e Me- 
todio apostoli degli Slavi, sag- 
gio critico-storico. Praga 1823-. 
ited^ (1637 

Tosti Luigi. Storia dell' ori- 
gine dello scisma greco. Fi- 
renze, Le Mounier 1860; vo- 
lumi 2. (1638 

Accreditata. 

Jager. Histoire de Photius pa- 
triarche de Constantinople, au- 
teur du schisine des Grecs. Pa- 
ris, Vaton 184^. (1639 

Klose. Storia e dottrine di Mar- 
cello e di Fozio. Amburgo 
1837. (ted.) (1640 

Storia di papa Giovanni X che 
pontificò dal 914 al 928. (1641 

Leggcsi nelle opere di raonsig. Fran- 
cesco Liverani. 

Schuldes. Vita di s. Venceslao 
duca di Boemia. Vienna 1848. 
(ted.) (1642 

Bianchi-Giovini. Esame criti- 
co degli atti e dei documenti 
della papessa Giovanna. Mila- 
no, CivcUi 1845. (1643 

L'autore, come !?i;i il Ciampi nel suo 
libro pubblicato nel 1828 in Firenze, 
è tra i molti che scrissero provando 
la ialsità di ijucsta novella. L'Ottinger 



d 644-1 658 



IL MEDIO- EVO. 



99 



nella sua Bibllographie biograpliique 
dà una lunga nota di autori che scrissero 
prò e contro. — Vedasi la recensione 
di La Farina suU' opera citata , nel 
terzo volume dell'Appendice alla pri- 
ma serie deWArchivio storico. 

Ferrucci. Investigazioni stori- 
co-critiche sulla persona ed 
il pontificato di Bonifacio VII. 
Lago, Melandri 1855. (1644 

Sembra che Bonifacio VII non sia 
stato papa legittimo. 

Hock. Gerberto, o papa Silve- 
stro II ed il suo secolo. Vien- 
na 1837. (ted.) (1645 

Accreditata. — Vers. ital. di G. Stel- 
zi colle aggiunte somministrate dal- 
l' autore. Milano, Resnali 18ifj. — 
Vers. frane, di A\in|:;er. 

Bùdinger. Sulla parte politica e 
scientifica di Gerberto, Cassel 
mi. {(ed.) (1646 

Mittler. Dissertatio de schisina- 
te in ecclesia sub pontillcatu 
Benedicti IX. orto. Tigurum 
1835. (1647 

Hòfler. Vite dei papi tedeschi 
Gregorio V, Clemente II, Da- 
maso II, Leone IX, Vittore II, 
Stefano IX, Nicolò II. Ratisbo- 
na 1839; voi. 2. {ted.) (1648 

Si consulti anche l'opera di G. Will 
intitolata : / prin:ipii della riforma 
dalla chiesa nelV undecimo secolo. Mar- 
burgo 1838. (ted.) Incomincia da! con- 
cilio ili Sulri nel 1046. I suddetti 
papi (se il primo si toglie) ponlitica- 
rono l'un dopo l'altro dal 10i6 al 1061. 

Hunkler. Leone IX pontefice, 
ed i suoi tempi. Magonza 1851. 
{ted.) (1649 

Il più celebre fra i papi tedeschi 
di cui parla anche l'opera precedente, 
e che G. Balbo chiama tutti buoni. 

Marocco. Storia di Alessandro II. 
Torino, Stelfenone 1856. (1650 
E noto che questo papa fu di fami- 
glia milanese. 

Voigt. Storia di papa Grego- 
rio VII. 2.^ edizione. Weimar 
1846. (ted.) (1651 

Assai accreditata.— L'autore, sebbene 



protestante, si mostra imparziale. Esi- 
ste una versione italiana di Vergani. 
Milano 1810; ed una francese di Jàger. 
Nuova ediz., Parigi 1834; voi. 2. 

Gfròrer. Papa Gregorio VII ed 
il suo secolo. Sciaffusa , 2.* 
edizione, Hurter 1859; voi. 5. 
(ted.) (1652 

Accreditata, sebbene alquanto pro- 
lissa. L'autore è protestante. 

Soeltl. GregoiMO VII papa. Lip- 
sia 1847. (ted.) (1653 

Vedasi il cenno di Reumont nel 
quinto volume dell' Appendice alla 
jìrinia serie deWArchivio storico. 

Vidaillan A. Vie de Grégoi- 
re VII. Paris, Dufey 1837; 
voi. 2. (1654 

Vedasi la recensione di M. Amari 
nel primo volume dell'Appendice alla 
prima serie deWArchivio storico. 

Bowden. Life and pontificate 
of Gregory VII. London 1840; 
voi. 2. (1655 

Greisley R. The life and ponti- 
ficate of Gregory the Seventh. 
Lond., Longman 1832. (1656 

Frantin. Grégoiro VII et Hen- 
ri IV , fragnient historique. 
Dijon 1849. (1657 

Gassander. Il secolo di Ilde- 
brando, prò e contro di lui. 
Darmstadt 1842. (ted.) (1658 

L'autore signor Ellendorf si nascose 
sotto il pseudonimo di Gassander, forse 
perchè egli stesso si vergognava del- 
l' ingiusta polemica che moveva alla 
memoria del grande pontelice. — I suoi 
risultali nulla valgono contro quelli di 
altri autori protestanti meno parziali 
di lui , quali sono Voigt . GfriJrer e 
Bowden. Su Gregorio VII esistono 
molli scritti e quasi tutti di autori 
protestanti , i quali, a quanto pare, 
non trovarono indegno soggetto delle 
loi'O penne le glorie della chiesa cat- 
tolica. Il lavoro di Muzzarelli, stam- 
palo in Foligno nel 178'J, ora è anti- 
quato. 

Helfenstein. Le tendenze di 
Gregorio VII giudicate secon- 
do gli scritti polemici del 



100 



PARTE SECONDA 



16o9-1683 



SUO tompo. Francoforte 1856. 

hcd.) ('^^'-"^^ 

Giesebrecht G. De Gregorii VII, 
registro emeiKÌando. Brun- 
swick 1858. (1660 
Tosti. L. La contessa Matilde ed 
i romani pontefici. Firenze 
1859. (1661 

Su qaisl' opera e su quella di Reiiée 
si veg^a la recensione di G. Vegni 
nel d'el-imoterzo volume della nuova 
serie dellMrc/utio storico. 

Renée A. La grande Italienne, 
Mathilde de Toscane. Paris , 
Dentu 1859. (1662 

Questo libro, scriUo colla leggerezza 
e col brio proprio de' Francesi, non 
manca d'interesse. Esiste ""^ versione 
italiana colla (falsa) data d'Italia 18o9. 

Bigi. Discorsi storici sulla ce- 
lebre contessa Matilde, e Ve- 
ronica Gambara principessa di 
Correggio. Mantova , Benve- 
nuti 1859. (1663 

Laubert W. Vita Urbani II pa- 
piu. Breslavia 1859. (1664 

Grùnhagen. Vita Urbani II. 
Hahc 1853. (1665 

Gaeiani. Vita di papa Gelasio 11. 
Roma, Gaetani 1802. (1666 

Storia di papa Onorio II che pon- 
tilìcò dal 1124 al 1130. (1667 
Lcggesi nelle opere di monsignor 
Francesco Liverani. 

Delannes. Histoire du pontife 

Innocentll. Paris 1741. (1668 
Histoire dupontilìcatde Eu- 

o-ène III. Nancy 1737. (1669 
Ratisbonne. Histoire de Saint 

Bernard. Paris, Perisse 1841; 

voi. 2. (1670 

Vers ital. di Rùvida. Milano 18'i;5; 
^,^1 2 — Vers. ted. — Vers ingi. 

Ellendorf. S. Bernardo di Clair- 
vaux e la gerarchia del suo 
tempo. Essen 1837. (/ed.) (1671 

Neander. S. Bernardo di Clair- 
vaux ed i suoi tempi. Berlino 
1813. {ted.) (1672 



Desiardins A. Études sur saint 
Bernard. Dijon 1849. (1673 

Raby. Pope Adrian the fourth. 
London 1849. (1674 

Francke. Arnaldo da Brescia 
ed i suoi tempi. Zurigo 1825. 
(ted.) ^ (1675 

Guadagnini. Vita di Arnaldo 
da Brescia. Pavia , Bolzani 
1790. (1676 

Peyrat. Les réformateurs de la 
France et de l'Italie au XII sie- 
de. Paris, Meyrueis 1860. (1677 

Reuter. Storia di papa Alessan- 
dro III e della chiesa del suo 
tempo. Lipsia, 2.'' ediz., Teub- 
ner 1860; voi. 3. {ted.) (1678 

Opera profonda ed imparziale, di 
autore proteslaiile. 

Loredano. Vita di papa Alessan- 
dro IH. Venezia 1662. (1679 

Esistono molte edizioni. 

Cristophe. Histoire de la papau- 
té pendant le XIH siede. (1680 

Vers. ted. di Ritter. Paderborn 1854; 
voi. 3. ..11 

Henrion. Histoire generale des 
I missionscatholiques, depuisle 
I XHIsiècle. Paris 1846; voi. 2, 
avec cartes. (1681 

Vers. ital. Torino, eleg. ediz. Pomba 
1849- voi. 2. — Altra vers. ital. di 
Toccagni. Milano, Turati 1845. Qae- 
si' ultima rimase interrotta. Vedasi 
anche l'opera di Daily citata al nu- 
mero 16"29. 

Histoire des ordres reli- 

gieux depuis l'origine jusqu'à 
'rétablissement des ordres men- 
diants. Paris , Meyers 1835 ; 
voi. 2. (1682 

Hurter. Storia di papa Inno- 
cenzo IH e de' suoi contem- 
poranei. Amburgo 1834-42; 
voi. 4. {ted.) (1683 

La miglior opera sul grande pon- 
tefice. — Vers. frane, di Saint Cheron. 
Paris 1838; voi. 3. — Vers. ilal. di Rù- 
vida (eseguita sulla francese!!) Milano 
1842; voi. 4. Altra vers. ital. di blie- 



l(>8'i-1701 



IL MEDIO-EVO. 



101 



mone. Milano, Arzione 1858, prefcri- 
l)ile perchè eseguila sull'ultima ediz. 

tedesca. 

Delisle L. Mémoire sur Ics actes 
d'Iiinocent III^ suivi de l'iti- 
néruire de ce pontile. Pai'i.s , 
Diii'and 1857. (1684 

Jorry. Histoire dii pape Inno- 
cent Iir, nioi't en 1216. Paris 
1853. (1685 

Hahn. Storia degli eretici nel 
medio-evo, s|)ecialniente ne' 
secoli XII e XIII. Stuttgarda 
1847; voi. 2. (ted.) 1I686 

Accreditala. 

Herzog. I Valdesi e le loro con- 
dizioni prima e dopo la rifor- 
ma. Halle 1853. (ted.) (1687 

Veggasi rlello stesso autore lo scritto: 
De origine et prislinu statu Valdeu- 
sium, secundum antiquissima eorum 
scripta. Hake 1819. 

Dieckhoff. I Valdesi nel medio- 
evo , ricerche istoriche. Got- 
tinga 1858. {ted.) (1688 

Vedasi il cenno di Reumont nel vo- 
lume sesto della nuova serie àeWArch. 
storico. 
Muston. L'Israel des Alpes , 
|jremière histoire conipléte des 
Vaudois. Paris 1851; volii- 
mes 4. (1689 

Vers. ted. Duisburgo 1837. Vedasi 
anche 1' Histoire de l'église vaudoise 
di Moiiastier. Paris 18'i6; voi. 2. 

Krone. Fra Dolci no ed i Pata- 
reni, episodio storico delle 
guerre ridigiose in Piemonte. 
Lipsia 1844. (ted.) (1690 

Si basa in gran parte sugli statuti 
vercellesi. Vedasi la recensione di Reu- 
mont nel secondo volume" delTApp. 
alla prima serie dell' Ardi, storico. 

Schlosser. Abelardo e Dolcino, 
ossia Vita ed opinioni di un 
lanatico e di un (llosol'o. Gotha 
1807. (ted.) (1691 

Blair A. History of the Wal- 
deiises , and sketch on the 
Christian church in South 



France and North Italy. Edim- 
burgh 1833; voi. 2. (1692 
Tamburini P. Storia generale 
dell'imiuisizione. Milano, San- 
vito 1862. {in corso) (1693 

Non ci facciamo garanti né dell'au- 
teiiticila, né del merito di quest'ope- 
ra , che non conosciamo ancora. — 
Sarà compresa in quattro volumi in 
ottavo. L'autore fu rettore della fa- 
coltà legale a Pavia. Sull'inquisizione 
si consulti anche l'opera di Ximenes, 
Tubinga 184ì. {ted.), e quella notis- 
sima di LIorenle tradotta dallo spa- 
enuolo in molle lingue. 

Lacordaire. Vie de S. Domi- 
niijue de Guzman fondateur 
des Dontinicains. Paris, Pous- 
sielgue Rusand 1858. (1694 

Ghavin de Meulan. Histoire 
de S. Fraiu'uis d'Assise, in- 
stituteurdes Franciscains. Pa- 
lis 1841. (1695 

Montalembert. Vie de salute 
Elizabeth de Hongrie duchesse 
de Thuringe. Paris, Bray, 8.me 
édit., 1858; voi. 2. (1696 

Vers. ilal. e compendio di Carolina 
Solaro della Margherita. Torino 1814. 

Pansa P. Vita del gran ponte- 
lice Innocenzo IV e di suo 
nipote Adriano V. Napoli, Car- 
lino 1601. (1697 

Jourdain. La philosophie de 
Saint Thomas d'Aquin. Paris 
1858. (1698 

Touron. La vie et les doctrines 
de S. Thomas d'Aquin. (1699 

Vers. ilal. Prato, Alberghetti 1860 ; 
voi. 2. 

Hoertel. S. Tommaso d'Aquino 
ed il suo tempo, secondo le fon- 
ti. Augusta 1846. (kd.) (1700 

Sull'illustre teologo italiano oltre i 
citati scritti ponno consultarsi quelli 
di Bareille (Parigi 18l0j, di Delecluse 
(Parigi 18i4; voi. 2.) e di Carle (Pa- 
llili 1846). 
Fessler. Le mistiche notti di 
S. Bonaventura, teologo ita- 
liano. Berlino 1807. {(ed.) (1701 



102 



PARTE SECONDA 



1702-1728 



Bonucci. Storia del pontefice 
Gregorio X.Roma 1711. (1702 

Tosti L. Storia di Bonifacio Vili 
e dei suoi tempi. Montecassi- 
no 1846. (1703 

Esiste anche un'ediz. di Milano 1848. 
Silvestri; voi. 2. — Vers. frane, di Du- 
clos. Parigi 1854; voi. 2. — Vers. ted. 
Tubinga 1848; voi. 2. — Vedasi su que- 
st'opera accreditata, la recensione di 
Scarabeili nel quinto voi. dell'Appen- 
dice alla prima serie deWArch. storico. 

Drumann W- Storia di papa 
Bonifacio Vili. Kònigsberga 
1852; voi. 2. (ted.) (1704 

A questo slesso autore devesi l'eccel- 
lente Storia romana sul finire della 
repubblica, citata al numero 483. 

Jouy. Histoire de pape Bonila- 
ce Vili. Paris 1850. (1705 

Baillet. Histoire des démèles 
du papeBoniface Vili avec Phi- 
lippe le Bel. Paris 1718. (1706 

Gristophe. Histoire de la pa- 
pauté pendant le XIV siede. 
Paris 1853; voi. 3. (1707 

Vers. ted. di Riiter. Paderborn 1853, 
voi. 3. Vedasi il numero 1080. 

Campana. Vita del sommo pon- 
tefice Benedetto XI. Milano 
1736. (1708 

Joudou. Histoire des souve- 
rains pontifes quiontsiégé à 
Avignon. Avignon 1855; vo- 
lumes_ 2. (1709 

Gasparin, Bungener et Pres- 
sensé. Le christianisme a a 
XIV siede. Seances histori- 
ques données a Genève. Paris 
1858. Cherbuliez. (1710 

André. Histoire de la monar- 
chie pontificale au XIV siècle, 
ou La pai)aiité à Avignon. Pa- 
ris, Vaton 1845. (1711 

Balusìus. Vitie papai-um ave- 
nionensium. Parisiis 1693 ; 
voi. 2. (1712 

Fantoni. Storia della città di 
Avignone e del contado Ve- 



nesino in Francia, posseduto 
dalla apostolica sede. Venezia, 
Ertz 1678; voi. 2 (1713 

Rabanis. Clement V et Philippe 
le Bel. Paris 1858. (1714 

Vedasi la recensione di Reumont nel 
voi. H.° della nuova serie dell' Arc/tt- 
vio storico. 

Bertrandy. Recherches histo- 
riques sur l'origine, et l'elec- 
tion du pape Jean XXII. Paris 
1854. (1715 

Huissen. Histoire des conclaves 
depuis Clément V jusqu'à pre- 
sent , enrichie de plusieurs 
mémoires concernent l'histoi- 
re, etc. Cologne 1702; volu- 
mes 2. (1716 

Jàger. Wiciiffe ed il significato 
della sua riforma. Halle 1854. 
(ted.) ri717 

Mackay. The WiclilTites , or 
England in the XV century. 
London, Hamilton 1847. (1718 

Flathe. I precursori della ri- 
l'orma religiosa in Germania. 
Lipsia 1835. {ted.) (1719 

Jordan. I precursori di Huss 
e dell'ussitismo nella Boemia. 
Lipsia 1846. (ted.) (1720 

Bonnechose. Les réformateurs 
avant le réforme , Jean Huss 
et le concile de Constance. 
Paris, 3.nieédit. , Cherbuliez 
1859; voi. 2. (1721 

Lommel. Vita del riformatore 
boemo Giovanni Huss.Giessen, 
3.^ ediz., 1847. (ted.) (1722 

Heller. Gerolamo da Praga, il 
discepolo di Huss. Lubecca 
1835. (ted.) (1723 

Wendt. Storia degli Ussiti. Mag- 
deburgo 1845. {ted.) (1724 

Lenfant. Histoire de la guerre 
des Hussites, et du concile 
de Bàie. Utrecht 1731; volu- 
mes 2. (1725 



1726-1740 



IL MEDIO-EVO. 



i03 



Millauer. Documenti storici di- 
plomatici su Zizka di Trock- 
now il capo degli Ussiti. Praga 
1824. (ted.) (1726 

Wessenberg. I grandi concilii 
dei secoli XV e XVI, descritti 
criticamente, e nella loro re- 
lazione colla riforma. Costan- 
za 1840; voi. 4. (ted.) (1727 

Il primo volume coiiliene un sunto 
storico de'primi quattordici secoli della 
chiesa, il secondo la storia dei concilii 
di Costanza e Basilea, il terzo quella 
del concilio tridentino, il quarto la 
critica de'decreti emanati da quest'ul- 
timo concilio. 

Lenfant. Histoire du concile de 
Pise. Amsterdam 1724; vo- 
lumes 2. (1728 

Tosti L. Storia del concilio di 
Costanza, divisa in sei libri. 
Milano, Silvestri 1855; volu- 
mi 2. (1729 

Accreditala. 

Donin. Breve biografia di San 
Vincenzo Ferrerò dell' ordi- 
ne de'domenicani predicatori. 
Vienna 1844. (ted.) (17,30 

Cirocco. Vita di Martino V, 
(Colonna) pontellce. Foligno 
1638. (1731 

Glemens. Giordano Bruno ed 
il vescovo Nicolò di Cusa. Sag- 
gio sulla riforma della chiesa 



nel secolo XV. Bonn 1847. 

(ted.) (1732 

Rossi B. Vita di papa Nicolò V. 

Milano, Agnelli 1716. (1733 
Voigt. Enea Silvio Piccolomini, o 

Papa Pio II, ed i suoi tempi. 

Berlino 1856. (ted.) (1734 

Accreditata. — Vedasi il cenno di 
Reumont nel voi. quarto della nuova 
serie deWAìxh. storico. 

Heinemann. Dissertazione su 
Enea Silvio Piccolomini, e la 
crociata universale da lui pre- 
dicata contro il Turco. Bern- 
burg 1855. (ted.) (1735 

Hagenfoach. Schizzi su Juiea 
Silvio Piccolomini, che diven- 
ne poscia papa Pio II. Basilea 
1840. (ted.) (1736 

Beets. De JEnx Sylvii qui po- 
stea Plus papa secundus, mo- 
rum , mentisque mutationis, 
rationibus. Harlem 1839. (1737 

Verdiére. Essai sur Silvius Pic- 
colomini. Paris 1843. (1738 

Lauff. De ^Enea Silvio Piccolo- 
mini. Bonn 1853. (1739 

Serdonati. Vita e fatti d'Inno- 
cenzoVIII. Ridano, nuova ediz., 
Ferrarlo 1829. (1740 

Il libro di Vialardo, Venezia, Sessa 
1613, su questo papa, discorre ezian- 
dio di Bonifacio IX, e del celebre car- 
dinale Innocenzo Cibo. 



1741-1751 



STORIA MODERNA 



A 



Opere generali sialla storia moderna. 



Kortùm. Storia dell'Europa al- 
l'epoca della transizione, dal- 
l' evo medio al moderno. Lip- 
sia , Weigel 1860; volumi 2. 
{ted.) (1741 

Heeren E. Manuale storico del 
sistema politico degli stati eu- 
ro])ei e delle loro colonie. 
(ted.) (1742 

Vers. ilal. di G. Parola. Milano, Hra- 
vf'tta 1843; voi. 3. — Questo libro 
dà il compentlioso racconlo delle vi- 
cende europee dal 1492 al 1828. — 
È prezioso per le fonti che cita, e se 
in oggi è alquanto antiquato, non ha 
perduto valore quanto alla parte che 
riguarda le colonie europee in Ame- 
rica, Asia, ecc., ed i molli libri che 
cita in proposilo. Sono utili anche le 
tavole cronologiche alla (ine del terzo 
volume. 

Eichhorn. Storia degli ultimi 
tre secoli , cioè secolo XVI , 
XVII e XVIII. 3.-' ediz. Anno- 
verl817;vol.6. ited:) (1743 

Abbraccia anche la storia delle co- 
lonie. 

Guizot. Cours d'histoire mo- 
derne. Paris 1828; voi. 6. (1744 

Histoire de la civilisation 

en Europe , depuis la chute 
de l'empire romain jusqu'à la 



revolution francaise. Paris , 
T.meédit., Didier 1860. (1745 

Contiene poco più dell'opera prece- 
dente. — Vers. ital. di A. Zoncada. Mi- 
lano, Reina, 2." edizione, 1856. Opera 
tradotta in molte lingue. 

Raumer F. Storia delKEuropa 
dalla fine del XV sedino a noi. 
1832-50; voi. 8. (ted.) (1740 

Michelet. Tableau chronologi- 
que de l'histoire moderne de- 
puis 1453 jusqu'en 1789. Pa- 
ris, 2.tie édit., 1826. (1747 

Adottata da! consiglio dell'istruzione 
jnibblica in Francia. 

Ancillon. Tableau des ré voi u- 
tions du système politique de 
l'Europe depuis la fin du XV 
siede. Paris, nouv. édit., 1823; 
voi. 4. (1748 

Duruy. Abrégé de Fliistoire des 
temps modernes depuis le mi- 
lieu du XV siede, jusqu'aux 
traités de 1815. Nouv. édit. 
Paris, Hachette 1856. (1741) 

Schlegel. Lezioni sulla storia 
moderna. 1811. (ted.) (1750 

Russell. History of modem Eu- 
rope. London, Whittaker 1837; 
voi. 4. (1751 

Vedaci ambe quella di Dyer stani- 



170-2-17G8 



PARTE TERZA, STORIA MODERNA. 



iO^ 



pata l'anno scorso a Londra da Murray 
in (lue volumi. 

Bianchi Gel. Compendio di sto- 
ria moderna dal 1454 al 1861. 
Firenze, 3.^ edizione, Barbera 
1861. (1752 

Questo diligente compendio si divide 
in quattro epoche, e circa oltocenlo 
pnragrali. Alla fine del volume tro- 
vasi una preziosa appendice, cioè la 
serie cronologica dei sovrani europei 
negli ultimi quattro secoli. 

Rùckert. Storia compendiosa 
dei tempi moderni. Stuttt!:ar- 
da 1854. (led.) (1753 

Ranke L. I principi ed i popoli 
dell'Europa meridionale nei se- 
coli XVI e XVII. Berlino, 3." 
ediz., 1844; \oìA.{te(l.} (1754 

Assai acc redi lata. 

SchlosserF.C. Storia del XVIII 

e del XIX secolo fino alla ca- 
duta dell'impero napoleonico. 
Eidelberga, 4. ''^ edizione, Mohr 
1857; voi. 6. [ted.ì (1755 

Il miglior libro su questo interes- 
sante e difBcile periodo. — Vers. oland. 
1860. — Vers. ingl. nella Foreign 
library, di Cliapman. Londra. — Vers. 
frane, di Suckau. Parigi ; voi. 2. — 
G. B. Weiss pubblica ora in Sciaffusa 
coi tipi di Hurler una Storia del XV 111 
secolo, opera postuma di A. Gfròrer. 
Comparve finora il solo primo volume. 

Forster F. Storia dei gabinetti 
europei nel secolo XVIII. Pots- 
dam 1839; voi. 3. {ted.ì (1756 

Cust. The annals of the wars 
of the XVIII centurv. Lon- 
don, Mitchelll860; vof.5, with 
maps. (1757 

RaumerF. L'Europa dalla fine 
della guerra dei sette anni fino 
al termine «iella guerra ameri- 
cana. 1837; voi. :i.ited.) (1758 

Menzel V. Gli ultimi centoven- 
ti anni della storia universale 



a749-1860\ Stuttgarda, Krab- 
be 1860; voi. 5. ited.) (1759 
Gantù G. Storia di cento anni, 
cioè 1750-1850. Nuova ediz. 
Firenze , Le Monnier 1858 ; 
voi. 3. (1760 

Accreditata. — Vers. frane, di Renée. 
Parigi, Didot i8.o2 ; voi. 4. 

Michelet G, L. Storia dell'uma- 
nità dal 1775 a noi. Berlino, 
Schneider 1859; volumi 2. 
{ ted.ì (1761 

Alison A. History of Europe 
from the commencement of 
the french revolution to the 
restoration of the Bourbons 
in 1815. London, 10. ti' cdit., 
Blackwood 1861; vol.l4. il762 

Vers. francese di Considerant. Bru- 
xelles, Parent. 

Saalfeld. Storia generale dei 
tempi moderni dal principio 
della rivoluzione francese fino 
al congresso di Acquisgrana. 
Lipsia 1818; voi. 4. fórf.) (1763 

Pòlitz. Storia del sistema eu- 
ropeo sotto l'aspetto della di- 
plomatica e della politica. Lip- 
sia 1827. ifed.) (1764 

Heeren A. H. Storia del ri- 
nascimento della letteratura 
dopo il risorgere delle scienze. 
1801; voi. 2. ited.) 1765 

Raynal. Histoire philosophique 
et politique des établissements 
des Européens dans Ics deux 
Indes Paris 1821; voi. 12. (1766 

Brougham. Ali inquiry into the 
colouial policy of theeuropean 
po\vers.Edimburghl803.'1767 

Hùne.Rapporto storico sul com- 
mercio degli schiavi, sue ori- 
gini e sua abulizione. Gottinga 
1820; voi. 2. {ted.) (1768 



li 



106 



l'ARTE TERZA 



17G9-1775 



B 



Opere g-en.erali sialla storia mociema in 
Italia. = Opere parziali sul cliacato di 
SaA;^oia (poscia regno d.i Sarclea:n.a) — 
STj-lla repiabblica di Gren.o\Aa — su-1 dia— 
cato di ]Vrilan.o — stalla repiabblica di 
Venezia — suil g-randu.oato di Toscana 
— STJ-I reg-n.o di Napoli — snlla Sicilia,. 
Sardegna e Corsica. 



Guicciardini Francesco. Sto- 
ria d'Italia. Pisa, Capurro 1820; 
voi. 10, con ritratti. (1769 

Abbraccia il solo periodo 1492 a 
15154; ma e assai circostanziala. L'au- 
tore ebbe pars mcujna ne' latti es]josli 
e scrisse con purissimo siile. Tradotta 
in quasi tutte le lingue d'Europa. — 
Ediz. ree. ma inferiore. Mil., Oliva; voi. 3. 

Botta C. Storia d'Itiilia conti- 
nuata da quella del Guicciar- 
dini dal 1534 al 1789. Torino. 
Pomba 1852; voi. 8. (1770 

Esistono molte edizioni. Quellacitata 
è recente ed economica. Di quest'opera 
(cui precede un discorso sugli storici 
italiani) che si considera come classi- 
ca, leggasi la severa ma verissima ana- 
lisi scritta da quel vastissimo ingegno 
che é Nicolò Tommaseo nella parte mo- 
(ii;rna del suo Dizionario estetico. — 
Versione inglese di Baldwin. Londra; 
voi. 2. 

Pielazioni degli ambasciatori ve- 
neti al senato, durante il XVI 
secolo, raccolte ed annotate 
dal prof. Eugenio Alberi. Fi- 
renze 1839-61; voi. 15. (1771 

Questa diligente ed importantissima 
pubblicazione si divide in tre .serie. 
La prima abbraccia sette volumi, e 
contiene le relazioni degli slati europei 
tranne l'Italia; la seconda serie cinque 
volumi, e contiene le relazioni dei varii 
•Stati italiani; la terza tre volumi colle 
relazioni sull' im|)ero ottomano. La 
seconda serie forma una fonie impor- 
tantissima per la nostra storia nel XVI 
secolo ; le altre due costituiscono per 



sé un vasto ed ordinato repertorio 
storico dello stesso secolo. Distinti sto- 
rici ed archivisti (siccome per cs. il 
Gachard ) commendarono altamente 
questa collezione , che è fruito del- 
1 operosità d'uno storico italiano, cui 
la scienza deve parecchi pregevoli 
.scritti. Non sono ancora pubblicali il 
voi. sesto e settimo delia prima serie, 
ed il volume degli indici generali. Il 
prezzo dell'opera ascenderà a circa 150 
frani-hi. 

Relazioni degli stati europei lette 
al senato dagli ambasciatori 
veneti nel XVÌI secolo, raccolte 
ed annotate da N. Barozzi e G. 
Berchet. Venezia, Naratovicli 
1850-60. (1772 

Opci'a assai prege\ole, che f(jrma 
conliiiuazione alla precedente, e della 
quale finora comparvero quattro volu- 
mi. Un cenno leggesi nel secondo volume 
della nuova serie dell'.'lrc/K't'iO storico, 
una recensione anonima nel nono vo- 
lume della stessa serie. 

Leti G. Vita di Cesare Borgia 
detto duca Valentino. Ediz. 
recente pul)blicata da M. Fa- 
bi. Milano, Borroni e Scotti 
1853. (1773 

Temasi. Vita del duca Cesare 
Borala di Valentinois. Mon- 
lecliiari 1655. (1774 

Vannucci. Documenti sul sacco 
dato a Prato dagli Spaunuoli 
nel 1512. Firenze 1841. (1775 

Vedasi il jirimo volume della prima 
serie dell'. Irc/jùuo storico. 



1776-Ì788 



STORIA MODERNA. 



107 



Rossi P. Memorie storiche sui 
principali avvenitncnti d'Italia 
dui'ante il pontificato di Cle- 
mente VII. Roma 1837 ; vo- 
lumi 4. (1776 

Adriani G. B. Istoria de' suoi 
tempi. Prato, Giacchetti 1823; 
voi. 8. (1777 

Edizione eseguita su quella del 1583. 
Quesl' istoria, che abbraccia dal 1.>3G 
al i57i, é una continuazione del 
Varchi, e Tirabosclii la dice scritta 
con gravita e con senno d'ottimo 
storico. 

Capriata. Storia d' Italia dal 
1513 al 1634. Genova 1650; 
voi. 2. (1778 

Ricotti E. Breve storia d'Euro- 
pa e specialmente d'Italia nel- 
l'evo-moderno. Torino, 4.'' edi- 
zione, 1860. (1779 

Buon coniiiendio. Vedasi il numero 
712. — Ambedue i compendii furono 
ora riuniti e pubblicati in una quinta 
edizione (Torino, Stamp. Reale 1862.) 

Ciampi S. Bibliografia critica 
delie antiche corrispondenze 
e relazioni politiche e civili 
d'Italia, colla Russia e la Po- 
lonia. Firenze, Piatti 1842; 
voi. 3. (1780 

Recueil des traités et conven- 
tions diplomati! juesconcernant 
rAutriche et l'Italie 17U3-1859. 
Paris, Amyot 1859. (1781 

D' Ayala. Memorie storico-mili- 
tari dal 1734 al 1815. Napoli 
1835. (1782 

Coppi. Annali d'Italia. Ediz. ree, 
colla continuazione dal 1819 
a noi. Firenze, Gellini 1856-60; 
voi. 10. (1783 

Partendo quest'opera dal 1730 serve 
di continuazione agli Annali del Mura- 
tori. L'autore si mostra assai più istrui- 
to delle cose di Roma e Napoli, che non 
di quelle degli altri paesi. Egli risie- 
deva in Roma. Lo stile nulla offre di 
particolare, e forse dà un po'tropjio nel 
declamatorio e nell' ampolloso. Due 
recensioni, l'una di Tabarrini, l'altra 



di Prinzi valli, leggonsi nel primo e 
neir ottavo volume dell' A[ipendice 
alla prima serie dM' Archivio storica. 
F. Folidori scrisse la recensione del 
nono volume, che comprende gli anni 
1816-47 nel nono volume della nuova 
serie iinW Archivio storico, e A. Galli 
([nella del decimo volume, che tratta 
le vicende del quarantotto, nel decimo 
volumi; della slessa serie. 

Verri A. Le vicende memora- 
bili dal 1789 al 1801. Milano, 
Boniardi-Pogliani 1858 ; vo- 
lumi 2. (1784 

Opera postuma pubblicata per cura 
dil sig. Tullio Dandolo , che le fa 
preced<ire una bella lettera dedicato- 
ria al conte Gabriele Verri , nipoti! 
dell'autore. In principio dei primo 
volume leggesi la vita di Alessandro 
Verri difYusamente ed elegantemente 
narrala da Gio. Ant. Maggi. Da poco 
tempo, per una delle solite gherminelle, 
quest'opera istessa venne annunciata 
sullo il titolo più pomposo e seducente: 
].a repubblica francese e la repubblica 
cisalpina e cispadana, il brigantaggio 
tirili'. Calabrie capitanato dal card. 
Halfn, ecc.. ecc. Milano 1862. 

LaugierC. Fasti e vicende degli 
Italiani dal 1801-05. Firenze, 
Battelli; voi. 5. (1785 

Vedasi il breve cenno di Tommaseo 
nel suo Dizioìiario csIl-Ucu. 

Botta C. Storia d'Italia dal 1789 
al 1814. Ediz. economica. To- 
rino, Pomba 1852; voi. 4. (1786 

Non si puu dire di quest'opera che sia 
scritta sine ira et studio e che sia priva 
di quelle tante anticaglie linguistiche 
si abbondanti nella Storia d'America 
dello slesso autore. Una critica volumi- 
nosa, sebbene mediocre, comparve in 
Modena da Vincenzi. Molli considera- 
no ancora quesfopera come classic-a. 

Turotti F. Storia dell'armi ita- 
liane dal 1796 al 1814. Ediz. 
illustrata. Milano, F. Sanvito 
1856; voi 3. (1787 

Zanoli A. Cenni storico-stati- 
stici sulla milizia cisalpino-ita- 
lianadal 1796 al 1814. Milano, 
Borroiii e Scotti 1845; voi. 2, 
con un atlante. (1788 

Opera diligente ed accreditala. 



108 



PARTE TERZA 



1789-1800 



Vacani C. Storia delle campa- 
gne e degli assedii degli Ita- 
iiani in Ispagna dal 1808 al 
1813. Milano, Stamperia reale 
1823; voi. 3, con piani e 
carie. (1789 

Bella oilizione. Un'altra ediz. fu pub- 
lilicata in Milano dal Pagnoiii nel 
1815 per cura del prof. Longhena. — 
L"autore assicura di aver narrato sol- 
tanto ciò che vide egli stesso, o riseppe 
da certa fonte, ed aggiunge di aver 
consultate molte opere stampate sulla 
guerra di Spagna, e molte inedite re- 
lazioni giacenti negli archivi. Nel pri- 
mo volume trovasi un buon compendio 
della storia di Spagna e la relazione 
della prima campagna , nel secondo 
volume le campagne del 1809-10, nel 
terzo le posteriori. — Su quest'opera 
vedasi la critica comparsa in Firenze 
nel 18"28 e la recensione di iMissirini 
nel secondo volume dell'Appendice 
alla prima serie dell'^rc/ufio storico. 
Si potrà consultare anche l'opera del 
Lissoni Gli Italiani in Catalogna. 
Milano 1816. 

Gli Italiani in Russia. Memorie 
di un ufficiale italiano, per 
servire alla storia di Russia, 
Polonia, ed Italia nel 1812. 
Italia 1826; voi. 4. (1790 

Troviamo nell' accurato e paziente 
Dizionario delle opere anonime e pseu- 
donime pubb. dal sig. Gaetano Melzi, 
(Milano, Pirola 18i8-o9) che l'autore 
fu il fiorentino capitano Cesare De- 
Laugier ed il luogo della stampa Fi- 
lenze. — Vedasi anche il numero 178o 

Cattaneo C. L' antico esercito 
italiano. 3Iilano. Edit. del Po- 
litecnico, 1862. (1791 



Ricotti E. Storia della monar- 
chia pieuìontese. Voi. primo: 
Regno di Carlo III. Voi. se- 
condo : Regno di Emanuele 
Filiberto (1504-80). Firenze , 
Barbera 1861. (1792 

Assai accreditata. 



Ricotti E. Degli scritti di Ema- 
nuele Filiberto. TorinO; Stam- 
peria reale 1857. (1793 

Ducros.Histoire d'Emanuel Pbi- 
libert due de Savoie precé- 
dée d' une notice sur Char- 
les le Bon. Paris , Chamerot 
1838. (1794 

Capecelatro. La storia dell'as- 
sedio di Orbitello fatto dal 
principe Tommaso di Savoia. 
Pubbl. da A. Granito. Napoli 
1857. (1795 

Vedasi la recensione di Reumont 
net decimo volume della nuova serie 
deW Ardi, storico. 

Baux. Histoire de la réunion 
à la France des provinces de 
Bresse, Bugey et Gex sous 
Charles Emmanuel I. Bresse 
1852. (1796 

Garutti Dom. Storia del regno 
di Vittorio Amedeo II re di 
Sardegna. Torino , Paravia 
1856. (1797 

Vedasi la recensione di L. Galeotti 
nel sesto volume della nuova serie 
deWArch. storico. 

Reumont A. La rinuncia al tro- 
no , e la morte di Vittorio 
Amedeo II re di Sardegna. 
{ted.) (1798 

Dissertaz. inserita nella annata 1860 
della Hislorische zeitschrift che pub- 
blicasi dal prof. Sybei a Monaco. 

Arneth A. Vita del principe 
Eugenio di Savoia, secondo i 
manoscritti conservati negli 
imper. archivi. Vienna, eleg. 
ediz., 1858; voi. 3. (ted.) (1799 

Assai accreditata. — Vedasi il cenno 
di Reumont nel sesto volume della 
nuova serie dell' Arch. storico. 

Sybel E. Il principe Eugenio 
di Savoia ; tre lezioni tenute 
in Monaco nel marzo 1861. Mo- 
naco 1861. (ted.) (1800 

Kausler. Vita del principe Eu- 
genio di Savoia, specialmente 



1801-1817 



STORIA MODERNA. 



109 



dal punto di vista militare. 
Friburgo 1839; volumi 2. 
(ted.) (1801 

Trad. ital. Monaco 1810. 

Zimmermann. Il principe Eu- 
genio di Savoia, ed i suoi tem- 
pi. Stuttgarda 1837; voi. 2. 
(ted.) (1802 

Heller. Corrispondenza niilita- 
re del principe Eugenio di 
Savoia. Vienna 1848; voi. 2. 
(led.) (1803 

Alberi E. Le guerre d'Italia del 
principe Eugenio di Savoia. 
Torino, Pomba 1831. (1804 

Sul principe Eugenio si potrà con- 
sultare anche il Silorata Elogio sto- 
rico, ecc. Torino 1842; e fra le molte 
opere antiche quella del Ferrari stam- 
pata in Milano dal Marelli nel 17o2, 
e quella del Dumont edita a Venezia 
dal Pasquali nel 1736. 

Carutti Dom. Vita di Carlo 
Emanuele III re di Sarde- 
gna. Torino, Botta 1859; vo- 
lumi 2. (1803 

Può riguardarsi come la continua- 
zione dell'opera già citata al numero 
1797 su Vittorio Amedeo li. Como 
quella e scritta con stile elegante, 
con profondita di vedute, con co- 
.scienziosità di storico. — Su am- 
hedue .si potrà consultare la recen- 
sione di G. Canale nel quattordice- 
simo volume della nuova serie del- 
VArch. storico. 

Semeria G. Storia di Carlo 
Emanuele III il Grande, redi 
Sardegna. Torino 1831; volu- 
mi 2. (1806 

Assai inferiore alla precedente. 

Maistre Gius. Eloge de Victor- 
Amedée III, roi de Sardaigne. 
Lyoii 1775. (1807 

Bettoli. Elogio storico di Carlo 
Emanuele IV re di Sardegna. 
Parma, Paganino 1814. (1808 

Greppi G. Révélations diplo- 
matiques sur les rélations de 
la Sardaigne avec l'Autriche 
et la Russie pendant la pre- 



mière et la deuxièmecoalition. 
Paris, Amyot 1859. (1809 

Traités publics de la maison de 
Savoie avec les puissances e- 
trangères depuis la paix de 
Cliateau-Cambresisjusqu'ànos 
jours. Turin, Ghibellini 1854; 
voi. 7. (1810 

Saluces C. Histoire militaire du 
Piémont. Nouv. édit. Turin, 
De Giorgis 1859; voi. 5, avec 
plans. (1811 

Souvenirs militaires des 

états sardes tirésdes ouvrages 
et des manuscrits. Turin, Imp. 
royale 1853; voi. 2. (1812 

Pinelii Ferd. Storia militare 
del Piemonte dalla pace di 
Aquisgrana fino a noi. Torino 
1858; voi. 3, con carte. (1813 

opera accreditata. — Fu tradotta 
in tedesco dal cap. A. Riese. Lipsia, 
Wigand 1830, con carte. 



Mascardi. La congiura del con- 
te Giovanni Luigi de' Fiesclii 
contro la repubblica genove- 
se. Ediz. ree. Ven. 1840. (1814 

Fa parte delle Brevi Storie, pub- 
blicale da Carrer. — Il Gamba nella 
sua Serie dei testi di lingua cita l'e- 
dizione di Veti., Alvisopoli 1820, — 
Vers. spagnuola e francese. 

Capellini. La congiura di Lui- 
gi Fieschi, illustrata con note 
e documenti da A. Olivieri. 
Genova, Beuf 1858. (1815 

Gandolfi C. Della moneta an- 
tica di Genova. Genova, Fer- 
rando 1841, voi. 2. (1816 

Richer. Vie de André Doria ge- 
neral des armées navales de 
Francois I. 2.'Je édit. Paris 
1814. (1817 

Fra gli scritti antichi importante é 
quello del Sigonio. 



110 



PARTE TERZA 



1818-1832 



Gelesia. Storia de'Genovesi nel 
XVIII secolo. Genova, Tip. dei 
Sopdo-3Iiitl 185S. (1818 

Martini G. Storia della restau- 
razione della repubblica di 
Genova nel 1814, sua caduta 
e riunione al Piemonte nel 
1815. Asti, Raspi 1858. (1819 



Salomoni. Memorie storico-di- 
plomatiche degli ambasciatori 
e delegati che la città di Mi- 
lano mandò a diversi suoi 
principi dal 1500 al 1796. Mi- 
lano, Pulini 1806. (1820 

Canestrini G. Lettera di Lo- 
dovico il Moro a Massimilia- 
no I imperatore , nella quale 
si difende dalle imputazioni 
fattegli da Carlo Vili. (1821 

Nel terzo volume dell' Appendice 
alla jjrima seiic (h'W'Arcli. storico. 

Rosmini C. Dell'istoria intor- 
no alle militari imprese ed 
alla vita di Gian Jacopo Tri- 
vulzio detto il Magno, tratta 
in gran parte da inediti do- 
cumenti. Milano 1815 ; volu- 
mi 2. (1822 

L"autoi-e scrisse, oltre la biografia 
del Trivnizio , diverse altre che ab- 
biamo adilolte sotto le rispettive ca- 
tegorie. Nell'opera succitata il Ro- 
smini confessa l'orgoglio, l'iracondia, 
l'incontinenzii, e lo spirito di parte 
del suo eroe, ma lenta invano di pur- 
garlo dalla taccia di tradilore, stre- 
mando l'autorità del Corio e del Guic- 
ciardini. 

Muralt. La lotta fra France- 
sco l re di Francia e gli Sviz- 
zeri per la con(|uista del mila- 
nese. Zurigo 1837. (/e<?.) (1823 

Fuchs. Le guerre degli Sviz- 
zeri sul milanese. San Gallo 
1812. (ted.) (1824 

Opera scritta coll'ajutode'docuraenti, 
ma che restò sfortunatamente inter- 
rotta all'anno Uiì-2. 



Havemann. Storia delle guerre 
italo-francesi dal 1494 al 1515. 
Aniìover 1835 ; volumi 2. 
ited.) (1825 

Hidber B. Gli Svizzeri in Ita- 
lia ed il capitano bernese Al- 
berto di Stein. Berna 1860. 
(ted.) (1826 

Gapella G. Commentario delle 
cose fatte per la restituzione 
di Francesco Sforza duca di 
Milano. Vers. dal latino. Ve- 
nezia, Giolito 1539. (1827 

Libro ottimo pel jjeriodo delle sto- 
rie milanesi io:2i-30. 

Gasati A. Milano ed i prin- 
cipi di Savoia , cenni storici. 
Torino , Ferrerò e Franco 
1853. (1828 

Discorre a lungo de' fatti politici 
del 18i8, e merita qui menzione solo 
perchè tratta anche delle vicende de- 
gli ultimi secoli. 

Sala A. Biografia di san Carlo 
Borromeo. Milano, Boniardi- 
Pogliani 1858; voi. 4. (1829 

Numerosi sono gli scritti pubblicali 
sull'illustre nostro arcivescovo. Si veda 
la Vita di S. Carlo scritta da Achille 
Mauri, e la nuova edizione dell'opera 
antica del Giussano. Milano, Molla 
1821; voi. ì. Il signor Rotondi scrisse 
una recensione del libro del Sala nel 
nono voi. della nuova serie deWAnh. 
storico. 

Martin. Histoire de la vie et 
de l'episcopat de S. Charles 
Borromée archévèque de Mi- 
lan. Paris 1847. (1830 

Werfer. Vita di s. Carlo Borro- 
meo. Sciaffusa 1852. (^ed.)(1831 
Si consulti anche il libro di Dieringer: 
San Carlo e la riforma al suo tempo. 
Colonia 1816. (ted.) 

Gantù G. Sulla storia lombar- 
da nel XVII secolo. Milano, 
Nervetti 1832. (1832 

Coiiimeiito storico ai Promessi Sjjosi 
di A. Manzoni. — Vedasi la recen- 
sione anonima nel secondo volume 
della nuova serie deWArch. storico. 



! 883-1830 STORIA^MODERNA 

Ripamonti G. La peste di Mila- 
no del 1630. Libri cinque vol- 
garizzati dal lat. da F. Cusani. 
Milano, Pipetta 1841. il833 

Buona versione. 
Manzoni Alessandro. Storia 
della colonna infame. Milano. 
Redaelli 1840. (1834 

E qiu'stn 1' ediz. oiigiiiale. 

Rivola. Vita deirai'civescovo di 
Milano Federigo Borromeo. 
Milano 1656. (1835 



111 



Mocenigo. Sulla guerra di 
Cambrai fatta dai Veneziani 
contro quattro re , gli Sviz- 
zeri e tutta l'Italia. Venezia 
1560. (1836 

Quest'opera scrina in latino fu volta 
in ilnliano da Andrea Airivnhene. 

Leonii. Vita del capitano Bar- 
tolomeo di Alviano. Todi, Na- 
tali 1858. (1837 

Vtdasi la recensione di Polidori nel 
voi. settimo della nuova scric del- 
V Arch. storico. 

Ciani G. Fatto d'arme fra gli 
Imperiali ed i Veneziani al Ca- 
dore. Ven., Merlo 1846. (1838 

Lodala dal Cicoirna. 

Gontarini G. P. Storia delle 
guerre de' Veneziani contro 
l'ottomano Selim, 1569-71. Ve- 
nezia, Rampazotto 1572. il839 

Cornei E. Paolo V e la repub- 
blica veneta, 1605-07. Docu- 
menti inediti. Vienna, Tendler 
1859. 11840 

Vedasi la recensione di Ugolini nel 
vulunie nono della nuova serit del- 
VArclì. storico. 

Ranke L. Sulla congiura con- 
tro Venezia nel 1618. Berli- 
no, Duncker 1831. ifórf.) il841 

Vrrs. italiana. Capolajjo 183i. 

Valiero A. Storia della guerra 
di Candia dal 1644 al 1669. 



Ediz. recente. Trieste, Coen 

1859; voi. 2. (1842 

Ranke L. 1 Veneziani nella Mo- 

rea, 1685-1715. {ted.^ (1843 

Disseriazione inserita nella Histo- 
risch- politi sche zeitschrift. 
Dandolo G. La caduta della 
repubblica di Venezia ed i 
suoi ultimi cinquant'anni. Ve- 
nezia , Naratowich 1855-59 ; 
voi. 2. (1844 

Accreditata. 

Mutinelli. Memorie storiche de- 
gli ultimi cinquant'anni della 
repubblica veneta. Venezia 
1854. (1845 

Su quesl" opera, e sulla precedente, 
veg.u'asi la recensione anonima nel vo- 
lume terzo della nuova serie dell'.4rc/t. 

storico. 

Tentori. Raccolta ragionata di 
documenti inediti sulla storia 
della rivoluzione e della ca- 
duta della repubblica di Ve- 
nezia. Venezia 1800 ; volu- 
mi 2. (1846 

Histoire de la revolution de Vé- 
nise , et de sa chute totale 
consomnice par le traité de 
Campoformio. Milan, Destefa- 
nis 1807. (1847 

Missirini. Della vita di Anto- 
nio Canova. Prato, Giacchetti 
1824. (1848 

Sul celebre scultore ed i suoi lavori 
esistono moltissimi scritti , i di cui 
titoli furono raccolti nella Biblioteca 
canoriana puLbl. in Venezia dal Pa- 
rolari nel 1823, in quattro volumi. 



Rossi di S. Secondo. Vita dì 
Giovanni de'Medici, capitano 
delle bande nere. Milano, Fer- 
rario 1832. (1849 

Artaud de Montor. Machiavel, 
son genie et ses erreurs. Paris, 
Didot 1833; voi. 2. (1850 

Vedasi la recensione del celebre Ger- 



112 



PARTE TERZA 



1851-1868 



vinus ne' suoi Scritti minori slampali 
in Carlsiulii-' nel 1838. 

Plato, stuelli sui sentimenti re- 
ligiosi e politici di Machiavello. 
Fraiicolbrte 1855. ited.) (1851 

Trendelenburg.lll Machiavello e 
r Aliti-Machiavello, ited.) (1852 

Dissertaz. letta all' Accademia di 
Bniino, nel gennajo 1855. 

Bollmann. Difesa del Machia- 
vellismo. Quedlinburgo 1858. 
(ted.) (4853 

L'assedio di Firenze; illustra- 
to con documenti inediti per 
cura di E. Alberi. Firenze, Mo- 



lini 1840. 



(11 



Rastrelli. Storia d'Alessandro 
de' Medici, primo duca di Fi- 
renze. Firenze, Benucci 1781; 
voi. 2. . 11855 

Importante secondo il Litla. 



Quatremére de Quincy. Hi- 

stoirede la vie et desouvrages 
de Mich. Ange. Buonarroti. 
Paris 1835. (1856 

Duppo. The life of Michel An- 
gelo Buonarroti. London, 3.'J 
edit. 1816. (1857 

Oltre le antiche, scritte dal Vasari, 
e dal Condivi , si potrà consultare 
anche il Piacenza, Torino, Appiano 
1812, e l'opera di Harford stampata 
a Londra dai Longman. 
Reumont A. La gioventù di 
Caterina de' Medici. Berlino, 
S.'' ediz., 1856. ited.) (1858 

Vers. ital.di Biancardi. Firenze, Le 
Monnier 1858. — Sulla gioventù di 
Caterina si consulti anche il Trollope. 
Londra 1856. 

Mellini. Ricordi intorno ai co- 
stumi, alle azioni ed al go- 
verno del granduca Cosimo I, 
Firenze. Magheri 1820. (1859 

Cantini L. Vita di Cosimo de' 
Medici, |)rimo granduca di Fi- 
renze. Firenze 1804. (1860 

Numerosissimi sono gli scritti su 
questo principe , ma quasi tulli di 
remota data. Così la vita scritta da 
B. Baldini, Firenze 1578 e quella del 
Manuzio, qui appresso citata. 



Manuzio Aldo. Vita di Cosimo 
de' Medici primo granduca di 
Toscana. Bologna 1586. (1861 

Edizione recente. Pisa, Capurro 1823. 
Serristori L. Le legazioni di 
Averardo Serristori a Carlo V, 
ed a Roma ne' tempi di Co- 
simo L Firenze, Le Monnier 
1853. (1862 

Vedasi la recensione di Scarabelli 
nel volume terzo dell'Appendice a\- 
V Ardi, storico. 

Leoni. Cenni intorno a Cosimo I 
e Pier Leopoldo de' Medici 
granduchi di Toscana. Parma 
1821. (1863 

Cicogna E. A. Bianca Capello, 
cenni storico-cintici. Venezia, 
Picotti 1828. (1864 

Vedansi anche le Ricerche dell'Odo- 
rici. Milano, Ripamonti 1860, voi. 2, 
intorno alle quali leggesi un cenno 
nel tredicesimo volume della nuova 
serie deWArcli. storico. 

Siebenkees. Vita di Bianca Ca- 
pello. Gotha Ì18d.(ted.) (1865 

li Lilla, nelle sue Fami(jlie celebri, 
lamentasi che non si fosse ancor Ira- 
dolla quest'opera. Ma forse in allora 
non era comparsa ancora, o non gli 
era nota quella del signor Cicogna. 

Ticozzi. Memorie di Bianca Ca- 
pello. Firenze 1827. (1866 

Zobi. Storia civile della Toscana 
dal 1737 al 1848. Firenze, 
Molini 1850-53; voi. 6. (1867 

Vedasi la recensione anonima nel 
volume primo della nuova serie del- 
l' Are /i. storico. 



Reumont A. I Caraffa di Madda- 
loni, ossia Napoli sotto il domi- 
nio spagnuolo. Berlino, Decker 
1851; voi. 2. ited.) (1868 

Quest'opera accreditata dà un fedel 
quadro delle tristissime condizioni del 
napoletano sotto il governo spagnuolo. 
— Vedasene il cenno che ne dJi lo 
stesso autore nell'ottavo volume del- 
l'Appendice alla prima serie dcU'ylrt/f. 
storico. 



18Cy-1883 



STORIA MODERNA. 



113 



Saavedra (diicadi Rivas . Étiide 
historiqiie sur Finsurrectioii 
de Naples eii 1647. (1869 

Quesl' opera scritta in spagnuolo 
lu tradotta in francese dal barone L. 
dTliTvey. Paris, Amyot 1819; voi. 2. 
— Vedasi la recensione di Reumotit 
nell' ottavo volume della prima serie 
ùeW Ardi, storico. 

Tarsia. Tumultos de la ciudad 
y ie\no de Napoles en el 
imo 1647. Leon de Francia 
1670. il870 

Donzelli. Partenope liberata, o 
La eroica risoluzione del popo- 
lo napoletano condotto daMaso 
Aniello. Napoli 1647. (1871 

Lodata dall' Haim. — Opera che si 
è falla mollo rara. 
Colletta. Storia del reame di 
Napoli dal 1734 al 1825.' Ediz. 
colla prefaz. di Gino Capponi. 
Firenze, Le Mounier 1860; 
voi. 2. il872 

Non è nostro compilo il lessero qui 
l'elogio di questo liljro conosciutissi- 
mo e pregevole per 1' esattezza e per 
lo stile Ci si conceda però l'osserva 
zione che il Colletta é forse 1' unico 
fra gii storici italiani che avverso ad 
ogni ampollosità e dilavatura, usasse 
di quel severo e concisissimo stile, 
che solo è degno della storia. Egli fu 
l'unico felice imitatore di Cornelio 
Tacilo, sommo fra tutti gli storici 
d'ogni età e paese. — Vers. ingl. di 
Horner. Edimburgo, Hamilton 1858; 
voi. 2. 

Pozzo L. Cronaca civile e mili- 
tare delle due Sicilie sotto la 
dinastia borbonica dui 1734 in 
poi. Napoli 1857. (1873 

Marulli. Ragguagli storici sul 
regno delle due Sicilie dal- 
l'epoca della rivoluzione Irau- 
cese fino al 1813. Napoli 1845; 
vul. 3. il874 

Cuoco V. Saggio storico sulla 
rivoluzione di Napoli. 2.^ ediz. 
Milano, xNobili 1802. il875 

Libro eloquente e scritto da testi- 
monio oculare de' falli. L'autore vi 
BIBL. — 15 



considera la caduta della veneta re- 
pubblica come un buon augurio per 
riialia. — Esiste un' ediz. posteriore, 
cioè del 1806 ma mutilata dai cen- 
suri. Il sig. M. Ayala ne sta pubbli- 
cando una nuova ediz. a Napoli (presso 
Morano.) 

Pignatelli. Memorie intorno 
alla storia del regno di Napoli 
dal 1805 al 1815. Napoli 
1820. il876 

Gallois. Histoire de Joachim 
Murat. Paris 1828. (1877 

Vers. ilal. Lugano 18;i3. 

Lacchinelli. Memorie storiche 
sulla vita del cardinale Fa- 
brizio Ruffo. Napoli, Cattaneo 
1S37. (1878 

Ayala M. Le vite de' più ce- 
lebri capitani e soldati napo- 
letani, dalla giornata di Ri- 
tonto fino a noi. Napoli, Stamp. 
dell' Iride 1843. (1879 



Amico Vito. Storia della Sicilia 
dal 1536 al 1750, in continua- 
zione al Fazello. Versione dal 
latino di G. Rertini. Palermo 
1836. '1880 

Lanza. Considerazioni sulla sto- 
ria di Sicilia dal 1532 al 1789, 
quale commento al Rotta. Pa- 
lermo, Muratori 1836. (1881 

La Lumia. Storia della Sicilia 
sotto Carlo V; narrazione sto- 
rica con documenti inediti. 
Palermo 1862. 1882 

Palmieri N. Saggio storico e 
politico sulla costituzione del 
regno di Sicilia tino al 1816. 
Losanna 1847. (1883 

L'autore siciliano scrisse con pro- 
fonda cognizione degli avvenimenti di 
cui era stato testimonio. Sebbene nel 
suo libro troppo abbondi una certa 
acrimonia, per l'abolizione del par- 
lamento siciliano , pure l' Emiliani 
Giudici non esita a chiamarlo esimio 



114 



PARTE TKRZA 



J88i-iy02 



cultore tifile cose storielle , eli folli' 
mente, e mirandi sludii. 

Sulis. Dei moti libernli delT i- 
sola di Sardegna dal 1793- 
1821. Torino, Biancardi 1858: 
voi. 2. (1884 

Martini P. Storia della Sarde- 
gna dal 179G al 181G. Ca- 
gliari 1852. (1885 

Buttafuoco. Fragnienis pour 
servir à 1' histoire de Corse 



de 1701 à 1769. Bastìa, Fa- 

hiaiii 1859. (188(5 

Varnhagen von Ense. Il re 

Teodoro di Corsica. Berlino, 
2.'' ediz. 1845. Jed.) (1887 

Fa parte dell'opera liiographische 
denLmalc. 
Giamarchi M. Vita ])olitica di 
Pasq. Paoli. Bastìa 1858. (1888 

Vedasi anclie quella scritta da Klose. 
Uruiiswick 1853. {ted.) 



Su-lla storia mod-erria. in Kran.ọi. 



Monteii A. Histoire des Fran- 
eais aux cinq derniei-s siècies. 
Ime édit. Paris 1853 ; voi Li- 
mes 4. (1889 

Opera premiata dall'Istituto di Fran- 
cia. 
Ranke L. Le guerre civili e la 
monarchia in Francia ne'secoli 
XVI e XVII. Stuttgarda 1856; 
voi. 4. ited.) (1890 

Vers. ingl. di Garivy. Londra 18.^G; 
voi. 2. — Vers. frane, di Porchat. Pa- 
rigi 1850: voi. 3. 

EbelingF. Sette libri sulla sto- 
ria di Francia. Tubinga, Fues 
1855; voi. 2. ited.ì (1891 

Jl primo volume contiene le guerre 
religiose a'iempi di France.scol e Fran- 
cesco li, colle tavole genealogiche dei 
Guisa, Bourbon e Montmorency. 

Michelet G. Histoire de France 
au XVI siede. Parisl855. 1 1892 
Il nono volume della sua storia di 
Francia. 

Duruy V. Histoire de France 
de 1453 a 1815. Paris 1856, 
avec cartes. (1893 

Buon com|)(iiilio. 

Le Roux de Lincy. Vie de la 

l'eine Anne de Bretagne, fem- 
nie de.s rois de France Char- 



les AHI et Louis XII. Paris, 
Curmer 1861; voi. 4. (1894 
Roederer. Ménioires pour ser- 
virà une nouvelle histoire de 
Louis XII et Francois I. Pa- 



ris 1825: voi. 2. 



(1895 



Gaillard. Histoire de Fi^ancois I 
roi (le France. Paris 1789: 
voi. 7. (1896 

0|icia di grande diligenza. 

Capefigue. Francois I et la re- 
naissance. Paris 1844 ; volu- 
mes 4. (1897 

Gachard. La captivité de Fran- 
cois I et le traité de Madrid. 
Brux. Muquardt 1861. (1898 

Discorso letto all'Accademia di Bru- 
xelles. 

Delandine. Histoire de Bayard. 
Paris 1842. (1899 

Terrebasse A. Histoire duchev. 
Bayard. Lyon 1832. (1900 

Freer M. Lite of Marguerite 
d'Angoulenie queen oTNavar- 
re sister of Fi\incis I. London, 
2.d edit., 1856; voi. 2. dOOl 

Lambert. Histoire et règne de 
Henry II roi de France. Paris 
1755;" voi. 2. C1902 



100:MD"2i 



STORIA MODERNA, 



H5 



Alberi E. Vita di Caterina de' 
Medici. Firenze 1838. 1903 

Vers. frane, ili madaniiu'clla Diiiaii. 
Parigi, Huait ISio. — Vedasi il nu- 
mero l-io8. 

Huillard-BrehoUes. Essai sur 
le caraetcre et rinllueiice de 
Catherine de Medicis. Paris 
1847. (190'i 

Gacon Dufour. Le coni' de 
Cathéi-ine de Medicis. Paris, 
Col li n 1807: voi. 2. 1905 

Lacrefelle. Ilistoire de France 
pendant les guerres de réll- 
gion. Paris 1822; voi. 4. 1906 

Davila F.C. Istoria delle guerre 
civili di Francia. Milano, Tipog. 
de'Classiei 1823; voi. 6. (1907 

Di qui'sl'opera classica, che fu tra- 
dotta in quasi tutte le lingue d'Europa, 
esistono molto edizioni. 

Hermann. Le guerre civili e 
religiose in Francia nel XVI 
secolo. Lipsia 1828. teiì.> (1908 

Long J. La rélbrme et les guer- 
l'es de réligion en Dauphiné 
de lo60 à l'édit de Nantes 
1:ì98. Paris, Didot 1856. (1909 

Anderson. History of France 
(luring the reigns oi" Francis II 
and Charles IX. London 1780; 
voi. 5. (1910 

Mérimée P. Chronique du 
régne de Charles IX. Paris 
1853. (1911 

La Ponneraye A. Histoire de 
l'amiral Gaspar de Coligny, 
assassine en 1372. PariS;, De- 
laforest 1830. (1912 

Freer Marte. Henry III king 
ot France and Poland , his 
court and tinies. From unpu- 
blished sourccs. London, Hurst 
1859; voi. 3. (1913 

nSezeray. Histoire de Fi^ance 
sous Henri IH. Alais, Martin 
1846; voi. 3. (1914 



Poirson. Histoire du règne de 
Henri IV. Paris , Colas 1857; 
voi. 2. (1915 

Arer.'diiat.i. 

MignetF. A. Histoire de la ligue 
et du règne de Henri IV, Paris 
1829; voi. 5. (1916 

Ghalambert V. Histoire de la li- 
gue sous Henri HI et Henri IV. 
Paris 1854; voi. 2. (1917 

Gapefigue. Histoire de la ligue 
et du rógne de Henri IV. Pa- 
ris 1835; voi. 8. (1918 

Hòfler C. Il disegno di Enri- 
co IV re di Francia di togliere 
r Italia alla casa asburghese. 
Praga 1859. (ted.) (1919 

Veil:isi il cenno di Reumont nel tre- 
dicesimo volume della nuova serie del- 
VArcli.. storico. 

Stàhelin. La conversione di re 
Eurico IV di Francia al catto- 
licisino, la notte di S. Barto- 
lomeo , e r editto di Nantes. 
Basilea 1856. (ted.) (1920 

Michelet G. Histoire de France 
au XVII siede. Paris , 3.™'" 
édit., Chamerot 18C1. (1921 

Tomo XI, della sua accreditata 
Histoire de France, di cui esiste la 
\ers. ingl. nella Foreign library, pub- 
blicala da Chapman, a Londra. 

Bazin. Histoire de France sous 
le règne de Louis XIII. Paris 
1837;^ voi. 4. (1922 

Si potrà consultare anche quella di 
Vassor. Amsterdam 1757; voi. 7. 

Salei. Cenni storici su Concino 
Concini maresciallo d'Ancre. 
Firenze 1839. (1923 

Avenel M. Lettres, instructions 
diplomatiques et papiers du 
cardinal de Richelieu. Paris , 
Didot 1853; voi. 2. (1924 

Pubblicale per ordine del Ministero 
francese dell' istruzior;e pubblica. 

Grovestins (Sirtema de). Hi- 
stoire des luttes et rivalités 
politiques entre les puissances 



116 



PARTE TERZA 



192o-19i(; 



inaritimes et la France du- 
rali t 1650-1700. Paris 1855; 
voi. 8. (1925 

Saint-Aulaire. Histoire de la 
Fronde. Paris, nouv.édit., Du- 
crocq. 1860; voi. 2. (1926 

La migliore sull' argomonlo. 

Mailly. L'esprit de la Fronde, 
ou Histoire de France pendant 
la minorité de Louis XIV. Pa- 
ris 1772; voi. 5. (1927 

Barante. Le parlament et la 
Fronde. Nouv. édit. Paris, Di- 
dier 1859. (1928 

Capefigue. Richelieu, Mazarin, 
la Fronde et le règne de 
Louis XIV. Paris 1835; vo- 
lumes 8. (1929 

Si potranno consultare su Mazza- 
rino anello i classici scritti del nostro 
G. Gualdo Priorato che negli ultimi 
decenni del XVII secolo furono tra- 
dotti in molte lingue europee. 

Anne d'Autriche reine ré- 
gente, et la minorité de Louis 
XIV. Paris, Amyot 1861. (1930 

James. Life and times of Louis 
XIV. London 1839; voi. 4.^ 1931 

Crediamo questa opera superiore in 
valore scientifico a quella di Lavallée 
stampata sulla fine dello scorso secolo, 
e tradotta da L. Masieri in italiano, 
(Milano 1844). Chi desidera ampie 
notizie su questo illustre sovrano può 
consultare , fra gli scritti meno re- 
centi, quello del nostro G. Leti sulla 
Monarchia universale di Luigi XIV, 
e quello celebratissimo di Voltaire. 

Michelet G. Louis XIV et la ré- 
vocation de l'édit de Nantes. 
Paris, Chamerot 1860. (1932 

Forma il tredicesimo volume della 
Histoire de France dello slesso autore. 

Locmaria. Histoire du règne 
de Louis XIV. Paris, Sagnier 
1853; voi. 2. (1933 

Capefigue. Louis XIV, son gou- 
vernement et ses relations di- 
plomatiques avec l'Europe. Pa- 
ris 1837; voi. 6. (1934 



Moret E. Quinze ans du règne 

de Louis XIV, 1700-15. Paris, 

Didier 1859; voi. 3. (1935 
Bensley. Louis XlVand bis con- 

temporaries. Lond. 1845.(1936 
Erskine A. Court of Louis XIV. 

London, Iley; voi. 3. (1937 
Gockayue O. Life of marshal 

Tui-enne. London 1853. (1938 
Serviez. Histoire du ministro 

des fìnancesde Louis XIV J. B. 

Colbert. Paris 1842. (1039 
Voivreuil. Histoire du grand 

Condé. Toursl844. (1940 
Wood. Memoirs of Joiin Law. 

Edimburgh 1824. (1941 

Lacretelle. Histoire de France 

pendant le XVIII siede. Nouv. 

édit. Paris 1830; voi. 6. (1942 

Il più stimato fra i molti suoi scritti 
storici. 

Carnè L. La monarchie franeai- 
se au XVill siècle, études sur 
Ics règnes de Louis XIV et XV. 
Paris, Didier 1859. (1.^43 

Tocqueville. Histoire phiioso- 
pbique du règne de Louis XV. 
Paris 1846; voi. 2. (1944 

Può essere consultata utilmente su 
questo monarca la memoria di Voltaire 
Precis sur le siècle de Louis XV, e 
1' opera recentissima di Challicc The 
secret hislory of the court of France 
under Louis XV, edited from unpu- 
blished documents. London , Hurst 
1«61; voi. 2. 

Lemontey. Histoire de la ré- 
gence et de la minorité de 
Louis XV jusqu'au ministère 
Fleury. Paris 1832 ; volu- 
mes 2. (1945 

Barbier E. JouiMial hislorique 
du règne de Louis XV. Publio 
d'après le manuscrit inédit de 
la Bibliothèque imperiale par 
A. Villegille. Paris, Renouard 
1856; voi. 4. (1946 

Capefigue. Louis XV et la so- 



1 «47 -1965 



STORIA MODERNA. 



li: 



ciété du XVIII siècle. Paris 
1842 ; voi. 4. (1947 

Vers. ital.tliL. Masieri. Milano 1843; 
voi. 0. 

Murray J. French finances and 
lìnanciers under Louis XV. 
London, Longman 1858. (1948 

Grusenstolpe M. La corte di 
Versailles dalla metà del XVIII 
alla metà del XIX secolo. Am- 
burgo, Hoffman 1860; voi. 7. 
yted.) (1949 

Droz J. Histoire de Louis XVI 
pendant les années où l'on 
pouvait diriger ou prevenir 
la revolution. Nouv. édit. Pa- 
ris, Renouard 1858; volu- 
mes 3. (1950 

Vers. ilal. di Maveroffer. Milano, 
Tip. de' Classici. 

Falloux. Louis XVI. Paris, 4.me 
édit.. Bray 1860. (ì9ol 

RenéeA.LouisXVI roi de Fran- 
ce et sa cour. Paris, 2.de édit., 
Didot 1859. (1952 

Capefigue. Louis XVI, son ad- 
njinistration et ses rélations 
diplomatiques avec FEurope. 
Paris 1844; voi. 4. (1953 

Siili' infelice Maria Antonietta iniò 
consultarsi l'opera di Giovanna Luigia 
Campan, pubblicata a Parigi nel 1823. 
voi. 4, e tradotta poscia in ted., ingl. 
ed olandese. 

Hue. Dernièrcs années du règne 
et de la vie de Louis XVI. Pa- 
ris, Imp. Roy. 1814. (1954 

Sulla grande ricolazione francese 
moitissimo si scrisse. Una bibliogra- 
fia apposita fu pubblicala da Dtma- 
rais col titolo Histoire des histoires de 
la revolution franpaise 1834. Qui fac- 
ciamo seguire le piii accreditate, quasi 
tulle date alla lu e posteriormente al 
libro di Demarais. 

Thiers A. Histoire de la revo- 
lution francaise. Paris, Furne, 
13.me édit.,' 1857. (1955 

Vers. italiana. Firenze, Le Monnier; 
voi. 5. — Vers. inglese di Shoberl. 
London, Bentley 1860; voi. o. 



Mignet F. A. Histoire de la re- 
volution francaise, 1789-1814. 
Paris, 8."'eédit., Didier 1861; 
voi. 2. (1956 

Accreditata. — Vers. ital. di edi- 
zione anteriore. Italia 1823. — Vers. 
ingl. Londra , Hunt. — Diverse ver- 
sioni tedesche. 

Sybel E. Storia della rivoluzio- 
ne francese, 1786-95. Dussel- 
dorf, 2.''' ediz., 1861 ; voi. 3. 
(ted.) (1957 

Assai accreditata. 

Granier de Gassagnac. Histoi- 
re des causes de la revolution 
francaise. Paris, nouv. édit., 
Plon 1856; voi. 3. (1958 

Wachsmuth. Storia della Fran- 
cia all'epoca della rivoluzio- 
ne del 1789. 1844; volumi 4. 
((ed.) (1959 

Contiene un ricco catalogo degli 
scritti concernenti la guerra d'insur- 
rezione germanica contro il dominio 
francese. 
Michelet G. Histoire de la re- 
volution francaise. Paris, Cha- 
merot 1853; Voi. 6. (1960 

Vers. ingl. di Cocks. Londra, Bolin 

IfSf.O. 

Dahlmann. Storia della rivo- 
luzione francese. Berlino, 3." 
ediz., 1853. (ted.) (1961 

Arnd E. Storia della rivoluzio- 
ne francese dal 1789 al 1799. 
Brunswick 1851; volumi 6. 
(ted.) (1962 

Blanc Louis. Histoire de la re- 
volution francaise. Paris, Fur- 
ne 1847-60; Voi. 12. (1963 

Vrrs. ital. Luv'ano, voi. 10. 

La Ponneraye A. Histoire de 
la revolution francaise depuis 
1789 jusqu"à la fin du régne 
de Louis Philippe I. Paris 1853; 
voi. 5. (1964 

Gabet. Histoire populaire de la 
revolution francaise de 1789 à 
1830. Paris 1839; voi. 4. (1965 



Ijg PARTE TERZA 

Lamartine. Hist. de l'asseniblée 
constitLu.nte, 1789-90. (19(50 

xT ;...,l..o£. Innili-n Piiipr IHilS. 



1966-1984 



Vlts. inglese. Londra. Pipcr 18.jìS, 

voi. 4. 
Montigny L. Mémoires biogra- 

phiqucs et politiques de Mii'a- 

l)(\(U, avec une prél'ace de V. 

Hugo. Paris 1834-, voi. G. (1967 
Barante, Histoirede la couven- 

tiou nationale. Paris 185.3; 

voi. 6. (1^^^ 

Histoire du directoire de 

la république francaise. Paris 
1855; voi. 3. (1069 

Granier de Cassagnac. Histoi- 
re du directoire. Paris, Plon 
1855; voi. 3. (1970 

Histoires des Girondiiis et 

des massacres du septeinbre. 
Paris, Dentu 1860: voi. 2. (1971 

Si ve^ga eziandio Mortimer-Ternaux 
Histoire de la terreur 179-2-91 d'apri's 
des dncuments inédils. Paris, Levy 
18t)i. Di quesl' opera com[iarve finora 
■JoliaiiUi il primo volume, ma lu già 
diala con elogio da diversi periodici. 

Lamartine. Histoire des Giron- 
dins. Paris, 7.me édit., Furne 
1860; voi. 6. (i972 

Vers. ii.il. Milano , Oliva 1849. — 
Vers. ingl. Londra, Bohn 18Ì-7. 
Beauchesne A. Louis XVII, sa 
vie. son agonie, sa niopl, et la 
captivité de la lainille royale 
au Tempie. Paris, 3. me édit., 
Plon 1861; voi. 2. (1973 

Vers. Ud. di Cosiiwinn. Elberfeld 1853. 

Tissot P. F. Histoire de Ro- 
bespierre , de la convention 
nationale ^t des conutes re- 
volutionnaires. Paris 1814; 
voi. 2. (1974 

Beauchamp. Histoire de la guer- 
re de la Vendée et des Chouans 
jusqu'en 1800. Paris, 4.meédit, 
1820; voi. 4. (1975 

Cretineau-Joly. Histoire de la 
Vendée militaire. Paris, 4.'»'^ 
édit., 1850; voi. 4. (1976 



Veuillot E. Les guerres de la 
Vendée et de la Bretagne , 
1790-1832. Paris, 2.de édit., 
1853. (1977 

Fervei. Gampagnes de la revo- 
lution iraneaise dans les Py- 
renées orientales cu 1793-95. 
Paris, ^A' édit., Cosse et Du- 
niaine 1861; volumes 2, avec 
atlas. (1978 

Carlyle. The .great french re- 
volution. Cheap edit. Leipsick, 
Tauchnitz 1851: voi. 3. (1979 

Fa parte ileila CullecUon of briUsh 
rmtliors. Opera affatto nuova ed origi- 
nale, sia per le idee, sia per lo side. 

Papi L. Commentarii «Iella ri- 
voluzione Irancese fino alla 
morte del re. Bastia 1836. (1980 

Burke E. Reflections on the 
french revolution. London , 
Whittaker. (1981 

Assai accreditala. 

Capefigue. L'Europe pendant 
la revolution de France. (1982 

Vers. ital. di F. Biancardi. Milano, 
Borroni e Scolti 1846; voi. 6. 

L'Europe pendant le con- 

sulat et l'empire. (1983 

Vers. ital. di Barbieri. Milano, Tu- 
rali 18'i0 45; voi. 3. 

Bernhardi T. La nobiltà di 
Francia e la rivoluzione. Lip- 
sia 1856. {ted.) (1984 

Fra gli inaumerevoli senili che com- 
paroero sull'imperatore Napoleone 1, 
quelli di Arnault, Laurent del Arde- 
rhe, Norvins , Jomini, Saint-Hdaire, 
Labaume {de'quali lutti esistono tra- 
duzioni italiane) sono senza dubOin 
i migliori; essi però disiano assai 
per ogni lato daiV opera di A. Uiiers, 
l'unica degna del grande subbietto,e 
corrispondente alle esigenze della cri- 
tica, e dell'urie storica moderna. Li- 
tando adunque l'opera di Tluers cre- 
diamo inutile l'aggiungere qualsiasi 
altra delle recenti e non spregevoli 
opere contenenti o l'intiera vita di 
Napoleone, o la parziale narrazione 
di singoli periodi e campagne. Ag- 
giungeremo sotlnnto qualcuno de libri 



1985-1990 



STORIA MODERNA. 



H9 



più recenti ed accredilali {j)er esempio 
quelli di Forsylh e. di Wilson) e 
qualcuno altro di più anticn data ma 
ancora stimato, quali p. e. quelli di 
Las Cusas, e di Gonrqaud e Mon- 
tliolon. Ultre le qìii citale poi, aver- 
tiamo che, per la campaguu d'Egitto 
può consultarsi utilinente. l'opera di 
Tlienot (Parigi 18:59), per quella di 
Russia l'opera di Segur (Parigi 1824), 
e pei cento giorni le opere di Cape- 
jìgue (Parigi i^W), e di G. B. Bat- 
taglia (Milano 1839). 

Thiers A. Histoire du consiilat 
et de l'empire. Édit. orig. Pa- 
ris, Paulin 1844-62 : voi. 20, 
avec atlas. (1985 

Vero capolavoro per l' erudizione, 
I' esattezza , e 1' eleganza dello stili'. 
L'autore sulle prime intendeva di 
condurre il suo lavoro soltanto fino 
al 1814 , ma si decise poi a porvi il 
ciimpimenlo aggiungendo la Storia 
della prima restaurazione, del sog- 
giorno all'Elba, de' cento giorni e 
della cattieilà a Sani' Elena. Questi 
sono gli argomenti trattali nei tre vo- 
lumi complementarii 18.°, 19.° e 20.° 
de' quali l'ultimo non é ancora usci- 
to. Numerose sono le edizioni fran- 
cesi, e numerose le versioni nelle lin- 
gue d'Europa, molto delle quali già 
contano varie edizioni. Nell'ottobre del 
1844, poco dopo la )iubblicazione del 
1.° fase, se ne erano gin spacciate 24,000 
copie, e nel Belgio erarisi già fatte 23 
contraffazioni. — Vers. ilal. Venezia, 
Tasso 1845; — altra, Milano, Borroni e 
Scotti 1845; — altra, Milano, Turati 
1845; — altra di Campi, Capolago e 
Torino, 1815 e .seg.; — altra di Sdora- 
ta, Firenze, Fontana e LeMonnier, ecc. 
La preferibile è quella di Campi che 
lia finora 22 volumi. — Versione 
ingl. Londra, Willis 1859. — Vers. 
sved. di Tliomee. Stoccolma 1859. — 
Vers. oland. di Magnus. Copenliagen, 
Elbe 1889. — Vers. ted. Bruxelles 
1839, ecc., ecc. 

Correspondancc de Napoléon I. 
Paris, Impr. imper. 1858 et 
seq. ,1986 

Pubblicata perordinc delTimperatore 
Napoleone Ili. Il terzo volume giunge 
fino al marzo 1798. — Un ediz. eco- 
nomica stampasi da Plon. 

Aiibenas G. Histoire de Tim- 



pératrice Josephine. Paris , 

Amyot 1859; voi. 2. (1987 
Arnay. Notice historique sur 

le priDce Eugèiie Beauliarnais. 

Paris 1830. (1988 

Meneval. Napoléon et Marie 

Louise, souvenirs historiques. 

Paris 1844; voi. 3. (1989 
Montbel. Le due de Reichstadt, 

notice sur la vie et la mort 

de ce pi'ince fils de Napoléon. 

Nouv. édit. Paris 1838. (1990 

Versione ted. — spagn. — Vers. ital. 
di G. Barbieri. Milano, Stella 1833. 

Hugo. Précis historique des évé- 
netiients qui ont conduit .Jo- 
seph Napoléon sur le tròne 
d'Espagne. Paris 1823. (1991 

Sala F. Notizie sulla vita pub- 
blica e privata del principe 
Talleyrand di Perigord. Mila- 
no 1838. (1992 

Schlosser J. C. Giudizio su Na- 
poleone, ed i suoi adulatori e 
detrattori. 1835; volumi 3. 
[ted.) (1993 

Assai accreditata. — Uno dei primi 
lavori del celebre storico. 

Dumas M. Précis des événe- 
ments militaires des campa- 
gnes de 1799 à 1814 , avec 
cartes et plans. Paris 1817; 
voi. 8. (1994 

Opera lodata da Heeren. 

Clausewitz C. Le campagne del 
1796 in Italia, e le campagne 
degli anni 1798-99 in Italia e 
Svizzera. Berlino , 2.'* ediz., 
1858; voi. 3. (ted.) (1995 

Esiste su queste guerre un' altra 
opera (come la succitata) di natura 
affatto militare, ed è quella di Erd- 
mansdorff, stampata a Magdeburgo 
nel 1847. (ted.) 

Hooper G. The italian campaign 
olBonapai'te in 1796 and 1800. 
London, Smith 1859. (199!] 

Rùstow. La guerra del 180'i 
nella Germania ed in Italia. 



120 



PARTE TERZA 



1997-2012 



Zurigo, 2.* edizione, 1859. 
(ted.) (1997 

Wilson R. Narrative of events 
during the invasion of Russia 
by Napoleon I and tlie retreat 
of tlie French 1812. London, 
2.'iedit., Murray 1860. (1998 

Accreditata. — Vers. ted. di Sevbt. 
Lipsia 1861. 

La Beaume. Relation circostan- 
cée de la campagne de Russie. 
Paris 1814. (1999 

Testimonio oculare dei fatti, e, se- 
condo Heeren, imparziale espositore. 

Beitzke E. Storia della guerra 
russa del 1812, con carte e pia- 
ni. Berlino 1856. (ted.) (2000 

Aster E. La battaglia di Lipsia 
nell'ottobre 1813. Dresda 1853, 
con carte, (ted.) (2001 

Magnifica o costosa edizione. 

Welden L.Le guerre d'Italia fra 
Austriaci e Francesi negli anni 
1813-14. Gratz 1853. (red.; 2002 

FleuryE. Histoire de l'invasion 
de 1814 en France. Paris, 2.de 
édit., Tanera 1858. (2003 

Siborne. History of the war in 
France and Belgium in 1815. 
London 1844; voi. 2. (2004 



Porsyth W. History of the ca- 

ptivity of Napoleon at S. Hele- 
na, accordingto the letters of 
sir H. Lowe, and others une- 
dited sources. (2005 

Accreditata. — Vers. ted. di Seybt. 
Lipsia 1853; voi. 2. 

Las Gases. Memorial de Sainte 
Hélène, ou Journal où se trou- 
ve consigliò jour par jour ce 
qui à dit et fait Napoleon 
durant dix huit mois. Nouv. 
édit. illust. et econ. Paris, 
Barba. (2006 

Vers. ital. Torino, Fontana; voi. 2. 
Fanno seguito al Las Cases, le opere 
di 0"Meara Napoleon dans l'exil , 
d'Antonmarchi Dernièrs momenls de 
Napoleon , e di E. L^s Cases Retour 
dcs cendres. Di tutte si fecero molte 
edizioni e traduzioni. Un'edizione eco- 
nomica e recente che tutte le com- 
prende é quella pubblicata da poco a 
Parigi da Barba. 
Gourgaud et Montholon. Mé- 
nioires pour servir à l'histoire 
de France sous Napoleon, écri- 
tes à Sainte Hélène sous sa 
dictée. 1824; voi. 8. (2007 

Furono in buona parte tradotte in 
italiano da S. Palilari nella sua Bio- 
grafia de' contemporanei di Napoleone, 
stampata a Napoli nel 1844. 







S\illa. storia moderna in inghilteri^a. 



Ranke L. Storia dell' Inghil- 
terra specialmente ne' secoli 
XVIeXVII. Berlino, Duncker 
1859; voi. 3. (ted.) (2008 

Chambers R. Domestic annals 
of Scotland from the reforma- 
tion to the revolution. Lon- 
don , Chambers, 2.d édition, 
1859; voi. 2. (2009 

Burton I . H. History of Scotland 
from the revolution to the ja- 



cobineinsurrection 1689-1748. 
London 1853; voi. 2. (2010 

Letters and papers illustrative 
of the reign of Richard Ili 
and Henry VII. London, Long- 
man 1861. (2011 

Thomas F. S. Calendar of en- 
glish state papers from Hen- 
ry Vili to the death of Anne 
1509-1714. London, Longman 
1858; voi. 3. (2012 



20i:v-2();v2 



STOHIA MODEKNA. 



i81 



Thomson Mrs. Menioii's oftlie 
court of Heiirv Vllf. [.otidoii, 
Longmaii; voL 2. (2013 

Audin. Histoire de Henry Vili 
et dii scliisme d'Angleterre. 
Paris 1847; voi. 2. (2014 

Rawdon Brown. Four years 
at tlu' court of Henry Vili, 
selection of despatches, writ- 
ten hy the venetian ambassa- 
dor Sebastian Giustiniani to 
the signory of Venice during 
lolo-19. London 1855: volu- 
nies 2. (2015 

Vtdasi la recensione anonima nel 
nono voi. della nuova sfrio dell'i4rt7i. 

slurko. 

Rudhardt.Vita di Tommaso Mo- 
ro. Augusta 1852. (/frf.) (2016 

Stapleton. Histoire de Thomas 
More gran cliancelier d'Angle- 
terre sous Henry Vili ; trad. 
du latin par A. Martin. Paris 
1849. (2017 

Cavendish. The life of cardinal 
Wolsey. Chiswick 1825 ; vo- 
lumes 2. (2018 

Davanzali. Storia dello scisma 
d'Inghilterra. Venezia, Alvi- 
sopoli 18-H. (2019 

Oui'st' opera, per lo siile commen- 
devolissim;.', può leggersi in molle edi- 
zioni. Ne cilianio una eccellente pub- 
blicata per cura del nostro distinto 
bibliofilo Bartolomeo Gamba. 

Benger. Memoirs of Anne Bo- 
levu quecn consort of Hen- 
ry Vili. London 1821. (2020 

Fronde. History of England 
Irom the fall of Wolsey to the 
(leath of Elizabeth. London, 
Parker 1860; voi. 6. (2021 

Più economica è l'edizione che si 
.stampa a Lipsia, nello slesso origi- 
nale da Brockhaus. 

Hamilton C. Calendar of state 
papers relating to Ireland of 
the reigns of Henry VIII, 
Ed^vard VI, Mary, and Eliza- 

BIBL. — 16 



beth, 1509-7;3. London, Long- 
man 1860; voi. 2. (2022 

Lemon. Calendar of english state 
papers of the reigns of Ed- 
ward VI, Mary, and Elizabeth. 
London, Longman 1858. (2023 

Tytier. Menioii's of the reigns 
of Edward VI and Marv. Lon- 
don. Bentley 1839; voi. 2. (2024 

Calendar of english state papers 
Foreign series of the reign 
of Mary, 1553-58. Edited by 
W. Turnbull. London, Long- 
man 1S61. (2025 

Hamel E. Marie la sanglante , 
histoire de la réaction catho- 
lique sous Marie Tudor, avec 
un essai sur la chiite du catho- 
licisme en Angleterre. Paris, 
Poulet-Malassis 1862; volu- 
mes 2. (2026 

Todd. The life of archbishop 
Cranmer. London 1831; volu- 
mes 2. (2027 

Niemeyer. Vita di Giovanni Knox 
e delle due Marie, madre e fi- 
glia. Lipsia 1824. (ted.) (2028 

Hopkins S. The Puritans, or 
the church, court and parlia- 
ment of England during tlie 
reisrns of Edward Vlaiidquecn 
Elizabeth. Boston 1861: vo- 
lumesS. (2029 

Aikin Lucy. Memoirs of the 

court of Elizabeth. London . 

Longman 1823; voi. 2. (2030 

Vers. frane, di Aragon. Paris 1827: 

voi. :i. 

Wright. Queen Elizabeth and 
her times comprising inedi- 
te correspondences. London 
1838; voi. 2. (2031 

Raumer Fed. Elisabetta d'In- 
ghilterra e Maria di Scozia. 
Lipsia 1836. (ted.) *2032 

! Sulla illustre regina esiste anche 

un'opera di Gregorio Leti, che nei tra- 

! scorsi secoli fu vòlta nelle principali 



18C 



PARTE TERZA 



2033-2085 



lingue d'Europa, in allora eccellente, 
ora antiqiiala. 

Mignet F. A. Histoire de Marie 
Stuai-t.Parisl851; vol.2. (2033 

Vers. iniil. Londra 18o3; voi. 2. 

Gentz. Maria, regina di Scozia, 
quadro storico. Recente ediz. 
Brunswick 1827. (ted.) (2034 

Vers. ital. di S. Ticozzi. Venezia 
1839. 

Ghéruel. Marie Stuart et Cathe- 
rine de Médicis: étude histori- 
que.Paris,Hachette 1858.(2035 

Marles. Histoire de Ma rie Stuart 
d'Écosse. Tours 1841. (2036 

Vers. ingl. di Ryan. Boston 1856. 

Jesse J. The court of England 
during the reign of ihe Stuarts, 
including the protectorate of 
Gromwell. London, new edit. 
1855; voi. 3. (2037 

Green. Calendar of english state 
papers of the reign of James I. 
London, Longman 1858; vo- 
lumes 2. (2038 

Aikin Lucy. History of the 
court of king James l. London 
1822; voi. 2. (2039 

Vers. olandese. 

Guizot. Histoire de Charles I de- 
puis son avénement jusqu'à 
sa mort (1625-49.) Paris, 6.^^^' 
édit., 1856. (2040 

Bruce G. Calendar of english 
state papers, of the reign of 
Charles l. London, Lonsman 
1858; voi. 2. (2041 

D'Israeli. Commentary on the 
life and reign of Charles L 
London 1831; voi. 5. (2042 

Brodie. History of the british 
empire from the accession of 
Charles I to the restoration. 
Edinburg 1822; voi. 4. (2043 

May T. The history of the long 
parliament of 1640. Oxford 
1854. (2044 



Fellowes. Trials of Charles I 
Stuart and of some of the 
regicides. London 1832. (2045 

Guizot. Histoire de la républi- 
que d'Angleterre et de Grom- 
well. Paris, Didier 1854; vo- 
lo mes 2. (2046 

La vita di Cromwell scritta da 
Guizot fu tradotta in inglese e ripe- 
tutamente pubbl. in Londra. L'ediz. 
più recente è quella di Bentley 1860. 

Etudes sur la revolution 

d'Angleterre — Monk, chute 
de la république et retablis- 
semont de la monarchie en 
1660. Paris, 5.me édit., Didier 
1860. (2047 

Dahlmann F. C. Storia della 
rivoluzione inglese. Lipsia, 6.'"* 
ediz. 1853. (ted.) (2048 

YfVf. imi di Arrigo Cornelio. Parigi 
18ii. — Vers. \wi\. di Lloyd. Londra, 
Lon^'man. 

Zimmermann. La rivoluzione 
inglese. 2.''' ediz., Darmstadt 
1854. (ted.) (2049 

Godwin. History of the com- 
monwealth of England from 
its commencement to the re- 
storation of Charles n. London 
1828; voi. 4. (2050 

Carlyle T. Oliver Cromwell's 
letters and speeches. London, 
Chapman 1857; voi. 3. (2051 

Villemain. Histoire de Olivier 
Cromwell. Paris 1819 ; volu- 
mes 2. (2052 

Vers ital. nella Biblioteca storica di 
Bi ttoni. Milano. — Tradotto anche in 
tedesco ed in spagnuolo. 

Southey. Life of Oliver Crom- 
well. New edit. London, Mur- 
ray 1861. . (2053 

Stewart C. E. Oliver Cromwell 
a stoi^y of civil war. London 
1857; voi. 2. i2054 

Romney. Diarv of the times 
of Charles H.^ London 1843 ; 
voi. 2. (2055 



2056-2075 



STORIA MODERNA. 



i23 



Calendar of english state papers. 
Doniestic series ol" the reigii 
of Charles II. Edited by M. 
A. Everett Green. LoiKlon , 
Longman 1861. (2U56 

Boulay de la Meurthe. Ta- 
bleaux des régnes de Char- 
les II et de Jacques II. Paris 
1822; voi. 2. (20o7 

Cooke. History of party, from 
the rise of the Whig and Tory 
factions, in the reign of Chai*- 
les II, to the passing of tlie 
reform bill. London 1836 : 
voi. 3. (20" 8 

Macaulay T. B. History of En- 
gland from tlie accession of 
James II. London, 11. di edit.. 
1856; voi. 4. (2059 

Opera scritta con grande dottrina ed 
eleganza di stile. Rimase interrotta 
per la morte dell'autore avvenuta nel 
dicembre 1859. — Un'edizione econo- 
mica ni'ir originale é quella che fa 
parte dilla CoUection of britisk aii- 
tlwrs di Lipsia. — Versione italiana 
di Emiliani Giudici. Firenze, Le Mon- 
nier IfcGO; voi. 2. — Altra vers. ital. 
di Nicoli e Rovighi. Torino, Poniba 
1852-58; voi. 8. — La versione fio- 
rentina rimase interrotta. — Versione 
frane, di Pichot. Paris, Perrotin 1858; 
voi. 3. — Vers. ted. di Bulau. Lipsia, 
Weigel. 

Clarke. The life of James II , 
kingof Encrland, London 1816; 
voi. 2. " (2060 

Ver», frane, di Cohen. Paris 1819; 
voi. ':. 

Mackinlosh T. View of the 
reign of James II. London , 
Longman 1834. (2061 

Mazure. Histoire de la révo- 
volution de 1688 en Angleter- 
re. Paris 1825; voi. 3. (2062 

Moore G. History of the brilish 
revolution of 1688. London, 
Rodwell. i2063 

Macaulay T. E. History of the 
reign of William III. 2064 

Vers. frane, di A. Pichot. Paris , 
Charpentier IBfiO; voi. 3. 



Vernon. Court and times of 
William III king of great Bri- 
tainand Ireland. London 1841, 
voi. 3. _ (2065 

Goldschmitd. Histoire politique 
de Guillaume III d'Angleterre. 
Paris 1847. (2066 

Remusat C. L'Angleterre au 
XVIII siècie. Études et por- 
traits.Parisl856; vol.2. 2067 

Chasles Phil. Le XVIII siècie 
en Angleterre Paris 1846; 
voi. 2. (2j68 

Somerville. History of the 
reign of Queen Anne. London 
1798. (2069 

Goxe. Memoii's of John duke 
of Marlborough. London 1820; 
voi. 6. (2070 

Opera lodata da E. Heeren. Vers. 
ted. Vienna 1820. 

Alison. History of the duke of 
Marlborouuh John Churchill). 
London 1847. (2071 

Mahon (lordj. History of En- 
gland from the peace of Utre- 
cht, to the peace of Versailles 
1713-83. London , o.'h edit., 
Murray 1858; voi. 7. (2072 

AccredUala. — Un'ediz. economica 
nell'originale é quella di Lipsia, in 
sette volumi, nella Collectionof british 
authors. 

Hervey. Memoirs of the reign 
of George II edited byW. Cro- 
ker. 2.'l edit., London,, Murray 
1855; voi. 2. (2073 

Walpole. The last ten years of 
king George II. London, 1822; 
voi. 2. (2074 

Gordara. La spedizione di Carlo 
Odoardo Stuart negli anni 
1743-46. Vers. ital. dal latino 
percura di A. Gussalli. Nuova 
ediz. Milano , Frane. Sanvito 
1862. (2075 

Col testo a fronte. 

Goxe. Memoirs of the life and 
administration of Robert Wal- 



ìiì 



PARTE TERZA. 



2076-2004 



polo. London 1798; volu- 
mes 3. (2076 

Aikin G. Annals of the reign 
of kiiig George III, from its 
commencement to the general 
peace in 1815. London 1820. 
voi. 2. (2077 

Vers. ital. rli Barbieri, colla coiiti- 
iiuazione di Thercmin. Milano 1825; 
voi. o. — Vers. frane, di Eyries folla 
comi nuazione (Ili Theremin. Paris ISiU; 
voi. 3. 

MasseyW. History of England 
during the reign of George III. 
London, Parker 1858; volu- 
mes 3. (2078 

Buckingham (duke of). Me- 
nioirs of the court of Geor- 
ge III from originai family 
documents. London. 2.^ edit., 
1853; voi. 2. (2079 

Walpole H. Journal of the reign 
of king George III from 1771 
to 1783. London , Bentley 
1859; voi. 2. (2080 

Belsham. History of Great Bri- 
tain under George IH. Lon- 
don, Hurst. (2081 

Broughatn (lord Henry). Hi- 
storieal sketches of statesmen 
who flourished in the tinie of 
George IH. London , (ìriffìn, 
new edit., 1859; voi. 3. (2082 

È quL'sto il celebre uomo di slato 
inglese. L'opera fu tradotta in francese 
da Lcgeay. Lyon, Perisse 1847. 

Stanhope. Life of the right ho- 
nourable William Pitt, eari of 
Chatham. London , Murray 
1861; voi. 2. i2083 

Vedasi anche quella di Thackeray. 
Londra 1827; voi. 2. 
Russell (lord John.) The life 
iind times of Charles James 
Fox. London , Bentley 1859; 
voi. 2. (2084 

Esiste una antica vita di Fox ano- 
nima, che fu tradotta in italiano dal 
nostro chiarissimo filologo Giovanni 
Gberardioi. 



Maxvell. Life of the lield-mar- 
shal Arthur Wellesley duke 
of Wellington. London 1841; 
voi. 3. (2085 

Il libro di Eiliol su Wellinglon fu 
tradotto in italiano (Milano 1819; vo- 
lumi 2), ma ù inferiore in pregio al 
succitato. 

Grey (de).Garacteristics of Wel- 
lington apart from his mili- 
tary talents. London. 2.d edit.. 
1854. (2086 

Sul duca di Wellinglon potranno 
consultarsi anche i Supplemenlnry de- 
spatclies, correspondance and merno- 
randa edited by liis sim. Londra , 
Murray iSOl; voi. 8. 

Napier W. History of the war 
in the peninsula and in the 
south of France from th(i vcar 
1807 to 1814. London, Booiie, 
new edit., 1860; voi. 6. (2087 

Londonderry. On the peninsu- 
lar war. London, Coibui'n: 
voi. 2. (2088 

Vers. frane. Paris 1828. 

Brackenridge. History of the 
war between the United Sta- 
tes and England 1812-15. New 
edit. Philadelphia 1836. (2089 

Vers. frane, di Dalmas. Paris 1822. 
voi. 2. 

James G. The naval histor\ 
of Great Britain from 1793 to 
the aecession of George IV. 
New edit. London , Bentley 
1859; voi. 6. (2090 

Brenton. Naval history of Great- 
Britain from 1783''to 1822. 
London 1830; voi. 7. (2091 

Southey. Life of lord Horatio 
Nelson. London 1813. (2092 

Versione tedesca, francese, olandese, 
danese. 

