(navigation image)
Home American Libraries | Canadian Libraries | Universal Library | Community Texts | Project Gutenberg | Children's Library | Biodiversity Heritage Library | Additional Collections
Search: Advanced Search
Anonymous User (login or join us)
Upload
See other formats

Full text of "Nuovo vocabolario greco-italiano"

This is a digitai copy of a book that was preserved for generations on library shelves before it was carefully scanned by Google as part of a project 
to make the world's books discoverable online. 

It has survived long enough for the copyright to expire and the book to enter the public domain. A public domain book is one that was never subject 
to copyright or whose legai copyright term has expired. Whether a book is in the public domain may vary country to country. Public domain books 
are our gateways to the past, representing a wealth of history, culture and knowledge that's often difficult to discover. 

Marks, notations and other marginalia present in the originai volume will appear in this file - a reminder of this book's long journey from the 
publisher to a library and finally to you. 

Usage guidelines 

Google is proud to partner with libraries to digitize public domain materials and make them widely accessible. Public domain books belong to the 
public and we are merely their custodians. Nevertheless, this work is expensive, so in order to keep providing this resource, we bave taken steps to 
prevent abuse by commercial parties, including placing technical restrictions on automated querying. 

We also ask that you: 

+ Make non-commercial use of the file s We designed Google Book Search for use by individuals, and we request that you use these files for 
personal, non-commercial purposes. 

+ Refrain from automated querying Do not send automated queries of any sort to Google's system: If you are conducting research on machine 
translation, optical character recognition or other areas where access to a large amount of text is helpful, please contact us. We encourage the 
use of public domain materials for these purposes and may be able to help. 

+ Maintain attribution The Google "watermark" you see on each file is essential for informing people about this project and helping them find 
additional materials through Google Book Search. Please do not remove it. 

+ Keep it legai Whatever your use, remember that you are responsible for ensuring that what you are doing is legai. Do not assume that just 
because we believe a book is in the public domain for users in the United States, that the work is also in the public domain for users in other 
countries. Whether a book is stili in copyright varies from country to country, and we can't offer guidance on whether any specific use of 
any specific book is allowed. Please do not assume that a book's appearance in Google Book Search means it can be used in any manner 
any where in the world. Copyright infringement liability can be quite severe. 

About Google Book Search 

Google's mission is to organize the world's Information and to make it universally accessible and useful. Google Book Search helps readers 
discover the world's books while helping authors and publishers reach new audiences. You can search through the full text of this book on the web 



at |http : //books . google . com/ 




Informazioni su questo libro 

Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google 
nell'ambito del progetto volto a rendere disponibili online i libri di tutto il mondo. 

Ha sopravvissuto abbastanza per non essere piti protetto dai diritti di copyright e diventare di pubblico dominio. Un libro di pubblico dominio è 
un libro che non è mai stato protetto dal copyright o i cui termini legali di copyright sono scaduti. La classificazione di un libro come di pubblico 
dominio può variare da paese a paese. I libri di pubblico dominio sono l'anello di congiunzione con il passato, rappresentano un patrimonio storico, 
culturale e di conoscenza spesso difficile da scoprire. 

Commenti, note e altre annotazioni a margine presenti nel volume originale compariranno in questo file, come testimonianza del lungo viaggio 
percorso dal libro, dall'editore originale alla biblioteca, per giungere fino a te. 

Linee guide per l'utilizzo 

Google è orgoglioso di essere il partner delle biblioteche per digitalizzare i materiali di pubblico dominio e renderli universalmente disponibili. 
I libri di pubblico dominio appartengono al pubblico e noi ne siamo solamente i custodi. Tuttavia questo lavoro è oneroso, pertanto, per poter 
continuare ad offrire questo servizio abbiamo preso alcune iniziative per impedire l'utilizzo illecito da parte di soggetti commerciali, compresa 
l'imposizione di restrizioni sull'invio di query automatizzate. 

Inoltre ti chiediamo di: 

+ Non fare un uso commerciale di questi file Abbiamo concepito Google Ricerca Libri per l'uso da parte dei singoli utenti privati e ti chiediamo 
di utilizzare questi file per uso personale e non a fini commerciali. 

+ Non inviare query automatizzate Non inviare a Google query automatizzate di alcun tipo. Se stai effettuando delle ricerche nel campo della 
traduzione automatica, del riconoscimento ottico dei caratteri (OCR) o in altri campi dove necessiti di utilizzare grandi quantità di testo, ti 
invitiamo a contattarci. Incoraggiamo l'uso dei materiali di pubblico dominio per questi scopi e potremmo esserti di aiuto. 

+ Conserva la filigrana La "filigrana" (watermark) di Google che compare in ciascun file è essenziale per informare gli utenti su questo progetto 
e aiutarli a trovare materiali aggiuntivi tramite Google Ricerca Libri. Non rimuoverla. 

+ Fanne un uso legale Indipendentemente dall' utilizzo che ne farai, ricordati che è tua responsabilità accertati di farne un uso legale. Non 
dare per scontato che, poiché un libro è di pubblico dominio per gli utenti degli Stati Uniti, sia di pubblico dominio anche per gli utenti di 
altri paesi. I criteri che stabiliscono se un libro è protetto da copyright variano da Paese a Paese e non possiamo offrire indicazioni se un 
determinato uso del libro è consentito. Non dare per scontato che poiché un libro compare in Google Ricerca Libri ciò significhi che può 
essere utilizzato in qualsiasi modo e in qualsiasi Paese del mondo. Le sanzioni per le violazioni del copyright possono essere molto severe. 

Informazioni su Google Ricerca Libri 

La missione di Google è organizzare le informazioni a livello mondiale e renderle universalmente accessibili e fruibili. Google Ricerca Libri aiuta 
i lettori a scoprire i libri di tutto il mondo e consente ad autori ed editori di raggiungere un pubblico piti ampio. Puoi effettuare una ricerca sul Web 



nell'intero testo di questo libro da lhttp : //books . google . com 



uovo 



VOCABOLARIO 



GRECO-ITALIANO 



^■* ^ j ■» • 



WTJOTO 
GRECO - ITALIANO 



€0«P1I,ATO 



JtUCHELE SARTORIO 



Clara est singolartum ; siogularia 
aiilem . iooumera. 

FoRcaufKi. Leu. al Z^stm. 







ivasuo 



TIPOGRAFIA E LIBRERIA PIRGXTA E C 
i 8 4 6 



iJJQ^jrQ 



CAD Oe/ou^ Cavooocvuw woGueoiib 



AUTORE DEI BlJ^ri STORICI E XìlS^lAJ I SNARDO 



SQQ(ES2aQiS SiliaVCDSQd) 



salute. 



L 



i& d'una volta , sincero e leale amico, voi com- 
piangeste meco la condizione presente delle nostre let- 
tere, e facendo un confronto con quanto si viene ope- 
rando in Germania e in Francia, conchiudeste saviamente 



( V. ) * 

44e^ a scuotere gli l£sili«n) di tanto letargo, itiAht 

necessaria una perseverante cospirazione di mezzi 
efficaci a far cessare il danno e la vergogna che 
derivano dalla nostra inerzia. Che in Francia 
e in Germania non si stampano soltanto novellette e' 
romanzi da intrattenere donne e fanciulli, ma bensì. 
si svolgono i più importanti problemi dell' istoria j 
in correlazione con la civiltà europea , si colti- { 
vano con le più luminose applicazioni le scienze na-. ; 
turali; e la stessa filologia, sussidiata da altri studj \i 
ìfecessorj , è salita appresso 'di quelle nazioni a una 
invidiata altezza ; eppure cotesti studj , alcuni secoli 
sono , formavano il miglior titolo di gloria che i 
nostri padri potessero vantare in faccia all' Europa 
intiera. 

Noi non manchiamo a' nostri di d'uomini sommi in ogni 
branca del sapere, e.tali da gareggiare coi più insigni 
ingegni d' Europa; manchiamo bensì della altrettanto, 
benefica quanto poco pregiata cooperazione di quegli 
ingegni che , posti in seggio meno elevato , sanno 
però far tesoro delle granJf meditazioni dei sommi , 
e applicarle con senno e\criterio mercè di opere po- 
polari. Di qui l'assoluto bisogno di più d'un libro ele- 
mentare indispensabile alla buona riuscita di certi studj. 
E per tacere di altri, mi sapreste voi, amico carissimo, 
che pure alla limpidezza d' una fantasia pronta e 
perspicace congìungete dottrina ^ filosofia, additarmi 
un Lessico Greco-Italiano ad uso delle nostre scuole, 
che possa comodamente e con mediocre spesa acqui- 
starsi ? Eppure io credo esser questo uno degli osta- 
coli maggiori che si oppongono all'acquisto d' una 
lingua cosi originale e importante a conoscersi. — Niuna 



/ 



( VII ) 



cosa io credo esser più assurda; diceva arvni sono il be- 
neiDcrito P. Giovanni Zucconi (Jelle Scuole Pie, quanto 
il pretendere che i giovanetti, ancor .rozii nella lin- 
gua latina^ debbano apprendere per mezzo di essa la 
greca , e nei Lessici Greco-Latini sappiano scegliere 
fra Je molte la voce corrispondente^ in particolare 
a ciascun greco vocabolo, e quindi tradurla al vero 
significato italiano. Avviene per lo più che ne pren- 
dano una a caso, e che, parimente a caso volgariz- 
zandola, o nulla intendano o intendano tutt'altro che 
il vero sentimento dell'Autore. Né giova il dire^ che 
tutti questi errori verranno poi corretti dal maestro 
a cui appartiene il richiamare gli scolaci alle oppor- 
tune osservazioni ; poiché sarà sempre più vantaggioso 
al profitto ch^ la prima impressione che i giovani 
ricevono sia la vera. E se una via più facile all'in- 
telligenza si apre agli studiosi dell'Ellenismo, non vi 
ha dubbio, che ancor più di buon animo sieno questi 
per applicarvisi e proseguirne il corso, intanto che i 
maestri si troveranno alleggeriti dal grave imbarazzo 
di dovere insegnar nel tempo stesso due lingue dif- 
ficili , una delle quali ha da servir di mezzo per 
l'intelligenza deir altra. Che se un srmil metodo nei~ 
tempi trascorsi ha pur prodotti uomihi per merito 
insigni in questa parte di bella letteratura, il piceni 
numero per altro degli intendenti del gre'co, e le ar- 
due e pelose fatiche che questi doverono durare per 
arrivarne ai possesso , provano abbastanza che V in- 
segifiamento della lingua greca poteva esso pure rice- 
vere qualche riforma, per cui più facile si rendesse 
e più universale, e si cessasse dal riguardar questo 
studio come il privilegio di pochi genj elevati e di 



( vili ) 

prima sfera, che, forniti e di volontà e di tempo, piik 
per genio che per impegno o dovere vi si applica- 
vano. Ed ^n tal miglioramento tanto maggiormente 
sembra conveniente nell'attual sistema di educazione, 
in quanto che, mentre sì dirigono i giovani alle di- 
scipline in età ancor tenerissima, e si vogliono spin- 
gere a varie e diverse istruzioni , tuttavia a questa 
nioltiplicità e varietà di cose da impararsi si vuole 
ancora aggiungere una straordinaria sollecitudine. 
Questa non potrebbe certamente ottenersi seguendo 
il metodo antico di fare imparar la lingua greca coi 
Lessici Greco-Latini, giacché o converrebbe aspettare 
che i giovani alunni si fossero della lingua iatina resi 
pratici, rinunziare all'utile .progetto di renderne più 
generale l'istruzione. 

Inoltre non in tutti i luoghff e non egualmente da 
tutti possono, senza grave scomodo, provvedersi Lessici 
Greci. Quello che più facilmente ritrovasi é lo Scre- 
velio ; ma esso, riconosciuto anche troppo inesatto ed 
incompleto dagli intelligenti presso ogni colta nazione, 
non può oramai più soddisfare ai nostri desiderj ed 
ai nostri bisogni (u). Gli altri di maggior merito sono 



(i) Quanto qui dice il P. Zuccooì di cotesto vantato les- 
sicista^ , é fondato sul vero. Uoo de' principali difetti dello 
Screvelio é l'ommettere che fa un gran numero di espres- 
sioni > altrettanto comuni nell'uso quanto quelle ch'egli vien ri- 
ferendo. Spesso indarno si cercano in quel suo Lessico parecchie 
parole adoperate dai migliori autori , e che pure occorrono 
di continuo. Per queste ed altre mende , a ragione , dice 
Boissonade> vediamo l'arido Vocabolario dello Screvelio ri- 
gettato da tutte le scuole straniere come imperfetto ed incom- 



\ 



(«) 



cosi rari e dispendiosi da non potersi né doversi pro- 
porre generalmente ad una numerosa scolaresca. Da 
ciò pertanto nasce un assoluto ostacolo ai progressi 
deir insegnamento di una lingua, che è di tutte la 
più belU, ^ la cui cognizione e divenuta ornai in 
qualche modo necessaria per una letteraria * e civile 
cultura , e altamente richiesta dalle Scienze , dalle 
Arti e'dalle Professioni tutte per l'esuberante adozione 
che in esse si è fatta dei greci vocaboli. 

Finalmente l'indole della lingua greca (se si ec- 
cettui la disposizione delle parole.) meglio coll'italiana 
che colla latina si accorda, ed abbiamo forse noi più 
termini che nella forma e nel suono si approssimano 
al greco, di quello che avessero i Latini. Che se gli 
Alemanni ed i Francesi hanno trovato più facile l'in- 
segnar il greco idioma per mezzo del proprio, e ne 
hanno già sperimentati i buoni effetti, perche non fa- 
remo noi altrettanto nel nostro, che in nulla a quelli 
è inferiore? — 

Coteste ragioni del P. Giovanni Zucconi a me 
parvero sempre cosi ragionevoli, che volonteroso ac- 
colsi la proposta fattami di compilare un nuovo Vo- 
cabolario, che accennasse le voci principali al giovinetto 
che si viene incamminando allo studio della lingua di 
Demostene. A tal uopo ho procurato da prima che il 
mio breve Lessico riescisse meno imperfetto; ho sem- 
pre contrapposto ad ogni vocabolo greco tante voci ita- 
liane quante bastassero a spiegare i varj significati in 



plelo. Esso è finto di lunga mano dal VocaboUrio Greco- 
Tedesco dello Scliueider , a buon diritto tenuto io gran conto 
dalle migliorì Università d'Europa. 



(jO 

cui casosi trova"" usato dai principali autori di^rosa o 
di verso. La mia non è una sinonimia capricciosa (i), 
ma heosi richiesta dall' indole veramente singolare 
della lingua greca. Mentre mi diedi ogni cura di ac- 
cennare i significati primarj, ne restrinsi però i deri- 
vati e i metaforici; qua e là non ho mancato di 
^ richiamare alcune delle più importanti regole gram- 
maticali. In quanto all' etimologie e alle così dette 
radici j ho accennato quelle soltanto che mi sono parse 
chiare ed utili , trascurando le altre come incerte e 
quindi superflue. Per rispetto alle parole composte, mi 
attenni alle più necessarie, consultando sempre, cosi 
in questa come in ogni altra cosa^ le norme che mi 
fornisce 1' esperienza acquistata in vent' anni e più 
di privato insegnamento. Del resto, voglÌ3 avvertito 
chiunque si faccia ad usare di questo Vocabolario, 
ch'esso è un libro meramente elementare. Io ho ap- 
profittato de' bei lavori de' Padri Zucconi e Gatteschi, 
del prof. Morali e del Fontanella. Dì grand' utile mi 
è pur riuscito il Dizionario Greco-Francese del Plan- 
che, composto sul Thesaurus Lingule Grascce d'Enrico. 
Stefano. Per rispetto alla correzione tipografica non 
ho risparmiato diligenza , per quanto la mia vista , 
resa mal ferma da qualche anno per lunga ottalmia, 
me r ha concesso. Ho sincere obbligazioni al chiaro 
signor Carlo Grolli per avermi in questa parte as- 
sistito con asseverante premura. Circa alle mende mi 

(i).... Chiunque apre un Dizionario già deve sapere che 

due voci portanti il significato medesimo nessun lingua non 

ha; ma che il significato dell'una voce forza è pure illustrarlo 

eoo altre affini. 

ToMMASfiO. Giunte al Dizionario italiano. 



(«) 

sia di scusa la natura della fatica veramente im- 
proba» In un Dizionario, oltre alla difficoltà del porre 
i principi generali, e dell'ordinare secondo quelli e 
condurre il lavoro , ad ogni linea T applicazione, da 
farsene a ciascun esempio, oflfre nuove difficoltà. Cura 
est singulariam j singularia autem innumera. 

Circa ^poi al metodo da me seguito nell' applicare 
le opportune voci nostrali alle greche , voi già in- 
dovinate, amico carissimo, che in ciò mi son atte- 
nuto di preferenza a quelle màssime che si a me 
come a voi , dopo un'attenta meditazione, sembrano 
imprescindibili. Le dottrine del Tommaseo, di Gino 
Capponi, del vostro Nicolini, che presto al vanto di 
gran tragico aggiungerà anche quello di sommo sto- 
rico , dei nostro Cantù, sono di tale evidenza per chi 
le ha meditate, come avete fatto voi, che inducono 
il più assoluto convincimento. — L' Italia aspetta 
ansiosa l'opera dèi Manzoni, la quale, a giudicarne 
dalle sapienti correzioni con cui e' va rifiorendo quel 
suo Romanzo, eh' è an vero miracolo della letteratura 
contemporanea, porrà il suggello alle teorie della lin- 
gua popolare, e cosi rìsolveransi una volta in fumo 
le pretenziose 'opinioni di quelli che vorrebbero im- 
providamente doversi ammettere tra noi una lingua 
illustre distinta dal dialetto della Toscana. Ohi spunti 
presto il giorno in cui cessino cotesto contese più 
volte suscitate in Italia ne' secoli decorsi da' letterati 
per animosità provinciali , e risorte malauguratamente 
a' giorni nostri; e possa sulla concordia di tutti fon- 
darsi questo sperato, ma pur troppo sempre incerto 
rinnovamento delle lettere italiane. Rinunciamo fi- 
nalmente a queste eterne contese intorno alla lin- 1 



(XII) 

gua , alimento di perpetue discordie , contese ignote 
ad ogni altro popolo , e soltanto nostro sciagurato 
privilegio. 

Da tali convinzioni avvalorato , io diedi bando ai 
vocaboli vieti, e feci tesoro di pareccbi dell'uso vivo 
toscano, benché non per anco registrali nel Vocabo- 
lario della Crusca. — Per quanto il mio lavoro mi sia 
stato ispido e uggioso, mi fu di sollievo a quando a 
quando l'ammirazione che in me destava la struttura 
invero prodigiosa d* una lingua così potente per bre- 
vità, chiarezza e precisione , per gran ricchezza in 
forma di parole, filosofica perfezione, libero movimento 
della sua costruzione e per un'armonia sua propria. 
Infatti, come ben riflette il prof. Fiker (i) nel suo giu- 
dizioso paralello della lingua greca, latina e tedesca 
sotto l'aspetto grammaticale, quale bellezza non deriva 
alla lingua d'Omero dal proporzionato avvicendarsi di 
vocali e di consonanti , dalla purezza ed eleganza dei 
singoli suoni, che non sono tanti come nell'ita- 
liana , né si robusti come nella militare lingua di 
Roma!' Quanto viene aumentata quest'eufonia della 
lingua greca colle facili desinenze delle sue cosi varie 
declinazioni e conjugazioni! Nella quantità delle fles- 
sioni, e nella ricchezza di logiche forme è dessa la 
prima delle lingue conosciute. La ricchezza della lin- 
gua greca, che, secondo A. Wolf, supera nove volte 
quella della latina, tre volte quella della tedesca , è 
poi non solo da pregiare dal quantitativo complesso 
della medesima, ma specialmente dal prestarsi ch'ella 

(i) AnleitUDg zum Studium der grìechiscbeo und rdmisebeo 
Glassiker, etc. 



(xui) 

fa amichevolmente nella sua completa pienezza al bi- 
sogno d' ogni scrittore. Ella s* innalza ai più arditi 
voli d'un Pindaro e d'un Eschilo ; si unisce in modo 
piacevole all'insolente umore d'un Aristofane, s'im- 
medesima coi più teneri canti d'un Anacreonte e d''un 
Teocrito, ritrae i più fini frizzi e le più leggiere 9fa* 
mature della vita sociale ne' comici posteriori, e po- 
tente romoreggia collo strepitante flutto dell'Omerica 
poesia ; risponde all' alto carattere e all' incalzante 
foga d'un Demostene e d'un Tucidide; si sposa 
all^ammirata eleganza d'un Isocrate : con esso lei potè 
Platone discendere ne' più reconditi nascondigli della 
più sottile sofistica, usare i più fini giri e rigiri della 
dialettica , e salire alle più alte conclusioni filosofi- 
che, alla contemplazione delle idee ; con pari natura- 
lezza soddisfa alla modesta, schietta semplicità delio 
stile di Senofonte. Epperù qual meraviglia se veggiamo 
la greca lingua in cosi alta perfezione I Essa fu pure 
il prodotto del popolo il più finamente senzientto^ del 
più socievole, del più facondo popolo; il prodotto della 
viva fantasia degli Elleni e d'un ingegno nato fatto 
per la filosofia, il prodotto del sentimento del bello, 
che per i Greci fu un ricco dono di natura. La na- 
tura creò questa lingua; essa non conobbe l'aculeo di 
prestabilite regole scolastiche. Contribuirono al perfezio- 
namento di essa la musica, la danza, la dottrina reli- 
giosa. Egli è vero, e nessuno ardisce di contrastarlo, 
che presso gli Elleni tutte le facoltà dello spirito e 
dell' animo erano armonicamente perfezionate ; cosi il 
loro vivace buon senso creò la chiarezza e la pre- 
cisione della lingua ; la vivace fantasia , le animate 
immagini di lei, gli epiteti sensibili; la musica e la 



(XIV) 

danza, finalmente il numero e l'armonia e quella pregiata- 
eleganza. A cotesti privilegi della lingua greca accenna* 
re voleva Orazio, quel medesimo che si felicemente seguì 
le pedate dei Grecì^, quando disse: « Grcecis Musa 
dedit ore rotando loqui w. — Quindi a ragione potè 
dire il buon Rollin : ^c La Grhce a toujours étè et 
sera toujours la "^source da bon gout : e est là quii 
faut puìser toutes les connaissancesj si Von i^eut re- 
monterjusquà leur origine. Eloquencej poesie j histoirCj 
pkilosophie j médecj,ne^ e est dans la Grece que toutes 
les Sciences et tous les arts se sont formés j et pour 
la pluspart perfectionnés y et e est Ut quii Jhut aller 
les chercher su 

Queste cose io volli discorrere con voi, cortese amico, 
e cosi darvi un pubblico pegno di quell'affetto sin- 
cero, non mai disgiunto da vera stima, che sempre vi 
conserverò per tante vostre iiobili prerogative letterarie e 
sociali che vi adornano. I tempi e le mie circostanze 
pur troppo non mi permettono di presentarmi a voi, 
noto all'Italia per tante belle fantasie onde sono sparsi 
i vostri Bitmi Storici e il vostro Isnardoj già onorato 
da parecchie edizioni, se non con la meschina offerta 
d'un Vocabolario. Kel mio cuore staranno però sem- 
pre scolpiti i segni di vera amicizia di cui mi foste 
largo fin dall' infarnzia. In voi non tacque mai il buon 
volere; e l'adoperarvi operosamente a mio vantaggio 
diventò in voi da gran tempo necessità. Possa io 
sempre rimeritarvene degnamente. Vi protesto che, tra 
i disgusti dcllaf vita, il voto, l'amorevole accondiscen- 
denza degli amici mi fu sempre d' efficace balsamo. 
Tali conforti invano s' aspettano dal ricco che pur 
troppo non sente né gratitudine, né amicizia. Voi, 



¥^ 



(XV) 

benché favoreggiato dal cielo di agi , ne fate un 
retto uso e siete in ciò una delle poche splendido 
eccezioni. Proseguite animoso la nobile carriera che vi 
siete trascelta, e arricchite d^ nuovi lavori letterarj la 
patria comune. II voto de' buoni non vi mancherà 
mai, ed io godrò sempre d'ogni vostro trionfo come 
di cosa mia. Il cielo vi prosperi e vi conservi a lungo , 
al maggior lustro del bel paese di cui zelate il be- 
nessere colle opere e cogli scritti. 

Milano , il 3 1 agosto, 1 84 1 • 



( XTlt ) 



Tintola Oene Ahhrevimminmt» 



a. 


aorbto 


epit. 


acc. 


accusativo. 


esci. 


uecen. 


accento 


espiti. 


afferm. 


adjettivo. 


/. 


affermativo 


U 


«W- 


aggettivo 


fg' gram. 


Mf. « MUe. 


antecedente 


fui. 


apoe. 


apocope 
articolo 


gM, 


arU 


gener. 


asp. 


aspro 


gram. 


aspir. 


aspira to-t 


imp. 


aU, 


attivo 


imptrf. 


attìe. 


attico e atticamente 


impers. 


ttMvam, 


attivamente 


ind. 


oiint. 


aumenta tivo-a 


indecL 


aw. 


avverbio 


in/. 


1 dmbiU 
^' } afferm. 


_._^.. «dubitativo 
•'^«^'«iaftrmaUvo 


in dici 
in gener. 


awtrbial. 


avverbialmente 


in laL 


B^-m--^ 




in medie. 


e. 




in Om, 


dreonfl. 




in pari. 


eomp. 


composto 


interr. 


campar. 


comparativo 




eong. 




int. 


eons. 




inirans. 


CùHtr, 




inv. 


eontr, di 


contrario di 


inus. 


daL 


^tivo 


irr. 


tUm. 




ital. 


dar. 


'doricamente 


jon. 


àuaì. 


duale - 


latin. 


dubie, , 


dubitati vo-a 


Ietterai. 


encUu 


enclitica 


m. 


eoi 




med. 



epiteto 

esclamaiione 

espletiva 

femminile 

figurato 

figura -frammaticale 

futuro 

genitivo 

generalmente 

grammaticale 

imperativo 

imperfetto 

impersonale 

indicativo 

indeclinabile 



in dialogo 
in generale 
in latino 
in medicina 
in Omero 
in particokre 
interrogatione e in- 
terrogativo 
inter)etiooe 
intransitivo 
invece 
inusitato 
irregolare 
italiano 
ionicamente 
latinamente 
letteralmente 
maschile 
medio 



( xvin ) 



med. signif. 

meiaf, 

milit. 

mitol. 

tu 

neg. e negai, 

neutr, 

nom. 

ott. 

ovv. 

P- 

parim, 
pari, 
panie. 



pariic. 



afferm. 
dubit. 
esplet, 
negai. 



pass. 

passivam. 

pen. e penu/L 

per es* 

per sinedd. 

pers. 

person. 

pertonìf, 

pL 

poet. 

possess. 

prep. 

preposil. 



medesimo significato 

metaforicamente 
jn ilitarmente 
'^ 'fnttdlogteamente 

neutro 

negativo 

neutralmente 

nominativo 
•• ottativo 

ovvero 

perfetto 

parimente 

participio 

particella 

Ì affermativa 
dubitativa 
espletiva, 
negativa 
passivo 
passivamente 
penultima 
per esempio 
per sineddoche 
personale 
personalmente 
personificaio-e 
plurale 
poeticamente 
possessivo 
preposizione 
prepositivo 



pres. 


presente 


pret. 


preterito 


prim. 


primitivo 


priv. 


privaiione, privali\a 


pron. 


pronome 


cdimostrat. 


(dimostrativo 


pron.\prim. 
irei. 


P'^**°°* ^prirailivo 
"* (relativo 


propr, 1 


propriamente 


rad. 


radice 


raddop. 


raddoppiamento 


rei. 


relativo 


S. S. 


Sacra Scrittura 


seg. 


seguente 


semplic. 


semplicemente 


sign. 


significa 


Signif. 


significato 


sinc. 


sincope 
singolare 


*ing. 


^ogg- 


soggiuntivo 


sost. 


sostantivo 


soltin. 


sottinteso 


sp. 


spirito 


special. 


specialmente 


superi. € mfp. 


superlativo 


terni, music* 


termine musicale 


transitiva 


transitivamente 


ult. 


ultimo-a 


♦». 


vedi 


verbal. 


verbalmente 


VOC. 


vocativo 



gT I <g» I ■' 



TO € AB Oli ARIO 

\ 6RECO-1TAI.IA1IO 



1 



A Al 

A , primM lettera dell' al/ah. greco. 
Preso numerieamentet indica /'aiv- 
ta, quando ha un accento sulta lei- 
terà^ a; ma vttl mille se l'accento è 
per di sottOt ce. In principio di molle 
voci dinota privaiioDe o negazione, 
ed ha la stessa forza che in lingua 
italiana le particelle il, im, in, ir, 
per es. nelle seguenti parole t illitte-i 
rato (av/sa/t/taro^); impotente (aVu- 
yaro$); ingiusto (a^cxo$};irra«tonale 
{òi^oyOi)- Quando la voce, a cui s'ag- 
giunge r OL privativo^ incomincia da 
vocale^ allora per eufonia d' ordina- 
rio si frappone il v, dicendosi p. es. 
àyKÌvBrirOi (insensibile) invece di 
oioci'sOriro^. A in principio di parola 
è anco rinforzativoj per es* ot^pop-Oi^ 
assai strepitoso. Talvolta non cangia 
il valore della parola^ come in a/3>y]- 
Xpòi , che conserva lo stesso stgni- 
fcaio che ^Xit^jf^pòi, 

11, int. alil voce di ammirazione o 
di lamento. 

/, int. ah, voce di riso. 

ì, int. ahi ohi voce di ammirazione 
o di compassione o di desiderio. 

£^ le quali ( cose) ; quelle cose, le quali, 
le cose che ; pi. del pron. n, S (la 
qual cosa ; la cosa, che ). 

Aayrf^f C9^, e. difficile a rompersi, non 
rutto , infrangibile j saldo. 

Aaò(M, turbare^ molestare. 



AA AB 

Aoé^6J , esaUre. 

Aoc^ixTOV, ou , n. incorruttibile , non 

soggette a corrusiune. 
AaTTTo;, ou, e, non tocco , da non si 

toccare. 
AaToc/Aviv, a. i. ind. m. v. aarw. 
kecTAbìj offendere , nuocere , peccare. 
XoL9p.6i^ ou, m. esalatiooe. 
A'octo^, ou, c. non notevole, ilinocente, 

assai nocevole, invincibile , invulneru- 

bile. La radice Ktrt ed a ora è di 

priv. ed ora d* aum, 
Aoéru, nuocere. 

A^a^'^, ioi»c. che non ha profondità. 
AjSa^s, o^('* I^io voglia che, oimùl obi! 
A^ocTrTcaro;, ou, e. che non si può 

immergere. 
À^aTrrof, ou, c.non immerso, non tinto, 

parlando del ferro o deìraccìnjo. 
k^oLpiHi, éo«, c.j a^apu;, sta, u, 

non pesante. 
A^oc7TaxT05, ou, e. che non si può 

portare. 
XjSaTO^ , ou . e. inaccessibile , sacro j 

deserto , solitario. 
À.B<x.fOi^ ou, e. non tinto, che non 

ha ricevuto alcuna tintura, ffa la 

sua radice dalp. di ^aTTroj, tingere. 
A^é^aio^, ou, e. instabile, incostante, 

malfermo. 
Aj3»>T8/5ca, a;,/, inezia, stoltezza. 
k^élnpoi^ ou, e. stolto, inetto, in- 
sensato. 



A 



(O 



AB 



À^iaTTO^, ou, e. Don coslrftto, lìbero, 
volontario, inespugnabile, invincibile. 

k^ioivroiiy avv, senia sfono, libera- 
mente. 

Àj3to;, ou , e. cui mancano le cose 
necessarie al vitto. 

Abiuro;, ou, e. eh' è senza vita. 

J^^Xoi^Eia.^ OLi^ f. innocenza , salvezia. 

A/3/aj3se>)$, avtf. sema danneggiare. 

A^loc^'/ìi^ ioi^ e. che non danneggia, 
non è danneggiato , innocente. 

K^XoLTvroij ou, e. npn danneggiato. 

A^9Xa9Téu, germogliare malamente. 

A^9>a7Tyj; , iog , e. che malamente 
germoglia , sterile. 

Aj3>à'JTrjT05, ou, c.j* à/3Xa5T05, ou, 
e. che non è atto a germogliare. 

A^XsttWs, so$, c. vile, disprezzato. 

ApXsTrrsoj , non ci redere , Tederei 
poco , rivolger gli occhi ; esser cieco. 

A^^g^io, a;,/, cecitk , inconsidera- 
tezza , irriflessione. 

A^).YJ5, -flTOs- c.j ajSXrjTOs, ou, e. 
non ancor lanciato « non per anco 
ferito. 

AjSov]dYiro$, ou, e, mancante di aiuto. 

AjSovjrì, aw. sensa romore, in silenzio. 

A^óy]TO$, ou, e, taciturno, muto. 

A^Offxvjj, éo$, e. non pasciuto, di- 
giuno. 

À^OTO$ , ou , e. privo di pascolo , 
non pasciuto. 

AjSou^si, avv, sconsigliatamente. 

A^ouAso), non volere. 

Aj3ouXy]TO$, ou, e. che non vuole. 

A^ouXrìroìi , «f^c. contro volontà, di 
mala voglia. 

A^ouAia, olì,/, sconsideratesza , te- 
merità, stoltezza. 

X/3ouXo$, O'O, e. sconsigliato, improvido. 

AjSou^^rara , aw, sconsigliatissima- 
mente. 

A^ouXw^, auv, sconsigliatamente. 

A/3psxT0$, o\), e. non bagnato. 

A^piOiÒi, éo$, e. eh' è senza peso, 
leggiero. 

A^jso'^io^, ou , e. che mena delicata 
vita, che vive mollemente. 

AjSpo/AO$, ou, e. strepitante, vocife- 
rante. 

Kjìpòij pdj pov, delicato, molle. 

jL^pO'suvri, v]^,y;delicatezzaj moUezta, 
delizia, lusso. 



AB Ar 



£^pórriq, tìTOij/, mollezza. 

K^pÓTtiiOi, ouj e. delicato. 

ÀjSpoTO^, ou , e. immortale , divino , 
incorruttibile ; inanimato, insensibile. 

k^poxiv., *b, /• siccità. 

X^pojiOij ou, e. non bagnato. 

jL^ptii , tivv, delicatamente , molle- 
mente. 

k^pùìaioL, olì,/, digiuno, fame^ 

K.^po»roi, ou, e. non divorato, non 
logoro, non tarlato. 

A^uOo;, O'J, e. che non ha fondo, 
profon(^ssimo. 

X^uffios , ou , /. abisso , voragine pro- 
fondissima. 

£yoc, avv. troppo • immoderatamente. 

Xyoc'/ov , d. 2. ind, att, attic, e jon. 
V. ayoi. 

iìyayw, atlic. per ayw , v. oLycL. 

Ayà^o/Aai, ammirare, lodare, appro- 
vare. 

Ayadrsupéo), contemplare con maravi- 
glia. 

Aya^txo'g^ W, o'v, buono. 

Aya3ri$, iSoijf. gomitolo. 

Aya&oepT05 e contr, aya^npro;, «, 
m. datore di beni , benefico. 

Ayadrosjsyso), beneficare, operar bene. 

Aya&oepyto, a^, /' beneficenza. 

Aya^OTTOisci, beneficare, operar bene. 

AyadroTTOiiQffai, a. 1. in/, att, v, aya- 

droTTOlSW. 

Aya^roTTOiia, a$,/. beneficio, il ben 

fatto. 
Aya9ro7roiò«, où, e. benefico. 
Aya&07r/387r»js, «05, e. conveniente a' 

buoni, benigno. 
Ayado7r/?e7ró>$ , <»'('< benignamente. 
Aya^^óg, T], òv, buono, probo, virtuoso, 

coraggioso, esperto, abile; TOC aya- 

60C, i beni, i vantaggi. 
Ay aSro Tvj ;. YJT05, /. bontà. 
Aya^oupysci , beneficare. 
AyaSroupyyjs , 80«, e. s ayaSroupyi- 

xò;, Y}, ÒV5 aya&oupyo5^ où, e. 

benefico. 
Ayadropuvì;, io% , e. eh* è di natura 

buona. 
Ayado^uta, a?»/, bontà naturale. 
Aya&uv&eÌ5, evro;, m. a, 1. par/. 

pflr.f.». «;. aya^uvù). 
Aya9ruvw, beneficare. 
Ayadws , a9v, bene , utilmente. 



AT 



(3.) 

T" 



Ar 



Ayaio/tai, ammirare, empire dista* 
pore o terrore. 

Ayocros, a.^ 0^^ ammirabile, invi- 
diiibiie. 

Avaioi, V, ùLyoilofia,i, 

JLyaxXeyìi» éog» e. molto glorioso. 

Ayax>eiTO$, vì^ àv^ ayocx>UTÒ$, >i, 
òv ; celeberrimo , chiaro , famoso. 

Aya^oxTca, a^, /. penuria od ab- 
bopdanxa di latte. 

Ayoé>oexTO$, ou, e, ch*h sensa latte. 

Aya»ia/uio^ ecroi^ ii.^aya»iafft$, 
eois , yi esultazione , festeggiamento. 

AyaXAiao), esultare. 

AyocAAo/Aac; aya^Àoi, gloriarsi^ ral- 
legrarsi, godersi, esultare. 

Àyou/uia, aros, n. diletto, ornamento; 
simulacro, statua. 

Aya>/uiaTiov , ou, n. statuetta. 

kyaXuccrxmoiài ^ ou ^ m, statuario, 
scultore , facitore di statue. 

£r/ccfia.t , ammirare , approvare verb. 
irr, da àyaLOfioci e aya^o/mai 
(poetic. eHyccùCfieu , presso Omero 
ed Esiodo invece del prosastico aya- 
fia.1 ) X /uL 1. wed. oiyoioofieci , 
aor, I. med, viyaaa.it.riv ^ aor, I. 
pass, y/yaffOev. 

Aya/uiéy&>$, atfv, mirabilmente, volon- 
tieri, con piacere. 

Aya/uiv]TO$, ou, e. celibe, sensa mo* 
glie. 

Àya/Ata, «$,(/! celibato. 

Àyafioij ou, e. celibe, senza moglie. 

JJLyav, avv, troppo , soverchio, più del 
dovere. 

ÀyavoXTSW, contr, xl^j sofiBrire di 
malavoglia , sdegnarsi , adirarsi, stia- 
tirsi , soffrire impazientemente , la* 
gnarsi , gemere, provare sentimenti 
di dolore,, /We. iqow: ;*. T]xa. 

Ayayax'rr]«i;, eus,/. sdegno. 

Ay avoxry] to;, v], òv, suffribile a stento, 
intollerabile. 

Ayavo/.rixò;, W) òv, sdegnoso, pia- 
gnolon^. 

AyavoxTixfii);, avv. sdegnosamente. 

AyavWS) ioi,c.j Kyavò;, W) gv, mite, 
placido ; ayavoc ^s'Aea diconsi le 
frecce di Apollo e di Diana , come 
quelfb che arrecano pronta morte 
senza visibili segni di dolore e di 
tormento. 



kyavo^ùO'sùvrì , v}$, /. benignità, af- 

fabilila, dolcetta. 
JiyavófpuVj ovoij e. eh' è di animo 

mite . blando , mansueto. 
AyaTràw, contr. ttoU, /. vjffw; p. i^xa, 

amare, accareztare , fare una buona 

accogliensa. 
AyaTm, *3?)/« amore, dilezione. JÌyd- 

Trai, le Agapi, banchetti dei primi 

Cristiani, per segno di loro carità. 
AyaTnjffa?, avros, m. a, i. part. alt. 

v. ayaTzdai 
AyaTTTjffts, ioti j f.j ayaitit fio i^ o\j, 

nt.j diletione, am'oreirolezza. 
Aya7rT]Ttx9$, )i, òv, che ha forza di 

amare. 
AyaTrtjTÓ^, >], òv, amabile, caro, 

amato con tenerezza, unico, unigenito. 
AyaTrvjTÓì^f aw. amabilmente. 
Ayoc(7aff6ai, «. I. inf, m. ♦>. ayà^o- 

juiai. 
Aya»6eÌ5, évTO«, m. a. I. par*, prt* j. 

e. ayàt^Ofiai, 
Ayoéffio^, ou, e. inclito, celebre, famoso. 
Aya*/*a, aro;, n. venerazione. 
Aydaofiat^ f. i. i/m', m. p. àya/jiai. 
AyaffTÒ5, >7, òv, maravigyoso. 
Aya?Twp, ©pos, m. fratello uterino. 
Ayauo/Aai , ammirare. 
Ayauò^, Y], òv , ammirabile, altiero. 
Ayau/siocfii), insolentir molto. 
Ayauoòs , pà, pòv , molto superbo , 

molto feroce. 
Ayaw, w; ào/uiai, w/Aai, ammirare, 

guardare con ammirazione, stupire, 

invidiare. 
Ayà^&syxTOc, ©u, e. mollo sonoro. 
Ayya/58ia, ««,y^ servigio sforzato. 
Ayyapsuw, sforzare a prestare servigio. 
Ayyaoo^opifa , portare sforzatamente. 
^yyei^iov, ou , /i. vasetto. 
AyyeTov, ou , /i. vaso; vena, 
Ayye>.&eì§. évros, w. /i. 1. part. pass. 

V. avys/Xw. 
AyyeXia, ^5,/ novella, avviso, am- 
basciata, relazione. 
Ayye).t«5, ou, w. messaggio, amba- 
sciata. 
AyysXixò$, vi, òv, angelico. 
Ay7éA).w, annunziare, riportare, noti- 
ficarej/. ayye>w; /». iJyyeXxaj p. 
m, TQyyeXa; <i. f. i«*c. r>/ygt/K. 



(4) 



ÀT 



ÀT. 



X/yiXji*a, aro;, n, novella, aTTÌso, 

imbasciata. 
iiyycXo^, ou, e. nuotio, mesiaggero, 

ambasciadore. 
K'/yoi^ eo;, n. vaso. 
XySf a*^v. su via , orsù ; in gtner, 
nvverbio di esortazione, senza rife- 
rirsi alla persona , in singolare o 
in pi. ch'ella siaj ocXX'' «/s, or su, 
or via. 
ÀyeidCi), raccogliere» riuoirt, adunare 
in se; Oufiói oiyipBvi éi f piva , 
l'anima si raccolse al cuore, ctoè ri- 
venne il senUmenlojy. dyip^ ^ p. 
TQVspxaj ali. dyrìyepy.a-^ àyspSYjv, 
a or. t. pass. poet. e ion. iQycp6v)V, 
rioricam. per iytpQrt^ocif, 
AyzXà^Qi), congregare. 
AysXaios, a, ov, di branco, non 

sbrancato/ indomito. 
AyeXaffTsoi, astenersi dal riso. 
ÀysXa^TÌ , a^'^^. sema riso. 
Ay2).a(TTÌoc, 04, /. astinenza dal riso. 
AyéXa7T0{, ou, e. che iion ride, senta 

ridere. 
Ayi>rj, YJ5, /. armento, gregge, propr. 

di buoi ( raandra). 
kyeXriSòvy avv. in truppa, in branco, 

in folla. 
AysXyi'Tvjs, ou, m. eh* è del gregge. 
Aysvsia, a$, /. ignobiltà, viltà. 
Ayivsto;, ou, e. eh* è senza barba, 

imberbe. 
AyevY];, so;, e. ignobile, viU, ch*è 

senza prole. 
Aysvvoìs, af/»;. ignobilmente. 
AyévvY)TO$, ou, e. non generato. 
Ayspa7T0$^ ou , e. privo di premio, 

senza ricompensa , senza parte. 
Ayép3ry]v, a. 1. i/i^. ;)a.f.r. v. oLytlpta, 
kytpp.òij ou, m. collezione , riunione. 
Jn qualche autore e usalo nel senso 
di dyyjpjiòi, 
kyipópLVìv^ a. I. ind. m. v. ocyetpùi. 
Ayepffts, ewi, /. collezione. 
kyiO(ax^a^ a.iy f. superbia, ferocia. 
kyipco'j^Oi o\fj e superbo, intrattabile. 
Ay &p(tiy^ùìij avv. superbamente , fero- 
cemente. 
kyiirpoLTOi^ ou, m. condottiero di 

esercito, il capo. 
AysTC, avv. su via, orsù; in gener. 
avv. di esortazione per pia individui. 



kytTfii, o\J, m, condottiero. 
Aysu^Tioe, a$, /. digiuno, inedia. "" 
kytyxsràij ou, e. che non si può gu- 
stare, non gustato, non pasciuto. 
kytfapyrisioL^ a^, /. trascurii tezta o 

imperizia dell'agricoltura. 
Ayv], vjg, /. ammirazione accompagnata 

da stupore; stordimento. 
Ayrj\ rii^f. frattura, contusione. 
AyTj'y 8/5X0, p. ind. attj ayvfyspuac, 
p, ind. pass, altic. v. Kyiipoi. « 
Ayv)Xai, a. 1. in/, alt. v. ayoéXXo». 
Ayv]).aTt^w, perseguitare, cacciar via, 

metter in fuga. 
AyvfÀsios , o\J^ e. predatore. 
Ayv]V, a. S. ind. pass. v. oiya, ^ 
kyrivopioì , insuperbire, insolentire. 
Ayvfvup, opoiy m. molto valoroso, su- 
perbo. 
AyTjox*» P' '''?^* *"• **• «yw. 
Ayripao^, ou, c.j* ayvjparos, ov, cj 
oeyvjpu^, Ci), c. esente da vecchiaia, 
immortale. 
Xyifipivi, yjs, /. fortezza; valentia; su^ 

perbia. 
Ayy]9, ioi, e. scellerato. 
Ayv]TÒ$, T),- òv, ammirabile, stupendo. 
Xyia^u, santificare, consacrare. 
Ayiaff&rjff«/Aai, /. 1. i/iA pass» v. 

ayigc^o). 
i.yia.'spLOC^ «T05, n.j ayta«/AO$, ou, 

m. santificazione, consacrazione. 
Xyia'J'nrlpioVj ou, «. santuario. 
Ayia^Tn's, ou, m. santificatore. 
AyiavTia, as^/. santità. 
Ayivéu; ayiveo, condurre, raccogliere. 
Aytoypa^a, wv, it. scritti santi. 
Ayiòypa.fOi, ou, e. scrittore di cose 

sante; cosa scritta da santi uomini. 
iTycov, ou, n, santuario. 
iCyio$, a, ov, santo, sacro. 
jLyio^vlyrj, >J«,/.j* ayiÓTvjj, 1IT05, /. 

santità. 
JJLytOTotTo; , TYi , Tov , superi, da 

oiyioi^ santissimo. 
Xytou, santificare. 
AyiffTEi'a, «f, /• santità. 
Xytcrreuwj otyi^Tsaj, santificare, ve- 
nerare, tenere per sacro. 
Xyi^Tia, «5, y. santità. 
Ayiu;, «('('• santamente. 
Aytw^uvtj, *I5. /. santità. 
Ayxa^u, prendere, alzar tra le braccia. 



(5) 



Ar 



Ayxoc^v}, "tìi^f' braccio; manipolot fascio. 
Ayxa^i^O/mat, stringere tra le braccia. 
AyxaXtg, iSoi^f. braccio, manipolo. 
À7xa>o$,iou, m. fascetto. 
Ayxcè^, avv. Ira le braccia. 
AyxW TQ?, /. braccio. 
Ayxi'ov, ou, /i. valletla. 
XyxtffTjóov, ou, n. amo; uncino. 
AyxitfT/PÓCi), prender coli* amo. 
Ayxoivv], 7]$, /*. braccio. 
Ayxovs6>, operar diligentemente « af- 
frettare l'opera. 
Ayxo«, 10$, fi. fondo, vallone. 
AyxuXso^at, vibrar dardi. 
AyxuXv}, 11$, /. dardo. 
AyxuAì^o/Aat, vibrar dardi. 
AyxuìiffTTif, ou, m. ribratoredi dardi. 
AyxuÀo'o^ai , incurvarsi, esser infermo. 
Ayxu>o$, >i, ov, curvo, adunco, tor- 
tuoso. 
AyxuXo'o), curvare, rendere tortuoso. 
AyxuÀu$, avv. curvamente, tortuosa- 
mente. 
AyxuÀ6)9i$, cu$, y. incnrvasione. 
Xyxupo, poLi^f. ancora. / 

Ayxvpt ^0) , soppiantare. 
Ayxupo'»^ fermare coli' ancora. 
AyxujOODTOs, y}, òv, fermato cuU'ancora, 

fondato. 
Ayxciv , uvo^ , m« luogo della curva- 
tura del braccio} gomito e tfuaiun- 
qu€ curvatura, 
Ayxwvt^e/iai, incurvarsi, essere in- 
curvato. 
ky\v.iÒupoi^ ou, e, che ha nitida 

o bella chioma. 
Ay^atoc, a^ /. splendore, belletca, 
ornamento. Aglaia , una delle tre 
Grasie. 
AyXàra/ma, aroj, n.j ay>atV/AÒ$, ou, 

m. ornamento « splendore. 
AyXal'ffTÒi, W, òv, desiderabile, pre- 

sioso. 
kyXoMxecpTSOij ou, e. che porta belle 

e saporite frutte. 
AyXaoxouflOS, o^Jj e, che ha leggiadri 

e vispi iaoeiulli. 
ky'kccófiopfOi, oyjf e, eh' è di bella 

foima. 
ÌLy>aò$, oè, ^v, splendido, limpido, 

illustre. 
AyXao'rt/AOfy ou, e* splendidamente 
onorato. 



Ar 



Ay>aó^0i)VO{, ou, e. che ha un bel me- 
tallo di voce. 
AyAavivòf, tì, òv, bello. 
AyXaUjOOf, ou , e. luogo in cui spira 

aria gradita. 
AyXà^UjOO^, ou, e. non elegante. 
A.yXoL^rjpcài^ av^, non elegantemente. 
AyAaeu^. afe. splendidamente. 
AyAeuxy}^, co;, c.y ay).suxo$, ou, e. 

non dolce, insipido. 
AyXy}vo$, ou, e. che non ha pupille , 

cieco. 
AyXtViOV, fìM^ n. aglio. ^ 

AyXux'Qf, sof, e. amaro, privo di dol- 

cessa. 
AyXu^o;, ou, e. non inciso, non scolpito. 
Ay>u99ia, a$, y*. inettitudine al par- 
lare , taciturnità. 
AyXojfftfo;, ou, e. eh* è senta lingua , 

mal pratico a parlare. 
Xy/AO, aro;, n. frammento, suono d*una 

cosa fessa, frattura. 
Ayjtxt ^w, rompere ; commuovere. 
Ay/AÒ;, où, m. rottura , luogo precipi- 
toso e dirupato, lido. 
Xyvaiotf, «, ov, puro, casto. 
XyvajtxTTTOS, ou, e. che non si può 

piegare. 
Xyvsia, a§,/./ ayveu/xa, aro;, n. 

castità, conlinenta, espiazione. 
XyvsuTixò;, V}, òv, the serba la ca- 
stità, che nun è lascivo. 
Xyvsuu, esser casto, render puro, non 
contrarre alcuna macchia, purificarsi 
con espiazioni. 
Xyv>jV, 8Ó5 , poeUJnv, di àyvdg, e, 

casto. 
Xyvt^u, purifi<'are, espiare, immolare. 
Ayvtc/AÒs, ou, m. purificatione , espia- 
zione. 
Xyvt^Tixo's, TQ, òv, che ha fona di 

purificare. 
XyvtTYJS, ou , m. espiato dalla colpa ; 

che espia un altro. 
Ayvofu, conir. oj , ignorare, non co> 
noscere, non sapere, non intende- 
re; /. TfiffOJ p. Y3Xa; part. prex, 
imp. pass, ay vo»/ikevo; , non cono- 
sciuto , sconosciuto. 
Ayvóvi/ika, aro;, n. ignoranza , pec- 
cato commesso per ignoranza. 
AyvoW^a;, avTo;, m. a. 1. part. alt. 
V. ayvoioj. 



(6) 



Ar 



AT 



Xyvdto, a;,/, igaorania » impradema, 
terrore. 

iJLyvò^, v] ) òtf, casto , paro* che non 
ha bisogno di purgazione • quindi 
senza vizio, sacro, venerando. 

XyvÓTYJS, >JT0«,/. castità. 

Xyvu/At; ayvuu, per6. irr, da ayw, 
ya«. a^w, aor, 1. «a^a, pe//. «ocyo, 
(in sìgnif, passivo) j aor. 2. pass, 
ÌKyriv , rompere, fracassare. 

Ayv&)/AOvs&), operare ignorantemente. 

Ayv&>/jt,ovoi$, aM». ignorantemente, stol- 
tamente. 

Ayvca/AO;, ou , e. insensato , impru- 
dente , senza probità, sconoscente; 
là ayv&>jU.9V, un* ingiustizia , una 
follia. 

Ayvw/ji05uvri, >35, /. mente priva di 
consiglio , stoltezza. 

Ayvoi/A«v&);, avif. insensatamente. 

Ay v&i/Auv, ovo$ , e. privo di mente , 
insensato, senza probità , sconoscente. 

Ayvu/9i^&>, ignorare. 

AyvciJjSt^To;, ou, e. ^ «yveJs, óStos, 
e. ignoto, sconosciuto. 

Ayvù;, ùroq, adj. sconosciuto» in* 
certo, dubbioso. 

Àyvw;, avif. castamente. 

Ayv&)7ta, «$, /. ignoranza. 

Xyvu^TO^, ou, e. séonosciuto, ignoto. 

Ayyu7Tu;, aci^. incognitamente, sco- 
nosciutamente. 

Ayv6>T0$, ou, e. sconosciuto. 

Ayóvaros 5 ayovoroj , ou , e. cV e 
senza ginocchio, 

Ayovéo), divenire o esser sterile. 

Ayovi'a, «5,/., sterilità. 

A'yovog, ou, e. non nato, sterile, 
che non ha figliuoli. 

Àyooj. ou, e. che non è pianto. 

kyopoL. oii^f» mercato, foro« piazza, 
pubblico, parlagio, assemblea, arringa, 
mercato e ciò che in esso si vende; 
òiyopàL't Oiisdoct, tenere adunanza. 

Ayo^a^cj, , comperare, trattenersi nel 
foro , consultare , deliberare. ParL 
aor. f. alt. àyopoiiOLi» 

kyopaXoi, ou, e. eh* è nel foro » fo- 
rense. 

Ayopoiiui, avif. a guisa dei ciarlatani, 
buffonescamente. 

kyopv.niv^ a;,/.i ay^i9«fft$, e«}, /. 
compera. 



kyàpoL^fioe, , aroi, n. cosa venale. 
kyopatjixòi ^ ou, m. compera, cosa 

venale. 
kyopa.'S'TTnq^ «, m. compratore. 
Ayo^«7Ttxo;, vf, òv, spettante a com* 

pera. 
kyopiuùì j OLyopi^f. eu<TU, arringare, 

parlamentare, dire in pubblico. 
kyopfi^ii^^ fVTo;, ò, a. i. par U pass, 

kyoprjhtv^ avv, dall'adunanza. 

Ayo/syjnrjSj oy, m. oratore, arringatore. 

Ayo,ov]Tu$ , uo$ ) /*. eloquenza, dono 
della parola. 

Jiyopoi^ 9U, m. congregazione, eser- 
^ cito ; arringatore. 

Ayo;, 80$, n. venerazione, purifica- 
lione. 

Ayó^, ou, m. capitano, condottiero. 

Ayo^rd^, ou, m. la palma della mano, 
braccio, cubito. 

KypOLj a$, /. caccia , preda , pesca. 

kypoi.ixfXO(.T{oc , oc; , /. ignoranza di 
lettere. 

kypdfiiJLKro?, ou, e. illilterato, idio- 
ta, indotto. 

XypaTTTOs, ou, e. j* àysapo^, ow , e. 
che non è scritto. 

kypdfoìi;, avsf. senza scrittura. 

A^potuAsu , co/ifr. u, pernottare alla 
campagna , in villa. 

kypitoi^ a, ov, rustico. 

Aypsipva, v}5,/.j« aypiif'tri^ ij;,/. 
forcina , rastrellino. 

kypifiio^j ou, e. preso nella caccia. 

Ayps/AcJy, OVO9, m. cacciatore. 

AypSTia, «;,/. caccia. 

^ypixJlxoLj oero^, n. preda , spoglia. 

Ày/3SU(Ti5, «WS, /• caccia. 

kypiTJTnp, vipoi, m.j aypsuTvjs, où, 
/i. uno che prende ; quindi cacciato- 
re, pescatore. 

AypsuTtxò;, v]\ òv, esperto nella caccia. 

Ayj9su&>; aypsco , andar alla caccia, 
adescare , lusingare. 

Xypv]3r8V, aw, dalla caccia. 

Aypiaivo/Aatj inferocire, irritarsi. 

Ayptas, oiSo^jf. agreste. 

Aypt^iov, ou, /z. campicello , villetta. 

kypi^Ofion^ irritarsi, inferocire, ope- 
rare aspramente. 

kypifiouoi, a, ov, ferigno, feroce. 

Ayptost^, S77a, sv, agreste. 



(7) 



Ar 



Aypto^u/Ao^, ou, e. cfa*b di anino 
feroce. 

À.ypióixopfO^^ ou, e. ch'è di volto fe- 
roce. 

kypioTCOiài ovj e. che rende feroce. 

Kypf-Oi;^ a, ov, agreste, salvalico, fiero; 
«.ypiOi^ il contadino, il pa&lore* 

Ay/9iOffuvT»j, rìi, f.j ayp tónni, riroi, 
/. ferocità, crudeltà; toticuggine. 

kypiÒTtìi, ou, m. agricoltore. 

Aypió^poiTt, oitoi, e. feroce di mente. 

Ayptào), insalvalicare, render selvag- 
gio; in pass, insalvatichire, divenir 
selvaggio; iiiypKtìfiott, p, pass. 

Aypiuij fv*f» ferocemente. 

AypifYì^ TQ5,/. lappa, bidente» ra- 
strello. 

A.yptùiivii^ toi, e. feroce. 

kypiùìTsòij ou, e. ch'è di volto feroce, 
crudele, impudente. 

kypiaq , av¥. ferocemente , crudel- 
mente, aspramente j scortesemente; 
soticamenle. 

AyptwTÒ^, >i, ÒV) divenuto fiero. 

kypo^ÒTfii^ ou, m. che pascola nelle 
campagne. 

Aypoysireotf, ovo$, e. che ha campo 
vicino. 

kypoSioctroq, ou, e. che vive in cam- 
pagna o alla villica. 

Aypod^sv, avv. di moto dalla villa, dalla 
campagna. 

kypó^i, avv. di stato In villa, in cam- 
pagna. 

kypoixvJopiOLt ; «y/90txscD, essere di 
costumi roszi. 

kypoixicc^ oii,/. villa, casa di cam- 
pagna; roszesza, rustichezza; scortesia., 

Aypatxi^o), operare o parlare villana- 
mente 

kypoixiy.ói, vi^ òv, rustico» villano. 

kypoixoi, ou, e. villano , rusticano , 
rustico, e perciò incollo , rozzo. 

kypoly.Oi^ 0U9 e. contadino, villano» 
campagnuolo. 

ky potrai, iQf dV) campestre. 

kypoUui^ tti^v. rusticamente; incivile 
mente. 

kypoioirrii^ ou, m. contadino , cam- 
pagnuolo , agricoltore. 

kypopiivyii, ou, m. che si trattiene in 
campagna. 

kypòvii^ ai^v, di moto alla campagna. 



Ar 



Ay/9Óvo/AOs, ou, c.j xypovópLOt, ou, 
e. che vive alla campagna* villico. 
Quando ha l'accento sulla penulti- 
ma sit[n. che fa pascere nella cam- 
pagna; pastore, mandriano. Agro- 
nomo si diceva pure il magistrato 
che regolava i confini dei campi e 
tutto ciò che si riferiva ali* animi- 
nistrasione dei beni rurali. Quindi 
Agronomia, la carica d'agronomo. 

kypoim ou, m. campo, campagna, villa, 
tondo, podere. 

kypòxtpoi, poL, po'**, OLypàmiì ou, 
m. terrazzano campagnuoloj selvag- 

ÀypÓTni, tf, m. villano, contadino. 

kypó-mi^ viro;, /. rusticità. 

kyporixòi, V], òv, sollecito delle cose 
camperecce. 

kypofrJXoc^^ axo$, m. custode di cam- 
pagna. 

AypuTTVSU, contr. w. vigilare, vegliare, 
passar la notte senza dormire. 

Aypu7rv*jTixò«, >), o'v, vigilante. 

kypunviec, OLij/. veglia, vigilanza. 

kypunvoi, ou, e. vigilante. 

kyprjTtvoti, avv. vigilantemente. 

Aypwvcu;, co$, e. rustico. 

kypoè^Tfiij o\j, m,j Kypcam'^Oi, ou, 
m.j aypoi9T(ap, opoi, m, caccia- 
tore. 

kypoìrviu ov, m. agricoltore, contadino, 
uomo della villa. 

Ayuioc, di,/» via, strada; vicinato; 
sobborgo. 

Ayu/Av«tfTO(, ou, e. non esercitato. 

ky\j[jLifoÌ9T(iìi, avv, senza esercizio. 

AyiJvotixo;, ow, m,j a.yìivvii, ou, m.j 
i[yuvo$j o\J, m, ch'è senza moglie, 
celibe. 

Ayupsu; ayuj9t^fii, congregare. 

AyuÌ9t$, (o*(, / adunanza, moltitudine 
di gente adunata insieme. 

ky\jpiau.òi, ou, m. cungregacione. 

Ayup/xo;, od, m, turba; strepilo. 

AyupTSioc, a;,/, ciarlataneria, impo- 
stura. 

Ayuprv}$, du, m. che raccoglie mol- 
titudine, ciurmadore, ciarlatano. 

ky\jpriy.ói, vi, òv, inutile; menzognero. 

kyxjprói^ oO, m. radunato. 

Ayxstos, a, ov, propinquo, vicino. 

Ayxi/AOCX^S} OU5 e. che combatte da 



(8) 



Ar 



vicino: (con la spada alla mano) 
vale a dire valoroso, perchè tali guer- 
rieri avevano più fona e coraggio. 

A'vxS ^^*^' ^' vicino, in breve t ac- 
costo, da presso, allato. 

kyyJetXoi^ ou, e, prossimo al mare, 
marittimo. 

Ày^^i^ad^v];) ioi^ e, nella sua vici- 
nanza profondo } che dappresso è 
profondo. 

Ayvt^aivu; a'/X^P^^fs^) •vvicinani 
dappresso. 

Ayxi^oiTni, ou, m. che si avvicina dap- 
presso. 

Ay;ftj38,3Tixa, p. ind, alt, v, ctyx^' 

Ay;(iye(0$, OU) e. vicino alla nostra 
terra. 

kyxiyJOij ou , e, vicino a' nostri 
campi. 

A7;(tdrgc>a770^, ou, e, vicino al mare, 
marittimo. 

Ayp^t&avyj;, «35, e. vicino a morte. 

A'vX^'^s^vj ov, c. vicino o simile a Dio. 

Ay;(i3rpovo; , OU, e. che stede vicino 
ad un altro. 

Ayxi.'^'JpOi, ou, e. vicino alla porta. 

Ayp^i/.s^euéro;, ou^^c. vicino alla strada. 

A'/xt/Aocx^*^'»»» ou, m.j ayxi/*«XOS» 
ou, m. che combatte da presso, va- 
lente. 

Ayxt/uioXov, MPV, da vicino, 

Àyxili.o\oit H, e. che vien da un luogo 
vicino , cioè prossimo. 

Ayxtvoto, a$,/. sagacità, sottigliezza, 
acume d' ingegno s destrezza, scal- 
trezza. 

Ayxivoos, ou, e. sagace, perspicace^ 
scaltro. 

Ayxtvó&)$, avv, accortamente, sagace- 
mente. 

AyxtTrX 00$, ou, e. che naviga rasente 
al lido. 

AyxtTTToAi^, sw$, e. vicino alla citta. 

jfyXtffToc, avw superi, prossimamente; 
massimamente. 

AyxitfT£i«, a»,/, prossimità, vici- 
nanza. 

ÀyXKfTOS, ou, e. xifper/. prossimo , 
stretto parente. 

Ayxiw», O'toi^ e. campar, più vicino. 

AyxòQsv; ayxo'Oi, ^vv. da vicino, 
accosto. 



Ar 



Ayxovau, strangolare. 

Ayxovv], v]$, y. strangolamento, laccio. 

Àyxo/30$, ou, e. confinante. 

Ayx^^) ou, m. strangolamento. 

AyxoTOCTO), avv. superL prossima- 
mente. 

Ay^ou, avv. dappresso, allato. 

ÀyX», /Mf. ^u, strangolare, soffocare, 
angosciare. 

Ayx&t/AoeXa, avv. egualmente /% con 
egual forza. 

Ay;(6)^aXo$, ou, e. eguale. 

Ay;(a)/xàXa)$, at^t». egualmente. 

Ayu, condurre, guidare, spingere, verb, 
irreg.j aor. 2. ìjyayov } inf. ocyoc- 
yeìv; pe»/*. >JX«j **' «V^'^X*? ''"" 
peiyi ayays, condurre, menar via; 
pensare, giudicare; stimare. 

AywycJg, suf, m. conduttore. 

Aycjyyi, ^$,y*. condotta; maniera, 
tenore di vivere o di dire, stile. 

Ayojyi/AO;, ou, e. facile ad essere con- 
dotto o portato. 

AywyÒ5, ou, e. guida della strada, 
che ha forza di condurre o di ca- 
var9 o di muovere s sosU acqui- 
dotto.^ 

Aywv, e3vo5, m. agone, zuffa, perico- 
lo; disputa, causa od orazione in foro 
giudiziale; certame, anche in senso 
di giuochi pubblici; luogo del com- 
battimento. 

Aywvàpx^J?? «^> *• «*»• presieda a* 
combattimenti. 

Ayoivioc, a;,/, combattimento; agonia. 

Ay&ivioc^u; ayuviaa); ayuvi^o/Aai, 
combattere (specialmente ne'giuochi), 
contendere , gareggiare , esser nemi- 
co, essere in causa , sostenere un 
processo , fut. i. iiop-OLi ; fut. 2. 
(ouaac. 

Aywv 10$, ou, e. appartenente al com- 
battimento. 

Aywviffoei, a, I. inf» àtu v, aycayi- 
^o/Aat. 

Aywvitfis, «WS, /.j* ayoivt^/AO, aro?, 
/1.7 aywviff/AÒ5, ou , m. combatti- 
mento. 

Aya»vt<7T>Ì5, ou, m. combattente. 

AyoaviVTixùs , aw, a guisa di com- 
battenti, a gara. 

Ayo>)vo2rcTSa), presiedere a'giuochi pub* 
blici. 



(9) 



AT kX 



AyoyoOtrvi;, ou, m. colai che pre. 
siede a' combattimenti. 

À.Soc'/fAài, oJ, m. prurito. 

A^avmovio, as, /*. ignoranza. 

AJa>2/Auy, OV05, c.j aJay}«, ^05, e. 
ignorante, inesperto, inabile. 

kSdnroij ou, e. incognito, sconosciato. 

A^atcro;, ov, e. indiviso. 

A^atXTO$, ou, e. non lacerato. 

A^aio^, oc, ov, che sasia. 

Aòo^l'tfTc, a(»(^. ignorantemente, inscien- 
temente. 

X^oxpu;, vo$, e. che non lacrima. 

A^ocxpuTi, At/c. senza lacrime. 

kddxpxtroi, o\jf e. ch*è sensa lacrime. 

A^oxrsu, aver prurito. 

A^auocvTivo;, v), ov, adamantino, so- 
lidissimo. 

kSifxeciy avro$, m. diamante, (^a- 
/ioc») , propriam. indomito ; quindi 
l.° Metallo temperato, probabilmente 
ferro , non sapendosi ben di certo 
a qual metallo assegnassero questo 
nome gli antichi; 2.<* Diamante (a 
tempi men remoti). 

A^oc/Aa9TO$, ou, e. indomito, indo- 
mabile, invincibile. 

A^auyvì{, eoe, e. forte, duro. 

AJo^ioi, muorere il prurito, solleti- 
care. 

k$9.Ìop.OLK ; ttSàX^^ <^ver prurito, sol- 
letico. 

A^a7ravv)To$, ou, e. inesausto, non 
consumato. 

A^^Travo^ , o\)y e, che non ispendt , 
che si fa sema spesa. 

A^aTTocvai^, atv. senza spesa. 

iSix.Tzxoq^ OU, c. non lacerato, non 
lacerabile. 

X^a^oc, A. I. ìfKl. au, fon, V, eé^o». 

A^oe^TOv, ou, e. non diviso. 

A^ss7TS/30V, wv, campar, più sicura- 
mente. 

A jsv)$, 80$* e. senza timore , intrepido, 
imperterrito 3 inverecondo. 

A^ev];, 80$, Ci a^éviTo;, ou, e. non 
bisognoso. 

i^eio, a$, /. sicurtà dagli insulti al- 
trui; impunità, inviolabilità ; o quella 
maestà per cui alcuna riguardasi 
come sacrosanto. 

A^ci/AavTOf, ou, c.j oé^ct/Ao;, ou, e. 
intrepido. 



AA 



A^siTTVOf, OU, c. che non ha cenato, 
senza cena ; digiuno. 

A^sxa^To;, ou, e. non corrotto da 
doni. 

A^cxavrwf, aw. incorrottamente, sin- 
ceramente. 

A^exTo;, ou, e. non ammesso, che 
non ricrve. 

A^e).^yj^ TQ«,/.^ sorella. 

ÀòtXfioiòi, 0\jy m. nipote. 

A^s/^ixo;, v], òv, fraterno, fratellevole. 

A^sì^txw^, avv. fratellevolmenttt. 

A^sX^oxrovia, a$, /. fratricidio. 

A^s>^ox7Òvo$, ou. e. fratricida. 

kSiXfói^ ou, m. fratello. 

A^eÀso'Tv]^, viTO^, /. fratellanza. 

ÀSfiopoi^ ou, e. che manca di alberi, 
che non produce altieri. 

A^é^io;, ou, e, non destro, poco de- 
stro ; incivile. 

kdépiirìi^ eo;, c.j a^cpx?o$, ou, e. 
che non vede, cieco j oscuro, na- 
scosto. 

A^sff/Atof, o\j^ C.J oc^t9/i0(, ou, e. 
non legato. 

A^877roTOS, ou, e. che non ha pa- 
drone. 

A^877rÓT0>(, apt». senza padrone. 

A^8T0$. ou, e. non legato. 

A^8ux>2$, 80$^ e, amaro, acerbo. 

A'^sw, w, /. rj^w, piacere, far piacere. 

A^so) , nausearsi, stuccarsi. 

A^eùs, Aff. senza timore, licenziosa- 
mente; intrepidamente, impunemente. 

À^v]XTo;, ou, e. non morsicato. 

A jy]XTei)$, Afe. senza morso. 

A^v]'Xv]Tos, ou, e. illeso. 

A^YjÀtoe, a$, /. incertezza; ignoranza. 

À^vi^o^, ou, e. non manifesto, oscuro, 
occulto, incerto: rò piiX'Xo'* ccSr,- 
Xovj il futuro è occulto; òiSriXoi 
ydipii^ favore di cui è incerto l'esito. 

AtfyjXÓT>l5, >ITO«, /. oscurità. 

A^Y)Àa)$, ovv. di nascosto, oscura- 
mente; in luogo occulto. 

A^Y}juiovsai, essere gravissimamente an- 
gustiato, per dolore venir menò, tram- 
basciare. 

kSrìfiovioCj «5i/« «ngustia d'animo, 
grave tristezza, ambascia. 

A^vj/Aoviàu, V. at.Sriu.o^i(ii. 

A'^>7V, avv. in abbonoansa, largamente, 
a sazietà , abbastanza. 



( 10 ) 



AA 



AS^npii, iTOf, m. non contenzioso : pri- 
vo, o mancarne di contrasto. 

AVv?;, ou, m. Orco, Inferno. 

A^rf?) io^^c. non gtocundo, non soave. 

ÀSvjaoìj Jul. 1. f/t(/. a«. f. av^àvoi. 

A^v^^aysco, mangiare a sasietk. 

A^vis7ayia, a;,/, voracità; insaziabi- 
lità. 

A^yj^ocyo^, ou, e. mangione; insasia* 
I»iìe. 

A^vfoJTo;, ou, e. non devastato. 

A^ià/Sarov, ou, n. impenetrabilità. 

A^ioé^aro^, ou, e. inaccessibile, impe- 
netrabile. 

A(?iaj3>y3TO$, ou, e. irreprensibile. 

ASidyXufo^^ ou, e. che non e scol- 
pilo. 

Aò'toce^o^fo^, OU, e. continuo. 

Aoió.SpcctrOij ou, e. inevitabile. 

A^tad^STO^. ou, e. che non è dispo- 
sto, disordinato. 

kiioùpiTOi, oi>, e. indiviso, insepa- 
rabile. 

A^ioéxAs(9T9$, ou, e. non rinchiaso. 

A^iocxoV/AviTOc, ou, e. disordinato. 

A^iaXj9tT0$) ou, e. che non si paò di- 
stinguere, indistinto ; non giudicato. 

Adiaxjstr&>;, aw* indistintamente, sen- 
za giudizio. 

A^iaAeiTrro;, ou, non tralasciato; con- 
tinuo, incessante. 
' A.SioiìiÌTtr<tìij aw, senza intermis- 
sione. 

A^ià^Aaxro$, OU) e. irreconciliabile, 
implacabile. 

A^iaXAaxroj$) acf'. implacabilmente. 

A^ia>.UTO$, ou, e. indissolubile. 

A^tocAuru;, avv. indissolubilmente. 

A^iaAoi/SY] rof) ou, e. non mutilato. 

A^tavov]ro$, ou, e. incomprensibile; 
stolto. 

Af tavro$, ou, e. non bagnato. 

AoiavuTOf, ou, e. inestricabile. 

A^(0C7rau7ro$) 9U, e. che non cessa. 

AoiaTrauffTMS, at^t'. senza intermis- 
sione. 

A^toÉTrXa^ro^, ou, e. informe, rozzo. 

A^iàTTTUTO^, ou, e. che non cade, 
stabile. 

A^t«7rruT6>$, aw. senza caduta. 

A^iocffxsuos, ou, e. non ornato^ non 
elegante ; incolto. 

A^(à77ra9T0$, ou, Ci che non è svelto. 



AÀ 



Af toeo7ra7T6)$, at^t». senzachè sia svelto. 

A^iavraros, ou, e. continuo, eh' è 
senza dimensione. 

A^ia7T0CTu$, dfp. senza intervallo. 

JL$icl<jrpofOij ou, e. non distorto. 

ASiàcy^icroif ou, e. indiviso. 

A^tàraxro^, ou, e. disordinato. 

A^iaTi/xy]TO$, ou^ e. inestimabile. 

A^tàr^Y) ro$, ou, e. non tagliabile. 

A^taT/PSTTTOS, ou, e. immolo. 

A^taTjOS7rT&)$, «rt^i'. immobitmenle. 

A^iaTU7roJt-o$ , ou , e, non formato, 
informe. 

A^ia^^apia, a$, /.^ a^ia^&ajsvta, 
ae. /*. incorruttibilità. « 

A^iafd^apros, ou, e. incorrotto, non 
soggetto a corruzione. 

k$iocfòopla., cti,/* integrità. 

ASiocfòopo^j ou, e. incorrotto. 

A^ia^Ojseu, essere indifferente ; trascu- 
rare. 

kSiOLifOpioi^ v.%^f' indifferenza, negli- 
genza ; disprezzo. 

A^ia^opo^ , ou , e. indifferente (par' 
landò di un* aziong che non è ne 
buona , ne cattiva) , negligente ; non 
diverso. 

A^ia^0j9CJ§, avv. indifferentemente. 

A^toe^paxTO>, ou, e. non chiuso da 
siepi. 

A^(a^jOOCXT&)f, avv. s^nza siepe. 

A^ia;(UTo;, ou, e. che non si diffon- 
de o scorre. 

A^ta^oipiffro,, ou, e. inseparabile. 

A^toè^lcutTTO;, ou, e. che non può es- 
sere ingannato- 

A^i^axro^, ou, e. che non è istruito, 
ignorante. 

A^i£x^ixv]TO$, ou, e. non difeso, in- 
vendicato. 

A^tEX^UTwg , avv. senza tergiversa-, 
zione , senza rigiri. 

A^isléravro^, ou, e. che non si può 
investigare. 

A^is^irviTO^, ou, e. inesplicabile. 

KSiipyoLiTOi^ ou, e. non lavorato. 

A^ie^euviris, 605, c.j (x.Siipi\Jvvi70i^ 
ou, e. non investigato, imperscruta- 
bile. 

A^tsuxptyy]ro$, ou, e. indistinto. 

A^tviyyjro;, ou, e. inenarrabile. 

A^txaiOTTpaysoj , operare ingiusto" 
mente. 



(Il) 



AA 



Adéxavro;, ou, e. non giadicatoi bob 
condannato. 

A^ixivac , a. I. ìm/. «ii. i». a^txcw. 

A^ixcw, cofffr. x(u, inginriare, offèn- 
dere iogiustamentei violare la ginsti- 
sìa. 

A^cxii/uio(, uroij tu asione ingÌBSta; 
scelleraggioe. 

ASiXYÌ<jat^ tu i. inf, miU P, uiixiùt, 

A^txeTtxo^, ou, e. inginrìoco. 

A^cxia, as,/. ingiustiaia, ingiuria, 
iniquità* torto. 

X^txof, ou, e. ingìnsto, iniijno. 

A^ixoif, aiv. ingiustamente « ingiorio- 
samente. 

A^tvò$, v}, ov, sposto^ folto, serrato} 
frequente , continuo , largo , fitto , 
denso. 

Ajtvw$, app, pienamente, miserabil- 
mente, a poco a poco| frequente- 
mente, serratamente. 

kiióituroi^ ov, e. senta via, iaaccet- 
sibile. 

kSioUviTOj^ ou, e. non amministrato 
o distribuito in ordine. 

kStàpB^roq^ ou, e. incorreggibile, che 
non può essere raddriaaato, senta di- 
retione, indiretto. 

kdiópivroiy ov^ e* indeterminato. 

l^copttfTftì^, avp. indeterminatamente. 

kSivrocxrof^ ou, e. indubitato, cerio. 

idiTpo^ ou, e. che non ha setej ch'e- 
stingue la sete. 

kifjLTnq^ iiroij e.j dSftinroi^ ou, e, 
indomito • che non ha ancora sof- 
ferto il giogo. 

lSoi.fi.1, a, S. oit, alt. p. a^M. 

A jóxY}ro$, ou, e. impensato, iroproT^iso. 

A^ox«ÌTW$, aw, all' improvviso. 

A joxìoe, a$, f. successo improvviso. 

kSoxiftot'STOij ou, e. improbabile, non 
provato; non esaminato. 

AooxijttoévTOK , avp. senta esame, in- 
consideratamente. 

A^óxc/uio$, ou, e. reprobo; non ap- 
provato. 

AooXc9xs«f eonir, w, /. if]9M, esser 
garrulo, ciarlare. 

kioAÌ9XTIÌ^ o\J* e. baione « ciarliere, 
garnuo , ciarliero. 

A 00 X 17% l'oc, R(, /. loquacità eontinna. 



kióltvxoi^ ou, e. ciaBciatore, ciado- 
ne, garrulo. 

JÌoo'àoì, O'J, e. schietto, sincero. 

A^óÀ«*f, «tv. sensa inpnno; sincera- 
mente, lealmente. 

AcóveuTo;, ou, e.j ff^óv«}T0$, ou, 
e. inconcusso, immobile. 

kió^v.'sroi , ou, e. non aui sperato , 
impensato. 

A^o|éo<, euer senta gloria. 

Azoico, a$«/. infamia « cattiva ripo« 
tastone, disonore. 

A^o^o;, ou, e. senta gloria, sensa ri- 
putazione, disonorato. 

A0OI6K, «i^* Knsa gloria, ignoninio- 



kooptìj avv. senta scorticamento. 

^iopoi^ OM^ e. che non è scorticato. 

Aoo$, co$, n.s occo(, ou, m. sasietà, 
uggia , nojs ; stanchetta. 

AÒOf, ou, m. gaudio. 

JL^oro^, ou, e. senta doni, BMUcantc 
di donij indotato. 

X^ouìo^, ou, e. che non ha servi 

A Jou>&»TO$, ou, Cé non ridotto in ser- 
▼ilù. 

A^ouTmrof, ou, e. privo di strepito, 

kipeccnij éoi, e. invece di ààtpxriq. 
( Fedi questa parola. ) 

A^avsta, «$,/*• drboletta, inersia. 

Aopavsu, esser debole, languire. 

Ao^avv}?, so{, e. privo di forta, de- 
bole , fiacco. 

A^pavioe, a$, yi deboletza. 

ÀipfitTOi^ ov^ c. non colto, cui non 
non è lecito cogliere. 

ÀSpioèj diventar maturo. 

Kij)Vl9i(^ «01$, f, maturità. 

ÀipifjLXjij toij e, non acerbo, imma- 
turo. * 

Èèpòi^ paL^ pov, molto abbondante; 
grasso, maturo. 

kSpoftieLj a$, /. mancanta di rugiada; 
siccità. 

X^jOO^UVTJ, Vìiff'J dipOTOi^ >JTO$, 

/. graodessa , robpstezsa ; grassetta ; 

abbondansa. 
ÈSpÓTfii^ riroi^f» (brta, grandetta, 

grossezta, maturità.^ 
ÉSpàx^poi^ ou, e.j oi$pox^poi^ du, 

e. che dimora in paese fertile. 
ÀSpón^ ridurre a maturità. 
AàpyjvopLOLLj divenir grasso, impinguare. 



( 'O 



AÀ AE 



ÀSprjvoìj render grasso , maturo. 

ASpMi^ uo^, e. che manca di alberi. 

A<^uya/Aat, non potere, trovarsi nel* 
l' tmpolensa , à^uvarso) , med» si' 
gnif. (Fedi aVuvocTCw). 

A^uva/Ata . a$, /. rouncamento di 
forze , deuoleua , inabilità , impo- 
lenza (a priv. e ^uva/xai, io posso). 

A^iiva/Ao;, ov, e. impotente. 

A^uvaffta, ot-i^/'j aJuvaiTia, a?, 
yi impotenza. 

A^u^avTi, Acc. impotentemente. 

A^uvarsoi», non potere « essere impo» 
tente , inabile. 

Af uvarog, ou, e. impotente, invalido ; 
néulralm. che non si può fare, im- 
possibile. 

AouvflCTws, «w. V. a^uvasTÌ. 

A^u90i>7rv}TO{, 9U, e. impudente, sfac- 
ciato ; inesorabile. 

A^U(;ci)7nÌTCJ$, at'f. senza Verecondia. 

A'^utov, ou, n. sacrario , santuario. 

XouTo$, ou, e. dove non è permesso 
entrare. 

ÈSoi^f. ocfffii), saziare, satollare. In med. 
satollarsi | saziarsi. 

A^&>, ^per erasi da dìSat) cantare, 
canterellare; fischiare piacevolmente 
(degli alberi mossi dal vento). 

ISàà (inusitato al presente) , piacere , 
dar ragione ad alcuno; v. av^oèvw. 

kS(iì[ivi70i^ ou, e, non fabbricato. 

A^ojpviTo;, ou, e. che non ha rice- 
▼uto alcun dono o ricompensa; che 
non si lascia corrompere dai doni. 

À.S(apo$0)(.^TOìij avv. incorrottamente. 

X^upOs) ou, e. privo di doni, che non 
riceve o dà doni, non corrotto da* 
doni. 

kStàpai^ avv, senza dono; incorrotta- 
mente. ' 

As3^A£ua>; asO^eoi, combattere, lot- 
tare; travagliare, faticare. 

m. combattente. 

Asd^Xtov, ou, n. premio del combatti- 
mento, combattimento. 

Asd^^ios, ou, e. combattente, che ri' 
porta il premio del combattimento, 
vincitore. 

AedrAodréTiQ;, ou, e. promovitore, o 
che ha cura del combattimento. 

i[s3r)ioy, n. v. asdr^tov. 



AE 



As^Xotxta, «9^ /• vittoria ottenuta 
nel conribkltimenlo. 

Xe9fio4, ouj w. (contr. oiBloi)*^ ae- 
2r/o7uv>7, r,5, /. combattimentoj la- 
voro ; cosa malagevole. 

AedrXo^ópo^ , ou , e. che riporta il 
premio del combattimento. 

Agi, avv. sempre , per tutto il tempo 
della vita ; senza alcuna inlerruzione. 

Aci^).a(JTgw, germogliar sempre. 

AgtS/affTiri?, «0?, che sempre germo- 
glia. 

Aeej3>flC5'nQ»ii, «w;,/. il perpetuo ger- 
mogliare. 

AsijS/uu, scaturir sempre. 

kti^pxjTiiij éoij e. che sempre scatari* 
sce o germoglia. 

Acivevérv]?, ou, m.j asiysyY)';, co$, 
e. sempiterno. 

Kti^Oi, cantare. 

Ast^e/o;, ou, c,j asi^Wf, éo$, e. 
non cospicuo» oscuro. 

Astata, a;, /. deformità , sconcezza. 

Aei^ivr?TO;, ou, e. sempre condotto 
in vortice o in giro. 

Aei^ouAio, a?,/, servitù perpetua. 

AecCwia, as,/. vita eterna, immortalità. 

Ast^wos, ou, e. che sempre vive. 

Asi^wTOf, ou, e. sempre accinto o ap* 
parecchiato. 

Aei&aXéw, verdeggiar sempre. 

Astdoc>.v]$, io$, e. che sempre ver^ 
deggia. 

AeixapTTo;, oi>, e. che sempre frutta. 

Aeixsia, a;,/, indecenza; insolenza, 
oltraggio. 

Acixv)$, éo;, e. inconveniente, inde- 
cente; ignominioso; rozzo, aspro. 

Asixioe, «$)/• <'• asi'xeiK. 

AcixtCu, trattare indecentemente , in* 
giuriare , maltrattare , sfigurare. 

As(X(yY)9ioc, ocij /• moto perpetuo. 

AsixtvvjTO^, ou, e. sempre mosso , che 
sempre si muove.. 

AttxtvWTMf} ow. con moto perpetuo. 

Asixòi^, avv. indecentemente; inde- 
gnamente. 

AsiAa^o^, ou, e. che parla sempre. 

As(^a/A7ry}$ , S9$, e. che sempre ri- 
splende. 

AciAt^y]$, «9|, e. che sempre slilla o 
scorre. 

AciXoyéoJ, parlar sempre. 



(«n 



AE 



Sraade afllamta 4i (ónJe. 
ÀitJ^Oi ^ 0v , e priT« di Mik ; 

kttfJLVr, 970$, O'J, r. Mwpf e 
ik.tifi.Ttrtnzuij «»v. tempre 
■Mote. 

cbe scapre scorre. 
Aciiradreta, «n,/. 



Asiirgc3r]^^ to^ «. rW seaipn 
Aci^oÌLiif, ioi^ e die seapre ss vi- 
bra , che sempre e ia MMle. 
Aciirap6&v0{^ O'-')/' «««pre «ergìae. 

e. lemure vagabondo , crraale. 
ktipdfwtoij n , oy, a. i. fMtr<. «■. 

àaCppooiy 0ti, «. j ùLupp'JTOi^ o'J^ e. 

cIm sempre scorre. 
AtLp«*, levare^ portar via, inmliir e , 

drizxare. 
Aettf^e:^'^ £9$, e. sempre robosto. 
iuvfixtj oLroiy A. fam^ioe. 
Au099^ 0U, e. cbe sempre salva. 
ktitrpVf^^ ioij e. sempre voSnbtle. 
ktiwpoi^ ovm e cbe sempre tira a se. 
Agipayij^, €0$, e. cbe 



Act^Àeyijf, é9^ e. cbe sempre arde. 

ku^poi^ ou^ e. cbe sempre porta. 

kei^povpriroi^ 0v, ci ccti^pojpoi , 
ou, e. SMopre custodito, dJileso. 

Aet^uyto, o^/* esilio perpeloo. 

ktifUÀXoi^ oUf e. sempre frondoso. 

ktix^Oipo^ O'J^ sempre verd^giaote. 

A £1x^970») O'Jy e. sempre alile. 

£ixtx.^opLa.t e acxà^w, iure di mala 
voglia, contro sua volontà; costrin- 
gere; tfuindi eciy.aXófttvoi, costret- 
to, cioè per (orza, di maUl voglia. 

iixtiri^ avv. malgrado; a dispetto di. 

Atxo'-iffto^ o^j^ Ci aéxa)v, oifroij e. 
contro la propria vulontà* 

AÉxciV, ou0a, X0V, sfurzato, cbe fa 
contro sua voglia ; HX àsxwv , di 
huona voglia, prontamente. 

AsÀ/gc, *»«?/• l«»rl»w>e di vento, pro- 
cella , tempesta. 

Ae>.Àv]'$, ioi, e. turbinoso, tempestoso, 
vorticoso. 

Aé»o/Aa(, sofliare, spirare. 



AE 



e veiiiiir aJ piei d* «aa p«»cc41« ; 
cke corre al {lari d'aa p toc tUt oo 
venie. 
ktJ.yi0ÌT.i^ t»im e. procdkjsfr, min 

SlOftft. 

AòiTiff, é»^ cj cùr9^ 0v, «. pet- 

ve di spetmma; àm- ■'•' 

Ae>.77£M, di^wracv. 
Ae>Z7tflc. flCi,/! dii, 
As^X70^ «.>, e cbe mm e da spuaiLj 

non tspcrabile , ncn aspcCtalA. 
kiJ-TCT^ym »V9. tàuri di spenotta. 
AéÀ7««, dtspcnrc 



JLiii^JT^i, », e . 



^Kame. 

kt^^mf. flce^iS7«: ed «adbe^ aJ 
av4 Cfis, nj^ÓL^n» /. «v|i:96«, ac 
scese, aomenure, pr o g^ "— * 

A£|», £ir crescere, onlrii 
y« leotf. crescere. 

ktffi'jà^ cessar dati* <^erare 

Ae^yr,/9|. n, 0v, pigro , oooso. 

A^yi;?, S0?, e. cbe ressa dall' ope- 
rare , oziuso, srioperalo. 

ktpyiccj «C4 , /• difoccnpasione , pigri- 
zia, imeni», ozio. 

kts'/òij ri^ óv, f. KtpyTiq. 

A^ésro*, alzare, sospendere. 

Ac^7;t9$, 0v, r.i azftoc, «v, e. aereo. 

Ae;;(wcr,^, M^ e. aereo; oscuro, ca- 
liginoso. 

Àe^/.T99, ov, e. cbe non è circondato 
da rbinsnra. 

ktpo^tcré'jé^ camminare per l'aria. 

kspoopoy.inà^ correre per l'aria. 

ktpó tiiy C990C, e», caliginiiso, oscuro. 

k'ipo-è^ a. S. fiid. utt. V. ff.tipv. 

ktpoitizTfìi^ £9$, e. che vola per l'aria. 

ktpO-xopM^ camminare per l'aria. 

A2i5o:rO;^95, 9U, e che cammina per 
i' aria. 

À.tpni'xó'rr.i, «, m. cbe si alza a volo. 

A2/99Ì7r9V{, OÒOi, propr. che alza i 
piedi , che corre dì galoppo ; quindi 
veloce, rapido, celere. 

kip'Sta^f. I. ind. alt. ¥, OLtip», 

AspToc^o»^ atproia^ innalzare. 

Àittfpo^uvYì, vii,/- leggerezza, inco- 
stanss; stoltezza, follia. 



( li) 



AE ÀZ AH 



Xsvifpwy, 0'*Oiif adj. leggiero eli spi- 
rito; ÌDCOstanle} imprudrale, insen- 
sato. 

Asreto;. ou, e, aquilino. 

A<rtfeu$2 éu$, m. pollo dell'aquila. 

Aeròf. ou, m. aquila. 

AsTcatfY];, so$, e. aquilino. 

A?a, ir]5, e à?y}, >J«, /. fuliggine , su- 
diciume , sozzura. 

A^aivo) , seccare. 

A^ocAeio?, 9u, Ci a^aXsos, A) oVf 
arido, secco. 

A^avu; a^ai'yu 9 seccare. 

A^ax^ìs, so$, e. che mette fuori gran 
suono. 

i[^s(po;, ou, e. non variato, non di- 
stinto da alcun colore. 

A%vjy-'zo%^ ou, e, non congiunto. 

A^s^vi^, so$j e. the non ìntramette , 
non intralascia; difficile, arido; d.'Crr 
y^ii., come avv, sensa intermissione, 
incessantemente. 

X«Y]Ao^, ou, e. non emulato; vile. 

A^yi).OTU7ro$, ou, e. privo di emula- 
zione o invidia. 

A^v}juica| a$, /. immunità. 

A^Tijutios, ou, e. eh' è senza danno # 
impunito. 

A^viTO^, if}\ òv, venerando, augusto. 

A'^viX^S} ac(r. con lungo clamore. 

Kì^tiyyii^ so$, e. risonante , romoreg- 
gtante d'un suono forte e prolunga- 
to ; duro « arido. 

A^o/ikoct, venerare. 

A^uyy}^, so;, e. non congiunto, scapolo. 

A^uyio, as, /. celibato. 

A^uyo5, O'j, e. p. a?uy?25. 

A^Ujuio;, ou, e. non fermentato. 

X^u?, uyo5, e. V. a^uyyj?. ^ 

ACcj, seccare, asciugare, inaridire. 

A^&), usuato S.CoiJioi.1, avere un ri- 
spettoso timore ; rispettare, venerare. 

A'^0)Xsu, u, sdegnarsi ; sopportar di 
mala voglia. ^ 

A^uvo;, ou, e. eh' è senza fascia, di- 
sciolto. 

A'^uo$, ou, c. animale che non genera. 

À^at^roi^ ou, c.j oé^uro;, ou, e. non 
fasciato , disciolto. 

Ayjò'sft)) annojarsi , esser disgustato. 

At;^'/};, éo;, e. non soave, uggioso, 
spiacente. 

A-/] oca, a;,/ ooja, uggia , fastidio. 



AHA6 



AriSàvj oyo$,/. rosignuolo, usiffnnolo. 

KriS^i^ avv. spiacevolmente , brutta* 
mente , senza garbo. 

Av]6s(a, a$,/. novità insolita, stra- 
vaganza ; disuso , non uso. 

Ay)6soj, non esser solito, non esser 
accostumato. 

AviOv];, S9$, e. non solito, non acco- 
stumato , nuovo , inusitato. 

Avj'Ooj;, avv. fuori del costume, inso- 
litamente , stravagantemente. 

Av)xv]$, S9$, e. spuntato , ottuso. 

A'y]/Aa, aro^, n. spirito, fiato, soffio 
di vento. 

Ì«]/X(, soffiare, spirare , dormire. Que- 
sto verbo in /ai conserva sempre 
l*tì tanto nell'alt, che nel pass,, e 
non ha aumento. 

knp^ ipo%<f nt, aria, temperie del cielo. 

A>Jffis, 8W5, /. vento , soffio. 

A>)9ffV)T0$, OU, Ci 0(ì]TTO$, OU , C. 

invitto. 

Av]9U>os, V7) oy, molesto, iniquo. 

Avfffupo;, OU, e. lieve, tenue, sublime. 

Atqtiq, ^iìJ*S «ìjTìrjs, OU, m, soffio, 
vento. 

Xv]To$. OU, e. esposto ai venti; insa- 
ziabile ; grande , portentoso. 

Ay]rò$, OU, m. aquila. 

A6oé^a990$, OU,. e. eh' è sènza acqua 
di mare; che non è stato sul mare, 
eh' è inesperto di marina. 

AGaXAvj^, S9$, e. non verdeggiante, 
arido. 

Ada^TTSCi);, aw. senza calore. 

kBa.fji.^u^ aw. intrepidamente. 

AOa/x^y];, so$, e. intrepido. 

AQkiì.^Ì(X^ oc;,/, intrepidezza. 

A'0«/x^o;, OU, e. intrepido. • 

AOocyaffia, a;,/, immortalità. 

AOayari^o), render immortale.* 
,A6àyaT0;, ou, d'ordinario e. immor- 
Ule. 

AOayaru^, «tiv. immortalmente. 

ÀQaTTTo;, OU, e. insepolto. 

A6a/39V};) so;) e. ch'è senza fiducia, 
timido. 

Adevaavri , avv. fuori di ammirazione. 

AdGCuy.a9To;, ri, oy, ch'è senza am- 
mirazione. 

AOéaro;, ou, e. che non si guarda; 
invisibile, non veduto. 



(i5) 



Ae 



AOeto, o^yi empiete, ateismo. 

A'6cei, ofv. censa il valtre o V «iato 
di Dio. 

AOcÀ'/o»,^ |ai, moogcre, sacdarei 
nitijiare. 

A9e>sfij, non volere. 

A6e/iéÀi0<, ou, e./ a6é/tii>o$, ou, 
e. ch*è tensa foodamento. 

A6e/u$, c^o«9 C.J aOs/x(9Tto$, ou, 
Ci adifiiiroi, ouj e. ingiusto, il- 
lecito, iniquo, (proibito dalle divine 
e^ umane l^gi): àOe/xiffTia i?^*j, 
sapete cote inique, uah a dire avere 
l'animo intento à cose inique. 

A6éjUU9T0$, ov, e. sema legge, ingiu- 
sto, ndando. 

ÀBto^j oUj e, ch'è seosa Dio, che non 
CTMle esservi un Dio, t/uù$di empio, 
malvagio, ateo. 

AOeórW^ «ito;,/, empietà* 

kHtprJji^ io^ e, spiegato, acuto. 

k9t^i^(a^ bx poca stima, dispregiare. 

A9t^i|, (xo«, m. spiga; cima della 
spip. 

A6cpi99es, disprecnre, rigettare. 

k^tpitro^ ouj e. 'non mietuto, eh* è 
ancora in spiga. 

k^hfiaifTOiy ov, e. BOB risealdato, 
che non riscalda. 

kBtpOÀÓyoi^ ov^^c. ricoglitore di 



kBtpti^ni^ toi^ e, che ha spighe. 
k$t<3fuac, «4^/' trasgressione della 

legge} iniquità, scelleraggine. 
kBhfUOij ovy e. ch'à sensa legge, 

che non osserva b legge, 
i^vjfioi^ ov^ e* non permesso, ille- 
cito, proibito. 
A9c9/Ms$, 0¥v. illecitamente, scellera- 

tameatei contro la l^ge. 
A6é9^ocro$9 ou, e. indicibile eccessivo ; 

immenso , innameraliile | grande o 

eopioso. 
k$tré»^ ahrogare ,' abolire I di^es- 

sare. 

/. alwiirione. 

tòtroi^ O'Jj e. incostante, vano, inet- 
to, inutile. 

k^irui^ aw, incostantemente, inetta- 



k^tfjt^TÌ, «iw. senza contemplazione. 
kitotfynTOtf ov, e, non osservabile. 



Ae 



A0SMpT}Tw$, avv, non osienrabilmente, 
invisibilmente. 

AOsoif, avv. empiamente} senza Dio. 

AOY)v]ro$, oxjj e, non perspicuo, non 
vedalo. 

A6y)j9, ipoijf* la punta della spiga; 
punta. 

kBrìpturoi^ ou, e, non cercato o non 
preso dal cacciatore. 

AQYipriXoiyói^ ou, m. vaglio. 

AOiyyiV, so$; «'i a^(XTO$, ou, e.j 
adixrw/o, OjOO{, m. non tocco. 

AOÀsuo»; aO/sci), combattere. 

A'0i>j/xa, aros, /i.; a&XiQ^ts, «««, /. 
combattimento, strumento (per con- 

^ flitto per qualche pesante lavoro ). 

A^yriti^y eois, /. combattimento atle- 
tico, esercizio ginnaslicn. 

kòXtiTnfì TQpOS, m,j a&ÀiQTir]., o3y 
m. atleta , coml»attitore ne* giuochi 
pubblici della Grecia. 

A^AY)T(xè(,4, òv, appartenente a'com- 
battenti. 

Ad}Lv]T(X(ù;, a«v. alla maniera dei 
combattenti, degli atleti. 

A&Aio;, oc, ov, infelice, misero. 

A9r>i^T>j«, viTOi,/. miseria, mcKhi- 
ottà, sciagura. 

Abitai;, nt^r. infelicemente, misera- 
mente; dòXitai s^scv; stare mise- 
ramente; passarsela meschinamente 

A9rXo&ft7j«. ou, e. che sUbilìsoe il 
premio del comltattimento. 

A^/ov, ou, n. il premio della vittoria 
nei combaUimenli, e i/t gtiurate ogni 
cosa proposta in premio. 

A&>05, ou, m. (contr, per àc^^o;) 
combattimento, impresa faticosa, av- 
ventura, incarico. 

A9rXoy^po5, ou, c. vincitore del com- 
battimento. 

A'&oXo«, ou, C.J a&ó>ftiTO«, ou, e. 
non torbido, limpido. 

A&opu^ijTOi, ou, c,j ccòópufioi, <w, 
e. non turbato, tranquillo. 

£òópv^Oi, tf, e. non turbato , . tran- 
quillo, quieto. 

A&opu^oif, aw> senza tumulto, tran- 
quillamente. 

ASr^«u»TO«, ou, e. non roUo, non fit- 
rito, illeso. 

A'&ceTTTO?, ou, e. che non nu(rit<-e, 
non nutrito. 



(i6) 



À6 



k^piatj o>, /. vitfw, yedere, riguardare, 
considerare. 

A^pv]V(, avv. senza lamento. 

À^pt-^ì ^X^iì C' ch'è senza peli o ca- 
pelli. 

kòpoi^ùìj radunare, raccogliere, ram- 
massare, mettere insieme; riòpoi' 
ffjuigvos, pari. per/, p. pass, radu- 
nato. 

A&poTffai, m. I. inf.j KÒpoÌ9(x.q, av- 
T0$, m. a. 1. par. alt. v. ccòpoiZca, 

iòpoisii, ew5,/.j a^poiff/Mt, aro;, 
/i ^* a^/30t9/AÒ$, ou, m. raccolta, muc- 
chio. ■ . 

k^poivnnc, ou. m. raccoglitore. 

À^^ocTTixo;, 1Q, òv, collettivo, che ha 
(orza di riiccogliere. 

Ad^^dov, avv. in un mucchio; som» 
marumenle. 

Aòpóoi^ a, ov, calcato, aflTullalo, sti- 
vato; in quantità, tult'a un tratto. 

k^fpooTfiij rjzog, f. la massa, il to- 
tale, la generulità. 

AStjsÓu^, avv. in un mucchio, in folla, 
vigorosamente, gagliurdamenle. 

A'Sr^uTrTo;, ou, e. non corrotto dal 
lusso. 

AòpvnTCàij avv. austeramente. 

A9fu/A£«, conlr. w, perdere il corag- 
gio, essere abballulo, scoraggire, ab- 
bandonarsi alia malinconia; disperare. 

k^ìj{i.L(X.^ OLi^f. abbattimento, avvili- 
mento. 

X^u/Ao;, ou, e. abbattuto, scoraggia- 
to, avvilito, pusillanime. 

ASrii/xu^, avv, con animo avvilito; me- 
stamente. 

kòrjpt'joixcci ; a&upew, giuocare , sal- 
tare. 

ji^vpfjLo:^ aro;, n. trastullo fanciulle- 
sco } divertimento, passatempo. 

A'B^U/oo^, ou,c. senza porla; non chiuso. 

ASrupUf giocare, divertirsi. 

A9fu^wT05, ou, e. i/. a&UjOos. 

jL3rvT0$, ou, e. non sacrificato. 

A^ek)7)T0$, ou, c.y aSwos, ou, e. co- 
lui che non è stato condannato ad 
alcuna multa, indenne, assoluto, in- 
nocente. 

A^uóu, assolvere, liberare dalla multa. 

A&cii:rsuffTO? , O'J , ^.j a&WTrsuTo; , 
O'J j e. che non è facile ad essere 
ammollito dalle adulazioni; crudele. 



Ae AI 



k^àtùi j avv. innocentemente. 
kòùoìtiij totq^ f. assoluzione, con cui 

uno viene dichiarato innocente. 
Ac, le, pi. deU'art. f. >} (la). 
Al . le quali, nomin, pi. del pron. 0(, 

h °* 

Al. ini. ahi Dio voglia che« Quan- 
do, se. 

A?, ini. ahi ! ah 1 esclant, di dolore, at^ 
ai, ahi, ahi I 

Aia, a;,/, terra, v. y^, ^q. 

kio(.yiJLa.j ocroi^ n. lutto, gemilo. 

Aioé^o), piangere, lamentarsi. 

Aiaxi'i^fr), battere. 

AiaxTO$, V]) óv, deplorabile; degno di 
pianto, lamentevole, luttuoso. 

AiavT]^, éo$, e.j ataro;, >]\ òv, gra- 
ve, perpetuo. 

kìyccvéa.^ as , /.^ giavellotto, dardo ; 
coA detto da ài| , capra , perchè 
con esso si faceva la caccia alle 
capre salvaUche. 

kiycHypioqj ou, m.j cciyaypoij ov^ 
m. capra o capro selvagKio. 

Aty^yjv, avv. improvvisamente; impe- 
tuosamente. 

AiyÉYj, >55, y. pelle caprina. 

Aiyeiog, ou, e. fatto di pelle di capra, 
caprino. 

kiyiLpoij ov,/. pioppo. 

AiysXàryjs, ou, m. che conduce ca- 
pre, caprajo. 

Ai'ysos, ou, e. di capra, caprino. 

AtyiaXsu^, €&>;, m. pescatore. 

Atyia^iTiQs, ou, m. di lido, che sta 
sul lido. 

Aiyia^ò;, ou, m. lido, spiaggia, oi^e 
s* infrangono le onde del mare j da 
aÀ$, mare; ed o^yw, infrangere. 

Aiyia).w^>7c, eoe, e. v. afyiaXiTvjj. 

Aiyi^ÓTY)s, ou. £. che pasce le ca- 
prn, pastore di capre. 

Aiyi^OTO^, ou, e. che pasce le capre, 
atto a pascere le capre. 

Aiyi^iov. ou, n. capretto. 

Aiyi^OJ, lacerare, sbranare; soffiare al- 
quanto veementemente ; pascere le 
capre. 

Atyixojseu;, eoa;, m, che sazia le ca- 
pre, capraio. 

Aiyi).i'| , i7ro5 , e. luogo dirupato ; 
alto, inaccessibile; luogo ove le ca- 
pre non possono montare. 



( 17 ) 



▲I 



kiyivóiiij tsaeiy cv, abbondante di 
capre. 

Àiycy9/A9$, ou, m. che pasce le capre. 

kiyioxoij Hy e. Egioco come dire o 
^fuv T1ÌV atyt^, avente l'egida, 
che ha , che porta 1' egida. Epiteto 
di Giove, il quale in memorim della 
sua infantia aveva lo scudo coperto 
della pelle di quella capra, eh' era 
stata la sua nutrice (da aiyt$, ai- 

ÌiSoi pelle di capra, ed c^u avere), 
n tal epiteto ti attribiÙTa anco a 
Minerva. 

Aiyì^, iSo^yf, propriam. pelle ca- 
prina, che ripiegata intorno al brac- 
cio sinistro serviva a difesa; quindi 
egida (scndo di Giove e di Mi- 
nerva). 

Aiytffxosj ou, m. capretto. 

Ai'yÀvi, V2$,y. chiarore, splendore, ba- 
gliore. 

Aty}lv] et{, s99oe, sv, risplendente, splen- 
dido, luminoso ; aty />! ev, awerbial. 

ki'f 0^09x6 i y ou, M. s a.iyo^érviij 
ou, m. capraio, pastore di capre. 

kiyoxtptvi, iw$, m.j anyor.tpdài y 
WT9$, m. capricorno. 

Aiyoxé^aXof, ov, m. che ha testa di 
capra. 

A(yoyo/xeu$, é&>$, m. pastore di capre, 
caprajo. 

Aiyovó/xtov, ou, n. gregge di pecore. 

Aiyovó/uio$, ou, m. v. aivovo/ieus. 

AiyvTrids, où, m. avollòio. 

AtyeaAiò;, OU, m. allocco. 

Aitféo/mat, venerare, temere; vergo- 
gnarsi, farsene riguardo, peritarsene. 

A(^S9(/xo$, ou, e. venerabile. 

At^Sffl/X9TT]$ , 1QT0$ , y.i at^C9l{ , 

^(*iì/' venerazione. 

Al Je9rò$, vj, òv, venera1>ile. 

ki$THXoiy ou, e. oscuro, tenebroso; stmg* 
gitore (di fuoco). 

Ai^vj^oK, «(^* oscuramente. 

Ai^Yj^oveu, conservare la verecondia. 

kiitifióvoìi^ avv. con verecondia , ri- 
verentemente , rispettosamente. ^ 

At^Y)yoi>v, ovo$, e. verecondo, rispel 
toso, riverente. 

kiSvii , co$ , e, che non si può ve- 
dere, invisibile. 

AT^i]$, ou, e. Orco, Dio dell'Inferno, 
Plutone I tenebre. 



At^c^», perprtoare. 

Aroio^ oc, ov, eterno, perpetuo. 

Ar^iÓTi;?, tjTO;, /. eieroitk. 

Ar^c'w^ avv. eternamente. 

A.iÌTtr,iy «05, c.j aiGvo;, 19, ov, te- 
ndw-oso. 

AcVocov, ou, Jt. inguine, angninaja. 

Atoocos, oc, ov, venerabile, venerando, 
verecóndo. 

Aioo/xai , venerare « temere ; vergo- 
gnarsL 

At oo>, eo$. II. venerasione, pudore, 
modestia. 

Aioó^pwv, oyo4, e. che ha mente ve- 
reronda, verecondo. 

Xio^Eia, a;, y. ignoranza; impm- 
densa. 

Ai^pt^, e. inesperto, mal pratico; im- 
prudente. 

Ai^O){, éo^, yi stima, rispetto, pu- 
dore, vergogna. 

Ar^òi;, aw. invisibilmente. 

Ai£(, per lo stesso che ocst; mv. 
sempre, mai sempre, sempremai. 

AiCrtioi, tt, m. giovanile, robusto, ga- 
gliardo. 

Ac^v;ò$, tt, vigl^iso; quindi giovane; 
si dice anco d'individui che abbiano 
già 40 anni. 

Ai^a/y], ^ii^ J^ fuliggine, favilla. 

Ai^a/irv;;, ou, m. fuligginoso, an- 
nerito dal fumo. 

Ai&a).i&)v, ovoc, c.j ai^a^oii^, eo- 
oo, ev, ardente. 

Ai^a^óo), abbruciare, annerire. 

AidraAoiTÒ^jjQ, òv, abbruciato, arsiccio. 

Ai^s, int. Dio voglia o volesse che. 

Ai^épc, acf. nrll* etere, nelParii. 

A(Srépio$, a, ov; atdrsptcìfss, eo; , 
e. etereo, aereo. 

AtSrTÌi?, é/90S) *»• aria; ma la più pura 
nelle più alte regioni , a difièrenza 
della più densa atmosferica: dinp , 
elere, cielo. 

Ai&ivo;, ou, e. che si può abbrucia- 
re, rbe fa ril mente si abbrucia. 
^At&o/xai, ardere, accendersi. 

iltc^of^ so;, n. calore, ardore. 

■^j&iJ*, ìf, òv, nero. 
'c^ouoot, 'ÌS?/', P<"rl»'^o ionanti la 

^casa (per lo più dalla parte di Le- 
^nte o di'* Mezzodì, per cosi riscal- 
dai^ megUo al sole ) ; vestibolo. 



( i8) 



AI 



Al dot|>, otto;, e. caldo, ardente ; nero 
brunito; cioè che ha un nero luC" 
Cleante. 

kl'^pOL, a$, /. serenitli dell'aria. 

Ai&pyjyevsTvjs, ou, m.j ai&oijye- 
vv]$ , éo$ , e. che riconduce la se- 
renità o la brina ; epit, di Borea , 
quindi freddo. 

AtSrpta, oc^j y. cielo sereno, serenità, 
asciutto. 

Atdr/9(à^u , dormire a ciel sereno , a 
cielo scoperto. 

Ai^^ivòc, y]\ ov, mattutino. 

Aidrpioxotrée*), dormire a cielo sco- 
perto. 

Ai^pio^, ou, e. sereno. 

A(3r|0o§^ ou^ m. brina, freddo, mat- 
tutino. 

Ai3ruy/jioe, aros, n. fomite , eccita- 
mento. 

AiSruia, «$,/. smergo , uccello acqua- 
tico. 

ki9r\)xrrìpy vipoq, m. violento » impe- 
tuoso. 

ki^\j>jis(ùy risplendere, riscaldare, muo- 
vere. ^ 

Atd^u, abbruciare, a^endere , risplen- 
dere j in nted. ardere (neulratm.) 

At&w, respirare. 

Ai^uv, &)vo$, m. ardente, focoso, fiam- 
meggiante; rosso; fulvo (di leone). 

Atxà/Aoi, adulare, lusingare, piaggiare. 

AixàXog, ou, m. adulatore. 

Ai'xY), v^s, y. impeto di chi si avventa, 
moto violento. 

Atxia, as, y*. battitura, ingiuria fatta 
col battere. 

Aixi^u, battere a verghe, frustare. 

Atxiov, ou, n. danno. 

Aiy.iaiicx., aroi, n.j aixi<7/xo'?, où, 
m. deturpazione del corpo cagio- 
nata dalle busse o piaghe ; flagel- 
lazione , mutilasione ; cattivo tratta- 
mento. 

Aix(ffTixò$, Y)\ òv, proclive a battere, 
ingiurioso, scellerato. 

Atxeo; , ayv» indecentemente , turpe- 
mente. 

AUtvoc, avv, luttuosamente. 

Ac'Xivof, ou, m. misero, lamentevole. 

AiXoMpOij o\Jj e. gatto, gatta. 

kifiu, ocTOiy n. sangue , strag«, ma- 
cello. 



AI 



sanguinolento. 

kifxoi^Kij avTOS, ff. I. pari. alt. v, 
ai/Aav^u, insanguinare. 

kifia.<3Ì0L, «5, /• siepe, muro a secco; 
riparo di pietre ammucchiate. 

klp.oi'Jaùìj macchiar di sangue , pari, 
p. p. pass. iìpLKyp.iioiy macchiato 
di sangue. 

AiV«T8xxu5i«, aj, /. spargimento di 
sangue. 

kip-oirri , >I5,/. sp,>da. 

kìaocTyjpòij pdy pòv, sanguigno. 

Ai/AaTi^o), trar sangue. 

kip.a.rtxòi, >}, òv; aìaarivos , ou, 
c.j «ijui«TÓst$, S99a, cv, sangui- 
noso , insanguinato, purpureo. 

Ai/A«T0tfTayTQ5, «05, e. grondante di 
sangue. 

Ac/Aaróu; atjui«9ff6>, rendere sangui- 
nolento; uccidere. 

klp.a.ràSrìiy so$, e. sanguinoso, in- 
sanguinato. 

kìpLOLTOiSaiy avv. sanguinosamente. 

Ai/À«T&)7rd5, ou, m. che ha gli occhi 
rossi di sangue, epiteto delle Furie. 

kipLinpòi, poi, J50V, sanguigno. 

Ai/xo^afy}^, «05, e. tinto di sangue. 

kip.óSi^Oiy ou, e. sitibondo di san- 

kìpLOTtórriiy ai», m. bevitore di san* 
^gue. 

Aì/moTTTui'xò^ , >ì, dv, che sputa san- 
^gue. 

klp.opYa.yeoi, spargere sangue. 

kipiOpp'oLyioL, oLiyf. emorragia, per- 
dita di sangue. 

kìp.6ppoioL, Kij/.jctifiop'p'oii, iSoij 
f. flusso di sangue. 

klp.òp'pooi, o\J, e. che soffre flusso 
di sangue. 

Ai/xoydj9uxT05, oy» C.J ai/*dfU/5T05, 
ou, e. bruttato di sangue. 

kìpióxpooi , ou , e. di colore sangui- 
gno. 

At/xu>(a, «5,/ piacevolezza, grazia, 
urbanità. 

A(juiJ>(os, ou, e. blando, piacevole, 
affabile. 

kipLvX'Xuj ingannare. 

kip.\jXop.iiìr-fì^, ov, e. affabile , oares- 
zevole. 

A1/AUA05, ou, e. V, a(/Au7io$. 



(«9) 



kì fidavi ij eo^, e. sanguigno, sangui- 
nolento. 

At/uL0i)y, ovo$, e. sanguigno. 

AiauTTOf, ou, e. sanguinario. 

kiifOLpérrìi, ov, m. che fa un infe- 
lice uso del suo valore. 

Àivevta 9 of , /i aivsffif , ew^ , /. 
lode. 

ÀcvsTVis, ou, e. lodatore 

Aivcrò^, 7}, òv, lodevole. 

A(vé»,/M^ étf», lodare, approvare; 
acconsentire. 

Alvi], >j«,/. lode. 

Aiyif)ffac/uic, a. I. e<e. af<. v. aive». 

At'yiy/xa, aro^, n. enimma , detto 
oscuro con senso allegorico , indo- 
Ttndlo. 

Atycyjttart^o/uiac, parlare oscuramente, 
esprimersi con enimmi. 

Aiycy/xartffTW^, ou, w. solilo a par- 
lare oscuramente , per enimmi. 

Acycy/xaTO)^Y)$, co;, e. detto o scrit- 
to oscuramente , enigmaticamente. 

Atviy/AaTfiri^ó»;, aw. oscuramente. 

Atvr/tto^, où, iif.j' aivtXTKjpios, ou, 
e. discorso oscuro, enimma. 

Aty(XT>i/9iA)$, av*». oscuramente. 

AivixTO^ v]'} òy, oscuramente detto o 
scritto. 

Aiyc^o^at, lodare; qualche volta am- 
mirare. 

Aivcffffo/Aai, parlare oscuramente. 

kìifirTOfJiaLt y dare a intendere, voler 
dire , far capire. 

Aiyo^OkXxeuTos , ou , e. invaso da 
un orribile furore. 

Acvo/Sca^, ou, m. fornito di gran 
rouustezsa , valoroso. 

Atyo'^EV, avv. gravemente; aiv^S^sv 
aty&)$ , gravemente grave , ossia 
gravissimo. 

AcVÓSrpu^To;, ou , e. delicatissimo, 
assai mone« immerso nel lusso. 

Atyo/Aayi]$, éo$, e. oppresso da grave 
furore. 

Aiyó/topo^ ou, e. sfortunato, desti- 
nato alla disgrazia. 

AtvoTra^';, eo;, e. che ha provate 
delle gravi sventure. 

AcvoTrXvil, "nyoi , e. che gravemente 

perccfole. 
Aiyd$, Tn, dv, grave, orribile, violen- 
to; disastroso. 



AI 



Alvo;, ou , m. sosi, favola ; apologo , 
proverbio, enimma. 

Aivo'ty??, >IT05, /. gravità. 

Aivuuai, prendere, togliere via. 

Aiv&>;, atf. gravemente; grandemente; 
gagliardamente. 

Alt, ci.iyòi, e. capro, capra. 

At^a;, avTO$, m. a. 1. part. att. t». 
ai'ffffw. 

A(o).au; atoAsM, variare, ravvolgere. 

A 10^ 1^0) , variare , astutamente ope- 
rare. 

AcóAXo), diversificare; volgere or da 
una parte or dall' altra ; aggirare ; 
raggirare. 

Ato^ó^ouAos, ou, scaltro ne* consigli, 
astuto. 

AioXo'cTctxro^ ou, e. che insegna di- 
verse cose, mostrandole; quindi in- 
ventore di varie arti. 

Ato).o'^>jr»35 ì ou , c.j ato^o'/xviri^ , 
to$, e. V. atoXo'^ou).09> 

A(0>o'/xopf 0$ , ou , e. eh* h di varie 
forme. 

A(ó}io$, V], ov, vario, variato, sere* 
ziato; agile, agitabile. 

Aio).óffTOjuio; , ou , e. eh* è di varia 
bocca, iimbiguo, oscuro. 

AioÀó^Puvos, ou, e. che ha varia vo- 
ce , che variamente suona. 

Aiovaoi, aspergere, irrigare. 

Atóvi}«i$, f«5, / bagnamento, asper- 
sione. 

AiTTStvò;, W, òv, alto. 

AiTToAtov, ou, n. branco di capre. 

AiTTÓ^o;, ou, m. capraio; paslor di 
capre. 

AiTTo;, toiy n. altezza, cima di monte. 

AtTTÒs, vj, dv, allo, elevato; difficile, 
duro , profondo. 

At7rv)^/t>IT05 , ou, e. alUmente co- 
struito. 

Atzu/ATjV»];, ou , m. che prende alti 
consigli , che ragiona di cose sublimi. 

AiTTus, «Fa, u; aiTru^io;, oc, ov, al- 
to, grave. 

Al/sa, pas, /. martello, mannaia. 

Alpiò&iq, évTO«, m. a. ì. parL pass.} 
OLipk^v, a. 1. ind. pass.j aipt- 
SrriffOjUiai,/. 1. ind. pass, v, at- 
péa. 

KìpiouLKi y prendere, intraprendere; 
preterire, amar meglio; scegliere. 



(aO 



AK 



A.xdiX\JT:roi , ou , e. non coperto > 
quindi aperto , manifesto , patente. 

AxaXóig, avv, quietamente, tranquilla* 
mente. 

XiiaiiJ.(x.ij avTo;, m.j oixoiiJ.oLrogj ou, 
e. infaticabile , indefesso. 

Axa/JiocTGi>$, aifv. infaticabilmente, in- 
defessamente. 

Axa/A7r>}5, «05, c.j oiKOLnitroi j ou, 
e. rigido, inÌBiessibile. 

Axoc/ATTTCJg, ai^(^. inflessibilmente, ine- 
sorabilmente. 

Axa/A.pia, as, /. inflessibilità, rigore. 

i^xavd'o, v]5,^ spina. 

Axavà-ficàv, &)V0$, m. spineto. 

Axavd'Yi6i$, S9(Ta, cv, spinoso. 

Axavd'i^Gi), rendere o essere spinoso. 

Axoévd'ivo;, rij ov, fatto o intrecciato 
di spine. 

AxavSriov, ou, n. piccola spina. 

Axav&t's, 1^05, /. cardellino. 

ÀxocvdroXóyos , ou , e. raccoglitore di 
spine. 

Axav&u^y]$, eo; , e. n. irto, spi- 
noso. 

AxocvdrcJv, c3yo5, m. spineto, macchia, 
bosco folto. • 

AxaTTvo;, ou, «. eh* è senza fumo, 
non fumoso. 

Axap^io^, ou , e. eh' è sensa cuore , 
insensibile. 

Axa^si ; axapéws e ocxapó)$, ape. in 
un momento. 

Axa/985, cos, /t. momento, istante. 

AxapiQS, J05, e. che non si può divi- 
dere, a motixfo della sua piccolezza^ 
piccolissimo t cortissimo. 

Axa/siaìo^, a, ov, momentaneo. 

A-nccpiSiOi , ou , e. minimo , brevis- 
simo. 

kxoLpitéùiy /ut. y](TCi), non produrre al- 
cun frutto, essere sterile. 

AxocpTTia, a$, /. sterilità del terreno , 
infelicità nelle produzioni della terra. 

ÀxopTTOS, ou, e. sterile. 

AxapTTCi;, at'c. sterilmente. 

kxcipTtoiroi i o\J , e. da cui non si 
raccoglie alcun frutto ; inutile. 

A'^ocproij ou, e. non tosato , non raso. 

Axarayvciarro; , ou, e. non condan- 
nabile, irreprensibile. 

AxaraywvttfTO^, ou , e. inespugna- 
bile, invincibUe. 



AK 



Axarairtaro^, ou, e. che non si può 
accusare , eh' h senza colpa , inno- 
cente. 

•AxaraxaXuTrTOf, ou, e. non coperto^ 
non celato. 

Axaraxóff/jLTjTOs, ou, e. non ornato, 
indisposto, mal ordinato. 

AxocràxpiTo;, ou, e. non condannato. 

AxaTaxpiTus, at^c. senza giudizio o 
condanna. 

AxaràXiijXTOS, ou, e. incessante, con- 
tinuo. 

AxaraXvixTu; , aw, incessantemente, 
contìnuamente. 

AxaraXiQTrros, ou, e. che non può 
prendersi , inarrivabile; incompren- 
sibile. 

Axaraiifilta, a«,/. impossibilità di 
comprendere , incomprensibilità. 

AxaraXXaxTOS, ou, e. implacabile. 

AxaraXXocxrcJg, «r^t^. implacabilmente, 
irrevocabilmente. 

AxaràiiUTOS, ou, e. indissolubile. 

AxaTa/*ax»JT0$,'OU, e. inespugnabile. 

AxaTa/ASTpv)TO$, ou, e. immensura' 
bile. 

AxaTavóvjTos, ou, e. che non si può 
comprendere , inintelligibile. 

A'xaraTTauaTOs, e. che non sa rima- 
nersi , che non può essere trattenuto; 
continuato. 

AxaTa7rau(TT«;, auf. incessantemente. 

AxarocTrXrixTOS, ou, e. imperterrito. 

AxaTaTT/sauvTOs, ou, e. implacabile. 

AxaTocffSKTTOs, ou, e. saldo, inconcusso. 

AxaTa^yj/AavTOS, ou, e. non sigilla- 
to, non segnato. 

Axara^xeuaaTos , ou, e. non lavo- 
rato; privo dell'ornamento dell' elo- 
cuzione. 

AxaTa<TX8Ua5TW5 , avv. disordinata- 
mente, scompigliatamente s inelegan- 
temente. 

AxaraffTaffia, >}5,/. tumulto, sedi- 
zione, incostanza. 

AxaràarTaTos, ou, e. tumultuoso, di- 
sordinato ; incostante. 

AxaradTarws , «w. incostantemente, 
disordinatamente. 

kìtKTOi<JXiroiy o\Jj e. che non si può 
arrestare o frenare. 

AxaTaffxérws, aw. senza poter arre- 
starsi; sfrenatamente. 



(«3) 



ÀK 



Jkxccroifpóinìroiy ou, e, ood dùpres- 
cabile. . 

kxar(k.^trj9roi, ou, e. noD ism«nUto, 
non énto. 

ÀxareuvatfTO^, ou, e. Tigilanle. 

JLxecnny aprir Oi^ ov^ e. irreprensibile. 

XxauffTOS, ou, e. non abbruciato, 
che OOD si pnò abbruciare. 

Axa^éo); àxa^^ljuit; axa^t^u, rat- 
tristare « affliggere; trafigger l'animo. 

Axa^i^o/^ac, «filiggersi, addolorarsi j 
affiiooarsi. 

Axax/^SW) agnszare, appuntare. 

kxà.x<^9 addolorare, rattristare. 

kxia.9roif oVj e. che non si può rom- 
pere o sciogliere. 

kxéXtvòOij ou, e. sensa via, imprati- 
cabile. 

Axéìeuaros, ou, e. non comandato, 
che opera di proprio moto. 

ÀxcynfiTO^, ou, e. indomito. 

ixtifxpoij ou, e. eh* è senza stimolo. 

Axéoiuiai, Qp.a.i,fut. icop.o:i ediiao' 
fiati, guarire; medicare, rimediare, 
riparare; espiare. 

Axépaio$, o\J, e. non alterato; sano e 
salvo; intatto, intiero. 

Ax2pa(0T>j$, Tnroijf, sincerità, inte- 
grità. 

kxef>a.ia»i, avv. sinceramente. 

Axc^aro^, om, c. che non ha coma, 
non cornuto. 

AxépSticc, eciy /. danno, perdita. 

kxtpoyìiy ioi, e. non lucroso. 

À^tpOi, ov, c.j axépoìiy <aroiy e. eh* è 
senxa torna, non cornuto. 

£xtpatxòu.rì^ ou, m. intonso, crinito, 
epit, dji pollo pt* tuoi ricciuti ca- 
pegli, 

AX87(U0$, OV, C.J eOLÌ9lOÌj ov, e. 
meaicabile. 

Àxt^ii, toìiy/.j oéxevjuia, aro^, n. 
rimedio , guarigione. 

Axiapioq, ou, e. medicabile , guaribile. 

kx.tap.òi^ 0^} m» risanamento, guari- 
gione. 

Axe^nri/?, tipoiy m.j ocxs9t>]'{, o\), m. 
medico. 

AxevTcxo's, vj, òv, atto a sanare, pe- 
rito nel sanare. 

Axe9T0pixó$, V]} òv, medicinale. 

Axt9T0$, V2, òv , guaribile, fàcile a 
guarirsi. 



AK 



AxéffT^flc, ««,/. ago. 

AxévTWjO, Ojoos, m. medico. 

Xxeuaa, aro^, n. guarigione. 

Axsuo), medicare , guarire. 

Axs^aAo^, ou, e. che non ha capo, 
acefalo. 

Axefoc^ug, acf. senza capo. 

Axsca, medicare, guarire. 

Axswv, ouvo, ov , che osserva il si- 
lenzio , tacilo. 

Axiuv, aw. tacitamente « senza fiatare 
o aprir bocca. 

Axrì, TÓ5, /. puma. 

Axvj'Jeta, a;,/, trascuratezza. 

Ax>i <^e9T0$, ou, e. trascurato; lasciato 
senza sepoltura. 

AxYiò's9.r&)$, avv. senza riguardo, senza 
pietà ; trascuratamente. 

A.x.rtSi(tij /ut. yj^o), essere trascuralo, 
accidioso , spensierato ; non si cu- 
rare, Tivo's. 

AxY)^Y)s, éoiy e. negligente, libero da 
ogni cura; sicuro; insepolto ( di un 
cadavere, a cui non siano stali resi 
gli ultimi onori ). 

AxYj^ia, a$,y*. accidia « tedio, pi- 
grizia, tristezza. 

Axy]^ioé6), trascurare, essere accidioso. 

AxvjXy]TO$, oxtj e. che non può essere 
addolcito. 

Ai^rifiot, aro^, n. rimedio, guarigione. 

Axvjv, avv, tacitamente, chetamente. 

Axrijjociioj, o\J, C.J axyjjparos, o\t, 
e, puro, incorruttibile , intatto ; chia- 
ro; intiero. 

Xxrjpios, ou, e. esangue, disanimato; 
senza cuore; timido. 

AxTipuxreì e àxepuxrug, avv. senza 
denunzia. 

AxYipuxro^ ^ ou , e. non denunziato , 
non proclamato. 

AxTj/s/iiai; axy]';(v]/Aat , rattristarsi. 

AV.i^oy)^c>)$} avv. seta» scoria, pura- 
mente, sinceramente. 

AVi^vÒ;, ou, adj. debole; miserabile, 
vile; àxiovórsjoos, comp. più de- 
bole, ec.y inferiore, minore. 

Axt^vò^, Y], òv, infermo, che appena 
si può movere. 

Axt^&j^v]^ , eo;, e. rhe termina in 
punta , appuntalo , affilato. 

Axi^wròf, ou, e. v> cuiSùSM' 

Axi^ù, aguzzare. 



(^4) 



ÀK 



Ax(xu$, rjoij e. debole « imbelle. 

Ax(vay/Aa, aro;, n. scuotimento. 

AxivoéxY]$ , orJ y m. acinace, spada 
persiana , parola conservata anco 
dai latini, 

Axtv^uvì, avv. senza pericolo. 

Axtv^uvo^, ou, e. chi è libero da 
ogni pericolo, sicuro. 

Axtv^uvo);, aiv. sensa pericolo, sica- 
ramenle. 

Axiv^Ò^ta, a$,/. immobilitit, stabilitSi. 

Axiyyireì, aw. immobilmente « stabil- 
mente. 

Axivv]Tt^M, star immobile, guardarsi 
dall' esser mosso. 

Axtvy}TO$, o\)y e. immoto, immobile. 

Axtvv)T6)s, avv. immobilmente. 

AxÌ5, iSoi,/. punta. 

Àx(XV]TO$, 0^J, adj. che non può rag* 
giungersi, inarrivabile nel corso. 

Axtojv, ovo;, e. non sostenuto da al- 
cuna colonna. 

AxXaiYJs, éoiy e, che non piange o 
non si muove a pietli ; crudele. 

A'xXavTO^, o\), e. non rotto. 

AxXauffTt, avv. ad occhio asciutto. 

A'xXauffTog , ou , c.^ ocxXauTo; , ou , 
e. incompianto , oscuro , negletto. 

AxXev]*;, io$, e. eh' è senza gloria, in- 
glorioso j infame. 

A'x>ei(7T0$, o\jy poet. àx^^yil'ffros , o 
axXyjtfTOs, e. non chiuso, aperto. 

A'x^STtTOS, ou, e. che non ruba. 

AxXsw^, avv. senza gloria , oscura- 
mente ; ignobilmente. 

Ax)iT]p80D, esser privo, esser afflitto da 
miserie. 

AxXyip>]/Aoe, ocro;, n. disgrazia. 

AxXv]|9ia, a$, yi povertà, miseria. 

A'x}1 v]jOO$ } ou , e. che non ha redato 
alcun bene; escluso dalla sorte; po- 
vero , senza fortuna. 

AxXvipciTi, avv, senza sorte. 

Ax>y]j9a)ro$ , ou, e. che non fu eletto 
a sorte. 

AxXtjtì , aifv, senza chiamata, sponta- 
neamente. 

A'xXv]ro$, ou, e. non chiamato. 

AxXivvis, so;, e. cljte non vacilla, che 
non si può piegaife. 

A'xXito;, ou, e. indeclinabile, inflessibile. 

AxXo'vsTo;, ou, c.j oéxXovo$, ou, e. 
imperturbabile, inconcusso. 



AK 



A'xXuvto;, ou, e. non lavato, aon agi* 
tato dalle onde. 

Ax/xà^ca, /ut. oé^GA, esser in fiore o in 
vigore g fiorire. 

AxuKto;, a, ov, «h*^ in fiore o in 
florida etii, vegeto, vigoroso. 

Ax/uiaTTri;, ou, e. valoroso, robusto. 

Ax/AYj , yii, f' propr. punta , filo rfe/ 
ra.tojo tagliente; vigore, il ^iù flo- 
rido stato, per ef., della vita umana, 
v«05 (xarà) àx/tWv (tQjS*}?) fresco 
di gioventù , giovane , vigoroso. 

Axjuivìv, avv. soitin. xoctoc, ancora; con 
impegno ; l' opportunità per fare una 
cosa ; il filo o il verso di farla. 

Axuyjvó;, ri, òv , adulto, vigoroso | 
fiorente. 

Ax/Av];, viroi, e. non istancato; fresco, 
riposato. 

Ax/jiviTt, auv. instancabilmente. 

A'x/x>jto;, >}, ovj ocx/utiQT05, ou^ e. 
non aflfiiticato. 

iìLlkóìurot , ou , n. ceppo sa eoi è 
posta l'incudine. 

A'x/Acav, ovo;, m. incudine. 

A'xva.aTTTo; , ou, e, inflesAbile, irre- 
movibile. 

Axvy]9Ti;, iSoiyf. spina dorsale. 

AxoY), ri 9; /• adito , senso dell' udito ; 
fama. 

Axot/AvjTo;, ou, e, vigilante, desto* 

Àxoivo;, ou, e. non comune. 

AxoivoivviTo;, ou, e. che non fii parte 
di se ; incomunicabile , insociabile , 
insociale. 

AxoivcavY)T6)$, avv. senza comunione. 

A'xotTìQs, ou, m. marito; MXOiTtg , 
iSoiyjf. moglie. 

A'xoito;, ou, ch'è senza letto. 

AxóXoxo;, ou, e. alieno dall'adula- 
zione , che non adula. 

AxoXavia , oc; , /. incontinenza, libi- 
dine ; petulanza. *, 

AxoXavraivu; «xoXa9TSG>>, operare 
petulantemente , vivere lussuriosa- 
mente. 

Axo'>a7To;, ou, e, intemperante, libi- 
dinoso, sfrenato. 

AxoXàvTca;, a^t^. intemperantemente» 
libidinosamente, petulantemente. 

l,y.o\oiy ou, m. un tozzo di pane; un 
boccone. 

AxoXou&s&>, conlr, ^òi, fut. ni?», Tivt 



(a5) 



AK 



mpsTx.rt99^ Mfwpìg iM f , seguire, 
emtr J itccp olo • soirìlore d'alcuno ; 

MÒCMVCi IHHlUe» 

c&S, soÈ^jf. eonsegneim, seguito, 

it l tg^ i tt • arcompegnameoto. 
AjE9À9'j3ieruc«^ lì, òv, seguace. 
A29X9vdige, flt$,/. coaseguema , ac- 

leMUngiiiBinulu, treno 3 setta. 
AxóJLOv^ós, ev, e. seguilatore, segui- 

talrice, eompsgno, compagna. 
AxoÀ9v^fl*S, «fv. consegueolemenle. 
àM^A-jjM^Oi, o*J, e. che non sa nuotare. 
Ajto/K.t9Tc« , 01$, /. negligensa , inci- 



Ax9/ftc«T0$ , ou , e. negletto , squal- 
lido, indecente. 

e nemico defla Tanaglorìa, modesto. 

Éxo^^oiy ou, e. indrgante, rile. 

Axo/ui^ft>^ ««V. indegantemente. 

Axova»; oexov^u, agusaare, affilare. 

AxóvTn, ^$)/« pietra d' affibre, cote. 

AxÓTtiitoLj OLTOiy A. incitamento, pun- 
golo, stimolo. 

Axoyirì, aw, senta polvere } e quindi 
sensa fatica, sema contrasto. 

Ax9yiT0$, OM, ch*è sensa polvere. 

Axoi>iTC9$, ofv. •». axovtri. 

Axoyri, «vf. c<mtro voglia. 

Axoyrc ^01, saettare, lanciare, scagliare, 
speeiàimtnte al bersaglio. 

AxóvTcoy, ou, n. freccia, saetta, strale. 

AXÓVTC9C$, 8«S,/j «XÓVTtff/AO, aTO«, 

ii.j ccxovrt^jULo'^, où, m. saettamrato. 

AxoyriOTvjp, ^po», w.^ otxoyTwr»j«, 
ou, m. saettatore ; esperto , pratico 
nel lanciare il giavellotto. 

AxovTCffTtxò^, vi, òy, perito di saettare. 

jLXoyrc^TU^, uo$, /. l'arte di lanciare 
il giavellotto ; tensone gara nel 
lanciare i dardi. 

Axoyro/So'Aos, ou, e, saettatore. 

Axoyro^opo^ 9 ou , e. soldato armato 
di giavellotto. 

AxóvTAif, a»H». V. oxQyrì. 

AxoTTiaffTOS, 0\J, e. indefesso, instan- 
cabile. 

Axo7rcoé9TA>$, «tv. sensa fatica , age- 
volmente. 

a'xotto;, ou, e' indefesso. 

Axóirois, aw. sensa fatica, £icUmenle. 

Axópfsroi, oVj e, insasiabile. 



AK 



Axo^i^TWf, «tv. imasiabilmohit. 

Axoj9V)TO{, ou, e. iniasi«l»il«. 

Axopta, oc;, y. insatiaUiliUi. 

A'xojdO^, ou, e. insasiabile. 

Axo^u^o;, ou, e. che non bt cima | 
sensa punta , sensa ca|>o. 

Axo;, tO{, /i. rimedio , medicina. 

Axo9/uiia, a;, /. confusione, vertngmi. 

Xxo7/uio;, ou, r. disordinalo} T« «xo- 
9u«, parole indecenti, scurrili. 

Axo9,aM«, aiuf. sensa ornamento. 

XxofTf'M, /«l. v}9fl4, pascer d'orso) 
esser ben nudrito d' orso , di biada 
quindi esser pirno di fuoro e di 
spirito (di cavalli ). 

AxoTTv], i7{, /. orso ) alimento. 

Axouà^u, udire. 

Axouvj, -fii^ f. fuma , roce spana | pù$l, 
per «/.OTO , io;. 

ÀxoUj9o;, o^j^ e. non tosalo. 

jixoupo;, OM^ m. privo di figli. 

Axouiio;, o\Jf e.j Kxou9to|, a, ov, 
involunlurio , rostroll», rbe necessN- 
riamente accade ( ad onta della vo- 
lontà), necessario. 

Axouoiu;, avv. mal vultnlieri) di mabi 
voglia. 

ÌAOu>ju.»y 0(,V09, fi. ciò rhe si «scoIim) 
r udire } insegnamento f lesione. 

AxouoTvf^, où, m. uditore) disreptdo. 

Axou9T(xO<, v], o*y, appsrteneuU al- 
l' udito. 

AxouTt^o), far udire. 

k%oifìi^ udire , ascoltare ) obbedire } 
esser discepolo }/mI. ovìoì] p. "ti^O^' 
xa, p. m. rlnooL, ed attìe. o^xoaxv] ) 
eu o^xouftv, avere un4 buona ripu- 
tasione, essere ben senlito. 

A'xpa, a;, /. cima, sommitìi, promon- 
torio • lido, castello I x«T aupcAi 
Ttupi 9/uLU/t9&oc(, ardere da capo a 
piedi ) xa/ a/ooc{ Tra^^c^drai, «*- 
sere distrutto dai fondamenti , rovi* 
Tinare d^i fondamenti! ruit alto a 
culmine Troja, ytrg.^En. il» v.%Wi. 
Le antiche ciltSi avevano per lo piti 
un castello di elevata siluasione , e 
quando quello era preso , riguarda» 
vasi come gi^ presa tutu la citUi. 
iJLXoàayro;, o^j.^ e. imperfetto , rano , 

inulil e. 
Àypeoìi, ioq, e. che soffia sulle allure) 
veemente; gagliardo: epit. del vento. 



(a6) 



AK 



AxodLisicty otqyf. inlemperansa , srego- 
lalezza , libertinaggio ; intemperie. 

A.y.poi(jt.Oiy ou, m. intemperante, sre- 
golato. 

AxpocTSia, ct^i/. intemperanza. 

Axparsuo/Aai , vivere intemperante- 
mente. 

AxpaTY];, so;, e. cbe.non è padrone 
di sue voglie j intemperante. 

AApcx.TTnaioi.^ ««?/• *'• dÌApu(slo(., 

AxjOaTy)T»$, ou , e, che non si può 
frenare. 

À.ìipKTlttlJ.OL, «TOS, n.J KXpOLXttSflÒi, 

J , m. colezione , merenda. 

A'xparov, ou, n. vino puro, senza al- 
cuna mescolanza d* acqua $ quindi 
forte, impetuoso, focoso. 

Axparog, ou, <r. puro, non mescolato, 
sincero. 

k/.poiroipy opoif.m, impotente, in- 
continente. 

Axp(X.T^ij avv. intemperantemente, sre* 
golatamente. 

Axpàrci);, avv. puramente, senxa mi- 
stura. 

A'xpsauv, ovos, m. ramo, ramoscello. 

kxpri^rìiy S05, c.j oixpifi^Oij ou, e. 
assai giovine , giovincello. 

j[x<9yiT0$, ou, e. sincero, puro, invio- 
labile; ffTTov^aì axpritoty libagioni 
di vino puro. 

JÌAptoCj a;, /. soVnmità , cima, poggio 
(soUint. yri). 

Axpi^a^&), , provare , diligentemente 
esplorare. 

Axpi^atf/Aos, ou, m. esame diligente, 
severo. 

Axpi^affrWSj ou, m. esaminatore se* 
vero, rigido, accurato. 

Axp ^sioc, a$, /*. diligenza, esattezza, 
squisitezza , finezza j riflessione par- 
ticolare. 

Axpipv];, éo$, e. diligente , esatto, pun- 
tuale, squisito, fino. 

AxpijSóod y esplorare diligentemente , 
conoscere pienamente j rendere altrui 
diligente. 

Axpt^ùiif OiHf, puntualmente, perfet- 
tamente , con tutta i' attenzione , as- 
solutamente, esattamente , severamen" 
te, del tutto: Tcavu oèxpi^ù; e ró 
oix.pipéi, con ogni accuratezza. 

Axpì;, iSo^yf. locusta. 



AK 



Àìtpii ,^ iOi, f. cima , vetta. 

kìipiaicc, otiy /. sconsideratezza; cq;ia 
eh 'è in litigio; confusione, disordine. 

Axptrì, Aiv. senza giudizio. 

A'x|3iTÓ//.udo$, o\Jj m. uomo che parla 
senza giudizio; ciarlone irriflessivo. 

A'xpiTOg, ou, e. non giudicato, non 
ponderato , indistinto ; indiscreto ; 
non irascelto. 

XxpiTÓqjuXXo;. ou, e. adì. coperto d*i- 
numerabili foglie ; molto frondoso. 

AxjOiTO);, avv, senza giudizio. 

Axpóa/iia, OLroq^ n. cosa che si ode; 
discussione filosofica; concerto mu- 
sicale ; racconto piacevole; lettore. 

Ax|9oao/uiai, cj/^ai, fuL ocxpoatro/Aat, 
ascollare , udire per istruirsi , ob- 
bedire. / 

Axpoaffts, eoi; ,/. recita; Tatto di udire. 

JLxpoocnipiO'^y ou, 0. luogo da dove 
si ascolta , sia le lezioni d* un mae» 
Siro , sia la lettura d* opere di prosa 
o di verso j la cattedra, la tribuna 
dall' allo della quale si parla j l'u- 
ditorio. 

Axpoaryjs^ ou, m. uditore. 

Axpoarixo;, >i, ov, appartenente al- 
l' udire. 

k%po^olvhì i(Ai, rn. che saetta dalla 
verso la sommità ; soldato armato 
alla leggiera , velile. 

A)ipo^o\i(ii'y ay.po^oli^tù, saettar da 
lungi. 

kxpo^óXiaiif t(aif/.j oLx.po^o\iftp.òiy 
ou, m. lanciamento di saetta, scara^i 
muccia , mischia. 

Ax^o^oXiarW;, ou, m,s vxpo^óXoi^ 
ou, m. che saetta dalla o verso la 
sommità. 

IìxpóSpuo)f, H, n. albero fruttifero; 
TOC oèxjoo^pua, frutti con la scorza 
dura, col guscio duro; ghiande. 

A'x^oS^iviov, », n. primizie del bot- 
tino fatto sopra il nemico ; offerta 
delle primizie. 

/ìxpóxoixoi, ou, c.j ocxpoxó/AY), chio- 
mato sul cucuzzolo. 

AxpoXoficKj^ CCij/.J KYpÓXofOiy ou, 

m. sommità del culle. 

jkxpov, ou, n. cima, apice, vetta. 

Axj007roXt$, ew;, /. ciltadella , rócca; 
la cittadella d'Atene^ nella quale si 
custodiva il tesoro pubblico. 



(JLI 



ÀK 



ixpóiroXo^, ou, adj. eccelso, che ha 
un'eccelsa vetta. 

i^póitopo^j o\Jy c. che penetra colla 
punta a traverso di qualche cosa 3 
appuntato. 

KxpOi, pOL, po'*, (questo adj. nel 
suo stretto signific. serve ad indi" 
care l'estremità ìa punta di una 
cosa qualunque) , sommo, estremo , 
allo , supremo. 

OU, n. principio del verso j acrostico , 
specie iti componimento , i cui versi 
sono disposti in guisa che le lettere 
iniziali di ciascuno t combinate in» 
sieme , formano il nome di una 
persona ^ un titolo t un motto, 

Ax0O9^aXvj$, éoi e. proclive a cadere, 
lubrico. 

Axpórniy riroi, f, sommila, estremità, 
cima. 

&)tpOTnpiov, », ZI. promontorio; ci- 
ma , fastigio ; estremila. 

Ay-pórriroi, ou, e. non battuto. 

jLxpóropLOiy ou, e. la cui sommiUi h 
tagliata ; rupe. 

A'x/3oto$, ou, e. privo di applauso. 

Axpo^uXa^, ocxos, m. custode della 
ròcca. 

Ax/9oyavT)^ ioi, e. aperto nella som- 
mità. 

AxpoipgioCy olì,/. 1> cima del monte. 

ixpùìiy avv, sommamente , eccellente- 
mente. 

Ixpùtrripioiì^ca , mutilare, indebolire; 
snervare afiàtto. 

^KpùìTnpiov, H. n. la parte più ester- 
na, per es, di una nave. 

A/.Tato$, a, ov, litorale , mariUimo, 
che trovasi alla riva. 

Axrri, rii, lido, riva del mare, spiag- 
gia contra cui si rompono le onde, 
i flutti ; grano da seminare ( ayu ), 
come actus terreno campio da agoj 
quindi propr. terreno che si ara e 
si semina. 

XxtyÌ/aojv, o^Oi, e. sprovvisto di pos- 
sessioni; povero. 

KxTTfìTOi, OU, c. non. posseduto , che 
non si può acquistare. 

AxTtv, tvos,/. raggio del sole. 

AxTtvo^oXsu, irraggiare. 

Xxrio^, ou, epit. del dio Pane in 



AK AA 



Teocrito j onorato sulla Spiaggia ; 
onorato in Alene; epit. d'Apollo, 
onorato in Allea città di Magnesia. 

AxTi;, tvo^,/. raggio del sole. 

A'xTiffTOS, ou, e. increalo , non fab- 
bricato. 

AxriTvis, ou, m. liitorale, che sog- 
giorna sul lido. 

a'xtcjd, opoiy m. condottiero per es, 
della nave, vale a dire pilota o piloto. 

Xxu^6/9vy)T0$, ov, privo di pilota. 

^'xu&os, ow>/' sterile. 

AxuXos, ou,y. ghianda di leccio. 

Axu/AavTO$, ou, c.j axu/ACiV, o^foi^ e. 
non agitato dai fluiti , calmo » in 
bonaccia. 

Axuptoe, as, fi improprietà. 

ÀxMpoi, ou, e. privo di autorità, im* 
proprio. 

AxUjO^ci), privare di autorità ; abolire. 

Axuocjg, avv. impropriamente. 

Axujocjari;, 90)$,/. abolizione, priva- 
zione di aulurilà. 

a'xuto^, ou, c. sterile. 

Axoaxyj, ^5,/. punU; pugnale. 

AxoiXuTO^, ou, e. non impedito, li- 
bero. 

AxcjXurcis, avv, senza impedimento, 
liberamente. 

A'xojv, ovto^ , m, dardo , chiaverina , 
giavellotto. 

A'xuv, ouora, oy , colui che opera a 
contraggenio ; ocxcav tXMV, o volere 
o non volere. 

A>a/3affTpov , ou , n.^ oLÌd^ccarpoi, 
ou, m. alabastro. 

À^aos, avv. al mare. 

AAa?oveia, a;, f.j aXa?rfv«u/iia , 
aro;, n. iattanza, vanto ; vanagloria, 
vanità* presunzione. 

A)ia^oycuo/iioc( , vanagloriarsi » van- 
tarsi , far millanteria, 

AXa?ovtxò?, vj, òv, che appartiene ad 
oslioasione, dato alla millanteria; va- 
no , borioso , arrogante. Neutro, rà 
oèXoc^ovtxòv millanteria, vanagloria. 

AXa^ovixófs, avv. oslenlatameule, ar- 
rogantemente. 

A^a^cìy, ó'^oi, m. millantatore, arro- 
gante, prosunluoso. 

AXà9rvjT0«, ou, e. che non può stare 
occulto. 

AXaivo), andar vagando. 



(a8) 



AA 



A^à/.v]TO$ ^ o\) y e. che non manda 
strepito. 

A).aXa^6>, gridare « alala » aliar dei 
gridi a segno di vittoria , o di gioja, 
od anche di dulore; urlare. 

i^Xa^Y), iiiy f. alala, %rido inarticolato 
che i soldati alzavano nel lanciarsi 
al combattimento, 

£Xoi\rì[i»i , vagare, errare qua e là ; 
fuorviare ; essere sbandeggiato ; es- 
sere incerto. 

Ày^otXrìxòi, ou, m. clamore, grido, 
urlo» propr, quelPurlo che aitavano 
i soldati nell attaccar la pugna gri- 
dando alala. 

AXaXxsu, scacciare, allontanare « re- 
spingere. 

XXaÀxo/ASVK) r$ , iSoif f. di un effi* 

■ cace soccorso , potente , protettrice ; 
tpit* di Minerva. 

A^^aXxTYÌpiov, ou, 1. rimedio, aiuto. 

AXocXxw, fut, viffo), scacciare, giovare. 

ÀXoc>o$, ou, c. muto. 

AXaXuxTV}/Aai, andar vagando di ma- 
lavoglia 3 costernarsi, temere. 

AXà/A7riT05, ou, Ci aXa/tTTQs, «o», 
e. oscuro , senza splendore. 

AXào/Aat, w/iioct, v]Srsì^, svto$ , m. 
a. 1. pare, pass, vagare « andar er- 
rando ; essere incerto. 

AXaòs, ou^ e. cieco, tenebroso. 

A'XaotfxoTTtoc, «$9/. ^ana speculazione. 

AAaoGi), accecare; privare alcuno del 
lume degli occhi. 

AXaTra^vos, »j, dv, facile a divenir 
preda dell'inimico; debole; imbelle. 

AXaTTOc^w, devasUre, spogliare; ra- 
pire, distruggere. 

l>a;, aros, «. sale. 

AXavraivu; aXa^rso», esser cruciato 
o rattristato ; esser profondamente af 
ditto; provare un mortai cordoglio; 
essere gravemente sdegnato. 

A'XaffTOS, ou, c.(dor, inv. iljaXvi<rro$) 
che non sarà mai obliato ; di cui 
la memoria è indelebile. Parlandosi 
di un nemico , vale : per sempre abo- 
minevole , insopportabile ; che ha 
cagionato mali indelebili. 

AXoc9TU/9, opOi, m. che operò eose 
da non dimenticarsi ; esecrando ; 
rindice dei delitti. 

AXawTTÒ^, oJ, e. cieco, oscuro. 



AXaurù;, Uo^;, /. cecitli, errore. 
AXystvd;, W, dv, molesto, che apporta 

dolore o rammarico. 
kXyuv^iy a%^v. molestamente, doloro- 
samente, con rammarico ; grave, forte. 
AXysfr), sentir dolore, sentirsi dolere; 

aver male a un dito, dolere un dito. 
AX^Tj^civ, óvof m.j ocXyij/uLa, «.ro^^ 

n. dolore, rammarico. 
AXyyjpòs, pdj pòv, v. otXystvò^. 
À^yrìcii, iw;, /. dolore, rammarico. 
AXyivoti;, saffo, «v, ♦». eeXyctvò$. 
AXyivò^. W, dv , travagliato, tristo, 

pieno di dolore. 
A^Xvt6>v, (comp.à* aXyo^) più penoso; 

^Xy tffTO$, penosissimo ; faticosissimo. 
ÀXyOiì so$, n. dolore, disgrazia , me- 

sliziii. 
AXyu'vu, addolorare, rattristare. 
AX^atvo) ; otX^aio) ; aX^so) , fiir 

crescere. 
AX^Tjffxo» ed dXScù'^oiiKi, verb, irr, 

da àX^SGi); fut. i. àX^vfffCi, p. 

T9X^yjx«, crescere. 
AXéa, a$, /. calore del sole, il caldo ; 

in gener. calore 
AXsa^Gi); aXeatvw, esser tepido , aver 

caldo , aver calore. 
AXsyeivds, ifì, dv, v. aXytvd;. 
AXeyJv» , apparecchiare ; preparare 

con cura. 
AXsyci) e</ aXeyt^oj, aver cura, pren- 
dersi pensiero; inquietarsi. 
AXcyu, (lo stesso che Xiyo») stimare, 

far conto, preparare; curarsi d'alcuna 

cosa , Tivò$. 
AXestvd^ T), dv, tepido, caldo. 
AXesi'vGi) , fuggire , evitare. 
AXerj', "niì /• fuga » scampo. 
A'Xsia, cci] aXtsia, oc;?/ pescagione. 
A'XetoCj?, aros, /t. farina. 
A'Xei/A/Aa, aro;, /i. unzione. 
AXgiTTTYJS, ou, m. che unge. 
A'Xsìg, évTOS, m. a. 2. part, pass. 

V. ocXiffxw. 
AXetg. 8VT0$ , m. pare. prex. att. 

V. aXv]/uL(. 
iXsiffOV, ou, R. vaso cesellato; tazza, 

nappo. 
XXeiTYis. ou, m. peccatore; empio, 

scellerato, perverso, seduttore. 
A'Xeifa, aroj , n. unguento; olio 3 

pinguedine. 



(^) 



Àxn^tf, WS,/, namme. 
ÀASXTifp, r^poiy tm. che scaccia. 
Alt^TOpi^ iòoijf. galUaa. 
A'àcxt9s, e», e, inesprìmibìle , ioef- 

▲IcxTpJouvflt ^S,/. gallina. 
AAezrpuwv, óvo^ e gallo, gallina. 
AiéxTOip, opo«, m. gallo, tU et prip. 

e ^éxT/90y, letto sigmif. anche sposa, 

erf allorm V ot «(« ùtvece di a/uia. 
Alc^soi, aìatare, allontanare; portar 

soccorso; in med. difendersi. 
À^s^iq^o, aros , «. ciò che scaccia , 

rimedio. 
AJié^YIffts, tfli^y. l'atto di scacciare; 

difesa, aioto. 
A> SCIITI}/», 19^0^, m. che scaccia, di- 
fensore , aiatatore. 
A>e^v)'n]/9(oy, ou, n. rimedio, amuleto, 

difesa. 
kXt^viTnpi.Oi^ eu, e. che scaccia , 

difende, o rimedia. 
Aìc|v}Ttxòs, W, òv, che ha forM di 

scacciare. 
Àlc^(xoexo$, ou, tf. che allontana 

caccia i mali. 
k\iX(a^fuL InVa), inf. oèXè^avSrat, 

rimuovere , allontanare ; difendere , 

aiatare. 
A>eo$, OM^ e. caldo , tepido. 
AXs^TV)^ , iir9^, /. raccoglimento , 

mocchio. 
kXiitivroi , ou , «. che non h slato 

spogliato dalla sua scorsa, dalla sua 

scaglia, dalla sua buccia; che non 

fu scorticato. 
kXtvòiìi, é-^roif m. a. i. parU pass, 

AXe9TS0$, oc, ov, che si deve macinare. 

AAevTV}', ^i-, y* pula, lolla, guscio 
delle biade. 

XXcTO$, ou, m. Pacione del macinare, 
macinatura. 

AìarpevA), macinare. 

À^erpìf, iioi,/, mngnaja. 

A^eroiv, ùvo^, m. mulino. 

A^euiotrTis, ou, m. di farina, compo- 
sto di brina. 

A'Xsupov, ou, m. farina. 

A>su9oc/tsyo$, 1], oy, a. 1. pari, m.j 
a>(U9ajULi]v, a. 1. ind, m.j oc>cu- 
cav^ac, «. 1. iitf» I»., f^. oUcJoi. 



A>suw; ecXcoii, r<f etXca/mat, ichirare, 
fuggire, scansare. 

A^SM, /. a>fffM ^/>0«<. CtfVM), ^. CXO(, 

macinare. 
AXsttipv}, iii^f. rifugio, difesa, riparo. 
A'Xv], v){, /. errore, deviamento. 
A^W^iteC) ^iìf' 1' veritk ) ciò che 

non può star nascosto. 
AXv]&8{, aw. certamente. 
AXvidsurtxòf, yj, òv, verscCé 
A>v)dsuM, dire o dimostrare il Tero. 
AAv]^*;, éoiy e. vero, verace, retto, 

idoneo ; memore , sincero. 
AXv)dt^M, dire la vcritli; esser verace « 

sincero. 
AXv}divò{, W, òv, vero , legittimo. 
AAy]d'tVM{, avv, veramente. 
À.Xviòoyvta'sioi, «;, f. la conoscenta 

della verità. 
AX>i9rotf\iVTfj, vtiif.j oLXrtòÓTfìif v)- 

TOS, /. verità. ^ 

AXyì^gi), /i/f. y]9a), p. y)>y]xot e ailic, 

marinare. 

AXiQdoj^, Atx'. veramente, reridica- 
meote , renloienle. 

A'Xy)XTO«, ou, incessabile, continuo. 

A).y}XTa)^, at't;. incessMOtemrnte. 

A'/tj/ak, aro;, /i. furiu» j divagamento. 

A'Xyijuii, racrogliersi , radunarsi, rin- 
serrarsi ; andar errando, vagare; inf* 
aXinvai ed àXvj/Atvai. 

AXy]/ao(}uvvi, >)$,yi divagamento, vita 
errante» mendicità; l'elemosinare. 

AXyi/acjv, o-iOi^ e. errante. 

A'Xigvat, a. 8. inf. pass. t>. oi\lw<a, 

ÀXviTtroiy o\Jy e. non preso ,f.che non 
si può prendere. 

A')>vÌ$, ioi, e. radunato, pieno. 

ÀXrìoroiy ou, e. che non può essere 
dimenticalo; che sarà sempre ram- 
mentalo. 

AXvjreia, olì, f. divagamento. 

AX>]r8iÌ6), andar vagando. 

AXv}T7)$, oVj m. vagabondo, errante, 
girovago. 

AXrjróv, oiJ, n, farina. 

A/daiVM, medicare, guarir». 

A'X3re|i;, £&>$,/• risanamento. 

AXSrcv^, £&>$, m. medico. 

AXSrécd; àXd'ocivo) c</ oc). dro}, guarire, 
sanare ; aumentare. 

AXSrv)et$, «99», tv, salubre. 



AA 



(3o) 



À.yÒ7ì97t<a, medicare , guarire. 

A>&>j<TTvj/5iov, ov, n. dXòoi, 80€, n. 
medicina. 

X^ìa$. à^o;, /. barca peschereccia. 

Aitavi $, aéo;, e. che spira per mare. 

XAiaaro;, ou, e. inevitabile, a cui 
non si può sfuggire; che non cessa 
o scemasi punto; violento; oe^ta- 
9T0V , avv. incessantemente. 

X^tjS^uei), sommergere nel mare. 

A'Xi^pexTos, ou, e. immerso nel mare, 
bagnato dal mare. 

A^i^poxoi, ou, e. che si lava nel mare. 

A'XtyeiTwv, ovo$, e. vicino al mare. 

A^ly^f-O^ì ou, a</y. simile, somigliante. 

^XiSpcfiOi, ou, e. che corre pel mare. 

A^(spyvÌ4, so;, e. che affatica nel mare, 
remalore. 

X^tspxvis , éo$ , e. cinto dal mare. 

/L^tsu/Aa, aros, n. pescagione. 

a' ^ leu 4, SOS, 'f* pescatore. 

A^tsUTixò;, 7), o'y, appartenente alla 
pefca. 

ifXcsu'ci), pescare. 

^XiCoìy a.'kiaò'tióofia.ifjut. l.ind.pass. 
radunare , condire col sale , asper- 
gere di sale.- 

XXtvipvi;, so;, adj.j xuTTQ, remo con 
con cui si fende l'acqua. 
) ÀXiTfirupj opoi, m, V. aX(6Ù$. 

XXixt;, 1^0?,/- salsuggine. 

XXixXuffTo;, ou, e. bagnato dal mare. 

A'Xtxo;, vi, òv, marittimo; 

A'XtxÓT>35, >JTO$, /. salsuggine. 

XXixcJ^s;, so;, e. salso. 

kX t/Asvo;, ou, e. eh' è sensa porto. 

Xii/uio;, ou, e. marino. 

a'Xi/ao;, ou, c. che scaccia la fame. 

X^t/AUjOTJei;, svTo;, <i</y. che si sca- 
rica in mare. 

A^tv^sca, verb. irr. da ÀX- ita] /ut. I. 
oc>tv^;Q(;&) ed dXiijoìy rotolare, vol- 
tolare ; med. rotolarsi , voltolarsi. 

A>(V^y]<ri;, sca;, /. voltolamento. 

A^cvéo), ungere. 

XXtviTpov, ou, /i. salnitro. 

X^tvo;, y], ov, fatto di sale. 

K^iOi, ou, e. appartenente al mare, 
abitante in mare, marino; inutile, 

. vano. 

aXioo), render vano , inutile ; lanciar 
invano. 



AA 



A'XiTra^To;, ou, e, asperso di sale. 

AXi7r>];, so;, e eh' h sensa grassesta; 
macilento. 

iL^iTrXoo;, ou, e. che naviga sul maì*e; 
eh' è strascinato dall'onde del mare. 

AXt.Tzópf\jpOiy ou, c. del colore della 
porpora marina ; porporino. 

A/t;, atH». in mucchio; assai; copio- 
samente; a ribocco; a fusone. 

X^t;, i^o;,/. salsuggine. 

A^caysca, w, /mC. yjao, contaminare, 
profanare. 

A^tffyyj/AO, aro;, «. lordura. 

X^torxo/jiai, cerfr. /rr. <<ki a^óea. /uL 
dXotdoaoLfj a. 2. iiXojv ed 8a^6)v; 
//t/*. oc/uvoci ; ott. oc^oisv ; <fO|>^. 
cc>w, w;, ecc.j* ;>. i^Awxa erf eoé- 
Xojxa ; ^art. ocX»;, (sempre in signif, 
passivo. ) , esser preso. 

A'^iffxo), prendere, sorprendere, convin- 
cere , condannare ; forma il fuU , 
p. ed a. 1. da ocÀóu; Va, 2 d<i 
àXoi>/it.i, inusitati ambedue nei pres. 
Questo verbo ha la signif, pass, al 
p. e in amendue gii aoristi. 

ÀXitsTtKproiy ou, e. asperso di sale. 

XX((7TSfavo;, ou, e. cinto dal mare. 

A*X((TTÒ;, 7), dv, salato. 

AXcracvo), peccare, offendere, violare. 

AXtTOCVsuTo;, ou, e. inesorabile. 

XXtrspucjy, ovo;. e. vicino al mare. 

A Air SUO) ; aXtrsw, peccare contro; 
commettere un delitto; violare, of- 
fendere. 

À'^iT>j/A8Vo;, ou, e. peccatore; colpe- 
vole. 

XXiTvi/Awv. O'JOiy m. empio, spietato, 
inesorabile. 

A^iTYjjOio;, ou, e aAi-nrjjOÒ;, ou, «. 
il flagello , la rovina , la peste , e 
nel senso figurato y carico di delitti, 
colpevole d* empietà. 

AXtTirjjOiwJ>j;, so;, e. esecrabile. 

X^iTO/xac, fallare, fallire, peccare, in- 
solenlire, sprezzare insolentemente. 

A^iT/9aìv&>, peccare, operare scellera- 
tamente. 

AXiTjSta, a;, /. malvagità. 

A).iT|9Ó^co;, ou, e. che vive malva- 
giamente. 

Ày^itpoTZOiy ou, c. qua e là lanciato 
dal mare ; eh' è lo scherno delle 
onde. 



(3i ) 



AA 



kXiTpòi, ow, m. (per sincope invece 
di aCkinnpói), che è conscio di qual- 
che peccato , colpevole. 

Aìir^05uvy)y y]$, f. malvagità. 

iXi^^o^io, a$, /. naufragio. 

kXtoi, jfìtt. (9A>, rotolare, voltolare. 

AÀxoé^Oii, operare con fortessa, com- 
battere. 

iXxccp, cfpo^y n, difesa, schermo con- 
tro qualche cosa, per et, contra il 
pungolo dell' ape. 

A^XY], iQS,y*. fona, possanza; soccorso, 
aita ; rimedio ; persoti, la Fortesia. 

AXxvisi^, ttstsoL^ sv, robusto, valoroso. 

A^xijULo;, ou, e, robusto, forte, pode- 
roso; superi. à.\nt,p.(àtaLTOi, 

AAxi^pc>>y, ovo^ e. magnanimo , va- 
loroso. 

A^xrrìp, ^poi^ m. difensore, prolet- 
tore ; vendicatore. 

AAxTvfpcoy, oxj, A. rimedio, aiuto. 

ÀXìio>j/ut. aX^cA, dXxi(a,/ut. dXxTn- 
9&1 , ha lo stesso significeto che 
oiXdXxa, pia usitaloy scacciare. 

A'A>* ed oiXXÀ, eong, ma, tuttavia; 
aXVò'» , ma almeno. Spesse volte 
nella parte susseguente della propO' 
sizione, quando precede un concetto 
condizionato coli* ec, or via, su i ^<a 
principio di parlata). Per verilk , 
invero (quando si vuol contraddire ^ 
e poi , dopo pia esatta osservazione^ 
vi si rinunzia). Dopo ourt^j per 
eìfi'^f fuorché, se non che. 

A^^ayYJ, ^iìf' mutazione , contratto ; 
vicenda; giro periodico. 

iWa.yp.OL, aro$, n. mnUsione, urto* 
commercio, ecc. 

AȈ|, aw. a vicenda. 

A>>a|i$, 8«5, / ha lo sUsso signi- 
ficato di a.XXo:yjAOL. 

À.AXdd'JOiyOd oiXXo(.rr(a,fuL oi^otj mu- 
tare, cangiare, trasformare. 

AXXaxri, aw, altrove. 

AXAaxó^ev, aw. da al^ro luogo. 

kXXaxó^ty aw. altrove. 

kXXoLxó^t, aw. verso altrove. 

kXXce-xo^J, aw. altrove. 

A^Xv), aw. allrimenli , altrove; in al- 
tra maniera, in altro luogo. 

kXXviyopio», dimostrare altra cosa colle 
parole , altra col senso ; interpretare 
altrimenti di quello che significano 
le parole. 



AXXTnyòptipLOtj atroi, m. iolerprelasione 
all^firira. 

AiiijyopijTTJi, O'J/. interprete d'al- 
legorie. 

kXXriyopix^ o^, /. allegoria; figura 
con cui altra cosa si dice, altra s'in- 
tende. 

kXXriyooixòi, r,j òv. allegorico, detto 
per allegoria. 

kXXriyoptxùi, aw. afl^^goricamente. 

AXXviXoì , nomin. Jinto di nome irr. 
mancante di nominativo , di numero 
sing. e di articoli , a vicenda , vi- 
cendevole, mutuo; Ttpòi dXXr,XoyJi., 
a vicenda , vicendevolmente , tra 
loro. 

AXX7J>&iy; a}i>r]>o>;, aw. scambievol- 
mente, l'un l'altro. 

AXi>JV, avv. verso altrove, altrimenti. 

kXXoytWti^ ioij e. forestiero, eh' è di 
schiatta diversa. 

ÀXXóyvcazoi, oj, e. chi è noto ad al- 
tri , ma non a noi ; straniero , in- 
cognito. 

KXXodoLTtOi^ ovy adj. straniero , estra- 
neo , forestiero. 

kXXoio^iùty esser di opinione diversa. 

A^ìoooftoc, a^ /. diversità di opi- 
nione. 

kXXotiSvìif so;, e. che ha preso altra 
fàccia. 

kXXoi^vriiy ioi, e. eh' è di nazione 
straniera. 

AXXo^fi^, aw. altronde, da un'altra 
parte; aXXo^ev aXXo;, chi da una 
parte , chi da un' altra. 

A^Ao^i, aw. altrove, in altro luogo. 

JiXXòòpoo^j o\Jj e. che fa uso di altra 
voce. 

kXXoloiy a, ov, diverso, vario; qua- 
lunque siasi altro. 

kXXo tórni, >JT05, /. diversità , varia- 
zione. 

kXXoióùi y render diverso, variare. 

AXXoÌ6)9i;, io»i, f. mutazione. 

AXXoiurtxò;, v), òv, che ha for» di 
mutare. 

A)i).oiwTÒ;, W, òv, mutabile. 

A)iAo/a«i, saltare; ballare; lanciarsi. 

^XXoTtpòfsa.XXoi.^ o\J, e. mutabile ; che 
si accomoda a tutti; che ora a que- 
sto , ora a quello si volge ; ora que- 
sto, ora quel partito abbraccia. 



(3a) 



AA 



^XXoi, 7], XOf altro, altra; altra cosa; 
oiXÌoi xar* ocXXo, ciascuno io di- 
vèrso luogo. 

kXìoiij avv. in altro luogo. 

À^^OTS, avv, in altro tempo, talvolta \ 
ocXXoTS xaì àX>o$, ora l*uno, ora 
l'altro; ot>3iOT« «X>05, or qua, or 
1^ , ora in un modo, ora in un altro ; 
aXXoTS-aX),oTe. In simile costrutto 
spesse volte invece del secondo oc. 
segue /' 0T« , ovvero l' oc. sta sol- 
tanto nel secondo concetto. 

£.XXo7pioii.opfoSice.iroi, /. (ocXXó- 
rptoi, jji-opfyì e ^l'aira) che sem- 
pre si mostra in diversa Bgura^ epit, 
della natura. 

k^XòrpiOi, a, ov, contrario, nemico; 
alieno , straniero ; appartenente ad 
altri. 

kXXoTpiórriiy yjTOS, /. diversità, alie- 
nazione di animo. 

kXXorpióùì, alienare. 

AXXorpioìi, avv. in modo alieno, d'a- 
nimo alieno; stranamente. 

AXXorptuffi^, eo);, f. alienasione, stra- 
nezza. 

AXXoT/907réu, mutare. 

AXXo^avvjg^ ioi^ e. t:he apparisce di- 
verso. 

XXXo^povéci), aver Io spirito alienato; 
esser* fuori di se. 

AXXó^uXo^, ou, c. peregrino, forestie- 
ro , straniero. 

AXXu^ig , avv. verso un* altra parte ; 
aXXu^i$ aXXos, chi da una , chi 
da un'altra parte; chi qua, chi là. 

iiXXw$, avv. altrimenti, invano, inu- 
tilmente. 

AXXmqtts, avv. specialmente. 

aX/aoc, aro;, n. salto. 

aXut), v]$, /. salsedine, acqua salsa 
del mare, sapor salalo. 

XX/AV]si;, S77a, sv, salso. 

A'X^upì^, iSoi,/. salsuggine, acqua 
salsa, salamoia. 

A'X/au/9Ò^, j9oc, j9Òv , salso, salato; a. 
xéXsuS'a, le vie del mare, cioè lo 
stesso mare. 

iiX/Au/sÓTYjs, rjT05,/. salsuggine. 

XX/AUjOOJ^Y]^, tOi, e. salso. 

ÀXacàSTOi, iOiy e. salsugginoso. 

aX|, ocXxÒ;,/. forza. 

AXóa7t$) ew;, /. trebbiatura. 



AA 



AXooco), batter le biade ; battere , per- 
cuotere ; uccidere. 

AXoysu , disprezzare; non aver ri- 
guardo. 

AXoyi'a, kì,/. disprezzo; assurdità. 

AXovtorTia, olì,/, inconsiderakione , 
sbadataggine. 

AXóyiffTo;, ou , che opera senza ra- 
gione, inconsiderato. 

AXoytarT6)$ , avv. sconsideratamente , 
sbadatamente. 

ÀXoyoi, ou, e. privo di ragione, irra- 
gionevole, irrazionale, bruto. 

XXód'ev, avv. dal mare. 

AXotocu, poet. per aXooco). 

kXoiSópriroif ov, e. non soggetto a 
villanie. 

AXo(v]Tvi/7, ^poi , m. chi percuote, 
chi batte. 

AXoitÒ^, ou, m. peccatore. 

ÀXoifjY), iQ$, y*. olio , unguento ; pin- 
guedine. 

AXoxi^Cd, solcare, arare. 

ÀXol^ 0X0$, m. solco. 

XXoffu^yv], >]$,/. abitatrice del mare, 

ÀXo^pyrii , 80«, e. purpureo. 

ÀXoxtpyi^^ iSoif f. veste di porpora. 

XXoupyòv, ov, n. colore purpureo. 

kXo-^pyò^. vi, òv, purpureo, tinto del 
colore di porpora. 

A^Xoixrtoc, a;,/, il non lavarsi. 

XXouTo;, ou, e. non lavalo. 

AXof 0$, ou, m. senza cimiero. 

4X0x0$, 01J7 /• sterile; vergine; sposa. 

aX$, ocXd$, m. sale. 

AXs, ocXÒs,/. mare. 

aXvi^, ecii^, y*. salto ; palpitazione. 

aXvo^, tù%^ n. bosco sacro, furesta. 

AXooi^T^S, eos, e. boschereccio. 

AXuxì$, iSoi^ f. salsuggine, salina. 

AXuxò$, vi, òv, salato ; v] ocXuxv] , il 
mare. 

AXuxToc^Ci), temere, essere angustiato 
o costernato. 

AXuxratvci); aXuxrsw, esser inquieto. 

ÀXuxtos, ou, ppr aXuTOS, e. indisso- 
lubile , inevitabile. 

AXu^Ì5, éo5,/. scampo, fuga dal male. 

AXuTTTjTO^, ou, c. non rattristato. 

AXuttioc, as, /". privazione di dolore. 

AXu7ro$, e. esente di dolore ; aXuTTOV, 
avverbial. senza affanno, senza dolore. 



(33) 



kXij'KOi^ 0«v. senta dolore o molestia. 

ilxi^ voij m. errore , afiànno , tri* 
stetxa. 

Àìuff^aivu; aAuffdrsw, esser abban- 
donato di forse, esser addolorato. 

DiVaiStro^ ou, e. incatenato. 

A^U7iotov, ou, n. catenella. 

HxisiSóaif incatenare. 

i[>u?ioy, o\j, n. catenella.; catenella 
d' oro che si mette intorno al collo. 

AÌUfft;, ttàiyf. affanno, tristezza. 

A/u?i$, €o»i,f. catena. 

A'^u<7iTe).YÌ$, èo{, inutile, dannoso. 

A)iUff/.oc^&>; a).u?xw, /u/. ^w, schi- 
vare , declinare , evitare. 

kXrjsftòij oQ, m. errore , affanno , 
tristezza. 

AìùffVOJ, essere angustiato , adirarsi ; 

^ impazzire , tremare. 

AÌ.UT05, ou, e. V. a^uxTos. 

AXÙTOig, aiv. indissolubilmente. 

AÀùb), andare alla ventura , andar va- 
gando qua e là ; trovarsi nel più gran* 
de imbarazzo o turbamento } esser 
coli* animo sopraffiitto o sconcertato 
dairira o dal dispetto. 

XÀf s^ì^oiat, (sottin. 7rac3r«vot), wv, 
/^ (a/fS6J e ^oùs), propr. zitelle, 
che per cagione di matrimonio a- 
vranno in dono molli bovi (giac- 
che lo sposo dovea comprarle dai 
genitori); quindi fanciulle belle, av- 
venenti , leggiadre. 

aXfiùi, ed oiXipoì, trovare; inventare; 
produrre, apportare. 

A^^^Yi^Tvì;, O'J, m. inventore; indu- 
strioso; ingegnoso. 

A^fiTOV, ou , n. farina d'orso. 

a'/^Ós, *I, oy, bianco. 

A^fw; à/yàvw; a).yaìvw, t'eri», /rr. 
O/lre iìpres. e Vimpfrf, domina l'inu- 
sitato a>9G>), ritrovare, raccogliere. 

XXwsc erf àXwiQ, TQS, /. aja. luogo 
piantato d' alberi ; in pari, vigna , al- 
liereto; campo seminato. 

A)-u^T]70$, ou, m. illeso, non offeso 
da alcuna ingiuria. 

A'/cdeiyò$, W, ov; a>wt05, ou, e. ciò 
che avviene o si fa nell aia. 

A)6i>7rexà<k}, ingannare. 

iìiwTrsxìa, «3,/. alopecia, malattia 
che fa cader la pelle ed 4 capelli ^ e 
alla quale prelendonsi soggette le 



AAAM^ 



volpi j in generale il eadere spon* 
taneo de* capelli. 

A^wTTvjf , 6X05, /. volpe. 

iUaiffi/AO$, ou, e. che può prendersi 
od espugnarsi ; prigioniero. 

KXaciif toìif f. cattura , presa , con- 
quista , eccidio. 

KXtàxoiy ou, e. f. a)ai(nuo$. 

A/AO, a(V. insieme, di concerto, nel 
tempo slesso. Serve a collegare 
concetti immaginati come contempo' 
ranci j oinoc 'KÓ.vrt^ (contr, otTrav- 
TS^), tulli insieme, a ud tratto. 

A/*a&«tv&), ignorare; essere sprovvi- 
sto d' istruzione, di cognizioni. 

A/utoé^sia, as; o^ua&t'o, aj,/. igno- 
ranza. 

A/Aa3ryÌ5, éo;, e. ignorante. 

A/Aa^03i5, e79a, ev, arenoso , sab- 
bionoso, coperto di polvere. 

tLU-OL^Oi^ ou, w. polvere, rena, sab- 
bia. 

JÌ.p-cf.'^TJvoì , ridurre in polvere, in ce- 
nere ; distruggere. 

kix<x.^(à6riiy £05, e. arenoso. 

kfxcx.'s^i, avv. ignorantemente. 

Ajut.a(/jià/.S70s, ou, m. indomito, ine- 
spugnabile ; immenso. 

A/iLà^axT05, OMy e. che non si può 
ammollire , duro , rigido. 

A/jia).oc7rru, far perire, corrompere, 
distruggere. 

A'/AaX<yuva>, demolire, distruggere; cor- 
rompere; med. svanire. 

Àp.oLy<)^oLy VJ5, /. manipolo, spica. 
'Aju.a^/euci), raccogliere in manipoli. 

A'/AaX/o^ETYjfJ, -^poij m. (a/AaX>a, e 
^éeo), legator di mauipoli. 

k[j.(X.Xòiy >i, òv, molle, tenero; debole. 

A/AaXó«5 a/AaX>o&), abolire, can- 
cellare ; distruggere. 

Ajuia/W5, flfp. mollemente. 

A/«.àvTeuT05, ou, e. che non vaticina, 
di cui ninno vaticina. 

A,a«|a, fìiff' carro, cerchio, coc- 
chio; le selle maggiori stelle dell'Or- 
sa (costellazione detta in latino sep- 
temtriones). 

A'/xk?isÙ5, 20$, OT. cocchiere. 

X/Aot^iov, ou, n.j* «/Aa|Ì5, ifJo;, /. 
carretto. 

X//.a?iTÒ5, où, /. vìa carrozzabile; via 
pubblica , carreggiata. 



— \ — 



kfi.KÌ[6fii09y ed oLfioO^ofiiv/ti, ou, m. 
che vive sui carri. 

kjxdpcc, poti, f. rigagnolo, soìeo in un 
prato o in un orto perfanH scorrer 
l*acqaa ad irrigare h piante o Per- 
baj acquidoccio. 

À/Aa^avTO{, o\j, e. immarcescilnle, che 
non si corrompe; sost. »maknnto^Jfore. 

kiiapiec, a«,/.j v.p.cLpii^ i9oi, /. 
acquidoccio. 

A'/Aocpravai, verb, irr. da a/xoe^ra», 
/«/. dp.Kp-nìvop.oLt.y perf, ij/utòpriQ- 
xo, a. 2. v}juiapTOV, peccare , errare, 
fallire. 

A'/uLocpcsT}, avy, nel medesii^o tempo; 
insieme. 

KficfpTnfioL, oLroiy n. peccato» colpa, 

^ difetto , fallo. 

X/ma^Ttos, cc^/^ peccato, ecc. 

Ap.aLpxovmi-, éo$, /. che parlando 
commette errore. 

X/AoepTttXò^, o\i^ e, peccatore , pecca- 
trice. 

kfiotpvyri, n«, f'J ctiidpx}yiJ.ec, oeros, 
n. fulgore , splendore , bagliore. 

A/Aapu996), rispondere , brillare, luc- 
cicare. 

Kp.ocrpoxoioìj correre insieme. 

Kp.of.rpoxi'Oi, as, /. scontro delle rote. 

kp.oi\jpòij pei, pò'*y oscuro, fosco. 

kpLKìjpòrvii, v]TO$, m. oscurità , of- 
fuscamento. 

kp.v.Mpó^ oscurare, offuscare, scolorire. 

kfioLxjp^if avv. oscuramente. 

kp-ct^pta^ii, eus, /*. oscuramento > of- 
fuscamento. 

kfiKxjpùirixòi, vi, ov, che oscura od 
ha forsa di oscurare. 