Martin. History of the british 
colonies. London 1834; volu- 
mes 5. (2093 

CreasyE.The rise and progress 
of the english constitution. 
London, Bentley, S.'ii edit., 
1860. (2094 



i!O95-210« 



STORIA MODERNA. 



12?) 



Sxalla storia mociema in. Cxerinania. 



(Con speciale riguardo allo storia della Prussia). 



Ranke L. Storia della Germa- 
nia al tempo della riforma. 
Berlino , 3.'' ediz., Duneker 
1855; voi. 5. (ted.) (2095 

Aficrt'ditala. Vedasi il cenno di Rcu- 
inont nel settimo volume delTapp. alla 
prima serie dell" Archivio storico. — 
Vers. injil. Londra. Longman ; voi. 2. 

Menzel C. A. Storia moderna 
della Germania dalla riforma 
lino alla cunfederazione. Bre- 
slavia 1855, 2.=' ediz. ; voi. 5. 
(ted.) (2096 

Accreditata. 

VehseEd. Storia delle corti ger- 
maniche, e dei loro diplomati 
dalla riforma fino a noi. Am- 
burgo 1851-59. {ted.) (2097 

Nel 1858 era già comparso il M° 
volume. Quest'opera i[' proibita da 
quasi tutte le corti germaniche, di 
cui essa svela gli inlriglii e la mise- 
rabile politica; ciascun governo perù 
lascia liberamente circolare le parti 
ilei libro elle risguardano altrui e in- 
terdici; severamente soltanto quelle 
che concernono il proprio stalo. 

Hannusch G. L'imperatore Car- 
lo V, i suoi tempi, ed i suoi 
contemporanei. Vienna 185^£-. 
ited.) (2098 

Su Carlo V veggansi nella categoria 
susseguente] numeri 21fi9a2l84. 

Avilay Zuniga L. Storia della 
guerra smalcaldica. Berlino 
1853. {ted.) (2099 

Langenn. Maurizio duca ed elet- 
tore di Sassonia. Lipsia 1841 ; 
voi. 2. (ted.ì (2100 



Zimmermann.Storìa della guer- 
ra dei contadini , con docu- 
menti. Stuttgarda 1856; 2.^ 
ediz. (Jed.) (2101 

Sartorius. Sulla guerra reli- 
giosa de' contadini in Germa- 
nia. Berlino 1795. ited.) (2102 

Muench. Le gesta di Francesco 
di Sickingen. Stuttgarda 1828; 
voi. 2. (ted.) (2103 

Barthold. Giorgio di Frunds- 
berg, ossia Le compagnie di 
ventura tedesche all'epoca del- 
la riforma. Amburgo 1833. 
[ted.) (2104 

Bucholtz. Storia del governo 
di Ferdinando I imperatore 
di Germania, tratta da fonti e- 
dite ed inedite. Vienna 1830-40; 
voi. 10. (ted.) (2105 

Kurz F. S. I paesi austriaci 
sotto di Rodolfo ir impera- 
tore di Germania. Linz 1821. 
Ited.) (2106 

Hurter F. Storia dell' impera- 
tore Ferdinando II, e dei suoi 
genitori. Sciaffusa , Hurter 
1861 ; voi. 3. (ted.) (2107 

Accreditata. 

Politica ostile della Francia 

verso l'Austria ai tempi di 
Ferdinando II. Vienna 1859. 
(ted.) (2108 

Silbert. Ferdinando II impera- 
tore di Germania ed i suoi tem- 
pi. Vienna 1836. (ted.) (2109 



126 



PARTE TERZA 



2110-21^8 



Gualdo-Priorato G. Storia del- 
l' imperatore Ferdinando III. 
Vienna 1672; voi. 2. (2110 

Schiller Federigo. Storia dei- 
la guerra dei trent' anni. 
(tei.) (2111 

Vers. frane, della baronessa Car- 
lowitz premiata dall'Accademia fran- 
cese. Parigi, Charpenlier 1861. — 
Vers. ital. di Benci. Capoiago 1831; 
voi. 2. Esistono altre versioni italiane, 
francesi ed in altre lingue. Le edi- 
zioni tedesche di quest'opera sono nu- 
merose , sebbene i severi critici te- 
deschi scorgano in essa un po' troppo 
il poeta, e credano, non a torto, che 
la poesia poco s'accordi colla storia. 

Richter G. Storia della guerra 
dei trent' anni. Erliirt 1853 ; 
voi. 2. 4ed.) (2112 

Mebold. La guerra dei trent'an- 
ni. Gustavo Adoll'o e Walien- 
stein. Stuttgarda 1840; voi. 2. 
(ted.) 12113 

Barthold. Storia della grande 
guerra di Germania incomin- 
ciando dalla morte di Gustavo 
Adolfo re di Svezia. 1843; xo- 
lumi 2. (ted.) (2114 

Niese G. Storia della guerra dei 
trent' anni. Halle ^ 2.'' ediz.. 
1860.(^er/.) (Compendio.)(2H5 

Richter G. D. La battaglia di 
Praga r8 Novembre 162 ), de- 
scritta secondo le fonti. Nord- 
linga 1852. (ted.) (2116 

Villermont. Tillyou La guerre 
de trente ans, 1618-48.' Tour- 
nai 1859; voi. 2. (2117 

Vers. ted. SciafTusa, Hurter 1860. 

Rose. Biogralladi Bernardo du- 
ca di Weimar. Weimar 1829; 
voi. 2. (ted.) (2118 

Forster. Lettere e documenti 
concernenti Alberto di Wal- 
lenstein. Berlino 1829; voi. 3. 
{le,d.) (2119 

Su Wallenstein si possono consultare 
anche i libri di Mitchell (Londra iS'i2) 
e di Arelin (Monaco 1846.) 



Zober. Corrispondenza inedita 
fra Alberto di Wallenstein e 
Gustavo Adolfo. Stralsunda 
1830. ted.) (2120 

Walewsky A. Storia di Leo- 
poldo I e della santa lega 
1657-1700. Vienna, Gerold 
1861; voi. 2. (ted.) (2121 

Gualdo-Priorato G. Storia di 
Leopoldo I Cesare, che contiene 
le cose più memorabili suc- 
cesse in Europa dal 1656 al 
1670. Vienna 1674; voi. 3. (2122 

Sul principio dello scorso secolo com- 
parvero in Italia le vite di questo 
sovrano, scritte da Reina e da Ron- 
caglia, e la storia delia guerra da lui 
fatta contro i Turchi sulla fine del 
XVII secolo scritta da C. Contarini e 
stampala a Venezia 1710: voi. 2. 

Biedermann C. La Germania 
nel XVIII secolo. Lipsia 1854; 
voi. 2. (ted.) (2123 

Herchenhahn. Storia del go- 
verno dell' imperatore Giu- 
seppe L Lipsia 1789; voi. 2. 
(ted.) (2124 

Foscarini M. Storia arcana del 
regno di Carlo VI impera- 
tore. Padova 1750. (2125 

Esistono parecchie edizioni. La più 
pregevole è quella che contiensi nel 
quinto volume della prima serie del- 
l' Archivio storico , pubbl. per cura 
di T. Gar. Vi si trovano uniti anche 
gli altri scritti del Foscarini. 

Wolf A. L'Austria ai tempi di 
Maria Teresa. Vienna, Gerold 
1855. (^ted.) (2126 

Accreditata. 

Duller E. Maria Teresa ed il suo 
secolo. Wiesbaden 1844; vo- 
lumi 2. (ted.) (2127 

Vers. ital. di GrilBni. Milano.Rettig 
1846. 
Lancizolle. Storia delle origini 
della Prussia, (ted.) (2128 

Sotto la lettera I della Seconda parte 
trovasi l'opera di Voigl e le altre che 
concernono la storia primitiva dei 



3129-2146 



STORIA MODERNA. 



127 



paesi che formarono nello scorso secolo 
io stato prussiano. 

Hahn. Federico I re di Prussia. 

Berlino, Decker, 2.'"* edizione, 
1861. (led.) (2129 

Forster. Federico Guglielmo I 
re di Prussia. 1835; voi. 3. 
(ted.) (2130 

Accreditata. 

Kugler. Storia di Federico IF il 
Grande, re di Prussia. Lipsia, 
edizione recente, Mendelsohn 
1860; 12 dispense, (ted.) 2ìM 

Vers. ila!, di A. Arrivabene. Manto- 
va 1855. — Vers. ingl. — Vers. russa. 
Su qui'sto sovrano esistono moltis- 
simi scritti di autori tedeschi e non 
tedeschi. Nel mentre citiamo alcuni 
de' più accreditati, non possiamo a 
meno di far cenno anche delle me- 
morie di Voltaire e del Denina (pub- 
blicate a Torino nel 1788) e delle 
opere di Campbell (Londra 1842, vo- 
lumi 4), e di Faganel (Parigi, 2.® ediz., 
1847; voi. 2.) 
Macaulay T. B. Biography of 
Frederic the great, king of 
Prussia. (2132 

Vers. ted. Hallo 1857. Questo capo- 
lavoro di biografia fa parte dei Bio- 
grapliical essaps di Macaulay una 
ediz. economica de'quali trovasi nella 
più volte citata Collection edita dal 
Tauchnitz a Lipsia. Lungi da ogni 
bassa adulazione , il celebre storico 
non esita ad accusare di selfish ra- 
pacity e di gross perfìdij l'autore del- 
VAntimachiavello (!) pel modo con cui 
carpi la Slesia a Maria Teresa. Lo 
stile è vivace ed elegantissimo. 
Carlyle T. History of Frede- 
ric II of Prussia called the 
great London, Chapman 1858; 
voi. 4. (2133 

Vers. ted. di Neuberg. Bellino 1858. 
Reiche C. Federico il Grande 
ed i suoi tempi. Opera scritta 
sulle fonti migliori. Lipsia, 
Kollmann, 3.^ edizione, 1861. 
(ted.) (2134 

Con 2i incisioni in acciajo. 

Schldzer C. Federico il Grande e 



Caterina II di Russia. Berlino, 
Hertz 1859. (ted.) (2135 

Stuhr. La guerra dei sette anni 
e le sue conseguenze. 1834. 
(ted.) (2136 

Archenholz J. W. Storia della 
guerra dei sette anni. Ber- 
lino, e.'' ediz.. Haude 1859. 
(ted.) (2137 

Di un' antica ediz. esiste la vers. 
frane, di Rock. Strasburgo 1789 ; vo- 
lumi 2. 

Schòning. La guerra dei sette 
anni. Narrazione documen- 
tata. Potsdam 1851. (ferf.) (2138 

Barre Duparcq. Études histo- 
riques et militaires sur la 
Prusse avant 1756. Paris, Ta- 
nera 1856. (2139 

Stenzel. Storia dello stato prus- 
siano. Amburgo 1839; voi. 3. 
(ted.) (2140 

Accreditata. 
Ranke L. Nove libri sulla sto- 
ria di Prussia. Berlino 1847; 
voi. 3. (ted.) (2141 

Accreditata. — Vers. ingl. di Gordon. 
Londra, Murray 1849. 

Forster F. Storia della Prussia 
negli ultimi tempi, cioè dalla 
morte di Federico II in poi. 
Berlino, 3.^ edizione, 1853. 
(ted.) (2142 

Gli eroi prussiani in pace 

ed in guerra. Berlino, 4." ediz., 
1855. (ted.) (2143 

Manso. Storia della Prussia 
dalla line del regno del gran 
Federico fino al trattato di 
Parigi. Francoforte 1821; vo- 
lumi 3. (ted.ì (2144 

Vers. frane, di Bulos. Parigi 1828. 

Heinel E. Storia della Prussia. 

Kònigsberga, 5.^ ediz., 1857. 

(ted.) (2145 

Droysen G. G. Storia della 

politica prussiana. Lipsia, Veit 

1861; voi. 3. (ted.) (2146 



186 



PARTE TERZA 



2147-S161 



Monumenta ZoUerana. Raccolta 
di documenti per servire alla 
storia dolla casa di Hohenzol- 
lern, pubblicata daR.Stillfried 
e T. Maerker. Berlino, Ernst; 
voi. 7. (in corso). (2147 

Pubblicazione assai diligente. 

Paganel. Histoire de Joseph II 
empereur d'Allemagne. Paris, 
Didot 1843. (2148 

Versione ted. — Veis. ital. di G. 
Agrati. Milano 1843, voi. 2; ed altra 
di G. Barbieri; Milano 1844, voi. 2. 

Heyne. Storia dell' imperatore 
Giuseppe II. Lipsia 1848 ; 
voi. 2. (led.) (2149 

É questo il più rceiite fra i molli 
scritti comparsi su Giuseppe II dopo 
ijuello notissimo di Paganel. 

Milbiller. Storia della Germa- 
nia durante il governo di Giu- 
seppe II e di Leopoldo II. Di- 
ma 1806. (ted.) {nm 

Haùsser. Storia di Germania 
dalla morte di Federico il 
Grande lino alla formazione 
della conlederaziono. Berlino, 
Weidmann , S.** ediz., 1861. 
(ted.) (2151 

Bartholdy. La guerra dei con- 
tadini tirolesi nel 1809. Ber- 
lino 1814. ited.) (2152 

Lodala da Heeren. 

Duller E. L'arciducaCarlo d'Au- 
stria, opera biografìco-storica. 
[ted.) (21^)3 

Vers. ital. di Romanin. Venezia, Cec- 
chini 1845; e di Pezzini, Milano, Ret- 
tig 184B. 



Mùhlbach L. U arciduca Gio- 
vanni ed i suoi tempi. Berlino, 
Janke 1862; voi. 3. (ted. (2154 

SporschiI J. La guerra d'indi- 
pendenza negli anni 1813-15, 
7.'' edizione. Brunswick 1860; 
voi. 9. (ted.) (2155 

In Germania moltissimo si scrisse 
su questo prediletto argomento. Cile- 
remo alcune Ira le opere migliori. 

Plotho. Guerra in Germania ed 
in Francia negli anni 1813 
1814 e 1815. Berlino 1817; 
voi. 3. {ted.) (2156 

Esattissima, secondo Heeren. 

Beitzke E. Storia delle guerre 
d' indipendenza de' Tedeschi 
contro i Francesi negli anni 
1813-14. Berlino 1854; voi. 2. 
ited.) (2157 

Brand T. La guerra d'indipen- 
denza dal 1813-15. Breslavia, 
12." edizione , 1859 ; voi. 2. 
(ted.) (2158 

Forster E. Storia della guerra 
d'indipendenza contro i Fran- 
cesi negli anni 1813-15. Ber- 
lino 1856. (ted.) (2159 

Thielen M. La campagna di 
guerra degli alleati in Francia 
nel 1814 sotto il comando del 
principe Carlo di Schwarzen- 
berg. Vienna 1856, con carte. 
{ted.) (2160 

Pischon. Vita e gesta del feld- 
maresciallo prussiano Blùcher. 
Ouedlinburgol842.(fe(l.) (2161 



2162-2173 



STORIA MODERNA. 



129 



Su-lla storia moderna in Ispagna. — Porto— 
gallo. — Paesi— Bassi e Belgio. — Svizzera. 
— Svezia. — Daraimarca. — Polonia. — 
XJn.g-h.eria. — Russia. — Tiarchia. — Grrecia. 



PrescottW. History of Fernand 
V the eatholin king, and Isa- 
bella (|ueenol'Spain. Ncwedit. 
London, Bentley 1854. (2162 

Assai accreditata. — Vcrs. frane, di 
Reiison. Bru.veik'S, Lacroix. — Vers. 
ted. — Vers. spagn. — Vers. sved. 
Stoccolma, Blomqwist. Di quest'opera 
si Icijgono recensioni di Gino Capponi 
e di B. Aquaione nel secondo e quarto 
volume dell' App. alla prima serie 
deiri4)T/i. storico. 
Mendoza. Guerra de Granada 
contea los Moriscos. Paris, 
nouv. édlt., Dratnard et Bau- 
dry 1861. (2163 

Fa parte della Collecion de los me- 
jores autores espanoks antiyuos y 

modernos. 

Munoz y Gaviria. Historia del 
alzamiento de los Moriscos, 
su espulcion de Espana, y sus 
consecuencias en todas las 
provincias del reino. Madrid, 
Mellado 1861. (2164 

Gosche R. La line della domina- 
zione araba nella Spagna. Ber- 
lino, Hertz 1854. (feii:) (2165 

Quintana. Vita de Gonzalvo, 
Fernando de Cordoba llmado el 
ijran capitan. Paris 1827. (2166 

Oltre gli scritti latini del nostro 
Paulo Giovio, tradotti dal Domenichi 
in lingua volgare. 

Hefele C. Storia del cardinale 
Ximénès e delle condizioni di 
Spagna circa il 1500. Tubinga 
1851. (ted.) (2167 

Accreditala. — Vers. frane, di Sisson 
e Crampon. Lj'on 1860. 
BIBL. — 17 



Baudier E. Histoire de la vie du 
cardinal Ximénès. 2. «le édit., 
Paris 1854. (2168 

Ranke L. La Spagna sotto 
Carlo V, Filippo II e Filippo in, 
ossia Gli Osmani, e la monar- 
chia spagnuola ne' secoli XVI 
e XVII (ted.) (2169 

È il primo voi. dell'opera citata al 
numero ITol. Esisto una mediocre 
vers. frane, di Haiber. Parigi 18ìo. 
Robertson W. History of the 
reign of Charles V, with an 
account of the emperors life 
after bis abdication by W. 
Prescott. London^ Routledge 
1856; voi. 2. (2170 

La migliore edizione fra le tanto 
che si fecero di questo classico libro. 
— Un' ediz. molto anteriore fu tra- 
dotta in ital. da Sartorio. Milano, 
Ì83-2; voi. 6. Esistono versioni in di- 
verse altre lingue. 

Prescott W. Continuation of 
Robertson 's history of the 
reign of Charles V, with the 
cloister life of the emperor 
after the abdication. Boston 
1856; voi. 3. (2171 

Juste T. Charles V et Marguerite 
d'Autriche. Etude sur la mi- 
norile et r avénement de 
Charles V à l'empire, 1477- 
1521. Bruxelles , Muquardt 
1858. (2172. 

Marchal. Histoire politique du 
règnede l'empereur Charles V. 
Bruxelles 1856. (2173 



130 



PARTE TERZA 



2174-2189 



Giordani G. Della venuta e di- 
mora in Bologna del S. P. Cle- 
mente VII. per la coronazione 
di Carlo V. Bolocjna, Tipog. 
alla Volpe 1842. (2174 

Chotin A. G. Les expéditions 
jiiaritimesde Charles Ven Bar- 
berie. Tournai 1857. (2175 

Wiens. Le imprese di Carlo V 
contro gli stati barbaresclii. 
Mùnster 1832. {ted.) (2176 

Mignet F. A. L'empéreiir Char- 
les V, son abdication, son sé- 
joiiret sa mort au monastèro 
de S. Juste. Paris, 5.mc édit., 
Didier 1861. (2177 

Stirling W. The cloister lite of 
emperor Charles V. London, 
2.d edit., Parker 1853. (2178 

Parecchie versioni tedesclie. — Ve- 
dasi anche 1' opera di Pichol : Cro- 
nique de la vie inlèrieure, de l'ahdica- 
lion et de la retraite de Charles V. 
Paris 1854. 

Lanz. Carteggio diplomatico 
dell'imperatore Carlo V, tratto 
dall' archivio di Borgogna a 
Bruxelles, {(ed.) (2179 

Vedasi la recensione di Reumoiit 
nel secondo e quarto voi. dell' App. 
alla prima serie delIMrc/t. sloriro. 

Atti per servire alla storia 

di Carlo V, tratti dall'archivio 
imperiale di Vienna. Vienna 
1853. (ted.) (2180 

Trovasi nel primo voi. della seconda 
serie dei Monumenta luibshurgka. 
Vedasi il cenno di Reumonl nel sesto 
volume della nuova serie dell'ilJT/u'ti/o 
storico. 

Carteggio diplomatico del- 
l' imperatore Carlo V. Lipsia 
1846; voi. 3. {ted.) (2181 

Comprende il periodo 1550-1556. 

Gachard. Relations des ambas- 
sadeurs vénitiens sur Char- 
les V et Philippe II. Bruxelles, 
3Iuqaardt 1856. (2182 

Pubhl. dalla regia commissione sto- 
rica del Belgio. 



Gachard. Correspondance de 
Charles V et du pontife A- 
drien VI, publiée pour la pre- 
mière fois. Bruxelles, Mu- 
quardt 1859. (2183 

Bradford. Correspondence of 
the emperor Charles V and 
bis ambassadors at the courts 
of England and France. Lon- 
don 1850. (2184 

Vedasi la recensione di Reumonl 
nelTottavo volume dell'App. alla pri- 
ma serie dell' Ai eh. storico. 

PrescottW.HistoryofPhilippII 
king of Spain. London, Ben- 
tley 1856; voi. 2. (2185 

Accreditalissima come tutte le cose 
di PrescoU. Contiene piuttosto una 
storia generale d' Europa durante il 
lungo regno di Filippo, anziché la sola 
vita di questo sovrano. La fama di 
Prescott, che fu detto il moderno Tu- 
cidide, fondasi specialmente su questo 
suo capolavoro. Una ediz. econom. 
nell'orig. ingl. è quella di Lipsia. Durr 
1856; voi. 2. — Vers. frane, di Ithier. 
Lipsia 18C0. — Vers. ted. di Scherr. 
Li|isia 1850; voi ',i. — Vers. dan. di 
l\l(»llke. Copenhagen 1859. — Vers. 
oland. di Huberts. Zutphcn 1860. E 
per quanto ci è noto manca ancora 
la versione italiana. 

Miguel S. Historia del rev 
don Felipe II. Madrid 1845"; 
voi. 4. (2186 

Fra gli antichi che scris.sero di que- 
sto re ponno consultarsi il Leti, e le 
opere spagnuole di Yepes ed Arroyo, 
slarn|i.ile in Milano sul principiai-e 
del XVII secolo, ma ora rarissime in 
commercio. 

DumesniL Histoire de Philip- 
pe II roi d' Espagne. Paris, 

2.rJ^' édit., 1824. (2187 

Mignet F. A. Philippe II et le 
ministre espagnol Antoine Pe- 
rez. Paris 1846. (2188 

Vei;s. tedesca — spagnuola — in- 
glese di Ainsworth. Londra 18i7. 

Gerlache. Philippe II et Gran- 
velia. Bruxelles 1842. (2189 
Llorente. Historia de la inqui- 



•2190-2209 



STORIA MODERNA. 



131 



sicion de Espaiìa. Nueva edic. 
Paris 1824; voi. 2. (2190 

Tradotta in molte lingue. — Vers. 
ital. Milano, Reina 1854. Per la sto- 
ria dell' inquisizione in generale ve- 
dasi il numero 1G93. 

Hefele C. Siili' inquisizione di 
Spagna. Confutazione dell' o- 
pera di Lloi'ente. {ted.) (2191 

Fu scritta in appendice all'opera ci- 
tala al numero 2107. — Vers. ital. di 
A. Sala. Milano 1858. 

De Castro A. History of reli- 
gious intoleratice in Spain, or 
of some causes of tliat nation's 
decline. Translated IVoin the 
spanisi) bv Parker. London 
1853. (2192 

Freer M. Elizabeth de Valois 
queen of Spain, and the court 
of Philipp li froni unpubli- 
shed soui'ces. London 1857 ; 
voi. 2. (2193 

Du Prat. Histoire d'Elisabette 
de Valois reine d' Espagne. 
Paris, Techener 1839. (2194 

Magués. Don Carlos Hls de 
Pnilippe II et ses défenseurs. 
Paris 1837. (2195 

Weiss. L'Espagne depuis Phi- 
lippe II jusqu^à Tavénenient 
desBourbons. Paris 1844; vo- 
lumes 2. (2196 

Lodata da Mignet. 

Watson R. History of the reign 

of Philipp III king of Spain. 

London 1783; voi. 2. (2197 
Mahon. Spain under Charles II. 

London 1840. (2198 

Mignet F. A. Negociations rela- 

tivesà lasuccessiond'Espagne. 

Paris 1836-42; voi. 4. (2199 
La questione della successione 

di Spagna, (ted.) (2200 

Vers. italiana. Milano, Pirola 1839. 

Mahon. The war of the succes- 
sion in Spain. London, Murray 
1836. (2201 



Ennen. La guerra di succes- 
sione spaglinola, ed il prin- 
cipe elettore Giuseppe Cle- 
mente di Colonia. Jena 1851. 
(ted.) (2202 

Dunlop. History of Spain from 
1021 to 1700.Edimburg 1834; 
voi. 2. (2203 

Comprende i regni di Filippo IV e 
di Carlo li. Fu stampata anche a 
Londra dal Whittaker. 

Goxe G. 3Iemoirs of the kings 
of Spain ofthe house of Bour- 
bon from Philipp V to the 
death of Charles III viz, 1700- 
1788. London, Longman 1825; 
voi. 5. (2204 

Opera scritta esclusivamente sui do- 
cumenti diplomatici ; e che può consi- 
derarsi come la continuazione della 
precedente. Fu tradotta in francese 
eil in spagnuolo. 

Moore. Life of cardinal Albe- 
roni. London 1814. (2205 

Sul principiare dello scorso secolo si 
pubblicarono molte biografie del ce- 
lebre cardinale. Cosi quella in italiano 
(vers. da opera anonmia spagnuola) 
stampata all'Aja nel 1720. 

Becattini. Storia di Carlo III 

(li Borbone, re di Spagna. 

Venezia 1790. (2206 

Toreno J. Historia de la rivo- 

lucion y guerra de Espaiìa. 

Madrid , Nueva edic, 1837 ; 

voi. 5. (2207 

Accreditata. — Vers. ital. di Mare- 
nesi. Milano 1839; voi. 2. — Vens. 
frane, di Viardot. Parigi 1838; vo- 
lumi 5. 

Baumgartner. Storia della Spa- 
gna al tempo della rivoluzione 
francese.Berlino,Reimer 1861. 
(led.) (2208 

Schepeler. Storia della rivo- 
luzione della Spagna e del 
Portogallo, e della guerra che 
vi succedette. Berlino 1826; 
voi. 2. (ted.) (2209 

Miraflores. Documentos con- 



132 



PARTE TERZA 



2210-2228 



cernientes a hi guerra y ve- 
volucioii de Espaaa. Londra 
1834; voi. 2. (2210 

Carnicero. Historia razonada 
de la gloriosa revolucion de 
Espafia. Madrid 1815; volu- 
mos 4. (2211 



Rebello de Silva. Historia de 
Portugal nos seculos XVII e 
XVIII.' Lisboa 1860. (2212 

Murr. Storia dei Gesuiti nei 
Portogallo durante il ministero 
Pombal. Norimberga 1787: 
voi. 2 (ted.) (2213 

Saalfeld. Storia delle colonie 
portoghesi nell'Indie Orientali. 
Gottinga 1810. (ted.) (2214 

Libro prezioso perché indica molti 
scritti relativi all'arcomento. 



Quinsonas E. Matériaux pour 
servir à l'histoire de Margue- 
rite d'Autriche , règente des 
Pays-Bas. Paris , Delaroque 
1860; voi. 3. (2215 

Glay Ghislain. Correspondance 
de l'empereur Maximilien I et 
de Marguerite d'Autriche gou- 
vernante desPays-Bas de 1507- 
1519. Paris 1840; voi. 2. (2216 

Gussinet de Dombes. Essai 
sur l'histoire de Marguerite 
d'Autriche. Paris 1838. (2217 

Henne A. Histoire du règne de 
Charles V en Belgique. Bru- 
xelles, Fiatau 1858. (2218 

Saranno dieci volumi. 

Juste T. Les Pays-Bas sous 
Charles V. Bruxelles, Lacroix. 
2.de édit., 1861. (2219 

Sacher-Masoch L. La rivolta 
di Gand all'epoca dell'impe- 



ratore Carlo V. Sciaffusa, Hur- 
ter 1857. (ted.) (2220 

Rettier E. La vie et les travaux 
d 'E rasine de Botte rdam dans 
leurs r.ipports avec la Belgi- 
que. Bruxelles 1855. (2221 

Opera premiata dalla real Accademia 
di Bruxelles. 

Mùller Ad. Vita di Erasmo da 
Botterdam. Amburgo 1828. 

ited.) ^ (2222 

opera premiata dall' Università di 
B 'riino. 

Dumesnil. Histoire de Don Juan 
d'Autriche fils naturel de l'em- 
pereur Charles V. Nouv. édit., 
Paris 1828. i2223 

Motley Lothrop. The rise of 
the dutch republic. London, 
Boutledge 1856; voi. 3. (2224 

Gli scritti dello storico americano 
Mulley sono assai pregiati, e forse 
egli può mettersi cogli storici suoi 
connazionali Prescoti e Bancroft. — 
Vers. frane. Paris, Lcvy 18.59; voi. 4, 
(coU'introduzione di M. Guizot). — 
Vers. ted. Dresda. Kuntze 1860. — 
Vers. oland. di Backhuizen. Graven- 
h;iga 1860. 

History of the united Ne- 

therlands from the death of 
William the silent to the 
sinod of Dort. With a wiew 
ofthe english-dutch struggle. 
London, Murray 1861; vo- 
lumes 2. "' (2225 

Accreditata. — Versione olandese 
Gravenliaga 1861. 

Juste T. Histoire de la revo- 
lution des Pays-Bas sous Phi- 
lippe IL Bruxelles 1855; vo- 
lumes 2. (2226 

Bruylants J. I Paesi Bassi sotto 
Filippo II, 1555-98. Gand 1859. 
(oland.) (2227 

Koch. Bicerche sulla rivolta de' 
Paesi Bassi e loro distacco 
dalla Spagna. Lipsia, Voigt 
1860. (ted.) (2228 

Schiller Federico. Storia della 



2229-2248 



STORIA MODERNA. 



133 



rivoluzione de'Paesi Bassi con- 
tro la Spagna, ited.) (2229 

Vers. ital. Torino, Pomba 1852. — 
Yers. frane, di Ghateaugiron. Parigi 
1827; voi. 2. 

Vlolen J. La rivolta de' Paesi 
Bassi contro la Spagna, e sue 
immediate conseguenze (157S- 
77).Haarlem, Krusemann 1860. 
(oland.) (2230 

Stòger. I Paesi Bassi sotto il 
duca d' Alba. Monaco 1808 
(ted.) (2231 

Bird. Alessandro Farnese: nar- 
razione storica della guerra dei 
Paesi Bassi contro la Spagna. 
Elberfeld 1828. (ted.) (2232 

Bavay. Le procés du comte 
d'Egmont d''après les docu- 
ments. Bruxelles 1854. (2233 

Gachard. Correspondance de 
Philippe II sur les affaires 
des Pays-Bas. Bruxelles, Mu- 
quardt 1859; voi. 3. (2234 

Reifienberg. Correspondance de 
Marguerite d'Autriche, du- 
chesse de Parme, avec Philip- 
pe II. Bruxelles 1842. (2235 

Elberts. Vita di Guglielmo prin- 
cipe d'Orange. Leyden, 2.'' 
ediz., Ì8M. (oland.) (2236 

Gachard. Correspondance de 
Guillaume prince d'Orange. 
Bruxelles 1848; voi. 2. (2237 

Bentivoglio G. Storia della 
guerra di Fiandra, parti tre. 
Milano,Tipog. de'Classici 18 10; 
voi. 5. (2238 

Quest'opera, di un nostro celebre 
storico del decimoseltimo secolo, giunge 
fino alla tregua del 1609, e può con- 
siderarsi classica sia per lo stile, sia 
per l'esattezza dei fatti. Sovente perù 
vi traspare troppo la parzialità del 
legato apostolico. — Esiste un' altra 
buona ediz. milanese. Bettoni 1827; 
voi. 3. 

Kemp. StoiMa del sinodo na- 
zionale tenuto a Dordrecht 



nel 1618-19. Rotterdam, Ver- 
bruggen 1861. (oland.) (2239 

Vedasi sullo stesso argomento il Già- 
sius stampalo a Leida da Engels nello 
stesso anno. 

Ahmejer. Histoire des réla- 
tions commerciales et diplo- 
matiques des Pays-Bas pen- 
dant le XVI siede. Bruxelles 
1840. (2240 

Klopp. Vita e gesta dell' am- 
miraglio Ruyter. Annover 
1852. ited.) (2241 

Schenck. Guglielmo V principe 
d' Orania. Stuttgarda 1854. 
ited). (2242 

Bonaparte Louis ( ex roi de 
Holiande). Documents histo- 
riques sur le gouvernement 
de la Holiande. 1819 ; volu- 
mes 3. (2243 

Lauts G. Storia della potenza 
olandese nell'Indie e sua de- 
cadenza. Amsterdam, Miiller 
1860; voi. 5. (oland.) (2244 

Saalfeld. Storia del sistema 
coloniale olandese nelle Indie 
Orientali. Gottinga 1813; vo- 
lumi 2. (ted.) (2245 

Ruckelingen L. Il Belgio sotto 
Mai'ia Teresa. Storia, leggi, 
istituzioni, scienze, lettere, 
agricoltura. Anversa 1857. 
ioland.) (2246 

Versione tedesca di Stubenrauch. 
Vienna 18o9. 

Borgnet. Histoire de la Bel- 
glque à la (in du XVIII siede. 
Bruxelles, Lacroix, 2.de édit., 
1861 ; voi. 2. (2247 



Hottinger. Storia della confede- 
razione elvetica all'epoca della 
divisione della chiesa. Zurigo 
1825; voi. 2. ited.) (2248 



134 



PARTE TERZA 



2249-2268 



Raoul-Rochette. Histoire de la 
revolution helvétique de 1797 
1803. Paris 1823. (2249 

May. Histoire militaire de la 
Suisse dans les differents ser- 
vices de l'Europe. Lausanne 
1788; voi. 8. (2250 



Flaux A. La Suède au XVI sie- 
de, pendant la vie de Gusta- 
ve L Paris, Didot 1860. (2231 

Fryxell A. Storia di Gustavo 
Wasa , primo re di Svezia. 
1831. isved.ì (2252 

Archenholtz. Storia di Gustavo 
Wasa re di Svezia, \ted.i (2253 

Vers. frane, di Propiac. Parigi 1803; 
voi. 2. 

Fryxell A. Vita di Gustavo II 
Adolfo re di Svezia. Stoccol- 
ma 1833. {sved.ì (2254 

Accredilata. — Vers. ted. — oland. 
— ingl. di Howilt — frane, di Puget. 
Paris, Fulgence 1847. 

Gfròrer. Storia di Gustavo II 
Adolfo re di Svezia, e de' suoi 
tempi. Nuova ediz. Stuttgai'da 
1852; voi. 2. ited.) (2255 

L'autore è protestante, ma, sfidando 
le critiche dei correligionarii, si mostrò 
esatto ed imparziale. 

Ghapman B. The history of Gu- 
staviis Adolpluis and of the 
tliirty years war, up to the 
king^s death. London, Long- 
man 1856. (2256 

Grauert. La regina Cristina di 
Svezia e la sua corte. Bonn 
1842; voi. 2. [ted.) (2257 

Opera accreditata, e ricca di notizie 
bibliografiche. 

Catteau-Calleville. Histoire de 

Christine reine de Suède avec 
un précis historique sur ce 
pays. Paris 1815; voi. 2.(2258 
Gualdo-Priorato. Vita di Cri- 
stina Alessandra, regina di 
Svezia. Venezia 1656. (2259 



Carlson F. F. Storia della Sve- 
zia sotto i re della casa del 
Palatinato. Stoccolma 1856; 
voi. 2. sved.ì (2260 

Lundblad. Storia di Carlo X re 
di Svezia. Stoccolma 1825- :29; 
voi. 2. (sved.) (2261 

Fryxell A. Storia di Carlo XI 
re di Svezia. Stoccolma 1856; 
voi. 8. isved.ì (2262 

Accreditata come tutte le open; di 
questo grande storico del settentrione. 

Storia del governo di re 

Carlo XII. Stoccolma, Hjerta 
1857. isved.) (2263 

Vers. ted. di Rohrdantz. Brunswick, 
Vieweg 1861 ; voi. o. — Su questo re 
si può leggere anche la vita scritta da 
Voltaire." 

Lundblad. Storia di Carlo XII 
re di Svezia. Stoccolma 1830; 
voi. 2. isved.) (2264 

Vers. tedesca di Jennsen. Amburgo 
1830; voi. 2. — Si potrà consultare 
anche l'Adlerfeld. Hisloire militai- 
re de Charles XU. Paris 1741. Giun- 
ge fino alla battaglia di Pultava nel 
1709. 

Adlerbeth G. Sul regno di Gu- 
stavo III re di Svezia. Oerebro 
1857. isved.ì (2265 

Aguila. Histoire du règne de 
Gustave III roi de Suède. Pa- 
ris 1815; voi. 2. (2266 

Arndt. Storia di Svezia sotto 
re Gustavo III, e specialmente 
sotto re Gustavo ÌV detroniz- 
zato nel 1809. Lipsia 1839. 
ited.) (2267 

Russwurm C. Ricerche sul do- 
minio degli Svedesi nell' Est- 
la ndia. Re vai 1856. i^cd.) (2268 

Memoria premiata dall' Accademia 
imper. di Pietroburgo. 



Oettinger E. M. Storia della 
corte danese, da Cristiano II 
a Federico VII (dal 1513 a 



22tì9-2288 



STORIA MODliRNA. 



135 



noi). Amburgo 1857 ; voi. 8. 
{ted.ì (2269 

Vcrs. svpd. Stoccolma. Schùck d8o8. 

Glauss C. E. Cristiano III re di 
Danimarca e Norvegia. Saggio 
sulla storia del XVI secolo. 
Dessau 1859. ited.) )2270 

Flamand L. Vita di Cristiano IV 
re di Danimarca. Copenhagen, 
Salomon 1855. idan.) (2271 

Puhblicaronsi dallo stesso autore 
anche le vile di Federico V e Cristia- 
no VII che regnarono dal d74(i al 
180S. 

Hòst J. Cristiano IV re di Da- 
nimarca. Copenhagen 1839. 
{dan.) (2272 

Becker P. Storia della Dani- 
marca sotto il governo di re 
Federico III. Copenhagen 1857; 
voi. 2. dan.\ (2273 

Hòst J. Vita di Federico IV re di 
Danimarca. Copenhagen 1855. 
[dan.) l2274 



Grauert. L' abdicazione di re 
Casiiiiiro di Polonia e l'ele- 
zione del suo successore. Vien- 
na 1851. fed.) (2275 

Salvandy N. A. Histoire de Po- 
logiie avant et sous le roi Jean 
Sobieski. Paris, 5.me édit., 
1855; voi. 2. (2276 

Salvandy pubblicò in Parigi lo let- 
tere dirette da Sobieski alla regina 
sua moglie durante la campagna di 
Vienna, e che erano state tradotte dai 
jiolacco in francese dal conte Flaler. 

Forster. Federico Augusto re 
di Polonia, elettore di Sasso- 
nia. Potsdam 1839. ted. {2^11 

Saint-Ouen. Vie de Stanislas 
Leszczynski roi de Poloifite. 
Paris 1827. (2278 

Mémoires et actes authentiques 
sur les négociations qui ont 



precede le partage de la Po- 
logne. Weimar 1810. (2279 

Su quelPincanceilabile infamia che 
fu lo smembramento della Polonia , 
fornisce quest'opera ricche notizie. Ri- 
sulta dai documenti che ciascuno de' 
predoni ebbe la sua parte a quel 
mercato veramente turpe, ma anche 
che ciascuno di essi in segreto ne 
vergognava, e tentava spingere la colpa 
sulle spalle altrui. 

Rulhières. Histoire de Panai'- 
chie de Pologne , et du de- 
membrement de cette répu- 
blique. Paris 1807; voi. 4. (2280 

Importante, secondo Heereii , non 
per la sola Polonia, ma per tutto il 
settentrione. 

Ferrand. Histoire des trois dé- 
membrements de la Pologne 
pour taire suite à l'ouvrage 
de Rulhières. Paris 1820; vo- 
lumes 3. (2281 

Smitt F. Frédéric II, Cathe- 
rine de Russie, et le partage 
de la Pologne. Paris, Franck 
1861. (2282 

Suwarow e la fine della 

Polonia. Lipsia, Winter 1858; 
con carte, ited.) (2283 

Raumer. La fine della Polonia. 
Lipsia 1832. ted.) (2284 

JekeL Ultime vicende politiche 
ed ultima costituzione della 
Polonia. Vienna 1803 ; vo- 
lumi 4. Ited.) (2285 

Saxton. The fall of Poland a 
philosophical account of the 
caiiscs which conspired in 
the ruin of that nation. New- 
York 1850. (2286 

Oginski. Mémoire sur la Po- 
logne et les Polonais depuis 
1788 jusqu'à la fin de 1815. 
Paris 1827; voi. 4. (2287 

Falkenstein C. Vita del gene- 
rale Taddeo Kosciuszko. Lip- 
sia 1827. («erf.) (2288 
Opera lodata da Hceren. 



136 



PARTE TERZA 



2289-2309 



Skarbek. Storia del grandu- 
cato di Varsavia. Posen 1859; 
voi. 2. (polacco) (2289 



Szalay Ladislao. Saggi sulla 
storia d'Ungheria nel XVI se- 
colo. Pest 1859. (mw^/ì.) (2290 

Il titolo originale è: Adalékok a 
magyar nemzet tortétietéhez a XVI 
dil: szàzadban. 

Gevay. I pascià ottomani in Bu- 
da. Vienna 1841. ungh.ì (2291 

Horn. Francesco Rakoczy prin- 
cipe di Ungheria e Transil- 
vania. Lipsia, Wigand 1854. 
{led.) (2292 

Neuwirth. La lotta secolare del- 
l'aristocrazia ungherese contro 
ire. Augusta 1857. i^erf.) (2293 



Ciampi Seb. Esame critico con 
documenti inediti della storia 
di Iwan Wassiliewitsch pri- 
mo zar della Russia. Firenze 
1827. , l2294 

Mérimée P. Épisode de l'hi- 
stoire deRussie.LefauxDémé- 
trius. Bruxelles; voi. 2. (2295 

Wichmann. Rivista cronologica 
della storia moderna della Rus- 
sia dal 1672 a noi. Lipsia 
1821-26; voi. 2. {ted.ì 2296 

Reiche C.F.Pietro iUìrande ed 
i suoi tempi. Lipsia, Kollmann. 
2.^ edizione stereot. 1857 ; 
voi. 2. (ted.) i2297 

Hallem. Vita di Pietro il Gran- 
de di Russia. Munster 1803-05; 
voi. 3. (ted.) (2298 

Accreditata. — Indica molti scritti 
su questo personaggio. 

Grosse. Storia di Pietro il Gran- 
de zar delle Russie, e de'gran- 



dissimi progressi che sotto di 
lui fecero i Russi. Meissen 
1836; voi. 2. (ted.) (2299 

Si veggano anche gli scritti assai 
anteriori ma classici di Voltaire. 

Golovìne Ivan. Histoire de Pier- 
re [ appelé le Grand. Leipsic, 
Hiibner 1861. (2300 

Binder. Pietro il Grande ed i 
suoi tempi. 1844. ited.) (2301 

Crusenstolpe M. La corte di 
Russia da Pietro I a Nicolò. 
Amburgo 1857 ; volumi 6. 
ited.) (2302 

Schuhmacher. Storia della de- 
posizione e della morte di 
Pietro III di Russia. Amburgo 
1859. 4ed.) (2303 

Helbig. G. A. Biografia di Pie- 
tro 111 zar delle Russie. 1809; 
voi. 2. Ited.) (2304 

Herzen A. Mémoires de l'impé- 
ratrice Catherine II écrites par 
elle mème. Londres, Triibner 
1859. (2305 

Vers. led. Annover 1859. — Vers. 
ingl. Londra, Longman 1859. — Vers. 
sved. Upsala 1859. — Vers. danese, 
Copenhagen i860. 

Daschko£P. Memorie per ser- 
vire alla storia dell'imperatrice 
Caterina II di Russia. Ambur- 
go 1857; voi. 2. ited.) i2306 

Jauffret E. Catherine II et son 
règne. Paris, Dentu 1860; vo- 
lumes 2. (2307 

Mole et Leduc. Catherine II 
ou La'Russie au XVIII siècle. 
Paris 1854. i2308 

Tooke. History of Catherine 
empress of Russia. 1799; vo- 
lumes 3. i2309 

Vers. frane. Parigi 1804; volumi 6. 
— Oltre questa di Tooke, esistono 
su Caterina altre opere pregevoli com- 
parse né primi anni del nostro secolo. 
Ne citiamo due francesi, l' una di 
Auguis che comprende anche i tempi 
di Paolo I (Parigi 1813), l'altra di Ca- 
slera. (Parigi 1800; voi. 3.) 



2310-2324 



STORIA MODERNA. 



137 



Mundi T. Le guerre sul mar 
Nero, ossia Catoriiia II di Rus- 
sia e la sua corte, (ted.) (2310 

Vlts. ital. (li Pfverelli. Torino 1856. 

Puschkin A. Storia della con- 
giura di Pugatschew nel 1774. 
(russo) (2311 

Versiona tedesca di Brandeis. Slutlg. 
1840. 
Miliutin. Storia della guerra 
de'Russi contro i Francesi nel 
1799 , a' tempi di Paolo I. 
(russo) (2312 

Vers. ted. di Schniit. Monaco 1857; 
voi. 4. 
Monteith. Narrative of the con- 
quest of Finland by the Rus- 
sians in the years 1808-9. 
London, Booth 1854. (2313 



Hammer Purgstall. Storia 
dell' impero ottomano. Pest 
1827-35; voi. 10. (ted.) (2314 

La migliore sull'argomento. Fu ese- 
guita da questo insigne orientalista, 
dopo accurato studio delle fonti arabe 
e lurehc. — Vers. imi. di Romanin. 
Venezia, Antonrlli 18-28; voi. 2't in 
16.° — Vers. frane, di Hellerl. Parigi 
_1835-42; voi. dO. 
Zinkeisen. Storia dell' impe- 
ro ottomano. Amburgo 1840. 
(ted.) (2315 

Trovasi anche nella Collana di Hee- 
ren ed Uckert. Gotlia 1855; voi. 5. 

Schlechta-Wssehrd O. Gli sto- 
rici ottomani dell'età moderna, 
e nota delle loro opere sco- 
nosciute agli Europei. Vien- 
na, Gerold 1857. (ted.) (2316 

L'autore, celebre orientalista, era am- 
basciatore austriaco a Costantinopoli. 
La memoria qui citata fu da lui letta 
all'Accademia delle scienze di Vienna 
della quale ò membro. 

Alix. Précis de l'histoirc de 
l'empire ottoman depuis l'o- 
rigine jusqu'à nos jours. Pa- 



ris 1825; voi. 3 



(2317 



Lamartine A. Histoire de la 
Turquie. Paris, Lecou 1854; 
voi. 6. (2318 

Tradotta in varie lingue malgrado il 
suo merito, non più che mediocre.- Nel 
1854 la guerra di Crimea diede origine 
in Francia a molte pubblicazioni sto- 
riche sulla Turchia, alcune delle quali 
eleganti ed illustrate con gran dispen- 
dio, ma di dubbio merito scientifico. 

Fowler G. History of the ot- 
toman empire. 2.'l edit. Lon- 
don, Rees 1854. (2319 

Nell'anno stesso, sullo slesso argo- 
mento, scrissero gli inglesi Corner, 
Larpent, Neale ed altii. La guerra di 
Crimea fu causa di si ripetute jmb- 
blicazioni destinate a sfamare il pub- 
blico, |:iooo esigente in fatto di si'ienza. 

Lavallée T. Histoire de la Tur- 
quie. Leipsic, 2.^'l' edit., Dùrr 
1859; voi. 2. (2320 

Rampoldi. Annali mussulmani. 
xAlilano 1822-26; voi. 12. (2321 

Quest' opera, frutto di Iniigln' fati- 
che, e scritta da persona per ripetuti 
viaggi esperta nelle cose deirOrien- 
te , ha r aspetto d' un' enciclopedia 
di cose orientali. Vi si ragiona di 
storia non solo, ma anche di lingue, 
commercio, leggi, arti e scienze, usi e 
costumi. Non neghiamo che queste 
aggiunte conservino qualche jìregio 
anche oggidì, for.se più che non la 
parte propriamente istorica. Lo stile 
è piuttosto e disadorno. 

Compendio della storia dell'im- 
pero ottomano. Milano, Ner- 
vetti 1829; voi. 2. (2322 

Con un discorso sui calilp. arabi, dedi- 
ealoai ciovinelti daGiacintoBatta!i;lia. 

Butler S.The causes of the tur- 
kish invasion of Europe. Cam- 
!)ridge 1854. (2323 

Opera premiala. 

Barbaro. Giornale dell'assedio 
di Costantinopoli nel 1453, cor- 
redato di documenti per E. 
Cornet. Vienna 1856. (2324 

Il prof. Hopf scrisse un elogio di 
quest' opera nel For)lio centrale di 
Zarncke. Vedasi anche l'anonima re • 
censione nel secondo volume della 
nuova serie deWArchiviu storico. 



18 



138 



PARTE TERZA 



2325-2336 



Mordtmann A. L^^ssedio o la 
presa di Costantinopoli fatta 
dai Turchi nel 1453. Stuttgar- 
da, Cotta 1858, con carte. 
(ted.) (2325 

Vedasi la recensione di Reunion i 
nell'ottavo volume della nuova serie 
ùvW Archivio storico. 

Paganel C. Histoire de Scan- 
derbeg, ou Turks et Chrétiens 
au XV siede. Paris 1855. (2326 

Tiadolla in led. Tubinga 18S6. Una 
severa critica dell'opera scrisse il prof. 
Ho|il" nel Focjlio ceìdrale di Zarneke. 

Franco D. Gli illustri e glo- 
riosi l'atti contro i Turchi di 
Giorgio Castriotto, detto Scan- 
derbeg. Venezia 1610. (2327 

Biemmi. Storia di Giorgio Ca- 
striotto detto Iskander-beg. 
Brescia 1742. (2328 

Secondo Brunet, la migliore fra le 
tante scritte su questo argomento. 

Boehn U. Grandezza e decaden- 
za dell'impero osmanoin Eu- 
ropa. Berlino 1854. {(ed.) (2329 



Finlay George. The history of 
Greece , under othoinan and 
venetian dominion. London , 
Blackwood 1856. (2330 

Accreditata. 

Curtius. Storia dei Greci dalla 
conquista di Costantinopoli fat- 
ta dai Turchi (1453) lino ai no- 
stri giorni. Lipsia 1830; voi. 5. 
{ted.) (2331 

Laborde. Athéne au XV, XVI, 
XVII sièeles. Paris 1855; vo- 
luuìes 2. (2332 

Emerson. History ol' modem 
Greece. London 1830; volu- 
mes 2. (2333 

Si j)olrà consultare anche quella di 
Riz) J.ikovaky, della quale discorre 
N. Tommaseo nel suo Dizionario este- 
tico. 

Schmitt. Storia critica della 
chiesa greca moderna e della 
chiesa russa, (ted.) (2334 

Vers. ilal. di A. Bianchi Giovini. 
Milano, Pirolla 18i2; voi. 2. 



Storia ecclesiastica. 



(Comprende dalla morte di Innocenzo Vili nel 1492 , a quella di. 
Pio VII nel 1823, le opere concernenti i singoli pontefici e santi, 
i riformatori, la riforma sia in generale che in particolare nei 
diversi paesi d'Europa, il gran concilio tridentino, e l'ordine dei 
Gesuiti). 



Ranke L. I papi, la chiesa, e 
lo stato della chiesa ne' secoli 
XVI e XVII. Nuova ediz. Ber- 
lino , Duncker 1845; voi. 3. 
{ted.) (2335 

Opera accreditata d' autore proli- 
stante. — Vers. ingl. di Austin. Lon- 
dra , Murray 1853; voi. 2: forse la 
migliore delle quattro versioni inglesi 
esistenti. — Vers. francese di Haiber. 



Parigi, Sagnier et Bray 1848; voi. 3. 

— Ora si traduce in italiano a Napoli. 

— L'opera suddetta fa parte di quella 
citata al num. 175i, e ne abbraccia i 
\ohinii 2.", 3.", 4." 

Riffel. Storia della chiesa cri- 
stiana, dal grande scisma nel 
XVI secolo lino a noi. Magon- 
za, 2.» ediz., 1844; voi. 2. 
{led.) (2336 



2337-23ol 



STORIA MODERNA. 



139 



Orsi. Storia degli ultimi quat- 
tro secoli della chiesa. Roma 
1788-97; voi. 12. (2337 

Capefigue. L'église pendant les 
quatrc deruiers siècles. Paris, 
Aniyot 1858; voi. 3. (2338 

Gordon. Life of Alexander VI 
and Cesar Borgia. London 
1730. (2339 

Vers. francese. Amsterdam, Morlier 
1732 ; voi. 2. — Vers. ilal. di M. Fabi. 
Milano. F. Sanvilo 186-2; voi. 2. 

Cerri D. Borgia, ossia Alessan- 
di'u VI papa e suoi contem- 
poranei. Torino , Martinengo 
1857., (2340 

Fave. Études critiques sur l'hi- 
stoire de Alexandre VI. Saint- 
B riè ve 1860. (2341 

Chi amasse consultare altre opere su 
Alessandro VI chieda del Masse e del 
Jorry ambedue francesi. Il signor M. 
Amari scrisse un cenno sul Masse nel 
primo volume dell'Appendice alla pri- 
ma serie Av:\V Archivio storico, il Jorry 
venne tradotto in italiano ad Ivrea 
nel 18G1. 

Villari. La storia di Gerolamo 
Savonarola e de' suoi tempi , 
narinita coH'ajuto di nuovi 
documenti. Firenze, Le Mou- 
nier 1860; voi. 2. (2342 

Perrens. Jerome Savonarolad'a- 
près les documents originaux 
et avec pièces justifìcatives. 
Paris, Hachette, 3.^^ édition, 
1859. (2343 

Opera premiata dall'Accademia fran- 
cese. — Vers. ted. di Schròder sulla 
2." ediz. francese. Brunswick ISnS. 

Hase. Savonarola. Lipsia 1851. 

(ted.) (2344 

Secondo Reimiont il migliore fra gli 
scritti tedeschi sul Savonarola. 
Madden. The lite and martyr- 
dotn of Savonarola, illustrative 
of the history of the church. 
London 1854. (2345 

Una recensione anonima di quest'o- 
pera e di quella di Perrens leggesi nel 
terzo volume della nuova serie del- 
l'./! rc/u'y io storico. 



Quanto interesse desti il caso del 
Savonarola è provalo dal grande nu- 
mero di pubblicazioni recenti che in- 
torno a lui si fecero in Italia , e 
pili ancora fuori d' Italia. Abbiamo 
citate le migliori, ma ad abbondanza 
addurremo anche le altre che ci riuscì 
di raccorre; cioè le francesi di Marion 
(Strasburgo [^39), Pau\ {Parigi, Cher- 
buliez 18.Ò7), Carle (Parigi 1842) — 
le tedesche di Seibert (Barmen 18o8), 
Rudelbach (Amburgo 1835) , Meyer 
(Berlino 1836), poi il Rulo (London, 
Mason 18S5), e i'Aquarone (Alessan- 
driaì^bl). Chi amasse diffusi dettagli 
sìd celebre frate potrà esaminare gli 
antichi scritti del Burlamucchi (ediz. 
recente Milano , Silvestri 1817), del 
Scarponio, del Barsciìiti, e meglio an- 
cora le quattordici lettere ed i qua- 
rantotto documenti editi da V. Mar- 
cliese nel settimo e nell'ottavo volume 
dell'Appendice alla prima serie del- 
/'Archi\io storico. 

Erdmann. La riforma ed i suoi 
martiri in Italia. Berlino 1855. 
(ted.) (2346 

Roscoe. Life and pontificate of 
Leo X. London, new edit., 
1856; voi. 3. (2347 

Vers. ital. di L. Bossi. Milano 1816; 
voi. 12. — Vers. ted. — Vers. frane. 
— Vers. oland. — Fra gli antichi scrit- 
tori delle cose di questo grande pon- 
tilìce meritano menzione Giuseppe 
Tamagna e Paolo Giovio. 

Audin J. M. Histoire de Leon X 
et de son siècle. Paris. Maison, 
4.meédit.,1854;voI. 2. (2348 

Vers. ilnl. di G. Resnati. Milano, 
Giovanni Resnati 1846; voi. 4. — Ve- 
dasi il cenno di M. Amari nel primo 
volume dell'Appendice alla prima se- 
rie deWArchivio storico. 

Dandolo T. Il secolo di Leone X, 
studii storici. Milano, F. San- 
vito. nuova ediz., 1861; vo- 
lumi 3. (2349 

Bièchy. Tableau du siècle de 
Leon X. Limoges 1844. (2350 

Fassavant. Raffaello d' Urbino 

e suo padre Giovanni Santi. 

Lipsia, 2.'"' ediz., 1858 ; voi. 3, 

con atlante, (ted.) (2351 

L'opera migliore sui celebre artista. 



dio 



PARTE TERZA 



2352-2369 



L'edizione è magnifica e costosa. — 
Vers. l'iMiiccse di Lunteschutz. Parigi 
18C0; voi. 2. 
Quatrémère de Quincy. Hi- 
Sioire de la vie et des ouvra- 
ges de Raphael. Paris, Gosse- 
lin 1824. (2352 

Vers. ilal. con note, del prof. F. Lon- 
gliena. Milano, Sonzogno 1829, con ta- 
volo. — Vers. tcd.Qut'dIinburgo lS;!o. 
— Su Raffaello esistono molti altri 
scritti di minore importanza di autori 
tedesclii, francesi ed inglesi. 

Cicconi. Raffaello e le belle arti 
ai tempi di Leone X. Milano, 
Borroni e Scotti 1845. (2353 

Reumont A. Il cardinale Wol- 
sey e la Santa Sede. (2354 

Dissertazione! inserita nel nonu volu- 
me dell' Appendice alla prima serie 
deW Archivio storico. Vedasi anche il 
numero 20lS. 

Schwartzenau. Il conestabi- 
le Carlo di Borbone. Berlino 
1852. (Jed.)^ (2355 

Merìe d'Aubigné J. H. Histoi- 

re do la ról'oi'ìnation pendant le 
XVI siècle. Nouv. édit. Paris, 
Meyrueis 1861 ; voi. 4. (2356 

Assai accreditata. — Vers. inc'l. di 
Geli. Londra, Roulledge 1861. —Vers. 
ted. Slutlgarda 1854, voi. 5. — Vers. 
oland. Rotterdam. — Vers. sved. di 
Lù\vcnli:elm. Stoccolma. 

Mayerhoff. Giovanni Reuchlin 
riformatore, ed i suoi tempi. 
Berlino 1830. (ted.) (2357 

Audin J. M. Histoire de le vie, 
de.s ócrits et des doctrines de 
M. Luther. Paris 1839; vo- 
lumes 2. (2358 

Accreditata. — Vers. ted. — Vers. 
ital. Milano 1842 ; voi. 2. 

Koenig e Geitzer. Il dottore 
Martino Lutero, riformato- 
re della Germania. Amburgo 
1849; voi. 4. (fed.) (2359 

Michelet. Mémoires de Luther 
tH'rits par lui mème, suivis 
des biographies des réforma- 
teurs ses prédécesseurs et 



conteniporains. Paris 1835 ; 
voi. 3. (2360 

Meurer M. La vita di Lutero 
narrata secondo le fonti. 2.^* 
ediz. Dresda 1852. (ted.) (2361 

Innumerevoli sono gli sentii colti- 
varsi nel medio-evo e nei tempi mo- 
derni sul celebre riformatore. Cre- 
diamo arernecitati alcuni de'migliori, 
ma chi ahtnsorjnasse di notizie piii 
diffuse non ometta gli antichi lavori 
di Meinntone, di Giovanni Coclen, e 
Giovanni Mattesio, e fra i ninderni 
1(1 Vita di Lutero scritta da Scott 
(Londra 1838 ; voi. 2. ingl.), quella 
scritta da Ferguson (Londra 18't8, 
ingl.), e la Vita di Calerina IJora, 
moglie di Lutero, scritta da Hoffmann 
( Lipsia. 1845, ted.) 

Villers C. Essai sur l'esprit et 
l'infìuence de la réformation 
de Luther. Paris, 3. me édit., 
1808. (2362 

Robelot. De l'infìuence de la 
réformation de Luther sur 
la croyance réligieuse, la poli- 
tique et les lumiéres. Lyon, 
Rusand 1822. (2363 

Dòllinger. Storia della riforma 
religiosa in Germania. Rati- 
sbona 1846. (ted.) (2364 

Accreditata. — Vers. frane, di Perot. 
Parigi 1847; voi. 3. 

Strauss D. F. Vita di Ulrico di 
Hutten il riformatore. Lipsia 
1857; voi. 2. (ted.) (2365 

Buerck. Ulrico di Hutten, sol- 
dato e poeta, difensore della 
religione e della libertà. Lip- 
sia 1846. (ted.) (2366 

Ziegler C. L'anarchia degli ana- 
battisti in Mùnster. Lemgo 
1854. (ted.) (2367 

Sfreif. Tommaso Mùnzer capo 
degli anabattisti, e la guerra 
de' contadini nella Turingia. 
Weissensee 1835. (ted.) (2368 

Ruchat. Histoire de la réfor- 
mation de la Suisse. Lausanne 
1838; voi. 7. (2369 



2370-2388 



STORIA MODERNA. 



441 



Hottinger. Storia del riforma- 
tore svizzero Ulrico Zwingli e 
del suo tempo. Zurigo 18'i2 
(ted.) _ (2370 

Hess. Vie d'Ulric Zwiiigli rélor- 
mateur de la Suisse. Genève 
1810. (2371 

Audin J. M. Histoire de la vie 
et des ouvrages de Calvin ré- 
lormateur suisse, Paris 18i5; 
voi. 2. (2372 

Vers. ital. Milano, PiroUa 1813. — 
Su Calvino vedasi anche l'opera fran- 
cese eli Henry tradotta in inglese da 
Stebbing. (Londra, Whittaker 18'i7; 
voi. 2), e fra le opere antiche la Vita 
di Calvino scritta in latino dal Beza. 

Ledderhose. Filippo Melanto- 
ne , sua vita e sue opinioni. 
Eidelberga 1847. {ted.) (2373 

Gindely A. La riforma in Boe- 
mia e nella Moravia, dal 1430- 
1609. Praga. 2.''ediz., Bellman 
18ni;_vol. 2. (;<?i.) (2374 

De Felice. Histoire du proté- 
stantisnìc en France. (237S 
Vers. ingl.di Barness. Londra, Long- 
man 1833; voi. 2. 

Roìsselet de Sauclières. Coup 
d'ail sur le calvinisme en 
France. Paris 1844. (2376 

Browning. History of the Hu- 

guenots. London 1840. (2377 
Burnet. History of the refor- 
mation of the church of En- 
giand. London 1820; volu- 
mes 6. (2378 

Accreditata. 

Soames E. History of the re- 
lormation of the church in 
England. London 1828; vo- 
lumes 4. (2379 

Weber. Storia della riforma ec- 
clesiastica in Inghilterra. Lip- 
sia 1853; voi. 2. i^efi.) (2380 

Gobbet. History of the refor- 
mation in England and Ire- 
land. (2381 

Vers. ital. Lucca 1826; voi. 2. 



Rudloff. Storia della riforma 

in Iscozia. Berlino 18o4; voi. 2. 

{ted.) (2382 

Mac Crie T. Life of the refor- 

mator John Knox. 3.''tl edit. 

Edinburgh 1814. (2383 

Vers. ted. Gottinga 1817. 

History of the reformation 

of the church in Italy, during 
the XVI century. 2.J edit. 
Edinburgh 1833. (2384 

Accreditata. — Vers. ital. Parigi 
1833. — Vers. ted. di Bieiefeld. Jena 
1816. — Come continuazione all'opera 
dello SCOZZI se Mac Crie, può conside- 
rarsi qui-iia di Leopoldo Witte L'evan- 
(jclo i)i Italia, Lipsia 1801. (ted.) 

Young. The life and times of 
Aonio Paleario , or a history 
of the italian reforiiìers in 
the XVI century, illustrated 
by unedited documents. Lon- 
don, Bell 1861; voi. 2. (2385 

Opera accreditatadi una colta signora. 
Si vegga anche il libro di Bonnet Vie 
d'Olimpia Morata, épisode de la re- 
naissance et de la réforme en Italie. 
Parigi , 3." ediz. 1856 , e quello di 
Mannerich Biograpliie de A. Paleario. 
Strassbourg, Silbermann 1861. 

Wiggers. Storia delle missioni 
evangeliche. Amburgo 1846; 
voi. 2. {ted.) (2386 

Sarpi P. Istoria del concilio 
di Trento. Firenze, Barbèra 
1858; voi. 4. (2387 

Esistono molte edizioni. Quella ac- 
cennata fu diligentemente eseguita sulla 
edizione originale stampata in Londra 
nel 1619 da Giovanni Billio. — È 
opera unica nel suo genere, e pel tempo 
in cui fu scritta straordinaria. 

Pallavicino (card. Sforza). I- 
storia del concilio di Trento. 
Faenza 1792-97; voi. 6. (2388 

Superiore al Sarpi quanto allo stile, 
inferiore quanto agli argomenti. — 
Esistono parecchie edizioni, quella ac- 
cennata é preceduta dalla vita del- 
l'autore, scritta diligentemente dal pa- 
dre I. Affò. 

Bungener. Histoire du concile 



142 



PARTE TERZA 



2389-2406 



de Trente. Paris, Cherbiiliez, 
2A' édit., 18S4; voi. 2. (2389 

Danz. Storia del concilio tri- 
dentino, esposta secondo la 
narrazione di un autore cat- 
tolico. Jena 1846. (ted.) (2390 

Gòschl. Illustrazione storica del 
grande concilio ecumenico tri- 
dentino. Ratisbona 1840; vo- 
lumi 2. (ted.) (2391 

Mùnch E. Fra Paolo Sarpi, e 
la sua lotta colla curia romana 
e col gesuitismo. Carlsruhe 
1838. (ted.) (2392 

Brischar. Esame delle contro- 
versie Ira il Sarpi ed il Palla- 
vicino nella storia del concilio 
tridentino. Tubinga 1841; vo- 
lumi 2. (ted.) (2393 

Bianchi-Giovini. Biografìa di 
tra Paolo Sarpi consultore 
della veneta repubblica. Zuri- 
go 1836; voi. 2. (2394 

Genellì C. La vita di San Igna- 
zio di Lojola , scritta sui 
documenti. Innsbruck 1848. 
(ted.) (239S 

Sul Lojol;i si vegga ainlie 1' opera 
lalin;i del Barloli (Roma KvO) voUa 
da paiL'cclii lull' italiano e mi tran- 
cose e quella di G. P. Mafl'ei, pure la- 
tina, che tu più volte ristampata e 
tiadoUa. 

Lang. Storia de' Gesuiti nella 
Baviera. Norimberga 1819. 
[ted.) (2396 

Utile per la storia di questo celebre 
ordine, anche pe' fatti che lo resero 
nolo negli altri pnesi d'Europa. Ve- 
dasi anche il numero 2213. 

Julius. Storia della fondazione, 
diffusione e potenza dell' or- 
dine de'Gesuiti. Lipsia 1850; 
voi. 2. (ted.) (-.397 

Si vegga anche il CretineauJoly 
Hisloire politiqup, réligiense, etc. de 
la compagnie de Jesus, opera più volle 
ristampata e della quale esistono varie 
versioni italiane. 



Wolff. Storia generale dell' or- 
dine de'Gesuiti. Lipsia 1803; 
voi. 4. (fed.) (2398 

Kortùm. Le origini dell'ordine 
dei Gesuiti, con una conclu- 
sione sui Gesuiti moderni. 
Mannheim 1856. {(ed.) (2399 

RifieL La abolizione dell'ordine 
dei Gesuiti, esame delle vec- 
cbie e delle nuove accuse mos- 
se contro di essi. Magonza 1845. 
(ted.) (2400 

Saint-Prlest A. Histoire de la 
cliiìte des Jésuites au XVIII 
siede. Paris 1845. (2401 

Sui Gesuiti e sul Lojola potremmo 
aggiungere altri scritti recenti, ma du- 
bitando assai della loro profondità pre- 
feriamo ometterli. Tali sarebbero per 
esempio quelli di Grinfielde di Taylor 
pubblicati in Londra nel 1833 e nel 
ì;Si9. 
Stoeger J. N. Historiographia 
societatis Jesu ab ejus origine 
ad nostra usque tempora. Ra- 
tisbona 1851. (2402 

Opera diligente ed accreditala. 
Reiiheimer. Vita di san Fran- 
cesco Saverio detto ^apostolo 
delle Indie. Sciaffusa 1846. 
(ted.) (2403 

Fra le moltissime biografie del cele- 
bre apostolo comparse ne'secoli prece- 
denti, ma specialmente circa la metà 
del XVII, citiamo quella italiana di 
G. Certani (Bologna IGW). 

Raybois. Vie de s. Francois 
Xavier apótre des Indes. Nan- 
cy 1838. (2404 

Quirini. De gestis Pauli III Far- 
nesii. Bri.xiae , apud Rizzardi 
1745. (2405 

SuU'epoca del suo predecessore Cle- 
mente "VII (Giulio de' Medici) vedasi 
il numero 1776. 

Bromato C. Storia di papa 
Paolo ÌV (Caraffa). Ravenna, 
Laudi 1753; voi. 2. (2400 

Andrea Aless. (d') Della guerra 
di campagna di Roma , e del 



2407-25-26 



STORIA MODERNA. 



143 



rei^no di Napoli nei pontificato 
di Paolo IV l'anno ìmCì-ni. 
Venezia, Valvassori 1560. (2407 

L' autore prese parte alln, caiujnifrna 
e si distinse nella difesa di Civitella 
del Tronto. Il Gamba, che cita l'ediz. 
suddetta, aggiunge che in quest'opera 
la narrazione è sincera e la dizione 
corretta. 

Falloux. Histoire du pape Pie 
V de l'ordro des Irères prè- 
clieurs. Paris, Bray, 3. me édit., 
1858; voi. 2. ' (2408 

Mendham. Life and pontilieate 
ot Plus V. London 1835. (2409 

Potter. Letti'es de Saint Pie V 
SUI' Ics af'faires réligieuses de 
son temps en Franco. Bruxel- 
les, Tutlier 1827. i2410 

Labus. Vita di Pio V. Milano, 
Bonfanti 1827. (2411 

Mafiei G.P. Degli annali di papa 
Gregorio XIII. Roma, Masinio 
1742; voi. 2. (2412 

Opera rimasta interrotta. — Vedasi 
anche Vidaillan Vie de Grégoire XIll. 
Parigi 1340. 

Lorentz. Papa Sisto V ed i 
suoi tempi. Magonza 1852. 
(ted.) (2413 

Segretain. Sixte V et Henry IV 
ou L'introduction du proté- 
stantisme en Franee. Paris , 
Bourdiez 1861. (2414 

Su questo celebre pontefice potrà 
consultarsi l'opera del nostro Gregorio 
Leti, la quale , sebbene più romanzo 
che storia, fu tradotta in quasi tutte le 
lingue d'Europa, e ristampata econo- 
micamente in questi ultimi anni da 
Poinba in Torino. 

Tempesti evita di papa Sisto V. 

Roma 1754; voi 2. (2415 

Wadding. Vita Clementis VIII. 

Romie 1723. (2416 

Bacci. Vita di S. Filippo Neri 

fondatore della congregazione 

dell' oratorio. Venezia 1836 ; 

voi. 3. (2417 

Vers. ingl. di Faber. Londra, Ri- 
chardson 1847; voi. 2. — Sus. Filippo 



veilasj anche il lìliro di Rosmini Scr- 
]):ili. Veni'zia l!S2i. 

Loyau d'Amboise. Vie de s. 
Francois de Sales. Nouv. édit. 
Marseille 1847. (2418 

Vers. ital. di F. De-Bernardi. Milano 

1844. 

Louandre C. Mabillon, ics Bé- 

ntklictins franeais et la cour 

de Rome au XVII siede. (2419 

Vedasene una recensione nell'ottavo 
volume dell'Appendice alla prima serie 
dell' Archivio storico. 

Rossteuscher.Historia Innocen- 
tii X. Wittembergte 1676.(2420 

Nisard. Vie de s. Vincent de 
Paule. Paris 1844. (2421 

Vers. ital. di L. Masieri. Milano 1845. 
Su questo celebre santo ponno consul- 
l;irsi altri libri recenti quali sono 
(juelli di Cliallamel (Parigi 1841), 
Simonnin ( Parigi 1830j , Sambuga 
(Monaco 1828, ted.), di Capefìgue e 
Maury (Parigi 1829), di Reboul Ber- 
ville (Parigi 1828), di Le-Maire (Parigi 
lS2.'i), di Maitrias (Parigi 1847). Il 
Reboul Berville fu tradotto in ital. da 
G. B. Carta. Firenze, Galvani 1846. 

Pallavicino Sforza. Della vita 
di Alessandro VII , libri cin- 
que. Prato, Giacchetti 1839 ; 
voi. 2. (2422 

Vedasi la recensione di Scarabelli 
nel sesto volume dell' Appendice alla 
prima serie deWArcliivio storico. Esi- 
ste anche un'edizione milanese di Sil- 
vestri 184:ì, voi. 2. 

Buonamicì. Do vita et rebus 
gestis Innocentii XI. Romie 
1776. _ (2423 

Chateaubriand J. A. Vie de 

Annand Rancé, réformateur 
trappiste. Paris 1844. (2424 

Vers. ted. — spagn. — ital., di F. 
Predari. Milano 1844. 

Henrion. Histoire generale de 
l'église pendant les siècies 
XVIII et XIX. Paris, Decour- 
chant 1836; voi. 4. (2425 

Grégoire. Histoire dessectes ré- 
ligieuses du XVIII siede. 2. de 
édit. Paris 1829; voi. 5. (2426 



144 



PARTE TERZA 



2427-2443 



Lafitau. Vie de Clément XI pon- 
tife. Padoucl752; voi. 2. (2427 

Gruber. Programma de Iii- 
iiocenlio Xni pontifìce. Hai. 
1721. (2428 

Ranft. Vita di papa Benedet- 
to XIII. Altemburgo 1743. 
{(ed.) (2429 

Fabroni. Vita di Benedetto XIV. 
Roma 1787. (2430 

Ravignan P. Histoire de Clé- 
ment XIII et Clément XIV. 
Mans, Julien 1854; voi. 2. (2431 

L'aulorc è un dotto ijesuita. — Vers. 
ilal. Milano, Frisiani'l8.n5. 

Theiner Aug. Storia del ponti- 
ficato di Clemente XIV, scritta 
sui documenti inediti del Va- 
ticano. Parigi e Lipsia 1853. 

(ted.) (2432 

Assai accreditala. — Vcrs. ital. di F. 
Longhena. Firenze, Nicolai 1854; voi. 4. 
Vers. frane, di Geslin. Parigi, Didot 
1853; voi. 3. — Yeggasi la recensione 
di Filippo Ugolini nel quarto volume 
della nuova serie deW Archivio sto- 
rico. — Fra le critiche insorte contro 
il Theiner, sembra scritta con maggior 
profondità quella edita in Augusta 
nel 1854. Un'operetta in difesa ed elo- 
gio del Theiner fu data alla luce dal 
prof. F. Longhena e comparve sotto il 
titolo di Osservazioni. Milano, Ron- 
chetti 1854. 

Reumont A. Ganganelli, o Papa 
Clemente XIV, le sue lettere 
ed i suoi tempi. Berlino 1847. 
{ted.) (2433 

Crétinau-Joly. Le pape Clé- 
ment XIV et les Jésuites. Pa- 
ris 1847. (2434 

Le asserzioni dell'autore vennero in 
gran parte confutate vittoriosamente 
dal Theiner. — Vers. ital. Parma 1847. 

Latouche. Clément XIV (Gan- 
ganelli) et Carlo Bertinazzi , 
correspondance inèdite. Paris 
1829; voi. 2. (2435 



Wolff. Storia della chiesa ro- 
mana cattolica sotto il papa 
Pio VI. Zurigo 1793-1802; 
voi. 7. (ted.) (2436 

Durozoir. Éloge historique et 
réligieux de Pie VI avec l'hi- 
stoire réligieuse de l'Euro- 
pe sous son pontifìcat. Paris 
1825. (2437 

Becattini. Storia di Pio VI. Ve- 
nezia 1801; voi. 4. (2438 

Baldassari P. Relazione delle 
avversità di Pio VI negli ul- 
timi anni del suo pontificato. 
Modena, Soliani 1840; volu- 
mi 4. (2439 

Artaud de Montor. Histoire 
de la vie et du pontifìcat de 
Pie VII. Nouv.édit. Paris 1839; 
voi. 3. (2440 

Vers. ted. — spagn. — ital. di C. 
Rovida. Milano 1844 ; voi. 2. — Ve- 
dasi anche l' opera di E. Pistoiesi. 
Roma 1824 ; voi. 4, e la recensione 
di M. Amari nel secondo volume del- 
l' Appendice alla prima serie dell' j4r- 
chirio storico. 

Pacca (card. Bart.) Memorie sto- 
riche sul pontificato di Pio VII. 
Orvieto, Pompei 1843; volu- 
mi 3. (2441 

Vers. frane, di Queyras. Paris, Bray 
1860, voi. 2; eseguita sulla citala edi- 
zione italiana. 

Storia del pontificato di papa 
Pio VII fino al fausto di lui 
ritorno alla Santa Sede, il 24 
maggio 1814. Roma 1815; vo- 
lumi 2. (2442 

Non giunge che tino all'anno 1806, 
ma è compilata su atti autentici. 

Jàger. Vita di papa Pio VII , 
con documenti. Francoforte 
1824. (ted.) (2443 



2444-2452 



PARTE QUARTA. 

1 NOSTRI TEMPI 



1815-1869 



Opere g-eiaerali sialla storia dei riostri 
tempi. 

Gervinus G. Introduzione al- 
la storia del decinionono se- 
colo. Lipsia, Engelmann 1853. 

(ted.) (2444 

Vers. ital. di Peverelli. Torino, Gia- 
nini e Fiore 1859. — Vers. frane, di 
Bernard, Bruxelles 1858. —Vers. ingl. 
Londra 18.53. — Vers. oland. di Riegei. 

Storia del secolo deciniono- 

no, posteriormente ai trattati 
di Vienna. Lipsia, Engelmann 
1858-62; voi. ti. (ted.) (2445 

Per r altezza de'concetli, e la pro- 
fondità degli studi i opera celebratis- 
sima. Se ne fa a Venezia da Valbusa 
la versione italiana, che si stampa da 
Naratovich e sarà in sessanta fascicoli. 
Fu già tradotta in diverse lingue. 

Alison A. History of Europe 
from the fall of Napoleon in 
1815 to the accession of Louis 
Napoleon in 1852. London , 
Blackwood 185'J; voi. 8. (2446 

Assai accreditala. 

Klee F. Storia degli stati euro- 
pei dal 1815 a noi, scritta sul- 
le migliori fonti. Copenhagen 
1860. (dan.) (2447 

Vers. sved. Stoccolma, Bonnier 18G0. 

BIBL. — 19 



Bohr R. G. Storia de'tempi mo- 
derni , 1815-56. Copenhagen, 
Gyldendal 1858. (dan.) (2448 

Vers. ted. Copenhagen. 

Leynadier C. Histoire des peu- 
ples et des révolutions de 
l'Europe depuis 1789. Noiiv. 
édit. Paris 1848: voi. 8. (2449 

Bumùller G. Storia de' nostri 
tempi, cioè dal 1815-55. Fri- 
burgo, 2.*^ ediz., Herder 1855. 
(ted.) (2450 

Hermes C. E. Storia de'tempi 
recenti, cioè dal 1815 al 1852. 
Brunswick. Westermann, 6." 
ediz., 1852;' voi. 3. (<e(/.) (2451 

Sul medesimo periodo possono con- 
sultarsi anche le opere tedesche di C. 
Hngen (Brunswick 1850), e di Rogge 
(Berlino 1851.) 

Beaumont-Vassy. Histoire des 
états européens depuis le con- 
grès de Vienne en 1815. (2452 

Vers. ital. di Sabbatini. Firenze, 
Società edit. fiorentina 1845. 
Guizot. Mémoires pour servir 
à l'histoire de inon temps. 



146 



PARTE QUARTA 



2453-2464 



Paris, 2.tle édit., Levy 1859 ; 
voi. 5. (2453 

Assai accredittala. — Si sta trailu- 
cendo in inglese (da Cole, Londra, Ben- 
tley), — in tedesco (da Wacliler, Son- 
dersliausen). Una critica severa ma 
imparziale scrisse nel Siede Taxile 
Delord. 

Schmidt A. Storie contempo- 
ranee. La Francia, 1815-30. 
L^Aiistria, 1830-48. Berlino, 
Diincker 1858 ; volumi 2. 
{!ed.) (2454 

Menzel V. Storia degli ultimi 
quarant'anni, 1816-56. Stutt- 
garda, 2.''' ediz., Krabbe 1859; 
voi. 2. (ted.) (2455 

Il citato periodo per noi si vicino ed 
interessante trovò nel Menzel un esatto 
espositore. Sarebbe desiderabile una 
versione, nella quale però, con licenza 
dell' autore, dovrebbe farsi qualche 
cambiamento al testo. Vi si discorre 
della restaurazione in Francia, delle 
cose d'Italia nel ventuno e trentuno, 
della rivoluzione greca, della guerra 
turco-russa , di Carlo X, della rivo- 
luzione di luglio , della belga , della 
polacca, dei moti d'Italia, Germania e 
Francia nel 4S, di Napoleone III, della 
guerra di Crimea, ecc., ecc. 

Storia dei recentissimi tem- 
pi, cioè 1856-60. Stuttgarda, 
Krabbe 1860. (ted.) (2456 

Yers. ital, in corso. Milano, Guigoni. 
Si divide quest'opera in undici libri 
cosi intitolali : L' avvilimento della 
Germania. Cose d' Italia. Guerra di 



Lombardia. Fatti d' Italia nel 1860. 
Progressi della Russia nell' Oriente. 
Decadenza dell'impero-lurco. La razza 
nera e le cose d' Africa. L' America 
inglese. L'America spagnuola. Le Indie 
e la rivoluzione del 18ri7. Cbina e 
Giappone. 

Zimmermann G. Storia degli 
anni 1840 a 1860. Stuttgarda, 
Rieger 1862. Sci dispense. 
{ted.) (2457 

In continuazione alla Storia univer- 
sali' di Carlo Rolteck. Vedi il numero 

27. 

Arndt E. Storia degli ultimi 
quarant'anni. Berlino, Dun- 
cker 1855. (ted.) (2458 

E il volume 15.° cioè di Snpple- 
mcnla alla Storia universale di Becker 
(•ii:it:i ni n." 26. 

Prutz R. Storia de'tempi re- 
centi, cioè dal 1840-50. Lipsia. 
AVelter 1857; voi. 2. (ted.) (2459 

Garnier Pagès. Histoire do la 
revolution de 1848 en Euro- 
pe. Paris , Pagnerre 1861 ; 
voi. 3. (2460 

Cayìey E, S. The europeau re- 
volulions of 1848. London, 
Smith 1856; voi. 2. (2461 

Chanfrel. Annaies ecclésiasti- 
ques de 1846 a 1860, ou Hi- 
stoire resumée do régiiso ca- 
tholique pendant Ics derniers 
années. Paris 1861. (2462 



B 



Opere stalla storia d.' Italia dal 1815 in poi, 



Bi -Gecurali. 

La Farina G. Storia d'Italia 
dall'anno 1815 Uno al 1850. 
Torino, Franco; e Firenze, 
Soc. edit. ital. 1851-60; vo- 
lumi 6. (2463 

L'autore si ferma a lungo anche sulle 
vicende degli stati non italiani. For- 



mano interessantissima parte di que- 
sl' opera, numerosi documenti conte-' 
liuti no' due ultimi volumi. 

Martini G. Storia d'Italia con- 
tinuata da quella di Carlo Bot- 
ta, dall' anno 1814 al 1822. 
Milano , Brigola 1861 ; volu- 



mi 2. 



(2464 

Opera diligente, e scritta con libera 
penna. Alla line del secondo volume 



2465-2481 



I NOSTRI TEMPI. 



147 



si trovano diciasettc interessanti docu- 
menti. Tutta l'opera si diviile in do- 
dici libri. 
Reuchlin Ermanno. Storia d'I- 
talia dalia grande rivoluzione 
francese lino al presente. Lip- 
sia , HirzeI 1860; volumi 2. 
{ted.) (24(35 

Accreditala. — 11 primo volume giun- 
go fino al Ì8'i8, il secondo fino a noi. 

— Vcrs. ital. Venezia 1861. (in corso.) 

— Vers. sved. di Thomée. Stoccolma, 
Bonnier 1859. Si ha dallo stesso autore 
l'opera: Garibaldi ed i cacciatori de l!f 
Aljìi. Dedicala agli animosi fra i gio- 
vani tedeschi. Nordiinga, Beck 1801. 
(ted.) 

Wrightson R. History of mo- 
dem Italy from the Irencli re- 
volution to 1850. London, 
Bentley 1855. (246(5 

Vers. ted. di Seybt; 2.^ ediz. Lipsia 
1859. 

Soria Diego. Histoire generale 
de l'Italie de 1815 à 1850, 
avec notes sur les événements 
de 1859-60. Nimes, 2.do édit., 
Grassa rt 1861; voi. 3. (2467 

Moli. Storia d'Italia dal 1814 al 
1851, in continuazione al Som- 
mario del Balbo, (ted.) (2468 

Vers. ital. Torino, Pomba 1832. — 
L' autore tradusse in tedesco il Som- 
viario di G. Balbo. 

Turotti F. Storia d' Italia dal 
1814 all8o4, in continuazione 
al Botta. Milano, Pagnoni 1854; 
voi. 3. (2469 

Opera di poco valore, e che si basa 
quasi esclusivamente sul La Farina. 

Rasch G. L' Italia libera fino 
all'Adriatico, ossia Storia dei 
patimenti d'Italia sotto gli Au- 
striaci, i Borboni ed il papa. 
Berlino , Bosselmann 18(50 ; 
voi. 2. (ted.) (2470 

Zimmermann. Introduzione per 
servire ad una storia d'Italia 
daH815 al 1850. Berlino 1859. 
{ted.) (2471 



Whiteside J. Italy in tlie ni- 

neteenth century. New edit. 
London, Longniaii 1860. (2472 

Butt I.Tlie history ol' Italy IVom 
the abdicatioii of Napoleon I. 
London, Chapman 1860; vo- 
lumes 2. (2473 

Gretton A. L. The vicissitudes 
of Italy since the congress of 
Vienna. London , 2.ci edit. , 
Routledge 1859. (2474 

Storia d'Italia dal 1814 al 1850. 
Italia 1856; voi. 2. (2475 

Stampata in Torino da Biancardi. — 
È opera coscienziosa del sig. L. A., e 
l'editore milanese signor G. Schiepatti 
opportunamente sta per intraprenderne 
una nuova edizione, migliorata e con- 
tinuata (mediante altri due volumi) 
fino all' anno 1861. 

Ranalli. Le istorie italiane dal 
1846 al 1853. Firenze, 3.=* ediz., 

LeMonnierl858;vol.4. (2476 

Ai'credilata. — Veggasi la recensione 
di F. Ugolini nel terzo volume della 
nuo\;i se'rie dell'/irc/itrto storico. 

Pepe G. L'Italia negli anni 1847, 
1848 e 1849. Torino, Artisti 
tipografi 1850. (2477 

Gualterio. Gli ultimi rivolgi- 
menti italiani. Firenze , Le 
Mounier 1852; voi. 4. (2478 

Vimercati C. Histoire d'Italie 
en 1848-49. Paris, 6.me édit., 
1858. (2479 

Vecchi C. A. Storia d'Italia ne- 
gli anni 1848 e 1849. Torino 
1851. (2480 

B 2 - Parziali. 

(Nel coordinare i diversi stati d'I- 
talia si segui lo stesso sistema già 
osservato nella Seconda e nella 
Terza Parte). 

Brofferio A. Storia del Piemon- 
te dal 1814 ai nostri giorni. 
Torino, Fontana 1849-52; fa- 
scicoli 5. (2481 



148 



PARTE QUARTA 



248:2-2499 



Santarosa Santorre. Storia 
della l'ivoluzione piemontese 
del 1821. Torino 18o0. (2482 

Vers. eseguila sulla terza ediz. frane. 
Parigi, Correard 1821. 

Gibrario L. Notizie sulla vita 
di Carlo Alberto iniziatore e 
martire dell'indipendenza ita- 
liana. Torino, Botta 1861.(2483 

Vers. frane, di La Varenne. Parigi, 
Dentu 1861. — Vedasi il cenno di 
Polidori nel tredicesimo volume della 
nuova serie dell' Archivio storico. Si 
consulti anche il libro di G. A. Vec- 
chi, edito in Torino nel 1831. 

UHoa G. Guerre de l'indépen- 
dance italienne en 1848-49. 
Paris , Hachette 1859 ; volu- 
mes 2. (2484 

Opera scritta dal punto di vista 
strategico. 

Mariani. Storia politica e mi- 
litare della rivoluzione italiana 
e della guerra di Lombardia 
nel 1848. Torino 1854; volu- 
mi 2. (2485 

Willisen G. La campagna del 
1848 in Italia. Berlino 1849. 
(ted.) (2486 

L' autore è generale nell' esercito 
prussiano. Vers. ital. Torino 1851. 
Monteton. Santa Margherita , 
ossia Quadro de'combattimen- 
ti nelle vie di Milano nel qua- 
rantotto. Lipsia 1858; voi. 2. 
{ted.) (2487 

L'autoreè ufficiale nell'esercito prus- 
siano. 

Welden. Alcuni episodii della 
mia vita, ossia Saggi sulla sto- 
ria della campagna del 1848 
in Italia. Gratz, 2.^ ediz., 1853. 
(ted.) (2488 

Memorie di un veterano austria- 
co sulle guerre d' Italia del 48 
e 49. Stuttgarda 1858, l."" edi- 
zione; voi. 2. (ted.) (2489 

Attribuita al gener. austriaco Schòn- 
hals. — Vers. ital. Milano, Gugiiel- 
mini 1852 ; voi. 2. — Vers. frane, di 



Gautier sulla settima edizione tedesca. 
Alenron 1859. — Vedasi anche Schnci- 
dawind. Innsbruck 1853; voi. 3. (ted.) 

Bava. Relazione storica delle 
operazioni nella guerra d'indi- 
pendenza del 1848, con docu- 
menti. Milano 1849. (2490 

Esistono parecchie edizioni. — Vers. 
ted. di W. S. Zurigo 1849. — Notis- 
simo é il bel libro di E. Dandolo sui 
Volontari lombardi. 

Azeglio M. Relazione succinta 
delle operazioni del generale 
Durando e della difesa di Vi- 
cenza. Milano, Borroni e Scotti 
1848. (2491 

Krtschek E. Le guerre d'Unghe- 
ria e d'Italia nel 1848 e 1849. 
Olmiitz 1853. (ted.) (2492 

L'assedio di Peschiera fatto dai 
Piemontesi nel 1848. Lindau, 
Stettner 1850. (ted.) (2493 

Ayala M. I Piemontesi in Cri- 
mea, narrazione storica, con 
carta topografica. Firenze, Bar- 
bera 1860. , (2494 

Lezat le Pons. Études sur l'hi- 
stoire de la Lombardie dans 
les trente derniers années. Pa- 
ris 1846. (2495 

Peverelli. Storia di Venezia dal 
17;)8 a noi. Torino, Carbone 
1856 ; voi. 2. (2496 

Flagg E. Venice, the city of the 
sea, from the invasion by Na- 
poleon in 1797, to the capi- 
tulation in 1849. New York 
1853; voi. 2. (2497 

De la Forge A. Histoire de la 
république de Venise sous Ma- 
nin. Paris, Amvot 1853; vo- 
lumes 2. " (2498 

Docuiìients authentiques laissés 
par Daniel Manin présidentde 
la république de Venise tra- 
duits sur les originaux par 
Planat de Lafaye. Paris, Furne 
1860; voi. 2. (2499 



2500-2518 1 NOSTRI TEMPI. 

De-Brunner. Memorie della 
compagnia svizzera 



i49 



al servi- 
zio di Venezia nel 1849. Zu- 
rigo 1849. iteri.) (2ri00 

Garrano F. Della difesa di Ve- 
nezia nel 1848 e 1849. Genova 
1850, con carte e piani. (2S01 

Bianchi. I ducati estensi dal 
181o al 1852. Torino 1852; 
voi. 2. (2502 

Montanelli. Memorie sull' Ita- 
lia , e specialmente sulla To- 
scana dal 1814 al 1850. Tori- 
no 1855; voi. 2. (2503 

Farini. Storia dello stato ro- 
mano dal 1815 al 1850. Firen- 
ze, Le Monnierl860; volu- 
mi 4. (2504 

Vers. iiigl. di Gladstone. Londra, 
Murray 1831; voi. 4. 

Gennarelli. Il governo ponti- 
ficio e lo stato romano, docu- 
menti preceduti da una espo- 
sizione storica. Prato, Alber- 
ghetti 1860; voi. 2. (2505 

Pubblicala per ordine del governo 
naziunaic delle Romagne. 

Ranke L. Roma sotto l'ammi- 
nistrazione del cardinale Con- 
salvi dal 1815-23. (ted.) (2506 

Dissertazione inserita nella Hislo- 

risch poUliscììe Zeìtschrift del 1832. 

Artaud de Montor. Histoire du 

l)ape Leon XII. Paris 1843 ; 

voi. 2. (2507 

Vers. ital. di C. Rovida. Milano , 
Resnali 1843; voi. 3. — Venezia, Fon- 
tana 1846. 

Notices historiques sur les 

souverains pontifes Pie VII et 
Pie VIII. Paris 1846. (25!j8 

Anche la Vita di papa Pio VII di 
questo autore fu tradotta dal prof. C. 
Rovida, già noto per le versioni ilelle 
opere di Hurter su Innocenzo 111, e 
di Ratisbonne su S. Bernardo. Ve- 
dansi i numeri 1670, 1683,2440. Una 
biografìa dell'infaticabile e dotto prof. 
Rovida leggesi tìlAV Italia scienUjica 
pubblicala da I. Gantù, e da noi già 
altre volte citata. 



Henke. Papa Pio VIII. Marbur- 
go, Elvvert 1860. (ted.) (2509 

Greith. Gregorio XVI, sua vita 
e sue azioni. San Gallo 1840. 
(ted.) (2510 

Wiseman (card.). RecoUections 
ot the last tour popes. (2511 
Quest'opera accreditata del dottissi- 
mo prelato, fu tradotta in ital. da Zani 
Ferranti (Milano, Turati), in frane, 
da Goemaere (Bruxelles 1859), in ted. 
da Reiching (Ralisbona 1838). I quat- 
tro ultimi pontelici de' quali fa men- 
zione sono Pio VII, Leone XII, Pio Vili 
e Gregorio XVI. 

Torre F. Memorie storiche sul- 
r intervento francese in Roma 
nel 1849. Torino, 1851; voi. 2, 
con carta. (2512 

Lodata da E. Reuchlin. 

Balleydier A. Histoire de la 
revolution de Rome en 1849. 
Paris, 4.me édit., 1854; voi. 2, 
avec une carte. (2513 

Vers. ital. Milano, 6uglielmini 1858. 
Quaranta dispense. 

Gaillard L. L'expédition de Ro- 
me, 1849, avec documents iné- 
dits. Paris, Lecoffre 1861 .(2514 

Actes olìlciels de la république 
romainedepuis le neuf février, 
jusqu'au deux juillet 1849. Ex- 
traits du Moniteur romain. 
Pai-is, Amyot 1849. (2515 

Quinet Edgarde. La croisade 
autrichienne, francaise, napo- 
litaine et espagnole contre la 
république romaine. Paris , 
Chamerot 1849. (2516 

Se ne fecero molle edizioni. 

Dwight. Tlie roman republic of 
1849 with biographicai sket- 
ches. New York 1851. (2517 

Hofstetter. Giornale scritto in 
Italia nel 1849. Zurigo 1851. 
(ted.) (2518 

L'autore fu tra i difensori di Roma. 

De Angelis F. Storia del regno 

di Napoli sotto la dinastia bor- 



i50 



PARTE QUARTA 



2519-2533 



bollica, fino al 1832. Napoli , 
De Simone 1835. (2519 

Garascosa. Mémoires snr la re- 
volution de Naples en 1820. 
Londres 1823. (252.» 

Musei M. Storia civile e mili- 
tare del regno delle Due Sici- 
Vui dal 1830 al 1849. Napoli 
1853; fase. 12. (2521 

Rossi G. G. I rivolgimenti poli- 
tici nelle Due Sicilie dal 1847 
al 1850. Napoli 1853; volu- 
mi 2. (2522 

Steiger. I reggimenti svizzeri al 
servizio napoletano nel 1848- 



49. Berna 1851. (ted.) (2523 

L'autore era colonnello nulle truppe 
svizzere al servizio del Borbone. 

La Farina G. Storia della ri- 
voluzione siciliana e delle sue 
relazioni coi governi italiani 
e stranieri nel 1848-49. Mi- 
lano, nuova edizione, Brigola 
1860. (2524 

Masa G. Documenti della rivo- 
luzione siciliana dal 1847 al 
1849 in rapporto all' Dalia. 
Torino 1850; voi. 2. (2525 

DurelHF. Cenno storico di Fer- 
dinando II re delle Due Sicilie. 
Napoli 1859. (2526 



Opere ed. opiascoli sulla, giiestione italiana, 
le g-iaerre del 1859—1860, e la spedizione 
di Sicilia capitanata dal generale Griia— 
seppe Cjaribaldi. 



Questa categoria abbracciagli scritti 
più importanti sulla antica questione 
italiana, ed i grandiosi avveniniruti 
del cinquantanove e del sessanta. E 
per la grande vicinanza dei fatti, e 
pel massimo interesse che essi lianno 
per noi, fautore ha creduto lecito di 
accogliere qui eccezionalmente diversi 
lavori che rigorosamente non potreb- 
bero classificarsi fra gli storici; ma 
questo fece, scegliendo fra migliaia di 
opuscoli soltanto quelli che, sia pel 
nome dell'autore, sia per il loro as- 
sunto , eccitarono V attenzione uni- 
versale, e de'quali si fecero ripelute 
edizioni e traduzioni. 
MAMIANI T. Di un nuovo diritto 
europeo, e della sua applicazione 
nelle cose d' Italia. Nuova ediz. 
Torino, Franco 1861. (2527 

Assai accreditata. — Vers. ingl. di 
R. Acton. Londra, JefTs 1860. 
WITTE G. Dante e le cose dTtalia. 
Halle, Pfeffer 1881. {ted.) (2S28 

L'autore é noto per parecchi prege- 
volissimi lavori su Dante. 



KOSSUTHL. Le congrès, TAutriche 
et ITtalie. Bru.xelles 1859. (2529 

AZEGLIO M. La politique et le droit 

clirétien au point de vite de la 

question italienne. Paris, Dentu 

1859. (2550 

Profonda e brillante apologia della 

MUNDI T. Le condizioni dTtalia. 
Berlino , Janke 1859 ; volumi 4. 
(ted.) (2531 

Opera non spoglia di pregiudizi!, 
ma scritta con stile e con brio, ed in 
Germania accreditalissima. 

LA GUÉRRONIÈRE. L'empereur 
Nanoleon IH et ITtalie. Paris, 
Denlu 1859. (2532 

Ognun si ricorda dell'importanza di 
questo opuscolo, che si considerò non 
dubbio foriero della E;uerra. 

RENDI! E. L'Autricìie dans la con- 
fédération italienne ou Histoire de 
la police de la cour de Vienne 
dans les états du pape depuis 
18i5. Paris, Dentu. (25.35 



2534-2560 



I NOSTRI TEMPI. 



151 



MICRON J. H. L'Italie politique et 
réligieuse suivie de la papauté à 
Jérusalem. Bruxelles, 5. me édit. 
1839. (2534 

PAUTET J. Le pape, l'Autriche et 
l'Italie. Paris. Ledoyen 1859. (2o3S 

L' Italie , ses gloires , et ses mal- 
heurs. Paris, Dentu 1859. (2536 

Cavour, his life and career. A com- 
plete biography of this eminent 
statesraan up to the present day. 
London, Judd 1860. (2537 

Parole di un Italiano ai Tedeschi. 
Berlino. Wagner 1860. {ted.) (2538 

THIHATCHEFF P. L'Italie et la 
Turquie. Bruxelles 1859. (2539 

GIRARDIN E. La guerre. Paris. 
Levy 1859. (2540 

Se ne fecero mollissime cdiziuiii. 

RUSTOW. Storia della campagna 
del 1859 fra gli Austriaci ed i 
Franco-Sardi in Italia. Zurigo , 
3.'' ediz., con carte, 1860; voi. 5. 
{ted.) (2541 

Accrerlitata. — Yers. ilal. di R. Pa- 
trese. Milano 1860. Altre due versioni 
pubblicale a Venezia da Cecchini e da 
Naratovich t861. — Ver.s. oland. di 
Fremery. Groninga 1859. — Vers. 
frane, di Vivien. Parigi , Cherbuliez 
1862. 