A^a^^Qt-i, aifv. senxa combattimento. 

ÀfioL^Oi 9 0u 9 e, invitto , indomito , 
inespugnabile; cipLOLxàrocrov , cosa 
di cui non si può venire a capo. 

A/utaw, conlr. ti, /ut. viau, mietere, 
raccogliere, accumulare; abbatter col 
ferro ; stracciare , squarciare. 

A/A^arò^, ou, (sincopalo di àva^oe- 
ròi),/. di facile ascesa ; dove può 
facilmente salirsi ; accessibile. 

À/A^t|, 1X0$, m. pignatta, tassa. 

À/A^>i«Ì^T(jv ed e2/Aj9p/à^ijv, aw. inv. di 
ava^oXà^vjy, ad intervallila gros- 
si scrosci ; affollatamente. 

Ajui^Aóft), render ottuso. 



AM 



A/jL^Xuyrtxò;, tj, òv, che ha forsa di 

. render ottuso. 

A/A^Xuvoi, render ottuso. 

A/A^>v;, et oc, ù, ottuso, pigro, infin- 
gardo. 

A/utpXÙTYjj, *JT0;, / ottusità, indebo- 
limento , rilasciatexsa di umori. 

kp-^poiloL ^ tt^f /• ambrosia, cibo ed 
unguento degli Dei. 

kp.Spó'SiOiy a. ov, immortale ; divino ; 
dolce; placido, appartenente agli ^Dei, 
quindi sublime , grande ; dp-^potiOi 
tiSoLp^ cibo degli Dei , amurosia. 

Aft^poroij o'j, tf. immortale, incor- 
ruttibile , dirino. 

ApiiyoLpro?, o\jy e. eh* è esente dall'ai- 
trui invidia; infelice. 

kp.syi^i, so;, e. eh' è sensa gran- 
dezza; umile. 

A/AS^uiTOs, ou, c.j ajas&U9T0$, ov>, e. 
non briaco, non ebbro. 

kp-ti^Ofixi , cambiare , compensare , 
remunerare. 

ilL/ULSt/3ovrc;, correnti o travi, special- 
mente del comignolo , congegnali e 
puntati V un l* altro a sostegno del* 
l' edifiiio. 

kp^it^ia^fut. <{;&), cangiare, alternare; 
operare o parlar a vicenda ; rispon- 
der la sua volta. 

A/ACi^vis, so;, C.J a/uLcì^ifiTo;, ou, e. 
mesto , non rìdente. 

X/uLStXixTo; et/ oè/x.8tXiyo;, ou, e. che 
non può essere addolcito; implaca- 
bile , aspro , duro. 

AjtACivov, aw. meglio. 

A/AStvojv, ovo;, e. comp. irr. di ocy«- 
do;, migliore , più valente. 

kpiipoìy privare della porzione. 

Ajuici^pe;, cu;,/, permuta; vicenda, 
compensatione ; taglione. 

A/iLsé&iTo;, ou, e. non diminuito, che 
non può diminuirsi ; inlatto. 

kp-iXycti , o/Aat, succhiare , mungere ; 
in pass, esser munto; rìp.iXyov im* 
perf.^ ed a/AsX'/ov, \on. e poet. 

kpiXtif propr. sta sicuro (tu); ed a 
maniera di avv, sicuramente , posi- 
tivamente ; con tutta sicuressa, come 
suol dirsi , per es.y quando si tratta 
di cosa , a cui non sioffto stati 
presenti * che sia facile a immagi' 



(J5) 



JM 

UMcaratesia. 
kfitX tt9TÌ, avw, oegligmteménte, con 
dUpreoo. 



kiuXiTnroi, 0U, e. non esercitato, non 
meditato. 

A/ccÀcnfirwf, «tv. sema esercisio. 

kiitXiùèj eontr, >», ywt ijVw, p. rf/»!- 
A^ixoc, tnscttrare, negligentar^ trala- 
sciar di prendersi cara. 

A/AsXvì$} ioi-i e. trascurante, disattento, 
spensierato. 

AficJlilTc, atn». Degligenlemente , con 
dispresao. 

A/acXai]tc, «VP. sena indugio. 

A/«.éXÌYiT0$, OjA e. non futuro , che 
non è da difierìrsi , che non tiene 
dikttiooato. 

A/A<>M$, oinr. negligentemente, trascQ* 
ratamente, speosieratimente. 

ìiliifirtoj , aw. irreprensibilmente. 

A/ACVYjvóf, W) ov, debole, spossato, 
infiacchito; che presto vien meoo; 
vano. 

Ajyiciry]VÓ6), indebolire, spossare, in- 
fiacchire. 

A/Acyii$, ioif e. debole, che presto 



A/uitvYiTC| aw, impasicntemenle. 
A/Atpyo«, premere , spremere. 
kiiùop», privare ddla vista, accecare, 
ofinsc 



I ììè parti , in- 



privare alcuno della sua 
parte. 

kfitpTti, io^ c. che 
dÌTisibile. 

A/ui</9t/tvoca}, esser tranquillo. 

A/A^i/uLvia, «.^ff, tranquillitli. 

kfitpifiTfOif o\», e. tranquillo. 

kfugpifjL'^tài^ aw. tranquillamente. 

kfiipivroij ou, m. che non ha parti} 
indivisibile. 

Àfii'SOij ou, e. mancante di meno, 
immediato. 

A/AC9w^ aiv. senta mesao, immedia- 
tamente. 

A/uifraj3)iYi7ta, a;, /. immulabiUlà. 

A/ACToé^^YlTO;, OU, C.J ajUl(Tà^O>0€, 

ou, e. immutabile. 

£lAtT»ÒÌTùtij avv, immutabilmente, 
invariabilmente. 

A/ui<roexiyv]TO{, ou, e. immoto, im- 
mutabile. 



AM 



Ajyiireexiytj'r»^ mfv. immutabilmente. 

A/ulstocxXtjto;, ou, c. irrevocabile. 

A]UicrajUic>YITO(, ou, e. impenitente. 

AVcTK/AcXvi'raifi, atv. senta pentimento, 
sepaa riflessione, inconsideratamente. 

A/Acravotiffiot, ai, f. impenitenza. 

kfi.trKi:Xutroi, ou, e. non trasfor- 
mato , che non si può trasformare. 
' A/A«TaffoitjTO«, O'J, e. immutabile. 

A/A«Ta7rTWT0«, ov, e. immutabile. 

A/AcrocvTaTo;, e. irremovibile ; fermo; 
tenace. 

A/A«TocT|Of7rTO« , ou, c invariabile 

AjUUTaTpSTTTw;, flt'f. invariabilmente. 

A/AtTàT/507ro«, ou, e. invariabile. 

A/uLtroxo$, ou, e. non partecipe. 

A/ASrpvjTOf, ou, e. non misurato, im. 
memo. 

kfitrpif aw. sensa misura , smodata- 
mente. 

kit.tr piot^ »iff. smisurateita, eccesso; 
vastià. 

Jìltirponvói. io;, e. loquace a dismi- 
sura , ciarlone. 

Àiiirpoi, oti, e. smisurato , smodato , 
immoderato , immenso ; che non e 
scritto in versi, prosaico, prosastico. 

kfiirpoii , avv. smisuratamente , im- 
mensamente, immoderatamente. 

A/Asuoi , dor. passare , attraversare ; 
vincere. 

Aiuit)> *!«,/. falce; sarchio; xappa. 

A/AT^ysin, flw- in ogni luogo, in qual- 
sivoglia modo. 

kfJLriyfjOiy aw. ad ogni luogo. 

A/utrjytTTOU, ovv. da per tutto. 

kfiinVj avv. veramente ; voce tbraica. 

A/*T(iviT05, ou, e. non adirato. 

AjtA>]VÌTW«j avv. sema ira. 

£firiTnp, rjpo«, m. mietitore. 

A/Ai/rup, o/?05j privo di madre ; or- 
fano. 

Ajuiv]TÒ$, ou, m. tempo della messe. 

A/A'y]?o;, ou, m. messe , il mietere. 

Ajuitix«v80i, conrr. vw esser perplesso, 
non sapere come risolversi, dubitare. 

A>*JX«v*«> ««J /• ««"'^«ratao ; per- 
plessità; disperatione. 

A>vÌxavo«, ou, e. sena* arte ; sprovvi- 
sto d'ogni meno o ripiego ; incapace, 
sconsigliato ; chi si trova nel più 
grande imbaratto; imito ad un nome 
di cosa sign, , inesplicabile , strano. 



(36) 



AM 

A/*iavTO$, 0U, e. eh* è sensa macchia, 
incorrotto» puro. 

A/Atyvic, to{, c.j dfit.ì<.roiy o^ty e» non 
mescolato , puro , sincero. 

^/AixTO)^ atv. sensa mescolanza. 

A/AiX).a , n$} /• contesa , conQitto. 

A/At/AviTo;, ou, e. inimitabile s tÒ à/tt- 
/jivirov, r impotenza d' imitare. 

Àjut,i|ia, as, y. mancanza di raisara. 

kfj.t<rniy éo{, e. caro, non odioso. 

A/Aitf^i, avv, senza mercede. 

A/Aiffdro;, ou, e. gratuito, senza mer- 
cede, disinteressato. 

X/uiirpo;((r&i)v , eavó$ , m. spoglialo 
della cintura e delta tunica ; ovvero 
che non porta cintura sopra la tu* 
nica } da ft-irpoL e xiTaìv. 

j^lkix^aXòtii, svTo;, adj, inaccessi- 
bile, insociabile. 

kii-ii-OL, OLXOiy n. vincolo, legame. 

A/A/A iy^Y]V, avv. mescolatamente. 

lijjiaoipoi, ou, e. che non partecipa 
di ; sventurato , infelice. 

lìlJLlxopioCy OL^,/* sventura. 

jìixfiopo^y oUj e che non partecipa di ; 
sventurato, infelice (potL per òr 
fj.opOi od oip-oipoi), 

Àp-lf-Oi. o\)y f, sabbia, rena. 

A/A/AOiOYj^. sog, e. arenoso. 

kftvdiyciéoiy/.j a/AVTTi, >J5,/ agnella. 

A/xvyi/AOVSUTO$, ou, e. immemorabile, 
passato sotto silenzio. 

A/ÌLVVI/ULOVSU&), dimenticarsi. 

A/AVYi/AÓveo$, avv. senza menzione. 

X/xitrifioaù^rij '»J5, y. dimenticanza. 

kixvri [lùìv^ ovo$, e. scordevole. 

A/xv>j(jT«ioc, «5; diJ.)finarioijf. dimen- 
ticanza delle cose passate; amnistia; 
impunita 

A/iLvv)?Tsci, dimenticarsi. 

À/xvyjUTOS, ou, e. la cui memoria più 
non esiste ; caduto in dimenticanza 
totale. 

X/xviov, ou, n. vaso per ricevere il 
sangue delle vittime, 

A/Avi's, ISo^yf. agnella. 

A/Avòg, ou, m. agnello. 

A/AOyviTij ai'i'. senza fatica. 

kiióyYìxoiy ou. e. indefesso. 

Ajuiod'sv, ave. donde, da qualche parte. 

kfioly avv» in qualche luogo. 

A/AOi^oc^tos, ou, e. scambievole. 

A/AOtpa^ìc; a/AOt^vj^i^; a/AOt^a^dv, 



AM 

atv. scambievolmente • alternatira- 
mente , a vicenda. 

A/Aoi^arof, oc, ov, scambievole, vf« 
cendevole. 

A/AO(^atOi>{, aw. scambievolmente, vi* 
cendcvolmente. 

A/AOi^TQ, ri§, /. permuta, vicenda, con- 
traccambio; rimunerazione. 

A/AOi^Y)'^v)v, aw. scambievolmente. 

À/AOi^o/Aat, rimeritare. 

Ap-oi^òi, oQy e. reciproco, alternativo] 
succedaneo. 

kfio tp 5 Cd, esser privo . 

kp.olptiiiOLj aro^, /t. disgrazia. 

kp-of-poiy ou, e. privo, mancante. 

£lioìyòi, ou ; m. tempo in cui si 
mungono le pecore ; cioè sera e 
mattina ; jv vu/.rò^ à/AoXyù, nel 
fitto, nel cuore della notte. 

A/A^^uvTOS, ou, e. incontaminato. 

kp-op^oÙLOif ou, e. tenebroso. 

A/A0/?/3suea, seguire, accompagnare. 

kp-óp^iOi^ ou, c.j a/AoppÒ5, yj'i òv, 
tenebroso. 

jLp.QpiaLf OLiyf» confine. 

kfiopp.g\j(aj seguire, accompagnare. 

JÌp.opoi, ou , e. privo, non partecipe, 
sfortunato. 

kp.Qp'^iaLy ouiyf. deformilk. 

A'/jio,:;^o;,. ou, e. deforme, mal fatto, 
brutto. 

kp.ópi^oiiy avv. deformemente. 

A/AopywT05, ou, e. non formato. 

A/AOTO;, ou, e. insaziabile ; à/AOTOV, 
awc. insaziabilmente. 

kiio\J<jioiy as, /: imperizia, ineleganza. 

A/A0Ui70Sf e. ignorante, incolto, rozzo. 

A/Aox^sij a/Aox&ì, «»'*'• sen*a fatica. 

A'/aox^"*» ^^ì ^' privo di fatica. 

A'/atte^iov, in»'. ^/ ocvà TTS^eov , per 
il campo. 

kp.TtO.&ioi , ou j a/AW£Ìtvo« , ou, 
e. di vite, di vigna. 

A/ATtsÀtov, ou, n. piccola vite. 

A/A7r6).oet5, ewa, €v, piantato di vi- 
gna ; vignato. 

A'/A7re>o;, ou, /. vite j vigna. 

A/utTTS^Oupyòs, où, e. vignaiuolo. 

A/ATreXóiv, wvo;, m. vigna. 

A/ATTSXO^OV, ou, n. vestimento. 

A/A7réxWj fc^' «'*'*• cingere, invilup- 
pare , vestire. 

À/A:ni^àw, saltar su; saltar fuori. 



(37) 



AM 



aor, 2. al<. errare, prender abba- 
glio, non dar nel segno. 

A/A7r^8xu (pceU per avaTrléxw), at- 
torcigliarsi, avvolgersi intorno. 

A/*ltu|, uxo§ , m. eif anche f, fron- 
tale, benda avvolta al capo. 

kftuySoiXrìj riqj ajuiyy^aAt«, 1^05, 
/Ij* a^uy^a^ov, ou, n, mandorla. 

kft.\}Spoeii^ 8770, ev; ctiirjSpài, pa, 
pòv, oscuro, tenue, sottile. 

A/AU^9oi, oscurare, render ottuso. 

Af/ivopòiiy avv, oscununente. 

kfivipayfti, eu{,/. OKurameoto, ot- 
tusità. 

A/tu ^61, succiare, suggere. 

. Ajuu>Tiro$9 ou, e. non initiato. 

Aftv^viroiy ou, e. difficile a namrsi. 

À/txvSro$, ou, e. privo di favole. 

A/&uXov, H, fior di farina (non maci- 
nato, ma preparato in altra guisa). 

XjULU>ro$, orjy e, non macinato, ma pre- 
parato in altra guisa. 

Ajuiuitcay, ovoi, e. incolpevole; lode- 
vole, egregio. 

iftvvoL, rì^j f. vendetta, allontanamen- 
to d* ingiuria. 

KftvvT^p^ ripoi^ m.j a/xuvrvfpcof , 
ow, c,j a/Au'vTup, opoij m. di- 
fensore, aiutatore , sovvenitore ; ven- 
dicatore. 

A.fi^i'ìf'A, fuL uvu, aiutare; vendicare; 
resistere. 

A/tu7(jci>, ed dlfJL\jrì(a. fuL fòi, graf- 
fiar colle unghie; lacerare, scorti- 
care, sbranare; inasprirsi ' nell' aai- 
DIO, rodersi in cuore. 

Ay^ayaTTocki, /ut. oé|(u, amar con pre- 
dilesione. 

Àft^acSoi ; ajuipa^ìiiv ed à^a^ja^òv, 
avv. manifestamente , alla scoperta. 

Ay^oé^co;, ou, e. manifesto. 

/L/xf apa^i|a>, fare »trepito attorno, ro- 
mor^giare. 

J^fx^cc^dù», toccare; palpare. 

A/xf élxcj, trarre intorno. 

A*/Jt.^vixif]s, 80$, e. acuto io ambe le 
parti ; da due tagli. 

A/i^TQ/uiepivòs, W, òv 5 a/*^*}V%?05, 
ou, e. quotidiano. 

AjapY}p8fv]$ , 80$ , e. coperto da ogni 
parte. 

A/A7^'/9t7ro$ , OU, e. dubbioso, con- 
troverso; cooteniioso 



A/A^t, prep. col gen. intorno, per; 

coi dal. presso , intorno , a cagione, 

contro; con l'ace. intorno, verso; 

come avv. intorno , d' ogni intorno , 

da arabe le parti « da per tutto. 

L'ocjuift in Omero trovasi spesse 

volte insieme col TZtpi. 
A/ixf ta^ouac ; a;tpta^&>, vestire. 
A/xyia>05 , ou , e. cinto alPiniorno 

dal mare. 

n. vestimento. 

JÌfjL^toL'/éoìy fui. vjTCd, gridare, strepi- 
tare intomo ; far risonar l*aria. 

A/A^tiSaivu, andar intorno; cercar gi- 
rando; circondare; proteggere, di- 
fendere ; OLfKpi^i^YiXcCy p. ind. alLj 
ec/xfiSri^o/xat, fut. ì. ind. m. 

A/A^t^«À>&>, gettar intorno « circon- 
dare; abbracciare. 

attorniamento , difesa, contesa. 

A/tt^t^aréo), andar intorno. 

A/Ji9t/3to$, ou, e. che vive in terra e 
nelPac^ua; anfibio. 

A.iifi^yT,ixcCj aros, n. vestimento; ar- 
matura. 

KpL^i^yrivrpoif, «, n. ciò che si getta 
intorno , che si mette indosso , (par» 
ticoiarmente rete peschereccia ), 

A/ut^t^97]T0$, ou, e. risonante d' in- 
torno. 

Au^tj3o>eù$, i(tì^ m. pescatore. - 

A/Ji^c]3oXia, «S, /• ambiguità nel di- 
scorso. 

kjA^i^oXo^ ou, e. che da ogni parte 
viene ferito , gettato da ambe le 
parti, vacillante, ondeggiante, incer- 
to; dpLfi^oXoi 7rXéo/ut>sv, noi nella 
nostra navigazione siamo ondeggian- 
ti tra la buona e la cattiva sorte. 

Ajut^c^ó^oi^, avv. ambiguamente, dub- 
biosamente. 

kp.^iSpo(.x^^ 80$, m. breve dall'una 
e dfail* altra parte. 

JÌfAsi^pOTOgy OU, adj. che difende 
1 uomo da ogni parte; che para 
lutti i colpi. 

kii.^i^poxoi^ ou, e. da ogni parte u- 
mido. 

Allibì ^oìTOi , OU, e. V. oLti^i^óriroi. 

Afifiyriòécay nuotar nell'allegrezza] 
sentirsi tutto lieto ; à/x^tygyTj^a, 
p. ind. m, 



(58) 



▲M 



À/xf tyuWcts , tvroi , m. toppo da 
ambedue i piedi, soppicaate « §pit, 
di Vulcano. 

À/ji9ivuo$, ou, e. a due tagli; afBbto 
da ambe le Darti. 

X/u^pi^ai'o), ardere intorno. 

X/ut-f i^ocffu^, tùiij adj. cinto o vestito 
ioleramente di pelo; irsuto da ogni 
parte. 

Ay^t^so, f.s àjuif ì^cov, A. braccia- 
lelti, armille; catenelle. 

À/x^i^sro^, ou, e. legato d' intorno. 

A./xpi^sca, legar d'intorno. 

A/A^t^ia(VM, irrigare d'intorno. 

A/x^c^o$o$, ou, e. dubbioso. 

Àfi.fiSpìifOi, ou; «/Aft^pufv)^ co;, 
e. laceralo da aml>e le parti; chi si 
grafBa ambe le gote. 

A/A^i^u/AO(, ou, e. che ha due en- 
trate; in cui si può entrar p«r due 
diverse parli ; quinci e quindi aperto. 

A/A^i^uw, vestire. 

À/Af isXfTtfOs, ov, adj. spinto daUe due 
parli, che si spinge dall' ubo e «dal* 
l'altro lato. 

lLli^(ilJ.0Li, esser vestito. 

A/A^iivvu/1( e ajutotsvvuo), fer6. <rr., 
/ut. à/Xf is<76), abbigliare, metter in* 
dosso , vestire. 

AV^iSTrw, esser occupato intomo a 
qualche cosa; prendersene cura; ap- 
parecchiare. 

A/x^isrcc; ayx^tCTs;, aiv. ogni anno. 

A/xfisTif}$, toiy e annuo « anniversa- 
rio. 

A/A^c^àvu, attaccarsi intorno. 

A/JLf3c^suxT0$, ou, e. dall'una e dal« 

" 1' altra parte congiunto. 

kp-fptòoLlKVtOi, ou, e. che dall'una 
e dall'altra parte ha mare. 

A'jui^t&aXvj;, éo$, e, da ogni parte 
fiorente, felice, nel fior dell'età; 
quindi fi(jIio di cui siano tuttora 
vivi ameadue i genitori. 

A/i^tdaX).a), verdeggiare da ogni parte. 

A/AfiSréar^ov, ou, n. anfiteatro, luo- 
, go , ove da ogni parte si può vedere. 

AV?ì9reT05, ou, e. che può posarsi 
da ambe le parti ; doppio, che ha 
due manichi. 

iL/A^t^cu, corrore intorno. 

A/JL^txaXu'nru, coprir d'intorno, na> 
scendere intieramente. 



▲M 



iJLjuiptxcoé^OA, fendere , spaccare. 

Ajuif (Xf ij9oi, tosar all' intorno. 

kiA^ixlocsroij ou, e. rotto da ogni 
parte. 

kfifUoiXoi^ ou, m. dall'una e dall'al- 
tra parte concavo. 

/Lli9Uo[jLOiy ou, e. che ha una gran 
chioma ; da ogiù parte o estesaoaente 
fronsuto. 

iC/uif>txÙ7reXÀoy, ou, n. tana da due 
manichi. 

kfnfìXayoij ou, e, loquace « ciarliero. 

A/xf>t>axoc(V6i, scavar d' intorno. 

A^f lAoyof, e. equivoco, contenxioco, 
controverso. 

AV^t^uxo;, ou, adj. alquanto chiaro; 
a/xpi)Lux«i vù^, u crepuscolo matto- 
tino ; il primo barlume , il primo 
luccicar della notte. 

jlL/Ap()uià^6) , /ut. ^u e 961, pulire , 
nettare intorno , asciugare. 

kit.9ifi6ix^l*-^h conibatlere intorno ad 
alcuna cosa; pugnare. 

jLft.fijitXoi4y aivoc, av, adj. cinto di 
caligine. 

A/A^i/Auxocw, contr. w, p, iiipMìLt/.^ 
muggire intorno , risuonare. 

A/A^ivc/AO/xai, abitare intorno. 

jJL/ui^i^cu, raschiare intorno « radere, 
pulire; levigare. 

kiAfio-*, ou, n. vestimento, pallio. 

A/x^iTTSAsxyj, vi$, /. bipenne. 

X/xf>i7rcXo/Aac, arrivare; sopravvenire; 
esistere. 

ÌL/Aft7r£V0jui«c, lavorare intorno; esser 
occupato attorno. 

iC/uteit7r8/3txT(0VC$, o)if, pf, m. abitanti 
all' intorno , circonvicini. 

X/t^cTrsptffré^o}, circondare , cingere 
attorno. 

AVf tTreptffTjOoyotw, volgere intorno. 

A/A?t7r2/9t^^ivu3rw , esser totalmente 
guastato; perire. 

A/Ji^iTriTrTw, cadere intorno; gettarsi 
sopra; abbracciare, specialmente in 
segno di dolore. 

jL/x^cTToJlsuo), servire; governare; la- 
vorare intorno ad una cosa, come un 
servo o in qualità di servo. 

jifioinoXoq, o\Jj e. servo e serva , da 
ee/Af i e itoXtot, quasi colui che si 
aggira intomo al padrone. 

kfifiito^tiopiou^ occuparsi circa. 



(39) 



A^/t^c^rpTKO/Aai, Yolare intorno } a/i- 
fptrcoxSixo^ impeif, per e^^tnr»- 

TflCTO. 

£li^ippovo^ tf, e. che inclina, ^nde, 
si piega «la ambe le parti; cLfifi^' 

. ponoi VÌX1], vittoria indecisa. ' 

£/t^ippìjroi, DoeL cifj.fip\jroi^ ou, e. 
che scorre a' intorno ; sparso intor- 
no ; bagnato intomo dal mare. 

ÌL/Aeì$, aw, dall'una parte e dall' altra; 
da dne parli j coAie prep, signi/, ài- 
versamenle« in diversa maniera} senta, 
separaUmenle; a/&f t« opovEiv, dis- 
sentire; discordar nelr animo. 

À/uiftvjS^rco^. oc, ov, qoestionevole , 
soggetto a discussione. 

k/tfia^virioi. tt /Mi. iqVw, contendere, 
piatire; dubitare. 

k/ifiy^rÌTniiciL, arof, «. controver- 
sia, dubbio. 

A/tf t7^«2Tì]fft/AO^ ou, e, dubbioso, con- 
lensioso. 

kfii^to^rÌrri9tiy Cft)$,/. contesa, dub- 
bio, controversia, litigio. 

A/A9?cff^Y]rixo$, «ì; OV) contensioso. 

kfi^i9y.ioiy ou, e. che da of^ì parto 
ha ombra. 

Ay^i^rcpvi^ 8»^ e. coronato, attor- 
cigliato in corona. 

A'juif lariQ/At ; o^u^iffra/nat, stare in> 
torno; circondare. 

ÀpLì^ifjroiAOi^ 9, e. che ha due aper- 
ture. 

A/Jif CT6I voi, estendere d' intorno. 

kfjJpirifiTfWf tagliar d' intorno. 

A*jui^iTtdì7juii, porre intorno. 

JLpif ir pò fJié^ tremar tutto o con tutto 
le membra. 

£ft.fi:peiXotj ou, e. adorno di chiovi 
o di ^ccoh srudeUi; splendido. 

ifjiftfopixis, «o;, m. {fip(A), vaso, 
brocca a due manichi (da portare). 

kpLftxc(.iv6»^ spalancar la bocca; in- 
ghiottire; assorbire. 

£pLfpixé<a ed ijoi, versare intorno ; spar- 
ger attorno. 

ifJ^ytxpvvo^ e. fr^iato d*oro all'in- 
torno. 

X/A^t;(uro$, ou, m. ammasso di ter- 
ra; a/Afi'xuTOV T8ixo$; bastione 
di terra; terrapieno. 

KfJi^oioij ou, e. bivio. 

kfiifórtpo^ p«, p«v, l'uno e l'altro j 



AM AN 



ùLpLtpÓTipoitj dilìgo TtpOLf oppure anco 
xd dp-fórgpa^ rin/orta il doppio n 
nel Mignificato: egualmente.... che. 

A/Af orij9Mdrcv, a»v. dall'una e dall'al- 
tra parte. 

kfJit^óripotòt^ avy, nell'uno e nell'al- 
tro luogo. 

kfttporipotij avv, nell' uno e nell'altro 
modo. 

kfitforipùtat, avv. nell'una e nell'al- 
tra parte. 

Àp-fot, genit. duLfOiv di tutti i generi^ 
1' uno e 1' altro , 1' una e l' altra, 
ambedue, che ha solo il duale, 

kp-tiuLfìTOi, OU, e. irreprensibile « in- 
colpabile. 

A/Mi/Aifrwf, aw, senza colpa. 

XftMaov, ou, n. ^momot /rutto d'un 
albero odorifero che cresce alle 
Indie, 

Àp-tapoi, ou, e. irreprensibile, eh' è 
senza macchia. 

Xv, cong, se. Questa è talora parti' 
cella potenziale e riempititnij la cui 
/orsa per lo pia bisogna intendere 
dal contesto. Speste modifica il tem- 
po d*un Inerbo che ìa precede o la 
segue j o serve a remlere indeter» 
minato il discorso^ nel quale non di 
rado corrisponde a bene , mai , per 
avventora , forse , ec. Allorché si 
trova usata con l* indicativo , nel 
tradurre si adopera per lo più il 
condizionale j per es. , av C7roi>]?oc 
io avrei fatto , sarei stato uomo da 
fare, eo. Fa talora passare il verbo, 
specialmente se è aor, ottat,, al si» 
gni ficaio /uturo, per es,, àv p.t 
Xd^Oii^ se tu mi chiapperai. Spesso 
sigmfca qualora , e sta invece di 
«ocv. Nei poeti non di rado h mera- 
mente riempitiva, 

Avoc, prep. coU*acc, per. Dinota mo» 
vi mento o qualcosa di durevole, 
o il diffondersi sopra un largo spazio j 
ava a7TU, alla città, ava arop-oc^ 
sino alla bocca. Talora poeticamente 
congiungesi negli stessi sensi an» 
che col dativo. 

Ava/3a&/xi5, tJo«,/. scalino. 

AvajSaSrjuidf, ou, m. sahta , scalino. 

k^d^atJ^pOL , ocf ) /• salitoio , scala a 
mano; strumento per salire. 



(40) 



AN 



ktfoi^aL^pov , ou , 1. scala , pulpito , 
seggiola ^ 

Àva/Satvoj, verb. irr. camp, salir su, 
montare, per fs. , sopra uoa nave j 
d'jx^dii, «. 2. pari. oC9^x.^éi^rixoc, 
p. ind, alt. f ut. I. d'iOi.^fi'iOp.V.t., 

kvoi^(/.XXofioi.i, differire, procrastina- 
re j lellare; prepararsi, fare il saggio 
prima di delerminarsi a far qualcosa. 

Ava^affi?^ aitic. ew«, f.j ava^a- 
ff/jio;, où m. salita, il salir su; ascendi 
sione; escrescenza. 

k'iOL^à.xfii^ ov, m. quegli che sale «u 
qualche cosa o vi siede sopra; ca- 
valiere , uomo a cavallo. 

Ava^^ardà, ou, m. che si può ascen- 
dere. 

Avaj9(j3à^ci), fare ascendere ; far mon* 
tar su. 

Àva/3i^^ca<7xw, rodere. 

Ava^ioo), ritornar in vita. 

AvKjStW'jis. sws, /. risurrezione. 

Ava^^a^ravu, ripullulare. 

Ava^ÀSTTU, aitar gli occhi, rivedere, 
ricuperare la vista. 

AvxpA>]ff(;, eoi?)/* dilazione , sospen- 
sione. 

Ava]3>u^6j, scaturire. 

Avoc/3).uff($, eu$, f. bulicame. 

Ava^^ùuj hulire. 

AvoL^ooitiìj contr. où, redamare , ri- 
spondere. 

Ava^or}5c§, ew?, /. esclamazione. 

Avaj3oÌ7], l'^'s»/ dilazione, proroga. 

Avaj30S;(Ci) , bagnale ; strepitare. 

Ava^povràw, tuonare. 

Ava/3,3Ùw; p. //irf. a/f. avaj'Sép^uxoe, 
scaturire, zampillare. 

Avà/3p&j<ri5, ew$, /. rosicatura. 

Ava^jSWffXù), rodere. 

Ava^pwTtxò; , W , òv , corrosivo. 

AvayyéXiwj/z/f. e).w, /». oìvyj'yysXxa, 
annunziare , riferire , rapportare. 

AvocyysXo;, ou, e. che manca di uuuxio; 
micidiale. 

Avaysvvocw;p. ind. pass.^ avayeyjv- 
vv)/iiat, rigenerare. 

Avaytvw'jx&>, pwA. irr. riconoscere , 
conoscere ; leggere ; aUie. invece di 
avaytyvfljffxo). 

Avayxoc^oi, costringere, spingere, ne- 
cessitare. 

Avayxaiog, a, ov, necessario, ine- 



AN 



vitabile; forzato; parente; rà ocvay- 

xaìa, le cose necessarie. 
AvayxaioTt?;, 'Jtos,/. parentela. 
Ayayxaico:, ncc. necessariamente. 
Avayx«ffTYj5ii05, du, c.j* avayxotjrt- 

xò;, vj, ov, che ha forka di costrio- 

Avayxot^TÒ;, W, òv, costretto. 

Avayxa77cl»$, avv. «forzatamente. 

Avccy/yj, >?;,/• neccséità ; fatalità ; pa- 
rentela, attenenza. 

AvàyXuTTTOs, ou, e. scolpito. 

AvayXuf tj , 175, /. scultura. 

AvayXu^w, scolpire. 

AvKyvà/AtTTW, piegare, curvare. 

Avayvwpi'Cw, riconoscere. 

Avayvw;>ict5, taq^/.j avayvwjStj^o, 
aTO$, n. ^- avay Vflj/9i9/i.ò$ , ou, m. 
ricognizione. 

Avocyvoaffts, ew?, /,j' ava.yvwor/ia, 
aro;, n. cognizione; ricognizione; 
recitazione, lezione. 

Avayvùiiftji, ou, m. lettore , recita- 
tore. 

Av«yvwffTtxÒ5, W, òv, atto, proprio 
a leggere. 

Avayóoeu^i;, e«5, /. pubblicazione , 
proclamazione , dichiarazione. 

Avayopsuo), pronunziare , proclamare 
pubblicamente, nominare ad uoa ca- 
rica. 

AvotyjSaTTTOS, pu, e. scritto. 

Avayp«^£V5, éw§, m. scrittore. 

Avayp«)/7Ì, T^s, /. scrittura, enunoera- 
zione. 

Avaypocfw, descrivere, notare. 

Avayu/xvóoj, spogliare, mettere al nudo. 

Avocyw, condur su , ricondurre , in- 
trodurre, mettersi alla vela, navigare. 

Avay wy/j, là»,/. elevazione rfeZ/a me/ite 
a cose divine j interpretazione delle 
cose divine ; disciplina , educazione. 

Avayuvi9T0$, ou, e. che non com- 
batte. 

Ava<5àxvw, mordere. 

Avae^sixvu^at, dimostrare. 

Avà^si^t;, eco;, /. dimoslrazioncL 

Xvà(?sA^9$, ou, e. privo di fratelli 
di sorHIe. 

Xv«(Jev^pa;, SpckSoi,/. vite (appog- 
giata ad albero ). 

Avà<ye|i§, SW5, /. accoglimeato. 

Avoc^é^xci), guardar in su. 



un 



(4i) 



kid^t^iiy ca»$,/. rìleffamento. 

Xva^è»/*^», Tfli, f. {oioì) , lecamej 
nastro « fettuccia ; cuflia : tt/cxtv) 
av.; benda inlrecciata intorno alle 
tempie, proUabilmente per tener fer- 
ma la ret« dei capelli. 

Avao cxojuiai , fut. |f o/xai ; adottare , 
assumere, prendere in impegno. 

Avaos'Jo», irrigare. 

Avario», rilegare. 

Avàoy]|i$, CA>$j /. morso. 

Avario à^xu , fut. ^w, insegnare di 
nooTo, insegnar meglio qualche cosa. 

Ai^a^coujuii , rendere, consegnare. j 
porgere, mandar fuori. 

AvaoiTT^a^tà^w, raddoppiare. 

kteLint^oLticcsiiòi , ou, m, radJop« 
piamento. 

AvaòiT/òu, raddoppiare. 

Avx^dTtxòf, vi, òv, distributivo. 

JLtdioroi , ou, e. reso , restituito j 
riscattato. 

Aya^9X8v$9 colf, m. ricevitore. 

Ava^oX^') ^^ /• ricevimento, ricetto, 
ricovero. 

XvÀSoxoij oy, m. ricevitore. 

kvv.Spoji.'Ay i?4/* ricorso s il correre 
in alto. 

Avà^u^c;, c»f,y. uscita , ritirata. 

Avoco Uea; ava^ujuit, uscir fuori ; emer- 
gere (dal seno dell' acqua). Hel med. 
sign. In dtnef sottrarsi} ritirarsi. 

AvitdrJOi, O'J, y. indotata | sema doni 
nnziaU soiiti darsi dolio sposo alia 
sposa o ai parenti di essa. 

kvcttipùij alaàre, sollevare, toglier in, 
levar so. 

kfàtXnroi, ou, e. eh' h di ^etsaoa 
speransa) del tutto inaspettato. 

Avxepra^oi, levar in alto. 

Ava^ocw, rivivere. 

A^va^rJyvu/utc , decampare , levare il 
campo i abbandonare gli alloggia- 
menti ; uscirne. 

a'v«^su|ì$^ c«$, /. partensa, mossa, 
ritirata delle trupj^. 

Avalvi rc«i, contr. «d, ricercare. 

Avx^wy^c»), risuscitare « richiamare 
in vita , ravvivare. 

Ava^MVVu/At, cingere. 

Aya^ocXXw; ocvadiqXcw, rìgermoglia- 
re, rinrerdires tornare a frondeggiar 
di nuovo. 



AN 



ornamenti del convito, 
ou, e imbelle , inabile 



AvadàÀ'Tu, ri<ealdare , ristorare. 

Ava3raipvvoi>j* avaSrgtsvùyu , rassicu- 
rare, rianimare l'ardire, il coraggio. 

Avàdrctto, aro;, n. anatema, esecra- 
tione , scomunica. 

Ava^suocTi'^w, scomunicare^ esecrare. 

Av9e2rsuxTi7/A9;, oJ, m. esecrasione. 

AvaHrsj^uatvo), riscaldare. 

Avoc2rs9i$, cu;, /. dilaaiones dedica- 
sione, consacrazionr. 

Ava^cw, correr in su, ricorrer». 

kvoi^Vjipio», contemplare. 

Avaarcwpv]9i;, g»;, /. contemplazione, 
diligenle coosiderasione. 

k'focòtoìpi'Silói, O'J, m. ricognisione. 

kifoi^lìcc, aro;, n. oblasione, offerta; 
dono fatto per un roto ad una divi- 
nilà, sospeso alla vòlta o alle colonne 
del tempio I ornamento; o^vad^'uara 
^airò.' '■ ^'^ - — ^•- 

Ava^/Of 

combattimenti. 

Ava&o,;S5G>>, saltar in dietro, saltar fuori. 

AvaSropu^tM, tumultuare grandemente. 

Xvadrpu^xo), saltar su; ballare; far 
balzi. 

Ava3rujui(a9t$, c&}$, /. vapore , o p'à 
propr. l'esalare che fanno i vapori. 

Ava3ru/xià&>, esalare. 

Avai^cca, a$, /. sfacciataggine , im- 
pudensa , irreverensa ; importuniti. 

Avatòevo/xaij avat js», essere impu- 
dente , comportarsi impudentemente. 

Avai^T]/xóvoj;^* avai^y]v, aw. irre- 
verentemente , impudentemente. 

Avai^Tj';, ioi, e. sfécciato, svergogna- 
to; sconcio; rio. 

Avallò»;, a»v. irreverenlemeoie , im- 
pudentemente. 

Avallo), abbruciare. 

AvatjuiaxTt, aw. senta sangue. 

Avai/AaxTo$, ou, e. non insanguinato. 

Avatjuigt, aw. scusa sangue. 

k-Jxifiioiy as, /. mancanxa di sangue. 

Avaijuio$ , ou j avai/Aoiv , ovo«, e. 
senza sangue, esangue. 

i'iOUfi^'JOLpKoq, orjj e. oc priv. ai/*a 
e 9dp% fornito dt carne priva di san- 
gue (del grillo). 

Ayai/ut.uTCt ; avai/twTt, avp. senta 
sangue, senza spargimento di sangue. 

Avaivo/mac , ricusare , rifiuure , dir 
di no. 



(40 



AN 



A.vaipC9t;^ '"S?/ uccisione, ammat- 
samento, cog/i altri significati del 
verbo ocvaipoi. 

Avai/9trcxòs, «ì, civ, pernicioio; di- 
slruttivo. 

Avatpcoi), conlr. p^j a. 2. avfcXov, 
verb, irr, comp.^ propr. levar da terra, 
toglier via, portar via, quindi oc- 
cidere , distruggere, involare. 

Avatpw, levar in alto.- 

Avoci72rv]ffìoe, a;,/, maocanca di sensij 
stupidita, insensibilità. 

AvatoSrijTsùojuiat; «vaitfdijTiw, non 
sentire. 

AvaÌ7dr^T0$, ou, e. insensibile , privo 
di gusto « senu gusto. 

Avaiff^'rus, avtf. sensa semo> insen- 
sibilmente. 

kvaÌ99(tty /ut, ^0», aliarsi precipitosa- 
mente; sorger con furia. 

Avat^x^^'^*^ ^M^ impudente , ope- 
rare impudentemente. 

Kva.i'SX^ifTioLf a$, /. impudensa, sfac- 
ciataggine , inverecondia. 

Avaiffx^^'^®^ » ^^9 ^* impudente , 
sfacciato , inverecondo. 

Avo(i7X^vTCi>^ mvy, impudentemente ( 
sfrontatamente. 

AyaÌTto$, ou, e, che non ha causa, 
di cui non v* è alcuna causa; sensa 
colpa , innocente. 

AyaiTiflas, avp, sema causa. 

Avaxadroctpea , purgare. 

AvocxàSrapat^ C6>{j / porgacione. 

Avo/.aSroJsrtxò^ vi, òv,* purgativo. 

Xvaxa&(^6>),/i(t. ff« , erigersi, solle- 
varsi , tirarsi su. 

Avoxaivi^M, rìnovare^ ristaurare. 

AvaxaivKTts, étoi,/. rinovasione, re* 
staurasione. 

Avaxatvóo», p. iad, att, e^vocxcxat- 
vcxa, rinovare. 

AvocxaìvMffif, CM$,/. rinovasione. 

Avaxaiw, accendere, riaccendere. 

Avocxa^co), chiamare con alta voce , 
richiamare; implorare. 

AvoueeéXuTTTO^, ou, e, scoperto. 

AvaxaXuirTtt y scoprire, discoprire; 
in med. scoprirsi. 

AvaxàXut|/c{, cw«, /. scoprimento. 

Avocxà/ATTTw, ritorcere. 

Aveéxa/A^iC, 8u$,/. ritorcimento. 

Avocxav3ro$j ou, e. sensa spine » non 
pungente. 



Air 



Avaxoéirrw, inghiottire , divorare. 
Avàx«U(ji{, ioii,f. incendio. 
AvocxsijuiKi , esser esposto , trovarsi , 

ritrovarsi , esservi. • 
Avocxsipu, tosare; tagliare. 
Àvocxcx>o/xat, esortare; invocare. 
Avocxspocvvu/At; «vaxs/savvUw; ava- 

xepào), mescolare. 
Avocx«7T05, ou, e. insanabile. 
AvocxE'^a^aiów, ricapitobre. 
Avax$^aXaia)9i$, e&>$,/* ricapitola- 

tione. 
i^vocxv]xìoi», grondare, scaturire; saltar 

di sotto in su; spicciare. 
Avotx>ipuxT05, oy, «. pubblicato dalla 

voce del banditore. 
Avax)i^u^t$, «W5, /. prwnulgaaione 

che si fa per mesco del banditore. 
Avocxv)pv9<ra>, prumuleare per messo 

del banditore , proclamare. 
Avoxivéu, commuovere , suscitare, ec- 
citare. 
AvaxiV9i9i$, <««»)/• commotione, sa- 

MÌtameoto. 
Avaxiatw, piangere. 
Avàx}ia<7i$ , sus , /.j avou>a»/4Ò«, 

où, m. conversione, ripercussione, 

riflessione , refrasione. 
AvocxXavros, ou, e. torto , curvo, 
Avocx>au9rjuiÒ5, ow, m. pianto , b- 

mentasione. 
AvocxXocoi, con/r. x^ù, riverberare, 

rintussare, ritorcere. 
Avocx>y]/Aa, aros, n.^ avocx}.y]9i9, 

ga)$y y. grido , chiamata , che si fa 

ad alta voce , revocatone. 
Avoex>v)Ttxòs, irì, òv, che richiama. 
kveUlinroiy oUy e. revocabile. 
AvocxAivoi, riporre, coricarsi ; piegarsi 

in dietro , appoggiarsi da dietro ; 

incurvarsi. 
AvoxXiTixòs, n, òv, inclinabile, pie- 

ghevole. 
AvàxoiXo;, ou, e. concavo. 
Ayaxoc/Aoéojttoct, dormjre, giacere. 
Avoxotvówf co/i/r. vw, comunicare , 

conferire, far parte; incurvarsi. 
Ayoexo(va>ffi$, soì;, /. comunicasione. 
Avoxojuit Jvj, ;?;, /. trasporlo , ricupe- 

razione , ritorno. 
Avoxo/tAt^o), riportare, porUr su. 
XvoueoyTi^W) saettare; spicciare; schis* 

«are. 



(43) 



▲N 



AvflcxóiTTW, cacciare, rHpingtrc » rio* 
timarts pwcuotere. 

Àvocxou^t^ai, fmi, Ufù^ allesgnirt , 
•ollerarej aW sa. 

Av9Cxoii^i9i;, CM$, /. solUero. 

Avaxouw, adire di qooto. 

Avaxpoc^u, gridar forte, gracchiare, 
cianciare. 

Avocx^ocffijs, c»$,/ mescoUmeoto. 

£itaxptfjLoioty sospeodere. 

kifocxp iTfoij esaminare , interrogare (ao 
accusato) ; trarre in giadisio , innaosi 
al tribunale. 

Avàxptffi;, co»;, /. inqnisisione, in- 
terrogasione , dUsaniina. 

AvoxpiTcxòf, in, òv, interrogatiTO, in* 
terrogante. 

AvoexpoTcw, appUadir& 

Xvoxpouoi), raffrenare, ritogliere, ri- 
volgere ; € dicesi spuialmtnU dtiU 
navi, 

AvoexTi^w, rìnotare , rifabbricare. 

A*vocxro/9ia, a$,/. impero, regno ^ 
ocvocxTopto;, ov, regale. 

Avaxuxocu, mescolare. 

AvaxuxXcwy/iif. yÌ7«i, raTn>lgert in 
mente, ripetere; voltar soMopra | ea« 
poTolgere. 

Av9CXux>iQ9i$, vài^ f, rirolgineoto , 
circuito. 

AvoxuxIÓM, cinger ^ intorno 

AvoexuxXttfft;, to>i,f. circolasione. 

£voatufifioLXiùi^(a, esser rovesciato con 
fracasso ; fracassarsL 

ivóUùèXoif H, e. dt breve, di corta 
struttura } auai piccolo. 

Ayoxw^ùai^ impedire, allontanare 

Aya^oexTi^«i^ ricalcitrarci ripudiare. 

AyocXaxTt9/xo$, ov, m. ricalcitramento. 

Avaìa/mjSocvoj, feri. irr. comp.j avfc- 
Xvi^oc, «jffg. /». aM. , ripigliare , ri- 
condurre « assumere, metter sa, met- 
ter indosso I ricevere in s^ | com- 
prendere. 

kitxXdinc»» rùplendere. 

AvocXyvj^, goij e, eh* è senta dolore. 

AvaXyvivcoe, a;,/. privationedid<4ore. 

Ayeé).yif}TO{, eu, e. eh' è senaa dolore. 

AvaX^'rM^, a(v. sensa dolore. 

AvocÀtyojaai; avgcXcyei, radanare, 
racco^here • legare | recitare. 

Ay«Xti]/uM>v, evo;, e. eh' è sensa mi- 
sericordia. 



AN 



kitOLÌn^ti^ tw(, / l' adone di ripren- 
dere , di rientrare in possesso | ricu* 
perasione , ristabilimento. 

Ava^^'s, S9;, e, insanabile. 

AvaXttfXM, verfr. irr, spendere , con- 
sumare, aor, I. o^vàAwfM, avvilo»- 
ao, ed vfvxXwtfo, cogA 4£e#/< acci- 
denii d* aumento anco nel perfetto. 

Avà^xscoc, of, f.j «va^xi'oc, af. /. 
impotensai pigrisia, timidità, fiae- 
chetsa. 

XvaXxis, tSoi, e, non valoroso, ti- 
mido. Bacco I da poco. 

AvaX^OjUiai, saltir in alto. 

AvaX/AO$, eu, e. non salso. 

AyoeXoyioCj «i;, /. analogia , propor- 
alone , simile ragione. 

AyaXoyttfo^at ragionare, reputare. 

AvaXoyixwf. av^^, consentaneamente , 
per analogia, proporaionatamenle. 

AvàXoyo;, OM, e. corrispondente, con- 
sentaneo , proporaionato , proporsio- 
nevole • analogo. 

Av«Xóya)$, aw, proponionatamente , 
per analogia. 

Ava^0$, 0^, e. insulso. 

Ay«Xu9i«, c»(,/. risolustone, Koropo- 
sitione, analisi. 

Avo(^urtxò$| lì, ÒTff che ha fona di 
risolvere, analitico. 

AyocAùw, /ili, ù^u , risolvere , scom- 
porre, anaUaaare, slacciare, slegsro, 
ritornare. 

AyoéAw/AO, aro{, n. spesa. 

AvàJLa>tft«, C6S«, /. spesa , consumo. 

AyaXwnìf, oJ, m. consumatore, logo« 
ratore. 

kifOLXaxtKÒi, ti, dy, che consuma o 
loffora. 

XyoJlwrof, eu, e, inespngnabile , da 
non si poter espugnare. 

Ay«XfisTÓ«^ «}} dy, logoro. 

Jkvcx.pLOHit.oLOi, spargersi furioso | sten- 
dersi, dilatarsi furiosamente. 

Ava/AayS^ocyfls, imparare di nuovo. 

Aya/ta^nQtfioé, ec«,y. innocensa. 

Ay«/x«pTiiTO«, ow, e. impeccabile, 
infallibile. 

Aya/mfl^TvJTM^, avP' senu peccato. 

iCy«/Aà99oi e rro, lavare, nettare. 

kvoLpLOÌxop.Kiy rinovare la battaglia. 

Ay«/A^arof, ou, e. che non si può 
ascendere. 



(44) 



A9 



Ava^us^TTU) decantare, celebrare col 
cRnlo. 

Ava/xéva>, aspettare, rimaner costante. 

A,và/xe70s, ou, e. eh' h fra meno. 

kvoLfii'sroif ou, e. pieno aSàtto ; stra- 
bocchevolmente pieno. 

A.va/xs7TÓ&i>, riempire. 

Ava/Jisr/780>, rimisurarc, ripassare. 

Àva/ui8T/3V}9i$, coiS, /. misura. 

Ava/Al y^v;y, at>c. mescolatamente, pro- 
miscuamente. 

Avau.tyvua)-u/At, /ìif. c^w, ^<ia ava- 
juLiyeu), mescolare « frammischifte , 
mescere. 

Ava/jM/Avvi'tfXM, richiamare in mente. 

Ava//.(^, ape. mescolatamente, promi> 
scuamente, insieme gli uni cogli altri. 

AvoéjUit|i$, e«^ /. rimescolamento. 

iìvocfJ.Loyta, fut. ^a>, mescere , meseo- 
laire', frammischiare j //i med, me- 
scolarsi, congiungersi, collegarst. 

Ava^vvjaxu : ava/xvoco/jiat ; ava/A- 
vaoi, ricordarsi , richiamare alla me- 
moria; ammonire. 

Avoé/Avyjtft;, ca)$, /. ricordaosa , me- 
moria. 

Ava/xvvidr<xò$, iì, o'v, che fàcilmente 
si ricorda. 

Av«/A0j9/xu/9flj, mormorare. 

Ava/xuu, aprire gli occhi. 

kvafKpi^oXoi, ou, e. indubitabile, 
che non si può muovere in dubbio. 

kva.(ifipóX(àij avv» indubitabilmente, 
risolutamente. 

Ava/ui^i^ó^ois, av9. aensa dubbio. 

Aya/x^t0^vj'nfiTO$, ou, e. non ambi- 
guo. 

Ava/Asttf^ifirviTu^, at^. senza ambi, 
guila. 

AvavocyxaffTO^, ou, e. volontario. 

Avav^/sìa, aj,/. dappocaggine, co- 
dardia ; stato d' una donna non ma- 
ritata. 

Avav^/?04, ou, e. non Virile, pigro, 
imbelle , effeminato , dappoco. 

Avàv^/?»;, av\^, codardamente, vigliac- 
camente. 

Avavzoc^o), rinovare. 

Avavco/iiac, ricominciare, tistaurare. 

Avavcóo). rinovare. 

Xvaveùw, far cenno col capo in segno 
di disapprovasione ; ricusare « ne- 
gare } non acconsentire. 



AN 



Avavsuert^ so^, /. rinovaaione. 

Avav^seu, rifiorire. 

AvavSrv]^, éo;, e. ch'è senza fiore. 

Avavo/ut-y}, yTs, /• distribuaione, ripetu» 
ta ricognizione. 

A*vavTa*/wvtiT05, », e. che non ha 
alcun avversario, alcun competitore, 
alcun rivale. 

A'vàvTYjs, £0$, e. che va per strada 
ripida, d'arduo cammioo; ra avav- 
Toè, sentieri ardui , montuosi, ertL 

i[va^, oexTO^, m. signore di paesi e 
d* uomini , principe , re : così chia- 
mavansi i fratelli e i f^U dei rB' 
gitanti, 

^va?, vxyo^^f. regina, signora. 

Avalvi/^aìvci), seccare. 

Avat^/sav^ii, «w;,/ l'alto del sec- 
care , siccità. 

Ava^ioe, a;, /. indegnità. 

Avario;, ou, e. indegno, spregiato. 

Avalift);, aw. indegnamente, indebi- 
tamente. 

Av«?Jw, radere. 

AvaTrai'^o), befiàre. 

Ava7rà>Xw, vibrare j brandire. 

Avec7raX<Tt5, e&j;, /. vibrazione , «is- 
sulto ; palpitazione. 

iLVocTrau/xa, aro?, «. riposo, luogo di 
riposo , ristoro , conforto. 

AvaTrauojuiai, riposare, riposarsi, stare 
in riposo. 

Avà7rau(7c$, ew$, /. cessazione, rù« 
poso. 

iLvaTrauù), ricreare, dar riposo, 6r 
cessare. 

AvaTrei^o», persuadere ; in med* la- 
sciarsi persuadere. 

AvaTTCìpo, jjas, /. esperimento, eser- 
cizio. 

AvaTrei/soéw , esperimentar di nuovo. 

AvaTréuTTu, rimandare, rimettere, tra- 
manaare , mandar in alto. 

AvaTreTocvvu/xt ^ avaTfeTavvu w; ava- 
7reTocw,/Mf. affw e per/, pass. aLva- 
TréTTra/iiai, dispiegare j aprire, svol- 
gere. 

AvaTrswtwxws, óto§, m. p. parL att.j 
ava7r«7rT»/uif V05 , v} , ov , p. part. 
pass.j avairiffas, avTo«, »rt. a. 1. 
p«r£. Prt'W. •'. avaTrcTrrw. 

Aya;rvioàa>, saltare in su , ribalzare, 
risaltare) scaturire. 



(45 ) 



Avxvnf^s;, e. msliUato . mocalo. 

k-»oi-Kr,pi'jàj storpiare, nraiilare. 

Avatri^tt-rii:»!, riempire. 

A^xxiiTTÉi^ ricadere, giacere. 

▲YXTTiTrev», cunfidare, qierare. 

Aysc?;y.a7t^ es*^ /. rìlacimealo , ri- 
forma s fioBooe, diimera. 

Ai»scr/X7/ta, ars;, m. cosa formata o 
fiala. 

Àva7>a7;i^s, 0?, m. rilàcimeoto, ri- 
fcvma. 

Àvair/à??» : àvaTr/aTTo», riformare, 
fiurmare, mi^re, figurare, immagi* 
Dare. 

Avflc:rÀ«?nj5, oj, w. riformatore. 

A.vx:r/éx«uat ; avaTr/cxw, aTyilap- 
p«ure> aggn;^pare, cingere. 

Ava:r/éu, /uL cvvoa, ascendere, na- 
vigare . esser portato in allo , sal- 
pare dal Udo , mettere alla véla. 

Aya7r/sa»(, «é, e. ripieno. 

AyaTrlvjSroi, fiU. inttù^ riempire, coQi- 
ptre. 

Avx:7/v;|t^ t^f. ribattimento. 

k'iV.'Kyr,còtù^ empire, riempire. 

AvaiCAripoifix j aros, n.j KvaflrX>i- 
poi'Si^ Vjn^f. riempimento , supple- 
mento , aggiunta. 

AvairÀiJ^^o», ribattere. 

A»a^).iQffTtxò«, vj, òv, riempitivo. 

Aya:rÀó^, distendere. 

AyarrXuvM, larare. 

Av«7rXu7i$ , 56)$, /. lavamento, la- 
vanda. 

AvàTfveuffts, ew«,/.j' avaTrvoifj, n'5, 
y. aspirazione, respiro , respiraxione. 

AvaTrvsw, yuf. cu^w, respirare, ri- 
prender fiato. 

AvoCTTO^i'^w^ retrocedere, rinculare. 

AvaTTO^cff/jLO^, oJ, m. relroredimento.' 

AvaTTÓJ/jaffTOi, ov>, e. inevitabile. 

ÀvaTTOivo;, ou, e. sema prezso di ri» 
scatto, ' 

ÌLva;roAe/xc6), contr, &>, rinovare la 
guerra , riprendere le armi. 

AvaTTO^Ó'/viro^,- ou , e. inescusabile , 
che non può giustificarsi. 

AvaTTÓ^UTOf, ou, e. non sciolto, in- 
dissolubile. 

ita.Tzpd'S'Stù^ fuL ^oj^ rifcuolere (ptr 
9s. debiti )i eseguire , mandar ad 
effètto. 

LtOLTtp^^ta^ accendere, infiammare. 



AN 



AvaTTauf»»«, *j, ov, a. «. parL m.j 
ava^rràs, oévro;, m. a. 9. pan, 
att.j ocvaTrTav^ai, a. fi. ^/i/". m.; 
«VKTTTQVac, a. S. in/". 1;. aviTTTa- 

Àva.Tt70i, ou, e. non tocco. 
AvocrrTvfis, S6>;,/. espansione, «pie- 

gamento, dichiarazione. 
Ava7rTiJ97U, distendere, dispiegare. 
AvKTTTW, legare, sospendere} iofut>caret 

abbruciare. 
Ava7rTW5i|ui05, ou, e. recidivo. 
AvaTTUv^avo/Aai, interrogare. 
Avoc:rv/?óciJ, accendere, infiammare. 
Xvà7ru(7T05, ou, e. divulgato j noto a 

tullf,^ 
Avap&oj, e. (ap&pov) senta foraa nei 

membri j quindi debole , fiacco. 
Ava^siSr^su, numerare. 
X^ccpì^fiYiroi, ou, e. innumerabiU; , 

senza numero. 
AvapiSr^WToi^j acc. innumerabilmento. 
kifdpt^ixoiy o\jy c, innumcrabilo. 
Avoep/AÓ^io;, ou, e. non idoneo, non 

conveniente. 
Xv(X.piio<S'TVj»^ disconvenire. 
Avaf?/xoffTta , a« , /. incongrucrwa , 

mancanza d'aggiustatezza, sconcezza, 

incapacità. 
k^ÒLpiioz'ZQi^ ou,e. incongruente, scon- 
cio, incapace, disadatto. 
Avap/Ad7T6i$} avv. inettamente, «con- 

ciamenle. 
Avap^a^M, trasportare in allo, rapire. 
AvapTtaTTOi, oj, c. rapito. 
kvoLppica, scorrere in dietro in su , 

scaturire. 
Avapj5rjyvu/Ai , fut. tj^wj K^y.pprr 

yv-Jw, rompere, spezzare, s<{uarcÌjro. 
^vàpp'n'safji, fuL ^w, squarciare.^ 
À-^dpp iTtrioìj lanciar di nuovo; dvap' 

piTtniv oLÌcc iróo^y pcrcuottre il 

mare coi remi. 
kv ceppo lOL, a;, /. riflusso. 
kvc^poi[ÌGÌù»', avappofaw; av«^ 

po^iùì^ riassorbire, ringojarc. 
Avaspwvvuù), render la primiera forza. 
^va5ffio$5 ou, 'W. col quale non si può 

esser (raccordo ; nemico impUrahile. 
Avaprào), contr, &!, sospendere, impic- 
care. 
Avotf3TV)7t«, «w«,/ sospensione. 
Avo^Tios, ou, e. dispari. 



(46) 



AN 



Ava^ÙTM, attingere, esaarirt. 

Avocpxt'»} ^«}/ aimrcbia, stato li- 
cencioso di repubblica, priva di ma- 
gistrati e di le^ obbedite e ri- 
spettate. 

Avapxo^ o\fì e, cb* è senta principio, 
seosa guida , senta principe. 

Ay«tfcc9/xò^ ov, m. sbattimento, ten- 
tennamento. 

Avaffcìot, epoet. dvoLV^ti^, fui. tfo», 
abattere, squassare, levare (parlicotar» 
mente in alto ). 

AyatfXocTrTO), scavare. 

Ava9xc7rT0/Iat , considerare diligen- 
temente. 

Ava9xeuoé^a>, ricostruire, rifabbricare; 
demolire. 

AvaffXCUT], riiyf. rifabbrica, ristauro, 
rifacimento, distruzione. 

Ava7XY]9coc, oti,/. inerzia, imperìzia. 

AvàffxiQros, ou, e. non eserciutn, ine- 
sperto. 

Ava9xyìru$, aw, senta esercitio. 

AvcttfxtoTocw, saltar fuori. 

i^va^xoAOTTt^u, attaccare, appendere, 
conficcare ad una croce, ad un palo. 

Avoc9X07rc&)) considerar diligentemente. 

AvavTrapàffffU) lacerare. 

i)Lvà(77ra9T0$, ou, e. estirpato, bandi- 
to , rilegato ; privato del suo im- 
piego. 

Ava97roé&), contr, w, /ut. oi^oi^ trarre 
in alto; tirare indietro; ritirare; e- 
strarre. 

Avaff7rei/9w, seminar di nuovo. 

Àva^ffoc, TJS, /. regina. 

Ayàerff&i, /«t. |ca, regnare, dominare, 
comandare. 

AvavraJòv, aiw. aitandosi; oell'altarsi. 

Avoc9Ta9($, ew5,/. l'aitarsi da tavo- 
la , da letto , ec. ; distrutione, rori- 

. na, migratione forzata, espulsione dal 
territorio; ristabilimento; riedificano- 
ne; erezione d'uoa statua, d'un mo- 
numento, ec. ; negli autori ece/esia» 
siici t risurretione , risorgimento da 
morte, da una caduta, ec. 

Avec^raros, o^, e. rovinato, distrut- 
to, rovesciato. 

Ava»T«T0&», sovvertire. 

Av«7TsXXw, reprimere, altare; ratte- 
nere: àya9Te>A(tfo/Aat, rattenersi, 
cioè astenersi da una coi*. 



AN 



Aya9Ttvaxi^Wi maodar profondi so- 
spiri. 

AyaffTtvu, gemere. 

Ayà9TY]/Aa, arof, n. eretiooe, emi- 
nenza, alteita ; statura alta. 

Aya^n^yott, a. 2. inf. att.j avavriq* 
9a;, ayrof, m. a. I. part, attj 
ayaffTij^si&ai , fui, I. inf, m.j 
aya^TOfO/Jiai , /««. I. ind. m.j 

ÓLVKITnTO», fui, 1. I/Il/, aiu V. etiti-' 

oTnpLi, 

Ayoé9TOjUi9$, ov, e. aperto. 

Ayavrpc^?» , e ;K>ef. aya^r/^u^àv , 
muorere in giro, ritornare, sovver- 
tire, rovesciare; ocva^T^Cf o/Aat, rag- 
girarsi. 

A'vaffrpofà», contr. u, volgere, gi- 
rare. 

Aya7T/90jpvi) ^iif- rivolgimioto , ri- 
giro, ritorno. 

Ayafffpayi^u, dissigillare. 

ÀifoiaxiSfoij emergere; v. otvixta. 

Ayoc^x^^^S} *^h^f' uscita; tulleranta. 

Aya^ysTÓs, W} òy, tollerabile, soppor- 
tabile. 

Ava^xéoii, verb. irr. tener alto, son- 

Eortare; e <7iij/i</i ocyx^x^^/^^S ^^' 
srare. 
Ava9X(^ci>),/tfC. iVa)| spaccare, fen- 
dere. 

Aya^X**/*^^» "'• *• ^"* "*'* otva^X^ 
/*8V0{, *j, oy, a. 2. /»«ir«. m.j «va- 
«X^y, óvro$, m. a. 2. part. . att. 

AyaTo(/9a9<7&>, conturbare, mescolare. 

Ayo{Ta9i$, su$, /. estensione io alto, 
eretione; volto e parlar minaccioso. 

AyaToc9ffw, comporre, ordinare. 

AyaTcdc^àrtxa , ^. i/ic/. aft.j* aya> 
Tsdejuiàrt9uai, /y. in</. pa//. v. o> 
ya&c/xocTi'^w. 

Ayarsì , avv. impunemente , senta 
danno. 

Ayarst'yM, alzar su, stender in alto, 
stendere alzando ; in signi/, mttiio , 
minacciare. 

A.^fartivii^ta, rifabbricare. 

AyartAAw, far nascere; far esistere, 
produrre ; metter fuori, metter avan- 
ti ; comparire , spuntare , nascere ; 
ayaretXo), a. 1. togg. att.^ dvor 
TtXw, /tre. 1. ind. att,} àyotrèTaX- 
xoe, p, ind, alt. 



(47) 



I 

I 

I 



f 

\ 



Ayart/uiVM, ttgUare» squartare. 
AvarcT^f^o, p, ind, att.j ocyotTÌrpO' 

^OLy p, imd, m. V, Kvecrpifv. 
AvaTidrvjjuii. por sa, imporre, apporre» 

esporrei dedicare, consacrare. 
ivarAó»; avoér^Yi/ii, soffrire j fop- 

portarej e^vcr^iqv, aor, 8. 
ÀvocrAvi/uioe, «tos, a. toUerana. 
Ai»«r>i)/At, tollerare. 
Ai^aToXvì, i?c,/. levata, cioh il lerare 

iii senso di nascere i il crescer sn, 

lo spnntar fuori. 
AvocToXixósy vi, òv, orientale; ree oc- 

vocroJLtxa le parti orienteU, l'oriente. 
AvaroX/Hiàei^ ardire. 
AvocTO/Av}, iQ$, /-i avaro/ukìa, oe$, 

^ taglio, anatomia. 
ivaTO$, ou, m. illeso. 
AyaTpfirTixò$, vi òv, che ha fona di 

sorvertire. 
AyarpsTTo^ /«^ ^w j rivolgere | roTe- 

sciares ur cader a rovescio. 
Ayarpé^Ai, nntrire. 
Avar/^rx^f ^"^* ''*''• nporure, riferi- 
re, portar su, prodarre « attribuire. 
ktdrpnr^i, ou, e. jperforato. 
JLvarpip»^ triUre, fregare. 
Ay«Tpi7rro$, ou, e. tritato, fregato. 
AyàTj9i<)»i$9 sw$, /• fregagione, sfrega* 

meiito, attrito. 
ki»arpeTt€Ùij tw«, w. sovvertitore. 
AvaT^omi , ^$) /• soqtpiadro, rovina, 

distmsione. 
Avarpofcù^, cw$, m. nulritore, edu- 

catore. 
Avarpof tj, io, /• nulricamento ; edu- 



meolo. 
Avau^M, accrescer molto. 



Avau^M, accrescer molto. 

Avot^cvfli; /«^ I. oivafJavw, 
re; nanifeaure, palesar**) ù 
dente j fiir pompa : m med. a» 



,, mostra- 
, fare evi- 
mostrarsi. 



Avoeruiróo/Aac ; ayaTWTTOw, formare 

di nuovo. 
AvaTÙ)rwtft$, su;,/, forma di nuovo 

espressa, riformazione. 
Ayoeu/v|TO$, ou, e. oscuro. 
Avauotì^, éoi'ì d^ocjio^ ou, e. muto, 

senaa Toces ineffiikile, che non è da 

dirsL 
AvauXsc, ffpf'* seosa nolo. 
Ay«uCW$ , •e«7 «y«v«iQTo« , ou , e. 

che iMm accresce, che manca d'incre- 



A2f 



Ayajpoec/98r9;, ou, e. che non può to- 
gliersi. 

Avapay^oc; ayapay^óy, av9, mani- 
festamente , apertamente. 

Ayap avToc^u, rar apparire. 

Ayaftpoi, riferire, offrire, portar in 
alto ; sjpinger fuori ; sottrarre ; med. 
«.•^OL^pipouLccij uscir fuori salendo io 
alto ; esalare. 

Ayaf cuyw, ritirarsi, rifu|^re. 

Ayaf vi$, e 9$, e, che non si può toccare. 

kv»<pÌftyyop.on , esclamare , rispon- 
dere, annunaiare. 

Avap dstpojuixi , esser corrotto di 
nuovo. 

Ayaf Xéyw • riaccendere , ardere di 
ntiovo, abnruciace. 

iCy«f upàu, contr, 6), fui. »j»w, e pu- 
OM. /ut. póij mescolare , turbare ; 
imbevere; inzuppare. 

i)Lyaf>U9oéu, conlr. ^^fut. vj toh, esalare, 
vomitare, eruttare, soffiare , e fiatare 
spesso j quindi ansare. 

kvoLfO ir dot, ritornare, andar di nuovo. 

Avapopoc, pòii,/. relazione, prodotto, 
rendita , scampo ; ricorso. 

Ayapo/9SCi)^ pottir fuori. 

Ayafopixo;, vi, òv, relativo. 

Avapu<7C6)-ao , spinre , ansare. 

Ayapvw , far rinascere , prudur di 
nuovo ; med. riprodursi , rinascere. 

Avapuoi/xai, rinascere. 

Avaj'oivsoi}, p. av«7rèfwvr;xa, esrla- 
rapire. 

Ava^a^w-Oitioct, fut. àsw, retrocede- 
re, rinculare. 

Avaxo((Vfl»>) aprir la bocca. 

Avaxoc^Loc.^u, allargare, rallentare. 

kvccxoLXo:<siJ.òij ou, m. rilassamento. 

Avax^X^"} allargare, rallentare. 

Avaxocpocfftfo), scolpire di nuovo. 

Àya^sv/tat. spargersi , spandersi. 

Aya^su ; «yixev«, «or. I. ««. in- 
fondere , turlMire , muovere. 

Jtyax&\ avanti, voce, aspra j inv- di 
avoxret, ace, <f ocvoc|. 

Avaxoyvj, ^«, /• il rinfondere; meato, 
canale. 

Ayaxopsuw, tripudiare. 

k'i0Lxptà'»tMp.x\ av<x.xp<*'*'^^Vì ungere, 
colorire; infettare. 

Ayàx/96»7($} «««, / infezione, un- 
sione. 



(48) 



AN 



A.vdx'J'Siqy 80);, /. rifusione i efiiuio* 
ne ; snervamento. 

Ava^wù), V. cc-jxxia. 

k'ixx.yùìpia , alluntaoarsi, retrocedere » 
ri tirarsi , abborrire. 

Avaxeó^'J/xa, aro^, n.j ava^ùf^Yj^i^, 
tùìi , f.j ritiramenlo, recesso, retro- 
cedimento, partenza, rifugio. 

Avaxw/5T}T^?, ou, m. che si rilira in 
luogo solitario, anacoreta. 

kvx^My.rixòi ^ )] , òv , refrigerativo, 
rinfrescativo. 

Avà^u|ig, ew^,/. refrigerio, riofre- 
scamento. 

Ava}u;jTÌ, yii, f' rirreazione, refe- 
zione. 

kvx^vxoi, rinfrescare, ristorare; aster* 
gere; asciugare. 

Avoavu, verb. irr. da àSéta, fut, 1. 
ocWtw, «or. 2, »3cov5 \on. a^ov , 
;?. med, t\ a erf ea^oc, piacere , es- 
ser a soldo o in grado. 

Avcy}pov, ou, /i. sommità, cima. 

^vci^o^ t^vv. (ocyà « ^(X^)« ^° ^^^ 
disgiuntamente. 

A^v^pavà9r>j/Aa, to;, «. prodetia, a- 
sione eroica. 

A^vo/Jaya&ìot, «5?/- generosità, valo- 
re, azione d'uomo buono, valoroso. 

A^opàypia, euv, /i. spoglie fo/<e «r^ 
n/i nemico ucciso in guerra: da 
d'iti p ed dypcCf preda. 

Kif^pOLì(.dij aw, per testa; per ciascun 
uomo. 

kvSpOLItoSi^OIXOl.l ; OL^SpCLTZoSi^Oi , 

condurre q esser condotto in iscbia- 
Titù. 

kvSpKTToSi'Jl/.òiy oùy m. il ridurre a 
schiavili!. 

k'iipcf.noSi'T'nìi ^ O'j , m. ladrone; 
propr. colui che rubava o una per- 
sona libera per ridurla in servitù, o 
uno schiavo per venderlo. 

K'iSpdTtoSoify ou, servo in senso dì 
schiavo. 

k'*op(x.T:o5(àSYìjy £05, e. servile. 

kvSpoLTZoooìSaif avv. servilmente. 

kvSpdpiQv, ov>, n. omicciolo. 

Avopstoc, as; acvSpicf^ a;,/, forleaa, 
bravura, j)rodezza , gagliardia. 

kvSpzioi, a, ov, virile, forte, valo- 
roso, magnanimo. 

Àv^f sipovT7]£, ov, m. omicida. 



AM 



Av^pei'w$, at^. fortemente « -yalorosa* 
mente, virilmente. 

kvSpioL, a»,/., /o ^<ei/o cAe av^psioq 
t'. poco sopra. 

Av^pià;, àvTO$, m. statua. 

Av^/7ixó;, vj^ òv, virile, valoroso. 

Av^<5ixw5, art», fortemente. 

kvSpioVy ou, n. omicciuolo. 

JÌ'JÌpÓAiJ.inrOij QXf, adj. fatto dalla ma- 
no degli uomini; innalzalo, eostrui- 
to, lavoralo dagli uomini. 

A'vopoxTa^ia, as, /. strage degli uo- 
mini; omicidio, sterminio: da avi]'/? 
e XTcìvw. 

ti'iSpòixiOi^ ov, m. umano, virile, va- 
loroso. 

A'v^j5Òt>J5, ttjtos,/. virilità, fortczta, 
vigore. 

Kvòpofdyoi^ ou, m. che si nutrisce di 
carne umana, divorator degli uo- 
mini, 

Av^jsofovtot, olì,/, omicidio. 

Àv^pof Óvoà , OM , e. omicida , mici' 
diale , epit. di Marte. 

kvopóot^ render virile. 

kvSpàSr,iy toi ^ e. virile, maschio, 
forte. 

k'^Spoì^àij avv. fortemente. 

Av^pu^rsì;, eivoc, èv, adulto. 

kiit^oCkòiifì'i^ «• 2. i/irf. m.j* avé3«- 
>oy, a. 2. i/t<f. <7/<. V. avoc^9(>/c>i. 

Avsysipu, resuscitare, risvegliare; far 
sorgere. 

AvivepTOS, ou, w. non svegliato , che 
non si può svegliare; neghittoso. 

Avéyx>T)T05, ou, e. ch*è senza colpa. 

AvsyxXyJTWtf, «fp. senza colpa. 

Aysov]V, ape. licenziosamente, impu- 
nemente. 

A«esreÀ*i5ia, a;,/ stato di chi non 
vuole. 

Ava9r£).riT0$^ ou, e. involontario; im- 
•previsto ; inaspettato. 

Av2i^eo$, ou, e eh' è privo di for- 
ma; informe. 

Avci/Asve*)^ , avv. licenziosamente, ne- 
gligentemente, lentamente. 

Xvsi/xi, andar in su, intorno, ascen- 
dere; ritornare. 

AviipLOìV^ ovoi, tn. nudo, mal vestito. 

kviipyoìj allontanare, scacciare, proi- 
bire; raffrenare. 

Avéxa&sv, avv. dall* alto in giù. 



(49) 



AN 



Avsx^ia^TO^ oVy e. inviulibiU , che 

noD si può costrÌDgere. 
Avsx^t0C9T6i$, atnf. inviolabilmrnte. 
Avex^tTjytjT05, ov, e. inrourrahile. 
Aytx^tvjyiijT6i»4, avtf. inenarraUilmrote. 
Avsx^t'xijTO^ ou, e. noo vendicalo. 
Avsx^OTOj, 0V, e. noo pubblicato; 

aoeddoto. 
i(ysxdru70$, 0u, r. inespialiiir. 
AyexÀocÀv]TO$, oj, c. ineflàbilej ioe- 

sprìroibìle. 
kvtXAiiTtroi, ov, e. che non manra, 

perpetuo. 
Aysx/tTni;, co{, e. iod«firt4>nte , in- 

de£nilu. 
kinxTtXr,xzoi^ O'J^ e. imperterrito, in- 
trepido, impavido. 
Aysx7r/vix7fl4{, aw. intrepidamente. 
kvixTthjTOi y ov, e. indeMiile, non 

laTaio. 
AyxxTÒ^, vi, òy, iollerabile , sopporta- 
bile. 
AysxTcàv, «tv. toller^bii mente, in una 

maniera soppirt^bile. 
Avix^pa'srocy ov, e. che noo può es- 
sere espresso. 
AyfX^poé7T&>4, tffv. ineffibilmente, ine- 

sitrimibilmenle. 
AvsÀsyxTOS) ov, e. irreprensibile, ma- 
nifesto. 
Ayc/cyxTu; , «ìm^. senea riprensiude, 

senta prova. 
AvsXsvi/utcdy, 0yo{, r. eh' è senu mi- 
sericordia. 
Avc^ciQ/ióvw^ y avv. sensa misericor- 
dia. 
AvsÀS'J^s^o;, ou, e. illiberale. 
AvéXi^i;, ewc, /. 1' atto Jel volgere. 
Ays^i99ed, volgere, spiegare. 
Ave>xvc4 ; àye().xu9oc, aor. l. a//. ; 
ays).xei), trarre, tirare a «è, tndietto, 
in alto j strascinare, sollevare. 
kitt\'jcìCù»y disperare. 
Ays^TTivrioc, oc;, y*. dis(ierazione. 
kÙÀTCt'STOiy OJj e. non sperato, ina- 
spettato. 
kvtXTfitrùii^ avv. insperatamente , iua- 
spettatanaente ; contro l' espeltasione. 
Avs/A^aro;, O'J, c. inaccessibile. 
Aysus9v)T0$, ou, tf. scusabile, compa- 
tibile; degno di perdono. 
iysiuiS9vÌTa>$, At'W. sensa invidia. 
Ave]uiv]T9s, OVy e. noo diviso, non di- 
stribuito. 



Alt 



Ays.uósi;, 8990, cv, ventoso. 

JlLvè/Ao;, ov, ni, veutu. 

Àvs/A99Xt;rY]$, S9;, e. che difende dai 
venti. I 

ÌLV«/xoTpK^T}«-r^«fT^'i, «95, <^- nutrito | 
dai venti, ossia reso forte dai venti. 

Avs/aÓw, venliLre. , 

Ayj/A:r/>jXT«ii5, a»»!', intrepidamente. ' 

Ave/x^avTO$, o j, e. non dimostrato , 
non aftuliu dii tiiaiiito. 

Aye/A&i^vj^, tOif e. ventoso, esposto al 
vento, tempestoso. 

Aye//w).io;, oy, e. ventoso, vano ; fu- 
tile. 

AycvoivÌ4, S9;, e. non bis« gnoso. 

Aysyo3cù{, aw. senza bisogno. 

Avev£^'/-/ii, «9;; avsvs^yrjTo;, ov», e. 
eh' è senza etlVtlo, inerte. 

AvsvspvTTjTWs, aw. ÌDclHcacemenle. 

Avsvy9y;705, 9'J, c. ignorante, impcn> 
salo. 

Avsy9x)-i!7o; , ou , e. non turbato, 
quieto. 

AvK^a/siTTTOi, ov, e. indelebile, in- 
cancella l>ile. 

Aye^avT>r}T94, ow, ^. inesausto. 

Aye|a7ràTY;T95, 9U , e. che non può 
essere ingannato, 

Aye|iÀsyxT05) ov», e. che non si può 
riprendere. 

Ays|c/ssuvv)T9$ , ou , e. imperscruta- 
bile. 

Aye|sTa9T95, ou, e. che non è stato 
diligenlemenle esaminato. 

Av«^2T«9TW5, «»'«'. sensa esame. 

Aye|2Ì/5STOc, «v», r. che non si può 
trovare, non trovato. 

Av8|riyr<T9?, O'J, e. che non fu spie- 
gato , esp(»sto o ruccunlato. 

Avs|t«, a;, /. tollcransa. 

Avi;ooo; , ou, e. che non ha alcuna 
uscita. 

Ave7r«Ì95r,T9i;, oj, c. insensibile. 

Av27rat9£r/]T&>5, /nv. insensibilmente. 

Av£7raÌ9X'JVT94, ou, e. impudente , 
sfacciato. 

Avs7rai9xyvT«i>§ , «w. impudente- 
mente , sfacciatamente. 

A*ys:rocÀXo/iat, salt;ir su; rissarsi, im- 
pennarsi. 

Aye7ravó^^wT95 , ou , e. incorreggi- 
bile. 

AySira?9;, ou, e. intatto. 



(So) 



AN 



AvtTTtj^, éo;, e. che dice niente, mato. 

Av87ri/3arog, ou, e. inaccessìbile. 

AvsTri^svi;, co;, e. non bisognoso. 

AvETTioe/TOS , ou , e. che non am- 
mette, che non è suscettivo; impos- 
sibile. 

AvsTrt^sTO^, ou, e. non legato. 

AveTTi JY}XT9$, ou, e. che non morde. 

Ai>e7rtEix>i;, so;, e. duro, iniquo, cru- 
dele. 

AvsTriecxia, oc?}/» durezza, invquitk« 
crudeltà. 

AvsTTtsixus, AVI', iniquamente, inu- 
manamente. 

AvETrtxauiTO? , ouj* avsTrtxauTos, 
ou, e. non abbruciato. 

Av87rixoupyjT05, ou, e. privo di aiuto. 

Avs7rt}iY]9ro$, ou , e. non dimenti- 
cato. 

Avstti/asXyjto; , ou , c. che non ha 
cura. 

AvsTTt/iovo^, ou, e. non durabile. 

Avs7rtvór)To;, ou, e. non considerato, 
improvviso. 

AvsTTiTrXavTO^, OJ, e. non finto, non 
simulato. 

AvsTTtTrJlTjXTo; , o\j , e. eh* è senza 
colpa , innocente. 

Ave7rtTr).*;xTW5 , aww. senza ripren- 
sione. 

AvsTTt'ffxsTrTo; , ov , e. che non è 
considerato attenlamenle. 

AvgTriffxgTTTw; , <»i»f. sconsiderata- 
mente, sbadatamente. 

Ave:riffxeua5T05 , ou , e. che non si 
può rislaurare, irreparabile. 

Av57rt7Tafft«, «5,/. sconsideratezza, 
sbadataggine. 

Av37riJTàTrjT05, oy, e. non custodi- 
to, inosservalo. 

AvETrtaraTo;, oj, c. incognito, inos^* 
scrvabile. 

Avs7riTv;d'si05, O'J, c. non idoneo , 
non atto. 

AvsTriTV} JgtOTvj , >;to5, f. inabilità, 
iucaparilù. 

AvsTTiTTQ JsuTo; , OU , w. nou accu- 
rato. 

Av87rirfl^auTW5 , avi: non accurata- 
mente. 

Avs5TiTÌ/AT}To;, ou, e. irreprensibile. 

Av£Tt^3Ì'ovo$ , ou , e. colui che non 
errila punto invidia , che non h 
odiato. 



AN 



AvsTTc^d'óvoj; , avi', non invidiosa- 
mente. 

k)fip%'sroiy ou, e. non amabile; o* 
dioso. 

Avcoya^To;, ou, non lavorato. 

A'vssétttw, rapire» involar per l'aria. 

A'vs,9su , imp. aveipov j avs^o/uiai , 
interrogare, domandare, dire , inda- 
gare. 

Avspuw, trarre in su. 

AvSjS^oaai, verA. irr. cem;?. ritoma- 
re, salire , montare in j avi^Adc, 
sing. aor. 8. ««. 

AvspwTaw, interrogare. 

Ave^drici), mangiare, rodere. 

Avsvc^, su;, /. ricreazione, rilassa- 
mento, riposo. 

Xv89Tco; ) ou , adj. che non ha nb 
fuoco, ne loco; senza casa ; errante, 
vagabondo. 

Av89Tpa/ii/Aévu; , aw. perrersamente^ 
a ritroso, a rovescio. 

AvsTOb^o) , ricercare , assoggettare a 
questione, investigare. 

Av8Tatj9o;, ou, e. che non ha com- 
pagni, amici. 

Av STO tao;, ou, e. non apparecchiato. 

ÀvsTO;, ou, e. rallentato, aperto, di- 
sciolto ; baldanzoso. 

AveTu;, avv. scioltamente, sbrijgliata- 
mente. 

Avsu, prep. col gen. senza. 

Avsudrero;, ou, e. non a posto, fuor 
di luogo. 

ÀvsuxTo; , ou , m. non desiderabile , 
che non desidera. 

Av8u>a/3YÌ;, éo; , e, irreligioso, in- 
cauto. 

AvsUjSSfft;, 80)$, /. invenzione j scoper* 
ta. 

kvi'jpiroij O'jf m. non trorato, non 
scoperto. 

Xwjpi<3Aca, ritrovare , immaginare. 

Av8U^y;/AÌo) , celebrare ; mettere la- 
menti. 

AvsujjpavTo; , ou , e. privo di alle- 
grezza. 

Avs^eXo; , ou , e. non nuvoloso, se- 
reno. 

Avé^o/xac, soffrire, sostenere, inibire, 
allontanare ; in/. àvcxsvSrac ed oc- 
va7X8i;&«i; «. 8. part. oìvol'jxÓ' 
/*8Vo;. 



(5i ) 



ÀN 



Avéxo>»9 /«^ ^0), aliare , levar sa ; e- 
mergere ; sostenere ; sopportare, in 
quest'ultimo significato è pia usato 
il med. dTtixofxoLi, 
A\8^cÒ$, 5 m. cugino, frate) cugino. 

k'»'in^doi^fuL Tfjffw, ringiovinire. 
AvTfì^Oif ou, e. giovinetto senu barba. 
AvTQ^uvTO?, ou, e. non soave, insulso. 
AvKJ^UffTOs, ow, e. non condito. 
AvvjxeffTOs, ou, e. insanabile, incu- 
rabile. 

kvrìxoiccy as,/. mancaoaa di udito, 
sordità. 

Avv]xoo$, ou, e. che- non ode, ignaro. 

Av^xouffTéo),/tf<. Y]<;u, non ascoltare; 
non dar retta, non ubbidire. 

AwjxouffTta, «5, /. sordità; contnma- 
da; inobbedienia. 

AvvixouffTos , ou , e. che non si può 
udire. 

Avvi'xu, arrivare, estendersi, convenire. 

AvviAarog , ou , e. indomito, disubbi- 
diente. 

kitriMij SOS, e. eh' è senza miseri^ 
cordia. 

Av)]A87]Tos, ou , e. indegno di mise- 
ricordia. 

AvqAcó»^, avv. sensa misericordia, im- 
ptacabilmente. 

AvviAiof , ou, e. eh' è sensa sole , o« 
paco. 

Avifi>t7ro$, ou, e. scalso. 

Avvi^i^ìs, 80$, e. non unto. 

AviQAufft^, •«$,/. salita. 

A*y>i/is>xro$, ou, e. non munto. 

krnfitpoij ou, e. selvaggio, feroce. 

Ayi]yg/AO$, ou, e. eh' è sensa venti , 
tranquillo. 

A*ijvuaTo«, ou, c.j avTjvvTo;, ou , 
e. interminabile , che non si può 
compire. 

Atn(iv6)^, opo^^ m. effeminato; codar- 
do • inerte. 

kr^p , àttépOi , co/ilr. ìt. otv^pò; . 
m. uomo. Corrisponde al vir </e 
Latini f e prende nel suo senso va- 
rie modificazioni y secondo i casi in 
cui è usato. 

Avif^cixro^ QVy e. non rotto. 

Ayi]^i^/AO$, ou^ e. innumerevole. 

ivTjooTO^ ov, e. non arato. 

Avi] 997] ro^ ou, e. invillo, invincibile. 

A'vijarif , cw{ , e. che non è a di^ 
giono, eh* è a digiuno. 



AN 



Avv]7uxta, as, f. inquietexca, agita- 
cion d'animo. 

Avvi^u^o^, o\fj e. inquieto. 

AvT]7Ùxc>)$, avv. inquietamente. 

AvYJTTT}TO?, ou, e. invitto. 

Avy}YéoJ, risuonare. 

Av^s^xw , /ut. àv3rs>^eij, tirare da< 
parte sua , in opposizione ad una 
o a pia persone che tirano dalla 
parte loroj tirare in senso contrario, 
visitare. 

^v^s/xa, gemma. 

Avd8/iLÓei$, 897a, sv, florido, fiorito^ 
pieno di fiori. 

Xv&s/AOV, ou, n. fiore. 

Àv^re/jLo^, oUy e,} av^8/x6)d'vi$, so^; 
o^v^sjuioet^, evro$, florido, smal- 
tato di fiori. 

Av^specjv, uvo;, m. mento, il di- 
sotto del mento. 

/kvSrépt^, 1X0$, m. spiga , resta. 

Av^sw, contr. o), fiorire. 

Àv&Tj, rj?,/; fiore. 

Av&TjWv, óvos, /. ape. 

Av&vjÌyj, fliì /• pannocchia. 

Av3r7]>tov, ou, /i. fiorellino. 

AvSryj>to$, ou, e. opposto al sole. 

JLvòvìiiol , oLTOi , n. produsione di 
fiori. 

Av&ìf/*wv, OV05, e. ; av&iofJÒs, jsà, 
J3ÒV, florido. 

Av&v]pw5, avv. fioritamente. 

Xv&yjfft;, 8W$,/. produzione di fiori. 

Av3rìrjTixd5, >i, òv, che ha forza di 
fiorire. 

Av&t^w, /ttf. tcro», infiorare, far fiori- 
re; ornare con materie di vario ge- 
nere , di vario colore. 

Av&tvò$, ri, òv, florido. 

Av9rtffT7j/At, star contro, opporsi, re- 
sistere. 

Av9ro>oys6), raccoglier fiori. 

Av&o).07i«, as, /. raccolta di fiori, 
antologia. 

Av9ro>óvo5, ou, e. che coglie fiori. 

Avdo/AoAoyéo/Aai ^ av ^0/^0)^07 é&) , 
patteggiare. 

Av&OTT/i^w, armar contra. 

AvSroTTOiós, ou, m. che fa fiori, fiorista. 

ÀvSros, eoi, n. fiore; fior dell'età; 
fior della gioventù; fioritura , </MJn</i 
colore fiorito. 

Av&Of opéw, portar fiori. 



AN 



(5a) 



Av&oprf/jo^, ou, e. che porta fiori. 
Avd'oyuyi^, so$, e. che produce fiori. 
AvSrpaxeù^, co)^, m. carboniiio. 
Av&/?«xià, a; , /. mucchio di car- 
boni , brace. 
AvSrpocxtov, O'J, n. rubino. 
AvSr^al, axo$, m. carbone , antrace. 
Av3r|9ca7roc/9iov, ou, n. uomicriuolo. 
Av&/9M7r«ios, a, ov, e av&pwTrivos? 

ivv], ivov, umano , d'uomo. 
Av9rpw7reiw5} av&pwTrixoJ?} av9fp&>- 

TTiveo;, at'c. umanamcnle. 
Av&fWTTiov, oj, n. j av&pw7riffx«|, 

ou, m. uumicciuuio. 
Av&jSWTTi^/Ap;, od, w. umanità. 
AvSrpwTTOTToc&aia, aj, /. affezione u- 

muna. 
AvSr/9W7ro7ra&yÌ5, éo^, e. soggetto alle 

umane affezioni. 
Av9rfl&>7ro7rf?S7PÌ5, so*, e. convenieole 

all' uomo. 
Av9r/pea7ro7r/3e7rw5 , avv. conveniente- 
mente alla natura umana. 
Av^rpeoTto;, ou, e. uomo e donna, in 

senso generale mortale. 
Av&/3M7róryj5 , >3T0;, /. umanità, na- 
tura umana. 
Av&pwTToyotyo^, o-j, e. che si ciba di 

uomini, antropofago. 
Av&j5W7rwoyj5, eo^, e. umano. 
Av9fU7ra).>.a7TJ , "ni j/. cambiamento 

vicendevole. 
Av9rw^rj5, 805, e. pieno dì fiori. 
Avi'oc, «5, y. dolore, travaglio, crepa- 
cuore , disgusto ; molestia ; stucche- 
volezza. 
Avia^ò^, jsà, jsdv, grave, travaglioso, 

moìeslOi slucchevule, penoso. 
Aviajoó);, avv. molestamente, slurche- 
volmente, penosamente, con tristezza. 
Aviaro^, oj, e. insanabile 
A.vici.rp£jTOi, ou, e. ntm sanato, in* 

sanabile. 
AviocTCì);, «tt'i'. insanabilmente. 
Aviaxo? , ou , e. che strepita o ri- 
suona. 
Avic(;(fij, risuonare, gridare. 
Aviàoj) co/itr. voi, afliiggere, attrista- 
re, tormentare; dar la baja. 
Aviy^ò^, oJ, m. molesto, che con- 
trista. 
AviJstTtj ffft». senza sudore e fatica. 
Avi^^cdw, sudar di nuovo. 



AN 



AviJpuro;, eu, e. non fisso, instabile, 

ch'^ senza fondamento. 
Avi^poJTÌ, aci*. senza sudore o pena. 
Aviepo;, ou, e. profano. 
Avispóci), sacrificare, far roto} consa- 
crare, dedicare. 
Aviij5w»i5, cu$,/> consecrazione, dc- 

dirazione. 
AvtY]/Atj spingere in alto; lanciare; 
riUsciare , liberare , abbandonare ; 
spingere, stimolare, solleticare; per- 
mettere, lasciar fare, condiscéndere. 
AvixsTg'JTOS, ou, e. cui nun si sup- 
plicò , non supplicato. 
AvixY]TO$, ou, e. invitto. 
Avixjuià^oj, bagnare, seccare. 
Avix/ito$, «u, e. secco, arido. 
Avi>eu;, e. eh' è senza misericordia, 

inesorabile. 
AviouXo;, ou, e. senza barba. 
AviTtra^aai, «. 2. àviTTTYjv, volare, 

alzarsi a volo. 
XviTTTÓTrou;, 0005, e. che non si lava 

i piedi. 
ÀviTTTo;, ou, e. non lavalo. 
Avi^cé^'M, compensare, uguagliare. 
Avi5àj9ÌJi/ii05, OJ, m. disuguale di 

numero , disarmonico. 
ÀV1905, ou, e. ineguale. 
AviiOTTj?, >JT05, /. ineguaglianza. 
Avt<yofuyÌ5, 89?, e. dissimile di na- 
tura. 
Aviiów, compensare, uguagliare. 
AviffTa,aai , sorgere , risorgere, er- 
gersi. 
AviffTYj/xt, ftir sorgere, alzare, rialzare, 
rbtubilìre j rovesciare ; risvegliare , 
svegliare ; in senso passivo , esser 
cacciato , rovesciato ; in voe§ med, 
levarsi , levar su , destarsi. 
Avi9T0|SSU, interrogare, domandare. 
ktisx^poc^ ou, c.j ocviff^y»» wo;, e. 

non robusto. 
Avii^w, io flesso che ocvs^U) nasce- 
re, spuntare, venir fuori. 
Ave 70)5, avv. inegualmente. 
Avt;(vsuu, seguir la traccia. 
Avixvtaaros, ou , e. non investiga- 
bile. 
Avtoi»oy]5, co;, e. molesto, disaggra- 
devole. 
Aviw7i5, ew;,/. l'uguagliare, ugua- 
glianza. 



(53) 

— H 



ÀN 



A'vo^ioc, a^/. luogo impraticabile. 
ÀvoSo/jLOiy ou, e. ch% tenxa odore. 
Àvo^o^ , ou, e. eh' è senu via: sosL 

salita, erta. 
kvoSùpoit.oLi, lamentarsi, gemere. 
Xvo^o^) ou, e. eh* è senza nodi. 
ÀvoW/i-«>)V, ovo^, e. scemo di senno } 

stolido ; imprudente. 
Àv 07} 9 toc, cciy f. sciocchcna , mentec- 

cataggine. 
Avoviraiyo); avovirs-jw, essere sciocco, 

operare imprudentemente. 
k'JÓyirOi^ Q\J^ e. inescogitabile, incom- 
prensibile , senza intelligenza, dissen- 
nalo , sciocco , demente. 
ÀvoTJTu^ , avif. scioccamente^ insensa- 
tamente. 
a' vota, «.q, /. pazzia, dementa, man- 
canza d' intelligenza , poco giudizio. 
ivoiy/Aa, aros, n. apertura. 
Àvoiyvuai; av9iyvùuj avocyw, verb. 
irr.j imperf. ocvsuyov, aor. 1 àvs- 
vu^oc, i/i/*, ocvoi^oci , perf. med, «- 
vt<aya.(in signi f. neutro) essere aper- 
to ; in med. (delle piante che schiu- 
dono il calice). 
Àvoc^aiv&i; avoi^éo); avoi^t^xo), 

gonfiarsi, rigonfiarsi. 
Àvoixeio^, ^ OV) <u>a familiare, non 

conveoiente. 
Avoixzió'nQ{, >ITO^,/I nessuna fami- 

liarilà. 
Avoixv]TO^, ov, e. inabitabile. 
Avo(Xi^&)| rifabbricare; trasferire il 

domicilio , mutarsi di casa. 
Avoixi7/A0i) OV) m. fabbrica rimoder- 
nata. 
Avotxo^o/mioi , rifabbricare , rìslau- 

rare, 
ivoixo^ ou, m. prito di casa, senza 

casa , che non ha casa. 
Ayoixrò$, t], ov, aperto. 
A'voixto;, eu, e. ch*è senza misericor- 
dia. 
A'y0(XT/9O{, ou, e. Aon misericordioso. 
AyoixTOi){, act». senza misericordia. 
Ayot/AoiCo), gemere, piangere. 
Avoi/MMTCt} avoi/AUXTÌ, ovc. seusa 

pianto. 
A'voi(i$, Cm;, /. apertura, l'atto di aprire. 
Àyot^if, cuf, / l'alto del rapportare, 

rapporto. 
AyoiffT^co») incitare, stknolare. 



AN 



Avo^^ia, a^, /. miseria. 

Avó/^io^, ou, c.j àvoì^o^, ou, e, 
misero. 

AvoXe3rpo$, 0U, e. immune da rovina 
e da danno. 

Ayo>o>u^&), pianger forte. 

kvo[X^pio»y piovere. 

Avo/jL^pT»Ì«i5, >jS5;a, sv, piovoso. 

kfOfi^pioCj Ki, /. scarsezza di piog- 
gia. 

JÌvofx^pOi, O'J, e. eh* è senza piog- 
gia. 

Avo/A8u, operare iniquamente, trasgre- 
dire alle leggi. 

k'iOfiia,. a;, /. il non v'esser legge, 
stato di cose nel quale niuna legge 
abbia vigore , l' esser senza legge. 

Avo/Jt.i).^TO$, ou , e. insociabile, ino- 
spitale ; non affabile. 

Avó/ULOio;, O'J^ e. dissimile, differente, 
dissomigUanle. 

Avo/uloiÓtiQ5, rìroi,/' dissomiglianza. 

kvofioiào» f far dissimile, render di- 
verso. 

kvoixoiai , ntHf. dissomigliantemente. 

Ayo/AOi&)7i$, cu;,/, dissomiglianza. 

À!yo/AOlOTyj5, TTQTO;, /. diversità, dis- 
somiglianza ; volubilità. 

Ayo/A^Ioysea, confessare, acconsentire. 

Av«/ut05, ou, ni. eh' è senza legge, ini- 
quo. 

Ayó/xw5, «i«». senza legge. 

AyóyviTO^, ou, e. inutile, infruttuoso, 
che non produce alcuna utilità o 
frutto o servizio ; nft. chi non rica- 
va alcun Vantaggio o frutto. 

A'yoo>j ow, co/i£r. ous, e. privo di sen- 
no , insensato. 

A'vÓTraia, a^ , /. che si perde di vista 
in un momento, che vola ad occhio 
veggente, Odiss.y e. I, »>. 320 : ano- 
peaj uccello del genei^ dell' aquila. 

A'yoTlXo;, ou, e. inerme. 

A'votttos, ou, c. n«jn visibile. 

Avo/S&ów, contr, u ^ Jut. W5«, alzar 
in su, ri alzare ; riparare ; al fig. cor- 
reggere. 

AyOjS/jLocu, esser incitalo nell'animo. 

kv6p^\)[i.i-f eccitare. 
kvopoùw^ fui, tfw, saltar su, alzarsi 
bruscamente ; sorger prontamente , 
far impeto, precipitare. 
kt0f\^990iy scavare. 



(54) 



AN 



k'jopxioixecij saltar in alto. 

Avdpeo, eccitare. 

XvóiTnroij ou, e. non ammalalo. 

Àvdffto^, ou, e. non santo; empio. 

Avoaidrv];, "nroi^ /. empietà. 

kvosio'jpyécay operare empiamente. 

Av35ioupyia, a^ , y*. empietà, opera 
empia. 

Avofftoupyò^, ov, e. empio. 

Avoffico;, avif. empiamente. 

AVO^ricaTaTO? , tyj , tov, superi rf*a- 
vóo'io^, al più allo grudo empio, scel- 
leratissimo. 

Àvo'S[ioq^ ou, e. eh* è senta odore. 

ÀV090$, O'J, e. immune da malattie, 
sano , in sanila. 

A^vóffTi/Aos ed a V 5-7X0$, ov, e. privo 
di ritorno; a cui è negato il ritorno; 
senza fucullà di ritornare. 

AvoTtjTO?, O'J, e. secco, non umido. 

Av3v9r*TV3T05, ov, c. che ripudia l'am- 
monizione, il consiglio. 

Avo j 710$, ov, e. che manca di so- 
stanza. 

AvoJTaTOs, O'J, e. non ferito. 

ÀvouTiQTi, a(V. senza ferita, senza es- 
ser ferito. 

Avoj^vj , tÌs,/. tolleranza; «e/ p/ar. 
tregua. 

Avrà, prep. dirimpetto, in faccia « alla 
presenza; contro. 

AvTaywvi^ojuiai, comhattere. 

AvTavcJVtffTvi^, ou, m. antagonista, 
avversario , emulo , competitore. 

AvTaX>ayiQ, ^i^f.j avTa>Xay/xa, 
aTO$, n. cambio, compensazione. 

Avra).Xà70Gi>, cambiare, mutare. 

Avra/jieijSw , /"f. vj/w, e ccvroLfiti^o- 
/xai , permutare , cambiare , ricom- 
pensare una grazia con una grazia. 

Ai»TàjUi£i'^i5, ew5,/. j* avTa/*oi^vi, 
v^$, y. compensazione. 

Avra^aot^òs , oj, c. rimuneratario , 
che compensa. 

AvTaau'vo/Aai , aiutare vicendevol- 
menle. 

AvTotx)a7t5, eM5, /. ripercussione; ri- 
verbero. 

AvT«va/).a5TixÒ5, ìi, òv, reciproco. 

AvravKxXàw, rifrangere, ripercuotere, 
riverberare. 

AvTav«xo7r>3, iqs, /. ripercussione, re- 
ciprocazione. 



AN 



AvTavoxo'TTTM, ripercuotere. 
A'vra^, <iiv. vicendevolmente. 
A'vràsios, ou, «rf/. d'egual valore, 

prezzo merito, che può stare al 

confronto. 
AvTa7ro^i^w/*e, rimunerare, retrihni- 

re , ricompensare ; restituire; dare in 

cambio , contraccambiare. 
AvTa7rd^0jU.a, aro?, n.j avrairó^o- 

ffi$, eu$, y. rimunerazione, retribu- 
zione, rìcompensazione. 
k'^ro'.'jtoy.pivoixoLi ^ rispondere, alter* 

care. 
AifroLTzÓApi<jtiy ««5,/. risposta. 
Avràw, co/i/r. «3, /ut. ijffw, incontrare, 

incontrarsi. 
AvTsyei^w, eriger contro. 
AvreiTTO), contraddire. 
AvréxTaitj, ews, / contesa, eòn- 

fronto. 
AvTgxTSivca, contendere, confrontare. 
AvTCXTi&TQttt , esporre contra , mo- 
strare un* opposizione. 
AvréxTt9i$, su;,/, ricomoensa, molta. ' 
A'vTS^CTa^OjUtKt , contendere eoo ^- 

cuno di qualcosa , specialmenU in 

giudixio. 
AvTe/oa'jTvjj, oJ, m, emulo, rivate. 
AvTspoéu, rendere «more per anaore; 

coi dal. essere il rivale d' uo altro 

in amore. 
AvTe/7Si^u, sforsarsi contra, resistere* 

allontanare. 

aro$, n. resistenza. 

Avrc^icj, contraddire. 

A'vrepi^, »^05,/. resistenza. 

A'vTé/?o/iiai , interrogare a vicenda. 

AvTe9T/?a/uL/Asvo)$, tfw. per il contra- 
rio. 

AvTsus.oysTSU, rendere o compensare 
il benefiaio , beneficare viceodevoi' 
mente. 

Avréxci)) contrastare, opporre, resi- 
stere. 

a'vtìqv, aw. alla presensa , di contro, 
di faccia. 

A'vTviffis, su^)/. l'atto d'andar in- 
nanzi ; l'andare incontro; in pi, sup- 
pliche, preghiere. 

AvTc, prep., regge il gen^ e significa 
invece, per, a cagione: avÓ* «v, 
giacché, per questa ragione, perchè. 



J 



(55) 



AH 



AtrrtOf aw. dalla parte opposta, con- 
tra. 

AvTioé^O), uscire incontro, supplire. 

iìvriàveipa , as, /. epil. fiato a/te 
Amaxaoniy sign. capace di slare a 
fronte degli uomini ; forte quanto 
un uomo; dotata di maschio valure. 

Avrioiofieci , andar avanti j assistere , 
trovarsi presente. 

Avriào), andare alb presenza, incon* 
tro o contro; quindi^ repugoare, con- 
trastare , incontrare ; aver cura di 
una cosa; occuparsene, starle intorno. 

AvTi^ai vca, ripugnare, opporsi. 

Avri^aX^a) , gettare centra o dalla 
parte opposta. 

Ay7i^aff(>eù$, éw$, m. viceré; interré. 

Avri^io; avTi^iTQv: avTc^iov, aw. 
centra , incontro, dulia parte oppo- 
sta, alla presenza. 

AvTtScà^o/mai, resistere colla forza. 

AvTifiio^, a, ov, che combatte con 
violenza , che combatte centra ; quindi 
nemico , ostile. 

JLKTi^oìéa), col gem. partecipare; col 
dttt, andare incontro , portarsi a ; 
trovarsi a ; alcune volte pregare , 
supplicare. 

Avri^oau, rimbombare. 

Ayriyvw/uLovioi, disseiwire. 

Ayriyyct/Auy , OV05, «• ch'i di con- 
traria opinione. 

kvxiypaixixtt.^ aroif 0. scritto con- 
trario. 

AvTcypa^vì, >]$,/. rescritto, risposta. 

AvTÌypaf^ov, ov, n. esemplare. 

AvTiypocfw, rescrivere, rispondere in 
iscritto* controscrivere. 

AvTi^iaTid'iQ/At, opporre. 

Ayri^i^wyxi 9 dare in contraccambio, 
io ricompensa. 

Ayrt^ix0$| ou, m. avversario. 

AvTi^oxieii, aver opinione contraria. 

AyTi^09($, t(ai^f. retribuzione, ricom- 
pensa ; scambio ; permuta dei beni. 

kixiSoxO'i , ou , n. composizione di 
varie medicine , che si dà contro i 
vdeni , antidolo. 

Avrt^OTO^, ou, m, dato centra od a 
vicenda. 

Avri^tu^eoè, a$, /. rimunerazione, re- 
tribuzione. 
Ayri^wpso/Aai, rimunerare, retribuire. 



AN 



XvriJoipéo), contr. &>, donare in con- 
traccambio. 

XvTiSrso;, ou, e. uguale a un Dio , 
pari ad un Nume; divino, augusto. 

AvTi&effi5, 8W5, m. opposizione, con- 
trapposto. 

AvTi&sTOs, ov», e. opposto. 

A'vTi9ru/?05, ou, e. di faccia alla porla; 
opposto alla porta. 

À'vTixoc&vjuat, seder di rimpetto, in 
faccia , dalla parte opposta. 

AvTixaSriffTr/juii , stabilire contra, op- 
porre, resistere, sostituire, surrogare. 

AvTixaTa>).av7Ì, t^$,/. cambiamento, 
commercio, compera. 

AvTt/.aTaX>a»(79/*ai, cambiare, esser 
cambiato, esser compensato. 

AvTixai/jii, essere opposto. 

AvTtxgi/xgvoa;, avv. dalla parte oppo- 
sta, per opposto. 

AyTixìv>](7i^, £«*,/• «noto contrario, 
resistenza. 

AvTix©:r>! , '^5 j /• ripulsa, urlo, con» 
llitlo. 

AvTixÓTTT», ripercuotere, scacciare. 

AvTixpivo/xai, rispondere. 

AvTtXj5iffi§, sws, /. risposta. 

AvTÌx/30uffi5, «w?,/. lipercussione , 
repulsione, collisionn, urto. 

AvTixpouo), ripercuotere. 

AvTtXjSÙj ocvTixpù^, flff. di rincontro; 
dalla parte opposta ; in farcia; pa- 
lesemente , apertamente ; affatto ; a 
dirittura. 

Àvruu/su, incontrarsi in, cader su di. 

AvTi>a/xfiotvw, ricevere a vicenda la 
mia volta, prendere ricevere una 
cosa invece dell'altra ; intendere, per- 
cepire. In quest' ultimo significato 
e pia in uso il medio ocvriXa/x^Sa» 
vop-oLi, che ha parimenti altri si' 
gnificatiy come afferrare, tenere, met- 
ter le mani ; affrettare, appropriarsi ; 
maneggiare, amministrare. 

AvTiXa/jLTTW, risplcndcre dalla parte 
opposta. 

AvTiXéyw, contraddire, altercare, ri- 
spondere. 

AvTi>sxT05, ou, m. posto in contrad- 
dizione. 

AvTi).e|t«, gW5, /. contraddizione. 

AvTi^^oyiot, a$, /. contraddizione, di- 
sputa, questione, contesa. 



( 56) 



AN 



AvTi).oytxò;, v) , òv, conlratldtcent», 
esperto nel conlrad<lire. 

XvTi/Aax2"W5, OJ, >n. avversario, an- 
tagonista. 

AvTi^a«;(o;jtaij combatterò contro, op- 
porsi. 

Avri'ov, avv. Ji contro; io fucria , al- 
l' incontro j conlro. 

AvTi^;, a, ov, colui o col«'i eh* e in 
faccia ; che sì presenta in faccia } 
contrario ; avversario. 

AvTio'w; avTió^^aai, sfar contra. 

AvTiTra^rsia, a;,/, naturale avver- 
sione alle cose, ripugnanza, antipatia. 

AvTiTraSriu, esser disposto in modo 
contràrio, aver antipatia. 

AvTiTa&>i5, éoi^ e. ch*è di. contraria 
aflPezione , antipatico. 

A'vTiTTaXoSj », e. che combatte con- 
tro, avversario, nemico. 

£vri7C0(.pvìxbi^ distendersi oppositameo- 
te , opponendosi. 

jfvTi:rs,3aio;, oj, adj situato in fac- 
cia , posto dirimpetto; ocvTC7r2,oav, 
àvTtTri^aj , avtf. di faccia , dalla 
parte opposta. 

AvTtTriTTTW, precipitare contra, andar 
incontro. 

AvTtTr^iw, navigar contra. 

AvTiTTOiio/Aai, cotitr. oiOJfiKtj com- 
petere, arrogarsi, usare. 

ÀVT inolio fJLCCi, VfJLCCij arrogarsi, ve- 
nir in competenza. 

AvTiTTOisc*) , contr. Olà, far contro, 
contraccambiare, contraSàre. 

AvTi7ro^e/AÌoj, combatter contro. 

AvTiTto^fijtxtos, oj, c.j avTt7rd).s,a95, 
ou, e. nemico; oì àvri^co^s/Aioi , 
le parti belligeranti. 

ktTiTCopt^oiJ.v.i, andar conlro. 

AvTi7r/paJt5, sw;, y*. resistenza. 

AvTiTTjoàiiw, far contro, ripugnare. 

Avrippt^'Siq^ soj;, /. contraddizione. 

AyTC7v]jut.aive>), significar contro. 

AvTt!77ràoi), trarre in contraria parte. 

A'vTi'fJTraiTOS , e. (avruTTràw), tiralo 
in contrario senso, in contraria parte, 
ehe corre contra, restio. 

AvTi7roc7i$, eu^, /. resistenza, ripu- 
gnanza, opposizione. 

AvTi^TaTJw, resistere. 

AyTivTocTiQ^, ou, m. che resiste, che 
si oppone. 



AN 



Avrcvrarcxd^, rj*, òv, che ha fona lì 
resistere. 

AvTiTTyj^i^'W, sostener contesa. 

Avr(7T0t;(S0i, esser opposto dirin- 
petto. 

kvTÌ'sroi'/Oi^ O'Jj m, opposto dirim- 
petto, messo su la medeiiaaa linea 
paralella ; eguale. 

AvTiirps^o), invertire. 

AvTiTTjSOjPvj, <;, /• inversione, anli- 
strofe. 

AvritTpofOi^ O'J^ e. opposto, contra* 
rio. 

AvTiTTpopu;, av9. dalU parte oppo- 
sta, per lo contrario. 

AvTi^X^/**'» metter avanti, opporre. 

A VTi^X '-*'**? resistere. 

A'vtitocv^w, opporre, contrapporre; 
med. àvriTocaio/xai, opporsi, an- 
dar contro , cioè dare una battaglia. 

A^VTireivU) tender contro , repugnare , 
contraffare, opporsi. 

AvTtTi^fTQ^at, opiiorsi, canfrontare. 

A'vtito^sw, traforare, trapassare; fc* 
rire. 

A'vTiTUyx«^w, ricevere (in ricompensa 
una cosa per un* altra ). 

/LVTiTu:ro5, e. (tùtttw), che batte 
contro (propr. di corpi etasticijj 
àvTiTUTra TriTrrsiv , cascare col 
capo in giù, a capo chino (poicìtk 
si dà della faccia contro Urrà). 

AvrifOLiic^ t'jiiyf. contraddizione. 

A*VTi^Sj?i^Oi), misurarsi in guerra. 

A'vTtj?8po/jiat, portarsi contro; oppor- 
si ; lottar contro ; resìstere. 

AvripY]jut.t, contraddire, negare. 

AvTif ^éy/o^iAKi , rispondere , parlar 
-contra- 

i^VTi^^soj, fid. yÌ7&). amare scambie- 
volmente ; àvTi^iA)2oo/Aat y /ut. i. 
med. 

Xfrif ponili , 8u$ , / antifirasi , di- 
scorso contrario. 

Xvrif uvéu, conlr. e7, suonar contro , 
rispondere. 

kvrixo(.ipo»y rallegrarsi parimente, al- 
l'incontro. 

AvTixs(,9, 8i/9o;, m. pollice. . 

AvTi'xSfcJV, o^Oi^f. cioè yn^ terra 
opposta a' nostri piedi. 

A^VT^au, aggottare, vuotar Taccpxa dalla 
sentina, pulire. 



( 57 ) 



A3 



ÀN 



A«TÀé«« 9 tullcrare , soffrire,' attiagere 

coDa troflolia , Tiiolar la sentina, 
ivrì-ov, ov, m,j àv7À0{, 0U, m. sen- 

*■■*• , 

jCvroÀis, tq;,/. iw. * avaroi^i, il 

levar del Si*le; l'oriente. 
£vrofiou^ andar incontro « imbattersi; 

sopplirare. 
AYT9V9/ta^«, cambiare il nome. 
A-^rovouocria,^ a;, y*. antonomasia , 

J!f. réU.j cambiamento di un nome 
proprio in on altro. 
Avr^oTo^ a, ov, cavernoso. 
AvTpo^, ov, fi. antro, caverna, grotta, 
spdooca. 

k-tTpti^iì^ €0?, e. cavernoso. 

AvTU^, vyoij j. giro , circonferenza ; 
P orlo <le/to scudoj il cerchio dcZ/e 
rH0l« • o il carro stesso ; sovente il 
senicircolo presso alla sedia del coc- 
chiere^ dove sospendevano e ferma- 
vano le bngUe dei cavalli, 

/L-iTùt^ andar incontro, incontrarsi. 

AvT«3réai, respingere. 

A9T6ty-j>ttta, «», /. pronome. 

ÀVTOi^oy , a*^' alla presenta , daDa 
parte opposta. 

Av'jypacy«, bagnare. 

Avv^ps J9,aai, attingere dalla fonte. 

AyJopcvTOC, ou, e. non irrigato. 

kwSpioL , as j / scarsella d* acqua , 
aridità. 

iw$poi , O'J I e. arido • privo d* ac« 
^oa , sena' acqua. 

Ayyopw^, aw. a secco. 



irjXoi, 



selvoso. 



AyujxvsaA, lodare, decantare. 
A'vwirép^A^jTOS , », e. insuperabile, 

portentoso, mostruoso. 
AfVTrq'xoo?) ou, e. nim ubbidiente. 
AvJTiivo^ ou, ut. ch*è scusa barlia. 
ktvnòSfiroij ou, e. scalzo. 
A'yu70i9To;, 8, e. insopportabile. 
AyuTróxptTo;, ou, e. non simulato. 
Avuiro/AsyiiTO^, ou, e. intollerabile. 
AyUiToyóilTOS, eu, e. che non sospetta. 
Ay'j7r0yoijr«$ f «tv. non sotpeUosa- 

mente. 
AyuTTOTTTtyTo?, ou, c.^' ay'J7r«7rTo;, 

ov, e. non sospetto. 
Ayu707r«^ aire, sensa sospetto. 
iiwtp'fOi ^ orà^ e. attivo, operoso, 

solUcito. 



Ayv<7c/ui9; , ou , e. spedito , efficace , 
uliie. 

Ayu7i/A&>{, Afe. efficacemente, util- 
mente. 

Xvuffis, 8Ci); , /*. compimento, effetto, 
esecuzione , vantaggio. 

AyJ??», vero, i/imì., ed av'Ju, com- 
pire , terminare , Gnire ; rifinire , e« 
seguire , e qualche volta ottenere ; 
guadagnare. 

Ayy»rixÒ5, *}» òy, efficace. 

Av'j'^oa), alzare, sollevare, saltare. 

AyJci), y*N<. V76), fornire, compiere, ese- 
guire. 

ilvw, «li'f. sopra, di sópra, in alto, su; 
ecyed xaì xoÉtoj, sotto sopra; avu 
xcCTO), su e gin. 

Avciiysov, ou, n. cenacolo. 

Ayw/i^u, persuadere, ordinare, coman* 
dare ; incitare , animare. 

Avùysoj?, 0), e. eh' è sulla terra. 

Avcjyy), >}>, jT. comando, esortazione. 

AyùyoJ f ^Mf. ^oj , comandare , insti- 
gare; perf. med. ìQvuya oi/ ayeoya. 

AyM^uvo^, ou, e. eh' è senza dolore, 
che fa cessare il dolore. 

Avu^iiva)^, avv, senza dolore. 

ÀvuSrsv, fli'v. di sopra, dalla parte su- 
periore; rimontando ai tempi ante- 
riori, all'origine. 

Ayu^éw, spingere in su, respingere, 
\ scacriare. 

AyGi)dyi7i$, i'Jiiyf' spingimento all'in 
su.- 

AvulVri, avv. improvvisamente, im- 
pensatamente. 

kvàX<sTOi^ ou, e. improvviso , inopi- 
nato. 

AvoiXs^po; , o\> , e. non soggetto a 
morte ; esente dal pericolo di morire. 

Avca/taWs , 80)^, e. non piano, ine- 
guale , anomalo. 

Ay»/iiaÀioe, «;, /• ineguaglianza, ano- 
malia. 

kTKàfJLoùoi , ov», e. non piano, ine- 
guale, anomalo. 

Ayw/Aa]^«Tt35, tjTOs, /.; ayw/*aXw- 
tf 1$, «u;, /. in^uagiianza , asprezza. 

ktoip-oxì^ aw. senza giuramento. 

Ayea/A979;, 0U , e. non giurato. 

Ayuyó/xavTO;, ou, e. non nominabile, 
che non ha nome. 

Aywyujuieì; aywyufAÌ^ aw. moia no- 
me. 



(58) 



AN.A3 



Àv&ivu/AOg, ou, e. privo di nome , 
senza nome ; anonima. 

Avu/;o^j ou, e. fuor di tempo, irapor- 
Inno. 

Avoiraro;, >], ov, sommo, supremo. 

AvwTgpixòs, W , dv; OLVùnpoi , a, 
ov, supcriore. 

Ava)98).v]^, éo$, e. inutile, superfluo. 

Avw^i).>5T05, ov, e. che non ritrae 
alcun vantaggio , inutile. 

kvoìf&ìùij avv. inutilmente. 

Avuós/9sta, a;, /. salita, montata; ri- 
gidesia. 

Avw^jgp/);, 805, e. erto, rigido. 

Ayeó;^upo;, ou, non munito. 

A^svia, a^, /. inospitalità. 

A^svo^, ou, e. ch'è senza ospite, ino* 
spilule. 

Agl'oc, a;, f. dignità , merito, valore. 

Afiàya^To;, ou, e. degno di ammi- 
razione. 

A^iocxouffTOs, ou, c.j a^tax/sóaTO^ , 
ou, e. degno di essere udito. 

A^iBTraivsTOs, ou, c.^* a?i«7raivoj , 
ou, e. degno di lode. 

AfiS7ri&ù/x>3T05, pu, e. desiderabile. 

Afió/;a(7T0$, ou, e. amabile. 

A|iV7}, v]$, y. ascia, scure. 

A|ió^>]>0$, ou, e. da emularsi, degno 
d' imitazione, illustre. 

A|(0^yjAc>)$, avv, lodevolmente. 

Afiod^au/Aocvro;, ou, e. degno di am* 
mirazione. 

A^tóSrpyjvo^j ou, e. degno di lamento. 

Afió^oyo;, ou , e. degno di conside- 
razione t pregevole , ragguardevole. 

A^io/AiffV)TO$, OU, c. degno d'odio. 

A|to'/Ai(;o$, ou, e. degno d'odio , de* 
gno d' essere odiato , detestabile. 

A^io/iiv>]/jto'vsuTOs, ou, e. memora- 
bile. 

A|io/Avy)9TO$, ou, e. ricordevole, me- 
morando. 

A^ióo/uioci , esser riputato degno , me- 
ritare. 

A|(d:riffT0$, ou , e. degno di fede, 
fededegno , campar. à|i07riffTo'T«- 

A§io;rtffTW5, «i»»'. fedelmente. 
A^iÓTroivo;, ou, e. degno di pena, 

che ha scontato la pena meritata; 

che fa scontare la pena meritata. 
A^tOTrjDsrreioe, «4, /. dignità. 



AB AO 



kXioTzpfxrii ^ «9$, m. degno di de- 
coro di lode. 

X|io?, «j ov, degno, pregevole, sti- 
mabile j oì /A>]^fivò$, gli uomini da 
nulla. 

A?i5jy.8TT05, ou, m. degno di consi» 
deraziune. 

Alidrrj;, rjTo;, /. dignità. 

Al^io'rtaoi, ou, w. degno di onore. 

A|'io^i).yjro;, ou, w. degno di essere 
amalo. 

Alidw, conlr. (ùy /ut. W7W, perf. tq- 
|iwxa, propr. degnare, reputar de- 
gno, quindi desiderare , richiedere, 
pretendere j volere. 

A|iuaa, OLTOi, n. dignità, maestà, 
onore, massima, assioma. 

A^iwaaTixds, tq, dv, fornito di auto- 
rità dignità , assiomatico. 

AliM^uartxcà^, avv. con autorità, con 
dignità. 

A^tu;, avv. meritamente. 

A^i'wffi?, «W5, /• pretensione. 

Afu).05, ou. e. senza le^no , privo di 
legno, o di legne. 

K^upoi, ou, e. non tosato. 

Afwv, 0V05, m. sala (di carro), asse. 

ÀoòpiOi, ou, e. che manca di odore. 

Aoi^v], ^^^y* canto, canzone. 

Aoi<^(Séo>, cantare. 

KoiSipLOi^ ou, e. decantato; f/i cattiva 
pnrtCt canzonato, messo in canzone. 

Aot^d;, ou, m. cantore, poeta. 

Aoi^OTUvv), 1Q5, /. cantilena, canto. 

Aoixvjro^, ou , e. non abitato, inabi* 
tabile , disabitato. 

Aotxo^, ou, m. rh'è senza casa. 

ioxvoi^ ou, e. diligente, sollecito. 

AÓxvm;, avv. diligentemente. 

A*o).Xvi;, s?, raccolto, radunato, calca* 
to, serrato. 

A'oXit^w; «o>Xéw, ammassare, ristrio- 
gere, affollare; riunire, raccogliere. 

AoTT^Os, ou, e. inerme. 

Àoiroi, ou, e. muto. 

ÀOTTTOS, OU, c. invisibile. 

A0j3, aojjo;, n. spada, brando. 

kcpoLiioL^ a$, /. cecità, priva»ion« 
della vista , oscurità. 

Adoaro?, ou, m. invisibile, occulto. 

Aopdroìiy avv. invisibilmente. 

kopyrì9Ì«.y a5j /. mansuetudine. 

Adp'/vjTo;. ou, e. che non si adira, o 
non suole adirarsi. 



(59) 



ÀO AD 



As^iTTiZ. z^./. 1* essere ìndetermi- 

mta, BUDcanu di certi limiti } vago; 

prrto $«ru incerten», mancama di 

deficiùcne. 
Awi^Ttrcs, T,, «V ; a55tyT9?, ou, 

e indetermiiuto ; aorblu, in termine 

AsfcffTW^ mw. indeterminatamente. 
Àopit^ì^ OJ, e. eh* è senza nr celli. 
kcsrr, . T.i, /. la più grande di tutte 
U arterie , che parte dal cuore ; 
aorta. 

iopnnp'. T.coqy m. pendaglio, cinta 
ddla spada. 

i.97/194, O'J, e. priro d*ogni odore. 

£o9vr,7ripj "ìipoi^ m. soccorritore pronto 
e spontaneo; difensore. 

AovTo;, e. non ferito , sema ferita, 

Ì9'|>, 079;, e. cieco. 

AVa'/sè'/o», atticper oc:rày ed, condur- 
re (da un Inogn), condur via, stra- 
scinare (al patibolo), togliere , ricon- 
durre. 

A7xyysìia, a;, /. narraiione. 

AicocyysÀÀfl*,- riferire, annunciare, e- 
sporre , rapportare. 

ATayysÌTT(Ì5, "npoi^^. nunsio. 

A7ayyc>Tixò$, vj, ov, enunxiativo. 

iJTaye, aw. ra via, eh via. 

Affayij(, so$| e. non sodo, non com- 
patto. 

h:u.'fòpvift.aLf aro;, n. interdetto. 

^Tcenyo p vJo»^ /ut. vcw^ proibire ; stan- 
carsi , venir meno le forze, per- 
dersi d* animo , scoraggiarsi. 

ATrayx^ya»; aTray^ovi^wj avray- 
XU) soffocare, strangolare. 

ATràyu , condur via , disviare , ricon- 
" darre. 

Awaywytj , tqs , /. il condurre via , 
imprigionamento; in logica^ argomen- 
to col quale si dichiara una propo* 
siiìone , mostrando che il contrario 
sarebbe impossibile. 

Airseyuyòg , O'J , m. che conduce 
scaccia via. 

ATrààsto, 0C9, /• apatia, indifferenza. 

A7rad>ir, «9$, e. senza passioni, privo 
d' incomodi, 'senza disturbi, apata. - 

AiroianjTOs, oj, c. non soggetto alla 
necessitai di patire, impassibile. 

A^a^»;, aw. senza passione. 



AU 



ATrai^suorio, a;, /. ignoranza. 

ATToi^Kurof, 0V, e. ignorante. 

A^aiosuTOj^, Ai'i*. ignorantemente. 

A7rai|90i, toglier via, partire ) mrd. to* 
gliersi da , partire da. 

ÀTai;, ai^o;, e. eh' ì> senza figliuoli. 

A;rai^77a), saltur fuori con im|ieto, muo* 
ver con impeto , partire. 

A:racT8U) aTracrtSoi, ridomandare, 
esigere. 

AaaiT>3ìTt«, <»>)/• «aiione. 

AwaiTtjTcxò;, W, òv, che esige. 

A7racw/J«9,aai; «7racw/9Ìw, sovrastare, 
sospendere; in mtd, penzolare, pcu* 
der giù. 

A7rai«ó,5vi9t$, sw$, /. sospensione. 

Attoxovti'Cw, vibrare. 

ATraxpijSóu , fare diligentemente , ri- 
cercare studiosamente. 

À7raxT05, «u, e. tolto via. 

A7roéXai9TO$, 01», e. invitto, insupera- 
bile nella lotta. 

ATraXocXxw , allontanare , scacciare , 
sgombrare. 

ÀTTocXa/AVos, ov>) fff'/. sencA mani | 
senza industria ) inibarassuto | sensa 
ripiego o arie. 

ArraAauuat, errare^ vagare , smarrir 
la strada. 

ArraXyiu, dtdersi* cessar di dolersi. 

A7raXct9<M, ungere. 

ATraXf^u, allontanare, respinger». 

A7raX«yo/Aai, schifare. 

A'7rai&f9jU.at, gujiriro, sanare, rurare. 

A7ra>>ayyj , tq; , /. liberazione , par- 
tensa, allontanamento. 

ATraXAà?, rtM»/. a vicenda. 

ArrocUafi^, sw?,/. facoUi di par- 
tire. 

A*7ra>X«rT0/Aai o «wojuiai, liberarsi, 
sottrarsi , uscire, ritirarsi, andar- 
sene. 

AVaXXaTTw aww , rimandar via , 
assolvere. 

A7raXX«Tf?irfw, alienare. 

ATraXoiaw, battere il frumento sull'ajaj 
tritare j sbricciolare , infrangere. 

Ì7ra).05, vj, òv , tenero, molle, deli- 
cato. 

XTraXÓTyj; , yjros,/ tenerezza, mol- 
lezza. 

AVaXoTp«yyJ5, éo;, e. nutrito edu- 
cato delicatamente } ia%r%«\a.V.(). 



(6o) 



AN 



iÌTraXÓX/'OO» , COntr. XpO^iy O'Jj e. 
che ha la pelle e il curpo delicalu 
e tenero. 

ÀTTa^iivci), render tenero , ammollire ; 
med. ammollirsi , raddolcirsi , inte* 
nerirsi. 

ÀTtcc^ùt^j a^fv. mollemente. 

A^ra/Aocu, mietere. 

JLVa/x]3Xuyea, rintuuare, rendere ottu- 
so ; spuntare. 

KTTOLiiti^oii.(X.i^ rispondere, replicare. 

AVa/Aiivu, o/Aai, respingere; allonta- 
nare , difendere. 

iÌTravaivo/uiat, a. I. aiT>]vyiva/jiv;v, 
rifiutare ; ricusare , non acconsentire. 

aVocvsuSts, av^^. separatamente; lungi 
da ; sensa. 

X;rav3rsu, sfiorire, marcire. 

ATrav&pwTTia, as, /. inumanità. 

kTtccvòpoìltOiy ovj c. inumano. 

A:ravSrj9cJ7rw;, aiUf. inumanamente. 

ATravralv?; «TravTOxóSrev; airav- 
raxó&ij «TTavra/OffC, atv. da per 
tulio. 

AirayTocoi, andar incontro, incontrarsi* 
offrirsi. 

ATràvTTQjua, aro;, /i.j a7ravTy]9i$, 
eu;, /. incontro. \ 

A7ravTix£iù, «w. dirimpetto. 

kitoc^rXtotj esaurire. 

ATTa^, avu, sola una volta , per una 
▼olla sola. 

XTra^ccTTOC^ , «ffa , ocTrav , lutto in- 
sieme. 

ATTaliot, a;,y. indegnità. 

Arcaci o>, ou, e. indegno. 

A7ra|ió<u, oficci, fut. CfiffO), reputar in- 
degno, dispreszare, ricusare. 

ATTafiuffi;, sot^, /. di&preno. 

ATrajDoc^aro;, ou . e. non transitorio^ 
perpetuo; inviolabile. 

kTCccpci^lriTOi, OU) e. incomparabile, 
dissomiglìanle. 

A7ra/?ayyéXTw$, «♦'»'. sensa comando. 

ATToc/^a^sxro; , ov , e. non ricevuto , 
che non si può ricevere. 

kTtoLpaÌTifìTOij OìJy C. inesorabile, im- 
placabile. 

A:ra/9aiTvÌTea^, av*^. inesorabilmente. 

ATrapocx.àXuTrro^, ou, e, non occulta- 
to, manifesto. 

ATrapaxaÀUTTTM^ , aff. apertamente. 

AT:apocx>.iQTO{} ou, e. inconsolabile, 
spoalaaeo. 



AU 



A7r«(5à).).axTo;, ov, r. immutabile. 
Anaoa/XaxTUS , aft^. senza alcuna 

ditFcrensa, costantemente. 
A7ra^«X>a^ia, «;)/• immutabilità, 

' cuslanza. 

ATrapa/oy 1*705, ou, e. che non può 

essere iogannalo. 
ATrapa^u'JsrviTo;} aTra/saau&o?, ov, 
e. che non può essere piegato; fe- 
roce; inconsolabile. 
A7ra/5a/xu9r>3TW5 , at>v. inconsulabtl- 
mente. 

ATTa^aTTOoiTTOi, ou, e. non impedito^ 
non intricato. 

A;raj9a<;ocXsu705 , ou , e. inconcusso, 
immolo, fermo. 

ATrajsaixrJa^To;; a7ra/?à«e'J0?, oy, 
e. non apparecchiato, sprovveduto. 

A7raj5«'y/£vw;, a^v. sena* apparecchio 
o premeditazione. 

k-jtKpó.'J '3 "ji^ e TTW, abbattere colpendo; 
far cadere in terra ; mosxare. 

Aza^aro;, ov, e. esecrando. 

kizccpci'cpz'jtroi, ou, e. che non può 
essere distornalo o evitato. 

A:raj5«T/987rTW5, a*'»', senza diversione, 
a dirittura. 

ATfàpyjtxaTa, «v, n. primizie. 

ATTotpejuiTrdoKTTo;, O'J, e. non impedì* 
to, che non può essere impedito. 

kizoLpisACtì , fut. éjM, non piacere , 
rincrescere, disapprovare; in med, 
esser mal contento di qualche cosa , 
disapprovare , biasimare. 

knocpiiroi, ou, e. ingrato, tale che 
non può piacere, rincrcscevole. 

kitóiprìyòpvìroij ou, e. inconsolabile. 

kitKpnyopTìTùii , avv. inconsolabil- 
mente. 

A7roc,o&svo;, ov, e. non più vergine. 

A7raj3t3r^'/.fu, enumerare, far l' enume- 
ratione , contare , sborsare. 

kncx.piSfiiri'siij toii^f. numerazione. 

ATrocpxsoi, esser bastante. 

ATrapxTtas, ou, m. vento settentiio- 
nale. 

A7ra|5V8 0/xai, negare, rinnegare, ricu- 
sare. 

ÀTTocpvo^, ov», e. che nega. 

kTCocpv\j[X(X.i, toglier via. 

kTtKpópfxrìxoi, ou, e. non eccitalo da 
cosa alcuna, immoto. 

A'Trsepfft;, cw$,/. partenia. 



(6i ) 



AU 



A^o^rao*, sospontlpre , attaccar su , 
appirrare, appendere, per <*., al- 
l'un* ino, al (biudo, al muro) far 
p«*iidrre. 

ATTflCOTYjffts, ««;, y*. sospensione. 

A;r«5ri, avv. attatto. 

A7ra.5rc^9vrw5 , «ft». assulutamente e 
ptrrfcfltameotr. 

kTZfx.pri^ta , render perfetto , ugua- 
fjHjre. 

kTzy^riTfj^ò;. ou, fw. perffzione. 

A:r5C5TC9Tt/05 , tj, òv, che conduce 
alla perfezione. 

ATrasrioj^, ari', arruratamente, perfet- 
Uaicnle. 

A;ra^'jTW5 aTra.jsvWj esaurire, detrarre. 

ATty^X*'^**? aToc/5)jaió« , co/i/r. w, 
y«'. oi70ii, rendere antico ; far cLe 
una cosa invecchi ; nel med, invec- 
rbiare. 

h.Tifx.pynfi^ TQc, f. principio, primizia. 

k':zv.p'/rt^^ aw. suWilo , da principio. 

£Tcdip'/ojì.a.t, cogliere o pagar le pri- 
mizie; offrir le primizie; far liba- 
gioni ; cominciare 1* impresa ; dar 
I' esempio nel fare una cosa ; farla 
il primo. 

inxpxoi, OJ, m. capo, condottiero , 
guida. 

kitoipyroìj comandare. 

a.'jriC^ avT05, adj. irr. ogni, tutto. 
k'XOL'STZ'Aipfa^ tremare, palpitare. 
A^ravTC, «tv. a stomaco digiuno. 
k-xv.'sxia^ tf^^f digiuno. 
Xjra^ro^, ov, e, non pasriuto , senta 

arer nulla gustato , digiuno 
A;rara*/ì, av^/, senta strepito. 
ATrarocoa, deviare dal retto setaliero ; 

ingannare , gabbare , indurre rn er* 

rore^ defraudare. 
ATtotTe^Srs , av\K da lungi , separala- 

mpnle, in disparte. 
A^aTfoiv, wvo;, w. ingannatore, truf- 
fatore. 
ATarif! , yj;, f. inganno; furberia; 

stratngemroa. 
Airaniito^, ov , e.} a7r«T»;/d§, yj', 

òv. fallace, ingannevole, fraudolento, 

seduttore. 
A7r«T>;aK, aro?, »•>• aTrarvi^i?, sw;, 

/. fallacia, impostura, frode. 
ATTKTviTixd;, *Jj «V, alto ad ingan- 

Dare. 



Aa 



ATToérvjTo;, ov, e. non calcabile, non 
cab-ato. 

A^TraTc/jiàoj , disonorare. 

AzocT^ui^ta, svaporare, esulure. 

ATràreojS, o^9{, e. eh* è senza padre ; 
privo di padre. 

ATrauyoéCw , mandar fuori luce , ri- 
spondere. 

ATraJya^/uia, «70^, n.j ocitit'J'/Tny iti 5, 
/*. splendore. 

AVav^oco), togliere; rapire , portar via. 

ATiau^Ti, fli^f. incMsantemente. 

XTtaJiTo;, «V, e. incessante. 

ATtaJ^Tw;, «tv. incessantemente. 

A^TrafiVxo); aTrocpo), ingannare , elu- 
dere. 

ATTsyvcdxoTw^ ofi'. disperatamente. 

ATre^avo^, ou, e. toppo; infermo. 

Attsoo?, ou, c. piano. 

ATrsS^i^w. disusare, smettere. 

ATTS^iv^ao^j ou, m. disusanza. 

Attsi^u, riguardare, guardare in giìf. 

ATTSiSrsia, «?,/. dis.Sjibedienza. 

A7rsi3r20jj non ubbidire, n<m credere, 
ricusare di fare a modo d' uno. 

ATTSidry];^ s|o^, c. contumace, disobbe- 
dicnle, distrcdente. 

Attsi&io, «;, y. contumacia. 

A:rsi3r<M;f nw. contumacemente, disub- 
bidientemente. 

ATTStxoc^u ) assomigliare, parigonare, 
effigiare, ritrarre. 

kTCiiy.ct<sfioL, aro?, n.j* «:r2ixoviff/Aa, 
«704) n. simulacro, immagine. 

AttsiXs», c*)/i/r. (Affili. ÌQ7W, minac- 
ciare, vantarsi. 

Attsi/W, ^5 j /• niinaccia , bravata, 
vanto. 

kTZtù.fixrip y ripoi, nt.j aTSi^iQTi- 
/.6i^ vj, ov, minacciante; vantatore, 
millantatore. 

AttsiXyjtixw?, <7«M'. minaccevolmonte. 

XTTSiut, comp. da nyÀ (sono) esser 
as.scnle; mancare, allontanarsi; par- 
tire ; Jut. oÌ7CÌaoy-c(.i. 

At8i:tw, proibire, ricusare, rinunziare; 
riferire , esporre , dire. 

k7tupoÌAi:^ n%'v in modi infiniti. 

kniip'x.'JTOi^ O'J, e. intentato, che non 
può essere tentato. 

k-iZiipcK-x^im nvv. in modi infiniti. 

kTttipyoiy allontanare, proibire ; sepa- 
rare , dividere. 



(6a) 



AU 



À-Ttupiiioi^ ou, r. immenso, infinito, 

ionumerevole. 
À.Ttiipvi'COij O'J, e. inesperto, non spe- 
rimentato; che non ha fatto prova. 
ÀTTsi^ia, ocij/. imperiiia, inesperienta; 
infinità. 

ÀTrstoi^iog, ou, e. indeterminato. 

AiztipiTOij ou, e. infinito. 

Ànup^ii , ioìi , /. repulsa , raflfrena- 
mento. 

À7rs(/90$ , ou, e. inesperto, ignorante, 
non conoscitore } infinito, immenso , 
illimitato. 

ÀTretypoauvrj, >3«, /. inesperiemta. 

ÀTrei/peov, ovo$, e. infinito, non ter- 
minato. 

kitiipoìi^ avi^. ignorantemente, impe- 
ritamente. 

XTrec^TO^, ou, e. che non si può pie- 
gare con alcuna persuasione; contu- 
mace. 

A7rsi7Té6), ricusare di ubbidire. 

À.TtixSéxo[A(x.i^ aspettare. 

An&y.ioX'Oì ^iif' aspeltaiione. 

Attex^uu, sfogliare. 

A7rsx).av3ravGi), dimenticarsi. 

A7r8x>ou&), /i/f. ouffo), lavare; debili- 
tare; liberare. 

Air8XT6Ìvo/*ai, esser esteso; esser pro- 
lungalo ; estendersi , prolungarsi. 

ATtéXairo», O'J, c. inaccessibile. 

A7r£Aauva), condur via« disc&cciare« al- 
lontanare , perseguitare. 

À.Tté\ty[xoL, curoi^ n.j aTrsXfy/Jiòs, o\j^ 
a7réiey|i5, ew5, /• confulaiione. 

ATcs^ay^w» riprendere. 

J^TtiX&hpov ; aiv. lungi . lontano. 

A'ttsXe&po;, OU, c. immenso. 

A7Ts)LeuSrE|9ixò^, >}, òv. libertino. 

ATrsXeuSrspo^) ou, m. liberto. 

A7re).su3'S/9ÓM. manomettere, affrancare. 

A7reX7ri?«, dis[^erare. 

A7riX7ri7/4.o^, ou, m. disperazione. 

AVe/ASGi), rivoroilare, rigettare. 

ATrs/xTro/éw, vendere. 

A:r£/Jt.7ro^vj , t^s, /.j aTrs/xTroAyjiis, 
s&>$, y. mercato, vendita. 

A7re/i-7ro^>lT>Ì5, ou, m. venditore. 

ATràvavTt ; a^rsvavriov ; «Trsvav- 
TiCi)^, Acc. innanzi, dirimpetto, per lo 
contrario, contra. 

ATrsysTrcj, interdire, opporsi. 

Attsv&tqs, «0», c.j a7rév&vjT05, ou, 



AU 



e. senta pianto; a. ^àxpuoc, lacrime 
non versate per dolore, ma spremu- 
te, per es.^ dal fumo. 

A7re^a,uapTocv&>, peccare. 

AttsoixÓtoj; , avv. in modo diverso , 
assurdamente, immerita mente. 

A:ré7ravT05 , ou, e.j oLTtÌTtupof, oyj^ 
e. non ridotto a maturità. 

ATTSTTréeo, non cuocere, esser trudo. 

ATTSTtTo;, ou , e. non cotto, che non 
si può cuocere. 

Antp ( in luogo del semplice a j , la 
cose che ; quelle cose che ; ciò che 
(neutro da Gtnsp^ il quale). 

ATtépavro^, ou, e. infinito. 

ATTepocvru^, act^. infinitamente. 

kicìpKiTO^ ^ ou, c. infinite, che non 
si può passare. 

A7rej5y«?p/Aai, fare, operare. 

kit&pyon.'sia., 0C5, /. azione. 

A.Ttipycc'srioi^ a, ov, eh* è da farsi, 
eh' è da compirsi. 

ATTS/syaiTixos, yj', òv, efficace, 

ÀTTS^siVio^f IO, lov , immenso , infi- 
nito. 

Airspsu'yw, ruttare. 

A:rs/5TQ/xowj desolare. 

A7rs/5rjTUWj reprimere. 

Air6/5i^>S7rTo?, ou, e. non circospetto. 

kTCipiypfX.iz-zoi^ ou, m. non circo- 
scritto , illimitato. 

ATréjSiffxsTTTOs, ou, c. nou circospetto; 
sconsigliato. 

A7r2/;t7xs7rTe>>$, avv. sconsigliatamente, 
imprudentemente, incautamente. 

A7r£/5iaxg\pia. a?, /. inavvertenza, 
mancanza d* attenzione. 

ATrspuxo), respingere , ributtare; riget- 
tare ; cacciare. 

ATTEpueo, detrarre. 

k'Kipy^otì.on.^ partire, scostarsi, escire. 

A7T2/3W2U;, 235, w. che arresta o im- 
pedisce l'impelo di alcuno. 

jìn&pctiéoit riiirar&i. 

A7r27&iw, mangiare, divorare. 

ATtsu d'uveo, uguagliare, dirigere. 

kTtVJXrcCLO^j OU , C.J aTTSUXTOS, *J, 

òv. esecrando, eh' è da schivare. 
A7reuxT6)5, aw. abbomiuevolmente. 
ATtsuva^ci), sopire-. 
a'ttsu^to^, ou, c. inaudito. 
ATreueovi^M, render vile. 
A7rex&aij5"» odiare; far odiare. 



(63) 



AH 



/ 



ÀTTCX^ocve/tac, esser io odio. 
A.Ttix^Sf'O^ a^^ odio, inimicina. 
knex^iì co») e. odiato^ malveduto. 
ÀTrcy^ro^at, esser odioso, esser ia 
odio t esser odiato. 

k'XSX^^h '*'*'* odiosamente. 

jLTtixOfi-a.ty astenersi 

kvtx^póàt^ fortificare. 

Airsxa>9 /• oc7rs|fi«, p. oè^é^x^xsc, a. S. 
oèTTSffX^^} diffisrire, esser lontano, 
astenersi; sostenere, ritenere. 

Affetta, a$,/. indigestione, impos- 
sibilità di digerire. 

À:ré<|>oi, cuocere. 

ÀTqxro^, ou, e. non condensato., 

AinXeyc», non curare, dbprenare. 

AimXeyétt^ aw. intrepidamente; fero- 
cernente^ senza nissnn riguardo. 

kim^t'/TÒi^ ioi , e. che non ha ri- 
guardo a nulla ; cmdde, spietato. 

kTcn^^orpitaaii^ tv^f. alicnasione. 

A)n}/tayTO$« ou, e. illeso, senxa aver 
ricevuto alcun danno; sano e saWo. 

ATDi/ACÀYi/uisyaK, aw. negligentemente. 

Afrq/AOO'Uvv}, v)?,/*' incolumità, il bene 
di non ater ricevuto alcun male , 
d' esser sano e saWo. 

Am'/UM»v, ovo{, m. illeso , che non 
ha rìcetuto alcun danno; alt. non 
nocevole; salutare. 

Airy}vs/M$, ou, e. privo di vento. 

Amivtia, 04,/. crudeltà. 

A*iniv»i, >J5,/. carretta, cA'era ;»«r lo 
pia tirata dai muli. 

ATmvvis, io^ e. crudele • inumano ; 
indegno di lode. 

Ainópio; , o'j. c.j* cLTtnopoi, oj, e 
pendente daU* alto , alto , posto in 
alto ; sublime. 

kinx^^ essere dissonante, discorde. 

kTnx^iì ^^h ^' dissonante. 

A!rviwpa>$, ou, e. elevai» ad una gran- 
de alleua ; sospeso in allo. 

A^t^avo^, ou, e. improbabile, inveri- 
simile. 

Am^avómis , yiro;,/. improbabiliià. 

Airc^avw^, avtf. improbabilmente. 

Aicidrcfli), non ubbidire. 

ivtxpoij ov. e. non amaro. 

kTcìfUkini, 805? c.j ajci/AsXos, oj, c. 

privo di grassessa. 
AtwvW;, «©il 'J* P«fo da immondesxe. 

i[n(v-J770J, esser insensato; esser fuori 
dei scDlimeati. 



À»i9y. O'J, it. pen^ /rutto. 

A;7C9$. 9v, «<#/'. lontano. 

ÀT105, 9v, /. pero, albero. 

A7ri99w, agiiaxlbre. 

A'rrifTs'w. diffidare, non prestar (Sede, 
sospettare ; non obbedire. 

A-Ti7TÌa, Xi, /. diffidensa, infedeltà, 
perfidia. 

K'JSi^roi , O'J , e. senza fede , infido , 
infedele, perfido. 

kTitroTJ-jr.^ r,^^ f. perfidia. 

A7Ì7T«4, aw, frandolentemente ; in- 
credibilmente, infedelmente, perfida- 
mente. 

k-^ì-vx^vitt^^ smagrire. 

A'TTioJV, ovo{, e. non pingue, non grasso. 

A^rXscvsio, a^, /. stabilità. 

A^rXayy)';, so;, e. non vagabondo. 

A'^rÀaTTo;, ov, e. deforme, semplice. 

A'Xà^T»;, a»v- semplicemente « non 
fintamente. 

A^rÀarij;, so;, <;. che manca di lar- 
^ gheaza. 

ÀtÌacto;, oy, /o xfej«o cAe flc:r>?jT9;, 
a cui non si può andar vicino, quindi 
immenso , smisurato, sterminato , as- 
sai grande , straordinario. 

AtÌt;^';, éo;, e. non pieno. 

AiTAyiXTOf, oj, e. non percosso. 

A:rX>i uuv , ovo; | e. che non si può 
empire. 

kizluptaroi^ ov, e. non compito. 

A7rÀif;7Tevo/Aai, essere insaziabile, es- 
sere avido. 

AttÌt^iitio, olì, f. insaziabilità. 

Ì7rX*!»T05; a?rX*if?«T»i , oj, c. insa- 
ziabile. 

Att^W^tm», a»'!', insaziabilmente. 

jCtt^óvi, "fiiyf' semplicità, candore. 

XttXoixÒ;, 1}, òv, semplice, non a- 
stnto ; ingenuo , onoralo. 

XìtXoI'xu;, a*fv. semplicemente, senza 
. inganno. 

A'7rXot5, tSoq,/, veste semplice, cioè 

non doppia. 
À;r).ox9;, ou, e. non intrecciato, sciolto, 

slegato. 
A7rXótTf)5, ilXOif/. semplicità, schiet- 
tezza, sincerità. 
XttAóu;, 7}, 9V, e. semplice, schietto, 

stolto. 
XttXoutos, ©u, c. che manca di ric- 
chezze. 



(64 ) 



AU 



di.steiiiirrf. 

ÌljTI'Jt^i, oj. c n-m bufatili imfunDdu. 
]i'^'i-tM4 j m-Vt BperlaiiirQta , sttiìcrU^- 

f rii'ii< e ^ sili rerwttiriil e- 
i:tì^v*i'|j £i, il uro, fruJela. 

(ì't r? tìuu hjIHb« 
ATfvrJftsito^j su, e, non ìmAiìiIu djl 

venUi* 
A7r/i-jiifTi\ PtM'^ i^Jtia rei |>i rasi iiiiif, 

dì riM^iiriirf } Imrcliiilo , di5.tnùiiiim , 
mmUf. 
X:rvsts. A^t ./^ miLLDriinni di G^ro^ 

All^j prrp- rrf^e ìÌ f^en, 1* J'^nifctl 

dij 1 dut»] , ppr , $rii3cj. L^ tXTT? nr-g^t 
a*-%ifrhj tu biv è pfei)im\(ico j in 
CCifTtp^ fftk'ahn p'ivflt,, fttfvvfta nrp^L 
n iiumtnf. jivafttl nd una ^•ttcnfe b-^ 
Mpirtttn -^r fmtj^iiì in «^ j pff e*., 
dif tf^ r,;ÀÌpV4^ dal ijit^rDu iha, 

iL-itQ^ fìvv. dii lungi. 

£n^ olì V <jjeJ^« i ^ Q£T« L VJ/A set j t*>g! i ere ^ 

ATr!S|36tQ;V-n ??-h^ /^ Sfinì,! \ì\,\ lld.T^ 

A7ro^^.iv&i-, irrn iii^r^piidfre^ 
kTta^dDùi^ Or, i^etiiir ^la, ri gel tu re , 
di»|l'|»rov^T'' I pL'i'dr-rr ^ tcUMiere. 

A7rdj^?,7L| ^ s'ài^^ T- ftifcosa., Mredtui rsìLu. 

ATi^Stét^ojJiSiti, c(*ilrìiigcre cuìL furu^ 

ifttnursi. 
AiTfijStó^^ nu»iire. 

A^o^W^To><,/'f^ 'fai, djnnt^ggiari'i 
in m^^ej. .d^^r diarapìlo in ipi^li'bii' 
rosfl , perduriti. 

A rro ^ i « 1 rw V '^j , gpnnagì i^i r*^. 

AiT^j3ìi«5TyrTt; , £0*5 , _/■- Tatiù dH 

{(t'rnio^ìfare. 
Att^^^ì JE'/yM, KTOij if^a^pHIn, ^giiì^rdp». 
Att^j^àst: 9; > Oli, e, cospirtie», ce! (3* 

lirr. 
A^tOj&AcTTW, Ttflgerfl lir sguardo nd a)^ 

cuna «osa , rigunrJaflu. 
A:rQ,3Àv;T0i. ^j,, e. da dgellnnij di- 

iprt'govule. 



AH 



Aito^^u^^t tralurìre; grirmibr^^ gnc« 
f iiilurci mAiidur fum , «{jarger fuo- 
ri. 

A TTO,:? 3)1113, ^it .A ifiunt^. TihuiliWM!iJi:i>| 

di»:LppritVHiii»rii<, perdila, 
A:T3/5d5ieÉ?u5ti, p.3 5fpne^ 
A7f9j3j5tx*^i spdrRure. h^j^niire. 
A^^rSflpt^iw, di^riuir d^.^po U [MStii. 
ATic^piQt^^ njpgr,iv»rir» 
AT^i^'sojÈ'fl'i, ^ij /- Isi'''D<l^*> Jj'ifiSno. 
AjrSf^s^ji&iC&i, ìngbiuuire, dÌTururf* 
Arrfl|5syì^M, alljrrwrB 
AirfljSpv^rw^ nioffìefe. 
A7rO|5JW7Xw, futtsumtfre mangì^iìdfi. 

li>i]ljJto d4 teriTii^ 
ATTijyEpi^ftì, rioni pir«, 
ATTffyiV'/oifli, gfmnTBTPp 
ATfr/i'Jfl/t«ij gai tare. 
ATtoyii]3R"jJt5i, inv*c( Uìiire* 
Aìtìfyt'/wsJttat I «ir^yt'vs^sti , euer 

kmtjimit partirvi nunc^ifi^ miirìne, 
ATTQyiv^^Kbi , dtipemr« 1 perder la 

!tp(;rjnsi,i . riimniii.irvi, 
AìTsy/yjtai'^w, rpndsT ónìre. 
ATrgyoVa;, oj, tf. ni[n^tCi 
A.Tii'/p'sf.'i-^ ^ %i^f' de*(f1iìi>tifri «lu- 

kn^'/pri-^'A^ dffSt'rLvfire, irascrìvefi?, ri- 

ri»pLiiro ; Tpgi sImre ■ irridere ìd un 

rogt*lro. 
ATTflyJO&t * /"^f* fcjfl'iw, mervtrfl I id- 

G«icthire le membra, Lndeliiu1ir#* 
AToyvjEJ.v«t<)jOt5Éij eserciva rsÌK 
ATTsyuuvÀMj nudare 1 tpcrglidr^^ 
A7r4y'J,atf4iut; h, «rw^ ^ /". ralta dela 

S[iog1jiii'ie , del megere n niido< 
A7raoK^0/A^i ) itiriderc, disLrìIiQiTff f 

ATTO'Jai'-tfùit morderti 

Ki:'ìr}i^^it^^ i5j fft^ iliripioaii, parie* 

matlfii rjitiiilrbe cai', 

irr, c&rt*p. ilimoiiniTCìi numida re, e- 

Icjigfre, rendere, 
kTZùo ttUTiAÒi^ >?, DV j dimnitratìvo , 

np'i(fìUìfn. 
ATr>?ig'ei?CTt]e^lf ffcc^. difnoitratìwnH'iiA?, 

apidillitainfiiie. 
A;ro<JitKT5?i 1^, àu^ dimùiiraliiltì. 



(65) 



An 



/ 



kTCoStìXiccaii, 8o>$, /, timideiza. 

ÀTro^eiXtocu, temere. 

A7ró^ei|i$ , SM( , /. dimoslraxione , 
prova. 

ÀTtoSiipcàj scorticare, toglier via la 
pelle, a. 1. alt. ditiStipv.. 

ÀTtoSstporoixeo), troncar la testa; mos- 
xar il rollo. 

AttÓosxto^, ou, c. degno di essere 
ammesso, accetto, grato, approvato. 

kT:oSix.ròij v;, dy, ammissibile, ac- 
cettabile. 

kTcóozpixoLj aro;, n. pelle detratta. 

ATTOtì'g^/xaTdoJ, scorticare. 

ATtó^idti, scfj;, /. Tatto del legare , 
legamento. 

A:ro<?£ff/AsJa); cr.noSi'SlJ.ica ^ legare, 
raccogliere. 

k'rzòoz'sii.Oi^ ov, m. fascette. 

A:ro^£y/xdw, legare. 

kjcoòéxoiion, fui. ^oixoLif ricevere di 
buon grado , accettare , pregiare , 
approvare. 

Attoosci», legare; esser lontano. 

kTCoSrfXóùif render manifesto, dicbia- 
rare. 

Airoor</A8w, contr. ^w , viaggiare in 
paese straniero , andarsene, far viag- 
gio- 

A7ro^yijuLtjT>3?, oJ, m. pellegrino, viag- 
giatore. 

kitoortixTiriKÒi, T,y òv, solito a pel- 
legrinare. 

k7coortft.iciy a?, /. pellegrinaggio. 

knóSTiUOi^ ou, e. pellegrino. 

kicoSiopoi'SX.Oi , fuggir via , scappare. 

kTtoocSoiiAi , pagare , somministrare , 
assegnare, rendere. 

kicoSitarriij.i^ /ut. ffWiw, separare, 
distinguere. 

Affo^ixà^O), assolvere. 

A:ro^txé&), difendere la propria causa. 

k'XoSiOTCOixTsiofì.oLLj mandar via, allun- 
tanare , scacciare. 

ATro^iopinb), separare. 

Atto 010); ocTro^io/xai, cacciare du vanii 
a se ; perseguitare. 

A::g^i04xw, scacciare da qualche luogo. 

k!SoSioi9ii^ s&)$, /. espulsione, cac- 
ciata. 

Airo^oxt/xa^M, riprovare, rigettare. 

Affo^oxtjuia7ta , ag , y. disapprova- 



la 



kTtodó/.ifjLOi^ ou, e. non probo, cbe 
non è d'approvarsi. 

k'j:oòó'Si[JLOi^ OJ, e. che dee rendersi 
o restituirsi. 

ATTÓ^Offc^, iMC^f' restituzione, rimu- 
nerazione, assegnamento. 

kitooozinp, "^ifo^^ m. che rende o re- 
stituisce. 

ATrocoxa^ov, ov, n. luogo in cui si 
riceve o si rilira una cosa , ricet- 
tacolo. 

A7rodox^\ ^^i/' ammissione, appro- 
vazione. 

ÌTZOooy^p.6(*i^ flit. 0)70), curvare; pie- 
gare ; inclinare. 

kTZÒopcf.iii^ tfjìi^ f. fuga, abbandono. 

knoopv.'S'Sùt^ cH-rzoopiiioi, carpire. 

k'JtOGpà.oìf scap[wre , fuggirsene; ri- 
fugiarsi presso qualcuno, involarsi. 

kTtòopOfiOi^ ou , e. che ritorna cor- 
rendo. 

A7rod|5U7rT&), /ut. «fw; a7ro^/5uyw, 
lacerare; scorticare; raschiare, strac- 
ciare. 

kitoo-Jo/xv-ij spogliarsi, rimovere. 

kTtoò\jpofxa.i^ lamentarsi. 

kTtooùo}] oÌ7toò0ixij spogliare , cavar 
fuori l'abito a qualcuno. . 

A7ro^eu'/vu/At,' disgiungere. 

kTtó^ij^ii^ toìij/. disgiungimento. 

Attc^oj, render odore. 

ATTo^wvvu^t; aTTO^wvuca, /«'• octtc- 
Któ'soi. p. àni^cay.o:^ scingere, to- 
glier la cintura ; licenziare , conge- 
dare. 

A7ro3ra).)&), sfiorire, perdere i fiori. 

kTtoòccppéoi'^ ccìtoscf.psio)^ confidare. 

ATToSrau/AOcCw , maravigliarsi , ammi- 
rare. 

kito^ zp-z). li oì^ distruggere dalle fon- 
dameuta. 

A'ttoBtsv^ at't'. da lungi, da lontano. 

kTCOÒsptx.Ttiicx.y Kij/ culto, vcnei'a- 
zione. 

k7T0^zpv.itZ'Jùìy curare, sanare. 

kTtò^zyiij ews, /. deposizione. 

A*7roSrj5-ri^w, dare oracoli, rispon- 
dere dall' oracolo. 

kitóòz'sroiy ou, e. che non è deside- 
rato ; abbietto, vile, dispregevole. 

ATTO&éù), correre, fuggire altrove. 

kito^toìpéM^ guardar da lungi, esplo- 
rare , considerar diligentcmeale. 



(66) 



in 



k'jtoòéoì'ji.ij soj;, /. deificacione ; apo- 
teosi. 

Atto&ìQxyJj 1Q5, / ripostiglio, granaio. 

A7ro&*Jj5iow, render feroce. 

AnoÒTnpiofsiij ews, /. ferocia. 

Att^&ìQto?, ou, c. non desiderato. 

Atto^ivÓu, accumulare. 

ATTO&Xaff/iiós, ou, m. frattura. 

ÀTTO&^ijSw, spremere, opprimere. 

ÀTTÓSrXi/AjtAa, aro;, «. sugo spremuto. 

ÀTród/itj'i^, scu^)/' l'atto di spreme- 
re ; afflizione, calamità. 

Atto&vmxw, verb' irr. comp. mori- 
re , esser tatto morire j perf. octto- 
Té3rvyj/a, /?. 2. aTré&avov. 

A*7roSro|9su; «.Tto^poìTAoìf balzar fuori 
da ; saltar giù. 

ATró&/?au5t5, ««;,/. frattura. 

ATroSr/jauw, spezzare, rompere. 

A7rodrj9v]vé&) , piangere o lamentarsi 
veementemente. 

ATTod^pi^cj, mietere. 

A7ró&/?i§ , Tpi^tfs , e. eh* è senza 
capelli , che non ha peli , che non 
ha harba. 

AttoStu/iasgi), perdersi d*animo. 

ATro^u/jLia^i^, eea;, /. esalazione, 

A7ro3tu/Aiocw, esalare. 

AiTO^u/jLio;, ou, Cr, ingrato all'ani- 
ma , dispiacente, odioso. 

ATTO^upoo), escludere, cacciar fuori. 

AtTO^uo), offrir libagioni, consumare 
in sacrifizio , consacrare. 

ATTOixéu, yU<. yj70j, venire da qual- 
che luogo ad abitare, o andarvi come 
colono. 

Atto IX i a, a;, y*. colonia , stabilimento, 
fattoria. 

Attoixì^oj, rilegare in un luogo ad 
abitare. 

KTtoiy.o$0{i.éoìj stoppare ; chiuder con 
muro. 

ATTOixoyo^asu, amministrare. 

ATTOtxo;, 8, e. andato a stabilirsi in 
paese lontano , colonista. 

A7T0iXTi^&), avere compassione, com- 
piangere. 

ATTOi/Aca^Ci), piangere fortemente, lan 
mentarsij deplorare. 

Atto IVO V. oj, n. prezzo del riscatto j 
ciocche si dà per redimer la vita , 
la libertà j o per liberarsi da una 
pena j compensazione ; regalo» 



AU 



XTtoixou-v.1^ andarsene; ritira 

lontanarsi ; abbandonare. 
ATTOiUf verh. inusitato v. dlZ' 
A7roxa9«ij56), purgare, espiare 
ATTOxaQap/jta, aro:, n.j a^c 

ffi; , 8w; , /*. espurgazione 

zione , purificazione. 
A7ro/«9>3jW.ai, esser pigro. 
ATroxaOiCoi, ritornare alla s( 

dere separatamente. 
A7roxa9iffTr,ai j rendere, re 

reintegrare. 
XTroxficivu/xc-ci, vincere. 
A:roxaipo;, oj, e. imeropeslii 
ATroxaìU) abbruciare. 
A7roxoc/.i«u, divenir cattivo. 
ATTOxaXéw, contr. >w, rich 

chiamare a se, nominare « 

alcuno il nome, ec. 
ATTOxaXuTrrw , discoprire , 

scoperchiare. 
ATroxàXuij'i;, ew;, /• discop 

scopertura , manifestazione , 

tione , apocalisse ( paro/a 

dai Settanta al dir di s. Gei 
Attoxcc/xvu , stancare , manca: 

indebolito. 
A7rozàjUi:rTW, torcere, piegare, 
A7róxa/it..j;i5, eci)5 , /. piegalu 

cimento. 
A7ro/.azvt?w, /ur. i7w, prò 

fare un suifumigio. 
A'TTOxaxJw, /ut. 'J5Wj mandi 

respirando. 
knor.fx.p'jzòfa^ produr fruito, { 

pullulare. 
A7ró/.ao5i5, t'jì^^f' l*atto del 

tonsura , taglio dei capelli. 
A7roxapT£52w, contr. w, lasci 

rir di fame , astenersi dai e 

mangiare ; non tollerare , m 

animo. 
kitor.rx.p-ip-fi'Sii , ew5 , /. il 

di fame ; tolleranza vinta 

lore. 
A7roxar«3aivw, discendere. 
ATTOXKTaAXoc'j'yw, riconciliare 
A7roxaT«?T«fft5, ew;, /. rest 

ristabilimento, reintegrazione 

il rivolgimento periodico eh 

duce gli astri al punto d'or 

partili. 
ATroxaTaTi^vj^ai, deporre, ri 



(67 ) 



▲u 



A;róx0CU7i$, c&>$ , /. abbiiKÌamcoto , 
arsione. 

A;r9xciaac, euer separato o ripoito o 
stabilito. 

ÀTCoxtipùèj fut. tfù, a, 1. a:r^xet?0c 
«</ à:réxc/;ffa, tosare, recidere, ab- 
battere. 

A:rsxe/.a).u/Aaiyw$, avsf. palesemenle. 

A^oxsx^u/ttjULCvcii, Atv. occultameote. 

A:róxevo{, ou, e. vuoto. 

AttoxsvÓoì, evacuare. 

A:;oxc^a/(^6J, decapitare. 

ATroxTj e éw, trascurare. 

A7rcx>3pw|i5, ««;, /. vendita ali* in- 
canto , espulsione, proibizione, spro- 
pr iasione. 

ATToxTjpvjffO), e TTW, /i«l. Cftì, ban- 
dire , notificare per nietzo del ban- 
ditore ; vendere ali* incanto. 

k'XOxiofTtft.t^ dissipare, disperdere. 

A:roxix).i^ffxa) , chiamar altrove. 

ATTOxcyouvcuOi) , sperimentare , arri- 
Kbiare. 

AToxtvéoi; oc^raxive^à'yxw , rimuo- 
vere , smuovere una cosj dal suo 
posto, spostare. 

A7roxivT}9t$, co>)4, /• rimozione. 

AttÓxivo^. ou, m. |)artcnz» , fuga , 
specie di dansa. 

A:rox).ac w , compiangere , deplorare. 

A79xjLà«, rompere. 

A^óxÀsifft^, c&>$, /. esclusione. 

Airóx>ei9TG^ cv, e. rinchiuso. 

A^oxÀciflii, chiudere, impedire il passo, 
P ingresso. 

A^oxÀcTrToi, rullare. 

kitóxXrìpOi^ OV) e. diseredato. 

kT:oxXr,p6ù», eleggere a sorte , distri- 
buire a sorte, privare della sorte, di- 
seredare. , 

AttÓxÀvjtos, OV, e. chiamato. 

ATÓx).t/Aa, «T05, /i. pendio, declivio. 

Arox^t'y» , inclinare; pender verso ; 
iàr piegare. 

A79X/Ì71;, ec*(,/. iadinazione. 

A:r9x/v^w. lavare. 

A79xyaifft4^ t^i^f» vessasione. 

Aroxvaib), attedbre, affliggere. 

ATdxvxu, grattare , radere. 

A^oxvi^bi, pinicare 

A7Óxvi9c$, cai;,/- ptsùcatura. 

AìrsxoiflbiTOi, toglier via pestando. 

A:r9xa>.o-jo«, troncare, mmlilare. 



AU 



A:r5x«/.:rów, incurvare. 

A:79/.c/Aaod, spogliare di capelli, to- 
sare. 

Aaoxoaicr, 1^?, /• trasportaiione. 

A:7S/cat^ai, trasportare. 

ATT&xftu a«c, aree. /». [>ezzo, ritaglio , 
tonditura. 

ATTSxc'rr»:, r », /^ troncamento. 

Arc/OTTTw , /«/. fii>, recidere, mc^z- 
zare. 

A:;oxo?/xé'>> , toglier via le cose poste 
per ordine; spogliare una cosa de* 
suoi ornameuli. 

A:7sxcvf(^u, sollevare, discaricare. 

ATrox^aréoi, rafircnare , ritenere. 

A7:ox.ptaciù» j sos|>«ndere. 

A'Trs/.fijjuLvo;, ou, e, erto, scosceso, 
precipitoso. 

A:r5/./5i£rJvw, separare. 

A;róxpi/Aa, aros, /i. risposta, decreto. 

k'zw.pitop.v.iy rispondere. 

Aitoy.pi'jot^ separare , riprovare , ri- 
gettare. 

A^óxpiffc?, ew;, /. risposta. 

A:ro/j5iTO$, oy, f. scelto. 

A'jzo/.poriùiy far dello streputo, andar 
applaudendo. 

jLitÓK-poToq^ GJj c. duro, aspro, rigido. 

Aizó/.po'jyii, ew;, /• sracciaro«ito. 

JL'XOJtpou^'zty.òij yj, òv, che ha forza 
di scacciare. 

AttÓ/.^cuito;, O'J, C. che viene scac- 
ciato o rigettato. 

A«rcx^ov6), scacciare , reprimere. 

ATrox^yTTTW , coprire , occultare , na- 
scondere. 

kno/.pj'fTtj r,^j /. nascondiglio 

Azóz//Uyov, OJf n. segretezza. 

A.TZóxpv'fOi^ O'J, e. nascosto , segreto , 
apocrifo. 

kTto/.p'j'^iij ew5,/. Patto del nascon- 
dere , e gii altri significati dei verità. 

k-noYi'Zii'fbi'j cL'jcoxTOvi'jìj uccidere, tru- 
cidare , far perire. 

A:ra/.u>ì^a): aTro/v/ivoéw; ct-iro/.-j' 
/tu, rivolgere abbasso, rimuovere 
rivolgendo. 

k-xo-AMoòta, abrogare, privare dcH'au- 
lorita , render vano. 

A:rox»/ùw, impedire. 

ATToiavx»'*'"» ''• *• aTcéAaxO'», nou 
ottener dalla sorte , non esserne il 
favorito ', tirar a sorte, sortire. 



(68) 



▲u 



A7roXaXé&>. parlare, ricosare. 

A7roAa«.]3avw, verb. irr. riccTere, ri- 
prendere , prendere. 

AttoXoc/xttw, /ut. «[«w, rìsplendere , ri- 
lucere , vibrare. 

ÀTCÓAauffis, attic. e(tiij/.j oLitóXoL^dfJiOLj 
OLTOc^ n. godimento , diletto. 

ÀTToXauffTixòs, >3, òv, voluttuoso, che 
vive nel piacere. 

À7ro).auffTO$, ou, e. appartenente al 
piacere. 

ÀTro^aub)) godere , trar frutto. 

Atto ).8y 6), scegliere , spiccare; rifiu- 
tare , riprovare. 

A7roXsij3&); (y.TzoXei^Ofj.(x.i, distillare, 
versare a gocciole ; spargere. 

À7ro^8i';r&) , ripudiare, lasciare» ab* 
bandonare , mancare , superare , la- 
sciarsi indietro. 

À7ró^ci4'i$« ttai^f. l'atto d'abbando- 
nare; abbandono; ripudio per parie 
di donna, 

AttoAsxtos. ou, c. scello. 

AttoAcAu/asvu^, a%^v. liberamentei as- 
solutamente. 

AttÓXsjulo;, ou, c. imbelle. 

AttoAsttì^w; a7ro).£7rw, scortecciare , 
«crostare , scagliare. 

ATToXsuxaiVGi). imbiancare. 

ÀlTo\éoìj/ut. sffw, p. exa (alt. octto- 
>wA>jxa, p. m. a7r9).(uXa), perdere, 
far perire. 

A.Tto\rìyoìj finire , mancare ; cessare. 

kitolripioi^ cianciare , scherzare , de- 
lirare. 

kTtólfl^iiy 6Ci)5, /. ritenzione, ricevi- 
mento. 

Atto/iStom, impietrire. 

A*7ro).i/*7r«vw, rilasciare. 

A7ro).i;^/Aaw, lambire , leccare. 

Attori?, 1005, c.j a7ro/iT>35, ou, »». 
vagabondo « fuoruscito. 

AttoXAu/ai; a7roA).uw, per^. irr. camp, 
guastare, mandar in rovina, perire, 
distruggere, perdere; in pats. e med. 
esser rovinato, andar perduto, morire. 

ATroXoyéo/iiai, giustificare « scusare. 

ATToXóyvj/xa, ecro^^ n. scusa , difesa. 

ATroAoyvjTixòs, iq\ òv, giustificativo, 
apologetico. 

kTZoXoyioL^ a$, /I apologia, difesa. 

A7ro).ovi^o/iia(, render ragione, far 
r apulugia , la difesa. 



AU 



kTto\oyi9p.òi^ ou, m. reftdimento di 
rasione , rendiconto. 

ATroIoyivTTJs, OU) m. scusatole, apo- 
logista. 

ATTÓioyo;, ou, m. narrazione favolosa, 
apologo. 

AttoXouo), y^^f. oJtfu, lavare j sciac-, 
quare ; purificare , nettare. 

KnolxjfiKvnìpy ripoif m. corruttore; 
distruttore. 

ATTO^u/A/Aaivoaai, esser purgato, pu- 
rificato , corrompere , nuocere. 

A7ro>u<7i/A9;, ou, e. giustificativo; ri- 
solutivo. 

A7rd)u<r({, C6>>;, /*. assoluzione, giusti- 
ficazione; dissoluzione j confutazione; 
morte. 

AttoAutos, ou, c. assolto. 

A7ro).uT/5Wffi5, ews, /. riscatto. 

AttoXutu^, av'v. liberamente, assoluta- 
mente. 

Atto^uco, liberare; rilasciare; riaaandar 
assoluto. 

ATTO^OJ^au. ingiuriare. 

A'Tro^aayfJa/ta, a?,/*, farina di fru- 
mento stemperata coli' acqua eoo 
briccìole di pane, con cui si lavavano 
le roani dopo il pranzo , e che poi 
si gettava ai cani. 

A7rojuia3'y]7i$, s.oìì, f. dimenticanza di 
ciò ihe si è imparato. 

k7C0ii.&Àf0p.(X.i<i infuriare, cessar d'im- 
puzzire. 

kTzo/xKv'^ci.voì, disimparare. 

ATro/xavTsuc/JLat, indovìoare. 

ATTO/xapKi'vw, appassire. 

kTzoixccprxjpioiy attestare, 

ATTo/xà^ao)} d7:op.oirloìjfiit. dTnjMi- 
^u, asciugare, nettare; sfregare per 
pulire. 

kno^JLOLT Tiyo'w, flagellare. 

k7:oiJ.<i.xop.v.i.^ espugnare, sostenere la 
pugna. 

kirófxoLxo 5 , ou , e. eh* è fuori della 
pugna , del combattimento. 

A7ro/xe).ai vw, annerire. 

kTVOfj.é[X^oiJ.OLi^ accusare. 

kitop-i va> , rimanere. 

knojx&pìl^oif dividere. 

kT:oiMSTpioìj misurare. 

aVo/ayivicu, deporre la sua collera, pla- 
carsi. Ha ancora il senso cantra' 
riOj cioèf accendersi di collera, fo- 
mentarla, covarla. 



(69) 



AU 

fVDfii^ mescolare. 

téoficci , imitare. 

AiQffi;, €ùiiyf. imitazione. 

tvvfffxw, ricordarsi. 

;e^ ecfj^, /. mistara, misòuglio. 

rSrów, prezzolare , affittare. 

xo/mai , ricordarsi d' un bene- 

risovvenirsi , richiamarsene. 
nu-óvtUfXKj aro^, n. detto me- 
bile , ricordanza , istoria. 
flft-óvi'jfji^j 8w;, /. comoMmo- 

36. 

>7/Agvgu&), richiamare alla me- 
t. 

aTTO/mó^cii, negare con giura- 

a, spergiurare; ri6utar con giù** 

Dto ; dimeUersi da una magi- 

tra , licenziarla : 6ÌT:ofJ.vvfj.i ha 

'he volta il sign. d*Ofiv\Jix.ij 

re. 

?7vu/xt, astergere j asciugare. 

ofóùìy deformare. 

déoìj interdire, proibire; dissna. 

sconfortare, 
tu, condur via qualcuno con se 
n' abitazione in un* altra j far 
ar di dimora, sloggiare. 
ULC/A, trar vantaggio da qualche 

godere. ^ 

LOìj distribuire , tributare , as- 
ire , dare. 

yxai, andarsene} partirsene ; ri- 
rsene. 

>«ris, ews,/. riButo. 
>&>, far cenno di no , ricusare. 
90^ ou, e. non deprarato, non 
o. 

re, avv' senza fatica. 
roi, oVj e. fatto senza fatica. 
XOfioci, nuotare. 
lùtj nettare; lavare, 
tocci», vincere. 
TT6) , irrofj.a.i , lavarti le mani 

il convito; lavarsi. 
SO) , ridurre a pazzia, 
la, a$, y. pazzia , cecità di 
e. 

ULOC^Uj denominare, chiamare. 
ULij, v]$, /I divisione , distribuì 
r. 

; , 0U , m. mancante di fatica » 
impedito. 



▲n 

ÀTtovoarioij ritornar da. 

ÀTTOVoff^i; a-TTovoff^tv^ ffw. separata- 

> mente; a parte. 

A'TTOvo^yi^w, separarsi. 

Attovu^, atv. senza fatica. 

àttÓ^svo;, oj, c. inuspitalc , inospito. 

ÀTTO^svóed, cacciar da lontano , esiliare. 

A:rotsve>)<ri^ su;, y. pellegrinaggio. 

AttoIsu, radere ; spogliare. 

À.T:o^r,pKÌVùì^ seccare. 

Xitó^ripoi, ou, e. seccato, arido. 

A'tto^uvw, agguzzare, levigare. 

A'7ro|u$, co$, e. appuntito. 

AttoIugi), radere; raschiare; pulire; 
togliere. 

A.itoTta.iì^ca, giuocare. 

À.TtOTva.Xuióoìj antiquare, abrogare. 

ATTOTTaXAft), vibrare. 

ATroTrarso), andar fuori di strada; 
ritirarsi in disparte. 

ATTOTrauo/xat, cessare, riposarsi. 

ATroTTaùo), far cessare, ra£frenare« proi- 
bire; arrestare. 

ATTÓTTStpa, a$, /. esperienza, prova. 

AiroTCzipoia, esperimentare. 

ATroTrsxu, tosare. 

ATTOTré/XTro/Aat, ripudiare. 

A.TtoTtifJ.TZUj /ut. ^oìf rimandare, rin- 
viare, licenziare. 

ATTÓTre/A^ig, ew?, /. dimissione, ripu- 
dio. 

ATroTrevS^éci) , piangere. 

ATroTréro/Aai, volare altrove. 

ATTOTre^Jaj/xsvw;, at't». palesemente. 

Attotty] (Tao) ,• saltar giù. 

A7ro7ri//.7rAyj/xi, riempire, saziare. 

Atto 71 IVO), assorbire, bere. 

ATrOTTlTTTWj/ttl. «TTOTrTCÓffO) 5 «. 2. à- 

Ttèizicov , perft. irr. comp. cader 
giù, cascare ; decadere. 

kitOTZiarevOì , conGdare , credere. 

A^OTrXa^w, al ore s. invece delVinU' 
sitato àTTOTT^ay/w, smarrire; svia- 
re; in med. smarrirsi, sviarsi. 

ATTOTT^avào/xai , contr. u/Aai, tra- 
viare , escire di via. 

Aff97r>'ocvyjfft5, ews,/. traviamento) 
sbaglio. 

ATTÓTrAavo^, ou, m. impostore. 

ATroTrXàTffw, figurare. 

AtsotiXìoì; ciiioitXoixt,, navigare ; scio- 
glier la vela. 

A7ro7rX>j&w, riempire. 



i 



(;o) 



AU 



z 



ÀTOTr/v^xro;, oj, c. stupido, mlac- 
cato d'apoplessia , apoplettico. 

kzo-x\f\so'jì, fut. W7W, riempire, c- 
saudite. 

A7r5T/TC,3W<Ji;, VAi-i f. riempimento, 
esecuzione. 

A7ro7r/>ifT»w, percuotere, ripercuotere. 

ÀTT^TT^u/xa, To;./ abluzione, lavatura. 

ATroTXyvw, lavare; astergere; nettare, 
mondare. 

Atottvs'w, c poti, a:T07rvsìw, /«f. 
S'J70J, sofGare , esalare , spirare. 

AtÓttvsuji;, Vjìì^ f. esalazione. 

A.7Z07tifiy(aj soflfijcare. 

ATTOTTvoyj, rii, f'j azó:rvoia, «;, /. 

. soffio , esalazione. 

A.TZOTtoiiofJ.cci^ allontanare, rigettare. 

A:ro:roi>j7i5, «&>;, y. rimozione, ri- 
pudio. 

A:rOTO|5sia, ac, /*. partenza , ritorno. 

kizonopiàoiiVA, partire , passare. 

Xiionpictjxoci^ comperare. 

À7C07:pòj fl'v. discosto, lungi. 