BAZANCOURT. La campagne d'Ita- 
lie en 1859. Paris, Amvot 18.59; 
voi. 2. " (2542 

Versione italiana. Venezia. — Il 
barone di Bazancourt, ristoriografo 
di Francia, scrisse sulle campagne di 
Crimea e d'Italia, ed ora sta scrivendo 
quelle di Cina e Cocincina come quelle 
prime, per incarico dell'imperatore. 

WALLHAUSS. La strategia di Giu- 
lay nella guerra di Lombardia 
innanzi al tribunale della critica, 
e risposta alia domanda urgentis- 
sima: come salvare l'Austria dalla 
doppia rovina? Hersfeld 1859. 
(ted.) (2543 

Nel solo 1859 si fecero di questo 
opuscolo circa venti edizioni, prova 
luminosa dello smercio che ebbe. 
VFINEDEY. La guerra d'Italia e la 
politica del popolo germanico. 
Annover 1859. [ted.) (2544 



Perchè l'Austria soggiacque? Con- 
siderazioni sugli avvenimenti del 
1859. Monaco, Fleischmann 1861. 
(ted.) (2545 

STOCQUELER. The war in Italy 
and ali about it. London, Lea 
1859. (2546 

DU HAMEL. L'Italie, l'Autriche et 
la guerre. Paris, Amyot 1859.(2547 

Documenti relativi al governo degli 
Austro-Estensi in Modena. Mo- 
dena 1860. 12 dispense. (2548 
Pubblicati per comando del ditta- 
tore dell'Emilia. 

FORGE (La) ANATOLE. La que- 
stion des duchés. Paris, Dentu 
1859. (2549 

RIANCEY F. Madame la duchesse 
de Parme et les derniers événe- 
ments. Paris, Dentu 1859. (2550 

CARLETTI. Quattro mesi di storia 
toscana dal 27 aprile al 27 ago- 
sto 1859. Firenze , Le Monnier 
1859. (2.551 

TROLLOPE A. Tuscany in 1858-59. 
London, Chapman 1859. (2552 

DEBRAUX L. La paix de Villa- 
franca et les conférences de Ziirich. 
Paris, Amyot 1859. (2553 

Vers. olandese. Tholen. 

AVESANA G. F. La pace di Yil- 
lafranca, pensieri. Torino, Franco 
1859. (2554 

Vers. inglese. Londra, JefFs. 

La Prussia e la pace di Yiliafranca. 
Berlino, Reimer 1859. ited.) (2555 

LASTEYRIE F. L'annexion con- 
sidérée aux points de vue italien et 
francais. Paris, Dentu 1860. (2556 

BERTÈT A. La Savoie dans la 
balance politique d'Europe. Paris, 
Dentu 1860. (2557 

La Germania e l' annessione della 
Savoja alla Francia. Lipsia, Sturm 
1860 ited.) _ (2558 

La Prussia e la questione italiana. 
Beri., Springer 1859. [ted.) (2559 
Se ne fecero varie edizioni, e una 
vers. frane. Parigi, Dentu 1859. 

SANDRINI G. La Germania e la 
questione italiana. Breslavia, Kern 
1859. (ted.) (2560 



152 



PARTE QUARTA 



2561-2583 



DU HAMEL. Venise, le complé- 
ment de la questioni italienne. 
Paris, Dentu 1860. (2561 

Il Possesso della Venezia, e l'im- 
portanza del nuovo regno ita- 
liano. Berlino, Springer 1861. 
(ted.) (2562 

L' Austria deve vendere la Ve- 
nezia? Lipsia, Kollmann 1861. 
{ted.) (2565 

Venezia, o Schizzo per servire alla 
storia della forza brutale. Lipsia, 
Kollmann 1861. {ted.) (2564 

BARRON H. W. Queen Victoria 
and Italy. London , Ridsway 
1859. 12565 

Italy, its condition , Great Britain 
and its policy , letters to lord 
J. Russell by an english liberal. 
London. Ridgway 1859. (2566 

BESSET F. Le general de Pimo- 
dan. Paris, Dentu 1860. (2567 

DUMAS ALEX. Mémoires de Gari- 
baldi. Paris, Levy 1860. (2568 
In francese se ne fecero molte ediz. 
e furono tradotte in italiano (Mila- 
no ecc.), — in tedesco a Zurigo e Berli- 
no,— in inglese a Londra da Robson — 
in oland. a Rotterdam, — in spagnuolo 
a Madrid. 

FORBES G. S. The campaign of Ga- 
ribaldi in the two Sicilies, a per- 
sonal narrative. London, Black- 
wood 1861. (2569 

Vers. ted. di Seybt. Lipsia, Lorck 
1861. 

DWIGHT. Garibaldi the soldier, 
the sailor , patriot and hero. 
Written by himself, with sketches 
on his companions in arms New 
York 1859. (2570 

FERE et HYENNE. Aventures et 
voyages de Garibaldi en Améri- 
que, Rome, Piémont et Sicile, 
1834-1860. Paris, Havard, 4 par- 
ties 1860. (2571 

Vers. spagnuola di Flamant. Ma- 
drid 1860. 



MONNIER MARC. Garibaldi et l'ex- 

pédition de Sicile. Paris , Levy 

1861. (2572 

Se ne fecero ripetute edizioni anche 

in Bruxelles e Lipsia. 

SANO GEORGE. Joseph Garibaldi. 
Paris 1859. (2573. 

Vers. ted. Lipsia, Diirr 1860. — 
Vers. oland. Herlogenbosch 1860. 

ALVENSLEBEN L. Garibaldi, la 
sua gioventù, la sua vita e le sue 
avventure. Narrazione imparziale. 
Weimar 1859 (ted.) (2574 

ELPIS MELENA. Memorie di Ga- 
ribaldi, secondo le sue note ma- 
noscritte e fonti autentiche. Am- 
burgo, Hoffmann 1861; voi. 2. 
(ted.) (2575 

Si crede da taluni che l'autore, nello 
scrivere questo libro, potesse giovarsi 
di molte notizie particolari fornite 
dallo stesso generale. 

GOETHE LUIGIA. Joseph Garibal- 
di, sa vie et ses entreprises. Paris 
1859. (2576 

Vers. oland. Amsterdam 1859. 

EXALBION (colonello). Garibaldi 
his life and exploits. London , 
Darton, new edit. 1860. (2577 

BEAUMONT-VASSY. Garibaldi et 
Tavénir, étude politique. Paris, 
Amyot 1860. (2578 

LA MESSINE GIULIETTA. Vie de 
Garibaldi d'après des documents 
inédits. Paris, Dentu 1859. (2579 

ESGALERA E. Garibaldi y sus 
glorias. Precedidas de una intro- 
ducion por Carlos Rublo. Ma- 
drid, Martinez 1861. (2580 

CNOPIUS L. G. Garibaldi, sua vi- 
ta ed avventure. Haarlem 1859. 
{olandese) (2581 

PITA C. Biographie du general Ga- 
ribaldi. Paris, Garnier 1859.(2582 

Garibaldi, sua vita e sue imprese. 
Stoccolma , Bonnier 1860. {sve- 
dese) 



2584-2596 



1 NOSTRI TEMPI. 



153 



D 



Opere s\alla storia de* tempi recentissimi 
in Francia. — Ing-tiilterra. — Germania. 
— Axistria. — Spag-n.a. — Belgio. — S^^iz— 
zera. — S^^ezia e Danimarca. — Ungtie— 
ria. — ^Polonia. — Ru-ssia. — Tiarchia. — 
Grecia. 



Vaulabelle. Hisfoire de deux 
réstaurations, jusqu^à T avé- 
nement de Louis Philippe 
(1813-30). Paris, S.me édit.. 
Perrotin 1860; voi. 8. (2584 

Accreditata. Vers. ital. Lugano 1859; 
voi. 10, con carte. 

Lacretelle (le jeune). Histoire 
de France depuis la réstau- 
ration. Noiiv. édit. , Paris 
1836; voi. 4. (2585 

Rochau L. Storia della Francia 
dalla caduta di Napoleone fino 
alla ripristinazione dell'impero 
nel 1852. Lipsia, Hirzel 1858; 
voi. 2. {ted.) (2586 

Gapefigue. Histoire de la rc- 
stauration et des causes qui 
ont amene la chùte de la 
branche ainée des Bourbons. 
Paris 1841. (2587 

Vers ital. Milano, Borroni e Scotti 
1846; voi. 12. — Molti scritti di que- 
sto autore furono tradotti in italiano 
sebbene per la maggior parte non va- 
lessero la pena. — Vedasi anche VHi- 
stoire de la réstauration di Lamar- 
line. A qualcuno potrà piacere sebbe- 
ne in generale dai poeti s'abbiano ad 
<ittendere, anziché storie, storielle. 
Duvergier do Hauranne. Hi- 
stoire du gouvernement par- 
lamcntaire cn France, 1814 
jusqu'en 1848. Paris, Lévy 
1860; voi 4. (2588 

BIBL. — 20 



Barbet. Le règne de LouisXVHI 
ou Histoire de l'Europe depuis 
la réstauration. Paris 1825 ; 
voi. 2. (2589 

Crowe. History of the reigns 
of Louis XVlil and Charles X. 
London, Bentley 1854. (2590 

Chateaubriand. Mémoires sur 
la revolution de juillet 1830. 
Bruxelles, Société tvp. belge, 
1850. " (2591 

TocqueviHe A. L'ancien regime 
et la revolution. Paris, 4. me 
édit., Lévy 1860. (2592 

Nouvion V. Histoire du règne 
de Louis Philippe. Paris, 2.fle 
édit., Didier 1861; voi. 5. (2593 

Accreditata. 

Rittiez F. Histoire du règne de 
Louis Philippe I (1830-48) lai- 
sant suite à l'histoire de la 
réstauration du mème auteur. 
Paris, Pagnerre 1855; vo- 
lumes 3. (2594 

Birch. Luigi Filippo re de' 
Francesi. Racconto di sua vita, 
e sue azioni. Stuttgarda. 3.'" 
cdiz., 1851; voi. 3. (ferf.) (2595 

Crétineau Joly J. Histoire de 
Louis Philippe d'Orléans et de 
r orléanisme. Paris, Lagnv 
1861. (259l> 

Saranno due volumi. 




PARTE QUARTA 



2597-2617 



Su Luigi Filippo potranno consul 
tarsi anche le opere di Boudin (Paris 
1848; voi. 2), e di Appert (Dix ans à 
la coiir de Louis Philippe,. Parigi 1846; 
voi. 3). 
Blanc Louis. Histoire des dix 
ans, 1830-40. Paris 1841 ; vo- 
liimes (3. (2598 

Vers. ted. — Vers. ital. di G. Piucco. 
Venezia 1846. 

Regnault E. Histoire de huit 
ans, 1840-8. Paris, 2.cieédit., 
Pagnerre 1860; voi. 4. (2599 

Ladimir L. Les guerres d'Afri- 
que depuis la conquéte d'Alger 
par les Francais jusqu'àl'ex- 
pédition de Kabylie en 1858. 
Paris , Renault 1859. Avec 
cartes. (2600 

Heim. Storia delle guerre d'Al- 
geria. Kònigsberga 1861; vo- 
lumi 2, con earte, (ted.) (2601 

Wolff. Le guerre de' Francesi 
nell'Algeria. 2.^ ediz. Lipsia 
1846. (ted.) (2602 

Fillias A. Histoire de la con- 
quéte et de la colonisation de 
l'Algerie, 1830-60. Paris, Ar- 
nauld 1860. (2603 

Barchou de Penhoen. Sur les 
expéditions d'Algér par les 
Francais. (2604 

Vers. ital. Milano 1838; voi. 2. 

Raban. Histoire privée politi- 
queetmilitaired'Abd-el-Kader 
depuis sa naissance jusqu'à 
sa soumission. Paris, Glema- 
rec_1848. (2605 

Garnier Pagès. Histoire de la 
revolution de 1848. Paris, 
Pagnerre 1861; voi. 5. (2606 

Diffusa fino alla prolissità. 



Lamartine A. Histoire de la 
revolution de 1848. Paris, 
4.1'^^^ édit., Garnier 1859; vo- 
lumes 2. (2607 

Tradotta in vario linpiue. — Vers. 
itnl. di L. Toccagni. Milano, Borroni 
e Scotìi; voi. 3. 

Preuschen. Storia della rivo- 
luzione francese dal 1848 fino 
all'elezione di Luigi Napoleone 
a presidente della repubblica. 
Eidelberga, 2.'^ ediz., 1858. 
(ted.) (2608 

Stern D. Histoire de la revo- 
lution de 1848 en Fraiice. 
Paris 1853; voi. 3. (2609 

Bastide J. La république fran- 
caise et Tltalic en 18'i8. Bru- 
xelles, Hetzel 1859. (2610 

Mirecourt E. L'empereur Na- 
poléon HL (2611 

Vers. oland. Amsterdam 1860. — 
Vers. ted. Berlino, Ahelsdorff 1860. 

John G. A. Louis Napoleon 
einijcror oi'the French. (2612 

Vei>. tnl. Lipsia, Thenau 18S8. 

Gottschali R. L' imperatore 
Napoleone IH. Studio biogra- 
fico. Liegnitz 1859. (ted.) (2613 

Vers. oland. Rotterdam 1860. 
Kretzschmar A. Storia di Luigi 
Napoleone HI imperatore de' 
Francesi , raccontata al po- 
polo tedesco. Salzkotten 1860; 
voi. 5. (ted). (2614 

Il primo volume arriva fino al 1848. 

FeHens J. B. Vie privée et po- 

litique de Napoleon IH. ((2615 

Vers. ital. Milano ISHio. 

Muiidt T. Parigi e Luigi Na- 
poleone, ossia II nuovo impero 
francese. Berlino, Jaiike 1858; 
voi. 2. (ted.) (2616 

Napoleon IH, rewiew of bis lil'e, 
and policy, writings and spee- 
cbes by a british olìicer. Lon- 
don, Longman 1857. (2617 



2618-2637 



I NOSTRI TEMPI. 



155 



Regonati Fr. Vita dell' impe- 
ratore Napoleone III narrata al 
popolo italiano. Milano, F.Val- 
lardi 1859. (26 i 8 

Renault. Histoire de Napoléon 
in et de sa fanaille, sur des 
documents particuliers. Paris, 
4.me édit., 1853. (2619 

Schònhuth O. Luigi Napoleo- 
ne III imperatore de'Francesi. 
Reutlingen^ 2.^ edizione, 1853. 
(ted.) (2620 

Wesché G. L. Napoleone III 
imperatore de'Francesi, ossia 
Sua vita e sue opere. Lipsia, 
Wengler 1853. (ted.) (2621 



Buckingam (duke of).Memoirs 
of the court of England du- 
ring the regency, 1811-1820. 
London 1856; voi. 2. (2622 

Memoirs of the court of 

George IV, 1820-30, from 
originai documents. London, 
Hurst 1859; voi. 2. (2623 

L'aulore, celebre storico e diploma- 
tico inglese, mori il 30 luglio 1861. 
— Su re Giorgio IV potranno consul- 
tarsi anche le opere di Cobbett, e di 
Wallace, edite in Londra poco dopo 
il 1830. 

Memoirs óf the court of 

Villiam IV and Victoria. Lon- 
don, Hurst 1861 ; voi. 2. (2624 

Maley A. J. Historical recol- 
lections of the reign of king 
William IV. London , Hope 
1860; voi. 2. (2625 

Martineau E. History of En- 
gland during the peace, from 
1816 to 1846. (2026 

Vers. ted. di Bergius. Berlino, Bes- 
ser 1853; voi. i. 

Michelsen E. H. England since 
the accession of queen Victo- 
ria. London 1854. (2627 



La Guérronnière A. Les hom- 

mcs d' état de l'Angleterre 
au XIX siede, et coup d'ouuil 
sur la Russie. Parisl854. (2628 
Contiene le vite di R. Peel , Aber- 
deen, Disraeli, Palmerston, G. Gra- 
ham, G. Russell e G. Gladstone. 

Neumann. Storia della guerra 
anglo-chinese. Lipsia 1846. 
(ted.ì (2629 

Kaye J. W. History of the war 
in Afghanistan. London, Bent- 
ley 1857; voi. 3. (2630 

Vedasi anche quella di Nash, edita 
in Londra da Brookes. 

Gathcart G. Correspondence 
relative to his military ope- 
rations in Caffraria, until the 
terininatlon of the catììr war. 
London, Murray 1856. (2631 

Ghambers. History of the in- 
dian revolt, and of the expe- 
ditions to Persia, China and 
Japan, 1856-58. With maps 
and plans. London, Ghambers 
1859. (2632 

Mead H. The Sepoy revolt, its 
causesand consequences. Lon- 
don, Murray 1857. (2633 

Russell W. My diary in India 
in 1858-59. London. New edit. 
Routledge 1860; voi. 2. (2634 

Montgomery. On the hindu re- 
bellion, and its causes. (2635 

Vers. frane, di Kermoysan. Parigi, 
Didot ISGO. 

Warren E. L'Inde anglaise 
avant et après l'insurrection 
de 1857. Paris, Hachette, 3.me 
édit., 1857; voi. 2. (2636 

Gubbins M. An account of the 
mutinies in Oudh and the 
siege of Lucknow. London, 
Bentley, 3.id edit., 1858. (2037 
Vedasi anche quella di Hutchinson 
edita in Londra da Smith nel 1800. 

Rees. A personal narrative of 
the siege of Lucknow from 



lo6 



PARTE QUARTA 



2638-2688 



its commenccmcnt to its re- 
lief by Sir Colin Campbell. 
London, Longman 18o8. (2638 

Case. S)ay by day at Lucknow 
a journal of the siege. London, 
Bentley 1858. (2639 

Headly j. T. The life of generai 
H. Havelock, illustrated. Lon- 
don, Low 1859. (2<340 

Un' allia biografia del prode ed 
umano generale fu scrina da Brocli. 

(Londra, Nisiiet 1838). 

Bourchier. Eight months cam- 
paign against the Sepoy army 
during the mutiny of 1857. 
London, Smith 1858. (2641 

Fonvielle. L' insurrection de 
l'Inde contre les Anglais. Pa- 
ris, Taridc 1857. (2642 

Sherring. The indian church 
during the great rebellion. 
London, Nisbet 1859. (2643 

Ludlow J. M. Thoughts on 
the policy of the crown to- 
wards India. London, RidgwaN 
1859. (2644 

Montaìembert. Un débat sur 
l'Inde au parlement anglais. 
Bruxolles,4.m«édit.l859.(2645 

Jarvis. History of tlie republic 
of tlie ionian islands. London 
1852. (2646 



Oeicker. Storia umoristico-sa- 
tirica della Germania, dal con- 
gresso di Vienna fino al pre- 
sente. Lipsia 1850. («e<i.)(2647 

Opera se non scienlifica, certo assai 
curiosa e veritiera. Se ne fecero ripe- 
tute edizioni. 

Steger. Tre libri sulla storia 

recente, cioè dal 1815 al 1850. 

Brunswick 1851. (ted.) (2648 
Zoepfl E. La democrazia in 

Germania. Stuttgarda 1853. 

(ted.) (2649 



Stern. Storia del popolo tede- 
sco durante gli anni 1848 e 
1849. (ted.) (2650 

Vers. ital. Lugano 1851. — L'autore 
é prussiano, e da un vivo quadro de- 
gli errori politici commessi dalia na- 
zione alemanna in quel breve, ma 
memorando periodo. 

Zimmernianii L. I rivolgi- 
menti politici di Germania 
nel 1848. Carlsruhe 1853. 

(led.) (2051 

Jùrgens C. Storia del parlamen- 
to germanico, 1848-49. Aiino- 
ver 1856; voi. 2. {(ed.) (2652 

Wolff A. Cronaca della rivolu- 
zione berlinese nel 1848. Ber- 
lino, Hempel 1858; volumi 3. 
(ted.) (2653 

Documenti per servire alla sto- 
ria della contesa per l' Hol- 
stein ed il Lauenburgo, fra 
la Germania e la Danimarca 
dal 1851-58. Francoforte 1858. 
{Icd.) (2654 

La campagna del 1848 e 1849 
fra Tedeschi e Danesi, Lip- 
sia 1853 , con carte e piani. 
(ted.) (2655 

Forster G. Federico Gugliel- 
mo IV re di Prussia ed i suoi 
tempi. Sondershausen 1859; 
voi. 2. (ted.) (2656 

Oppermann A. Storia del regno 
di Anno ver dal 1832-60. Lip- 
sia, Wigand 1860; volumi 2. 
[ted.) (2657 



Vehse E. Memorie sulla corte 
austriaca, sua aristocrazia e di- 
plomazia. Amburgo, Hoffmann 
1852; voi. li. {ted.) (2658 

Quest'opera interessantissima inco- 
mincia dai tempi di Massimiliano I, e 
fa parte di quella citata al numero 
2097. Lo spaccio di essa in Austria 



■26o9Ì678 



I NOSTRI TEMPI. 



1S7 



ò Rovcrnmonte proibito. — Vers. in^rl. 
di Dcmmler. Londra, Longman 1850. 

Michiels A. Histoire de la po- 
litique autrichienne depuis Ma- 
rie Thérèse. 3.'"i^ édit. Paris, 
Dentu 1861. (2659 

Vers. o1nnd. Amsterdam. 

Gross-Hoffinger. Il principe 

Mettei'iiicli ed il sistema po- 
litico austriaco. Lipsia 18i6; 
voi. 2. (led.) (2660 

Pillersdorf. Occhiata retrospet- 
tiva agli avvenimenti politici 
in Austria nel 1848 e 1849. 
{ted.) (2661 

Vers. frane. Parigi, Sartorius i8iy. 
— L'autore fu ministro dell'interno 
in Austria. 

Ghodzko L. Les massacres de 
Gallicie etCracovie confisquóe 
par l'Aiitriche en 1846. Pa- 
ris, Dentu 1861. (2662 

Kubrackiewìcz. Essai sur le 
goiivernement paternel et les 
mystères de l'Autriche. Paris, 
Librairie slave 1845. (2663 

Peabody. Crimes ol" the house 
ol" Austria against mankiiid. 
New-York 1852. (2664 



Mariìani. Histoire politique de 
l'Espagne moderne. 2. de édit. 
Paris 1841; voi. 2. (2663 

Burkardt. La Spagna dall'ordi- 
namento delle Cortes nel 1812 
lino al 1835. (/e(i.) (2666 

Vers. ital. di Curti. Lugano 1836. 

Torrente. Historia general de 

la revolucion moderna liispa- 

no-americana. Madrid 1830; 

voi. 4. (2667 

L'opera migliore sulle rivoluzioni 
delle colonie spagnuole d'America. 

Quin. Memoirs of the lite of 
Ferdinand VII king of Spain. 
London 1824. (2668 

Vers. tedesca , spagnuola e francese. 



Gustine. L'Espagne sous Fer- 
dinand VII. Paris 1838; vo- 
lumes 4. (2669 

Henningsen. Twelwe nionths 
of campaign with Zumalacar- 
reguy. London 1836; volu- 
mes 2. (2670 

Vers. ital. Milano 1836; voi. 2. Pili 
recente é lo scritto di Zaratiegui in 
spagnuolo (Parigi 1845) tradotto in 
francese da Hournon (stesso luogo, 
stesso anno). 

La Spagna dalla caduta di Espar- 
tero fino a noi, cioè 1843-53. 
Lipsiii 1853. {(ed.) (2671 

Segundo Flores. Historia de 
la Vida politica y militar de 
Espartero. Madrid 1846; vo- 
lumes 3. (2672 

Borrego A. Espaiia y la revolu- 
cion de 1854. Madrid, Duran 
1856. (2673 

Roca M. V. Europa, la guerra 
de Africa y los partidos politi- 
cos de Espaiia. Madrid, Cuesta 
1860. (2674 

Gafas J. M. Historia militar de 
la guerra de Africa. Madrid, 
Moro 1860. (2675 

Vedasi anche quella di Baudoz, 
edita in Parigi da Lebigre 1800. 

Hardman F. The spanish cam- 
paign in Marocco. London, 
filackwood 1860. (2676 

Valdespino F. La question du 
Maroc, ce qu^elle a été, est, et 
sera. Paris,Ledoyeni859. (2677 



Gerlache G. C. Histoire du ro- 
yaume des Pays-Bas depuis 
1814-30 précedée d'un coup 
d'ani sur les révolutions du 
XVI et XVII siede. 3.me édit. 
Bruxelles 1859; voi. 3. (2678 

Juste. Histoire de la l'ondation 
de la monarchie constitutio- 



158 



PARTE QUARTA 



2679-2698 



nelle dans la Belgique et du 
congrès national. Bruxelles 
1850; voi. 2. (2679 

Potter (de). Histoire de la re- 
volution belge, avec des piè- 
ces à Tappai. 2.de édit. Paris 
1844: voi. 2. (2680 

Gemelli C. Storia della rivo- 
luzione belgica dell'anno 1830. 
Torino 1858. (2681 

Edizione francese. Bruxelles, Clausen 
1860. 

White. Belgic revolution of 
1830. London, Whittaker; 
voi. 2. (2682 

Oppelt G. Histoire generale et 
clironologique de la Belgique 
de 1830 a 1860, relation hi- 
storique de la revolution de 
1830,et du l'ègne de Léopold I. 
Bruxelles, Ha.yez 1861. (2683 

Thonissen J. il. La Belgique 
sous le règne de Léopold L 
Histoire contemporaine. Liòge 
1857; voi. 4. (268'i 

Guizot. La Belgique et le roi 
Léopold en 1857. Paris, De 
Claye 1857. (2685 

Van ' Bruyssel. Histoire du 
commerce et de la marine en 
Belgique. Bruxelles. Treuttel 
1861; voi. 2. (2686 



Tilliers A. Storia della confe- 
derazione svizzera durante il 
periodo 1830-48. Berna, Huber 

1854;vol.3.(«erf.) (2687 

Accieditala. 

Baumgartner G. Le recenti 
lotte e riforme nella Svizzera 
dal 1830 a noi. Zurigo, Sehul- 
thess 1853. (ted.) (2688 

Crétinau-Joly .Histoire du Son- 
derbund. Paris, Plon 1850; 
voi. 2. (2689 

Opera molto accreditata malgrado 



In non lievi sue mende. — Vers. ital. 
Parma; voi. 2. 
Majer G. Storia del principato 
di Neulchàtel, con speciale ri- 
guardo alla contesa fra la Sviz- 
zera e la Prussia, circa il do- 
minio sul detto cantone. Tu- 
binga, Laupp 18^1. {ted.) (2690 



Schmidt. La Svezia sotto Car- 
lo Giovanni XIV (Bernadot- 
te). (ted.) (2691 

Vors. frane. Strassburgo, Silberman 

i84o. 

Touchard-Lafosse. Histoire de 
Charles XIV (Bernadotte) roi 
de Suède. Paris 1838; volu- 
mcs 3. (2692 

Jennsen-Tusch. Storia del re- 
gno di Federico VI re di Da- 
nimarca. Kiel 1850. (ted.) (2693 

Vita e governo di Cristia- 
no Vili re di Danimarca. Al- 
tona 1852. (ted.) (2694 

Giessing. Storia della Danimar- 
ca nel periodo 1848-52. Co- 
penhagen 1854. (dati.) (2695 

Rasmussen M. La guerra fatta 
dai Danesi contro i Tedeschi 
nello Schleswig nel 1849-50. 
Odonsec 1854. (dan.) (2696 

Budde-Lund. Gli avvenimenti 
guerreschi innanzi la fortez- 
za di Fridericia nel 1849. Co- 
penhagen 1856 , con carte. 
(dan.) (2697 

Vers. ted. Berlino 1853 , con carte. 



Rùstow G. Storia della guerra 
d'insurrezione in Ungheria ne- 
gli anni 1848-49. Zurigo , 
Schulthess 1860; voi. 4, con 
carte, (ted.) (2698 



2699-2715 



I NOSTRI TEMPI. 



159 



Iranyi et Ghassin. Histoirc 
de la guerre d'Hona;rie en 
1849. Nouv. édit. Paris, Pa- 
gnerre 1860: voi. 2. (2699 

Wiesner. La guerra degli Un- 
gheresi contro gli Austriaci 
ed i Russi nel 1848-49. Coi- 
rà 18o4, con carte, (ted.) (2700 

Balleydier A. Histoire de la 
guerre de Hongrie en 1848- 
49. Bruxelles 1853, avec car- 
tes. (2701 

Sulla grandiosa guerra d' Uiisheria 
potremmo citare molti altri scritti 
recenti ; quali sarebbero quelli di 
Schùtte (Dresda 1853; voi. 2, (ted.) 
Korn (Amburgo 1850 (ted.) di Wenk- 
stern (Londra, Parker 1839, (ingl.), e 
di Schlesingcr (ted.). Quest' ultima fu 
tradotta in italiano aLugano nel 1831. 

Korn F. Sulla legione straniera 
nella guerra d'indipendenza 
ungherese del 1849 , ossia I 
diritti d'Ungheria ditesi dagli 
Italiani, Francesi, Tedeschi, 
Polacchi ed Inglesi. Brema 
1853. {(ed.) (2702 

Janotick. Archivio del mini- 
stero ungherese , o Raccolta 
degli atti da esso pubblicati 
dal marzo 1848 al gennaio 
1849, coi bollettini della guer- 
ra, ed i discorsi di Kossuth. 
Altenburgo 1851. (/erf.) (2703 

Szemère. Schizzi politici, cioè 
Luigi Kossuth, Arturo Goer- 
gey e Luigi Batthiany. Am- 
burgo 1853; voi. 3. {ted.)(210^ 

Lajos. Biographie du general 
hongrois Bein. Paris, Marti- 
net Ì851. (2705 
Vedasi anche la Notice sur la vie 
militaire et politique du general Beni 
pubbl. nel 1849 in Parigi da Maulde. 

Goergey A. La mia vita e le 
mie opere in Ungheria negli 
anni 1848-49. (ted.) (2706 

Vers. ital. Torino 1852; voi. 4. 



Teleki Ladislao. De l'inter- 
vention russe en Hongrie. Pa- 
ris, Guiraudet 1849. (2707 



Mieroslawsky L. Histoire de 
la revolution de Pologne en 
1830. Paris 1835; voi. 3. (2708 

L'autore fu uno dei prota;joiiisti 
nell'eroica guerra contro i Russi. 

Spazier. Storia della rivolu- 
zione e della guerra di Polo- 
nia nel 1830-31, scritta su 
autentici documenti, (polac- 
co) (2709 

Vers. frane. Parigi 1830; voi. 4, 
con carte. 

Straszewicz. Les Polonais et 
les Polonaises de la revolution 
de 1830. Paris 1832. (2710 

Vers. itili. Capolago 1834; voi. 2, 
con molti ritratti. 

Grorowsky.Insurrectionof Po- 
land in 1850-31. London, Rid- 

gway. (2711 



GerebtzofiP. Essai sur l' histoire 
de lacivilisationen Russie. Pa- 
ris, Amyot 1858; voi. 2. (2712 

Golovin ì. History of Alexan- 
der I emperor of Russia. Lon- 
don, Newby 1858. (2713 

Vers. frane. Lipsia, Gerhard 1839. 

Rabbe. Histoire d'Alexandre I 
empereur de Russie. Paris 
1826; voi. 2. (2714 

Vedasi anche quella di EgroD, com- 
parsa in Parigi l'anno stesso. 

KorffM. L'avvenimento al tro- 
no dell'imperatore Nicolò di 
Russia nel 1825. (russo) (2715 

Vers. ted. Francoforte, Baer 1837. 
Opera pubblicata per ordine dell'at- 
tuale zar delle Russie, Alessandro IL 
Fu tradotta anche nell' inglese, fran- 
cese ed olandese. 



160 



PARTE QUARTA 



2716-2732 



Herzen A. La congiura e la ri- 
volta del 1825 in Pietrobur- 
go. Confutazione dell'opera di 
Korff. Amburgo, Hoffmann e 
Campe 1858. {ted.) (2716 

Lee R. The last days of the 
emperor Alexander j, and the 
first days of emperor Nicolas. 
London, Bentley 1854. (2717 

Schnitzler. Études sur l'em- 
pire des tsars, histoire de 
Russie sous les empereurs 
Alexandre et Nicolas, et parti- 
culièrment pendant la crise 
du 1825. Paris 1847; volu- 
mes 2. (2718 

Golovin I. La Russie depuis 
Alexandre le bien-intentionné. 
Leipsic, Hiibner 1859. (2719 

Hesekiel G. Biografia dell'im- 
peratore russo Nicolò I Paulo- 
witsch. Berlino, 7.''' ediz., 1855. 
(fed.) (2720 

Balleydier A. Histoire de l'em- 
pereur Nicolas. Paris, Plon 
1857; voi. 2. (2721 

Voil.isi anche quella di Michelsen, 
Londra 1854. {inrjl.) 

Moltke. Le campagne dei Russi 
in Turchia nel 1827-29 cogli 
asscdii di Silistria, Braila, ecc. 
(ted.) (2722 

Vers. frane, di Demmler. Parigi; vo- 
lumi 2. — Vers. ingl. Londra, Murray 
1854. 

Junck. La guerra turco-russa 
in Asia ed Europa nel 1828-29. 
Cassel 1854. (ted.) (2723 

Sulla medesima guerra esiste anche 
l'opera dell'inglese Chesney, stampala 
in Londra nel 1854, cioè quando riar- 
deva la lotta sul Danubio. 

Gustine. La Russie en 1839. 
Paris, 2.de ódit., 1843; volu- 
mes 4. (2724 

Bodenstedt F. I popoli del 
Caucaso e la loro lotta d'indi- 
pendenza contro i Russi. Ber- 



lino, 2.''" ediz., 1855; voi. 2. 

{ted.) (2725 

Il poeta tedesco Bodenstedt, che sog- 
giornò lungamente in Russia e nelle 
regioni del Caucaso , tradusse assai 
elegantemente nella sua lingua i carmi 
dei celebri poeti russi contemporanei, 
Lermontoff e Puschkin. 

Niel. Le siège de Sebastopol, 
journaldesopérationsdu genie, 
publié avec l'autorisation du 
ministre de la guerre. Paris 
1858, aves atlas. (2726 

Ha 600 pagine di testo e lo carte. Il 
prezzo e di 60 franchi. 

Ladimir et Arnoul. Histoire 
complète des opérations mi- 
litaires en Orient pendant 
1853 56. Paris, 9.mfédit., 1859; 
voi. 2. (2727 

Bazancourt. L'expédition de 
Crimée jusqu'à la prise de 
Sebastopol. Paris, Amvot, 5. me 
édit., 1857; voi. 2. ^ (2728 

Vers. ital. Milano, Pagnoni 1857. 

Rùstow G. La guerra di Crimea 
e l'assedio di Sebastopoli. Zu- 
rigo , Schulthess 1856 , con 
carte, (ted.) (2729 

Klapka Giorgio. Storia della 
guerra d'Oriente negli anni 
1853,54 e 55. Ginevra, Lauffer 
1855. (ted.) (2730 

Vers. ingl. di Mednyànszky. Londra 
1855. 

Anitschkof. La campagna di 

Crimea, (russo) (2731 

Vers. ted. di Baumgarlner. Berlino 

1857. 

Guérin L. Histoire de la derniè- 
re campagne de Russie 1853-56. 
Paiis, Dufour 1858; voi. 4, 
avec planches. (2732 

Sulla guerra di Crimea apparvero 
numerosissimi lavori di assai diversa 
importanza. Oltre i citati, che crediamo 
sieno i migliori, veggasi il libro di 
Baudens. Parigi, Lévy 1858. 
Sandwith H. A narrative of the 
siege of Kars and of the six 



2733-2748 



I NOSTRI TEMPI. 



161 



months resistance by the tur- 
kish 2:aprison. London. Mur- 
ray 1856. (2733 

Vers. tedesca di R. Olto. Bruns\vick, 
Vieweg 1836. 

Napier C. The history of the 
baltic campaign in 1854 from 
the documents. Edited byBut- 
ler.Lond.,Bentley 1857. (2734 

Bazancourt. La marine Iran- 
caise dans la mer Noire et 
la Baltique, pendant l'expédi- 
tion de Crimée. Paris, Amyot 
1858; voi. 2. (^735 

Hesekiel G. Biografìa dell'at- 
tuale imperatore russo Ales- 
sandro II Nicolajewitsch. Ber- 
lino 1855. (ted.) (2736 

Vedasi il numero 2720. 

La Russia sotto l' imperatore 
attuale Alessandro II Nicolaje- 
witsch, 1855-60. Lipsia^ Brock- 
haus 1860. (led.) (2737 



Juchereau de S. Denys. Hi- 

stoire de l'empire ottoman 
depuis 1792 jusqu'en 1844. 
Paris 1845-50; voi. 4. (2738 

Muench. Mahmudll schah degli 
Osmani , sua vita, governo 
e riforme. Stuttgarda 1839. 
(ted.) (2739 

Eichmann F. Le riforme nel- 
l'impero ottomano, con specia- 
le riguardo alle condizioni dei 
Cristiani sotto la dominazione 



tiirchesca. Berlino , Nicolai 
1858. (ted.) (2740 

Mouriez P. Histoire de 3Iehe- 
met Ali vice-roi d'Égvpte. 
Montmartre 185S; voi. 4. (2741 

Merruau P. L'Égypte contem- 
poraine 1840-57 ou De Mehe- 
met Ali à Said Pacha. Paris, 
Didier 1858. (2742 

Yates. Modem history and con- 
dition of Egypt. London , 
Smith; voi. 2. (2743 



Pouqueville. Histoire de la ré- 
génération de la Grece. Paris, 
2.de édit., 1825; voi. 4. (2744 

Vers. ital. Milano 1851; voi. 3, colla 
continuazione {1824-34) scritta da G. 
Rovani. Milano, Fratelli Ferrari 1833. 

Tricoupi S. History of the 
greek revoltition. London , 
William_s 1854; voi. 2. (2745 

Ciampolini. Storia del risor- 
gimento della Grecia. Firenze, 
Piatti 1846; voi. 2. (2746 

Vedasi la recensione di L. Scarabelli 
nel volume quarto dell'Appendice alla 
prima serie deìVArch. storico. — Que- 
st' opera, cangiato il solo frontispizio, 
ricomparve in Milano colla data 1860. 

Pieri M. Storia del risorgi- 
mento della Grecia dal 1740 
al 1824. Milano 1858. Qua- 
i\anta dispense. (2747 

Raffenel. Histoire des événe- 
inents de la Grece depuis les 
premiers troubles. Paris 1825; 
voi. 3. (2748 



BIEL. — 21 



162 



PARTE QUARTA 



2749-2764 



Opere ed. opiascoli stalle attiaali grandi 
quiestioni eiiropee. 



Contiene questa categoria una scelta 
raccolta degli opuscoli più importanti 
sulle attuali grandi questioni europee. 
Come alla categoria G di questa stessa 
parte , trattasi anche qui di scritti 
che non devono classificarsi fra gli 
storici, onda avvertiamo che furono 
accolti eccezionalmente in vista della 
vitale importanza che hanno quelle 
questioni per l'avvenire d'Europa, e 
considerando, che se pur non concer- 
nono fatti compiuti, trattano però dei 
principii che li preparano. La scelta 
fu fatta da un numero di gran lunga 
maggiore, ed anche qui si ebbe V av- 
vertenza di ammettere soltanto que' la- 
vori che pel nome dell'autore, o l'in- 
teresse dell'argomento, ebbero ripetute 
edizioni e traduzioni. 

BONAPARTE NAPOLÉON LOUIS. 
Iclées napoléoniennes. Paris, Plon 
1860. (2749 

Moltissimo edizioni e traduzioni. — 
L'epoca della prima pubblicazione ri- 
sale al 1840 circa, circostanza che me- 
rita attenzione. — Le Opere politiche 
dello stesso autore tradotte in italiano 
da G. Grandi. Firenze, Fioretti 1858; 
contengono poco più dei discorsi da lui 
pronunciati dal 1848 al 18S5. 

ABOUT E. La nouvelle carte d'Eu- 
rope. Paris, Denlu 1860. (2750 
Vers. tcd. — Vers. oland. — Vers. 
spagnuola. 

GIRARDIN E. L'empereur Napoléon 
III et r Europe. Paris , Levy 
1860. . (27S1 

Molte edizioni. — Vers. tedesca. 

Le désarmement européen. 

Paris, Levy 1859. (2752 

Tradotto in varie lingue. 

Conqiiète et nationalité. Paris, 

Lévy 1860. (2753 

L' equilibre européen. Paris, 

Lévy 1859, (2754 



VOGT C. Studii sull'attuale con- 
dizione dell'Europa. Berna, Vogt 
1859. (ted.) (2755 

RAUMER FEDERIGO. La politica 
dei giorni nostri. Lipsia, Brock- 
haus 1859. {led.) (2756 

KRUDNER. La sainte alliance et 
les nationalités. Paris , Amyot 

1859. (2757 
LA ROCHEJAQUELEIN. La poli- 

tique nationale et le droit des 
gens. Paris, Dentu^ 2. de ódit., 

1860. (2758 
Les traités seront-ils éternels? Pa- 
ris, Dentu 1859. (2759 

La lega degli stati d'Europa basata 
sul sacro diritto delie nazionalità. 
Berlino, Plahn 1860. (led.) (2760 

Foreshadowings of the ])olitical ten- 
dencies of european nationalilies. 
By a man of no party. Warmin- 
ster 1860. (2761 

La coalition. Paris, 1860. (2762 
Tradotto in varie lingue. 

Raccolta di scritti concernenti la 
questione di Roma. Lipsia, Ger- 
hard 1860, ited.) (2763 
Contiene questa raccolta la vers. ted. 
dei principali scritti sul potere tem- 
porale de'papi, sia pyo sia contra. Cosi 
p. es. quelli di Dupanlou]), Poujouiat, 
Lnguérronière, Castilie, Villemain, Mi- 
chon, etc. 

BASSE. Sull'unione del potere ec- 
clesiastico e temporale nello stato 
romano della chiesa. Haarlem 
1852. {ted.) (2764 

Premiata dalla società Teileriana di 
Haarlem. Vedansi anche ai numeri 
034, G;ì5, 036 alcune opere che, avuto 
riguardo all'epoca in cui comparvero, 
non possono dirsi d'occasione. 



2765-2791 



I NOSTRI TKMPI. 



163 



GURRRONIERE (La). Le pape et le 
congrès. Paris 1860. (2765 

È noto quanta importanza si attri- 
buisse in tutta Europa a questo opu- 
scolo considerato come esplicito mani- 
ferito della politica di Napoleone III 
nella questione papale. Parecchie cen- 
tinaja di opuscoli o brocìiures pub- 
blicali dal partito clericale, e da molli 
vescovi francesi, ne tentarono la con- 
futazione. Tradotto in tutte lo lingue 
colte d'Europa. 

AZEGLIO M. La corte di Roma e 
l'Evangelo. 1860. (2766 

Vers. inglese — olandese, ecc. 

LIVERANI(mons.). Il papato, l'iin- 
pero ed il regno d'Italia, memoria 
al conte Montalembert. Firenze, 
Barbèra 1861. (2767 

Pro caiissa italica ad episcopos ca- 

tholicos, auct. presb. cath. (2768 

Vers. ital. di A. Ferranti. Firenze, 

Le Monnier 1861. — Vers. frane. — 

Vers. inglese. 

Les défenseurs du pouvoir tempo- 
rel. Réponse à messieurs ; ÌNet- 
tement, Yillemain, Montalembert, 
Fallo ux, messeigneurs les évèques 
d'Orléans et Arras, et au\ défen- 
seurs à tout prix du pouvoir tem- 
porel , par un Lyonnais. Paris , 
Denta 1860. (2769 

ARNAUD. La papauté temporelle 
et la nationalité ilalienne. Paris, 
Denta 1860. (2770 

Molte edizioni. 

TOMMASEO N. 11 papa e l'impe- 
ratore. Torino 1859. (2771 

ABOUT E. La question romaine. 
Paris. (2772 

Tradotto in diverse lingue. 

CHANTREL. Le roi Pie IX. Paris, 
Dillet 1860. (2773 

Molte edizioni. 

CASTILLE IPP. Napoléon III et le 
clergé. Paris, Dentu 1860. (2774 
Molte edizioni. — Vers. olandese. 

YILLEMAIN. La France, l'empire 
et la papauté. Paris , Douniol 
1860. (2775 

Vers. olandese. 

POUJOULAT. Les droits du pape. 
Paris, Douniol 1860. (2776 

Vers. olandese. 



SEGl'R (Mons.) Le pape. Question 
à Fordre du jour. Paris, Lecoffre 
1860. (2777 

Vers. ted. Magonza. — Vers. oland. 
Amsterdam. 
MONTALEMBERT (comte de). Pie 
IX et la France en 1849 et 1859. 
Paris, Douniol 1860. (2778 

Parecchie edizioni. 
MULLOIS. Le saint pére et Rome. 
Paris, Josse 1860. (2779 

Molte edizioni. L'autore é capellano 
dell'imperatore Napoleone III. 
MAGUIRE J. Roma, il suo reggitore, 
e le sue istituzioni, (ingl.) (2780 
Vers. ted. di C. Reiching. Ralisbona, 
Manz., 2.^ ediz., 1860. 
MAISTRE J. Du pape. 16. me édit. 
conforme à celle de 1821. Paris, 
Pela-^aud 1860. (2781 

LACORDAIRE H. D. De la liberto 
de l'Italie et de l'église. Paris , 
Poussielgue-Rusand 1860. (2782 
Vers. olandese. 
LAFON MARY. Mille ans de guerre 
entre Rome et les papes. Paris, 
3.me édit., Dentu 1860. (2783 
Vers. olandese. 
FITZPATRICK J. The pope, bis 
rights, and dulies a letter to 
card. Wiseman. London, Ridgway 
1860. (2784 

Parecchie edizioni. 
BOUHIER de l'ECLUSE. Le pape 
et l'Italie. Paris, Ledoyen , 5. me 
édit.. 1860. (2785 

PAYA C. De l'origine de la papauté. 
Paris, Barba 1860. (2786 

Da Roma a Gerusalemme , ossia 
Soluzione della questione roma- 
na. Francoforte, Auffarth 1860. 
ited.) (2787 

Ni rey, ni papa ! Madrid, Lopez 
1860. . (2788 

Il papato innanzi alla politica na- 
poleonica ed alla germanica. Ber- 
lino, Springer 1860. {ted.) (2789 
MICHELSEN E. The popes and 
jesuits of the present century. 
London, Darton 1860. (2790 

LAURENT. La papauté et l'empire. 
Bruxelles 1859. (2791 



164 



PARTE QUARTA 



2792-2819 



LAURENTIE. Rome et le pape. 
Paris, Denlu 1860. (2792 

LA ESCOSURA. Espana, Napoleoii 
y Roma. Madrid, Bailly;2.da edic. 
1860. (2793 

BARRY. The pope and the Roma- 
gna. London, Ridgway 1860. (2794 

LENORMANT. Histoire des mas- 
sacres de Syrie en 1860. Paris, 
Hachetle 1861. (2795 

BAUDICOUR. La France en Syrie. 
Paris, Dentu 1860. (2796 

Parecchie edizioni. 

URQUHART D. The Lebanon, hi- 
story and diary. London, Newby 
1860; voi. 2. (2797 

SAINT-ALBIN A. L^Europe chré- 
tienne en Orient. Paris, Dentu 
1860. (2798 

POISSONNIER A. Expédition de 
Syrie, la nouvelle croisade. Paris, 
Ledoyen 1860. (2799 

I mali della Germania, ed i rimedii. 
Gotha 1860. {ted.) (2800 

Pnbbl. dal coniilato nazionale ger- 
manico. 

La confederazione germanica, la qne- 
stione sulla costituzione nel 1848 
ed i tentativi d' unità nel 1859. 
Berlino, Riegei, {ted.) (2801 

Questo scritto è dell' autore dell'o- 
puscolo : « L'Austria non è una po- 
tenza tedesca. » Vedi il numero 2812. 

GROTEFEND. L'unità germanica e 
la sovranità de' principi tedeschi. 
Cassel, Fischer 1860. {ted.) (2802 

STERN S. Gli Asburgo e gli Hoheu- 
zoUern, ossia Austria e Prussia 
in faccia agli interessi della na- 
zione germanica. Berlino, Sprin- 
ger 1860. [ted.) (2803 

La Prussia e l'Austria, e quali con- 
seguenze soffra la Germania dal 
loro dualismo. Berlino, Heinicke 
1859. {ted.) (2804 

ABOUT E. La Prusse en 1860. 
Paris, Dentu 1860. (2805 

KLEINSCHROD E. La politica prus- 
siana e la guerra d' Italia. Fran- 
coforte 1859. {ted.) (2806 

La politica germanica sotto l'influen- 
za della guerra d' Italia. Berlino, 
Weidmann 1860. {ted.) (2807 



JURGENS G. La Germania durante 
la guerra de' Franco-Sardi , dal 
congresso di Parigi nel 1856 alla 
pace di Yillafranca nel 1859. Ba- 
silea 1860; voi. 2. (ted.) (2808 

FISCHER F. L'unione della Prussia 
e della Baviera. Breslavia 1860. 
{ted.) (2809 

PLÉE L. A la nation allemande. 
Paris, Dentu 1859. (2810 

Vers. ted. Berlino, Besser 1859. 

La successione della Prussia nel 
Brunswick all' estinguersi della 
casa ora regnante. Berlino, Sprin- 
ger 1861. {ted.) (2811 

L'Austria non è una potenza te- 
desca. Assunto provato coll'evi- 
denza dei fatti. Berlino, Riegei 
1859. {ted.) (2812 

Quest'opinione, per quanto vera, tro- 
va oppositori anche nei Tedeschi non 
ligi all'Austria, ma che lasciansi cor- 
lompere da un ingiusto e dannoso 
egoismo. L'opuscolo propugnò arden- 
temente questa massima fondamentale 
della libertà germanica. 

MICHIELS A. Histoire sécrète du 
gouvernement autrichien ou Pre- 
mière histoire d'Autriche écrite 
d'aprés des documents authenti- 
ques. Paris, Dentu 1859. (2813 
Vers. olandese. Amsterdam 1859. — 
Vedasi il numero 26.59. 

LUCK A. E. I. 0. U. Austria?, est 
imperare orbi universo. Berlino, 
Wagner 1859. {ted.) (2814 

Satira politica nella quale si prende 
a pungere l'ambizione della corte au- 
striaca. 

L'Autriche et l'Allemagne, avant et 
aprés la solution de la quéstion 
italienne. Paris, Dentu 1859. (2815 

La politica della casa d'Austria verso 
la Germania ed il protestantismo. 
Gottinga 1859. {ted.) (2816 

L'empereur Francois-Joseph et l'Eu- 
rope. Paris, Dentu 1861. (2817 

Considerazioni di un Inglese sulla 
situazione dell'Austria. Stuttgar- 
da, Gòpel 1860. {ted.) (2818 

FORGE (La) ANATOLE. L'Autri- 
che devant l'opinion. Paris, Dentu 
1859. (2819 



28-20-2841 



I NOSTRI TEMPI. 



165 



KOSSUTII Louis. La quéstion des 
nalionalités. L'Europe, l'Autriche 
et THongrie. Bruxelles 1839. (2820 

SZEMÈRE B. La quéstion hongroi- 
se, de 1848 jusqu'en 1860. Paris, 
Denlu 1860. (2821 

Vers. iiigi. Londra, Bentley 18C0. 
L'autore fu ministro {sresidonte in Un- 
gheria durante gli affari del d8i9. 

La Hongrie devant l'Europe. Ses 
institutions naiioiiales et consti- 
tutionelles et leur violation. Bru- 
xelles, Meenen 1861 . (2822 

Il buon diritto dell' Ungheria. Me- 
moriale politico-storico deirUn- 
gheria dal IX secolo fino a noi, 
scritto da un magiaro. Lucerna 
1861. (ted.) (2823 

Civilisation in Hungary , seven 
answers to seven letters ad- 
dressed by Szemère to Cobden 
By an Hungarian. London, Triib- 
ner 1860. (2824 

Il concordato e la imperiale e regia 
germanizzazione in Ungheria. Am- 
burgo. IIolTmann 1860. {ted). (2825 

ROEPELL B. Origini e svolgimento 
della questione orientale cercato 
nella storia dal 1774 al 1850. 
Breslavia 18o4. {ted}. (2826 

WURM C. F. Storia diplomatica 
della questione orientale. Lipsia 
Brockhaus 1858. (ted.) (2827 

UBICINI A. La quéstion d'Orient 
devant l'Europe. Documents, no- 
tes, etc. Paris, Dentu 1834. (2828 
Vers. ilal. Milano, Guglielmini i83ì. 

ROBERT C. Les Slaves de Tur- 
quie, Serbes, Montenégrins, Bos- 
niaques, Albanais, leur ressour- 
ces, tendances et progrès poi iti - 
ques. Paris 1844; voi. 2. (2829 

DONNAT. Les principautés unies 
et TEurope occidentale, lettre au 
prince Couza. Paris , Thiinot 
1860. (2830 



UBICINI A. La quéstion des prin- 
cipautés devant l'Europe exposé 
de faits et de documents. Paris, 
Dentu 1858. (2831 

PITZIPIOS (prince de). La qué- 
stion d' Orient en 1860, ou La 
crise de l'empire byzantin. Paris 
1860. (2832 

BOUDON. L'isthme de Suez et la 
quéstion d' Orient. Politique de 
l'Angleterre et de la Russie. Pa- 
ris, Dentu 1860. (2833 

SCHEDO-FERROTI. Études sur l'a- 
venir de la Russie et la libération 
des paysans. Berlino , 4.^* ediz., 
Behr 1859. (2834 

POROCHINE V. Sur la régénéra- 
tion sociale de la Russie. Paris, 
Lib. nouv. 1860. (2835 

GEREBTZOFF N. De l'émancipa- 
tion des serfs en Russie. Paris, 
Amyot 1859. (2836 

GOLOVIN J. La servitù de' con- 
tadini (leibeigenschaft) in Russia. 
Lipsia, Hiibner 1859. {ted.) (2837 

ZAPASNIK. Études financières sur 
r éniancipation des paysans en 
Russie. Paris 1860. (2838 

TOURGUExNEFF. Un dernier mot 
sur l'émancipation des serfs en 
Russie. Paris, Francie 1860. (2839 

GOLOVIN J. Les alliancesdela Rus- 
sie. Leipsic, Hubner 1860. (2840 

TUOUBETZKOY. La Russie rouge. 
Paris, Dentu 1860. (2841 

La quéstion irlandaise. Paris, Den- 
tu 1860. (2842 

DUCKETT. La quéstion danoise 
au point de vue des nationalités. 
Paris, Deniu 1861. (2843 

LENORMANT F. La quéstion io- 
nienne devant l'Europe. Paris, 
Dentu 1859. (2844 



2845 



BIBLIOGRAFIA STORICA 



MUNICIPI! ITALIANI 



Nicolò Tommaseo nel suo Bizio- 
nuriu estetico p.irlando dcWArchioio 
storico cosi dice dei municipii italiani: 

>< Se vi sono inunicipii la cui vita 
« si attenga per secoli alla vita lud- 
« versale deWumanilà, i piìidi questi 
« sono in Italia, alla quale troppo 
" resta a fare tuttavia, non diri) p.'r 
" aiKjumentare la grave eredità, ma 
« per non ne lasciare sperdere i do- 
« cumenti, e fin le ricordanze. » 

11 signor E. A. Cicogna nella prefa- 
zione alla sua diligenlissima Biblio- 
grafia veneziana osserva assai giu- 
stamente che « la storia della penisola 
" non può scriversi senza avere sot- 
« Vocchio la bibliografia delle singole 
« città, e senza conoscere gli storici 
« municipali de' secoli scorsi ». 

Poco diversamente il sig. Predari 
nella sua « Bibliografia milanese » 
ricorda: « che noìi si avrà mai una 
« storia compiuta d'Italia finché non 
sarà pili ampiamente rischiarata 
'I e conosciuta quella di ciascuna città 
« italiana. » Facciamo voti perché 
gli esempi dati dai signori Cicogna 
e Predari trovino imitatori nelle molte 
citta italiane che mancano di si utili 
raccolte; intanto diamo una Biblio- 
grafia generale de'municipii italiani 
in questa Quinta Parie, che abbraccia 
le opere storiche p/'ù importanti, e di 
qualsiasi secolo della stampa, su circa 
quattrocento fra città, borgate, e Pro- 
vincie d'Italia. 

I municipii maggiori hanno apposite 
rubriche alla categoria F della Se- 



conda Parte, e sono quindi esclusi da 
questa. 

Anche le opere concernenti gli Statuti 
municipali furono escluse, non perchè 
non si abbiano a considerare come 
storiche, che anzi lo sono essenzial- 
mente, ma perché da esse sarebbesi 
troppo turbato l'originario disegno del 
lavoro, e perchè ci è noto che altri già 
s' occupa a comporre sulle traccie del 
sig. Berlan, una bibliografia speciale 
degli statuti italiani. 

Invece si troveranno qui le opere sto- 
riche concernenti le dinastie minori , 
p. es. quelle intorno ai Bentivoglio 
sotto Bologna , quelle intorno agli 
Estensi sotto Modena e Ferrara, quelle 
sui Carrara (Padova), sui Farnese 
(Parma), sui Gonzaga (Mantova), sui 
Monferrato (Casale), sui Montefeltro 
(Urbino) ecc. Quanto alla storia ge- 
nealogica delle famiglie italiane in 
generale rimandiamo al: 

Lifta (conte Pompeo). Le fa- 
miglie celebri d'Italia. Milano 
1819 e seg. A tutto il 1861, 
dispense 143. Con moltissime 
tavole in nero ed a coioti, e 
gli stemmi. (2845 

Quest' opera colossale e diligente é 
tuttora in corso, ed abbraccia la storia 
di 120 famiglie, fra le quali quelle degli 
Estensi, degli Sforza, de'Torriani, de' 
Medici, de'Colonna, de'Gonzaga, de' 
Pallavicino, degli Orsini, de'Bentivo- 
glio, de'Savoja, le vicende delle quali 



2845 



MUNICiPlI ITALIANI. 



167 



sono indissolubilmente intrecciate con 
quelle d'Italia tutta. Crediamo cosa 
utile l'addurre i nomi delle famiglie, 
e lo faremo per ordine alfabetico. 

Acciaioli di Firenze spenta 183i. 

Accolti di Arezzo spenta 1699. 

Acquaviva di Napoli. 

Adorno di Genova. 

Aldobrandini di Firenze. 

Alidosio d'Imola spenta. 

Alighieri di Firenze spenta louB. 

Altemps di Roma. 

Alviano (D') d'Orvieto spenta 1337. 

Appiani di Pisa. 

Archinto di Milano. 

Arcimboldi di Milano spenta 1727. 

Ariosto di Bologna spenta 1786. 

Bentivoglio di Bologna. 

Bevilacqua di Verona. 

Birago di Milano. 

Bojardo di Reggio spenta 1560. 

Bonacolsi di Mantova spenta 1328. 

Boncompagni di Bologna. 

Bonelli di Roma. 

Borromeo di s. Miniato. 

Buonnarroli di Firenze. 

Buondel monte di Firenze spenta 1774. 

Calcagnini di Ferrara. 

Camino (da) di Trevigi spenta 1422. 

Candiano di Venezia spenta 1018. 

Canlelmi di Napoli spenta 1749. 

Carraresi e Pappafava di Padova. 

earpegna (conti di) spenta 1749. 

Casali di Cortona. 

Casliglioni di Milano. 

Cavaicabò di Cremona. 

Cavaniglia di Napoli spenta 1792. 

Cesarini di Roma spenta 1685. 

Cesi di Roma. 

Colonna di Roma. 

Concini di Arezzo spenta 1631. 

Contrari di Ferrara spenta 1575. 

Corraro di Venezia. 

Correggio da Correggio spenta 1711. 

Ecclini della Marca di Trevigi spenta 

1260. 
Erizzo di Venezia. 
Este (marchesi d'). 
Euffreducci di Fermo spenta. 
Facchinetti di Bologna spenta 1685. 
Faggiuola (della) nelMontefeltrospenta. 
Farnesi duchi di Parma, spenta 1731, 
Ferrerò di Biella. 
Fogliani di Reggio spenta 1785. 
Foscari di Venezia. 
Fregoso di Genova. 
Caddi di Firenze spenta 1607. 
Gallio di Como spenta 1800. 
Gambacorta di Pisa spenta 1725. 



Gambara di Brescia. 

Gherardesca (conti della) di Pisa. 

Ghilini d'Alessandria. 

Giovio di Como. \ 

Giustiniani di Venezia. 

Gonzaga di Mantova. 

Gozzadini di Bologna. 

Grassi di Bologna spenta 1848. 

Guicciardini di Firenze. 

Landò di Venezia spenta nel 1734. 

Lannoy di Napoli spenta 1604. 

Lodovisi di Bologna spenta 1699. 

Macchiavelli di Firenze spenta 1727. 

Madruzzo di Trento spenta 1638. 

Malaspina. 

Manfredi di Faenza spenta 

Marescotli di Bologna. 

Martelli di Firenze. 

Massimo di Roma. 

Mauruzi di Tolentino. 

Medici di Firenze. 

Monferrato (marchesi di) spenta 1303. 

Monte (del) di Montesansavino spenta 
1370. 

Monte Santa Maria dell'Umbria (mar- 
chesi del). 

Montefellro (conti del) spenta 1308. 

Navagero di Venezia spenta 1713. 

Normanni re di Sicilia spenta 1195. 

Orseolo di Venezia spenta. 

Orsini di Roma. 

Oltoboni di Venezia spenta 1740. 

Pallavicino. 

Palcologo marchesi di Monferrato 
spenta 1333. 

Pazzi di Firenze. 

Peretti di IMontalto spenta 1633. 

Pico della Mirandola spenta 1787. 

Piccolomini Todeschini di Siena spenta 
1783. 

Pio di Carpi. 

Polenta (da) di Ravenna spenta. 

Pusterla (della) di Milano spenta 1814. 

Rangom di Modena. 

Rossi di Parma spenta 1823. 

Roverella di Ferrara. 

Sanvitale di Parma. 

Savoja (duchi di). 

Scaligeri di Verona spenta 1598. 

Sforza Attendolo di Romagna. 

Simonetta di Calabria. 

Siiiibuldi di Pistoja spenta 1497. 

Soderini di Firenze spenta 1839. 

Slampa di Milano. 

Strozzi di Firenze. 

Svevia re di Napoli spenta 1268. 

Tiepolo di Venezia. 

Torelli di Ferrara. 

Torriani di Valsassina. 

Tornabuoni di Firenze spenta. 



i68 PARTE QUINTA 

Trinci di Foligno spenta 1452. 

Trivulzio di Milano. 

Valori di Firenze spenta 1687. 

Varano di Camerino. 

Verme (dal) di Verona. 

Vettori di Firenze. 

Villani di Firenze spenta 1617. 

Visconti di Milano. 

Visconti già Aicardi di Milano spenta 

179o 
Vitelli di Città di Castello spenta 1790. 

Il conte P. Litta nell' insigne sua 
opera dà diffusi cataloghi degli scrit- 
tori che già trattarono delle famiglie 
da lui illustrate. 

Valenti letterati hanno continuata 
quest'opera dopo la morte dell'autore 
(1853) e la continuano tuttavia. Essi 
sono il signor conte Balzarino Lilla, 
figlio derdefunto, il cav. Luigi Pas- 
serini di Firenze, il cav. Guglielmo 
Stefani di Venezia, ed il cav. Federico 
Odorici di Brescia. Alle loro cure 
e<l ai loro studii si devono le fami- 
glie Gambarn, Sodcrini, Euffreducci e 
Manfredi pubblicate dopo la morie 
del conte Pompeo, cosi pure le famiglie 
Caracciolo , Porcia, Ruffo, Borromeo 
di Milano, Ordelaffi, Mocenigo, Fie- 
sebi, Rusca, Pignalelli, Sanseverino, 
ed altre, le di cui storie genealogiche 
son già in corso di stampa. 

Si l'autore che il figlio continuatore 
profusero grandi somme perché l'esecu- 
zione tipografica ed artistica riuscisse 
degna della letteraria. Tante fatiche 
e tanti sforzi, chi lo crederebbe? fu- 
rono apprezzati e riconosciuti assai 
più fuori d'Italia che in Italia, come 
si prova evidentemente dallo spaccio 
dell'opera, avvenuto per la maggior 
parte ne'paesi d'oltremare e d'oltre- 
monte. Ci asterremo da ogni commento. 
Il prezzo dell' opera con rami è di 
franchi 1781, senza rami fr. 5i8. 

Ogni famiglia si dà separata, con o 
senza le tavole. 

Fra gli antichi scrittori di cose ge- 
nealogiche meritano menzione S. Am- 
mirato (per le famiglie celebri fioren- 
tine e le napoletane), Fr. Sansovino 
(per la genealogia italiana in genere, ed 
in ispecial modo per gli Orsini), G. Ba- 
risoni (per i Pompei ed i Fortebracci), 
V. Agnelli (pei Mastini di Mantova), 
G. Zabarella (pei Valeri), C. Strozzi 
(pei Barberini), E. Gamurrini (per le 
famiglie umbre e toscane), B. Altomare 
(pei Caraffa). 



28Ì6-2847 

Hegel Carlo. Storia della costi- 
tuzione dei municipii italiani 
dai Romani al chiudersi del 
XII secolo. Lipsia 1847; voi. 2. 
(ted.) (2846 

Opera di grandissima importanza, 
frutto di lunghi anni di profondissimi 
studii. Comparve recentemente in Mi- 
lano la vers. ital. (Guigoni 1861) 
fatta col consenso dell'autore, e pre- 
ceduta da. un'/ntrodMzione del prof. 
F. Conti. È libro troppo utile perchè 
noi possiamo dimenticare di addurne 
almeno per sommi capi le divisioni. 

1. Sulla costituzione municipale ro- 
mana fino ai tempi di Giustiniano. 

2. Sulla fine della medesima ne'paesi 
d'Italia non soggetti ai Longobardi. 

3. I Romani sotto il dominio de'Lon- 
gobardi e le città nella costituzione 
del regno loro. 

4. Cosliluzione dell'Italia sotto i Fran- 
chi e primordii dell' ordinamento 
municipale al tempo degli impera- 
tori sassoni. 

5. Origine ed incremento della libertà, 
municipale durante il periodo degli 
imperatori franchi. 

6. Continuazione della libertà muni- 
cipale fino alla costituzione delle 
corporazioni d'arti e mestieri. 

7. Roma nell'XI e XII secolo. 
Appendice sulla costituzione muni- 
cipale romana negli stati germanici. 

Aggiunto a questa ediz. è lo scritto 
dello storico G. Giesebrecht : 

Delle condizioni municipali di Roma 
nel decimo secolo. 

L'opera di Hegel fu altamente enco- 
miata da competentissime autorità, 
e fra queste, dal signor A. Reumont 
nel quinto e nel settimo volume del- 
l'Appendicealla prima serie deW'Arch. 
storico. 

Bethmann Hollweg. Sulle ori- 
gini delle libertà municipali 
italiane, investigazione storica. 
Bonn 1846. {ted.) (2847 

Su quest' opera accreditata si legga 
il cenno di Reumont nel terzo volume 
dell'Appendice alla prima serie del- 
VArch. storico. — L'autore è attual- 
mente ministro della pubblica istru- 
zione in Prussia. 



2848-2864 



MUNICIPII ITALIANI. 



169 



PagnoncelH. Siili' antichissima 
origine e successione dei gover- 
ni municipaliitaliani nelle città 
italiane. Bergamo 1823. (2848 

Lodata da C. Balbo. 

Balbo Cesare. Appunti per ser- 
vire alla storia delle città ita- 
liane fino all' istituzione dei 
comuni e de' consoli. Torino, 
Pie 1838. (2849 

Fa parte degli Opuscoli da lui lac 
colti. 
Morbio C. Storie dei muiiicipii 
italiani , illustrate con docu- 
menti inediti. Milano, Manini, 
2.'''ediz.,1840;vol.6in8."(28-0 

Quest'opera diligentissima e ciie or- 
mai si è fatta rara in comniercio, con- 
tiene la storia dei municipii di Fer- 
rara, Pavia, Lo(]i, Faenza , Piacenza, 
Milano, Firenze, Novara, e molte utili 
notizie bibliografiche. Il nostro sommo 
C. Balbo fece un vivo elogio di questa 
intrapresa penhè vedeva in essa il 
soddisfacimento di un bisogno sentito 
fortemente dalla nazione, quello cioè 
di avere esalte storie di ciascuno de' 
propri municipii. 

Giudici-Emiliani. Storia poli- 
tica dei municipii italiani. Fi- 
renze, Polig. italiana 1855; 
voi. 2. (2851 

Vedasi la recensione di G. Bosa 
nel secondo volume della nuova serie 
t\v\VArch. storico. 

Guasti C. Studii storici e bi- 
bliografici sopra gli statuti de" 
comuni italiani. (2852 

Nel nono volume deirAyijiendice alla 
])rima serie dell'aie/;, storico. — In- 
teressante è il saggio bibliografico del 
sig. F. Berlan sugli Statuti italiani. 
Venezia, Tip. del Commercio 1858. 



Serafini P. Degli Abruzzesi pri- 
mitivi, saggio storico. Monte- 
cassino J847. (2853 

Accreditata — Sugli Abruzzi in gene- 
rale si consulterà utilmente la Uiblio- 



teca storico- topografica degli Abruzzi 
composta dal signor C. Minieri Biccio 
sulla propria collezione. Naiioli 1862. 

Vigo L. Notizie storiche della 
città di Acireale. Palermo, 
Lao 1836. (2854 

Biorci G. Antichità e preroga- 
tive di Acqui Staziella e sua 
storia profana ed ecclesiastica, 
Tortona, Rossi 1820; volu- 
mi 3. (2855 

Blesi L. P. Acqui città antica 
del Monferi'ato. Tortona, Viola 
1614. (2856 

Memorie storiche sulla città di 
S. Agatade'Goti. Napoli, Tip. 
Avallone 1841. (2857 

Non lungi da Benevento. 

Attardi B. Storia della città di 
S. Filippo d'Aggira, l'antica 
Agurium. Palermo, Grami- 
gnani 1742. (2858 

Nuli lungi da Siracusa. 

Hittorf. Notice sur les ruines 
d'Agrigente. (2859 

Dissertazione Ietta all'Accademia di 
lille arti a Parigi nell'agosto i8o9. 

Promis C. Le antichità di Alba 
Fucense negli Equi, misurate 
ed illustrate. Roma, Monaldi 
1836. (2860 

Ricci G. A. Memorie storiche 
della città di Albano, 1' anti- 
ca Albalonga. Roma, Zempel 
1787. (2861 

Gottalasso. Saggio storico sul- 
l'antico ed attuale stato della 
città di Albenga. Genova, Del- 
ie-Piane 1820. _ (2862 

Torremuzza Gabriele (prin- 
cipe di). Storia di Alesa antica 
città di Sicilia. Palermo, Den- 
ti venga 1753. (2863 

Sulla costa settentrionale dell'isola. 

Ghilini Girolamo. Annali di 
Alessandria. Milano, Marelli 
1666. (2864 

Giunge fino al !0o9. — Vedasi an- 
che G. Porta. Milano, Stamp. arciv. 



i70 



PARTE QUINTA 



2865-2891 



1670. — Nell'oppra del conte P. Lilla, 
trovasi la storia della famiglia Ghilini. 
patrizia d'Alessandria. 

Trutta G. Dissertazioni istori- 
che delle antichità di Alile. 
Napoli, Simone 1776. (2865 

Nella Terra di Lavoro. 

Pansa. Storia dell'antica repub- 
blica d'Amalfi. Napoli, Severini 
1724; voi. 2. (2866 

Volpicella S. Delle antichità 
d'Amalfi, e delle fatte invesli- 
zioni. Napoli 18o9. (2867 

Si hanno dello stesso autore: Le 
nmsuelndini di Amalfì rìdotlc a mi- 
(jllor lezione. Napoli Ì8i9. 

Camera M. Storia della città 
e costiera di Amalfi. Napoli 
1836. (2868 

De Magistris A. Istoria della cit- 
tàdiAnagni Romal749. (2869 

Peruzzi A. Storia d'Ancona dal- 
la fondazione fino al 1532. Pe- 
saro, Nobili 1835; voi. 2. (2S70 

Leoni A. Istoria di Ancona. 
Ancona 1810; voi. 2. (2871 

Saracini G. Notizie storiche 
della città d' Ancona. Roma, 
Tiiiassi 1675. (2872 

Urso R. Storia della città di 
Andria dall'origine fino a noi. 
Napoli 1842. (2873 

Fondata dai Nornrianni nell' XI se- 
colo, a poche miglia da Barletta. 

Pesidestro S. Descrizione sto- 
rica e cronologica della contea 
e città di Anghiera, e della 
fortezza di Arona. Bergamo, 
Lancellotti 1779. (2874 

Muoni D. Memorie storiche di 
Antignate. Milano 1861. (2875 

Rasi G. B. Sul porto e teri'i- 
torio di Anzio. Pesaro, Nobili 
1832; voi. 2. (2876 

Giovenazzi V. Della città di 
Aveja, nel paese de'Vestini, 
detta oggi Aquila. Roma, Zcm- 
pej 1773. (2877 

Vedasi anche il Messonio. Aquila, 
Facci 1594. 



Cirillo B. Annali d'Aquila. Ro- 
ma , Accolto 1570. (2878 

Bartoli G. Le antichità di Aqui- 
leja illustrate. Venezia Albrizzi 
1729. (2879 

Sull'origine delia chiesa aqnilejensu 
v dasi G. Tartarutti. Milano, Galeazzi 
1759. 

Candidi I. Commentariorum 
aquilejensium libri Vili. Vene- 
tiis, Bindoni 1521. (2880 

Rarissimo. 

Cayro. Storia sacra e profana 
d'Aquino e sua diocesi. Napoli, 
Orsino 1808; voi. 2. (2881 

Marini. Memorie storico-criti- 
che di Sant'Arcangelo. Roma, 
Bourlió 1844. (2882 

Fiasnberti. Cenni storici del co- 
mune di Arcola, nel Genovesa- 
to. Chiavari, Botto 1835. (2883 

Farulli P. Annali e notizie sto- 
riche dell'antica Arezzo. Foli- 
gno, Campitelli 1717. (2884 

Vrd.ìsi anche G. Rondineili. Arezzo, 

i];';!uiii 175:1. 
Bertoldi F. L. Mctnorie stori- 
che di Argenta. Ferrara, Ri- 
naldi 1787; voi. 2. (2885 

Pres.so Ferrara. 

Vitale T. Storia di Ariano. Ro- 
ma, Salomonil794. (2886 

Lucidi E. Memorie storiche di 
Aricia, Genzano e Nemi, anti- 
chissimi municipii. Roma, Laz- 
zarini 1796. (2887 

Ni'lla campagna di Roma. 

Vermiglioii G. B. Della antica 
città di Arna, umbro-etrusca. 
Perugia 1800. (2888 

Medoni F. Memorie storiche di 
Aroiia e suo castello. Novara, 
Ibertis 1844. (2889 

Clavelli B. L' antica Arpiiio. 
Napoli, Vitale 1623. (2890 

Pantaleoni F. Origini ed anti- 
chità di Ascoli. Roma, Tinassi 
1671. (^891 



289-2-2912 



MUNICIPII ITALIANI. 



171 



Carducci G. Sulle memorie ed 
i monumenti di Ascoli. Fer- 
mo, Ciferri i8o3. (2892 

Grassi S. Storia di Asti. Asti. 
Pila 1817; voi. 2. (2893 

Molina. Notizie storiche e pro- 
fane della città di Asti. Asti, 
Pila 1774; voi. 2. (2894 

Grandi C. Relazione dei latti 
della repubblica di Asti nel 
1797, seguita da un sommario 
della storia generale della città. 
Asti, Cocito 1851. (2895 

De Rolandis G. M. Cenni 
storici delia città e provincia 
di A^^ti. Torino 1829. (2896 

De Muro V. Ricerche storiche 
sull'origine e la rovina del- 
l'antica Atella. Napoli, Cri- 
scuoio 1840. (2897 

Nel iJislreUo «li Melfi. 

Tauleri B. Memorie storiche 
della antica città di Atina. 
Napoli, Muzio 1704. (2898 

In Terra di Lavoro, non lungi da 
Arpino. 
Perrotta G. Storiografia del- 
l'antica Aurunca sede degli 
Aurunci, ed in oggi detta 
Rocca Morfina. Napoli, Seve- 
rini 1737. (2899 

Non lungi da Atina. 

Dellabona Scip. Ragguagli del- 
la città di Avellino. Trani, 
Valeri 1656. (2900 

Ricerche sulla storia di Avellino. 
NapoU, Borei 1828; volu- 
mi 4. (2901 

Fabozzi F. Storia della fonda- 
zione di Aversa. Napoli, Paci 
1770. (2902 

Orioli F. Ragguaglio di Axia 
non bene conosciuto castello 
etrusco, presso Viterbo. Vi- 
terbo 1817; voi. 6. (2903 

Un estratto di quest'opera leggesi nel- 
l'annata 181 7 della Biblioteca italiana. 



B 



Malpeli. Dissertazioni sulla sto- 
ria antica di Bagnacavallo. 
Faenza, Conti 1806. (2904 

Fra Lugo e Ravenna. 

Beatillo A. Storia della città di 
Bari. Napoli, Savio 1637. (2905 

Sulle famiglie nobili di Bari veggasi 
la cronaca di V. Massilla e sugli sta- 
tuii delia stessa città, il libro del Vol- 
picella tanto lodato dal De Cesare. 
Vediamo ora annunciata una Storia 
di Bari dagli antichi tempi fino al 
18o6 (Napoli, Fibreno 1862, voi. 2) 
scritta da G. Pelroni. 

Verci G. Compendio storico del- 
la città di Bassano. Venezia, 
Dorigoni 1770. (2906 

Piloni G. Storia della città di 
Belluno, colle tavole de' vesco- 
vi e de' rettori. Venezia, Ram- 
pazzetto 1607. (2907 

Vedasi anche il Valeriani. Venezia 
1020. 

Doglioni N. Trattato dell' ori- 
gine e dell'antichità di Bel- 
luno. Venezia , Rampazzetto 
1588. (2908 

Miari F. Compendio storico 
della città di Belluno e sua 
antica provincia. Venezia, Pi- 
cotti 1830. (2909 

Borgia S. Memorie storiche di 
Benevento dairVIII al XVIII 
secolo. Roma, Salomoni 1763- 
69; voi. 3. (2910 

Sarnelli P. Memorie cronolo- 
giche de^ vescovi, arcivescovi, 
duchi e principi longobardi 
di Benevento. Napoli, Roselli 
1691. (2911 

Su Benevento potrà consultarsi l'an- 
tica e nota cronaca di Falcone Bene- 
ventano. 
Finazzi. Degli antichi scrittori 
delle cose di Bergamo. Ber- 
gamo, Crescini 1855. (2912 

Sulle leggi di Bergamo nel medio- 



172 



PARTE QUINTA 



2913-2932 



evo , vodi il libro eli G. Rosa. Ber- 1 
game, Mazzoleni ISoG. 

Ronchetti G. Memorie storiche 
della città di Bergamo , tolte 
dal codice diplomatico del ca- 
nonico M. Lupi, dal V secolo 
fino al 1828. Bergamo 180o-39. 
Tipogr. diversi; voi. 7. (2913 

Rota Cr. Dell'origine e della 
storia di Bergamo. Bergamo, 
Antoine 1804. (2914 

Farina B. Origine, avvenimenti 
e guerre di Bergamo. Berga- 
mo, Rossi 1703. (2915 

Spino P. Istoria della vita e dei 
fatti dell'eccellentissimo capi- 
tano di guerra Bartolomeo 
Colleoni. Ediz, ree. Trieste, 
Coen 1859. (2916 

Qucst' opera d' autore bergamasco, 
scritta circa la metà del XVI secolo, 
ò interessante assai per i' epoca dello 
Sforza, e per le lunghe guerre di Fi- 
lippo Maria, duca di Milano. 
Gingins-la-Sarraz. Documents 
pour servir à l'histoire des 
comtes de Biandrate, recueil- 
lis dans les archives du Valais. 
Turin 1847. (2917 

Dissertazione inserita negli alti del- 
l'Accademia torinese. 

Mullatera. Memorie cronologi- 
che delia città di Biella. Biella, 
Cajani 1778. (2918 

Sarneìli P. Memorie de'vescovi 
di Biseglia e della stessa città. 
Napoli, Roselli 1693. (2919 

Rara. 

Noto I. L'antichità di Bizini o 
Viziai in Sicilia. Napoli, Mosca 
1730. (2920 

Fra Gallagirone e Siracusa. 
Ghirardacci C. Istoria di Bo- 
logna. Bologna , Rossi 1596. 
Parte II. Ivi,ÌIonti 1669.(2921 

Rara. ^ Ni-lla biblioteca del conte 
Bulzariiio Litla Diami conservasi il 
terzo volume, manoscritto e prezioso. 

Savioli V. Annali di Bologna 



tino al 1274. Bassano 1788-95; 
voi. 3. (2922 

Alberti L. Deche della storia 
bolognese. Bologna, Bonardo 
1541-90; voi. 3. (2923 

Agocchi G. L'antica fondazione 
e dominio della cittàdi Bologna. 
Bologna. Benacci 1638. (2924 

Alidosi. I dottori bolognesi di 
teologia, lìlosofia, medicina ed 
arti, dal 1000 al 1623. Bologna. 
Tebaldini 1623. (2925 

Li Informatori dello stato 

della libertà di Bologna dal 
1466 al 1614. Bologna, Rossi 
1{)14. (2926 

Muzzi S. Annali della città di Bo- 
logna dalle origini fino al 1796. 
Bologna, Tip. di San Tonnnaso 
1840-46: voi. 8. (2927 

Azzoguidi V. F. De origine et 
vetustate civitatis Bononioe 
Irrise» regum etruscorum se- 
dis. BonoQia^, Rossi 1716.(2928 

Armannì V. Origine, chiarezza 
e discendenza della famiglia 
Bentivoglio di Gubbio. Bolo- 
gna, Longhi 1682. (2929 

Vizani P. Della storia di Bolo- 
gna, libri dieci. Bologna, Rossi 
1608. (2930 

Oltre i citati scrissero suU' illustre 
città molti altri, fra i quali C. Sigo- 
iiio, Gasparo Bombace, Celso Falconi, 
Ovidio Montalbani , Antonio Musini , 

e Francesco Negri. 

Adami A. Storia di Bolsena, 
libri quattro. Roma, De Rossi 
1737; voi. 2. (2931 

Vittori. Memorie archeologico- 
storiche sulla città di Poli- 
marzio, oggi detta Bomarzo. 
Roma, Monaldi 1846. (2932 

Nella delegazione di Viterbo. — Ve- 
dasi il cenno di Scarabelli nel sesto 
volume dell'Appendice alla prima se- 
rie deir^?-c/i. Storico. 

Cittadella L. N. Bondeno, e 



2933-2949 



MUNICIPII ITALIANI. 



173 



la sua chiesa arcipretalo, cen- 
no storico. Ferrara, Taddei 
1836. (2933 

De-Vit. Memorie storiche di 
Borgomanero e del suo man- 
damento. Milano, Boniardi Po- 
gliani i859. (2934 

Odorici F. Le storie bresciane 
dai tempi di Enrico VII (ino 
all'età nostra. Brescia, Gil- 
berti 1850-61; volumi 9. (in 
corso). (293S 

Il signor G. Rosa, giudice assai com- 
pt'tenU", chiude la sua recensione di 
quest'opera (nel primo e tredicesimo 
volume della nuova serie dell' Ardi, 
sturico) colle parole: L'Odorici eresse 
a Brescia un monumenli) storico che 
molte città italiane decano invidiare, 
jìoicitè nelle, sue Storie bresciane lia 
riassunto lunghi studii , e tratti in 
iwc molli nuoci falli. 

Codice diplomatico brescia- 
no dal quarto secolo lino al- 
l'era nostra. Brescia, Gilberti 
1858; parti 4. (29:6 

Fa parte delle Storie bresciane, ed 
è edizione di soli venti esemplari. 

I congiurati bresciani del 

1512 ed il processo inedito 
che li riguarda. Milano, Co- 
lombo 1856. (2937 

Vedasi il numero 1028. 

Biemmi G. Istoria di Brescia. 
Brescia, Colombo 1749; vo- 
lumi 2. (2938 

Rossi O. Le memorie brescia- 
ne. Brescia, 2.*^ ediz., Cromi 
1693. (2939 

Fra gli antichi scrittori deile cose 
di Brescia citiamo E. Capriolo (Brescia, 
Tehaldiiio i6;50j, L. Cozzalo (Brescia 
1691), G. B. Nazari (Brescia^ Sabbio 
1502). 

Fra i moderni, oltre gli s-ritli d'O- 
dorici devonsi citare con elogio i Ra- 
gionamenti sulla storia bresciana del- 
l'elegante poeta e prosatore bresciano 
Giuseppe Nicolini. Fanno parte delle 
sue opere postume, che ordinate dal 
prof. D. Pallaveri furono pubblicate 
dal Le Monnier in Firenze 1860-01 ; 
voi. 2. 



Redaelli. Notizie storiche della 
Brianza, del distretto di Lec- 
co, della Valsassina, e de'luo- 
glii limitroii. Milano, Redaelli 
1825. (2940 

Opera scritta con buona critica, ma 
che restò interrotta alla 4.'' dispensa. 
— Vedasi il cenno di Arrigoni nel 
sesto volume della nuova serie del- 
VArch. storico. 

Gantù I. Le vicende della Brian- 
za e de'paesi circonvicini. Mi- 
lano, Nuova edizione, Redaelli 
1853; voi. 2. (2941 

Dozio. Cartolario briantino cor- 
redato di note storiche e co- 
rogralìche. Milano , Agnelli 
1857. (2942 

Diligi!nte pubblicazione di antichi 
documenti relativi a diverse pievi 

briaiilinp. 

Monaca (Andrea della). Memo- 
ria storica della città di Brin- 
disi, Lecce, Micheli 1674. (2)43 

Dozio. Notizie di Brivio e sua 
pieve. Mi!., Agnelli 1858.(2944 

Golinelli D. Memorie storiche 
antiche e moderne di Budrio, 
terra del Bolognese. Bologna, 
Della Volpe 1720. (2945 



C 



Ciani G. Storia del popolo Cado- 
rino. Padova, Sicca 1856. (29'i6 

Vedasi il cenno anonimo nel terzo 
v(jlume delia nuova serie {1l'Iì".4/c/i. 
storico. 

Bricchi F. Annali di Cagli. Ur- 
bino, Gliisoni 1641. (2947 

Nell'Umbria, non lungi da Urbino. 

Gossù. Notizie compendiose , 
sacre e profane della città di 
Cagliari. Cagliari, Stamperia 
Reale 1780. (raro) (2948 

Fiore G. Calabria storica illu- 
strata. Napoli 1691, con car- 
te. (2949 

Vedasi anche A. Maratlotli ; Ùroìia- 



174 



PARTE QUINTA 



2950-2970 



che ed antichità di Calabria. Pa- 
dova d601. 

Valentìni R. Prospetto istorico 
politico delle Calabrie dalPan- 
ticiiità nno a noi. Napoli, Raf- 
faele di Stefano 4839. (2950 

Moreta P. P. Storia della cit- 
tà di Calatagirone. Venezia 
4664. (2951 

Vedasi anche Mario Pace. Napoli 
ltì3i. 

Zona M. Saggio storico intorno 
le città di Calvi e Sparanisi. 
Napoli 1792. (2952 

Ni'lla Terra di Lavoro non lungi da 
Arpiiio. 

Rinuccini D. Camajore, città 

(iella Versilia, e sue adiacenze. 
Firenze, Fioretti 1858. (2953 

Nel territorio di Lucca. 

Lilli C. Istoria di Camerino. 

Macerata, Grilci 1652. (2954 

Opera rimasta interrotta. 

Notizie storiche di Camerio o 
Camerino, antica città del La- 
zio. Faenza, Archi 1786. (2955 

Rusca R. La descrizione del 
borgo di Campione e luo- 
ghi vicini^ particolarmente di 
Lugano. Bergamo , Ventura 
1625._ (2956 

Ànnonì C. Monumenti e fatti 
politici e religiosi del borgo 
di Cantiì. Milano , Ferrarlo 
1835, con carte. (2957 

Contiene un' erudita illustrazione 
di antichi monumenti archeologici 
scritta dall'illustre archeologo ed epi- 
grafista bresciano Giovanni Labus. 

Bottani I. Saggio di storia della 
città di Gaorle. Venezia, Ber- 
nardi 1822. (2958 

Galletti L. Capena, municipio 
dei Romani con varie notizie 
del diruto castello di Civitu- 
cula nel patrimonio. Roma, 
Puccinelli 1756. (2959 

Manzoni R. Ricerche storiche 



sull'isola di Capri. NapoU, Pal- 
ma 1836; voi. 2. (2960 

Vedasi anche la Relazione slorica 
delle antichità di Capri di G. M. 

Secondo. Napoli. '17.o0. 

Granata F. Storia civile di Ca- 
pua, dalla sua fondazione lino 
al 1750. Napoli 1752; volu- 
mi 2. (2961 

Su Capua veggasi anche l'opera di 
0. Rinaldi. Napoli, De Simone 1755; 
voi. 2. 

Pellegrino C. Apparato alle an- 
tichità di Capua , o Discorsi 
sulla Campania Felice. Napoli, 
2.^ ediz., Granier 1771 ; vo- 
lumi 2. (29.62 

Maggi G. Memorie storiche di 
Carpi. Carpi , Degni 1707. 
{raro). (2963 

Barili. Notizie storiche di Casal- 
maggiore. Parma 1812.(2964 

Accreditata. 

Romani G. Origine e stato co- 
rogralìco di Casalmaggiore, 
Casalmaggiore, Bizzarri 1828; 
voi. 10. (2965 

Conti V. Notizie storiche della 
città di Casa! Monferrato. Ga- 
sale, Mantelli 1840; volumi 
10. (2966 

Sul Monferrato si consulti la Cro- 
naca di Benvenuto Sangiorgio (Torino, 
Rossi 1780). Vedi il numero 981. 

Sancio. Cenno storico intorno 
ai marchesi di Monferrato di 
stirpe paleologa. Casale, Maf- 
fei 1835. (2967 

Isnardi. Saggio della storia e 
corogi\a(ìa della città di Casale. 
Novara, Ibertis 1838. (2968 

Esperti C. Memorie storiche 
di Caserta. Napoli, Avellini 
1773._ (2969 

Ànnoni C. Il paese di Caslino 
nel piano d'Erba. Como, Gior- 
getti 1852. (2970 

A poche miglia da Como. 



2971-2994 



MUNICIPI! ITALIANI. 



i75 



Antichità delia chiesa di S. Dio- 
nigi, ed origine del nome di 
Cassano sopra Adda. Milano, 
Gagliardi 1691. (raro) (2971 

Memorie ecclesiastiche e civili 
di Città di Castello, di M. G. 
M. A. ' (2972 

Vedasi la recensione anonima nel 
quarto volume dell' Appendice alla 
prima serie iidVArch. storico. 

Arrighi B. Storia di Casti- 
glione delle Stiviere sotto il 
dominio dei Gonzaga. Man- 
tova, Negrotti 1854 ; volu- 
mi 2. (2973 

Fiammeno C. Storia di Castel- 
leone. Cremona , Bertolotti 
1630. (raro) (2974 

Carrara P. Memorie storiche 
della città di Catania. Catania 
1639; voi. 2. (raro) (2975 

Il terzo volume, che tratta delle fa- 
miglie illustri della città, rimase ine- 
dito. 

Ferrara F. Storia di Catania 
fino alla fine del secolo XVIII. 
Catania 1829- (2976 

Gordaro- Glarenza. Osserva- 
zioni sulla storia di Catania. 
Catania 1834; voi. 4. (2977 

È una confutazione della precrdenli'. 

Amato (Vinc. d') Memorie sto- 
riche della città di Catanzaro. 
Napoli, Paci 1670. (2978 

Auria. Origine ed antichità 
di Cefalù. Palermo, Cirilli 
1656. _ (2979 

Guarini. Ricerche sull'antica 
Celano. Napoli 1814. (2980 

Erri G. Dell'origine e della 
storia di Cento. Bologna, Del- 
la Volpe 1769. (2981 

Pannini G. M. Compendiosi 
ragguagli d'alcune azioni se- 
guite nella nobile città di 
Cento, e delle famiglie sue 
più illustri. Bologna, Monti 
1655. (2982 



Canina L. Descrizione di Cera 
antica. Roma 1838. (2983 

Sulla riva di'l mare fra Civitavecchia 
Roma. — Vedasi anche L. Grifi 
(Roma IBil) e P. Visconti (Roma 
18;W). 

Brissio C. Relazione dell'antica 
e nobile città di Cesena. Fer- 
rara, Baldini 1598. (2984 

Fabbri. Brevi notizie intorno 
alla città di Cesena. Imola, 
Calcati 1843. (2985 

Contelori F. Memorie storiche 
della terra di Cesi. Roma, 
Tinassi 1675. (2986 

Non lunsi da Terni. 

Olivero G. Memorie storiche 
della città e marchesato di Ce- 
va. Ceva, Garrone 1858. (2987 

Non Iuiikì da Mondovi. 

Voersio F. Storia di Cherasco. 
Mondovi, Gislandi 1618. (2988 

Adriani. Indice analitico e cro- 
nologico di alcuni documenti 
concernenti la storia di Che- 
rasco e dipendenze dal X al 
XVH secolo. Torino, Unione 
tipog. 1857. (2989 

Caffi. Illustrazione storica mo- 
numentale ed epigrafica del- 
l'abbazia di Chiaravalle. Mila- 
no, Gnocchi 1842. (2990 

Rhò F. Sulla contea di Chiari. 
Brescia, Tip. vesc. 1817.(2991 

Cibrario L. Delle storie di 
Chieri, libri quattro, con do- 
cutnenti. Torino, Alliana 1827; 
voi. 2. (2992 

Accreditala. — Il secondo volume 
contiene i documenti. 

Ravizza G. Raccolta di diplomi 
ed altri documenti dei tempi 
di mezzo e recenti, per servire 
alla storia di Chieti. Napoli , 
Miranda 1835; voi. 3. (2993 

Niccolino Gir. L'istoria della 
città di Chieti, metropoli del- 
l' Abruzzo. Napoli , Savio 
1657. (2994 



176 



Parte quinta 



2993-3019 



Pizzetti P. Antichità toscane, 
ed in particolare della città e 
contea di Chiusi ne' secoli di 
mezzo. Siena, Rossi 1770-80; 
voi. 2. (2995 

Avicenna O. Memorie della cit- 
tà di Cingoli. Jesi, Seralini 
1644. (raro) (2996 

A iioc-he niitzlia Ja Osinio. 

Pugliese G. F. Narrazione sto- 
rica dell'origine e delle vicen- 
de di Ciro nella Calabria. Na- 
poli 1850; voi. 2. (2997 

Longoni G. Memorie storiche 
della chiesa di S.Pietro al Mon- 
te e del monastero di Civate. 
Milano, Redaelli 1850. (2998 

ZancaroliB.Antiquitatumcivi- 
tatisForiJulii(Cividale).Pai'sI. 
Vonetiis, Mortali 1669. (2999 

Eitelberger. Cividale del Friuli 
ed i suoi monumenti. Vienna 
1857. (ted.) (3000 

Fa parte dtìllMiinMfU-to della coni- 
missioiie isliluila per la ricerca e la 
conservazioni' dei monumenti storici. 

Frangipani A. Storia della città 
di Civitavecchia. Roma.Paglia- 
rini 1761. (3001 

Morozzi. Memorie di storia ec- 
clesiastica , civile e letteraria 
di Colle di Val d'Elsa. Firen- 
ze. Cambiagi 1775. (3002 

Affò I. Memorie storiche di Co- 
lorno. Parma, Gozzi 1800.(3003 

Ferro G. Storia di Comacchio. 
Ferrara, Pomatelli 1701. (3004 

Rovelli G. Storia di Como. 
Milano, Galeazzi 1789-1803, 
voi. 5. (3005 

Accreditata. 

Monti M. Storia di Como. Como, 
Ostinelli 1829; voi. 3. (3006 

Storia antica di Conio. 

Milano, Società dei Classici 
italiani 1860. (3007 

Non è che una ristampa accresciuta 
e corretta dei primi tre libri della 
precedente. 



Gantù C. Storia della città e 
della diocesi di Como. Firenze, 
Le Mounier. Nuova ediz. 1860; 
voi. 2. (3008 

Accreditata. 

Tatti P. L. Annali sacri della 
città di Como. Como e Milano 
1663-1734; voi. 4. (3009 

Ballarìni F. Compendio delle 
croniche di Como lino al 1619. 
Como, Turato 1619. (3010 

Fra i^li antichi si consulti anche 
Tonmiaso Porcacchi. Como 1673. 
Rebuschini G. Storia delle tre 
pievi poste al nord del lago 
di Como. Milano, Ferrarlo 
1823; voi. 2. (3011 

Opere diligente e scritta con buon 
stile. Talvolta riesce disaggradevole la 
troppo servile imitazione del Botta. 

Ferocco C. Storia di Coneglia- 
no e del Coneglianese. Venezia 
1843. (3012 

Tarsia P. Historiarum Cuper- 
sanensium, libri tres. Mantuae, 
Carpeth. 1649. (3013 

Conversano, fra Bari e Monopoli. 

Ricchi A. Sulla cittàdi Cora nel 
Lazio. Napoli, Pace 1713. (3014 

Antica citta de'Volsci, non lungi da 
Velletri. 

Piranesl G. Le antichità di Co- 
ra. Roma 1761, in l'olio. (3015 

Pugliese P. T. Istoria apo- 
logetica dell'antica Ausonia 
oc-gi detta Corigliano. Napoli, 
Abri 1707. (3016 

Sul golfo Tarentino, non lungi da 

Rossano. 



Fontana. Notizie storiche di 
Correzzola, nel Padovano. Ve- 
nezia, Longo 1857. (3017 

Lauro I. Storia della città di 
Cortona. Roma 1634. (3018 

Haro. 

Tartaglini D. Descrizione e 
storia di Cortona. Perugia, 
Costantini 1700. (raro) (3019 



3020-3039 



MUNIGIPII ITALIANI. 



177 



Sambiasi G. Ragguaglio di Co- 
senza e di trentuna sue no- 
bili famiglie. Napoli, Lazzaro 
1639. (3020 

Bonoli G. Storia di Cotignola 
terra della Romagna inferiore. 
Ravenna, Laudi 1734. (3021 

Molisio G. B. Cronaca delFan- 
tichissima città di Cotrone, e 
della 3Iagna Grecia. Napoli, 
Savio 1649. (3022 

A trenta mi.ulia da Catanzaro. 

Fino Alemanio. La storia di 
Crema, raccolta dagli annali 
di P. Terni. Ediz. ree. Crema, 
Rajnoni 1845; voi. 2. (3023 

Benvenuti. Storia di Crema. 
Milano, Bernardoni 1860; vo- 
lumi 2. (3024 

Crema dopo la morte del 

duca Filippo Maria Visconti 
nel 1447. Lodi , Wilmant 
1853. (3025 

Campo A. Cremona città nobi- 
lissima de'Romani, illustrata, 
aggiuntavi una Dreve storia. 
Cremona, Bartoli 1585. (ra- 
ro). (3026 

Vedasi anche il Gavitelli (Cremona 
1588). Giunge Uno al 1583. 

Manini L. Memorie storiche 
della città di Creiiìona. Cremo- 
na, Manini 1820; voi. 2. (3027 

Robolotti F. Documenti storici 
e letterarii di Cremona; lettera 
a F. Odorici di Brescia, Cre- 
mona, Feraboli 1857. (3028 
Vi-'Jasi la recensione di Rotondi nel 
seltimo volume della nuova serie del- 
VArcli. storico. 

Odorici F. Di alcuni monumenti 
cremonesi dei tempi romani e 
del medio-evo. Cremona, Fera- 
boli 1857. (3029 

Dregoni. Sulla storia ecclesia- 
stica cremonese ne'primi tre 
secoli del Cristianesimo. Cre- 
mona, Feraboli 1838. (3030 

BIBL. — 23 



Gregori (De). Le antichità di 
Crescentino. Torino, Maires- 
se 1770. (3031 

Buffa. Breve cenno storico del- 
la città di Crescentino. Torino, 
Arnaldi 1857. (3032 

Minieri Riccio. Cenni sto- 
rici sulla distrutta città di 
Cuma. (3033 

Vedasi il cenno di L. Scarabeili nel 
sesto volume dell'Appendice alla prima 
srrie dtWArch. storico. 

Ugliengo e Vineis. Storia di 
Cuneo dalle sue origini a noi. 
Cuneo, Galimberti 1858; vo- 
lumi 2. (3034 

Vedasi anche il Partenio. Mondovi 
1701. 

Colucci G. Cupra marittima^, 
città antica picena illustrata. 
Macerata, Chiassini 1779. (3035 

Non lungi da Ascoli. 
Farinati Uberti A. Notizia 
della terra di Cutigliano e di 
altri antichi luoghi del terri- 
torio pistoiese. Lucca^Capurri 
1739. (3036 



D 



Durandi. Dissertazione delle 
antiche città piemontesi di 
San Dalmazzo, Cavour, Cara- 
glio e Bene. Torino, Fontana 
1769. (3037 

Non lungi da Cuneo e Fossano. 
Ghiozzi A. Controversie archeo- 
logiche sul borgo S. Donnino. 
S. Donnino, Vecchi 18i3. (3038 



E 



Ninci. Storia dell'isola d' El- 
ba. Portoferrajo, Broglia 1815. 
(raro) (3039 

Dedicala all'imperatore Napoleone I, 
durante la breve sua dimora nel- 
l' isola. 