AjcoTtpo^oiìXùi, gettar via. 

À:r97rpo^ev; a.Tzo'jtpo^i y aw, molto 
da lungi ; in lontananza. 

ÀTtOTVpotYiaij a. I. diroTtpoirixcty in- 
viare, lanciare, scagliare. 

ÀTTOTrTOCVù», rivolgere il guardo; riguar- 
dare. 

ATTOTTTyj?, O'J, r». spettatore. 

AttÓttto/i?, 1^05, e. esule, profugo. 

ATroTTTOjUiai , guardar da luogo e- 
roincnte. 

Attotttuw , /w^ u^co , sputar fuori, 
gettar fuori, vomitare. 

ATroTTTWTi?, ««»,/• caduta. 

A:ro7ruv9ravo/*«i, interrogare. 

A7ro:rupow, infiammare. 

kitopytCoiiOLiy adirarsi. 

ATTO/syi^w, irritare. 

kltóp&ìJTOiy o-Uy c. inaccessibile, 

ATVOpéctìy conlr. e3, dubitare, penuriare; 
non aver una tal cosa , mancarne. 

knoofifiOLy aro;, n. questione, dubbio. 

ATTopYjTixo^ , ri, OV) che suol dubi> 
tare. 

kTtòp^tirOiy O'jy e. non devastato; non 
rovesciato ; non distrutto ; inespugna- 
bile. 

knop^óùiy erigere, dirigere. 

kTZOpioCy a;,/, perplessità, incertez- 
za, titubanza ; indigenza , penuria. 



AU 



À7ró^vu/xt, eccitare, sollevare; ditop' 
vu/XKi, accorrere con impeto; usci- 
re ad un tratto; partir frettoloso. 

k'KOpo^y O'Jy c. perplesso, ambiguo, 
ch'c senza via, stupido, povero. 

Arrogo vi Ci), muoversi con impeto da un 
luogo ; slanciarsi da ; saltar giù. 

k-joppoLÒxtjxicay divenir pigro. 

ATTsàpaìvw, spargere. 

krcop^òcùcay distruggere; consumare. 

kitoppdi'SOìy troncare, svellere. 

kizoppicoy grondare, scorrer giù, ca- 
dere. 

k-izoppTnyv'JfJ.iy fut^ dltopp-n^ùày se- 
parare rompendo; spezzare, divel- 
lere. 

k-izopprì^j^coy rompere, squarciare. 

kTtópp'rìTOVy o\jy n, arcano , segreto. 

kTtópptiTOiy dir, e. da non dirsif ar- 
cano. 

kitóppTnraiy aw, secretamente, di na- 
scosto. 

kTtoppiyicOy sentir ribretco; esser còllo 
da orrore o da timore. 

knoppi^óoìy svellere dalle radici. 

knoppiitru ^ gettar via, precipitare» 
spogliare, rigettare. 

knóppi^ii^ tviy/» Tatto di gettar 
via. 

knoopo^ì, rfi,/'J eatóppttety a?,/. 
efflusso, esabzione. 

kizàppooij ouy e. che scorre in giù. 

knoppo^Kùìi oLTtoppofiùiy assorbire, 
esaurire. 

kitopp^Ttrca, ripulire, nettare. 

kTCoppxioìy scorrere. 

knoppà^y ùiyoiy e, slaccato, scosceso, 
quindi come sost. , parte staccata , 
corrente o rampollo d*un fiume. 

kTtópoìif avy, perplessamente, hbogno- 
samente. 

liizoiy toiy n, fatica, lassezza. 

ATroffaiiw, e ttw, /ut. a|ca, scarica- 
re, por giù il l>asto; chiudere. 

k'jo9cx.oé(dy dichiarare, far conoscere. 

kTTO'S^ivvìJixry a7ro7^sv>Jw, esliogue- 
re; smorzare, far cessare. 

knóa^iftiiy &o)iyf. estinzione. 

A'TTÓffSiffis, «W5, /. l* atto di far ca- 
dere scuotendo, scossa data per spac- 
ciarsi d' una cosa. 

ATrovsio), scuotere, rigettare, scacciare. 

Attovsuw , sospingere , cacciare ; m 



(7«) 



An 



i. portarsi innanzi, andarsent via 

fretta. 

"ilSru, cribrare , Tagliare. 

v;/ut.aiV9/xai, annotare, segnare. 

Y}yuia(ved, indicare, significare. 

lónoty /uL rl\^(fi^ marcire, gua- 

si. 

iTsea, astenersi dal cibo. 

tT9{, ou, e. che si astiene dal 

3. 

tco^aea, tacere. 

ieriTV]9i;, ictìif f. silenzio. 

/.a:rTai, scavare. 

KC^a^«i> , dissipare , disperdere , 

Qdar qua e là. 

tipare, discacciare. 

/.CTtro/Aai, speculare dall'alto. 

KTÌfiTzroì^ «iro^xTJTTTtì», appog- 

rsi. 

f.iix.^ùiy adombrare, gettar del? 

nbra sopra, ec. 

f.lccfjficc^ aroi^n. adombramento, 

jezione dell' ombra d' un cor[K) 

ra un altro corpo. 

<i3vc(.fi.(X.i, andarsene disperso. 

/.iy.TtT(Oj sostenere. 

tiproiu , coiur. óJ , far dei salti 

e là, saltar qua e là. 
K/,ripóùfj cci:oT/.j.r,p'j)Ka f indù- 

KO^UTTTW, scorticare. 

KOTCOqj ou, m. che vede da lun- 

ch'erra dalla meta. 

KOTiCeo, ottenebrare, rimuovere 

.enebre. 

xoTOoi, ottenebrare , ofiuscare. 

f.\jòiJLO(.iV0}j adinir&i. 

/.v^ocoi; a7ro<7xu).sJe>i, depredare, 

jliare. 

<&>7rT6), deridere. 

aa&>; a;ro<7/Avj'x^} astergere, pur- 

s. 

uLtxpuvu, diminuire. 

9^eai, scacciare; atterrire. 

}f, ou, e. privo di quantità. 

nropocfftfCi), svellere lacerando. 

TOLSficf^ «TOC, /i. ciò eh' è stalo 

calo , brano , lembo. 

rocoi , strappare , svellere , stac- 

TCipW) disseminare. 
rcu^&>} far libagioni. 



ÀTro^TTOuoaCw, cessare dal porre stu- 
dio, diligenza. 

A;rÓ7Tay/Aa) ocroi^ n, distillazione, 
stilla. 

à.tto'stkSoì : KTtO'JTCK.Sòv , wf. da 
lontano; oa una certa distanza. 

ÀTro^TOC^u, distillare , cader a goc- 
ciole. 

ÀTTOiTaia^w ; a;r9ffroc>aw, distil- 
lare , sgocciolare. 

A7roaT«?t«, «w?,/. distillazione, stilla, 

ATTOiTa^io, «5, /i a7ro7T«7i5, ew«, 
y. mancamento, ribellione , disianza , 
apostasia. 

kitoiTCCTtoì , desistere , mancare , ri- 
bellare, apostatare. 

kizoiroLTiòp^ r,poi^ m.j aTro^TOtTTQS, 
ov , m. che manca , disertore , 'ri- 
belle, apostata. 

ÀTTOiTaTixo; , >j, òv, ribelle, contu- 
mace, apostata. 

A':ro7T«ix«, andarsene, ritirarsi 5 ritor- 
narsene. 

A:ro5T8txw, partire, ritornare. 

A7ro7TéÀ)i6j, spedire, mandare, riman- 
dare. 

A;rd7T£VÓa), render angusto. 

A:r07Té/?Y&>, cessar di amare. 

AirO'JTipéùt^ privare, spropriare; de- 
fraudare. 

A7ro9T8^vj5i«, sw$,/. privazione, il 
defrau^re. 

A7r05T8j5vjTT]5. ou, iw.^ defraudatorc. 

ATro-JTepTiTixo;, W, òv, che Tale a 
defraudare. 

ATTOffTsyw, privar della corona. 

Aito9TTfipiC(a, sostenere. 

A:ro9Tix^ow, render splendido. 

Atto^tO-Pw, risplendere, brillare. 

A'7roffTi^«Xi?w, rispinger con forza. 

Atto-sto/ij, ;Q5, ^, missione, apostolato. 

ATTOffTO^ixòs, >j, ov, apostolico. 

ATTÓffToiio?, ou, iw. inviato, apostolo. 

ATtotró/xcadii, ew5, /• apertura. 

A7ro5Tpéfw, rivolgere, distornare; ri- 
spingere ; allontanare ; med. ocTtO- 
isxpVfòu.v.1^ volgersi altrove, Toltare, 
cioè voltar le spalle per fuggire. 

kitù'STpo^ri , TÓ> , /". 1* allo d» volgare 
altrove, apostrofe , figura reti. 

Att^ttu'/sw, abboririre. 

Atto 5 TU '^«, /""/. u •^'w, allogare i denti, 
essere astringente. 



(:4) 



AU 



ÀTTO/sva/^at} a:rox«W) ▼ersare, span- 
dere, difibndere. 

Aizo'/Goioiiy.i , abusare. 

KlTÓ'/P'^ì v<^rb. impers. bastare; a, 1, 
é.TZiy^prt'si, 

kizòyprinii^ ewr, /. abuto. 

XTU3}(p\)<só(ti^ indurare. 

A:roy/;wvTW5, «yp. sufficientemente, 
abbondantemente. 

kizóx^tàoig^ i(òiif' tintura, cognistone 
limitata. 

ATVOXVpóoì , fortificare. 

Attoxw'iSj 6w«, /• 1* atto dell' espan- 
V dersi , cSusione. 

Attax'JW ? versare. '' 

ATrox^^i^so), partire. 

Atto^w^^^*») «««, /. partenza. 

ATTOxwpi^w, separare. 

ATro'Iàfij , astergere > asciugare; stro- 
piccbre, raschiare. 

A7ro|eu^o/Aa(, mentire, fingere. 

A?ró|>y]9T0$, OU; e. asterso, raschiato, 
asciugato. 

A7ro'|^vj9>t?ojuiai, assolvere col roto , 
abrogare. 

A.T:o']>Yi'^i<si^y irai,/, assoluzione. 

kno'hrixèSi^ radere , astergei:e. 

AttoÌi/Óco, nudare , privare , pelare. 

AtzO'^ì^ùìoiì, scàiy /. nudità « pela- 
tura. 

ÀTZQ'^^iì ttAi^f, l'atto del vedere da 
un luogo elevalo, vista; tutta l'esten- 
sione dì ciò rhe si può redcre da un 
luogo eminente. 

AttoJ/ùx^j VX©/*-»*» raffreddare, rin- 
frescarsi. 

AifT/sav/^ovo);, avv. senza molestia. 

A7rpay/A09uvy], v]{)/* ozio, oziosità. 

kTzpv.yii.td^^ ovo^, e. senza aSri , o- 
zioso , senza fatica. 

ATrpaxréw , stare inoperoso , oziare. 

À:rpax70$, ou, e. imperfetto; senza ef- 
fetto ; vano, inutile. 

A7rpoc/.Te*)c, aw, senza aver fatto nulla, 
invano, senza alcun effetto. 

XTcpcc^icCy a;, /, ozio. 

kTtpÌTZiioi, oc;,/, indecenza, iconve- 
nevolezza. 

ATcpiTtvie^ ftitic. co;, e. indecente, 
sconvenevole, improprio. 

k^p i'::ùi, avv, indecentemeole, scoo* 
Tcnevolnqente. 



An 



ATTjOiocTy.v, senza prezzo, gratuita- 
mente. 

knpooLipiiioLy «5^/. temerità , inecn- 
sider.: tozza. 

kT.poaiiptroi^ oy, e. involontario. 

kTtpot/.ipÌTOìi , avv. non voloniaria- 
mente , non consideratamente., 

kTtpo^oùXt'JTOi^ OJ, c. temerario, in- 
considerato. 

kzpo^o-Aioi:, olì,/, temerità. 

Atteso àsTw;, avv. senza certa delibe- 
razione. 

A7rpóxru/*05, ov», e. non pronto. 

kTzpoòuiiOiiy avv. contro voglia, mal- 
volentieri. 

A:r|?ot*^v;;, so;, e. improvviso, im- 
pensato. 

A7r/;cvo-/35ta, a;,/ imprudenza. 

kTzpovÓTfiTOi j ou , c. inconsiderato, 
imprudente, malaccorto. 

kTcpovoyìTtaiy a%v. spensieratamente , 
senza punto curarsi di qualche cosa. 

AttjjÓottto;; OL'jtpoópcx.voiy ou, e. im- 
provviso. ■ 

ATrpooTTTw; ; à.Ttpoop6ir(iìi^ avv. im- 
provvisamente. 

ATTpo-J/Saros, ov», e. inaccessibile. 

ATTpÓTjS/vjTo;, ou, e. cui ninno può 
resistere, irresistibile. 

knpo^ofiii, S05, e. non bisognoso. 

kirpó^Sv^TOi, ou, e. che non si dere 
ammettere, non ammissibile. 

ATrpov^óxrjTOS, ou, e. inopinato, ina- 
spettato, improvviso. 

kivpO'sSo^rtroii, av^. all' impensala , 
improvvisamente. 

A7r/;07S/£Uff70;, ou, e. inaccessibile. 

kitpoviiicx,, a;,/, negligenza, pigrizia. 

kTCpooYiyopioCy «1,/. silenzio. 

Att/sosixto;, oy, c.j* aTT/soiiTo;, ou, 
e. inaccessibile. 

A7rpó<7xg7rTo;, ou, e. improvviso , in. 
considerato. 

A7rpo9/S7rTw;, ^fc inconsideratamente. 

k'jvpó^y.OTCOi, ou, «. che non iuciam- 
pa ; non offeso. 

ATrpoffxoTTCì); , Pì'v. senza inciampo , 
senza offesa. 

kizpó'S'YOpOij O'jy c, incomodo. 

A7r!507vó,5W5, incomodamente. 

À7r/50Ti//.a«rTo;, oj, c. intatto, puro. 

ÀTznpoi, ou, c.j aTTTspuyo;, ou, c.j 
aTTspuTOv, ou, e. uun alato, non 



(75) 



▲N 



AH ÀP 



pennuto , seos' ale , senta penne, 
senza piarne. 

Attttìv, yivoi , e. che non ha ale, 
nudo di piarne. 

AffTixò;, TQ, òv, che ha fona di toc. 
care. 

ÀTtTi/oi^ ou, c. che non ha ale. 

ÀTZTiTXOf, 9U, e. che non fu pesUto. 

AVtosx»;; , m$ , r. che arditamenfe 
parb ; audace nei detti ; temerario 
nel parlare; maldicente. 

k7tror,roi, ou, c.j oLTtToitixoi, «y, e. 
intrepido 

A7rTO/«/uto;, ou, e. imbelle. 

lit-zoiivi ,fuL 90/iae, ^ro/ ftnit.) 
toccare; arriTarei colpire ; prendere, 
strìngere ; accostarsi « andare ap{*res- 
so, entrare. 

hnroficit^ (pass, d'&Ttrùt,) esser ac- 
ceso, accendersi , ardere; ii>ybrm. 
^ ef/. accendere. 

XìTTÒj, «2, òv, tangibile; malagevole. 

hnr<a, /ut. ^(ù, legare, annodare, al- 
bcciare, atUccare; a. ^póxov, aUac- 
car nn capestro per impiccarsi; a. 
y,opòf^ intrecciare una danxa, inco- 
minciarb; in med. connettersi, at^ 
laccarsi j quindi toccare, aflerrare. 

Atttw^ «to^. m,i aTTTWTo;, flv, e. 
che non cade, stabile. 

ATTuBr/tWy, evo;, e. mancante di fondo. 

A;rvxv9; , 9v , tr. che non è denso , 
^ che non è compatto. 

i[;rw^yo$, ou, e.} a:rv^y«T«4, «u, r. 
che non è difeso da lorrì ; non fa>r* 
tificalo. 

Attu^exto^, «v. Ci KTrJpiTOij O'jf e, 
che non ha febbre. 

ÌTty>poi^ ov, c,j KTt'jpotroi» ou, e. 
che non ha mai sentito il fuoco , 
s^naa fuoco; crudo ; che non è ancor 
siato OMfso al fuoco ; onoro. 

kTfJitOij O'J^ e, di cui non si è sen- 
tito parlare; oscuro; ignoto, ignaro, 
inconsapevole. 

kitóotj gridare, risonare. 

Axrcé'/wv, »V0*9 e» ch*è senta barba. 

kTT'itoéot^ esser dissonante 

kTttfòói^ 9'J, e. dissonante. 

isvsitVf da lun^. 

kistàii'j» ; a;rw£r6» , /ut. dittaci , 
cacciar lungi ; scacciar da ; respin- 
ger da sé ; rigettare ; in mcd, scacciar 



da sé, rìmuorere, respiogere, rìper- 

ruolerc, gettar via. 
Ar&i/fta, cci j / rcTina perditaone« 
• p«»rdila. 

A':;<Ma9T9;. e, negato con giuramento. 
k'X^Ù'H.i^ s«4, f-j aT«9f*5;, ov, m. 

l'alto di rigettare. 
Azcrf77(/9$, r,, 0v. che ha forta di 

scacciare. 
AT«7T9r, r;. óv, scacciato. 
kTZ^rv.roi^ v;, 9*/, lontanissimo. 
kTZvrv.T'it, avv. lontanissimamente. 
kTifàrtjioi, più lontano. 
A-r^re?'/), «iv. più lontanamente. 
hfv^ pertanto, certamente, appunto, 

adunque , cioè , per avventura ; se 

non ; inlerr. forse 7 se T spesso e 

soltanto espletiva , e quindi nei poeti 

per lo più non si traduce, 
kpd, à;, /*. pr^hiera , impreca»one , 

voto , maledtxione ; danno , colpa. 
Kpa^^oi^ ov, m, eh' è senca verga o 

liastone. 
X^a,9éM, fare strepito; risuonare; man* 

dar fuori un snono confuso. 
APCf-^Oif 9U, m. stridore, fremilo. 
kpOL'ft^ avv. perUnto. 
i/?«y/«.«, aro^ n.j «say/w;, oj, f». 

ammaccamento, battimento, strepito. 
A^«i«, «^, /. ventre e intestini 
kpouoi^ OL, ov, destinato alle maledi- 

aiuni ; maledetto. 
ApOTAÒi, (L, òv, raro, ciok non fulto, 

tenue, angusto, delicato, debole. 
kptcìórrii^ /iTOi^/. rarità, Ussessa. 
kpOLi.6oi, diradare, rare£<re. 
ApccioiULCLf ccTOij n. interstizio, fessura; 

rarità. 
A^at'M^ avv. raramente, lievemente. 
kpoLt'M'ZiMi^ ni, 9V, che ha forza di 

diradare. 
kpoiop.xi , preirare , supplicare ; de* 

siderare; in cattiva parte^ impreca* 

re, maledire. 
kpOipi'SA'u^ adattare; aggiustare. 
ApOLSo'i, OJ, adf, fermo, stabile, soli- 
do ; adattato. 
kpa^ifMO^ 0v, e, esecrando, male- 
detto. 
kpcf.f'sot, battere, picchiare, rompere, 

mozzare, infrangere. 
V^X^15» O'j, m. ragno. 
A^0cxvi9v, ou, n. t«U d\ Tl^DO,^^- 

gnatela. ^ 



(76) 



AP 



ApvR>80$, a, ov , penoso, pesante, 
difBcile , moleslo, grave; terribile. 

A/syaAswg, aw. con difScollk. 

ApyeJo^ cessare , far vacansa. 

Apytcìif star ozioso. 

Apyyiii^j iOftoLy ev, bianco» candido. 

A.pyT,i, Éog, e. ozioso. 

AfJV/is, T?T05, m.j' apyYj(TT>}?, oJ, m. 
bianro ; rapido ; f/x'^ <fe/ ce/i/o 
Noto. 

Apyia, ag, yt ozio , pigrizia , dap« 
pocaggine. 

Xpyixépauvos , ou, m. lanciatore di 
risplendente fulmine. 

A>ytX>05, ouj /.j* ocpytAos, ou, /. 
terra bianca e pura. 

A.pyO.(aS/iij 80$, e. argilloso. 

ApyivoEig, evffa, ev, bianco, brillan- 
te, splendido, rilucente. 

jLpyióoovij ovTOg, m. che ha i denti 
bianchi; di bianche zanne. 

£pyÌTtO}Ji, odoi, e. che- ha i pi^ ve- 
loci. 

ipyiiOLTcty wVj^ n, primicie. 

Apy OTTO log, ou, m. che apporta pi* 
grizia , ozio. 

kpyòi^ vi, òv, bianco, brillante ; ozioso, 
pigro ; detto d'un terreno, yaJe, in- 
colto, sterile. 

Apyupeto;, ou, m.j ecpy\)pioi^ oc, ov, 
d'argento, argentino, brillante, chia- 
jro, bello lucido come l'argento. 

Apyuptuoj, scavare argento. 

A/9y vipiov o\>^ n. argento , danaro, va- 
sellame d'argento. 

£pyìjpoSivYii, ou, che ha i vortici 
d'arf^ento. 

Ì^yu/90v]>o;, ou, e. guernito di chio- 
di d'argento; brillante. 

Apyu/ooxo7rerov, ou, n. zecca, bot- 
tega d*ore6ce. 

A*/9yupÓ7re^oc, vjg , f. che ha le piante 
dei piedi d'argento, ossia del color 
d'argento; e per conseguenga, can- 
dido, bello. 

Apyvpoq, Oì), m» argento, consideralo 
come metallo, 

ÌL/9yu/9ÓTO^o$ , ov, e. che ha l'arco 
d'argento, epit.. d'Apollo. 

Apyupóe*), inargentare. 

jCpyupuvvjTOS, tf. n. persona comprata 
con denaro; scniavo. 

^pyxi^toi ) oe/'yuf 0$, e. splendido , 
hiaaco. 



AP 



kpyuij avt», oziosamente , pigramente, 
indarno. 

Ap^a).^w, imbrattare. 

A/?c£Ìa, ai,/. aj5^«Uffts, sw;/. ir- 
rigazione. 

Apds'Jcu, inaflìarc, irrigare. 

ApoTi^lxòc, où, m. irrigazione. 

A'poy}v, Aiv. affatto, intieramente, to- 
talmente. 

XpSfióij ou, m. beveratoio, irriga- 
zione. 

À/?^w, irrigare, dar a bere, abbeve- 
rare. 

kpiidij ag, y. minaccia, imprecazione. 

Àptioq , ou , e. di Marte ; degno di 
Marte ; marziale, guerriero. 

A/^eiouTrayog, «, m., propr. colle di 
Marte , un luogo di Atene , donde 
Areopago , supremo tribunale che 
risedeva in quel luogo. 

Aìpstoiv, ovoi, m. il più eccellente in 
armi, il più prode; migliore. 

Apiiy.oiJ.oLiy esser contento di qual- 
che cosa. 

ApE9xóvT&)$, avtf. gratamente, piace- 
volmente. 

Àpifjxoij vj, ov, blando , premuroso 
di piacere. 

A/?£ffX6), flit.- dpé<sa', perf. inpixety 
placare ; piacere , essere in piacere ; 
aggradire ; in med. satollare , sa* 
ziare. 

Ape^Tov, ou, ff. decreto , sentenza , 
ordinanza. 

Ap85TÒ§, W, o'v, grato , piacevole. 

ApwTws, aiv. gratamente , piacevol- 
mente. 

/[psTàw, coltivar la virtù ; ottenere un 
esito virtuoso ; riuscir rettamente o 
prosperamente. 

ApeW, XI ?j /"• virtù guerriera ; valore; 
virtù; in gener. buona qualità, bontà. 

Apvfyw , fut, |w, aiutare, dare aiuto , 
soccorrere, allontanare un danno. 

Ap)]yoi)V , óvog , m. aiutatore , difen- 
sore. 

Kpritòooiy ou, e. guerriero ; che corre 
veloce ardente alla pugna. 

Apvfi'oi, 0\), e. marziale. 

^pYitfOLTOiy OU, c. vittima di Marte; 
ucciso in guerra. 

Apriifi^^oi , ou , e. caro a Marte; 
guerriero, valoroso. 



(77) 



AP 



KpiOft-i'^Oiy ov), adj. logorato j abbattuto. 

lpv]y, nom. inusitato j gen. ol'gÌvoì, 

e per sino . ùpytoi, agnello; pi. nom, 

Kpri^ii, ««§,/. aiuto, soccorso. ' 

À.pr,q^ 29$, m. Marie, Dio della guerra; 
guerra; comballimenlo ; strage g'Mer- 
rieraj ed anche ferro, acciaro. 

ApTOròi, rj, dv, funesto, perniuoso ; 
ineffiibile. 

ipfìTiiip, "npo^f m. sacerctote ; a/5i]- 
TBiSO, as, /. sacerdotessa. 

Ac3ru.soi>, amare; esser congiunto in 
affetto, io amicizia. 

^^tpLioif o\Jj m. amico ; compagno. 

ApSj/iòi^ où, m. amicizia ; legamento, 
concordia. 

ApSrpiy.òi, W} òv, articolare. 

kpìSpXxii , iSoi , /. malattia artico- 
lare , arlritide , gota. 

Àp^pO'^j ou, n. articolo. 

Ap^póa^ articolare, formare, prononuar 
distintamente. 

kpTSpfàSfii^ goij e. muscoloso. 

ipij part. inseparabile che, posta al 
principio d'un vocabolo, ne aumenta 
la forza, 

kpiyfcii^ WTO;, c.j etptyvcaroiy ou, 
e. cooosciutisstmo , celebratissimo , 
tanto in buono che in cattivo senso. 

kpiooup'JOi, o\t, C.J aptiouprjij uo$, 
e. mollo lagrimante , inclinalo alle 
lagrime. 

kpiòziy.troq, ou, e. chiarissimo , in- 
signe, inclito. 

kpiÒTnlog^ 00, e. inclito , molto illu- 
stre; grandemente chiaro; ammira- 
bile. 

AptOTjXoi;, avif. molto manifestamente. 

kpii^viXoi, ou, e j 0Lpi%riJ.ùi7Ci , ou, 
e. assai ammirato, nubile, signorile, 
bello in sìngular maniera. 

kpi^ftiay numerare, annoverare. 

kpiò/xripioi^ OLXOi, n, numero. 

kpì^e/xri'Sii, *(fii,/. numerazione. 

kpiÒfjunriXT^^ ;G«, /.aritmetica. 

A^i^/AY]rc/.òj, »i, òv, perito nel nu- 
merare, contabile , aritmetico. 

kpìÒfnnTÓi, TJ, dv, numerabile. 

kpi^lM.òif oij, m, numero; uomo di 
nessun conto. 

kpiltpÌ7CtiOLy ec;,f, belleraa rara, splen- 
dore ; magnificenza, gloria , lustro. 



ÀP 



kpiicpntéoii , aw, molto deeeote- 
mente. 

A/3iTpe7rW$2 <^4) ^* '***' contraddi- 
stinto , illustre ; brillante , luminoso. 

kpnzptrcùi, avv. multo decentemente; 
luminosamente. 

JÌpi<rr,iiOiy e. famoso, chiaro, visibile, 
evidente. 

A^iffTO, avv. superi, oltimamentt. 

Api^raw, pranzare, d<>sinare. 

A^iffTSio, a;, /. fortezza, valore, pro- 
dezza. 

kpi'sriio'J, ou, n, premio, propriameo' 
te riportato per cagione di valore, 

Jìpi'jxipd, à$,/. mano sinistra; soUin. 
p^eìp, la mano. 

Api<sr€pòi, poi, póv, sinistro, infausto ; 
stolto. 

kpivrtùij éca$, m. principe, il più 
valoroso di tulli i guerrieri ; che 
tiene il primo potto. 

ApKTTCUTixo';, TQ, òv, valoroso. 

Api^TCuo), sorpassare gli altri in co- 
raggio; mostrarsi valoroso, divenire 
eccellente. 

Hpiiroi, oiv, m. ottimali, grandi. 

X/S1770V, ou, n. pranzo , desinare. 

JkpKJXOiy ri, OV, superi, irr. d'di'/(ff 
ìsoi, da v.prt $, e dicesi propriamen- 
te di colui che si mostra valoro' 
sissimo in guerra , ultimo , bravis- 
simo , valorosissimo. 

ÌpK'S'^v.\rti^ io;, e. lubrico , sdruc- 
ciolo. 

Àpi^po(.Sr,i y ioi , e. nunifestissimo ; 
facilissimo a conoscersi. 

^py.eiy imperi, basta. 

kp/.gOfjL&it. , esser succiente, esser eoo- 
tenlo , acconlenlarsi , sottoscrivere. 

àpy.i'Sii, «W4. f.j oip/.ttpicc, ocxOif n. 
aiuto, utilità. 

kpKZxòi^ ri, òv, sufficiente. 

kpxixùi^ avv. sufficientemente. 

kpìf.VJÒOi, o\i,f. ginepro. 

kpyi'ji, contr. &>, JuL ésw, respin- 
gere , scacciare ; aiutare, esser suffi- 
cienle, bastare; contentarsi 

Àpy^.Vjì, tener (untano ; durare ; basta* 
re; giovare. 

^p/.LOi , ou , e. bastante , capace di , 
sufficiente. 

ApxouvT&)$, avv. sufficientemente, ab- 
bondantemente. 



\ oo ) 



AP 



cipe, esercitar l'impero, comandarei 
presiedere. 

Apxrì, 10*5,/. principio, impero, ma- 
gistratura, governo, signorìa. 

Apyy;ysr66J, esser duce, capo, coman* 
dante. 

kp^riysTVìi, ou, m.j «px^VÒ?, O'J, 
e. condottiero, generale « rh'è alla 
testa di, ec. ; fondatore, inslilulore , 
autore. 

Apxv;3r£v, da principio, anticamente. 

kpxioLTpOi^ 0-jj nt. capo de' medici} 
archiatro. 

kpx^ypcf-fJ-i^v.rivi, «w5, w. capo de- 
gli scrivani , degli ammanuensi. 

kpx*'^P^''^iì ^^9^ "*• pontefice, sommo 
sacerdote. 

à.pXi&pO'SvvTnj rìi^f. sommo sacerdo- 
KÌo, pontificato. 

XpX'-^-Oi;, vi, òv, principale, primario, 
toizijile, originario. 

Apx^i'WTOViy.ò?, tj, òv, appartenente 
all'architettura , reluiivo all' architet- 
tura , architettonico. 

AfX'"«>«'rwv, ovoiy tfi. architetto, ca- 
po o maestro d'artefici, capomastro 
d'una fabbrica. 

kpxi'zpWki'iOi , oy , w. siniscalco , 
maggiordomo. 

ip^oii-on^fut. ^Oficcij cominciare , dar 
principio. 

Apxò; ) oJ, m. principe , capo , co- 
mandante. 

Àpx^ì cominciare, comandare, regna- 
re , signoreggiare ; maggioreggiare. 

Àpx^i^ì dvTO^. m. principe, capo, ma- 
gistrato , arconte , (i7o/o dei princi' 
pali magistrati della Grecia , e #e- 
gnatamente d'Atene. 

kpcàf fut. apea, adattare , aggiustare \ 
acconciare , soddisfare j ntut, conve- 
nire, quadrare, adattarsi. 
iLpay^t f^tf' protezione, difesa; soc 

corso, aiuto. 
Kpiayòij où, e. protettore, difensore. 
anche trattandosi di patrocinio giu- 
diziario. 

liptàpLO., ccTòiy n. erba odorosa, aro- 

mo, aromato, droga. 
Apu/AoCTt^eo, render odore di aromi, 
sapere o sentir di aromatico. 

Apu/AaTixòg, vi, òv, che rende odore 
d' aromo , aromatico. 



AP 



Kp<ap.oirofpópoi^ «, produltÌTo di «ro* 
mi, di droghe, di speuerie. 

Affoc^w } a^at'vw, aver io fastidio , a 
uggia. 

A<soLAroi, ou, e, noo conculcato. 

Affà/evros, ou, e. inconcusso, immoto. 

Aff«Xyj5, «05, e. tranquillo. 

A'<xa/Aiv&05 , ou , /. bagno 3 lino«M ; 
bacino. 

X'Soiop.iAi.y aver fastidio o noia , essere 
attediato , stucco e ristucco. 

A^aTTvj's, «05, e. non putrefatto, non 
soggetto alla putredine. 

kTxpxicx^ olì,/, gracilità, magreiaa. 

A'<J«5X05, oy, e. senta «arne, gracile. 

Affà'ysio, a;, /• oscurità. 

Affanti;, ioi, e. oscuro. 

k<7(X,fóì(;, asfv. oscuramente. 

A<y^eiT05, ou, e. inestinguibile , in- 
cessante. 

A5^óA>3, iQS,/i da^oXoiy o^J,/. fu- 
liggine, favilla. 

Aff^oXo8i«, «7ff«, 8V, fuligginoso. 

ka^oXóta, imbratur di fuliggine. 

k'7^oXoìSr,i, eos, e. fuligginoso. 

Affi^siot, as, /. empietà. 

k'Ji^éùì , operare empiamente , esser 
empio , irreligioso. 

kai^Yìlia., aros, n.j oEffé^vjfft^, cw^i 
y. azione emipia. 

A52;3yi?, 805, e. empio, irreligioso. 

A<j8jSw5, aw. empiamente. 

kitipoi, ou, c.j* affffipwTOS, ov»j e. 
mancante di freno, non legato. 

A^giffTo;, oy, e. inconcusso. 

A(rs(ffT&)$, «fi*» immobilmente. 

AfjsXyatvw, operare petulantemente 
disonestamente. 

AfféÀysia, a;, /. petulanza, protervia, 
immodestia. 

Affsiysws, «tv. petulantemente , impu- 
dicamente. 

kcikyni, so;, e. petulante , disonesto, 
impertinente. 

Affe/'/w; , «»'»'• petulantemente, poco 
castamente; smisuratamente, fuor di 
misura. 

A92UV09, oy, m. non venerando. 

ÀiiTiroi, oy, e. empio. 

Àrfì, Vii, f» fastidio, uggia; nausea; 
molestia d'animo. 

ìì<r^\Titoi^ », e. privo di lunA, senza 
luna; oscurò, bujo. 



(8i) 



ÀI 



T 



04, O'J, e. prìro di guida; 
ipo, iocostodito ; senta con- 

; oscuro, ignobile. 

ov» , e.s ex.Tnii.oiVf ovo;, e. 
alo , indistinto 1 confuso. 
atn>. oscuramente, i^nobil* 

ou, e* non corrotto dalla pu- 
incorrotto. 
ojj e. che infastidisce, mo- 

ttvv. molestamente. 
, ac, f. privatione di forze, 
ea, debolezza , infermila, 
esser infermo, debole; lan« 

soc, c.j ac&eviz55, tj, òv, 
infermo , fiacco , invalido , 

, render infermo, indebolire, 

Off. debolmente , inTalida- 
spussatamentR. 

CTor. n. diiHcoltu di respiro, 
: opprcssiunc di cuore, asma, 
'•. respiro, anelito. 
«>, anelare, an5jre, esalare. 
, e. senza ferro , senza slru- 

ioi f e. illeso , senza ricever 

sano e salvo. 

, /, fango , mota , bellelia ; 

lon prender cibo. 

x;, f. inedia, digiuno. 

j. e. digiuno 4 che non ha 

ibo. 

•05 5 ajxaXo?, OJf e. che 

icavalo. 

95, o'jj C.J a-jxapvi?, É55, e. 

1 salta non palpila. 

«», yi<<. ì(7&>, saltare , palpi- 
ci, ou, e. che non esulta o 
pita. 

O'J. m. che non è srav.ito. 

; a7xeÀS4, afP. duramente, 
mente ; assiduamente. 

éoi, e. senza gambe, stanco. 
:oi, O'J, C.J a5/£7ra<jTpo?, 
• a.9Xtitrìi, éo5, c.j à^ze^ 
r/STTro?, ov, e. non coperto, 
lerato , nuo circospetto. 



À2 



A'7/.s:rT&);, avv. inconsideraUn^tnU^ !•• 
merariamenle. 

A9x«u>j5, «o«, c.^ a?xcu9;, ow , «. 
non apparecchiato. 

k<sy.éoìj conlr. cr/w, *'sereilare, coltiva- 
re, apparecchiare, lavorare eoo arte; 
esercitarsi. 

X9xy]^y]'$, éo;, e. illeso; sano e salvo. 

À<7X7j9(5, 8w?, y, esercizio. 

AffxiQTvi^, C'J, m. esercitatore. 

AffxiQTixò^, V)*, òv , apparercbiuto al- 
l'esercizio, che attende air esercizio ; 
neigli autori eccleaiasUci ascetico , 
religioso. 

AvxyjTo';, /j, òv, lavorato con arte, ar- 
tificiosamente; adorno; esercitato. 

Affxt'oiov, cu, n.j oc'JxioVf diA, /i. 
piccol otre. 

Ji'j/.toiy a, ov. ombroso, opaco, eian- 
caute di ombra. 

AffxoTTOfJoc, a;, y. borsa di cuojo, 
piccol sacco fatto colla pelle d' uà 
becco. 

A'ffxoTTo;, OVy e. inconsiderato | che 
opera a caso, senza scopp. 

Aax.ÓTtùìij avv. iaconsideratamtiita, len- 
Z.1 scopo. 

A 9x0;, ou, m. otre, olro. 

Aaxu/ioc^oi, salUr suir otre ; loppi- 
care. 

X'jy.oìXtot.'Jiiói, ov, m. tallo fatto fui- 
r otre. 

Koixex., ccroi, n.j ecaiioi, o\j, m. can- 
to, cantico, cantilena, carme. 

Aff/xàriov , ow j n. |iiccola . cantone , 
canzonetta. 

A-y/JLeviTTara, avv. benvolentieri. 

aV/asvi^Ci), ricevere con buona manie- 
ra, cunlentarsi; stimarsi felice. 

^«jutvoi, -/), ov, di buona voglia, di 
buon grado; lieto, grato, giocondo. 

A^ixivoti , avv. volentieri , con pia- 
cere. 

Aiorfiff., cr.i,f. stoltezza, ignoranza. 

li'SO'^Oij O'J, e. stolto, ignorante. 

Acó^OìS, avv. ignoranlemente. 

ktJTcdi^oixoLi, fut. à'jo/xai, abbraccia- 
re, stringere colle 1>raccia , salutare ; 
accogliere con benevolenza ; amare. 

kaiioiipfji; a<y7rapi'Cw, tremare, palpi- 
tare ; singhiozaare ; éi dice propr. 
di coloro che spirano /ottùndo colla 
morte s sgan)1>eUaTe, «y^^I^^^** 



\ 



ÀZ 



(8.) 



AsTToéXal, cuoi, "*• talpa. 

AffTraJlgia, as, /. pesca. 

A.VTta.Xttìii, icai, m.j avTraXicu'nQS, 
oCf, m. pescatore. 

▲(TTroepi^Gi), tremare, palpitare. 

À.9T:oLpaii, g(ai, /. palpilaùone « tre- 
mito. 

À'STtctproi, ou, e. non seminato. 

ÀtTtcipxbìij avv, non fatta la semina, 
senza semina. 

AffTra^/xò^ ou, m. salato; amplesso. 

ktsTZV.9xòi\ ocpiteistoi , T)} òv, ben 
veouto, desiderato; gradevole, ama- 
bile. 

kiTtocarùi ; a^TTMiriOi);, apc^. rolen- 
tieri, di buon grado; conforme ai 
desideri . 

i'sntpfi.oi, ou, e. senta prole, tema 
seme. 

jiiTZtpxUì ovv. incessantemente, «en- 
ea intermissione; studiosamente; con 
premura. 

A^Treros, ou, e. immerso; stermina- 
to ; la cui grandeua non può con- 
seguirsi. 

£9TttSTiìiy éoiy €4 rotondo come uno 
scudo. 

AffTCì^iov , ov, n.j a^TTt^iffXifi, *is, 
f.j affTTi^iVxiov , ou , n. piccolo 
scudo. 

ÀnttSi-oiTTQiì o\f, m. portator di scudo; 
armato di scudo. 

kaitìi , iSoi ì /• aspide , serpente ^e- 
lenoso ; targa , rotella ; scudo roton- 
do che serviva a riparare il petto. 

itltiSTn^j ou, m. soldato armato di 
scudo. 

À9n}^KyX^0h ou, e. che non ba cuo- 
re, timido, crudele. 

k9Ttov$€t, aw. senxa far libagioni , 
sacrifici; senza alleanza. 

A'T^rov^fiW, contr. (à, fut. r^w, non 
osservare o non ammettere ì patti 
stipulati ; rompere la pace , essere 
irreconciliabile. 

A'<7770V(^o; , ou , e. con cui non si è 
fatto, ne si può fare alleanza, disleale. 

À'yicopoij orjf e. non seminato. 

AffTCOU^affTOS, ou, e. trascurato, 

AfSjfOitSsij avv. senz'iaffanno ; senz' al- 
cun pensiero; negligentemente. 

kv9(x.y.att. arra, t'ìstesso che tìvoc, 
ovv. ^y certe cose che; alcune cose; 
Je quali cose. 



ÀZ 



1 



Ì990Vf aw. vicino, dappresso; ectftfo- 

ripca, più vicino. 
AffTayT]^ , ioi , e. non istillato • che 

non istilla. 
kvroc^q, éo$, e. insubile , inco* 

stante. 
AffTO^XTt , avv. non a stilla a stilla , in 

abbondanza , a bizzeffe. 
XvraxTo;, e. che non iscorre a goccia, 

a goccia, ma in abbondanza. 
AvraXaxTo;, ou, e. non istillato, die 

non istilla ; puro , calmo. 
Affraffia, a^, /. instabilitli, incostanza. 
Affrarsu, esser incostante, instabile. 
jLcroLTOi, ou, e. non stabile. 
kaTeiruif avv. instabilmente. 
ÀoTccx^ii , uo$ , m. spiga, resta ; ogài 

sorta di fruménto con spiga « 

gambo. 
AffTéya(7T0«, ou, e. non coperto. 
AtfTsyvi^. ioiy e. non coperto, chioso 

da molli tetti. 
AVT€yo$; ddTViroif ou, e, ch'e senza 

tetto. 
Atf rsiof , a , ov, orbano , festivo , le- 
pido, faceto. 

AffTCtOffUVVl, tiiìfj OLSTUOmii, ifl- 

TOi^f.j oevrettf/A j$ , où, m. urba- 
nità, festività. 

Avreìus, ai'i». urbanamente • festiva- 
mente; facetamente. 

A9TSXT61»;, aw. intollerabilmenle. 

À«TTS/A]S>J5 5 affTe/Aftjs, c'o^, e. immo- 
bile, inconcusso. 

X^re/A^soi^, acf. fermamente, tenace-* 
mente. 

AtfTSVocxTEi, acc. senza gemito. 

Atfrévaxros, ou, e. senza sospirare, 
senza gemere. 

AtrrevàxTw^, «w^. senza gemito. 

karepynìi, S94, e. non amabile. 

kffTipóui, itocc, Si», Stellato, sparso 
di stelle. 

kfJXipoTcn , ìf ; , /. folgore , baleno , 
lampo. 

kartpOTVf\T*ii , oZ , m. lanciator di 
fulmini ; fulminatore. 

AffrepOffxÓTTO^ , ou , e. contemplatore 
delle stelle. 

ou, e. che non ha corona, senza co- 
rona. 
Xffmi, yii,f» donna di città, cittadina. 



4») 










£3w- ce XI 

a. SL auu puegarc 



dttru , 



Tixz xrrrcisiix «e,/..? 
<-f x^4. 7. 're. ■ulatùji de- 
cao^fa c^Ii ardori della 
^ spiale he «lira ìnQu^niu 
eaacreca. 
: , Hi ^ f. scìeon degli 

i; . i: , 5» , appartenente 
» degli astri , astrologico. 
. e-», m. perito nella scien. 
stri , astrologo j presso j»/i 
ì stesso cfie astronomo, 
li, esic, m. che predice il 
ila contemplaxtone degli 

II. astro. 
• j *5 , y. scienia degli 
tnoniia. 

05 , TJ , òv , apparlenonte 
a degli astri, astronomico. 
, ou, m. perito nella scien- 
stri, astronomo. 
L>, e. stellato. 

/i. città j iV» particolare 
7TU^e, aiv. alla ciilìi. 
; , ou , m. che grida per 
tanditore, araldo. 
, ov, che abita in citlìi. 
t, e. mancante di colonne. 
ty n, cittadella. 

89$, e. che non ha aflS- 



Àl 



IIM»Ct>làKV 

dutittl««M«^ul»> 

1* » ìm|»*rdvviMbd« » i«»d«^lMk sAì ^«NP- 

dv^UW 
k^\è\9i^ 9\»y r. lUkU kp(^U«K 

A9Ùui^Ìiv)T0{, «Ut m. uoH «()m|vir«^U«« 
AVuJui,3e>««, li, e, fh« iud)« vuiUrtUni* 

sctf. rh« nuu m«Ui> ludU U iu(iuvm»« 

che non p«>rl«i U tiu |Mr«utuit « U 

tua ()U(>(«(, 
Avvu.uiT^iat, «1, /, ipro|uir>ioum 
Aou|a,air|0O«f «u , o, npropumamlu | 

souncio, knuuUiUi 
A»v/AaÌT|WW« , •♦♦'♦•, ipruiMiriluniin» 

mente. 
A(iwa7T«yvi< , d9%| r. iwu wnlio iw- 

ki*me. 
Avu/ATtXiKToi, o«>, r. (he non ai può 

unire iiuit^nio. 
A(7u//;^avv)<, «9C « <*. non ip|)«miU } 

coperto, enimuMllt'o. 
A9uu^(xveu«, nv¥, (ik( urtimen(a, 
AoJ/Af;ei)V9( , ou, r. dUitiuitiU«i di* 

• corde. 
A9u/A^6lv6)( . n^. diirr»p«n|«m«iU« i 

in guUM dUinnanit. 
AviJvaxTOC, oUf «. non aduniiliil*. 
A9uva7rro(, ou, 0. di*K'>*"^"' 
A^u'vJeTOi, ow, r, ntiii cnnneiio. 
A^Jv^v])^^, ou, 0. non manlfeati». 
A^uvM^a, a« , /.^ «^wvi^ii^ «m« , 

/, munrunKtf d' inlelltUo, «lolidetM* 
A^uvcTCO), imp4B»ire, non itiUnd«re. 
AtvIvcto^, ou, <r. paxeo. 
Affuvyj'/'i^vjTO^, ov, tf. prito di |Mitro* 

cinto. 
A9vvy)'dc{«, 0C<, /. coM inioUu. 



(84) 



AZ 



Affvvn'd^{) eoe, e. insolito. 
Àffuvv)^6>>$) avv. insoliUmeDte, diauia- 

ta mente. 
Àff'Jvdreros, ou, e. non composto. 
À7ÙV07rT0$, O'J , e. invisibile. 
AffuvraxTO^, ou, e. disordinato. 
Affuvralia, oc,, y*. perturbazione d'or- 
dine. 
AffuVT8Ì«ffTO>5, ov, c.^* a^uvTS/rji , 

éOf, e. imperfetto. 
Affu^ra^io, ocj, /. incostann. 
A9U9TaT0$, ou, e. incostante, tita- 

banle. 
AVu^yjXo;, ou, c. disonorato, Wle ; og- 
getto di disprezzo; ignominioso. 
Aa^ocXeta, a;, y*. tutela, presidio, si- 
curezza. 
KQ^a.'k'ni^ so?, e. non lubrico* sicuro. 
A^fOcAi^Ci), difendere, Assicurare, mu- 
nire. 
AffVocXitf^a, aro?, n. guarnigione, 

difesa. 
A9f>aXrsio$, ou, £. bituminoso. 
LfSffaìkTOi^ OM^f, bitume, asfalto. 
Aff^aXrów, ungere di bitume, d'asfalto. 
A'yfa).T«^Yj5. so;, e. bituminoso. 
Av^aXw;; a??à/6o>?, «r^f. sicura- 
mente , agevolmente j senza poter 
essere impedito , distornato , ec. 
A^r^apayo;, ov, m. aripria 
A'<jytyxT05 , ou , o. che non si può 

slrignere. 
^'S^ÓSzXoi.f OU, m. asfodelo, pianta 
dalle fofftie lnnghf^ sacra a Minerva. 
Kt^oSt'kói, oJ, e. rhe. produce asfo- 

aelo j pieno d'asfodelo. 
kfj^pdyidzoiy ov, e. non segnato, non 

sigillato. 
A*x«^«w; à.iy^àÀÌ'ji^ dolersi, rattri- 
starsi , crucciarsi. 
À7X^'^^9} ^^9 ^' int«>nerabi)e. che non 
si può frenare ; insopportabile. 

XcXTniJ^0ÌTl(Jr0i, OU, C.J CCT^Tn ft-OLTOif 

ou, e. mancante di figura, come 
Dio j che non ha configurazione, in- 
forme , che non è figurato , parlan- 
dosi di stile j alt. che non impiega 
nello stile alcuna figura. 

A'X'J/*^^*^^ co/i£r. VM, operare brut- 
tamente e senza decoro. 

Aff^o^cu, occupare, impiegare; med, 
dtxoXoC tJ.v.Cj esser occupato, occu- 
parsi. 



A2 AT 



/. occupazione. 
Àtxoy.oi, ou, e. che non ha ozio. 
JÌ<i(àSr,i^ eoi?, e. che soffre fastidio • 

nausea. 
Aveó/iiaTO?, ov), r.; oc^&ijmo?, ov, e. 
senza corpo (quando non iri h che la 
testa ). 
Aff&xTTo; , ou, e. che non si può salvare. 
A.tdiTtùofi.'X.i ^ prodigalizzare, scialac- 
quare. 
AffcoTia , olì ^ /' prodigalità, scialac- 
quamento. 
AVwto;, O'J ^ e. prodigo, scialacqua- 
tore. 
AffwTOJ?, atv. prodigamente , scialac- 

qualamente. 
ATocxTo;, ou, e. disordinato, sregola- 
to, incomposlo, confuso. 
AràxTu;, 'avv. disordinatamente , alla 

peggio, qua e là, a caso. 
AràÀavTOS , ou , e. ch'J; del mede- 
simo peso ; che forma equilibrio ; 
pari , uguale. 
A*TaÀ«^pwv , ovo§ , e. eh' è ancora 
nell'era più tenera, tenerello, allegro 
come i fanciulli. 
jCtocX/w, allevar qualcuno dall' infan- 
zia , allevar delicatamente , conU «a 
fanciullo j neutr. crescere in età » 
farsi grande, invigorire. 
AVa/ò?, OJ, adj. tenero d'età. 
Arabia, a;,/, disordine, sregolatet* 

sa, confusione. 
Arocp, confr. ma, del resto, pure, tut- 
tavia . qualche volta affinchè. 
Arà/saxTo; , ov , e. imperturbabile, 

tranquillo. 
Ara.p<x.^i&L , «5 , /• imperturbabilità , 

tranquillità. 
Ara^a^'W?, <'«'«'• imperturbabilmente. 
KroLp^TÌi, ioiy C.J a.Toip^rìTOi ^ ow, 

e. intrepido, imperterrito. 
KroLpTfìpòi, O'J^ e. nocevole, ingiorioso. 
Xrà^&a).©?, ou , e. perverso, peroi- 
rioso, delittuoso, insensato ; droLtòd' 
Aov , avt^. da malviigio , con per* 
versitù. 
Àrapos, ov, e. privo di sepolcro, in- 
sepolto. 
AVaw; ocréw, nuocere, ledere. 
Are, avv. come , cioè ; are, ^v), coma 
se , quasi. 



(85) 



ÀT 



Àrecpiffs, t9$, e. indomilo, ioflassibi- 

le ; ìnfaligabile. 
krtixtaroi, ou^ e. cb'è senta mura. 
i[rexvo$, ouy e, eh* è teosa figli. 
Atcxvóm, prìrar di figli. 
ArsXsia, a;, /*. imperfetioDe , non 

compimento, difeUu in qu;»lrb« cosa, 

( Del non prender parte ). 
kTtliitaroij o\J f e. imperfetto, che 

non p«ò tarsi. 
Àré^taTO, atv. indarno» »enxa fine. 
ArsÀstfTOf, ou, e. che non è stato 

Catto , che non può esser fatto o 

terminato; imperfetto. 
ÀTsXeuTKjTOf, oxjj e. non condotto a 

fine ; imperfetto ; vano , senaa fina , 

eterno. 
kTtX'tìij ioif c, imperfetto, non com- 
pleto. 
▲re}L<»4, aw. imperfettamente. 
kritx^ioq^ 0\f, e. querulo, misero. 
Arc/t^o», contristare, affliggere, privare. 
▲tcvv}^ C0{, c. fisso , intento. 
Arevc^Ci), guardare con occhi fissL 
ArevcS^, a*^*: con occhi fiui. 
Xrcp; ecTSpds; ocnp^cv, aiv. sensa, 

fnori , in disparte da, sepiratameme. 
À.TépocfJLifOi, oVf e, duro. 
Arepa/uivÓTYjf, vito$, /. duressa. 
At^/ìwv, ovo{; dTtpfxàr l'irai f e. 

senza limite , illtmilato , duro. 
At^tthÌs, éo«, c.y oirepitoif &u, e. 

dupiacenle , poco allegro , mealo , 

dulente, malinconico. 
krtp^ioLf a^/. molestia. 
Areyxréb», non conseguire 3 non otte- 



AT 

sbalordimento; ptrMonif. Ale, Ingiu- 
ria. 

A-nrjjuiéieia, a;^ «TTj/mc/ia, a;,/ »«• 
gligensa, dispresao. 

Arvi/xeÀé'j), trdKorare. 

ATif}/ACÌy/(, «««, c.iaTy,/Aé>'/jTc;, ov, e, 
negletto. 

Arti /AC/ vi rea;; ccrrifit'/óiij avv. negli- 
gentemente. 

AxDpiQ;, éo«, tf.y OLrr,pòi, pdf pòt^ 
nocevole, ingiurioso, ullriiggioso. 

kritroi : «tct«$, oj, e, non vendi* 
cato , inuofjrato. 

Ari^ftì, vilipendere, dispregiare. 

£TifjLccytyiotf allontanarsi ditlU greg- 
gia, dalla m^ndra. 

Ariftet'/i\r,f^ O'j ^ m. che spresM le 
greggia , che si disUcca da «smi ; 
quindi che paseola in disparte. 

Arcjitflc^a»; ecrt/ta^cf/.w: o^r(/i«'i«; 
aTtjUL(04, dispreizare, sdegnare, in- 
ginriare , infamare , t««'eiar«, 

krificarrip, ripoi, m. contumelioso* 

iriit.fiTOij 0u, e. disonoralo, negletto. 

Art/Atoc, 04,/. ignominia, ìnùoM , 
scorno , disonore. 

£ripL0Ì2 oVf e. disonoralo, obbrobrio- 
so • disouorevoU^ vitopereroU , in* 
lame. 

kvifióùà, trasrorare, disonorare* 

knpuupt'jitc, o^i,/' impunità. 

ÌL7ifjLC*prtrij avv. impunemente. { 

krt/juoàptìTOif O'jf e. imponilo, ini 
dicalo. 

kriuMp^Ttéij a¥¥. imponemeole. 

Atc/<.»$, a»v. senaa onore 



kivJX'^i^ ioi^ e. privo di armi, iner- 
me. 

Are^y^^f ioi^ e. rozzo, eh' è senz'ar- 
te o frode. 

Arcxy^oS ^/' imperizia, nesson'arte. 

jLrexifOij O'j, e. non artifiziale, man- 
cante d'arte. 

Atc/vw^ atv. senz'arte. 

Are^yeK, m»^» ( eoli' accento eireonfl.) 
veraoiMile, certamenle, senza inganno. 

Àréosv, ovroi^ mal canto, sciagurato ; 
qmmsi ce* c» ccn;. 

AT19, i9$« y. danno, colpa, errore , ac- 
coca m e n lo (lo svantaggio che rìsnita 
4a no ddiUo, e in certo modo co- 
flsc chi la ha coommuo); stupore. 



Art/t4srtxa>(, atv. con ignominSn 

infiimia. 
iritOLj le quali cose; neutr. pi, ifo' 

Ì[riroc/}l6S, allevare, educare delirata - 
mente, alimentare; nutrire premuro- 
samente; ingrassare. 

kr).«4j avroi^ m. Atlante; che porte 
qualche cosa sulle spalle; facchino. 

ATAVI 9 (OC, oc$, /. intoUrranaa , impa- 
pazienza. 

A7>ir,TSCi, non poter tollerare. 

Jir/.r,rói. O'j^ e. intollerabile « iniop- 
portabue. 

Atj»>J, i?«,/. •». àrpLOi. 

Àrfinroi, O'Jf e. noa tagUalo. 



(86) 



IT 



JlT ÀT 



Àr/itao»; eer/tc^w, esalare, sraporare. 

ÀT/ULÌ$, eoo;, /. soffio , alito « esala- 
zione. 

kriiòq, o\i, m, soffio « vapore, alito, 
foinn, Tampa. 

k7fiùioT,i^ toiy e. vaporoso , ch'esala 
molti Tapori. 

JkTOtxoi, ou, e. che non ha muro. 

Àroxoi, O'J, e. che non ancor partorì, 
che non ha ancorar messo radice; 
sterile. 

À.roÀfiieCy a;, f. timìdesu, codar- 
dia. 

Àtoà/ao^ ou, e. sensa coraggio « vile, 
di cuore codardo. 

£rou.Oi, ou, e. che non si pnò ta- 
gliare, iodivisibite, sost. atomo. 

Aro V SOI, mancare , esser infermo, lan- 
guire. 

ÀTOVto, ec^,/. debolezza, languore, 
atonia. 

jLro-JOiy ou, e. infermo , debole, lan- 
guido. 

AtÓvcj^, aw. languidamente. 

AroTrta, a;, /. assurdità, insolita no- 
vità, mancanza. 

ÀroTtOi , ou, e. assurdo , non am- 
missibile ; insolente, incomodo , sto- 
lido, ingiusto j con un nome di per- 
sona sciocco, inetto, assurdo. 

krÓTZca^y avV' assurdamente, inetta- 
mente. 

Àto;, ou, e. insaziabile. 

XrpocxTOS, ou, e. fuso ; conocchia ; 
giavellotto; la parte d*un albero che 
sorpassa 1* antenna. 

krpoLTzòg^ ou; oirpKnnòq, ou, /. via 
battuta ; sentiero , strada, viottola. 

À.Tpccufioiriijroij ou, e. non ferito , 
invulnerabile. 

iirptxii ; oirpex.icùi ; àrpexws , avif. 
sicuramente ; certamente , verace- 
mente. 

£rptxiìij eoe, e. sicuro, veritiero. 

£rpéixoL^ clrpéfioiq, avv. senza tre- 
mare , chetamente , tranquillamente. 

ÀrpiTtTOij ou, e. immutabile, immo- 
bile. 

Arpé/TTU^, ff(v. immutabilmente. 

A'T/58«rT05, ou, e, intrepido. 

At|?£5T«5, av{>. intrepidamente. 

ÀTjSrjTOS, ou, e. non perforato. 

At/3*jtw5, aw. senza foro. 



krpt^iìi, éoi, e.j oirpiTCTOi^ ov, e. 
non trito. 

ÀTpixo^, ov», e. eh* è senza capdfi. 

Ar^ottéai, non tremare. 

AT^o^uo;. ou, e. che non trema, Branco, 
intrepido. 

Arpone», mancare d'alimento. 

At^o^io, a;, /. mancanza d*a 

À^po^Oi ou, e. non pasciuto. 

i^rpuysTo;, ou, e. dove non si ven- 
demmia, non si miete; infirattnoso, 
sterile, epit. del mare che in gran- 
dezza e natura somiglia ad no gran- 
de e sterile deserto. 

ArpuTHiTor, ou, e. non forato. 

XrpuTwvYi, riiyf. epit. di Minerva; 
sì^n. infatigabile ; indomita. 

At|5W5, wto;, c.j ecT0Mro>, ou, e. 
invulnerabile , non ferito. 

ArpÙTùi^y atnf. senza ferita. 

ATTa; KvaoL, voce della quale i ffh^ 
vani usavano coi vecchi in significalo 
di onore e di tenerezza j mio caro 
babbo ; babbo mio. 

ÌlTU^w , /*«!. u|a>, spaventare, colpir 
di stupore , sbalordire , sbigottire ; 
in med. essere spaventato , atterrilo, 
stupefatto. 

AruxTo;, ou, e. non fatto. 

ATU/xjSeuT05, ou, c.j àru/*^05, ou, e. 
mancante di sepolcro , insepolto. 

AruTTOJTO^, ou, e. non formato. 

Aru^su , conir. ^w , non consegnirs 
V inlento, essere sfortunato. 

Arux^.u-o, aro;, n. miseria, disgra- 
zia. 

Aru^W;, Eo;, e. che non conscio! 
l'intento; misero, sfortunato. 

ATuxTQ<yi;, ew5,/.j' «ruxia, a«,/. 
infortunio , avvenimento contrario ; 
sventura. 

Aru^cu;, avv» infelicemente, disgra- 
ziatamente. 

À.T(tì,fut. affw, aor. 1. tJ^Oj « fw>e/. 
a^a e</ àffffa, nuocere, offi»ndere. 

Au, <7C(/. di nuovo, all'incontro, da 
capo , indietro , inoltre , all'opposto. 
QHCSt* avverbio nt* poeti spesse vok§ 
non si traduce. 

Auaivai, seccare, inaridire; seccarsi, 
esser secco. 

Aua^so;, a, ov, seccO) arido. 

Auavtfi;. cu$, /.^ au«Vff/i.ò( | eu, 
m. ariaità. 




«»h «>k« 9»k. 








' « rm 



le. €^ piàa kkk cbr park an ala 
voce. Jù tmoilr rkr amtxu moor iw« 

A^ÀsuC v^f' vaask upfielik. 
A>iaùs>. ;u, ■. portiera. 
▲aÀxKtiM, solcare , iart il nko» 
A-rÀx|. zxs^ f. K-Jca. 
AvÀ£Ìa. o^/, poru ddTaaìa. 
AuÀcìsv, 0^, a. Tcslìbfilo. atrÌA. 
AuÀcto^ 6j. r. ddh cute, dd v«st>- 

Iwlo. ddh sala, dd palano. 
Av2é««, coatr. y.ù, p'vpr. scMiaare (ìì 

flaiita), M semf tmU^ caalare. 
Au/.t; , -^i^ f. Ino^ all' aperta, atrio , 

sab| corte, curìtlei aBandra, stalla, 

■1. soiutor di fidato, flaotisla. 



1 fT JSJ ' W* 



UralUk 
Ai'mi..t/S, au «V. «MVA. «l^4t<K «fMl^ 

ìidA. i 



Avra.;ctrt<, «u« vs vV ^ì «W^ f^>^- 

sp(MH«iM«) T\>VMMart^v 
A«ri«{j% <v*jijfv iM«« x^ *lìtvj% ift*i^- 



1 



(88) 



AT 



ÀUTà^xi)^, tOi^ e. cooteDto, frugale, 
iMSlaote. 

À.iJzo(.pxia., ac, /. il l>asure a A 
stesso, frugalilj. 
• AuTec,J7X0d^, atfv. abbastaosa. 

Àure, cong. av e ts, ali* torontro, 
di nuovo; ioolire; ma, or*. Sovente 
te si mette accanto /<t particella Si 
per dare maggior for%a al concetto 
contrapposto. 

ÀuT^TrayycAro;, tou, m. e f. rov, 
A adj. rhe da se si offre , sponta- 
neo, Tolonlario. 

JÌO'tcu, gridare; risuooare; fare stre> 
pito, rumore, per e*., dì carri. 

h\ìrr,^ yii^f. tumulto, voce di attac- 
cata pugna ; grido guerriero ; guerra. 

ÀvT^uocp. atv. nel mcilesimo giorno, 
per quel giorno. 

A-jTixa, avv. subilo , tosto ; sol bel 
principio. 

AJt/xt], riq^f.j avraijv, f vo; , m. 
alilo, spirito- vapore , 6alo, soffio ; 
; fumo. 

Auróy^apo;, O'J, e. scritto di propria 
mano« autografo. 

AvTOovi>0{, ou, e. manifesto per s^ 
stesso. 

kvToSiSoLKTOi^ ou, c. da per se stes- 
so istrutto, che qualche cosa imparò 
da se stesso, sensa t'opera d'altro 
maestro. 

Auró^tov, avv. a dirittura; subito. 

Aurderc;, avv» nel medesimo anno ; 
nello spasio d*un anoo. 

AyTÓ&e, aurd&ev , avv, di là , di 
qui; da questo luogo ; dopo quel 
t**ropo; nei momento. 

ÀuTodri^ avv, quivi, in questo stesso 
luogo. 

AuTOx«5tyv>3To;, OJ, m. fratello ger- 
mano, ossia fratello da canto di pa- 
dre e di madre. 

AvTOXiviQffia , a; , /. moto sponta- 
neo. 

AuTOXiVYjTO^, ou, e. semovente ò mo- 
bile di sua natura. 

kxjroxpoizcùp , opoi , e. imperatore • 
eh* è padrone di se stesso , cioè pa- 
drone assoluto, senza dipender da 
nessuno; investito d*iiutorità assoluta. 

Auro/AaT«t; auTO/AotTTQV ; auTO/Aa- 
7Ì, avv, a caso. 



AT 



AuTO,ttaTca, a;,/l fortuito tvvcoi- 
mento. 

AuTÓaaTOV , oi> , m. ««novente , aa- 
toma. 

AuróaocTO^, OJ, e. che spontaneamtn* 
te si muove od opera; spontaneo. 

AuToaocrcac , «ff. senza fondamento , 
fortuitamente ; maleriiilmente. 

AuTO/iio)i8w , contr. &> , andarsene di 
sua pntpria tolanlà , fuggire passan- 
do all'inimico, disertare. 

Au TÓ/jio).©;, «, e che se ne va di suo 
pr«>prio moto, fuggitivo, disertore. 

AyTÒvouoc, ov , the vive secondo le 
sue proprie l^ggi . e di un animai 
le j rhe pascola liberamente. 

AuTOVup^eì} u^i} a*'t'* in quest'istessa 
notte. 

AuTOTot^sia, as, /. intrinseca od in- 
» nata passione. 

A*y*ó:rais, e. eh* è un vero fanciullo,, 
che ha proprio il carattere d' un 
fanciullo. 

jfuró:riffTOc, e. che per s^ stesso h 
degno di credenza ; che non ha bi« 
sogno di prove ond' esser creduto. 

AÙT07r^87nQ;, «5, e. conventenle a se 
stesso. 

AuT07r/?o«ipf Tw; , avv, arbilrarit- 
mente. 

AuTÓp^UTo;, ou, f. che spontanea- 
mente scorre. 

Auto;, aunQ, «uro, pron, reìat. 
esso , està, lo stesso; dimostf. que- 
sti , questa , questa cosa. Questo prò» 
nome viene spesse volte adoperato 
per dinotare la cosa principale iit 
càntrappotio alla subordinata, 

AuT05C, avv. cola, qua. 

AuTÓTiro;, ou, e. che si procaccia da 
se il cibo. 

AvÌTOffra^io, olì,/, battaglia in cui 
si combatte da presso , corpo t 
corpo ; a pie fermo. 

kùro^X^Sioi, oy, e. fatto nel momen- 
to, in fretta. 

AuTOTxs^óv , tfiv. dappresso , vi- 
cino. 

vicino; tosto, sul momento. 

AuTÓraTo;, tj, ov, istessissimo. 

AuTorsXeia, «;}/• perfezione» inte- 
grità. 



( ^> 



xr JM> 



. «Pf. pcTl«ttam««tr. 
. «fimi appunto . in <pirì- 
hiafrn ; li apfmDlA: «'Jrov. 
cxroG . 01 f*M4ì tmvmf dt 

. •£. %>. SaiX'JT^. 

. eu. ;. r»erri«in, roM 
»lte proprit mani 

c>Z. ni autore 
•iros^v. «p»-. i»i : k mmforrt 
Hi . d: K-jrcìc. 
1. e. ciui k. srtinw. 
■njz . cC . t.: u.jro'^òvo.f. 
ur nrciM se sieisii . kuiri<lu 

C9.;. e. niitii su, Trmito mi 
à—inin. r'iLilL terra) , natii- 

0VS4. r. Dahl (Irillià «tf^^Mi 
mi abiU , pacamo, in<ii> 

:ì. ou. c. nall* isimsa fnrrn» 
dalL furoacr ; rono, greg* 

.. e. 'vf'rxato «ia m «tono 

«), tenuto lu na turai moot«> 

nu di bue ). 

acv. oruWrmenlfl. 

•. co»), in quello mnila. pa» 

invano ; trmerarianMnIr , • 

■fr. bi. /ut. Tffw, gloriarsi, 
tn , ^antar&i. 

f. iattanaa, vanagloria, 
oc. in. rollo . m-vic«, /hh». 
{Tosto . stretto. 

tc'jxfi-tù) . cs<^r abbrooMlA 

; essere squallido. 
. ùà.^ Dcv, squallido, ìr« 
30, iaùlraiickilo. 
J, iM. sicciia, sqtiallttr*. 
« e. sporco, sudicio, ispido, 

>, seccare, asciugare ; accen* 
idare , esclamare ; chiamare} 
fuori una Toce ; soffiare. 
, purificare, consecrare. 
à; , oJ j m. purificatone , 
lione. 

, aro; , n. 1* alto del logli** 
che viene tolto via. 
, atUe. cu; , /. toglimento, 
aferesi , ^ff. grai». 
;, eu, m, che si può toglit* 



A« 



fi»|tl>*»r#. portar Ma, sp.»f!Uar^ : *». •. 

<»avArM , trarsi , ti*glM*rM. 
^'«.ir) ««"ITI. strillar giù. 
A-Sic"»;. ©■>. *'• T»' fiefì'efmn: H^fnif. 

sf>nrM pM»narohH> ; sMMa •dortwMntft- 

lo ; nitdo. 
AV'Jca'y.'rfltv'k». andar #rra«do ; p<»rd^- 

SI , allonlanarsi ; «ogamMirat ; 

<Mii«o , tallire , shftgltaiv ; 

priva. 

iw tuo discorso; <h^. «i 
d.il suo sogg^itf«. 
Aoirv'ì'atviw, dispiacere t imh» «wlar* % 
g««nirt. 

A:;«:vri: . cov , r. invitih»!^, «*h« »«>« 
apf»«n«c»»; nascosto» scrtno^oimo, ^*«è 
s#»r»«a H'Mue , i^nta Umm , ignoHìl». 

Acw.vtvowiatt , sparire, «vanire, dile- 
gua i*«i. 

Acwviil*w. «^m*lUt« , rìmfHnww del- 
l'aspetto, toglifH- via dagli o^?li«, di- 
stnijjgTT ) me*/. «c?o(vi^«fii«i, Ittmi 
tnvi<>il>ile , soomnenre. 

A<?«Vi«?t< , €**>>,/. iholieioll* , lPÌ«*»o» 
tione diigli <wbi. 

Ac?» vcT««v ) cO^ m. «HotivioM , •«'• 
oidio. 

Ac«vcTr*:<. «J, m. dintrottore. 

Afacvtcrix^i, t}, «», «'h* •»• f«>r%t A 
distruglfeiie. 

A'f«vr«v, «*>, ^. «"b* iKMH piÀ «pptri- 
Rce I eh' è ferito cim 1<MU ù »iM 
stirpe { di <^i fa memorit k «ntieni- 
mefite estiniaf osi'wro, immMHvrthiW. 

Af 9(VM<, «r«v. senta « w èr X'vdiitd 1 Ift- 
vÌ4il>ilm^iM4^. 

Ac;«^r<*. lospender^». 

a'^«o^ «nv. fouo, «uhito» prMloi At- 
ri j mente. 

Af «£/A«X6< ^ «U . e. j «.fùiòJtiiMTéi ) 

©u, r. non avwltnslo. 

nire, evser di^Mvnante. 
Af«^d7r«Xft», raptr*, porur >i«»lògU«r 

via. 
AV«,-*tje«<, ou, ««*/. l»<»\ *«lo«t| (.ià 

rapido. 
Af Kffi«, et< ) / imiMlMMà mI |«tr» 

Ur« I malo iluport. 




(90) 



A« 



Xf ocro^ , ou , e. inc£nibUe , dod dici- 
bile. 

Af arw^, atv. indicibilmeote , ioesp-i- 
mihilmente. 

A^K\j(/.i'Jiay seccare. 

Xfa.xjcòi , pò. , j9ov , imbecille , de- 
bole , fiacco. 

Af auw, seccare , abltruciare ; in med. 
diseccarsi , asciugarsi. 

Afaoi, palpare; toccare; maneggiare; 
pulire, lisciare, lustrare. 

Aysyyyj?, éo;, e, privo di luce, oscuro. 

Ayg^coàv, oàv05, w. fogna. 

A^e(Ov]c, co^, e. cbe non perdona , 
inesorabile 

A^ st (S'ali ^j avv. alla disperala. 

A'^sAgto, as, y. semplicilà , maniera 
di vivere semplicemente , cioè »ensa 
pompa , senza lusso. 

A^sXvj;, £0$, e. semplice, tenue. 

A^sAxucj; af s>.x&), trarre, condur via, 
chiamar altrove. 

kftXòìi , ai'tf. semplicemente » senza 
complimenti. 

Ayevo?, 805, ««j aysvo;, ou, m. en- 
'^ trata di un anno; ricchezza. 

ÀfépTt(tì^ strisciar via, poet. andar via^ 
andarsene. 

ApepTaro?, ou, c.^ ct^èprepo^^ ou, 
c.j oiftproiy. OMj e. non comporta- 
bile. 

A'fsat^, 66J$,yi dimissione, licenzia- 
mento., congedo. 

Afzvfjiàiy o\>, m. sciame. 

kfiaTiOij ou, e. assente , lontano. 

AftTOi, ou, m. licenziato, libero. 

A'f (UXTO^, ou, e. inevitabile. 

Af^suxTcu^, avv. senz' alcuno scampo, 
inevitabilmente. 

à-fi-^Yì/xa^ «Tos, n. cottura , deco- 
zione* 

Af sv{/t$, ecj^, y. Patto del far cuocere 
o^ bollire ; cottura. 

AfW, "nij /' latto, il toccare; maneg- 
gi;«menlo. 

A^^n^Oi, ou, m. che oltrepassò la pu- 
bertà, adulto. 

kfi\ytoiiO!.t^ condurre. 

A^yjyyj/Awv, O'^Oi^ e. guida. 

Ayrjyyjffts, ewg, y*. narrazione , rac- 
conto. 

AyvjyyjTvjs, où, e. che narra, racconta. 

A^vj^uvcj, render giocondo. 



A« 



Afi]x&), pervenire. 

A^yÌjuisvo^, ou, m. sedendo da langt. 

A^/uLO$, OMy c,j a^vf jULOiv , evo$, e. 
che per fama non è celebre. 

Afv}/x&)5, ac<>. tacitamente. 

Xf^vivioé^u, {relativamente a cavalli) 
scuotere il freno, romper la briglia, 
guadagnar la mano. 

XfiTJTwp, 0^05, m. soprannome d^A' 
pof/oj saettatore. 

A^J&à/sffta, as, f. incorrultibiìila, 

A^d^oc^Ti^w. render incorruttibile, im- 
marcescibile ; che non può venir meno. 

Ay&a/?T05, ou, e. incorrullibile. 

Af)dà/;Tb)4, ffff. incorrutùbilmente. 

j[^2riT0$, ou, e. incorruttibile ; immor* 
tale ; perenne. 

À^^oyyoi j ou , e. muto , privo di 
suono. 

kfòóvinroiy ou, e. non soggetto ad 
invidia. 

Ap&ovia, a;,/, esenzione dalla in- 
vidia; abbondanza, copia. 

jif^ovoi^ O'j , e. esente dalla passio- 
ne dell'invidia ; non invidioso ; co- 
pioso , abbondante. 

A^dóvo);, avv. senza invidia, copiosa* 
mente. 

A:pòopi(X. , a? , /. ciò che non h sUto 
corrotto ; purezza ; incorruttibilità. 

À^^opoi;^ O'jj e. incorrotto , puro. 

kfispì^ta^ render sacro e santo, pu- 
rifirare. 

Afispów, contn m, consacrare, de- 
dicare. 

k^iipcùfia., OLToq^ n.,voto. 

kfirifj.ij lasciar andare, liberare, rila- 
sciare; licenziare; permettere, accor- 
dare ; omettere , trascurare , gettare, 
lanciare , spingere. 

Af^ixavo), arrivare» giungere. 

A^^txvso/uiat, arrivare, giungere; ap 
prodare. 

kfiXtìToqj oy, m. inamabile. 

A^iAt'a, a^, f. mancanza d'amicL 

kfiXóSo^Oi^ ou, e. non desideroso di 
gloria. 

A^i>oxa>o$, ou, e. non amante del 
bello o dell'onesto. 

ktpiXóvtiìtOi , ou , e, alieno da con- 
tese, pacifico. 

kfiXov&Uc/ii, avv. coir animo nemice 
d* ogni contesa , pacificamente. 



(9« ) 



À* 



A« 



d«IIe 



A^t^o^^ouTtoc, OS, /. dispri 
rìcchene. 

À^tloi, ou, e. privo d'tmici, semV 
mico. 

kfiXortftteLf a^ /! animo tlieno dal 
desiderio di ooore o di gloria. 

A^iXÓTi/AO$. eu, e. non ambisioso ; 
non vanaglcMrtoso. 

jLf lì^i^ sotiyf. Teoata, parteosa. 

Ay>ì;rTa;uiai, Tolar vìa. 

A^t9Ty)/uLt, allontanare, disgiungere, 
allontanarsi ; à^ittrocfiOLi , partirsi ; 
astenersi , esser discosto. 

IfXecsTOV, qVy n. parte superiore della 
rappa. 

Af AcxTO;, ou, e. non abbruciato. 

Af)}.ot9ao$j ov, m. spuma. 

Afveóf, ou, e. (poei. apvet^^, ou); 
ricco, opulento; che vive Dell' ab* 
bondanxa. 

XfV», a*fv. subitamente, all'improvviso. 

k^ó^rìzo^, 0*J, e. imperterrito. 

A90^ìa, oc^^y* inlrepidesta , animo 
imperterrito. 

ifopoiy ov, e, imperterrito. 

k^oBoi^j avv. intrepidamente. 

Afooo?, OM^f. partensa, ritorno. 

A^ocTV)TO$, ou, m. inaccessibile. 

A^OjtACOfL ou, m. dissimile. 

A^^OjtAOiooi), C6/iCr. ^yfuL uva», ren- 
der simile , assomigliare. 

A^OTr^t^o), disarmare; spogliare, de- 
porre le armi. 

kfópTOroi, ou, e. intollerabile, roole- 
sto« insuffiribile. 

k^opTnroiij avv. intollerabilmente. 

k^opioLf a$, f. sterililSi ; infelici pro- 
duzioni della terra. 

kfopil^oìf /ut. 90ìy separare; determi- 
nare. • 

kf^óptvfiec, ccroij n. cosa circoscritta 
ne' suoi limiti. 

kfOpfyfiòif ovj m. definizione, breve 
sentenza che dà rettamente la pro- 
prietà d' una cosa , afurismn. 

kfopfioica , staccarsi con impeto da 
qualche luogo , involarsi precipitosa- 
mente; allontanarsene; far mossa. 

kfopuMy Tfìiì /' occasione, opportu* 
nita , argomento. 

ifopfitxroi, e. senza lira, senza canto; 
acuì accompagaito dal suono della 
fin; quindi mesto» luttuoso. 



A'f 9/90«, ou, e. sterile. 

A^o^uxTOf, O'jf e, non imbrallalo, 

kfùttóoty espiare. 

A^07ioi7t(, f««, / espiazione. 

kfpccSira , parlar senza riHestione ; 
sragionare | vaneggiare , mancar di 
buon senso. 

kfpa.òéotiy aw. stoltamente, t caso; 
imprudentemente. 

kfpa.ÒTni, co$, e. irriflessivo f incon- 
siderato, imprudente, speeialmemU 
net pariare. 

kfcccoLKj cci,/. imprudenza, balor- 
aagsrine , temerità. 

kfpaopiÓTfOiij avu. stoltamente, a caso. 

kfptK.SuLWy oifOi, e. temerario, scodo 
sigliato. 

Xf/^aiyw, farneticare. 

jifpaxroi^ ou, e. non cinto, oon ài* 
leso , non agguerrito. 

kfpoL^liotVy ovoi, e. temerario, scod* 
sigliato. 

ÀfPavTo;. O'j, e, ineffiibile, che non 
e stato netto ; inesprimibile ; improv- 
tìso, inopinato. 

kfpoivrfaij aw, inconsideratamente , 
^ d* imftrovriso. 

Àfpinrtap, opoi, m, ch*à senza tribù; 
che non ha patria ; nemico della 
società. 

kfpit^ot^ dtppi»^ spumare, gettar della 
schiuma. 

kì^poSirrij *J», ^Venere, da dfpóu 
schiuma , e Sica , muovere. Così 
delta perchè naia (secondo la fa- 
vola) dalia spuma del mare, 

kfpOTtiot, impazzire, mancar di senno, 
esser privo di giudizio. 

Jifpovrtiy tSoi^ e. che non ha cure , 
tranquillo « senza inquietudine. 

kfpOTtritxicCj ocq^f. l'essere esente da 
cure, negligenza. 

kfpóvrtvroq^ ou, e, eh' è senza cure. 

A9>/90VTC9T»$, aw' senza alcun pen- 
siero, tranquillamente. 

kfpóvm^ avv, pazzamente, impruden- 
temente. 

ktppòi, O'J, m. spuma, schiuma. 

kfpotsùvri, «IS,/. imprudenza, scioc- 
chezza , pazzia ; immodestia. 

kfpoxipfiTOi^ ou, c.j eifpoupoi^ ou, 
e. non custodito. 

kfptiSini^ co(, e. spumoio, tato ^^^ 
spuma. 



A* AX 



(9») 

"11"" 



/ 



A^pojv, ovo;, e. pazzo, stolto* im- 

prudenle, melensa, biilsaou. 
A^ut;^, so$, c. per natura inetto, ina- 
, bile , inrapare. 

i^^uioc, a;. /. natura inetta, incapacità. 
Af UXTO^, e. a cui non si può sfug- 
gire (per e.f. dalla morte). 
A^u).ax70c, 0U, e. iùcaulo, non cu- 
stodito. 
A^uÀmxtw;, Afe. incautamente» non 

custodiiamente. 
Ayu^a^ia, as, /. mancanza di cu- 
stodia. 
j[^v>/o; , ov , e. spogliato di foglie | 

sfrondalo. 
A^^uaycTO^ , ou, m. tutto ciò che un 
torrente trasporta secoj fango, sox> 
zura; Lei leti a. 
Afuatfu, esaurire. 

A^uffTspéu, esser privato o defrau- 
dato. 
A^ureuTo;, ou, e. non piantato o se- 
minalo. 
Af'ueà; 6if\j'7'sa, Jut. viffO) e u^oo, at- 
tingere, ciivar acqua> esaurire] ac- 
quistare. 
A'^cjvos, ou, m. mulo, privo di voce. 
A^oivoi^, tacitamente , senz* alcun uso 

della voce. 
kf(àri9T0i, ou, m. privo di luce. 
Axoc^ixos, OMy e. sfrenalo. 
Ap^a^ivcue, ave a briglia sciolta, sfre* 

natamente. 
Aj^aXtvwTos, ou, e. sfrenato. 
ÀxecAxeuTo; , non battuto all' ÌDcn« 

dine. 
AxavT}^, eo;, e. che resta colla bocca 
aperta j vasto, immenso , assai pro- 
fondo. 
A^a/socKTO^, o\)^ e. non impresso di 

alcuna nota. 
ÀX^V-iì t'^o^) ^* ,i°g^^to > scortese, 

scompiacerne. 
A;( a/7 i9Té&), esser ingrato, scortese; 

non concedere , non gratificare. 
Ax«p(9Tia, a;, /. ingratitudine, scor- 
tesia. 
Axà/JtuTo;, ou, e. ingrato , scortese. 
AxocpitfTcu^, aw. ingratamente , villa- 
namente , scortesemente. 
Xx«i/5j poi, c,j ax8if>TQ5, t05, C.J 
ocxstpo? 9 OMj e. prÌTO di mani ; 
monco. 



AX 



Xx6|9^o^, ou, m. sorta di spine; in 
Orn. siepe di spine. 

AX ^wi; , tSoq , /. pioppo bianco ; 
ossia r albero che ( secondo la fa» 
vola) Ercole portò dall'Acheronte, 

Ay^iv] 0(.yiiJ''jì, esser afflitto; soppor- 
tar con pena ; rattristarsi. 

Ax&eivò;. yj', òv, grave, pesante, mo- 
lesto , tedioso. 

kx^riprìi, éo;, e. grave, pesante, mo- 
lesto. 

kX^ripóiq, avv. gravosamente , mole- 
stamente. 

a'x^o/a^^) ♦'"'''• »''''• "*•'"' aggravato, 
andar in collera, attristarsi, gemere, 
dolersi. 

Ax^o;, eo^, n. peso , carico , ooia , 
dolore. 

Xx^of op^M , co/itr. w , portar on 
peso. 

Xx'^o^r ou, e. eh' è senza sugo o nu- 
trimento ; privo di pascolo. 

ky^oot^ ou, e. privo di verdura. 

Ax^uóct^, ttaoL , ev , caliginoso. 

Ax^'^^s, uo;, /*. tenebre, caligine, neb- 
bia, tenebria; in Esiodo: Oscurità, 
personificata qual mostro abbomi- 
nevole. 

Ax^v&j, coprirsi di tenebre, oscunrù; 
ottenebrarsi. 

Ax^ww^iJS, eo;, e. caliginoso , tene- 
broso. 

h.^^t »J5j/-.f «X*^i ^«»/« P'^l»''- 
le parli leggiere che si radono via 
da un corpo e che sollevansi da se 
stesse ; quindi puU, loppa, fuliggine, 
spuma e qualunque rigettamento (del 
mare ). 

Xxvoo;, ou, e. eh* è senza primo pelo 
o barba , imberbe. 

A'xvu/itai, dolersi. 

Ax^^/^svo;, ou, adj. turbato, agitato. 

Axvvs, W05, / tristezza. 

XxoXo;, ou, e, privo di bile o fiele; 
scevro d' ira. 

k-XOfuoii^ rattristarsi. 

Xx^^f so;, n. affiinno, dolore; cala- 
mità; qualche volta colpa. 

Axf?a*Ì5» M5, c.^ axpavijs, 80«, ci 
axpavTo;, ou, e. incontaminato. 

Xxpo^?j à^o?, /. pera salvatica. 

^XpgXo^j avv. inutilmente, in una ma- 
niera inetta, sconcia. 



JL 



(93) 



AX AT 



;, «e, Ofj inolile, senu icopo. 
M, render inutile. 
i^j-m, >i?, y. nuioransa di da- 
inopia , povertà, 
vv, ovo^, e. povero, iodigeote. 
«, a^ /. inai ili là. 
rs'u, esser inalile. 
ricL, a^, y. inulililà. 
:o;, ov, e. inutile , jncomodo. 



on oso. 

r&><r, <7t^. inutilmente, 



prep. o co/i^- sino, 600, 
iutieramente ; v-xp*- ( CTTi ) 
;, sin dove, sino a che; à^^^t 
fino ad ora. 
•05, ou, e. non unto. 
>^, ou, r. privo di tempo. 
U4, avv. senxa tempo. 
;, ou, e. rh'è senza colore. 
>^, oj, e. mancante d' oro. 
;, ou, c.y dx'JU-Oi, O'J, e. eh' è 
I sugo , insipido, 
io, à;,/. mucchio di paglia» 
ajv). 

V, O'J, n. paglia» festnra , pula, 
ì. 

''ut. dyriij^jì^ affliggere ; in posa, 
rà. essere afflitto e dulenle, a^ 
•rsi. 

ffTO;, ov, e. indivisibile. 
ffTM^) avi'- indivisibilmeote. 
;, O'J, e. eh* è senxa Inogo. 
V. poff. di dietro, indietro, dì 
o. 

CXTC^ O'J, e. non tocco, iolao' 
e. 

TSM, non toccare. 
ti; cc'I'aJyTc*;, «♦•v. sc«aa toc- 

TOi , ou , e. 000 tocco , iHi* 

0^ ov,, e. non ripreso. 
ICO, ot5,y. verità, sinrerità. 
£0» , dire il vero , odo meO' 

r,i^ £9C. e. che non sa mentire. 



AT AO B 



sevsa rocnn^gaa , 
veridico. 



OJ, e. 

ngnero , 
O^ ov, r. non raso. 
Xi« -» c«rt£r. w , ( eom^ éirt 
a* .K«éx>: * ) • incominciar* « m- 
iar'b batuglia. 



L\Uì i^oi,/. legame, nodo, «arvi* 

tura , arco, vòlta } arcale. 
A'^i;, €«;, /. latto. 
Ayoppov, 0VV. di dietro , di nuovo. 
A-^óppoo^j O'jf r.j ù'ìfOppOi^ OJ^ f. 

reinigrado ; ch« torna o scorra in 

dietro. 
A^fo;, toi , n, congiuntura di in«inhrl« 

membro. 
A'|o^y)Tt, n¥v. senxa strepito, 
À.'^OfOi, oj j e. che non manda lira* 

pilo , pian piano. 
À'f u/r9^, OV) €. cha non può raffrcd* 

darsi. 
i'^vyoi , ov , e. mancanta di «niina « 

in.tnimato. 
Jiotj/ut. ci^'Jot, spirare, uAUsn. 
Afji<ff,i, eo; , e. eh' è «enea odor^. 
X'fO^, a, 6y {dfài)^ maitotioo, ofia«« 

'tale. Eoo. 
kapi'j», non ensfodire, trasearaf«« 
kfjtpi^ aw. fuor di tempo. 
AupioL, ef.4, /. tempo improprio* lA- 

tem pentirò. 
Àotpoif O'J^ e. intempestivo, imnsato- 

ro , precoce ; ( tfcon^o alcuni ) d«- 

Éf>rme , orribile } (*fc**ndù nllri) ao« 

Urmre i a. Sravaro^, rnort* rhe 

viene d* nn m«>do violento innaiixi 

tempo, come dira par pesta o par 

guerra. 
À6t7Ì(,K à«rev«#,eogli«r fiori, coglierà. 
A';*TO», ov. <w.i à'/rro;, ov, /». <^o*- 

eAe <r il fiore. 00 tM l'otiiavo dì /fum- 

/unffue coffij in Om. palla di moO' 

Iona colla lana. 



B 

B, jaraWv Itittra MValfah^tù ff^^^ 
si promunria eorme 1/ m^Mlro B. / 
Greci ^ moderni f A d«>fmo il fmtm 
di V, a qutstm proimtt%im éemhrm 
mmUiriintia da terle parale che t 
Ialini accattarono dalla hmtrtta gre* 
la , come earrhhrro vivo da ^M#, 
voL^ da ^'J'ÀOttoUj vox da j^cK ^ 
voratio da ^opó,. Qteefa lettera^ 
mrnmericamemie pre^a , imt$ea due , 
■M se et ti aseiie sotto um accento 
maio, aliorm imétcm ime anla. 



k 



(84) 



AI 



AtfUVY]^(, 60$, e. insolito. 
A-axivrìòoìif avv. insolitamente, disuta- 

tamente. 
Aff-Jy^ero^, ou, e. non composto. 
AvùvoTTTO^, ou, e. invisibile. 
AtfuvraxTOS, ou, e. disordinato. 
A^uvra^ia, a;, /. perturbazione «l'or- 
dine. 
AffoVT«ÀeffTO?, ou, c.^ avui^Ts/W; > 

éos, e. imperfeUo. 
À.dUfJTK'Sicc, ccij/. incostansa. 
A^ùffraro;, ou, e. incostante, tita« 

bante. 
/ìaùtprì'Xoi^ ou, e. disonorato, vile ; og' 

getto di disprezzo; ìgnomioioso. 
Ao^àXeio, a^; /. tutela, presidio, si- 
curezza. 
A^^a^TJ;, io?^ e. non lubrico» sicuro. 
A^^aXt^Gi), difendere, assicurare, mu- 
nire. 
AffvaXitf/«.a, aro;, a. guarnigione, 

difesa. 
Avf aXreios, ov, e. bituminoso. 
iL^^a^TO^, o^Jyf. bitume, asfalto. 
Aff^aXróoi), ungere di bitume, d'asfalto. 
A9^a).T<>>^Y7;, to^y e. bituminoso. 
Xc^oiXóìi] oc<7ipoi).é'j)i, avv. sicura* 
mante , agevolmente ^ senza poter 
rssere ioipedito , distornato, ec. 
Àt^oipa'/Oij O'J, m. arteria 
lìijfiyxroi 5 O'J , 0. che non si può 

strignere. 
Xt^ÓosXo^, OU, m. asfodelo, pianta 
dalle foglie langhf^ sacra a Minerva. 
Kf9oStlóij oJ, e. rbe produce asfo- 

aelo j pieno d'asfodelo. 
k'jtppà.yi'STOiy OMy e. non segnato, non 

sigillato. 
A^X*^*^i ài^aÀi-w, dolersi, rattri- 
starsi , crucciarsi. 
X7X*'®»j ^^> ^' inlollerabile, che non 
si può frenare; inaopportiibile. 

ou, e. mancante di (i)^ura, come 
Dio j che non ha configurazione, in- 
forme , che non è figurato , parlaa- 
dosi di stile j alt. che non impiega 
nello stile alcuna 6gnra. 

A5x>7tt0viw, conlr. vùj, operare brut- 
tamente e senza decoro. 

k^xo^iéoi^ occupare, impiegare; med. 
6i'jy_o'koC ii.Ktj esser occupato, occu- 
parsi. 



A2 AT 



J", occupazione. 
À^X^^^ij ^^ì ^* ^^* °^° ^* osio. 
aVcÌ^y;;, sfij^, e. che soflEre faatidio « 

nausea. 
ks(àfi.ccroiy ou, e; à76i>juio$, ou, e. 
senza corpo (quando non vi ^ che la 
testa ). 
Jiioìaroi j ov, e. che non si può salvare. 
Aioìrtùofict.t y prodigalizzare, scialac- 
quare. 
AffcoTia , a$ , /. prodigalità, scialac- 
qua mento. 
AVwto; , O'J , e. prodigo , scialacqua- 
tore. 
AffcÓTO)^, atv. prodigamenle , sctalac- 

quatamente. 
Araxro;, oo, e. ^disordinato , sregola- 
to, inromposto, confuso. 
rocxTWs, 'aff. disordinata 
peggio, qua e là, a caso. 
ATocÀavTOS , ou , r. ch'fc del mede- 
simo peso ; che forma equilibrio ; 
pari , uguale. 
AVaXaypwv , ovo; , e. eh* è ancora 
nell'eia più tenera, tenerello, allegro 
come i fanciulli. 
J^Ta)i/&), allevar qualcuno dall' infan- 
zia , allevar delicatamente , conta w« 
fancmllo ; neutr. crescere in età , 
farsi grande, invigorire. 
ikraÀòc, oJ, adj. tenero d'età. 
Arabia, «;,/. disordine, sregolatez- 
za, confusione. 
At«j5, cong. ma, del resto, pure, tut- 
tavia , qualche volta afTinchè. 
ArapaxTo; , ov , «.imperturbabile, 

tranquillo. 
A-TOCpoL^ic/. , «; , /. iroperlurbabiliU , 

tranquillità. 
Arapa^'U^) "vp. imperturbabilmente. 
AroLp^iii, éoi, c.j <x.r6ip^r,T0i y ov, 

e. intrepido, imperterrito. 
h.ra.p'rfìpòiy ov, e. nocevole, ingiarioso. 
jCTa-T&a).©?, ou , e. perverso, perni- 
cioso, delittuoso, insensato ; aroc^^a- 
Aov , avv. da malviigio , con per- 
versità. 
Ara^os, ov, e. privo di sepolcro, in- 
sepolto. 
A'tocw; aréw, nuocere, ledere, 
ATCj acf. come, cioè; are, ^vi, come 
a« , quasi. 



(85) 



ÀT 



ÀT8cpY2$, so^, e, ÌDdomito^ inflessibi- 
le ; inrilìgabile. 

ÀTSt;(i<7T0{, ou, e, ch*è senca mura. 

Xrexvo^ ouj e. eh' è seoaa figli. 

ÀTexvóa», privar di figli. 

AreXeia, a^ , /l imperfetione , non 
compimento, difeUu in qualche oota, i 
( nel non prender parte ). 

ÀTSÀeicarof, ou , e. imperfetto, che 
aoD paò tarsi. 

Àré^saroc, atrv. indarno, senta fine. 

kxéXt9T0iy ou, e. che non è stato 
fitto , che non può esser fatto o 
terminato; imperfetto. 

AreXeurviTO^, ou, e. non condotto a 
fine ; imperfetto ; vano , sensa fine , 
eterno. 

Arsivi^, éoiy e. imperfetto, non com- 
pleto. 

At6ÀcS$, aw, imperfettamente. 

kvèix^ioq, 01», e. querulo, misero. 

Ars/uLjSfii), contristare, affliggere, privare. 

AtevvÌs, ioi, e. fisso , inlento. 

Atcvc^u, guardare con occhi fissi. 

Arevòià, av*'' con occhi fiui. 

Xrep; àrspdrg* ar^^sv, atv. senaa, 
fuori, in disparte aa, separatamente. 

kripoc/i'^oif ou, e. duro. 

ArsJ^a/AVÓTV];, totoì^J". durezta. 

Arep/iisav, ovog; ocTe/s/tari^ToSy e. 
senza limite , illimitalo , duro. 

ATep7nj«, éoj, c.j* aTep:ro5, ou, e. 
dispiacente , poco allegro , mesto , 
dolente, malinconico. 

krtpf^ia^ ct-i^f. molestia. 

ATeuxTé&), non conseguire j non otte- 
nne. 

Arcv;(iq$, éo() e. privo di armi, iner- 
me. 

ArexvYJf, éo;, e. rono, eh' è sena* ar- 
te o frode. 

Arcxvioc, KS,y. imperizia, nescun'arte. 

Xtcxvo^ ou, c. non artìfitiale, man- 
cante d'arte. 

Atcx^w», act'» sena' arte. 

Are^v»^ «v»». (coU'accento circonfl.) 
veramente, certamente, senca inganno. 

jCtcwv, ovto;, mal cauto, sciagurato ; 
quasi MV cv octt]. 

Àtij, 115, /• danno, colpa, errore , ac- 
cecamento (lo svantaggio che risulta 
da un delitto , • in certo modo co- 
glie chi lo ha comnesso); stupore, 



AT 



sbalordimento; personif. Ate, Ingiu- 
ria. 

ATvj/Asicia, a;} arnj/isita, a^,/. ne- 
gligenta, dispresso. 

Aryi/uifiXé^i), trascurare. ì 

A-nj/Aeiyjs, éo», c.j a-nfj/As^vjro;, ou, e. [ 
negleltu. j 

A-nj/ASÀyjTWSj àrvj/uie/aì^, av»». negli- 
gentemente. 

ArijpTQi, éo^j ^-j cx,Tr,pòi, pa, pov, 
nocevole, ingiurioso, oltraggioso. 

Arisroj ^ ariro;, 0u, e. non vendi* 
cato , inonorato. 

Ari^O), vilipendere, dispregiare. 

ÌLT(/Aa*/c).s&>, allontanarsi dalla greg- 
gia, dalla mandra. 

iLTi/uiaycXif;s, ou , m. che spressa la 
greggia , che si distacca da essa ; 
quindi che pascola in disparte. 

arifjiia, disprezzare, sdegnare, in- 
giuriare , infamare , tacciare. 

XrtiiX'J'nìp, ripoi, m. contumelioso. 

ÀrifAriroij ov, e. disonorato, negletto. 

Arc/uii'oc, KiyjT. ignominia, infamia, 
scorno , disonore. 

^TipLOi, ou, e. disonorato, obbrobrio- 
so , disonorevole « vituperevole , in- 
fame. 

kriftóot, trascurare , disonorare. 

Art/tu/sevioc, a;, ./*. impunità. 

A.rifjL(iipv}rìj avv. impunemente. 

ATi/x.cup>jT09, O'J, e. impunito, inveo* 
dicalo. 

AT(/A&)j9v)Tfii)^, avv. impunemente. 

Ari/AOJ^, avv. sensa onore , ignorai* 
niosamenle. 

Ati/aoatixoj;, avv. con ignominia o 
infamia. 

Art VOI, le quali cose; neutr. pi, tto" 

XTiràAXci, allevare, educare delicata- 
mente, alimentare; iiulrire premuro- 
samente; ingrassare. 

ÀT>a$, avTOf, m. Aliante; che porte 
qualche cosa sulle spalle; facchino. 

Ar^vifftoc, ccij/. intolieransa , impa- 
pazienza. 

At^vjtsu, non poter tollerare. 

^tXyitÒì^ o\)j c. intollerabile* insop- 
portabile. 

Ar/tY}, riijf. V. ar/AOs. 

a't/xv2T0$, ou, c. non tagliato. 



AT 

Àr/iiaw; ar/ti^u, esalare, syaporare. 

Ar/Jit^, iSoi^ f. sofBo , alito ^ esala- 
sione. 

Ar/xò^, ou, m, soffio « rapore , alito, 
fumo, vampa. 

Ar ft.càSYii, eo$, e. vaporoso, ch'esala 
molti vapori. 

AVoi^o^} o\t, e. che non ha muro. 

Àroxoi, ou, e. che non ancor partorì, 
che non ha ancorar messo radice; 
sterile. 

kroXfiiec, a;, f. timidexta, codar- 
dia. 

AtoX/ao;, ou, c. sensa coraggio, vile, 
di cuore codardo. 

Atouo;, ou, c. che non si può ta- 
gliare, indivisibile, sost. atomo. 

ArovsU) mancare , esser infermo, lan- 
guire. 

Arovia, a^j/. debolezza, languore, 
atonia. 

À.rovoiy ou, e. infermo , debole, lan- 
guido. 

Atovw^, Ave. languidamente. 

AroTTia, a$, /. assurdità, insolita no- 
vità, mancanza. 

ÀTOTCOi , OU, c. assurdo , non am- 
missibile ; insolente, incomodo , sto- 
lido, ingiusto; con un nome di per- 
sona sciocco, inetto, assurdo. 

krÓTZOìiy avv. assurdamente, inetta- 
mente. 

Àto$, ou, c. insaziabile. 

XrpaxTOS, ou, e. fuso ; conocchia } 
giavellotto; la parte d*ua albero <:he 
sorpassa V antenna. 

krpoLTtài^ OU} ar/saTTiTÒs, ou, /. via 
battuta ; sentiero , strada, viottola. 

krpat.Mu.d'zu'sro^^ ou, e. non ferito , 
invulnerabile. 

Xr/se/és ; ocTjoexéws ; òLzptvLtà^ , avv, 
sicuramente ; certamente , verace- 
mente. 

jLTpexYJs, éo5, e. sicuro, veritiero. 

J^rpéfjLK 5 «Tpé/*a5 , avv, senza tre- 
mare , chetamente , tranquillamente. 

A'fpeTTTO^, ou, e. immutabile, immo- 
bile. 

Arpéitraq, «tv. immutabilmente. 

A'rpeTTOS, ou, e, intrepido. 

ATpiiTws, ^vv. intrepidamente. 

A't|9y)to$, ou, c. non perforato. 

ATpt]T6)$, avv» sensa foro. 



AT AT 

krpi^vìi, «05, e,j eirpntroiy ou, e, 
non trito. 

ÀTpf-XOi, OU, e. eh* fc senza capelli. 

krpofxéùìy non tremare. 

A'^pofi.Oi, ou, e. che non trema, franco, 
intrepido. 

krpofioìj mancare d'alimento. 

Arpo^i'a, a$, y. mancanza d'alimento. 

XtjSO^o; ou, c. non pasciuto. 

AT/5uysT05, ou, e. dove non si ven- 
demmia, non si miete; infruttuoso, 
sterile, epit. del mare che in gran- 
dezza e natura somiglia ad un gran- 
de e sterile deserto. 

AT|9U7rv)TO$, ou, e. non forato. 

A'TpuTwvv), riiyf. epit. di Minerva; 
sign. inlaligabile ; indomita. 

krpóiq. WT05, c.j «TpwTOS, ou, e, 
invulnerabile , non ferito. 

Arpoiru^, avv, senza ferita. 

ATra; aff^a, i^oce de/fa quale i gio- 
vani usavano coi vecchi in significato 
di onore e di tenereszaj mio caro 
babbo ; babbo mio. 

Atu^Ci) , /ut. u|ci), spaventare , coljpir 
di stupore , sbalordire , sbigottire ; 
in med. essere spaventato , atterrilo, 
stupefatto. 

Xtuxtos, ou, c, non fatto. 

Atu/xjSsuto5, ou, c.j oirrjpL^oi, ou, e. 
mancante di sepolcro , insepolto. 

Atuttuto^, ou, c. non formato. 

krxjxioì , conlr. j^u , non conseguire 
V inlento, essere sfortunato. 

krùxinfioLy 0CTO$, n. miseria, disgra- 
. zia. 

Atux^^) so$, e. che non consegni 
l'intento; misero, sfortunato. 

AtuxtQ<"5, «WS,/.; aruxt'a, as, /. 
infortunio , avvenimento contrario ; 
sventura. 

Atu^óIs } acc* infelicemente , disgra- 
ziatamente. 

Atco, fut. a(r&), aor. 1 . 'n<roc_« e poei, 
acoL ed oicacCj nuocere, ojQrendere. 

Aù , avv. di nuovo , all' incontro , da 
capo , indietro , inoltre , all'opposto. 
Quesl* avverbio ne' poeti spesse volte 
non si traduce, 

Auaivb), seccare, inaridire; seccarsi» 
esser secco. 

Aua^sof, a, ov, seccO) arido. 

Auaytf($. £0)$, f.j au«Vff/AÒ$ | ou, 
m. ariaità. 



(«7) 



At 



Avya^o/Aai, contemplare; vedere, ray- 
visare. 

Àuya^o), Uliutrare, ritplendere. 

Auyatx^o, arog, n.j atMyacvii.òi^ ou, 
m. splendore. 

AuyWf vis, /. splendore , luce , lame , 
raggio, roaUino. 

Auyvjsi^, £990, tv, splendido. 

krjSdùi ; oiAOi ; aioà^o), gridare , 
parlare ad alta voce. 

Au^T]^ ^^9/' ▼oce, dizione; favella. 

kù&pvoi, tirar indietro, tirar a se. 

Au^a^sto, a^)/. arroganza, pertina- 
cia, insolenza. 

Au&a^>7$, cos, e. contumace, prosun- 
tuoso, arrogante. 

Au&a^ia, (X.i,f.j au&a^i<y/ia, «- 
TOg, /i. arroganza, petulanza. 

Av3ra^cij$, avt/. contumacemente, inso- 
lentemente. 

Au&ai/*05, s^s, c,j «u&at/iwv, ovog, 
e, eh' è del medesimo sangUe, con- 
sanguineo. 

AuSrai|9ero$, Ou , e. volontario. 

Audraipèreog , aw. spontaneamente , 
volontariamente. 

Au9^evT(xò^, ni, òy, auten^co, che ha 
autorità. 

Au&svTixu^, aco. con autorità , au- 
tenticamente. 

Aùdi, Ai'c. in quel luogo, costi. 

AudiysvY]^, ioi^ e. nativo del paese ; 
indigeno. 

Aùd'tv; oLxj^iq^aifv. da capo, all'incontro. 

Aufaxo?) 01». e. clamoroso, risuonan- 
te, che grida alto, che pria ad alta 
voce. 4Snì vuole che questa voce si» 
'stala f ormala dal latrato dei cani , 
au au ; e da i<x,x<^^ vociare. 

Aurato, a$, /. arazzo, tappeto. 

Au^aiov, ov^ n. portiera. 

Au^ocxt^fij, solcare , fare il solco. 

Au>a|, «X05, f. solco. 

AuAsìa, a$, /, porta dell'aula. 

Au^lcìov, ou, n. vestibolo, atrio. 

Au^eio^, ou, e. della corte, del vesti- 
bolo, della sala, del palazzo. 

AvAso), conlr. y.ùj propr. suonare (il 
Bauto), in senso latOy cantare. 

Au).7f , rii^ f. luogo ali' aperta, atrio , 
sala; corte, cortile; raandra, stalla. 

AuivjTiijp, T^pos, m.j au^rjnrjs, ou, 
m. tonator di flauto, flautista. 



AT 



AuÀi^o/jiat, esser nella stalla, nella 
scuderia ; andar nel porcile ; pernot- 
tare. 

AuAiov, ou, n. stalla , pecorile, ovile. 

Au^LiS, (^0;, /, dimora, abitazione^ 
domicilio ; tenda ; campo. 

A'ù'^0^7 ou, c. immateriale « che non 
è fatto o composto di materia. 

AuAò^, ou, m. e presso i poeti anche/, 
flauto , cornamusa , piffero ; buca , 
buco, canale. 

Au).cùv, óìvo^, m. vallone. ■ 

AuAwviffxos. ou, m. valletta. 

AuAwTrt^, 100;,/. elmo bislungo; ce^ 
lata, barbuta. 

Ausavo), accrescere, ingrandire; med. 
au^avo/<.ai, aumentarsi, cioè cre- 
scere. 

Au|>}?i$, ecj;, T. incremento, aumento, 
il crescere. 

AulvjTtxds, >j, ov, aumentativo. 

Auftjuog, ou, e. atto a crescere. 

Ault^, £0)^, Jr. incremento , aumento. 

Au^tTpó^o;, ou, e, nutritivo, alimen- 
tare; che fa crescere. 

Au^OJ, verb, irr, aumentare, accresce» 
re, educare ; in med, farsi .più forte, 
più robusto. 

AT05, ou, ad], arido. 

AuTTVta, «5, /. veglia. 

iluTTvg^^ Oity m. senza sonno» senza 
poter dormire, vigilante. 

Aupa, «5, /. aria, vento leggiero, ven- 
ticello. 

Aupt^oi, procrastinare, differire; aver 
freddo , tremar del freddo. 

Au'piov, avv. domani. 

Au9Taifi05) «, ov, secco, arido, squal- 
lido. 

Au9Tvjpo5, pa, J3ÒV , austero , severo, 
burbero, duro. 

Au(TTr}pOT»is, *JT0§, /. austerità, seve- 
rità. 

AuffTYipoj^, avv. austeramente, severa- 
mente. 

Auray/peros, ou, e. che di suo pro- 
prio moto o volontà si presente ; 
spontaneo; volonterio. 

AuToèp. cong. ma, per altro, (poti, 
per éèy cong. aOrs ed v.p<x.). Sta 
sovente nel concetto posposto per, 
dargli maggior risalto , special" 
mente nelle proposizioni condisionate, 



(88) 



AT 



'ÀVTà/3Xi)$, £0$, e, contento, frugai», 
kiislanle. 

Aurasxta, nt^ f. il bastare a se 
slesso, frugalità. 
•^ AuTocpxGi);, tfff. abbastanza. 

Aure, con^. cf.\ì e ts, ali* incontro, 
di nuovo ; inoli re; ma , ora. Sovente 
le si mette accanto la partictlla Si 
per dare maggior forsa al concetto 
contrapposto. 

AuT^Trày/eAro;, tou, m. e f. tov, 
n. adj. che da se si offre , sponta- 
neo, volontario. 

Xù'tcu, gridare; risuonare; fare stre» 
pito, rumore, per «j., di carri. 

aVtt}, rii^f. tumulto, voce di attac- 
cata pugna ; grido guerriero ; guerra. 

X^TÒfioLpj avv. nel mcilesimo giorno, 
per quel giorno. 

AuTixa, avv. subito , tosto ; sol bel 
principio. 

Aut/aW, -ni^/'S avT/Aijv, évos, m. 
•Kto, spirito- vapore , 6alo, soffio ; 
fumo. 

Auróy/sapo;, ov), e. scritto di propria 
mano» autografo. 

Auro^TjXo^, ou, e. manifesto per s\ 
stesso. 

AvTO^t^axTos, ou, e. da per se stes- 
so istrutto, che qualche cosa imparò 
da se stesso , sensa f opera d' altro 
maestro. 

Auró<ytov, avv. a dirittura; subito. 

AurósTS;, avv» nel medesimo anno;, 
nello spasio d'un anno. 

AuTÓ&e, auTo'&ev , avv, di là , di 
qui; da questo luogo ; dopo quel 
t**ropo; nei momento. 

Automi, avv. quivi, in questo stesso 
luogo. 

AuTOX«5Ìyvr}T05, oi>, m. fratello ger- 
mano, ossia fratello da canto di pa- 
dre e di madre. 

AwTOXtVYjffta , olì ^ f' «nolo sponta- 
neo. 

AuroxivvjTOg, ou, e. semovente ò mo- 
bile di sua natura. 

AuTOxpocTWjS , opoi 5 c. imperatore , 
eh* è padrone di se stesso, cioè pa- 
drone assoluto, senza dipender da 
nessuno; investito d'autorità assoluta. 

AuT0/xaT«i5 auTo/Aa-nov ; auro/ta- 
TÌ« tvv» a caso. 



AT 



Auro/xarta, OL^^f, fortuito tvvcoi- 
mento. 

AuTÓaocTOV , ou, II. semovente, aa- 
toma. 

Auró^aaro^) O'J, e. che spontaneamtn* 
te si muove od opera ; spontaneo. 

Auro^aàruc, avv. senza fondamento, 
fortuitamente; materialmente. 

AuTO/it.o).£<k) , corifr. 0) , andarsene di 
sua propria tolonla , fuggire passan- 
do ali* inimico, disertare. 

AuTÓjUt.o).o;, H, e. che se ne vt dì suo 
proprio moto, fuggitivo, disertore. 

AuTOVoao; , ov , the vive secondo le 
sue proprie leggi . e di un anima" 
te s rhe pascola liberamente. 

AuTOVU^ei) v^ì) a^fi in quest'istessa 
notte. 

AuTOToc&eia, a?, /. intrinseca od in- 

» nata passione. 

A'uTÓ7rat§, e. eh* è un vero fanciullo^ 
che ha proprio il carattere d* un 
fanciullo. 

X JrÓTrtffTo;, e. che per se stesso fc 
degno di credenza ; che non ha bi- 
sogno di prove ond* esser creduto. 

AÙTOTrpeTTo;, €95, e, conTenienle a se 
stesso. 

AuTOTTpoai/scTw; , avv, arbitraria- 
mente. 

XrjróppyjTOi , ou, f. che spontanea- 
mente scorre. 

AuT05, auTTj, «yro, pron. reìai. 
esso , es«a, lo stesso; dintostr. que- 
sti , questa , questa cosa. Questo prò» 
nome viene spesse volte adoperato 
per dinotare la cosa principale in 
contrapposto alla subordinata, 

AuTose, avv. colà, qua. 

AuTOTiTO?, ou, e. che si procaccia da 
se il cibo. 

AuTOffTa^ta, as,/. battaglia in cui 
si combatte da presso , corpo a 
corpo ; a pie fermo. 

kvro'sx^^'-oh O'^ì ^* ^^^^ °®^ momen- 
to, in fretta. 

AuTOTxs^óv , en'v. dappressa, vi- 
rino. 

AuTO^X^^^"" 5 ctùro'j')^tSÌTn'»y «f»»». da 
vicino; tosto, sul momento. 

AurÓTaro;, t], ov, istessissimo. 

AuToréXeia, «;}/• perfeziona» inte- 
grità. 



(«9) 



AT A* 



A-JTOTsXóii$, av0. perfettamente. 
AuTO'J, aw. quivi appunto , in quel- 
r isteuo hiogo ; lì appunto; aurov, 
oc*JT^»9 auToù , si usa invece di 
i/iavroVf ec. v. s/taorò^. 

kìixoupytct , a$, /. esercÌ£Ìo , cosa 
comiHta colle proprie mani. 

AuTOupyò», oJ, ni. autore 

Aurore ; auTÓ^^v, at^v. ivi : h antont 
dal, pt. inv. di auToT^. 

AÙTO^ioio;, e. con la scorza. 

AuTOf ov«UTvj5 , 0^ , Ci auTopóvo;, 
Oìiy e. che accise se slesso , suicida. 

AuTO^uvj;, co$, e. nato su. venuto su 
da wà inedesimo fdalla terra) , natu- 
rale. 

AuT^X^"^) ovo;, e. nato dalla stessa 
terra in cui abita , paesano , indi- 

ivroxóoiiyo^ ou, e. nell' istessa forma 
che uscì dalla fornace} ruuo, greg- 
gio. 

A'Jró^^UTO;, e. versato da se stesso 
(da natura), venuto su naturalmente 
j delle corna di bue). 

AuTO'j/to, avv, ocularmente. 

AuTO*^, aw, coti, in questo modo, pa- 
rimente | invano; temerariamente, a 
fiaso. 

A'jycoi)) conir, w, fut, yi^u , gloriarsi, 
darsi vanto , vantarsi. 

Au}fi2, iq$, f, iattanza , vanagloria. 

Au^nriv, év»5, m. collo , cervice, ovv. 
passo angusto , stretto. 

Avy/tflcw: aux/f'^? ^'*'' >l>I>ronxato 
dal ealdo ; essere squallido. 

k^XF^P^i 9 P^ì P^^ 9 squallido , ir* 
suto, soszo, insalvatichito. 

Au;f/&ò$. eu, m. siccità, squallore. 

Avx/'t'Woyif, e. sporco, sudicio, ispido, 
arruffato. 

Au»; aita), seccare, asciugare; accen- 
dere : gridare , esclamare ; chiamare; 
mandar fuori una voce ; soffiare. 

A^oeyyc^fiA, purificare, consecraro. 

Af «7*19/10; , ou , m. purificazione , 



kfOLiptftec , aro; , n. P atto del toglie- 
re; ciò che viene tolto via. 

kfxipttiiy attìe. sue,/, toglimento, 
perdita ; aferesi , J!ff. gram, 

Afacpcro$, ou, m, dhe srpoò toglie- 
re TÌa. 



A* 



A^oetpsoi, coif/r. pw, l'erA. irr. <*omp. 
togliere, portar via, spagliare t a. 8. 
oè^^ii^iov, med. d:f cupio p.tx.1^ oZtkon^ 
cavarsi , trarsi , togliersi. 

A^a)i>o/Aoci; sJiar giù. 

Irfoàoi^ 0\», e. rpil. de/l*efmoj xignif. 
senza pennacchio; senza adornamen- 
to ; nudo. 

Xf «ttasràvoj, andar errando ; perder* 
si . allontanarsi ; ingannarsi ; restar 
deluso , Lllire , sbagliare ; restar 
privo. 

JÌf(X.u.o:proiTrnij so;, e. che si dijraga 
nel suo discorso; che si allontana 
dui suo soggetto. 

A^fav^ocvci, dispiacere; non andare a 
genio. 

A^oévEia, a;,/! oscurità, incertezza. 

A^avvic , èo;, e. invisibile, che non 
apparisce; nascosto, sconosciuto, eroe 
senza n<inie , senza fuma , ignobile. 

A^avt^o/Aai , sparire, svanire, dile- 
guarsi. 

Affavi ^6i>, cancellare j rimuovere dal- 
l'aspetto, toglier via dagli occhi, di- 
strugg)>re ; med, afavi^o/tat, farsi 
invisibile , scomparire. 

A^ocviai;, su;,/, abolizione, rimo- 
zione dagli occhi. 

A^av 19/10;, oJ, m. abolizione, ec- 
cidio. 

A5>avt9T>];, oJj m. distruttore. 

A^avKTTtxò;, tj, òv, che ha forza di 
distruggere. 

A'fO'.vTo;, ou, e. che non più appari- 
sce ; eh* è ferito con tutta la sua 
stirpe; di cui ia memoria è intiera- 
mente estinta; oscuro, immemorabile. 

Af avw;, aw. senza esser veduto , in- 
visibilmente. 

A^ocTrTO), sospendere. 

Xf>oep, avtf. tosto, subito, presto; fa- 
cilmente. 

kfeUppLetAOi , ou , c.j apa/9/iaxTO; , 
ou, e', non avvelenato. 

k^(X.pp.óC(à^ OLfocppóc^ca, non conve- 
nire, esser dissonante. 

A^a/97ra^&), rapire, portar via, toglier 
via. 

XfciprtpOi^ ou, adj, più veloce; più 
rapido. 

Af avioc, a; , /. impolenù nel par- 
lare ; muto stupore. 



(90) 



!♦ 



iifaroi, ou, e. ineffabile, noD dici- 
bile. 

Àfarw^, acv. inclicibilaiente > inesp-i* 
tnibilmenle. 

A^auaivu, seccare. 

A^au^d; , pò. , póv , imbecille , de- 
bole , fiacco. 

A^auw, seccare « abbruciare j in mf</. 
diseccarsi , asciugarsi. 

Kfdciiy palpare; toccare; maneggiare; 
pulire, lisciare, lustrare. 

A^syyv]'^, éo^, e. privo di luce, oscuro. 

A^S^/oe>iv, ùvo^, m. fogna. 

A^std7Ìg, co;, e. che non perdona , 
inesorabile 

A^sid'cùi;, avi/, alla disperata. 

A^fs^eio, ce;, y. semplicità, maniera 
di vivere semplicemente , cioè senza 
pompa , senza lusso. 

A^sXv};, éoi, e. semplice, tenue. 

AfzXìiùoì] a^£).x&), trarre, condur via, 
chiamar altrove. 

A^e^w; , avv. semplicemente , senza 
complimenl:. 

A^svo;, so;, n.j* a^svo;, ou, m. en- 
"^ trata di un anno; ricchezza. 

AfépTZùì^ strisciar via, poel. andar via^ 
andarsene. 

Aps/sTaro;, ou, c.j OL^iprtpo^^ ou, 
c.s oifeproi^, ouj e. non comporta- 
bile. 

A'fsais, su; , yi dimissione, licenzia- 
mento., congedo. 

A.fZ(jfjiàij ou, m. sciame. 

A^SffTio;, ou, e. assente , lontano. 

jLftTOi, ou, m. licenziato, libero. 

A'f 8UXT0;, o\}y e. inevitabile. 

Af^su/Tu;, afp. senz' alcuno scampo, 
inevitabilmente. 

kf i'^Yì fioCj CCTO;, n. cottura , deco- 
zione. 

iLf etj'i;, su;, /. Patto del far cuocere 
a bollire ; cottura. 

jLfrì, TO';, /. tatto , il toccare ; maneg- 
gi^menlo. 

A^^n^oq, oxjj m. che oltrepassò la pu- 
bertà, adulto. 

kfiriy&ofA(X.i^ condurre. 

AfnyYìfjiOìitj ovoij e. guida. 

Ayyj'VYjfft;, su;, /. narrazione , rac- 
conto. 

AyìQy/jTv]';, ou, e. che narra, racconta. 

A^v}ouv&), render giocondo. 



A* 



AfY}x&), pervenire, 

Af)Y)/iisvo;, ou, m. sedendo da lungi. 

Àfnfioi, ou, C.J* a^jyi/xwv, ovoi, e. 
che per fama non è celebre. 

Apvf/Aoj;, ap<>. tacitamente. 

X^^ivioé^eo, {relativamente a cavalli) 
scuotere il freno, romper la briglia, 
guadagnar la mano. 

A'f>»JTwp, opoiy m. soprannome d'A- 
po//oj saettatore. 

kfpòoipaia., olì, f. incorruttibilità, 

A^ d'apri ^o>, render incorruttibile, im- 
marcescibile ; che non può venir meno. 

A^&a/?TO;, ou, e. incorruUibile. 

Afidàpru;, aw. incorrutiibilmente. 

X^^^riro;, ou, e. incorruttibile; immor- 
tale ; perenne. 

Àr^'^oyyo^ ^ OM y e. muto , privo di 
suono. 

A^dóvviro;, ou, e. non soggetto ad 
invidia. 

Ay&ovia, a;,/, esenzione dalla in- 
vidia; abbondanza, copia. 

A9'dovo;, ou , e. esente dalla passio- 
ne dell'invidia ; non invidioso ; co- 
pioso , abbondante. 

A^^dóvcj;, avv. senza invidia, copiosa* 
mente. 

k^òopioLy a;,/, ciò che non è stato 
corrotto ; purezza ; incorruttibilità. 

X^J&ooo;, ou, e. incorrotto , puro. 

kfizpi^iày render sacro e santo, pu- 
rificare. 

k^i&póoìy contr» ó>, consacrare, de- 
dicare. 

A^ispw/xa, «To;, n.^voto. 

kfirìfAij lasciar andare, liberarej rila- 
sciare; licenziare; permettere, accor- 
dare; omettere, trascurare, gettare, 
lanciare , spingere. 

Af^ixavoj, arrivare» giungere. 

A^^ixvso/Asct, arrivare, giungere; ap 
prodare. 

A^JtXyjTo;, oy, m. inamabile. 

A^i>ta, a;, f. mancanza d'amici. 

kfiXòSo^Oiy ou, e. non desideroso di 
gloria. 

A^i>dxa>o;, ou, e. non amante del 
bello o dell'onesto. 

A^i).óvsixo; , ou , e. alieno da con- 
tese, pacifico. 

A^iXoveixu;, avv, coir animo 
d* ogni contesa , pacificamente. 



(9« ) 



A« 



A« 



delle 



ricchezze. 

hfiXoiy o\j, e. privo d'amici, sensV 
mico. 

Af cXoTCjULco, a^ /. animo alieno dal 
desiderio di onore o di gloria. 

A^i>OTc/iLO$. orj, e. non ambizioso ; 
non vanaglorioso. 

Kfi^ii, ew;, /• venula, partenza. 

k j^ÌTtr ccfxcci, volar vìa. 

A^c<yTYj/ULi, allontanare, disgiungere, 
allontanarsi ; ec'^itjTccfxeci , partirsi j 
astenersi , esser discosto. 

A^Xa^TOV, q\jy n. parte superiore delk 
w)ppa. 

A^AsxTO^ ou, e. non ahbrucbto. 

Af>^0(9ao^ oJ, m. spuma. 

A^VEO;, O'j, e. (poet. àfv«iò$, ou)} 
ricco, opulento; che vive nell'ab- 
bondanza. 

X^vo), avv, subitamente, all'improvviso. 

k^ó^rjTOi, oUj e. imperterrito. 

A90^éa, olì,/, intrepidezza, animo 
imperterrito. 

ÉfO^Oif ou, e. imperterrito. 

kfoflcai^ avv. intrepidamente. 

Af>o^o$, OM^f, partenza, ritorno. 

A^oirqro^, ou, m. inaccessibile. 

Af)0/tto$, ou, m. dissimile. 

A^o/totÓM, c6/i(r. ùjfut, cJ^o, ren- 
der simile , assomigliare. 

A^OTrXi^Oi, disarmare; spogliare , de- 
porre le armi. 

kfóprìTOi, OD, e. intollerabile , mole- 
sto, insoffribile. 

k^opTnrca^, avsf, intollerabilmente. 

kfopioi^ as, /. sterilità ; infelici pro- 
duzioni della terra. 

k^opH^u, /ut. 9Wy separare; determi- 
nare. 

kfàpiap-oCj aro;, n. cosa circoscritta 
ne' suoi limiti. 

kfOpfJiAÒiy ou, m. deBnizione, breve 
sentenza che da rettamente la pro- 
prietà d' una cosa , afurismo. 

kfOpftoiot , staccarsi con impeto da 
qualche luogo , involarsi precipitosa- 
mente; allontanarsene; far mossa. 

kfOpfjLrì. >ÌS, /. occasione, opporlu^ 
nità , argomento. 

JLfop/xiXTo;, e. senza lira, senza canto; 
non accompagnato dal suono della 
lira; quindi mesto » luttuoso. 



Kfopoij 9U, e. sterile. 

kfópyjxroi, O'j, e. non imbrattato. 

kfotjtófùj espiare. 

A^ovtwffiS) eu$, /' espiazione. 

kifpoiSi^ , parlar senza riflessione ; 
sragionare ; vaneggiare , mancar di 
buon senso. 

A^pa^éoi;, aw. stoltamente, a caso; 
imprudentemente. 

A^/sa^yJS, éog, e. irriflessivo, incon- 
sideralo , imprudente , specialmente 
nel parlare. 

kfp(X.${(x.j cf-it/ imprudenza, balor- 
daggine , temerità. 

k^poLÒfxóvcài, avsf. stoltamente, a caso. 

A^jsgé^/Awv, O^Oi, e. temerario, scon- 
sigliato. 

£fp(X.iva^ farneticare. 

AfpaxTO;, ou, e. non cinto, non di« 
leso , non agguerrito. 

kfptx.^ixùì'fj ovoi, e» temerario, scon- 
sigliato. 

/[f/savTo;, ou, e. ìneflFabile, che non 
è stato detto ; inesprimibile ; ioóprov- 
viso , inopinato. 

kfpoiaroii, avv. inconsideratamente , 
o* improvviso. 

^fp-^Òrcap, opoi, m. eh* è senza tribù; 
che non ha patria ; nemico della 
società. 

A^jsi^u; dfpéoij spumare, gettar della 
schiuma. 

kfpo^irvij >J5, /• Venere, da dfpàu 
schiuma , e oi'u , muovere. Così 
delta perchè nata (secondo la /a» 
vola) dalla spuma del mare, 

kfpovéuy impazzire, mancar di senno, 
esser privo di giudizio. 

JifpovTLij i$Oi^ c, che non ha cure , 
tranquillo , senza inquietudine. 

kfpOTiriaioL^ a;,/, l'essere esente da 
cure, negligenza. 

Ay/sóyTiffTOs, ou, e. eh' è senza cure. 

A^pov7t97&);, Oifv. senza alcun pen- 
siero, tranquillamente. 

A^póvus, aifv, pazzamente, impruden- 
temente. 

A^pds, ou, m. spuma, schiuma. 

Ay/90iTuv*i, tj?, /. imprudenza, scioc- 
chezza , pazzia ; immodestia. 

AfpoJpvjTos, ou, c.j cifporjpoi^ ou, 
e. non custodito. 

k^puSviii iOi, e. spumoso, nato da 
spuma. _____________ 



A* ÀX 



(9») 



/ 



A^ouv, òvoi^ e. pasto, stolto, im- 
prudente * melrnsu, brilsanu. 

A^uv};, E0$, e. per natura inetto, ina- 
bile , inrapare. 

t^utoc, a$. /. natura inetta, incapacità. 
^UXTO^, e. a cui nun si può »fug- 
gire (per es. da/la morir). 

A^u).axTOc, 0u, e. incauto, nun cu- 
stodito. 

A^'uÀmxtco;, avv, incautamente, non 
custodilamente. 

A^u).a|ia, ccij f. mancanza di cu- 
stodia. 

A^u).^o; , ov , e. spogliato di foglie | 
sfrondalo. 

A*f w/^*^^? ) ®^9 '"• ^"^ ^'^ ^^^ "" 
torrente trasporta lecoj fango, sox> 
zura; LelleCla. 

A f Uff 90), esaurire. 

Af)U9Tepé&), esser privato o defrau- 
dato. 

A^ùreuTo;, ou, e. non piantato o se- 
minato. 

A^uùj à^u7'7&), yuC. uffo) e u^u, at- 
tingere, cavar acqua, esaurire 3 ac- 
quistare. 

À^eovo^) ou, m. muto, privo di voce. 

Kfàvoiij tacitamente , senz* alcun oso 
della voce. 

kfoirifjroiy ou, m. privo di luce. 

Axa>(XO$, OMj e. sfrenato. 

A^a^ivuc, at'c a briglia sciolta, sfre- 
natamente. 

AxaXivwTOs, ou, e. sfrenalo. 

Àxo^^xsuTO; , non battuto all' incu« 
dine. 

AxocvY)^, eo;, e. che resta colla bocca 
aperta; vasto, immenso , assai pro- 
fondo. 

Xxcipocxroi, 9U) e. non impresso di 
alcuna nota. 

A*xap'«> '"^^S? <?• ingrato, scortese, 
scompiacente. 

A;(a]9tffT8u, , esser ingrato, scortese; 
non concedere , non gratificare. 

kxoLpKjrioiy OLÌ, /. ingratitudine, scor- 
tesia. 

Axa/siffTo;, ou, e. ingrato , scortese. 

AKaptffTug, avtf. ingratamente , villa- 
; namente , scortesemente. 

Kx^tp, poi, e.j axei/srjs, MS, cj 
OCX SI/SO?} ^^ì e. privo di mani; 
monco. 



AX 



l'/spSo^, OH, m. sorta di spine; im 
Ofìt. siepe di ipine. 

AX^/^W'» 1 '*^0i , /. pioppo bianco ; 
ossia r albero che ( secondo la fa- 
voìa) Ercole portò dall'Acheronte. 

Axs<m; axeJoJ, e»»er afflitto; soppor- 
tar con pena ; rattristarsi. 

Ax&sivò;, >)', òv, grave, pesante, mo- 
lesto , tedioso. 

AxSrT3/5>;5, éo;, e. grave, pesante, mo- 
lesto. 

Ax^^P^?) A^c* gravosamente , mole- 
stamente. 

Xx^o/'-^') frrft. frr. esser aggravato, 
andar in collera, attristarsi, gemere, 
dolersi. 

Xx^^^7 SOS) R. peso, carico « noia, 
dolore. 

Ax^^oyo^éoi , contr. &> , portar un 
peso. 

ixCko^y ou, e. ch*h senza sugo o nu- 
trimento ; privo di pascolo. 

Ax^oo?i OM, e. privo di verdura. 

Ax^uósic, e7(7a , ev , caliginoso. 

i^X^ws? uo;, /". tenebre, caligine, neb- 
bia, tenebria; in Ettiodot Oscurità, 
personificata qua) mostro abbomi- 
nevole. 

Ax^u<») coprirsi di tenebre, oscurarsi; 
ottenebrarsi. 

Ax^uoi^vjS, COS) e. caliginoso , tene- 
broso. 

ÀYva, TJS,/..? ocxvr?, *)«,/, propr. 
le parti leggiere che si radono via 
da un corpo e che sollevansi da se 
stesse ; quindi pula, loppa, fuliggine, 
spuma e qualunque rigeltamento (del 
mare ). 

Xx^ooS; ou, e. eh* è senza primo pelo 
o barba , imberbe. 

A'x^^/'-^^) dolersi. 

AxvujULEVOS, ou, adj. turbato, agitato. 

Axvus, yoiìf' tristezza. 

Xx^^os, O'J^ e. privo di bile o fiele; 
scevro d*ira. 

Axo/Aat, rattristarsi. 

Xx^S, eos, n. afiànno, dolore; cala- 
mità; qualche volta colpa. 

KxpvMiì «OS, c.j axpavtjs, m«, cì 
axpavTOS) ou, e. incontaminato. 

XXP^S» »Soi,f. pera salvatica. 

Xxps^o^) <'*^('' ÌQutilinente, in una ma^ 
niera inetta^ seoneià. 



(95) 



AX ÀT 



AT ÀQ B 



Axp^Toi, ce, Ofj inutile, senu scopo. 
A}(pgtóoi), render inutile. 
^TCjp^p-O'SìJvyij yìi^f' nuioraoKa di da- 
naro, inopia t povertà. 
iXP^Ì'-f^^ì ovo$, e. povero, indigente. 
kxpfl'sia^ a^f /. inuiiliià. 
kY^ptìCxifà^ esser inutile, 
k-xp^narice., a?, /. inutilità. 
il^P^^'^Ov) ou, e. inutile , jocomodo, 

di ni un uso. 
AxpvÌ9T&>4, avif. inutilmente. 
iXP^ì ot^pi;, prrp. o co/i/r- sino, 6no, 
afflitto , iutieraoiente ; c?);pt ( eiri ) 
Tiyo^, sin dove , sino a che ; oc^f 
vuv, 6no ad ora. 
Àxp^-'^'Oiy ov, e. non unto. 
ÀXpovoi^ ou, r. privo di tempo. 
kypóvoti^ avv. sensa tempo. 
kxpooi^ ou, e. ch'è senza colore. 
A'Xpu90$, ou, e. mancante d* oro. 
kx^^oi, 6u, C.J ax'J/ios, oy, e. eh» è 

senza sugo , insipido. 
ix^pf-^OL, òii, /. mucchio di pglia » 
^ pagliajo. 
à'x^poV) o*>'7 'i* P^glùi» festuca, pula, 

AX«, /"^ ax»i<7'>>, affliggere; in pass. 
e med. essere afflitto e dolente, a£> 
fliggersi. 

A;^6)pt9T0s, ov, e. indivisibile. 

AxaiptffTa)^, Aff'. indivisibilmente. 

kxfàpoi^ ou, e. cb'è senza luogo. 

i[4>, acv. poet. di dietro , indietro , di 
nuovo. 

At|>oc/axTO$, ou, e. non tocco , intao' 
gibile. 

A^auffréo», non toccare. 

A^pauarì; a^avl^TO»^, «fv. senaa toc- 
care. 

K-^ccviyroi 9 ou , e. non tocco , illi* 
bato. 

a' «l'ex 70^, ou, e. non ripreso. 

Aif'cJ^sco, ««7/ verità, sinrerità. 

Affeu^io») dire il vero, non men- 
tire. ^ 

Ai(;cvo7}$, Éo;, e. che non sa mentire, 
verace. 

iìfso^705, ov, e. senza menzogna, 
- noo menzognero , veridico. 

X'|>vjXTO$. ov, e. nonjraso. 

A'f (ttax<^ 1 <^'>'»'''' « j {,eom» dire 
«lC7a> /Aocxijv ) , incominciare , in- 
gaggiar la battaglia. 



L'ìff-i^ ioo^^f. legame, nodo, curva- 
tura , arco, vòlta ; arcale. 

X4/1;, ew;, /. tallo. 

A't'OPPOV, ai'v. di dietro, di nuovo. 

k'ifòppooiy O'J, C.J d'^oppoi, oj, e. 
retrogrado ; cbe torna o scorre in 
dietro. 

k^Oi, toi , A. congiuntura di membri, 
membro. 

A'|>o^T)7(, avv. senza strepito. 

K'^OfOi, o-Jy e. cbe non manda stre- 
pito , pian piano. 

k'^'jxzo^, O'J, e. cbe non può raffred- 
darsi. 

jL'^'JX''^^ ì ov ^ e. mancante di anima , 
inanimato. 

jLoij/ut. à.-tì'su^ spirare, soffiare. 

k(iir,iy eoi, e. eh* e senza odore. 

£*jfOi^ CL, 6V (ocoi^), mattutino, orien- 
tale. Eoo. 

koipiotj non custodire, trascnrare. 

kùtpij aw. fuor di tempo. 

katpioL, OLiy f. tempo improinrio, in- 
tempestivo. 

Acapoi, ou, e. intempestivo, immatu- 
ro , precoce ; ( secondo alcuni ) de- 
forme , orribile j (sfcondo nitri) an- 
teriore ; a. Sravaro?, morte cbe 
viene d* un modo violento innanzi 
tempo, come dire per peste o per 
guerra. 

A6)Téca; à«rey«, coglier fiori, cogliere. 

A«Toy, ov, ni.j àoJTO;, ou , n. cioc- 
che e il fiore, osùa l'ottimo di quO' 
lunque cosa} in Om. pelle di mon- 
tone colla lana. 



B 

B, siicondn lettera d^iralfahrto pr€€0, 
si pronuncia come ti nostro B. / 
Greci^ moderni gli danno il suono 
di V, e questa pronunzia sembra 
autorizzata da certe parole che i 
latini accattarono dalla lingua gre- 
la , come sarebbero vivo da ^iw, 
volo da ^ou^oaac, vox da j^orì ^ 
vuratio da ^opoi. Questa lettera , 
numericamente presa , indirà due , 
ma ss vi si mette sotto un accento 
actUog allora indica due miU. 



(94) 



BA 



coloro che chiamansi 
oh, ehi è altresì il 
riso clamoroso : oh ! 



Ba , grido di 
fra. se: olà, 
suono d* un 
ohi ohi 
Ba^a ; ^ci^oc^ , suono inarticolato 3 
grido d*un fanciullo in cuna ; donde 
probabilmente il nostro babbo. 

Ba^aì, aw. capperi ! pofiàre t 

Ba^a^o), far udire suoni inarticolati; 
pnandar fuori dei vagiti. 

Ba^àAiov, ou, n,s ^d^ocXicnipicc, 
6)V, n. runa. 

Boc^a^, ocAOiy m, garrulo, vano, im- 
pudente. 

Ba^>]v , avv, a poco a poco , a passo 
a passo , di grado in grado , ten- 
tone. 

Ba^i'^flo, andare, andar di passo, an> 
dare per camminare. 

Baftffi^, toìi^f.j ^dSiaiJLCK., aros, 
n.j QaSiapiOi^ ou, m, 1* atto dd- 
Panaare, marcia. 

Ba^tffTTfJs, ou, m. corriere, procaccio. 

Ba^og, ou, m. cammino. 

Ba^w, dire; parlare; cianciare. 

Bad^soDg, fr»;»^. profondamente. 

Ba3r^v)0Óv, Aff'. a grado a grado. 

Ba^/Aig, t'oo;, /*. scalino, basa; an- 
fiteatro. 

Bad/xd^, ou, m. grado, scalino. 

BaSro;^ so;, n. profondita, fuodo. 

Boc^pa, as, /.j* ^ecòpov^ ou, «. sca- 
la, banco, seggiola; fondamento. 

Baduyvoi/xuv, ovo;, e. di profondo 
intelletto. 

Ba&u^ivvjS, ou , c.j jSa&u^tvtjets, 
CVTOg, m. che ba profondi vortici o 
gorghi. 

Ba^u^uvo^, ou, e. che porta un'alta 
o lunga cintura ; allamentc cinto. 

Ba&uxX»i/305, ou, e. che possiede va- 
sti poderi, che nuota uel l'opulenza. 

Badùxo}l7ro{ , ou , /. che ha un seno 
profondo ; che ha un bel seno. 

BoóduXst/AO^ , orJyf. che ha profondi 
prati. 

BaduAvito^ , ou , e. che produce ab- 
bondante o folta messe ; coperto di 
alla biada; fertile. 

Badruvo), scavare. 

BaaruppsiTìtJS 5 ^oc^ùppooi , ou, r. 
che scorre in un profondo Ietto, che 
ha profonde correnti ; profondissimo. 



BA 



Ba&ù{ , eroe , u , profondo » lungo , 
grosso. 

Ba^uffxio;, ou, e. che ha densa om- 
bra ; molto ombroso. 

Boc&U(T/*a, aTO§, n,j ^a&UnQs, tirofi, 
m. profondità. 

Ba&u^xotvo^, ou, e. che ha profondi 
o alti giunchi. 

BoLÒvrpixoi , ou, e. che ha folto il 
vello ; che ha folti e lunghi capelli. 

Ba^ii^uX^o;, e. altamente frondoso, 
frontuto. 

BaduxociTvfsig , e9(T« , ev , che ha 
lunga capellatura; di capelli folti. 

Baivo), verb. irr. da ^oLtà^fut, ^tj- 
oo/xai, perf. ^é^ry/.cCy a. 2 8jS>)«; 
— da ^•fip.i^a.SL, €^>]V, iwi;>. ^iT*&c, 
j/i/l ^y]vat, camminare, andare, scor- 
rere, passare, salire, far salire» 
scendere. 

'Betx.rrìpia.^ ai, f.j ^coLtripio^ ^ ou, 
n.j'^oixrpoit, OM^ n. bastone, canoa. 

Ba/.xeioc? oti^ /• furor bacchico. 

Bocxxsùojuiac ; /Sa/.^suo), esser l'a- 
rioso. 

Bax;(o;, ou, m. preso dal furor* di 
Bacco, maniaco. 

BocAaiva, >]5, /. balena. 

BaAavsTov, ou, /i. bagno, stufa. 

Bocciavo;, ou, /t. ghianda, caittagna; e 
qualunque altro frutto che abbia 
ffualche somiglianza con la ghianda. 

BaXavrt^tov, om^ n. borsetta. 

BaXàvriov, ou, n. borsa da ripor 
danaro. 

BaX^ì$, i^oi^f sbarra, in taU pi. 
carcere» , e in ital. le moss^, dalle 
quaiiy nei giuochi pubblici , si par- 
tivano i compr.titori , ed alle quali 
ritornavano daìla meta. 

BaXAi^a). tripudiare, darsi bel tempo. 

BaXXia/AOS, ou, m. tripudio, festa. 

Ba^Xo), verb. irr. gettare, ferire, sca- 
gliare, atterrire, scuotere, da fiXàu, 
fut. jSaXoJ , poeti |3aX>»j(xw , pcrf. 
^e^lYìxa.^ perf. pass. ^s).r)/xai, a. 
i, pass, «^>>j&5V, a. 2. alt, «^aÀov. 

BocXoa/Aov, ou, n. balsamo. 

Ba/x^aivu , far sentire colle labbra 
un suono inarticolato e confuso^ bal- 
bettare » £tr voci inarticolate ; battere 
i denti per paura o fréddo j. bub- 
bolare. 



(95) 



BA 



BA 



B«/t/3fltXt^oi, tremare^ 
I BocuJ^aXai, balbettare, tartagliare. 
I Bocvau90$, OMy m. arte6ce meccanico, 
I manovale. 

I Ba7Tc^fi>>, immergere, lavare, battea^ 
«are. 

BocTTTtfft^, ews, /. 1* atto del lavare , 
bagno. 

BàTrrcffjuia, aro^, n. immersione, bat- 
tesimo. 

Ba?rrtflrT>ip(ov, ou, n. luogo ove s'im- 
merge o si baUetsa, battbterio. 

Ba?rro{, >ì, òv, tinto , di più colori , 
colorito. 

BaTrra», immergere, toff^re, intingere. 

Bflbadpov, ou, n. baratro, profon- 
dia , golfo, abisso , fossa profonda 
in cui si gettavano i delinquenti 
condannati a morte preuo gli Ate- 
niesi. 

Bopadrpu^Y];, co;, e. voraginoso. 

Bo^^aptxò;, «}, dv, barbarico. 

Bap^oeptxcj;, aw. Iiarbaramente. 

Boip^afiiVfiòij ou, m. Ungnaggio bar> 
baro , barbarismo , modo di diiv e- 
jUraneo alla propria lingua. 

Heip^xpoq, ou. e. barbaro, straniero 
di cui non s* intende U favella , co- 
lui che fa uso di una pronunzia in- 
soave e pdl^rina; non greco; ine* 
rndito] rocto, feroce. (Èarhari di- 
cevansi in Grecia tutU gli stranieri 
e specialmente i Persiani), 

BopjSapóffliivo^ ou, e. che parla una 
lingua barbara ) uomo di barbara 
voce o favella. 

Bflcp/iirov, ov, n.i ^ocp^irof, om ^ 
m. lira, cetra, liuto. 

BflCpcoc, aw. gravemente. 

Bapéo», aggravare , gravare. 

hocpi^i , avv. gra vemente , pesante* 
mente, molestamente. 

Bdpr,pLCC, aros, n. peso. 

Boc/99$, eo; , fi. peso, carico i mole , 
molestia. 

Bap'jaÀyyì^ éo4, c.j ^oLp\KÌ)ifr,roi , 
Otf, e, cbe gravemente si duole. 

Bapv^ptp.srtipa, ^ a.^^ f. cbe tuona 
spavenlevolmente. 

Boe.s6^pop.0i, ou, m. che gravemente 
tìreme o strepita. 

Bapu^u/to{, eu, r. feroce d' animo ; 
advaggio. 



Bo^udxi/uiw$, «n». sd^nosamente, mal- 
volentieri. 

BflcpuSru , esser aggravato ; esser tor* 
mentato ; esser travagliato. 

Basuxoc^^to?, ov, e. eh* è di duro 
cuore , stolido , inetto. 

Ba^JxTUTTo;, ou , e. che gravemente 
strepita; altitonante (di Giove). 

Ba/9UA>t9V, ou, 1. piccolo peso. 

"BccoMXóyoiy O'Jy m. maldicente. 

Basvivu, aggravare, pesare, opprimere} 
tormenure , annojare. 

Bapu?rads<M, comportare malvolentieri. 

Bo^UTtei^'^ , ioi , e. tardo ad ubbi- 
dire. 

BaouTTSV^'; , ioi , e. oppresso da 
grave dolore. 

BofJ'JTrev&io, a;,/ dolor grave. 

BasUTieTr;, e. cbe gravemente piom- 
ba addosso. 

Baous, «toc, u, grave, gravoso, vio- 
lento, molesto; polente. 

Ba/3UTTevocxw, gemere gravemente. 

Ba/;vTYJ5, rjTÒ;, /. gravità, gravetia , 
peso ; umor nojoso , molesto , sec- 
cante. 

B(X.pyJrip.Oi ^ ou , e. eh* è d'un gran 
valore; prezioso. 

BaoÙT0V05, ou, e. che si deve pro- 
nunciare , o si pronuncia con un 
tuono grave ; baritono. 

Bccouzóvoìij avv. con grave tuono, da 
baritono. 

Bopjp&oyyo;, ou, c, che manda gra- 
ve suono; ruggente. 

Bao'jfopTo;, ou, e. grave, carico. 

Ba9u^p6>v, ovo;, e. afflitto, selvaggio ; 
feroce, violento. 

Bacavi ^u, torturare, tormentare. 

Ba'TavcvTixò;, lì, òv, tormentoso. 

Boc(ravo;, ou, m. tortura, tormento; 
scempio. 

BocTavo;, «, /. paragone , pietra sulla 
quale sifregando 1* oro e I* argento si 
fa prova della loro qualità. 

BaTÌieia, a;; ^affi).t;, iSoi^ ^aai- 
Xi<Tja, 115,/. regina. 

BaTcAeto, as, / regno, autorità Wtle; 
regina. 

BatiAgiov, ov, ». reggia, residenaa 
reale , palazzo reale. 

BaTt^sco;, ou, e. regale , regjo. 

Bafftìsù;, «tftó. 8»5, /ort. TQO^^ /, 



(96 ) 



BA 



L 



in gener. condottiero, re, monarca ; 
quindi polente, ricco (in contrappo- 
sto con Tzé'JYìi)', ^uai'kvjr&poi , 
eompar. re più grande , più pos- 
, sente. 

BaTiAcJTaro?, ou, m. il più regale ; 
il più augusto ; il più degno deirau- 
torilìi regale; il più gran re. 

BavtXsuco y regnare , tenere scettro ; 
esercitar Timpero, la regia autorità. 

B«ffi/r/t5, 1^05, /. regia, regale. 

Ba9i).izÒ5, yj, ov, regale , regio. 

BafftÀixcijg, av%>. reg»lnicnle, da re. 

Ba(yi).txwTaTor, tv;, tov, xupfH. di 
^a5i>i/.dc, regalissimo , splendidis- 
simo , degnissimo di re. 

Bafft/i'jxos, oy, m. piccolo re; ba- 
silisco, serpente favoloso. 

BaVi;, Bùi:,/, base, piedestallo, piede. 

Ba7xaiv<M. affisrinare, ammaliare, in- 
vidiare ; biasimare , riprendere, ca- 
lunniare. 

Ba?xavia, a^j/. malìa, stregoneria; 
odio. 

BflCffxavo;, ou, e. che fa malie, stre- 
gon»-; invidioso, detratture; ^à/jxave 
oaì/AOV, o gpnio maligno , col/a 
qnal espressione si dinota d'ordì" 
nano la morte, 

Ba^xavoj^. avv, invidiosumcnle. 

Bacr/xÒ5, oJ, m. passo, 

A. peso , carico. 

Bajrà^w, /m<. à-JM, rfor. a'I^w, por- 
tare un fardello , portiire io spalla ; 
pesare, ponderare, esaminare. 

Barta, ac, f.s ^àro?, ou, /. rovo , 
spino. 

BaT/J«%i?&), gracidare. 

BocTjsa^fO^, ou, m. ranocchia , rana ; 
tumore che spunta sotto la lingua , 
particolarmente sotto quella da fan- 
ciulli^ 

Barrapi^w, balbettare. 

BoLrra.pi.ajxói^ qG, m. l'atto del bal« 
bettare. 

BauCloj, latrare. 

Baùvo4, ov, w. fornace , camniinOé 

Bocfixi^, éoì^, m. tintore. 

Bapv], -iii^ f. immersione , tintura, co- 
lore. 

Ba-|t$, ('>>?)./'• i^ tingere l'immer- 
gere o il dar la tempera al ferro. 



BA BE 



B^pc).)iw, mungere , suggere. 

Bf^sXuvjuioc, aro;, n-i ^as>.uy/xò;, ov, 
m. esecrazione , abbominacione. 

B<?e).uxTÒc, >i, òv, esecrabile , abbo- 
minabile. 

B<J2>upia, a;, /. detestationc, abl^o- 
minio* 

Bos/upòc, poc, pòv, estremamente »CiC- 
riato ; impuro. 

Boe/upwf, af»'. impuramente, acelle- 
ratamente. 

Boe/ù^ffo/xat, esecrare, abbomioar«, 
detestare. 

Bo73/).a, >J5, /"• mignatta, sanguisuga. 

Bs/3aioù/*at, cerli6<'-re. 

Bs^aios, a, ov, stabile, forte, cerio, 
sicuro , fuor ai dubbio. 

B6/3aiÒTt!5, T7T05, /^ fermeaxa, sUbi- 
lità , certena. 

Bs/3aio&}, fermare, confermare, rati- 
ficare , stabilire. 

Bspat&)$, aw. fermameote , stabil- 
mente , certamente. 

Bej3aio)ai$, ew^, / confermatione, ra- 
ti fìcazione , stabilimento. 

Bs/5y;).05, ou. e profano. 

Be^y]>Ó6), profanare, contaminar*. / 

Be^yjXwc, «♦'♦*. profanamente. 

B£^>jÀM5i?, e«S,/. profanazione. 

Bexó;, voce fritta, sifinifkanie pana. 

Bé/s/xov, ou, n. freccia, saetta. 

Be/o&>3'xrj, >J«, /. faretra. 

Be/óvTj, 73?,/. ago, agn^lia (pesce). 

Be).ovi5, 1*305, spiìletto, 

B«>(95, co;, ZI. dardo, saetta ; qitaluti' 
qne arme da lanciare j fulmioc , 
colpo ; ferita , piaga , dolore. 

B£>oc, ou, m. soglia della porla. 

BiÀTtpoi , «, ov 5 ^sXtìwv, ovoi, 
eompar. migliore , preferibile , ec- 
cellente. 

Be^Ttov; ^é).TtffTO», nw. meglio. 

BeXrtovw?, mv. meglio. 

Beiriow, render migliore. 

BéÌTiffTo;, >3, ov, superi, irr. olli- 
mo. iVe/ discorso famigliare si usq 
talvolta in signif. di galantuomo , 
caro t carissimo , e simiti. 

B»).Ti<U|9i;, £0J5, /. miglioramento. 

Biv^^oc, 59?, /i. profondil?!, fondo. 

BTjaa, aro?, /». luogo da dove piiilj 
I' oratore, tribuna, cattedra, pulpito, 
bigoncia ; tribunale ; ara, passo. 



(97) 



BHBI 



Bii7sa, 13$,/^ sentiero a Irakeno odle 
nxmtagne ; baia, v Jle ; macciiioiw , 
foresta. 
B:à?70^ £3;, ». earenu. 

BYiffffo»; fi%-zìoa, /itL ^w, touire. 

Bi)Tà:;/taiv, 0*9^ m. duutatorc , bal- 
lerino. 

Bia, oc^jf- fon», ▼igore , TÌoIeiisa, 
c^preuione, impelo ; ùi stmso miiit. 
raion. 

Beo, aw. TtolentcìDente. 

Bià^w, e pia in uso ^là^Ottat, for- 
xare ; violentare ; premere , oppri- 
mere ; viobre ; oltraggiare. 

Bìxtoij a, O'Jj ^l'ato^ ou, e. vio- 
lento; ingiurioso^ costretto. 

Bieci6rr,Cj riTOi. /. violensa. 

Btoccw^, avv. violentemente , fonata- 
mente. 

Bca^/.>ì^ , éoi, e. sufficiente al vitto « 
che somministra il vitto. 

Btgcff/19^, ou, m. violazione, TÌolenia 
usata. 

BiaffTTj^, oJ, m. che fa violenta, vio- 
latore. 

Bia77cxò^ vi, òv, violento, atto a co* 
strìngere. 

Btàoi; a9/iai, e ^la^w. 

Bi^oc^&>7 passeggiare; andare. 

Bt^oéw: ^i^rifAi, marciare ; avancarsi. 

Bi^/.iasiovj. ^i3/ìaf>tòiov j ^t^Xi- 
^tov, ou, 1. iibriccino. 

Bt^/iO'/jSaf ia, as ,/. scrittura di li- 
bri, bibtiografia; mestiero del co- 
pista. 

HiRXioypoi^Oi, ou, e. bibliografo, co- 
pista , coiai che trascriveva le opere 
degli autori prima dell'invenzione 
della stampa j ora dicesi d* un uo- 
mo pratico della conoscenza de' li- 
bri. 

B(^).(o3r7]XT), Vìi,/' biblioteca. 

Bi^/t9v, ou, n. libretto, cartella, vac- 
chetta. 

B(3Àt07ra>).v]$ , ov , m. venditore di 
libri , librajo , bibliopola. 

BiftXiofópoìj ou, m. che porla let- 
tere. 

6t^/(09U/ocxtov, ou, n. luogo ove si 
custodiscono i libri, biblioteca. 

BiQXoi, OUyf. corteccia d'albero, 
libro. 



BI Bà 



Bc^2ei?X6i, mangiare; da ^péa ^ /itt. 

/i^fli^u, a. 2. s^^wv. 
BtoSfàz/uLio^ , ou , e. che vive lunga- 
mente, longevo. 
Bioq, ou, m. vita, il corso della vita, 

sostentamento, viveri. 
Bi6^ O'J, m. (coli* accento sull* alt.) 

arco, nervo dell* arco. 
BiotW , li; , f.s ^lÓTtj; , rro,- , f.j 

vita , genere di vita, condotta, tcnur 

di vita ; rondiiione. 
BtoT(/.t;, >;' , dv5 j3i0T»;5t5 , cj, e. 

vitale. 
Btd;(/?i9ffTo;, ov, e. utile alla vita. 
Bc9(u, vivere, vero. irr. </a ^^iwvt, 

yul. ^ioJ9w e jSici>7Cuat , «i. !!. 

è^twv, £j3iw5, c^tw, imp. ^ìcù^t, 

o«/. ^ioir,v e ^itàr,'tj inf. ^Siwvai, 

Hioi^iq , jw; , /" il vivere , esercitio 
delle forac vitali, vita passata. 

BiuTiXÒ;, >3 , dv 5 piwTo; , ri, dv , 
vitale. 

Biw^s^y);, éo^) e. utile alla vita. 

B>a(3g^d;, jsa, pdv, nocevole , dan- 
noso. 

B).a^£/9d>; , (Ti't^. dannosamente, svan- 
taggiosamente. 

BXa/3yi, fì^ìf* perdita, danno; torto, 
pregiuditio. 

BAoc^o;, so;, n. danno. 

B).a|3&), nuocere, offendere. 

BAa^o^d;, pà, jadv, languido. 

B^at(;o; , yj , dv, loppo , sbilenco, 
storto di piedi , bleso. 

B).aiffd;, ou, adj. coppo, bleso. 

B).ai7dr»35, yjto;./. storcimento. 

BÀai?de>>, storcere. 

B/atu^i;, eci>;, /*. storcimento. 

B/aTTTtxd;, v), ov, dannoso. 

B) à77T&), nuocere , danneggiare. 

B/àTTTW , a. 2. 6^5).a/5ov , nuocrn- , 
colpire; intoppare, mettere ostacolo. 

B^a-jravwj j3/a'7TSW , germogliare , 
fiorire. 

B).a'yT£r5V, ou, n. porm.iglio. 

B/à(TT>] , vj; , f. germoglio , pianta , 
fiore. 

B/à7TY}7i;, t'jìi^ f. gcrmcglio, frut- 
tificazione. 

B/.a7Tizd;, vj, dv , che ha furza di 
germogliare, disposto a germogliare. 

BÀaard;, ou, m. germe. 



(98) 



BABO 



B>a9fY}/uLéw, tDTetrej dir parole in- 
giuriose di mal augurio ; impre- 
care, maledire. 

B^a9^T]jULta , as, /. invettiTa; ingiu- 
ria ; calunnia j maldicenta , beslem- 
Du'a. 

B>a0^v)/i.o$, 9U, e. chi ingiuria; be- 
stemmiatore » maldicente, maledico. 

BXoc\{;t$, cus, y*. danno, lesione. 

BÀc/Asacvu; girare intorno i truci 
occhi; lanciare sguardi terribili. 

BAé/x/Ao, «To;, «.^ ^XcTnj^is, cm$, 
y^. aspetto, guardo, guardatura. 

B^ÉTTU, guardare, vedere, godere della 
facoltà visiva , esser rivolto. 

B^£39ocpt$, iSoijf, ciglio, palpebra. 

BÀs^a/70V, ou, n. palpebra. 

B>sv[/t$, ttaijf, guardatura, guardo, 
vista. 

B).y}^T]V , a»v. gettando. 

B>i^a, aTO^, n. tiro, colpo. 

B>))/ii , {inusit, fuorché in qualche 
tempo), ferire. 

BAiór/90v, ov, A. chiodo o cerchio di 
ferro per tener insieme unita una 
cosa. 

BÀv];(ào/ui«t, b^re. 

B>>IXrf^ -a^, /. belato. 

B^^X/^^^7 J30C, pdv, debole, imbecille. 

BÌ09Upò$ , a, ov, epi<. di sguardo 
terribile a vedersi ; truculento; truce. 

B>o?u/9eiil7Ci^ tSoii ^Xo7U/9W7rò$, Qyi^ 
adj. che ha terriuile aspetto ; che ha 
occhi truci. 

K).v^a), scaturire. 

BXua/utòs, ov, m. rampollo, germe. 

BXuo), scaturire , germogliare. 

B>wdpò$, oJ, adj. alto. 

BXco/ao^, ou, m. boccone, frammento, 
porzione di pane. 

B>ui7i$, 8&)^, /*. venuta. 

BAojvxw, arrivare, ascendere, crescere. 

Boaysiov , ou, n. scudo coperto di 
cuoio di bove. 

Bóau/o;, ou, m. stalla da buoi« bo- 
vile. 

Booéu, contr. ci>, gridare , vociferare. 

Boston, oc, ov, ^;»oel. ^oio^), bovino, 
di bue. 

Boeu;, Éo;, Ofc e&)$ , m. corda falla 
di pelle di bove. 

Boyj, ^$, /. grido, voce, pugna, i/i- 
cesi anche delle voci del flauto. 



BO 



BoYjyevv)';, e. nato dm un toro, da un 
bue; epit, d'apio nate come quelle 
di cui si canta alla sfitte del quarto 
libro delle Georgiche nelt* ejAeodio 
d*Jristeo. 

Boin^pofitùt^f óvo;, m. Boedromione, 
terso mese dell'anno presso gli Ate- 
niesi , corrispondente al nostro ago- 
sto. HonriSoàiitoLy wv, n. Boedromie, 
feste cel^rate in /itene nel succen' 
nato mese in onore di Teseo per le 
vittorie da lui riportate in questo 
tempo su le Amazsoni. 

BoTJ^Ctoc, a$, /. aiuto, truppe ausilia- 
rie. 

B0T)dt6>, contr. 6), giovare, inviar 
soccorsi, protegger*, prendere la di- 
fesa. 

Bori^YjjtAa, aro;, n, aiuto, assistenta. 

Bov:^/AaT(xd$, v], òv, che ha foru 
di aiutare. 

BoY]&7iri/.ò;, V}, òv, ausiliario. 

Bov]^ò;, ou; poet. ^ov}^óo$, ou, m. 
che corre al grido di colui che lo 
chiama in suo soccorso ; aiutatore ; 
pronto a recar soccorso ; guerriero. 

B«7I>a?ia. a;,/*, l'asione di condor 
Via i rubati bovi. 

Boir]>aT>]$ , 8 , m. boaro , carrettiere, 
che guida il carro tirato da buoi. 

Bo*jTÙ5, U05, /. clamore, grido. 

Bó^^o;, ou,^m. fossa, buca. 

Bo'dtov, ou. /L vaccarella, vacchetta. 

Bol'xò;, 7], ov, bovino. 

BóXjSiTOV, O'J, m. sterco di bove. 

Bo)i^ó;, oJ. m. cipolla, 

BoXsa>, gettare, laqeiare. 

BoXy) , Tii^ f. vibrazione; colpo, per- 
cossa ; piaga ; ^oXì} ruv asrpa- 
ya).oi)v , il gettar dei dardi. 

Bor/is, i(?o$, yi saetta. 

BoXo;, 8, m. propr. gittata; d«tfo lA' 
pejci, f a/c pescata , tntta di pesca , 
gettata* di rete, retata. 

Bo/A/Séu, rimbombare , risuonare« fare 
strepito; ronzare. 

Bo/A^Y]^òv, di'c. facendo rimbombo, 
con romore. 

Bou^visi; , E97a , ev , che fa rioi- 
i>ombo. 

"BÒii^TtG tiy cu;, / il rimbombare. 

Bó/xjSo;, ou , IN. il ronsio delle api; 
strepito. 



(09) 



BO 



uxos, m. baco da f eU , fi- 

0v , 0u , n, paio ; coppia di 

•ta, a;, /. sacrifizio di baci. 
0{, ou, e. che pasce i buoi. 
i^ f. |Mscolo, cibo , cose da 
ire , Tivanda. 
, Vy n. sabina y uvina , specie 

•c^ ou, m. fanghiglia. 

idi]f, %0i , e. limaccioso, fan- 

ov, m. borea f aquilone, tra- 
na ; vento del nord. 

«g^ r. boreale tette» Irìotaàlc; 
'. ^OjÉii Tùt*e;* il più scttcn- 
e ; i\ più al nord. 
ei»5, /. pasto, cibo , pascolo. 
X j aros , n. bestiame che pa- 

greggia, nandra. 
S, e«5, /. pastura. 

veri. irr. far pascere; eoo- 

a pascolare ; in pass, e med. 
e. 

[Oi , ou , m. riccio , anello di 
i. 

, Tjs, ^. erbaj pascolo. 
:ò$ , oJ, m. erbolaio, bota- 
la, Oìjj n. erbetta. 
ioyèca, raccoglier l'erba. 
^^iy tOiy e. erboso, abbon- 
di erbe. 

npo$, pastore ; dal seg. 
oJ, n. bestiame , gregge ; ar- 

:0V ) ou , n. piccolo grappolo 
; omamefito di testa delle 
greche. 

jv, avv. in forma di grappoli. 

.t$ , effffa, ev, ricco di grap- 

uo$, m. grappolo, uva. 
particella insep. , da ^où; ) , 
ne idea di grandezza. 
9$ , ou , ff. abbondante di pa« 

atto a pascer bovi. 
^Tif| Eici^ /t fama canina ; 
i ioQfn^^ne delL più gran mi- 

dalore acifrbu. 

, uvo$, m. anguinaia , bub- 
, tumore. 



BO 



Bouyo^ro^, O'J, m. bue borioso; mil- 
lantatore; vantatore. 

BouSrucia, a$, /. sacrificio di buoi. 

Bou^uTeo), co/ilr. ù, propr. immo- 
lare , sacrificare un bove; in gener. 
offerire , sacrificare. 

Bouxo/CGi), lairpfe bntì pajeoSir«. 

Bouxo/ccdV, fi-y7fl4^ m. pMiPT di bovi; 
colui che ha cura ài boti , man- 
driano. 

Bouxo/ta, eciyf.j ^ouxóXiov, tf, n. 
armento , raandra di bovi. 

BouxoXtxo;, vj, dv, paftórf4tio La* 
colico. 

Bouxo>t9/tò;, ou, m. eanlo pastorale. 

Bo J/óÀo;, ou, m, pastor di bovi , bi- 
folco. 

Bou'/cu/uioc, aTO{, n. disegno, delibe- 
razione « tÌu-IuzÌcim. 

BouÀsvio/Aat j c^nii|;]iarttt de1il»«r^rr« 
risolvere , p»n(ìeT rctui^lìo, 

Bou)euffi$, tu^j / cQOHiUi, ddiber.!- 
ziooe. 

Bou^euTn/5iov, ou, «. sala d*un* as- 
semblea, palazso del consiglio ; curia, 
senato. 

BouÀ curvi $, oy, m. consigliere , sena- 
tore. 

BouXeurtxd^, vi, o'v, deliberativo , se- 
natorio. 

"Jàù'Af^u^ £cinsi^1ìa», persuadere, sta- 
hilire, rlioUetip. 

BauJiTf)» ^?, / vulùntìi, consiglio, deli- 
hcraxioittf e omiilla, quindi collegio , 
cerano di senatori « senato. 

y^ voluElif Arbitrio^ 

Bou>Y]Ttxòs, v], òv, volontario, arbi- 
trario. 

Bou>7]Tdf, vj, dv, che dipende dalla 
volontà. 

^ùjli\^àpù^ ou, M. «anfi^lieitot capo 
àiA consiglio. 

pik che pgrf, i^i^^^ìrìfàrìv^ a. I. 

i^ouÀti^^v, voleri?; izoiii ^Ouìo- 

JU.AL- amar niifje^lio , bramare. 
Bou>u'fffV(?[j all' oceaw, 
BouAuTO^, où, m. tempo m cui si 

staccano dal giogo i bovi } la 



^4 



( 100 ) 



BOBP 



Bouvo^j oJ, m. colle. 
Bouvctiov];, £0{, e. pieno di ooUi. 
Bou7rA>;|, TQ'/oSj /• *^® percuote, che 

uccide i bovi; scure, mazza. 
Boù^, ^oòi, e. bue, vacca } per sinedd. 

scudo bovioo. 
Bou^TocJ'iov, ou , n.j ^ou-jtoctiov , 
ou, /i.j' ^9U(77a(7i$, SO);, /. stalla di 
buoi. 
BoMfjrpófOiy o\ty m. che pascei buoi. 
Bou^^ayso), sacrificar buoi. 
BoucTfavtoc, a^,/. sacrifizio di buoi. 
BouTUpov, ov, n. butirro, burro. 
Bou^ayos, ov, m. divoratore di bovi. 
Bou^ovéw, scannare, sacrificar bovi. 
6ou^O|0^ò^, oJ, m. che pasce bovi. 
BoùÌttvjs, ou, m.s ^oàiziiy tSoi^ f, 
che ha occhi bovini , cioè grandi , 
rotondi e neri} epit. distintivo per 
individui femminili^ giusta il men 
raffinato senso dei Greci. 
B9UT>]£, », m. Boote, costellazione set- 
tentrionale. 
"Bpof-^iiov , ou , n, premio della vit- 
toria. 
Bpa/Ssu^, €cu;, ovv. 
B/sapcUTTfi^, ou, m. colui che assegna 
il premio del combattimento j giudi- 
ce, arbitro. 
BpajSeuo), assegnare il premio del com- 
battimento ; esser giudice della que- 
stione; regolare, ordinare. 
B|5ayxa/éo5, a, ov, rauco. 
Bpocyxtào), divenir rauco. 
Bpà'/xos, e05, n.j ^pv^y^Oi, ou, m. 

raucedine. 
Bpay;jjwo>;5, so;, e. rauco. 
Bpaoiw5j «l't^' lardi, lungo tempo. 
Bpao tov , avv. compara più tardi , 

più lenla mente. 
Bpdd iir O'J , apv. superi, tardissima- 
mente. 
Bpixò\j)Ka, tardare, indugiare, tener a 

bada. 
BpccoOi^ sia, li, tardo, lento, pigro; 
grossolano (anche d' ingegno) co m/i. 
^py.Sioìv e ^pd'sooiv. 
Bpy.o\j7r,i^ r,roi, /' lentezza, ritardo, 

trascuraggine, poltroneria. 
Bpà^co, buUire. 
Bpc/.-su-cCj aroj, n.j /SpaT/xo;, ou, m. 

bollitura. 
Bpa.xi'jìi, avv. brevemente. 



vBP 



B^axtOi>v, O'io^ m. braccio, maseolo; 
forza ; propr. la parte che si sten- 
de dal gomito al pugno, 
BpaxtMV, oifOif e. campar, più breve. 
B^sàxi^TOV^ IT], ov, superi, breviuimo. 
Bpaxuxouew, contr. (ù, portare, avere 

i capelli corti, la capigliera corta. 
Bpaxu).ovs&) , esser breve, coneiso 

nel dire. 
Bpaxuioyia, ag, /.' brevità di di- 
scorso. 
B/3axw>o'yo;, ou, e. breve nel dire, 

conciso. 
Bpaxuvw, abbreriare. 
Bpa^us, età, ù, breve, piccolo. 
BpaxuT>i?, Tfiroi,/. brevità, cortezza. 
B/saxuxpoviog, ou, e. che dura bre- 
ve tempo. 
Bpdx^y risuonare, strepitar ruvidamco- 

te, scricchiolare. 
Bpc/xu, fremere, strepitare; mormorare, 

susurrare. 
Bpéfo^^ £0$, n. infante, fanciullo nato 
di fresco o ancora chiuso kel seno 
della madrej feto qualunque. 
BpsfuX^tov, ou, n. fanciullino, bam- 
bino. 
BpéxfiXf «Tos, n.j jS,5ex,<*05, ©«> »»•• 
la parte d' avanti del capo ; capo , 
testa. 
Bps'xu, bagnare^ irrigare, piovere, inu- 
midire. 
B^iapó;, jaoc, pòv, robusto, ralido, po- 
deroso ; pesante. 
B/7ia&), rendere o esser robusto. 
Bpi^ùi ^ dormigliare dopo aver troppo 

mangiato} mostrarsi sonnacchioso. 
B|5ii37rvo5, OU, m. che fortemente gri- 
da, epit. di Marte. 
Bpi^Oi, SOi, n.j /3j5i3ro«TUVi7, «J5, /• 

peso, gravità. 
Bj3i&Ù5, eia, u, grave, pesante; po- 
deroso. 
BptSrw; o/xai, essere aggrarato; ge- 
mere sotto il peso ; essere oppresso 
diil peso ; scagliarsi , piombare. 
Bpijxoioì, fremere, adirarsi. 
Bpt/*yj, >J5,/. forza, possan». 
Bpt/jLiQOÒy, avv. con fremito. 
Bpi|a, Yj?,/. sega. 

BpiGti.p1if3e.T0q, oj, e. che aggrava il 
cocchio ; che fa piegare il cocchio 
sotto i suoi piedi. 



(«01) 



BP 



;05, o\J, m. gola, trachea arteriale. 
Oi , 8 , m. Bacco ; propr. però 
di Bacco t cioè Cremeote, atre- 
IO, fragoroso. 

iy ou, m. fremito, fragore, fra- 
o ; muggito. 

xco^, a, ov, tonante « appar- 
fnte al tuono. 
a&>, tuonare. 

IO, strepilo ne/I* aria. 

tos, oy, c.j- ppÓTSos, a, ov, 

'tale, umano. ^ 

ei^vis, éo^, e. che ha figura 

ina, simile air uomo. 

et^, e<;aa, ev , aspeno di san- 

, sanguinoso. 
xróvoi, ov>, e. omicida. 
ìXoiyài, ou, m. peste degli uo« 
li ; eccidio dei mortali , epii» di 
rte. 

$, où, m. uomo, mortala. 
>$ , ou , m. ( eoli* accento sulla 
ìtiL) sangue corrotto d'uomo ue- 

S sangue mescolato con polvere. 
'», ^^> /' P'ogg^»» »?emho. 
ii^ay assorbire, divorare, ioghioi- 

io^ oUj m. gola. 

», ^Soq^/.j ^póxoiy oxiy m, 

io, fune a nodo scorsojo. 

d, assorbire, divorare. 

^u, fiorire, germogliare. 

Ao, aTO^, n. morso. 

LOS, où, m. stridore di denti i 

3Ìto, ruggito. 

>, mordere, rodere. 

, ou, /i. musco , muschio , alga. 

xXéos, a, ov, che ruggisce. 

iopLOCi , ruggire , ragghiare. 

7, TQS, /. stridore di denti. 

7^òy, avv. con ruggito o firemito 

j-idore di denti. 

ruggito; gemito. 

xò^y ouy m. morso, il rodere; 

pito. 

u, digrignare i denti, fremere, 

gire. 

, zampillare; pullulare, sbocciare, 

venir fuori , spuntare. 

a, aTO$; ^pf^p-riy iq$, n, cibo , 

aento. 



BP BT BQ 



'Bpoifiiùìy puaaare, mandar cattivo oi 
dorè. 

BpoìtiritL^y giscoLy cv, che ragghia. 

Bpw/Ayj5i5, 66)5, /. ragghio , raglio. 

B/jw^YjTwp, opo^y m.j ^pw/iyjTTQs, 
ou, m. che raglia. 

Bpàixoi, oxjy m. fetore, come quello 
dei becchi j arena, biada , e in que- 
sto caso si troica pia usitato ^pò- 

6p&)/£&)^i]$, tOi. e. fetido, puzsolenie. 

Bpuveiw, aver fame, bramar di man- 
giare. 

Bpó)7t$, loiiyf. nutrimento, alimento. 

6/9ai?xa); /St^puvxw, verb.- irr, da 
ppòùi^^ut. ^pùiiùty a. 1. l^pomcc, 
a. 2. s^puv, mangiare , masticare ; 
divorare. 

BpuTixò^, V), dv, atto al cibo, man- 
gione. 

Bpùtroi , où , m. buono a mangiarsi ; 
nutritivo. 

Bpùirùiy ^Oiyf' esca, cibo. 

Bua$, OMy m, gufo , uccello. 

BujSAivos, ou, a</y. di papiro ; OTcio'i 
^u^Xtvov, fune di papiro. 

BuSri^M, gittar in profondo. 

Bu^d;, OMy m. il rondo del mare; il 
profondo; tonfano. 

Bu'xTV];, ou, m. strepitante, aonoro; 
procelloso. 

Bvpaec. r, s, /. cuoio, pelle conciata. 

B\)pat\ti^ éoì^y m. cuoiaio , eonciapelli. 

BU7/X9C, aro;, n. turacciolo. 

Buaff00 0ju.eu&), meditar profondamen- 
te ; raggirar nell' animo ; macchi- 
nare. 

Bu«d&ev, avv. dal profondo. 

Bu(79o; , ov , y. lino finissimo ; panno 
sottilissimo ; bisso. 

profondità. 
Bw^ecxiov, o\)j n. piccola aolla. 
BùiXoi^y 0X05, m. j pw>05, ou, f.j 

/3«}Lapiov, ou, /i. zolla, gleba. 
Bw>opo7r8w, erpicare. 
Bw).05, oj, /• »oll»» glel>a; ma»«a di 

metallo greggio. 
B<ofioXoyi/.ài, rj, dv, buffoneseo. 
Bu/xo^oxsuoa, fitr il buffone. 
Bw/xo^to^ia, as, /• buffoneria. 
Bu/AoXdxos, ou, m. buffone. 
Bcayuio).óxci$, at^c. ba&oe«caLt[vQtAft. 



( «oa ) 



BQ Tk 



L 



Bu/xd;, oJ, m. base, mxm^ altare. 
Bea^r^co), gridare; chiamar con alto 

grido. 
B6ÌTii$ , ov, m.j ^«Toaj9, 0/50; , m. 

pastore , maodriaDO. 
BeaTiàvs(/95; , OJ , adj. che nutrisce 

gli uomiai, io cui gli uomini hanno 

largo alimento. 



r , terza ietterà dell* alfabeto gre- 
cot si pronuncia come U g tedesco. 
Quando la y si trova innanzi alle 
lettere 7 * x , ?, x > '«" pronunzia 
come V. La y tien luogo talvolta 
della V ; così invece di scrivere jt-t' 
/ULÓÀuvxoc, perf. di /mo^lvved, i Greci 
scrivevano /xs^aóXuyxa. F, preso 
numericamente , va/e tre, ma con 
un accento per di sotto , vale tre 
mila. 

rayyaXt^u, /*ȣ. iffoj , ionussolire, 
solleticare. 

ra.yycifir}y n;,/. '«te da peccare. 

Foc^a, >]$)/! rìecheasa, tesoro. 

Fa^opuXocxtov , ov , n. luogo in cui 
si custodiscono le ricchecae, erario* 
tesoro , gasofilaccio. 

Faìoc, a^ (jon. yyj, vii)/, terra. 

FaiTì'l'xo;, ou, e. terrestre. 

Fatvio;(0$, ou, m. che cinge la terra, 
epit. di Nettuno , originariamente 
presse gl'Ioni, di età egli era Dio 
nazionale .* da- g^.^ , quasi à rriv 
yviv tfuvéxw; a/(ri /o derivano eia 
oVsflj, sostenere* 

Faiù), gloriarsi, esser lieto d'alcuna 
cosa , andar superbo. 

Fa/ a, otXTOS, n. latte. 

FaXa&i)vò$) ov7, a<//. lattante) latteo; 
tenero. 

FaXoxAtocQ), allattare. 

FaXaxTu^vi^, so$, e. latteo. 

FaXeày/7a, olì , /. propr. galappio , 
trappola ; gabbia di ferro , prigione 
(da ya).cy), donnola ed àypoL^i^ve' 
sa , preda). 

Toàtpoi^ p«.f j>ov, tranquillo, sereno, 
ilare. 



FA 



FaXif, ^«i/- eontr, di yctlirì 

noia, mnstella» faina. 
Fa^Wvv), Tni^f' serenità, tranq 

calma particolarmente dei 

bonaccia. 
FocÀYjvi^oi, abbonacciare. 
ToiXriìfòi, T), 9v, abbonacciato 

no, tranquillo; yaXirjya, atnn 
FaXYjvów, tranquillare, rassereo 
TclXówì, òdi ; yaik(aiy u, /. ce 

sorella del marito ; affine. 
roLfi^pòi, oG, m. genero, cognal 

£e//o della mogliej affine, par 
Fa/xsrt», r{i,f. moglie. 
Fa/térvis, ou, m. marito. 
Fa/ASCi», con<r. ù, /a<, W^oj, ac 

prender in moglie o maritarsi 

giungersi in matrimonio. 
Fa/AC ^w, ammogliarsi. 
Fa/xcxò;, V), òv, matrimoniale. 
TouiiKÙij aw. matrimonialmenl 
TaiAOi, ou; yoc/moi, wv , m. 

sposalisìo, maritaggio. 
TaiifriXin, ^«,/. mascella, ga 

guancia. 
Fa/xtj'òf, V)) òv, curvo, adunco 
Fa/Arj^(MVu| , vxo«, m. che ha 

ghie ricurve; adunchi gli arti 
Favo», brillare* risplendere: 

lare. 
Fàvujuiai, consolarsi, rallegrarsi 

rivo di qualcunoj andare ii 

ad alcuno con trasporti di gii 
rdpy ceng. in principio d' una 

siiione , ove trovasi espres 

vivo seniimentoj nelle interro^ 

è particella di rinforzo , infatti, 

que ; perciocché, poiché , peri 
FofyaXt^a), solleticare. 
roipya.X19p.oi, ow, m. solletico 

rito. 
FaffT>3p, é/505, per sinc. T/sò;, 

tre, pancia; tfuindi la pancù 

scudo fatto a volta. 
FfltffTpa, ai^f.j yciiTprì, >J4, . 

do d' un vaso, fondo d' un v: 

carena. 
Fa9T/9t/uiocpyta, a;,/, ghiotte 

gola.^ 
Vau8rpip.OLpyoi^ ou,nf. ghiotto, 
Fa«T/5itf.apyca$, avv. ghioltamei 
Fa9r/3U^T)$, e. che ha gran y 

panciuto. 



W- 



(loS) 




•xiotiia rmckticm eke 

MB mrtm Jm ì w m c 4?nnMi W 

u>, e riir ^cr Jd fA vmie-: 

: pmrtMCBJlm. prr te jm 
mmi$m ma mitre vmd t 
m cfMg ìJ. stifmtficml9 
. IO s; ciKys, nirale di «m> 



di tmtU i tmodi: io 



• ^ (formm matomm étH* mmticò 

fiyw9u^ che km il sif(mif, «fa/ 

aliar U roce ìa modo da 

■Dieso ; parìar chiaro, gridar 

y,i^/. Inogo di c<«mi sup- 
genoa. 

y;4, tf, m. agricoltore, coolu- 
campa gnuoiu. 

L, essera, aTreoire» esser fatto» 
!, generare. 
Il, contr. (ù, con 6 Dare, 
e, a;, /. ▼icìoanaa, vicinato. 
«, esser Ticino. 

ovo^ , e. vicino i affine , si* 

9$, ou, e. ridicolo. 

$ , ou , atlj, ridicolo , degno 

contr. >&), ridere, porsi a ri- 
deridere ; risplendere, brillare. 

ou, n. burla. 

flc, ov. ridicolo, atU) • mno* 

riso, faceto* 



rt 



rtÀo<aK> <*****• nd w< >lw s i i wet> t »> 

•1 r id aw. 
r«>Mrer«t(K . k , m. «Iie III iì<lm • 

boflnM, ifHillar^ >a iM i ì > 
rt«t^*k, riiirtpiT*. 
rcataK^Wl. «.«*, «»«■ pi«»<v, wr <^IM*Nv. 

u^TaaioiM^ projjetw^ '^|(''^^|ER^^ ra^wa» 
r€vc«>e>t«i. «t<, J\ »K»ria À. ««a fa» 
m«clia ^ envmwaaMMie ^dfftlì «vi , f{«^ 



«eMO|>Mk 



rtvi^Àv; , X<^f, sorfjMMe } <»rig»iM», 
rasaa. 

nethaco. 
rcvttflca» , /Wi. «*K)»ra» , <yvw»«*N>»»fr « 

«a«tl«r U )>ar>Mi \ ecarer MgVi «<Ntt 

della pmbMlìk. 
rcvtttv, •«, m, niewHH (««««^t WK*. 
rtvtff»^, t6»««7- nascita, s»a»cìi»»ef»to, 

OOglM! , CMMM^ 

rtvtrucw, «<, / ^«Mlnce , madr*. 
rtvtTìi)\ >?<,/. «escila, oriffì»*» 
rtvtTTje, ^,ee^, *»t.,' ytvéf^, V#«, 

m. genitore, padre» 
Tcvtxe^, «i, ev, general^i geiitiKtì<> ) 

In fFnem. genitivo. 
TcvtxMf, «v«\ g«nerakwe«it<*. 
rcyvoci»«, flt, ev, rh'J> di h«io»a im« 

«cita; nolMlej generoso» cgmgio , 

valoroso , prode. 
rcvv«ióni«i tqre<,/ geiwrosilìi» prò» 

deaaa. 
Tcvvotiui, «i^tK valorosamente, nobU* 

mente, ingenuamente, da l>ravo. 
rcvvo{<k»| contr. «5, generere, dare in 

luce. 
rcvv»j/*oi, «T0«, n. progenitura, raiM. 
rcvvv}9i«, tbt^yf- gcneratione, genesi. 
rtvv»}TiKèi, *i, òv, generativo, produ- 
cibile. 
rfvvtiTixòi, eu, IH. generatore. 
rtvv»}TÒ«, T»}, òv, generato, 
revvvj'Twp, ope«, m. generatore. 
r^vo«, fd{, «. genere, rassa, spoaie | 

lignaggio, famiglili, schiatta) naainne. 
r<vu« , uoc , /. mento , inaicelle , 

guancia. 
Ttponeij ««,J[^ matrona, 
repatòf, oì, òv, vecchio » vtf«hla. 
Vtpotióiy oJ, vegliardo, vecchio ri* 

speltabilf. 




( io4 ) 



TE 



rzpv.lpoì, onorare d*un premio , rega- 
lare. 

Tipy.i'zzpoi^ poLy pò-*, anziano, il più 
vecchio. 

réfavo;, ou, /. grue, gru. 

rtpKpò^y ojj adj. venerando, raggtiar* 
devole. 

ripa;, aro;, e olo^, w5, n. premio, 
onore , ricompensa onorifica. 

TtpoLiixioij ou, e. onoralo) onorevole; 
onorifico. 

Tzpv.i'zioz^ H, m. nome del duodecimo 
mese dell' anno degli Spartani. 

ricvivio;, ou , m. venerabile per la 
sua età j in Om. epit, di Nestore, 

Tipo-jri/.òiy »ì, òv, senile « riservato 
ai vecchi. 

r&poùsio^j ou , adj. vecchio, antico ; 
conveniente ad un vecchio; onorevole. 

rippov, », /i. scudo tessuto, fatto di 
vimini. 

répwv , ovTO;, m. vecchio, senatore, 
persona rispettabilo- 

rijfj.a.j aro;, ». gusto, assaporament». 

rsuo/Aai, gustare, assaggiare, speri- 
mentare. 

rsJ^i;. ew;, /! gusto, sapore. 

r&U'TTo;, 7), òv, guslabile , saporito. 

Fsùoi, yìit. su7&>, far gustare, dare ad 
assaggiare. 

ricusa, as, /! ponte. 

r^^-jpoci), congiungere per metso d'un 
punte; formare a guisa d*un ponte; 
fortificar con un ponte. 

rswypa^so), fut. ri7M, fare la de- 
scrizione del globo terrestre ; esser 
geografo. 

Ti'jy/poL^icf., a;. /. descrixione della 
terra ^ geografia. 

r£W7pa5>ixo5, yj, òv, geografico. 

ri(àypa.fOiy o\tj m. geografo. 

rstuoy:;, eo;, e. di terra, terrestre. 

r£co).o^ta, a;, /. altura, luogo eleva* 
to , eminente. 

Fsù/o^o^, colle, poggio, altura. 

Tidifiirp-ni^ o\J<f m. misuratore della 
terra , geometra. 

Fcu/txsTpia, a;,/, misura della terra, 
geometria. 

rsw/xsrpi/ò;, >j, òv, geometrico. 

rsica/xsrpixca;, awv. geometricamente. 

FewTrovéw, co/ilr. H^fmt, ij'aw , lavo- 
rare alla terra. 



FÉ FH FI FA 



FswTrovto, a;, /. agricoltura. 

FsuTròvos, ou, m. agricoltore. 

Feup'/sr/), coltivar la terra, lavorarla. 

Fsu/sytoe, a;, /". agricoltura. 

FswpyiXTj , rj; , r*o««*«. Tex**} ) , /• 
arte di coltivar la terra, agricoltura. 

Fswpytxò;, Y), òv, appartenente all'a- 
gricoltura ; yswpyixoiraTOS, superL 
il più zelante, il più diligente e at- 
tivo agricoltore. 

Fccopyò», o^i m. agricoltore, villano; 
bifolco. 

FrjyevcTTJS, »; yrjyevyjs, eo;, m. e/, 
s;, n. nato dalla terra, figlio delb terra. 

Frfdev, avf». di sotterra , di terra. 

Fvj^éu, contr, ói^/uL rÌ9ù»^ godere, 
allegrarsi. 

Fc&o»uvn, »!«,/. gaudio, gioja, gio- 
vialità. 

Fi]dÒ9UV0^ ou, oif/. lieto» ilare, gio- 
viale. 

FiT^acòs, à, òv, vecchio. 

Fi)pa;, aro; e aos, w^, n. vecchiaia. 

r^jxx.txta ^ ynpoiùij invecchiare. 

VfipxJi, cos, /. voce , suono. 

Fvjpuu, far sentire la voce; cantare» 
parlare. 

FiyavTSto$, oc, ov, gigantesco. 

Fìya;, avTO^ m. gigante. 

Ftyvo/tat; ytvo/Aai, c^erfr. irr. esser 
fatto, nascere , venire , essere ; a. 9. 
cyevò/AViV, d'onde ysvò/xevo;, f. 
pflM. ysysvs/Aat. 

Fiyvojdxw; yivùsxw, /«f. yvuvo/Aat, 
;?. «y vuxa, a.l. sy vw5a frfa y vò«); a. 
2. lyvwVj^ i'm;>. yvuSri, ott. yvetv}V| 
^og/^. yvw, in/. yvàlvat,f»ar£. yvou; 
^</a yvcii/Ai), ferÀ. <rr. conoscere, 
sapere, stabilire , pensare. 

F^ayo^, so;, n. latte. 

F^ot^/io$ , o\j, m.j y>a&05 , ou,/. 
mascella, guancia. 

F>axToyayo5 , ou f sinc. di yaàeb- 
xrofoiyoi) , e, mangiatore di btte, 
che si ciba di latte. 

Fia/tATrTw, piegare. 

FXauxioco), guardar terribilmente eoo 
occhi azzurri. 

F^auxòs, V}, òv, glauco, di color ce- 
ruleo , azzurro, cilestro. 

FÀauxÙTlti;, iSoiy / che ba gii occhi 
cilestri, assurri. 



( «o5 ) 



FA m 



rÀx'J;, yì.x'jxoi^/. allocco, civelta. 
rÀflCfucé^ pà, pòv , concavo, prò- 

foodo ; cibante , leggiadro, fino. 
rÀa^'Jsa»^, a%rv, elegantemente, con 

grazia « con gosto. 
Vkd^o» , /ut. ^oD, scavare; incidere, 
inia^iare. 

TA.vpx.Oi, goij n, mosto, Tino dolce. 

rÀviveo, oiv. n. stelle, pietre brillanti ; 
cose splendide, cose preziose. 

Tliì'jri ,>!?,/. pupilla delP occhio j 
bamboccia, bambola, fantoccia. 

rÀto, ex-i, /. glutine, colla. 

Tìi^XP^^ P^ì pò^t lento, viscbioto , 
tenace, lubrico. 

VXivxpÒTni^ v>TO^/. tenaeith» tìmo- 
sità. 

TXiTj^pag^ aw. tenacemente^ 

FÀt^o/Aai, bramare, agognaraw 

TìoMTÓij où, m. natica. 

rXuxatvo», ìttdo]cire. 

rjLuxe/304, ou, adj. dolce, aggradevolei 
giocondo. 

r>uxs|9&)$, aw, dolcemente, aggrad»- 
volraente. 

r/uxtoty, 0V9$, e. compar. più dolca. 

r^uxu^uiAta, a$, /. piacere dell'ani* 
mo, dolce melanconia. 

r>uxu/isiAi)(0^, oxjy adj, chi è di na- 
tura dolce come il mele ; le cui pa- 
role sono dolci come il mele. 

r)luxuV6>, indolcire. 

rAuxù^, eia, u, dolce, piacente^ gio- 
condo. 

rXuxuTTj?, YjTO$, f. dolcezza. 

r>U7rTV]^) ou, m. scarpellatore , inta« 
gliatore. 

rAu^erov, ou: yAù^avov, ou, n. 
strumento di ferro da incidere j ceal- 
pello , cesello , bulino. 

rìiU9>}, n^ /• scultura , opera di •col- 
tura o d* intaglio. 

FÀu^tf, co OS, f.' cocca, la Iacea della 
freccia nella quaU entra la corda 
dell'arco. 

r>v9<u , scarpdiare , scolpire « inta- 
gliare. 

rÀu979c, 1)$, e -Tra, 04, /. liogoa , 
favella. 

punta d'nn gia*«j lA tto. 
rvxttirròs , ou , a^'. curvato , 6eui- 



TJX ro 



rva^eu;, io$, ut. pargatora , car^b- 

tore , tintore. 
ryvÌ9io$, a, ov, lagittimo, sincero, vero. 
rviQ7i{4;, afi'. sinceramaote, lagittioia- 

mente, veramente. 
r'JÓ^Oiy ou, m. caligine, tenebra, 
rv'j^, tiifv. a ginocchio pirgato , |i- 

nocchione. 
rvu/tAV}, T)$, /. saotama, pansiaro, aon- 

siglio. 
Tvcafj^Àoyicx, , «( , /. l' fOunciaiiona 

d'una senlaosai 00 parUre MnlM»- 

sioso. 




ryw9t$, totf,^. eofoiakma, ootJesa. 
ry<»9Tvi<, 19, óv, noto, e(^it<i, 
ry«*97Ò^ ou, m. 00(0 , coooeeanta ; 

amico , dumastico , fralalbi, 
rvoy^Tw;, avv, Doloriamaota* 
Toó», gemere, bmantarsi, piangerà, 
royyu^d», roonnorara , parlar sotto* 

voce. 
ToyyuAc^ i^o«; yoyyui*?, iq«, /: 

rapa } pillola, pan rotondo. 
FoyyuÀo^ v}, ov, tondo, rotondo. 
To'/yv^pioij O'jy m. horboUamaiito , 



Tàni^ *»T0^ m. prastigialora , iaeao- 
tatora, mago. 

roijTCta, OLi^f, iocantetimo, magia; 
bagattella. 

Fó/sfo^ OM, m. conio, chiodo pan- 
da ; cavicchia. 

Toyaixi^(A, inginocchiarsi. 

Foycù^ écKi m. «M/c. <«^ m. geni- 
tore, padre; corrisponde al paianf 
<fci /almi. 

FovW, T,i^f- gaoarasiooa, feto, sema 
generativo. 

Fóvof, ou, m. prole, schutta, 6glìo. 

Foyòf, ou {colraceento sull'ultima), 
adj. fecondo, (ertile. 

Fdyu , yoyuo«, youyog o yò'jxroi , 
a /o«. yoùvu, aro^ «. ginocchio ; 
Os'ìiy /y yvya^i xeiroct^ locusicne 
omerica f letteraL sta su la ginoc- 
chia degli Dei , vale a dire : ciò 
sta in mano, in potare, in arbitrio 
dagli Dei. 



(io6) 



ro rp rr 



rovvx^ivcw, geauflettore , ÌDgioo€* 

chiarsi. 
rovuxÀiffc'a, a?) /• genaflcMione « 

preghiera fatta in giaoccbio. 
rÓ9$, OMf m. gemilo, pianto, duolo. 
roùvy avp. inv. di yc oJv, pure , 

pertanto , dunque. 
Tovvóduac, eontr. ojficti^ abbracciare 

le ginocchia di qualcuno in atto aup* 

plicherole. 
TpalcL, ««, (jon. >i, ri%);ypnZi, nò^jT. 

donna , vecchia. Fpai oiov ^ ypd» 

iiov, 9j ff. ▼ecrhierella. 
rpxixÒ9, 19, ov, greco. r^acxc9Tc, 

avv, alla aianiera de* Greci. 
rpàpiixoUf «TOf, n. lettera, ^fMra de/* 

fa/fabtto, scrittura j pittura ; pimr. 

ypdfxiJLùiroi (taL literie) leUerc in 

senso dì epistole ed anche di scieose; 

inoltre inscrisione. 
TpafifiartZojfj ov», n, registro, tac- 
cuino, libretto ; testamento, scrìtiura, 

obbligaiione. 
rpajiA/uiaTCÙs, idèi, m, ammanuense , 

notaio, copista; maestro di kuoU. 
rpa/ut/Aartxvi, iqS)/. grammatica. 
rpa/A/tarcxof, v, òv, grammatico. Iti- 

terale. 
rpoLfifiin, )?«u /• linea , 1' entrar aella 

carriera 1 il luogo da dove partivano 

i combattenti , 1/ quaU era indicato 

eia una linea tracciata in terra, 
rpoLTtrùi , rjoi , /. laceràtiooe della 

cute; graffiatura della pelle. 
rpoLìJi, gen. ypccàiy /. vecchia. 
TpcciptìoVj ou, n. stile» strumento per 

disegnare i e più propriamente quel 

ferro acuto con cui gli antichi scri- 

vevìino sulle tele incerate. 
Tpaf cu$, ioiy m, pittore, diafgnatore, 

scrittore. 
Tjsaf yj, ili, f* pittura, scrittura. 
rpa^txd$, ti, ov, intradeate, perito di 

pittura ; compar, ypXfixtàTtpoi , 

più perito « più intendente di pit* 

tura. 
T/sx^ìf, iSoi,/, pennello. 
rpdfotj/Mt, <|i6i, scrivere, dipingere, 

descrivere. 
rptyopiòi , vegliare, noo donnife. 
rpÌTto^ ou, m. retali 



rr ro 



r jflc, ««, /. campo , iugero. 

rJaXdv, ou, n. membro del eorpoj 
piede; roano» ec. 

FuioV} ov, n. membro. 

ruioo». storpiare. 

ru/Ava^o»; Ofiai, esercitare;' eserci- 
Ursi- ginnasticamente, (are esercii} 
ginnastici. 

TufivcttioL, a«, /. fsereido , ginna- 
stica. 

nasiarca ; colui che aveva la soprin- 
tendenta del ginnasio. 

ru^vaicov , ou, M. esercisio , luogo 
ove i Greci si esercitavano alla btta» 
alla palestra e ad altri giuochi atti a 
dar forca ed agilità aUe membra; 
ginnasio. 

ru,ttvaj/*flc, aTO$, «. esercuio. 

ru/AVTÌf, iiroi, m. soldato leggermente 
armato, di leggiera armatura. 

ruttV07r»4, oSoq, che ha i piedi nu- 
di, che va a piedi nudi, scalzo. 

ru/AVÒ;, W, «V, nudo, povero, sve- 
stito , spogliato. 

TufiLVÓTtìi, tiroi, /. nudità. 

ru/uivoa», nudare , spogliare. 

ruvatxcìo;, OL, ov, donnesco , di 
donna ; femminile , femmineo. 

ruyaixsi&>$, aw. effeminatamente. 

ruvaixojiAavvjf ; yuvai/uiavvìSf ioi, 
m. che ha la passione per le donne ; 
donnaiolo. 

ruvaix»vrri4, 1^04,/ luogo appar- 
tato delle donne , gineceo. 

ruv*i, vaixo$, /. nom, irr. il cui wc. 
/a yu'vai, moglie , donna , sposa. 

Tupàviov, ouj yuvaiov, n. femminuc- 
cia, piccola femmina , dim. di yuvi}. 

rupe;, fiusi/. il fior della farina; 
yupirrii, 8, eh' è fatto di fior di 
farina. 

TQpOi, o\), m, (sosL) giro , circolo. 

TMpòi, à, ov, curvo, rotondo. 

ruj9Ó6), aggirare, rotare. 

rupw9i$, <«$)/• aggiramento. 

rù\|>, yyJTtòi, m. avoltoio. 

rJtj/o«, »,/. gesso. 

rwvi'a, OLiy/, angolo, luogo nasco- 
sto. 

Tfiiprjxài^ ^, nu faretra, turcasso. 



( to7 ) 



L, quarta tetterà deii'a/fabeto grteo^ 
si pronunzia come il nastro £. Pre^ 
so numericamente vai quattro, ma 
con un accento per di eotto pai 
quattro mila. 

Ào, particella inseparabile inteaeiea , 
ossia che accresce la signiJFcasioae 
delle voci, cui sta aggiunta. 

dsuio»; ^ai», imparare ; appreod«re| 
essere islmito; esplorare ; iiu^mre. 

Aa^s/tat, p. pass. moiT/ieUy distri- 
bnire, sprtire ; spessare, squarciare 
{ùius. al presenUj. 

Lociifiav , ofoi , e. istruito « pratico , 
abile. 

Axijp, ipoi , e. cogoato , fratello del 
marito. 

artiidosamente £itto « ioduttrioia- 
mente lavorato, combinato eoo OMO- 
strerol arte. 

^xiSaiXXa» , lavorare artifidocamcole « 
ornare eoo vario artifiaioj scranan, 
macchiare di più colori. 

ÀatJocAoy, oxt, n. lavoro iodostrioiO» 
opera artificiosa. 

MCoijfuL. 19» ed t^es; p, pass. 
ii^atyiiai e StSeitipLxt^ dividere, 
spenare, lacerare ; (ar io peni, oe- 
ddere; trafiggere. 

^xifiovioiy o\), m. che provieoe da 
bnooo da maligoo spirito « 4fuimdi 
divino, felice; misero, miserabile, 
scdlerato, insano, furioso; in gener. 
quegli che da no senio è spinto a 
grandi imprese o bwMie o cattive ; 
quindi emmirabile , raro , caro ; 
donde il vocab. Soiipióint, ch'è gè» 
nertU. una viva apostrofe appUcata a 
buono e a catUvo individuo (come 
latin, o bone ), la quale, secondo le 
specie del tuono, ha più o meno del 
rabbuffo. Essa va congiunta spesso 
con una spesie di rimprovero verso 
uno , il cui procedere sia ineonee» 
pibile. 

A«t/uL99, oyo$, m. Dio, diviniti ; gè* 
nto che presiede al destino di no 



uomo o di naa città ; (ottaaM $ is> 

foruinio, aula veotora. 
Astvvut, dar coorito; apprestar ceea 

o pranao ; ixiitjfjixi , beochettare ; 

prancare , desinare ; prender pasto ; 

outrirsi. 
^auofiiifo^ O'J, adj. acceso, iortndia- 

to; ardente. 
Asc(, ^aiTÓq ^flct^, ^acTtf^, cosvico, 

haocbctto; (etùttoi pasto, deaiMre, 

cesa. 



tiroeoto lunotto f V^P^ saogoiaoee. 
Axcrq, «;$, /. haorbctto , cmUo, te» 

tùooi iaUmòtf, mw, al Csstioo. 
A«(rpcvc«| tagliare « trioriar le vivao* 

de; macelljre (noe be s ti a ) , prapa* 

rasU per cibarseac. 
AouTf 9V. aw. a pesai % a misiirt , a 

parte btta. 
àxtrpòiy ov, colai che diride le ear* 



àxirpo^vinii ni, f' Parte di scalcare, 

di servire a tavola. 
AflurvfMéV, ^vof , M. eoovitato» con* 

mensale; coovitatore. 
AociTV$, voi^f. fisstiae* coorito. 
Aat^pctfy , 0vo$ , m. bellicoso , pru« 

Aocifis; iouop^i^ fut, 3oLÌ9v e ixi- 
90/tac, divid«re, ^lartir le rivende 
Ira i convitati, quindi dare no eoo* 
Vito, trattare a conrito. 

boLÌ<é,fuL ScUstty broeiare, ardere; 
mangiare. 

AóxvcÉ, verb. irr. mordere, pongcre* 
trafiggere tfuL ini^ot. 

boUpv , \joi , n. bgrima | in 
però vale anche umidità , 
che sgorghi da oa corpo. 

Aax^uoitfv, ou, n. lagrimetta. 

àttxp'Jitoc^ OLTOi, a. lacrima. 

àouprjótii^ fSioLi fy, Tagrimoso; ^a- 
x^uósi^, evTO^ gemebóndo; U nem^ 
irò Saupxjótif sta anche in form. 
di aw. colle lagrime agli occhi. 

Agcx^uov, ov, n. lagrima. 

àoacpuTtXùca , versar pioggia di lagri* 
me, nuotar fra le lagrime. 

Aàxpuffc;, ew;. /. lagrimauDoe, in- 
fermità che u lagrimar gli occhi « 
disttlbmento. 

Aflcx^uxtfi0 , aparger lagrime ; ^iaQ« 
gare. 



( io8) 



AA 



À0CX/9UW , lagrimare ; Stoatxp^ikttOi , 
sparso di lagrime. 

Aaxpviu , iaghanare » pianger con la- 
grime. 

Aaxj9uu^v)^ «0$, e. lagrimoso. 

Aa/.TuXiov, ou, n. anello. 

AocxTu}io$) ou, m. dito. 

AscxTCi^io;, ov, m. anelletto. 

AaXos, oJ, m. tictone. 

Aa/uioé^u, domare. * 

Aa/uia>t$, CO);,/, giovenca, vitella. 

Aa/xa/9, ccproi, f. moglie. 

Aa/taaròs, t), ov, domabile. 

Lafioirùip^ opoi, m. domatore. 

Aa/Aoceo; iccfioi^o»] ^oc/avvi/ai, doma- 
re« tenere a freno, tottomettere, sot- 
toporre , uccidere. 

^v.fi'iv.oì , ^à/AVU/Ac , domare , logo- 
rare. 

Aavsì^o/xat, prendere in prestito. 

Aavei^u, dar in prestito. 

Aavetov, ou, n. usura, danaro dato 

■ in prestito. 

Aayst9/Aa, aro^, n. prestito, mutuo. 

Aavs(9/ui9$, ou, m. che dà in pre- 
stito. 

Aavet^Tni^, ou, m. usuraio; credi- 
tore. 

AavsiffTtxòs, 1], òv, usuraio. 

Aavog, £0$, n. dono, prestito. 

Aocvò$, V}, ov, arido, secco. 

Aà9$, ou, m. ot^c. n. face , lampada. 

AaTravaw , eontr, o), /ut. W^»)} spen- 
dere, consumare. 

AaTTocv»], t}5, /. spesa. 

Aa7rayy]po5, poc, pòv, dispendioso. 

AaTraviQpeii)^, aw. dispendiosamente. 

AocTTf ^ov, ou, n. pavimento , suolo , 
spauo. 

AaTTi^, i^o«, /. tappeto , strato. 

AocTCToi, propr. divorar lacerando a 
guisa ddle fiere , lacerare , squar- 
ciare. 

LtcpSoLTtrt^ divorare a brani. 

Aao^àvca; Sxpòéùi, fut, li^o/iai, 
aormire, anticamente significava dor- 
mir su le pelli. 

Aotprò;, TÌ, ov, scorticato. 

AasxtoS) 0U| e. ombroso, d'ombra 
fitta. 

^ccofiòiy ou, m. divisione^ pontone # 
tributo. 

AocTicÀtif, iQTO(, m. penoso, grave. 



Al 



Aa7uuaX).o^, «. lanuto, lanoao, di 
folta lana. 

Aa9U4, sta, ù, denso, peloso* ir- 
suto. 

Aasiisxio;, «ViCi ^a«t05, oo, e. 
che sparge densa ombra, ombroso. 

Aareó/Jiai, ou/Aat, dividere, spartire, 
immolare. 

Aau>ò;, T], o«, denso , folto. 

Acéf vv], K55, /• alloro , lauro. 

A«^yY)St$, effffo, «v, pien d'allori, cin- 
to di lauro. 

Aayvi?, iSoiy f. laurpa. 

Aafoivsos, ou, Ci ^apotvò^, W, ov, 
avido di sangue ; insanguinato ; san- 
guigno; sparso di macehie di san- 
gue. 

Aa^'i^sia, «5,/' abbondanaa, copia, 
ricchesca. 

Aa'i;i>ée>)$, avv. abbondantemenle. 

Aafciyjs, «OS, e. abbondante, krgo, 
copioso, lauto, sontuoso. 

Af , cong. e , poi « ma , poiché , per- 
tanto. Nel principio del discorso di' 
nota una serie di pensieri passali 
prima per la mente, ma non espres» 
si. Nelle particelle interrogative ha 
forza intensiva. In un concetto suS' 
seguente serve a dargli maggior ri" 
salto. Nella poesia epica trovasi 
spesse volte unita col re. 

AsocTXO/Aai, fare una buona aooo- 

SUensa ; salutare. 
Ì9Td/Aat s SiSiasofim ^ SttSìo- 
90/Aat , atterrire , spaventare ; n. 
temere, spaventarsi. 

Aé^ùjxo, attie. ca)$,/. preghiera, bi- 
sogno. 

Aètj(Tt5, eos, preghiera. 

Aft. impers. bisogna, eonvìeoe , à le- 
cito, importa, fa d' uopo. 

àiiyfioc , OLTOi , n. esempio , ^ocn- 
mento. 

Aet^yi'ucav, O'^oi^ e, timido. 

Ast^ìtfxo/Aat. onorare, far buona ao- 
cogliensa; nre un brindisi. 

àtiStaffut. ^fiffb), temere, aver pau- 
ra, trepidare ; il pres. si usa poco , 
ond'è che in signif. del pres, si fa 
servire il p. med. diSoixa., 

AsieXèo), meriggiare j merendare. 

Act'eXo^, ou, e, che accade dopo msa- 
ao^ dì ) serotino ; vespertino. 

31 ; 



(109) 



4E 

sm ubero, itiiUit. 
àit/tviiii^t.^ fitt. oiiC'ìfL'^i.^ prvtidcr 
|»rr I41, mano | accoglurt ■mìchtvvl:'^ 
monto. 

itnirv , rapprestaUro j iar taW» j 
rettdef evìdi^DU* 
Aiixmi^ 9, ni. etto inagoa qiuldie 

«prò t iefd. 
A ; I / 1 a, s^f /. Limideua * 
ù'O.tat^v, impturini, pavenure. 
Afii.ia^ leroera^ riciuarfi per pij^rìsttH, 

aìH'trbiai, «lllU Sera. 

Alt^iS;^ Y], OH, lioiìdu^ pigTOi CBUCfOt 

poTero, caiUvtir 
i^iifi'A^ 9cr4^, fi. timoreF 
^it^L&.v'*^ ^ Leraefe, aver paura ,1 mo* 

&£iua:TEVj, atterrire , iliigottire. 

iiiv^. iadfcL UB ceriti 
AsAìtax^^iiìCTOj, r« clia tin» ÌDuaraa 
eoD fortan, 

Àll/Cf, TJ, dv, in gtnsrAh £|arcÀjl ^ 
fif s^nfdtke gentrt moltoj quindi 
terrìbile:^ «rudele, aM»i oa<>Wo, t^e- 
m«D(G I ^11* ittfitiU& sper.iatmtnU r- 
j^rjnve W4 aito ^rndj di uIhìUÀ q 
di cogniìiùnr ^ o£i-/di^ ( ntvtr& ai*- 

M**ptrfAtiv^fncfilc { pay /ttulrg dv- 
^ifhit^t)^ crribiiuìiiliiiaitlentiB. 
dtiv^-nj^, lìT^^,/! veemansit , furia 

Àitfsi'ùi, eqjitorceri?, esagerare. 

ùiiv^^, Aw"' veecncutemeule f eoa vio- 
l«tm. 

prati £Ìi>r pjiitu. 
Asi'xv'j^^T^^i 0^, nt» ora del pf aius 

delk cen»^ 
A£i:7Vf.^£Mj ^arfl mi coofìto, iinaifiUe^ 

ti Ad un dnmare. 
A5t7r*i3¥, sy, ^i. pnoio, cena, cilia ji 

pa&lo, nungiirfl. 



Actjsór, d^o;,/, sommità d'wu moo- 

àttp^T7ft^£^ Iroeev* il rotto, daeoUsm. 
Att7t^sta.9^i^ tfvff sup^itùìaw. 
A xsiixiQ.jit^ gt| /- iupeneldoiie , 

tipe sdpcr^tiuoKF tim^^r dc^li D«ii, 
à.ti7ii%iii.é-!*^ì a»v. MipentùioM- 

&ct<^to^ijftw, &^^Ti *"• sopentinoio. 

«ìfX^L, tadtcL dirci, 

Asex,'^ a^^Q«* Oi^ /I decemvirato, ma* 

giatnitjQ^ ci^Uegio . affilio de' Dieci. 
AfìtgeQiiv, indici, dodici. 
Asxasry]';, és^, e. decennale, che he 

Asxsc^04, corrompere co* donL 

Asxóxc^ aw. dieci vuite, piò. 

Asxa/9y9^, 9V, ir. i dieci comanda' 
menti di Dio, decaliìgo. 

Asxao/.rw, indecf. dii ifito. 

AsxaTivre, indeel. quindici. 

Asx«^ , diCOijf. decina, numero d*> 
cimJe. 

As/aTuóf, oJ , m. decimasione, de- 
cima. 

As/.«Taio?, aìoC) «t9v, venato, ginn* 
tu, j^nriviilo dii dirti i;iorai. 

À^%re7«r^E^, uv, e i|ijaiiordici. 

Aéxaro^y >), «tf^ Jccim >. 

Asxaxt^tdt) SCI. a, diecimila. 

Asxrixo^ , W j ov , capace , che «on- 
tiene. 

ài/.77^ >fj òv, accetto, grato. 

AeAì^^^j adncare^ allettare. 

àiAi^ ^ Qt^c!^ , n. allcUamento , ine- 
scamento ; cibo. 

AsÀro;, ou, /* Uivalpda a/ornm della 
tetttra A : libro, mooiiiD'entii^ scrit- 
tura. ^ 

A^X^tv, Oi't'. ^6>.f 1$, ivo;, nt. delfino, 
/jcjce. 

Asi^JÙ;, ^0;,/. utero. 

AsÀci», adescare. 

Aé/xoc, aro;, n. legame, fascio. 

AsjUia$, ind€ci. n, corpo, focma cor- 
porea. 

Asuartov, ou, w. fascctto. 

Asuvtov, OJ, n. strato, lettiera, quindi 
letto, giacitojo. 

As/xo), fut, o&fiàj a. 1. eoetjULXj per^. 
«</. oi^/uiTQxa, per/*. we<f. Si6ou.y,, 
fabbricare, edificare. 



( Ilo) 



AB 



àtvoìX'X'jif volger gli occhi qua ed; 

guardare inlorno , girar Io sguardo. 
Acvf^risi; , f ?aa , tv, ripieno di 

alberi, selvoso. 
Acv^pixòf, 7], òv, arboreo, dell* al* 
bero. 

Aev^|9iTi$, Tt^o§, /. (riferito ad 
a/An(^o$)) vite tirata, fatta andar sa 
per gli alberi , vile in albero , dal 
vocabolo prossimo seguente 

àtvSpov^ ou, n. albero. 

Af^tà, a;,/, mano destra; tiri it' 
|toé, a destra. 

Ac|tóo/Aai, coDgiuoge^ la destra, mk 
lutar amichevolmente. 

A£^iò$, à, òv, destro, fausto. 

Ai^tÓT>34, 13T05, /. destressa. 

Axiiùj, avv. destramente, faustamente. 

Aso/iai; Sicii^ aver bisogno, man- 
care di; esser privo; pregare. La 
persona da cui s* implora o la quale 
si prega e espressa in gen. 

^iov, OVTO^, n. decente, necessario, 
giusto. 

AsóvTw^, avv. convenientemenk. 

àioiy gen. iitoi^ n. timore, paura. 

As7ra$ , aro$ , n, bicchiere , nappo , 
tasca. 

Aspa;, aro;, n. pelle, cuoio. 

Agjsxo/tai; éipxo»^ guardare, vedere, 
mirare. 

^ipp-oij ecroi^ n. pelle, cuoio. 

Asp/AOCTivo;, ri, ov, di pelle, di cuojo. 

Asp/Aocrtov, ou, n. pellicina. 

Aej90$, co; ; ^é/9a$, to; , n. p«lle , 
cuoio. 

tiprpOTt , ou , n. rostro , becco degli 
uccelli di rapina. 

Lipu, scorticare, percuotere, scuojare. 

Asv/Alùu ^^Cff/ACM , legare, imprigio- 
nare. 

Lifjfirì, iJS, /*. fascetto, masso. 

As9/Atov, o9, n. massetto. 

As9/uiio$ , ou, e. legato, prigioniero, 
incatenato, in catene. 

Liip-òif oùj m. legame, vincolo, lac- 
cio. 

Ac7/A0f u^a^, axo; , m. carceriere , 
custode della prigione. 

Aw/AWTrjjjiov , ov, «. carcere, pri- 
gione. 

LtcTtòCot, fuU 090), dominare, signo- 
reggiare. 



AE AB 



AcffTTOtva, riiyf. padrona, signora; 
regina. 

Ac97roTCtoc, «$)/. padronania, sovra-* 
nitk. 

Af^irÓTT);, ov, m. il capo di famiglia, 
i) padrone della casa ; possessore, so- 
vrano, dominatore; despota. 

Aiff7roTixcl>$) «tv. dispoticamente, so- 
vranamente. 

AfTV), "nijf- face, fiaccola ; masinolo 
di legni di pino. 

AstÓ; , ou , adj, legato , stretto in li- 
scio. 

Acuxo;, toiy n. mosto , vido dolce. 

àtCpOf aw. qua, costk. 

AcuTocTOf, 9}, ov, ultimo. 

AeJrc , aiv. venite qua ; andiamo ; 
^cuT* ayert, sa via. 

AcuTs^tà^o), replicare. 

A cu rapo V) aùv» secondariamente. 

AtuTcpo; , pai , pov , secondo ; C7i 
JsuTspov, per la seconda volta. 

AcuTcpóù), reiterare, ripetere, rinno- 
vare. 

Aiurép»/ta, arof, n. ripeticiooe. 

Acurcpe»;, eiv. secondariamente. 

AcuTcpA>9($) (M$)/* reiterasionc , rt- 
petisione. 

Afù&> , bagnare , imbevere , irrigare ; 
ungere, tingere. 

Af^w, scorticare. 

AÉxo/xai, /ut. ^Ojuiat, accogliere, ri- 
cevere, accettare, aspettare. 

AéJ/o, T]$, /. pelle, cuoio. 

Astj'éu, ammollire alla maniera d«*con- 
ciatori di cuoi ; impastare. 

As6J; SiopLXijfut. v)96) ed iaoi, le- 
gare, porre in catene ; far prigio- 
niero. 

Avi , particella di forza intensiva col- 
l'imperativo , cosi dunque, quindi; 
invece dell* -n Sri ^^ in interrogazione^ 
cosi, dunque; ^vj rórs, in concetto 
susseguente , allora quindi , poi. 
Spesso, come altre particelle eneli' 
tiche , non fa che aggiunger fona 
e grazia al discorso. 

Aigdoè, avv. per lungo tempo, pin a 
luogo. 

AiQ^tv, aw. cioè. 

Ayjdruvo), tardare, indugiare, trattenersi. 

Av}tàft>, devastare col ferro e col fuoco, 
saccheggiare. 



(Ili ) 



AH 



àììioij 9], ov, ostile, nemico. 

^T^'Cà-rni , riroi , pilgoa , battaglia « 
guerra. 

Aijróci), devastare, far eccidio; de* 
bellare ; metter tutto a fuoco e a 
sangue; tagliare. 

ÀijxTr,^, ou, m. morditore. 

AijXTtxov, ov, n. mordacità. 

Avixrixó^, li, òv, mordace. 

Aiixrixo};, aw. mordacemente. 

A;Qxa), mordere. 

AY]Xa^W, «tv. cioè, eertamente, tala 
a dire. 

Ar4>éo>, nuocere, ofièndere, guastare. 

Ài]7v]ua, aro;, n. nocumento; dan- 
no; disastro; guasto, rovina. 

AnÀT]/A6»v, 0V9$, e. noioso, pernicioso, 
funesto. 

AyiÀvjTYjp, v?po$, m. nocerole; perni- 
cioso; flagrilo. 

AnìovÓTC, a»>t>. cioè, certamente. 

Ar7/0{, VI, 9v^ manife«to, chiaro, cerio. 

AijÀów, C0M<r. |5, manifestare, dichia* 
rare, mostrare, far vedere chiara- 
mente. 

At;ì&i$, avv. manifestamente, chiara* 
mente, evidentemente. 

Aqì&)9i$, t^i,/. manifestaiione, no* 
tificasione. 

As/uiayftiysu, eontr. J, condurre il 
I popolo , governarlo, farlo operare a 
suo modo , far da demagogo. 

Aij'yuisvvif, cu;,/*. con6scaaion« , pub- 
blicazione , bando. 

Avi/xeuM, confiscare, pubblicare. 

Ar^/mvjyoptcd, aringare, parlamentare. 

AìQ/aviyopta, a«, /. aringa, parla- 
mento. 

tiiULnyòpOi, OV), ift. ariogatore , par- 
latore, oratore. 

àiQf^Tnrrip, rtpoi , rpoi , e qualche 
volta Avj/AviTpoc, a», ed anche Aijw, 
««. Cerere , dea dell' agricoltura e 
del grano. 

Avj/fAio, ave. pnbblicam'ente. 

htìftiSiOity 0\)f n. popolaccio, pleba- 

«*" . . - 

Ali 1x101/970$; oupVO$, ou, e. artefice; 

facitore; operatore. 
Ai}/uiios, a, ov, pubblico, popolare. 
Aq/Aio;^ 9U. m. carnefice , boja. 
Atifio^opoij ou, m. divoratore del pò* 

polo. 



AH 



Avj/iovépuv , ovTO{ , m. laaiaQO del 
popolo ; il più venerando fra il po- 
polo per età. 

Ati/jió&sv, avv. pubblicamenlB, del pub* 
blico. 

triftOApoLziofieti^ ou/Aai, aver un so* 
verno popolare; vivere in una de- 
mocraaia; godere di una aovrtnità 
libera e popolare. 

Avi/Aoxparta, o^/. democraaia, go* 
verno in cui 1' autorità suprema ri- 
siede in mano del popolo. 

Arip-òi, où, m. grasso, pingue; gras- 
sume. 

Au/AO^, ou, m. tratto di paese a col- 
tura ; quindi gli abitanti di quelb ; 
popolo, plebe, volgo. 

Av)/A99ioc, aw, pnbblicameote. 

Ai]/Ad7io$, a, ov, pubblico , apparte- 
nente o relativo allo Stato. 

Ai]jaóffto$, ou, m. servo pubblico, lit- 
tore, carnefice, carceriere. 

Arifio9Ì<ai, aw. pubblicamente. 

AT]jaoTCÌY}$, so$, e. pubblico , fatto 
a spese del popolo , a spese pub- 
bliche; solenne. 

Al}/A0TIXÒ$, TÌ, ov ; ^«lUW^I]^ C9S, 

e. popolare, plebeo, volgare. 
Ay)v, aw. gran tempo, un pevo, testé, 

lungamente. 
Av]v acidi, à, dv, diuturno , luogo. 
Aijvoi , C9« , n. oonsiglio , pensiero; 

disegno, artifiaio. 
A^(i«, Mif,/. morso. 
Av)óù), devastare, saccheggiare. 
Lnittp^ aw. almeno. 
Avi^OTS, aw. una volta, no giorno. 
AvJTrou; ^ijirouàtv, a«v. certamente; 

per avvenire. 
Av)/9tcc&i»; ^v]pt^M; ^i}/9ctftf6i| ooolen- 

dere, contrastare, combattere. 
Ai3^iV9/*at; ^Tjpó?o^ai, hanm lo 

stesso sign. dell* anteeedoHU , ma 

non si trovano usati che in queste 

poche voci , ^ìj^iv&Wn^v , ^npiv- 

diQvai e ^i]pc9a9^at. 
A^/?i$, so>{, y. querela, teoi^one, eoro- 

battimento. 
Lr^pò'*^ avv, per lungo tempo. 
Aijpdi, a, dv, orf/. di lunga durala , 

che dura lungamente. 
A;q ra, a»v. finalmente, certamente, per 

verità. 



( iiO 



AH ÀI 



Aiioi, trovare o piuttosto esser per tro- 
vare; poiché il presente di questo 
verbo viene usato in signt/. fut. 

Àioì, prep.j i principali suoi significati 
sono due, cioè y col gen. per, in 
particolare trattandosi ài causa e di 
strumento , ed anche di luogo e di 
tempo j coli* accusativo d'ordinario 
% , a cagione di , ec. 

Ata]3aìv&), passare per , valicare per , 
trapassare, traversare. 

Aia^àXXw , trasportare^ calunniare, 
accusare. 

Aiàj3a7t€, eu;,/. tragitto, transito, 
pussageio , guado. 

AiajSocTOS, Y), òv, che si può tragitta- 
re, valicabile, guadabile. 

Atape^atóo/uiai ; o-J/xat, affermare, 
assicurar^; assicurarsi. 

Aia^s^aiuffif, eci>;,/. affermaiione, 
assicurazione. 

Aiàj3y]/jia, aTO$,v n. tragitto, passag- 
gio. 

AtajSijSa^w, tragittare in barca, con- 
durre da una riva all'altra. 

Aia^).«7r&), fut. 4"", vedere o cono- 
scere perfettamente, volger gli oc- 
chi a qualche cosa, fissare in essa Io 
sguardo. 

AiajSoaoi), contr. u, pubblicare ad alta 
voce; quindi lodare altamente, esal- 
Ure. 

Aia/3oXyj, rii ^ f-J SioL^oXia, a?,/ 
culunnia, accusa, detrazione ; diavo- 
leria. 

Aia^o).05, ov» e. diavolo, calunniato- 
tore, accusatore. 

Lid^poxoij ou, tutto bagnalo, gron- 
dante. 

Aiays^aoj, ridere ironicamente, de- 
ridere* 

àioLyyiXlùìy annunziare, propalare. 

Aiaytvo/xai; ^laytyvo/xat , verh. 
irr. perseverare, esser presente, pas- 
sare (la vita) , campare. 

Ata'/ivc>JS'/.&), riconoscere, distinguere; 
discernere. 

àiv.yvoìptmOiy notificare, divulgare. 

Atayvoiffif , affic. uffsu^, /I discerni- 
mento, cognizione, giudizio; inqui- 
sizione ; in medicina diagnosi , esplo- 
razione della nialatlia. 

Liàiy poLp.p.oL^ «Tos, n. disegno. 



AI 



Aiaypàpoi, descrivere, disegni 
AiayjSYjyopiw, vegliare, non e 
Aiàyw, trasportare, condur v 

mandare , vivere. 
Atat^s^io;, oj, c. fausto, liete 
Aiaosxo/*ai; |o/xat , ricever 

cedere. 
Ata^i7/£w, mettere in pezzi; 

coi morsi. 
AtàoTjaa, aro?, n. diadema 

intorno alla lesta d' un re. 
AiaiJt^pàcxw, fuggir altrove. 
Aiaoiow/Jt.1, consngnare per no 

stribuire, compartire. 
Atao^X^S ^5? /• successione. 
Ai«'?0X05, O'J, C. succesi<ire , 

fa le veci d' un altro ; vicer 
Aiaopo/Aew, correre intorno. 
Aia^po/x*3, iiiiy /. discorrimen 

ribanda. 
Aiasi^u; o/Aat , vedere e co 

far conoscere , dar a vedere 
AiaSTTW, discorrere; confabula 
Ata^eyyvu/xi, disunire. 
Ai«?wvvo/At , cingere d' intor 

gere; disgiungere, separare , « 
AiaSrsiow, co/7/r. w, fut. oiic 

mare col solfo ; purificare. 
Aioc3r£ji5, sw?,/. disposizion 

mento. 
Ata&érrj^, ou, e. dispositore, 
AtasTvi/v], ^«>/- leslamento, 

patto. 
Aia&piw, contr. w, osservare, 

ciare, riscontrare. 
Aia^rsuTTTW, rompere, ammol 
Aiaìvw, bagnare, irrigare; im 
Ataios7ic , £w;, /. divisione 

zione ; in eram. ilieresi i 

d' un dittongo in due sii 

opposizione alla sineresi o 

zione. 
Li'xipirriqj 0-j, m. divisore. 
AiatcsTo;, oj, e. divisibile. 
Aiatcsoj, dividere, far le par 

pere , aprire. 
Aiatra, n^, /. maniera di 
genere di vita, uulrimento, 

bitrio ; casa, stanza. 
Aiairaw, esser arbitro, giudi 

spulare. 
AiaiTYj rri;, oJ, m. arbitro , 
Aiaxo?^a2Ì?cUj purgare, puri 



( 113) 



AI 

, ablirariare. 

Trrcu, scoprire, e scovrire. 

:tw, incurTare, piegare. 

't^ ) e WS , f. ioiiessiune « pie- 

epsoj, contr, w, perdurare, 

!rare, persistere sino alla fine. 

f/a^ tenere, possedere. 

X'^ j ^iì /' deleosione , poi- 

e. 

X05) oy, e, detentore, pos- 

:a , aroi , n. ardore , cosa 

brucia. 

i« ) fiO>)9} /. abbruciamento , 

XI, esser disposto , essere af* 
a fere una certa qualità, co- 
'ne , disposizione. 
•) , tosare , tagliar a pctzi , 
e ; quindi guastare , dislrug- 

Y^svu^y avv. distintamente. 
joixcf.i, esortare, comandare. 
)sjj.cc, aro;, n,j ^loxfAgy- 
oj, at. esortazione, comando. 
;, ou. e. vacuo , vano, vuoto. 
», evacuare, mandar fuori, 
• via. 

ioì, pungere , bucare. 
;, avv. invano. 
ffi$, e«;,y*. evacuazione; vuoto, 
vvvai, temperare, mescolare. 
fxi'foìi^ (li'v. diSiisamcote. 
I), contr. ù, muovere, agitare, 

in moto. 

>, rompere , speszare. 
», dischiudere , aprire. 
90), contr, eù, distribuire a 

tirare a sorte. 

xvsca, comandare, esercitare il 
io ; dare gli ordini in qualità 
icipe o re ; esercitare le fun* 
li sovrano ; sovraneggiare, 
^w. trasportare, a/ propr, e ai 
ìicfy.oixi^oixocij esser traspor- 
>assar da un luogo all'altro. 
w; ^toxovéoaai e B/^ai, 

servigio, servire, ministrare , 

servitore , il diacono. 
X, a^}/* servigio, servizio, 
fro. 
;, ov, e. minisuro, diacono. 



AI 

AtoxOTn}, VTs, y. taglio; interruzione. 

Atoc>có:rTOi I fendere, tagliare, scavez- 
zare. 

Atà/.o/so;, ov, e. satollo, sazio. 

AiaxÓ7iO(, ai, a, dugento, ducento. 

Atocxo7,atOii, ordinare, distribuire, met- 
tere in ordinanza. 

Atoxouu, udire , ascoltare , porgere 
orecchio. 

Ataxjsoc^u, gridare. 

Aiaxpt^òv , art', separatamente, di- 
stintamente, in una maniera distinta. 

Aiax^ivco, separare, discerno re. 

Aiàxj9i9i$, su;, /l sepurazione ; divi- 
dere , spartire ; decidere. 

AiaxTOjSo;, ou, m. araldo, messag- 
giero, ministro. 

Ai«/.&)XvTyj5, OJ, «', colui che impe- 
disce , che mette ostacoli j divieto , 
proibizione. 

AiocxM^uw, impedire, vietare. 

Aia^ayxoÉvoj, cavare a sorte, dividere. 

Aia/aAsoip abboccarsi; divulgare. 

AiaXa/jL^avo), prendere partitamente, 
occupare , interrompere , intersecare. 

AiaXav^ocvu, cer6. irr. conip. nascon- 
dersi, ingannare. 

AiaXsy«/xai, i>arlare, confabulare, ser- 
moneggiare, dispulare ; ragionare. 

AiaXr/w, scegliere, separare. 

Aia/stTroi , intermettere, esser lon- 
tano, interporre, frapporre ; riferito 
a tempo , lasciar passare. 

Aia^ei^u, ungere, stropicciare con 
una materia liquida ; cancellare. 

Ai«/2i'|t5, sw?, / inlermil lenza. 

Aia/exTo;, ou, /. maniera particolare 
di favellare, proprietà di Imgua, dia- 
letto. 

Aia/e^if, sca;, /. disputa, conversa- 
zione , conferenza. 

AtaXsuxg;, «, e. frammisto di bianco. 

AtaÀÀayv], ^;, ditièrenza, riconcilia- 
zione. 

AiaX/oxTvj';, ov, w. riconciliatore. 

Aia)./cc9<7<ii, cangiare, esser difibrente; 
riconciliare. 

AiaXoy/j, ^«, / scelta, enumerazione. 

Aia^oyt ?o^ai, ragionare, dialogizzare, 
parlare in due o più ; distinguere. 

AtaXoytt/ULo;, oCJ, m. discorto, confa- 
bulazione tra due o più persone, dia- 
logismo. 

, _ 



( 114) 



AI 



Aioé^oyoi, O'J, m. discorso di due o 
più fra loro , dialogo. 

iiiOLy.\j[j.cù'JO(J.cciy nuocere, sbranafe. 

LioiXuiii, sa)«,y. pacificaiiune^ paci- 
ficamenlo. 

AtaXuTixo;, yj, òv, dissolutivo. 

Ata^UTÒ;, v], ov, ilissoluhile. 

Aia/vo), disciogliere « ipeicare, spac- 
care. 

AtaAeoj3oc&>, mutilare, depravare. 

Aia/Aa^ravù), verb. irr. comp. pec- 
care , errare , essere ingannato , jnon 
poter conseguire. 

Ata/xa/9Tv]/xa, aro 5, n. errore, pec- 
calo. 

Aia/xa/9TU/7ta , a; , /. 'testificaiione , 
protesta, contestazione. 

Lioi.iiccpTvpofjLa.tf testi6care, protestare, 
contestare. 

Ata/JLaxo/xat, combattere, espugnare. 

Ata/Aoco), mietere, tagliare, recidere; 
squarriare. 

Licf-iJisi^ùì', o/xat, mutare^ cangiare, 
permutare. 

Ata/ASt^ioéu. conlr. ù, sorridere. 

Ata/AsXei9rt, a^t^. a membri; a pesai; 
a brani. 

Ata/xs/Aoo/Aat , accusare, lagnarsi al 
vivo di. 

Ata/AÉvo) , perseverare , rimaner co- 
stante, durare. 

Ata/Aspi^o)) dividere, partire. 

Aioc/iS90^, ou, e. intermedio, intra- 
mezzo. 

Ata/AST/9Ìu, misurare , distribuir per 
misura , vendere alla misura. 

AiajaÉTjOYKrig, e(i»i,f. dimensione. 

LioLfi/ioiOi^ », arenoso, sabbioso. 

Ata/AOipào^aoct, spartire, far le parti. 

Atoc/Aovv), ^^, ./I permanenza, durata. 

Ata/A7rejC5; ; ^la/ATTS/ssu^, «('('. da 
parte a parte; affatto. 

Atav^i^oe ) avv. qua e la; da due 
parti ; di due maniere ; diversa* 
mcnle. 

A(Kvs/JL&)f distribuire, scompartire, di- 
spensare. 

Atavdso), fiorire. 

Atavioco) , affannare veementemente , 
crucciare. 

AiavtTTTU, lavare; riasciacquare , ri- 
governare. 

Aiavi^TTi^at, eccitare, suscitare. 



AI 



Aiavocu; ^tav9co/x«c; v/iat, pen- 
sare , riflettere, considerare , andar 
pensando e ripensando. 

AiavÓYi/Aa, oLTOif n. pensiero^ senti* 
mento, mente. 

Aiavov]9i$) su;,/' Patto del pensare, 
pensiero ; considerazione. 

Atavov/rw;, atnf. colla mente, col pen- 
siero. 

Aiocvota, as, yi pensiero, mente « in« 
telligenza. 

Atavoiy», aprire. 

Aiàvoi|i5, ««;,/. apertura. 

Aiavo/jLSu;, éc*)s, m. dispenutore. 

Atavojuiv]^, ^^, /• distribuzione, ripar* 
timento. 

Aiavrato;, a, ov, che fa contra di- 
rettamente ; inesorabile. 

AtKVT^éoi, esaurire , sfruttare ; soppor- 
tare, durarla. 

Aiavuu; ^lavuroi), finire. 

Aia^vipaivu , seccare, prosciugare. 

AtaTrat^euo), erudire , istruire. 

AiaTtai^u, deludere, deridere. 

AiaTravTÒ;, ai'c. sempre , continua- 
mente ; da ogni parte , da per tatto. 

AiaTrà'jffw, cospergere, bagnare 

AiaTraToco), ingannare , defraudare. 

AiaTraTSw, conculcare. 

Ai«7r«u//a, KTO^^ n.j SiaLitcfL'Jiti ^ 
eu;, /. intermissione, cessazione. 

AiaTraùw , far cessare di tempo io 
tempo, dar del riposo. 

AtocTtst^sod, minacciare. 

AiocTTSipa, as, / esperienza , prova , 
saggio. 

AiKTtsipw, infilzare, trafiggere. 

Ata7rs/Ì7rw , fut. ^ta, mandar fuori j 
spedire , tramandare. 

AtaTTSV&sw, essere nel dolore, ndl'af* 
flizione; piangere. 

AiaTtepoc», traversare, tragittare, tra- 
smettere. 

AiaTrspOo), devastare, distruggere ,• ro- 
vesciare. 

AiaTlsra^w, aprire, spiegare. 

AtaTrtTTTw, cader tra. 

AiaTrXoc'TffOJ, alt. ttw , /ut. ffw, for 
mare ; al propr, e al Jig, ungere 
stropicciare. 

AiaTT/eVu, fut. ^«, intrecciare , in 
tessere. 

AtaTrXsu, passare oavigando, traspox 
tare. 



ì 

I 



Al 



(ii5) 





■« i 



: I 



Acair^Y}a«fli>, rompere afitto} fracaui* 
re intieramente; spetaare in tutle le 
p«ti. 

AcaTrvcv/eAa, aro;, n. vapore, esala» 
tiooe. 

AcaTTvr»), fut. cuffu, spirare a tra* 
verso , traspirare , traversare spi- 
rando. 

AtaTTVGv;, r,i./. soffio, traspirazione. 

A(^:r^>ATfyc^M'-^i, dissentire da alcuno 
in materia p-uiiilica » in afiàri di 
stato. 

Àian:9/A?ri/Ao; , 8, e. che si spedisce, 
che si manda in, per, ec. 

ÀiaTOosuo/Aai, andare per, percorrere. 

AtaTrOjSS» , du)>itare , essere imbaraz- 
lato, perplesso; muovere una que- 
stione. 

Ata7r«/59r«w, contr. w, devastare, di- 
struggere, desolare. 
&(a7r9/93r^£ j/a, irug^iu^irc'. trasportare 

in Imrca da una riva all'altra. 
AvctTrsp^l, o-j^ r. penetrabile, che si 

ffuh iniLiMiart^ 
At5(:r^vTr^i. tth>ì, compire, termina- 
re; conciadere , veuir f^pci ; Urc» 
operare f nei med, ti ttsa unìàre a 
significare ciò cfte jt ciU^ne prr 
via dì danaro o if intrica Jirii||;li^ireF 

celEenza. 

Aia7r^e7rW$f io^ e. eaìmio, Mluitrc. 

^iccitpiTtóèiy aW' decorù&unieDLe» ma- 
gnificamente. 

Ata^prfSru, infiammare onninamente , 
consumar noìU ÙÀmme. 

^icf.T:p6y avv, aG&tto, linLalAiente ; fuor 
fuora. 

ÀtaTTpUffio; ^ 0*J „ adj. che (teuclra 
negli ctreETcLii alto UxtKe» 

AioéTTTa/Aac , volare, traversare I* aria 
volando ; fuggirsene a volo , (rasvu- 
lare. 

Ata7rTU9«6), dispiegare , svolgere , fdre 
svanire. 

AiaTTTw/Aa, aro^, n.j ^locTiTawi;, 
Cw5, /: caduta, rovina. 

Atocpxcci», >ver forse su0lcicnlì , du- 
rare , reggere a fare procattì.if ii 
una tal cosa. 

Aco^xn'f, C9{, e. lu^cic^o^», l^LiraLiLfi. 

AcaJ;a9^6), disgiungere, disunire, se- 
pexare* 



AI 



AcasTa'/Tj', r,i^ f. rapina. 

AtacTTsc^OJ, saccheggiare , mettere in 
pezzi . sbranare. 

Ata^jSa'roJ, distruggere, rovinare, la- 
cerare, dissipare. 

LiOLÒpifa^ scorrere per mezzo , essere 
affluente. 

Aia.ppvf^viv, avv. in termini precisi ; 
cbiiiramente. 

AtapjSTj'yvuai, dirompere, rompere, 
squarciare, crepare; a. 8. ot££- 
/sayov. 

Li'j.piq l'Itti, squarciare. 

itK.dfirs^it^j ^entiUre, disperdere sof- 

t v.ppiTCT^^ t^rHAT qua e lù , da una 
parie alPjiìlrd, 

Aiap50rj', 1^4, y. passaggio, varco. 

AiapauTOS , «, e. eh* e passato per 
mezzo dall' acqua ; inaffiato , irri- 
galo. 

Ata7CfC/ev7t;, su;,/, conquassa mento, 
sconquasso. 

Aia^aXsvoi, conquassare, sconquas- 
sare. 

Aia^aféoi), AÌgniG^are, ditbiarAre. 

A i Attrae ^^^v^-JtS, *wij.jf, iniirprelaiiLfUe. 

A «i^^ELTùL^ ^'J^ m. irUDtì mento. 

AiKff ^, cDiumudveret scuotere, scon- 
qiiìtsjie. 

Aia^rJw, cacciare per mezzo, per en- 
tro , a traverso ; in pass, e nted. 
esser cacciato per mezzo, a lra>ersu, 
trapassare in fretta, trascorrere. 

Aia7v;/jio;, ou, e. illustre, insigne; se- 
gnato. 

!rx£i9^eiiif yW. «ai:iu, diaiipare , di- 

j( perdere' , spiirgere qtlit 4 là- 
itK7/rjat^'ji^ mìijftiare, comporre. 
it5C5xtiJvT]at ; ^iwsr.^p^l^tii^ Uissi- 

|iar« , clisporderfl. 
Ata9x07rtào/Aat, osservare; spiare. 
AiwiUKw., J JW] co/itr. ù, astergere , 

pulire , nellnro. 
Aia^TTOt/aocaffO); ^la^Troc*) , sbranar*, 

squarciare. 
iia.-JTTKi'-ii, slractiare, Ucerare, tirar di 

qua e {li 11 \ distrarre. 
AtK^TUtip^fJj dissifoii tiare i disperdere , 

dissipare ; sbaragliare. 
A*a97ro/5à, éc;, /. dispersione. 
Ata^TKJts, ew«, /. disUnia, t^^ixo 



(1,6) 



ÀI 



di mpzso , fessura, s<>|>arazioDe ; di* 
scordi». 

àiocJTtixoi^ passare, trapassare, pe-^ 
neirare. 

Aia?7£X>0}, mandare , distinguere. 

Aia9Tv]jUia, aro;, n. intervallo, di* 
stanza di mezzo, spazio. 

Aia^ToijSà^w, stivare « condensare. 

Ai«7T0/Y), yii-, /• distinziooe, diflfe* 
renza ; in mfdic. movimento del cuore 
quando si dilata y diastole. 

Aia.77/?é^e<i, pervertire, distoreere. 

Ata^Tpoyy], -ili , f. scontorcimento , 
storcimento , stravolgimento , quindi 
peggioramento , deterioramento. 

Ai«7T,55!po$, oy , e. contorto, stravolto. 

Aia7T/;ó^0j$, avv. stravoltamente, con- 
tortamente. 

Aia7rperivvu/Jii , coprire con un tap- 
peto, con uno strato. 

Aia?Uj9w , trarre , trarre in diverse 
parti , lacerare. 

AtaT^à^, ayo?, /. fessura di rupe, 
spaccatura. 

At«7;(i^&), spaccare, squarciare, ta- 
gliare , dividere tagliando. 

Aia(7;^i9i^, SM^, y. spaccatura , squur- 
ciatura. 

Ato((7Gi)^&), salvare, conservare, sottrar 
da morte, trasportar felicemente. 

Ataroe^y], ^^^ f. ordine, comando. 

Atàray/xa, ocro;, n. editto , r«'gola- 
mento, ordine. 

AiaTO(/.TÒ$, ou, m. dispositore, capo, 
ordinatore , padrone. 

AiaTapà??», spav(>ntare, perturbare, 
scarmigliare, scompigliare. 

Aiara-Jis, 8W5, f. stiramento, tensione 
della voce , sforzo. 

AiaTcc77ei>, comandare, ordinare, di-* 
sporre. 

AiaTayiwv , avv. prestissimamente. 

AiatEivw, distendere, stirare; tendere; 
appartenere. 

AiaT£i;((^a>, chiuder con muro, chiu- 
dere, cingere a guisa di ^nuro. 

Aiars/sw, contr. Aw, perseverare, 
persistere, coptinuare; ^carsXstv 
Tov ^l'ov, passar la vita. 

Ataré/Avo), spezzare , intersecare ^ ta- 
gliuzzare , fender leggiermente. 

AtaTy;/;sed, conservare, osservare, ri- 
tenere. 



AI 



Ai«r»j^vj«$, s«s,/ 

Atee Tt, particella interrogativa , per 
qiial ragione , causa , titolo, perchè T 

Atari ^ac, disporre, amministrare; in 
pais. esprime sentimento, affiniooe, 
stato dell'animo. 

AtarittocM, stimare, valutare. 

Aiartvà??», commuovere, scuotere. 

Aiarirpau, /ut. $ia.r p^aca^ traforare. 

AtocT/Avjyu , ^taT/Jiv]99U , fendere ; 
spaccare ; dividere ; separare. 

Aiarotttj, Vìi,/, intersecazione, taglio 
in due parti. 

Atar/PSTTu. distoreere , volgere a tra- 
verso ; dissuadere , distogliere qual- 
cuno dal far checchessia. 

Atarpspu, nutrire , alimentare , nun- 
tenere. 

àtarpéxà» , percorrere; trascorrete; 
passar traversando. 

Atarpsw , fuggire spaventato , fuggir 
tremando. 

Aiarpi^tj, TI15,/. indugio, intrafteni* 
mento, dimora, soggiorno, conver» 
sazione, disputa ; conferenza di ma- 
terie filosofirhe , colloquio Blosofico : 
da qui la parola italiana diatriba, 
che ha però un senxo diverso del 
greco , adoprandosi spesso da noi 
per indicare una disputasione /kr- 
v'dfi , e per lo pia amara e violenta, 

Aiarpt^», tritare, consumare, dimo- 
rare; trattenersi, passare (il tempo). 

Aiarsixo^) ^^^' ^^ ^^^ parli o modi, 
in tre corpi tribù. 

AiarpofW, TQ»,/. alimento, natrimento. 

Ai«T/5'jyt05, ou, e. fertile. 

Atarràw, crivellare, vagliare, far 
piissare per il va^io. 

AiaruTTÒw, contr. o», formare, figu- 
rare , organizsare 

AiarvTTw^is, ««5,/. abboxao, primo 
schizzo. 

Aiauoeivw, seccare, disseccare. 

Aiau*/à?«, risplendere, brillare attra- 
verso di ; scintillare. 

Aia^ayu, inusit., esiste la voce oi«- 
^ayiiv, divorare, mangiare, codsu> 
mare, perdere. 

Ata^aivu; 0/i.ai, risplendere, bril- 
lare ; appxrire , comparire ; in pass. 
e med. trasparire. 

Atocfoévsta, a;,/, trasparenza, limpi- 
dezza. 



(t«7) 



AI 



Ata^avvi$, co$, e. trasparente, lim- 
pido, dufaoo. 
LioLfépti^ impers, hnporta. 
Aca^sJsóvTws, aw, ùngolarmeDle, fuor 

di modo, in particolare. 
àioL^ipùèj verb. irr. eomp, differire, 
esser eccellente, Yaler più d'un al- 
tro « portare in diverse parti. 
Aia^cuyw, sfuggire, scaj^are; scom- 
parire fuggendo. 
Aia^T]/Aéa) ; ^laf'vjjuLi^o», sparger la 
fama, divulgare , pubblicare. 

Acoc^v]yui9$, ou, e. celebre. 

Aisc^SrsipM , /il/. ^lafSrspeu, p. med. 
Sié^Sropaly corrompere, uccidere* 
consumare , ri£nire , rovinare ; in 
pass, andar a male, in malora, perire. 

Aioe^SrojSoè, à^/. corruzione , strage » 
rovina, |(uaslo. 

Aiaf Srupcùf, cu$, m. corruttore. 

^iccfopcly à$, /. differensa, controver- 
sia, inimiciaia, lite. 

^idfoooiy ou, e. diverso, discorde) 
eccellente, segnalato. 

^toLfópùiij a¥V, diversamente, svaria- 
tamente. 

à^iot^poii^oà^ discorrere, parlare, raccon- 
tare; esporre i comandi. 

Ataf ^99W , cingere di siepe , abbar* 
rare, fi<r barricate. 

Àtoe^uJLocavM ; àrr», fuL ^w, custo- 
dire , conservare , difendere , pro- 
teggere. 

Àtafv99a>, esaurire; votare; appro- 
fundire. 

Àia^u»; i^coé^u/Ai, nascere in mesao, 
coMte la tizsania nasce tra il buon 
grano, 

Aia^cjvco», discordare « diaentire. 

f, discordansa, difi^enaa ; dissonanaa; 
discordia. 

Aiaxstpi^», /»<. t»w, p^rf, ^loxe- 
Xccpcxo, aver il maneggio degli af' 
fari pubblici j amministrare, gover- 
nare. 

Aioe)(C», versare, diffondere, spargere 
in diverse parti, tagliare in pesai. 

tixxpoiopioct^ far uso di « servii si. 

Limxpi^ì spalmare, ungere, •tro.pic- 
ciare. 



Ataxp6^uicci9 metter a morie , far pe- 
rire 



Al 

Atocxu9i$, eoi^. /. diffusione. 

AtaxuTix»s, r,, óv, diffusivo. 

Ataxvcii, versare , diftbadere , dilata- 
re , allargare , esilarare. 

Ataxeo^su, trapassare, andare l' uo 
da una parte e 1* altro dall' altra. 

Aiaxe>>j9v]9t{, Sfli);, /. separasione. 

Aiaxwf t^u, separare, mettere a parie. 

Aiaxcipiff/AO^, oJ, m. separasiooe. 

Aia^^su^ouai, ingannare, mentire. 

Aiocu, soffiare attraverso o per. 

AiyajULia, a^, /*. bigamia , seconda 
matrimonio. 

Aiya/AO^, ou, e. bigamo, ammogliato 
una seconda volta. 

At^ay/Aa, OVOi^ n. documento, inse- 
gnamento. 

AiooxTtxò^, V], ov, atto ad insegnare, 
didattico. 

Ai^a/.TÒs, W, ov, dotto , istruito. 

At^a/.Tjoov , O'J , n. pagamento della 
scuola, onorario del maestro. 

At^a^xaXstov, ou, ft. scuola, luogo 
dove s* insegna. 

Aioa^xaXioc, a;, /. dottrina, insegna- 
mento. 

Ai^a7xa^ixò{, vi, òv, magistrale, i- 
struttivo , didascalico. 

Ai^a^xaXixò!^, a»'»', magistralmente. 

At^a^xa/o;, oj, e. colui che insegua, 
maestro , dottore. 

àiScCfJAOij vtrb. irr. insegnare, erudire, 
istruire ; ^a r.r. imparare. 

Ai^axW, "fìiì f dottrina, instruziooe. 

At^/9oé<7XO), fuggire, fuggirsene. 

àiSvfAOi, O'je.j oioup.ai(aVj ovoi^ m, 
gemello. 

AiouaoTÓxos , poti. Si^'jfxxrò/.o^ , 
gemeliiparo, rbe partorisce gemelli. 

At^M/Ai, dare, concedere; assegnare > 
accordare , permettere. 

Atsyttpca, eccitare, svegliare. 

Accyrp9i$, eus, /. eccitamento. 

Aici^vjj. 805, C'J ^»«.| '»• «"«'y"' niiiJo* 
limpioo, chiaro. 

Atscpyw, separare per messo di una 
barriera o riparo ; separare, dividere. 

Aictpo/Aai , domandare ; interrogare ; 
[. infnrmarsi, ricercare. 

Aifx^txèu, proteggere, difendere. 

Accx^uvo), fuggir dalle mani. 

AitXauvu, cacciar oltre > £ir passare 
per) irapassarer 



(118) 



M 



^liliyX^ày redarguire, accusare. 

Àté^stai, passare per , uscire per ; e 
Mmptic. uscire , narrare. 

Ais^sìòcuvu, inseguire, perseguitare, 
•dar la caccia. 

Aii^s^co^uat, ricercare per sapere, do- 
mandare con premura. 

^tt^ipXOf*-oe.i ) verb. irr. eomp, tra- 
passare , narrare , percorrere. 

AtsIsToc^a), investigare diligenlemeate. 

àit^-nyioiì.(X.iy narrare, spiegare. 

Até^ooo;, ov, /. bivio, passaggio. 

AtsTru, amministrare , reggere , go- 
vernare. 

Aispyà^o/Aai, fare « coltivare, lavo- 
rare. 

LtipiiSoi, appoggiare; SuptiSofiKij 
far forza, appoggiarsi. 

Ais^suvà'M, indagare, cercar da ogni 
parte, frugare. 

AtSj9/jiy]Vsuoi, interpretare, spiegare. 

Ais^d^) ou, adjt'faoWe} ripieno d'u- 
more; bagnato. 

àUpxoi^o(.t, passare, oltrepassare, tra- 
versare , passare per mezzo. 

àiiparKOi, interrogare , ricercare in- 
terrogando. 

Ats<7($, SO);, /. divisione, separazione; 
term. music, diesis ^ intervallo com- 
posto d'un semituono. 

liwsTriiiùi j uta y ò; , lontano, di- 
stante. 

Al Sri;, ioiy n. biennio, di due anni. 

Aterv}$, SOS) e. eh' è di due anni. 

AtSTiK, a$, f. biennio , di due anni. 

AieuSruvoi , drizzare , amministrare , 
correggere , discutere; confutare. 

Aisuxpivsoi, discernere, giudicare. 

Aispda|9/jisy&}S, aw. corrottamente. 

Aisx^'?} ^^^; ^' disgiunto , separato. 

A'.s%W) dividere, disgiungere, distare; 
ti'apassare , passar oltre. 

Ai'^u^, uyo; ) e. accoppiato o da ac- 
coppiarsi allo stesso giogo. 

^i^OjU.oci, ricercare, dubittre, am- 
bire. 

Al ^0)0$, ou, e. che ha doppia vita. 

Atv]yéo/it.oci, narrare, raccontare, com- 
memorare. 

Aitiyyj/jLo, OLTOiy n.j Stiiyviftii, «w$, 
y. narrazione, racconto , conuuemo- 
razione. 



AI 



AtviyiQrWf, ou, m. turratore. 

AiY]*/v]rg;, V), òv, narrabile. 

AiYÌ^Y)7i$, 80)$,/. scolo. 

AiY)da>, colare , 61trare , purificare. 

AiyfxU) traversare, estendersi. 

Aiy]vsxv)$, éoif e. continuo j perpetao; 
lungo. 

Aiv]pv]/Asv<u$, av¥, separatamente 

AiY)pv]$, so;, e. nave a due ordini di 
remi , bireme. 

Aidryjxros, ou, e. acuto dall' aoa e 
dall' altra parte. 

Aiiv]/Ai, tramandare, trasferire, slog- 
giare. 

Att'xvfi9/Aai, /ut. Su^OfiOLt ) passare 
per, passare a traverso; trascorrere; 
scorrere , ripassare , penetrare. 

AiiTrsTvi; e otoTTSTv)';, 60$, e. che 
scende giù da Giove ; che vien giù 
dal cielo. Omero dà questo epiL ai 
Jiumi allorché sono ingrossati dall^ 
acque cadute dal cielo. 

Au9Tv)/AC, distinguere, separare; di- 
stribuire per divisioni , disporre per 
ordini ; med. separarsi, dividersi, di- 
scordare, venir in discordia. 

Aii9;(U/9iCo/jiai, affermare, assicnrare ; 
sostenere con forza. 

Aixoè^u, determinare, giudicare, seu- 
tenziare. 

AixocioxjSiffia ) a« , f. giusto giudi- 
zio. 

Aixaioxpiry]$ , tt, m. giudice, equo, 
imparziale. 

Aixaio^oyi'oe, a$, /*. giurisdiaione, di- 
fesa, causa. 

Hixato^oyoiy », m. avvocato, difen- 
sore. 

Aixaiov, ou, n. diritto, giusto. 

AtxaiOTrpayso), operare giustamente. 

Aixocio;, ou, adj, giusto, probo; le- 
cito, permesso. 

Aixoci07uyvj, TOiì/- giustizia « probità, 
'onestà, onoratezza. 

Aixaiou, reputar giusto , giostificare ; 
giudicare. 

Aixatoi/Aa, aro;, n. cosa giustaoieale 
fatta, giuridica. 

Aixatcj;. avif. giustamente, a ragione. 

Aixavixo;, t), ov, forense, p«rito del 
diritto, giurisperito. 

AixocjOiQVos, oxjy e. the ha due testa» 
bicipite. 



AI 



("9) 



Acxa97róIo$, ou, m. giudice , eh» ù 
occupa nel render giosUaia. 

ÀixaffTYipcov, ou, M. foro giodiaiarìo, 
trìbanale, dicastero. 

Acxa<7T7i$, ou, ut. giudice. 

Acxa^rcxòf, oi7, m. giurista. 

Atxa^TcxoI;, «(w. giuridicamenle, per 
▼ia di tribunale. 

Acxf^Àoc, Tii, f. sappa« marra. 

Àtxe»iTVi$, oVy m, zappatore. 

Àtx8p6>$, UT0$. e, che ha due coma; 
bicornuto o oieorne. 

Àixv], v]$, /. diritto, processo, accusa, 
pena, fio, ponisione. Dice, una delie 
Ore, /glia di Temi e dea dei giù- 
disj. 

Ai'xiQV, aw. a guisa di. 

AcxÀc^fi^ MV, y*. porta doppia, a due 
serrature, a due batleoli. 

AéxpaTYÌc y e. forte da tuU' e due le 
parti. 

Àtxru9tf| ou, A. rete] amo da pesca< 

tore. 
Auo'/o^ ou, m. bilingue. 
^ifigpTiìij io^ e, bipartito, diriso in 

due. 
AcftsTwiro^, ou. e. bifronte, a due 

fronti, a due uccie. 
Ai/jiviyo$, 0U| m. bimeslre, di due 

mesi. 
Llfi^p^oij 0\}y e, biforme , di due 

forme. 
Aiveu/ia • «ro^ • n. aggiramento in 
forma ai cerchio. 

Aivsftì; ^cysu'oi, girare , aggirare cir- 
cobnoente, far Tolgrre intorno; tra- 
Tolgerej neutr. aggirarsi o muoversi 
in giro; ^cvso/Aai, volgersi. 

Aìvij, VJ5,/. vortice, gorgo. 

Ainfci^ cfftfo, ev, vorticoso, che si 
muove in giro. 

Atyo$, ou, m. turbine, 

Acvoiov};, «o;, e. yorlicoso. 

Aiy&iT^$, ou, ed/, rotondo, tornito. 

Acèy cong. perciò, quindi. 

AioyevW^) soq, e. generato da Giove; 
illustre, generoso (ordinario eptt. de- 
gli eroi e speeialmente dei re). 

Aco^euw, far viaggio per. 

Ato^o$, ou, / passaggio. 

Acocxc», contr, xòi, dirigere, ammi- 
nistrare, r^olare, governare. 

Aiocxi)]UM, «TOj) A. anuninislraaione. 



AI 



Ai9Ìxt|9c$, VjUitf' altìe. smniinistra- 
ziooe, r^genxa. 

AtoiXTjTT!^ oj, m. amministratore. 

Atot^tc, •«;, /. apertura. 

Ai&r^TSv», ianriare una freccia a tra* 
verso; traversar con una freccia; 
trapassar con un giavellotto. 

AtoiX'i'S», scorrer per, passare per 
qualche luogo. 

AcoÀÀvat, disperdere. 

At^axt, cacciare, respingere, perse- 
guitare ; temere. 

Aio/Aflcxt^w; oioacùJvu, render pia- 
no od egujle. 

Ató.uv'jut j oi'iij.'ijfA^ giurare. 

At9U9/.07£9ua( , stipulare , venir a 
palli, a condizioni. 

Atoffco/óyvi^i^ , %'Ai^f. stipulasione , 
paltò, condizione. 

AioyujUià^ai, denominare. 

Aiov'J7toy, ov, n. baccanale. 

I^iÓTCtp, partic. con*;, laonde, per il 
che , per la quiil cosa. 

AiOT£Til5, €95, e. inviato da Giove; 
caduto dal cielo. 

ùkiOTto/j.'rtioiioLij espiare, purgare, man- 
dar via. 

liOTtztJa, osservare, spiare. 

AiOTtry}:?, ^poi, m. esploratore. 

Aiop^ócii, correggere. 

Ató/sarujuia, oltoì ^ n.j 5ió^&«ii;, 
8W5j /' correzione. 

Aio/s^wTvjc, o-j, nt. correllore. 

Ato^i^OJ, tirare una linea di confine, 
separare, definire. 

^ioptap.6i^ ojy nt. distinzione. 

Aió^vy^aoc, aro;, n. fossa. 

Aio^v99&), perforare. 

Aio;, a, ov, divino, grande, sacro, 
nobile , fedele , fpil. degli eroi. Aio^ 
è anche gen. di Zvjq. 

A lóri, cong. perchè, per qual cagione. 

AtoT^s^vj;, so;, e. nutrito da Giove, 
alunno di Giove (ordinario epit. dei 
re). 

AiTT^à^w. esser doppio, raddoppiare. 

A(:r)-ocxta^6>, raddoppiare. 

AÌTT^cc?, axo;, e. doppio, raddoppia- 
to ; veste dove il filo è preso dop- 
pio, come avveniva nelle vesti dei 
ricchi, 

AiTTÀa^iaiT/*^; , O'J , m. raddoppia • 
mento. 



( tao ) 



AI 



Ai7r>oé9to?, a, ov, doppio, più gran- 
de il doppio. 

Aitt).^, ilv^'. doppiamente. 

^tTtXótì, TQ5, /. duplicità. 

AittXoo;, lì. ov, co/ifr. ot7r/«?, »j, «v, 
doppio; duplice; furbo ; finto. 

AtTT^oci), raddoppiare; i/i med. rad-' 
doppiarsi; divenir grande il doppio. 

Am/cj;, aft>. raddoppiataoiente. 

A(:rou;, ooo; c.j ^tTTtfv, n. bipede^ di 
due piedi. 

AtTTTUpfa, avv. doppiamente. 

AÌTTTUXO;, O'J, OW. Ó'ÌTTTU^, «x^»? <^* 
doppio , addoppiato ; doppia falda. 

Ai^, nt/c. due volle. 

At9&avYÌ; , éo; , e. che muore due 
volte. 

At7XS'J«j ^t^xéoj, lanciare il disco. 

At9xo$ , O'j , m. disco, piastrella ro» 
tonda, di sasso o di ferro o di piom- 
bo , ad oso di giltarla giuocando. 

At^xoupa, eov, /i. un trailo di disco, 
cioè tanto spaxio , quanto lontano 
può gettarsi un disco da mano di 
uomo robusto. 

A155Ò5, "^ì Òv, doppio. 

Ai7Tay/JiÒ?, O'jj ni. dulibio. 

Ai7T0C^u, fut. dioty dubitare , essere 
in dubbio; riflettervi, pensarvi su. 

Ai7ra7i;, S'j>>9)/> dubbio, esitazione. 

iii'srofi.Oiy oj, e. che ha due bocche, 
ambiguo. 

Ai^xi^iot, oci, a, duemila. 

AiuTrvi^Oi, svegliare, destare; in med. 
svegliarsi, vegliare. 

At'^àw, /«e. oci« o TJiw, cercare. 

Ai^jjSal, axo5, /. sedia. 

Ai^jSSUTvjs , «; ^i^jSS/ocTYj;, », m. 
cocchiere, carrettiere, auriga. 

Aiypo5, ou, »w. nel pi. Si^poi e Si- 
^poi , sedia del cocchio ove slava 
assiso l'auriga del comhattente, eoe* 
chio, sedia, carro da battaglia. 

Ai'xa , poet. Si^Òci. , avv. in due 
parli , separatamente , in due ma- 
niere. 

Ai^à^w, dividere in due, separare. 

Aix&à^ioj, a, 0V5 ài^òdijoiSo;,/. 
doppio, diviso in due 

Aixo,uiv]yo; , ou , ad/, che divide il 
mese lunare in due parti. 

At^ó/Av^o;, e, che parla altramente da 
quel che pensa; bilingue, inganna- 
tore. 



AI AM AO 



Ai^o^Tarsv, esser segregato. 

Aix^'0/AS'>>) tagliare in due parti. 

A(X<^9} At't^. doppiamente. 

Al -fa, vjjj/. sete. 

Aij'aXsd;, a, ov, sitibondo. 

At-|'aoj , contr. ùi , aver sete; esser 
sitibondo f quindi esser vago « bra- 
moso. 

At'j'o;, co;, n. sete. 

Arj'uxo;, ou, e. doppio d'animo. 

Atoj, {/. ^l'o^ai. 

Aieoy/AÒ;, oj, m. persecuzione; quindi, 
in proposito di caccia , inseguir le 
fiere. 

Atudrsw , /ttf. ^ia)9'>> e ^ioj^'toj , 
dissipare, precipitare; abbattere; di- 
sf<nre. 

At&)xv)7t;, ew;,/. persecoiione, quin* 
di , I/I proposito di caccia , I* inse- 
guir le fiere , il dar loro la caccia. 

AtwxTYi;, O'J, m. persecutore. 

Atuxci, cacciar davanti a se, Jnsegnire, 
perseguitare ; nel linguaggio forense, 
accusare, riprendere. 

Aio)^t;, su;, /. persecuzione, 1* in- 
seguire. 

Aiojpt'oc, a;,/, dilazione, intervallo» 

Aiwp'J^, UX®»> /• cana^«« 

àp-riiii, soi;,y*. capacità nel domare. 

A/iTiret/so, ^a;, /. domatrice. 

Lp-vìTtip ^ vìpoi , f. colui che doma, 
che sottomette; domatore. 

A/xcov], riif f' ancella, serva. 

Aau; , uò^ , m. schiavo, valletto. 

Aóy/Aa, aro;, n. editto, sentenza; 
dogma , punto di dottrina Jiloìofco 
o teologico. 

A5ia, a; 5 ^ot>j , yii^f' dubbiezza, 
alternativa. 

A9/9C^u , /«<. a^w, osservare , aspet- 
tare , essere di parere, d'opinione, 
giudicare, cred«r bene , stimar bene. 

Aoxcj'u, insidiare; spiare; osservare. 

A0XC6J , verb. irr. contr. cu, /uL 
y]70i, parere, sembrare, stimare, cre- 
dere. 

AoxY)?!;, eoi;,/, opinione. 

Aoxi^aà^oi, esplorare, approvare, esa- 
minare. 

Aoxi/jia^ioc, %>>/*• approvazione^ esplo- 
razione. 

Asjxi/Ati, t;, /. esperienza. 

Aóxi/AO;, ov, e. probo, approvato. 



dai ) 



AO 

A9X0{, o*J, y. trave, lancia. 

A9>.(/9Ò;. pd, pòv ; SóXioi^ a, ov, 
fraudolento» doloso, fallace. 

àolspùi^ aw, fraudolenleroeote. 

ÀoXsvo/Aai, operare con frode. 

À9).t^6>, adulterare, corrompere. 

AoXió-nq;, iQTO;,/*. frode. 

AoXio'^poiiv, oyo{, e. astuto; fraudo- 
lento; furbesco. 

Ao/co'c«, ingannare. 

loAi'/ecjXoi , ou , e; che ha lungo 
stinco o fusolo o gambo; che ha 
lungo manicu. 

A^/t^syx^S) co;, e. armato di lunga 
picca . 

AoAcxiQ/ssr^o;, ou, e. che ha lunghi 
remu 

po$ ), e. di collo lungo. 

AoAc)(Oy, Afv. lungameùte, per lungo 
tempo. 

^oXi^òi^ V)} dv, lungo, prolisso, mollo. 

toXtxÓiì^tOiy OM, e, ehe fa lunga om- 
bra. 

Aeìóccf, C79a, tv, fraudolento; in- 
sidioso, artificioso; perfido. 

AoXojuiijTV]; , ou , m. astuto frodo- 
lento , furbo. , 

toÀOTtXoy.icCj «9,/. inganno, frode. 

AóÀo;, ou, m. frode, inganno, dolo, 
artificio. 

^oXo^peciyìi , co; , e. che raggira 
nel suo animo inganni, che cova in- 
sidie. 

toXo^povio»y pensar inganni., ordir 
frodi. 

Aoìo^^OffvVT], VIS)/* meditasione d*iii- 
eanni; astusia , nirberia. 

Mó^prav ) 0V9$ , e. che medita in- 
ganni. 

A9Ì9J>, onoi, m. esploratore, spia. 

AoXow, ingannare, adulterare, depra- 
vare. 

AójuLOC, aro;, n, dono, donativo. 

Ad/ACW, fabbricare. 

Ad/tY], ^5) /• fabbrica. 

Aoadv^e, «»v. verso casa. 

AótfOv, ou, m. ogni edifisio, casa, pa- 
UBSo; stalla; anche tenda, pAdiglio- 
ne; éofMvSt^ a casa. 

Advocxsù;, co;, a<//. ripieno di 



A9v«|, otxoi, iM. canna. 



AO 



) 



AovsJoii; ^9vsw, eontr. «,/«£. v9«i 
e<f v;9w, muovere, agìture, scuotere ; 
turbare ; invitare ; in pass, essere 
mosso , discacciato , fugato. 

àóvriijLX, aro;, n.j oóvr,7i;, Cu»;,/, 
agitazione; goino. 

A9;a, Tfì^ /' gloria, maestà, fama, sen- 
timento, opinione altrui sul conto 
n<»slro ; illusione , apparensa. 

Ao^x^u, celebrare , pensare, giudicare, 
immaginarsi. 

A9^o/078w, celebrar con lodi. 

A9|o).9yi9t, a;,/. lode. 

A9to).Ó7o;, ou, m. lodatore. 

àopoi , a; , y. pelle detratta , scortica- 
mento, e in gener. pelle. 

A9pò;, oJ, m. otre. 

Ao/^TTSu, cenare. 

LòpTzot , OJ , n.s iòp-itoi , 01» , w. 
cena ; pasto. 

Aópu, /^eif.^ ^óparo; e ^oupò;, invéce 
di io'jsòi , dat. iópoLTi y $o\jpi e 
iopì, lancia, picca; legno. 

A9/9U73rviyY]'; , goq , m. forte nel ma- 
neggiar l'asta ; valente guerriero. 

^op'Jfòpoi, ou, m. alabardiere, guar- 
dia, satellite, doriforo, che porta- 
lancia. 

Ag'^t;, (u;,/. donativo, presente; pre- 
mio. 

AÓTStpoc, oc;,y. donatrice. 

AoTvip, ripoijnt.j ^órv};, ou, m. dona- 
tore. 

A9Ttxò;, v)« òv, propenso a donare. 

A9TÒ;, vj, ov, che si può dare, dato. 

A9uXaya»7S&), ridurre in servitù. 

Aou^etoe, a;,/, servitù, suggexione , 
condizione di schiavo ; m pi, atto 
di servitù , servigio pesante. 

AoJXsto;, oj; ^ou^to;, ou, e. servile, 
da schiavo. 

Aou).8Ujua , aro; , n.^ iojlirj^ii , 
8%»;, /. servitù, servigio. 

AouXtùo), servire, essere schiavo, cor- 
teggiare. 

Ag'JAv], V];) /*. serva , schiava. 

A9'jXi/.ò;, T), òv, servile , di servo. 

A9u)Ltxu;, avv. servilmente. 

AouXto;, ou, e. servile, di servo, di 
schiavo. 

AouXoTTpsTTV); ) ioi , e. conveniente a 
servo , a schiavo. 

Aov)lo;, O'J^ m, servo , schiavo. 



( I" ) 



AO ÀP 



AouXoffuviQ, VIS}/* schiaviti, servag- 
gio. 

Àou>Ó6), ridurre in serTÌtù. 

AouTréw, strepitare « rimbombare } fare 
un tonfo. 

AouTTo; ) ou , m. strepito , fracasso 
che fa un corpo cadendo sulla Urroj 
fragore; tonfo, rimbombo. 

AoupocTSOg, ou, adj. ligneo, di legno. 

Aoupix>eiTÒ$; xXuto;, oJ, m. inclito 
nel maneggiar Tasta. 

Aou^iXTTjTO;, ou, e. acquistato col- 
Tasta ; schiavo di guerra. 

Àoupo^óxy] , ^i y /' luogo dove ripo* 
nevansi le lancie ; armadio o magas- 
lino delle lancie. 

ào^i^o^j ou, n. ricettacolo, ricovero. 

Ao;fvj, Yjcij /, convitto. 

àoxff-TÒ, ^<i,f; palmo. 

Aox/*05j *l\ O^j ^0X/**®»J ®^> obbli- 
quo , torto , sinuoso ; sbieco. 

Ao;(/aÓ6), curvare, inflettere , sbiecare. 

A0YÒ5, TQ, òv, capace. 

Apay/Aa, aro^, />. manipolo, fàscio) 
manciata ; mazzo di sjpiche. 

Apay/AaTeuu; ^pay/xeuM, raccogliere 
manipoli o fasci j legar manipoli ; 
portar le spiche in mazzo a chi fa 
i covoni; a m mannare. 

Apay/AÌs, ìSo^ f, pugnetto. 

tipcciva, fare , eseguire. 

Apocxacvo, a;,/, dragonessa; drago- 
ne femmina, 

Lpa.y.0T>T(i3ini, e. pieno Hi serpenti. 

A/sàxwv, 0VT05 , m. dragone , ser- 
pente. 

Apa/AK, ocTo;, R. dramma, spettacolo 
teatrale. 

Apa/AaTtxò$, vi', ov, appartenente a 
dramma , drammatico. 

Apà^, Spouf.òij m. pugno , una bran- 
cata. 

^pccitérni, ou. m. servo fuggitivo. 

àpoi<r<joiJ.a.i ; opoittjùì, fui. Iw, pren- 
dere , abbrancare ; afferrare. 

^poLtTfìp^ ripo^j m.j Spà.'STniy oy» 
m. servo, ministro, attore. 

àpccx/i-^, Hi, f moneta greca ^ la 
quale puà farsi corrispondere a 18 
soldi italiani j dramma, peso é mo' 
neta. 

^pddì, contr. w, fui» à96>, fare ; mi- 
nistrare , servire. 



AP AT 



LpéfKjiy verb. inui. correre. 

Ap«7ràvYi, >];,/. j' Spiitn-jo^^ ou, n. 
coltello ricurvo ad uso de' vignaiuoli, 
falce. 

Lpiitta , tagliare con falce , segare , 
cogliere , raccogliere i frutti ; ven- 
demmiare , mietere. 

ApyjffTetpa, a;,/, ministra, ancella. 

ApyjiTvjp, yipo;, servitore. 

Apvj^TOiuvTQ, TQ5, /. attività, destreiza, 
esattezza nel fare il suo servìzio. 

Api/*u;, eia, u, agro, acerbo; forte, 
vivace ; pungente. 

Api/AUTyj5 , 1QT05 , /. acrimonia ; ^g. 
violenza ; veemenza. 

Lpiov^ ou , n. luogo pieno di alberi. 

^pioi, iOiy n. albereto, selva. 

LpoikOLiOi^ «t«, atov, correndo, come 
per corrente. 

èipQfioii, cUSoi, e. corrente, corridore, 
atto al correre. 

LpojJ.vJi', iiàij m, corriere, procaccio. 

Apo/Aixoj, ^ì ov, buono a correre, 
nato fatto alla corsa ; corsivo. 

àpóiAOi, ou, m. corso, r7 correre j e 
corso j il luogo della corsa j cam- 
mino, viaggio. 

Apoi£jbÒ5, p«, pò'jj rugiadoso. 

ApÓ905, ou, /. rugiada , guazza. 

Aoui'vo^ , où , adj, di quercia , quer* 
cioo. 

Apu/xò; , ou ; Sp-ou-ù-^ , wvo; , m, 
querceto , bosco di quercie , foresta. 

Apu/Aw^TOS, so;, e. selvoso. 

^prjo^dlavoij tJ, /. ghianda. 

' Apùoxo« , ou , m. trave ; sostegno ; 
'puntello sul quale si appoggia la 
nave da fabbricarsi. 

ApuTTTW, lacerare, scortecciare ; stae- 
rare , mozzare ; graffiare, ferire, 

Apus, Jpuòs, /. quercia , rovere. 

ApUTo'/*05, ou, e, tagliator di quercia 
o d'altri alberi. 

àp\i:poairo)fj ou, n,j ^puj>otXTOi, ou, 
m. siepe. 

Au«5, à^o;, /. paio. 

Auào) , sommergere , precipitare al- 
cuno nella sventura; caricar di mi* 
serie. 

Auv] , v]$, /• calamità; miseria; po- 
vertà. 

AuijTra&Ws, «0;, e, che patisce ca- 
lamità; calamitoso. 



(123) 



AT 



àCfxt y andar lotto , entrare , tranion» 
tare , andar sotterra , cioè morire. 

AJva/jLat, fui. ^uvv)70/Aat, potere, va- 
lere; ^uva/ASVO^, vv), vov^part. di 
S'jifKixccty potente, che può, che po- 
teva, che potesse, ec. 

Auva/jLt^, su^, /. potenza , forza ; fa- 
colià ; esercito , forza annata. 

A'jya/AÓ6i>, confermare, corroborare. 

AuvocaTCta, a;, /. signoria , potestà , 
imperio , potentato, dinastia. 

AuvaTreJa), signoreggiare, impware » 
regnare. 

Auvoé7TT)<;, OD, m. potente, grande, 
principe, principale. 

ÀvvaTSu, esser potente. 

Auvarò^, v]) òv, potente, valido, pos- 
sibile. 

AuvaTÓI;, fffv. potentemente. » 

A-Jvu , andar sotto , entrare , tramon. 
tare. 

àJo , att. ^uù), ^r^'/i. SrJoT'» m, , e 
ixitX'ìt Xj ^'^' ^^fft, due; qualche 
volta ^uo, come pure ^uo), è indeel. 
e «i unisce a tutti i casi, 

Àuó^sxa; ^uoxat^exo, indeel. dodici. 

AJojuiac, andar -air occaso» tramontare. 

A'JTrru, andar sott'acqua, sommergere. 

Àù{, particella ^ che in composizione 
con altra parola significa di mala- 
voglia ; malamente , a stento , con 
dil^colta. 

Auffaypoco) , eontr. w, non far buona 
presa alla caccia o alla pesca. 

Au9a'/&>70$ , ou , m. che a stento si 
conduce. 

AuvaTJ^, ioij e. che gravemente spira, 
che sofBa con violenza. 

Ausai yv}^, «9;, c.j* ^uffàiyijTOS, ou, 
e. che arreca grave dolore. 

Au9àXu>CT0$, ou, e. appena evitabile. 

Au9oc)loiro$ , ou, e. difficile a pren- 
dersi. 

Auvàugaro^, ou; ^u9avà,9aT0$, ou, 
e. difficile ad ascendersi. 

Au<roc;ui/AOpo^ , ou , c.j* Sxjsoipiotpoi , 
ou, e. infelice, sfortunato. 

AuoavoéXuTOg , ou , e. difficile a di- 
sciogliersi. 

Au9avàXuT0$, ou, e. che non si può 
consumare. 

Au9a^t9xo/uioct, dispiacere, riuscir mo- 
Usto , uggioso. 



AT 



Auara|9é7n]Tt4, tuq^f. rincreieimeiito, 
dispiacenza , uggia. 

Auia/SMTO?, ou. c.j ffTOV, n. adj, 
impUcahile, bisuetico, stucchevole. 

Au^aptffTOTOxeio, a; , /. che partorì 
ottima prole Bgliolania, ma io mal 
punto. 

Au7a;^^'$, èo^ e. molesto , uggioso. 

Auff^a^TOXTO?, ou, e, difficile a por- 
tarsi , grave. 

Au^^aro^, ou, e. difficile da accostar- 
si o da ascendersi. 

AuTjSoAo;, ou, e. aspro, poco fecondo» 
epit. della terra. 

Auffyévsioe, a$, /. ignobililà , origine 
abbietta. 

AuT/evvis, 80$, e. ignobile, ch*k di ab- 
bietta origine. 

Aua^ai/Aovta, a$, /. infelicità. 

Au9^atao'yu$ , aw. infelicemente* 

Auff^at/Auv, ovoij e. infelice. 

Au7^sixT0$ , ou , e. difficile t dimo- 
strarsi. 

Au9^8/9XY]$ , so{ , e. difficile a ve- 
dersi. 

Au<r^iaj3aTo$ , ou, e. difficile a pas- 
sarsi. 

Au^yJiay vw^To;, ou, e. oscuro , bujo, 
difficile a comprendersi. 

Au(7^iàdrsT0$ , ou , e. difficile a di- 
sporsi. 

Auffe^iat/seTOs, ou, e. difficile a divi- 
dersi. 

Au98^ìtv})lo; , tt , che difficilmente 
smarrisce, difficile a smarrire, a 
smontare {parlandosi di colori), 

AuTSt^^oXo;, », e. dove non può fa- 
cilmente flirsi irruzione, che difficil- 
mente può essere invaso. 

AuffsXtxTo;, ou , difficile a sbrigarse- 
ne, inestricabile. 

Au98^y04, ou , e. lento ad operare , 
pigro , scioperato. 

Aù<T8/5i5, t^05, e, j5t, n. adj. litigio- 
so, contenzioso, fantastico. 

Aù(7^v}Xo$, ou, e. tormentato dalla ge- 
losia , invidioso ; sospettoso , om- 
broso. 

Au(TV)>8yYÌ$, so;, e. spiacevole, amaro, 
tristo. 

Au^' ^0^0$, ou, di malagevole uscita. 

Au9T);(V]$, éos, r. dissonante, che ha 
un suono spiacente, orribile. 



AT 

^M9Òec\Trniì so;, e. difficile a rìtcal- 
darti; fréddo. 

À'jai;, su; , f. tramunlo del sole, oo« 
cideiile, &era. 

Au9xara;ro).éuy]TO$ , ntlj, sing, m, 
dirScile a soggiogarsi. 

L\j9>LÌX(x.$0iy o'j , e. cbe rende an 
suono ingrato } orrido. 

Au9/.v)^7Ì;, co;, e, che reca inquietu- 
dine; difficile; infesto. 

Au9x).evi;, sso;, co;; où;, e. di mala 
fama, disonorato. 

Auv/Aoc^cioc^ a;, /. indocilita , capar- 
bietà. 

Au9/iiadvì;, co;, e. indocile, cbe stenta 

. a imparare. 

Au9/Aàx>lTo;, ou, e. inespugnabile. 

Au9/iiaxo;, ou, difficile a vincersi , a 
domarsi. 

Au9/Acyéo>, aver P animo mal disposto 
verso qualcuno; esser pieno di ma- 
levogliensa ; mostrarsi nemico ; pu- 
gnar contro. 

Avff/Acvvìf) so; , e. male intenxionato ; 
che procede ostilmente, infesto » ne- 
mico. 

Auff/ATJ, riij /. tramonto del sole, oc- 
caso. 

àvofiT^Trip , ipoi , /. cattiva madre ; 
madre ind^na d' un tal nome. 

Auouixo;, vj, òv, vespertino, occiden- 
tale. 

Au<7/AVv]^dysupo;, ou, e, difficile a ri- 
cordarsi. 

A*J7/AO^o;, ou, e. difficile» sciagurato, 
infelice. 

LM^li.op^ioL^ OLi^f, deformila, brut- 
texsa; 

L^'jfi.opfOij OU} e» deforme, scontraf- 
faUo. 

Au9/AÓ|9^ei)9t;, cu;, /I disformasione. 

AuffvóvjTO;, ou , e. difficile a inten- 
dersi. 

Au90^07rai7ra>o;, e, erto ed imprati- 
cabile. 

Au90tXY}T0;, V. non .comodo per abi- 
tarvi, poco abitabile, mal abitabile. 

Au70i9TCj;, avt>. intollerabilmente. 

Auffoxvo;, ou, e. pigro, accidioso. 

Au79xyu;, aìv. pigramente. 

AJ?o/Aai; ^Ù970/uiat, poet. (nuovo 
pres, da ^ùo>ai), mettersi indosso, 
vestire. 



AT 

^'j^òiAfJLCCTOi, r. che ha male agli oc- 
chi; cieco. 

Av9oaoto;, ou, e. dissimile. 

Aù 90970;, ou, e. difficile a sopportar- 
si, intollerabile. 

Aj'TTroc/^ocvo/so; , difficile a calmarsi ; 
inconsolabile. 

Au97rs^aps).o;, ov, e. difficile a tra- 
versarsi; lempesluso. 

Aj97r«piXìj7rT0;, «, attj. m. difficile 
ad abbracciarsi, che mal si può ab- 
bracciare. 

Au97rÌTy}^tta, aro;, n. avversità , scia- 
gura. 

AJ97rt9To;, O'jyC. incredulo. 

Au9iT).ota, a;, /. navigasione infe- 
lice. 

Au97rv9ia, a;, /*. ambascia , afl&nno. 

AuffTTOvvj;, éo;; ^UffTróvYjro;, ou, e. 
penoso, laborioso ; Citicoso. 

Aj97rpa?ia, a;,/, infelicità nell' o- 
penire. 

Au990o;, ou, e. che a stento può sal- 
varsi. 

Au9T>]vo;, ou, e. misero, infelice, 
povero, sciagurato, miserabile. 

Av9TvipY)T0;, ou, e. difficile a custo- 
dirsi. 

Au7r^ii}/t«y , oy^, e. carico di mi- 
serie, disgratiato. 

AU9TUXS0}, contr, p^cD, essere infelice, 
capitar male. 

Au9Tu;(vijtAa, aro; , n. infelicità, di- 
sgrasia ; accidente sfortunato. 

Au9TUx>J; , to; , e. infelice « srentu* 
rato. 

Au9rux(K) oc;, /• infortunio, miseria. 

Au9TUXÓi; , at^. sgraziatamente. 

Au9^Y](i.cai, diflEàmare, infamare. 

Au9^Y]u.ta, a;, y*. cattiva fama,diffi- 
raazione. 

AJ9^v]/Ao;, ov), e. maledico , àialdi- 
cenle. 

à'jtfopiuj contr. pia , sopportare di 
mala voglia , tenere in mala parte. 

Au9^opo;, ou, e, difficile a portarsi; 
grave a sopportare. 

Au<TO0oysw, avvilirsi, compottar mal- 
volentieri. 

Au9f /909uyy} , vi;,/, avvilimento d'a- 
nimo , prostracione d'animo.. 

Auff^st/Aspo;, ou, e. infesto per l'io* 
vernai treddo ; molto freddo» 



( 1^) 



ATAO 

diflBcile 



AvT^rspaivw, anouiAnì « stìnanà ag' 
gravato, sdegnarsi, esser meslu. 

li'jr/^iptia. , a;, y. difBcohk. imilcslia. i 

Av7X^^^'^7 S94, e. dUGrile, disitflroso, 
srIiifrTole, molesto, odiosn. 

^'iT-/_pTt'S'zr,a.v^ eerof, n. disagio , io- 
comodo. 

^'jt-j^j^to^ 0-J, e. insipido. 

Av7oiòv!^, S9^, e. punulent*. 

A>7&)oigt, a;, y. pnzxa, fetore. 

ÀV9WVVU.9;, ov», e. persona di odioso 
nome ; malaugurato , iofaosto ; «se- 
rra lille. 

Aj^uttìo», ricolmar di rossore, di 
▼nrgogn». 

AV7U9SW, co&todire con difficoltà , dif- 
fi%ilmenle consertare. 

L'JTixòi, 7), dv, occidentale* 

A'jai, dae. 

A'jo) ; ^-jvoii; ^u.ui, /«e. ou9U, sot- 
tcnirare , appiattarsi ; andar dentro , 
andare ali* occaso , tramontare ; Te- 
slire , abbigliarsi. // med. ojOf*.(X.i 
ha t' is tesso xignificnto. 

Auwosxoc; ^&>os/a, indecL dudiri> 

Avuosxà|3oio; , O'j , e. del presto di 
dodici bovi. 

Auu^sxaroe; ^w^sxaros, y), ov, do- 
diresimo. 

Auuxaisixo9t:n]X'''^) <»$} e. di yen- 
lidue* cubili. 

A«^8Xocxt$, acw. dodici volte. 

Au Jexoc^, oé^o^, y. dotzina. 

Aw/AO^ aTO^ ) n. casa , magione , ed 
anche tenda, padiglione, essendoché 
ne* tempi antichi le tende erano co- 
struite in forma di case, 

toèfidriov, o«, /i. casetta, tetto, ca- 
mera. 

Afri/jL0C6i, Cibbricare. 

Afii^eoè, à^, /. dono , regalo. 

Awpsocy, avv. gratis, a ufo. 

Aoiipso/uiac , fnt. »]<TO/*at , regalare , 
aare in dono , gratificare. 

Lmpr,}XOL^ aro^) »• dono, regulu. 

Au^rò^, >j, òv, placabile co' doni. 

Av^oxajréa», corrompere co' doni. 

àttpoit, ou, A. dono, regalo. 

AwrWp 9 yipoi , w.j' ^wTy,5, cj , m.j 
iàrtap f opoi y m. datore , dona- 
tore f dispensalore. 



AO El ET 



AaÀTtvn, r,i^/. presente ; regalo; dono 



; comsHmarsi^ tome vimo. 



re«lf, ee. 



E, qmintn Ui9tra deìf* aì/a!t*to greeo ^ 
SI pronniMìa conte il no tiro • chiit* 
so. Preso numericamente indica 
cinque , ma con un segno per di 
sotto vai cinque mila. 

Ef se stesso, acc» del pron. o*j. 

Ea, inf. di maravigìia , ah 1 ab ! ah I 
^ !«, int. di dolore^ ah. 

Eo^^^iV, rt. 8. d*àÀK]ui , trovarsi im- 
brogliato. 

Eàv, con*;, se, qualora, quando % (scv 
^7J, quando non. 

Eavò^, u, m. veste donnesca; Vflo 
^ da donna; adj. bello. 

Ea,9, a,so^. n. primavera. 

Easiyò{, yj. dv, eh* è di primavera. 

Éaurd^, rtj, rd, nom. fìnto del pron. 
cauToJ, sauTìQ5, savrov, sé slesso. 
Ao/i Ji declina che net );enitii'0, da- 
tii'Ot accusativo tingo/are , e ta/ora 
anche plurale j ha pure il senso di 
te stesso e «li me sle:tso. 

Isauro J, V]^, oJ, di se stesso, di lui 
slesso. 

Eocw, contr. ù, /«l. «7W , /«/*. «à^? 
permettere} lasciare, rilasiiare; omet- 
tere ; lasciar fare ; cessare. 

E^do/ATj/ovroc, indecl. settanta. 

E^^9/it.v]XoyTàxi(, aw, seliania volte. 

É^Sof/Loq^ e poet. s^^o^aaro;, yj, ov, 
settimo. 

EjSsvo;, H, /. ebano , legno di ebano. 

Eya.òopci.oì^ rimirare, volger lo sguar- 
do a qualche oggetto. 

Eycf.pTtpiùy contr. w, resistere, reg- 
gere, durarb. 

EyysXào), deridere. 

Eyysvvir, io:^ e. nativo del paese, in- 
digeno. 

Evyi^6i, avvicinarsi, esser imminente. 

Eyyt'vo/Aat, essere in, nascere in. 

Éyyivro, nvv. superi, prossimamente. 

EyyXu«9M, indolcire , raddolcire. 

Eyy>wf>», scolpire. 



( I^) 



Er 



Éy'fO'aoi, ou, e. nipote, discendeots. 
Eyy^àfw, iscrìvere, scrìvere sopra o 

in qualche cosa. 
Eyyua^i^o), meiter nelle mini} do- 

nare, concedere. 
Eyyuàu , promettere per un altro , 
promettere in matrimonio. 

EyyuT] , fi^if' promessa fatta per un 
altro, obbligazione. 

Eyyuvjffi^, eus,/. guarentigia, sicurtà, 
malleveria. 

Eyyu7]TY]s, ou, m. mallevadore « si- 
curtà. 

EyyuSrev* £yyu^i, avv, dappresso, 
dawieino. 

Eyyujuiya^&), esercitare, addestrare. 

Éyyuo$, ou, r. mallevadore, rispon- 
sivo. 

Eyyus, fott. syyùSrt, avv, da vicino, 
dappresso. 

EyyuffTa, aw. superi, prossimamente. 

Eyyuraroi , vj , ov , superi, vicinis- 

• Simo. 

EyyuTSpos, pò, pov, compar, più vi- 
cino. 

EyyuTKJS, VIT05,/. vicinansa, avvici- 
namento. 

Eysi'pw, eccitare, svegliare, suscitare, 
animare ; in med. svegliarsi, destarsi^ 
sorgere. 

"Éytpfìii^ e&)$, y. eccitamento, sveglia- 
mento ; risurrezione , suscitamento. 

Eyxaivì^o), rinnorare, ristaurare. 

£yxa^ìoTV)/xi, collocare in, costitui- 
re in. 

EyxaXé&t, chiamare in giudizio, accu- 
sare, rimproverare. 

EyxaXuTTTW, occultare , celare. 

Eyxà/ATTTW, inflettere, piegare. 

Eyxavàx^^} pi'o<lui' suono in qualche 
cosa, farla risuonare. 

Eyxap, a/505, w. cervello. 

Eyxa/3(7Ìa, a;,^. obbliquità. 

Eyxaj99i05, ou, e. obbliquo. 

Eyxa^9ici>5) <*vv. obbliquamente. 

Eyxara, wv, rà, n. (soltanto in pi.) 
intestini, visceri. 

É'yxaraXa/Aj9àv&), prender in, sorpren- 
dere; inviluppare, investire; a, 1. 
pass. «yxaT8/Trj?0>JV. 

EyxaraXeiTTU, abbandonare, lasciare. 

£yxKTa/Aiyi»u/A(, mescolare, frammi- 
schiare. 



ET 



EyxaraTidvi/At, deporre; nascoiidere. 
Eyxaroixso), abitare. 
Éyxaro^, y], ov, interiore, intemo. 
l^yxau/Aa, /uiaTo;, n. scottatura , se- 
gno di scottatura. 

Eyxsi/Aai, giacere su qualche cosa , 
giacere in. 

£yxeijui, instare, resistere. 

Eyx£vr/?i^ci>, slimolare, pungere. 

Eyx8pavvu/At5 uw ed syxspaw, fram- 
mischiare. 

EyxéfaXo5, ou, m. ciò che sta n^la 
testa, cervello. 

ÉyxXei<Tt5 , cu; , /. rinchiudimento • 
chiusura. 

Eyx>stc>), rinchiudere. 

Eyx>TQ/*a, aro;, n. accusa, qoertla, 
rimprovero. 

E'yx>T]/xaTixo;, vi, òv, colpevole, reo. 

Eyx>y]/xarixcii$, a»»»», colpevolmente; 
indegnamente. 

EyxXiodv, flt'f. inclinatamente. 

EyxXivo), inclinare ; cyXivojuiat, es- 
sere inclinato ; essere appoggiato ; ri- 
posar sopra. 

EyxXi^i;, ew;, /. chinamenlo , indi- 
nazione. 

EyxoXaTTTW, scolpire. 

Eyxovscj, aflFretlare un laroro ; ap- 
parecchiar prontamente. 

EyxoTrd, tqs, /• incisione; ioUglioi 
ostacolo.. 

EyxÓTTTM, incidere; intagliare. 

Eyxo(;/AS&), metter in ordine ; amman- 
nire; allestire. 

EyxpflCTSia, a?, /. temperanta , con» 
tinenza. 

Eyxj9aTSuo/Aat, trattenersi, raffrenarsi. 

E'yxparsw , contr. w , tenere , conte- 
nere in freno. • 

Eyxj^aTTfìs, S05, e. che si è reso pa- 
drone di; padrone, superiore. 

Eyxparw?; r/xparéw?, av^^. gagliar- 
damente, vigorosamente; con fer- 
mezza, tenacemente j con impero so- 
pra se e gli altri. 

Eyxpi'vw, ammettere, adottare; aggiun- 
gere. 

Eyx/9U7rT&), nascondere nel, occultare^ 
coprire. 

Eyxux/(o$, ou, e. circolare « rotondo» 
enciclico. 

EyxuAtu, involgere. 



( 1^7) 



ET 



ET EA EE EZ £8 



a , iocinta. 

, ÌDcorrere, abbattersi , imbat- 
cader sopra. 

oè^w, lodare, encomiare. 

xiTtOi, a, ov , eh' è da lo- 
da encomiarsi. 

oe.'S'niij où, m. lodatore, eo« 

lore. 

ov , ou , n. encomio , elogio , 

), gridare ad alcuno, conlr'al- 

p8«, vegliare , risvegliarsi j // 
iypr,yopK è usato ancora in 

'. pres. 

9<n$, eu$, /. vigilia. 

jSTi, aifv. vigilantemente, con 

Qta. 

vów, conlr. vw, frenare, pot- 
eva re il freoo. 

5 ^iìf' picca, asta; l'arte di 

r la picca. 

:«, contr. pòi, porre mano, dar 
trattare. 

Qita, aTO$, n. impresa. 

oio-J , O'j , n. pugnale , stru- 

• maneggevole. Enchiridio^ li- 
manuale che contiene pre- 
avvertimenti e osservazioni 

>se. 

:^<u, dare in mano j affidare, 
gnare. 

5j uo;, / anguilla. 
u.upOi , ou , e. che dà morte 
ila ; guerriero j furibondo nel 
r l'asta. 

a>.Oj, ou, m, vibrator d'asta, 
iero. 

infondere , versare in una taua, 
ile , mescere. 
eo;, n. asta , picca. 
•Ttru , appressare , accostare ; 
. accostarsi. 
» , ungere , strofinare. 
l'^Mj dimorare per lungo tempo. 
og, ou, e. doralo. 
ig, ou, e. succoso. 
$} £&)$) f. infusione , injecione. 
':o> , conlr. ù, dar luogo , per- 
re 5 tyy^(ùpil^ impcrs. e per- 

• ; h possibile ; vi e luogo ; è 



cessione. 

Eyxoipf'Oi^ o\j, e. eh* h d«l 
paesano , naiionale. 

Ey« , pron. primitivo , io. 

Éywys , co»/;?, d' iydy pron. § y« 
enelit. io, io per me. 

E^avd;, ou, a</y. dolce. 

E^op, aro;, n. cibo. 

E^a^t^u , uguagliare al saolo, ap- 
pianare; abbattere. 

£oa^os, so;, n. pavimento, sodo. 

il^ei, imperf. di où. 

ÉStipLOL , e^ro; , n, cibo , compMM- 
tico , mangiare ; vivanda. 

E^89TV};, ou, m. mangiatore. 

E^e^TÒ;, vi, óv, commestibila, 

E^v)Tu;, uo$, /*. cibo, vivanda. 

é^Ojuiai, mangiare, consamare man- 
giandoj divorare. 

Éèoq, so;, n. sede, seggio; tempio. 

E'Jjoa, a;,/, sede, sedile, seUa, panca. 

^^/?a^Oi), collocare, stabilire. 

É^/satów, stabilire. 

E^paiw/Aa, aro;, «. sUbilimeato, fon- 
damento. 

ÉSpiccoiJ.Kif sedere. 

É^M, mangiare, rodere , divorare. 

BSoìStÒì ^$t J- cibo, alimento , nutri- 
mento. 

E^w-Ji/xo;, ou, e. mangiareccio, alto a 
mangiarsi. 

Ée^va, 6)V, n. doni nuiiali che face» 
vansi alla sposa dal marito o dai 
parenti del marito : dote che un 
padre dava alla Jiglia, 

Es^vóo/Aac, dotare, assegnar la dote. 

Es^yuTvi; , ou, m. colui che dota; 
suocero; affine. 

Esix^TO/so; , ou, adj. eh' è spinto da 
venti remi. 

Eepy/Asvo;* ou, fortificato, munito. 

E?o/xat , /«<• 2. iSo'jjt.»i, sedere; 
essere assiso; assidersi. 

E?«, /m/^ 8t?0V,/M<. MW, «. t. «ì»«, 
p. pass. «t»/*ai, far se<iere , collo- 
care. , 

E&', avanti a voce aspir. inv. di fri. 

^&si/3«, a;,/, chioma, criniera, 
giubba. 

E^eipu, a%er consuetudine, frequen- 
tare. 

£^eXs&>, inur. f. iHldi, 



( 1^8) 



Ee £1 



E^s/Yi/<-9;, ou, e. tulunUrio, di Luana 
voglia.' 

E^s/9vrr;Vj '»»•«». spontaneamente, 

E^'s/ov-rrlp, r,soi] £&2>ovt>35? «, »". 
volontariu sponUuco , che opera 
vulunlariamente per un allro. 

Ed'sÀovTi, av^. vulunlariamente, spon- 
taneamente. 

E^ÉXw, /Jfr /o ste.tso che òDùì, verb. 
irr. volere slahtlire , attic, s^e).s&>, 
/«/. r,5w, /». vixa. 

E^'awv, ovo^, e. consueto , sulito , 
ordinario. 

E^ì^o/Aai, essere avvezso» esser sulito, 
avvezzarsi. 

E^i'^u, avvezzare, assuefare; in med. 
esser solito . avere in costume. 

E^vixd^, Y), dv, gentile, appartenente 
a gente , etnico. 

Edyixws, acv. alla maniera de' Gentili. 

É3ryo$, e04, n. popolo, nazione, mol- 
titudine ; sesso, presso i poeti anche 
di animali. 

É^O^, eo;, n. costume, usanza, istitu- 
zione. 

E^w (antiquato) , verh. irr. esser so- 
lito, consuniure , frequentare, p. med. 

Et , cong. se , anche per /* an <* /* u- 
trum rf*»! ialini j si'/s, seppure, se 
tuttavia j iiyzv , se dunque , fé al- 
meno. 

EiajULSVY] , -rii , ^. Inogo acquidoso , 
umido, bagnato, erboso. 

EiKpivòc^ v?. dv, di primavera. 

Et'vs, cong. st? pure , se certamente. 

Eioa/ijuio^, OJ, e. beilo, vago, spe- 
cioso. 

£i(?ap , aroc , n. cibo, pascolo, vi- 
vanda. 

Ei^'X^^Sj 8^^? e* deforme dì aspetto, 
bruito. 

Eiosca, ;?. iiòrr/.a. ed &Loa.piu che 
;^. ei«3>ixsiv, ;>fr .v//tc. si'osiv, fl/f. 
■/•/ 2iv , saptre . conoscere. 

EtoYi^t;, soì;. /, cognizione, scienza; 
abilità. 

Ei^izd;, vj\ dv, spyeciale, specifico. 

Ei^txoic, a^i.>. specialmente, specifica- 
mente. 

Eìr^djuevo;, ov, adj. somigliante. 

Eroog, eo$, a. bellezza , aspetto , for- 
ma , specie. 



EI 



E 1^6). verh. irr. conoscere, vedere, in- 
tendere , sipere , nascondersi solfo 
le fittezze di , sembrare j in med. 
esser veduto , parere , aver appa- 
renza, somigliare} a. 2. sldov ed 
i^ov. // pres. di questo ve rito è 
inns. , ma l'a, 2. Toov , e; , 8 , 
in/. ì^gZvl part. i^wv, serve d'a. 
al verh. oputa, vedere ; e il p. med, 
01 oa, si usa in sign. dei pres. io so. 

Et^wÀsiov, ou, n. tempio degli idoli. 

KiSoiAora.rpt'Jtay adorar gl'idoli, ido- 
latrare. 

EioeoXo/KTpv;;, ou, m. adoratore de- 
ci' idoli, idolatra. 

Eióu'koXa.rpia^ olì, f, culto d'iduli, 
idolatria. 

Et ooAov, ou, fi. simulacro, immagi oe, 
figura , idolo ; spettro. 

Ei^6>i«, ÓTO$, m.j st^uca, a;, part. 
p. med. di iiiia , che conosce^ 
che sa; ammaestrato, istruito. 

Ei^ap, avv. subito, incontanente. 

Et ^2, avv. Dio voglia o volesse che. 

Etxà^u, esprimere la viva immagine, 
rappresentare perfettamente, assumi* 
gliure, congetturare. 

Ei/.a^juia, OLTOi, n, simulacro. 

Ei'xsÀo;, ou, e. simile , pari. 

EixiQ, avv, in vano, a caso. 

Eixovt'^ei), assomigliare, esprimere. 

Eixóvioy, ou, n. figurina, immaginetta. 

£ixd$ , dros , n. conveniente, veriki- 
mile ; ù; eixds, com'è da conget* 
turarsi, come apparisce. 

Eixoffoéxi;, aw. venti volte più. 

Eixo9ÌTY2;, e. di veMli anni. 

E 1X071, indeci, venti. 

Etxoffi/xeT/905, ou, adj. che contiene 
venti misure. 

Etxo^Tdj, ri^ dv, ventesimo. 

Eixdrei);, avv. naturalmente, ragione- 
volmente , a ragione. 

Ei'xu, esser simile, rassembrare; es- 
ser conveniente ; esser giusto ; ce- 
dere, lasciarsi vincere; soccombere; 
il p. med. eoixa per oixa, significa 
sembra (inus. al pres.). 

Etxùv, OTtOi^f, immagine, figura, si- 
mulacro. 

Etxùg, uto, ài, equo, giusto. 

Eìx&)$, 070^, part, p, atl, d* siXM, 
simile, somigliante. 



(1^) 



EI 



EcÀa^tva^o». assistere a un festino 

magnifico I br convito. 
EcÀa^rtvav'nqs , o *J , ut. conviuto, 

commcosak. 
EìlecTsivn, Tli^/* convito, festino. 
iJXecp, oipoiy H, luogo clUnso per di- 
fendersi dai nemici, bastione, riparo. 
EiìocTtvos, ou, adj. d'abete. 
Et ì se duco, a^/I Lucina , dta delle 
I partorienti, lUtia. 
JEcXco) (sp. dolce )y pressare) rinser- 
rare; tiXioi(sp, aspro) , aggirare , 
travdgere. 
Et/v], Tiiì /' S9»dra, compagnia, mol- 
titudine. 
Ec/ri, rii (sp, a//»roj, /. splendore del 

sole. 
EilTifto:, aro^, «. invoglio, copertura. 
EtÀcy/Ao, aro;, «. involgimento. 
Eììtypiii^oG, m. vortice, giro. 
Ei/ixpivsio, as^y. sincerità. 
£i>tx/5tvv)$} so$, e. distinto, schietto, 

sincero. 
Etlt^, ixoi,/» involucro, attortiglia- 
mento, molo di circonvoluzione. 
EÌXÌtto'Jì, oioi, e. che curva il pie- 
de in camminando^ curvijtede ; epil, 
de'bovi presso Esiodo e Omero, per 
dinotare la pesante loro andatura, 
al contrario de'cavalli, 
ElXi'S'Sfù^ volger intorno, aggirare. 
ED.u/xo, aro(, n. inviluppo, invoglio, 

investimento. 
Et/u/Ac ; eìXuu, involgere, inviluppa- 
re; coprire, nascondere. 
Etìu^a^Gi»; stìuw; «iXvfoéu, raggi- 
rare, voltolare; in med. volgersi in 
eiro, muoversi lentamente, contrarsi. 
Ei/t«, «79») n. veste, abito, panno. 
EtjUioep/uisvT], K]$,/*. fato, destino, or- 
dine dei destini, fatalità, necessità fa- 
Ule. 
Ei/ta^/ticvo^ Y]^ ov, fatale, necessario, 

voluto dai fati. 
Et/tt. yi^r. iaopLKi, verb. sosL estete} 
coi dai, come sum in la ti no y spesso 
signijica avere; Sivat cocutou, es- 
sere iu se. 
E'/At, verb. irr. andare, ^ re ; i/prfjr. 
«Ci questo inerbo è n^afo talvolta in 
tuof^o del /ut, iiooiJioci, 
EivàsTtf^ , ayv. per il corso di nove 
anni. 

I 



£1 



EìfoUiOi, OU) adj. marino, marittimo. 

Etvavjxs;) «*^' p«r nove notti. 

Eivàriip, s^o;, A cognata, ossia mo- 
glie del fratello del marito, 

EìvóSio^ Ov>, adj. posto sulla strada ; 
che abita sulla strada. { 

Ecvo^if vÀ>05, O'j, e. che agita o che 
scuote le foglie; in cui il ventu 
scuote le foglie agli alberi; ven- 
toso. 

EtTttp , cong. poiché , perocché , se , 
quantunque. 

Ei^rov ) a. 2. io diceva; inf, cittmv. 
Gli altri tempi non sono in uso e 
si prendono da c>r,ij.ì iipo» e péw , 
i quali ultimi due hanno anch' essi 
il pres. inus. 

Ei;rOT3, cong. qualche volta, se mai. 

Eipyoi^oty proibire, trarre altrove. 

Etp'/fjiói , O'J , m. incarcerasione, im- 
prigionamento. 

Elpyca, riparare, imprigionare. 

Eipyw, {collo sp. tenue) scartare, al- 
luntunare; respingere; impedire, e- 
scludere j (col/o sp. aspro) v. i/sy w. 

EipipOiy ou, m. schiavitù, servaggio. 

ElpiiicL, a;, /. il remare, remeggio. 

Eiptì^ Vìi,/' adunanu , luogo dell'a- 
dunanca. 

EiprìTtouoif a^ Oif, pacifico, amiche- 
vole. 

EtpWvr], Tìiif- ?•**• *""'» '»«'»»* ''^ 
una delle tre Ore, 

EipT,vi/iói, ri, òv, pacifico. 

EipYrJix.òii, avv. pcificamenle. 

Et^vivOTrotcu, render pacifico» ricon- 
ciliare. 

£t/sy]V07T0(òs, oJ, m, pacificatore, pa- 
ciere. 

Etptvso^, ov, e. di lana. 

EipxTtj, xtÓS, /. carcere, prigione. 

Eipo/.ópiOi , OJ , e. lanajolo ; artefice 
o filator di lana. 

Eipop.aiiy interrogare. 

EìpOTzóiiOi , o\t , e. ben lanuto , ben 
vestito di folta lana. 

ETpoi^ iOi'^ iipiov, ou, n. lana. 

EìpvojAoci y guardare « conservare» di- 
fendere, custodire. 

Eipuw, l'np. di ipùta, strascinare.^ 

Eip^fut. Mw (e per dialisi «péw); 
e inus, nel pres. e imperf.j fut. 1. 
t^oi, interrogare, aonunsiare, dire. 



( i3o) 

B — " 



EI 



i 



Et/9uy . oDVOf , m. che parla con dis- 
simulazione. 

Et/?uystK, «4)7^ discorso, con cui in 
apparenza lodasi uno, mentre si vuol 
deriderlo; ironia. 

Eipoìinxò^^ YJ, òv, che parla con dis- 
simulazione, ironico. 

Etjouvixu;, avf, con dissimulazione, 
con ironia. 

£i/9Ci>Tocu, interrogare, domandare. 

Ei? ) prep. che regge l* acc. in , ad , 
verso, presso, coolro, per, fine, e 
in questo caso esprime in parlico- 
lare molo a luogo. Sovente dinota 
oggetto. Alle volte sta col gen.^ - ed 
allora vi e sempre sottintesa qual- 
che altra voce. In composizione co* 
verbi ha il valore di entro, adden- 
^tro. 

Etg, ^to, hi^gen. svò;, /Aia^, evo;, ee. 
uno, una, uno; el$ xaì et;, ad uno, 
ad uno ; unico, un solo, come in lat. 
unus. 

Ei^ayysXta, a$ » f» denunzia, ac- 
cusa. 

EtffayysXAci), accusare, denunciare. 

£iffoc*/&), introdurre. 

Et9ay&)yW) "ni , /. introduiione 3 insi- 
nuazione. 

EiffàxoudjuiK, ccroij n. esaudimentOi 

Ei'SoMoxiuy esaudire, ascoltare, porgere 
orecchio. 

EitsoiXXofjiVt^ saltar ia. 

Eicrava^aivo) , salir nel; risalire; ri- 
tornare in. 

EtVavsì^o, guardar nel; alzare gli 
occhi ad verso. 

Etaavetjuit, alzarsi verso; montar su, 
poggiare. 

Ei5àn:a^, avv. una volta. 

Et^afixavo), v, seg. 

EiiSK^(,xvioixoe.i^ Ji4t. i^o/xaf, p. ty- 
/ut-ai, a. 2, ixo/jiY]v, arrivare, giun- 
gere. 

EtT^oci'yw, entrare. 

Eitj^oiHoìy gettar dentro. 

Eiff^aTt;, t(»}i,/. ascesa, ingresso. 

Ei9^o).v7) "^if .f» invasione, scorreria. 

Eiff(^sxo/Aat, ammettere dentro, rice- 
vere. 

£i7^u/uit; ei?^uvc>), penetrare, entrar 
dentro, rifugiarsi; rimbucare. 

Ei9^V7c$, €Oìiyf. ^netrazione, entrata. 



EI 



Et9^uTtxò$, vi) òv, penetratÌTO. 

EtVsi^u, vedere; scorgere; rimirare. 

Etffsiut, andare o venire in, naetter 
pieae in qualche luogo. 

EiffsXauvw; ((9(>aa), spinger dentro; 
cacciar oltre; spingere. 

Eiatpùoèy trar dentro; trascinar den- 
tro. 

Eioipxop-OLi^ vero, irr. andare in, en- 
trare in ; interrompere. 

Eiairiy avv. fin qui, per anche. 

Ei(7V]y(9/Aai, eontr, yo J/jtat . consi- 
gliare , esortare, procurare, insegna- 
re , persuadere altri a fave una costC 

Eiffi&uyj, >J5, /. ingresso. 

EivxaAcu, chiamar dentro. 

Et(7Xo/At^a>, portar dentro. 

EiTxu, paragonare, assomigliare, ar- 
guire, argomentare. 

Eiffvoeu, osservare, notare, conside- 
rare. 

EiaoSoi, OMyf. entrata, rendita; tr»* 
Luto; ingresso. 

Eiaoix^io». entrare nel, avanxarsi. 

Et^oxe; citfoxcv, cong, finche. 

EtVoTrtaci}, atvr per T avvenire; alla 
fine, d'ultimo. 

EtVopau, riguardare, mirare, guai* 
dare, contemplare. 

EtfJOij ou, adj. uguale. 

EiOTratu, saltar in. 

Eionduj entrare. 

EivTt&pKO», trapassare. 

Et(77rv]^à6>), saltar in. 

EtffTriTrTO), avventarsi , scagliarsi. 

EiffTrovv], ^ii/' aspirazione. 

Eiff:ropeùo/Jt.«i, entrare. 

EtvTrpeéxTòJp, opoi^ m. esattore, riseo- 
litore. 

E(9T/3af ts ) «*>$ } y* esazione , riscos- 
sione. 

Eiff7rpoc<79U, riscuotere il pagamento. 

Et7psoi>, scorrer dentro; insinuarsi. 

Etff/9U9tg, ttai^ f. r atto dello scorrer 
dentro, dell' insinuarsi. 

Et^TjséxWj correr dentro. 

ElrSfipta .f portare in, contribuire, 
tributare ; metter in opera ; st 9f c/90- 
/Aat, trasportar seco. 

EiOff opdy a;,/, l'atto di portare in; 
importazione , 'introduzione ; paga- 
mento d' un tributo , contribiuione 
sforzata o volontaria. 



( i3i )v 



EI EK 



▼enar dentro; siV^éo/jiac , 

dentro. 
'. dentro, fino ad. 

intrudere, spinger dentro. 
ài, OìJ, m. intrusione; spin- 
osa. 

OM^ m. che ha qualche og- 
anti ai suoi occhi. 
2r*, seguendo vocale asp, avv. 
quindi; talora e interrogaci» 
gnijica come 7 forse ? ìfelle 
azioni esprime una specie 
IO e di scherno, 
g. o , ovvero , sia che. 
iiri, se qualche cosa, 
uro, ói, avveszo, solito. 
ti cons. ed avanti le vocali 
ep. che regge il gen. , da , 
pò, e talora anche a cagione 

detto suo caso ella sta so- 
tvece di aw, 

j o\)y m. operante da lungi ; 
Ita o colpisce da lungi, epit. 
o. 

éxà$, avv» da lontano, da 

u, aw, assai di lontano, lon* 
IO, remotissimo, a grandis- 
stanza, superi, d'ixK^, 
iy avv. più da lungi, più in 
npar, 
>]. ^ov, ciascuno; ad uno ad 
xd exasTOV, intomo a eia- 
osa. 

E , ai'f/. ogni volta , semjMre , 
lo. 

!V , avv. dair una e dall'altra 
da ogni parte. 

, oc, ov, ?uno e l'altro, cia- 
lei due; tutti e due. 
d'ev; exarspu^i, avv. nel- 
ì Dell' altro luogo, dall'una o 
a parte. 

>o?, oy, m.j óxaTYjfloXi- 
)U, m. che ferisce da lungi; 
iettante (d'Aitilo e Diana). 
tipOi , ou , e. da cento mani, 
ino. 

occcjv, uvo;, m. Ecatombeo* 
ì chiamavasi dagli Ateniesi 
\ mesi dell* anno corrispon- 
X Luglio j prendeva il nome 
eatombt che allora s* immo' 



Exaró/A^Svi , i];,/. sacrificio di cento 
bovi o di cento vittime ; sagrifiaio 
solenne , ecatombe. 

Exaró/x^oto; , ou , e. del valore di 
cento bovi , ossia di cento monete , 
che portavano questo nome per l'ef- 
figie di bove in esse impressa j di 
prezzo inestimabile. 

E/.aTd/A7roX($, eag,/. che ha cento 
citta. 

ExKTo/x7rou$, oSoiy e. che ha cento 
piedi, lungo cento piedi. 

ExaTÓ/A7ru>o$, che ha cento porte, di 
cento porte. 

Exaròv, indecl. cento. 

ExKTÓv^uyo;, ou, adj, guarnito di 
cento banchi di rematori. 

ExarovraT^àito;, a, ov, centupli- 
cato. 

ExarovTrXa^cuv, ovo^, e. centuplo. 

ExaTovTo^pX^S) ^^ì '"•J* éx«TÓvTec/3- 
XO^y ou, m. centurione. 

Exarovrà?, à^os? /• centuria. 

ÉxaT0VT8TYj5, /lom. Ji'/iy. m. avendo 
cent' anni, di cent' anni. 

Exaro;, ou, m. lungi-saettante ; «pi<. 
d*Apollo. 

ExaTOffTÒ^, 1^, òì», centesimo. 

Ex^aivu, uscire; discendere da; ar- 
venire, accadere. 

Ex^oc»w, t'ero, irr. gettar fuori; spin- 
ger fuori ; cacciare ; rigettare. 

E/.i9a«iS , ew5 , /. uscita ; discesa ; 
sbarco; campo. 

ExSiot?w, costringere colla forta. 

Ex/3oTQ&é&), correre ad aiuUre. 

Ex^oivj, iQ S, /• sbako , gittaU , cac- 
ciata ; sbocco ; foce. 

ExysXau, ridere; rider di cuore; 
smascellarsi dal ridere, scoppiare in 
riso. 

Exyov^. ou, m. f, nipote, discenden- 
te ; figlio, prole ; originario. 

Ex^eixvu/At, dimostrare, dichiarare. 

Éxò'sit;, ew5, /. riceltamento ; suc- 
cessione. 

ExJ^w, scoccare; levar la buccia. 

Ex^éxó/Jtat, ricevere, ricoverare, soc- 
cedere a ; stero orecchiando. 

Ex^s6), legare a; atuccare a; sospeor- 
dere a. 

Éx^vjXos, «y, e. manifesto; evidente; 
chiaro , noto , illustre. 



( «3») 



EK 



Ex (^v]/;. SOI f allontanarsi dalla patria , 

viaggiare. 
Ex^iajSaivei), trapasure da on laogo 

ad un altro. 
E/.^i^oc9X&), instruire, ammaestrare. 
Ex^i^O/Aai, arrendersi. 
Ex^(^o>)/At , collocare, dar fuori, dare 
in potere ; rendere; sboccare (in 
proposito di fiumi). 
Ey.SirtyiofjLKt^ narrare,, raccontare* 
Ex^ixeu, difendere, vendicare. 
Ex^ixyj5i5, su^, /. Tendelta. 
Ex^ixo;, ou, e. vendicatore. 
Er.Sifpiìioi) gettar giù, precipitare dal 

carro. 
Exoiwxcdy discacciare. 
Ex^opà, òii,/. scorticatura. 
Éx^09(;, eus, /. dedisirne* resa. 
Ex d'oro;, ou, e. dato, consegnato. 
Ex^o^^sìoV) 01», n. ricettacolo, ma^s- 

Zino. 
Exòoxvf) ^iif' accoglimento, aspetta- 
zione. ' 
Ex^pocw, fuggire. 
Ex^ujuii; èx^uvw; èx(^u«>, spogliare, 

uscir da ; involarsi. 
Exoufftc, eco;, /. uscita. 
Ex£(, nvv. lìi, colà, a quel luogo. 
Exsì^sv, avv. di là, da quel luogo. 
Exsrvo;, >J 7 0, pron. dimostratiifo , 
nuegli , quello , quella , ec. j xar 
s/sivo, verso quella parte. 
Ex£ivu$, a^f^f. in quella maniera. 
Exst^e, atv. là, colà. 
Ex^8<Tis, (e*>s, /. e£fervesceoza , rtbol- 
limenlo. 
, Ex^yjTéu, ricercare, indagare. 
ExY]j3ó/ia, a;,/, perizia nel saettar 

da lungi. 
Exy!^ó).o;, ou, e. lungi-saettante j ep/f. 
^ d' Apollo. 

Ex>]).o$, ou, e. quieto, tranquillo, pa- 
cifico, cheto. 
ExdrsjoaTtsJu, cercare di conciliarsi la 
benevolenza di alcuno con atti di os- 
sequio e di compiacenza. 
Ex&s7i$, «0)$,/. spiegazione, esposi- 
zione. 
ExSrser^arov, ou , n. oracolo. 
Ex3r2Tixò$, >]', òv , espositivo « illu* 

strativo. 
Ex^STo;, OM, e. esposto , rischiarato. 
Ex^Xi^w, elidere, cacciar fìiora, spre- 



EK 



mere; ìkòXìòkì xà Trveu/ma, aveti* 
do mezzo il nato. 

Éx^>r|t$, ffii>$, f. tprenilura, tchiae- 
ciamento ; elisione o iopprcssioiie 
il' una vocale o d* una consonante 
tra due sillabe» 

Ex&j90Ì9X6ii, balzar da ; slanciarti da. 

Ex^uojuiat, placare, espiare. 

Ex2rei>/98ai), saltar gin da; slancimi 
fuori di. 

Exxa^atp&i, pnrgare, gettar fuori, po- 
lire, purificare. 

Exxaia)| abbruciare, accendere, scot- 
tare. 

Exxaxsw, divenir pigro, avrilirsi. 

ExxaXso), chiamar fuori, chiamare a 
sé, eccitare, provocare, irritare. 

ExxaXuTTTM, discuoprire, palesar» 

Exxa/97róo/Aat , du/toct , raccogliere il 
fruito; mettere a profitto, tirar diSli 
sua. 

Exxaret^o), rimirare in giù da. 

£xxaU9t$, cu;,/*, abbruciamento, scot* 
tatura. 

Exxsvo'w, evacuare, votare. 

Exxsvréu, pungere, stimolare. 

Exxsv6)9t$, ca>{, /. evacuazione, vola- 
mento. 

Exx)àu, rompere in più parti, spac- 
care. 

Exx/stoJ, escludere. 

Ex/).Ì7rTW, involare furtivamente. 

Exx).r]5Ìa, a;, /. assemblea, JuofO 
AAV assemblea ; adunanza , partici' 
lar mente del popolo j chiesa , nuk- 
nanza de* fedeli. 

Exx}.iv&>, torcere, declinare, piqpre. 

Exx).t(Tt;, e&)$ , f, declinazione, io* 
rlioamento. 

Exx/ùw, ascoltare da. 

Exxoi).ooi, scavare. 

Exxot>cJ7t;, cw;, /• scavamento. 

ExxoXaTTTW, scancellare, tagliare ciò 
eh* era scolpito. 

Exxo/At^>Ì, 105, /• trasporto, esporta- 
zione. 

Exxo/xt^w, trasportare. 

Exxovto), spazzare. 

ExxoTTTo», tagliar su ; levar via taglian- 
do. 

Exxpe/AvÌ5, 80$, e. pendente, sospeso a. 

Exxpivu, separare. 

Éxxptros, ou, e. egregio, scelto, detto. 



(i3S) 



EK 



ExxuAtoi, rotar itmlto in basso j tra* 
Tolger giù. 

Exxu/nac'yfiA, traboccare. 

ExìaÀew, comtr, «J ciaociire, garrire} 
divulgare. 

Ex^M/t^ocvo}, assumersi, prendersi rim- 
pegno di fare alcuna cosa, impe- 
gaarsi di (aria. 

ExAoéjtA7r&», rispl^idere, rilucere (an* 
che U'oasiUv.) , scoprire , produrre , 
mostrare. i 

Bxlavdàvo/toU) dimenticarsi. 

Ex^av^ocvw, essere o slare occulto | 
fu dimenticare ; in med, dimenti- 
carsi, scordarsi. Con un participio 
fa le veci «U avverbio, 

ExJlcyftiy fuL ^u, scegliere, eleggere] 
percepire , esigere. 

ExJlstiifl*, lasciare, omettere ] mancare^ 
Tenir a mancare « quindi rimanere 
eccUssato , ecclissarsi par/ondosi del 
^ solej ixXgtnòfiai^ cessare. 

Exìetipt^, twi,/, deliquio, manca* 
mento, ecclisse. 

Ex>«XTÒ$^ Y}) òv, scelto. 

Ex^e>u/ut.cyoH I <i(v. scioltamente, li* 
beramente. 

Bx^eTri^w; cx>é:roi», levar la sconta, 
b buccia ; schiudere , aprire. 

ExXn^ojuLai; (xJLavdravojULat, dimen- 
ticare, dimenticarsi. 

£xìoy(v$, cu$, m. lettore. 

ExXoyYJ, ^«, /. scdu, eleiionei eglo- 
ga, specie di compomimento pasto* 
mie.. 

EicXouftì, lavare, cancellare. 

BxXuffic, CH{, /• scioglimeiUo, libera- 



EK 



BxJlJw , sciogliere, liberare; snerva- 
re; allentale; sparpagliare, sparger 
qua e là. 

Ex/«.atyOjtAat, infarìare, imperversare, 
operare con furor matto, bestiale. 

ExfMCvS^avu, imparare perfettamente; 
apprendere a .maraviglia. 

Ex/savtfw, o /uigtTTeA, astergere, asciu- 
gare; spremere. 

Ex/tsXtraw, meditare, esercitare. 

Bx/uiiXyÌ<, ioi^ e. pigro, accidioso. 

Exu.oÀéa>; tx/uioJLw, uscir fuori, an- 
daraeoe. 

Ex/tu^aos; cx/iu^coib spremere, far 

■ uscir faori pressando. 



Exvsvpt^w, snervare « indebolire, in- 
fiacchire, 

Exvf Joi, uscire, partir da. 

Exvcw , nuotare ; saKarsi a nuoto ; 
uscir d' impaccio. 

Exvo9Té(M, /ili. Y]9«, ritornar da. 

Exot&c, li, in quel luogo. 

ExovtÌ, avv. spontaneamente , |[oIon- 
tariamente. 

ExoJ^io;, a, ov, spontaneo , volonta- 
rio. 

Fxouffto»; , avv, spontaneamente , vo- 
lontariamente. 

ExTrayXa, aw, fuor di misura. 

ExirayXo^ ou, m. terribile. 

Ex7rocyXa>$, aw. in modo terribile, 
straordinariamente, estremamente. 

ExTrat^àvoci», infuriare ; abbandonarsi 
^ al suo furore ; imperversare. 

Éx?raìac, ai;«^. già , anticamente. 

ExTTCt^oé^u; (XTCeipxw, tentare, espe- 
rimentare. 

ExTtipLTCcay inviare da un luogo ad un 
altro, mandar fuori ; rimandare, cac- 
ciare. 

Ex7rs7raTay/xéyo$, ou, nt. stordito , 
attonito. 

ExTrs^àu, passare al di là ; trayersare, 
. tra|>assare. 

Ex:rs^3'&>, devastare , distruggere, sac- 
cheggiare. 

Ex?rcTavyu/Ai, distendere , slargAe. 

Enniùòop.(X.i y fui. 8U90/Aai, appren- 
dere. 

Exjrsywtoc, otiy part. m^f.jda gxj^óa- 
/Aat. nascer da, spuntare. 

ExTrviaocu, saltar fuori; sampillare. 

Ex7r(X/9aiy&», iuacerbare, inasprire. 

ExTrivu, vero. irr. bere da, bere 6no 
all' ultima goccia ; asciugar la tazza j 
assorbire , tracannare , trincare. 

ExTrtjrTtó , verb. irr. cader giù , de- 
cadere ; a. 2. èlélCMGit , perdei ciò 
che prima avea , cioè da esso decad- 
di ; esser cacciato , esser mandato 
in esilio. 

ExTrXsto^, d'oc, sroy, ripieno. 

ExTrXcu, navigar da. partirsi io nave, 
mettere alla vela, /mC. euffta. 

ExttXyixtixò^, >i, òv, che apporta ter* 
rore. 

Ex)rXi]XTcxu$, avv» storditamente, sba- 
datamente. 



( »34) 



£K 



Ex?r>y}XT4;, ou , e. «(tooito, stupefatto. 

ExttXy]^!;, toìij /. costernazione, sba- 
lordimento, stupore, scoraggiaraento. 

£x7rAr,póe>>, riempire, adempire. 

ExTrXripoiffi; , eci>$ , y. riempimento , 
ripienesia; adempimento. 

Ex:rAy]?ffOjuiKi, stupirsi , maravigliarsi. 

£x7rX>Ìff7&>, o »]TTW, ;>. m. «xttsitJiyj- 
ya, poef. 8X7rX>iya , stordire; co- 
sternare; spaventare. 

Ex7r).uvci> , lavare; imbianchire. 

ExTTvéoi, respirare, mandar 1* ultimo 
sospiro , esalare. 

Ex7rvov]\ v}$,/. respirasione, esalasione. 

ExTTO^uv, a maniera d' avv. propr, 
fuori de* piedi; in gener. via, lungi. 

ExTroXe/Aco), contr, w, vincere, totto- 
roetiere; espugnare. 

Ex7róXe/Av}T0$, ou, e. espugnabile. 

Ex^roXs/AOco , co/itr. «3 , eccitare t 
guerra ; render nemico. 

ExTroXiopxsu, contr, u, costringere 
colPassedio una piana ad arrendersi; 
prendere una città colla forca delle 
armi ; espugnare. 

ExTro/ATTYJ, ^s, /. emissione; bando; 
ripudio; cacciata. 

ExTrovsu, affaticarsi mo]to« coltivare, 
attendere allo studio; esercitarsi. 

Ex7r9j9eu9/xa( , uscire , partir d' un 
luogo. 

ExT^rao/iiat ; exTrorso/xat , volar 
fuori t volar via da. 

Ex7r/5aTTCi>-(j<y&) , esigere, percepire le 
contribuzioni j compire, fare. 

£x7r/9e7rv]'$, ios, e. elegante , insigne , 
molto decoroso , esimio. 

ExTt/^ia/Aat , ricomprare ; corrompere 
con danaro. 

Ex7r/9oXe(lta), abbandonare un luogo; 
licenziare. 

ExTTTua), spuntar fuori; rigettare. 

ÈxTTTWffts. 8u$, f.s exTTTw/xa, aro$, 
n. decadenza, caduta; frattura; ac- 
cidente sinistro. 

Ex7ru/9u<rc;, eu$, /. abbruciamene ; 
infiammazione , riscaldamento. 

ÈXjSsutf 1$, 86)^ , y. sboccatura , sbocco. 

Ex^su, traboccare, scobre» scorrer 
tìiori , scorrer giù. 

ÉXj9Y]7/Aa, aTOs, n. rovina, precipi- 
zio ; frana. 

£xpiQyvu/Ai; ex/9viyyu6>, rompere, 



fracassare, spenare, ascir fuori con 
impeto. 

ExjSi^oo), sradicare, spiantare* 

Expi^«)<rt$, 8««,/. estirpamento. Tatto 
dello sradicare. 

Ex^oxaXéojmac. chiamare a se; chia- 
mar fuori ; va venire a sé. 

EÌX/900S, ou, in. corso , scorrimento ; 
imboccatura ; sbocco. 

£x9stoi>, scuotere , levarsi di dosso. 

£x(7eUcj, discacciare; in pass, essere 
discacciato, gettato faorL 

ExffTràu, fuU à70>, estrarre , svellere. 

Éxara'ns . su; , /. rimoiione di una 
cosa dal proprio stato ; uscita di 
mente, stupore. 

Exffrpsf 0), /nL 6^6», sovvertire, ro- 
vesciare. 

ExTUo/Aai , balzar fuori precipitoso ; 
scaturir con impeto. 

Exrà^viy \ éxraoóv , ove. frattanto, 
di seguito ; successivamente. 

Exràoio;, ou, e. esteso , ampb. 

ÉxTOXTo;, ou, e. straordinario. 

£xTaxT«$, Afi'. straordinariamente. 

^XTà/Ava>, a. 8. sIstm/aov, recidere, 
schiantare; tor via tagiiando, 

ExTecvuo), yàf. utfw, stendere; aHan- 
gare. 

Exra/^àtfffw, perturbare ; sollevare. 

EfxTa7i$ , sco$, yi espansione , stendi- 
mento, porgimento. 

ExTSivu, estendere, porgere. 

ExTsXéu, compire, efifettoare. 

ExTS/Ayu, tagliar via, tor via tagliando. 

Exrévsia , «5 , /• estensione , ten- 
sione , perseveranza , assiduità. 

ExTevv]?) so$) e. esteso, assiduo. 

Exreyus, «tv. di lutto cuore, col piò 

* grand* ardore ; senza indugio; con 
prolissità. 

ExTtSrvijtAt, esporre, deporre. 

ExTiXXo), svellere, schiantare. 

£xrtyoc99w ; yocrrw, scuotere, rioao- 
vere, slanciarsi. 

ExTt'yw, disciogliere. 

^xTi'^w; ^XTtyyu&)5 «xriyyu/xc, resti- 
tuire, pagare. 

I^xrodey ; sxro^c, aw. fuori , al di 



fuori; separatamente, 
ExroX/Aocw, ardire, aver coraggio. 
ExTOTrì^w, muover dal laofo, m 

tersi sulle mosse. 



{ i35) 



trapanare 3 traforare; pertu- 

0v, setto. 

ro9f ; cxrovdev, avv, fuora, 
» via da; separatamente, 
a qoel tempo. 

i^ea, far cadere, gettar a 
* far rompere il collo ; rom- 
:oIlo. 

torcere, piegare, degenerare, 
e. 
nudrire, educare , alimen- 

fuL &oé?ojtiat, correr fuori; 
a un luogo all' altro , muo- 
iidamente verso un luogo, 
far uscir fuora fregando o 
; consumare. 
^;, /. torcimento, traligna- 

, contr, w, essere voluttuoso, 
>luttuosamente, darsi al lus- 
mollecza. 

aro;, n. aborto; fanciullo 
el seno della madre. 
^ accecare , cavar gli occhi. 
j, m. suocero; fXupW, tQ5, 
'a. 

fut, ix^a^tói, p. èxTréfay- 
. c$é9?y}va, metter in chiaro, 
ice , divulgare , pubblicare , 

ut. e^oi76), p. 6|gvyivox«> 
rjvsv-a , portar fuori (an' 
:adaverii come in lat, ef- 
trasportare , metter fuori , 
'e; scappar via. 
fuggire, scappare, involarsi ; 

ex^^ivci, far decrescere; 

rsi ; pass, esser consumato , 

mancare. 

atterrire, far paura « spa- 

9U, e. atterrito, spaurito. 
^,y*. funerale, mortorio, ese« 

cantr, w, fui, y]^» , portar 
asportare; in med. portarsi 

par1are,\ narrare. 

UH} f» descriaione, spiega- 



EK EA 

ExfuyW, rfs, /. scampo, fuga. 

Ex^u/o;, H, e. peregrino, insolito; 
strano, straordinario. 

Ex^uu, produrre , nascere ; neutral. 
nascer di , uscir di ; un tal sign, 
però non f ha che al p. e ali* a. 

Exoeovsoi, pronunziare chiaramente, 
far sortire una vocale o una conso- 
nante , pronoosiandola. 

Ex^a>VY}(7t$, tù>iy/. pronunsiacione. 

Ex^éatj fut. sùffco, versare, spandere, 
esaurire; diffondere. 

ExX'^'»» ) ew^ > /• effusione , spargi- 
mento. 

Ey-x^ot^ spander fuori, rersare; cx- 
Xuo/Aac, spargersi fuori. 

Ex^Mpscd , allontanarsi , ritirarsi per 
dare la strada, far luogo. 

E/.^\JX<a, esalar 1* anima, spirare. 

Exoiv, ouaa, ov, volontario, che fa 
qualche cosa di sua spontanea vo- 
lontà , a bella posta. 

Exoìv, part. da Cixw; che opera a 
suo talento, a suo arbitrio, di pro- 
pria volontà; spontaneo, — juiv] &' «xwv 
juiy}T' axwv, no pernii* ne per ne- 
fasj ne per amore , ne per forca. 

E), ai a, «5, /. uliva, olivo. 

E^attvos, Yì, ov, di olivo, fatto di 
olivo, per es. una clava, 

ÉXaiov. ou, n. olio. 

E^aiworjs^ «05, /• di olio. 

EXaicóv, cavo;, m. uliveto. 

E>a<yia, a?, /. cavalcatura. 

E>àtf tTrTTOS) cavalliere; fornito di carallo. 

E}ia(Tt$, «WS,/, il carreggiare, cioè 
guidare il carro, i cavatili. 

EXocvffuv; cXocTTwy, O'fOi^ e, minore^ 
inferiore. 

E>a9Tpéw, agitare, spingere avanti. 

E).otT>i, 7J5, /. abete ; ramo d'abete. 

EXarvipy ^po$, m. istigatore del ca» 
vallo j scudiero, cocchiero. ' 

EXàrivo;, «i, ov, di abete. 

EXaTTOv; 8>«5ffOV, aw. meno. 

EiaTTÓo/Aai, conir. oujuiai, impove- 
rire , ricevere o recar delrimenlo ; 
esser vile, avvilirsi. 

EXaTTOW, »». e).aTTO/A«i. 

EiocTTWV, OV05, e. compar. minore, 
inferiore. 

£XàTTa>9i$, «W5, /. scemamento, di- 
minusione. 



( 136) 

— ir — 



£À 



E>aJv6i , aorte. è>auw, /«/. cXà^&i, 
v)À a/ a, spingere, incitare, vessare, 
venire alle mani ; fare una spedi- 
tione, progredire; condurre « menar 
via. 

£Xa9>iljS^^o;, ou, e. saettatore di cer- 
vi; cacriatore qualunque; sopranno» 
me di Diana, 

E>apo;, ou, e. cervo, cerva. 

EXnfpta, OLi^f. leggerecM, agililìi. 

EXafOÒ;, /)«, pòyf , leggiero, agile, 
snello , quindi non pesante , non in- 
comodo. 

E).a^j9ÓTy]$. v)To;, /. speditena, svel- 
tezsa, agilità. 

E^ocxt'TTO^, v), ov, a<f/. minimo, po- 
chissimo, piccolissimo. 

EXa/u;, sta, ù, piccolo. 

E>àcd , scacciare; spingere innansi; 
fare una scorreria. 

EX^o/uiac, desiderare, bramare. 

E^saijSCi), sentir pietà, aver compassione. 

E^eyxTÒ;, Tj, òv, ripren^bile , vitupe- 
rerole. 

E^sy^ie, cw$,/. obbrobrio, Tergogoa, 
iguominia. 

E^eyo^, ou, m. lamento, canto lugu- 
bre; elegia. 

EXsyxc»! , "^iyf- obbrobrìoi delitto; 
rimproccio. 

E^éyxi^TO?, ov, e. vituperevole, igno- 
minioso. 

É^eyxo; , ou, m. elenco, prora; ob* 
brobrto, ignominia. 

EXiy^w, riprendere, confutare, argo- 
mentare, provare per messo d'argo- 
menti ; dispregiare , disonorare. 

EXeeivoc, avv. miserabilmente, compas- 
sionevolmente. 

EXestvò;, W, òv, miserabile, compas- 
sionevole. 

EXeetvM;, avv, compassionevolmente. 

E^siojULat, muovere a compassione. 

EXeifli, cont, w, aver compassione, 
aver pietà. 

EXsvi;AOva>$, avv. misericordiosamente. 

EXevj/uLOvuvy], vif, y*. misericordia, ele- 
mòsina. 

EXsvi/iiuv , ovo$ , e. misericordioso, 
compassionevole, sensibile, elimosi- 
ntero. 

EXfiOTu;, vo^,/. commis^MÌone, com- 
pasiionét pieU, 



EA 



EX sto;, », e. palustre , paludoso, che 

cresce nelle paludi. 
EXsittq;, éo;, e. scemo, mancante. 
EXs/i^oj, sconvolgere; conquassare; 

i/t pa#j. tremare; aggirarsi quindi 

del serpente , il quale si contrae in 

cerchio e poi si slancia. 
EXcXitt&>-99Ci}, rivoltare, sconvolgere, 

ravvolgere , inviluppare ; crollare , 

scuotere. 
EXs/t'x^uy, wvo;, scotitore, che n 

in movimento. 
£).8o3rps7rTO$, 9u, e. nutrito n^e pa- 
ludi, che nasce o cresce in laogbi 

paludosi. 
ÉXso;, 9U, m.j iXtOiy so;, ii.^miscri- 

cordia, compassione. 
EXeò;, ou, m., m^. sXsòv, 0V, «. 

desco, tavola da cucina. 
EX ero;, oJ, adj. che può prendersi 
EXsu^spia, olì,/, libertà; cortesia. 
EXsu&e^io;, ou, e, ingenuo, libero, 

cortese. 
EXsw&spiÓTTfj;, TQTo;,/. ingennttàfK* 

berahtà. 
EXrJ&fij9o;, pa, pov, libero, onert^ 

uomo che non h schiavo; civile, £ 

buona nascita. 
EXsu&e/so'u, co/tfr. u, render libero^ 

metter in libertà, liberare. 
EXsy&s^w;; cXcu^fpcw;, mt^. libew 

mente, ingenuamente. 
EXe?oci/9w, ingannare, danneggure, de> 

ludere, nuocere. 
EXefocvTivo;, >j, ov, d'arorio. 
EXs^a;. avrò;, m. elefante; avorioi 
EXiKO^Xs^^aso;, o\J, e. che ha be^ 

occhi neri o volubili. 
EXixtò;, o\i, adj. torto, tortociso; M* 

torcigliato. 
EXtxwTrt;, i^o;, e. che ba gli eedi 

neri o volubili, cioè belli, vivi, aflt* 

gri ( di rado delle Muse ; sovenlf ' 

donne mortali). 
EXi|, txo;, adj. e. torto, ricurvo; t»*' 

lubile ; so$t. f. ogni cosa attort^^ 
^ ta, quindi i viticci del tralcio. 
EXi?9&), avvolgere, svolgere ; rivolgii^ 

voltare, aggirare; med, aggirani 

attortigliarsi dell'edera, 
EXxs9i7r27rXo;; ou, f. che strMcica I 

vesta ; ehe porta lungo roaolo o ff 

pio ; epit, che indica nobiltà, gitedà 



(t37) 



£A 



EAEM 



i7 peplo tra proprio delle matrom§ 
di Troja, 
EXxs;(ìro>)y, wvo;, e. ▼«stito di ana 

luiica tanica. 
E>xv)^^v, «VI', tiranclo • strascieom ] 

quindi lolla ndo , alla lolla. 
EXxv] dr^uLÒf , o'J, m. lo slrascinar tia^ 
il condur seco a fona (per es. in 

^ cattivila ). 

EÀxo$, eo$, A. ulcere* piaga ; ferita. 
ÈXxób», impiagare , ferire. 
EAxtixÒ;, W, Òv, attrattivo, allettatÌTO, 

che trascina a sé. 
EXxvffraCw, strascinare, lacerare. 
E>xùca; fXxw, strascinare, lacerare, 
sbranare; meUere in pesai; trarre, 
estrarre^ 

EXxdSvìi, (9^ e. piagato, ulceroso. 

EXxu/iLa, aTO$, n. ulcerasiune. 

E^Xgc/A<{>t$, tw$,/. illoslratione, riscliia- 
rimento. 

EXAs^Kvò;, oùi, m. legame, ritorta, 
fune di paglia intrecciata o ritorta. 

]f>ìti/ta; iXlnfifiiaL, aros, n. cioc- 
che manca perchè una cosa sia com» 
pitaj ciocche resta a pagare; il di- 
fetto, mancamento, fallo. 

EX>st7r«^ omettere ; trascurare ; man- 
care al suo dovere; tX^Lsìiro/Aset, 
non poter ottenere; non poter giun- 

^ gere a; cedere ad altri; esser inferiore. 

EÀXt]v, t]vo$, in. greco, uno della 
Grecia, elleno. 

éXXvjvixo;, ou, adj. deUa Grecia, gre- 
co, degno d* un greco, da greco, el- 
lenico. 

EXÌ^^iov, ou, n. orecchino, pendente. 

EXÌoysw, imputare, mettere a conto. 

ZXXóyipLOiy ou , e. illustre, nobile; 
dolio, fecondo. 

EXXoyifJLfaiy aw, eloquentemente. 

EXÌOTTOitùW) pescare. 

ZXXo'ìfj onoiy m. pesce (anche con 

EXXùxvtov, ou, n. lucignolo. 

ÉXXw, raffrenare, rotoLre, ridurre in- 
sieme, rinchiudere. 

iX^ii, ioti,/, altrasione, l'alto d'at- 
^ trarre. 

EXo$, t9|, n. palude, pantano. 

EAiri^u , sperare, confidare, temere 
(di awenimenU possibili e con post' 
ra aspettatif come in lat, sperare). 



L 



E^irì{, ì^oi^f. speranti, confiJensa, 
timore. 

EXni'STÒij W) òv, sperabile. 

E>7ro/Aai) sperare, credere, pensare. 

Eìirw, infondere speransa; in mtd. 
sperare, i^eanmere. 

EÌTtup-ny fiii f' speransa, fiducia. 

E^Ujt&Oj) eu, m. (ùnto di bosso; spcsie 
di h'vAÒ* minuta ; mìglio. 

EXum; iXù'ji (sp. aspro ) t volgere, 
involgere; inviluppare; rivoltare, pro- 
strare. 

EXw: sAw/Agec, t». oùpira. 

EXtèoiiij 80$, e. palustre, paludoso. 

EXàèpy upOi] tXwpiov, ou, n, preda. 

Eja.oeurò{, aurv), auro, pron, che non 
si usa net nom. , ma bensì nel gen., 
drtt^ ec, e si declina solo nel sing» 
me stesso. 

E/»jSa^iov. ou, fi. scarpa; sandala, il 
calcare d' un attore. 

E/ut^a^òv, av», a piedi, destramente. 

E/A^acv&i: ipiBoita, verb. irr, comp, 
entrare in, imbarcare, saltare nel; 
montar sopra, marciare ; ip-^iìvaiK^ 
spinger nel; far entrar dentro. 

E/a^ocaXw^ èa^aXéoA, /«(. ifi^oLXtà^ 
p. ifi^i^Xn^e^ verb, irr, comp. 
scagliare, gettar dentro, por dentro, 
por sopra, spingere, invadere; lan- 
ciarsi contro, fare una incursione. 

E/m/SoÉTrTw, luflBire, immergere, intingere. 

£jui/3a(7t>su6i, regnare in. 

Ep-f^OLt^iy t^itf' entraU; ingresso. 

Eu^i^à^o» , far entrare in , mettere , 
p«r es,, in barca. 

E/ut/3co;, ou, e. vivido, vivace, che ha 
vilalità. 

E/ui,j3tó«), contr, <ù. poet, t/A^toreuw, 
vivere in un tal luogo. 

E/*jSki7M) guardare in faccia, rimi- 
rare, fissare gli occhi. 

EjuijSoXv}, «]«,/. Tatto di geUare , ir- 
rusione; bocca di fiume. 

Ep^oXipaùoiy ou, e. bisestile. 

EjiA/3ó)Li/uie{, ou, e. intercalare. 

Èp^oXoi^ ou, m. rostro delU nave. 

Ep^ptpopiKt, fremere, rbmire ; rug- 
gire ; sgridare gravemente e con 
volto adiralo. 

EttScÓVTt}TO«, TOU, CJ TOV, «. odj, 

folle, colpito dal fulmine, attonito , 
stolido (o per malattia, o per essere 
stato fulminato). 



( 138) 



EM 



£/ui^^uov, ou, n. embrione, animale 
nato di fresco; feto. 

£/UL£, me, accus. sing, da iyd», 

EixtfsioL, «5, /. Yomilo. 

Efxzrixòv, J, n. tomilatorio, emelico. 

E/jLSTtxòs, vi, òv, Tomitivo, eotetico. 

E/uisu, vomitare, rigettare. 

Efifiocivofieci^ infuriai' contro, saltar 
in furia. 

EfUixaitiai. aw. {pretto Omero) pri- 
ma che dello, prontissimamente, di 
buona voglia. 

Efifishùi', è/uL/ACvéu; è/A/Aévu, rima- 
ner fermo, persistere, perseverare. 

E/ii/A8> J$ avv. pulitamente, garbata- 
mente; per gentil modo» con bella 
maniera. . 

E/A/xsvsf , avv. certamente , costante- 
mente, con perseveranza. 

E|/x/jievé6J$, avv. costa ntemente^ perti- 
nacemente, avidamente. 

E/A/meviìs, e. permanente, stabile, per- 
severante. 

E/A/Aéva>, perseverare, rimaner fermo. 

EfJLfitrpoqy OìJy e, metrieo, scriUo in 
versL 

E/A/AV]vco$, ou, e, mensuale. 

EfAfiopoij oUj e. partecipe, consape- 
vole. 

E/ULOi, a me , dal, sing, da iyoi, 

Efiòij y!j òv, pmn, possets. mio, mia. 

EfiTZoil^ofiKi , por mente; prendersi 
cura ; aver riguardo. 

Efxncciy ixòq, OU) m. ludibrio , motteg- 
gio. 

E/ATrai^w, deridere, beffiire, deludere. 

E/A7raixTvi$, ou, m. derisore, scher- 
nitore. 

EiiTTOiioiy OU, c. perito, esperto. 

E/x7raXtv, avi>. all'incontro, di dietro, 
viceversa, a rovescio; di nuovo. 

Eincdatsùi , spargere per entro , intes- 
sere ; ricamare. 

EjULTTs^oy ; e/ATTS^o, ù^^v, costantemen- 
te, sicuramente, continuamente. 

EfJLTttSos, ou, e, stabile, saldo, férmo; 
durevole; fedele. 

Ei^ntipita , contr. ó) , esser esperto , 
esser abile; aver provato; conoscere 
per esperienza. 

E/ATTSipia, as, /. pratica, abilità, espe- 
rienza, empirismo. 

EfJLTCiipOiy ou, e. pratico, esperto ; em- 
pirico. 



EM 



EpLittipay trapassare, infilzare. 

E/xTTS^à^cd, avvicinare , arrivare ; ap- 
pressarsi ed appressare. 

E/A7r87r>87/iisvo;, fi, ov, implicito. 

E/ii7rc7rXey/A8'v&)$, act^. implicitamente. 

E/ATTriyw/Ai; saTTOyvuo), ficcar den- 
tro, piantar dentro. 

EfiTtiOi, «»v. tuttavia. 

E/A7ri/A7r>aw; e/ATrc/ATrin/iii , riem- 
pire , empire ; in pass, esser pieno, 
riempito. 

E/iTTivo), imbevere, bere, inghiottire. 

E/x7rt7rpoc7xeo, vendere , vendere in. 

E/iTTiTrTW , verb. irr, comp, piombar 
sopra , imbattersi , incontrarsi ; ca- 
der sopra , pervenire. 

E/*7rt7Teuo», confidare, fidare, credere, 
affidarsi, fidarsi. 

EjtA7rXèxw,y*M(. ^u, inrolgere, intrec- 
ciare ; attortigliare , implicare, im- 
^ pacciare. 

E/A7rXeo$, ou, e. pieno, ripieno. 

£/A7rXé&>, fut. tuoCi>, imbarcarsi , na- 
vigare. 

EfiTtìrlySifì'* , aw. con stupore , eoo 
sorpresa ; inconsideratamente , senza 
riflessione. 

E]UL?rXvi3rci, /u<. »jtf», riempire, sa- 
tollare , saziare. 

E'/JL7r>T}XT0;, ox), e. attonito, stupefatto. 

EjXTrXtiVy aw. presso, allato, a costo, 
vicino. 

E/ATrXo/v), iQ$, f. nodo, intralciamento, 
avviluppamento. 

EjULTTVs'o», fut. eùtfco. soffiar nel; inspi- 
rare, spirare , soffiar dentro. 

É/ATTVoog, ou, m. che respira, vivo. 

E/iTTO^i^O), esser d'impedimento, im- 
pedire , imbarazzare i piedi. 

Eii.TtòSiOi , ou , e. eh' è d' impedi- 
mento , d' ostacolo. 

E/atto' ^i9/io(, arog, n.j ifiTtoSiapLÒi^ 
ou, m. impedimento, ostacolo. 

E/XTTO^wv, avi^. dinanzi a' piedi ; in 
mezzo ; in pronto ; o è/ATTO^civ , 
colui che viene incontro ; rà ifi' 
TTO^oiv . ciocche fa ostacolo; ra 
s/ATro^oJV, le cose presenta 

E/ATTO léo), contr. oi>, far in, incutere, 
inscrivere, inserire, procurare, pro- 
durre nel ; apporvi. 

E/ATTO A su, contr, «!, fut. iQ«ci>, Ten- 
dere, comprare. , 



(«Sa) 



EM 



L 



EfinóptitfieL j ùLToq , n. mcreanaia , 
trafhco, mercatura. 

EfiitopiiiofioLi, begosiare, commercia- 
re, trafficare, guadagnare; ifiTSO- 
pictìy Càtb il negozio. 

"EfUTtopioLy ai, /. mercatura, traffico » 
negoxto. 

E/Airopiov , ou , A. mercato; piana 
ove ai vendono e si comprano ie 
mercij fiera j emporio. 

JÌp.nopoi , ou , m. passaggiero , colui 
che passa il mare, che fa un com- 
mercio marittimo, mercante. 

Ép-TTpccxro^j ou, e. efficace, attivo. 

Ep.npyiò(a, /ut. yìca, bruciare, in- 
cendiare, infiammare. 

Ejui7r^>j<x/fcÒ5, o\J m.j tfjLTtprtviq^ «««>/• 
aboruciamento , incendio. 

É/XTT/soff&ev , aw., propv. iv iro&'Sv, 
uno dopo I*altro , a vicenda^ davanti , 
anteriormente ; io presenta. 

E/uLTTPÓv^ios, o\), e. anteriore , eh' h 
nella parte davanti. 

E/ATTUpt^KITTis, oì}j adj. che si mette 
al fuoco.* 

E/Airupi^u; s/ATrupów, roventare, in- 
cendiare , ardere. 

E/yt^aivo), dimostrare; e/m^Kivo/Aoet, 
mostrarsi , appalesarsi in. 

E/A^avv){ , éo$ , e. cospicuo , mani- 
festo , viiibile. 

E/A^avi^oi, porre dinansi agU occhi , 
far vedere , informare alcuno di 
qualche cosa; scoprire. 

E/A^avoi)$ , aw» manifestamente, sco- 
pertamente. 

EfifOLvii, 8W$ , /. rappresenlasione ; 
immagine , apparenia , figura ; en- 
fisi, maniera pomposa d'esprimersi. 

Efifxriytòi, W, ÒV5 ififccTiAÙij espres- 
sivo, significativo, enfatico. 

Ejuif «T(XOi>$, aifv. in una maniera espres- 
siva, enfaticamente. ' 

E/ii^opcojuiac, esser pieno , esser saxio, 
goder di; abusare insolentemente. 

Epifopioì, (u, apportare in, importare; 
infliggere, applicare. 

EpLfpaypiói, ou, m,j l/Appay/ta , 
OLTOi^ n. toramento, chiudenda, bar- 
riera. 

EpifpM9<>ij chiudere, turare, stoppare. 

EpLfxftiij (^ e, insito per natura, in- 
nato * natnrale. 



EM EN 



EjuifuXof, ou, e. ch'è della medesima 
tribù, civile; nationale. 

£japu/At , essere inerente, stare attac- 
cato , attenersi strettamente. 

Ep-ipMitiu , spirare, inspirare, soffiare. 

Ep.f \i(irip.ay aro^y n. soffio; enfiagio- 
ne, tumore. 

EjtA^uTsìa, a$; e u^ii reu9i; ^ ewf)/ 
innestamento, l'atto del piantare, 
refi*elto di quest'atto. 

E/xpuTeuw, innestare , piantare. 

Ép-f^JTOiy ou, e. ingenito, insito dalla 
natura, innato. 

E/A^uo) , piantar dentro , ingenerare , 
essere innato o naturale; in a* % e 
med. crescer dentro, piantarsi; te- 
nersi strettamente unito od abbrac- 
ciato ad. 

Ép-^v^oif ou, e. animato; che respira, 
vivente. 

Efj.^\)^éoìj animare, vivificare. 

Ev, uno, sola una cosa, n. da <**$• 

Ev , prep. che regge sempre il dal. 
in , fra , presso, con, contro. Esprime 
quiete ed essere in un tal luogo o 
in un tale stato; qualche voUaperò 
sta per st$. 

Eyavv}^, (9$, m. f, chi b brutto d'un 
delitto che richiede espuxione ; ese- 
crabile, impuro. 

Evayx^S) ''*^* P^^® ^'> \K%'Ùb^ non ha 
mollo. 

Evoc'/O), indurre, spingere; cacciare in. 

Etaipvi^ uccidere , spogliare « distrng- 
gere. 

£vat9i/A0$, ou, e. fatale, idoneo, fau- 
sto, equo, umano; ^vaifftjULOv, flf^. 
opportunamente, a tempo. 

EvoeX/yxiOf, ou, e. , poet, invece del 
prosaico op.oiOi } simile , somi- 
gliante. 

EvaXXayij, ^$, /• mutaiione, ordine 
inverso ; enallage /!g, gram, 

Ev«XXa|, avv» a vicenda, vicendevol- 
mente. 

EvaX>a99U-aTT6i), immutare, far can- 
giar luogo , cacciare. 

Evoc»o/iioet, saltar dentro sopra; in- 
sultare. 

EvaXo^, ou, marittimo, marino, che 
avviene in mare. 

Eva/itXyOi), mungere in qualche cosa. 

Évavra, aw, per lo contrario , di- 
nanzi. 



(i4o> 



£N 



Evavrì/Stov, aw. contro. 

EvavTi'oy, act^. di faccUi , di cootro } 
all' opposto ; alla presensa. 

EvavTtóo/jiai, contr. eu/iiai, opporsi, 
esser contrario. 

Eva9TiO{, a, ov , chi è io faccia o 
alla presenza; chi viene q va incon- 
tro; avversario nemico; 't^ svocv- 
Tta$, di faccia» 

EvavTcoTrji, »JT0«,/. contrarietà, op- 
posizione. 

EvavTióoi), esser contrario, ripognare. 

Evavriea/ia, aro;, n. contrarietà, o- 
stacolo ; contraddi sione. 

E9avTtw$ , avv. contrariamente , in 
una maniera opposta. 

Ev«VTici>9ts, eus, /. contrarietà, oppo- 
siaione, renttenaa, repugnanaa. 

Evapoc, uv , n. spoglie dei minici ^ 
armi tolte di dosso al nemico uc- 
ciso. 

Evocjoyv]';, t9$, e. chiaro, evidente, 
manifesto. 

EvobcTO^, ou, e. virtuoso , conforme 
alle regole della virtù. 

Evapvi^ò;, ou, adattato, acconcio. 

Evapv);, éo$, e. giusto, proprio. 

Eva^t^w,/M<. ^«, uccidere; trucidare; 
spogliare ^ue//i che restano morti 
sul campo di battaglia, 

Eva^td/ttor, ou, e. contato, tenuto in 
qualche conto o slima. 

Evocp/iiovio^, armonico. 

Eifctpoi^ópoi e sinc, ittecpfàpoi^ cari- 
co di preda , dispogliatore , epit. di 
Marte. 

EvùLp^^iAOLiy iaconincure. 

Evaro^, ri]) rov, adj. nono. 

Evau>c^9/Aai, albergare, abitare in. 

EvauAps, ou , e. fosso, torrente: re- 
cesso, ridotto; valle, scanalatura. 

E'vaufftg , attic, cm; , /. r accendere , 
V usar del fuoco. 

Èvauffita, aro^, n. dò che serve a 
far fuoco ; quindi incoraggiamento , 
eccitamento; incentivo. 

EvauU) accendere. 

Evd'écf; sv^Si , impers, si ha btso* 
gno; si manca. 

Evosé^Tcpov , aifv» non abbastanaa , 
meno. 

Ev^cs9rcp0{, Ufo. al disotto di. 

Ev^e^';, s'o;, e. bisognoso, inferiore. 



EN 



'Evolta, a;, /. indigensa, penuria, bì- 
^ sogno , disagio , mancamento. 

Ev^fcy/*a, aro;, n,j 8v^8i(i{, 8w$, 
/*. dimostraaione , documento , indi- 
aio. 

Ev^ftXVUjULl, /ut. U»», 0«H».r Ct^61,>. 

tvd's^cixo, far vedere; dure uncon- 
^ Irassegno, una prova. 

Ev^cxoc, indecL undici. 

Ev^sxocTnQX^v ) (0«) ^* d'undici cu- 
biti. 

Ev^s'xaro^, v), ov, undicesimo. 

Ev^é^ia, «IH*, alla diritta; felicemen- 
te; prosperamente. 

£vJ(^te$ , a, ov, eh' è alla destra, 
quindi prospero, fausto. 

Ev^t^STOcC) impers, è lecito, conviene, 
può farsi. 

Ev^s^o/Aoct, ammettere, ricevere. 

Ev^CM, mancare di; aver bisogno di; 
in questo sigmif, si dice pia spesso 
tvoco/tac. 

Ev^éw, legare, allacckre. 

Ev^tùf, amf, poco, parcamente, mise- 
rabilmente , difettosamente , imper- 
fettamente. 

Ey^toco/iiai, meritare» starsene al 
sereno, passar la notte a cielo sco- 
perto. 

Ey^iarpi^oa, consumare il tempo in , 
dimorare in. 

EyJiJwjuit, dar nelle mani, consegna- 
re ; conced«re , dare, cedere , allen- 
tare il freno ; arrendersi ; lasciarsi 
piegare; sonmiinistrare cause ^ pre- 
testi ^ ec.j intonare. 

£y^tt}/Ac, inseguire, mandar entro, 
incitare. 

Év^iyae, edV, n. le parli inteme, in- 
testini. ' 

Ev^io;, ou, adf, meriggiano, aperto, 
arioso ; eh' h sotto libero cielo. 

Ev^o^sv; ty^o^i, aw. dentro, dal 
luogo interiore, intrinsecamente, nel- 
l'interno del cuore. 

Ey^ó/Auyo;, e. internamente nascosto. 

Ev^ov ; Iv^odtv, oiv. dentro, interna- 
mente ,«in casa. 

Ey^o^a^oi, glorificare, onerare. 

£y^o|o$,'ou, e. nobile, glorioso» fa- 
moso. 

Ey^o'(e>>$, mv. 'gloriosamente, nobil- 
mente. 