178 



PARTE QUINTA 



3040-3060 



Storia dell'isola d'Elha di G. A. 
N. Firenze, Piatti 1826. (3040 

Bacci A. Notizie dell'antica Clua- 

na , oggi San Elpidio e di 

molti altri luoghi del Piceno. 

Macerata, Pannelli 1716. (3041 

Presso Fermo. 

Medaglia N. Memorie storiche 
di Cluana, oggi detta San El- 
pidio nelle Marche. Macerata, 
Pannelli 1692. (3042 

Gandidotto B. Saggi storici 
sulla Sicilia e specialmente 
sull'antica città spartana Era- 
clea, oggi Terranova. (3043 

Annoni C. Memoria storico-ar- 
cheologica sul Piano d' Erba, 
nella provincia di Como. Co- 
mo, Ostinelli 1831. (3044 

Redaelli. Lettere sulla memo- 
l'ia storico-archeologica intor- 
no il Piano d'Erba, nella pro- 
vincia di Como. Lodi, Orcesi 
1832. (3045 

FiorellìG. Pompejanarum anti- 
quitatum historia. Vol.primus 
complectens anno elTossionum 
1748-1818. Neapoli 1860.(3046 

Opera pregevole della quale ieggesi 
una recensione di I*. Rotondi nel 
qualtordicesimo volume della nuova 
serie dell' Archivio storico. 

Roux e Bouchet. Herculanum 
et Pompei, recueil general de 
peinturcs, etc, grave au trait. 
Paris 1837-40; voi. 8, avec 
tables. (3047 

Vers. ital. Venezia, Antonelli 1843. 
— Vers. ted. di Hermann. Amburgo, 
Meissner 1841 ; voi. 6. 

Zahn G. I più interessanti 
quadri ed ornamenti scoperti 
nelle rovine delle antiche città 
di Ercolano, Pompei e Stabia. 
Berlino, Reimer 1827-1843. 
(ted.) (3048 

Testo tedesco e francese. — Vedansi 
su Pompei anche le opere di G. Vinci 
e di D. Romanelli, adorne di tavole e 
comparse in Napoli nel 1832. 



Ternite. Quadri copiati dalle 
pareti di Pompei ed Ercolano. 
Berlino 1836. (ted.) (3049 

(^on tavole croniolilogralìelie. 

Geli e Gandy. Pompejana or 
the topography and edillces ot' 
Pompei. London 1824-32 ; vo- 
lumes 4. (3050 

Aloe S. Les ruines de Pompei ju- 
squ'en 1858. Naples 1858.(3051 

Alessi I. Ricerche storico-cri- 
tiche delle antichità di Este 
fino al 1212. Padova, Penada 
1776. (3052 

Nuvolate G. Storia d'Este e 
del suo territorio. Fascicoli 12, 
1853. (3053 



F 



Tonduzzi G. Storia di Faenza. 

Ferrara, Zanfogli 1675. (3054 

Vedasi anche la cronica di G. Zuc- 

colo che giunge al 1236. Bologna, Be- 

iiacei 1.575. 

Righi B. Annali della città di 
Faenza. Faenza , Montanari 
1840; voi. 2. (3055 

Ammiani P. M. Memorie sto- 
l'iche della città di Fano. Fano, 
Leonardi 1751; voi. 2. (3056 

Dal Corno A. Memorie stori- 
che di Feltre. Venezia, Bor- 
ghi 1710. (3057 

Vedasi anche il Bertondelli. Venezia, 

Vitali 1673. 

Sanctis F. Notizie storiche di 

Ferentino (Ferazzano) nel Saii- 

nio.Napoh, Biase 1741. (3058 

Fra Anagni e Prosinone. 
Catalani M. Origini ed antichità 

di Fermo. Fermo, Lazzai'ini 

1778. (3059 

De-Minicis R. Brevi notizie 

storiche della città di Fermo. 

Fermo, Ciferri 1861. (3060 

L'autore scrisse molh^ altre pregevoli 
cose su questa città. Diversi giudizi! 
su di esse vennero dati da Scarabelli 



3061-3082 



MUNICIPII ITALIANI. 



i'79 



e da A. Gennarelli nel sosto o nel nono 
volume dell'Appendice alla prima serie 
(MVArcli. storico. 

De-Minicìs R. Iscrizioni fer- 
mane antiche e moderne. Fer- 
mo, Paccasassi 1857. (3061 

Contiene 1221 iscrizioni. Edizione di 
soli 150 esemplari. 

Serie cronologica degli an- 
tichi signori e podestà di For- 
mo dall' Vili secai 1550, e de' 
governatori dal 1550 al 1855. 
Fermo, Paccasassi 1855. (3062 

Intorno a Giovanni Vi- 

.sconti da Oleggio signoi'e di 
Fermo , notizie biogralìche. 
Uoma 1840. (3063 

Baruffaldi G. Della storia di 
Ferrara, libri nove. Ferrara, 
Pomatelli 1700. (3064 

E una continuazione de' lavori an- 
teriori di Gaspaio Sardi, Agostino 
Fauslini e Battista Giraldi. 

Frizzi A. Memorie per servire 
alla storia di Ferrara. Ediz. ree. 
Ferrara, Servadio 1847 e seg.; 
voi. 5. (3065 

Accreditala.— Lo stesso editore pub- 
blicò recentemente il Diario del Frizzi 
in continuazione alle suddette Memo- 
rie, con aggiunte e note del conte G. 
Laderclii. 

Muratori L. A. Delle antichità 
estensi. Modena 1740. (3060 

Contiene la storia della famiglia 
d'Este, e Litta la chiama, modello 
d'opera genealogica. Esistono varie 
edizioni posteriori. 

Pigna. Istoria dei principi d'E- 
ste. Ferrara, Rossi 1570. (3067 

Si ponno consultare su questa fa- 
miglia anche Paolo Giovio, il Cariota 
ed il Herni. 

Manini Ferranti G. Compen- 
dio della storia sacra e poli- 
tica di Ferrara. Ferrara, Bian- 
chi 1805-10; voi. 6. (3008 

Mancini N. Discorsi storici sul- 
Tantica città di Fiesole. Firen- 
ze, Passerini 1729. (3069 



Frassoni C. Memorie storiche 
del Fitiale di Lombardia. Mo- 
dena , Soc. tipog. 1778 , con 
rame. (3070 

Fontano F. Discorso snll'anti- 
cliità di Foligno. Pertigia, Nac- 
carini 1018. (3071 

Vedansi anche gli scritti di Federico 
e Lodovico Giacobini. 

Besozzi A. Notizie storico-cro- 
nologiche del borgo di Fonta- 
nella presso Cremona. Cremo- 
na, Bicchini 1764. (3072 

Crespi. Memorie storiche di 
Fontaneto. Novara 1850. (3073 

Nel Novarese. 

Bonoli P. Istoria di Forlì. Forlì, 
Cimati e Saporetti 1661. (3074 

Rarissimo. — Si consulti anche il 
Supplemento a quest'opera scritto da 

S. Marchesi. Forlì 1G78. 

Vecchiazzani M. Storia di For- 
liinpopoli. Rimini , Simbeni 
1648. (3073 

Negri Gio. Origine e fondazione 
di Fossano. Torino 1650. (3076 

Muratori G. Memorie storiche 
di Fossano. Torino , Briolo 
1787. (3077 

Rosa G. La Francia corta. Ber- 
gamo, Mazzoleni 1852. (3078 

Mattei Dom. Barn. Memorie 
storiche dell'antica Tuscoli, 
oggi Frascati. Boma, Buagni 
1711. (3079 

FistularioP. Discorso sulla sto- 
ria del Friuli. Udine 1759. (3080 

Vedansi anche i libri del Liruti, 
Udine 1776, e di Palladio degli Olivi. 
Udine, Schiratti 1660; voi. 2. 

Girardi. Storia del Friuli. San 
Vito, Pascati 1842; voi. 3. (3081 

Bianchi. Documenti per la sto- 
ria del Friuli dal 1317 al 1325. 
Udine, Turchetto 1844; volu- 
mi 2. (3082 

Contiene 419 documenti. 
ManzanoF. Annali del Friuli, o 
Raccolta di cose storiche ad es- 



180 



PARTE QUINTA 



3083-3102 



SO appartenenti. Udine, Trom- 
betti 1858; voi. 2. (3083 

Il primo volume conliene il periodo 
614-1000. — Vedasi la recensione di 
F. Polidori nell' iindecimo volume 
della nuova serie éeìVArch. storico. 

Valvasone. Incursioni dei T ar- 
dii nei Friuli, (cronaca inedita 
di J. Valvasone di Maniago, sto- 
rico del XVI secolo). Udine , 
Tronibetti-Murero 1860. (3084 

Mattheis G. Saggio storico sul- 
ranticliissima città di Prosi- 
none, colla serie de'governato- 
ri. Roma, Romanis 1816. (3085 

Soriani. Notizie storiche di Fu- 
signano (nel Ferrarese). Lugo, 
Melandri 1819. (3086 

Patria di Vincenzo Monti e del mu- 
sico Gorelli. 



G 



Galletti L. Gabio, antica città 
di Sabina, scoperta ed illustra- 
ta.Roma,Puccinelli 1757.(3087 

A circa venti mi.slia da Roma. 
Papadia B. Memoria storica 
dell'antica Galatina nella Japi- 
gia. Napoli, Orsini 1792. (.3088 

Non lungi da Gallipoli. 

Dal Pozzo G. storia della ròcca 
di Garda, della Gardesana e de- 
gli antichi signori di Garda. 
Verona, Rossi 1679. (3089 

Pacchi. Ricerche storiche sulla 
provincia di Garlagnana. Mo- 
dena 1785. (3090 

Pizzolanti C. F. Delle memo- 
rie istoriche dell'antica Gela 
in Sicilia. Palermo , Valenza 
1753. (3091 

Non lungi da Alleata . 

Coppi G. Annali, memorie ed 
uomini illustri di San Gemi- 
niano. Fir., Bindi 1695. (3092 



Pecori L. Storia della terra 
di San Geminiano. Firenze 
1853. (3093 

Vedasi la recensione di Agenore Celli 
nel nono voi. dell'Appendice alla prima 
serie deWArchivio storico. 

Liruti G. Notizie di Gemona 
castello del Friuli. Venezia, 
Pasinello 1771. (3094 

Barozzi. Gemona, ed il suo 
distretto. Venezia, tipog. del 
Commercio 1859. (3095 

Ratti N. Storia di Genzano, con 
note e documenti. Roma, Saio- 
moni 1797. (3096 

Nella campagna di Roma. 
Glaretta G. Cenni storici di 
Giaveno, Coazzo, e Valgioje. 
Torino, Fuvale 1859. (3097 

Fra Torino e Susa. 

Monti C. Storia della città di 
S. Giovanni Persiceto. Bolo- 
gna, Sassi 1838. _ (3098 

Gherardi Dragomanni F. Me- 
morie deii.i ten-a di S. Gio- 
vanni in Val d'Arno. Firenze, 
Famigli 18/1, con tavole. (3099 

Vedasi l'eluvio elio ne fa Tommaseo 
nella parte moderna del suo Diziona- 
rio estetico. 11 Gherardi non si lascia 
travolgere dall'amor patrio a compen- 
diare nel suo [taese la storia del mondo 
intiero, solita pecca degli storici muni- 
cipali i quali (dice Tommaseo) vorreb- 
bero fare d'ogni villaggio una Ninice. 

Paglia L. Storia della città di 

Giovenazzo. Napoli , Troisi 

1749. (3100 

Giunge fino al 1631. — Borgo posto 
fra Bari e Molfetta. 

Corvino Angelo. De origine 
et antiquitate civitatis Erycis, 
hodie S. Juliani. Panormi, An- 
selmi 1687. (3101 

L'antica Erice, non lungi daTrapani, 
in Sicilia. 

Fara A. La riviera di S. Giulio, 
Orta, e Guzzano. Novara, Me- 
rati 1861. (3102 



3103-3123 



MUNICIPII ITALIANI. 



181 



Valdengo. Storia del principato 
di San Giulio d'Orta. Novara 
1841. (3103 

Rusca R. Descrizione di Gli- 
monte, e sua storia, unitavi 
quella di Civenna e luoghi 
circonvicini. Bergamo, Ven- 
tura 1624. (3104 

Morelli. Storia della contea di 
Gorizia. Gorizia, Paternolli. 
Nuova ediz, 1856; voi. 4.(3105 

Formentini G. F. Saggi sulla 
storia della contea di Gorizia 
fino all'estinzione della dinastia 
goriziana nel 1500. Aggiunti 
alcuni cenni sulle storie di 
Grado ed Aquileja. Gorizia 
1857. (ted.) (3106 

Bona (Della.) Strenna cronolo- 
gica per l'antica storia del 
Friuli e principalmente per 
quella di Gorizia, sino al 1500. 
Gorizia, Paternolli 1857. (3107 

Ischia G. G. Storia della contea 
di Gorizia nella provinciaforo- 
juliense. Udine 1684. (3108 

Olivieri Giordani A. Memorie 
di Gradara, [terra del contado 
di Pesaro. Pesaro, Ga velli 
1775. (3109 

AfiPò I. Storia della città e du- 
cato di Guastalla. Guastalla, 
Costa 1785; voi. 4. (3110 

Accredilata. 

Benamati G. B. Storia della 
città di Guastalla. Parma , 
Vigna 1674. (3111 

Tondi B. I fasti sacri, politici 
e militari della città di Gubbio. 
Venezia, Birigoncil684. (3112 



I 



Renacci G. Compendio della 
storia civile, ecclesiastica, e 
letteraria della città di Imola. 
Imola 1810; voi. 3. (3113 



Burriel. Vita di Caterina Sforza 
Riario contessa d'Imola. Bolo- 
gna 1785; voi. 3. (3114 

Molinari. Storia d'Incisa e del 
già celebre suo marchesato. 
Asti, Massa 1805; voi. 2. (3115 

Ricolvi e Rivautella. Il sito 
delTantica città di Industria 
scoperto ed illustrato. Torino, 
Stamp. Reale 1745. (3116 

Nfl Piemonte. 

Rinaldi F. Monumenti istoriali 
del castello d'Iseo. Brescia, 
Rizzardi 1685. (3117 

Solitro V. Documenti storici 
sull'Istria e la Dalmazia. (3118 

Vedasi il primo voi. dell'Appendice 
alla prima serie dellMrc/itwio storico 
ed il Dizionario estetico di Tommaseo 
all'articolo Solitro. 

Raldassini G. Notizie storiche 
della città di Jesi. Jesi, Bonelli 
1765. (3119 

Vedasi anche T. Baldassini. Jesi, Se- 
rafini 1703. 

Guiotto. Cenni storici sulK an- 
tica città di Jesolo. Venezia, 
Longo 1855. (3120 



Novellis. Cenni storici sul vil- 
lagsio di Lagnasco. Torino , 
Favale 1845. (3121 

Tria G. A. Memorie storiche, 
civili ed ecclesiastiche di La- 
rino , metropoli degli anti- 
chi Ferentani. Roma, Zempel 
1744. (3122 

Non lungi da Campobasso. L'autore 
é napoletano. La sua vita, colla nota 
delle opere minori trovasi nel libro 
già citato di Minieri Riccio. 

Latisana ed il suo distretto, no- 
tizie storiche e statistiche. 
Venezia, tip. del Commercio 
1858. (3123 



182 



PARTE QUINTA 



3124-3142 



De Angelis D. Discorso storico 
sulle origini e sulla storia di 
Lecce. Lecce.Mazzeil 705.(3124 

Rarissimo. — Verlansi anche le opere 
di P. Sgardino. Bari 1607, e di C. 
Inlantino 163i. 

Apostolo. Lecco, ed il suo tcrri- 
torio.Lecco, Corti 1855. (3125 

Zaccaria F. A. Dell' antichis- 
sima badia di Leno, libri tre. 
Venezia, ftlarcuzzi 1767. (3126 

Tasselli L. Antichità di Leuca 
città sul capo salentino. Lecce, 
Micheli 1693. (3127 

Botazzi. Osservazioni storico- 
critiche sui ruderi di Libarna, 
ed origine di alcuni castelli 
del Tortonese. Novi, Tessera 
1815. (3128 

Vivoli G. Annali di Livorno, 
dall'origine lino ai 1840. Nuova 
ediz. Livorno, Sardi 1856 ; 
voi. 4. (3129 

L'uhiina parte, cioè dal 1737 al 18i0, 
ù (li G. Caporali. 

Magri N. Discorso cronologico 
sull'origine di Livorno. Firen- 
ze. Nuova ediz. Cambiagi 1770; 
voi. 2. (3130 

Questa edizione eseguita sulla prima 
di Napoli, Savio 1647, fu aumentala 
di note, e condotta fino al 1770 da 
A. Santelli. 

Nesti. Memorie storiche di Lo- 
camo fino al 1660. Locamo^ 
Rusca 1854. (3131 

VillanovaG. B. Storia di Lodi. 
Padova, Pasquali 1657. (3132 

Rarissimo. — Giunge lino al 1546. 
— Vedansi anche i Discorsi di D. 
Lodi. (Lodi 1620), il Giardino sto- 
rico lodigiano del Giseri (Milano, JVia- 
reili 1732), e la Storia del Morena. 
(Venezia, Ginammi 1639). 

Vignati C. Storie lodigiane. 
Milano e Lodi, Claudio Wil- 
mant 1847. (3133 

Per la storia di questa città vedasi 
anche il numero 2850. 

Osten. I monumenti della Lom- 



bardia dal VII al XIV secolo. 
Darmstadt 1847 ; in folio. 
(ted.) (3134 

Magnifica edizione. — Vedasi il 
cenno di Reumont nel quinto volume 
dell' Appendice alla prima serie del- 
l' yl»'f/i( e <'o storico. 

Storia della Lomellina e del prin- 
cipato di Pavia dai primi abi- 
tatori lino al 1756. Lugano 
1756. (3135 

Tursellino O. Laurentanie hi- 
storia3 , libri 5. Rorno^, Zan- 
netti 1597. (3136 

Versione italiana di B. Zucchi con 
aggiunte. Venezia, Imberti 1629. 

Gatta C. Memorie topografico 
storiche della provincia di Lu- 
cania, oggi detta Basilicata. 
Napoli, Muzio 1732. (3137 

Memorie e documenti per ser- 
vire alla storia di Lucca. Luc- 
ca, Bertini 1813-61; voi. li. 
{in corso) (3138 

Accreditala. 

niazzarosa A. Storia di Lucca 
dalle origini al 1814. Lucca, 
Giusti, 2.^' ediz., 1842; volu- 
mi 3. (3139 

Accreditata. — Una breve biografia 
dell'autore, coU'elenco delle sue opere 
minori, veggasi nella Italia scientifica 
di I. Cantii. 

Lucchesini. Della storia del du- 
cato lucchese, libri sette. Luc- 
ca, Bertini 1825-31 ; volu- 
mi 2. _ (3140 

Beverini B. Annalium ab origi- 
ne lucensis urbis. Lucca, Ber- 
tini 1829; voi. 2. (3141 

La congiura del Burlamacchi, scritta 
dal Beverini e tradotta da Pietro Gior- 
dani, fu stampata a Piacenza dal Del- 
ma] no nel 1845. Sulla storia lucchese 
si consulteranno utilmente i lavori di 
C. Minutoli nella prima serie del- 
V Archivio storico. 

Priorato G. G. Relazione della 
signoiia di Lucca. Colonia, 
Laplace 1668. (3142 

Esistono diverse edizioni. 



3143-3158 



MUNICIPII ITALIANI. 



183 



Matraja G. Lucca nel mille- 
duecento. Lucca , Guidetti 
1843_. (3143 

Bonoli G. Storia di Lugo. Faen- 
za, Archi 1732. (3144 

Promise. Dell'antica cittàdiLu- 
ni e suo stato presente. Massa, 
Frediani, 2." ediz., 1857. (3145 

Antica città etrusca, non lungi da 
Sarzana. 
Ragionamento storico intorno 
alle città di Luni, e di Massa 
di Lunigiana. Venezia^ Savioni 
1779. (3146 



Lauro G, Macerata illustratacol- 

le memorie più chiare di essa. 

Roma, Grignani 1642. (3147 
Bres O. Malta antica illustrata 

co^monumenti e colla storia. 

Roma 1816. (3148 

Illustra diligentemente la storia del- 
l'isola fino al terminare dell' ottavo 
secolo. — Vedansi in proposito tre 
articoli pubblicali nella Biblioteca 
italiana. Annata 181 0. 

nSaslatrie. Archives et inscrip- 
tions de Malte. Paris, Imp. 
impér. 1857. (3149 

Vedasi la recensione di Reumont 
nel sesto volume della nuova serie 
dell' Are /liti io storico. Su Malta potrà 
consultarsi anche il lavoro di Miége, 
del quale tenne discorso M. Amari nel 
primo volume dell'Appendice alla pri- 
ma serie dvìV Archivio storico. 

Sarnelli P. Cronologia de' ve- 
scovi sipontini , e notizie 
storiche dell' antica Siponto, 
oggi Manfredonia. Manlredo- 
nia, Stamp. arciv. 1680. (3150 

MafFei Scip. Annali di Manto- 
va. Tortona, Viola 1675. (3151 

Vedansi anche Stefano Giunta. Man- 
tova 1587. — Mario Equicola. Man- 
tova 1521. — Ippolito Donesmondi. 
Mantova 1612. — Il Torcelli. Man- 
tova 1797, voi. 4. 



Volta L. Compendio cronolo- 
gico storico della storia di 
Mantova dalla fondazione ai 
nostri tempi. Mantova, Agazzi 
1827; voi. 2. (3152 

Visi. Notizie storiche della città 
e dello stato di Mantova. Man- 
tova , Pazzoni 1781 ; volu- 
mi 2. (3153 

D'Arco Carlo. Della economia 
politica del municipio di Man- 
tova ai tempi in cui si reg- 
geva a repubblica. Mantova 
1842. (3154 

Vedasi la recensione di T. Gar nel pri- 
mo volume dell'Appendice alla prima 
serie deU'^rc/iiyto storico. — L'autore 
diede altri pregevoli lavori su Man- 
tova. 

Toscano R. L' edificazione di 
Mantova, o L' origine delFan- 
tichissima famiglia de'principi 
Gonzaga. Padova, Pasquali 

1586. (3155 

Sui Gonzaga, dinasti di Mantova, 
potrà vedersi anche l' opera del na- 
poletano C. Campagna. Mantova 1590; 
e meglio ancora i lavori del conte P. 
Litta. Anche I. AfTò diede diversi pre- 
gevoli scritti intorno a' singoli principi 
e principesse di questa famiglia. 

Ulloa A. Vita del valorosissimo 
capitano Don Ferrante Gon- 
zaga, principe di ftlolfetta, o 
Le guerre d'Italia dal 1525 al 
1557. Venezia 1563. (3156 

Quest'opera d'autore spagnuolo è su- 
periore in merito a quella del Goselini, 
sullo stesso personaggio. 
Delfico M. Memorie storiche 
della repubblica di San Ma- 
rino. Nuova ediz. Capolago 
1842. (3157 

Vedasi l'articolo Delfico nella parte 
moderna del Dizionario estetico di N. 
Tornmnsèo. 

Valli M. Relazione dell'origine 
governo della repubblica di 
S. Marino. Padova, Crivellari 
1633. (3158 

Opera che si é fatta assai rara. 



18i 



PARTE QUINTA 



3159-3182 



Chirulli T. Storia cronologica 
di Martina. Napoli 1749-52; 
voi. 3. (3159 

Ft;i Taranto e Monopoli. 

Vitali Brancadoro. Notizie sto- 
riche e statistiche di Massa, 
nella provincia di Fermo. 
Fermo, Paccasassi 1861. (3160 

Veni G. Storia e moneta di 
Massa di Lunigiana. Parma 
1808. (3161 

Maldacea G. Storia di Massa 
Lubrensc. Napoli, presso Flau- 
tina 1840. (3162 

Non lungi da Sorrento. 

Lodi E. Storia di Meda (nel 
Comasco). Milano Alciati 1629» 
(raro) (3163 

Reina P. Notizie storiche di 
Messina. Messina, Brea 1658; 
voi. 2. (3164 

Vedansi anche Placido Garafa. Ve- 
nezia 1570; e Giuseppe Costanzo. Ve- 
nezia, Franceschi 1606. 

Arena. Storia civile di Messina. 
Messina 1835. (3165 

Notizie storiche del castello di 
Mestre, e suo territorio, dal- 
l'origine fino al 1832. Venezia, 
Paggi 1839. (3166 

Avogadro. Storia dell' abbazia 
di San Michele della Chiusa. 
Novara , Ibertis 1837 , con 
tavola._ (3167 

Calcagni. Storia cronologica 
della badia di Mileto. Messina 
1699. (3168 

Presso Monteleone in Calabria. 

Storia di San Miniato in Tosca- 
na. Palmi ra 1767. (3169 

Veronesi G. Quadro storico 
della Mirandola, e della Con- 
cordia. Modena , Minghetti 
1847. (3170 

CoU'albero genealogico dei Pico. 
Vedriani L. Istoria di Modena. 
Modena, Soliani 1666, due 
parti. (3171 



Tiraboschi G. Memorie stori- 
che modenesi, col codice di- 
plomatico illustrato con note. 
Modena, Soc. tipog. 1795; 
voi. 5. (3172 

Scharfenberg G. E. Storia 
del ducato di Modena, e di 
quello di Ferrara. Magonza, 
Kirchheim 1859. {ted.} (3173 

Giunge fino al 1815. 

Lombardi F. Notizie istoriche 
sulla città e vescovi di Mol- 
fetta. Napoli 1703. (^3174 

Romano. Saggio sulla storia 
di Molletta. Napoli , De Bonis 
1842. (3175 

Rossi. Il principato di Monaco, 
studii storici. Torino, Tip. del 
Diritto 1860. (3176 

Vedasi la recensione di A. Bartoli 
nel duodecimo volume della nuova 
serie deW Archivio storico. 

Torri. Memorie antiche e no- 
tizie moderne di Mondolfo e 
Castelvecchio. Fano , Fanelli 
1733. (3177 

Mondolfo dista circa dieci miglia da 
Fano. 

Lobera L. Delle antichità della 
terra di Vico , e dell'origine 
della città di Mondovi. Mon- 
dovì, Rossi 1791. (3178 

Vagina d' Emarese F. Cen- 
ni storici sulla provincia di 
Mondovi. Mondovi , Rossi 
1842. (3179 

Bessone. Dissertazione storico 
criiica sulla città e provincia 
di Mondovi. Torino, Unione 
tipog. 1857. (3180 

Danna C. Monografia intorno 
la città ed il circondario di 
Mondovi. Torino, 2.^ ediz.. 
Franco 1860. (3181 

Asquini B. Ragguaglio geo- 
gralìco-storico del territorio 
di Monfalcone. Udine, Murerà 
1741. (3182 



3183-3201 



MUNIGIPII ITALIANI. 



185 



Gagnolato G. Saggio di me- 
morie della terra di Monselice, 
e sue sette chiese. Padova, 
Stamp.delSemin. 1794. (3183 

Rossi A. Notizie istoriche di 
Moutalboddo. Sinigaglia^ Per- 
ciminei 1694. (3184 

Presso Ancona. 
Geratti D. L'origine di Mon- 
talcino. Siena 1S85. (3185 

Ventotto mi;iliaa scirocco ria Siena. 

Brancadoro Vitali. Notizie sto- 
rico-statistiche di Montappone, 
presso Fermo. Fermo, Pac- 
casassi 1800. ^ (3186 

Tosti L. Storia della badia di 
Montecassino, con documenti. 
Nuova cdiz. Napoli , Gorelli 
1842; voi. 3. (3187 

Accreditata e lodalissima. — Si veda 
la recensione dello Scarabelli nel terzo 
volume dell'Appendice alla prima serie 
dell"^;c/u'i-to storico. 

Livi. Memorie e notizie sto- 
riche di Montecatini in vai 
di Nievole. Firenze, Piatti 
1811. (3188 

Golucci G. Su Treja città anti- 
ca picena, oggi chiamata Mon- 
tecchio. Macerata, Chiappini 
1781). (3189 

Non lungi da Macerata. 

Brojanti. Memorie di Monte 
Cicardo, castello del Pesarese. 
Pesaro, Gavelli 1784. (3190 

Angeìis (De). Commentario sto- 
rico-critico sull'origine e sulle 
vicende di Montefìascone. Mon- 
tenascone 1841. (3191 

Gapialbo G. Originis, situs, et 
iiobilitatiscivitatisMontis Leo- 
uis, geographica historia. Nea- 
poli, Fusci 1659. (3192 

Nella Calabria. 

Benci S. Istoria di Montepul- 
ciano. Firenze, 2." ediz., Massi 
1046. (3193 

BIBL. — 24 



Gordiano G. Croniche (del san- 
tuario) di Monte Vergine. Na- 
poli, Cavallo 1649. (3194 

A poche miglia da Avellino. 
Frisi F. Memorie storiche di 
Monza. Milano, Motta 1792 ; 
voi. 3. (3195 

Edizione recente, riveduta e conti- 
nuata da G. Marimonti, é quella di 
Monza, Corbella 1841. — Vedasi in 
proposito la critica di G. Berretta. 
Milano, Vismara 1842. 

Grueber. La chiesa di San Gio- 
vanni Battista fondata in Mon- 
za dalla regina Teodolinda. 
Ratisbona 1840, con carte. 
(tecl.) (3196 

Bellani. La corona ferrea del 
regnod'Italia considerata come 
monumento artistico, stori- 
co , e sacro. Milano, Sirtori 
1819. (3197 



N 



Romanelli D. Napoli antica e 
moderna. Napoli 1815; vo- 
lumi 3. (3198 

Tafuri G. B. Dell'origine, sito 
ed antichità di Nardo. (3199 

Non lungi da Gallipoli. — L'autore, 
insigne storico napoletano nato in Nar- 
do nel 1093, fu uomo di vasta dottri- 
na , (ìoctissimus vi7' , come lo dice il 
Muratori. A lui devonsi le Osserva- 
zioni su i giornali di Matteo Spinelli 
di Giovenazzo , e Sulle opere di An- 
gelo Costanzo, poi un'opera di lunga 
iena già da noi altrove citata Storia 
degli scrittori nati nel regno di Na- 
poli. Napoli 1744-70; voi. '9. 

Eroli. Miscellanea istorica nar- 
nese. Narni. presso il Gatta- 
melata 1858. (3200 

Memorie, ossieno Relazioni isto- 
riche della città di Nepi e 
suoi dintorni. Todi, Scalabrini 
1845. (3201 



186 



PARTE QUINTA 



3202-3219 



Araldi di Paola Fr. Mcniorie 
storiche sullo stato della città 
e circondario di Nicotera. Na- 
poli, Porcelli 1838. (3202 

Nella Calabria. 

Pastorelli e Giofiredi. Delle 

storie nicesi, opuscoli due con 

note di L. Ciccherò. Nizza, 

Faraud 1854. (3203 

Sulla sede vescovile di Nizza veg- 
gansi le Notizie storiche di E. Ema- 
nuel. Nizza, Caisson 18o6. 

Giacobini L. Storia di Nocera 
città delF Umbria. Foligno 
10^2. (3204 

Gioja. Conferenze storiche sul- 
roi'igine e sui progressi di 
Noci, in terra di Bari. Napoli 
1842. (3205 

Tiraboschi G. Storia dell'au- 
gust;i badia di S. Silvestro di 
Nonantola. Modena 1784; vo- 
lumi 2. (320G 

Morbio C. Storia completa 
della città e diocesi di Novara 
dall'epoca più remota tino a 
noi, aggiuntovi il codice diplo- 
mai ico, e l'elenco degli .scrit- 
tori delle cose novaresi. Mila- 
no, Tip. de'Classici 1841. (3207 

Forma il quinto volume delle sue 
Storie de' Municipii italiani da noi 
citata al numero 2850. 

Davolio V. Memorie storiche 
della contea di Novellara e 
de'Gonzaghi che vi domina- 
rono. Milano, Giulio Ferrarlo 
1833, con carta. (3208 

Pubblicata per cura del conte Pom- 
peo Litta, il quale la giudicò degna 
delle stampe, malgrado 'il suo vafore 
poco più che mediocre. 

Capurro G. F. Memorie e do- 
cumenti per servire alla sto- 
ria di Novi. Novi, Moretti 
1856. (3209 







Arduini. Memorie storico-cri- 
tiche della città di Ollida nella 
marca anconitana. Fermo, Ci- 
lerri 1845. (3210 

Pira G. M. Storia della città 
e principato di Oneglia dagli 
indigeni abitanti al 1834. Ge- 
nova 1849; voi. 2. (3211 

Figari. Notizie storiche della 
città e provincia di Oneglia. 
Genova, Donando 1814. (3212 

Papatodero G. Dissertazione 
(Iella fortuna di Oria, città 
in ])rovincia d'Otranto, dalla 
fondazione all'epoca romana. 
Nuova ediz., Napoli, Piscopo 
1856. (3213 

Opera scritta con buona ciitica. — 
Vedasi la recensione di Gemelli nel 
decimo volume della nuova serio dvì- 
VArchirio storico. 

Manente C. Storia della città 
di Orvieto. Venezia, Giolito 
1565; voi. 2. (rarissimo) (3214 

Vedasi anche il Monaldesclii. Vene- 
zia, Zilctli 1.584. 

Montemarte. Cronaca d^ Or- 
vieto (133:M400). Torino. 
St. Reale 1846; voi. 2. (3215 

Vedasi la recensione di Scarabei li 
nei quarto volume deirA[)pendice alla 
prima serie dell'^h'c/iirio storico. 

Godagli D. Istoria orceana (di 
Orzi) di quasi duemila anni. 
Brescia, Rotella 1592. (3216 

Talleoni. Istoina dell'antichis- 
sima città di Osimo. Osimo, 
Querutti 1807; voi. 2. (3217 

Martorelli L. Memorie storiche 
della città di Osimo. Venezia, 
Coletti 1705. (3218 

Gapis G. Memorie della corte 
di Matarella, ossia del boi-go 
di Domo d'Ossola e sua giu- 
risdizione. Milano , Gariboldi 
1673. (raro) (3219 



MUNICIPH ITALIANI. 



(3224 
situ Japygite 
Basilea, Perna 

(3225 

di Do Fer- 



3220-3238 

Borro A. Le antichità delia 
vai d'Oscila (Ossola) cavate 
dalle antichi^ storie. Milano, 
Ca magni 1666. (3220 

Scaciga della Silva F. Storia 
della valle d'Ossola. Vigevano, 
Vitali 1842. (3221 

Locatelli G. Del porto di Ostia 
e sulla maniera l'oniana di 
costruire i porti. Roma, Pa- 
gliari ni 1750. (3222 

Zanchi-Bertelli. Storia del bor- 
go di Ostiglia. Mantova , El- 
mucci 1841. (3223 

Cherubini F. Notizie storiche 
intorno ad Ostiglia, borgo del 
Mantovano. Milano^ Silvestri 
1816. 

Galateo A. De 
liber (Otranto) 
1558. 

Galateo é pseudonimo 
rariis. 

Ambrosio F. Saggio storico 
della presa di Otranto fatta 
dai Turchi nel 1480, e della 
sua recuperazione. Napoli, Bo- 
nis 1751. (3226 

Vedasi sullo slesso faUo l'opera la- 
tina di A. Galateo, tradotta ia italia- 
no da M. Marziano. Cupertino 1583. 



Orsato S. Storia di Padova, dalla 
sua fondazione fino al 1173. 
Padova, Fram botto 1678.(3227 

Vedasi anche L. Pii^iioiia. Padova, 
Tozzi 1025. 

Gennari G. Annali della città 
di Padova. Bassano 1804; vo- 
lumi 3. (3228 

Polcastro G. D. Dell' antico 
stato e eoiulizione di Padova. 
Milano, St. Ueale 1811. (3229 

Vanzi P. Notizie illustranti la 
storia di Padova. Padova, Con- 
zatti 1779. (3230 



187 



Cittadella G. Storia della do- 
minazione carrarese in Pa- 
dova. Padova, Tipi del Semi- 
nario 1842; volumi 2. (3231 

Lodata dal Cicogna. — Una recen- 
sione dello Scarabelli trovasi nel terzo 
volume dell'Appendice alla prima se- 
rie dM' Archivio storico. — Una breve 
biografìa dell'autore leggasi ndVItalia 
scientifica pubblicata nel 1844 da 
I. Cantù. 

Verci G. B. Storia degli Eceli- 
ni. Bassano, Hemondini 1770; 
voi. 3. (3232 

AcL'reditata. — Se ne fecero altre 
edizioni , una delle quali è quella di 
Venezia IS'ti, voi. 3. 

Cantù C. La vita di Ezzelino da 
Romano. Milano 1854. (3233 

Vedasi la recensione anonima nel 
secondo volume della nuova serie del- 
VArchirio storico. La vita di Ezzeli- 
no HI fu scritta anche da Pietro Ge- 
rardo e stampata in Venezia nel 1543. 

Annali della libertà padovana, 
ossiaRaccolta compiuta di tut- 
te lecartepubbhcale in Padova 
dal giorno della sua libertà, 
disposte per ordine di tempi. 
Padova, Brandolese 1797; vo- 
lumi 6. (3234 

Curiosa raccolta che si e falla assai 
rara. 

Valguarnera M. Discorso del- 
l'origine ed antichità di Paler- 
mo. Palermo, Maringo 1614, 
(raro) (3235 

Inveges A. Annali di Palermo. 
Palermo, Pier dell'Isole 1644; 
parti 3. (3236 

Cecconi L. Storia di Preneste 
(detta in oggi Palestrina) città 
del prisco Lazio. Ascoli, Ricci 
1756. (3237 

Lanzi L. Della condizione e 
del sito di Pansula, antica città 
delPiceno. Firenze 1792. (3238 

Poco lungi da Ancona. 

Monumenta historica ad provi n- 
cias parmensem et plaeentinam 
pertinentia. Parmaj, Ex off. 



188 



PARTE QUINTA 



3239-3253 



Petri Fiaccadori 1855-1862; 
voi. 7. (323!) 

Diligente puhlilicazioiie degli Statuti 
municipali, dei Codice diplomatico e 
delle Crowac/(c relative a Parma e Pia- 
cenza. Devesi alle cure ed agli studii dei 
signori cav. A. Ronchini, prof. G. Bo- 
nora, cav. A. Berlani, conte B. Palla- 
strelli e L. Barbieri , coadiuvati da 
altre dottissime persone, fra le quali il 
venerando commendatore Angelo Pez- 
zana , prefetto delia regia biblioteca 
parmense. Dà quest' opera uno splen- 
dido esempio come in Italia si sap- 
piano talvolta prevenire le investiga- 
zioni dei tesori storici , che gli stra- 
nieri , a nostro disdoro, tante volte 
fecero sotto i nostri occhi. — Per un 
più completo ragguaglio vedasi la re- 
censione di Scarabelli nel terzo vo- 
lume della nuova serie ddVArchivio 
storico. 

Affò I. Storia della città di Par- 
ma. Parma, Carmignani 1792- 
95; voi. 4. (3240 

Abbraccia dal 312 al 1346. — L'au- 
tore nacque in Busseto, terra del Par- 
migiano, nel 1741. Della sua opero- 
sissima vita faimo testimonianza i 
numerosi suoi scritti. Sebbene il suo 
capolavoro sia quello sugli Scrittori 
parmigiani, pure hanno gran pregio 
anche le storie di Parma e di Gua- 
stalla. Fu per molli anni professore di 
filosofìa in quest" ultima citta, e rifiutò 
la prefettura della Biblioteca di Brera 
oflertagli dal conte di Firmian. Ne 
scrisse una bella biograOa il chiaro 
signor Angelo Pezzana , e leggesi nel 
decimo volume della raccolta pubbli- 
cata dal Tipaldo. 

Pezzana A. Storia della città 
di Parma. Parma, Tip. reale 
1837-59; voi. 5. (3241 

Accreditata. malgrado l'eccessiva dif- 
fusione. — È la continuazione delia 
storia di Affò, ed abbraccia dal 1346 
al 1500. Vedasene la recensione di Po- 
Udori nel primo volume dell'Appen- 
dice alla prima serie àdVArch. stori- 
co. — L' illustre autore fu rapito dalla 
morte nel maggio del corrente anno. 

Scarabelli L. Storia dei du- 
cati di Parma , Piacenza e 
Guastalla. Guastalla, Fortu- 
nati 1858; voi. 2. (3242 

Fu stampata nel 1846 e pubblicata 
nel 1858. 



Nicolli P. Codice diplomatico 
parmense. Piacenza, Tedeschi 
1835. (3243 

Liberati G. A. La fondazione 
della città di Parma. Parma, 
Donati 1845. (3244 

Affò I. Vita di Pier Luigi Far- 
nese primo duca di Parma. 
Milano, Giusti 1821. (3245 

La prefazione ó del conte Pompeo 
Litta. 
Malaspina C. Compendio della 
storia di Parma ad uso dei 
giovani studiosi. Parma 1845- 
1856; voi. 5. (3246 

Buon compendio che incominciando 
dai trmpi più remoti scende fino ai 
nostri giorni. — Si attende una nuova 
edizione con aggiunte. 

Breventano S. Storia dell'anti- 
chità e nobiltà di Pavia. Pavia, 
Bartoli 1570. (:raro) (3247 

Vedasi anche lo Spelta. Pavia, Bar- 
toli 1597. 

Gapsoni G. Memorie istoriche 
di Pavia e suo territorio. Pavia 
1782-88; voi. 3. (3248 

Robolini G. Memorie apparte- 
nenti alla storia di Pavia. Pa- 
via, Fusi 1823-1836; volu- 
mi 6. (3249. 

Carpanelli P. Compendio sto- 
rico delle cose pavesi. Pavia, 
Bizzoni, 2.'' ediz., 1838. (3250 

Vedasene un ragguaglio nell'anna- 
ta 1817 della Biblioteca italiana. — 
Per la storia di questa cittci, vedasi 
anche il numero 2850. 

Durandi. Delle antiche città di 
Pedona, Caburro, Germanicia 
e dell' Augusta dei Vagienni. 
Torino, Fontana 1769. (3251 

Giannini E. Memorie storiche 
di Pergola. Urbino, Fantuzzi 
1732. (3252 

Neir Umbria non lungi da Urbino. 
Pellini P. Storie di Perugia. 
Venezia, Hertz 1664; volu- 
mi 2. (3253 

Vedansi anche le opere di Felice 
Ciatti (Perugia, Bartoli 1638, voi. 2), 



3254-3273 



MUNICIPII ITALIANI. 



189 



e di Cesare Grispolti (Perugia, Tornas- 
si 1618). 

Marietti A. Saggio di memorie 
storiche, civili ed ecclesiasti- 
che di Perugia. Perugia, Ba- 
duel 1806; voi. 3. (3254 

L' autore è noto per diverse mono- 
grafie su Perugia. 

Bartoli F. Storia della città di 
Perugia, scritta sulle memorie 
raccolte da L. Belforti. Pe- 
rugia, Saiitucci 1844. (3255 

Vermiglioli G. B. Monumenti 
etruschi e romani di Perugia^ 
e sulla letteratura e biblio- 
grafia perugina. Nuova pub- 
blicazione per cura di G. C. 
Conestabile. Perugia 1856; vo- 
lumi 3, con atlante. (3256 

Perugia è fra le pochissime città 
italiane clic vantino una bibliografia 
speciale. Il Vermiglioli fu pubblicato 
per la prima volta in Perugia dal Ba- 
duel nel 1823 col titolo di Bibliogra- 
fia storica perugina. Non comprende 
perù soltanto le opere storiche. 

Olivieri Giordani A. Della fon- 
dazione di Pesaro. Pesaro, 
Gavelli 1757. (3257 

Lo stesso autore scrisse su Gradara 
e Novilara, terre del contado di Pe- 
saro. Vedi il numero 3109. 

Memorie di Alessandro 

Sforza , signore di Pesaro. 
Pesaro, Gavelli 1785. (3258 

Puccinelli P. Storia di Ugo il 
Grande, duca di Toscana, e le 
memorie di Pescia, cospicua 
terra di Toscana. Milano, Ma- 
latesta 1664. (3259 

Baldassari P. O. Istoria della 
città di Pescia e della Val di 
Nievole. Pescia, Soc. tipog. 
1784. (3260 

Storia della Valle di Nievole 
dall'origine di Pescia fino al 
1818. Pistoia, Gino 1846. (3201 

Delagardette.Ruines de Pestum 
ou Posidonia près de Naples. 
Paris 1799, in folio, avec 
planches. (3262 



De Cesare F. Le antichità di 
Pesto, e le più belle rovine 
di Pompei misurate e dise- 
gnate. Napoli 1836. (3263 

Campi P. Istoria ecclesiastica 
di Piacenza. Piacenza, Bazachi 
1651-62; voi. 3, in folio. (3264 

Nella prima parte si fa menzione di 
molle famiglie, uomini illustri e suc- 
cessi d'Italia, dell'origine de'nomi de' 
villaggi, terre e castella del Piacentino, 
e si da la storia antichissima di Pia- 
cenza scritta da Tito Omusio. 

Poggiali C. Memorie storiche 
della città di Piacenza. Pia- 
cenza, Giacopazzi 1757-66; 
voi. 12, figurato. (3265 

Giunge fino al 1731, cioè all'estin- 
zione della casa Farnese. 

Locati U. De Placentinse urbis 
origine, successu et laudibus. 
Vers. ital. di V. Conti. Cre- 
monte 1564. (3266 

Boselli. Delle storie piacentine, 
libri XVIII. Piacenza, Salvoni 
1793-1805; voi. 3. (3267 

Rossi A. D. Ristretto di storia 
patria ad uso dei Piacentini. 
Piacenza, Del Majno 1829-33; 
voi. 5. (3268. 

Per la storia piacentina vedansi an- 
che i numeri 3239 e 2850. 

Chiaranduno G. P. Storia del- 
l'antica città siciliana di Piaz- 
za. Messina, Brea 1654. (3269 

Nella vai di Noto. 

Bolletti G. Notizie storiche 
della città della Pieve (presso 
Perugia). 1830. (3270 

Dell'Acqua. Memorie storiche 
del castello di Pieve di Sacco. 
Venezia 1801. (3271 

Non lungi dalla veneta laguna. 

Massi C. Storia della città e 
provincia diPinerolo. Torino. 
Cassone 1834. (3272 

Cesarotti A. Storia del prin- 
cipato di Piombino. Firenze, 
Della Rosa 1788; voi. 2.(3273 



190 



PARTE QUINTA 



3274-3291 



Valle T. La regia ed antica 
città di Piperno. Napoli, Nucci 
1637; voi. 2. (3274 

Antica cillà de' Volsci non lungi da 
Terracina. 

Tronci P. Memorie storiche 
di Pisa. Livorno , Bonlìgli 
1682. (3275 

Annali di Pisa. Nuova 

edizione con aggiunte e colla 
continuazione. Pisa, Minerva 
1844; voi. 2. (3276 

Dal Borgo FI. Dissertazioni 
sulla storia pisana. Pisa, Gio- 
vanelli 1761-68; voi. 3. (3277 

Bonaini F. Statuti inediti della 
città di Pisa dal XII al XIV 
secolo. Firenze , Vieusseux 
1854-57; voi. 4. (3278 

Assai accreditata. — Yedansi aiiclio 
gli interessanti lavori sulla storia pi- 
sana, pubblicati dair autore nel sesto 
volume della prima serie dell' Ardi, 
slurico, impresa della quale fu tra i 
più zelanti ed eruditi collaboratori. 
(Vedi numero 923). 

Cantini. Storia del commercio 
e della navigazione dei Pisani. 
Firenze, Stamp. già Albizzi- 
niana 1797; voi. 2. (3279 

Zobi. Considerazioni storico- 
critiche sulla catastrofe di 
Ugolino della Gherardesca , 
conte di Donoratico. Firenze 
1840. (3280 

Treitschke. Storia della quin- 
decenne libertà di Pisa, 1494- 
1509. Lipsia 1814. (ferf.) (3281 

Fioravanti J. Memorie stori- 
che della città di Pistoja. Luc- 
ca, Bendini 1758. (raro) (3282 

"Vedasi anche Michelangelo Salvi. 
Roma 1656; voi. 3. 

Le istorie pistoiesi, ovvero Delle 
cose avvenute in Toscana dal- 
l'anno 1300 al 1348, coU'ag- 
giunta del diario del Monaldi. 
Nuova edizione. Prato, Guasti 
1835; voi. 3. (3283 



Cini. Osservazioni storiche sul- 
l'antico stato della montagna 
pistoiese, con un discorso sul- 
l'origine di Pistoja. Firenze, 
Tartini 1737. (3284 

Tranquillo I. Istoria dell' an- 
tica Nepizia detta oggi il Pizzo. 
Napoli, Petagna 1825. (3285 

Nella Calabria a poche miglia da 
Muiileleone. 

Ciaspini. Notizie diverse per 
servire alla storia di Poggi- 
bonsi. Siena 1850. (3286 

Franchi Pont G. Dissertazione 
delle antichità di Pollenzo e 
de' ruderi che ancora ne ri- 
mangono. (3287 

A poche miglia da Alba. — Citata 
da Marziale e ripetute volte da Clau- 
diatio nelle sue Lodi di SUlicone. — 
La delta dissertazione fu inserita nelle 
memorie dell'Accademia torinese ISO.j. 

Finti V. Compendio storico 
della città di Pordenone. Ve- 
nezia, Cordella 1837. (3288 

Foucard C. Documenti storici 
inediti pertinenti alla città di 
Portogruaro, dal 1140 al 1420. 
Portogruaro 1857. (3289 

Zambaldi. Monumenti storici 
di Concordia, ed annali della 
città di Portogruaro. San Vi- 
to, Pascatti 1840. (3290 

Figari. Saggi cronologici della 
città di Porto Maurizio, Ge- 
nova, Glossi 1810. (3-:91 

Viggiano. Memorie storiche 
della città di Potenza. Napoli, 
Orsini 1805. (3292 

Paoli P. A. Antiquitatum Pu- 
teolis , Cumis, Baiis existen- 
tium reliquia^. Neapoli 1768, 
con moltissime tavole. (3293 

Accreditata. 

Loffredo F. Le antichità di 
Pozzuolo e luoghi circonvicini. 
Napoli, Capello 1675. (3294 



329S-3313 



MUNICIPII ITALIANI. 



191 



Q 



Pizzoni A. Istoria di Quinzano 
castello della Bresciana. Bre- 
scia, nizzardi 1640. {raro) (3295 

R 

Lucari P. Ristretto degli annali 
della repuJ)blica di Ragusa. 
Venezia, Leonardi 1605. (3296 

Vedasi anche Serafino Razzi. Fi- 
renze, Scrmarlelli 1577. 

Engel. Storia della repubbli- 
ca di Ragusa. Vienna 1807. 
{ted.) (3297 

Accrerlitafa. 

Appendìni. Notizie istorico- 
critiche sulle antichità, e sto- 
ria dei Ragusei. Ragusa, Mar- 
tecchini 1803; voi. 2. (3298 

Spreti D. De amplitudine, de 
vastatione, et de illustratione 
urbis Ravennae, libri tres. Ve- 
netiis, Guerra 1588. (3299 

Versione italiana, Ravenna 1793-96; 
voi. 3, in folio con rami. — Scrissero 
salia storia di questa illustre città an- 
che Tommaso Tomai, Girolamo Fabri, 
Serafino Pasolino, Francesco dal Corno, 
e Gerolamo Rubeo. 
Quast F. Gli antichi edifìcii 
cristiani di Ravenna, dal V al 
IX secolo. Berlino 1842, con 
dieci tavole, {ted.) (3300 

Vedasi il cenno di Reumont nel 
quinto voi. dell'Appendice alla prima 
serie AdWArch. storico. 

Fantuzzi. Monumenti ravennati 
de' secoli di mezzo, per la 
maggior parte inediti. Vene- 
zia , Andreola 1801; volu- 
mi 6. (3301 

Accreditata. 
Orioli. Descrizione storica di 
Ravenna. Ravenna , Roveri 
1836. (3302 



Angelita F. G. Origine della 
città di Recanati e la sua 
istoria. Venezia , Valentino 
1601. (3303 

Calcagni D. Memorie storiche 
della cittàdi Recanati. Messina, 
Maifei 1711. (3304 

Azzari F. Compendio della sto- 
ria della città di Reggio di 
Lombardia. Reggio , Bartoli 
1623. (3305 

AiFarosi C. Notizie storiche di 
Reggio di Lombardia. Padova, 
Seminario 1755. (3306 

Spano Bolani D. Storia di 
Reggio di Calabria , fino al 
1797. Napoli, Fibreno 1857; 
voi. 2. (3307 

Vedasi la diffusa recensione di G. 
Gi'uielli nell'ottavo volume della nuova 
serie dell' Ardi, storico. 

Politi M. Cronica della città 
di Reggio di Calabria. Messina, 
Brea 1617. {raro) (3308 

Afifò I. Lettera intorno l'origi- 
ne, le vicende ed i successivi 
dominii di Reggiolo. Guastalla 
1775. (3309 

Glementini C. Racconto storico 
delle origini di Rimini colle 
vite de'Malatesta. Rimini, Sim- 
beni 1627; voi. 2. {raro) (3310 

Temanza T. Delle antichità di 
Rimini , libri due. Venezia, 
Pasquali 1741. (3311 

Battaglini G. Memorie storiche 
(li iiimini, e de'suoi signori. 
Bologna , Lelio dalla Volpe 
1789. (3312 

Tonini L. Rimini avanti il prin- 
cipio dell'era volgare, e dal- 
l' eiM volgare fino al 1200. 
Rimiui, Mala volti 1848-56; vo- 
lumi 2. (3313 

Vedasi la recensione di Ugolini nel- 
l'undecimo volume della nuova serie 
tMVArch. storico. 



192 



PARTE QUINTA 



3314-3327 



Tonini L. Memorie storiche in- 
torno a Francesca da Rimini. 
Rimini, Ercolani 1852. (3314 

Se ne legge un cenno nell'oltavo vo- 
lume (It'll'Aiipendice alla prima serie 
dvìVArch. slurico. 

Paciaudi P. M. Delle anti- 
chità di Ripatransone. Ferrara 
1741. (3315 

Palma. Saggio corografico sto- 
rico di Rivarolo nel Canavese. 
Torino 1798. (3316 

Bologni. Memorie storiche di 
Rivarolo, Piadena, Calvatone, 
Bozzolo e Bebriaco. Cremona, 
Feraboli 1855. (3317 

Palladio A. Le antichità di Ro- 
ma. Venezia 1594. (3318 

Delle opere comparse sulle anticliilà 
(Iella città eterna potrebbe formarsi 
una ricca biblioteca. Una buona rac 
colta trovasi nel manuale del Lichten- 
tlial. Limitandoci qui ad alcune fra 
le più recenti e stimate, avvertiamo 
che fra gli antichi autori i più ac- 
creditati sono Andrea Fulvio. Venezia, 
Tramezzino lEji3; Lucio Fauno. Ve- 
nezia 1548; Bartolomeo Mariano. Ro- 
ma, Biado 1548; Pirro Ligorio. Ve- 
nezia 1553 ; Vincenzo Scamozzi. Ve- 
nezia, Zilelti 1582; Ottavio Panciroli, 
Roma, Zanetti 1600; Giorgio Porzio. 
Roma, Zanetti 1625; ecc. ecc. A questi 
può aggiungersi una miriade di scritti 
speciali sul Circo Massimo, il palazzo 
de'Cesari, l'anfiteatro Flavio, la via 
sacra, gli archi di Costantino e Set- 
timio, il tempio delia Pace, la colonna 
di Foca, il Campidoglio, il foro Tra- 
jano, le terme di Tito e Diocleziano, 
il campo Marzio^ il circo e le terme 
di Caracalla, gli obelischi, la colonna 
di Antonino, le terme di Nerone, i 
sepolcri de'Scipioni e de' Nasoni, gli 
acquedotti, oltre poi tutte le chiese e 
monumenti moderni. 

Si stampò ia Roma nel 1792 una 
bibliografia storica dolio città dello 
stato pontificio, che il Melzi attribui- 
sce al padre Luigi Rungiaschi. Eccone 
il titolo. 

Bibliografia storica delle città e 
luoghi dello stato pontifìcio. 
Roma, nella stamperia Giun- 
chiana 1792. (3319 



Topografia della città di Roma. 
Stuttgarda, Cotta 1829-42 ; 
volumi 6 e due di tavole. 
(ted.) (3320 

Opera dottissima suggerita dal cele- 
bre storico Niebuhr, e condotta da 
Carlo Bunsen, Ernesto Platner, Gu- 
glielmo Roestel ed altri. — Vedasi il 
cenno di Reumont nel quinto volume 
dell'Appendice alla prima serie del- 
V Archivio storico. 

Geli G. Topography of Rome 
and its vicinity. London 1834; 
voi. 2, with maps. (3321 

Assai accreditata. 

Canina Luigi. Storia e topo- 
grafia di Roma antica, e sua 
campagna. Roma 1841; voi. 8, 
con molte tavole. (3322 

Bunsen C. Le basiliche di Roma 
cristiana. Monaco , dall' Istit. 
artistico. 1844. (ted.) (3323 

Vedasi il cenno di Reumont nel 
quinto volume dell'Appendice alla 
prima serie ddVArcliivio storico. 

Mùller. La campagna di Roma, 
in rapporto alla storia antica, 
all'arte ed alla poesia. Lipsia 
1824. (ted.) (3324 

Nibby A. Viaggio antiquario nei 
dintorni di Roma. Roma 1819; 
voi. 2. (3325 

Veggasi anche l'opera di Marianna 
Candida Dionigi. Viaggi in alcune 
città del Lazio, che diconsi fondate 
dal re Saturno. Roma 1809, con ta- 
vole. Discorre degli avanzi di Atina, 
Alatri, Ferentino, ecc., ecc. 

Adinolfi P. La portica di San 
Pietro , ossia il Borgo (città 
Leonina) saggio storico. Roma 
1861. (3326 

Vedasi il cenno di Reumont nel 
quattordicesimo volume della nuova 
serie dell'^lrc/iifio storico. 

Vesi A. Storia della Romagna 
dall'era volgare fino a noi. 
Bologna, tipografia delle Muse 
1845. (3327 

Vedasi la recensione di Scarabelli 
nel terzo volume dell' Appendice alla 
prima serie deWArchivio storico. 



3328-3349 



MUNIGIPII ITALIANI. 



193 



Gozzadini G. Cronaca di Ron- 
zano. Bologna 1858. (3328 

De Rosis L. Cenno storico dei- 
la città di Rossano e sue nobili 
famiglie. Napoli 1838. (3329 

Niella Calabria, sul golfo tarentino. 

Tartarotti G. Memorie antiche 
di Roveredo e luoghi cir- 
convicini. Venezia, Gargnioni 
1754. '(3330 

Nicolio A. Storia dell'origine e 
dell'antichità delh città di Ro- 
vigo. Verona , Dalle Donne 
1552. (raro) (3331 

LoJata clall"Haim. 

Silvestri C. Istorica e geogra- 
lica descrizione delle paludi 
adriane, e notizie di Adria, Ga- 
vello, Rovigo. Lendinara e Ba- 
dia. Venezia, Occhi 1736.(3332 

Bronziero G. Istoria delle ori- 
gini e condizioni de' luoghi 
principali del Polesine di Ro- 
vigo (cioè Adria , Lendinara, 
Badia ctc.) Venezia , Pecora 
1748. (3333 

Gasilino P. Discorso intorno 
all'origine e condizione di Ro- 
vigo. Venezia 1578. (3334 



Racheli. Delle memorie stori- 
che di Sabbionetta sul Manto- 
vano. Casalmaggiore, Bizzarri 
1849. (3335 

Mazza A. Epitome de rebus 
salernitanis. Neapoli , Paci 
1681. _ (3336 

Ventimiglia F. A. Memorie 
storiche del principato di Sa- 
lerno. Napoli 1788. (3337 

Dello stesso autore si potrà consul- 
tare il Prodi-omo alle memorie del 
principato di Salerno. Napoli 1795. 

Grattarolo B. Storia di Salò 
e della riviera. Brescia 1599. 
(rarissimo) (3338 

BIEL. — 23 



Muletti D. Memorie storico- 
diplomatiche appartenenti alla 
città ed ai marchesi di Sa- 
luzzo. Saluzzo, Lobetti-Bodo- 
ni 1829-33; voi. 6. (3339 

Della Chiesa L. Compendio 
della storia di Saluzzo. To- 
rino 1604. (3340 

Dentis. Compendio storico del- 
l'origine de'marchesi in Italia 
e de' marchesi di Saluzzo, e 
loro genealogia. Torino, Dutto 
e Gringhello 1709. (3341 

Ciarlanti G. V. Memorie sto- 
riche del Sannio, detto oggi 
Principato Ultra, libri cinque. 
Nuova ediz. Campobasso 1823; 
voi. 5. (3342 

Fantini G. Alcune notizie sto- 
riche e riflessioni di antiqua- 
ria sulFantica Sarsina. Faenza, 
Archi 1768. (3343 

Fra Forlì e Rimini. 

Cossù. Notizie storiche sacre e 
profane dell'antichità di Sas- 
sari. Cagliari, Stamperia reale 
1783. (3344 

Novellis C. Storia di Savigliano. 
Torino, Favale 1844. (3345 

Fortunio A. Cronachetta di 
San Savino in Toscana e degli 
stati diversi per cui passò 
questa terra. Firenze, Ser- 
martelli 1583. (raro) (3346 

Non lungi da Arezzo. 

Monti A. M. Compendio di 
memorie storiche della città 
di Savona, ed uomini illustri 
savonesi. Roma , Campana 
1697. (3347 

Torteroli. Storia del comune 
di Savona. Savona, presso il 
Rossi 1851. (3348 

Venturi. Storia di Scandiano 
nel Modenese. Modena, Vin- 
cenzi 1822; voi. 2. (3349 



19i 



PARTE QUINTA 



3350-3371 



Farulli P. Aiiiiiili o memorie 
dell'antica e nobile città di San 
Sepolcro. Foligno, Campitelli 
1773. (3350 

Nrl l'Tiilorio aretino. 

Sacco L. L'antichissima Sessa 
Pomezia. Discorso storico. Na- 
poli, Beltramo 1640. (3351 

L'odierna Sessa, nella Terra di La- 
voro, non lungi da Gaeta. 

Granata F. Ragguaglio istorico 
della città di Sessa. Napoli, 
Sinione 1765. (3352 

Gentili B. Dissertazione sopra 
le antichità di San Severino, 
l'antica Settempeda. Roma , 
Zempel 1742. (3353 

Nell'Umbria, non lungi da Macerila. 
Lo Paso Pietrasanta D. (duca 
di Serradil'alco.) Le antichità 
della Sicilia esposte ed illu- 
strate. Palermo, Altieri 1834- 
1840; voi. 3, con molte ta- 
vole. (3354 

Magnifica costosa edizione. 

Malavolti O. Dell' istoria di 
Siena, parti tre. Venezia, Mar- 
chetti 1599; voi. 3. (3355 

Tommasi G. Istoria di Siena. 
Venezia, Pulciani 1625 ; vo- 
lumi 2. (3356 

Vedansi anche le opere di Benvo- 
glienti. (Roma 1571); e di F. Maselli. 
(Lucca, Mareseaniloli 1722). 

Pecci G. A. Memorie storico- 
critiche della città di Siena. 
Siena, Cadi 1755-60; volu- 
mi 4. (3357 

Gìgli G. Notizie istoriche in- 
torno a Siena. Roma, Gon- 
zaga 1716. (3358 

Bellarmati M. A. Il primo 
libro delle storie sanesi. Siena, 
Porri 1843. (3359 

Milanesi G. I documenti della 
storia senese, raccolti ed illu- 
strati. Siena, Porri 1856; vo- 
lumi 2. (3360 

^edansi su Siena anche i lavori 



!)ubblicaii nella prima serie ilel- 
V Archivio storico da Carlo e Gallano 
Milanesi, e da Giuseppe Porri. Vedi 
il numero 92o. 

Buonsignori V. Storia della 
repubblica di Siena compen- 
diata. Siena 1857; voi. 2. (3361 

Siena L. Storia della città di 
Sinigaglia. Sinigaglia^ Galvani 
1746. (3362 

Politi G. Descrizione stoi'ica 
topogradca delle antichità di 
Ostigia, Agradina, Tig.i, Napo- 
li, ed Epipoli, che compone- 
vano Cantica Siracusa. Sira- 
cusa, Pulcio 1835 , con ta- 
vole. _ (3363 

Gargallo di Gasteìlentini. Me- 
morie patrie di Siracusa. Pa- 
lermo 1791; voi. 2. (3364 

Accreditala. 

Buonanni G. L'antica Siracusa 
illustrata. Palermo, Aicardo 
1717; voi. 2. (3365 

Vedi anche Vincenzo Mirabella. Na- 
poli, Scoriggio 1613. 

Maini. Soliera, castello nel Mo- 
denese; cenni storici. Modena, 
Gappelli 1850. (;3366 

Lo Paso Pietrasanta D. (duca 
di Serradifalco.) Cenni sugli 
avanzi della antica Solunto 
presso Palermo. Paleriiìo, Sol- 
li 1831, con tavole. (3367 

Edizione di lusso. — Vedi il nume- 
ro ;!35l. 

Tuzii P. Memorie storiche e sa- 
cre della città di Sora. Roma, 
De Rossi 1727. (3368 

MolegnanoC. Sull'origine, sito 
ed antiche famiglie di Sor- 
rento. Chieti 1607. (mro) (3369 

Donnorso V. Memorie storiche 
della città di Sorrento. Napoli, 
Rosei li 1740. (3370 

Alberti S. Istoria della città 
di Sospello, ecc. Torino, Mai- 
resse 1728. (3371 

Fra Niz/.a ed il col di Tendi. 



337-2-3393 



MUNICIPII ITALIANI. 



i95 



Donnola T. De loco martyrii 
S.Felicis episcopi Spellatensis. 
Venetiis, Varisco 1620. (3372 

Vi si liulla i;i siorin ili Siiello, borgo 
a due miglia ila Foligno, e dio fu 
patria di Properzio. 

De Cesare. Monografìa di Spi- 
nazzola , in terra di Bari. 
Napoli 1856. (3373 

Bianchi. Dell'antica città, ora 
villaggio di Spino nella Ge- 
radadda. Cremona , Manini 
1784. (3374 

Fra Lodi e Rivolta. 

Gampello B. Delle istorie di 
Spoleto , e del ducato spole- 
tino. Spoleto, Ricci 1672; vo- 
lumi 2. (3375 

GiiuiKo soltanto all'anno 910. 

Barbanti B. Ristretto della sto- 
ria di Spoleto. Foligno 1731. 
(rarissimo) (3376 

Fatteschi. Memorie istorico-di- 
plomatiehe riguardanti la serie 
dei duchi, e la topografìa dei 
tempi di mezzo , del ducato 
di Spoleto. Camerino, Gori 
1801. (3377 

De-Vit. Notizie storiche di Stre- 
sa. Casale 1854. (3378 

Fannuccelli. Memorie storiche 
di Subiaco e sua badia. Getio- 
va, Fassi 1856. (3379 

Vedasi anche la dissertazione del 
Pujati, edita in Venezia dal Santini 
nel 18i6. 

Lettieri N. Storia della città 
di Suessula e di Arienzo. Na- 
poli 1772. (3380 

Dì -Pietro Ignazio. Meiìiorie 
storiche della città di Sul- 
mona. Napoli, Raimondi 1804; 
voi. 2 (3381 



Borgia S. Breve storia del- 
l' antica città di Tadino nel- 



l'Umbria. Roma, Pagliarini 
1751. (.3.382 

Fra Gubbio e Foligno. 

Juvenis J. De antiquitate et 
varia Tarentinorum fortuna. 
NeapoU, Salvianum 1589. (ra- 
ro) (3383 

Morelli P. Compendio dell'an- 
tica città di Taranto. Trani 
1623. (3384 

Palma N. Storia ecclesiastica 
e civile di Teramo e dell'A- 
bruzzo. Teramo , Angeletti 
1836; voi. 5. '(3385 

Solito V. Storia della città di 
Termini. Palermo 1669. (3386 

Sulle rovine dell'antica Imera. Costa 
settentrionale della Sicilia. 

Romano B. Antichità termi- 
tane. Palermo, Lao 1838, con 
tavole. _ (3387 

Angeloni F. Istoria di Terni. 
Roma, Fei 1646. (3388 

L'antica Interamna, a poche miglia 
da Spoleto. — Vedasi anche il Ma- 
galotti. Foligno i793. 

Silvestri. Collezione storica del- 
le rilormanze di Terni dal 
1387 al 1816. Rieti , Trinchi 
1850. (3389 

Contatore D. A. De historia 
torracinensi, libri V. Rom«, 
Conti 1706 (3390 

Esiste anche una versione italiana. 

Marzi F. Storia di Tivoli, col- 
l'aggiunte di M. Giustiniano. 
Roma, Mancini 1665. (3391 

Opera lodata dali'Haim. 

Viola S. Storia di Tivoli dalla 
sua origine fino al secolo 
XVIII. Roma, Bourlié 1819; 
voi. 3. (3392 

Perini. I castelli del Tirolo , 
colla storia delle antiche l'ami- 
glie tirolesi. Trento, Marietti 
1838. (3393 

Su! Tirolo in genere si consultino le 
pieziose dissertazioni sloriche del Gio 
vaneiii. 



196 



PARTE QUINTA 



3394-3414 



Lauro G. Todi, antichissima 
città dell'Umbria. Roma, Gri- 
glia ni 1633. (3394 

Leoni L. Memorie storiche di 
Todi. Todi, Natali 18o6. (3395 

Vedasi la recensione anonima nel 
terzo volume della nuova serie del- 
VArcliivio storico. 

Cori A. Notizie storiche sulla 
città di Todi. Todi, Scalabrini 
1843. (339,6 

Santini C. Memorie della città 
di Tolentino. Macerata, Cor- 
tesi 1789. (3397 

Patria del Filelfo, poche miglia a 
libeccio da Macerata. Per la vita del 
Filelfo veggasi il Rosmini stampato 
nel 1«08 in' Milano; voi. 3. 

Cibrario L. Storia di Torino. 
Torino, Fontana 1846; voi. 2, 
con carte. (3398 

Accreditata. — Vedasi la recensione 
di Scaraboni nel terzo volume del- 
l'Appendice alla prima serie dellMr- 
cìiii'io storico. 

Milanesio A. Cenni storici 
sulla città e cittadella di To- 
rino dal 1418 ai 1826. Torino, 
Favale 1826. (3399 

Accreditata. 

Tesauro E. Istoria della città 
di Torino, proseguita da G. 
P. Giroldi. Torino, Zappata 
1679-1712. (3400 

La continuazione di F. M. FiMrero 
fu stampala in Torino nel 1712. — 
Vedasi anche A. Paoletti. Padova, 
Pasquali 1676. 

Montemerlo N. Storia di Tor- 
tona. Tortona, Viola 1618. (m- 
rissimo) (3401 

Costa L. La cronica di Tortona. 
Torino 1814. (3402 

Bottazzi G. A. Le antichità di 
Tortona e suo agro. Alessan- 
dria, Rossi 1808. (3403 

Turriozzi F. Memorie storiche 

deiranticaToscania, detta oggi 

Toscanella. Roma , Salomoni 

1778. (3404 

Non lungi da Viterbo. — E. Sarzana 



scrisse la confutazione dell'opera sud- 
detta. Montefiascone 1783. 

Giordano A. Memorie storiche 
di Trattamaggiore. Napoli , 
Stamp. Reale 1834. (3405 

Contiene eziandio notizie delle anti- 
che citta di Miseno, Cuma ed Atella. 

Lucio G. Memorie storiche di 
Tragurio (Trau in Dalmazia). 
Venezia, Curti 1673. (3406 

Coccarella B. Cronaca isto- 
riale di Tremiti. Vers. dal la- 
tino di P. Ribera. Venezia, 
Colosino 1606. (3407 

Le antiche isole Diomedee nell'Adria- 
tico, presso il capo Gargano. 

Pincii P. De gestis ducum tri- 
dentinorum, et de origine ur- 
bis tridentinae. Mantuaì, Ru- 
snelli 1546. {rarissimo) (3408 

Vers. italiana. Trento, Zanetti 1648. 

Mariani M. A. Storia di Trento. 
Trento 1073. (3409 

Giovanelli B. Trento, città d'I- 
talia per origine, lingua e co- 
stumi. Trento, 2.^ edizione, 
1810. (3410 

Frapporti G. Della storia e del- 
la condizione del Trentino 
nelPantico e rnedio-evo. Tren- 
to 1844. (3411 

Vedasi il cenno di Tommaseo nella 
parte moderna del suo Dizionario 
estetico. 

Bassetti. Cenno intorno alla ci- 
viltà di Trento ne' tempi pas- 
sati. Trento, presso il Monau- 
ni 1857. (3412 

Gar T. Storia di Trento dalle 
prime memorie fino all'estin- 
zione del principato nel 1802. 
Trento, Monauni 1853 ; vo- 
lumi 4. (3413 

Accreditata. 

Biblioteca trentina. Trento, 

Monauni 1858. (3414 

Vedasi la recensione di Poggi nel 
volume dodicesimo della nuova serie 
deìVArch. storico. 



3415 3432 



MUNICIPII ITALIANI. 



197 



Suardi. Memorie storiche in- 
torno a Trescorre ed alla sua 
chiesa. Bergamo , Crescini 
1839. (3415 

Lodi D. Breve storia delle cose 
memorabili di Treviglio. Mila- 
no 1647. {rarissimo) (3416 

Bonifacio G. Storia trivigiana, 
libi'i dodici. Venezia, Albrizzi 
1744. (3417 

Vedasi anche la Cronica della Marca 
Trivigiana di Ctisloforo Cieco da For- 
lì. Venezia 1374. 

Verci G. B. Storia della Marca 
Trivigiana e Veronese. Venezia 
1786-91; voi. 20. (3418 

Opera .scritta con buona critica ed 
una diligenza .spinta fino alla minu- 
ziosità. In merito è inferiore a quella 
sugli Ezzelini. Del Verci, nato in Bas- 
sano nel 1739, scrisse la vita G. B. 
Baseggio, e vi uni il catalogo degli 
scritti editi ed inediti. Leggesi nel 
quinto volume dell' opera più volte 
citata del sig. Emilio Tipaldo. 

Azzoni-Avogadro. Sulle prime 
notizie storiche di Treviso. Tre- 
vi.so 1840. (3419 

Rossi. Sulla dedizione di Trevi- 
so alla veneta repubblica. Tre- 
viso, Andreola 1817. (3420 

Della Croce I. Istoria antica 
e moderna, sacra e profana 
della città di Trieste. Venezia, 
Albrizzi 1698. (3421 

Kandler P. Storia del consi- 
glio de'patrizii di Trieste dal 
1382 al 1809, con documenti. 
Trieste, Schubart 1858. (3422 



u 



Beretta F. Storia e monumenti 
di Udine e del Friuli. Venezia, 
Albrizzi 1753. (3423 

ValvasoneG. Discorso intorno 
alla città di Udine. (3424 

Vedasi il cenno di T. Gar nel primo 
volume dell'Appendice alla prima serie 
AdV Archimo storico. 



Cimarelli V. M. Istoria dello 
stato d' Urbino, e de' luoghi 
che in esso si trovano. Brescia, 
Fontana 1642. (3425 

Ugolini F. Storia dei conti e 
duchi di Urbino dal 1190 al 
1613. Firenze, Giannini e Graz- 
zini 1859; voi. 2. (3426 

Accreditata. — È dedicata a S. M. 
il re. — Vedasi la recensione di Po- 
lidori nel dodicesimo volume della 
nuova serie ddVArchivio storico. 

Dennisfoun. Memoirs of the 
dukes ol' Urbino from 1440 
to 1630. London, Longman, 
Brown,ecc.l851; vol.3. (3427 

Vedasi la recensione di A. Reumont 
nel primo volume della nuova serie 
dell' /lrc/i,iyJo storico. 

Baldi B. Della vita e dei fatti 
di Guidobaldo I di Montefeltro 
duca d'Urbino, libi'i dodici. 
Milano , 2.^ ediz. , Silvestri 
1851 ; voi. 2. (3428 

Vedasi in proposito la nota inserita 
dal conte G. Perticar! nell'annata 1816 
della Biblioteca italiana. 

Zuccardi. Vita e fatti di Fede- 
rigo da Montefeltro duca di 
Urbino. Roma 1824 ; volu- 
mi 3. (3429 

Oltre l'antico libro di Muzio, edito 
pel Ciotti in Venezia nel I6O0. 

Arnold. Il palazzo ducale di 
Urbino, misurato e delineato. 
Li psia, Weigel 1857.(fórf.) (3430 

Vedasi il cenno di Reumont nel 
quarto volume della nuova serie del- 
VArchivio storico. 



Gregorio P. Ragguagli sacri e 
profani sui popoli e comuni 
della Valcamonica. Venezia, 
Corona 1698. (3431 

Gapoferri L. Memoria sulla 
Valcamonica. Bergamo, Duci 
1803. (3432 



i98 



PARTE QUINTA 



3433-3452 



Odorici F. Memorie storiche 
di Valcamonica. Brescia, Ven- 
tm-iui 1857. (3433 

Corsini O. Ragionamento sto- 
rico sulla Valdicliiana. Firenze, 
Moucke 1742. (3434 

Arrigoni G. Documenti inediti 
sulla Valsassina e terre limi- 
trofi. Nuova ediz., ftlilano , 
Pirola 1857-61; 8 fase. (3435 

Ottone. Storia antica della 
Valsesia. Varallo , Calligari 
1833. (3436 

Montebello. Notizie storiche e 
topografiche della Valsugana 
e di Primiero. Roveredo, Mar- 
chesani 1793. (3437 

Lavizari P. A. Memorie stori- 
che della Valtellina, in dieci 
libri. Nuova ediz.^ Capolago, 
Tip. elvetica 1838; voi. 2. (3438 

Quadrio F. S. Dissertazioni 
critico-storiche intorno alla 
Rezia cisalpina o Valtellina. 
Milano, Soc. palat. 1756; vo- 
lumi 3. (3439 

Romegialli. Storia della Val- 
tellina, e delle già contee di 
Bormio e di Chiavenna. Son- 
drio, Cagnoletta 1834-44; vo- 
lumi 5. (3440 

Opera diligente e dilTusa, scritta però 
alquanto ampollosamente. 

Salys. Frammenti della storia 
politica della Valtellina, e della 
contea di Chiavenna e Bormio, 
tratti dai documenti. Zurigo 
1792; voi. 4. (ted.) (3441 

Lehman. La contea di Chia- 
venna e di Bormio. Lipsia 
1798. (ted.) (3442 

Cantù C. Il sacro macello di 
Valtellina. Firenze, Mariani 
1853. (3443 

Vedansi dello stesso autore le Rivo- 
luzioni di ValteUina nel secolo XVII. 
Como, Ostinelli 1821. 



Sissa L. Storia della Valtellina. 
Milano, Vallardi 1861. (3444 

Buon compendio. 

Gomparoni. Storia delle valli 
Trompia e Sabbia. Salò , Ri- 
ghetti 1805. (3445 

Compendiose notizie di Varese 
e luoghi adjacenti. 3Iilano , 
Malatesta 1817. (3446 

È opera anonima dell'avvocato Ghir- 
landa. 

Nardini F. L' antica Vejo, di- 
scorso investigativo del sito 
di quella città. Roma, Ma- 
scardi 1647. (3447 

L' odierna Civitacastellana a trenta 
miglia da Roma. — Fra gli antichi scris- 
sero su Vejo Domenico Mazzocchi, Gian 
Domenico Forazzi e Nicolo Nardini. 

Canina L. L'antica città dei 
Veii, descritta e dimostrata 
coi monumenti. Roma 1847; 
in l'olio gr. con figure. (3448 

Borgia A. Storia della chiesa 
e della città di Velletri, in 
quattro libri. Nocera, Mariotti 
1723. (3449 

Vedansi anche Bonaventura Teuli 
(Velletri 16't4) e Giuseppe Bassi. 

Antolini G. Le rovine dell'an- 
tica Veileja misurate e dise- 
gnate. Milano, Tip. de' Clas- 
sici 1819. (3450 

Fra Piacenza e Colorno. — Nel 1747 
si rinvenne fra i ruderi di questa città 
la magnifica tavola alimentaria di 
Trajano clie si conserva nel museo 
parmense, e fu illustrata dal Muratori. 

Sannicola G. Poche parole 
sulla città di Venafro. Napoli 
1845. (3451 

Sansovino F. Venezia descritta 
in quattordici libri. Venezia, 
Sansovino 1604. (3452 

Fra le moltissime opere che parlano 
delle antichità di Venezia in generale 
od in particolare citiamo, oltre la suc- 
cennata , le accreditate di Domenico 
Godagli. Venezia 1009. — Paolino 
Fiamma. Venezia 1645. — V. C. Co- 
ronelli. Venezia 1700. — D. Martinelli. 
Venezia 16S4. 



3453-3469 



MUNICIPII ITALIANI. 



199 



Rossi G. B. I fasti municipali 
di Venosa. Roma 1853. (3453 

Rossi Gir. Storia della città 
di Ventimiglia, dalle sue ori- 
gini lino ai tempi nostri. To- 
rino 1857. (3454 

Vedasi la recensione di A. Bartoli 
nel decimo volume della nuova serie 
deir^»r/iù'(o storico. 

Durandi G. Dell'antica condi- 
zione del Vercellese , e del- 
Tantico borgo di Santhià. To- 
rino, Fontana 1766. (3455 

Baggioliui. Storia politica e 
religiosa di Vercelli, Vercelli, 
Ceretti 1836. (3456 

Se ne servi assai il Krone per la sua 
Storia di fra Dulcino. Vedi il numero 
1690. 

Capellina D. I Tizzoni e gli 

Avogadri , saggio di storia 
vercellese. Torino , Fodratti 
1842. (3457 

Mandelli V. Il comune di Ver- 
celli nel medio-evo. Vercelli, 
Guglielmoni 1857; voi. 2. (3458 

Vedasi la recensione di Rotondi nel 
settimo \olume della nuova serie del- 
VArclìirio storico. — Sulla vita del- 
l'autore \edasi l'articolo di Gaudenzio 
Claretta nella Ricisla italiana.Tonuo, 
17 marzo 1862. 

Dionisotti. Memorie storiche 
della città di Vercelli. Biella, 
Amosso 1861. (in corso). (3459 

Maffei S. Verona illustrata. 
Ediz. orig. Verona. Vallarsi 
1732; voi. 4. ^ (3460 

Assai accreditata. — Una buona 
biografia dell'autore, scritta da G. B. 
naseggio, tro\asi nella Biorjralia del 
sig. E. Tijialdo, già spesso citala. Pre- 
feribile é l'edizione di Milano. Tip 
de'Classici 18iu-7, voi. 3, perché ese- 
guila col confronto di un eseuiiilare 
ricco di molte jiostille autografe. Ip- 
|)Olito Pindemonte negli Elogii dice: 

« Monumenta piit bello mai per al- 
cuno si alzò alla patria, né sorge in 
Italia, anzi nel mondo città che d'o- 
pera somigliante vaittar si possa. « 



Dalla Corte Gir. Istorie della 
città di Veruna , in 22 libri. 
Verona, Discepolo 1596; vo- 
lumi 2. (3461 

Moscardo L. Storia di Verona 
dall'origine fino al 1668. Ve- 
rona, Rossi 1668. (3462 

Vedansi su Verona anche le opere 
di A. CanoLbio. Verona 1587; — di A. 
G'iza. Verona Wiì\ — e di 0. Panvj- 
nio. Padova 1648. 

Carli R. Storia di Verona. Ve- 
rona , Giullari 1796; volu- 
mi 7. (3463 

Giunge fino al 1517. 

Zagata P. Cronica della città 
di Verona , ampliata e sup- 
plita da G. B. Biancolini. Ve- 
rona , Ramanzini ;_ 17 45-49 ; 
voi. 3. (3464 

Sarayna T. De origine et am- 
plitudine civitatis Veronte, de 
viris illustribus antiquis vero- 
nensibus, et de monumentis 
antiquis urbis. Veronse, Pu- 
telleti 1540. (3465 

Fu volgarizzata da C. Cavatloni. — 
In proposito vedasi la recensione di 
Achille Gennarelli nel nono volume 
dell'Appendice alla prima serie del- 
VArchivio storico. Esiste anche una 
versione italiana di 0. Pescetli. Ve- 
rona 1586. 

Biancolini. De^'escovi e dei 
governatori di Verona. Vero- 
na, Ramanzini 1760. (3466 

Orti Manara G. Cronica ine- 
dita veronese del tempo degli 
Scaligeri , corredata di note. 
Verona, Antonelli 1842. (3467 

Venturi G. Compendio della 
storia sacra e profana di Vero- 
na. Verona, Bisesti, 2.'' ediz., 
181.T; voi. 2. (3468 

Giannettani F. Le cose pili 
notabili della terra di Vei"- 
ruccliio. Bologna , Benacci 
1618. (3469 

Non lungi ila San Marino. 



200 



PARTE QUINTA, MUNICIPII ITALIANI. 



3470-3484 



Marzari G. La storia di Vi- 
cenza, in due liljri. Vicenza, 
Greco 1604. (3470 

Verlnsi aiirhe Francesco Baibarano 
de'Miioni. Vicenza, Rosio 1649-53; 
voi. 3; — e lo croniche di G. Pagliarini. 
Vicenza, Amadio 1663. 

Macca G. Storia del territorio 
vicentino. Nuova ediz., Vi- 
cenza, Tramontini 18S6; trenta 
fascicoli. (3471 

1 primi fascicoli contengono la storia 
di Lonigo. L'edizione del 1814 è in 
quattordici volumi. 

Castellini. Storia della città di 
Vicenza. Vicenza, Vendramini 
1783-1822; voi. 14. (3472 

Sonato M. Storia dei sette 
comuni, e contrade annesse, 
Padova, Tip. del Seminario 
1858; voi. 2. (3473 

Sugli stessi comuni veggansi le opere 
di A. Dal Pozzo. Vicenza, Paroni 1820; -- 
e di Giovanelii. Trento, Monauiii 1720. 
Quest'ultimo tratta nel suo libro an- 
che de' tredici comuni veronesi , che 
certi dotti tedeschi sognarono essere 
abitati dai Cimbri. 

Giuliano V. Memorie storico- 
politico-ecclesiastiche di Vie- 
sti. Napoli, Morelli 1768. (3474 

Sul ca|io Gargano. 

BifBgnandi. Memorie storiche 
della città e contado di Vi2;e- 
vano. Vigevano 1810. (3475 

Oltre l'antica opera di Egidio Sac- 
chetti. Milano, Ramellati 1648. 

Dozio G. Notizie su Vimercate 
e sua pieve, raccolte su vec- 
chi documenti. Milano^ Agnelli 
1853. (3476 



Bussi F. Storia della città 
di Viterbo. Roma , Bernabò 
1742. (3477 

Opera rimasta interrotta. Vedansi 
anche le notizie del Marliani. Roma, 
Zemp_el 1730. 

Orioli F. Viterbo ed il suo 
territorio, ricerche archeolo- 
giche. Roma 1849. (3478 

Vedasi la recensione di A. Fabretli 
nel settimo volume dell'Appendice alla 
prima serie ócWArch. storico. 

Altan A. Memorie storiche della 
terra di San Vito sul Ta- 
gliamento. Venezia , Picotti 
1832. (3479 

Manini Ferranti G. Voghenza 
villaggio del Ferrarese , un 
tempo città col nome di Vico 
Aventino; riflessioni ecc. Fer- 
rara 1810. (3480 

Giovanelii M. Cronistoria del- 
l'antichità e nobiltà di Volter- 
ra. Pisa, Pontani 1613. (3481 

Vedasi anche L. Cecina, Pisa 1758; 
— e G. M. Riccobaldi. Firenze 17o8. 

Giacchi F. Ricerche sullo stato 
antico e moderno di Volterra. 
Siena 1798; parti 3. (3482 

Guarnacci M. Museum anti- 
quorum monumentor uni etru- 
scorum et volaterranis hypo- 
ga3is erutorum. Florentiae, Al- 
bizzini 1744. (3483 

Accreditata. 

Campanari V. Notizie di Vul- 
cia, antica città etrusca. Ma- 
cerata 1820. (3484 
Non lungi da Corneto. 



PARTE SESTA. 

BIBLIOGRAFIA GEOGRAFICA 



Pi^olei^omeni. 



Perché il titolo assegnato a questa 
Sesta parte non abbia ad indurre in 
errore, crediamo opportuno il dichia- 
rare non essere sialo nostro proposito 
il raccogliere i titoli delle opere che 
insegnano nel suo complesso od in 
qualche sua parte la scienza geogra- 
fica, e neppure quelle che in straboc- 
chevole numero illustrano paesi eu- 
ropei, paesi non europei, già ormai 
notissimi alla scienza, siccome il Basso 
Egitto, la Siria, buona parte d'Ameri- 
ca ecc. — La Bibliotlwca genriraphica 
(ted.) pubblicata nel 1857 a Lipsia dal 
librajo lìiigelmann dà un esatto cata- 
logo di tutte le opere, carte ecc. di simil 
genere, comparse in Germania, e fuori 
di Germania dal 1730 a noi. kd essa 
potrà ricorrere chi in questa Bibliogra- 
fia non trovasse ciò che gli occorre. 

Noi ci siamo limitati alle opere che 
illustrano i lunghi e difBcili viaggi del 
nostro secolo, opere per la massima 
parte d'alto prezzo, accompagnate da 
costosi atlanti, e pubblicate sotto gli 
auspicii de' governi , dei ministeri e 
degli ammiragliati. 

.avvertiamo però che molti scritti 
l^reziosissimi sui progressi della geo- 
grafia facilmente sfuggono al biblio- 
grafo, trovandosi disseminati sia negli 
atti delle società geografiche stabilite 
in parecchie capitali europee (Londra, 
Parigi, Lipsia, Vienna, Berlino, Fran- 
coforte e qualche altra), sia ne'seguenti 
accreditati periodici : 

TransMtions of the London geogra- 
phical society (che pubbl. a Londra). 

BIÉL. — 26 



Journal of the asiatic society (eh» 

pubbl. a Londra). 
Journa l of the indian archipelago and 

eastern Asia (pubbl. a Singapore in 

Asia). 
Annales dcs sciences géogrnphiques 

(redatti dal signor Vivien de Saint 

Martin a Parigi). 
Journal asiatiqxie (pubbl. a Parigi). 
Annales des voyages, de la gèographie, 

de Vhistoire et de Vnrchéologie 'pub- 
blicasi a Parigi da V. A. Mallebrun 

presso A. Bertrand). 
Revue de l'Orient, de l'Algerie et des 

colonies (che si stampa a Parigi dalla 

società orientale). 
Gazzettadi geografia universale (ted.) 

(pubbl. in Berlino per cura di una 

società di dotti). 
Archivio per servire alla geografia 

della Russia (ted.) (pubbl. in Berlino 

da Errmann). 
Gazzetta delle Indie Olandesi (oland.) 

(si pubbl. da Hoevell a Zalt Bommel 

nell'Olanda). 

Fra tutti i periodici geografici me- 
rita speciali raccomandazioni quello 
che si pubblica mensilmente a Gotha 
da A. Pelermann sotto il titolo nota- 
zioni geografiche dall'istituto Pcrthes. 
( Mittheilungen aus Justus Perthes 
gcographischer anstalt iiber wichtige 
iieue erforschungen auf dem gesam- 
mtgebiete der gèographie). Esso tieno 
al giorno di tutti i viaggi fatti con 
scopo scientifico e sotto gli auspicii 
de' governi, specialmente dai Russi e 
(lagli Inglesi. L'esecuzione tipografica 



202 



PARTE SESTA 



3485-3491 



e cartografica non potrebbe esSere più 
soddisfacente, ne più modico il prezzo. 
A modo di esempio crediamo oppor- 
tuno di dare qui l'indice di un lasci- 
colo scelto a caso; quello del gennajo 
1860. Esso contiene quanto segue: 

1. La distribuzione geografica delle 
pioggie sulla superfìcie terrestre, di 
A. Mùhry. 

2. Statistica ufficiale de' paesi del 
Caucasosoggelti alla Russia nel 1859, 
del consig. russo P. Koeppcn. 

3. Relazione della spedizione del ca- 
pitano G. Palliser nell'America in- 
glese del nord negli anni 1857-59. 

4. La spedizione falla nel Canada, 
al fiume Red River da Gladman , 
Ilind , Dawson e Napier negli anni 
18.^7-58. 

5. Diverse relazioni geografiche sul 
viaggio di Kotscbi al lago Wan nel- 
l'Asia, sui viaggi di Ladislao Ma- 
gyarnel cuore dell'Afiica, sui viaggi 
di Hochstetter nella Nuova Zelanda, 
sulle recenii spedizioni e scoperte : 
nell'Australia e nell'isola Tasmania, j 
sui viaggi di Tschudi nelle Ande | 
dell'America meridionale ecc. ecc. i 
Inoltre tre bellissime carte : | 

1. Sulla distribuzione delle pioggie 
nel nostro globo. j 

2. Per servire alla spedizione di Pal- 
liser. I 

3. Per servire alla spedizione del ' 
Canada. 

Le opere storiche sulla Persia, l'In- 
dia moderna, la China, il Giappone, 
il Marocco , il Hrasile , ed insomma 
qualsiasi stato non europeo si trove- 
ranno aggruppate nelle varie categorie 
assieme alle geografiche. Si fece un 
eccezione per gli Slnli Uniti ameri- 
cani avendo suggerito 1' abbondanza 
della materia di fare un'apposita ru- 
brica delle opere storiche che li con- 
cernono. 



A* — Opere geiieraìi e sul^o circamna- 

\15d2Ì0i:5. 



Crediamo che la migliore biblio- 
grafia de'viaggi e delle scoperte sia 
quella di Boucher de la lìicharderie 
col titolo ; Ribliotéhque universelle 
des voyages, ou Notice complète de 



toUs le voyages anciens et modernes 
dans les quatre parties du monde, 
tant en langue francaise, qu'en lan- 
gues etrangères. Paris 1808; voi. 6. 
Ora però e aniiquala. 

Montemont. Bibliothèquc uni- 

vei'sellfi des voyjiges effectués 
par mer ou par terre dans 
les divei'ses pai'ties du monde. 
Paris 1833-36; voi. 46. (3485 

Vrrs. ilal. Venezia, Anlonelli; voi. 17, 
figurali. 

Gharton E. Voyageurs anciens 
et modernes, ou Clioix des 
voyages plus intéressants et 
instructils depuis le V"ie siccle 
jusqu'à nous. Paris 1857; vo- 
lumes 5. (3486 

"Vers. danese di Sòdring. Copenhagen 
1857. — Vers. spagn. di Urrabiela, 
Parigi 18G1. 

Gauss E. Galleria de' più cele- 
bri viaggiatori e navigatori 
d'ogni tempo e nazione, da 
Marco Polo a noi. Weimar, 
Voigt 1857. (fed.) (3487 

Taylor. Cyclopedia of modem 
tt'avol, a record of e.xploration 
and discovery l'or the past 
lii'ty years. Cincinnati 1857. 
With maps. (3488 

Ule O. Le recenti scoperte in 
Africa, in Australia , e nei 
mari polari. Halle, Schwet- 
schke 1861, con molte inci- 
sioni, (h'd.) (3489 

Smith. CoUection de voyages 
autour du monde depuis Go- 
lomb jusqu'à nous. Paris 1845: 
voi. 12. (349Ó 

Reynolds. Voyage of the Uni- 
ted States fregate Polomac or 
circumnavigation of the glob 
during 1831-34. New -York 
1835. (3491 

Wendt e Meyen. Viaggio in- 
torno al mondo eseguito dalla 
nave prussiana Principessa 
Luigia negli anni „ 1830-32. 



3192-3504 



BIBLIOGRAFIA GEOGRAFICA. 



203 



Berlino, Eichhoff 1835; volu- 
mi 2. (ted.) (3492 
Erman A. Viaggio intorno al 
mondo attraverso l'Asia set- 
tentrionale ed i due Oceani 
negli anni 1828-30. Berlino, 
Reimer 1838 : voi, 4, con 
carte, (ted.) (3493 

Importante per gli sludii sulla Si- 
beria. — Erman toccò Kasan , Tu 
bolsk, Krasnojarsk, Irkuszk, Ocholzk, 
passò poi all'isole Olahili, quindi gi- 
lando il capo Ilorn giunse in Europa. 

Bougainville. Journal de la 
navigation autour du globe 
de la Tlielis et de la corvette 
VEspérnace pendant 1824-26. 
Paris, Rignoux 1827; voi. 2, 
avec tables. (3494 

Nipote del celebre navigatore fran- 
cese dello scorso secolo, Luigi di Bou- 
gainville. Viaggio fecondo di grandi 
risultati. Bougainville passò il capo 
di Buona Sjjeranza, visitò le Maldive, 
lo stretlo di Malacca, e la Nuova Gal- 
les del Sud. 

Duperrey. Voyage autour du 
monde exécuté par ordre du 
loi sur la corvette la Co- 
quille pendant 1822-25. Paris 
1830. (3493 

Duperrey toccò il capo Horn, Lima, 
e le isole della Sunda. — Le ricche 
raccolte da lui falle, e le sue osserva- 
zioni , riuscirono utilissime a tutti i 
rami della storia naturale. 

Krusenstern. Viaggio intorno 
al mondo fatto negli anni 
1803-06 per ordine dell'impe- 
ratoi'e Alessandro I <li Russia. 
Pietroburgo 1813 ; voi. 3. 
{ted.) (3496 

La prima navigazione intorno al 
globo l'atta dai Russi. — Versione ita- 
liana nel secondo biennio della Grande 
raccolta de'vioggi pubblicata dall'edi- 
tore milanese Soiizogno (in i5l volu- 
mi), 1819; voi. 3. 

Dumont d' Urville. Voyage 
autour du monde, au niveau 
des découvertes les plus ré- 



cent es. Noiiv. édit. Paris, F ur- 
ne 1854; voi. 2. (3497 
Kletke. I viaggi di Alessandro 
di Humboldt nelTAsia e nel- 
r America. Compendio delle 
sue maggiori scoperte. Berlino, 
Hasselberg, 4.''' ediz., 1860; 
voi. 3. (jed.) (3498 

A- — Viaggi 'Deiresiraiiio oriente e sei- 
.jntrione d' Europa. 

Acerbi G.Travels thi'ough Swe- 
den, Finlaiul, and Lapland to 
the North-Cape in tlie years 
1798-99. London 1802; vo- 
kimes 2. (3499 

Vers. frane, di La Vallee. Parigi 18U4. 

— Vers. ital. compendiata dal cav. 
Compagnoni. Milano, Sonzogno 1831. 

— L'autore, nativo di Castelgoffredo 
sul Mantovano, è gloria italiana. Si 
leggii la sua biografìa ueWItalia scien- 
tijini di I. Canìù. 

Ziegler A. I miei viaggi in Nor- 
vegia, nelle isole Orcadi^ e 
Shetland, e nella Lapponia. 
Lipsia, Weber 1860; voi. 2. 
(led.) (3500 

Gastren M. Viaggi nella Lappo- 
nia, Russia settentrionale ed 
estrema Siberia, (.srei/.) (3501 

Vers. ted. di Heims. Lipsia i8o3, 
con carte. 

Engstròm. Viaggio nel nord, 
cioè nella Lapponia lino al 
monte Sulitelma nell' anno 
1834. Stoccolma 1834; voi. 2. 
(sred.) (3502 

Thienemann e Gunther. Viag- 
gio nel nord d'Europa, e spe- 
cialmente neir Islanda, negli 
anni 1820-21. Lipsia 18i^4; 
voi. 2. (led.) (3303 

Pfeiffer Ida. Viaggio nell Islan- 
da e nella Svezia, (ted.) (3504 

Vers. ingl. di Carlotta Fenimore- 
Cooper. Londra l'óii-l. 



904 



PARTE SESTA 



3503-3518 



Lessing. Viaggio nella Norve- 
gia, alle isole Loffoden ed 
in Lapponia. Berlino 1831. 
(ted.) (3S05 

Miles. Rambles in Iceland. New 
York 1854. (3506 

Dillon A. Winter in Iceland 
and Lapland. London. Col- 
burn; voi. 2. (3507 

Haxthausen. Sketches ot' the 



nations between the Black and 
the Caspian sea. London, Chap- 
man 1854. (3508 

Goebel. Viaggio nelle steppe del- 
la Russia meridionale. Dorpat 
1840. {led.) (3509 

Kaznacic A. Bosnia, Hercego- 
vina e Croazia turca ; notizie 
riunite e tradotte. Zara, Bat- 
tara 1862. (3510 



B 



Africa. 



Jt» — AifiCa ì>jLir;ijirn;..Gie. 

Gccidentali ed orisniali. 



CùStS 



Per la storia de' paesi d'Asia ed Africa 
l'unica bibliografìa esistente é quella 
di Tcrnanx Compans Bibliolhèqiie 
asiatique et nfricaino, die comprende 
2800 tiloli di opere comparse dall'o- 
rigine della slampa fmo al 1700. Pa- 
rigi 1841. 