(i4i) 



£N 



Ev^offi^, i(>tij/, resa, rarreodeni, ar- 

rendimento. 
Ev^óraTOf, v), ov , st^rl. imìmo. 
EvooraTft), aiv. super). inlimaaMole. 
EvooTs^o^, pec, pov, comptw, talcrìo- 

re, interno, intrìnseco. 
EvooTspM, aw, contpar. 'w/UrionÈni€j 

internamente. 
Ev^ouTTSu , far dello strepito | risoo* 

nare. 
Ey^uxèw^, <v«^. prontamente; arcnra- 

Umenle, benignamenle « eoa beoe^ro- 

If'nza. 
Ev^u/.w$, AW. diligenicmcnte , qmmU 

anche prontamente, soUerilaaseste. 
Ev^UjUoc, aTO^, n. vestimcolo» abbi- 
gliamento, inonroento. 
Ev<^uy&), penetrare, testirsi, abbigliarsi. 
Fv^U9t$, ew;, y*. entrata} Testilo, ab* 

bieliaroento. 
Ev^uci>; sv^u/Etc, a. S. (vc^uv^/Wc uvei, 

Test ire, vestirsi; intibapparsi ; ealra- 

re in; latin, induo. 
Evcyxu, verb, inmt, portare. 
Evs^poe, a$ , /. insidie , imboecata , 

agguato. 
Eveo/9cvo«, insidiare, tendere insidie, 

tendere nn agguato. 
Évs^pov, ou, n. insidie. 
Evsidci», guardare, guatare, fissare lo 

Sguardo in alcuno. (Il pres, mom è 

usato.) 
Evsc>sca, rivolgere > raTTolgere. 
Ev8iXi}/Aa, aro^, n. rìvoltura, toIo- 

me, invoglio, rotolo. 
lÉysc/ii, esser nel, esser presso; esser 

fitto, esser contenuto, abitare, sog- 

gicM-nare; èvs7Tt coi , ti è permes- 
so; tu hai la facoltà; toc i'tò'trcL, 

quello cbe è permesso di farej q[ueIlo 

che è in nostro potere di fare, 
Evsxa, av%f, a causa; per, in quanto, 

a cagione. 
évsxsy, V. evsxx. 
Eye/mco», conir. w, Tomitar dentro. 
Evsvvi'xoyToe, indeci, novanta. 
EvsTTw, dire; parlare; raccontare } ao- 

nunaiare. 
Evs/^yeia, a^,/. asiooe^ efficacia, 

energia. 
Ev<pyew, operare con eflScacia , con 

«lergta. 
Evéj^v^jtAa , «T0$, N. effetto* open- 

sione. 



EST 



Evs^V^fi (9>9 ^- efficace, eflcUivo, 
eaergico. 

Eytpy*}Ttxó;, i;, ò», aUiro, efficace. 

Evs^yiQTixft»^ a»v. attivamente^ effica- 
cemente, con energia. 

Eve^yù^, «tv. efficacemente, cncrgi- 



Evspsi'oM, spingere e urtar contro; 
infiggere, cacciar dentro. 

Ey spire, «««r. a basto ; nelb porte in- 
feriore, al disotto. 

Ev^oi, A»y, m. p/. quei che sono sot- 
terra ( ìm trnt. manes ) , qniiM in 
ireiier. sotterranei ( Dei ed nomini ). 

^ttprepoi j ov, adj, inferiore; di 
peggior coDdiaione; sotterraneo. 

E veni, ^iì /• fibbia, fermaglio. 

EvcvVo*, dormire nel. 

Evcuvai»^ O'Jj adj. eiocckè si jdh»- 
ja o si distende sul Iella o per 
./armare il letloj strato; coltre; co- 
I>erta. 

Evs^o/scc, star attaccato; teneni stret- 
to ad alcuna cosa. 

Evc^upix^w, impegnare, dar qualche 
cosa per sicurtà. 

EifiX^ipo^j 0v, H, pegno, sicurtà. 

Evé^w, instare, premere. 

EihfCMC, K^y/^ bontà, mansuetadiae , 
dolcena. 

EviiKÌf, 19$, e dolce, piacevole, buo- 
no, placido, mite. 

Ev^/mat, sedere in, o sopra. 

Ev^gt, mv. di luo^o e di tempo quf, 
li, dove , dovunque , ivi , allora. 

Ev^oi^c, aw. di luogo qifa, quivi, qui. 

EvSraJ&a; evd^au&oi, «tv. qui. 

^vdsv: cv^ty^e, at'v, di qua, di là; 
quindi. 

ÉydcTO$, ou, e. inserito, innestato. 

Ev&opsM, saltare o slanciarsi in. 

Ev^u/Etso/Etai , contr. f^o^ft-oLi^ consi- 
derare, pensare. 

£v&u/AY}tta, «T05 , r^'J gv&u/unflfft«, 
«01$ , f. concepimento dell' animo, 
pensiero, ritrovato. 

Evdru/xto^, eu. tidj, che sta a cuore; 
che si ha peli' aniipo , che dà pen- 
siero. 

EvdouviaffTtxò^, W, ov, cbe mette in 
entusiasmo, entusiastico. 

Evtavffte^ ^ qm ^ e. di un anno , an- 



( i4a) 



EN 



EviaUTÒ$, ou, m. anno, annata. 

Eviauci , dormire in o prtsio | abi- 
tare; soggiornare. 

Eviaxou, Aft'. in qualche luogo. 

EviYj^t, introdurre, geltar dentro} in- 
spirare. 

Evix^ae*) , infrangere , interrompere j 
^ frastornare. 

Evtxof, vj, òv. singolare, unico; cvi- 
xò$ fiépidrjULo^, numero singolare. 

Evixoi)^ , acc. singolarmente, unica- 
mente. 

Éviot, ai, a, nome cAe no/i trovasi 
generalmente usato nel singolare e 
duale, alcuni, alcune, ec. 

EviOTC, avy. talora, alcuna volta, tal- 
volta. 

EviTH] , rii f f. parola minacciosa ; 
rimprovero ; bravata ; rabbuffo ; rim- 
procciu. 

EviiT>iiffffw-TTW, intoppare « precipi- 
tare. 

EviTrrea, tti^coì^ fut. «I^W) dire, dir 
contro } sgridare ; riprendere ; dir 
parole minacciose j trafiggere l'animo 
coi detti , ingiuriare ; palesare. 

EvtffxyiTTTw; eviffxt/jiTrTW. appoggiar- 
si sopra; infiggere; conficcare. 

EvcffTro), significare; indicare j nar- 
rare ; rampognare. 

EvÌ9Ta/ii.at, instare, intraprendere. 

Evi9T>}/Ai, instare, stabilire, interporre, 
collocare. 

EvivyJu) prender forte, corroborare. 

EvXstTro), mancare, venir ipeoo. 

^vvaro^, Y], ov, nono. 

EvvacTOS, adj, sing, m. di nove an- 
ni« in età di nove anni. 

Evvio, indecl. nove. 

£vv<oc/3oio{, ov, e. del valore di no- 
ve bovi. 

Evveocxai^ixa, diciannove. 

£vye«7rv)XV{} 80$, e. che ha nove cu- 
biti. 

Evvta^eivos, e. di nove voci. 

Evveaxt^iot) uv, m. novemila. 

Eyvéjttcj, pascere in. 

EyvsvijxovTOC, indecl. novanta. 

EvvsvrjxoffTOS, Wj òv, novantesimo. 

Evvcópyuio^ , ou , e. lungo nove or- 
gie , ossia note aperture di brac- 
cia. 

Evvgffia, ag, per i-^ìcioCf f. consiglio 



E9 



ó risoloiicme inspirata a qualcuno; 
avvertimento ; disegno , intensione. 

Evvcuo), accennare , far conoscere per 
se^i. 

Evvtcapog, 0\)j e. di nove anni. 

EvvYÌu.oLp, avv. per nove giorni. 

Evvoso», contr, vói, pensare, intendere. 

Évvoi«,-a$, /. pensiero, intelligensa. 

Evvo/xos, ou, e. conforme alla legge, 
legittimo; soggetto alla legge. 

£vyo/Jica$, aw, l'sgittimameute. 

Evvu/At, vestire , mettersi in dosso (an- 
che di armi , perchè esse , a guisa 
d'abito , coprono il corpo ). 

EvvJx^d^j svvuxog, ^u, e. notturno, 

di notte ; 8 vvuxwTS/70V , avverbial, 

^ in ora più notturna, più avanti giorno. 

Ewuxov, aw. di notte. 

£'vvu&), vestire, rivestirsi. 

Evoixéo), abitare in. 

Evoixvifft$, «WS,/, abitaiione, dimora. 

Evoixo;, ou, e, terrazsaoo, pigionale, 
casiliero. 

Evoivo^èu, versar vino nel ; mescere. 

EvoTnj, TQ«, / grido, suono, strepito; 
scbiamauo. 

EvOTT^t^o/xat, armarsi, rivestirsi delle 
sue armi. 

EvóttXio;, ou, c.j évo7rXo$, ou, e. 
eh' è in armi, armato. 

£vo/9ocw, vedere in, considerare. 

Evojoxog, ou, e. vincolato da giura- 
mento ; confermato da giuramento. 

Evopoùo) , precipitarsi; gettarsi con 
impeto in. 

Evópo), sollevare, causare. 

Eyotfiyaiog, ou, m.j v. il seguente. 

Evoffixd^G**^, O'iOi^ m. scuutitor della 
terra ; epii. di Nettuno, perchè ìjre' 
muoti si attribuivano ai movimenti 
dell'Oceano , e quindi Nettuno era 
temuto come autore dei medesimi. 

E'vótyj;, >1T0S, /. unità. 

Evox^su 9 co/itr. ól , turbare; esser 
molesto , infastidire , dar noja ; med. 
annoiarsi , corrucciarsi , seccarsi. 

£yóx^>2<7t;, s«$, /. turbamento, infe- 
^ stazione, noja, uggia. 

Evoxo; , ou , e. soggetto a ; tenuto ; 
obbligato ; colpevole, accusato. 

Evora^w, instillare , far colare in. 

Evara^tg, eu;, /. istanza, principio, 
resistenza ostinata. 



(143) 



EN 



.xta^y aw. instantemeate. 

^o/tat, conficcarti in. 

oiAKi, volgersi in. 

oc, uroiy n. comando^ ordine, 

to. 

a, stendere; estendere. 

, ecd^, /. intensione; ansteri)^. 

X, avtf, qui , qua , là , colà ; 

or, avif. costi; costà. 
i^Oi, seppellire, sotterrare. 
t<sfiàij oùj m. funerale, 
cvryf^, ov, m. colui che sep* 
3 > becchino. 

»$, ou, e. funebre, sepolcrale, 
iiy, n. armi, strumenti; V. tVTO^. 
>, stendere, distendere. 

o, compito. 

•/xat , comandare , ordinare , 

gere. 

, du, n, inlestino , budello ; 

T8/?a, le interiora, le viscere. 

3705, oJ , w. da giogo ; as- 

o al giogo. 

Aevo;, V}} ov, intenso; 



/.évci^, a^c. intensamente, con 

, senza tregua. 

;v , avv. di qua, di là, da 

)unto; quindi; quinci. 

5 , atiic. trai , /. congresso , 

srcio, compagnia; adito, que* 

intercessione, preghiera. 

5, ou, e. bigio, grigio. 

, propr, liquefar dentro; im- 

*e (nell'anima). 

AC, por dentro, imporre, inso* 

racciar dentro , serrar nel ; ca- 

, dare In mano , consegnare. 

;, ou, e. onoralo, considerato; 

, ragguardevole , bello. 

;, aw. onorevolmente. 

ffCJ , urtare uno con qualche 

lanciare o picchiare con vio-- 

^$) /. comando, ordine, com- 
ne, incun^ienza. 
I "^h y* ÌQc*^oi>® > taglio, ani* 
>ne. 

», o\}^ n. insetto. 
;, oxjf e. tagliato, amputato. 
, ou, e, teso, forte. 



EN 



EvTOf, 80$, n. arnese, armatara « 
armi (d* ordinario in pi.). 

EvTd;5 8VToa&fi. ev, avi^. dentro, in- 
teriormente , al di dentro, al di qua. 

EvTpsTra), far arrossire; far Tergogna 
a qualcuno ; 8VTj98'7ro/Aoet, aver rer- 
gogna , aver cura ; occuparsi , in- 
quietarsi , sentirsi commosso. 

EvT/^é^w, nutrire nel, allevare in. 

Evrpixoi y muoversi facilmente in ; 
esser agile al moto, correre in qual* 
che cosa. 

EvT^iTo;, ou, e. triplice , triplicato. 

E^rpOfiOi, ou, e. impaurito , spanrito. 

EvrpoTraXc^ojmat, per lo stesso che 
i'^ipiltOfjLot.t ^ riguardar addietro; 
voltarsi indietro fra il cammino. 

EvTpOTTÌa, a;, /. raggiro, asluiia. 

EvTjdu^oéu, contr. ^u, vivere lussurio- 
samente, darsi bel tempo; illudere , 
insultare. 

EvTuyx«^« , verb, irr, incontrarsi , 
j)arlare, trattenersi, trovarsi insieme; 
abbattersi in, andar incontro a ; dar- 
ri dentro; trovarsi insieme con al- 
cuno ; ottener udiensa. 

EvTwiiffffftHiTTft», ravvolgere. 

EvTuvo); eviìici», apparecchiare, alle- 
stire, ammannire. 

EvTUTra?, aw. Quest'energica espres» 
sione è usata a signijìcare un uo- 
mo avviluppato e stretto nel suo 
mantello in modo che si veda tutta 
la figura del suo corpo. 

EvTUTTÓw I imprimere , segnare , mar- 
chiare. 

EvTUWWffcs, e&»5, /. impressiotM, mar- 
chio. 

EvTUO), apparecchiare, allestire; equi- 
paggiare; armare. 

Evu^jS^^M, ingiuriare, insultare, ol- 
traggiare. 

£yu^0O$, OU, m. acquatico, abitante 
nell'acqua (delle Ninfe). 

EvuTTVià^&i, sognare; fantasticare; es- 
ser rapito in estasi. 

EvÙTTVtov , ow , n. visione , sogno ; 
svuTrvioy , av¥. nel sonno; in vi- 
sione. 

EvwtCT}, rii, /. aspetto , presenta , co- 
spetto. 

Ev&iTT?, avv' manifestamente, alla pre^ 
senta. 



\ 



( «44) 



EN E3 



EvuTTia, &>v, n. muri di faccia aHa 
porla delU casa ; pareti. 

EvÙTTtov, <7fi'. alla presenta. 

EvùàTtiOi , O'J , e. eh* è o fa o dice 
qualche cosa alla presensa di alcuno. 

Evcd7ri7t&>4, atn>. in faccia, d'avanli. 

£| , prfp. io slexso che ix , se non 
che V s( è posto sempre avanti ad 
una vocale j i^ e/.(iV0V) da quel 
punto, da quel tempo. 

E^, indecl. sei. 

E|ay'/s).À&), annunciare , informare; 
'' riferire. 

E^ayofàCe*), riscattare, ricomperare. 

E^ayo^eiio), riveUrej narrare. 

EÌàyci), condur fuori, metter fuori, le- 
ìFare; cacciar da. 

Ejaywyi}, ni-,/' l*atto di mettere al 
di fuori; estrazione, secresiune, e- 
sportali one. 

E^ocsTSS, avv. di sei anni. 

E^aivu/uiat , toglier tia ; trar fuori » 
privare. 

E;ai'jS67i$, e^asjf. ecccaione , scelta, 
esenzione. 

E^oùptTOi^ ou, e. scelto, %eM0 da 
parte, speciale , esimio. 

E|atj9S7&)^, at'c. cgrc'giumenle. 

£^ai/;soj, co/i/r. ài, togliere, involare; 
elevare , levare , distruggere ; sce- 
gliere , mellere da parte , separare ; 
quindi liberare , sottrarre , ec. ; in 
med. prendersi , prender per se. 

E|ai/?6J, levar in alto, innaliare, esal- 
tare , togliere , portar via. 

E^ai^toc, m. e /., ov, n. adj. iniquo, 
indecente, smisurato , eccessivo ; in- 
conveniente , ingiusto ; e^ociffiov, 
avv, fuor del dovere, troppo. 

E|atTéo/Aat, domandare. / 

E^atrèo) , domandare in grazia, pre- 
gare instanleraente, e in senso con- 
trarlo^ ridam^ndar qualcuno ^er/ar. 
ne giustizia , o per liberarlo dal 
supplizio. 

E|aifVY)$, avv. subito, ad un tratto, 
improvvisamente. 

E^a/.éw, e^axso/jiai; guarire affatto, 
sanare, rimediare , calmare, placare. 

E^axoXoudéci), seguire , investigare. 

tXo'.yò'siOK^ Ki^ a, seeento. 

E^axj9i£u,////. 1961, rampicarsi alla 
cima d' un albero, innalzarsi. 



£1 



£^a>«9oi, /wf. wtfo», render cieeo s 
far perder la mta ; cavare gli occhi. 

E{a).a:Toc;u, saccheggiare, devastare, 
depredare. 

E^a/st^u ) cancellare , distruggere , 
astergere. 

£|a>cojuiat, scansare, sfuggire, Khi> 
vare. 

E^aÀ/oc77&), mutare, diventar un al- 
tro ; degenerare. 

E^àX/oaai, saltar fuori , escir fuora; 
slanciarsi da. 

É^olaXoìj ov, m. diverso dagli altri > 
insolito. 

EtaÀùw, evitare, scampare, schivare^ 

E|a/uioe/5Tocvcii>, verb. irr, peccare, er* 
rare, far peccare, fiillire. 

E^a/ACij3fl«, permutare, barattare | an- 
darsene, allontaDant. 

E^à/ASKl^i^, CftK) /• vidssitodine, cam- 
biamento. 

E^a/ASÀéfl», trascurare, disprenare. 

E^a/Auvo/Etai, impedire, proibire. 

E^ava^)ia)-UMi , uscir dall' acqua , 
emerger dall' onde. 

£|avaXÌ9/.oj, consumare, esaurire. 

EÌavaXuo/AXi , sciogliersi del tutto j 
liberarsi. 

E|ava77rà&i, contr. ffTCcs, «veliere, 
demolire. 

E|«voc7T«9t$, s«{,yi espulsione dalla 
propria dimora, emigrazione sfortaUk 

E^ùLvopcticoSi^oiicaf ridurre io ser» 
vilù. 

E^avsX», star sopra , dominare. 

E|avi7]jti.t, mandar fuori, liberare. 

E^aviffTvj/iti, discacciare, risvegliare; 
in a. 2 far sorgere, sorgere, levar 
su , levarsi in piedi. 

E^avT).s&), 6nire, sfruttare; soppor- 
tare , sofirire. 

E^ayJ&i. compiere, effettuare; finire. 

Et«7ravi»TTfj/xt, alzarsi, sorgere; le- 
varsi su. 

E^aTrarocù), contr. twj s;a:raf i9XW) 
s'IaTra^u, ingannare, sedurre, de- 
fraudare. 

ElawaTri, vis,/, inganno, frode, 

£|'oc7rivyi{% aw. all' improvviso. 

E^ocTro^aivu, discender da. 

Esalto $ io fioLif cacciar da; inseguire. 

Enarro ^uvw, spogliare. 

E|a;TÓA>u/ii(, perdere, far perire, stcgr- 



(i4») 



rfi^iQ., €i^J* i] iQvsdar via. 



ti «tUecar^ xpfiemAtrt$ metter 

amt I in mrd. atidccarii , «p- 

rsL 

ft-Kv^ sriogliere lu voto, ì peti 

er U più si/MMm» neÙg /e»- 

'e d" am tempio. 

pótà^ comtr. M* è|ocpyupt?», 

tire in argnito, vradóv a da- 

EMSttaidé T^lutAFÈ iG arenila, 

Ȏw, lart 1* FEiuizier^sioiie, no* 

e, sovvenire ai Iii^d^hL 

anxa. 

pjULOct, negare, rìrnsare. 

:Zv^ involtre, sottrarre; rapir 

le mani. 
:&», terminare; render perfetto, 
rare proTTcttcTe, 
'^ , nt-i\ é* prìacipii} , a prin- 

di nuovo. 
;, ou, m. cìie comtnrta qoal- 
;osa od è capo o autore di 
le cosa. 

), cominciare, futT l'aatore di 
xe coH irncDjgin^rla. 

ì^u^ ilTàccare, indcbolirq af- 

snervare* 
mnTVi , riipleu^cre , rilucere , 
•e. 
vw, inaridire, seccare, dissec- 

:u, dire; parlare, spiegarsi. 

; , aw. di nuovo , subito , in- 

lente. 

péoiJ.oHj oujULat, togliere, trar- 

fii , lasciar andar fuori, la- 

oscire. 

>, attingere, cavare. 

ìù», eccitare, suscitare > sve- 

, a. S. e|i^ev, conoscer per- 
lente. 

avu. di seguito, per ordine, 
^w, figurare, rappresentate. 



E^ci^i , vero, irr. tump , «acìra ; ii 
pres, ikll* ime, km mmcoru im «^m* 
ficmitome /mtmra, 

B^icvKt, esser lecito, «sa 

E^ttTw. parlare, tiirr i di^algara. 

E| f L * ; -.'^ i IT. pf- ì iri*", psi-lc ti €■!•*■. 

Tf, £(rii*ciciiiri!r. 
E|jtj5ùt, iLTe, dir per appuito. 
z|iirt54a, «« , /• «pediaìooe, par- 

E|c>affi^, "**i/ «MMla* psiiaw», 

E|c).KUVM4 Éltl^td, scacntf d^, Ur 
ntcit fiiùi'à di ; iinrQir vÌ4h 

E|tì'*yx'^i foff'io***'^ dWrore • &!• 
sita; disìogacitaT« rfìnfot^rc | &rt 
un* afpra Tif{wàta rùpinderc l>ni^ 
Acatti'mte! eunroo^^e sopri4preode« 
r« «ecorgrm d'una cosa, ricoao- 
jftrla si-opriria firU pilMp. 

E^tkiyfiòi^ ev, IN. ivot^lara^ tvilup* 
paroento. 

E^EÌiffffw , sviluppare , svolgere « di- 
slacciare. 

E^iir.guait^ Irar fuori, entra^re. 

E^Ukuw; li't/icw, wLratre con fecM, 
&lr«pp«re, ùrAr futuri- 

K; £ji«ie4 , /ut. ivm, Toinilii-a , rigettart. 

E^ii^Kì'Tiai. tìtn', ffì btrìji» di eoo* 
tro. 

E^EVKp^^oi,/-*, iVw f'J t?«i,«e«ide- 
re^ apolli lare delle anni roocisi^ ' 

E^*¥Tipt'^oj, irtulnre^ tagliare gì' in- 
trìdi ini. 

streaaa. 

E|swi'nQ^««, wf. a dÌMf;tif} prettiiM!i* 
tato, a bello ^lui^io, apposLatamenlit. 

E|«pyocCo/Jiac , «fguiie , eoUivara , 
per es.^ una Ul frlcov, atiendcrris 
effettuare, ^on.iiim«T£t tlitlruggerei 

E^s^ssi'vM . infurmiirfti j domandaTe } 
ricercare, interrogare. 

E^gpstTrM I demalìrc , ^bbalLere « far 
cadere a pr^cipitio trantitii\ pre- 
cipitarsi, cader d*alto in giù , uscir 
fuori. 

Eltp£'Jyiàj veriare^ in m§é, sboccare, 
suricarti.^ 

Eiiptxtiidfjij investigare, scrutare. 

J^Ìtf£4»f dire; autiiinattre } domanda- 
re, ricercare. 



\^ 



(146) 



El 



"E^ipOfioLt , interrogare , domandare ; 
ricercare il luogo d* un forestiero 
interrogando; farne inchiesta. 

E^spuw, estrarre, strascinare, trar fuori 
raspando. 

E^ipX0i*.OLt, vere, irr, passar da uo 
luogo all'altro, escir fuori, andar via | 
a. 2. iiUlòo^, 

£|epwaw, scappare j andarsene , vol- 
gersi altrove; piegarsi da. 

E|s9tv] , li; , yi legasione , amltasce- 
ria, deputazione. 

EisffTt, imperi, è lecito ; si può; g^iiv, 
imp'. era permesso. 

ElsToclw, ricercare attentamente, in* 
formarsi, esaminare, esplorare, met- 
tere alla prova. 

E|é^a9is, t(ai, f. ricerca , inquisizio- 
ne, rassegna, mostra; esame, scru- 
tinio. 

E|eTaffT>is, oy, w. indagatore, scru- 
tatore. 

E|«T>ì«, io%x c|cTiQS, eu, m. chi ha 
sei anni, dell*et^ di sei anni. 

£|8U^S9i$, 80)$,/. invenzione, ritro- 
vato. 

£|supi(7X<u , fuU yjffw, -p. *ixa, a. 
2. e^eujsov ('«/a s^cupsd), inut.) , 
acoprire, inventare , imqiaginare, tro- 
vare, ritrovare. 

£|sxc>) ) esser eminente o superiore , 
primeggiare. 

£^>iyto/Aat, esser guida, dirìgere, 
condurre; raccontare, inlerpretare. 

E|vjyri<Ti5, ew5,,/i narrazione, inter- 
pretazione.; esegesi, esposizione delle 
cose divine. 

£|viytiTyi$, où, m. guida, narratore, 
interprete. 

£|ijyijTixò«, W, ov, raccontabile, nar- 
rativo, esegetico , che sente a spie- 
gare. 

E|ijxovroe, indecL sessanta. 

e|tìxw, partire, passare, escire. 

E|yjXaT05, ou, e. duttile, pieghevole. 

E^vifiLOLp, avv. jjer sei giorni. 

Biripioi^òiy ow, «rf/. che si cambia, 
che si avvicenda. 

£|v)$, avv. per ordine , di seguito, di 
poi, appresso, successivamente; quin- 
di, conseguentemente. 

£|y];(to/Aai , esser di molto , domi- 
nare, esser superiore. 



ES 



E^tTnpLi, inviare; rinviare; gettar fiion 
di; uscir fuori di; esimere. 

E^i^vvcd, dirìgere; r^olare. 

E^ixvco/Aac, arrivare, conseguire. 

£^tXoc9XO/iiai, render propizio , pla- 
care. 

E((À«(7/uioe, aros, n. espiaùone, òhb- 
tiene, ofièrta, sacrifizio. 

ElìXaros, ou, e. placabile, espiatorio. 

E^iTTTa/iiat, volar via. 

é^c{, S4i>{ , /. abitudine , costume, 

E^i7vi$, AC*'/ al parik 

Elcvóa», pareggiare, uguagliare. 

Etìffrajuiai , uscir dal suo stato na- 
lurale o luogo o disposizione con- 
veniente , esser colpito da stupore, 
sorpresa; soffrire alterazrone di men- 
te ; smentirsi , astenersi. 

E^ioXÙw, potere, valere. 

E^i^xoè y essere eminente ; sopravan- 
zare. 

E|i9&)7if, tws, /. pareggiamento, l'at- 
to dell'uguagliare, 
^o^ioc^w, far uscire. 

Éto^Oi, oxtyf. uscita; esodo, il S.® 
dei libri di Mote. 

E^ot^éw, gonfiarsi. 

E^otxi^ft), scacciare di casa o dalla 
patria. 

E^ot'xo/Ao^i; è^ot^vg», escire, andar 
fuori, andar via. 

perdere intieramente; far perire del 

tutto ; mandare affatto in rovina ; 

rovinare ; sterminare. 
E^oXó^/78Utfi$, su;, /. sterminazione, 

perdita, rovina. 
E^oXo^rpsurvis, où, m. sterminatore, 

flagello; nemico mortale. 
E|o^o3rpsuu, sterminare, rovinai , 

perdere. 
E|o).oXu^w, cacciar fuori degli urli, 

urlare. 
E^ó/xvu/At, abbiurare, rinnegare. 
E|o/AO&8V, at^c del medesimo luogo; 

dai medesimi parenti. 
E|o/AO>»y80]tAat, confessare, promet- 
tere. 
EXop.ó\oyfi'H% , eu; , /. confessione ; 

professione pubblica ; dichiarazione ; 

rendimento di grazie. 
Elo[i.ópy)tMp.i , fuL ód|&), asciugare, 

tergere, astergere. 



(«47) 



tr con parole» sdicrmre, de- 

^6); t^ovo/macy», Donniiare, 

r per nome ; p>onandare | 

re. 

le^iQ ^Y]V, flfv. nominatamente^ 

net. 

cy, poef. è^o^tdey, a«v. di 

, av9, in dietro; in segnilo. 
u, armare di tntto pnnlo, di- 

ddU' armarsi ; esercisio miU- 

I , eccitare alla collera ; irri« 

Xi^f. esilio, espnlsiooe. 

oiaodar faori de* confini , 
esilio, esiliare, 
lai, »/ii«i, mettersi a bai- 

contr. Jj s^opxt^ft), 

esorctzure. 
■ò$ , eu, m. iconginrasìone, 
ro, esorcismo. 

W$ } où , m. sconginratfNre « 
a. 

, strìngere con giuramento , 
rare. 

, escir foorì con impeto , 

precipitoso da; prorompere; 
si con furia ; in post, e med. 
ne in fretta, involarsi. 
i^ co>$, ./. imuione. 
>-rT6) , scavare , sterrare ; 
re, sbarbicare. 

, >), óy, esotico cbe viene 
i stranierì ; che ha rapporto 
ierì. 

ccijf. facoltà, potenza, li- 
liberta di fare alcuna cosa. 
|w, aver potestà , signoreg- 

» , aomentare ; ammassare ; 
lare. 

Hfv, eccellentemente; princi- 
e, sopra tutto ; specialmente. 
'i , fi eminenxa , eccellensa , 
iosa. 

^^óx^^i wv. eminentemcn- 
eriormente. 



EIEOSn 



É^oxoij ou, w. ( 

nggnardevole , die foprarana, che 
sorpassa. 

E|v/tycw, conir, ««, decantare , cde- 
brare, lodare cantando inni. 

E^u7ayc9Ti;/uii y akarsi da ; sorge- 
re da. 

E^uTtTfi^oitecty svegliarsi, 

E|v7ryt^» , desiare dal sonno, eccitare. 

É^rntvoi ^ OM, e destalo dal sonno » 
sveglio. 

EiuTSoSiù»^ i^ìtltolv», scabare. 

£|uf ai'yfli, iàr bvori di tessitura ; or* 
dire; tramare; finir di tessere, com- 
pir tessendo. 

E^u, «<^. fnorì , eccetto , olire, sema; 
Oi elei, gli stranieri. 

É^M, aw. inora. 

Éloi^cv, «iv. al di fnori. 

E^wdréw, scacciar fnorì. 

E|«&»jet5, «*«,/. espobione, enc* 
ciata. 

E^oifio^ttLi a4j/. abbinranone, l'atto 
di negare con giuramento. 

E5»aT»jp, T»po«, m.j c^Mem^, ou, m. 
che caccia fuorì; che fii traviare dal 
retto sentiero. 

E^wrarof, 19, oy, superL molto •- 
stemo, il più lontano. « 

E|wTepixÒ4, n', ó», esterno, pub- 
blico, comune, volgare. 

E^drspoif pOL^ po%f compara più e- 
stemo, estrinseco. 

Eocxu$, 0T0$, m, simile, consentaneo, 
degno, conveniente. 

Éoprci^ta, celebrare, celebrar giorno 
festivo. 

Éopr6Ì9ifioiy ou, e. festevole, festivo. 

'ÉopTOLisp.oLj OLXù^^ n. festività. 

ÉoptiJ, 1Q5,/. festa, solennità. 

EopTios, o\ì , e. che^ha rapporto alla 
festa ; ióprion Sùipov , offèrta che 
si fa nei giorni di festa. 

£0;, UÌ9 tòy, questa voce significa 
mio, tuo, suo, ec. secondo ia pers^ 
del verbo a cui è uniUi gen. m. 
«ou ed èUoi, 

E7rav«^^o/*«i} ""' trasporUlo dalla 
gioia; gloriarsi ; ioorgo^iarsi ; esul- 
tare. 

ETraya/Aat, meravigliarsi; aflbture. 

ETray^ditoc, a«, /. denunaia, prò- 



( i48) 



EH 



E^ayYC^^o/Aai) promettere, chiede- 
re (ciò di cui uno ha bisogno o de- 
Miderio), 

E'TrocvyéXAw, denunciare, significare, 
indicare , ordinar con decreto; in- 
giungere. 

ETTOtyyei/jLO, «to$, n. promessa, pro- 
fessione. 

E7r«yyeXrix6i$, aw. per promessa. 

E7rayet/9w , accumulare , ammassare ; 
raccogliere iosittme. 

E;Taye|99i$, ewf, /. raccolta , messe. 

ETTaypios, OWi *»»• agreste, Tillereccio. 

E7r«ypu7rvi&> , invigilare ; passar le 
noni senza dormire ; tener tutta not- 
te gU occhi aperti. 

ETrayo), indurre, tirare avanti, con- 
dur dentro ; eccitare , persuadere ; 
in medi condur seco , menarsi die- 
tro. 

ETraywyrì, "sqs, /• introduaione , ifrt- 
purtazione ; il moto continuo delle 
truppe che sfilano ; in term, logico 
induzione. 

ETrocywvi^OjUiai, combattere per; com- 
batter contro; ricominciare il com- 
battimento. 

Ettoc^Oi), accompagnare col canto , can- 
tare ; incantare. 

E7ro(^j90i^<u, congregare, accumu1.ire. 

ETraty i l^oì , piombar sopra ; soffiare 
impetuoso ; scatenarsi con furore , 
infuriare ; tempestare ; dicesi spe- 
eiaimente dei venti e deiU lempe» 
ste. 
ETraivsTris, ou, m. lodatore. 
ETratvcTÒ;, v)«.òy , lodevole, degno 

di lodi.J 
ETraivsTwg, aw. lodevolmente. 
ETtaivéu, conW, 6», lodare, appro- 
vare. 
ETraivog, ou, m. lode, elogio', enco- 
mio. 



EH 




ETtaiffS^àvo/Aat, sentire , intendere. 

ETroiff^oJ) entrar con furia, accorrere, 
inseguire , scappar fuori furioso ; av- 
ventarsi sopra ; balsar qua e là , in- 
calzare. 



E7«i9;^uyo/Aai, vergognani. 
ETraiTiu, ridomandare, mendicare , 

domandare di più, richiedere. 
ETratTiocojULat, accusare , incolpare. 

ETratTio?, ou, e. colpevole, reo. 

E7raxo).ouds&), tener dietro, sq;uite» 

ubbidire. 
ETraxo/owSrtjffts, tws, /. conseguensa, 
seguito. 

ETraxovw, ascoltare, intendere; esser 
docile , ubbidire. 

E?rax/90fiéo/iiai, ascoltare. 

ETTax^óa^yi;, «W5, /. Tatto dell'ascol- 
tare. 

E7ra/.Ttip, ripOi^ m. cacciatore; pesca- 
tore. 

ETraxTios , ou , e. littorale , situato 
su la riva. 

EttoxtÒs, >Ì, Òv , adj. indotto, impor- 
tato, portalo d*altra parte; forestiero. 

ETTaXa^TSOi, sentirsi gravemente com- 
musso dal dolore o dallo sdegno; 
esser profondamente afflitto. 

E7raXs|so) , soccorrere , portar soc- 
corsi. 

E7ra>|t^, fW5, /. nierli d*una mura- 
glia . fortificazione d*una città; spallo. 

E7ra).).«yTrj, ri5, ./^ permuta, cambio. 

E7ra).>àff7W, alternare, variare. 

ETtcf-fiàoiion^ £7ra/A«w, ammassare; 
ammucchiare, accumulare. 

ET«,«.gi^O]Uiai ; 87ra,ttst^5w, avvicen- 
dare , alternare , cambiare. 

E7ra^a9i^a7tg , avi^. alternativamente; 
intralciato l'uno con l'altro. 

E7ra/AOij3os, ou, adj. alternativo. 

E:r«,ttuVTWp, opoij m, difensore, ven- 
dicatore. 

E7ra/Avvu, soccorrere , combattere -per 
vendicarsi. 

ETrav, invece di luti oif, avv» dopo che. 

E7rav«|S«tv&», ascendere. 

E7r«va^aX>«, differire , procrastinare. 

Eitv.voLyKci^oìjfut 0C5W, costringerei 
obbligare, forzare. 

ETTavocyw, ricondurre; ritirare; ri- 
mandare all'approvazione o alla san- 
zione d* un' autorità superiore^ 

E7rava/Ai/iivTQ«TXoJ, fut. CTravoc/Aviq'ffN, 
far risovvenire. 

E7ravaTt&yj/At, imporre, sopraccari- 
care, aggiungere un pe^o; attribuire 
a; riferire a. 



(i49) 



m 



Eirava^c^ , impaura; '£tf 

»opia qualcuno la colpa o Paccosai 
rapporure , riferire $ ripetere ama 
pmnUa • una frast. 
E?ravax^p)9t$, ew$,/. regresso, rì- 

tomo , riflusso. 
ETràvec/At, ritornare, yeoir in dietro, 

rivenire. 
Eiravépo/iiai, interrogare di nnoro. 

Eirayépxo/^^S ritornare , rìtomara al 
suo soggetto; tornare a raccontare. 

ETravé^ura», interrogare di nuovo; 
interrogare. 

E7rav«x^9 intraprendera , metlera la 
sua fiducia in; fondarsi su; aver 
per fondamento; mettere una com 
dopo un' altra. 
I Eirairqxei), ritornara , venire. 

ETTayS^éu, eonW. ó», fiorir sopra ; es- 
ser finito; avere la frescheisa del 
fiore. 

Exavévi/ti, lasciar andare, allentare, 
amnaoUare; allargara» rilasciare, mo- 
derar», sminuire; cogli altri sigiu 
del vtrb. lai, remitto. 

E««vt9Ta/tac . insorgere , sollevarsi 
contro, ribelWsi. 

EiraycV'ni/uii, eccitare contro, sorger 
dopo • raddrinarc ; in med, risaarsi, 
levarsi su, levarsi in piedi. 

E«àvo^9(, 0V, /. ritorno, rìcapitola- 
sione , riassunto. 

Eiravopdów, contr, w, correggere, 
indirisaare, dirigere; riformare, ri- 
parare. 

Eiravóp^w/uia, aro^, tuj eTiavóp- 
&a>9i$, co»{,/. riforma, corrcsione, 
caaendasione , raddirinamento , ag- 
giustamento. 

Eir«vT>«ft} , eonir, m , versar ( del- 
Facqna) sopra, ec, bagnare. 

Eirayve«, fornire, compire, raggiunge- 
re, conseguire. 

Eiróvoi, aw: di sopra. 

Eir0e|dv(O$,^c. sopra l'asse. 

Eirocoi^ni, ^$,/* incanto, prestigio. 

EirfltKCcXtcìi, minacciare. 

EvaTTues, acdamare. 

Eiro^, flc$, /. Imprecasione. 

Eir0^o/x«c, eontr, nfnect^/ut. oiao- 
/Mct, esecrara, maledire, consacrarsi 
ali* dirinità infernali. 

Eirapa«i/xo$, eu , e. esecrabile, dete- 
stabile. 



En 



Eirfltpa99fl*, rooBpere, entrare e 

ria. 
EicàpStè^ i'SapÌMèy inrigare» 

fiaire. 
BfCccpTny*^ soccorrere; essere di 

in guerra ad aUontanara un 

favorire. 
E70C^éa>, soccorrere, provvede 

lontanare, stornare^ 
Bvoipovpoi^ ou, m. colui die 

la terra ; agricoltore; ortolano. 
Effopecs, £»$)/• cresione, ii 



sai- 
lavora 



Bitacproiofioii , sovrastara ; sospeodera 

sopra, attaccare a. 
ETToepnq^, co{, e. preparato, pronto; 

apparecchialo. 
E:rotpTV&i. adatUre, disporre; assestare, 

accomodare a. 
Eirocpx^', -ili,/- decime. 
Eiteìpxi'OL, eciyf. prorinda, in gene- 

raU governo t come il proconsolato^ 

la pretura^ la prtftUura. 
Evocpx'xòf, W« òv; tTopxiwnic, ou, 

m. prorinciaie, governativo. 
"E.TtÒLpxo^fi.i^ cominciare; dar princi- 
^ pio; levar la decima. 
ETTopx^^ ^^> "** pref<Btto , proconso- 
le, pretore, comandante. 
E:rapx^ ^^^ g^"' comandare a , ee. , 

aver signoria sopra, ec. 
Eitoipotyoi j ou , m. aiutatore , che 

viene in soccorso. 
ETtùcaxiu , esercitare , coltivare ; am- 



Eira9ffUTCpo$, ou, adj, aflbllato; l'nn 
sopra l'altro. 

Eirau^io, a$, capanna. 

EirauAif , sai ) capanna e casa ru- 
stica , cioè da ^ente di campa|(na. 

Eiraufflcvw, fui, CTrau griffa», p. emiv- 
(v}xa, accrescere, aumenUre; ag- 
giungere a. 

Eiraupeu , godere , approfittare di , 
raccogliere il frutto ; sentir gli ef- 

, fetti buoni o cattivi di una cosa j 
cogliere, arrivare. 

E^aupiov, aw. domani. 

Eirauxc») gloriarsi per; insuperbirsi; 
ripromettersi. 

Eirofìijttt, getUr sopra, inaligare. 

EitOLfpit^» f fut. c(7u, mandar fuori 
spuma, spumeggiane 



\ 



(i5o) 



EH 



z 



Effax^'^T ^^$1 ^' oneroso, penoso a 
topporUrsi, odioso, incomodo. 

Ettcocv, cong. dappoiché. 

ETreyy sbocci) ridere intorno ai maU al- 
trui, insaltare ridendo. 

£7reyeij9ea, risvegliare , eccitare, in- 
citare, spingere; STrsysi'po/uiat, «ve- 
gliarsi , aliarsi. 

Emytpixài, oJ, m.j titéytptti^ (&>$, 
f. destamento , incitamento, stimolo. 

Ettsi; STTtt^àv, avv, dopoché, poiché, 
quando, quindi; cosi, in principio 
di parlata^ quando l'anima sia pie- 
na di meraviglia , di sdégno o di 
dolore. 

ETTSt'yo/Aai, innpitrarsi, spinf^i Ter- 
so , ec. ; e pass, esser sollecitato , 
spinto. 

ZitiiyùiffuL ^0), urtare, spingere, 
premere, pressare, eccitare, sospin- 
gere , instigare , sollecitare il passo; 
neutral. ed in med, essere in uno 
stato d'angastia. 

Ettsi^ocv; tTret^y], cong. noiché, do- 
poché, quando, attesoché. 

Eirst Jil^sp) cong. giacché , poiché. 

E:rei^ei),' (inus.) tederò. 

ETreiv}, inv. di éTSi^v}, avv, poiché. 

ETceixoc^o», cocghietturare , dedurre, 
rappezcarsi. 

ETrsixo) , inus. , quindi sTTSOtxa , p. 
med. s'addice conviene, sta bene. 

Ettsc/ai, invadere, sopravvenire ; avan- 
larsi, venir contro o appresso o dopo; 
seguire. 

ÉTTsi/uit, sovrastare; essere in; esser 
presente. 

ETTstTreiv , aggiungere parlando ; c- 
TCtilctùTf , aggiungendo , ossia con 
aggiunger parole significanti, che, ec. 

Elti'mtpy cong. poiché. 

E7rst/90/iiat, informarsi, domandare , 
interrogare , consultare , esaminare. 

ETretffàyW) introdurre di più, sopram- 
mettere. 

Eirei^aywyW "fii,/' aggiunta, intro- 
duzione, luogo per dove facilmente 
si può introdurre. 

ETtii^épxoixai^ entrare dopo un altro, 
sopraggiungere, soprarrivare. 

Enti'Sfipwj portare o metter dentro. 

ÈTrcira, aw. in seguito , quindi , di 
poi; interr, che dunque! flicirsira, 



En 



i discendenti; r^ «irctra, la po- 
sterità. 

ETTstTOc, poiché. 

£77sxj3oT]décj, Tenir io aiuto; accor- 
rere in soccorso. 

E;Téx7«9i;, cuf, f. estensione» allun- 
gamento , dilatasione. 

E7rsxT8ty&), estendere , allungare , di- 
latare. 

ETrsXauvw , cacciar contro ; caodat 
sopra , promuovere , sollecitare , at- 
taccare (per es, la corda all'arco ). 

E7ré)ieu9t5, su;, y*. intervento, mitrala 
improvvisa , invasione » irroaione di 
nemici. 

ETrcjui/Sflé^ift), interporre, gettarsi io 
o sopra. 

Eniii^oiivoif montare dopo nn altro, 
camminar sopra; insultare. 

ETttfi^fXoq^ eu, m. che scaglia invet- 
tive o ingiurie; ingiurioso. 

ETrev^urKif, H, mantello , aopraweilei 

Effsv^Ubi, metter su , mettersi indosso 
(parlandosi d'abiti), sopra un abito 
metterne un altro. 

ETrevTWveo-Tuoi , preparare; appresta* 
re; ammannire. 

Eirslst/xi , escire con impelo , assa- 
lire, percorrere ampiamente. 

E7rs|spyoé^ouat , affaticarsi mollo ; 
pulire un lavoro; mettervi l*ultiióa 
mano. 

ETti^ipj^OfJLKi.^ invadere, entrare eoa 
furia, scorrere intorno; quindi fg* 
riandar col pensiero , disaminare. 

ETTS^sUjDtffXU) inventar di più; ag- 
giungere a un'ihvenzione. 

ETTsoixa, p. m, ttt e'Tristxw, conve- 
nire; affarsi; talentare; sembrare. 
Questo pret, h usato spasso in. sign, 
pres. 

Eictpyd^oiioLt , coltivare , arare « sog> 
giogare. 

EiciptiSoi, spinger con fona, dirìgere 
spingendo con tutta fona ; appoggiare 
fortemente. 

ETtépofiott, interrogare, domandare. 

Emp^ù», tirare a sé ; stnscinare. 

Enipxop'Oitì arrivare , invadere ; so- 
pravvenire, intervenire, arvicinarsi. 

E7r8/9o>)Tocw, interrogare; concitare. 

E7rsj90JTv)/iia , oltoì ^ n. interroga- 
sione 



( ^bl ) 



ta 



Eiztvpoliat, di , / parola ingiuriosa, 
j oltraggiosa ; invettiva ; discorso vano. 

Ettstv);, ou, m. s^oace, servo. 

EirsrWffco^ 9 ou ) e. che dora tutto 
V anno. 

Eireuov]/uisAi , assentire } approvare ] 
aecbiinarej applaudire. 

E'jrsu'xo/uiat, /m<. cu|ojuiat, pregare, 
gloriarsi, boriarsi; invocare. 

Bnix^y ritenere, reprimere, raffrena- 
re; avere in suo potere; intrant. 
contenersi ; arrestarsi ; tenersi ; sog- 
giornare; applicarsi, attendere. 

Eicn ; smjy , aw. allorché ; quando , 
dopo che. 

ETnqyxsvt^c; , uv , /. assi lunghe 
delle naTL, che stendendosi da prora 
a poppa ne formano il ponte, 

ETDieravoi , ou , adj. annuale; per 
r intero corso di un anno ; pe« 
renne. 

EiniXufftvif yii^f. venuta, appressa- 
mento; incanto per via di roalefic). 

Emi/uioi/Sd^ ov, w. scambievole; iwnit^ 
^oi YtTwvcf, tuniche da cambiarsi 

EiniTruA», iàr applauso. 

EitTipcnTOi, oVf c. amabile; giocondo. 

E^vif cà^fid, danneggiare, nuocere ; tor- 
mentare; offendere, oltraggiare; ca- 
lunniare. 

Emptriioi^ ou, e. pronto a remare ; 
fornito di remi. 

Eimpt^Ài, (0$, e. coperto d'alto in 
basso f opaco ; frondoso d'albero. 

Eip»jr>j5, ou 5 eim-nfi? , cos, e. fii- 
condo ; esperto. 

EiajTpi/ito$ , ou , e, denso • serrato , 
6tto, spesso. 

Eiriru$, voi^f. facondia, eloquente; 
protezione. 

Eirc, prep.t chef secondo la diversità 
dei costrutti e dei casi, viene ad 
avere gran varietà di significati: 
col gen. sign. in, alla presenta, so- 
pra , sotto , ad , da , di ; col dat, 
sopra, presso, per, a pitto, dopo, 
oltre, sotto, con ; con l acc. ad» in, 
sopra, verso, contro, a cagione ; iitt 
cangiasi in (9* , seguendo vocale 
mt^rataj c^" w, per il che, a que- 
sto patto; in camp, i atimentativa, 

Eirtayw | ÌTti«x*^ 9 accoglier con 
gridi dt acdamasione. 



sn 



E7rt/5a&po* , ou , ». nolo, porle, na- 
volo, ciò che si paga per passar 
la nave, 

ETrt^aivw, verb, irr. salir sopra, an- 
dar dentro, accostarsi, invadere. 

ETrt^ocX^w, verb, irr. gelUr sopra , 
mettere, cacciar dentro, introdurre; 
neutr. ed in medi applicarsi , occu- 
parsi a qualche cosa; spingersi so- 
pra in; penetrare. 

Ent^ocpéw, aggravare; aumentar il peso; 
opprimere. 

ETTt^aTCuw, fut, cu9«, montar sopra; 
essere di oassaggio sopra un vascello. 

E7rc|3aTtf/?ta, wv, ». macchina per 
montare su gli spalti d' una città 
assediata , come sarebbero torri di 
legno , ec. 

E7rc^aTÒ«, Tnì, Tov, adj, che va tra- 
sportato, traghettato, ed anche per 
cui si va^ acceuibile, praticabile. 

Eitt^nìrap^ opo^j m. colui che monta 
sopra un cavallo , una nave , ec. , 
cavaliere. 

Eitifitóu ; titi^itapLi, sopravvivere. 

Em^^inuj guardar verso o dentro, 
volger gli occhi sopra una cosa, mi- 
rare, esaminare. 

Eirt^).8+i<, ew«, /. guardatura; oc- 
chiata. 

Eiti^'krifiOL, OLTOi, n. pallio, manto. 

E7rc^iti«, riroiy m, riparo , sUnga , 
ostacolo^ 

Etti^oocoa, gridar forte, chiamar in 
aiuto; ÌTtt^6(aii.Kt, invocare; chia- 
mare in suo soccorso. 

E?rt/Sov}déw, contr, w, afutare, dare, 
porgere ajuto, accorrere in ajuto. 

Eni^oXoi, poeL itriiBoXoi, m. eh* h 
in possesso di ; padrone di. 

E7rt^ó<7xc>i , far pascere ; ciri^o'ffxojuiat, 
pascolare ; consumare , divorare. 

E7rt^ou3ieu«,/«f. «uow, p^ euxa, in- 
sultare, insidiare; tendere una trama; 
derìdere; sl>eSàre. 

ETrt^ouitj, ^«,/. imboscala, trama, 
insidia ; befià. 

ETtt'pou^os, ou, w. insidiatore, ma- 
ligitfo, perBdo; schernitore. 

ETrt^ou^w;, aw. insidiosamente, ma- 
lignamente , in tnon beflkrdo. 

Eltt^pifiu^ fremere di; far fremere. 

E7rt^/9td6>, divenir ^ve, fac itwjcc»» 



( i5a) 



En 



sìone; c^der sopra con tutto il peso; 
quindi atterrare ( di guerrieri che n 
caccia» tra i nemici a fine di rove- 
sciarli ) ; affullarsi. 

ETTt^UTftip , opoi ) m. guardiano di 
%*^%%^ » pasture , peeorii)o. 

£7ri*/a/A0$, ov, e. nubile, da marito; 
in età da prender marito. 

Eiriysto^, o\j^ e. terrestre, ch'è sulla 
terra. 

ETiyc>aw, contr. <S, macchinare, 
tramare ; ridere di j sorridere. 

ETrtytyvojuiai ; eTriytvo/Aai, nascer 
sopra o dopo ; crescer sopra o dopo ; 
arriTsre, sopravvenire ; venir dopo. 

ETTiytvòSffxcj, riconoscere, venir a sa- 
pere, risapere. 

ETriyvoc/ATTTu, piegare, domare, per- 
suadere. 

ETTty vci/uiuv , oitoi^ m. esaminatore, 
urbitre, disccrnitore. 

ETTiyvwfft^, su?)/' cogniiione, rico- 
gnitione, l'atto del ritonoscert qual- 
cuno» 

£?riyovvì;, (Vo;, /! osso largo e ro- 
tondo che copre la commessura del 
ginocchio. 

Eniypoi^Sriv, aw. a fior di pelle. 

Eniy poL'jfTiì , ^^ , /. iscrizione , titolo, 
soprascrizione , epigrafe. 

ETTiyioàyo), scrivere in o denteo o so- 
pra; inscrivere ; apporre un'iscrisione, 
un' epìgrafe ; graffiare , leggermente 
ferire. 

ETi^ocio/xat , distribuire ; conoscere, 
sapere. 

EitiàoLiatOi, ou, e. comune; che tocca 
in eredità a qualcuno. 

ETTK^à/.vo) , mordere , corrodere. 

Etti^svì^, éoiy e. bisognoso, che man- 
ca di. 

ETTiò'eixvu/uii : tttiStixifxjcayfuL itti' 
^ci^fli, p. iT:ièédiix^j mostrare^ 
far vedere ; provare. 

Etti^cixtuÒ^, t), òv , dimostrativo , 
che serve a liiostrare, a far vedere. 

ETri^ei^i^f attic. iùìiyf. il mostrare; 
ostentazione. 

Ettios^io^, ou, e. ch'à a destra, de- 
stro, dalla parte destra , favorevole , 
propizio; ^TTt^s^ia, wv. a destra. 

ETTt^euris , ioi , e, bisognoso — ^'' 
canta. 



EH 



EntStùoiioit ) aver bisogno ancora ; 
essere inferiore; esser distante da 
uno nella virtù t nel potere, ee. 

EttiiixoiioLi , ricevere ; accogliere ; 
ammettere. 

Etti^sw, legare, allacciare. 

EtiìSyìXoì^ ou, c. manifesto, evidente. 

Etti^vi/asu» ; C7rt^)]/Aca>, contr. w, 
dimorare in una città o in un paese 
in qualità di straniero , ed anchf 
abitare in ge/terale. 

EitidTiìu.ioiy ou, e, che si aggira nel 
popolo ; popolare; domestico. 

ETSiéiioifJLif dar di più, dare in ol- 
tre , dare in dono, aumentare, cre- 
scere , avanzarsi ; dar nelle mani ; 
prendere in testimonio. 

Etti ^iv cu, roteare, aggirare, contor- 
cere. 

EifiStop^óu, correggere ; mettere un 
correttivo a ciò che si è detto. 

Ei:iStfpiaiiy aiioi,/. il semicircob del 
cocchio. 

EniSifpLOi, ou, e. ch*è sopra U coc- 
chio o cU porsi nel cocchio. 

Etti^iÙxm, inseguire, perseguire, per- 
seguitare. 

E?r(00tft$, cu$, /. aggiunta, aumento; 
progresso; liberalità; gratificazione. 

ETtiSpOfioiSin^y a»v. in furia; precipi- 
tosamente. 

ETZiSpofiTtì^ 1Q5, /. scorreria; invasione. 

EitiSpoiiOi^ o^i, e. agevole alle salite; 
esposto alle nemiche scorrerie, in» 
vasioni, sorprese, ec. 

ETTisixsia, a;, /. equità , ginstisù. 

E:ricixs>o$, ov, e. somigliante, si* 
mile, da paragonarsi. 

ETrisiX)]';, goi, e. equo, giusto, hoono, 
decente. 

ETTteixrè^, vi, òv, tollerabile, che fa- 
cilmente cede ; cedevole , flessibile , 
domabile. 

ETTistxea^, avv. con moderazione, con 
clemenza ; con equità ; sufficiente- 
mente. 

ETTtévvu/uit, metter su , vestire. 

ETttt^eiftXoij ou, e. veemente; vio- 
lento. 

ETtt^af'sXeàs, aw, veementemente, dn* 
ramante , violentemente. 

ETTt^àw, sopravvivere, essere super- 
stiU. 



^ 



(153) 



EH 



E7ri^«)/uiio$, oVf m. dannoso , prcf^o- 
dicerolc, nocivo; è7ri^n/uiÌM$, wv. 
d'una maniera nociva. 
Eiri^viTCOi», comtr. ó» , indagare, cer- 
care • ricercare , esigore. 
Eiti^T^rrifioL^ aro;, n. quisUone. 
ETTiij^avof, ou, e. amabile. 
Eirivipo^ ov, e. grato. 

ET(^aX«99to$, eu, e. roarillimo. 

EirtdavaTios , ou , m. detlinato a 
morte, mortale. 

Eirtdap9Ùy«» , confortare} incoraggi- 
re; afticorare. 

Em^soc^ai, implorare il soccorso o la 
vendetta degli Dei contro qoal* 
cono. 

lini5>t9ii, t»i , /. Patto del posar su s 
invasione , congiura ; assalto. 

Etti d'eroe, ox)^ e, posto soprai ag- 
giunto, accessorio, tratto altronde; 
I/I gran», epiteto, aggettivo. 

EirtdiQXYi, Y)$, y. aggiunta ; addiùone. 

Eirt^/ita, oLTOi , n. ciò che copre; 
coperchio. 

E?ri^pM9X6i, saltar sopra ; saltare , in- 
soltare. 

E'Ki^frjfi.it»^ eontr, fiù , desiderare , 
aver brama, esser bramoso. 

E3i&u/ui)(ITtxòs, *«]', òv, desiderabile, 
voglioso, avidx). 

Birt$uttv)Tix6Ì$ , aw, vogliosamente , 
desiderabilmente, avidamente. 

Em&u/uita, as,/. cupidigia, roglia, 
passione. 

Eiri&vw, far impeto contro alcuno, 
scagliarsi contro , immolare ; far sa> 
crifisio; soddisfare ai doveri di reli- 
gione. 

Eirct9T0»p, opo^ m. sciente; sapiente; 
pratico. 

Eir«xadc^o/uiai , esser assiso sopra; 
curvarsi a terra tratto dal suo peso. 

Eirix«di^o>, imporre, sedere. 

ETCìxcupiOi , ou , e. opportuno , co- 
modo. 

ETrixatu, accendere sopra o nel ; bru- 
ciare sulla superficie o all' intorno. 

EirtxaXsfli), eonlr. Xw, invocare, chia- 
mare a nome; in med» chiamare in 
aiuto. 

E7rixoéìu/A/uia, aTO$, n. ciò che serve 
a coprire; coperchio. 

BTrcxaXuffTW, euoprire; nascondere. 



En 



, persuadere. 



a capo 



Eirtxa/ULTrroi, piegare, 

EitutdfUTrjloi , OM y 
cuato. 

ETTixad, aw. a capo 
fitto ; capovolto. 

EircxocpTrto, a^/. usnfirntto; interes- 
se d' un capitale. 

Eictxà^9io$, oc, ov, obbliqno, trasver- 
sale. 

ETTixctjttac , esser soprapposto, giacer 
sopra, soTrastare , esser imminente ; 
pressar vivamente. 

Eirixft/9a>, tosare; tagliare, troncare. 

EvixcXXo», a|>prodare; arrivare. 

E3rix8/9^>i$, toi , e. lucroso ; proficuo. 

ETrix^TO/uico* , punger con sarcasmi 
amari; deridere aspramente; sorri» 
dere ad alcuno in buono o cattivo 
senso. 

ETTtxsudw, nascondere , celare. 

ETTixvipuxcta, a^ ambasciata di pace 
o d'alleanaa. 

Eirtxi^va/uiac, spargersi sopra; difibn- 
dersi ; inondare. 

Eircxtv^uvcùo/Aat, essere in pericolo, 
pericolare. 

Eirtxi v^uvof, ou, e. pericoloso, dan- 
noso. 

ETTtxty^uvwf, aw. jpericolosamente. 

ETrtxXàw, corttr. ai, infrangere, per- 
cuotere, offendere, commuovere. 

ETTcxXstw, celebrare, dire, chiamare; 
invocare. 

ETrixXìiffis, ««5,/. cognome, sopran- 
nome, invocazione. 

ETTtxXviro;, ow, e. chiamato , invitato; 
commensale , soprannumerario, colui 
che una persona invitata conàuctva 
seto. 

E7rixXtvvì$, C9$, e. declive; che in- 
clina verso ; inclinato. 

ETrixXtvw, inclinar verso; essere adia- 
cente; esser situato presso. 

E7r(xXi9t$, cu{, /. declività, inclina- 
sione. 

ETrtxXovéea , agitare , rispingere in 
fuga. 

EirixXo7ro5 , ov» , e. furtivo ; finto ; 
astuto; malisioso. 

£7rix>u^Ci), inondare; sommergere, al- 
kgare. 

EircxXuTÓ^, ou, e. celebre , inclito. 

ETrtxXuw, intendere, ascoltare. 



( i54 ). 



En 



ETrtxXof^u , /Mt. 90ii, filare; filare il 
destino degii uomini » e dicesi delie 
Parche* /e quali agii uomini dal 
punto eh* essi nascono Jilano lo sta" 
me dei destini della vita^ quindi de- 
stioare (cioè le torti deffli Dei)t 
compartire. 

ETréxoivo^ ou, e. comune ; in gram, 
al genere epicene si riferiscono tutti 
i nomi che sotto una soia termina- 
zione € un sol genere signi^cano il 
maschio e la femmina. 

ETrixoTrTu , tagliare ; mozsare ; per- 
cuoter con ferro tagliente; ferire. 

ETrtxoupcw, aiutare, difendere, assi- 
stere. 

ETrtxoupto, OLi^fi difesa, rinforso, sov- 
▼eniione, aiuto. 

ETrixoupo^, o\)^ e. aiutatore, ausiliario, 
alleato. 

ETrtxpacvu, dare col capo un segno 
di acconsentimento ; acconsentire ; 
adempire il voto , accettarlo favore- 
▼olmente. 

ETrix/^arcw, corUr. rù, superare, pre- 
valere, vincere, quindi esultare; te- 
nere il comando; comandare a , in , 
sopra ; esser superiore. 

£7rix/9bcT8toe, a$, /. dominio ; impero 
sopra se stesso ; continenza , mode- 
rasione. 

ETTcxpaTU^ , avv. potentemente ; forte- 
mente , gagliardamente. 

E7rtx/9e/Aocoi>; o licci, /ut. àvw, sospen- 
dere sopra, appendere, pendere, dei 
destini, della sventura, della morte. 

EitUpiOf, ou, n. antenna della nave. 

ETrixpoTCw , applaudire a una cosa ; 
far del romore. 

ETrixràojUiat , acquistare di soprap* 
più ; estendere le proprie sostanse. 

ETriXTViro;, ov, e. acquistato, posseduto. 

ETrtxuTTTO), yii^ \^(a^ abbassarsi, met- 
ter fuori 4a testa , e guardando gin 
vedere alcuna cosa; nascondere. 

Ei:txìSproi^ ou, e. gobbo, che ha le 
spalle strette, cb'è rattratto. 

E7rcxu/9TÓfli, incurvare, curvare. 

ETVtxùpa, dimostrare, trovare» cade- 
re in. 

EiziXoLfi^clvoaoLi ^ sorprendere, attac- 
care o cogliere all'improvviso; ripi- 
gliare. 



En 



E7ri>ajuLpàyw, vere, irr, comp. fui, 
Àvjtj'o)) P" cttsiAyi^o, «. fi. inùeL" 
^ov , prendere inoltre « prendere in 
mano, maneggiare ; impadronirsi, in- 
vadere, occupare. 

Eiri>a/ui7ro( , ou, e. manifesto, ilio- 
stre. 

ETTiXà/Aircii, brillar sopra o appresso ; 
risplendere, rischiarare. 

E7ri>av&àvo/uiai , verb. Irr. eomp. 
dimtelicarsi ; scordarsi , obbliare. 

£7rt>avdocvu, esser occulto, nascosto. 

ETttXiyOfiKt , scegliere una cosa fra 
molte come la migliore. 

ETri^syu , dir di più, soggiungere, 
eleggere ; e in voce media sc^liersi, 
eleggersi. 

Eitilti^oif far sopra delle libagioni. 

Eitiliiito»^ mancare, lasciare. 

ETrtXsTrw , scortecciare ; assottigliare 
levando la corteccia. 

E7rt>eutf6), portar lungi il guardo. 

£7riXvid«, apportare obblio; far ^• 
menlicare; s7ri^v)^o/Aat , dimenti- 
care, scordarsi. 

E7riÀT}XS&i, fare strepito, applaudire. 

E7rtOlv)tf]u.ovvi, Vì$, /. dimenticanza, ob- 
blio. 

E7rc>Yj<Tjui«v, 0V05, e. smemoriato. 

ETTi^iyJyjv, avv. strettamente» lan- 
guidamente , lievemente , snperficial* 
mente. 

E7riX>i^u, accennar cogli occhi; am* 
miccare. 

EiviXoyOi^ ou, m. conclusione, pero- 
rasioue , enumerazione delle cose 
dette; epilogo. 

ETtiXoiTTOif OU, c. rimanente, restante. 

E7rtAu9t$, tùi^yf spiegazione, inter- 
pretazione. 

Etti^uw, spiegare, disciogliere, st- 
rare. 

E^ri^cj^suoi , oltraggiare , insultare ; 
befl&re. 

E7ri/jia(vo/ito(i , impazzire , entrar in 
furore; divenir maniaco. 

E7rt/Aa(0/Aai, desiderare appassionata- 
mente ; carezzare, palpare. 

ETTi(x(X.prupoi^ ou, m. testimone, chi 
prendesi in testimoirio. 

ETrc/xàffffw 5 iitifi6Ì990iicti, toccare, 
maneggiare; tastare; trattare; esplo- 
rar col tatto. 



(i55) 



En 



va 



S«iyatfTe$, 0;», m, meBdicuite, p«l- 
loiie, peocnte; accattone. 

ETt/tae^iflC, eLi^f. alleansa dilèmiTa. 

E7rt/tci^t0C6*, sorridere, arrìdere. 

l^VtjtiltieCj tti^ f' cura, diligcttn , 
industria , pc o T?edimedto, nflbio, ia- 
carico. 

Eiri/>.slcojtt0ec, coHr, oJ/tflCi, prender 
cura, aver cara , star attento ; por 
mente, osar dUigema. 

ETt/tcÀTÌ$, ioi^ e, che ha cura dili- 
gente; premaroso, sollecito. 

Eirc/tdlTiTiis, ov, m. coratore, proca* 
ratore , amministratore , soprinten- 
dente. 

Exctts).»^, mw. accoratamente, pre- 
flollecitamente, corio- 



Excf ca«i, distrìlHiire, spartire, pasetre. 
EiriveJw , annaire , Ut an cenno col 

capo im stffmo él mc€oinemtimemt0j 

piegarsi giù, all' iagià, voltarsi giù. 
E'KitS9piiiOi , ov, e. ch*k sopra e 

intomo ai reni. 
EitttifUy annebbiare; ofiìucare. 
E^cvfw, vW«4 yiqvca», aggroppar* » 

ammassare; fikre. 
ETTcyiJxo/uifltc, nnoUre , galleggiare. 
E7rcyt))f«, naotar sopra, stare a galla. 



ETTiycxtoc, «, e. ai 



5' 



a^parteneot( 



• a rit- 
di 



E?ri/Ei.e/»^TO$, ou, e. incolpabile, bia- 
simevole. 

ETTt/its/tpo/Aac, TÌtnperare, lamentarsi, 
risentirsi, riprendere, accusare. 

Excftcvftì , rimanere in, perseverare, 
persistere in ; aspettare. 

E7rt/uiv]3^'$, e. circospetto, attento. 

Eirt/t^xiq^ co{, e. prolisso , oblungo, 
assai luogo. 

Eirc/ctYiyi&i, esser cmcciato, turbato. 

E7rc/Ett}90/A«i , immaginare, inventare; 
pensare. 

Eiri/Atyvuuc, mescolare, mischiare. 

ETTCjut/Avviffxojuiai ; STriju-voco/Aoti, /mC . 
«)?o/itat, rammentare ; richiamarsi 
alla mente. 

Exc/ti/utvo» , uu, persistere, perseve* 
rare ; starsene occupato in una cosa. 

E)r(/»t^, aw, confniamente j alla rin- 
fusa, prombf naroente. 

EKtfiitxyoiMii , mescolarsi; muchiarsi 
nella auffa. 

E7i/A0/A?W, "ni^f' riprensione, rimpro- 
vero. 

ETTi/itovW) -fiij /. perseveranza; lentena. 

Eircjutovo^, ou, e. durevole; lento. 

Exijaóvwf , «K^. durevolmente, lenta- 
mente. 

ETTi/Au^tov , ov ^ n. ciò che si con- 
cbiude in un racconto o in una fa- 
vola; nunralità d'una favob. 

E7rt/AU99e«, mandar fuori a stratte 
ItAbra un fremito dalle narici in 
sef(no di gran dolore e d'iraj sbuf- 
fiure , fircmere, deridere. 



e 

'\ 



toria ; vfjitoi lirivcxtof , 
vittoria ; inno trionfale. 

Ettcvosw, contr, Wy meditare, pen- 
sare in mento; immaginare. 

ETtvota, a$, /. pensiero, mente, astu- 
sia , arte , fcaltrena. 

Eircyu99«, pungere, stimolare. 

£irtvwTio$ y ou , e. posto sopra fl 
dorso. 

Eirt|uyo$, ou, e. cornane. 

EntÓTtrofuoLi^ (7rt099O/ui«t , fissar gli 
occhi sopra } riguardare , esami- 
nare. 

Etriopx^os, eontr, «ì, spergiurare. 

E-KiopxioCf «{, /. giuramento fiilso, 
spergiuro. 

ETTtópxtov, oVy n. spergiuro. 

Eniopnoif , atfv, con spergiuro , sper- 
giurando. 

Eirt 0/9X0$, ou, e, spergiuro. 

E7cio\jpcc, uv, n. solco, intervallo, 

EictOìjpoi, oVy m, custode, pastore , 
guardiano. 

Eirtovffoe, >i$, / ^ «TTtw* , |Hirr. 
d'Iffct/At : TT9 «TrcovJffKj f*otf. KJ/Uli- 
pa) , il di seguente, la domane. 

E7rtou9io$, tf, e. quotidiano, giorna- 
liero ; che basta al vitto giorna- 
liero. 

ETTtTrav, aw. in generale, per lo più, 
quasi sempre. 

E^riTraubi, cessare, astenersi. 

EntTtiiòo», special in med, indurre 
alcuno a far qualche cosa ; persua- 
dere ; aver fiducia , confidare ; cTrt- 
TCii^OfiCLi , persuadersi , mostrarsi 
persuaso ; obbedire ; ascoltar con do* 
cilitSi , credere. 

B7ri?Di^a«, saltar sopra, insultare. 

E7rt7rt>vvi/uit, sparger sopra. 

EfriTrcvoi», bevefci sopra. 



\ 



(i56) 



En 



ETTtTrAotTaysw , fut. vivu, far plauso 
con batter le roani. 

E7ri:r^cr9T9V, «w, freqaentmimamen* 
^te, massimamente. 

ETrtTr^cxw , intricare, mescolare, in- 
tralciare, complicare. 

ETTtTrXcov , a*fv. soprappiù, per giunta. 

Ett inÀso«, a, ov, pieno. 

ETTcr^éci), navigar sopra o in ; galleg- 
giar sopra s andar con nave per acquaj 
venire, giunger là, cola % valicare. . 

ETTtTT^ìQffffw o ir)TTW , a. fi. vjyov , 
riprendere, sgridare, gastigare j per- 
cuotere; in med. far dei rimproveri 
a se stesso. 

E:ri7r^ov , ou , n. suppellettile , mas- 



ETriTTVsici), inspirare, animare. 

ETriTrvèw, inspirare, aspirare , soflkre. 

ETli^TCvìyoi, soffocare. 

E:ri7rods&), desiderare. 

E7r(7ró3r)]9t$, cwfy/. desiderio. 

E7ri7ródv)TO$, ou, e. desiderato. 

ETTiTro^ia, as, /. desiderio. 

E7rt7roi/«.v)v, evo^, m. pastore. 

ETTtTro^oé^w, nuotar sopra; galleggia- 
re ; essere sulla superficie j emerge- 
re i uscir dall' oscurità , ridondare ; 
dominare. 

ETrtTroÀaiov, ou, n. superficialità, leg- 
geresta. 

E7r(7ró>a(0$, ou, e. superficiale, leg- 
gero. 

E7riiro).a(u$ , ave. superficialmente , 
leggiermente. 

E7ri7ro>W, ,iQ«, /. superficie; «ttctto- 
Xri^, avv. su la superficie. 

Ettittoàu , at^. assai molto , grande- 
mente. 

ETrcTlovoi^, ou, e. faticoso, molesto. 

EttittÓvu^, «fP. travagliosamente, fa- 
ticosamente, stentiitamente. 

ETTiTTopcuo/AOCt, andar a, o per; por- 
tarsi, accostarsi. 

E?ri:ro/97ràu, affibbiare, connettere. 

ETTCTrpoétftfw, aggiungere, fare di più. 

ETriTTpéTTu , distinguersi , segnalarsi , 
soprastare. 

E7ri7rpT)VT)$ , 80$, e. boccone; col 
volto in giù. 

E7ri7r/90t'a>>ci), inviare avanti; getta- 
re avanti; spingere avanti. 

"EniTtpottifii ,. a. t. (vixa , lanciar 



EH 



contro, spinger contro; spedire, in- 
viare. 



E7rc7r/9o;^8w, 

E:ri7rrai|9a>, starnutare. 

ETrtTrra/Aai, volar sopra. 

ETTiTTU^to/xat, andare; scorrere; ag- 
girarsi, percorrere. 

^Tttpòoivaoi , entrar con furia , eoo 
violenta, irrompere. 

ETTipps^cri, sacrificare. 

ETTi/JpsTrsia, a;,/, propensione, fn- 
clinaxione. 

EltippiTnìiì tot, e. propenso, inclinato. 

ETCìppcTTu , inclinare o piegar verso ; 
esser propenso, rivolgersi sopra o 
contra. 

ETrippsTrus, at>v. inchinevolmente. 

ETTippcu , scorrer sopra » sdruccio- 
lare. 

E7rip*pt?rTw , gettar sopra; neifCr. sal- 
tar sopra. 

ETTippov), iif$, /. influsso ; inondaaiooe. 

Eitippo^ica, /ut. v)9W, bisbigliare, ap> 
pL udire, far plauso. 

ETTi'ppo^o;, ou, e. ausiliatoroj sovve* 
nitore, protettore. 

E7Cip/civu/Ai; CTTippeavùo), fortificare, 
corroborare; animare; incoraggiare. 

ETTippuots, (Uf, /. corroborasione; 
conforto. 

ETTtppwojuiac, agitarsi fortemente; com- 
muoversi , scuotersi. 

E7riffà<jffa)-aTT«, fuL ^w, imporre il 
basto ; stimolare ; battere ; cal^ia- 
stare. 

E^iffcuu, suscitar contro; STrt^sùo- 
/uLoec, portarsi con impeto ; affrettarsi, 
correre precipitoso. 

E7ri9Y}jUiaiV&i, indicare, dar dei segnL 

E7ri9V)/AEto'oj, contr. w. soprassegnare; 
fare applauso; applaudire. 

Etti^vj/aos, ou, c. insigne, illustre, se- 
gnalato, segnato ; elegante, fatto con 
elega nsa. 

Etti (TV];, avv. adeguatamente, del paro. 

E:riffxà:rTw, /ut. 4'w , scavar leggier- 
mente sulla superficie. 

EiTt(7xé7rTO/uiat, andare a vedere, visi- 
tare; riguardare, contemplare; far 
la rassegna, il novero. 

E7ri9xcuoé^oi>, ristaurare; rìDire, rìpt- 
rare. 

E7ri9Xfua9Tvi$, oJ, m. ristauralore. 



(i57 ) 



EH 



E:rt9xst|^i$, £«>>$)/• Tbit», il far vi- 
sita , osservaiioos , consideraxiona , 
rerisionn. 

E^ti^Wttt» , porUrsi , cader con im- 
peto ; ordinare, comandare, ioginn- 
gere. 

E7ri9xtoc^ei). adombrare, ottenebrare. 

£7t9xta9/xo$, ou, m. adombraroeoto, 
ombria. 

E?ri9Xtoy, om^ n. opacità, oscuritìi. 

E7ri7Xi^rau, saltar in qualche luogo; 
saltar sopra. 

EiZfsxoTticii ^ contr, ù, considerare,' 
contemplare, visitare, osservare. 

E7Ci9xo?cvi , ^ijf' inspezione, visita j 
fonxione d*«in vescovo. 

Efft9xo7rtxò$, ^\ òv, vescovile. 
ETTi'vxoTro^ , ou, m. ispettore* esplo- 
ratore, preside, osservatore, vescovo; 
che tira giusto , che dà nel segno ; 
custode, guardiano. 
ETri'TxoTCfia, contr. w, ottenebrare, 
'Sparger tenebre od oftuscare. 
E7t9X0TV}9t« , 801$, /. oscuramento , 

oscurità , bujo. 
ETriffxu^o/utai, sdegnarsi, adirarsi, es- 
ser commosso dall'ira. 

EjTtfli^uytoy, ov, n. sopracdglio. 

E7ri9xo>irT6>, irridere, beffare, motteg- 
giare, dar la quadra. 

Eiri9/£oéwy astergere, purgare. 

E7rt7/tAuy^d$, a, òv, oppresso da tri- 
balationi, miserrimo, infelicissimo. 

ETrtffjmuycpcii; , aw. miserabilmente , 
infelicemente. 

E7t9iraoju«c ; eTrtTTroco), contr» w, 
attirare, tirare, trascinare. 

E^rttfTcocffrds , où , a</y. attirato , at- 
tratto. 

Eiri9irsy^«, /«(. staw, versar sopra, 
del vino che si versava sopra la 
vittima tra le eorna. 

f.TtiTitipX^ 9 pressare , eccitare, spin- 
gere. 

Eir(97reu^A) , affirettare, maturare, sol- 
lecitare, esortare. 

ETTierTrsoi), incontrare, incorrere. 

ETriaTTM, arrivare, conseguire. 

E?rtff9Suotta«, accorrere itf folla ; pre- 
cipitarsi sopra. 

E7i9ff eùoj) mandare ; «omandare. 

E^rtffffWT^ov ^ OM ^ n, il cerchio di 
ferro che cinge U ruote dei cocchi. 



EH 



Efftffra^dv, fftf. senta cambiar po- 
sto ; costantemente ; stando appresso ; 
fbil mente , in bel mudò , Mvia- 
mente. 

ETrivrà^u, iostillare, far colar sopra. 

£7rt9T0(/cai , sapere , essere abile in 
una cosa. 

E7ri5T«/*evo5, ow, adj. pratico, sperto. 

E:ri7Ta/it.8VC>)s , avv. dottamente , ae- 
cortitmente, aggiustatamente, in bella 
maniera, con bel garbo. 

ETTiffTàs, àvT05, sopravvenendo, pari, 
a. 8. d'irfirjTtiiki. 

ETTtffTaji'a, a;, f-j «TTiffra^i^, «&»<, 
f. considerazione, cura, dtligenta, im- 
minenza. 

E7rt»TaTi«5 cTrt^TaTSÙo*, presiedere, 
essere alla texta. 

E7rc9T0CT>j5, ou, m. prefetto, eapo 
della repubblica, magistrato. 

Effi9TS>Xo>, mandar a* scriver let- 
tere. 

EwiffTSvaxi?» ; «Trtffrsvàxw; «T»- 
ffTcvax^/*»' 5 eTTtffTSvw , gemer 
sopra, deplorare; accompagnare il 
pianto altrui con sospiri, gemiti, ram- 
marichi. 

ETTivTtf y]*$ , éo$, e. coronato, pieno 
fino all'orlo. 

ETTtffTf 90) , coronare ; empire infino 
all' orlo. 

JLltitSTnp-fì-i T9«>/. scienza, arte. 

ETriffTvi/Advftic, aw. saputamente, scien- 
temente. 

Ent9Tvi;ji&iv y oitoi , e. colui che sa , 
ehe conosce; saggio, abile, istruito. 

E7rt9TV}/9i ^u , confermare , corrobora- 
re, stabilira vie più. 

Eiti^rriròi, r!, òv , scibile, che si 
può sapere; certo, sicuro. 

E7rt7ToXà^v]V , avv. coli' abito suc- 
cinto. 

EttiorolTiì , 105 , /. lettera , scrittura 
che si manda agli assentii epistola. 

E7ri9T0>tjtt«l9$ , oy , adj. epistolare , 
che si fa per lettera; che non esi- 
ste che nelle lettere; e perciò im- 
maginario, non reale. 

E7ri«rpaTet« , «Sj/» militare spedi- 
zione; campagna. 

ETrt^T^artuoi, intraprendere una spe- 
disione contro. 

ETr(9Tpi^«9 rìrolg^ie, rivolgersi, voi- 



( «58) 



EH 



tare, girare; ìa med, rÌYoIUrsi, rì« 
volgersi, volUrri indietro. 

E7Ct9Tpo^a^v)V , avv, volgendosi qua 
e là ; con altivitìi ; con coraggio. 

EfftvTpo^v), yii^ f. conversione, rivol- 
gimento ; ritorno ; il rivolger della 
mente ; altenxione. 

Efft9Tj9flj^aCi), aggirarsi per; firequeo- 
Ure. 

E7(9ru>iov, ou, n. trave che si po- 
ne sopra le colonne } architrave ; 
epistillo. 

E7rt9u/x/xaxtoC) oc$,y. aUeansa offen- 
siva e difensiva. 

ETriffuvayw, rammassare, congregare , 
raccoglier dopo un altro. 

Efftffuvayuvv] , iQ» , /. aggregaùone , 
assembramento. 

ETTiffuvTpéxu , accorrere, concorrere. 
. £irt9uo/xat , lanciarsi eoo impeto so- 
pra i gettarsi addosso i correre ap- 
presso, investire. 

ETTidupo), attrarre, trarre dopo di 
se i trascinare in luoghesxa. 

ETTiff^a^T);, S0(, e. che non è sicuro; 
pericoloso, dannoso. 

E?r(9f)uptov, 8, n. strìnga, nastro, 
fermaglio , borchia , fibbia intorno 
alia noce del piede , che in lai* di- 
cesi malleolus. 

Etci^x^^^v ) A*'*'- presso; presso a 
poco. 

£lt(9X^P^9 ^^*^' *° seguito o di se- 
guito; per ordine, uno dopo l*altro. 

EiriffX^''^^) *"S5 eTTKJXM'aj «>i/' 
rit^^o, proibizione , indugio, prete- 
sto, parsimonia. 

Eiriax^U) èTrtffX"? «tti^x''/**» *"*■ 
stare; ritenere; tener sopra; arre- 
starsi. Contenersi. 

Efri^x^P^'^") rinforzare, rinvigorire. 

Etci^x^^ } prender forze , corrobo- 
rarsi. 

E7rt9X0>»9 addirizzare, volgere, porge- 
re ; spingere verso alcuno ; lat. im- 
mittere. 

ETritfupeuft» , accumulare , ammuc- 
chiare. 

ETriTayy) , ^$, /. comando , commis- 
sione, ineumbenza, ordine. 

ETriray/Aoc, aro;, n, editto, ordine, 
comando. 

Ettitouctikò^, 14, òv, imperioso, asso- 
luto. 



EU 



ETriTOXTixwf , avv, 
ricisamente. 

ETTCTaxTOS, ou, <r. comandato. 

ETrtravuw, disteoder», stendere. 

Eirtra^i^, («*$;/ cooiando. 

ETrcTapàTTGJ-atftfw , confondere, tur- 
bare, scompigliare, sconcertare. 

ETrtràppodoc, ou, e. aiuUtore, aosi- 
liatore. 

E7riTocTT&>-«ffffw , subilire , dispor- 
re, comandare, mettere nei secondo 
luogo. 

E^cràf lOV) ou, n. epitafio, iicrùuoMe 
«m/ sepolcro» 

ETrtràf 10$ , ou , e. funebre , sepol- 
crale. 

Ettitsivoi, estendere; aumentare; iieii- 
<ra/. accrescersi; fortificarsi. 

ETriTstxt ^w 9 fortificare con muro 
steccato | circondare di nuove mura, 
alzare un muro, costruire una mac- 
china contro un luogo , meta/, co- 
stituire una cosa qual macchina 
antemurale contro un luogo. 

E7CtTS>éo>, conir, w, eseguire, «ffettoa- 
re; operare, fare. 

ETTiTsXtis, 805, e. finito. 

E7rtT«>Ìo»-o/uiat , comandare, ingiun- 
gere; commettere , imporre ; ioti- 
mare. 

ETTtTSjUivCi), compendiare, abbreviare. 

ETCtTepTTQi, «o«» e. che apporta di- 
letto e piacere 

ETCìTspirCi), diletUre ; dar piacere eoo 
qualche cosa; in med. rallegrarsi, 
pigliarsi diletto di qualche cosa. 

ETTtTfiX^ao/***) contr. w/Aat, imma- 
ginare. 
E7riTvi^8i9$, a, ov, proprìo • como- 
do, opportuno , favorevole, benigno, 
affezionato; come sosL amico, fami- 
gliare. 

E7rcTY]^<iÓT>]$, TQTOj, /. idoneità, abi- 
lità. 
ETriTYi^ciuS, avv. idoneamente, abil- 
mente. 
ETriTvì^cu/xa, aro;, n. studio, pro- 
fessione, maniera di vita. 
E?rtTV]^su9i$ , cu; /. studio, arte, 

instituto. 
E7riTV}^ev«i> , fare studioiamente , ap- 
plicarsi, coltivare. 
E7riTV]^T2;, co;, e. idoneo, acconcio; 



( «59 ) 



EH 



JTrtmi^c^, aw. stadiosamente , ae* 
eonciamenle; a proposito; con scelta. 

EirtTii'xa}, liquefare j (ar fondere. 

£?rtT>}p^w , osserrar diligentemente ; 
porri niente ; aTerct l' occhio. 

EfftTi^/uti , imporre , sovrapporre; 
applicare; in med. mettersi su, as- 
salire; dare addosso; insorger con- 
tra. 

ETTirijutau, conlr, ó), riprendere, sgri- 
dare; biasimare. 

ETrtTt/tAvi7cs, cw$, /. riprensione, bia- 
simo, taccia. 

EiriTi/tii'nQS) 9Ù, m. riprensore. 

EiririjutviTUp, opoiy m. punitore, ven- 
dicatore; difensore. 

Eirtrt/Ettoe, a$, /. riprensione, rimpro- 
vero. 

ETriTtjatov , ou, n. multa» pena, ga- 
stigo, puniùone. 

£ffiTt/uito$ ^ OM^ e. il cui onore è 
intatto ; che gode la stima genera- 
le ; onorato. ' 

ETTtT^àu; 87tTX>i/Ai, soffrire, soppor- 
tare; sollevare. 

Ettito^/aocu , sopportare ; sostenere ; 
contenersi. 

E7rtT0/AV), iii^ f. compendio , somma- 
rio, abbreviasione, epitome. 

Eirtrovo;, oyj, e, steso, tirato; dicesi 
dette f tini y strìsce di cuojo , e si- 
miti, 

EtitÓvu^, aw, forsosamente. 

£iriTo|«^0/ii«t , bersagliare ; saettar 
contro. 

ETrtrpCTru, confidare, rimettere una co- 
sa al giudizio di qualcuno ; permet- 
tere, accordare. 

Eirerpc^u, percorrere, accorrere, scor- 
rere; difendersi d'ogn'intorno ; cor- 
rer contro; correr dietro. 
E^rtroitjfc^ ew^,/. macinatura ; Patto 

ddlo schiacciare. 
Ettit^o^W, ^i^ /• amministrazione , 



ETCìrpOTtia. , a; , yi tutela , ammini- 
strazione. 

ETTcrpoTTo;, ou, e. procuratore, tutore. 

EitiTpoxccét'f^ avv. frettolosamente , 
sneidilamenle ; succintamente. 

E'Kirpoxoi^ o\)j e. Volubile, girevole. 

Eirtruy^àvu, i^erb. irr, comp. incon- 
trarsi, urtarvi dentro, conseguire. 



En 



EiriTVjUijSto;, ou, e. posto sopra il se- 
polcro, sepolcrale. 

ETTiTUxia, «5,/. acquisto; felicita; 
prospero successo. 

.£7rt|)«iycj , sopravvenire , apparire , 
mostrare; in med, mostrarsi; com- 
parire. 

ETTif ocvsia , Ki,/, apparizione, ere» 
dito; riputazione; superficie; Epi- 
fania, festa cristiana^ così nominata, 
perchè e il giorno in cui il Messia 
s'è mani/estato ai Gentili. 

E7ri9avy}{, so$, e. famoso , illustre , 
celebre. 

E?rifauci>, farsi lucido» apparire eoo 
isplendore. ' 

ETTtf cpod , portar dentro » apport^e , 
tramandare. 

E7ri^i}/A(^ci), celebrare, render famoso, 
accreditare. 

ETTtf v)/Ai9/AÒ$ , oJ , m. celebrazione , 
coaHucraziooe. 

Ettc^ ^syyo/Aoci , rispondere al suono 
altrui, acclamare. 

ETTt^dovscii, invidiare; abborrire. 

Etti^ drovoS) ou, e. esposto all'invidia, 
invidioso ; avverso ; abborrito. 

E7rt^).<yflj, abbruciare, ardere, incen- 
diare. 

ETrc^oiTOC», eoiur. ói, andare ad al- 
cuno in tempi determinati. 

ETTif op«, às, /. corollario , illazione. 

ETTi^pa^c*), indicare; annuire, sugge- 
rire; ìniìppoi^op.a.t , immaginare ; 
macchinare; accorgersi; riQeltere; 
comprendere; intendere, conoscere; 
por mente. 

Eni f pallai y Jitt, ^w, ristoppare; ot- 
turare. 

Errtopoff ivi], fti^f' prudenza, saviezza. 

EitifpcaTt, 9V0;, e. prudente, saggio. 

Errif flivcbi, acclamare, esclamare. 

ETTifJoivYj/xa, aroi, n.j «rrifwvTQfft;, 
€'jig^ f. acclamazione, esclamaziuoe ; 
epifonema, ^g. rettorica, 

Eniy,a.ipa, rallegrarsi di , gioire del 
male altrui ; insultare. 

Eirix«^>'05j O'J, e, di rame. 

ETtixo^pP-o^ aro; , n. cosa che ralle- 
gra , allegrezza, derisione. 

EitiX*^P*^ì co/ifr. p^, por mano ad; 
metter le mani sopra ; cominciare , 
intraprendere; tentare; assalire. 



( i6o) 



EH 



ETtiXi^P^f*-o^ aro;, n. impreu, argo- 
mento; epicherema, specie di ttlio' 
gismo. 

E7rtx«i/'>3fft«, 8w; ,/. intrapresa, ag- 
gressione, argonicntaxione 

^TtKY^tiporo^idi^ contr. «, deliberare, 
decretare ; santionare coi voli i dare 
il voto per sanzionare. 

E:rixsfi') versar sopra o infondere] in 
med. gettarsi dentro. 

Eittx^óvtOif ou, e. terrestre, che abi- 
ta sulla terra , fpit. degli uomini , 
come homo da burnus. 

Eitix^prìyiùij somministrare) aggiun- 
gere a ciò che si è gik somministra- 
to ; procurare. 

EltiXopviyìoL, olì,/, soraminislraiionei 
P atto del sommiuislrar di più. 

EitiXf^^ì invadere, assalire con vee- 
mente impeto. 

Eitixpiaroi, OJ, e, unto sopra, im- 
piastrato sopra. 

E'jtiXP'-^i ungere) ungere la superficie. 

ETri'xpwyos» oy» e. indorato, dorato. 

ETTi^ua^) ioti,/, infusione, l'atto 
del versar sopra. 

ETri^upto;, ou, c.j iirix^^o^ ^'^) 
tov^ appartenente ad un paese, pae- 
sano > natio. 

Etti^'ocvU) toccare leggiermente o su- 
perficialmente ) sentire lievemente. 

Eiti^rifl^ca, dare il voto io favore 
di ; rimettere in consulta ) prendere 
una seconda volta le opinioni. 

Eisi^oyoqy ou, e. biasimevole, ripren- 
sibile. 

ETTiuyot, ouv , f. stallone, ove i va- 
scelli sono in sicuro dai ventij ri- 
covero per le navi. 

Ettoixiov, ou , n. villa) sTrotxia , 



ETtOiy.o^Ofiéùiy fabbricar sopra. 

É7rotxo$, ou, m. colono, forestiere. 

Evoixofia.!. , percorrere ) avantarsi 
contro; assaltare; invadere : portar- 
si presso; andare a trovare. 

Etto/.Ì^^o), spingere; approdare. 

ETTO/Aaiy seguire, accompagnare. 

Enop-^poi, ou, e. piovoso^ abbondante 
di {iioggie. 

Enop-é^Ka^y aw. conseguenterocote ; in 
una maniera conforme. 

ETCÓpwpt. , giurare , confermare coq 
giuramento. 



En 



Eiro/A^oc^iov ) 69 , n* il colmo in 

mezzo dello scudù j Tombilico ddla 

rotella. 
Ettovci ò't7T0$, ou, e, vilupetoso, rim- 
proverabile. 
Ettovo/aoc^o), soprannominare, cogno- 
minare; intitolare. 
ETeoTzi^opocky schivare; guardarit. 
E-rroTTOtew, verseggiare, far versi, far 

dei |)ueroi. 
ETZOTtOiòiy orjj m Versificatore, che 

fa versi eroici , che compone poemi. ' 
E?ro7rTàa>, arrostire. I 

ETTOTrTCuo), osservare; tener gli ocrhi 

fissi ; fissar Io sguardo. 
Ettw, verb. irr, dire; a. 8. iiicoi. 

Questo verbo è usato in pocià 

tempi. 
Ettw ( sp. asp.)^ operare) agire; trat- 

trattare ; maneggiare; afiàccendarsi. 
ETTuÀsvtos, ou, e. che si porta tra le 

braccia. 
E7rai/jiì$, iSoiyf. la parte anperiort, 

il di sopra della spalla) spalla. 
ETrwvu/jiia , oci , f. soprannome , co* 

gnome. 
E7ruvu/A0$, OìJy n. aggiunto al nome, 

cognome. 
EnoìféXipoiy ou, e. utile, comodo, 

vantaggioso. 
Epapcci^ poet. amare, prendere affètto» 

innamorarsi { appetire. 
Epavo^ , ou , m. cena in cui ognono 

paga il suo scotto ; contriboftioof , 

colletta; elemosina, beneficenaa. 
Epavvo^, vj, òv, amabile , giocondo^ 
Epoche, uvv. per terra, a terra. 
EpK'spiórrìij fnoiyf. amabilità. 
EpoLaTHi^ où, m. amatore, amante; 

appassionato. 
Epurnvòi , W , òv ; sparò;, v}, òv, 

amabile. 
Epari^ei), amare, desiderare ardioi»> 

mente, esser vago. 
EpKTcànti , iSoi ,/' che ha amabili 

occhi , che ha dulre sguardo. 
Epoca), amare , desiderare. 
Epya$o/Aai, lavorare, operare j'^ìpy a- 

ooé/iiv)V, a, 1. med. 
Epvaffia , as, /. opera, operasione, 

lavoro, coltura. 
EpyaffT>3'piov , ou , n. bottega ; fab- 
brica, olBcina. 



( '59) 



£n 



imrrìSeiy avv. studiosamente, ac- 
conciamente % a proposito ; con scelta. 

ETTtTTfxu, liquefare ; far fondere. 

ETriTvjpéu , osservar diligentemente ; 
porri mente ; averci l' occhio. 

EiriTt&Tri]ULi , imporre , sovrapporre; 
applicare; in med. mettersi su» m- 
salire; dare addosso; insorger cen- 
tra. 

ETrirt/Aocu, contr, w, riprendere, sgri- 
dare ; biasimare. 

EiriTi/AYjffts, ew5, /. riprensione, bia- 
simo, taccia. 

EiriTi/*ìQT>Ì5, O'J, m. riprensore. 

ETrtTi/AviTwp, opos, m. punitore, ven- 
dicatore; difensore. 

Ettiti/*» a, as, /. riprensione, rimpro- 
vero. 

EirtTi/uiiov , ou, riy multa, pena, ga- 
tligo, punizione. 

EiriTt/xios ) ou , e. il cui onore è 
intatto ; che gode la stima genera- 
le ; onorato. 

EirtT>àu; è7rtTÌ>j/*i, soffrire, soppor- 
tare; sollevare. 

EiriTo)./xoca> , sopportare ; sostenere ; 
conlfnersi. 

E^tTO/XT]', T^Sj/ compendio, somma- 
rio, abbreviatione , epitome. 

EìrtTOVo;, oy, e. steso, tiralo; dicesi 
delle funi, strisce di cuojo , e si- 
mili. 

Esito vu^, aw, forzosamente. 

E-!tiro^(X.%Oficu , bersagliare ; saettar 
contro. 

E^irpsTTOJ, confidare, rimettere una co- 
sa al giudizio di qualcuno ; permet- 
tere, accordare. 

Est 7/55/ w, percorrere, accorrere, scor- 
rere ; difendersi d*ogn*intorno ; cor- 
rer contro; correr dietro. 

E'^LToi^ti, e&>5,/. macinatura ; Tatto 
dello schiacciare. 

EfftTpoxiQ , TQ5? /• amministrazione, 
delegazione. 

Entrpoizia. , «s , / tutela , ammini- 
strazione. 

EitizpoTZOi, O'J, e. procuratore, tutore. 

EiriT^oX^^sv, aw. frettolosamente , 
speditamente ; succintamente. 

E:tìTj50xo;, ou, c. volubile, girevole. 

E'JCtTjy;^àvw, v^rff. irr, comp. incon- 
trarsi , urtar dentro , conseguire. 



En 



ETriTVjULjSio?, OJ, e. posto sopra il se- 
polcro, sepolcrale. 

E7riTu;^ia, a;,/, acquisto; felicità ; 
prospero successo. 

ETTif at'vcj , sopravvenire , apparire , 
mostrare; in mtd. mostrarsi; com- 
parire. 

E:rt^a.vsia , a;,/, apparizione, cre- 
dito ; riputazione ; superficie ; Epi- 
fania, festa cristiana, così nominata 
perche e il giorno in cui il Messia 
s'è manifestato ai Gentili. 

ETrtsavTJs, so?, e. famoso , illustre , 
celebre. 

ETTcf auw ; i:Tt^av5Z6), farsi lucido , 
apparire con isplendore. 

ETTt^Sffu , portar dentro, apportare, 
tramandare. 

ETri^vjui^oii, celebrare, render famoso, 
accreditare. 

ET:i^rijxiiu.òi , O'J , m. cefebrasione , 
consacrazione. 

Errif &8yyo/xy,t , rispondere al suono 
altrui , acclamare. 

ETTif ^ovéw, invidiare; abborrire. 

Etti'-^^^vo;, oJj c. esposto all'invidia, 
invidioso ; avverso ; abborrito. 

ETTif/éyw, abbruciare, ardere, incen- 
diare. 

ETifOiraw, contr. w, andare ad al- 
cuno in tempi determinati. 

E:n^o/5a, as, /. corollario , illazione. 

ETTif/sà^oJ, indicare; annuire, sugge- 
rire; sTTi^pà^o^ttai , immaginare ; 
macchinare ; accorgersi ; riflettere ; 
comprendere ; intendere, conoscere ; 
por mente. 

ETTif oàffffw , /mI. ?6), risloppare; ot- 
turare. 

ETiypcffJvyj, VIS,/, prudenza, saviezza. 

Ettijp^wv, ovo;, c. prudente, saggio. 

ETTif &JV8U, acclamare, esclamare. 

ETTipwvyj/xa, aro;, n.j STTif wvyjct^, 
eco^, y. acclamazione, esclamazione; 
epifonema, fg. reltorica, 

E7rix«ii5w, rallegrarsi di , gioire del 
male altrui ; insultare. 

E7rix«^>'-05j oWj e. di rame. 

B'Ktxix.pu.oL^ aro; , «• cosa che ralle- 
gra, allegrezza ; derisione. 

ETrt^^stj^so), contr. pw, por mano a; 
metter le mani sopra ; cominciare , 
intraprendere; tentare; assalire. 



(i6o) 



En 



E7riX«'P^/*oc> «T05, n. impresa, argo- 
mento; epicberema , specie di silio* 
gismo, 

E7rtxet/9vi9ts, «WS,/, intrapresa j ag» 
gressione; argomentasione. 

ETTixst/^OTOVsu, contr. w, deliberare, 
decretare; sanzionare coi voti; dare 
il voto per sanzionare. 

Eiti^io*, versar sopra o infondere; in 
med. gettarsi dentro. 

ETTtpf&rfvios, ou, e. terrestre, che abi- 
ta sulla terra , epit. degli uomini , 
come homo da humas. 

ETrix^P^y^^) somministrare; aggiun- 
gere a ciò che si è già somministra- 
to ; procurare. 

"ETtix^pfiyloLj a;, / somminbtraztone; 
1* atto del somministrar di più. 

Ettix^oco), invadere , assalire con im- 
peto veemente. 

B^TtiXpusroi^ ow, e. unto sopra, im- 
piastrato sopra. 

E:r tipici}, ungere; ungere la sunerficie. 

E:rixpu70s, ou, e. indorato, dorato. 

E7rixu9i$, eu$}/* infusione, l'atto 
del versar sopra. 

E7Cixoj/?(o^, ou, e.j inìx^P^^if ^o^ì 
tov, appartenente ad un paese, pae- 
sano « natio. 

ETTi^'auo), toccare leggermente su- 
perficialmente ; sentire lievemente. 

Eiti'^vifii^a, dare il' voto in favore 
di ; rimettere in consulta ; prendere 
una seconda volta le opinioni. 

ETzi^oyog, o\Jf e. biasimevole, ripren- 
sibile. 

ETTicoyot, ouv,/. stazione, ove i va- 
scelli sono in sicuro dai ventij ri- 
covero per le navi. 

ETTOixioy, ou , R. villa; cTToéxia , 
villaggi. 

Eitoiy.oSQp.ioiy fabbricar sopra. 

EÌ7rotxo5, ou, m. colono, forestiere. 

Eicoixop^^ ) percorrere ; avanzarsi 
contro; assaltare; invadere ; portar- 
si presso; andare a trovare. 

EiroxsX^u, spingere; approdare. 

ETTO/Aai, seguire, accompagnare. 

ETtop^poi, ou, e. piovoso^ abbondante 
di pioggie. 

E:ro/iiéyc«)$, avv, ^conseguentemente ; in 
una maniera conforme. 

Ettó^vu/ai , giurare , confermare con 
giarameoto. 



sn 



ETTO/A^àXtov , ou , n. il colmo im 
mezzo delio scudo j l'ombilieo ddla 
rotella. 

E7rovsi^(9ro$, ou, e. vituperoso, rim- 
proverabile. 

EitOTtopekì^a, soprannominare, cogno* 
minare ; intitolare. 

ETtOTtii^opoLiy schivare; guardarsi. 

ETroTTotsu, verseggiare, far versi, (ai 
dei poemi. 

ETtOTtOiòij o\Jy m versificatore , che 
fa versi eroici , che compone poemit 

ETTOTrTocu, arrostire. 

ETroTTrsuci, osservare; tener gli occhi 
fissi ; fissar lo sguardo. 

ETtónrrii , ou , m. osservatore ; cep* 
sore. 

Eitónru^ pres. inus.y med. iTtó^opLCtif 
essere spettatore, por mente , osser- 
vare , guardare, visitare. 

Eitopéyopoc^ prendere collo stender 
la mano; agguantare; avventarsi. 

E7ro/7Xi^o). esorcizzare. 

ETtopxiarriij ou, m. esorcista. 

ETropvuoi , eccitar contro ; sollevar 
contro; mettere in movimento. 

E^ojsoufli, spingersi contra con impe- 
to ; lanciarsi sopra o contro ; &r 
impelo; abbordare. 

ETTÓpùi , incitare contra , sollevare , 
suscitare ; in med. venir fuori , na- 
scere, per es., da un frutto. 

F'tto; , so^, n. parola, canto eroico, 
verso ; parere; sentenza. 

ETTorpuyeii), incitare, sospingere, spro- 
nare. . 

ETrorpuvo), isligasg, esortare^ animare. 

ETroupocvio^, ou, e. celeste, eh' è nel 
cielo. 

ETTo^so/Aat, esser portato sopra, essere 
strascinato sopra. 

E;roxW, TQ S , /• ostacolo, impedimento 
che arresta; l'alto del sospendere il 
proprio giudizio alla maniera degli 
Scettici j epoca, in termine di crono- 
logia j Ettoxt), punto fisso nello Zo- 
diaco , stazione d' un astro. 

E7rój;io; , ou , e. visibile , che al* 
trae gli sguardi aìtrtù. 

E7ro|/t^, 86);*/* aspetto, ispezione. 

ETTrà, indecL sette. 

ETrra^ostog, ou, e. fatto di sette pelli 
bovine, dello scudo d'Ajace. 



(i6i) 



En £P 



ETrrasrss , aw. pel corso di sette anni. 

'Éltroixiq, aw, ,sette volte. 

ETrraTróovis , ou , e. che ha sette 
piedi. 

EirràTTopo^, ou, e. che he sette vie; 
epiU delle PUjadi che sono setu di 
numero, 

EirràTru^o^ ou, e, che ha sette por- 
te, di Tebe, 

Eirraxa, act^. in sette modi, in sette 
partL 

Etto», verb. irr. direj a. 2. iiitO'*. 
Questo verbo è ujtato ìh pochi tempi. 

Elica ( sp. asp.)^ operare; agire; trat- 
tare; maneggiare; afiàccendarsi. 

Eirai>8Vto$, oy)^ e, che si porta tra le 
braccia. 

Eff&)/At$, ISoiyf. la parte superiore, 
il di sopra della spalla; spalla. 

E^GiVU/xta , oc$ , y. soprannome , co- 
gnome.. 

ETrwvujuio^, ov, H. aggiunto al nome, 
cognome. 

Eirw^éAt^os, ou, e. utile, comodo, 
Tantaggioso. 

Epa/mat, yìil. ipà.fsop.an^ amare, pren- 
dere affetto, innamorarsi % appetire. 

Epavvos, TJ, èv, amabile , giocondo. 

Epoevo^, OM ) m. cena in cui ognuno 
paga U suo scotto ; contribusione , 
colletta; elemosina, beneficensa. 

Epoche, av9. per terra, a terra. 

Zpttfip.i6'rni2, ^"^^hf' amabilità. 

ìèpataxrii, oxiy m, amatore, amante; 
a[^>assioDato. 

Eparstvò^, 12 , o'y ; tpoLròi^'iij dy, 
amabile. 

EpocTt^w, amare» desiderare ardent*- 
mente; esser vago. 

EpaTÓiTrts , tSoi y /. che ha amabili 
occhi , che ha dolce sguardo. 

Zpdùi, amare , desiderare. 

Epya^o/tac, larorare, operare; tipya> 
tfo^/iviv, a. t. med, 

Epyavia , oci , f. opera , c^erasione , 
lavoro, coltura. 

ZpyaLtsrnpt ou, m. operatore, lavo- 
rante. 

EpyoL'S'nipioi^y ot», «. bottega; fàb- 
brica ; officina. 

Epyec'jrtx.ài^ vj; ov, operoso , attivo. 

Epyoérq^, ou, 1». operajo, lavoratore, 
lavorante. 



EP 



Epyoiriij iSoi^f. lavoratrice. 

E'pyov, ou, n. opera , fatto , fatica ; 
campi coltivati; campagna. 

Epywovi^, 80$, e. che richiede lavoro ; 
penoso, difficile. 

Epita, fare; sacrificare. 

Epe^cvvò^, ou, adj. tenebroso, oscuro, 
nero. 

Eps^iv&Of, ou, m. cece, legume noto. 

Épi^Oi. toi, n. Èrebo, Orco. 

Ept^diériij fo$, oscuro, bujoj tene^ 
broso. 

Epttivta , poet, per epo/tat , interro- 
gare. 

Epi^ii^oìj irritare, provocare j aisiare. 

EpiÒi9po(^ Kyoii n, irritamento , pro- 
vocazione. 

EpsSc6), irritare, provocare. 

Epti$(a,/ut, st9U, imprimere, fer- 
mare , afforcare ; in med. appoggiarsi, 
porsi a qualche cosa. Jl pass, ha 
ancora il sign. di esser disteso, es- 
sere stramaszato. 

Epaixea, rompere, squarciare, fracas- 
sare , speziare. 

E/98(7ra>, distruggere, rovesciare, ab- 
battere ; neutr. cadere , piombar giù. 

^ptiap-acy OLXOi, n. sostegno, appog- 

Eptpvóij v)\ ov, nero, tenebroso, or- 
rendo. 

Epeou^ , £ , ouv , di Una, fiitto di 
lana. 

Epé^TTO), pascere, pascolare. 

Epi<7<j(af vogare, remare. 

Epénrjs. ou, m. vogatore, rematore. 

Ep&rp.oif où, m.j eper/AÓy, ou, n. 
remo. 

Epsuy;jiò$, ou. m. rutto , vomito. 

Epsùywj epeuyo/iac, ruttare > vomi- 
tare, parlandosi di fiumi di JluUi j 
rigettare , traboccare , rovesciare. 

EpsuSro, far rosso; tinger in rosso. 

E/3suvaci) , /«<. nffca, scrutare, inda- 
gare , investigare , cercare. 

E/38f &> , fut. s4'w ) coprire ; in med. 
coprirsi. 

Ejoàx^Wj turbare, agitare. 

Epioi , contr, 6> , dire , spiegarsi , in- 
terrogare, annunziare, parlare. 

Eptj/*ia, as, /. luogo deserto; solitu- 
dine, abbandono ; eremo. 

Eprj/xtT>J5, ou, m. eremita, TQm\\A. \ 



( i6a ) 



EP 



ÉpfifxOi^ ou, e, ed tj'/jtvj, vj^ov , adj. 
deserto, solitario, derelitto, iacolto , 
disabitato; spogliato. 
EpTi/xód» , render deserto ; devastare , 

guastare. 
E/9yi/Aei)7($, ewg, /. desolazione , deva- 
stazione. 
E/7Y] TU et), reprimere, temperare; raf- 
frenare ; mitigare ; ritenere ; impe- 
dire ; arrestare , occupare. 
Éjoi 9 particella inseparabile , che ac- 
cresce la significazione delle voci 
colle, quali essa si compone. 
Epiau'xviv , evo; , e. che ha la cer- 
vice alla, elevata ; altiero. 
Epi^pg/xéT>35, ou, m. altitonante. 
Epifipop.OÌ , ou , e. che gravemente 
freme , che altamente tuona o ro- 
moreggia. 
Epi^prjXfiiy ou, m. che grandemente 

muggisce. 
EpiSwIal, axo? : s/pi^w>05, ou, e. 

d^ampie zolle; tertilissimo^ 
Epiy^ouTTo;, e. altitonante, assai stre- 
pitoso, di Giove. 
E/9t^aiv<k), contendere, piatire. 
E/9i(^juiaivc>), irritare, provocare. 
Epi^oi, o/Aai, litigare, contendere, ga- 
reggiare, quistionare. 
Epiripi^j CiV, m. concordi, consimili ; 
adattati ; fidi , cari compagni , con 
irocTpoi, 
EpiSrsta^ oc;, /. contesa* gara. 
E^id>l^y};, so; , e. molto verdeggian- 
te; ampiamente frondoso; lussureg- 
giante. 
Epi^oi, o\J, e. artefice; lavorante ; la- 
voratore; opera] o. 
Eptxu^YÌ;, èo;, e. molto illustre, glo- 
rioso, splendido. 
EpipLUAOiy ou, e. che altamente mug- 
ge , che fa sentir mollo da lut^gi il 
muggito. 
Epivsòv, ou , n.j e/?(ysò;, ou, m. 

caprifico, fico salvatico. 
E/91VVU5, u'o;, /. Erinni , furia infer- 

naie yendicatrice dei delitti. 
Eipiov, ou, n. lana. 
E/310UVVJ5, ou ; èpiouvio;, ou, m. 
assai giovevole, autore di cose utili; 
epil. di Mercurio, presso Omero. 
Epirrow, sovvertire, rovesciare. 
Epe;, 1^0^, /*. disputa, contesa, liti- 
gio; dea delle contese. 



EP 



EptffSrgviìs, 80$, e. assai potente, pre- 
possente; onnipotente, di Giove. 

EpiTjuia , aro;, n. contesa, tensone, 
contrasto. 

Ept5T«pu>o;, ou, e. fertile di grossi 
grappoli ; oTvov s^tffra^ùXov, Tino 
spremuto da grossi grappoli. 

Epi^TiQ;, ou, w. litigante. 

Ept'jTixò; , >j , òv , contenzioso, cau- 
stico. 

E/3i9r(Xci};, avv. contenziosamente. 

Epi.nrfà.poLyoi , ou , adì. che manda 
grave strepito fuori dalla gola. 

EptTi/Ao;, ou, e. molto presioso, as- 
5ai onorato, di gran prezzo e onore. 

Eptf 05, OMf m. capretto. 

Epica^v];, eo;, e. lanoso, lanuto. 

E/9/eTo; , ou, m. Erceo , soprannome 
dato a Giove come prolettore della 
Casa o del recinto di una privata 
abitazione. 

E/5X10V, ou, n. barra, barricata, stec- 
cato. 

Epxo;, «05, n. chiusura, serraglio, re- 
cinto , vallaU , broccato , propugna- 
colo. 

Épp-a. , aro; , n. sostegno t puntello , 
trave. 

ÉpfirìvsloCj Oii,f. interpretazione. 

Ep/xi^vgÙ5, écaij m. interprete. 

Ep/AYjvsuw, interpretare, spiegare. 

Èpp-'ni; , ou, w. Mercurio, uno degli 
Dei; r ultimo sorso che si beve alla 
cena. Gli antichi bevevano quest'ul- 
timo sorso facendo libagioni a Mer- 
curio, per chiedergli sogni aggra- 
devoli. 

Eoaì;, ivo;, /. sostegno o piede d'un 
letto. 

E/5V9S, eo;, n. pianta; fusto, pollone 
spiccato dal ceppo per trapiantare , 
e quindi stirpe, discendenza. 

Epost; , evTo;, ad)', amabile, grazioso. 

Épop-on^ interrogare, domandare. 

Eoo;, ou, m. amore, desiderio. 

E/5:reTÒ;, vi, òv, retUlc, serpeggiante; 
rò sottstÒv , sost. , qualunque be- 
stia ,' specialmente il serpente. 

tì/37ru^«j rampicarsi, serpeggiare. 

E/31T&), brancolare, strisciare, serpeg- 
giare; andar carpone, strascinarsi. 

Epos, voce d'imprecazione, va in ma- 
lora. 



( 163) 



aver orrore, ribreszo. 
fut. viffu, andare con cattivo 
o: venire o giungere in mal 
; camminar male; portarsi in 
>go con infausti auspici! ; giun« 
>er sua sventura, 
vus , avsf. fortemente , vigoro- 
te, con coraggio, 
g, /*. rugiada. Si adopera sO' 
ad esprimere la tenerezza o 
dezza di qualche cosa j come 

agnello, della gramigna, della 
jine, ec. 
, EVTOS9 adj. rugiadoso, fre- 

^0$, ou, e. che caccia alti 

ti. 

w, V. il seg. 

ìvci} ; <ap.ciHy far rosso , ros» 

re. , 

X9t4, eoi$ , /. erubescenza, pu- 

xu, arrossire, vergognarsi. 
;, pd^ pòv, rosso, rubicondoj 

R"o. , , 

ioì] l|9Uxax&); ipùx.(tìy rilene- 

rrestare , raffrenare j impedire ; 

mare, respingere. 

, uroi , n. difesa , presidio, 

riparo. 
uocTo; y oyj , e. che trae il 

roXis , ew$, /. custode o pro- 
e della città. 

xarre, custodire, difendere, li- 
ì; spuo/xoci, difendere, proteg- 

trar di perìglio. 
:( , verb. irr. venire, andare; 
igiu&ov ed vj^aov. 
S} ou, m, aghirone, uccello. 

fui. viffo), scorrere; scappar 
npeto ; ritirarsi, cessare ; rimuo- 
1 forca ; respingere. 
ri^ , f. impeto , cessazione , ri- 

i)TO{, m. amore; il Dio d'amo- 

upido. 

ù , fut. irj'ffw, p. rìpàt'nìioCy iu- 

rare , domandare , informarsi. 

lOLrtxtà^ , avv. interrogativa- 

s, in via d'interrogazione. 

rt$, ew^, /. interrogazione, con- 



ÉP E2 



Epùtrixóiy )], òv, amoroso, che si ri- 
ferisce ad amore. 

EpwTixù^, avv. amorosamente. 

EcK'/eipop-cci , raccogliere gli spinti 
vitali, tornare in se. 

Effayctpw, raccogliere. 

Effàyea, introdurre ; far entrare. 

'EaKÒpi(tì^ adocchiare, scorgere ; guar* 
dare, riguardare. 

EvavTO, avv. alla presenza, in faccia. 

Evaupiov, avv. domani. 

E<7^oiXXu ^ gettar dentro, scaricarsi, 
mettere in, sboccare. 

Eff(^e/?X6>, <x. 2. iitSptu.O'i y riguar- 
dare nel , fissare gli occhi nel j scor- 

Eff^ucd, entrare in o fra. 

E^ei'^u, mirare, riguardare. 

Effépxo/iioci, andare in, cacciarsi den- 
tro, penetrare in. 

Effdrso), abbigliare. 

£<73rv]$, TQ T05, f. veste, abito. 

tìff&yjffi; , ew?,/. vestitura , abbiglia- 
mento. 

Eff^io) ; f . evdrci), mangiare , divorare ; 
consumare. 

E?3r>o;, ri , òv, buono, utile, prode, 
valoroso. 

E5&XÓTVJ5, ijTO$, /. bontà. . 

Eff^ropso), saltare in. 

Et&oSj £05, <i. abito. 

E(73ro>, mangiare, d'onde P edere dei 
Latini. 

Eairifii , entrare in. 

E9i|sc>> , far sedere nel; collocare in; 
neutr. assidersi nel. 

Effxs/A/Acvcdig, avv. con viOessione, con 
circospezione. 

Edfiòiy ou, m. sciame di api. 

'È'STtipoi.j oci, f. sera, vespro. 

vespertino, di sera. 

E«7re/?05, ou, m. Espero, fa stella della 
sera, stella di Venerje. 

EcTttpOi ^ ou j adj. vespertino; occi- 
dentale. 

EffO'UjULSVCii^ f «w. prontamente; pre- 
stamente, con impeto. 

Eiri. avv. finche , fino a tanto che. 

Evnixu, pres. forniamo da s^rrixa, 
star ritto; persistere, durare; resta- 
re , sussistere. 

Est è) impers» e lecito. 



[ 



( 1^4 ) 



E2 ET 



EnricCy olì, /f fuoco , focolare , lare , 
casa. 

EtTiOLdi^y toìi^/, coDTÌto, banchetto, 
dal seg, 

E9Tia&>, contr. w, fare un banchet- 
to , un convito, dare un trattamento ; 
accoglier tra i lari j in med, ban- 
chettare, pasteggiare, divorare. 

EtfTup , opoi , m. cavicchia o chiodo 
che congiunge il giogo ed il tj- 
mone. 

EffuiTTSpov, avv. di poi. 

Effvàjoa, a^,/. focolare, gratella sul 
focolare o tuli* ara. 

EaxoLTid, as, jon, tq, iq 5, /. estre- 
mila dì qualunque cosa j orlo, spiag- 
gia; parte estrema d'un paese, cioè 
parte d'nn paese, la quale h sui con- 
6 ni di esso. 

É^x^''^^^) ^^ì R.^ clausola, conclusione. 

F<yx*'^05, >I, ov, ultimo, estremo. 

EtT^o^TÓuv, p<ir£. A" e^xaTOw , i/i«j. 
essere o venir l' ullimo , trovarsi o 
aggirarsi nell'ultimo luogo o fra gli 
ultimi. 

£(TXtxTw;, (ICC. ultimamente, da ul- 
timo. 

É'SOì^iVj avv, ài dentro. 

Etoc^Gi), esaminare, ricercare. 

Erocipeta, a$, /. società, compagnia, 
amicizia. 

ÉTaipv}(7t$, ecdg, /. impudicisia, pro- 
stituzione. 

Eraipi^a); e Tapino), esser compagno 
di fatiche, pericoli, ec. ; era^i^o- 
/xai , associarsi qualcuno | prendere 
alcuno periBuo compagno, amico. 

'éroCipoi, ou; txoLpOi, ou, m. compa- 
gno , camerata , amico j discepolo , 
cioè della scuola d'un tate, 

ETocffjmò^ , ou , w.j eraai^ , sciif , /. 
esame, ricerca ; numero. 

^TSiog, a, ov, annuo, che si & ogni 
anno. 

Et8Ò;, ou, adj. vero. 

ETSpaXxvìs, éo;, e. dubbio, ambiguo; 
ora d'un partito, ora dell'altro. 

Ets/sv] : érspvifi, dall'altra parte, in 
un* altra maniera. 

ETepvi/jis/9os , ou , adj, alternante i 
giorni. 

J^TSpdyXuffffo;, ou, e» ch'è di diverso 
linguaggio ; che parla varie lingue. 



ET ET 



'Értpoloi^ a, ov, diverso dagli al- 
tri. 

Ere/3ÓxXiT0$, ou, e, eteroclito, che si 
declina in una maniera irregolare; 
term, gram, 

E«po5, pa, pov, altro, direrso; uno 
di due. 

'ÉrtpÓTttq, TQT05, /. diversità, varietà. 

ÉTtpóa, alterare, mutare. 

^TSpu&s; ercfju d'evi ayv. da un bto, 
dall'altra parte. 

ET8/9a>d^t, atfv, altrove, aitronde. 

ÈTÌpoìi, avv, altrimenti; in un'altra 
maniera. 

Erspwffs; eré/so^s, avv, verso un'al- 
tra parte, dall'altra parte. 

tìrépwais, ews,/. alterazione. 

ET6710J . ou , e. annuo , anniversa- 
rio ; d'ogni anno. 

Etsx\ avanti asp, inv, di STSXC. 

Ervi^, ou, m. familiare; domestieo « 
compagno, socio, congiunto; in Om, 
suddito, cittadino. 

EriQvtat, &)V , m. Etesii, venti che 
spirano regolarmente ogni anno nella 
medesima stagione e per un deter* 
minalo numero di giorni. 

ETTQTU//.OV, avv. veracemente. 

Et>ÌTU/X05, ou, C. V» iT^pLOi. 

ETt, avv. ancora, in oltre, di più; 
^ in seguito. 

ÉTOt/Aa^u, apparecchiare, preparare. 

ÉT01/X05, ou; attic. STOi/mof, ou, e, 
pronto , preparato , disposto « appa- 
recchiato. 

EroipLùiiy avv. prontamente; con pre- 
stezza ; con buona disposisione; 
STOi/AU? *X^^^} mostrarsi pronto. 

]^T0$, SOS, n. anno, annata. 

ETUJU105, ou, e. vero; verace; reale. 

£ru/i.w$, «tv. veramente , realmente , 
giustamente. 

Erfiioios, ou, e. inerte, inutile, vano. 

Eu, avv, bene, felicemente , egregia- 
mente. Jn compos. con altre parole 
dinota bontà di natura, od anche 
facilità d'un' operazione; eu Trpocr- 
TCiv, stare come si desidera, star 
bene, passarsela felicemente; esser 
felice; e questa era la formala che 
i Greci usavano in principio delle 
lettere s tilla quale poi corrisponde 
il salutem dicere dei Latini j cu 



ET 

ueiXùL, Msai mollo, moUbsimo, ben 
hen€i cu ctV&K} «sp«rto. 

Buy inv. di ocuTOu, otfv, di oJ. 

Euayye^t^w, recara lieto »dduq- 
sio» la baona novella; evaDgelissare. 

EuayyéJliov , ou , n. fàusto annan- 
aio » buona nuova $ nei àtri sacri 
Evangelio. 

Euayve>tffTTQ«, ow, m,j gxioiyyiXoi, 
ou, e. che reca lieto annunaio 3 •- 
Taogelista. 

EuoyiQ^^ to;, e. puro , tanto , sacro } 
euays^ eVri, h permesso daUe leg- 
gi divine. 

Euà^ci», fuL aVo), far giubilo» menar 
festa, celebrar baccanali. 

Euatperof , ou , e. che facilmente si 
può prendere, portando d*una città j 
ucile a scegliersL 

EJocve/to^, eu, e. favorito, secondato 
dal vento. 

Euocydt^aoi, eu, c,j cuav^'s, (o$, 
e florido , leMiadramente fiorito. 

Euo^tvréoi ; cua/sevrie/tai , essere 
soddisfatto dij compiacersi in; aggra- 
dire , amare. 

£ù^ore$, eu, e. >ben pasciuto, abbon- 
aante di pascoli ; ablK>ndante di bovi. 

Eu fiducia, a$, /. buon consiglio, pru- 
denaa. 

Eu^ou^os, ou, e. prudente, che dà 
buon consiglio. 

Eu^ouf, ee$, e. ricco di bovi. 

Euyc, avv, orsù. 

Euysvcia, a$,yi nubile 3 prosapia; 
il nascer bene. 

EuyevYÌs, éo$, e, nobile , signorile , 
ben nato; di buona raaaa. 

Euycv(u$, avv^ nobilmente» gentilmente. 

Evy/ta , OLXOi , n. roto ; preghiera ; 
anche \* atto del vantarsi , del glo- 
rificarsi. 

Euy va/uiirTe$ , eu, e, flessibile, facile 
a piegarsL 

Euy veÀ/uiMV, ove«, m. e /., oy, n. ad], di 
buona niente , benigno » equo, giu- 
sto, ragionevole. 

Eu^ac/uiovcw , contr» w , fut, >i<7M , 
esser beato , vivere in seno della 
felicità. 

Eu^acyxovca, olì ^ fon, ^«I ) M^ /> 
fisicità, beatitudine. 

Eu^atju.ovt^6), giudicar beato ^ chia- 
mar felice. 



ET 

EuJatjuitfvwC, aw» felicemente, beata- 
mente. 

Eu^ai/Awv, o-iOi^ e, fortunato, beato, 
felice; ricco, dovizioso. 

EuVsi(Ìl0{ , OM j e. sereno , chiaro ; 
tranquillo; situato in luogo aperto, 
/a sua radice è ^tqXoc, Altri inter» 
pretano, situato all'occaso, e deriva- 
no questa voce da SiieXoi ; altri 
situato a meaaogiorno, e la fanno 
derivare eia diiXri. Neil* Odissea 
questo epit, h sovente appropriato 
ad Itaca* 

Eu^cv^pes, o\}i e. ricco, abbondante 
d'alberi. 

£ud'y]>o$, OMy e. assai palese, mani- 
festo. 

EuJi'a. a$, /. serenila, ciel sereno. 

Eu^txta, a$,/. buon diritto; retta 
giustizia; giudizio sincero. 

Eu^tog, eu, e. sereno, dolce, tran- 
quillo. 

£jJ'uY]ro$, eu, e, bene edificato, ben 
fabbricato. 

Eu^oxsw , incontrar 1* altrui approva- 
zione ; goder di una buona stima ; 
affezionarsi. 

Eu^oxio, a$, /. benevolenza, compia- 
cenza. 

Eu^oxi/mcu , eontr, w , aver buon 
nome, esser lodato, ottenere l'appro- 
vazione generale ; farsi onore. 

Eu^oxi/xos, eu, e. probo, approvato, 
lodato. 

EuVo^su , contr. w , essere celebre, 
aver gran rinomanza. 

Eu Jofia , as , /. celebrità , buon 
nome. 

Eu (^0^0;, eu, e. illustre, glorioso; 
probo , stimato. 

TS.yjSpop.Oi , e. veloce , presto , felice, 
vale a dire che corre alla meta. 

Eu^w,/cft. y)''7&>, dormire. 

Euei^TQS, «o«, e. specioso, bello , ben 
formato. 

EuUccio$ , eu , e. buono a produrre 
ulivi , abbondante di ulivi e di 
olio. 

Eus^ia, a$ , buona disposizione del 
corpo , sanità perfetta. 

Eu8/?yMi«, «5,/ beneficenza, bene- 
fizio , favore. 

EuspysTSW, beneficare, far del bene. 



( i66) 



ET 



Eus^sysTvi/xa, aroi, n. beneBzio^ ser- 
vigio. 

EuSjOysrvi^P ou, m. benefattore. 

Ejs/^yWS) eo$, e. ben fatto, ben lavo- 
rato; tùtpyTÒi , so;, jo^/. benefat- 
tore. 

EuSjOXV)^) ^%&^* ^^° chiuso, ben mu- 
nito. ^^ 

Euepvv];, ioi, che vien su bene, ben 
crescente , ben pasciuto , ben dispo- 
sto; florido. 

EuSTvjpioc, oc;,/'» buon'annata. 

Ev^uyo;, ou, e. ben congiunto; bene 
accoppiato; che ben sopporta il giogo. 

Eu^wvo;, ou, e. elegantemente cinto, 
che ha bella cintura. 

Evviys^ia, a;,/, buona amministra- 
zione ; rAto governo. 

EuMSrsia, e'ioc;, ^. probità, placidena, 
semplicitli, dabbenaggine. 

Euy]3ry]§, eo;, e. adj. probo, sem- 
plice ; stollo , sciocco , balordo. 

EuYjxv];, eo;, e. bene aguzzo , acutis- 
simo. 

EuvjXio;, ou, e. solatio, espotsto al 
sole , aprico, arioso. 

EuTJvwp, opo;, m. virile, che rinforza 
l'aaimo agli uomini; che infonde 
maschio vigore. 

EuvjpY];, so;, e. agile, facile a ma- 
neggiarsi ; ben fatto ; maestrevol- 
mente lavorato, ingegnosamente co- 
struito. 

Eu3ro(>Y]$, ou, e. ben fiorente, ben ver- 
deggiante. 

Eu&avaiyia , ai-, f' morte facile e 
felice; dolce morte. 

Ej^ap^Y];, éo;, e. pieno di fiducia; 
audace. 

Eudrap^w;, avv. coraggiosamente, in- 
trepidamente. 

Eud^eia, ac, via in linea retta. 

Ev^revéu, fiorire. 

Eo&gT6w , cowfr. w, ordinare, porre 
in ordine, assestare, disporre. 

EvdrzTt^o), disporre attamente, accon- 
ciamente. 

EiiSrero;, ou, e. alto; proprio a, utile a. 

Eu3rgTC>); , avu. acconciamente ; in 
modo ben acconcio , opportuno» ap- 
propriato. 

Eu^rsu; , avv. subito ; su &sa)$ Tra- 
poi.^priiiKj subito, di botto. 



ET 



EuSryjvso), contr. u, prosperare; es- 
ser felice ; essere ben costituito ; «s« 
sere abbond«inte; abbondare. 

Eu^pi^; tyjrpi^o; ^ e, che ha una 
bella criniera. 

Eu Srpovo;, ou, e. che ha un bel trono, 
che siede sopra un bel seggio. 

Eu&u , avv, subilo , a dirittura , ritta- 
mente ; ad un tratto. ■ 

Eu^u^txo;, ou, e. che sentenzia a di- 
rittura , subito. 

Eu^u/Asci), contr. ól, esser di lieto 
animo , aver coraggio. 

Eu^UjULia, a;,/, ilarità , alacrità, di- 
sinvoltura. 

Eù3ru/uio;, ou, e. eh' è dt buon ani- 
mo; benigno, coraggioso, pronto, 
agile. 

EuSru/t&>;, avtf, allegramente, di buo- 
na voglia , vivacemente ; con pron- 
tezza; coraggiosamente; benignamente. 

EUd^uvv], vi;, y. conto, esame; ricerca 
nel, 0, per il rendimento dei conti ; 
citazione, accusa, pena. 

Eud^uvo;, ou, e. direttore, correttore, 
censore. 

Eu^uvffi;, s«;,/. l'andare in linea 
retta , indirizzamento , opposto a 
x«/t'^t;, curvatura. 

EuSrvvTYjp, vipOi, m.j SU&UVT>Ì5, OU, 
m. direttore , correttore , reggitore. 

Eu^ruvu, reuder ragione, amministrar 
giustizia. 

Eu^ruvu, correggere, regolare. 

EuSru;, sta, ,u, retto, diritto. 

Eu&u; ; su&sca;, avt^, prontamente, 
tosto , a dirittura. 

Eu&uTYj; , vjTo;, /. relliluditte , e- 
quità. 

Eu'rXarsuw , /«/. suvoi, esser propi- 
zio, favorevole. 

EuiXaro;, ou, e. propizio, favore- 
vole. 

Eu t TTTto; , ou , e. che ha buoni . ca- 
valli ; pratico nell'arte di cavalcare. 

Euxatpsu , trovare opportunità , aver 
tempo. 

Euxatpéa, «;,/• opportunità, agia- 
tezza , tempo favorevole. 

Euxaijoo; , ou , e. opportuno , co- 
modo ; ben situato. 

Euxaipu;, atw* opportunamente, agia* 
tamente. 



( 167 ) 



ET 



Eu'xaaìrro^ ov; ciìxa/tTni^ so;, e, 
ficilmente pi^berole, flessibile; fles- 
suoso, corvo; rotondo. 

Evxaajfta , a?,/* &cile piegatura, 
fl«ssiLiIilà. 

ExixocpSiOiy e, coraggioso, altiero. 

Eùxa.poiaiy avv, coraggiosamente, al* 
teramente. 

Erixccpicicc^ ecg^/. fertilitài, fecondigli 
bontà in ordine alle prodiuioni ddla 
terra. 

Euxa/37ro$ , ou , e. fruttifero , feeon> 
do, buono in genere M frutti. 

EuxoépTrw;, aw. fertilmente , feconda- 
mente , fruttuosamente. 

EuxcaTO$, oUy e. fàcile a fendersi | 
soflBce. 

BuxYi^o^ OU, e. tranquillo, quieto. 

EtfxvfXoK, avv. quietamente , tranquil- 
laaMDle. 

EuxcVYiffto, «$,/• agilità, mobilità. 

EuxcvyiTo^s, agilmente, mobilmente. 

Eux>ev}$. ioiy e, glorioso, celebre^ o- 
norerole. 

EuxXcia, OL^ìf' gloria^ splendore di 



Evx\tt^o»i/ui. ttf«, celebrare, esaltare. 

EùxAciói^, avv, gloriosamente. 

EuxXvji;, iioijf. ben chiuso a chiave. 

EvxjLwaro^ ou, e. ben filato, ben tes- 
suto. 

EuxyT)|Uit$, 1^0$ , e. ben calcato , ben 
guernito in gamba ; epit de' Greci 
per le loro gambiere brillanti e 
che serravano a perfezione. 

EuxoJlta , a$ , /. facilità , trattabi- 
lità , pi^hevolezsa , condiscendensa | 
trivialità. 

EuxoXo;, ou, e, facile, semplice. 

EuxóXa); y aw. facilmente , spedita- 
mente. 

Eùxo/Efto; , ou , «. che ha bella chio- 
ma, ben chiomato. 

EvxoTTia, ai, fi facilità, genlilesza. 

EuxoTTOf, OD, e. facile, gentile. 

£vxÓ9/AV]ro;, ou , a<f/. ben adorno; 
ben regolato, elegantemente costruno. 

EUX09/A0S, ou, r. ben adorno , galante. 

Euxé^/AO);, atv. con el^anza ; con pro- 
prietà, con bel garbo. 

EvxpoLipOij ov, e. che ha belle coma. 

Evxpavio, M$, / buona temperatura 
d'aria, buon clima. 



ET 



Eux^cvsM, contr. uj (ux|9Ìvfli>./Mt. ivù, 
a. 1. euxotva^ discerner Lene, sce- 
gliere con buon discernimento ; di- 
sporre in bnon ordine. 

£vxT«ro$, a., O'f, desideràbile; e/Mt. 
proprio degli Dei che accettano i 
voti e le preghiere. 

E-jxri/tevo$, ou; éuxriro^ ou, adj. 
ben fabbricato, ben fatto, di strada. 

EuxtÒ;, v], òv, desiderabile. 

£vxux).o;, ou, e. ben rotondo. 

EuXoc^eia , olì, f. saggia circospetio- 
ne ; precauzione ; timidità ; pietà 
verso gli Dei; religione. 

Eu>a^so/A«i, contr. ^ou/xat, temere, 
guardarsi bene. 

Eu/a^vj;^ ioif'c. circospetto, timido, 
verecondo, religioso. 

EuXa^ól;, acc. cautamente , timida- 
mente, accortamente. 

Eu>aì, ùv,/. vermi che nascono dalla 
putredine. 

E\jXtip.ùiV, OTfOi, e. che ha bei prati; 
abbondante di praterie. 

EvXinpv., MV, n. briglie, redini. 

EuXoyeu, contr, u, /ut. lìtta , bene- 
dire ; lodare , vantare. 

EuXóyyiTo;, v], ov, benedetto; lodalo. 

EuXoyìa, «;,/*• onesto discorso, lode; 
benedizione ; elemosina. 

ExiXoyoì, ou. e. ragionevole , giasto , 
fondato sulla ragione. 

Eu/ta&eto, as; eu/Aa&ia, a;,/. faci- 
lita d'imparare; docilità. 

Eu/Aa3ryì$, so» e. docile all' istruzione, 
che impara facilmente. 

Euaao>]5, so;, e. facile, agevole, che 
tacilmenle si può procacciare. 

Eu/uisys&«5Tspo5 , pa, po-t, eompar. 
d'trJpLsyiòrii, molto più grande. 

Eu/Asys&vjs, so;, adj. stragrande, mol- 
to grande. 

Eu/A8Aia;, fon, v]; ; suuasXtoe;, ou, 
m. abile nel maneggiar Tasta di fras- 
sino. 

Euas'vsia, a;,/, benevolenza, placa- 
bilità. 

EJ//.sv8t>i;, ou, m. benevolo, amico. 

Eu/A8V8ca , essere benevolo o pro- 
pizio. 

Eu/Asvvì; , so; , e. bene intenzionato 
verso qualcuno; favorevole, amico, 
demente. 



(i68) 



ET 



EvMSVi^cg, n. pl.f, Eofflenidlf Furie, 
Dee della giustisia punitiva. 

Eujuisvw;, aw. beDignamente, benerol- 
mente. 

Eu/uieTof^/ifjTo« , ou , w. e/j tov, 
n. Adf^'. mutabile, incostante. 

E\jfisrpoi , ou, e. di convenevoi mi- 
sura , di appropriata lunghetta. 

Euuy]xyi$, to^, e, ben lungo, ben alto, 
ai statura alta. 

ExjfiYìXoi^ ou, e. abbondante di pecore. 

Eu/aoXttsci) , cantar soavemente j far 
sentire un bel canto. 

Eu/xo^TTia, a$, yi canto melodioso. 

Erjfuopfi», Kiyf, bella forma, bel- 
letta. 

E^fiopfoq^ ou, c. bello, che ha una 
bella cera. 

Eu/auX(tq, tjs, /. rumore. 

Euvà^u, sopire, addormentare j n0M<r. 
dormire , riposare. 

EuvociójULsvo$, ou, ad/, ben popolato. 

Evv«irào>> , esser bene abitato , ben 
fabbricato anche di città , case e 
simili, 

Euvocm; euvoc^o), assopire; addormen- 
tare ; in med. addormentarsi , dor- 
mire; coricarsi in letto. 

Eùvv], T)$ , /. letto» tenda; covile; 
tomba ; ancora. 

Er]vin$(&v, aw, dal letto. 

Euvv] ros, oUf e. ben tessuto. 

Euvtf , 10$, e. privato di; vedovo, 
orbo j orfano. 

Euvos&> , contr, a^ voler bene, esser 
benevolo, esser ben disposto di animo. 

Euvoto, ag) yi benevolenta » favore; 
amore, il voler bene. 

Eu\oiV.òs, >f, òv, benevolo, amorevole. 

Euvoixeus, aw» benevolmente, amore- 
volmente. 

Euvo/Ai'a, aiyf. buona legislatione ; 
equità ; Eunomia; nome di una delle 
tre Ore, 

Euvoos , ou , contr, sJv9u$ , OU j e. 
benevolo, affettuoso. 

Euvoù^o^, ou, e. eunuco « impolente, 
sterile. 

Euvóa>$, avf;. benevolmente. 

Eu|s(7T0S, ou, e. bene unito, ben pu- 
lito. 

Eu ^oo;, ou, e. ben nnito, ben pulito, 
ben lisciato. 



ET 



Euoivof, ou, e. che produce, che h 
buon vino. 

Euo/?xèa), co/ifr. xù, giurar santamen- 
te, giurare il Tero. 

Euopxia, a«,/. osservanta del giu- 
ramento. 

Eu opxos, ou, e, che osserva relìgio* 
samente il giuramento. 

Evopu.Oi , ou , e. che presenta ai t* 
scelli un sicuro asilo. 

Euotfju.o$, ou, e, di buon odore, che 
sa di buono. 

Euox&o«? ou, e. lieto, allegro. 

EuTrayv}; , e. ben commesso ; fermo» 
saldo, fitto. 

EuTtai? , OLiSoi , e, che ha buoni 6- 
gliuoli, buona prole. 

EuTrapuf o;, ou, e. pomposamente ve- 
stito; abbigliato. 

EuTrarspsioc, as, /. nata da buono o 
gran padre ; eh* è d' una gran na- 
scita. 

EuTtarpis , iJ»S, e. .nobile; così 
chiamatasi la prima classe del pò» 
polo in Atene, 

EuTTst^'s, cos, e. che facilmente ub- 
bidisce. 

Eu7rsi9ro$, ou, e, facile a persuadersi. 

EuTtsTrio?, ou. e. che ha bel peplo; 
adorno di bel peplo; leggiadramen- 
te velato; ben vestito. 

EuTTsraXo^, ou, e. ben fornito di 
frondi , frondoso , fremuto. 

EÙTvnyrii , éof , e, bene unito , bene 
accoltalo, ben formato. 

EuinjxTos, ou, e, che ha le parti ben 
connesse, saldo ; ben fabbricato; ben 
chiuso. 

Eu7r)^8XTÌ$, cos, e, bene intrecciato; 
ben contesto. 

Eu7rXéo$. jon, tuTrXeios, «l'a, ilo'», 
pieno toppo; ripieno. 

Eu7rXot>i , rtijf. prospera naviga- 
tione. 

Eu7rXoxa/AO$ , ou , e. che ha belle 
brecce ; che ha bei capellL 

EuTrXuvvi^ , £0$ , e. ben lavato , ben 
mondo. 

EuTtvoos, ou, e, ben respirante , che 
spira favorevolmente. 

EuTTOiéu, beneficare, ben fare. 

Eu7roiYiTO$. ou, e, ben fatto; ben la- 
voralo; elegante. 



( i69) 



ET 



c^ f, beaeficenia. 

, OD, e, abile aUa gaerra ; 

lerhero , prode. 

eontr. ói, abbondare , es- 

renir ricco ; in med. e'JTTO- 

Qontr. O'J/Aat, avere di al- 

I in abbondanza , abboo* 

c^ f, abbondanxa, facolOt. 
)U, e. opulento, copioso» 

av9> fàcilmente , copiosa- 

:esso, baona azione. 

euTTparro) , rioscir feli' 
idle imprese; aver buon 
essere fortunato. 

a$ , /. decoro , bellezza , 

éoi, e. bello , adomo, de- 
ecioso ; decente. 
avv. decorosamente ; de- 
>, con bella maniera, sotto 
retesto. 

, ou, e. facile ad accen* 
uciare. 

0$, ou, e. accetto, aggra- 
da , cciìf* afiùbilità, or- 
'Of) ou, e. affabile, cor- 

)0D$, avv. agibilmente, pia- 
! , cordialmente. 
, ou, e. accessibile, di fa» 
0, quindi d'un umore af- 

;, o\Jf e» di bello aspetto , 

O'J, che ha una buona o 
a. 

ou, e, fornito di belle « di 
'i , ben difeso. 
»vo$, m, e f.j ov, /i. ad], 
.0, òx folta barba, d'uomo 

u, e. che produce buoni 

obbliquamenle, di fianco. 
5, y. ritrovato, invenzione, 
ji , m. ritrovatore , inven- 



ET 



Eupvijuia , aro; , n. ritrovato , inren* 

zione. 
Eujsiffxw, per^. l'rr. trovar con* ricerca, 

ritrovare , prendere , f, iixa , fiU» 

Y}<ra}, a. 8. sujeov. 

£vpó^eio$, ^stv}, ^sioi», che ha Ur- 
ghi sentieri ; spazioso. 

EZpooq ; èuppooi , ou , e che (adi- 
mente leggiadramente scorre. 

E-Jj90$, so;, n. latitudine, larghena. 

Exjpo^y ou, m. Euro , vento orienUds, 

Eù'ppocoT^ij io^j e. ben cucito. 

Eu/9pstTV];, Oli, e. che ha un bd coriO| 
che scorre con belle onde. 

Eùppeu;, eto;^ svpp'vì;, co;, r. che 
leggiadramente scorre j il coi cono 
e facile e placido. 

Eu/?uayuie;, ov, adj, che ha strade 
ampie. 

E'JpuSrjuLo;, ou, c. armonioso, che ha 
un bel ritmo; numeroso. 

Ejriuxpsiwy , OVTO;, m. ampiamente 
aominante. 

Eilpu/ASTUTro; , ou , e. che ha larga 
ironie. 

EìjpxJvoiy dilatare , allargare. 

Eupuo'^eto;, a, ov, e e, fornito di 
ampio carro. 

E-jpùnopOi, ou, e. che ha lai^hi pas- 
saggi ; spazioso, vasto, 

EvpuTruXvi; , co; , e. che ha larghe 
porte. 

E\jp\jpU^tpoif OU, e. che ha na'ampia 
corrente. 

Eupupé&>y, ovTo;, che scorre in nn 
ampio letto, epii. dei fiumU 

Euj9u;, Cloe, u, largo, spazioso , ampio. 

EjjOUffdrevvj;, co;, e. ampiamente pos- 
sente. 

Eupu'ffTOao;, ou, r. di ^nde aper- 
tura, di gran bocca, di Targa entrata. 

Eupu^uyj; , éo; , e. che ampiamente 
cresce o germoglia. 

E\ìp\ìx^p^iì ioiy e, spazioso. 

Eu/?uxfi>>pioe, oc;,/* spaziosità. 

Eupvxoi)/9o;, ou, e. spazioso. 

Eu/3uw<j/, otto;, c. aropio-veggente. 

Eu/3&>^>i;, so;, e. muffalo, putrefatto. 

Eu/9G>>et;, cvTo;, ripieno di sqoalbre; 
tenebroso. 

EUjOÙ;, wTo;, m. mafia. 

Eu!o»9r6i>;, at'i^. robustamente, con va- 
lore, con forza. 



( 170 ) 



ET 



E0'$ ; cso;, buono , prode i valoroso ; 
bello, leggiadro. 

Eutfa/Txos, ou, e. corpulento; che ha 
una bella carnagione. 

Euff«j3eia, a?, /*. pielk verso Dio, re» 
ligtone , rettitudine , onoratesza ; di 
raro in pi. 

Euve^soA, contr. ^ù, onorar bene gli 
Dei. esser pietoso, venerare. 

EuffeS^u^, eutfs^&>$, avv. piamente, 
religiosamente ; onestamente | onora- 
tamente. 

Eu'9s|3y}/uia , arof, n. atto di pietki 

dovere di religione. 
jSu(rej3Y}$, eo^, e. chi rende agli Dei 
il culto che loro è dovuto; religio- 
so, pio. 

Euffciffrog, ou, e. facile ad essere scos- 
so ; soggetto ai trerauoti. 

EuffsX/xos , poet. i'joasXfiLOi^ ou, e. 
ben fornito di banchi; che ha saldi 
tavolati. 

Z^a)ioLp$(ixoq^ poet. ivtsxùLp^fiOiy 9U, 
e. che ben salta ; agile. 

Eu9Xio$, e. ben ombreggiato. 

Eu(7X07COs, 0u, e. circospetto, previ- 
dente, esploratore. 

EuffTrXayx^os, ou , e. che ha buone 
viscere, misericordioso. 

EucTtopOiy ou, e, ben seminato, frut- 
tifero. 

Eu^TOC&eia, a^, /. stabilita , cosUnaa. 

Euffra^vjg, eo;, e, stabile, costante; 
fermo , solido. 

Eu(7TadoI$, avv, stabilmente, costante- 
mente. 

EuffTSf avo$ , ou, e. cinto di una bella 
corona; accerchiato da belle mura. 

EÙffToXos, ou, m. e f.j -Xov, n, tuij. 
ben vestito, ben adomato. 

EuVrox^a, cui^f. destreaxa buona, 
giuditiosa maniera. 

EutfTOxog, ou, e. avveduto, sagace, in- 
gegnoso. 

£u9T0XU$) f^v9* destramente, tirando 
giusto, sansa fallire il colpo. 

Eu9Tpe^yì$ , so$, e. ben attorto, ben 
piegato. 

EuiTTpo^ia, a;,/, volubilità, mobili- 
tà, arrendevolezza. 

EuffTpoyos, ou, e. V. euffTpwTÓs. 

EuffTpó^o)^, avv. volubilmente, mobil- 
mente. 



ET 



EuVrpoiTÒf , ou , adj. cu cui è stala 
distesa qualche bella cosa. 

Eu 79U/90$, ou, e. di bei piedi ; svdtf» 
agile, scalzo. 

Eu7X>7/iL09Ùv>i ,«)$}/• bellesia , dò- 
ganza. 

Euff^W/^^V) ovo$, tf. bello, adorno, de* 
cente. 

EuV^vi/AO);, av9, decentemente. 

EJTOUCTOs, ou, e. ben ordinato , ac- 
concio. 

EuraxTa>$, avv. eoo buon ordine, ac- 
conciamente. 

Eura^io, a;,/, buon ordine, modestia. 

EuTC, atv. una volta , quando , men- 
tre . siccome ; cosi. 

EùreixsoS) o\)^ e. ben murato; cb*è 
difeso da buone mura. 

EuTgiXTQS? «05j e. ben munito. 

EuTSixviryis, ou, e, ben fortificato, 
ben difeso. 

Eùrexvo;, ou, e, fecondo di figli, 
che ha il bene di aver molti figliaolL 

EuTsXsio, a;,/, frugalità, risparmio. 

EuT6^S(rT80O$ , poL , ooif , compar. 
d'tyjtikm^ più frugale, più povero; 
più vile. 

EuTS^vif , cog, e. frugale, meschino, 
vile ; di poca spesa. 

EuTsXi^Ci), avvilire, far poco caso. 

Eur/uiy]TO$, ou, e. ben tagliato. 

EuTOX^a , a^ , /. fecondità , fàcile 
parto. 

EutÓxo^ , ou , r. fecondo , che £ieil- 
mente partorisce. 

EuToX/iLO$, ou, e, ardito, coraggioso. 

EuTOVia, as ,/. fermezza , forza nel 
distendere , sforzo , agilità. 

Eiirovo^, ou, e. valido, tenace. 

EuTovca^ , avv. costa ntemento , con 
forza, violentemente. 

EuTpaTTS^ta, a;,/, urbanità, grazia, 
piacevolezza ; buffoneria. 

EuT/socTreXo^ . ou, e. urbano, lepido, 
piacevole, faceto. 

EuTjOSTnis, éos, e. pronto, preparato a. 

EuTpeTTi^ca , preparare, fornire, ali»* 
slire. 

EuT/?S7ru^ avv. prontamente, ratto. 

EuVpsfvi^ , so;, e. ben nutrito » in- 
grassato. 

EuT/9y}T0$, ou, e. ben traforato « ben 
bucato. 



ET 

BurpOTrto, a^,/. costumatemi in- 
dole dolce ed afibbile. 
BuTpó^^aXo;, ou, e. luogo in cui si può 
agevolmente correre ; bene spianato. 
Eurpox®'» • P^^' «wTpox^Sj o\j , e. 
che corre bene : agile, veloce j volu- 
bile, che ha belle ruote. 
EuTUXTO^, ov, e. ben fabbricato | ar- 
I Uficiosamente fatto. 

Euru;(S w, contr. xóè^ esser ben avreo- 
i turato, aver fortuna. 
' ZuTJx^if^OLj aro$, n. fortuna, buon 
' successo, felicitai , buona ventura. 
I EuTU)(Yf%) <o$, e. fortunato, felice. 
* Eurv^ioc, a$, /. buona ventura , feli- 
; citìi , condixione felice. 
i EuTux^v) '^f'* felicemente « prospera- 
i mente. 
EvuSpoq^ ou, abbondante d'acque» 

l>en irrigato. 
BuJ/AVO^, ou, e. degno di lode; de- 
gno d*esser celebrato. 
EufavYÌ^, to$, e. chiaro, illustre. 
: Eupvittéa), corrispondi al latino bona 
verna fari ; proferir fauste parole ; 
I accompagnar la preghiera fatta agli 
, Dei. 
BuoYijULtoe, a$, f. buon augurio, buona 

nma, lode, titolo onorevole. 
Ev^vifioi^ ov, e. che ha buon augu- 
rio, onorifico} lodando, dicendo bene. 
; Euf doyyo$, ou^c. <ihe snona bene, 
i sonoro. 
Euf>opcft}, abbondare, esser fertile. 
EwpopioLj a$, /. facilità a portare , 
a sopportare il proprio male j fertilità. 
Eiifopoij ou, e, che fàcilmente si può 

portare 3 fertile. 
Eu^dpfio^. apv. facilmente ; fertilmente. 
EìifpaLÌio»i , aw, elegantemente , in 
bel modo ] prudentemente j con mol- 
ta circospexione. 
Eufpaivo/Aai, rallegrarsi, dilettarsi. 
Ev^paivfii») rallegrare, dilettare; con- 
solare» confoi^tare. 
Buopovéft», esser savio, sensato, prn- 
oente; pensar rettamente» aver buon 



EU9/909UVVI, v)s, / allegretca , letisia, 
ilàrilà I Eufrosine od Eufrosina , una 
delle tre Grazie. 

Eu9/9«iv, ovoij r, ch'à di syia mente; 
ilare » pootento. 



ET 

Eu^VYif, 10$, e. ben nato; nato con 
buona disposicione; ben fatto {bello; 
ingegnoso. 

Eufuia, -a$, /. bontà, destretsa d'in- 
gej^no, buona indole ; abilità naturale. 

EvicPU^ocxTO^ , ou , e. facile a custo- 
dirsi, ben custodito. 

Eup-joì^ , avv. come a Luon indole 
conviene; ingegnosamente, bene ac- 
conciamente. 

Eufuvo^, ou, e. che ha una buona 
voce; che ha un buon suono un 
suono aggradevole ; che ha una forte 
voce. 

Eu^aipi^, (To$, e. aggradevole , gra- 
sioso, elegante. 

Eu^aXo;, ou, e. fatto di buon rame. 

Eup^aptffTSOd , contr. cj, /ut» viau , 
esser grato , ringrasiare. 

EuxapiffTia, «5)/« gratia, ringrasia- 
mento; eucaristia» sacramento della 
legge novella, 

Eu^aptcrrog, ou, e. soave, giocondo » 
memore del beneficio. 

Eu^stp,, poij e. abile, forte di mano. 

disposizione, aLilità; agilità» legge- 
rezza. 

Eu^spi}?) ioi^ e. fàcile a maneggiarsi » 
eh* à facile a sedurre ; leggiero. 

Eu^spcl^, acv. facilmente, lievemente. 

Eu^srào/Aat, pregate, supplicare, far 
voli ; porger preghiere j rÌDgraiiare ; 
millantarsi. 

Ew^V], iii^ f. voto, preghiera. 

Euxo/itai , flit, |o/Aai , pregare, do- 
mandare; supplicare, far voti; van- 
tarsi , gloriarsi. 

Eu^o^, eo$, n. gloria, onore, iattanza. 

Evxpv]7Tia, as, /. comodo, uso, uti- 
lilk. 

Eu'xpTO^To;, o'j, e. utile, como^lo. 

Euxpovj$, éo$, e. che ha bel colore. 

Eiix^^og , ou, e. che ha buon sugo , 
saporito. 

Eu^uAcu;, avv. con buon sugo, sapo- 
ritamente. 

Eux«XW, *!«,/. voto, preghiera, glo- 
ria , vanto. 

Euéox^W) contr. ùj/ut. W^», essere 
di forte e buon animo; confidare. 

Evu, abbrustolire, abbruciare « arro- 
stire. 



(I70 



ET E« 



Eued^>I{, 80$, e, che spira bnoa odo- 
re, fragrante , olescante. 

Euu^ioe , a$ y y. bnon odore , fra- 
gransa. 

Euuv u/AO$, ou, e. di fausto nome, il- 
lustre ; sinistro } a sinistra. 

Euuvog , ou , e. acquistabile , che si 
può comprare con poco. 

EueJvus, wv. a buon mercato, a ufo. 

Eu(Ù7rt$, e. di beli* occhio , di beli' a- 
spetto; venoso. 

EJwxéo/uiac, contr» w/mac, convitare, 
far convito , banchettare , mangiar 
bene, pasteggiare. 

EuGi^ia, as, /. convito, mensa «ban- 
chetto. 

Ef^\ sta per ini 9 avanti alle parole 
incominciale per vocale aspirata , 
V. iizii if sauTOu, di sua sponta- 
nea volontà. 

E^àXXo/Aai, slanciarsi contro ; far im- 
pelo. 

Ef aXo$; èf àXiò^, ou, e. marittimo , 
situato in vicinansa al mare. 

E^à/At»o$, ou, m. e f. >ov, n. adf/. 
emulo , simile , eguale. 

Efav^ocvu, piacere, compiacere. 

E^ocTra^, atv. una volta. 

EfaTtrì^, i^og, sopravveste, soprav- 
vesta. 

EyàTTTO/Aai, toccare; concernere; es- 
sere attaccato j pender sopra j sovra- 
stare; ottenere. 

lEfOLpixoyvij viiy /, congruenaa, rap- 
porto ; legame necessario. 

E 9 ap/Ao'^ Ci), adattare a; aggiustare a; 
congiungere; neutr, adattarsi. 

"EftSp&ìJUy assidersi sopra: stare in 
osservasione, tendere insidia; essere 
di guardia o di ajuto. 

EtpiSpoi, ou, c. che siede sopra; se- 
dentario. 

E^i^o/Aoct, seder sopra; appoggiarsi; 
esser assiso sopra; esser coricato sopra. 

E^é).xci), attrarre, strascinare, estrarre, 
differire. 

Éf 6^^$, avv. per ordine , di seguito , 
di poi; seguitando , proseguendo. 

EfÉTTCi, fftL v|;&> ; o/mat, seguire; 
perseguitare ; conseguire , abitare , 
dirigere, spingere, trovare. 

E^édTioij ou, e. che siede appresso 
il fuoco; domestico, cittadino, abi- 
tante. 



E* 



£^8T/AY], ^$,/. oommissùme» ordine. 

E^eupervìf, ou, m, rilrovatore , in- 
ventore. 

E^cupiffxoi», verb, irr,j c^eupioi, in- 
Tentare , trovare , ritrovare. 

EfTj^dTTQS, iQTOs,/. pubertà, adole- 
scenza. 

EfTnSopLOLi, dilettarsi , rallegrarsi 

£fy]Xì$, iSoiyf. fihl^, chiodo; so- 
stegno. 

Ef Tijmai , seder sopra , esser assiso 
sopra. 

E^y]/A(/?ia, OL^^ f' serie, rieende del 
giorno, ritorno periodico d'una fiio- 
aione. 

E^y]/A8/3tos, ou, e.} e^v]ttepo$, ou, e. 
quotidiano, che non dura che m 
giorno; eflSmero. 

Effìu-ipìi , iSoi ) /• giornale, effeme- 
ride. 

E^Yj/AOffUVYi , V2{,y*. commissione, co- 
mandamento. 

'Éf^òq, vi, òv, lessato , cotto , bollito. 

E^iaojmai, conversare, dileltaivù 

E^ic/xai, appetire; desiderare; raoeo- 
mandare; comandare. 

E^i^àvu; Sf 1^0), assidersi, seder so- 
pra ; far sedere. 

E^tv}juit; sficu, gettare in, lanciare, 
scoccare, spingere , inviare ; rilas- 
sare , cedere , condiscendere , con- 
donare. 

E^ixvso/*a(, contr. xvoJ/Aac, Jut, 
éfi^o/tat, a. 2. sftxó/Aviv, verb. 
irr. conseguire, toccare, pervenire. 

E^ixròg, V), òv, comprensibile » eh' è 
alla portata di tutti. 

'Efpip.tpoi^ ou, e. desiderato, grato, 
amico, propiaio. 

EfiTtTriov, ou, n. bardatura, sella. 

£^(7r7ro$. ou, e. a cavallo; cavalUere; 
uomo ai guerra che serre a cavallo ; 
equestre. 

E^ÌTrra/tatj ifiitTOpLi^ arrivar vo- 
lando; volare verso o sopra. 

E^iVtiq/ai, collocare appresso, stabi- 
lire , costituire ; mettere al gover- 
no ; applicare la mente ; piombar 
sopra ; star appresso ; in med. al- 
aarsi, levarsi su. 

Epò^iov, ou, n. viatico, vettovaglia , 
sussidio; rà 8*^0 ^s«, le facoltà, U 
bottino, la preda della guerra. 



(173) 



E« EX 



)U , 1' avvicinarsi , il primo 
d* un esercito o à* an capi> 

', Oìjj n, timone. 
», seguire, inseguire. 
, armare contro ; prepa- 
parecchiare ; apprestare. 
ontr. àf riguardare, osser- 
:ercare cogli occhi; pren- 
(censa; attendere^ invigilare, 
ao/tat, lanciarsi con im- 
a; precipitarsi contro; assa- 
senso alt. precipitar sopra; 
:ontra ; piombare addosso. 
conlr, u, spinger contro ; 
\ eccitare. 

K, /. adito, irruaione. 
u , m. finitimo ; ispettore , 
idente , nome d* un magi" 
l Sparta y Eforo, 
ou, e. acquoso, amido, ae* 

; tr^yjTZip^i^ , as^. al di 

If trilli fpoel. ey etw), porre 
orre addosso. 

, ou, e, padrone del pro- 
no ; prudente, saggio. 
;, éos, amaro, acerbo; mor- 

; , ou , e. apportator di so- 

laro; ferale. 

Tfìij f, stiva, manico del- 

ovoif m. prudente, sen- 
reduto. 

odiare ; avere in orrore ; 

avversione. 
v. jeri. 

liare ; pass, essere in odio ; 
iioso. 
, V] , ov 9 superi, inimicis- 

inimicarsi, altercare. 
5, n.j éx^pcf., as, /. odio, 
a. 

Qoc, J9ÒV, inimico, odioso; 
luto in odio , infesto. 
xvv, oslilmente. 
liare , detestare ; l;^3ro^a( , 
i odio. 
»5> fj éx*;, 105, eaiy f. 



EX ET £0 Z 



EX(V05, Oli, m. riccio marino; bolgia 
in cui si gettavano le t avide o U 
carte di cui doveva /arsi uso nel 
foro, e cassetta in cui si ricevevano, 

EX/AO, aro;, n. ciò che serve a rite- 
nere, a tener fermo, ritegno. 

Exo/xai, prendere, toccare, attaccarsi, 
esser vicino, esser contiguo. 

£xupò$ , pò, , pòv , munito , fermo , 
sicuro. 

Exupóoi), munire, consolidare. 

EX") J"^' *?" * *X**"j P* ^*X^^*> 
a. 2. iixov da axi^ì verh, irr, 
avere. Prende questo verbo varii 
sensi , secondo le varie maniere , 
con le quali si costruiscej come di 
potere, trovarsi in istato, occuparsi, 
essere, diportarsi, far fronte, diri- 
gere, drìcsare; spinger contro; «xo- 
/Aat, sostenere , reggere , prendere ; 
imprendere ; contenersi , astenersi ; 
cessare da ; dipendere. Cogli avverbj 
dinota sempre essere. 

E'Huj cuocere, far cuocere; lessare. 

É<fri/xa, aros, n.j evj;TQffi$, sa>$,/* 
cottura, lesso; decozione. 

EJ^cj, cuocere, lessare^ 

Eu, dal. sing. di sos, suo. 

Ew, vestire. 

E<u^sv, a buon'oca, allo spuntar del 
giorno ; la mattina. 

tìw&tvò;, 17, ov, mattutino. 

é&)$, avv. finche, fin tanto che^ mentre. 

Eod^f ópog, ou, IM. Lucifero, stella del 
mattino. 



Z, sesta lettera dell* alfabeto , lettera 
doppia che vale cS. Le cinque Ut' 
tere precedenti indicano di seguito 
i cinque primi numeri, ma per sei 
si piglia e; e per sette il ÌC che 
vale settemila quando si scrive con 
un accento sotto la lettera Z. 

Zoe , panie, stra, tra ; questa partic, 
non si adopera mai sola, ma bensì 
in composizione, ed accresce lafor» 
za del significato a cui e premessa, 
come ^ocTT^ouTOS , straricco , tra- 
ricco. 



Zi. Z£ 

Zd^-n , Vìi, /' corassaj i^oL^ccpùov , 
ou , n. luogo ove si depone la co- 
r«ua; armeria. 

Zav}$ , ioi , e. che violento solEa ; 
veemente, violento. 

Zà^rsog, ou, adj, che violento sofGaj 
veemente, violehtoj sacro divino, 
di luoghi abitati da esseri divini. 

ZoxaXXn's, ioi, e. bellissimo. 

Zocxorog, ou, e. altamente crucciato; 
trasportato dalla collera, indispettito. 

ZàXv], rii^f. turbine veemente, vortice. 

Za/tevv/s, e. assai nemico, avverso. 

Za7ri/A«>05, ou, m. assai pingue. 

Z(X.rpiffiij ioi, e. ben pasciuto, pin- 
gue , grasso. 

Zv.f&yyrìij so{, e. splendido molto. 

ZafXsyv}^ , éo;, e. ollremodo ardente; 
violento , impetuoso; rigoglioso. 

Zà^o^o;, ou, m. molto iracondo. 

Zaxf>siW$, èo$, e. assai utile. 

Za^petog, ouj^c. assai bisognoso. 

Zàw, contr. Cw, vivere. 

Zsa, a$, f. spelda e spelta , specie di 
biada. 

Zsià, lói 5, /. farro , sorta di grano, 

Ziìioìpoi e -ov , ou , m. e n. epit, 
poet. della terra e dell* acqua j che 
dona la vita ; che produce cose utili 
a vivere , almo, ferace, fertile. 

Zei/5Ò5, jDot, pòv, vario. 

Zévyu/xi^ ^evvùu, bollire. 

Zs^iS, £&){, y*. bollitura. 

Ztixòiy 17, òv, fervido, caldo, bol- 
lente. 

ZsuyAv], fìiff. cerchio presso il gio- 
go, ove s'inalava la testa dell'ani- 
male che si aggiogava. 

Zsuy/Aa, aro^, n. giuntura, congiun- 
xione ; zeugma , ^g. reti. 

Zeuyvu/xij ^euyvu'w; ^euyw, aggio- 
gare; accoppiare, attaccare al giogo; 
congiungere , attaccare. 

Zeùyog, eog, n. giogo, coppia, carro. 

ZfiUXT>jj5ta , «5,/. vincolo, nodo, 
legame. 

ZsuxTo;, vi, dv, congiunto , aggiogato. 

Zsu^i^, £&)$, yi congiunzione. 

Zsug , g^e/t. Aiò$, m. Giove, presso 'i 
Latini Jupiter; la suprema divinità 
dei Greci e dei Romani, 

Zgf xjpo^^ ou, m. zefiro , vento d'occi» 
dente. 



. ZH ZI ZO 

Zeu, bollire, esser riscaldato » arderei 
fervere. 

Zyiìsurvìs, ou, m. emulo, invidioao, 
geloso. 

Zv}>euu, emulare, gareggiare. 

Zy]).y)/A&)V , ovo$ , m. emulo , invi- 
dioso , geloso. 

Zyi').o$, ou, m. emulazione, rivaliti» in- 
vidia, gelosia. 

Zy]).OTU7r8e>>, emulare, invidiare. 

Zyj/otuttioc, a^}/. emulazione, riva- 
lità, invidia. 

Zy)).óru7C0$ , ou , m. emulo , invi- 
dioso , geloso. 

ZyìXÓùì. contr. ó), emulare, irritare, 
invidfiare, afièltare, ambire. 

ZviXu/AOC^ OCTO^, n.J ^V)Xci)9t$, eoK)/* 

emulazione , gara , gelosia. 

Zvi>c>)TV]$, ou, m. emulatore, selaole , L 
geloso. 

Zv]X&)Tixò$, YJ, dv, che emula , che 
gareggia. 

Zy)AUTO$, V], dv, ch*è da emularsi, in- 
vidiabile , degno d* invidia « quindi 
felice. 

Zy)/iLia , Ki ,/<• danno , molta , am- 
menda, punizione, gastigo. 

Zy] /Aldo/mai, scapitare; soffiir dauio. 

Zyi/ttò&), confr. ó», recar danno, dan- 
neggiare, far danno. 

Zrìp-i(àSiniy eo$, e. nocivo f daoneso. 

Zv}/Aic>)(7i$, SMS, y. pena , ammenda , 
punizione. 

Zy]V, lAo. di ^av, t/i/I. di ^àoi. 

Zrtréu, contr, Ìm, indagare, cercare; 
informarsi , chiedere ; desiderare ; 
studiarsi , sforzarsi. 

ZTQTTQ/Aa , aros, n.j ^Wt*]<ji«, 10*$, 
yi ricerca , investigazione , indagine. 

Ztqttqtyjs, ou, m. inquisitore, inoet- 
talure ; commissario. 

Zi'yyos, ou , m. suono delie api e tU 
simili insetti j ronzio. 

Zi^àviov, ou, n. loglio, aizaania. La 
parola zizzania s' adopera anche ai 
Jìg. per indicare discordia. 

Zi^avioi^vig, eos, e. loglioso, pieno 
di zizzania. 

Zd^eog, oc, ov; ^ofspdf, pà, pòv; 

• • 4of osi^vis, 60$, c.j ^of ósi$, cava, 
ev, tenebroso, oscuro. 

ZófOi, ou, m. caligine, tenebre; sera, 
anche come parte del deh. 



( 175) 



ZO ZT ZQ 



ZQ H 



Zofóà», Ottenebrar», oscurare. 
ZofftidTQs, 805, e, tenebroso, oscnro. 
Zófwffi^, ee>)5, / oscurità , o0asca« 

mento. 
Zuyàor^v, aw. unitamente, a eoppia. 
Zuyio^, a, ov, congiunto; seprtumomt 

di Giove che presiede ai mtitrimonii. 

Zv/Ó^Cff/tAO;, OU , m.J ^UV96e7/JlO«, 

ou, n. legame del giogo , ossia «fuel» 
la correggia colia qaale si attac- 
cava il timone al giogo. 

ZuyoffTarsw, coni, à^/ut. li'ffw, pe- 
sare, uguagliare. 

Zyyós, O'^j rn-J ^uyòv, oJ, «. giogo, 
bilancia. 

Zuyów, co/i/r. «, /««. wy«, sottoroet> 
tere al giogo , congiungere. 

Zu/at;, r,5, /. fermento, lievito. 

ZyjULir*jc, oj, m. fermentato. 

Zuacaaa, aro?, n.^- ^ù/iiw?i;, 80*5, 
/. fermentasione. 

Z'j/AOJTÒc, y)\ dv, fermentato. 

Zwàypiov, OU, n. mercede della con- 
servata vita. 

ItaoLpxT,:, io^ e. sufficiente a sosten- 
tare la viia, vitale, animato. 

ttiypv.^iv, /ut. TQ5M, dipingere. 

ZGdypavsìov, o\j , n. studio del pit- 
tore. ' 

Zftiy|9«^ta, olì,/, pittura. 

Zw/pd^Oi, OU, m. pittore. 

Zùìypiùì, salvar la vita aH un nemìcoj 
serbarlo vivo j prender vivo ; vivifi- 
care, richiamare in vita; vegetare. 

Zuotoxd^ , OU, /». Zodìaco, da Ctà' 
iiO'J , perchè i segni dello zodiaco 
sono (funsi tutti rappresentati sotto 
f^ure e nomi d'animali. 

Zu^iov, OU, n. animaletto; segno del- 
lo Zodiaco. 

ZuY), Y,^, f. vita ; le cose necessarie 
all>i vita; facoltà. 

Zwr,p6'^y où, n. vivacità. ' 

Zuvjpòf, à, òv, vivace. 

ZùpLU, aro^, n. armatura ; difesa ; ed 
anche abbigliamento che i Greci 
portavano cinto intorno sotto il 
petto j corazaa , panciera , usbergo , 
grembiule. 

Zu/xs-joa, condire, lessare. 

Zoifioij OJ, m. brodo, salsa, minestra. 

Z^ivi;, '^i^i f' cintura, sona, cintola; 
fascia. 



Zuwu/it ; ^c*vvu7xu; ^uvvuw, cin- 
gere, fasciare; in mtd. accingersi, 
armarsù 

Zbìoyovioè^ contr. w , produrre cose 
vive, esseri animali. 

Zwoyovi'a, 05./. produxione di cose 
animate. 

Zuov , OU, n. vivente , animale, be« 
stia. 

ZuoTTOiéoi), TÌvificare ; esser vivifico. 

Z6)s:roir«7c^ 8&»?, /. %ivifica»ioue. 

ZwCTOir^Ttxò^, tÌj ov, vivificativo. 

Zucc, yf, 9v, vivo, vivente, che resta 
in vita. 

ZwoTO/.o;, OU, e. viviparo; che dà alb 
luce parti vivi. 

Zuóo» , fui, U7W , vivificare , produr- 
re un essere animato ; animare. 

ZwTTJSov. OU, n. fuoco nascosto sotto la 
cenere ; scintille ; raanlire , soffietto. 

Zw^óc, oJ, adj. puro, pretto; genero- 
so vino. 

Zu^iuo^, OU, e. vitale. 

Zù?i^ £wc, /. razione di cingere. 

Zw^rW^, Yipoi^ m. cinto, ciarpa. 

Zw^TO^, Ti, òv, cinto. 

Zeà7rcov , ou , n. cintiira della veste ; 
abbigliamento che stringevasi sotto 
il petto. 

ZoJTixòà, W, ò'Jy vivace , vitale , vivi- 
fico. 

Zwufiov, OU, n. bestiolina, insetto. 

Zwwffis , ews , /• vivificaxione di ani- 
mali. 



H 



H , settima lettera dell* alfabeto j si 
pronunzia come il nostro e aperto. 
Preso numericamente indica olio , 
ma se v'è l'accento sotto la lettera 
indica ottomila. 

li, avv. o, forse, di quello che, certa- 
mente , per quanto. 

if, int. ah l 

H, cong. e, o, anche; tj outÌt? , an- 
che cosi ; con l'interrog. sign. forse ; 
ri Sion, forse perchè? Può seni- 
re nei paragoni a significare che) 
ttXsov tq, più che. 

\*1 



{ 



.( 176 ) 



HB HT HA 



H, art prep./. la; art. con^.f. la quale. 

H, imp.f ed v], conf^. d* sifii , essere. 

B^aìo$, ou^ atfj, piccolo; vf^ociòv, 
avv. di piccol momento ; un poco , 
per poco che. 

jd^àvxo); vi^a'jj, crescere in età, di- 
venir adulto ; essere nel fior degli 
anni ; crescere. 

Uj3tq, >J5j/« pubertà, giovanezza; vi- 
gore, Ebe, dea de ila giove nlà. 

lf/3yi^òv , aw. da giovine , gioveniN 
mente. 

IlyàSrjoj, ou, adj. mollo divino; au- 
gusto. 

liVfi/AOvsv;, «m;, m. condottiero, capo. 

ff'/s/xoveu&i, andar innanzi, esser con- 
dottiero ; condurre ; comandare ; go- 
vernare. 

Hys/jLÓvvj, 1];, /. conduttrice. 

ifyg/xovta, a;,/, guida, reggimento, 
impero. 

lìye/xwv, óvo;, m. condottiero; gui- 
da ; capitano ; generale ; capo, pre- 
sidcnlo , magistrato. 

Hyéo/Aai. conlr. ou/jiai , condurre, 
servir ai gui4a ; pensare , stimare , 
giudicare , come in lai. il verbo 
duco. 

Hyyi).a^&), condurre 5 sostenere. 

ìiyriTnp, ripoiy m.j yjyiQTwp, 0,005, m. 
condottiero , principe ; scorta. 

hVs, cong. e, ed, anche. 

H^eiv, sinc. inv. di etjyjzaiv, più 
che p. alt. d' sitì^sw, sapere ; vf^s- 
ffav, inv. di tq ^stiav , 3. pi. da 
iioeiv. 

H^su^, acv. soavemente , volentieri , 
di buon animo. 

H^yjj avv. già; una volta; vjVWTTOTe, 
finalmente, oramai. 

H^i'JTaj TQ JiffTwv , avv. piacevolissi- 
mamente , soavissimamente. 

H^iffTOS, *J, ov, superi. t soavissimo, 
dolcissimo , giocondissimo. 

ri^iwv, o-^Oi, e. campar, di vjou;, 
più soave , più dolce. 

H^o/Aai, dilettarsi , godere , gustare. 

llJ'ovTQ, ÌQ5, /. piacere, giuja, voluttà, 
consolazione. 

H^o$, co,, /t. diletto, soavità, gio- 
condità , piacere. 

H^ueTTvis, éo;, e. che soavemente par- 
la; che ha soave favella. 



HA HE He HI 



/ 



H^ujuio^ , O'J , adj. dolce . 
c(mdo. 

rì^jvcj, render soave , 

HJuttoto;, O'J , e. 5 
dolce a bere. 

rf^v;, età, v, soav 

H^'JTYj;, yjTo;, /. . 

H^OJ , ricolmare di su. 
dar piacere; rallegrare. 

Hstv; TQfits ; 7751, pm c/i« , 
ei^ai, andare; qualche volta 
signi/, dell'imperf. 

lUv, cong. o , se; vale a dire; yixsv, 
aJTerm. certamente, sicuramente. 

ìUirip , pflrr/. relat. al camp, che , di 
quello che. 

UipouSrìi, so;, e. vasto tanto che la 
vista vi si perde; profondo, oscuro, 
tenebroso. 

Kepóiiq, 67901,, sv , tenebroso, caligi- 
noso. 

YlipoiXi\jij 805, e. impostore, inganni- 
torc. 

ÌUpófoiroi, O'J, fon. per ottpófoiroi, 
che va per aria, volante ; epiL degli 
uccellij -fiipoooZroiy ou: «yi yai- 
Ti$, che ainlà nelle tenebre. 

lUpófOìVOi, oj, e. che fa risonar l'aria 
colia SU.I voce ; quindi che ha ma 
voce risu»naule; che grida pubbli- 
cameutc ; dice fi dei banditori, degli 
araldi. 

H^eìe, i'oc. di /j'^'Io;, espressione di 
rispetto e venerazione di nnfraUilo 
minore verso il maggiorej venerabil 
fratello. 

H&gio; , ou , ad}, inv. di òiloi , ve- 
nerabile ; rispettabile ; amico, caro. 

H^ixò^, vi, òv, morale, spettante al- 
1* etica. ' 

HdrjtAo';, oJ, m. colatoio, vaglio , filtro. 

H^o.;, co;, n abitudine» maniera * 
costume, tratto caratteristico; indo- 
le ; domicilio consueto ; residensa 
solita; qualità naturale d'una com. 

lidroj , colare , filtrare , vagliare. 

HIV., wv , n. provvisioni da bocca pei 
il viaggio; gambi secchi di biade; 
steli, paglie. 

Hi'Srso;, ov, m. celibe, giovanetto. - 

Hiósi;, cvTo;, ad'i. che ha grandi ripe. 

Hl'o;, ou, m. arciero, perito nel tirar 
d'arco. 



( «79) 



I 



HKflA . 

Htajy, ovoi, Udo, riva. 
. Hxa , fltv. dulcemeote , ioaremei.''^ 

sommessamente, a baua iruce. 
HxKTOij O'Jj mdj. non doaio, indo- 
^ «ilo. 
Ìlxi7rcc, aw. il menoj podiiiiiiiio. 

Étiyrciy TflyO'J, superi, piecoliuioio . 
minimo j iQxiffroe, «fv. pochimmo, 
di poco momento ; i^xivra irav- 
roiv, il meno di tutti. 

li/o), venire , andare ; ap[iressarsi | ap- 
portare, concernere. 

H/azséTY}, >;5,/.. ««/ pA Toc n'/ec- 
xxra , strumento intorno a cui si 
ra%^o/ge lana o allrm simile mate- 
ria da Jilare s rocca, conocchia. 

HÀa^xoc^&j \ Yi/ocYxo), andar vagando 
qua e là ; andare attorno | fuggire, 
evitare. 

}Ì>ezT5oy, O'j, n.i is'AexT^o;, ou, / 
elettro ; lo sieiso che ambre. L* e- 
Icttro a' tempi antichi era in pregio 
assai più che l* oro stesso j perloC' 
che si crede che in Omero ed in 
Esiodo questa voce dinoti un me- 
tallo assolutamente luminoso (una 
mistura d* oro e d'aifffnto ). 

HÀsxTOjp, opoij m. che mai non ri- 
posa ; instancabile , infalicabiltf ; del 
sole. Questa voce è composta da a 
priv. e Xixrco'*^ ed ò stata appro* 
priata al soie medesimo, perchè la 
sua nascila ci fa balzar dal letto» 

11/ C9;, OJ , adj. stollo , paaio, stolido. 

IjÀiaxò;, v;, òv, solare. 

H/ta^ft}, soleggiare • esporre al sole; 
far riscaldare al sole. 

HÀi^aro^ , OJ , e. alto , eccelso ; 
quindi passeggiato dal sole, così 
atto che solamente il sole può an- 
darvi, 

O/cda , avv. assai , abbondantemente, 
in, copia. 

HÀtxio, a{, /. statura, eta| in gener. 
qualunque etli fiorente , gioventù , 
vigore; secolo. 

IÌÀcxiflÌTy2$, O'jj m. coetaneo, contem- 
poraneo • eh' è della medesima età. 

ir)t/e$) v]) ov, quanto grande, quale. 

!Ì>i^, ixo;, e, coetaneo, eh' ù della 
slesM etbj contemporaneo. 

ll/t^r, oj, w. sole. 

IIÀior^OTvi, 1J5, /. solitisi.). 



HXBQ eA 



Nei poeti yj^aiffros ha 
lo sUsto Mgnif, che oc^v;^. 
Hx^Tilc, OM^ m. che snona , che di 
^ on snooo j che fii udire dei suoni ; 
che fa OD romor aspro; canunte , 
'Ij» 'oUwt, éelU cicala, 
^J^ cefffr. «S, sonare, risonare. 
H/i*> ' '•^' ■"*°°« fracasso. 
H).os o5'^\- "^*» **» risooant», rimbom- 

HÀó«. ini;k; 

chiodo. ^^. . «n . 1 1 

n/uy*?« ; ^v> ' ^.. •'""^' nmbombo. 
bre, oscurart.'^*' 



Ilua , aro; , m. ^. .^ 



ve 11 otto. 



•e. 
,.^,^ * 'opo il sor- 
llficcìr6u;,i,rt^,^ys 'Al-.o- 

I T ***^*'- ^«S 1 

l|^«i,Tqff«c,»irai,sea«r«, 'V, ' 
H/AO;?, aro;, n. lo *'e«o^.v 

giorno. ^"Sj^ 

H/Aci^^ noi, gen. Wawv, di ^T^ \ 

tjaiv, a noi; acc. ^/^à;, n^**^\ 
HatxTsai , comportare malvult^?- ' \ 

adirarsi. ^***n 

Il/tsv, cong. sibbene; certameota^ , ' 

lutto. ** 

. ìifiépoi., «5, /. la luce del gìotoo. 

I giorno; giornata; età. * 
HpLSprtiiGi , o\J , c.j >]>S5»Jffi05, Ol- 
ii ov, diurno, di un giorno. ^ 

ììaipiSpoaia j contr. ù, fare il cor. 
.1 riér diurno; cioè correre tutto il 
:j giorno. 

}|a£5ivÒ5, Tl'> «^9 ^» giorno; che 

II fa durante il giorno. 
lljitpooponoi f oj, e. che corre tutta 

la giornata; corriere. Emerodromo, 
nome che si dava dagli antichi ad 
alcuni messaggieri che facevano 
grandi viaggi a piede j essi rimette- 
vano i loro dispacci a un altro mes- 
sapgiere che correva il dì seguente 
fino alla Jine. Si chiamavano pure 
Y.u.ipoopop.01 le guardie che veglia- 
vano durante la giornata alla òicu- 
rezza della città, 

IIitts?9^ , ou. c. adj. mansueto, dome* 
stico ; mite , agevole, addomesticato. 

H;xs,sów , contr. w , propr. rendere , 
far domestico , domesticare ; quindi 
dissodale «fi terreno, coltivarlo. 



r( 176 ) 



HBHT HA 



H, art. prep.f, la; art. conf*.f. la quale. 

H, imp., ed t), conf[. </' sì/A( , fowtn. 

"B^cùoi, orj ^ atfj. piccolo; vf^aiòv , 
acc. di piccol momento ; an poco , 
per poco che. 

id^a^xo) ; yì^oc6>}, crescere in età , di- 
venir adulto ; essere nel fior degli 
anni ; crescere. 

UjSyj, >J>*/ pubertà, giovanezza; vi- 
gore, Ebe, dea delta gioventù. 

lf/3Y]^Òv , aw. da giovine , glovenil- 
mente. 

Uya&205j ou, adj. mollo divino; au- 
gusto. 

rivs/Aoys'J?» é«;, m. condottiero, capo. 

ffys/xoveiioi, andar innanzi, esser con- 
dottiero ; condurre ; comandare ; go- 
Temare. 

Hys/móvvj, >!>»/. condullrice. 

ir/fi/AOvia, a;,/, guida, reggimento, 
impero. 

ir/2/Jtwv, évo;, m. condottiero; gui- 
da ; capitano ; generale ; capo, pre- 
sidente , magistrato. 

Hyéo/Aat. contr. ou/xai , condurre, 
servir ai gui4a ; pensare , stimare , 

Siudicare , come in lat. il verbo 
uco. 
HyTQ^oc^w, condurre; sostenere. 

riyiQ TYJ/3, TQ/505, m.J YJyiQTWp, OpO^^ W. 

condottiero , prinripe ; scorta. 

hVs, co/i^. e, ed, anche. 

H^eiv, sino. inv. di ei^rixstv, pih 
che p. alt. d' sttJsw, sapere ; vf^e- 
ffav, mt». rfi ridzi'sv.'i , 3. p/. </a 

Ilosu^, acv. soavemente , volentieri , 
di buon animo. 

H^/j, avv, già; una volta; inStìT:oztj 
finalmente, oramai. 

uSitrcc] TQ^iffTwv , avv. piacevolissi- 
mamente , soavissimamente. 

H^iffTOS, *J, ov, superi. t soavissimo, 
dolcissimo , giocondissimo. 

ri^twv, ovo;, e. compar. di vj^u;, 
più soave , più dolce. 

H<^o/Aai, dilettarsi , godere , gustare. 

rf^OvW, 1?;,/ piacere, gioja, voluttà, 
consolazione. 

H^og, eo;, /t. diletto, soavità, gio- 
condità , piacere. 

H^ueTHÌ;, «05? e. che soavemente par- 
la; che ha soave favella. 



HA HE He HI 



H^u/AO; , O'j , adj, dolce , soave ,' gio- 
condo. 

li^jvod, render soave , aggradevole. 

H^UTTOTo;. ou, e. soave a keversi, 
dolce a bere. 

it^J;, eia, ù, soave, dolce, gradevob. 

H^UTvjj, yjTo;, /. soavità, dolcesaa. 

H^o», ricolmare di soavità, dilettare; 
dar piacere ; rallegrare. 

Hetv ; rltii ; ;qsi, /»?i che p. m. di 
eì/Ai, andare; qualche volta ha il 
signi/, dell'imperf, 

Uvi, cong. o , se; vale a dire; vixsv, 
afferm. certamente, sicuramente. 

HsTTS^ , pnrf. relaL al comp, che , di 
quello che. 

Hs/908i^y};, so;, e. vasto tanto che la 
vista ri si perde; profondo, oscuro, 
tenebroso. 

Hspo'st;, S79a, sv , tenebroso, caligi- 
noso. 

Hs/9o:rsJ;, éo;, e. impostore, ingannt- 
tore. 

che va per aria, volante ; epiL defili 

UCCellij TQ 250901X05, OJ} « /*. ffll- 

T15, che rfi>ilà nelle tenebre. 

Hzpófoivoi^ o-j, e. che fu risonar l'aria 
colia su.i voce ; quindi che ha mia 
voce risu»naulc; che grida pubbli- 
camente ; dicen dei banditori, degli 
araldi. 

H^cìs, i'oc. di yf^sto;, espressione di 
rispetto e \'enerazione di nn fratello 
minore verso il maggiorej venerabil 
fratello. 

Hdrgto; , ou , adj. inv. di ^iloi , ve- 
nerabile ; rispettabile ; amico, caro. 

H^ixòi, YJ, dv, morale, spettante al- 
l' etica. ' 

ìlòtxòij oJ, m. colatoio, vaglio , filtro. 

H^05, S05, n abitudine, maniera, 
costume, tratto caratteristico; indo- 
le ; domicilio consueto ; residenaa 
solita; qualità naturale d'una cosa. 

ìiòia , colare , filtrare , vagliare. 

Hl'a, ùìv , n. provvisioni da bocca pei 
il viaggio; gambi secchi di biade; 
steli, paglie. 

"H'CòiOij O'jj m. celibe, giovanetto. 

Hiósi;, svr05, adj. che ha grandi ripe. 

Hl'o;, ov, m. arciero, perito nel tirar 
d'arco. 



( «77 ) 



HKHA 



Htwv, ovoiy lido, rim. 

Hxa , atv. dolcemeote , soavemente { 

sommessamente, a bassa voce. 
Hxc9T0$, ou, 4ulj. non domo, indo- 

^ mito. 

Ifxi7Ta, <!('('. il mènoj pochissimo. 
É^Ì9roif tHj ov, superi, piccolissimo . 
minimo i iQXiffTK, avp. pochissimo , 
di poco momento ; iQ/.i9ra irav- 
rwv, il meno di tutti. 
"à/ùiy venire , andare ; appressarsi s ap- 
portare, concernere. 

HXocxoéTT] , Tfli,/.* nel p!, toc if>oc- 
xara , strumento intomo a cui si 
ravvolge lana o altra simile mate- 
ria da jilare i rocca, conocchia. 

H>a<rxoé^6) \ «fÀoivxw, andar vagando 
qua e là; andare attorno | fuggire, 

^ evitare. 

HAsxTpoy, ou, n.>* vjAsxrpo^, w, /. 
elettro ; /o slesso che ambra. L* e- 
leUro a' tempi antichi era in pregio 
assai più che l* oro etesso j perloc 
che si crede che in Omero ed in 
Esiodo questa voce dinoti un me- 
tallo assolutamente luminoso (una 
misturtk-d' oro e d'argento). 

HìexTftip, opoq. m. che mai non ri- 
posai instancabile , infaUcabile; del 
sole. Questa voce è composta da a 
priv. e AtXT^ov , ed è stata appro^ 
priata al sole medesimo, perchè la 
sua nascita ci fa balzar dal letto. 

H).ed{, ou f adj, stolto « pano, stolido. 

dXtaxd$, «j, òv, solare. 

H>ioc|w, soleggiare, esporre al sole; 
far riscaldare al sole. 

HÀi^aro^ , u , e, alto , eccelso ; 
quindi passeggiato dal sole, così 
alto che ^solamente il sole può an- 
darvi. 

Sìi^a , avv. assai , abboodantemeote, 
in^ copia. 

liÀcxio, olì,/' statura, età; in gener, 
qualunque età Borente « gioventù , 
vigore; secolo. 

IfìcxtwrvK, 00^ m. coetaneo, eontem- 
peraneo , eh' è della medesima età. 

ìVaìxoì^ v], OV, quanto grande, quale. 

Hill, tX05, e. coetaneo , eh* è '*-" ■ 
slesM età, contemporaneo. 

HÌeof, ou, m. sole. 

EliorpQTn, "Hi, /« sobtiiio. 



HA HM 



della 



H>iOT/907riov, OD, n. eliotropio; gira- 
sole; orologio, quadrante. 

liXióo), esporre al sole, rifplendere 
a guisa di sole. 

UìiTÓpnfì^Oi, ou, e. che non ha an- 
cora compito il giusto numero dei 
mesi per venire alla luce; nato o 
partorito innanzi tempo. 
I IJ^nj;, tTTO;, /. scarpa. 
i' H>o$, o\Jj e, chiodo , catenaccio. 

uXóoi), inchiodare , attaccare con un 
!| chiodo. 

H^uyol^ca; vì^uyt^u, coprir di tene- 
bre, oscurare. 

IjXuyyj, yj5, /. tenebre , ombra. 
i H/toc , ecroi , m. dardo , freccia , gia- 
vellotto. 

H/Ade3rÓ8i;, e99a, cv, arenoso, sab.< 
bioso. 

l|/ui«i, v)9ai, virae, sedere, essere assiso. 

H/xap, aT05, n. lo stesso che rip.ipK^ 
giorno. 

fLp.tlij noi, gen. vf/Auv, di noi, dal. 
yi/Atv, a noi; acc. vi/xà^, noi, ci. 

H/ASXTSO) , comportare malvolentieri ; 
adirarsi. 

H/Asv, cong. sibbene; certamente; del 
lutto. 

ll^épa , a« , /. la luce del giorno ; 
giorno ; giornata ; età. 

rf/xspyi^ios , ©u , c.j Tnixeprisuoi, oc, 
ov, diurno, di un giorno. 

H)uig/9iJco/x«w, contr. (ù, fare il cor- 
rier diurno ; cioè correre tutto il 
giorno. 

H/JLS/51VÒ5, »i', òv, di giorno; che' si 
fa durante il giorno. 

KpitpoSpoixoi , ou, e. che corre tutta 
la giornata; corriere. Emerodromo, 
nome che si dava dagli antichi ad 
alcuni messaggieri che facevano 
grandi viaggi a piede j essi rimette- 
vano i loro dispacci a un altro mes- 
sa^giere che correva il dì seguente 
fno alla fine. Si chiamavano pure 
•nixtpo$pop.9i. le guardie che veglia- 
vano durante la giornata alla sicu- 
rezza della città. 

HpLtpoi , ou, e. adj. mansueto, dome-' 
stico ; mite, agevole, addomesticato. 

H/X8/J0W , contr. ù , propr. rendere , 
f^r domestico , domesticare ; quindi 
dissodare un terreno, coltivarlo. 



( 178) 



HBIHN 



lt/AC/9M9i$, CO);,/, dimesticbetta. 
HfJ'irtpOi, oc, ov, Doslro. 
H/Ai^ayjs, éoi, e. mesto consumato , 

meszo bruciato. 
H/AtSrvW;) co;, e. semivivo. 
H/uLtxux).iO(, ou, e. semicircolare. 
HfiUrj/.Xo^ ou, m. semicircolo, meno 

circolo. 
H/iitov8tos , ou , e. di mulo o da 

mulo. 
li/Atovos, ou, e. mulo, mula; <fa -?juii* 

9U(, mezzo , eV/ ovo; , asino. 
H/Ai7ri)>s>cxov , ou , n. messa scure j 

scure d'un sol UgHo. 
H/Ai7rvoos, coratr. vijuiiTrvou^, &u, <r. 
che non ha che un messo soffio di 
vita } messo morto ; semivivo. 
H/Aiffsuu, dimessare» ridurre a metà. 
^/xt<7u;, iOij R. meta. 
H/A((ru;, eia, u, mesto, diaaezzato, 

mela, 
it/jiitf^atpioy, ou, n. emisfero. 
H/AtTocXavrov , ou, n. messo talento, 
' moneta. 

H/xiTS^TJ; , 80$ , e. imperfetto ; am- 
mezzato; vedovo. 
li/xt^Xsxros, ou, e, adj. messo bru- 
ciato; abbruciato per metà. 
H/X05 , cong. poel. quando } allorché } 

dopo che. 
1Ì/A0{, >], òv, mio. 
H/iLUG>), inclinare ,- cadere « curvare» rf- 

cece ;ier /o f>m il dal. 
H/ui6)V, ovo;, m. saettatore. 
Hv, (peridiv), cong, se, quando, qua- 
lora; èàv /uiY), qualora non. 
HvexYÌs, éo$, e. esteso in lunghesza, 
continuo. 
«I Hv8/AÓst; , etf(7a , cv , adj. esposto ai 
venti ^ ventoso. 
Hvt'a, as, /. freno, briglia, redini. 
Hvia^o), frenare; imbrigliare, 
livixa, cong. quando, allorché, 
llviov, ou, n. freno , briglia. 
Hviox3Ùf, €W55 yj'vioxos, ou, m. ooc- 
^ chiere, auriga, carrettiere. 
Hvto;(Ufi>) , tenere le redini, esser il 

cocchiere; governare. 
Hvi^ , io; , /. di un anno; di que- 
st'unno. 
HvojOfa, olì,/, maschio coraggb, va- 
lore. 
Hvotj;, otto;, c. splendido. 



Hn Hp 



HvTCcp, cong, sebbene, benché. 

Hotof, oc, ov, orientale, mattutino. 

riTToc/j, aro;, «. fegato. 

Httocu, perforare; traforare. 

Htts^kvò;, t], òv. toppo » infermo , 
debole» fiacco, oappoco. 

HTCCipo;, ou, /. terra continente e me- 
diterranea , terra f«rma ; paese, pro- 
vincia. 

Ulctpo'Kt'Jiy co$, e. impostore, ingan- 
natore. 

UittpoTCtMnni^ ou, m. ingatmatore, le- 
dullore. 

Httsjsottcuu^ ingannare, sedurre. 

HTrvjTigs, ou, w. ciabattino, rattoppa- 
tore. 

UTfiòSoipOij ou, adj. che ià graiioM 
doni ; gratioso , I»enigno. 

Httio; , a . ov , placido , clemente , 
mite, molle, lenificativo, mitigativo; 
salubre, di medicamenti. 

HTTiÓTTfj;, riroi, f. placidena, dò- 
mensa, dolcessa. 

HTTOU , aw., dubit. cioè • ossia » cer- 
tamente; con l'interrog. forte non? 
come mait 

Httùtti; , ou , m. gridatore , che ha 
voce sonora. 

Httuo) , chiamare , strepiure} mandar 
fuori un suono. 

H/30C, a;,/. Giunone , l'aria , <ff «ri 
Giunone e la dea. 

H/90cIov, où, n. tempio di Giunone, 
luogo dove si seppellivano gli eroL 

"RpifXK , avv. a poco a poco, lenta- 
mente, tacitamente, quietamente. 

Bp&jxiaj cotttr. w, stare in quiete; 
riposare; riposarsi. 

H|9£/xo5 , >i , ov , quieto , mite f pla- 
cido. 

H/?i, per iccpi^ avo. sulla prima atirora, 
aUo spuntar dell'aurora; di prima- 
vera. 

Hpiyéveioe, oc;, nata dal mattinò, fi- 
glia del mattino, dell'alba. 

Hpiysvvj;, io^^ e, che nasce la matti- 
na; figlio della mattina; mattutino; 
che sorge di primavera ; v] ^pt'/i' 
v»i;5 iQ vf/9Siyeveia, epiU deli* oh- 
rara. 

H/9tvò;, ^\ òv, di primavera, che 
avviene in primavera 

I^i'ov, ou, n. monumento, s^iolero. 



< >79) 



BP H2 0T Hr 



) , adj. cirOe , compiacente » 
». 

KJ, òv, eroico. 
avv, eroicamente, all'eroica. 
•$, ift. eroe , semideo , cam- 

e, esser superato , esser Tinto. 

e ; deteriore ; schiavo di una 

9 qualunque j n. sing, kjttov, 

rovo, co/i/r. ìqttw. 

», riposare, restar silenaioso. 

s maniera d*avv, piano, pia- 

e; a bassa voce. 
ai , /*. sileosio ; solitudine ; 

Ulta, riposo, pace; W^u^c'ocv 
stare in silensio, io pace. 
iQ9Uxo$, ou, e. quieto, tran- 
placido. 
aifv, quietamente, tranquilla- 

; in pace, 
certamente; ifre, o, OYvero. 

Oc. afferai, certamente, vera- 

roTC , per qualunque altra j 

del pron, 09Ti;, la quale. 

'. iQ rot , cong, or dunque % 

, in principio di orazione , 

7a di asseveranza certamente, 

ppo, davvero. 

o;, n. animo, cuore, tita. 

ou, A. stame, filo. 

;, /. disfatta, sccnfilta, rotU. 

:i; Yl'ffffoéo/uiat, conlr. (M/ut,oci, 

into , soccombere , aver la 

qaaoéoj, sconfiggere, vincere, 
sitalo. 
aTO$, n. strage, perdita, 

tv. meno) oux ^rrov, non 
:he. 

'$,. ou, /oA. cu*^cysto;i e. ben 
l ìso^v v)*vysveios , leone 
in giubba. 

Ao{, ou, e. ben fondato; 
buoni fondanienti. 
$, m. buono; bello; ben com- 

V, come, in quella guisa che, 

s. 

; , Otf , m. Vulcano | fuoco ; 



HXHQ eA 



fiamma. JV« ^efi vj^aivrof ha 
lo stesso signif, che ocp«i$. 

Hx(T>]$, ov», m. che suona , che dì 
un suono ; che U udire dei suoni ; 
che fa un romor aspro; cantante « 
cantore, dle//a cicala, 

H/cu, contr. w, sonare, risonare. 

H;(v], ^iìf' suono, fracasso. 

^X^^''iì s^voCi SV) risonante, rimbom- 
bante. 

Hxt, aw, dove. 

fix^ii o^ì "*• suono, squillo, rimbombo. 

Hxw, óoi,/, eco. 

Hx»^v}«) so$9 e. sonoro. 

H;^a>^ÓK, avv* sonoramente. 

Hw^sv, ai^f'. di mattina ; dopo il aor- 
ger dell' aurora ; sorta che sari l'au- 
rora. 

Hw^t, 401^. sull'aurora ; all' alba ; al 
primo spuntar dell' aurora. 

H&»o$, «, ov, mattutino. 

H&>$, 00$,/. Avaot»} per sinedà. giorno. 



e 



e , ottava lettera deli' alfabeto greco, 
dee pronunziarsi come il th degli 
Inglesi, mettendo la lingua tra i 
dentij quando però ha innanzi di 
se il sigma ritiene semplicemente il 
suono d*un t do/ce. Preso nume- 
ricamente vai nove, ma con un se- 
gno sotto la lettera vai novemila. 

9 , avanti voce asp. inv, di ri, 

6K0C79&), essere assiso. 

Qoctcòiy où, m. cardine, asse, gan- 
ghero. 

OocAoc/uiiQ, y^,/, letto o luogo dove si 
ritirano i pesci. 

ScfXoL/irntóloi ^ ou, e, colui che ha 
cura della camera ; cameriere. 

OoCXa/AOs, o\J, m, letto, talamo , ca- 
mera, gabinetto. 

Oa^àvffios, ou, e. marino, marittimo. 

mare, presso gli antichi poeti, spe* 
cialmente il mar Mediterranée j onda 
del mare; marina. 
Oa^sa, a)y, n. ì vantaggi che rendo- 
no la vita felice e fiorata } deliaie. 



( >8o) 

» 



daXedu, generare, produrre; fiorire. 

6a/8(se, a;, f. femmina. 

OocXcia; d'a/siaf ^vXìcl, a;, yi fe- 
stino in cui i commensali hanno 
corone di fiori ; banchetto allegro; 
giorno di festa; stalo di vita fdice 
e florido. 

eàAato;, a, ov , verdeggiante, flo- 
rido ; lieto , festivo ; gioviale. 

6kXs|90v, avv, copiosamente. 

Qo(.).tpò^j à, ov, vegeto, florido; vi* 
goroso. 

6a^é&), fiorire , verdeggiare. 

GaXio, a{,yi convito solenne, ramo 
verdeggiante; abbondansa , ddisia , 
afiluensa. 

9a>>ia, cti,/, ramo verd^giaate, 
eerme. 

Qouìóij où, m. frasca, fronda, gcr- 
nioelio. 

GàX/ci), verdeggiare, fiorire; tallire, 
germogliare. 

Ga).o;, eo$, /i. tallo, germoglio; pol- 
lone, rampollo^ quindi copia, abbon- 
d^tnza di cose aggradevoli. 

©aJ.TTvò;, vi", Òv, caldo, fervido. 

Ga/TTo;, e09, /i. calore, caldo. 

Ga).:rcu,y}i/. tj^w, fomentare, riscaldare; 
in med. risraldarsi. 

Qccìnoìprì , vìq^ /, sollievo , conforto ; 
speranza ; riscaldamento; calore, ar- 
dore. 

GaXu7ia, o>v, n. primizie dei frutti. 

Ga^à, at'M. frequentemente, spesso. 

Ga/A/SsM, riempire di stupore, sbi- 
gottirsi ; esser colto da timore o ma- 
raviglia. 

Gà/A/3o^, 60ij n, stupore, stordimento. 

Ga/mstd^, oc, òv; ^a/A^Sj (0|, e. fre- 
quente; in gran numero, molto. 

Ga/At^u, frequentare; andare o ve- 
nire spesso. 

Ga/Avg; , ou , m. arboscello ; luogo 
denso di frutici , macchia , cespu- 
glio , boschetto. 

Gava^i/AO^, ou, m. mortifero, mor- 
tale. 

Gavaffi/A&){, oof. mortalmente. 

Gavary)^ópOf, OU} e. mortifero. 

Goévaro^, ou, m. morte , il morire. 

Gavaróoi), confr. w, condannare a 
morte. 

^t'.-zra, vfrh. irr„ fui, òd^ùèf a, 8. 



eA GÈ 

« 

pass, f Toéf viv , seppellire, render 
gli ofBzj mortnarii, fare i funerali; 
metter sulla pira ed abbruciare. 

GoepéaXco^, a, ov, che troppo eoo- 
noa, audaMw 

Gocs^cu, contr. ù, esser pieno di. fi- 
ducia, di sicurtà; confidarsi, pren- 
der animo. 

Gou>««(>co«, a, «v, rb« confida, au- 
dace, intre(Mdo| pieno di fidoeta. 

Gap7a>co*{, apir. con fiducia, auda- 
cemente. • 

Go^siO), avere o prender fiducia , fi- 
darsi ; esser pieno di coraggio o di 
audacia. 

GoEp90{, £9;, n. fiducia; audaci», co- 
raggio. 

Goé/9(Tuvo$, 9U, adj, chi ha ripreso oo* 
raggio, fiducia. 

inspirar coraggio, audacia, ndnda, 

incoraggire. 
Geitfvov, atH». più prontamente; con 

tutta prestesza. 
GoÌ990)V . ovo$, e. campar, di ra^iift 



doe; 



più veloce, più pronto. 

Garspo; , oc . ov , l' uno dei 
o l'uno o l'altro. 

Gau.aa, oero;, n. miracolo , prodigio, 
maraviglia, cosa degna d'ammira- 
zione. 

Gocu/Aoé^M; docu](t«t «w , rasure atto- 
nito; ammirare; essere spottatore; 
riguardare; reverire. 

Gaujaa7io$, a, eev, ammirabile, uSatt* 
culoso, meraviglioso. 

Gav/Aa7T0^; ^au/Aarò;, v), èv, am- 
mirabile , portentoso , sorprendente , 
stupendo. 

Gau/uiet9r&)f ; ^«u^oc^w^, «ruf. n 
vigliosamenle, mirabilmente, mii 
lesamente. 

Gau/AaroTTOiò^ , ou, e. operatore di 
cose inaravigliose tanto reali, quatti» 
apparenti j operatore di prodigi ; 
prestigiatore, ciurmatore. 

Gao), vedere con istupore. 

Gsà, Sii] dsecivse, rti^f* Dea. 

Gso, «$, /. fatto del mirare, il rigaar- 
dare, il contemplare ; spettacolo pub- 
blico, giuochi pubblici. 

GsKiuta, ccTOij A. spettacolo 
glioso € «hgmó d'esstr veduto. 



( «8i ) 
— v — 



., contr, còjuiai) conlempliire, 

spettatore i riguardare ; con- 

e; ammirare. 

0U, m. spettatore, riguardaute. 

99} ^*9 òv, teatrale, di teatro. 

, ov, n. teatro. 

ou, A. solfo. 

contr, ù , proPamar collo 
purgar collo aolfoj vaporare. 
vi, òv, ch*è da guardarsi con 
uiooe. 

^ov,'ou, n. luogo esposto al 
lei sole; luogo aprico, 
erire ; percuotere^ battere j in 
pestarsi. 

V», n. Nume, divinila, 
u, ni. zio. 

, ov, divino, superno; invia- 
li Dei. 

>JT05, /. divinità, 
rrere. 

f eo;, e. sulfureo. 
uv. divinamente. 
o;, »j , ov , superi, di ^Bio^ 
^i divinissimo; degnissimo de* 
i. 

aro;, /i. lusinga; fascino, 
lusingare, addolcire, mitigare, 
isire; assopire, incantare, in- 
e ; in mcd. dilettarsi. 

aro;, n. vulonlà. 
, oJ, m. cLe vuule, che vo- 

, ^9^0;, m. che addolcisce od 
o lusinga , quindi seduttore ; 
ore , adulatore. 

tOV, OU5 &5>V>3T/90V, O'J, n. 

mento, assopimento; carexsa, 

>^ ^ì òv , lusinghevole , se- 
9. 

5$ , aw, lusinghevolmente , 
duzione. 

V, ou, fondamento , radice. 
ut. TJ^w, verb. irr, volere, 
e. 

:tos, n. tutto ciò che si de- 
propone; deposilo; denaro 
o presso un banchiere ; ma- 
1' un discorso ; tema , argo- 

y, Oìjj n.j &s/A3).ioy, ou, a. 
eolOy radice. 



eB 

9s^asXióu, gettare il fondamento, le 
Jiasi. 

0s/AV)>ov, ou, n. fondamento; pavi- 
mento , lastrico di pietre , ciottoli. 

9é/A($, tffTO$, o iSoi,/. diritto, leg- 
gf, giustizia , ciò eh' è lecito; tri- 
buio; Temi, dea delia Giustizia, 

Qzy.i'JTtxjùìy render giustizia ; dare ciò 
ch'è di diritto. 

&t[JLi<3TÒi, rf, òv, consentaneo alle leg- 
gi, giusto. 

©s^aiTo's, W, ^v, giusto, lecito, 

Qzfiizui j aw, giustamente, lecita- 
mente. 

Q£/AÓ&> , forcare ad appressarsi ; fare 
accostare. 

QévoLpj oe/9o;, n. palma della mano; 
pianta del piede. 

9cvw. battere, pestare. 

Qióyitaiaoij ou , e. dotato di lingua 
divina. ^ 

6só^/Ay)T0;, OU, e. fabbricati^ da un 
Dio; edificato per opera di uno o 
più Dei. 

QiOiiSi^i, co$, e. simile nella sem- 
biania a un Dio; che ha beltk di- 
vina. 

GeoetxsXo;, ou, e, simile a un Dio« 
di forma divina ; quindi buono, pio, 
santo. 

dsódev, avv, divinamente, da Dio. 

0so>oyi«, ai , /. teologia , scienza 
intorno a Dio e alle cose divine, 

QsoXoyixo;, vi, òv, teolt/gico. 

GzoXoyixwf, atv. teologicamente. 

GeoAóyo^, ou, m. teologo, interprete 
delle cose divine. 

9so'7rvsu(rros, ou, e, divinamente io* 
spirato, profeta. 

QtoitpOTtica, predir l'avvenire; vatici- 
nare; spiegare un oracolo. 

esoTrpÒTTCoy, ou; òtoizpoitioLj «;,/! 
oracolo, vaticinio. 

GsÓTTjOOTTo;, ou, e. interprete, divino; 
indovino ; profeta. 

Qiòi, oJ, m. Dio. Si trova usato in 
genere femminino, e allora significa. 
Dea. ^ 

©sofficela, «;, / cullo divino. 

©eoTEi'xvjs 5 ou , e. fabbricato dagli 
Dei. 

©SOTVJS, >JT05, /. divinità. 

9só^iy, iTfF. divinamente. 



(i80 



eE 



dso6), contr. Ci, deificare , divinizzare. 

QiO(X.7CKlV(X. , VI5 , f-J ÒipKnOLlVÌi , 

i Jo§, /. aDcella, serva. 

9ipccTZiic(., a;,./*, servigio « ossequio, 
corteggio , vassallaggio ; culto ; ri- 
medio. 

0£/5«7rfUTvj5, ov, m. ministro, medi- 
co, cultore. 

0€,i5a7r2UTixò;, tj', òv, uffitioso, osse- 
quioso. 

Oe,9a7reuTixd3; , at^e. ufSciosamente , 
ossequiosamente. 

0s,5a7reuw , /««. euVw , servire 5 mo- 
strarsi officioso verso alcuno; colli- 
vare alcuno; adulare; medicare ; gua- 
rire; imbalsamare. 

Ospa^rsuwv, ovto;, c. vassallo, uffi-. 
ciale. 

©epa'TTWv, ovTo;, m. servo; servente; 
ministro. 

QspsicAj «;, /. estate; òépiT^ d'estate. 

Gipiio^j «, ov, estivo. 

©8,08W ; ^tépOÌ,fut, 9rg^« ; &Ìj5ffW, 

riscaldare; avvampare; bruciare. 

@3,9t^&), fai. t'ffco, passar Vela in qual- 
che luogo ; att. mietere, al proprio 
ed alfguràto. 

08i5ivò?j Yj, òv, estivo. 

SipiirpLO^^ O'j, w. messe, mietitura. 

©spt^rWs, où, m. mietitore. 

02;?)uiaivóvTW5j «i'f. ferventemente, 
caldamente. 

^ipp-KiVù), flit, «vw; 9f83/xaCw, ri- 
scaldare , infervorare , infiammare ; 
animare ; in med. scaldarsi. 

6sp/A«v9t$, SO);, y. fermenlazione* ri- 
scaldamento. 

&épp--n, TQ5,^. calore. 

Qipfiòiy vìj ov, adj. caldo , riscaldato; 
fervoroso. 

Oépp-Oi , ou , m. lupino , tpede di 
legume. 

BippLOTin;, riTOiyf, calidita, calore, 
fervore, calorico. 

Qipp.fji^ riscaldare. 

&ipfxài , avv. caldamente , ardente- 
mente. 

9ipOi, sof) t' estate; messe. 

0é7i$, eu;, /. collocamento , sito, po- 
sizione. 

937xeXo$, ou, e. simile alla divinità; 
ammirabile. 

9 £7 fio;, o'jj «. legge, rito, regola- 
meato. 



eE eH 



L 



0877rs7io;, O'Jj e. divino ; che viene' 
dal cielo; inspirato dagli Dei, quindi 
bellissimo, eccellente, mirabile, alto; 
grande ; immenso. Gli scrittori pia 
antichi esprimevano così ciocché i 
moderni facevano significare a Sii- 
vo;. 

BsiittSccniy io;^ e. che arde per di- 
vino volere. 

Os^Trt^u, fuf. 90), predire, rispon- 
dere dall'oracolo. 

9i9Ti;, lOij e. divino. 

es^Ttioi^su , contr. ù , profetisure , 
predire. 

9Ì7^aT0{, OJ , r. pronunziato o di- 
chiarato dagli Dei; decretato dagli 
Dei ; fatale. 

OgTizó;, tj, òv, positivo, affermativo. 

98T1XGÌ);, avv. posilivametita , afferma- 
tivamente. 

9sTÓ;, v), òv, posto, adottato ; adoUiro. 

9sTj998t^Y);, ioi , e. fatto ■ guisa di 
teatro. 

9«w, correre , circondare. 

98fi>),9S<», contr. u, vedere ; contem- 
plare , riguardare , considerare ; sti- 
mare; essere spettatore; consultar fo- 
racelo. 

9sMa>j/xa, «T05, n.^ òwotnxi^ cu;, 
f. contemplazione, speculazione, teo- 
rema ; proposizione. 

9i'jìpinri/.6i , V)' , Ó'J ; contemplativo , 
speculativo , teoretico. 

9soi^y]Tixoi);, avtf. contemplutivamente, 
speculativamente , teoreticamente. 

980)^iK, a;, /*. contemplazione, teo- 
ria ; viaggio in diversi paesi ; assi- 
stenza agli uflitj divini. 

98u/?txò;, ou, aflj. che ha rapporto ai 
giuochi pubiilici , agli spettacoli ; 
TÒ dsoì^ixòv , danaro del tesoro 
pubblico che s'impiegava nelle spese 
degli spettacoli. 

Qifjìpòij ou, m. contemplatore, specu- 
lativo, teorico. 

080)78,90^, ou, comp. di dt^i, più 
divino. 

0-/}yocv^, ti;,/, cote, pietra d'affilare. 

0yiy(U, flit, ^w, aguzzare, incitare» 
arruotare. 

9^1 iop-oci , mirare , contemplare. 

che contempla con aouniratione, 



_ 



( i83) 

J 



eH 



Oyixvi, 19 $, /. reposiloriu , riposliglio > 
deposito , urna , teca. 

OviXoc^», allattare, succiare. 

eviXa/Aoiv , évo;, e. nulritore^ nu- 
trice. 

6v]'Xeia, a;. 6glio di sesso femminile} 
ragatsa , tanciulla. 

evjXvi, v)$, /. mammella; poppa. 

^Xu7/o>>97o$, ou, e. dotato di elo' 
quenaa femminile. 

8t]JL^ixÒ£, T)\ òv, femminile. 

6ìiXux(tf$, atv. femminilmente. 

eiq^Xu^ eeoe, u; ^Àu^, so$, r. di 
sesso femmineo } donnesco j eflEsmi- 
nato , molle , delicato | ferace , fe- 
condo 

9v}/A«iv, fli>V9$, iM. ammasso, mucchio. 

81) V , partic, certamente , in verità ; 
spasso espiti. Presso i poeti col' 
i'-n è avv. rinforzattvo dell* asset^e- 
ronza. 

OvfffOii, musare] starsene stupido; sba- 
lordito; restare ammirato, attonito, 
stupefatto. Questo verbo non è usa- 
to che nell*a, S. dei part., e nel p, 
m. che serve anche al presente, 

Onp, mpòiym, fiera* belva; bestia 
feroce; animale selvaggio. 

^'pa, a$, f. caccia , cacciagione ; 
selvaggina , presa , preda. 

BnpccpiOL, oLTOi , n. preda della cac' 
eia. 

OviparW^} oyj, m. cacciatore. 

-9iqgoéoi, eontr. w ; ^poéo/A«t, eontr. 
oèfiKij cacciare, andare a caccia; 
ins^piire; sfortarsi di 

^'pcujxoe, T0$, M. caccia in senso di 
presa , preda, cacciagione. 

4npviTnp, "npoi, m.j 9rWj98UTW5, oJ» 
m. cacciatore. 

Ovipeurtxd;, Wj ov , appartenente alla 
caccia. 

0v]j9sù&>, andare a caccia di bestie sel- 
vagge; cercare ansiosamente. 

etjpKi, >I5,/. caccia. 

9npnHp, ^poi, m.j &TQ/WÌTW/?, opo«, 

■ m. cacciatore. 

9tìpiSioit, ou, n. piccola fiera. 

9v}0to/A9CX'^9 corobatlere colle fiere, 
coi mostri. 

9npioiioix^i ì ®^ 9 ^* *^ combatte 
c(^e fiere , eoi mostri. 

Ovipcov, OU} il* fiera, bestia feroce. 



eH ei ex eN eo 



©YjpiOTYj;, 1QT0;, n. ferocia. 

^Tfrpiàoi , cangiare in natura ferigna , 
irritare, accendere di feroce ira. 

^rìpiùSinii so;, e. fiero , truce. 

07Ij9t&)^ó>;, aw, a guisa di fiera, be- 
stialmente. 

^rioó^pOìTOi^ ou, e. divorato dalle 
dere. 

8vipo7XÓ7ro;, ou, e. che tende insidie 
alle fiere ; spialrice di selvaggina ; 
epit. di Diana. 

©>35} SfTjTÒs, m. Erano cosi chiamati 
que' cittadini liberi , che per ca- 
gione della povertà erano costretti a 
lavorare per guadagnarsi il vitto j 
mercenario. 

dY)7auj9i^oi, tesoreggiare , far roba. 

Qfit (XMpò%if oJ, m. tesoro. 

9v}Tsvffii>, yW^ 90J, servire lavorare 
per guadagnare una pattuita mer- 
cede il vitto; esser mercenario. 

6Y]T7]/Aoe, aro;, n. quesito , domanda. 

01 7 w, toccare, ferire. 

0iv; dri^, devo;, e. mucchio speciaL 
di rena del mare ; riva ; lido. 

9ivw(yyj5, «05, c.y «5, n. a^/Jittorale, 
elevato in forma di mucchio di 
sabbia o di grano. 

0t|i5, ew5,/. tatto; l'atto del toc- 
care. 

0>oc7/A« , OCTO; 9 e, confusione y am- 
maccamento. 

0Xaw,/««. «TW, pocr. octfffw, fracas- 
sare , infrangere, ammaccare , rom- 
pere* 

0>t]3«, premere, comprimere, tribo- 
lare. 

0Xitj;i9, £0^9)/* compressione, strin- 
gimento, afliisione, angustia, affanno, 
tribolazione. 

0vrf9(;, e»5, y. morte. 

0vv]'(r)c&i ,^ verb. irr, morire, perire, 
essere ucciso. 

0v»iTo'v, ou, «. mortalità. 

0vv)To';, yj, òv, mortale. 

0oa^&), muoversi celermente , sedersi. 

0oivoéojut.oct, esser trattato a convito , 
partecipar del festino. 

eotvoc^u, pasteggiare, banchettare, di- 
vorare. 

0oivyi, >}$, /. festino, convito. 

09>e/9Ò;,^e(, òv, torbido; agitato. 

0oXost^ó)$> aef. torbidamente. 



( i84) 



eo ep 



90/0$, ou, m. vòlta d' una fabbrica { 
cupola ; edifiziu futlo a cupola | 
torre. 

Oo^ow, turbare} al fg. guastare. 

Ooò^, oc, dv, valore; valente, prude. 

Goou, aguszare, affilare, appuntare. 

6opsu; Srópu, saltare; avventarsi, 
scagliarsi. 

Oo/suScoi), contr. w , eccitar tumulto , 
turbare, scompigliiire ; in med, bri- 
gare, brigarsi, aSìicceodarsi. 

6o/;uj3Y]Ttx9;, v}^ dv, tumultuoso. 

69pu/ilv;rixw; , act'. tumultuariamente. 

6dpu^o;. ou, »i. tumulto; turbamen- 
to ; clamori tumttUuosij susurro , 
fremito. 

Sop\>^(àSyii^ eov C' tumultuoso. 

9o'Jj9i$, iSoif f, impetuosa. 

6oùp09 , ou , m. impetuoso, che salta 
fuori con empito , violento; quindi 
anc6 potente , bellicoso , epiL di 
Marte. 

Oou? , avv» ratto» velocemente, rapi- 
damente. 

Bpdvoij ou, m. sella ; sedia. 

Qpaiécfìij «vv. con audacia , eoo cooh 
fidenza, temerariamente. 

Qpcx.'sogj €0$, n. audacia^ temeri^ ar- 
roganza, fiducia. 

Qpcc^rjxoipSiOi , ou, e. che ba cuo- 
re audace ; coraggioso , ardimen- 
toso. 

QpocTJixiixvav , OifOi , e, cb' è dotato 
di fermo coraggio ; d' intrepida au- 
dacia. 

Opacrvvoi), render audace, temerario. 

Bpocnùi, eia, u, audace, temerario; 
ardito, forte. 

Qpecuaràq , y] , òv , fragile , facile a 
speuarsi. 

O/saJw , rompere , pestare { spossare , 
snervare. 

8ps/A^ua, aro$, n. bestiame. 

QptoxoipSioq. ou, c. disanimato, sco- 
raggiato , sbigottito. 

QptTtTÒiy >], dv, nutrito, allevato, 

QptTtrpcCy 6t)V, n. mercede della nutri- 
tura ; ricompensa delPeducasione. 

Opéù), mandar suono, fremere. 

9/3y]ve6), lamentare, piangere; deplo- 
rare. 

O/^yjyyirtxu;, nw, lamentevolmente, fle- 
bilmente. 



ep er 



Bpiivoi^ ou, m. lamento, pianto; canto 

lugubre; treno. 
Qpviitxn, \tOiy m. sgabello da tenervi i 

piedi. 
e^Yiv&)^8Ct} , contr. u, cantar lugu- 

bremenle, lamentarsi, gemere. 
9^v;v6)^y]( , eo$, e. lamentevole , fle- 
bile. 
9/9v)<xx8ioc, a$, /. religione • cullo, 

venerazione; superstizione, ceremonia. 

I Oj9Y]7XSua), onorare Iddio, venerare; 

- rendere un rullo, essere superslizioso. 

Bpiiaxoi , ou , e. religioso ; supersti- 

tioso. -* 
Q/9ia/ii^cuTtxd;, ri, òv, trionfale, che 

ha avuto gli onori del trionfo. 
©/3ia/A^£JTtxw5 , atv. trionfalmente. 
j 9/3iaju./3suw, trionfare, far trionfare. 
! 9pia/Aj^0(, ou, m. trionfo. 
' 9pi7Xiov, ou, n. Am. </e/ jeg'. 
9/917x0;, où, m. merlo e cresta 'd'una 

muraglia ; baluardo , bastione , ri- 
paro. 
9/9iyxóci» , cinger con muro, steccalo, 

siepe , parapetto ; coronar 1* edifisio 

di merli, cresta, cupola. 
9/9Ì^a^, oxo;, /. Utiuga. 
9j9Ì^u, mietere. 

9/9Ì^, rpix^if/. capello, crine, pelo. 
9|0Óvov, ou, n. fiore, ricamo in fiorì 

o figure. 
9/9Óvo;, ou, m. trono, soglio. 
9póo; , o^y m. rumore tumultuario; 

mormorio tumultuoso ; suono di voce. 
9fób$, o\Jy m. grido. 
9/3u>éw; 3r/7u>Xsa>, sparger voce; far 

correre una nuova, vociferare. 
9/3u>.>t^M; ^/suAlttffffij, mormorare, 

bisbigliare; susurrare. 
9j9uX>o$, ou, m. susurro, mormorio, 

rumore, bisbiglio. 
9/9u/x/Aa, aro;, n. frammento; peno 

di pane; tozzo. 
9/9U0V, o\jy n. giunco. 
9j9U7rT0/Aai, deliziarsi, giocondarsL 
9/3U7rTW, rompere, spezzare, stritolare. 
9/90)9X6), saltare, balzare. 
QpOìCfjLÒiy o\!j nt, tumulo; colle; luo- 
go eminente; monlicello. 
9uvaT>3p, ripoi, per sinc T^ds,/. 

figlia, figliuola. 
9uyaT^tov , ou, n. dim, figUuolina, 

figlioleUa, 



( i85) 



ex 



6 jcix, a;, /. mortaio. 

OUsXJla, v]$, yi turbioe, procella. 

6us^Xw^v)$, tOi, e. burrascoso, pro- 
celloso. 

OusX^wJw;, aw. barrascosamenle. 

6uv)ei^, Cffffoe, ev, odorìfero j odoroso 
per i profumi ; abbondante di sa- 
crifisj. 

9UYj>vì, iQ$,yi primiaie che nei sagrì' 
Jìzj erano offerte agli Dei, liba^po- 
ne, auspicio. 

Ou^Xa, <uy, n. tirsi delle Baccanti, 

But^Ci), farneticare; divenir frenetico. 

9ìjfLOLf ocroij n. sacrificio, vittima. 

9u/AaiV6i, adirarsi , sdegnarsi. 

BufjLCclyTni y éoi , e. conle , che da 
aonlMiscia all'animo. 

^\jULa{nìii bufiti prìiy ioij e. caro al- 
l'animo, piacente al cuore, aggrade- 
vole. 

Bv/AiQys^eoj, raccogliere i suoi spiriti; 
richiamar le sue forze; rianimarsi. 

9u/AiQ^v}$, «9$, e. grato all'animo. 

Qjffnpii, aw. soavemente. 

9u/uiia/«.a, arof, m. profumo, in<»Dso, 
buon odore che si fa dal fumo di 
aromi abbruciali } timiama. 

9jliia.rripi.0Vf ou, n. turibolo, paso 
dove si arde l'incenso per incensare. 

Buaiao), contr, u, far profumo , pro- 
fumare. 

Q'jfiixói vj, òv, animoso, ardito, raar- 
siale, collerico, stizzoso. 

9\tpL0^ópoi, ioiy e, che rode il core; 
mordace, molesto. 

9u/u.o>swv, OVTOS, m. che ha il cuo- 
re di leone; magnanimo. 

du/too/Aoci, contr, ouymai, sdegnarsi, 
adirarsi , andar in collera. 

9'JiiopoLi9Tni , ou , m. che strugge 
r animo, che tronca la vita; mici- 
diale; pernicioso. 

9-j/aÒs, o\j y m. anima, i« guanlochh 
v' ha in essa veementi desiderj e 
passioni^ tf triadi animo, mente, cuore, 
coraggio, bollor dell' ira ; animo irato, 
sdegno. 

6u/Ao;, 0U4 m. timo, picco/a pianta 
odorìfera. 

9'jpLOf^opoiy ou, e. che trafigge il 
cuore, che abbatte l'animo, della pò» 
verta e di malattia j quindi morti- 
fero, funesto. 

/ 



er 9Q 



6u/uiÓ6)^ muovere a sdegno, irritare; 
adirare' attivamente , cioè £ur adira- 
re; in med. adirarsi, andar in collera. 

6u/Aa>oy}$, co$, e. coraggioso, iracondo. 

0j/xwfft5 , ^W5, /. cora^gio.^ 

eu va> , lo stesso che opiioioè , essere 
in gran movimento, infuriarsi; af- 
frettarsi ; rovinare ; correr furioso. 

6uo£t;, S7(ra , <v, ch^» ha odore, 
odorifero; pieno di profumo. 

GJov, ou, n. libagione, aroma ; schiac- 
ciata sacra. 

O'J0$, co;, n. sacrifisio, vittima; pro- 
fumo, incenso. 

OuOTXoo;, o\J, m. che abbrucia profu- 
mi su gli altari ; aruspice ; vate. 

0upa, a?,/. porU. 

G.lpa^s, avv. fuori, fuor delU porta; 
luur di casa. 

%Mptò;,y oJ, m. sbarra; coperchio di 
pietra che chiude l'ingresso di una 
caverna} scudo, pavese, targa, ro* 
teli a. 

8uj3«]f I, awerbial, alla porla, all'uscio, 
tìoè di fuori. 

0u^Ì5, iSoijf propr. porticella, quin- 
di finestra. 

O'jp7o;, ou, m. tirso , torso, fusto di 
pianta, 

Q'joapài^ ov, m. portinaio. 

dutfavo;, 9U, m. fiocco, frangia. 

Ouffio, a;, /. sacrifizio, vittima; ostia. 

Guffiavrrf/stoy , ou, n, altare; luogo 
dove s'immola; luogo dove si mette 
ciò che dev'essere immolato. 

Ou9ffKvosts , cvro( , adj, adomo di 
fiocchi. 

GJ77U, scuotere, agitare. 

Glia», fui, uffoity sacrificare , immolare, 
bruciar profumi ; delirare , farneti- 
care , infuriare ; esser trasportato da 
un animo furibondo. 

Gu&i^Yi;, so;; itegli, 87<roe, cv, odo* 
roso, profumato, oleasaote. 

Geav}, a$, /. multa., ammenda ; puni- 
zione, pena. 

Gwxo;, ou, lo stesso che dóéx9$, m. 
sedile, seggio; consesso, assemblea. 

GwTreia, olì, f. adulazione , careste. 

GuTTSu»; ^M^rro), adulare, cavillare; 
deridere, coltivare. 

Gcipaf, o(X9^ m. torace, petto, sto* 
maco , lorica , panciera , usberfo. 



( i86) 



eo tA 



d«pv)xryi$, OxJ j m, cinto di coratxa ; 
armato. 

tùtoli fS90if f ut. ^u, vestir di cerasta) 
armare; pass, vestir la coraisa, ar- 
marsi. # 

9w$) (oói, e. animale simile al lupo j 
lince. 



I, nona leUera dell' aì/abelo greco, 
si pronunzia come il nostro i. Preso 
numericamente^ indica dieci, ma con 
un accento tirato per disotto vale 
dieci mila. 

I«, /. d'ìoij sola, V. 

Io, f>/. d*iov, viole, c% 

Iaty&) , riscaldare blandemenfe, ren- 
der Uquido; rallegrare; riempir di 
gioja. 

làx^ci), lanciare; scagliare, vibrare; 
assalire , correre ; volare , stendere ; 
attaccare. 

l'a/iia aro;, n. rimedio^ medicamento! 
guarigione. 

loc/x^o^ ou, e. giambo» piede com- 
posto d' una breve e d' una lunga 
nella versificazione latina e n^ 
greca; ta^^ot, versi giambici; T a/A- 
^ot, si dicono pur quelli che con» 
traffanno i discorsi o le azioni de- 
gli altri j buffoni; versi satirici dei 
buffoni. 

loéojttat, contr, w/tat, medicare, cu- 
rare. 

locTrrw, getUre , scagliare ; attaccare ; 
nuocere , offendere. 

Ioc9i/jio$, ou, e. medicabile, risanabile. 

Ià7i$, eci);,/. risanamento, guarigione. 

locTTÌp, vipoq, m. medico. 

lar/seiio), medicare , curare, guarire. 

Iktoixt), "^i^/' soUin, r^xw], medi- 
ana , arte del medicare, 

larpò^, ou, m. medico , maestro di 
medicina. 

I«u'a>, soggiornare; condurre o passare 

- il tempo ; sdrajarsi , mettersi a gia- 
cere, dormire, riposare. 

IaX^\ ^$,/ stridore, strillo ; strepito, 
tumulto , specialitté di gioja. 



uir lÀ 



la^w; iccxi^yfuL ij'ffM, stridere, 
strillare ; strepitare ; rimbombare ; 
esclamare; esultare. 

l^t;, t^os, Ibi, uccello egisiano che 
somiglia alla cicogna , e che divora 
i serpenti, nutrendosi di quelli. 

ly^v], V};, /. mortaio, pila, vaso, 

l'yvwa, a; ,/. piegatura interiore del 
ginocchio^ gino<ybio, garretto , pò- 
plite. 

1^5, partic. cong. poet, e. 

iHtfL^ v.%tf' sp«cict >cl^« figiu^t ^' 
magine. 

I^t'a , aw, privatamente , separata- 
mente , da solo a solo , e , oonw 
dire, in quattr' occhi. 

1^10$, oc , ov , proprio , particolare , 
speciale , privato ; singolare , eh' i 
d'una specie singolare; rà i^ia, 
suoi proprj interessi , suoi proprj 
affiiri. 

ì^ió-nrjs, VJTO;, /. proprietà, in senso 
di qualità propria , naturale. 

I^io), sudare. 

I^tu/Aa, aro;, n, proprietà di ciaac» 
na cosa, linguaggio , idioma. 

I^ìws, avv, propriamente , con pro> 
prio termine. 

I^tWT^u j menar una vita privata , 
vivere a sb. 

I^i6)TV)$, ou, m. chi mena una vita 
privata, un uomo del popolo; igno- 
rante, idiota. 

I^ia)rtxò$, 1), òv, appartenente a per- 
sona privata. 

I^i(UTt9/utò; , ou, m. idiotismo , ma- 
niera particolare di dire; stato d'un 
semplice privato. 

I^voo), incurvare, contorcere. 

t^Oi , eO{, n. sudore , caldo t calo' 
estivo. 

I^ou, int. ecco; propr, ve', cioè vedi, 
essendo lo stesso che /'i^5,^2,* 
perj. sing. imp. med. del verbo et dw, 
mutato solamente V accento, 

iSptlcCj a$, /. sciensa , abili^. 

iSpii, lOij e. perito , sciente , abile , 
saggio. 

V$poca, sudare. 

f^/3UV6i); iSpìjùì] tipMfiiy far sedere, 
far cessare; far sostare; fare star fer- 
mo; fare star* cheti; collocare» edi- 
ficare f fondare, piantare. 



(187) 



U lE 



lipùii^ òèzoij m. snddre. 

lSpoi9ii^ ita^^ f. trasudamento» prò* 
Tocaaione di sudore. 

I0&>{, òroij ùia, a$, dotto saggio, 
pan. p. med» éi ilio», 

Is, imp, ow. a, 8. di st/mc, andare. 

lei, inv. di iv}. imperf. di iripLt, 

IccKiv, ott, di mp^t. 

I8i5,^ì«t5a, t«v, gen. iivrtfi, pari, 
di iripLi, 

Is/tac , con axp. , p. ei/xai , 'r. I. 
pass, e3rv)y^tf<f ti^Yjv, <r. 2. 2ffftv}y, 
a. 2. par/, is^svo^ desiderare j bra- 
mare; avere invidia di. 

Is/iai, jp. <lo/r^, errare; incamminar- 
si, andare precipitoso. 

tipoc^, cocoiy m, sparviero , nibbio. 

lìpoLp^yii ^ ou, m. chi presiede alle 
cose saere, sacerdote. 

l'^arccoc, a.i^/. sacerdozio. 

itpotnxjatj esercitare il sacerdozio. 

I^artxò;, v], òv, sacerdotale. 

l'cpeco, a^^Jr. sacerdotessa. 

Ispeiov, ou, n. vittima , carne di vit- 
tima. 

tepvJi^ éw$, m. sacerdote. 

Iipaùw, immolare I sacrificare; scan- 
nare. 

Ispjcov, ou, n. vittima. 

f^oxY)|9u|, uxo$ , 01. araldo sacro 
colui che imponeva il silenzio da» 
ranie la celebraùonc dei saf^rijìtj 
o dei misteri sacri. 

itpòVf oij, n. qualantjue cosa consacra- 
ta alla divinità : sacrifizio , vittima ; 
tempio j cappella ; ogni luogo eonm 
sacrato, 

l^o^oiao), eontr. u^fut. vjffcii. fare 
dei sacrifiaj; consacrare, dedicare. 

itpomoiòi^ ou, m. sacrificatore. 

ItpOTtpiTmi, co{. e. venerabile, vene- 
rando, degno di rispetto, di venera- 
nde, come colui che ha la santità 
richiesta nelle rose sante. 

iipòi, ec, òv. sacro, grande, santo, 
divino; eccdlente nel suo genere. 

iipo'sr.oitioLf oc;, f. funzione d'aruspice. 

1^07X9:ro;, 9U, m. aruspice. 

itpotv/.io» , contr. m, /ut. v) 76), com- 
mettere sacrilegio; sp<^Iiare sacrile- 
gamente. 

itpovvXicLj a;,/ sacrilegio. 

itpórjXoi, ov, e. sacrilego. 



lE le IK 



itpOixÌÀùiij avv. sacrilegamente. 

Ì€po\jp'/éfa^ contr. ^j /ut. i]<j«, cele- 
brare cose sacre, far sacrifisj; operar 
santamente. 

lipóuj consacrare, dedicare. 

i^u; t'^àvw; ii^i<a,/iit. li'^w, p, vixa, 
f^r sedere ; ordinare la sessione ; 
stabilire il congresso ; sedere ; as- 
sidersi. 

fiI/ULi, /uf. I. 1Ì7U, a. 1. y;/a, man* 
dare , invure, rimettere; lanciare, 
vibrare ; cacciare ; in med. deside- 
derare , bramare , avventarsi , andar 
con impeto. 

I^aysvT;;, so;, e. che è d'una nascita 
l^tlima ; indigeno. 

ISri, imp, di ttpLt. 

l'^ìi^ aw, rettamente. 

I^/ia , aro; , n. passo , andamento , 
moto. 

I^UTrriMV, &>V9;, e. che direttamente 
vola ; portato rapidamente in linea 
retta. 

Il^uvrara, aw, rettissimamente. 

I^u'vftì, dirigere, correggere. 

I^u;, se oc, u, retto, diretto. 

I^u;, uo;,/. impeto col quale uno 
si muove verso una cosaj movi- 
mento impetuoso; direzione. 

I^uo^, spingersi, avanzarsi con impeto; 
volgersi impetuoso ; rivolger l'impeto. 

Ììioe.voi , W , ov , sufficiente , capace ; 
degno ; TC^oia ixavoc, navi da tra* 
sporto. 

fxavÓTTi;, uro;, /. idoneità, suffi- 
cienza. 

fxocvó», render idoneo, render atto. 

fxocvo), andare a, giungere, conseguire, 
supplicare ; stringere; pressare. 

fxavól;, avv. abbastanza , abbondante- 
mente , molto assai. 

Ixg^o;, ou, adj. somigliante. 

^/.<9ia, a4,f.j ìxéreu/Aa, aro;, n. 
supplicazione, supplica. 

IxsTCUTixcÀ;, avv. supplichevolmente. 

jfxsTSuw, supplicare , pregare ; implo- 
rare con suppliche , specialm. prò» 
gare per l* espiazione dt qualche de* 
Ulto. 

ixirripiee., a;,/, segnale di persona 
supplichevole. Consisteva esso in un 
ramo d'olivo^ con lana ravvolta al- 
l'intorno. 



( «88) 



IK lA IM 



ixérriiì ou, m. supplichevole, suppli- 
cante. Coòì chiamatfansi quelli ch'e- 
rano rei d'omicidioy e chff per sai- 
varsi dai parenti delPuccisOt obbli- 
gati di sparger» anch'essi il san- 
gue dell* uccisore , ricorrevano alla 
protezione di ragguardevoli perso- 
nali, 

Ix^a^, óiSoij /. umore; vapore. 

Ix/A<vo$ , ou, propisio , amido, del 
vento. 

jfxvcojutrat, venire, arrivare, giungere, 
degli Dei quando essi manda/M qual- 
che disgrazia o porgono qualche soc- 
corso. 

Ixpt'ov, ou, n. tavola, tavolato | palco ; 
ponte d*un vascello. 

l'xTvi/?, TQ/50S, "». sappliciievule. 

ixTtv, ivo;, m. nibbio. 

I/M, venire, conseguire; invadere; co- 
stringere, pressare. 

iXa^òv, avv. a schiera, in folla; ab- 
bondevulmente. 

iXoco/Aai, render propizio « propistare. 

fA«o$, oxtj e. propitiu, benevolo, cle- 
mente; placido, ilare. 

ilccpòi, o2, òv, ilare. 

(loLpórYii, TITO;,/, iljrità. 

l'Xapò);, avv. allegramente, con ilarità. 

f Xaaxo/uiat, /ut, cr.>so[xoci ed oc^Ofiai, 
render propizio, placare. 

rXaVjUiò;, où, m. propiziazione. 

I>affTTri^t05, OJ, m. propiziatore. 

iXocM, esser propisio. 

fÀew$, 6i>, e. att. per iXao;, propizio^ 
misericordioso, favorevole; giojosò. 

I)ic&>$, api', in una maniera propizia, 
fevorevolmente , allegramenie. 

iXv), rii^f. schiera; squadrone di ca- 
vallerìa. 

f>Yj/*i, essere propizio , fa vorevole , be- 
nevolo. 

I>tyyioé6), contr. w, venir le vertigi- 
ni, girare il capo. 

I»oés, oiSoi,/. legame attortiglbto , 
ritorta, fune. 

fXùf, uo$, /. fango, feccia, limo, lol- 
letU. 

iixdi, aVTOS, m. coreggia, sega, le- 
game , fune capestro ; cavezza. 

ipLCCtÒlvi, r^i^f. sUffile, sferza, Oigello. 

iy«TÌ|ù>, fut. iooìj p. i/AocTtxa, pass. 
ilJ.OLTisp.ex.iy vestire. 



IM ni 18 IO 



l'/utoériov, ou, n. vette, manto, abito. 
I/A«rto9uXecxtov, ou, n. guardaroba ; 

armaaio per biancheria, 
lp.tip(tì; ipi.itpofiKij desiderare, bn- 

mare, agognare a qualche cosa. 
tp-ipótii^ 89901, sv, desiderabile, aoià- 

bile • ameno , leggiadro, 
f /AS/so;, o\j, m. passione amorosa , de- 
siderio intenso , brama. 
Ip-goófca^tOi, ou, e, dolce parlante; 

che ha canto amabile, delle Grazie, 
ip-tpròi , vi, ov , amabile ; delizioso, 
tv, i/tf. di Ivo, ace. di t{, t'vo^. 
IvK, avv. dove; quando. 
Ivo, cong. acciocché, affinchè, per* 

rbè. 
ly^aXXo/xai , comparir simile; appa* 

rire ; comparire agli occhL 
l'y^a)./xa, arof, a. nmulacro, iroma» 

sine; apparenza. 
Iviov, ou, n. nuca , coppa; la parte 

di dietro della testa. 
UàSfiij eo;; e. ivost^vi;, so;, fibrosa, 

nervoso. 
l|aXo$, ou , r. che salta sopra, ovv. 

in ; impetuoso ; lascivo. 
IltUTTÌ^, où, m. uccellatore; che preo* 

de uccelli al vischio. 
INCUCI), uccellare col vischio. 
Iftóst;, 89ffa, ev, viscoso. 
l|ò$, ou, m. visco o vischio ; camia da 

uccellare , pania. 
I|U5, U05, /. lombo , reni. 
Iaculo 8$, 80 ;, n. viscosità. 
I^w^v)^, soc. e. viscoso. 
Io^V8f'yì$, éo^, e. violaceo cupo, 
lo^óxos, ou , e. recipiente per i dsr- 

di ; in cui si ripongono i dardi, 
lost^ìj^, 80$, c.} còsi;, 8VTo;, adi 

che ha un color di ruggine; ruggi' 

noso; ferrigno, oscuro. 
Io'^6)/9o$, ou, e. destinato alle saette, 
lòv, ou, /!.- viola. 
lovSroc;, oiSoij f. coperta di lanugt* 

oe ; pelosa. 
ioifòoi^ O'J, m. lanugine, prima barba, 
lóo/iiai, arrugginirsi. 
Io;, la, eov, inv. di gi^^ f'^^ì <*) 

unico, solo; un solo e mcdesiiflo. 
Iò$, où, m. dardo, freccia, giavellotto: 

veleno , ruggine. 
lo^TÉpavo;, ou, e. che porta corona 

di viole. 



( i89) 



IO in 



ÌTO^/' ▼oloDtk, consiglio, di- 

. grido di dolore t aimèi ah! 
te volta inttca espressione di 
sssa y ed allora si scrive 

0U, m. fascetto di manipoli} 

no fior di barba , che viene 

Ilo dei giovanti lanugine. 

X , oig, f. che si diletta dfclle 

; {etteralm. godisaetta , godi- 

, godistrale; epit. di Diana , 

Dea della caccia. 

ò$) oj, m. nave destinata al 

*to dei cavalli per la guerra. 

lU, m. forno , cammino. 

; i7nroé^o/Aai , gaidare i ca- 

cavalcare. 

V, O'Jj dimin. da XlfKOi^ n. 

no , cavalletto. 

Ta, cf-i^f' comando della ca- 

I. 

9;, ou, m. capitano della ca- 

1. 

oc, ov, equestre , cavallino j 
Teseo. 

sws, m. cavalliere} soldato a 

cavalcare, essere del numero 
rallieri. 

710$, ou, adj. equestre, caval- 
>. 

rY]$, ov, m. agitator di ca- 
cavalliere. 

ro; , ou , e. comodo per pò- 
udare a cavallo coi cavalli; 
o, vasto. 

Iiyoi, o)Vf Ippemolghii propr. 
tori di cavalli , popoli nomadi 
Scizia , r quali si nutrivano 
e cavallino. 
V, ou, n. cavallino. 
, 9U , R. cavalleria , soldati a 
7. 

. vi, dv, equestre, appartenente 
lleria. 

add. sing. m. Ippio , Eque- 
soprannome di Nettuno, il 
fece venir fuori dnlla terra 
ndlo, come narra la favola. 
ciTtJS , OU , m. fallo , coropo- 
lomo di crini di cavai lu. 
ip/Air]$, OM^ rat. che ama i ca* 



m IP 12 



talli j che combatte dal cavaRo, otsia 
àA cocchio, prode cavalliere. 

tinto ^oìttuìj o\Jj m. cavalliere, caral- 
catore. 

iTTTró/SoTo; , ou, e. nntritor di et- 
valli, buono a pascer cavalli. 

iTtTroJa/AOs, ou, domator di cavalli; 
letteralm. dumacavalli j cavalliere « 
eroe. 

iTTTTÓ^a^u?, eia, u, denso per i crini 
di cavallo ; adorno di folti crini di 
cavallo. 

\TtTto9pop.i«^ v-i^ f. «orsa di cavalli. 

innóSpoiAOi, ou, m. circo ove si fa 
la corsa di cavalli , ippodromo. 

iTT^ród'cv, aw. da cavallo. 

ÌTtTVOÒxJxéray centr, ó>, far sacrifiiio di 
cavalli , sacrificare a qualche divi- 
nitli il cavallo. 

l7r7ró/.o/Ao$, ou, e. adomo di crini da 
cavallo. 

iTTTroxopuffnrjs, o'Jy e. armato d*elmo, 
adorno di crini di cavallo, ow, com* 
battente a cavallo , cavalliere armato. 

i Trito p.0Lxi oc , olì , f. battaglia eque- 
stre, combattimento a cavallo. 

iTTTroTróXo;, ov, e. che si occupa dei 
cavalli ; pratico nel maneggiare i 
cavalli j dei Traci che avevano molti 
cavalli ed erano buoni cavalcatori. 

litltoiy o^J, m. cavallo, cavallai iTrTrw, 
una coppia di cavalli. 

iiritOTJtin , tj; , /. periaia di caval- 
care , abilità equestre. 

iitTtónni^ o\ij m. caraHiere, cavalcatore. 

ìltltoupti , iSoi , /. elmo adorno di 
setole di cavallo; di coda equina. 

fTTTa/Aat, volare. 

IpKi, ojv, /. assemblea ; luogo dell'as- 
semblea. 

ipii, iSoi *d cu;,/, arcobaleno. Iride. 

ìpoi, ou, m. Irò, mendicante, che 
da Omero, Odiss. XVIII, 1 segg* 
fu immortalato , essendoché) il suo 
nome , presso gli scrittori che ven* 
nero da poi , passò in prorerbio , 
dinotando in gmeruleun pover'nomo. 

fs, tvò^, /. fibra, nervo, robustexsa , 
forza. 

Ha, avv. egualmente. 

Itreé^w, eguagliare; in med. fiirsi eguale, 
pareggiarsi. 

Udpi^pLOi, ou, e. ugnale di nitmero. 



( «90 ) 



12 



iftfavi;, cu;,/, pareggiamento, egua- 
' gUaiJza. 

I9T]/Aept a, a$,/. equtnoiio, uguagliansa 
di giorDÌ e di notti. 

l'jTTUi, verb, irr. sapere, conoscere. 
Da questo verbo , U cui pres, si 
usa poco» deriva i^/iiev, /o/i. i^/Agv, 
noi sappiamo; imperf. iv^t, sappi. 

iTtiprii^ eo$, e. uguale. 

IffSr/tò;, où, m. istmo , lingua di terra 
fra due mari, segnai, quella presso di 
Corinto, la quale serve come di anello 
per congiungere il Peloponneso col 
resto della Grecia. 

lip.v.'sata , fut, oLcoi , flagellare » sfer- 
«are. 

l9Ó&so$, OìJj e simile a Dio , eguale 
a un Dio. 

I<sóxùì\0iy o\>j e. propr, ài membra 
eguali '5 isoscele, equicrure, cioè di 
lati eguali. 

Icóp-opoi, ou, e. che riceve una par- 
te eguale; eguale di condizione 
di posto o di grado. 

IsÓTStSov, ou, n, pianura, piano. 

iooi, iQ, ov, eguale, altrettanto, parij 
t»©v, avverbial.y ovv. rò isov, per 
egual modo, in simil guisa. 

laónnit ^"^^^ì/' eguale condisione , 
agualilSi, uguaglianza. 

loOTc/AOg, ou, di egual onore; eguale 
in onore, eguale in grado; egualmente 
preiioso. 

laofocot^oì^ pareggiare; mettersi a 
contronto, misurarsi con. 

laofópoi j ov j e, che porta un egual 
peso ; alto ad egual peso ; egual- 
mente capace o grande. 

IfJOfxjvii^ ioi, c. eh' h della medesima 
natura. 

l'só'^tavoi, ou, e, unisono, e quindi ar- 
monico, concorde. 

IffOX*'^''», «05; iffóxei).05j o\>^ egua- 
le ali* orlo , al margine; che si alza 
fino all'orlo, al margine. 

l'SOXpoitéo», contr, w, fut. >j<tw , vi- 
vere durare un tempo eguale ; 
aver un' egual durata. 

Itfóx/90Vo$, ov, e. che ha uu' egual 
durata. 

Iffóo) , eguagliare. , adeguare ; pareg- 
giare. 

I ffra/Aat, tenersi fermo ; drizzarsi ; ar- 



12 



restarsi ; cessare j persbtere 
stere j opporsi. 

fffTvj/Ai , collocare , stabilire, < 
fermare. L* a. 2. ed il p. s\ 
dono per lo pià'^in senso ne 
stare, fermarsi, ec. Quest* 
zione importantissima volt 
per i composti. Il med. Xi 
signijica porsi, stare, tenersi 
insistere, eleggersi, ed ancl 
gere, crearsi od anche creari 

I7T10V, ouj n. vela della nave 

i'jzo^ot^iy éa>s , m. timone e 
tro. 

I5T00ÓJCVI, *35, /. nicchia, cor 
cettacolo nella nave dove cet 
navigatione riponevasi l* alb 

IffTOTré^yj, >I5j/. luogo nel raez 
nave dove si alzava 1' alh( 
base il mozzo dell'albero. 

iisropiùiy contr. pw, narrare, 
tare, rapportare, riferire, n 
alla posterità. 

inTOpioLy aj, /. Tallo dell'istru 
cerca, cognizione; istoria. 

Ì>J7opir.òi^ yj, dv, islorico. 

ioTopiAcài, avv. isturicamente. 

IsropioypoifOij ou, m. scritte 
slorie , storiografo. 

I (JTÒ; , ou , m. albero della 
antenna , subbio ; tela. 

IiTTW/9, opoij c. che conosce; 
abile; tesiimone, giudice, ar 

I^xaXso^, ou, adj. sccco« soli 

Icy^eivoLO)^ /ut. yjffw, raffrenar* 
nere; arrestare, appetire, bi 
in med. arrestarsi, desistere^ 

I^X^ov f 0^ ì 1* ^^^^ delle I 

ischio , osso scio. 
IffX'5» *w*) /' lombo, reni. 
l(3'/^vo:i)fOi , divenir o render 

diminuire, scemare. 
ì'S^vòi, >3, òv, magro, scarno, 

tenue, macilento, sparlilo. 
IffX^ÓTTQS, yìTOijf. magrezza, 

là, macilenza. 
I(7XvÒ6i>, divenir render mag 
l'7y_vòìi^ avv. magramente. 
laxvpi^op.oii.^ fare uso delle i 

ze , fare ogni sforzo; accap 

insistere, prendersi una cosi 

lo ; assicurare ; afifermar < 

mente. 



( 191 ) 



U IX 



srlo 



l^x^ipij^oi, invigorire, rinfrancare. 
Ivx^pòi, oc, èv, robusto, forte, rio- 
lento. 

w^, avv. potenteoicote, assai, con 
srfo ardente. 
IffX^$9 w«5> /• forza del corpo, robu- 

stena | potema. 
iTX^iotjJiii* U9», esser robusto, forte; 
potere, valere, aver la furia di po- 
tere. 
Ì9X0»j avere, occupare, reprìmere ; in 
med. fermarsi, trattenersi, cessare, 
desistere. 
tff«« ^ avu. egualmente , per ventura , 
l forsey probabilmente, verisimilmente. 
, fToymos, o\j,agg, temerario, ardito ; 

sfrontato, stacciato. 
. Iréot, a«; iTÌ>j, >}«, / salcio, albero. 
; Im^, ou, iif. temerario, audace , co- 
raggioso, impudente. 
I Itv5 , Mo^ , /. cerchio ; rircouferenta 
! della rota; orlo, rota. 
j Ivy fioi, ou, m. grido acuto , sibilo , 
I fischio. 
lu^», gettar un grido analo ; gridare, 

fischiare, sibilare. 
Ifòi fjLOi^ ou, adj. coraggioso; genero- 
so, forte, valoroso. 
Ifu avv, fortemente, potentemente; a 

Iona. 
If io$j OV, adj. forte, robusto, pingu«, 
lX^U9Si$, C9aa, cv, pescoso, abbon- 
dante di pesci. 
IX^eLoèy/. ccvw, pescare. 
IX^ùdtOV, ou, n. pesciolino. 
IX^OT^Of S10V, ou, n. pescbien. 
IX^Ofctyioà, contr. eli), mangiar pesci, 

vivere di pesci. 
IX^vof àyoi, wv, pi, m. Ittiofaghi , 
Biangialmi di pesci | popolo il cui 
Mttrimfnf consisteva in pesci e che 
op^tenÉva all'Etiopia, 
^XÌmìj 1/0$, m. pesce. 
IX^VM^C, co$, e. pescoso, pieno di 

pesci. 
'X^ttiof, ou, adj. investigatore; colui 
. che segna la traccia. 
IX^eu/ita, «To«, n.s t'xveuffi?, ca>s, 

/. indagine, ricerca. 
Vxvcvnis, ov, m. indagatore, espio* 



IX*cù«, indagare, rintracciare, seguir 
le vestigia, cercar la traccia. 



IX IQ KÀ 



l'X^tov, 0U, R.^* ix^®») <^«f "• traccia, 
vestigio , impronta del piede del- 
l' uomo o^degli animali , pedata. 

IXtàO , óJpos , in. icore, umor bianco 
che Omero dà agli Dei in luogo 
di sangue, 

l^y ÌTTOi, m. verme che rode le corna 
o le viti. 

lù, in atto di chiamare, ehi, olà. 

I6«, vivere. 

I«V>}, "fii, /' coperchio j òn «w/tT, al 
coperto. 

lùiirìi^ iOi^ e. rugginoso. 

Icàtij iìi^ f. soflSo, vor^, tumulto. 

lùv , questo part. d*uft.i , andare, si 
trova usato in signif. pres, , pass. 
e /ut. 

l^XP-ói, ou, m. persecucioue ; caccia, 
tumulto, calca ; scompiglio marziale. 



K 



K, decima lettera dell'alfabeto greco, 
si pronuncia come il nostro k. 
Preso numericamente indica venti, 
ma se l* accento è per di sotto la 
lettera e alla sinistra vale venti 
mila. Innanzi alle vocali i, v], s, u, 
e i dittonghi 01 , ai , il k si pro- 
nunzia, appresso i Greci moderni, 
come il nostro chi , che : dopo un 
V un y st pronunzia a , così ocy- 
xocli/ì si pronwma angali. 

KajSotXXe^, ou, m. cavallo da soma , 
rossa. 

Kayx^^^? ghignaizare, ridere «bardel- 
latamentej sbeffare. 

Kocyxaivo), inaridire ; riscaldare. 

'SLtx.yXoà.à.oì^ esultare; smascellarsi dalle 
risa. 
I Kocyxavo^ ^^ì^^* ""^o. 

Kayxaff/*05j ow> "'• ghignata, risata. 

Kocyu, inv. di xat sy&>. 

Katf ^05 . ou , m.j xoc^o; , ou , m. 
caratello , vaso per raccogliere i 

TOti. 

Koc^», adornare, decorare , fornire ; 
nel pass, ha sovente il sign, di van- 
taggiare; superare in pregio; essere 
adorno ricolmo a prefere naa di. 



\^ 



( »9^ ) 



KA 



Ka^ra, aw. come, secondocbè. 

K«3rai/ssffi^, s&)$, f. distrazione. 

KaSraipcTvis. ou, m. distruttore. 

Ka9rai|96&>, éo/t/r. ci), abbattere, rovi- 
nare , abolire ; condannare } repri- 
mere, pressare; estenuare; calar giù. 

KaSraipo), nettare, pulire, mondare, 
purgare. 

KadraXXo/itai, saltar giù. 

KaSrocTral, aw. affatto , una sola volta, 
per una volta. 

KaSraTTsp, aw. come , alla guisa, alla 
maniera di , ecc. 

Ka3r«7rTO/Jiai, toccare o muover coi 
detti j addolcir 1' animo di qualcuno 
con le parole. 

KadaTCTca, adattate, connettere. 

KaSrapeio^, ou, e. puro , casto , in^ 
temerato. 

Ka3r6cp» jwj purgare, esser puro. 

Ka9ra/3t^«, purificare. 

KaSrapirr/JLÒ; , oj , m.j x.à.'^KpULOc. , 
aro?, fi.j* x«9fa/5/xÒ5, où, m. puri- 
ficazione, purgazione. 

Ka&«;3Òs , oc, dv, puro, mondo, 
netto : pulito. 

Ka9r«/50Tvj5 , >]To; , / purità , mon- 
dezza. 

Kà&ap<Ti§, 8W5, /. purificazione. 

Ka&apws , «^'♦'. puramente ; senza 
taccia , senza macchia ; nettamente ; 
francamente. 

KoL^éSpa., à;, / cattedra , seggio , 
sedia , scanno. 

Ka&s?o/x«i , assidersi ; seder giù j 
collocarsi, stabilirsi. 

yvu/jii, rinserrare; imprigionare, rin- 
chiudere. 

K«9rei/?5i5, 6W5,/. l'alto «^d chiudere; 
imprigionamento , rinluzzamento. 

KaSrsxouffio?, ou, e. volontario, spon- 
taneo. 

KaSre)xuci); x«&éXxw, trascinare, ti- 
rar giù; dir male, detrarre; latin. 
deiraho. 

Ka&e?vj5, avv. con ordine, di poi. 

Kà&effts , ew$, /. domicilio , abita- 
zione , casa. 

KoLÒiSfiòif ou, m. assemblea , seduta, 
consiglio. 

Ka&éTYj?, OJ, m. pendolo, regolo. 

Ka^su^w, addurmenlare, dormire. 



KA 



Kade{'(oco/xai , motteggiare , paoger 
con sarcasmi. 

Ka^sj/o), concuocere, struggere, lique- 
fare. 

Ka9'Y]78<9/Aai , guidare, andare in- 
nanzi. 

Ka3rY]yy]TV]; , oJ, m. guida , precet- 
tore. 

Ka&TQxov, ovTo;, n. dovere. 

Kocdryjxo) , appartenere; arrivare; toc- 
care ; convenire; ed anche estender- 
si , sporgere ; xadvfxei/toi , tocca 
a me, sv rais xadrKixouffaif tjjuié- 
pcciif nei giorni convenienti. 

KoLÒ^Xóoìj contr. (u, inchiodare. 

Ka^vi/jtai, assidersi ; esser assiso; starsi 
sedendo ; trattenersi ; assediare ; ac- 
campare. 

Ka3rv]^éj9oey. atrv, ogni giorno. 

KaSryjjaeptvo;, v], òv^ quotidiano, gior- 
naliero. 

Ka^ì^puyw; xaS^i^j^uoi, collocare. 

Kadrispow, contr. e«, consacrare, de- 
dicare. 

Koc^iépa'Tii, eo);, /. consacrasione. 

Kadi^u,//if. (7ca, sedere, collocare, 
far sedere; porsi, collocarsi. 

Ka3riY]jai, licenziare, mandar giù, sot- 
tomettere, gettar giù, immergere. 

Ka&txvèo/jiai, /"«. l'^o/iiai , toccare, 
percuotere, cogliere; arrivare, giun- 
gere. 

Ka&iTTTa^aoci, volar d*alto. 

Ka3'(aTY]//ij stabilire, collocare, costi- 
tuire, regolare. L'a. 2. xa&sdTijv 
e^ f/ p. xa3rs7Tv]Xa hanno la si- 
gnif. passiva. 

Kocdo^Yiyò^, ov, m. conduttore, guida. 

KdÒoSoi^ oxj^f. discesa. 

Ka^oXtxdVj ou, n. universalità, cat- 
tolicità. 

Kad^oXixò;, >}, òv, universale, cat- 
tolico. 

KadoXtxói^, aft». universalmente, cat- 
tolicamente. 

Ka^dXou, me. <// xaroè o>oi>, a guisa 
di, avv. in generale, universalmente, 
generalmente. 

Ka2ro7rAi5&), /«f. ffw, armare. 

Ka^opoéu, riguardar dall'alto in basso; 
accorgersi , considerare. 

Ka&op/Ai'^o) , approdare , entrare in 
porto. ' 



{ >93) 



KA 



Kadótfov, aw, qoanto. 
Ka^ÓTc, cong. perchè. 
Koc&uv/90(, ou, molle, morbido. 
KaSruAocxTCO», co/ifr. w, abbajare. 
Ka&u;rc^&(v; xocduTrspdc , in tom- 

mo luogo, di sopra, oltra. 
KaSru^icoi, rilassare , alleotare; cede- 
re, abbandonare, tradir la causa. 
Ka&U9iv]/uit, sollomeUere. 

KaSrei^, avtf, come, secondocbè. 

Kaì, co/i^. e, anche; xai ^W) <ul 
fatto, iocontanente ; xaì ^v] xai, e 
certo I che aosi ) xaì iq , ossia ; 
xac /uLoc^a, e per tanto j xou' /xcv 
TOC xaì av, che se) xaì toc ^«ì, 
e pertanto j d!à principio al discorso 
com fuoco passionalo. 

Kaìye, cong. e, in Tero, sebbene. 

Kaìxs, si che; xaì Ttpl'titip^ quan- 
tunque anche per l' avanti. 
ì Kaì /XTjy, cong. e, anco, tutUvia, però, 
pure , eppure. 

Katvòf, v), òv, ouoTO, inusitato, straor- 
dinario. 

Kaivórij^^ rixoi,f. novità. 

Kaivóoi, innovare, rinnovare. 

Kaìvu/ioetf vimrere; sorpassare; uccidere. 

Kaìvo», uccidere. 

Koivwf, afp. </i xaivò$, io una nuo- 
Ta maniera. 

Kaìojuiat, divampare. 

touTTip, coff^. ancorché ; benché, seb- 
bene « quantunque, scrivesi anche 
in due separate voci. 

Koìpiof, eìy ov; xaì/3io$, ovj e, op- 
portuno , comodo , principale | mor- 
tale ; cassale ; pericoloso ■ morte. 

I Kflu^ìwf , aw. ■ tempo 3 opportuna- 
mente | mortalmente. 

Kaipò$, ou, m. occasione, opp<^lu- 
MÙ del Untpo^ del luogo, ec. 

KaiTOt, Mi^. benché, tuttavia; xai- 
ro( xaì TOUTOvì, quand'anche. 

Kaìw^yid. xaUtfw, in/*, aor. 2 /la^^. 
xocvjvai, abbruciare, accendere , ab- 
brustolire; infiammare; in med. bru- 
ciare , ardere. 

Kwcci, contr, di xat ixsi , ed ivi. 

KaxcTd^i. Afv. ine. </i xai cxcid^i, 
ancor li. 

Kscxci «0$ , ou , ed egli , e quegli , e 
quello , ow. anch' egli , anch' esso ; 
contr. di xaì excivof. 



KÀ 



Koùcciffs, avverbiaL inv. di noti txtlsi^ 
e là, e colà. 

KaxY]yoj9<w, maledire, sparlare. 

KaxYjyo/sia, a$, /. maldicema, spar- 
lamento. 

KcfXTOyopOi y ou , e. maledico, sparla- 
tore. 

Kocxìa, olì,/, malvagità, malignità, 
improbità ; viltà, incapacità. 

Kaxi^ci), biasimare; xaxì^o/uiai, mu- 
•trarsi vile ; diportarsi da codardo. 

Koéxi<7Ta , avv. superi, pessimamente. 

Kàxi7T05, TQ ) ov, superi, pessimo , 
cattivissimo , imperitissimo. 

KoScìuv, ovoi, e. campar, peggiore. 

Kaxxcìci), inv. di xarocxcìo^, coricarsi 
per dormire. 

Kaxxopu^Wv, in», di xeircc xopuf vfv, 
sul cucuzso. 

Koexd^ios , che vive male, cioè pove- 
ramente, che fa meschina e mala 
viU. 

Koxo^ai/xovsci), contr. óì, essere sven- 
turato ; trovarsi nella sventura. 

Y.cfM.oScf.ip.O'iioLf «5,/. avversità; in- 
felicità ; malvagità ; genio malvagio ; 
frenesia , delirio. 

Roxo^cetuovì^u, riputare, tenere, sti- 
mar felice. 

Kaxo^aì/Aoiv, ovos, e, sost. genio 
malvagio ; adj. infelice , disgrasiato. 

Koxó^o^os, ou, e. ignobile , eh' è di 
cattiva opinione. 

Kaxoet/Awv, 0V05, e. cencioso, mal 
vestilo. 

Kaxoepytij , il« , /• maleficid, mali- 
gnità. 

Kax^gpyo;, ou, e. malefico, cattivo, 
malfattore. 

Kaxo^YjXìa, a$, /. afiètUsione, imi- 
tazione falsa o ridicola; scimiotag- 

KaxoiQ&eta, a$,/. astuzia maliaiosa, 
malignità. 

Kocxoyi&*j«, so$, e. maligno. 

Kaxo&ujuiìa, a«, /. animo mal af- 
fetto, mal intenzionato. 

KaxoXoyso), dir male. 

Kaxo>óyo«, ou. m. maledico. 

Ka/o/uiv]5*Ì«, to«, e. che ha nella 
mente malvagi pensieri; artifizioso, 
astuto. 

Kax»/x>)x«vo5, ou, c. fabbricalor di 



( >9i) 



r 



KA 



mali; macciftinator di guai, che or- 
disce trame, istrumenlo di svantare. 

Kaxòv, ouj M, male , daimo , infortu- 
nio, diaastro} sciagura. 

Koxovoo^, conlr. vov$, ou, e. di mala 
volontà, male intenzionato. 

Kocxò^sivog , o\J j e. che si diporta 
ipale verso gli ospiti; inospitale. 

KaxoTroéSrcia , a$ , y. vessasione, mo- 
lestia; calamità. 

KocxoTraSrsu , esser afflitto da mali , 
esser mal disposto, sofirir disastri, 
incomodi. 

KocxoTra^vif , co$, e. afflitto, disgra- 
sialo. 

KocxoTroicw, conlr. w, far del malef 
esser malfattore ; nuocere. 

KocxoTroiià, a^, /• maleficio, torto, 
danno. 

KaxdTTOiò;, ou, e. malefico, nocivo. 

Kaxóiror/uio$, ou, di mala sorte, ma- 
lavventurato. 

Kaxo7r/3ayc6>, esser infelice. 

KoxoTrpayiQC, oe$,/. infelicità, avver- 
sità. 

Kocxo7rp«7/A6)V, evo$, e. che mala- 
mente opera o vive. 

Kaxoppocfioe, «$, /. macchinazione 
di guai; malvagia trama. 

Kaxò^, V}, òv, cattivo, perverso, mal- 
vagio; vile, timido, vigliacco. 

KaxoTCX^o^, ou, e. che fa uso di 
cattive arti; artefice di roaliaie o 
d' inganni. 

Kcc/.ÓTni^ nxoi, f. malvagità, mali- 
sia , perversità ; codardia j infelicità, 
perdizione. 

Kaxoupyia, a$,/. maleficio, malva- 
gità^ 

Koexoupyo^, ov, e. malefico, maliàttore. 

Kocxou'pyws, «ff^. malvagiamente, em- 
piamente. 

Raxof)/9a^y); , so;, e. che pensa e 
dice malvage cose, maledico. 

Kaxo'ca, co/itr. w, far del male; nuo- 
cere; tormentare; maltrattare; mal'' 
menare , infestare. 

Kax»; , avu. malamente; incivilmente; 
xaxeà^ TT/socrreiv, non riuscire in 
una cosa ; essere sfortunato. 

Kacxu9($ , c&)$ , /. vessamento , infe* 
stazione ; danno ; corruzione, preva- 
ricazione. 



KÀ 



Ka).o(, avv. bene; bellamente, o 

tunamente. 
Ka>à3rÌ9xo$ , ou , m. panierino 

nierussolo. 
KdXoLÒOij ou, m. cestella, pani< 
Ka>oè,ayj, iqs,/. paglia, stoppia j 

corpo estenuato , debole. 
KaXoe/xi^iov, ou, n. piccola cac 
Kot).«/X05, ou, m. /iro^r. canna, 

penna, co/i cui si scriir'C j t^ 

per similit. verga alla quale s 

picca la lenza. 
KaiajuiOffTgf*j«, éos, e. circond 

canna. 
KaXau/30^, otto;, /. verga da ps 

vincastra. 
KoeXcw, conU: w, chiamare, inv 

implorare, nominare. 
Koc>Y]T&)p, opo^, m. colui che chi 

banditore, araldo j così presso 

roj a tempi meno antichi dit 

xAyjTwp. 
Ka>ià, oc^)/. nidio. 
KaXiTTS^iXa, wv, n. pi. r.(xlv.Tii 

pastoje , ceppi di legno ne* qi 

legavano i piedi delle vacche 

di mungerle , acciocché si 

ferme, 
KaXXiyuvail, aixo{, e. rinoma 

le belle dunne. 
K«AXi«7ryj5, ou, e. ben parlanti 
KkXXi^uvo^, ou, /. che ha bel 

tura; elegantemente cinta; bt 

sciuta. 
KaXXì&pi^, Tfltxo;, e. che hs 

criniera ; di bella chioma, €ti^i 

vagamente lanuto, di pecore. 
K«X/(xo/uio$ , ou, c.j xaXXiTT 

/AO^, ou, e. ch*è di bella eh 

che ha una vaga capellatura. 
KaXX(Xd>]^fijUL8V0$, ou, e, che 1 

bella benda. 
KaXXiTrapsto^, e. di belle guance 
KaXXiTTS^iAo;, ou, e. che ha L 

zari. 
KaXXi7r).oxa/Ao;, ou, e. che h; 

trecce. 
KaXXtppóo$; xaXXipoo;, ou, 

bellamente scorre. 
KotXXiffTOS , yj , ov , superi, belli 
KaXXiVf upo$ , ou, e. di vaghi 
dalle belle piante, che ha I 
talloni. 



(195) 



XA 



X9i , ou , c. che ha Ìmì ca- 

ìéiy ou , r. alto alte belle 
ameno, bello, amabile. 

0¥Oif e, campar, più bello, 
o. 

lOi^ n. bela. 

xd'ioe, a$, /. probiUi, bontk 
itere. 
xòoi ì OM, e, ^lanloomo , 

Jy n. legno. 

6), bene6care,'far del bene; 

>eDe. 

, òv, bello, onesto, boono, 

le. 

i, io son chiamato, nomi- 

• , galoppare, trottare. 

>nca, secchia ; creinolo. 
*j;, /. tugurio, capanna; 
; tenda. 
: , aroi , n. vdo , coperta ) 

f.ù^f. rosa chiusa , calice. 
7, v)/9o;, m. copriroento, co- 

910V, ou, /i. velo, coperta. 
1 , TfjS , per xaXuTT^a , /. 
donna maritata. 
, coprire , nascondere ; sep- 

99. bellamente, bene, onesta- 
ottimamente. 

xo$, /. pertica , stanga, palo; 
iir asta. 

a$, /. vòlta, arco. 
9$, flC} òv, faticoso, stanco, 
». 

» ou , «n. fatica, stanchesza, 
pena. 

, ccnir. ù, fuL eJffw, sten- 
rsi della pena, essere stanco, 

che me, contr. di xoii eas. 

ou, e cammello. 

ou, m. corda, propr. quella 
si sentono i nocchieri per 
t ancore, e che dicesi go* 

oxt, e. camino , fornace , 



KA 



Ka/uttvcii, ous, /. coperta della fuliggi- 
ne del cammino. 

K6ip.^(a ^ fut. aetfiòi, v, xsxfiY)xoe, a. 
S. (xa/AOv, faticare, lavorare, divenir 
lasso « essere stanco; in med. ttan« 
carsi; fabbricare. 

Ka/uióvTC$, wVy m. i morii. 

Koc/A^ , ^< 9 /• curvatura , piega- 
tura , tortuosità , giravolta. 

Ka/ATTTÒs , vi , òv , flessibile, pieghe- 
vole, tortuoso. 

Koc/A7rT6) , piegare , inflettere , itirur- 
vare. 

Ka/A7ruAo$ , v] , ov , cnrvo , ricorvo , 
piegato, flessibile, adunco. 

Kajui7ruAÓTir]«, nro^,/. cnrvitli, piega- 
tura. 

Ka/A7nJ^6»$ , atv. flessibilmente , pie- 
ghevolmente. 

Ka/ui<('($, <»(,/• curviti, piegatura, 
flessibilità, serpfiggiamento. 

Kav, MI'. A' xat av, che se, sebbene, 
quantunque, ossia. 

Kavaxcu ) xava^t^W) strepitare, ri- 
suonare. 

Kayax>], ;?$, /. strepito, suono , gri- 
do , stridore dei denti, 

KoLvax^Soi'^ xavaxvi^dv, avv. strepi- 
tosamente. 

Kavax>l7rov^ oSo;, e. che U strepilo 
coi piedi; scalpitante. 

Kàveov, ou, n.j xgcvT];, vjto;,/. ce- 
stello , canestro; vaso fatto di ffitn- 
lunque materia ad uso del convito, 

Kav^ifjÀia, ei)v, n, basto, soma. 

Kavovixòv, oJ, n. regolarità, canoni- 
cità. 

Kocvovixòf, Y), dv, regolare, canonico. 

KavovixcSf, <ii>f. r^ularmente , cano- 
nicamente. 

Kavaìv, 0V9^ m. ago della bibncia; re- 
golo ; spranga ; verghetta colla quale 
i Greci tentano diritto lo scudo 
che portavano appeso al collo j ma- 
nico; guiggia ) tempiali da tessitore j 
e al Jig, regola, norma, canone. 

K«ir«iTa, contr, da xkÌ «TTSiTa , e 
ooi, e poscia, ed iodi. 

KaTTSTOs, OM,f. per axóiittroi, da 
«xavro), scavare; fossa, buca, tomba. 

Kàjnj , ni,/, presepio , mangiatoja , 
greppia. 

KaTTYi/stov, ou, n, osteria , alber^^o. 



( 196) 



KA 

Ka7rv)Xsùci}, far* osteria, alloggiare, 
albergare. 

KaTTviXtxò^, vi) òv, ingannevole, frau- 
dolento, malizioso. 

KditTfìXoq^ ou, m. oste, che dà a man- 
giare e bere , albergatore. 

KaTrvi^M, y/ft. («TU, fumare , suscitar 
il fumo; accendere il fuoco; in 
pffjs, 3oSHr àA Snaìù. 

KiXTtvéz, otJ, ih. fumo* 

K.st'iZvbiaiflg:^ 1^7^^ e, fumoso. 

Kk:^7iìSìoj f inv. iti xaroc tts^ìov , 
per il cain[*o* 

Km^pù^ x«jTp('9|^ ou, m. cinghiale, 
iiorc» sai va lieo, 

KartT&J. mordere , morikcbiATe. 

KctTTjps^i ttj o^j secco, arido ; chiaro- 
sonaste. 

Ka7rua),yi/«. uffw f^oef. u99cd), sof- 
^•dte-, CKalarB. 

KK7ryDt/.5£/3tìij /ni', di xaroc ^ocXapa, 
Ot>v^ N, Ì)qrd;ilarat gualdrappa. 

KàjS, ocpóif m. uomo di Caria • uomo 
vile; Tiw jiAiv èv xapo's «iffvjs, lo 
slimo quanto un uomo di Caria ; 
detto proverbiale. 

Kdpoi., n. indecL lesta, capo, ver- 
lice. 

KefjSGt^^jtcM, cofiCr, ti, esser pieno 
d.* ìmpaiìenle a^tpeltafiopo ;k.spell3re 
ron inii|UÌ«iiidÌDe , con Ansiriii. 

Kap(^a/jiov, ou, /i. crescione, nasturzio, 
agretto. 

KoLpSioL oiiy f. cuore, animo. 

KKoSiouyioCf etij/. cordoglio, mal 
di cuore. 

Ka,pS loyv darti i , o\i ^ m, conoscitore 
de* cuori. 

KoipSonoi , OìJj f. madia ; arca dove 
s'impasta il pane. 

K OC/SVI , n, indecl.j noip'ineK.p , arog, 
n. testa. 

KùLfTjii'.op.dùi. aver la testa chiomata, 
esser cariflllutn. 

K?;ì(]j{duQCi}yTS^, mi», m. ben chioma- 
li j f/7^;. rAtf Omero dà agli Achei. 

KapY]yov, ou, n. capo, sommità, vetta, 
cima. 

KoLpytcctpa, risuooare, rimbombare. 

Ka.oxivo^ , OìJ y m. cancro , gran- 
chio. ' 

KajOTràXi/Ao^, ou, ae/y*. celere, pronto, 
snello, rapido. 



KÀ 

KccpitoLÌifiùti, avv. prontam 

sto, velocemente. 
Ka/37ra9iyos, v], ov, di lino 

nolino. 
Ka/97r(^Gi>, spiccare il frutto, 
Kcc^7ri/xo5, iQ, ov, ferace 

frultuoso; utile. 
Kaj97riffTrÌ5, ouj w». vindice, 

mette in libertà^ lilicralore, 
K^kTT^^ . 0'? t ut. friitlo j ca 

1^ CUI 11 Lira ddla mano col bra 

ma disila Ili uno pobo. 
"Ra^izorpò^Oi , ou , e. eh 

trulli. 
KoLOTtofOpéca, produr frutti, 

tile di frutti. 
Kof.pnofOpicK^ a;, /. frullìBi 
Kcx.pnofópoi ^ ou, e. frulli 

porta frutti. 
KoLp^ótn ^ y.o^pTtóofia.1 , ouj 

glicro li frullo j trar vanta] 

fiUarej guder Jcl fruito. 

Kappófl-j , iffi'. di xaroc pd 

corrente, nel lello tiri fium 
Kocpffios, a, ov, obbliqiio. 
Koc/5TOt, act». assai , multo , 

mente. 
Kasrepe'jii f&n^n w, esser 

forte, tollerare, resistere « 

farti alcuna cosa^ 
K«3Tsptot , K5 , /• tollera 

ziriiz^ , fersticiiaa , costanza. 
KaprsjSixò;, tq , òv, tolleri 

ziente. 
KoCjOrsjStxó)^, <iw. tolleranteir 

zienlemeole. 
Ka,ors/5Ó9ru/io;, ou, e. ma 

coraggioso. 
Ka/STgpds , oc, òv , robusto 

te ; violento , possente. 
Kocprepóx^^p ì p^h e. forte 
Koprspófpwv, OV05, e. ch*è 

torte. ^ 
Kaprg/5&>5, «fi', fortemente; 

temente. 
Kapruv&i , corroborare, ri 

render fermo. 
Kocpuov, ou, n. noce , nome 
• dei frutti che harnio cortei 
KKpipcf.Xéoiy OM adj. secco, 
Kocj9^o$, &Oiy 71. paglia. 
Kdp<f(Oy seccare, disseccare* 



( «97 ) 



XJL 



Kcep^o^ó^ou;, ^ovTO$, che ha i den- 
ti TaUi a foggia di tega; forDtlo di 
denti agiusi, aspri. 

Kap^oe/90$, ou, e. aspro, acuto. 

Ka^iy vif-no, vj;, /. sorella 

Ka9ÌyvigT0$, ou, m. fratello^ cugino, 
parente. 

Ka?9(T8/79$, ou, m. marcassita, sta- 
gno; da Omero pare so/tanto che 
in questo metallo vi fosie una par^ 
te di stagnoj poiché lo stagno puro, 
per la sua mollezza, avrebbe ser- 
*'ilo male a /are scudi e cerchi di 
ruote. 

Kaffraval'xò^, vf, ^v, di castagna; 
xàpuov xavTocvaixoy , noce di ca- 
stagna. 

Karà , e avanti ad una vocale aspi- 
rata x«9r'5 prep. di varia Jòrzaj col 
gen. lignifica per lo più contro | 
Inoltre moto all'ingiù; xara ^u&o J, 
in profondo; con l'acc, ia relasione 
a , p«r rispetto a j iV che però si 
esprime sovente col semplice acc. 
tralasciando il xarà; inoltre in« a; 
xayà ki'/rjTtjov , in Egitto | xa&' 
<xoc9T>]v viyéjsav, letteralmente »à 
ogni giorno. Spesse volte sta col 
suo sost, invece di aw. « per es, , 
xa9r* unsp^OJ.-n^ , eccessivamente j 
xar ixoi, annualmente; xar òvoep, 
in sogno. In composizione esprime 
spesso moto all*ingiù ed anche oppo- 
sisione;pitt spesso poi semplicemente 
intensione. 

Karo, iny, xat etTo. 

Kara/Saivoi, scendere, discendere; 
abbassarsi. 

Kfcra^ocXXu, atterrare, buttar giù , 
affi>ndare , spingere , gettar %ia , di- 
struggere. 

Karoc^avif, lai^f. discesa. 

KaTa^s^aiów, confermare. 

Kara^ coclea, spinger con forsa. 

Karocj3i|3po>)9Xw, mangiare, divorare, 
ctmsnmare. 

Kara^Aà;rrai, nuocere, recar danno. 

Karoc^^u^Xù) , percorrere; rifugiarsi 
sotto o in; entrar nel. 

Kara^o^v]) "niff. P azione di gettar 
giù o nel ; fundamenlo , principio , 
origine di quidsivuglia cosa ; paga- 
mento. 



KÀ 



Karoe^o^xu; xaTa,'999xo/xoci , pasco- 
lare ; pascere. 

Ka.T«/3pgxw, irrigare, bagnare, spruz- 
zare. 

Kara^/sóxw, assoibire, inghiottire. 

Karayaios, ou, e. sotterraneo. 

KaT«yye^8U5, «W5, "». annuuziatore, 
delatore. 

KarayysXXo), annunziare, inlimare, 
denunziare , diihiarare. 

Karàysto^, ou, e. soiierraneo. 

KaTaye>affTÒ5, W, òv, ridicolo. 

Karays^ao)) deridere, beffarsi di al- 
cuno. 

Karay (>&)$, wto;, m. riso, derisione, 
ridicolo. 

Ka.Toey>]pa7xa); xaTay*jf3àw, invec- 
chiare. 

Karaytvéw, portar giù; condurre da 
un luogo superiore in uno inferiore. 

KaTayiv&iffxw, decretar contro, con- 
dannare, biasimare. 

Karàyvu/Ai; xarayvuw, spezzare, 
fracassare. 

Karocyvwais, sws,/. riprensione, con- 
danna. 

Karay&psvlw , denunziare , rivelar» ; 
xarayo/ssusiv àX^rj^wv , quere- 
larsi l'un l'altro. 

Karay/sflcyw, descrivere, delineare. 

Karàyo), rompere, frangere; spezzare; 
inus. nel pres. in luogo del quale 
adoprasi xarayvuci), -u/xt. 

Kccroi'/(>»yfuf. dX^* menare, condur- 
re ; ricondurre ; richiamar dall' e- 
silio; tirar giù; strascinar dall'alto 
al basso; trasporUre da un luogo più 
alto ad un più basso; xarocystv rà 
^Xoia, condurre in mare i vascelli ; 
corseggiare; approdare; prender riva 
o porto. 

KaraywyW, ri5,/j xaraywyiov, ou, 
n. albergo ; luogo di riposo. 

Karaywvi^o/xai , vincere in balta- 
glia, combattere, soggiogare, do- 
mare. 

Kara^ocxvoi), mordere. 

KaTa^axjSuw , deplorare , compian- 
gere. 

KaTaoà/Jtv«/xai, domare aflado. 

Kara^àTrTW , lacerar divorando, fare i 
in pezzi. ! 

Kara^ap^àvoi, dormire, acldormen- ' 
tarsi. \ 



( «98) 



KA 



KocroiSsniì ioi^ e, ÌDcoropleto, imper- 
fetto; bisognoso; mancante di qual- 
che cosa. 

Kara^si . impers. si ha manco biso- 
goo, st e in minor necessiti. 

Karoc^sixvu/Ai , dimostrare , dichia- 
rare , chiarire. 

Kara^suo), bagnare, irrigare. 

Kara^cco, legare, incatenare, obbU* 
gare. 

Karoc^viXo;, ou, e. manifesto, cospicuo. 

KocTOLSYìiio^Opita, divorare il popo- 
lo, consumar le sostante del popolo ; 
divorare, consunfare. 

Kara^ixoé^w , condannare por sen* 
tenta, e semplicem. condannare. 

Kara^iwxw, perseguitare, inseguire. 

Kara^oxéo), pensare, stimare, disap- 
provare. 

Kocra^oX c^xcu , confr. óì , noiare , 
stancare alcuno ciarlando. 

Kara^ouXó», comtr. cu, ridurre in 
servitù, assoggettare. 

KaTaJouAwrf»; , cw^,/! assoggetu- 
roento j 1' atto dell' assoggettare. 

Kara^piTTù), toglier via. 

Kara^/so/xW, rfj, /. scorreria , incur- 
sione. 

KaTà^j9U/xo5, 01», e. selvoso, boscoso, 
pieno di boschi e selve. 

KaToc^/suTFTw, /Mt. <|/a>, graifiare, la- 
cerare. 

Karà^u/tij xara^uva) , entrar nel 
luogo il più remoto ; andar sotto , 
immergersi. L' a. 2. xarc^uv e il 
suo pari, xara^u;, hanno il sign. 
intrans, discendere al fondo , scen- 
der giù. 

Karocouffi;, £&>$,/. sommersione, an- 
negamento. 

Kara^uw, annegare, sommergere. 
^ KKTasvvu/At , vestire, coprire; abbi- 
gliare ; poti, per xa^svvu/Ai. 

KKTa^ocvw, seccare. 

KaTjX^euyvuu, attaccare ad un carro 
cavalli simili. 

Karà^eu^is, ««5, /• 1* atione di ag- 
giogare , di mettere sotto il giogo. 

KaTaSrotTTTW, seppellire. 

Knren^reippioii confidare, aver corag- 
gio verso. 

Ka7oc9ro(p(Tuy&), far animo , far co- 
nggio. 



KA 



Keerad'cìyai, roolcere, assopire; incan- 
tare ; ammaliare. 

KoLTÓ.ét'sii, euf, /*. depositsone. 

K«T«9rT(ixij, vj$, /. deposito. 

Kara3ryy]9X«), morire, spegnersi. 

KaToe^vvirò;, yj, òv, mortale. 

KaTa^J/AO^, J, ad/. ch*è ndl'anino, 
presente allo spirito. 

KaraiSard; , ou , «n//. per cai può 
scenaersi; accessibile. 

Karai^é» , ricolmar di vergogna , 
svergognare. 

KaTaixe^u, maltrattare: lordare. 

Karai/su, approdare, soarcare, arri- 
vare. 

Karacff^uvo) , svergognare , disono- 
rare, bruttare, oltraggiare; i« mtd. 
▼0>'gognarsi, arrossire. . 

KaratTioco/utat , accusare, incolpare. 

KarociTU^, uyo;, /. barbata. 

KaTaiw/9co/A«i, pender giù. 

Kecrcfxoiipioif ou, cassale, mortifero; 
dicesi d* un dardo eh» eoIpUc» in 
un luogo atto a far morire. 

Karoxatu , abbruciare , ridurre io 
cenere. 

KocraxaìUirrw , /ut, «|/w ; coprire , 
nascondere, velare. 

Karàxs(/Aat, giacer giù, star sdraia* 
te , esser coricato. 

Karaxetpo), tosare, consamare. 

Karoexstw, giacere; dormire, ripo- 
sare ; quindi essere otioso, scioperatf*, 
spensierato. 

KaraxAà6); xarocxXa^w, fut. «jm, 
rompere , distorcere , speuare , io- 
frangere. 

KaraxXsi&) ) rinserrare, tenere asse- 
diato ; cingere d'assedio; costringere. 

KaTàx).vitfi$ , su; , convocatione di 
un'assemblea; xaTocxXY]9is, e xara* 
xXY]9ia) a; , indicano la convoca- 
tione straordinaria degli abitanti 
della campagna in una deliberasio- 
m importante j mentre che (xxlv:- 
aia. indica soltanto la , convocatone 
ordinaria degà abitanti della città,' 

KaTaxXivojUiai, mettersi a tavola, alta 
maniera degli antichi sopra dei letti j 
coricarsi ; sdrajarsi, cader su i gi- 
nocchi ^ cader in. 

KaTaxJliyu , porre a giacere , cori- 
carsi ; piegare , deporre. 



u. 



(«99) 



.71$, ttiKif. giacitura, l'atto 
giace o di chi si mette a ta« 

.ro^^ ou, n. letto di riposo , 
» d'appoggio. 

^^fi^ inondare, diluviare, som- 
e, irrigare. 

iT/AÒs, ou, m. diluvio , inon- 
», trabocco. 

S3rg;, wv, /. le Parche, 
/uiàci); xaraxoi/Ai'^w, xaroG- 
9/tai, addormeutare , sopire ; 
, dormire; addormentarsi, 
^avéu, dominare} comanda- 
ministrare, dirigere, 
rr», tagliare, troncare, £ir in 
smembrare. 

r/utco), comporre, raffastonare, 
are, adornare, ripulire. 
IO), intendere, ascoltare; esau- 
>bl>edire. 

CTCw, contr, m, domare, sot- 
!re, arrestare. 

/MCCi); xocTOX/sYj/AvaM, sospen- 
ippendere. 

I/Avt^w; xaraxpvi/tvaw, pre- 
giù ; i/I me<l. esser sospeso , 

ire. 

l/uiy(9i$ , cm; , f, precipizio, 

j/uivos, ou, e. precipitoso, ro- 

VOI, condannare. 

91$, ew$, /. condanna. 

T0$, ou, e. condannabile, col- 

'TTTO») nascondere , dissima- 

)4'i$« cu;)/' l'atto del na- 

'e; dissimulasione. 

ivo» , uccidere , mettere a 



rru, incurvarsi , piegarsi. 
>tsu6i, signoreggiare, domi- 
Uà», dir male. 
U'ee, a;,/, maldicenia. 
)Lo$, oj, m. maldicente, ma* 

ut/Soévo), fui. xocra>>ì^o/xat, 
ccXio^a, a. 2. xarsXa^ov, 
are ; trovare, sorprendere, oc- 



KA 



KaraXa/ATroi , /u/. t|f&), risplendere, 
rischiarare. 

Karoe>syw,/u<. |u , scegliere; anno- 
verare , raccontare per ordine. Kara- 
Asyo/Aai, o/Ire i suéUL sign.t ha an- 
torà più frequentemente quello di 
dormire; giacere, coricare o coricarn. 

Kara^Lsi/So), distillare, spandere, ver- 
sare ; i/I med, scorrer sotto , di- 
stillare. 

KarocÀ(t/Aju.oc, kto;, n. residuo, quel 
che si h lasciato. 

KaToc^((7rTO{, ou, e. derelitto « ab- 
bandonato. 

KocTaXsiTra». yùt. 4'^) lasciare, tra- 
lasciare; aobandonare. 

KocràXcivpt;, CMS,yi abbandono; l'atto 
del lasciare. 

Kara^Wyo), cessare; far cessare. 

Kara>YÌ&ouai, scordarsi, obliare. 

KaraXviXTo; , ou , e. apprensibile , 
comprensibOe. 

KaTeé/y]^($, eoi$, f. comprendimento; 
sorpresa, occupaaione. 

KcK,r«.Xinoipi<a,contr, w, prepre stret- 
tamente; insistere prendo , scon- 
giurare. 

Kotrot^iXavv] , ili , f» riconciliaafoae , 
permuta. ' 

KaTaXXoccrvoi, cambiare, riconciliare. 

KocrdXoyoi, ou , ut. ennmeraaione ; 
catalogo. 

KarocAoiTTo;, ou , e. .residao, quel 
che avansa. 

RaT«>of oè^ta , aci». sBl collo ; sulle 
spalle. 

Karà)iu/Aa, aro;, n. albergo, ostena. 

KaToc^U9i$, sw;,/' discioglimento, di- 
struiione^ aboliiione. 

KocTaXuu, /</<• U9&), disciogliere, di* 
sfare, distruggere: abolire. 

KaraXMf àw, /mC. y]96», cessare» aver 
fine, riposarsi. ' 

KaTa/Aao/Aoci , fuL livoiicti , ammas- 
sare, ammucchiare, gettar sopra. 

KùLTOLfioipTtroi» raggiungere, ottenere. 

Kara/AapTupsùi), contr. m, fut. W^ca, 
testificar contro , depor contro. 

KaToc/uLocxo/AOCi, espugnare, rincere. 

Kara/xc^sw, co/ifr. ta^fut, >i9fl«, tra- 
scurare ; abbandonare , sdegnare. 

Rara/AS/Af o/Aai ^ lamentarsi ; biasi- 
mare , sgridare. 



( aoo ) 

» 



KA 

K«T«/Jisvci), fermarsi } aspettare. 

Kara/xsTpiw, contr. cj, /ut, «jffw, 
misurare. 

K ara/A Y]yuoi>, indirare, riferire. 

Kara/Aiaivcii, imbrattare. 

KoLrKfiiy^Mfii^ /ut. ^oi, mescolare. 

KaTa/xì(jy&i, p. antec. 

Kara/AoyiK, oc^^y. vittoria. 

Kara/Auaaoi, lacerare, graffiare, pun- 
gere. 

Kara/AUM, chiuder gli occhi, strin- 
gerli j ammiccar cogli occhi. 

Karayoeyxoc^ci), costringere. 

KaravaAia/.u, consumare, dissipare. 

Karaveuci) • /ut. ciiffu, approvare con 
cenno del capo , promettere o ac- 
cordare facendo cenno del capo, in 
segno di assenso. 

Karavosci), considerare, intendere, con- 
templare. 

KocToévo/xac, esser consumato. 

Karavràw, contr. w, /ut. »iff«, arri- 
vare a , giungere a. 

KaràvTYi^, eos, r. luogo declive; via 
scoscesa. 

KaroévTYj'Tiv, ape di faccia. 

KaravTixpu; xaravriov, <iw. dalla 
parie opposta, in faccia. 

Karavu^is , ew; , /. compunzione , 
dolor vivo. 

KaTavuffffu^ compungere , toccar sul 
vivo. 

Kara^aivo), tagliare cavando o cavare 
tagliando, a forza di tagli. 

KaTafidcii, contr. u, /uL (àaca^ giu- 
dicar degno. 

KaraTràXXo/Aai, calarsi giù. 

KaraTrarsct), conculcare, opprimere. 

KaTaTrar/jffis, tcai,/. conculcaùone, 
oppressione. 

KaràTrau/Jia, arog, n. riposo, cessa- 
zione, fine. 

KoLToiTta.xxjii, 8W$^/. riposo, quiete. 

KaT«7rauw, /ut. (jw, far cessare, raf- 
frenare; arrestare, rattenere; neutr. 
cessare. 

KaTaTréXrvis, ou, m. catapulta, antica 
macchina da guerra ad uso di saet- 
tare. 

K«Ta7t8ÌTixò$, >], ov, che lancia, che 
vibra. 

KaroLTtéintùif inviare, spedire. 

KaraTréTTrcii, concuocere, smaltire. 



^ 



KaTa7r«T0)uiai, volar giù; xarsTrTU, 
S sing. aor. 2 deU'inus. ULOLÒinTinii-t.. 

KaraTTS^vo), uccidere, porre a morte, 
dar morte. 

KaTaTrvjyvu/ti, piantare, ficcare. 

KotTaTTYi^ao), saltar abbasso , balsar 
giù. 

KaTajrn'ffffw, conficcare, piantare. 

KaraTTiaìvo), ingrassare, impinguare. 

KaTaTTié^U) deprimere, opprimere. 

KaTaTTiecris, su;,/, depressione, op 
pressione. 

KaraTTivo), assorbire, tracani^are, tran- 
gugiare 3 quindi ingojare, inghiottire. 

KaraTTiTrTW, cader giù, cader a ter- 
ra ; rovinare. 

KaTa7rXs&) , approdare, ritornare in 
nave a terra. 

KaTà7r>>i|i5, «W5,/. costernaaiune / 
sbigottimento. 

KaTaTrXvjffso) ; xaTa7rXvÌTT», spaven- 
tare, atterrire; incutere stupore, ren- 
dere attonito. 

KaTaTTVOvj, ri?,/, «offio di vento im- 
petuoso. 

KaTa7ro>e/A8W, contr. w, far la guer- 
ra contro alcuno ; vincerlo , espu- 
gnarlo ; coggiogarln, ^ 

KaraTTois/Avjffis, ew;, /. espugna- 
zione , disfatta , vittoria. 

KaTa7roXiT£'Jo/x«i, attaccare o vince- 
re alcuno nella repubblica ; ottenere 
contro di alcuno una causa riguar- 
dante la repubblica. 

KaTaTTOVsw, contr. ùj/ut, >iff«, af- 
faticare, indebolirsi estremamente. 

KarocTTOVO^, ou, e. stanco, stracco. 

KaraTTOvri^o), tu£fare in rnare^ som- 
mergere. 

KocTaTTO/Jvsùw, /nt, euffw, prostituire, 
violare. 

KaTaTTcoéffffw, /al. |w, recare a fine, 
ad effetto; venirne a capo. 

KaraTT/socuvoii, mitigare, calmare. 

KaTa7r^>]d'u, abbruciare, ardere, at- 
taccar fuoco. 

KaTa7rpT]V>j$ , 80$, e. chino, voltalo 
in giù ; inclinato. 

KaTaTTpo^c'^w/Ai, /ut. ^uffo), tradire. 

KaTaTTTKi'ffffw ; xaTairTWffffw, ««« 
percosso dalla paura; ammirar con 
timore ; essere compreso dal timore ; 
in med. intimorirsi^ essere abbattuto. 



( aoi ) 



Kixr«?rro/Aac , «gridare. 

RocraTru^o), palrefare; im med. pulre- 
farsi. 

KaTaTTUxvóci), addensare. 

Karàpa , ocf , /. esecrauooe, oialedi- 
none, imprecazione. 

KaropàxTiK, ou, m. cataratta. 

Karapao/tai, esecrare, maledire; (are 
imprecazioni. 

Karoéparo^y ou, e. maledetto, ese- 
crato. 

KaTapyéfii, con/r. ù.fuL >i»«, ren- 
der inefficace , rendere sterile. 

Kocrocpi^ta ; ppi^ca^ e per siac, xap^ 
pslo), careuare, accarezxare. 

Karotpt^fiéca^ coatr. al, numerare, an- 
noverare. 

Karaté 3^1] 9c$, <&>$,/. enoroeraùone. 

KaTO^xei, impers. basta; xaro^xé» 
tfsi U9t, mi basterà. 

KaTap/;a^u/uiiu , co/i/r. u , operare 
con sbadataggiae o timidità; per- 
dere per trascaratezsa. 

KaTocppcc97o), rompere iropelnosameo- 
te, turbare. 

Kocrccppé(a, /ut. au, cader giù, ru- 
TÌnare, .colare. 

KaToe/9pifÌ7VU/ui(, squarciare, spaccare. 

ILaroLppjxoi ^ OM ^ e. bagnalo, irri- 
gato. 

KscTccj^iv^tvo» ; évvu/At ; v^vi/ti, a. 
2. xaTC7^y]v, estinguere, spegnere, 
sedare i//ia rissa, ec. 

KoLroi'Sii<a y far cadere; gettar giù; 
sbattere, scuotere ; crollare, agitare. 

KaTa^Tj/itaiva), fut. avu; annotare, 
osservare ; sigillare. 

KaTa7ia)7ràa), co/Ur. oi,fut. ij'ffw, ta- 
cere, tacersi. 

KgeTa^xaTTTOi, scavare , spiantare, ro- 
vesciare; demolire. 

Kara^.afvì, ^s,/. distruzione, scavo; 
rovina. 

Kara7/.é:TT0/iiac, esplorare, speculare, 
provedere. 

KaTOC'Txe-JOC^fii) , preparare , equipag* 
giare; fornire di; costruire; ornare, 
macchinare, tramare. 

KxroLtxeva/rfxcc f aTO$, n, ciò eh' è 
stato apparecchiato, costruito, mac- 
chinalo. 

KaTa7xeu«T/ui^5, où, m. astuta mac- 
chinazione, trama. 



KA V 

Kar«9XfUYÌ, vii 9 Z"* eostruxioiw, fiah- 
brica, fornimento. 

KoLrccT/M'Jtrù» , esser portato eoo im- 
pelo; awentarsL 

Kara^xtàw ; xara^xià^o» , adom- 
brare; coprire. 

KaravxoTrcua» ; xara^xo^cwy esplo- 
rare, spiare. 

Kara^xoirvi, iq$, /. esploraaione, spia- 
mento. 

Karà^xo^Of , o\) , m. esploratore , 
osservatore, spia. 

Kara^xuTrra), cavUbre, sofisticar*. 

Karav/Aux», /m^ I»9 abbruciare» ar- 
dere, in med. struggersi. 

KaTa799i'^9/Aai , b^rsi di alcmio; 
I trappolarlo, uccellarlo. 

KaTa9Tra9/uia, aro;, a. l'alto del to- 
gliere, del levare. 

Kara^Tràw, conlr, ól, tirare, strasci- 
nar giìi. 

KaTcc97r9U^K^o«, attendere a. 

Karavray/ut.òf, où, m. dùtillazione. 

KaTflc«T«c«Tf5 , cw$, y. collocazione , 
costituzione, stato« coiucmo, weAe. 

KaTocvreya^w, coprire. 

Kara^TSÀiw, /i/i. eiw, p. xaréffra).- 
xo, «or. 1. xarcTTeiÀa, reprime- 
re, sedare, ristringere. 

Kara^réf Ci), yùf. '^fu, incoronare. 

Karoé^TTi/uia , aro$, /i. costituzione; 
stato; abitudine; calma d'animo, 
tranquillità. 

KaTa9T(X/3«, brillare, rilucere, vibrar 
luce , far brilkire. 

Karoc9TOj9(a) , fut. vi?», gettar per 
terra; abbattere; lastricare. 

"K.oLTCL^xpi^op.v.i^ convertire o ridur- 
re sotto il suo potere ; soggio^pre , 
soltomellere. 

KocTavTpsf w , fut. vpo), voltar sotto- 
sopra ; rovesciar per terra, abbattere; 
terminare, finire. 

Kc/L'CLirpofri^ riq^ f. sovversione, fine, 
termine, catastrofe. 

K«Ta»Tpwvvu/Ai, stender a terra, pro- 
strare. 

KaTa»Tuyg« , fuL 7Ì«w, aor. 2. xa- 
TcVruy^v , odiare , abbominare. 

KaTa9TUfc).o$ ^ om » e. molto duro, 
molto aspro o ruvido. 

Kara^upu , trarre in giù , strascinar 



(>ioa ) 



RÀ 



K(XTa9^pa7t^fii), munire, assicurare 3 
sigillare. 

KoLrcÌ9Xi9iij CM$, /. possessione , oc- 
cupaiione. 

Kara^x^'^CA, stracciare, squarciare, la- 
cerare. 

KoLroLvxojiivYiy y)S, /. coperta. Telata; 
piui. /. di xaTsyo/Aai. 

KaTKravuu, stendere, spingere. 

KocraTocpra/9d&), cacciar giù , preci- 
pitare nel Tartaro, nell'inferno. 

RaT0CTK99w , ordinare , riordinare , 
stabilire. 

K«raTCiV6i, distendere; attrarre. 

KaTarvixa» , liquefare , squagliare , 
struggere. 

KaTaridryj^t, depositare; sborsare; 
riporre , collocare, quindi custodire* 
per es. un tesoro. 

KaraTtTjSciffXci), ferire, piagare. 

KKTaTOan\ rii^ /. taglio ; incisione. 

KocTaTO§su'u , saell&re, uccidere cogli 
strati, uccidere saettando. 

KaraT/9Ì;(6), trascorrer* , correre con- 
tro a. 

RaT«T/9i|3u , pertugiare , perforare ; 
consumare. 

KaT«T/9Ì|», fta, l'ffM, p, 2. rirpiyoty 
stridere, fare un rumore aspro; mor- 
morare. 

KaTaTj9t/y&), consumare, estenuare. 

Kararj9Ci)VCi), consumare mangiando 
rodendo ; rodere, mangiare. - 

Karau^i, aw, Ik, in quel luogo. 

Karaurixo, avv. subito. 

Kara^^ayu, pres. inus. mangiare, di- 
vorare , ingojare. 

KKTaf aìv9]ti,ai, apparire, sembrare. 

Karaf avYÌ;, so;, e. cospicuo, manifesto. 

KaToéf a^ig, eu^, f. afifermaxione. 

Koeraf éj9fii>, portare in giù, condur giù. 

Kocraf cu'yci), fuggire in qualche luogo, 
rifuggirvisi. 

Kara^vi/Ai, aflèrmare. 

KaTa^T]/Ai^c>), divulgare. 

Karaf&ecjow, corrompere, guastare; 
mandare in rovina ; in pass, morire. 

RaTocfd^iw, perdere; far perire; con- 
sumare. 

RarK^iXcw, contf, ù, baciare, ab- 
bracciare. 

Kara^Xsyu, yìl^ ^«.abbruciare; in- 
fiammare, mettere m fiamme. 



EA 



Roeraf otràw, venire , aecoatarsi 

Rarafoveóei, uccidere. 

RKTaóopà, à$, /• caduta, collisione; 
profondo assopimento. 

RaTa5»poc?w5 o/tai , /(<<. àff«, con- 
siderare, notare, ponderare. 

Raroéf/soxTo;, ou, e. coperto ; cata- 
fratto. 

Rarafpovso), confr. u, dispreuaie, 
non fare stima. 

RaTaff>óvTfjfft«, cuj, /. dispresso. 

RaTaf/sov^j-mj»,^ ow, »»• dispressatore.' 

Rara^j90VY]TUÒs, iq, òv, disprqjevole. 

RarafjSoyKITixó»^ con dbpreiso. 

Rarafu-vW, Tfl»,/ rifugio, scampo. 

Raraf u/a^o'y, «tv. per tribù. 

RaTaxaivu; xecffxw, aprire la bocca; 
stare a bocca spalancata. 

Rttraxsu»; x«Tax««j spargere, ver- 
sar giù, riversare; gettar giù. 

Raro^x^ó/Aoct, essere molestato, nojato. 

RaTax&ovtos, ou, e. sotterraneo; in- 
fernale. 

Rar«y/3«o/A«t, contr^ óSjuuKt, abusare 
di alcuna cosa, in senso di fame snu)- 
derato uso. 

Rarocx/9V]9i$, (u$,/. abuso, «atacresi, 
figura dei discorso consistente nel- 
l'uso d'una parola contro il suo si- 
gnificato proprio e naturale. 

KficraxpQtfrtxw^ , ape. abusivamente. 

Rocra^aJw, toccare leggermente, ac- 
caressare, palpare. 

Rara^su^o/tai, mentire. 

RKrafv}^ì^d/tac, sentenziare, con- 
dannare per sementa. 

Rarad^ux^ 9 rinfrescare. 

Rare 00), mangiare, divorare. 

Rarei^a», versar giù ; in pass» e med, 
scorrer giù, discorrere ; scaturire. 

Rarei^w, avvedersi, accorgersi, guar- 
dar d'alto in basso; scorgere. 

Rarsi/jit, scender giù, andarsene giù. 

RarcXau'yw, discacciare. 

RaTsìeyxfi>»r f»t, ?», rimproverare, 
svergognare, convincer di bugia. 

RocTcXTri^o), sperare. 

Rarevai/^o): xaTCvaépo/Aai , toirKer 
via; levar di messo ; in med, uccideie. 

Rarévavri; xocTsvavrìa; xocrcvoev- 
Tiov, di rimpetto, in faccia , di- 
nansi, contra. 

RarsvuTToc, aw. in faccia. 



(ao3) 



KÀ 



KarsTTM, parlar contro, sparlare. 

KoeTspyoc^O]ti,ac, farà , effettuare, ter* 
minare. 

KKrsp7affta, a^,/. lavoro, manif^tlura, 
collivamento in sento metaforico , 
per es.f dei capelli. 

RarcpstTroi, gettar giù , distruggere , 
rovesciare ; in med. rovinare, cadere. 

Karsp-yiTvw, ritenere, cadere. 

Kar^uxocxw; xaTgpuxotvw: xocrspu- 
Xflj, trattenere, esser d'indugio. 

Karcpuoi), trascinare; trar giù. 

KoLripxoft.oLty a. 2. xaTTQA&ov , di- 
scendere, venir giù. 

Kars7dic>), mangiare, divorare; con- 
suolare. 

KotrsvTpi^w, travolgere. 

KocTsudruvw, dirigere, regolare. 

Kareuvoé^oi , sooire , placare. 

KaTSu'xo/AOU, gloriarsi, pregare cal- 
damente; supplicare; maledire, in- 
sultare. 

R«TSf ctfTv]/uii, p. xaref sff'mxoe, a. 1. 
xv.r&iti'7Tyi<j»j insorger contro. 

KaTs;(a>, /«f. xa^s^ù, ritenere; te- 
ner con fona; trattenere; ritardare; 
abitare ; durare ; in med, contenersi, 
ritenersi. 

KaLmyopioi, contr. ó^/iU. vfffU, ac- 
cusare; rimproverare, biasimare. 

KecmyàpyifjiOLf aro;, /i.yxarriyopioc, 
CLi^/. accusa, delitto; attributo, 
in term. di logica ciò che si dice 
del soggetto; predicato in Urm, pa- 
rimenti logico , cat^oria. 

KarWyOjOO^, o\jy e. accusatore. 

KamyOjOÙ, dire di; arrischiare una 
proposisione , chiamare una cosa per 
il nome che dichiara la sua qualità 
proprietà. 

Karvi'xoo^y ou, e. ubbidiente, docile. 

KarviXuiris, eu$, /. il discendere, di- 
scesa. 

Kanfivc&oi, p. med. xaTyjvo&a, scor- 
rer giù per qualche cosa ; rotolare. 

KarviTTioco» , mitigare^ sedare, pla- 
care. 

KxTTjpg^*;, io$, e. coperto, opaco, 
denso; adombrato. 

KocTiQfcta, /o/I. 81KJ, VJ5, /. volto ab- 
bassato e dimesso per sentimento di 
vergogna o di tristessaj onta » infa- 
mia, disdoro. 



KA 



KaTtjpcu , portare il volto dimesso 
per vergogna o tristezzaj esser me- 
sto. 

Karvi^Y];, ioi, e. che non osa alsare 
il volto per vergogna o lriHe»xaj 
svergognato, tristo. 

KariQX^U) contr. tày risuonare; erudire. 

KocT>]x^^^> erudire, ammaestrare, ca- 
techiuare. 

Karióu, contr, Uj/iit. 0)9o», irruggi- 
nire. 

KocroSùpOft.a.t, compiangere, ramma- 
ricarsi. 

Kktoixs», contr. ti, /ut. yi9m, abi- 
tare, vivere. 

KoLxoixviaii, ica^jf.j xarotxtjTvjjSiov, 
ou, n.j* xaToixia, «$, /. domicilio, 
abitasione. 

Karoixc^w, collocare in un* abitasione; 
inviare in una colonia; popolare un 
luogo. 

KaTOixo^o/ASU) contr. ti, fut, ^9(a, 
fabbricare; costruire. 

Karo(xou/ACVO$, ou, m, abitato , abi- 
tabile. 

KaroiXTSipo»; xaroiXTi^w, aver com- 
passione, pietà, misericordia. 

KaTO(VÓo/Aai) tracannare , bere smo- 
datamente. 

Kàrocvos, e. ebro; xaroivouvd'ai, 
esser ubbriaco. 

KcK.ro i^o pLOLt ] xaroi^véo/Aoct . andar 
giù, andar sotto; quindi andar sot- 
terra, morire. 

Karoxvsùi, contr. ù, non avw corag- 
gio di (are una cosa, temeaa, aver 
rincrescimento. 

Karovo/xsé^u, denominare; nominare. 

KocroTriv , aw. da tergo , di dietro , 
alle spalle. 

KaTo'TTiff&ey, avv. di dietro, da tergo. 

KaTÓTrrv]^, ou, m. speculatore, esplo- 
ratore. 

KaTOTTTixvi, sottintendi féxvTj, la ca- 
tottrica , parte dtll* ottica che tratta 
ff'g^ effetti della riflessione della 
luce. 

KàTOTTTjSOV, ou, II. specchio, spera. 

KoLTopòów, contr, ói, dirbiare ; rad- 
driaiare ; riuscire in un' impresa , 
condurla felicemente al termine. 

KoLropùtsuta , fut. |w, perforare, sca- 
vare , sotterrare. 



( ao4 ) 



KA 



Karoud^aio;. ou, adj. «oUerraneo, af^ 
fondato nel terreno. 

Karo^^) ^5j /• deteniione, posses- 
sione. 

KaTTavuw, poet. per xaTaviiu, /at. 
Uff», finire, condurre a fine. 

KaruTTCpS^sv, <ifc. di sopra ; in Om. 
dall' Oriente. 

Kàru, acc di sotto , giù , in giù « 
laggiù; TOC xocTu, i luoghi bassi, le 
parti inferiori, il disotto. 

KaTCi)3rgv, avv, di sotto; al basso; 
TOC xocTCìi Srsv 01V.10C5, le parli in- 
feriori della casa, cioè i fondamenti. 

KaTuxocpa , UiUf. a capo chino. 

KaTUua^io^ , ou, a<(/. portato sulle 
spalle; che pende sulle spalle; sca-^ 
gliato dagli omeri. 

KaTw/Aa^ov, avv, sopra gli ome|:i. 

KocT6)/7 , opoi , m. governatore , ret- 
tore. 

Kccrùpu^, ^JX^iì ^' scavato. 

KocT6)pu;(Y]^, inus, al nominai, sotter- 
rato ; posto , scavando , sotterra. 

RaTwpuu, urlare, ululare. 

KauXos, ou. m. gambo dell'erbe, fusto; 
la cima dell'asta ove si adatta il /erro. 

Kauuoc, aTO^, n. gran calore, ardore, 
caldo eccessivo. 

KauuaTv]/?ò^, oc, òv, assai caldo, 
caldissimo, cocente. 

Kauffi/xo^, ou, e. combustìbile. 

Kau9i$, eu;,/* abbruciamento, arsione. 

Kocutfoojuiat, aver caldo ; aver una gran 
febbre. 

KaU(7Tetj90S, o'u, adj. ardente. 

KauffTixòg, Y]\ òv, accendibile; caustico. 

KaJtfCiiv, uvos, m. ardore , caldo. 

KoLunnpf ^poij m. accenditore; cauterio, 
ferro ardente che si applica su qnal' 
che parie del corpo per consumarlo} 
la parie del corpo su la quale si 
applica un caustico. 

KauTÒ;, ri, òv. che abbrucia. 

Kocuxoco/Aai, gloriarsi, vantarsi. 

Kaux>3, VIS, f-J xocu^yjaoc, aTos, n.j 
xaiix^J^^'S» sw5j/ millanteria; osten- 
tatione. 

Ka^oc^u, scoppiar dalle risa. 

Kocijioc, Vìi,/' cassa , arca. 

Ks; xsv, ;9arC. poe<. cAe /id l* istesso 
signi/, che dcv, in prosa: iixev , se 
pure, se per avventura. 



KB 



Ksoc^o», /«£. à^w, poeU oéffffw, spac- 
care, fendere, dividere. 

Ksaj9, arò?, n. cuore , animo. 

^hxp^if «^> '"• J ^hXpOTf ì ouy n. 
mifilio, biada, 

Ks^a^Gj; xe^ocu, disperdere. 

Ks^vo$, oJ, Ai'/, degno di riguardo; 
pudico, caro. 

KiSptKy eci^f. olio cedrino, olio di 
cedro. 

KiSpivoi^ v], ov, di cedro. 

KéSpoif ou, /. cedro, albero j cedro, 
frutto. 

KtSpó(0, contr. (à , imbabamento con 
o/(0 di cedro, 

KeiS^sv, Afi'. quindi. 

Keì&i, aj-i». li. 

KsT/xac, esser coricato ; essere steso ; 
essere gettato per terra ; esser posto, 
situato , sepolto ; giacere. 

Ks(MV]>iov , ou , n. mobili preiiosi ; 
riccheue ; suppellettile. 

Ksi/3&>, radere i capelli, far la barba; 
devastare. 

Ksipu, tosare, tagliare, mossare. 

Ksttfs, inv, di exeiffs, avv, colà, al- 
tronde. 

KsiGi), coricarsi o bramare di coricarsi. 

KsxXijUtsvos, ou, chiuso, da xXciu. 

KgxXo/Aai, comandare, imporre; con- 
fortare, esortare ; animare. 

Ksxpocyo), gridare. 

Ksx^u^aXo^, ou, m. reticella da ca- 
pelli. 

K8XTY]/xévo$, ou, m. possesso; parL 

p. di XTOCO/AOCl. 

K«Xa^eivÒ5, yj, òv, strepitoso, tu- 
multuoso; amante dello strepito; epil- 
di Diana cacciatrice. 

KsXa^so), strepitare; gridare; accla- 
mare, applaudire. 

KsXa^o;, ou, m.. strepito , tumulto , 
clamore. 

KeXaivs^W?) éo^ ) e- che copre il 
cielo di nere nuvole ; nero. 

KsXatvos, vi, òv, nero; oscuro. 

Ks)la/9U^cu, scorrer con strepito, scor* 
rer mormorando; gorgogliare , sgor- 
eare. 

KsAsjSy), V];, /. bicchiere; tassa. 

KsXsu&os, ou,/. via, strada, viag- 
gio , per mare o per terra j in />/. 
xsXsuSra, wv, n. vie , sentieri. 



( 305 ) 



KE 



CTO^ n. comando; esor- 

rsoasione. 

:ontr, w, poet. per y.g- 

esortare , animar colla 
il segnale conveoalo. 
riandare j esortare , con- 
UJsiv TI, essere il pro- 
nrsoasore di qualche cosa. 

m. cavallo a sella, cor- 
allo ammaestrato per i 

altare da un cavallo in 

dare , arrivare in porto, 
aandare , esortare , ordi- 

, /. capriolo» cerbiatto. 

vocale , poet. per ocv. 
10^, e. che millantasi di 
iranaglorioso. 

dj. vuoto, a mani vuote. 
;, m. basso ventre. 
e;, /. vanagloria, fasto. 
;, e. vanaglorioso, fastoso. 

vuoto , vano. 
15, y. vacuità, vuoto; va- 

(à^/ut. W7W, evacuare, 
insumare. 

u , m. Centauro ; Cen- 
azione. 

[ere , slimolare. 
Oij n. stimolo , incita- 

éoij e. obbediente allo 

ipronare , pungere collo 

n. slimolo , pungolo , 
la. 

)Oif m. abito di varii 
one, poema composto di 
fua e là in altri autori 

;, nt. stimolatore, spro- 

anamente. 

, f. evacuazione, spurgo. 
contr. di xica;; in Om.^ 
secondo alcuni signijìca 
ma acconciata suMa fronte 
:orni ; altri interpretano 



KE 



Kep«ia, a;, yi corno, antenna, apice. 

Kipouì^o»j fui. t»w, dissipare colle cor- 
na; sbaragliare; fare eccidio; truci- 
dare, devastare, disertare. 

Ke^aipu, mescere. 

KtpKiv-nii, ou, m. devastatore, ruba- 
tore. 

Kg^a/Astxò;, ou, m. il Ceramico, luogo 
in Atene ove si seppellivano colitico 
ch'erano morti nei combaliimenti. 
Si dava, pure , tatti gli anni , in 
questo luogo , il eombatlinuMto detto 

Ksjoa/ASiov, OM, n. bottega di vasajo ; 
bottega di stoviglie. 

KspdixiOij éa, eov, di terra, eioò fatto 
di terra. 

Kfijoa/iisi);, éw^, m. vasellaio che «i 
occupa in lavori di creta, vasajo. 

Kgpa/Aixòs, W, ov, dì creta. 

Ksaà/Jitov, ou, n. anfora , orciuolo.' 

K&pcc[iOij ou, m. creta , vaso di creta, 
botte , orciuolo , tegola. 

Kspa/ii«TÒ5, >i, ov, fatto con tegoli di 
terra cotta. 

KBp«vvu/xi; xepavvuw, versare il vino, 
mescere; mescolare; quindi, produr- 
re un piacevole scambio da cote tU- 
verse, ed una piacevole unione d^og- 
getti di diverso genere. 

Ke^ao|oo5» O'j, e. pulitore di coroi. 

Kipccòiy où, e. cornuto, fornito di pal- 
chi , di rami. 

Kgjoa;, ocroiy n. corno; arco. 

Kg^art^w, cotzare, urtare. 

K^ocTivos, TQ, ov, di corno. 

Kepariov, ou, «. piccolo corno, 

KspaTw^YIs, eo5, e. cornuto. 

Kepavvio;: xspauveios, ow» v. ful- 
mineo; di fulmine. 

Kspauvo^oXsu, fulminare. 

Ks/sauvòs, où, m. fulmine, folgore. 

Ks^auvoffxoTTta, oe«, f. l'osservare il 
fulmine, il lampo ed altre meteore, 
per indi predir l'avvenire. 

KS|5auvow; x2,o«vvùw; X8j90cvvuj*i. 
/ut. W7m; fulminare, percuoter col 
fulmine, abb.lter fulminando. 

Ks^au , contr. ù, mescolare , me- 
scere. 

KB/3^atvw, guadagnare, trar profitto, 
conquistare , anche di cose disag- 
gradevoU che sopravvengono. 



(206) 



K£ 



KgbSccXioiy a, ov, lucroso, astato» 
furbo, accorto. 

KtpSocXtófpcàV^ oitoi, e, chi ha l'ani- 
mo avido di guadagno; astuto, arti- 
fiaioso. 

KtpSotXitaij avv. lucrosamente, profi- 
cuamente. 

KipSivr^iy ou, accortissimo, avvtiu- 
tissimo, superi, di 

Rcp^iwv, 0^0^, n. xéo^iov, più olile, 
più vantaggioso, più lucroso, camp. di. 

KtpSoi , co;, n. guadagno , lucro , 
profitto; accorlena, malisia, astusia. 

KsjQ^Offuvv], "niy/* asiuaia, inganno. 

Ktpid^ óoi,f. volpe. 

Ktpi^iy adj. sing. m. soprantendenUi 
dei ' guadagni ; epit, di Mercurio , 
perche era il Dio della mercatura. 

Ks/9xì^ ìSoi^f. spola. 

Ké^xo;. ou, /. coda. 

Kc/9x&)y, WTtOiy m. che ha una gran coda. 

Kej9Ósi$, cffffa, sv, cornuto. 

Kipoxi\x.óiy vi, òv, che tende un arco 
di corno , arco di corno. 

Kgprop-éoìj dire villanie, ingiuriare. 

Kipro/Jiia, a;, /. villania, maldicenaa, 
oltraggio. 

KgpTÓfjLioiy o\)^ e. pungente, mordente, 
ingiurioso. 

Képx(>*ì 1*^°^^' aspro o rauco. 

KsffTÒ;, où, m. ricamato, picchiettato. 
S'adopera anche sostantivamente per 
cesto , cintura. 

KtuÒp.(à, (MVO$, m. sotterraneo, tana. 

Kcùd^og, 80$, /.j xeu^/xd$, ou, ni. na- 
scondiglio, luogo oscuro; caverna, 
spelonca. 

Ksu^u; xcu^àvu, nascondere, rac- 
chiudere ; occultare , celare ; esser 
nascosto. 

Ks^oéAatov, ou, n. il capo; la cosa 
principale ; sommario ; capitolo ; ori- 
gine , sorgente | punto principale , 
sostanaa. 

Ke^a^Kiow, ripetere sommariamente. 

KsfaX«i&)^v]S, 80$, e. compendioso. 

Ks^ocXatw^wS 9 sommariamente , in 
compendio. 

KayaXW, TQS*/* capo» testa; parte su- 
periore, orlo; 81$ xg^a^v}v ffoi, que- 
sto venga sopra il tuo capo, formola 
imprecativa per rivolgere da sé ad 
un altro un male minacciato. 



SE KH 



m. ardente, 



pnrt. p. da xo^^toiiau. 
K8yap(9/ii(vei»$, aw. grasiosamentt. 
Kyiocio;, ou, ift. di cai prendesi cara ; 

caro, amato. 
Kv}^8/A0)V, óvos, m. curatore, sollecilo} 

provveditore. 
Krì^taTTÒiì ou, m. affine, propinooo. 
Kvi^suu, fiire il funerale, seppdltreé 

sotterrare. 
Kifìiioty contr. ta^fut, Y]9ft), aver con; 

prender cura di. 
Kvj^KTTo;, v], ov, superi, carissimo. 
Kv;^o/tai, prendersi pensiero, avo- i 

cuore; sentir pietk, compassionare, 

essere il protettore di alcuno. 
K)Q ^0$ y 60$, n. cura , aollecitudine , 

tristeaaa, lutto j funerale, esequìi. 
Kn'^u* rattristare, cruciare, nioccre; 

sentirsi angustiato; sentirsi finire; 

in med. essere afflitto, ansioso. 
Ky]^oi))iò$, iq, Òv, sollecito, ansioso. 
KiQxifli», escir fuori con impeto} sgor* 

gare; spicciare. 
Ky]X8(o$ ; xyi>80$ , ou 

bruciante; splendida 
Ky]>8a>, contr. cj, incantare colla dui* 

cezsa delia voce; attrarre, sednnt, 

ingannare. 
KT]Xv)3r^ò$, ou, m. propr. il piacer» 

che provasi per measo d^i orec- 
chi. 
Kv}XviTy)/3to$ , a , ov , lenitivo , miti* 

gante. 
KniXoy, ou, n. saetta, freccia. 
Ky]Xò$, YJ, ov, secco, arido. 
K>]/AÒ$y ou, m. capestro;. amo. 
KìQ V , per xaì av , quand* anche, an- 
corché. « 
KWI, xvjxo's, ^. folaga. 
Kv)7raTo$. xv)7rcio$, a, ov, dì gitr* 

dino , di orto. 
KYjTri'ov, m. orticello. 
K.>77ro$, ou, m. orto , giardino. 
K>]7roupo$. ou, m. ortolano. 
KtÌj9, ìLTnpoiyj. sorte, destino, morie; 

calamità, peste; ac xvipcs; le Psf* 

che. 
K^p, conlr. <fi xs'op, n. coore. 
Kifj/9a(v&), corrompere, nuocere, ne- 

cidere. 
KT]/9Sff9t^ó^ro$, ou, e. condotto dal 

iato. 



{ ao7 ) 



KB KI 



ov, di cera. 

n, favo , raro , candela 
etra per uso di funtioni 

. entro al cuore t nel fondo 

di cuore. 
m. cera. 

/*. w, fut. rìaoi , incerare; 
iella cera. 
CTÒ$, n. nolificasiope, pul> 

preconizzazione. 
), m. uccello marino, do- 
;ubre canto. 

'5, coll'xj lungo, m. in gè- 
> d'armi , deputato. 
Libblicare a suuo di tromba, 
3 di banditore, convocare, 
-e; annunziare. 
f ov, incerato. 

/i. balena , orca ; mostro 
eto , cete. 

•T055 xtiTw'oy)5, cos, ad}, 
inde, simile ad una baie- 
loso } di enorme gran* 

;, e,j xvjMsi;, eoTa, cv, 

lon odore , odoroso , fra- 

'ofumato. 

, falsificare. 

;, / bisaccia. 

i>$, /. borsa, tasc». 

9U, /i. cassetta , Krigno» 

J, y. cesta , cassa. 

^0$, /. canctllo ; porta a 

ili , buco d' una serratura. 

;, /. volpe. 

spargersi , diffondersi, per 

'i, parlandosi del sole, 

bperdere , spargere. 

;; xi&otpis, «w«, /. cetra , 

suonar la cetra ; suonare 
! strumento musicale j ci- 

;, ou, m. j xi&a/5W^Ò5, 
natore di cetra , citarista. 
;, ìj'oij f. l' arte di suonar 

u, m. capelli crespi; rìccio. 
pott. ptr xa).éiii, «hia- 



KI 



f. (orsa. 



Kt>txtov, ou, n. cilicio; stoffii tessuta 
di peli di capra che si faceva in Ci* 
licia ; mantello. 

KìvaJo«, ou, m. volpe. 
|. Kivoé/Auuov ; xivvauu/AOV , 0\)^ n. 
cannella , ammalo , cinnamo , «-in* 
namomo. 

Kt'y^aXo;, ou, m. chiodo, caviglio. 

Kiv^uvsvci), esporsi ad un rischio) 
incorrere in qualche disgrazia j es- 
sere accusato, venir citato in giu- 
dizio; xtv^uvcuTCOv, conviene e* 
sporsi al pericolo. 

Kiv^uvos, ou, coli* u lungo, m, peri- 
colo , rischio j azzardo. 

Kcv^uv«>^>I$, 80$, e. pericoloso* ri- 
schioso. 

Kivsu, contr. co. muovere, agitare, 
smuovere , cambiare ; rovistare. 

Kt vv]fft$, «WS, f.j xìvv]/Aa , aTO«, n. 
movimento, moto. 

Kivyi9i^ó/90$ , ou , e. apportator di 
moto. 

Kivy]T>J5? ou? xivriT>ìp, xf/9««j »"• 
motore ; agitatore. 

KivtjTÒs, TJ, òv, movibile. 

Ktvujuit, muovere; in med. tnooTersi. 

Kivupo/Aai, lamentarsi con voce que- 
rula ; querelarsi , mandar geroitL 

Kivu^òg, à, dv, lamentevole, querulo. 

Kipxos, ou, m. sorta di sparviere; 
laico; circolo, anello. 

Ktjsvàw, mescolare, mescere. 

Ktffffo, >]«,./. gazza. 

KtffffTjpis, tJo5, /. pomice. 

KiffffoxdarjS, ou, m. coronato d'eller»; 
epit. di Bacco. 

Kt79Ò$, ou, m. ellera. 

Kt^crorefTJs, «o^, e. coronato di e- 
dera. 

Ki^dujSiov, ou, n. propr. tazza fatta 
di legno d'ellera; tazza, nappo. 

KtffTtj, »J5, /. cesta; paniere. 

KiffTtov, ou, n cestella, panierino. 

Ki^àvo)? xt^éw 5 xixv5/Ai,/«<. xt- 
X>]ffO/Aai, ritrovare, conseguirei at- 
trappare, raggiungere, sorprendere; 
afferrare. 

Ktx>>?, 1^5}/; tordo, tordella. 

Kixpoécj ; xi)^prifj.i , dare in. pre- 
stito. 
K(x&i/9tov, ou, n. radicchio. 
K(w, andare; portarsi. 



^^ 



( 308 ) 



KI KA 



Kiftiv, evo$, e, colonoa. 

KXayyyi, v^^f. strepito, fischio di 
frecciaj ruggito di porci, «e. 

KAayyvi^òv , at^. con strepito, con 
schiamano. 

Kl«.yyta,/uU ^w, risonare, abiMJare, 
latrare, del cant. 

RAoc^cufftf, 80»$,/. potatura. 

K>a^tUT>}p, ^j^», »*• potatore. 

KXa^cuoj, potare. 

KXaJi9xo$, ou, m. ramoscello. 

KXoc^Of. ou, /. ramo tenero; ramicello. 

KXa^eiot;, so;, «r. raonoso. 

KXoé^o», yiif. x^eéy^w. gridare, trom- 
bettare, strepitare, nsuonare. 

KÀatw,^!. av90*, piangere, deplorare. 

KXa/A/3o$, V), òvy mutilato. 

KXà9is, cuf,/. rottura. 

K>oé9/ta , aro{, n. frammento, rot- 
tame. 

KÀau3r^ò$, o7, m. pianto; lamento; 
grido di lamento; gemito. 

K>au3r^U|9i'^o/Aat, vagira, far piangere. 

K^seud/Auptff^df, 0Ù, fft. vagito. 

KXàw, /m<. avo», rompere, fiaccare, 
spesaare. 

KXct d^pov, ou, e. chiostro , serrame , 
inferriata. 

KXecf, €i86u ./*. chiave. 

KXtiròiy v), ov, celebre, inclito, famoso, 
splendido, preclaro. 

KXscM, poel, xìéoi», celebrare; render 
celebre. 

KXetw, chiudere a chiave; serrare. 

K>8/«.^a, aro;, a. furto, ladroneccio. 

KXéo(, ^A<t CCOS, eonlr. C0U$, n. 
gloria, celebrità; lode, fama. 

KliiCTn^l eu, n*. ladro, rubatore. 

KXeirTcx«»$, «fi», furtivamente. 

KÀeirTOffùvv}, v)$, /. indioasione a ru- 
bare; ladroneccio, trufferia. 

Kliitr»^ rubare; nascondere ; gabbare. 

KXt^iop^if^ ovos, e, dissimulato; fin- 
to, doppio. 

K>v}^i(|y, ttw. nominaUmente. 

KÀv}^Mi», ó'»Oi,f. fama, gloria', au- 
gurio; 

K>Y}3^^a, a?,/, alno, ontano, albero. 

KìiQ?^6», chiodere ; celebrare ; nomi- 
nare , chiamare. 

K^vi'r&^v , O'J , A. porta, uscio della 
casaj chiostro, sltarra ; serratura. 

K>v)i$, iioijf. banco di rematori. 



KA 



RXvilVrò;, oJ, aJJ. chiuso. 
KX79/fcoe, «T0$, A. palmite, tn 
KXyiugcTtov, ou, n. piccola ' 

colo sarmento. 
KXyi/9ixò$, ov, m. cherico. 
K^v)^ov9/<.soi, coiUr. eó, crediti 

re Terede; istituire erede; oi 

sorte. 
KXvjpovo/Aia, olì,/, eredità, 

ereditaria. 
KXv]/9oyJ/A9;, ou, e. possessc 

cosa ottenuta in sorte per ì 

aione ; erede ; individuo d' 

Ionia. 
KXv)p97r«Xif)$, co$, e. da dù 

a sorte. 
KXiQpos, ou, m. sorte; biglie 

voletta, qualunque altra i 

contrassegnata , ponevasi in 

per trarla a sorte. 
K.XripQfiiy eleggere a sorte. 
KXY|pw9t$, tu$, /. sorte, lott 
KXioj^oiTt, at^f. a sorte. 
KXv]fft$, eu$, /*. chiamata, ro 
KXv)Ttuoi , chiamar in giud 

fare testimoniansa. 
K>v)TÒ$, >}, òv, chiamato; in 
KAi^avo;, oj, m. fornace, f 
KXi/Ao, aro;, n. declività, 

clima. 
K^ijULocx)) jòv , mv. a grado a 
KXi/mflc^, axo;, /. scala, grad 

dazione. 
KXi'vv), v}$, y* letto, lettiga. 
KXivc^iov, ou, R. letticciuo 

ghetU. 
K^tVTvjp. iipoiy m. letto, sed 
K^l IVO», inclinare, piegare; 

gare; mettere in rotta; in \ 

sere inclinato , abbassato , 

coricato , ec. , giacere ; in i 

clinarsi, chinarsi. 
RXifftvi, v}$, / tenda; padigli 

panna, com'erano quelle eh 

deano sparse qua e là sopri 

pò fatte di assi e di ramij 

dsv, dalla tenda. 
K^ttftov , ou , n. quantità di 

di capanne o tende. 
KXi«t;, cu;,/, piegamento, 

sione. 
KXiff/AÒs, ou, m. letto, e sedi 

poso, ma distinta. 



( ao9) 



KAKlf 



co$, R. decliritL 

ìjoi, /. divoi colUlia, poggio. 

eu, m. collare. 

; xXovto/uiat, commooTere, 
i taamltuosamente ; smuover* | 
e} cagionare scompiglio j in 
esser mosso gagliardamente , 
rsi qua e là. 

0U, fft. moto tumultuoso, stre* 

0|, a, ov, furtivo. 

^$, /. Iurta, ladroneerio. 
Oij Ti, ev, furtivo t rubato. 
;, OMj m. furtivo, (allace. 
I eJ) ot. ladro. 
', ovo;, m. flutto, onda, Cem- 

trambusto. 

flit, ffoj , lavare , inondare , 
re ; fare strepito d'acqua j in 
far onde, traboccare , ìnnaf- 

udire. 

oyò;, ov, e. inclito artefice. 

:viTt$, t9$| e. inclito nel con- 
di gran senno, accorto inven* 
epit. di Vulcano, perchè in- 

'e di quasi tutti i lavori 

e. 

:&>Xo$, 0U) e. che ha famosi 

ri} possessor di rinomati ca- 

, W) òv, inclito, illustre. 
iX^^S) OMyfn. inclito nell'ar- 
lustre artefice, di Vulcano» 
0^0^^ OM , c. celebre arciero j 
o nei tirar d'arco. 
x^ù/Ai, udire, esaudire; inten- 

, filare, aggomitolare, volgere 
ro. 

, ooc. co/i/r. oJ^, Cleto , una 
tre Parche y da xXw^w. 
xóet$, d>i«aa, óev, aspro, sco- 
, montuoso. 
»yò^, m. ramo, germoglio, poi- 

q'P, i^po^, m. fuso, filo. 
Tcuu , rubare j consumare il 
> in discorsi. 
WTTo;, m. bdro. 
, fendere, radere. 
TCri, piegare, 
w, pettinare. 



KHKO 



Kva^cuf , c«( , m. follone, porgatore. , 

Kvoé«>, radere, muovere il prurìto. 

Kvtoocf, aro^, aos, n. tenebre, oscu- 
rità; calìgine; notte; crepuscolo. 

KvyiSro^at, aver prurito, solletico. 

KvY]dO)>, grattare, muovere il prurito. 

KviQxiat, ou, m. <la xvy]xo() biondo, 
perche di tal colore » lupo. 

Kvvixó;, y], ov, biondo, che tira al 
candido. 

Ky;QX0$, ou, yi sorta di sementa, erba 
simile al croco. 

KviQ/AO, aTO$, n. raschiatura, prurito. 

Kvvf/Aapyo;, ou, m. che cammina pe* 
santemente, per et*, di bove. 

Kvn/AY}, Y2«./. stinco, gamba; coKia; 
raggio della ruota. 

KvVT/At, grattare , raschiare. 

Kvv)/sioe, af,/. raggio delh ruota. 

Kvyi/ULÌ(, i^o$,yi gambiera, schiniero, 
stivaletto; armatura dell* gambe, rag- 
gio della ruota. 

Kvvjuóf, eu, m. giogo d*un monte; 
collina; altura. 

Kvv)«/uiò$, où, m. prurito, cuociore. 
I KviQffTtf, tw{,/. coltello da raschiare 
o grattugia. 

Kvvio*j, TQ5,/. prurito. 

Kvtav), v){«/. ortica. 

Kvt^w, Ugliare, radere. 

KvtTTÓnrjs, iiT0«,yi prurito. 

Kvi(, xvt^òt, /. ortica. 

Kvtffffij, ](}(, /. lepro; fumo, ow. odo- 
re che ti sprigiona dal grasso bru- 
ciato delle vittime, 

Kvu^àci), mugolare. 

Kvu^CM, coprir di scabbia; disfor* 
mare. 

Kvu5iQ&/uiò«, ou, m. il guaiolare del 
cane quando accareùa o si U» 
menta. 

Kyu;>]/Aoe, aro( , n. mugolamento ; 
grido inarticolato di bambino, va- 

KvuCoM, grattare, radere. 

KvwJaiov, ou, n. fiera; qualunque 
bestia sì marina che terrestre, 

Ky«»(rffu, dormire profondamente, rus- 
sare. 

Kò^oiXoiy 9U, m. astuto, malefico, adu- 
latore, impostore. 

Kó&etpoiy OV), m. buffone, che muove 
il riso, derisore. 



( aio ) 



KO 



Kóyxyi, «]$) /• concbigUa, vaso coneavo. 
Kódopvo;, ou, m. sthaletto. 
KotAaivu, scavare. 
Koi>v), >]$, /*. caterna, spelonca, antro. 
KoiXta, as,/. ventre, utero, yentrt- 

colo. 
KoT>o;, vj, ov, concavo, profondo. 
KoiXo'w, incavare. 

f. cavitàj incavatura, scavo. 

Kot/moco/Aoct, contr. w/Aat, collocare a 
letto; addormentare; xot/Aoéo/tat, 
coricarsi in letto per dormire} dor- 
mire. 

Koi/Aocu, addormentarsi. 

Koi/At^Ci>, far dormire s assopire, mi- 
tigare. 

Koivi^, ap<;. in comune ; senza ecce- 
zione , niuno eccettuato j rà xoivVf 
ffUjti^épovToc, il comune vantaggio.' 

Koivòg, vi) òv, comune, volgare , or- 
dinario; impuro, immondo; év xoc- 
vu^ pubblicamente, in pubblico. 

KoivoT>i5 , vìToq^ /. Comunità, so- 
cietà , comunanza. 

Koivock), comunicare; imbrattare. 

Koiv6JVS<>). co/ifr. w , e^ere a parte; 
aver qualcosa in comune con altri; 
aver, commercio o relazione con al- 
cuno ; conferire con alcuno sopra un 
affare. 

KotvwvyjTixòs, Y), cv, comunicabile. 

Kotvwvia, cf-iìf- comunanza, parte- 
cipazione scambievole; società. 

Kotvuvtxò^, V], òv, sociale, sociabile, 
comune. 

Kotvuvò;, ou, e. partecipante, socio; 
chi entra a parte d*una cosa. 

Koivó);, <i(v. comunemente , volgar- 
mente: trivialmente. 

Koi,oavse>), comandare, regnare; si- 
gnoreggiare. 

Koi/savipi;, a, ov, imperioso, regnan- 
te, signoreggiante. 

Koi/savo;, ou, m. principe, padrone, 
signore, sovrano. 

Koirà^o), collocare in letto. 

KoiTvj, VIS, /.i xoÌTOs, ou, m. letto, 
coltrice. 

Ko'xxivos , VI , ov , di grana^ tinto di 
grana, rosso. 

Koxxo^, ou, m. grana , bacca ; còc- 
cola , color purpureo. 



KG 



Kóxxu^, M'io^^ m. cacalo, yòrM dal 
suono che manda fuori j quiadi 
xoxxu^o), cantare come un cacalo 
od un gallo. 

Koxxoi^iQ$, C9$, e. granelloso , pieno 
di grani. 

KoXoc^w, punire, reprimere, raffrena- 
re; temperare; mutilare, accusare. 

KoXorxsto, a$, f. adulazione. 

KoXaxsuTixò$, YJ, ov, adulatorio. 

KoXaxsuu, fut. 90) 9 adulare, lusin- 
gare, piaggiare. 

Ko7a^ , oexo; , m. adulatore, paras- 
sito. 

KoXàTrroA, /u^ a^^oi, pestare, battere; 
incidere, intagliare. 

Ko'Àa^i;, eoA$, /.7 xoAa9/t9$, où, m. 
gastigo, supplizio. 

Ko^oé^t^o), schiaffeggiare. 

Kó>a90$, ou, m. schiaffo. 

KoÀco^, ou, m. fodero, vagina. 

Ko'XAa, xòXAv], vi$, /. colb. 

Ko^XocM, incollare, unire insieme. 

Ko>Xvfst$, CVTOS, at'y. i'. leg. 

KoXXiQTÒ^, où, arfy. bene incollato; 
ben collegato ; congiunto , unito. 

KóXXo'];, OTTOj, w. bischero a cui si 
altaccan U corde della chitarra di 
-altri simili strumenti. 

KoXojSou, accorciare, mutilare. 

Ko>ó^fl>)9t$ , c&)^ , /. accorciamento , 
mozzamento. 

Ko).oio;, o^i, m. cornacchia. 

Ko>OXUV9rvi, lii^f'S XOAOXUVTTQ, >}5, 

f. zucca. 

KóAov, oxiy n. cibo; il secondo e il 
più ampio de* grossi intestini, 

KÓXo;, où,y. mutilato; troncato, scor- 
ciato. 

Ko\o<s9Òi^ oOy m. colosso; statua di 
sovrumana grandezza. 

KoXoffurpò;, ov , m. tumulto i fra- 
casso. 

KoXoùu, troncare, accorciare ; mutila- 
re; storpiare; guastare, 

KóXitOij ou, m. seno, golfo. 

KoXtto'co, contr, w, /ut. w^w, curvare 
una cosa a forma d'uno o più seni; 
gon6are. 

KoATTU^Y]^, 80$, e. curvo, sinuoso, ob- 
bliquo. 

KoXujti/Sàw, confr. w, nuotare. 

KoXu/ui^Y)tfc$, cw$, /. nuoto. 



( all ) 



RO 



gracchiare} tumultuare. 

oJ, m. xoAeàvv), «)$)/• mon- 

collina , colle ; cima d* una 

la. 

9U, m, strepito^ turbamento, 

o\), n. pomo salvatico, cor* 

frutto del corbesxolo. 

utf fsoij esser capelluto , es- 

srbo come un giovane ate- 

\e abbia lasciato crescere i 

ver cura, nutrire. 

f f. chioma, tasserà, capella- 

giuntata ; fronde , fogliame 

beri, 

ou, m. cometa. 
y]f,y. cura, ricuperazione} 
» , importazione } aumento , 
o. 
wv. certamente, totalmente. 

e pia spesso xo/xi^o/xai, 
j ottenere , aver cura , ali- 
} educare co= premura } Jìtt. 

xo/Ai^o/Aat. 

X, a;, / curatrice, governa- 
'Ovvcditrice. 

indeci, gomma. 
, millantarsi, insolentire, 
stridere, far fracasso. 

ou. m. stridore dei denti} 

millanteria, jattanza. 
hf Óv, elegante, lindo. 
; ) ^T0$ , /. eleganza , lin- 

avv, elegantemente , linda- 

xova/St^ci), risuonare, rim- 
roco. 

ou, m. suono, strepito. 
, oxjy m. nodo o articolatio- 
lito. 

ÌY^^J eo$, e. nodoso, noderoso, 
ffirettarsi, correre, ammini- 

;, /. arena, polvere, cenere, 
.erra, calce, lisciva. 
xovi^oA, coprire o riempir 
re} sollevar la polvere} im- 
intonacare. 
u, impolverare. 
Jv)(, eo$, e. polveroso. 
•4, f. polvere, cenere. 



KO 



KoviffaXo^ ; xoviff9aÀo$, eu, e, pol- 
verio. 
Kovt'w 



Ivere, 

' pol- 



veno. 
Covt'w; xovi^oA, sollevar la poK 
imbrattar di polvere, coprir di 
vere. 

K0VT04 , 0Ù , m. pertica per use di 
spinger la barca, 

KoTrà^u, cessare, riposare. 

KoTravov, ou, n, pestello. 

KoTTY), tì$, /. incisione , strage } I* ab- 
battere con asce alberi, piante, e si- 
mili. 

KoTrto^o), affaticarsi, comportare mole- 
stamente. 

KÓ7ro{, ou, m. fatica, quindi strac- 
chezza, stanchezza. 

KoTTOOJ. stancare} straccare. 

KoTrptvoA, letamare, concimare. 

KoTzpicx.^ a$, f. sterco, letamaio. 

KònpOi, o\Jj e. sterco, letame} im- 
mondezza , sozzura } letamaio , stalla. 

KoTT/sciv, òi)tOif m. letamaio, stalla. 

Ko7rTu,/u(. t);u, tagliare, ferire} col- 
pire, battere, tormentare, importunare. 

Kopa^, «xoij m. corvo. 

Ko/socffiov, ou, n. fanciulletta. 

Ko/soc'jauj domandare ansiosamente. 

KópSctX ^ oexo$; xo^Jaxi9juio;, ou, 
m. cordace, danza buffonesca e im- 
modesta. 

Ko^su, scopare} spazzare: pulire, or- 
nare} saziare} in med. saziarsi. 

Kopri , fìi ì f' fanciulla, ragazza, pu- 
pilla dell'occhio. 

Kopòìjta, Uv6), ammanare} in med. 
ammonticchiarsi, aggrapparsi. 

Kópiov, ou, n. fanciulletta. 

Kdpis, cu$2 & cimice. 

KoppiOij o\^y tn, tronco d*albero} sti- 
pite , pedale, palo. 

Ko/90$, ou, m. sazietli, fastidio, fasto, 
ragazzo , fanciullo. 

KÓ/99V), v)$, yi tempia. 

Ko^u^aV^, txo$, m. che crolla 1' el- 
mo} battagliere impetuoso. 

Ko/7vdato>0(, ou, m. che porta Tel- 
mo adorno di varit colori } dal va- 
rio-pinto elmo} dall'adorna cebta } 
che qua e là fa volger V elmo sul 
capo, e aggiunto di guerriero in- 
trepido e focoso in battaglia} quin- 
di bellicoso , grande , in guerra, 

Kópvfi^ov , ou , n.j xofU{/t^04^ ou^ 



\ aia ; 

H 



KO 



m. punUi Tcrtlct, cima, velia ; qnin» 
di calice delfortj rostro delle oayi. 

KOjSuvvi, >!$)/• dava, mana. 

Kopuyv]rv}{ , ou , m. porUtor di 
mazza. 

Viop^^f\(fòpùi, du, m, portaclata o 
portamassa, guardia della persona, 
del corpo. 

KojSUTTfli», colpire colle coma, scuoter 
la tesu. 

Koj9U$, udo$, y. celata, elmo. 

Kopu99a), armare; incitare; in med, 
armarsi , concitarsi , aoUerarsif al- 
zarsi su. 

Ko^u9TV)$ , ei7 , m. soldato armato , 
guerriero. 

Ko/su^aio;, oc, ov, verticale. 

K0j9U^vj, iQ(, / vertice della testa, ci- 
ma, vetta, sommità. 

Kojsu^óu , ergere; in med. ergersi, 
innalzarsi, colmare. 

Kojseivvi , v]$,y! cornacchia marina; 
cornice, corona, anello, apice; cer- 
chio o curvatura dell'arco ove sia 
la mira ; anello o campanella della 
porta, e in gener, cstremitli di quel- 
sivoglia specie 

Kopitìvióiw , esser curvato. 

Ko/70JVÌ$ , iSoi , /. epit. delle navi 
chef secondo alcuni, significa nera ; 
secondo altri rostrata o dal ricurvo 
rostro ; in gener. estremità incurvata. 

Ko7)Civi^oi, crivellare, pertugiare. 

Kd^xivov, ou, A. crivello, anello; apice. 

KofffASo), ordinare, mettere in online; 
adornare. 

Kóff/Avi/Aoc, aTO$, n. ornamento, fregio. 

Ko7/AV}ffi$, su(, /. abbellimento, orna- 
mento. 

Koff/AYÌTeipoc, a$, / ordinatrice, ador- 
natrice. 

Ko^firtrói, oJ. adj. ben ordinato, ben 
assestato; colto, coltivato. 

Kotfxiiroipj opoi , m. regolatore ; or- 
dinatore; direttore, condottiero. 

Ko'jfity.òi, W; òv, mondano, secolare- 
sco. . 

«eco- 



/_ 



sro. . ^ 

KovjiAtxoi);, a«v. mondanamente, 

larescamente. 
Kóifiioi^ ou, e. eh' è di ben regobti 

costumi, moderato, modesto, onesto. 
Ko7/ii(w$, atf¥, in una maniera rego- 

Ji<re; con cleganu. 



KO KP 



K^9/A9(, 0U, ift. ordine, mondo^ orna- 
mento , ornato ; onore , conv«Mfo* 
Ietta. 

KoTcw, adirarsi, invidiare: esser pìrqo 
di collera, di rancore, v ira. 

Kórtvo; , ou , oleastro , ulivo selva» 
lieo. 

Kóroif ot;, m. odio, rancore. 

Kor\i\yìy ^i y /' qualunque cavità; 
cavità o seno in cui entra e si polgs 
l'osso della coscia j ciotola, scodelh, 
taiza. 

KoTU>iQ^ovs{, wv, /. piedi sinuosi dd 
polipo. 

Korìilripuro-p^ mw. a seodelle. 

KouXeós, ou, OT. vagina , fodero. 

KoupoCj a$) JC tosatura. 

Kou/>sv$, c«$, ift. barbiere. 

Koupc^ios, ou , aify. giovanile; che 
si è ammogliato giovane. 

Keupi'^ft), essere di età giovanile» frf 
da giovine. 

Kou/9txò(, V}, òv, appartenentt a bi^ 
biere, da barbiere. 

Koupi^, HIV. per la chioma. 

Kouptdv, ou, ». barbieria, 

Koupos, ou, /oM. ittp. di KÒpOi , ni* 
giovanetto, ganone. 

KoìtporpófOi, o\t , e. nuirilore a m* 
trice di giovani. 

Kou^t'^ft)^ sollevare, aiutare. 

Kou^ttf/mo^, ou", ift. alleviamento, sol» 
lievo. 

Kov^9$, V}, 9V, leggiero, agile ; placido. 

Kouf>ÓTTQ«, 1QT05,/. leggereaaa. 

Kou^oAf, avv, leggiermente. 

Kóftvo;,ou, m. paniere; eorbaj fan- 
toccio ; nome A* una cerù mintte 
di cose secche o liquide, 

Kox^tojptov, ou, II. cucchiaio. 

K9;(>ta$, ou, m. chiocciola. 

Róx^o?) ou, fit. conca, «onehigUa, nic> 
cbio. 

Kpaa$, arde, n. testa, capoj vetta. 

Kpecyimiy ou, m. che grida forte. 

Kpa^atvw ; x/9ac^oée>, vibrare, crol- 
lare; squassare; brandire; palleg- 
giare i in Om. tremolare. 

Kpà^M , gridare, gracebiare, vocife- 
rare. 

K^atacvw , ceeguire f compire \ fare 
che un desiderio o no voto abbia il 



( ai3) 



KP 



X^atvftì, «flkuiuur«| adempiere, com- 
pire I in mtd, compirsi , accadere , 
avvenire, di cose terminate. 

Kpaiiraìv), ^^9/ crapula, stravitao. 

Kpai^oA i ^«1,^ crapulare. 

Kpatirvò$, ou, ndj, proulo, rapido, 
leggiero, soeDo, agile. 

KpatTrvw;; xpatTTvoc, mv. pronta- 
mente, rapidbmente, con celerilà. 

K^ocxTvic, ou, m. gridatore, susurrone, 
ciarlone. 

Kpoc/ut^Y], *!;,/. carolo. 

K^avoniir(^0{ , ou , e. suolo aspro o 
ateriU. 

Kpavaos, eu, a</y. scosceso, montuo- 
so; aspro, pietroso; sterile. 

K/9avctee, a«,/. corniolo, «/6ero , e 
corniola, JruUe, 

KpavsTov, 0u, n. Cranio, Cran^, 
giooaaio, cioè luogo di esercizj gin- 
nastici a Corinto. 

%pjau*iXo^ 0U| adj. di corniolo. 

Rpaviov, ou, n. cranio, teschio. 

Kfavof, 0U9 n. elmo, celata, armatura 
del capo. 

KfaayTctjsa, ac(,/. perfeltrice, domi* 
natrice. 

K/9««, ecTÒ$, ff, e m.^ testa, capo| 
vetta, cima. 

Kpàffis, <c>K}/> complessione, tempe- 
ramento, disposiaione d'animo} clima. 
Crasi , \fig, gramalicaìe , unione di 
dite o più tH^caii talmente con/mse 
che me resulta un suono differente, 

K^ffircJev, ou, -a. frangia, lemLo 
d* un abito , falda d' una montagna. 

Mpd9Tti, C6K, /• gramigna. 

KparatyuaXoi, ou, e. saldo ndla sua 
cavila, iurtemente incavato. 

Kparait^, aw. vigorosamente} sost, 
una robusta foraa, da x^aTaiòf ed 
r^, fona, donde il lat. vis. 

Kparatò^, oì) òy , potente , robusto, 
aspro, violento. 

Kf arai 9 w, coR/r. «1,/m/. 019», render 
potente , corrobonre , fortificare. 

Kf^Tacirou(, oJo«, e. che ha robu- 
sti pinli. 

Kparcpò^i oc, dv, robusto, forte, 
▼iolento, minaccioso. 

K^aT(^Ò9^<uy, OV94, r. d'animo in- 
vitto; termo nb'suoi sentimenti | di 
testa dura, testardo. 



KP 



KpaTcp&iyu^, uxo> , e. che ha forti 
unghie. 

KpoLTtp^i , Atv. validamente , furie- 
mente j fieramente.' 

K/>aT8UTaì, wv, /. plun sostegni degli 
spiedi, alari. 

K^flCTSo» , contr. w, aver 1* impero , 
dominare ; avere in suo potere i es- 
ser superiore , vincere ; ottenere. 

K/9aT>ìp, ripoi, m. coppa, tassa, cra- 
tere. 

KpàTiaxoiy *l, oy, superi, fortissimo, 
' ottimo, eccellentissimo. 

K/socTO;, M?, n, robustezsa, potensa, 
impero, vittoria } superiorità, van- 
taggio. 

K/saruvo), render valido e fermo, for- 
tificare. 

Kparu^/x^;, ou, w. rinforaamento , 
corroborasione. 

K/?auya?w, gridar forte. 

Kpotuyyj , vu, /. clamore , vocifera- 
EÌone. 

Kpéas, aro?; -««< '^ -«w«» «• «•«'n* 5 
petso di carne } corpo. 

KptTo'* , ou , vaso di bronzo per ri- 
porvi le carni, 

K/5€iTTwy, oyo;; xpstwwy, ovo«, r. 
adf/. imp. i/'àyocd^;, migliore] più 
forte, più potente. 

Kpei'uy, OVT05, m. ouffO, iq«, /. re- 
gnatore , principe , sovrano, re } so- 
vrana, regina. 

K^é/Aayyu/uic; xpi/xavyuw* sospendere. 

Kpe/iiào/*at, ^>endere , pender giù. 

KptfiK9Tnpy ^poi, m. che appende. 

Kpip.cM'rnptOiy ou, o.j xpf/xaffTÓs, 
V), ov, pensile, pendolonè. 

Kpe/iià«5 -sw; -òw, conrr. «, sospen- 
dere ; star pensoloni. 

Kpt/uL^aXcatfTu; , uo$, /. snono di 
cembalo. 

KptOMpyeiet, a^, /• carnificina. 

K^sw; x^etw, regnare, comandare. 

Kps&if ayéu. conir. «, mangiar carne, 
pa&cersi di carne; x^coi^ayco/Aai, 
esser di carne commestibile, buona 
a mangiarsi. 

KpYj'yuos, ou, m. giocondo. 

K/sWoc/Avoy, ou, n. ornamento da te- 
sta per le donne; nastro, velo, ben- 
da e simili j in Om. coperchio , 
mura coronate di merli. 



KP 



( a«4 ) 



Kpvi^iv^ fivv. dalla testa. 

K/SYj/AVYi/At; Xj9v]jtiyi^6>, precipitare. 

Kprifivòi, où, ni. precipisioj ciglione; 
alta ripa. 

Kpvi/Ava)jv]$, co;, e. dirupato , sco- 
sceso. 

Kpvfvv}, vi$, /". fonte, sorgente; xpv)- 
vocio;, ou , adj. fontano , del fonte. 

K/9v]y(a^e$, uv , /. ;?/. ninfe delle 
fonti. 

Kpriiriiy iSo;,f. pianella, scarpa. 

Kptyrj, 1Q5, /j x/siyjuids^ ou, m. ilri- 
dore, crepito, lo scricchiare. 

Kpt^CJ, /uC. ino», a. 8. sxjStyov e<l 
cx|9i^ov, scricchiare; cigolare; stri- 
dere. 

K/9t&iQ, ;?;,/.i XjOi, n. crac. 

Kptdrt^o), pascer d*orto. 

K/9tdrtvo;, V}, ov, di orso. 

KpifioCy aro;, /t. giudizio, condanna, 
pena. 

KjOtvdec;, scelto, part. pass, di xpi- 
v«. 

Kpivov, ouj n. giglio. 

KjStvo), cernere, crivellare; scegliere; 
discernere, esaminare ; decidere, con- 
dannare, accusare. 

K^io;, ou, m. ariete, montone. 

Kpiijtq, KAij f. giudizio, sentenia ; de* 
cisione; accusa, proceuo, crisi, ndie 
malattie. 

Kpt-rnptov y ou, R. criterio, giudi- 
zio ; tribunale. 

KptTv};, o\7, m. giudice, arbitro , esti- 
matore. 

KpiTtxv}, Vii f' critica * censura. 

K/9tTixò;, rf, òv, valente in giudisio, 
difficile in giudicare , critico. 

KptTt;, ou, ad], scelto. 

Kpoaivci), pestare il suolo ; far risuu- 
nar la terra sotto i piedi ; saltare 
baldanzosamente. 

K|90X>], >!«,/.,• xpoxì;, t'^o;,/. tra- 
ma, nlo. 

KpoxóJeiXos, ou, m. coccodrillo. 

K|90xoy, ou, n.i xpóxo;, ou, oi. zaf- 
ferano , croco. 

K/9oxo'7re7rXo;, ou, e. adorno del pe- 
plo di color del croco ; cinto di 
croceo ammanto; epii. dell'Aurora. 

Kpàfiuo"^, ou, n. cipolla. 

Kpóvo;, ou, m. Saturno, padr« di 
Giove; il Tempo. 



KP 



Kpotfjocty 6)v, /. pt. merli ddle torri. 

Kpo'S'SÒi , où, ZI. campanella , sona- 
glio. 

K^ÓTa^o;, ou, m. tempia. 

KpoTaAi^fli, fare scricchiolare; fu 
cigolare o crosciare. 

Kpóra^ov, ou, n. crotalo, istrumento 
egizio. 

Kporia^fui. /j'iw, p. vjxa, battere, 
sbattere , scuotere ; far risuonare ; 
fare strepito ; far plauso. 

Kj0OTV)rò;, v), òv, battuto , appianato ; 
scosso. 

KpÓTo;, ou, m. applauso, battimento 
di mani. 

Kpo'jfiOL , aro; , n. battimento , bat- 
tuta; toccata di uno strumento di ma- 
sica, il toccare le corde d'ano stm* 
mento musicale. 

K/90uvè; , ou , m. scaturigine , sor- 
gente, sbocco. 

K^0'J(7t$, cu;,/, pulsasione, percns* 
sbne. 

Kpou9T>};, ou, m. che batte, che per- 
cuote. 

K/9OU0J, battere, percuotere; in musica 
toccare una corda. 

Kpìi^doL^ x^Jj3^>]y, aw. in segreto, 
occultamente, di nascosto. 

K/suepò;, oè, òv, freddo, ghiacciato, 
gelato; orribile, spaventoso. 

Kpujtiò;, où, m.j x/9uo;, co;, n. fred- 
do, freddura, ghiaccio; ghiado. 

K^UTrra^co;, ou, adj. clandestino; 
furtivo. 

KpuTrTvj, >i;, /. grotu. 

KpuTrró;, vi, òv, nascosto* segreto, ar- 
cano. 

Kp\jiTT(iiy/ut. ^tiiy nascondere, coprire, 
e tj Hindi seppellire. 

Kpu9Ta>Xo'o/iLai, ghiacciare, cristal- 
lizzare. 

KpótroiXXoi , ou , e. ghiaccio ; cri- 
stallo. 

Kpufa; xpufiì', avv. di nascosto, io 
segreto. 

Kpu^vi^òv, avv. occultamente, clande- 
stinamente. 

Kpuf io;, a, ov, occulto, nascosto. 

Kpu^to); , avv. occultamente , di na- 
scosto. 

Kpù^ti, tùèi^f» nascondiglio. 

Kpoi^w, crocidare.^ 



(ai5) 



KPKT 



Kp«/Aoc^ , oex9$ , m. mucchio di pt«' 
ire. 

KpwTTtov, ou, it. falce. 

Kpta99Òq^ 0j, m. Taso d*acqaa. 

KrdoèftoLt , co/iir. w^uiat, /«/. xTn^O' 
/tai; p. ìiixnnii-cf-t ed exTvjjUiat, 
pi/ì cAe p. èxexTvi/Avjv , acquistare, 
procurarsi ; possedere ; nel p. ho 
acquisiate ; tengo, posseggo. 