Duprat P. Essai historique , 
sur les races anciennes et 
modernes de l'Afrique sep- 
tentrionale, leurs origines, et 
mouvements depuis l'antiqui- 
té jusqu'à nous. Paris, Labitte 
1845. (3511 

Ibn Kaldoun. Storia dei Ber- 
beri e delle dinastie maomet- 
tane che dominarono sull'A- 
frica, (arabo) (3512 

Veis. frane, di Slane. Nuova cdiz., 
Algeri 1856; voi. 2. — Vedasi il nu- 
mero 877. 

Ben-Abd-el-Halim. Storia dei 
re mau Titani, (arabo) (3513 

Vers. portogli, di Soiizn. Lisliona 
1828. — Vers. led. di Bombay Agram. 
i79i. 



Galibert. Histoire de TAlgérie 
ancienne et moderne. Paris , 
Furne 18 i3. (3514 

Vers. ilal. di Bonucci. Firenze, Celli 
18i'(. 

Leyden. Historical account of 
discoveries and travels in Afri- 
ca, completed to the present 
time witli illustrations by 
H. Murray. Edinburgh 1817; 
voi. 2. ^ (3515 

Trémaux P. Voyage au Soudan 
orientai, dans 1' Afrique sep- 
tentrionale , et daus l'Asie 
Mineure de 1847-54. Paris, 
Borrani 1858. (3516 

Opera vasta e costosa, pubblicata sotto 
gli auspieii dell'istituto di Francia. 

Le Sahara algérien , ou Études 
géographiques sur la région 
au sud d'Alger, ouvrage re- 
dige sur les documents re- 
cueiilis par Daumas. Paris 
1845, avec cartes. (3517 

Santarem. Recherches sur la 
priorité des découvertes des 
pays situés sur la còte oc- 
cidentale d' Afrique. Paris 
1842. (3518 



35i 9-3536 



BIBLIOGRAFIA GEOGRAFICA. 



203 



Richardson J. Travels in Ma- 
rocco. Edited by bis widow. 
London, Skeet*^1859; volii- 
mes 2. (3519 

Jackson. An account of the 
empire of Marocco. London 
1814. (3520 

AccTedimta. 

Gràberg de Hemsò. Tableau 
géographiquc et statistique de 
l'empire du Maroc. (3521 

Versione italiana. Genova 1834. 

Hutchinson T. Three years 
wanderings among the Éthio- 
pians and the tribes from 
Senegal to Gaboon. London 
1861. (3522 

Kunstmann F.Descinzione del- 
la costa occidentale d'Africa 
dal Senegal a Sierra Leona. Mo- 
naco, Franz 1860. («ed.) (3523 

Letta all'Accademia delle scienze di 
Monaco. 

Duncan I. Travels in western 
Africa 1845-46. London, Bent 
Icy 1847; voi. 2. (3524 

OmboniT. Viaggi nell'Africa oc- 
cidentale. Mifano, Civelli 1847, 
con carte e tavole. (3525 

Jotnard. Remarques géographi- 
ques sur les parties inlerieu- 
res du cours du Senegal et de 
la Gumbie. Paris 1828. (3526 

Alexander. A history of the 
colonizalion on the western 
coast of Africa. Philadelphia 
1846. (3527 

CruickshankB.Eighteen years 
on the Gold coast of Africa. 
London 1853; voi 2. (3528 

Versione ledrsca. Lipsia. Dyk 18uo. 

Douville. Voyage au Congo et 
dans l^intérieur de l'Alrique 
equinoxiale. Paris 1832; vo- 
lumes 3. (3529 

Malgrado le accuse mosse a Djuvil- 
le , ninno potrà negare quanto egli 
contribuisse ad illustrare le regioni 
del Congo, e la Guinea. 

Tuokey. Narrative of an expe- 



dition to explore the river 
Zaire, usually called Congo in 
South Africa during 1816. 
London 1818. (3530 

Pubblicata sotto gli auspici! dei lordi 
dell'amniir.igliato. — Tuckey e gran 
parte del suo equipaggio restarono vit- 
tima del clima micidiale africano, i 
risultati delle fatte .scoperte perù non 
andarono perduti per la scienza. 

Bastian A. Viaggi in Africa, e 
notizie sulla capitale del regno 
del Congo, S. Salvador. Bre- 
ma, Strackl859. (ted.) (3531 

Gardozo (Feo) de Gasfellob- 
ranco. Descripcao dos reinos 
de Angola e Benguela. Paris 
1825. (3532 

Schleiden M. J. L' istmo di 
Suez ed il progettato canale, 
aggiunte alcune considerazioni 
sulle migrazioni degli Israeliti. 
Lipsia, Engelmann 1858, con 
sei carte, {(ed.) (3533 

Lottin de Lavai. Voyage dans 
la peninsule arabiquedu Sinai 
et dans l' Égypto moyenne. 
Paris, Gide 1859 e seg. (3534 

Opera pubblicala dal ministero del- 
Fistruzione pubblica. Saranno qua- 
ranta dispense al prezzo di sette fran- 
chi cadauna. 

Lepsius> Lettere e relazioni 
suir Egitto , 1' Etiopia , e la 
penisola del Sinai, visitate nel 
18Ì2 45. Berlino. (/ctZ.) (3535 

Numerosissime sono le opere com- 
parse sull'Egitto. 1 titoli di esse fu- 
rono racculu da Jolowicz nella Bi- 
bliutlieca cegyptiaca che si stampa in 
Lipsia da Engelmann e clie giunge 
fino all'anno corrente. 

Krapf L. Travels and resear- 
clies during an eighteen years 
residence in castern Africa 
1837-55, with journeys to U- 
saiiibara, Abessinia, and Cliar- 
tuin, etc. London, Trùbner, 
new edit., 1860. (3536 

Accreditata. Vers. ted. Tubinga 1838; 
voi. 2. 



20C 



PARTE SKSTA 



;ì,^37-3f53G 



Andree C Viaggi o scoperte 
nell'Arabia e iKMl'AlVica orien- 
tale;, secondo Burton^ Speke, 
Krapf, etc, Lipsia, Costenoble 
1861 ; voi. 2. (led.) (3537 

E una compendiosa, ma esatta nar- 
razione dei viaggi eseguiti da quei tre 
arditissimi esploratori. — Vedasi il 
numero precedente ed il 3S65. 

Guillain. Documents sur l'hi- 
stoire , la géographie et le 
commerce de l'Alrique orien- 
tale. Paris, Bertrand 1856- 
1860. (3538 

Pubblicati per ordine del governo 

Ji'rancese. 

3eke C. The sources of the 
Nile , a survey of its basin, 
with the history ol' nilotic 
discovery. London , Madden 
1860. (3539 

Klòden G. A. Il sistema flu- 
viale dell'alto Nilo, secondo 
le recenti scoperte. Berlino, 
Wcidmann 1856, con carte. 
{ted.) (3540 

Edmonstone. Journey to the 
oases ol' upper Egypt. London 
1822. (3541 

Bernatz G. M. L' Etiopia e 
l'Abissiniu descritte. Ani])ur- 
go, Besser 1854; voi. 2, con 
molte carte, (led.) (3542 

Opera eleiianle e costosa. 

Lefebvre T. Voyage en Abis- 
sinie cxécuté pendant 1839-43 
par une coniniission scienti- 
phi(iite.Parisl847;vol. 3.(3543 

Brehm A. E. Notizie suU'AlVica 
del nord, Egitto, Nubia, Sen- 
nar e Cordolan , raccolte in 
viagsi l'atti in quei paesi dal 
1847 al 1852. Jena , Mauke 
1855; voi. 3. (ted.) (3544 

Gaillaud. Voyage a Meroe, au 
flcuve Blanc, et a Syouah 
pendant les années 1819-23. 
Paris, Imp. Boy. 1824; voi. 4, 
avec atlas. (3545 



Hoskìns. Travels in Ethiopia il- 
lustrating the antiquities of 
the aiìcient kingdom of Meroe. 
London 1835. , (3546 

Gomkes. Voyage en Égypte, en 
Nubie, et sur les còtes de la 
mer Bouge. Paris 1846; volu- 
mes 2. (3547 

Parkyns M. Life in Abisslnia 
during three years travel ; and 
residence in that country. 
London 1854; volumes 2, with 
atlas. (3548 

È una fedele relazione dei costumi 
degli Abissini, in mezzo ai quali l'au- 
tore visse tre anni , imitandone gli 
usi e li' vesti. 

Johnston C. Travels in sou- 
thern Abyssinia during the 
years 1842-43. London, Mad- 
den; voi. 2. (.■i549 

RùppeL Viaggi nella Nubia, nel 
(À)rdofan e nell'Arabia petrea. 
Francoforte 1829; voi. 2, con 
atlante. (tM:) (3550 

Accreditata. 

Narrative of a voyage of disco- 
very to Africa and Arabia 
froni 1821-26 by F. Oweii 
and T. Boteler. London 1835: 
voi. 2. '3551 

Brocchi G. B. Giornale di os- 
servazioni fatte ne' viaggi in 
Egitto, nella Siria e nella Nu- 
bia. Bassano 1841-43; voi. 5, 
con atlante. (3552 

Irby and Nangles. Travids in 
Euypt aiid Nubia. London 
1823. (3553 

M'Leod L. Travels in eastern 
Africa, and residence in Mozam- 
bique. London, Hurst 1860; 
voi. 2. (3554 

Holden W. C. History of the 
colonyof Natal in South Afri- 
ca. London. Heyllii 1855.(3555 

Golenso J. W. Ten \veeks in 
Natal (south Africa ). Cam- 
bridge, Bell 1855. (3556 



3557-3567 



BIBLIOGRAFIA GEOGRAFICA. 



*07 



B^ — Afncd ceruairi 



6 Uitìnci 



Barth Henry. Travels and dis- 
eovcries in north and centrai 
Africa, beoing a journal of 
theexpedition undertaken un- 
der the aiispices of H. B. M. 
governemeut, from 1849 to 
Ì8So. London, Longman 1857; 
voi. 5, witlì maps. (3557 

Opera acci'crlilalissima e per la 
scienza ^'eo.aralìca ili valore inestimabi- 
le. Barth il più ardilo e felice de'viag- 
t,'iatori moderni, compì il difficile viag- 
gio per incarico e cogli ajuti del 
governo inglese , spingendosi fino po- 
co lungi dal 8.° gr. di iat. austr. — 
L'edizione tedesca è di Gotiia 1837, in 
voi. 5; — la versione francese di 
Ilhier è di Bruxelles 1860, voi. 4; 
la olandese fu l'atta ad Harlem 1861; 
la danese pubblicala da WòMicke a 
Copenhagen 1800. — L'edizione inglese 
succitata costa .sessantatre scellini. 

Richardson J. Narrative of a 
mission to centrai Africa, per- 
formed in the years 1850-51 
under the orders and expence 
of H. M. governnient. London, 
Chapman 1853. (3558 

Versione trdi'sca. Lipsia 1853. 
Fetermann A. An account of 
the progress of the expedition 
to centrai Africa, performed 
hy order of H. M. foreign of- 
fice under Richardson, Barth, 
Overwes; and Vogel during the 
years 1851-53. Gotha, Perthes 
1854. (3559 

L'autore, illustre geografo, aggiunse 
a quest'opera una diligentissima carta 
dell'Africa centrale, eseguita sui dati 
e sulle osservazioni fornite da Barth. 

Nagel R. I viaggi e le scoperte 
nell'Africa centrale da Mungo 
Park fino al dottor Vogel. 
Remscheid . Krunim 1862. 
(jed.) (35G0 

Malte Brun. Le voyage du do- 



cteur Vogel dans l'Afrique 
centrale. Paris, Arthus Ber- 
trand 1858. (3561 

Schauenburg E. I viaggi nel- 
r Africa centrale da Mungo 
Park fino a Barth , Vogel e 
Livingstone. Lahr 1858 : vo- 
lumi 2. (ted.) (3562 

Gumprecht T. E. I viaggi e le 
scoperte di Barth e di Overweg 
al lago Tchad e nell'interno 
dell'Africa. Berlino, Schropp 
1852, con tavole. (Jed.) (3563 

Mungo Park. The journal of 
a niission to the interior of 
Africa in 1H05. London, Mur- 
ray, 2.'l edit., 1815. (3564 

Vers. ital. di V. Ferrarlo. Milano, 
Sonzogno 1816; voi. 2. — Questo ar- 
dito viaggiatore fu ucciso dagli Afri- 
cani, nel regno di Haussa. 

Burton R. The lake regions 
of centrai Africa a picture of 
exploration. London, Longman 
1860; voi. 2. (3565 

Accreditata. — Vers. frane, di Lo- 
reau. Parigi, Hachette 1862. 

Malie Brun. Resumé histori- 
que de l'cxploration ti la re- 
clierche des grands lacs de 
l'Afrique orientale faite en 
1857 et 185S par Burton and 
Speke. Paris, A. Bertrand 
1860. (3566 

La lìni/al geographical socidij di 
Londra ha pubblicato ne'suoi atti la 
lunga relazione del viaggio di Bur- 
ton, ed ha fatto delineare una ma- 
gnifica carta (basata strettamente sulle 
operazioni astronomiche e la misu- 
razione de' gradi ) per servire ai 
viaggi di Burton e Speke nel cuore 
dell'Africa orientale. 

PetherickI.Egypt,theSoudan, 
and centrai Africa with explo- 
rations from Chartum to the 
equatorial recions. London, 
Blackwood 1861. (3567 

L'autore fu lungo tempo console in» 
glese in Chartum. 



208 



PARTE SESTA 



3568-3580 



Heuglìn T. Giornale di un 
viiigsio fatto nell'Africa nord- 
est da Chartum fino nell'Abis- 
sinia negli anni 1852-53. Go- 
tha, Pei'thes 1857, con carte. 
(fed.) (: 568 

Hecquard H. Voyage sur la 
còte et dans l'intérieur de 
l'Afrique occidentale. Par or- 
dre du ministère de la ma- 
rine. (3569 

Versione tedesca. Lipsia, Dyk 1854, 
con ralle. 

Taylor B. Life and landscapes 
from Egypt to the Negro 
kingdoms of the white Nile, 
beeing a journey to centrai 
Africa. London^ Low 1854; 
with niaps. (3570 

Baikie W. B. Narrative of an 
exploring voyage up the l'i- 
vers Niger and Tsadda in 1854. 
London, Murray 1856. (3571 

Narrative of an expodition info 
the intei'ior of Africa by the 
river Niger in steam vcssels 
during 1832-34 by M. Laird 
and Oldfield. London 1837; 
voi. 2. (3572 

Lanoye. Le Niger et les explo- 
rations de l'Afrique centrale. 
Paris, Hachette 1858. (3573 

CailHe R. Journal d'un voyage 
à Timboctou et à Jenné dans 
l'Afrique centrale pendant 
1824-28. Paris 1830; volu- 
mes 3. (3574 

Il viaggio di Caillie fu deseiiuo in 
-gran parte dill'accademico Jomard. 
Vedi numero 3526. 

Denham,GIapperton,Oudney. 

Travels and discoveries in 
north and centrai Africa, to 
Kuka and Sakatou^ during 
1822-24. (3575 

Versione francese di Eyries. Parigi 
1826; voi. 2. — Viaggio importantis- 
simo ne' suoi risultati. — Questi tre 



Inglesi furono i primi Europei che 
vedessero le pittoresche rive del lago 
Trliad. 

Mollien. Voyage dans l'inté- 
rieur de l'Afrique aux sour- 
ces du Senegal. Paris 1822, 
2.deédit. ; voi. 2. (3576 

Per ordine del governo francese. — 
Vers. itfil. Milano, Sonzogno 1820, ese- 
guila sulla prima edizione francese. 

Davis N. Wanderings in the 
african Sahara. London, Hall 
185^; voi. 2. (3577 

Livìngstone David. Travels 
and researches in south Africa, 
a sketch of 16 years resi- 
dence in south Africa, and a 
journey from the cape ofGood 
Hope to S. Pablo de Loanda, 
on the west coast, thence 
across the continent, down 
the Zamheze river, to the 
eastern Ocean. London, Mur- 
ray 1857. (3578 

Livingslone, comeBarth, arditissimo 
e fortunato investigatore delle ino- 
spitali regioni alricane, fece nel sud 
ciò che Barth nel nord. Egli pure è 
possentemente sostenuto dal governo 
inglese, e continua tuttora le sue ri- 
cerche. — L'opera citata fu tradotta 
in frane, da Loreau Parigi, Hachette 
1859— in ted. a Lipsia 1853; voi. 2 

— in danese a Copenhagen 1859; 
Woldicke — in svedese a Stoccolma 
1860. 

Paumier. L'Afrique ouverte,ou 
Esquisse des découvertes de 
Livingstone. Paris, -Meyrueis 
1859. _ ^(3579 

Magyar Ladislao, Viaggi nel- 
l'Africa meridionale dal 1849- 
1857. Pest 1859. (ungh.) (3580 

Opera pubblicala da Gio. Hunfalvy 
sotto gli auspicii dell'Accademia delle 
scienze ungherese. L. Magyar.intrepido 
viaggiatore dell' interno dell' Africa, 
può mettersi a lato di Barth e Li- 
vingstone. Il titolo originale dell'opera 
è Velnfrikai utazàsai 1849-57 években. 

— Vers. ted. di G. H. Hunfalvy. 
Pest 1859; voi. 3. 



3S81-3605 



BIBLIOGRAFIA GEOGRAFICA. 



209 



Anderson C. J. Lukc >,'g;imi 
or l'Olir years vvanderini^s in 
soutli western Africa. London, 
2.<l edit., Hurst 185f). (3581 

Accreditata e tradotta in varie lin- 
gue. 

Montgommerj-Martin. Hi sto- 
ry ol' southern Al'rica. Lon- 
don 1836; voi. 3. (3582 

BurcheU. Travels in the inte- 
rior ol' southern Africa. Lon- 
don 1822 ; voi. 2, with phi- 
tes. (3583 

Moffat. Twenty three years re- 
sidence in south Africa. (3584 

Versione francese di Monod. Parigi, 
Deiay 1843. 

Galton F. Narrative of an ex- 
plorer in tropical south-Afri- 
ca. London 1853 , with co- 
lon red niaps. (3585 

Fleming T. Caffrai-ia and its 
inhabitants. Norwich, Simp- 
kin, 2A edit., 1854. (3586 

Kay. Travels and researches In 
Calfraria. London 1833. (3587 

Alexander I. Expedition of 
discoveries in Africa thi'ough 
Namaquasand Damaras. Lon- 
don 1838; voi. 2. (3588 

Philip. Researches in south 
Africa. London 1828; volu- 
mes 2. (3589 

nieidinger E. Le colonie in- 
glesi nell'Africa meridionale 
e le repubbliche del Bocr^ olan- 
desi, con tabelle statistiche e 
carte. Francoforte, Sauerliin- 
der 1861. (ted.) (3590 



B3- 



,3018 airicane. 



Hartung G. Le Azorre, geogra- 
ficamente e fisicamente de- 
scritte, con atlante. Lipsia, 
Engelmann 1860. (ted.) (3591 



Boid. D.'scriptioi) of the Azo- 
res. London 1835. (3592 

Lodata da HMiiihohil. 

Ackerman. History of Madeira. 
London 1821. (3593 

Buch. Descrizione ' fìsica delle 
isole Canarie. Berlino 1825, 
con atlante, (ted.) (3594 

Versione francese di Boulanger. Pa- 
ri^'i lK3(j. 

Minutoli. Le isolo Canai'ie, il 
loro passato ed il loro futuro. 



Berlino 1854. (fed.) 



m 



Barker Webb et Berthelot. 

Histoire des des Canaries. Pa- 
ris 1835; voi. 6. (3596 

Martinez y Sanz. Apuntes so- 
bra la isla de Fernando Po 
en el golfo de Guinea. Ma- 
drid 1859. (3597 

Brooke. History of the island 
ofS. Elena. London 1808.(3598 

Sabine E. Observations at S. 
Elena from 1844 tol849. Lon- 
don, Longman 1860. (3599 

Mace Descamps. Histoire et 
géographie de Madagascar de- 
puis la découverte en 1506. 
Paris 1846. (3600 

Ellis W. History of Madagascar 
with an appendix on langnage. 
London 1839; voi. 2. (3601 

Ackerman. Histoire des révo- 
lutions de Madagascar depuis 
1642 jusqu' à nous. Paris 
1833. (3602 

Copland S. History of Madaga- 
scar. Lond.,Burton 1822.(3603 

Ellis W. Three visits to Mada- 
gascar during the yearsl853- 
56, and including a journey to 
the capital. London, Murray 
1858. (3ó04 

Pfeiffer Ida. Viaggio nel Mada- 
gascar. Vienna, Gerold 1861; 
voi. 2. {ted.) (3605 

Precede una antobio^ratia dell' au- 
trice. 



•27 



210 



PARTE SESTA 



3606-3622 



Guillain. Documents sur l'hi- 
stoire , la géographie et le 
commerce de la partie occi- 
dentale du Madagiiscar. Paris, 
A. Bertrand 1845, avec ta- 
bles. (3606 

Barbié du Bocage. Madagascar, 
possessioii francaise depuis 
1642. Paris, A. Bertrand 1859, 
avec carte. (3607 

Grant C. History of Mauritius 



and neighbouringislands. Lon- 
don, Nicol 1801. (3608 

Beaton P. Five years in the 
island Mauritius. "London, Nis- 
bet 1858. (3609 

Backhouse I. Narrative of a 
visit to Mauritius. London , 
Hamilton 1«44. (3610 

Azema G. Histoire de 1' ile de 
Bourbon (l\éunion)depuisl643 
jusqu'en 1848. Paris , Plon 
1859. (3611 



C 

Asia. 



C* — Asia settentrionale 

Murray H. Account of disco- 
veries in Asia. London, Long- 
man; voi. 3. (3612 

Kàufier G. Storia dell' Asia 
orientale. Lipsia, Brockliaus 
1859; voi. 2. (ted.) (3613 

Plath. Storia dell' Asia orien- 
tale. Gottinga 1831; voi. 3. 
(ted.) (3614 

Klaproth. Tableaux historiques 
de l'Asie depuis Cyrus jusqu'à 
nous. Paris 1824. (3615 

MiddendorfiTA. T. Viaggio nel- 
F estrema Siberia del nord e 
dell' est negli anni 1843 e 
1844 per ordine dell'Accade- 
mia delle scienze di Russia. 
Pietroburgo 1853; volumi 2. 
(ted.) (3616 

Opera vasla^^e costosa. 

Spedizione niegli Urali setten- 
trionali e nelle montagne di 
Pai-Choi negli anni 1847-50. 
Eseguita per ordine della so- 
cietà ìmp. russa per la geo- 



grafìa dell'impero. Lipsia, Voss 
1853 , e sog. (ted.) (3617 

Atkinson T. W. Orientai and 
western Sibiria or seven 
year's exploration in Sibiria, 
Mongolia, Tartary, ecc. Lon- 
don, Hurst 1857. (3618 

Le nord de la Siberie. Voyage 
parmi les peuplades de la 
Russie asiatique exécuté par 
M. Wrangel, Mattiukkine, ecc. 
Trad. du russe par le prince 
de Galitzin. Paris 1843 ; vo- 
lumes 2. (3619 

Hill L. S. Travels in Sibiria. 
London, Longman 1855; vo- 
lumes 2. (3620 

Sauer M. Account of a geo- 
graphical expedition forascer- 
taining the mouth of the Ko- 
lima, andthecoast of Tschut- 
ski. London 1802. (3621 

Fischer. Storia della Siberia 
dalia scoperta , fino alla con- 
quista fattane dalle armi russe. 
Pietroburgo 1768: volumi 2. 
(ted.) (3622 



3623-3638 



BIBLIOGRAFIA GEOGRAFICA. 



211 



Schrenck L. Viaggi e scoperte 
nel paese dell'Amur negli anni 
1854-56. Lipsia, Voss 1860; 
voi. 2. {tei.) (3623 

AccreditJitii. 

Atkinson T. W. Travels in 
tlie regions of tlie upper and 
lower Amoor and the rus- 
sian acquisitions on the con- 
fìnes of India and China. Lon- 
don, Hurst 1860. (3624 

Dobell P. Travels in Sibiria 
and Kanitschatka. London , 
Colburn 1830; voi. 2. (3625 

Grieve J. History of Kamt- 
schatka , and the Kuriiski 
islands. Glocester 1764.(3626 

È poco più che la versione dell'o- 
pera russa di S. Krasciienniiiikol" pub- 
blicata in Pietroburgo nel 1754 e che 
fu tradotta anche in francese. 

Heine G. Le spedizioni ne'mari 
della China, del Giappone e 
di Ochotsk , sotto gli ordini 
dei conmiodori Ringgold e 
Rodgers dal 1853-56. Lipsia, 
Costenoble 1859; volutili 3. 
(ted.) (3627 

Spedizione intrapresa per ordine 
del governo decli Stati Uniti. 

Tronson J. M. Personal narra- 
tive of a voyageto Japan, Kamt- 
schatka, Sibiria, Tartary, and 
China in II. M. S. Barracou- 
ta. London, Smith 1859, with 
carts. (3628 

Tardy de MontraveL Instruc- 
tions sur la nou velie Cale- 
donie , la mer de Japan , et 
de Okotsk. Paris , Ledoyen 
1857. (3629 

L'autore è fra 1 più distinti ufficiali 
della marina francese. 

C^ -- Asia centrale. 

Langlois V. Voyage dans la 
Cilicie et dans les montagnes 



du Taurus pendant 1852-53. 
Paris, Duprat 1881. (3630 

Viaggio eseguito per ordine dcH'im- 
jìeratore Najioleoiie IH e sotto gli au- 
spirii del ministero dell'istruzione. 

Kotschy T. Viaggio a Tarso, 
e nel Tauro di Cilicia. Gotha, 
presso Perthes 1858, con car- 
te, (ted.) i3631 

Gurzon R. Armenia, or a year 
at Erzerum on the frontiers 
of Russia and Persia. London, 
Murray 1854. (3632 

Wilbraham. Travels in the 
trans-caucasian provinces of 
Russia, and along the lakes 
of Van and Urumiah. London 
1839. (3633 

Pfeiffer Ida. Viaggio di una 
viennese in Terra Santa nel 
1842. Vienna, Dirnbòek, 4.^ 
ediz., 1855; voi. 2. (/t^rf.) (3634 

Questa coraggiosa signora fece due 
volle, e sola, il giro del globo, e ne 
pubblicò lunghe ed interessanti nar- 
razioni, tradotte già dal tedesco nel 
francese ed inglese. 

Rey E. G. Voyage dans le 
Haouran et aux bords de la 
mer Morte pendant 1857-58. 
Paris, Rertrand 1860; avec 
atlas. (3635 

Magnifica edizione. 

Saulcy F. Voyage autour de 
la mer Morte, et dans les 
terres bibliques. Paris, Gide 
et Raudry 1854. (3636 

Accreditata. — Vers. ingl. Londra, 

Benlley 1854 ; voi. 2. 

Robinson and Smyth. Riblical 

researches. Roston 1842; vo- 

lumes 3. (3637 

Importante per la topografia della 
Siria antica, o Terra Santa. 

Lynch. Onìcial report of the 
U. S. expedition to explore 
the Dead Sea, and the river 
Jordan. Baltimore 1852. (3638 



212 



PARTE SliSTA 



3639-3659 



Kolenati F. A. Viaggio nel- 
l'alta Armenia, Elisabetopoli, 
e nel Caucaso centrale. Dre- 
sda, Kuntze 1858. {ted.) (3639 

Dubois de Montpereux. Vo- 
yage autour du Gaucasc chez 
les Tscherkesses et en Geòr- 
gie. Paris 1843; voi. 6, avec 
atlas. (3640 

Bell J. S. Journal of a resi- 
dence in Tsclierkessia during. 
1837-39. (36 H 

Versione francese di Vivien. Parigi 
loil; voi. 2. 

Bcrgmann. Viaggi ne'paesi de' 
Calmucchi. Riga 1804: voi. 2. 
(ted.) (3642 

Accreditala. 

Eichwald. Viaggio sul mar 
Caspio e nel Caucaso. Berlino 
1838 ; voi. 2. (ted.) (3643 

Fraser J. E. Travels on the 
shore of the Caspian Sea. Lon- 
don, Longman. (.'I644 

Bergstraesser C. Cenni sulla 
coniunicazione fra il mar Ca- 
spio ed il mar Nero. "Wiesbaden, 
Kreidel 1861. (ted.) (3645 

Humboldt Aless., Ehrenberg 
e Rose. Viaggio ne' monti 
Urall, negli Aitai , e lungo il 
Caspio nel 1829. Berlino 1837- 
42; voi. 2. (ted.) (3646 

Rochet d' Héricourt. Secoud 
voyage sui' les deux rives de 
la mer liouge dans le pays 
do Adels et le royaume de 
Choa. Paris, A.Bertrand 1846, 
avec atlas. (3647 

Tamisier. Voyage en Arabie, 
et séjour dans le Hedjaz et 
la campagne d' Assir. Paris 
1840; voi. 2. (3648 

Wellsted. Travels in Araliia. 
London 1838; voi. 2. (3(>49 

Burckhardt. Travels in Arabia. 
London, Colburn: voi. 2. (3650 



Crichton. The history of Arabia 
ancient and modem. London 
1833; voi. 2. (3651 

Hommaire de Hall X. Voyage 
en Turquie et en Perse pen- 
dant 1846-48. Paris, Bertrand 
1860; voi. 4, avec atlas. (3652 

Viaggio eseguito per ordine del go- 
verno tVancese. 

Kotzebue. Viaggio in Persia 
fatto nel 1817 col seguito di 
uii^anibascieria russa, Weimar 
1819. {led.) (3653 

Versione francese. L' ambasciatore 
era il generale VermololT di Breton. 
Parigi 1819. 

Stuart. Journal of a^residence 
in northei n Persia. London, 
Bentley 1854. (3654 

De-Vecchi. Giornale di un viag- 
gio di caravana nell'Armenia, 
Persia ed Arabia fatto negli 
anni 1841-42 con G. Osculati. 
Milano, Wilmant 1847. (3655 

Abbot J. Narrative of a jour- 
ney froin Heraut to Khiva 
and Moscow, with an account 
on the kingdoin ofKhaurism. 
London, Madden 1855; vo- 
lunies 2. (3656 

Fraser J. B. Travels in Koor- 
distan and Mesopotamia. Lon- 
don, BentU-y 1840; voi. 2. (3657 

Vedasi dello stesso autore Hislory of 
Mesopotamia and Assyria from the 
earliest oges. New York , Harper e 
Broler l.StìO. 

Stocqueller. Fifteen month pil- 
grimage through Kurzistan 
and Persia. London 1832; vo- 
lumes 2. (3658 

Malcolm I. History of Persia. 
London, Murray 1815; vo- 
lumes 2. (3659 

Vers. frane, di Benoist. Parigi 1821 ; 
voi. 'i. — Il viaggio di Malcolm attra- 
versi) il Siad ed il Beludcistan fu_ 
descrillo da Pollin^er , l'opera del' 
quale fu Irad. in ilal. Milano, Son- 
zùgiio ; voi. 3. 



3660-3675 



BIBLIOGRAFIA GEOGRAFICA. 



213 



Remusaf Abel. Mniioires sur 
les rélati(Mis pulitiques des 
priiices chrélieiis, et particu- 
lièremeiìt des rois de France 
avec les empereurs moni^ols. 
Paris I82i. (3()00 

Picault. Histoire des révolu- 
tioiis de la Perse pendant le 
XVIII siede. Paris 1810: vo- 
lutnes 2. (3661 

Schlaginweit (fratelli). Results 
oi' a scieiiliiic mission lo In- 
dia and High Asia between 
1854-58. Wilh atlas and maps. 
Leipsick. Brockhaus 1861: 
voi. 9. ' (3662 

Viag;:io intrapreso per ordine della 
compd^iiia inglese delle Indie ion- 
lali. L' edizione é magnifica, adorna 
di bellissime tavole, e dedicata alla 
regina d' Inghiilerra. Il solo primo 
volume costa più di cento franchi. 

Fraser J. B. Tour in the Hi- 
mahiva mountains. London, 
Rodvvell 1820. (3663 

Hookers D. Himalayan journal 
or ti'avels in Bengal Sikkiin 
and Nepal. ' (3664 

Versione tedesca. Lipsia, Dyk l8o7. 

Wilson H. Travels through 
Indostan, the Hinialaya, Pan- 
jab , Ladack , and Kaschmir. 
London 1839 ; voi. 2. (3665 

Huc. Souvenirs d' un voyage 
dans la Tarlarle, et le Thibet 
pendant 1844-46. Paris,Gaunie 
1860, 4.nie édit.; voi. 2. (3666 

Accreditata. — Da questo dolio ed 
ardito viaggiatore ebbe la scienza certi 
ragguagli sulle condizioni del Tibet 
e della Tartaria. 

L'empire chinois, ouvrage 

faisant suite à celui sur la 
Tartarie. Paris, Gaume 1857, 
S.me édit. ; voi. 2. (3667 

Opera premiata dall'Accademia fran- 
cese. — Versione inglese. Londra, Long- 
man 183o; 2." ediz., voi. 2. 

Le Christianisme eu Chine, 



en Tartarie et au Thibet. Pa- 
ris, Gaume 1858; voi. 4. (3668 

Ai-credilala. — Versione inglese. 
Loiiilr.i. Longinan. 

Schmidt. Studii sull'antica sto- 
ria politici!, religiosa, e let- 
teraria de' popoli dell' Asia 
centrale e specialmente de' 
Mongoli e Tibetani, Pietro- 
burgo 1824. {leà.) (3669 

La confutazione del celebre Klaproth 
cùiiiparve l'anno slesso in Parigi. 

Lavori dell' anibascieria impe- 
riale russa in Pekino , sulla 
China, sue leggi, istituzio- 
ni ecc. Pietroburgo 1852-57. 
(russo) (3670 

Versione tedesca di G. Abel e F. 
Meckleuburg. Berlino, Heinicke 1858; 
voi. 2. — L'opera più attendibile 
sulla China. 

Oliphant L. Narrative of earl 
Elgins mission to China and 
.Japan during the years 1857- 
59. London, Blackvvood, 2A 
edition, 1860. (3671 

Vers frane, con una introduzione di 
Gnizot. l'arigi, Levy 1800; voi. 2. 

Ellis H. Journal ol" the prò- 
ceedings of the late embassy 
to China. London, Murrav 
1817; voi. 2, with maps. (3672 

Su questa interessante missione di 
lord Amherst si legga il ragguaglio 
dato dalla Biblioteca italiana nel- 
l'annata 1817. — Versione italiana. 
Milano, Sonzogno 1819; voi. 3. 

Medhurst. China, its state and 
prospects. London 1838. (3673 

Neumann C. F. Storia del- 
l'Asia orientale, dalla prima 
guerra cinese fino al trattato 
di Pekino, 1840-60. Lipsia, 
Engelmann lS61.(/ef/.) (3674 

Viilansi i numeri 3613 e 3614. 

Gravière J. (de la). Voyage en 
Chine et dans ses niers en 
1847-50. Paris, Charpentier 
1854; voi. 2. (3675 

L'autore é fra i più dotti ed intre- 
pidi ufficiali della marina francese. 



214 



PARTE SESTA 



3676-3691 



Fortune R. A residence among 
tlie cliiiK'se iuhuid, or a nar- 
l'ative of adventiires in Cliina 
during 1853-S6. London, Mur- 
ray 1857. (3676 

Davis J. F. China, a descriplion 
oi that empire and its inha- 
bitants, with the history of 
foreign intercourse. London 
1857, 2.d edit. ; voi. 2. (3677 

Versione francese di Pichard. Parigi 
1837; voi. 2. 

Itier J. Journal d'un voyage 
en Chine en 1843-46. Paris, 
Dauvin 1853 ; voL 3. (3678 

Haussmann. Voyage en Chine 
Cochinchine^ Inde, et Malaise. 
Paris, Fulgcnce 1847; volu- 
mes 2. (3679 

L'autore era addetto all'ambasciata 
di Lnjjreiiée, ministro plenipotenziario 
di Francia. 

GuizlafF C. Sketch of chinese 
historv. London, Smith 1834; 
voi. 2: (3680 

Accreditata. 
Ideler. Sulla cronologia de'Chi- 
nesi. Berlino 1839. {ted.) (3681 

Accreditata ; come luUe le cose di 
Mi'ler 111 latto di cronologia. 

Callery and Ivan. History of 
the insurrection in China. 
London, Smith, 3.'J edition. 
1854. (3682 

Osborne. The past and future, 
of british relalions in China. 
Lond., Blackwood 1860. (3683 

Wolseley. Narrative of the war 
with China of 1860 contai- 
niiig personal experiences of 
the condition of the country. 
London, Smith 1861. (3684 

Timkowsky. Viaggio in Chi- 
na, ed attraverso la Mongolia, 
nel 1820. (russo) (3685 

Vers. frane, di Klaprolh. Parigi 1827. 
— Vers. ingl. Londra, Longman. — 
Vers. ted. 1825. 



Tchìhatcheff'. Voyage scienti- 
fique dans l'Aitai orientai, et 
les parties adjacentes à la 
frontière chinoise.Paris^Four- 
nier 1845; voi. 2. (3686 

Viaggio intrapreso per ordine del- 
l'imperatore Nicolò. 
Bitschurin Giacinto (padre). 
Memorie sui Mongoli. Pietro- 
burgo 1828 ; volumi 2. (rus- 
so) (3687 

Vers. ted. di Vpn der Borg. Berlino. 

— Al padre Giacinto, che lu amico e 
compagno di Timkowsky, dobbiamo 
parecchie opere pregevoli sulla China 
e la Mongolia, paesi che egli illustrò 
pel primo. 

Hall. Account of a voyage of 
discovery to the west coast 
of Corea, and the great Loo- 
choo islands, with a vocabu- 
lary of the Loo-choo language. 
London, Murray 1818. (3688 

Vers. ital. Milano, Sonzogno 1820. 

— Vedasi anche l'opera di Habersham 
Nord Pacijic cxploring expedition , 
and visUs to Cliina, Japan, the mouth 
of Ike Amoor, ecc. Filadelfia I80O. 

Mac Carthy. Étude hydrogra- 
phiqueet géographique sur la 
(peninsule) Corée. Paris, Pom- 
meret'1848. (3689 

Ravenstein. The Russians on 
the Amoor, its discovery and 
colonisation. With maps, pla- 
tesandwood-engravings. Lon- 
don, Trùbner 1861. (3690 

C^ — Aoia meridionale, 

Lacroix de Marles. Histoire 

generale de l'Inde ancienne 
et moderne depuis l'an 2000 
avant C. jusqu'à nous. Paris 
1828; voi. 6. (3691 

Per la storia dell'India antica, ve- 
dansi i numeri 103 e seguenti. 

Erskine W. History of India 
under the house of Taimur 



3692-3711 



BIBLIOGRAFIA GEOGRAFICA. 



215 



1526-1707. London, Longman 
1854; voi. 4. (3692 

Elphinstone M. The history 
of India. The Hindu and the 
mahometan periods. London, 
Murray, iA edit., 1858. (3693 

Mill J. The history of british 
India. London, Madden, new 
edit., 1858; voi. 10. (3694 

Accreditata. — La continunziorie 
dal i80o a noi è di Orazio Wilson. 
— La vita del celebre lord Clive go- 
vernatore dell'India fu scritta da Mal- 
colm. Londra 1836; voi. 3. 

Mahon. The rise of our indian 
empire or the history of India 
tili 1783. London, Murray 
1858. (3695 

Estratto dalla sua History of En- 
gland ecc. — Vedi numero 2072. 
Barchou de Penhoen. Histoire 
de la conquéte et de la fon- 
dation de l'empire anglais dans 
r Inde. Paris 1841 ; volu- 
mes 6. (3696 

Vers. ital. nella Raccolta di viaggi 
del Marniocclii pubblicata d;il Giac- 
chetti a Prato in molti volumi. 

Auber P. Rise and progress of 
the british power in India. 
London 1837; voi. 2. (3697 

Bruce. Annals of the honorable 
EastIndiaCompany,fromtheir 
establishment 1600 to 1708. 
London 1810; voi. 3. (3698 

Beveridge H. A comprehensive 
history of India from the first 
landing of the English, to the 
suppression of the Sepoy re- 
volt. London, Blackie 1860; 
voi. 2. (3699 

Murray H. History of british 
India, up to the closeofl8o4. 
Edinburgh,Nelson 1K55. (3700 

Neumann C. F. Storia dell'im- 
pero inglese nell'Asia. Lipsia, 
Brockhaus 1857; volumi 2. 
[ted.) _ (3701 



Stewart C. History of Bengal 
from the first mohammedan 
invasion to its conquest by 
the English in 1757. London, 
Alien 1813. (3702 

Duff. History of the Mahrattas. 
London, Longman 1826 ; vo- 
lumes 3. (3703 

Cunningham. History of the 
Sickhs. London 1849 : vo- 
lumes 2. (3704 

Hough. The history of Christia- 
nity in India. London 1839; 
voi. 2. (3705 

Anderson P. The English in 
western India, beeing the hi- 
story of Siirat, Bombay and 
the subordinate factories of 
the western coast from the 
earliestperiod to the commen- 
cement of the XVIII century. 
London , Smith , 2A edit., 
1858. (3706 

Andràsy E. Viaggio nell'India 
orientale, nel Bengala e nelle 
isole di Ceylon e di Giava. 
Post 1859. '(ungh.) (3707 

M:ignitka ediz. con molte tavole 
colorate. — Vers. ted. Pesi, Geibel 
1859. 

Archer. Tours in upper India 
and in parts of the Himalaya 
mountains. London 1833; vo- 
lumes 2. (3708 

Davidson Col. Travels in up- 
per India. London, Colburn; 
voi. 2. (3709 

Conolly A. Journey to the 
north of India. London, Ben- 
tley; voi. 2. (3710 

Heber. Narrative of a journey 
through the upper provinces 
of India from Calcutta to 
Bombay. Philadelphia 1829; 
voi. 2. (3711 

Vers. frane. Parigi 1830. 

Burnes. Travels into Bokkara, 



ÌI6 



PARTE SESTA 



37I2-373S 



beeing an account of a joiir- 
ney from India lo Cabool. 
London, Murray 1834; vo- 
lunies 3. (3712 

Vers. frane, di Eyries. Parigi, Ber- 
trand 1835 ; voi. 3. 

Masson C. Narrative ofvarious 
journeys in Beloocliista;i, Af- 
giianistan and the Penjai), in- 
cludine a residence in tiìose 
countries trom 1826 to 1838. 
London 1842; voi. 3. (3713 

Yule E. A narrative of the 
Hìission sent by the governor 
of India to 'the court of 
Ava in 1853. London, Smith 
1858. (3714 

Crawfurd J. Embassy to the 
court of Ava. London, Benfley 
1830; voi. 2. (3715 

Marshall W. H. Four years 
in Burniah. London, Skeet 
1860; voi. 2. (3716 

Bowring J. The kingdom and 
peoplc of Siam and the niis- 
sion to that country in 1855. 
London, Parker 1857; vo- 
lumes 2. (3717 

Finlayson G. Mission to Siam 
aiid Hue the capital of Cochin- 
china during 1821-22. Lon- 
don, Murray 1826. (3718 

Roberts. Embassy to the courts 
of Cochinchina, Siam and Mu- 
scat in the U. S. sloop of 
war Peacock during 1832-34. 
New York 1837. (3719 

Neale F. A. Narrative of a 
residence in Siam. London 
1852. (3720 

Pallegoix. Description du ro- 
yaume de Siam ou Thai. 
Paris, Viaiat 1854; voi. 2, 
avec cartes. (•i721 

Newbold. Account of the bri- 
tish settlements in the straits 
of Malacca. London 1839; 
voi. 2. (3722 



Girard. Étude sur Tourane et 
la Cochinchine. Paris, Cor- 
reai'd 1859. (3723 



C^ 



m asia::Ci.3, 



Crawfurd J. A descriptive dic- 
tioiiary of the indian islands 

and adjacent countries. New 
edition. London , Bradbury 

1856. (3724 
Tennent J.E. Ccylon,an histo- 

rical and physical account of 
the island. London, 5."' edit., 
Longman 1860; voi. 2, with 
drawings. (3725 

Baker S. W. Eight years wan- 
derings in Cevlon. London, 
Longman 1855^ (3726 

Vers. trd. di Zuchold. Gottinga 1856. 

Pridham. An historical and po- 
llticiil account of Ceylon. Lon- 
don 1849; voi. 2. (3727 

Knighton W. History of Cey- 
lon. London, Longman. (3728 

Wendt. L'isola di Ceylon, o la 
Taprobana degli antichi. Dor- 
pat 1854. (ted.) (3729 

Davy. An account of the in- 
terior of Ceylon. London 
1821. (3730 

Percival. Voyage to Ceylon in 
the years 1797-1800. (3731 

Vors. frane, di Henry. Parigi, Dentu 

180:3; voi. 2, con carie. 

Barrow G. Ceylon past and 
present. London , Murray 

1857. (3732 
Rinck. Schizzo geografico sulle 

isole nicobariche. Copenhagen 
1847. (ted.) (3733 

Marsden W. History of Su- 
matra. London 1811, with 
atlas. (3734 

Anderson I. Mission to the 
east coast of Sumatra. Lon- 
don, Cadali 1840. (3735 



3736-3750 



BIBLIOGRAFIA GEOGRAFICA. 



fl7 



Muller. Notizie siili' isola di 
Sumatra, Leida 1846. (olan- 
dese) (3736 

RafQe T. Account of the island 
of Java. London, Murray 1817; 
voi. 2. (3737 

Selberg E. Viaggio all' isola 
di Giava. Oldenburgo 1846. 
ited.^ (3738 

HoeveU. Viaggio attraverso Gia- 
va, Madura e Bali nel 1847. 
Amsterdam, (oland.) (3739 

Schwaner. Viaggi nell'isola di 
Borneo. Amsterdam, Kampen 
1854. (oland.) (3740 

Pubblicata dall' Istituto d" Olanda 
per gli sludii sull'Indio olandesi. — 
La maggior parte dellu opere sulle isole 
della Sunda videro la luce presso gli 
Olandesi, che vi hanno le loro vaste 
e floridi' colonie. 

Keppell H. Expedition of H. M. 
S. Dido to Borneo. London, 
Chapman 1847; voi. 2. (3741 

Mallat.LesPhilJppines, histoire^ 
géographie, agriculture, etc, 
des colonies espagnoles dans 
l'Oceanie. Paris, Arthus Ber- 
trand 1846. (3742 

Bowring J. A visit to the Plii- 
lippiiie islands. London, Smith 
1859. (3743 

Per la storia delle isole Filippine 
veggasi l'opera dello spagnolo Zuniga 
che fu tradotta in inglese. (Londra, 
Black; voi. ±) 

Ellis H. Hong-Kong to Manilla 
and the lakes of Luzon in 
the Philippine isles in 1856. 
London, Smith 1859. (3744 

Narrative of the expedition of an 



american .squadron to the 
China seas and Japan perfor- 
rnedin 1852-54 under Commo- 
dore M. C. Perry. Washington 
1858; voi. 2. (3745 

Questa celebre spedizione venne ese- 
guila per ordine del governo degli 
Stali Uniti. L'opera citata é eseguila 
con lusso e costa circa 150 franchi. 
Un indice diffuso e preciso trovasi 
nella breve Bibliografia americana 
pubblicata in Milano degli editori del 
Polilecnico. — .^ppleton di Nuova York 
]3ubblicò un compendio della relazione 
di Perry sotto il titolo The. Americans 
in Japnn. 

Siebold. Voyage au Japon exé- 
culé pendant 1823-30, ou Des- 
cription de l'empire japonais, 
des iles Curiles, de la Co- 
ree, etc. Paris, Didot 1838; 
voi. 5, avec atlas. (3746 

Opera magnifica ed accreditata d'au- 
tore tedesco. Da Siebold ebbe la scien- 
za, le prime e più importanti notizie 
sul Giappone. Egli esegui il viaggio 
])er incarico del governo olandese. Per 
la storia giapponese si consulti il 
Charlevoix, edito in Parigi nel 1736, 
in voi. 2. 

Gornwallis K. Two journeys 
to Japan iti 1857. London , 
Newby 1859; voi. 2. (3747 

Annales desempereurs du Japon 
trad. par Titsingh. Ouvrage 
revu par L Klaproth. Paris 
1834. (3748 

Smith B. Ten weeks in Japan. 
Loiidpn, Longmanl861. (3749 

Madinier, Description des iles 
Kouriles et autres au nord 
du Japon. Paris, Dupont 
1856. (3750 



BIBL. — 28 



S18 



PARTE SESTA 



3751-3787 



A.m.ei"ica.. 



D* — Prolegomeni e popoli aborigeni. 



Le mifiUori opere bibliografiche sul- 
l'America, sua scoperta, sue colonie 
e stati sono la Bibiiolbi'que améri- 
. caiiie di Ternaux Compans (Parigi, 
Bertrand 1837), che abbraccia tutti i 
libri concernenti il nuovo continente 
comparsi fino a H 700, ed j< Catalogne 
of books relating lo America arranged 
under the year of the print by Rich. 
La prima parie (Londra iH3'2) giunge 
fino al 1700, la seconda parte col ti- 
tolo Blbliotheca americana or a cata- 
logne of books in various languages 
relating to America ]irinledsince 1700, 
(London 1846; voi. 2) giunge fino al 
18i6. — Per lo studioso e pel hiblio- 
grnfo non meno utile è la Bihìiogra- 
phical guide to american literalure 
during the last forty years , pubbl^ 
in Londra da Triibner nel 1859. È 
un catalogo ixcuruto delle migliori 
opere comparse in America nel no- 
stro secolo , ed essendo diviso per 
materie, anche noi ne consultammo 
iililmente le rubriche History, Bìo- 
rrapby, Géography. Di grande inte- 
resse è la diffusa e dotta introdu- 
zione di E. Edwards sulla bibliogra- 
fia e letteratura americana nel nostro 
secolo. Chi amasse consultare l'indice 
di questo modello di cataloghi biblio- 
grafici Ubrarii, lo troverà esattis- 
simo nella breve Bibliografia ame- 
ricana pubbl. in Milano dagli edi- 
tori del Politecnico. — Si consulti 
eziandio il Ludewig. The literature 
of american locai history, New York 
1846, 

Humboldt Alex. Examen cri- 
titiue de l'iiistoire de la géo- 
graphie du nouveau continent. 
Paris, Gidel836; vol.6. (3751 

Accreditatissima. — Vers. ted. di 
Idekr, 1852; voi. 3. 



Ternaux Compans. Voyages, 
rélations et mémoires origi- 
na ux poui' servir à l'histoire 
de la dócouverte de 1' Amé- 
rique, publiés pour la pre- 
mière ibis en francais. Pa- 
ris, Bertrand 1837-41; volu- 
mes 20. (3752 

Importante collezione della quale 
si stamparono pochi esemplari. 

Bradford. American antiqui- 
ties and researches into the 
origin and history of the red 
race New York 1843. (3753 

Accreditala. 

Mùller. Storia delle religioni 

de'popoli aborigeni americani. 

Basilea 1855. (ted.) (3754 
Ludewig. The literature of 

american aboriginal languages. 

London, Trùbner 1858. (3755 

Oprra interessante, e prima sul diffi- 
cile argomento. 

Mac-Culloch. Antiquarian re- 
searches concerning the abo- 
riginal history of America. 
Baltimore 1829. (3756 

Schoolcraft H. Historical and 
statistical Information respe- 
cting the history, eondition 
and pi'ospects of the indiali 
tribes of the United-States , 
collecied under the direction 
of the bureau of indian af- 
fairs. Philadelphia, Lippincott 
1851-56; voi. 6, with plates 
and woodcuts. (3757 

Opera assai pregevole e profonda, 
pubblicala per ordine del governo 
americano. L'autore va celebre per 



3758-3769 



BIBLIOGRAFIA GEOGRAFICA. 



219 



diversi scritti sugli Imliani, e por le 
sue scoperte nelle regioni dell' alto 
Mississippi. L" edizione accennata é 
magnifica e costa circa seicento fran- 
chi. Un breve indice trovasi nella 
Bibliografìa americana qui pubblicata 
dagli eclilori iM Politecnico. 

Schoolcraft H. Notes on the 
Ii'oquois, or contributions to 
arnerican liistory and etlmo- 
logy. Albany 1848. (3738 

Mac Kenney. History of the 
indiai) trib(!S of North-Ame- 
Y\và. Philadelplna 1838; vo- 
lumes 2. (3759 

Mondot A. Hlstoire deslndiens 
(Ics États-Unis d'après les rap- 
ports odìciels puijiiós par le 
congrés du 1851. Montpellier, 
Boehin 1839. (3760 

Brasseur de Bourbourg. Hi- 
stoire des nations civilisées 
du Me.xiqiie, et de 1' A me pi- 
qué centrale, durant les siè- 
cles antérieurs à C. Colomb, 
écrite sur les docunients ori- 
ginaux et inédits, puisés aux 
archives des indigènes. Paris, 
Bertrand 1857; voi. 4. (37(51 

Assai accreditata. — 11 primo tomo 
comprende i tempi eroici, e la storia 
dell'impero de'Toltechi , il secondo 
la storia del Yucatan e del Guatimaia 
fino alla fondazione della monarchia 
messicana, il terzo la storia degli slati 
di Oxoaca e Michoican, e dell'impero 
di Analiuac fino all'arrivo degli Spa- 
gnuoli , il quarto la storia della con- 
quista spagnuùhi, e della diffusione 
del cattolicismo nell'America centrale. 

Kingsborough (lord). Antiqui- 
ties of Mi;xico , comprising 
facsimiles of ancient mexican 
paintings and hyeroglyphics. 
London, Tailor 1830; voi. 7, 
in folio. (3762 

Quest'opera raccolta con ingenti spe- 
se ed eseguita con lusso straordinano 
costava originariamente 18,0OU fran- 
chi ! 

Squier. Travels in centrai Ame- 



rica , particularly in Nica- 
ragua, with a description of 
its aboriginal monuments, and 
maps. New York 1852 ; vo- 
lumes 2. (3763 

Catherwood. Wiews of ancient 
monuments in centrai Ame- 
rica, and Yucatan. London 
1844. (3764 

Norman. Ruined cities of Yu- 
catan, rambles through the 
peninsula. New York, ^A edi- 
tion, 1843. (3763 

Gordon. History of America 
containing the" history of spa- 
nish discoveries prior to 1520. 
Philadelphial831;vol.2.(3766 

Kohl G. Storia delle scoperte 
in America da Colombo, fino 
a Franklin. Brema, Strack 
1861. {teiL) (3767 

D^ — Storia (isgli 2lali Dui':. 

American archives consisting 
of a collection of authentic 
records, and state papers pu- 
blished under the authority 
of the congress. Washington 
1837-53; voi. 9. (3768 

Questa raccolta si divide in sei se- 
rie,, e dalle prime colonie stabilitesi 
in America nel XVII secolo giunge 
fino alla ratifica finale della costitu- 
zione nel 1787. 

Bancroft G. History of the 

United States from the di- 
scovery of the american con- 
tinent. lo.ili edit. Boston 1859- 
voi. 7. (3769 

La migliore sull'argomento. È molto 
accreditata, e trovasi tradotta in varie 
lingue. Un'fdizione economica nell'o- 
riginale è quella di Roullerlge. Lon- 
dra 18o2; voi. 4, che la parte della 
Popular library. — Vers. ita!, di G. De- 

I Tivoli. Milano, Canadelli 1857 a 1860; 

I voi. 6. — Vers. tedesca di Kretzsch- 



tu 



PARTE SESTA 



3770-3784 



mar. Lipsia, Wigand 1839. — Vers. 
francese di madamifjelia 1. Galli de 
Gainond. Bruxelles, Lacroix, VanMee- 
nen, nella Collection d' liistoriéns con- 
temporains. — Si ha d.illo slesso au- 
tore una buona History of Uie revo- 
lulion of northern America. New York 
1850. 

Elliot. The american diploma- 
tic code, embracing treaties 
and conventions betwoen tlie 
United-States and foreign po- 
wers from 1778 to 1834. Wa- 
shington 1834 ; voi. 2. (3770 

Vedasi anche il libro di Lym;in The 
dijìlumnci/ of the United-Stalcs, becivg 
un account of the foreign relalions of 
the country from 1778 lo 1828. Bo- 
ston 1828 ; voi. 2. 

Hildreth R. History of the 

anieric;in United-States. New 
York 1852; voi. 6. (3771 

Assai accreditala e Iradolta in varie 
lingue. — Fra le opere meno recenti 
sulla storia d'America, potrà consul- 
tarsi il Robertson che fu tradotto in 
italiano da A. Pillori. Venezia 1819; 
voi. 8. 

Tucker. The history of the 
United-States from their co- 
ionisation to the end of the 
Twenty-sixth congress in 
1841. Phihtdeiphia 1857; vo- 
luines 4. (3772 

Handelmann E. Storia degli 
Stati Uniti d' America. Kiel, 
Homann 1860; 2.^ ediz., vo- 
lumi 2. {ted.) (3773 

Abbot J. American historv. 
New York 1860; voi. l.'si 
With maps. (3774 

Contiene i capitoli suU' Aboriginal 
America. 

Laboulaye, E. Histoire politi- 
que des États-Unis depuis les 
premiers essais de colonisation 
jusqn'à la constitution fede- 
rala 1620-1789. Paris, Durand 
1855; voi. 3. (3775 

Graham I. History of the rise 
and progress of the United- 



States. London 1827 ; volu- 
mes 2. (3776 

Howitt M. A popular history 
of the United-States of Ame- 
rica. London, Longman 1859; 
voi. 2. (3777 

Lorain. Origine et fondaiion 
des Etats-Ùnis d^Amérique , 
1497-1620. Paris, Hachette 
1853. (3778 

Breve compendio riveduto da Guizot. 

Ghalmers. History of the re- 
volt of the american colonies. 
Boston 1845; voi. 2. (3779 

Londonio. Storia delle colonie 
inglesi in America, dalla fon- 
dazione (ino all' epoca del- 
la loro indipendenza. Milano 
1811. (3780 

Buon libro, che può servire d'inlro- 
diizione al Botta. 

Botta C. Storia della guerra 
d' indipendenza degli Stati 
Uniti d'America, colla prefa- 
zione di M. Amari. Nuova 
ediz. Firenze , Le Mounier 
1857; voi. 2. (3781 

Esistono moltissime edizioni d' ogni 
formato. — Si giudica il miglior la- 
voro di Botta, ed anche gli Americani 
ne fanno gran conto. — Vers. ingl. di 
Otis. Boston 1826. — Vers. frane, di 
Sevelinges. Parigi 1813. 

Brakenridge. History of the 
american revolution and war 
of independence. (3782 

Vers. ital. di Borsieri. iMilano, Bi- 
blioteca storica. Beltoni 1819. — Vers. 
frane, di Daimas. Parigi 1820. 

Scriba. La guerra d'indipenden- 
za d'America, narrata al po- 
polo tedesco. Friedberg 1851. 
{ted.) (3783 

E un breve compendio. 
Bradford. History of Massa- 
chusetts from 1620 to 1820. 
Boston 1835. (3784 

Per la storia de'singoli slati dell" ^7- 
nione si consulti il catalogo citato di 
Triilmer. 



3783-3804 



BIBLIOGRAFIA GEOGRAFICA. 



221 



Marshall J. The life of George 
\Vashin2;ton. Pliiiodelphin. 2.'' 
edit., 1832; voi. 2. (.^785 

Accreditata. — Vcrs. fr.inc. rli Hen- 
ry. Parigi, Dnntu 1S07; voi. S, 

Sparks. The writiiigs of Wa- 
shington with a lil'e of t!ie 
autor, and notes. Boston 1830 ; 
voi. 12. (3786 

Vers. frane. Parigi 1840; voi. G. 

Correspondence on the 

american revolution, beeing 
letters of eniiiient men to 
Washington, from his taking 
command to the end of his 
lite. Boston 1853; voi. 4. (3787 

Irving W. Life of George Wa- 
shington. London, newedit.. 
Bohn 1856; voi. 3. (3788 

Accreditata, e tradotta in varie lin- 
gue. — Vers. ted. di Biilau. Lipsia 
1859; voi. 5. 

Guizot. Vie du general Wa- 
shington. Paris 1839. (3789 

Vers. ingl. di Reeve. Londra 1840. 
Fra le moltissime opero sull' eroe 
americano, cassai nota per le ripetute 
ediz. e traduz. quella (li Ramsay, di 
mollo aiileriare alle già citate. 

Headley. Washington and his 
generals. New York 1847 ; 
voi. 2. (3790 

Wislicenus E. Washington , 
ossia Le origini della repub- 
blica degli Stati Uniti. Lip>ia, 
2.'' ediz., 1852. (ted.) (3791 

Sanderson. Biography of the 
signers of the deelaration 
of independence. Philadelphia 
1820; voi. 7. (3792 

Ménioires, correspondances et 
manuscrits du general Lal'a- 
yette, pubi, par sa faniille. 
Paris 1838; voi. 6. (3793 

Vers. ilal. Milano 1840; voi. 3. 

Sparks. The lil'e of Benjamin 
Franklin, containing the au- 
tobiography, with notes. Bo- 
ston 1856. (3794 



Adams Charles. The works 

of John Adams, second pre- 
sidcnt of the United-States, 
(1797-1801), with a life of the 
author. Boston 1856; volu- 
ines 10. (3795 

Randall H. The life of (third) 
president Thomas Jefferson 
(1801-09J. New York 1858; 
voi. 3. (3796 

Tucker G. The lil'e of T. Jef- 
ferson third presideiìt of the 
United States. London 1837; 
voi. 2. (3797 

Witt C. Thomas Jefferson, étude 
historique sur la démocratic 
américaine. Paris, %^^ édit., 
Didier 1861. (3798 

Rives W. History of the life 
and times of James Madison 
fonrth president (1809-17). Bo- 
ston 1859; voi. 2. (3799 

Madison's papers comprising his 
debat(.'S in the congress etc. 
New York 1842; voi. 3. (3800 

Stampato per ordine del congresso. 

Armstrong. Notices of the war 
of 1812. New York 1840,- vo- 
lumes 2. (3801 

Vedi anche il numero 2089. 

Benton T. H. Thirty years 
view or the american govern- 
meiit from 1820 to 1850. 
New York 1854. (3802 

Jenkins. Life and public Ser- 
vices of Andrew Jackson se- 
venth president of the United 
States (1829-37). Buffalo, N. Y. 
1845. (3803 

Gutts. The conquest of Califor- 
nia and New Alexieo by the 
l'orces of the United States in 
1847. Philadelphia 1847. (3804 

Su questa guerr.i veggisi anclie l'o- 
pera fli Ki'iiJall. New York. 1851. 

Bartlett. The life of general 
Franklin Pierce, president of 



S22 



PARTE SESTA 



3805-3824 



the United States (1853-57). 
New York 1857. (3805 

Marshall. The Uiùted States 
nianual of biography and hi- 
story , comprising the lives 
of presidenls and vicepresi- 
dents. Philadclphia 1855. (3806 

Palfrey J. G. History of New 
England during the Stuart 
dvnasty. Boston 1858; vo- 
la in e s 2. (3807 

Kapp F. Storia della schiavitù 
negli Slati Uniti d'America. 
Amburgo, Meissner 1861, con 
carta, (ted.) (3808 

Motley Lothrop. Causes ot the 
civil warin America. London, 
Manvaring 1861. (3809 

Ristampa dal Times. Già tradulto in 
varie lingue. 

Gasparin A. Les États-Unis en 

1861. Un grand peuple qui 

se relève. Paris , 2A^ édit., 

Lévy 1861. (3810 

Vers. oland. Utrecht. — Yers. ingl. 
Londra, Low. 

D"^ — America saltentrionais. 

Murray. Historical account of 
discoveryand travelsinNorth- 
America. London 1829; vo- 
lunies 2. (3811 

Aschlund. Descrizione della 
Groenlandia. Copenhagenl832. 
{danese) (3812 

Graah W. A. Expedition to 
the east coast of Greenland. 
London, Parker. (3813 

Il capitano danese Graah in ripe- 
luti viaggi dal 1821 al 1831 esplorò 
nccuratamcnte la costa orientale della 
Groenlandia dal 60.° al 66.° grado. 

Rink. Sulla natura e la geo 

gralia delle colonie danesi 
nella Groenlandia. Copenhagen 
1852, con carte, (danese) (3814 



Brasseur de Bourbourg. Hi- 

stoire du Canada et de ses 
missions. Plancv, Collin 1852; 
voi. 2. ' (3815 

Garneau. Histoire du Canada, 
depuis la décou verte jusqu'à 
nous. Quebec 1847; volu- 
mes 2. (3816 

Smith. Hislory of Canada, Que- 
bec 1815; voi. 2. (3817 

Agassiz. Lake Superior, its phi- 
sical character and vegeta- 
tion , coinpared with those 
of similar regions. Boston 
1850. (3818 

Kohl J. G. Kitchi-Gami, ossia 
Relazioni su! lago Superiore 
gli Indiani d'America. Bre- 
ma 1859; voi. 2. con carte. 
(ted.) (3819 

Vers. ingl. Londra, Ghapman 1859. 

Ritchie. Wisconsin and its re- 
sources, with lake Superior 
its commerce and navigation. 
With a map of the region 
of lake Superior. Philadelphia 
1857. (3820 

Hind. Narrative of the canadian 
Red River exploring expedi- 
tion of 1857, and the saskat- 
chewan exploring expedition 
of 1858. London, Longman 
1861 ; voi. 2. (3821 

Golton. A tour of america» 
lakes and among the Indians 
of the american north-west 
territorvin 1830. London, We- 
stley 1833; voi. 2. (3822 

Kittliz F. Memorie di un viag^ 
gio nell'America russa, nella 
Micronesia e nel Kamtschatka. 
Gotha, Perthes 1858 ; voi. 2. 
(k'd.) (3823 

Wrangel. Notizie sui possedi- 
menti russi nell'America set- 
tentrionale. Pietroburgo 1839. 
(russo) (3824 



382o-38:iÌ 



BIBLIOGRAFIA GEOGRAFICA. 



213 



Reports of explorations and 
surveys to ascertain the most 
practicable and economical 
route for a railroad IVom the 
Mississippi tothe Pacific, made 
under the direction ofthese- 
cretary of warin 1853-54 ac- 
cording to acts of congress. 
Washington 1856; voi. 4, 
with plates. (3825 

Lewis and Clarke. History of 
the expedition to the soiir- 
cesofthe .\lissouri,and thence, 
down the river Columbia, 
across the american contincnt 
to the Pacitic Ocean, duriiig 
1804-06. By order of the go- 
vernement. New edit. London, 
Longmanl817; voi. 3. (3826 

Un uslraUo Ji qut'Slo viu^rgiu tio- 
vasi ne! Compendio dei viaggi moder- 
ni di G. B. Eyriés , traflollo in ita- 
liano. Ve/ifzia, Aiitonelli 1830-31, 
\olumLlli 43 con rami — impresa 
condotta invero con poca accuratezza, 
poiché, tacendo della scorrezione della 
stampa, dà con iioeliissinio ordine un 
gran numero di estratti di viaggi 
d'importanza assai diversa, traducen- 
doli or dal francese, or dall'inglese, 
senza mai accennare il nome del tra- 
duttore, e senza menomamente curarsi 
della proprietà dello stile. Gli altri 
viaggi compresi in questa Bibliografia 
e di cui si leggono estratti nella delta 
raccolta di Antonelli sono: quello di 
Wilson alle isole Pelew (n.° 3963), 
quello di Mariner alle isole Tonga 
(n." 39(50), quelli di Ross, Parry e 
Franklin nell'Oceano glaciale artico 
(n.o 3972, .3973, 3976), di Robinson 
al fiume Orenoco (n.° 3873), di Tu- 
ckey al Congo nell'Africa (n.° 3o30), 
di Burchell nell'Africa meridionale 
(n.° 3583), di Mollien alle sorgenti del 
Senegal (n.° 3576), di Marsden a Su- 
matra (n.° 3734), di Raffle a Giava 
(n.°3737), diDavv ePercivalaCeylon 
(n.» 3730e 3731), "di Caillaud a Meroe 
(n.° 3545), di Dcnham e Clapperton 
nel cuore dell'Africa (n." 3575), e di 
Crawfurd ad Ava (n.°37do). 

Stansbury. Espiorations and 
survey of the valley of the 



great Salt-lake, in the Utah 
territory. Phihìdeiphia 1852, 
with maps. (3827 

Pubblicazione fatta per ordine del 
governo degli Stati Uniti. 

Kane P. Wanderings araong 
the Indians ofNorth America 
from Canada to Vancouver 
island and Oregon. London, 
Longman 1859. (3828 

Fédix. L'Oregon et les còtes 
de 1 Océan Pacifìque du nord. 
Paris, Amvotl846. (3829 

Domenech È. Seven years re- 
si'lenee in the gre;it deserts 
of North- America. London. 
Longman 1860; voi. 2. (3830 

Beltrami J. C. A pilgrimage 
in Europe and America, lea- 
ding to a discovery of the 
sources of the Mississippi and 
Bloody river with a descrip- 
tion of the whole course of 
the former, and of the Ohio. 
London, Hunt and Clarke 1828; 
voi. 2, with maps. (3831 

Al nostro compatriota, il bergamasco 
Billrami, devcsi la gloria di aver pel 
primo esplorate le solitudini ove ha 
le sue sorgenti il gigantesco Mississip- 
pi. Tutta la stampa anglo-americana lo 
riconobbe, e sa ben distinguere le sue 
dalle scoperte di Schoolcraft. Il sig. 
G. Rosa in uno scritto recentissimo 
si propose di rendere meglio noto agli 
Italiani l'imperterrito e benemerito 
Belirnmi. (Bergamo 1861). 

Schoolcraft H. Narrative of 
an exploi^atory expedition to 
the sources of the Mississippi 
in 1820, and of the discovery 
of the Itaska lake in i 832. New 
edit. Philadelphia 1854. (3832 

Pubblicata p^■r ordine del presidente 
degli Stati Uniti. — L'autore ha scritto 
molte pregesoli cose sulla storia e 
geografia d'America, ed è lodatissima 
la sua storia delle antiche tribù ame- 
ricane. Vedasi il numero 3757. 

Monette. History of the disco- 
very and settlements of the 



2-24 



PARTE SESTA 



3833-3850 



valley of the Mississippi untili 
i8hG. New York 1846; voi. 2,' 
wiih mnps. (3833 

Moellhausen B. Giornale di 
un viaggio dal Mississippi alle 
rive dell' Oceano del sud. 
Lipsia, Mendelssohn 1860, 2.^ 
ediz., con carte, (led.) (3834 

La prefazione di Al. niin)Loi(ll é 
valida raccomandazione jìcr qucsl'o- 
pera. — Vevs. olarid. di Miclmelis. 
Zut[ihen 1858. — Vers. iiigl. di Sin- 
iietl. Londra, Lcnpman d859. — Vers. 
sved.di Rowsing. Stoccolma, Plùlipsen 
18fìL — L'autore faceva parte della 
spedizione ordinala dal governo degli 
Stati Uniti, e comandata da Wliipiile. 

Viaggi nelle montagne Roc- 
ciose deirAmerica del noi^d, 
fino all'altipiano del Messico. 
Lipsia, Coslenoble 1861 ; vo- 
lumi 2. {(ed.) (3835 

La prelazione e di A. Humboldt. 
L'autore faceva parte della spedizione 
al rio Colorado ordinala dal. governo 
degli Stati Uniti. 

Fremont J. Narrative of the 
exploring expedition to the 
Rocky niountains in 18^2 and 
to Oregon and Calirocnia in 
1844. Washington 1845. (3836 

Assai accreditala. — Fubbl. per 
ordine del senato americano. 

Bigelow. The li fé and public 
Services of John Fremont, in- 
cludi ng an account of his fi ve 
expeditions across the north- 
american continent. New York 
1856. (3837 

James. Account of an expedi- 
tion fi'om Pittsburgh to the 
Rocky mountains. London , 
1823; voi. 3. (3838 

Townsend. Excursions to the 
Rocky mountains. London, 
Colburn ; voi 2. (3839 

Duflot de Mofras. Exploration 
du territoire de l'Oregon, des 
Caiifornies et de la mer Ver- 
meille pendant 1840-42. Paris, 



Arthus Bertrand 1844 ; vo- 
jumes 2. (3840 

Accreditata. 

Greenhow R. History of Ore- 
gon and California. London, 
Murray. (3841 

Sulle presenti condizioni della Ca- 
lifornia e S. Francisco, citiamo fra le 
moltissime Topera recente di Souke, 
Gilion e Nisbel. Avnalx of S. Franci- 
sro, eie. New York, Applelon 1860. 

Heape G. H. Central route 
of the Pacific from the val- 
lees of the Mississippi to Ca- 
lifornia, journal of an expedi- 
tion undertaken in 1853. Phi- 
ladelphia 1854. (3842 

Simpson T. Discoveries on the 
north-east american coast. 
London, Bentley. (3843 

Simpson esplorò, per incarico della 
compagnia della baja d' Hudson , il 
mare di Baffin al nord del 60.° grado. 

Chandless W. A visit to the 
Salt lake, ora residence in the 
Mormon settlemenfs at Utah. 
London, Smith 1857. (3844 

Oìshausen T. Storia della set- 
ta de' Santoni , o Mormoni , 
nata nelFAmerica del nord. 
Gottinga, Riiprecht e Van- 
denhoeck 1855. (led.) (3845 

Remy J. Voyage aux pays des 
Mormons. Paris, Dentu 1860; 
voi. 2, avec cartes. (3846 

Sitgreaves. Report of an expe- 
dition do«n the Zuni and 
Colorado rivers, With maps. 
Washington 1853. (3847 

Tilden. Notes on the upper 
Rio Grande, explored in 1846 
bv order of general Patterson. 
Philadelphia 1847. (3848 

Marcy. Exploi'ation of the Red 
River of Louisiana in the year 
1852. Washington 1854. (3849 

Smith E. An account of a jour- 
neythrough Texas, undertaken 
in 1849. London 1849. (3850 



3851-3866 



BIBLIOGRAFIA GEOGRAFICA. 



225 



Maillard. History of the re- 
public of Texas. London , 
Smith 1842. (3851 

Brinton D. Notfis on the llo- 
ridian peninsula, its literary 
history and antiquities. Phila- 
delphia 1859. (3852 

Irving T. The conquest of 
Florida by Hernando de Soto. 
Philadelphial835; vol.2.(3853 



I)^ 



Affisrica c^nirale e meridioDc 



Humboldt Aless. Viaggi nelle 
regioni equinoziali del nuovo 
continente. Ediz. pubbl. da E. 
Haulf. Stuttgarda, Cotta 1859; 
voi. 2. (ted.) (3854 

Assai accredilata. — La grande cfli- 
zione coniiuende 17 volumi in folio 
eri Id in 4.". Quest'opera notissima del 
luminare del nostio secolo contiene 
profondi e novissimi sludii su tutte 
le fisiche condizioni dell'America cen- 
trale. 

Essai politique sur le royau- 

me de la Nouvelle-Espagne. 
Nouv. édit. Paris 1825; volu- 
mes 4. (3855 

Accreditata. — Vers. ital. Milano, 
Sonzofmo l><i29; voi. 7. 

Prescott W. History of the 
conquest of Mexico vith a 
preliminary view of ancient 
mexican civilization, and the 
lite of Fernando Cortez. Lon- 
don, new edit., Bentley 1855; 
voi. 3. (3856 

Assai accreditata. — Vers. frane, 
di A. Pichot. Parigi 1846; voi. 3. 

Tezozomog A. Histoire du 
Mexique. Traduction par Ter- 
naux Compans. Paris, Arthus- 
Bertrand 1849; voi. 2. (3857 

MilL History of Mexico from 
the spanisi! conquest. Lon- 
don 1824. (3858 



Alaman. Historia de Méjico 
desde los primeros movin)en- 
tos que prepararon su inde- 
pendencia en 1808 basta la 
epoca presente. Madrid, Mel- 
lado 1860; tonios 5. (3859 

Richthofen G. E. Le condi- 
zioni politiche della repubblica 
messicana dall'epoca dell' in- 
dipendenza fino a noi Berlino, 
Hertz 1859. (ted.) (3860 

Burkart. Viaggio e dimora de- 
cenne nel Messico, 1825-35. 
Stuttgarda 1835; volumi 2. 
(fed.) (3861 

Belframi. Le Mexique. Paris 
1830; voi. 2. (3862 

Scherzar C. Viaggi nell'Ame- 
rica centrale cioè attraverso 
i paesi di Honduras, Nicara- 
gua e San Salvador. Brun- 
swick, Westermann 1856, con 
carte, (fed.) (3863 

Versione inglese. Londra, Longmaii 

1857. 

Squier. Notes on centrai Ame- 
rica , particularly Honduras 
and San Salvador, and the 
proposed interoceanic rail- 
way. New York 1855. With 
maps. (3864 

La slampa americana diede di que- 
sto libro ragguagli favorevoli chia- 
mandolo assai opportuno a far cono- 
scere le repubbliche del centro, e la 
gran questione dell'istmo. 

Morelet A. Voyage dans l'A- 
mérique centrale, l'ilede Cuba 
et le Yucatan. Paris, Baudrv 
1857; voi. 2. (3865 

Stephens. Travels in centrai 
America, and Yucatan. New 
York 1851 ; volumes 2, with 
maps. (3866 

Williams. The isthmus of Te- 
huantepec or the results of 
a survey for a raiiroad to con- 
nect the Atlantic and Pacific 



2S6 



PARTE SKSTA 



3867-3887 



Oeeans. With maps. New York 

1852. (3867 

Opera indispensabile a chi ami co- 
noscere e slurliare i diversi grandiosi 
progetli elle si stanno agitando per la 
congiunzione dell'Allantico col P;ici- 
fico, mediante ferrovie e canali navi- 
ira bili. 

nUosquera. Memoria sobra la 
geografìa fisica y politica de 
la Nueva Grenada. New York 
1852. (3868 

Holton I. New Granada twenly 
months in the Andes. New 
York 1857. (3869 

Restrepo J. Historia de la re- 
volucion de la republica de 
Colombia en la America me- 
ridionak Besancon , Jacquin 
1859; voi. 4. ' (3870 

Baralt et Dias. Resumen de 
la historia de Venezuela desde 
1797 basta 1830. Paris, Four- 
nier 1841; voi. 2. (3871 

Flonter. History of the revo- 
lution ol' Caracas (Venezuela). 
London 1819. (3872 

Robinson. Expedition up the 
Oi"inoco. London, Alien. (3873. 

Schomburg. Twelve years in 
tlie interior of Guyana. Lon- 
don 1841. (3874 

Lodata da Humboldt. — Vers. ted. 
Lipsia 1841. 

Benoit. Voyage a Surinam , 
description des possessions 
olandaises dans la Guyane. 
Bruxelles 1839. (3875 

Ternaux-Gompans. Notice bi- 
storique surla Guyane fran- 
caise. Paris 1843. (3876 

Contiene una bibliografia speciale 
sulla Gujana. Un' altra scritta da V. 
Nunvion comparve in Parigi nel 1S44. 

HerndonW. L. Exploration of 
the vaMey of the ri ver Amazon. 
Washington 1853; voi. 2, with 
maps. (3877 

Accreditata. — Pubblicata per or- 
dine del congresso. 



Osculati G. Esplorazione delle 
regioni equatoriali lungo il 
fiume Napo ed il Rio delle 
Amazzoni, negli anni 18'i6-48. 
ftlilano 1854, con carte. (3878 

Gastelnau. Expedition dans les 
parties centrales de l'Améri- 
que du sud, de Rio Janeiro 
a Lima, et de Lima au Para. 
Paris, Bertrand 1850; volu- 
mes 6. (3879 

Viaggio eseguito dal 1843 al 1847 
per ordine del governo francese. 

Smyth and Lowe. A journey 
lì'om Lima, tu Para, across 
the Andes and the Amazon. 
London 1836. (3880 

Scarlett Campbell. South 
America and the Pacific or a 
journey across the pampas, 
ffom Buenos Avres to Pana- 
ma. London 1838; voi 2. (3881 

Handelmann E. Storia del Bra- 
sile. Berlino, Springer 1859. 
Nove dispense, (ted.) (3882 

Gonstancio. Historia do Brasil 
desde o seu descobrimento 
por Pedro A. Cabrai a té à ab- 
dicaeao do imperador Pedro I. 
Paris 1839; tomos 2. (3883 

Avé-Lallemant R. Viaggio nel 
Brasile settentrionale nell'an- 
no 1859. Lipsia , Brockhaus 
1860; voi. 2. (led.) (3884 

Gardner. Travelsin the interior 
of BraziI, 1836-41. London, 
Reeve 1847. (3885 

Ewbank. Life in Bra.sil with 
illustrations of ancient south 
american arts in recently di- 
scovered implements. New 
York 1857. (.3886 

Hadfield W. BraziI, the ri ver 
Piate, the Falkland islands 
and the cape Horn route to 
Australia. London. Longman 
18S4. (3887 



3B88-3904 



BIBLIOGRAFIA GEOGRAFICA. 



Demersay A. Histoire du Pa- 
raguay , accompagnée d' un 
atlas , de piéces juslilìcati- 
ves etc. Paris, Hachette 18C0; 
voi. 2. (3888 

Le passe, le présent, et l'avenir 
du Pai'aguay, ouvrage public 
par le généi-al Pacheco. Paris, 
Delacoiube 1851. (3889 

Woodbine Parish. Buenos Ay- 
resand the proviiices of Rio 
de la Piata from tlieir disco- 
very, and conquest by the 
Spaniards, to the establishe- 
meiit of their indipcndence. 
London, 2.'i edit., 1852. (3890 

Burmeister E. Viaggi attra- 
verso gli stati della Piata negli 
anni 1857-GO, avuto speciale 
riguardo alla repubblica Ar- 
gentina. Halle, Schnildt 18G1; 
voi. 2, con carte, {ted.) (3891 

Il secondo volume Ualta delle Pro- 
vincie di noni-ovest , e delle cordi- 
gliere fra Catamarca e Copiapo. 

Page T. La Piata, the Argen- 
tine confederation and Para- 
guay, traveisduring 18o3-ri6. 
New York 1859. (3892 

Opera pubblicala sotto fjli auspicii 
del governo degli Stali Uniti. 

Andrews. Journey l'rom Bue- 
nos Ayrestrough south Ame- 
rica to Coquimbo. London, 
Murray 1827; voi. 2. (3893 

Desjardins. Le Perou avant 
la conquète espagnole. Paris, 
Arthus-Bertrand 1858. (3894 

Prescott W. History of the 
conquest of Perù , with a 
vievv of the civilizatlon of the 
Incas, New edit. London, Bent- 
ley 1855; voi. 3. (3895 

Assai accreditata. Vedasi anche il 
numero 38J5G. — Vers. frnnc. di 
Poiet. Bruxelles, Lncroix 1801. 

Garcilaso de la Vega. Storia 
generale del Perù, o Commen- 



tario dei re luca che vi re- 
gnarono. Ediz. orig. Lisbona 
1817; voi. 2. (s/w^/».) (3896 

Vers. frane, ediz. ree. Parigi 1830; 
voi. ■^. 

Garcilaso de la Vega. Storia 

delle guerre civili degli Spa- 

gnuoli nelle Indie. {f;png.){Z8d7 

Vers. frane, ree. Parigi 1830; voi. 'j. 

Marmontel. Les Incas, ou La 

destruction de l'empire du 

Perou. Paris, Nouv. édit. . 

Lehuby 1845. (3898 

(filiamo questo classico libro inal- 
grailu la jjarte romanzesca che con- 
ti. 'nr. 

Markham C. Cuzco or a jour- 
ney to the ancient capitai of 
Perù- with an account of the 
history language and antiqui- 
ties of the Incas. London , 
Chapman 1856. (3899 

Pruvonena P. Memorias y do- 
cumentos para la historia de 
la indipendeiioia del Perù, y 
causas del inai exilo {|ue ha 
tenido està. Obra postuma. 
Paris, Garnier 1858; to- 
mos 2. (3900 

Tschudì. Schizzi de'mici \i.iggi 
nel PertJ, fatti nel corso degli 
anni 1841-42. S. Gallo 1840; 
voi. 2. (ted.) (3901 

Philipp! A. Viaggio attraverso 
il deserto di Atacania nel 
1853-54. Halle, Anton 1860, 
con molte carte, {(ed.) (3902 

Intrapreso per ordine del wverno 
drl Chili. 

Smith E. The Araucaniens or 
notes of a tour among the 
indian tribes of southern Chili. 
New York 1855. (3903 

Strain I. (lordillera and Pam- 
pas, sketches of a journey in 
Chili and the Argentine pro- 
vinces in 1849. New York, 
Moore 1853. (3904 



HB 



PARTE SESTA 



3905-3926 



Macdouall. Narrative of a vo- 
yage to Patagonia, Terra del 
Fuego, and the strait of Ma- 
gelian during 1826-27. Lon- 
don, Renshavv 1833. (3905 

D^ — Isole americane. 

Anspach. History of the island 
Ncvvioundiand. London, Sher- 
vood 1819. (3906 

Pilaye B. Notices sur l'ile de 
Terre Neuve et iles voisines. 
Paris 1825. (3907 

Godet T. A. Bermuda, its hi- 
story, geology, cliniate, etc, 
froMi the earliest period to the 
present time. London, Smith 
1861. (3908 

Williams W.Historical account 
of the Berinudas. London, 
Newby 1847. (3909 

Cotter ÌR. Sketches of Bermu- 
da. London, E. Wilson. (3910 

Dessalles. Histoire generale des 
Antiiles. Paris, Ravnal 1846; 
voi. 4. " (3911 

Southey T. History of the 
West Indies. London, Long- 
man 1827. voi. 3. (3912 

Humboldt Alex. Essai politi- 

que sur l'de de Cuba. Paris 

1827; voi. 2. (3913 

Vers. ingl. di Trasher. Nuova York 

1856. 

Ballou. History of Cuba or po- 
liticai and statistical account 



of the island , with plates. 

Boston 1854. (3914 

Sagra (de la). Historia de la isla 

de Cuba. , Paris 1842. (3915 
Ardouin. Études sur l'histoire 

d'Haiti. Paris, chez l'auteur, 

1858; voi. 10. (3916 

L'autore è indigeno dell'isola. 

Lacroix. Mémoires pour servir 
à l'histoire de la république 
de S. Domingue. Paris 1819; 
voi. 2. (3917 

Su quest'isola potrà vedersi anche 
il Ch.irlcvoix. Parigi 1730; voi. 2. 

Renny R. History of Jamaica. 
London 1807. (3918 

Hakewill J. A tour in the 
isl.md of Jamaica. London, 
1825. (-i919 

Hiss Brother. Memoirs of T. 
Burchell 22 vears missionary 
in Jamaica. London 1849. (3920 

Veggasi su quest'isola ani:he il Brid- 
ges Ànnals of Jamaica. Londra, Mur- 
ray. 

Knox. An historical account of 

S. Thomas island. New York 
1852. (3921 

Schomburg. History of Barba- 
does (islands). London, Long- 
man 1847. (3922 

Verteuil A. Trinidad, its gco- 
graphy, naturai resources , 
and prospects. London, Ward 
1858. (3923 

Sullivan.Description of the (Ma- 
inili^) Fdlklands islands. (3924 

Vers. frane, di Coriolis. Parigi, Le- 
doyen 1851. 



Oceania continentale ed. insellare. 



Eichtal. Étude sur 1' histoire 
primitive des races océanien- 
nes. Paris 1846. (3925 

Burney J. Chronological histo- 



ry of the diseoveries in the 
South .seaorPacificocean. Lon- 
don 1803-17; voi. 5 (3926 
Moerenhout J. A. Voyaguxes a 



3927-3946 



BIBLIOGRAFIA GROGRAFIGA. 



229 



iles du Grand Océan. Paris 
1837; voi. 2. (3927 

Accreditata. 

Mitchell. Joui'nal of an fixpedi- 
tioii imo the interior ol' tro- 
pical Australia in search ot a 
route troni Sidney to the 
gulf of Caipentaria/New edit. 
London 1847. (3928 

Il maggiore Mitchell esplorò e sco- 
perse gran parte del corso del fiume 
Darliiig. 

Sturt. Expedition into centrai 
Australia, in 1844-40. London, 
Boone 1847; voi. 2. (3929 

In questa spedizione Sturi continuo 
ed ampliò le scopiMle di Mitcliell , 
esploramlo i grandi (lumi ilelTAustra- 
lia , il Murrunihidgi , il Murray , il 
Laclilin, ed il Darling. 

Eyre. Journal of an expedition 
of diseovery into Australia. 
London 184a; voi. 3. (3930 

Maccombie T. History of the 
coloiiy of Victoria froin the 
settlenient to the deatli of 
sir C. Hothain. London, Ghap- 
man 1859. (3931 

Howitt W. Land, labour, and 
gold, or two years in Victoria 
Sidney aiid Van Dienien. Lon- 
don, Longman, 2.J edit., 1858; 
voi. 2. (3932 

Henderson. Excursion in New- 
Soulh-Wales. London, Saun- 
ders 1855; voi. 2. (3933 

Mundy G. C. Our antipodi.'S 
or residence and ranibles in 
the australian colonies. Lon- 
don, 2.J edit., Benlley 1854; 
voi. 3. (3934 

WestgarthW. Victoria, or ac- 
count Olì llie coloiiy and mines 
of New-South-Wales in Au- 
stralia. Edinburgh, Siiiipkin 
185i. (3935 

Breton. Excursions in New- 
South-Wules, western Austra- 



lia nnd Van Diemens land. 
London 1833. (3936 

Stephens. History of the rise 
and pj-dgressof the newbritish 
provi nces of South Australia. 
London 1839. (3937 

Questo libro, citato da Brunet, ora- 
mai è un po' anti([uato, se si considera 
quanto rapidanii (ite crescesse la co- 
lonia ausliale negli ultimi decenni. 

StrzeleckiP.E. History of New 

South-Wah'S and Van Die- 
ni(Mis land. London. Longman 
1845, \vith niaps. ' (3938 

Vedasi anche il Lang, stampato in 
Londra dallo Smith ; voi. 'I. 

Stoney H. B. A residence in 
Tasniaiiia. London , Smith 
1856. (3939 

Bischof. History of Van Diemens 

land. London 1832. (3940 

Su quisfisola si polianno vedere 

anche i viaggi dell' inglese Ewans 

tradotti in francese a Parigi nel 1822. 

Grey. Journal of diseovery in 
Australia, 1837-39. London, 
Boone; voi. 2. (3941 

Turner G. Nineteen years in 
Polinesia , researches in the 
islands of the Pacillc. London, 
Show 1860. (3942 

Ewes J. Ghina, Australia and 
the Pacilic islands in the vears 
1855-5J. London 1857. (3943 

Perkins E. Reef rovings in 
the South seas of Polynesia 
and an appendix relating to 
the social and politicai coiidi- 
tion of Polynesia. New York 
1854. (3944 

Elphinstone Erskine. Journal 
uf a cruise among the islands 
of the western Pacilic. London 
1853. (3945 

Walpole F. Four years in the 
Pacilic in H M. s^hip CuUing- 
wood from 1844 to 1848. Lon- 
don 1849; voi. 2. (3946 



230 



PAUTE SESTA 



3947-3965 



Belcher E. Narrative of a vo- 
yage ili H. M. ship Samarang 
during 1843-46 employed sur- 
veying tlìe islaiids of the 
easteru archipeiago. London 
1848. (3947 

Stokes. Discoveries in Austra- 
lia in H.M. ship Beagle. Lon- 
don, Boone 1847; vul. 2. (3948 

Pigeard. Voyagc dans l'Oceanie 
ccntiiiie sur la corvette le 
Buceijliaìe. Paris, A. Bertrand 
1847 ; vui. 2. (3949 

Bondick-Bastianse. Voyages 
dans Ics Mokniues et à la 
Nouvelle Guinee. Paris, A. 
Bertrand 18i5. (3950 

VetJasi antliu il Modera, fìeUizione. 
di un viaggio alla costa occidciUalc 
della Nuova Guinea fallo nel IboS. 
Hai lem iSoO. {olmui.) 

Thomson A. S. The story of 
New Zealand, savage and civi- 
lized. London, Murray 18S9; 
voi. 2. (3951 

Fuller F. Five years residence 
in New Zealand or observa- 
tions on colonization. London. 
Williams 1859. (3952 

Hunsthouse C. New Zealand 
llieCritania oi' tlie South. Lon- 
don, Stanford 1857 ; vulu- 
mcs 2. (3953 

TaylorR. New Zealand, origin, 
nianners, religion, songs, lan- 
guage of the natives. London, 
Wertheim 1856. (3954 

Polack. New Zealand, becing 
a narrative of the manners 
and customs of the New Zea- 
landers. London 1840; volu- 
nies 2. (3955 



Yate. An account of New Zea- 
land and progress of missions 
in the northern island. Lon- 
don. 2.d edit. 1835. (3956 

Ellis W. Polynesian researches 
an account of the Society and 
Friendly islands. London , 
Bohn, New edit., 1859; vo- 
luines 4. (3957 

Assai accreditata. 

Hill S. Travels in the Sandwich 
and Sucietv islands. London, 
Chapman 1856. (3958 

William and Calvert. Fiji and 
the Fijians. London, Heylin. 
2.J edit., 1860; voi. 2. (3959 

Quest'opera interessante iiluslra l'ar- 
cipelago delle Feju. Il missionario 
Giuseppe Calvert dimorò diciasetlc 
anni in una dille isole. 

Mariner et Martin. An account 
of the natives of the Tonga 
islands. London 1818; vo- 
lunies 2. (3960 

Versione francese di Defaucoiipret. 

Jarvis. History of the Hawaian 
or Sandwich islands. with 
maps. Boston 1843. (3961 

Graham M. Voyage to the 
Sand ich islands. London , 
1827. (3962 

Wilson. Account of the Pelew 
islands. London 1798. (3963 

Vers. ital. Milano, Sonzoj;no 1S"21; 
voi. 2. Viaggio eseguilo jier ordine del 
governo inglese, per stabilire le mis- 
sioni nelle isole delTOceania. 

Desgraz. Notices sur Tilc de Ta- 
hiti. Paris 1845; voi. 2.(3964 

La migliore sull'argomento. 

Mathias. Leltres sur les iles 
Marqiiises pour servir à l'é- 
tude de l'Oceanie orientale. 
Paris 1843. (3965 



3966-3974 



RIBLIOGRAFIA GEOGRAFICA. 



2:n 



Viag-g-i neg-ii oceaiai polari. 



pi — Oceano polars anice. 

Smucker. Arctic exploratioiis 
and discoveries during the 
XIX century, or delaiied ac- 
counts of sevei'al expeditions 
to the North seus hy Ross , 
Parry, Back, Franklin, M'Clu- 
re, Kano and others. New 
York 1857. (3966 

Buon comppndio. 

Barrow I. Chronological histo- 
ry of arctic voyages. London. 
Murray 1818. (39G7 

Vt'is. ital. .Milano, Sonzogno; voi. ì. 
— Vedasi anche l'opera di Ross collo 
stesso titolo. Londra Ì81<S. 

Scoresby W. Account of arctic 
regions. Edinburgh 1820; vo- 
iurnes 2. (3968 

Importante, massime per i paraggi 
dell'Islanda e della Groenlandia. 

Miniscalchi Erizzo F. Le 
scoperte artiche narrate. Ve- 
nezia , Cecchini 185o , con 
atlante. (3969 

Kotzebue O. Viaggi nei mari 
del sud, e nello stretto di 
Behring in cerca di un pas- 
saggio a nord-est, dal 18IS-18. 
Weimar 1821; voi. 3 (^erf.)(3970 

La più felice ed ardita fra le molte 
spedizioni marittime fatte dai Russi 
nei primi decennii del nostro secolo. 

Beechey. Narrative of a voyage 
to the Pacific, and Behring 
strait in the years, 182o-28. 
London 1831; voi. 2. (3971 

Viaggio della massima importanza 
per la scoperta di una gran parie delle 
coste settentrionali d'America. 



Ross. Voyage of discovery to 
Baffìn's bay with the purpose 
of exploring a north-west 
passage. London, Longman 
1819; voi. 2. (3972 

Vers. frano. Parigi 1819. — Questa 
spedizione determinò la forma della 
costa occidentale di Groeidanilia e 
della baja di Baffin. Vedi il n.° :«i;i. 

Narrative of ;; second vo- 
yage in search of a north-west 
passage and of a residence in 
the arctic regions during 
182.)-33. London 1833. (3973 

Vers. frane, di Defauconpret. Parigi 
18;53; voi. 2. — (Juesta spedizione fu 
intrapresa da Ross a proprie spese 
colla nave Viclonj. Quattro anni di 
indicibili patimenti, passati fra i ghiac- 
ci dei 70.° grado di lat. austr. arre- 
cniono alla scienza geografica non poco 
lume, massime sulla contigurazione 
del mare di Beozia, e dello stretto del 
Principe rei/gente. — A rintracciare 
Ross il governo inglese spedi Back. 

Back. Narrative of the arctic 
land expedition to the mouth 
of the great Fisher river, 
and along the shores of the 
Arctic Ocean during the years 
1833-33. London 1836. (3974 

Vers. frane, di Cazeaux. >ouv. édit. 
Bruxelles 18S3 ; voi. 2. — Questo 
viaggio arricchì la scienza di preziosis- 
sime osservazioni sulle correnti polari, 
le direzioni de'ghiacci, ecc. Per esso 
la scienza guadagnò precise notizie 
sul vastissimo e desolato paese degli 
Esquimesi, sul corso del fiume Great 
Fislìpr viver, e del fiume Tlev, che 
ora chiamasi dal nome dello scopritore 
Bacie river. 

Franklin. Narrative of ajour- 
ney to the shores of the Po' 



232 



PARTE SESTA 



3975-3982 



lar sea from 1819 to 1822. 
London, Murray 1823; vo- 
lumos 2. (397o 

L' cdilorc milnni'se Sonzngno pub- 
blicò nel Terzo Riennio della sun già 
citala Raccolla di vioggi. la S/O'/rt di 
due viaggi al polo artico di Franklin 
e Parry, trai), da G. Rossi: lS-27. 

Parry. Journal of a Ihird vo- 
yatre for the discovery of a 
norlh-west passagc perfor- 
nied in Ilio years, 182'i-25. 
London, Murray 182G. (3970 

Parry, che aveva accompatriialo Hoss 
nel suo primo viaggio htdi numero 
397'2), ebbe dal governo l'incarico di 
conlinnare l' esplorazione (Iella baja 
di Baflln. Egli inl'nili si spinse fino a 
toccare la terra di Bank sotto il il 3." 
gr. di long, occid.. da Ferro, scopri le 
isole Melville e Nuova Giorgia, dette 
oggi isole Parry, poi lo strc.'llo ciie 
chiamò del Principe reggente. — Si 
felici successi lo incoraggiarono ad un 
secondo viaggio, itilrapr(\so nel 18-21, 
durante il quale esplorò il canale già 
scoperto da Fox poco prima della 
mela del 17." secolo e scopri lo stretto 
che disse di Hetda e Fury dal no- 
me delle sne due navi. — Nel l'i'l'i ri- 
parti dall' Inghilterra p(T un terzo 
viaggio colle stesse navi Hekla e Fu- 
ry. Questa volta egli si spinse fino 
al 73." grado; ma perduta una delle 
navi, danneggiala dai ghiacci, fu co- 
stretto al ritorno. Il racconto di questo 
terzo viaggio forma l'oggetto dell' o- 
pera citala. — Veggasi anche Fislier 
A journal of a voyage of discorrry In 
the arclic regiovs in //. M. S. Hekla and 
G?-)pp?- dit?»/(f7l 81 9--20. Londra, qua ria 
edizione. 1S21, opera che traila a lungo 
anche del viaggio fallo da Lyon con 
temporanennienie a Patiy ni'mari di 
Baffìn e che fu si importante per le 
osservazioni sulle deviazioni dell'ago 
magnetico. 

Seeman B. Tre viacriri della 
fregata inglese Hernìd ne'mari 
polari s<'ttentrionaIi in cerea 
di sir John Franklin d;il 18^5- 
51. Annover, Riinipier, 2." 
ediz. 18K8;vol. 2. {led.) (3977 

Belcher E. The last of the 
arctic voyages in search of 



sir John Franklin (H. M. S. 
Assìstancc) during 1852-54. 
London, Reeve 1856 ; vo- 
lunies 2. (3978 

Si diei'e il nome di Belcher allo 
slretlo di mare fra le terre di Corn- 
wnllis e di firiiineil sotto il 78." gr. 
di lai. boreale. 

KaneE.K. Arclic explorations 
tha secoiid Grinnell expedi- 
tion in search of sir John 
Franklin during 1853-55. Phi- 
ladclphia 1856; voi. 2, illu- 
si rated by upwards of 300 
engravings. (3979 

Il nome di Rane segna il punto 
fiiù S( tlentrionale raggiunto dall'uomo 
verso il polo artico, all' incredibile 
altezza di 83 gradi di lai. bor. — 
Gli editori pagarono alla famiglia del- 
Tanlore 300,000 franchi pel mano- 
seri Ilo. 

M'Clintock. The voyage of the 
Fox in the arctic seas or the 
discovery of the fate of sir 
John Franklin, wiih maps. 
London, Murray 1859. (3980 

Questo ardito e felice viaggio ver.so il 
polo arlicd fu oggettodi ripetuti scrini. 

Brown J. The north-west pas- 
sage and the plans for the 
search of sir John Franklin. 
London, Stanford, 2.cl cdit., 
1860. (3981 

Ostorn. The discovery of the 
north-\vest passage in H. M. 
S. Jiircsligalor Capt. M'Clure 
18f:0-54. London, Longtnan, 
3.fi edit., 1859. (3982 

L'opera migliore su questa scoperta, 
la maggiore fi-a le geografiche del se- 
colo nostro. Il nome di Mac Giure, 
dato al canale che unisce il mare di 
Melville (già esplorato da Parry nel 
suo primo viaggio) ed il mare polare 
al nord dell'America russa (già esplo- 
rato da Beechey), eternerà la memoria 
dell' ititrenido navigatore. 

Hooper W. H. Ten months 
aniong the tents of the Tuski 
with inc.jdents of an arctic 



3083-3993 



BIBLIOGRAFIA GEOGRAFICA. 



Ì33 



boat expedition as far as the 
Mackenzie. London, Murray 
1853. (3983 

Gordon Mac Dougall. Narra- 
tive of an e.xpedition to the 
coast of Groenhmd by order 
of the king of D^nniark. Lon- 
don 18:]7. (3984 

Conferma lo scoperte fatte da Graah. 
Vedaiisi i numeri 3812, 3813, 3811. 

Voyage en Islande et aii Groen- 
land exécuté pendant 1835- 
1836 surla corvette la fìecher- 
che, commandée par le lieut. 
Trehouart, et public sous la 
direction de P. Gaimard. Pa- 
ris, Didot 1840 ; 44 livrai- 
sons. (39o5 

Porbes C. Iceland, its volca- 
noes, geysers, and glaciers. 
London, Murray 1861. (3986 

Vedansi anche i viaggi di G. Ma- 
ckenzie nell'isola d'Islanda, edili in 
Londra dal Longman. 

Dufferin. Letters from high 
latitudes , a voyage in the 
schooner yrcht Foani to Ice- 
land , Spitz'iergen , and Jan 
Mayen in 1856. London, 4."' 
edit., Murray 1859. (3987 

Accreditala. — Vers. oland. Am- 
sterdam, Sibrandy 1861. — Vers. frane. 
di Lanoye. Parigi, Hachette 1859. — 
Vers. ted. Brunswick 1800. 

Voyages de la commission scien- 
tilìque du nord en Scandina- 
vie, Laponic, Spitzberget aux 
Faeroer pendant 1838-40 sur 
la corvette la Recherche com- 
mandée par M. Fabvre. Prris, 
Arthus Bertrand 1845 et seq.; 
voi. 3. (3988 

Skioldebrand. Viaggio pitto- 
resco al Capo Nord. Stoccolma 
1802. (svedese) (3989 

Vers. ingl. Londra, Hicliardson. 



BIBL. — 30 



F2 



UCdaLi) puljFJ mHiiiCv. 



Wilkes. Narrative of the United 
States exploring expedition 
during 1838-42. Philadelphia 
1845;vol.lO, withatlas. (3990 

Quest'opera, eseguita con straordina- 
rio lusso tipogralico, narra le celebri 
spedizioni di Wilkes negli Oceani che 
circondano al mezzodì l'America o 
l'Australia. Rimasto sinora poco meno 
che sconosciuto all'Europa, il nomo 
dell'americano Wilkes doveva ad un 
tratto divenirvi celebre per un fatto 
assai più facile, e men glorioso che le 
sue spedizioni marillime, cioè per la 
cattura dei due commissarii secessio- 
nisti che si trovavano a bordo del va- 
scello inglese Trent. — Edizione re- 
cente. New York 1856; voi. 5. Prezzo 
140 franchi. 

Gillis. The United States astro- 
nomical expedition to the 
soutliern hemisphere during 
1849-52. Washington 1856'; 
voi. 6, with maps. (3991 

Accreditala. — Un breve indice del- 
l'opera trovasi nella compendiosa Di- 
bliografln aviericnna \mhh\. in Milano 
dagli editori del Politecnico. 

Dumont d'Urville. Voyage au 
pole sud et dans l'Oceanie sur 
les corvettes VAstrolabe et la 
Zólée pendant 1837-40. Paris 
1842-54; voi. 17. (3992 

Con atlante di 5:20 tavole. Opera 
costosa, e per la scienza geografica 
pregevolissima. Come Wi'kes anche 
([ueslo navigatore francese esplorò per 
lunghi traili quella sterminata costa 
di ghifcci, che sol o il circolo polare 
antart'co fa supporre 1' esistenza di 
un grande continente. Il gran nu- 
mero delle nuove isole scoperte e dei 
paesi meglio determinati e descritti 
ha reso immortale il nome dell' illu- 
stre francese. 
Peron et Freycinet. Voyage 
de decouvertes aux terres au- 
strales pendant 1800-04. Pa- 
ris, 2.Je édit., 1829; voi. 4, 
avec atlas. (3993 

Accreditala. 



S34 



PARTE SESTA BIBLIOGRAFIA GEOGRAFICA. 3994-4000 



Snow W. A two year's emi- 
se of tierra del Fuego, Falk- 
land islands, and Patagonia. 
A narrative of life in the sou- 
thern seas. London, Longman 
1857; voi. 2. (3994 

Ross. Voyage of discovery in 
the South seas 1839-43. Lon- 
don, Murray 1847; voi. 2. (3995 

Viaggio importantissimo per la sco- 
perta del paese antartico, detto Vi- 
ctoria land. 

Forster. Narrative of a voyage 
to the southern AtlanticOcean 
during 1828-30. London 1834; 
voi. 2. (3996 

Weddel. Account of a voyage 
in the Antarctic sea to the 



741I1 degree of latitude, during 
1822-24. London, Longman 
1827. (3997 

Accreditala. 

Dillon. Narrative of a voyage 
with successful result in the 
South seas. London 1829 ; 
voi. 2. (3998 

Accreditata. — Vers, frane, di Pa- 
risot. Parigi 1830. 

Morrell. A narrative of four 
voyages to the South seas , 
Indian and Antarctic ocean 
during 1822-31. New York 
1832. (3999 

Stewart. A voyage to the South 
seas. New York 1831 ; vo- 
lumes 2. (4000 



DIZIONARIO BIOGRAFICO 



DEI 



MAGGIORI STORICI CONTEMPORANEI 

DI OGNI NAZIONE. 



AMARI Michele, celebre storico 
ed orientalista italiano, nato 
in Palermo il 7 luglio 180G. 
Quando suo padre in conse- 
guenza di una congiura fu con- 
dannato alla morte, egli tro- 
vossi in età ancora assai gio- 
vane alla testa di numerosa 
famiglia, che dalle fatiche di 
lui traeva il proprio sosten- 
tamento. Sospetto egli stesso 
al governo (nel 1837) fu rele- 
gato a Napoli per quattro anni. 
Reduce a Palermo vi pubblicò 
la sua Guerra del vespro sici- 
liano^ della quale si fecero poi 
ripetute edizioni migliorate, e 
che fu tradotta in varie lingue 
d' Europa. Le frequenti per- 
secuzioni cui fu fatto segno 
lo costrinsero ad esulare , e 
stabilitosi in Parigi si diede 
allo studio del greco moderno 
e dell' arabo , preparando i 
materiali per la sua Storia 
dei Musulmani in Sicilia. — 
Sul principiare del 1848 la 



rivoluzione vittoriosa io ri- 
chiamò in patria, ove i con- 
cittadini gli affidarono le più 
onorevoli e dilficili cariche. 
Fece parte del comitato di 
guerra, poi della camera dei 
deputati, poi del ministero 
delle finanze. Più tardi andò 
legato alle corti di Francia ed 
Inghilterra. Pubblicò allora 
r opuscolo Observations sur 
le druit public de la Sicile, nel 
quale esponeva quali fossero 
i diritti de' Siciliani, e quali 
le pretese del re di Napoli. 
Quando la Sicilia cadde^ Amari 
ricalcò la via deiresilio, e ri- 
prese in Parigi i suoi lavori 
letteraria Pubblicò un gran 
numero di eccellenti articoli 
sulla lingua , la storia , e la 
letteratura araba nella Revue 
archéologiqiie , nel Journal 
asiatique ed altri periodici, 
una versione inglese del Sol- 
wan Ibn Djafer (Londra 1852) 
ed una diligente bibliografia 



238 



DIZIONARIO BIOGRAFICO. 



degli scritti arabi clie con- 
cernono la Sicilia (Lipsia, Bro- 
ckhaus 1856). I nuovi destini 
d'Italia lo restituirono al suo 
paese, ove i concittadini ono- 
rando in lui il patriota, e l'esi- 
mio scrittore, lo chiamarono 
a cospicue dignità. — Lord 
EUesmere fa precedere alla 
versione inglese del Vespro la 
biografìa dell'autore. 
ASCHBACH Giuseppe, storico 
tedesco, nato ad Hòchst nel 
ducato di Nassau il 29 aprile 
1801, studiò al liceo di Eidel- 
berga, e volendo abbracciare il 
sacerdozio si applicò alla filo- 
sofìa ed alla teologia presso 
quell'università. Più tardi,, 
consigliatovi da Schlosser, pre- 
scelse la carriera dell'insegna- 
mento, e dedicossi intieramen- 
te agli studii storici. Dopo 
avere occupata una cattedra 
di storia in Francoforte (1823) 
fu chiamato nel 1842 allo stes- 
so officio presso 1' università 
di Bonn, e dieci anni dopo a 
quella di Vienna, ove è tut- 
tora. Aschbach studiò moltis- 
simo gli annali di Spagna spet- 
tanti al periodo moresco. Opere 
accreditatissime sono la Storia 
degli Ommajadi e delVorigine 
de'regni cristiani in Ispagna, 
e la Storia della Spagna e del 
Portogallo sotto la domina- 
zione degli Almoravidi e degli 
Almohadi. Fra gli altri suoi 
scritti sono notissimi la Sto- 
ria dei Visigoti, la Storia del- 
l' imperatore Sigismondo , la 



Storia degli Ertili e dei Gepi- 
di per servire a quella delle 
migrazioni de' popoli germa- 
nici (Amburgo 1835), che tro- 
vasi pure ueW Archivio stori- 
co pubblicato da Schlosser e 
Bercht ; finalmente la Storia 
de'conti di Wertheim (Ambur- 
go 1843, voi. 2), interessante 
studio sulle vicende della Fran- 
conia nel medio-evo. 

Questo operosissimo e dili- 
gente storico, i cui lavori si 
distinguono per grande esat- 
tezza, ha fornito numerosi ar- 
ticoli al Dizionario ecclesia- 
stico (Kirchen Lexicon), 1846 
ed anni seguenti, ed agli An- 
nali lelterarii di Eidelberga e 
Berlino. 

A chi per tre anni gli fu assi- 
duo discepolo si conceda qui 
una pubblica parola di rico- 
noscenza ed affetto. 
BALBO Cesare , il più illustre 
degli storici italiani del nostro 
secolo, nacque in Torino dal 
conte Prospero e da Enri- 
chetta Tapparelli d'Azeglio il 
21 novembre 1789. La stirpe 
dei Balbo è patrizia di Chieri, 
e la storia narra di parecchi 
tra essi che coir armi o col- 
V opera ebbero gran parte 
nelle cose della patria. Suo 
padre Prospero morì lasciando 
di sé carissima memoria, dopo 
d'essere stato sindaco di To- 
rino, ambasciatore a Parigi , 
ed ai tempi del primo Vitto- 
rio Emanuele e di Carlo Al- 
berto, ambasciatore a Madrid, 



DIZIONARIO BIOGRAFICO. 



239 



presidente della torinese ac- 
cademia, e della regia deputa- 
zione di storia patria. Cesare, 
cresciuto fra grandi esempii, 
accrebbe lo splendore del nome 
ereditato dal padre, che gli fu 
anche primo maestro. All'epo- 
ca dell'invasione francese andò 
ramingo con lui, che seguiva 
i principi di Sardegna, poiché 
colla loro monarchia era finita 
anche l'ambascieria di Parigi. 
Fu a Barcellona, poi a Maone, 
a Livorno, a Firenze e poscia 
a Torino, dove il richiamo dei 
fuorusciti gli permise di sta- 
bilirsi. L'educazione ricevuta 
durante questo periodo fu va- 
gante ed incompiuta, come con- 
fessa lo stesso Balbo nella sua 
autobiografia; tanto maggiore 
adunque è il suo merito di 
averne poi cavati così splen- 
didi frutti. Nel 1807 Napoleo- 
ne , passando per la seconda 
volta da Torino, desideroso di 
attaccarsi uomini e famiglie, 
nominò a cospicue cariche le 
persone più note al paese, ed 
elesse auditore del suo consi- 
glio di stato Cesare Balbo, ap- 
pena adolescente. Da quel- 
r epoca fino al 1814 egli ebbe 
varii impieghi sotto l'impero, 
spronandolo da un lato non 
volgare ambizione , affliggen- 
dolo dall'altro il rimorso, non 
mai soffocato affatto , di ser- 
vire all'usurpazione. Fu man- 
dato segretario generale della 
giunta governativa in Tosca- 
na, poi a far parte della com- 



missione di liquidazione in Fi- 
renze, e poi della consulta 
governativa in Roma. L' aver 
accettato l'ultimo di questi 
carichi fu la sola debolezza 
politica che ei credesse allora 
e poi aversi a rimproverare. 
Nel 181 1 fu a Parigi^ove assiste- 
va (a ventun anno) come anzia- 
no alle adunanze imperiali. Più 
tardi venne spedito membro 
di un consiglio di liquidazione 
nelle Provincie illiriche, e per- 
chè gli era venuto oramai me- 
no il coraggio, si dimise dal 
carico che non credeva poter 
più adempiere con coscienza. 
Nel 1813 trovandosi in Parigi 
ebbe commissione di portare 
all' imperatore il portafogli. 
S' abbattè nella fuga di Lip- 
sia, e dopo varie peripezie ri- 
trovatolo a Magonza , glielo 
rimise. — Caduto Napoleone 
ripatriò, e trovò la corte che, 
reduce dall'esilio, senza aver 
in}parata o dimenticata cosa 
alcuna, prendeva per base l'al- 
manacco del 1798, per confe- 
rire i pubblici carichi a per- 
sone mediocri o dappoco. Fra 
i licenziati trovossi anche il 
conte Prospero Balbo, che sot- 
to il regime napoleonico ave- 
va coperto l'ufficio quasi mu- 
nicipale di rettore dell' uni- 
versità. Fosse per disgusto 
concepito degli impieghi am- 
ministrativi , fosse per certa 
smania di vestire l'uniforme, 
accresciutasi allo spettacolo 
dei grande esercito , Cesare 



2iO 



DIZIONARIO BIOGRAFICO. 



entrò allora tenente nello sta- 
to maggiore, ma dopo un anno 
prese il congedo per darsi 
alle lettere. Nel 1816 seguì il 
padre nell' ambasceria di Spa- 
gna , dove viaggiò per la pe- 
nisola, e scrtsse la Storia della 
guerra d'indipendenza di Spa- 
gna e Portogallo, rimasta ma- 
noscritta. Reduce col padre 
in Piemonte , ripreso la car- 
riera militare, ma per bre- 
vissimo tempo , e senza che 
in essa gli si offrisse occasione 
di gloria. Anche la parte da 
lui rappresentata durante la 
rivoluzione militare del 1821 
non è molto gloriosa. Era di 
opinioni liberali ma moderate, 
amico intimo de' congiurati 
ma suddito ledele_, poco amico 
del governo ma devotissimo 
al re ; finì come già all'epoca 
della consulta in Roma^ a gua- 
starsi con ambedue i partiti. 
— Epoca più bella incomincia 
col suo esilio, ossia col regno 
di Carlo Felice, dal quale egli 
stesso il confessa , né deside- 
rando ne tenendo possibile di 
essere adoperato mai , si de- 
dicò determinatamente alle let- 
tere, tentate prima da dilet- 
tante. Non diremo de' suoi 
drammi e delle sue comme- 
die, ed insomma de'suoi primi 
saggi, i quali, come sempre 
avviene, anziché lavori, sono 
tentativi od esercizii, ideati, 
interrotti, ripigliati, e sia per 
lo stile, sia per le idee di me- 
diocrissimo valore^ se non gio- 



vassero a svelare l'indirizzo, 
ed il modificarsi delle opinioni 
di un uomo chiamato a rara 
altezza. Alla sfera dei tenta- 
tivi però non appartiene il 
suo libro Pensieri ed esempii 
di morale e politica che scris- 
se durante 1' esilio (1821-24) 
e dove tratta con profondità 
dell'interna e dell'esterna li- 
bertà de' popoli , dei modi 
di conquistarla e di mante- 
nerla, degli errori commessi 
da certi sedicenti o creduti 
riformatori di libertà, e delle 
vere qualità del riformatore 
(Firenze, Le Mounier 1854). 
Sulla fine dell' anno 1824 gli 
si concesse di rientrare in pa- 
tria, purché si acquietasse a 
starsene confinato in Gamera- 
no, dove infatti rimase fino a 
mezzo il 1826. Come gli anni 
dell' esilio furono anche que- 
sti anni felicissimi^ grazie alle 
auree qualità di Felicita di Vil- 
leneuve, che nell'aprile del 
1823 aveva fatta sua sposa. Così 
trovava insperatamente il Bal- 
bo quella felicità che invano 
aveva ed avrebbe ricercato 
nella gloria militare, nella di- 
plomatica, e fors'anco nella let- 
teraria, sebbene quest' ultima 
abbia poi pienamente raggiun- 
to. Ed in questo periodo di 
domestica felicità, assieme a 
tanti altri saggi d'ogni specie, 
suggeritigli da quell'ingegno 
suo versatile , fervido e fe- 
condo, cade il primo abbozzo 
della Storia dltalia, die disse 



DIZIONARIO BIOGRAFICO. 



2'ti 



nltima ed unica fatica di stia 
vita. Niuna nazione ha più 
bisogno dell' italiana di cono- 
scere la sua storia , perchè 
nessuna nazione ha più di essa 
i'alli da cancellare, e glorie da 
imitare. L'ardito concetto del 
Balbo torna più meraviglioso 
ricordando quanto fossero al- 
lora infelici le condizioni de- 
gli studii, massimamente nel 
Piemonte^ e che non era an- 
cor spento in lui queir amore 
alla vita pubblica e militare 
che pura ragione gli sembra- 
vano da noi operosità più ef- 
ficaci che non la vita lettera- 
ria. Ma la freddezza e la dif- 
fidenza con cui veniva ac- 
colto alla corte del nuovo 
re Carlo Alberto , cui sem- 
brava forse pericoloso il dare 
a C. Balbo qualcosa più che 
una decorazione od un tito- 
lo, troncarono a questi ben 
presto le rinate speranze, sic- 
ché cercò (non indarno) nelle 
lettere quel refrigerio ch'esse 
non ricusano mal a chi sa 
staccarsi dagli uomini per vi- 
vere con loro. Nel 1830 pub- 
blicò la Storia d'Italia, primo 
frutto dei suoi studii storici, 
in due volumi che compren- 
dono il periodo delle barba- 
riche dominazioni, cioè i due 
primi de^tredici libri ne'quali, 
secondo la sua opinione d'al- 
lora , si doveva dividere la 
storia d'Italia. In questo libro, 
come giustamente osservò il 
Hicotti , egli spende troppo 



spazio a narrare piccoli acci- 
denti, e sbriga in poche carte 
le importanti modificazioni 
compiutesi in Italia, appunto 
per effetto del dominio dei 
barbari. Talvolta gravissime 
opinioni non vi sono sufficien- 
temente comprovate e dimo- 
strate, tal' alti'a tiene troppo 
sospeso il racconto per isvol- 
gere qualche sua riflessione, 
ma bene spesso lo trovi pie- 
no di considerazioni nuove, 
ardite, profonde, di massime 
che svelano la grandezza della 
sua mente e dell'attaccamento 
alla nazione ed alla sua glo- 
ria. Quasi contemporaneamen- 
te il Balbo pubblicava le Quat- 
tro novelle narrate da mi 
maestro di scuola, che sono, 
può dirsi, un'espressione, un 
l'itratto di sé stesso e delle 
proprie condizioni, poi il Ta- 
cito, cioè la versione di quei 
sublimi annali , il cui stile 
fortissimo e concisissimo, do- 
veva avere per Balbo , più 
che per qualsiasi altro, grandi 
attrattive. Negli anni succes- 
sivi cercò in molti e svariati 
lavori qualche sfogo sia alle 
domestiche afflizioni, quali fu- 
rono la morte della moglie, 
della madre e del padre , sia 
a quell' inazione penosissima 
in cui lasciavano lui, ardentis- 
simo di gloria e di titoli , il 
re e la sua corte. Fra i nu- 
merosi lavori intrapresi pochi 
condusse a termine, ma furono 
splendide testimonianze della 



BIBL. — 31 



2 13 



DIZIONARIO 



sua bollii mente. E anzitutto, 
procedendo cronologicamente, 
citeremo i Pensieri ed esempi, 
opera che, abbozzata a Susa 
nel 1821, rimase inedita fino 
al 1854, ma che serberà sem- 
pre un nobile posto nella scar- 
sa letteratura politica dell'Ita- 
lia, poi la versione del libro di 
Leo sulle Vicende della coslilu- 
zione delle citlà lombarde, dal 
quale il Balbo scórse quanta 
necessità avesse di addentrarsi 
ne' lavori degli eruditi tede- 
schi prima di continuare la 
già intrapresa narrazione delle 
nostre vicende, quindi gli Ap- 
punti per servire alla storia 
delle città italiane fino all'isti- 
tuzione de' comuni, dove con 
somma nitidezza mette innan- 
zi ai giovani lo stato della 
scienza, e le questioni più 
difficili di essa, accennando al 
modo di risolverle, ed agli ajuti 
da assumersi, finalmente \e Let- 
tere alPeyron sulla letteratura 
negli undici primi secoli dei- 
Vera cristiana (Torino, Pomba 
1836) confutate acutamente da 
C. Cantù nel Ricoglitore. Fra 
il 1833 ed il 1838 pose mano ad 
altre opere quasi tutte stori- 
che, ma restarono incompiute, 
talune appena incominciate, 
e per la maggior parte inedite, 
ma se anche si pubblicassero, 
non aumenterebbero la fama 
dell'autore, come ne giudica il 
Ricotti , degnissimo suo bio- 
grafo. — Nella categoria delle 
opere maggiori devesi regi- 



13I0GRAFIC0. 

strare la Vita di Dante finita e 
pubblicata nel 1839, e che fu 
dalla sua patria accolta con 
benevolenza. Nella prefazione 
dice (con quella modestia che 
è solo di chi, pur molto sa- 
pendo, misura la propria pic- 
colezza dalla vastità del campo 
che percorre) che non avendo 
saputo ritrarre la vita di 
tutta la nazione, volle ritrarre 
almeno la vita di quell'Ita- 
liano che pia di niun altro 
in sé raccolse l'ingegno, la 
virtù, ed i vizii della patria. 
Un motivo segreto ed altero 
lo sostenne forse nella difficile 
impresa, cioè l'analogia che egli 
ravvisava fi'a i proprii casi 
e quelli dell' ardente ghibel- 
lino. Quest'opera che si divide 
in due libri , cioè considera 
Dante prima dell' esilio, e 
neir esilio, è veramente mae- 
strevole per la grandissima 
verità con cui l' autore sa 
dipingere T animo del poeta, 
e le condizioni agitate de' 
tempi , né altro le si può 
rimproverare se non qualche 
svista storica , e la troppa 
parzialità pel partito guelfo, 
che ha pur le sue gravi colpe. 
Un' opera di storia e politica, 
arditissima nel concetto, piena 
di pensieri di mirabile giu- 
stezza, ma peccante talora per 
eccessiva fantasia, è quella col 
Uiolo Pensieri sulla storia (VI- 
talia, intorno alla quale lavorò 
nel 18Ì0-41, ma che vide la lu- 
ce appena nel 1858 coi bei tipi 



DIZIONARIO BIOGRAFICO. 



213 



tli Le Mounier. In essa hanno 
la loro base tutti gli scritti po- 
steriori divenuti sì popolari 
in Italia. Tali sono le Spe- 
ranze d' Italia, V Idea della 
civiltà cristiana , e le Medi- 
tazioni storiche, delle quali 
la seconda rimase inedita. La 
terza fu scritta nel 1842, ed 
è destinata a provare che la 
lìlosofla della storia consiste 
nella i-ivelazione , e la defi- 
nisce la contemplazione delle 
vie della provvidenza. Cia- 
scuna meditazione si propone 
lo svolgimento di un tema, 
ma son di quelli che non si 
trattano profondamente ed 
utilmente senza molta erudi- 
zione e studii fatti con grandi 
mezzi negli anni della gioven- 
tù. Perù, e qui sta il loro 
merito grandissimo , conten- 
gono ipotesi nuove , ardite, 
forse anche giuste, e sono 
piene di fede e di morale. Il 
libro delle Speranze d'Italia 
fu scritto nel 1843, poco dopo 
la pubblicazione del Primato 
di Gioberti , col quale ha 
tanta analogia d' origine e 
di intenti. È libro notissimo 
all'Italia, contiene idee che in 
oggi sarebbero ridicole e dan- 
nose, ma che allora erano ar- 
dite e benefiche. Balbo meno 
astruso, ma ben più chiai'O, 
e più esperto di Gioberti, 
vi discorre dei futuri destini 
d'Italia con tanta lucidezza, 
con tanto oi'dine, e quel che 
ò più difficile a trovarsi, con 



tale moderazione , che il li- 
bro delle Speranze deve col- 
locarsi fra le sue più per- 
fette composizioni. Un fatto 
che prova quali fossero le no- 
stre condizioni or fanno po- 
chi anni , e quanto il nostro 
avvilimento, è questo, che li- 
bro si aureo dovette stamparsi 
fuori d'Italia, o leggersi in 
questa clandestinamente. Ve- 
niamo ora all' opera che, es- 
senzialmente storica, ed ormai 
diffusissima per dieci ben me- 
l'itate edizioni, più ci deve 
interessare. E il Sommario 
della storia d'Italia scritto 
dal Balbo nel 1846 ad istanza 
del sig. Predari, e del tanto 
benemerito e celebi'e editore 
torinese cav. G. Pomba, che 
desiderava inserirlo alla voce 
Italia della sua grandiosa En- 
ciclopedia popolare. Balbo esitò 
alcuni mesi prima di accettare 
l'assunto; ma poi, persuaso di 
far cosa necessaria alla sua 
Italia, lo scrisse nel brevis- 
simo spazio di men che due 
mesi, dedicandolo agli stu- 
diosi italiani. Questo libro è 
come la sintesi di tutte le 
opinioni già esposte da Balbo 
nelle precedenti sue opere, ed 
è insuperabile sia per la bontà 
delle intenzioni, sia per l'ab- 
bondanza de' fatti, la giusta 
dipintura de'momenti più ri- 
levanti delle nostre vicende, 
sia per lo stile , talvolta , è 
vero, un po' rotto ed oscuro, 
ma sempre conciso, ed ener- 



DIZIONARIO BIOGRAFICO. 



gico. Molte opinioni espresse 
in questo libro non sono po- 
polari in Italia, anzi sono 
considerate erronee e par- 
ziali , perchè non adulano 
la nazione. Clii però divide 
sempre o quasi sempre (luelle 
opinioni non può far di meglio 
che citare le bellissime parole 
poste da Balbo stesso nella 
prelazione al Sommario: Ei 
mi fu detto che alcune mie 
opinioni non sono popolari in 
Italia. Tanto meglio adunque 
l'averle scritte! Quando si 
scrive con. vero e vivo con- 
vincimento, non si suole scri- 
vere ciò di che tutti sieno già 
persuasi. Si scrive appunto 
per far passare la propria 
opinione dalla minorità alla 
pluralità. Era lungo tempo 
che si sentiva il bisogno di un 
uomo che avesse il coraggio 
di dire il vero, e Cesare Balbo 
ebbe il merito straordinario 
di amare oltremodo il suo 
paese, di studiarne appassio- 
natamente la storia, ed a ri- 
schio di crearsi un nugolo di 
microscopici nemici, di con- 
fessare apertamente il vero, 
per amore della nazione e 
per amore della scienza. Egli 
solo ebbe il coraggio di dire: 
Non doversi esagerare la virtù 
degli avi , ma essere dovere 
l'emularli — che fa bisogno 
sapere essere decaduti per non 
essere degeneri — che è cosa 
priva di senso il dire la no- 
stra schiatta delle altre più 



antica, perchè tutte cominciano 
da Adamo e Noè, e sono ugual- 
mente antiche — essere uso 
delle nazioni non meno che 
delle famiglie nobili decadute 
il trastullarsi di adulazioni e 
gloriuzze retrospettive. Cesare 
Balbo conosceva essere l'uti- 
lità della scienza nelle sue 
applicazioni, e diceva a ragio- 
ne : La storia non deve ser- 
vire a recriminazioni, a rin- 
crescimenti, a vanti, o peggio 
ad ire ; ma bensì come una 
raccolta di esperimenti ad uso 
di coloro che mirano all' av- 
venire. Non sprezzava il pas- 
sato, perchè ogni cosa ha il 
tempo suo, e non vi è cecità 
più antistorica che non saper 
vedere la grandezza antica 
delle cose ora impicciolite; ma 
non negava il progresso, né 
voleva condurci, come certi 
altri storici moderni, ad in- 
vidiare le condizioni del medio 
evo, come scorgesi da quelle 
sue parole : Quando impare- 
remo noi a tenere conto dei 
tempi presenti ed esserne grati 
alla provvidenza , ed a non 
piangerne stoltamente ed anche 
empiamente? Con dolore ve- 
deva negata la lode, o almeno 
scarsamente concessa, a chi fu 
veramente grande; con indi- 
gnazione parlava di certi per- 
sonaggi storici mediocri o 
fatali e che pur si vorrebbero 
trasmutare in eroi. Cosi di- 
ce di Cosimo il Vecchio : Ei 
somigliò e quanti splendidi 



DIZIONARIO BIOGRAFICO. 



245 



cittadini furono nelle piti 
splendide repubbliche antiche. 
Quando saprà VUaliafar (jiu- 
stizia fra i veri ed i falsi 
suoi grandi? Intanto par quasi 
che corra un impegno di ab- 
bassare i veri grandi e di 
innalzare i piccoli. Sarebbe 
forse per ridurli tutti alla 
misura di nostra mediocrità? 
Per gran tempo ancora l'Ita- 
lia non potrà dare se non lodi 
a coloro che la servono; sap- 
piamo almeno non negarle, od 
avvilirle. E parlando de' Be- 
rengarii : Deve fare meraviglia 
che si accumulino impropei'ii 
aipapichiamatori di stranieri 
e si risparmino ai principi 
italiani che parimente il fe- 
cero, ed anzi che talora si 
lodino costoro quasi vittime 
di quella dipendenza di cui 
furono autori. E parlando di 
Manlredi : Non mi pare quel- 
la eroe dell' indipendenza ita- 
liana che alcuni vorrebbero 
farne. Il fatto sta che pel 
grande desiderio che se ne ha, 
e non, trovandone di veri, ce 
ne figuriamo degli immagi- 
narii. L'indipendenza d'Italia 
l'u il sogno della sua vita, 
ninno il contende, e ninno 
pone in dubbio che la storia 
sia la scienza più affine alla 
politica. Eppure come giudi- 
ca Balbo il Machiavello? — 
L'indipendenza non si pro- 
caccia mai colle destrezze, 
le doppiezze , le buje abilità, 
ed i segretumi, che sono il 



meno male della politica di 
Macchiavello. E da che la 
lunga soggezione d'Italia? — 
Da quelle guei-re civili fra 
città e città, da cittadini a 
concittadini che resero troppo 
sovente sacrilego il carroccio, 
e troppo rade volte lo resero 
sacro nelle guerre d'indipen- 
denza — da quelle continue 
invidie, da quel solito vizio 
di odiare la grandezza na- 
zionale più die la straniera, 
e dal servile piacere di riba- 
dire i ferri ai conservi. 

Il grande ed unico scopo 
dell' uomo è la ricerca del 
vero. Cesare Balbo se ne fece 
un culto, nò mai vi fu infe- 
dele. Dice nel suo Sommario 
che la verità sola può essere 
utile, e che esponendola ai 
compatrioti mostra di tenerli 
uomini forti e capaci di sen- 
tire la verità, mentre coloro 
che credono necessarie ad in- 
coraggiarli le lodi e le esa- 
gerale adulazioni, li trattano 
quasi da donne, da bambini, 
da rimbambiti, parole che 
mirabilmente consuonano con 
queste bellissime tolte alla au- 
tobiografia: // sagri fido del- 
le opinioni non si deve, non 
si può fare nemmeno alla pa- 
tria, perchè appunto elle non 
sono altro che il miglior modo 
che ognun vede per servirla. 
E perchè fu fedele a questa 
massima, abbiamo in lui ciò 
che raramente trovasi altrove, 
lo storico imparziale, che non 



246 



DIZIONARIO BIOGRAFICO. 



esita nel lodare anche ciò 
che è straniero se lo merita, 
ed a biasimare ciò che è na- 
zionale, se gli par cosa degna 
di biasimo. Cosi a buona ra- 
gione chiama i Goti più miti 
e migliori in tutto de'Greci, 
chiama il governo imperiale 
de'Greci, subentrati ai Goti un 
governo di stranieri lontani 
sempre peggiore di quello di 
stranieri stanziami; loda gli 
Ottoni pui' dicendo che non 
v'ha maggior dolore di quello 
d'avere a lodare il governo degli 
stranieri, sopra quello degli 
flaliani. Nelle sventure d'Ita- 
lia egli non vedeva che un 
elTetto, e negli errori degli 
Italiani scorgendone la causa, 
diceva: Mi pare quasi un do- 
vere lo svelare tutta quella 
serie d'errori che io veggo, e 
che han dovuto essere nella 
nostra nazione più gravi che 
nelle altre contemporanee po- 
scia che queste uscirono dai 
secoli coll'unità e con quel- 
Vindipendenza che noi non ab- 
biamo. Il fiorire ed il durare 
delle compagnie di ventura 
gli sembrava prova incontra- 
stabile dell'assenza assoluta 
d'ogni spirito pubblico e mi- 
litare, cioè d'ogni efficace ci- 
viltà; altra gravissima colpa 
gli p:irve la prepotenza delle 
libere repubbliche verso le 
città soggette perchè il nome 
di libertà, sì bello, sta male 
in bocca a chi la vuole per 
sé ed altrui la toglie. Par- 



lando de' papi dice che essi 
insomma sono uomini, e se ne 
furono di corrotti in secoli 
corrotti, di deboli in secoli de- 
boli, niuna serie di principi 
cristiani ha pure come la loro 
tanti nomi di rigeneratori del- 
la civiltà cristiana, ninna di 
principi italiani dell'italiana. 
Della guerra de' comuni lom- 
bardi contro il Barbarossa, 
ammettendo che è la sola 
sìnta e nazionale nella storia 
d'Italia, dice pur troppo a 
ragione che non fu né una- 
nime, né universale, né con- 
dotta a compimento , ed ag- 
giunge sarebbe facile ma vano 
il celarlo, anzi nocivo, il seguir 
l'uso invalso ai nostri dì, di 
magnificare le glorie de'mag- 
giori per non potere le pro- 
prie . 

Ci siamo fermati un po' a 
lungo sul libro del Balbo per 
dare un'idea del suo stile e 
delle sue opinioni , e perchè 
crediamo che in piccola mole 
esso racchiuda eccellenti ed 
ampli insegnamenti per gli 
adulti, non meno che pei gio- 
vinetti. Ora diremo qualcosa 
degli ultimi anni della sua 
vita, consacrati come i primi, 
anzitutto alla patria, già pro- 
cedente a più maturi destini. 
Il movimento libei'ale fece in 
Piemonte nel 1846 e nel 1847 
rapidi progressi. Cesare Balbo, 
che vedeva ingrandirsi quelle 
speranze che erano state il 
pensiero di sua vita , non è 



DIZIONARIO BIOGRAFICO. 



2i7 



forse d'uopo il dire, quanto 
interessamento prendesse ai 
nuovi moti, sintomi di risor- 
gimento. V Opinione diretta 
da Giacomo Durando, la Con- 
cordia diretta da Lorenzo Va- 
lerio, ed il fìisorgimenlo di- 
retto da Camillo Cavour , 
avevano gran parte nel dif- 
fondere, nell' incoraggiare e 
dirigere la pubblica opinione, 
ogni giorno più ardita. Bal- 
bo fu tra i più attivi col- 
laboratori del Risorgimento , 
e ne epilogava il programma 
nelle pai-ole Indipendenza. 
Lega fra i principi italiani. 
Unione fra principi e popoli. 
Riforme. Piccoli principii in- 
vero di grandi mutazioni. Nei 
primi mesi del 1848 si ado- 
però con tutto zelo qual pre- 
sidente della giunta per la 
compilazione della legge elet- 
torale , e poco dopo quale 
presidente del consiglio de' 
ministri. Sommo ed adeguato 
compenso fu questo alle veglie, 
alle pene, od ai voti di ven- 
tisette anni , di divenire in 
patria capo del primo gabi- 
binetto nazionale, e coli' ap- 
plauso di tutta Italia intimare 
all'Austria quella guerra che 
era sempre stata il suo Porro 
unum est necessariuni! Collo 
sguardo fìsso alle mosse del- 
l'esercito, egli, sebben vecchio 
e quasi cieco, anelava la pu- 
gna, e scriveva ai suoi amici al 
campo: Mi vergogno di non es- 
ser buono a nulla, mentre loro 



signori fanno cosi bene là. 
Il disastro di Custoza, e nel- 
l'anno successivo quello di No- 
vara, arrecarono al suo cuore 
mortali ferite, e più il secondo, 
dove una palladi cannone gli 
uccise uno dei lìgli, tenente 
nell'artiglieria. — Dal 1849 
al 1853 dedicò i suoi giorni 
in parte ai lavori parlamen- 
tari, ove s'ebbe da taluni tac- 
cia di retrivo (con quanta giu- 
stizia dicano i fatti e gli scriKi 
di tutta la sua vita), in parte 
agli ultimi scritti, quali furono 
i Saggi del Governo rappre- 
sentativo in Italia, e le xig- 
giunte al sommario. — Nella 
storia letteraria d' Italia C. 
Balbo occuperà un posto co- 
spicuo, sebbene il risultato 
de'suol studii, per colpa delle 
circostanze e del carattere 
suo insofferente , rimanesse 
inferiore alle intenzioni di lui, 
all'ingegno, alle fatiche. Nella 
sioriadel nostro risorgimento, 
IVa i precursori ed i banditori 
della risurrezione , egli oc- 
cupa il primo posto per la co- 
stanza de' propositi, che man- 
tenne e difese anche quando 
per essi era fatto segno alle 
accuse, alla invidia, e, quel 
che tanto gli doleva, alla di- 
sgrazia del suo re. Monumenti 
del suo cuore e del suo in- 
gegno resteranno sempre i 
suoi scritti, e non solo i mag- 
giori ma anche quelli appena 
abbozzati ed incompiuti, dove 
abbonda quella dottrina sem- 



248 



DIZIONARIO BIOGRAFICO. 



plico , robusta , onesta , cri- 
stiana, a cui potranno sempre 
attingere utili insegnamenti 
gli Italiani nelle loro speranze 
e nei loro dolori. La morte 
di Balbo fu sventura per l'Ita- 
lia, cui mancò ad un tratto 
una fonte perenne di politica 
sapienza, di generosi pensieri, 
e, quel che è più, un vivo 
esempio di disinteresse e di 
amor patrio. É impossibile 
studiare un po' a fondo la 
sua vita, le sue opere, senza 
divenire buon cittadino. 

Il sig. E. Ricotti pubblicò 
una eccellente e diffusa bio- 
grafia di Balbo col titolo Della 
vita e degli scritti di Cesare 
Balbo (Firenze , Le Mounier 
1856), della quale fanno parte 
tredici interessanti appendici 
e r autobiografìa che giunge 
fino al 1821. Anche il signor 
Ermanno Reuchlin scrisse una 
Biografia di Balbo e la de- 
dicò ai patrioti tedeschi. (Le- 
bensbilder zur zeitgeschichfe. 
Graf Ciìsar Balbo. Ben deut- 
schen patrioten gewidmet. 
Nordlingen, Beck 1861). 
BANCROFT Giorgio, storico e 
diplomatico americano, nato 
nell'ottobre 1803 a Worcester 
nel Massachusetts, studiò alla 
scuola di Exeter , nel New- 
Hampshire, e più tardi presso 
l'università di Harvard. 

I sussidii di alcuni generosi 
protettori lo posero iu grado 
di recarsi in Europa a compie- 
re la sua educazione. Studiò 



due anni presso l'università di 
Gottinga, che nel 1820 gli con- 
ferì il diploma di dottore in 
lìlosofia, poi passò a Berlino, 
dove strinse amicizia con quei 
sommi : Humboldt, Hegel, Sa- 
vigny, Schleiermacher e Varn- 
hagcn von Ense. Fatto un 
viaggio in Italia, Francia, ed 
Inghilterra, restituissi in pa- 
tria nel 1822. Quivi fu nomi- 
nato professore presso 1' uni- 
versità di Harvard, ove chiamò 
parecchi professori tedeschi , 
e cercò con ogni mezzo di 
porre rimedio ai gravi mali 
che impedivano il progresso 
degli studii iu America. Lo 
stabilimento di Round-Hill- 
School da lui fondato a Nort- 
liampton doveva essere quasi 
la scuola modello , ma attra- 
versato dalle brighe degli in- 
vidiosi, si disgustò, e si gettò 
alle questioni politiche. Ab- 
bandonata Northampton si sta- 
bilì nel 1826 in Springfield, e 
là incominciò ad acquistar no- 
me nel partito democratico 
con molti scritti politici di 
non poco valore ed alcuni 
scritti storici , siccome , per 
esempio, l'esame delle opere 
di Heeren (Heeren's historical 
treatises). Ma la riputazione 
di Bancroft si accrebbe rapi- 
damente quand' ebbe pubbli- 
cata la sua History of the 
United States, opera scritta co- 
gli intendimenti filosofici della 
scuola moderna, e dove la pro- 
fondità va coU'ek'ganza dello 



DIZIONARIO BIOGRAFICO. 



249 



stile di pari passo. Se ne fe- 
cero già diverse edizioni e 
traduzioni, né alcun altro sto- 
rico americano , se ne togli 
Prescott, giunse finora a tanto 
da gareggiare con lui. 

Nel 1845, quando il presiden- 
te G.Polk lo lece ministro del- 
la marina, egli l'undò un osser- 
vatorio a Washington, ed una 
scuola di marina ad Annapoli. 
Nel 1846 cede il portafogli 
per recarsi ministro in In- 
ghilterra, dove approfittò del 
soggiorno per compiere le sue 
ricerche sul periodo dell' iu- 
surrezione delle colonie ; ma 
quando, nel 1849, Lawrence lo 
surrogò nell'ambascieria, egli 
stabilitosi a Nuova York ri- 
prese i suoi lavori, e pubblicò 
nel 1850 la Storia della rivo- 
luzione dell'America setten- 
trionale. Si hanno di lui altri 
lavori minori pubblicati spe- 
cialmente nella Northern ame- 
rican review uno dei più ac- 
creditati periodici degli Stati 
Uniti. 
BARANTE (barone di), storico 
e pubblicista francese nato a 
Riom (Puy-de Dome) nel 1792. 
Fece gli studii ^'Istituto Po- 
litecnico di Parigi, servi, rive- 
stito di cariche diverse, il go- 
verno napoleonico , ma con 
maggior zelo il borbonico, dal 
quale fu assai favorito. Molti 
scritti per la più parte poli- 
tici, alcuni anche lettei'ari, 
siccome por esempio quelli 
su Shakespeare e su Schil- 



ler, avevano già reso noto e 
popolare il suo nome, quando 
comparve la sud Histoire des 
ducs de Bourgogne de la maison 
de Valois (Parigi 1826, voi. 3), 
dove prendendo troppo alla 
lettera il motto di Quintiliano: 
Scribitar ad narrandum, non 
ad probandum, diede una se- 
rie di estratti dalle cronache 
contemporanee , senza trop- 
po curarsi di quella critica, 
onde vanno sì lodati i libri 
di Thiers, di Thierry, ed al- 
tri storici francesi. Dal 1830 
al 1848 fuBarante zelantissimo 
partigiano di Luigi Filippo, 
che lo mandò ambasciatore a 
Torino, poi a Pietroburgo; ma 
gli avvenimenti del febbrajo 
lo allontanarono per sempre 
dai pubblici affari, e lo ri- 
condussero alla vita privata, 
agli studii che più non inter- 
mise. Senza citare i molti suoi 
minori lavori politici e lette- 
rarii letti all'Accademia, ed in 
buona parte stampati nel 1836 
nelle Mélanges historiques et 
littéraires, non si possono pas- 
sare sotto silenzio la Storia 
della Convenzione nazionale e 
quella del Direttorio della re- 
pubblica francese, da ambedue 
le quali però traspare troppo 
spesso 1' avversione alla de- 
mocrazia, che si sfoga in al- 
lusioni disdicevoli alla impar- 
zialità della storia , e fa di 
questa basso stromento delle 
politiche passioni. Difetto è 
(jucsto men raro forse negli 



BIBL. — 32 



2ao 



DIZIONARIO BIOGHAKICO. 



storici francesi che non in 
quelli d'altre nazioni. 
BUNSEN Cristiano Carlo Giosia, 
storico e diplomatico tedesco 
nato presso Waldeck nel 1701. 
Studiò in Gottinga^ dove più 
tardi ebbe un posto di docente 
presso il ginnasio. Ne' viaggi 
fatti in sua gioventù strinse 
amichevole relazione col filo- 
logo danese Magnussen a Co- 
penhagen, coll'orientalista Sil- 
vestre de Sacy a Parigi, e 
col celebre Niebuhr in Ber- 
lino. Fu quest' ultimo che nel 
1818, essendo ambasciatore di 
Prussia presso la Santa Sede, 
aprì al suo protetto e favo- 
rito Bunsen la carriera della 
politica e della fortuna. Fe- 
derigo Guglielmo ili re di 
Prussia, che personalmente 
conosceva e stimava il giovane 
Bunsen, nel 1822 lo nominò 
in Roma al posto occupato 
già da Niebuhr , offrendogli 
cosi i mezzi di proseguii'e i 
suoi studii archeologici e sto- 
rici. Quando nel 1838 la que- 
stione dei matrimonii misti 
ebbe interrotte le buone re- 
lazioni fra Roma e la Prussia, 
Bunsen lasciò Roma, passò 
ambasciatore di Prussia presso 
la Confederazione elvetica, e 
poco più tardi, cioè nel 1841, 
in Inghilterra. Le gravi sue 
cure politiche specialmente in 
favore dei ducati tedeschi sog- 
getti alla Danimarca, e per l'i- 
stituzione di ospizii protestanti 
in Roma e Gerusalemme, non 



lo distolsero mai affatto dai 
suoi studii, nei quali era in- 
coraggiato dalla stretta rela- 
zione coi due celebri egitto- 
logi Champollion e Lepsius. 
Oltre moltissimi lavori minori 
di polemica religiosa condita 
di buona dose di quell'oscuro 
misticismo filosolìco che alli- 
gna si facilmente in Prussia si 
hanno di lui pregevoli opere 
storiche, siccome II posto del- 
VEgitto nella storia universa- 
le, poi Ippolito e la sua epoca, 
ossia La chiesa di Roma ai 
tempi di Comììiodo e Severo. 
Scolaro ed amico di molti il- 
lustri scienziati d'ogni paese, 
fondatore dell'Istituto archeo- 
logico romano, rinomato sto- 
rico , archeologo e teologo , 
perspicace diplomatico, attivo 
strumento della propaganda 
protestante tentata dagli ulti- 
mi re di Prussia, Bunsen è 
senza dubbio uno de' perso- 
naggi più celebri nella storia 
della scienza moderna. 
CANTU' Cesare, illustre storico 
contemporaneo italiano, nac- 
que nel 180o in Brivio, ca- 
stello del Milanese, suH'Adda, 
da famiglia non agiata , ma 
ricca dell'estimazione de 'com- 
paesani. Si diede ancor gio- 
vinetto con verace amore allo 
studio delle belle lettere, e 
non tardò a distinguersi col 
suo poemetto V Algiso, che in 
quattro canti tratta un epi- 
sodio della prima lega lom- 
barda, e che fu giudicato degno 



DIZIONARIO BIOGRAFICO. 



Sol 



di stare a fianco della Pia del 
Sestini, e deW Ildegonda del 
Grossi. AWAIgiso fecero se- 
guito altre poesie non prive 
di merito, che furono in parte 
ristampate in Milano nel 1848, 
colla falsa data di Londra. Fat- 
tosi adulto si consacrò a studii 
più sodi e più utili, eccitatovi 
dalla lettura degli storici, mas- 
sime del nostro simpatico Si- 
smondi. Anche in questo nuo- 
vo arringo, dove era chiamato 
ad estesissima fama, non tardò 
a distinguersi colla pubblica- 
zione di due lavori^ cioè la 
Storia della città e diocesi di 
Como (stampato por la prima 
volta in Como nel 4829-31) e 
la Storia della Lombardia sotto 
il dominio spagnuolo nel XVII 
secolo, commento storico ai 
Promessi Sposi del 3Ianzoni. 
Il primo di questi scopre 
troppo spesso lo storico ado- 
lescente , lascia desiderare 
non poco per lo stile ricco 
di locuzioni scolastiche e di 
frasi classiche mal digerite, 
e quanto ai materiali non va 
più oltre la meta raggiunta 
dal benemerito Rovelli con 
istudii assai più lunghi e pa- 
zienti, e resta addietro del 
Monti. Il secondo invece si 
distingue già per quella facilità 
di stile che è tanto caratteri- 
stica in Cantù, offre un" inte- 
ressante illustrazione del gran 
romanzo, e gode quindi me- 
ritamente l'onore di andar ac- 
coppiato in parecchie edizioni 



col lavoro di Manzoni. La pre- 
fazione posta da Cantù innan- 
zi a questo suo libro è piena 
d'idee patriotiche, ma alcune 
frasi che spiacquero alla po- 
lizia austriaca gli valsero l'ar- 
resto e circa un anno di car- 
cere. Durante la procedura 
gli fu negato anche il conforto 
del leggere e dello scrivere, e 
non fu se non dopo un certo 
tempo che il severo giudice 
permise ad un affezionato suo 
ammiratore di trasmettergli a 
mano della sorella un Par- 
naso classico italiano conte- 
nente i nostri quattro mag- 
giori poeti. In quella solitu- 
dine concepì l'idea della Mar- 
gherita Pusterla, romanzo non 
inferiore invero a quelli del 
Rosini, del Grossi e del d'A- 
zeglio, ma che risente forse 
un po' troppo della tetraggine 
del carcere dove fu concetto. 
Restituito a libertà, C. Cantù 
allora professore presso il 
ginnasio di S. Alessandro, ri- 
pigliò con nuova ed instan- 
cabile lena i suoi prediletti 
lavori. Erano i tempi in cui 
l'Italia aveva periodici degni 
di lei, V Antologia, la Biblioteca 
italiana, l'Indicatore, il Rico- 
glitore, poi la Rivista europea, 
nobile palestra per quegli in- 
gegni che sentono prepoten- 
temente il bisogno di sotto- 
porre alTaltrui esame i labo- 
riosi prodotti delle proprie 
fatiche, e la necessità di con- 
versare con chi sappia inten- 



DIZIONARIO BIOGRAFICO. 



derli, combatterli. Achille 
Mauri , Giacinto Battaglia , 
Egidio de flagri, Michele Sar- 
torio, e tanti altri, vi inseri- 
vano articoli di critica storica 
e letteraria, biografie, rela- 
zioni su^ più importanti lavori 
delle straniere letterature , 
estratti di viaggi, ed altri 
piccoli lavori in cui Famenità 
andava di pari passo coli' u- 
tile. Anche Cantù diede molti 
articoli all' Indicatore, al Ri- 
coglitore ed alla Rivista euro- 
pea (che raccolse l'eredità dei 
due primi), e meglio de'coUa- 
boratori, con quel suo modo 
vivace ed originale, seppe cat- 
tivarsi la predilezione de'let- 
tori. I suoi saggi critici sulla 
vita e le opere di Byron, di 
Chateaubriand, di Vittor Hugo, 
di Romagnosi , e più ancora 
i suoi studii intorno alla let- 
teratura tedesca, lo crebbero 
a quella fama che già gli 
avevano procacciato i primi 
suoi scritti e massime il com- 
mento ai Promessi Sposi. E 
già il suo nome varcava i 
patrii confini quando pubbli- 
cava quelle operette elemen- 
tari, ma accurate e ben con- 
dotte, che ancor oggi gli edu- 
catori tengono in sì alto pregio 
e che già hanno avuto trenta 
edizioni, il Buon fanciullo^ 
il Giovinetto, il Gahintriomo 
ed il Cari' Ambrogio da Mon- 
tevecchia. Anche la Madonna 
d'Imbevera, racconto poco più 
che mediocre, ed il gran nu- 



mero di novelle, e poesie , e 
traduzioncelle per istrenne ed 
almanacchi di ogni fatta, val- 
sero non poco a diffondere il 
nome di Cantù ; ma non si era 
ancor veduta la prova più 
splendida dell'audacia del suo 
ingegno, e dell'indefessa sua 
operosità. Ad istanza del cav. 
Gius. Pomba (editore torinese 
assai benemerito all' Italia per 
la costanza e il disinteresse con 
cui promosse e condusse a 
termine non poche imprese 
di nazionale decoro), Cantù 
die mano ad una Storia f/m- 
versale conceiiìia su nuove ed 
amplissime basi, e tale che la 
dotta Germania, la ricca In- 
ghilterra, la Francia doviziosa 
d'ogni cosa, dovessero invi- 
diare e tradurre. In essa, così 
si esprimeva il manifesto, si 
sarebbe parlato di tutti i se- 
coli, di tutte le genti, e poiché 
la civiltà de'popoli appena si 
spiega colla stoi'ia, anche la 
genesi ed il progresso d'ogni 
arte, d'ogni scienza, d' ogni 
codice, vi avrebbero trovato 
coscienzioso e profondo esame, 
quale si richiede dalle recenti 
vedute della filosofia e della 
critica. — A sì gigantesco 
proposito sogghignò incredula 
la folla deferitici, e sospettò, 
non a torto, essere l'impresa 
superiore alle spalle di un 
solo, temeraria ed impruden- 
te, piuttosto che ardita. Ma 
il Cantù non se ne curò, ed 
ecco che nello spazio prò- 



DIZIONARIO niOGRAFlCO. 



2o3 



messo di anni otto i trenta- 
cinque volumi in ottavo del- 
V Enciclopedia storica (come 
meglio si disse la prima edi- 
zione) erano alla luce del 
mondo, e con si rapida suc- 
cessione da non lasciar fiato 
neppure alla critica, da sba- 
lordire i più increduli. Ed 
anzi, ecco che l'edizione non 
basta alle ricerche, quindi ne- 
cessaria una seconda , una 
terza, una quarta ristampa, 
e meglio ancora ecco gli 
oracoli della Senna plaudi- 
re anch' essi , e 1' insperato 
onore di una traduzione ac- 
cordato air opera dell' autore 
italiano. — A sì felice incal- 
zare di fortunati eventi, in- 
nanzi al fatto delle tante mi- 
gliaja di copie smerciate, in- 
nanzi all^ applauso di quelli 
che credevano potersi misu- 
rai'e la Slcria universale col 
metro stesso della Margherila, 
la critica ammutolì. Il solo 
Bianchi-Giovini si avanzò mi- 
naccioso, e vibrò pochi ma 
terribili colpi, desistè però 
troppo presto per distruggere 
un'opera che tante fortunate 
circostanze concorrevano a 
sostenere, anzi a sublimare. 
L'editore e l'autore trassero 
dalle loro fatiche non dispre- 
gevole lucro; i compratori fu- 
rono contenti di essersi prov- 
visti di un'opera enciclopedica 
sempre utile a consultarsi, e 
nella quale trovavano raccol- 
ti, compilati, scritti e tradotti 



tanti squarci di diverso getto, 
ma di uguale interesse; la na- 
zione guardò con compiacenza 
uno dc'suoi figli il cui nome si 
esaltava oltre 1' Alpi, e che 
aveva con rarissima attività 
vinti tanti ostacoli, umiliata 
la critica, superato sé stesso. 
— Ma qual giudizio pronun- 
ciano gli scienziati su questo 
lavoro, tanto vasto se si giu- 
dica dalla mole? Sono le no- 
tizie in esso racchiuse ben 
comprovate ed attendibili ? A 
queste domande lo scienziato 
non può rispondere afferma- 
tivamente, e così chiunque 
alle brillanti descrizioni , ed 
agli ameni aneddoti, preferi- 
sca l'esattezza del racconto e 
la profondità dell'indagini. E 
qui conveniamo appieno con 
chi recentemente in una bio- 
grafia di Cantù asseriva che 
i gravi diletti del lavoro, piut- 
tosto alla precipitazione che 
non alla mancanza di capacità 
si debbano ascrivere. Cantù 
ha dato prove così luminose di 
capacità, e di ingegno da non 
potersene dubitare. Convenia- 
mo eziandio in ciò, che l'opera 
di Cantù sia indispensabile agli 
studiosi italiani, finché non se 
ne faccia una migliore, e finché 
l'ignoranza delle lingue stra- 
niere li costringa a ricorrere ai 
prodotti indigeni. !l maggior 
pregio dell'opera sua, tutti il 
riconoscono, consiste in quello 
stile sì facile e pieno di brio 
che tanto alletta ed attrae, 



DIZIONARIO BIOGRAFICO. 



malgrado la novità e l'ardire 
di alcune espressioni , alle 
quali non sappiamo quali acco- 
glienze farebbe madonna Cru- 
sca. Circa al modo delle inda- 
gini e dell'esposizione, ripetia- 
mo che non riuscirebbe diffi- 
cile ad un critico imparziale, 
meno astioso di Bianchi-Giovi- 
ni, e di lui più dotto, una con- 
futazione di rispettabile mole. 
Ma alla critica Cantù avrebbe 
tolto il primo, il maggiore 
appiglio, se escludendo tutte 
le parti d^erudizione, le note, 
le fonti, i documenti, avesse 
data maggiore solidità al rac- 
conto, e l'avesse più modesta- 
mente intitolato, consacran- 
dolo al popolo, od insomma 
a quel pubblico sì numeroso 
che ha bisogno di istruzione, 
ma non può procurarsela fa- 
cendo indagini proprie. Così 
operò , contemporaneamente 
a Cantù, il maggiore fra gli 
storici tedeschi del secolo no- 
stro, lo Schlosser , il quale 
dedicava al popolo la sua 
Storia universale, dove non 
trovi corredo di note, o ci- 
tazioni, ma un' esattezza nel 
racconto che ben poco lascia 
a desiderare. — Resta a dirsi 
alcun che delle opere minori 
di Cantù. La Storia degli 
Italiani è opera di merito, 
in parte estratta forse dal- 
l'opera maggiore, in parte 
migliorata conaepuò e sa mi- 
gliorare soltanto chi fa dello 
studio l'unica ed indefessa oc- 



cupazione. Anche la Storia 
dei cent'' anni è o\)erA estratta 
dalla maggiore ma di cui, co- 
me delle precedenti, si fecero 
varie edizioni italiane, e la 
versione in francese. Sono 
buoni lavori V Ezzelino da 
Romano , e la Storia della 
letteratura italiana, colla qua- 
le r autore si avanzò ar- 
ditamente in un campo che 
differisce essenzialmente dallo 
storico. Pregevoli sono senza 
alcun dubbio anche lo Studio 
sull'abate Parini e la Lombar- 
dia nel passato secolo, ed il 
recentissimo Saggio su Becca- 
ria ed il diritto penale (Fi- 
renze, Barbera 1802). In que- 
st'ultimo dà un' accurata ed 
interessantissima analisi del- 
l'antico stato della legislazione 
penale in Lombardia, de'co- 
minciamenti del Beccaria, e 
delle condizioni del Milanese 
a quei tempi. Poi passa in ras- 
segna le diverse critiche fatte 
all'aureo libro De' delitti e 
delle pene, e tocca de'princi» 
pali momenti nella vita dal 
nostro grande giureconsulto 
e filantropo. — Quanto vasta 
sia la fecondità e la versa- 
tilità di Cantù appare dal- 
l'elenco de' suoi scritti mag- 
giori e minori. Perchè egli 
però non sia ancor riuscito 
a dominare le fazioni, e non 
abbia ottenuto ai suoi lavori 
quel giudizio unanimemente 
favorevole che la nazione ac- 
corda a Balbo, Troya, Micali 



DIZIONARIO BIOGRAFICO. 



235 



ed altri , parmi si debba ri- 
cercare nel!' indole appunto 
di alcuni de'suoi lavori mag- 
giori. Verso de' quali forse la 
critica fu più severa dacché 
vide quanto accortamente il 
Cantù sapesse dipingere i di- 
fetti degli storici antecessori, 
il Sarpi ed il Pallavicino , il 
Crevier ed il Rollin , Raynal 
e Diderot, Hume e Gibbon, 
Kant ed Herder. 

C. Cantù fu distinto con 
molte onorificenze, fra le quali 
non taceremo l' ordine della 
legion d'onore conferitogli nel 
1847 da Luigi Filippo, e per 
lui da Guizot. Esse sono ben 
meritate, poiché ogni fatica 
merita premio, e le sue fa- 
tiche furono immense. Delle 
calunnie che gli mossero gli 
invidi non parleremo. Le opi- 
nioni politiche di Cesare Cantù 
furono espresse e stampate 
più volte, or fanno molti an- 
ni , quando i suoi accusa- 
tori ancor sonnecchiavano.— 
Fra le biografie italiane di C. 
Cantù la migliore ci sembra 
quella inserita da Rovani nella 
sua Storia delle lettere e delle 
arti in Italia dal XIII secolo 
a noi (Milano^ Sanvito 1861, 
voi. 4), tra le francesi (delle 
quali qualcuna mostra di co- 
noscere ben poco i nostri uo- 
mini e le nostre cose) quella 
pubblicata dalla rivista pari- 
gina il Considerant e sotto- 
scritta da L. Gaillard, quan- 
tunque riboccante di quelle 



frasi d'effetto, e di quei bons 
mots de'quali i Francesi non 
sanno mai far senza sieno essi 
fra le armi o le pergamene. 
CAPEFIGUE Gian Battista Ono- 
rato, pubblicista francese nato 
nel 1802 a Marsiglia. Nel 1821 
recossi a Parigi, vi fece stu- 
dii legali e paleografici nella 
celebre Ecole des chartes, poi 
gettossi nella prima e più fa- 
cile palestra dei letterati esor- 
dienti, cioè nel giornalismo. 
Dettava articoli nel Temps,ne\ 
Moniteur du commerce, nel 
Courrier francais ed in cento 
altri logli, ne' quali pubbli- 
cava di quando in quando i 
suoi lavori storici fatti già in 
epoche anteriori, o preparati 
appositamente. Nella miriade 
degli scritti di Capefigue , i 
soli che abbiano valore scien- 
tifico sono la Storia di Fi- 
lippo Augusto, premiata dal- 
l'Istituto e la Storia filosofica 
de'Giudeiy dalla decadenza dei 
Maccabei fino a noi, premia- 
ta dall'Accademia delle iscri- 
zioni. Sieguono poi i lavori 
su Carlomagno,su Ugo Capeto 
e la terza stirpe fino a Filip- 
po Augusto , sulla Storia di 
Francia da Filippo Augusto a 
Luigi XI, su Francesco I, 
sulla Riforma, la lega ed En- 
rico JF (1835, voi. 8), su fìi- 
chelieu, Mazzarino e la Fron- 
da (1835, voi. 8), sul Go- 
verno di Luigi XIV (1838, 
voi. 6), su Luigi XV ed il se- 
colo dee ì'mottavo{lS^2 , voi. 4), 



256 



DIZIONARIO BIOGRAFICO. 



sul liegìio (li Luigi XVI 
(1844, voi. 4), suir Europa 
durante la rivoluzione fran- 
cese (Ì8ì3, voi. ^),s\.i\V Europa 
durante il consolato e Vimporo 
(1841, voi. 10), sui Cento 
giorni (1841, voi. 2), sulla 
Restaurazione e la causa della 
caduta de' Borboni (1833 , 
voi. 10), sui Diplomatici eu- 
ropei (1845, voi. 4), ^nWEu- 
ropa e Luigi Filippo (1846, 
voi. 10), sui Quattro primi 
secoli della chieéa cristiana 
(1850, voi. 3), sulla Chiesa 
nel medio evo (185'-2, voi. 2), 
sulla Chiesa negli ultimi quat- 
tro secoli (1858, voi. 4). Chi 
non resta sbalordito a si enor- 
me numero di volumi in tem- 
po relativamente sì breve? 

Ed infatti tutti questi lavori 
sono difettosi dal lato della 
profondità e dello stile, e por- 
tano cosi evidenti traecie della 
precipitazione con cui furono 
scritti. S'aggiunga che in essi 
si trovano citati documenti di 
dubbia autenticità, e frequen- 
ti apologie dell'assolutismo e 
dell'intolleranza. Lo poniamo 
fra gli storici modei'ni soltanto 
per mostrare agli illusi a qual 
classe di storici egli appar- 
tenga, nò crediamo ci si farà 
rimprovero se nella Bibliogra- 
fia non abbiamo accolte parec- 
chie delle opere sopracitate. 
CARLYLE Tommaso, storico e 
pubblicista inglese nato nel 
1795 in un piccolo villaggio 
di Scozia, nella contea di Dum- 



fries. Studiò presso l'univer- 
sità di Edinburgo la giuris- 
prudenza e le lingue mo- 
derne. Di carattere cupo e 
taciturno, ai parenti che lo 
volevano sacerdote risponde- 
va, che runica carriera degna 
di uno spirito libero ed indi- 
pendente è quella dello studio. 
I primi lavori furono intor- 
no a Schiller, a Goethe col 
quale era in istretta relazione, 
ed altri scrittori tedeschi come 
Tieck , Richter, Hoffmann , 
per le di cui opere mostrava 
grande predilezione. Nel 1830 
comparve un suo scritto che 
destò l'universale attenzione. 
Era il Sartus resartus, satira 
violentissima de' costumi, e 
della società inglese , nella 
quale, insieme con uno spirito 
assai perspicace e mordente, 
dimostra una grande cono- 
scenza delle umane passioni, 
e de' difetti de' connazionali. 
Fu accolta con grandissimo 
plauso e gli valse il soprano- 
me di censore del secolo, cen- 
sor of age. Nel 1837 compar- 
ve la sua Storia della rivolu- 
zione francese , dove, col so- 
lito modo austero e dog- 
matico, egli vede il trionfo 
dell'anarchia sul corrotto ed 
astuto dispotismo, ed accop- 
pia all'originalità dell' idea la 
novità, anzi la stranezza del- 
l'espressione. Qualche anno 
dopo pubblicò uno scritto sul 
Culto degli eroi nella storia, 
nel (|uale si propone di prò- 



vare che si può, anzi si deve 
rendere omaggio al dispoti- 
smo^ allorché risiede in per- 
sona superiore all'universale 
per l'ingegno e pel cuore. Na- 
poleone e Cromwell sono i 
suoi tipi del vero eroismo 
storico. Nel libro intitolato il 
Passato ed il presente deride 
i pretesi progressi della ci- 
viltà, e cerca dimostrare come 
in diversi punti si retrocedes- 
se, ed in quello su Cromivell 
ci dà una eccellente biografìa, 
l'unica forse dove ì\ protettore 
ci si mostri nella vera sua 
luce. Di tu.tti i suoi scritti , 
quello sulla rivoluzione fran- 
cese, senza dubbio il migliore, 
contiene non poche pregevoli 
ed ardite idee che chiaramen- 
te mostrano in Carlyle lo sto- 
rico filosofo il quale vuole e 
sa sbarazzarsi d'ogni pregiu- 
dizio e d'ogni soggezione. 
CARUTTI Domenico , storico 
italiano contemporaneo, nato 
in Cumiana, nella provincia 
di Pinerolo, da famiglia ori- 
ginaria di Villafranca (di Pie- 
monte), ove era investita di 
parte del feudo di Cantogno. 
Fece i primi studii nel col- 
legio di Garzigliana, che ora 
più non esiste, e nelle scuo- 
le di Pinerolo. Abbracciati 
dapprima gli studii legali , 
si volse poi con più amore 
ai letterari!, e poco dopo il 
1840 trovandosi in Toscana 
vi pubblicò alcuni buoni rac- 
conti come la Delfina Bolzi 



DIZIONARIO BIOGRAFICO. 2^7 

ed il Massimo. Nel 1855 diede 



alla stampa la tragedia Ve- 
linda. Ma l'animo e l'ingegno 
rivolse ad altri studii quando 
sorsero gli albori del nostro 
risorgimento, e lo provano i 
frequenti saggi politici da lui 
inseriti nel giornale la Con- 
cordia e nella Rivista italiana. 
A buon diritto gli procaccia- 
rono fama di coscienzioso sto- 
rico le due opere che pubblicò 
in questi ultimi anni, cioè la 
Storia del refjno di Vittorio 
Amedeo II e la Storia del re- 
gno di Carlo Emmanuele HI. 
Questi due libri, che trat- 
tano con diligenza ed erudi- 
zione la storia piemontese di 
un lungo e dilìicile periodo 
(1675-1773), sono fra i pochi 
che segnano un progresso 
delle storiche discipline in 
Italia. L'autore fu eletto socio 
dalla reale Accademia, e chia- 
mato a diffìcili incarichi presso 
il ministero degli esteri, dove 
il conte di Cavour nel 1859 
lo preponeva al gabinetto, e 
dove recentemente veniva no- 
minato segretario generale. 
Nelle elezioni delTanno 1800 
fu eletto deputato dal colle- 
gio di Avigliana e Giaveno, 
in quelle del 1861 dal colle- 
gio di Aosta. -— Gli studii sto- 
rici abbisognano di scrii cul- 
tori, e perciò facciam voto 
perchè le sue gravi occupa- 
zioni in seno al ministero ed 
alla camera, o le distinte ono- 
rificenze di cui va insignito, 



BIBL. — 33 



2b8 



DIZIONARIO BIOGRAFICO. 



non lo distolgano da altri la- 
vori degni del suo nome già 
illustre. 
CIBRARIO Luigi, egregio sto- 
rico e giureconsulto italia- 
no, nato iti Torino nel feb 
brajo 1802, e fra que' fortu- 
nati che illustrarono la storia 
d'Italia con profonda erudi- 
zione, e con diligenti indagini. 
Fece i primi studii in patria, 
e nel 1818^ compiuto il corso 
fdosofico nell' università di 
Torino, ottenne a concorso un 
posto gratuito nella facoltà 
di belle lettere presso il colle- 
gio delle Provincie, ove trovò 
eccellenti maestri, il Biamonti 
ed il Boucheron. Uscito pro- 
fessore di rettorica, il conte 
Prospero Balbo, letterato e 
ministro, pensava di mandarlo 
ad insegnare eloquenza nel- 
Puniversità di Cagliari. Ma o 
dolesse troppo al Cibrario il 
distacco dalla patria e dalla 
famiglia, o fosse per altri mo- 
. tivi, egli preferì entrare nel 
ministero dell'interno. Si ap- 
plicò poi alle leggi canoniche 
e civili e fu laureato nel 1824. 
Amato e protetto dal conte 
P. Balbo, che lo sovveniva di 
ajuti negli intrapresi lavori 
di pubblica economia e di 
storia, trovò ben presto favore 
anche presso del re Carlo 
Alberto, che nel 1829 lo no- 
minò regio sostituto procu- 
ratore generale presso FAcca- 
demia delle scienze di Torino. 
Quando questo re mecenate 



delle scienze, e forse in ispe- 
cial modo delle storiche, isti- 
tuiva la Deputazione di slo- 
ria patria , volle anche sce- 
gliere dotte persone che in- 
vestigassero gli archivii e tut- 
to quanto potesse illustrare 
l'origino ed i primi tempi della 
monarchia sabauda. Cadde la 
scelta sul Cibrario e sul chiai'o 
Casimiro Promis. I quali, esa- 
minati gli archivii piemontesi, 
passarono ad investigare gli 
archivii svizzeri di Berna, Ba- 
silea e Ginevra, poi i francesi 
di Lione, Besanzone, Marsi- 
glia, Grenoble e Parigi, La de- 
putazione doveva, per ordine 
del re, passare alla pubblica- 
zione dei documenti rinvenu- 
ti, ma gli instancabili investi- 
gatori trovarono necessario di 
frugare anche negli archivii di 
Germania e d'Italia prima di 
coordinare i materiali. Infatti 
nel 1833 visitarono anche gli 
archivii di Baviera, Austria e 
Witrtemberg, nel 1834 quelli 
principali d'Italia, facendo do- 
vunque tesoro di notizie e di 
carte autentiche. Nò le gravis- 
sime sventure domestiche, cioè 
la perdita della moglie e di tre 
figli toccatagli nel 1836, né le 
continue occupazioni sue nei 
ministeri dello stato, lo stac- 
cavano mai dagli studi che 
tanto predilige ; onde cre- 
sciuto il suo nome a bella fa- 
ma , a gara le Accademie di 
varii paesi d' Italia lo inscri- 
vevano ne' loro ruoli, e lo col- 



DIZIONARIO BIOGRAFICO. 



259 



mavano di onorificenze i so- 
vrani d'Ttaiia, e quelli di Rus- 
sia e del Belgio. Nominato se- 
natore nel 1848 dal suo re ed 
amico Carlo Alberto, e finito 
tragicamente il primo atto 
della nostra redenzione, veni- 
va spedito ad Oporto affinchè 
persuadesse l'illustre esule a 
ritornare in mezzo a quel po- 
polo che tanto amava. L'esito 
della missione fu infelice, e ce 
lo narra lo stesso Cibrario nel- 
l'interessante opuscolo Ricor- 
di di una missione nel Porto- 
gallo, al re Carlo Alberto. La 
celebrità che gode Luigi Ci- 
brario quale istorico si fonda 
meritamente su molti lavori 
di maggiore o minore am- 
piezza, ma tutti di eguale di- 
ligenza, dei quali addurremo 
qui i principali, ripetendo an- 
che i più importanti che fu- 
rono già citati nella nostra 
Bibliografia. Sono: Notizie sui 
principi di Savoia (Torino 
182o), Delle storie di Chieri, 
libri quattro (Torino 1827 , 
voi. 2) , Notizie di Paolo 
Simeone Balbo (Torino 1826), 
Deir origine de' cognomi, let- 
tera al cav. Manno (Torino 
1827), La morte del conte 
di Carmagnola, illustrata con 
documenti (Torino 1834), Gli 
opuscoli storici, letierarii, edi- 
ti ed inediti (Milano, Visaj 
1835), De' tornei e delle gio- 
stre della monarchia di Savoia 
(Torino 1839j , Storia della 
monarchia di Savoia (Torino 



1840 e seg.). La storia delle 
istituzioni della Casa di Sa- 
voia (Torino 1834), Della eco- 
nomia politica del medio-evo 
(l.-'^ edizione, Torino 1839), 
SulV uso e la qualità degli 
schioppi ìielV anno 1347 (To- 
rino 1844), la Storia di Torino 
(Torino 1846, voi. 2), le Brevi 
notizie storico-genealogiche dei 
Reali di Savoia (Torino 1847). 
Commendevolissimi fra tutti 
questi scritti sono la Storia 
di Torino e di Chieri, quello 
che tratta della Monarchia di 
Savoia, quello sull'Economia 
politica del medio-evo, e quello 
sulle Lstiluzioni di Casa Sa- 
voia. 
CICOGNA Emmanuele Antonio 
nacque in Venezia nel gen- 
najo 1789 da una famiglia 
venuta da Candia a Venezia 
nel 1736, ed ammessa dalla 
repubblica all^ordine de" citta- 
dini originarli veneti in vigore 
della terminazione emanata 
da Francesco Morosini capi- 
tano generale del mare, a fa- 
vore de' nobili cretensi. Pa- 
recchi suoi avi, militarono 
nell'armata veneta , o sosten- 
nero pubbliche cariche. — 
Emmanuele Antonio fu edu- 
cato nel collegio de' nobili in 
Udine diretto dai Padri Bar- 
nabiti , e dedicossi fin dalla 
giovinezza a scrii studii sia 
sulla nostra lingua, sia sui 
preziosi monumenti artsitici 
di cui tanto abbonda Vene- 
zia , e certi periodi riguar- 



DIZIONARIO BIOGRAFICO. 



danti la gloriosa storia della 
repubblica di S. Marco. De- 
stinato dal padre agli impie- 
ghi giudiziarii, percorse gran 
parte di sua carriera appo la 
corte di appello italica, ed 
appo il tribunale di appello 
che vi fu sostituito, e del quale 
fu segretario. Vi stette fino 
alla metà dell'anno 1852, nel 
quale ottenne lo stato di ri- 
poso. L'immenso amore che 
portò sempre agli studii di 
patria storia fecero sì che vi 
consacrasse tutta la vita con 
incessante costanza nei più fa- 
ticosi lavori, e nelle più pro- 
l'onde ricerche di erudizione. 
Florida la salute, semplici i 
costumi, sempre ridente lo 
spirito, egli passò tranquilli i 
suoi giorni desideroso di vive- 
re unicamente per avanzare 
nella sua classica opera delle 
Iscrizioni veneziane, comin- 
ciata a scriversi nel 1816 ed a 
stamparsi nel 1824, la quale a 
quest'ora è giunta a sei grossi 
volumi, ossia 24 fascicoli. E 
maraviglioso il vedere come 
il Cicogna in mezzo a lavoro 
di tanta mole, ed alle sue uf- 
ficiali giornaliere occupazioni 
trovasse ancor tempo di pre- 
parare quel bellissimo catalogo 
ragionato di tutte le opere a 
stampa risguardanti Venezia 
in generale, che intitolò: Bi- 
bliografìa veneziana. Si di- 
vide in sei grandi sezioni, cioè 
Storia ecclesiastica, 
Storia politica e civile, 



Storia fjenealogica e biogra- 
fica, 

Storia letteraria, 
Storia di belle arti ed an- 
tichità, 

Storia scientifica , e cia- 
scuna sezione, secondo lo ri- 
chiede l'argomento, si suddi- 
vide in sezioni secondarie. Le 
sue minori operette presso 
che tutte di patrio argomento 
ascendono a poco meno di 
duecento, siccome vcdesi dal- 
l'elenco a stampa pubblicato 
nel 1850 dal consig. Neumann 
de Rizzi, cugino del Cicogna. 
Fra questi minori lavori tro- 
viamo quelli su Bianca Capel- 
lo, 6u\V Invenzione del corpo di 
S. Marco, sui Poeti veneziani 
Nicolò e Jacopo Tiepoli ecc. ecc. 
Per trarsi qualche fiata dalla 
secchezza delle erudizioni det- 
tò anche epigrammi latini e 
italiani, nel che invero non 
sembra gli venisse meno il fa- 
vor delle muse , sebbene in 
poesia non iscrivesse cosa che 
valga ad accostarlo ai sommi. 
Non chiese mai titoli d'ono- 
re, ma le Accademie di Vienna, 
Torino, Firenze, Bologna, il 
veneto Istituto, e tante altre 
società scientifiche si onora- 
rono di annoverarlo fra i loro 
socii, e re Luigi Filippo con 
lettera cortesissima del cele- 
bre suo ministro Guizot lo in- 
signi fino dal 1846 dell'ordine 
della Legione d'onore. Circon- 
dato dai tesori artistici da lui 
con grave dispendio raccolti 



DIZIONARIO BIOGRAFICO. 



261 



continua tuttora le sue inve- 
stigazioni. 
CHEUZEH Federico, celebre sto- 
rico ed archeologo tedesco 
nato a Marburg nel 1771, mor- 
to nel I808. Fu professore di 
storia antica presso l'univer- 
sità di Eidelberga, pubblicò 
nel 1812 a Lipsia la Simbolica 
e la mitologia de'popoli delVan- 
tichità, e Topera snlVArte sto- 
rica presso i Greci. Nel 1824 
Itubblicò lo scritto sulle An- 
tichità romane, nel 1836quelio 
Sulla storia e suWarcheolof)ia 
di Roma. Era membro di 
(juasi tutte le società scien- 
tiliclie d'Europa, e nel 1848 
stampò r autobiografìa col 
titolo Vita d'un vecchio pro- 
fessore. 
DAHLMANN Federico Cristo- 
loro, storico tedesco nato a 
Wismar nel 1785, studiò in 
Copenhagen ed in Halle. Nel 
1813 insegnò presso l'univer- 
sità di Kiel la lilologia greca, 
ma per le sue idee politiche 
avverse al governo dovette 
cambiare il soggiorno di Kiel 
con quello di Gottinga. Là 
pubblicò nel 1830 l' impor- 
tante sua Raccolta di docu- 
menti originali per servire alla 
storia della Germania, e poco 
dopo il celebre opuscolo poli- 
tico : La politica ricondotta 
sul campo de' fatti. Quando con 
Evvald ed altri fu costretto a 
lasciare lo stato d'Annover si 
l'itirò a Lipsia, ove scrisse la 
Storia della Danimarca. Nel 



1845 fu chiamato professore 
all' università di Bonn e nel- 
r anno stesso pubblicò due 
pregevoli opere Sulla rivolu- 
zione di Francia e su quella 
à.' Inghilterra. Il 1848 lo vide 
al Parlamento di Francoforte 
attivissimo propugnatore del- 
l' unità germanica, agli inte- 
ressi della quale sapeva po- 
sporre anche quelli della Prus- 
sia , che pur l'aveva eletto 
nella commissione dei dicias- 
sette uomini di sua fiducia. 
Como tanti altri ingegni, egli 
dovette assistere al doloroso 
spettacolo della sconfìtta , e 
vide svanire le belle speranze 
di unità e potenza, distrutte 
dal meschino, indiscreto ed in- 
teressato egoismo delle gran- 
di, mediocri e piccole potenze 
germaniche. 
EWALD Enrico Giorgio, celebre 
orientalista e storico tedesco 
nato a Gottinga nel 1803. Stu- 
diò in questa sua città natale le 
lingue orientali, a venti anni 
fu nominato professore presso 
il liceo di Wolfenbùttel, e quat- 
tro anni dopo all' università 
stessa di Gottinga, per inse- 
gnarvi le lingue orientali, la 
filosofìa e la teologia. Nel 
1837, come Gervinus, come i 
due Grimm e Dahlmann aven- 
do solennemente protestato 
contro la violazione della co- 
stituzione per parte del nuovo 
re d'Annover Ernesto Augu- 
sto, fu bandito da Gottinga 
ed andò esule in Inghilterra 



2C2 



DIZIONARIO BIOGRAFICO. 



a visitarvi le biblioteche, come 
già aveva fatto di quelle d'I- 
talia e di Francia. Reduce, oc- 
cupò per dieci anni (1838-48) 
la cattedra di teologia nel- 
l'università di Tubinga. Fra i 
suoi scritti più noti citiamo la 
Grammatica ebraica (Lipsia 
1827j di cui si fecero molte e 
diverse edizioni , quelli Sul- 
la composizione della qenesi 
(Brunswick 1823), sulla Canti- 
ca di Salomone {GoU\\v^:[ì82Cì), 
la Grammatica critica linguce 
arabicce (Lipsia 1833, voi. 2), 
la Dissertazione sulla lettera- 
tura biblica e Vorientale, (Got- 
tinga 1832), Sui profeti del- 
Vantico testamento (Stuttgar- 
da 1840). I suoi eccellenti la- 
vori storici sono la Storia del 
popolo d'Israello fino a Cristo 
e le Antichità del popolo d'I- 
sraello (Gottinga 1848). Evvald 
fondò e diresse varii periodici 
scientifici, siccome V Annuario 
delle scienze bibliche e la Ri- 
vista per la conoscenza dell'O- 
riente. In essi si leggono molti 
lavori minori in mole, non 
in merito, ai succitati. Tali 
sarebbero i suoi articoli sul- 
VOrigine e l'essenza degli E- 
vangeli, sui Salmi dei Macca- 
bei, suìVOriginee la composi- 
zione del libro d'Enoch ecc., 
ecc. 
FORSTER Federico, storico te- 
desco nato nel 1792, In gio- 
ventù militò volontario nella 
guerra d'indipendenza (1813) 
contro i Francesi, stringendo 



allora relazione col Tirteo ale- 
manno, Teodoro Koerner. Fi- 
nita la guerra insegnò in al- 
cuni istituti militari^ dai quali 
fu espulso per reati politici. 
Fu allora (1830) che intra- 
prese un viaggio in Italia, re- 
duce dal quale ottenne un po- 
sto al real museo di Berlino, 
Forster ha scritto divei'se buo- 
ne cose sull'arte militare mo- 
derna e sulla storia di Prussia, 
ma i lavori cui deve la sua fama 
sono quelli Sul maresciallo 
Bllìcher (Lipsia 1821), sulla Vi- 
ta di Federico il Grande (Meis- 
sen 1841, voi. 2), su Wallen- 
stein e la sua fine (L\[mù. 1844), 
sui Gabinetti d'Europa nel 
secolo XV ni, e su Cristoforo 
Colombo (Lipsia, 2,'* edizione 
1846 , voi, 3). Le sue opere 
più recenti, ma assai più su- 
perficiali, sono dedicate al po- 
polo, di cui talvolta lusingano 
le passioni, e ponno ridursi a 
due , cioè la Storia moderna 
della Prussia e (rli eroi prus- 
siani in pace e in guerra. 
FRYXELL Andrea, storico sve- 
dese, nato nel 1798 nella Dale- 
carlia. Studiò presso la cele- 
bre università di Upsala. In- 
cominciò a farsi conoscere in- 
segnando privatamente , poi 
con diverse operette gramma- 
ticali e storiche, che gli val- 
sero nel 1828 il posto di ret- 
tore d'uno dei ginnasii di Stoc- 
colma. Il primo lavoro che gli 
fece un nome fu una disserta- 
zione sulla storia della Svezia 



DIZIONARIO BIOGRAFICO. 



263 



del 159^ al 1600, premiata 
dall' Accademia. Incoraggiato 
dal successo di quello scritto., 
intraprese viaggi in Prussia, 
Polonia e Danimarca per vi- 
sitarvi gli arclìivii, ed esami- 
narne le carte relative alla sto- 
ria svedese. Ritornato da que- 
sto viaggio nel 1832, incomin- 
ciò il suo grandioso lavoro: Be- 
rettelser ur swenska historien, 
ossia Storia nazionale della 
Svezia, cui dopo d'allora dedi- 
cossi interamente. É un'opera 
che non si distingue soltanto 
per la diligenza e l'erudizione, 
ma anche perlostile facile e ra- 
pido, pel vivissimo amor patrio 
che tutta l'informa. Subito si 
moltiplicarono le edizioni sve- 
desi, e se ne fecero traduzioni 
in diverse lingue d^ Europa. 
Un'opera minore di Fryxell è 
quella snWarisfocrazia svede- 
se, che egli difende dalle ac- 
cuse fattegli da Geijer, pole- 
mica nella quale, come sem- 
pre avviene, le due parti por- 
tarono grande animosità e po- 
ca luce. 
GEIJER Erico, storico e poeta 
svedese nato nel 1783 (nel 
Wermeland) e morto noi 1847. 
All'età di circa ventisette anni 
fu fatto professore di storia 
presso la università di Upsa- 
la, ove scrisse l'eccellente sua 
Storia della Svezia, la quale 
però non giunge che alla mor- 
te della regina Cristina. Lo 
storico svedese Lundblad la 
tradusse in francese. 



GERVINUS Giorgio Gottofredo, 
distinto storico e letterato te- 
desco nato nel 1805 a Darm- 
stadt. Si dedicò dapprima al 
commercio, poi obbedì all'im- 
periosa vocazione che lo chia- 
mava a più difficili intenti, e 
ripigliò da solo gli studii in- 
terrotti. Nel 1826 frequenta- 
va ad Eidelberga le lezioni di 
Schlosser, e poco dopo teneva 
lezioni in un istituto di Fran- 
coforte sul Meno. Fatto poi 
un viaggio in Italia, ne con- 
sultò spesse volte le ricche 
biblioteche facendo tesoro di 
notizie pe' futuri suoi lavori. 
Il primo di questi fu sugli An- 
glosassoni (Francoforte 1830), 
cui fé' seguito un volume di 
Studii storici che rivelarono 
in lui l'eccellente investigato- 
re. Nel 1835, nominato pro- 
fessore di storia a Gottinga, si 
uni col noto storico Dahimann 
nel lìrmare quella protesta po- 
litica che ebbe per risultato 
l'esilio di tutti coloro che l'a- 
vevano firmata. Allora fece 
un nuovo viaggio in Italia, e 
reduce nel 1844 in Germania, 
tenne in Eidelberga de'corsi 
di lezioni, che suscitarono 
vero entusiasmo. I suoi più 
celebri lavori sono la Storia 
della poesia nazionale tedesca 
(Lipsia 1838), ove dimostra 
che le fasi nello sviluppo della 
poesia nazionale coincidono 
presso tutti i popoli con quelle 
del progresso e dell' incivili- 
mento, il Manuale della sto- 



DIZIONARIO BIOGRAFICO. 



ria della letteratura poetica 
tedesca, succinto ed elegante 
riassunto dell'opera citata, poi 
le Linee fondamentali della 
storia (Lipsia 1837), e gli 
Scritti storici minori (Carls- 
ruhe 1838). Nel 1843 entrò 
nella politica viva e batta- 
gliera pubblicando l'opuscolo 
sulla Missione de' cattolici te- 
deschi , nel quale prende le 
difese delle classi operaje, 
L' anno dopo scrisse il noto 
indirizzo d' Eidclberga sulla 
questione de' ducati tedeschi 
soggetti alla Danimarca^ e nel 

1847 pubblicò le Osservazioni 
alla costituzione prussiana del 
3 febbraio 1847. La Gazzetta 
tedesca, organo del partito co- 
stituzionale germanico che nel 

1848 vide giungere al potere 
tutti i suoi collaboratori, venne 
fondata da Gervinus nel 1847. 
Anche Gervinus, che aveva 
acquistato un grande ascen- 
dente, fu dalle città anseatiche 
deputato alla dieta di Fran- 
coforte^ poi eletto membro del- 
l' assemblea nazionale da una 
provincia sassone. 

Prese vivissima parte alle 
tempestose discussioni dell'as- 
semblea, poi disgustato se ne 
ritrasse per ritornare più tardi 
nell'agone, e levarsene quindi 
delìnitivamente. Nel 1850andò 
in Inghilterra, tentando in- 
vano propugnarvi la causa dei 
ducati tedeschi. Ritornò ad Ei- 
delberga, sconfortato ma non 
disperante, riprese gli studii e 



pubblicò un capolavoro di cri- 
tica su Shakespeare in 4 volunìi 
(Lipsia 1850). L' ultimo suo 
lavoro divulgò il suo nome in 
tutta Europa, ed è la Storia 
del XIX secolo tessuta su am- 
plissima orditura, e scritta con 
libéralissimi sentimenti. 
GROTE Giorgio, storico inglese 
nato nel 1794 a Clayhill nella 
contea di Kent da famiglia ori- 
ginaria di Germania. Fu alle- 
vato nel collegio di Charter- 
house. Nel 1823 incominciò 
r esecuzione dell' arditissimo 
disegno di una storia generale 
della Grecia, che in sé compen- 
diasse le molte eccellenti mo- 
nografìe, e tutti gli anteriori 
lavori, sul vasto e difficile ar- 
gomento. Ma gli avvenimenti 
politici e le polemiche che ne 
conseguirono ne lo interrup- 
pero, massime nell'anno 1830, 
quando pubblicò i suoi prin- 
cipii sulla riforma parlamen- 
tare Essentials of parliamen- 
tary reform. Nel 1832, eletto 
membro del Parlamento dalla 
città di Londra , propose ri- 
petutamente la sostituzion*! 
dello scrutinio segreto al pub- 
blico, ma non riuscì nell' in- 
tento. Stanco de'contrasti in- 
separabili dalla vita politica 
depose nel 1841 il suo man- 
dato e si consacrò intieramen- 
te alla grandiosa sua Historif 
of Greece, la cui prima edi- 
zione comparve nel 1846 a 
Londra in dodici volumi. Di 
(luesto capolavoro di critica 



DIZIONARIO BIOGRAFICO. 



265 



storica, e pi-oloiida erudizione, 
si fecero ben presto molte ri- 
stampe in Inghiiterra, poi se- 
guirono le vci'sioni nelle lin- 
gue del continente. È una di 
quelle rarissime opere che pel 
loro merito intrinseco supe- 
rano, e rendonosuperflue tutte 
le antecedenti, non eccettuate 
le migliori. 
GUIZOT Francesco Pietro, illu- 
stre diplomatico e storico fran- 
cese, nato a Nimes nel 1787 
da una famiglia protestante 
già da lungo tempo bersaglio 
dell'intolleranza religiosa. Suo 
j)adre, celebre giureconsulto, 
perì sul patibolo rS aprile del 
1794. Sua madre cercò l'ifugio 
in Ginevra^ dove il giovane 
Guizot si diede allo studio 
delle lingue, e della letteratu- 
l'a, distinguendosi presto per 
rapidi progressi. Nel 1805 re- 
cossi a Parigi, ove V anno 
dopo entrò qual precettore 
nella casa del signor Stapfer 
ministro svizzero presso il go- 
verno francese. Nel 1812 sposò 
Paolina di Mculan, donna let- 
terata, ma assai superiore a 
lui in età. I primi suoi lavori 
furono un Dizionario dei sino- 
nimi francesi (1809, voi. 2), 
la Vita de' poeti francesi del 
secolo di Luigi XfV (1813, 
tomo 1.° ed unico), la ver- 
sione dell' opera tedesca di 
Rehfues La Spagna nel 1808^ 
e la versione con note del- 
l'opera di Gibbon Sulla deca- 
denza e la caduta dell' im- 



pero romano. Tanta operosità 
fu premiata colla nomina a 
professore supplente di storia 
presso la Sorbona. La sua 
carriera politica incomincia col- 
la caduta dell'impero, quando 
divenne (per le raccomanda- 
zioni di Royer-Collard) segre- 
tario del ministero dell'inter- 
no, e più tardi consigliere di 
stato e finalmente direttore 
generale dell'amministrazione 
dipartimentale. Tutte queste 
cariche non lo tolsero però 
agli studii ed alla cattedra che 
tanto prediligeva, ed una prova 
evidente ne sono i numerosi e 
svariati lavori che egli pub- 
blicò prima del 1828, epoca 
delle sue seconde nozze con 
madamigella E. Dillon. Essi 
sono in parte storici siccome 
il Saggio sulla storia di Fran- 
cia, per far seguito alle Os- 
servazioni di Mably (1823), la 
Collezione di memorie relative 
alla storia della rivoluzione 
d'Inghilterra tradotta dall'in- 
glese (1823), la Collezione di 
memorie per servire alla storia 
di Francia, dalle origini fino 
al XIII secolo, la Storia della 
rivoluzione d'Inghilterra dopo 
l'avvenimento di Carlo I, ta- 
cendo dogli articoli, delle re- 
visioni, ed altri scritti seconda- 
rli. Contemporaneamente pub- 
blicava Guizot le sue opere 
politico-sociali, che in mezzo 
all'agitarsi delle fazioni dove- 
vano trovare maggior numero 
di lettori, ed innalzare rapida- 



2C0 



DIZIONARIO BIOGRAFICO. 



mente il suo nome a bella fama 
anche oltre i confini della Fran- 
cia. Le principali fra di osse 
sono il trattato Sulla pena di 
morte in materia di politica, 
la Storia del governo rappre- 
sentativo, ed il Saggio sulle 
cospirazioni e sulla giustizia 
politica. Qualche tempo più 
tardi, allorché si erano alquan- 
to acquietate le fazioni, il nome 
di Guizot brilla splendidissimo 
nel grande triumvirato che 
con lui composero Cousin e 
Villemain. E fu poco prima 
de'grandi cangiamenti del 1830 
che raggiunse l' apice della 
popolarità con quelle bellissi- 
me opere che intitolò: Corso 
di storia moderna, Storia ge- 
nerale della civiltà in Fran- 
cia , e Storia generale della 
civiltà in Europa. — Dopo 
il trionfo della coalizione , 
quando Thiers nel marzo 1840 
giunse per breve tempo al po- 
tere, inviò il suo rivale Guizot 
ambasciatore in Inghilterra. 
La sua fede protestante, ed i 
suoi lavori storici su quel pae- 
se gli pronosticavano, qual fu 
poi infatti, una accoglienza 
rispettosa ed entusiasta per 
parte dei figli d'Albione. Ma 
questi non furono che un siiccès 
personnel, poiché qual diplo- 
matico Guizot non colse allori, 
e tornò Tanno stesso in Fran- 
cia ad occupare, per volere del 
l'o , il posto che Thiers ave- 
va dovuto cedere. Qui inco- 
mincia l'epoca più imporlante 



nella vita di Guizot, che per lo 
spazio di sette anni fu giudice 
ed arbitro, quasi, dei destini 
di Francia. Le sue idee, i suoi 
scritti, le sue azioni, le sue 
proposte furono, come avvie- 
ne, oltraggiate e difese secondo 
convenivano o no ai partiti 
in cui il paese si divideva, 
ma generalmente parlando gli 
scrittori della repubblica, e 
del secondo impero, si mo- 
strano inesorabili verso colui 
che troppo è loro superiore 
perchè jìossano sperare di rag- 
giungerlo mai, e che essi scioc- 
camente accusano di aver volu- 
ta la pace ad ogni costo all'este- 
ro, e mossa accanita opposizio- 
ne a qualsiasi politica riforma 
nell'interno. Quanto all'estero 
fu sotto il ministero Guizot 
che la Francia vinse ad Isly, 
prese possesso delle isole Mar- 
chesi nell'Oceania, combinò 
per mezzo di Lagrenée amba- 
sciatore in China un trattato 
che la poneva al livello del- 
l'Inghilterra, si coprì delle pi'i- 
me grandi linee ferrate, umiliò 
Rosas nelle acque di Buenos 
Ayres. Quanto alle cose inter- 
ne fu sotto il ministero Guizot 
che le camere votarono (nel 
1846) il credito di 96 milio- 
ni per il riordinamento della 
marina, che si propose e si 
discusse la legge del libero in- 
segnamento, mirabile comple- 
mento a quell' iiiseijnamento 
primario che molti anni prima 
era stata una delle più belle 



DIZIONARIO BIOGRAFICO. 



267 



creazioni dello stesso ministro. 
Qualsiasi nazione potrebbe an- 
dar superba di un uomo quale 
Guizot, anche la Francia. Ma 
Guizot cadde colla monarchia, 
della quale era stato lo splen- 
dore, e perchè appunto egli è 
fra i caduti, se ne dimenticano 
i servigi , e se ne censurano 
astiosamente non solo le azio- 
ni parlamentari , ma perfino 
le opere scientifiche. Tale è 
r umana parzialità. Dopo il 
1848 Guizot visse privata- 
mente , occupandosi della ri- 
stampa dei suoi lavori, e trat- 
tando nuove tesi politiche, sic- 
come, per esempio, quella sul- 
la Democralie en France. Il 
suo lavoro più recente: Me- 
moires pour servir à Vhistoire 
de mon temps , non può ben 
dirsi storico perchè troppo 
ispirato alle idee ed alle pas- 
sioni dell' epoca ; quanto alle 
opere storiche già citate non 
si rimprovera loro che man- 
canza di grazia nello stile ed 
una eccessiva smania di coor- 
dinare forzatamente i fatti 
sotto leggi d' ordinario tanto 
più arbitrarie quanto più si 
vorrebbero far credere immu- 
tabili : difetto questo assai 
men facile a trovarsi nei Fi'an- 
cesi, che non nei Tedeschi. 
HALLAM Enrico, storico inglese 
nato nel 1778, morto nel 1859. 
Studiò ad Oxford e pubblicò 
nel 1818 la Storia dell'Euro- 
ropa nel medio-evo, nel 1827 
la Storia costituzionale d'In- 



ghilterra , e nel 1837 la In- 
troduzione alla storia lette- 
raria rf' Europa nei secoli 
XV, XVI e XV IL Tutte que- 
ste opere ebbero dieci o do- 
dici edizioni, prova evidente 
del grande loro successo. 

HAMiMER PUBGSTALL barone 
Giuseppe , nato a Gratz nel 
1774, morto nel 1856, celebre 
storico ed orientalista. Studiò 
nell' Accademia orientale di 
Vienna, e passò la gioventù 
in Egitto, Costantinopoli ed in 
altri paesi d'Oriente, incarica- 
to di missioni diplomatiche. 
Quando morì era presidente 
dell'Accademia viennese delle 
scienze ed erasi assicurata 
lunga fama con molti lavo- 
ri diligentissimi tratti dalle 
fonti arabe e turche. Tali la- 
vori sono anzitutto la Storia 
dell' impero ottoìuano , poi la 
Storia detjli Assassini, la Sto- 
ria dell'orda d'oro, la Storia 
della letteratura araba , e la 
Storia della poesia ottomana. 
Le sue opere storiche sono 
molto più apprezzate che non 
le letterarie. 