Krcavoy, ou, n. bene, possedimento, 
soslania , specialm, besliame dome- 
slieo , a* pia antichi tempi, 

Kréap, aro;, n. possessione; gran 
quantità d' oro. 

Ktcìvo», ^<t. 1. XTCVM, p. exraxa, 
a. 1. exrecvK, «. 8. cxravov , 
^t, 8. XTayw, uccidere ; ammassare, 
far morire. 

KTtt$, xrevò^j m. pettine. 

Krevt^(y, pettinare. 

KTé/9a$ , aTo$ , n. cosa posseduta , 
possessione, dono. 

Kré^soc, «y, n. funerali, esequie. 

KTcjset^a»; Krtoil^ùi, fut, ivfùedlta^ 
seppeÙirej celebrare i funerali, £ir 
r esequie. 

Rnq/uia, ocro^, n. ciocché uno ha 
acquistato } possessione, dominio ; rà 
XTy]/AaToef i beni« le facoltà, le ric- 
chesae. 

Knq/uit, a, 8. ex-niv, a. 8. m. ixra» 
/xy]v, i/i/I XTOCvat, ;Mift. xràf, uc- 
cidere. 

KTqvo^, co$, n. giumento, bestiame. 

KTQfft$, <w$, /*. possesso} la cosa pos- 
seduta s beni, riccbesse. 

Ktyjtcxò^, TJ, òv, che sa acquisUre} 
che ha l' abilita di guadagnare; di 
far fortuna. 

Ktvit0$, W, èv, che può essere acqui- 
suto. 

Ktv}t&>^, 0/90$, m. possessore. 

Ktc^co, fabbricare, edificare, costruire. 



Ktcào;, 0U, m. ariete, montone. 

RTi9t$, Cft){, /. creasione, fabbrica. 

Krtff/Aa, aT04,*ii. cosa creala, edi- 
fisioj {ondasione, stabilimento, co- 
lonia. 

Kriorvi^, oyi y m. creatore, fabbrica- 
tore. 

Kriffròf, oZ^ mdj, fabbricato. 

KruTrcoi, strepiUre; tuonare j fare stre- 



KT 



pilo percuotendo j far sentire il suono 
della percossa; dare un tonfo. 

KruTTOs, oyi^ m. fragore, strepito, tuono. 

Kuadrivxo;, ou, m. bicchierino. 

Ruad'o^, ou, m. bicchtere. 

Kua/AO$, ou, m. fava; sorte, suffragio, 
perche anticamente si traeva a sorte 
colle fave. 

Kuàvtio^, a, ov ; xuàveo$, a, ov , 
ceruleo, turchino; aszurro, bruno; 
scuro , nero , delle Parche e della 
l'erra. 

KuavÓTrc^a, vi^,/> che ha i piedi as- 
Burrini. 

KuKVOTtpwpsto;, ou, e. che ha prora 
di colore assurro. 

KuavÓ7rT(/90$, om^ c, dalle negre ali , 
della cicala. 

Kuayo$, ou, m. colore assurro ; pietra 
assurrina; lapislaszuli ; in Om. me- 
tallo che alcuni vogliono fosse accia jo. 

KuavoxoctTvif, ou, m. che ha i ca- 
pelli o i peli bruni, chiomassurro , 
ceruleo-crinito, epit. di Ntttuno j di 
chioma nera, di cavallo. 

KuavwTTt^, 1^0$, e. che ha gli occhi 
aszurri , dagli occhi cerulei. 

Ku^cta, a$, f. giuoco dei dadi» giuoco 
d' assardo ; sottigliessa , frode. 

Ku/Seiov ou, n. casa da giuoco , bisca. 

Ku/Sc/svau, dirigere la nave, governare. 

Ku^5j9vv]9t$ , t&>{,y. diresione della 
nave, governo. 

Ku/SepvviTsipa, oc$)/. che regge il 
timone, governalrice,' Je//a natura, 
della sorte, Tu;f*j. 

Ku^ipvWTvjs, ouj xu^eovvjTyjp, iìpOiy 
.m. governatore, regolatore, piloto « 
nocchiero. 

Ku^euTV]^, où, m. biscajuolo, giuo- 
catore sfrenato. 

Ku^suw, giocare a* dadi ; e in gener, 
compiacersi de' giuochi d'assardo. 

Ku/3v)At$^ loq^f. mannaia, bipenne. 

Ku/3t9Ta6>, saltar col capo in giC^; 
capitombolare; nuotar sotto acqua. 

Ku/SiffTvjW/», "npOi^ m. ballerino, sal- 
tatore, che fa capriole o capitom- 
boli ; palombaro. 

Ku^o^, ou, m. cubo, dado. ' 

Ku^atvw, celebrare, lodare, onorare, 
trattar onorificimente; render glorio- 
so, illustre. 



(ai6) 



KT 



Ku^à).i/i04) ou, e. glorioso. 

Ku^oéw, gloriarsi. 

KxiSioivtipOi, ou, adj, dote gli uo- 
mini acquistano «onore j che coolieoe 
uomini illustri. 

Kv^tàw, contr. 6», /mI. octw, gloriar- 
si, andare altero, superboi baldan- 
toso. 

KrJSifiOif ou, c. glorioso, indilo. 

Ku^(ffTO{ , iq , ov , superi, gloriosis- 
simo. 

Ku^iuv , 0)tOif e, campar, più glo- 
rioso. I 

Ku^vò^, v), òv, inclito, glorioso. 

Kuf oi/xcw , eccitar turbamento 2 ce- 
gionar disordine o tumulto. 

Ku^oi/AÒs, ou, e. turba, tumulto, di- 
sordine, confusione; battagliai quaì 
persona^ demone ddla rumorosa bat- 
taglia. 

Ku^o^, (0$. n. gloria, onore. 

Kìj^pòi ^ oLy ÒV, glorioso, iUostre; 
inclito, chiaro. 

Kuso), fut. Wffw; xuto/xai, portar 
nell'utero, esser incinte. 

KuYj/Aa, aTO$, n. feto , frutto. 

Kuv}ff($, £(>*$}/• concepimento, gravi- 
danta. 

Kuxaai; xuxtw, mescere, naischiare} 
rimescolare ; confondere , turbare. 

KuxXa$, dSoi, f. gonna , gonnella , 
▼està da camera. 

KuxXev&), cingere, menar in gire. 

Kux^ccJ, menar in giro, agitare, volgere 
intorno; trasportar suUe rote; cioìt 
sui carri j carreggiare. 

Kux^77^òv, aipv. circolarmente. 

Kux>ixò$, V), òv, circolare, ciclico, 

KuxXódrsv, avv, in giro. 

KuxAos, ou, m. circiJo, circuito, con- 
torno ; cerchio, rota; toc xuxAa , 
anelli , cerchi , dentro ai quali si 
mettevano le stanghette della sedia , 
del carro s xuxXo), all'intorno, in 
giro , d' intorno , in una linea cir* 
colare. 

Kux>óffs, a\fv. in cerchio , in tondo. 

Kux>0T8/9vÌ$, «0$, e. propr. fatto al 
tornio , rotondato , rotondo ; piegato 
in cerchio j circolare. 

Kux>óu, racchiuder nel circolo, cir- 
condare, menar in giro. 

KuxXoitft;, t&)$,/. circoburìone. 



Kt 



KuxXa)4',^6iiro$, m. Ciclope, da xj- 
x>o$, w^') perchè non aveva che un 
occhio rotondo in mezzo della fronte. 
1 Ciclopi erano i minisiri ili Vul- 
cano , e fabbricavano ifmlmiià a 
Giove, 

Ruxvo;, ou, m. cigno. 

Kux6)/icvos, ou, turbato , p» pass, di 
xuxocu. 

KuÀtv^cw, rotolare, voltolare; yolgert} 
xu>iv^co/uLai, voltolarsi, trambaKia- 
rej contorcersi. 

Ku>ivjv]fft$, cw;,/> voltura, voltola- 
mento. 

Ku>t^, 1x0$,/. taisa, bicchiere. 

KìiUofuoLj aTO$, n. voltolamento. 

Kuliojf xuXiv^w, volgere, rotolare, 
voltolare. 

KuXXoTTof iwv, evos, e che ha i pia- 
di storti I eoppo. 

KuX>ò«, *j, òv, toppo, curvo. 

Ku/AO, aTO$, /i. flutto, onda, fiotto. 

Ku/Aatvw, ondeggiare, agitare, sollevare 
le onde, flottare. 

Ku/AAVOi;, tfrt;,/. QnUuameoto, ondeg- 
giamento. 

Ku/iaTi«(, ou, III.Ì xu/ui«Tuf v)s, cd$, 
e. ondoso. 

Ku/m^aÀov, ou, n. cembalo. 

Ku/A^axo5, ou, e. capovolto; capole- 
vato ; in Om. cono , cresta deU'iàmo. 

Ku/uL^v), iQ<, /. barca, cimba. 

JCuvapiov, ou, /!. cagnolino. 

Kuvév], *J5, /. ^opr. pelle di cane «/i 
cui furono soliti fare o adornare la 
celata j ma generalmente a adopi' 
rato a signi/Scare qualunque celata. 

Kiivcof, ou, adj. di cane, canino; 
sfrontato. 

Kuvéo», baciare, accarexsare, turbare, 
commuovere. 

Kuvvivivcov ou, cacciagione, eaccia. 

KuvnyériQfi^ ou^ m. cacciatore. 

Kuv>iy«Tixo5, >i, òv, appartenente alla 
caccia, da caccia, buono perla caccia* 

Kuvt)yf«; xuvvjycTtw, contr. w, an* 
dar a caccia, cacciare , esser a caccia. 

Kuvv)vò{, ou, e. cacciatore.' 

Kuvcotov, ou, n. dini. di xuW , ca> 
gnoHno, canino, cagnoletto. 

Kuyixò$, vi, òv, cagnesco. 

Kuvò/Avioc a{, /. mosca canina; cbe 
mostra un ardire sfrontato. 



i. 



( ai7 ) 



KT 



KvvopoLi9TOLÌj ety,/. motebe canine > 
insetti nerognoli che tormentano i 
coni, 

Kuy0«eupoc, «$, f. coda del cane, Ci- 
nosun • costellazione della piccola 
Orsa, 

Kvvrtpoi, ov, m. più sfrontato , più 
sfacciato , da xuwv. 

Kuvw7rt$, t^o$,/. .invereconda, sfron- 
Ula , svergognata , e che ha viso da 
cane, tUile Furie, 

Ku?rapcff9cvo{, ou, adj. di cipresso. 

Kurreépt^ffo;, ou,/. cipresso. 

Kw7ret/505, ou, c.j xu7rtt/9ov, ou, n, 
cìpero , sorta tU giunco, 

KÙTieXAotf, ou, n, coppa, tassa, vaso, 
per uso di bere, laùn, cupella. 

Ku?rpt$, iSoi ì /' Ciprigna , sopran- 
nome di Venere « così detta dall' i' 
sola di Cipro, ove aveva dimora e 
eulto, 

KuTrToc^o), fut. a9&), tardare ; arre- 
starsi a cercar qualcosa, passare il 
suo tempo a; restar ozioso. 

KuffTO), esser prono, incurvarsi a ve- 
dere, abbassare gli occhi, abbassar 
la tesU. 

I(u/9^a(y], voce oscura che trovasi nel 
penultimo Epigramma , e che unita 
a fiói^oc viene interpretata pane. 

Kuptca^/ut, >]9fii>, incontrarsi, incor- 
rere, conseguire, giungere. 

Kufi'a, oc$,/> padrona; (soUin, vf/xc- 

eac) y giorno prefisso per 1' assem- 
lea. 

Kuoccuu , /ut, sutfM , essere il pa- 
drone , rendersi padrone | ridurre 
sotto il suo potere. 

Ru^co;, ou, m. padrone, signore; co- 
lui che ha piena autorità o potere; 
principale. 

Ku|9i04, a, ov, signorile. 

Ku/9tÓTD$, vjre; ,/. dominio, signo- 
ria. 

Ku^(6»{, aw, signorilmente. 

Kupfiec, aTO$, n, ciò in cui alcuno 
»* imbatte; incontro; preda « ticqai- 
sto, lucro inaspettato. 

Kv^O$« eo$, n. autorità piena, autorità 
assolata ; fede data o ratificata ; mal* 
Icverìa, guadagno; capitale; punto 
principale. 

Ku/stfw, decretare, conlemiare. 



KTKQ 



Ku/9Tt$, iSoi,/, fiscella, nassa, paniere, 
gabbia. 

Ku/9Td;, W, ov, curro, ricurvo; gobbo, 
convesso; tumido, xu/9róv, aw, 

Ku'pro^, ou, nv. nassa, rete. 

Kupxóoij contr. òi^/ut. 0)9<u; curvare, 
incurvare. 

Kuproijtioc, aTO$, n, gobba, curvatura. 

Ku/9T0»9t$, tu$, /. incurvaaione. 

Kùpoi , inus, al pres, ed in sua vece 
xuj90/AKi, incontrarsi, abbattersi in 
qualche cosa, cons^uirej esser là, 
essere alla mano. 

Ku9Tt;, ca>$,/. vescica. 

KuTO$, toi, n, cavità. 

Kuf 0$, W, òv, curvo, gobbo. 

Ku4^t>v), «]$,/. alveare delle api, bugno, 
arnia. 

Kxju, /ut. U90I, esser gonfio o gravido; 
bariare; partorire. 

Kùuv, xvioi» e, cane, ca^;na« 

Kùa;, H. pelle pecorina. 

Kei^siaf xwjtfic, «f,/. capo di pa- 
pavero. 

Kei^ojy, Mires , M. sonaglio , campa- 
nella. 

Ku^wvt^oi. squillare, tintinnire. 

Ka)^6)Vt9/io$, ou , m. squillo, tin- 
tinno. 

Kùd^wv, m.- nappo, coppa, ciotola. 

Koixu/AO, aro^ n,, pianto. 

Ke*)xurò{, ov^ m, pianto ; lamento ; 
urlamento ; Cocito. 

KoDXuoj, /ut, uffftì, abbandonarsi al 
pianto ; far lameitti dolorosi ; trar 
puai. ^ 

KuXvjtp, if}iro{,/. piegatura del ginoc- 
chio dd garelto. 

KwXov, ou, n, membro, in generale j 
piede, in particolare, 

KeaXu/ma, aro; , a.j x«>Xutft$, cw$, 
/. impedimento, ostacolo , divieto. 

KuXutiq;, ou, m. chi impedisce, chi 
arresta. 

Kw>UTtxÒ5, W, òv, che ha la foraa 
d'impedire, che ha la proprietà d'im- 
pedire. 

KwXuTÒf, W, òv, impedito. 

Kw>UM , impedire, mettere ostacolo ; 
refurimere ; allontanare , rimuovere. 

Kù/ma, aros, n. leurgo, profondo 
souno. 

Ka>/Aà^6«, gonovigliare, fare una sere- 



( a'8 ) 



KQ A 

oata; da an banchetto andar per le 
strade con canti, suoni e fiaccole. 

Koi/ma^, gcxog, m. petulante. 

Kù/Avi, v);)/. borgo, villa, castello. 

KcdjiAV] Sóv , awerbiaL a guisa d' un 
borgo, d'un villaggio. 

Ke>)/Ai7Tv]$, ou, m. borehigiano. 

JCw/iAt Jiov, ou, n. vicolo. 

Ku/Aixòs, ou, m. comico, scrittor di 
commedie. 

Kcìmo^, Qyj^ m. goisoviglia; stravisio; 
dissoluteEaa nei conviti) ebbrena. 

Ku/Au;, \iÒOiy /. fastello , fascia. 

Koi/Au^cta, o^. /. commedia. 

K(i»ixùSi(a, burlare , schersare. 

K(0it.(aSòi, ou, m. commediante. 

Koiivetov, ou, n. cicuta, la eui bevanda 
era una pena capitale solita usarsi 
in Atene, 

Kófvo;, ou, m. cono, cima delP elmo. 

KoiVUTTCtov, ou, n. padiglione. 

K(à)tùi^, WTTO^, c. cansara; moscone. 

Kó)0$, co;, /i. pelle d* agnello , tdlo ; 
lana di pecora. 

KwTrv], vi$, ^. manico^ manubrio, ma- 
nico del remo, remi, elsa. 

KwTDi'tt?, 8VT0S, ad^. guernito del 
suo manubrio , elsa. 

Ka>|Ouxo{, ou, m. bisaccia; sacco di 
cuojo, sacco da viaggio. 

KuTTiov, ou, n. piccolo remo. 

KoiTtX^ci, ciarlare, cianciare. 

Ku^ao/xat, ammutolire, divenir sordo. 

Ku^àw, render ottuso, assordare. 

Kùifói^ vi, òv, stupido, muto, sordo, 
tacito. 

KoiyÓTvjj, v}TO«, /. sordità. 

Ku^u;, <»'('. sordamente. 

Ku^wfft;, eu;, y. mutolezx^ sordità. 

Kwx su' »,/«<. tu' 90) , sollevare , por- 
tare; strascinare. 



▲, undecima lettera dell'alfabeto gre- 
co, si pronuncia come la nostra 1. 
Presa numerìóamente vai trenta , 
ma con un accento al basso , vai 
trenta mila. 

Aa , partic. inseparabile^ che aumenta 
la /orza della parola composta. 



KA 



Aóéa; ; Xccoloì^ m. e còntr, Àa{, aof , 
m. pietra, sasso. 

Aa/Ss, imp, a, 2. di X(X.ft.^oivo^ 

Aa^W, yiit /' presa ; usavasi anco per 
significare lo stringersi degli atletii 
>ajSv]v ^ouvai, dar presa, ciok da- 
re occasione o pretesto. 

Aa^t$ , i$Oi^f, manico, fibbia, for- 
bice. 

koL^pv.yòpv^i^ ou, m. chi parla sema 
ragione e misura \ loquace fuor di 
proposito. 

Ao(.^ptTjop.oiif parlar con precipitasio- 
ne; cianciare. 

kÒL^pOiy OU, m. assai vorace, avido; 
con un nome di cosa inanimata} ga- 
gliardo, rapido, impetuoso. 

AK^pÒTTiiy TjTOs, y*. voracità, inconti- 
nenza. 

Aoefiuptvdro;, ou, m. labirinto; cdi* 
fitto errabundo ; ca/e anche rete, 
nassa. 

Aayapò;, oc, òv, rallenUto, gracile, 
magro, di poca taglia, sottile di corpo. 

Aay>]vov, ou, r. &isca, bottiglia. 

AayiJtov, ou, n. piccola lepre, coni- 
^lio , dim, di >ayó$. 

Aay vv);, ou, mj >ayyo$ , ou, e, k- 
scivo. 

Aavx^v^ a 8. eXa^o^ì sortire; ti- 
rare a sorte; ottener per sorte, bt 
partecipe ; ottener la facoltà ; inten- 
tare un processo; ottenere udienaa. 

Aaywv, évo;^ e. lombo; fianco, ca- 
vità. 

Aayci;, «, attìc, j ìayoiò; , ou, jea, 
m. lepre. 

Aà^o/xai , toccare in sorte , pren- 
dere, afferrare. 

Aa^u/Aat, V. ant, 

Aadri/.v]^v)$, ioi, e. che fa obbliar 
le cure; che fa cessare il pianto. 

Aa3ri^3royyo$, ou, e. che toglie la 
voce, della morte. 

Aflc^pa, aw. nascosamente, segreta- 
mente. ' 

Aa&paio;, a, ov; Xa&piJto;, «, 
ov, occulto, nascosto. 

Aadrpt^tO)»;, «tv. nascostamente. 

Aà&pto;, ou, e. occulto, nascosto. 

Aai'y^j Xyyoi,^. pietrasaa. 

Aaiopo;, à, èv , sinistro ^ impu- 
dente, sfacciato^ 



{ a'9 ) 



U 



A«c Xaij», OLTtOf^ f. lorbiiM, rtnto pro- 
cdUMO, bafmi. 

AKt/Aotpyo{, ou, e. mangioiM, goloso, 
iostBÌBbile. 

A«i;»o$, oJ, m, góla, ttrotta, fiori } 
lame insatiabile; appetito divoratore j 
fossa, caverna. 

AxutOTO/uisoi» , contr, «5, segare, ta- 
gliar le canne della gola, scannare. 

Aaivc9$9 oc, ov ; Aeci'yot, v}, ev, di 
pietra, fatto di pietra. 

Aaiov, oUv A. biada. 



A«i^;, oc, o'y, sinistro, ciò eb'è a man 

sinistra. 
kxiT^ioVj ou. R. rotdh, targa latta 

di pelle di bue non preparata. 
A«tT/ioc, aro;, a. tragitto, btitndioe; 

pianura $ mere profondo. 
ÉMifOiy co$, R. teste sottile^ veste 

logora ; vebi. 
ÀAt^ripòij oc, ^v, assai mobile od 

agile o veloce; Xeu^€pd^ tnvtrbiaL 
. Aoxcw, strepitare. 
AaxcJóo)} Xocxt^u, strasiare, fendere, 

squarciare. 
Aoxcf, iSoiyf, frattara, frammento, 

|»eno. 
Aocxxo$| Xoex9(, om^ m. foua, cisterna. 
AoxTc^Ai, tirar de' calci, calcitrare. 
Aoe>ay^« , risonare , gridare , garrire. 
Aoc3toc^««, gridar forte. 
héXoi , OLyoi , m. clamore, tnmnlto, 



AoAéw, eonlr. w, mandar saono« par- 
lare, raj;ionare. 

AflcAcoc, a{, /. discono, loqoacitli, ru- 
more. 

kéXoiy ov, e. loquace, parlatore, ciar- 
liero j X«XttfTS^o$, compar. 

Aajui/3ocv6) ,/««. Xv)'|>9/uiai, p. WAcf oc, 
attic. ct^e^oc, a. 8. If^a^ov, pren- 
dere, in senso anche di acquistare , 
ricevere, incaricarsi; impadronirsi, 
venire a capo; coglier sol fatto; sor- 
prendere , convincere ; espugnare , 
conquistare. 

A«/uLia, «$)/• lamia k moifro mar//ioj 
lamia, ente favoloso che, al credere 
del volfto , divorava i fanciulli sotto 
le sembiante di donna , strega , bi- 
liorsa. 

Aoc/uiToc;, dioif f, lampada, face, fiac- 
cola. 



AA 



A«/x7rtrocu, sfavillare; rispleudere. 

A.oip.7m, ^iìf belleUa , fanghiglia. 
koLtiTtpòi, a, òv, splendido, rispleu' 
drnte, brillante, terso, pomposo ; ono- 
rato, nobile, r^le, magninco, bellis- 
simo. 

ActuTtpò'mi, v}T0$,/. splendore, spien* 
aidezza, lucidezsa. 

Aau7r/9uva» , schiarire, render chiaro, 
illusirare. 

AKp.itpàif avv. risplendentemente, chia- 
ramente , pomposamente , splendida* 
mente: a pand* onore. 

A.»iX7Cnnp, vi/DOS, m. fiaecob ; lanter- 
na , lampada. 

Aa/ATTO), risplendere, rilucere; brillare. 

AauLpòi , 9U , adj. brillante , rùplen- 
oente ; splendido , chiaro; celebrato. 

AoLp.\jpói^ Aoc/iu^o$, oc, ov, spaven- 
tevole. 

Aa/«.9' avanti aspir. inv, di Xoc/attc 

Ao(,védiv(a j fut, XvÌ90t. da Xyfdre.}, a^ 8. 
lAocdov, p, pass, XsXv}9/uiat, a, I. 
cXrf^d'TJV ed s^vjdrYjy, p. m. }lj>v]da 
(jon. >t).a3ra), esser nascosto; es- 
ser incognito ; esser occulto ; tenersi 
occulto ; nascondersi^ Aavdocvojuiac, 
obbliare, dimenticarsi, ingannarsi, er- 
rare. 

Aaò$, 9u, m. popolo, turba, molti- 
tudine, stuolo, gente, esercito, in con' 
frapposto con duci, capitani, presso 
Omero. 

Axot'sóoi, ou, e, sollevator del po- 
polo; incitator delle schiere. 

AoLo^ópoi, ou, e. strada che porta il 
popolo ; via pubblica. 

AaTToc^o), evacuare; perdere; ammol- 
lire. 

Aocrrad^ov , ou , n.j >oc7rado$, ou, 
m. fossa, solco. 

AnnaipKj ociff. quella parte del corpo 
fra le false costole e il fianco; fianco. 

Aairapd$, o2) òv, vacuo, vano. 

Aa7roc7ffc«>, fut. ^'w, evacuare, vuotare ; 
rammollire. 

AàTTTù), Xoc7roc?ft), lambire; bere con 
eccesso ; vuotar rapidamente un fiasco» 

Aaptvòs ,>ì, ov, ingrassato, pingue. 

Aocpvocl, axoi, f. cassa ; cesU ; co£ino, 
torciere, urna. 

AoLpài, oc, òv, giocondo, ilare, ri- 
•torativo, soave ; lauto. 



( aao ) 



AA AB 



Aopuyl^ \}yyoij m, gola ; larioge. ' 

Aaf, ao$, m. mmo. 

Aactfavov, ou, r. tripode; pignatU} 

orìoalcj cloaca. 
Aastaux^V) cvof, e. irsuto nel colloj 

che ha il collo coperto d'ispido pelo. 
AoStfios, ou, e. irsuto, ispido, peloso, 

velloso. « 

Aaro/uicfli), eontr. w, /ul. «296», tagliar 

sassi. 
A«ro/ii}Tds, W, òv, taglialo uel sasso. 
AflCTO/Atoe, a{, /. petriera , care di 

pietre, luogo donde si cavano pietre. 
AaTÓ/iO{, ou, e. tagliapielra. 
Aarpsioc, oc$, /. servigio , ministerìo, 

culto religioso. 
Aar^tuo), servire, coltivare religiosa- 

Dieote, rendere a Dio il culto chia- 
mato latria. 
Aocrpt;, toj, e. servo. 
Aauxavìcc, oc;, y. gola, stroaaa , fauci. 
Aau^v], v]$, /. piasse, contrada, borgo. 
AKupo(, at.^ O't ^ largo, molto, co- 
pioso. 
Aau/9«>$, aw. largamente. 
Adfupotj wv, n. pi, spoglie. 
Aafupayuyéw, con/r. ai, portare come 

in trionfo. 
Aaf U99e*), /uf. ^6), inghiottire arida- 
mente, divorare. 
AflC^^ac'yw, scavare. 
Aaxavcùo/Aat, produrre erbaggi, ow. 

esser seminato ad erbaggi. 
A«xo(vov, ou, A. erbaggi, mercanaia 

verde. 
AdxMtij Tfioii, sorte, lotto; Lachesi, 

una delie tre Parche. 
Aaxij, iQ$,y*. scavasione, sorte. 
Aax/AÓ$, ov, m. sorte; m Om. ie/fgi 

piuttosto Aà^vot, densità dei peli. 
Aa^vv], >]$,/. lanuggine, peli vani. 
Aaxvvf ct{, <9tfa, ev , peloso , ispido , 

coperto di setole o di folto pelo. 
AocYO$, toi, M. sorte, retaggio, eredità^ 

fortuna. 
Aocw, vedere, rimirare, verb, difettivo» 
Acatvoc, v)$,/. leonessa. 
Acatvw, levigare, lisciare; pulire; 

spianare. 
As^iQf, v}ros, m. caldaia, paiuolo ; 

conca; bacino, catinella da lavarsi le 

roani o i piedi. 
Acyo), dire, parlare, leggere, recitare; 



AB 



cogliere, scegliere} contue» £ur il 
novero; giacere, dormire, mandar a 
dormire. 

AniXavio, a;,/ saccheggio, preda. 

AniXaréw. comtr, à», metteore a sacco, 
saccheggure, depredare. 

Asia, as, /. preda, spoglia , boUtiao. 

Aecoétvw, pulire, liaciare, appianare. 

Aetavoi^i ^^ij/* pulitura. 

Agi^tiffut. ^»i versare, stillare; ftr 
delle libagioni; ìa niéd, scorrere. 

Astxvov, ou, R. vaglio. 

AgZfifioi^ 01.X0ÌJ n. reliquia, avanso. 

Aet/jLoìv, wvo$, m. prato; >tijUL0vó2rcy, 
«(w. del prato. 

Att/A6»vco4, oc, ov, di prato; apparta- 
nente ai prati. 

Asio;, oc, ov, liscio, piano* pulito, unito. 

AciÓT>l(, iJTOj,/. pulitesaa, l'appia* 
nare. 

At(óoè| comtr. tS^fut, uoo», lisciare, 
levigare, pidire; ridurre in fina pa- 
vere. 

ActTTodru/Aéw, coAlr. (Ìì,/m/. iQ9W| Sve- 
nire, venir meno. 

AccTTodu/icoe, «$,/. svenimento, deli- 
quio. 

AciTTOTÓXTvif, eu, m. disertore , sol- 
dato che abbandona il suo posto. 

ActTre», lasciare, abbandonare; ncsCr. 
mancare, venir meno, essor da meno; 
Astiro/Aac« esser lasciato; restare in- 
feriore; cenere; esser lasciato indietro; 
rimanere superstite. 

Aeiptósi^, o'evoa, ósv, fiorito, deli- 
licato come un giglio ; soave , dolce. 

Aei/9tov, ou^ R. giglio. 

Aeióò(, oc, ov, gracile, molle. 

AéiTOV, OM^ n. pubblico. 

AeiToupyéw, contr. oS, esercitare una 
funsione pubblica; adoperarsi per il 
bene pubblico. 

Actroupyca, ecs, /. pubblico servi- 
aio; faccenda,^ incarico, spparasioue. 

kuroMpyòi ^ o\ì f m, pubblico miai- 
stro. 

Aet^òt, leccare, lambire. 

Aciipacvov, eu, n. reliquia, reiidoo, 
avanso, rieaasuglio. 

Aeiuots, eo>s,y*. lisciatura. 

Aexocvv}, «]$,/. catinelU, piatto. 

Acxecytov, ou, w. piattellino. 

A8xó$, ou, m, scodelli. 



( MI ) 



AB 



, óif, scelto , eletto. 
9U, n. Ietto. 

)^ 9U, <uf/. lavato • bagnato. 
)U, R. vocabolario, lessico, 
o. 

;, /. vocabolo, lesione. 
pres. formato dal f ut, di 
orìcarsi , giacere , dormire; 
far la sentinella. 
, a, ov, di Icone. 
1$, /. pelle di leone, 
y, OM^ n. striscia di cnojo 
e il petto Éi cavalli ; petto* 

indecl. rupe, monte, giogo. 
; , W} òv , squamoso , sca- 
operto di squame, di scaglie, 
corticare. 

95, /•> AiTTOS, «oj, n. cor- 
]uama, lamina. 
;, f. lebbra , ruvideua della 
! si stacca a scaglie. 
1, òv, srabbioso, lebbroso. 
;; XeTrrò;, oc, ov, m. tenue. 
Tacile; magro. 
ij oij, m. sottigliamento. 
a^j aw. minutamente, sottil- 
parlitamente, cireostansiata- 

9U>, n. minatessa , partico» 

, òv, tenue, sottile, magro, 
trasparente, chiaro. 
05) so?) e. sottilmente lavo- 
to, eseguito con sottile arti- 
)n finezza. 

, TQT05, XeTTTOffÙV*}, 175, / 

sa, tenuità, argusia, traspa- 

;, ew5, /. estenuazione, asso- 
ito, 
assottigliare, affinare; este- 

tfw. tenuamente , sotti!- 

< ou , II. pìccola corteccia , 

a. 

ou, n. corteccia ; buccino. 

oc, òv, pieno di corleccie; 

3. 

Drtecciare, sbucciare; levar 
S spellare. 
t0|, e. squamoso. 



AB AH 



As^X*)) ^5i/* ^^0^%"^ eli riunione per 
confabulare; ridotto; taverna. 

AsuyocXèo^, ou, adj, pernicioso» diffi- 
cile; gnve, miserabile, disgrasiato. 

AsuxaivoA , imbiancare , &r divenir 
bianco. 

Asuxavdt ^01, esser bianco, render can* 
dido. 

Acuxavta , a$ , jon, 17 , i}$ , gola ; 
strosia. 

A8uxa9/A05, ou, fit. imbiancatura. 

Asùxa97rt$, t^o;, m. che porta un 
bianco scudo; dal bianco luminoso 
scudo. 

Acùxv), v]5,/. pioppo bianco; inae* 
chie bianche su la pelle. 

A8uxì-nf25. ou, m. bianco. 

ACUXÒ5, VI, o'v, bianco, candido. 

Aeuxótvjs, 17T05, /. bianchesta. 

A8ux6)>evo5, ou, e. che ha le braccia 
candide, dalle bianche braccia. 

Asuxujtia, aro5, n. ruolo sul quale 
si scrivevano i nomi dei magistrati, 
le risoluzioni, macchia bianca si» 
l'occhio ; chiaro d'uovo. 

A8upÒ5, ou, adj, levigato, spianato, 
piano. 

Asuffffù), o/xat, vedere, guardare, ri- 
mirare, rilucere, splendere. 

Acux8i/A0V^0i) , contr, u, vestirsi di 
bianco, andar vestito di bianco. 

Aeux8Ó/i6)v, OV05, in abito bianco, ve- 
stito di bianco. 

ktrSuyfut. ow, kpidare. 

A8xe:roi>i5, ou , e. che ha erboso let» 
to; fecondo d'erba; erboso. 

Asxo5,^805, ». letto, giacitojo, anck^ 
dov'è coricato un morto, 

kixpi-Oi, oc, oy, obbliquo. 

Aéuv, ovrof, f», leone. 

A>iyGJ, cessare, finire; astenete; far 
cessare. 

A-n^oLpyoi^ OU, m. letargo, sonno* 
lenza. 

Ai»j9na, ^i^/' obblio ; Lete , ^mi 
d' Inferno. 

AijS'w , /«<. Jlrj^w, esser nascosto, es« 
ser ignoto ; nascondere, celare ; Xv}- 
Srouat, scordarsi; obbliare. 

AijTocs, oc^oj, /. schiava, traicinita 
in ischiavitu. 

KntpOTtlpVl, Hiif'J Xlirp»TVI>, iq- 
p055 JltiT^^TTis, ou, m. rhft pascola 



ìL 



( aaa ) 



AE 



tra le biade ; rbe derasU la semente. 

Ay}i^ojaai, ^iQt^Ci), predaure, sacchfg- 
giare. 

Aviiov, ovf, n. messe, campo di biada. 

Ami, ifoi,/. preda'; graa quantilà 
di bestiame. 

A»jiffT>i/5, yipoi^ AtjtiTwp, opoi, m. 
predatore; ladro, corsale, pirata, 

Avir^Tvif, O'J) m. Lidro, sicario , cor- 
sale. 

Avjiffrò^, où, «<(/. che può esser pre- 
dato. 

Aviìri;, iSoif /. predatrice, epit. di 
IVfiner?a. 

Atixco), strepitare, mandare acuto stri- 
do ; scricchiolare , risuonare , latra- 
re, brontolare, chiacchierare. 

Ay]xu^ioy, ou, n. ampollina, boccetta. 

AtÌxu^o^ ou, m. ampolla, vaso da 
olio. 

A-njj.n, Vii,/. ««*p». 

Ay]/Afia, aro;, /». ciocche si ricerei 
presente, dono , guadagno , emolu- 
mento. 

Av;/xwv, 0'J5«, O'Jv, cisposo. 

A/fvo; , O'J, m. cava, lino; torchio; 
cantina; fossa; fondo della nave. 

Avipita; XfipcciiKa, baloccare, ragionar 
da sriocco; vaneggiare, delirare, rim- 
bambire. 

A-fipoi, OM, m. sciocchezza, ineziu, fri- 
▼oleazT; ciancia, garrulità; vaneg- 
giamento; J-ripoi, ov>, adf. colui che 
dire sciocchezze, balordo. 

AripùSrii , 60^, e. cianciatore, deli- 
rante. 

A>}ff/uioiuv>j, *J5, /. dimenticanza, ob- 
blio. 

Afidi i^^poroi, ov, w. ladro; l>ugiardo. 

Av}9Teia, a$, /. furto, ruberia, la- 
droneggio. 

Ay2<JTSU&>, rubare, fare il ladro; l'as- 
sassino. 

Ayj'jTy);, ou, m. ladro, sicario. 

AriirpiAÒi^ vi, òv, ladronesco , da la- 
dro. 

Ari li li, é(ài»/. Patto del ricevere op- 
porr <o a ooff 1$ , donazione ; V atto 
del prendere, dell'impadronirsi; presa 
d' una citta. 

Aia^o>), agitare, turbare, separare; Xioi- 
^o/Aai, separarsi , spartirsi , allonta- 
narsi , declinare ; inrolare ; sparire. 



AI 



Ateev, molto, asui, moltissimo, al som- 
mo; grandemente. 

Aioc/9Ò$, oc, òv, tiepido. 

AiaoA, o/ioci, inits., donde 3LeXì>]9«u, 
p. pass, tu brami , tu tuoI. 

AijSavo/xocvvo, /. incensomanna. 

Ai^àvwTO^, ou, m. incenso. 

AijSoc;, ciSoijf* goccia, stilla; acqua, 
fonte. 

Ai^ca, stillare; far libagioni, libare. 

Aiyo, aw. in suono stridulo; con tocc 
penetrante; argutamente. 

Aiyaivu, far sonar chiaro, intonare il 
canto, mandare un suono arguto; 
bandire con voce sonora. 

Aiy/ea, fare uno strepito chiaro; stre- 
pitare I fischiare. 

AlySriv, aw, strettamente; rasenundo 
la superficie. 

Aiytdài, avv. con ùtridore , sonora- 
mente. 

Aiyyù$, \ioi,f> fuli^ine, fumo, var 
por denso. 

AiyufioXitOi, ou, e. soave cantore; 
che canta soavemente. 

AiyuTTvsì&iy, ovto;, m. che soavemen- 
te spira ; che sprigiona un dolce mor- 
morio. 

AiyuTTVOio^, V* antec. 

Aiyyjpòi, oc, òv, stridulo, fiischiante, 
acutamente sonoro ; arguto , piace- 
vole, gradito. 

Aiyu's, sìa, v, che rende un suono 
acuto e penetrante ; stridulo ; sonoro ; 
piacevole; melodioso, armonioso. 

Aiyu^&oyyo;, ou, e. d'arguta voce; 
sonoro. 

Aiyu^^ojvos, 0^J, e. d'acuta voce. 

At^oc^cj, esser convertito in pietra, la- 
pidare. 

Al'òofX , axo; , e. pietroso; aspro, 
scabro. 

AidoC|9ioy, ou, n. sassolino, pietruna. 

Aidrà;, eiSoi,/. pietruzsa, ciottolo. 

Ai^tOi, ou, adj. fatto di pietra. 

Aiòivoi, 17, ov, di pietra, di sasso. 

Ai&i<JX05, ou, m.j Ai&^gj iSoi,f' 
pietruzza. 

Ai^o/SoAéu, lapidare. 

Ac&oSo>ri, riiyf'S ^e&o^oAia, a?, 
y, lapidazione. 

Ai^o^óXoi, ou, m. lapidatore. 

AiòoxóXXrìTOi^ ou, e gemmato, com- 



AI 



(aa3) 

~1 



posto di pietre cementate, incrostalo 
di pietre pretiose. 

Aidé0p(vo4, OM^ e. coperto di lapidea 
pdlle; difeso da una pelle petrusa, 
e/dt, della Ustuggint, 

Aido^ OM^ e. pietra , sasso ; gemma, o- 
f Mi pietra ricercata e avufa in pregio. 

AiSróffTpwTO; , oy^ ^ e. selciato di pie- 
tre. 

Ai&óa», contr, «, pietriBcare, cangia- 
re , convertire in pietra. 

Ai^At^KlS, eo$« e. pietroso, sassoso. 

Aw/Acéo», ventilare, vagliare ; veololare, 
spagliare, scevrare. 

Aix/tv)ai^, C6)$, /. venlilasione. 

Aix/ftK]'nQp, iipoi^ m. Tagliatore. 

Atxttt^o», ,/<il. iffft», sventoJiire. 

Atxaò;, O'J, m.j ^ixvov, oj , n. va- 

, glio, ventilabro , crivello. 

AtxTvj^^ OM^ m. che lambisce. 

Acxf&aivoi, aver fame. 

Aix/tiq'v, évo;, ift. porto. 

Aixpi^is, atv. obliqaamenle. 

AùaiOjULat, desiderare, studiarsi, appe- 
tire; aver vaghena. 

kifivipo'ij ci, òy, famelico. 

Aiavà^u, stagnare, aver acqua pa- . 
indosa. 

Ai/uLVocIo», a, ov, di lago, che vive 
nel lago» cioè acquatico, cbc sta , 
che vive nell'acqua. 

kip-irn, >}{,/. stagno, palude, bgo , 
nnre, presso i poeti. 

kip-^tàSui, 60ij c. palustre, paludoso, 
pantanoso. 

Ai/t0$, o-J, m. e dor. f. fame. 

Ai/tw99w; ^i/icìtta», aver fame, esser 



AI AO 



Alveo;, a, ov, di lino. 

Aivodw^T)^, Ttxoi^ m. armato di una 

comsa di lino. 
Ai'vdv, ou , n. lino , corda , vela della 

nave , rete , filato di canapa , filo ; 

in Om. corda della cetra. 
Aivou;, a, OJTtj di lino. 
Aiffscìvoi , impinguare , ingrassare , 

fecondare. 
Atrasri;, éo;, e. assiduo, diligente, 

insuteote. 
ki-xttfioLj oii^f. assiduità, grasseaa, 

uni no si là. 
kfxvpoxprictfivoij O'Jy e. adomo di 

cibante benda. 



Ai7r0^O7/óxàjuio;, gj, e. che ha una 
nitida capell^lnra. 
> AiTo^ò;, eì, òv. pingue, untuoso, 
I grasso; risplendente d'olio; bello, 
I rilucente, elegante. 
; Ai7oe^»;, mvv. assiduamente, continua* 
I mente. 

{ AiTscw, esser pingue ; lustrare per la 
\ pinguedine o per la fresehetui delle 
\ carni. 

• ki-xoi^ toij n. grassezza. 
: Ai-rsorpi'/rii^ e. che ha il capo sema 
i capelli, calvo. 
< Ai':zoljy^i(aj venir meno , morire. 

Ai;, Acro; , m. lino sottile; sottile ; 
i fino. 

i Ai;, poetic. per yéuv, ace. /l'j, 
I A1970';, r,j óv, liscio; pulito. 
1 Aiaoi^ /t99oaac; >i79aat, /«/. ìi- 
I ffouat, supplicare, pregare supplì* 
I chevoi mente. 
I At^TcsJo), spianare, zappare. 
I At^T^ov; jLtarptcvj oj, n. strumento 
I per spianare o pulire il suolo j maz« 
zeranga ; rasiera ; raspajola ; scopa. 

A trai, wv,/ le Preghiere, ossia le 
Dee che presiedevano alle pre^ 

AcTavsca, ce;, /*. supplicazione; litania. 
AtraveJoj, supplicare, pregare. 
AiTT,, i;;, y*. supplica, umile preghiera. 
AiTo'jàto;, OJ, e. frugale, parco. 
Aitò;, Wj òv, semplice, nudo, tenue, 

piccolo , vile, che non dà veruna 

fatica. 
Al reo, a;,/, libbra; la libbra an- 

tica che conteneva dodici onciej 1»- 

tra, piccola moneta. 
Ac/avò;, 9-j, m. indice, dito. 
At;^/Mc^a» ; xc^/^àw , lambire, lec- 
care; leccarsi , di draghi che schen- 

sano colla lingua distesa , e in certo 

modo si leccano, 
Aij>, Ài^ó;, m. Austro, Noto, Libeccio. 
As^ó;, oJ, «. lobulo; restrema par- 

te dell' orecchio , ot^e si attaccano i 

pendentij orecchio. 
Aoyec;, eco©;, scello, trascelto. 
A9'/i'^o/MCt, fare il conto, conipotare ; 

ragionare seco stesso; considerare « 

pensare; imputare. 
: Aoyixòv, oJ, n, detume, ragionamento 
I esatto. 



\^ 



AO 



(«4) 



Aoytxà^, riy dv, ragionevole, che può 
parlare e ragionare; eloquente, fa- 
condo. 

kóyiiioif ou, e. memorabile « celebre» 
nobile. 

Aóyiov , ou f n. oracolo, risposta o 
responso dell* oracolo. 

Aóyioi^ a, ov, celebre, oaemorabile, 
erudito, dotto. 

AoycÓTYJS, riroiyf. facondia. 

Aoyi9/AÒ; , ou , m. computo, conto; 
ragionamento, riflessionp, pensiero. 

AgyivTviS) OU) "'• calcolatore, stima- 
tore, apprexcatore. 

AoyiffTcx>3 , TÒS, /• l'arte del conteg- 
giare ; la scienza del calcolo. 

Aoyivrtxds, Wj dv , che concerne il 
calcolo. 

Asyo/AaxccJ) combattere intorno a pa- 
role. 

Aoyo/ji«x'« > «5»/ contrasto di pa- 
role; logomachia. 

A.oyófJLCCXOif ou, m. che contrasta in- 
tomo a parole. 

Aoyonoiéoì^ conlr, u, inventar favole; 
far uso di mensogna ; fingere; sup- 
por falsamente ; sparger falsi ro- 
mori. 

AoyoTtoiòiy ou, m. favoleggiatore, men- 
dace, oratore, prosatore. 

Aóyo;, ou, m. detto, parola, discorso, 
ragione, proporzione, analogia, com- 
puto , diceria ; considerazione , ri- 
guardo , stima , ragione , in senso 
di conto. 

^òyX^i ^5» /• ^sincia , picca. 

Aosrpoxàoi , ov , contr. ou;, où, per 
Xo\>rpoxóoi , e. che versa ad^ua 
per lavare; atto a lavare. 

Aoi^v], rf$) /• libaraento , libagione. 

AoiyiOi^ OìJ^adj. pernicioso, tristo, fu- 
nesto. * 

Aoiyò;, ouy m. danno, rovina ; ecci- 
dio , mortalità , flagello , sterminio. 

AoiSopic^j conlr. e3, far dei rimpro- 
veri ingiuriosi ; far delle invettive; 
disfamare, ingiuriare, oltraggiare. 

AoiSopio^ as, / rimprovero ingiurio- 
so; maldicenza, diffiimazione. 

AoiSopoi^ ou , m. che dice villanie, 
maledico. 

Aoifi-òi, ov, m. peste , contagio. 

Aoc/Aoiov];, co;, e. contagioso, pesti- 
lente. 



AO AT 



AocTtòv, nw, del reito, per altro. 
AoiTtòi, >i, òv, adj. quello che rota, 

rimanente , restante , altro ; rov X$t' 

irou e AoiTrdy, pel tempo a venir*, 

per r avvenire. 
Aot/9^'roy, o*J, n. nltimo; eie ehi si 

pone per premio da darsi all'àltUm 

nei giuochi, 
Aoi73rgu$, noi^ nt. ultimo; colui dm 

nei giuochi arriva l'ultimo." 
AoTuòOiy ou, m. ultimo. 
Ao|ia$ , ou , m. 1' obliquo , epit, M 

Apollo per gli oscuri ed eqaiftd 

suoi responsi. 
Ao^ojSocTV);, ou, m. che cammina par 

parte; che si muove obliquamente. 
Aolòiy v), òv, obliquo , sghembo. 
AoióTni', TQT05./. obliquità. 
Aoìói^, aw. obliquamente. 
AoTTÒ^, ou, m. corteccia, buccia; ^- 

glia. 
Aou9i$, eu;, /. lavanda, lavatura. 
Aoum'^, "npo^t '"» catino , bacino. 
Aourpòv , ou , n.j Xourpwy , wyo( 9 

m. lavacro, bagno; acqua per bagno. 
Aouo), lavare ; Itagnare ; in mei. la- 
varsi, bagnarsi. 
Aof à<yi«, wv, /i. pi. collo 
Aofia, 0C5»/- cervice; dorso, 

ra, per rs.y di porci, di cinghiali 
Ao^i'ov, ou, n. collina, poggiolino. 
Ao'^o;, ou , m. cervice de* giumenti f 

cresta, pennacchio, cimiero; collina, 

poggio. 
Ao^aw, /ut. 7)96), ordir insidie , 

Sj^lier nelle insidie; insidiare, 
a trupÌM in imboscata. 

Ao^suM , >ox8v{o/*ai , /ut. «ru , par- 
torire ; figliare ; dare alla luce ; 
pass, esser generato. 

Aóx/x>», >J»j /• spineto, boscaglia; mac- 
chia. 

Aó^o^, ou, m. coorte, schiera , squa- 
dra ; imboscata; agguato. 

Auyaiof, a, ov, tenebroso, oscuro. 

Auyyoévoi), singhiozzare. 

AuyoiQy, aw. singhioszando. 

Auys, riif /. tenebre, oscurità. 

Auy/xds , ou , m.j ^uyl, >uyyd; , / 
singulto, singhiozzo. 

Aviyl, Auyxo's, e. lince. 

Au'yo;, ou, /. vinco, verga, bacchetta, 
scudiscio ; lividura. 



(ai5) 



IT 



kìiypòif oc, dy, grata, difluile, fa- 

neslo i tristo , Vigliacco ; doloroto , 

aspro, graTe. 
Auypws, wv, asprameat«, foncsta- 

mente , peoosamente. 
Au(«*, sioghioaare. 
Avdpev, ou, R. saogno mescolato con 

polvere j polvere sanguinosa | sonora, 

lordara sanguigna, 
kvxd^oLij ayro;, m. annata, anno, da 

Àu'xo^, sole, e fiat va». 
Avxsuvoc, if)$,/ lapa. 
Awe^il, V2«,/. pelle di lupo. 
Aùxcios, oc, oy, di lupo. 
AuxiiycyY]^, (0(, m. Lieto, sopran- 

aome di Apollo, diversamwU InUto 

dagli inUrpreti, Jlcuid spiegano , 

nato in Licia ; altri , nato ^ una 

lupa , ciak da Latona trasformata 

ia lupa} altri, figlio della Luce, ossia 

fr/TAlba. 
A'Jx9^ ou, m. lupo. 
Ai/ia , arofi , a. mondiglia , spor- 

diena ; nettatura , roccia. 
Atf/tacyw, guastare, corrompere, vi- 

siare , vidare , devastare, maltrattare. 
Aù/tv}, Klf,/. male, danno. 
Atfiréa», aiBiggere, attristare! nuocere, 

danneggiare. 
AJtrq, 4 fi»/* dolore, molestia, afiUaio- 

ne , tristeau , mestiaia , scontata 

teau. 
AviTQpòfiy «) 0^9 doloroso afflittivo, 

disgustoso, ^mUoso. 
kncnp^i , aW' dolorosamente , trista- 



AvmiTixo;, vj, òy, afflittivo. 
AvTro^/xc&i, tramortire. 
Avilìp^, à, òv. gracile, macilento, 
andò, sterile ; doloroso, disgustato j 



msu». 

Au0a, afi,y. lira, strumento j costèi'- 
laMionoj nomo d* un pesco, 

Au9txaexos , ou , e. che Ubera da 
mali. 

k^ifitXiìi , ioi , e. che scioglie le 
membra I epit. del Sonno e d*lla 
Morte, 

kìttipipifivoi , ou, e. che dissipa le 
core , gli afiàoni , scioglitore , dissi- 
patore dei pensieri, delle cure. 

Av9c/A9(, ov, m. solubile , che può es- 
sere sciolto. 



AT AO 



Au9to; , a , oy , che ha (orsa di 

scbrre. ' 

A-J9t; , e»fi , /. scioglimento , solu- | 

xione , liberaaione. j 

A-j^treÀfia, a$, /. utilità, vantaggio. | 
Au7tTe^iw , fut, Titra , esser utile , J 

vantaggioso , espediente ; giovare. 
A-jftTSÀW;, co;, e. utile, vantaggioso. 
A'J97a, 124, /• rabbia canina , furore ; . 

frenesia. 
Aj<79t] uà, arofi, a. manb, delirio, fre- j 



K\>'S9yiTr,p , vip^ m. rabbioso j ar- ; 
rabbiato. 

Au^tfócD, fut, «*9«», esser rabbioso; far ' 
diventar rabbioso; /'J9ffdu/Aat , di- 
ventar arrabbiato , esser trasportalo 
dalla rabbia. 

Au99oJ^Y}fi, eofi, e, rabbioso , traspor- ' 
tato dalla rabbia , maniaco , frene- | 
tieo. I 

Auffvuoufi, aiv. rabliiosameote. 

AuTCt^oc, afi, scioglitrice. 

A'ir/soy, ou, n. presso del riscatto. 

Aurpóu,/!//. oSffw, ricomprare, riscat- 
tare. 

AuT^w^ifi , cwfi, /. ricompra, riscatto. 

Aur/9CJ-n]fi, ou, m. ricompratore , re- 
dentore. 

kMX'tiv.^ oLi^J.j l'^yyiO'» ^ ou, /»• 
candelabro , lucerna. 

Auxvo;, ou, m. lucerna, lampada. 

Au», fuU U96), sciogliere, sudare , ral- 
leoUre , liberare } redimere o se 
stesso o altri della schiavitù ; sfa- 
sciare , demolire ; in med. Kiogliersi, 
liberarsi. 

Aw^oiopLCCi ; w/xai, fut, lisop-ou, in- 
giuriare , corrompere , depravare , 
mutilare , deformare ; oltraggiare , 
insultare. 

Aw^cuw, dir villania; decidere, insal- 
tar con parole. 

AoAjSyi, Tifi,/, ingiuria, disonore, bP- 
fi^nto: oltraggio; ^Loi^viv ^ó/mcyat, 
pagar V affronto. 

koì^YìTrip, -npoi, m. olltaggiatore i 
svillaneggiatore ; degno d* ogni vitu- 
pero; scellerato, ribaldo. 

Aw^y}TÒfi, *i, òy, ingiurbto, esposto 
all' ignominia. 

Awfwv ; >uwy, oitoif e, comp. mi- 
gliore. 



( aà6 ) 



ÀQWl 



Aù/AX, aro;, n. frangia, ricamo. 

AwxiT!, TQ5, /. pallio, veste leggiera; 
ebbigUa mento ; abito. 

Aci>7ri^6), spogliare dalla Teste, nu- 
dare. 

Aa>7ro^'J9ia, olì,/, assassinio. 

Aùi'xodyjrita, contr. ù, spogliar qual- 
cuno de'fuoi abili; rubar le Testi a 
qualcuno! spogliare, predare. 

Aoi>7r9^UTY); , ou, m. ladro di resti; 
predatore; assassino. 

AeavTO;, vi) ov, il migliore, ottimo | 
^ ).(Ù9Te, galantuomo caro. 

A6>tósi';, cvTo$, aJj. ripieno o feeon- 
do di loto; pingue, erboso, Borido. 

Xvròij odj m. loto ; albero , (culto , 
ed anche pianta di prato. 

Até^ùif cessare I riposarsi. 



M 



M, dodicesima lettera dell* alfabeto 
grecOy si pronuncia come la nostra 
m. Presa numericamente indica qua- 
ranta , ma con un accento al di' 
sotto o a sinistra vai quarantamila. 
f^edi il quadro della combinazione 
de* numeri infine del voadtolario. * 

Ma, partic, negativa usata per espri- 
mere giuramento} talvolta però ò 
soltanto affermativa, ed e quando e 
preceduta da xaì, ow. vai ; xai 
/ULoc Àia, si per Giove. 

May&ìo^ ot-i^ fo arte magica, magia. 

Mayscpo^ ou, m. cuoco. 

May CUOI, esser mago, esercitar l'arte 
magica. 

Mayi/.o^, ij, òv , magico, iucanfei- 
tore. 

Màyvns, *rT©5,/. calamita, magnete. 

Mayo;, ou, m. mago; jtxayoc, magi, 
dotti e sacerdoti persiani. 

yLcc^upòi, d, ó)ff eh* h sensi peli, 
liscia. 

Mà^a, ««9/. peszo di pooe} polpai 
focaccia ; berlingozzo. 

Ma^ò?, ^9J, m. mammella, poppa. 

Moc^YI.aa, aro;, n. disciplina, studio» 
apprendimento, lezione. 

ìilcc'àrìij.x'zixrij vii,/, matematica. 



HA 



Ultt^fiOLTiKÒij ^j dv, mateoutico. 
MxSrviTCUOA, esser discepolo, anima 

strare. 

Ma^Tvi^, 9U, m. discepolo, fedir» 
Mai, inv, di 

Maroe, a;,/, balia. levatrice, nutricn 
Mai/AKxrT)/9(flìv, Mematterione, qumie 

mese deWanno ateniese , corrispom 

denU all' Ottobre. 
Mai/AKO), /ite 1)70), desiderare tee* 

mentemente , esser portato con ia« 

peto; spingersi oltre con furore. 
Ma iva;, oce^;, /. furibonda , furion} 

Menade , baccante, sacerdotessa di 

Bacco. 
Maivo/xac, eiier iuTestito dal forate j 

essere furibondo, insensato , paas } 

imperversare. 
Maivu, far impazzare; in med, de> 

lirare , farneticare , infuriare | i« gè» 

ner. dinota ogni veemente passila 

nata dimos trazione, 
Maìo^uai, desiderare, cercare. 
Màxoe/9, OLpou if- /- f** beato, feliee 1 

oc fidnoLotiy gli Dà, td anek§ li 

sing. il Dio. 
Màxa^oa, a;, /. di ftKXxp, 
Maxapi^ci), chiamar beato. 
Maxa^io;, a., ov, beato, felice. 
Maxa;9iÓTti5, iqto;, /. bealitudioek 
MoxastTTQS, ©V, m. beato. 
Mocxsovò;, o^Jy adj. lungo; alla 
MaxcXXo, tjs, /. zappa , marra. 
Màxe/Xov, ou, n. macello. 
yiooLpd , fft'i'. lungamente , prolifli- 

mente, grandemente , largamenteL 
Mox^àv, sottin. òSóv , «iv. lungi 1 

lontano, per lungo tempo. 
ÌJivxpyiyoploL, «;, /. difetto di pa» 

lare a lungo ; prolissità , loqnadtk 
"M-oupó^iOi, ou, e. ch'è di lunga tìB^ 

attempato. 
Mocx/90^sy, «nv. da lungi. 
Moex/9o3ru|Ukia, a;,/, tolleranza. 
Ha.yip6^\Jlxoi, ow, e. tollerante. 
Max/9o3rù^0i)$, acc pazientemente 
Max/90xéf a>o$, di testa lunga. 
yioixpoxoiiic/i y contr, ó>, aver capeOI 

lunghi. 
MocxpoXoysu, eontr. 5, esser pit)Qsao, 

esser verboso. 
MoxpeXoyio, «;, /. loqtiacstà , pw^ 

lissità. 






BIA 



( "7 ) 



'^ 0U| e. Ioqu«c« , pro- 

u, allaogare. 

, òv, lungo; molto; che 

tempo ; grande { alto , 
eccelso. 

TOroi, /. lungheua. 

(o;, ou, e. eh' è di lunga 

lU. 

^ /". madia ; mortajo. 

molto , assai « grande- 
ppieno. 

ccijf. molletta I efièmina- 
tccia. 

render molle, pieshevole-, 
, timido j /ta^oxi^o/Aai, 
)Ile, efl&minato, languido; 
; operar languidamente. 
', OTfy molle (cioè non du^ 

piacevole, dolce; efièmi- 
aido, pigro ; sofBce , soUo, 

1 ^To;, /I mollcsaa, mor- 

;, W) òv, emolliente* rin« 

\V9, mollemente, morbida* 

immollire, mollificare. 

;, f, malva , pianta medi* 

e si mangia dalla povera 

!, òv, consumatore; adj. 
; pernicioso» «771/. del fuoco, 
^. ascella ; mtzò /xàAv)$ , 
cella » furtivamente , alb 

V}, òv, molle, delicato; 

, fiacco. 

•/v, superi, principalmente, 

te, massimamente. 

i, ammollirsi, rammollirsi. 

>, compar. più, piuttosto, 

io , meglio. 

, m. fiocco, lana, chioma 

9j , òv , lanoso , che ha 
Lo di lana. 

iVj tenero \ bianco ; per- 
ii,/, cuoio, pelle. 
,/. stalla, spelonca, man- 



MA 



"HLw.tSpoLyòptf.i y OM, m, maodra|pora , 
pianta soporifera j quindi degl'in- 
Jtngardi e de' poltroni si soleva dire : 
pi.a.-iSpv.yopoLt èxTrsTrwxcvai, che 
avevan bevuto la mandragora, 

"iHoL^iop.v.K^ impazzire. 

MctVTjj, ou, m. Mane, ch'era il /»- 
me comunemente dato agli schiavi, 

Mav^oévw, verb. irr, a, 2. jULocd^ov , 
imparare, intendere; percepire; ìose-. 
gnare; accorgersi. 

Mavì a, as, /.delirio, follia, pazzia:,; 
mania. 

Mocvioc^, óiSoiyf. furiosa, maniaca, 
che rende furioso. 

Mavixò;, yjy òv, insano, furioso, ma* 
niaco. 

Ma V IX WS , aw, furiosamente , paiu- 
mente. 

Mavtw^Y]^, eo$, e. furioso, maniaco. 

Màvva) n. bricciolo, minuuolo d' in- 
censo. 

Mavò$ , rìy òv, raro, iciolto, spu- 
gnoso. 

MavTCìa, as, /. divinazione , vatip 
cinio; predizione; oracolo. 

MavTSuo/jiai , /tavrcuoi , fut. aa» ^ 
presagire , spiegare , dichiarare gli 
oracoli; predire, profetizzare; im- 
maginarsi ; augurarsi , aver sentore , 
del cane. 

MavTSUTTjs, ou, m.j /uiàvTif, s»(, 
m. iodovino, vate. 

Mavrvjt'ov, ou, n. oracolo, responso. 

MavTiJCvj. *j$, sottin, re^^^» /• ***'*• 
del predire, dell' indovinare, profezia. 

Màvri;, ecjs, m. profeta, indovino» 

MavT07uvyj , t]$, / vaticinio; arte 
d' indovinare. 

Moèpayva, 13$, /. flagello, sfena. 

Moé/7a3rjoov, ou, n. &iocchio. 

MajOaìvo/iai, marcire. 

MoeJ^aivw, macerare, corrompere, far 
marcire ; appassire , seccare , smor- 
zare. 

Mapyai v&), yùC avu, impazzire; es- 
ser pazzo. 

Mapyaj5iT735, ou, m. perla, margarita. 

MàjOyT], Tni»f pawia, protervia. 

Ma,oyo;, v], ov, pazzo, stolido, insano, 
protervo. 

MoLpp.cùpoij risplendere; raggiare; bril- 
lare, scintillare. 



( m8) 



MA 



Map/xoc/seo;, a , o« , marmorto, di 
marmo , bianco come il marmo. 

MdpiJLOLpoVf ou, n. marmo } pietra , 
sasso. 

yióipii^ooij ou, e, candido, buneo j 
splendido j )uioéj9/Aoepo$ , soUin. Xi» 
^0$, marmo. 

yiicpfAOLp'jyin, "niff" splendore I fnl- 
gure, bagliore. 

Ma^va/xat, contendere, tensonare; ve- 
uire alle mani. 

Mà/37r&) , flit. <{;&>, poet., lo stesso eh§ 
a^XloLfi^oivùì, prendere; colpire} 
in Om, cogliendo, imprimerei arri- 
?are, pervenire. 

'Ma.paùntov y ou^ n, sacchetta , bor- 
sello. 

Mo^j09U7ro$, ou, m. borsa, marsupio. 

yici.pr\jpj vpoc^ poet. fiKprupoi, o\j,c. 
testimonio. 

yi(x.pr\Jpiaiy contr. w, render tesltmo* 
nioj atteslarej far da testimone. 

Ma^TU/9iov, ou , n. testimoniwnsa. 

Ma/9Tu/90/Aai , testificare , attestare. 

Ma^sTus, uoj, e. lo slesso che fidprxtp, 

Mavoco/Aoci ; 0.01.1101.0 p-OLi , mangiare, 
masticare, divorare. 

Ma77y}7tc, 6U;, /. masticatura. 

MccnioiiKi ; fioiicoi , astergere , toc- 
care. 

Mà^ffcov, OV05, C' campar, più lungo; 
maggiore; più teso; più alto. 

MàffTa^, 0X0$, y. mandibola j cibo; 
imbeccata. 

MavTSurvfs, ou, m. indagatore. 

Ma^Tsuct), cercare, indagare , investi* 
gare. 

Ma5TV}|5, T9po5j »«• indagatore. 

Mcf.'JTiysJij éu$, m. flagellatore. 

Ma^Tiyow, contr. ù, flagellare, fru- 
stare, sferzare. 

MavTiyu^i;, eu;, /. flagellazione. 

Mavrt^u, flagellare, ataflSIare , fru- 
stare. 

Mà^ri^ , tyo; , /. flagello , staffile , 
sferza , frusta. 

MacTTtxoicj } strider coi denti , come 
avviene masticando, 

MavTiCi), lo stesso che fioLixi^w, 

Ma9rò;, oJ, m. mammeUa ; petto, 
seno. 

MoLiTùtp, opoiy m. indagatore. 

Mavxà'Xyì, >35,/. ala, ascella. 



MA ME 



Mai^o^^'^Wp} ^po$f m. pettorale , 
cioè corda con cui si legano al car- 
ro i cavalli» 

MocTaios, a, ov, vano, inutile; stoho, 
imbecille , frivolo , infirultuoso , tU 
cose. 

Maratónq^) *IT0S, /. ranitsu 

Maratóci), render vano, inutile. 

MaToéu, perdere il tempo ; agire nt- 
ghittosamente ; in Om. pazzeggiare. 

Maréw, contr. Wy cercare. 

Màrviv, avv. invano, a ufo. Inutilmen- 
te ; senza ragione , fuor di proposi^ 
io ; temerariamente ; senza effiitto , 
senza spesa , gratuiUmente , gratis. 

Mario, 0$, /. vanitk, leggerezza, stol- 
lezza. 

Moupóu, offuscare, rendere oseoroi 
affrangere, abbattere. 

MouffwAeiov, ou, n, mausoleo. 

MÓX01/90, o;,/. spada, coltello, tciit- 

Móyv) , ]?$)/• combattimento • balla- 
glia ; disputa, altercazione ; zu$i, con- 
flitto. 

M0X*J/*WV, 0V0$, m.J /iO)fTITQ«, W, 

m. combattente, pugnace. 

Móx>]V(^8, aw. alla battaglia. 

Mox^^Tiis, oi7, m. guerriero, pugnace. 

Moéxt/Ao$, if), ov 5 /xoxi/AOS, ov, e 
bellicoso, guerriero. 

Mox^otfuvT], rj{,/. lascivia, ineoa- 
tinenza, libertinaggio, lubricità. 

Moc^o/uiot, /«£. 1. /Aoxsffo/Aoi, e /»«• 
yviffOjUioi, pugnare, tenzonare; oom* 
battere, disputare, contendere; sgri- 
dare. 

Mo\{;, apv. all'impazzata; a torto 9 va- 
namente. 

Moil'i^'os, o, ov, vano, inutilA. 

Mo<p(^iw{ , of^. a torto, invaio 1 a 
caso. 

Ma^iXóyoq^ ov^ e, che ha una favella 
vana, bugiarda, inetta. 

Mow , inus. desiderare ardentemente , 
cercare; infuriare, imperversare; in 
Om. esser pronto ; /ut 50.0 w« , ar- 
dente , pronto ; pieno ai desiderio 
di volontà; furioso. 

Ms , con af eresi per ip-iy me , aee, 
sing. da iyù. 

Msyo, avy. grandemente, molta ; asai; 
sommamente. 



W 



( 229 ) 



nimo , pródft, coraggiuso. 
w, ioTidiarej rifiaUrei pren- 
un. 

'tv)s, (0$, e, grande come una 
; di (proiM corporatura , mo- 

0. 

1, oc't'. assai , grandemeote. 
:uxof} ou, e. superbo , orge- 
, milhotatore. "* 

10$, a, oy, magnifico, mae- 

lÓTfii, i7ro;,/. magnificenta, 

T&I/9, 0^0$, e. magnanimo, al- 
di gran cuorei nobile, valoroso, 
^o/xai, roagoificare s ;mj^. es- 
tentirsi esaluio] insuperbirsi, 
gliarsi. 

Icj, inalzare magnificamente. 
^o(o{. ou, e. che ha o<< af- 
aran gloria. 

otapiu , a; , y. munificenca , 
iberalitk. 

iotpoif ou, e. munifico, som« 
Ile liberale. 

iTO$^ 0U, e: mollo misero. 
Troica), milLnlare, vanaglo- 

ITO Ai;, e. ;>oet. /mcyaXÓTTTO- 
ran ciltk. 

Trpoiy/xwy, ovo$, e. inlrapren- 

portalo a tentar cose grandi, 

ir^CTTCìoe, a>, /. ^nagnificensa, 

ftptirni y ioi , e. magnifico , 

decoroso, splendido; to fig- 

r^eTTCf, la roagnificenaa, la 

idesu. 

TPSTrw^ , (iw. soniuosaroente, 

dainente , magnificamente. 

TuAo{, ó, yi rbe ha grandi 

r^cviì^ , co; , e. dotato di 
forse, molto robusto. 
reflui , ou , e. corpacciuto , 
to. 

povta , oiq y f. grandetta di 
l'aver gran voce. 
ipoitioiy esser di animo gran- 
aire magnificamenle di se. 
ipóitùti , atx». con animo ec- 
nagaificamenle. 



Mr/aAofooffUviQ, fli^f, animo grande 
ed eccelso. 

McyaXóopoiv , ovoi , e. magnanimo , 
magnibco. 

McvaXo<|>uxìoc, a$,/. magnanimitli. 

Me*/aX^«u;(0$, ou, e. magnunimo. 

MsyaXoyux^i > ^^* magnanima* 
mente, eroicamente. 

McyaAuvo», esaltare magnificamente, 
render grande e potente. 

McyaXfiivu/AOf, ov, e. di gran nome, 
celebre; che rende celebre. 

MgyaXuvuTro;, ou, r. di gran noma, 
di gran fama , celebre , che rende 
celebre. 

MsyocAu^ ; /meyocXoJ^rì, aw, magni* 
fieamente , grandemente , veemente- 
mente; ampiamente, per ampio spaaio. 

Mcya>cJ9uy«l , v]» , /. magnificenia , 
maestà. 

Mcyoepov , ou , m. magione, palano, 
casa ; presso Om. anche in pL come 
in Ut, sedes. 

Méyas , p.€yoiXn , p-i/cc , agg, irr. 
grande. 

Msyc^o;, €0$, n, grandesca, altezxa , 
generosità , magnanimità , dignità , 
maestà ; veemenia, violenu, statura. 

Msyi^Tocv, ócvo$, m. magnate. 

MéyiffTOtf, et'v, super/, sommamente! 
in sommo grado. 

Msyi9ro$, ») , ov, superi, dip.iyoLiy 
sommo , grandissimo , massimo , il 
maggiore; tv. /mcyiffToe, le cose, 
gli afl&ri di maggior iqiporlansa. 

Mcdéoi), f. p.iSfti, 

yLiStpLvoi , ou, m. medinno, misura 
da grano, 

ìt/ltiop.iléaìy frequentare, conversare. 

Mc^u, aver cura , reggere , comanda- 
re ; in Om, disporre d' alcuna cosa 
a suo talento, signoreggiare; p.iSo' 
/Aai , sign, inoltre meditare , darsi 
pensiero; occuparsi. 

Mc^óvwf , aw, campar, in maggior 
modo. 

Mc^ai^cw, prendere; ricevere. 

Mc^STTM, andare in traccia , cercare, 
rintracciare ; tener dietro ; seguir la 
traccia ; in Om, giungere ; arrivare, 

Mi^v] , iQ$ , /• ubbriachessa , vino- 
lenia. 

Mt^/Aai,sedere appresso, seder vicino. 



( a3o) 



ICE 



Me^us.?(V9; , ij, òv, diamo , che si 
fa tra il giorno. 

yU?rr,it.orJvr,, rti^f. negligena, Ira- 
smrataggioe. 

Ms^(V}^ttc , /m/. /uiE^'fM, liceniiare, 
trascanre, penneUere; deporre; tdar- 
si, cessare; rallentarsi, essere ipen» 
sierato , ioGogardo. 

Ms^c97r<ULc, stabilire in altro loogo, 
maoTere, trasferire ; ne/I' a. 1. Ivsi 
da parte , tirarsi ria , scostarsi } 
slare fra. 

yiiSìoSo^j ov, m. metodo; modo,ar* 
ti6zio , astuzia. 

yii^opi^oi. /ut. i»o*, esser contiguo, 
confinare a. 

Medó^cgv , 9U , a. confine , intenti* 
aio. 

yiz^ópioi, a.) OTt , confinante , conti- 
guo. 

Ms2r9s/i9Cfij, incitar contra; avventarsi 
con impeto. 

Ms^jfxo), /«e ùtoij render obriaeo, 
ubriacare. 

Me3r-ja) , esser abdaco, ubriacare; es- 
sere inebriato. 

Mst^aftì; -so>, poeL •t9u; cohW. «», 
yj</.v àiw , sorridere. 

"MilozixKj acroi n. sorriso. 

Msiotào), contr. ^cw, sorridere. 

Mst^ovfij;; /ASi^oy&ty, aiH». più, dav- 
vantaggio, più, grandemente. 

Mzi^uv , O'JOi , e. campar, irr, dì 
yv/cci, maggiore , più grande , n. 
pi. p.tiì;o^Ji. 

Mst^c/jULa, aTO$, n. addolcimento, 
lenimento. 

MscAtvo;, ou, e. ftoet. per ^sXtvòj, 
W) di frassino , frassineo. 

MsiAioy , O'J , dono dotale ^ che dal 
padre delia fanciulla si dava allo 
sposoj qualunque dono Jatlo per 
cattivarsi Pallnti affetto. 

MsiXiT^o), addolcire con parole o con 
falli } raolcere ; appiacevolire % usar 
cortesia. 

M£t>i;(ta, a;, y. carecsa, lusinga. 

MsiÀi;((7], "ni,/' rallentamento, rila- 
sctamento. 

Msi>(;(tos, oc, ov, blando, mite, pla- 
cido } soave , lusinghiero. 

MstXc^^iM;, aw. caresaevolmente , lu- 
singhevolmente. 



ME 



I 



MsiÀix«7^,so*J{, e. dì dolce, aadtf 

vore. 
Mst^tX^v? ^'^1 ^ Mando, mile« |li> 

ddo , lusinghevole. 
Msió^aso, decr es cere. 
Mstów, ^r. 6Ì9«, dimÌMÙre; ^ttev» 

^at , esser diminuito; essere afi^ 

riore , avere uno svantaggio. 
MstsàiCioi», ov, Ji. giovioello, rsg— > 
Mfujxf, oxfl;, /. giovÌBetta, ragam. 
3itsi,9U, dividere; spartire; /setpefHtii 

avere in sorte; ricevere per h ■■ 

pMDraiooe. 
Msiwv, 9vo;, e. campar, miooM^fift 

piccolo. 
Ms(W9t$, •»;)/• diminoBioae. 
H Ms(wrueò$, vi, di», che ha la 

di diminuire, diminutivo. 
MstWTÀ;, «I, òv, diminuito, dM il 

può diminuire. 
BfkÀayxairn;, «*<>, "•• dieapcli 
Ms^Lotyx^ocivo;, o*j, e. voróto di mn^ 

in abito di lutto. 
HcÀay^fdXoCM , contr. >m , 

lanoonico* aerarsi, incoUerìrsi ; «> 

ser preso da maliBCooia , da _ 
MsÀayxoÀi'ot, «»,/*• malinconia. 
MsXayxoXtxò; , -n > òv, 
Mì).a^jS9V, OJf n. trave del 

lo; soffitU, tetto; a 
.MsXaiv« , render nero, annerare; 

ttsAacvo/Axi, annerirsi, divenir nere. 
Msìav. avo;, «. nero, inchiostro. 
MsXoév^STo;, ou, e. legato, ina ait o n i- 

to in nero. 
MsXai»si/Awy , eyd?, vestito di mto. 
MsAayc'a, «5,/^ ««^LayÓTa;, t|T»5, 

y. negressa; color nero. 
MàXayoXj'aTri;, «95, e. ch'i d* QB eo* 

Inr nero. 
MsXoévresg;, ov, camp, di /t«X«{. 
MsXàvuopo;, ou, e. che vers» ocre 

acque. 
MsAocyftì, nereggiare ^ render nero. 
MsXa^, /AsAaiyoc, /xsXay, gec fisls- 

V9;, fosco, nero. 
MsX^oi, liquefare ; far fondere;- git- 

tare ; consumare , far venir meno. 
MsXsd'aiyw, aflSinmirsi , travagliarsi. 
MeXc^v2/uia, aT9$, a. pensiero, cura» 

inqoietodine. ^ 

pensiero, cura, travàglio « afiBinno. 



< ^L^.T 




nnpun : n. Om . àtrmn -/da/T'aii; 



ssj'...*!».. nurse;. r<u. mum» 



■cms di. 



X£>:u tr^D^ m ane. 



JtB «E Idtle « 
MàMctTKi. »i 
Mcm'vc. ^.^f' pamm. grtnn 

3Ìc^»»K. CT»^ a. I iiirtiiM 

Xs«177£I. «r 

XcÀcT»»! /^ •»?». coodir di adLe. 

XcACTw^iCfi, ess. e adito. 

~~£4c7w*K. STS^ ■. dcicamBe ; nka 
iilre ibito cxi Mcfe; t d«ki. i oob- 
CbBì, le riifctik. i WwìoMmì. 
si.i'Spttv. 9V9V e cke Bf^rgt Ttai" 
wmo Jì AJrrfra, cke «ÀJolctsce lo 
spirito» cke raB t^i* i rpiii 



mlm 

imPT me jBUi : iài/rTMtcej ^ ^f^^t^ 
tL nur 



Iot:: fianac VMÙitdiftSBiwnilii. 
òi nnau:!» rnu». 
XsKT.v.K « rre; « ir. «amm. «Air ^ 




cfl^* i) f«aasitn> ; ^ «». -A ^rw». 
éwt. émf jirt*^ attira fkiàit^Jk «WWb- 

sta fTMto. 



MaliTtTtiij «J, at. ritardatort, m 



]CsÀÀ99, 9i»ros, il. il fiuoro, Taweiiìre. 

XcÀÀM, CMer per (/krv mlcmma com^, 
eHcr per acca dere; aver in animo | 
MMTC ta precinto di lare , e di 



'X.ijk^ii^ <^/ f»*wfa^ X»**^ rt>»* 



su perciò, è •r*<Mn*««wiiM *v#r* 

ir» «rjpitraff, €>M»M t<4 «ti» ««•)^ti<i 
oJ wviy;{ ^i^ tu ìaT«>r>» «*e<4<i» «m 
ooQ canÌM^ nÌMl* ) *t 4^> HM IM 
M^e il i, jcìfiH7f«v* t«r(Jimeikt*« iti<>ik> 
• ramenle} int» yt(9« ìnfiftUi « mc«ì«M'« 
ch^ poìcM} ^tv t^\ c«r(Ck dn»!»»» 



(a30 



ME 



pertanto j /ulcv oTv, dunque, pertan- 
to; /mcvrou, ma , pertanto, intanto; 
/uLs'vTOivs y ma ansi ; che ami ; 
/uisvT av , certamente, fuor di dub- 
Lio. Sp€SS9 può tenersi come riem- 
pitiva, 

Msv*, iw. di ttcvc, inip, di /a^vm. 

MsvcaivoJ, desiderare ardentemente, 
agognare, esser trasportato da un ?io- 
lento ardore; infuriare, imperversare; 
adirarsi ; ìa Om. gemere con sdegno. 

Mcve^ifro;, ou, e. costante centra il 
nemico^ intrepido in guerra. 

Msvs:rTÓ>c/AO$, ou, e. forte in guer- 
ra ; che sta saldo in battaglia ; prode 
guerriero. 

Msvsx^^/A^i) ov ) "*' fermo in batta- 
glia; valoroso guerriero, pronto alla 
guerra. 

Mcyosixsa, a»v. in abbondania » in 
gran copia. 

Mcvocixv]», ioij f. che rallegra l*ani* 
mo; grato all'animo. 

Mevoivocw, contr, tà^fuU iq'^w, de* 
siderare ardentemente, esser pieno 
d* ardore ; esser d' animo risoluto ] 
pensare ; essere adirato. 

M£vo(, so$, n. valore, impeto, fona, 
coraggio , ardire , bile, sdegno, col- 
lera, corruccio. 

MévTOi, parlic. cong. tuttavia, certa- 
mente , in vero, però • nondimeno. 

Mcvea, dimorare, rimiinere, persistere, 
attendere ; resistere ; aspettare. In 
guerra sign, sostener lo scontro ; ri- 
tornar fermo al suo posto; aspettare 

, il nemico a pie fermo, e simiti, 

MipiiJLVoc, riiyf. cura, sollecitudine, 
pensiero inquieto. 

MejStuvàci, /ut, v}tf&>, aver cura, esser 
sollecito; essere inquieto. 

Me/91^6), dividere, ripartire. 

Mtpìij iSoiyf. parte, porsioncella | 
fiepiStij porzioni d'ogni commra* 
sale in un banchetto j p-^i-i > &- 
sione, putito. 

MejSitfuo, aro^, n. parte, porsione. 

Mipi<ip.9iy OU, m. divisione, distribu- 
tione. 

Me/3i9TV]^, ou, m. divisore , che fa le 
parti ; p.tpicTnif ou, m. che riceve 
la sua parte di; che partecipa a. 

"Nltppoupùij aver cura» pensare ansiosa- 
tneale. 



VLipptpoL y I», p. cosa eh* danno in- 
quietudine I ardua, penose. 

ÌUtppyipiCù» , pensare ansiosamente « 
meditare, esser sollecito) bilaBciane, 
fluttuare, ondeggiare. |- 

Mé/9f&(S) c^o>,/. funicella, filo, corda. 

Mépo$, so$, A. parte; porsione;- xec* 
rà p-tpoiy a parte, ad uno ad um. 

Mcpo^, oiro$, n, che articola U vocej 
che parla articolatamente; epit, propr, 
delPuomo j p-épOTit^ uv , pi. m. 
uomini , presso Omero ed Esiodo} 
come ad), che ha la voce divisa, dei 
articolata , da pupo» ed ^jf, 

Mc7«iiro'Xio$, ou. e, messo canuto; ii 
^C90{ e TtoliOi* 

Mstfaro^, 12, ov, messo. 

MgTYjyu ; pg^ny^ii avv, tra , nsl 
messo, in messo. 

Mc7Yiei$, cvros , adj. mediocre; cAi 
in uif arie non e ne il primo , m 
Pultimo, 

'HLgTfìp^piV'^ «S, /• messodi , 
giorno; l'ora del messodi. 

M8Ty)/Aj9/9iyò;, vi, ov, meridionale. 

MfTYiuc^ixds, ti, òv, meridiano, au- 
strale. 

Ms^iTséa, aj,/. mediazione, inter- 
cessione. 

Msffireuw, fuL 9w, esser mediatore, 
intercedere. 

Mà'JCTTQS, ou, m. mediatore, interces- 
sore. 

Ms^óyeios, a, ovj /As^oyaios, a, ov, 
mediterraneo f cioè luogo situato in 
mezzo della terra di un paese) 3 
centrale. 

MsM^/ATQ, ifi5, /. il sostegno del mes- 
so ; grossa trave del messo che so- 
stiene le altre minori ; la colonna 
del meszo su cui s' appoggia l'edifi- 
sio; qualunque colonna o trave. 

MsffoXà/ScM, contr, oj, prendere, ae- 
chiappare in messo al corso o simi- 
/e, arrestare, intercettare. 

Me7Ó/Af aXo$, ou. e. situ&to nd meno 
del bellico ; nel centro. 

Métfov, ou, n, lo spasio fra due cose; 
messo; intervallo. 

MS70VUXTIOV, ou, n. messanotte; pt* 
ffOVuxTio^, ou, e, di messanolle. 

Mèffo;, 1], ov, chi è, ovv, sta nel messo; 
esposto aUa veduta di tutti; comune 



(933) 



r 



MB 



a IntU; prtseote; neatnlti chi e 
d' nna condiiioiM o statura medio- 
cre; et{ T9 /xiffov, nel messo. 

messo , metà, neulralìtà. 
Xt^^W) contr. «», esaor nel messo, 

sd ponto di mesto. 
.MiwocuXov, ou, A. stalh, tngnrio. 
MiffffV]yu ; /Atvoviyù^, aiv. tra , nel 



Mctfao7ra"^è$, aw, fioo • messi». 
lls9T0$, li, òv, pieno, colmo. 
MtffTÓca, conir, <u, empire, riempire. 
Msff^ot, a9v, poti, fino a. 
XsTfic, prep, che rice9e il gau e l'ace., 
e co/ </at. e col gen. vo/e eoo ; co/- 
/'acc. dopo, oltre} in, fra; ad; con- 
tro; a cagione, per. Terso. Seiuui 
vtrmn rtggim, àofo di ciò; io se- 
gaito di ; col daU eoa, io, tra ; in 
composiz, sign. cangiamento, coma- 
nicazione , corrispondensa. 
Uirapa(vo>,/«f. /meTO^viffo/iat; «. 4. 
fUivi^i'j; imp, ^8Ta/3y]&(, pesare, 
oltrepassare , yarcare , traTalicare , 
tragittare; progredire. 
Uera^à).^6), mutare, cangiare» con- 

▼ertire, trasformare. 
lCsraj3ij3à^6i>, far passare da no luo- 
go ad un altro; cangiar nna cosa di 
posto, far cangiar d'opinione. 

HcTa^Xy}rixò$, v}, òv, mutabile, fa- 
riabile. 

McTa^^>ITixù$, aw, mutabilmente , 
variabibnente. 

MsTaj3Av]TÒ4, iq\ òv, variabile. 

McTO^o^W) ^iìf' mutasiooe» trasmi- 
grasione; parafrasa 

lCcTaj39U/8U9/xac, molar parere, poi- 
sar diversamente. 

McTocy ye^os, ou, e. messaggiere. 

McTayyi'^u. travasare, traboccare. 

Mcrayyiv/AO^, oJ, m. tnvasamento, 
trabocco. 

Mcray eiTVtoii», ùvo^, m. Metagitniooe, 
secondo mese dell* anno ateniese j 
corrisponde ad agosto. 

MsrayiyvoÌTXoi, mntar opinione, pcn* 
tirsi, ritornar io cervello. 

McTocyvfli)7i$, t»^/. pentimento. 

Msrayw, trasportare, menare intorno. 

McraywyW, Tliìf* traslasiooe da luo- 
go a luogo j trasporto , routaroento. 



MB 



Mcra^acvuaac, stara a coovilo insi«« 
me con ; banchettare insieme , mao- 
giare in compagnia. 

McTaoacoiiat, partecipare ad on eoo* 
vita o ad un sacrifizio. 

Msrà^e^ij) cm;,/. traslasiooe, tra* 
sposixione. 

Mera^W/tiOf, ou, e. ch'è nel popolo ; 
che rbìede in messo a' suoi cittadi« 
ni ; presente. 

MeTa^t^w/uu, far parte a qnalconodi 
qualche cosa ; far partecipare ; spar- 
tire; donar liberamente. 

Msra^oxco), yàrf. do^M , nmlar opi- 
nione, cangiar di parere. 

ÌHiTxòópitiOi, O'jy e. che ha ceoato; 
che sta cenando. 

McTK^ouTTO^. du, e. intermedio, incerto. 

Mc7aòso/iaov}v, aw. a corsa, preci* 
pilosameote ; correodo dietro , ios«- 
gneodo. 

MtroLdpopLTn^ rii, /. corsa da od luogo 
in un altro ; V atto d' attraversare 
correndo; scorrerìa. 

M(7K?^w; -c^ocvo», sedersi eoo altre 
persooe; assidersi insieme. 

Msraififli, fui. p.trccp(àj trasferire^ par- 
lire ; passar da on luogo all' altro. 

MsTatffvw, insanire con impelo, av- 
ventarsi, scagliarsi impeluosamenle. 

Me7axa).éa),^C. ni^oi, mandare; oum- 
dar a cercare ; far rìtornare. 

MsToueià^tf, ai^r dietro, tener di»* 
tro frettolosamente ad alcuno. 

McroxivcoA^ fnU vjaw, smovera » can- 
giare, rìfomure. 

MereoeXaio/MCi, fuL aÙ90jut«t, doler- 
si dopo; deplorare nel segnilo. 

Merocxocvo;. ou, e. in comunione. 

Meraiayxoc*», ancr fatto partecipe. 

MeTa>a/A^ài»w, verb, irr. camp. fuL 
/uieroclv)^o/Aai, a. «. fisTÉio^ov, 
p. /isrttXrifKj partecipare; esser 
fatto partecipe; ricever per sua por- 
sione; prendere nna cosa in luogo 
d' un' altra ; ricevere in cambio ; 
cambiare. 

M«T«Aoc<7»»; fi.trciXXà'rctàj trasmu- 
tare, mutare. 

MsraXiiyw, cessare. 

MeracJitj^iS, €*)«, /. partecipasiooe ; 
cangiamento, trasposisione. Metalcssi, 
J!g. di rettorica. 



(a34) 



ME 



MsTocXXaxro;, o\>, e. trasmutabile. 

MeTàX>a|i«, sui,/, trasmutasione , 
cambiamento. 

MsTaX^aw, eontr. e7, /m<. vj'ffo). inve- 
stigare , ricercare con curiosità. 

Mera^Asioe, a;,/, miniera, scavo di 
miniere metallifere. 

MsTaXAsuci), yiif. ffù), scavare metallL 

MéraXAdv. ou, n. metallo; rà /ac- 
ra^Aa, le miniere. 

Mcra/AcAsi , .impers. fuL tftfct , si 
pente. 

Msra/AsXeioc, a$, y. pentimento. 

Mcra/ACÀco/xai, pentirsi, ripentirsi. 

MeTa/Ai^yci), mescolare insieme. 

Msra/iop^ó&> ^ co/ifr. ói, /Vit. ottfoi , 
trasformare, metamorfosare. 

MeTajuió/9^6)9i$ , sw$ , /. trasforma- 
f ione , metamorfosi. 

Mera/AwAios ; /mera/Auvio;, ou, e. 
vano, inutile, senza effètto. 

Msravoctfravi^ , eu$ j /*. trasmigra- 
fiooe, migrazione. 

MsTaya^reuo), mutare stanza, abita- 
zione, domicilio; trasmigrare. 

ArerayoéffTvis, 9U, m. vagabondo, sban- 
dito. 

Msravosca, fuU «iffu, mutar opinione^ 
ravvedersi, pentirsi. 

Mgroévoioe, a$, /. pentimento , ravve- 
dimento. 

Méroc^a, iQ$, /. seta; matassa. 

Msra^ù, act^. fra , di mezzo ; nel tem- 
po che ; mentre che ; xo /Acra^v , 
ciocche è fra due cose; intervallo; 
interees&ione ; separazione. 

MsTa^u^oyia, a$, f. interlocuzione , 
eosa detta in yia di parentesi; breve 
digressione. 

MeraTravio/iac, riposarsi a vicenda. 

MsTaTrauffwAW, tq«, /. riposo alterna- 
tivo. 

MsTaTTg/xTro/iiat, y/<<. <po/Aac, far ve- 
nire; mandare, inviare. , 

MsTocTrs/ATTros, ou, e. mandato a chia- 
mare. 

MsTaTTiTtru, /uf. /AsraTrcffOv/nai , 
p. usTawéTTTwxa, a. 2. jmsTéTrsffov, 
caaere in un luogo invece di cadere 
in un altro ; passar a ; ricadere. 

MsTa7rAà9(jea, trasformare. 

MeraTrot^u, mutare, cambiare, tras- 
mutare, trasformare. 



MB 



MeTa:Tj9c:ri$, •0«9 (i Om. insigne. 

McTaTr/sSiTo), distingaerai; làraspieeoi 
vantaggiare. 

M5Taj9i§/iio{, ov, e. eoDDaaoMnto» li^ 
noverato. 

MsTsc^ffio;, ov, e. sublim*, che sia is 
alto , elevato. 

MsTa^eùu, irms. spinger pietre ; te 
pats, e nud, afiEìrettarsi dietro ad al- 
cuno. 

Msra^Treiv, pari. a. %, di /msdtmi, 
inus, correr dietro, insanire. 

Méravvat 9 wv 9 pi» f. agnelle o pe- 
core di raeiza età, di meixo tempo. 

MsTocvravis, sw^,/* mutazione; ri» 
voluxione, cangiamento ; migrazione^ 
aUontanaqaento; morte. 

MsTa(TTsy6>, fuL cvù, gemere per sa 
sentimento di contritiooe , gemere 
sopra , deplorare. 

McTa^TOt^ei, avv, in serie ; in linea ; 
in ordine. 

McTavTOvaxc^Uy pentirsi da poi, so- 
spirare da poi. 

MsTaffT^cf u , fuL ^dà , convertire» 
rivolgere, mutare ^ in med, voltarsi» 
girarsi. 

JJlixoLyx^l^oLTi^o», trasfigorare, tras{b^ 
mare. 

Msraridry}^!, a. f. ^sts^xo, oe^ e, 
trasporre , trasierire , mutare , lar 
mutar luogo, cangiare. 

MeTaT|p«7rw , rivolgere; aver cura; 
curarsi di alcuno^ tenerlo in contai 

MeraT/9S^0i), alimentare , educare fra , 
allevare in mezzo a. 

Merarpc^w, trascorrere, correre da on 
luogo in un altro, inseguire. 

yLiroLXpoTtoLXiì^Ofuca , esser rivolto; 
mutar luogo, cangiare. 

Mera r|90?r toc, ot$, / mutazione, cam* 
biamento. 

t/ltrcirponoi, ou, e. che si può eoo» 
vertire, versatile, mutabile. 

McTau^ao), parlare in mezzo di; par- 
lamentare fra; dire, parlar con al- 
cuno. 

Merau^tov, aiv. posdomani , il gior- 
no appresso. 

MsTauTÌxo, avif, tosto, subito, in* 
contenente , senza indugio. 

MiTa^é/9«» , trasportare da luogo « 
luogo. 



(a35) 



ME 

XiràfiQ/uii, parlare in messo di. 

KtroLfopoi, cci^f. trasportameotuj tras- 
lato; oneufora, ^^Mra rettorica. 

Xcraf poc^w, /ttt. o^ffo), trasbtare da 
una lingua in un' altra j i atei pre- 
tare; -o/Aai, consultare; deliberare. 

Ktrcc^pctatg, 804$, /*. traduzione, me- 
tafrasi, interpretazione | maniera di. 
versa d* esprimere un pensiero. 

lIsTafpa^TY}^, oJ, m. traduttore, me- 
tafraslo o interprete, colui che espri- 
aae in una maniera diversa. 

Utrdfpsvof , ou , n. lo spazio fra le 
scapole e i lombi; dorso, tergo. 

MsTafV7ixv). ììi^f. meta6sica. 

Ucra^uffixò^, -q, dv, metafisico. 

MsToe^urevu , /tiL ffo», trapiantare. 

Veràpcavcu, mandar fuori la voce. 

XiToyei/Si^w, maneggiare, trattare, 
medicare ; amministrare , tsercitare 
nna carica. 

UtroLxiotj trasfondere, travasare. 

lUrufii , esser presente; esser in 
messo , assistere; esser a parte, par- 
tecipare; (/mera ed tCixi, essere); 
piirufjLi , andare appresso , perse- 
guitare; intervenire, seguire; (^CTa 
ed ei/Ai, andare). 

Kttexfiptay trasportare. 

HtTCìrstTcc, av9. poscb, poi, di poi. 

ktréTTw, inus. a, 2. fxirtlitvfj poet, 
fASTesiircv, parlar in messo, e fra due. 

ÌUrépxofJLCCij vero, irr. comp. anda- 
re in cara di alcuno, trasferirsi, tra- 
^lortare; Intromettersi, interessarsi; 
attendere, portarsi a trovar qualcuno; 
cercarlo. 

XrrsffTì, impers. di fiértitii^ essere 
a parte; chi è a parte spesto vien 
posto in dalivoj ts., fiimn p.QÌ 
rouTO'J^ sono a parte di questo. 

KrrcxWy/ML /AC^ri^w, a. 2. inf, /*«- 
rcMX&f-^ì partecipare, aver parte ad 
vna cosa; avere in parte, &r aso, 
godere. 
XsTcwpi^», f. ów, sospendere in 
allo , in aria ; fare star pensolone ; 
inorgoglire; gonfiare. 
ìiiri'jtpoi , O'Jj e. sublime, pendoOe 
d'alto, superno; elevato ; sospeso nd- 
l' aria ; toc atri'jipXj i luoghi ele- 
vati; qud che passa nelle alte re- 
gioni dell' aria ; meteore. 



>I£ 3ni 

Me79ixsw , eonlr. yyZ , andarsene ad 
abitare altrove, migrare, trasmigrare, 

yiiroi.AOij oUf e. straniero, domicilia^ 
to nell'Auicaj sbandilo, «esilialo. 

M s 791)^9 a y.i, andare a, ow, dirigersi 
ad ; pa&sar per. 

MsT^/./à^oi, ripiegar le ginocchia, ca* 
der su i ginocchi; ingmorchiarsi. 

MsTÓTTt^Sri; p.iTÒTti.'s'aif^ avv. di die- 
tro, piiscia, dopo; di poi in seguite j 
in avvenire. 

M:r^/7Ì, fii^f. partecipazione, comis- 
nìone. 

yiiroyj.i^'j» ^ fut. i9(a ^ poet. iav , 
muover con leva; rimuovere, smuo- 
ver le stanghe. 

Ms70/9{, cv, m. partecipe, sficiow 

"Mtrpiotj /ut. )i90J, misurare, al pro- 
prio e al Jitnwalo 

yitrprtrrlij oj, m. misuratore. 

'NLtrpri'zói^ Wf òv, mburabile. 

"iliTfiOif cCy O'J, misurato, moderalo ; 
ragionevole, discreto ; modesto ; ni*> 
diocre. 

Ms7/siÓ7r,$, rixoif/» mediocrità, mo- 
derasione. 

yLtzpio^povid», /ut.ri'j''jtj tealln mo- 
destamente di sé, esser umile. 

Mer^ìfii);, atw. moderatamente, mod» 
stamenle, mediocremente, mesaana» 
mente. 

Ms7/?0v, OJ, n. misura, norma; misura 
determinata, di liquidi, 

Ms7o>:r(ov, ov, n.j p.ix(aT:oi^ ou, n. 
spasio tra i due sopraccigli, fronte; 
volto. 

"M-é'/pi ; prep. sino , iufino ; pii'XJpt, 
rójoe o 70-Jtov, fino a questo giox>- 
no ; fino a qui ; seguendo cong, o 
inf, fino a che; seguendo impetf» 
tanto che. 

"ìiixpii 9 lo stesso che il pree. /te- 
Xp^i *"* '< **^^ avanti ad una vo- 
cale, 

Mv;, cong. non ; ne ; che non ; affinchè 
non; a meno che; se non; coli* in/' 
terr, se? forse? /xvi C7i, non che, 
non solamente. 

Mvfys, avv. del rélto, per altro. 

M:qòajui9{, ov, adj. neppur uno, oei^ 
snno; jutiQ^x/xou, in nessun luogo. 

Mr^oaacj; , aw. in nessuna maniera; 
per niente, punto. 



( a36) 



MH 



MnSil cong. nò, neppure I ^ttS* o- 
Tcouy, nienl'aSàtto. 

sooo, nessuna, niente, ne pur uno. 

Mi}^gv, Ain'. niente, nulla. 

Mvi^siTorc, «tv. giammaL 

M>i^^7ro>, at^i». non ancora. 

ìAtiiiripoif a, ov, o^ l'oiio o^ 
r allro. 

Mvj^o/iat, aver cura« deliberare, me- 
ditare ; pensare, macchinare. 

M>}^o$, toi^ n, cura, deliberasione , 
eonsiglio, disegno. 

Mvixa^o) ; uy)xao/ttat, I>elare, guaire. 

My)xà^, ocSoi^/. che belai belante. 

Mv2xcri , atv. non più , non già , 
non. 

M>jxitfT95 , n , ©v , snperL lunghis- 
simo; altissimo. 

M:?xo;, eo$, 1. lunghecaa « prolissità , 
alteiza. 

Mioxuyu^yìd. uvw, a. 1. é^iQxuvoe, 
allungare, pruluogare; aijig. discor- 
rere o dissertare a lungo intorno ad 
nna cosa. 

Mvf xuv , tUTfOij f. paparero , grano di 
panavero. 

Mv}^sa, a$, f. mdo, albero. 

MviXt; , 1^0$ , /. terra melia , o sia 
terra dell' isola di Melos , di eolor 
eenericcio, e buona per dipingere. 

OT. pastore di pecore, pecorajo. 

M^Q^OV, ov, A. pomo » mela , fmUoj 
pecora, e in getter, nei poeti be- 
stiame , gregge. 

MiQ^OffXOTTOS, ou, e, d*oode poaono 
vedersi le pecore. 

MioAurv), iQ$,/. pellicciai pelle delle 
pecore col suo vello. 

MviXo)^, oitoi, e. simile a un pomo| 
cbe ha la forma o il color d'un po- 
mo; xo(^7rò$ jULKi^M^I') frumento bion- 
do come i pomi. 

MiQtf, cong. poi, ma; tuttavia; certa- 
mente, invero | etXXd uiìv, ora, ma, 
intanto | ou av)V àXAoc , percioc- 
ché, ma; xocc juiiq'v, di più ; vT/miiv, 
si certo, in veritli (/or mola di giw 
ramenlojj xaì /xvìvyE, ma almeno, 
ma poi. 

MiQV, /univo;, m. mese. 



MH 



M>)vayùpT«)«. ou, ut. moma di qudk 

che raccoglieva ogni mesa la gma» 

stite per Cthtlej Gallo. 
MWvu, ifj«, /. Luna. 
MT)y(9/id$, ou, m.j p^viftet^ ctra^ 

n.j /MLKJytj, 105, ed co^,/. na, fii* 

rore, ira degli Dets riaentiraeiilo, 

corruccio, ira permanenle. 
MiQyiuj /«(. tm, p. xa, adirarli* 

esser irritato ; conservar riseotimeolo} 

persister nell* ira. 
Mvivost^vìs, ioi, e lunato, a guisa £ 

Luna. 
Mviyv>9t$, «61$,/. indieaatone, segno, 

ind ixio. 
MiQVUM, yfi<. 96», indicare, significarsi 

far sapere. 
M>j'TfOTe (e /fttjìToy apanU voce aspir.) 

giammai. 
My/ttoa, a«v. non ancora; /xvfTTws, che- 

a caso non. 
Mvipiv^o^,, ou m. cordicella, filo} fu- 
nicella. 
MiQptoy, Otf , n.j p-tìpòi , où, m. fe> 

more, coscia, osso dell'anca. 
My}/9Ò$, ou, m. coscia, gamba ; lombo, 

fianco; in pi. fuìpK. 
Mi}/9uxà^u; /Av)^uxào/utoet ; fivipÙKtèj 

ruminare; masticare. 
Mijpu/uigc, aros, n. viluppo; il filo cbe 

si aggira intomo al fuso. 
M«ipuw, avviluppare, rivolgere; aTvol- 

gere; /mepusiy t'erta, ammainar le 

vele. 
Mif^Tup, ft)po$, m. consigliere; capace 

a consigliare; chi delibera con sag* 

gessa ; esperto, pratico; epìL di saggi 

eroi. 
Mvfrv}, cong. non, né. 
Mii-noo, ripoi , per line. Tpo« , /• 

madre; matrona. 
MiQTt , a guisa di aw. per niente , 

in nessun modo ; con ùUerr, forse Y 

forse non? 
M^iTtào), /ut, 00} , eonsulure, deli- 

berare, tener consiglio, macchinare. 
Myirisrvis, ou, w.'provido, eonsiglie* 

r^ saggio, assennato» di Giove che 

regge il mondo. 
HviTi^o/AXc ; p-riviop-OLt, macchinare, 

ordire; eccitare. 
Mv)Tióei$, syro;, adj. accorto, pieno 

di prudenaa o di consiglio. 



( ^ ) 



\ 




rn^ tSiBi, toi^f- va m ùfhr .. vr»- ; liats^^^ . & . o^ . 

Ahhb; mw^aàaammK. . «luiiicus: ; tr. srellenilr. . jitmarr». «ummlr. 

ùm me ' HlLcrsi^ « -. lonUnmnU. 

irrc;. Tivc^- innnr. . SHBm-.: r. vac "SlLecruLft . r.--?. . •. iirrtum . ^wt< 

tmvta n asr tl^. cìk akaxnr bk su, musm*. «ri; uitft!i& 

'i HOT.. Bor iBÌk 

t=x^ K^. ?■ TiHtrim «nx.. V "ux^ rr 

Jkirz3ìx&\. cu. E 'BatemiSk m •-'•:ju. .- u.:*/-;;^^. . mnc-Alair ; ni*> 

T.. c. •—annu.afilte nmln. ' vdbanr: ««. nari. xt^f. .cernir; 

. ■«.. ài. sBUf à. TBààn . r'uipnnf^r«. ; aanS^. : » /mi $mf- 

Uk -nann. ^wnnài k wuàm ; xo» ìmUrv. : re mw^ a».v«iarc. . a^vy. 

ÀBÌ/vrei. urT:;£Szvi sani chuantt*. eiaark. 

i[ L HOOK . itoranr i. aamr V^z^e^ aii^r '^mJ iwr or rmci à. U^ 
iv.. aiqn. più. aloBonr.. 
'As . Bss; . ■». «nàn Uk ■ 'K^xm-. . «k i««r iiv imcc . OS. -fw^ 

I. oaac ; y-er-« 
^^irc. • iwanr t nner. 

.2- &7 isr-rrunr,. r^J. n»- i rnmr.. w«si innocàiii^ A. m» «rv* 

KccpM^ iwaL «». 1— fc-wr.. ; X.:xz:x TrxTzTrt . ri-, m ^» ^wdt h 

INrPhi». uE^ K. sb I MI MI. som russata^ msmcrmv. 





Buecbinislas in* 

]Ei|Yflivi««nis, su, M. &ciior iì 

&iej macchinaton. 
ìbixoi, C0$| R. artifiao» fianoasi 



Igeilo , meno j Ciccdà . art* i poa- 
àbiliUi , consiglio, 
ll^ttv, ov ; /uteittY, ot, più piccola» mi- 
aore, campar, di iLixpài ed òÀiy»^ 
Meo, «9)/ una; ^ouìcuit» C{ .«ix», 
fiure OD accordo; toma» ia aaù- 
tOi. 
Miai y 6», imbnttarc, sporcaniliagOTa, 

macchiare. 
Miacfóvos, ou, e. faroltaCo di itngt ; 
cpil. di Marte. 



: X^jc-^-v^x^ r«. r. AcIa tuo ■fu»> 
s.-OK IL urne; a« u jaci'aiits^ mc*. 

I Xjtr:j. a, »». airta. 
, a&& ; Xì^tt:^«xxje. zr»;, il sua 
Xi j rr*. J«&c:»^ ui«. «l 
HtUrr-f ioisnài, niman*, 
XiJirrTXTrs^ s-^ % e&fS !m js ;»«>> 
eie ruH ; dM ha '^ ^rva livoiiaCa . 
Xl«ìs»xi . fiptcr. -^^xoA^ imitar» , 



g;mlrai&ra ; eiv 



) M«Mfaf- 



THiv.-rr^rZ , m. imitatore , eontraf- 

^afttire. 
Xn»»rT35. ti, i>. imita!>ile. 
Mi*>«^o*: .»*»■>«, /«t»** } tfalWflefMf 

àilffuicré, afpeoare. 
Xtw->tir/o», e4 ««ft^c, far rMordafA} 

ricordarsi ; Mftenirii , rìtbteffljf*! 

aUa 



(a38) 



MI 



Mi/AVGi), rimanersi» restare; resistere, 
reggere; poeL lo stesso che /asvu. 

Mi/Aos, OMj m. mimo, buffóne» istrio- 
ne , imitatore ; Mimo chiamavasi 
ancora una specie di commedia y in 
cui con maniere libere ed anche in- 
decenti s'imitavano le azioni, gli atti 
e i discorsi degli uomini, 

Miv, pron. poetico^ acc. sing. indeci, 
esso, essa, lui, lei. 

Mt'y&oc, >35, /.J /tAÌv2r»j, >]$,/. menta, 
erba odorifera, 

MtvSro^, OM^ m.j fiiv^rij t]$, escre- 
mento. 

Mivu3'6), diminuire, divenir minore; 
scemare, venir meno; divenir piccolo; 
decrescere; divenir etico; morir di 
consunzione. 

MtyuvSra, avv. un poco; a poco; per 
un poco di tempo. 

MivuvSrà^ioS, ov^ m. che dura poco 
tempo ; di corta vita. 

Mtvupi^u, garrire in tuono lamente* 
vole; far piagnistei. 

Mi^ig , sus, /. mescolamento , miscu-' 
glio. 

Mi7av3r|9Ci>7ro$, ou, m, odiatore di uo* 
mini, misantropo. 

Miiyotyxsia, a;,/, burrone, botro; 
profonda valle dove i torrenti con- 
corrono. 

Mi<yyw, /««. ?&), V. /xtyvu'w, 

Mifflu, contr, ì^^fut. >j(j6>, p. ijxo, 
odiare, avere in avversione; aver re- 
pugnanza.^ p-ia io fi.ex.ij esser odiato, 
essere in avversione , essere odioso. 

Mi^viTÒ;, y]. òv, odioso, stomachevole, 
increscevole. 

M(7y]7&j$, avv, odiosamente. 

Mi<x3rapvsw, contr. w ; /XKj&a/svsuw, 
esser salariato , esser mercenario ; 
vender la sua opera, prostituirsi per 
il denaro. 

Mic^io^j a, ov, mercenario. 

yLia'^oSoTiù) ^ contr. ea, dare il sala- 
rio, la mercede. 

Min'^oòÓTYiif O'jj m. colui che dà il 
salario, la paga, la mercede. 

Mt73^d$, ou, m. prezzo dell'opera o 
premio della fatica; mercede, paga, 
salario, stipendio. 

Miff^ropo^a, asj/. salario i stipendio, 
paga. 



MI lOI 



Miffdro^o/^cco, contr, ój, esser salarUlO) 
pagato; esser mercenario; essere sU* 
pendiato ; att, stipendiare, ec. 

Mtd^ofópo;, OM^ m. soldato oitfee» 
nario , stipendiato. 

yLiaòóo» , contr. u , affittare , dare a 
nolo; med. pua^óofioci^ contr. oZjitu^ 
togliere,' pigliare a nolo ; prexsderet 
salariare. 

Mi(7&eiJ/Aa, aros, n, mercede, salario. 

MivS^curòs , >i , ov, mercenario , preir 
zolato. 

Ml^o;, 80$, n. odio, inimicisia, avver- 
sione. 

MisruXXu, minuzzare, tagliare a pctii» 
in pezzi. 

Mito;, om^ m. liccio, filo della traoM 
d' un tessitore; filo ; /uLiroi , corde 
d' uno strumento di musica. ' 

yiirpoc^ Ki^f- piastra, lama; cii^b, 
mitra; cinghia di cuojo guarnita al 
disopra con una lama di metalio^ 
che mettevano sotto la corazza a di» 
fesa del basso ventre, 

Mva, òii, /' mina, moneta greca del 
valore di 100 dramme attiche , U 
quali si possono far corrispondere 
a 9 lire italiane s e anche peso. 

JAvó.ou.a.i., contr, -ca/Aai, /"<'*<• P- p-ir 
/Ayyi/Asvo$, ricordarsi, far menzione, 
riportare; il p, di questo verbo spie- 
gasi spesso in senso di presenti, 

yLvà.af/.Ki , ambire, aspirare ; ricercar 
le nozze. 

MvocGJ, fui. juiyyitfu, ricordare , ram- 
mentare; richiamare alla memoria. 

Mveia, a;, f. menzione, memoria. 

MvT^/xa, aros, n.j /Avvj/xsrov, oy, n, 
monumento, sepolcro; pietra sepoW 
crale. 

Mvn'/iii, ^ii/- memoria, ricordo, meD- 
zione. 

Mi>ii/AoyrJ&>; /AVyi/AoysJo/xai, aoTve- 
nirsi , richiamarsi alla memoria; far 
menzione ; tramandare alla memoria 
dei posteri; scrivere in senso di la- 
sciare scritto, riferire, raccontare. 

Myij/xoffUVTfi, Yj;, y*. memoria; Mn» 
mosine, madre delle Muse, dea della 
memoria. 

Myri/ACdy, 0)fOiy e, memore, ricordevole. 

Mv-r]7ixaxéod, contr. xcU, rimembrar le 
ingiurie, conservar la memoria di 



Ito HO 



(a39) 



a ri<emta, d'un mde soffisrto 
isa d'altri. 

e/A«(, aspirare ad aver in 
ina doBsella, ricercarla in ma- 
io. 

Wf /. OA), sposare; &r gli 
i ; ricercare io maritaggio } 
i alle none. 
Hijf, sposa ; sposata 5 /uivif)- 
OXOJj moglie legittima. 
} , vipoi^- m. colui che aspira 
Ite; pretendente, proco. 
) 10$} /. memoria } 



} ^Oim/.t jon, ha il medesimo 

alo che fiitrivTtici^ e /ULVyj/uis. 

loffrir travagli, fatiche j trava- 

afiticarsi. 

io, «$,/. difficoltSk di parlare. 

0$, ou. e. balbo, che balbetta, 

ria dimcilmenle. 

«V. con difficolti , con pena ; 

OMj m, fatica, travaglio, mo- 

xos , ou , e. che presiede ai 

i del parto. 

OD, m. moggio. 

u, m. fatica, guerra ; travaglio, 

dìt C/Jioi, <la^ d*iy6», 
ìLij/. destino, sorte, Parca; 
sne, dovere, diritto, coorte, 
lo 5 fioipcci^ nom. pi,/. Par- 
ie della sorte, del fato, 
ac, dividere, partire. 
i>y)^, éos, e. nato a buon de* 
Fortunato. 

(VTO$, ou, e. prescritto dalla 
dalle Parche. 

(OC* uv, n. multa cAe /^ff/fa- 
i ch'era sorpreso in adulterio, 

commettere adulterio. 
, ag, y> adulterio, 
y commettere adulterio, esser 
». 

:, if], òv, adulterino, 
ou, m. adultero. 
renire« arrivare, andare; cor- 
icarominarsi. 
9$, a, ov, di piombo. 



MO 



Mo>(S, wv, appena, a fatica; difficil- 
mente. 

HoXo^poi , à , ev 9 goloso ; vorace } 
ghiottone. 

ì/LoXÓ99Ói, ou, m. mastino, molosso. 

MoàW« "ni, /• canto, dansa. 

MoXu/Soatvo, 17$, /*. palla di piombo, 
che i pescatori attaccavano in fondo 
alla rete o alTamo per farli calare 
al /ondo delPacquaj piombino. 

MoXC^iivoi , ^ } 0V , plumbeo , di 
piombo. 

MoXu^^os, ou, m. piomboé 

MóXuvfftg, SGi)s,y. imbrattamento, con- 
taminasione. 

Mo^Uvo), imbrattare, contaminare. 

MoXuffjuiòs, où, m. imbrattamento. 

1/LofJ.friy iq;, y. lamento, compianto. 

Movop^éu, conlr. a^/ut, viero), re- 
gnar solo ; esser monarca, esercitare 
poter monarchico ; p.O'^oLpxiop.etty 
esser governato da un monarca; es- 
ser sommesso al dominio d'an sol 
padrone. 

Movocp%if}$, oVy m, che solo comanda, 
monarca. 

Movap^co, a$, /, monarchia, dominio 
d*un solo. 

Movapxtxdg, if], 0V} monarchico. 

Movà^, à^o$,y. unità; monade; il 
punto d'uno, sopra un dado, 

Mova^^) fivv, unicamente. 

Mova^òs, vi, òv, un solo, unico, che 
mena vita solitaria, monaco. 

Mevv], ^$, y dimora, starna, stallo. 

Moyv)pT]$, so;, e. solingo, solitario. 

MovoyevW;) (0$, e, unigenito. 

Movoei^è;, so$, n. uniformiti. 

Movosi^YÌ;, so$, e. uniforme, che ha 
una sola forma. 

Movost^w;, avv, uniformemente. 

MovoYi/AejOOf, ou, e. di un sol giorno. 

MovóAidro$, ou, e. £itto d'una pietra, 
monolito. 

Movo/Aa^sU) duellare, combattere in 
due. 

Movo/ia%ioe, a$, /. duello, scherma; 
battaglia singolare. 

Movo/Aaxo$9 ou, m. gladiatore; tira* 
tor di spada. 

M^vov, «(H^. solamente, solo. 

M0VOVOU5 /Ao'vev ou; jxo'vov oux ; 
^ovovoux») pressoché. 



\^ 



(a4o) 



MO 



Moyovou)fy)\ av9, pressoché. 

Móvos, VI, ov, solo, unico, abbando- 
nato, deserto ', separato. 

Movoffàv^a^o; , ou , con nna sola 
scarpa. 

MovoTOvioc, Kij /. nniformit^ di tono, 
monotonia. 

HovÓTOVo;, ou, e. detto con nna toce 
monotona ; monotono; uniforme | te- 
stardo. 

MovoTÓVfii)$, OiUf. sempre del medesi- 
mo tuono, con monotonia, uniforme- 
mente. 

Moyou)^ta, a$, /. celibato. 

Movof SraA/uLo$, 0}jy e. che ha on oc- 
chio solo. 

Movóo»,/. (»$(», lasciar solo, abban- 
donare. 

Movwvu^, u^os; /aovwvu^^os, ou. c. 
che ha nna sola unghia ; che ha 
l'unghia salda. 

MóvoiMns, Alt. ità^y f. solitudine, stata 
di chi è o fu lascia lo solo; desolasione. 

Mópyvu/Jit; /Aopyvu'w, astergere. 

Mopéo, a$, /. gelso, albtro, 

VLopìfX.^ Oiiyf' parte, porsione. 

'i/LÓpifi.Oi^ ou, e. fatale. 

M0/910V, ou, n. particella, piccola por- 
zione. 

Ì/Lopii^ iSoq,/. parte. 

Mo/9/AoAuxstov, OU, n. larva, maschera 
^^a teatro), spettro schifoso. 

l/Lopiiìiptij mormorare, rombare; inon- 
dare. . 

MO|0Óct$, e9tf«, ev, fatale, esiaioso, 
travagliato, elaborato. 

Mópov, ou, n. mora, frutto. 

Mó/90$, ou, m. porzione, destino, mor- 
te, sorte; fato, sventura. 

Mdptfi/AO^, ou, e. fatale ; destinato dal 
fato; mortale. 

MopOtfffU, imbrattare, sporcare. 

Mo/?»Tf), 1QS, /. forma, 6gura; eera; 

Mopfvò;, «2, òv, oscuro, tenebroso, 

nericcio. 
ÌAopoóa , eontr. Q , /. ùffoi , p. /(te- 

uopf wxa, formare, figurare. 
Mo/9^&)tft$, ecJ$, /. formaaione, forma. 
Motrxiov, ou, R. vitellino. 
MÓ7X0S, 11, ov, e. a<fy. tenero; novello. 
yiàaxoiì ou, (L vitello, vitella; pollone, 

germoglio. 



MO ICT 



Mou, di me, mio, gmi. siin(, di iyù, 

Mouvu^icìv, ftivos, m. Mnnichione, 
nome che gli Ateniesi davano eH 
mese, che dal Petavio si creda ear^ 
rispondente ad Jpril€,me, secondo d' 
tri, a Marzo, 

Mouooe, if]$, /. nf usa ; canto mnsicak; 
Mouffat, le Sfuse; cansoni crìtiche. 

Mouersiov, ou, n. museo ; luogo in cui 
le Afuse eran onorate e profinivatto 
gli oracoli ; tempio delle Muse; luogo 
destinato allo studio delle lettera a 
delle belle arti. 

Mou9tx>], viij sottin. réx^v},/. musica; 
Tarte di cantare, lo studio ddle bdle 
lettere; eleganza. 

Mouffcxd;, vj, òv, musico, eanton. 

Mouffixwf, avv, in musica, musical- 
mente, armoniosamente. 

Mox^M) ; /Aox^ó^u, affiiticarsi, soffirir 
travaglio, pena, ambascia. 

Mox^pioe, cci,/, malizia, pervtrsi^ 
scelleraggine, pervertimento. 

Mox^^pos, à, òv, scellerato, TÌsioso, 
disgraziato ; ha anche il senso M 
laborioso. 

Mox^i^ù;, avv. malamente, male. 

Mox3r(^u, affaticarsi, esser afflitto. 

Móxd^^;) ou, m. lavoro, fatica, trava- 
glio, molestia, stanchezza. 

Mox^euw, /. eùffu, muover con leva. 

Mox^lòs, ou, m. leva; manovella; 
randello , stanga, sbarra , catenaccio, 
chiavistello. 

Muày/?a, a;,/, trappola, gatujuola. 

Mu^à^o/Aai, abborrire, detestare. 

yirjSccXéoi , a, ov , umido; tutto ba- 
gnato, inzuppato d'acqua. 

Mu^ao},/, ri^Qiy esser viziato da troppa 
umidità, immarcirvi. 

Mu^YliriS, su?,/, pntre&aione prodotp 
ta da troppa umidità. 

Mu Jog, ou, m. muto. 

Mu^pog, ou, m. massa rovente di fer- 
ro o di pietra. 

MusXo'sig, evro^, adj, midolioso, pie- 
no di midolla. 

MusXòs , ou , m. midolla ; quindi il 
fiore, il meglio di qualche cosa. 

Mu^ocu; /AU^éw, suggere, spremere. 

Mu^ci), comprimere. 

Mu&éo/uLac,ytt<. vfffo/Aai, parlare, dire; 
raccontare, spiegare. 



(a4i) 



irr 



/. 190), dire, parlare; parlar 
so, tra i denti | predire, pro- 
I. 

W, òv, favoloso. 
, ain>. favolosamente. 
'fOij ou, e. scrittore di fa- 

tìSoi^ fiyj^foXoyéoH contr, «u, 
ire , far de* racconti » oarrar 
mente, favoleggiare. 
(OC. VJi^f, narrasioiie di fa- 
litologia. 

0$ , ou , e. che narra là- 
itologo. 

9U, m. parola, favola, rac- 
liscorso: comandamento, com- 
s| in Óm, sedisione. 
;, eo$, e. favoloso. 
;, y. mosca. 

^. /is/uiuxa , a 2. euuxov , 
uxov, muggire s cigolare} in 
jxoéo/uiai. 

>;, où, m.j /Auxv)/ioc, aros, 
gito. 

, ov, m. mandorla. 
nroi , /i /*uxiQ« , ou , w. 
lucignolo. 
, «©5,/. muggito. 
, ou, m.j /AUxy)TÌa$ , ou , 
muggisce, mugghiente. 
vipoi^ m. narice, naso. 
^ft>, dileggiare , riprendere , 
e. 
7juiò$, ou, m. derisione, scher- 

rTV|'$, ou, m. derisore, hef- 

oxo;, m. sasso molare; pie- 

^/. macina, mola. 
ro$, ou, 0. macinato. 
fui. ocffo), digrignare i denti, 
/o del freddo j intirissire. 
, oJ, m. di pietra, molare; 
tortuoso, guercio. 
W$9 éo^, e. pari ad una maci- 
no d'enorme peso; di smisu* 
osseasa. 
9$, OÙ, m. macinatore, mu- 

6>yo$, /uLU^fliv, ciivos, m. mo- 
loogo dove si ponivano gli 



BIT 



Mu^flC, v}$,/. nueositli, dls/ iuu«i moc- 
colo. 

Mu^ù^iQ^, «o)$, e. moccioso, moccoloso. 

MuoxTÓvof, ou, e. topicida, vccisor 
di topi. 

Mupiotxi$, avv, diecimila volte , spes- 
sissimo. 

Mupià$, dSoiff. mirìade, eioh numero 
di diecimila. 

Muptxif] , «1$, /. tamarisco o tamerice. 

Mupixtvos, ou, 0<iy. di tamerice. 

Mu/3(0i, («tv, di'/, diecimila; innume- 
rabili. 

Mupio$, a, ov, infinito, innumerabile, 
immenso; in pi. dieci mila; quindi 
gran numero, gran moltitudine, come 
in Ut. sezcenti. 

MupcÓTQS, Y]TO;,/. numero infinito, 
infinita moltitudine. 

Mup/ivi^wy, 6Ì)vo$, m. torba di for- 
miche; formica jo. 

Mu>/uiYj?, iQXO«, m.j fivppi09i ou, m. 
formica. 

Mripofi.oLi ^ piangere, lamentarsi, com- 
piangere. 

Ì/Lxipov, ou, R. unguento, liquore aUo 
a profumare. 

Mu/7o'u,/. Uff», ungere, profumare 
con essenze. 

Mu/Jpoc, 0C$,/. mirra, preaioso profumo. 

Mupffiv*!, »i«, /.i /uiupro?, ou, m. 
mirto, albero. 

Mupffivoci^YÌS, «0$, e. simile ad un 
mirto; che ha la forma del mirto. 

Mu/ei), stillare, scorrere, gocciare, gron^ 

Mi7$, /AUOf, m. polpa, muscolo; topo, 
sorcio. 

Muoecpo;, A^ òv, detesUbile, abomi- 
nevole, sporco. 

Muffotffeo/Jtai, aver in fastidio, abbor- 
rire. 

Mùffos, «OS, «. scelleraggine; cosa soau, 
abominevole ; abominaaione. 

Mu9Ò;, ou, m. deUsUbile , abomine- 
vole. 

MuffTvipiov, ou, n. mistero religioso; 
arcani riti; segreto; mistico esercisio 
di religione. 

Mu9Tv)$, ou, m. iniaiato nei misteri, 
nel primo anno. 

MuffTixò», «j, ov, misterioso, arcano, 
miotico. 



(aia) 



MTMQ 



MuffTcxù$, a99» mùteriosamente, ar- 
canameote, misticamente. 

MutfTiiròJ^Of, ou, e. che celebra i mi- 
ster). 

Mu;(/AÒs, ou, m. tuono di scherno o 
di deUstaàone, che si fa sentir col 
naso a bocca serrata. 

MuxocTaT0$ , ov , superi, irr, di 
/tux(0$9 intimiuimo, segregatiuimo ; 
rìtiratÌMÌmo. 

Muxò$y ovy m. luogo interno o rimo- 
to, stanu riposta I penetrale, fondo* 
seno, golfo. 

Mu6), /«f. «w, comprimere « premere, 



Muw^$2 '^^> ^* muscoloso. 

Mouv, edVO$, m. muscolo, parte car- 
nosa delle gambe o delle braccia, 

Moixi^w, befièggiare, schernire. 

Moiixoc, ou, m. derisore, passo. 

M(aÀo$, ou, m. guerra, tumulto, pugna; 
scempio, strage di guerra. 

Mw/Mco/iac ; uw/Aso/uLai , biasimare , 
sgridare! schernire; sbcdBfeggiare. 

Mw/ASUM, biasimare, rampognare. 

M(tf/AO$, ou. m. disonore, infamia, igno- 
minia ; Momo , dio buffone che si 
rideva degli altri. Deis dio dello 
scherzo, 

Mwvu^, MX^h ^' ^^ ^* ^^^* unghia, 
ossia d'un sol pesso; epiL dei ca- 
valli, 

ìHùtpKhoij folleggiare, delirare, far da 
pano. 

Moj^ìoc, a$,y. foUia, stravagansa, stol- 
tezaa. 

Mo»/90Àoyi«, otijf, discorso stolto, 
sciocco. 

yiuipoXòyo^ 0U, e. che parla di cose 
stolte, di cose vane. 

MwpÀs, ^9 0V, ed anche p.»pOif attic. 
stolto, sciocco, semplice. 

ìM.oipo90fioì,fut. «1*96), avere una scioc- 
ca o una folle saviessa. 

VLtùpoeofioL, sciocca o folle saviesca. 

ÌILoipòrriij ^"^Oiyf, sciocchcsza* stra- 
vaganza. 

Mwpuffi$, s6>$,/. follia, inezia, bestia- 
lità, imbecillità, mancanza di memo- 
ria e di giudisio; stato d'una perso- 
na ricaduta nell* infansia. 



NA 



N 



N , tredicesima lettera 
greco i si pronuncia a 
n. Si cambia in X d 
p. davanti le p.) ^ e 
nanzi /e y, x, x, 5 
mette per eufonia ali* 
parola, quando questa 
guita da un' altra , 
eia per una vocale, e 
auTOÌ per Xiyorjot ( 
numericamente, vedi i 
combinazioni infine, 

Nai , avv, afferm. si , 
tamente; serve anche 

Nai^iov, OD, n, chieset 

NatSTOca) , poet. per Vi 
tenere, occupare; ed cu 
essere abitato. 

Nat», abitare, staosiare 

Nàx>] , tìi^fs yfcxxoi, 
di montone col suo | 

Na/*.a, aros, n. correni 
scello j umore; và/Ai 
sugo della vile. 

Noévos, ou, m. nano , v 
taglio. 

Nad^, où, m. domicilio 

NoCTrvj, >J5,/^- VOCTTOS, 

montano e silvestre ; '. 
NocTTU, U05, /i. senape, 
Nà/5^05, O'^)/* nardo, 

lieo. 

Nàp9r>]|, >JX05, m. feru 

che di fuori ha legni 

teccia, e di dentro, m 

sa invece di legno. G 

servivano per castiga 

bastoncello, staffile, n< 

Noc/9XocGJ, esser preso d 

N«|Oxyi, TQ5,/. torpore, 

Not/sxtcTffOs, ou, e. narc 

NoLpì^óa^ itoLpxiùi, esser 

pore, intorpidire. 
Nopxw^vjS, 605, e. islupi 
Nao9ù), premere; appian 
JNauayéu , rompere la 
gare. 



HA HE 



(a43) 



Nauayioc, a$, / nanfiragio. 

Nocuayò$ , ;on. e vauviyof, ou, m. 
naufrago. 

Hoc\ix>iipo$, ovj m. nocchiero, mari- 
Daio. 

HaùAov, ou, n. nolo di nave. 

NavXoxof, ou, e. atto a rìconw le 
■avi; sosU staiione, starnai ricetta- 
colo per le navi; porto, baja. 

S«u/taxéa>, eonW, ó>, atUccare una 
Itatlaglia navale. 

Ikttfuaxia, a$, /. combattimento na- 
vale, naumadiia. 

^M«X0$9 0^9 ^* atto alla pugna na- 

kt5$, «00$, Al a<t»c. veoig, /. nave. 

^S, 0U9 1». marinajo, nocchiero. 

■ca, as, / naaica« stomacag- 
giaes ■»>! di mare, 
fommyso), &bbricar navL 
I<RfTDiy^9(juio&i 0U, e. buono jper fab- 
kriear navi; 5X>j vau7rfjyiQffi/*o« , 
Vgname ad uto di fabbricar navi. 

rcxìUTO$: yauffixXetTo$ , ou, e. 
iacUto per le navi; celebre neirarle 
'Mvales pode in mare. 

'ueW, iq«, /. nautica, iciensa della 



'M0{, HI, ^y, nautico, navale, ap- 
fanenente alla marina, esercitato neUa 
«iBtica; TÒ vauTixòv, armata navale. 
'kutìAioc, ec$,/. navigaùone, artfr-di 
lavinre. 

nhr«AÌe^(, navigare. 
nriXes, ou, m, nautico, marinaresco. 
"v^tjA^^f) S0$9 e nauseoso, che ca« 
ibnt nausea, accompagnato da nau- 



«atnrire; sgorgare \ far abitare j 
ere ad abitare. 
, , ringiovanire. 
ii«s, ou, m. giovine, ragano, gar- 



Watxiiy "^9 ^v, giovanile, forte, ro« 

hntoi ardito. 

UBftxAiy A^* giovanilmente. 

■K«cc, t^os,/. ragasaa, giovinetta. 

niexof, ou, m. giovinetto , pupillo. 

~~i>i$, eos, /*. nuova ciitìu 

;, «, ov, nuovo, giovine, novi- 
ria, naoderBO, reeento} fresco, tenero. 
Hetv$y ou, mu Foltinio, 1* infimo, 



NE 



Vespài y ouj m. cerbiatto; quindi in 
gener. ogni creatura giovine. 

Neif]yevvì$, so$, e. testé nato. 

tSKtìxovìJi^ éoip e. agncuto, affilato di 
fresco, da yso$ ed axif]. 

Mivi^u$, u^o$, e. novixio* venuto di 
poco, teste arrivato; defunto. 

Nsvifaroy, ou, n. nuovo detto, nuova 
voce. 

JXiiecipriy fli^f' basso ventrej Omero 
l'unisce sempre a yaerrip, 

NccKTOj, ou, adj, Pnltimo, il più bas- 
so; l'infimo. 

Nsixéw, contrastare, altercare ; attaccar 
rissa , rimbrottare ; rimproverare ; 
sp;rìdare | caricar d' invettive. 

JXiixoq, to$, n. rissa, contrasto, alter- 
casione, pugna. 

Nsc'odrcy , avv. dal fondo ; da 11* imo ; 
y CIO d'I, al fondo di. 

Neto$, ou, m. terra nuovamente col- 
tivata; maggese. 

M<(9(ro/uiat, io stesso che iuvvofioti ^ 
andare, partire, ritornare, viaggiare. 

Ii<xoè$, óLooiff, mucchio di morti, di 
cadaveri. 

Nex/9(xoy, n, di yexptxó^, pi. toc yC" 
x/9txoè, gli affiiri dei morti, da y(X/9o$, 
morto. 

Nsx/9ixò$, VI, ^y, ferale, mortale; si- 
mile a un morto, cadaverico. 

Nsxpo7ro/A7rò; , ou, m. quello che ac- 
compagna i morti, Ietterai, il mena- 
morti j soprannome di Mercurio, da 
iftxpài^ morto, e TrèuTTU, che, fra i 
suoi varj significati, ha quelli ancora 
di condurre, accompagnare. 

Ncxpòg, ou, m, morto, cadavere. 

Nsxpò;, oc, oy, adj^. morto. 

Ngx^ow, contr. w,/. Wffw: p. v«- 
ysxpwxa, uccidere, truciasrej far 
morire, mortificare. 

Néx/9(»(rc$, ew^,/. uccisione; mortifi- 
casione. 

HcxTocp, ocpo$, n. nettare, bevanda de* 
gliVeiy bevanda squisita. 

NcxTOC/?eo$, ou, adj, nelUreo, odoroso 
o soave come il nettare. 

N«xu5, U05, m. morto ; y«xuÌ€, i morti, 
cioè i cadaveri, ovv. l'ombre de* morti. 

Ne/AÉdru, pascere, pascolare. 

Ns/AS9oc&i; ye/ACffi^M, adirarsi, sde- 
gnarsi con ragione in. veder la pros^pe- 






(«44) 



ICE 



rità d§* malvagi j accendersi di giusto 
sdegno; condannare. 

Ne/ASff>]TÒs, ou, adj. che mnove a 
sdegno | vituperevole | degno di rim- 
provero j sdegnoso. 

Ns/ACtfi^, £6)$, /. indignasione ; sdegno 
concepito nel veder la prosperità dei 
malvagi j giusta riprensione | vendetta 
divina. Nemesi, dea della vendetta, 

Nc/uio/iai, pascolare, pascolarsi. 

Ns/AO$, eo<, n. bosco, luco. 

Hs/uLGo, distribuire, donare, abitare] far 
pascere, governare j 'iip.op.a.t^ pasce- 
re, abitare; coltivare, pascersi: go- 
dere un paese, in senso di possederlo, 
goderne i frutti, le produtioni. 

Nsoap^Ws, éo;, e. test^ irrigato, no- 
vellamente bagnato. 

NsovsvYÌg, £9$, e. nato di fresco. 

NsoyiXiQs , 805, c.i veoyiAòs, ou , 
adj, nato di fresco. 

Nsoyvòs, oG-, confr. <2i veoyov«5, n, 
Vfioyvov, nato di nuovo, di fresco» 
poc' ansi. 

Nióy/saTTTOs, ou, e, teste scritto o di- 
piato. 

Ns9^a/9To;, ou, e. scorticato di fresco; 
receotemeote discuojato. 

Nfiod,a>]s , yj^TO^ , e. domato di fre- 
sco. 

Neó<^/AY]ros, ou, e. fabbricato di fre- 
sco. 

Nso^jSSTCTo;, ou, e. spiccato di fre- 
sco. 

NeoWXei|. 1X0$, e. di nuova, di fresca- 
gioventu. 

NsoSraXyis, cu$, cs veo&*iXW«, éo«, 
e. verdeggiante di fresco, di cui la 
verdura è novella ; giovine , nuovo , 
fresco. 

Neoiv], VIS,/, giovaneua; imprudenza 
della giovanezca. 

NsóXAuTo;, inv, di veo'XouT9$, OU, 
e. teste lavato. 

Nso/Aat, andare, avviarsi; ritornare; 
navigare. 

Niov, act». recentemente, testi. 

NeoTrcydr/};, éos, e. afflitto per il re- 
cente pianto. 

NsÓTTYixTos, ou, e. recentemente ac- 
cozzato. 

NcottXutos, ou. c.j vcdirXuvTOi, ou, 
recentemente lavato. 



JSE 



\ 



N8o'7r/9i9TO$, eu, e. recentemente aa» 

j^tO. 

Neó/9puT0$, e. scorrente di fresco. 
Nce$ , oc, ov, nuovo, novello; giin 

vine , recente. 
Nèo;, ou, m. giovane, garaone. 
JNsoffcXvfviQ, VIS,/, novilunio. 
Neo'ffuviXTOs, ou, e, poco (a terso, C99» 

pulito. 
Nso99ia, vJi^f' nido di uccdBai| 

bugno d'api, alveare. 
Ncoffffos, oUy '>*• pulcino, uccellino di 

nido. 
Nedorpofos, ou, e. teste torto. ^ 
N sÓTsuxros, ou ; veoTSU^WS} cof» ^> 

fabbricato recentemente ; nuovo. 
Nsóms, v)TOS, /• gioventù, gio' 

etli giovanile. 
NeoTviffios, ou, e. giovanile. 
NsoTTCUft), nidificare, far il nido» 
NeoTTt oc, a$, /. nido, nidio. 
Ncoùraros , ou , e. di cui la ièrita è 

recente ; teste ferito. 
Neo'f UTO$ , ou , e. piantalo di fireicai 
Ncox/Aos, eu, m. nuovo^ recente. 
Nso'w, rinuvare. 
NÉTTO Js$, o>y, m. progenie; prole, ■•• 

poti. 
Nsgdrcy (V, ave. di sotto; sul snolow 
Nsu/Aa , a( , /. nervo , corrie ds^ 

/'«reo. 
Neupà, óc$, /. corda d*»n. arco, émié 

strumento di musica, 
Ned pò V, ou; n, nervo degU animalL 
Neu/9wov2$, so( , e, nerboruto , otf» 

voso. 
Neuorà^w, far cenno col diaaenr la 

testa; crollare il capo. 
Ncuw, far un cenno col capo, crolkni 

tentennare ; volteggiare ; riurtare ; 

guardare a ec. in senso M ess«r n* 

volto a qualche parte, piegarti, on* 

deggiare. 
Nc^sAvi, »!$,/. nuvola, nebbia. 
NepsXviyepéTYis, e poet, v«©eiioyipi- 

ra, ou, m. raccoglitor di nngoti; 

adunanubi; epit. di Giove, 
Nc^sAw^YIS, «0$, e. nuvoloso, 
Nef/90S, ou, m. le reni. 
Nsf WS, 80$, A. nuvola. 
Nsw, andare, ritornare, nuotare, nt- 

vigere; filare; ammucchiare, acco^ 

mulare, raccogliere. 



(a45) 



JXB SE 



contr, Kùty tirare a terra, t 
nate, la barca, 
,~eu, e. comprato di firesco 

di schiavo noviaio. 

ou, n. luogo oTt si cnsto- 
le navi ; arsenale, darsena. 
)$y ou, m. arsenale. 
ivv. di fresco, recentemente, 

poc'ansi, da poco tempo in 

, sing. m. superi, di vjo;, 
o , il più giovine , 1* ul- 

u, pensare o esser disposto a 

' inovazione 3 cangiar V ordì' 

lito ; bramare. 

hi 1Q) òv, giovanile) stollo, 

nte. 

A0$, ov, m. inoTaaione, no- 

VTiij OU} m. inovatore. 
, ou, «f. novità. 
, a, ov, com/7. </i' vso;, giuf 
iù giovane ; è usato ancora 

\ afferm. ai, cerio | xctt v>j 
per Ustoj. in cùmp^i. è n§- 
come Kifj>[£5~a9, ÌDcural>ì!« ; 
volta è tmmeftt.t comt vq- 
cbe ampi dritti] le scorre, 
y ou, e. nuovo* fallo di fre- 

f ou, e. da cui uno non può 
rsi , profondo , soave , quie- 

epiu dei tonntt. 

^Vj C. dui e e, alio, pruroqJa , 
nciti ne pater uicir*, d^ &aìi I 
j«rartfo« tpiL del Sanno, ' 
>o$,/. ventre, utero ; seno 
idre; cavità; yvj^uia, cav, 
ini. 

A<r. (ÀyfuL >](;6i), ammuc- 
accumulare ; ammassare ; sii- 
iricare; yiQsrv Tiup) ratlisaart 

L V29U, ;?. p<u«. ysv>](r/Aac, 

'j, /i. aIWo da nave. 

, ov, navale, di nave. 

fo{ ) <^' ignaro j rouo , ti* 

-aJ. V7) Ci oca. 

;, co$, e. non lucroso, inu- 



HH 



NYixou^TsUy non ascoltare; non obbe- 
dire. 

N^j^Ws; V1QÌ1J55 vYiÀstiìc, to$, e. cru- 
do, spietato. 

Ifv)XtTy]$, io^y e. esente da colpa, in- 
nocente. , 

K^,uc«, SLTOif n. filo, steme, refe. 

3ir3^£pT»5|, £55, C. vero; VlQ/AfpTM, 

fltrii, "Vreraaiiì^iile. 
Niive/itoe, a$, sicuresia o tranmiillilà 

di vento; bonaccia; traoquilliu dei- 

l'aru. 
NiiÌvs/jio$, ou, r. che non b agiteto 

dai veatì % quieto^ Irjmqitillft^ 
Nvi'^t^, C(US, /. itu&tOi il Daalarv. 
Niimevd^4? 135* É^' ««nt« d» Lullo; 

|ifi¥0 d*aJEaioiie, lieto ^ sorm». 
Nìf? jT i fltj; sy w , li j ipIh ileggìarB | irutul- 

hrsì; Fife ddla se io tr farete. 
Nn^Tt^X'^^i ^^1 ^' ^ofìinfile pìccolo, 

teoero. 
Ny]7ric>i, iQ^y/* fanciullaggine > scioc- 
caggine da fanciulli. 
MniTTios, 0U, m. imbecille ; m «i rl- 
ferisce ali* animo , stolto , sciocco ; 

st all' età, infante , fanciullo , par* 

golo. 
HijittÓTYjs, Tnroi,/, infanaia. 
IfTjTrotva?^ Oh!] £. leau pèa&; impu- 

DI Ed vTjTto(VQV| it|!4^» impuoeineBlc* 
M927ri)Tio$ '9i> adf, bombai KÌncco; 

stolido; £cìmi}aiLEi, 
Nspi3r^^;, OD, e. inpamerevol** 
Vripóif à, òv, umido. 
Ny]9i^u, somigliare, esser simile a 

uo' isola, parere un'isola* 
Nii;ti0v, &Jj a uolelia. 
9(>^79;, o-Jf f. isola. 
Hrit^joi, >J«)/. anitra. 
NyisTgiot, a«, /. digiuno. 
Nv)7TeuU) digiunare. 
N>]aTi$, tO(, e. digiuno, che ancora 

non ha preso cibo. 
Nv)rò«, ou, adj. filato, ammassato; ac- 
cumulato. 
JSnfdXiOi^ ou, e. sobrio. 
N*]^«XtOT>j«, riroi^/» sobrietb. 
IliQf aAi'ws, a»v. sobriamente. 
Urifa, esser sobrio ; vegliare. 
Viixa/iOLt; VTi'xw, nuoUre. 
N^<j)i5, ew; , /. sobrietà, stato di 

mente sobria , cioè di chi è a digiano, 

di chi non è ubriaco. 



( a46 ) 



NI NO 



Nt^o), lavare, astergere. 

Ntxocw, contr. uà, /uL tJ^w. vincere, 
prevalere ; superare ; vtxoeo/Aai, es- 
ser vinto, soccombere, cedere. 

Nixii, viijf» vittoria, vinche ; dea della 
vittoria. 

NiXY], aw. vittoriosamente. 

NcxviTQf, ouj m. vincitore, trionfante. 

Nixy)Tixò{, »), ov, che ha 1* abilita di 
vìncere, che ha la consuetudine di 
vincere. 

ÌXtxvifóooiy ou, e, che ha ottenuto la 
vittoria ; 'vincitore , trion&nte ; che 
primeggia su gli altri. 

Ntxo$^ coj, n. vittoria. 

NiTTTifip, ripoi, m. catino, conca, bacino. 

NiiTTA), lavùe, nettare j astergerei in 
med. lavarsi. 

.Nì(r90/A«i,^andare, ritornare. 

NtT/90v, ou, II. nitro, salnitro. 

Nirpei^yiS, eo$, e. nitroso. 

Nif«5, àSoif/.j viferòs, oJ, m. 
neve, che cade a fiocchi ; nembo. 

Viftròiy ou, bufera, aggiramento im- 
petuoso di -neve, valanga. 

Vifiràivi^y iOij c.j V(cpósi$, etftfa, 
ev^ nevoso; dbposto alla neve. 

Ni^oet;, SVTOS, adj, coperto di neve^ 
nevoso. 

Ni ^6) , nevicare; spargere, coprir di neve. 

Nospòj, à, ov, dotato d'inteliigensa; 
intettettuale , spirituale ; in opposi- 
zione a materiale. 

Noepùs, avv. mentalmente, spiritual- 
mente. 

Noso),/. vfffUf intendere, pensare, con* 
siderare, aver in animo; accoinersi, 
vedere, osservare; in Om,, avvisarsi, 
pensare. 

JXorijJiof. , aro; , n. intelligenaa , pen- 
siero, consigho, disegno. 

Novf/Awv, O'tQ^ e, intelligente; assen* 
nato, prudente, saggio. 

Nóvitftg, («$,/• intelligenaa, pensiero, 
nosione. 

NoY]Tixò$, ììt òv, intellettivo , dotato 
d' intelligenaa; t0 vo>]Tixoy, la &• 
colta intellettiva; l*intelligenaa, Pili- 
telletto ; l' intendimento. 

NoYiTixws, avv, intelleltiramente. 

No>]TÒ$, Y], ov, intelligibile ; in ter- 
mine filosofico, che spetta all' intel- 
ligenza ; intellettuale. 



NO 



No3rsJ«, adulterare, corrompere. 

Nó3ro$, ou, e. spurio, bastardo, illegit- 
timo. 

No/Aa^ixò$, if, òv, pastcffeeeio; dei no- 
madi ; che rive alla guisa dei nomadi. 

N0/(.a^(X(»s , ttpv. pastoralmente, alla 
guisa dei nomadi, ossìm dei p<^i 
pastori. 

No/Jioè$, «^0$, e. pastorale; eh' è pa- 
store; cioè che vive, andando qua e 
là come fanno i pastori, e come &• 
covano i popoli detti nomadL 

No/AsJ^, su;, m. pastore. 

Nojxsuw, pascere, pascolare. 

No/Aif], iQS,/. distrìbnaione ; spartiaioa^ 
pascolo, vitto. 

Noui^oj, penare, stabilir una legge, 
tar legge, conoscere. 

Ntf/Atxòs , yi\ òv , legaU , conforme 
alla legge; l^ttimo; dotto in l^isla* 
aione, giureconsulto. 

Nóyuii/iiov, ou, R. legge, legolamento, 
utitnsione. 

N0/Ac/A0$, T}, ov, legittimo, giusto; le- 
gale, prescritto per legge; in uso, in 
costume. 

No)UiC/A«$, atv. l^lmente, tacendola 



No'/iio$, ou, Af/. pastorale, epii, d*J' 
pollo, che, come Dio della luce, fi 
crescer l'erba ed alimenta i gr^ji* 

Nó/Ai9/ia, aTO$, R. consuetudine, mo* 
neta, denaro; editto. 

No/M^Cffco, a$, /. legislaaione; stabi- 
limento d' una legge , diritto di sta- 
bilir le leggi; sansione. 

No/Ao3rersa>, far legge, prescriverei 
imporre con una legge. 

No/AO drenti;, ou, Nomoleta; legishto- 
re; chiamavansi Nomoteii i meoAri 
di un magistrato degli Atudssi a 
cui apparteneva l'annuilara le leggi 
vecchie e lo stabilirne deUa nuove» 

Nojuióv^a, awerbial, al pascolo, a pa- 
scolare. ' 

Nó/i0$, OM, m. legge; usanaà, coune- 
tndine, costume; yó/A0$ oì^iis, mo- 
duksione del canto. 

VofJLÒij ou, m. pascolo, pastura; sog* 
siomo, dimora. 

Noo;, o\) e )touj attìc. 'ioxti^ voò$, 
m. mente, intelletto, animo, pensiero, 
parere, sentenia. 



(a47) 



NO NT 



H09tp6if a, òv, morboso, malsano. 

Noeré», conir. <S, esser ammalato ; am- 
malarsi ; essere agitato , di mal u- 
more. 

N^ffYi/AO, Ktoij n. morbo, malattia. 

Votmpòij eè, dv, insalubre, mal sano. 

No7oJo;(s70v, o\j, n, spedale. 

Nd70$, ou, y*. malattia, morbo) pesti- 
lenia, mortalità, flagello. 

NoffTcu , f» «290) , ritornare , andare , 

partire. 
NoffTi/uios, ou, e. cbe può tornare, 
ch'è per ritornare. 

NóffTo;, ou, ut. ritorno ; dolceiaa, teo- 
Titlu 

NÓ99U e vder^iv, «fv. separatamente, 
in disparte, hmgi da. 

Noffft^o), yo(r^(^e/ia() separare; te- 
nersi da parte o separato ; appartarsi 
da una eosaj rigettarla. 

SosùSviqj t&ij e. infermiccio. 

Noffwy* overo. oCfv, malato. 

NoTspos, à, ev, umido. 

Noti oc, oc$,/ umidità ; guaisa, rugiada. 

NoTt^«»,^il. i9«, inumidire j porre 
in molle. 

Nòno;, ou, m, umido; australe | ru- 
giadoso i rd voTiùrara , le parti 
più merìdionAli. 

Vortiy i9oi^ f. nmidiUu 

NÓT9S 9 ou , m. Noto , Àustro , sci- 
locco ; vtido umido di metzogiorno, 

Voudsffcflc, a^ /. ammoniaione, ^«nre- 
none, gastigo. 

IToudeTCo», contr, réS, ammonire, cor- 
reggere, gastigare. 

Voìi^ivnviij sw$9 /. ammoniaione, 



Vovfiiiycflc, a$,/. novilunio. 

Vou; , eu . con£r. di vÓ0$ , ou , m. 

aMntA, giudiaìo, cuore, rimembranaa, 

intellelto, volontà. 
Vv , partic. dubii, o di dolorgj il pia 

delie volle espleUj oZ vù, forse 

non? 
Ifùy/Aoc, etroij «. puntura $ pungolo. 
HvV/MCTM^vis, so$, e. pungente, pic- 
- caute. 
VuxTSpe-iM. pemottere, Tegliarei fior 

qualcosa durante la notte. 
HuxTipcvd^ v}\ òv, notturno, che ta 

di notte; che si U di notte. 
IftfXTC/n$ , iioij /• pipistraUo, 



NT NO 



NuxTspo;, ou, e. notturno. 

NuxTwp, act'. di notte. 

Nii/ui^eujuia , ùltoì , n. matrimonio , 
imene. 

Nu/A^euu, /ut 90), dare o promet- 
tere in moglie. 

Nu/Afjyj , Tf)5 5 vu/»ya , a;, /. sposa 
novella* giovane sposa: Ninfiu 

Nii/A^ta, /WV, TOC, sposalisio, noaae. 

Nu/i^io$, ou, m. sposo; sposereccio, 
sposato. 

Nu/Aoùv, Hvoij m. tolamo. Ietto nu- 
siale. 

NCfv ^att. vuvi), adesso, presentemen- 
te; poco fa; or ora; oiizà TOÙ vuv, 
d'ora in poi ; talora è lo stesso che 
irly ovv, or dunque ; trattandosi di 
passagffi e di esortazioni. Sovente 
poi non si traduce, 

Nu|, vuxTÒ$, y*. notte; caligine, tene- 
bre. 

Nu99oe, «2$,/. orbite; mete; principio 
o termine della carriera. 

Nu99<#, -TTO), pungere, stimolare; 
punsecchiare ; ferire, stimolare. 

NuxoC} ovv, di notte. 

Nuyios, a, ov, notturno. 

No>?ò$^ T}, dv, privo di denti, tema 
denti. 

Nol^uvov, ou, e. privo di dolore. 

Noìdrsio, «$, /. pigrisia, tardità. 

No)drv}(, éo$, c.j vo)dr/9ds, eè, dv, tor- 
do, pigro, stupido, poltrone, ebete. 

NoìdrpdTVK , riTOi , /. pigrisia , tar- 
dità. 

Nwi, duale noi due. 

No)'rTS/90$ 9 0^ 9 o^y* nostro , di noi 
due; che af^partiene a noi due. 

No)Às/AS$ , avv» incessantemente , sen- 
ta riposo ; fortemente , violente- 
moite. 

No)>s/ACO>$9 avv, assiduamente « inces- 
santemente. 

No)/uMco) , distribuire , dividere, muo- 
vere , vibrare, agitare, volt^gìare. 

N«yv/AO$, ou, e, ch'à seosa nome, 
ignobile. 

Ne*/90t{>, otto;, e, abbagliante, rilucente, 
ciò che per lo splendore non si può 
mirar fisso, 

Nerrocx/uLOiv, o^Oi^ e. che ha un'incu- 
dine nel tergo ; epiU dei granchi 
nella B^m^m, 



(a48) 



NÙBÀ SE 



Nwri^w, tergiversare, volgere il dosso, 

lasciar dietro di se } mettere in foga. 
Jiùìriafi.ói y ou, m. tergiversatione , 

faga , cacciata. 
NuTOV, 0}J^ n.j voIto$, ou, m. tergo, 

groppa , dorso. 
NuT09opsw, contr, w, portar so le 

spalle. 
MuT09opta« a«,/. il portar su le 

spalle, su la schiena. 
Nurof 0/90$ , e. che porta sul suo 

dosso I bestia da soma , da basto. 
^(àXMiy ioi, e. tardo, pigro. 
Mo)XC^^'^> ^$« f' pigreixa, Urdità, poi- 

troaeria, dappocaggine. 



S, guatiordicesima lettera deli'al/abeto 
greco, si pronuncia come il nostro 
X. Preso numericamente indi^ ses- 
santa} vedi il quadro injine, ' 

Batvca,/. |avcà, pettinare, scarda»* 
sare, carminare, filare, battere. 

EaySri^ca, biondeggiare, gialleggiare. 

Eav&ÓTTjg. >jr05./. biondezza. 

Sav^òs, y], ov, biondo, giallo, falbo, 
rossiccio. 

Estvi^w, Isvi^w, a. I. (ffo, albergare 
P ospite, raccogliere in ospitalità , ri- 
Gettare, fare buona accoglienza. 

E s Tv 10$. a, ov, ospitale. 

Estvo^o^of, ou, e. che alberga, colui 
che da ospizio, ospite. 

BSIV09UVV] , v)$, /. ospitalitìi, diritto 
d'ospitalità. 

E tv «y su, contr, yù, condurre intor- 
no; servir di guida agli ospiti (col 
menarli a vedere le -cose del paese), 
ed anche dare ospitalità 

Ssvia , as , /. pellegrinaggio , ospiu- 
lità, ospizio. 

Esvuò^ , v), òv, forestiero; ospitale; 
lev IX oc oc.fioip'rniJiOira. , f?lli com- 
messi contra gli stranieri; |8Vtxó$ 
^ìog, vita di un uomo che non pren- 
de interesse ai pubblici afEiri; rò 
|fiyi/.òy , uo corpo di truppe fore- 
stiere. 

Esviov, ou, n. dono ospitale. 



SE IH EI ET 



Eéyio$, ou, adj, ospitale; epit, di Gio- 
ve, come prolettore dell'ospitalità, 

Ecvirsùu, andar fuori del paese, visg- 
giare in paese straniero. 

Bsyo^oxeìov, ou, n. albergo. 

Bsyo^oxéw, albergar l'ospite. 

Eeyo^óxof , ou , m. ospite, eh» el- 
berga. 

Béyof, ou, sost, forestiere, ospite, agg* 
straniero; oitpite; straordinario; Il- 
vo i, soldati stranieri; truppe mn- 
cenane. 

EcyoTpo^s'ù) , contr, ó), assoldar delle 
truppe straniere. 

Esvów, albergar l'ospite. 

Ztpòi^ 0U, adj, poet, inv, di ^npòi^ 
secco, arido, asciatto; quindi che 
ha perduto il fiore , sfiorito. 

Zéaiiy ew$, /, raschiatura, cancellati^. 

Ec9T0$, V), òy, raso, liscio, pulito, le- 
vigato; leggiadro. 

Esu, radere; pulire, mosiare, levigare. 

BTjpaivci) , seccare , inacidire , rasciu- 
gare; render secco, disseccare. 

Bvipavtfcf, c«$, /. seccamento, pro- 
sciugamento. 

tììPaLVTiMij W, èy, disseccativo, secca* 
bile. 

tripoiaiou OLiyf. aridità, lecchesza. 

Zvipòi, a, òv, arido, secco. 

B*j^ojr*JS, *JT05,/. aridità, secchezza. 

Evipóic, aw, aridamente, seccamente. 

ZifTnpTfli , eo$, e, armato di spada o di 
puenale. 

Btf loioy , OU , a. piccola spada » pu- 
gnale. 

Bi^0$, eo$, «. spada, brando. 

Zoccvott^ ou, n. effìgie, immagine, sta* 
tua. 

Suyyoyo;, ou, e. fratello, sorella. 

EuyxocTaéyiQffXW , morir insieme con 
alcuno. 

BuXeuo/Aac, tagliar legno. 

EuÀcvos, 9], oy, di legno. BuÀivo^ ^ó- 
Xoi, un inganno di legno, cioè una 
trappola. 

BuAÀéye*, /«e. |a>, raccogliere, aduna- 
re, accumulare. 

BùAoy, ou, n. legno, bastone; batacchio; 
TOC lu'Aoe, legname, legna da ardere. 

Su Aoxo;, ou, e, luogo piantato d'al- 
beri, foresta. 

HuIcùSyìì, eoe, 0. legnoso. 



(»49) 



Su/AjSoélXfl» y gettar confusamente in- 
sieme ; in med, incontrarsi , atTe- 
Dirsi in checchessìa. 
2u/ui7ri:rro) , imhattersi, incontrarsi in. 
Zìjfiippovpoi , ou , e. che invigila alla 
custodia insieme. 

8uv, attìc, in»» di eruv, cong, eon. 

8uy^aiTCJj9, 0po$, n. commensale. 

8uv^éa>, legare insieme; concatenare, 
incatenare. 

Bu'yeiui, incontrarsi, venir alle prese, 
di Jf attaglia che inconUneia, 

Suv:^, avv» in comune. 

SuVYÌi'o;, ou, adj» comune. 

Buvdtairurv]^ ou, m. compagno, so- 
ciò in festiri divertimenti | ^«l/wfi in 
gener. consorte, compartecipe. 

8uyt)i/Ai, intendere* comforendere. 

Suvòf, ou, a</y. lo stesso che xotvó^, 
comune ; quindi generalmente utile. 

Buvouffioc, ag, compagnia* società. 

Suvo^v] , 1Q$ , /• conlinusiione , eoe- 
rensa s congiuntura ; incastratura 3 
luvo^yj ó^ou , imboccatura della 
strada. 

Buvrapoé^tr», conturbare, disordiiiare, 
porre a soqquadro. 

SuyT/9i/Su, a<//c. ffUvrptjSw, spcasare, 
tritolare, fiire in mille peaai, schiac- 
ciare. 

Bupàca; ^u/seu, radere col rasoio. 

Eu'piov, ou, n. rasojo. 

EùpofiKi, radersi. 

8u/9Ò$, ou, m. rasojo s od/, acuto} ta- 
gliente ; erri $upou àx/uL>ii$, sul filo 
del rasojo , cioè in critica circostansa. 

Buff/Aa , aros , n. raschiatura, puli- 
tura. 

8u9TÒv, ou, n. asse o stanga levigata | 
antenna dell'astaj giavellotto, dardo. 

8u9T0*$, V), òy, raso, pulito. 

E'J9T/9oy, ou, A. rastrello. 

Suci», radere, raschiare, pulirei inscri- 
Tere, scolpire. 



OÀ OB or 



O, (o piccolo) quindicesima letter» del' 
l'alfabeto greco^ si pronunsia come 
il nostro 0. Preso numericamente, 
vedi il quadro in fine, 

O, VI, TO, articolo prepositivo il, la, ]o| 
talora può spiegarsi per egli, ella, ec», 
questi, questa, ec} v} xai Wy questa 
e quella, 1* una e l'altra | e così pure 
6 xoLÌ 0, l*unó e Taltro. 

O , inv. di oi , cw, d* Àvroi , Jros, 
exciyo^. 

O, n. di oc. ari. 

O, inv. di 5Tt, 

Oo(p, ZoLpoi,/, moglie, consorte. 

Oo^i'^u; trattenersi colla moglie j con» 
versare; parlar familiarmente. 

Oopiffruf, \ioi^ /, colloquio, conver* 
sazione, trattenimento, special, colla 
moglie j in Om, brigata , stuolo. 

OfiiXiexoi, o\t^ m, guglia, obelisco, 
lama di spada. 

0^s>ò(, où, fit. spiedo, qpuntone, schi- 
dione. 

O^olói, où, m. obolo, moneta minu- 
ta di Grecia j la sesta parte d'una 
dramma , cui corrispondono circa 
tre soldi italiani. 

O^ptuiOipyòiy ou, e. chi opera con 
vioieittaj malfattore. 

O^ptpLOi, ou, e. robusto, poderoso! 
impetuoso; vidento. 

O^pt0ft.oit6iprj , «!«,/. figlia di padre 
potente; epit, di Minerva, 

Oy\ inv. di oyj. 

Oyooyjxoyroe, indeci, ottanta. 

Oy^ov)xoyrsTifi$^ eo$, e, ottuagenario. 

Oy^o>]xoffTÒ(, V), òy, ottantesimo. 

ÓySooq^ VI, oy, ottavo. 

Oys, vìyt, TÓy«, è l'istesso che l'arti' 
colo prepositivo con l'enclitica riem» 
pitivayf^ spesso significa ^^ , ella, 
ciò. 

dyxao/ioei, conir, xu/tac, ragghiare, 
ragliare. 

OyxiQdrjuio$, ou, m. ragghio, raglio. 

dyxiyog, OM^ m. uncino, amo. 

Oyxioy, OV) /i. cassetta. 



(a5o) 



or OA 



OyxóofiKiy gonfiarsi. 

Òyxo$, ou, m. tumore, gonfiessa, fa- 
sto ; fu Om. punta. 

Oyxa)^y)$, so$, e. gonfio, turgido; di 
gran corpo; pesante. 

Oyx6)fft$, iùiijf. rigonfiamento. 

OyiiÒ9f ou, m. wAco fatto colP aratro i 
sentiero» strada ; rad, 0Ì70), aprire. 

Oyxv»I, >J€,/. pero. 

Ooaiov, ou, n. proT^isione per il viag- 
gio; rad, ó$ói, 

Oooc^, «cv. mordendo, coi denti. 

d^t, iQ ^c, ròSty pron. dimostrat, que- 
sto, qudlo, esso; questi, quegli. 

d^su6), viaggiare, mettere in cam- 
mino, marciare I andare. 

d^>iyé&), incamminare, indirinare. 

d^v}yò$, ou, e. guida del viaggio. 

ÓSlrn^i ov), m. viandante, viaggiatore, 
passeggiero. 

Od/»ij, 1Q5,/. odore.^ 

dSoiTtopioìj eoiUr, ù, £ir viaggio. 

Ó^oiTtopioL^ olì,/, cammino I viaggio; 
spedisione, partenn, marcia. 

O^oiTT^piov, ou, A. ricompensa del- 
l' accompagnatura scorta nel viag- 



'Otnópoif ou, m. riandante , viag- 
^ giatore. 

Ó^òi, ou, y. via, strada, cammino, me- 
todo; soccorso; in Om, insidie. 

OSoìJU OVT0$, m. dente. 

O^uvau, addolorare, penare. 

O^uvv), 17;, y** dolore, tristena. 

O^uvif}0Ò$, a, òv, doloroso, spiacevole. 

O^uviif oeTO$, ou, e. che caccia i do* 
lori, da ^^uvv) e f oéu. 

OSvpixò^, ou, m, lamento, afflisione. 

0^Ujp9/Aa(« piangere, lamentarsi, ram- 
maricarsi, rattristarsi. 

0$}jpxixài, vi, dv, lamentevole, com- 
passionevole. 

Ooutfffo/Aac, adirarsi, crucciarsi. 

0^0$, ou, in. nodo deW albero \ pol- 
lone; ramo; ^ujmii discendente, fi- 
glio. 

O^u, esalare oilore o fetore j neutr, 
spargersi odore. 

Ód^ev, ai't». onde, d'onde; laonde. 

Odrcfii, dSreuw, odo/xat, aver riguar- 
do; aver considerasione o rbpetto; 
curare, curarsi. 

Odrt, «tv. dove. 



01 



/ 



0^0 VII, *»«,/ lino, velo, drappo $ vela 
d'un naviglio. 

Ot, int. ahil ahi ohi 1 

Oi , ine. <ii auTU, jvtoa. «ili 8 peri, 
a s^ a lui, dai, siag. da ou. 

Oi'a^, ocxog, m. timone. 

OiocTTS/?, è Pistesso che ota conre^i' 
c/itica ?rep, le quali cose. 

Oiyvu/jic; oiyvJw; oiy«, aprire. 

Oioa, io so: propr, questo il p» 
med, di c(0(U, donde anche il fut, 
med. ciero/Aai, il p. pass, att, ^^((V, 
io sapeva ; Pinf, tiSivoLi e u part. 
tìSùìi, Fi corrisponde pure, quanto 
al sign. , tafif* i^/uiev ed iffdt. 

Ot^acvu; ocoocvw, gonfiare, enfiare, 



ringorgare. 
Oi^flfw; " 



otiioì^f, TQtfw, esser gonfia- 
to; gonfiare. 

0(^if]/Aa, aroj, n. tumore, ringorga* 
mento. 

Ot^tffxw, gonfiare. 

OT^/Aoe, arog, n. gonfio flutto; tumido, 
onde. 

OtSTvi;, eos, int». di óu9tÌTe$, e. dclU 
medesima eù, eguale. 

Ot^ìjpòi, où, a((f. infelice, sventu- 
rato. 

Or^iif, ùoi^f, miseria, calamilL 

Ot^Jcii, soffirir sciagure, querelarsi, ta* 
pinarsL 

Otijtov, ou, n. timone. 

OtVxsg, p/. <li óiifi^'j in Om, , anelli 
per cui facevansi passar le brigliej 
altri interpretano, chiodL 

Otiil, jon, per ota$, manico del ti- 
mone ; in gener, timone , presso i 
poeti, 

Otxoe^e, ocxov^c, aw, a casa , alla 
casa. 

Oixelo^, oc, ov, domestico, familiare, 
parente; proprio, suo, suo proprio, 
adattato ; compatriotto ; roii 01- 
xctoi$, a' suoi, cioè a quelli della 
parte loro, ai loro compbitriotti. 

OixsiOTìQs, rixoiff. familiarità, in* 
trinsicheiaa* 

OtxsiOGi), render umiliare. 

0(xeiw$, a^n^. familiarmente, alla do- 
mestica ; amichevolmente \ ax'*^ 
^tx(ifii$, essere unito in familiariUu 

OixsTy]S| ou, m.j oixsu$, é«$, m. 
domestico, umiliare, serro. 



(a5f ) 



01 



$, fff. domestico} schiavo. 
Ur. ci), abitare, dimorare; 
"are, governare; in med, ave- 
rta proprietà, una certa di- 
; vj oìxou/Asyy], sotUn. yri^ 
cioè la terra dagli uomini 

TOiy n, abitazione, 
ou, e. abitabile, da potersi 

0)^ /*. abitasione. 

/, oxij n. domicilio. 

»ù, m. abitante. 

9po$, m. abitatore, colono. 

,/.famisIia, patria, casa ; 

rà oìxia. «ign. ancora, 

degli uccelli; nido. 

>} , òy , domestico , cast- 

ibricare, rendere abitabile; 

in un'abitaxione. 

, n. piccola casa; abiiur*; 

ì\jj m. casettina. 

OTjy m. colui che fabbrica; 
assegna l'alloggio \ fonda- 
colonia o citUi. 

iva, iQ$,y. padrona di casa» 
matrona. 

rv]$ , ou, m. padrone di 

re di famiglia. 
, contr. M, fabbricare una 

truire, edificare. 
•iii^ f. edificazione, eostru- 

.a, OLtOi^ n, edifixio, fab- 

t^) ewS)/* edificazione* fab- 

ou, m. edificatore, costrnt- 
bricatore. 

vv. da casa, di suo proprio 
o; di propria ragione, del 
da per sé stesso, 
ixoi, avv. per casa, in casa. 
'C. a casa, con moto a luogo, 
f contr. ^ù, auminùtrard 
mio, regolare le sostanze. 
, a$ , jT. amministrazione 
t domestiche; economia. 
, ou , m. amministratore 
t di casa; economo. 
m. casa, magione; tenda, 
i 



01 



padiglione; faccende domestiche; so- 
stanze, famiglia; oì xar* ocxov, do- 
mestici , servitori. 

Otxou/iiévyi. Tfìi^f, universo, terra ahi- 
Ubile. 

Otxou^ò$, oJ, e. che guarda U ctsa, 
che sta sempre in casa, che mai non 
esce di casa; ritirato, solitario. 

OtxT8(^6), aver compassione, aver pittìiff 
commiserare. 

Otxri^ci». muovere a compassione. 

Oixripiioi , ou , m. commiseraaioae » 
misericordia. 

OtXTtj9/Auv, ovo$, m. miserieordioio, 
pietoso. 

OiXTt(rro$, VI, uv, superi. degnissìaM) 
di compastione, deplorabilissimo; mi- 
serabilissimo. 

OlxTOg, Oìiy m. misaricordia, comptf- 
sione, commiserazione. 

0(XT/9o2, aw. compassionevolmente ; io 
modo compassionevole. 

Ocxr/9Ò;, oè, òv, miserabile, eompastio- 
nevole, dolente, d^no di pieu. 

OUcafMi, ou , e. vantaggioso alla 
. casa, che ha cura della casa. 

OiX6)f eXi'v), «1$, /. V utile della filmi- 
glia, interesse familiare. 

Oi/Aoc, oLTOij n. impeto. 

OiftoLij contr, tPoCoiAOLi^ pensar» a s^ 
non s'ingannare; credere. 

Oi/Afléw, awenursi contro ; precipitarsi 
^ contro ; piombar con impeto. 

Òt/AYi, v]$, /. canto , cantilena, aria, 
metro ; via , cammino , andamento. 

Ot/AOt, int, ahimè, ahi. 

Oi/uio;, ou, e. via; sentiero, ealle; ia 
Om, lisu, filo. 

Oi/Awyv), ^5,/« pianto, gemito, pia- 
gnisteo, lagno , lamento. 

Ot/iw^w, piangere, gemere, lamantarsi; 
gettar urli lamentevoli. 

Ot/AWTOS, vj, òv, deplorabile. 

Otva/psos, a, ov, di pampino. 

Ot vapov, ou, n. pampino. 

Oivapcsdvis, eo$, e. pampinoso. 

OivTfi, y?;,/. vigna, tralcio di vite. 

Oivi^w, comprar vino, provvederlo. 

Oìvo^oLpiat, da oivo; e jSa^ùs, esser 
gravato dal vino , pieno di vino , u- 
briaco. 

Oivo^oepvff, éo«, c. aggravato dal vino, 
ubriaco, ebrio. 



( 353 ) 



01 



OcvÓTTC^ov, ou, n. campo fertile di tino. 

OìifOittSoi, OMy ferace di vino. 

OcvoTtXvidrvìs , ioiy e. pieno di yinoi 
fertile di vino. 

OcvoTTOToé^oi), ber vino. 

Ocyofforvi/9, «j/90$, m. bevitor di tìiio, 
briaco. 

Orvo$, ou, m. vino. 

Oivof Ó/90V, ou, fi. fiasco, bottiglit. 

OcvoxosJo); -soi), mescere il vino; ver* 
sar la bevanda. 

Oiitoxóoi, oUf m. coppiere; leUerml, 
yersavino. 

Ocvo^p, oitoi^ e. del color dd vino, 
di oscuro aspetto, defl'alio mare, 

Oìvu^ci^, CVTO^, sopraffiitto dal vino, 
ebro ì parL pa$é* d* otvóùà ^ ine- 
briare. 1 

Otó, awerhiaL come,, ^ler eSg. 

OtoBrev, act». da una «ola parte, sepa- 
ratamente | oTo^ev, 010^ da solo, 
a solo. 

Oc o/xai; oioo, credere, pensare, pre- 
sentire s avvisare , . inaaginarsi , so- 
spettare. 

Oiov, at'f'. con asp. per esempio , qual- 
mente ; come ^ al^orcbè , talcl^. 

OCoitóXoq, ov, tf. -solitario, deserto. 

OTo$, oc, ov, solo, unico, ;wr €i$. 

Oto$, a, ov, quale, capace, valente; 
quando si aggiunge la particella re, 
ha spesso il senso di possibile, per« 
messo. 

Óloiy ou, con asp^ adj. quale. 

OcoxcTuv, ovo$, e. ohe non ha che 
una tunica , una veste sola. 

0(óe*>, desolare, distruggere, render 

deserto % far rimaner solo. 
Oc$, 0(0$, od oT$, oios , /. pecora , 

ariete. 
OVffTCUO), saettare, frecciare, avventar 

dardi. 
0(ffTÒ$, ou; oTffTeu/Aa, to$, m. iaet« 

ta , dardo , freccia. 
0tffr/3sw, stimolare, eccitare. 
0i9xpoiy ou, m. tafano ; assillo , ani' 
maletlo alato poco maggior d* una 
mosca, il quale punge aspramente. 
Otffua, a$, /. salice, vimine. 
Otffuivo^, ou, adj. di salice , di vi- 
mine. 
O7ro$, ou, m. miseria« calamià, (àio, 
morte. 



01 OK OÀ 



OiX^ioij avanaarsi} iaokrani; diaoo- 
starsi; allontanarti. 

Ocyo/iac, fuL ocx^^o/xac, andarsaoe, 
raggiro; in senso Jlg, pórire. 

O(ci»v(9/ftoe, arof, n.j oc6)V(«/m$, ou, 
ift. augurio, auspisio. 

OiuntffTYÌs, ou, m. augure, indovino. 

Oioi^ò^ooèrOi, ou, e. in cibo, in pre- 
da agli uccdli, Ja flpóùi, mangiare, 
e dal seguente oiwvos. 

OiuvoTro'Aot, ou, augure, aruspice; in- 
dovino. 

OiwyoffxÓTTOS , ou , m. augure , che 
jprende i presagi dal volo degli uccelli. 

Oi6»V9$ ) ou , m. uccello di rapina j 
augurio, presagio. 

OxgXXo), approdare. 

OxXaffTÌ , aw. ginocchioni , accocco- 
landosi, stando coccoloni. 

OxvaAcwf, aw. pigramente, accidio- 
samente. 

Oxvstft»; 0XV80), cofifr. ói, /. Wff«, rin- 
crescere; esser pigro; non osare; 
star perplesso , dubbioso ; non aver 
piacere di ec. 

Oxvv)^ò$, à, òv, pigro, timido. 

OxyY)/3ci>g, aw. lentamente, con infin- 
gardaggine ; trascuratamente. 

ÓxvYiffcs, eaif/.j óxvo$, ou, m. pi- 
griaia, codardia , accidia. 

Oxvo^, ou, m. pigrizia, codardia, cir- 
- cospeaione. 

Oxpiiiiq, CVT0$, adj. che ha dell* 
prominente acute; ronchioso, aspro, 
scabro, sconcio; rad. ox^t$, promi- 



/_ 



Ó^pii* to$, f. sommila, eminenaa. 

Ox^uoeif, evTOf , adj. orribile, dete- 
stabile. 

OxTocxyvi/AO$ , ou , e. che ha òtto 
MRgi. 

Oxraxoffcaffrtxo^, yj, òv , ottocente- 
simo. 

Oxraxófftoi, at, a, ottocento. 

OxTOCTTOUc , 0^0$ , e. che ha otto 
piedi. 

OxTU, indecL otto. 

OXSto^ai/Auy , o^o^ , e. che gode 
d'una sorte propitia; felice. 

0>^(0$, ou, e. beato, felice; fortuna- 
to; ricco. 

OX^oSórtii^ ou. m.i oXfiog « ^c^m- 
/AC, datoc di Mliàtk, felicitante. 



(a53) 



OA 



9U. m. feKcitìi, ricchena, tty- 

} bene ; prosperiUi. 

'f , a, ov, pernicioso, mortale; 

cov, afH». mortalmente. 

, ou, m. rovina, danno, mor- 

ste, flagello, cioè uomo danno» 

a sua patria. 

oXèffxw, perdere, far perire; 

ere, far eccidio, sterminare; 

/itac, perire. 

'a, a$, /. sterminatrice, di- 

ice. 

, >I/90S, m. distruttore, itermi- 

sr perire, p. med. eoi raddopp, 

oX()i)Xa, e ^o^g. S ^/iff. ^XoH 

erìsca, pera, fia che pera. 

1$^ avv. di rado. 

oi;, ioi, e. che si accontenta 

:o> frugale, parco. 

xt$, at'v. poche volte, di rado. 

Xto, a;,/, oligarchia; gocer- 

pocAi. 

e).é&), essere spossato; poter 

ire appena. 

:e>tT], v}$, /. spossateisa; 6ac- 

i; mancanza di forca. 

^0$ ) >I 9 ov , superi, pocbis- 

pavsoi), esser languido, essere 

to , poter poco , aver poca 

; rad. Spa.i'ica^ fare. 

uAo$, OM^ e. di poca legna, pie- 

3Schetto. 

) ^9 oy, poco , scarso, breve ; 

;u o et V, poco manca ; presso a 

, quasi; xocr* oAiyov, a poco 

o, insensibilmente. 

YI$. TfìTOiyf. pochetaa, raritli. 

póvioi, ou, e. di breve da- 

che dura poco. 

iu;(Os, ou, e. pusillanime, vile, 

>co. 

koe|, oexo^, e. campicello, pò- 

» , che ha poche ajuole da se- 

'V. 

)su, eontr, u, tenere a vile, 

lare, trascurare. 

ìicty oLi^f. disprezao, vilipen- 

10)$ , aw. traicnratamente , con 

esso. 

), O'^oi^ e. piccolo, minore. 



OA 



OXcffSratvu; oXiv^tM. cadere, sdmc- 
ciolare , cascare \ oarsi , abbando^ 
narsi a ec. 

OAiff^/Ao, aro^, R. admcciolamento, 
scivolamento , cascata. 

OXiffdTYjpòs, à, òv. proclive a cadere, 
lubrico, sdrucciolevole. 

0\i9Ò^p^iy avv. sdrucciolevolmente. 

6^(9^0$) ou, m. cascata, sdracctola* 
mento. 

0>xàs, dSoijf. nave da carico. 

(5Xxy] , ^$ , /. tratto <fe//a bilancia , 
peso. 

d^xò$, ^u, m. tratto, folco ^ il tirare, 
tiro, tirata. 

(j»u/Ac; o»u6(>, ykt o*>iffft), ifa dXéftì, 
ifttfi.i p. aXtKOL, atiie, dAwXcxoe, a. 
I. w>c9oe^'p; -ih. uXo. oltic. S>wAoe, 
a. 2. m. uJló/ifi^, ,<&! oXXei, perdere, 
neutr. j é pèrdere e£e., cioè rovinare; 
far perire, cagionare la perdita, di- 
sperdere, togliere, far perdere. 

ÓXjilo$, ou, VI. jnortaio. 

OXoòptyiTiiiy oi7, m. sterminatore, sov- 
vertitore. * 

OAodrpeùc^ perdere, sovvertire, appor* 
tare roviria. 

OAoto'^, ou, adj. pernicioso. 

OXoiórpoxoiy ou, e. pernicioso in suo 
corso ; che tutto stermina nel suo 
passaggio. 

OXóxauffTOV, ou, n.j óXoxaUrw/Aa, 
uroi , n.j o'Xoxat/roMts , eo){ , /. 
vittima cAe tutta si abbrucia, olo- 
causto. 

OXoxXiìpoiiy a¥V. del tatto, intiera- 
mente. 

OUlvyin, rii, f.j oXoAuy/xds, ou, m. 
ululo, talofemineoj lamentevol gri- 
do; voce di duolo; clamore. 

OXoAu^oi), ululare, urlare, gridare per 
gioia o per dolore. 

OXov, ou, R. totalità. 

OXoói^ ou, adj. perniàoso; mortale; 
pestifero. • 

OXoófpotfy ovoi^ e. di cattiva mente ; 
pernicioso, pestifero. 

OAÓTCToi, svellere, sradicare. 

ÓXos, Tj, ov, tutto, intiero. 

OXoaiSripoij ou, e. tutto di ferro. 

OXo<iY8/3>35 , e, rarf. 2»Xo« ed l;f«, 
a;(so). intatto, intiero, illeso, co/i 
tutte le sue parli. 



\ 



(a5<) 



OA OM 



Ó^OTtXviij ioi, e, intero. 

OXofrjyotàtt, ó^Oi^f, vescicbetta. 

OXojju^yd;, ou, adj. lattooso, lugubre. 

OXo^ù|90/iai , lamenUrsi ; piangere; 
deplorare; in Om, sentir compas- 
sione. 

0)i09ùH(x., o)v, n. astone , malisie, ar- 
tifis|. 

O\oftatoi, ou, e, rad. òXoòi^ ZXo^ 
(poi^ esiliale, mortifero^ mortale. 

OXoflirepof, campar, di ò^oòi. 

5Xupot, «S,/. segale, spelda. 

OAufu/30/Aat, lamentarsi, deplorare. 

OXuxpu90$, ou, e. tutto d'oro. 

(>).&>;, aff. finalmente ; per dir tutto in 
una parola ; in somma ; afl&tto. 

OjULaJsw tumultuare, fare strepito. 

Ó/Aoc^o$, ou, m. moltitudine, tumulto» 
frastuono, riunione. 

OfxctXiìi^ SOS, e, piano, eguale, equa- 
bile. 

(5/AaXi^«i», appianare, uguagliare. 

(5/&aXd$, v)\ ov, piano, ^uale, equa- 
bile, liscio, levigato. 

(5/taXÓTV]$, viTOs, /. equabilità, leviga* 
tena. 

5/AaXoi>$, acp. uniformemente, per ugual 
modo. 

0/x.a/9Tsa) , andare insieme ; accoropa* 
gnare ^ riscontrarsi s appressarsi in- 
sieme. 

0/tocpTQ, act'. nel tempo stesso. 

Ofi^pia, piovere. 