HEEREN Arnoldo Ermanno Lo- 
dovico , storico tedesco nato 
presso Brema nel 1760, morto 
nel 1842. Perfezionò la sua 
educazione mediante un lungo 
viaggio in Italia , Francia ed 
Olanda. Nominato circa il 1800 
professore di storia presso l'u- 
niversità di Gottinga , pub- 
blicò verso il 1805 le Idee 
sulla politica e sul commercio 



2G8 



DIZIONARIO niOGRAFlGO. 



de' popoli dell'antichità, opera 
ancor in oggi considerata sic- 
come classica, poi il Manuale 
storico del sistema politico de- 
gli Stati europei e loro colo- 
nie , tradotto in italiano dal 
Parola , il Manuale di storia 
antica , la Storia del risor- 
gimento della classica lette- 
ratura, e finalmente il Saggio 
stille conseguenze delle crocia- 
te. La fede protestante del- 
l' autore traspare da tutti i 
suoi scritti, de' quali gli sto- 
rici sono assai più pregiati 
che non i letterari!. I più ac- 
creditati fra i lavori di Heeren 
sono i due primi, ne' quali alla 
pi"ofondità delle indagini ac- 
coppia la massima lucidezza 
dell'espressione. 

HENRION barone Riccardo Au- 
gusto , magistrato e storico 
francese nato a Metz nel 1803. 
Fatti gli studii legali in Pa- 
rigi, inserì i suoi primi lavori 
nei giornali Le drapeau Mane, 
Bibliothèque des familles chré- 
tiennes , VAmi de la reli- 
gione etc. etc, dove si mostrò, 
qual fu sempre, partigiano del- 
l' autorità assoluta, sia in fatto 
di politica, sia in fatto di re- 
ligione. Queste sono le idee 
fondamentali de' suoi lavori 
minori, cioè delVHistoire lit- 
téraire de la France (Parigi, 
2." ediz., 1837), VHistoire de 

- la Papautc,V Annuaire biogra- 
pltique (1834 , voi. 2) , e dei 
suoi lavori maggiori, quali 
sono VHistoire des ordres re- 



Hgieii.T, VHistoire generale de 
Vèglise pendant, le XV HI et 
XlXsiècles che rettifica in gi-an 
parte l'opera di Berault-Bcr- 
castel, e che fu più volte stam- 
pata , VHistoire generale des 
rnissions catholiques e VHi- 
stoire ecclesiastique depuis la 
création jusqu'à nous, che ad 
oj)ei'a finita avrà venticinque 
volumi. Henrion ha scritto an- 
cora alcune opere legali , ed 
ebbe buona parte nella com- 
pilazione del Dictionnaire hi- 
storique di Feller, opera della 
quale sono ben noti gli in- 
tenti. 
IRVING Washington , storico 
americano, nato a New York 
nel 1783. In sua gioventù pub- 
blicò in Inghilterra ed Ame- 
rica diverse operette di viag- 
gi, costumi, satire sociali, ecc. 
che resero noto il suo no- 
me, ma tosto dopo il viaggio 
di Spagna nel 18:^6 si diede 
a studii più scrii. Negli ar- 
chivii di Madrid ed in quelli 
del suo amico il duca di Ve- 
raguas trovò i documenti e le 
carte che lo indussero a scri- 
vere la sua celebrata opera 
Vita e viaggi di Colombo, che 
fu poi tradotta in tutte le 
lingue d'Europa. Una gita nel 
paese di Granata fu occasione 
dell'altro suo scritto: Conqui- 
sta di Grattata sui Mori. Poco 
dopo pubblicò un'altra opera 
storica non inferiore alle ci- 
tate, né per lo stile, né per 
la profondità, cioè i Viaggi e 



DIZIONARIO 

le scoperte dei compagni di Co- 
lombo. Nel 1832, reduce in 
America, i suoi concittadini lo 
accoglievano festosi , ben co- 
noscendo la fama che Irving si 
era acquistata in jEuropa, e le 
onorificenze decretategli dalle 
Accademie di Londra e di Ox- 
ford. Nuovo pegno della sim- 
patia de' concittadini fu al cer- 
to la elezione a ministro d'A- 
merica in Ispagna , avvenuta 
nel 1842. Quattro anni sog- 
giornò Irviug nella bella pe- 
nisola che l'aveva convertito 
a Clio , poi tornò a varcare 
l'Atlantico , e passò il resto 
de' suoi giorni nella graziosa 
sua villa di Sunnyside presso 
New York. Pubblicò ancora 
^arie cose , e fra queste la 
Vita di Maometto e suoi succes- 
sori, e la Vita di Washington; 
nìa qui i giudizii degli intelli- 
genti non sono cosi favorevoli 
ed unanimi come per i primi 
suoi scritti. La venerazione 
universale circonda in Ame- 
rica questo storico e roman- 
ziere eminentemente naziona- 
le. Ma la vivacità dello stile, 
la verità delle descrizioni , 
lo resero popolarissimo anche 
in Europa, dove le sue opere 
furono l'ipetutamente tradotte 
in tutte le lingue più colte. 
LACRETELLE Carlo, storico 
francese nato a Metz nel 176G, 
morto nel 1855. Venuto giova- 
nissimo a Parigi, fu testimone 
di tutti quei giganteschi fatti 
ch'egli doveva più tardi nar- 



BIOGRAFICO. 2C0 

rare. Dal 1809 al 1853 con rara 
diligenza insegnò la scienza da 
lui prediletta, qual professore 
della facoltà delle lettere di 
Parigi, pubblicando a diversi 
intervalli, il Précis historique 
de la revolution francaise, in 
6 volumi , ]K)i VHistoire de 
France pendant le XVIII sie- 
de, più volte ristampata, poi la 
Histoire de la revolution, che 
è la continuazione dell'opera 
precedente; poi la Histoire de 
France depuis la restauration, 
e i' Histoire des guerres de reti- 
gions. L'ultima sua opera fu: 
Histoire du consulat et de l'em- 
pire, inferiore però assai a 
quella dell'inarrivabile Thiers. 
Era fratello minore del ce- 
lebre avvocato^ e perciò si con- 
traddistingue spesso coli' ap- 
pellativo le jeune. 
LASSEN Cristiano,celebre orien- 
talista e storico svedese, nato 
a Bergen sulle rive del mare 
del nord nel 1800. Studiò nella 
capitale norvega Cristiania, e 
più tardi presso le università 
tedesche di Bonn ed Eidelber- 
ga, dove Guglielmo Schlegel 
diede il primo indirizzo a''suoi 
studii d' alta filologia. Viag- 
giando per incarico di Schle- 
gel trovossi in Parigi , ove 
strinse relazione con Eugenio 
Bournouf, assieme col quale 
pubblicò una dissertazione sul- 
la lingua Pali (1823). Al- 
cuni anni dopo fu nominato 
jirofessore di lingua e lettera- 
tura indiana presso l'univer- 



270 



DIZIONARIO BIOGRAFICO. 



sita di Bonn. Oltre un gran 
numero di manoscritti indiani 
e persi da lui pubblicati col 
commento, Lassen ha dato 
un capolavoro sulle Antichità 
indiane , del cui merito fe- 
cero alti elogi gli stessi dotti 
bramini; poi il libro Sulle pri- 
mitive iscrizioni cuneiformi 
persiane, un' Antologia san- 
scrita (1838), le Institiitiones 
HìKjuce pracriticce (1837), e fi- 
nalmente 1' eccellente saggio 
sulla Storia de' re greci ed in- 
dosciti della Battriana , del 
Cabule dell' India {Bonn 1838). 
Numerosi sono poi i dotti suoi 
articoli di filologia orientale 
inseriti nei fogli periodici te- 
deschi : Gazzetta per servire 
alla conoscenza dell'Oriente, 
Biblioteca indica, ecc., ecc. 
LEO Eni'ico, storico tedesco, nato 
nel marzo 1799 in Rudolstadt, 
studiò sulle prime medicina 
presso l'università di Bresla- 
via. Rinunciando ben presto ai 
volumi d'Esculapio, si dedicò 
all'insegnamento e si trasferi 
a .Jena, poi a Gottinga. In que- 
st' ultima città s^applicò a se- 
veri studii sulla storia antica 
e su quella del medio- evo , 
primo frutto dei quali fu un 
libro di difficile erudizione 
e del massimo interesse per 
la storia d' Italia, cioè il trat- 
tato sulla Costituzione delle 
città lombarde, pubblicato nel 
1820 quando appena lasciava 
r università. Passò j>oscia a 
Berlino , dove divenne uno 



de' più assidui scolari di qucl- 
r Hegel , di cui più tai'di 
osteggiò le dottrine. I mezzi 
fornitigli dalla principessa di 
Schwarzburg Rudolstadt lo 
posero in grado di fare un 
viaggio in Italia, dove con- 
sultate le opere di Rosmini , 
di Delfico, di Fantuzzi , di 
Carli, (che non aveva ti'ovate 
nelle biblioteche germaniche) 
migliorò ed accrebbe il lavoro 
citato, che ripubblicò nel 1824. 
Il miglior elogio che far si pos- 
sa di questo libro sta nelle pa- 
role che l'esimio nostro Cesare 
Balbo fece precedere alla sua 
versione italiana, chiamandolo 
la parte eruditamente più im- 
portante della storia d'Italia 
di Leo, ed uno di quei lavori 
che sono propri i dei Tedeschi, 
uomini vaghi di difficoltà e di 
fatica , e uomini poi d'una 
sincerità e spregiudicatezza 
singolarmente atta alle eru- 
dite storiche indagini. Dopo 
avere assunti a Berlino, in 
Jena , ed in varie altre città 
diversi uflìcii modestissimi , 
che appena gli fornivano il 
necessario onde campare la 
vita , il suo amore allo stu- 
dio ebbe un degno premio 
colla nomina a professore or- 
dinario di storia presso l'u- 
niversità di Halle. Da que- 
st' epoca (1830) cominciano i 
di lui migliori lavori, siccome 
il Manuale della storia del me- 
dio-evo, i Dodici libri sulla 
storia dei Paesi Bassi , e la 



DIZIONARIO BIOGRAFICO. 



271 



Storia degli Slati italiani in 
cinque volumi. Cosi il Leo, 
che dedicò in gran parte a 
noi la sua vita letteraria, ci 
fece dono di un' opera dili- 
gentissima, non a torto detta 
dal Balbo, or fanno tre de- 
cennii, la incomparabilmente 
più compiuta ed erud ita storia 
d'Italia che fin allora fosse 
comparsa alla luce. Né fu ancor 
superata, a nostro giudizio. 

Gli altri scritti di Leo, e mas- 
sime quelli polemici , diretti 
contro Hegel e gli Hegeliani, 
hanno importanza assai mi- 
nore di quelli già citati, seb- 
bene tutti concorrano a pro- 
vare l'erudizione non comune 
del loro autore. I più pre- 
gevoli fra essi sono forse la 
Guida nello studio della storia 
universale, e quello sul Culto 
di Odino presso i Germani. 
L'acume storico vi si accoppia 
alla diligenza delle investiga- 
zioni, ma lo stile è chiaro, so- 
brio, lungi da ogni digressione 
inutilmente minuta, come pur 
tanto le amano i Tedeschi; co- 
sicché di Leo non ci pare si 
possa dire ciò che a ragione 
diceva la Staél degli storici 
tedeschi in genere: L'Alte- 
magne abonde en historiens 
savans , ils ont fait des re- 
cherches immenses et nous ont 
donne des ourrages où tout se 
Irouve pour qui sait les étu- 
dier, mai de tels écrivains ne 
sont bons gu'à consulter , et 
leurs travaux seraient les plus 



estimables s'ils avaient cu seu- 
lement pour but d'épargner 
de la peine aux hommes de 
genie qui veulent écrire Uhi- 
stoire. 
LEPSIUS Carlo Riccardo, cele- 
bre orientalista e storico te- 
desco nato nel 1813 a Naum- 
burg, studiò filologia a Lipsia 
e Gottinga poi a Berlino sotto 
la direzione di Bopp. Esordì 
con importanti dissertazioni 
sulla Paleografia applicata alle 
ricerche lingtiistiche, sui Rap- 
porti fra gli alfabeti semitico, 
indiano, persiano, egiziano ed 
etiopico (Berlino 1835) e sul- 
V Origine e parentela de'nume- 
rati fra le lingue indo-germa- 
niche e le semitiche. Nel 1835 
recossi in Italia^, dove fece lun- 
ghe e diligenti ricerche nelle 
biblioteche di Torino^ Pisa e 
Roma. Quivi fu fatto membro 
del rinomato istituto archeo- 
logico fondato da Bunsen, e 
di là scrisse la nota lettera 
sui Geroglifici egiziani, al no- 
stro benemerito professor Ro- 
sellini. Dopo d'allora Lep- 
sius si occupò quasi esclusi- 
vamente delle cose egiziane. 
Alle memorie sulle Iscrizioni 
umbre ed osche e sui Pelasgi 
d' Etruria kce seguire opere 
assai più grandiose, suggerite- 
gli da un viaggio scientifico fat- 
to in Egitto assieme con Bun- 
sen, a spese del re di Prussia, e 
per viva istanza di Alessandro 
Humboldt e di Eichhorn. La 
spedizione parti nel 1842 dalle 



272 



DIZIOXAUIO BIOGRAFICO. 



coste d'Inghilterra e noverava 
molti celebri scienziati ed ar- 
tisti tedeschi ed inglesi. Il vi- 
ceré d'Egitto Mehemed-x\lì la 
accolse cordialmcuite e la pro- 
tesse per quattro anni , cioè 
finché fu raggiunto lo scopo 
di essa. Reduce adunque a 
Berlino nel 1840, e divenuto 
professore a quell'università, 
Lepsius pubblicò! risultati di 
sue fatiche che hanno assicu- 
rato al suo nome durevole 
fama. Essi sono i Monumeììti 
dell'Egitto e dell'Etiopia, ope- 
ra magnilica e costosa, una 
erudita memoria sulla Crono- 
logia degli Egizii, un'altra 
sul Ciclo primitiDo degli dei 
egiziani, una terza sull' Im- 
portanza di alcuni monumenti 
egizii per la storia de' Tolo- 
mei, ed altre di minor mo- 
mento. 
LINGARD Giovanni, storico in- 
glese nato nel 1769 aHornby 
presso Lancaster, ed ivi morto 
nel 1851. Fu allevato dai gesui- 
ti, e passò gli ultimi suoi anni 
in Roma. Sulle prime scrisse 
opere ascetiche confutando i 
protestanti ostili al cattoli- 
cismo, poi si diede a studiare 
la storia del nativo paese, e 
nel 1819 stampò in Londra la 
celebre History of England, 
che giunge fino al 1688, ed 
è evidentemente consacrata a 
combattere le idee degli sto- 
rici protestanti ed a riempirne 
le lacune. 

Tutti, e perfino gli stessi 



avversarli, riconobbero il gran 
pregio del libro di Lingard, del 
quale ammirarono la profonda 
erudizione. E uno dei maggiori 
monumenti di cui si onori la 
letteratura inglese nel nostro 
secolo. 
LUTA (conte Pompeo) nato in 
Milano il 24 settembre 1781 
da illustre famiglia. Studiò 
nei collegi di Milano, Como, 
Siena e Venezia, ma tra po- 
veri studii quali erano per lo 
più ìie' collegi d'allora. Il pe- 
riodo della sua vita pubblica 
incominciò in momenti gra- 
vissimi, solenni, e pieni di spe- 
ranza per la sua patria. Do- 
poché le vittorie di Bonapar- 
te ebbero restaurata nel 1800 
la l'cpubblica cisalpina entrò 
nell'esercito , e prese parte 
alle battaglie di Austerlitz e 
di Wagram. L'intrepida sua 
condotta sul campo gli valse 
la promozione a capitano, e 
più tardi a maggiore d'arti- 
glieria. In tale qualità co- 
mandò un corpo destinato a 
vegliare su buon ti'atlo della 
(;osta italiana minacciala dagli 
Inglesi, e più tardi, cioè nel 
1814, cooperò alla difesa di 
Ancona. Colla capitolazione di 
(jucsta città finisce la sua 
carriera militare. In mezzo ai 
tumulti delle fazioni guerre- 
sche, il Litta però volgeva già 
in mente la grande opera che 
ha reso illustre il suo nome, 
cioè la Storia delle famiglie 
celebri d'Italia. Egli stesso lo 



DIZIONARIO BIOGRAFICO. 



273 



dice ili una lettera diretta il 
25 giugno 1843 al suo amico 
Luigi Passerini: « Non mi 
» parli di talento (così gli scri- 
jve) perchè a ventanni io era 
» una zucca. Il mio talento 
j scaturì dalle mie spalle. Buo- 
sna volontà di studiare l'ho 
«sempre avuta, e sono stato 
» sempre amante della vita so- 
»litaria, cosicché il tempo non 
«mi mancò. Soldato per tanti 
«anni, non perdei per questo 
j giammai il tempo, ed anzi, 
«convivendo coi Francesi, ebbi 
«grandi occasioni di parlare 
«di genealogia, perchè sebbene 
Wlgli di una repubblica erano 
«tutti aristocratici e non par- 
» lavano che dei loro antenati 
«e della grandezza delle loro 
«case, sprezzando sempre le 
« italiane. Io non era allora 
«al caso di rispondere, co- 
» sicché, con mio grave di- 
« spiacere e vergogna, era co- 
» stretto a tacermi. Ciò mi 
«punse sul vivo, e mi spronò 
»ad addentrarmi nelle cose 
«degli avi nostri. Così nacque 
«a poco a poco la mia istoria 
ideile illustri l'amiglic d' I- 
«talia. « I primi studii li co- 
minciò nel 1804, quando una 
frattura alla spalla per una 
caduta da cavallo lo costrinse 
a passare qualche tempo nello 
spedale di Pavia; pare però 
che la determinazione di elTet- 
tuare il nobile maditììcile pro- 
ponimento non sia stata ante- 
riore alla caduta di Napoleone. 

BIBL. — 35 



— Con pazienza incredibile 
e con ripetuti viaggi aveva 
già fatto tesoro di notizie d'o- 
gni specie sulle principali fa- 
miglie d'Italia, p. es., libri, me- 
morie jtrivate, documenti no- 
tarili, tradizioni popolari ecc. 
Primo frutto delle sue fatiche 
fu la storia della famiglia ili- 
tendolo Sforza pubblicata nel 
1819 (Milano, Giusti). A quella, 
molte susseguirono, sicché alla 
fine del 1852, cioè poco prima 
della sua morte, ne aveva 
pubblicate 113, oltre vasti 
materiali raccolti sulla storia 
di molte altre. L'intendimento 
dell'autore non fu però di 
adulare i potenti e solleticare 
vane ambizioni, ma solo di 
giovare alla storia. Molto si è 
gridato in tutti i tempi contro 
i genealogisti, e non a torto. 
La maggior parte di essi non 
ebbero di mira se non l'adula- 
zione dei potenti , per acqui- 
starsene le grazie. Misero 
sotto i piedi e critica e sto- 
ria e V(;rità, e tutto ciò bene 
spesso senz'altro risultato che 
di rendersi ridicoli, e con sé 
anche gli eroi ed i semidei 
che avrebbero voluto esalta- 
re. Il Litta cercò sempre la 
verità, e non si curò di pia- 
cere ai fortunati. Se taluno 
fra gli antenati di un prin- 
cipe di un ministro si rese 
infame per scelleratezze egli 
non lo cela , né tradisce la 
storia se una famiglia , oggi 
gloriosa , trasse i natali da 



gente oscura. Né occultò le 
ibride discendenze, ed i la- 
scivi misteri, ed il nome il- 
lustre degli avi macchiato 
dalla viltà e dall' ignavia dei 
nipoti. Né lusinghe, né mi- 
nacce lo smossero , ed é pur 
vero che l'alta sua posizione 
sociale, e le dovizie gli ren- 
devano più facil cosa il di- 
fendere r indipendenza della 
parola. Così scriveva infatti 
il 23 novembre 1842 al ci- 
tato suo amico : « Il princi- 
i>pe C. mi ha fatto scrivere 
D perchè pubblichi la sua fami- 
»glia, offerendosi, a quanto mi 
» pare, di fare acquisto di un 
«esemplare dclTopera. A que- 
"sti patti non posso scendere, 
» perché volendo essere asso- 
xiutamente libero evito di 
"incontrare obbligazioni. La 
«mia opera è a mezzo inven- 
»duta, e la do ai librai a quel 
» prezzo che vogliono, ma non 
«a famiglie di cui scrivo la 
«storia. Quando scrissi i Co- 
» loiina regalai un esemplare 
«intero dell'opera ad uno di 
j>cssi, ed assieme, se ben mi 
» l'icordo, dodici esemplari della 
» lamiglia Colonna. Del resto, 
»se assumerò l'impegno sono 
«persuaso che il principe non 
«mi farà dire un ette a favore 
«dei suoi antenati, ma mi pre- 
«gherà a scrivere liberamente 
«quel che mi pare, e così va 
» fatto: ed io scriverò, secondo 
> il solito, imparzialmente. » 
Ecco perchè da molte famiglie 



DIZIONARIO BIOGRAFICO. 

che illustrò non ebbe che rim- 
proveri, e molte ancora recan- 



dosi ad offesa la verità gli 
respinsero i fascicoli offerti 
in dono. Ma il Litta continuò 
con imperturbabile fierezza nel 
suo cammino, forzandosi sol- 
tanto di vincere le difficoltà 
innumerevoli in un lavoro che 
esige molta critica, molto cri- 
terio storico, ed instancabile 
pazienza nelle minutissime ri- 
cerche. La storia non trae 
vantaggio che dai lavori fatti 
con coscienza , e questi co- 
stano d'ordinario grande fati- 
ca. I lavori del Litta sono fra 
i pochissimi che appartengano 
a questa classe. Per essi la 
storia d'Italia ha fatto un 
inestimabile acquisto, sebbene 
in essi non pochi allori di 
pretesi eroi restino sfrondati, 
e moltissime turpitudini ardi- 
tamente svelate. Tornano per- 
ciò verissime le parole di 
Francesco Forti nel giornale 
L'Antologia in un articolo da 
lui scritto sulle Famiglie ce- 
lebri. 

» L'opera del Litta vorrebbe 
«parlare coi giovani nati da 
» illustre schiatta, delle glorie 
«degli avi loro, e dei doveri 
»che sono congiunti con quei 
« nome patrizio di cui non 
«possono a meno di andare 
«tanto superbi. Si vorrebbe 
»lor dire cosa aspetti da loro 
» l'agricoltura, l'educazione del 
«popolo e la scienza delle 
«armi, che dovrà pure essere 



DIZIONARIO BIOGRAFICO. 



27i5 



«onorevole una volta anco in 
» Italia. Ne sarebbe da tacere 
»qual soccorso ne aspettino le 
«scienze morali e politiche, 
iclie se non sono coltivate da 
xchi non ha bisogno di locare 
«l'opera sua, non so chi potrà 
«farle avanzare in Italia.... 
«L'Italia volontieri ne rico- 
» noscerebbe il primato, dove 
» volessero prendere a cuore 
«la causa della civiltà.... poi- 
» che non e' e ultra via, per 
«sostenere il patriziato, se non 
«quella delle civili virtù e 
«della scienza. La civiltà ila- 
» liana o presto o tardi deve 
«avanzare, ma i nobili non 
«saranno considerati se non 
«avranno ben meritato dalla 
» nazione poiché nelVordinare 
i(jU siali non si r aiutano i 
ì vani nomi. » 

Chiunque ponga mente alla 
vastità dell'impresa si persua- 
derà che non era eseguibile 
senza il concorso di molti 
collaboratori, senza un' estesa 
corrispondenza con molte fa- 
miglie e con molte persone , 
più meno erudite, residenti 
nelle varie città d'Italia. Chi 
terrà responsabile il Litta degli 
errori imputabili alla poca di- 
ligenza de' suoi collaboratori 
e che si introdussero qua o 
là anche nell'opera? Ma non 
possiamo tuttavia lodarlo in 
tutto; e non taceremo come 
egli tratteggi talvolta con trop- 
pa fretta ie biografie di in- 
dividui celebri nelle nostre 



vicende, quasi fossero perso- 
naggi di poco conto, né di- 
menticheremo lo stile spesse 
volte un po' troppo incolto e 
trascurato. 

Fra i lavori minori citiamo 
la vita di Pier Luuji Farnese. 
e di Giovanni de' Medici, la 
prima dell'Affò e la seconda 
del De-Rossi, delle quali opere 
curò nuove edizioni stampate 
in Milano, poi l'operosa colla- 
borazione sua d\V Archivio sto- 
rico, hi cui pubblicò parecchie 
cronache milanesi. 

L'assidua occupazione delie 
Famiglie formò per molti an- 
ni la sua delizia più cara, e 
perchè il distramelo gli arre- 
cava grave molestia, scriveva 
il 18 agosto 1845 all' amico 
Passerini : « In questi giorni 
«sono stalo in gran pericolo 
«di diventare presidente del- 
« l'Accademia di Belle Arti ; mi 
«sono salvato come per mii'a- 
«colo. » 

Nel 1848 fu chiamato a se- 
dere nel Governo Provviso- 
rio di Lombardia, e fu desti- 
nato a presiedere alle cose 
della guerra, fidando i colleghi 
nella sua esperienza militare. 
Disimpegnò la difficile incom- 
benza col massimo zelo, uè 
abbandonò il posto se non il 
giorno stesso infaustissimo in 
cui gli Austriaci rientrarono 
in Milano. Fu poi da questi 
privato della carica di presi- 
dente dell' Istituto lombar- 
do , e destituito del grado 



276 



DIZIONARIO BIOGRAFICO. 



equestre delP ordine della co- 
rona ferrea. 

Della quale, come anche 
di altre onorificenze di cui era 
fornito a dovizia, egli non fa- 
ceva gran caso, che anzi so- 
lendo tenerne racchiusi in 
una sola cartella tutti i docu- 
menti vi aveva apposta la so- 
prascritta Vnnitas vanitafiim, 
la qual massima anche pochi 
giorni prima di morire incul- 
cava al figlio di non voler mai 
dimenticare. Ammalatosi nella 
state del 1852, spirò il giorno 
17 agosto, colla calma del 
giusto. Gli studii lo accompa- 
gnarono fino alla tomba. Pochi 
giorni prima di morire fu tro- 
vato dal figlio ad esaminare 
alcune carte della famiglia Sa- 
luzzo, e amorosamente rim- 
proveratone rispose: «Lascia- 
»mi osservare queste cai-te, 
«perchè sento che oggi non 
«muojo. » 

Fu uomo all'antica, nei co- 
stumi semplicissimo, nei modi, 
nelle vesti, — ebbe rettitudine 
e bontà d'animo singolaris- 
sima, religione vera, commi- 
serazione per gli altrui mali 
e noncuranzadei proprii. Fran- 
co di animo , era dignitoso 
coi grandi ed affabile cogli 
inferiori, e spese la vita sem- 
pre mirando allo scopo di 
tornare grande ed indipen- 
dente la patria. Fu insomma, 
come Cesare Balbo, uno di 
quei pochi che seppero mo- 
strare come si mantenga e si 



accresca il lustro di un nome 
patrizio ('). 
MACAULAY Tommaso Babing- 
ton (barone di), il più celebre 
fra gli storici inglesi contem- 
poranei, nacque nel 1808 a 
Bothler-Temple, nella contea 
di Leicester, da un ricco nego- 
ziante. Mostrossi da giovinetto 
diligentissimo degli studii e li 
fece nel collegio della Trinità 
a Cambridge e nella scuola 
di Lincoln's Inn. I primi suoi 
lavori furono gli schizzi bio- 
grafici di Milton, Hallam, By- 
ron, Pitt, Chatam, Federico II 
di Prussia, Bacone ecc., che 
comparvero nel 18S2 in tre 
volumi sotto il titolo di Cri- 
ticai and historical essays. Ar- 
dente fautore del piìviito whig, 
egli fu di buon' ora chiamato 
ad una parte assai importante 
negli affari politici. Nel 1830 
si distinse nella camera dei 
Comuni combattendo violen- 
temente i tories in favore del 
fti// sulla riforma parlamentare; 
nel 1834 andò a Calcutta qual 
presidente della commissione 
legislativa; nel 1839, poco dopo 
il suo ritorno dall'Indie, diven- 
ne segretario della guerra, e 
mantenne il posto fino al 1841, 
epoca in cui cadde il partito 

(') Nel compilare questi brevi cenni ci 
siamo servili moltissimo di una necrolo- 
gia scritta dal signor Luigi Passerini 
amico dell'illustre conte ed inserita nel- 
VArchicio storico, voi. IX. Essa ci venne 
gentilmente favorita dal signor conte 
Balzarino figlio del conte Pompeo. 



irhìg. Tutte queste brighe po- 
litiche e la carica di quartier- 
mastro generale dell'esercito, 
affidatagli da lord John Russell, 
non lo distolsero intieramente 
dagli studii storici, e nel 1848 
pubblicava i primi volumi della 
celebre sua Storia d'Inghiller- 
va, che accolta con universale 
applauso, ebbe dopo d' allora 
undici edizioni successive e 
venne tradotta io tutte le lin- 
gue colte d'Europa. Essa in- 
comincia coU'avvenimento di 
Giacomo II, ed essendo imma- 
ginata su larghissimo disegno, 
non riusci all'autore di con- 
durla oltre il quarto volume, 
cioè oltre la pace di Riswick 
nel 1697. Grande conoscenza 
delle fonti, vivacità di stile, 
verità di descrizione, rendono 
insuperabile questo bellissimo 
lavoro. Il partito aristocratico 
Io accusa bensì di troppa par- 
zialità per la democrazia, ma 
non osa negare i grandi meriti 
che gli spettano quale storico. 
Negli ultimi anni di sua vita, 
indebolito assai di corpo, ri- 
nunciò affatto alla vita par- 
lamentare , e diresse ogni 
sforzo a condurre a termine 
la sua opera maggiore; ma 
una morte immatura lo rapì 
nel 1859. Si ha di lui anche 
lo scritto sulle Leggende favo- 
lose di Roma, che consiste in 
una esposizione poetica e co- 
lorita delle idee professate già 
da Niebuhr su questo argo- 
mento. 



DIZIONARIO BIOGRAFICO. 277 

MICALl Giuseppe, storico ed ar- 
cheologo italiano nato in Li- 
vorno sul finire dello scorso 
secolo, fece gli studii di belle 
lettere in patria, dedicandosi 
con particolare amore alla sto- 
ria antica. I viaggi da lui 
fatti in varie parti d'Europa, 
e r amicizia che strinse con 
parecchi dotti stranieri, assai 
contribuirono ad erudirlo ed 
a perfezionarne 1' educazione. 
A Berlino conobbe il Deniiia, 



Ancillon, Bernouilli, Hertz- 
berg e tanti altri di quelli che 
illustrarono la corte di Fede- 
rico II , a Dresda conobbe 
Adelung e Werner, a Vienna 
contrasse amicizia con Neu- 
mann, Sonnenfels, ed Eckel. 
I viaggi in Italia gli forni- 
rono occasione di ampliare gli 
studii. A Milano, ove dimorò 
qualche tempo nel 1789, vide 
l'Amoretti, il Longhi, il Pecis, 
ed alcuni anni più tardi Ver- 
ri, Carli e Parini, poi Scar- 
pa , Tamburini ed altre glo- 
rie dell' allora fiorente uni- 
versità pavese. Dal 1796 al 
1799 dimorò in Parigi. Erano 
tempi grossi e ficrissimi, ma 
non gli impedirono di colti- 
vare le preziose relazioni di 
Lagrange, col quale entrò pre- 
sto in intimità, di Lcgendre, 
Duunou, Lacépède, Millin, Si- 
card ed altri. Tornato in Italia, 
con molte e minute peregri- 
nazioni esaminò nell'Etruria, 
nel Sannio, nella Calabria, le 
vestigia dell' antica civiltà e 



278 



DIZIONARIO niOGRAFinO. 



potenza italiana, ed in mezzo 
a quelle rovine gli nacque 
l'idea di un' opera che aves- 
se per iscopo le origini ed 
i progressi della civiltà ita- 
lica. Frutto di parecchi anni 
di studio lu il lavoro: Vltalia 
avanti il dominio de' Romani, 
nel quale tratta le rivoluzioni 
degli antichissinrii popoli ita- 
lici; narra come lottassero con- 
tro Roma, ed adduce le cause 
della caduta d'ogni libertà al- 
l'epoca di Augusto. Nel 1810 
Napoleone aveva decretato un 
premio da conferirsi dall'Acca- 
demia della Crusca a quell'o- 
pera italiana che all'altezza 
dello scopo unisse la purità 
del linguaggio. La corona i'u 
accordata al Micali ; ma sic- 
come avviene, il suo lavoro 
fu tosto fatto segno ad acerbe 
censure, che dicevano quell'o- 
nore essere immeritato ed in- 
giusto. Ma l' opera intanto 
si divulgava, e si accoglieva 
con plauso , perchè non solo 
ampliava i dominii della sto- 
ria, ma pel primo introduceva, 
nell' erudizione archeologica, 
quella critica che illumina e per- 
suade. La Storia degli anticìii 
popoli italiani tratta lo stesso 
periodo, ma si occupa piuttosto 
dei fatti storici che non delle 
disquisizioni d'antiquaria. Del- 
le opere minori del Micali, di 
quelle che lasciò incompiute, 
e di non pochi suoi articoli di 
ci'itica letteraria, non ci sembra 
necessario far cenno. Fu socio 



dell'Istituto di Francia, della 
società degli antiquari di Roma, 
e di molte altre. 
Morì nel marzo 1844. 
MICHELET Giulio, storico fran- 
cese nato nel 1798 in Parigi, 
e figlio di un tipografo, fece 
i primi studii sotto Villemain 
e Ledere. Nominato a profes- 
sore di storia presso il collegio 
Rollili, vi insegnò lino al 1826 
pubblicando contemporanea- 
mente il primo suo lavoro. 
Quadro sincronislico della sto- 
ria moderna. Protetto da Gui- 
zot e dal re stesso, che gli 
allidava in parte l'educazione 
della figlia, ottenne più tardi 
il posto già tenuto da Daunou 
al collegio di Francia. La cat- 
tedra gli servì allora anche di 
tribuna politica, dalla quale, 
poiché era divenuto l' idolo 
della scolaresca, propugnò le 
idee democratiche e combattè 
ardentemente i Gesuiti. Nel 
1847 comparve il primo volu- 
me della sua Storia della Ri- 
voluzione, e l'anno dopo, quan- 
do gli si offrì la nomina a de- 
putato, la rifiutò adducendo 
la necessità di condurre a ter- 
mine i lavori storici già in- 
trapresi. Così continuò la pro- 
paganda democratica al colle- 
gio, finché il governo nel 1851 
sospese il corso delle sue le- 
zioni. Dopo il due dicembre, 
avendo rifiutato di prestare il 
giuramento, dovette lasciare il 
comodo posto che aveva qual 
direttore della sezione storica 



DIZIONARIO BIOGRAFICO. 



-2711 



degli archivii, e visse sempre, 
dopo d' allora, assai ritirato. 
Come storico , Miclielet ap- 
partiene alla scuola filosofi- 
ca , a' suoi occhi l' individuo 
è nulla: tutto sta nelle masse. 
Il suo stile è vivace, pieno di 
belle ed ardite immagini, seb- 
bene talvolta troppo proclive 
al concettoso ed ali esagerato. 
Di Michelet oltre le opere già 
citate abbiamo la Storia di 
Francia (1833-57) in 12 voi.; 
V Introduzione alla storia uni- 
versale ; il Compendio della 
storia moderna, libro classico 
che conta in oggi più di venti 
edizioni ; il Compendio della 
storia di Francia fino alla ri- 
voluzione francese: i Prin- 
cipii della filosofia della storia; 
la Collezione di documenti 
inediti sul processo dei Tem- 
plarii (1841-52, voi. 2), senza 
contare un gran numero di 
lavori minori nella lievue des 
deux mondes ed altri periodici 
scientifici. 
MIGNET Francesco Augusto , 
storico francese e segretario 
a vita dell' Accademia delle 
scienze morali e politiche a 
Parigi, nacque nel 1796 a Aix. 
Fece i primi studii nella città 
natale ed in Avignone, dove 
strinse con Thiers nodi di du- 
ratura amicizia. Nominati in- 
sieme avvocati, insieme esor- 
dirono nella carriera de'tribu- 
nali, e dopo d'allora, poiché 
il successo de'Ioro primi stu- 
di» storici ve li ebl)c incorag- 



giati, abbandonarono ambedue 
sempre più la carriera legale, 
per consacrarsi alla letteratu- 
ra. Fu la memoria sullo Sta- 
to della legislazione in Fran- 
cia all'epoca dell'avvenimento 
di re san Luigi che svelò agli 
accademici francesi, i quali do- 
vevano giudicarla, le eccellenti 
attitudini storiche del giovine 
Mignet, e persuase quest'ultimo 
a lasciare per sempre la car- 
riera legale. Incominciò a for- 
nire numerosi articoli ai gior- 
nali scientifici, specialmente al 
Courrier francais redatto da 
Chatelain, e contemporanea- 
mente a preparare i materiali 
per quella celebre sua Storid' 
della rivoluzione francese, che 
comparsa nel 1824, ebbe già 
sette edizioni francesi e forse 
altrettante versioni tedesche, 
oltre una versione inglese. É 
un libro dove il racconto è 
minutamente particolareggia- 
to senza essere lungo e stuc- 
chevole, dove i quadri sono 
sempre vivi ed animati, pro- 
fonde e toccanti le conclu- 
sioni filosofiche. La popola- 
rità procurata a Mignet dal 
suo libro gli acquistò lustro 
come pubblicista, e forza come 
oppositore del governo. Muta- 
tosi il governo, e subentrato il 
re Luigi Filippo, Mignet ebbe 
la direzione degli archivii al 
ministero degli esteri, e ne ap- 
profittò largamente, astenen- 
dosi quasi affatto dalla politica, 
se si eccettua la missione di 



280 



DIZIONARIO BIOGRAFICO. 



Spagna nel 1833, quando salì 
al trono la regina Isabella. 
Nel silenzio degli archivii pre- 
parò la nuova pubblicazione 
suWe Negoziazionirelative alla 
successione di Spagna, che 
sotto il lìiodesto titolo cela 
una storia completa del regno 
di Luigi XIV ; su Antonio 
Perez e Filippo II, episodio 
storico che ha tutto V inte- 
resse di un romanzo, la Vita 
di Franklin^ e quella di Ma- 
ria Stuarda. 
MOMMSEN Teodoro, storico ed 
epigrafista tedesco nato a Gar- 
ding nello Schleswig nel 1817. 
Studiò legge nelle università 
di Altona e di Kiel, e dal 1844 
al 1847 viaggiò Francia ed Ita- 
lia. In questi viaggi si occupò 
moltissimo delle iscrizioni ro- 
mane, sulle quali lesse parec- 
chie dissertazioni innanzi al- 
l'Istituto archeologico di Ro- 
ma. Nel 1848 fu eletto profes- 
sore di diritto romano a Lip- 
sia, cattedra che perde tosto 
per avere preso parte alle cose 
politiche. Fu chiamato ad una 
cattedra di diritto a Zurigo 
nel 1852 , due anni dopo al- 
l' università di Breslavia , e 
più tardi a quella di Berli- 
nO; ove attualmente si trova. 
Mommsen pubblicò varie cose 
suir epigrafia romana , spie- 
gando una erudizione assai 
profonda , malgrado qualche 
congettura qua e là, più in- 
gegnosa che credibile. Tali 
scritti sono : De collegiis et 



sodaliciis Romanorum ( Kiel 
1843), sulla Tribù romana dal 
lato amministrativo ( Altona 
1844), gli Studii oschi (Ber- 
lino 1845), sui Dialetti anti- 
chi della bassa Italia, lavoi'o 
accreditatissimo (Lipsia 1850), 
il Corpus inscriptionum nea- 
politanarum (Lipsia 1850), sul 
Sistema monetario de' Roma- 
ni , le Inscriptiones confede- 
rationis helveiicce latine (Zu- 
l'igo 1854) , sulla Cronologia 
romana fino a Cesare, e tante 
memorie di tal fatta di pregio 
poco minore. Il suo capolavoro 
è la Storia romana, opera che 
può tener luogo di tutto quan- 
to fu fatto prima suU' argo- 
mento, scritta con profondità 
di vedute , con esattezza ed 
abbondanza di fatti , con li- 
bertà di stile. Suo fratello Gio- 
vanni Ticone è diligente filolo- 
go. Insegnò al liceo di Husuni 
nello Schleswig, ed espulso 
per causa politica, ottenne più 
tardi (1850) un posto in Ei- 
senach , poscia in Oldenbur- 
go. Egli è autore di una ver- 
sione poetica di Pindaro (Lip- 
sia 1848). 
PALACKY Francesco , storico 
boemo nato nel giugno 1798 
ad Hodslawice, villaggio della 
Moravia, dove suo padre era 
maestro di scuola. Studiò pres- 
so il liceo di Presburgo con 
tal fervore, che ancora in gio- 
vane età conosceva a fondo 
tutte le principali lingue d'Eu- 
pa, ed aveva letto nell' origi- 



DIZIONARIO BIOGRAFICO. 



-ini 



naie i capolavori delle diverse 
nazioni. I suoi primi saggi , 
qualcuno de'quali pubblicato 
colla cooperazione del dotto 
slavo Schafarik, sono gli Ele- 
menti della poesia boema, la 
Storia generale dell'estetica, ed 
i Frammenti d'una teoria del 
bello. — Nel 1823 recatosi a 
Praga vi cominciò le sue in- 
dagini sulla storia di Boemia 
Frugò negli archivii di parec- 
chie antiche famiglie, visitò 
le biblioteche di Vienna, di 
Monaco e di Roma, pubblican- 
do in pari tempo nei periodici 
boemi diversi eccellenti arti- 
coli di critica storica, fra i 
quali quello sul Valore delle 
antiche cronache boeme, pre- 
miato dall'Accademia di Praga 
nel 1829. Collaboratore atti- 
vissimo di parecchie società 
scientifiche, pubblicò la Vita 
fjiovanile di Wallenstein nel 
1831 , la vita del noto filo- 
logo boemo Bobroushìj , il 
Viacjfjio letterario in Italia nel 
1833, il Saggio sui primi mo- 
numenti della lingua boema, e 
finalmente la memoria sull'/»- 
rasione de' Mongoli in Europa 
durante l'anno 1241. L'opera 
principale di Palacky però , 
quella che gli procacciò un 
posto chiarissimo fra gli sto- 
rici contempoi'anei, fu la sua 
Storia della Boemia, che par- 
tendo dai tempi più remoti 
giunge fino a quelli dell' im- 
peratore Sigismondo. É un li- 
bro scritto secondo la teoria 



moderna , ove abbondano le 
animate descrizioni, le discus- 
sioni piene d'acume, e i docu- 
menti più preziosi. Un grande 
pensiero anima e sostiene dap- 
pertutto lo storico, ed è il pa- 
triotismo più sincero, che lo 
costituisce avvocato e difen- 
sore di quella gran famiglia 
cui appartiene, e che sorgerà 
un giorno potentissima — la 
slava. 
PRESCOTT Guglielmo, storico 
americano nato a Salem nel 
Massachusetts nel 1796, morto 
nel 1859. Studiò in Boston 
e più tardi nel collegio di 
Harvard, dove compì gli stu- 
dii nel 1814. Reso quasi cieco 
da una malattia, si fé' ajutare 
da alcuni segretarii, e scrisse 
diverso opere che gli assicu- 
rano perenne fama. Tali sono 
VHislory of Fernand and Isa- 
bella of Spain , VHistory of 
the conquest of Mexico. VHi- 
storg of the conquest of Perù, 
e finalmente la maggiore Hi- 
story of king Philipp IL Di- 
stinguonsi i suoi scritti per 
esattezza, per eleganza e per 
sentimento. Stampati nell'ori- 
ginale quasi contemporanea- 
mente su ambedue le rive del- 
l'Atlantico, furono tutti tra- 
dotti nelle principali lingue 
d'Europa, meno l'italiana. Va- 
rie Accademie e 1' Istituto di 
Francia elessero Prescott fi'a 
i loro socii. I suoi scritti mi- 
nori, de'quali moltissimi pub- 
blicati nella Northern ameri- 



m 



2^2 



DIZIONARIO BlOGKAb^ICO. 



can review , trovansi raccolti 
in un volume col titolo Bio- 
graphical and criticai niiscel- 
lanies (Londra 1843). 
RANKE Leopoldo, celebre sto- 
rico tedesco, nato a Wiche 
nella Turingia il 21 dicembre 
1795. Lasciata l'università, 
ottenne una cattedra nel col- 
legio di Francoforte suH'Oder, 
e consacrossi attivamente allo 
studio della storia. Nel suo 
primo saggio intitolato: Esame 
di alcuni storici moderni, Ber- 
lino 1824, raccomandava lo 
studio severo delle fonti, di- 
mostrava la necessità di un 
metodo preciso ^ e dei punti 
di vista lilosodci. Nel 1825, 
nominato professore di storia 
presso l'università di Berlino, 
vi tenne applauditissinie lezio- 
ni. Nel 1827 viaggiò per quat- 
tro anni a Vienna, Venezia, Fi- 
renze e Roma. Reduce, fondò 
il suo celebre periodico intito- 
lato : Giornale storico politico 
(Berlino 1832 a 1836, voi. 2) 
nel quale spesso esaminò e di- 
scusse impai'zialmente le varie 
forme di governo. Nel 1834 
divenne professore titolare al- 
l'università di Berlino, ed isto- 
riografo del re nel 1841. D'al- 
lora in poi attese continuamen- 
te a viaggi scientifici, alle sue 
lezioni pubbliche, od ai grandi 
lavori storici. Nel 1848, eletto 
da una provincia prussiana a 
deputato dell' assemblea na- 
zionale di Francoforte, fece 
parte della commissione che 



offrì all' arciduca Giovanni il 
vicariato dell'impero. Egli vo- 
tava quasi sempre col partito 
di Gagern perchè voleva man- 
tenersi fedele non meno alla 
Prussia che ai grandi inte- 
ressi della nazione germanica. 
Nei lavori di Ranke trovasi 
eleganza di stile, precisione di 
notizie, e molta inclinazione 
alle considerazioni filosofiche. 
Quattro sue opere di gran me- 
rito sono: la Slori/i dei papi 
ne' secoli XVI e XVII, tra- 
dotta già in molte lingue, la 
Storia della Germania all'e- 
poca della riforma, i Nove li- 
bri sulla storia prussiana e 
la Storia di Francia ne'secoli 
XVI e XVII, tanto lodata da 
Michelet. Scrisse anche Sui 
popoli romani e germanici dal 
1494 al 1535, sui Principi e 
popoli deW Europa meridiona- 
le ne'secoli XVI e XVII, sulla 
Rivoluzione di Serbia (Berli- 
no 1844), sulla Congiura del 
1618 contro Venezia, e sulla 
Poesia italiana (Berlino 1837). 
Gli Annali dell'impero ger- 
manico air epoca della casa di 
Sassonia furono pubblicati dal 
1837 al 1840 da una società 
di studiosi sotto la sua dire- 
zione. 
RAU31ER Federico, celebre sto- 
rico tedesco, nacque nel 1781 
nelle vicinanze di Dessau. Stu- 
diò in Berlino , e più tardi 
presso le università di Halle e 
di Gottinga. I lavori che pub- 
blicò giovanissimo sul sistema 



DIZIONARIO BIOGRAFICO. 



283 



delle imposte nella Gran Bre- 
tagna, e sul commercio in ge- 
nerale, gli valsero nel 1811 
una cattedra presso l'univer- 
sità di Breslavia. Ma alcuni 
anni dopo, il suo libro sugli 
Squarci notevoli negli sierici 
latini del medio- evo (1813) 
gli procurò la promozione a 
quella di Berlino. Dopo d'al- 
lora assunse importanti ca- 
riche pubbliche, e nel 1848 
fu deputato dal municipio di 
Berlino alla dieta di Franco- 
forte. Reduce a Berlino, di- 
venne membro della prima 
camera prussiana , finché nel 
1853, toccando il quindicesimo 
lustro, chiese il meritato ri- 
poso. L'opera cui deve la sua 
fama è la Storia degli Hohen- 
staufen e del loro tempo, della 
quale molto si scrisse e si dis- 
se, poi la Storia dell' FAiropa 
incominciando dalla fine del 
XV secolo. I lunghi viaggi fatti 
in Europa ed in America lo 
posero in grado di pubblicare 
parecchi libri pregevoli sulla 
Francia, l'Italia e gli Stati 
Uniti. Tali sono le sue Lettere 
scritte da Parigi, i Documenti 
tolti dal museo britannico per 
servire alla storia moderna, e 
le Notizie per servire alla co- 
noscenza dell'Italia. Si hanno 
di lui anche le Lettere sull'an-\ 
tiquaria , le Considerazioni j 
sullo sviluppo storico delle 
idee di stato, diritto e poli- > 
tica, (! le Lezioni sulla storia ' 
antica. 



RICOTTI Ercole, uno fra i mi- 
gliori storici contemporanei 
italiani , nacque m Voghera 
dal dottor Mauro il 12 ottobre 
181G. Sebbene di gracilissima 
costituzione, si diede fin dai 
primi anni con grandissimo 
amore alla lettura, e massiuKì 
di quei libri che trattavano le 
storie militari. Poco dopo il 
1830 venuto a Torino, studiò 
a quell' università le mate- 
matiche^, la storia, e gli scrit- 
tori classici nazionali , dando 
talvolta saggio dei suoi sludii 
nell'Accademia del canonico 
Pico^ a quell'epoca piacevole 
ritrovo della gioventù stu- 
diosa. Nel giugno del 1836, 
veduto a caso il programma 
accademico della Storia delle 
compagnie di ventura, se ne 
invogliò, e cominciò i lavori 
intorno ad esso tema. E non 
lo distolsero la sua salute 
sempre più decadente, e bene 
spesso travagliata da febbri in- 
termittenti, specialmente dac- 
ché la morte dell'amatissimo 
genitore, avvenuta nel maggio 
1830, aveva arrecato una terri- 
bile scossa al già gracile tem- 
peramento. Fu nel settembre 
1837 che consegnò all' Acca- 
demia il manoscritto della Sto- 
ria dello compagnie di ventu- 
ra, lavoro che aveva condotto 
a termine in brevissimo spazio 
di tempo, tanto più se si 
considera che la laurea in ma- 
tematica, e le sue occupazioni 
d'ingegnere, poi di volontario 



284 



DIZIONARIO BIOGRAFICO. 



nel genio civile, lo avevano 
bene spesso distratto dalla pre- 
diletta occupazione. Il premio 
assegnatogli dall' Accademia 
nel l'ebbrajo d838 fu giusto 
guiderdone alle fatiche. Ma il 
Ricotti, che d'animo coscien- 
zioso e gentile voleva miglio- 
rare quanto più poteva il suo 
lavoro, sebbene di merito già 
incontrastato e riconosciuto, 
lo ripigliò, e si fece da capo 
allo studio delle fonti. E con- 
tinuò il difficile studio (mal- 
grado lo scapito grandissimo 
della salute), come lo attestano 
le memorie da lui presentate 
nel 1839 air Accademia sulle 
Prime milizie mercenarie, e 
sulle Mili-^ie de' comuni, le 
quali gli valsero la nomina a 
membro della regia deputa- 
zione di storia patria, e poco 
dopo quella di socio della regia 
Accademia delle scienze in To- 
rino. Nel 1840 entrò tenente 
nel genio militare, e quattro 
anni dopo pubblicò ripulita ed 
ordinata in quattro volumi la 
sua Sloria delle compagnie di 
ventura più sopra citata. Nuo- 
ve onorificenze premiarono la 
sua instancabilità , cioè nel 
18441acroce dell'ordine di Sa- 
voja, e nel 1846 la nomina alla 
nuova cattedra di Storia d'I- 
talia presso r università tori- 
nese. Un lungo mal d' occhi, 
ed una malattia che lo trasse 
quasi a morte, l'avevano tra- 
vagliato assai in questi anni, 
ma il suo nome cresciuto già 



a bella fama, e le sue cogni- 
zioni certo non facili a ritro- 
varsi, lo chiamavano ad avere 
parte importante anche nella 
palestra poliiica. Infatti negli 
anni 1847 e 1848 fu membro 
della commissione superiore 
di revisione che tanto ebbe a 
lottare coli' alto clero ; con 
Cavour <; C. Balbo cooperò 
alla fondazione del Risorgi- 
mento, ed alla compilazione 
della legge elettorale. Dopo il 
fatale 1848, e sciolta la camera 
nel dicembre, riprese il ser- 
vizio militare da qualche tem- 
po abbandonato, e così pure 
gli studii storici. Le svariate 
occupazioni, le febbri inter- 
mittenti che non cessavano di 
travagliarlo, i gravi ufficii di 
deputato e quelli non men 
gravi di membro del consiglio 
di pubblica istruzione (I85I) 
non interruppero mai affatto 
F andamento de' suoi studii, 
cosicché al Corso di storia 
d'Italia dal basso impero ai 
comuni, pubblicato nel 1848, 
faceva seguire nel 1853 due 
grossi volumi in foglio facenti 
parte degli Historiie patrice 
monumenta, e ne' quali conte- 
nevasi il Liber jurium reipu- 
blicce Genuensis raccolta d'at- 
ti pubblici dal X al XVI se- 
colo. Escluso nel dicembre 
1853 dal ruolo dei deputati 
per giuoco dei partiti, egli 
continuò con fervore gli stu- 
dii, dai quali però era sempre 
in qualche modo distolto, sia 



DIZIONARIO BIOGRAFICO. 



28u 



dalla salute ornai assai afiìe- 
volita, sia dagli obblighi del 
servizio militare, che non ab- 
bandonò fino al 1858. Fu nel 

1855 che pubblicò la Breve 
storia d' Europa, e special- 
mente d'Italia^ e l'ondò nel- 
r università 1' insegnamento 
della Geografia e statistica da 
lui tenuto fino al 1859. Nel 

1856 com|)ai'vero nuovi frutti 
di sua diligenza ed ingegno la 
Vita di C. Balbo (Firenze, Le 
Monnier) ed il Compendio di 
storia patria: l'anno dopo i 
Cenni siujli scritti di Ema- 
nuele Filiberto. Nel frattempo 
aveva iniziato un lavoro ancor 
più ponderoso, che vedemmo 
uscir alla luce da pochi mesi 
coi tipi di Barbera a Firenze, 
cioè la Storia della monarchia 
piemontese, in 2 volumi, opera 
per erudizione e profondità de- 
gna della fama dell'autore. Er- 
cole Ricotti è fra quegli av- 
venturati che ponno dire di 
avere servita egregiamente la 
patria colla penna, col consi- 
glio e colla spada. 

SAINT-PRIEST Alessio, nato a 
Pietroburgo nel 1803 da fami- 
glia francese , morto a Mosca 
nel 1851. Passò la gioventù 
in Francia dove fu ardente 
partigiano di Luigi Filippo e 
del governo costituzionale. 
Adoperato in diverse mis- 
sioni diplomatiche, pure tro- 
vò tempo di scrivere pa- 
l'ecchie cose pregevoli , sic- 
come r Histoire de la ro- 



yauté, V Histoire de la sup- 
pression des Jesuiles (1844), 
e specialmente 1' Histoire de 
la conquète de Naples, che 
gli apri le porte dell' Acca- 
demia. Era figlio d'Armando, 
che allevato in Russia vi sposò 
la principessa Galitzin e di- 
venne governatore della Po- 
dolia. 
SCHLOSSER Federico Cristo- 
foro, il maggiore fra tutti 
gli storici nati in Gei-inania 
nel nostro secolo. Egli fu per 
la storia ciò che fu Alessan- 
dro Humboldt per le scienze 
naturali , ed Hegel per la fi- 
losofia. Nacque il 17 novem- 
bre 1776 a Jever, e fu il mi- 
nore fra dodici fratelli. Per- 
duto presto il padre, fu alle- 
vato da un parente che, os- 
servata la sua non comune 
applicazione, nel 1793 Io man- 
dava all' università di Got- 
tinga, dove studiò dapprima 
teologia, poi con maggior amo- 
re la storia e le matematiche. 
Passò i primi anni di sua car- 
riera insegnando privatamente 
sia in casa del conte Bentinck 
in Vaxel. sia negli istituti pri- 
vati di Othmarschen presso 
Altona, e di Francoforte sul 
Meno. I suoi primi lavori com- 
parvero nel 1807, e furono una 
Vita di Be:a, e la Storia de- 
gli imperatori bizantini ico- 
noclasti. Nel 1812 fu nomi- 
nato professore al liceo di 
Francoforte, due anni dopo 
fu fatto bibliotecario della cit- 



DIZIONARIO BIOGRAFICO. 



tà, nel 1817 cliiamato all'uni- 
versità di Eidelbcrga, dove 
rimase molti anni. Qui egli 
sci-isse i suoi grandi lavori, 
cioè il Compendio della sto- 
ria universale, in otto parti, 
pubblicato dal 1815 al 1841, 
la celebre Storia del XV IH se- 
colo, della quale si fecero già 
quattro copiose edizioni^ la Ri- 
vista generale della storia del 
mondo antico e della sua ci- 
viltà, 1826-34j in undici parti, 
ed il Giudizio su Napoleone I, 
i suoi adulatori e detrattori. Il 
suo capolavoro, la Storia uni- 
versale narrata al popolo, com- 
parve dal 1844 al 1856 in di- 
ciotto volumi. É questo un 
libro che alla profondità delle 
ricerche accoppia la facilità 
dello stile , adatto quindi ad 
estesissimo numero di lettori. 
Quasi tutti i periodici scenti- 
lìci e politici di Germania ne 
parlarono con somma lode, e 
Ira i più noti pubblicisti e 
letterati che scrissero elabo- 
rati articoli sull'opera dello 
Schlosser citiamo Gervinus, 
che gli dedicava nel 1855 la 
sua Storia del XIX seco.o. — 
Rodolfo Gottschall nella Sto- 
ria della letteratura tedesca , 
Breslavia 1855. — Hammer 
Purgstall l'egregio orientali- 
sta nel periodico intitolato 
Annali letterarii. ■— Enrico 
Kurz nel suo Manuale della 
letteratura tedesca , Zurigo 
1853, e così molti altri. 
Morì il 23 settembre 1861. 



SISMONDI Sismondo, storico ed 
economista nato a Ginevra nel 
1773 da famiglia originaria di 
Pisa, e morto nel 1842, era 
calvinista. Si disputarono Ita- 
lia e Francia il vanto d'anno- 
verarlo fra i proprii figli, ma 
ormai anche i Francesi più 
non ce lo contestano, e noi 
lo poniamo fra i più gran- 
di e liberali nostri storici. 
Quando Ginevra era agitata 
dalle politiche fazioni, passò 
parecchi anni in Inghilterra 
ed in Toscana. Ripatriato nel 
1800, inconìinciò a farsi un 
nome pubblicando varii scritti 
d'economia politica, e combat- 
tendo le esagerate idee dei de- 
mocratici superlativi. Fra tali 
scritti i migliori sono quelli 
sulla Richesse commerciale , 
1803, ed i Principes nouveaux 
d'economie politique, 1819. I 
suoi capolavori storici sono 
V'Histoire des républiques ita- 
Iiennes,i807-i8,d\ cui esistono 
varie versioni, VHistoire de la 
liberté en Italie, 1832 voi. 2, 
e VHistoire des Franrais, 1821 
1844^ voi. 31. La prima di que- 
ste è opera d'immenso studio e 
grande pazienza, e rivela tutto 
lo spirito sagacissimo e libéra- 
lissimo di Sismondi, ma ha il 
difetto di svelare talvolta trop- 
po chiaramente la sua fede re- 
ligiosa, ostile al papato. An- 
che la storia dei Francesi è 
un monumento di somma di- 
ligenza ed erudizione, sebbene 
non sempre imparziale. Scris- 



DIZIONARIO BIOGRAFICO. 



i87 



se anche sulla Letlerahira dei 
popoli del mezzodì d'Europa. 
La migliore traduzione italiana 
della storia delle repubbliche 
è quella di Toccagni da noi 
citata, preceduta da una dif- 
fusissima biografia scritta dal 
traduttore. Anche lo storico 
francese Mignet lesse nel 1845 
all'Istituto di Francia una bio- 
grafia di Sismondi , cui per 
nostra vergogna non sorge 
ancora un monumento degno 
(li sua grandezza e di nostra 
gratitudine. 
THIERRY Agostino, uno dei 
maggiori storici contempora- 
nei francesi nato a Blois nel 
1795, morto a Parigi nel I806. 
Fece i primi studii nelle scuole 
di Blois e di Compiègne, ispi- 
randosi agii scritti sublimi di 
Chateaubriand. Nel 1821 pub- 
blicò la Histoire de la conqiiéte 
de V Angle terre par les Nor- 
mands, opera in cui si accor- 
dano mirabilmente l'accurato 
studio delle fonti e la dramma- 
tica vivezza delT esposizione. 
Divenuto cieco in conseguenza 
di troppo assidui studii, gio- 
vossi di esperti collaboratori, 
e pubblicò nel 1834 i Dix ans 
d'études hisloriques, nel 18401 
celebri /?eci7s mérovinrjiens, nel 
1850 i Momiments de V histoire 
du tiers élat, ed altre. Fu mem- 
bro dell'Accademia francese, 
che spesso a lui decretò il gran 
premio Gobert. Da Chateau- 
briand ebbe il lusinghiero epi- 
teto di Omero della storia, 



ed a ragione, perchè all'eru- 
dizione da benedettino con- 
giunse una fantasia da poeta. 
Magnin, Bourquelot, Renan 
scrissero di lui e delle sue 
opere in varii periodici, e re- 
centemente (1858j il tedesco 
Vogel ne pubblicò in Zurigo 
la biografia. — Anche Amedeo 
Thierry suo fratello, e come 
lui membro dell'Accademia , 
scrisse pregiate opere stori- 
che, siccome ['Histoire de la 
Gaule sous les Romains, e la 
Vie d'Attila. 
THIERS Adolfo, celebre storico 
e diplomatico francese, nato 
in Marsiglia nell' aprile del 
1797 da una povera famiglia. 
Soccorso da alcuni parenti 
studiò in Marsiglia, poi in Aix 
dove strinse amicizia con Mi- 
gnet. Nel 1820 entrava nel- 
l'ordine degli avvocali; ma la 
sbarra non era la sua voca- 
zione, e si dedicò con maggior 
inclinazione alle lettere ed alla 
filosofia. Quando il suo primo 
lavoro (['Elogio di Vauvenar- 
gues) ebbe il premio dell'Ac- 
cademia di Aix, egli lasciò que- 
sta città per recarsi colà dove 
si compendia tutto ciò che la 
Francia ha di meglio. A Pa- 
rigi, ridottosi coll'amico Mi- 
gnet in una povera stanzuccia 
nella via Montesquieu, inco- 
minciò colle sue pubblicazioni 
nel Constiiutionnel ad aprirsi 
una via. La sicurezza della 
stile , r acume della critica , 
la novità delle idee non tar- 



288 



DIZIONARIO BIOGRAFICO. 



d.irono a renderlo stimato 
ed accetto ai suoi collabora- 
tori, e circa il 1833, cioè 
quando pubblicava la rela- 
zione d^m viaggio ne'Pirenei, 
il suo nome non era più 
oscuro, ed era finito per lui 
(luel primo e sì difficile stadio 
in cui le stringenti necessità 
della vita, quasi invidiose della 
fama dell' uomo, ne attraver- 
sano i primi passi. Il primo 
lavoro di qualche lena intra- 
preso da Tliiers fu la Slorin 
della rivoluzione francese, in- 
cominciata assieme a Bodin , 
collaboratore del Constiìulion- 
nel, ma continuata e finita da 
lui solo, poiché Bodin, rico- 
nosciutosi inferiore al collega, 
si ritrasse dall' opera. Con- 
sultò carte, memorie, rapporti 
ufficiali, persone ancor vi- 
venti e già testimoni di quel- 
1' epoca grandiosa, e quando 
pubblicò in tre volumi il suo 
libro, ebbe unanimi applausi, 
massime dal partito liberale. 
La nuova rivoluzione del 1830 
risuscitando le memorie del- 
l' antica , e ristaurandone in 
buona parte i principii diede 
al libro di Thiers tanta popo- 
larità, che a forza di molte edi- 
zioni cresciute e corrette, se 
ne spacciarono ormai 150,000 
copie. Vi trovi una specie di 
fatalismo che fa dell' autore il 
partigiano d'ogni fazione trion- 
fante, ora di Mirabeau, ora 
di Danton, ora della Gironda, 
ora di Robespierre^ vi trovi 



un'indulgenza eccessiva pelvi- 
zio, por la corruzione, fino per 
il delitto, ma vi trovi ezian- 
dio uno stile rapido, elegante, 
drammatico^ e, quel che più 
monta, una profonda cogni- 
zione dei. tempi, e delle que- 
stioni politiche. In tutti i ri- 
volgimenti politici di Francia, 
ed in tutte le crisi ministe- 
riali del 1830, 1831 e degli anni 
seguenti, Thiers ebbe attivis- 
sima parte, destramente ma- 
neggiandosi fra i partiti. Nel 
1840 , dopo tante lotte non 
sempre vittoriose , contro il 
suo degno rivale Guizot, sfug- 
gitogli di mano il potere, egli 
riprese i suoi lavori istorici. 
Dopo avere raccontato in che 
modo il paese avesse con- 
quistata la libertà mediante 
la grande rivoluzione , volle 
narrare qual uso ne facesse 
sotto il consolato , e sotto 
l'impero. Dal 1841 al 1845 si 
preparò a questo secondo la- 
voro come già si era prepa- 
rato al primo, rovistando cioè 
(jua e là nelle cancellerie e 
negli archivii, e facendo viaggi 
in Germania, in Italia, ed in 
Ispagna. L'aspettazione era già 
grandissima quando pubblicò 
nel marzo 1845 i due primi 
volumi. Forse mai nessun altro 
storico ebbft a sua disposizione 
maggiore ricchezza di mate- 
riali, attinse le sue notizie 
a più vicine sorgenti. Come 
mai il lavoro non doveva riu- 
scire nuovo ed interessante? 



DIZIONARIO BIOGRAFICO. 



289 



Se la Storia della rivoluzione 
rivela una gioventù già pos- 
sente, la Storia del consolato 
e dell'impero manifesta una 
virilità matura e compiuta. 
É pensata e scritta con calma 
e moderazione, con una li- 
bertà di giudizii che non of- 
fende il giusto, e se l'effetto 
e meno drammatico , è però 
più maestoso. Lo stile è sem- 
plice e chiaro, per quanto lo 
consente la moltiplicità dei 
fatti , e degli episodii che 
spesso in gran numero fra di 
loro si aggruppano; ma se dob- 
biamo credere ai critici meno 
indulgenti; pecca talvolta di 
trascuranza. Nel 1848 ripre- 
se con attività la vita sua 
parlamentare. Biasimò con 
energia le stragi di Gallizia 
ed il bombardamento di Pa- 
lermo, rimproverò al gover- 
no 1' eccessiva compiacenza 
verso l'Austria, e 1' obblio 
delle condizioni d'Italia, cri- 
ticò la politica della Francia 
nelle cose del Sonderbund, 
si dichiarò apertamente in- 
somma pel partito rivoluzio- 
nario. Cosi riebbe alfine la 
popolarità perduta da lungo 
tempo, e che già altre volte 
aveva tentato invano di ricu- 
perare. — Allorché il popolo 
alzò le barricate e gridò la 
repubblica , egli tentò di di- 
sarmarlo mediante un mani- 
festo nel quale in nome del 
re prometteva libertà e ri- 
forme. Ma era troppo tardi, e 

BIBL. — 37 



la repubblica trionfò. Ne vou- 
lanl pas rester étranger aux 
destinées nouvelles de san 
pays come disse egli stesso, 
mandò la sua adesione al nuo- 
vo governo, ed il 10 dicembre 
votò per la presidenza dei 
principe Luigi Napoleone, del 
quale sulle prime aveva viva- 
mente combattuta la candida- 
tura. Il 2 dicembre 1851, ar- 
restato per oi'dine del presi- 
dente , fu accompagnato a 
Francoforte , da dove 'però 
breve tempo dopo ottenne li- 
cenza di ritornare a Parigi. Da 
quell'epoca, se si toglie qual- 
che viaggio, passò i suoi giorni 
nella solitudine, consacrandosi 
intieramente ai lavori storici. 
Uomo attivissimo, perspicace, 
pieno di accorgimento, e mo- 
bile oltre la misura, fu scopo 
a esagerate adulazioni e a 
triviali accuse. Come storico, 
seppe unire alla profondità 
la chiarezza e l'eleganza, sic- 
ché fu in Francia fondatore 
della scuola moderna, siccome 
in Inghilterra il Macaulay. 
Quale oratore, malgrado Ke- 
sigua sua corporatura, e la 
stridula voce, aquistossi giu- 
stamente fama d' eloquente. 
Ma come uomo di stato si 
dimostrò troppo incerto e vo- 
lubile perchè lo si possa col- 
locare ad uguale altezza. — 
Le sue opere minori consi- 
stono nei moltissimi articoli 
forniti alla fìevue des deux 
mondcs, alla Revue frangaise 



200 



DIZIONARIO 



ed nitri periodici, oltre due 
operette Puna sul Sistema fi- 
nnnziario di Law, l'altra sulla 
Monarchia del 1830, cioè una 
apologia della rivoluzione di 
luglio. Dicesi che già da qual- 
che tempo si stia occupando 
d' una Storia di Firenze. Il 
signor Alessandro Laya ha 
pubblicata la biografia di A. 
Tliiors col titolo : Éludes hi- 
storiques sur la vie privée , 
politiqiie, et littcraire de M. 
a: Thiers (Paris 1846, voi. 2). 
TORENO conte Jose, nato ad 
Oviedo nell'Asturia nel 1786. 
Prese viva parte all' insurre- 
zione spagnuola contro il ti- 
rannico dominio dei Francesi, 
e Ili eletto deputato alle cor- 
tes , ove propugnò ardente- 
mente l'abolizione dell'inqui- 
sizione, e la soppressione de- 
gli ordini religiosi. Obbligato 
a lasciare la Spagna quando 
ebbe luogo il ritorno di Fer- 
dinando VII , vi ricomparve 
all'epoca della rivoluzione del 
1820. Proscritto ancora nel 
1823, andò a stabilirsi a Pa- 
rigi, dove scrisse la sua cele- 
bi'c Hisloria de la revolu- 
cion y guerra de Espam. Nel 
1833, approfittando dell'amni- 
stia, ritornò in Ispagna, dove 
l' anno dopo la reggente lo 
nominò ministro degli affari 
esteri. Quando il partito esa- 
gerato riebbe il sopravvento 
lasciò di bel nuovo la Spagna 
per recarsi a Parigi, ove morì 
nel 1843. 



BIOGRAFICO. 

TOSTI Luigi , egregio storico 
contemporaneo italiano. La 
sua vita modestissima in mez- 
zo ai tesori letterarii accumu- 
lati in quella badia cassinese 
che è si celebre nella sto- 
ria, e r umiltcà di cui volle 
sempre cii'condato il suo no- 
me , ci tolgono il piacere di 
fornire precise notizie intorno 
alla sua vita, ma non ci impe- 
discono di riunire qui i titoli 
delle sue opere maggiori, che 
gli assicurano nella nostra let- 
teratura una rinomanza non 
passeggera. La maggior parte 
di esse stanno in qualche re- 
lazione colla storia della chie- 
sa , di cui l'autore veste l'a- 
bito e segue le bandiere. 
Sono : la Storia della badia 
di Montecassino , una delle 
più importanti monografie 
topografiche edite in Italia 
nel nostro secolo ; la Storia 
di papa Bonifacio Vili e de' 
suoi tempi, che può servire di 
eccellente commento all'epoca 
agitatissima del gran poeta 
ghibellino , e che fu tradotta 
in parecchie lingue; la Storia 
del concilio di Costanza, mo- 
mento importantissimo fra le 
vicende della chiesa nel medio- 
evo; la Storia dell'origine dello 
scisma greco, altro punto im- 
portante per la storia eccle- 
siastica del nono secolo ; la 
Storia della lega lombarda che 
gareggia con quella scritta 
dal tedesco Voigt ; La con- 
tessa Matilde ed i romani 



DIZIONARIO BIOGRAFICO. 



291 



pontefici, prezioso commonto 
alla storia ilei più virtuoso 
più imperterrito de' pon- 
tefici , e nel tempo stesso 
ad un'epoca che taluni, non 
a torto , dissero della prima 
lega lombarda. La più recente 
delle opere di Tosti è quasi 
un' introduzione a tutti gli 
altri suoi lavori ed ha un ca- 
rattere più generale : s' inti- 
tola Prolegomeni alla storia 
universale della chiesa. Anche 
qui, come dappertutto, trovi 
accoppiata alla diligenza delle 
indagini , il buon coordina- 
mento de' materiali , ed uno 
stile degno d' imitazione , se 

, non volgesse talvolta al con- 
cettoso, e ad un certo poe- 
tico misticismo , non molto 
amico della chiarezza. 

TROVA Carlo, illustre storico 
italiano , mancato ai vivi in 
Napoli il giorno 27 luglio 
1858. Dopo la morte di Cesare 
Balbo gli studii storici in 
Italia non fecero perdita più 
dolorosa. Nacque in Napoli 
nel 1785 da agiata famiglia, 
ond'ebbe facoltà di applicarsi 
di buon'ora a quegli studii 
verso i quali inclinava il suo 
genie, senza la ilura necessità 
di trarne pane per sé, o per 
gli altri. Nel 1798 segui i 
Borboni in Sicilia, e compì 
in Palermo gli studii mate- 
matici sotto la direzione del- 
l'astronomo Piazzi. Nel 1802 
affari di famiglia lo richiama- 
rono a Napoli, dove per qual- 



che anno esercitò l'avvocatu- 
ra, finché ne! 1815 essendo 
ritornati i Borboni egli pure 
tornò ad abitare presso la 
real corte, ove suo padre 
era medico. Quando nel 1820 
si tentò Tinaugurazione del 
regime costituzionale, Troya 
prese parte attiva al movi- 
mento liberale qual redattore 
della Minerva^ ma esigliato 
nel 1823 percorse FI talia strin- 
gendo relazione con parec- 
chi de' più eruditi e celebrati 
suoi connazionali, e trovando 
massimamente in Firenze la 
più cordiale ospitalità. Qui 
visse diversi anni in dolce 
consuetudine con quanti v'e- 
rano allora cultori de' buoni 
studii e specialmente degli 
storici. Dalla Toscana passò 
a Roma sempre rovistando 
negli archivii ed interpretando 
diplomi, faticosa ma indispen- 
sabile preparazione per chi 
vuole portare nuova luce sui 
tempi trascorsi e giovare con 
nuovi pensamenti alla scienza. 
Per brevi istanti tornò a Na- 
poli onde assistere agli estremi 
momenti del padre, poi ripre- 
se la via dell'esiguo, durante 
il quale preparò e pubblicò 
i suoibellissimilavori.il primo 
di questi fu sul Veltro allego- 
rico di Dante (i82&) che è ben 
più di un capriccioso com- 
mento, e nel quale già si tra- 
vide il futuro storico del 
nostro medio-evo, l'età che 
trovò nell'Alighieri la più alta 



292 



DIZIONARIO BIOGRAFICO. 



e più compiuta espressione. 
Studiando i tempi del fiero 
ghibellino il Troya si' trovò 
condotto a quelli delle barba- 
riche conquiste, e colia sua 
erudizione, col diligente studio 
de'documenti diventò uno de' 
più belli ornamenti di quella 
scuola che dalle questioni sui 
Longobardi fu tratta ad esa- 
minare con più severa critica 
tutte le posteriori vicende 
d'Italia, ed alla quale appar- 
tengono anche il Manzoni^ il 
Balbo , ed il Capponi. Le 
nuove dottrine del Troya sui 
Longobardi trovarono oppo- 
sitori non pochi^ anche tra 
coloro che consentivano ai 
principii della nuova scuola. 
Ma le polemiche non erano per 
lui che brevi riposi fra quegli 
studii indefessi ai quali dob- 
biamo la sua Storia del medio- 
evo, la quale può mettersi al 
pari colle opere di colossale 
erudizione che fecero la gloria 
del passato secolo , ed il Co- 
dice diplumalico longobardo, 
ove tutti i monumenti re- 
lativi alla dominazione lon- 
gobarda sono riuniti in un 
corpo, collezionati sui codici 
più autentici, ordinati con ra- 
gionata cronologia , e corre- 
dati di note. Il Codice longo- 
bardo potrebbe riuscire di 
grande ajuto a chi si propo- 
nesse di scrivere una buona 
storiadeiLongobardi e dei due 
secoli di loro dominazione sul- 
l'Italia. Ebbimo già occasione 



di osservare (al numero 818 
della Bibliografia) che su quel- 
l'interessante periodo non esi- 
ste per anco un' opera che 
sia proporzionata ai progressi 
fatti dalla scienza storica. E 
vero che in tutta la storia 
d'Italia ancor abbondano le 
lacune, ma chi trattasse questo 
aprirebbe e rischiarerebbe la 
via che mette ai periodi poste- 
riori. Né si rifugga dal l'occu- 
parsi di un popolo barbaro 
settentrionale, perchè se l'or- 
goglio era perdonabile negli 
antichi e colti popoli si grandi 
in confronto a quelli che sde- 
gnosamente chiamavano Bar- 
bari sarebbe ridicolo in noi 
cui pure da que'barbari venne 
il risorgimento, e nuova vita 
nelle vene, — in noi che siamo 
testimonii della grandezza rag- 
giunta dalle nordiche popola- 
zioni, e dello squallor che pesa 
sulle rive dell'Africa, dell'Ana- 
tolia, e dell'Eliade. — Da'suoi 
studii il Troya fu distratto nel 
1848 quando, mutatisi i desti- 
ni del suo paese^ il re lo chia- 
mava a presiedere quel mini- 
stero che ebbe line coU'infau- 
sto 15 maggio. Svanite le più 
belle speranze ritornò alla vita 
privata, e ripigliò l'opera fa- 
ticosa; ma la vita non gli bastò 
per condurla a compimento. 
Affranto da penose infermità 
egli non potè procedere nella 
sua storia oltre i Goti, e del- 
l'epoca longobarda non ci la- 
sciò che il Codice.— Qualcuno 



DIZIONARIO BIOGRAFICO. 



293 



volle paragonare il Troya a 
Cesare Balbo per l'onoratezza 
della vita^ la costanza ne' pro- 
positi, e la somiglianza degli 
studii. Entrambi furono invero 
dotati di auree e rare qualità, 
ma considerandoli quali sto- 
rici non teniamo possibile il 
paragone. Il Troya non supera 
Balbo che nell' acume della 
critica sui documenti. Balbo 
gli è superiore nella sintesi 
degli avvenimenti, nel coordi- 
narli, neir applicarli ai nostri 
tempi, nel che, come dice egli 
stessO;, sta la vera utilità della 
storia. I libri del Balbo non 
hanno quel che di scucito e 
mal ordinato che fa le opere 
del Troya più atte a consul- 



tarsi che non a leggersi. I libri 
del Balbo hanno trovato let- 
tori numerosi in tutte le clas- 
si , in Italia e fuori : quelli 
del Troya rimarranno sempre 
esclusivo patrimonio degli eru- 
diti. L' uno è storico indaga- 
tore l'altro narratore. Del re- 
sto è fuor di dubbio che in 
ambedue fu pari l' indipen- 
denza de' giudizi! , e la corag- 
giosa professione del vero. — 
(Su Troya potrà leggersi la 
biografia scritta da Trevisani, 
Napoli, Fabbricatore 1858; e 
r eloquente discorso letto da 
T. Mamiani all'Accademia del- 
la Crusca in Firenze il 2 set- 
tembre 1860). 



INDICE ALFABETICO DEGLI AUTOR! 



(In questo indice non si comprendono che le opere numerizzale , 
escludendo tutte quelle sparse nelle note). 



AbbolJohn. 210 — 529 — 447—537 
— 1310 — 1526 — 1352 — 5774. 

Abbot James. 5656. 

Abeken G. 541. 

Abel 0. 321 — 814 — 1414 — \ 415. 

Abel S. 850. 

About E. 2750 — 2772 — 2805. 

Abraham C. J. 24. 

Acerbi G. 5499. 

Ackerman. 5595 — 3602. 

Ackner M. G. 554. 

Acqua (dell') 5271. 

Actes ofjìciels de la républiqiie ro- 
maine. 2515. 

Adami A. 2951. 

Adams C. 3795. 

Addison C. G. 919. 

AdemoUo A. 409. 

Adinolfi P. 5526. 

Adlerbeth G. 2265. 

Adriani G. B. 1777. 

Adriani G. B. 2989. 

Aebi. 1458. 

Affarosi C. 5506. 

AITÒ I. 5005 — 5110 — 3240 — 
5245 — 5509. 

Affre (arciv. d'). 140 



Agassiz. 5818. 

Agocchi G. 2924. 

Aguila C. .1. 2266. 

Ahrens. 466. 

Aikin L. 2050 — 2059. 

Aikin G. 2077. 

Ainsworlh W. F. 212. 

Akerblad. 158. 

Alaman. 5859. 

Alberi E. 1771 — 1804 — 1854 

— 1903. 
Alberti S. 5371. 
Alberti L. 2923. 
Aldama D. 1461. 
Alessi. 449. 
Alessi I. 5052. 
Alexander I. 5527 — 5588. 
Alidosi. 2925 - 2926. 

Alison A. 1762 — 2071 — 2446. 

Alix A. L. 2517. 

Alien C. F. 1555. 

Allelz 1081. 

Aloe S. 5051. 

Altan A. 3479. 

Altmeyer G. G. 2240. 

Alvensìeben L. 2574. 

Alzog. 608. 

Amari M. 1185 — 1186 — 1195. 

— (Vedi Dizionario biografico, 
pag. 257). 



296 



INDICE ALFABETICO DEGLI AUTORI. 



Amali C. 1024. 

Amalo V. 2978. 

Ambrosio F. 5226. 

Ambrosoli F. 938. 

Ameilhon. 160. 

American archives. 3768. 

Amico V. 1880. 

Ammiani P. M. 50^6. 

Amorelti. 1065. 

Ampere. 145. 

Ancillon P. F. 1748. 

Anderson. 1910. 

Anderson C. J. 3581. 

Anderson P. 5706. 

Anderson I. 3755, 

Andrasy E. 5707. 

André. 1711. 

Andrea A. 2407. 

Andree C. 5557. 

Andrews. 3895. 

Angeli (de) F. 954. 

Angelis (de). 5191. 

Angelila F. G. 5305. 

Angeloni F. 5588. 

Aniischkof. 2751. 

Ankershofen. 1455. 

Annales des empcrcurs da Japon. 

5748. 
Annali della liberlà padovana.^2ùi. 
Annegarn A. 3Q — 607. 
Annoni C. 29S7 — 2970 — 5J44. 
Anquelil. 1211. 
Anspach L. A. 5906. 
Antichi scrittori tedeschi. 1359. 
Antichità di Cassano. 2971. 
Antolini G. 951 — 3450. 
Apostolo. 5125. 
Appendini. 5298. 
Araldi di Paola F. 5202. 
Arbois de Jubainville 1294. 
Arcangeli G. 1617. 
Archenholz. 2157 — 2255. 
Archer. 5708. 
Archivio storico italiano. Prima 

serie. 925. 
Archivio storico italiano. Nuova 

serie. 926. 
Archivio per la storia svizzera. 

1516. 
Ardouin. 5916. 
Arduini. 5210. 
Arena. 5l6o. 



Arend J. P. 1501. 
Armanni Y. 2929. 
Armstrong. 3801. 
Arnaud. 2770. 
Arnay. 1988. 

Arndt E. 1962 — 2267 — 2458. 
Arnelh A. 1799. 
Arnold. 310. 
Arnold T. 427 — 458. 
Arnold. 3430. 
Arrhenius. 547. 
Arrighi. 1154. 
Arrighi B. 2975. 
Arrigoni G. 5455. 
Arlaud de Montor. 626 — 698 — 
1850 — 2440 — 2507 — 2508. 
Ascargorla. 1462. 
Aschbach G. — 512 — 525 — 526 

— 555 — 799 — 805 — 1437 

— 1477 — 1478. (Vedi Dizio- 
nario biografico, pag. 238). 

Ascheri. 1017. 

Aschlund A. 3812. 

Asquini B. 5182. 

Assedio di Peschiera. 2493. 

Assmann G. 35. 

Aster E. 2001. 

Astezali. 829. 

Atkinson T. W. 3618 — 3624. 

Attardi B. 2858. 

Aubenas G. 1987. 

Auber P. 5697. 

Audin. 2014 — 2548 — 2558 — 

2572. 
Airer."579. 
Auria. 2979. 
Austria [V] deve vendere Venezia? 

2565. 
Austria (/') non è potenza tedesca. 

2812. 
Autriche (V) et VAllemagne. 2815. 
Avé-Lallemant. 5884. 
Avenel M. 1924. 
Avesana G. F. 2554. 
Avezac M. A. 1600 — 1615. 
Avicenna 0. 2996. 
Avila y Zuniga L. 2099. 
Avogadro 5167. 
Azeglio (d') M. 24^^! — 2550 — 

2766. 
Azema G. 5611. 
Azzari F. 5505. 



INDICE ALFABETICO DEGLI AUTORI. 



■"■'7 



Azzoguidi. :2928. 
Azzoni Avogadro. 3410. 
Avala (d') M. 1782 — 1879 

2494. 
Aytoun W. 152o. 



B 



Bacci A. 5041. 

Baccì. 2417. 

Back G. 3974. 

Backhouse I. 3610. 

Baggiolini. 1690. 

Baikie W. B. 3371. 

Baillet. 1706. 

Baker S. W. 5726. 

Balbo C. 6 — 93o — 936 — 948 
— 1128 — 2849. (Vedi Diziona- 
rio biofirafìco, pag. 258'. 

Baldassan 2439. 

Baldassari P. 0. 3260. 

Baldassini G. 3119. 

Baldi B. 3428. 

Baldiniicci. 1135. 

Ballarini F. 3010. 

Ballevdier A. 2513 — 2701 — 
2721. 

Ballou. 3914. 

Balusius S. 1712. 

Bancroft G. 3769. (Vedi Dizionario 
biografico, pag. 248). 

Barali et Dias. 3871. 

Barante G. P. 1275 — 1281 — 
1928 — 1968 — 1969. (Vedi 
Dizionario biorjrafico, pag. 'i49). 

Barbanti B. 3376. 

Barbaro .\. 2524. 

Barberini. ^12. 

Barbet. 2589. 

Barbié. 3607. 

Barbier. 1946. 

Barbieri G. 843. 

Barbuò S. 1050. 

Barchou de Penhoen A. T. 7 — 
2604 — 3696. 

Bargellini. 1015. 

Barili. 2964. 

Barker Webb et Berthelot, 3596 

Barnes G. 742. 

Barone C. 1033. 

BIEL. — 38 



Barozzi. 3095. 

Barre Dnparcq. 21.39. 

Barrett. 549. 

Barron W. 2565. 

Barrow G. 3732. 

Barro w I. 3967. 

Barry. 355. 

Barry H. 749. 

Barry M. J. 2794. 

Barth. 771. 

Barth C. G. 1360. 

Barth E. 3557. 

Barthelemv de Beauregard. 1268 — 

1273. 
Barthold G. 1455 — 1441 — 2104 

— 2114. 
Bartholdy. 2152. 
Bartholi. 1631. 
Barllett. 3805. 
Bar ioli C. 1409. 
Bartoli F. 5255. 
Baruffaldi G. 3064. 
Basin. 1272. 
Bassetti. 5412. 
Bastian A. 5551. 
Bastide. 2610. ^ 
Battaglini G. 5512. 
Baudi di Vesme C. 976. 
Baudicour. 2796. 
Baudier. 2168. 
Bauduer. 681. 
Bauer. 168. 

Baumgartner E. 2208. 
Baumgartner. 2688. 
Baur F. C. 75. 
Baux. 1796. 
Bava. 2490. 
Bavay. 2233. 
Bazancourt. 1188. 
Bazancourt G. (baron de). 2542 — 

2728 — 2755. 
BazinJA. 1922. 
Beale. 1340. 
Beatillo A. 2905. 
Beaton P. 5609. 
Beauchamp A. 1975. 
Beauchesne A. 1975. 
Beaufort L. 434. 
Beaufort A. 628. 
Beaume (la). 1999. 
Beaumont-Vassy E. 2452 — 2578. 
Beausobre. 672. 



298 



INDICE ALFABETICO DEGLI AUTORI. 



Becattini F. 2206. — 2438. 

Becker C. F. 26. 

Becker W. A. 572. 

Becker. 462. 

Becker. 248 — 261. 

Becker P. W. 2273. 

Beechey F. W. 3971. 

Beets. 1737. 

Begin C. A. 1291. 

Beitzke E. 2000 — 2157. 

Beke C. 3539. 

Belcher E. 3947. — 3978. 

Belgiojoso C. 987. 

Bell R. 1569. 

Bell J. S. 3641. 

Bellani. 3197. 

Bellarmati M. A. 5359. 

Bellini. 978. 

Belsham. 2081. 

Beltrami J. C. 3831 - 5862. 

Belzoni. 150. 

Ben-Abd-el-lIalim. 3513. 

Benacci G. 3113. 

Benamati G. B. 3111. 

Benci S. 5195. 

Benger. 2020. 

Benoit. 3875. 

Bensley. 1936. 

Bentivoglio G. 2238. 

Benton T. H. 3802. 

Benvenuti. 5024 — 3025. 

Berain. 796. 

BerauU-Bercastel. 616. 

Beretta F. 3423. 

Berghaus E. 1585. 

Bergmann F. G. 837. 

Bergmann 5642. 

Bergslraesser C. 5645. 

Berian. 1095 — 1097. 

Bernatz G. M. 5542. 

Bernhard! T. 1984. 

Bernouilli J. 529. 

Bertet A. 2557. 

Bertheau C. 180. 

Bertoldi F. L. 2885. 

Bertoli G. 2879. 

Bertolini F. 439. 

Bertolini Salimbeni 1142. 

Bertolotti. 991. 

Bertrandv. 1715. 

Besozzi A. 3072. 

Besse. 290. 



Bessell. 804. 

Besset F. 2567. 

Bessone. 3180. 

Bethara W. 747. 

Bethmann. 835. 

Belhmann-Holhveg. 755 — 2847. 

Bettoli. 1808. 

Beugnot A. 617. 

Beveridge H. 5699. 

Beverinus B. 5141. 

Bianchi C. 1752. 

Bianchi. 2502. 

Bianchi. 5082. 

Bianchi. 5574. 

Bianchi-Giovini. 594 — 697- 822 

_ 1059 _ 1645 — 2594. 
Biancolini. 5466. 
Bibliuqrafia dello stato pontipcio. 

5319. 
Biechy. 544 — 689 — 2550. 
Biedermann G. 2125. 
Biemmi G. M. 2528 — 2938. 
Biffignandi G. 3475. 
Bigelow. 5857. 
Bigi. 1605. 
Bigland J. 1467. 
Bilderdyk W. 1505. 
Binder. 2501. 

Biografie dei dogi veneziani. 1085. 
Biondelli B. 815. 
Biondi. 1556. 
Biorci G. 2855. 
Biot. 622. 
Birch. 2595. 
Bird. 2232. 
Bischof 5940. 

Bitschurin (padre Giacinto). 5687. 
Biundi. 1176. 
Blackwell. 511. 
Blair W. 405. 
Blair A. 1692. 
Blanc Louis. 1963 — 2S98. 
Blanc P. S. 596 — 612. 
Blasi e Gambacorta. 1175. 
Blesi L. P. 2856. 
Bletterie (la). 585. 
Blume. 257. 
Blumer G. 1525. 
Bodenstedt F. 2725. 
Boeck A. 143 — 246 — 285 — 

286 — 287. 
Boehn U. 2529. 



INDICE ALFABETICO DEGLI AUTORI. 



299 



Boeltiger C. A. 415. 

Bohlen P. 104. 

Bòhmer. 1424. 

Bohr H. G. 2448. 

Boid. 3592. 

Boissier. 485. 

BoUetli G. 3270. 

Bollmann. 1853. 

Bologni. 3317. 

Bombognini. 1027. 

Bona (della) G. D. 3107. 

Bonaini F. 3278. 

lionaiìarle Louis. 2243. 

Jìonaparie Napoléon Louis. 2749. 

Bonato M. 5473. 

Jiondick-Baslianse. 3950. 

Jionifacio G. 3417. 

Bonnechose E. 1210 — 1305 - 

1721. 
Bonoli G. 5021 — 5144. 
Bonoli P. 5074. 
Bonomi J. 208. 
JJonucci. 1702. 
Borghi G. 942. 
Borgia A. 3449. 
Borgia S. 2910 — 3382. 
Borgnet A. 2247. 
Borgnet. 1251. 
Borgo (dal) F. 5277. 
Borrego. 2675. 
Borro A. 5220. 
Bosanquet .f. W. 202. 
Boselli G. V. 5267. 
Bossi L. 952 — 1464 — 1607. 
Bossuet. 20. 
Botta C. 929 — 994 — 1770 

1786 — 5781. 
Boitani I. 2958. 
Bottari. 1159. 

Boliazzi G. A. 3128 — 3403. 
Bòtlicher. 1454. 
Botiiger. 1411. 
Bouchot A. 1496. 
Boudon R. 2855. 
Bougainville. 5494. 
Bouhier de l'^cluse. 2785. 
Bouillier. 937. 

Boulay de la Mfiurthe. 2057. 
Boiirchier G. 2(141. 
Bourke T. 1482. 
Boutaric E. 1264. 
Bowden. 1655. 



Bowring J. 3717 — 5743. 

Boyer X. 1293. 

Brackenridge H. M. 2089 — 3782. 

Bradford. 2184. 

Bradford. 5755 — 5784. 

Brambilla Y. 1054 — 1035. 

Brancadoro Vitali. 5186. 

Brand. 56. 

Brand T. 2158. 

Brandes B. C. 740. 

Brandis G. 199 — 204 — 236. 

Brandstaeter, 305. 

Brasseur de Bourbourg. 5761 — 

5815. 
Bredow. 55 — 71. 
Brehm. 5544. 
Brenton E. 2091. 
Bres 0. 5148. 
Breton. 5956. 
Brevenlano S. 3247. 
Bricchi. 2947. 
Bridges. 578. 
Briton D. 3852. 
Brischar. 2593. 
Brissio C. 2984, 
Brocchi G. B. 3552. 
Brocker L. 0. 436. 
Brodie G. 2043. 
Brofferio A. 2481. 
Broglie A. 658. 
Brojanti. 3190. 
Bromato C. 2406.^ 
Bronziero G. 3553. 
Brooke T. H. 5598. 
Brosi. 741. 
Brotonne. 730. 

Brougham H. (lord). 1334 — 2082. 
Brougham. 1767. 
Brown J. 3981. 
Brown. 185. 
Browning W. S. 2377. 
Bruce J. 2041. 
Bruce 559. 
Bruce. 5698. 
Briickner 477. 

Brugsch E. 114 — 142 — 149. 
Brunet de Presle C. 139 — 509. 
Brunner. 1654. 
Bruylants J. 2227. 
Buch L. 5594. 
Buchner A. 1451. 
Bucholtz. 2105. 



300 



INDICE ALFABRTICO DEGLI AUTORI. 



Buchon. 901 — 902. 
Backingham (duca di). 2079 — 

— 2623 — 2624. 
Budde-Lund. 2697. 
Bùdinger M. 1345. 
Biidinger. 1646. 
Buerck. 2366. 
Buffa P. 677. 
Buffa. 5052. 

Bumùller G. 40 — 2450. 
Bungener. 2389. 

Bunsen C. C. J. 4 — MI - 

— 3523. (Vedi Dizionario 
grafico, pag. 250). 

Buonamici. 2425. 
Buonanni G. 5365. 
Buonsignori Y. 5561. 
Burchell. 3585. 
Burckardt 525 — 570. 
Burckardt. 2666. 
Burckardt. 5650. 
Burkart. G. 5861. 
Burke E. 1981. 
Burmeister E. ,5891. 
Barnes A. 5712. 
Burnet. 2578. 
Burney J. 1590 — 5926. 
Burriei. 3114. 
Burton I. H. 2010. 
Burton R. 5.^65. 
Buscemi. 1194. 
Biisching J. G. 1445. 
Buse. 684. 
Bussi F. 5477. 
Bussierre. 1284. 
Butler S. P. 2525. 
Bult T. 2475. 
Buttafuoco. 1886. 



2622 



667 
bio- 



Cabet. 1965. 
Cabouchet. 654. 
Caccini T. 675. 
Caffi. 2990. 
Gagnolato G. 5183. 
Cahuzac. 588. 
Cailliaud F. 5545. 
Gaillet J. 557. 



Caillie R. 5574. 

Calcagni D. 5168 — 3304. 

Calendar of english state, papers 
edited by W. Turnbull. {Reign 
of Mary). 2025. 

Calendar of english state papers edi- 
ted by A. Everett-Green. {Char- 
les lì). 2056. 

Callery and Ivan. 5682. 

Cambiagi G. 1200 — 1205. 

Camera M. 1155 — 2868. 

Campagna del 1848-49 /"ca Tedeschi 
e Danesi. 2655. 

Campana. 1708. 

Campanari V. 5484. 

Campello B. 5575. 

Campi P. M. 5264. 

Campiglio G. 945 — 1052. 

Campo A. 5026. 

Canale. 1009. 

Candido I. 2880. 

Candidolto B. 5045. 

Canestrini G. 1107 — 1154 — 
1821. 

Canina L. 2985 — 3522 — 5448. 

Cantini L. 1860 — 5279. 

Cantù C. 28 — 719 — 935 — 1760 

— 1852 — 5008 — 3253 — 
3443. (Vedi Dizionario biogra- 
fico, pag. 250. 

Cantù I. 2941. 

Capecelalro. 1147 — 1159 — 1795. 

Capefigue 0. 186 — 655 — 1240 

— 1255— 1235 — 1259 — 1897 

— 1918 — 1929 — 1930 — 1934 

— 1947 — 1953—1982 — 1985 

— 2558 — 2587. (Vedi Diziona- 
rio biografico, pag. 255. 

Capeila G. 1827. 
Capellina D. 5457. 
Capellini. 1815. 
Capialbo G. 5192 
Capoferri L. 5452. 
Cappelletti G. 1078. 
Capriata. 1778. 
Capsoni G. 3248. 
Capurro G. F. 3209. 
Carascosa. 2520. 
Carbone G. 1014 — 1121. 
Cardozo Feo J. C. 3532. 
Carducci G. 2892. 
Carletti. 2551. 



LNDICK ALFABETICO DEGLI AUTORI. 



301 



Carli Giovanni Rinaldo. 927 — 3463. 

Carlini D. 1047. 

Carlson F. F. 2260. 

Carlyle T. 8 — 1979 — 2051 — 
2155. (Vedi Dizionario biogra- 
fico, pag. 2o6). 

Carnè L. 1945. 

Carnicero J. C. 2211. 

Carnielutti. 1086. 

Carpanelli P. 32.^0. 

(barrano. 2301. 

Carrera P. 2975. 

Carrone F. 998. 

Caruui D. 1797— 1805. (Vedi Di- 
zionario hiocjrafico, pag. 257). 

Casali A. 1828. 

Case. 2639. 

Casilino P. 5354. 

Cassander. 1658. 

Castanheda. 1603. 

Castellini S. 3472. 

Caslelnau. 3879. 

Castine I. 2774. 

Castillioneus B. 1025. 

Castren M. 3501. 

Castro I. 1466. 

«Catalani M. 5059. 

Cathcart G. 2651. 

Catherwood. 3764. 

Cattalinich G. 1110. 

Cattaneo C. 1791. 

Catteau-Calleville L P. 2258. 

Caussin de Perceval. 866. 

Cavalcanti G. 1118 — 1138. 

Cavallero. 1054. 

Cavedoni C. 188. 

Cavendish G. 2018. 

Cavour, Ma lifc and career. 2537. 

Cavriani F. 589. 

Caylev E. S. 2461. 

Gayro" 2881. 

Cecconi L. 5237. 

Celesia. 1818. 

Ceratti D. 5185. 

Cerri D. 2540. 

Cesare (de) G. 1166. 

Cesaretti A. 3275. 

Chais van Buren 488. 

Chalambert Y. 1917. 

Chalmers. 5779. 

Chambers R. 2009 — 2632. 

Champagnac. 1256. 



Champagny. 556. 
Champollion Figeac M. 121. 
Champollion (le jeune). 128 — 129 

— 155 — 154 — 151. 
Chandless W. 5844. 

Chantrel .1. 650 — 1196 — 2462 

— 2775. 
Chapman B. 2256. 
Charton E. .5486. 
Chasles F. 2068. 
Chastel. 618 — 1628. 
Chateaubriand F. A. 595 — 1227 

— 2424 — 2591. 
Chaussard .1. B. 567. 
Chavin de Moulan 1695. 
Cherrier C. 957 — 1161. 
Cherubini F. 5224. 
Cheruel A. 2055. 
Chiaranduno G. P. 3269. 
Chiesa (della) L. 3540. 
Chijs J. A. 182. 
Chirulli I. 5159. 
Chmel G. 1459. 
Chodzko L. 2662. 
Chotin A. G. 2175. 
Ciampi S. 1780 — 2294. 
Ciampolini. 2746. 

Ciani G. 1858 — 2946. 

Ciarlanti G. V. 5542. 

Ciaspini. 5286. 

Cibrario L. 721 — c.85 —984 — 985 

— 2485 — 2992 — 5598. (Vedi 
Dizionario biografico, pag. 258). 