0/Aj8pTfjvòs, iQ, o'vj ùji^pripòi, ce, óv, 
piovoso. 

O/A^pìoc, as, /. nembo. 

O/AjSpi/jLÓ^u/tofi, ou, e. magnanimo^ 
prode. 

Òn^pilioi^ ou, e. impetuoso^ veemente, 
forte. 
' Óf-^p^oiy ou, e. piovoso. 

éi^-^poiyOìjj'm. pioggia. 

Ofi^poroxoi, ou, e. generante pioggia. 

O/AY)yup(^0/x.at, radunare insieme. 

0/Aviyu/9is, ews, /. adunansa , assem- 
blea. 

(5/AYiXtxioe, a;, /. uguagliansa di età, 
compagnia di coetanei! 

d/A^Ai^, 1X0$, e. coeUneo. 

Óf-^po^ì ou, m. ostaggio, statico. 

Ò/Ai/sw, conversare, frequentare; ab- 
boccarsi ; aver commercio o reiasione 
con alcuno; esser della parte di al- 



OH 



cono ; qtdattt venire alle mani , es- 
sere alle presa di nemici. 

(j/iiXy)^òv, aw, a schiera; a torme) 
confusamente, alla rinfusa, in fella. 

O/iiAyiTq;, ou, m. compagno, amico» 
scolare, discepolo, uditore. - 

(j/itXto, a;, f. frequenta ; commercio; 
dimesticherà, alleanaa. 

5/AcXos, ou, m. tnrba, moltitudine; 
folb, riunione, gran quantità d'ito* 
mini j mischia di combattenti, 

(j/At'x^^, "^ì^f' nebbia, caligine. 

6/*(X^^^^^ *^<i ^* nebbioso, caligi- 
noso. 

Ó/A/Aa , «T05 , «. oggetto della TÌsta, 
spetucolo, spettro, nntasma; -aspetto, 
(accia, occhio. 

d/AVu/mi; o/xvuù»,/. oaó(To>,p. w/toxoe, 
aie. o'/tiioijuioxa, d!(i o/aó», giurare, frr 
giuramento. 

Olioyóaxpio^j ou, che viene dall*istes- 
so seno; fratello uterino. 

O/tft0yevv)$,c., nuf. y tyvo/xac, congiun- 
to, consanguineo, parente. 

d/Aoyvu/ttov, ovo;, e. eh' è del mede- 
Simo sentimento. 

(3/Aoy Vw/Aovsw , esser del medesimo 
parere, sentir ugualmente. 

d/Aodcv, aw. dal medesimo luogo, da 
vicino; insieme. 

d/Aodu/xa^òv, aw. unanimemente, con- 
cordemente. 

(J/iAÓ&u/uios, ou, e. unanime, concorde. 

(j/totà^0i),es8er simile, somigliare. 

ÒM-oióofioLi, assomigliare. 

O/A0i07ra&T»Ì5 , «05 , e. soggetto agli 
stessi affetti, alle stesse passioni. 

(5/AOto;, a, ov, simile, somigliante, 
eguale. 

Óf*-oiózriij riroi,/. simiglianxa, simi^ 
litudine, eguagliania. 

éiAOtóciìf contr. c3, render simile ; as- 
somigliare; paragonare; confrontare; 
eguagliare; in med. assomigliarsi. 

Ó/AOtw/Aoc, aro?, n. somigliansa me- 
desimezza. 

C)/tot&)$, atfv. similmente, somigliante- 
mente, ugualmente, medesimamente. 

(5/AO(0i)9(;, iùìijf, somigliansa, mede- 
simezza. 

0»/AoXoyso), contr. ói, esser del mede- 
simo parere; consentire; professare; 
far voto; capitolare; promettere. 



(a55) 



OM 



(^oxXeiàà^ 'ita, sgridar mÌDacciaado{ 
esortare in tuooo minaccioso j bra- 
rare. 
0/ftOx^v}, ^inf- esorUaione mÌBaccio- 
sa, rabbuffi); minaccia, rimpruccio, 
rampogna. 
OfionAT/irrip, ''ipoif m. rampogoatore ; 
colai eh' esorta gridando o minac- 
ciando. 
(^oXoyio, as,y. consentimenlo, patto, 
I capitolazione, condizione. 
Ó;aoao'/w;, avv, per consenso e con- 

feutone di tatti. 
Ójuidyoia, a;, /. concordia, buona in- 
■ telligenxa. 

(i,«90-j9ce{, eu, e. eh* è della medesi- 
ma eisenaa, consustanziale. 
0/tó/>yvu^i,/«£. òfiòp^oì^p. oiiopy^€Ly 
da òixopyu^ iniis. astergere, net- 
tare; asciugare. 
Ó^opi'ji, contr. w, esser confinante ; 
^ confinare. 

0,00^9;, O'J, m. vicino, contiguo, con- 
finante. 
0,<^^»> W) Òv, simile ) uguale, medesi- 
mo , commnne. 
OjK99s, ìivv. nel medesimo luogo. 
0;iO9TiX6CW ; -c'o), andare insieme; 
andare in compagnia ; accompa- 
gnare. 
0,aori/uLd;, ou , e. pari in onore; e- 

goale in dignità. 
Óltorpciictl^Cij o\jy e. commentale. 
OiiórpofOiy o\J ^ e. nutrito o educato 
I insieme. 
d/fc9v, avv, insieme ; ad un tempo ; 

egualmente; con. 
Ò^»f^0vsw , acconsentire, esser con- 
corde; convenire nei senlimenii. 
Ofióopot'» , OVOi , e. concurde , eh* e 
della stessa mente od opinione; ch'è 
di animo concorde. 
Ò^utÓM, ridurre in uno, unire, congiun- 
gere. 
0/i7rvc9$, a, ov, dolce, nulrilivo, co- 
pioso, opimo, epit, di Cerere. 
0/&^aXósc$, «X90C, sv, umbilicato, che 
ha la forma d' un bellico , rilevato , 
colmo a foggia d' umbilico, epit. de» 
gii scudi ch'erano fatti a vòlta con 
esservi nel mezzo un rilievo infor- 
ma di punta. 
O^ifaXòif O'Jj m. umbilico. 



OM ON 



Cj/xf a^, ^axo5, / uva acerba j agresto. 

0/A^>f, iii^ /. divina voce; vaticinio; 
oracolo. 

Óauvu/Ata, a$ , /; comraunità di no- 
me, equivoco. 

(j^uwvujuio;, ov), e. che ha molti sensi 
differenti; equivoco; omonimo, che- 
porta lo stesso nome. 

(3/Auvu/xois , avv. del medesimo nome; 
equivocamente. 

(juw; , avv. similmente , egualmente , 
nella medesima natura ; òCguito dal. 
dat. egualmente che. 

O/AU^, cong. tuttavia, niente di meno; 
frattanto. 

O'v, ÓVT05, n. ente 5 che è. 

Óva/3, n. indecl. sogno, visione; xar^ 
O'tOLp^ in sogno. 

Ovdépiov, ou, n. asinelio. 

Oveia/s, aTo;, n. vantaggio, emolu* 
mento; tutto ciò che giova ; toc 
ovsiara , le vivande , in Om, le 
ricrhesse. 

Ovsì^eid;, ou, adj. oltraggioso; diso- 
norante; insultante. 

Ovsi^i^oi, oltraggiare, ingiuriare; rim- 
proverare, accusare. 

OviiSistiy Siàijf.j oviiSifjp.òi, ou, 
m. rinfacciamento, villania. 

Ovsi^i77>i$, ou, m. rimproveratore» 
censore. 

Ovst^i7Ti/.&>; , avv. biasiraevolmente , 
oltraggiosamente. 

Ov 81^05, 855, n. obbrobrio, oltraggio, 
ingiuria di parole, offesa. Si prende 
ancora in buona parte , e significa 
gloria, onore. 

Ovsi/saTa, wv, n. pi. sogni. 

dv SI/? otto). su, contr. w, interpretare i 
sogni; predire il futuro per mezzo 
d^II' interpretazione dei sogni ^ farne- 
ticare; ingannare; oviiponóXói^ 0U, 
e. inlerprete di sogni, indovino. 

Ó'^ttpoi, ou, m. sogno. 

Ov3t0OJ97Gi), sognare. 

X)v>3/aTyj5, ou, ra</. oyoj ed sXoco), 

m. guidator di asini, asinajo. 
Ówi/Ai, /. Wffw, giovare, ajuUre, risto- 
rare; biasimare; far dei rimproveri 
offensivi; vilipendere; in med. trar 
profitto, aver utile, giovarsi, provarne 
piacere. 
Oyyi'fft/to^ ou, e. utile, fruttuoso. 



^n 



ON OB 



( 256) 



Òv>]9t$, €6)9} /• nttlilk, vantaggio, fratto. 

OvviTÒs, YÌ, ^y, otile^ vilupereToIe, bu- 
si mevole. 

Ó'^^Oif ou, m. sterco di giumenti, 

Ovtxòs, vi, òv, asinino , di asino. 

Ovi9X0$, ou, m. asinelio. 

Óvo/Aa, aro;, n. nome, fama, cele- 
brila. 

Ovo/Aoc^e*), nominare; chiamare a no- 
me; decantare; pronunciare; vantare. 

Olvo/iiat, riprendere, vituperare. 

Ovo/Aaivw, a, A. wvó/i.v]va, nominare, 
riconoscere o chiamare nominata* 
mente, a nome. 

Ovo/Aax).vf^v]y, avi^. nominatamente, a 
nome. 

Ovo/AoéxXuTOs , 0-0 , e. rinomalo , in- 
clito. 

Ovo/xavéa, a;, J". nominatione; no- 
me, denominazione. 

Ovo/xa^Ti, avv, nominatamente, a no- 
me. 

Ovo/Aocffrò;, >i', dv, celebre, rino- 
mato, degno d'esser nominato; da 
nominarsi. 

Òvo$, o\Jf e, asino, asina. 

OvoffTÒ^, vi, òv, biasimevole, disprege- 
vole. 

Ovóu, /. 9u, vituperare, riprendere; 
rimproverare, insultare. 

dvTCJ^, avv, veramente, certamente, in 
realtà. 

Óvu|, u^og, m. unghia, artiglio. 

O^iatiy avif. acutamente. 

Ótoiì 805» «• aceto. 

O^u, at't'. acutamente, prontamente. 

otu^£*>35, 805, e- acuto, dall' acuU 
punta. 

0|u^e/3xsta, a;, /. perspicacia, accor- 
tezsa. 

0|u^s/?x>Ì5, «05, e- perspicace, di 
vista acuto. 

O^u^e/3xoi>5, avv. perspicacemente. 

o|u^o/?X(oe, a5, /. vista acuta, pene- 
trante. 

O^uvoi), aguzzare, affilare, appuntare. 

O?U08i52 «VT05, «'//. acuto. 

otu5, eia, U, acuto, penetrante; pron- 
to, acido, agro ; chiaro-sonante, agile. 

O^u'^x^ivo;, ou , e. giunco acuto , 
giunco marino. 

0|vTT(j5, >Jfo;,/. acutezza, agoziatura, 
acetosità, agrezza. 



01 on 



O{uX0^05i OV) e. che Cacilmenle wè 

in collera, facile ad irritaiù, proolo 

all' ira. 
Oira^cw, jom. ZirnSiay seguire, aadar 

dietro , accompagnare , esser cdn* 

pegno. 
Oitecl^ùi, fui. poeL aVffO), segaire, pc^ 

seguitare; incalsare; far tccompagnh 

re; assegnar per compagno; ìtìÌ- 

^o/A«i, rarsi accompagnare , (Nrendar 

per compagno; in óm, accordare, 

concedere. 
OTrawv, 0V05, e, compagno; seguace^ 

scudiero, ministro. 
OtdÌ, 1Q5, /• l>nca, fessura. 
Oth}, avV' dove, per dove, come. 
OicnSòi^ où, e. seguace, compagno. 
Offc^oaat, rispettare, riverire, averii- 

guardo. 
OTriTrreuu, guardare intomo, spiare. 
Ottis, tJo5, / vendetta divina, i« 

punizione delle male opere j con; 

considerasione, riguardo. 
CfTTtO^S; OTTlff&SV; OTTlffW, w. * 

dietro , dopo , poscia ; a ritroso , 

indietro. 
07riffTaT05, O'J , saperi, di ÓTtiett, 

V ultimo di tutti ; colui che rieie 

dietro a tutti. 
(JrrXeoi, armare, fornire. 
OjrXìf}, 1^5, /*. unghia de* quadrupedi. 
ÓttXi^w; -o/xai, armare, eqoipaggiart; I 

preparare; apparecchiare; in med, «r* 

marsi, apparecchiarsi. 
OTtXiffTTjs, ouy m, armato. 
(JTtAtTTjs, ou, w. chi porta l'ami; 

soldato. 
O7r5lo/x«t, armarsi, essere armato, » 

ser pronto ; aU. armare ; preparare. 
ÓttXov , oy , rt. dardo , scudo ; fL 

le armi , gli strumenti ; in geagr. 

ogni sorta di masserizie , di ntea- 

sili , per et., gli arnesi d'una nave, 

le gomene ; in Om. fune. 
OTrAoTtocéoi), contr. ói, Cure delle armi, 

fabbricarle. 
Ottìottoucc, a5; rad, óir>ov e «otiti, 

fabbrica d'armi. 
Onlòxtpoi , ou , comj^. più giovane} 1 

minore di età ; ch'è in età giovanile 1 

atta alle armi. 
ÓTtlofópoij ou, m. armigero; che porta 

armi. 



(a57) 



on<MP 



apv, d'onde; dffódev 9iÌ7CO' 
■ qnaloii^a siasi laof;os otto- 
ve. 

p. dove; oicoittoxi, in qoa* 
laogo che; per tutto dove. 
99y, come, nella stessa manie- 
oc, OV, quale, qualunque; di 
rta, di che genere. 
OU, adj. quale. 

ITTore^ ÓTtoio^Snif qualunque 
esser si possa. 

), m. sugo che cola dall'inci- 
li un albero; latlificio ; presa- 
glio. 
n, ov, quanto ; quanto grande, 

coHg. quando, poiché, tosto 

^ong, allorché, se mai, qua- 

ina volta ; un giorno. 

;, a, ov, chi de* due, Tuno 

, chiunque dei due. 

V, dove, in qualunque parte. 

)$, du, adj. arrostito. 

e. a$,y. visione, visione in 

Unlasia. 

arrostire, abbrustolire. 
iQpo;, m. speculatore, esplora- 

i; OTTTfii), vedere; inus. ne! 

il suo fui, med fl. pers. 
'.(, 9. otj'si, altic, per o^rt , 
comunemente al verb, ópdo»^ 
anche il suo pari. a. 1. pass. 
$, veduto. 

Q, òv, arrostito, arrostita, 
et, esser maritata; esser con- 
n isposa. 
condurre in moglie. 

^i,/' vista. 

v]p, ripot^ m. speculatore, che 

, che esplora. 

a$, /. autunno, fruito dell'an- 
I matura. 

;, où, ad/, autunnale- 
>ng. aÉBnchè, come ; il ciel vo- 
be; cosicché. 
XTO;, n. visione, veduU ; spet- 

, ou, m. fronde, ramuscello. 
«01$, y. visione. 

, TJj 9V, visihile. 



OP 



dpoéw, contr. w: ópdofictt, vedere. . 

OpyoLiuxòij W, ov, strumentale; orga- 
nico. 

Opyavixwg, aw. strumentalmento, or* 
ganicamente. 

dpvocvov, ou, A. strumento; organo. 

Opvi'i ^5j /• >" » c»H«r» » «degno ; in 
gener. genio, umore, indole naturale. 

Opytcij «4, /. orgia ; sorta di misu- 
ra indicante lo spazio che passa fra 
i* uno e l* altro piede , aprendo le 
gambe quanto uno puòj o quello che 
segnano ambedue le braccia distese. 
Si trova valutata ora per sei piedi, 
ora per dieci. 

Opyi%òiy accender la eolleni di qual- 
cuno; irritarlo; opyc^o/mat, entrare 
in collera, irritarsi. 

OpytXo$, V), ov, chi é d'un umor 
collerico, che monta in collera. 

O^yiXÓTY};, «ito;, /. iracondia, collera. 

OpyiXùiiy avy. adiratamente, sdegnosa* 
mente. 

0^vcov8$, o»v, m. pi. sacerdoti; rad, 
0^7 ta, wv, n. feste di Bacco. 

Opyto^sì^^ tlav^^ sv, irato, sdegnato. 

0/3yuffTtxo$, kì, ov, irascibile. 

OpzyofxoLi , agognare ad una cosa ; 
averne ardento brama ; porger le 
braccia a, ec. ; stender le mani verso. 

OpsyoJ, o/séy vu/tfci, /«l. ^ta^ stendere, 
allungare o piede o manoj porgere, 
offrire. 

Optifófioi, ou, m. montanaro, abiUtor 
di monti. . 

OpC(V9$, Tj, o'v, montuoso; Ofsivv), 
soffia. yiQ, X^P^i '" P*'*® "■®°' 
tuosa d'un paese, la montagna. 

Opst'xaXxo^, ou, m. oricalco, ottone. 

Opsxrixò;, >l, òv, appetitoso, gustoso. 

OpsxTÓ$, >ì, òv, steso in lungo, proteso, 
allungato; appetibile. 

Optati, ew;,/. appetito, cupidigia. 

Opiiirpo^Oiy ou, e. nutrito sulle mon- 
tagne; che si nutre nei monti, del 
liane. 

Opiwàoi , o\} , e. che dorme sulle 
montagne; montanaro; rad. xet'cii. 

OpéirtpOi, ou, adj. abiunte delle mon- 
tagne, montanaro. 

Opfsrioii, dSoi, f. abitatrice delle 
montagne ; Or cade , ninfa che pre- 
siede ai, monti. 



(a58) 



OP 



Optx^Ì9y.v.i, esset'e steso, gemerei far 
risuonare | mugghiare. 

Óp^iOi^ oc, ov, rilto, erlo« ripido. 

Opò6,^0'j'koij O'Jf m. che dà retti con* 
sigli, ottimo consigliere. 

Op^oypoL'jix, a.i , /. scrittura cor- 
retta, elegante; ortografia. 

Op^ÒApoLipOi, O'J, atij. che porla la 
testa, ovu. le corna diritte; con punte 
che finiscono in dirittura , dfiU 
navi che, alle due etlremilà, erano 
piegate in guisa , che somigiiavano 
alla Luna nel l* ultimo quarto, 

Op'^òi^ vj, óv, diritto, retto. 

OpìfÒTf^i^ "TiTOi,/. rettitudine. 

Op^ró'jij far dritto, drizzare, rialzare; 
in nipd. rizzarsi , sorger su. 

Op^pivòij vj, òv 5 op^pioi^ a, ov, 
mattutino. 

Óp^poi^ O'Jj m. alba, il {irimo spuntar 
del giorno. 

O^^eà;, aw. rettamente, giustamente. 

Óp^cà-sii^ sv);, /. dirtzzamenlo. 

ÓpiCoì, limitare, definire, determinare; 
giudirare, deridere; ipi^oixxi^ defi- 
nire, stabilire, pensare. 

Opì-JCtì j eccitare , commuovere , tur- 
bare, sollevare; ootv3/*ai , sentirsi 
^commosso; esser turbalo, turbarsi. 

^piovj O'jy n. limite, termine, confine. 

Qstgv, OJj n. monlicvilu. 

Q31T/XSVC0;, avv. determinatamente, de- 
fioiiivumeniR, circoscrittamente. 

0pi7/jió;, oJf m. definizione, determi- 
nazione, limitazione. 

(^l'STiy.ài, y], ó)ty defioitÌTO, determi- 
nativo. 

bdxi^w, stringer con giuramento. 

O^xiov, ou, n. alleanza, pace. 

Opy.Oi^ oy, m. giuramento. 

Opfiv.'^ò^^ ovj m. ordine, serie; in Om, 
caverna. 

Ó^^aatvoi, avventarsi con impeto, pen- 
sare, ravvolger nell'animo ; fluttuare. 

(jpy.ck'jìf conlr. w, incitare, concitare, 
mettere in movimento, spingere. Que- 
sto verbo spesso ha sottin. il pron. 
éa-JTÒv , e allora sign. affrontarsi , 
gettarsi con impeto, scagliarsi ; rivol- 
gersi con ardore verso una cosa; 
ópp.ràij.oct , partire; mettersi in moto« 
avanzarsi. 

Optxzioi^ oc;, /. cordicella setolosa, a/* 
la quale si appicca l'amo. 



OP 



opliti >r$) /• impeto, aggressione, bn« 
ma, tentativo; prima spinta, princi- 
pio di movimento. 

Qpp.r\iifx.^ «T0$, n, impeto, conato, 
sforzo, tentativo. 

Òpfivt^ii, ew;, /*. eccitameoto, instìgi- 
■ione, instinto. 

(),9/AyiT(xd$ , Y], o'y , imp«tooso • fa- 
rioso. 

Oi?/iL>] rtxu;, av». impetuosameote, fa- 
riosamente. 

O/9/xtoè, «5, /. lenza. 

(ippil^u f fut. Ì90i, trarre la nave in 
porto; fermare un vascello colP an- 
cora. 

Ópff-Oif O'Jj m. collana, monile, onta- 
mento per il collo f spiaggia, proda; 
fondo da gettarvi l'ancora. 

Op'JiO'JXÓTCOi, ou, w. augure, aru«pi««j 
che osser/a il volo degli uccelli. 

Opvtdrviij 9U, m. uccellatore, vendi* 
tore di uccelli. 

O^yiSrxpiov, ou, n. gallina. 

Osytdtov , ou, n. augellino , uecellettA. 

0,^vt^9^v]9a, a;,/, uccellagione. 

Op'^i^torpOftTov, O'J, n, pollaio, stia. 

Q9V10V, oj, n. uccello, volatile. 

OjSvis, 1&05, co//'t lungo, e. uccello, 
gallina; augurio. 

Qsvu/Ai, opvùoìy eccitare, spingere; 
mettere in movimento ; far alzare , 
sollevare; in med. sollevarsi, rivi^* 
gersi ; sorgere, alzarsi; mettersi in 
movimento , far impeto. 

OpóSofivoi^ ou, m. germoglio, ramo- 
scello. 

OjSod^uvw, concitare, eccitare, turbare. 

Ópoi^ tOi, n. monte; mimlagna. 

Opoi, O'J, m. limite, meta, coofioc; 
siero di latte. 

OpO'Joì^ ou70i>, avventarsi, slanciarsi eoa 
impeto; precipitarsi sopra; correr 
frettoloso ; scappar via con impeto. 

OjJOfW, ÌQ5,/. soffitta. 

OpofOiy ou, m. tetto, soffitta ; palco. 

OpTm^j 11x05, m. pollone; germoglio, 
ramo. 

ÓppfàSifa, contr, ei, aitar paura, te- 
mere. 

O^tfo&upvj, >j;, /. porta alta. 

Opòo\oTtt^ta\ opToloTciv ^ turbare 
con la guerra , tormentare ; m^ 



OP oz 






/OS, m. qaaglia. 
aro;, m. foisa; fossa dove 
tvano i coìptvoU in Menti 

1$^/. riso, specie di biada, 

V], òv, scavato. 
'Òij où, m., per melatesi in» 
i òp\jyfi.ccSóij da opìiasta , 

, fragore, tumulto. 
Oit m. vanga. 

9pÙTT«,/««. 5w, scavare, «ap- 
ffuodare. 

oc, ov, oscuro. 
M, render orfano. 
>$, ou, «<//. pupillare; appar- 
ai pupilli. 

Y], òv, pupillo, privo di gè- 
orfano. 

;, ou, tenebroso, nero, atro, 
f, /. tenebre, oscarità. 
, ou, m. filare </i piante j in 
to. 

pìHOpLOCif contr, ou/Aat, dan- 
.Itare, tripudbre. 
ìj, ow, m ^' o/?X^»*«> «w«,/ 
ania, tripudio. 

ttorcj dantatore, ballerino. 
eò;, Y), òv, appartenente alla 

l'aria da ballo « propria del 

$, uo;,/. salto, arte di sai* 
irte del ballo j abilità nella 

u, m. siepe, chiudenda, spai- 
fttiiuli filare , viti piantate in 

ÒpQ ed Zpfsta^ eccitare; con- 
sollevare, suscitare; in med. 
sorgere, mettersi in nrtovi- 
sentirsi eccitato; correr pre- 
, affiretUrsi. 
', il quale, la quale, quello, 

>, suo, sua, suo. 

at^. quante volle, ogni volta 

i, 009. quotidianamente , gior- 
», 

;^f, giostixia, grasia divina; 
ita. 
oy, santo» puro« giusto, oue» 



02 



sto; innocente; conforme alla reli- 
gione, religioso; 09tov, ow, Ò9ia 
87Tt, h permesso , b lecito. 

()9iÒTvi$, viroi,/. santità, religiositJi , 
sentimenti religiosi. 

Ò^iòcd, render santo, espiare, consa- 
crare. 

Óoitài^ aw, santamente, K^tutamente. 

09/A>ì, ''^^if' o^orc* odoralo, fiuto. 

Off/tò;, ou, m. odore buono o cattivo, 

Q7oy, avv, quanto, tanto quanto. 

0^0$, ri, ov, quanto; quanto grande ; 
qualunque , chi. Con un adj. serve 
a rinforzare l'idea j «u^vov ocov, 
per assai lungo tratto , per lunghis- 
simo spaiio. 

O^ntp y tiwnp. OTttp y pron, rei, il 
quale, la quale ; è composto da Oi^ 
rf, ov, il quale, e da Tttp enclitica, 

OffTrc^ouv, cioè quello che. 

O9;r/9ioy, ou, n. legume, civaja. 

079a , vi$ , /. voce, rumore; fama; 
oracolo. 

Ooffc, dual. di 0990ifinus, negli altri 
casij occhi. 

O990/i.ai, guatare, vedere. 

Oiriovj ou, n, osso; quindi cranio , 
teschio. 

Ó»TtAr/?, »yyo«,/. scintilla. 

d^Ttvot, v), ov, osseo, d'osso. 

0»Ti«, >3Tt«, Zt» , gei», ourtvo; , 
TjTivo; , ourivo$, ec. /»ro/i. camp, 
chi, chiunque, quegli che; il quale, 
la quale; chiunque siasi; qualunque 
cosa. 

07To^uv)$, 89$, e, ossuto di sua na- 
tura. 

O^Tpocxt^oi, condannare co' voti di 
coccio, bandire , esiliare col giudiaio 
dell* ostracismo. 

07T/3oéxtvo$ , v) , ov I eh' è di terra 
cotta. 

07T/9ocxc9/ut.d$, ou, iff. ostracismo , giu- 
dizio col tfuale gli Atenieti bandi' 
vano per dieci anni i cittadini, cui 
il potere o il merito troppo rag" 
guardevola rendevano sospetti alla 
gelosia repubblicana j rad, OffT^oc- 
xov, coccio , conchiglia , perche si 
dava il suffragio scrivendo il nome 
deW accusato sopra un coccio. 

Oirpouóitpfioij ouj e. che ha la pelle 
petrìficata , parlandosi di animali , 



( 36o ) 



02 OT 



la cui pelle e una scaglia dura j 

^ rad. oarpuxov e SépfioL, 

Ó'T/^ocxov, ou, n. coccio , guscio di 
testuggine , et ova e simili» 

Of^paivo/Aai, odorare, fiatare. 

O7fpào/tai, odorare. 

099u$ , uo; , /. lombo , le reni , i 
n;<Dchi , le coste. 

Ó^X^ì ^iìf'J òixoiy ou, m. ramo, 
novello tralcio. 

Órocv; ors, cong. quando, allorquando; 
allorché , qualche volta j orc/xv], *e 
non. 

Óre, cong. che, perchè; ore oéAXoe , 
ma ora; OTi /tAvi) a meno che; se 
ciò non è ; seguito da un superi, 
ne aumenta la forta , ctune Sri 
Tocxtffra (in lai. quam celerrime), 
colla più gran prestesia. «^la Jn/iaiijBÌ 
alle parole di uno ^he venga intra- 
dotto a parlare, 

OrtO'Jv, qualunque cosa; órtoJv al- 
lo , in qualunque altra maniera ; 
//.Yio oriouv, in nessun modo; nep- 
pure un briciolo, un tantino. 

Ot/sj&i, /ut. euTW, esier misero; «of- 
frir traversie , disgrazie. 

O'ioi, O'Jj m. disgrazia, sciagura. 

Ótoj, inv, d* O'jy del quale, di cni ; 
s| orou, da che. 

OrpaXèoi , a^ ov, diligente, sollecito, 
pronto. 

OrpaXsw;. avu. celeremente, spedita- 
mente; accuratamente. 

OrpYipói , où, adj. pronto ; diligente, 
attento. 

Oroiya , wv, e. inv. di òfiórpix^h 
del medesimo pelo. 

Orpuvsw, òrprivu, incitare, sollecitare, 
spronare , animare; in med. muo* 
versi , indursi , animarsi. 

OTpuvTUg, ^Oi^f. incitazione, eccita- 
tamento; stimolo pungente. 

Otti, inv. di ort, aw. o, ttc, ini'. 
dt 0, TI, ciocche. * 

Otu, inv. di uTivi dat, d* 09TC$. 

O'J, ovanti ad una cons., avanti a vocale 
dolce O'JXy avanti ad aspra Guy, non; 
non mai; O'J yàp ocXXoè; ou yo(p- 
Toi àXloif perchè intanto; ou yctp 
OTCOìij perchè non solamente; ou 
yccp ouy, no certamente, 9Ù ^y) ttou, 
io nessuna maniera; oU /tviv, ed in- 



or 



tanto; ou /a^v ira», non ancora per 

tanto; ov [HIÌ^ oc^aoc, ma. 
Ou, avv. dove, ove. 
O'J , gen. di ti\ il o'j , da che; da 

quei tempo che. 
Ouat, int. guail 
O'J ai, aroiy n. orecchio. 
Ouyxta, a$, /. oncia. 
O'joa/A0$, oJ, a<(f. nessuno. 
Ou^a/AoJ, ouJa/i.rf, «»'«'. in nessoa 

luogo, in n^suna parte. ' 
Ov^a/AoS;, act'. in nessuna maniera. 
0J^a$, aTo;, n. pavimento, suoTo, ttr- 

reno, terra. 
Ou^s, cong. nè,^ neppure, e non già; 

ouV av OTto'J V , qualunque eoa ; 

o\jS* ó Tioùv, nient' aflàtto ; ou^c 

Ttollo'j Sii, l'istesso che tcoIXov 

SiX, molto manca. 
Ou^st's, QuStftiotj ou^cv, geiier. eij* 

Si'*Oiy ec. nessuno , nessuna , nap* 

pur uno, ec 
OuJsv, aw, niente, naUa. 
OJiivòaapoi, ou, e dùpregevole; di 

ninn conto. 
OuVcTHi, ff(^. in mnn luogo. 
Ou^STTOTC, atv. giammai, non maL 
O'jSÌtcoìj avv, non ancora, non mai* 
0'j9tTt(àTtort, aw. non mai. 
O\jSirtp0i, oc, ov, né l*uno, né Pal- 

tro, nessuno dei due. 
O^Siripui^ ou^sT«j9Wff«, aw, né nel- 
l'uno , né nell'altro modo; né ia 

quesU, né in quella parte; né qu, 

né la. 
O09oi, tot, m, suolo, pavimento. 
Ou^ò$, o\jy m, soglia, limitare; i 

della porta. 
Ou^OTcouv, aw. niente aflbtto. 
OuSrap. «T0«, «. |K>ppa, mammella; 

fertilità; ou^ocp apoupiQ$,saolo fer- 
tilissimo. 
OuS^v, avv, non già, non pnnlo. 
Oùx, avanti ad una vocale di sp, leiuj 

non, di no; che no. 
O-JXSTc, avv. non più. 
Ouxouv , aw. non dunque T pertanto , 

certamente; particella di negasioae 

interrogativamente, or non? non..* 

dunque? 
OuAat, wv,/! p/. orto, Burina d'orao 

tostato, colla quale si aspergeva U 

Usta delle piuime. 



(26l) 



OT 



H, ou, m. battaglione serrato} 
ra di ttOO caTalJierì: rad. orjXoi. 
q S, /*. cicatrice , piaga rimargi- 

, ou, adj. pernicioso, mortale, 
[e. 

0\), n. gengiva. 

aw, altamente. 

>us, l* isUsso che o\oi ttoù^, 
ero piede. 

ou, adj. tenero, molle j soffi- 
respaloj vellosa. 
1$) >1T9$, f. raggriniamento , 
pa mento. 
>Tat, wy,/. farina di farro con 

di cui aspergevano la testa 
vittima. 

cicatriizare , raggrinsare, ri- 
nare. 
ìng. dunque, pertanto^ ora^ 

avv. non punto. 
avv. non per anclie ; non però. 
:, aw. non mai, giammai, non 

aw. non già , non mai , non 
aj ouTTOi^, in niun modo, 
a;, /. coda. 

oiv , n. limili ; OMpoL ^t9X0U , 
Ito del disco. 

f , oy , adj. appartenente alla 
; della coda; estremo. 
^vi$ , m. celeste. 
Oi^ ou, adj. celeste, abitante 
ielo. 

Ci)V, (li^Oiy m. abitalor del cielo; 
del cielo; celeste. 
'^etxr04) ou, e. mostrato dal 
; rad. ^etxvu/tt. 
'Srgy , ac»». giù dal cielo; dal 
OÙpoLvóÒiTtpòy nel cielo, nel- 

fi>ixvi$ , eo$, e. che colla sua 

I tocca il cielo ; altissimo ; rad. 

i- 

'>TtlùLyxroi, o'j , e. 7r).a|&>> , 

yw, errante nella regioo celeste. 

ij ou, nh cielo, i^Ma/ nome pr. 

iui, m. custode. 

pisciare. 

0$, ov, m. il ferro che guer- 
1 calcio dell'asta, 
ou. n. orina. 



or 04 



OvpOij ou, m. vento propitio, favo- 
revole. 

O\jpoij OìJ j m. presidio, guardia, cu- 
stode; termine, confine. 

O'jpói^ ou, a. fossa, canale per cui si 
traggono le navi. 

Oli , 6>Td$ , pi. ura , n. orecchio ; 
orecchie. 

0'J7ia, a«, /. sostarne, facollk, beni, 
patrimonio. 

Oufft«9r(xo$, W, ^V) sostansiale. 

Ou9conQ$, rìTOijf. eniiik, sostanta. 

Oyfftai^vis, eo;, e. essenziale, sostan- 
siale. 

0'J9ioti^i, avv. essensialmente, sostan* 
sial mente. 

Ojrói(ùf oJrà^Ci), oJtocvxm, impiaga- 
re, ferire, colpire. 

OuTC, cong. ne, neppure; ort . . . 
erJci ; l* ou ^è /« avere maggior 
espressione al secondo concetto, anzi, 
ne anche. 

Ouri, avv. in nino modo. 

O'JTi^avòs, ovi. m. uomo di nessun 
pregio, da nulla. 

Ouri$, ourcv^s, e. nessuno; ourt;, 
Ninno, è i7 no/ne che Ulisse asta* 
tamente si diede nella grotta di Po- 
lifemo per ingannare questo ciclope, 

OUTO?, aUTTQ, XOìJTO, qoesto, quella; 
esso , costui , quello ; x«( raura 
juiiv iiiì^ TKMTOL , «cco qucl ch* h. 

OuTO) ; ouroèi , avv. cosi , in questa 
guisa, a questo modo , costi. 

Ovx { ovxif ^vv. non. 

O^ctAsrv};, ov, /w. debitore. 

Of siAiQ, vii, f.j oftiXiip,oij aro;, n. 
debito. 

OfiiXot^ fuL W^u, /». >]xoe. (quasi 
da o^psiAéw), dovere; esser debitore ; 
esser condannato a</ ci/i' ammenda} 
pagarla ; incorrere nella pena. Quan» 
do o^sc^a), unito ad un inf.f è pre» 
ceduto dalla parlic. side ovv. tài.^ 
allora il verbo ch'i all'in/, prende 
la signifcazione delPott.^ ed Of StÀo» 
si confonde colla sua particellaj cO' 
me et&' ófuXo'* /ASivat, volesse il 
cielo eh' io fossi restato. Qualche 
volta Vinf. vi si sottintende, ed al" 
lora il verbo che dovrebbe andare 
nelPinf. si trova espresso nella fra- 
se antec.j come pLA^i ycyvwvxwv, 



( 363 ) 



0* ox 



cJ$ ixiniì vvv wfsXgy, nòlo cono* 
scendo, e piacesse al cielo che nep- 
pure adesso lo conoscessi; alcune 
volte è sottintesa la partic, et^s , 

OW, 01$. 

, Ops^o), accrescerei colmare ; ajutara, 
giovare, favorire. 

Óps^-ov ; OftXoiy preso avverhial. Dio 
voglia volesse che. • 

O'peAo;, so;, n. utilità, interesse, van- 
taggio. ^ 

O^^aX/Ata, a;,/, malattia di occhi, 
ottalmia. 

Op&a>/Aiocoj , soffrir malattia di oc- 
chi. 

O^j^aX/AÒ;, où, m. occhio. 

Ó?t;, cu$, m. serpente. 

d^Xtffxoéyo), incorrere in una condan- 
na , in una taccia | essere multato 
o condannato, dovere; opXt^xoéysiv 
avdtav , incorrere nella taccia di 
puzzo. 

OfpoL, cong. aflSnchè, che; oppa ró- 
^j9a, per quanto tempo, 

Ofpùoc, as, /".^ oppus, uo«,/. so- 
pracciglio ; altura, eminenza , balza , 
poggio ; ciglio , ciglione. 

O'fpìJOiiiy 8VT9;. adj. che ha alti ci- 
glioni; alto , elevato, eccelso, mon- 
tuoso. 

Oxoc , asfV. eminentemente; in grado 
superlativo. Questo aw. suole anda- 
re unito con un superi. , a cui ac- 
cresce la forza j per e*., ©x' *?*- 
<xra , corrisponde al latino qnam 
optime. 

Ox«TTQyÒ5, ou, m.j ox8TÒ$, ov, m. 
acquidoccio, canale. 

OxsTy]yò;, ou, e. che conduce l*aqua, 
aqusijuolo ; fontaniere. 

O^eu;, 8U$, m. fermaglio, nodo ; le- 
game; chiavistello; catenaccio; spran- 

O^eu, portare, sostenere; tener dietro, 
seguire; u^co/Aac, andare, viaggiare 
in carretta, esser portato da un carro 
o simile. 

OxW) "niyf' cibo, alimento; rad, s^w* 

Ox>J/A«, aro;, «. carro, vettura. 

Ox^s» , /«<• vÌ?o>> ) sdegnarsi, com- 
portare gravemente , sopportar con 
^ pena, sospirar profondamente. 

ÓX&'I) *!«,/• "▼«> sponda, spiaggia. 



OXOT 



Ox^^^M) sdegnarsi, adirarsi. 
dx^otjSo;, ou, m. lembo , frangia, ri* 

camo. 
Ox^o») ou, m. riva, lido ; colle. 
OxXeuflii, muovere; smuovere. 
OxXsw, turbare, commuovere, toqtii«* 

tare, molestare. 
OxX>i/3Ò; I oc, òv, turbolento, moI^ 

sto. 
(JxXo;, ou, m. calca, moliiiudine, pò* 

polo ; turbamento ; molestia , fatica, 

peso. 
Ox/Aoc^oj, fermare, assodare, aSàrdel* 

lare. 
ÒXOiy OJ, m.j óxoj, «0», «. carro, 

cocchio. 
Oxv|PÒ{, à, òy, fortificalo, fermo; ben 

afforzato. 
Oxu/pòryji-, »IT0S , /. solidità, fer- 



Oxv)/9ou, coA<r. eli, /u<. «i^oi, fortiS* 
care. 

ÓX^po'/Aoc» o(T9$, n. fortificazione. 

O^, OTTO;,/, voce, canto; parola, o> 
dine. 

Otj's , avv, tardi, a sera; alla fine; 
dopo. 

O'f ctu, desiderar di vedere. 

Of l'vovo;, ov», e. postumo; nato tardi; 
01 of tyovot, i posteri. 

d'f (/AO;, ou, e. tardivo, tardo. 

O'f io;, a, ov, tardo, che vien tardi j 
compar. ^'j;taire/9o;; superi, 9.j»tfltt- 
^ raro;. 

()|t5, «W5, /. tolto, faccia, aspetto, ve- 
duta, vista, cera ; pi. o-^cis, gli occhi 

Oifi'sp.òi^ ou, m. tardanza, indugio. 

0^(TcXs7ro4, ou, e. che si adempirà 
tardi; di tardo adempimento. 

O'fov, ou , n. companatico, pietanza, 
cioè carne d'animali terrestri e aqoi* 
liei ; veleno; ialingolo al proprio e 
al figurato; il mercato d* Atene ove 
si vendevano commestibili. 0^9.^ 
commestibili cotti, pesci di mare. 

d'fuviov, ou, R. ciò che si mangia 
col pane, ha lo stesso significato 
dell' antecedente} signijica però più 
spesso la razione che si dava ogni 
mese ai soldatij stipendio, salario. 



(a63) 



uk 



TI 



n , sedicesima lèttera delP alfabeto 
freen j si pronuncia come il nostro 
p. È una delle tre consonanti che 
i grammatici chiamano tenui, e alla 
quale corrisponde il f ^ una delle 
tre lettere aspirate , e il ^ ^ una 
delle Ire medie. Il it si cangia tal" 
fata in una di queste due lettere , 
come t^ecfov per c^a^ov , a. 2. 
di /SàTTTw; «^ia/Sov perì^Xaitov, 
a, 2. di j3Xa:rT0i). Ma si cangia 
tempre in f innansi alle vocali in' 
dicate d* uno spirito aspro , coma 
ìfocipioi per iitoupéùì . composto 
da sTTt, oùpiw. Vedi il valore nu^ 
merico del jt nel quadro infne. 

Uecytròiy ou, m. ghiaccio. 

Ueiyri, rii^f. laccio, trappola, traboc- 
cbello. 

nayc^eJo), allacciare, involgere nelle 
reti. 

nàvio$ , a , ov I fisso > fermo , sta- 
bile. 

navtdTV)$, ifiroi^f solidità, stabilità. 

necyì;, too;, /. laccio, trappola, ca- 
lappio. 

HflcyxaXo^, 9U, e. assai bello, bellis- 
simo. 

Uayxocxo;, ou, e. assai cattivo, cattivo 
del tolto. 

Dayxparia, «;, /. onnipotensa. 

Doéyds, ou, m. tumolo, prominenia, 
masso ; colle , sbiaccio, casale, roccia. 

nay^U789{ ; 7rayxpU90{, ou, e. tntlo 
d'oro. 

Heéyx^^^-^* i TrayxoéXxco^ , ou , e, 
tatto di ram«, totalmente armato. 

noéyx^f avv. afiàtto , del tntto. 

nàd^i/uioc, aro;, n. passione , affesione 
d'animo; patema. 

IIadry}TCXò$, W) òy, passivo , passibile, 
patetico , capace di muover le pas- 
sioni ; pieno di jveemensa. 

IlflC^Tixci»;, avv. passivamente, appas- 
sionatamente. 

Hct^ràij ni, OV) passibile, opposto a 
eiltdòriroif impassibile. 



DA 



UciòOTtoùcCy olì, f. comraostone dì af- 
fetti. 

Ila^o;. Cd$, aSesioae d'animo, passio- 
ne, oolore. 

Ilaiav, àvd(, m. propr. il Dio che 
scaccia i malanni , in lat, averunca* 
tor , quindi il Dio della medicina , 
epit. <C Apollo i inno di battaglia o 
di vittoria. 

natavi ^6), intonare, cantar inni di vii* 
toria , inni trionfali. 

naiy/iL99Ùvy} , «!$,/ giuoco, dilelta- 
sione. 

Ilatyvta, a;, /.^ Traiyvcov, ou, n. 
giuoco, scberso. 

nat^ayuyò;, ou, e. institutore o ce* 
stode di fiinriulli ; nedagogo. 

na(^oé/9(9v, du, m. hnciuUioo, giovi- 
netto , ragatso. 

IlatJaptaiovi^, fO$, e. puerile. 

nai^apca>^u$, a»'*', puerilmente. 

n attica, a;, /. educatione, instrusio- 
ne, documento, dottrina \ coltura let- 
teraria in gener, 

Tl%i9tiOij a, ov, fanciullesco. 

nacJfU9i$, ea)$,/. iostilusione, erodi- 
tione. 

naiJsurvjs, ou, m. institutore, mae- 
stro, educatore, instrnttore di fanciulli. 

Ilai^suTd;, V), òv, dotto, erudito. 

naiJs'Jo), educare, emendare, ammae- 
strare; insegnare. 

natala , à; , /. puerilità , scberso ; 
talora puerisia, infànsia, ma allora 
scrivesi iracJéa. 

nai^txòf, T), ò, fanciullesco, puerile, 

nat Jtxod;, at^i^. fanciullescamente I pue- 
rilmente. 

na(^tó&fv,at^i^. da faociullo,dana culla. 

Hat Jc'ov. ou, n.i Trat J(9xo;, ou, m^ 
fànciuuino, bambino, figlioletto. 

Ilac^iw^viS, eo;, e. giocbevole, Kbcr» 
sevole. 

nai^twJól;, Afi». giocosamente, scher- 
tevolmente ; fanciullescamente. 

nativo;, 0U| m. giovinetto. 

Hai^ódc^, at^c da fanciullo i dalla 
puerisia. 

Ilai^OTrouu, generar figliuoli. 

nat^0Tpi/3v]$, ou, fit. che esercita fan- 
ciulli, precettore. 

Hai^of óvo;. ou, e, uccisor di fanciul- 
li o di figliuoli ; che li fa perire. 



(a64) 



HA 



Ilai^Ai) , scherzare fanciullescamente, 
giocare, illudere ] in Om. ballare. 

naivjuv, 0'*0i^ m. inno in lode di A- 
polloj canto per un male allontana* 
to ; quindi canto di battaglia o di vit- 
toria. 

naixTY};, ou, m. giocatore. 

naiTTocXiQ, ^i^f' fiore di farina, fa- 
rina d'orzo che si fa seccare al fuoco. 

IlatTroéX^u, scuotere. 

IlatTraAósig, tiocc, sv, aspro, scosce- 
so , precipitoso , dirupato. ^ 

Ilar^, Traioóg, e. fanciullo, fanciul- 
la , figlio ; servo ] garzone ; Trai ^8$ , 
n. pi. figlio in gener.j quindi amato, 
diletto , favorito , come tsxvov. 

nai^ocfffffli) , brillare, sfolgoreggiare; 
rendersi cospicuo; rad, fÓM, 

naiw, percuotere , battere. 

Ilaioìy, 6)V0$; m. inno in onore di 
Apollo; inno, canto di trionfo. 

IIoéAac 9 «rtv. una volta , un tempo ; 
da qualche tempo , anticamente ; 
yf/ASV 7ra>at^ già da molto tempo. 

naXatysvv];^ 80$, e. anticamente ge- 
nerato fatto ; vecchio, antico. 

IlTxXaioyovos, ou, e. rad, yiyvo/Aai; 
vecchio , antico , antichissimo. 

naXoeiò$, oè, òv, antico ^ vecchio , di 
età provetta. 

UxXcctÓTtpOij ou, camp, dell'ani. 

naXaiÓT>7S, v]TOS, /. vecchiezza, anti- 
chità. 

i^^j vjs, /.Jotta. 

IlaiaiffTvj, TQ5, /. palmo. 

naXai9TV]^ oJ, m. lottatore. 

naX«t9T|9a, a$, /. palestra, Kiogo 
dove si combatte , si lotta. 

Ila^atuoi, render antico. 

IlaAatf arof, ou, e. anticamente detto 
celebrato; vecchio , antico , della, 
Natura. 

na>aiw, fui. <rw, p, xa. lottare. 

IlaXà/xv], v]$)/. palma aella mano; a 
mano ; quindi destrezza , perspicacia 
acquistata coli* esperienza, 

naXàiffw, /m«. fw, imbrattare, brut- 
tare ; trarre a sorte ; in Om. con 
^\^pfii , aspergere , spruzzare , in- 
sozzare. 

tla^aTiov, ou, n. palazzo. 

n«>ifi, >I5,/. lotta. 



HA 



naXc/tTrsré;, aw. indietro. 

naXt/ATrXà^o/Aat, errar di nuovo; an- 
dar di nuovo errante o vagabondo. 

naXiv, avv. di nuovo, al contrario, 
in risposta ; indietro. 

naXtvoé;?7eTO$, ou, e. revocabile, che 
si può revocare. 

rinculando, risaltando indietro; aven* 
do voltata faccia. 

naXtvojoo;, ou, e. retrogrado , che 
dà indietro. 

IlaXiVTtTo;, ou, /. ricompensato, pu- 
nito la sua volta ; rad. Ttw. 

naXtVTOVos, ou, e. che rimbalza, che 
si riQette; ben pieghevole, elastico, 
dell'arco, allorché, dopo essere slato 
teso , ritorna alla sua propria /or- 
ma, e può di nuovo esser lesoj in 
contrapposto con Pasta. 

llK\ivvpoTtOi j ou, e, che torna, che 
si volge indietro. 

na>ijòpo3rio$, ou, e. che torna a scor- 
rere indietro; retrogrado. 

naXiffXto^, ou, f. ombroso, tenebroso, 
opaco. 

na/tTffUTOS, O'J, e. che rimbalza, che 
salta indietro ; rad. «evu. 

naXioj^t$ , ew5j/- il rivolgersi dei 
fuggitivi a cacciare indietro od Uf 
saltare chi gì' inseguiva. 

tlxXAaxv], T?5; axi5, i^o$,/. fanciul- 
la, giuvanetta; concubina. 

na^>suxo;, ou. e. tutto bianco; ra</. 
Tra 5 e ^euxo?. 

na^XiXoyos, ou, e. numerato o rac- 
colto di nuovo. 

UoiyXoij vibrare, brandire, agitare, paU 
leggiare , scuotere , cavare a sorte ; 
TtóuXiTcctj TfìTOp, il cuore mi batte, 
mi palpita ; in med. intoppare , get- 
tar la sorte. 

IXaXròy, o\jy n, dardo, lancia, asta, 
chiaverina. 

UoiXràiy yj, òv, vibrato, lanciato; TraX- 
roi Tt^Pi lampo, folgore , baleno. 

Ila^uvoi , aspergere di qualche cosa , 
special, di farina; spargere, me- 
scere; mescolare. 

Ila/A^affi^eia , a$,/. regina univer- 
sale ; signora del mondo , iU Roma. 

IIa/A/A€7é&T»j$, «OS, rad. ttccvu /léyas 
Trav e /Asyc^Of, classai grande. 



(065) 



HA 



grandissimo , àéh maggior gran- 
desza. 

Udfifit\oLi, av9;, aJj. latto nero. 

UoLfifmìrupec, olì, 7ra,uavfrci>/9, opo;, 
f. madre di latti; madre aniversale, 
detta Terra, 

Hoé/JiTrav, avt^. affatto, totalmente, del 
lutto ; O'J Tra^aTray , né punto , ne 
poco. 

na/tA7ro(XcXo; , ou , e, tatto Tario; 
.adorno da per tatto di varii ricami 
collari ; Yariaroente ricamato. 

na/iiroyvf^w;, avv. perdalamente, alla 
jcapeslrata , alla dirolla. 

Dot/A Ttpura, «t^^. principalmente. 

Uximptaroi , ou , e. il primo fra 
tutti. 

nxjULsacvw; ?ra/ft^ayaoi), risplendere* 
brilbre da ogni parte ; esser tulio 
rilncente ; gettar luce da lontano ; 
rad. ^aivo) e ttoc^. 

UoLfifópoif o\Jf e produttivo d* ogni 
cosa , fertilissimo ; rad. Tràv, fépoì, 

Uxvd'/pioi, O'J, e. ferocissimo. 

UxTtK'/pa y OìJ ^ e. che allaccia ogni 
sorta di preda ; che latto acchiappa, 
epit. della rete. 

Haya^'yaioe, uv, n. Panatenee ; yè- 
ste solenni presso gli Aleniesif 

nayoé&>io$, ou, e. assai o afiàtto mi- 
sero, disgraaiatissimo. 

VLi^OLi^Oiy ou, adj. brillantissimo, tol- 
to risplendente, laminosissimo; rad. 
atSru. 

IlayacoAo^, ou , e. tatto ricamato; 
tatto variegato o scresiato; assai va- 
rio di colori ; assai adorno ; rad, 
oiloloì. 

n«yot7raXo$, ou, e. tallo delicato j te- 
nerissimo. 

UxvccTtorop.Oi , O'Jy e, del tallo infe- 
lice, infelicissimo, rad. oinOTOp.Oi. 
HxTfoipyvpoij ou, e. tallo d'argento. 
Ilayauyv]^ e. pieno di splendore. 
IIayoe?iQÀi^, cxos, e. privo di tutti i 
coetanei o compagni ; aS^lto deserto, 
defluito derelitto; rad. viXi^. 
navaw^to^, orjj e. inimalaro, che 
deve morire immaturo; quindi gio- 
▼inolio, che muore nel fior dell*età; 
rad. a prit^. ed a>/90C 
UetT^^ecpLOLTtipec j a$, /*• domatrice di 
tatto, della IfaUtra, * 



TU 



Hay^a/xaroip , opoi, m, di assolata 
possaosa, domatore ael tutto, del soif 
nOf del fuoco j rad. S9.ft.oi0i, 

UoLvirifisi, aw. con tutta la gente, con 
lutto il popolo. 

navòo/sxvjj, e. che tolto vede, onni- 
veggente; rad. iipxò», 

Ilaydoxstov, ou^ n. pablico ospisio« 
albergo. 

UocvSo^t'Jiy su;, m. albergatore. 

Ilay^upo, a^, f, Paodora , milol, 
la prima donna ; nome delia Jttatua 
fatta e animata da Vulcano, È fmre 
l'epil, della Terra, che produce 
ogni sorla di frutta j rad, ^av 
iùpov. In questo senso si trova 
Tta.vScfìpoi, e. e nocy Jwrstpa, ocf,y* 

Il9cyow7ei^a, a$,/. datrice di tolto, 
del/a Statura j rad. iiSotpn, 

n«ysXXviye;, nom. pi. m. tutti i Greci 
unitamente ; tatti quanti i Greci , 
lotta r assemblea de' Greci ; rad, 

nàvsf ^0$ , ov , e. propr. cotto del 
tulio ) quindi purgalo dalla scoria , 
depuralo, raffinato, per es., stagno; 
rad. 8<|;6ii. 

nayvjyyptxeJ^, aw. festevolmente. 

IlavYjyupixò^, ou^ adj. meritevole di 
lodi, splendido, pomposo , degno di 
panegirico. 

Ilavv/y vpi$ , tùti , /. assemblea , ria- 
nione , solenne adonanaa generale» 

lloLvripLOipi ffocvW/AS^Ov, avv, tutto il 
giorno, ogni giorno. 

llxvrifjLipioi f oc, oy, che dora tolto 
il giorno a fare una cosa , eh' e io 
asiooe tulio il giorno { per lotto il 
giorno. 

Ilay^vip, vipoij m, pantera. 

Ilcey^u/iaJòy, aw. eoo tatto il caore } 
di buooissimo animo. 

nàyvuxo, avv. per tutta la notte. 

II«yyuxt09; wocyyux©;, om , adj. che 
contiaoa a lare una cosa per tutta la 
noUe; per tutta la notte) rad, yii^. 

Ilxyòì^to;, oyj, e. perfetUmenie feli- 
ce, beatissimo. 

navo/tfaio;, ©u, m. Panomfeo; apit, 
dato a Giove come padre di tutte 
le voci, ossia oracoli avviti cele- 
stij ra^ ò/tA^YJ. 

IlayoirXia, e^f f armatara intera, 
perfetta. ^^ 



(a66) 



ni 



na«97Acrr,$, oj, m. goerrìero cbe ha 
iodosM l'armatura ialiera, armalo di 
tutto punto. 

nàvo^/io? , ov , e. atto a rieercre e 
conteoere ogni sorta di naTtgli; rmd. 

IIxvovsÀiivo;, OJ,/. plenilunio. 
Bavoupytoe, olì,/, astusia , Ijrode. 
Uccitoupyoì, ou, e. astuto, capace di 

tutto» acdleralo. 
II««o*J^7«f, «fv. astnlamenlA, «mpia- 

m«nte. 
Oavó^iof, ou, «. tutto Tìstbile, ai&lto 

cospicuo* fulgido» splendido. 
II«v/9UT0$, ou, e, rad. pi^ scorrere 

da per tutto, dtU» NaUmu 
lloLit9ccyiot, oc?,/, rad. oocyv}, 



navffofoc, ou, e. che sa tatto, della 

Natura, 
Oav^u^ivi , a9v. con tutta la fona ; 

con tatto l'esercito. 
IIxyToéffactfiv, aw, del tatto} assdo- 

tamente. 
nocvTa;(o'&c«, at^r. da ogni parte. 
Uocvraxoù, atH». in ogni luogo, da 

per tatto, dovunque. 
Oocvre^WC) so? , e. perfetto, intiero, 

tattoquanto. 
Ilavrc^M?, aiv. totalmente, aJEilto. 
ngcvril , «tn^. in ogni luogo, afl&tto ; 

da per tutto, del tatto. 
TLoL^-zoS (X.TCÒÌ , où, «<//. eh* è d* ogni 

suolo e d'ogni paese; d'ogni sorte, 

ragione, maniera, qualità; d'ogni 

specie, 
noévro^sv ; ^ravro^c , avv, da per 

tutto, da ogni parte. 
navTOio?, oc, ov, ch'è di ogni gene» 

re, vario, moltiplica. 
nayroxpocTcc^oc, a?, /!, ro^l. xparéo), 

dominatrice universale. 
nayTOxpocTup, o/90$, e. onnipotente. 
Ilavro^c, atw. verso ogni parie, in 

ogni parte, da per tutto. 
nàvroTC, av». sempre. 
navTorexvWs , ou , e.j rad. xix^-n , 

che può lutto con 1' arte sua , della 

Natura. 
VLoL^rpò^Oi, ou, e, rad, T^sf o), che nu- 
tre ogni cosa; della Natura, 
Hoc V TU? , avv. assolutamento • senta 

dubbio , afiàtto, in tatti i modi» in 

tatto, del tatto. 



ni 



nocvv, m»9. dd tatto, an 
te; M dimL si heae, \ 
n avuTf ;>T8CT0?, ou, edy. sopccaM», al- 

n«vu»T«To;, ou, aéj. ahioBO, ailfCiM. 

nàouat , poucdere , appareedMie, 
acquutare; gustare, mangiare, cabalai 
godere. 

HaTat, imi. ehi! olàl 

IlaTTroc^ai, chiaaaar babbo, babbo. 

nec77roe«, ou, m. babbo, vace/aaemJ' 
/esca im%f. di irocnip, padre. 

Ud-TXOi, ou, s*. avo. 
! TloLTtr oLÌtàt, guardar d'intorao: cercar 
girando gli occhi, volger gli occhi 
intorno cercando, ovv. coasider aado; 
guatare a qualche cosa. 

Ila^rupo;, ou, e. papiro, corteccia di 
papiro, carta. 

UoLpi , prep. col gem. sigm. da , di , 
presso; coi dai. presso , Ira ; caa 
Pace, ad, verso, presso, in, per, ol- 
tre, contro, accanto ; je eoMfpojsneae 
alia potta cresce , alle volta diati' 
mmisce • dUtrmgge la/orsa del #eai- 
pHce , e corrispomde per lo pia al 
tra, con, oltre, degl* italimaij irspee, 
sta sovenu mt. S irsépcorc ; ceetf 
av9. sigH. accanto , allato, apprem». 

noe^a^«iyw, eerfr. irr. comtp, oltre- 
passare, trasgredire ; montare» sdira 
appresso. 

nopec/Socxxo?, ou, e. furente, impe- 
tuoso. 

napoL^xllopLKi , esporre • cimentare. 

TLctpoLQoLXXoà, gettare avanti, ofl&rire; 
confrontare, confidare» depositare; 
appressare. 

II«^oéj3a9i$, coK,/. trasgressione, vio- 
lasione , smodamento. 

IlaoajSàvxftì, pugnar dal cocchio. 

Xlxp(x.^aÌ7THi , ou , m. trasgressore; 
guerriero che combatteva dal carro , 
stando accanto all'auriga. 

nopa/Sià^o/Aac , costringere » sfor- 
•are. 

napa^XsTrw, travedere ; guardar at- 
traverso : loscamente. 

nocpa/SXvjovjy, aw, comparativamente; 
in una maniera indiretto; relativa- 
mente, obltqnamento ; con dissima- 
laaione. 

UoLpoL^Xinròi, «f, e'v, paragonabile. 










(peodere, sUccare, strappar II9l:x<xi\2«k, ««v. (fUv^r \li (WMmI\S IW 

xpxtisoftxi , TcxprtipéìnTty \ dì ttmpox 

tss. essere sospeso, esser ì< . nxj^otxotXcM» fmti\ m» rliUm«V« « I^ 
appresso. ÌDtìtart, pr^ftr* | M«^)Ur«« 



(a68) 



ni. 



ngepoxaXu^r», irdare, coprire. 

nsùocxara^'xi}, i)?,/. deposito» fe« 
aecomme»so , legato. 

nscpflcxaraXé'/o/toci, coricarsi appres- 
so, starsene coricato. 

Ilgcf ocxarari^ij/At, affidare, deporre ; 
consegnare. 

noc^axet/tai, giacere appresso, essere 
attaccato od esposto; essere adiacente; 
esser posto avanti. 

ngepocxs>si»9i$, eus, /. esortaaione. 

na^axeXsJa), raramente usato j ^a- 
poxsÀii-Jo/tai, /ttl. tJvoiLXtj esor' 
tare, comandare. 

IlK^ocxXaìw, piangere sensa ragione o 
indarno o dappresso. 

Ilg^ax^st «,/(«. eÌ9U, p. xo, escla- 
aere, metter fuori; rinchiudere 

n9e/90cxXii9t$ , ^^i)/' chiamata^ esor* 
taziooe. 

TLecpcixXrìTOi^ ou, m. chiamato in aiuto; 
consolatore, intercessore, difenscnre; 
Paracleto« nome dello Spirito Santo 
nella S, S. 

napaxXijrup, opoi^ m. esortatore « 
consolatore. 

noc^oxXioòv , av», con disviamento ; 
con declinar dalla verità. 

n«^ax^iv&), distornare, rimuovere, di- 
vertire, rivolgere altrove , declinare , 
scansare, ripiegare. 

noc^oexoi)) "^iì/' disobbedienxa , con- 
tumacia, iodociUlà, testardaggine. 

TLeKfocxoiTrii , ou , marito, compagno 
di letto. 

IIoc^axotT($ , 105, ovv. iJo«,/. mo- 
glie, compagna di letto., rad. xoc'nfi. 

nopocxoXou^eo) , contr. w, accompa- 
gnare , seguire ; investigare ; com- 
prendere, iotendere. 

TLoipocxowiì , vii ,"/• Pf^pf- di monete 
che hanno il conio storto; quindi 
alienaxione di mente, demensa, de- 
lirio , mania. 

napocxouw, //<^ outf6), non ubbidire; 
intendere male, a controsenso, ascoi* 
tare sbadatamente. 

napocxps/AOC», /fi<. à96), sospendere; 
tener penzolone. 

Hapax^ivu, paragonare. 

napaxpouo), dare un colpo n»11e gam- 
be ; far mancare il piede ali* avver- 
sario nella lotta j trappolare; indarre 



HA 



in errore, sorpieodcres TctKptatptm» 
/AflCi, sigm. in oltre recingere j ri* 
gettare, rìpadiare. 
nxpscxuiTTfli, riguardar da parte ab- 
bassando la testa; gettar uno sguar- 
do fuggitivo ; guardar coHa coda del* 
r occhio ; allungare il capo per gaw> 
dare una cosa di passafilo j afie- 



nxpaXa/uiSocva), ricevere; accogliere 
presso di se, impadronirsi ; amaaet* 
tere, assumere, pigliar in compagnia. 

na^ocÀsyo.uac, ^scssÀs^oèuv;* , m. 1. 
m. giacer appresso; coricarsi ap- 
presso o con. 

na^oeXeitra», lasciare, tralasciare, omct* 
tere, trascurare, obliare. 

nopocXei^i^, «»;,/. omissione, di- 
menticanxa; pretensione^^. reO. 

nOgSaXifpvittse, aro^, n. delirio, Ore' 
nesia. 

TktLptxXloLy a;, /. paese lungo il mare, ! 
costa, spiaggia. { 

n«;9oc>t05, ou, e. marittimo, silnata | 
lungo il mare i 

no/soAXayi)) ^iìf' mutanone, sba« { 
glio. I 

Ilff^a^Xoc^, avv. alternativamente. < 

IlapaXXocvffO), mutare, passare, sape* ! 
rare. } 

n«^aXXi)>05 , ov , e. reciproco, mu- 
tuo, egualmente distante, paraleflo. ' 

IlocpaXo'/i^o/toci, ingannare ai|{omea- ' 
tando, argomentare falsamente. 

n«j9a>ovi9,a95, où, m. falso rasioci- I 
nio ; paralogismo, errore derivato da ; 
un cattivo ragionamento. 

napàXo'/o;, oj, c. che non h confor- 
me alla ragione, assurdo. 

nàpaXo;, O'J, c. marittimo. 

nadaXuTixòs , W ) èv , paralitico . ' 
tremante , debole, indebolito. \ 

n«,9aXu&», sciogliere, indebolire, liba- , 
rare. 

na/90C/tsij3u, fuL ^0), scambiare, mu- 
tare , oltrepassare ; in med. passar 
via, trapassare. 

nocpa/AsXew , dispreszare, trascurare. 

nojsa/ASVOii, rimanere , stare accanto, 
trattenersi presso. 

na^auv)xv)5, £95, r. bislungo, oblungo. 

Ilapajac/tvw, restare appresso di. 

Ilapaavao/xac, ricordare. 



(^) 




. Vii. r 1i«i[jiMiiii àalk 

MxsKvxijm^ JMP. iriuilii) le lum^i. 

fiB^ e. iftr -V pur stnudii 



puBHar & sLoìlii n junapf. & 

CBS 'Vi nUUI vub ^f*T^ JBBi 




re al fiasco , guatare ap p t C M O , af« 

figgere. 
IIfl(pa7cxp«u*w, esMcrìure, lai^ruc 
TL(tpa:itxpaL'Sji9i ^ oJ, et. esacerì»-- 



xot; , cador sopra ; iniKatiTM ; in- 
contrare; sopravrenire; uscir di men- 
te, ragionar à* stolto. 






TktcoBCSJE^ . xy^ . .- mtrrum . ìi^. 

snssr : Msar oln» mf^ iwt dn . 
Hacserxrvcsi. &..9v.aRl«. ^iaMasiiw». 
soùk. e^naèc 

Uccaccro**. net. «iflw; . iiO tfW. ; ^^«f^ 
xn*. 

«i ^Mfldi : a an touid 
di aeprifo. 
3l8c:xc:»n('C:*à. «iter £ 



MnutenDK: cBncniS0%. 

JtecsxascamixìiUKi ^ rmma m imt n «HtfR^-. 
Hitm.. ;>iJ» rffPi yD waf*. iliiiìMMinik vii« 

lIac2nES2>£m. aowTJQ» iuli%. 

|wale; tuniwotg *D» «WMMMdii ^ 



Blapanraùsvaak < 

gsarr alU lavala dì faiJIcianwi^ Air il 
aaesSMra dd |iaia»à«ii», wf»w<ff»> 

ala «ave^a di y »l<a i n» » ««nmmaimk 
glùoMiMW!, fiarMMli». 
IIx^«i3es;>x^M« fMtvfMMr*» i*W«dihS 
corredar») NNM^nmartt» «h^kMTMV^v 

lecdiio I a|t(rir«nstK>M«»«ttl« ^ «r«M« 



parte } venìrt iddoito } ivttutMtt MM 
violenaa* 



(^o) 



DA 



jùuteos divellere; succar 



nxs«TT9vòs«^ trasgredire, Holere m 
tnflato; operare coolro la lede dei 
tratuU. 



oos 



appretto < 



IlauocTTx;, dÒ9i,f. stipile, 
d!e//« poyl«. 

nx?9C7TX7i^ t»i,/- esiLiùoae, rap- 
presenlaxioDe. 

U.OLS^'srtix^ "• ^- T9(f S7Tueo9, aa- 
Gare di filalo a , venir per ordioe a. 

Ua^xsrpi^Uj perrertire, depravar*. 

HjLpoLt^àuikià , sviare, distonare , lar 
aocLr irrante, bx errare, divertire. 

Uxsi-zvJ^ii^ tvij/. «iisposiuuoe di 
oa esercito in ordine di batuglia ; 
combattimento in kOlaglia ordinaU ; 
ix TxsxrscìTffl*;, a bandiere spie- 
^e. • 

Uacfctrx-rii , tv^^ f. «tensione. 

IIsuxTsé?;»; :r«f «Tà-rr» , y«f. ^«, 
ordinare l'esercito in ballaglia; im 
med. dare battaglia, batlcrsL 

ns^arsìvw , stendere innansi , por- 
gere, tirare verso qnalcbe parte. 

nx^arcxrat'yM, macchinare, architet- 
tare, inventare. 

VL%pxTr,pi^ eomtr. w , stare a custo- 
dire, gnardare. 

nxsaTisris/ftc , agginngere, apporre; 
porre avanti o presso o in ; esporre, 
am'schbre. 

nsepar^CTM, divertire, torcere, rol- 
tare; scostarsi dal retto sentiero. 

Ilseparpsxw, iraparcox»?*» j '*^» 
irr.,eomp. correre al fianco, passare 
accanto, oltrepassare. 

na^ar^sai, tremare; spaventarsi; fug- 
gire spaventato. 

TlxpxrpoèTZÓiùt, distornare ; far cambiar 
pensiero; picare, pLcare; in Om. 
ingannare. 

Uxsocrvyx^^^ ì vtrb. irr. comp. es- 
ser presente ; presentarsi : intervenire. 

no^a-J^sc» , addolcire U dolore di 
qualcuno con consolanti parole; con» 
solare. 

napau|àvu; TtapoL-J^a , fmL i:Vw, 
aumentare od accrescere; im med. 



sifmi/em pm, mm 
care , a^ipnare. 

accrcscimcnli 

nXJXVTÌXK, «W. 




per€do snggeriaaento ; V^ 

gannarc. pcrsaadcndu; discorso col 

quale s*iadiK« ahraì in errare; m£ 

Ilae^af x^m, sragionare, aver la ■cale 
alienala; csaera in delirio. - 

nxcà^xvAov y Mg/i mmttH im rat 
qmestm pmnlm si riseamirm , /e^j^i 
^mUo$to voLpé. f 9rJÀ9«. na^Àf x>- 

AO* 39CllT3flt( Orf V7 1(7^X1, ri- 



nauxsùoiixt, litnbarc^ TacilUre^tra- 
b^lare. 

Ilxp9ifip^ fmt. 'XXpMVj p. 'Xmpi' 
Ttsyxac , portar feorì ; esporre aOi 
vbla ; prod ur re ; citare , aUegK» ; 
portar da sinistra a diritta « maci- 
nare nel suo cono : sorpassare. 

nx^x^rJ'/oif '<>SS'' oltre; invalusi 
incendo oltre 

nxpoifiip,ty pmru m, 'S^OLtsà/Ut^ij 
ou, persuadere, dar consiglio , esur- 
tare , consigliare. 

TLTtpoLf^gitiàj prevenire; prender Tav- 
vantaggio; preoccupare. 

U.xp«.9Cpai , óii, y*. propr, di cav^ 
che vanno fuor di strada; fniadi 
pania, frenesia. 

U%pv.fop9i, o*j, e. trasportato per, ce, 
perdutamente vago di; fanatico. 

llxpttifpd^otj spigare un discwso eoa 
ridire le stesse cose ptii estesamente; 
parafrasare. 

TLoLpv.^pfH'sti^ fiàiyf. spiegaaione di 
un discorso col meno di altro più 
esteso; parafirasi. 

TLxpat.'fpOTfiMj esser passo, vaneggiare, 
delirare. 

Ilapaf^ovia, oa, f' pania» delirio. 

Ila^aéfpMV, 0V9^ e raneggiatore, de- 
lirante. 

na^af uÀoxig , q$ , /. guardia, costo- 
oia; il gnardare, il custodire. 
a9u>fle77w , spiare , stare espio- 



t:. .t: 



i."rriw«i.<?. lr>» ■s^' 



c'^.cr.i a v.-:m:T^z 



-_.-.. H :r..|-. 

1 ..4.-.. - ».-4.-.- - 

.:u ... ^ t*si>« ■ * 



*- ^ ■- .-; 



j-.r.. *eer aj: ■■•«**. laar- «. 
Zi Saar 1. laaMÙ. 

u:**r5. 

.- eiir- rrt-eet!. tir* x: rra»- 



ri».— 



— 1. i: J*;«: TTI* 



■-rEi^asn 



r :u - . ...:t 

uunito:.!. I. j «J-rrs. 

:;:ì:. j. . »%i:ii*.- ù. nuau . 
mTE . ji" .-.-J7à .uri.-vjniciiis 

.. ji:c*.j' .!..■•. i-i;-f'ii4».-sin ; e?- 
.•rUii • i. li .1. .... .i.j* .."14. 

: I 51.. £ z.ajf 

-j. . *■«::*-—» TI- :i:r»-rrf , £-fr- 

Ì3i* • '^ -Cf* . ir: r tJ-.-ir £<T"3Vw 

yji-ii^fui. rri». tarlare, io- 
ire; iBcomod^re, arsure. 



1. 



Ili' . 'I ..T*»>StAlft. 



•.-^Z- ■:t;l. : ■ ■ .\i.-r$r..r. ;.•»• ■ h,< 

riirrr- « — :::• 



» té. i. ... ■ 1 rr»;>«»v !■ < •■.»i*« • 

n"»iPJuu«"ni ir i,>4in\,»m: . oii.v rv*. 
Tif.rT- .^.Vi.. .*«■ '.**♦. o^w* ^In?^. r« » 

Hi-!/ i rs,irii."» «r^ 
] J«"»r*^<ii."-. *f^r;r»^r»^^v••.^ 

*,> ,f .A j ,'<*'*. ■ 




(*70 



HA 



UoisrifiijLT,uLÌ'it>i^ Mw. nMschiiuiiDeBle, 
irascuraUmente , in condiàooe rile, 
povera. 

nxpr,os{ec, a^, /. redine, tirella. 

llxpr,osoi. OJ, e. esteso, prosteso; im 
Om. arnsalto, sventato. 

Tla^^sveio;, oj, c. vergineo, verginale. 

Ila^Srsve-Jojaai , esser vei^ine , con- 
servare perpetua verginità. 

nasHrsvioc, a;,/, verginiià. 

Ilas&evixxf, "nij /- verginella. 

nadSrsvixo;, ^, gv; 7;a/;^si>tò;, a, 
ov, rerginale, di vergine. 

UoLpp tv ozi-imi^ OJ, m. vagheggiatore 
di vergini; rad, ÓTZiTCi'Joi, 

Tloip^évoij O'j^f, vergine. 

nxpia-Ju, dimorare appresso, dormire 
appresso. 

Iloepi^ùi, far sedere appresso; nctrfr. 
assidersi appresso. 

na^iv}/ti, lasciar da parte, lasciar pas- 
sare , trascurare ; allentare , ammol- 
lare, indebolire, render languido ; far 
venire appresso , mettere accanto j 
licenziare; snervare. 

IlapiTrra/xai, passare vuUndo. 

n api TV], a guisa d'aw. quasi, ugual- 
mente. 

napi7Óoi), uguagliare, pareggiare. 

na/3iffT>]/ti, slarpressd, mellnr davanti, 
cullocare appresso ; esibire ; il med. 
7ra/5iffTa/xat, olire isuddetli signifi- 
cati ha anche i seguenti: porsi da- 
vanti, ajutare; assistere; sUr fermo, 
presentarsi ; tenersi presso a. favorire, 
favoreggiare. 

na,:>(ùv, dvTOS, m. a. 2. di Tcàpiift-it 
comparire ; che oltrepassa, viandante, 
passeggtero ; oi Troc^ióvTs; , quelli 
che qui compariscono; cioè gli oratori. 

UoipoSoi, O^J,f' adito, passaggio da 
un luogo air altro , ingresso , via , 
marcia. 

nàpoi^s; -TTOc/soi&sv, innanxi, avanti; 
>ivjv Trapos, già da molto tempo; 
molto tempo fa. 

napoi/.so>), contr. ù, abitar vicino, al- 
loggiare , esser circonvicino , confi- 
nante. 

riasoixia, as, /. dimora vicina, ria- 
nione d' abitanti vicini, donde la nO" 
stra parola parocchia; dimora pas- 
seggiera in un paese; colonia. 



nA 



lì 



" Ilsepo ex i^Wycdlocare dappresso, TÌdBa 

I n3^oix9^o/&«ai, &bbrìcare dappnns, 

jj vicino. 

! 113^01X9^, o:S^ e, fbnsliero; At aliti 

I dappresso. 

!; n 0^9 iuta, 04,^. proverbio, ad^io. 

. Ils^oi/ttocxò^ Hf ov , provatale. 

! liscio iV9{, ou, m. ubriaco. 

;- UxpoixopixVf passar oltre; trascorreR; 

i trapassare ; p. pari, 7a^x^x«{ , 

=1 OT9'5. 

UxpoijLapzioi^Jitt i}7ei, accònpagaai^ 
aspettare; rad. ò/ictpr^. 

UapOfiLOioi^Vj esser simile, sonigliaie. 

Tioi.popi.otoi , oy* j m» presso die si- 
mile, affitto ogoale. 

UipoTt, ovTO^ n. il presente 5 la con 
presente. 

na^9vo/«.oé^w, scherzar sul nome; fu 
allusione al nome. 
I nad9V9/Aa«(a, a^y^ giuoco di parglQ 
paronomasia, figura della dixiom, 
consistente nell'innestare im una me- 
desima frase parole del medesime 
suono, ma che hanno un signi/leatù 
i diverso. 

nap9|uvTtxò$, W) òv, adj, che incita 
a sdegno, che irrita. 

nocpo^uvw, aguzzare, irritar contro, sti- 
molare , aizzare. 

Uaipo^\)9p.àiy oif, m. irritamento, esa- 
I cerbazione, solleciCasione, parossisoM). 

n«j99'7rT9/Aai, veder come di passag- 
gio; guardar senza attensionej ti^ 
scunre, disprezzare. 

TLapopóioè j contr. ò», guardare a ln« 
verso; guardar con occhio indifiè- 
rente , negligentare ; dupreasare ; 
travedere; vedere una cosa altramente 
da quello che è. 

na/D9pvi^o), /irl. l'tfo», provocare al- 
l'ira ; eccitare uno contra l'altro ; ir* 
ritare. 

HoLpóoyi9ii.ai , aros , n.j TTO^o/^yi- 
Ofioi, oJ, m. provocasione all'ira; 
irritazione, collera. 

Uccpoppioia] itoipopiii^oè, incitare, sti- 
mobre ; esortare vivamente a. 

TxOLpòpp.fivii^ ttai^f. impulso > incita- 
mento, esortazione efficace. 

IIocpo; , HIV. per lo innanzi , prima , 
avanti. 

nap9T^uv0i, stimolare, esacerbare. 



■ -^ ^^ 



# li. 





! «di. a^ii^ia. «.ai. 




v:kjmL xàiuAi & 1 




ratr^av j sofiir o hugg i» • 
lamcolo ; vj tx^^"^ 9 '^'^ 
ncfixi ; Xflc^^EtT» T* ^ «ser 
CIO , esser toccato ; nvt9è 
j questo mi accade, ffm m- 
il semso di afficior ds'Lmtìmi. 
tf, scollare, strìdere» romo» 
• « fiir gran firacasso. 



Miteni» « iM f inai a i fiÀiWt «vi^ ^ t 






col Mi«Mttk ; ni Tt«IV^^« » |M»^'lk» 



mÌDe. 




(^74) 



nAHE 



nxv).o(^&>, bollire, crosciare; gorgo* 
giiare ; essere agiUto, essere turlMto | 
imperversare. 
nàxvTQ, TQ5, /. brina. 
Ilaxvvisis, C77a, cv, soggetto a brina. 

naxvo») congelare» gelare, ghiacciare, 
attristare. 

Uxxoi^ so;, fi. grossezza « densilìi. 

IIaxv)xvv]/uig; , o J , e. che ha i piedi 
grossi e gonBt. 

Ilax'j'vo/Aai, divenir grasso , grosso. 

Ila^ùvu, render grasso , grosso ; in« 
grassare , ingrossare. 

Ilaxù») S(OC, u, grasso, robusto, forte; 
spessQ , denso , grosso « stupido. 

naxwTvjs, VJT05,/. grassezza, gros- 
sezza. 

XIxoi, possedere, apparecchiare, acqui- 
stare: gustare. 

listavo;, Y), ov, umile, che appena si 
alza dalla terra , pedestre. 

n SOCCO), stringer co* ceppi, metter delle 
traverse ; attraversare , imbarazzare ; 
impacciare. 

né^v), «];,/• ceppo, pastoja; catena 
o fune delle bestie perchè non fug- 
gano. 

risala;, ciSoij/i pianura, piano. 

IIs^iAov, OJ, n. coli* i lungo scarpa , 
calzare. 

HiSivéij v], dv , campestre, eh* è in 
pianura , al piano. 

ni^iov, ou. n. piccolo ceppo , ma- 
nella. 

IIsoìov , ou, R. suolp, campo, piano 
aperto; pianura, landa. 

UiSiovStj avverbial, alla pianura; al 
suolo ; in terra, al campo. 

UiSoìiz^^ avv, dal suolo, dalla terra. 

ns^ov, ou, n. suolo, terra; TTS^ov^e, 
avverbial. per il campo. 

né^a, v]$,/. pianta del piede, lembo 
della veste; piede, estremità. 

IIs^aiTé/soi, ovv. TTS^STSOoi , m. pL 
soldati a piedi che formavano la 
guardia del re Filippo , e eh' egli 
chiamava per aflfezionarseli con que- 
sto nume; cioè camerati, compagni. 

risavi, avv. a piedi, per terra. 

IIs^òv, oJ, n, fanteria. 

Hj^ò;, W, dv, pedestre. 

IIs^ò;, J, m. pedone , chi va a piedi; 
fonte, pedoge. 



UE 



IlsiSravòg, vj, òv, persuauvo. 
n3idaj9X<M > co/ifr. u, obbedire fc 

chi governa), obbedire in gen§rt, 
IIsi3'o/t«c, lasciarsi persuadere t coni- 

dare, obbedire ; secondare ; fare 1 

modo d' ano ; arrendersi ai ^btii; 

l' a, l. pass, ha significato med/j 

quinH TTsitfSrsì^ credendosi, inagi- 

nandosi. 
Ilst^o/Asvu;, aw. ubbidientemente. 
nsi3r&), consigliare , persuadere, pie> 

gare , indurre alcuno a far qiuUckt 

cosa. 
Ilsidrwy óoi ,/. persuasione, ubbidiea- 

za, ossequio. 
IIsiS^w, ou;, dea della persuasione, li 

lat. Suada, Suadela; una comp^oa 

delle Grazie; persuasione , forza di 

persuadere, 
nsi'xw, pettinare , tosare , cardare, 
risìvot; TTsivY], >?;,/. fame. 
Iliivocoi, aver fame, essere atfamato; 

appetire; esser povero. 
nsijsoc, «;,/• esperienza, prova, tenta> 

tivo. 
Tliipci%ùt^fut. dt^n , tentare, esplorare, 

sollecitare ; esperimentare , mettere 

alla prova. 
Ilsipaivùi) j finire « connettere, anno- 
dare. 
Uiipocp , ojv. TTstpa; , aro; , n. ter» 

mine , fine , meta , estremità , con* 

fine, 
n «l'oasi;. so>;, /. tentazione, sforzo. 
UlipK'jtj.oi , oJ) m. tentativo, teoU- 

zione. 
nsipocvTY};, oJ, m. tentatore, sperì* 

mentatore. 
IIstpocTSi.a, a;,/, pirateria. 
UiipocTini oJ, m. corsaro, pinta; 

ladro di mare, 
nsipaea , med. oco/ao» , contr, w , w* 

/mai, //if. oi'SOi ed iqaoè, &r prova, 

tentare; sperimentare; sforzarsi. 
nsi/?y)Ti^a>, tentare, far prova. 
Uilpivi, cv3ro;, /. cassa, foniore. 
Uiip»; TTspó), trafiggere, infiUare, tia- 

passare , passare, 
nsitra, V);, /. obbedienza, penaasioa^ 

tranquillità, 
n^r^/ta, aTo;, R. cavo, gomena. 
IIsKr/tovvj, yT;, y^ persuasione. 
IIsc9Tyj/9« iq/9o;, m. ubbidiente. 



(375) 



ns 



}^ W) ^v, pertDisorio. 

li, (o») tosare « pettinare; in 

lasciarsi tosare. 

|w , coprirsi d' acqua ed alla* 

esser simile ad un mare. 

$, a, ov, adj, d'alto mare, 

I. 

;, eo$, n. alto mare, mare, 

, approssimare, accostare, ap- 

, approdare ; n, accostarsi ; ap« 

a. 

^ aTTicinarsi, aTTÌcinare. 

ì^ oO, m. cicogna. 

9W. da vicino. 

;, ou, m. cliente, aderente. 

nsXoé|6>), approssimare, acco- 

appUcare, approdare; neutr, 
irsi, appressarsi, 
v, ou, n. jogero, bubolca. 

a; , 7csXstoc$. dioi,/. nna 
specie di colomba; colomba, 
ioi), tagliar colla srare, asciare, 
e ; aggiustare colla Mure o colla 

0}, percuotere colla scure. 
V, ou, n. manico della scure. 
, su$, m. scure. 
;», muovere; crollare | agitare^ 
^re. 

5,'»}, ov, livido. 
X, aro;, n. lividura. 
>ì;,/.J 7re>^i«, iSoq,f, «ec- 
fore #f munge, 
t, essere; imperf. 3. */itg. CTri- 

e per *irtc. 2:r>«T0, era, per 
imperf, di questo verbo suoi 
U sign, del pres. 
vis; /. scudo leggiero , ku- 

rotella , pelta. 
uxo$, m. scure. 
xélofiOLi, propr, vibrare; guttf 
isso i poeti in gener, nascere, 
, divenire; in Om, rimanere^ 

wpo$, n, mostro spaventevole; 
[io , portento. 

1$, ou, c,3 7rc>Ci)/90$, oc, ov, 
toso, grande; maestoso « am- 
ile. 

I , ou , II. prodigio, portento ; 
hiamavasi dai Greci tutto ciò 
tr la sua grandezza li sorpren- 



HE 



ni/tjtftfle, flCTO^f n. ciambella. 

TLip.7zd.%ta^ fuU ocffu, poef. avvw, con- 
tare a cinque a cinque. 

ns/A:rTaco$, ou, «<#/. che avriene nel 
quinto giorno ; quinlano, 

né/ATrTOs, V), ov, quinto. 

Uiintoi^fuL ^pu, mandare, guidare, 
rimandare; inviare; congedare; ttc/a- 
TTSiv 7ro/A7rv]v , marciar pomposa- 
mente io proceuione. 

IIs/t:rc>}^oXov, ou, n. spiede da cioqua 
punte. 

Uift-^tq , toìi , /. fpedisione , mis* 



nsv7]$, i)To;, m. povero, bracciante. 

nsvd^e/soc, a$, y. suocera, madre della 
moglie, 

nsv&cpò$, ou, m. soocero, p«<£re <fe//a 
mo/^/ie. 

Ilsv^é», piangere. 

nsv3rixd$, W, ov, lugubre. 

Jlsv^txu^, avv. luttuosamente » lugn- 
bremente. 

UvjòifioL, avverhiah lugubremente, fle- 
bilmente. 

nsv^tjuio;, ou, e, lugubre, flebile, 
luttuoso. 

nsv^9;, so$, n. pianto, duolo, lutto, 
desolaaione. 

nsviv}, ««,/. poverti, indigenta. 

Revi^pos, oc, ov, povero, indigente. 

nsvi;(pw;, avv. poveramente. 

nsvo/tac, travagliare, procurare, ado- 
perarsi; fare, operare; esser povero; 
trovarsi in miserie. 

HevrasTvipì^, iSoi^f, quinquennio, 
per il corso di cinque anni. 

nsvTaérti/JO^, ou, c.jTti^rcÙTni, ou, 
e. di cinque anni^ per il corso di 
cinque anni. ^ ^ 

nsvroc3r>ov, ou, nwf. irivre, a&>ov, 
/i. quinquerrio, •'a/e a dire giuoco di 
cinque contese o contesa di cinque 
giuochi ; ossia contesa in cui s' in- 
cludevano cinque giuochi, e questi 
erano la lotta , il disco, il salto, la 
corsa e il pugillato. 

névTa&>os, ou, m. specie di atleti 
che facevano il combattimento di 
cinque esercis) , detto Trcvrad^ov , 
qutnqueraio ; v. il precedente, 

nsvràxt^, avv. cinque volle. 

nsvT0CXÓ9(O(, ac, oc, cinquecento. 



(276) 



nE 



IIsvTaTr^tàffiof , a, ov, cinque volte 
maf^gtore. 

IIsvTaxoc; wevraxiQ) 7r«VTax»5 > 
«i'v. ia cinque modi , in cinque ma- 
niere. 

IIsvTS, indeci, cinque. 

nsvnQxovTO, indecl. cinquanta. 

nsvnoxovTÓyuov, ou, n. di cinquanta 
jugeri. 

nsvTvjxdvTopo;, ou, m«£. y««(, nave 
da cinquanta remi. 
^ nsvTiQxofftoi, at, oc, cinquecento. 

nsvnoxoffTo;, vi, òv, cinquantesimo. 

nsTrai^su/ASVOS, i] , ov, erudito, let- 
terato. 

IIsTrai^su/ASVW^, «pc. eruditamente* 

IIsTraiv&i, cuocere, maturare, ridurre 
a maturità , venire a maturità* farsi 
maturo. 

nsToc^aiu/tcvos, ^» ov, inveterato , 
invecchiato. 

nsTravac^, CMS,/, maturità. 

nsTTSipos, ou, e. maturo, adulto. 

IIs:rsj9i, toi e sms, n. pepe. 

IIsTT )•>}*/«, percuotere, ferire. 

nÌ7r).ov, ou, n.^ 7réir)o$, ou, m. pe- 
plo , abbigliamento femminile , con- 
sistente in un drappo sottile senza 
maniche , che scendeva ^no ai tal- 
loni; velo ; cortina j mantello da 
nomo. 

ni:rvu/Aai, inv. di ttv J/xai, esser pru- 
dente; aver buon senso | avere intel- 
ligenza. 

nsTvu/xsvos ,^ou , prudente, saggio, 
part. di /Avu/tc. 

nsTToi^^ffi^, coi{,/. persuasione, fi- 
ducia. 

niTTOcdro); 7r«7roi&iw, pres. formato 
da TTS Trotta , affidare , aver confi- 
denza , fidarsi a. 

ns7roixiX/i.cv&)$, aifc. variatamente. 

Tlinp<aiì.hriy *J5, /. parca, fato. 

nsTTPU/uisvov, ou, n. fato, fatale | sta- 
bilito dal fato. 

XIiTcp(i»p.iv(ai, avv, fatalmente. 

néTrroi), cuocere, maturare. 

nsTruv, ovos , e. colto dal Sole, ma- 
turo, molle , delicato , dolce ; efiè- 
minato , vigliacco ; oi TTCTTOV , apo- 
strofe freguenle in Om, , la quale, 
secondo il diverso tuono della pro^ 
nunsia, esprime ora idea di dol- 



DB 



cesta € boatÀ, e quindi appUaso^ 
o buono 1 o dolce amico! ons iim 
dU bontà eccessiva , e quindi spn» 
giù a indignasione , o fiacco 1 o co> 
dardo 1 

Hip , particella enclitica , sebbev » 
quantunque; talora è riempitiva, e 
non fa che dar grazia al dis^trtej 
quindi spesse volte non si tradau, 
e viene significata soltanto dal tnoae 
della parola precedente j esprime 
però sempre qual cosa di gmurek 
o di perfetto. 

nipec, aw. oltre, al di là] oltre od* 
sura, eccessivamente. 

nspatvfli, finire, recare ad eflEsUo, a 
perfesione. 

ni^aro(, a, OV) nlteriore , situalo ti 
di là. 

Tltpttiéòiy eontr, w, passar oltre , tn- 
passare . tragitiare , guadare. 

IIspat9drayo/A«i , sentire intorno, n- 
dire. 

Utpcciripoèm apv» eompar, ulleriormes* 
te, più oltre. 

Ilspav , /* istesso che Ttipci, ma non 
si pone che avanti un noma di 
luogo, 

Ilsjsocf, «T0$, R. fine, termine. 

nspa-nrj, vjs, /. fine, estremità, ter- 
mine. 

Ilsparo;, vj. òv, che si può passare, 
che si può attraversare; ^debile. 

UtpoLxóo», p, jiass, TtSTrsparw/MCi, e 
per sinc. TTCTtpu/Aac, finire, termi* 
nare : TCSTTpoirai , è stato decretato 
dai tati ; sta scritto nel libro da 
destini. 

UtpoiuyfuL àffw, ed ijffu, andar ol* 
tre , tragiture, penetrare, trasferire, 
trasportare per vendere j vendere. 

nép^if, 1X0$, e. pernice } astato, libi- 
dinoso. 

IIsp^Qv, avv. al di là, oltre. 

nipòoìjfut. so», distruggere, taccbeg' 
giare , devastare , rovinare , sovt 
vertire. 

ne^ì, prep, col gen. sign, di, intorno, 
a cagione, per, sopra ; col daL con ; 
da , in , per, presso , intomo | con 
l* acc. ad, in, intorno, presso, a ri- 
guardo. Sovente indica Poccasioneo 
la prqfessionef come ol vtpi f iJio- 



{ «77 ) 



ns 



r 



ffO^i'av, quelli occupati iotorao alh 
filosofia, cioè i filosofi. 

TlMpt6iyv\)fJHy -u«, infraogere o infran- 
gersi raggirando. 

nspiecyflj. condurre dintomib, raggira- 
re, andar dintorno ; ripiegare , iv 

• torcere. 

Ilspiaywyv}, Vì'$, J". raggiramento, mo- 
▼imenlo orbicnlare. 

n^tacpéfid, contr. w, togliere intorno 
da ogni parie , riserare all'intorno; 
scorticare, spogliare ; togliere. 

fttpiOLA'/nj^ so$, e. affiinnoso. 

HipiocXyài^ avv, affinoosanente. 

nepiaXia , aw. in modo speciale) 
sopra d*ogni altro. 

TLiptoLTtToi j appendere, attaccare in- 
torno. 

IIs^iaffrpoèTrTW, risplendere dintorno, 
circondare di splendore. 

Ilfl^i/Socìv», verb. irr, camp, andare 
intorno , circondare ; stare a caTallo ; 

Proteggere; Tttpi^oiivznf tov xa- 
oc/iov y slare a cavallo ad una 
canna. 

nspt^ocÀ).Ci), vrrb. irr. camp, gettare 
intorno , circondare , cingere , co- 
prire; inviluppare, abbracciare. 

TLioif^fxxoiy ou, e. cospicuo, ^>etta- 
bile, illastre. 

ns/!?tjS>«7rTÓT>J5, >3To;,/ eccellensa, 
celebrità. 

Il£pij3>s:rai, guardar dintorno. 

f, cosa che si getta o si cinge in- 
tomo alla persona, veste. 

n^ijSo^o^ , 0^ ^ m. accerchiamento , 
giro, circuito, muro all'intornu; tpauo 
di luogo, 

n^cycyvo/tac ; Trs^i'/cvo/mac , perir, 
irr. comp. restare, vincere, impadro- 
nirsi , superare , sopravanxare. 

VLtptfXv.y*ii^ ioq, e. pieno di latte o 
di sugo latteo. 

nspi*/^9]va9/tai, propr, volgere intor- 
no h pupilla; quindi guardare in- 
tomo. 

n^cyva/ATTw , piegare attorno, girare 
intorno. 

nepiydy/u^ai, mormorare. 
"lIs^iypa^M, circontcrivere, descrivere. 

Ilcjsiypaf v] , rii , / descrizione , cir- 
conacrizione. 



nE 



IIe^ccsli9{, ov, e. ambidestro, abile 

. nel lanciare !*< sU . Unto coll*nna che 
coli' altra m>oo. 

nzsiizr.c, 695, c. pauroso. 

TLipiòiiò'jt, temere da ogni lato; te- 
mer molto. 

Tlipiòiv, legare dintorno. 

nipici'Mij ayv. paurosamente. Umida- 
mente 

Uiptòicotiii, metter pegno, scommet- 
tere; depositar la scommesaa; con- 
segnare, dar nelle maoL 

n^icivé», attorniare, menare intomo, 
far girare attorno. 

UtpiòoJTfTOfioii, a. i,T:tptop'J^'òr,'*9 
esser bceralo all'intorno. 

UipicpofiOi , o-J , e. che corre din- 
turno , attorno del quale si può cor- 
rere; circolare, rotondo, accessibile 
ali* intorno. 

TlipiGJot, spogliare. 

Tl'piticiVf conoscere pienamente. 

nìpuiòù»^ trascorare; bsciar fare, 
sulfrire ; saper più, conoscere meglio ; 
sorpassare nella conoscensa o nel 
senno. 

TVzpttifi'jty volgere intorno. 

TLtptiij.Y.iì.i^ tfjii, f. Tallo di volgere 
o piegare intorno. 

nspieiÀt99», volgere iotorao, rivullo- 
lare. 

Tiipitip.t , andare intomo, andar qua 
e là ; sopravvivere , rimanere ; sor- 
passare , esser superiore. 

ne^iSTT», accompagnare per protegge- 
re ; essere assiduo a corteggiare qual- 
cuno ; riverire, onorare ; trattare. 

TLipitp'/òi%op.(X.i ^ esser curioso; ricer- 
car curiosamente; darsi del molo e 
dei pensieri inutili. 

U^pìtpyofj ov^ n. affettazione, osten- 
tazione. 

Utpitpyoij O'J, e, ov, n. adj. curio- 
so, che si occupa di qualche rosa 
con soverchia cura ; sollecito, affet- 
tato . vano. 

Uipiipy^oftoci, andare attorno; circon- 
venire; sorprendere, ingannare. 

U&pUxoij verif. irr. comp. circondare; 
al>bri«cciare, rilenere, difendere , pro- 
teggere. 

Hs^i^a/tevu^, avp» veementemente, con 



1 



(268) 



ni 



noc^axaXu^rru, irelare, coprire. 

no(0ocxaradrv]xv), i);,/. deposito, fé- 
aecommesso , legalo. 

napocxKTocXcyojuiKi , coricarsi appres- 
so, starsene coricato. 

na^axo(rart^y)/ti, aflSdare, deporre ; 
consegnare. 

na^axgt/AKi, giacere appresso, essere 
attaccalo od esposto; essere adiacente; 
esser posto avanti. 

noc^ocxsACU9t$, ioìi, /. esortazione. 

napocxsXsuo), raramente usato j ita.' 
pcutlri'Joii(x.t.j fut. e'J90/A«i, esor« 
tare, comandare. 

IlKpaxXaiu, piangere senaa ragione o 
indarno o dappresso. 

nKpax>siu,/Mt. eìffu, p. xoc, esclu- 
dere, metter fuori; rinchiudere 

UoLpdxXriviq f €Oiiyf. chiamala, esor* 
Iasione. 

no(pàx>y)TO{, ou, m. chiamato in aiuto; 
consolatore , intercessore , difensore ; 
Paracielo, nome deUo Spirito Santo 
nella S, S. 

IIapocx>^'r6)p, opoi^ m. esortatore, 
consolatore. 

Iloc^axXi^òv, «iw. con disviaroento; 
con declinar dalla verità. 

noepax^ivu, distornare, rimuovere, di- 
vertire, rivolgere altrove , declinare , 
scansare, ripiegare. 

napaxoW) TQS»/ disohbedienaa , con- 
tumacia, ioduciliik, testardaggine. 

TLtf.ptxx.oi'mi , ou , marito, compagno 
di Ietto. 

IIapo(xocTc$ , 105, ovv, iSo^,/» mo- 
glie, compasna di letto., ra<l. xoc'ryi. 

IIa/7oexo>ou&su , contr. c3, accompa- 
gnare , seguire ; investigare ; com- 
prendere, intendere. 

napaxoTTQ , rii ,■/. propr, di monete 
che hanno il conio storto s quindi 
alienasione di mente, demensa, de- 
lirio, mania. 

Ilflepoexouw, //<^ ou^w, non ubbidire; 
intendere male, a conlrosenso, ascoi* 
tare sbadatamente. 

TLoLpoutptfioiùt, fut. à9&), sospendere; 
tener penzolone. 

Hapax^iy», paragonare. 

UoLpOLxpo'Jo», dare un colpo n»lle gam- 
be s far mancare il piede ali* avver- 
sario nella lotta j trappolare; indurre 



lU 



io errore, sorprendere} ipcttpotxpovo» 
/mac, sign. in oltre respingere ^ ri- 
gettare, ripudiare. 

napocxu7rT6), riguardar da parte ab- 
bassando la testa; gettar ano sguar- 
do fuggitivo ) guardar colla coda del- 
l' occhio ; allungare il capo per guar- 
dare una . cosa di passaggio 3 afl&c- 
ciarsi. 

HapaXauiSayca, ricevere; accogliere 
presso di se, impadronirsi ; ammat- 
tare, assumere, pigliar in compagnia. 

lÌK^aXgyo^aai, 7rapsXs^oc^uv}v , «. I. 
m. giacer appresso ; coricarsi ap- 
presso o con. 

TLocpecXtiTtùè, lasciare, tralasciare, omet- 
tere, trascurare, obliare. 

napoéXsi«('i5, su;, /. omissione , di- 
menticanza ; preterizione ^f(. relt. 

nap«XvjpTr]joi«, aT05, n. delirio , fre- 
nesia. 

IlgcpaXia, a;, /. paese lungo il mare, 
costa, spiaggia. 

n«^àXios, ou, e. marittimo, silaato 
lungo il mare 

UccpouXoi'/iì j "niìf' mutazione, sba- 
glio. 

IlapaXXoc^, aw. alternativamente. 

IlocpaXXàvffu, mutare, passare, supe- 
rare. 

n«poéXXv]Xo;, oy , e. reciproco, mu- 
tuo, egualmente distante, paralello. | 

IXapaXo'/t^o/Aai, ingannare argomen- 
tando, argomentare falsamente. 

napaXoyi9/tò;, ou, m. falso razioci- 
nio ; paralogismo, errore derivato da 
un cattivo ragionamento. 

na/?àXoyo;, 01», e. che non b confor- 
me alla ragione, assurdo. 

IlapaXo;, ou, e. marittimo. 

na/7aXurtxo5f v] , òv , paralitico» 
tremante , debole, indebolito. 

na,oaXuu, sciogliere, indebolire, libe- 
rare. 

na/?a/ts(^6>), fut. <|*Wj scambiare, mu- 
tare , oltrepassare ; in med. passar 
via, trapassare. 

IIocpa/AsXsoi) , disprezzare, trascurare. 

Iloc/sa/iisvu, rimanere , stare accanto, 
trattenersi presso. 

na^ajutvjxTQ;, S9;, r. bislungo, obluago. 

napa/AÌ/xv&), restare appresso di. 

najoaava9/xai, ricordare. 



(a69) 



ni 



UotpoLfioXiù»^ trovarsi pratente ; twi- 
slere. 

UcfpoLfJLUÒ io ftcti ^ conlr. ou/Aat, esor- 
tare« consigUtre, rimediare; compen- 
sare. 

noc^a/AU&co, a;,/.y7roc^a/Audrov, ou, 
A. esortaaione, consolaaione, sollievo, 
conforto, alleviamenlo* passatempo. 

napavvivéo», accamniare. ammucchia- 
re; ammassare. 

nocpavii^o/iai. nuotare appresso, se- 
guire nuotando; passar oltre nuo* 
tando.. 

napavc9ffO/Aai , oltrepassare , trapas- 
sare. 

napotvota, a;, allenamento di spirilo; 
demeosa, follia. 

VUtpaifOfiioi , contr. u, trasgredir le 
Ifgg'j operar contro la giustizia. 

Hopocvo/Ata , «;,/. trasgressione alle 
leggi j ingiustisia, prevaricaaione; de* 
litto. 

Oo^àyojuio;, O'J, e. trasgressore della 
IcggA* contrario alla legge. 

n«j9ayo/Afli)s, ai^v. contro le leggi. 

nsùàvryis, co$, e. che va per strada 
aeclive; rà Trà^avro, sentieri obli- 
qui. 

UoLpoLTtctitaylo stesso che noLpoLitÌTtroi, 
uscir di mente , di sentimento ; ra- 
gionar da stolto , propr, di aratro 
che va fuori dalla diritta linea, come 
in iat. delirare. 

HoepaTtav, aw. del tutto, in tutto, as- 
solutamente. 

naepaTroéfu, ingannare; inJnrre in er- 
rore con allettativi. 

VLgLpaLitti^fa , persuadere ; indurre ; 
piegare a. 

ngepa7rs/A7rw, trasmettere; far passare, 
omettere, condurre, scostare, spinger 
oltre. 

IlxpocTrsrav/Aoe, aro;, n. tenda. 

ng^ocTTQyyujac, verb. irr. camp, ficca- 
re al fianco , piantare appresso , af« 
figgere. 

IlapaTrixpoeiyoi), esacerbare, inasprire. 

UctptCKtxpoLVfiói , 0Ù) tn. esacerba- 
«ione, inasprimento. 

UoLpOLIttltr» y parU p. TtOLpV.TtntT(ii' 

Xtts , cader sopra ; imbattersi ; in- 
contrare; sopravvenire; uscir di men- 
te, ragionar di» stolto. 



ni 



nocpa7rXo{^fli)./iil. ^u, sviare, por- 
tar fuori del retto cammino; sedurre. 

noepocTrXixu, /ut. ^oi, p. x^, ingrop- 
pare, intralciare, unire a. 

TL(x.p(X.Tz\iX , riyoi , e. percosso , de- 
presso. 

no^ocnrXeupos, ou, e. laterale. 

nopaTtXcu , navigare avanti o dap* 
presso ; passar oltre navigando. 

napa7rXv]9co;, a, ov, <u//. vicinissimo, 
simile, eguale. 

no(/3a7rXvi'7i&)9, ,a(>c. molto vicino, si- 
milmente. 

na^aTrvsw, /ut. tu96>), soffiare; spi- 
rare. 

noc/saTto J«5, TrapaffóJoc, aw. innanzi 
ai piedi ; a un tratto , rapidamente f 
di seguito. 

nasaTro^i^M, esser d'impedimento, 
a* ostacolo. 

HoLpttTtoxifii^fut. 7]7&), finger cose false, 
adulterare; conlrafl&re. 

UoLpcano t yj 9 1 ; , cu;, /. falsificasione , 
contraflEàzione. 

n«,90(7rojosuo/tac , camminare allato , 
passare, oltrepassare. 

na^aTTpo^TTOiso/Aoci, dissimulare, fin- 
gere. 

UoLpocTtpo^Ttoiri'jiij s»{, /. dissimula, 
sione , finsione. 

UoLpoiitTùipLOLy «705, caduta, fallo. 

Tlxpec^pi(aj scorrere oltre. 

Uocpccppioroi, oJ, adj. pieghevole alle 
parole; arrendevole alle esortazioni ; 
ciò che serve ad ammonire; ammo- 
nitorio. 

naoavaXsuu, commuovere, scuotere. 

Hocpdi'jripLOV, ou, n. contrassegno, di- 
stintivo. 

nxpa.7 ir ioi^ fui. W^w, p. vjxa, man- 
giare alta tavola di qualcuno; far il 
mestiere del parassito, scroccare. 

UxodiiTOi , ou , e. colui che mangia 
alla tavola di qualcuno, commensale, 
ghiottone, parassito. 

no^saixsua^w, preparare, imbandire, 
corredare; procacciarsi, subornare. 

Hccp%iAt\J^y ìQ 5, /.preparativo, appa- 
recchio ; approvisionamento , arma- 
mento. 

UapKdKTÒnvca f piombar presso o da 
parte ; venire addosso ; avventarsi con 
violenza. 



( 270 ) 



nÀ 



IIotpavTreéu , contr. u, strippar dai 
^ancoj divellere j staccar con vio- 
lensa ; astrarre, separare. 

napaiTrsì^w, seminare appresso. 

najoavTrov^éw, trasgredire, viobre àn 
trattato; operare contro la fede dei 
trattati. 

n«pa9rsc^òv, avv, standosi o roelten- 
aosi appresso di. 

HocpaTra;, dSoi,/. stipite, membro 
della porta. 

Ilapà 9X0(91$, cu;,/, esibizione, rap- 
presentazione. 

no^affTSi'xw, rt. 2. TtKpi'sriy.ov^ an- 
dare di filato a , venir per ordine a. 

TlKpccaTpi^bi, pervertire, depravare. 

HocpoLtfccXXù» j sviare, distornare, far 
andar errante, far errare, divertire. 

IIoCj90(Ta^t$, eu$,y*. disposizione di 
un esercito io ordine di battaglia ; 
combattimento in battaglia ordinata : 
ix Traparoé^sus, a bandiere spie- 
gate. 

UxpdroLvii , ew5, /. estensione. 

najoaToéffffw; TZOLpoiroirrùi^fiit. |«, 
ordinare P esercito in ballaglia; in 
med. dare battaglia, battersi 

UxpKTghùi , stendere innansi , por- 
gere, tirare verso qualche parte. 

naparcxraiyu, macchinare, arcbitet* 
tare, inventare. 

tloLpKTinpiuy contr. w , stare a custo- 
dire, guardare. 

najOaTi&vjjai , aggiungere, apporre; 
porre avanti o presso o in j esporre, 
arrischiare. 

TLKparpiito>, divertire, torcere, vol- 
tare; scostarsi dal retto sentiero. 

Haparpéxw, Tta.poiTOoxoi^ta , verb. 
irr.,comp. correre al fianco, passare 
accanto, oltrepassare. 

na^arpsb), tremare; spaventarsi; fug- 
gire spaventato. 

napar^UTrau, distornare ; far cambiar 
pensiero ; piegare , placare ; in Om. 
ingannare. 

IIa;90(Tuyxocv&) , verb. irr. comp. es- 
ser presente ; presentarsi : intervenire. 

IloCjCau^àea , addolcire il dolore di 
qualcuno con consolanti parole; con- 
solare. 

n«jo«ufavu; Trapau^w , /li/, vjffw, 
aumentare od accrescere ; in med. 



HA 



signijtca pure, anmentar» , amplifi- 
care • ampliare. 

IIapKJ^y]9t$, ew$,/. amplificazione, 
accrescimento, aggiunto. 

nx/^ajTtxa, avv, siuiito , sul fatto. 

n«joapa9i;, cu;, /. esortasione, con- 
solazione ; avvenimento, consiglio; 
perfido suggerimento; Patto dell'in- 
gannare, persuadendo; discorso col 
quale s'induce altrui in errore; rad. 
foéod. 

Uxpoi.fd<S9ùi, sragionare, aver la menti 
alienata: essere in delirio. 

Ilapa^auJloy , negli autori in cui 
questa parola si riscontra , leggasi 
piuttosto TtoLOci fOL\JXov. Uoi-pd fOt.\J' 
^ov TCOitishoLi od Tj'ygtff&ai, ri- 
sguardare come una cosa pochissimo 
importante; farne poca stima. 

UKpo(.^ipoiì.a.ij titubare, vacillare, tra- 
ballare. 

UxpocfépoìjfHt. Ttapoiffw, p. itapn- 
vsyxa , portar fuori ; esporre alla 
vista; produrre; citare, allegare; 
portar da sinistra a diritta , trasci- 
nare opI suo corso ; sorpassare. 

Xlapa^sv'/u, fuggir oltre; involarsi 
(uggendo oltre. 

Uxpó.fTfiP'*^, part. m. Tra/satoà/uvo;, 
ou, persuadere, dar consiglio , esor- 
tare , consigliare. 

napa^Sroévo), prevenire; prender Tav- 
vantaggio; preoccupare. 

Ilapa^opfic , «5, /. propr. di cavalli 
che vanno fuor di strada ; quindi 
pazzia, frenesia. 

Uy.pOLj>opoi, ou, e. trasportato per, ec., 
perdutamente vago di ; fanatico. 

Ilajooc^pà^o), spiegare un discorso con 
ridire le stesse cose più estesamente; 
parafrasare. 

UocpOLfpoi.'Sii, £{>>;,/. spiegazione di 
un discorso col mezzo di altro più 
esteso ; parafrasi. 

Uo^poL^povicaj esser pazzo, vaneggiare, 
delirare. 

Uoipccfpovioij a;, /. pazzia, delirio. 

tt(x.póifpoiify O^fOij e. vaneggiatore, de- 
lirante. 

Ilapaf u>o(x;q , rii, /. guardia, costo* 
dia; il guardare, il custodire. 

napoLouXccssca , spiare , stare espio- 
ranco. 



L 



( 271 ) 



IIA 



tfocpoéf U9i^, sw$, /. propagazione. 

Ilo^ocf uo), propagare. 

UoLpecxp'nfJ^oc, ttvv. subito , sul mo- 
menlo, su* due piedi. 

UctpoLXwpira, eontr. ù, cedere, abban- 
donare, rilasrivre. 

UoLO$a.y.iiì, itìi^f' pelle di pantera o . 
ai pardo. 

Iloép^aXt;, cw<)/* paniera; pardo. 

UxpSoij oUj m. pardo. 

Ilaoeops J&) , sedere dappresso , esser 
assiduo. 

TLdptSpoq , paredro ; assessore del 
primo arconte e del polemarca ap- 
presso gli Ateniesi j in gener. as- 
sessore , consigliere ef un giudice o 

■ d* UH magistrato. 

Ilsepé^o.uat, seder dappresso, seder al 

, fianco di. 

Hx/seià , à$ , f, guancia , mascella , 
gola. 

napello», veder senza fare attenzione; 
trascurare. 

Ila^si/ti, esser presente, esser in pron- 
to : presentarsi \ trovarsi in, oiv. a } 
andar appresso, accostarsi, comparire; 
avanzarsi, arrivare; rad. et/uti ; tto^- 
pt9Ti , ìmpers. si ha la i'acoltà , è 
permesso; rei ^ropòvro, le cose pre* 
senti; ciò cbe vi e. 

IlGe^eiirsIv, avvertire* esortare, con- 
sigliare , persuadere. 

TLxptioépxoticct j entrare di nascosto, 
entrare, intervenire. 

n«p8x, avv. fuori, oltre. 

.Ilafsx^atv&), allontanarsi, scostarsi. 

TLotpixfix<7f.iy ecf));, f. digressione , al- 
lontanamento, lo scostarsi. 

IlapsxTrpof sjyw . scappar di mano , 
o dinanzi; involarsi furtivamente. 

najOs}.auv&), itapiXv.o», f. oì^Mj poet. 
oÌ9'saì, portar olire, oltrepassare ; es- 
ser portato al di là sul cocchiOt sul 
cavallo sulla naUe. 

na/sc).x6> , estrarre , protrarre , diffe- 
rire; prolungare; allettare. 

IlKj92yutj3àXXu, mettere o gettar dentro. 

nx^s/ATTO^i'l», esser di ostacolo, d'im- 
pedimento. 

Ilassvdryiffi^, eotijf. interposizione, in- 
serzione, intercalare. 

napevox^éuf /»<• n'voj, turbare, in- 
quietare; incomodare, vessare. 



Uk 



n«^8vri&Y]y.i , ioframmettere , inter- 
porre, intercalare. 

Ila/sé?, avv. fuori, di fuori. 

Uxpz^&péoìj dir cose fuor di propo- 
sito; raccontar fole. 

UoLpi^épXOliKi , a. 2. 7ra|5s|éX&wv , 
andar di la , oltrepassare, trascor- 
rere . trasmodare. 

nape|iy]ui, passar oltre. 

UoLpiTtiSriiiéoì^ contr. w, andare, ca- 
pitare in qualità di viaggiatore o di 
forestiero in qualche paese , tratle- 
nervisi , soggiornarvisi. 

na^STTO/xai, andar presso, seguire. 

TloLptpyov , 00 , m. oggetto secon- 
dario , accessorio , digressione ) ap- 
pendice, aggiunta; transizione. 

Tlcx.pépy(iìij <7iv. transitoriamente, inci- 
dentemente. 

UoLpip^opiOLi, verb. irr. comp.fut. ì. 
m.jTscLptXi^aoixa.i^ da iTapa).si>&w, 
inus. passare , passare oltre ; ingan- 
nare ; mostrarsi in pubblico ; inol- 
trarsi, venir nel, sorpassare, arrivare. 

Ila/ssuvàlo/jtai , dormire appresso , 
giacere accanto. 

TlKpsxjpiaìioij ritrovare, inventare. 

UoLpixM', 'KOLpixop.oLi^ verb. irr. comp.y 
a. 2. TZOLptisx^^ ì ''"/'• TrapsixoVj 
presentare, avere o tenere appresso; 
dare, somministrare, esibire, permet- 
tere; Trapsxeiv TTpay/Aara, dar da 
fare, da inquietare. 

Ilaps/st, impers. e permesso, sì può; 
si ha la facollà, il mezzo, la facilita. 

Ua.pixo[X(x.ij citare; produrre; allegare; 
prendere in testimonio ; citar per 
esempio, mostrare. 

Uccpri'/opioìj fui. ifisea, consolare, mi- 
tigare, esortare. 

nowrjyojsìa, «5,/. consolazione, con- 
forto ; esortazione. 

Ilotpvj 70/51X05, vj, dv, consolante, con- 
fortevole, ammonitorio. 

UKpriyopoiy ou, m. confortatore, esoit* 
tatore, consigliere. 

Ilowyirov, ou, n. guancia ; ornamento, 
fregio che si pone intorno alle ma» 
scelle dei cavalli, 

TlxptìAca, fui. fVw, p. TOjfa, stendersi, 
distendersi dal fianco di. 

Uccpri p.o(.if sedere dappresso, a canto, 
a fianco. 



\^ 



( 273 ) 



nk 



na/57}/AeX7}/A8Vu$, avv. meschina mente, 
trascuratamente , in condizione vile, 
povera. 

Uocp-nopioCy «5, /. redine , tirella. 

UoLprìopoq, ou, e. esteso, prosteso] in 
Om. arfasatto, sventato. 

Ilapdsvsto;, ou, e. vergineo, verginale. 

na;93rsvs'JOjut.ai , esser vergine , con- 
servare perpetua verginità. 

napd^svìa, «;, /. verginità. 

TlajSdrevixYj , i^bj./. verginella. 

na/sd^evixd;, vi, ov; TTK/s&évióSj a» 
ov, verginale, di vergine. 

na^dsvo77Ì7rv]$, ou, m. vagheggiatore 
di vergini; rad, OTTiTreJw. 

Urx.pòi'iOi^ OM^f. vergine. 

na/9iocu&), dimorare appresso , dormire 
appresso. 

Hapi^u, far sedere appresso; ntulr. 
assidersi appresso. 

na/9ty]/i,i, lasciar da parte, lasciar pas- 
sare t trascurare j allentare , ammol- 
lare, indebolire, render languido ; far 
venire appresso , mettere accanto j 
licenziare; snervare. 

napiTTra/Aai, passare voUndo. 

n api 77], a guisa d'aw. quasi, ugual- 
mente. 

TloLpiàòta^ uguagliare, pareggiare. 

n9Cj9tffTTi/it.i, star pressò, metter davanti, 
collocare appresso ; esibire ; il med. 
Tra/3iffTa/Aat, oltre i suddetti signifi- 
cati ha anche i seguenti: porsi da- 
vanti, ajutare; assistere; star fermo, 
presentarsi ; tenersi presso a, favorire, 
favoreggiare. 

Haptciv, ÓVT05, m. a. 2. di itoLpii/jHt 
comparire; che oltrepassa, viandante, 
passeggiero ; oi TrapiovTs; , quelli 
che qui compariscono; cioè gli oratori. 

UoipoSoi, orj,f. adito, passaggio da 
un luogo ali* altro , ingresso , via , 
marcia. 

Ilocpoids; -TTO^/soi&sv, innanai, avanti; 
>trjv Tzdpoi^ già da molto tempo; 
molto tempo fa. 

IlajSOixsu, contr, ù, abitar vicino, al- 
loggiare , esser circonvicino » confi- 
nante. 

Ilasotxia, a«, /. dimora vicina, riu- 
nione d' abitanti vicini, donde la nO' 
stra parola parocchiaj dimora pas- 
leggiera in un paese; colonia. 



nk 



napotxc^oJ, collocare dappresso, vicina 

n9.potxoSofJiéo>j fabbricare daj^resso, 
vicino. 

Udpoixoi, oxfj e. foraslieroj che abita 
dappresso. 

Ilapoi/Aioe, «$)/*• proverbio, adagio. 

Ilapoi^Aiocxò^, V], ov , proverbiale. 

Ilapoivo^, ou, m. ubriaco. 

nopoi^o/Aat, passar oltre; trascorrere; 
trapassare ; p. pari, 7ra/9e>);(iiixùs , 
orai, 

UxpoixoLpTiùì^fut yjffM, accompagnare; 
aspettare; rad, ófiocpT^, 

Uocpofuoioi^ot^ esser simile, somigliare. 

Hocpóixoioi , o\J y m, presso che si- 
mile, afi&tto aguale. 

nà/90v, ovTOs, n, il presente^ la cosa 
presente. 

nopovo^Aoc^u, scherzar sul nome] far 
allusione al nome. 

UoLpovofiaaioL^ as,/. giuoco di parole; 
paronomasia, fgura della dizione ^ 
consistente nell'innestare in una me- 
desima frase parole del medesimo 
suono, ma che hanno un significato 
diverso. 

Uocpoiuv TiAÒq, rt) òv, adj. che incita 
a sdegno, che irrita. 

TLccpo^ùvoij aguzzare, irritar controj sii* 
molare , aizzare. 

n«po^U7/i.d$, où, m. irritamento, esa- 
cerbazione, sollecitazione, parossismo. 

na/sÓTTTO/Aai, veder come di passag- 
gio; guardar senza attenzione; tra- 
scurare, disprezzare. 

Ucx-popoica, contr, ù, guardare a tra* 
verso; guardar con occhio indifiè- 
rente , negligentare ; dispressare ; 
travedere; vedere una cosa altramente 
da quello che h. 

Uxpopyil^a^ fut. itfo), provocare al- 
l'ira ; eccitare uno contra l'altro ; ir* 
ritare. 

U(x.pó^yi<JlJLX , «T05 , n,j Ttetpopyi' 
(tfjLOiy ou, m. provocazione all'ira; 
irritazione, collera. 

Uo^opfidia] TZtLpopp.i^oiy incitare, sti« 
molare ; esortare vivamente a. 

UccpópiivìOii^ su;,/, impulso, incita- 
mento, esortazione efficace. 

Uoipoi , avv, per lo innanzi , prima , 
avanti. 

na/30T/9uvoi, stimolare, esacerbare. 



(>73) 



Wl 



tj ec^/. preMDU, reonta. 
iVAi, divertire per via d* an 

, eontr, Sy trasportare, ine> 

di là. 
, colai che tommìnistra, che 

pranzo , capo del festino ; 

d' un villaggio , colai eh' è 
il fianco di qualcuno sopra un 

X , oc; ) /. franehesta , confi- 
franco parlare , libertìi nel 

x^o/Aac, parlare lil)eramen(e, 
lente. 

xffTixo;, W) òv, che libera- 
paria. 

X9TIXÙS, francamente o libe- 
i parlando. 
) , contr. ù, eacladere, riget* 

ycTvi^, ou, m. abitante lungo 
ne dell* Oceano. 
Uà. , TTocv , tutto , ogni, cia- 
ogni cosa, totale ; Tttpinonv- 
a ogni cosa ; imitocvri , in- 
I tatto ) ^l'a 7ravTÒ$, sott. 
», o^ni volta, sempre; TTOCV ra, 
xra, in tutte le cose, in ogni 

9U9a, fi;,/, che interessa 
di cui tutti hanno cura ; 
tlia nave éPArgo» 
S, e.| rad, ^aivoi, risibile 

$ , ou , m. chiodo di legno , 
aviglia. 

;c, gustare , mangiare. 
fut, àao», cospergere; spar- 
irà; spruxure, impolverare; 
re. 

, o^oiy e. più grasso; più 
3 di viso. 

verb. irr. soffrire, patire, p. 
r<7rov&«, a. 2. eTra&ov^; xa- 
ra^x^^v 9 soffrir oltraggio o 
lamento j eJ Tra^x»'^ j i^***" 
nefizj ! Tra^xsiv tc^ esser 
•so , esser toccato j Trà^xw 
, questo mi accade. JTia in,' 
il senso di afficior de' Latini, 
a^ scoppiare, stridere, romo- 
e f far gran fracasso. 



HA 



nocravof, ou, m. fragore, strepito, 
stridore, fracasso. 

UoLxoivvi , rti , f.j nocToevov , ou, n. 
pentola, tegame per far cuocere o per 
servire le vivande. 

XlaToé^ffu, p. m. TrsTTocrayoe, colpir 
con strepilo ; percuotere ; battere for- 
temente; palpitare violentemente. 

IlaTSU, contr, w, calcare, conculcare | 
passeggiare ; spremere , stringer le 
uve col torcolo. 

ITaTifìp, époiy sine. itoirpòi, m. padre. 

narviff/i-ò^, O'jj m. calcatura, pigiatura. 

IlaTO^, ou, m. cammin battuto, vie 
pubblica ; luogo frequentato. 

nocT/9oe, oe$, /. patria • famiglia; tribù. 

narptà, a;,/, famiglia, tribù. 

n«Toioc^X^«> ®^> *"• patriarca, capo 
della famiglia, della tribù. 

nocT^cxd^, t], òv, patrio, paterno. 

nar^ixu^, avv, paternamente. 

nàrpios , ov , e. paterno; che viene 
'dal padre ; ereditario. 

narpi's, iSoijf, patria; paterna. 

nocTpioSrq^, ou, m. eh' è della mede- 
sima terra, compatriotto. 

naTpódsv, avv. dal padre; dal canto 
di padre: dal nome del padre. 

naT/90xafftyvì]To; ou , m, *"— 
del padre ; aio paterno. 

IlaT/soxTOVta, «5, /. parricidio, ucci- 
sione del padre. 

nar/90xrovo$, ow, tn, parricida, ucci- 
sor del padre. 

HoLTpOTtoirùtp j opoif m. avo paterno, 
nonno. 

Tlu.r porrli, yjtos, /. palernitli. 

nar^ofovsu;, éoJ$, m. parricida. 

nxrpo^óvoi, ou, e. parricida. 

nocT/9uro$, ow, c.i ir«T/9«o« , OC, oy, 
paterno , del padre, patrio; avito , 
della patria; Trarpe^a 0U9ta, pa- 
trimonio. 

IIocTTaXo;, ou, m. palo, pinolo. 

naJXa, tJS, /. cessatione, fine. 

nauo/Aac,yù<. ffO/Aat, cessare, far posa, 
calmarsi. 

naùpo;, ou, m. piccolo, poco, in pic- 
co! numero ; rod 7r«u/9oc , poche 
cose ; Ttccxipcc , «iv. poco, 

naCf<7i$, «WS,/ cessamento, pausa. 

nauffwX^ì, rf?,/ cessatione, posa. 

nauw, finire, lar cessare, metter ter- 
mine. 



fratello 



(^74) 



nAnE 



nas>>oc^Ci), bollire, crosciare; gorgo* 
gtiare; essere agiUto, essere turbato s 
imperversare, 
nàxvrj, m, /. brina. 

Ila^vvist^j e77a, ev, soggetto a brina. 

naxvou, congelare» gelare, ghiacciare, 
attristare. 

Uxxoi^ eo$, n. grossezza » densità. 

naxuxvv]/uio; , 0^^ e. che ha i piedi 
grossi e gon6i. 

Ilax^ivo/xat, divenir grasso , grosso. 

Ilaxuvci), render grasso , grosso \ in« 
grassare , ingrossare. 

UxX^iy eia, vi, grasso, robusto, forte; 
spessq , denso , grosso , stupido. 

IlaxwTvjs, viTOi,/. grassezza, gros- 
sezza. 

nàoi, possedere, apparecchiare, acqui- 
stare: gustare. 

ns^ocvo^, V}, ov, umile, che appena si 
alza dalla terra , pedestre. 

Ils^au, stringer co* ceppi, metter delle 
traverse ; attraversare , imbarazzare ; 
impacciare. 

TLÌSyIì iQiì /' ceppo, pasto] a ; catena 
fune delle bestie perchè non Jiig' 
fgano. 

ns^coc;, oiSoiyf. pianura, piano. 

ni^iAov, ou, /i. coli* i lungo acarpa , 
calzare. 

HiSivéij vf, dv , campestre, eh* è in 
pianura , al piano. 

IIs^iov, ou. n. piccolo ceppo , ma- 
neUa. 

IIs^iov , ou, R. suolp, campo, piano 
aperto; pianura, landa. 

HiSiovdtj avverbial. alla pianura; al 
suolo ; in terra, al campo. 

IIs^s^sv, avv, dal suolo, dalla terra. 

IIs^ov, ou, n. suolo, terra; TTS^OV^S, 
avverbial. per il campo. 

ni^a, vi;,/, pianta del piede, lembo 
della veste; piede, estremità. 

Ils^airéjsoi, ovv. Trs^sTSpoi , m. p/. 
soldati a piedi che formavano la 
guardia del re Filippo , e eh* egli 
chiamava per affezionarseli con que- 
sto nome; cioè camerati, compagni. 

ns^i9, at'c. a piedi, per terra. 

ris^òv, où, n. fanteria. 

IIs^òj, Y), dv, pedestre. 

IIz^ò;, O'J, m. pedone, chi va a piedi; 
fante, pedoge. 



nE 



nstSroevòs, «ì, dv, persuasivo. 
UiKÒaipx^^ ì contr. d), obbedire (^ 

ehi governa)» obbedire in genere, 
nsido/Aocc, lasciarsi persuadere, confi* 

dare, obbedire ; secondare ; fare a 

modo d'uno; arrendersi ai detti; 

l' a, i. pass, ha significato med.} 

quindi 7rsìsd^sì$, credendosi, imagif 

nandosi. 
nsido/ASV6i)$, avv, ubbidientemente, 
n sidro), consigliare , persuadere, pie* 

gare , indurre alcuno a far qualck* 

cosa. 
nsi2rw, óoi ,/. persuasione, ubbidieo- 

za, ossequio, 
nsid^u, ou^, dea della persuasione, te 

lat. Suada, Suadela; una compagni 

delle Grazie ; persuasione , fona di 

persuadere, 
n six6>, pettinare , tosare , cardare. 
Ilsìva; TTSÌvvj, rii, f fame, 
n&ivocci), aver fame , essere affamato; 

appetire; esser povero, 
nsìpoc, oLijf esperienza, prova, tenti* 

tivo. 
Uiipoiì^Ujfut. 0C7U , tentare, esplorare, 

sollecitare ; esperimentare , mettere 

alla prova. 
nsi/7aivod , 6nire , connettere, anno- 
dare. 
HiìpcLp , ow. TtsXpoii , eiroi , ». te- 
mine , fine , meta , estremi^ , cott> 

fine. 
UilpoLtiu su;,/, tentazione, sforzo. 
Uiipx'JiJLOi , oJ, m. tentativo, tenU- 

zione. 
IIsi^a7TY2;, ou, I». tentatore, spari- 

meo latore, 
nsiparsta; oes, /. pirateria. 
UiipoLTrii ou, ut. corsaro, pirata; 

ladro di mare. 
Uiipoia , med. oco/Aoci , conlr, d) , » 

fjLXi, fut. a?» ed v]9ai, &r provai 

tentare; sperimentare; sforzarsi. 
nsi/9y]Ti^&>, tentare, far prova. 
Ilstpiv^, ivdo$, /. cassa, forstere. 
nsì/7&); 7rs/7d>, trafiggere, infiUare, da- 

passare , passare, 
nsiffoc, V];, /. obbedienza, penuasioa^ 

tranquillità. 
nst^/Aa, aro^, n. cavo, gomena. 
nsia^Aovv), ^iyf persuasione. 
UiKSvnp* "^poiy m. ubbidiente. 



(375) 



ne 



() vi} dv, penoasorio. 

I. («9^ tosare* pettioare ; tn 

isciarsi tosare. 

6) , coprirsi d' acqua ed alla* 

isser simile ad un mare. 

5, a, ov, ad/, d'alto mare, 

, €0i, n. alto mare, mare, 

, approssimare, accostare, ap- 
, approdare ; n, accostarsi j ap« 
n. 

avvicinarsi, avvicinare. 
$, où, m. cicogna* 
rtrf». da vicino. 
, ou, m. cliente, aderente. 
?rsXà^Ci}, approssimare, acco- 
applicare, approdare; neutr. 
rsi, appressarsL 
y, ou, n. jasero, bubttlca. 

a$ , 7rcXsta$. òlSoì./, una 
pecie di colomba; colomba. 
0), tagliar colla scure, asciare, 
3 ; aggiustare colla scure o colla 

il, percuotere colla scure. 

>^, ou, n. manico della scure. 

, ew$, m. scure. 

w, muovere; crollare t agitare, 

;ere. 

;,'tj, òv, livido. 

t, aro;, n. lividura. 

*J5,/j irs»Ì5, iSoi^f, aec- 

fof^e #< munge, 

i, essere; imperf. 8. xMg. CTré- 

e per /i/ic. IIttAsto, era, per 

imperf, di questo verbo suol 

il sign. del pres, 

vi$; /. scudo leggiero , scu- 

rotella , pelta. 
ùxoi, m. scure. 
téXofJiOLif propn vibrare; quin» 
•sso i poeti in gener, nascere, 

divenire; in Om, rimanere, 
sre. 

upo^j n. mostro spaventevole; 
io , portento. 

«, ou, c.j 7ré>w/3o;, oc, ov, 
loso » ^nde; maestoso « am- 
ie. 

>9 ov 9 n. prodigio, portento; 
hiamavasi dai Greci tutto ciò 
ir U sua grandessa li torpreri' 



UE 



ns/t/Aoe, fltrof, n. ciambella. 

ns/ATToé^u, fut^ oicu, poet. a79M, con- 
tare a cinque a cinque. 

IISjuiTrTato^, ou, adj. che avriene nel 
quinto giorno; quintana» 

né/ATTTO^, 7}, ov, quinto. 

UéixTZùì^/uL vp«, mandare, guidare, 
rimandare; inviare; congedare; tts/a- 
TTStv TTO/ATTrfv , marciar pomposa- 
mente in processione. 

IIs/ii:TwpoXoy, ou, n. spiede da cinque 
punte. 

ns/A^'i? 9 €(ai , /. cpedixione , mis- 
sione. 

nsvvis, v)TO$y m. povero, bracciante. 

nsvds^oc, a$, /. suocera, madre della 
moglie, 

Hiitòtpòi, ou, m. suocero, padre <fe//a 
mo^/ie. 

nsvds». piangere. 

nsv^txos, VI, dv, lugubre. 

nsvdtxóls, at'v. luttuosamente » Ingo- 
bremente. 

nsvd'i/AOC, avyerbiah lugubremente, Oe- 
bilmenle. 

ncv&i/AO$, ou, c. lugubre, Qebtle, 
luttuoso. 

nivdcs, 80$, R. pianto, duolo, lutto, 
desolaiione. 

ITgvtY}, as,/. ^verti, indigenea. 

Il«vex/?o«, oc, ov, povero, indigente. 

nevi^^uf, avv. poveramente. 

nsvo/uiac, travagliare, procurare, ado- 
perarsi; fare, operare; esser povero; 
trovarsi in miserie. 

nsvTasTtj/se's, iSoi^f* quinquennio, 
per il corso di cinque anni. 

nSVTaSTTQ/JO^, OM^ CSTtttXV.i'Vniy ou, 

e. di cinque anni, per il corso di 
cinque anni. ^ ^ 

nivTa&Xov, ou, nwf. ttsvts, a&iov, 
n. quinquerrio, fa/e a dire giuoco di 
cinque contese o contesa di cinque 
giuochi ; ossia contesa in cui s' io- 
cludevano cinque giuochi , e questi 
erano la lotta , il disco , il salto, la 
corsa e il pugillato. 

nivrad^^o;, ou, w. specie di atleti 
che facevano il combattimento di 
cinque esercis) , detto 7r8VT«&>ov , 
quinquersio ; v. il precedente» 

nsvTOCXi;, avv. cinque volte. 

nsvToexófftoi, ow, oc, cinquecento. 



^2^s) 



ns 



IIsvTaTrXàffios , a, ov, cinque irolte 
maggiore. 

n»vT«x«; i«vTaxiQ5 wsvtaxws , 
apt». in cinque modi , in cinque ma- 
niere. 

Ilsvrs, indeci, cinque. 

nivrvjxovTa, indecL cinquanta. 

nsvmxovTÓyuov, ou, n. di cinquanta 
jugeri. 

nsyrv]xdvTO/9o;, ou, /oxt. vaw(, nave 
da cinquanta remi. 
^ nsvTv]xo9tot, ai, oc, cinquecento. 

n3VTv]X09T0;, «ì, dy, cinquantesimo. 

nsTrai^eu/iisvos, vi, ov, erudito, let- 
terato. 

IIsTrai^sUjUisvwg, «ce. eruditamente. 

nsTraivoJ, cuocere, maturare, ridurre 
a maturità , venire a maturitli« fani 
maturo. 

Ut-jtxloLioìfjLivoi y >1) ov, inveterato, 
invecchiato. 

nsTravffC^, 80>>{,/. maturità. 

niTtitpoif 0U, e, maturo, adulto. 

IIs7rs/9t, lOi e BMi^ n. pepe. 

ns?r).y]V&), percuotere, ferire. 

nsTiXov, ou, n-i 7ré7r).05, ou, m. pe- 
plo , abbigliamento femminile t con- 
sis lente in un drappo sottile senza 
maniche , che scendeva ^no ai tal' 
Ioni; velo ; cortina ; mantello da 
uomo. 

nÌ7Tvu/xai, i/if. di irv J/Aoct, esser pru- 
dente; aver buon senso ) avere intel- 
ligenza. 

IIsTTvu/Asvo; } ou , prudente , saggio , 
part. di /ut.vu/ut.1. 

ns7roidvj9i$, sci){,/. persuasione, fi- 
ducia. 

UinoCòu'y TTSTroi&éw, pres, formato 
da TTSTTOidra, affidare, aver confi- 
denza , fidarsi a. 

UsTZOiKiljiivoiij avv, variatamente. 

nsTtpw/iiévrj, >!«,/. parca, fato. 

ns7rr)w/i,svoy. ou, n. fato, fatale | sta- 
bilito dal fato. 

UiTCpap-ivoìi, avv. fatalmente. 

né777&), cuocere, maturare. 

IIsTruy, oyo$ , e. colto dal Sole, ma- 
turo, molle , delicato , dolce \ effe- 
minato , vigliacco ; o) TrsTToy , apo- 
strofe freguenle in Om. , la quale, 
secondo il diverso tuono della prò- 
nungia, esprima ora idea di doU 



DB 



ceua e bontà , e quindi appUuso^ 
o buono 1 dolce amico 1 ora idb« 
di bontà eccessiva , e qmndi sprt» 
gio e indignatone , o fiacco 1 o co* 
dardo 1 

Uip ^ particella enclitica ^ sebbene, 
quantunque } talora è riempitiva , e 
non fa che dar grazia al discorsoi 
quindi spesse volte non si traduce % 
e viene significata soltanto dal Utone 
della parola precedente j esprimi 
però sempre qual cosa di general* 
o di perfetto. 

UipoL, avv, oltre, al di là} oltre mi- 
sura, eccessivamente. 

nspaivw, finire, recare ad e£EetlOi • 
perfesione. 

HipoLÌoi^ a, oy, ntteriore , sitnato al 
di là. 

Ils/socid», contr, &>, passar oltr« , tra- 
passare . tragitiare , guadare. 

IIspacadrocyo/Aat, sentire intorno, n- 
dire. 

ntpairépu. tfff. eompar, ulteriormcs* 
te, più oltre. 

Ilspay , /* is tesso che Ttipctj ma non 
si pone che avanti un noma <fi 
luogo, 
\ nsj90t«, MTO{, R. fine, termine. 

nsparvj, TJ5, /. fine, estremità, ter- 
mine. 

Ile^aTÒs, W, òy, che si può passare, 
che si può attraversare; guadalnle. 

XIspaTÓw, p» j>assu ittmpoLxtAp.tti^ e 
per sinc. 'TrSTt/su/xac, nnire, termi- 
nare : Tténpoixa.i , e stato decretato 
dai fati ; sta scritto nel libro dei 
destini. 

Utp6i(a,fuL ^90), ed vJ90), andar ci* 
tre , tragittare, penetrare, trasferire, 
trasportare per vendere j vendere. 

UipSi^^ txos, e. pernice) utnto, libi- 
dinoso. 

nsj9>)y, avv, al di là, oltre. 

népòUyfuL (TU, distruggere, saccheg* 
giare , devastare , rovinare , sov« 
vertire. 

Utpiy prep. col gen. sign, di, intomo» 
a cagione, per, sopra; col dal, eoo} 
da , in , per, presso , intomo | eoe 
/* acc. ad, in, intorno, presso, a ri- 
guardo. SovenU indica Poccasioneo 
la pr^essione, come ot ?ri^t fdo- 



( a?? ) 



OE 



cOfiùLV, quelli occupati intorno alla 
filosofia, cioè i filosofi. 

njpiocyyu/1.1, >ua>, infrangere o infran- 
gersi raggirando. 

Ilepiaycd). condurre dintornt», raggira- 
re, andar dintorno ; ripiegare , ri- 
• torcere. 

nsp e ay »*/>), vT^, /. raggiramento, mo- 
TÌnaenlo orbiculare. 

HipiOLipéot^ contr. &), togliere intorno 
da ogni parie , risecare all'intorno; 
scorticare, spogliare ; togliere. 

ns/9iaÀyvì$, SOS, e. affannoso. 

Ilsf^iaXvuj, avv» afiànnosamenle. 

Ile^ìaAjla , avv. in modo speciale} 
sopra d*ogni altro. 

nspiaTTTca, appendere, attaccare in- 
turno. 

nsptaflrTpocTrTfii), risplendera dintorno, 
circondare di splendore. 

ns^iPacvu , verb. irr. camp, andare 
intorno , circondare ; stare a cavallo ; 
Proteggere } Tttpi^c(.i)ì&i^ ròv xa- 
Àocfiov , stare a cavallo ad una 
canna. 

nspc^a/).«, verb. irr. comp. gettare 
intorno , circondare , cingere , co- 
prire; inviluppare, abbracciare. 

TLspl^Xg'Kroij O'Jf e. cospicuo, spelta- 
uile, illustre. 

TLspi^XinrÒTVìif Yìroi^f. eccellensa, 
celebrità. 

nspcp^STTU, guardar dintorno. 

IIs^i^ó).aiov, ou, n.j TTspi^o^rj, iìij 
f» cosa che si getta o si cinge in- 
torno alla persona, veste. 

VLtpi^oko^ ^ o^è ^ m. accerchiamento , 
giro, circuitOj muro all'intornuj spazio 
di luogo. 

UtpiyiyvofiKi ; Trspiyivo/Aai , t^erb. 
irr. comp. restare, vincere, impadro- 
nirsi , superare j sopravanxare. 

UipiyXccyvn, ioi, e. pieno di latte o 
di sugo latteo. 

ns/9iy).y]voéo;Aat, propr. volgere intor- 
no h pupilla} quindi guardare in- 
torno. 

n^tyyoéjULTru , piegare attorno, girare 
intorno. 

IlgjDiyoyyu^w, mormorare. 

Htpiypoiì^ù», circonscrivere, descrivere. 

TLgpiypoLf^ , W» )/• descrizione , cir- 
conscrisione. 



HE 



TLtpi3il>iOi , ou , e. ambidestro, abile 

. nel lanciare Tasta , tanto colTuna che 
coli' altra mano. 

nìpiSinìi, 805, e. pauroso. 

UipiStiSu, temere da ogni lato; te- 
mer molto. 

nsjot^gu, legare dintorno. 

UipiStùi;^ avv. paurosamente, timida- 
mente. 

TltpiSiSoìp.1^ metter ppgno, scommet- 
tere; depositar la scommessa} con- 
segnare, dar nelle mani. 

Ilepi^ivsci), attorniare, menare intorno, 
far giirare attorno. 

llipi$oJTtTopLo:i, a, i. TTspi^/Juy&yiv, 
esser lacerato all'intorno. 

HipiSpOfioq , ou , e. che corre din- 
turno , attorno del quale si può cor- 
rere ; circolare, rotondo, accessibile 
ali' intorno. 

XlipiSuùì, spogliare. 

flspisi^sw, conoscere pienamente. 

nepisi^o), trascurare; lasciar fare, 
suffrire; saper più, conoscere meglio ; 
sorpassare nella conoscenia o nel 
senno. 

Uzpiiùi'j), volgere intorno. 

UipiiiÌTi'jii, tui, ,/'. Tallo di volgere 
o piegare intorno. 

IlsptsiXiaffCi), volgere intorno, rivulto- 
lare. 

n spi et/A t , andare intorno , andar qua 
e là; sopravvivere, rimanere; sor- 
passare , esser superiore. 

Uipiiltùì , accompagnare per protegge- 
re ; essere assiduo a corteggiare qual- 
cuno ; riverire, onorare ; trattare. 

ns/siSjSyà^o/Aai , esser curioso^ ricer- 
car curiosamente; darsi del moto e 
dei penitieri inutili. 

H^piSjSyov, ou, n, affettazione, osten- 
tazione. 

Uipdpyoi, ou, e, ov, n. adj. curio- 
so, che si occupa di qualche rosa 
con soverchia cura ; sollecito, affet- 
tato , vano. 

Xìipt.ipXop.ct.t^ andare attorno; circon- 
venire ; sorprendere, ingannare. 

Hzpiix^ì verh. irr. comp. circondare; 
abbracciare, ritenere, difendere , pro- 
teggere. 

ns/9t^a/ASveÌJ$,a(>c. veementemente, con 
veemenza. 



(278) 
Il — 



nE 

TLtpi^tàiiet, aTo;, n. ciò che serre a cin- 
gere ] ciò che serve a coprirci j pan- 
nilinì. grembiule. 

cingere dintorno s circondare di } 
passare o mettere intorno di. 

Uist^d'srpa.f kì,/. fascia, cingolo» 
cintura. 

Tlzpi.riyéoiJL»t , condurre intorno t e- 
sporre. 

IlsptvixS'U) risuonare intorno. 

Ilzpi^itsti^ 60»^,/. il porre intorno. 

ns,d(iffTY]/Ai, stabilire, esporre intor- 
no ; nell* a. 8. e p, alt. e pass. 
stare, porsi intorno , volgersi intor- 
no; TtipuaTot.piOLij mettersi attorno ; 
stare intorno; circondare; girare , 
tornare. 

UtptxoLiì^j éo^y e. ardente. 

UtpiKo:^cK.7:70if attaccare attorno. 

nspixaib), abbruciare in giro, intorno 
intorno. 

UtpixoLXXtìiy .ioiy e. bellissimo. 

nspixaXuTTTW , coprire dintorno , ri- 
coprire. 

ns/5ixa/*7ryj, i^;,/. circonflessione, ri • 
volgimento, circuito. 

n53ix«jui7rTÒ5, ri, dv, circonflesso, cir- 
colare, che si rivolge in se. 

nsatxajtATrTW, y*M<. 4'Wj circonflettere; 
girare intorno ; far delle giravolte. 

UtpixonroiXinnroi , ou , e. afferrato , 

' grancitó, ghermito. 

Ilssixaw^, avv. ardentemente. 

ns3ixsi/Aat, giacere o esser posto in- 
torno, esser circonvicino , essere si- 
tuato attorno di ; esser cinto , esser 
vestito , essere ornato ; circondare , 
cìngere. 

nSjCtxsfoUaia, «5»/. elmo; la parte 
elevata della cuffia d' una donna ; 
mal di testa, dolore alla testa ; rad. 

UipiK'nSop.ccty aver gran cura, pren- 
dersi molto pensiero. 

HipUrì\oi, OTJ, e. secchissimo; ab- 
bruciato all' intorno ; fesso, spaccato. 

nS|3ixAsia>, chiudere dintorno. 

nsptxXuT^v , oJ, e. celebre^ molto 
insigne , molto illustre , inclito. 

TlipiAÓTtrta ^ tagliare adorno; mutila- 
re ; troncare ; diminuire la potenza , 
le ricchezze, ec, manomettere. 



nE 



n8/9ixpv7rru, occultare, celare. 

ne,diXTeiv&>, uccidere intomo. 

IIspiXTiovs;, MV, m, che abitano in- 
torno, circonvicini, rad. xtc^m. 

UepixuAXooij contr. ut fttt. uffw, cin- 
gere dintorno, circondare; avvilap* 
pare, investire. 

ns/sixuxXufftf, ew5, /. cerchiatura. 

nsjSixuvsù), ungere o intonacare dio- 
torno. 

Hzpt^iajUL/Sàvoi) , verb. irr. eemp. ab- 
bracciare , circondare , ricevere in* 
torno. 

TlipildfntM, risplendere dintorno. 

n 8^i> e iTTU, abbandonare , lasciar di 
resto; in pass, restare, avanzare. 

Uisiliitca, scorticare, levare la scorta, 
la buccia. 

TLipiytxp-dopLOii, nettar colla lingua, 
leccar tutto all'intorno. 

HiplXuTtOi ^ Q}J^ e. molto addolorato, 
afllittissimo. 

ns/3i>u7ru;, (i(T. dolentemente, dolo- 
rosamente. 

nspi/it.ai/AoéW) desiderare avidamente, 
guardare, spiare intorno. 

IIssi/Aatvo/Aai , /ut. /mavou/tat, in- 
furiare assai, infuriare intorno;. sca- 
tenare la sua furia intorno di; pro- 
vare i più violenti assalti di furore, 
dì follia. 

Uipip.dx'^'^^iì ®'"'> combattuto, contra- 
stato ; per cui si combatte ; degno 
che si combalta per esso , desidera- 
bile. 

nspi/Asvw , rimaner fino all' ultimo , 
aspettare. 

Ttipifiirpov, ou, n. circuito, giro, pe- 
rimetro. 

Uipip-tTpoi, ou, e. orbiculare, roton- 
do, inflnito, interminabile. 

nipip-rìì^rii^ toii 7rs/9ia>jxeTO«, ou, e 
assai lungo , eh' è a una longheaia 
smisurata ; lunghissimo, altissimo. 

ns,ì?i/iiy]X^^^^/^^^7 macchinare inter- 
no ; tramare; ordire. 

nsptvaiSTOCW, /m«. Tfj'ffW, abitare all'in- 
torno ; nel vicinato ; nel circondario. 

IXspivaisryj;, ou, m, circonvicino ; che 
abita intorno; confinante, 

n2,oivo7T«w, contr. 6), fut. ff« , pas- 
seggiare intorno, circuire ; andar va- 
gando qua e là. 



( 279 ) 



UE 



Utpi^tvròij ou, aJj. nschiato; raso, 
polito air intorno. 

UtpioSiìtàqy vi, òv , periodico « rego- 
lare, che ritorna a certi tempi. 

Dspio^cxu^, «1^. periodicamente , ro> 
golarmente. 

UtpioSoi , o\> jf.j strada per cni si 
va intorno di ; ritorno, periodo tfiina 
parte d'un discorso j giro, contorno, 
circuito , ambito. 

nspcoixiw, eontr. w, abitare all'in- 
torno. 

Uipioiìtoi , ou , e. che abita da vi- 
cino. 

nepiOTTro/AOCt, riguardare attorno j esa- 
minare ; dispreuare, trascurare. 

Uipiopoioiy contr. a, riguardare attor- 
no | considerare: spiare; riguardar 
con occhio indinèrente ; disprestare; 
contar per nulla. 

IIspiopi^Ci), prescrivere, limitare. 

nspcov^aivo/Aac, fiutare, annasare in 
giro, intorno intorno. 

Oepiouffia, «S,/. abbondanaa, affluen- 
sa , gran quantità. 

neu9iouffio$, ov^ speciale, esimio, ab- 
bondante. 

Uipiox^i ^h /• complesso , circuito ; 
argomento. 

UtpiTtoiSfioi^ eontr. u, esser commos- 
so da veemente afifetto , essere an- 
Aoso. 

UipiTtoLTéoi^ contr. ci), passeggiare, an- 
dare intorno. 

n«j9i7raTv]Tixò$, ni, òv, passeggiatore; 
peripatetico * jilosofo della setta di 
Jristote/e. 

nspiTraryjTtxùf, passeggiando. 

UipiTtetroi, ou, m. passeggio, disputa 
intorno a materie filosofiche, che si 
discutono passeggiando j tratteni- 
mento filosofico , peripato. 

nepcTreipw , trafiggere ; attaccare in- 
torno. 

UipncilofiOLij aggirarsi intorno. 

n^cTrcuxvjf, ioi» e. molto amaro. 

n^cTrcTtrOi), verif. irr. comp. cascare, 
cadere in, incorrere, fuL Tttpntvoì' 

fu, a. 8. 'TrCjOtCTTS^VV. 

IIspi7rXoc99U , coprire, impiastrare in- 
tomo. 

nsoi7r>cxT0$, ov, e, intricato, avvi- 
luppato. 



ns 



IIsjoiTrXsxM, intrecciare intorno; rav- 
volgere, implicare, avviluppare; Trt- 
pnt\ixop.oiiy piegarsi attorno , cioi 
abbrafcciare. 

Tltpntlrì^i^qy éoi, e. molto amaro* 

nspiTT^od^w, colmare, riempir del 
tutto. 

UtoiTtoiio» y contr, w, conservare, 1»^ 
berar da un danno, apportare, con- 
ciliare ^ acquistare. 

UspiTtpox^òtìi ^ jivroi j sparso intor- 
no; part. a. i. pass, di TttpncpO' 
X'JOfioLiy inus. 

lìtpntx^99(Ay volger dintorno, circon- 
dare. 

Uipippo(.i)Kay aspergere dintorno, 

Uipippi^j flit, svlffw, scorrer dintorno^ 
colare, grondare, gocciolare. 

nsoc^óyi'/vuw; yvu/Ai, verb. irr. comp, 
fendere , rompere intorno , rapire , 
strappare. 

TlepipprìSrìi y ioi , o. rotto intorno; 
fiacco , fracassato quinci e quindi » 
rad. pinvvu. 

Uipippooiy ou, m.j Tttpippyjxoi, ou, m. 
che scorre dintorno ; bagnato intor- 
no, circondato dalle acque ; rad, péoi, 

TLipt9a.Cv(a , poet. Tre^si^aaivo) , acca- 
ressar colla coda» far festa intorno, 
far carezxe. 

Uipitiia , poet, 7re,9ctftfsi&), muovere, 
scuotere da ogni parte ; agitare, crol- 
lare intorno ; in pass, svolaxtare qua 
e là, scuotersi intorno. 

nsptffdsvsGi , soverchiar colla fona ; 
prevalere nella forza* 

ne^tffxéTTTOjUiai, guardar dintorno. 

ns/9iVxe7rTo;, ou, e, che può intorno 
investigarsi cogli occhi; cospicuo. 

TlipiTTCoia, contr. a, trar via, torcere 
intorno; togliere. 

ns^itf7rou^a7TO>, om, c. itnJiosameii- 
te desiderato. 

Uipia9oi , atnf. oltremodo , sopram- 
modo. 

Uzpi9is6Ìct , o^iff.j Trepiffffsu/Aoe, «- 
T^$, n. abbondanxa, superfluità^ ri- 
dondanza, soperchio. 

ns/9i(T(TSVM, abbondare^ soverchiare, ri- 
dondare. 

nej0i99ov, ouj n. eccesso, esagerazione. 

Uipifsvòi] it&pixròi, W, òv, copioso, 
soverchio, superfluo. 



(a9oX ' 



ne 



Uiptacùii^ «K^f. copiosimente , super- 
fluamente, soverchiamente. 

TLtpLoro(.3ov y wv» stando intonso, al- 
torniando. 

ns^i9Ta7is, eiw5,/ arcerchiamento , 
corona; circostanza disgraziata , pe- 
ricolo; caso avverso, urgente ; è prc- 
so ancora in buona parte, e sign. 
opportunità , occasione, congiuntura 
favorevole. 

nepKTTcXXo), coprire intorno , vestire. 

n8j0i9Tevax(^o/Aai , gemer* d' intor- 
no; risuonare. 

nc/9(7TSVO/iioct, stirarsi. 

neptérspoc, «s, /. colomba. 

nsjOiffTef avów ; Tre/ptaréf w , fingere 
di corona; coronare, cingere intorno. 

ns/^iffriixci}, tenersi attorno di ; circon- 
dare, accerchiare, investigar* attor- 
no ; andare attorno , girare. 

IIspt7rovaxi^o/ut.ai, gemere intorno, 
risuonare. 

IIspiffTpifo), volgere intorno, girare, 
muovere intorno ; ruotare ; in Om, 
coagulare. 

nepiffuXoco), espilare, svaligiare. 

nspcvu^Yj^i^, eus, /. espilazione, sva- 
ligiamento , furto. 

nspK^TOixi^c^) cingere, rinserrare, in- 
viluppare nulla rete. 

ne/^t^x^'^M 9 dividere , fendere d'in- 
torno. 

Ilspiff^Oi), contenere; rinserrare, cin- 

- gere, abbracciare; nel med, ha inot- 
tre il sign, di custodire; prendersi 
cura. 

Kspiffw^O) , conservar sano e saIvo« 
salvare, scampare. 

IIspiTa9j9sJci}, trincerare. 

IIsJstTeivoi) , stendere , tirare intorno 
a; distendere. 

VLipiTtf/^iì^ta , fuL ioùif cingere d'un 
muro ; circondare di mura una città 
che si assedia per impedire agli as- 
sediali la sortita j rad. iztpi TSi- 

IIspiTeixctfif) ew5j/.7 ittpixtixi9p.0i 
ou, m. l'atto di circondare un muro, 
di tirare un muro intorno a ; mu- 
nizione, fortificazione. 

nspiréX^o/Aat, compire il suo giro o 
la sua rivoluzione. 

ns^iTé/AVu ; ìrsptTà/tyw, tagliare at- 



n£ 



torno , recidere ; circoncidere ; ri- 
secare. 

nsj0iTi3rv]^t , porre intorno, drson- 
dare. 

ne^iTO/AV], ^iyf' taglio fatto all'in- 
torno , circoncisione. 

nsjSiTpaxvi^iov, ou , n. che si metta 
intorno al collo, collana. 

HipirpéfopiOiiy congelarsi attorno; coa- 
gularsi, rappigliarsi. 

TLiptrpé(>iy tremar tutto per la paura; 
l'uggir tremando. 

nspiT/5>]x«, «. 8. TtiptiSpoLfiov^ cor- 
rere dintorno , correre attorno. 

UspiTpofxiùi, tremare intorno. 

UtpiTponccùi y volgere attorno, girare, 
rivolgere. 

IlepiTpoTrsGJ, andare in volta. 

Utpirpoxoiy ov, e. rotondo. 

U.tpirp(àyoìj rodere, rosicchiare intor- 
no intorno. 

UipiTTÒiy ri) ov ; itipt-9fsòiy n, ov, 
ad/, che è di sopra, che supera gli 
altri, eminente , eccellente ; copioso ; 
superfluo, eccessivo. 

UtpiTroifioLj aro; 5 Tttpircatsiij c«)$, 
jf, escremento. 

ncpiTuyxo^vu , cader nell' una e n«l« 
l'altra parte, abbattersi in. 

nc/?if aivo/xai, esser cospicuo, illustre. 

UipifKvrìi;^ ioiy e. cospicuo , chiaro. 

Uipifépiioif a;, circonferenza > peri- 
feria. 

n&pifipta, portare intorno, attorno; 
Ttipifiptts^oLij andare in giro, gi- 
rare. 

UipifXi'/ini, coi^ e. focoso, ardente. 

Tlipi^Xiùùif abbruciare. 

TltpifO^Oi , ou , e. cólto da grande 
spavento, molto impaurito, in gran 
paura. 

Utpi(pp(x.Sini, 805, e, abile, saggio; 7re- 
pifpO(.Sio)g , avv. abilmente, accon- 
ciamente, maestrevolmente.. 

Uipifpoil^Ofiaij pensare o dbcorrere 
intorno ad una cosa, considerarla. 

UiplfpoLfjiiy s&)$, /. circonlocuzione , 
perifrasi. 

n&pi^poì'ìfj ovoi, e, saggio, prudente) 
accorto. 

Utpi^rjfxt, abbracciare. 

TLtpifunrjùiy piantare intorno. 

ÌIs/5ix«^>Ì5, «05, m. e/., e;, n. adj. 



(a8i) 



UE 



molto allegro, lieto oltremodo, gOD- 
fio per letisia. 

Il8j9txeu&>, spargere iotoroo. 

Utpixoipoij OìJj e. che giace dintoroo, 
circoDvicioo. 

UspLfbvifxoi, KTOi, R. spazxalura. 

Tlzpi^iAÓùìj spogliare diDtorao. 

najpcu^uvca, «$,/.« rad, ofuyv], gran 
dolore. 

nc^tuTry], ^S, /. vedetta, specula. 

Uipitàsiv^ TtipicStict^ avv. oltre misu- 
ra; fuor di modo, eccessivamente. 

ns^xvos, où, adj, nero, macchiato di 
nero; screciato. 

Hipvcc, ri^ /. presciatto, salame. 

nspvoéoj j TZipvviiit, vendere; portar via 
per vendere. 

UtpovcHùit affibbiare , traforare , trapas- 
sare , trivellare. 

Utpóvvìj riiy f. fibbia, spillo da donna, 
ago , pnntale. 

Uipcii^ùiy aver costumi persiani, vive- 
re alla persiana. 

n^^uffi, avv. nell'anno scorso; talora 
significa un tempo indeterminato^ cO' 
me, poco fa. 

Ut99Òi, ou. m. dama, sorta di giuoco J 
vexzo del giuoco degli scacchi. 

Ilctfffu, cuocere; concuocere, digerire, 
smaltire; ammollire, addolcire ; me* 
dicare; in gener. occuparsi a qual- 
che cosa, immergervisi. 

neroé^w, estendere, spiegare. 

niraXov, ou, a. foglia larga j lama, 
piastra di ferro. 

neTa/Aoci, volare. 

neTOCVyu/At, estendere, spiegare. - 

UiroL90ij o\Jy m, cappello, petaselto. 

UtToita.fut. 96), stendere, spiegare; 
schiudere. 

ncTcìvòv, où. n.j TTsretyòs , i^, òv , 
volatile , volante. 

nérojuiat ; Trerocojuioct , contr, óifiett ; 
TtiroLpLOii , fut. ocffw, p. pass, ttstt- 
ra/sai, volare. 

UirpoL, a$, m. pietra « sasso, roccia , 
scoglio. 

Utrpectoif a, oy. petroso, che cre- 
sce, vien fuori «lai sassi, di monte. 

nsT/svfet?, eaffoc, sy, sassoso, pie? 
Iroso. 

Uérpoij ov, m. pietra # lauO) maci- 
gno , pietrone. 



IIEIIH 



UtrpùSviij toiy e. sassoso, pietroso. 

Uvjòoficci , lo slesso che 'jruyd^ayo* 
/mai, udire , intendere. 

Ilcuxàsi^, casa, ey, rad, ttsJxv}, di 
pino, del cui legno si facevano le 
' fiaccole; Tt\jp :^fO(.i9TCi , fuoco for- 
mato da fiaccole. 

nsuxaXt;A9$, ou, adj. cauto, pradente^ 
ben avveduto. 

Ilsuxs^ayo;, o\Ìj adj, amaro. 

ncuxv], tJS,/. propr. picea o larice, 
albero resiniferoj quindi qualunque 
cosa che si fa di esso , come facei, 
picea, pino. ec. 

nsf'y&i, uccidere, poet. 

Ilsf ux«, yerh, nuovo da TTCf uxoe, p. 
di ouu, crescer fuori. 

Ilsfu/ayjuisyo;. ou, adj. guardingo, 
cauto, da ^u/àavo). 

n^, inlerr, come ? per qual messo? in 
qual maniera ? dove ? in qual \ìxo* 
gu ? 7n] , sema interr, certamente ; 
oyjSi TTv?, non certo; avv, in qualche 
modo, in alcun tempo, mai. 

nviyàtos, oc, oy, adj. fontano, di fonte. 

nvfyavoy. ou, n. rufa. 

n^iyà^, a<^o$, / ghiaccio ; acqua con- 
gelata ; rupe, scoglio. 

Tì-nyfjip.vlkoi, ou, e. che ha denso 
vello, rad. TnQyvuw, /AaXXò$. 

nv)yYÌ . Tf^, /. fonte, sorgente, fontana. 

nyiyy/atoy, ou, n. fonticello, piccola 
fontana. 

nv]yyu/iii; 7r>jyyuw, vero. £rr. con- 
giungere , conficcare ; ficcare , pian- 
tare, unire insieme; comporre, co- 
struire; a. I. «TTS^a da 'm<s<staì in 
med. esser fitto, assodarsi, indurarsi, 
arrestarsi, irrigidire, agghiacciarsi, 
congelare. È usato ad esprimere 
qualunque unione di pia cose, dalla 
quale risulla un tutto solidamente 
congiunto. 

IlYiyyuTÒ^, W, òy, aflSsso. 

nv]yo$, Y], oy, ben compatto o com- 
posto ; ben complesso , grosso. 

UviyxjUiy i6oi, f. glaciale, gelaU } 
sost. ghiaccio , gelo. 

nvi^àXtoy, ou. n. timone. 

Tl-nSoioi, fut. vi9&>, sature; scaturire. 

n>iJYl/iLa,j0CTO5, n. sallo. 

Il)] Joy, ou, n. remo, rad. wq Jo«, /«• 
gno di cuifacevansi i remi. 



( aSa ) 



UH ni 



niQXTÒs , >j ) òv , solidameate nnito i 
connesso, £uo. 

nY]>ocxi^&), aspergere di fango. 

nWXv]^, v)xo$, /. elmo; celata. 

nv]>cxo$y Ti) OV) quanto T 

ny)>ivo$, ou, m. fiitto di terra; vaso 
o altro lavoro di terra } stoviglia. 

ny]Xò;, O'Jj rn, fango, creta, mota. 

Ur)\(àSYìi, c.y rad. itri'Xói^ fangoso. 

n^O/^a, OLTOij n.' danno, strage; male; 
perdita , disgrazia. 

TLYifieà'Kùf nuocere; ledere; offèndere. 

nvjv^, ^$»/* tessitura, tappeto. 

IIy]Viov, ou, n. spola o fuso a cui si 
avvolge lo stame j starne^ filo. 

jm^Oi^ ou, m. tessitura. 

nv]^i^, SUS)/* soda costruzione; con- 
ficcatura. 

nvf/9«, a$, /. bisaccia , tasca , valigia, 
bolgia. 

IlTip^oiov, ou, n. sacchetto, taschetta. 

TLtpà^^ ÒL^ ò't ^ storpiato | privo del- 
V ajuto di qualche membro { cieco , 
muto , monco. 

nvipo&>, contr. ól, mutilare, troncare; 
lerire. 

n7}/9a)tft$, e&)g, m. mutilasione, priva- 
zione , perdita. 

Hi} TU a, «5) /• coagulo, pressarne. 

n>JXui*0S , « « ov , '•«<'. Tt^ix^i j '^•^^^ 
lunghezza d'un braccio. 

n^fx^S} eo)$, m. gomito, braccio; 
cubito, misura greca della lunghezza 
ek'è dal gomito all' estremità del 
dito medio della mano j circa un 
piede e mezzo, 

Ilia^Ci), comprimere, prendere. 

niaivo) , impinguare , ingrassare , far 
grasso. 

n t a/9, Kpoi, n. grassezza , pinguedine ; 
adj. sta in», di ttiov, pingue. 

niajóò^, oè, dv, pingue,- grasso. 

ni'^a^, axo$, e. fonte, surgente. 

TLiSntii^ visiva, :qsv , abbondante di 
fontane. 

nté^oi} ; Trts^so) , premere , oppri? 
mere , pressare ; serrar con forza % 
tormentare, stringere. 

Di' sto oc, a$, jf. grasso ; pingue; fertile, 
abnondante; ricco. 

niS(Tt;, «WS,/. 7rt8<y/A«, aro;, n. pres- 
sura ; su|o, Killato, quintessenza. 

nis9Tvf/9, v}^o$, m. strettoio. 



m 



ni&otxvKj, il«,/, rad, wi&0«, botti- 
cello di legno. 

ni&av>j, tj5, ^. bollicino. 

Ilidravd;, >}, òv, probabile, persuasi* 
bile, verisimile, grato, piacevole. 

IIi&avÓTVJs, TQTOS,/. probabilità, ve» 
risimigliansa. 

Ilid'avw;, avv. eloquentemente , pro- 
babilmente, verisimilmente. 

niS^su, inus. a, i. paH, Trt^'ffOf} 
aver confidenza ; fidarsi. 

Ilt^rjxos, ou, m.j TTt&vj?, ijxoj, m. 
sciroia. 

IIi&os, ou, m. botte, vaso. 

Iltxpatvo/Aoet, divenir amaro. 

nix/saivo) , render amaro » 
bare. 

Iltxptoc, ««, /. amarezza. 

IXixpóvK/AOs, ou, m. a cui le nozze 
riescono amare. 

nix^còs, ci, òv, amaro, aspro , disag- 
gradevole, acerbo, rio. 

ntxpdT>35, ìQTOS, /. acerbità. 

ntxpóis, aw. disaggradevolmenle, aspra- 
mente • amaramente. 

nO.tov, ou, n. bcrretU. 

IltXvocu ; 7rt>v>jjuii, avvicinare, far 
appressare; approssimare; e quindi 
vibrare, brandire, scagliare; in pass, 
med. esser vibrato, roteare. 

UlXoi , ou, m. berretto di lana, che 
mettevano sotto l'elmo, perchè il 
capo non restasse offeso. Vale an* 
che feltro , e quindi tutto ciò eh' k 
fatto di feltro. 

ni/iie>yi, 1Q5,/. grassezza, pingticdino. 

ni/AcXW?, «05, e. grasso, pingue. 

ni/ATtXocvci) ; 7ri/x7tXoco) ; ttijulttX»?/*' , 
fuL 7r>>jffw, rfa irXrf&w, riempire, 
empire , colmare; saziare , satollare. 

UlfiTcprìpLiy infiammare, abbruciare. 

Ilivaxiov, ou, n. tavoletta, che presso 
gli Auniesi esponevasi al pubblico^ 
sulla quale era scritto ciò che si 
voleva che tutti sapessero intorno 
agli affari della Repubblica. Si chia- 
mava così ancora la tavoletta che 
si dava a ciascun giudice, sulla qua- 
le scriveva il suo voto. 

IIivaxodryfxT} , iQ5i /• luogo dove si 
conservano gli archivi dello stato; 
galleria di quadri > di pitture, pina- 
coteca. 



( a83 ) 



m 



ni vai, OLXOi^ m. tavola, tavoletta} li- 
bretto ; piatto ; pittura, quadro , in« 
dice dei libri^ lance. 

IIivo^, oUj m. sordidetaa. 

IIcvuttì, rii)/' sapienaa, pradenaa; ac- 
cortezza. 

QivuTO^, O'J, adj, sensato, prudente* 
saggio; 

IIivu , verb, irr, bere; a. 8. sTTiOV , 
p. 7r£:r&>xa, /ìit, Trtoj/xai e meglio 
irt'oyjiat. 

Ilivoiov]?, c.y rad. tzitìoì sudicio, lor- 
do, coperto di sudiciume. 

nìos, «OS, n.s TTiOTTQS, riroijf, gras- 
sezza. 

ntTrtffXO), dar a bere, mescere. 
ni7r).>]/Ai; :ri7rXà«; «TriTrXov, «. 2 
co^ne da ttitt^w; a«. empire; riem- 
pire ; PASS, esser riempito, riempirsi. 

IXiTTpà^/.w, vendere; ninpcoLoCj p. alt, 
da Tcpcioi. 

ntTTTW , vero. irr. cader morto ; ca- 
der ucciso , perire ; cader sulle gi- 
nocchia i inginocchiarsi $ rovinare ; 
piombare, lanciarsi sopra, invadere ; 
a. 2. cTTScrov. 

Iliffov, ou, n. pisello. 

Iliffo;; Ttuaoq, 60i, n. luogo irrigato 
dalie acque ; prato. 

tiU'SOL^ >J5, /. pece. 

IIiffTaxcoy, -ou, n. pistacchio. 

IIiffTgJo), credere; aver fiducia; spe- 
rare, confidare. 

IIi9Tix9Sj W) o'v, credibile, che si può 
credere. 

Ittvris, eus, /. credenza, fede; confi- 
denza, assicurazione, prova, parola in 
senso di promessa. 

IIistÒs, vi) òv, degno di fede; fede- 
le, sicuro, veridico; to tti^tov, con- 
fermazione. 

IlttfTÓTaTOS , 7] , ov , superi, di tti- 
9tÒs, fedelissimo. 

IItffTÓT>34, tJTÒ?,/. fedeltà. 

IIiffToyuìotl, «xoj. m., r«<f. fuXa^, 
protettor della fedeltà. 

IIi9T0 W) //<< ciffo), esigere o dar fede ; 
dooiandare a qualcuno un pegno della 
sua fede , una malleveria. 

IIiffTWS, ow. fedelmente, credibilmente. 

IIiTuvos, O'Jj m. fidato, confidato in. 
n(9U/9e$, 6>v, e. poet. inv. di xirrotr 
pii TS7ffa/3s;, quattro. 



ni nA 



IIiTvoéci), é&), v)/it(, cadere, stendere; 
sviluppare. 

niTTOGJ, Ttiaaóctij contr. &>, impeciare, 
intonacare, incatramare. 

nÌTupov, ou, ti, crusca; sedimento 
dell' orina , involto del grano o del 
frumento. 

niru^. uos, m. pino, picea. 

Ui'^KJsxot ] 7rifK7xw, dire, parlare; 
proferire ; raccontare ; predire j mo- 
strare, far mostra. 

nia>v, oitoi^ e. pingue, grasso ; fertile, 
fruttifero, parlandosi di terreno. 

n>aytà^&>, attraversare, collocare obli- 
quamente , trasversalmente; indurre 
in errore ; ingannare ; parlare ambi- 
guamente. 

IIAocyio;, a, ov, obliquo, storto, indi* 
retto. 

niayto'rijs, >]T95, f. obliquità* 

nXayiGi)^, avv. obliquamente, storta- 
mente, indirettamente. 

nXayxTÓs, ou, adj. errante; vagante; 
vagabondo ; pazzo. 

niayxTOffUVTTj, >]«,/ vita errante e va- 
gabonda ; assuefazione a vagabondare. 

nXà^oJ , far errare; distornare; di- 
sturbare ; imbarazzare ; in med, an- • 
darsene errando ; errare alla ventu- 
ra; di lunghi e varii viaggi} pass. 
eisere portato dal caso; essere sbal- 
zato, agitato. 

n^ocS^u, avvicinare, approssimare. 

n>axia, as, /. errore, fallo, delitto» 

nXocxósis , e7ffa , ev , largo e sot- 
tile, schiacciato; rad. TlXà^, piastra. 

nXaxoj;, 0VVT05, m. eontr. di 7r).a- 
xostS) ósvTOS, focaccia, schiacciata. 

nXax&)3^Y)S, SOS) e, crostoso, crostaceo. 

IlXavocu, traviare, sviare; in med. 
smarrirsi, sviarsi ; sbandarsi ; andare 
errando; divagare. 

nXocvv], YI5,/. errore, inganno; 1* an- 
dar errando, vagando qua e là, 

n^ocvvis, »1T0S, m. vagabondo. 

nXocvvj^yi;, «ws, / vagamento. . 

nX«v>}TVJ5 , ou, «.vagabondo; er- 
rante; pianeta. 

nXavó^ios , ou, adj. fuor di strada; 
sviato, sbandato. 

nXoévo;, ou, m. vagabondo, impostore, 
errante ; che travia, che fa smarrire 
la strada, che inganna. 



(a84) 



nA 



nXàvog, T], ov, ramingo} erranto, Ya- 
gabondo. 

Uld^ , axd; , /. tavola larga, piana | 
piastra, crosta, lama. 

]lXà9t$,so)$, /. fonnasione; l'atto del 
formare una cosa. 

nXàvjuia, ocTOS, n. cosa formata, fin- 
zione. 

n>oc99&>; TrXoéTrW) /«f. oévci), forma- 
re, modellare, plasmare, imaginare; 
far vista, fingere. 

Ulo(.9TiipoL, olì,/., rad. w^a^ffw, for- 
matrice, creatrice, della datura, 

nXeésT7}$, ou, m. formatore, modella- 
tore. 

II>a9TÒ$, YÌ, 0V, formato, modellato t 
finto, falso. 

nXaTaysu, mandar suono, far dello 
strepito; batter le mani. 

IIÀaTayW , ìqs , f.j TtXctroiyriixec , 
aro;, n. strepito. 

UloLTKvnsroij oMjf.j 7r>aTavo$, ou, 
/, platano ; platanetto ; albero che dai 
Greci e dai Bomani era stimato in 
modo particolare , a capone della 
sua ombra, 

n^ocTSt a, as, /. piaxsa. 

nXaTSUg, avv, ampiamente. 

nXocTO;, eo^, n, largbena, il largo. 

nXaruvci}, dilatare, allargare. 

n^oirJvoJTo;, ou, a<//. che ha il dorso 
largo ; di larga schiena. 

nXarJs, eca, ù, largo, ampio, tpasioso, 
Tasto. 

nXaTUff/A^S, OD, m.j'TrXaTUTTQS, »JTO$, 
/*. dilatatione, larghetta. 

IlAocea, avvicinare ; accozaare} in med, 
avvicinarsi, accostarsi. 

UXé^pov, o\}y n. Iftteral. pletro, mi- 
sura di 100 piedi. 

nXsSruva), moluplicare, accrescere. 

nXstà^e;, uv, pl.f. Plejadi, costella- 
xione, all'aprir della quale ricomin- 
ciava la navigazione } e perciò fa no- 
minata da TrAe'ci). 

nAsiov, avv. più. 

n^sìo;, OD, adj. pieno. 

nXsiÓTg^o;, pro/7r. più pieno , quindi 
più da ttAsos, pieno. 

nXst(TTOV , avv. moltissimo , spesso ; 
ilti rà 7rXei9TOV, spessissimo, mol- 
tissimo. 
TlXiìaroij 17 > ov, superi» molti** 



ni 



stmò; in gran qnantitli ; ot TrJtetvroi, 
i più, la [hù parte. 

n^eiU) avv. pia; trovasi Invece di 
TrXsiova, aec. m. /i/t^. o nom» n, 
pi. di TrXciuv, ovo$, maggiore, ri- 
dondante. 

nAsiOiiy, ovoiy e. compar. di ttoXtÌs, 
più grande, più numeroso ; in più, 
in maggior quantità. 

nXexTvf , ^; , yi sost. intrecciatura , 
cuffia. 

nXsxTOS, vi, òv, avviluppato, intreo* 
ciato. 

nXsxo) , piegare, annodare, intreo> 
ciare. 

nXsoy, awerbial, più, più spesse volte, 
in maggior copia. 

nXeovoé^o), ridondare, sovrabbondare} 
soverchiare, esser da più. 

nXcova9/AÒ$, ou, m. iridondansa, so- 
prabbondanza, pleonasmo,^^. froOT.} 
soprabbondanza di parole per ornai' 
mento del discorso, 

nXeovaartxws » avv. soprabbondaot»» 
mente; ad abbondanza. 

nXsovsxTSCi), contr, óì, voler acquistar 
di più , cercar maggior guadagno , 
rapire, posseder di più, esser sape* 
riore. 

n>eovéxTV}/Aa , arog , n. vanUggio; 
miglior condizione, supcrtoritli; fro- 
de , torto fatto a qualcuno ; danno. 

nXsovsxTV];, ou, adj. avido di più» 
avaro, bramoso, frodatore. 

nXeovsxTixu^, avv. avaramente. 

nXcovs^ioc, a$, /. avarizia, cupidigia 
di più guadagno, di maggior acquisto} 
avvantaggio. 

nXsóveai, avv. più dd dovere, an pò* 
troppo. 

TlXéoi, Xy ov, pieno. 

UXt^jpoi , a$ , /. iato , costa , fianco, 
parte del corpo. 

nXsu/9Ódsv, aw. lateralmente. 

nAsUjsdv, oJ, n. fianco, lato. 

nXsoJ)/f«f. siiffo), med. su70/Aac, «Mie. 
euffoJ/Aat, navigare; vogare, arran- 
care, fluttuare; TrXeu^Teoy, bisogna 
navigare. 

nXtjyìJ, 17;,/. p«ag*, percossa, busM, 
colpo. 

TLXriòoi, eo;. n. moltitadine } volgo { 
plebe, pop<uo. 



-JL 



(«85) 



HA 



nXtidruvo), ffloltiplicare, accrascere. 
nXvidrù;, tio;, /. moltitadine, volgo. 

nXiQd'ua)) esser pieno, abbondare. 

UXiìòca, fut. 90), esser pieno j questo 
verbo negli altri tempi ha poi anche 
tìgnijicato transitivo^ secondo cui vale 
riempire; inondare, allagare, traboc- 
care. 

n)iY]XTvi$, ou, m. percussore, carnefice, 
boja. 

n>7}/.Ti^9/iiocc, battersi ; venire ai col- 
pi ; accapigliarsi. 

nXv]XTixò$, vj, òv, che ha fona di 
percuotere. 

IDlvTxt/sov, ou, n. plettro. 

nì^juii, riempire; TtA^/Aat , esser ri- 
pieno. 

IIÌi)jut./AsÌeca, a$, /. misfatto, delitto, 

nli]/i./As>«7$, éo$, e. scorretto. 

nìvijUL/AsXci);, acf. scorrettamente. 

f. flusso del mare ; alta marea; inon- 
datione, allagamento. 

n^tyjjXViQ, ifìi ì /• móuo, ossia il foro 
in ad s* introduce il capo delPasse 
su cui gira la ruota, 

n^tYjv, avv. oltre, fuorché > ma pure; 
eccetto; ttXiqv oSXXoc, ma poi, per 
altro; ^Xv]y eàv, se pure non. 

nXvfltinro; , ou , m. domator di ca- 
valli, cavalliere. 

nX)}|cs, ews, /. battitura, percossa. 

nXìQpK]^ ca)$, e. pieno, colmo. 

UXinpofOpéoiiKi^ esser certo o persua- 
tissimo. 

TìXyipofopiaty persuadere, contentare^ 
coddisfare. 

UX^pOfOpioLf a;, /. certa persuasione^ 
certa fede, soddisfacione. 

nXvipóu , contr, ù, empiere; riem- 
piere; accrescere, ingrossare; si dice 
specialmente deU* empier di soldati 
le navi, 

HXifpoàficc, aTO$, n. pienena, compi- 
mento, supplemento. 

nXvi^6>9t$, ew^j/. riempimento; l*alto 
del riempire, del completare. 

IlXv]9ioé^ci), accostarsi, avvicinare, esser 
iàmiliare. 

nAif]9tov, atv. presso, da vicino, in 
▼idnanxa. 

nXyifioij oc, ov, vicino. 

IIlii9i9Tio$, 0U| e. eh« empie le vele; 



HA ns 



gonfiatore di vele , gonfia-vele ; (ta 

Itivi ò