Cicconi. 2555. 

Cicogna E. A. 1068 — 1864. (Vedi 

Dizionario biografico, pag. 259). 
Cimarelli V. M. 5425. 
Cini. 5284. 
Circourt. 1490. 
Ciriacy. 100. 
Cirillo B. 2878. 
Cirocco. 1751. 
Cittadella L. N. 2955. 
Cittadella G. 5251. 
Civilisation in Hungani, hltcra de. 

2824. 
Claretta G. 5097. 
Clarke J. S. 2080. 
Clausevilz. C. 1995. 
ClausoUes P. 1219. 
Clauss C. E. 2270. 
Clavelli B. 2890. 



302 



INDICE ALFABETICO DEGLI AUTORI. 



niavier E. 81 — 280, 

Clemen. 613. 

Clemens. 1732. 

Clemenlini (\. 3510. 

Cnopius L. G. 2581. 

Coalition (la). 2762. 

Cobbet. 2381. 

Coccarella B. 3407. 

Cockayne T. 0. 1938. 

Godagli D. 3216. 

Codice colombo-americano. 1606. 

Goehoorn. fan Scbellinga. 383. 

Gohen H. 398 — 599. 

Gole G. A. 1337. 

Golenso J. W. 3556. 

Collana degli storici greci. 264. 

Collecao de monumentos, eie. 1599. 

Colletta P. 1872. 

Collombet. 688. 

Golton G. 3822. 

Golucci G. 3035 — 5189. 

Gombes. 3547. 

Gomparoni. 3445. 

Compendio della storia universale. 

(Collana Segur). 32. 
Compendio di storia universale, 

tratto da Roustan. 57. 
Compendio della storia dell'impero 

ottomano. 2322. 
Compendiose notizie di Varese. 

3446. 
Concordato (il) e la germanizza- 
zione d'Ungheria. 2825. 
Gonde J. A. 1480. 
Gonestabile G. G. 359 — 360. 
Confederazione (la) ncrmanica, ecc. 

2801. 
Gonolly A. 3710. 
Considerazioni d' un Inqlese , etc. 

2818. 
Gonstancio. 5883. 
Gonstant B. 375. 
Gontarini G. P. 1839. 
Gontatore D. A. 3390. 
Gontelori F. 2986. 
Gonii V. 2966. 
Gooke W. 401. 
Gooke G. W. 2058. 
Gooper M. R. 1506. 
Gopland S. 3603. 
Goppi G. 3092. 
Coppi A. 967 — 1783. 



Corano (il) tradotto da L. Ullmann. 

871. 
Gorcia N. 1149. 
Cordara G. 2075. 
Gordaro Glarenza. 2977. 
Corderò di San Quintino. 1000. 
Gorenlin Royou. 850. 
Cori A. 3596. 
Gorio B. 1028. 
Corner 1085. 
Gornet E. 1840. 
Corno (del) A. 5057. 
Gornwallis K. 3747. 
Corpus scriptorum historio'. byzan- 

tincB. 845. 
Correspondance de Napoleoni. 1986. 
Corsini 0. 3434. 
Corvino A. 3101. 
Gossù. 2948 — 5344. 
Costa L. 3402. 

Costa de Beauregard. 995 — 1005. 
Costanzo (di) A. 1146. 
Cottalasso. 2862. 
Cotler. 5910. 
Courson A. 778. 
Cox R. 659. 
Coxe W. 1428 — 2070 — 2076 — 

2204. 
Gramer J. 241 — 547. 
Cramer A. G. 542. 
Grawfurd J. 5715 — 5724. 
Greasy E. 2094. 
Crespi. 5075. 
Gretineau-Jolv J. 1976 — 2^34 — 

2596 — 2689. 
Greuzer F. 72 — 258 — 573. (Vedi 

Dizionario biografico, pag. 261). 
Grevier. 504. 
Crichton A. 5651. 
Cristophe J. B. 1680 — 1707. 
Crivelli D. 1082 — 1170. 
Grollalanza. 1254 — 1277. 
Grotta. 1087. 
Crowe E. E. 2590. 
Gruikshank. B. 5528. 
Crusenstolpe M. G. 1949 — 2502. 
Cunningham J. D. 5704. 
Cuoco V. 1875. 
Cuper. 568. 
Cupis G. 5219. 
Curtius E. 266 — 277 — 291 — 

2531. 



INDICE ALFABETICO DEGLI AUTORL 



DOÒ 



Curzon R. 5652. 
Cussinet de Dombes. 2217. 
Cust E. 1757. 
Gustine. 2669 — 2724. 
Cutts. 5804. 
Czòrnig. 1042. 



Dahlmanu F. C. 258 — 1556. — 
1961 — 2048. (Vedi Dizionario 
biografico, pag. 261). 

Dahl! F. 767. 

Dàiine A. F. 557. 

Dalla Corte G. 5461. 

Daily. 1629. 

Dal Pozzo G. 5089. 

Dalrymple D. 1551. 

Damberger G. F. 701. 

Dame (le) romane. 416. 

Dandolo G. 1844. 

Dandolo T. 292 — 510 — 655 — 
— 1525 — 2549. 

Danna C. 5181. 

Dansin H. 1271. 

Danz. 2590. 

D'Arco G. 5154. 

Daru P. 1069. 

Daschkoff (principessa). 2506. 

Dalla P. 1005 — 1004. 

Daunou P. G. F. 656. 

Davanzali B. 2019. 

Daverio. 1055. 

David. 170. 

David J. 1505 — 1512. 

Davidson Col. 5709. 

Davila E. 1907. 

Davis N. 229 — 5577. 

Davis J. F. 5677. 

Davolio Y. 5208. 

Davy J. 5750. 

De Angelis F. 2519. 

De Angelis D. 5124. 

De Bernardi F. 828. 

Debraux L. 2555. 

Debrunner. 2500. 

De Bury. 490. 

De Castro A. 2192. 

Decembrio P. G. 1055. 

De Cesare F. 5265 — 3573. 



De Courson A. 748. 

Dedericli A. 67. 

Dcfenseurx (lex) d^^ poiivoir temjio- 

rel. 2769. 
De Guignes. 840. 
Delagardette. 5262. 
Delandine. 1899. 
Delannes. 1668 — 1669. 
Delarue. 849. 
Delecluse 1125. 
De Leva. 70. 
Delfico M. 551 — 5157. 
Delisle L. 1257 — 1684. 
Dellabona S. 2900. 
Della Croce I. 5421. 
Delort. 1274. 
Demersay A. 5888. 
De Minicis R. 3060 — 3061 — 

5062. 
De Minicis G. 5065. 
De Muro V. 2897. 
Denham, Clapperton and Oudney. 

5575. 
Denina C. 950 — 1574. 
Dennisloun. 5427. 
Denlis. 5541. 
Depping G. B. 185 — 725 — 797 

— 1288. 
De Renzi S. 1192. 
De Rolandis G. M. 2896. 
Desboroiigh Gooley. 1591. 
Desgraz. 5964. 
Desjardins A. 580 — 1675. 
Desjardins E. 441 — 492. iAlesia). 
Desjardins. 5894. 
Dessalles. 5911. 
Destombes. 1652. 
De Vecchi. 5655. 
De Vit. 2954 — 5378. 
Dewez M. 1511. 
Dezobry L. C. 509. 
Dickens G. 1307. 
DieckholT. 1688. 
Diedo G. 1075. 
Dieffenbach L. 739. 
Dietsch R. 44. 
Dillon A. 3507. 
Dillon P. 5998. 
Dionisotti. 5459. 
Dippoldt. 1241. 
DirckinckHolmfeld C. 755. 
Diritti dell'Ungheria. 2823. 



301 



indici: alfabetico degli autori. 



D'Israeli. 10^-2. 
Dittmar E. 29. 
Dobell P. 3625. 
DobroMsky. 1556 — 1637. 
Documenti relativi al (joverno oìi- 

stro-estense. 2548. 
Documenti per servire alla storia 

della contesa per l'Hohtein. 2654. 
Documents laissés par Manin. 2499. 
Dodwell E. 556. 
Doglioni N. 2908. 
Dòllinger G. G. I. 610 — 620 — 

881 — 2364. 
Domenech E. 3850. 
Donaldson J. W. 342. 
Donin. 1750. 
Donnat D. 2850. 
Dònniges. 1453. 
Donnola T. 3572. 
Donnorso V. 5570. 
Donzelli. 1871. 
Douville M. 5529. 
Dozio G. 2942 — 2944 — 5476. 
Dozy R. 1479 — 1491. 
Drago V. 272. 
Dragoni. 5050. 
Drovsen G. G. 526 — 2146. 
Droz J. 1950. 
Drumann G. 485 — 1704. 
Dubois-Guchan E. P. 528. 
Dubois de Monlpereiix. 5640. 
Ducange 905. 
Duckett. 2845. 
Ducros. 1794. 

Duemmler E. 1581 — 1582. 
Duff. J. G. 5705. 
Dufferin (lord). 5987. 
Duflot de Mofras. 5840. 
Du Hamel Y. A. 1468. 
Du Hamel. 2547 —2561. 
Dulaure J. A. 1229. 
Duller E. 1565 — 2127 — 2153. 
Dumas A. 2568. 
Dumas M. 1994 
Dumesnil A. 2187 — 2223. 
Dumont E. 507. 

Dumont d'Urville .1. 3497 — 5992. 
Duncan I. 5524. 
Duncker M. 58. 
Dunlop J. 2203. 
Duperrey L. I. 5495. 
Duppo. "1857. 



Du Prat. 2194. 

Duprat P. 3511. 

Duquesnel A. 94. 

Durandi. 5037 — 3251 — 3455. 

Dureau de la Malie M. 403 — 455. 

Durelli F. 2526. 

Du-Roure. 809. 

Durozoir. 2437. 

Duruy V. 274 — 425 — 426 — 

500 — 530 — 713 — 1217 — 

1749 — 1895. 
Du sejour de S. Pierre à Rome. 

661. 
Dussieux. 1547. 
Duval Pineau. 1269. 
Duvergier de Hauranne. 2588. 
Dwight. 2517 — 2570. 



Ebeling G. 1891. 

Ebeling. 787 

Eckel G. 95 

Edgar J. G. 1355. 

Edicta regimi longobardorum edidit 

C. Baudio a Vesme. 832. 
Edmonstone. 3541. 
Eichhorn F. G. 1571 — 1375 — 

1745. 
Eichmann F. 2740. 
Eichtal. 5925. 
Eich^vald E. 5645. 
Eisendecher A. H. L. 384. 
Eisenlohr. 173. 
Eitelberger. 3000. 
Elberls W. A. 2236. 
Elezione (la) di Corrado IV. 1420. 
Ellendorf G. 634 — 1257 — 1671. 
Ellendt F. 49. 
Elliot. 5770. 
Ellis R. 226. 
Ellis H. 5672 — 3744. 
Ellis W. 3601 — 3604 — 3957. 
El Makkari. 1476. 
Elphinstone M. 3693. 
Elphinstone Erskine. 3945. 
Emerson. 2355. 

Emperenr (V) Francois Joseph. 2817. 
Endlicher. 1548. 
Engel G. C. 1540 — 3297. 



INDICE ALFABETICO DEGLI AUTORI. 



no5 



Engelstoft. 806. 
Enastrom. 5502. 
Enìien. 2202. 
Erd marni. 2346. 
Erdraamisdorirer H. 1103. 
Erman A. 5493. 
Eroli. 5200. 
Erri G. 2981. 
Erskine A. 1937. 
Erskine W. 3692. 
Escalera E. 2580. 
Escosura (la) P. i47i — 2795. 
Esperii C. 2969. 
Essellen M. F. 519. 
Estancelin. 1594. 
p]vers. 1572. 

EAvald E. G. 104 — 645. (Vedi 
Dizionario biografico, pag. 261). 
Ewald G. L. 176. 
Ewbank. 5886. 
Ewes J. 5945. 
Exalbiun col. 2577. 
Evre. 5950. 



Fabre d'Olivet. 21. 

Fabbrelti A. 544 — 972. 

Fabbri. 2985. 

Fabozzi F. 2902. 

Fabroni. 2450. 

Faccio. 1172 

Falbe C. T. 230. 

Falkenstein C. 1588 — 2288. 

Fallet G. 1289. 

Fallmerayer J. P. 865 — 1581- 

Falloux F. A. 1951 — 2408 

Famin G. 950. 

Fannuccelli. 5579. 

Fantini G. 5343. 

Fantoni S. 1713 

Fantuzzi. 3501. 

Fanucci G. 15. 968. 

Fara A. 5102. 

Farina B. i915. 

Farina G. (la). 451 — 725 — 951 

— 944 — 2465 — 2524. 
Fari nati liberti A. 5036. 
P'arini P. 435. 
Fariiii C. L 2004- 

fflBL, — 39 



FaruUi P. 2884 — 5550. 

Faso (lo) Pieirasanta D. (duca di Ser- 
radifalco). 5554 — 3567. 

Falteschi. 5577. 

Fauriel G. 782. 

Fave. 2541. 

Fedix. 5829. 

Feldhoff. 645. 

Felice (de) G. 2575. 

Fellens. 2615. 

Fellowes. 2045. 

Fere et Hyenne. 2571. 

Ferguson R. 209. 

Ferrand. 2281 

Ferrara A. F. 1180 — 2976. 

Ferrari P. 18. 

Ferrari G. 958 — 959. 

Ferro G. F. 5004. 

Ferrucci C. G. 1048. 

Ferrucci. 1644. 

Fervei J. 19:8. 

Fessler. 1701. 

Fessler G. 609. 

Fessler G. A. 1541. 

Fiamberti. 2885. 

Fiammeno C. 2974 

Ficker. 1412. 

Fieffée. 1235. 

Figari. 3212.- 5291. 

Filiasi G. 1084. 

Filippini A. 1205. 

Fillies A. 2605. 

Filon. 289 — 514. — 586 
iFinazzi. 2912. 

' Finlav G. 506 — 846 — 847 — 1579 
2550. 

Finlayson G. 5718 
iFino A. 5025. 
' Finti V. 5288. 

Fioravanti J. M. 5282. 

Fiore G. 2949. 

Fiorelli. 5046. 

Fiorillo G. D. 1550. 

Fischer M. A. 491. 

Fischer F. 2809. 

Fischer G. E. 5622. 

Filz. 1655. 

Fistulario P. 5080. 

Fitzpalrick J. 2784. 

Flagg E. 2497. 

Flamand L. J. 2271. 

Flathe L. 519. 



306 



INDICE ALFABETICO DEGLI AUTORI. 



Flathe T. 299. 

Flathe. 1719. 

Flaiix A. 2251. 

Flechier E. 585. 

Flegler A. 820. 

Fleming T. 3586. 

Fleury C. 599. 

Fleury E. 2003. 

Fleury. 717. 

Flontèr. 3872. 

Fior G. 353. 

Floss. 1596. 

Flotow H. 1599. 

Fontana. 3017. 

Fontanini. 834. 

Fonvielle W. 2642. 

Forbes C. S. 2569 — 3986. 

Foreshadowings of politicai tenden- 
cies. 2761. 

Forge' (de la) A. 2498. — 2549 
— 2819. 

Formaleoni. 1108 - 1109. 

Fornaenlini G. F. 3106. 

Forno (dal) N. 1157. 

Forster. 3996. 

Forster. 2656. 

Forster E. 2159. 

Forster F. 1756 — 2119 — 2130 
2142 — 2143 — 2277. (Vedi Di- 
zionario biografico, pag. 262). 

Forsyth W. 2005. 

Fortia d'Urban. 1495. 

Fortune R. 5676. 

Fortunio A. 3546. 

Foscarini M. 2125. 

Foss H. 1245. 

Foucard G. 3289. 

Fournel. 879. 

Fowler G. 2519. 

Fox. 624. 

Franchi Pont G. 3287. 

Francke. 551. 

Francke. 1675. 

Franco D. 2327. 

Frandsen. 515 — 514. 

Frangipani A. 5001. 

Franklin J. 5975. 

Frantin. 703 — 1246 — 1657. 

Frapporti G. 5411. 

Fraser J. B. 5644 — 5657 — 3665. 

Frassoni C. 3070. 

Fredet P. 65. 



Freer M. 1901 — 1015 — 2193. 

Fremont .1 3836. 

F'resnel. 868. 

Frezet. 988. 

Frigerio A. 576. 

Frisi F. 3195. 

Frizzi. 5065. 

Fronde J. A. 2021. 

Fryxell A. 2252 — 2254 — 2262 

2263. (Vedi Dizionario biografico, 

pag. 262). 
Fuchs 1824. 
Fuller F. 5952. 

Fumagalli A. 1022 — 1025 — 1043. 
Fuiick J. 10. 
Fustel de Goulanges. 461. 



Gabourd A. 1212. 

Gachard L. P. 1898—2182 — 2185 

— 2254 — 2257. 
Gacon Dufour. 1905. 
Gaetani. 1666. 
Gafas .1. M. 2675. 
Gagern. 1584. 
Gaillard. 1896. 
Gaiilard L. 2514. 
Galateo A. 5225. 
Galibert L. 1079 — 3514. 
Gallenga A. 986. 
Galletti L. 2959 — 5087. 
Gallois E. 1252. 
Gallois. 1877. 
Galton F. 5585. 
Galuzzi R. 1156. 
Gandolfi C. 1816. 
Gar T. 5415 — 5414. 
Garcilaso de la Vega. 5896 — 5897. 
Gardner. 3885. 

Gargallo di Castellenlini. 356Ji. 
Garibaldi, sua vita, ecc. 2585. 
Garneau. 5816. 
Garnier G. 97. 

Garnier-Pagès L. A. 2460 — 2606. 
Garruccio. 1 155. 
Garzetti G. B. 505. 
Gasparin. Bungener et Pressense. 

1710. 
Gasparin A. 3810. 



INDICK ALFABETICO DEGLI AUTORL 



307 



Gast. 300. 

Gatschenberger. 1430. 

Gatta C. 3157. 

Gauger P. 915. 

Gaullieur E. 1006. 

Gauss E. 5487. 

Gautier. 478. 

Gautier. 718. 

Gautier d'Are E. 798. 

Gautier de Sibert. 563. 

Geffroy. 1550. 

Geier. 330. 

Geiger E. 566. 

Geiger. 872. 

Geijer E. 1533. (Vedi Dizionario 

hioqrafìco, pag. 263). 
Geli G. 242— 5321. 
Geli and Gandy. 3050. 
Gemelli G. 2681. 
Genelli C. 2395. 
Genin. 6o9. 
Gennarelli. 2505. 
Gennari G. 3228. 
Gentili B. 5353. 
Gentz. 2034. 
Gerando (de). 1546. 
Gerard. 227. 
(iérard. 784. 
Géraud H. 1266. 
Gereblzoff N. 2712 — 2856. 
Gerlach F. D. 255 — 315 — 345 — 

440 — 442 — 460 — 464 — 472. 
Gerlach e Bachofen. 422. 
Gerlache (de) E. C. 2189 — 2678. 
Germania (la) e l'annessione della 

Savoia. 2358. 
Gervais. 905. 
Gervais. 1401. 
Gervinus G. G. 2444 — 2443. (Vedi 

Dizionario biografico, pag. 265). 
Gevay. 2291. 

Gfrorer A. F. 1236 — 1652 —2255. 
Gherardi G. 548. 
Gherardi Dragomanni F. 3099. 
Ghilini G. 2861. 
Ghillany F. G. 1616. 
Ghiozzi A. 5038. 
Ghirardacci C. 2921. 
Giacchi F. 3482. 
Giacobini L. 5204. 
Giamarchi M. 1888. 
Giannetlani F. 3469. 



Giannini E. 3252. 

Giannone P. 1143. 

Giannotti D. 970. 

Gibbon E. 590. 

Gibbon (il) dello studente. 591. 

Giblet E. 899. 

Gibson K. 562. 

Giesebrecht G. 964 — 975 — 1376 

— 1593 — 1660. 
Giessing H. P. 2695. 
Gigli G. 3358. 
Giguet. 1230. 

Giles .1. A. 743 — 1322. 

Gillis. 3991. 

Gindely A. 2574. 

Gingins la Sarraz. 1283 — 2917. 

Gioja. 3205. 

Giordani G. 2174. 

Giordano A. 3405. 

Giovanelli B. 564 — 3410. 

Giovanelli M. 3481. 

Giovenazzi V. 2877. 

Giovio P. 1049 — 1061. 

Girard. 5723. 

Girardi. 3081. 

Girardin E. 2540 — 2751 — 2732 

— 2753 — 2754. 
Gironi R. 250. 
Giseke B. 279. 
Giucci. 912. 
Giudice G. 1169. 
Giudici Emiliani P. 2851. 
Giuliano V. 5474. 
Giulini G. 1029. 
Giustiniani A. 1008. 
Glay Ghislain. 2216. 
Godet T. A. 3908. 
Godwin F. 2050. 
Goebel F. 3509. 
Goehring. 1558. 

Goens. 546. 
Goergey A. 2706. 
Goerres. 79. 
Goethe L. 2576. 
Goettling. 377. 
Goguet. 89. • 

Goldschmidt. 2066. 
Goldsmith 0. 275 — 432 — 1304. 
Gòler A. 497. 
Golinelli D. 2945. 
Golovin I. 2300 — 2713 — 2719 — 
2837 — 2840. 



:iOi 



INDJGh: ALFABETICO DEGLI AUTORI. 



Gordiano G. 3194. 

Gordon A. 2339. 

Gordon M. J. 1544. 

Gordon T. F. 576G. 

Gordon Mac Dougall. 3984. 

Gosche R. 2163. 

Gòschl. 2391. 

Gollschalk. 1445. 

Goitschall R. 2615. 

GoUschick A. F. 517. 

Goulianoff J. A. 13o. 

Goiirgaud et Montholon G. 2007. 

Gozzadini G. 3528. 

Graah W. A. 5815. 

Griiberg de Hemso G. 839 — 3521. 

Graetz H. 165. 

Graham .1. 5776. 

Graham M. 5962. 

Grahame F. R. 1571. 

Granata F. 2961 — 5352. 

Grandi C. 2895. 

Granier de Cassagnac A. 1958 — 

1970 — 1971 — 2597. 
Grani C. 3608. 
Graslin. 1473. 
Grassi S. 2893. 
Grattarolu B. 3558. 
Grauert. 2257 — 2275. 
Graviére J. (de la). 5675. 
Gray II. 660. 
Grazioli P. 1026. 
Green M. A. Emretl. 2038. 
Greenhow R. 3841. 
Gregoire. 2426. 
Gregori (de). 5051. 
Gregorio P. 3431. 
Gregoroviiis F. 556 — 963 — 1202. 
Greisley. 1656. 
Greith. 2510. 
Grellet Dumazeaux. 585. 
Grenier. 680. 
Greppi. 1809. 
Greppo. 558. 
Gretton A. L. V. 2474. 
Grey K. G. 2086. 
Grey. 5941. , 
Griève .1. 3626. 
Grimaldi Ceva F. 1160. 
Grimm (i, 760. 
Grorovsskv. 2711. 
Grosse. 2299. 
Gross-Hofiìnger. 2660. 



Grote G. 265 (Vedi Dizionario bio- 
grafico, pag. 264). 
Grotefend G. F. 343 — 444. 
Grolefend G. A. 281)2. 
Grovestins S. (de). 1925. 
Gruber. 2428. 
Griiber. 5196. 
Giiinhagen G. 1665. 
(ìuadagnini. 1676. 
Gualdo Priorato G. 2110 — 2122 

— 2259 — 5142. 
Gualterio. 2478. 
Guarini. 596 — 2980. 
Guarnacci M. 346 — 5483. 
Guasti G. 2852. 

Guazzo M. 1098. 

Gubbins M. R. 2637. 

Guerin. 640. 

Guerin L. 2732. 

Guerre (le) dei Veneziani in Asia 

per E. Cornei. 1100. 
Guerronnière A, (de la). 2532 — r 

2628 — 2765. 
Guicciardini F. 1155 — 1769. 
Guichenon S. 982. 
Guigniaut. 151. 
Guillain. 5558 — 5606. 
Guillemain. 532. 
Guiotto. 3120. 
Guizot F. P. 1207 — 1222 — 1225 

— 1744 — 1745 — 2040 — 2046 

— 2047 — 2455 — 2685 — 5789. 
(^Vedi Dizionario biografico , pa- 
gina 265. 

Gumpach. 195 — 198. 
Gumprecht T. E. 3563. 
Gutzlaff C. 5680. 



H 



Haas C. 651 . 
Hadfield W. 5887. 
Haffe. 205. 
Hagen E. 480. 
Hagen C. 1426 — 1450. 
Hagenbach. 1736. 
Hahn G. C. 907. 
Hahn. 1686. 
Hahn G. 2129. 
Hakewill J. 3919. 



INDICE ALFABETICO DEGLI AUTORL 



•xn> 



Hall. 3688. 

Hallam II. 699 — 1297. (Vedi Dizio- 
nario bioqraficu, pag. 267). 
Hallem G. A. 2298. 
Mailing. 838. 
Ilaltaus C. 448. 
Hamel E. 2026. 
Hamilton H. C. 2022. 
Hammer G. 1574. 
Hamnierich F. 1538 — 1539 
Hammer Purgstall G. 885 — 900 

— ili 7 — 1486 — 2314. (Ve- 
di Dizionario biografico , pagi- 
na 267. 

Handelmann E. 5773 — 3882. 

Hannusch G. G. 2098. 

Hardion J. 31. 

Hardman F. 2676. 

Harlung G. 3391. 

Hase. 2544. 

Hasse. 2764. 

Haulleville. 1039 

Hàusser L. 1526 — 2151. 

Haussmann. 3679. 

Haussonville C. 0. B. 1292. 

Havemann. 1825. 

Haxthausen. 5508. 

Hazlitt W. 1073. 

Headley .1. T. 5790. 

Headly. 2640. 

Heape G. H. 3842. 

Ileber. 5711. 

Hecquard II. 3569. 

Heeren A. E. L. 60 — 82 — 906 

— 1742 — 1765. (Vedi Diziona- 
rio hioqrafico, pag. 267). 

Hefele C.'G. 2167 — 2191. 

Heffler A. W. 244. 

Hegel G. F. 3. 

Hegel C. 2846. 

Hegewisch D. II. 23 — 508 — 

395 — 548. 
Heim. 2601. 
Heine G. 5627. 
Heinel E. 2145. 
Heinemann. 1735. 
Helbig G. A. 2304. 
Heifenstein 1659. 
Heller. 1723. 
Heller. 1803. 
Hello. 1224. 
Helps A. 1619. 



Ilehving. 302. 

Henderson. 3933. 

Hendrich. 222. 

Henke H. P. C. 604. 

Henke E. L. T. 2509. 

Henne A. 2218. 

Hennin M. 96. 

Henningsen 2670. 

Henricy C. 1508. 

Henrion R. A. 598 — 627 — 16S1 
— 1682 — 2425. (Vedi Diziona- 
rio biografico, pag. 268 1. 

Henry. 161. 

Herbert. 481. 

llerbst. 296. 

Herchenhahn. 2124. 

Herder. 2. 

Hermann C. F. 92 — 232. 

Hermann. 1908. 

Hermann E. 1565. 

Hermanl G. 683. 

Hermes C. E. 2451. 

llerndon \V. L. 3877. 

Herizberi? G. F. 259 — 'i94 — 
505. 

Hervey .1. 2073. 

Herzen A. 2305 — 2716. 

Herzfeld L. 166. 

Herzog. 1687. 

Hesekiel G. 2720 — 2736. 

Hess J. G. 2371. 

Heiiglin T. 3568. 

Heyd. 1013 — 1091. 

Heyer J. 1248. 

Heyne. 853. 

Heyne. 2149. 

Hidber B. 1826. 

Hiemer (!. 774. 

Iliggins G. 738. 

Hildreth U. 3771. 

Hill L. S. 5C20 — 3058. 

Himly. 1247. 

Hind H. Y. 5821. 

Hirt A. 95. 

Hiss Brother. 5921). 

llistoire de Varmée francaise. 1233. 

! Histoire de la chute de Venise. 1847. 

Ilistoriw palriw monumenta. 981. 

Il istori/ of Edward II. 1528. 

Hittorh 2859. 

Hock C. F. 1645. 

Hody. 896. 



310 



INDICE ALFABETICO DEGLI AUrOKI. 



Hoeck C. 501. 

Hoertel. 1700. 

Hoest G. N. 2272 — 2274 

Hoevell. 5759. 

Hofl'mann. 522. 

Hofmann. 555. 

Hofmann F. 587 — 496. 

Hòfler C. 58 — 1416 — 1648 — 

1919. 
Hofstetter. 2518. 
Holden W. C. 5555. 
Hollon I. 5869. 
Holtzmann. 757. 
Hommaire de llell. 5652. 
Hongrie (la) devanf VEurope. 2822, 
Hookers D. 5664. 
Hooper G. 1996. 
Hooper W. H. 5985. 
Hopf C. 281 — 908 — 909 — 910 

— 969 — 1580. 
Hopkins S. 2029. 
Horn. 540. 

Horn G. E. 2292. 

Horwath. 1545. 

Hoskins. 5546. 

HoUinger J. J. 2248 — 2570. 

Hough J. 5705. 

Howitt M. 5777. 

Howilt W. 5952. 

Hoyer. 1062 — 1177. 

Hoyns. 569. 

Huber. 1487. 

Hubert. 1555. 

Huc E. R. 5666 — 5667 — 5668. 

Hue F. 1954. 

Hugo. 1991. 

Huguenin. 1254. 

Hulllard-Bréholles J. L. A. 1165 — 

1417 — 1904. 
Huissen. 1716. 
Hiillman C. D. 245 — 1442. 
Humboldt A. 5646 — 5751 — 5854 

— 5855 — 5915. 
Humboldt G 1472. 
Hume I). 1295. 
Hunckler. 577. 

Hune A. 1449 — 1768. 
Hunkler. 1649. 
Hunsihouse C. 5955. 
Hunter H. 1557. 

Hurter F. 810 — 1627 _ 1685 — 
2107 — 2108. 



iHuschke G. E. 445. 
ÌHutchinson T. 5522. 
I Hutton W. 560 — 1542. 
j Huybrecht P. A. 1514. 
Hymans L. 1515. 



Ibn-abdel-Hakem. 1475. 

Ibn-Kaldoun. 877 — 5512. 

Ideler L. 5681. 

Ihne. 578. 

Imhof A. 545. 

Ingerslew e Holm. 295. 

Inghirami F. 558 — 1119. 

Innes G. 1555. 

Inveges A. 5256. 

Irànyi D. e Chassin. 2699. 

Irby e Mangles. 5555. 

Irving W. 875 — 875 — 1469 
160o — 1614 — 5788. (Vedi Di 
zionario biografico, pag. 268). 

Irving T. 5855. 

Isambert F. A. 854. 

Ischia G. G. 5108. 

Isnardi. 2968. 

Istorie pistoiesi. 5285. 

Italiani (gli) in Russia. 1790. 

Italie (V) ses gloires eie. 2556. 

Itahi, its condition eie. 2566. 

Itief J. 5678. 



JacLson .1. G. 5520. 

Jacob i G. M. 1204. 

JaiTé F. 658 — 1405 — 1407. 

Jager. 1659. 

Jager. 1717. 

Jager. 2445. 

James E. 5S58. 

James W. 2090. 

James J. P. R. 1524 — 1551 — 1951. 

Janer F. 1484. 

Janin. 555. 

Janolick. 2705. 

Jarvis. 2646 — 5961. 

Jauffret E. 2507 



INDICE ALFABETICO DEGLI AUTOBL 



311 



Jekel. 2285. 

Jenkins. 5805. 

Jennsen-Tusch. 2(395— 2694. 

Jesse J. H. 2057. 

John G. A. 2612. 

Johnston C. 5349. 

.lomard. 5326. 

Jondot. 381. 

Joiige J. C. 1310. 

Jordan. 1720. 

Jorry. 1683. 

Jost I. M. 179. 

Joudon J. B. 1709. 

Jourdain. 1698. 

Jouy. 1703. 

Juchereau de S. Denys. 2738. 

Julius G. 2r0. 

Julius. 2397. 

Junck 1). C. 2723. 

Junghans G. 794. 

Jiirgens C. H. 2632 — 2808. 

Jusle T. 2172 — 2219 — 

— 2679. 
Juvenis J. 5385. 



Kandler P. 5422. 
Kane P. 5828. 
liane E. K. 5979. 
Kapp F. 5808. 
Kararasin M. 1365. 
Kàrcher C. 80. 
Kauffer G. 3615. 
Kausler. 1801. 
Kay S. 5587. 
Kaye J. W. 2650. 
Kaysaro-\v. 1537. 
Kayserling M. 187. 
Kaznacic A. 5510. 
Keating G. 1546 
Kefersiein. 773. 
Keighlley T. 367 
Keller. 1324. 
Kelly W. K. 1368. 
Kemble J. M. 750. 
Kemp. 2239. 
Kennedy V. 109. 
Kenrick J. 192. 
Keny. 772. 



2226 



Keppell H. 3741. 

Kerekgyarlo A. 1331. 

Kervyn de Letlenhove J. M. 1304. 

Kiene A. 469. 

Kingsborongh. 5762. 

Kippis. 1626. 

Kittliz F. 5825. 

Klapka G. 2750. 

Klaproth J. 5615. 

Klausen. 566. 

Klee F. 2447. 

Kleinschrod E. F. G. 2806. 

Klemm F. G. 842. 

Kletke H. 5498. 

Kloden G. A. 5540. 

Klopp. 1580 — 2241. 

Klose. 678 — 164'J. 

Knight H. G. 1189. 

Knight C. 1500. 

Knightley T. 1501. 

Knighton W. 5728. 

Knotel A. 117 — 118 - 352. 

Knox. 3921. 

Koch M. 561 — 2228. 

Koenig e Gellzer. 2559. 

Kogalnitchan M. 1554. 

Kohl J. G. 5767 — 5819. 

Kohlrausch F. 1564. 

Kolenati F. A. 3659. 

Kòler. 936. 

Konig. 765. 

Kòpke R. 805. 

Kopp. 178. 

Kopp G. E. 1425 — 1454 — 151/. 

Korff. 2715. 

Korn F. 2702. 

Kòrner. 1388. 

Koriùm F. 268 — 714 — 1410 — 

1741 — 2599. 
Korzilius F. 586. 
Kossulh L. 2329 — 2820. 
Kotschy T. 3651. 
Kotzebue M. 5655. 
Kolzebue 0. 5970. 
Kòvary L. 1552. 
Krapf L. 3556. 
Kretzschmar A. 2614. 
Krone. 1690. 
Krtschek E. 2492, 
Krudner. 2757. 
Kruger G. 728. 
Kruse T. 106. 



31-2 



INDICE ALFABETICO DEGLI AUTORI. 



Kruse F. C. H. 240. 
Krusenslern. Zi96. 
Kubrackiewicz. 2663. 
Kugler. 2151. 
Kiilb. 1587. 
Kunstmann F. 352.'>. 
Kurz F. S. 2106. 



La Balline E. 1072. 

Laboide. 2532. 

Laboulaye E. 5775. 

Labus. 2411. 

Lacchiiielli. 1878. 

Lachmann G. 11. 297. 

Lacordaire H. D. 1694 — 2782. 

LacrelPlle C. 1906 — 1942 — 2385. 
(Vedi Dizionario hioqrafìco , pa- 
gina 269). 

Lacroix. 5917. 

Lacroix de Marles. 5691. 

Ladini ir J. 2600. 

Ladiniir et Arnoul. 2727. 

Laemmer U. 1656. 

Lafitau. 2427. 

Lafon M. 2783. 

Lafuenle M. 1457. 

Lajos. 2705. 

Laiau G. G. 400. 

La Lumia. 1882. 

Lamartine A. 1966— 1972 — 2318 
— 2607. 

Lambert. 1902. 

Lamey. 1586. 

Lami'G. 1152. 

Lancizolle G. (i. 720 — 2128. 

Lang. 2596. 

Lange L. 371. 

Langenn F. A. 2100. 

Langlois V. o630. 

Lanoye. 3573. 

Lanieri. 992. 

Lanz. 2179 — 2180 — 2181. 

Lanza P. 1190— 1881. 

Lanzi L. 362 — 5258. 

Lappenberg. G. M. 751 — 1516. 

Lasaulx E. 9. 

Las Casas B. 1618. 

Us Cases E. ?000. 



Lassen G. 101 — 103 — 221. (Vedi 

! Dizionario biografico, pag. 269). 

! Lasteyrie ¥. 2356. 

\Latisana ed il sujo distretto. 5123. 

I Latouche. 2453. 

Lau T. 511 — 465 — 475 — 696 
— 1425. 

Laubert \V. 1664. 

Lauff. 1759. 

Laugier L. 1071. 

Laugier G. 1785 — 1790. 

Laurent F. 2791. 

Laurentie P. S. 1215 —2792. 

Lauro G. 501S — 3147 — 3394. 

Lauts G. 2244. 

Lavallée T. 1209 — 2320. 

Lavizari P. A. 5458. 

Lavori delV ambasceria russa in 
China. 5670. 

La yard A. IL 207. 

Le Bas PhiL 65 — 424 — 70«^. 

Le Beau. 848. 

Le Bret F. 1076. 

Lebrun. 1624. 

Ledere G. V. 390. 

Ledderhose. 2375. 

Ledebur L. G. 762 — 765 — 1242. 

Lee B. 2717. 

Lefebvre T. 5545. 

Lefranc E. 707 — 1218. 

Lena (la) degli stati europei. 276(1, 

Lehman. 5442. 

Lehmann H. 552. 

Lehrberg A. C. 1573. 

Leland T. 1347. 

Lelewel G. 90 — 722 — 1561. . 

Lembke. 1458. 

Lemon B. 2023. 

Lemontev P. E. 1945. 

Lenfant J. 1725 — 1728. 

Lenormant C. 156 — 278. 

Lenormant F. 2795 — 2844. 

Leo E. 51 — 706 — 735 — 928 — 
1037 — 1367 — 1499. (Vedi Di- 
zionario biografico, pag. 270). 

Leoni L. 1635 — 1837 — 3395. 

Leoni M. 1865. 

Leoni A. 2871. 

Leouzon-Leduc. 1575. 

Lepsius G. B. 115 — 127 — 152 — 
141 _ 147 _ 565 — 5355. (Vedi 
Di'fioTKjriQ biografico, pag. 271). 



INDICK ALFABETICO DEGLI AUTORI. 



31:; 



Le Koux de Lincy A. J. V. 1894. 

Lesmi A. 826 — 827. 

Lessing G. F. 3505. 

Lessraann. 1265. 

Lester and Fosler 1615. 

Lesueur. 120. 

Leti G. 1775. 

Letronne A. 122. — 136 — 137. 

Letters illustrative of the reiyn of 
Richard III and Henry VII. 2011. 

Lettieri N. 3380, 

Leuchs. 1432. 

Levati A. 941. 

Lévesque P. C. 1566. 

Lewin T. 495. 

Lewis G. C. 455. 

Lewis and Clarke. 5826. 

Leyden. 3515. 

Leynadier C. 2449. 

Lezat le Pons. 2495. 

Liberati G. A. 3244. 

Lichnowsky E. M. 1427 

Licquet T. 1287. 

Liddell H. G. 429. 

Lilli C. 2954. 

Lingard G. 1296 — 1508. (Vedi Di- 
zionario biografico, pag. 272). 

Lion A. 515. 

Lionnet. 98. 

Liruti G. 3094. 

Liskenne F. C. 1278. 

Litta P. 2845. (Vedi Dizionario bio- 
grafico, pag. 272). 

Liverani. 2767. 

Livi. 5188. 

Livingstone D. ,".578. 

Llorente G. A. 2190. 

Lobera L. 5178. 

Locatelli G. 5222. 

Locati U. 5266. 

Locniaria N. M. 1935. 

Lodi D. 5416. 

Lodi E. 5165. 

Loffredo F. 529 'i. 

Lombardi F. 3174. 

LommeL 1722. 

Londonderry. 2088. 

Londonio. 3780. 

Long J. D. 1909. 

Longoni G. 2998. 

Lorain. 3778. 

Loredano. 1679. 

BIBL. — 40 



Lorentz. 1245 — 1314. 
Lorentz. 2413. 
Lorenz. 62. 

Lottin de Lavai V. 3554. 
Louandre G. 2419. 
Lòwenberg G. 1585. 
Loyau d'Aniboyse. 2418. 
Luard IL R. 1315. 
Lucati P. 3296. 
Lucas. 479. 
Lucchesini. 3140. 
Lucht. 304. 
Lucidi E. 2887. 
Lucio G. 3406. 
Luck D. W. 2814. 
Luden H. 1561. 
Ludewig. 3755. 
Ludlow J. M. 2644. 
Lundblad J. F. 2261. 
Lundblad L. H. 2264. 
Lunzi E. 1112. 
Luzzato. 206. 
Lynch. 5658. 



M 



Maaten E. 1498. 
Mably G. B. (de). 1226. 
Macaulay T. B. 438 — 2059 — 

2064 — 2152. (Vedi Dizionario 

biografico, pag. 276). 
Macca G. 3471. 
Mac Gallum. 745. 
Mac Garthy. 3689. 
Macchi. 1095. 
Maccombie T. 3931. 
Mac Grie T. 2383 — 2384. 
Mac Gulioch J. H. 3756. 
Macdouall J. 3905. 
Macdougall P. L. 225. 
Macé. 468. 

Mace Descamps. 5600. 
Machiavelli N. 1114. 
Mackay. 1718. 
Mac Kenney. 375!» . 
Mackintosh .1. 1302 — 2061. 
Madden. 2345. 
Madinier. 3750. 
Madison' s papers. 3800. 
Maffei S. 5460. 



314 



INDICE ALFABETICO DEGLI AUTORI. 



Maffei S. A. 5151. 

Maflei G. P. 2412. 

Maggi I. G. 2963. 

Maggiore N. 1181. 

Magistris A. (de). 28G9. 

Magri N. 5150. 

Magués. 2195. 

Maguire J. 2780. 

Magyar L. 3580. 

Mahon (lord). 857 — 2072 — 2198 

— 2201 — 3695. 
Mailalii G. N. G. 1542. 
Maillard. 3851. 
Mailly. 1927. 
Maini. 5366. 

Maistre J. 1807 — 2781. 
Majer G. 2690. 
Major P. 552. 
Makrisi. 878. 
Malaspina C. 3246. 
Malavolli 0. 3355. 
Malcolm I. 5659. 
Maldacea G. 3162. 
Maley A. .1. 2625. 
Mali (i) della Germania. 2800. 
Mallat. 5742. 
Mallet. 1520. 
Malpeli. 2904. 
Malte Bruii. 5561 — 3566. 
Mamiani T. 2527. 
Mancini N. 3069. 
Mandelli V. 3458. 
Manente C. 3214. 
Manini L. 3027. 

Manini Ferranti G. 3068 — 5480. 
Mannert. 84. 
Manno G. 1197. 
Manso J K. F. 356 — 476 — 570 

_ 575 — 806. 
Manso J. C. F. 2144. 
Manuzio A. 1861. 
Manzano F. 3085. 
Manzi. 980 — 1145 — 1620. 
Manzoni A. 855 — 1854. 
Manzoni R. 2960. 
Maraize. 792 
Marchal. 2173. 
Marchi e Tessieri. 569. 
Marcus L. 801. 
Marcy. 5849. 
Mariana. 1460. 
Mariani. 2485. 



Mariani M. A. 5409. 

Marin C. A. 1106. 

Mariner et Martin. 5960. 

Marini M. 657 — 2882. 

Marietti A. 5254. 

Markham. 1505. 

Markhani C 5899. 

Marlès. 2056. 

Marliani. 2665. 

Marmonlel. 3898. 

Marocco. 1650. 

Marsden W. 5754. 

Marshall AV. H. 5716. 

Marshall J. 5785 — 5806. 

Martin H. 1208. 

Martin R. 2093. 

Martin. 1850. 

Martineau E. 2626. 

Martinez y Sanz. 3597. 

Martini G. 1819 — 2464. 

Martini P. 1198 — 1885 — 1201. 

Martorana G. 1187. 

Martorelli L. 5218. 

Marulli. 1874. 

Marzari G. 5470. 

Marzi F. 5591. 

Masa G. 2525. 

Mascardi A. 1814. 

Mas Latrie L. 898 — 5149. 

Massey \V. 2078. 

Massi C. 5272. 

Masson C. 5715. 

Mater. 358. 

Mathias. 5965. 

Matraja G. 5145. 

Mattei D. B. 5079. 

Matler J. 603 — 669. 

Mattheis G. .5085. 

Maurenbrecher G. 1589. 

Maury. 2.54. 

Maxvell. 2(^85. 

May T. 2044. 

May. 2250. 

Mayer C. A. 1572. 

Mayerhoff. 2557. 

Mazas. 1252. 

Mazois. 412. 

Mazure F. A. .1. 2062. 

Mazza A. o53G. 

Mazzarello. 17. 

Mazzarosa A. 5159. 

Mazzoldi A. 549 — 550. 



INDICE ALFABETICO DEGLI AUTORI. 



3ir; 



Mazzuchelli. 263. 

M'Glintock. 5980. 

Mead H. 2G35. 

Mebold. 2H5. 

Medaglia IV. 5042. 

Medhurst W. H. 5675. 

Medoni F. 288',). 

Meidinger E. 5390. 

Meieiotto J. H. V. 413. 

Melena Elpis. 2o75. 

Melillo. 19. 

Mellini. 1859. 

Memoires sur le parlage de la Po- 

logne. 2279. 
Memoires du general Lafayelte. 

3793. 
Memoir of S. Cabotlo. 1622. 
Memoirs of Philipp de Commines. 

1279. 
Memorie di un veterano austriaco. 

2489. 
Memorie di S. Agata de' Goti. 2857. 
Memorie di Città di Castello. 2972. 
Memorie per servire alla storia di 

Lucca. 5138. 
Memorie storiche di Nepi. 3201. 
Ménant. 219. 
Mendham. 2409. 
Meiidoza. 2163. 
Meneval. 1989. 
Mengotti F. 407. 

MenzeI C. A. 175 — 1366 — 2096. 
Menzel V. 1759 — 2455 — 2456. 
Mérimée P. 471 — 1488 — 1911 — 

2295. 
Merival H. 486 — 503. 
Merle d'Auhigné .1. H. 2356 
Merleker C. F. 633. 
Mermet. 571. 
Merruau P. 2742. 
Merula. 1052. 
Messine (la) G. 2579. 
Meurer M. 2361. 
Mévil. 1021. 
Meyer E. 543. 
Meyer H. 237. 
Meyer Knonau. 1528. 
Mezeray. 1914. 
Miari F. 2909. 
Micali G. 340. (Vedi Dizionario 

biografico, pag. 277). * 
Michaud. 891. 



Michelet .1. 11 — 12 — 918 — 1216 

— 1747 — 1892 — 1921 — 1932 

— 1960 — 2560. (Vedi Dizio- 
nario biografico, pag. 278) 

Michelet C. L. 1761. 

Michels (des) M. 704. 

Michelsen E. H. 2627 — 2790 

Michiels A. 2659 — 2813. 

Michon J. H. 2534. 

Micke. 454. 

Middendorlf A. T. 3616. 

Mieroslawsky L. 2708. 

Miguel F. A. 1916 — 1956 — 2033 

— 2177 - 2188 — 2199. (Vedi 
Dizionario biografico, pag. 279) 

Mignot C. 859. ' 

Miguel S. 2186. 

Milanesi G. 3360. 

Milanesio A. 3399. 

Milbiller G. 1373 — 2150. 

Miles. 3506. 

Miliutin. 2312. 

Mill J. 3694. 

Mi 11 N. 3858. 

Millauer. 1726. 

Miller. 752. 

Millingen. 568. 

Millot. 33. 

Mills C. 724 — 883 — 892. 

Milman H. L. 650. 

Milner J. 602. 

Milz. 1385. 

Mimaut. 1199. 

Miniali. 860. 

Minieri Riccio. 3033. 

Miniscalchi Erizzo F. 3969. 

Minucci M. 1113. 

MinutoU G. 153 — 3595. 

Miratlores. 2210. 

Mirecoiirl E. J. 2611. 

Missirini M. 1848. 

Mitchell T. L. 5928. 

Mitford W. 270. 

Miltler. 1647. 

M'Leod L. 5554. 

Mocenigo. 1856. 

Moerenhout J. A. 5927. 

Mòhier G. A. 652 — 675. 

Moller. 716. 

MoUhausen B. 3834 — 5835. 

Moffat. 3584. 

Mohr T. 1518. 



316 



INDICE ALFABETICO DEGLI AUTORI. 



Moisè. H25. 

Moke H. G. 1513. 

Mole et Leduc. 2308. 

Molegnano C. 3369. 

Molina G. A. 2894. 

Molinari G. A. 3115. 

Molisio G. B. 3022. 

Moli. 2468. 

Mollien. 3570. 

Moltke. 2722. 

Mommseii T. 597 — 402 — 418 — 

495. (Vedi Dizionario biofjrafico, 

pag. 280). 
Monaca A. (della). 2943. 
Moncada F. 148-t. 
Mondot A. 3760. 
Mone. 734. 
Mone F. 267. 
Monelle. 5835. 
Monmerque. 1267. 
Monnier F. 1244. 
Monnier Marc. 2572. 
Monlalemberl C F. 1696 — 2645 

— 2778. 
Montanelli. 2503. 
Montbel. 199i). 
Montebello. 5457. 
Monteil A. 1889. 
Monteith. 2515. 
Mon ternarie. 3215. 
Monlemerlo N. 5401. 
Montemonl A. 5485. 
Montesquieu C. de S. 417. 
Monleton. 2487. 
Montgomery. 2635. 
Montgommery-Marlin R. 5582. 
Monti M. 5006 — 3007. 
Monti C. 5098. 
Monti A. M. 3347. 
Montigny L. 1967. 
Monumenla Germania' historica. 

1358. 
Mommenta historica ad provincias 

parmensem et placentinam perti- 

nentia. 5239. 
Monumenta Zollerana. 2147. 
Moore T. 1545. 
Moore G. 2065. 
Moore. 2205. 
Morbio C. 2850 — 3207. 
Morcelli S. A. 591. 
Mordtmann A. I). 2325. 



More T. 1341. 

Moreau de Jonnes A. 83. 

Morelet A. 5865. 

Morelli C. 5105. 

Morelli P. 5584. 

Moret E. 1955. 

Moreta P. P. 2951. 

Morgan J. P. 554. 

Morin. 584. 

Morin. lo27. 

Morosini A. 1090 

Morozzi. 5002. 

Morrell. 5999. 

Moscardo L. 5462. 

Mosheim. 606. 

Mosler. 781. 

Mosquera. 5868. 

Molley Lothrop .1. 2224 - 2225 

— 5809. 
Mouriez P. 2741. 
Movers F. G. 189 — 190. 
Muchar A. 1456. 
Mùhlbach L. 2154. 
Muletti D. 3559. 
Mullatera G. T. 2918. 
Mullenhoff. 524. 

Miiller G. 0. 254-276—520- 557. 

Mailer G. 42 — 1519. 

Miiller E. 587. 

Mailer F. H. 1578. 

Muller F. 625. 

Mailer A. 2222. 

Muller L. 522. 

Muller S. 5756. 

Muller. 5524. 

Mailer. 5754. 

Mullois. 2779. 

Munch P. A. 729. 

Munch. 1551. 

Munch E. 1421 — 1422 — 2105 — 

2592 — 2759. 
Munch. 676. 

Mundi T. 2510 — 2531 — 2616. 
Mundy G. C. 5954. 
Mungo Park. 5564. 
Munoz y Gaviria. 2164. 
Munler F. 197 — 225 — 648 — 670. 
Muoni D. 2875. 
Murali E. (de). 852. 
Murali. 1825. 
Muratori L. A. 922 — 923 — 924 

— 3066. 



INDICK ALFABETICO DEGLI AUTORL 



317 



Muratori G. 3077. 

Murphy. 1481. 

Murr. 2213. 

Murray. H. 5700. 

Murray H. 3612 — 5811. 

Murray J. 1948. 

Musei M. 2521. 

Muston A. 1689. 

Mustoxidi A. 1111. 

Mulinelli F. 1074 — 1104 — 1105 

— 1845. 
Muzzi S. 2927. 



N 



Nagel R. 3560. 

Napier E. E. 1124. 

Napier W. 2087. 

Napier C. I vice-admiral slr). 2734. 

Napoleoni III, hix life and poHcy. 

2617. 
Nardi J. 1116. 
Nardini F. 3447. 
Narrative of a vojiaye of discovery 

to Africa hif Oiren. 5551. 
Narrative of an expedìtion to Africa 

bji Laird and Oldfìeld. 5572. 
Narrative of the e.rpedition of an 

american squadron to China and 

Japan bij Perry. 5745. 
Nasemann. 1594. 
Naudet J. 572 — 808. 
Neale F. A. 5720. 
Neander A. 582 — 601 — 668 

— 687 — 1672. 
Negri G. 5076. 
Nerli F. (de). 1115. 
Nesti 5151. 
Nestor. 1567. 

Neumann C. F. 911. —2629 — 5674 

— 5701. 
Neuwirth. 2293. 
Newbold. 3722. 
Newman. 657. 
Ney. 999. 
Nibby A. 5525. 
Niccolino G. 2994. 
Nicolas H. 1559. 
Nicolio A. 5531. 
Nicolli F. 3243. 



Niebuhr B. G. 420. 

Niebuhr M. 194. 

Niel. 2726. 

Niemeyer. 2028. 

Niese G. 2115. 

Ninci. 5059. 

Ni rey, ni papa. 2788. 

Nisard. 1259 — 2421. 

Nitsch K. W. 463. 

Noel des Vergers. 565. 

Nord (le) de la Siberie, voyage 

executé par Wrangel, etc. 3619. 
Norman. 3765. 
Nòsselt F. 47. 

Notizie storiche di Camerino. 2955. 
Notizie storiche di Mestre. 3166. 
Noto I. 2920. 
Nougarède M. (de) Fayet. 487 — 731 

— 795. 
Nouvion V. 2593. 
Novaes. 629. 
Novellis. 5121 — 3345. 
Nugnes M. 1156. 
Nuvolato G. 3053. 



Obermayr G. 732. 

Obry. 22. 

Odorici F. 2935 — 2936 — 2937 

— 5029 — 5455. 
Oelcker T. 2647. 
Oelsner. 880. 
Oettinger E. M. 2269. 
Oginski M. C. 2287. 
Oliphant L. 5671. 
Olivero G. 2987. 
Olivier C. M. 524. 
Olivieri A. 1016. 
Olivieri-Giordani A. 5109 — 5257 

— 3258. 
Olleris A. 811. 
Olshausen T. 5815. 
-Omboni. 5525. 
Oppelt. G. 2685. 
Oppermann H. A. 2657, 
Oppert J. 201. 

Orioli F. 2905 — 5302 — 3478. 
Orlando. 1184. 
Orsato S. 3227. 



:318 



TNDTCR ALFABETICO DEGLI AUTORI. 



Orsi. OOo — 2537. 
Orti Manara G. 3467. 
Osborn S. 5G83 — 3982. 
Osburn W. 152. 
Osculati G. 3878. 
Osenbriiggen. 400. 
Osten. 5134. 
Ottone. 5456. 
Oukeley. 695. 
Ozanam A. F. G8G — 7S8 

— 1323. 
Ozaneaux. 579. 



— 791 



Pacca B. 2441. 

Pacchi D. 5090. 

Paciaudi P. M. 3515. 

Paganel C. 2148 — 2526. 

Paganino. 499. 

Pagano F. M. 1150. 

Pagano. 1018. 

Page T. 5892. 

Paglia L. 5100. 

Pagnoncelli. 2848. 

Palacky F. 1419 — 1562. (Vedi 

Dizionario biografico, pag. 280). 
Palfrey J. G. 5807. 
Palgrave F. 1509. 
Palladio A. 5518. 
Pallavicino (card.) Sforza. 2588 — 

2422. 
Pallegoix. 5721. 
Palma N. 5585. 
Palma. 5516. 
Paimblad. 262. 
Palmieri N. 1178 — 1885. 
Pannini G. M. 2982. 
Pansa P. 1697. 
Pausa F. 2866. 
Pantaleoni F. 2891. 
Panten. 1402. 
Paoli P. A. 5295. 
Papadia B. 5088. 
Pacato (il) innanzi alla politica 

napoleonica. 2789. 
Papatodero G. 5215. 
Papencordt F. 800 — 962 — 965. 
Papi L. 1980. 
Paqiiis. 1463. 



Parkyn.s M. 5548. 

Parole di un Italiano ai Tedeschi. 

2558. 
Paroletti M. 989. 
Parrot G. E. 1576. 
Parry W. E. 5976. 
Parthey. G. 125 — 559. 
Partouneaux. T. 1056. 
Pasquali. 1182. 
Passaglia C. 2768. 
Passavant G. D. 2551. 
Passe (le), le present, et l'avenir 

du Paraguay, par Pacheco. 5889. 
Pastorelli e Gioffredi. 5205. 
Pauli R. 1511. 
Paulsen. 555. 
Paul US E. 408. 
Paumier. 5579. 
Pautet J. 2555. 
Paya C. 2786. 
Peabody. 2664. 
Pecchia. 1144. 
Pecci G. A. 3557. 
Pecori L. 5095. 
Pellegrino C. 856 — 2962. 
Pellini P. 5255. 
Pepe G. 2477. 

Perchè l'Austria soggiacque ? 2545. 
Percival. 5751. 
Perini A. 5595. 
Perkins E. 5944. 
Perocco C. 5012. 
Peron et Freycinet. 5995. 
Perrens. 2545. 
Perrotla G. 2899. 
Perry G. C. 785. 
Pertz G. E. 790 — 1558. 
Peruzzi A. 2870. 
Peschel 0. 1589. 
Pesidestro S. 2874. 
Peter C. 421. 
Peter mann A. 5559. 
Petherick J. 5567. 
Petigny F. .1. 788. 
Pettigrew T. J. 162. 
Peverelli. 2496. 
Peyrat. 1677. 
Peyré J. F. A. 894. 
Pezzana A. 3241. 

Pfeifler i. 3504 — 3605 — 5654. 
Pfister G. G. 1562. 
Pfitzner W. H. 595. 



INDICE ALFABETICO DEGLI AUTORI. 



319 



Viher. 527. 

Philip J. 3389. 

Philippi A. 5902. 

Philipp! F. 1077. 

Philipps G. 1298 — 1565. 

Philippson L. 14. 

Picault C. 5661. 

Pieri M. 2747. 

Pierrot. 1214. 

Pietro I. (di). 5581. 

Pigafetta. 1621. 

Pigeard. 5949. 

pigna. 5067. 

Pignatelli 1876. 

Pignotti L. 1120. 

Pilaye B. 5907. 

Pillersdorf. 2661. 

piloni G. 2907. 

Pincio P. 5408. 

Pinelli F. 1815. 

Pinkerton J. 1552. 

Pira G. M. 3211. 

Piranesi G. B. 501 o. 

Pischon. 2161. 

Pita C. 2o82. 

Pitzipios J. (i. 2852. 

Pizzetli P. 2995. 

Pizzolanti C. F. 3091. 

Pizzoni A. 5293. 

Plank. 611. 

Plass G. II. 295. 

Platen. 1171. 

Plath J. U. 5614. 

Plato G. 18ol. 

Plee L. 2810. 

Plotho (de). 2156. 

Pluquet. 625. 

Poetevin de la Croix E. 1529. 

Poggiali C. 5265. 

Poignant A. 1258. 

Poinsignon. 404. 

Poirson A. 1915. 

Poissonnier A. 2799. 

Polack J. S. 5955. 

Polcastro G. D. 5229. 

Politi M. 5508. 

Politi G. 5365. 

Politica {la) dell' Avstria verso 

Germania. 2816. 
Pulitz C. E. L. 41 — 1764. 
Polo Marco. 1595. 
Ponneraye (la) A. 1912 — 1964. 



la 



Pontano F. 5071. 

Porochine V. 2855. 

Porri G. 1127. 

Portar. 914. 

Portoghese B. 516. 

Porzio C. 1174. 

Possesso (il) della Fcnczùi, ecc. 2562. 

Potè R. G. 210. 

Potter (de). 615 — 2410 — 2680. 

Poujoulat J. .]. F. 172 — 691 — 
851 — 2776. 

Pouqueville. 2744. 

Pozzo. 996. 

Pozzo L. 1875. 

Prat. 666 — 895. 

Preller L. 255. 

Prescott W. 2162 — 2171 — 2185 
5856 — 5895. (Vedi Dizionario 
biografico, pag. 281). 

Pressensé. 651. 

Preuschen. 2608. 

Price D. 867. 

Prichard I. G. 150 — 756. 

Pridden. 649. 

Pridham C. 5727. 

Primaudaie. 1019. 

Promis D. 1650. 

Promis C. 2860 — 5145. 

Provana del Sabbione. 955. 

Prussia (la) e la jìace di Villa- 
franca. 2555. 

Prussia (la) e la questione italiana. 
2559. 

Prussia (la). l'Austria e loro dua- 
lismo. 28Ó4. 

Prutz R. E. 2459. 

Pruvonena P. 5900. 

Puccinelli P. 5259. 

Pngliese G. F. 2997. 

Pugliese P. T. 3016. 

Puschkin A. 2511. 

Pùtz G. 56 — 1447 — 1448. 



Quadrio F. S. 5459. 
Quast F. 3500. , ^^^.^^ 

Quatremère de Quincy. 1856 — 255ti. 
Question (la) irlandaise. 2842. 
Questione (la) della successione di. 
Spagna. 2200. 



320 



INDICIi ALFABETICO DEGLI AUTORL 



Quin. 2668. 

Quinet E. 934 — 2516. 
Quinsonas E. 2215. 
Quintana. 2166. 
Quirini A. M. 2405. 



Uaban. 2605. 

Rabanis J. 1714. 

Rabbe. 1497. 

Rabbe. 2714. 

Rabusson A. 456. 

Raby. 1674. 

Racchetti V. 247. 

Raccolta di scritti sulla questione 

di Roma. 2765. 
Rachel! . 335o. 
Radowiiz G. (di). 726. 
Raffenel CD. 2748. 
Raffle T. 3737. 
Rafn C. C. 1592. 

Ragionamento intorno a Limi. 3146. 
Rampoldi G. B. 2321. 
Ramsay W. 374. 
Ramusio P. 904. 
Ranalli F. 2476. 
Randall H. 3796. 
Ranera A. G. 1470. 
Ranft. 2429. 
Ranieri A. 949. 
Ranke L. 1387 — 1754 — 1841 

— 1843 — 1890 — 2008 — 2095 

— 2141 — 2169 — 2335 — 2506 
(Vedi Dizionario biografico, pa- 
gina 282). 

Ranking. 863. 

Raoul-Rochette. 307 — 2249. 

Rasch G. 2470. 

Rasi G. B. 2876. 

Rasmussen M. 2696. 

Rastrelli. 1855. 

Ratisbonne M. T. 1670. 

Ratti N. 1060 — 1067 — 3096. 

Raumer F. 61 — 256 — 1038 

— 1404 — 1746 — 1758 —2032 

— 2284 — 2756. (Vedi Dizionario 
biografico, pag. 282). 

Ravenstein E. G. 3690. 
Ravignan J. A. (de). 2451. 



Ravizza G. 2993. 

Rawdon Brown. 2015. 

Rawlinson H. C. 220. 

Raybois. 2404. 

Raynal. 1766. 

Raynouard M. 1228. 

Rè Z. 966. 

Rebello de Silva L. A. 2212. 

Rebuschini G. 3011. 

Recueil des historiens des croisades 
889. 

Recueil des historiens des Gaules. 
1206. 

Recueil des conventions entre l'Au- 
triche et l'Italie. 1781. 

Redaelli C. 825 — 2940 — 3045. 

Redepenning. 671. 

Redslob. G. M. 191. 

Rees L. E. 2638. 

Regnault E. 2599. 

Regonati F. 2618. 

Rehm F. 700. 

Reichard C. G. 764. 

Reiche C. 2134 — 2297. 

Reiffenberg. 2235. 

Reina P. 3164. 

Reinaud J. T. 108 — 884 — 897. 

Reinhardt. 538. 

Reinking L. 518. 

Reitheimer. 2403. 

Relazioni degli ambasciatori veneti 
durante il XVI secolo. 1771. 

Relazioni lette al Senato veneto 
dagli ambasciatori nel XVII se- 
colo per N. Rarozzi e G. Berchet. 
1772. 

Remusat C. (dei. 2067. 

Remusat A. 3660. 

Remy J. 3846. 

Renan J. E. 887. 

Renard. 779. 

Renard L. 1474. 

Renaud de Rouvray. 795. 

Renault. 2619. 

Rendu E. 953 — 2535. 

Renée A. 1662 — 1952. 

Rennel. 239. 

Renny R. 3918. 

Reports of explorations for a rail- 
road to the Pacific. 5825. 

Restrepo J. 3870. 

Rettier E. 2221. 



LNDICK ALFABli'nCO DEGLI AUiORI. 



.'.-il 



Reuchlin E. 2465. 

Reuniont A. 973 — 974 — 1151 

— 1798 — 1858 — 18{;8 — 2354 

— 2433. 
Reuter E. 1678. 
Revillout. 394 — 773. 
Rey E. G 5635. 
Reynolds J. .\. 3491. 
Rezzonico. 1041. 
Rho. 2991. 

Rhode G. G. 77 — 78 — 107. 

Riancey F. 2550. 

Ricchi A. 3014. 

Ricci G. A. 2861. 

Riccio G. M. 1167 — 1168. 

Ricerche stilla storia d'Avellino. 

2901. 
Richardson J. 5519 — 5558. 
Richer. 1817. 
Richter G. F. 218. 
Richter A. 1577. 
Richter G. 2112 — 2116. 
Richter. 817. 
Richthofen C. E. 5860. 
Ricolvi e Rivautella. 3116. 
Ricotti E. 712 — 971 — 1779 — 

1792 — 1795. (Vedi Dizionario 

biografico, pag. 285). 
Riddle J. E. 652. 
Rieu G. N. (du). 445. 
Riffel. 2556 — 2400. 
Righi B. 5055 
Rinaldi F. 5117. 
Ring. M 527 — 759. 
Ring. 1408. 
Rink 5755 — 5814. 
Rinuccini. 2955 
Rio. 1066. 
Rion. 824. — 1597. 
Ripamonti G. 1S55. 
Ripault M. 564. 
Ritchie. 5820. 
Ritson. 753 — 756. 
Ritter C. 1582. 
Ritter. 815. 
Rittiez F. 2594. 
Rives W. 5799. 
Rivola. 1855. 
Rizzardo G 1099. 
Rohelot. 2563 
Robert C. 2829 
Roberts E. 5719. 

bÌel. — 41 



Robertson W. 105 — 1548 — 1610 
— 2170. 

Robinson J. 64. 

Robinson. 3873. 

Robinson E. and Smyth. 5657. 

Robiou F. 125. 

Robolini G. 5249. 

Robolotti F. 5028. 

Roca M. V. 2674. 

Rochau A. L. 1485 — 2586. 

Rochejaquelein (la). 2758. 

Rochet d'Hericourt. 5647. 

Ròckerath P. G. 450. 

Rodriguez. 110. 

Rodt. 1282. 

Roederer P. L. 1895. 

Roepell R. 1559 — 2826. 

Roevers J. A. C. 582. 

Ròhmer Ruchner B. G. 1377. 

Rohrbacher F. R. 597. 

Roisselet de Sauclières. 641 — 2376. 

RoUand. 508 — 541. 

Rollin C. 66. 

Roma (da) a Gerusalemme , solu- 
zione della questione romano. 
2787. 

Romanelli D. 5198. 

Romani G. 2965. 

Romanin S. 1070. 

Romano B. 3175 — 3587. 

Romegialli G. 3440. 

Romeijn A. 525. 

Romey C. 1459. 

Romney. 2055. 

Ronchetti G. 2915. 

Rondinini. 665. 

Ronteix. 1094. ,„,,^ 

Rosa G. 5 - 365 - 977 — I04<t 

— 3078. 
Rosario G. 1185. 

Roscoe W. 1140 — l l'i l — 254/. 

Roscoe. 1520. 

Rose R. 2118. 

Rosellini G. 148. 

Roselly de Lorgucs. 

Rosis L. (de). 5329. 

Rosmini G. (de). 517—539 — lO-rl 

— 1822. 
Rospatt. 451. 

Ross J. 5972 — 3973. 
Ross J. C. 5995. 
Rossbach. 414. 



1604. 



.^ss 



INDICE ALFABETICO DEGLI AUTORI. 



Rosseuw de S. Hilaire E F A 
1465. 

Rossi A. 3184. 

Rossi B. 1753. 

Rossi 0. 2959. 

Rossi G. 3176 — 3454 

Rossi G. G. 2522. 

Rossi G. B. 3453. 

Rossi A. D. 3268. 

Rossi P. 1776. 

Rossi di S. Secondo. 1849. 

Rossi. 5420. 

Rossignol. 1286. 

Rossteuscher. 2420. 

Rota G. 2914. 

Roth. 780. 
Rotleck C. 27. 
Roujoux. 1290. 
Roux-Ferrand P. 13. 
Roux et Bouchet. 3047. 
Rovelli G. 3005. 
Rubieri. 1193. 
Rubini. 1570. 
Ruchat. 2369. 
Ruckelingen L. 2246. 
Ruckert E. 715 — 1753. 
Ruckert F. G. 392. 
Ruckert. 50. 
Ruckgaber E. 45. 
Rudhardt G. T. 2016. 
Rudloff. 2582. 
Ruhs F. 705. 
Ruhs. 1534. 
Rule W. W. 1321. 
Rulhières C. (de). 2280. 
Ruppel E. 5550. 
Rusca R. 2956 — 5104. 
Russell J. 2084. 
Russell W. 711 — 1751. 
Russell W. H. 2654. 
Russell M. 174. 

Russia (la) sotto V attuale impera- 
tore. 'Ì7Z7. 
Russwurm C. 2268. 
Rustow. G. 1997 — 2541 — 2698 

— 2729. 
Rutenberg 0. 1578. 



S 



Saalfeld F. 1765 — 2214 — 2245 
•Saavedra (duca di Rivas). 1869. 



Sabine E. 5599. 
Sacchi D. e G. 979. 
Sacco L. 5551. 
Sacher Masoch L. 2220 
Sacy (de). 1545. ' 

Sagra (Ramon de la). 5915. 
Sahara (le) ahjerien. 5517 

Saint- Albin A. 2798. 

Saint-Aulaire. 1926. 

Saint-Ghéron. 692. 

Saint-Ouen. 2278. 

Saint-Priest A. 1165 — 2401. (Vedi 
Dizionario biografico, pag. 285) 

Sainte-Croix. 74 — 525 

Sala A. 1829. 

Sala F. 1992. 

Salei. 1925. 

Salomoni A. 1820. 
ISaluces C. 1811 — 1812. 
' Salvador J. 169 — 184 — 646. 

Salvandy N. A. (de). 2276. 

Salvolini F. 144. 

Salys. 3441. 

Salzano. 614. 

Sambiasi G. 3020. 

Sancio. 2967. 

Sanctis F. 3058. 

Sand G. 2575. 

Sandberg G. 195. 

Sanderson J. 5792. 

Sandrini G. 2560. 

Sandwith H. 2753. 

Sanesi. 275. 

Sannicola G. 5451. 

Sansovino F. 5452. 
Santarem M. F. (de Barros v Sou/.a, 
visconte di). 1584 — 1012 — 
5518. 
Santarosa P. 1150. 
Santarosa S. 2482. 
Santini C. 5397. 
Saracini G. 2872. 
Sarayna T. 5465. 
Sardagna. 1101. 

Sarnelli P. 2911 — 2919 — 5150 
Sarpi P. 2587. 
Sartori US G. 807—1440. 
Sartorius. 2102. 
Sauer M. 5621. 

Saulcy F. ( de ). 200 — 205 -- 5656. 
Sauli L. 1020. 
Savioli Y. 2922. 



INDICE ALFABETICO DEGLI AUTORI. 



323 



Saxton. 2286. 

Scaciga della Silva. 3221. 

Scaglione P. 570. 

Scarabelli L. 945 — 5242. 

Scarlett Carapbell. 5881. 

Schafarik P. G. looo. 

Schafer. 1469 — 1494. 

Scharfenberg G. E. 5173. 

Schauenburg E. 5562. 

Schaumann A. F. II. 760. 

Schaves. A. B. G. 494— 754. 

Schedo Ferroti. D. C. 2834. 

Scheiffele A. 423. 

Schenck. 2242. 

Schepeler. 2209. 

Scherzar C. 5863. 

Schiaparelli L. 68 — 69. 

Schiller F. 2111 — 2229. 

Schirrmacher F. G. 1418. 

Schlagintweit A. e E. 5662. 

Schlechta-Wssehrd 0. 2516. 

Schlegel F. 1 — 1750. 

Schleiden M. J. 3555. 

Schlosser F. C. 25 — 57 — 59. — 
858 — 1691-1755—1995. (Veàì 
Dizionario biorjraftco, pag. 285). 

Schlosser L. G. Ì8l. 

Schlòzer K. 921 — 2155. 

Schmid L. 1451. 

Schmidt A. 2454. 

Schmid! G. A. 855. 

Schmidt G. 506. 

Schmidt I. G. 5669. 

Schmidt E. A. 45—1220—1492. 

Schmidt. 821. 

Schmidt. 621. 

Schmidt. 1455. 

Schmidt. 2691. 

Schmitt. 2334. 

Schmitz L. 87 — 271 — 450 — 709. 

Schmoelders A. 886. 

Schnatter G. 215. 

Schneidawind. 1608. 

Schneider G. G. W. 249. 

Schneiderwirth H. 228. 

Schnitzler. 2718. 

Schoell A. 255. 

Schoemann G. F. 231 — 288. 

Schoemann G. F. e M. E. Meier; 
245. 

Schoene G. 789. 

Schoetensack E. A. 802. 



Scholten H. G. 1261. 
Schomburgk R. H. 5874 — 5922. 
Schonhuth 0. 2620. 
Schònhulh. 1429. 
Schòning C. Y. 2158. 
Schoolcraft H. R. 5757 — 3758 — 

3852. 
Schorn W. 501. 
Schrader. 662. 
Schreiber. 766. 
Schrenck L. 5625. 
Schroeck. 52. 
Schubarth. 252. 
Schubert F. G. 581. 
Schuhmacher R. A. 2503. 
Schuldes. 1642. 
Schultz F. G. 214. 
Schultz. 1162. 
Schulze 446 — 589. 
Schwaner G. A. L. 5740. 
Schwartz C. 864. 
Sehwartze M. G. 115. 
Schwartzenau S. 2355. 
Schwarz. 1249 
Schwegler A. 419. 
Scinà D. 515. 
Sclopis F. 995. 
Scoresby W. 5968. 
Scott G. 1554 
Scriba. 5785. 
Sédillol L. A. 876. 
Seemann B. 5977. 
Segretaiii E. A. 2414. 
Segundo Flores. 2672. 
Segur Ph. P. 12S0. 
Segur. (monseign. de). 2777. 
Seiffarth G. 102 
Selberg E. 5758. 
Semeria P. D. G. 1007 — 1806. 
Semisch. 665. 
Serafini P. 2853. 
Seran de la Tour. 580. 
Serdonati. 1740. 
Serra G. 1010. 
,Serristori L. 1862- 
\ Serviez. 1959. 
' Seyffarth G. 157. 
Sforzosi L. 940. 

Sharpe S. 112 — 124 — 126 — 159, 
Sherring M. A. 2645. 
Siborne. 2004. 
Sicard F. 1231. 



324 



INDICE ALFABETICO DEGLI AUTORI. 



Sickel. 574. 

Sickel T. 1036 — 1037 — 1058 — 

1276 — 1283. 
Sidney. 482. 
Siebenkees. 1865. 
Siebold F. F. 5746. 
Siefert 0. A. li. 484. 
Siena L. 3362. 
Sieveking. 1126. 

Sievers. G. R. 298 — 535 — 561. 
Silbert. 682 — 2109 
Silvestri C. 5552. 
Silvestri. 3589. 
Simpson T. 3843. 
Sinding P. 152t). 
Sismondi S. 592 — 960 — 961 — 

1215. (Vedi Dizionarin hiocjra- 

fico, pag. 286.1 
Sissa L. 3444. 
Sitgreaves. 3847. 
Skarbek F. 2289. 
Skioldebrand. 5989. 
Smith E. 5850. 
Smith E. R. 5903. 
Smith B. 5749. 
Smith G. 88. 
Smith W. 3817. 
Smith. 1595. 
Smith. 744. 
Smith. 5490. 

Smitt F. (de). 2282 — 2283. 
Smucker. 3966. 

Smyth W. and T. Lowe. 3880. 
Snow W. 3994. 
Soames E. 2579. 
Soeltl. 489 — 1400 — 1653. 
Solaro della Margherita 1001. 
Solito V. 5586. 
Solitro V. 5118. 
Soltau D. W. 1602. 
Somerville T. 2069. 
Soncini V. 1552. 
Soria F. 1148. 
Soria D. 2467. 
Soriani. 5086. 
Souchay C. F. 1579. 
Southey R. 2055 — 2092. 
Southey T. 5912. 
Spagna (la) da Espartero a noi. 

2671. 
Spano Bolani D. 5507. 
Sparks (Jared). 5786 — 3787 — 3794. 



Spaia N. 1179. 

Spazier. 2709. 

Spedizione negli Urali, e nelle mon- 
tagne di Pai-Choi. 5617. 

Spino P. 2916. 

Sporschil G. 1258 — 1569 — 1406 
— 2155. 

Spotorno G. B. 1609. 

Spreti D. 5299. 

Springer R. 40. 

Sprunner C. 702. 

Squier E. G. 5765 — 3864. 

Staehlin G. F. 1452 

Slàhelin E. 1920. 

Stanhope P. H. (earl of). 2083. 

Stansbury il. 3827. 

Stapleton. 2017 

Staudenraus. 685. 

Steger F. 1063 — 2648. 

Steiger. 2525. 

Stenzel G. A. 1598 — 2140. 

Stephens J. 5957. 

Stephens. 3866. 

Stern. D. 2609. 

Stern S. 2803. 

Stern. 2650. 

Stewart C. E. 2054. 

Stewart C. 3702. 

Stewart G. S. 4000. 

Stirling W. 2178. 

Stocqueller J. H. 2546 - 3658. 

Stoeger. 2402. 

Stòger. 2251. 

Stokes. 5948. 

Stolberg F. L. 600 — 1515. 

Stoney H. B. 5939. 

Storia di papa Giovanni X. 1641. 

Storia di papa Onorio IL 1667. 

Storia del pontificato di Pio Vlf. 
2442. 

Storia d'Italia dal 1814 al 1830. 
2475. 

Storia della Lomellina. 3135. 

Storia dell'isola d'Elba. -3040. 

Storia di San Miniato. 3169. 

Storia dell'origine di Pei^cia. 5261. 

Storia della politica germanica. 
2807. 

Strahl. 1564. 

Strain I. 5904. 

Straszewicz J. 2710. 

Strauss D. F. 644 — 2365. 



INOICE ALFABETICO DEGLI AUTORL 



:5->" 



Slreif. 2568. 

Streisguih. 664. 

Slrickland A. (miss). loo.S. 

Struve. 217. 

Strzelecki P. E. 3958. 

Stuart. 3654. 

Stuart J. e Revett N. 251. 

Stuhr P. F. 76 — 2156. 

Sturt C. 5929. 

Stuwe C. G. A. 55. 

Stuwe. 888. 

Suardi. 5415. 

Successione (la) della Pri'ssia nel 

Brunswick. 2811. 
Sugenheim S. 655. 
Suhm P. F. 1557. 
Sulis. 1884. 
Sullivan. 5924. 
Susemihl F. 455. 
Sybel E. 895 — 1800 - 1957. 
Szalay L. 1544 - 2290. 
Szemère B. 2704 — 2821. 



Tabarrini P. 1695. 

Tableau des états qui ont composée 

la monarchie de Savoie. 997. 
Tachard. 785. 
Tafuri G. B. 5199. 
Talleoni. 5217. 
Tamassia G. 819. 
Tamisier M. 5648. 
Tardy de Montravel. 5629. 
Tarsia P. A. 1870 — 5015. 
Tartaglini D. 5019. 
Tartarotti G. 5550. 
Tasselli L. 5127. 
Tatti P. L. 5009. 
Tauleri B. 2898. 
Taylor B. 5570. 
Taylor R. 5954. 
Taylor. 882. 
Taylor. 5488. 

Tchihatcheff P. 2559 — 5686. 
Teleki G. 1549. 
Teleki L. 2707. 
Temanza T. 5511. 
Tempesti C. 2415. 



Tenhove. 1157. 

Tennent J. E. 5725. 

Tentori C. 1092 — 1846. 

Ternaux Compans. 5752 — 5876. 

Terni te. 5049. 

Terrebasse A. 1900. 

Tesauro E. 5400. 

Testa G. B. 1046. 

Teutsch. 1555. 

Tezozomog A. 5857. 

Theiner A. 2452. 

Théis. 411. 

Thielen M. 2160. 

Thienemann e Giinther. 5505. 

Thierry Aug. 786 — 1225 — 1517. 

(Vedi Dizionario biografico, jìa- 

gina 287). 
Thierry Am. 776 — 777 — 841 — 

844. 
Thiers Ad. 1955 — 1985. (Vedi 

Dizionario biografico, pag. 287). 
Thirlwai Connop. 269. 
Thomas. 177. 
Thomas F. S. 2012. 
Thomas e Tafel. 1089 — 1102. 
Thomson M. 2013. 
Thomson A. S. 5951. 
Thonissen .f. J. 2684. 
Thrige. 518. 
Ticozzi. 1866. 
Tilden. 3848. 

Tillemont S. (Lenain). 502 — 642. 
Tilliers A. (di). 710 — 2687. 
Timkowsky. 5685. 
Tiraboschi G. 5172 — 3206. 
Tissot P. F. 1974. 
Tittmann F. G. 284. 
Tocqueville A. (de). 1944 — 2592. 
Todd H. J. 2027. 
Todière. 1527. 
Toeche T. i'AZ. 
Todt B. 512. 

Tomacelli D. 1164 — 1175. 
Tomasi. 1774. 
Tomlins F. G. 1299. 
Tommaseo N. 1129 — 2771. 
Tommasi G. 3356. 
Tommasa. 1064. 
Tondi B. 5112. 
Tonduzzi G. 3054. 
Tonini L. 3515 — 3514. 
Tooke. 2509. 



;12G 



INDICE ALFABETICO DEGLI AUTORI. 



Topografia della città di Roma. 

3320. 
Toreno J. 2207. (Vedi Dizionario 

biografico, pag. 290). 
Torre F. 2512. 
Torremuzza G. 2865. 
Torrente. 2667. 
Torri. 3177. 
Torteroli. 3348. 
Toscano. 3155. 
Tosti L. 595 — 1044 — 1638 — 

1661 — 1703 — 1729 - 3187. 

(Vedi Dizionario biografico, pa- 
gina 290). 
Touchard-Lafosse. 2692. 
TourguenelY N. 2839. 
Touron. 1699. 
Townsend G. 171. 
Townsend. 3839. 
Triichsel D. G. 15. 
Traifés ( ìes ) seronl' ih eternels ? 

2759. 
Traitéi piiblics de la maison de 

Savoie. 1810. 
Tranquillo I. 5285. 
Travasa. 674. 
Tregain E. ( de ). 1158. 
Treitschke C. G. 1391 — 5281. 
Tremaux P. 5516. 
Trendelenburg F. A. 1852. 
Tria G. A. 3122. 
Tricoupi S. 2745. 
Trollope A. 2552. 
Tronci P. 3275 — 5276. 
Tronson J. M. 5628. 
Troubetzkoy A. 2841. 
Troya C. 831 — 946 — 947. (Vedi 

Dizionario biografico, pag. 291). 
Trutta G. 2865. 
Tschudi. 3901. 
Tucker G 3772 — 5797. 
Tuckey. 5530. 
Tiirk. 816. 
Turner G. 3942. 
Turotti F. 1787 — 2469. 
Turriozzi F. 3404. 
Tursellino 0. 3156. 
Tuzii F. 5568. 

Tytler P. F. 1558 — 1549—2024. 
Tzschirner. 619. 



U 



Ubicini J. H. A. 2828 —2831. 

Uckert. 85. 

Ugliengo G. e Yineis N, 3054. 

Ugolini F. 5426. 

Uhlemann M. 116 — 154 — 155 

— 165. 
Ule 0. 5489. 
Ullmann G. 679. 
Ulloa A. 3156. 
Ulloa G. 2484. 
Urquhart D. 2797. 
Urso R. 2873. 
Uschold. 282 — 283. 
Ussing G. L. 470. 



Vacani C. 1789. 

Vagina d'Emarese F. 3179. 

Valdengo G. 3105. 

Val despino S. A. 2677. 

Valente D. 1152. 

Valentin. 1080. 

Valentini R. 2950. 

Valguarnera M. 5255. 

Vallerò A. 1842. 

Valle T. 5274. 

Vallet de Virville A. 1270. 

Valli M. 5158. 

Valvasone G. 5084 — 5424. 

Van Bruyssel. 2686. 

Va II Kampen. 1500. 
jVannucci A. 428 — 1122 — 1775. 
i Van Praet J. 1506 — 1507. 
I Vanzi P. 3250. 
' Varchi B. 1117. 
, Varese C. 1011. 

Varnhagen von Ense C. A. 1887. 

Vaublanc. 1260. 

Vaulabelle A. 2584. 

Vaux W S. W. 196. 

Vecchi G. A. 2480. 

Vecchiazzani M. 3075. 
, Vedriani L. 5171. 

Vehse C. E. 1392 — 2097 — 2658. 



INDICE ALFABETICO DEGLI AUTORI 



.•V27 



Venedey G. i370 — 2544. 
Venezia, ossia Schizzo per servire 

alla storia della forza brutale , 

2o64. 
Veni G. 3161. 
Venlimiglia F. A. 3337. 
Venturi G. 3468. 
Venturi G. B. 3349. 
Vera A. 16. 

Verci G. B. 2906—3232—3418. 
Verdière. 1738. 

Vermiglioli G. B. 2888 — 3256. 
Vernon. 2065. 
Verona A. 990. 
Veronesi G. 3170. 
Verri P. 1050. 
Verri A. 1784. 
Verteuil A. 3925. 
Vertot R. 913 — 1495. 
Verworst. 167. 
Vesi A. 5527. 
Veuillot E. 1977. 
Vidaillan. 1654. 
Vidalin. 1550. 
Viggiano. 5292. 
Vignati G. 3133. 
Vigo L. 2854. 
Villanova G. B. 3132. 
Vinari P. 2542. 
Villemain A. F. 2052 — 2775. 
Villeneuve-Bargemont C. L. i de 

Trans). 1265. 
Villermont. 2117. 
Villers C. 2562. 
Vimercali C. 2479. 
Vincens E. 1012. 
Vincent W. 331. 
Vincke L. 452. 
Viola S. 516 — 5302. 
Visi G. B. 3155. 
Vita e viaggi di Drake. 1625. 
Vitale T. 2886. 
Vitale Brancadoro. 3160. 
Vitringa. 1502. 
Vittori. 2932. 
Vivenzio. 1151. 

Vivien de S. Martin L. 86— 1586. 
Vivoli G. 5129. 
Vizani P. 2950. 
Vloten G. 2250. 
Voersio F. 2988. 
Vogel A. 575. 



Vogel. 1590. 

Yògelin C. 1521. 

Yogt C. 2755. 

Voigt Gio. 920 — 1045 — 1444 — 

1651. 
Voigt Gior. 1754. 
Voivreuil. 1940. 
Vòlker C. 550. 
Vollharl. 952. 
Volpi G. 1051. 
Volpicella S. 2867. 
Volta L. 5152. 
Voltersdorf E. 475. 
Volz. 588. 
Voyage en Islande , et en Groen- 

iand. 5985. 
Voyage en Scandinavie , Laponie , 

Spitzberg , et atix Faroer. 3988. 



W 



Wachsmuth E. G. 457 — 1959. 

Waddiug. 2416. 

Waitzmann. 600 — 695. 

Walch. 215. 

Walckenaer A. 457. 

Walewsky A. 2121. 

Wallhauss. 2345. 

^Yallon H. 99. 

Wallraf. 555. 

Walpole 0. 2074 — 2080. 

Walpole F. 5946. 

Wappaeus. 1601. 

Warnkònig L. A. 1509. 

Warren E. 2656. 

Wartniann E. 498. 

Watson R. 2197. 

Watterich. 1446. 

Weber G. 54. 

Weber. 459. 

Weber. 2580. 

Weddel 3997. 

Weil G. 869 — 870 — 874. 

Weiss G. B. 1312. 

Weiss G. 2196. 

Weissenborn E.G. (j. 211 

Welcker F. G. 235. 

Welden L. 2002 — 2488. 

Wellsted. 5649. 



328 



INDICA ALFABETICO DEGLI AUTORL 



Welter T. tì. 54. 

Wenck V. lì. 1230 — 1585. 

Wendt. 5729. 

Wendt. 1724. 

Wendt e Meyen. 5492. 

Werfer. 1851. 

Wernicke C. 48. 

Werther. 410. 

Wesché G. L. 2621. 

Wessenberg. 1727. 

Westgarth. W. 5955. 

White I. 1221. 

White. 2682. 

Whiteside I 2472. 

Wichmann B. H. 2296. 

Wiens. 2176. 

Wiesner L. C. 2700. 

Wietersheim E. 727. 

Wiggers. 2586. 

Wihi L. 554. 

Wilbraham R. 5655. 

Wilcke F. 916. 

Wilhelm. 521 — 756. 

Wilken F. 554 — 861 — 890. 

Wilkes C. 5990. 

Wilkinson J. (Gardiiei). 119— -158. 

William and Calvert. 5959. 

Williams J. J. 5867. 

Williams W. 5909. 

Williams. 528. 

Willisen G. 2486. 

Wilmans. 1595. 

Wilson R. 1998. 

Wilson H. 5965. 

Wilson H. H. 5665. 

Winckelmann G. G. 91. 

Winckelniann E. 1191. 

Wirth G. G. A. 1568. 

Wiseman N. (card.) 647 —2511. 

Wislicenus E. 1611 — 5791. 

Witt C. 5798. 

Witte C. 2528. 

Witte J. 656. 

Wittmann F. M. 520 — 761 — 

768. 
Wolf Adam. 2126. 
Wolf Adolfo. 2655. 
Wolf. 770. 
Wolff. 224. 
Wolff. 2602. 
Wolff. 2598 — 245<). 
Wolseley G. J. 5084. 



Woltersdorff. 551. 

Wood. 1941. 

Woodbine Parish. 5890. 

Woodward B. B. 1356. 

Worbs. 467. 

Worsaae G. G. A. 1518. 

Wrangel F. 5824. 

Wright T. 757 — 1510 — 1350 

2051. 
Wrightson R. 2466. 
Wiirm C. F. 2827. 
Wiirstemberger L. 1002. 
Wiistenfeld. 1088. 
Wuttke A. 73. 



Yates W. 5956. 
Yates. 2745. 
Young. 2385. 
Young 1625. 
Yule E. 3714. 



Zaccaria F. A. 3126. 
Zachariae C. S. 474. 
Zagala P. 3464. 
Zahn W. 5048. 
Zambaldi. 5290. 
Zambelli A. 146. 
Zancaroli B. 2999. 
Zanchi Bertelli A. 3225. 
Zanetti B. 818. 
Zannetteli. 1096. 
Zanoli A. 1788. 
Zapasnik A. 2838. 
Zehrtmann. 1598. 
Zeiss G. 39. 
Zeller. 862. 
Ziegler C. 2367. 
Ziegler A. 3500. 
Zielinsky. 1560. 

Zimmermann G. 1405 - 1802 ■ 
2049 — -2101 — 2457—2651. 
Zimmermann A. 2471. 
Zini L. 939. 
Zinkeisen G. G. 2315. 



liSDlCE ALFABETICO DEGLI AUTORI. 



Zirngibl. 1456. 
Zober. 2120. 
Zobi, A. 1867 — 5280. 
Zoepfl E. M. 2649. 
Zona. 29S2. 



329 



Zoncada. 694. 
Zschokke H. 1522. 
Zuccardi F. 3429. 
Zucchi. 825. 
Zurla P. 1596 — 1597. 



BIBL. — 42 



INDICE 



Introduzione Pag. v 

Sulle opere bibliografiche consultate • xi 

Tavola sistematica . . , . , • xv 

Parte I. Prolegomeni e storia antica . 1 — 698 . . . • 1 

. //. TI medio-evo 699 — 1740 .... 38 

• HI. Storia moderna .... i741 — 2443 . . . • 104 

. IV. I tempi nostri 2444 — 2844 ...» 145 

» V. Bibliografia storica dei mii- 

nicipii italiani .... 2845 — 3484 ...» 166 
. VI. Bibliografia geografica . . 3485 — 40u0 .... 201 

Dizionario biografico dei maggiori storici contemporanei d'ogni 
nazione • 237 

ITALIANI — Amari Michele, Balbo Cesare, Cantù Cesare, Carutti Dome- 
nico, Cibrario Luigi , Cicogna Emanuele Antonio , Litta Pompeo , 
Micali Giuseppe , Ricolti Ercole , Sismondo Sismondi , Tosti Luigi , 
Troya Carlo. 

FRANCESI — Barante Guglielmo Prospero, Capefigue Onorato , Guizot 
Francesco Pietro, Henrion Riccardo Augusto , Lacreteile Carlo, Mi- 
chelet Giulio, Mignel Francesco Augusto, Saint-Priest Alessio, Thierry 
Agostino, Tbiers Adolfo. 

INGLESI — Bancroft Giorgio, Carlyle Tommaso , Grote Giorgio, Hallam 
Enrico, Irving Washington, Lingard Giovanni, Macaulay Tommaso, Pre- 
scott Guglielmo. 

TEDESCHI — Aschbach Giuseppe, Bunsen Cristiano Carlo Josia, Creuzer 
Federico, Dahimann Federico Cristoforo, Ewald Enrico Giorgio, Forster 
Federico, Gervinus Giorgio Gottofredo, Hammer Purgstall Giuseppe, 
Heeren Arnoldo, Leo Enrico, Lepsius Carlo Riccardo, Mommsen Teo- 
doro, Ranke Leopoldo, Raunier Federico, Schlosser Federico Cristoforo. 

Frixell Andrea svedese, Geijer Erico svedese, Lassen Cristiano svedese, Pa- 
lacki Francesco boemo, Toreno Jose spagnuolo. 

Indice alfabetico degli autori • 295 



Ì.V 



OPERE m NUMERO ^'endxbili i^Lella libraria antica e 
moderna di Gaetano Schiepatti in Milano , ^-ia di San 
Pietro all' Orto, nnm. 17 B. 



Bordoni prof. Antonio. Propo- 
sizioni teorico-pratiche di ma- 
tematica. Pavia 1842, un vo- 
lume ln-8. . . . It. Lir. 4 — 

Bremser. Trattato zoologico e 
fisiologico sui vermi intesti- 
nali dell' uomo. Pavia 1833, 
un volume in-8 con tavole in 
rame , 7 _ 

Briand e Brosson. Manuale 
completo di medicina legale. 
Pavia 1833, voi. 3 in- 16. .10 50 

Dante AUighieri. La Divina 
Commedia, parafrasata ed il- 
lustrata dal conte Francesco 
Trissino col testo originale a 
riscontro. Vicenza 1858, vo- 
lumi 3 in-8 » 24 — 

Darwin Erasmo. Gli amori 
delle piante, traduzione dal- 
l'originale inglese con note di 
Giovanni Gherardini. Milano 
1844, in-4 > 6 50 

Domat. Le leggi civili disposte 
nel loro ordine naturale, tra- 
duz. con note del prof. Pa- 
dovani. Pavia 1826, voi. 10 
in-8 di bella e corretta edi- 
zione . ^ i 60 — 

Gherardini Giovanni. Opere 
complete. Milano 1838 al 1857, 
undici grossi volumi in-4 a 
due colonne, di complessivi 
fogli 1078, ossia pagine 8624 » 262 50 

Delle suddette Opere si danno se- 
parate le segueìili: 

Voci e maniere di dire ad- 
ditate a' futuri vocabolaristi. 
Due grossi volumi in-4 di fo- 
gli 245 pagine 1960. . . 40 — 

Appendice alle Grammati- 
che italiane, seconda edizione 



aumentata. Un volume in-4 

di pagine 698 . . It. Lir. li — 

Supplimento a' Vocabolari 
italiani. Sei grossi volumi in-4 
di fogli 567 pag. 4556 . .Ifi5 61 

Eleirienti di poesia. Un vo- 
lume in-8 , jj _ 

Manuale lessigrafico , ossia 
Compendio della lessigrafia 
italiana messa a confronto 
con quella insegnata dal Vo- 
cabolario della Crusca. Un vo- 
lume in-16 , 2 17 

Niebuhr. Storia romana, tradot- 
ta dal prof. Defendente Sac- 
chi. Pavia 1832, due grossi vo- 
lumi in-8 » 12 — 

Rajmann. Principii di patolo- 
gia e terapia medica speciale, 
trad. del dott. Buflini. Pavia 
1836, due grossi voi. in-8 » 17 39 

Rinaldini. Trattato di tossico- 
scopia chimica per uso dei 
medici e degli speziali, ecc. Pa- 
via 1836, un volume in-8 > 5 60 - 

Schlegel A. G. Corso di let- 
teratura drammatica, trad. di 
Giovanni Gherardini, con im- 
portanti correzioni e note. 
Milano 1844, un volume in-4 
a due colonne . . . . * 12 — 

Torre colonn. Federico. Storia 
dell'intervento francese in Ro- 
ma nel 1849 con importanti 
documenti otTiciuli , ed una 
grande carta topografica del-^ 
l'assediodi Roma. Torino 1851, ' « 

voi. 2 in-12 con ritratti. .10 — 1 

Walter. Opere chirurgiche , • | 

traduzione del prof. Porta. 
Pavia 1827, voi. 2 in-8 con 
tavole lo — 



l3ftV 



<: 

m 
so 



(TI 

m 



39 

> 

SO 

-< 



I3WV 



UNIVERSITY OF CALIFORNIA LIBRARY 

Los Angeles 
This book is DUE on the last date stamped below. 



-->. 



n 






^lOSANCELfj^ 

o 





%a3AiNn-3W^^ 



v^lOSANCEIfX;> 

o 




■^/saaAiNomv 



^HIBRARYQc 




%0JnV3J0^ 
^OFCAlIFOfi»^ 




li 



^lOSÀNCElfj-^ 




toAiNniWV> 



^^ 



.^,V)rLALIFO% 




^OfCAllF0% 




.^WEUNIVERi-//) 



vvlOSANCElfj^ 

o 




^<?Aavaaiì# "^^Aavaani^ <rii]ONvsov^ '^/sa3AiNiì3WV 



AWEl)NIVERy/A 



^lOSANCElfj-^ 



^UIBRARYOc. ^IIIBRARYQ^ 




^J5i3Wso# '^/ja3AiNn-3WV^ '^ao3nv3jo'^ ^oiìm-é^"^ 



C3 

3i- 






^WE-UNIVERi"//, 



^IMCElij-^ 



1^1 iort 



.^OFCAIIFO% 



^ 



-^OFCALIF0% 



e ^^l•LlBRARY^^ 




\WEUNIVER5'/A 




O^lUV ^^^UC SOU-HERN REGIONAL -i3RAR , FACILITY 




A 000 105 574 8 

^«i^ojnvjjo-^ "^^ii^ONv-soi^"^^ ^/ia3MNn]WV^ ^mm^"^ %\ 



y A-OfCAlIFO/PA. 



^«^AavaaiH^ 



awe-univers^/a 




<ril30NYS01-"<^ 



^lOSANCElfX^ 







£? 5 ^ 



"^OAavaain>?^ '^o, 



v^lOSANCElfx> 




%a3AiNn-3WV^ 



^lOSANCElfjv, 



^ 5 



"^/sa^AiNn-awv 



-v^llIBRARY^k. 



-^^^ILIBRARYOc. 




^i!/0JnV3-J0^ '^.!/0JnV3J0>^ 



^OfCAlIFO%, 

ce a /.-» A o 







,^OFCALIF0%, 




^^AHvaaii-^^ 



AWEUNIVERiyA 




^J'ilJONV-SOl^ 



'5''* 

% 



^U1BRARYQ<-^ 




\WEUNIVER5-/A 




^lOSANCElfj-^ 




^^llIBRARYQc. ^^^l■ 




^ 



^.5/0JllVJJ0>^ <ril3DNVSOÌ^ '^/ya3AINn-3W^ ^,!/0JnV3JO^ %{. 



> ^OFCAIIFO^^ 

r— U-l 

^ "^OAavaaiH^ 




.^MEUNIVER% 



^•lOSANCElfjVx 




<ril39NVS01^ '^/^a3AINfl-3ftV^ 



^•of-ca™^ ^of 







^lOSANCElfx* 



> =: 




"^miNIÌ^WV^ 



u ^lOSANCElfXx 



-5>^lllBRARY/9/' 



-5>^tUBRARYQc. 
«*j i Ir*' ^ 




ji^OFCAilFO/?^ 



^ 




^0FCAIIF0% 







AWEUNIVERi"//) 



^.tfOJIWDJO^ %OJI1V3JO^ %^3DNYS01'^ 




AWEUN!VER% ^U